Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


politica italiana : Carta oro
Inviato da Redazione il 28/11/2008 8:50:00 (9773 letture)

di Marco Cedolin

La distanza fra la politica ed i cittadini continua a farsi sempre più siderale, probabilmente dipende dal fatto che gli uomini politici una volta assurti agli sfarzi delle logge del potere hanno in tutta fretta dimenticato come vivono le persone normali o più semplicemente è da imputare al fatto che la politica ha ormai raggiunto un tale livello di autoreferenzialità da avere perso ogni residuo contatto con il mondo reale.

Sul finire di questo freddo novembre, mentre già le festività natalizie s’intravedono all’orizzonte ed i governi occidentali continuano a regalare miliardi alle banche (da sempre le aziende con più alta redditività al mondo) mentre si propongono di fare altrettanto con la disastrata industria automobilistica, seguendo le orme di quel vero simbolo del mercato liberista che sono gli Stati Uniti, anche in Italia il governo è in piena attività. Si è appena provveduto a donare Alitalia alla cordata d’imprenditori di rapina capeggiata da Colaninno, ma il vero obiettivo è costituito dal fronteggiare la crisi finanziaria e rinfocolare i consumi di Natale che sembrano in procinto di essere fagocitati dalla recessione.

Dopo il disastro della scuola di Rivoli, il cui soffitto è crollato in testa agli studenti, …

… uccidendo un ragazzo di 17 anni e ferendone altri 20, Guido Bertolaso ha reso noto il drammatico stato in cui versano gli edifici scolastici italiani, affermando che occorrerebbe un investimento di 13 miliardi di euro per metterli in sicurezza. Il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, che della tragedia di Rivoli non si è curato minimamente, ha annunciato con il sorriso sulle labbra di avere stanziato 16 miliardi di euro, non per evitare che le scuole crollino ammazzando gli studenti, bensì per costruire grandi opere, nella fattispecie (come da lui affermato) trafori alpini attraverso i quali convogliare il traffico merci che nei prossimi anni a causa della recessione aumenterà sicuramente a dismisura.

Il ministro Tremonti ha invece occhi solo per le famiglie e proprio ieri ha presentato alla stampa la “Social Card”, una sorta di carta di credito prepagata destinata a 1.300.000 italiani e contenente 120 euro da spendere negli esercizi commerciali convenzionati. La carta verrà ricaricata mensilmente di 40 euro dalla generosità dello Stato e potranno fruirne i cittadini ultra sessantacinquenni e le famiglie con figli piccoli (fino a 3 anni) che abbiamo un reddito fino a 6000 euro, non più di una casa e non più di un'auto. Senza entrare nel merito dell’entità dell’aiuto di Stato che sembra piuttosto misera per rivelarsi propedeutica all’incremento dei consumi e al mezzo con cui si è ritenuto di veicolarlo, non si può evitare di mettere in evidenza come il metro usato per aiutare i “poveri” non risulti assolutamente equilibrato, dal momento che tutti i disoccupati a reddito zero, senza figli o con figli grandi non usufruiranno neppure di questa elemosina.

Peggio di Tremonti sarebbero comunque riusciti a fare il PD e la CGIL che preferirebbero aiutare le famiglie più povere detassando le tredicesime, dimenticando che in Italia i più poveri, disoccupati e precari, la tredicesima non sanno neppure cosa sia.

Affrontare il profondo malessere economico che attanaglia le famiglie italiane, con carte di credito, una tantum e offerte promozionali è un po’ come prendere il mare in una giornata tempestosa a bordo di un materassino, con la speranza che la prima onda ci ributti a riva sul bagnasciuga anziché affogarci. Gli italiani che sono in sofferenza economica (tutti gli italiani che sono in sofferenza economica) non hanno bisogno di qualche elemosina formato “mastercard”, bensì di un reddito continuativo che consenta loro di vivere con dignità, di progettare un futuro, di non sentirsi al margine della società.

In un’Italia dove l’emorragia occupazionale sta crescendo a dismisura non servono a nulla le carte di credito modello Tremonti e meno ancora l’elemosina mirata a coloro che percepiscono la tredicesima, come gradirebbero la sinistra ed i sindacati.

Occorre creare nuove opportunità di lavoro, magari indirizzando i 16 miliardi stanziati a favore delle grandi opere della mafia del cemento e del tondino (il settore che in assoluto genera il minore ritorno in termini di occupazione) per ristrutturare gli edifici scolastici e liberarli dall’amianto, magari procedendo a ristrutturare, nell’ottica di accrescere la loro efficienza energetica, il patrimonio immobiliare, magari riconvertendo quell’anacronistico dinosauro che è l’industria automobilistica alla costruzione di microcogeneratori per l’autoproduzione energetica, magari procedendo alla bonifica delle aree inquinate dai rifiuti tossici di provenienza industriale. Le occasioni certo non mancherebbero, quello che manca è purtroppo una classe politica che possieda una minima consapevolezza della realtà che la circonda e sappia affrancarsi, almeno un poco, dal suo ruolo di “cameriere” dei grandi poteri che ne gestiscono l’operato.

Marco Cedolin


politica italiana : Amnistia all'italiana
Inviato da Redazione il 15/11/2008 9:20:00 (1831 letture)

di Marco Cedolin

Se la sentenza di luglio, relativa alle violenze e torture compiute dalle forze dell’ordine nei confronti di centinaia di giovani inermi all’interno della caserma di Bolzaneto, durante il G8 del 2001 era sembrata un vero e proprio colpo di spugna, avendo portato alla condanna solamente15 dei 45 imputati a complessivi 24 anni di carcere, contro gli oltre 76 chiesti dai magistrati Patrizia Petruzziello e Vittorio Ranieri Miniati, senza oltretutto contestare il reato di tortura dal momento che non esiste nel nostro ordinamento giuridico in spregio perfino alla convenzione ONU in materia di diritti dell’uomo, la sentenza di ieri riguardante la sanguinosa irruzione delle forze dell’ordine all’interno della scuola Diaz, sempre durante il G8 di Genova, riesce a fare perfino di peggio, assumendo il carattere di una vera e propria amnistia.

Nonostante nel corso del processo siano state dimostrate in maniera incontrovertibile le responsabilità degli agenti, sia per quanto riguarda le violenze gratuite nei confronti dei giovani che dormivano all’interno della scuola Diaz, sia in merito alla falsificazione delle prove consistenti in bombe molotov, picconi e spranghe portati sul posto dagli stessi poliziotti al fine di giustificare con l’inganno il proprio operato, la sentenza emessa dal prima sezione penale del Tribunale di Genova è di quelle da lasciare basito chiunque sia stato in grado di percepire la gravità degli accadimenti.

Tredici condanne e sedici assoluzioni (fra le quali tutti gli uomini appartenenti ai vertici della polizia) per un totale di 35 anni e sette mesi, ...

... rispetto agli oltre 108 anni chiesti dall'accusa, sembrano davvero troppo poco per dare l’illusione che in questo paese esista una qualche forma di giustizia anche quando a commettere i reati siano uomini appartenenti alle forze dell’ordine.

Alla luce di sentenze come quelle che dopo 7 anni hanno “graziato” i responsabili dei gravissimi fatti di sangue (ancora più gravi in quanto compiuti da coloro che dovrebbero fare rispettare la legge) accaduti durante il G8 di Genova del 2001, non stupisce più di tanto constatare come il poliziotto Spaccarotella, responsabile dell’assassinio di Gabriele Sandri, avvenuto un anno fa all’interno del parcheggio di un autogrill, nonostante l’imputazione di omicidio non sia stato sospeso dal servizio e neppure abbia subito alcun procedimento disciplinare.

Non resta che prendere coscienza del fatto che le forze dell’ordine, anche quando sbagliano, di fronte alla legge continuino a rimanere “più uguali” rispetto a tutti gli altri.

Marco Cedolin

http://ilcorrosivo.blogspot.com/
http://marcocedolin.blogspot.com/

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
CiEmme
Inviato: 28/11/2008 9:47  Aggiornato: 28/11/2008 12:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/2/2008
Da: Roma
Inviati: 446
 Re: Carta oro
Stop bitching, start a revolution.

Riguardo ad Alitalia, per esempio.

Sui nove piloti per ciascun aereo che annovera, due sono sindacalisti, quindi esenti dalla turnazione.

Lavorando in aeroporto, puoi vedere che, quando arriva l'Alitalia, l'equipaggio viene prelevato da pulmino e portato in albergo di prima classe se lo stopover dura piu' di quattro ore. Certo, riposo necessario visto che nelle loro mani e' affidata la vita dei passeggeri....cosa succede nelle altre compagnie? Certo non vogliamo che i nostri lavoratori subiscano lo sfruttamento ingiusto e vexatorio che "gli altri" normalmente fanno. Sono perfettamente daccordo. Ma allora?

Allora:

O l'Alitalia resta una distribuzione di reddito (e un serbatoio di voti) sovvenzionata dal Governo protempore (che quindi si ritiene autorizzato ad usare privatamente le risorse di una compagnia pubblica e ordina all'AD di mettere il volo per Savona Lunedi e Venerdi....)

Oppure concorre con le altre compagnie nel mercato del trasporto aereo ed i poveri lavoratori esperimentano le conseguenze delllo sviluppo della grande Cina dal futuro splendido e progressivo.

Oppure viene ingoiata dall'Antilope Gobbler (mostro terreste ubiquo e trasversale abitante nel segreto bancario che si nutre di moralita').

Oppure? Where is la quarta via che il giustamente critico autore dell'articolo propone?

Una bussola non dispensa dal remare.
Io_sono
Inviato: 28/11/2008 10:31  Aggiornato: 28/11/2008 10:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/4/2008
Da: Nürnberg
Inviati: 373
 Re: Carta oro
Salve Cedolin,
condivido appieno il suo primo articolo.
sia per la questione (udite, udite ) grandi opere che sulla questione dell´elemosina di Stato.
In primis, i 13 mld gettati nelle grandi opere sarebbero uno spreco immenso perchè sono solo poche le aziende che beneficerebbero dei contratti (sempre quelle Impregilo, etc..) e tutte legate in affari più o meno sporchi.
In secondo luogo la sistemazione delle scuole avrebbe certamente un risvolto positivo epr quanto riguarda l´appetibilità degli istituti che molto spesso cadono a pezzi. Ciò magari non eleverebbe il livello degli insegnamenti ma almeno non ci farebeb sembrare la repubblica delle banane.

Sull´elemosina di stato poi non potrei essere più d´accordo. Coem già mi scagliai contro il precedente governo Prodi così mi ripeto contro l´attuale. Sono necessarie riforme strutturali del mondo del lavoro, non certo i 20 euro per 1.3 mln di persone (e gli altri??? mica sono solo quelli che nn arrivano a fine mese...) a salvare il sistema, perchè tra 6 mesi siamo da capo.
Ma questo i nostri politici non lo capiscono...
alla Germania...

soter
Inviato: 28/11/2008 11:18  Aggiornato: 28/11/2008 11:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/9/2007
Da:
Inviati: 88
 Re: Carta oro
Berlusconi e il suo governo fanno schifo ma sempre meglio del NULLA e cioè il centro sinistra degli ultimi anni con a capo Veltroni che sa solo parlare convinto di quello che dice ma sembra un re Mida al contrario. Tutto quello che tocca diventa cacca.

Andoram
Inviato: 28/11/2008 12:50  Aggiornato: 28/11/2008 12:50
So tutto
Iscritto: 24/3/2007
Da:
Inviati: 18
 Re: Carta oro
Con gli spiccioli dati al 1.300.000 poveri con il metodo della carta di credito ricaricata dallo Stato, si elargisce per il servizio prestato la non indifferente somma di circa 6,5 milioni di € all'istituto bancario.

Complimenti!!


Che belle manovre a favore sempre delle banche che in ogni caso e in ogni dove vanno a fare lauti profitti.

Questi 6.5 milioni di € oltre a quelli già stanziati sarebbero potuti entrare nelle tasche dei cittadini direttamente attraverso una detassazione, detassazione che non avrebbe comportato costi di gestione come quella della carta di credito!!

CiEmme
Inviato: 28/11/2008 13:03  Aggiornato: 28/11/2008 13:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/2/2008
Da: Roma
Inviati: 446
 Re: Carta oro
Molto daccordo con Andoram.

E' un subdolo aiuto di stato a chi non ha bisogno (quellli che amministeranno questo sistema);

E' una sonora pigliata per il culo per tutti quelli che avranno diritto alla carta: costera' molto di piu amministrarla che la cifra che arrivera' ai beneficiari.

Ma si sa.....quello che fai non conta se non sembra bello quando lo racconti. Per il governo, cio' che procura il ritorno non sono tanto i percettori, quanto quelli cui riescono a vendere la misura ... e che poi ringraziano votando con un sistema elettorale controllato dagli stessi proponenti....macheschifo!

Una bussola non dispensa dal remare.
hendrix
Inviato: 28/11/2008 13:10  Aggiornato: 28/11/2008 13:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Carta oro

knymed
Inviato: 28/11/2008 14:11  Aggiornato: 28/11/2008 14:11
So tutto
Iscritto: 28/11/2008
Da:
Inviati: 2
 Re: Carta oro
vorrei chiedere a chi ne sa di più una informazione.

hanno mostrato la social card a mattino 5 (non lo guardo mai ma mi è capitato) e la carta sembrava una postepay con il logo postemat e quello mastercard ma senza nominativi o numeri identificativi.

la prima cosa che mi è venuta in mente è che per un servizio di carta di credito/debito ci si deve affidare ad una banca che ovviamente mette in conto il costo delle operazioni di trasferimente ma anche i guadagni di interesse sul capitale che ovviamente il governo gli ha affidato. ma quindi c'è stato un bando di concorso fra banche per la social card? quali erano le condizioni? quanto costano allo stato le operazioni di trasferimento (sulle postepay 1 euro pazzesco), ma soprattutto a quanto ammonta il capitale che è stato affidato alle banche e quanto loro guadagneranno su quest'ultimo?

p.s. anche se vi leggo da molto questo è il mio primo post, saluto tutti :D

cocis
Inviato: 28/11/2008 15:42  Aggiornato: 28/11/2008 15:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Carta oro
e poi gli sconti si hanno solo con i negozi convnezionati .. e per l'energia .. solo con l'enel ,,

hendrix
Inviato: 28/11/2008 16:11  Aggiornato: 28/11/2008 16:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Carta oro
PERCHE' LE GRANDI OPERE NON SERVONO CONTRO LA RECESSIONE
di Andrea Boitani 28.11.2008

ll ponte di Donghai, vicino a Shanghai (oltre 32 chilometri, a 8 corsie, sul mare) è stato
costruito in 3 anni e 6 mesi circa. In Italia, in quei tempi si costruiscono, in media, solo infrastrutture di trasporto di valore compreso tra 10 e 50 milioni di euro (45 milioni ci vogliono per un km di alta velocità ferroviaria, tanto per intendersi).
Se si guarda non solo ai tempi di costruzione ma anche a quelli di progettazione e appalto, bisogna aggiungere altri 3 anni e 4 mesi, per un totale di circa 7 anni. Per opere di valore superiore ai 50 milioni di euro (cioè per i lotti di opere sul serio “grandi”) i tempi di realizzazione salgono a 10 anni e 8 mesi, di cui 4 anni e tre mesi per la progettazione e l’appalto.
Questi dati sono contenuti in uno studio (del novembre 2007) condotto dal Dipartimento per le politiche dello sviluppo del Ministero dello sviluppo economico.
Studio, peraltro, ormai RIMOSSO dal sito internet del Ministero.

Sono dati su cui dovrebbe riflettere chi invoca più spese per nuove grandi opere come strumento anti-recessione. La riflessione potrebbe essere arricchita osservando che solo opere di valore inferiore al milione di euro vengono cantierate in poco più di un anno dall’approvazione e completate in 2 anni. Già per opere di valore compreso tra 1 e 2,5 milioni l’effettiva costruzione inizia solo dopo oltre 2 anni.

In generale, quindi, la spesa per nuove grandi opere sarà domanda effettiva solo quando, con ogni probabilità saremo fuori dalla fase negativa del ciclo. Morale: se si vuole veramente fare una politica fiscale anticiclica è bene dimenticare le grandi opere, a parte garantire le risorse per completare in tempi decenti quelle già cantierate. Se proprio si vuole spendere denaro in nuovi lavori pubblici, meglio finanziare piccole e piccolissime opere: per esempio le manutenzioni straordinarie delle scuole e degli ospedali. Di questi tempi, oltre a dare ossigeno subito al Pil, si rischia anche di salvare qualche vita umana da eventi troppo frequenti per essere definiti “fatalità”.

mangog
Inviato: 28/11/2008 16:30  Aggiornato: 28/11/2008 16:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Carta oro
Citazione:

Si è appena provveduto a donare Alitalia alla cordata d’imprenditori di rapina capeggiata da Colaninno


Non vedo come possa essere altrimenti. I debiti e le passivita' non sono mai riusciti a venderli nessuno, tranne quando il compratore era ed e' lo stato Italiano. Ovvio che degli imprenditori privati non abbiano voglia di comprare dei debiti. Ci mancherebbe.
L'Alitalia doveva fallire. E se qualcuno all'asta offriva qualcosa per il marchio e l'avviamento tanto meglio.
Io personalmente l'avrei fatta fallire e avrei lasciato ai dipendenti la facolta' di ricomprarsi l'azienda all'asta ( il fallimento serve per mettere i galera chi ha gestito in maniera vergognosa l'azienda.. cioe' tutto il management ) , usando magari la liquidazione e decurtando un pochino gli esagerati priviligi monetari.
Non e' questione di vitale importanza per l'italia avera una compagnia di bandiera.
Oltrettutto ho sentito che Mister Fantozzi si prendera' una 15 di milioni di euro solamente per fare delle scritture contabili di fusione.

redna
Inviato: 28/11/2008 16:42  Aggiornato: 28/11/2008 16:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Carta oro


====


Citazione:
Non resta che prendere coscienza del fatto che le forze dell’ordine, anche quando sbagliano, di fronte alla legge continuino a rimanere “più uguali” rispetto a tutti gli altri.


http://www.unita.it/index.php?section=news&idNotizia=73655

Si prova a fare cassa con il porno: verrà infatti applicata un’imposta sulla pornografia in tv e sulla carta stampata. La norma (che risale già a qualche Finanziaria fa ma non era mai uscito il regolamento attuativo) prevedeva anche un’addizionale sul materiale «di incitamento alla violenza». Ma il governo l’ha modificata, applicandola solo su quello pornografico.



C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
mangog
Inviato: 28/11/2008 16:56  Aggiornato: 28/11/2008 16:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Carta oro
Citazione:

Autore: hendrix Inviato: 28/11/2008 16:11:30

PERCHE' LE GRANDI OPERE NON SERVONO CONTRO LA RECESSIONE
di Andrea Boitani 28.11.2008

ll ponte di Donghai, vicino a Shanghai (oltre 32 chilometri, a 8 corsie, sul mare) è stato
costruito in 3 anni e 6 mesi circa. In Italia, in quei tempi si costruiscono, in media, solo infrastrutture di trasporto di valore compreso tra 10 e 50 milioni di euro (45 milioni ci vogliono per un km di alta velocità ferroviaria, tanto per intendersi).



Dobbiamo far "correre" i lavori con i metodi cinesi ?.. Dobbiamo eliminare avvocati, sindacati, enti vari, ambientalisti, e forse non basta.

Notturno
Inviato: 28/11/2008 16:59  Aggiornato: 28/11/2008 16:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: Carta oro
E dopo la "smart card", la "memory card" e la "via card", ecco che arriva Tremonti con la sua "Povery Card"!!!!!!

E lo squallore incalza mentre la vergogna sparisce dal repertorio di questi Signori.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
ohmygod
Inviato: 28/11/2008 17:01  Aggiornato: 28/11/2008 17:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Carta oro
citazione
Con gli spiccioli dati al 1.300.000 poveri con il metodo della carta di credito ricaricata dallo Stato, si elargisce per il servizio prestato la non indifferente somma di circa 6,5 milioni di € all'istituto bancario.
Complimenti!!
Che belle manovre a favore sempre delle banche che in ogni caso e in ogni dove vanno a fare lauti profitti.

Ma è proprio così...e nessun giornale ha qualcosa da dire in merito oppure..
il prezzo del petrolio è diminuito e invece di abbassare le tariffe di luce e gas il governo ha promesso di bloccare i nuovi aumenti delle tariffe.
che carineria...

gudarian
Inviato: 28/11/2008 17:05  Aggiornato: 28/11/2008 17:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Carta oro
Ciao a tutti,

vorrei lanciare una provocazione:

Considerando che la soglia di reddito per ricevere la card è inferiore ai 6000 euro annui, considerando che una famiglia non potrebbe campare con tale reddito, si determinano le seguenti possibilità:

a) La card non verrà data a nessuno poichè i destinatari monoreddito sono già tutti morti per fame

b) Esistono persone che dichiarano 6000 euro, poichè eludono un tantinello il fisco e quindi frotte di liberi professionisti, commercianti e simili, riceveranno il loro bel sussidio ed avranno un rifornimento gratis di gasolio per il loro suv.

Come aiuto alle famiglie non c'è male

Saluti

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
hendrix
Inviato: 28/11/2008 17:06  Aggiornato: 28/11/2008 17:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Carta oro
Qualcuno ha parlato di Alitalia ?


mangog
Inviato: 28/11/2008 17:11  Aggiornato: 28/11/2008 17:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Carta oro
Citazione:

Autore: gudarian Inviato: 28/11/2008 17:05:11

Ciao a tutti,

vorrei lanciare una provocazione


Esistono pensionati con pensioni da 400 euro e meno al mese.
Non chiedermi come possano viverere, ma so che esistono.

hendrix
Inviato: 28/11/2008 17:16  Aggiornato: 28/11/2008 17:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Carta oro
mangog
Il senso dell'articolo è che inutile e dannoso in questo momento investire una galassia di soldi nelle GRANDI OPERE, sarebbe meglio " finanziare piccole e piccolissime opere: per esempio le manutenzioni straordinarie delle scuole e degli ospedali ".
In ogni caso, per me, le G.O. servono prima di tutto a regalare tanti ma tanti soldi pubblici ai soliti noti.

hendrix
Inviato: 28/11/2008 17:24  Aggiornato: 28/11/2008 17:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Carta oro
SE POTESSI AVERE 40 EURO AL MESE
di Lameduck

Ho un dubbio. Ho paura che anche stavolta, con la meravigliosa iniziativa della Social Card, varata dal nostro amato governo, sentiremo un pizzicorino inequivocabile dalle parti del fondoschiena.
In una precedente versione del governo Berlusconi, non ricordo se la 2.0 o la 3.0, tra le promesse elettorali da marinaio vi fu quella di aumentare le pensioni minime a 500 euro mensili.
Fu detto proprio così generalizzando. Molti ci cascarono e credettero che a tutti, automaticamente, sarebbe arrivato a casa l'aumento. Da come aveva detto Berlusconi doveva essere così.

Invece i pensionati scoprirono, una volta informatisi al patronato, che 1) la cosa non era automatica ma bisognava presentare la relativa domanda; 2) non tutti i pensionati al minimo ne avevano diritto ma solo coloro che non superavano i 7.069,27 euro annui di reddito e avevano più di settant'anni. Attenzione, se il pensionato richiedente conviveva con il coniuge, il reddito era da considerarsi cumulativo e non doveva superare gli 11.943,88 euro. Se uno dei due avesse anche avuto diritto all'aumento, cumulando reddito con il coniuge avrebbe potuto superare facilmente il limite del reddito familiare complessivo.
Non solo, ma per presentare domanda di aumento era necessario compilare la dichiarazione ISEE che normalmente ti chiede se possiedi immobili, quanti soldi hai in banca tra conto corrente e titoli, quanto percepisci di reddito da lavoro o da pensione e quanti peli hai nelle orecchie (mi sono contenuta).

E' per queste clausole scritte in piccolo sul contratto con gli italiani che, di 4.000.000 di pensionati con meno di 500 euro al mese, solo 1.800.000 alla fine hanno ottenuto il famoso aumento.
Per ironia della sorte, chi ha veramente aumentato le pensioni e senza considerare il reddito da abitazione e cumulativo ma solo quello individuale è stato il governo Prodi nel 2007, il tanto vituperato dai berlusconidi. E' parimenti stato il governo Prodi a firmare il decreto per l'apertura delle discariche che hanno permesso poi al nano di far bella figura ripulendo il centro di Napoli, ma lasciamo perdere.

Tornando a questa Social Card, come ci spiegano i giornali, essa consisterà in una tessera tipo bancomat o mastercard ma non a credito illimitato come quella della signora Beckham, eh si, ciccia!, ma ricaricata con ben quaranta euro al mese.

continua...

hendrix
Inviato: 28/11/2008 17:47  Aggiornato: 28/11/2008 17:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Carta oro

redna
Inviato: 28/11/2008 18:41  Aggiornato: 28/11/2008 18:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Carta oro
gudarian


Citazione:
b) Esistono persone che dichiarano 6000 euro, poichè eludono un tantinello il fisco e quindi frotte di liberi professionisti, commercianti e simili, riceveranno il loro bel sussidio ed avranno un rifornimento gratis di gasolio per il loro suv.


mi pare che il tema sia stato centrato alla grande! Infatti i poveretti, come il solito, staranno nella loro miseria mentre i 'soliti noti' avranno il loro bel tornaconto...

mangog

Citazione:
Esistono pensionati con pensioni da 400 euro e meno al mese.
Non chiedermi come possano viverere, ma so che esistono.


Esistono anche donne che prendono 100 euro al mese perchè fanno il cumulo con la pensione del marito.
E non è che al marito diano poi tanti 'euri'...
Più che cheidersi come possano vivere c'è da chiedersi che equità sociale esiste in questo paese.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
TomTom
Inviato: 28/11/2008 19:31  Aggiornato: 28/11/2008 19:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/10/2007
Da:
Inviati: 79
 Re: Carta oro
Comunicazione di servizio dal nostr SuperPresidenteDelConsiglio:

Riassumendo e parafrasando:

"L'abbassamento dei consumi dovuto alla crisi, ma anche (e soprattutto) alla sinistra malfidente e criminale, porterà inevitabilmente all' aumento della crisi stessa. Per questo non abbiate paura a consumare, anzi, aiutatevi acquistando qualcosa di valore, magari un auto"

Questa frase spiega INEQUIVOCABILMENTE l'articolo qui a fianco "Perchè hanno abolito la marijuana".

Se la vuole fumare tutta lui!

hendrix
Inviato: 28/11/2008 20:28  Aggiornato: 28/11/2008 20:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Carta oro


Notare come vengono riportate le notizie,
... Rispetto ad ottobre del 2007 c'è stato un aumento ( della diminuizione ) del 5,2% ...
Ad ogni modo, stamattina, quando ho fatto la spesa, non mi sono accorto nè dei prezzi della produzione in picchiata nè del forte rallentamento dell'inflazione.

ohmygod
Inviato: 28/11/2008 20:54  Aggiornato: 28/11/2008 20:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Carta oro
Non è affatto una novita.Da sempre l'Istat espone i suoi dati in questo
modo.

ian
Inviato: 29/11/2008 2:25  Aggiornato: 29/11/2008 2:25
So tutto
Iscritto: 6/11/2008
Da:
Inviati: 10
 Re: Carta oro
raga, io prendo mille euro al mese e sono nella merda!

Redazione
Inviato: 29/11/2008 3:04  Aggiornato: 29/11/2008 3:05
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Carta oro
Mancomat per i meno abbienti, di Michele Serra (scritto oltre un anno fa, forse due).

I poveri definiti persone in via di sviluppo, carte di debito al posto di quelle di credito. Ecco le contromosse del governo all'incalzare delle nuove povertà

Di fronte all'incalzare delle nuove povertà, gli esperti del governo stanno studiando una serie di contromosse, ispirate al pensiero liberista e alla creatività imprenditoriale.

1. La parola 'povero', nella sua brutalità naturalistico-ottocentesca, descrive una condizione inaccettabile in un paese moderno e civile. I poveri dovranno dunque definirsi 'persone in via di sviluppo', anche se hanno superato gli ottant'anni e agonizzano in un ospizio. Dovranno abbandonare ogni atteggiamento disfattista e soprattutto sorridere: il sorriso, dice un comunicato congiunto del Tesoro e della Sanità, non costa niente e valorizza le otturazioni dentali. È vivamente consigliato, per non auto-emarginarsi dal consesso sociale, sostare almeno qualche minuto al giorno davanti a uno sportello Bancomat congratulandosi con quelli che prelevano contanti.

2. Ogni italiano in via di sviluppo, anche se non lo sa o fa lo gnorri, è un'impresa. Sarà dunque dotato per legge di partita Iva, una scrivania pieghevole in formica e una cravatta regimental, pagabili in comode rate, e dovrà presentare ogni anno il rendiconto delle sue attività imprenditoriali. Qualora (tipico il caso delle massaie settantacinquenni e dei minatori del Sulcis) non si svolgano attività imprenditoriali e si indossino le cravatte regimental solo per far ridere i bambini facendo l'imitazione di Jas Gawronski, sono previste sanzioni da 500 a mille euro.

3. I cittadini in via di sviluppo avranno accesso agevolato al credito. Ogni banca dovrà disporre, sotto lo sportello Bancomat, di un orifizio più basso per i meno abbienti, il Mancomat. Inginocchiandosi e introducendo la Carta Carponi (la nuova simpatica card virtuale: nell'apposita fessura si infila la lingua), invece delle tradizionali e costose banconote lo sportello fornirà un pianetino della fortuna con il peso del cliente (precedente) e una massima di Luigi Einaudi.

4. Se le carte di credito non sono alla portata delle persone in via di sviluppo, ecco le nuovissime carte di debito: registrano i costi pubblici di mantenimento del disoccupato o del cassintegrato che invece di darsi da fare ronfa fino alle 11 e poi bighellona per casa borbottando frasi insensate.
In tempo reale, il miserabile potrà controllare sulla sua carta di debito quanto deve alla generosità del suo Paese, e comunicare ogni fine mese alla più vicina caserma della Guardia di Finanza come e quando intende saldare quanto dovuto.

5. Sono previste diverse centinaia di migliaia di nuovi posti di lavoro, che saranno contrassegnati da cartelli con la scritta 'posto di lavoro' dislocati davanti alle aziende, ai negozi, alle imprese pubbliche, oppure in parchi e giardini. I cittadini che ne invididuino uno di loro gradimento, potranno sostare nei pressi, portandosi una sedia da casa, e aspettare un colpo di culo, tipo il ribaltamento di un furgone postale con perdita di valuta sul marciapiede, o il passaggio di un imprenditore che proprio in quel momento stia ricevendo al telefonino la notizia della morte di un dipendente e voglia immediatamente rimpiazzarlo con il primo che trova. Con la Finanziaria del 2005 si prevede che i cartelli possano essere sostituiti con altri di foggia più esclusiva.

6. Accantonato il lodo Carlucci, che prevedeva la messa fuori legge della povertà per evidenti ragioni di buon gusto, è allo studio una legge-quadro Adornato, più possibilista, i cui scopi sono descritti nel suo ultimo saggio politico 'Oltre la povertà'. Per sommi capi, Adornato propone di superare la tradizionale dicotomia povertà-ricchezza, troppo legata al vecchio conflitto di classe. Per il come e il quando, non ne ha la minima idea, però accetta consigli.

mangog
Inviato: 29/11/2008 7:48  Aggiornato: 29/11/2008 7:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Carta oro
I radical chic, con la puzza sotto il naso, stanno discutendo sulle "misere" contromisure per arginare le difficolta' di molti anziani ( sono loro la massa dei poveri e visto che l'eta' non gioca a favore sono poveri per sempre ) di fare la spesa quotidiana, dove un euro in piu' o un euro in meno costituisce la differenza. Per Michele Serra ( nessuno riferimento a chi ha postato un suo scritto ), che campa molto bene come tutti i giornalisti di grido senza fare un "cacchio", un euro vale meno della polvere, ma chiedetelo ad una vecchina che prende 400 euro al mese quanto vale un EURO.
Se continuano cosi', gli sproloqui da cabaret dei vari pagiacci della sinistra snob e radicale, la sinistra in italia andra' nel dimenticatoio per moltissimi anni. Difatti il PD si sta gia' trasformando nella vecchia Democrazia Cristiana.... e la sinistra radicale, molto per colpa di Scanio, apparira' solamente nelle trasmissione di cabaret o all'isola dei famosi.
Non hanno ancora capito che per far perdere la sinistra basta aumentare le trasmissione TV di satira e gli articoli sui giornali in cui si prende solamente "per il culo" ?
PS. i "grossi" industriali rimpiangono una sinistra forte.
Provate a mente fredda e lucida fare un'analisi di cosa ha portato in termini economici la presenza del piu' forte partito comunista "occidentale" all'operaio della catena di montaggio FIAT.
Piu' si rinforzava il partito comunista dagli anni 60 in poi e meno operai si potevano costruire/comprare la casa. Provate a chiedere se siete sotto i 50 anni.

mangog
Inviato: 29/11/2008 8:35  Aggiornato: 29/11/2008 8:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Carta oro
Citazione:

Invece i pensionati scoprirono, una volta informatisi al patronato, che 1) la cosa non era automatica ma bisognava presentare la relativa domanda; 2) non tutti i pensionati al minimo ne avevano diritto ma solo coloro che non superavano i 7.069,27 euro annui di reddito e avevano più di settant'anni. Attenzione, se il pensionato richiedente conviveva con il coniuge, il reddito era da considerarsi cumulativo e non doveva superare gli 11.943,88 euro. Se uno dei due avesse anche avuto diritto all'aumento, cumulando reddito con il coniuge avrebbe potuto superare facilmente il limite del reddito familiare complessivo.
Non solo, ma per presentare domanda di aumento era necessario compilare la dichiarazione ISEE che normalmente ti chiede se possiedi immobili, quanti soldi hai in banca tra conto corrente e titoli, quanto percepisci di reddito da lavoro o da pensione e quanti peli hai nelle orecchie (mi sono contenuta).

E' per queste clausole scritte in piccolo sul contratto con gli italiani che, di 4.000.000 di pensionati con meno di 500 euro al mese, solo 1.800.000 alla fine hanno ottenuto il famoso aumento.



Non mi piace Berlusconi, ma almeno le pensioni le ha aumentate. I criteri di aumento sono semplicemente dei criteri. Non significa automaticamente che il pensionato da 300 euro al mese sia povero se ha 5 appartamenti o 300.000 euro di titoli.
Inutile mischiare le acque.

Nemmeno la pensione da lavoro dipendente ti arriva "di botto" sul conto corrente, visto che qualche giretto all'INPS lo fanno piu' o meno tutti.

redna
Inviato: 29/11/2008 13:34  Aggiornato: 29/11/2008 13:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Carta oro
Citazione:
Non mi piace Berlusconi, ma almeno le pensioni le ha aumentate. I criteri di aumento sono semplicemente dei criteri. Non significa automaticamente che il pensionato da 300 euro al mese sia povero se ha 5 appartamenti o 300.000 euro di titoli. Inutile mischiare le acque.


Berlusconi NON ha aumentato nulla di nulla.
I criteri di aumenti sono i criteri che sono sempre stati, anche con i governi precedenti.
Il pensionato da 300 euro al mese NON ha nè appartamenti e nemmeno altre case. Chi ha 5 appartamenti la pensione NON ce l'ha di 300 euro al mese o titoli vari.
Allora se si ragiona in questi termini che cosa dovrebbe avere chi ha di pensione 10mila 20mila e passa al mese (vale a dire i parlamentari e compagnia bella?).

Appunto: NON mischiamo le acque. Potrebbero esser MOLTO sporche!!!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Linucs
Inviato: 29/11/2008 14:38  Aggiornato: 29/11/2008 14:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Carta oro
Occorre creare nuove opportunità di lavoro, magari indirizzando i 16 miliardi stanziati a favore delle grandi opere della mafia del cemento e del tondino (il settore che in assoluto genera il minore ritorno in termini di occupazione) per ristrutturare gli edifici scolastici e liberarli dall’amianto, magari procedendo a ristrutturare, nell’ottica di accrescere la loro efficienza energetica, ...

Ovvero la medesima ricetta di sempre: continuare a rubare, come e meglio di prima, però impiegare la refurtiva in modo più solidale, "creando" occupazione con altre grandi opere, però ecologiche.

Evidentemente staccarsi dalla caviglia del contribuente è una meta troppo nobile e lontana per poter essere presa anche solo vagamente in considerazione (c'è pericolo che un po' di pattume pubblico si trovi a dover cercare un lavoro vero - non sia mai detto).

redna
Inviato: 29/11/2008 14:51  Aggiornato: 29/11/2008 14:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Carta oro
Citazione:
Non hanno ancora capito che per far perdere la sinistra basta aumentare le trasmissione TV di satira e gli articoli sui giornali in cui si prende solamente "per il culo" ?






Meglio essere presi per il culo così, allora?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
marcocedol
Inviato: 29/11/2008 18:21  Aggiornato: 29/11/2008 18:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Carta oro
Citazione:
Ovvero la medesima ricetta di sempre: continuare a rubare, come e meglio di prima, però impiegare la refurtiva in modo più solidale, "creando" occupazione con altre grandi opere, però ecologiche.


In verità quelle che ho proposto sono piccole e non grandi opere, la cui valenza è innanzitutto quella di preservare l'incolumità delle persone e ottenere dei benefici in termini economici ancora prima che ecologici.

Rendere le scuole pubbliche degli edifici sicuri che non corrano il rischio di cascare in testa agli studenti dovrebbe essere un dovere primario dello stato a prescindere da quale sia il colore del governo che lo rappresenta.
Allo stesso modo liberare suddette scuole dalla presenza di amianto, come prescritto dalla legge, per evitare che fra 20 o 30 anni i bambini e ragazzi che le hanno frequentate si ammalino di mesotelioma, ritengo sarebbe un'azione da compiere al più presto senza esitazione, a prescindere dal fatto che si appoggi o meno l'esistenza della scuola pubblica.

Ristrutturare gli edifici al fine di aumentare la loro efficienza energetica, portandoli a consumare un terzo del gas o del petrolio che oggi occorre per riscaldarli, a prescindere che lo si faccia per mezzo del denaro pubblico o di quello privato, è semplicemente un esercizio d'intelligenza volto a generare un beneficio economico che comporterà benefici anche in termini ambientali.

Linucs
Inviato: 29/11/2008 23:18  Aggiornato: 29/11/2008 23:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Carta oro
In verità quelle che ho proposto sono piccole e non grandi opere, la cui valenza è innanzitutto quella di preservare l'incolumità delle persone e ottenere dei benefici in termini economici ancora prima che ecologici.
[...]
Ristrutturare gli edifici al fine di aumentare la loro efficienza energetica, portandoli a consumare un terzo del gas o del petrolio che oggi occorre per riscaldarli, a prescindere che lo si faccia per mezzo del denaro pubblico o di quello privato, è semplicemente un esercizio d'intelligenza volto a generare un beneficio economico che comporterà benefici anche in termini ambientali.

A fare acqua è esattamente la parte in cui un governo, dotato della carta di credito illimitata detta "contribuenti", ed eletto in carica per un periodo limitato per definizione, persegue "benefici economici" che si manifestano con un risparmio energetico o sanitario. Risparmio di chi? Mica pagano loro.

Difficilmente un qualsiasi governo trae giovamento esercitando intelligenza, lungimiranza o altre amenità quando per essere legittimato a rubare è sufficiente che un certo numero di coglioni l'abbia votato, "e tutto ciò che non si è fatto è causa della situazione lasciata dal governo precedente".

Se si trattasse di fare un esercizio di intelligenza, chiunque dovrebbe aver già capito da un pezzo che si potrebbe cominciare a rimediare denaro eliminando un po' di parate dementi presenziate dal Pannolone Costituzionale e soci. Di solito sono gli stessi "chiunque" che guardano con sospetto il cartolaio e il panettiere, da cui lo scarso risultato dell'esercizio. Finché ci saranno in circolazione dei coglioni disposti a mettere la spesa "istituzionale e di rappresentanza foriera di coesione sociale" davanti ai morti nelle scuole, possiamo tranquillamente evitare di raccontarci le favole.

Tra l'altro, emerge come sempre un fatto singolare: nessuno produce questi fantomatici generatori "per l'autoproduzione energetica", tuttavia ci si deve sciroppare la critica al "libero mercato" perché "c'è troppa concorrenza", però ci sono anche "i cartelli", problema che si risolve con "il monopolio pubblico".

Speriamo che non sia l'ennesima patacca da finanziare dall'alto perché senza pedata nel culo i conti non tornano.

(altrimenti ogni cartolaio ne dovrebbe avere uno, per evitare di pagare il canone RAI nella bolletta della luce...)

Orwell84
Inviato: 30/11/2008 12:41  Aggiornato: 30/11/2008 12:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/3/2006
Da: Ground Zero
Inviati: 1114
 Re: Carta oro
Ristrutturare gli edifici al fine di aumentare la loro efficienza energetica, portandoli a consumare un terzo del gas o del petrolio che oggi occorre per riscaldarli, a prescindere che lo si faccia per mezzo del denaro pubblico o di quello privato, è semplicemente un esercizio d'intelligenza volto a generare un beneficio economico che comporterà benefici anche in termini ambientali.

Se lo si fa per mezzo del denaro pubblico significa che non comporta alcun beneficio economico per il privato, cittadino o azienda che sia. Si trattasse di un investimento produttivo se lo sarebbero già fatti da soli. Certamente si potrebbe obiettare che in molti investono buona parte del loro stipendio in automobili, l'antitesi di una spesa oculata, ma va comunque tenuto conto del fatto che la concessione in monopolio garantito da una legge a privati (o il monopolio diretto) dei trasporti pubblici rendono l'auto una necessità per tutti.

In ogni caso non so se si ha idea di che costo sia in termini economici passivare una casa. Ad oggi si tratta di una spesa che non ha un ritorno economico. Idem per il solare, reso conveniente solo grazie al Conto Energia. Anche se si tratta di una delle poche strategie di medio termine del Governo, ovvero rendere economicamente conveniente il solare, rimane in ogni caso una cattiva allocazione di risorse che penalizza altre forme di produzione dell'energia che al momento sarebbero più convenienti.

Pyter
Inviato: 30/11/2008 12:53  Aggiornato: 30/11/2008 12:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Carta oro
Ma non sarebbe più semplice e dignitoso rifiutare i 120 euro, sbatterglieli in faccia e subitamente mandarli affanculo con un semplice gesto del braccio, teso sì, ma a forma d'ombrello?

No, eh?

Deve costare una fatica...rinunciare a 120 euro...
....si potrebbe usarlo al posto dell'olio di ricino...
...e farglieli ingoiare ad uno ad uno...
e poi anche le carte di credito perchè facilitano la digestione...

No, eh?

Vabbè, allora mi sveglio...

PS- Sì lo so è incitamento alla violenza...
...ma finchè non la tassano la uso.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
part_time
Inviato: 30/11/2008 21:47  Aggiornato: 30/11/2008 21:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/9/2008
Da:
Inviati: 227
 Re: Carta oro
120 € vuol dire una settimana in più di vita.... 40 € vuol dire quasi un 10% in più al mese (ricordatevi che stiamo parlando di "povera gente" che vive con 500€ mensili).... esistono anche queste persone....anche in Italia.

Mammona dormiva. E la Bestia risorta si diffuse sulla terra e i suoi seguaci divennero legione. E annunciarono i tempi e sacrificarono il raccolto nel fuoco, con l’astuzia delle volpi. Ed edificarono un nuovo mondo a propria immagine come promesso dall...
redna
Inviato: 30/11/2008 21:59  Aggiornato: 30/11/2008 22:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Carta oro
Citazione:
120 € vuol dire una settimana in più di vita.... 40 € vuol dire quasi un 10% in più al mese (ricordatevi che stiamo parlando di "povera gente" che vive con 500€ mensili).... esistono anche queste persone....anche in Italia.


Detassare queste persone, non si può?

Dopo tutto sono le troppe tasse che strozzano....e il caro vita che NESSUNO vuol controllare (sempre per le POVERE persone!)

Es: detassare le bollette? far pagare meno la monnezza?
e allora perchè 40 euro al mese se non perchè ritornino proprio a 'loro' sotto forma di tasse...??!!!

La povera gente rimane SEMPRE povera!!!!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Paxtibi
Inviato: 30/11/2008 22:33  Aggiornato: 30/11/2008 22:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Carta oro
A questo siamo:


effeviemme
Inviato: 1/12/2008 0:00  Aggiornato: 1/12/2008 0:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/6/2006
Da:
Inviati: 698
 Re: Carta oro
Paxtibi cit:.

A questo siamo:

-------------------------

è la prima versione della "carta oro", vero?


fvm

Ognuno sta solo sul cuor della terra trafitto da un raggio di sole: ed è subito sera - S. Quasimodo.
ahmbar
Inviato: 1/12/2008 0:33  Aggiornato: 1/12/2008 0:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2007
Da: Milano
Inviati: 1785
 Re: Carta oro
Non e' certo un caso che, ora che il fascismo e' stato sdoganato, si ritorni agli stessi mezzi

Questi sistemi, che ledono la dignita' delle persone, sono parte del modo di pensare(....) di certi pseudo esseri umani

Che tristezza

Per chi desidera informarsi sulla piu' grande menzogna dell'era moderna
FAQ 11 settembre 2001
mangog
Inviato: 1/12/2008 7:52  Aggiornato: 1/12/2008 8:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Carta oro
Citazione:

Re: Carta oro

Autore: redna Inviato: 30/11/2008 21:59:25

Citazione:
120 € vuol dire una settimana in più di vita.... 40 € vuol dire quasi un 10% in più al mese (ricordatevi che stiamo parlando di "povera gente" che vive con 500€ mensili).... esistono anche queste persone....anche in Italia.


Detassare queste persone, non si può?



Redna.. guarda che sotto qualche migliaia di euro di reddito non si paga piu' l' irpef. Cosa vuoi detassare ?
Le pensioni minime sono pagate, giustamente, anche a persone che tanto sul lastrico non sono. Se si aumenta indistintamente la pensione minima, i soliti soloni radical chic protestano. ( per me sono pagati dalla dx per far perdere sempre piu' credibilita' alla sx, vedi la Guzzanti.. figlia borghesissima, sempre vissuta nella bambagia, e non mi si venga a dire che non centra.. la fame per conoscerla bisogna patirla, non serve guardare il solito documentario sul povero africano agonizzante )
I comuni hanno gia' la possibilita' di aiutare coloro che non riescono a far fronte alla spese per le bollette. Tanto i debiti li paga sempre Roma.
Su via.. non sputiamo contro i soldi solamente perche' vengono dal governo Berlusconi. ( non voglio aprire una discussione sulle tasse..sigh )
Quanti scioperi vengono fatti per ancora meno euro sul contratto di lavoro ?
Ora che Brunetta ha "messo in riga" gli statali ( una cosa vergognosa l'assenteismo degli statali ) spero ci siano piu' soldi da redistribuire.
Penso che l'assenteismo, mediamente doppio o triplo rispetto al settore privato, abbia pesato per 12/16 miliiardi di euro ogni anno sulle nostre disastrate casse statali..( per noi sono le tasse, per lo stato e' la cassa.. )
Gli evasori sono sempre al di sopra di queste problematiche.

feudis
Inviato: 1/12/2008 9:04  Aggiornato: 1/12/2008 9:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/1/2008
Da:
Inviati: 98
 Re: Carta oro
Si vede che Berlusconi ha preso lezioni da Bush che distribuì carte prepagate agli alluvionati di New Orleans dopo l'uragano....

Paxtibi
Inviato: 1/12/2008 9:39  Aggiornato: 1/12/2008 9:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Carta oro
Su via.. non sputiamo contro i soldi solamente perche' vengono dal governo Berlusconi.

Sì, anch'io direi di sputare direttamente in faccia a Berlusconi.

Ora che Brunetta ha "messo in riga" gli statali

Ai primi della "riga" ha regalato aumenti da 600 e 900 euro, per due ore in più la settimana.
Qualcuno è più statale degli altri, a quanto pare...

redna
Inviato: 1/12/2008 10:37  Aggiornato: 1/12/2008 10:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Carta oro
Citazione:
guarda che sotto qualche migliaia di euro di reddito non si paga piu' l' irpef. Cosa vuoi detassare ?


Stavo infatti parlando delle tasse delle bollette....


Citazione:
Le pensioni

minime sono pagate, giustamente, anche a persone che tanto sul lastrico non sono

Le pensioni minime sono pagate a persone che sul lastrico NON sono e anche a persone che SONO sul lastrico.


Citazione:
Se si aumenta indistintamente la pensione minima, i soliti soloni radical chic protestano.

cioè, se i radical chic protestano (????) allora il goveno NON aiuta le persone che sono sul lastrico.
Non so se mi viene da piangere per i radica chic o per il governo...o per tutti e due.


Citazione:
I comuni hanno gia' la possibilita' di aiutare coloro che non riescono a far fronte alla spese per le bollette. Tanto i debiti li paga sempre Roma.


Probabilmente questo è il solito 'sentito dire'....
In effetti se vi in comune perchè anche un genitore non ce la fa più a pagar bollette salate e gli si chiede, in base alla pensione, di detassare minimamente , che fa il comune?
Chiede a famigliare il reddito, poi fa la somma, e chiede se non è possibile 'aiutare' il congiunto a far fronte ai pagamenti.
Quello di cui parli tu è un'altra cosa.Quello si chiama 'fondi stanziati di aiuto ai bisognosi' ma, capirai che, alla fine, questi fondi seguono anche altre vie.
I debiti ci sono per 'altri' motivi...


Citazione:
Penso che l'assenteismo, mediamente doppio o triplo rispetto al settore privato, abbia pesato per 12/16 miliiardi di euro ogni anno sulle nostre disastrate casse statali..( per noi sono le tasse, per lo stato e' la cassa.. )
Gli evasori sono sempre al di sopra di queste problematiche.


Penso che NON è cambiato NULLA.
Hanno preso i soliti quattro che dovevano prendere...gli altri tranquillamente fanno quello che hanno sempre fatto.
In quanto alle statistiche i numeri si tirarno da tutte le parti e, vedi caso, le parti sono sempre quelle di chi le commissiona e in questo caso brunetta ha ragione!

Gli evasori finchè rimangono evasori (alla stessa maniera che gli assenteisti pubblici rimangono SEMPRE assentesiti...) hanno sempre i loro SUV, le ferie invernali in posti esotici e tutto quello che un'altra persona 'onesta' non ha.
E magari anche una pensione molto sostanziosa, dopo che hanno fatto di tutto per frodare tutti (cioè la cosa pubblica, cioè lo stato, cioè la collettività).

Citazione:
Su via.. non sputiamo contro i soldi solamente perche' vengono dal governo Berlusconi.


Se avessimo un briciolo di dignità non solo ci sputeremo sopra ma manderemo anche a casa l'intero governo (prima che qualcun altro lo faccia...dopo gennaio s'intende...)


C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
mangog
Inviato: 1/12/2008 11:41  Aggiornato: 1/12/2008 11:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Carta oro
Citazione:

Autore: Paxtibi Inviato: 1/12/2008 9:39:46

Su via.. non sputiamo contro i soldi solamente perche' vengono dal governo Berlusconi.

Sì, anch'io direi di sputare direttamente in faccia a Berlusconi.

Ora che Brunetta ha "messo in riga" gli statali

Ai primi della "riga" ha regalato aumenti da 600 e 900 euro, per due ore in più la settimana.
Qualcuno è più statale degli altri, a quanto pare...


Ma scomettiamo che questi bei aumenti sono stati decisi in maniera molto traserversale?..

Tu puoi sputare dove ti pare (spero tu sappia fare anche qualcosa di meglio ) , a me interessa che la vecchina da 400 euro si ritrovi 40 euro in piu' al mese.

redna
Inviato: 1/12/2008 12:03  Aggiornato: 1/12/2008 13:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Carta oro
Citazione:
a me interessa che la vecchina da 400 euro si ritrovi 40 euro in piu' al mese.


a te interesssa questo...
hai mai chiesto a chi ha 400 euro al mese se è d'accordo di avere 40 euro in più.
Il fatto che qualcuno sia contento di questo non significa che ha sistemato alcunchè di sociale.
Significa solo, narcisisticamente, esseresi parato il culo 'politicamente' che, se permetti è una cosa del tutto diversa dell'aiuto alle persone bisognose.
E non è detto che poi i 40 euro vadano REALMENTE alle persone VERAMENTE bisognose!

E poi perchè non andare a vedere chi evade il fisco e devolvere questo a favore dei bisognosi?

'Politicamente' si capisce che non 'rende'"!

Pertanto dovrebbero essere le persone bisognose, per prima, a sputare nel piatto!


http://espresso.repubblica.it/dettaglio/Aiuti-cash-alle-famiglie-Servono-davvero-contro-la-crisi/2050368/10
Citazione:
Aiuti cash alle famiglie. Servono davvero contro la crisi?
Il governo scarta l'opzione degli interventi strutturali sul fronte fiscale e sceglie la strada dei contributi in contanti ai meno abbienti. Pensate che questi interventi siano sufficienti o sono solo dei palliativi temporanei? Che ne pensate?

Il ministro del Welfare Maurizio Sacconi annuncia aiuti alle famiglie con reddito basso in vista del Natale. Scartata l'opzione degli interventi strutturali sul fronte fiscale, il governo ha scelto la via apparentemente più facile dei contributi "cash", che saranno devoluti sotto forma di assegni fino a 800 euro per i nuclei con meno di 20mila euro di reddito annuo. Gli aiuti in contanti si inquadrano in un pacchetto di misure temporanee tra cui figurano anche gli sconti sulle bollette e sulla benzina. Pensate che questi interventi siano sufficienti a fronteggiare la crisi economica? O sono piuttosto dei puntelli studiati per salvare il salvabile in un periodo, quello delle festività natalizie, cruciale per i consumatori e per le aziende?


...in certi casi i 'bisognosi' sono quelli che devono realizzare denaro. E allora invece di aiutare chi ha 'bisogno' occorre 'distogliere' dal reale problema della povertà e tramutarlo in altro.
Per le festività, appunto. Per il resto dell'anno chi è nell'indigenza ci rimane. Le feste e i guadagni sono per pochi giorni. Ma soprattutto per poche persone.


questo un commento:
Penso che quella tessera sia l'ennesima farsa ai danni dei creduloni e dei bisognosi. Innanzitutto chi la riceverà veramente? Cosa guadagnerà la società di emissione di queste carte (mastercard?!)? Chi e dove l'accetterà? 1 € e 30 c. al giorno? A famiglia? Lo dico in inglese: bullshit! Infine un ultima domanda... Inquietante.... Chi se la sentirà di far vedere ad altre persone di esssere indigente? Mostrare in fila al supermercato quella tessera non sarà gratificante per chi dovrà farlo

----
Perchè nasce il sospetto che siano 'ancora' le banche ad avere dei benefici? (visto anche che i c/c sono sempre più miseri?)

edit---
http://www.unita.it/index.php?section=news&idNotizia=7375

Citazione:
Infuria la polemica per la decisione del governo di inserire tra le misure anti-crisi il raddoppio dell' Iva, dal 10 al 20 per cento, sul canone degli abbonamenti alle pay tv. E Berlusconi cerca di difendersi affermando che «sono assolute menzogne della sinistra, anche Mediaset è danneggiata e Sky aveva un privilegio».


Citazione:

Per Maurizio Gsparri la tassa «non è una vessazione, non stiamo togliendo il latte ai bambini, anzi proponiamo per Sky la stessa Iva che si paga sul latte in polvere per i bambini. Sky dagli anni Novanta ha fruito di un'agevolazione fiscale - afferma Gasparri - perchè la tv satellitare era un fatto di nicchia.


Un ministro al governo fa il paragone fra l'iva del latte dei bambini e quella per sky...!!
Qualcosa non quadra, ovviamente.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Paxtibi
Inviato: 1/12/2008 13:06  Aggiornato: 1/12/2008 13:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Carta oro
a me interessa che la vecchina da 400 euro si ritrovi 40 euro in piu' al mese.

Un vero filantropo! Sono commosso.

gudarian
Inviato: 1/12/2008 17:25  Aggiornato: 1/12/2008 17:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Carta oro
Ciao a tutti,

mi sembra palese che l'aggiunta di 40 euro mensili per chi ha un reddito REALE di 6000 euro annui, non serva a nulla. Questo è un problema che dovrebbe essere affrontato in modo diverso, attivando vere politiche di aiuto, verificando le singole posizioni economiche, senza elargizione di inutili elemosine.

Tutte le possibile azioni intraprese dal o dai governi, basate sul reddito dichiarato sono perdenti in partenza, perchè è il dato più inattendibile che ci possa essere, considerando l'evasione ed il lavoro sommerso esistente in italia. Alla fine si vanno a dare incentivi a chi non ne ha effettivamente bisogno dominuendo la quota disponibile, invece, per chi si trova in difficoltà.

Oggi, credo non sia quasi possibile per una famiglia vivere con meno di 25000 euro l'anno (sempre reali). Solo con il miglioramento dei servizi pubblici (scuola, sanità, trasporti) si potrebbe pensare di migliorare la qualità della vita per queste persone, non serve a nulla una piccola elargizione mensile, avere 25000 euro l'anno oppure 26000 fà poca differenza, invece non pagare l'assistenza sanitaria, avere un servizio pubblico che funziona e magari pure un asilo nido effeiciente permetterebbe di evitare congrue spese annue.

Purtroppo, fintanto che lo stato ha bisogno delle tasse "tartassando" i lavoratori dipendenti, in particolar modo nel segmento di reddito 35000 - 60000, l'economia ed i consumi non potranno mai ripartire, perchè in questa fascia di reddito è compresa la gran parte delle famiglie italiane che attualmente sono occupate a sostenere il resto della popolazione (evasori compresi). Le azioni del governo dovrebbero essere mirate anche verso questa fascia di reddito, la detassazione delle tredicesime, inserite in un piano più complesso in cui ricadevano gli aspetti riportati sopra, poteva essere un piccolo passa in questa direzione.

Saluti

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
redna
Inviato: 1/12/2008 18:18  Aggiornato: 1/12/2008 18:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Carta oro
Citazione:
Roma, 1 dic. (Apcom) - Il presidente della Camera, Gianfranco Fini, invita i cittadini a "tirare la cinghia" nel difficile momento di crisi economica che l'Italia sta attraversando. Intervenendo in videochat in diretta sul sito della Camera, Fini risponde ad un imprenditore: "La crisi c'è ovunque ed è la conseguenza della crisi statunitense. Riguarda tutti gli uomini e le donne del pianeta. Il presidente della Camera non può entrare nel merito dei provvedimenti del governo. Invito però a tirare la cinghia in un momento difficile, a non licenziare a meno che le condizioni siano disperate: in questa fase tutti devono avere la speranza di un avvenire migliore e coloro che hanno un lavoro devono mantenerlo".


L'invito a tirare la cinghia è solo per i cittadini si capisce.
I parlamentari non credo siano in questa 'cerchia'. Pertanto si permettono di pontificare dall'alto della poltrona della terza carica dello stato.
Che la crisi sia conseguenza di quella statunitense ci fa comprendere come gli statunitensi non siano stato capaci di 'evitare' la crisi e allegramente abbiano tirato in ballo tutti.La cinghia dovrebbero tiarla quelli che ora sono obesi, quelli che l'avidità era la droga e non chi ha sempre pensato che questa società andasse solo vero un precipizio e quindi se ne sono stati lontani da certe speculazioni.

Che la crisi investa tutti non è detto.
Non lo è mai nemmeno per la guerra, figurarsi per una crisi del 'sistema'.


Citazione:
Tutte le possibile azioni intraprese dal o dai governi, basate sul reddito dichiarato sono perdenti in partenza, perchè è il dato più inattendibile che ci possa essere, considerando l'evasione ed il lavoro sommerso esistente in italia.

Questo lo si sa benissimo, come si sa benissimo CHI sono gli evasori e chi lavora nel sommerso.
Quindi è chiaro che a tutti gli schieramenti questo va bene.
Pertanto quello che NON va bene sono i 40 euro perchè NON risolvono il problema (che non si vuole risolvere proprio per nulla, del resto, ma si maschera come 'gratifica' (politica) di fine anno...)

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
ivan
Inviato: 2/12/2008 22:54  Aggiornato: 2/12/2008 23:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Carta oro
Stasera a Ballarò si parlava anche della "carta oro" data ai poveri.

Hanno mostrato qualche grafico e qualcuno ha fatto notare che 40 euro al mese sono meno di un caffè con briosce al dì .

Qualcuno poi faceva notare che comunque son sempre meglio di nulla tant'è vero che ci sono lunghe file di persone che la richiedono.

Purtuttavia non c'è in definitiva nulla di nuovo sotto il sole, il motto del paese è rinnovarsi nella continuità e nella tradizione.

Girando per il web ho trovato questo articolo della rivista Cuore risalente a circa venti anni fa.


link articolo



In pratica non è mai cambiato nulla .


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA