Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


news internazionali : Attentati in India
Inviato da Redazione il 26/11/2008 22:20:00 (12938 letture)

Dopo aver resistito molto più a lungo del previsto Musharraf, il pupazzo di Washington, è miseramente crollato. Uccidere la Buttho non solo non è servito a niente, ma ha casomai accelerato il processo di rigetto del popolo pakistano verso gli americani.

Ovviamente, il nuovo presidente del Pakistan ha già detto chiaramente che gli americani fra i piedi non li vorrà.

Ovviamente, agli americani la cosa non ha fatto piacere.

Ovviamente salta fuori dal nulla, in India, un nuovo gruppo terroristico mai sentito prima, che è in grado di coordinare otto attentati nello stesso momento, e mettere in scacco un’intera città. (Nemmeno i servizi segreti del Madagascar permetterebbero ad un gruppo del genere di crescergli sotto il naso senza accorgersi della loro presenza).

Ovviamente, il gruppo terroristico si dimentica di far conoscere i motivi del proprio gesto (abitudine ormai consolidata, peraltro, in tutto il "terrorismo mondiale"), ma si premura di far sapere al mondo che loro si chiamano Daccan Muhjaddin. Siamo nel mondo delle apparenze, e in quel mondo l'unica cosa che conta è l'etichetta.

Ovviamente, i Muhjaddin sono equiparabili ai Talebani. E i Talebani sono equiparabili ad Al-Queda.

Ovviamente, il Pakistan “da tempo non riesce ad acchiappare i Talebani-di-Al-Queda, che hanno costruito il loro santuario nelle montagne lungo il confine con l’Afghanistan”.

Ovviamente, bisognerà intervenire al più presto presso il Pakistan, ...

... perchè la smetta di dare rifugio ai terroristi, e torni al più presto sotto l’ombrello di Washington.

Ovviamente, conviene farlo prima che Obama salga al potere, in modo da consegnargli questa patata bollente che sarà obbligato in qualche modo a cucinare.

Se non fosse per i poveracci che sono morti, questa degli attentati in India sembra quasi – paradossalmente - una non-notizia.

Massimo Mazzucco

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
trotzkij
Inviato: 26/11/2008 23:50  Aggiornato: 26/11/2008 23:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: Attentati in India
India: attentati a Mumbai, 80 morti, italiani coinvolti

MUMBAI/ROMA (Reuters 26/11/2008) - Almeno 80 persone sono rimaste uccise in una serie di assalti di uomini armati che hanno preso di mira all'apparenza strutture turistiche del centro finanziario dell'India, Mumbai, aprendo il fuoco in sette diversi luoghi e provocando anche almeno 250 feriti, mentre le tv dicono anche che vi siano ostaggi occidentali in due hotel di lusso.
L'attacco è statao rivendicato per email alla stampa da un gruppo che si autodefinisce "Mujahidin del Deccan", praticamente sconosciuto.
Le tv hanno anche detto che l'esercito si appresta a fare irruzione in uno degli alberghi in cui ci sono ostaggi, l'Oberoi.
La Farnesina, intanto, ha detto che un numero imprecisato di turisti italiani sono presenti nei due alberghi attaccati, e alcuni di loro sono in contatto con il Consolato.
Due italiane, una donna e sua figlia, si trovano in particolare nell'Oberoi, ha detto un funzionario degli Esteri. . I terroristi hanno preso di mira anche il Cafè Leopold, forse il ristorante più famoso e meta di turisti, oltre a ospedali e stazioni ferroviarie.
"Penso che cerchino stranieri, perchè stanno chiedendo passaporti britannici o americani", ha detto Rakesh Patel, testimone britannico che era al Taj Mahal, l'altro hotel preso di mira dagli aggressori, oltre a ospedali e stazioni ferroviarie. "Hanno bombe, sono arrivati dal ristorante... giovani, 20 anni, forse 25", ha detto a una televisione.
Le tv locali hanno anche annunciato che tra le vittime c'è il capo dell'antiterrorismo di Mumbai (la ex Bombay), Hemant Karkare.
"Abbiamo notizia di 80 morti e almeno 250 feriti, molti in modo grave ed il bilancio peggiorerà", ha detto a Reuters P-D. Ghadge, ufficiale di polizia della centrale operativa di Mumbai.
"Terroristi sconosciuti con armi automatiche hanno aperto il fuoco indiscriminatamente", aveva detto in precedenza detto in tv A.N. Roy, capo della polizia di Maharashtra. "In alcuni luoghi hanno usato anche granate. Ci sono state esplosioni in alcuni posti".
"Secondo le informazioni in possesso della Farnesina, la situazione a Mumbai è in continua evoluzione e i drammatici eventi di queste ore sono ancora in corso - è scritto in un comunicato della Farnesina - Non è quindi ancora possibile tracciare un bilancio relativamente alla dimensione del coinvolgimento di cittadini italiani".
"La Farnesina ha stabilito un contatto con quegli italiani che sono stati sin qui sfollati dagli alberghi oggetto degli attacchi. Tuttavia, cittadini italiani risultano ancora presenti allinterno dei due alberghi coinvolti, e con alcuni di essi le autorità consolari riescono per il momento a tenersi in collegamento".

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
cocis
Inviato: 27/11/2008 0:02  Aggiornato: 27/11/2008 0:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Attentati in India
"Volevano chiunque avesse un passaporto britannico o statunitense", racconta un testimone alla tv indiana. "Hanno lasciato andare quelli che si dichiaravano di altre nazionalità, ad esempio gli italiani".
????


menphisx
Inviato: 27/11/2008 0:10  Aggiornato: 27/11/2008 0:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/5/2008
Da: Everywhere
Inviati: 463
 Re: Attentati in India
Al-qaeda in versione indiana ?

« Tramuta tutto in ciò che è veramente: l’Astratto, lo Spirito, il Nagual. Non c’è stregoneria, né il male, né il diavolo. C’è solo la percezione. »
Don Juan Matus
Redazione
Inviato: 27/11/2008 0:20  Aggiornato: 27/11/2008 0:20
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Attentati in India
Al-qaeda in versione indiana ?

Il nuovo nemico è il Pakistan, non lo sapevi?

alsecret7
Inviato: 27/11/2008 0:20  Aggiornato: 27/11/2008 0:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: Attentati in India
come vedete la strategia del terrore o della tensione sta ricominciando precisa come un orologio ne vedremo delle belle purtroppo chi saranno questa volta? a voi indovinare meno guardate i telegiornali meglio e sara dura non facciamoci ingannare

cocis
Inviato: 27/11/2008 0:36  Aggiornato: 27/11/2008 0:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Attentati in India
-----------------

cocis
Inviato: 27/11/2008 0:42  Aggiornato: 27/11/2008 0:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Attentati in India
00.03 - Obama condanna gli attacchi.

Il presidente eletto Barack Obama ha condannato gli attacchi. "Questi attacchi coordinati contro civili innocenti dimostrano la grave e urgente minaccia del terrorismo. Gli Stati Uniti devono continuare a rafforzare le alleanze con l'India e con le nazioni del mondo per sradicare e distruggere le reti terroristiche'', ha detto il portavoce Brooke Anderson.




http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo434304.shtml

absinth
Inviato: 27/11/2008 7:22  Aggiornato: 27/11/2008 7:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/12/2005
Da: FRIULI VENEZIA GIULIA
Inviati: 249
 Re: Attentati in India
Come volevasi dimostrare... Aspetto un articolo chiarificatore dato che ho apreso la notizia per radio pochissimi minuti fa... Ho capito solo le parole "terrorismo", minacce di Al Quaeda di compiere attentati nella metro di New York tramite informazioni dell'FBI... insomma le solite balle innescate dai media ignobili...

mangog
Inviato: 27/11/2008 7:59  Aggiornato: 27/11/2008 8:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Attentati in India
Nella ditta in cui lavoro, che vende molto nella zona di Pune e nella zona meridionale del Deccan, appena adesso i tecnici trasfertisti hanno fatto sapere che in India non ci vogliono piu' andare, e cio' causera' dei grossi problemi di installazione e collaudo finali degli impianti, in quanto i tecnici Indiani non sono in grado di effettuarli. Ci sono stato molte volte in India e devo dire che esiste un atrito molto radicato tra gli Indu' e gli Islamici, da molto prima degli attentati alle torre gemelle. Ci sono stato la prima volta nel 1988 e gia' allora gli Indu' erano molto preoccupati della "violenza" islamica.
In poche parole gli Indu' hanno letteralmente paura degli Islamici, e questa paura la si puo' palpare in tutte le classi sociali degli Indu'.
Da notare che gli Indu' fanno mediamente molti meno figli degli Islamici che procreano "a dismisura" in barba alle direttive governative di contenimento della popolazione.
Che siano gli veramente gli Islamici fanatici e religiosi, la fonte delle controversie ? Ovvio che non tutti gli Islamici sono da mettere nel gruppo dei violenti.

Sandman
Inviato: 27/11/2008 9:27  Aggiornato: 27/11/2008 9:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/5/2006
Da:
Inviati: 666
 Re: Attentati in India
Come Tarpley aveva previsto....Pakistan

robowsky
Inviato: 27/11/2008 9:31  Aggiornato: 27/11/2008 9:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/9/2008
Da:
Inviati: 37
 Re: Attentati in India
La refazione scrive:

Ovviamente salta fuori dal nulla, in India, un nuovo gruppo terroristico mai sentito prima, che è in grado di coordinare otto attentati nello stesso momento, e mettere in scacco un’intera città. (Nemmeno i servizi segreti del Madagascar permetterebbero ad un gruppo del genere di crescergli sotto il naso senza accorgersi della loro presenza).


Infatti la notizia sembra non aver senso. In nessun giornale ci sono accenni del motivo degli attentati. Si parla di un generico conflitto indù-musulmano ( che esiste da secoli ma che non è mai stato - dico mai - così estremo ) senza nessuna "apparente ragione".
Qui c'è proprio puzza di bruciato e c'è qualche zampino, come suggerisce corretamente la redazione.

Chi ha occhi e orecchie per intendere intenda.

Signori, non potete fare a botte in Centrale Operativa! Il Dottor Stranamore
feudis
Inviato: 27/11/2008 9:53  Aggiornato: 27/11/2008 9:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/1/2008
Da:
Inviati: 98
 Re: Attentati in India
Se si trattasse di un problema tra islamici e indù perchè andare alla ricerca di inglesi e americani?

Un'altra cosa che non mi spiego è perchè sequestrano dei coreani ma non gli italiani. È come se il ruolo dell'Italia fosse sempre quello del sostegno e mai del coinvolgimento diretto.

Non mi spiego neanche come l'inglese sia riuscito a fuggire nonostante, si suppone, fosse sotto la minaccia delle armi ed in un luogo ben controllabile dai terroristi (altrimenti perchè spostarli?!). Puntualmente ci riesce e riferisce tutto ciò che ha visto (ricordate la ragazzina del Kuwait figlia dell'ambasciatore?). Chi era di guardia? Forse Pippo e Paperino? Uno dormiva e l'altro non sapeva spiegarsi...

Ieri, poi, è stata pubblicata la notizia di possibili attentati nella metro di NYC. Guarda caso la notizia doveva rimanere segreta (forse per non rovinare i piani dei terroristi?!?) ma un giornalista ne viene in possesso (questi giornalisti ficcanaso!). Anche in questo caso ci si chiede chi custodisca certi documenti...

cnj
Inviato: 27/11/2008 10:00  Aggiornato: 27/11/2008 10:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: Attentati in India
ovviamente "loro" diranno che i servizi segreti questi Daccan già li conoscevano.
ovviamente il 95% della gente ascoltando i TG penseranno che questi Daccan sono veramente cattvi... e come dargli torto dopo quello che hanno fatto (... ma domandarsi da dove vengono è chiedere troppo?!)
ovviamente sotto questo sole non cambia un emerito cazzo!
ovviamente se potessi andrei in ferie sulla luna per i prossimi 48 mesi
ovviamente non posso
ci si vede domani alla stessa ora.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
mangog
Inviato: 27/11/2008 10:27  Aggiornato: 27/11/2008 11:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Attentati in India
Citazione:

Ovviamente salta fuori dal nulla, in India, un nuovo gruppo terroristico mai sentito prima, che è in grado di coordinare otto attentati nello stesso momento, e mettere in scacco un’intera città. (Nemmeno i servizi segreti del Madagascar permetterebbero ad un gruppo del genere di crescergli sotto il naso senza accorgersi della loro presenza).


Be.. io ho sempre sentito di attentati eseguiti dagli islamici in India sin dai primi viaggi negli anni 80. Dunque i servizi segreti Indiani fanno pena?
Ma siete mai andati in una citta' Indiana? Avete visto la densita' della popolazione lungo le strade? Il traffico dei moto ape gialli ? Il caos totale ? Luogo ideale per nascondersi e fare quello che si vuole.
Di solito le notizie dell'India hanno ed avevano poca risonanza nei media occidentali, ma la questione ISLAMICA in territorio indiano e' sempre stata fonte di rogne, vedi la guerra SEMPRE POSSIBILE, tra India e Pakistan, ed e' certo che sono i Pakistani a soffiare sul fuoco dell'estremismo islamico in India.
Non e' certo una novita'.
Insomma un attacco al Pakistan e' possibile anche dall'India e cio' da tempi non sospetti.
Se facevano 30 morti in un tempio Indu', da noi avrebbero fatto un piccolo reportage. Forse gli Islamici avevano voglia di finire sulle prime pagine?
Tanto in India tutto e' amplificato. Un morto da noi equivale a 30 da loro

LoneWolf58
Inviato: 27/11/2008 10:49  Aggiornato: 27/11/2008 10:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Attentati in India
Ovviamente...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
trotzkij
Inviato: 27/11/2008 10:55  Aggiornato: 27/11/2008 10:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: Attentati in India
Gli amici Biden e Brzezinsky fanno 'campagna elettorale' su Obama...

Mumbai, polizia: assedio finito all'hotel Taj, ma non all'Oberoi
Reuters - da 43 minuti

MUMBAI (Reuters) - Sono stati tratti in salvo gli ostaggi che si trovavano presso l'hotel Taj di Mumbai, attaccato da presunti terroristi, ma sembra che ci siano ancora degli ostaggi al Trident/Oberoi.
Lo ha riferito il capo della polizia.
"Le persone che erano trattenute lì, sono state tutte recuperate", ha detto Roy all'emittente tv Ndtv. "M ci sono ospiti nelle camere, non sappiamo quanti".
Roy ha detto che alcune persone sarebbero ancora tenute in ostaggio all'hotel Trident/Oberoi, dove vi sono anche una decina di italiani, inclusa una bimba di sei mesi.
"Ecco perché l'operazione è stata condotta in modo attento, per garantire che non vi siano vittime innocenti".
Presunti terroristi fondamentalisti islamici armati hanno lanciato ieri sera una serie di attentati nel cuore della capitale finanziaria dell'India, uccidendo almeno 101 persone e prendendo in ostaggio molti turisti stranieri in due degli alberghi più lussuosi della città, secondo quanto riferito oggi dalla polizia.

Complimenti, con Mangog il forum di LC ha anche avuto la (s)ventura di acquisire un simil-Huntington in sedicesimo... (negli USA sono inflazionati e oramai li danno via a prezzi stracciati).

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
tiburon
Inviato: 27/11/2008 11:24  Aggiornato: 27/11/2008 11:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2007
Da:
Inviati: 150
 Re: Attentati in India
mio Dio! ma i programmi di 'attività terroristica indotta' negli USA non fanno un aggiornamento dai primi del secolo? A terzo millennio iniziato ancora siamo con l'atto deliberato ed immotivato?

debbo parlare con lo sceneggiatore della Cia...

Al potere della fantasia...potere di uccidere

cocis
Inviato: 27/11/2008 11:26  Aggiornato: 27/11/2008 11:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Attentati in India

peppe75
Inviato: 27/11/2008 12:08  Aggiornato: 27/11/2008 12:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: Attentati in India
"Ovviamente, conviene farlo prima che Obama salga al potere, in modo da consegnargli questa patata bollente che sarà obbligato in qualche modo a cucinare."

non sono d'accordo con questa interpretazione data nell'articolo. E' vero secondo me che quest'ulteriore "attacco terrosistico" sia un'azione pianificata e dispiegata da altri , non dai terroristi. Ma c'e' da dire che da tempo Obama, nella sua campagna elettorale, ha dichiarato di voler concentrare gli sforzi militari in afghanistan/pakistan. Quindi non credo sinceramente che questa sia una patata bollente che gli verrà consegnata da altri, perchè il cambio di scenario bellico è sempre stato nei suoi programmi. mi sbaglio?

Dall'articolo:
"Ovviamente, bisognerà intervenire al più presto presso il Pakistan"
E' Obama che lo ha detto, ancora prima di questi attentati.

o sbaglio?


Quel che mi viene da pensare più di altro è, in sequenza temporale:

1) Obama dichiara in campagna elettorale di voler concentrare i suoi sforzi al confine tra Afghanistan e Pakistan, soprattutto in Pakistan.

2) Guarda casa, un attacco terroristico in india bersaglia turisti americani e inglesi.

3) ?cosa viene dopo?

cocis
Inviato: 27/11/2008 13:46  Aggiornato: 27/11/2008 13:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Attentati in India
e questi da dove saltano fuori ??

Deccan Mujahideen

feudis
Inviato: 27/11/2008 14:04  Aggiornato: 27/11/2008 14:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/1/2008
Da:
Inviati: 98
 Re: Attentati in India
Nei tg oramai già si va affermando l'idea che i terroristi sono islamici appartenenti ad Al Qaeda. Mica si aspettano i risultati delle indagini! Nella Shock Economy si sfrutta il momento per fare ciò che si vuole.

Napoletano ha già detto che servono decisioni politiche per fronteggiare questa evoluzione del terrorismo internazionale.

Sertes
Inviato: 27/11/2008 14:14  Aggiornato: 27/11/2008 14:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Attentati in India
Tarpley sostiene che il pericolo per la fazione che controlla Obama è che in vista delle prossime carenze energetiche l'India torni ad avvicinarsi alla Cina.

Caso vuole che questi "terroristi" si siano sono preoccupati di attaccare l'India dal nulla e di bersagliare solo inglesi e statuintensi, e ora saranno questi stati ad avere la giustificazione per intervenire a fianco all'India e contro il Pakistan.

Ed è vero che Obama spingeva contro il Pakistan già in campagna elettorale

La mossa più intelligente che potrebbero fare in India è quindi invocare l'aiuto Cinese per combattere questi terroristi... magari indagando salterebbe fuori qualcosa di interessante.


---


Uno dei terroristi "islamici" portava un braccialetto sacro "indu". Ovviamente nello stesso articolo assieme alla notizia c'è la smentita, perchè uno degli arrestati è sicuramente pakistano.

http://www.corriere.it/esteri/08_novembre_27/terroristi_indu_islamici_braccialetto_d92b702e-bc7a-11dd-88c4-00144f02aabc.shtml

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
GgCc
Inviato: 27/11/2008 14:53  Aggiornato: 27/11/2008 14:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/7/2005
Da:
Inviati: 170
 Re: Attentati in India
Massimo, proprio quello che ci voleva a Bush. Adesso diranno che quest'attentato e riconducibile al Pakistan ed ai Talebani ( Bin Laden docet). Aggiiungiamo poi, perchè no, l'ennesimo attentato in America e il grande guerrafondaio potrà giustificare la legge marziale in America. Questo è l'innesco per l'" October Surprise" in preparazione da tanto tempo. Domanda: dov'è la bomba? L'uccisione di Obama da parte di Al-Quaida? Un mega-attentato che rivaleggi di molto la messinscena dell'11 Settembre? Comunque ricordiamoci che alla base ci sono alcuni motivi secondo la mia visione: 1) distrarre dalle due guerre in corso ( Afghanistan ed Iraq) già perdute, iniziandone una terza e possibilmente una quarta ( Pakistan e/o Iran); 2) distrarre dalla crisi economica e dalla crisi del dollaro a cui viene dato un mese di vita ancora, poi iper-inflazione a manetta; 3) ripulire le tracce delle passate operazioni in nero preparandone altre. Qui ci vorrebbe uno Sbancor per individuare tutti i filoni... Intanto accontentiamoci del papagallo di Frattini. Bisognerebbe mandarlo al circo, farebbe faville.

peppe75
Inviato: 27/11/2008 15:05  Aggiornato: 27/11/2008 15:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: Attentati in India
grazie Sertes:
Ed è vero che Obama spingeva contro il Pakistan già in campagna elettorale

allora le cose non le leggo solo io, forse la notizia non è stata ripresa dai media americani però....

Stalker
Inviato: 27/11/2008 15:17  Aggiornato: 27/11/2008 15:17
So tutto
Iscritto: 4/11/2008
Da:
Inviati: 4
 Re: Attentati in India
E' un po' triste leggere articoli come questo e tutti i relativi commenti.
Tutti che ragionano allo stesso modo,tutti con la loro personale e semplicista visione del mondo, con argomentazioni e modi di pensare assolutamente identici al 90% delle persone che si informano sui media tradizionali...cambia solamente il colore dello schieramento scelto
Questo sito a volte è un esempio di come un luogo di critica costruttiva possa trasformarsi in un luogo di omologazione intellettuale

Descartes
Inviato: 27/11/2008 15:20  Aggiornato: 27/11/2008 15:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/6/2006
Da: Christ = Sun God
Inviati: 1087
 Re: Attentati in India
Citazione:

Tarpley sostiene che il pericolo per la fazione che controlla Obama è che in vista delle prossime carenze energetiche l'India torni ad avvicinarsi alla Cina.

Ed è vero che Obama spingeva contro il Pakistan già in campagna elettorale

allora le cose non le leggo solo io, forse la notizia non è stata ripresa dai media americani però....


Nei media americani no, ma Webster Tarpley ne ha parlato spesso. Per chi si fosse persa l'intervista a Tarpley, è stata postata tempo fa nel thread sulla crisi economica, ma la riposto qui per comodità:

Tarpley - The men behind Barack Obama part 1
http://it.youtube.com/watch?v=MouUJNG8f2k

Tarpley - The men behind Barack Obama part 2
http://it.youtube.com/watch?v=e-KJCMWcoms

Purtroppo niente sottotitoli italiani (ecco un altro progetto per i luogocomunesi).

soulsaver
Inviato: 27/11/2008 15:21  Aggiornato: 27/11/2008 15:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/11/2005
Da: Roma
Inviati: 613
 Re: Attentati in India
Citazione:
Ed è vero che Obama spingeva contro il Pakistan già in campagna elettorale

Obama anche nei dibattiti presidenziali annunciava la possibilità di interventi americani contro il Pakistan in barba alla sovranità nazionale e a tutte le leggi internazionali.
Mascherava la strategia offensiva contro il Pakistan con la necessità di sopperire alle mancanze delle autorità Pakistane incapaci di contrastare gli attacchi dei "terroristi" dal nord del paese.

Free from the need to be free "Mommy what's a Funkadelic, George Clinton 1970"
dangp
Inviato: 27/11/2008 15:24  Aggiornato: 27/11/2008 15:24
So tutto
Iscritto: 28/5/2008
Da:
Inviati: 20
 Re: Attentati in India
Chi c'è dietro Mumbai

Un attacco made in Pakistan o un affare tutto indiano?

Chi sono i terroristi che hanno attaccato Mumbai?

Una delle poche immagini dei terroristi di MumbaiLa pista pachistana. I servizi segreti di Nuova Delhi puntano il dito contro il Lashkar-e-Toiba (Esercito dei Puri), il principale gruppo armato indipendentista kashmiro, sostenuti dai servizi segreti pachistani e legati ad Al Qaeda e al Movimento della Jihad Islamica (Huji).
it.peacereporter.net

Atque ubi solitudinem faciunt pacem appellant.
Ladri di marmellate
robowsky
Inviato: 27/11/2008 15:30  Aggiornato: 27/11/2008 15:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/9/2008
Da:
Inviati: 37
 Re: Attentati in India
Stalker dice:

"E' un po' triste leggere articoli come questo e tutti i relativi commenti. Tutti che ragionano allo stesso modo,tutti con la loro personale e semplicista visione del mondo, con argomentazioni e modi di pensare assolutamente identici al 90% delle persone che si informano sui media tradizionali...cambia solamente il colore dello schieramento scelto Questo sito a volte è un esempio di come un luogo di critica costruttiva possa trasformarsi in un luogo di omologazione intellettuale"

Per me è più triste leggere una nota di critica senza proporre niente.
Forse è più facile che le dritte arrivino dal cielo che dalla nostra testa, mentre è facile scaricare agli altri la colpa di mancanza di idee.

Signori, non potete fare a botte in Centrale Operativa! Il Dottor Stranamore
Descartes
Inviato: 27/11/2008 15:38  Aggiornato: 27/11/2008 15:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/6/2006
Da: Christ = Sun God
Inviati: 1087
 Re: Attentati in India


Mumbai, il giallo del braccialetto
Uno dei terroristi portava al polso un bracciale sacro indù, segno di riconoscimento degli estremisti indù
fonte: Corriere.it


13:23 Frattini: "Azione certamente legata ad Al Qaeda"
"Questa è un'azione di gruppi certamente legati ad Al Qaeda". Lo ha detto il ministro degli Esteri Franco Frattini ai microfoni di Sky Tg24 a commento degli attacchi a Mumbai.
fonte: Repubblica.it

peppe75
Inviato: 27/11/2008 15:45  Aggiornato: 27/11/2008 15:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: Attentati in India
e vai Stalker, ci voleva un altro sapientone, per fortuna ora ti sei iscritto tu cosi' non dobbiamo più preoccuparci, anzi direi a Mazzucco che può anche smettere di scrivere articoli visto che ora ci sei tu !! e vai !!!!


se ti va di criticare l'articolo, o qualche post in particolare, potresti per favore argomentare ? perchè se non credi che valga la pena condividere la tua sapienza con noi, non vedo perchè iscriversi e postare certe oscenità.

L'articolo mi sembra che abbia senso, e se pure non tutti lo condividono 100% (tra cui io) ci affanniamo a dire almeno il perchè? potresti farlo anche tu di grazia?

vincenzo
Inviato: 27/11/2008 15:52  Aggiornato: 27/11/2008 15:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/6/2004
Da: u-oy-topos middle Oceania
Inviati: 1304
 Re: Attentati in India
Citazione:
Per me è più triste leggere una nota di critica senza proporre niente.


Ma è una moda? La critica non prevede necessariamente una proposta, è così difficile da accettare?

1 - Non fanno caso, costoro, che quando in Internet compare qualcosa di veramente scottante, scompare nell’arco di pochi minuti? Se invece qualcosa ci rimane per sempre – e pure in bella vista - vuole dire che lì da nascondere c’è ben poco.
gudarian
Inviato: 27/11/2008 16:31  Aggiornato: 27/11/2008 16:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Attentati in India
Concordo con quanto riportato nell'articolo di Massimo, tranne per la conclusione finale

Citazione:
Ovviamente, conviene farlo prima che Obama salga al potere, in modo da consegnargli questa patata bollente che sarà obbligato in qualche modo a cucinare


Ad obama non viene consegnata la patata bollente ma gli è necessaria per poter continuare la politica imperialista che gli usa portano avanti nella regione, ora che il pakistan non è più il fido alleato è necessario rimescolare le carte (così come obama ha spesso indicato in campagna elettorale), La manovalanza per gli attentati è disponibile tra i vari gruppi terroristici locali (indù,islamici e quant'altro) con la benevolenza dello stato indiano che avrebbe tutto da guadagnare ad appoggiare gli usa contro l'arcinemico pakistano ( vedi guerra del Kashmir)

Saluti

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
soulsaver
Inviato: 27/11/2008 16:32  Aggiornato: 27/11/2008 16:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/11/2005
Da: Roma
Inviati: 613
 Re: Attentati in India
Citazione:
Nei media americani no, ma Webster Tarpley ne ha parlato spesso. Per chi si fosse persa l'intervista a Tarpley, è stata postata tempo fa nel thread sulla crisi economica, ma la riposto qui per comodità:

Grazie Descartes, l'intervento di Tarpley me l'ero perso...
Illuminante ed inquietante come sempre il buon vecchio Webster

Free from the need to be free "Mommy what's a Funkadelic, George Clinton 1970"
Sertes
Inviato: 27/11/2008 16:36  Aggiornato: 27/11/2008 16:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Attentati in India
Vince il priemo la CNN !

http://edition.cnn.com/2008/WORLD/asiapcf/11/27/india.attacks.responsibility/index.html

nel dettaglio:

Citazione:
Both the intelligence community in India and the United States think the Deccan Mujahideen may be affiliated with one of two organizations that have carried out attacks in India in the past: the Indian Mujahideen and Lashkar-e-Tayyiba.


Sia i servizi indiani che statunitensi considerano i Deccan Mujahideen affiliati ad una delle due organizzazioni: Indian Mujahideen o Lashkar-e-Tayyiba

Citazione:
The Indian Mujahideen is a Muslim militant group which emerged about a year ago [...] The group has declared "open war" against India in retaliation for what it said were 60 years of Muslim persecution and the country's support of U.S. policies.


Il gruppo musulmano militante è sorto un anno fa e ha dichiarato guerra aperta contro l'india in rappresaglia per 60 anni di persecuzione musulmana, e perchè l'india supporta le politiche USA

Citazione:
Lashkar-e-Tayyiba (Army of the Pure) is an Islamic extremist group that [...] has several thousand members in the Pakistan-controlled part of Kashmir


Lashkar è un gruppo estremista islamico che ha migliaia di membri nella parte pakistana del kashmir



Tutto come da copione MA non si sono accorti che nell'orgia di prove contro gli islamici hanno messo la foto del terrorista con il braccialetto indu!
Per la serie "ti annuncio il crollo WTC7, avvenuto per una dinamica mai riscontrata nella storia, 20 minuti prima che accada."

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Paxtibi
Inviato: 27/11/2008 17:25  Aggiornato: 27/11/2008 17:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Attentati in India
Che sia questo il “Barrack” Obama test, o almeno il suo prologo?

“Mark my words,” the Democratic vice presidential nominee warned at the second of his two Seattle fundraisers Sunday. “It will not be six months before the world tests Barack Obama like they did John Kennedy. The world is looking. We’re about to elect a brilliant 47-year-old senator president of the United States of America. Remember I said it standing here if you don’t remember anything else I said. Watch, we’re gonna have an international crisis, a generated crisis, to test the mettle of this guy.”

“I can give you at least four or five scenarios from where it might originate,” Biden said to Emerald City supporters, mentioning the Middle East and Russia as possibilities. “And he’s gonna need help. And the kind of help he’s gonna need is, he’s gonna need you - not financially to help him - we’re gonna need you to use your influence, your influence within the community, to stand with him. Because it’s not gonna be apparent initially, it’s not gonna be apparent that we’re right.”

***

“Segnatevi le mie parole” ha avvertito domenica il candidato democratico alla vice presidenza alla seconda delle sue due raccolte di fondi a Seattle. “Non ci saranno sei mesi prima che il mondo testi Barack Obama come fecero con John Kennedy. Il mondo sta osservando. Stiamo per eleggere un brillante senatore di 47 anni presidente degli Stati Uniti d'America. Ricordate che ve l'ho detto qui, seppur non ricorderete nient'altro di quel che ho detto. Prestate attenzione, stiamo per avere una crisi internazionale, una crisi generata, per verificare il coraggio di quest'uomo.”

“Posso darvi almeno quattro o cinque scenari su dove potrebbe nascere,” ha detto Biden ai sostenitori di Emerald City, menzionando il Medio Oriente e la Russia come possibilità. “E avrà bisogno d'aiuto. Ed il genere di aiuto di cui avrà bisogno, avrà bisogno di voi – non di aiuto finanziario – avremo bisogno che voi usiate la vostra influenza, la vostra influenza all'interno della comunità, che vi leviate al suo fianco. Perché non sarà inizialmente evidente, non sarà evidente che saremo nel giusto.”


Ricordare anche:


Barack Obama al New York Times Op-ed, 14 luglio 2008:

“Come ho detto molte volte, dobbiamo essere tanto attenti nell'uscire dell'Iraq quanto lo siamo stati nell'entrare [sic]. Possiamo riposizionare in sicurezza le nostre brigate di combattimento ad un ritmo che consentirebbe di rimuoverle in 16 mesi. Che sarebbe nell'estate del 2010 – due anni da oggi e più di sette anni dopo l'inizio della guerra. Dopo questo riposizionamento, una forza residua in Iraq eseguirebbe missioni limitate: inseguendo quel che resta di Al Qaeda in Mesopotamia, proteggendo i membri dei servizi americani e, a condizione che gli iracheni realizzino progressi politici, addestrando forze della sicurezza irachena.”

“Finire la guerra [in Iraq] è essenziale per raggiungere i nostri più vasti obiettivi strategici, cominciando con l'Afghanistan ed il Pakistan [...] Come presidente, io perseguirei una nuova strategia e comincierei fornendo almeno due brigate supplementari per sostenere il nostro sforzo in Afghanistan. Abbiamo bisogno di più truppe, più elicotteri [...];”

“Farò della lotta contro Al Qaeda ed i talebani la massima priorità, come dovrebbe essere. Questa è una guerra che dobbiamo vincere.”


E:

Barack Obama al Time Magazine Forum, 11 settembre 2008:

“Se andremo in guerra, allora ci andremo tutti, non solo qualcuno.”

peppe75
Inviato: 27/11/2008 17:47  Aggiornato: 27/11/2008 17:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: Attentati in India
@Paxtibi
"“Farò della lotta contro Al Qaeda ed i talebani la massima priorità, come dovrebbe essere. Questa è una guerra che dobbiamo vincere.”


scusa non ho capito bene, chi l'ha detto questo? sembra George W.?

Varanasi
Inviato: 27/11/2008 18:05  Aggiornato: 27/11/2008 18:05
So tutto
Iscritto: 9/7/2007
Da:
Inviati: 6
 Re: Attentati in India
"E' un po' triste leggere articoli come questo e tutti i relativi commenti. Tutti che ragionano allo stesso modo,tutti con la loro personale e semplicista visione del mondo, con argomentazioni e modi di pensare assolutamente identici al 90% delle persone che si informano sui media tradizionali...cambia solamente il colore dello schieramento scelto Questo sito a volte è un esempio di come un luogo di critica costruttiva possa trasformarsi in un luogo di omologazione intellettuale".

Caro Stalker, se la tua evoluzione coscienziale ti permette di elevarti sopra le folle vocianti, perchè non argomenti la tua risposta? Cos'è che SOLO tu sai ed è negato a noi poveri abietti? Quale "colore" avremmo scelto, per il nostro schieramento? La mia omologazione intellettuale mi permette ancora di distinguere chi predica pavidamente da pulpiti fumosi da chi, pur correndo il rischio di sembrare "fazioso" o ancor peggio, partiticamente schierato, porta argomenti validi a sostegno di una teoria della cospirazione. Se sei così yogico e predichi silenzio, abbi la coerenza di non sprecar parole.

Alla salute!

Merimange
Inviato: 27/11/2008 18:22  Aggiornato: 27/11/2008 18:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/6/2006
Da: Roma
Inviati: 117
 Re: Attentati in India
Dopo cinque minuti come al solito tutti i media in coro già strillavano “Al-Qaeda!Al-Qaeda!”, poi è arrivata l’immancabile chiosa chiarificatrice di Frattini: “Questo - ha concluso - dimostra che mentre ci preoccupavamo della crisi economica, il terrorismo restava la minaccia più grave”

Watson il caso è chiuso, arrestate il maggiordomo Al-Qaeda! E basta preoccuparsi della crisi economica, il vero pericolo è Al-Qaeda che è tornata, capito bambini?


Laughter
Inviato: 27/11/2008 18:24  Aggiornato: 27/11/2008 18:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/8/2008
Da:
Inviati: 50
 Re: Attentati in India
Citazione:
E' un po' triste leggere articoli come questo e tutti i relativi commenti. Tutti che ragionano allo stesso modo,tutti con la loro personale e semplicista visione del mondo, con argomentazioni e modi di pensare assolutamente identici al 90% delle persone che si informano sui media tradizionali...cambia solamente il colore dello schieramento scelto Questo sito a volte è un esempio di come un luogo di critica costruttiva possa trasformarsi in un luogo di omologazione intellettuale Invia un commento


Grazie di questo commento; qualche tempo fa, ci sarebbero stati personaggi in grado di riflettere e rispondere a queste parole; con molta probabilità si sarebbe sviluppata una discussione costruttiva anche se un pò OT, ma era il bello di questo sito.

Oggi, anzi, da un bel pò di tempo, le nuove levedel sito, le uniche rimaste rispondono sempre così:

Citazione:
Robowsky: Per me è più triste leggere una nota di critica senza proporre niente. Forse è più facile che le dritte arrivino dal cielo che dalla nostra testa, mentre è facile scaricare agli altri la colpa di mancanza di idee.


Risposta standard che ormai utilizzano tutti alla prima critica che arriva; probabilmente è ormai di default, basta premere F1 e compare automaticamente. Sistema efficace che mette al riparo da scomode o indesiderate, a seconda dei casi, autocritiche.

Per questo motivo ringrazio Vincenzo che interviene così:

Citazione:
Ma è una moda? La critica non prevede necessariamente una proposta, è così difficile da accettare?


Purtroppo sembra una proprio una moda, i nuovi luogocomunesi si sentono intoccabili.

Lasciamo poi perdere il solito tifoso da curva sud che invece di riflettere un momento da aria ai polmoni e prende la palla al balzo per rilanciare con animosità:

Citazione:
e vai Stalker, ci voleva un altro sapientone, per fortuna ora ti sei iscritto tu cosi' non dobbiamo più preoccuparci, anzi direi a Mazzucco che può anche smettere di scrivere articoli visto che ora ci sei tu !! e vai !!!!


Tanta arroganza denota sempre un certo grado di immaturità e ignoranza, di conseguenza sono contento che altri furbacchioni non abbiano raccolto la staffetta.

Chiedo scusa a Redazione per questa mia intromissione OT, ma essendo un anziano lettore di questo sito ho sentito il bisogno di spezzare una lancia in favore del nuovo utente "stalker" che ha tutto il diritto di esprimere un pensiero, peraltro condivisibile, in modo diretto ma non maleducato, senza per questo trovarsi la solita risposta di rito che in tutta sincerità, ha stancato perchè, come ho detto, assomiglia sempre più a una scusa universale per qualsiasi parere opposto.

trotzkij
Inviato: 27/11/2008 18:25  Aggiornato: 27/11/2008 18:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: Attentati in India
Al-QaCIA Scatenata; aggiungiamo anche il pseudoattentato contro l'ambasciata USA a Kabul, che ha fatto una sola vittima, ovviamente afgana, ed il quadro è completo.

Ossezia del Nord, gli islamici rivendicano l'uccisione del sindaco della capitale
27/11/2008

Il gruppo dell'emiro Kataib al-Khoul rivendica l'attentato su internet
Un gruppo di ribelli islamisti che opera nel Caucaso settentrionale, ha rivendicato l'uccisione del sindaco di Vladikavkaz, avvenuto ieri nell'Ossezia del Nord.
"L'esecuzione del nemico di Allah è stata portata avanti dall'emiro di Kataib al-Khoul" si legge nel sito internet www.kavkazcenter.com, un gruppo che viene descritto come la cellula locale dei ribelli islamisti.
Vitaly Karayev, sindaco di Vladikavkaz, capitale dell'Ossezia del Nord e una delle più grandi città della Russia, rappresenta la figura politica più alta finora uccisa dai ribelli caucasici. Ferito da un colpo di pistola nel mezzo della strada, è morto poche ore dopo in ospedale. Le autorità russe hanno aperto un'inchiesta sulla sua morte.
Nell'ossezia del Nord, però, la violenza è iniziata fin dagli anni '90, in connessione con la guerra d'indipendenza Cecena. Stretta fra l'Ossezia del Sud, la Cecenia, e l'Inghuscezia, l'Ossezia del Nord, che fa parte della Fedreazione russa, ha spesso subito l'influenza dei movimenti indipendentisti dei paesi confinanti.
Il 6 novembre scorso dodici persone erano rimaste uccise nelll'esplosione che ha coinvolto un autobus vicino al mercato della città.

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
LoneWolf58
Inviato: 27/11/2008 18:40  Aggiornato: 27/11/2008 18:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Attentati in India
Citazione:
Autore: Laughter Inviato: 27/11/2008 18:24:28
...
Chiedo scusa a Redazione per questa mia intromissione OT, ma essendo un anziano lettore di questo sito ho sentito il bisogno di spezzare una lancia in favore del nuovo utente "stalker" che ha tutto il diritto di esprimere un pensiero, peraltro condivisibile, in modo diretto ma non maleducato, senza per questo trovarsi la solita risposta di rito che in tutta sincerità, ha stancato perchè, come ho detto, assomiglia sempre più a una scusa universale per qualsiasi parere opposto.

E' un po' triste leggere articoli come questo e tutti i relativi commenti. Tutti che ragionano allo stesso modo,tutti con la loro personale e semplicista visione del mondo, con argomentazioni e modi di pensare assolutamente identici al 90% delle persone che si informano sui media tradizionali...cambia solamente il colore dello schieramento scelto Questo sito a volte è un esempio di come un luogo di critica costruttiva possa trasformarsi in un luogo di omologazione intellettuale
Pensiero?
Il pensiero è l'attività della mente, un processo che si esplica nella formazione dei concetti, della coscienza, delle idee, dell'immaginazione, dei desideri, di ogni raffigurazione del mondo
Sarà che sono un lettore "giovane" ma nel post di Stalker non vedo alcuna forma di pensiero... anzi qui l'uso di F1 è proprio palese. Magari se articolasse un proprio punto di vista e desse un esempio di critica costruttiva...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
donfrengo
Inviato: 27/11/2008 18:42  Aggiornato: 27/11/2008 18:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/11/2008
Da:
Inviati: 62
 Re: Attentati in India

Quando parli con me ti devi stare zitto
"Sani & Sponsorizzati" : contro il ceto medio
winston
Inviato: 27/11/2008 19:19  Aggiornato: 29/11/2008 13:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/10/2005
Da: Eurasia
Inviati: 392
 Re: Attentati in India
Attentare in India per colpire il Pakistan...Cui bono veramente?
Storia triste, come USA e tradiZione, un filo sfugge nella trama...

Che però è tangibile in urdito:
<<“The world Zionist movement should not be neglectful of the dangers of Pakistan to it. And Pakistan now should be its first target, for this ideological State is a threat to our existence. And Pakistan (.) hates the Jews and loves the Arabs. This lover of Arabs is more dangerous to us than the Arabs themselves. (.) It is essential that we exploit this base and strike and crush Pakistanis, the enemies of Jews and Zionism, by all disguised and secret plans”. - Ben Gurion, firsst Israeli Prime Minister. Jewish Chronicle, 09 Aug.'67

Jane’s information group, the world's foremost source on intelligence information, reported in July 2001 that "The Indian spy agency RAW and the Israeli spy agency Mossad have created four new agencies to infiltrate Pakistan to target important religious and military personalities, journalists, judges, lawyers and bureaucrats. In addition, bombs would be exploded in trains, railway stations, bridges, bus stations, cinemas, hotels and mosques of rival Islamic sects to incite sectarianism.

(.)US-Israel relations are deep rooted; after 9/11 India reoriented its foreign policy to accommodate the changing realities of international milieu and find a position in USA -Israeli camp.>>
---
More about Greater Baluchi-stan: two pigeons witn one stan.

"Chi controlla il presente controlla il passato, chi controlla il passato controlla il futuro" Orwell, 1984
Redazione
Inviato: 27/11/2008 19:38  Aggiornato: 27/11/2008 19:45
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Attentati in India
STALKER: Citazione:
Tutti che ragionano allo stesso modo,tutti con la loro personale e semplicista visione del mondo, con argomentazioni e modi di pensare assolutamente identici al 90% delle persone che si informano sui media tradizionali...


Ah ah ah ah ah ah !!!!!! Questa è strepitosa!

Stalker, portamene UNO "che si informa sui media tradizionali" e proponga queste argomentazioni. Dico uno, non "il 90%". Portami la massaia di Vigevano, che dice che gli attentati li ha fatti la CIA, e te la pago un milione di dollari.

Citazione:
Questo sito a volte è un esempio di come un luogo di critica costruttiva possa trasformarsi in un luogo di omologazione intellettuale


Come vedete, cari amici, è lo stesso Stalker a chiedere la critica costruttiva, che poi però non è in grado di fare.

L'acuto Stalker si contraddice da solo, due volte in due paragrafi.

Ma sul sito è comunque benvenuto.

(Peccato che "la voce del sito" non abbia uno spazio apposito per le cazzate più clamorose, altrimenti la tua ci finiva dentro di sicuro: due in un solo intervento!!!)

hendrix
Inviato: 27/11/2008 19:42  Aggiornato: 27/11/2008 19:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Attentati in India
Gli 007 britannici: non è un attacco nello stile di Al Qaeda
il sole 24 ore

> Le agenzie di intelligence britanniche ritengono improbabile che l'attentato terroristico messo a segno a Mumbai sia legato alla leadership di al Qaeda, anche se presenta alcune delle caratteristiche proprie dell'organizzazione.

. . . Sono pochi gli esperti di terrorismo che hanno sentito parlare dei Mujaheddin del Deccan. «Inizialmente abbiamo visto violenze importate in India dall'esterno, con accuse di un sostegno governativo pachistano, ma ora vediamo nuovi gruppi, cresciuti in casa - dice Nigel Inkster, direttore del Dipartimento minacce transnazionali dell'Istituto internazionale di studi strategici di Londra - c'è un possibile legame con al Qaeda. Logicamente sarebbe più facile per al Qaeda riuscire in India piuttosto che negli Stati Uniti e in Europa.
Tutti si stanno aspettando qualcosa di spettacolare nel periodo pre-elettorale e post-elettorale e c'è chi dice che sia questo». <

- - -

Mumbai attacks have al-Qaida echoes, but tactics differ
While the terrorists seem to be Islamist militants they are not simply the usual suicide attackers
It must be linked to al-Qaida. That was an immediate, simplistic - and probably misleading - response to the attacks on big hotels, seen as western targets, in Mumbai.

Certainly, the terrorists appeared to be Muslim extremists. Although they must have assumed they were going to be killed even though they took hostages, the attackers were not suicide bombers, overt martyrs of the kind we have witnessed elsewhere - in London, Iraq, and now in Afghanistan - since the 9/11 attacks on the US.
http://www.guardian.co.uk/world/2008/nov/27/mumbai-terror-attacks-terrorism1

hendrix
Inviato: 27/11/2008 19:48  Aggiornato: 27/11/2008 19:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Attentati in India
Io sono la massaia di Vigevano e dico che gli attentati li ha fatti la CIA.
Me lo dai un milione di dollari, Massimo ?

hendrix
Inviato: 27/11/2008 19:56  Aggiornato: 27/11/2008 19:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Attentati in India
C'entra e non c'entra, comunque vale la pena segnalarlo:

LA MINACCIA BRITANNICA DI ASSASSINIO DI OBAMA
http://www.movisol.org/08news289.htm

27 novembre 2008 (MoviSol) - Il 22 novembre LaRouche (Lyndon) ha alzato i toni dell'allarme sul pericolo di assassinio di Obama, in occasione del XLV anniversario dell'assassinio di Kennedy. Da qui al 20 gennaio 2009, data dell'inaugurazione, è il periodo più pericoloso, data la permanenza di George Bush e soprattutto di Dick Cheney alla Casa Bianca.

"L'occasione è ghiotta per gli inglesi", ha osservato LaRouche: "Creare il tipo di emergenza nazionale da cui la democrazia americana non riemergerà più. Si guardi alla disintegrazione finanziaria mondiale, che va avanti dal luglio 2007 [...] L'oligarchia finanziaria britannica teme più del demonio, nelle attuali condizioni, una rinascita americana della politica vista per l'ultima volta sotto la presidenza di Franklin Delano Roosevelt. Il loro odio per Roosevelt è eguagliato solo da quello per Abraham Lincoln. E furono i britannici, come mostrano gli atti ufficiali, ad assassinare Lincoln".

I britannici hanno una lunga esperienza nell'eliminazione di leader della Repubblica Americana, ha commentato LaRouche, a cominciare dal ministro del Tesoro Alexander Hamilton. "Ciò che accadde sotto Bush e Cheney a seguito degli attacchi dell'11 settembre 2001 a New York e al Pentagono è un assaggio del tipo di repressione feroce che Cheney e il suo fantoccio George W. Bush imporrebbero, nelle condizioni di caos create da un assassinio del Presidente eletto", ha spiegato LaRouche.

"Considero la priorità assoluta di sicurezza nazionale quella di impedire questo tradimento britannico. Se avviene un attentato al Presidente eletto, così come l'hanno promosso i media britannici dal giorno delle elezioni, il mondo intero saprà l'indirizzo del luogo dove il piano fu concepito", ha concluso LaRouche".

Redazione
Inviato: 27/11/2008 19:59  Aggiornato: 27/11/2008 19:59
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Attentati in India
HENDRIX: "Io sono la massaia di Vigevano e dico che gli attentati li ha fatti la CIA."

E come ci sei finito qui? Stalker ha detto che tu "ti informi sui media tradizionali"....

"Me lo dai un milione di dollari, Massimo ?"

Siccome mi sei simpatico, te li do lo stesso. Ci vediamo al solito supermercato, dietro alla sezione delle lavatrici.

Redazione
Inviato: 27/11/2008 20:04  Aggiornato: 27/11/2008 20:04
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Attentati in India
LA MINACCIA BRITANNICA DI ASSASSINIO DI OBAMA

Io questo La Rouche non lo capisco: se Obama è un burattino dei poteri forti, perchè mai dovrebbero ammazzarlo? Con tutta la fatica che hanno fatto a far eleggere un negro....

Boh.

Redazione
Inviato: 27/11/2008 20:17  Aggiornato: 27/11/2008 20:17
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Attentati in India
ANSA: Il Ministro degli Esteri Franco Frattini, scrive in un comunicato la Farnesina, "ribadisce la più ferma condanna per quanto accaduto che conferma la necessità che la comunità internazionale mantenga alta la guardia contro questi atti di violenza gratuita ed ingiustificabile che colpiscono la popolazione inerme".

Tipo Piazza Fontana, Stazione di Bologna e treno Italicus, insomma.

Descartes
Inviato: 27/11/2008 20:22  Aggiornato: 27/11/2008 20:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/6/2006
Da: Christ = Sun God
Inviati: 1087
 Re: Attentati in India
Citazione:

Autore: Redazione Inviato: 27/11/2008 20:04:31

LA MINACCIA BRITANNICA DI ASSASSINIO DI OBAMA

Io questo La Rouche non lo capisco: se Obama è un burattino dei poteri forti, perchè mai dovrebbero ammazzarlo? Con tutta la fatica che hanno fatto a far eleggere un negro....

Boh.


Non confondiamo la posizione di LaRouche con quella di Tarpley. LaRouche a differenza di Tarpley sostiene fin dall'Aprile del 2008 che Obama è stato solamente uno strumento per impedire alla Clinton di vincere le elezioni, e che ottenuto il loro scopo lo avrebbero ammazzato. Io non credo a questa tesi, anche perchè LaRouche è un poco come il nostro Cossiga, dice delle mezze verità per mandare messaggi precisi a qualcuno.


Questo il primo articolo in cui avanzò l'ipotesi di cui sopra:

Is Barack Obama Being Set Up for British Assassination?

APRIL 28, 2008 (LPAC)--Lyndon LaRouche expressed serious concern today, that Sen. Barack Obama may be being set up for assassination, by the very British circles that have been promoting his candidacy, in order to knock Hillary Clinton out of the race. LaRouche issued the warning, upon being briefed on the Washington, D.C. public appearance by Reverend Jeremiah Wright earlier today, in which he launched into his typical racist diatribe. Rev. Wright has been on a nationwide speaking tour, that has brought him to Detroit, Texas, and Washington, D.C. The tour was organized by a Chicago-based public relations firm, tied to Sen. Obama's presidential campaign director, David Axelrod.

LaRouche elaborated on his concerns, noting that Obama is in a free-fall, which has accelerated since his landslide defeat by Hillary Clinton in Pennsylvania on April 22. "Obama is going down, just as the British planned all along,'' LaRouche said. He is losing, and his London controllers are not going to waste an opportunity to get further mileage out of him. How can they maximize the destabilization of the United States, which is the real London goal? LaRouche answered his own question: "In my estimation, Barack Obama's life is in danger, and the biggest contribution to that threat is coming from some of the very people who are ostensibly his closest friends.'' LaRouche called on Reverend Wright to stop his race-hate tirades, which are only fueling the climate, in which Obama could be murdered and martyred, thus creating a deep schism in America. "Isn't that just what the British want to accomplish? Didn't they play this before? What was the 1960s all about? Didn't they kill Martin Luther King, Bobby Kennedy, Malcolm X to throw the United States into a social crisis, from which we are yet to fully recover?''

fonte: Larouchepac.com

edo
Inviato: 27/11/2008 20:44  Aggiornato: 27/11/2008 20:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Attentati in India
Meno male che l'italietta ha deciso di ridurre i finanziamenti alle forze armate... noi non rischiamo certo di finire nel tritacarne della guerra totale... no?
Ma sarà vero? Vabbè, nella peggiore delle ipotesi la guerra si farà per una S.P.A.

>Mentre nelle scuole e nelle università, nei centri di ricerca
e nelle
>piazze c'è chi dice no ai tagli alla scuola e il decreto Gelmini,

>contro gli articoli 16 e 66 (legge 133) che bloccano il turn-over
>nelle
universita e la proposta di trasformare gli atenei in fondazioni
>di diritto
privato, il sole24 fa i conti con tutti i tagli ai
>Ministeri della Finanziaria
2009.
>Ma attenzione, qual'è la novità vera di questa Finanziaria? Il sole24

>ore la spiega con la formula "elasticità nella gestione del bilancio":
>se il
Governo fissa l'entità dei tagli, è poi il singolo ministero che
>in autonomia
può rimodulare sino a circa il 5% la spesa finale del
>bilancio dello Stato.

>Vediamo chi colpisce di più questa finanziaria (Dl 112/08). Ambiente
>con un
taglio di 276 milioni, Difesa (961 milioni in meno, ma sulla
>carta vi è
scritto 838,1), l'Istruzione (771), il Lavoro (569) e gli
>Esteri (330),
Istruzione (800).
>Parrebbe qui che la voce Difesa sia fortemente penalizzata,
ma è così?
>In realtà le cose non stanno così. Vediamo con quali operazioni:
>

>1. Il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha comunicato a
>Finmeccanica il
proprio impegno a sottoscrivere 31.249.998 nuove
>azioni ordinarie
Finmeccanica, per un importo complessivo di 250
>milioni di euro, in linea con
quanto previsto dall'art. 59 del decreto
>legge 112/2008.
>Il Ministero
dell'Economia e delle Finanze ritiene utile finanziare
>l'holding della Difesa
e Sicurezza, ma ritiene necessario per le
>Università affidarsi alle fondazioni
private.
>
>2. Come sottrarre la Difesa ai tagli determinati dalla manovra? Con
la
>creazione di una una società "Difesa S.p.A." in grado di salvaguardare

>l'autonomia del Ministro La Russa.
>DDl Sviluppo/ Nasce 'Difesa Spa', capitale
iniziale di 1 milione Roma,
>27 ott. (Apcom) - Arriva 'Difesa Servizi Spa', una
nuova società
>quotata in borsa per l'acquisizione di beni, servizi e
prestazioni
>funzionali alle esigenze dell'amministrazione della Difesa, non

>direttamente correlate all'attività operativa delle Forze armate. E'
>quanto
prevede un emendamento del governo al ddl Sviluppo all'esame
>della Camera. La
nuova società sarà costituta dal ministro della
>Difesa e avrà un capitale
iniziale pari a un milione di euro. La sede
>sarà a Roma.
>Gli eventuali
successivi aumenti di capitale, si legge
>nell'emendamento, saranno determinati
con decreto del ministro della
>Difesa di concerto con il ministro
dell'Economia. Inoltre, "le azioni
>della società sono interamente sottoscritte
dal ministero della Difesa
>e non possono formare oggetto di diritti a favore
di terzi".
>La società potrà anche "assumere partecipazioni, detenere immobili
ed
>esercitare ogni attività strumentale, connessa o accessoria ai suoi

>compiti istituzionali" nel rispetto della normativa nazionale e
>comunitaria.

>Lo statuto della società è approvato con decreto del ministro della
>Difesa di
concerto con il ministro dell'Economia, entro 45 giorni
>dalla data di entrata
in vigore del provvedimento. Con lo stesso
>decreto sono nominati i componenti
del consiglio d'amministrazione e
>del collegio sindacale per il primo periodo
di durata in carica.
>Alla copertura pari a un milione di euro per il 2009 si
provvede
>mediante riduzione per l'anno prossimo della dotazione del Fondo per

>gli interventi strutturali di politica economica.
>http://notizie.alice.
it/notizie/economia/borse/2008/10_ottobre/27/ddl_sviluppo_nasce_difesa_spa_capitale_iniziale_di_1_milione,
16612973.html
>
>www.disarmiamoli.org

Stalker
Inviato: 27/11/2008 21:15  Aggiornato: 27/11/2008 21:15
So tutto
Iscritto: 4/11/2008
Da:
Inviati: 4
 Re: Attentati in India
Prova

part_time
Inviato: 27/11/2008 21:16  Aggiornato: 27/11/2008 21:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/9/2008
Da:
Inviati: 227
 Re: Attentati in India
Quest'ultimo attentato non lo considererei "una patata bollente per Obama".....
Ricordiamoci che c'è ancora Mr. Bush al comando...
Questo, a mio avviso, è stato , purtroppo, solo il primo atto criminale - ovviamente made in Al Qaeda! - che porterà l'amministrazione Bush a mostrare per l'ennesima volta chi comanda...
Non mi stupirei - ormai cosa potrà farci mai stupire? - che nei prossimi giorni potrà succedere ancora in altri paesi....
Ad Obama...più che una patata...si ritroverà con un purè per le mani....

Mammona dormiva. E la Bestia risorta si diffuse sulla terra e i suoi seguaci divennero legione. E annunciarono i tempi e sacrificarono il raccolto nel fuoco, con l’astuzia delle volpi. Ed edificarono un nuovo mondo a propria immagine come promesso dall...
winston
Inviato: 27/11/2008 21:45  Aggiornato: 27/11/2008 21:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/10/2005
Da: Eurasia
Inviati: 392
 Re: Attentati in India
PS: il giornalismo italiano si distingue:

“il giallo del braccialetto indù”, trovata ecceziunale, veramente ‘sclusiva mondiale.
Ecco l’immagine ad eccitare gli analisti, del sacro come del prof’ano.

Emmenomale, non se ne erano accorti neanche i pakistani.

"Chi controlla il presente controlla il passato, chi controlla il passato controlla il futuro" Orwell, 1984
peppe75
Inviato: 27/11/2008 22:42  Aggiornato: 27/11/2008 22:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: Attentati in India
che gioia!

la Redazione è in gran forma stasera, straquoto tutto quel che scrive, tranne riguardo alle patate bollenti come ho già detto.

edit: camperà ancora a lungo, mica ci credi davvero a quel che dice sto Larussa

Redazione
Inviato: 27/11/2008 22:49  Aggiornato: 27/11/2008 22:49
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Attentati in India
PEPPE: "tranne riguardo alle patate bollenti come ho già detto."

Vorrei solo essere sicuro di non essermi spiegato male: io intendevo che se tiravano il pacco a gennaio, magari Obama reagiva in maniera imprevedibile. Tirandolo adesso, qualunque mossa farà Bush, Obama se la ritrova ormai iniziata, e quindi dovrà adeguarsi per forza.

E' su questo che non sei d'accordo, o mi ero spiegato male?

redna
Inviato: 27/11/2008 23:46  Aggiornato: 27/11/2008 23:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Attentati in India
04/11/2008
Il comandante Barack


Con Petraeus e Brzezinski, Obama porterà più guerra in Afghanistan e Pakistan
Barack Obama, la guerra e la pace. Rispetto a George W. Bush sarà diverso?
Il suo slogan, Change, cambiamento, non significa la fine della 'Gwt', la Guerra Globale al Terrorismo, ma solo un cambiamento dei campi di battaglia su cui verrà d'ora in poi combattuta.
Un cambio di rotta che tra l'altro, merita sottolinearlo, il 'Comandante in Capo' in pectore Barack Obama ha già avviato, dando indicazioni che l'anatra zoppa Bush, ormai ridotto a mero passacarte, ha subito reso operative.

Obiettivo Afghanistan e Pakistan. Il primo agosto scorso Obama ha detto: "Noi porteremo avanti una guerra che deve essere vinta! Il primo passo è quello di lasciare il lasciare il campo di battaglia sbagliato in Iraq per spostarci in quello giusto, in Afghanistan e Pakistan. Voglio essere chiaro: su quelle montagne si nascondono i terroristi che hanno ucciso tremila americani e pianificano di colpire ancora. Se abbiamo concrete informazioni d'intelligence su obiettivi terroristici di alto valore e il presidente Musharraf non agisce, lo faremo noi".
Dopo dieci giorni, il 10 agosto, Musharraf si è dimesso e Cia e Pentagono hanno iniziato una campagna di bombardamenti missilistici sulle Aree Tribali pachistane senza precedenti per la loro frequenza: 19 raid in due mesi, che hanno causato la morte di almeno 150 civili.
Il 14 luglio Obama ha detto: "In Afghanistan abbiamo bisogno di più truppe, più elicotteri. Bisogna inviare almeno due brigate da combattimento supplementari (circa 8 mila soldati, ndr)".
Dopo meno di due mesi, i 9 settembre, Bush si è mosso in questa direzione, annunciando il ritiro di 8 mila uomini dall'Iraq e l'invio in Afghanistan di 4.500 uomini entro gennaio, dicendo che altri rinforzi seguiranno nella prima metà del 2009.

Agli ordini di Petraeus. La politica militare di Obama non è farina del suo sacco. Per sua stessa ammissione, l'ex senatore dell'Illinois ha seguito le direttive dello stratega militare supremo, il generale David Petraeus, a capo del CentCom, il comando centrale strategico delle forze armate Usa competente per le operazioni in Medio Oriente e Asia Centrale e Meridionale.
L'altro mentore di Barack Obama in materia di guerra al terrorismo è il suo consigliere per le politica estera, il vecchio Zbigniew Brzezinski, uno che di Afghanistan, Pakistan e di terroristi islamici se ne intende. Fu lui, infatti, che in qualità di Consigliere per la Sicurezza Nazionale del presidente Jimmy Carter, ideò l'Operazione 'Ciclone' con cui la Cia arruolò, armò e addestrò i futuri terroristi islamici (Bin Laden compreso) per combattere i russi in Afghanistan. Brzezinski - cofondatore nel '73 della Commissione Trilaterale - è stato un vero creatore di mostri, se si tiene conto che fu sempre lui a convincere la Cina a sostenere Pol Pot in funzione antivietnamita. Speriamo che con la vecchiaia sia migliorato.

fonte:peacereporter

Citazione:
La politica militare di Obama non è farina del suo sacco.


....il nuovo che avanza

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
peppe75
Inviato: 27/11/2008 23:48  Aggiornato: 28/11/2008 0:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: Attentati in India
@Massimo
E' su questo che non sei d'accordo, o mi ero spiegato male?

Su questo siamo d'accordo al 100%, solo che nell'articolo a me sembra che la tua ipotesi sia quella di un Obama "inconsapevole" costretto a dover aver a che fare con quest'eredità scomoda.

Nei mesi scorsi egli stesso ha dichiarato più volte di voler spostare il conflitto su quei fronti, adducendo come unica spiegazione l'11 settembre e il solito terrorismo, ma non c'era un episodio particolare a cui aggrapparsi. In ogni caso, al di là delle motivazioni, se è vero, come tu stesso affermi e siamo d'accordo, che quest'atto "terroristico" non è altro che la solita false flag, allora viene spontaneo fare il collegamento:

Prima Il presidente eletto afferma di voler spostare il fronte in Pakistan...
...poi guarda caso salta fuori il solito gruppo terroristico che non esiste, guarda caso pakistani, guarda caso in india nemico storico, ma attenzione non contro hindu, ma contro occidentali. Mi viene da pensare che stavolta almeno sono stati attenti a inventarne uno nuovo di zecca, che se facevano come nel 2001 rischiavano di beccarsi un'altra smentita come con Osama.

In questi anni ho imparato a fare 2 più 2...anche se ce ne è voluto.

Ma come ho già detto altre volte, non ci resta che aspettare e vedere cosa succederà. Se lo ammazzano (cosa che non gli auguro assolutamente) sono sempre pronto a rimangiarmi tutto eh.

Ultima nota OT: Laughter io non capisco come tu possa aver pensato che difendere l'indifendibile intervento di Stalker potesse farti sembrare intelligente agli occhi degli altri, e per tutto il tempo che c'è voluto a scrivere il post poi!! Ovvio che si può criticare anche senza proporre, ultimamente mi sono beccato del qualunquista per questo (autocompreso nel gruppo per mia spontanea adesione) e me ne vanto perchè veniva dalla Redazione, però a tutto c'è un limite. lui fa un intervento così e tu mi dai dell'ignorante e arrogante tutto insieme ? guarda, da te, grazie mille.


edit ancora @Redazione
lo so che non condividiamo questa chiave di lettura, ma come avrai capito ritengo che Obama sia più o meno un'operazione di marketing, detta in maniera semplicistica. Da questo punto di vista, ritengo che se si è pensato di far scattare ora la crisi, è per salvaguardare in qualche modo il "brand". Se Obama arriva alla casa bianca a frittata già fatta, non gli si potrà neanche imputare di avere cominciato lui. MA riconosco che questa è assolutamente un'interpretazione personale. Non credo a questo evento come una specie di colpa di coda dell'amministrazione precedente o di uno "scherzetto" giocato all'avversario Obama. Da quel che vedo è un già un po' che George W. è in pensione, potrei sbagliarmi.

edit: dimenticavo...happy thanksgiving

liberta
Inviato: 28/11/2008 2:14  Aggiornato: 28/11/2008 2:14
So tutto
Iscritto: 23/8/2007
Da:
Inviati: 28
 Re: Attentati in India
Non si capisce piu' nulla, chi fa questo chi fa l'altro etc...etc... Mi dispiace davvero dirlo ma questa notizia mi tocca poco o nulla. A dire il vero non me ne frega piu' assolutamente niente. La prendo come una notizia superficiale esaminandon solo il punto oggettivo: attacco morti punto; il resto non mi provoca nessuna emozione.
PS sto downloadando la serie Heroes e sono rimasto piacevolemente sorpreso, le trame fanno assolutamente pensare alla situazione politica odierna. Scusate l'OT.
Ciao

edo
Inviato: 28/11/2008 7:47  Aggiornato: 28/11/2008 7:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Attentati in India
QUESTO, aggiuge poco ma aggiunge.

Ribelle
Inviato: 28/11/2008 8:06  Aggiornato: 28/11/2008 8:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 216
 Re: Attentati in India
Ciao.

Qui un Articolo di Massimo Fini che parla della cosa.

Redazione
Inviato: 28/11/2008 8:59  Aggiornato: 28/11/2008 8:59
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Attentati in India
PEPPE: Secondo me queste operazioni le fa la CIA - o chi per essa - per conto proprio, i presidenti sono sempre gli ultimi a saperlo.

E' la famosa "secret agenda" della quale i presidenti si vanno lamentando da JFK in poi.

Se non ci fosse lo "shadow government", allora si potrebbe ragionare nei termini che proponi tu, ma in questo caso non saprei.

Hai mai letto Fletcher Prouty? Parte tutto da lì...

mazzi
Inviato: 28/11/2008 10:04  Aggiornato: 28/11/2008 10:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/11/2008
Da:
Inviati: 45
 Re: Attentati in India
Il mio primo commento s'e' perso nel vuoto. Ci riprovo sebbene nutra un subliminale senso di scetticismo.

L'India e' un paese diviso. Il contrasto fra hindus e musulmani e' endemico e sempre latente. Basta una scintilla e il paese va a fuoco.
Questi attentati di matrice (ufficialmente) islamica e le misure che il governo dovra' (che lo voglia o no) prendere nei confronti di tale minoranza sembrano avere lo scopo di fare esplodere questo contrasto. Il che potrebbe sprofondare il paese in una situazione di caos, se non di guerra civile. Senz'altro ci saranno disordini.

Daccordissimo, il terrorismo e' stato finora uno strumento di geopolitica nelle mani del blocco dominante, ma forse le altre nazioni hanno imparato la lezione e chissa', forse cominciano a farne uso... io terrorizzo, tu terrorizzi, egli terrorizza ecc. Pare funzioni.

Nel caso di questi attentati ho dubbi su chi sieda realmente in cabina di regia.

Mi domando soprattutto che senso, e che utilita', possa avere spingere l'India verso un conflitto col Pakistan col rischio di vederla destabilizzata a tutto vantaggio dello stesso Pakistan.

Io_sono
Inviato: 28/11/2008 10:20  Aggiornato: 28/11/2008 10:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/4/2008
Da: Nürnberg
Inviati: 373
 Re: Attentati in India
Anche gli organi ufficali sembrano dubitare molto della colpevolezza di Al Qaeda:
http://www.iht.com/articles/2008/11/27/asia/28group.php

Questo è l´Herald Tribune, certamente non una fonte di informazione alternativa... Tra le altre cose vi si legge:


"There's absolutely nothing Al Qaeda-like about it," she said of the attack. "Did you see any suicide bombers? And there are no fingerprints of Lashkar. They don't do hostage taking, and they don't do grenades."

e anche:

"This takes a different skill set. It doesn't take much skill to make a bomb. This is not just pressing a button as a suicide bomber and dying. You don't learn this over the Internet."

Io rimango molto perplesso dalla tempistica.
Può certamente essere solo un conflitto interno come da anni ce ne sono in India (tra l´altro l´articolo del Tribune mi sembra molto approfondito anche su questo aspetto), ma sono le risposte internazionali che mi convincono poco...
Altre volte erano successe cose del genere ma mai la risposta delle diplomazie era stata così forte e così uniformata... Si vedano i vari Frattini, il portavoce americano e così via.
Se non ci fossero state quelle risposte avrei pensato che era il solito conflitto interno tra indù e mussulmani, ma così stando le cose qualche dubbio serio viene anche a me.
Soprattutto perchè dopo neppure 24 ore tutti hanno puntato il dito sul Pakistan... che strano vero?
Saluti

shevek
Inviato: 28/11/2008 10:23  Aggiornato: 28/11/2008 10:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Attentati in India
Salut y Libertad Max!

Fletcher Prouty non ho avuto il piacere di leggerlo direttamente; ciononostante il tema della clandestinizzazione del potere - in altre parole che i "governanti" abbiano un po' il ruolo dei "fratelli scoperti" nelle massonerie di vario genere, pura rappresentanza senza alcun potere reale - mi sembra la chiave interpretativa del presente (ed anche di alcuni aspetti del passato). Il potere è altrove. Prendiamo il caso della mia regione: la decisione politica in assoluto più importante per il suo futuro - farla diventare la discarica dei rifiuti tossico-nocivi di mezza Europa - non è stata presa in nessuno dei luoghi istituzionali, ma in una pizzeria. Così, operazioni ideologiche di preparazione alla guerra come quella che vediamo in queste ore e quelle che abbiamo visto più volte in passato dubito fortemente che vengano prese dagli organi istituzionalmente deputati - almeno nelle democrazie. Magari l'attacco indiano è stato preparato proprio in uno degli alberghi successivamente attaccati...

Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
CiEmme
Inviato: 28/11/2008 10:29  Aggiornato: 28/11/2008 10:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/2/2008
Da: Roma
Inviati: 446
 Re: Attentati in India
Mazzi, I believe you hit the nail on the head.

Cito:
Mi domando soprattutto che senso, e che utilita', possa avere spingere l'India verso un conflitto col Pakistan col rischio di vederla destabilizzata a tutto vantaggio dello stesso Pakistan.

L'India destabilizzata non e' un vantaggio del Pakistan.

Diversamente dalla Cina che ha solo numeri (=quantita') , l'India ha cervelli ed un ottimo sistema universitario.

La quantita' non fa paura, la qualita' forse si.

Mazzi, you're good!

Una bussola non dispensa dal remare.
gudarian
Inviato: 28/11/2008 10:38  Aggiornato: 28/11/2008 10:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Attentati in India
Citazione:
lo so che non condividiamo questa chiave di lettura, ma come avrai capito ritengo che Obama sia più o meno un'operazione di marketing, detta in maniera semplicistica. Da questo punto di vista, ritengo che se si è pensato di far scattare ora la crisi, è per salvaguardare in qualche modo il "brand". Se Obama arriva alla casa bianca a frittata già fatta, non gli si potrà neanche imputare di avere cominciato lui. MA riconosco che questa è assolutamente un'interpretazione personale. Non credo a questo evento come una specie di colpa di coda dell'amministrazione precedente o di uno "scherzetto" giocato all'avversario Obama. Da quel che vedo è un già un po' che George W. è in pensione, potrei sbagliarmi


Condivido totalmente quanto riportato da peppe75. Direi che era necessaria una bella azione dimostrativa tanto per chiarire che la linea politica è sempre la stessa e per permettere ad obama di soddisfare almeno una delle tante promesse elettorali, la guerra in pakistan.

Saluti

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
part_time
Inviato: 28/11/2008 11:40  Aggiornato: 28/11/2008 11:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/9/2008
Da:
Inviati: 227
 Re: Attentati in India
ALLERTA !

Mumbai: Maroni, allerta in Italia
Prenderemo tutte le misure che dovessero essere necessarie
(ANSA) - ROMA, 28 NOV -
Dopo l'attacco terroristico a Mumbai, in Italia 'il livello di attenzione e' altissimo', afferma il ministro dell'Interno, Roberto Maroni. 'Siamo in stretto contatto con tutti i corpi investigativi americani e europei. E proprio oggi - spiega - faremo una riunione del Casa, il Comitato di analisi strategica antiterrorismo per valutare la situazione in Italia e in Europa e per prendere tutte le misure che dovessero essere necessarie'.

Altro che Black Friday.....mi sa che avremo in tutto il mondo un bel Black Christmas

Mammona dormiva. E la Bestia risorta si diffuse sulla terra e i suoi seguaci divennero legione. E annunciarono i tempi e sacrificarono il raccolto nel fuoco, con l’astuzia delle volpi. Ed edificarono un nuovo mondo a propria immagine come promesso dall...
mangog
Inviato: 28/11/2008 12:15  Aggiornato: 28/11/2008 12:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Attentati in India
Citazione:

Autore: CiEmme Inviato: 28/11/2008 10:29:33

Diversamente dalla Cina che ha solo numeri (=quantita') , l'India ha cervelli ed un ottimo sistema universitario.



Guarda che io non farei mai cambio con un ingegnere indiano medio ed un ingegnere italiano medio. Mia esperienza personale che nasce e finisce con essa, ma che mi fa pensare che le universita' Indiane non siano cosi' tanto ottime.
Le eccezioni ci sono e nessuno mette in dubbio che anche gli Indiani possano sfornare menti eccelse.

CiEmme
Inviato: 28/11/2008 12:37  Aggiornato: 28/11/2008 12:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/2/2008
Da: Roma
Inviati: 446
 Re: Attentati in India
Guarda che io non farei mai cambio con un ingegnere indiano medio ed un ingegnere italiano medio. Mia esperienza personale che nasce e finisce con essa, ma che mi fa pensare che le universita' Indiane non siano cosi' tanto ottime.

Please, do not miss the point.....

......la questione del post e' il "cui prodest", cioe' il movente.

Un fatto si capisce se se ne scopre la motivazione.

Se non si conosce la motivazione di un gesto di questo tipo, l'interpretazione puo' essere qualsiasi in quanto puo' essere guidata a piacimento da parte del burattinaio di turno (Incidentally: e' stupido prendere per fesso a questo livello......). E.g. Ohibo', per caso il braccialetto dimenticato.... in una operazione dalle caratteristiche militari esasperate (= maniacale in quanto a dettagli preparatori)......

Non esiste scoperta della verita' sulla base degli elementi tecnici del fatto. Peraltro, molti dei quali restano sconosciuti. L'unico indizio sulla verita' consiste in quel che succede dopo, i.e. cui prodest?

Sosteneva Mazzucco qualche tempo fa....Obama verra' perche' e' l'America che vuole Obama.....

......how was your wake up, Mr. Mazzucco?

Una bussola non dispensa dal remare.
edo
Inviato: 28/11/2008 12:53  Aggiornato: 28/11/2008 12:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Attentati in India
Blondet offre la sua analisi, a tratti molto interessante.

HostFat
Inviato: 28/11/2008 13:02  Aggiornato: 28/11/2008 13:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/8/2007
Da:
Inviati: 139
 Re: Attentati in India
L'accesso è a pagamento :|

Nieuport
Inviato: 28/11/2008 13:17  Aggiornato: 28/11/2008 13:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/12/2007
Da: Firenze
Inviati: 189
 Re: Attentati in India
Quotazione da Hendrix

I britannici hanno una lunga esperienza nell'eliminazione di leader della Repubblica Americana, ha commentato LaRouche, a cominciare dal ministro del Tesoro Alexander Hamilton.

Veramente no, che si sappia. Hamilton fu ucciso in un duello da Aaron Burr.

Quotazione da CiEmme

Diversamente dalla Cina che ha solo numeri (=quantita') , l'India ha cervelli ed un ottimo sistema universitario.

Non mi sembra del tutto vero. Io in Cina ci sono stato (brevemente) per lavoro, e mi sembra che non abbiano solo numeri ma anche gente simpatica, in gamba e con cervelli come i nostri o come quelli di qualunque altro popolo.

Quanto agli attentati in India, mi sembra il tipico esempio di quel fenomeno definito da Roberto Quaglia e / o da Massimo mazzucco: la verità è quella che si sente nelle prime 24 ore, dopo arriva la versione ufficiale.
A tale proposito propongo questo intervento di un indiano che ho trovato su un sito Internet cinese: Più o meno dice che gli attentati sono stati organizzati da estremisti indù insieme a forze esterne e lo scopo era eliminare il capo dell?anti-terrorismo Karkare che investigava questi oscuri legami.

GAUTAM ADHIKARI SPEAK UP? DO SOMETHING?SAY OPENLY THAT THE RSS-MOSSAD ARE RESPONSIBLE?OTHERWISE BE DAMNED AND CONSIDER THE NATION DOOMED. THEY KILLED KARKARE TO SEND A MESSAGE THAT YOU CANNOT INVESTIGATE THE MOSSAD-RSS ANGLE.

Mumbai and India Under Attack

It is 4AM in India right now. I am in Mumbai reporting from the ground. I have not slept a wink. Mumbai is under attack. People and forces who killed Mahatama Gandhi, who demolished the Babari Mosque have triumphed. More than 16 groups of terrorists have taken over Taj, Oberai and several hotels. Hundreds of people are dead. For the first time no one is blaming Muslim organizations. The Mumbai ATS chief Hemant Karkare and other officers of the ATS have been killed. These were the same people who were investigating the Malegaon Blasts?in which Praggya Singh, an army officer and several other noted personalities of the BJP-RSS-Bajrang Dal-VHP were arrested. Karkare was the man to arrest them. Karkare was receiving threats from several quarters. LK Advani, the BJP chief and several other prominent leaders of the so-called Hindu terrorism squad were gunning for his head. And the first casualty in the terrorist attack was Karkare! He is dead?gone?the firing by terrorists began from Nariman House?which is the only building in Mumbai inhabited by Jews. Some Hindu Gujaratis of the Nariman area spoke live on several TV channels?they openly said that the firing by terrorists began from Nariman house. And that for two years suspicious activities were going on in this house. But no one took notice.

Our worst fears have come true. It is clear that Mossad is involved in the whole affair. An entire city has been attacked by Mossad and probably units of mercenaries. It is not possible for one single organization to plan and execute such a sophisticated operation. It is clear that this operation was backed by communal forces from within the Indian State. The Home Minister Shivraj Patil should resign. The RSS-BJP-VHP-Bajrang Dal should be banned. Advani and others ought to be arrested. Today is a day of shame for all Indians and all Hindus. Muslims and secular Hindus have been proven right. RSS type forces and Israel are all involved in not only destabilizing but finishing India. India should immediately snap all relations with Israel. We owe this much to Karkare and the brave ATS men who had shown the courage to arrest Praggya Singh, Raj Kumar Purohit, the army officer and several others.

A photograph publushed in Urdu Times, Mumbai, clearly shows that Mossad and ex-Mossad men came to India and met Sadhus and other pro-Hindutva elements recently. A conspiracy was clearly hatched.

This is a moment of reckoning especially for Hindus of India. The killers of Gandhi have struck again. If we are true Sanatanis and true Hindus and true nationalists and true patriots we have to see this act as a clear attack by anti-national deshdrohi forces. Praggya Singh, Advani and the entire brand is anti-national. They ought to be shot. Any Hindu siding with them is hereafter warned of serious consequences.

This is a question of nationalism. If no one else, the Indian army will not take this lying down. Communal, anti-national forces have attacked the very foundation of the Indian constitution and the nation. We will fight a civil war if need be against the pro-Hindutva, communal forces and their Israeli backers.

Amaresh Misra

gubbo
Inviato: 28/11/2008 13:37  Aggiornato: 28/11/2008 13:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/6/2006
Da: Un mondo ipocrita
Inviati: 634
 Re: Attentati in India
Tra i terroristi anche due cittadini britannici
provenienti da Pakistan......guarda che coincidenza!
Notizia

Segnalo anche questo:
Il blitz perfetto dei terroristi ragazzini venuti dal mare
E certo c'era la partita di cricket! Per questo sono passati inosservati!

"Io giudico l'uomo, nella sua coscienza, l'essere vivente più incosciente che popoli questa terra" ; dovrebbe essere mia ma non ne sono sicuro
edo
Inviato: 28/11/2008 14:28  Aggiornato: 28/11/2008 14:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Attentati in India
Tra i terroristi anche due cittadini britannici
adesso per coerenza, il governo inglese bombarderà Londra...?

Negli articoletti giornalistichetti che ho letto finora, mi ha colpito il fatto che bin laden è scomparso dalle citazioni e la solita alquaida è definita in modo sempre più evocativo... "galassia" "vecchia"... ormai è un mito storicizzato.

winston
Inviato: 28/11/2008 15:03  Aggiornato: 28/11/2008 15:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/10/2005
Da: Eurasia
Inviati: 392
 Re: Attentati in India
...............................Massimo Fini & Massimi Sistemi

quote: Qui un Articolo di Massimo Fini che parla della cosa

MF dice:
..“Del resto non c'era nessun afgano nei commandos che colpirono le Torri Gemelle”...(!)
Come biglietto da €100 tarocco infilato nel pacco, insieme ai tanti da 10 pure buoni...
Nel commercio si chiama spaccio.., e ci incappa anche l’onesto se sprovveduto.

La buona fede è però molto dubbia se a smerciare il falso è un cambiavalute...
Idem per gli editorialisti che nel buono infilano la sola. E’ una tecnica raffinata. Fatta arte investendo tempo & destrezza a guadagnare stima, per rifilare il gran bidone nel finale.

Dato il mestiere, l’errore (&/o omissione) è colpa grave, se non dolo.

"Chi controlla il presente controlla il passato, chi controlla il passato controlla il futuro" Orwell, 1984
cocis
Inviato: 28/11/2008 15:37  Aggiornato: 28/11/2008 15:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Attentati in India


http://www.corriere.it/ultima_ora/notizie.jsp?id=%7B195B876E-629A-49FC-8B71-03E973693497%7D



Terrorismo: sito islamico, "in arrivo messaggio Bin Laden su attentati"



ROMA - Secondo un sito web fondamentalista islamico, potrebbe arrivare presto un messaggio di Osama Bin Laden sugli attentati di Mumbai. Il messaggio e' stato diffuso dal sito muslm.net e porta la firma di un 'membro donna' che usa il nick name 'Mrwa Arabiya' (Onore arabo ndr). "Da una lettura degli avvenimenti - recita il testo - si evince che le esplosioni di Mumbai sono un contributo di al Qaida per rompere l'assedio di Gaza e sara' seguito da un messaggio del Leone ruggente Sheikh Osama Bin Laden: aspettatelo con il volere di Dio". (Agr)

drone
Inviato: 28/11/2008 18:23  Aggiornato: 28/11/2008 18:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/5/2006
Da: SBT
Inviati: 56
 Re: Attentati in India
http://www.lastampa.it/multimedia/multimedia.asp?p=1&pm=1&IDmsezione=10&IDalbum=13946&tipo=FOTOGALLERY#mpos

e se fossero davvero dei terroristi "INDU' "
cambierebbe tutto o quasi ??

non ricodate l'immagine del secondo aereo appena prima dell'impatto, nella quale si vede come una luce rossastra che anticipa l'impatto ?? non centra niente col sistema di atterraggio automatico citato?? .
sul primo aero magari e' stato ...
hendrix
Inviato: 28/11/2008 18:36  Aggiornato: 29/11/2008 10:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Attentati in India
Appena 24 ore fa sapevamo che i terroristi andavano cercando soprattutto americani e britannici, gli italiani non li interessavano, almeno questo era riferito da più fonti.
Questa è la lista ovviamente provvisoria degli attentati di Mumbai:



e l'aggiornamento, gli Israeliani sono diminuiti,




http://en.wikipedia.org/wiki/List_of_victims_of_the_November_2008_Mumbai_attacks

TomTom
Inviato: 28/11/2008 19:00  Aggiornato: 28/11/2008 19:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/10/2007
Da:
Inviati: 79
 Re: Attentati in India
Cazzo ragazzi come nevica.......

Sarà colpa di Al-Qaeda?

ohmygod
Inviato: 28/11/2008 21:04  Aggiornato: 28/11/2008 21:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Attentati in India
Chissà come è circolata la voce che i terroristi braccavano soprattutto "turisti"inglesi o americani chiedendone il passaporto.
Di solito in albergo un turista non gira con il passaporto in tasca.
Sarà forse che volevano fare incetta di passaporti inglesi e americani.

Redazione
Inviato: 28/11/2008 21:04  Aggiornato: 28/11/2008 21:04
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Attentati in India
Mumbai Attacks Blamed On Al-Qaeda As Pretext For U.S. Military Response

November 27, 2008 by Philip Dru

The majority of the corporate media has gleefully seized upon the terror attacks in Mumbai to claim that they are the work of “Al-Qaeda,” despite clear and contradictory evidence suggesting otherwise, as a pretext to increase bombing campaigns in Pakistan and beef support for the ailing war on terror in Afghanistan.

The swiftness with which the media blamed “Al-Qaeda” was staggering, especially considering the fact that the attacks had not even concluded before the boogeyman was whipped out of the closet once more to act as a poster child for the war on terror and allow the TV networks to show lots of blood, panic and authority figures pointing guns at people.

The only claim of responsibility for the attacks came from the “Deccan Mujahideen,” the Deccan Plateau being an area in southern India, but the press, usually breathless to take the first obscure claim of culpability and set it in stone, are now belittling this explanation as a likely hoax in an attempt to pin the blame on the all-mighty mythical Al-Qaeda.

“Earlier eyewitness reports from the hotels suggested the attackers were singling out British and American passport holders,” reports the BBC.

“If the reports are true, our security correspondent Frank Gardner says it implies an Islamist motive - attacks inspired or co-ordinated by al-Qaeda.”

Really? Perhaps the BBC’s “security correspondent” should be worried about his job security, because the facts directly contradict previous alleged “Al-Qaeda” attacks.

Since when do Al-Qaeda take hostages? Since when do they hang around to be caught? Since when do Al-Qaeda use grenades rather than bombs or suicide bombs?

And if the attacks were targeted against British and American citizens then tell me why, out of at least 101 killed, was there only one British victim?

If the attacks were targeted against British and American citizens then why were the terrorists reported to be firing AK-47’s indiscriminately into crowds of (mainly Indian) people? Out of 101 victims, only six were foreigners, the rest were Indian. This was blatantly not a targeted attack against British and American citizens, but it is being spun that way by the media so as to justify a coordinated British and American military response, which will no doubt take the form of more bombing raids inside Pakistan and an increased presence in Afghanistan.

The London Times are already busy proclaiming that yesterday’s events were the work of Osama bin Goldstein, reporting, “Targeting Bombay’s most luxurious hotels and a crowded railway station had all the hallmarks of an al-Qaeda operation.”

But voices of skepticism have broken through the firewall of fearmongering and propaganda.

“Chrtistine Fair, senior political scientist and a South Asia expert at the RAND Corporation, was careful to say that the identity of the terrorists could not yet be known. But she insisted the style of the attacks and the targets in Mumbai suggested that the militants were likely to be Indian Muslims - and not linked to Al Qaeda or the violent South Asian terrorist group Lashkar-e-Taiba,” reports the International Herald Tribune.

“There’s absolutely nothing Al Qaeda-like about it,” she said of the attack. “Did you see any suicide bombers? And there are no fingerprints of Lashkar. They don’t do hostage taking, and they don’t do grenades.”

“Indians will have a strong incentive to link this to Al Qaeda. ‘Al Qaeda’s in your toilet!’ But this is a domestic issue. This is not India’s 9/11,” said Fair.

Terrorism expert Professor Bruce Hoffman agreed that the assault was “not exactly Al Qaeda’s modus operandi, which is suicide attacks.”

“The very name (Deccan Mujahideen) - if it is a real group - suggests a domestic agenda,” adds the report, highlighting a probable link to the riots in Gujarat State near Mumbai six years ago (alluded to in the claim of responsibility), which killed 2,000 Muslims.

But that’s not how the media are portraying the event, hyping the situation beyond all proportion with a crazed obsession and linking it to Barack Obama’s mandate to carry on the endless war on terror started by George W. Bush.

As Mike Rivero over at WhatReallyHappened.com points out, “FOX News and CNN are now both reporting that the “terrorists” who took hostages at the Oberoi hotel were specifically seeking people with US and British passports. So, regardless of whatever the “Deccan Muhajedeen” claims their objective may be, the real agenda is to provoke a British and US response.”

“The timing is suspect, occurring just when Bush needs an excuse to kick off one more war of Obama to have to deal with and certainly convenient timing for Israel, which sees Obama as far less likely to engage in more wars for Israel. And, for the last several; weeks Israel has been starving Gaza mercilessly, in advance of an obvious military action, and has kept reporters and even the Papel Envoy out of Gaza.”

How long before the terrorist group is linked with elements of the Pakistani government, giving Obama the perfect pretext to prolong and expand bombing raids inside the country?

Indeed, the London Guardian reports today, “What is likely is that the attacks will get blamed on Pakistan and its Inter-Services Intelligence agency (ISI), as have previous Islamist atrocities. US counter-terrorism officials believe some ISI members played a role in an attack this year on the Indian embassy in Afghanistan.”

In our first report on the events yesterday, we predicted that a Pakistan link would eventually be claimed as a reason for Barack Obama to increase U.S. aggression inside the country as he promised to do during his election campaign.

Reports are now emerging claiming that the terrorists arrived on speedboats from Karachi in Pakistan. The claim of responsibility from the Deccan Mujahideen is being sidelined in favor of a more convenient culprit, the Pakistani Lashkar-e-Taiba militant outfit.

“Hawkish elements in Pakistan stage-managed (the) terror attacks,” claims one report, citing intelligence sources.

India’s premier said those behind coordinated attacks against Mumbai were based “outside the country” and warned “neighbours” who provide a haven to anti-India militants. This is obviously a reference to Pakistan.

The Mossad media front outlet Debka File are already proclaiming that the “MV Alpha freighter (is) suspected of having sailed the terrorists to Mumbai’s shore from Karachi, Pakistan.”

The media is also exploiting the attacks to throw more weight behind the annual fearmongering about Al-Qaeda attacks on U.S. transport networks, a tediously regular piece of propaganda that crops up during every holiday season to remind Americans that they must submit to bag searches and other infringements on personal freedom while authority figures shove them around all in the name of keeping them safe from the terrorists.

Prison Planet | Paul Joseph Watson | Thursday, November 27, 2008

BlSabbatH
Inviato: 28/11/2008 22:30  Aggiornato: 28/11/2008 22:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: Attentati in India
Citazione:
Nei media americani no, ma Webster Tarpley ne ha parlato spesso. Per chi si fosse persa l'intervista a Tarpley, è stata postata tempo fa nel thread sulla crisi economica, ma la riposto qui per comodità:

Tarpley - The men behind Barack Obama part 1 http://it.youtube.com/watch?v=MouUJNG8f2k

Tarpley - The men behind Barack Obama part 2 http://it.youtube.com/watch?v=e-KJCMWcoms

Purtroppo niente sottotitoli italiani (ecco un altro progetto per i luogocomunesi).


grazie per i links. Tarpley è un raro esempio di americano che non si mangia le parole, è "capibilissimo"

[/url]Citazione:
Blondet offre la sua analisi, a tratti molto interessante.

Chi vuoi prendere in giro? Blondet ormai non offre più nemmeno la carta delle caramelle..

-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
peppe75
Inviato: 28/11/2008 22:35  Aggiornato: 28/11/2008 22:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: Attentati in India
PEPPE: Secondo me queste operazioni le fa la CIA - o chi per essa - per conto proprio, i presidenti sono sempre gli ultimi a saperlo.

E' la famosa "secret agenda" della quale i presidenti si vanno lamentando da JFK in poi.

Non ho letto Fletcher Prouty , se mi dici che dovrei leggerlo lo cercherò. Ma sono d'accordo con quel che dici sui presidenti, non mi stupirei se un giorno si venisse a sapere per certo che quella di George W. Bush nella famosa scuola elementare era davvero una faccia stupita, e non fintamente stupita. E ancora lo immagino innocente e inconsapevole a tirare coca sull'Airforce One durante tutto quel giorno.

Considero seriamente l'ipotesi che l'operazione sia stata decisa e messa in pratica con l'inconsapevolezza del presidente eletto, ma la successione temporale tra le sue dichiarazioni in campagna elettorale prima e i fatti di Mumbai dopo mi fa immediatamente pensare a un collegamento. Magari Obama non sa perchè i suoi consiglieri gli dicono di spostare il focus in Pakistan, e magari sarà l'ultimo a venire a sapere di certe operazioni (almeno sapere per certo aggiungo, visto che la saprà più lunga di noi spero), ma non credo che cambi rotta all'improvviso contro il volere di chi è riuscito ad includere quella particolare “promessa elettorale” nel suo programma e che ora sta preparando le condizioni perchè quella promessa possa essere realizzata con la compiacenza di tutti, ancora più facilmente se l'etichetta mette in mostra il viso di una persona cosi carismatica e ispirata come Obama, che i media stanno velocemente e molto facilmente trasformando in un'icona pop.


edit: dimenticavo, in questo thread si è parlato di mainstream media..http://www.youtube.com/watch?v=zV5UTHRx0a4

Paulo
Inviato: 28/11/2008 23:04  Aggiornato: 29/11/2008 17:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: Attentati in India
Citazione:
Le tv locali hanno anche annunciato che tra le vittime c'è il capo dell'antiterrorismo di Mumbai (la ex Bombay), Hemant Karkare.


Non mi sembra una notizia di dettaglio. Meriterebbe ben altro approfondimento.
Si potrebbe sapere se anch'egli si trovava, per caso, nella hall di un albergo? Ovvero uno degli 8 attentati era stato specificatamente organizzato per lui? Dove? A casa? In ufficio? Per strada?
Non mi sembra difficile intuire come egli fosse uno dei principali, se non il principale obiettivo del hurly-burly.
Avanzo l'ipotesi che la sua eliminazione fosse essenziale perché era quello che immediatamente poteva individuare l'origine del trambusto all'interno dei Servizi Segreti. Il solo fatto che sapessero chi fosse, come individuarlo e dove trovarlo fa pensare ad un'operazione tutta interna ai Servizi.

Paulo
Inviato: 28/11/2008 23:44  Aggiornato: 28/11/2008 23:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: Attentati in India
La rubrica "Terrorism Intelligence Report" dello scorso 20 d'agosto sul sito STRATFOR era dedicata monograficametne all'India.
Ovviamente dei "Mujahidin del Deccan" nemmeno traccia.
I sapientoni non sapevano. Tutto un'improvvisazione, come no?

Redazione
Inviato: 28/11/2008 23:56  Aggiornato: 28/11/2008 23:56
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Attentati in India
Bel colpo, Paulo, interessante.

Un pò come John O'Neil, il personaggio "difficile" dell'FBI che morì nel crollo delle Twin Towers.

pensatore
Inviato: 29/11/2008 11:43  Aggiornato: 29/11/2008 11:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/6/2006
Da:
Inviati: 173
 Re: Attentati in India
E' solo un'impressione personale, ma mi sembra che l'amore della Redazione per Obama sia dovuto più che altro alla necessità vitale della speranza.

Sandman
Inviato: 29/11/2008 11:53  Aggiornato: 29/11/2008 11:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/5/2006
Da:
Inviati: 666
 Re: Attentati in India
Citazione:
E' solo un'impressione personale, ma mi sembra che l'amore della Redazione per Obama sia dovuto più che altro alla necessità vitale della speranza.


in parte sono d'accordo con te.

wireless
Inviato: 30/11/2008 20:50  Aggiornato: 30/11/2008 20:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/8/2007
Da:
Inviati: 228
 Re: Attentati in India
Durante i primi servizi ai vari TG gli attentati in questione erano automaticamente accomunati ad "Al Qaeda" anche senza prove tangibili.
A rafforzare tale ipotesi anche un'intervista di un "esperto di terrorismo".
Dopo che i sospetti sono stati spostati su un miliardario arabo faccio i miei complimenti al cosiddetto esperto.
Onestamente non capisco da dove arrivi questa nomea di esperto,ma già al primo giorno avevo dei dubbi che tali attentati fossero riconducibili ad "Al Qaeda".
Un'altra cosa strana l'etichettatura di "11 settembre Indiano",con 10 terroristi arrivati con un gommone che secondo fonti ufficiali avrebbero "voluto" o dovuto uccidere 5000 persone e "non solo 130".
Il dispiacere per le vittime è naturale,qualunque sia la loro nazionalità,razza,religione o credo politico;questo però non deve fare perdere il senso della ragione.

menphisx
Inviato: 30/11/2008 21:07  Aggiornato: 2/12/2008 9:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/5/2008
Da: Everywhere
Inviati: 463
 Re: Attentati in India
RIMOSSO

« Tramuta tutto in ciò che è veramente: l’Astratto, lo Spirito, il Nagual. Non c’è stregoneria, né il male, né il diavolo. C’è solo la percezione. »
Don Juan Matus
XSD
Inviato: 2/12/2008 9:04  Aggiornato: 2/12/2008 9:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2006
Da: Roma
Inviati: 279
 Re: Attentati in India
Citazione:
Ovviamente, il nuovo presidente del Pakistan ha già detto chiaramente che gli americani fra i piedi non li vorrà.


Scusa Massimo ma questa cosa dove l'hai letta? Ho cercato in giro su google ma non ho trovato simili dichiarazioni, anzi.

Redazione
Inviato: 2/12/2008 9:29  Aggiornato: 2/12/2008 9:29
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Attentati in India
Scusa Massimo ma questa cosa dove l'hai letta?

Ho sentito il suo discorso quando è stato eletto. Non ha detto, ovviamente, "vogliamo che gli americani vadano fuori dalle palle", ma lo ha fatto capire molto bene. Non a caso da quel giorno la pressione sul Pakistan ha cominciato a salire.

gnaffetto
Inviato: 2/12/2008 9:35  Aggiornato: 3/12/2008 21:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/1/2008
Da:
Inviati: 336
 Re: Attentati in India
queste alcune foto delle vittime dal sito dell'unita'.
io non sono esperto, ma il tizio in primo piano ha una pistola e non mi immaginavo i morti di una sparatoria cosi' "puliti".


http://gallery.unita.it/gallery/testadmin/uid_11de35bc196.613.613.jpg

edit 3/12

mi è stato chiesto da un utente di rimuovere la foto dei morti. lo faccio perche' comunque lascio il link ma vorrei sapere se vi sono regole del forum che vietano quel tipo di pubblicazione.

XSD
Inviato: 2/12/2008 11:14  Aggiornato: 2/12/2008 11:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2006
Da: Roma
Inviati: 279
 Re: Attentati in India
Perdonami Massimo ma non riesco a trovare da nessuna parte questo discorso. Ho invece trovato molti articoli che definiscono Asif Ali Zardari come amico degli statunitensi e addirittura appoggiato da alcuni neocons

..."Ma un piccolo mistero rimane. Perché gli Stati Uniti hanno improvvisamente ritirato il loro appoggio al Generale Musharraf? Una risposta è stata fornita il 26 agosto da Helene Cooper e Mark Mazzetti sul New York Times. Il Dipartimento di Stato, secondo questo reportage, non era favorevole ad un allontanamento di Musharraf eccessivamente frettoloso e senza dignità, ma a sua insaputa una fazione neocon intransigente guidata da Zalmay Khalilzad, l’ambasciatore americano presso il Consiglio di Sicurezza dell’ONU, era impegnata a consigliare Asif Zardari in segreto e ad aiutarlo a pianificare la campagna per soppiantare il generale.

Khalilzad è un fazioso inveterato ed un maestro di intrighi. Dopo aver impiantato Hamid Karzai a Kabul (con orribili risultati, come molti a Washington ormai ammettono), egli era furibondo con Musharraf perché quest’ultimo si era rifiutato di dare pieno appoggio al suo protetto afghano. Khalilzad ora ha intravisto l’opportunità di punire Musharraf ed allo stesso tempo di creare un equivalente pakistano di Karzai.

Zardari faceva al caso suo. Egli è completamente adatto ad essere una perfetta creatura di Washington. Il governo svizzero ha utilmente deciso di sbloccare milioni di dollari dai conti bancari di Zardari che fino ad ora erano stati congelati a causa delle accuse di corruzione pendenti nei suoi confronti. Come la sua defunta moglie, anche Zardari ora viene riciclato, proprio come il denaro di cui egli si era impossessato nell’ultima occasione in cui era stato in carica come ministro degli investimenti. Questa sua debolezza lo renderà un presidente del Pakistan facile da influenzare.
"

Tariq Ali
8 Settembre 2008
Pakistan
Guardian

http://www.arabnews.it/2008/09/08/asif-ali-zardari-il-%E2%80%98padrino%E2%80%99-come-nuovo-presidente-del-pakistan/

Ora cominciano le sfide per il neo Capo di Stato, che gli esperti di politica internazionale definiscono “pro-occidente”, stretto alleato di Washington e strenuo sostenitore della guerra al terrore voluta dall’America. Egli dovrà destreggiarsi fra le pressioni che eserciteranno gli Stati Uniti nella guerra contro i talebani al confine fra Pakistan e Afghanistan, le richieste dell’esercito che è molto influente nella politica del Paese e il sentimento di anti-americanismo diffuso fra i pakistani, che vedono gli Usa come nemici dell’Islam.

http://new.asianews.it/index.php?l=it&art=13153


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA