Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


news internazionali : Sandokan, salvaci tu!
Inviato da Redazione il 18/11/2008 22:20:00 (9872 letture)

Se rubi una caramella, te la metti in tasca. Se rubi un libro, te lo porti a casa. Se rubi una bicicletta, magari la nascondi nel tuo garage.

Ma se rubi una nave dove la metti?

La nascondi in Somalia, ovviamente. Come tutti sanno, la Somalia è uno stato che si adatta alla perfezione per nascondere navi di ogni tipo e dimensione: lunghissimi fiordi con scogliere frastagliate a dirupo sul mare, fanno da nascondiglio ideale per le navi che sempre più spesso vengono catturate dai feroci pirati africani. Le nebbie del Nord, che calano ogni sera sulle gelide acque della Somalia, completano l’operazione di mascheramento, che rende impossibile il recupero dei natanti, ed impone alle compagnie di navigazione di scendere a patti con i terribili pirati.

Sono 14, secondo la BBC, le navi straniere attualmente in mano dei “pirati” somali, che attendono la liberazione assieme ai loro equipaggi. Ma non ci si illuda, questi non sono pirati ottocenteschi, con gli orecchini i pendagli d’oro ed la bandana in testa: questi sono pirati tecnologici, “armati di telefonino satellitare e GPS”, che “avvicinano la preda con veloci motoscafi”, e poi “lanciano le loro corde uncinate con appositi razzi”.

Ovvero, usano il GPS per localizzare la nave da catturare, ma poi le danno l’assalto come in un libro di Salgari, con il kriss malese fra i denti.

L’ultima vittima dei predoni del mare è la Sirius Star, una petroliera saudita lunga come una portaerei, ...

... con a bordo due milioni di barili di petrolio destinati agli Stati Uniti. E’ stata catturata ieri dai pirati somali, dopo un attacco in acque internazionali, al largo del Kenya.

A farle compagnia, da qualche tempo, c’è anche la MV-Faina, una nave russa con a bordo una trentina di carri armati nuovi di pacca.

Che fare? – si domanda il mondo impotente. “Frustrate”, le compagnie di navigazione “lamentano la mancanza di una legislazione internazionale contro i pirati” (e ci credo: gli ultimi veri pirati risalgono al 1800).

Certo, finchè si tratta di terroristi come bin Laden, si fanno guerre vere e proprie per andare a catturarlo. Finchè i poveri albanesi vengono trattati male dai serbi, si fanno guerre vere e proprie per liberare l’intera zona dei Balcani. Finchè un dittatore come Saddam opprime il suo popolo, si fanno guerre vere e proprie per toglierlo di mezzo...., ma non vorrai mica attaccare la Somalia, solo perchè ruba le navi a mezzo mondo?

No, la Somalia bisogna rispettarla, e così restiamo tutti a casa frementi, a mangiarci le unghie in attesa che i pirati ci telefonino per dirci quanti milioni di dollari dobbiamo pagare di riscatto.

L’aspetto più interessante di questa stramba situazione, infatti, è proprio la “costruzione mediatica” che si sta delineando della figura del moderno “pirata”: “Sprecano soldi a destra e a manca, hanno donne bellissime, si costruiscono case di sogno, e più ricchi - ci dice sempre la BBC – arrivano addirittura a farsi una seconda moglie, e pure una terza”. Roba da Novella 2000, insomma, quando non hanno niente di meglio da pubblicare.

Nel frattempo, il mondo rimane impotente a guardare.

Eppure, ci si domanda, una soluzione dovrà pur esserci, no? Gira e rigira, fra i vari articoli che la BBC dedica all’argomento troviamo questa frase, che potrebbe anche contenere la soluzione dell’enigma: “As long as Somalia continues to exist without an effective government, lawlessness within the country and off its lengthy coast will only grow.” “Finchè la Somalia continuerà ad esistere senza un governo effettivo, l’illegalità al suo interno e al largo delle sue lunghe coste non potrà che aumentare”.

Ecco la soluzione! Un governo “effettivo” – che sia democratico e scelto dal popolo, ovviamente – potrà risolvere tutti i problemi. Come abbiamo fatto a non pensarci prima?

Mettiamoci quindi in fiduciosa attesa, e state certi che al più presto vedremo Sandokan tornare in azione, liberare le nostre navi, e portare giustizia e democrazia anche in quelle lande desolate – ma curiosamente ricche di petrolio – della terra di Somalia.

Massimo Mazzucco

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Nety
Inviato: 18/11/2008 23:03  Aggiornato: 18/11/2008 23:03
So tutto
Iscritto: 18/10/2008
Da:
Inviati: 1
 Re: Sandokan, salvaci tu!
Questa notizia (farei senza dirlo) puzza di bruciato...
Ormai lo sanno anche le balene che ci sono questi ''pirati moderni'' che rubano le imbarcazioni, e di fatto non credo che i petrolieri siano così sprovveduti da non munire le proprie navi almeno di un sistema GPS in modo da sapere dove va a finire se questa viene assalita dai pirati.

O non possono permettersi il GPS? mah...

tiburon
Inviato: 18/11/2008 23:36  Aggiornato: 18/11/2008 23:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2007
Da:
Inviati: 150
 Re: Sandokan, salvaci tu!
Allora. il gommone me lo presta mio zio, ed anche un fucile da Sub, niente di speciale, un fucile da sub normale. Il lucido da scarpe ce l'ho,i rampini coi razzi non ce li ho, ma ho i fischioni avanzati dall'anno scorso e tre polpare: basta un pò di pratica. il gps mo me lo scarico sul telefonino con le mappe sono pronto: copro fino a sei posti con mare calmo, quattro col mare grosso. Io mi chiamo 'el tiburon, il terrone dei mari', la ciurma scelga.

Somalia aspettaci. Alla nostra prima petroliera!!!!

Pausania
Inviato: 18/11/2008 23:52  Aggiornato: 18/11/2008 23:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Sandokan, salvaci tu!
Citazione:
petrolieri siano così sprovveduti da non munire le proprie navi almeno di un sistema GPS in modo da sapere dove va a finire se questa viene assalita dai pirati.

No, non capisci: è come il transponder degli aerei. Lo accendi, lo spegni, lo accendi, lo spegni...

Thibault
Inviato: 19/11/2008 4:34  Aggiornato: 19/11/2008 4:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Un mondo folle
Inviati: 343
 Re: Sandokan, salvaci tu!
I carri armati (sti cazzi, in un conflitto a quei livelli 30 carri armati moderni in mano ad un capo della guerra come i tg dicono stravolgono l'esito del conflitto) li avranno dati all'Etiopia come risarcimento per l'imboscata ai carri etiopi da parte di alqaeda quando questi volevano esportare la democrazia come gli USA.
Ma teoricamente proprio perchè sono tecnologici non dovrebbero essere più facili da rintracciare sti pirati? (Provenzano insegna che con i pizzini non ti intercettano) Cii mandi due navi da guerra con un commando e risolvi il problema una volta per tutte. Poi ovvio che se il problema ti serve è un altro discorso.

E' una tranquilla notte di regime
Ghilgamesh
Inviato: 19/11/2008 9:51  Aggiornato: 19/11/2008 9:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Sandokan, salvaci tu!
"Ecco la soluzione! Un governo “effettivo” – che sia democratico e scelto dal popolo, ovviamente – potrà risolvere tutti i problemi. Come abbiamo fatto a non pensarci prima?"

Ecco!
Ma si je regalassimo r nostro?


cocis
Inviato: 19/11/2008 10:05  Aggiornato: 19/11/2008 10:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Sandokan, salvaci tu!
ecco chi ha rubati le navi


Laughter
Inviato: 19/11/2008 10:59  Aggiornato: 19/11/2008 10:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/8/2008
Da:
Inviati: 50
 Re: Sandokan, salvaci tu!
Si potrebbe fargli rubare una petroliera carica di Plutonio e poi attaccarli accusandoli di volersi fare le bombe atomiche.

Se la petroliera batte bandiera Iraniana è pure meglio, così si prendono due piccioni con una fava.

Ovviamente gli Italiani saranno prontamente spediti in Somalia in missione di pace; sbarcheranno cantando "faccetta nera".

mangog
Inviato: 19/11/2008 11:08  Aggiornato: 19/11/2008 11:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Sandokan, salvaci tu!
Come fanno ad abbordare una nave petroliera ? Si parano davanti e tirano fuori la paletta come ai posti di blocco dei carabinieri ? Sperando di essere visti e non messi sotto... visto che la zona in cui si trova il comandante gli permette di vedere solamente da 1 km in avanti sul mare. Dunque,... o hanno barchette mignon da sfuggire alla vista oppure hanno barconi grandi come una casa ed in entrambi i casi non si capisce come fanno ad abbordare. Con barca piccola ci vuole la scala dei pompieri per salire sopra la petroliera, sperando che questa si sia fermata e non crei onde alte 3 metri, con la nave grande come un casa.. il pirata avrebbe poche possibilita' di fare l'arrembaggio, in quanto essendo grande come una casa il comandante dotato di vista ottima avrebbe fatto in tempo a chiamare chiunque e prepararsi a versare l'olio bollente in testa ai funambolici pirati. Insomma in definitiva non riesco nemmeno ad immaginare come si possa impossessarsi di una petroliera lunga 300 metri alta 40.. senza che il comandante lo voglia. Ovviamente se i pirati hanno una nave da guerra corazzata con cannoni le cose si mettono diversamente.... Aspettate, sembra che anche una nave piena di carri armati e cannoni sia incappata nelle mire dei pirati. Ma cosa avevano ? La corazzata Potiomkin ?

Nieuport
Inviato: 19/11/2008 11:38  Aggiornato: 19/11/2008 11:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/12/2007
Da: Firenze
Inviati: 189
 Re: Sandokan, salvaci tu!
Con rispetto, devo dire che l?articolo Sandokan salvaci tu, col suo tono ironico, non mi è piaciuto tanto.
Non ne so molto, ma mi sembra evidente che il problema è proprio che la Somalia è uno stato fallito, che non ha un governo e quindi tutti i fenomeni che vi si verificano, come la pirateria, sono incontrollabili. A chi si manda un ultimatum, se non esiste un ambasciatore somalo?
Non servono le dietrologie sempre e comunque, anche perché, a che risulta, la Somalia non è affatto curiosamente ricca di petrolio, bensì poverissima.
L?unica cosa che i somali sanno fare bene è combattere, e si vede.
Rimangono le perplessità su come abbiano fatto non tanto ad abbordare ma solo a fermare una superpetroliera, che per arrestare i motori avrà bisogno, per dire, di dieci miglia di mare. Anche se la minacciassero coi razzi, la cosa sembra strana, le superpetroliere hanno carena doppia e anche una pioggia di razzi RPG non dovrebbe farle incendiare.
Un comandante ovviamente pensa: meglio qualche giorno di riposo forzato, che tanto il riscatto lo paga l?assicurazione, che fare l?eroe e trovarmi a guardare 100.000 tonnellate di petrolio che bruciano.
Chiaramente le navi non sono nascoste, qualunque satellite le trova in cinque minuti, ma poi che fare? Un?operazione di commando per liberarle? E se il risultato fosse di trovare 25 marinai con la gola tagliata?
Immagino che i militari siano già pronti ad un?operazione che spazzi via i porticcioli della Somalia e tutti i barchini dei pirati, ma non possono farlo fino a quando quelli hanno degli ostaggi e i somali, che non sono scemi, cercheranno di essere in ogni momento in possesso di ostaggi.
Peraltro devo confessare che, anche per memorie dell?epoca coloniale, a me i somali sono simpaticissimi.
Nieuport

nosh1t
Inviato: 19/11/2008 11:51  Aggiornato: 19/11/2008 11:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2008
Da:
Inviati: 143
 Re: Sandokan, salvaci tu!

mangog
Inviato: 19/11/2008 11:56  Aggiornato: 19/11/2008 11:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Sandokan, salvaci tu!
Citazione:

Autore: Nieuport Inviato: 19/11/2008 11:38:10

Con rispetto, devo dire che l?articolo Sandokan salvaci tu, col suo tono ironico, non mi è piaciuto tanto.
Non ne so molto, ma mi sembra evidente che il problema è proprio che la Somalia è uno stato fallito, che non ha un governo e quindi tutti i fenomeni che vi si verificano, come la pirateria, sono incontrollabili. A chi si manda un ultimatum, se non esiste un ambasciatore somalo?
Non servono le dietrologie sempre e comunque, anche perché, a che risulta, la Somalia non è affatto curiosamente ricca di petrolio, bensì poverissima.
L?unica cosa che i somali sanno fare bene è combattere, e si vede


E perche' dovrebbero anche combattere.. per la poverta?
In Somalia ci sono enormi giacimenti di petrolio non ancora sfruttati.
Su come abbiano fatto a fermare una petroliera proprio non lo riesco ad immaginare... o sono pirati o sono degli ammiragli con corazzate.
Ma a questo punto... e' guerra.

nosh1t
Inviato: 19/11/2008 11:57  Aggiornato: 19/11/2008 11:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2008
Da:
Inviati: 143
 Re: Sandokan, salvaci tu!
ahi stavolta I simpatici pirati l'hanno fatta grossa - mi sbagliero' ma non credo che il governo USA resti a guardare che gli si fotta l'olio nero cosi' sotto il naso e non passera' molto tempo che vedremo la flotta a stellestrisce in acque somale a 'pacificare' la zona...

Red_Knight
Inviato: 19/11/2008 12:57  Aggiornato: 19/11/2008 12:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Sandokan, salvaci tu!
Sul semplice dettaglio del "come abbiano fatto" basta un elicottero con gente armata a bordo pronta a scendere, poi eventualmente si può arrembare con delle funi. Di solito l'equipaggio delle navi da carico, petroliere comprese, è disarmato per legge (o sbaglio), per cui non deve essere necessario essere in tantissimi per impadronirsene.

Pare che una nave da guerra indiana abbia affondato una "nave pirata" (fa sorridere chiamarla così :)).

tibberio
Inviato: 19/11/2008 13:10  Aggiornato: 19/11/2008 13:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/12/2007
Da: Qui
Inviati: 450
 Re: Sandokan, salvaci tu!
Ho appena ricevuto una e-mail dal diretto interessato, il quale dichiara di non essere l'autore dei misfatti a lui addebitati.
Secondo lui lo vogliono incastrare i soliti noti......
Allega, per correttezza di informazioni, una clip con le sue ultime imprese:

http://de.youtube.com/watch?v=GbTPT9iTuos

La storia inizia e si ferma, va avanti e poi si perde e, in mezzo a ogni parola, quanti silenzi, quante parole sfuggono e svaniscono per non essere mai piu' ritrovate. (P. Auster)
Ghilgamesh
Inviato: 19/11/2008 14:10  Aggiornato: 19/11/2008 14:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Sandokan, salvaci tu!
"Sul semplice dettaglio del "come abbiano fatto" basta un elicottero con gente armata a bordo pronta a scendere, poi eventualmente si può arrembare con delle funi. Di solito l'equipaggio delle navi da carico, petroliere comprese, è disarmato per legge (o sbaglio), per cui non deve essere necessario essere in tantissimi per impadronirsene."

Questo può anche starci, ma rimane il fatto che una petroliera non è il gommone che uso io d'estate.

Cavolo ti basta nasconderci un gps! Hai voglia a trovarlo per i pirati.

Pyter
Inviato: 19/11/2008 14:15  Aggiornato: 19/11/2008 14:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Sandokan, salvaci tu!
Una foto del giovane Osama Bin Laden nel 1976:



Un membro di ALqaeda reclutato dalla sezione distaccata della Malesia, in una foto in cui minaccia di uccidere il capo della petroliera se non verrà pagato il riscatto:



Un attimo!
Ma quello è l'ammiraglio di sua maestà britannica Brrrrooooooke!!

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
elle2
Inviato: 19/11/2008 15:22  Aggiornato: 19/11/2008 15:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/4/2006
Da:
Inviati: 55
 Re: Sandokan, salvaci tu!
la marina indiana non ha affondato una nave qualunque, ma la nave madre dei pirati!

Roma, 19 nov. (Apcom) - Lo scontro di questa mattina nel Golfo di Aden tra una nave da guerra indiana e i banditi somali ha portato all'affondamento della nave madre da cui partivano le piccole imbarcazioni usate per gli arrembaggi dai pirati.
La Ins Tabar della marina militare indiana dopo essere stata attaccata dalle lance dei pirati le aveva respinte e si era messa all'inseguimento della nave madre. Dopo aver intimato senza successo all'imbarcazione di fermarsi la Tabar ha aperto il fuoco affondando la nave pirata.
VGP




link della notizia

°°°° FSTRIBE °°°°
gudarian
Inviato: 19/11/2008 16:21  Aggiornato: 19/11/2008 16:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Sandokan, salvaci tu!
Questo link riporta il tentativo fallito di abbordaggio di una nave passaggeri al largo della somalia.
http://www.wfp.org/Italia/?NodeID=43&k=427
non si menzionano elicotteri ma imbarcazioni, quindi comincio a pensare che gli assalti siano in qualche maniera "agevolati" da marinai imbarcati precedentemente sulla nave preda che ne prendono il controllo al momento opportuno in attesa dei compari che arrivano sui barchini.


Saluti

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
Ghilgamesh
Inviato: 19/11/2008 16:34  Aggiornato: 19/11/2008 16:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Sandokan, salvaci tu!
"quindi comincio a pensare che gli assalti siano in qualche maniera "agevolati" da marinai imbarcati precedentemente sulla nave preda che ne prendono il controllo al momento opportuno in attesa dei compari che arrivano sui barchini."

Oppure, un'alternativa plausibile, è che i media, come al solito, se siano inventati tutto ...

hendrix
Inviato: 19/11/2008 17:55  Aggiornato: 19/11/2008 17:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Sandokan, salvaci tu!
Ho trovato il pirata, non è moderno ma se la cava egregiamente
http://www.lotoflaughs.com/italia/nave-del-pirata.php

Pyter
Inviato: 19/11/2008 18:03  Aggiornato: 19/11/2008 18:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Sandokan, salvaci tu!
In un estremo tentativo per evitare la guerra, i propietari delle petroliere
hanno proposto di riavere le imbarcazioni indietro proponendo al capo dei pirati
uno scambio vantaggioso:




A me sembra un'opzione molto...mooooolto buona...

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
hendrix
Inviato: 19/11/2008 18:34  Aggiornato: 19/11/2008 18:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Sandokan, salvaci tu!
Più in alto rispetto alla Somalia e un pò più a sinistra si rubbbano in mare anche i pescatori
e i pacifisti, tra cui un italiano.
La cosa è seria, e quindi il tiggiuno non dà la notizia.
http://ilblogdilameduck.blogspot.com/2008/11/allombra-dellultimo-sole.html

>>> Vasta operazione stamani (ieri) in mare della Marina militare israeliana che ha arrestato almeno 10 pescatori palestinesi e tre pacifisti internazionali.
...tra i fermati ci sarebbe anche l'italiano Vittorio Arrigoni (noto in rete come Guerrilla Radio), l'attivista giunto via mare a Gaza city lo scorso 23 ottobre a bordo delle imbarcazioni pacifiste del Free Gaza Movement, che avevano violato il blocco navale israeliano.

Da due mesi alcuni attivisti internazionali escono in mare con i pescatori di Gaza per «proteggerli», con la loro presenza, da eventuali azioni della Marina israeliana che vieta ai pescatori palestinesi, per presunte ragioni di sicurezza, di superare le sei miglia marittine dalla costa. <<<
http://www.unita.it/index.php?section=news&idNotizia=73235

Stefano
Inviato: 19/11/2008 19:12  Aggiornato: 19/11/2008 19:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/8/2004
Da:
Inviati: 344
 Re: Sandokan, salvaci tu!
Caro Max,

a un occhio acuto come il tuo, questo intervento non risulterà OT, anche perché va nella medesima direzione del tuo sospetto.

Voglio precisare una inesattezza del tuo articolo: la MV-Faina, cioè la nave carica di carri aramti sequestrata dai pirati, NON è russa, ma ucraina.

Non avrei voluto tirare fuori questa storia, perché non ho il tempo per campare, ma vediamo qui sotto se riusciamo a unire i puntini:

1) Guerra di Georgia - Ossezia del Sud;

2) Finale a sorpresa con vittoria russa;

A seguire in ordine di tempo:

3) Sputtanamento dei fornitori di armi al dittatorucolo Saakashvili;

4) Tra questi, i primi a farsela addosso e ad affrettarsi a volare a Mosca per dire "non lo faremo più" sono gli israeliani;

5) Gli americani fanno la faccia feroce, ma il Congresso va pressoché in rivolta verso l'ultima porcata dei neocon casalinghi;

6) In Ucraina, guarda il destino cinico e baro, un incendio dall'andazzo assai curioso, si appicca a un deposito di armi e missili grande come una città; le esplosioni durano settimane (qui da noi se ne sa ben poco).

7) Sempre in Ucraina, termina improvvisamente la luna di miele arancione fra il presidente Jushenko (grande privatizzatore ed ex presidente della Banca di Ucraina, nonché "il nostro uomo a Kiev") e il primo ministro Julya Timoshenko (grande affarista, nonché "la nostra donna a Kiev"). La seconda accusa il primo di trafficare in armi, e diventa improvvisamente filo-russa da anti-russa e filo-Nato che era, vola a Mosca. Accuse reciproche di tradimento e dispettucci. Braccio di ferro tra il parlamento e la presidenza, crisi di governo.

8) Come il gatto col topo, i russi continuano a centellinare notizie su esperti militari e armamenti "esteri" catturati in Georgia. Si fa avanti la spiegazione dell'abbattimento degli aerei russi con tecnologia e operatori ucraini, e sostegno logistico e satellitare USA.

9) In Ucraina succedono cose strane, segno di una guerra per il possesso di importanti istituti finanziari (o di fughe di topi da una barca che affonda): fallimenti di banche fagocitati da enti più forti, scomparsa all'estero di 300 milioni di dollari destinati a pagare gli stipendi dei minatori dell'est del Paese.

10) Nel frattempo improvvidi "pirati" rapiscono una barchetta che trasporta carri armati di fabbricazione ucraina. L'attento lettore osserverà che certi carichi: a) non si movimentano e non si smerciano così facilmente come gli rpg o le granate; b) viaggiano sempre opportunamente scortati; c) se non sono scortati è perché non si tratta di un trasporto "ufficiale".

11) Nessuno vuole prendersi la briga di mandare un incrociatore o un commando a liberare equipaggio e carri armati: gli USA dicono che la cosa non li riguarda, la Russia, visto che il comandante della bagnarola è russo, segue la vicenda alla tv, l'Ucraina fischietta con fare nervoso ostentando di non esistere sul mappamondo.

12) Le trattative proseguono proficuamente fra servizi, politici, militari, finanzieri. Sullo sfondo, l'affondamento dell'economia globale e il cambiamento storico di assetti di potere che a noi comuni mortali sarà meno oscuro fra un paio d'anni.

13) Ah! I pirati, romantici inguaribili! Meglio incontrare loro che un sudicio giornalista occidentale...

Saluti!

Stefano

shm
Inviato: 19/11/2008 19:49  Aggiornato: 19/11/2008 19:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Sandokan, salvaci tu!
...basterebbe mantenere una flotta con qualche incrociatore e 1 o 2 portaerei tra Diego Garcia e la penisola arabica per presidiare e tenere sicura la zona pericolosa.

Nel caso poi dovesse succedere qualcosa di peggio, magari negli Stati Uniti, sarebbero pronti e a due passi dal nemico per intervenire nel nuovo teatro di guerra...

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
feudis
Inviato: 20/11/2008 20:14  Aggiornato: 20/11/2008 20:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/1/2008
Da:
Inviati: 98
 Re: Sandokan, salvaci tu!
La petroliera sarà sicuramente a pieno carico. Questo vuol dire che la maggior parte dello scafo è in acqua. Di conseguenza l'altezza che i pirati hanno dovuto scalare era notevolmente ridotta.

nicolaj
Inviato: 22/11/2008 19:45  Aggiornato: 22/11/2008 19:45
So tutto
Iscritto: 3/6/2006
Da:
Inviati: 27
 Re: Sandokan, salvaci tu!
Allora ragazzi,vi riferisco la spiegazione datami da un mio compaesano imbarcato su navi da crociera.
I pirati tendono un cavo d'acciaio tra due imbarcazioni,e si posizionano di traverso rispetto alla rotta perscorsa dalla nave.Quando la nave passa sul cavo,quest'ultimo rimane incagliato sul bulbo posto a prua,sotto la linea di galleggiamento.In questo modo,le imbarcazioni vengono spinte contro le murate della nave,e a quel punto si utilizzano i rampini per salira a bordo.

Questo è quello che mi è stato spiegato,in più confermo che sulle navi mercantili non si possono portare armi da fuoco.

e d'un tratto mi accorsi che pensare è per gli stupidi,i cervelluti si affidano all'ispirazione
Paulo
Inviato: 23/11/2008 9:32  Aggiornato: 23/11/2008 9:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: Sandokan, salvaci tu!
Citazione:
le compagnie di navigazione “lamentano la mancanza di una legislazione internazionale contro i pirati” (e ci credo: gli ultimi veri pirati risalgono al 1800).


Se la legislazione internazionale non è stata modificata dall'800 vuol dire che c'è ed è efficace.
Tutto quello che mi risulta variato è la restrizione del mare aperto, a favore delle acque territoriali, ovvero quelle, in via di principio, soggette alle legislazioni nazionali.
Il diritto del mare prevede che i pirati catturati vivi in flagrante vengano impiccati a bordo ed i corpi rilasciati in mare. Qualsiasi nave militare è autorizzata. Il comandante provvede ad imbastire il processo.
Il problema, invece, è quello di catturarli.
Tecnicamente non mi sembra un problema insormontabile. Piuttosto ho l'impressione che qualcuno voglia creae ad arte un problema che poteva essere facilmente eliminato.

jerimum
Inviato: 24/11/2008 12:57  Aggiornato: 24/11/2008 12:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/1/2006
Da: Modena
Inviati: 249
 Re: Sandokan, salvaci tu!
E se invece le petroliere in Somalia le avessero parcheggiate solo aspettando che il prezzo del greggio torni a salire ?



Fino a pochi mesi fa il greggio superava i 140 dollari al barile ora e' sotto i 50 ... cioe' ora devono mandare via 3 petroliere per fare il profitto che facevano prima con una, non e' questo forse un buon motivo per una multinazionale per fermare un carico in un posticino tranquillo anche per qualche mese ?

"Accominzamo, con nova promissa, sta gran sulenni pigliata pi fissa!"
La paura di Montalbano, Camilleri
x-wing
Inviato: 24/11/2008 22:04  Aggiornato: 24/11/2008 22:04
So tutto
Iscritto: 21/9/2007
Da:
Inviati: 13
 Re: Sandokan, salvaci tu!
Ma che razza di roba è questa notizia?
saomai guarda. io sono un alieno ricercato dalla CIA , lo stesso alieno che ha abbattuto un boeing,


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA