Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


11 settembre : Sull'11/9 il coraggio del PD. Quello giapponese
Inviato da Redazione il 29/10/2008 10:30:00 (8354 letture)



(All’interno il testo in italiano dell’intervento).

di Pino Cabras

È un politico molto determinato, il giapponese Yukihisa Fujita.

Quest'anno ha portato in parlamento per ben tre volte la sua forte critica alle versioni ufficiali dell'11 settembre 2001, con crescente solennità e consenso.

Il suo discorso del 22 ottobre 2008 ha fatto spellare le mani dei colleghi parlamentari, ...

... specie quelli del Minshutō, il Partito Democratico del Giappone.

Questo partito è la principale forza di opposizione all'eterno Partito Liberaldemocratico, la Balena Bianca nipponica. Come il Partito Democratico nostrano, il Minshutō è nato dalla fusione di diverse formazioni socialiste e moderate.

Diversamente dall'omologo italiano, tuttavia, ha una politica estera molto coraggiosa e molto ferma contro la guerra.

La leadership del partito ha capito che smontare l'11/9 è la chiave di volta di una qualsiasi questione di pace. Perciò Fujita non è solo. Si badi, è importante. Il Minshutō non è un partitello dello zerovirgola. Ha perfino la maggioranza relativa (109 seggi su 242) alla camera alta (la Camera dei Consiglieri, o Sangiin), e da molti osservatori è ritenuto in grado di diventare alle prossime elezioni, per la prima volta, la forza trainante di un governo alternativo.

Il fatto che un partito con queste concrete ambizioni di governo non consideri la critica all'11/9 un argomento tabù, ma un tema da approfondire perentoriamente, deve fare riflettere.

Intorno a Fujita c'è molta attenzione e rispetto, anche da parte dei parlamentari di altri gruppi.

In questo clima, Fujita ha buon gioco per chiedere al governo di fermare il sostegno alle operazioni militari a guida statunitense nelle quali è coinvolta anche Tokyo.

Nel suo discorso, dopo aver presentato precisi dettagli sulle gravi perdite civili e militari in Iraq e Afghanistan, Fujita va a descrivere il dibattito sollevato al Congresso USA dalla richiesta di impeachment di Bush formulata dal democratico Dennis Kucinich, sostenuta nell'estate 2008 da una maggioranza di rappresentanti.

Il parlamentare nipponico ha inoltre riferito delle richieste espresse dal repubblicano Ron Paul, favorevoli all'impeachment e a nuove indagini sull'11/9.

Fujita ha dapprima sottolineato che non c'è mai stata un'indagine di polizia sulla morte di 24 cittadini giapponesi uccisi nei mega-attentati di New York, e ha quindi parlato delle domande sollevate dai familiari delle vittime dell'11/9 al cospetto del governo, rimaste senza risposta.

La richiesta di aprire una nuova inchiesta è ampiamente sostenuta dal Partito Democratico ed è stata presentata ai membri di altri partiti.

Yukihisa Fujita è fortemente impegnato a formare una coalizione internazionale intesa a chiedere un'inchiesta indipendente e internazionale sull'11/9 ed è in contatto con esponenti politici in Europa e negli Stati Uniti.

Pino Cabras

Fonte



Ecco il testo dell’intervento di Fujita:

“Nel novembre dello scorso anno ho chiesto alla Camera Superiore se il terrorismo fosse un crimine o uno strumento di guerra.

Il primo ministro Fukuda ha dichiarato che un tipico caso di terrorismo non costituisce un crimine.

Riguardo all’11 settembre, il Primo Ministro ha detto che gli attacchi mostravano un grande livello di capacità professionale e di pianificazione intenzionale.

Se prendiamo questo assunto per buono, e l’11 settembre mostra le caratteristiche di essere stato ben organizzato e pianificato, dobbiamo capire chi ha organizzato l’11 settembre per riuscire a capire come rapportarci con la guerra al terrorismo.

Voglio anche chiedere per chi e contro chi sta avendo luogo questa guerra. Per favore rispondete a queste domande con chiarezza.

Sono passati sette anni dell’11 settembre, e il Ministero di Giustizia americano non ha ancora incriminato bin Laden.

Sulla pagina [web] internazionale dell’FBI dei terroristi più ricercati al mondo, bin Laden appare ricercato solo come sospettato negli attentati alle ambasciate americane in Tanzania e Kenya, ma non in relazione agli attacchi terroristici dell’11 settembre.

Dopo l’11 settembre, il governo americano ha identificato i 19 principali sospettati, ma si è poi saputo che otto di loro vivevano come normali cittadini in Medio Oriente.

Queste contraddizioni sono state rese note dalla BBC, il servizio di informazione statale inglese.

Nel 2002 è stato riconosciuto dal capo dell’FBI che non vi fossero valide prove, che reggessero in un tribunale, contro i 19 sospettati dell’11 settembre.

Tutto questo però è stato il punto di inizio della guerra al terrorismo.

Non dovrebbe il governo giapponese pretendere risposte su questi fatti fondamentali da parte del governo americano?

Se non fosse possibile verificare questi fatti, diventa evidente che non vi siano le basi per cooperare in queste attività navali, che sono al centro del nostro dibattito.

Non dovremmo quindi interrompere immediatamente la nostra collaborazione [con gli Statui Uniti]?

Il governo parte dal presupposto che vi sia una giustificazione per il nostro coinvolgimento nella guerra al terrorismo, poichè 24 giapponesi sono rimasti uccisi [negli attentati].

La guerra al terrorismo non è soltanto un problema di altri, ma è anche un problema per il popolo giapponese. Voi questo lo avete espresso ripetutamente.

Ma in realtà il governo giapponese non ha quasi mai avuto contatti con le disperate famiglie di quelle 24 vittime degli attacchi dell’11 settembre.

In aprile il Vice Ministro della nazione Kimura ha dichiarato davanti alla Commissione della Difesa che non abbiamo ricevuto alcune richieste da parte dei familiari delle vittime su questa materia.

Ma io vi dico che ciascuna di quelle disgraziate famiglie che ho incontrato vuole che sia data una risposta a queste domande.

Non è forse la responsabilità del governo giapponese di assicurarsi che queste disgraziate famiglie possono porre le loro domande e ricevere le loro risposte?

Vi è ora la volontà di costituire una commissione di indagine?

Voi sapete che la seguente risoluzione è stata approvata e consegnata alla Commissione dei Servizi Legali della Camera dei Deputati americana l’11 di giugno di quest’anno?

L’articolo numero 2 della risoluzione dice: per giustificare una invasione illegale sono state create delle false minacce da parte dell’Iraq.

Intenzionalmente, con intenti criminali, l’11 di settembre è stato usato a questo fine. I motivi per questa guerra erano falsi e artificiali.

Il punto numero 2 della risoluzione dice: agli americani e al parlamento è stato fatto credere che l’Iraq avesse armi di distruzione di massa.

Al punto numero 8 la risoluzione dice: in violazione del trattato delle Nazioni Unite la nazione sovrana dell’Iraq è stata invasa.

Al punto 33 la risoluzione dice: prima dell’11 settembre furono ignorati avvisi ad alto livello sui terroristi, e le comunicazioni furono bloccate.

Al punto 35 la risoluzione dice: vi è stata un’ostruzione nell’indagine sugli attacchi dell’11 settembre 2001.

Tutto questo fa parte della richiesta di impeachment contro il presidente Bush.

La risoluzione è stata presentata dal deputato Kuchinic del partito democratico. E’ stata approvata con 251 voti, compresi 24 repubblicani, contro un totale di 156 voti.

L’ex-candidato presidenziale repubblicano Ron Paul era a favore della risoluzione.

Questa risoluzione non sembra aver avuto risultati ulteriori, ma nel frattempo è già avvenuto un importante cambiamento negli Stati Uniti.

Io penso che le politiche di guerra della presidenza Bush dovranno avere fine.

Da oggi in poi il futuro richiederà dei grandi cambiamenti negli Stati Uniti. Sono segnali che la gente sente in ogni parte del mondo.

Io voglio chiedere al primo ministro che cosa pensa di tutto questo.

Io pretenderò di sapere esattamente quello che i familiari delle vittime dell’11 settembre, e l’innocente popolo afgano, vogliono sapere.

Io chiederò ai tre ministri di rispondere per favore con parole loro, e non in modo burocratico.

Qui terminano le mie domande.”

(La traduzione è dai sottotitoli in inglese del filmato).

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
fefochip
Inviato: 29/10/2008 10:52  Aggiornato: 29/10/2008 10:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Sull'11/9 il coraggio del PD. Quello giapponese
prima o poi l'egemonia americana finirà ( come è il destino di tutti gli imperi )e a quel punto finirà il sonno delle persone che tutto di un tratto diranno :"ma certo si è sempre saputo che il terrorismo è una scusa alla guerra"

e pare che questa egemonia se non altro economica stia proprio recentemente agli sgoccioli ....

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
sigmatau
Inviato: 29/10/2008 11:00  Aggiornato: 29/10/2008 11:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: Sull'11/9 il coraggio del PD. Quello giapponese
Una domanda che non posso fare a meno di pormi è la seguente: è pensabile che da qui a un tempo ragionevole il prossimo presidente degli Stati Uniti [chiunque egli sia...] riconosca pubblicamete che...

a) l'amministrazione americana ha sempre saputo con certezza che gli attentati dell'11 settembre non sono stati opera nè di Osama Bin Laden nè di 'gruppi' in qualche modo legati al 'mondo islamico'

b) l'amministrazione americana ha sempre saputo con certezza che l'Iraq non possedeva 'armi di distruzione di massa' nè operative nè in fase di relizzazione nel marzo 2003, data in cui quel paese è stato invaso?...

saluti!...

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
nosh1t
Inviato: 29/10/2008 12:35  Aggiornato: 29/10/2008 12:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2008
Da:
Inviati: 143
 Re: Sull'11/9 il coraggio del PD. Quello giapponese
be' viene spontaneo da dire meglio tardi che mai. Certo adesso e' piu' facile dire certe cose in faccia all'orso, tanto ormai e' bello che squoiato. Forse se paesi come il giappone o la stessa europa, magari la cina avessero posto la questione un 5-6 anni fa magari adesso non starebbero neanche a piangere una crisi economica di queste proporzioni, crisi, vorrei far notare, in cui ci ha trascinato proprio...l'orso in questione.

SMU
Inviato: 29/10/2008 13:55  Aggiornato: 29/10/2008 13:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/1/2007
Da:
Inviati: 158
 Re: Sull'11/9 il coraggio del PD. Quello giapponese
Fujita parla di una risoluzione approvata e consegnata alla Commissione dei Servizi Legali della Camera dei Deputati americana l’11 di giugno di quest’anno (volta a porre sotto inpeachment W. Bush) approvata con 251 voti, compresi 24 repubblicani, contro un totale di 156 voti, ed in cui l’ex-candidato presidenziale repubblicano Ron Paul ha votato a favore della risoluzione....

...Fatto notare che di questa cosa nessun media ufficiale ne ha mai parlato (perchè ci interessa di più dell nuovo amore di Ricucci), volevo chiedere a Massimo, o a chi ne ssa qualcosa in più, quale sarà (se ci sarà) il proseguio della vicenda (intendo, la risoluzione deve essere ridiscussa, approvata dal Senato, finirà nel cestino o cosa altro?)...

...a buon intenditor, poche parole...
Al2012
Inviato: 29/10/2008 17:01  Aggiornato: 29/10/2008 17:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Sull'11/9 il coraggio del PD. Quello giapponese
Temo che il caro ministro giapponese sia l’eccezione che conferma la regola, in merito alle capacità e alla moralità dei parlamentari.

Temo che anche questa dichiarazione resterà nel “limbo” di internet ….

In ogni caso ringrazio il Signor Ministro

“Capire … significa trasformare quello che è"
IzidorAQ
Inviato: 29/10/2008 17:43  Aggiornato: 29/10/2008 17:43
So tutto
Iscritto: 29/10/2008
Da:
Inviati: 7
 Re: Sull'11/9 il coraggio del PD. Quello giapponese
Video:

Ohio Congressman Dennis Kucinich pushes for impeachment proceedings against President Bush
in front of the House Judiciary Committee on July 25th, 2008

http://www.truth-tv.com/

beppi
Inviato: 29/10/2008 17:46  Aggiornato: 29/10/2008 17:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/10/2006
Da:
Inviati: 49
 Re: Sull'11/9 il coraggio del PD. Quello giapponese
Intanto grazie a Pino che fa un gran bel lavoro di raccolta e pubblicazione di notizie. L'altra sera sul canale "Arte" hanno trasmesso un film - documentario "Nella pelle di G.W.Bush" niente male che documenta tutta una serie di passaggi, situazioni, episodi ecc. che l'amico GWB ha fatto e che illustra, se ancora ce ne fosse bisogno, che è proprio l'utile idiota di turno. Purtroppo ho trovato il canale "Arte" a film iniziato e quindi non l'ho registrato ma credo sia interessante e istruttivo per tutti.

clausneghe
Inviato: 29/10/2008 19:33  Aggiornato: 29/10/2008 19:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: Sull'11/9 il coraggio del PD. Quello giapponese
Crescono i mormorii, interni ed esterni, come dimostra il coraggioso Japponese che le palle le ha, a differenza dei nostri imbolsiti e pavidi sinistroidi "regolari"
E George & Ghenga li sentono oramai bene, quei minacciosi mormorii che rimbombano spesso nei loro miseri cervelli ,quando in preda all'incubo notturno vedono il collo di Saddam spezzarsi...

Probabilmente è stato al risveglio dall'ennesimo truculento incubo che il Re al tramonto George ha deciso di richiamare in tutta fretta la "prima brigata di combattimento" operativa in Iraq da 15 mesi per schierarla in difesa dice lui della nazione in caso di calamità le più disastrose, ma dicono gli scettici, in realtà per proteggere se stesso e l'apparato nei cupi scenari che verranno presto.

TomTom
Inviato: 29/10/2008 19:53  Aggiornato: 29/10/2008 19:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/10/2007
Da:
Inviati: 79
 Re: Sull'11/9 il coraggio del PD. Quello giapponese
I miei complimenti a Yukihisa Fujita, un UOMO CON LE PALLE!!!

hendrix
Inviato: 29/10/2008 20:05  Aggiornato: 29/10/2008 20:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Sull'11/9 il coraggio del PD. Quello giapponese
Dal Parlamento giapponese alla televisione russa, e sempre di Pino Cabras
http://www.megachip.info/modules.php?name=Sections&op=viewarticle&artid=7960

>>> Così va il mondo. La stampa e la TV italiana hanno ignorato che il 12 settembre 2008 un film italiano, “Zero”, ha spopolato in prima serata sugli schermi televisivi di un paese di oltre 140 milioni di abitanti, la Russia. Un simile successo non è frequente per un prodotto mediatico italiano. Neanche il più sbrindellato manuale minimo di giornalismo lascerebbe dubbi: questa è una notizia, e anche bella grossa.
Solo che da noi non è così...<<<

cit.
" Diversamente dall'omologo italiano, tuttavia, ha una politica estera molto coraggiosa e molto ferma contro la guerra. "

Probabilmente perchè non hanno mai dimenticato (e vorrei vedere) l'olocausto nucleare del 1945.
Invece da noi " Il coraggio uno non se lo può dare ", come faceva dire il Manzoni a Don Abbondio, esprimendo così l'italica vigliaccheria nei confronti dell'invasore.
E Brecht rispondeva: beata la nazione che non ha bisogno di eroi... (magari).
Ma i tempi attuali hanno necessità e urgenza di coraggio ed eroi visto l'appiattamento delle coscienze individuali dovuto in gran parte a quella scatola-baby sitter per adulti.

Spero di vivere tanto quanto basta per vedere Bush junior, Cheney e Rumsfeld
davanti ad una commissione internazionale indagati per crimini contro l'umanità.

Redazione
Inviato: 29/10/2008 20:31  Aggiornato: 29/10/2008 20:32
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Sull'11/9 il coraggio del PD. Quello giapponese
HENDRIX: "Spero di vivere tanto quanto basta per vedere Bush junior, Cheney e Rumsfeld davanti ad una commissione internazionale indagati per crimini contro l'umanità".

Nel caso non dovesse succedere, te li ritrovi comunque nell'Aldilà, dove gli faranno un culo ancora più grosso.

Alby-LatoB
Inviato: 29/10/2008 20:33  Aggiornato: 29/10/2008 20:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/5/2006
Da: Marostica
Inviati: 124
 Re: Sull'11/9 il coraggio del PD. Quello giapponese
Sto prendendo in considerazione l'ipotesi di trasferirmi in Giappone!

Sono incazzato, ma con garbo
hendrix
Inviato: 29/10/2008 20:46  Aggiornato: 29/10/2008 20:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Sull'11/9 il coraggio del PD. Quello giapponese
" Nel caso non dovesse succedere, te li ritrovi comunque nell'Aldilà, dove gli faranno un culo ancora più grosso ".

Tu scherzi ma un paio di anni fa, cosciente e informato su quello che stava per accadere, ho detto a un'amica: spero di vivere tanto quanto basta per vedere il crollo dell'imperialismo americano...
Non l'avessi mai detto...

Orwell
Inviato: 29/10/2008 23:49  Aggiornato: 29/10/2008 23:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/12/2005
Da: Someone Somewhere (In Summertime)
Inviati: 135
 Re: Sull'11/9 il coraggio del PD. Quello giapponese
Citazione:
Fujita parla di una risoluzione approvata e consegnata alla Commissione dei Servizi Legali della Camera dei Deputati americana l’11 di giugno di quest’anno (volta a porre sotto inpeachment W. Bush) approvata con 251 voti, compresi 24 repubblicani, contro un totale di 156 voti, ed in cui l’ex-candidato presidenziale repubblicano Ron Paul ha votato a favore della risoluzione....

...Fatto notare che di questa cosa nessun media ufficiale ne ha mai parlato (perchè ci interessa di più dell nuovo amore di Ricucci), volevo chiedere a Massimo, o a chi ne ssa qualcosa in più, quale sarà (se ci sarà) il proseguio della vicenda (intendo, la risoluzione deve essere ridiscussa, approvata dal Senato, finirà nel cestino o cosa altro?)...


Se ne parla qui

Orwell

"La cosa peggiore non è la violenza degli uomini malvagi, ma il silenzio degli uomini onesti”. Martin Luther King
fefochip
Inviato: 30/10/2008 0:58  Aggiornato: 30/10/2008 0:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Sull'11/9 il coraggio del PD. Quello giapponese
minchia .....
stavo dando un occhiata al link russo(citato sopra) di una trasmissione ....
metto in play e lascio la trasmissione in sottofondo ....tanto anche se lo guardo non capisco un h di russo ...ma a un certo punto riconosco la voce di giulietto chiesa!
mi aspettavo un traduttore ,un interprete ...invece è il buon giulietto che parla a braccio tranquillamente in russo!.... mecojons

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
vittmax
Inviato: 30/10/2008 1:26  Aggiornato: 30/10/2008 1:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/5/2006
Da: perugia
Inviati: 48
 Re: Sull'11/9 il coraggio del PD. Quello giapponese
Salve volevo domandarti , dato che vivi in america , tutta questa girandola di sondaggi e proiezzioni di voto che un giorno danno obama a 12 e più e il giorno dopo solo 1-2 punti di distacco sono solite ca___te politico-mediatiche
o c'è qualche cosa di più fondato?
Perchè nei sondaggi che ci sono su internet per esempio sul sole 24 ore danno tutti in vantaggio obama mediamente almeno del 80 contro 20 tranne israele (guarda caso) che da in vantaggio McCain ma solo di 2 miseri punti.
Non è che lo vogliono fregare al fotofinisc con le famigerate macchinette?

saluti

"Il potere te lo danno le bugie.Grandi bugie per convincere il mondo a parteggiare per te.
Se riesci a far accettare a tutti, quello che in cuor loro sanno essere falso,
li tieni per le palle."

DAL FILM "SIN CITY"
Redazione
Inviato: 30/10/2008 2:31  Aggiornato: 30/10/2008 2:32
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Sull'11/9 il coraggio del PD. Quello giapponese
Ciao VITTMAX: "Salve volevo domandarti , dato che vivi in america , tutta questa girandola di sondaggi e proiezzioni di voto..."

Il sondaggi dipendono molto dalle zone in cui li fai, e soprattutto da "come" poni le domande. Gli unici che contano, ormai, sono quelli relativi ai 7 stati ancora in gioco: colorado, nevada, florida, N. carolina, Virginia, ohio e pennsylvania.

C'è poi lo stesso partito democratico che ha interesse a tenere il margine basso nei sondaggi, in modo che la gente non pensi che "tanto obama vince comunque", e alla fine non va più a votare.

wireless
Inviato: 1/11/2008 20:30  Aggiornato: 1/11/2008 21:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/8/2007
Da:
Inviati: 228
 Re: Sull'11/9 il coraggio del PD. Quello giapponese
La speranza di poter riaprire è molto piccola...ma l'importante è continuare a credere di potere arrivare alla completa verità;sicuramente nessun TG o giornale importante riporterà questa notizia (molto meglio parlare di gossip )

doppiocorpo
Inviato: 3/11/2008 4:55  Aggiornato: 3/11/2008 4:55
So tutto
Iscritto: 22/7/2005
Da:
Inviati: 22
 Re: Sull'11/9 il coraggio del PD. Quello giapponese
I giapponesi sono fra popoli piu' integralisti, orgogliosi, guerrafondai e vedindicativi del globo.
Le Bombe li hanno piegati, ma da bravi guerrieri quali sono, aspettano solo il momento giustoper portar vendetta. Solo gli stolti pensano di averli addomesticati.

Saluti

"Gli intelletti mediocri condannano di solito tutto ciò che oltrepassa la loro portata." La Rochefoucauld

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA