Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


news internazionali : La nuova potenza si chiamerà Eurussia?
Inviato da Skabrego il 21/10/2008 8:10:00 (5116 letture)

di Skabrego

Mentre Sarkozy si presenta ufficialmente come pilastro d’appoggio americano, il suo comportamento durante la crisi georgiana è stato a dir poco ambiguo. Lo abbiamo visto infatti alla guida del "compromesso" con Putin, e questa posizione sembra indicare chiaramente che i tempi stiano cambiando: l'appoggio (non disapprovare significava appoggiare, in quella situazione) alla Russia, contro gli interessi americani, è un comportamento perlomeno non lineare con molte teorie "Atlantiche".

La manovra economica europea ha influito sulle borse più di quella americana, e pare che gli americani debbano seguire la via tracciata da Sarkò/Brown/Merkel, se vogliono riuscire in qualche modo a stare a galla.

Di fatto, ultimamente sembra di vedere un'Europa tutt’altro che servile: ll Ministro delle Finanze tedesco, Peer Steinbuck, ha dichiarato: “Gli Stati Uniti sono gli unici responsabili di questa crisi finanziaria. Sono loro la causa della crisi, non l’Europa, né la Repubblica Federale di Germania."

Anzi un'Europa che sembra pronta, anche un filo euforica, a prendere in mano la bilancia e cambiare un pò le misure, sapendo che non sarà la nuova regina.

Caracciolo parla già di Eurussia, e di una Chimerica [Cina-America] in cui la "Chi" è lì solo perchè, se crollano gli americani, loro perdono un sacco di soldi. Un’ Eurussia che sarebbe un interlocutore perfetto per il mondo arabo, ...

... e guarda caso Russia e Iran hanno firmato un patto d'acciaio già da un pezzo, , per quanto riguarda lo sfruttamento del Caspio e un reciproco appoggio militare.

Riassumendo:

Eurussia = Russia + Medio Oriente (tutta l'energia) + UE (il sistema finanziario, bancario, assicurativo "sano" rimasto, con la moneta più forte del mondo).

Chimerica = USA (produttore/debitore) + Cina (consumatore/creditore).

Non sono pochi a vedere questo possibile scenario, e già molti danno per scontato un ridimensionamento degli USA a "una delle potenze" nel mondo.

In ultimo, un ridimensionamento del potere americano, almeno nel suo raggio d'influenza, e un avvicinamento Ue-Russia, potrebbero portare ad un parziale congelamento dello scudo spaziale nella Repubblica Ceca e in Polonia.

Bisognerebbe sapere cosa dice in proposito Obama, e bisognerebbe conoscere la soluzione della crisi ucraina: mezza all'Europa, mezza alla Russia, oppure stato "cuscinetto" o di "fusione" tra le due potenze, senza bisogno di mettere mano ai confini?

Senza contare i possibili sviluppi per la Turchia, che potrebbe essere la testa d'ariete per un "allargamento" del patto alla fetta occidentalizzata del mondo arabo.

Sarebbero probabilmente in molti ad approvare queste misure, indipendentemente dal fatto che siano rassicuranti o meno, tranne gli Usa naturalmente. Sembra anzi che siano tutti pronti a presentare il conto, ora che l'aquila è malata e non fa più tanto l'arrogante.

Sembra infine che lo spauracchio USraele sia molto meno forte di quanto si sia creduto finora.

Forse ci siamo abbeverati un pò troppo alla fonte della controinformazione a stelle e strisce, che per quanto abbia dato un grande apporto, mantiene purtroppo il punto di vista americano, e promuove una visione alternativa della stessa storia "progressiva" standard, intesa a descrivere l'avanzamento di una civiltà/potenza/ideologia senza tenere conto delle altre.

Insomma, ripete l'errore della storia da manuale scolastico, o se preferite, "ufficiale" ("ora bambini guardiamo insieme attraverso quali peripezie l'Europa riesce a controllare il mondo fin dai Romani, ignorando tutto quello che non riguarda noi bianchi e gli eventuali imperi secolari che hanno svolto la stessa funzione in diverse aree geografiche"), senza vedere che è dal 2003 che molti paesi hanno preso le distanze da questo "piano di conquista", e hanno preparato un'alternativa.

Non per questo meno inquietante.

Skabrego


Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
tiburon
Inviato: 21/10/2008 10:46  Aggiornato: 21/10/2008 10:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2007
Da:
Inviati: 150
 Re: La nuova potenza si chiamerà Eurussia?
Perdonate se lo faccio notare: ma il 'capitalismo' ha fallito molto prima e molto più velocemente del comunismo paventato come mostro della disumanizzazione. La crisi degli anni trenta, la grande depressione da cui gli Usa sono usciti grazie all'invasione dei resti dell'Europa, e di seguito la caduta del gold excange hanno già ampiamente dimostrato che l'unico modo per contenere lo sterco che la speculazione produce è metterlo in una scatola più grande. Ora però non conosciamo misure più grandi del 'mondo' da poter sfruttare. dove si scaricheranno i cicli inflattivi che ci si ostina a difendere in un delirio di benessere e libertà? chi si prenderà l'incarico di dire stop ai giochi e iniziare a ripensare le regole? L'Eurussia? per me siamo ancora lontani, e purtroppo lo saranno anche i nostri nipoti...ma...in fondo... la civiltà si estinguerà prima di capirlo....

siate ottimisti.

Siudal
Inviato: 21/10/2008 12:04  Aggiornato: 21/10/2008 12:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/5/2007
Da:
Inviati: 70
 Re: La nuova potenza si chiamerà Eurussia?
Chimerica = USA (produttore/debitore) + Cina (consumatore/creditore).

A mio avviso questa equazione ha i termini errati.

Andrebbe così modificata:

Chimerica = USA (consumatore/debitore) + Cina (produttore/creditore).

Ciao a tutti.

“Uno degli effetti veramente negativi della religione è che si insegna a considerare una virtù il pascersi della propria ignoranza.” Richard Dawkins, The God Delusion.
tibberio
Inviato: 21/10/2008 12:13  Aggiornato: 21/10/2008 12:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/12/2007
Da: Qui
Inviati: 450
 Re: La nuova potenza si chiamerà Eurussia?
Altro tassello:

Energia, Russia, Iran e Qatar creano l'Opec del gas

Russia, Iran e Qatar hanno deciso di creare un'«Opec del gas» per discutere e sviluppare progetti comuni in questo settore. La decisione è stata annunciata oggi al termine di un incontro a Teheran tra il presidente di Gazprom Alexei Miller, il ministro iraniano per il Petrolio Gholam Hossein Nozari e il ministro dell'Energia del Qatar Abdullah al-Attiyah. La «trojka», composta da quelli che sono i maggiori possessori di riserve di gas a livello mondiale, si incontrerà periodicamente e istituirà una commissione tecnica per esaminare i progetti

Ecco, alla fine l'hanno fatto.

La storia inizia e si ferma, va avanti e poi si perde e, in mezzo a ogni parola, quanti silenzi, quante parole sfuggono e svaniscono per non essere mai piu' ritrovate. (P. Auster)
marco_m
Inviato: 21/10/2008 14:20  Aggiornato: 21/10/2008 14:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2008
Da:
Inviati: 94
 Re: La nuova potenza si chiamerà Eurussia?
temo che Caracciolo corra troppo. La divisione dei ruoli tra Usa e Cina, tra l'altro, andrebbe emendata come già suggerito, visto che gli Usa sono consumatori e non certo produttori. Poi ci si è scordati del Giappone, dell'India e dell'America latina, per non parlare dell'Arabia saudita.
Ma il punto centrale, a mio parere, è un altro: non esiste nessuna Eurussia, e è molto molto difficile che ne vedremo mai una. La Russia stessa, per prima cosa, non percepisce sé stessa come Europa; era forse disposta a farlo negli anni '90, quando era alle corde. Non certo adesso, dopo aver sperimentato per l'ennesima volta l'infingardaggine degli europei (che non hanno mosso un dito per venire incontro ai timori e ai bisogni della Russia quando era il momento), e dopo che il collasso statunitense le riapre le porte di una proiezione globale incredibile. Ma su questo tornerò.
La seconda ragione per cui è molto, molto difficile che possa mai nascere una Eurussia la si può trovare da qualche parte tra Reno e Mosella. Il cuore della "posizione europea" è dato dalla risultante geometrica delle politiche internazionali di Germania e Francia, in questo ordine. E, storicamente, in Germania i filo-russi sono sempre stati in minoranza, mentre la Francia ha avuto un atteggiamento filo-russo solo in funzione anti-tedesca o anti-britannica.
La terza e ultima ragione che rende improbabile una Eurussia è, infine, legata a Londra. La Gran Bretagna ha fatto e farà di tutto - letteralmente - per evitare che i "continentali" siano uniti. È la Regola Numero Uno della politica internazionale di Londra.
Qunidi: inglesi contrari, "europei" (ossia tedeschi e francesi) insinceri e inaffidabili, e russi disinteressati. Non c'è male come base per la nuova, grande trovata dei geopolitici "un tanto al chilo".
Inviterei tutti a prepararsi psicologicamente a quello che accadrà nei prossimi mesi e anni: fate conto che Washington dovrà passare attraverso la stessa via crucis dell'Urss, solo facendolo, presumibilmente, con molta meno dignità e raziocinio. Ve li ricordate i filmetti di Hollywood degli anni '90? la Russia sembrava un bazar di armi atomiche e chimiche, in preda a corrotti, mafiosi e con dirigenti politici cialtronescamente nazionalisti. Bene, non è mai stato così. Nonostante El'cin, il peggior leader russo degli ultimi secoli, nessuna arma atomica è stata persa, e nonostante tutti i problemi, le catastrofi, i lutti, le guerre, la Russia è sopravvissuta. Quella patetica caricatura della Russia fatta da Hollywood, invece, credo sia una profezia piuttosto azzeccata di ciò che gli Usa saranno nei prossimi anni. Loro sì, si trasformeranno in un casino.
Il collasso Usa lascia un vuoto geopolitico colossale. La Cina non è pronta a ricoprire un ruolo geopolitico globale, soprattutto per ragioni culturali (il concetto di armonia che è l'architrave della concezione cinese delle relazioni internazionali, di fatto rende impossibile un atteggiamento imperialista globale); l'India neanche a parlarne. Il Giappone crescerà, certo, ma da qui a proiettarsi sui sette mari ce ne corre (anche se già oggi dispone della seconda marina militare del mondo). L'UE lo può fare, ma per sua sfortuna ha al proprio interno una zavorra colossale (polacchi, baltici ecc). Resta la Russia, appunto. Che con navi un po' arrugginite, aerei un po' vetusti, missili un po' puzzolenti di naftalina, può però proporsi credibilmente come nuovo attore globale. Non c'è solo l'Opec del gas. Ci sono le "nuove" basi navali in Siria, la possibile riapertura di quella yemenita di Socotra, forse il ritorno nei porti libici, la riattivazione dei porti latinoamericani, ecc.
Eurussia era un'ottima idea, e una prospettiva credibile negli anni '90, se solo la UE lo avesse voluto. Ma ha preferito rubacchiare alla Russia tutto lo spazio geopolitico lasciato scoperto. Se fossimo stati lungimiranti e generosi, adesso le cose sarebbe molto migliori. Non lo siamo stati, e l'occasione è passata. E con questa occasione è passato anche il grande obiettivo che è alla base dell'idea di "comunità europea", ossia il bando del concetto di guerra dal nostro continente. Mi dispiace, ma abbiamo fallito. La guerra è tornata - a rompere il tabù la stessa Ue, col servile e criminale sostegno all'aggressione Usa alla Serbia nel 1999 - la "comunità europea" ha fallito. Ora non resta che salvare il salvabile. Salvare la UE dalla follia estremista di polacchi e baltici, e trovare un modus vivendi che eviti scontri militari su larga scala, nella dolorosa consapevolezza che guerre "limitate" sono, purtroppo, all'orizzonte.

mc
Inviato: 21/10/2008 14:41  Aggiornato: 21/10/2008 14:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: La nuova potenza si chiamerà Eurussia?
Sarei totalmente d'accordo se fosse una riunione di condominio o una partitella tra amici al campetto . Ma forse, dico forse, non si puo' ricondurre tutto ad una questione di orgoglio.
Citazione:
Ma ha preferito rubacchiare alla Russia tutto lo spazio geopolitico lasciato scoperto. Se fossimo stati lungimiranti e generosi, adesso le cose sarebbe molto migliori. Non lo siamo stati, e l'occasione è passata...
...La guerra è tornata - a rompere il tabù la stessa Ue, col servile e criminale sostegno all'aggressione Usa alla Serbia nel 1999 - la "comunità europea" ha fallito.

Gli spunti che offri sulle azioni europee possono anche valutarsi come un'allargamento in visione di nuove controfferte da mettere nel piatto per un'eventuale alleanza strategica eurussa.

Ci sono interessi in ballo, non sentimenti.

I risentimenti storici contano poco... probabilmente sono solo spendibili in chiave propagandistica, qualora ce ne fosse il bisogno, per smuovere le opinioni pubbliche (solo pretesti per agire azzardando di piu'...).
Ma, prefigurarseli, nel contribuire attivamente sulle scelte globali, mi sembra un po' forzato come ragionamento.

ciao

mc

trotzkij
Inviato: 21/10/2008 15:17  Aggiornato: 21/10/2008 15:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: La nuova potenza si chiamerà Eurussia?
Forse Eurasia, più che EURussia: un asse già indicato in passato tra Parigi, Berlino e Mosca. Con gli USA in grave difficoltà, non prevedo un'opzione Jericho, ma una potente spinta verso ciò che è stato indicato come Federazione Messicana, dallo Yucatan allo Utah (pensando solo alla minoranza/maggioranza dei latinos negli states del Sud-Ovest) potrebbe fare pensare a un'opzione tipo La seconda guerra civile americana.
Vedremo, intanto se e come vincerà Obama e se e come lo faranno governare.

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
marco_m
Inviato: 21/10/2008 18:18  Aggiornato: 21/10/2008 18:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2008
Da:
Inviati: 94
 Re: La nuova potenza si chiamerà Eurussia?
caro mc, non si tratta di sentimenti o risentimenti. Ma di corsi e ricorsi storici. Alla base ci sono corposi interessi, ovviamente. Ma quando si tratta di fare scelte, è necessario spiegarle e legittimarle. E la legittimazione delle azioni internazionali di uno stato passa sempre attraverso il prisma dei precedenti storici e, di conseguenza, dei "sentimenti" che fanno parte della memoria collettiva di un popolo. Le alleanze che prescindono da questi concetti sono costruite sulla sabbia. I sentimenti possono anche essere cambiati, sebbene nell'arco di una o due generazioni. Ne è un esempio classico il rapporto franco-tedesco. Il vero, unico miracolo "europeo" è proprio la fine dello storico risentimento dei francesi verso i tedeschi. Si sarebbe potuto, e dovuto, avviare un processo simile con la Russia, almeno a partire dalla seconda metà degli anni '90, e soprattutto dal 1998, anno in cui ci fu il crollo del rublo. E invece...
L'Italia, per esempio, ha un peso diplomatico di molto inferiore alle dimensioni della propria economia perché scontiamo ancora i sentimenti e risenitmenti - e pregiudizi - legati alla serie di orripilanti mosse internazionali di casa Savoia, e alla infingardaggine della democrazia cristiana. Per tacere di Mussolini e della condotta oltraggiosa delle nostre forze armate nella Seconda guerra mondiale. Sono cose che restano, non passano. Se voglio adottare una decisione strategica, vado a vedere cosa mi dicono i libri di storia sulla capacità di una determinata nazione nel tener fede ai propri impegni. Eccetera.

emabardo
Inviato: 21/10/2008 19:09  Aggiornato: 21/10/2008 19:09
So tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 10
 Re: La nuova potenza si chiamerà Eurussia?
l'ostacolo alla prospettiva eurussia è il fatto che per ora l'Europa non esiste. Punto.

Alby-LatoB
Inviato: 21/10/2008 19:39  Aggiornato: 21/10/2008 19:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/5/2006
Da: Marostica
Inviati: 124
 Re: La nuova potenza si chiamerà Eurussia?
Anche se ci fosse un Europa forte, non converrebbe a nessuno vedere gli Stati Uniti in crisi: gli USA hanno tonnellate di armi e se le producono da soli. Quando hanno bisogno di tornare a galla economicamente, semplicemente le usano.

Sono incazzato, ma con garbo
tiburon
Inviato: 21/10/2008 19:41  Aggiornato: 21/10/2008 19:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2007
Da:
Inviati: 150
 Re: La nuova potenza si chiamerà Eurussia?
-----Autore: emabardo Inviato: 21/10/2008 19:09:50

l'ostacolo alla prospettiva eurussia è il fatto che per ora l'Europa non esiste. Punto.
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------
non sono del tutto in accordo con te: l'europa senz'altro esiste, ma ahimè stiamo assistendo a dei dannosissimi ed intempestivi rigurgiti di nazionalismo, che ho paura potranno peggiorare con la crisi economica in corso: di fatto si è aperta una catena di 'mostra i muscoli' fra tutti gli stati che vivono con disorientamento il necessario profilarsi di un fronte economico e politico unificato e legislato; quando fino ad oggi il diritto internazionale è stato sostanzialmente anarchico. Purtroppo ogni parto è preceduto dalle doglie, e queste temo saranno particolaremente intense.

Ripeto: sempre se non finisce il 'mondo' prima.


slump
Inviato: 21/10/2008 19:50  Aggiornato: 21/10/2008 19:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/6/2006
Da:
Inviati: 199
 Re: La nuova potenza si chiamerà Eurussia?
Vedo che anche a livello "mainstream" (cioè Caracciolo) si ricomincia a
ragionare un pochettino: grazie a Skabrego (ma che azz di nick è? )
per lo stimolo. Personalmente è già da un po', anche assieme ad altri,
che sto pensando (e dicendo, talvolta anche qui) in sostanza le stesse
cose dell'articolo qui sopra. Non nei dettagli intendiamoci: la
semplificazione Eurussia vs CinAmerica mi sembra appunto solo una
semplificazione dettata dalla volontà di far colpo e di voler a tutti i
costi delineare un quadro chiaro.

Quel che già s'intravede, e che verrà accelerato grazie alla crisi in
corso, è un processo che porterà alla multipolarità, cioè alla presenza
di vari attori più o meno allo stesso livello a contendersi l'arena
mondiale con alleanze presumibilmente variabili a seconda delle
circostanze -- di tipo tattico diciamo. Agli USA potrebbe toccare
"solo" il ruolo di "primum inter pares" e questo grazie unicamente al suo
potere militare.

Non credo comunque sarà una cosa a breve, a meno di accelerazioni
improvvise della crisi con sbocchi assai sgradevoli (bellici): diciamo
almeno una decina d'anni per arrivare ad una situazione chiaramente
riconoscibile in tal senso.

Chi ha gli incubi di un NWO penso possa riporli in un cassetto: per ora
e per qualche lustro credo che il pericolo sia scongiurato. L'ordine
che verrà sarà di sicuro meno ordinato di un NWO. Il mondo tornerà un
vero Risiko!

"In powerful rain, they laid down their heads to die"
(My Dying Bride)
Skabrego
Inviato: 21/10/2008 19:59  Aggiornato: 21/10/2008 19:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/12/2006
Da:
Inviati: 178
 Re: La nuova potenza si chiamerà Eurussia?
Sexy Slump che domande! E' il nick più pazzo che c'è!

carloooooo
Inviato: 21/10/2008 21:20  Aggiornato: 21/10/2008 21:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/7/2006
Da: marca gioiosa et amorosa
Inviati: 1386
 Re: La nuova potenza si chiamerà Eurussia?
Citazione:
Chi ha gli incubi di un NWO penso possa riporli in un cassetto: per ora
e per qualche lustro credo che il pericolo sia scongiurato. L'ordine
che verrà sarà di sicuro meno ordinato di un NWO. Il mondo tornerà un
vero Risiko!


Massone!

slump
Inviato: 21/10/2008 21:49  Aggiornato: 21/10/2008 21:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/6/2006
Da:
Inviati: 199
 Re: La nuova potenza si chiamerà Eurussia?
@ Skabrego

Ka sbrego avrebbe già un senso...
Sexy a me!? Tutto merito della mia cara amica Nina...

@ carloooooo

Massone!? Sì ma sexy!


Torniamo seri: sul blog ripensaremarx.splinder.com è già da mo' che
si parla di un futuro prossimo multipolare, soprattutto da parte di La
Grassa. Chi vivrà vedrà: l'unica vera preoccupazione è che
probabilmente gli effetti peggiori della crisi li vedremo tra un paio
d'anni sperando che per venirne fuori a qualcuno non venga in testa far
cazzate.

"In powerful rain, they laid down their heads to die"
(My Dying Bride)
Paxtibi
Inviato: 21/10/2008 22:55  Aggiornato: 21/10/2008 22:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: La nuova potenza si chiamerà Eurussia?
Chi ha gli incubi di un NWO penso possa riporli in un cassetto: per ora e per qualche lustro credo che il pericolo sia scongiurato. L'ordine che verrà sarà di sicuro meno ordinato di un NWO. Il mondo tornerà un vero Risiko!

Massone!


Chissà che significa Ordo ab Chao.

sitchinite
Inviato: 21/10/2008 23:21  Aggiornato: 21/10/2008 23:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/6/2007
Da: Roma - Pomezia
Inviati: 3270
 Re: La nuova potenza si chiamerà Eurussia?
Mai sentito parlare di Eurasia-Islam?

carloooooo
Inviato: 22/10/2008 0:45  Aggiornato: 22/10/2008 0:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/7/2006
Da: marca gioiosa et amorosa
Inviati: 1386
 Re: La nuova potenza si chiamerà Eurussia?
Citazione:
Chissà che significa Ordo ab Chao.


Può darsi: non predico il futuro. Ma la portata del Chaos che in tal caso si dovrebbe venire a creare degraderebbe l'eventuale Ordo conseguente ad ultima delle nostre preoccupazioni.

Della serie: al social-fascismo mondialista ci penseremo dopo, ora preoccupiamoci di restare vivi.

Lestaat
Inviato: 22/10/2008 12:01  Aggiornato: 22/10/2008 12:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: La nuova potenza si chiamerà Eurussia?
Magari mi sbaglio ma io continuo a pensare che la storia della Cina disperatamente legata al destino degli stati uniti mi sembra una illusione.
Se c'è una cosa di cui i Cinesi si sono dimostrati consapevoli è il fatto che il denaro non conta nulla.
Tutto quello che la finanza crea è solo carta, denaro, valore virtuale, mentre la Cina produce beni, cose...ha risorse sia in materie prime che umane, non vedo come possa seriamente interessare, ad un semicontinente come la Cina, se tutta quella carta diventa, appunto, carta.
Capisco che "nei parametri" di questa sciocca economia possa sembrare così, lo vedo anche io, ma a mio avviso, esattamente come i banchieri sanno bene che ciò che conta non sono i libri contabili ma la PROPRIETA' dei mezzi produttivi, così farà la Cina.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
mc
Inviato: 22/10/2008 13:08  Aggiornato: 22/10/2008 13:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: La nuova potenza si chiamerà Eurussia?
Citazione:
Ma di corsi e ricorsi storici

Ciao, caro omonimo, Marco,
grazie per la risposta.

Continuo a pensare che il "passato" sia solo un fattore tra i tanti nella tessitura e imbastitura delle strategie geopolitiche. Un fattore nemmeno tra i piu' importanti.

Seguendo il tuo esempio, per esempio , trovo che il "peso diplomatico" italiano sia poco sentito, oltre per quello che elenchi, soprattutto per altri motivi.
Alcuni di questi motivi:
- una troppo marcata succubanza agli USA (riguardo il peso in Europa)... per cui, il governo italiano e' poco affidabile per gli altri europei;
- il controllo tecnologico satellitare pesantemente ridimensionato il bisogno di controllo dal territorio (basi strategiche), ridimensionando anche l'importanza amministrativa di quei territori;
Eccetera...

ciao

mc

Lestaat
Inviato: 22/10/2008 20:39  Aggiornato: 22/10/2008 20:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: La nuova potenza si chiamerà Eurussia?
Citazione:
Seguendo il tuo esempio, per esempio , trovo che il "peso diplomatico" italiano sia poco sentito, oltre per quello che elenchi, soprattutto per altri motivi.
Alcuni di questi motivi:
- una troppo marcata succubanza agli USA (riguardo il peso in Europa)... per cui, il governo italiano e' poco affidabile per gli altri europei;
- il controllo tecnologico satellitare pesantemente ridimensionato il bisogno di controllo dal territorio (basi strategiche), ridimensionando anche l'importanza amministrativa di quei territori;

Quoto mc,
siamo il solito "alleato infido e nemico inutile"

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
tiburon
Inviato: 23/10/2008 0:51  Aggiornato: 23/10/2008 0:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2007
Da:
Inviati: 150
 Re: La nuova potenza si chiamerà Eurussia?
naaah...siamo una grossa portaerei rumorosa di cose inutili che fanno buon vino, belle scarpe e macchine veloci. Niente che non si possa acquistare al giusto prezzo comunque.

Lestaat
Inviato: 23/10/2008 12:52  Aggiornato: 23/10/2008 12:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: La nuova potenza si chiamerà Eurussia?
mmm.....ormai anche il ruolo di portaerei non è più così importante.
Hanno basi militari in tutta europa e di portaerei ne hanno altre due ben più importanti di noi, la repubblica ceca e israele.
Arrendiamoci all'idea che non contiamo più una mazza.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA