Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Commenti Liberi : Commenti liberi
Inviato da Redazione il 11/10/2008 21:50:00 (3996 letture)

Commenti liberi e segnalazioni sulle notizie più recenti

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
cnj
Inviato: 11/10/2008 23:59  Aggiornato: 11/10/2008 23:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 LA TERZA BOMBA NUCLEARE
L’ACCUSA DEL VETERANO
LA TERZA BOMBA NUCLEARE
di Maurizio Torrealta con la collaborazione di Alessandro Rampietti
RaiNews24 (canale 506 di Sky)

Nell’inchiesta un veterano americano che ha partecipato a “Desert Storm”, accusa l’Amministrazione americana di aver utilizzato una piccola bomba nucleare a penetrazione di 5 chilotoni di potenza nella zona tra la città irachena di Basra ed il confine con l’Iran.
RaiNews24-L'inchiesta

Per controllare queste dichiarazioni Rainews24 ha cercato di verificare se durante la prima guerra del Golfo era stato registrato un evento sismico pari a 5 chilotoni. Consultando l’archivio "on line" del "Sismological International Center" ha trovato che proprio nella zona descritta dal veterano, era stato registrato un evento sismico di potenza corrispondente a 5 chilotoni, l’ ultimo giorno del conflitto.
Si tratta dunque di un indizio che richiede lo sviluppo di un vasto lavoro di verifiche che noi di Rainews24 vogliamo svolgere coinvolgendo giornalisti di altri paesi, i centri sismici che hanno registrato l'evento ai quali richiediamo ulteriori dati sulle onde sismiche, e le organizzazioni internazionali preposte al monitoraggio nucleare.
La redazione ha deciso di trasmettere questa intervista perché la situazione sanitaria a Basra ha raggiunto livelli di pericolosità davvero critici: i decessi annuali per tumore, secondo il responsabile del reparto oncologico dell’ ospedale di Basra , Dott Jawad Al Ali , sono aumentati da 32 nel 1989 (prima della guerra del Golfo) a più di 600 nel 2002. Il Dipartimento della Difesa statunitense chiamato ad esprimersi sulle accuse del veterano ha dichiarato che durante “Desert Storm” sono state utilizzate solo armi convenzionali.
RaiNews24-L'inchiesta

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
LoneWolf58
Inviato: 12/10/2008 0:11  Aggiornato: 12/10/2008 0:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: LA TERZA BOMBA NUCLEARE
RaiNews24 non è nuova a questo tipo di informazione. Già con il fosforo bianco usato a Fallujah... adesso che dire? se si dovesse scoprire che è vero? sarebbe la conferma che realmente esiste un'organizzazione terrorista ed è il governo u$a

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
ivan
Inviato: 12/10/2008 3:49  Aggiornato: 12/10/2008 3:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Commenti liberi
Da Repubblica link :

Citazione:


SOFIA - Arrivano gli ultras italiani a Sofia, e sale la tensione attorno a Bulgaria-Italia. Prima una rissa appena sfiorata in un bar del centro, poi il tentativo di scontro con i tifosi locali all'interno dello stadio frenato dall'ingresso delle forze di polizia bulgare in assetto antisommossa. Il tutto tra canti del ventennio fascista e un corteo nelle strade che conducono al Levski Stadium scandito da "Duce Duce". E soprattutto lo stupore dei bulgari, che avevano accolto con calore la nazionale campione del mondo.


Il gruppo di oltre cento tifosi organizzati al seguito della nazionale è parte dello stesso che segue gli azzurri da due anni, ovvero da dopo la fine del Mondiale. Il Viminale li conosce bene, si tratta di ultras della destra provenienti da diverse città, specie del nord-est. Questa volta si sono aggiunti anche tifosi provenienti da Napoli. E a provocare le tensioni della giornata sono stati anche il gemellaggio di questo gruppo con la tifoseria del Levski Sofia, tradizionalmente collocata a destra, e il confronto con i "rivali" del Cska, tifoseria di sinistra. Sarebbe questo, secondo alcuni testimoni, il motivo che ha fatto scattare la rissa all'interno del bar del centro di Sofia: italiani e sostenitori del Levski contro ultras del Cska. Rapido l'intervento della polizia locale, così si è evitato il peggio: nessun ferito e nessun fermo.

Poi, il plotone italiano è andato allo stadio a piedi, scortato da una moto della polizia e alcuni agenti: e durante il percorso è stato un miscuglio di cori calcistici, di ricordi per Gabriele Sandri, il tifoso della Lazio ucciso da un colpo di pistola di un agente di polizia italiano, e soprattuto di "Faccetta Nera", "Duce Duce" e altri cori fascisti.

A chiudere, all'arrivo allo stadio, l'ingresso nel settore loro riservato e subito il tentativo d'assalto agli spettatori bulgari. Un gruppo di italiani ha percorso tutti i gradoni cinghie dei pantaloni in mano, è arrivato fino alla cancellata che delimita il settore e ha cominciato a menar fendenti e a tirare oggetti dall'altra parte. La tensione è stata molto alta per alcuni secondi, prima che una trentina di poliziotti con caschi, corpetti e manganelli entrasse e riportasse con calma indietro i sostenitori italiani. Uno striscione degli italiani sarebbe stato sottratto dai bulgari, di certo quando la calma è stata ristabilita gli ultras Italia hanno tolto i loro tricolori con i nomi di diverse città di provenienza, alcuni in caratteri celtici.

La Federcalcio ha poi precisato di aver venduto 144 biglietti a tifosi italiani per quel settore, dopo aver girato al ministero dell'Interno nomi e dati anagrafici dei titolari della richiesta e dopo averne ricevuto indietro il nulla osta. Da quel momento, gli Ultras Italia sono passati sotto il controllo della polizia locale. Domenico Mazzilli, responsabile della sicurezza della nazionale azzurra, e Roberto Massucci, suo vice, hanno offerto il loro supporo alla polizia bulgara.

La trasferta italiana, iniziata sotto i migliori auspici, con i locali ben disposti sia rispetto alla squadra che alla tifoseria, ha preso tutta un'altra piega. A cominciare dagli inni nazionali, con i tifosi di casa pronti a fischiare "Fratelli d'Italia"





redna
Inviato: 12/10/2008 9:30  Aggiornato: 12/10/2008 9:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: LA TERZA BOMBA NUCLEARE
Citazione:
RaiNews24 non è nuova a questo tipo di informazione. Già con il fosforo bianco usato a Fallujah... adesso che dire? se si dovesse scoprire che è vero? sarebbe la conferma che realmente esiste un'organizzazione terrorista ed è il governo u$a



aggiungo che si potrebbe anche dire che lo stesso governo persegue una politica di sterminio e genocidio del popolo iracheno, proseguendo sulla linea già tracciata da altri per uno sterminio sistematico dei palestinesi.
Quindi la politica USA diventa sempre più schizofrenica: da una parte cerca di far accordi fra palestinesi e israeliani (ne ha fatti tanti ma senza successo...) e dall'altra si prende un intero paese per sperimentare armi.

Quindi se nessuno può far nulla per far rinsavire questa linea politica che cosa rimane da fare prima che sia troppo tardi?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
ivan
Inviato: 12/10/2008 10:30  Aggiornato: 12/10/2008 10:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: LA TERZA BOMBA NUCLEARE
Dal Manifesto link

Citazione:


Che una legge contenga passi sconosciuti a chi la firma è una contraddizione palese. Se poi è una legge truffaldina e il «distratto» è un ministro dell'economia, la contraddizione diventa una colpa politica, pagabile solo con le dimissioni. Tantopiù se si tratta di un emendamento che manda impuniti i grandi manager responsabili di disastri finanziari e se quel ministro continua a dipingersi come paladino dei risparmiatori e persecutore degli speculatori. L'imbroglio che avrebbe consentito a gente come Cragnotti o Tanzi - e chissà a quant'altri - di evitare conseguenze penali per i crack Cirio o Parmalat, forse verrà ora cancellato. Era stato introdotto nel decreto che ha permesso alla Cai di prendersi la parte buona di Alitalia (gettando sulle spalle dell'erario pubblico tutti i suoi debiti), dopo che già era stata proclamata la «malleva» (cioè l'impunità) per tutti i manager che hanno portato al fallimento la compagnia di bandiera. Tremonti dice di non essersene accorto e, dopo la denuncia pubblica fatta da Report, ha messo in scena la parte dell'onesto raggirato. Dai suoi stessi compagni di maggioranza. Difficile credere a tanta ingenua innocenza. Ma se anche così fosse, resta l'esemplarità della vicenda. Che qualche conseguenza politica dovrebbe avere.
Se un ministro distratto non è un buon ministro, un governo da cui possono uscire simili imbrogli e un pessimo governo. Il guaio è che questa è proprio la sua natura intrinseca. Quella che ha portato l'interesse privato - contrapposto a quello comune - a estendersi dal premier a tutta la compagine governativa e da lì ai suoi clientes per allargare questa sua perversa filosofia al «pensiero comune» di tanta parte del paese. Che nelle ultime elezioni politiche ha aderito a questa «cultura».
Ora, però, il troppo stroppia e forse molti cominceranno a dubitare in cuor loro della scelta fatta lo scorso aprile. Gli stessi inviti che il premier rivolge alla sua base sociale - «non vendete le azioni, il risparmio lo garantisco io» - suonano come un'ammissione di difficoltà, la paura di perdere consenso, soprattutto di fronte a una recessione che si preannuncia lunga e dolorosa. Berlusconi e Tremonti cercheranno d'affrontarla con una ricetta nazional-populista per raccogliere a destra il disagio e persino la rabbia: con un'inquietante analogia - adeguata ai giorni nostri - con quello che avvenne in Germania negli anni '30, contando sulle paure individuali, gli egoismi, i razzismi. Ma per farlo devono essere credibili, confermare il loro ampio consenso. Che può essere incrinato da imbrogli come la norma salvamanager. A patto che ci sia un'opposizione politica, sociale, culturale che non creda nell'innocenza di Tremonti, ma sveli la più profonda colpa del governo.




Chi ha scoperto la magagna e inchiodato i responsabili ?
Non il capo dell'opposizione con una terribile filippica in parlamento.
No, una modesta giornalista.

Sconvolgente questa parte: "Era stato introdotto nel decreto che ha permesso alla Cai di prendersi la parte buona di Alitalia (gettando sulle spalle dell'erario pubblico tutti i suoi debiti), dopo che già era stata proclamata la «malleva» (cioè l'impunità) per tutti i manager che hanno portato al fallimento la compagnia di bandiera"

Annozero di giovedi' u.s. ha mostrato il caso di una signora a cui , per aver saltato qualche rata del mutuo -per la maggiror parte saldato - a cuasa di sopravvenuti problemi sia di malattia sia economici, hanno portato via la casa.

Due pesi due misure:
Per i "poveri" la dura legge del mercato e del capitalismo: "non paghi ? via, pignoriamo tutto". Nessun paracadute di nessun tipo: nè un aiuto, nè una legge che in qualche modo mitighi gli effetti di queste situazioni, niente, nulla.
Per i "ricchi" il socialismo : "hai fatto fallire l'azienda ? hai fatto casini con i bilanci ? c'è mica problema , interviene lo stato che si accolla gli oneri mentre gli onori li privatizza". Nemmeno piu' la seccatura del processo per bancarotta, basta infilare qualche paragrafo nella norma giusta e il gioco e è fatto.

vittmax
Inviato: 12/10/2008 16:16  Aggiornato: 12/10/2008 16:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/5/2006
Da: perugia
Inviati: 48
 Re: LA TERZA BOMBA NUCLEARE
A raimews24 ci sono grandi giornalisti forse gli unici (insieme alla Gabanelli di report) rimasti in italia , hanno fatto le uniche vere inchieste solo che le trasmettono solo di notte e probabilmente pochissimi le vedono perchè non succede nulla , non un commento non una manifestzione niente di niente.
Come questa della bomba nucleare se è vero quello che dichiara il soldato e un fatto molto grave che deve essere approfondito e portato all'attenzione di tutta l'opinione pubblica invece niente come per REPORT dopo tutte le sue denunce niente non succede niente.
Nessun giornalista che fa domande,nessun politico che chiede in parlamento l'istituzione di qualche commissione d'inchiesta, nessun magistrato che apre un fascicolo.
Ma neanche noi che stiamo davanti a questo monitor ad informarci non facciamo niente mentre potremmo organizzarci e seppollire i nostri rappresentanti di mail con le giuste domande.
saluti max

"Il potere te lo danno le bugie.Grandi bugie per convincere il mondo a parteggiare per te.
Se riesci a far accettare a tutti, quello che in cuor loro sanno essere falso,
li tieni per le palle."

DAL FILM "SIN CITY"
Nieuport
Inviato: 13/10/2008 16:07  Aggiornato: 13/10/2008 16:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/12/2007
Da: Firenze
Inviati: 189
 Re: Notizia dai giornali
Notizia dal giornale di oggi, cui premetto due precedenti.
Qualche anno fa, un signore milanese viene confuso con uno spacciatore, che aveva una macchina simile, arrestato e tenuto in galera sei anni. Dopo questo incredibile lungo periodo viene processato, assolto e liberato. Fa causa allo stato e la vince, e gli vengono riconosciuti un pugno di soldi a risarcimento di sei anni di detenzione e di una vita rovinata. Per i responsabili del tragico errore, naturalmente, nessuna responsabilità.
Prende quei soldi? No, perché l?Avvocatura dello Stato si appella, per evitare il risarcimento, e lo costringe a nuovi anni di attesa e ulteriori spese di avvocati,e chissà come andrà a finire.
Sempre qualche tempo fa, ma più recente. Il comandante dei vigili urbani dell?isola del Giglio ha un alterco col maresciallo dei Carabinieri. Questo lo arresta, e poi chiama un elicottero per trasportarlo immediatamente a Livorno. L?elicottero, nel pericoloso decollo notturno sul mare, precipita, e l?equipaggio e l?arrestato muoiono. La famiglia fa causa allo stato, la vince e ottiene un risarcimento per una vita (anzi molte vite) distrutte per una serie di puntigli e di insensatezze.
Prendono quei soldi? No, perché l?Avvocatura dello stato si oppone e fa appello, costringendo la famiglia a ulteriori anni di attese e a spese di avvocati.
Ora, in Sicilia. Un certo Danilo Giuffrida si vede rifiutata la patente perché?. omosessuale. Fa causa, e il Tribunale gli dà ragione, Tribunale Civile di Catania, sentenza del 12 luglio 2008, e condanna i ministeri della Difesa e dei Trasporti a risarcirlo con un indennizzo di 100.000 euro.
Di nuovo l?Avvocatura dello stato si oppone, con un cavillo (che, testuale ?la patente di guida non è stata mai sospesa e quindi non ci sarebbe danno? nel senso che se la patente non gliela avevano data proprio, di che si lamenta?).
Ora, a parte i commenti che in questo caso non mancheranno riguardo alla suscettibilità degli omosessuali, io mi chiedo cosa è questa Avvocatura dello stato e come opera?
A differenza della Magistratura, che ha obbligo dell?azione penale, l?avvocatura dovrebbe intervenire solo su mandato del suo cliente. Ossia il mio avvocato fa causa se glielo dico io, non su sua iniziativa.
Ma io mi chiedo: chi è che ha dato l?ordine di appellarsi contro il risarcimento al detenuto ingiustamente, al morto in un incidente di volo, al gay discriminato? Ha dato l?ordine il ministro, o il sottosegretario? O qualche dirigente ministeriale? E su quali considerazioni? Oppure l?Avvocatura agisce di testa sua? Ma io come mi comporterei se il mio avvocato dicesse: ho fatto appello, di testa mia, senza chiederglielo, perderemo la causa ma intanto guadagniamo anni?
Fanno le cause in buona fede, per vincerle, oppure si appellano sempre, per sfibrare l?avversario, dato che al cittadino le spese legali pesano rovinosamente, mentre a loro sono gratis (se non un guadagno)?
E, ulteriore domanda: chi sono gli Avvocati dello stato? Come sono scelti? Con quali concorsi? Quanto guadagnano?
C?è in Italia qualcuno (parlamentare, giornalista, blogger) a cui sia mai interessato sapere cosa è l?Avvocatura dello stato e cosa fa?
Nieuport

absinth
Inviato: 14/10/2008 6:01  Aggiornato: 14/10/2008 6:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/12/2005
Da: FRIULI VENEZIA GIULIA
Inviati: 249
 Re: Notizia dai giornali
non so se questo è stato già postato: LA BOLLA ELETTROMAGNETICA
http://www.segnidalcielo.it/bolla_elettromagnetica.html

Pubblichiamo un articolo relativo alle esercitazioni militari che si svolgeranno in Sardegna sino al 15 ottobre prossimo. L'operazione palesa la natura dei guerrafondai che stanno distruggendo il pianeta ed affamando l'umanità, nascondendosi dietro il solito pretesto della lotta al terrorismo. Già il nome dell'operazione è eloquente e sinistro: Trial Imperial Hammer, ossia Test del martello imperiale.

Il testo conferma che i militari impiegano dispositivi elettromagnetici molto sofisticati a scopi bellici e velivoli senza pilota (droni). Ingenti risorse vengono scialacquate per fini strategici, mentre la crisi economica attanaglia molte nazioni del pianeta. Per la guerra e le scie chimiche i denari si trovano sempre, mentre per i servizi, le pensioni, i salari etc. si lesinano pochi centesimi. Senza dubbio le esercitazioni in Sardegna spiegano per quale motivo le attività clandestine di aerosol si sono intensificate in maniera mostruosa in questo mese di ottobre. Non sfugga dunque la correlazione tra il Trial Imperial Hammer, le chemtrails e la nebbia elettroconduttiva che avvolge l'Italia in una cappa impenetrabile. Questa foschia, creata ad hoc, genera un medium utile alle sperimentazioni elettromagnetiche. Si consideri quindi il nesso tra la guerra elettronica ed il progetto di dominio planetario esposto nell'Airforce 2025.


La N.A.T.O sperimenta la 'bolla' elettromagnetica che neutralizza gli ordigni

Roma, 7 ottobre. Una 'bolla' elettromagnetica che dal cielo protegge le aree a rischio di attentato, confondendo e neutralizzando gli impulsi dei detonatori degli ordigni: è la nuova frontiera della guerra elettronica al terrorismo (?) che la N.A.T.O. sperimenterà fino al 15 ottobre in Sardegna con le prove e le verifiche previste dal programma delll'esercitazione Trial Imperial Hammer 2008. Nel corso delle attivita' non verrà usato alcun armamento reale, ma solo e tecnologia, a cominciare dai più sofisticati sistemi elettronici in grado di 'disturbare' l'attivazione degli esplosivi.

Il sistema è in fase sperimentale: non ha ancora neanche un nome tecnico e viene chiamato familiarmente 'Jedi', come i cavalieri buoni (sic) di Guerre Stellari. Ci vorrà quindi del tempo per un suo eventuale impiego pratico, ma le prime prove eseguite hanno dato esiti, a dir poco, confortanti (sic). Nella prima settimana di uso, la 'cupola' elettromagnetica ''ha dimostrato di funzionare al meglio con diversi tipi di artifici, vanificando ogni possibile attivazione. La sfida -dice all'ADNKRONOS il colonnello Sandro Sampaoli, 'trial manager' dell'esercitazione e comandante del Reparto supporto tecnico-operativo di guerra elettronica dell'Aeronautica militare- è arrivare a coprire la più ampia gamma possibile di minacce. Quello che qui in Sardegna per la prima volta stiamo testando è un prototipo. Se il sistema confermera' la propria validita', potra' essere pensata un'applicazione operativa''.

Secondo i promotori del progetto, la fascia di sicurezza potrebbe essere assicurata dal cielo da un elicottero, da un aereo da trasporto o anche da un 'U.A.V.', come vengono denominati gli aerei senza pilota che possono essere adoperati per scopi operativi di prevenzione del terrorismo (sic). ''L'applicazione pratica è studiata per la protezione dei contingenti militari nelle missioni all'estero, ma anche con l'obiettivo di ridurre al minimo le vittime civili in aree di crisi (Che umani! n.d.r.)'', rileva il colonnello Sampaoli. Da non sottovalutare l'effetto di deterrenza che il dispositivo potrebbe produrre in termini di dissuasione dall'organizzare e compiere certi tipi di attentati che attualmente, in teatri operativi particolarmente turbolenti, si verificano, invece, con una certa frequenza.

Se 'Jedi' dimostrera' un'effettiva utilità nella pratica, non è escluso che un domani la 'cupola' elettromagnetica possa trovare applicazione per la sicurezza e la prevenzione del terrorismo in occasioni di summit internazionali o di eventi di particolare rilevanza. Sempre in tema di velivoli senza pilota, nel corso dell'esercitazione Trial Imperial Hammer si stanno valutando le potenzialità operative del mini-aereo 'Strix', che può essere trasportato in uno zaino ed ha un'autonomia di volo di un'ora. Dotato di una rampa di lancio e di una 'ground control station' che può essere programmata prima della missione per 'istruire' il velivolo sull'itinerario e sugli obiettivi, lo Strix può essere inviato in aree di rischio per filmare e fotografare dall'alto (anche di notte grazie alla telecamera a raggi infrarossi) intere zone a tutto vantaggio della sicurezza dei contingenti militari in missione.

L'Aeronautica militare ha acquisito tre di questi U.A.V. di ultima generazione. I sistemi elettronici in dotazione alle forze armate saranno testati anche per quanto riguarda i nuovi metodi di interazione tra aerei di vari paesi. A questo fine, l'esercitazione prevede anche attività di 'targeting' comune tra velivoli Tornado per la localizzazione e la neutralizzazione del bersaglio con dispositivi non letali e distruttivi, ma elettronici.


FONTE: http://www.tankerenemy.com/

Halo1367
Inviato: 14/10/2008 12:26  Aggiornato: 14/10/2008 12:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/6/2006
Da: Bengodi
Inviati: 174
 Re: Commenti liberi
Secondo voi è amore vero o matrimonio d'interesse?

http://www.rainews24.it/ran24/rainews24_2007/fotoday/14102008/default_3.asp

...in ogni caso: perché il tipo coi capelli asfaltati non fa come il suo grande amore e se ne va...? Pia illusione...

P.S.: anche tutti gli altri squali sorridenti nelle foto non mi sembrano molto depressi dalla crisi economica che ha distrutto e distruggerà tante vite di esseri "normali". Perché la cosa non mi sorprende?

"Voi lasciatemi battere e controllare la moneta di una nazione e a me non interesserà chi ne faccia le leggi".
Nathan Rothschild, 1791
tibberio
Inviato: 14/10/2008 12:32  Aggiornato: 14/10/2008 12:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/12/2007
Da: Qui
Inviati: 450
 Re: Commenti liberi
altro giro, altra corsa.....evvai....

CONSULTA: VELTRONI, PRONTI A VOTARE NOME PDL
(ANSA) - ROMA, 14 OTT - "Ci dicano oggi qual è il loro candidato alla Corte costituzionale e noi siamo pronti a votarlo. E loro a questo punto votino Orlando, così in 24 ore la situazione si sblocca". E' la possibilità offerta dal segretario del Pd, Walter Veltroni intervistato Youdem.Tv, la televisione del Partito Democratico oggi al suo esordio.(ANSA).

La storia inizia e si ferma, va avanti e poi si perde e, in mezzo a ogni parola, quanti silenzi, quante parole sfuggono e svaniscono per non essere mai piu' ritrovate. (P. Auster)
ivan
Inviato: 15/10/2008 15:16  Aggiornato: 15/10/2008 15:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Commenti liberi
Dal Messaggero:

link

Citazione:


Saviano: «Rivoglio la mia vita, lascio l'Italia»

La sorella di Falcone: «Roberto, vattene e salvati»


ROMA (15 ottobre) - «Rivoglio la mia vita. Andrò via dall'Italia, almeno per un periodo, e poi si vedrà...». Roberto Saviano, dopo aver saputo del piano della Camorra per ucciderlo, confessa di sentirsi «prigioniero di Gomorra», il libro-inchiesta sulla camorra campana, che lo ha reso famoso ma lo ha anche fatto finire nel mirino dell'organizzazione malavitosa.

«Non voglio vivere da prigioniero». «Penso - dice Saviano al quotidiano la Repubblica - di aver diritto a una pausa. Ho pensato, in questo tempo, che cedere alla tentazione di indietreggiare non fosse una gran buona idea, non fosse soprattutto intelligente. Ho creduto che fosse assai stupido, oltre che indecente, rinunciare a sé stessi, lasciarsi piegare da uomini di niente, gente che disprezzi per quel che pensa, per come agisce, per come vive, per quel che è nella più intima delle fibre ma, in questo momento, non vedo alcuna ragione per ostinarmi a vivere in questo modo, come prigioniero di me stesso, del mio libro, del mio successo. Fanculo il successo».

«Voglio una vita, ecco. Voglio una casa. Voglio innamorarmi, bere una birra in pubblico, andare in libreria e scegliermi un libro leggendo la quarta di copertina - attacca lo scrittore -. Voglio passeggiare, prendere il sole, camminare sotto la pioggia, incontrare senza paura e senza spaventarla mia madre. Voglio avere intorno i miei amici e poter ridere e non dover parlare di me, sempre di me come se fossi un malato terminale e loro fossero alle prese con una visita noiosa eppure inevitabile. Ho soltanto ventotto anni».

«Rivoglio indietro la mia vita». «E voglio ancora scrivere, scrivere, scrivere perché è quella la mia passione e la mia resistenza e io, per scrivere, ho bisogno di affondare le mani nella realtà, strofinarmela addosso, sentirne l'odore e il sudore e non vivere - continua Saviano nell'intervista - come sterilizzato in una camera iperbarica, dentro una caserma dei carabinieri, oggi qui, domani lontano duecento chilometri, spostato come un pacco senza sapere che cosa è successo o può succedere. In uno stato di smarrimento e precarietà perenni che mi impedisce di pensare, di riflettere, di concentrarmi, quale che sia la cosa da fare. A volte mi sorprendo a pensare queste parole: rivoglio indietro la mia vita. Me le ripeto una a una, silenziosamente, tra me».

La sorella di Falcone: «Roberto, vattene e salvati». «Come cittadina italiana direi a Roberto Saviano di restare in Italia, di cambiare idea e non lasciare il nostro paese, ma da sorella di Giovanni Falcone gli dico "Roberto, vattene e salvati"». È quanto dice Maria Falcone, sorella di Giovanni Falcone, il giudice palermitano ucciso nella strage di Capaci il 23 maggio del '92, insieme a tre agenti della scorta e la moglie Francesca Morvillo. «Anche a mio fratello, dopo le prime minacce, avrei voluto dire di andare via - ha raccontato Maria Falcone -. E in questi giorni ho avuto le stesse sensazioni, ho provato lo stesso brivido di allora, perché Saviano corre esattamente gli stessi rischi di Giovanni. Ecco perché gli dico, da madre, da sorella di Giovanni, di andare via. Non me la sento di dirgli di restare».

Solidarietà dal Senato a Saviano, dopo che ha annunciato di voler abbandonare l'Italia. La senatrice del Pd, Maria Fortuna Incostante, ha espresso «la ferma condanna» per le notizie dell'attentato che la camorra intende organizzare contro lo scrittore e la scorta, e ha denunciato «la gravità della situazione che spinge un giovane scrittore, che vive segregato, a lasciare l'Italia per esprimere il suo talento ed avere la sua tranquillità per scrivere». Incostante ha ricordato anche la giornalista del Mattino, Rosaria Capacchione, più volte minacciata per le sue inchieste sulla camorra. Vannino Chiti, vice presidente del Senato, ha espresso la solidarietà da parte di tutti i senatori sia allo scrittore che alla cronista del Mattino, rinnovando «il sostegno alle forze dell'ordine» impegnate nella lotta contro la camorra.

«Un minuto di fermata in tutti i luoghi di lavoro in segno di solidarietà a Roberto Saviano e a tutti coloro che combattono contro la criminalità organizzata»: potrebbe essere questa la decisione di Cgil, Cisl e Uil, da assumere insieme a Confindustria, anticipata dal segretario generale della Uil Luigi Angeletti, ospite questa mattina della rassegna stampa curata dal Tg1, nel corso di Uno Mattina. «Non bisogna lasciare sole queste persone - ha detto Angeletti - e bisogna far sentire loro la nostra vicinanza: tutto il mondo del lavoro vuole esprimere così la propria solidarietà».

Rotondi: «Saviano fa bene a proteggersi». «È inutile fare dichiarazioni ad effetto: Saviano fa bene a proteggersi perché la sfida è durissima e verranno giorni duri per tutti. Questo governo ha deciso la linea di fermezza nella lotta alle mafie e ha scelto il sud e Napoli come trincea avanzata del rinnovamento del Paese. Siamo consapevoli che questa sfida ha dei rischi, ma la vinceremo anche grazie a Saviano», ha dichiarato il segretario della Dca, Gianfranco Rotondi.



Questa è una notizia triste.

Questa è una notizia che non avrei mai voluto leggere.

Ma orami le cronache sono piene di notizie che non avremmo mai voluto leggere.

E' triste la piega che ha preso il paese. Ed è triste vedere che non si vede nessuna prospettiva migliore nel futuro.

gudarian
Inviato: 16/10/2008 16:33  Aggiornato: 16/10/2008 16:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/9/2008
Da:
Inviati: 979
 Re: Commenti liberi
Mi sono imbattuto in questo bellissimo articolo, vi allego l'indirizzo del post

http://www.axnet.it/forum/la-terra-non-t313316.html

non pensavo che si potessero scrivere tante fregnaccie!!!!

Per la serie cerca la differenza....

Fico: "Per me Beppe Grillo è patrimonio mondiale dell'umanità come le Dolomiti, la Costiera Amalfitana o la musica".
Biancofiore: «Se fosse possibile, Berlusconi lo farei patrimonio dell'UNESCO".
sitchinite
Inviato: 18/10/2008 9:48  Aggiornato: 18/10/2008 9:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/6/2007
Da: Roma - Pomezia
Inviati: 3270
 Re: Commenti liberi
Non sono riuscito a trovare niente sulll' Amero qui nel sito.
C' é una parte dedicata?
Intanto io aggiungo questo video... vorrei sapere che ne pensate:

http://it.youtube.com/watch?v=ge2J2lNusJs

purtroppo non ho trovato niente in italiano.
In sostanza il governo americano, quello canadese, e quello messicano starebbero preparando e producendo unamoneta unica, l' Amero, che dovrebbe prendere il posto del dollaro a causa della crisi finanziaria e la svalutazione del dollaro degli ultimi anni.
Il tutto dovrebbe causare un pò di 'casino' perchè il passaggio sarebbe improvviso e alla gente non sarà data possibilità di convertiore i propri fondi se non appplicando un deprezzamento incredibile, giustificato come 'misura di emergenza'.

P.S. non riesco ad inserire i video online, qualcuno mi spiega come fare?
grassie

Edit:

Al sito:

http://www.dc-coin.com/index.asp?PageAction=VIEWCATS&Category=8

c' é una sorta di spiegazione del fenomeno che dovrebbe equivalere a una smentita da parte del creatore del design della moneta.


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA