Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


news internazionali : ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
Inviato da Redazione il 30/7/2008 11:50:00 (5967 letture)

di Claudio Negrioli

Finita vittoriosamente l'estenuante corsa per la "nomination", il 46enne Barack Hussein Obama, l'amerikano negro quasi bianco, comincia a calare le sue carte sul tavolo del grande gioco della politica mondiale.

Chi si aspetta di vedere carte e combinazioni nuove rimarrà deluso, infatti sono le stesse vecchie logore carte che ha in mano anche il suo finto rivale, John McCain.

Nel suo recente tour blindato partito da Kabul, dove intanto che digeriva il pranzo presidenziale offerto dal fantoccio Karzai i suoi compatrioti "bravi ragazzi" in divisa uccidevano per "errore" nove poliziotti Afghani più quattro civili e tre bambini per contorno, Obama, recandosi in visita nella base Usa di Bagram, dove precisando che vincere in Afghanistan è fondamentale, così commentava con i giornalisti: "Vedere che persone così giovani stanno svolgendo un lavoro così eccellente, con tale dedizione dà buone sensazioni sul Paese. Voglio assicurarmi che tutti quelli a casa comprendano con quanto orgoglio lavorano le persone che sono qui e quanti sacrifici stanno facendo. E' eccezionale".

Via dal turbolento Afghanistan si è recato poi nell'altrettanto torbido Iraq dove ha incontrato l'altro fantoccio Nuri-al-Maliki, ...


... al quale ha confermato la sua volontà - se sarà eletto 44esimo Presidente Usa - di non ritirare le truppe americane fino alla completa vittoria contro gli "enemy combatant" locali infiltrati da Al-Queida.

Con una specie di "salto quantico" si è poi traslato nel vecchio continente, toccando le capitali più importanti, Berlino-Parigi-Londra, saltando Roma evidentemente non giudicata degna. Nella sua ultima tappa a Londra, che lo ha accolto piuttosto freddamente, a differenza di Berlino che gli aveva tributato un bagno di folla, ha dichiarato: "Sono convinto che molte delle questioni che dobbiamo affrontare in patria non potranno essere risolte efficacemente se non abbiamo forti alleati all'estero".

Riferendosi allo scambio di vedute con Gordon Brown ha esternato alla stampa: "Si è trattato di un incontro importante per me, non solo per sottolineare come la situazione internazionale abbia un impatto sulla nostra economia nazionale, ma anche per dare alla gente a casa, oltre che ai leader degli altri paesi, un'idea di dove potrebbe portarli un'amministrazione Obama per quanto riguarda la politica estera”.

“A Dowing Street, con Gordon ho parlato per due ore di argomenti che vanno dal Medio Oriente ai cambiamenti climatici, dal terrorismo ai mercati finanziari”, ha aggiunto.

Non va sottovaluta l'importanza della tappa intermedia, quella di Sderot, Israele, dove dopo aver messo la testa a posto, anzi a "Kippah", ha incassato dal capo dello stato sionista Shimon Peres un: «Lei dev’essere un grande presidente degli Stati Uniti, perché il mondo ha bisogno di una visione e di una leadership».

La premessa, ovviamente, è che Obama sia eletto. Ma lui, una mano sul cuore, non ha palesato incertezze. Ha detto di "essere qui per riaffermare l’asse israelo-americano, con la speranza di diventare un partner effettivo, sia da senatore che, eventualmente, da presidente".

Ha poi sorriso ammiccando ai fotografi, alle telecamere e alle assistenti dell’anziano leader laburista, che ne hanno commentato il fascino con un «Eizeh Khatikh!», che fusto!

Naturalmente non ha degnato di un cenno i poveri Palestinesi che vivono nel recinto di Gaza, limitandosi a una laconica dichiarazione resa al presidente Abu Mazen, altro dubbio personaggio, che suona banalmente così: «I palestinesi hanno diritto a uno Stato in grado di vivere». Sottinteso vivere da schiavi, dal momento che il senatore dell'Illinois ha ripetutamente affermato che "Gerusalemme deve essere capitale indivisibile dello stato ebraico".

Non tutti gli Arabi gradiscono, tanto è vero che sono apparse a Ramallah, in contrapposizione alla maglietta indossata a Sderot dal neo-simpatizzante Giudeo, quella con la scritta «I love Sderot», magliette arabe mostranti il suo volto sovrapposto a quello di Bush e McCain... un pò come il nostro Veltrusconi, insomma.

Naturalmente non poteva restare fuori l'Iran e la minaccia che rappresenta per Israele e il resto del mondo, che va "sventata senza indugio e con ogni mezzo".

Bene, sia come sia, se sarà eletto, il primo presidente negro americano, finito che avrà di strusciarsi con Zion e l'apparato industrial-militare che evidentemente gli ha dato luce verde, dovrà fare i conti con una spaventosa recessione che giorno dopo giorno diventa sempre più mortale, unita alla sconfitta che verrà, indipendentemente dal suo sciocco ottimismo, dai campi di battaglia che vedono impegnato il suo Paese che sognava ma ora delira nell'incubo sanguignolento irakeno, afghano e prossimamente iraniano, svegliato di tanto in tanto dai rumori di incendi e tempeste che come anticipo di punizione divina martoriano quello stanco paese che ancora crede di essere il centro del mondo.

Obama, se eletto Presidente, si rivelerà se possibile ancora peggiore di W. George Bush, consolidando la tradizione che vuole i presidenti democratici ancora più guerrafondai dei repubblicani.

Proprio, in piccolo, come avviene da noi con il famigerato Veltrusconi, che gli ha copiato il motto e che per questo è stato citato per plagio dallo staff del senatore nero ma quasi bianco.

Dio o chi per Lui abbia pietà dell'America.

Claudio Negrioli

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
sigmatau
Inviato: 30/7/2008 12:00  Aggiornato: 30/7/2008 12:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
Non vorrei essere tacciato di 'qualunquismo', ma mi viene 'd'istinto' la domanda seguente: per caso qualcuno si apettava da Barack Obama qualcosa d'altro? ...

saluti!...

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
Redazione
Inviato: 30/7/2008 12:07  Aggiornato: 30/7/2008 12:07
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
Io aspetterei a tirare certe conclusioni. (Ne riparliamo casomai in serata).

skywalker
Inviato: 30/7/2008 12:46  Aggiornato: 30/7/2008 12:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/3/2006
Da: Cesena
Inviati: 231
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
ma cosa bisognava aspettarsi da un candidato alla casa bianca?

che dicesse di voler eliminare la proprietà prvata? oppure il ritiro immediato delle truppe, un tagli drastico ai fondi militari o cose del genere?

con questi argomenti nn si vincono le elezioni.. non sono tutti Bob Kennedy che con le sue parole trascinava il mondo.. e soprattutto il mondo non è più quello ai tempi di Bob..

bisogna vincere e poi fare quello che è necessario..

claudio molto probabilmente hai ragione in quasi tutti i tuoi ragionamenti ma sarebbe stato come chiedere a Marco Ferrando che aveva il programa politico più interessante (insieme alla lista PER IL BENE COMUNE) di vincere le scorse elezioni..

Pyter
Inviato: 30/7/2008 13:07  Aggiornato: 30/7/2008 13:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
A me sembrano frasi dette con lo scopo principale di portar via voti a McCain.
Quello che farà veramente poi si vedrà.

Certo che come itinerari di Viaggio mi è piaciuto di più quello di Bush.
Aveva in più un certo...non so che.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Linucs
Inviato: 30/7/2008 13:14  Aggiornato: 30/7/2008 13:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
che dicesse di voler eliminare la proprietà prvata? oppure il ritiro immediato delle truppe, un tagli drastico ai fondi militari o cose del genere?

In questo caso la domanda sarebbe: ma allora il Congresso a cosa serve?

peppe75
Inviato: 30/7/2008 13:28  Aggiornato: 30/7/2008 13:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
su cosa si basa l'idea che Obama dica delle cose per essere eletto e poi faccia diversamente?

vedo che molti propendono per questa ipotesi, ma non mi sembra che ci siano elementi validi per stabilirlo.

probabilmente quest'uomo è l'unica alternativa possibile ad un'eventuale "prolungamneto" della missione di Bush, fermo restando che quest'ipotesi potrebbe ancora essere valida (se no ditemi perchè, apparte l'"alternativa" Obama..)

sono convinto, come molti in questo luogo comune, che queste cose siano decise a tavolino a livelli più alti, e in sedi diverse, e che Obama non sia che un altro burattino, che mi sembra anche abbastanza ansioso di cominciare l'avventura del globalismo.

io preferivo la tardona scornata

winston
Inviato: 30/7/2008 13:29  Aggiornato: 30/7/2008 13:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/10/2005
Da: Eurasia
Inviati: 392
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
Anagramma del giorno: obamacain = cambia no

US-Inglish per immagini: “talking out both sides of the mouth”.

Corso di corsa: per ora in pillole, ma già si suppone, presto in supposta.

"Chi controlla il presente controlla il passato, chi controlla il passato controlla il futuro" Orwell, 1984
peppe75
Inviato: 30/7/2008 13:44  Aggiornato: 30/7/2008 13:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
@winston
rileggevo la frase presa da 1984 che hai fissa, e mi è venuto in mente per la prima volta che già abbiamo i nostri Goldstein..(Bin Laden)

no?

fefochip
Inviato: 30/7/2008 14:29  Aggiornato: 30/7/2008 14:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
Citazione:
bisogna vincere e poi fare quello che è necessario..


non prenderla sul personale ma la tua frase esprime ciò di cui piu antidemocratico esiste in un contesto democratico.

il FATTO che i politici stanno li per rappresentarci e quindi fare quello per cui sono stati eletti è ormai talmente inadempiuto che è vero ormai l'esatto contrario.

siamo da tempo in una dittatura che si fa passare per democrazia con la differenza che in piu veniamo presi pure per il culo dicendoci ..."ma ci avete votato voi"...

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Descartes
Inviato: 30/7/2008 15:46  Aggiornato: 30/7/2008 15:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/6/2006
Da: Christ = Sun God
Inviati: 1087
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
il primo presidente negro americano dovrà fare i conti con una spaventosa recessione che giorno dopo giorno diventa sempre più mortale

Ammesso che ci arrivi alla presidenza... e che il mondo non finisca prima...

Giusto per capire l'ordine di grandezza della crisi, una immagine vale più di mille parole:


fonte: http://freethemarketman.wordpress.com/

Questa long-term chart illustra l'ammontare del denaro che le banche hanno preso in prestito dalla Federal Reserve dal 1910 ad oggi. Una delle funzioni base delle banche centrali è di agire come ‘lender of last resort’, ovvero prestare alle banche denaro quando queste non sono più in grado di ripagare i loro debiti durante una crisi.

Red_Knight
Inviato: 30/7/2008 16:18  Aggiornato: 30/7/2008 16:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
Mah sarà senz'altro come dice l'articolo ma penso che sia sempre necessario ricordare che un uomo nella posizione di Barack Obama DEVE dire certe cose. Bisognerà aspettare e vedere se le farà davvero o se sarà un buon presidente. Non c'è molto spazio per essere ottimisti, d'accordo, ma basarci sulle preconfezionate dichiarazioni in sede diplomatica è ingenuo (o no?).

yarebon
Inviato: 30/7/2008 16:21  Aggiornato: 30/7/2008 16:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
in effetti bisogna prima arrivarci alle presidenziali come dice descartes o meglio vedere come gli Usa (che sono in bancarotta, oramai è questione di tempo) ci arriveranno ed anche per questo motivo a mio parere Obama oramai viene appoggiato quasi da tutti. Penso che la leadership degli Usa in questi tempi non sia appetibile come lo era in passato.

peonia
Inviato: 30/7/2008 17:38  Aggiornato: 30/7/2008 17:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
Io sono pazza....ma altrettanto convinta che quello che ora sta facendo Obama sia solo una recita....non è assolutamente possibile che vinca un Mc Cain, per tutti il mondo sarebbe un fallimento..
Ergo, il ragazzo nero-quasi bianco come dici tu, è molto itelligente e sa che se non dice certe cose, minimo lo ammazzano....
per cui sta fecendo finta di assecondare gli oppositori con un atteggiamento simile a quello che vorrebbero.....ma ripeto, secondo la pazza che sono io, è solo una finta, una strategia...vedremo a dicembre se sono così pazza!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 30/7/2008 17:45  Aggiornato: 30/7/2008 17:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
A conferma della mia pazzia, ecco un breve assaggio "esoterico" riguardo a Obama:
Barak in lingua swahili significa "Benedetto", ed Obama vuol dire "Lancia Fiammeggiante", si proprio la Lancia Fiammeggiante che nell'iconografia cristiana è tenuta in mano sia da San Giorgio che (guarda caso) dall'Arcangelo Michele per uccidere il Drago. E poi c'è anche la sua data di nascita 4 agosto 1961, è nato proprio nella porta del solleone e se provate a sommare le cifre della data troverete l'11 un numero maestro che è diventato il simbolo del cambiamento, 11 è anche il numero di sua moglie che ( guarda caso ) si chiama Michelle, nata il 17 gennaio 1964, e quindi insieme come coppia fanno un 11.11, ovvero il numero della porta 11.11 simbolo della convergenza armonica dell'agosto 1987... Ebbene che dite? Di segni, per chi crede in queste cose ovviamente, non per voi, sembra ce ne siano abbastanza ma sono solo segni ed anche se è bello leggerli come presagi di un futuro migliore, alla fine ciò che conterà saranno i risultati, aspettiamo quindi di vederli... nel frattempo ciò che possiamo fare noi è sostenere energeticamente il Popolo Americano in questo importante momento delle elezioni presidenziali, affinché essi possano compiere la scelta migliore per l'intera Umanità.


...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
soter
Inviato: 30/7/2008 19:04  Aggiornato: 30/7/2008 19:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/9/2007
Da:
Inviati: 88
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
Per quanto mi riguarda non ho mai creduto in Obama come un uomo nuovo. Il presidente americano è eletto dall'Elite e il suo mandato è gestito in modo più o meno stretto dalla stessa. Se un uomo forte si presenta veramente per tentare di cambiare le cose allora non passa molto tempo che un attentato lo fa tacere per il pianto di tutti.

Descartes
Inviato: 30/7/2008 19:33  Aggiornato: 30/7/2008 19:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/6/2006
Da: Christ = Sun God
Inviati: 1087
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
Non ci facciamo illusioni, sono tutti candidati fantoccio. Tutti. Anche gente apparentemente onesta e ignorata dai media come Ron Paul, che fa discorsi che dovrebbe fare davvero un candidato, come questo:

"La Fine dell'Egemonia del Dollaro" di Ron Paul (traduzione di Giancarlo Soravia) - Video

...sono in realtà pagati e sostenuti da forze occulte, e sono ignorati dai media in quanto facenti riferimento all'Opus Dei americana (Ron Paul è il loro infiltrato nei repubblicani, e LaRouche il loro infiltrato nei democratici, secondo la ben sperimentata strategia usata anche dai massoni ovvero di stare sempre con il piede in due staffe).

I massoni invece si sono divisi gli altri, in questo modo:

Hillary Clinton - ha il supporto della moglie di Evelyn Rothschild, Lady Lynn Forester de Rothschild link
Barack Obama - ha il supporto di George Soros, frontman di punta dei Rothschild link
McCain - ha il supporto di Nathaniel Rothschild, che ha fatto per lui la raccolta fondi in UK link

Si divertono a supportarli separatamente, ma alla fine vincono sempre e solo loro.

3mind
Inviato: 30/7/2008 19:47  Aggiornato: 30/7/2008 19:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/5/2008
Da: Terminus
Inviati: 32
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
Direi che Obama in questo tour euroasiatico abbia mantenuto sostanzialmente la classica linea politica degli Stati Uniti. D'altronde penso che non si potesse permettere di proporre cambiamenti radicali non avendo ancora un mandato, e per questo si è limitato alle solite frasi retoriche di circostanza.
Se le cose cambieranno quando dovesse essere eletto è difficile dirlo, comunque, nel suo carattere generale la politica degli USA resterà la stessa: fare gli interessi delle corporations americane all'estero. Su questo non ci piove...
D'altra parte che cosa volete pretendere da un candidato alla presidenza, che cambi il sistema?

Anche sta volta non ci resta che tifare per "il meno peggio"...

"Il vero valore di un uomo non è determinato dal possesso, supposto o reale, della Verità, ma piuttosto dal suo sincero impegno a cercarla." - Gotthold Lessing
peppe75
Inviato: 30/7/2008 20:18  Aggiornato: 30/7/2008 20:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
sento di dover riproporre la mia domanda perchè nessuno ha dato risposta.
A tutte le persone che credono che quel che Obama dice ora è solo strategia elettorale ma poi dopo salverà il mondo, il vostro è solo un presentimento? una certezza? un'ipotesi? e se anche sia solo un presentimento, cosa ve lo fa pensare? cos'ha detto quest'Obama di tanto interessante che anche gente normalmente scettica comincia a credere in lui..

ve lo chiedo perchè vorrei essere anche io altrettanto ottimista..

peppe75
Inviato: 30/7/2008 20:20  Aggiornato: 30/7/2008 20:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
ah dimenticavo,
@Descartes
grandissimi link, ma non hai messo quello riguardante Ron Paul come braccio dell'Opus dei, che mi interessa particolarmente. All'inizio ero molto entusiasta di lui ma lentamente ha cominciato a fare discorsi che non condivido del tutto.
ma sempre meglio di Obama

Orwell84
Inviato: 30/7/2008 20:31  Aggiornato: 30/7/2008 20:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/3/2006
Da: Ground Zero
Inviati: 1114
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
*Obamanomics Is a Recipe for Recession

[...]First, taxes. The table nearby demonstrates what could happen to marginal tax rates in an Obama administration. Mr. Obama would raise the top marginal rates on earnings, dividends and capital gains passed in 2001 and 2003, and phase out itemized deductions for high income taxpayers. He would uncap Social Security taxes, which currently are levied on the first $102,000 of earnings. The result is a remarkable reduction in work incentives for our most economically productive citizens.[...]

Despite the rhetoric, that's not just on "rich" individuals. It's also on a lot of small businesses and two-earner middle-aged middle-class couples in their peak earnings years in high cost-of-living areas. (His large increase in energy taxes, not documented here, would disproportionately harm low-income Americans. And, while he says he will not raise taxes on the middle class, he'll need many more tax hikes to pay for his big increase in spending.)[...]



Descartes
Inviato: 30/7/2008 21:05  Aggiornato: 30/7/2008 21:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/6/2006
Da: Christ = Sun God
Inviati: 1087
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
Citazione:

grandissimi link, ma non hai messo quello riguardante Ron Paul come braccio dell'Opus dei, che mi interessa particolarmente.


E' appoggiato direttamente ed apertamente dai gesuiti americani, che gli hanno organizzato la famosa conferenza alla Georgetown Jesuit University (Georgetown per chi non lo sapesse è il quartier generale dell'Opus Dei americana). Qui puoi vedere il video della conferenza:

http://fora.tv/2008/02/13/Ron_Paul_The_Weakening_of_the_US_Constitution


Redazione
Inviato: 30/7/2008 21:10  Aggiornato: 30/7/2008 21:13
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
Dovremmo cercare di evitare posizioni manichee, del tipo “non cambierà nulla” vs. “rivoluzionerà il mondo”, perchè nessuna delle due si avvererà comunque. Questo tipo di atteggiamento “estremo” sta bene nell’articolo che provoca la discussione, ma nel commentare bisognerebbe provare ad andare un pò più a fondo.

Io penso quanto segue:

Che Obama sia OBBLIGATO a dire e a fare quello che sta dicendo e facendo è scontato, per cui è sbagliato cercare di trarre conclusioni dalle sue parole attuali. Che sia solo un manichino delle elite, o che pensi di fotterli tutti una volta eletto, non cambia nulla: sta comunque dicendo e facendo le UNICHE cose che può dire e fare per essere eletto.

La vera domanda quindi diventa che cosa pensa lui NONOSTANTE quello che dice. Ovvero, quanto sia un prodotto artificiale, e quanto sia invece genuino.

Io credo di aver notato in lui sufficienti contraddizioni da credere che sia in buona parte genuino. Noto inoltre piccole sfumature - nel “body language”, nel tono della voce - che mi rivelano un certo “fastidio” nell’essere obbligato a questa specie di gogna preliminare.

Insomma, non l’ho visto lanciarsi proprio con entusiasmo a baciare il Muro del Pianto, e non ho sentito vibrare il cuore a 5 punte del sionista quando ha detto che “Israele rimane un nostro alleato“. Vi ho letto piuttosto un “obtorto collo”, e anche abbastanza risentito.

Mentre il fatto stesso che abbia voluto parlare con il capo dei palestinesi, laddove altri hanno preferito ignorarlo del tutto, mi dice che sia comunque alla ricerca di un compromesso tanto difficile quanto onorevole per lui. Nessuno lo obbligava ad andare da Abu Mazen, e di certo Peres non è contento che Obama l’abbia fatto.

In ogni caso, più importante di quanto Obama riuscirà a cambiare rispetto a ciò che dice, è quello che riuscirà a cambiare rispetto alla situazione attuale. E le ripetute frasi di una completa revisione della politica estera americana - leggi: fine dell’unilateralismo - sono più che sufficienti per farmi pensare che con Obama ci sarà un cambiamento tanto desiderato quanto necessario. Tutto quello che verrà in più, a questo punto, sarà grasso che cola.

Descartes
Inviato: 30/7/2008 21:46  Aggiornato: 30/7/2008 22:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/6/2006
Da: Christ = Sun God
Inviati: 1087
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
Citazione:

Insomma, non l’ho visto lanciarsi proprio con entusiasmo a baciare il Muro del Pianto, e non ho sentito vibrare il cuore a 5 punte del sionista quando ha detto che “Israele rimane un nostro alleato“. Vi ho letto piuttosto un “obtorto collo”, e anche abbastanza risentito.


A parte che la stella del sionismo è quella a 6 punte di Mercurio (quella a 5 punte è quella di Venere), vorrei sottolineare che ai massoni ed ai banchieri internazionali non interessa davvero supportare la Nazione di Israele come molti pensano.

Lo stesso concetto di nazione, non solo di nazione ebraica, è inviso alla massoneria, che mira ad abbattere le resistenze dei governi e dei potentati nazionali per poter realizzare un governo globale ed un mercato globale libero.

L'equazione sionismo = massoneria è semplicemente sbagliata, una leggenda messa in giro dagli antisemiti e dall'Opus Dei.

Non solo non è vero che la cupola massonica è costituita solo da ebrei (ci sono anche molti potentissimi banchieri non ebrei a cui del sionismo non importa una cippa), ma la fondazione stessa dello stato di Israele e tutta la solfa fondamentalista sulla terra promessa è servita solo ed unicamente come scusa per stabilire un porto strategico ed un avamposto militare in medio oriente.

Una scelta puramente strategica, che ormai (anche grazie all'aver stabilito un nuovo fronte e nuove basi militari in Iraq) diventa sempre meno rilevante, tanto che quei pochi ebrei fondamentalisti che avevano creduto al mito della terra promessa e che sono stati mandati a vivere li per diventare carne da macello per gli interessi della cupola, ora si sentono abbandonati e cercano di ricattare sempre di più gli stessi massoni (vedi il recente articolo di Blondet: link ).

E' in quest'ottica che va giudicato Obama, ed in quest'ottica si sta muovendo in modo totalmente coerente con il nuovo ordine mondiale, nei cui piani a lunghissima scadenza Israele è stata solamente uno strumento di facciata.

Basta sentire le sue dichiarazioni sulla cittadinanza globale e su un nuovo mondo senza più confini e mura tra nazioni: Obama's berlin Speech transcript

peppe75
Inviato: 30/7/2008 22:07  Aggiornato: 30/7/2008 22:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
@Massimo
non per sminuire le tue interpretazioni del body language di Obama, e delle sue espressioni davanti al muro del pianto, ma credo che le parole che afferma ufficialmente debbano avere più peso..

Sono daccordo con te quando dici che queste sono le cose che deve dire ora, magari non ci crede, oppure sì, ma non ha nessuna importanza.

Nella migliore delle ipotesi dovremmo avere un uomo che si fa eleggere a furor di popolo e di lobbies, e poi una volta al governo si comporti come un illuminato (vero, non i massoni).

mm, il mio sesto senso mi dice altre cose.

@Descartes
grazie per il link su Ron.

a proposito sempre alla redazione, all'inizio delle primarie propendevi per Ron Paul, poi hai cominciato a supportare Obama. Cosa ti ha fatto cambiare idea?

Paulo
Inviato: 30/7/2008 22:19  Aggiornato: 30/7/2008 22:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
Citazione:
a differenza di Berlino che gli aveva tributato un bagno di folla


A vedere le foto sul "Corriere" sembra che fossero tutti americani.

clausneghe
Inviato: 30/7/2008 22:48  Aggiornato: 30/7/2008 23:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
Citazione:
A vedere le foto sul "Corriere" sembra che fossero tutti americani.

Osservazione molto pertinente.

Infatti, volevo rimarcare questo fatto nell'articolo...non l'ho fatto per ragioni di spazio e di sintesi...

ERANO in buona parte Americani, soldati di Ramstein e delle altre innumerevoli basi Usa dislocate in Germania..accompagnati da familiari amici ecc. più una piccola minoranza di Doich che si sono scordati di come i nonni di Obama (per dire) abbiano incenerito al fosforo bianco Dresda con i suoi abitanti e distrutto senza pietà il resto della Germania, compresa Berlino sessantatre anni circa orsono.

A Parigi, l'uomo nerino ha avuto il tappeto rosso solo perchè glie lo ha fatto mettere Sarco in persona..
I Parigini si sà, snobbano e malsopportano i Gringos.

La Casa madre Inglese, invece lo ha trattato con gelido "aplomb" e Gordon non ha voluto la conferenza stampa comune, sicchè Barak ha reso le dichiarazioni fuori dalla porta n° 10 solo soletto.

peonia
Inviato: 30/7/2008 22:58  Aggiornato: 30/7/2008 22:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
La vera domanda quindi diventa che cosa pensa lui NONOSTANTE quello che dice. Ovvero, quanto sia un prodotto artificiale, e quanto sia invece genuino.

12 anni fa, in tempi non sospetti, ha scritto un libro "I sogni di mio padre", forse bisognerebbe leggerlo...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Redazione
Inviato: 31/7/2008 2:16  Aggiornato: 31/7/2008 10:05
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
PEPPE55: "a proposito sempre alla redazione, all'inizio delle primarie propendevi per Ron Paul, poi hai cominciato a supportare Obama. Cosa ti ha fatto cambiare idea?"

Io non ho mai "propeso" per Ron Paul (nel senso di"tenere per lui"). E' una persona che rispetto, e gli ho dato lo spazio che si meritava per aver saputo essere coerente con se stesso, mettendosi tutti contro, e per essere l'unico repubblicano che rispetti la tradizione ideologica del suo partito. Ma trovo le sue idee economiche del tutto utopiche, mentre temo fortemente le sue idee sul sociale. L'ho anche scritto, più di una volta.

Peraltro non sono nemmeno uno scatenato sostenitore di Obama. Se avessi potuto scegliere io, avrei voluto Edwards alla Casa Bianca.

Nell'ordine, ritenevo: l'elezione di Edwards impossibile (non prende soldi dalle corporations). L'elezione di Obama un miracolo (è negro). L'elezione della Clinton un "pareggio fuori casa" (meglio di un calcio nei denti). L'elezione di Giuliani impossibile (è marchiato a vita). L'elezione di McCain una perdita di tempo (si tratterebbe di rimandare certi problemi di altri 4 anni).

Ora è chiaro che speri nel miracolo.

Paulo
Inviato: 31/7/2008 9:33  Aggiornato: 31/7/2008 9:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
Sono, invece, molto preoccupato per lo spazio mediatico che viene dato ad Obama all'estero.
Non credo di dover spiegare in questa sede che non è affatto spontaneo, né casuale. Se alla Siegessäule è stata fatta affluire la truppa americana in borghese ed i loro famigliari in funzione di comparsa per la scena i massa ciò è perché qualcuno ha, in qualche modo, brigato per farcela affluire.
Non viene assegnato altrettanto a McCain.
Temo che i curatori della campagna siano impegnato più che a creare l'immagine del candidato americano di successo quella della vittima ideale del prossimo attentato false flag, che sia in grado di calamitare l'hate a livello mondiale contro i cattivi di turno.
Sappiamo che gli americani, purtroppo, non sono gli spagnoli e quanto a boccaloni siano più unici che rari (basta guardare le foto, sul "Corriere", del pubblico di Obama).

Davide71
Inviato: 31/7/2008 11:02  Aggiornato: 31/7/2008 11:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
ciao a tutti: raramente mi interesso di politica americana, e in ogni caso non credo che il Presidente conti un granché. Almeno a giudicare dall'ultimo che hanno avuto. Io ritengo che in America esistano tre istituzioni: il Popolo, che viene rappresentato dal Partito Democratico, il Senato palese (i famosi 2 quinti..., quelli più agiati), rappresentato dai Repubblicani, e il Senato occulto, che governa gli altri due, o almeno ci prova...dubito che cose come l'11 settembre ci sarebbero state se avessero avuto il potere che gli si attribuisce.
Il Presidente degli Stati Uniti é solo un "rappresentante del Popolo", che viene messo lì dal Senato occulto per tenere buona la componente di cui ha più paura in quel momento. A naso io ritengo, sulla base della predetta teoria, che quelli attualmente più pericolosi siano i 2 quinti, visto che gli stanno portando via la casa e i risparmi. Perciò vincerà Cain.

* PEONIA: interessanti le tue considerazioni numerologiche, ma avresti fatto meglio a soffermarti sul numero 29, che é la somma delle date di nascita di moglie e marito. 28 é un numero lunare e notturno, 30 solare e diurno; 29 é crepuscolare e si riferisce a mio avviso al colore della pelle e alla sua apparenza "né carne né pesce" e, in generale, ad una personalità insignificante (almeno io lo vedo così).

P.S. In realtà non mi dice niente neanche Cain...

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Descartes
Inviato: 31/7/2008 11:30  Aggiornato: 31/7/2008 11:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/6/2006
Da: Christ = Sun God
Inviati: 1087
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero

sigmatau
Inviato: 31/7/2008 11:31  Aggiornato: 31/7/2008 11:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/9/2007
Da: Provincia di Piacenza
Inviati: 705
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
Secondo me è abbastanza 'singolare' il fatto che [prego correggermi se sono in errore...] Obama non abbia ancora scelto colui che probabilmente ricoprirà un ruolo decisivo prima e dopo il test elettorale: il candidato vice-presidente. Stando le cose in questa maniera, per reggere alla sfida di Mc Cain sarà praticamente 'obbligato' a scegliere un personaggio gradito alle lobby che ben conosciamo. A questo punto in caso di vittoria elettorale la 'partita vera' inizierà probabilmente poi, e bisognerà vedere chi dei due la spunterà o a che tipo di 'compromesso' si arriverà... e certi 'precedenti' nella storia americana sono del resto assai significativi...

saluti!...

--------------

... chè perder tempo a chi più sa più spiace... Dante Alighieri, Divina Commedia, Purgatorio, III, 78

… men of few words are the best men… William Shakespeare King Henry V
peppe75
Inviato: 31/7/2008 12:00  Aggiornato: 31/7/2008 12:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
Citazione di Massimo:
"Io non ho mai "propeso" per Ron Paul (nel senso di"tenere per lui"). E' una persona che rispetto, e gli ho dato lo spazio che si meritava per aver saputo essere coerente con se stesso, mettendosi tutti contro, e per essere l'unico repubblicano che rispetti la tradizione ideologica del suo partito. Ma trovo le sue idee economiche del tutto utopiche, mentre temo fortemente le sue idee sul sociale. L'ho anche scritto, più di una volta. "

In effetti era esattamente la mia opinione su di lui, mi piace il fatto che dica le cose come stanno (non e' molto "politico" da questo punto di vista" ma non ho idee cosi' nettamente neo-liberiste, quindi neanche mi ci trovo dentro alla perfezione).

Quel che contesto (e ne sono convinto) e' ke ci sia una differenza tra i vari candidati: nel senso che se e' vero che il cadidato viene scelto dall'alto, le sue azioni sono in qualche modo "pre-fissate", si decide solo in un secondo momento chi e' l'attore che possa interpretare il ruolo in maniera piu' credibile. Mi sembra che siano tutti un po' daccordo su questo, ma sia inevitabile preferirne uno o l'altro..

Ah scusami io sono Peppe75, non 55. C'ho i miei doloretti sparsi ma questi 20 anni non vorrei perderli cosi'!

Paxtibi
Inviato: 31/7/2008 12:11  Aggiornato: 31/7/2008 12:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
Io non ho mai "propeso" per Ron Paul (nel senso di"tenere per lui"). E' una persona che rispetto, e gli ho dato lo spazio che si meritava per aver saputo essere coerente con se stesso, mettendosi tutti contro, e per essere l'unico repubblicano che rispetti la tradizione ideologica del suo partito. Ma trovo le sue idee economiche del tutto utopiche, mentre temo fortemente le sue idee sul sociale. L'ho anche scritto, più di una volta.

È per questa tua onestà intellettuale che continui ad avere la mia stima, nonostante le divergenze d'opinione – anche forti – su vari argomenti. È raro trovare chi dà spazio a idee che non condivide e appoggia.


Ubik
Inviato: 31/7/2008 12:20  Aggiornato: 31/7/2008 12:20
So tutto
Iscritto: 17/7/2008
Da: Profondo Nord
Inviati: 28
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
Mi chiedo cosa possa fare Obama di diverso da un programma politico che a mio modo di vedere è gia stato scritto per lui.
Si ritrova una nazione con un debito a tali livelli che dovra per forza di cose chinarsi e accettare quello che l' alta finanza, la massoneria e le lobby politiche gli imporranno in cambio della sopravvivenza del sistema economico-industriale americano.( almeno per il momento ovviaamente, a meno che non siamo gia arrivati al momento in cui gli illuminati filantropi "gesori dell'umanità " abbiano deciso di dare una svolta alle loro politiche mondialiste ) **
Anche in medio-oriente propendo per un suo continuo dispiegamento di forze militari, perche qualora l' Iran passasse alla borsa petrolifera in Euro ( correggetemi se è gia stato fatto, ma non credo ) , come tento di fare Saddam, si assisterebbe a un crollo dell'economia americana che potrebbe essere se non definitivo,quasi.

** Sia ben chiaro che le politiche mondialiste sono gia ben in corso obviously ma penso che la svolta decisiva si avra solo con la caduta dell'impero americano e del dollaro. Da li potranno poi ricostruire politiche sociali ed economiche sotto nuovie meravigliosi vesti di solidarieta e uguaglianza mondiale.

peppe75
Inviato: 31/7/2008 12:29  Aggiornato: 31/7/2008 12:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
@Ubik
e come facciamo a essere sicuri che prima che l'economia americana muoia, costoro non decidano di giocarsi tutte le bombe che hanno costruito fin'ora? se no e' stato solo tempo e soldi persi.
?

Ubik
Inviato: 31/7/2008 14:43  Aggiornato: 31/7/2008 14:43
So tutto
Iscritto: 17/7/2008
Da: Profondo Nord
Inviati: 28
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
@Ubik
@Ubike come facciamo a essere sicuri che prima che l'economia americana muoia, costoro non decidano di giocarsi tutte le bombe che hanno costruito fin'ora? se no e' stato solo tempo e soldi persi.

Dubbio piu che legittimo, ma personalmente credo che il nucleare sia solo un deterrente atto a tenere a bada le popolazioni, la dimostrazione del potere e della superiorita di una banda di criminali su altri.
Poi le manie di potere di certi uomini lascia il campo aprto a qualsiasi soluzione ma penso che come certe persone sono state messe al comando, possano essere eliminate senza problemi da quelle stesse persone che li hanno messi nelle postazioni che contano.
Suppongo che sia piu vantaggioso per chi tira i fili dell'umanita avere sempre qualcuno da governare e ingannare a piacimento piuttosto che distruggere il diabolico sistema che hanno creato.

3mind
Inviato: 31/7/2008 18:51  Aggiornato: 31/7/2008 18:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/5/2008
Da: Terminus
Inviati: 32
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
Ho visto un video su youtube ( http://www.youtube.com/watch?v=LXcvbnzNIjg ) e penso che sia significativo del fatto che Obama in realtà in questa campagna elettorale stia un po' nascosto dietro la retorica per cercare consensi in vista delle elezioni.
Nel video, risalente al 28 giugno 2006, infatti attacca apertamente e lucidamente la religione organizzata. Se ripetesse oggi un discorso del genere perderebbe qualsiasi possibilità di diventare presidente...

Sarebbe bello lo ripetesse nel discorso di insediamento invece, allora sì che sarebbe un figo!!

"Il vero valore di un uomo non è determinato dal possesso, supposto o reale, della Verità, ma piuttosto dal suo sincero impegno a cercarla." - Gotthold Lessing
Linucs
Inviato: 31/7/2008 20:20  Aggiornato: 31/7/2008 20:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
Secondo me è abbastanza 'singolare' il fatto che [prego correggermi se sono in errore...] Obama non abbia ancora scelto colui che probabilmente ricoprirà un ruolo decisivo prima e dopo il test elettorale: il candidato vice-presidente.

Mica scemo: appena lo sceglie, chi di dovere potrà decidere se sparargli in testa adesso oppure dopo. Lascialo campare qualche altro mese, poverello.

("il vice presidente di un nuovo Kennedy, un martire, una promessa della democrazia... per un mondo nuovo... più giusto...")


Redazione
Inviato: 1/8/2008 2:07  Aggiornato: 1/8/2008 2:07
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
Sorry, Peppe. Probabilmente è un mio desiderio inconscio di vedere anche gli altri vecchi come me. (mazzucco54)

peppe75
Inviato: 1/8/2008 10:00  Aggiornato: 1/8/2008 10:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
non preoccuparti nonno

Freeman
Inviato: 16/8/2008 17:14  Aggiornato: 16/8/2008 17:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: ObamCain: niente di nuovo dall'Impero
Non solo Brzezinski: i consiglieri di Obama

Non è proprio l'agnello che in molti ci si attendevano (forse che l'unico modo in cui può sembrarlo è come "agnello sacrificale"?...)

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA