Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Medicina : La grande bufala svelata - AIDS
Inviato da Redazione il 9/7/2008 8:36:37 (21987 letture)

di OnestaMente

La verità su una delle più grandi bufale della storia, finalmente, sta venendo a galla.

Vi presento in questo Dossier una collezone di articoli e video redatti da eminenti studiosi e medici che, per le loro idee assolutamente eretiche, sono stati sistematicamente ignorati e isolati dalla scienza ufficiale, dal mondo televisivo e della carta stampata.

L’AIDS non esiste. Non esiste prova della connessione tra sieropositività e sviluppo delle immuno deficienze tipiche di questa malattia… Stiamo parlando di un Retro-Virus; cioè un virus che agisce non sul Dna ma sul Rna, cioè il codice che i processi cellulari usano per trasferire informazioni dal nucleo, dove risiede il DNA, ai ribosomi, dove si assemblano proteine.

Questo Retro-Virus non è mai stato fotografato né isolato (quelle che avete visto sono solo rappresentazioni teoriche); ma, ci dicono, che ciò non è stato possibile perche esso è mutante, ...


... sa nascondersi meglio dell’uomo invisibile e può restare latente per decenni (cosa mai vista).

Tra le terribili controindicazioni degli stessi cocktail di farmaci antiretrovirali usati per “curarci” c’è un forte indebolimento del sistema immunitario delle vittime e un altrettanto importante svoutamento dei loro portafogli (dato il loro costo proibitivo).

Inoltre i test usati per rilevare la sieropositività, qui come in Africa, sono spesso di qualità dubbia e hanno tutti un’alta probabilità di errore; dato che i risultati vengono influenzati dalla condizione fisica del paziente. Le donne in cinta, i malati di TBC e altre malattie possono avere risultati positivi anche se in realtà non lo sono. Ricordatevene quando vedrete questi nobilissimi miliardari, come Bill Gates, che stranamente decidono di darsi alla beneficenza e di creare gigantesche fondazioni “senza scopo di lucro” dedite alla ricerca di una cura e alla distribuzione di farmaci, test e “vaccini” per la lotta contro il virus.

Questa malattia, che venne chiamata “La Peste del 2000″, “Il castigo di Dio” e varie altre idiozie; non è altro che una gigantesca menzogna per far sì che multinazionali farmaceutiche, insieme a losche società di beneficenza, si arricchissero enormemente alla faccia di tutti quelli che, magari in buona fede, hanno finanziato la ricerca di pura fuffa.

Concludendo, lasciatemi dire che non caldeggio per nulla un ritorno agli atteggiamenti sessuali degli anni ‘60/’70 e credo nell’assoluta necessità dell’utilizzo dei preservativi; visto che a parte l’Aids, ci sono vari altri virus pericolosi che si possono contrarre senza il loro uso. Credo che dovrebbero essere distribuirti gratuitamente ad ogni latitudine e in gran quantità, dalle scuole medie all’università, negli ospedali e nelle farmacie, fino e soprattutto nei locali notturni e nei luoghi di ritrovo giovanile in generale (concerti, raduni, eccetera).

La grande bufala è stata svelata

E puzza orribilmente.

Sta a noi ora

Diffondere il messaggio

OnestaMente….

Interviste del blog beppegrillo.it: Dott. Luigi Codecasa

Per capire le strane (e troppe) somiglianze tra AIDS e TBC (tubercolosi)

http://it.youtube.com/watch?v=VMJLograoME

AIDS, Inc

“AIDS, Inc. is a film about the multi-billion dollar AIDS industry, and how it profits from continuing fears and misconceptions about the disease. While AIDS grabs the headlines and raises billions of dollars with celebrity endorsements and billionaire endowments, we are no closer to finding a cure than when the scourge first appeared 30 years ago. Could it be that after so many years of research, and so much money being spent, that the entire orthodox medical establishment has been wrong about AIDS, or even worse, has sought to profit on a system that it knew was flawed from the beginning?”

http://freedocumentaries.net/media/53/AIDS_Inc/

Deconstructing The Myth Of AIDS. In inglese

LETTERALMENTE “DECOSTRUENDO IL MITO DELL’AIDS”

Un buon numero di scienziati e dottori hanno la possibilità di parlare delle loro tesi sostenenti l’effettiva non-esistenza dell’aids

http://johnlocker.com/index.php?option=com_seyret&task=videodirectlink&Itemid=26&id=207

Farmageddon la guerra globale contro le donne.

Un lungo articolo molto ben argomentato su questa e altre bufale

http://onestamente.wordpress.com/farmageddon-la-guerra-globale-contro-le-donne/

Dave Chappelle parla del primo uomo che avrebbe preso l’AIDS da una scimmia. In inglese (RIDICOLO). English

http://it.youtube.com/watch?v=HC5yIhhsxBw

Test HIV: risultati delle verifiche eseguite da vari scienziati. (English)

http://www.virusmyth.com/aids/index/hivtests.htm

Il virus inventato

Un sito ricchissimo di informazioni

http://www.ilvirusinventato.it/


***

L’articolo proposto da OnestaMente (Freman), e votato dagli utenti, finisce qui.

Normalmente mi astengo dal commentare le scelte degli utenti, ma in questo caso voglio sottolineare che ho lasciato l’articolo intatto, punteggiatura compresa, perchè mi sono reso conto che chi lo ha votato deve avervi visto qualcosa che a me è sfuggito.

A complemento di questo articolo, mi permetto di segnalare altri lavori sull’argomento da noi proposti in passato.

L’incredibile AIDS

Storia di un'infermiera qualunque

Grazie Dr. Hamer

VIDEO (su arcoiris.tv): "L'origine del Male - Storia di una controversa teoria sull'origine dell'AIDS"
È possibile che la pandemia di AIDS sia stata causata da vaccini antipolio accidentalmente contaminati con un virus delle scimmie e utilizzati in Africa alla fine degli anni '50?

Segnalo infine l’articolo originale che OnestaMente ha linkato sul suo sito, ma che proviene dal nostro:

Farmageddon: la guerra globale contro le donne

Massimo Mazzucco

Voto: 9.00 (1 voto) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
cocis
Inviato: 9/7/2008 10:16  Aggiornato: 9/7/2008 10:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
e l'aviaria .. e la sars ..

chissà quanti soldi ci hanno fatto le case farmaceutiche con inutili vaccini..

cherubino
Inviato: 9/7/2008 10:32  Aggiornato: 9/7/2008 10:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Cerchiamo di prendere con le pinze queste cose.

Cassandra
Inviato: 9/7/2008 10:36  Aggiornato: 9/7/2008 10:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Quello che mi è sempre parso strano del "virus inventato" è che l'abbiano inventato per spremere quattrini ai poveri anziché ai ricchi. In Africa non sono in condizione spendere per di curarsi. Nei Paesi Occidentali solo una minimissima parte della popolazione è ammalata (minima rispetto che so, al cancro o ad altre malattie più diffuse).

Mi pare che le case farmaceutiche, qui da noi, guadagnino molto ma molto di più dai farmaci anti colesterolo (quello sì, inventato) che da quelli antiaids.

La mia teoria è che abbiano fatto qualche esperimento o vaccinazione che è poi sfuggita di mano. Una volta sfuggita, ne hanno approfittato per propinare farmaci inutili, come al solito.

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
Alberto
Inviato: 9/7/2008 10:38  Aggiornato: 9/7/2008 10:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/4/2007
Da:
Inviati: 113
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Assolutamente si...

tra l'altro tutto il sistema della trasmissione dei dati dal nucleo della cellula al citoplasma in questi anni è sotto esame, e diciamo che probabilmente non è esatto quindi solo un pò di tempo ci vorrà e presto non si parlerà più di retrovirus sennò chi ci crede escluso il santo subito Bill Porte?

Ghilgamesh
Inviato: 9/7/2008 11:19  Aggiornato: 9/7/2008 11:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
"Quello che mi è sempre parso strano del "virus inventato" è che l'abbiano inventato per spremere quattrini ai poveri anziché ai ricchi. In Africa non sono in condizione spendere per di curarsi. Nei Paesi Occidentali solo una minimissima parte della popolazione è ammalata (minima rispetto che so, al cancro o ad altre malattie più diffuse)."

Si risolve facile, per ogni africano "malato" di aids, numerose fondazioni europee stanziano parecchi dollari.

In questo modo, stanno male loro (per altre cose) ma paghiamo noi.

rrronny
Inviato: 9/7/2008 11:22  Aggiornato: 9/7/2008 11:22
So tutto
Iscritto: 12/5/2008
Da:
Inviati: 10
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Per quanto riguarda la tesi negazionista consiglio di dare uno sguardo a quest'articolo di Neville Hodgkinso:
http://www.comedonchisciotte.net/modules.php?name=News&file=article&sid=247

Vale la pena leggere anche le idee di Rebecca V. Culshaw nel suo " Why I Quit HIV" che potrete trovare qui:
http://www.lewrockwell.com/orig7/culshaw1.html

Per una trattazione specialistica si veda anche quest'articolo di Fabio Franchi:
http://www.cesil.com/0898/itfrah08.htm

*****

Ma non si puo' ignorare il fatto, sostenuto da molti, che "l'emergere di movimenti ed idee negazioniste ha portato, da parte di oltre 5000 tra medici e scienziati, tra cui 11 vincitori di Premio Nobel, alla sottoscrizione del documento noto come dichiarazione di Durban nel quale si afferma che il legame causale tra HIV e AIDS è chiaramente definito, esaustivo ed univoco.
Le conseguenze del negazionismo si sono manifestate in maniera lampante in Sudafrica, dove politiche sanitarie relative all'AIDS basate su un approccio negazionista e sull'uso di inefficaci rimedi tradizionali hanno portato ad un'enorme diffusione del virus: si stima che il 20% della popolazione adulta sia sieropositivo, contro il 6,1% medio dell'Africa subsahariana." (1)


"sa nascondersi meglio dell’uomo invisibile e può restare latente per decenni (cosa mai vista)"

FALSO. Esistono innumerevoli casi di periodi di incubazione medio-lunghi.
"Il periodo di incubazione [della lebbra] dura in media 5 anni, ma varia da pochi mesi fino a 10 anni." (2)

"[...] ci dicono, che ciò non è stato possibile [fotografare il virus] perche' esso è mutante"
I fenomeno della mutazione genetica e' provato, non si tratta di fantascienza. (3)


Spero di aver offerto piu' prospettive da cui osservare il fenomeno AIDS.
Non era mia intenzione confondere le idee...

Fonti:
(1): http://it.wikipedia.org/wiki/Aids#Ipotesi_alternative_sull.27Aids
(2): http://it.wikipedia.org/wiki/Lebbra
(3): http://50annidna.scienze.unipd.it/DFTB/27/concept/index.html

Ghilgamesh
Inviato: 9/7/2008 11:30  Aggiornato: 9/7/2008 11:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
"si afferma che il legame causale tra HIV e AIDS è chiaramente definito, esaustivo ed univoco."

Potresti dirmi dove?
Puoi darci qualche PROVA, o dobbiamo credere acriticamente a quei premi nobel?

Che io so di un premio nobel che ha fatto sta domanda a Robet Gallo, lo "scopritore" e lui non ha risposto ...

Lestaat
Inviato: 9/7/2008 11:31  Aggiornato: 9/7/2008 11:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Cassandra
Citazione:
Quello che mi è sempre parso strano del "virus inventato" è che l'abbiano inventato per spremere quattrini ai poveri anziché ai ricchi.


Secondo me l'hanno inventato più per scopi eugenetici che per soldi.
I soldi sono solo l'inevitabile corollario quando c'è di mezzo certa gente.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
fefochip
Inviato: 9/7/2008 12:18  Aggiornato: 9/7/2008 12:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Ma non si puo' ignorare il fatto, sostenuto da molti, che "l'emergere di movimenti ed idee negazioniste ha portato, da parte di oltre 5000 tra medici e scienziati, tra cui 11 vincitori di Premio Nobel, alla sottoscrizione del documento noto come dichiarazione di Durban nel quale si afferma che il legame causale tra HIV e AIDS è chiaramente definito, esaustivo ed univoco.


vedi che si siano eminenti scienziati che sostengono un opinione non ce ne pò fregà di meno perche ce ne stanno altrettanti che non lo fanno.

Citazione:
Le conseguenze del negazionismo si sono manifestate in maniera lampante in Sudafrica, dove politiche sanitarie relative all'AIDS basate su un approccio negazionista e sull'uso di inefficaci rimedi tradizionali hanno portato ad un'enorme diffusione del virus: si stima che il 20% della popolazione adulta sia sieropositivo, contro il 6,1% medio dell'Africa subsahariana."


si "stima"? cioè è un opinione? o ci si basa su dei test la cui validità ovvero la cui correlazione tra positività e aids conclamato è è in forse?
in altre parole potrebbe essere benissimo che ciò che fa positivizzare un test hiv non riguardi nulla di pericoloso tanto che molti test ripetuti risultano poi negativi ...quindi?


Citazione:
FALSO. Esistono innumerevoli casi di periodi di incubazione medio-lunghi. "Il periodo di incubazione [della lebbra] dura in media 5 anni, ma varia da pochi mesi fino a 10 anni."


io ho sentito parlare di tempi anche di 30 anni ...quindi questo vero strumento di terrore ...tocca stare a culo stretto per 30 anni? e nel frattempo non trombi piu?però magari sgarri dopo 15 anni e il periodo si allontana ...poi si scopre pure che non è detto che se trombi con qualcuno malato te lo prendi ...poi scopri che forse non si trasmette solo cosi ...ma per favore

Citazione:
"[...] ci dicono, che ciò non è stato possibile [fotografare il virus] perche' esso è mutante" I fenomeno della mutazione genetica e' provato, non si tratta di fantascienza. (3)

scusa e da chi sarebbe provato? dal tuo link non mi pare che è generico.

Citazione:
Non era mia intenzione confondere le idee...

beh se le idee sono confuse io credo che ci sia un motivo.
ti faccio un esempio
se le idee sono confuse con il tumore(argomento per me ormai trattato da lungo tempo) ti dico io perche :NON ESISTE NESSUNO CHE ABBIA TROVATO LA CAUSA DEL TUMORE(al dilà di tante chiacchiere piu o meno complicate e autorevoli) esistono solo ipotesi
come mai sulla terapia e la causa di un osso rotto non ci sono tutte queste "terapie alternative"?
ci sono quindi idee confuse se l'oggetto che si studia con tutti i suoi meccanismi non è chiaro .

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
figura
Inviato: 9/7/2008 12:45  Aggiornato: 9/7/2008 12:45
So tutto
Iscritto: 6/2/2008
Da:
Inviati: 22
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
L'Aids è stato strumentalizzato dalle case farmaceutiche e "amici" per fini di lucro, politici e religiosi.
Le medicine usate per la cura non funzionano e ti ammazzano prima della malattia stessa.

Tuttavia, vorrei ammonire tutti quelli che dicono la frase: " L'AIDS NON ESISTE".

E' molto pericoloso affermare una cosa del genere. Anche solo per provocare e/o attirare l'attenzione.

Dire una cosa del genere in giro, a gente poco informata e che non sa dello schifo che gira nel mondo della medicina equivale a dire che "I MORTI DI AIDS NON SONO MAI ESISTITI".

A questo punto proporrei di cambiare la frase "L'AIDS NON ESISTE" in "LA DEFINIZIONE DI AIDS E' SBAGLIATA".

Lo so è meno impattante, ma di sicuro è più utile se si vuole informare la gente di questo problema senza essere etichettati come i soliti complottisti-fanatici.

.. Comunque se la volete proprio usare fatelo, ma non a inizio discorso, come fanno in tanti.
La verità deve essere somministrata a piccole dosi e se te vai da uno e gli dici che "l'aids non esiste" ti dice che sei matto e non ascolterà mai il resto del discorso e se le farà partirà col pregiudizio che non sei sano di mente.

Ciao a tutti

Davide71
Inviato: 9/7/2008 12:54  Aggiornato: 9/7/2008 12:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Ciao a tutti:
diciamola tutta:
1) l'origine, la natura e la funzione dei virus non é affatto così nota come si vorrebbe far credere: io non credo che i virus siano malvagi di principio, ma che svolgano una funzione ben precisa, e che solo occasionalmente, per cause da chiarire, siano pericolosi.
2) l'idea di un virus che uccida per lo più omosessuali, tossicodipendenti, negri e comunisti é troppo strana perché non lasci pensare che ci sia qualcosa sotto;
3) da che mondo e mondo i virus non si curano; o sopravvivi e ti immunizzi o muori; e se un virus resta latente per anni una ragione ci sarà...
4) nessuno ha mai dimostrato che i retrovirus esistono; nè si capisce bene a cosa servano; non ho ancora capito adesso se HIV é un virus, un retrovirus, una quasi-specie virale o cos'altro; ogni anno ne esce una nuova;

In ogni caso le perplessità sull'AIDS e sull'HIV non devono far dimenticare che nei rapporti occasionali certe precauzioni siano necessarie per la salute propria e quella del partner.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Thibault
Inviato: 9/7/2008 15:18  Aggiornato: 9/7/2008 15:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Un mondo folle
Inviati: 343
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Premetto che me ne capisco un po di medicina di base, ma non conosco bene questo argomento.
Qualche considerazione e domanda sparsa:
1) Se è vero che l'AIDS è inventata, i sieropositivi in questi anni di cosa sono morti?
2)Citazione:
Mi pare che le case farmaceutiche, qui da noi, guadagnino molto ma molto di più dai farmaci anti colesterolo (quello sì, inventato) che da quelli antiaids.

In che senso il colesterolo è inventato?
3)Citazione:
tra l'altro tutto il sistema della trasmissione dei dati dal nucleo della cellula al citoplasma in questi anni è sotto esame, e diciamo che probabilmente non è esatto

Interessante mi piacerebbe saperne di più
4)Citazione:
sa nascondersi meglio dell’uomo invisibile e può restare latente per decenni (cosa mai vista).

Veramente per quanto ne sappiamo un virus, proprio per la sua caratteristica di non essere pienamente un essere vivente può restare inattivo per un periodo di tempo indefinito
5)Citazione:
"[...] ci dicono, che ciò non è stato possibile [fotografare il virus] perche' esso è mutante"

La mutazione di un filamento di RNA è la norma, negli animali il patrimonio genentico è contenuto nel DNA anzichè nell'RNA perchè il primo è più stabile, soprattutto grazie al fatto che il filamento è a doppia elica anzichè a catena singola come l'RNA, ma anche il DNA subisce numerose mutazioni,soprattutto durante la trascrizione del DNA, per questo motivo esistono vari meccanismi di controllo.
Una diversificazione del patrimonio genetico è fondamentale per una specie, in quanto in caso di avvenimento catastrofico (un epidemia o drastici cambiamenti dell'Habitat naturale) una parte della popolazione è meno sensibile al cambiamento è può sopravvivere. Poichè gli animali tra cui l'uomo sono molto più complessi dei virus e dei batteri, delle mutazioni incontrollate sarebbero letali, mentre la diversificazione viene data dall'unione del patrimonio genetico dei genitori, virus e batteri che invece si riproducono per clonazione variano il proprio patrimonio genetico tramite mutazioni non controllate, a causa della semplicità di questi organismi e del loro numero enorme, anche se molti esemplari sviluppano mutazioni letali la popolazione rimanente è più che sufficiente a sopperire con una rapida moltiplicazione, mentre mutazioni non letali possono favorire i nuovi virus (per esempio non vegono riconosciuti dal sistema immunitario)
6)Citazione:
se le idee sono confuse con il tumore(argomento per me ormai trattato da lungo tempo) ti dico io perche :NON ESISTE NESSUNO CHE ABBIA TROVATO LA CAUSA DEL TUMORE(al dilà di tante chiacchiere piu o meno complicate e autorevoli) esistono solo ipotesi

Beh il termine tumore è molto generico, ne esistono di diversi tipi con diverse cause, ne sono state trovate diverse, in gran parte dovute a mutazioni genetiche indotte nel DNA. Poi ovviamente la scienza medica non è onnisciente e molte cose deve ancora scoprirle, ma non è che se non si conosce tutto su un argomento, perchè si stanno facendo ancora ricerche, allora è un complotto delle case farmaceutiche.
Sull'argomento dentro questo sito si parla molto bene della cartilagine di squalo, per le sue proprietà antiangiogeniche, ora premesso che le esperienze riportate non possono avere una valenza statistico scientifica, se veramente la cartilagine di squalo funzionasse (e se è per via delle proprietà antiangiogeniche allora si potrebbero cercare surrogati) non mi sembra una soluzione mettersi a cacciare specie in via di estinzione.
7)Citazione:
l'origine, la natura e la funzione dei virus non é affatto così nota come si vorrebbe far credere: io non credo che i virus siano malvagi di principio, ma che svolgano una funzione ben precisa, e che solo occasionalmente, per cause da chiarire, siano pericolosi.

Hanno la stessa funzione di tutti gli altri esseri viventi, nutrirsi e riprodursi, poi come tutti gli altri esseri viventi fanno parte dell'equilibrio naturale
8)Citazione:
l'idea di un virus che uccida per lo più omosessuali, tossicodipendenti, negri e comunisti é troppo strana perché non lasci pensare che ci sia qualcosa sotto;

L'AIDS (almeno secondo quanto si sa fin'ora) si trasmette attraverso il sangue, soprattutto negli anni 70 e 80 quando è stata scoperta la sindrome, i tossici si passavano le siringhe, gli omosessuali, così come molti etero, avevano rapporti occasionali, e il preservativo veniva poco usato nei rapporti eterosessuali figuriamoci usare metodi contraccettivi nei rapporti omosessuali(la protezione dalle malattie non era molto considerata per il preservativo all'epoca) Per i comunisti, non era a destra che si proponeva l'amore libero. In definitiva pure quel beghino di Manzoni sapeva che le malattie non erano un casigo divino per i peccatori, semplicemente ci sono comportamenti più a rischio infenzione per certi tipi di malattie.
9)Citazione:
da che mondo e mondo i virus non si curano; o sopravvivi e ti immunizzi o muori; e se un virus resta latente per anni una ragione ci sarà...

Il vaiolo è un virus.
Sul fatto di restare latente per anni, il virus assume le caratteristiche di un essere vivente quando entra in un organismo e ne infetta le cellule per riprodursi, quando si trova in un altro ambiente è semplicemente "inerte". Teoricamente ci sono virus e batteri che potrebbero resistere anche nello spazio profondo, in quel caso per miliardi di anni
10)Citazione:
nessuno ha mai dimostrato che i retrovirus esistono; nè si capisce bene a cosa servano

Servono come qualsiasi altro essere vivente, ossia a se stessi e alla perdurazione della propria specie

P.S. Ancora una volta vinco il premio per il post più lungo e verboso :P

E' una tranquilla notte di regime
Kolza
Inviato: 9/7/2008 15:54  Aggiornato: 9/7/2008 15:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Per Davide71

L'AIDS era stato definito come la malattia delle 3 H: Haitians (Haitiani), Heroinomans (Eroinomani) e Homosexuals (Omosessuali). Questo perchè per lungo tempo, si riteneva che le tre categorie summenzionate fossero le uniche presso cui si esplicava l'azione del "misterioso" virus.

Negri e comunisti, penso siano state vittime di altre perniciose influenze. In merito mi sento di consigliare Gary Webb con "The Dark Alliance", a svelare i magheggi della CIA in termine di narcotraffico...

Saludos
Kolza

fefochip
Inviato: 9/7/2008 16:05  Aggiornato: 9/7/2008 16:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Se è vero che l'AIDS è inventata, i sieropositivi in questi anni di cosa sono morti?


di sieropositività non si muore ...mai .
la "sieropositività" è soltanto una esame che trova un qualcosa nell'organismo che non è provato da nessuna parte(o almeno questo è il motivo del contendere) sia in relazione di causa(necessaria e sufficente) effetto con l'aids conclamato

Citazione:
In che senso il colesterolo è inventato?


forse ti sfugge che :
i farmaci anticolesterolo non sono immuni da controindicazioni e che quindi non è detto che sempre e comunque è consigliabile prescriverli
recentemente sono stati innalzati i limiti per la patologia da colesterolo alto....
in altre parole non è cambiato nulla tranne l'opinione dei medici che hanno sentenziato di abbassare i valori di soglia creando quindi nuovi malati (leggi clienti) dal nulla.
e da chi è influenzato l'autorevole parere dei medici?solo dalla buona fede?
è il caso che cambi sito mi sa se credi che qualcuno crede a sta favola.

Citazione:
Beh il termine tumore è molto generico, ne esistono di diversi tipi con diverse cause, ne sono state trovate diverse, in gran parte dovute a mutazioni genetiche indotte nel DNA


detto cosi tutto è DNA ...un tale diceva grazie al c....
ma il DNA lor signori ci vogliono spiegare perche muta o continuiamo a inserire nuove variabili nell'equazione del cancro mischiando le carte in tavola?

quindi scusa ma questa favola raccontala a qualcun altro o altrimenti citami una sola fonte che spiega l'origine e la causa di un qualunque tumore.
e visto che già so che a parte farneticazioni incomprensibili di biologi molecolari non troverai nulla vale il mio commento che se non si trova la causa esatta di un qualunque accidenti ci saranno sempre delle teorie/terapie alternative (e meno male).

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 9/7/2008 16:16  Aggiornato: 9/7/2008 16:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
comunque per tutti quelli che non ritengono lecito dubitare.
nel mondo che piu o meno conosciamo gli interessi sono alla base di tutto .
chi mistifica appellandosi a moralità di qualunque tipo è fuori contesto.
magari ci fossero spinte morali collettive e sociali verso il "bene" (tutto da definire) ma è indubbio che le dinamiche sociali sono spinte dagli interessi economici.
quindi la fatidica domanda del cui prodest rimane un importante punto critico.

detto questo il giro monetario intorno alla medicina è il piu grande del mondo.
farmaci,strumenti,strutture,personale ecc fa un giro di soldi che non ha rivali tra :automobili,armi,tabacco,alcool,energia,cibo,tutto....

quindi dei sani dubbi in questo contesto sono SEMPRE LECITI ..
per fare un paragone
pensare che in questo mondo l'11 settembre come descritto in questo sito non può essere accaduto perche "non possono esserselo fatto da soli" (e quindi pensando che non possano esistere persone che uccidono molte altre per i soldi) è un pensiero da prima elementare ...forse nemmeno ...all'asilo forse troviamo l'innocenza piu totale..chissà

chiedersi perche il medico mi prescrive una medicina e quali sono i meccanismi con i quali cerca di intervenire sulla mia patologia (sempre che sia chiarita) è FONDAMENTALE e se non si è capito nulla è meglio non fare nulla .
oggi sempre di piu andiamo avanti con i "protocolli" ovvero con le opinioni di altri non le prove scientifiche di altri ma le ricette di altri ....

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Red_Knight
Inviato: 9/7/2008 16:17  Aggiornato: 9/7/2008 16:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
C'è differenza tra HIV e AIDS. Cos'è che non esisterebbe, l'HIV, l'AIDS, il nesso causale tra i due o tutte e tre le cose assieme? L'articolo tuona che la bufala è stata svelata ma non dice assolutamente niente. Riporta alcuni link molto interessanti, tuttavia è un po' poco per tuonare.

fefochip
Inviato: 9/7/2008 16:31  Aggiornato: 9/7/2008 16:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
L'articolo tuona che la bufala è stata svelata ma non dice assolutamente niente. Riporta alcuni link molto interessanti, tuttavia è un po' poco per tuonare.


se posso essere d'accordo con te riguardo al titolo che sarebbe da riscrivere con dei toni piu cauti mi sento di dirti però che l'hiv e l'aids per come ce lo hanno proposto attraverso l'informazione è una bufala.

l'aviaria esiste e ha colpito diversi volatili e un po di uomini ....
e sti cazzi?
l'aviaria è stata una manovra esclusivamente di marketing volta a vendere un farmaco (temiflu) assolutamente inutile e quasi sicuramente dannoso in un eventuale contagio uomo uomo da virus mutato(che poi era il reale ma remoto motivo di preoccupazione).
i media sono stati complici in questa mistificazione e cosa hanno fatto i medici ?

quindi non mi si venga a dire da non stare in campana con la medicina ....

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
gunny5
Inviato: 9/7/2008 16:34  Aggiornato: 9/7/2008 16:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/6/2006
Da:
Inviati: 55
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
"sa nascondersi meglio dell’uomo invisibile e può restare latente per decenni (cosa mai vista)"
FALSO. Esistono innumerevoli casi di periodi di incubazione medio-lunghi.
"Il periodo di incubazione [della lebbra] dura in media 5 anni, ma varia da pochi mesi fino a 10 anni."


Veramente la lebbra è provocata da un batterio (Mycobacterium leprae) e non da un virus!

Rispondendo anche a un altro utente che afferma che un virus può rimanere latente per anni: può essere vero ma, che io sappia (e qui invito chiunque sia più preparato di me sull'argomento), nel momento in cui un virus entra in contatto con la "vittima" di turno il periodo di incubazione è sempre brevissimo, nell'ordine di giorni...

Naturalmente questo vale per tutti i virus conosciuti eccetto l'HIV...

fefochip
Inviato: 9/7/2008 16:36  Aggiornato: 9/7/2008 16:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Naturalmente questo vale per tutti i virus conosciuti eccetto l'HIV...


guarda tu il caso....

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
PikeBishop
Inviato: 9/7/2008 16:40  Aggiornato: 9/7/2008 16:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Dire una cosa del genere in giro, a gente poco informata e che non sa dello schifo che gira nel mondo della medicina equivale a dire che "I MORTI DI AIDS NON SONO MAI ESISTITI".

Esattamente.
I morti di AIDS sono stati classificati come tali perche' facenti parte di alcune categorie (finocchi, drogati, puttane, attori, negri e compagnia assortita) che sono poi virtualmente gli unici a cui fanno il test HIV. Quando uno di quelli muore di qualsiasi malattia degenerativa, e' AIDS. Logica ineccepibile.
L'AIDS e' un SARCHIAPONE.

Citazione:
Cos'è che non esisterebbe, l'HIV, l'AIDS, il nesso causale tra i due o tutte e tre le cose assieme?

Tutte e tre le cose assieme, una giustifica l'altra secondo un ragionamento circolare.

Visto che sono un noioso, ripropongo un mio intervento ad una vecchia notizia di Luogocomune:

Inviato: 19/11/2006 1:03 Aggiornato: 19/11/2006 1:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/11/2005
Da:
Inviati: 2588
Online!

Re: "L'incredibile AIDS"
L’AIDS non e’ una malattia, e’ una FORCA LOGICA.

Premetto che quanto segue e’ una discussione fondata sulla logica e delle notizie facilmente reperibili su giornali a proposito dell’AIDS. Non vuole essere niente di piu’ (o di meno).

Cosa e’ una malattia? La causa di sintomi che ci “fanno stare male”. Se mi fa male la pancia diro’ di avere il “mal di pancia”. I medici hanno inventato una desinenza, “ite” che da un nome ad un male che si possa riscontrare in una specifica parte del corpo: se mi fa male la pancia e ad un esame medico si appura che l’unica cosa nella pancia che sia diversa dal suo stato normale e’ l’appendice, avro’ l’appendicite. Se la malattia mi viene “passata” da altri, uomini o animali che siano, e’ infettiva e ci dicono che in effetti e’ procurata da microorganismi parassiti come germi o batteri o da elementi non-vivi (terminologia che ricorda Nosferatu, ma tant’e’, alla fine della fiera, visto che non sono biologici) che si chiamano virus. Anche malattie non provatamente infettive possono avere la stessa origine, ci viene detto. Chiamiamole “malattie non degenerative”, per usare una etichetta di comodo, che cioe’ non hanno a che vedere con la normale od anormale usura dell’organismo.

Chi ci “difende” dalle malattie infettive? I sapienti ci dicono che a difenderci dalle malattie e’ il Sistema Immunitario. Quando ci ammaliamo, infatti ci dicono, e’ perche’ il sistema immunitario ha fallito nel difenderci da una specifica malattia.

Alcune persone si ammalano facile.

Alcune di queste pero’ guariscono svariate volte, prima di morire inevitabilmente come tutti gli altri, anche quelli che erano il ritratto della salute, forti come tori.
Altre guariscono meno.
Altre non guariscono granche’ e muoiono presto.

Ad un certo punto degli anni ’70, gli omosessuali di San Francisco hanno cominciato a guarire poco, e percio’ morivano molto. Come per TUTTI gli altri esseri umani che si sono ammalati facile e non sono guariti tanto, non erano difesi molto bene dal loro Sistema Immunitario e si disse che il loro sistema immunitario era un deficiente perche’ non era capace di fare il suo lavoro. Il nome per il fenomeno era Sindrome di Deficienza Immunitaria.
Questo accadeva ad una categoria particolare di persone molto curata nei riguardi del proprio corpo, esteticamente ed igienicamente, e percio’ seguita e testata costantemente. Anche I calvi sono una categoria, ma non vengono mai testati in massa perche’ calvi a meno che non sia in relazione alla crescita dei capelli e non sono particolarmente orgogliosi di essere calvi, preoccupati per la loro salute in generale - una preoccupazione dovuta alla predisposizione alle malattie veneree dovuta alla promiscuita’ accentuata. Gli omosessuali invece lo sono.
E siccome erano una categoria di persone che in quel periodo si ammalavano facile (dei calvi pero’ non si hanno notizie), si penso’ che, come per altre cose, anche questo fosse portato dalla elevata promiscuita’ sessuale.
Si fece l’ipotesi del tutto arbitraria ma affascinante che il sistema immunitario diventasse deficiente, in qualche modo, a causa dei loro costumi sessuali (i calvi continuavano ad essere ignorati), che gia’ avevano provocato loro alcune noie sul piano della salute.
Chiamarono percio’ questo fatto statistico (che come tutte le statistiche e’ principalmente una rappresentazione della realta’, non la realta’, come la fotografia non ci dice cosa capitava al di fuori dell’inquadratura) Sindrome di Deficienza Immunitaria Acquisita (AIDS).
Si fecero analisi di soggetti facenti parte di quella particolare categoria, in particolare di quelli che si ammalavano facile.
Qualcuno scopri’ che avevano in comune la presenza di un retrovirus (qualsiasi cosa sia) nuovo di zecca e chiamato per l’occasione Virus di Immunodeficienza Umana (HIV).
Si disse anche che si avevano le prove che il virus potesse essere “passato” soprattutto attraverso i rapporti sessuali, ma parecchi non ne erano cosi’ sicuri e resto’ il dubbio che lo si dicesse perche’ le persone che erano state testate facevano parte di una particolare categoria che si dice abbia parecchi rapporti sessuali occasionali e promiscui. I calvi non furono testati, ma gli omosessuali calvi si.

Si sparse il panico. E se gli eterosessuali non fossero tutti cosi’ etero? Se anche loro grazie alle quinte colonne degli omosessuali che chiamano bisessuali facesse in modo che anche gli eterosessuali si infettassero fra di loro?
Orribile.
Panico.
Bisogna fare qualcosa.
Propaganda. Mettetevi un preservativo. TUTTI. Problema risolto.

Nel frattempo a San Francisco, che era sempre stata una citta’ depravata che ci si aspetta che dopo la prima stangata all’inizio dello scorso secolo venga prima o poi definitivamente distrutta come Sodoma & Gomorra, si penso’ di sottoporre al test un’altra categoria che aveva avuto noie con la trasmissione di malattie: i tossicomani.
Si trovo’(guarda che caso) che tantissimi tra di loro risultavano positivi al test per l’HIV. Si disse che era perche’ si scambiavano le siringhe.

Si scateno’ la bagarre. I peccatori erano perseguitati dalla nuova Piaga d’Egitto. E’ una punizione divina. I giornali dicevano: il 92% di……entro il 1992…….dopo il 92. Il numero novantadue in relazione alla peste del 2000 divento’ cosi’ comune che se chiedevi a qualcuno, alla fine degli anni ’80, in che anno scoppio’ la Rivoluzione Francese, potevi essere sicuro che ti avrebbe risposto 1992.

Nel frattempo alcuni, sempre alla ricerca di gente promiscua per vedere se Dio li avrebbe puniti, penso’ agli Africani Neri. E si scopri’ che le percentuali di positivi al test per HIV tra gli Africani Neri (detti comunemente e correttamente Negri, nei paesi di lingua neolatina) erano simili a quelle riscontrate per le altre categorie di promiscui. I negri non solo erano promiscui, ma non avevano i soldi per i preservativi, un bel problema. Inoltre quel cattivone del papa non voleva proprio che si mettessero quel palloncino attorno al loro creapopoli. Vergogna!

Venne percio’ coniata la nuova categoria multicomprensiva: le famose categorie a rischio.
Si invitarono le categorie a rischio a sottoporsi al test, cosi’ si sarebbe saputo chi era l’untore.
I calvi non vennero invitati.
I negri africani in breve tempo non vennero nemmeno piu’ invitati, tanto sono impestati in quanto negri, e cosi’ si risparmiano soldi che vengono spesi in propaganda.

Qualcuno disse: testiamo tutta la popolazione mondiale.
L’OPPOSIZIONE FU VEEMENTE.
Da una parte era una interferenza insopportabile dei diritti umani della popolazione. Da un’altra uno spreco di denaro, tanto si sapeva oramai che solo le categorie a rischio potevano essere a rischio, visto che, grazie alla propaganda, la pandemia trasmessa dagli omosessuali agli eterosessuali dei paesi sviluppati (e non, ma non negri africani) era stata evitata.
I calvi se la cavarono ancora.

Infatti i calvi non moriranno di AIDS, se non fanno anche allo stesso tempo parte di una categoria a rischio.

Perche’?

Ricapitoliamo.

Se ti ammali facile e non guarisci spessissimo c’e’ il rischio che debba morire presto, per una “malattia” o per l’altra:

E qui scattano le forche logiche.

a) Non fai parte di una categoria a rischio, non hai fatto il test per l’HIV. Percio’ quando muori, sei morto per una o piu’ delle malattie che ti affliggevano perche’ il sistema immunitario non ha fatto il suo dovere in quella occasione, e magari anche in molte altre.
b) Fai parte di una categoria a rischio, percio’ con tutta probabilita’ hai fatto il test per l’HIV. Se risulti positivo NON sei morto per una o piu’ delle malattie che ti affliggevano, ma sei morto di AIDS, perche’ HIV ha aspettato pazientemente anche per una ventina o piu’ di anni, ma poi ti ha reso immunodeficiente e questo ha fatto in modo che non potessi difenderti.

Alternativamente:

a) Non fai parte di una categoria a rischio, non hai fatto il test per l’HIV. Ti sei ammalato perche’ il sistema immunitario non ha fatto il suo dovere in quelle particolari occasioni. Quando grazie alle cure specifiche per quelle malattie guarisci, sei guarito da una o piu’ delle malattie che ti affliggevano, e magari il tuo sistema immunitario fara’ il suo dovere in futuro.
b) Fai parte di una categoria a rischio, percio’ con tutta probabilita’ hai fatto il test per l’HIV. Se risulti positivo NON sei guarito per una o piu’ delle malattie che ti affliggevano, ma se non ti sottoponi a cure costosissime morirai comunque di AIDS, perche’ HIV ha aspettera’ pazientemente anche per una ventina o piu’di anni, ma poi ti ha rendera’ immunodeficiente e questo fara’ in modo che tu non possa difenderti. Quando dovessi anche morire a 150 anni, sara’ l’AIDS a stroncarti, a meno a che non sia per un incidente stradale.

Capito l’inghippo?
Come si fa, senza testare altre categorie o addirittura tutta la popolazione, a capire se le percentuali di positivita’ al test dell’HIV non siano costanti piu’ o meno per tutti e se il nostro deceduto categoria “a)” non sia (Dio non voglia) caduto preda del retrovirus maledetto?
Non si puo’.

L’AIDS e’ una forca logica e non una malattia a meno che non si dimostri il contrario con l'unico mezzo di cui si e' parlato.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
fefochip
Inviato: 9/7/2008 16:40  Aggiornato: 9/7/2008 16:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
diciamo che a "spanne" piu l'organismo è piccolo e piu è veloce
quindi i virus come detto di solito sono velocissimi ,i batteri meno e i funghi ancora di meno (meditate gente meditate eheh)

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 9/7/2008 16:50  Aggiornato: 9/7/2008 16:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
PikeBishop

alla fine non ho capito se sei calvo,omosessuale,negro e tossicomane sei piu a rischio di altri?

molto interessante il tuo post

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Ghilgamesh
Inviato: 9/7/2008 16:50  Aggiornato: 9/7/2008 16:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
"L'AIDS (almeno secondo quanto si sa fin'ora) si trasmette attraverso il sangue, soprattutto negli anni 70 e 80 quando è stata scoperta la sindrome, i tossici si passavano le siringhe, gli omosessuali, così come molti etero, avevano rapporti occasionali, e il preservativo veniva poco usato nei rapporti eterosessuali figuriamoci usare metodi contraccettivi nei rapporti omosessuali"

Faccio notare, che recentemente nei paesi "occidentali" la diffusione dell'AIDS è diminuita ... verrebbe da pensare che informazione e contraccettivi abbiano aiutato.

Invece le malattie veneree sono in aumento!

In base a quanto detto negli anni 80, noi avremmo dovuto essere già tutti morti.


p.s. Come quando le domande le faceva (uno dei pochi che considero più grandi di me ^__^) Kary Mullis, anche adesso tutti quelli che millantano prove, poi spariscono nel nulla.

fefochip
Inviato: 9/7/2008 16:55  Aggiornato: 9/7/2008 16:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Faccio notare, che recentemente nei paesi "occidentali" la diffusione dell'AIDS è diminuita ... verrebbe da pensare che informazione e contraccettivi abbiano aiutato.

Citazione:
Invece le malattie veneree sono in aumento!


magari con tutta questa propaganda si tromba di meno con le "categorie a rischio AIZ"

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Vincent51
Inviato: 9/7/2008 17:00  Aggiornato: 9/7/2008 17:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/7/2006
Da: Barcelona
Inviati: 326
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
@gunny5
Citazione:
Rispondendo anche a un altro utente che afferma che un virus può rimanere latente per anni: può essere vero ma, che io sappia (e qui invito chiunque sia più preparato di me sull'argomento), nel momento in cui un virus entra in contatto con la "vittima" di turno il periodo di incubazione è sempre brevissimo, nell'ordine di giorni...


E' vero quello che dici, ma per quanto riguarda l'HIV si parla di "sintomi da sieroconversione" che appaiono in media dopo 4-6 settimane dal contagio, e non in tutti casi. Non si tratta ovviamente della fase cosiddetta "conclamata" è il corpo che reagisce all'ingresso del virus.
Questi sintomi da quello che ho letto durano 1 settimana circa, dopodichè il virus rimane "latente" come avete già spiegato.
Pensa anche al test Anti-HIV che non è in grado di rilevare gli anticorpi p24 prima di 3-6 mesi, idem per i test contro il VHC (Epatite) che dovrebbero essere effettuati non prima di 6 mesi dall'eventuale contagio per dare risultati affidabili...

rrronny
Inviato: 9/7/2008 17:05  Aggiornato: 9/7/2008 17:05
So tutto
Iscritto: 12/5/2008
Da:
Inviati: 10
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Io mi riferivo a periodo di incubazione in generale.

In particolare, per i virus, il primo che mi viene in mente e' il papilloma:
http://www.prevenzionetumori.it/archivio/archivio_text.php?cat_id=560&pos=

Gli esempi sono innumerevoli.

Se si legge con pacatezza il mio precedente commento, non traspare una mia netta propensione per uno dei due punti di vista (antitetici).
Magari (leggi probabilmente), come spesso accade, la verita' sta in mezzo.
Il complottismo et similia non li sopporto.

Noto, infine, che si parla molto a vanvera in questa discussione.

Roberto

gunny5
Inviato: 9/7/2008 17:07  Aggiornato: 9/7/2008 17:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/6/2006
Da:
Inviati: 55
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
nessuno ha mai dimostrato che i retrovirus esistono; nè si capisce bene a cosa servano

Servono come qualsiasi altro essere vivente, ossia a se stessi e alla perdurazione della propria specie


In rete ho letto articoli (mi spiace ma non ricordo dove... magari qualcuno lo sa...) in cui si dice che i retrovirus sono stati teorizzati negli anni 50/60 perché i ricercatori di allora avevano notato queste modificazioni del RNA e non sapevano spiegarsene il motivo e hanno pensato che solo un qualche tipo di virus potesse fare quelle cose...

20 o 30 anni dopo i ricercatori, con mezzi e conoscenze più avanzate, hanno capito che le modificazioni del RNA erano, in qualche modo, una cosa naturale del nostro organismo sbattendo, di fatto, i retrovirus tra le bufale del XX secolo...

Ora, se i retrovirus non esistono l'HIV cos'è?

P.S.: Thibault, spiegami una cosa visto che un po' te ne intendi...dal momento che un virus può avere svariate modificazioni cellulari può anche diventare invisibile anche al più potente microscopio elettronico? Solo così si potrebbe spiegare il fatto che non siano mai riusciti a fotografarlo...

Kolza
Inviato: 9/7/2008 17:08  Aggiornato: 9/7/2008 17:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Sul test per l'individuazione dell'epatite, il termine è stato ridotto a 4 mesi, visto che in caso di tatuaggio o intervento odontoiatrico, esiste un bando dalle donazioni di sangue di tale durata...

Saludos
Kolza

PikeBishop
Inviato: 9/7/2008 17:14  Aggiornato: 9/7/2008 17:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Noto, infine, che si parla molto a vanvera in questa discussione.

Specialmente da parte di chi parla di negazionismo (ma dove l'avevamo gia' sentita? Qualche testa di scodella, magari? Scatteranno le pene sancite dalle leggi razziali/anti-diffamatorie/proteggichiagnieffotti ora anche per i "negazionisti" dell'AIDS?) che fa rima, naturalmente, con gomploddismo.

Bravi. Dalle parole d'ordine vi riconosceremo...

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
rrronny
Inviato: 9/7/2008 17:18  Aggiornato: 9/7/2008 17:18
So tutto
Iscritto: 12/5/2008
Da:
Inviati: 10
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Guarda che stai prendendo abbagli.
Leggi un po' qui...
http://spertejo.splinder.com/post/17507334/Censura+Preventiva++2

Ghilgamesh
Inviato: 9/7/2008 17:22  Aggiornato: 9/7/2008 17:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
@rrronny

"Noto, infine, che si parla molto a vanvera in questa discussione."

Tipo chi parla di PROVE conclamate della relazione tra HIV eAIDS senza poi portarle?

L'ho notato anche io!


fefochip
Inviato: 9/7/2008 17:27  Aggiornato: 9/7/2008 17:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
rrronny
riguardo al tuo link anche se da quello che ho capito tu volevi sottolineare
l'incubazione però....
inizia con un roboante :
"Un virus molto comune, che si trasmette prevalentemente per via sessuale è la causa del 99,7% di casi di tumore al collo dell'utero."
continua con un
"Oggi si ritiene che l'infezione da HPV sia una delle più comuni malattie sessualmente trasmesse"
cazzo sembra la fine ...
poi
"Detto questo, non tutte le donne con infezione da HPV svilupperanno il tumore"
ahhhh
"Gioca un ruolo importante la predisposizione genetica che non è però prevenibile"
e quindi ?
pure le sigarette ,le pentole antiaderenti ,l'amianto ecc pare abbiano un ruolo ma non sono "causa necessaria e sufficente" del tumore

Citazione:
Noto, infine, che si parla molto a vanvera in questa discussione.

non so se vuoi fare qualche precisazione in merito invece che una critca generica e sgradevole ...
mi pare che il link da te segnalato parli (ma inevitabilemente) a vanvera del papilloma virus il quale per diretta ammissione del link stesso ipotizza una relazione tra papilloma e tumore ma cosi nel mondo delle ipotesi ...delle suggestioni.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
rrronny
Inviato: 9/7/2008 17:38  Aggiornato: 9/7/2008 17:38
So tutto
Iscritto: 12/5/2008
Da:
Inviati: 10
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Senti, forse non ci capiamo.
Il link doveva essere una (NON la) prova del fatto che esistessero virus con periodi di incubazione di anni. NULLA piu'.

"I papilloma virus sono una famiglia di agenti infettanti capaci di causare trasformazioni del DNA delle cellule del collo dell'utero e quindi tumori. Questi virus possono rimanere in incubazione da pochi giorni ad anni e questo rende complicato individuarne la presenza."

harvey
Inviato: 9/7/2008 17:54  Aggiornato: 9/7/2008 17:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 339
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
L'argomento è interessante, ma meriterebbe una trattazione più decente che non quest'articolo scritto con i piedi (Mazzucco: il sito è tuo e prendi le decisioni che vuoi, però non credo che in home fino ad oggi sia mai stato pubblicato niente di più sciatto), pieno di confusione e inesattezze. E non dovrebbe essere lasciato in mano a degli irresponsabili.
Lo stesso Duesberg si vergognerebbe, se vedesse cosa sta avvenendo qui.

figura
Inviato: 9/7/2008 17:57  Aggiornato: 9/7/2008 17:57
So tutto
Iscritto: 6/2/2008
Da:
Inviati: 22
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Ragazzi,
è inutile girarci attorno.
La medicina è un fallimento.
Non ha nulla a che fare con la salute dell'uomo. E' solo un business.
Niente di più.

Mi vien da ridere a pensare ai costi delle cure per le malattie infettive e cancerogene.
Apparte il fatto che per cancro, tumori e aids (tanto per dirne alcuni) non esistono delle vere cure.
Ci sono dei metodi che "qualche" volta funzionano e spesso no.

Ma se anche funzionassero sempre, è logico che per guarire da un tumore devo spendere in media 300000€?

Questo non è vero progresso, anche perchè alla fine si salverebbe solo chi c'ha i soldi.

Ogni hanno lo stato italiano sborsa 100 miliardi di euro solo per le cure ai nuovi malati di cancro dei quali solo una piccolissima parte ne troverà giovamento.

A questo punto dico una cosa banale giusto per provocare:
Ma con tutti sti soldi invece di aiutare quattro gatti qui in italia, si cercasse di salvare migliaia di bambini africani che ogni giorno muoiono di fame, quante vite si salverebbero in piu?

Insomma ad essere cinici si puo dire che con gli sprechi della medicina ci si salverebbe molte piu persone di quante se ne guarisce.

In una società utopica la medicina di adesso sarebbe una barzelleta, ma anche in quella reale non scherza.

L'uomo sta meglio rispetto a 100 anni fa perchè mangia meglio e ha un igene migliore.
Non centra nulla la medicina.

Ognuno deve essere medico di se stesso.

ciao a tutti.

fefochip
Inviato: 9/7/2008 18:17  Aggiornato: 9/7/2008 18:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
rrronny

se rileggi il mio post precedente noterai che ho scritto che avevo capito che il tuo intento linkando quella pagina era quello di riferirsi al discorso dell'incubazione dei virus....ma
mi pare sei tu che non capisci me quando commentando la posizione irrazionale del link (che è poi la visione della medicina ufficiale) l'accusavo (il imnk non te) di vaneggiamenti .(i motivi sempre nel post prima)
proseguo dicendo che visto che hai affermato che si parla a vanvera in questo tread ti esortavo a puntare il dito verso il vaneggiamento specifico e non verso tutto il tread in cui sono presente anche io che non ritengo (per la mia parte) di vaneggiare.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 9/7/2008 18:34  Aggiornato: 9/7/2008 18:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Insomma ad essere cinici si puo dire che con gli sprechi della medicina ci si salverebbe molte piu persone di quante se ne guarisce.

io mi spingo piu in là citando articoli di giornali (basati su studi) usciti prima in america poi in italia che dicono che la prima causa di morte sono gli errori medici ...prima ancora degli incidenti domestici (strano eh?), dei morti sulle strade e quelli sul lavoro ancora in posizione piu lontana (strano anche questo eh?)
se si curasse l'essenziale sicuramente ci sarebbero socialmente piu benefici che altro e con i soldi risparmiati si potrebbero fare tante cose ....

Citazione:
L'uomo sta meglio rispetto a 100 anni fa perchè mangia meglio e ha un igene migliore. Non centra nulla la medicina.


beh che mangi meglio non so ....forse ti riferisci al fatto che sicuramente l'approvigionamento di cibo per molti occidentali è diventato cosa semplice e abbondante (non vogliamo parlare del africa no?) ma riguardo alla qualità ..non sono convinto.
per quanto riguarda l'igene a mio parere quella personale è solo una mezza presa per il culo visto che la maggior parte sono cose inutili (deodoranti ,saponi profumati,cremine ,cremette )e il sapone c'era pure 100 anni fa... la cosa veramente discriminante sono le FOGNE ovvero la differenziazione dell'acqua che bevi rispetto a quella dove caghi (vedi india ...gange calcutta ecc)

pure le case e il riscaldamento generano un opportunità di vita piu consona alle persone deboli che invece di morire campano tranquillamente

si le vere cose che salvano l'uomo non sono certo le aspirine ....
anche l'antibiotico se da una parte èstata una rivoluzione dall'altra ci stanno tornando a boomerang una serie di batteri antibioticoresistenti che fanno paura...

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
LogorRoico
Inviato: 9/7/2008 18:41  Aggiornato: 9/7/2008 18:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2008
Da:
Inviati: 85
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Ok, l'articolo è quello che è...ma prendiamo spunto dall'argomento trattato.
L'AIDS è una sindrome, non una malattia, un insieme di sintomi quindi.

Avete mai visto un malato di AIDS?
E' un malato particolare, che ha sintomi, segni e disturbi ben definiti e chiari, tutti riconducibili proprio ad una immunodeficienza, acquisita, nel senso che non è congenita.
Anche dal punto di vista ematologico, TUTTI i malati di AIDS hanno un profilo identico.
I farmaci utilizzati hanno effetto, oggi si muore molto raramente di AIDS. Ma oggi, fino a pochi anni fa si moriva, tanto.

L'AIDS quindi esiste.

C'è una malattia, naturalmente c'è una causa, forse è un virus, esistono dei farmaci che in effetti migliorano (perlomeno) il decorso della malattia. Io mi fermerei qui.

La causa dell'AIDS?
E chi lo sa...

Sembra un virus...

Di certo in tutte le persone che presentavano quei sintomi, è stato isolato un agente causale poi definito come VIRUS per le sue caratteristiche (poi detto HIV).
Molte delle tecniche di identificazione del virus forniscono risultati contrastanti (forse da questo trae origine la leggenda del virus inesistente), ad esempio alcuni esami evidenziano parti del virus nel 50% dei sieropositivi, altri in percentuali ancora minori...oppure la PCR, tecnica molto sofisticata ed utilizzatissima in laboratorio, se da un lato evidenzia presenza di RNA virale in TUTTI i malati di AIDS, dall'altro è un esame influenzabile da troppi fattori, anche ambientali e caratterizzato da falsi positivi.

Io ho una mia idea: probabilmente la malattia (che esiste eccome!) è causata da un virus sconosciuto (chiamiamolo HIV per comodità) o da un insieme di virus interagenti tra loro.

Ma non devo scoprire io la causa della malattia...
Ora tocca a chi fa la ricerca.

fefochip
Inviato: 9/7/2008 18:55  Aggiornato: 9/7/2008 19:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Ma non devo scoprire io la causa della malattia... Ora tocca a chi fa la ricerca.


gli stessi che fanno ricerca purtroppo sono chi fa le statistiche e le interpreta ,gli studi di efficacia,la produzione di farmaci ecc

insomma per dirla in politichese c'è un incolmabile conflitto di interessi

e l'olio di lorenzo (anche se purtroppo finita male recentemente) è una storia di quanto invece si può fare anche da soli

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
PikeBishop
Inviato: 9/7/2008 19:19  Aggiornato: 9/7/2008 19:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Grazie a LogorRoico per averci rivelato che tutto quello che tutti ci dicono sull'AIDS e' vero perche' .... ma perche' lo dicono tutti, che cazzo (immaginate che l'abbia detto con la bocca a trombetta di Bill Hicks, che si sballi in Paradiso per l'eternita').
Citazione:
L'AIDS è una sindrome, non una malattia

Prendiamo diligentemente nota.
Citazione:
Avete mai visto un malato di AIDS?

Io si. Due. Sembravano affetti da tubercolosi o da cirrosi epatica e vattelapesca, ma, siccome erano drogati e sieropositivi, ovviamente avevano l'AIDS, che diamine, lo sanno tutti.
Citazione:
c'è una causa

Stringente. Tutto ha una causa, e tutto un fine, tranne la salsiccia che ne ha due.
Citazione:
forse è un virus

Non sarebbe stato piu' o meno puntualmente scientifico se si fosse parlato di influssi lunari o di mefitiche esalazioni o magari di mal aria, concorderete.
Citazione:
esistono dei farmaci che in effetti migliorano (perlomeno) il decorso della malattia

Cosi' ci dicono, ma bisogna tenere in considerazione che le danno a gente che ancora non sta male, ma e' sieropositiva e col raffreddore, magari.
Citazione:
Di certo in tutte le persone che presentavano quei sintomi

Falso. I sintomi sono delle malattie diverse e non sono TUTTE le persone che hanno malattie ad essere testate, ma solo le bibliche CATEGORIE A RISCHIO.
Citazione:
è stato isolato un agente causale poi definito come VIRUS per le sue caratteristiche (poi detto HIV)

Falso. E' stato isolato un PRESUNTO agente PRESENTE in percentuale significativa definito come RETROVIRUS, categoria che sembra non sia mai esistita, in realta'.
Citazione:
forse da questo trae origine la leggenda del virus inesistente

Falso. Leggi sopra.
Citazione:
Io ho una mia idea:

Sentiamo.
Citazione:
probabilmente la malattia (che esiste eccome!)

HAI!!!! Abbiamo diligentemente notato prima che: "L'AIDS è una sindrome, non una malattia". Era un tuo alter ego a dirlo?
Citazione:
è causata da un virus sconosciuto

Un'idea tanto originale da essere sconvolgente! Un Virus!
Citazione:
Ora tocca a chi fa la ricerca.

Avranno debitamente annotato anche loro.

Io lascerei la parola a GoatBoy

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Mande
Inviato: 9/7/2008 19:22  Aggiornato: 9/7/2008 19:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1301
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
All'inizio erano gli omosessuali...
poi i drogati...
gli africani...

La macchina per cercare l'hiv però sembra rallentare. I casi diminuiscono. Come giustamente suggeriva Pikebishop cosa si fa in questi casi?
Si aumenta il numero di persone da sottoporre al test.
Non più giovani dai comportamenti "deviati". Oggi le vittime designate dell'aids sono le "sane" coppie eterosessuali over 40. Parte la massiccia campagna terroristica da parte della "informazione".
Repubblica
Citazione:

E così si scopre che aumenta l'età dei sieropositivi: in un caso su sei sono gli "over 40" che si infettano con rapporti occasionali non protetti. E l'epilogo di solito è questo: non fanno il test e finiscono per contagiare, senza volere, il partner.
.........
Antonella d'Arminio Monforte, ordinario di malattie infettive dell'Università di Milano, sottolinea come, oltre a crescere l'età dei sieropositivi, aumenti soprattutto la via di trasmissione eterosessuale.
.........
Si stima che in totale nel nostro Paese le persone affette da Hiv siano 75-80mila, di cui la metà non sa di esserlo.

Aspetto con frenesia di conoscere la prossima categoria a rischio per la quale è necessario il test.

redna
Inviato: 9/7/2008 19:23  Aggiornato: 9/7/2008 19:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
LogoRroico

citazione
C'è una malattia, naturalmente c'è una causa, forse è un virus, esistono dei farmaci che in effetti migliorano (perlomeno) il decorso della malattia. Io mi fermerei qui.
----

C'è una malattia d cui non si sa la causa FORSE è un virus....E'interessante notare che si fanno i farmaci per le malattie senza saperne la causa. Mi chiedo su quali basi possono curare...
Se esitono farmaci che in effetti migliorano il decorso su quali basi sono stati 'creati'?(il tipico : 'ndo cojo cojo...che poi è la base della medicina attuale).


E invece io non mi fermerei. Perchè è da qui che parte il tutto, invece.
E i 'furbi' sempre di più si ringalluzziscono.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
blackbart
Inviato: 9/7/2008 19:30  Aggiornato: 9/7/2008 19:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/10/2007
Da:
Inviati: 1224
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Tipo chi parla di PROVE conclamate della relazione tra HIV e AIDS senza poi portarle?

Però non abbiamo nemmeno le PROVE che non esistano relazioni tra il virus HIV e immuno-deficienze assortite: cioè bisognerebbe ANCHE dimostrare che essere sieropositivi ai test HIV e soffrire di AIDS siano eventi scorrelati cioè INDIPENDENTI.
Ma il fatto che l'immuno deficienza possa presentarsi in assenza di HIV e viceversa non significa affatto che le due patologie siano statisticamente scorrelate.

Anche fumare due pacchetti di sigarette al giorno non provoca NECESSARIAMENTE il tumore ai polmoni e, viceversa, c'è chi si ammala senza aver mai fumato; tuttavia nessuno, oggi, può mettere in discussione il fatto che ESISTA una discreta correlazione tra fumatori e tumore ai polmoni.

Tornando al nostro:

Chi risulta positivo ai test HIV ha le stesse probabilità di contrarre l'AIDS di chi è negativo? Se viceversa la sieropositività implica una maggior probabilità di soffrire di immuno-deficienze in futuro allora ESISTE una relazione tra HIV e AIDS.

rekit
Inviato: 9/7/2008 19:38  Aggiornato: 9/7/2008 20:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
AUTORIMOSSO


-pregherei solo un po meno leggerezza e saccenza su un argomento cosi controverso-grazie

PikeBishop
Inviato: 9/7/2008 19:59  Aggiornato: 9/7/2008 20:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Chi risulta positivo ai test HIV ha le stesse probabilità di contrarre l'AIDS di chi è negativo? Se viceversa la sieropositività implica una maggior probabilità di soffrire di immuno-deficienze in futuro allora ESISTE una relazione tra HIV e AIDS.

Bravo. E' esattamente il dato che nessuno vuol far realmente sapere: la vulgata recita che se hai l'HIV ti beccherai l'AIDS. Se non l'hai beccato ancora lo beccherai piu' tardi, se non muori prima per qualcosa di non correlabile al sistema immunitario.
Al che la domanda spontanea e' proprio quella: che percentuale si ammala?

Ma e' una purtroppo una domanda inutile per due motivi 1) Tutti si ammalano e muoiono prima o poi: se sei sieropositivo e muori di polmonite hai l'AIDS ma se non lo sei sei morto di polmonite e questo inficia un po' la domanda 2) Con 30 anni di incubazione (supposta) ogni discorso del genere e' inutile.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
PikeBishop
Inviato: 9/7/2008 20:03  Aggiornato: 9/7/2008 20:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Spero che non accada mai, ma se un giorno il vostro dottore vi dicesse che avete una di queste due malattie che gli rispondereste?

IMPOSSIBILE.
Io non avro' l'AIDS, perche' non ho fatto il test HIV. Non l'avro' mai a meno che non faccia il test e risulti positivo. Potro anche morire come un cane di qualsiasi altra malattia, ma non sara' catalogata come AIDS.

I tumori esistono, li puoi vedere con i tuoi occhi: chi ha detto il contrario? Mi e' sfuggita, questa...

EDIT

Citazione:
fa parte di una setta di medici corrotti dalla Bayern che a sua volta e' stata finanziata dai nazisti, a loro volta alimentati dai Bush! vero....?

Certo che sei Acutissimo, Preparatissimo, Bravissimo, Debunkerissimo, insomma.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
fefochip
Inviato: 9/7/2008 20:26  Aggiornato: 9/7/2008 20:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
I tumori esistono, li puoi vedere con i tuoi occhi: chi ha detto il contrario? Mi e' sfuggita, questa...

credo facciano riferimento agli argomenti che ho portato io in merito ....

comuque a proposito di tumori visti con i propri occhi ....qualcuno li ha mai visti ?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
PikeBishop
Inviato: 9/7/2008 20:42  Aggiornato: 9/7/2008 20:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
...qualcuno li ha mai visti ?

Si. Ma andiamo totalmente fuori tema.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
focussino
Inviato: 9/7/2008 20:47  Aggiornato: 9/7/2008 20:47
So tutto
Iscritto: 22/9/2006
Da: (TN)
Inviati: 23
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Maccio Capatonda insegna:è un virus pazzeeeeeesco
che porta con se un solo sintomo: la FEBBRA (con due B)

molti medici sono servi delle industrie, vedi farmaci anoressizzanti prescritti a gente con BMI < 25 cioè non in sovrappeso
oppure farmaci contro il colesterolo(si è passati da 300 a 180 come limite max in dieci anni)
antidepressivi perchè si è tristi o benzodiazepine perchè il ragazzo ha l'esame della patente
antibiotici per mal di gola o per placche BIANCHE (cioè virali mentre quelle gialle sono batteriche)
e ce ne sarebbero esempi
sono un farmacista e ne vedo tutti i di...

Redazione
Inviato: 9/7/2008 20:49  Aggiornato: 9/7/2008 20:49
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
HARVEY: Sono perfettamente d'accordo con te (una volta tanto). Ma l'articolo è stato votato dagli utenti, quindi o rispetto le loro scelte, oppure tolgo il sistema di votazione. (La seconda è la più probabile).

rekit
Inviato: 9/7/2008 20:50  Aggiornato: 9/7/2008 20:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Pikebishop, sul contenuto del mio messaggio puoi leggere l'edit che ho fatto prima di leggere la tua risposta.....

ma questo:
"Certo che sei Acutissimo, Preparatissimo, Bravissimo, Debunkerissimo, insomma"

mi fa cadere le palle.

Acutissimo: forse.
Preparatissimo:Leggo LC da due anni,....insomma.....ci mancherebbe anche non lo fossi.
Bravissimo:a far cosa scusa?.....
Debunkerissimo:ehhh, si! faccio parte del 12esimo reggimento 4to plotone del suo sconfinato esercito di infiltrati.

Leggo su questo sito quel tipo di frasi sempre piu spesso....e ti diro' che cominciano ad annoiarmi....
sono un pirla qualunque, come tanti qua dentro, che quando ha un'opinione o parere li vuole esprimere.anche se discordante.punto.

casomai sono normalissimo.

LogorRoico
Inviato: 9/7/2008 20:54  Aggiornato: 9/7/2008 20:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2008
Da:
Inviati: 85
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
redna Citazione:
E'interessante notare che si fanno i farmaci per le malattie senza saperne la causa. Mi chiedo su quali basi possono curare...

Su basi sintomatiche e teoriche, come per tante malattie gravi e poco conosciute (tra le quali il cancro).
Base sintomatica: il malato di AIDS ha diverse patologie concomitanti che lo invalidano e rendono difficoltose molte attività quotidiane. La terapia sintomatica aiuta a vivere meglio e sopportare certi disturbi.
Base teorica: Sembra che il virus HIV sia un retrovirus, dei farmaci antivirali procurano la regressione di vari sintomi ed il miglioramento del quadro immunologico. Statisticamente, assumento quei farmaci hai dei benefici, anche importanti.
Se statisticamente con certe sostanze, stai meglio e se soprattutto non hai altra scelta, ti curi con quelle sostanze.

Ribadisco che oggi si muore molto di meno di AIDS.
Fermo restando che ognuno di noi è libero di rifiutare una cura.

fefochip Citazione:
a proposito di tumori visti con i propri occhi ....qualcuno li ha mai visti ?

Tanti. Che poi il termine tumore è troppo generico...

PikeBishop
Inviato: 9/7/2008 20:55  Aggiornato: 9/7/2008 20:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
mi fa cadere le palle.

Sono d'accordo, era scadente, ma anche la tua, scusa...

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
PikeBishop
Inviato: 9/7/2008 21:08  Aggiornato: 9/7/2008 21:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Ribadisco che oggi si muore molto di meno di AIDS.

Dipende dalle catalogazioni. Se le bibliche categorie a rischio muoiono di piu' di cancro, per esempio (e viste le cure non stupirebbe) o di overdose, ecco che la gente (ma sono sempre loro, quelli testati) muore di AIDS molto meno, perche' muoiono per cause che non possono essere catalogate come provocate da immunodeficienza. E' squisitamente una questione semantica, sempre che le cifre lo dimostrino veramente - a me pare una leggenda per avvalorare la vendita di farmaci ndo coio coio, ma magari mi sbaglio. In ogni caso la questione non cambia di una virgola, e' fallacia "a priori": il fatto che l'immunodeficienza (che si ha tutte le volte che ci si ammala) si dica acquisita perche' si fa parte di una categoria "a rischio" e' un ragionamento circolare in cui la conclusione e' gia' inclusa nella premessa e viceversa. Non se ne esce.

Non so se sono riuscito a spiegare bene di cosa sto parlando, ma e' un elefante in salotto, non c'era finche' non si impara a vederlo. E' un trucco logico da quattro soldi, niente di piu', e piu' e' semplice, piu' e' efficace, come qualsiasi prestidigitatore dilettante puo' confermare.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
redna
Inviato: 9/7/2008 21:23  Aggiornato: 9/7/2008 21:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
LogoRroico
citazione
Su basi sintomatiche e teoriche, come per tante malattie gravi e poco conosciute (tra le quali il cancro).
Base sintomatica: il malato di AIDS ha diverse patologie concomitanti che lo invalidano e rendono difficoltose molte attività quotidiane. La terapia sintomatica aiuta a vivere meglio e sopportare certi disturbi.
Base teorica: Sembra che il virus HIV sia un retrovirus, dei farmaci antivirali procurano la regressione di vari sintomi ed il miglioramento del quadro immunologico. Statisticamente, assumento quei farmaci hai dei benefici, anche importanti.
Se statisticamente con certe sostanze, stai meglio e se soprattutto non hai altra scelta, ti curi con quelle sostanze.

Ribadisco che oggi si muore molto di meno di AIDS.
----

Le basi sintomatiche e teoriche che cosa sono?
Si trovano diversi medici e stabiliscono le BASI sintomatche e teoriche. Le case farmaceutiche trovano il miscuglio miracoloso (che toglie i sintomi, NON che cura....e tolti i sintomi si arriva che l'organismo non capisce più 'na mazza....) e il tutto si spaccia come CURA quando NON lo può essere perchè NON se ne conosce la CAUSA.

Se il virus HIV è un retrovirus sai che cosa me ne importa? ma che tolgano il sintomo è chiaro, altrimenti si direbbe che non fa nulla, ma non credo che ci sia un miglioramento del quadro immunologico.Se l'organismo non ha di per se l'immunità nessuno altro gliela può dare.
La statistica ci vuole appunto sia per le teorie mediche per i farmaci.E'sempre su base statistica che si fa il tutto. Se diversi muoiono ma altri guariscono dei morti a nessuno importa nulla, in compenso si fa un gran can can delle 'guarigioni' (..pur non sapendono la causa...)

Non è che non si ha scelta (ma poi dici che ognuno è libero di curarsi o meno...falso, non è vero...)
è solo che spacciando il tutto come malattia 'dei pervertiti' allora entra in gioco anche il senso di colpa, fattore decisivo sia per i medici che per le case farmaceutiche.

Insomma visto che non si conosce l'origine dell'aids sarebbe più salutare andare a lourdes ....che curarsi nella maniera attuale.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Forgil
Inviato: 9/7/2008 21:35  Aggiornato: 9/7/2008 21:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/8/2006
Da: Villa Bacilla
Inviati: 211
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Base teorica: Sembra che il virus HIV sia un retrovirus, dei farmaci antivirali procurano la regressione di vari sintomi ed il miglioramento del quadro immunologico. Statisticamente, assumento quei farmaci hai dei benefici, anche importanti. Se statisticamente con certe sostanze, stai meglio e se soprattutto non hai altra scelta, ti curi con quelle sostanze.


Beh, a dire la verità la regolazione della terapia per l'hiv normalmente in uso non si basa sul miglioramento dei sintomi del paziente, ma sull'abbassamento del titolo virale nel sangue. Nel momento in cui si usano test molecolari per individuare le componenti virali, e queste sono individuate da anticorpi specifici, è un po' difficile dire che il virus non c'è.
Credo che ci sia confusione tra "latenza" e "incubazione": l'incubazione è quella che segue immediatamente il contagio e l'esordio dei primi sintomi, la latenza è uno stato in cui il virus è inattivo ma vivo (in poche parole non si replica) in qualche distretto dell'organismo.
Per esempio: l'herpes labiale si prende, ci viene un bucciolone sul labbro (pieno di virus che si moltiplicano), poi il virus migra lungo le terminazioni nervose e si ferma nei gangli dei nervi. Qui sta buono buono anche per anni, finchè un'infreddatura, l'influenza, la moglie noiosa causano uno stress che permette al virus di ritornare a fare il bucciolone.

"Le uniche idee a cui abbiamo diritto sono quelle che mettiamo in pratica" informazione alternativa peacereporter
Thibault
Inviato: 9/7/2008 21:39  Aggiornato: 9/7/2008 21:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Un mondo folle
Inviati: 343
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
P.S.: Thibault, spiegami una cosa visto che un po' te ne intendi...dal momento che un virus può avere svariate modificazioni cellulari può anche diventare invisibile anche al più potente microscopio elettronico? Solo così si potrebbe spiegare il fatto che non siano mai riusciti a fotografarlo...


Al di là delle mutazioni cellulari (?) di un virus, se fosse così facile individuare un virus i vari test clinici ai pazienti che li fanno a fare? una goccia di sangue, un microscopio elettronico, un campione della settimana enigmistica (specialità augazzate la vista) e la diagnosi è fatta...

Riguardo all'AIDS che non esiste, non credo sia così difficile: due si ammalano di polmonite, uno ha l'AIDS... Può essere che dei due è quello con un numero di leucociti di molti inferiori alla norma?
Non è che se noto una categoria di persone più incline ad ammalarsi per una certa malattia sono razzista. Se dico che c'è una malattia genetica che colpisce gli ebrei sefarditi sono antisemita per caso?

E' una tranquilla notte di regime
blackbart
Inviato: 9/7/2008 21:45  Aggiornato: 9/7/2008 21:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/10/2007
Da:
Inviati: 1224
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Pikebishop:

Citazione:
Io non avro' l'AIDS, perche' non ho fatto il test HIV. Non l'avro' mai a meno che non faccia il test e risulti positivo. Potro anche morire come un cane di qualsiasi altra malattia, ma non sara' catalogata come AIDS.


Che io non sia immortale
nessuno me lo può dimostrare.


Quindi l'Aids non esiste.
Purtroppo pare una di quelle "esagerazioni" (non uso altri termini per non apparire provocatorio) il cui unico effetto è quello di mandare in vacca qualsiasi discorso serio.

Da quello che sostieni (?) sembrerebbe che ogni malattia potrebbe essere riconducibile o addirittura definita come AIDS!
In realtà l'immuno-deficienza denominata AIDS, per quanto gli effetti siano eterogenei, è caratterizzata da una progressiva riduzione dei linfociti T: questo fatto è sufficiente non solo a identificare con buona approssimazione un malato di AIDS (indipendentemente dal test HIV) ma addirittura monitorare lo stato di avanzamento della malattia stessa.
Di certo sarebbe impossibile scambiare una bronco-polmonite per AIDS!

Quindi l'AIDS non solo esiste ma è definibile, identificabile e anche misurabile.

Il cosiddetto test HIV è invece quasi duale perchè ricerca la presenza di particolari anticorpi molto prima che si manifestino (se si manifestano) le patologie legate all'AIDS.

Quindi ripeto la domanda (specificandola meglio):

La probabilità che una persona mostri l'AIDS è maggiore in una persona risultata sieropositiva al test HIV rispetto a una che, pur avendo fatto i test, è sempre risultata negativa?

Forgil
Inviato: 9/7/2008 22:15  Aggiornato: 10/7/2008 11:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/8/2006
Da: Villa Bacilla
Inviati: 211
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
La probabilità che una persona mostri l'AIDS è maggiore in una persona risultata sieropositiva al test HIV rispetto a una che, pur avendo fatto i test, è sempre risultata negativa?


Allora, considera che se si risulta negativi a test ripetuti regolarmente le probabilità sono 3:
1) Non c'è nessun virus
2)Il virus ha titoli talmente bassi da non suscitare risposta anticorpale (per sieropositivo infatti intendiamo chi ha anticorpi virus-specifici). Questa seconda possibilità è abbastanza inverosimile, perchè il nostro sistema immunitario è fatto apposta per produrre anticorpi ultraspecifici anche in risposta a dosi minime di antigene.
3)Il virus non esprime l'antigene usato nel test. Quando è sfiga è sfiga, e comunque nel test sono usati antigeni riconosciuti come fissi, elementi che non possono mutare senza danni al virus stesso.

Risultare sieronegativi con AIDS è impossibile, a meno che la sindrome da immunodeficienza non sia mimata da altre carenze del sistema immunitario.

Altro caso: Sieropositivo che non sviluppa AIDS.
Alcune persone hanno una resistenza intrinseca al virus, dovuta alla mancanza della proteina di membrana cellulare che il virus usa per attaccarsi alla cellula.
Oppure: resistenza dovuta a fattori non identificati, tra cui magari virus meno aggressivo.

Comunque il caso clinico eccezionale scapperà fuori sempre, così come l'errore di laboratorio.

In sintesi, la risposta alla tua domanda è si.
Anche perchè, altrimenti, nessuno darebbe la pensione d'invalidità a bambini nati sieropositivi.

"Le uniche idee a cui abbiamo diritto sono quelle che mettiamo in pratica" informazione alternativa peacereporter
PikeBishop
Inviato: 9/7/2008 22:33  Aggiornato: 9/7/2008 22:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
In realtà l'immuno-deficienza denominata AIDS, per quanto gli effetti siano eterogenei, è caratterizzata da una progressiva riduzione dei linfociti T: questo fatto è sufficiente non solo a identificare con buona approssimazione un malato di AIDS (indipendentemente dal test HIV) ma addirittura monitorare lo stato di avanzamento della malattia stessa.

Quindi mi stai vendendo il concetto che la progressiva riduzione dei linfociti T e' portata solo dall'AIDS e cioe' il sistema immunitario (ed in particolare i linfociti T) funziona progressivamente meno perche' si ha un virus (o retrovirus) che specificatamente lo fa funzionare meno. Prove, di grazia?
Mi stai a dire che l'unica ragione provata per cui i linfociti T dovrebbero ridursi progressivamente e' il retrovirus (qualsiasi cosa sia) HIV?
Cosa c'entra la bronco-polmonite? O meglio, i malati di Aids non muoiono di bronco-polmonite forse? Mi stai dicendo che e' provato che solo quelli sono positivi al test hanno progressivamente meno linfociti T? Su che basi statistiche e' stato provato, comparando dati di categorie non testate?

...

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
blackbart
Inviato: 9/7/2008 22:37  Aggiornato: 9/7/2008 22:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/10/2007
Da:
Inviati: 1224
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Grazie Forgil per la risposta!

Ma allora come interpretare articoli che iniziano così:

L’AIDS non esiste. Non esiste prova della connessione tra sieropositività e sviluppo delle immuno deficienze tipiche di questa malattia?

Perchè se esiste una correlazione tra test HIV (ovvero sieropositività) e AIDS - tu addirittura ricordi che avere l'AIDS e non essere sieropositivi è quasi impossibile! - allora c'è anche una "connessione" (termine scientificamente infelice: sarebbe meglio correlazione).
A meno che, procedendo per assurdo, non si dimostri che la risposta (dedotta da analisi statistiche) alla domanda del mio post precedente sia:

la probabilità di "ammalarsi di AIDS" (intesa come progressiva riduzione dei Linfociti T) è indipendente dall'essere risultati positivi o negativi al test dell'HIV.

Il che ovviamente è una emerita stronzata perchè nessuno ha mai pubblicato una simile statistica.

PikeBishop
Inviato: 9/7/2008 22:38  Aggiornato: 9/7/2008 22:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Risultare sieronegativi con AIDS è impossibile

E anche tautologico, percio' non fa testo.
Citazione:
In sintesi, la risposta alla tua domanda è si.

Pero' dalle premesse non si capisce. Inoltre in che percentuale? Ed in che percentuale le categorie a rischio risultano positive o negative? In che percentuale gli altri (mi rendo conto che questa e' una domanda impossibile, ma l'asino casca proprio qui: se la malattia e' cosi' un problema, perche' non vengono fatti test a tutti?)

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Forgil
Inviato: 9/7/2008 22:57  Aggiornato: 9/7/2008 22:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/8/2006
Da: Villa Bacilla
Inviati: 211
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Blackbart, non so che dirti, io studio per diventare medico e non so quali vantaggi comporti negare l'esistenza di un virus, l'unico vantaggio per me sarebbe meno roba da studiare!!!

Pike: hai ragione, in medicina nulla è impossibile. Correggo: è estremamente improbabile.
Per le percentuali che chiedi, non troverai risposte per motivi molto semplici: non tutte le persone delle categorie a rischio si sottopongono al test, la stessa idea di categorie a rischio è secondo me sbagliata: se un gay usa il preservativo e un eroinomane usa solo siringhe sterili, escono dal conto.
La percentuale di persone sieropositive non curate che sviluppano aids entro 8 anni è di circa 80% (a quanto ricordo dal libro).
I test non vengono fatti obbligatoriamente per quasi nessuna malattia non congenita, perchè il problema della malattia è considerato (erroneamente) appannaggio esclusivo del malato. Varrebbe la stessa cosa per la mammografia e i tumori, rendere gli screening obbligatori. Soltanto che il tumore può venire a chiunque (fino a prova contraria), mentre se non faccio certe cose l'hiv io non me lo prendo.
Piccolo spunto di riflessione: in svezia lo screening x il cancro è obbligatorio, chi non lo fa viene prima richiamato e poi multato. Serve a alleggerire le spese del sistema sanitario e a prevenire tanti morti.

"Le uniche idee a cui abbiamo diritto sono quelle che mettiamo in pratica" informazione alternativa peacereporter
blackbart
Inviato: 9/7/2008 22:58  Aggiornato: 9/7/2008 22:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/10/2007
Da:
Inviati: 1224
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Pikebishop:

Citazione:
E anche tautologico, percio' non fa testo.


Non conosci il significato del termine "tautologico" oppure non hai capito esattamente di cosa si stia parlando.

Riassumiamo brevemente:
Essere sieropositivi e avere l'AIDS sono fatti diversi sebbene, secondo le statistiche, correlati.
Oltre a non essere una tautologia non è neppure una equivalenza perchè, come ha ricordato Forgil, è possibile essere sieropositivi e non avere l'AIDS.

Citazione:
se la malattia e' cosi' un problema, perche' non vengono fatti test a tutti?


Ma perchè, fortunatamente, è ancora un diritto non essere sottoposti a cure mediche o a test!

UTO
Inviato: 9/7/2008 23:00  Aggiornato: 9/7/2008 23:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/10/2005
Da: Finalmente a CASA
Inviati: 65
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Concordo pienamente con quanto affermato da Harvey e mi stupisco che nessuno, moderatore compreso, abbia fatto notare che nell'area Forum ci sia un tread specifico in cui l'argomento e' stato sviscerato e discusso per mesi fino allo stallo.
Capisco la democrazia ma allora conveniva spostare tutto il tread dall'area forum alla home page in modo da evitare un misero (senza offesa) doppione.
Visto che in sporadici casi gli articoli degli utenti non hanno ricevuto l'onore della home page per analogia con precedenti articoli dalla carta stampata, suppongo che in questo caso si tratti di una semplice distrazione dovuta alla calura estiva...

blackbart
Inviato: 9/7/2008 23:01  Aggiornato: 9/7/2008 23:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/10/2007
Da:
Inviati: 1224
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
se un gay usa il preservativo e un eroinomane usa solo siringhe sterili, escono dal conto.


Viceversa ci sono quelli che:

giuro che era l'unica volta che sono andato con una puttana e mi sono scordato di mettere il preservativo..

Forgil
Inviato: 9/7/2008 23:10  Aggiornato: 9/7/2008 23:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/8/2006
Da: Villa Bacilla
Inviati: 211
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Pike, non è per discutere, ma aids sta per sindrome, che non è solo un aspetto particolare della malattia come la riduzione dei linfociti Th CD4+ (che sono specificamente ridotti perchè è in queste cellule particolari che il virus si localizza e riproduce), ovvero quelli che ci aiutano contro i batteri extracellulari e i funghi, ma l'intero quadro clinico, con comparsa di tumori rari e un sacco di altre grane.
Ovviamente hiv non è la sola causa della riduzione in numero e efficienza dei Th CD4+, ma le altre cause si chiamano leucemie o linfomi o malttie ereditarie.

Uto, hai ragione, ma leggersi discussioni andate avanti 10 pagine con link annessi a volte è pesante..

Blackbart: è esattamente questo il punto, le categorie a rischio, dopo che il papà di casa si è "distratto" un attimo, non esistono più!

"Le uniche idee a cui abbiamo diritto sono quelle che mettiamo in pratica" informazione alternativa peacereporter
LogorRoico
Inviato: 9/7/2008 23:19  Aggiornato: 9/7/2008 23:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2008
Da:
Inviati: 85
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
il fatto che l'immunodeficienza (che si ha tutte le volte che ci si ammala)

Non è vero, saremmo tutti morti, l'uomo esiste proprio perchè davanti ad una patologia è capace di una risposta immunitaria imponente e velocissima...se sei immunocompromesso e ti ammali, sopravvivi a stento (se riesci sempre...).

Citazione:
si dica acquisita perche' si fa parte di una categoria "a rischio" e' un ragionamento circolare

No, si dice "acquisita" perchè non è congenita ed è causata da un evento estraneo (un virus in questo caso...), esistono decine di malattie che comportano immunodeficienza ma non è acquisita perchè si tratta di una conseguenza della malattia primaria...

Pyter
Inviato: 9/7/2008 23:35  Aggiornato: 9/7/2008 23:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Nome del virus :
Si discute dal 1948 per trovargli un nome adeguato.

Caratteristiche :
Mutazione genetica continua, azione da retrovirus.

Periodo incubazione :
da uno a cinque anni, a seconda dell'organismo ospite.

Sintomi :
AIDS - Acquisizione Immunità e Deficienza Semi-congenita

Comportamento :
Stabile, sia quando aumentano i linfociti che quando aumentano i leucociti.

Test laboratorio :
Cambiamento del colore, i linfociti tendono a spostarsi a sinistra, si possono occasionalmente trasformare in leucociti pur rimanendo a sinistra.Intervenire con rimpasto.

Probabile cura :
Prevenire.Controllo continuo del numero cellulare per intercettare movimenti virus.

Precauzioni :
Non voltare mai le spalle a un RETRO-Virus.

Localizzazione :
E' stato isolato, fotografato e anche filmato.

Ambiente :
Convive con un virus gemellato, che risulta innocuo, chiamato Virus Ombra.

Punti deboli :
Per attaccare un organismo sano devono prima riunirsi tutti assieme.

Frasi famose Virus :
L'unione fa la forca.
Tutti per ano, ano per tutti!
I medici sono le metastasi dei Virus.Ci vorrebbe il napalm!





Sessualità: si riproduce solo in ambienti comodi e lussuosi a temperatura ambiente.Quando i linfociti sono più numerosi e si spostano a destra i virus attaccano gli omosessuali i rom e i leucociti del sud.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Redazione
Inviato: 9/7/2008 23:42  Aggiornato: 9/7/2008 23:43
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
UTO: "Visto che in sporadici casi gli articoli degli utenti non hanno ricevuto l'onore della home page"

Sbagli. Tutti gli articoli finora votati sono sempre stati pubblicati.

Comunque sia, non è il caso di farne qui una discussione. Il dibattito che ne è uscito è serio, e questo è quello che conta.

UTO
Inviato: 10/7/2008 0:03  Aggiornato: 10/7/2008 0:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/10/2005
Da: Finalmente a CASA
Inviati: 65
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
RIMOSSO:

Ti avevo detto di evitare di discuterne in home.

Se hai qualcosa da dirmi, usa i PM.

M.M.

cherubino
Inviato: 10/7/2008 0:49  Aggiornato: 10/7/2008 0:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
PYTER: Lollissimo!


etrnlchild
Inviato: 10/7/2008 1:11  Aggiornato: 10/7/2008 1:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Kary Mullis, premio nobel per la chimica (1993) per l'invenzione della PCR (polymerase chain reaction) e' gia' qualche annetto che dice che non c'e' correlazione tra virus HIV e AIDS.
Cioe' non e' mai stato dimostrato che il virus HIV provoca l' AIDS.
Qui una sua intervista

Citazione del Dr. Luc Montagnier, scopritore dell' HIV, Istituto Pasteur Parigi, (Miami Heral 23 Dic 1990) "Ci sono troppe imperfezioni nella teoria che L' HIV causi L' AIDS"

In Africa pure quelli che muoiono per un colpo di machete li fanno risultare morti per AIDS...


EDIT:
Qui un'articolo di Mullis sulla questione.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
Polidoro
Inviato: 10/7/2008 1:16  Aggiornato: 10/7/2008 1:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/4/2005
Da:
Inviati: 488
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
L’AIDS non è un grosso problema. Regredisce rapidamente con il succo di tre/quattro limoni al giorno e una dieta rigorosamente vegetariana, meglio con qualche giorno di digiuno.

E’ un Virus mandato da Dio per punire i peccatori, i sodomiti e i drogati.
Infatti AIDS significa Aiuti (il Dottor Aiuti): da qui il detto: che Dio ti Aiuti ! (se hai l’aids)
Se non ce l’hai (l’AIDS) è lo stesso: c’è sempre bisogno di Aiuto.
Non si è mai sentito dire: Che Dio NON ti Aiuti !

Io amo molto queste sigle che in poche lettere condensano grossi saperi scientifici che per noi semplici umani sono inattinggibili (ho detto bene “inattinggibili ?): AIDS, SARS .. etc.

Non mi è piaciuta molto la Mucca Pazza perché non aveva un acronimo (si dice acronimo ? ) decente: Mucca Pazza sembrava uno scherzo, non era un bel nome: sembrava una cosa da Indiani tipo “Toro infuriato”.
I prioni invece si: mi sembravano dei terribili extra terrestri, i PRIONI.

La SARS è stata splendida ma, purtroppo, di breve durata. So di persone che hanno ucciso inutilmente i propri polli per evitare l’orrenda peste … ma poi, stranamente, non è successo nulla.. Si, ogni tanto trovavano trovavano qualche nana morta in giro ma niente di più.
Anche qualche cigno, povere bestie.

Mi sono sempre domandato che fine hanno fatto tutte le tonnellate di TAMIFLU’ che hanno comprato in America e in Italia !
L’avranno bevuto di nascosto tutti quei ministri che sembrano eterni (anche se qualcuno mi sembra ultimamente un po’ troppo gonfio) ?
E pensare che era un prodotto eccezionale, non uccideva i virus ma li distraeva e così questi venivano facilmente espulsi insieme alle feci !

Una volta ho anche letto che un Premio Nobel, un certo Linus Pauling, era strasicuro che la vitamina C in alte dosi può (poteva?) curare tutti i mali, anche il cancro.
Secondo me era un cretino anche lui, anche se Nobile: come si fa a curare il cancro con una cosa che costa così poco ? Non capiva nulla anche se gli avevano dato DUE premi Nobel, forse perché gliene avanzava uno, chissà.

Io, francamente, non so più cosa credere: un aereo sbatte su un grattacielo e, puf, lo fa cadere in un mucchio di polvere, manco fosse fatto di mattoni (io so invece che sono fatti di acciaio bello grosso).
Se me lo avessero raccontato non ci avrei creduto, però l’ho visto, le autorità hanno detto che era così e ci devo credere, le Autorità sanno più di me.

Ora voi dite che l’AIDS non esiste, è un imbroglio, che lo ha detto anche un altro premio NOBEL, KARY B. MULLIS.
Lui ha detto:
Tutto quello che dicono non sta in piedi perché non sono mai riusciti a isolare questo HIV, hanno diffuso micrografie del virus che poi si sono rivelate false o artefatti. E’ un continuo balletto di contraddizioni, dati inventati, statistiche improbabili, convegni e conferenze che non portano a niente, solo a una girandola di bugie e a un mare di soldi, generando paure che sono molto più diffuse e dannose della stessa epidemia. E’ una cosa che trovo estremamente stupida con le persone che intanto continuano a morire a causa delle cure velenose che gli propinano e dalle quali le industrie chimiche e farmaceutiche ricavano un mare di profitti.
Si, come cittadino statunitense ritengo assurdo che debba contribuire con le mie tasse a finanziare le pseudo ricerche di questi cialtroni. Mi sembra che fino ad ora gli abbiamo dato decine di bilioni di dollari”.


Che sia stupido anche Lui come quel Pauling?

Io, beh, speriamo che me la cavo !

"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuovi orizzonti ma nell'avere nuovi occhi." Marcel Proust
etrnlchild
Inviato: 10/7/2008 1:25  Aggiornato: 10/7/2008 1:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Ora voi dite che l’AIDS non esiste, è un imbroglio, che lo ha detto anche un altro premio NOBEL, KARY B. MULLIS.

Mullis non ha detto che non esiste. Ha detto che non c' e' un documento scientifico che dimostrata la correlazione tra HIV e AIDS, e' ben diverso...

L' articolo che stiamo commentando pone la questione in modo errato dicendo che l' AIDS non esiste, trattando la questione in maniera un po' superficiale.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
alfridus
Inviato: 10/7/2008 2:31  Aggiornato: 10/7/2008 2:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/4/2007
Da: Lugoj, Romania
Inviati: 120
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
@ Cassandra:
Stai sparando in aria, mia cara...
Cito:
...mi è sempre parso strano ... che l'abbiano inventato per spremere quattrini ai poveri anziché ai ricchi...
...mia teoria è che abbiano fatto qualche esperimento o vaccinazione che è poi sfuggita di mano...

Gli esperimenti li hanno fatti ... Ma sulle popolazioni dei Paesi ricchi.
Quando sono passati a quelli poveri, non gliene importava un accidente che si curassero: gli interessava solo la 'defertilizzazione' delle donne, cioé la loro STERILIZZAZIONE chimica; per ottenere la de-popolazione, cioé il BLOCCO DELLE NASCITE!

Se ancora non è chiaro, ti prego, rileggi l'articolo con attenzione... fino in fondo; e segui anche solo qualche link, a caso...

Un po' di Malox ti sarà utile per il voltastomaco.
Auguri!

doct.alfridus
--------------------------------------
...se il Padreterno ci ha creati a sua immagine e somiglianza... bhe', c'e' da rifletterci!

[ Andiamo sempre più giù, più giù... Qualcuno deve aver tirata la catena! ]
alfridus
Inviato: 10/7/2008 7:02  Aggiornato: 10/7/2008 7:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/4/2007
Da: Lugoj, Romania
Inviati: 120
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
@ Redazione:
Attenzione!
Il link principale cui l'articolo fa riferimento (quello a http://onestamente.wordpress.com),

riporta ad un articolo postato dalla Redazione di LuogoComune il 4.11.2007, con il titolo Farmageddon: la guerra globale contro le donne

Davvero non comprendo come un collage di scopiazzature in giro abbia potuto superare il giudizio e la critica dei lettori...

Alla faccia di OnestaMente!

doct.alfridus
--------------------------------------
...se il Padreterno ci ha creati a sua immagine e somiglianza... bhe', c'e' da rifletterci!

[ Andiamo sempre più giù, più giù... Qualcuno deve aver tirata la catena! ]
Ghilgamesh
Inviato: 10/7/2008 9:22  Aggiornato: 10/7/2008 9:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
"Però non abbiamo nemmeno le PROVE che non esistano relazioni tra il virus HIV e immuno-deficienze assortite: cioè bisognerebbe ANCHE dimostrare che essere sieropositivi ai test HIV e soffrire di AIDS siano eventi scorrelati cioè INDIPENDENTI.
Ma il fatto che l'immuno deficienza possa presentarsi in assenza di HIV e viceversa non significa affatto che le due patologie siano statisticamente scorrelate."

Perdonami, ma non sono io a dover dimostrare che gli elefanti rosa non esistono, devono farlo chi sostiene esistano.

Rober Gallo ha detto (e secondo qualcuno qui) che esiste questa relazione fra HIV eAIDS!

Dove sono le prove?

Rober Gallo, non ha risposto e manco i qui presenti.

Per i fumatori, premesso che non ci vuole un genio a capire che, buttandosi fumo nei polmoni, bene bene non ti fa, ci sono fior di studi, puoi farne anche uno in casa con un pezzo di polmone di manzo, una bottiglia e una sigaretta ... fai passare il fumo attraverso il pezzo di polmone e vedi come si riduce.


p.s. Anche io trovo l'articolo non molto preciso, sicuramente non ai livelli del sito ... ma credo abbia dato il "La" a una bella discussione e questo è fondamentale.

redna
Inviato: 10/7/2008 10:54  Aggiornato: 10/7/2008 10:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Ma il fatto che l'immuno deficienza possa presentarsi in assenza di HIV e viceversa non significa affatto che le due patologie siano statisticamente scorrelate."
----

Nello stesso tempo NON si va a vedere perchè l'organismo fatto in maniera di essere immune da molteplici malattie improvvisamente si ritrova senza questa copertura.
I vaccini fatti fin da piccoli (quando l'organismo non è ancora del tutto formato...) non hanno la loro parte? e allora chiamiamo le cose col loro nome e non troviamone di folkloristici solo per dire una cosa: la medicina chimica attuale ha rotto il giocattolo (l'organismo umano...) e non è più capace di ricomporlo.
Si mettono toppe, ma ormai il vestito è stato logorato....
si fanno congetture, ma il cevello in un organismo malato non ragiona più di tanto....

Se il lanciatore di coltelli di coltelli cinese si chiama: 'ndo cojo cojo....l'assistente del lanciatore di coltelli si chiama: son tuta n'tajo......E questa la dice lunga su come ci vogliono ridurre!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Forgil
Inviato: 10/7/2008 11:00  Aggiornato: 10/7/2008 11:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/8/2006
Da: Villa Bacilla
Inviati: 211
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Vorrei far presente che l'intervista di Mullis è del 1994. 14 anni fa. E l'articolo è di un libro tradotto in italiano nel 2000, 8 anni fa.

Citazione:
Ma gli anticorpi contro determinati virus erano sempre stati considerati segno di malattie precedenti non di malattie in corso. Gli anticorpi indicavano che il virus era stato sconfitto, e il paziente era salvo.


Secondo quest'affermazione, gli anticorpi si formano dopo la sconfitta del virus. Che senso ha, visto che servono a sconfiggerlo? e poi di anticorpi ce ne sono ben nove tipi, tra classi e sottoclassi, alcuni si formano all'inizio dell'infezione e altri in fase di risoluzione.
Riguardo al fatto degli anticorpi ereditati dalla madre che determinano sieropositività al test: ripeto, la terapia attuale (HAART, non più la sola AZT che causava anemie) si basa sulla valutazione del titolo virale, non si inizia la terapia perchè si è solo sieropositivi. Non si saprebbe neanche con che dosi iniziare e come andare avanti. Oltretutto questo esempio presuppone che la madre sia sieropositiva sana (non sana che sta bene, ma guarita). Non si può dimostrare qualcosa partendo dall'eccezione fortunata.

La famigerata relazione. Qui si pretende che un retrovirus si comporti per ogni persona sempre nello stesso modo, che le carenze immunitarie prodotte sfocino tutte nella stessa malattia, che le persone infette si accorgano subito di esserlo e entrino allegramente inquadrate in trial clinici, che tali trial riescano perfettamente e che alla fine tutti i parenti dei deceduti diano autorizzazione per l'autopsia e analisi, e a questo punto qualcuno di quelli ancora vivi si sentirà dire : ma questo trial non è preciso, è tutta una bufala, il fatto che tu ti sia preso polmoniti da funghi, encefaliti, tumori, non dipende dal virus che non esiste, ma da tutte le medicine che ti hanno dato i medici!
Se a una donna sieropositiva viene un tumore all'utero si dice che è AIDS: questo è falso, se il titolo virale è sotto soglia e la conta dei CD4 è buona, è "solo" un tumore.
Potrebbe essere "solo" un tumore anche in una persona con AIDS conclamato, ma a questo punto non fa differenza, rimane un tumore.

il problema della relazione è che quando si trova una persona sieropositiva, non si aspetta che si ammali di AIDS per poi dire "Ecco la relazione!", di solito si cerca di non farla ammalare. A questo punto sentire tanta gente che dice che la relazione non c'è mi fa ben sperare sui progressi delle terapie.
Resta il fatto che la stragrande maggioranza delle persone che non si vogliono curare, generalmente non vanno neanche a farsi seguire dai medici, e la morte da AIDS è accertata in sede autoptica.
Questi rientrano nelle statistiche dei "morti per AIDS", e non nei trial clinici. Ovviamente è più attaccabile la statistica che non il trial.

"Le uniche idee a cui abbiamo diritto sono quelle che mettiamo in pratica" informazione alternativa peacereporter
Forgil
Inviato: 10/7/2008 11:39  Aggiornato: 10/7/2008 11:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/8/2006
Da: Villa Bacilla
Inviati: 211
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Nello stesso tempo NON si va a vedere perchè l'organismo fatto in maniera di essere immune da molteplici malattie improvvisamente si ritrova senza questa copertura.


In realtà l'organismo è fatto in modo da essere resistententissimo, ma certe bestiacce come un retrovirus che prospera nel sistema immunitario lo manda in tilt. Non è che siamo progettati per resistere a tutto, e poi i virus cambiano più velocemente rispetto ai nostri tempi di adattamento. Vedi te il virus dell'influenza: com'è che quasi tutti gli anni sto con la febbre a 39, non basterebbe una volta sola?

Citazione:
I vaccini fatti fin da piccoli (quando l'organismo non è ancora del tutto formato...) non hanno la loro parte?


La faccenda dei vaccini: i vaccini si limitano a stimolare il sistema immunitario verso un antigene specifico. Le varie storie di adiuvanti e solventi dannosi, di cause farmaceutiche disposte a tutto, di vaccini attenuati che si riattivano, pur essendo reali problemi, non cambiano il punto di fondo, ovvero che l'uomo cerca di difendersi dai microbi. Io non faccio il vaccino contro l'influenza, è abbastanza inutile, ma consiglio il vaccino contro l'hpv a chiunque. Se non ci fossero stati tutti gli studi sugli anticorpi, si avrebbero ancora casi di malattia emolitica del neonato, quella dovuta alle differenze di rh, mentre adesso basta una puntura alla mamma e il bimbo successivo non rischierà nulla.
L'organismo di un bambino di 1 anno può ricevere un vaccino come può prendersi una malattia. Solo che difficilmente si muore con un vaccino, mentre la febbre alta in bimbi piccoli può dare problemi seri.

Tornando alla faccenda dell'AIDS, non riusciamo a eliminarlo dall'organismo perchè una volta che produco gli antcorpi (atc, fo prima) contro l'ag (antigene) prodotto al momento dal virus, stecco le cellule e i virus con quell'ag. Però intanto si sono prodotte mutazioni e ci sono nuovi gruppi di virus con ag diverso, allora io riprendo a produrre atc, insomma inseguo le farfalle. In pratica è lo stesso sistema immunitario a selezionare altri cloni di virus con ag diversi. E questo è anche il problema del vaccino, trovare proteine prodotte sempre uguali con cui immunizzarci. Dico proteine, non costituenti qualsiasi della capsula del virus come polisaccaridi, usati nei test molecolari, perchè solo le proteine (fatte con gli amminoacidi) possono darci immunità duratura, a parte rare eccezioni.

"Le uniche idee a cui abbiamo diritto sono quelle che mettiamo in pratica" informazione alternativa peacereporter
nicoem
Inviato: 10/7/2008 14:46  Aggiornato: 10/7/2008 14:46
So tutto
Iscritto: 26/3/2008
Da:
Inviati: 4
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
SIAMO UN PO' SUPERFICIALOTTI SU QUESTI ARGOMENTI!!!!
OVVERO QUALCUNO NON E' IN GRADO MINIMANMENTE DI AFFRONTARLI PER OVVIE LIMITAZIONI TECNICO SCIENTIFICHE DI CERTO NON E' QUESTO UN FOURM PER ESPERTI MA A MIO AVVISO PER UMILTA' SECONDO ME PIU' DI QUALCUNO DOVREBBE LIMITARSI AD ACOLTARE PIU' CHE FARE ANNUNCI E COMMENTI PERBOLICI ED INSENSATI SPECIALMENTE SE NON ADEGUATAMENTE SUPPORTATI. L' INFORMAZIONE SCIENTIFICA SI BASE SU PRECISE LINEE GUIDA E PROCEDURE PER ESSERE CONSIDERATA ATTENDIBILE.
CHI E' DEL MESTIERE SICURAMENTE HA CAPITO A COSA MI STO RIFERENDO.
PERO' SE DOBBIAMO FARE I PROTAGONISTI....

mc
Inviato: 10/7/2008 14:58  Aggiornato: 10/7/2008 14:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
L'organismo di un bambino di 1 anno può ricevere un vaccino come può prendersi una malattia. Solo che difficilmente si muore con un vaccino, mentre la febbre alta in bimbi piccoli può dare problemi seri.

Interessante paragone tra "Morti per Vaccino Nulle" e "Febbre Alta e Problemi Seri":
Il paragone o lo fai sulla Morte per entrambi i casi o lo fai sui Problemi seri.

Anche perche' la motivazione principali per evitare i vaccini (soprattutto ai neonati) e' rappresentata da "Problemi Seri".


Morti per febbre alta, invece? Hai i dati ?

Citazione:
L'organismo di un bambino di 1 anno può ricevere un vaccino come può prendersi una malattia.

Cos'e' questa castroneria?

1) Il vaccino lo prendi ma puoi evitarlo, la malattia la puoi contrarre in base al caso. La scelta di rischiare nel caso del vaccino e' legata ad una scelta, nel caso della malattia alla casualita'. Cio' non depone a svantaggio della seconda perche', per fortuna, siamo in una societa' in cui le malattie (quelle per cui si viene vaccinati) non esistono praticamente piu' (e non grazie ai vaccini come si vorrebbe far intendere ma grazie ad un livello piu' alto di igiene diffusa).
Per cui basti fare una statistica delle probabilita' dei danni da "mercurio e alluminio" contenuti nei vaccini e una statistica dei casi, chesso', di difterite in Italia... e confrontarli.
Non esistono statistiche fatte sui vaccini direttamente ma sulle sostanze nocive contenute in essi, c'e' una chiara documentazione che ne attesta la pericolosita'.
Da un lato la mancanza di informazioni sui vaccini e dall'altro documentazione di nocivita': non e' che la prima annulli la seconda. Per cui... C'e' un buon margine per tirare le proprie conclusioni.

2) Non confondiamo HPV somministrato non obbligatoriamente e su individui gia' di 9-12 e fino a 16 anni di eta' a robaccia somministrata a 3 mesi di eta'. E bisogna, anche, distinguere che il rischio di danno c'e' comunque (alluminio), ma chi riceve e' un po' piu' adulto e piu' "pesante" il che' abbassa il rischio (la somministrazione andrebbe fatta per peso e non con dosi generiche...).

3)Citazione:
Le varie storie di adiuvanti e solventi dannosi, di cause farmaceutiche disposte a tutto, di vaccini attenuati che si riattivano, pur essendo reali problemi, non cambiano il punto di fondo, ovvero che l'uomo cerca di difendersi dai microbi.

Se la matematica non e' una opinione ... il "punto di fondo" cambia ... cambia eccome.

mc

Ghilgamesh
Inviato: 10/7/2008 15:35  Aggiornato: 10/7/2008 15:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
"L' INFORMAZIONE SCIENTIFICA SI BASE SU PRECISE LINEE GUIDA E PROCEDURE PER ESSERE CONSIDERATA ATTENDIBILE."

E quando qualcuno chiede: In base a cosa avete fatto queste linee guida?

In genere le persone scappano!


Tu sai dircelo che relazione PROVATA c'è tra HIV e AIDS?
(ed ecco che scappa hgghg)

redna
Inviato: 10/7/2008 15:53  Aggiornato: 10/7/2008 16:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Forgil

citazione

L'organismo di un bambino di 1 anno può ricevere un vaccino come può prendersi una malattia. Solo che difficilmente si muore con un vaccino, mentre la febbre alta in bimbi piccoli può dare problemi seri.
----

Il primo vaccino si fa a TRE MESI....
E non capisco nemmeno come si possa dire che un vaccino equivale ad una malattia.
Nella malattia appunto il sistema immnitario reagisce, col vaccino no.
Conosco dei genitorei che hanno avuto DUE BAMBINI morti per un vaccino e altri che hanno avuto una figlia morta di encefalite per il vaccino del morbillo.
Se queste cose sono in nome della scienza.Tenetevela per voi. grazie.

La febbra alta l'hanno avuta tutti i bambini per crescere e forse anche voi che pensate che faccia male.
Prima dei vaccini si viveva e meglio.

Tornando all'aids non si può debellare perchè NON si sa che cosa potrebbe essere.
Punto.



nicoem

la salute è di tutti e non solo degli addetti alla sanità e delle case farmaceutiche.
Qui non si tratta di macchine ma di esserei umani.
...e ele linee guida per chi sono?per i malati o per voi? che per caso qualcuno non vada sulla strada giusta....mi raccomando....

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
blackbart
Inviato: 10/7/2008 16:36  Aggiornato: 10/7/2008 16:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/10/2007
Da:
Inviati: 1224
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
non sono io a dover dimostrare che gli elefanti rosa non esistono, devono farlo chi sostiene esistano.

Un classico. Lo stesso giochetto si può fare con tutto: dovete dimostrarmi che la terra non è cava, dovete dimostrarmi che la luce del frigo si spegne quando chiudo la porta, dovete dimostrarmi.., dovete..

Se vogliamo essere im-parziali le prove dovrebbe ANCHE postarle chi ha scritto l'articolo oppure, al limite, fornire un link dove si verifichi la scorrelazione tra test HIV e AIDS. La cosa non è stata fatta e non è stata fatta perchè sarebbe impossibile visto che tale correlazione è nota da decenni.
E non è nota solo a cricche di "scienziati del complotto" ma a tutte quelle persone, medici e infermieri, che QUOTIDIANAMENTE hanno a che fare con test HIV e malati di AIDS (uomini e donne reali) e che sanno bene che risultare sieropositivi comporta un altissimo rischio di ammalarsi di AIDS (altro che l'AIDS non esiste!).
Poi, semmai, si può spostare il discorso su chi ci lucra e su quale sia l'origine della malattia ma articoli sensazionalistici come questo gettano nel ridicolo l'intero sito.

Prima dei vaccini si viveva e meglio.

E qui, signori, tiro definitivamente la catena del cesso.

Ghilgamesh
Inviato: 10/7/2008 16:57  Aggiornato: 10/7/2008 16:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
"Se vogliamo essere im-parziali le prove dovrebbe ANCHE postarle chi ha scritto l'articolo oppure, al limite, fornire un link dove si verifichi la scorrelazione tra test HIV e AIDS."

Scusami ma parliamo di scienza o di magia?

Mi posti qualcosa che dimostri la scorrelazione tra l'11 settembre e il letargo degli orsi?
(è chiaro chè è una cretinata, ma la tua domanda suona così e mi sento un pò preso in giro)

Gli "scienziati" hanno affermato che esiste una relazione tra HIV e AIDS, chi fa la prima affermazione, deve portare le prove, in ambito scientifico, funziona così.

Una volta postate le prove, potrò valutarle e in caso smentirle ... ma se non ci sono, de che parlamo?

p.s.

Che la terra non sia cava infatti dovresti dimostrarmelo!
Che la luce del frigo si spegne, compri un frigo grosso, togli gli sportelli, ci entri dentro ... chiudi e verifichi. (metodo scientifico)

harvey
Inviato: 10/7/2008 17:10  Aggiornato: 10/7/2008 17:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 339
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Se l'articolo non fosse la ciofeca che è, metterebbe in chiaro subito, onde evitare inutili fraintendimenti, che la correlazione HIV-Aids è tranquillamente ammessa anche dai "dissidenti", Duesberg e Mullis in primis. Ciò che viene messo in dubbio è se la correlazione è appunto una semplice correlazione, oppure se nasconde un effettivo rapporto causale fra le due cose.

blackbart
Inviato: 10/7/2008 17:13  Aggiornato: 10/7/2008 17:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/10/2007
Da:
Inviati: 1224
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Scusami ma parliamo di scienza o di magia?

Opto senza dubbio per la seconda.

Mi posti qualcosa che dimostri la scorrelazione tra l'11 settembre e il letargo degli orsi?
(è chiaro chè è una cretinata, ma la tua domanda suona così e mi sento un pò preso in giro)


Invece potrebbe svilupparsi un thread molto interessante!

Gli "scienziati" hanno affermato che esiste una relazione tra HIV e AIDS, chi fa la prima affermazione, deve portare le prove, in ambito scientifico, funziona così.

Non è che sei tu che devi andartele a cercare.. no.. deve essere lo "scienziato" che deve portartele..
Già un buon inizio sarebbe che andassi a intervistare qualche infermiere che lavora nel reparto malattie infettive.. così per avere un quadro più "reale" della faccenda.

Una volta postate le prove, potrò valutarle e in caso smentirle ... ma se non ci sono, de che parlamo?

Di magia?

Ghilgamesh
Inviato: 10/7/2008 17:15  Aggiornato: 10/7/2008 17:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
"Se l'articolo non fosse la ciofeca che è, metterebbe in chiaro subito, onde evitare inutili fraintendimenti, che la correlazione HIV-Aids è tranquillamente ammessa anche dai "dissidenti", Duesberg e Mullis in primis. Ciò che viene messo in dubbio è se la correlazione è appunto una semplice correlazione, oppure se nasconde un effettivo rapporto causale fra le due cose."

La metto in dubbio io!

Non ho il nobel, ma oltre a vuote parole, per ora non ho letto altro ... qualche dato concreto? Qualche analisi? Famo a fidasse?

Per ora tutti quelli a cui ho fatto sta semplice domanda so scappati ... ti unisci alla festa? ^__^

Ghilgamesh
Inviato: 10/7/2008 17:19  Aggiornato: 10/7/2008 17:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
"Non è che sei tu che devi andartele a cercare.. no.. deve essere lo "scienziato" che deve portartele.. "

Io le ho cercate e NON LE HO TROVATE!
Se sei più bravo, io sono qui che aspetto di leggere.
(ma sospetto aspettero tanto)

"Già un buon inizio sarebbe che andassi a intervistare qualche infermiere che lavora nel reparto malattie infettive.. così per avere un quadro più "reale" della faccenda."

Se mi padre non fosse un infermiere fresco fresco di laurea, ti sarebbe andata meno peggio! ehehe

Loro seguono le procedure, sanno un caxxo di relazioni fra HIV e AIDS, obbediscono.

g_a_b
Inviato: 10/7/2008 18:28  Aggiornato: 10/7/2008 18:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/1/2007
Da:
Inviati: 64
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
HARVEY: Quoto alla grande

Restituiamo alle parole il significato legittimo.....

La correlazione è un concetto matematico ben preciso, ma rientra nella branca della statistica, non in quella della logica matematica.

Ossia, la correlazione non implica l' "implicazione logica" (perdonate la ripetizione necessaria).

Casomai è vero il viceversa.

...come si vadia in cielo e non come vadia il cielo. (Galileo)
Pausania
Inviato: 10/7/2008 18:33  Aggiornato: 10/7/2008 18:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Già un buon inizio sarebbe che andassi a intervistare qualche infermiere che lavora nel reparto malattie infettive.. così per avere un quadro più "reale" della faccenda.

Veramente non è così.

Per dimostrare una cosa, si fanno le prove secondo parametri determinati, si raccolgono dati e si studiano. Dopodiché si pubblicano i risultati della ricerca su una pubblicazione scientifica e si mettono a disposizione della comunità.

Quindi, per trovare la prova, basta sapere autore, titolo dell'articolo, nome della rivista e numero.

Altri metodi non ce ne sono.

redna
Inviato: 10/7/2008 19:12  Aggiornato: 10/7/2008 19:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
blackbart
citazione
Poi, semmai, si può spostare il discorso su chi ci lucra e su quale sia l'origine della malattia ma articoli sensazionalistici come questo gettano nel ridicolo l'intero sito.

---

Non ti pare di essere un momentino categorico?
Articoli sensazionalistici come questo NON gettano nulla, anzi forse è proprio la volta buona che il sito ne trae vantaggio perchè la discussione è del tutto genuina

Poi tira pure la catena del cesso.Probabilmente lo puoi fare perchè non pensi a tanti bambini che con i vaccini hanno rimesso la pelle e le famiglie il resto della vita a rimpiangerli...
La catena del cesso è il caso di tirarla altrove...dopo che hai trovato chi gettare nella fognatura

harvey
ma sta luce dov'è che la porti?
Oltre che a parlare di cioffeca non parli....non è che ti ripeti.

gilgamesh
citazione

Loro seguono le procedure, sanno un caxxo di relazioni fra HIV e AIDS, obbediscono
----
Frase semplice e banale nello stesso tempo.
Ma al di la delle parole e dei risultati scientifici è quello che REALMENTE succede.
Poi portate tutte le statistiche che volete e ricamatele.
Ma oltre gli infermieri ci sono anche i primari che ....obbediscono.
A degli 'altri' ovviamente....

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Redazione
Inviato: 10/7/2008 19:34  Aggiornato: 10/7/2008 19:34
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
HARVEY: I tuoi commenti sull'articolo li hai già fatti una volta, non c'è nessun bisogno che tu ti ripeta.

"la correlazione HIV-Aids è tranquillamente ammessa anche dai "dissidenti","

spiegati meglio, perfavore.

peppe75
Inviato: 10/7/2008 19:35  Aggiornato: 10/7/2008 19:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
blackbart:
"Poi, semmai, si può spostare il discorso su chi ci lucra e su quale sia l'origine della malattia ma articoli sensazionalistici come questo gettano nel ridicolo l'intero sito."

Quest'affermazione mi sembra molto scorretta, c'e' chi potrebbe dire lo stesso di 11 settembre, evoluzionismo, JFK e tutti gli altri argomenti che si trattano qui. Se non ti sta bene apri un sito tutto tuo, cosi' puoi decidere arbitrariamente quali argomenti si possono trattare e quali no..

o no?

Redazione
Inviato: 10/7/2008 19:48  Aggiornato: 10/7/2008 19:48
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Evitiamo perfavore la discussione sulla qualità dell'articolo. L'ho già chiesto una volta.

Io come responsabile ho tenuto a sottolineare che è stato votato dagli utenti, e questo è sufficiente.

Quel che conta è la discussione che ne è uscita fuori.

harvey
Inviato: 10/7/2008 19:56  Aggiornato: 10/7/2008 19:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 339
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
"la correlazione HIV-Aids è tranquillamente ammessa anche dai "dissidenti","


Non c'è nessun dubbio che tra i sieropositivi la percentuale di persone che si ammala di una morbo collegabile all'AIDS sia più alta. Ma questo non implica necessariamente un rapporto di tipo causale diretto. Ad esempio, se fosse corretta la tesi di Duesberg secondo cui l'immunodeficienza acquisita è dovuta allo "stile di vita", i gruppi a rischio (drogati e omosessuali promiscui), sono anche quelli che hanno buone probabilità di scambiarsi qualsiasi tipo di virus, compreso l'HIV. Ma non significa che sia l'infezione da HIV a ucciderli.
Aggiungiamo anche la teoria secondo cui sono proprio i farmaci antiretrovirali ad abbassare le difese immunitarie: pure questo spiegherebbe in parte la correlazione, senza attribuire all'HIV un ruolo causale diretto.

P.S. il libro di Duesberg l'ho letto anni fa, e l'avevo trovato piuttosto convincente. Ma credo anche che ormai sia datato, nel senso che negli ultimi anni non mi pare siano emerse prove a favore della "sua" ipotesi (sostanzialmente, droga). Mi rimangono alcune perplessità sulla teoria "ufficiale", perché dubito che l'infezione da Hiv porti necessariamente alla malattia conclamata, ma su queste cose è bene muoversi con i piedi di piombo.

Redna: la luce è in fondo al tunnel. Coraggio.

peppe75
Inviato: 10/7/2008 20:04  Aggiornato: 10/7/2008 20:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
@redazzucco:
non credo la polemica fosse sulla qualita' dell'articolo, ma sull'argomento in generale, che e' ancora peggio, soprattutto perche', come sottolinei tu, e' stato votato dagli utenti..quindi..

Redazione
Inviato: 10/7/2008 20:07  Aggiornato: 10/7/2008 20:08
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
HARVEY: "Non c'è nessun dubbio che tra i sieropositivi la percentuale di persone che si ammala di una morbo collegabile all'AIDS sia più alta."

A me sembra di aver capito che il problema sia proprio il "morbo collegabile all'AIDS". Se l'AIDS "non esiste" (non è definito), che cosa "colleghi"? (Comunque, per me è troppo tardi per entrare nella discussione. Ormai le cose fondamentali sono state dette.)

g_a_b
Inviato: 10/7/2008 20:12  Aggiornato: 10/7/2008 20:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/1/2007
Da:
Inviati: 64
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
"la correlazione HIV-Aids è tranquillamente ammessa anche dai "dissidenti"


Non sono l'avvocato di Harvey ma vorrei dire la mia, visto che poco fa l'ho quotato in merito a questo concetto......

Non ho sotto mano il libro di Duesberg "HIV-il virus inventato" (è in prestito ad un amico...) ma mi sembra di ricordare che l'autore non neghi la correlazione statistica tra "positivi al test HIV" e "sintomatici di AIDS" fatti su volontari dopo la conferenza stampa di Gallo.

La lacuna grave è quella congenita a tutte le statistiche: il prestarsi a distorsioni, sia volontarie che involontarie, a diversi livelli (dall'invenzione brutale di dati, all'ignorare taluni risultati, alla malposizione dell' esperimento rispetto alla teoria che si vuole "dimostrare"......), quindi l'affermazione di Harvey è compatibile con l'artificiosità (secondo me consistente) del legame HIV-AIDS.

Secondo me ciò che sconcerta veramente è (stando a quanto riporta Duesberg) la presenza di vizi di forma nei test e la presenza di distorsioni attive da parte degli esecutori.
Ripeto, tutto ciò in aggiunta all'inattendibilità generale delle statistiche, che purtroppo sembrano essere il cardine della pseudoscienza contemporanea.

...come si vadia in cielo e non come vadia il cielo. (Galileo)
harvey
Inviato: 10/7/2008 20:22  Aggiornato: 10/7/2008 20:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 339
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
A me sembra di aver capito che il problema sia proprio il "morbo collegabile all'AIDS". Se l'AIDS "non esiste" (non è definito), che cosa "colleghi"?


Esiste una lista precisa di malattie che, unitamente alla sieropositività, definiscono l'AIDS: polmonite, tubercolosi, sarcoma di Kaposi etc... Per "morbo collegabile all'AIDS" intendevo semplicemente una di queste malattie. In America anche il cancro dell'utero fa parte della lista, a meno che negli ultimi anni non abbiano aggiornato la lista: l'aver fatto rientrare questa malattia nell'elenco, by the way, è il motivo principale per cui da un certo anno in poi si è parlato molto dell'aumento di incidenza dell'AIDS fra le donne (e l'AIDS ha smesso di essere solo la malattia degli omosessuali). Questo per dire che in effetti con le statistiche si può giocare sporco.

BlSabbatH
Inviato: 10/7/2008 20:27  Aggiornato: 10/7/2008 20:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Io le ho cercate e NON LE HO TROVATE!

beh, basta non scambiare certe fotografie per godzilla o alien..
Citazione:
Ma non significa che sia l'infezione da HIV a ucciderli.
Aggiungiamo anche la teoria secondo cui sono proprio i farmaci antiretrovirali ad abbassare le difese immunitarie: pure questo spiegherebbe in parte la correlazione, senza attribuire all'HIV un ruolo causale diretto.

in effetti non è l'HIV ad "uccidere" l'ammalato, bensì banali polmoniti Per quanto riguarda gli anti-HIV, beh diciamo che non sono il massimo della bontà.. presentano effetti secondari particolarmente tossici, ed è per quello che vengono usati sempre in associazione (es. zidovudina-lamivudina)

Quasi tutti gli anti HIV sono dei finti analoghi nucleosidici che finiscono per inibire la retrotrascrittasi, altro enzima inesistente propagandato dal dottor male..

edit: sulla teoria della diffusione dell'HIV a scopi di controllo demografico.. diciamo pure che a pensar male spesso ci si azzecca

-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
peppe75
Inviato: 10/7/2008 20:34  Aggiornato: 10/7/2008 20:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
..che poi al di la' di discorsi tecnici nel quale dopo un po ti perdi...
con tutti i soldi che un malato di aids porta alle case farmaceutiche e istituti vari, possiamo fidarci del fatto che questa gente cerchi davvero una cura?

se un malato di cancro gli fa guadagnare 200.000 euro e muore, pensiamo che si farebbero sostenitori di un'eventuale cura a buon mercato che costi, diciamo ragionevolmente, 10.000? credi che questa gente possa rinunciare a 190.000 euro pro-malato, solo per il bene dell'umanita' e la cura dei piu' deboli?

io penso di no...

allora significa che il sistema e' tutto sbagliato

redna
Inviato: 10/7/2008 21:37  Aggiornato: 10/7/2008 21:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
peppe75
citazione
se un malato di cancro gli fa guadagnare 200.000 euro e muore, pensiamo che si farebbero sostenitori di un'eventuale cura a buon mercato che costi, diciamo ragionevolmente, 10.000? credi che questa gente possa rinunciare a 190.000 euro pro-malato, solo per il bene dell'umanita' e la cura dei piu' deboli?

io penso di no...

allora significa che il sistema e' tutto sbagliato

----
Io credo che NON l'abbia mai fatto.Pertanto siamo nella norma anche ora.
Casomai,aiutati dalle case farmaceutiche, i medici dicono che hanno salvato i malati.Non capisco come mai ai miracoli non si crede e alla medicina si crede.Specialmente quando NON sa la causa di certe malattie (supposto che di TUTTE le altre lo sappia...) e poi si arriva alla conclusione che si salva la gente.
Se non si torna al concetto originale che dalla casa di cura si DEVE ritornare curati non ne andremo più in fondo.
Infatti proprio nelle case di cura ora si prendono tutte le malattie e in sala operatoria ci sono più virus che in un laboratorio...

Ma dire che il sistema è sbagliato è dire nulla.
Il sistema è stato impostato male. Non si cura. Si tolgono i sintomi.
Per questo ce la siamo sempre cavata da soli, senza macchinari e soldoni e senza qualcuno che per le più piccole cose di salute ti fa sentire il cretino di turno.
Più che fare una sanità migliore ai ragazzi che studiano dovrebbero insegnare medicina e non a far soldi.
Sulla pelle di chi ne ha realmente bisogno ( ma ormai anche 'gratuitamente' su tutti)

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Forgil
Inviato: 10/7/2008 22:02  Aggiornato: 10/7/2008 22:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/8/2006
Da: Villa Bacilla
Inviati: 211
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Intendevo dire che un vaccino (specie se attenuato) non ha sul sistema immunitario del bambino un effetto diverso da quello che ha la malattia. Serve a stimolarlo a produrre anticorpi, ma senza danneggiarlo (a regola). Non era un discorso riferito alla libera scelta di vaccinarsi.

Redna, quelle che mi riporti sono storie tragiche che purtroppo accadono. Ma ti faccio presente che erano più i bambini che morivano di morbillo di quelli che ora muoiono di vaccino. Questo non significa che il vaccino sia assolutamente innocuo, vuol dire correre un rischio, come correre il rischio di non vaccinarsi. La scelta è del singolo, non credo proprio che mandino i carabinieri a casa se non si porta il figlio a fare il vaccino.

Citazione:
Casomai,aiutati dalle case farmaceutiche, i medici dicono che hanno salvato i malati.Non capisco come mai ai miracoli non si crede e alla medicina si crede

Ora, non generalizziamo. Del perchè la gente non crede ai miracoli ti rispondo subito: la speranza uccide.

Citazione:
Il sistema è stato impostato male. Non si cura. Si tolgono i sintomi.

Non si cura quello che non si può o non si sa curare. La leucemia si cura. La TBC si cura. La malaria si cura. E anche se ti togliessero soltanto i sintomi di quello che non si può curare, sarebbe poco?
Citazione:
Più che fare una sanità migliore ai ragazzi che studiano dovrebbero insegnare medicina e non a far soldi

Sinceramente non so dove insegnino a fare soldi, finora ho provato a rivendermi "Le avventure del Linfocita N. Killer" ma non hanno avuto successo... EDIT volevo rimuovere l'ultima frase perchè l'ho presa personale, ma la battuta sui linfociti mi piaceva

"Le uniche idee a cui abbiamo diritto sono quelle che mettiamo in pratica" informazione alternativa peacereporter
redna
Inviato: 10/7/2008 22:27  Aggiornato: 10/7/2008 22:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Forgil
citazione

La scelta è del singolo, non credo proprio che mandino i carabinieri a casa se non si porta il figlio a fare il vaccino.

----

Parli di bambini che si vaccinano ad un anno mentre è a tre mesi che mandano l'avviso della prima vaccinazione...dice che non mandano i carabinieri se non si porta il figlio a far vaccinare ma, rendito conto, che non si può iscrivere a scuola il figlio se non ha fatto le vaccinazione DI LEGGE.
Pertanto se mi dici dove risiede la scelta, te ne sarei grata.

Sinceramente non so dove insegnino a fare soldi, finora ho provato a rivendermi "Le avventure del Linfocita N. Killer" ma non hanno avuto successo...
----

Come in tutte le cose si parte con le migliori intenzioni. Per strada poi non è detto che si tengano tutte.
La mela marcia fa marcire le altre, non viceversa.
Quello che mi sono sempre augurata è che la medicina sia la vera medicina come lo è sempre stata fin dall'antichità relegano il tutto ai sacerdoti perchè la tramandassero. Era così importante che non bisognanva darla in pasto a tutti- Probabilmente è questo l'errore.
Non tutti sono in grado di 'gestirla' e a volte si lasciano prendere la mano(e rimpinguare il portafoglio...) ma il medico condotto di non molti anni fa non aveva la macchina, arrivava in bici, si occupava dei malati e considerava il suo 'lavoro' una missione.
Non ce ne sono più di medici così ma sono stati loro che hanno fatto in modo che fra la gente esissta ancora il senso del medico che cura.Ma le generazioni prossime non sapranno più nulla.Penseranno alle pillole, ai trapianti, agli interventi. Come se il corpo umano cambiasse e fosse un auto da corsa che ogni tanto bisgona cambiare qualche pezzo.

Forgil
se studi medicina è ovvio che pensi che la medicina è giusta così.
Ma non credo sia stata l'idea iniziale e te lo dico, se permetti, perchè dici di credere nei miracoli e nell'aldilà.
Le sofferenze gratuite agli esseri umani neanche la medicina deve permetterle.
E nemmeno se si viene autorizzati a praticare certe cure si è altesì autorizzati a praticare quelle cure.
Altrimenti è meglio lasciar perdere la medicina.
Ce l'hanno sempre fatta tutti a morire anche se senza la medicina ATTUALE.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
blackbart
Inviato: 10/7/2008 22:39  Aggiornato: 10/7/2008 22:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/10/2007
Da:
Inviati: 1224
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Se mi padre non fosse un infermiere fresco fresco di laurea, ti sarebbe andata meno peggio! ehehe

Evidentemente, poichè te l'ho suggerito, conosco infermieri che lavorano da anni e specificamente nel reparto malattie infettive.
Al di là di questo, la tua, non è una risposta.

Loro seguono le procedure, sanno un caxxo di relazioni fra HIV e AIDS, obbediscono.

Senza tanti studi accademici ti diranno che chi risulta sieropositivo al test HIV - "qualunque cosa misuri" - con maggior probabilità svilupperà anche l'AIDS. Ti diranno che quasi nessuno di quelli che sono risultati sieronegativi, a parte le eccezioni che qualcuno ha ricordato, svilupperà l'AIDS.
Ne consegue che la correlazione tra la sieropositività e AIDS esiste.

Per dimostrare una cosa, si fanno le prove secondo parametri determinati, si raccolgono dati e si studiano. Dopodiché si pubblicano i risultati della ricerca su una pubblicazione scientifica e si mettono a disposizione della comunità.

Naturalmente.. ma c'è da chiedersi se questo prezioso consiglio valga per tutti.

non credo la polemica fosse sulla qualita' dell'articolo, ma sull'argomento in generale, che e' ancora peggio, soprattutto perche', come sottolinei tu, e' stato votato dagli utenti..quindi..

Quindi se la magggioranza ha sempre rragione..

------------------------------------------------------------------------------

Qui c'è un bell'esempio di come si possa scrivere un articolo imparziale, realmente divulgativo e che tratti l'argomento in modo semplice ed equilibrato: Duesberg for dummies /1

Forgil
Inviato: 10/7/2008 22:44  Aggiornato: 10/7/2008 22:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/8/2006
Da: Villa Bacilla
Inviati: 211
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Veramente io ho fatto il vaccino contro l'epatite B un anno dopo la norma, e nessuno mi ha impedito di iscrivermi a scuola. Poi se mi dici il contrario, mi fido, ma parlavo per esperienza.

Citazione:
Le sofferenze gratuite agli esseri umani neanche la medicina deve permetterle. E nemmeno se si viene autorizzati a praticare certe cure si è altesì autorizzati a praticare quelle cure.

Sono d'accordo. Però vedi, se io, in scienza e coscienza credo che la cura vada fatta, perchè mi hanno magari fatto il lavaggio del cervello per 6 anni che la cura è necessaria e ne va della vita del malato, io la cura la fo. Magari sbaglio, ma sbaglio sulla base di quello che mi hanno insegnato, e se non facessi così e al paziente capitasse qualcosa sarebbero guai.
Spero che di medici come ai vecchi tempi ne esisteranno ancora, perchè di questo passo ce ne sarà bisogno. E' necessario che si torni al prendersi cura senza lasciar perdere il curare.
Ora fo logout, ridarò un'occhiata domani. buonanotte a tutti

"Le uniche idee a cui abbiamo diritto sono quelle che mettiamo in pratica" informazione alternativa peacereporter
redna
Inviato: 10/7/2008 22:59  Aggiornato: 10/7/2008 22:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Forgil
citazione

Veramente io ho fatto il vaccino contro l'epatite B un anno dopo la norma, e nessuno mi ha impedito di iscrivermi a scuola. Poi se mi dici il contrario, mi fido, ma parlavo per esperienza.

----

Parlavo dei vaccini della poliomiielite e altri richiami che si fanno ai bambini a partire dai tre mesi. Si fanno ancora....l'ultimo vaccino è quello per l'epatite B che come ben saprai si fa SOLO in italia ed è obbligatorio anche se non lo sarebbe. (non è un giro di parole....siamo in italia...) Non si capisce ancora come sia diventato obbligatorio. O a chi versano i proventi dell'obbligatorietà del vaccino...
Non so se in questi ultimi anni è cambiato qualcosa ma i carabinieri potrebbero arrivare se non si vaccianano i bambini, come potrebbero arrivare se non si mandano a scuola (che in pratica equivalgono....si vaccinano per mandali a scuola...)
Ripeto che vaccinare i bambini è obbligatorio.
=====

Però vedi, se io, in scienza e coscienza credo che la cura vada fatta, perchè mi hanno magari fatto il lavaggio del cervello per 6 anni che la cura è necessaria e ne va della vita del malato, io la cura la fo. Magari sbaglio, ma sbaglio sulla base di quello che mi hanno insegnato, e se non facessi così e al paziente capitasse qualcosa sarebbero guai.
Spero che di medici come ai vecchi tempi ne esisteranno ancora, perchè di questo passo ce ne sarà bisogno. E' necessario che si torni al prendersi cura senza lasciar perdere il curare.
----

....sbagliare sulla base di quello che è stato insegnato è SEMPRE sbagliare.Si ha però l'alibi che ALTRI lo hanno insegnato.
Ma la medicina non cambia marmitte o spinterogeni o sta li a controllare il filtro....
Vedo però che dici: se non facessi così e al paziente capitasse qualcosa....Ma se il paziente veramente HA QUALCOSA per quella cura che si fa ? rientra nel protocollo? nessuno fa nulla? tanto era una cura 'insegnata così?
I guai del medico sono una cosa e i guai del paziente sono un'altra.
Il medico si potrebbe rovinare la carriera ma il malata potrebbe finire così la vita.
Essere medico è terribilmente difficile e lo hanno fatto diventar facile.
Un guaio.
Per tutti quanti.

Forse il detto: medico cura te stesso è sempre più che valido.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Redazione
Inviato: 10/7/2008 23:23  Aggiornato: 10/7/2008 23:25
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Anche negli USA il vaccino contro l'epatite B è obbligatorio, nel senso che se non lo fai non ti prendono a scuola.

Per impedire che lo facessero ai miei figli - ma obbligare le scuole a prenderli lo stesso - ho dovuto fare una certa trafila burocratica, oltre che argomentare la questione direttamente con i presidi: il diritto al consenso è stabilito dalla Costituzione - dicevo io - ma la scuola è obbligatioria: non potete quindi mettere due obblighi che entrano in conflitto fra di loro. (Mi sentivo molto Perry Mason, lo ammetto).

Obtorto collo, hanno dovuto accettare, ma è stato tutt'altro che facile.

Ghilgamesh
Inviato: 11/7/2008 10:07  Aggiornato: 11/7/2008 10:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
“Io le ho cercate e NON LE HO TROVATE!

beh, basta non scambiare certe fotografie per godzilla o alien..”

Scusa Blsabbath, ma nell’articolo da te postato, le uniche cose riguardanti AIDS e HIV, sono:

Il più noto è il virus dell'immunodeficenza umana (HIV), indicato come agente eziologico dell'AIDS.

Mi sembra un po’ pochino come PROVA…

“Senza tanti studi accademici ti diranno che chi risulta sieropositivo al test HIV - "qualunque cosa misuri" - con maggior probabilità svilupperà anche l'AIDS. Ti diranno che quasi nessuno di quelli che sono risultati sieronegativi, a parte le eccezioni che qualcuno ha ricordato, svilupperà l'AIDS.”

Il fatto che chi non risulta positivo all’AIDS poi muoia di polmonite, lo fa rientrare nelle morti per polmonite. (Ma potrebbe essere morto di AIDS)
Chi risulta positivo, in genere prende farmaci che abbassano le difese immunitarie e muore per altre malattie, COME SE AVESSE L’AIDS!

Se questo è il vostro metodo scientifico, posso affermare che l’AIDS si prende con la cioccolata!
Scommetto che il 100% dei malati, poi defunti, ne mangiava.
(anche questa è una cretinata… ma è il metodo scientifico che sembra vogliate adoperare…)

Ancora non mi avete detto la rivista scientifica che ha pubblicato le prove della relazione tra HIV e AIDS, che è l’UNICA prova che potete fornirmi! (come ha ben detto Pausania)

Il resto sono chiacchiere da bar.


p.s. Grande Massimo, pure mi madre ha dovuto far parecchi casini per non farmi fare il vaccino per il vaiolo, che hanno abolito l'anno dopo il mio ingresso a scuola. ^__^

Forgil
Inviato: 11/7/2008 18:55  Aggiornato: 11/7/2008 18:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/8/2006
Da: Villa Bacilla
Inviati: 211
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Essere medico è terribilmente difficile e lo hanno fatto diventar facile.

Vedi, la medicina è sempre stata la materia più "scolastica", in quanto ci sono delle procedure da seguire. E non è per la questione di evitarsi delle responsabilità , ma semplicemente perchè un medico non può essere contemporaneamente ricercatore, farmacista, chimico eccetera. Non basterebbe il tempo di una vita. Questo si poteva fare 100 anni fa quando le nozioni da imparare erano relativamente poche e gli strumenti semplici. Il medico adesso deve per forza fidarsi di quello che gli viene insegnato, e che è tanta tanta roba, cosa che non deve necessariamente fare il ricercatore, proprio perchè la ricerca di base non si fa sui pazienti. Non è questione di alibi, è questione che se non posso provare che quello che ho studiato è sbagliato, lo devo prendere per buono. Se tutti in ambito scientifico iniziassero a fare i "perforzacontro", potrebbero venire fuori interessantissime teorie, ma molto più probabilmente ci sarebbe il caos.

Se il paziente sta male a causa della cura, bisogna prima pensare a come starebbe senza, e se senza starebbe meglio (anche e soprattutto a lungo termine) si cambia o si sospende la cura. Anche queste eventualità rientrano nei protocolli. Che poi ci sia gente che non applica i protocolli per far quattrini.. i criminali purtroppo sono ovunque (vedi Santa Rita).

Citazione:
I guai del medico sono una cosa e i guai del paziente sono un'altra. Il medico si potrebbe rovinare la carriera ma il malata potrebbe finire così la vita.

questo è vero, ma se i medici vivono col terrore che il paziente muoia, loro stessi non vivono più. Il primo desiderio di un medico è vedere la gente che sta bene, ma se iniziano a dire "oddio quello che ho studiato sarà giusto, sarà applicabile, sarà una bufala" come li curano i malati? Si ha fiducia in quello che si sa, ci si impegna in quello che si fa, e poi si spera.
Che la medicina sia ormai una scienza esatta in tutte le sue branche lo spacciano a Studio Aperto, insieme alla crema per non invecchiare.

"Le uniche idee a cui abbiamo diritto sono quelle che mettiamo in pratica" informazione alternativa peacereporter
PikeBishop
Inviato: 11/7/2008 19:36  Aggiornato: 11/7/2008 19:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Il fatto che chi non risulta positivo all’AIDS poi muoia di polmonite, lo fa rientrare nelle morti per polmonite. (Ma potrebbe essere morto di AIDS)Chi risulta positivo, in genere prende farmaci che abbassano le difese immunitarie e muore per altre malattie, COME SE AVESSE L’AIDS!
Se questo è il vostro metodo scientifico, posso affermare che l’AIDS si prende con la cioccolata!
Scommetto che il 100% dei malati, poi defunti, ne mangiava.
(anche questa è una cretinata… ma è il metodo scientifico che sembra vogliate adoperare…)

Io ci ho sprecato un migliaio di parole, ma il succo e' questo!

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Lestaat
Inviato: 11/7/2008 19:40  Aggiornato: 11/7/2008 19:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Che la medicina sia ormai una scienza esatta in tutte le sue branche lo spacciano a Studio Aperto, insieme alla crema per non invecchiare.


Parole sante!!!
Vero è però che avere qualche dubbietto quando si parla di vita umana sarebbe importante però no?
Quantomeno quando si tratta di cose che un medico dovrebbe sapere essere IPOTESI.
Condivido tutto quello che hai detto ma non riesco davvero fino in fondo a discolpare quei tanti ottimi medici che cercano soltanto di fare al meglio il proprio mestiere. E' come se si fosse un po' persa, non sparita ma "attenuata", quella sensazione di responsabilità che dovrebbe motivare quelle persone che per scelta etica, si trovano ad aver a che fare con la vita delle persone e si prenda tutto con un po troppa faciloneria.
Sebbene non ne faccia una accusa diretta a tutti i medici, è anche vero che un pochino è anche colpa loro però.

PS
mmmmm
Che sia la stessa malattia che colpisce politici, avvocati, giudici, ingegneri....................???
Interessante.
Potrei far notare la cosa alle industrie farmaceutiche, magari trovano un farmaco da vendere ai professionisti come cura della nuova malattia. L'MSR...Mancanza di Senso della Responsabilità.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
ireland74
Inviato: 11/7/2008 22:21  Aggiornato: 11/7/2008 22:21
So tutto
Iscritto: 29/11/2007
Da:
Inviati: 8
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
I motivi per sospettare che l'aids sia una truffa (peggio,un genocidio programmato) ci sono eccome...

1) da che mondo è mondo la medicina si è basata sui sintomi per arrivare alla diagnosi; con l'aids molti soggetti normalmente giudicati in salute sono condannati all'isolamento sociale se il TEST è positivo; successivamente gli viene proposta una cura PREVENTIVA del costo di decine di migliaia di euro per rallentare il decorso della malattia.
Per molti anni ai sieropositivi venne prescritto l'AZT un famigerato inibirìtore della replicazione del DNA.
si trattava di somministrare a dei soggetti asintomatici una molecola in grado di bloccare la replicazione cellulare nel tentativo di impedire la replicazione del virus. A rigor di logica tali "farmaci" agiscono solo sulle cellule infettate o è il caso di pensare che il loro effetto si esplichi su tutto l'organismo debilitando anche il sistema immunitario,dando i sintomi tipici dell'aids e alla fine uccidendo il "paziente"???

2) La fondazione Rockfeller va avanti da decenni nella sua campagna di contrasto delle nascite con diversi sistemi, dal facile accesso all'aborto a campagne di distruzione della dignità della famiglia;in quest'ottica la grande PESTE del 2000 calza a pennello creando ulteriore ansia (precauzioni,test,profilattici) e contribuendo ad una limitazione dell'attivita sessuale della gente.

3)inizialmente le malattie correlabili all'aids erano una qulche decina,oggi siamo oltre le sessanta! Risultato: si sono gonfiate le statistiche riguardo il numero dei soggetti infetti nel mondo.

4)Si può sospettare che le aziende farmaceutiche coadiuvate dalle campagne di terrore dei mass media si siano rese responsabili di GENOCIDIO somministrando veleni a persone virtualmente sane o comunque presentanti delle patologie ben definite terrorizandole con l'incubo della terribile malattia? in quest'ottica sarebbero proprio i cossiddetti FARMACI anti aids a provocare i sintomi dell'aids stesso (si veda in tal senso il principio di funzionamento dell'azt o dei nuovi antiretrovirali).
5) dalla definizione dell'aids SINDROME da bla bla bla si può gia sentire puzza di bruciato dato che le malattie infettive vengono designate col suffisso-ite...(polmonITE,epatITE.perchè non AIDSITE ma prudentemente SINDROME?).

6)ANNUALMENTE i finanziamenti per trovare una cura all'aids sono enormemente più alti rispetto alla malaria,che a sua volta miete MOLTE più viittime....

7) inizialmente si disse che il periodo d'incubazione fosse di pochi mesi,poi si iniziò a parlare di qualche anno oggi ci si arrampica sugli specchi dichiarando che il periodo di latenza puè raggiungere i 30 anni.
i nostri virologi sono infatti sempre più in difficoltà non potendo spiegare il motivo per cui tutt'oggi centinaia di cosiddetti SIEROPOSITIVI sono vivi e vegeti dagli annni 80 solo per il fatto di aver rifiutato le cure preventive (AIDS il virus inventato saggio del Dr. Peter Duiseberg, virologo di fama mondiale ultracensurato).
Se si va avanti per 30 (TRENTA) anni senza sintomi non mi sembra il caso di parlare di un cosi terribile flagello...

8)A tutt'oggi il virus non è mai stato isolato,infatti non mi risulta che vi siano NOBEL della medicina assegnati per tale obiettivo.

9) i test sono una TRUFFA: se il virus non è mai stato isolato,come mai vengono effettuati tali test? Positivi a COSA?

Grazie se avete avuto la pazienza di leggere il mio noiosissimo post.

Forgil
Inviato: 11/7/2008 22:42  Aggiornato: 11/7/2008 22:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/8/2006
Da: Villa Bacilla
Inviati: 211
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
L'MSR...Mancanza di Senso della Responsabilità

D'accordo...ma allora vorrei sapere una cosa.
Voi siete i medici, e sapete quello che avete studiato, e nonostante tutto ancora nessuno ha dimostrato che l'AIDS è scorrelato dall'HIV.
Un vostro paziente ha avuto comportamenti a rischio, e ora è risultato positivo al test che ha fatto su richiesta della nuova fidanzata.
Che cosa fate?

"Le uniche idee a cui abbiamo diritto sono quelle che mettiamo in pratica" informazione alternativa peacereporter
harvey
Inviato: 11/7/2008 23:36  Aggiornato: 11/7/2008 23:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 339
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
A tutt'oggi il virus non è mai stato isolato


Duesberg però sostiene che è stato isolato. Anzi, quando un gruppetto di dissidenti australiani ha offerto una ricompensa monetaria a chi avesse portato una prova dell'avvenuto isolamento del virus, si è fatto avanti proprio lui (i soldi non gli sono stati concessi).

Lestaat
Inviato: 11/7/2008 23:53  Aggiornato: 11/7/2008 23:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Voi siete i medici, e sapete quello che avete studiato, e nonostante tutto ancora nessuno ha dimostrato che l'AIDS è scorrelato dall'HIV.


Eh no Forgil.
Nessuno ha dimostrato che E' correlato.
Quindi, come medico, essendo io a conoscenza di come funziona la ricerca in campo medico, prima di seguire "l'uso comune" forse mi dovrei porre qualche domandina ti pare? (considerato anche il fatto che non ti devo prescrivere una aspirina, ma l'AZT che di distruggerà il sistema immunitario)

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
Redazione
Inviato: 12/7/2008 0:41  Aggiornato: 12/7/2008 0:41
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
HARVEY:"Duesberg però sostiene che è stato isolato."

hai qualche fonte in proposito?

harvey
Inviato: 12/7/2008 0:51  Aggiornato: 12/7/2008 0:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 339
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Duesberg, P.H. (1996) Duesberg Defends Challenges to the Existence of HIV

http://www.duesberg.com/papers/continu1.html

http://www.duesberg.com/papers/continu2.html

Redazione
Inviato: 12/7/2008 6:08  Aggiornato: 12/7/2008 6:13
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
HARVEY: Ho letto. Mi pare una argomentazione molto accademica (filologica), tesa più che altro a provocare chi ha messo in palio le 25.000 sterline (o forse fatta nella speranza di vincerle davvero!)

Da quel che ho capito, Duesberg non dice che è stato isolato il virus vero e proprio, ma un “clone molecolare” (che produce certe conseguenze, e quindi) ne imporrebbe l’esistenza.

Lui stesso fa l’esempio: “E’ come “isolare” la 5a di Beethoven dalla sua orchestra, mettendola su CD: nel momento in cui la Sinfonia esiste sul CD, si impone un'orchestra che l’abbia suonata”. Ma non ha comunque isolato l'orchestra.

In ogni caso non mi pare che dica nulla, sulla correlazione fra HIV e AIDS, che non avesse già detto prima, mentre a leggere te avevo quasi avuto l'impressione che Duesberg avesse "saltato la barricata".

Grazie per i link.

blackbart
Inviato: 12/7/2008 9:43  Aggiornato: 12/7/2008 9:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/10/2007
Da:
Inviati: 1224
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Nessuno ha dimostrato che E' correlato.


Quindi se qualcuno, Dio non voglia, risultasse sieropositivo non dovrebbe preoccuparsi?
Tanto, se non c'è nessuna correlazione tra HIV e AIDS, ognuno di noi avrebbe la stessa probabilità di ammalarsi di qualche patologia AIDS-collegata. Il che è una cretinata.

Poi come ho già detto sono discorsi interessanti ma diversi discutere su chi lucri su cosa, sull'utilità o gli effetti collaterali delle cure, sull'origine del (ipotetico) virus, ecc..

Avendo già dato un'occhiata al sito di Duesberg, mi pare che ciò che venga messo in discussione siano più che altro i meccanismi con cui l'HIV agisca sul sistema immunitario. E ancora: viene messo in dubbio che l'HIV sia l'unica causa dell'AIDS e che sia sufficiente allo sviluppo delle patologie; quest'ultimo è fatto noto: molti sieropositivi non sviluppano infatti l'AIDS.
Ma parlare di scorrelazione, nel senso di TOTALE indipendenza, è oramai inaccettabile.

sick-boy
Inviato: 12/7/2008 10:47  Aggiornato: 12/7/2008 10:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Mi scusassero gli scienziati che discutono qui,

ma non mi sembra che la correlazione tra HIV ed AIDS sia il problma principale. Essendoci una sindrome da immuno deficienza aquisita, esistendo cio una sindrome che abbassa le difese del corpo umano identificabile solitamente con una progressiva scomparsa dall'organismo colpito di linfociti T, è anche ovvio che essa possa presentare caratteristiche comuni a chi ne è colpito. Una di queste potrebbe essere l'HIV - ma è meglio parlare di un teorico retrovirus generico, visto che nessuno lo ha mai isolato.

Però questo non dimostra affatto l'infettività! E finchè i test sono sviluppati sulle celebri categorie a rischio che, per svariati motivi, hanno più probabilità di indebolire il proprio sistema immunitario, non ne sapremo mai molto di più.

Calcolate che stiamo parlando di una malattia su cui si è detto tutto senza aver ancora provato niente. Non si sa come sia fatto il virus, nè se è davvero un virus, nè se esistono i retrovirus. Ma si sa benissimo che si trasmette tramite rapporto sessuale in quanto prsente nei liquidi seminali ed umorali (e come cazzo lo si sa? Indovinate). So che ci si infetta con lo scambio diretto di sangue infetto ("e grazie al c***o). So che il virus continua a mutare quindi non lo si riesce a curare. Per fortuna muta muta che ti rimuta le sue caratteristiche rimangono inalterate. Solo che non si può curare.

C'è un che di religioso in tutto ciò..

redna
Inviato: 12/7/2008 10:54  Aggiornato: 12/7/2008 11:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
blackbart
citazione

Ma parlare di scorrelazione, nel senso di TOTALE indipendenza, è oramai inaccettabile.

----
Messe come sono messe le cose ora è del tutto 'inaccettabile' che qualcuno dubiti quello che 'da tanto tempo la scienza a dicendo'.
Solo che chi ha qualche neurone un più si chiede come può essere curata una malattia 'che non si conosce'.
Ma chi si pone questa domanda non essendo scienziato non avrà mai risposta.La scienza non può fermarsi a dare risposte a chi 'non capisce'....
====
sick boy

citazione

So che il virus continua a mutare quindi non lo si riesce a curare. Per fortuna muta muta che ti rimuta le sue caratteristiche rimangono inalterate. Solo che non si può curare.

C'è un che di religioso in tutto ciò..
---
...anch'io in post precedenti ho detto che arrivati a questo punto e visto che non si conosce nulla del virus, si fa una cura 'ndo cojo cojo, ci sono di mezzo anche molti morti.....sarebbe più salutare forse recarsi a lourdes....visto che è 'un miracolo' guarire.
Il che di religioso potrebbe essere appunto la 'punizione' di questa malattia per la vita dissoluta di certe persone. Ma perchè sono così 'dissoluti' in africa, visto che li TUTTI sono infetti da aids?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
harvey
Inviato: 12/7/2008 10:57  Aggiornato: 12/7/2008 10:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 339
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
In ogni caso non mi pare che dica nulla, sulla correlazione fra HIV e AIDS, che non avesse già detto prima, mentre a leggere te avevo quasi avuto l'impressione che Duesberg avesse "saltato la barricata".


Questo mai, però il mondo dei dissidenti è diviso fra chi sostiene che l'Hiv non esiste e non è mai stato isolato/fotografato* o addirittura nega l'esistenza dell'intera categoria dei retrovirus, e chi, come Duesberg (che fra l'altro ha dato un contributo fondamentale proprio alla scoperta dei retrovirus) si limita a negare un rapporto causale fra Hiv e Aids.

Ribadisco che chi parla di mancanza di correlazione non conosce il significato della parola:

Citazione:
Per correlazione si intende una relazione tra due variabili casuali tale che a ciascun valore della prima variabile corrisponda con una certa regolarità un valore della seconda. Non si tratta necessariamente di un rapporto di causa ed effetto ma semplicemente della tendenza di una variabile a variare in funzione di un'altra.


è un fatto statistico, e di per é e innegabile. Ad esempio, esiste una correlazione positiva fra il numero di cicogne presenti in una determinata zona, e il tasso di natalità nella stessa zona. Ma questo non significa che le cicogne portano i bambini.

* in realtà delle fotografie al microscopio elettronico del virus isolato secondo le procedure standard esistono dal 1996, quindi questo aspetto andrebbe un po' aggiornato: il fatto è che i dissidenti negano che in quelle foto si veda davvero il virus, ma solo particelle simili a virus

ireland74
Inviato: 12/7/2008 11:12  Aggiornato: 12/7/2008 11:12
So tutto
Iscritto: 29/11/2007
Da:
Inviati: 8
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Ripeto:

fino ad oggi il virus non è mai stato isolato; la sua esistenza viene solo teorizzata.

In effetti questo è un paradosso senza precedenti nella storia della Medicina: ci sforziamo di dimostrare l'inesistenza di questo virus quando in effetti non si trova nella letteratura scientifica nessun autorevole studio che dimostri il contrario: tuttavia in trenta anni si sono stati spesi decine di miliardi di dollari per la ricerca (tale "industria sanitaria" in AMERICA muove somme di denaro seconde solo alla lobby del complesso militare).
Ho fatto diverse ricerche nella biblioteca universitaria oltre che su internet e non ho trovato nessuna pubblicazione in cui venisse dimostrata l'esistenza di tale virus.

Si tenga conto che verso la fine degli anni '70 la prestigiosa branca della virologia americana (UH che strano sempre LORO!!!) si stava indirizzando verso una progressiva perdita d'importanza; dopo la scoperta del vaccino contro la poliomelite non era rimasto un granchè da sconfiggere..
Bisognava trovare al più presto un nuovo temibile nemico da contrastare oppure i generosi FINANZIAMENTI alla ricerca sarebbero diminuiti inesorabilmente;
in quest'ottica tra l'altro possiamo trovare non poche analogie con il modo di fare del nostro grande "amico" alleato-padrone-guerrafondaio-truffatore in campo bellico: quando ti ritrovi con i magazzini colmi di strumenti di morte devi trovare un motivo per "piazzarli" e rinnovare le riserve altrimenti perdi significato e chiudi baracca.

Si noti che il fantomatico virus dell'aids presenta delle caratterisiche del tutto uniche, mai riscontrate in passato:

1) attaccherebbe solo i linfociti T,in pratica l'equivalente delle teste di cuoio militari dell'organismo in prima linea nella difesa dalle malattie infettive, il meglio del nostro sistema immunitario.

2) in conseguenza di ciò la sintomatolgia dell'aids non è ben definita ma si possono fare risalire ad essa oltre 60 (SESSANTA!) patologie diverse; la medicina viene a perdere così uno dei suoi pilastri FONDAMENTALI:
SINTOMI=DIAGNOSI=PROGNOSI.
Infatti la diagnosi dell'aids può essere posta esclusivamente tramite test.

3)in letteratura vi sono numerosissimi casi si sieropositivi da 25-30 anni tuttora vivi e vegeti e sieronegativi deceduti per grave deficenza immunitaria.

4)se ad esempio si muore di polmonite da sieronegativi allora è stata la polmonite, se invece si ha la disgrazia di risultare sieropositivi non cambia nulla ma vieni classificato come caso AIDS (ricordate il gioco delle tre carte?)!!!

5)un'organismo debilitato da una grave patologia infettiva presenta SEMPRE una debilitazione del sistema immunitario: come la mettiamo? E' una conseguenza della malattia o del famigerato VIRUS?

6) i test non significano assolutamente NULLA! E' stato provato che diverse condizioni, come l'assunzione di particolari antibiotici (BACTRIM), lo stato di gravidanza, l'aver contratto la MONONUCLEOSI e altre che ora non mi sovvengono, possono dare falsi positivi;

7) a rigor di logica gli anticorpi dovrebbero rappresentare l'avvenuta immunizzazione,non la prova di una grave patologia in corso;

Forse Rockfeller da giovane era un complessato impotente! :pin

redna
Inviato: 12/7/2008 11:12  Aggiornato: 12/7/2008 11:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
harvey

stai menando il can per l'aia (come al solito del resto...)

Qualora tu fossi in grado di portare delle prove a sostegno portale, gli altri che dicono che al momento non ce ne sono, NON possono portarle.


Se esistesse il virus ci sarebbe anche la cura mirata.
Visto che si sta ancora brancolando nel buio è più plausibile che la cura NON possa essere messa a punto.
In compenso le morti ci sono e tante.

Per il resto, questo genere di scienza a tavolino sulla pelle degli altri, odora lontano chilometri di bei soldoni verdi.


harvey
citazione

Ad esempio, esiste una correlazione positiva fra il numero di cicogne presenti in una determinata zona, e il tasso di natalità nella stessa zona. Ma questo non significa che le cicogne portano i bambini.

----

Te la potevi risparmiare. Hai ribadito più volte che l'utenza di LC è quello che è.Non è il caso di continuare la manfrina...
Comunque parlare di cicogne in questo caso è del tutto fuori luogo.
Infatti l'aids è stato messo a punto per la DECRESCITA demografica....

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
harvey
Inviato: 12/7/2008 11:33  Aggiornato: 12/7/2008 11:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 339
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Redna, mi stai attaccando per puro riflesso automatico (come al solito, del resto).
Prima di mettersi a torturare la grammatica, lo sforzo di cercare di capire quel che uno sta dicendo, è troppo?

Potemkin
Inviato: 12/7/2008 11:38  Aggiornato: 12/7/2008 11:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2008
Da:
Inviati: 170
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Redna ha parlato:
Citazione:
Infatti l'aids è stato messo a punto per la DECRESCITA demografica....


E co me lo sai?
Sei una pizia?

Ma vedi te se questo è il modo di svegliarsi sabato mattina...

redna
Inviato: 12/7/2008 11:45  Aggiornato: 12/7/2008 11:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
cari harvey

e potemkin (???????)

volete rimanere in tema ?

grazie.
Per il resto avete già detto tutto altrove.Vi rpegherei di non ripetere le solite tiritere su redna.

Qui si parla di aids e non di vostre amenità.
Se volete amenità andate altrove, con vero sollievo di 'molti'.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
sick-boy
Inviato: 12/7/2008 12:14  Aggiornato: 12/7/2008 12:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Per correlazione si intende una relazione tra due variabili casuali tale che a ciascun valore della prima variabile corrisponda con una certa regolarità un valore della seconda. Non si tratta necessariamente di un rapporto di causa ed effetto ma semplicemente della tendenza di una variabile a variare in funzione di un'altra.

Infatti! Non scriviamo queste schifezze a metà! Scriviamo correttamente che la correlazione è una misura appartenente al chiuso [0,1] che indica in che proporzione una (o più) variabile tende a muoversi rispetto ad un'altra di riferimento. I casi estremi sono la scorrelazione totale (ad esempio il risultato di una partita di calcio in rapporto ad un'altra giocata nello stesso tempo altrove) o la completa correlazione (e.g. variabile "TV accesa o spenta" con variabile "sto guardando/non sto guardando un film"). Ora in caso di totale scorrelazione problemi ce ne sono pochi: gli eventi sono indipendenti. In caso di correlazione completa (cioè pari a 1) bisogna rendersi conto che questo non è necessariamente un rapporto di causa effetto: è vero che anche in quest'ultimo caso si avrà una correlazione di 1, ma ciò può avvenire anche se una medesima causa necessariamente uno o più effetti e si va a testare la correlazione tra questi.

blackbart
Inviato: 12/7/2008 12:36  Aggiornato: 12/7/2008 12:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/10/2007
Da:
Inviati: 1224
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Messe come sono messe le cose ora è del tutto 'inaccettabile' che qualcuno dubiti quello che 'da tanto tempo la scienza a dicendo'.

No. E' inaccettabile il fatto che alcuni, improvvisandosi esperti e fornendo chissà come risposte certe (l'AIDS non esiste), seminino disinformazione pura. E naturalmente con il termine "inaccettabile" sottintendo sempre un giudizio personale!

Solo che chi ha qualche neurone un più si chiede come può essere curata una malattia 'che non si conosce'.

Fin'ora non ho letto critiche costruttive nè un approccio scientifico.

La scienza non può fermarsi a dare risposte a chi 'non capisce'....

Più che la scienza (entità astratta) non troverai nessuno a cui interessa perdere ore della propria vita a spiegare a chi non vuole capire. Sopratutto quando "lo studente" oltre a essere a digiuno dell'ABC scientifico e più che cercare risposte, sembra già avere (quale umiltà!) precise idee preconcette.

Ad ogni modo sul sito di Duesberg troverai una ricca letteratura: almeno capirai, proprio dallo scienziato "ribelle", quello di cui si sta parlando e come andrebbe discusso.
Buona lettura!

harvey
Inviato: 12/7/2008 12:46  Aggiornato: 12/7/2008 12:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 339
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Grazie Sick-boy, ma io che ho detto?

Parlare di mancanza di correlazione è scorretto, è disinformazione pura:

http://www.pnas.org/content/86/3/755.abstract

"Human immunodeficiency virus and acquired immunodeficiency syndrome: correlation but not causation", articolo di Peter Duesberg

Se si vuole parlare di queste cose, che già sono piuttosto delicate, è troppo chiedere che se ne parli in maniera precisa?

sick-boy
Inviato: 12/7/2008 12:50  Aggiornato: 12/7/2008 13:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Grazie Sick-boy, ma io che ho detto?

una cosa simile. Ma ai non avvezzi con la statistica poteva sembrare che la correlazione esistesse [SI/NO], quando invece è un'unità di misura [0,1] (caso continuo eh!!)

edit: [0,1], per come ho scritto la cosa, non è correttissimo in realtà, in quanto la variazione di una variabile potrebbe farmi triplicare l'altra. Qui l'insieme [0,1] non lo uso per indicare il valore assumibile dai coefficienti di correlazione, ma l'esistenza della stessa, in un insieme compatto che ha un minimo e un massimo.

sick-boy
Inviato: 12/7/2008 12:56  Aggiornato: 12/7/2008 13:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Esempio per fare chiarezza:

variabile "febbre" e variabile " temperatura della superficie corporea". La seconda è strettamente correlata alla prima (se ho la febbre la mia temperatura corporea è più alta) ma non viceversa*! Infatti la temperatura corporea può essere più alta anche in seguito ad altri fattori.

Se aggiungiamo la variabile "calorie bruciate a riposo" troveremo una forte correlazione con al temperatura e viceversa, senza che nessuno dei due causi l'altro.

*non che sia scorrelata, ma la correlazione è molto meno forte

redna
Inviato: 12/7/2008 13:08  Aggiornato: 12/7/2008 13:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
blackbart
citazione

No. E' inaccettabile il fatto che alcuni, improvvisandosi esperti e fornendo chissà come risposte certe (l'AIDS non esiste), seminino disinformazione pura. E naturalmente con il termine "inaccettabile" sottintendo sempre un giudizio personale!

----

E' ACCETTABILE allora che qualcuno muoia e non si sa nemmeno perchè e quali cure vengono fatte (non sussistendo una prova certa della presenza del virus?)
Il giudizio personale delle persone sono proprio quello:giudizi personali su delle cose che le riguardano.
Vorrei vedere se la ricerca e le cure le fanno ai figli di primari o a qualuno di loro....perchè DEGLI ALTRI devono far da cavia?

citazione
Fin'ora non ho letto critiche costruttive nè un approccio scientifico.
-----
Nenach'io. Ho solo sentito un gran incensare la scienza, dare degli incompetenti a tutti.
L'approccio scientifico lo fa solo l'uomo di scienza.
Ma questo non significa che SIA AUTORIZZATO a fare il cacchio che je pare....essere di scienza non vuol dire far diventare le persone delle cavie...


citazione
Più che la scienza (entità astratta) non troverai nessuno a cui interessa perdere ore della propria vita a spiegare a chi non vuole capire. Sopratutto quando "lo studente" oltre a essere a digiuno dell'ABC scientifico e più che cercare risposte, sembra già avere (quale umiltà!) precise idee preconcette.
----

Lo scienziato VUOL CAPIRE quello che gli vorrebbe dire il paziente?
Lo scienziato sarebbe disposto a capire la matemica, la letteratura o le altre scienze? Perchè allora uno DEVE star qui a sentire la scienza dopo che, dall'alto del loro 'potere' decidono a priori facendo altresì passare alcune malattie PRESUNTE come malattie CERTE ?
L'umiltà consiste anche nel dire che non si sa.
Consiste anche nel dire che al momento le cure non possono essere fatte pena sofferenze inutili.
Consiste anche nel non credersi degli dei e far passare il resto degli uomini come subalterni.
Consiste proprio nel non avee idee PRECONCETTE che la medicina possa portare beneficio solo per gratificare la politica che ora più che mai va a braccetto per tenere a bada 'il gregge'.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
harvey
Inviato: 12/7/2008 13:20  Aggiornato: 12/7/2008 13:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 339
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Ah, d'accordo Sick.
In effetti, è difficile trovare in natura due tipi di eventi che non siano minimamente correlati, quindi anche parlare di correlazione e basta, senza accennare al suo effettivo valore numerico, può essere fuorviante. Ma nel caso Hiv/Aids la correlazione è piuttosto forte.

sick-boy
Inviato: 12/7/2008 13:49  Aggiornato: 12/7/2008 13:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
nel caso Hiv/Aids la correlazione è piuttosto forte

Quanto? I valori di correlazione Hiv-Aids sono simmetrici a quelli di Aids-Hiv? (Credo sia pressochè impossibile che la seconda sia stata testata, in quanto uno viene definito malato di Aids solo se ha l'Hiv).

Inoltre la correlazione, come abbiamo visto, non sempre è un buon indice dei rapporti di causa effetto e, a parte questo, l'oggetto della questione è più che altro l'infettività della malattia

harvey
Inviato: 12/7/2008 14:41  Aggiornato: 12/7/2008 14:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 339
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Sick-boy:

Quanto?

Non lo so (bisognerebbe trovare della letteratura specifica aggiornata), ma quel che conta è che non viene negata da nessuno, né da Duesberg né dai "non-esistenzialisti", i quali riconoscono che risultare sieropositivi rappresenta un fattore di rischio (potrebbe essere un segnale che qualcosa non va nel nostro corpo, che però non c'entra nulla con un'infezione).

Citazione:
I valori di correlazione Hiv-Aids sono simmetrici a quelli di Aids-Hiv? (Credo sia pressochè impossibile che la seconda sia stata testata in quanto uno viene definito malato di Aids solo se ha l'Hiv)


Infatti se intendiamo per Aids la definizione ufficiale (una delle malattie che rientrano nella sindrome + Hiv), è ovvio che la correlazione Aids-Hiv è 100%. Ma qui stiamo parlando della sintomatologia. Esistono persone che sviluppano i sintomi dell'Aids senza essere sieropositivi, ma bisogna vedere quanti sono rispetto agli altri (di solito, non si muore di polmonite senza che qualcosa abbia distrutto le tue difese immunitarie).

Citazione:
Inoltre la correlazione, come abbiamo visto, non sempre è un buon indice dei rapporti di causa effetto e, a parte questo, l'oggetto della questione è più che altro l'infettività della malattia


D'accordo sul rapporto causa-effetto, ma SE l'Hiv esiste (come ritiene Duesberg), è infettivo (da qualcuno lo devi prendere). Quindi quello che è in gioco è solo la pericolosità del virus. Piuttosto, i dissidenti sostengono che sia praticamente impossibile infettarsi tramite un rapporto sessuale etero.

sick-boy
Inviato: 12/7/2008 14:53  Aggiornato: 12/7/2008 14:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/10/2006
Da: Leith
Inviati: 2710
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
SE l'Hiv esiste (come ritiene Duesberg), è infettivo (da qualcuno lo devi prendere)

Perchè? Ricordati infatti che non mai stato isolato.

In ogni caso, dandolo per buono: come si è arrivati a determinare le modalità del contagio?

Ricordarsi anche quello che ha detto Pausania: per trovare le prove dell'Aids bastano un autore, il titolo dell'articolo, la rivista, il numero e l'anno.

Lestaat
Inviato: 12/7/2008 15:10  Aggiornato: 12/7/2008 15:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
@blackbart
Riperendo un pezzo del post più sopra.
Citazione:
Quindi se qualcuno, Dio non voglia, risultasse sieropositivo non dovrebbe preoccuparsi?
Tanto, se non c'è nessuna correlazione tra HIV e AIDS, ognuno di noi avrebbe la stessa probabilità di ammalarsi di qualche patologia AIDS-collegata. Il che è una cretinata.


Ma c'è qualcuno che ancora è capace di non estremizzare quel che si dice permettendo un minimo di dialogo serio e ponderato?
Io speravo di si.
Non ho detto nè che non bisognerebbe preoccuparsi nè ho mai affermato che NON c'è nessuna correlazione.
Ho detto che la correlazione NON E' ANCORA stata dimostrata.
Quindi mi sembrerebbe d'obbligo, assumersi le proprie responsabilità nei confronti del malato e porsi delle domande, cercare di capire meglio, o se non si ha tempo e/o voglia di farlo evitare di prendere decisioni che non soltanto non sono certe, ma potrebbero portare il tuo paziente alla morte proprio per causa tua.
Mi sembra ragionevole no?
Invece siamo nella condizione in cui un medico, con totale e assoluta superficialità, prende per buone non le notizie delle ricerche scientifiche cercando di comprenderle come tra l'altro gli è stato insegnato a fare durante gli studi, ma le prende per buone PUNTO, perchè popolari, perchè sta scritto sul giornale.
Io continuo a pensare che sia una grave mancanza di senso di responsabilità nei confronti del paziente, poi, fa te.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
olah
Inviato: 12/7/2008 15:14  Aggiornato: 12/7/2008 15:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Questo Retro-Virus non è mai stato fotografato né isolato (quelle che avete visto sono solo rappresentazioni teoriche); ma, ci dicono, che ciò non è stato possibile perche esso è mutante, ...


Il virus è stato isolato, forografato (http://www.ncbi.nlm.nih.gov/ICTVdb/Ictv/index.htm) e sequenziato tanti anni fa. Conosciamo i suoi geni, i promotori, i complessi meccanismi di regolazione della trascrizione, i meccanismi d'assemblaggio, la forma e la composizione delle proteine.

La sequenza completa è nota:

http://www.ncbi.nlm.nih.gov/sites/entrez?Db=genome&Cmd=ShowDetailView&TermToSearch=12171
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/entrez/viewer.fcgi?db=NucCore&id=9629357

I suoi componenti (ad esempio il capside) sono riproducibili in vitro.

La presenza di RNA virale può essere riscontrata nell'uomo con test basati sulla PCR (reazione a catena della polimerasi).

Qiundi il virus non è solo un'ipotesi. Si può mettere in discussione la relazione con una malattia o che il virus sia lo stesso segnalato da Montagnier, ma un retrovirus che si chiama HIV esiste ed è riproducibile.

Citazione:
Stiamo parlando di un Retro-Virus; cioè un virus che agisce non sul Dna ma sul Rna, cioè il codice che i processi cellulari usano per trasferire informazioni dal nucleo, dove risiede il DNA, ai ribosomi, dove si assemblano proteine.


Questo paragrafo è senza senso, sembra inserito tra gli indizi a sostegno della tesi ma non si capisce perché. A parte questo, i retrovirus trascrivono il loro RNA in DNA attraverso la trascrittasi inversa, quindi integrano il DNA nel genoma dell'ospite. Ne consegue che questi virus agiscono eccome sul DNA dell'ospite, e se si integrano in certi punti possono fare anche danni. Non solo, ma anche le proteine virali possono interferire con i meccanismi di regolazione dei geni (ad esempio, la Vpr del virus HIV: http://www.nature.com/onc/journal/v26/n4/abs/1209831a.html).

Forgil
Inviato: 12/7/2008 15:33  Aggiornato: 12/7/2008 15:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/8/2006
Da: Villa Bacilla
Inviati: 211
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Caspita, olah, mi dici come ci si arriva da Pubmed che non ci sono riuscita?

"Le uniche idee a cui abbiamo diritto sono quelle che mettiamo in pratica" informazione alternativa peacereporter
olah
Inviato: 12/7/2008 16:10  Aggiornato: 12/7/2008 16:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
ireland74: Citazione:
Si noti che il fantomatico virus dell'aids presenta delle caratterisiche del tutto uniche, mai riscontrate in passato:
1) attaccherebbe solo i linfociti T,in pratica l'equivalente delle teste di cuoio militari dell'organismo in prima linea nella difesa dalle malattie infettive, il meglio del nostro sistema immunitario.


Come ti è venuta questa idea? A parte il fatto che il virus è in grado di infettare anche altri tipi di cellule, non solo i linfociti T ma anche macrofagi, astrociti, cellule follicolari ecc., si conoscono diversi virus che hanno come target specifico i linfociti T. Recentemente ho vaccinato i miei gatti contro il FeLV, o virus della leucemia felina, che infetta proprio i linfociti T.

Citazione:
6) i test non significano assolutamente NULLA! E' stato provato che diverse condizioni, come l'assunzione di particolari antibiotici (BACTRIM), lo stato di gravidanza, l'aver contratto la MONONUCLEOSI e altre che ora non mi sovvengono, possono dare falsi positivi;


Quando si parla di test si dovrebbe specificare anche il tipo di test. La PCR ad esempio non identifica le proteine ma il genoma virale e non presenta problemi di reazione crociata.

olah
Inviato: 12/7/2008 16:23  Aggiornato: 12/7/2008 16:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Caspita, olah, mi dici come ci si arriva da Pubmed che non ci sono riuscita?


Ciao Forgil, in effetti nel sito ti ci perdi...

Puoi andare in all Databases (menu in alto) -> Taxonomy -> Taxonomy home -> Viruses -> Retroviridae -> Lentivirus -> Human immunodeficiency virus 1

ireland74
Inviato: 12/7/2008 17:09  Aggiornato: 12/7/2008 17:09
So tutto
Iscritto: 29/11/2007
Da:
Inviati: 8
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
il virus HIV apparterrebbe alla categoria RNA; gli esponenti di tale gruppo sono classificati a decine ma guarda caso sono dichiarati tutti innocui a parte il nostro KILLER....

A sua volta, per giustificare i letargici tempi d'azione del suddetto e' stata realizzata ad hoc una nuova sottocategoria degli RNA:
i "LENTIVIRUS" o virus lenti (!) proprio per i lunghi tempi necessari affinche si evidenzi il loro potenziale malefico,ormai dell'ordine di decine d'anni (!!!);
di tele sottocategoria RNA l'HIV sarebbe il principale ed più onorevole capostipite....

redna
Inviato: 12/7/2008 18:09  Aggiornato: 12/7/2008 18:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
irelandi74
citazione
il virus HIV apparterrebbe alla categoria RNA; gli esponenti di tale gruppo sono classificati a decine ma guarda caso sono dichiarati tutti innocui a parte il nostro KILLER....

----

Quando si dice ' la scienza'.....(o chi per essa..)
In pratica se qualcosa non esiste in natura....se lo inventano....geniali!
Sulla pelle degli altri però (quindi una colossale 'vigliaccata')

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
olah
Inviato: 12/7/2008 18:09  Aggiornato: 12/7/2008 18:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
il virus HIV apparterrebbe alla categoria RNA; gli esponenti di tale gruppo sono classificati a decine ma guarda caso sono dichiarati tutti innocui a parte il nostro KILLER....


Forse ti riferisci ai retrovirus e non semplicemente ai virus a RNA, categoria molto più vasta.

Attenzione a dire che i retrovirus sono innocui, si integrano nel DNA ed interferiscono con i meccanismi di regolazione dell'espressione genica. Insomma, i virus fanno ingegneria genetica nelle nostre cellule, cosa che io, per quel che mi riguarda, preferirei evitare.

redna
Inviato: 12/7/2008 18:18  Aggiornato: 12/7/2008 18:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
olah

qui mi pare di capire che si vorrebbe andare a parare a fare un discorso 'tecnico'. Che sarebbe un sollievo per tutti.
Resta comunque in piedi la domanda del perche si sono fatte delle cure estemamente invasive a dei 'malati ' di aids quando se ne sa poco o ancora nulla.
Lo sappiamo bene che sono morti 'per le cure'.
Questa potrebbe essere una giustificazione.
Poi de retrovirus ecc....ce ne può importare fino ad un certo punto.
Ce ne iimporta di più di come vengono trattate le persone che soffrono.
Oggi è l'aids domani chissà cosa....ma il trattamento e le cure 'sperimentali' potrebbero essere le stesse.
Dovrebbe essere evidente che sulla pelle delle persone non bisogna giocare, nemmeno in nome della scienza.Qui invece ci si sta palleggiando fra virus e retrovirus e dell'ingegnereia genetica che fanno i virus sulle nostre cellule.
E se siamo in mano di questi ricercatori è meglio andare a lourdes e anche a fatima.....non si sa mai!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
olah
Inviato: 12/7/2008 19:05  Aggiornato: 12/7/2008 19:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Poi de retrovirus ecc....ce ne può importare fino ad un certo punto. Ce ne iimporta di più di come vengono trattate le persone che soffrono.


Va bene, allora che si parli di questo. Non sono stato certo io ad introdurre l'argomento HIV o retrovirus, mi pare. Ho ritenuto giusto dare alcune informazioni in risposta ad affermazioni che ritenevo imprecise o errate. Se non fossero questioni da cui può dipendere la salute delle persone, magari mi sarei limitato ad un sorrisetto beffardo e sarei passato oltre, ma l'affermazione che i retrovirus siano innocui forse un piccolo commento lo valeva ed io, nel mio piccolo, l'ho dato.

Forgil
Inviato: 12/7/2008 19:37  Aggiornato: 12/7/2008 19:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/8/2006
Da: Villa Bacilla
Inviati: 211
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Grazie olah, quel sito è labirintico!

Citazione:
Poi de retrovirus ecc....ce ne può importare fino ad un certo punto. Ce ne iimporta di più di come vengono trattate le persone che soffrono

Che posso dire, errore mio. Non avevo capito dal titolo dell'articolo che si trattava di una discussione di etica.

"Le uniche idee a cui abbiamo diritto sono quelle che mettiamo in pratica" informazione alternativa peacereporter
redna
Inviato: 12/7/2008 21:35  Aggiornato: 12/7/2008 21:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
olah

forgil

state confermando che la scienza va da una parte e l'etica da un'altra.

Ma per l'ennesima volta dico che le due cose non dovrebbero essere divise perchè la medicina ha a che fare con esseri umani.

Per questo andar cauti con la cura all'aids mi pare ragionevole.

Ma non è così e tant'è.....se l'etica va da una parte e la scienza da un'altra. Resta il titolo del forum: la grande bufala svelata: aids a farci capire che malgrado la bufala sia svelata molti vorrebbero....ricoprirla.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Mande
Inviato: 12/7/2008 22:31  Aggiornato: 12/7/2008 22:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1301
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Roche, una delle case farmaceutiche più impegnate per la lotta all'AIDS...
http://www.roche.it/portal/eipf/Italy/portal/roche.it/areeterapeutiche
Citazione:

Virologia e Aids
Roche è fortemente impegnata in quest'area fin dal 1986, ovvero sin dall'avvento della terapia contro l'HIV, cominciando la produzione del test ELISA. Si stima che, alla fine del 2002, oltre 42 milioni di persone avessero contratto l'HIV/AIDS. Roche è in prima linea nella ricerca e sviluppo di nuovi farmaci e tecnologie per la cura dell'HIV: ai diversi test diagnostici e ai farmaci inibitori della proteasi si è aggiunto il recentissimo inibitore della fusione. Infatti, dopo alcuni anni di terapie il virus diventa resistente ai farmaci e il diverso e innovativo meccanismo d'azione di quest'ultimo farmaco permette di aumentare la sopravvivenza dei malati. Frequente è anche la confezione tra HIV e Epatite C (HCV), poiché i metodi di contagio sono spesso gli stessi. L'epatite C è detta anche l'epidemia silente, poiché può essere asintomatica per lungo tempo, portando a malattie croniche. Ogni anno si registrano dai 3 ai 4 milioni di nuovi casi in tutto il mondo. E proprio per il trattamento dell'epatite C Roche ha da diversi anni messo a punto terapie efficaci tra cui un farmaco che oggi sta dimostrando buoni risultati anche nella cura dell'epatite B.

Cosa ha deciso?
Swissinfo
Citazione:

Roche sospenderà ricerca contro il virus dell'AIDS


NEW YORK, 11 lug (AWP/ats/reuters) Roche sospenderà la ricerca contro il virus dell'AIDS (HIV). Il gruppo farmaceutico di Basilea afferma che nessuno dei suoi medicamenti ha portato dei miglioramenti rispetto ai farmaci già esistenti, ha dichiarato oggi un portavoce del gruppo a New York.

Il portavoce non ha specificato quanto Roche ha già investito nella ricerca contro il virus dell'AIDS. Il gruppo basilesi si concentrerà sui medicamenti anti HIV già esistenti.

Getta la spugna
Ve la immaginate una casa farmaceutica che smette la ricerca in una malattia così frequente ed incurabile come l'AIDS?
Cosa sa la Roche che ancora pochi non sanno?

olah
Inviato: 12/7/2008 22:52  Aggiornato: 12/7/2008 22:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
state confermando che la scienza va da una parte e l'etica da un'altra.


La scienza è la conoscenza della Natura, l'etica è la filosofia del bene e del male. Un dato può essere giusto o sbagliato, ma non in senso etico. Uno scienziato invece può essere una brava persona o un mascalzone, ma io non ho fatto cenno a scienziati buoni o cattivi. Come ti è venuta questa idea?

redna
Inviato: 12/7/2008 23:11  Aggiornato: 12/7/2008 23:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
olah
citazione
La scienza è la conoscenza della Natura,

----
Si parlava di scienza medica...della medicina. La medicina la natura la scarta a priori....La natura 'sbaglia' sempre per la medicina (chimica)

citazione
l'etica è la filosofia del bene e del male.
----
E questo non dovrebbe c'entrare per curare i malati.
Per guarire (quindi fare del bene) perchè occorre passare necessariamente dalla sofferenza 'indotta' (quindi si fa del male...?)

citazioneUna dato può essere giusto o sbagliato, ma non in senso etico.
----
Le divisioni in questo caso sono nefaste.

citazione
Uno scienziato invece può essere una brava persona o un mascalzone, ma io non ho fatto cenno a scienziati buoni o cattivi.
---

Non occorre far cenno. Bastano i risultati. Qui essere mascalzoni non vuol dire falsificare il bilancio della ditta vuol dire tout-court 'ammazzare delle persone'.

citazione
Come ti è venuta questa idea?
---
Quale idea. Non ne ho solo una.
===
Mande
citazione
Cosa sa la Roche che ancora pochi non sanno?

----
Sa quello che in molti sanno ma che no hanno ancora il coraggio di dire?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
blackbart
Inviato: 12/7/2008 23:17  Aggiornato: 12/7/2008 23:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/10/2007
Da:
Inviati: 1224
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Si parlava di scienza medica...della medicina. La medicina la natura la scarta a priori....La natura 'sbaglia' sempre per la medicina...


Sono convinto che la Natura, dal suo punto di vista, non sbagli mai.
Tuttavia, sempre che la Natura non si offenda per il mio egoismo-antropocentrico, preferisco curarmi dalla malaria.

olah
Inviato: 13/7/2008 0:15  Aggiornato: 13/7/2008 0:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Quale idea. Non ne ho solo una.


indendevo l'idea che hai espresso prima, secondo la quale io separerei la scienza dall'etica.

Adesso ho capito che non intendevi proprio la scienza (conoscenza) ma la medicina, che in effetti non è solo scienza. Ma dato che io ho fornito solo alcune precisazioni tecniche, mi sembra che tu stia cadendo un po' in contraddizione:

1) Mi dici che gli aspetti tecnici (scientifici) non t'interessano (OK)
2) Mi dici che scienza ed etica vanno trattate sempre insieme (? Ma non dicevi che la parte scientifica non t'interessava?)
3) Non parlavi di scienza (conoscenza) ma di medicina (Ah, allora... e quindi, io che c'entro?)

Come tutto questo si inquadri con la mia piccola arida concisa e a tuo parere poco interessante nota su un retrovirus per me è incomprensibile.

ireland74
Inviato: 13/7/2008 9:42  Aggiornato: 13/7/2008 12:04
So tutto
Iscritto: 29/11/2007
Da:
Inviati: 8
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Caro Olah, se i Retrovirus sono a parer tuo così temibili ed in grado di fare "ingegneria gentica nelle nostre cellule"(?), sapresti indicarmi qualche altra patologia oltre al KILLER causata dalle loro attività?
Quando ti avvicini all'argomento Retrovirus dovresti essere prudente in quanto si tratta di un settore talmente nebuloso e poco chiaro che molti ne mettono in dubbio l'esistenza....

La soluzione per debellare l'aids a mio modesto parere è questa:

1) Abolire tutti i test per l'HIV in quanto non vi è nulla da scoprire (i test non significano nulla, si veda questa pubblicazione del Dr. FRANCHI:

http://www.cesil.com/0898/itfrah08.htm

2)Eliminare dal mercato farmaceutico tutti i veleni spacciati per farmaci contro l'HIV.
Per chi non lo sapesse l'AZT primo "farmaco" somministrato ai cosiddetti "malati di aids" venne ideato come antitumorale intorno al 1964,ma si rivelò talmente tossico che lo scopritore Dr. Richard Beltz evitò persino di brevettarlo. E' utilizzato come veleno per TOPI (!!!) e nella confezione di vendita come farmaco anti-aids vi era stampigliato il solito TESCHIO tipico delle sostanze velenose (!!!).

Personalmente ritengo che l'AIDS sia null'altro che un'intossicazione cronica da ripetuta somministrazione di veleni spacciati come "cure".

3) Interrompendo la somministrazione di veleni i cosiddetti casi aids assisterebbero ad un immediato miglioramento delle loro condizioni, successivamente la varie patologie,precedentemente ritenute conseguenza dell'HIV verrebbero trattate come da protocollo con le terapie idonee al tipo di malattia.

Tutto questo sta diventando realtà in vari paesi al mondo,come l'India e altre nazioni africane che stanno pian pian capendo la gravità e l'entità della TRUFFA-GENOCIDIO.

4)Come mai non vengono erogati dall'occidente quei pochi soldi atti a costruire pozzi d'acqua per favorire le popolazioni africane, mentre le ong godono di finanziamenti a pioggia per somministrare i soliti AZT in passato e i coktail HAART e altri adesso?
Secondo voi per chi non dispone neanche dell'acqua potabile giova di più lo scavo di un nuovo pozzo o una bella e COSTOSA fornitura di compresse a base di AZT prima e HAART adesso???

5)Qualcuno ricorda MAGIC JOHNSON,celebre giocatore di basket? Nel 1991 si ritirò dall'attività agonistica perchè risulto positivo al test HIV.
Se non sbaglio e tuttora vivo e vegeto ed ha anche dichiarato ultimamente di essere GUARITO dall'HIV!!!

Citazione Da un estratto del Dr Mullis:

"Il famoso campione Earvin "Magic" Johnson, risultato sieropositivo nel 1991, pare abbia assunto AZT per pochi giorni, risultandone debilitato, e che abbia subito smesso.
La sua salute migliorò subito, tanto che vinse alle Olimpiadi del 1992. In una recente conferenza stampa Magic ha dichiarato di non essere più malato di AIDS."
Un altro dei tanti misteri dell’AIDS.//www.luino-online.it/Notizie/aids-1.html

E' chiaro che in un mondo normale i responsabili di tutto ciò andrebbero processati per crimini contro l'Umanità fa ma sappiamo bene che non sarà mai così...

blackbart
Inviato: 13/7/2008 10:43  Aggiornato: 13/7/2008 10:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/10/2007
Da:
Inviati: 1224
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
1) Abolire tutti i test per l'HIV in quanto non vi è nulla da scoprire (i test non significano nulla, si veda questa pubblicazione del Dr. FRANCHI:

(un bel 404)

In attesa di ulteriori delucidazioni, il fatto che una percentuale consistente di sieropositivi e nessuno dei sieronegativi sviluppi l'AIDS non significa nulla?
Ancora: il test HIV non è obbligatorio, se uno vuole sapere se è stato contagiato può fare un test in modo riservato altrimenti nessuno lo obbliga a farlo.
Vorresti abolire per legge i test?

AIDS a parte, da quanto dici sembrerebbe che l'HIV non faccia altri danni.
E' così?

Personalmente ritengo che l'AIDS sia null'altro che un'intossicazione cronica da ripetuta somministrazione di veleni spacciati come "cure".

Quindi secondo te basterebbe non curarsi..

Interrompendo la somministrazione di veleni i cosiddetti casi aids assisterebbero ad un immediato miglioramento delle loro condizioni, successivamente la varie patologie,precedentemente ritenute conseguenza dell'HIV verrebbero trattate come da protocollo con le terapie idonee al tipo di malattia.

TU ti assumeresti questa responsabilità?
E se il malato-cavia crepasse nel giro di pochi anni: scusate mi sono sbagliato?

Tutto questo sta diventando realtà in vari paesi al mondo,come l'India e altre nazioni africane che stanno pian pian capendo la gravità e l'entità della TRUFFA-GENOCIDIO.

Dove in effetti di medicine contro l'HIV non ne arrivano. O se arrivano sono una truffa.

Come mai non vengono erogati dall'occidente quei pochi soldi a costruire pozzi d'acqua per favorire le popolazioni africane, mentre le ong godono di finanziamenti a pioggia per somministrare i soliti AZT in passato e i coktail HAART e altri adesso?

E questo cosa dimostra a parte gli interessi dei soliti? Oltretutto pare che in Africa sia prassi comune diagnosticare l'AIDS senza la controprova del test HIV.. e quindi i numeri del contagio sono molto probabilmente INGIGANTITI.
Viceversa in Occidente sono alquanto contenuti.

olah
Inviato: 13/7/2008 10:53  Aggiornato: 13/7/2008 11:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Caro Olah, se i Retrovirus sono a parer tuo così temibili ed in grado di fare "ingegneria gentica nelle nostre cellule"(?), sapresti indicarmi qualche altre patologia oltre al KILLER causata dalle loro attività? Quando ti avvicini all'argomento Retrovirus dovresti essere prudente in quanto si tratta di un settore talmente nebuloso e poco chiaro che molti ne mettono in dubbio l'esistenza....


Sono un po' combattuto tra chi mi chiede di non andare sul tecnico e chi invece mi chiede di farlo: che devo fare? Va bene, visto che non sai cos'è l'ingegneria genetica, cerco di venirti incontro...

I retrovirus non sono nulla di nebuloso, sono virus a RNA che producono una copia in DNA del loro genoma attraverso un enzima che si chiama trascrittasi inversa. Questo DNA si può inserire nel genoma cellulare con un'operazione di taglia e cuci: si taglia il DNA dell'ospite, si inserisce il genoma virale e si ricuce. Una cosa simile la facciamo noi con gli organismi transgenici. Già sentito parlare degli OGM? Bene, i virus (molti virus, non solo i retroviridae) ci sono arrivati prima di noi.

I virus non si integrano sempre in punti a caso, in genere hanno delle preferenze. Ad ogni modo, se un virus integra il proprio genoma in certi punti, ad esempio vicino ad un oncogene, può succedere un guaio, ad esempio si può dare origine o favorire l'insorgenza di un cancro. Non solo, il virus può avere i suoi oncogeni.

Il cancro è spesso dovuto a cause multifattoriali, le cause possono essere molte e una di queste può essere un virus.

Vuoi degli esempi di patologie legate ai retrovirus? Se vai in pubmed.gov e inserisci retrovirus disorder, o retrovirus oncogene, o retrovirus pathology nel motore di ricerca, ne trovi a migliaia. Oppure, se google ti è più familiare:

http://www.google.it/search?source=ig&hl=it&rlz=&=&q=retrovirus+disorder
http://www.google.it/search?source=ig&hl=it&rlz=&=&q=retrovirus+oncogene
http://www.google.it/search?source=ig&hl=it&rlz=&=&q=retrovirus+pathology

redna
Inviato: 13/7/2008 11:00  Aggiornato: 13/7/2008 11:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
olah

ti rispondo con quanto a scritto Ireland74 (che ringrazio...)

Ireland74
citazione

E' chiaro che in un mondo normale i responsabili di tutto ciò andrebbero processati per crimini contro l'Umanità fa ma sappiamo bene che non sarà mai così...

-----
Più chiaro di così.....il resto è letteralmente: menare il can per l'aia....

E questo, a mio parere, è la conseguenza di aver separato la scienza medica dall'etica o, per dirla in altra maniera, essersi impossessati del corpo degli senza nemmeno voler sapere cosa ne pensano i diretti interessati.

Finisco con questa frase che dovrebbe essere il faro guida per la medicina/scienza medica: non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te stesso.
Si cominicerebbe ad abbassar la testa e a scoprirsi così con lo stesso ombelico di 'quelli che si curano' e alla fine si ritornerebbe tutti ad essere uomini (forse....)
olah
citazione

Il cancro è spesso dovuto a cause multifattoriali, le cause possono essere molte e una di queste può essere un virus.
----

Anche per il cancro siamo ancora al forse...Ma non c'è un forse per le cure devastanti...Non c'è ' un forse si potrebbe curare in altro modo' c'è solo 'si cura così e basta'.
Perchè mi pare che zio adolf abbia lasciato 'anche nella medicina/scienza medica dei 'segni indelebili'? Non importa se gli ospedali sono super attrezzati, come non importa se uno è truccato, si nota sempre qualcosa di stranamente sinistro.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
olah
Inviato: 13/7/2008 11:08  Aggiornato: 13/7/2008 11:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
ti rispondo con quanto a scritto Ireland74 (che ringrazio...)


Grazie per la risposta, ma non so a cosa stai rispondendo, dato che non ho trattato l'argomento medicina-etica.

redna
Inviato: 13/7/2008 11:11  Aggiornato: 13/7/2008 11:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
olah
citazione

Grazie per la risposta, ma non so a cosa stai rispondendo, dato che non ho neanche sfiorato l'argomento medicina-etica.
----
Grazie a te per la risposta.
Ho pensato per un istante che volessi parlarne...
Da questo deduco che la scienza medica/medicina va da una parte e l'etica dall'altra.
Menare il can per l'aia non giova a nessuno.
I conti si pagano salati e ora i medici li stanno pagando.
Anche se non sembra. (forse proprio per il fatto che non si è considerata l'etica come fondamentale rispetto al 'resto)

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
blackbart
Inviato: 13/7/2008 11:13  Aggiornato: 13/7/2008 11:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/10/2007
Da:
Inviati: 1224
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Non importa se gli ospedali sono super attrezzati, come non importa se uno è truccato, si nota sempre qualcosa di stranamente sinistro.

Anch'io ho notato che all'ospedale molta gente 'sta male..

redna
Inviato: 13/7/2008 11:44  Aggiornato: 13/7/2008 11:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
blackbart
citazione
Anch'io ho notato che all'ospedale molta gente 'sta male..
----
Io ho anche notato che USCENDO dall'ospedale non sono guariti.
Ci sarà una relazione a tutto questo?
Non è che sia tutta apparenza?
Non è che ci mandano all'ospedale per nulla considerato anche che fuori con l'inquinamento dell'aria dell'acqua e del cibo l'ambiente è diventato invivibile?
Ma i medici non capiscono che non possono fare nulla se alla base non c'è un ambiente sano?
Cosa curano se poi mandano fuori dall'ospedale le persone ancora nella m....a?
Invece di fare inciuci con le case farmaceutiche dovrebbero solo fare quello che è demandato alla medicina: riportare in salute la gente (cosa impossibile ora che TUTTO è inquinato....anche per loro del resto)

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
harvey
Inviato: 13/7/2008 12:19  Aggiornato: 13/7/2008 12:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 339
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Una storia su cui meditare:

http://notaids.com/en/node/88

Christine Maggiore è l'autrice del libro "E se tutto quello che pensavi di sapere sull'Aids fosse sbagliato", tradotto anche in Italia presso Macro Edizioni.

Dalla scheda del libro: "Christine Maggiore ha pensato che la sua vita fosse finita quando risultò sieropositiva al test dell'HIV. Ha scritto questo libro per ridare speranza ad altri sieropositivi e spiegare tutte le mistificazioni connesse all'Aids, prima tra tutte quella che definisce la sieropositività come primo stadio di una malattia mortale. Indagando in maniera sistematica ha inoltre scoperto la grande inaffidabilità dei test hiv. Si è rifiutata di curarsi con i metodi ufficiali, preferendo una visione alternativa ed olistica. Oggi, a distanza di molti anni, è perfettamente sana e ha un figlio altrettanto sano."

Di figli ne ha avuti 2, un maschio e una femmina, e non ha mai voluto sottoporli al test, nonostante le pressioni dei medici.
La bimba più piccola, però, nel 2005 è improvvisamente morta all'età di tre anni per una polmonite, e l'autopsia ha confermato che si trattava di una malattia legata all'AIDS. Christine non crede ai risultati dell'autpsia, e sostiene che la piccola è morta per le reazioni ai farmaci.
EDIT: non i farmaci antiretrovirali, che non ha mai preso, ma i comuni antinfluenzali.

Con tutto il rispetto per il dolore di una madre, possibile che non venga qualche dubbio?
Anche perché a scorrere le vecchie storie dei dissidenti in "perfetta salute", si scopre che sono quasi tutti morti:

http://www.aidstruth.org/new/denialism/dead_denialists

Io sono uno di quelli che quando lessero il libro di Duesberg ne rimasero colpiti, e ritengo tuttora che vi siano cose poco chiare, per quanto riguarda l'AIDS, da approfondire. Ma avere una mente aperta non significa prendere tutto quello che dice la "scienza ufficiale" e buttarlo nel cesso. Significa invece accettare la possibilità che NOI ci sbagliamo, soprattutto alla luce delle nuove evidenze.

Le persone che negano la pericolosità del virus, come l'autore dell'articolo in home, o come qualche commentatore di questo thread, dicono esattamente le stesse cose, con le stesse parole senza cambiare una virgola, da quindici anni in qua, dimostrando di non aver mai letto niente di più recente. Sono rimasti fermi nel tempo. Questo è sbagliato.

Forgil
Inviato: 13/7/2008 12:26  Aggiornato: 13/7/2008 12:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/8/2006
Da: Villa Bacilla
Inviati: 211
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Finisco con questa frase che dovrebbe essere il faro guida per la medicina/scienza medica: non fare agli altri quello che non vorresti fosse fatto a te stesso.


A titolo personale, se disgraziatamente un giorno dovessi trovarmi sieropositiva, dopo aver ucciso il mio ragazzo cercherei subito di mettermi in terapia. Quindi vedi, tutto è molto soggettivo.
Comunque, correggo il mio pensiero che è stato malamente frainteso: credevo di essermi infilata in una discussione tecnica, ma evidentemente mi sbagliavo. A conferma di ciò, è scappato fuori anche Hitler che, come sappiamo, è argomento risolutivo in tutte le discussioni.
Propongo di continuare la discussione sul fatto che tra i circoincisi l'incidenza di HIV è più bassa che tra i non circoincisi (e non è una provocazione).


Citazione:
Ma i medici non capiscono che non possono fare nulla se alla base non c'è un ambiente sano?

Ok. Redna, in questo momento sei tu ad attribuire ai medici poteri paranormali. L'ambiente è il responsabile principale (40%) delle malattie umane, insieme ai comportamenti sbagliati. Peccato che i medici non lavorano all'arpat, ci devono pensare in primis i politici (che regolarmente se ne fregano) e poi i cittadini (medici compresi, ma quanti medici ci sono ogni quanti abitanti?) nella vita quotidiana.
Non credere che i medici siano contenti di dipendere per ogni progettucolo di educazione sanitaria dal finanziamento del ministero del politico di turno, che di salute ne sa una cippa.
Per capire come la pensano i medici seri sulla sanità ti consiglio di scaricare "La Storia siamo noi - Nemesi medica". E' una produzione rai, la trovi su e-mule. Detto seriamente, se non è etica quella non so dove altro trovarla.

"Le uniche idee a cui abbiamo diritto sono quelle che mettiamo in pratica" informazione alternativa peacereporter
Ghilgamesh
Inviato: 13/7/2008 12:32  Aggiornato: 13/7/2008 12:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Olah, te che sembri pratico, ci posti il numero e la rivista in cui si DIMOSTRANO le relazioni fra HIV e AIDS?

Che il resto sono cialtronate.

Sta domanda, la più semplice, nel caso le case farmaceutiche avessero ragione, è ancora li.

Puoi anche ignorare la domanda o scappare come hanno fatto gli altri ...

ireland74
Inviato: 13/7/2008 12:38  Aggiornato: 13/7/2008 12:40
So tutto
Iscritto: 29/11/2007
Da:
Inviati: 8
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Scusa blackbart,prova ancora con il link,avevo fatto un errore di battitura, prova adesso:

http://www.cesil.com/0898/itfrah08.htm

Per Olah:
Rispondendo alla domanda della responsabilità di interrompere i trattamenti (AVVELENAMENTI),se fossi al posto del ministro della Salute non avrei difficoltà a sfidare i poteri forti.

Se nei reparti ospedalieri trovi casi aids CONCLAMATI chi ti assicura che il loro stato non sia causato dal trattamento "terapeutico" che i soggetti stessi subiscono?

Riguardo la correlazione AIDS-sieropostivi ti ho già implicitamente risposto con il caso di Magic Johnson.

Riguardo l'ingegneria genetica,non hai prove per dimostrare l'esistenza della particella HIV (conosci NOBEL assegnati per tale mirabolante scoperta?), ma già salti avanti fidandoti ciecamente dei passaggi biochimici attribuiti ai retrovirus?
La Medicina NON è una scienza esatta,lo stesso termine INGEGNERIA,che invece dovrebbe esserlo,associata alla Genetica mi sembra una forzatura.

Nei link da te segnalati si parla solo di una potenziale oncogenicità a lungo termine dei suddetti,nient'altro.

olah
Inviato: 13/7/2008 13:44  Aggiornato: 13/7/2008 13:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Per Olah: Rispondendo alla domanda della responsabilità di interrompere i trattamenti (AVVELENAMENTI),se fossi al posto del ministro della Salute non avrei difficoltà a sfidare i poteri forti. Se nei reparti ospedalieri trovi casi aids CONCLAMATI chi ti assicura che il loro stato non sia causato dal trattamento "terapeutico" che i soggetti stessi subiscono? Riguardo la correlazione AIDS-sieropostivi ti ho già implicitamente risposto con il caso di Magic Johnson.


Hai sbagliato persona, non ti ho fatto io quelle domande.

Citazione:
Riguardo l'ingegneria genetica,non hai prove per dimostrare l'esistenza della particella HIV (conosci NOBEL assegnati per tale mirabolante scoperta?), ma già salti avanti fidandoti ciecamente dei passaggi biochimici attribuiti ai retrovirus? La Medicina NON è una scienza esatta,lo stesso termine INGEGNERIA,che invece dovrebbe esserlo,associata alla Genetica mi sembra una forzatura.


Ma lo sai che cos'è un virus? Se hai il genoma, le proteine, gli assemblati, non hai anche il virus? Sai come si inserisce un gene in un genoma? Hai una minima idea della precisione con cui si può manipolare un gene? Conosci il significato del termine ingegneria? Hai un minimo di cultura sulla biologia molecolare? Se la risposta alla maggior parte di queste domande è sì, riscrivi pure il vocabolario. Se è no, forse dovresti leggere un po' prima di dire certe cose.

Citazione:
Nei link da te segnalati si parla solo di una potenziale oncogenicità a lungo termine dei suddetti,nient'altro.


Non è vero, dedicagli più tempo (almeno più di un secondo) e vedrai che ci troverai molto di più.

redna
Inviato: 13/7/2008 14:19  Aggiornato: 13/7/2008 14:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
forgil

citazione
A titolo personale, se disgraziatamente un giorno dovessi trovarmi sieropositiva, dopo aver ucciso il mio ragazzo cercherei subito di mettermi in terapia. Quindi vedi, tutto è molto soggettivo.
----
E faresti due danni. Devi andare in galera e anche all'ospedale ....Fra le due cose eviterei almeno la prima.
Sarà che tutto è soggettivo ma bisogna anche avere dei buoni agganci per non andare in galera....e forse anche all'ospedale.

citazione

A conferma di ciò, è scappato fuori anche Hitler che, come sappiamo, è argomento risolutivo in tutte le discussioni.
---
Zio adolf non è scappato fuori ma l'ho tirato fuori apposta. Per i metodi della medicina attuale si potrebbe dire che qualcosa di 'nazista' esiste. Se poi volete dire che non è vero è proprio per il fatto che gli ospedali sono truccati con i fiori, piante e tappeti. Ma si esce con dei virus, malconci e non in salute.
Non è argomento risolutivo. Non si risolve nulla. Gli ospedali rimangono come sono e se qualcuno ne ha bisogno va in quelle strutture ....e che dio gliela mandi buona.


citazione

Propongo di continuare la discussione sul fatto che tra i circoincisi l'incidenza di HIV è più bassa che tra i non circoincisi (e non è una provocazione).
----
Dunque: fra i circoncisi l'incidenza di HIV è più bassa che fra i non circoncisi.
I circoncisi sono di religione ebraica. Gli ebrei sono 'stati esentati'?
Allora mi chiedo perchè l'africa è popolata da persone sieropositive!
Vuol dire che credere al dio degli eserciti si è esentati dal 'flagello' dell'HIV?Improbabile.
Vorrà forse dire che invece sono stati 'meno infettatti' e circoncisi?
Vuol dire forse che occorre circoncidere TUTTI?


citazione

Ok. Redna, in questo momento sei tu ad attribuire ai medici poteri paranormali. L'ambiente è il responsabile principale (40%) delle malattie umane, insieme ai comportamenti sbagliati. Peccato che i medici non lavorano all'arpat, ci devono pensare in primis i politici (che regolarmente se ne fregano) e poi i cittadini (medici compresi, ma quanti medici ci sono ogni quanti abitanti?) nella vita quotidiana.

----
Non attribuisco nessun potere paranormale. Nè ai medici nè ai politici. Vorrei che le due categorie facessero quello per cui sono preposte.
Quello che volevo dire dei medici è che invece di andare alle convention delle case farmaceutiche nelle isole esotiche potrebbero cambiare un momentino il sistema imperante di ora.
Ma si sono adagiati. Si sono venduti. Si sono rincoglioniti.
E non parliamo di numero di medici, parliamo piuttosto di qualità dei medici.

Non credo che i medici siano d'accordo sull'attuale sistema della sanità ma resta il fatto che 'li hanno messi d'accordo' e se vuoi che ti dica come te lo posso dire. Ma credo non ci sia bisogno di aggiungere altro.

---edit----

e proprio oggi:

Roma, 13 lug. (Apcom) - Dura replica al Governo dal presidente della Conferenza delle Regioni Vasco Errani sull'effetto della manovra rispetto alla spesa sanitaria. "L'effetto combinato di sottostima e tagli toglierà alla sanità italiana 7 miliardi di euro da qui al 2011", ribatte Errani al ministro del Welfare Maurizio Sacconi e a quanti nell'esecutivo escludono riduzioni degli stanziamenti. "Sui tagli alla sanità - accusa il Presidente della Conferenza delle Regioni - negare l'evidenza rappresenta un pessimo inizio. La battaglia contro gli sprechi, per i risparmi e per l'efficienza va concordata assieme, prima di tutto fra Governo e Regioni, come si fece per il patto triennale sulla salute 2007-2009. Ora la manovra del Governo, promossa unilateralmente, sottostima la spesa tendenziale ed opera un ulteriore taglio, assumendosi così la grave responsabilità di riportare tutte le regioni ad un deficit sanitario, interrompendo quel percorso virtuoso, recentemente riconosciuto anche dalla Corte dei conti". "Per quanto riguarda i ticket - è altrettanto duro Errani - sostenere che verranno coperti con il taglio degli stipendi di direttori generali e sanitari è per un verso una sciocchezza e per l'altro una provocazione nei confronti delle regioni e dei cittadini. Siamo ancora in attesa dell'incontro con il Presidente del Consiglio dei ministri da cui auspico vengano risposte sostanziali. Diversamente nessuna propaganda o demagogia potrà nascondere la responsabilità del Governo per quel che riguarda la reintroduzione del ticket, la ripresa del deficit sanitario e lo scontro istituzionale".

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
olah
Inviato: 13/7/2008 14:35  Aggiornato: 13/7/2008 14:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Puoi anche ignorare la domanda o scappare come hanno fatto gli altri ...


Ghilgamesh, non ho motivo di ignorarti.

Non ho studiato la relazione tra hiv e aids e non so molto sull'argomento. Quando facevo il biologo molecolare (poi sono passato all'informatica) studiai alcuni aspetti della biologia dell'hiv, chiesi anche un finanziamento per sintetizzare il nucleocapside in un protozoo (non lo ottenni), ma non mi interessai agli aspetti medici. Posso consigliarti di partire da una breve review di Gallo e Montagnier: http://content.nejm.org/cgi/content/full/349/24/2283 e poi passare ad altre review un po' più specifiche, come "Human retroviruses in leukaemia and AIDS: reflections on their discovery, biology and epidemiology" di Karpas. Poi agli articoli sulle riviste specializzate. Non penso che tu possa avere delle risposte con un unico articolo.

Forgil
Inviato: 13/7/2008 14:42  Aggiornato: 13/7/2008 14:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/8/2006
Da: Villa Bacilla
Inviati: 211
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Vorrà forse dire che invece sono stati 'meno infettatti' e circoncisi?

Non ho capito bene cosa vuoi dire.
Comunque della circoincisione come possibile prevenzione se ne parla da diverse parti, come misura igienica per evitare che secrezioni infette restino a contatto con le mucose .
Su pubmed c'è diverso materiale interessante se cerchi "HIV AND circumcised", con limits su title/abstract.

Citazione:
Non credo che i medici siano d'accordo sull'attuale sistema della sanità ma resta il fatto che 'li hanno messi d'accordo' e se vuoi che ti dica come te lo posso dire. Ma credo non ci sia bisogno di aggiungere altro.

Perchè no? Qui nessuno si offende personalmente. Meglio saperle le cose, prima che "mettano d'accordo" anche noi giovani studenti.

"Le uniche idee a cui abbiamo diritto sono quelle che mettiamo in pratica" informazione alternativa peacereporter
Al2012
Inviato: 13/7/2008 16:33  Aggiornato: 13/7/2008 16:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Visto che si parla di virus, cosa ne pensate di quanto segue ??


VIRUS
http://www.margheritacampaniolo.it/Feltri/virus.htm

Dal punto di vista della classificazione i virus hanno sempre presentato un’infinità di problemi.

Inseriti a forza tra i Protisti Inferiori, in realtà hanno ben poco a che vedere con le forme di vita più primitive e questo aspetto è ancora più evidente quando si analizzino le parole usate per descriverli in tutti i testi scientifici specializzati.
La frase più ricorrente è “I virus non sono né forme di vita né materia inanimata”.

L’imbarazzo è evidente, non è proprio ortodosso definire un’entità qualunque dicendo ciò che non è… Ma pesando con attenzione questa frase, che cosa se ne ricava?

Che i virus non sono organismi biologici, non si riproducono e non si evolvono autonomamente, ma sono composti di materia, che però è dotata di mobilità.

In parole povere, i virus sono delle macchine.

°°°°°°°
Definizione della parola Virus: dal "Dizionario Medico del Medlineplus":

Grande gruppo di agenti infettivi sub-microscopici che sono "considerati" (NdR: ipotesti non provata) microrganismi estremamente semplici o come molecole estremamente complesse che tipicamente contengono un “cappotto” (capsula esterna) di proteina (lipidi) che racchiude del RNA e/o del DNA di materiale genetico, ma nessuna membrana semi-permeabile, e sono solamente capaci di crescere e moltiplicarsi in cellule viventi e cio’ provoca (NdR: cosi' si dice) varie importanti malattie in esseri umani, animali o piante.
http://www.mednat.org/cure_natur/virus.htm

(Link già segnalati nel Topic I virus cosa sono? su forum Salute & ambiente; … )
QUI

“Capire … significa trasformare quello che è"
ireland74
Inviato: 13/7/2008 17:18  Aggiornato: 13/7/2008 17:52
So tutto
Iscritto: 29/11/2007
Da:
Inviati: 8
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Vero olah, le domande originavano da blackbart.

in ogni caso la mia opinione sull'ingegneria genetica è perfettamente combaciante con quella che lo straordinario Dr.Blondet ha espresso in questo magistrale articolo:

http://www.effedieffe.com/content/view/1838/140/

Evitando di sviare eccessivamente l'argomento devi ancora spiegarmi come è potuto accadere che su un virus di cui ancora non è stata dimostrata l'effettiva esistenza si sia realizzata prima un serie di test atti a rivelarne la presenza (!),e poi si è riusciti a imporre linee guide basata sulla somministrazione di VELENI.

Scusa, ma questa storia a mio modesto parere puzza lontano un miglio di massoneria.

Forgil
Inviato: 13/7/2008 17:20  Aggiornato: 13/7/2008 17:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/8/2006
Da: Villa Bacilla
Inviati: 211
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
In parole povere, i virus sono delle macchine.

Non ci vedo nulla di assurdo. Anzi, a volte l'ho pensato anche io vedendo la forma del capside, il meccanismo a siringa. Del resto, se i mitocondri potrebbero essere stati batteri intracellulari che ora convivono con la cellula e la aiutano...
Citazione:
sono solamente capaci di crescere e moltiplicarsi in cellule viventi e cio’ provoca (NdR: cosi' si dice) varie importanti malattie in esseri umani, animali o piante.

A volte non le provoca direttamente il virus, ma la reazione esagerata del nostro sistema immunitario. L'HBV sarebbe praticamente innocuo se solo i linfociti lo riconoscessero come tale. Ma non lo fanno, e ti becchi l'epatite.

"Le uniche idee a cui abbiamo diritto sono quelle che mettiamo in pratica" informazione alternativa peacereporter
redna
Inviato: 13/7/2008 21:16  Aggiornato: 13/7/2008 21:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
ireland74
citazione
Scusa, ma questa storia a mio modesto parere puzza lontano un miglio di massoneria.

----

http://www.disinformazione.it/birth_control.htm

Ecco infatti il pensiero dell'UNICEF in tema di diritto alla vita dei nascituri:
"[...] non si otterrà una diminuzione del tasso delle nascite senza ricorso all'aborto, legale o illegale [...] Gli aborti provocati hanno un effetto molto più efficace per diminuire il tasso di natalità che l'utilizzo dei metodi contraccettivi”.
=====

potrebbe essere la stessa storia....alla fin fine.
Basta controllare l'incremento demografico con ogni mezzo.

===per chi studia medicina:

- includere gli orientamenti (del Family Planning, N.d.A.) nelle materie di studio delle scuole mediche "per legittimare la pianificazione della famiglia come disciplina appartenente all'area della medicina" (p. 89)
-----
Infatti le gravidanze sono medicalizzate e sono anche, molto più di una volta dichiarate a rischio (e le donne muoiono ancora di parto,forse più di prima...)

===

- la sterilizzazione chirurgica, ampiamente adottata a Puerto Rico dove nel 1965 risultavano sterilizzate un terzo delle donne, mentre a Madras, nel novembre 1968, 5,3 milioni di persone avevano subito l'intervento (p. 100). (Giova peraltro segnalare che la sterilizzazione è nel frattempo diventata il contraccettivo più diffuso e che secondo le Nazioni Unite nella sola India sono già stati sottoposti a vasectomia il 70% dei maschi.
---
Immagino che a queste persone la scienza medica/medicina abbia chiesto anche che cosa ne pensassero prima...
E allora ritorno a dire che pure zio adolf aveva questi metodi.
Se poi qualcuno dice che sono sempre gli stessi argomenti mi spieghi un pò casomai ne capisse qualcosa!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Ghilgamesh
Inviato: 13/7/2008 21:35  Aggiornato: 13/7/2008 21:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
"Non penso che tu possa avere delle risposte con un unico articolo."

E non trovi quantomeno curioso, che non esista uno studio che DIMOSTRI la relazione fra HIV eAIDS?

Cos'è, uno ha studiato l'HIV, un altro l'AIDS e poi hanno correlato gli articoli?

Trovo veramente allucinante, che si sottoponga della gente a un esame, che ha più o meno la validità di una monetina lanciata in aria ( e sfido chiunque a dimostrare il contrario, non essendoci UN articolo che dimostri tale relazione) ... e che da quel test, dipenda la vita di quella persona!

Meglio il mago do Nascimiento a quel punto, lui ti rubava solo i soldi ... ma almeno la vita te la lasciava!

Al2012
Inviato: 13/7/2008 23:54  Aggiornato: 13/7/2008 23:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Per chi vuole approfondire la conoscenza dei geni (come da link lanciato da Ireland74) e il funzionamento delle cellule, consiglio la visione del DVD di Bruce Lipton - La Mente è più Forte dei Geni – DVD
(ho già lanciato questo link e questo consiglio più volte perché penso che sia fatto bene, anche dal punto di vista scientifico, secondo il mio giduzio)

Link di uno estratto di circa 30 minuti del DVDche dura 240 minuti
QUI


cause principali di morte negli stati uniti

3° Cancro con circa 554.000 morti ogni anno

2° Cardiache con circa 700.000 morti ogni anno

1° Iatrogena con circa 784.000 morti ogni anno

IATROGENA, ovvero malattia dovuto alle sostanze contenute nelle medicine che vengono somministrate al paziente.

Scusate se sono OT, ma questo è comunque un esempio di quanto ancora la “Medicina” (e non solo) debba ancora scoprire, e che occorre una visione più “olistica” perché questo è il metodo migliore per comprendere la vita del nostro corpo.
La scienza d’avanguardia sta uscendo dalla visione meccanica della vita per entrare in una visione “quantistica” dove la materia si dissolve in campi energetici ……..

“Capire … significa trasformare quello che è"
olah
Inviato: 14/7/2008 8:28  Aggiornato: 14/7/2008 8:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Evitando di sviare eccessivamente l'argomento devi ancora spiegarmi come è potuto accadere che su un virus di cui ancora non è stata dimostrata l'effettiva esistenza si sia realizzata prima un serie di test atti a rivelarne la presenza (!),e poi si è riusciti a imporre linee guide basata sulla somministrazione di VELENI.


Ma cosa ti serve per sapere se un virus esiste? Cosa non ti ha convinto dei post che ho postato in precedenza sull'esistenza del virus? Perché continui a ripeterti ma sembri evitare sia le domande sia le risposte.

La mia senzazione è che tu stia affrontando un tema sul quale avresti bisogno, prima, di un minimo di formazione.

olah
Inviato: 14/7/2008 9:03  Aggiornato: 14/7/2008 9:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
E non trovi quantomeno curioso, che non esista uno studio che DIMOSTRI la relazione fra HIV eAIDS?


Se per studio intendi articolo (io avevo scritto articolo), davvero ti illudi che si possa dimostrare qualcosa di una tale complessità con un unico lavoro? Questi studi conivolgono virologi, medici, epidemiologi di laboratori e ospedali di varie parti del mondo. Si lavora, si pubblica, si discute su aspetti molto specifici. Poi ogni tanto si fa una review, una specie di articolo di carattere più generale per dare un quadro della situazione. Comincia a leggerti le review che ti ho segnalato e poi gli articoli, magari dopo aver passato qualche anno sui libri e qualche altro anno a lavorare in un laboratorio, perché se non sei del settore la lettura specialistica può essere di difficile comprensione.

Cerchiamo di essere seri, qui non si tratta di discutere di una teoria bislacca, non ci sono grattaceli che esplodono per gravità. L'idea che un virus che infetta i linfociti possa provocare un'immunodeficienza è fondata, non sarebbe un caso unico, si può confutare o contrastare ma per farlo sarebbe utile conoscere quanto meno la materia.

redna
Inviato: 14/7/2008 9:44  Aggiornato: 14/7/2008 9:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
olah
citazione
Cerchiamo di essere seri, qui non si tratta di discutere di una teoria bislacca, non ci sono grattaceli che esplodono per gravità.
----
La teoria bislacca qual'è?quella che si fa una cura senza nemmeno sapere che razza di virus devo combattere?
la teoria bislacca non è forse quella che occorre far soffrire e avvelenare le persone sapendo a priori che non guariranno?
la teoria bislacca non è forse quella che l'aids è stata spacciata come malattia dei pervertiti solo per suffragare che in africa lo sono tutti, mentre guarda caso, proprio i circoncisi ne sono immuni?
Cose strane, bislacche e fuori del mondo.
I grattacieli che sono esplosi hanno fatto meno vittime di quelle dell'aids.
E'bislacco anche che si paragonino i grattacieli all'aids.


citazione

L'idea che un virus che infetta i linfociti possa provocare un'immunodeficienza è fondata, non sarebbe un caso unico, si può confutare o contrastare ma per farlo sarebbe utile conoscere quanto meno la materia.

----
E un malato di aids gli vai a spiegare la materia? se gli spiegassi la materia non lo avveleneresti...

E'interessante anche....l'idea che un virus che infetta .....possa provocare....
Siamo alle idee!!!
Accidenti e tutti i mortidi aids chi li ha sulla coscienza!


edit----
.....e la sanità invece che curare viene usata per far i propri interessi..

http://www.repubblica.it/2008/07/sezioni/cronaca/arresto-gov-abruzzo/arresto-gov-abruzzo/arresto-gov-abruzzo.html

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Ghilgamesh
Inviato: 14/7/2008 10:22  Aggiornato: 14/7/2008 10:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
"Se per studio intendi articolo (io avevo scritto articolo), davvero ti illudi che si possa dimostrare qualcosa di una tale complessità con un unico lavoro?"

Sinceramente si.

Il metodo SCIENTIFICO, è questo.

Oltretutto non credo sia particolarmente complesso, voglio dire, parecchi autori son riusciti a spiegare in 4 righe esperimenti dai risultati sconvolgenti come quello della doppia fessura (fisica quantistica) ... e migliaia di scienziati non riescono a DIMOSTRARE una relazione esistente fra un virus e un retrovirus?

Se la relazione C'E', la si dimostra ... in caso contrario, ci si gira intorno.
(qui cosa si sta facendo secondo te? ^__^)

blackbart
Inviato: 14/7/2008 11:21  Aggiornato: 14/7/2008 11:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/10/2007
Da:
Inviati: 1224
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Sinceramente si.

Il metodo SCIENTIFICO, è questo.

Oltretutto non credo sia particolarmente complesso, voglio dire, parecchi autori son riusciti a spiegare in 4 righe esperimenti dai risultati sconvolgenti come quello della doppia fessura (fisica quantistica) ... e migliaia di scienziati non riescono a DIMOSTRARE una relazione esistente fra un virus e un retrovirus?


Anche in questo caso si tratta di divulgazioni o review.. non certo "dimostrazioni".

olah
Inviato: 14/7/2008 11:36  Aggiornato: 14/7/2008 11:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
"Se per studio intendi articolo (io avevo scritto articolo), davvero ti illudi che si possa dimostrare qualcosa di una tale complessità con un unico lavoro?"

Sinceramente si.

Il metodo SCIENTIFICO, è questo.

Oltretutto non credo sia particolarmente complesso, voglio dire, parecchi autori son riusciti a spiegare in 4 righe esperimenti dai risultati sconvolgenti come quello della doppia fessura (fisica quantistica) ... e migliaia di scienziati non riescono a DIMOSTRARE una relazione esistente fra un virus e un retrovirus?


Non ho capito, tu vuoi una spiegazione in quattro righe o una dimostrazione? O una dimostrazione in 4 righe?

Mi sa che non hai un'idea molto chiara di cosa sia un articolo scientifico, forse dovresti leggere un po' di letteratura, o almeno i titoli. Secondo te è bastato un solo lavoro, un solo articolo per dimostrare che il fumo o l'amianto favoriscono il cancro? Tu saresti stato in grado di fare con un unico gruppo di lavoro tutte le analisi, tutti i test medici e gli studi epidemiologici, tirare le somme e pubblicare tutto in un unico articolo?

La scienza è basata sulla collaborazione, non si fa tutto da soli. Ci sono tanti gruppi di lavoro, si scrivono tanti articoli, si fanno i congressi, e poi quando si ha abbastanza materiale si realizzano i modelli, si scrivono le review e quindi i libri.

Quindi ripeto, se vuoi fare uno studio serio, devi prima formarti e poi leggere una certa quantità di materiale, non si risolve tutto in quattro righe e non ci sono scorciatoie.

Quanto al fatto che non hanno dimostrato nulla è un tuo assunto che dai per scontato. Hai già studiato la documentazione?

Citazione:

Se la relazione C'E', la si dimostra ... in caso contrario, ci si gira intorno.
(qui cosa si sta facendo secondo te? ^__^)


Qui non stiamo facendo nulla di scientifico e tanto meno siamo nelle condizioni di fare dimostrazioni. Forse stai sottovalutando la complessità del tema.

redna
Inviato: 14/7/2008 11:51  Aggiornato: 14/7/2008 12:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
La scienza è basata sulla collaborazione, non si fa tutto da soli. Ci sono tanti gruppi di lavoro, si scrivono tanti articoli, si fanno i congressi, e poi quando si ha abbastanza materiale si realizzano i modelli, si scrivono le review e quindi i libri.


-----


Finchè il medico pensa il malato muore. O viene avvelenato.


http://www.disinformazione.it/mondo_imbecilli.htm

la fabbrica degli imbecilli

Riempire la mente di dati falsi rende le persone incapaci di valutare. Ogni cosa che ascolti o leggi nei vari media viene riportata in modo falso, non obbiettivo.

Miriadi di teorie scientifiche sono false o inconcludenti. La scienza medica eccelle in questo, la scienza dell’alimentazione, ammesso che esista una tale scienza, arriva seconda.

Tutta questa civiltà è falsa, non c’è un settore libero dalla menzogna, se non piccole nicchie ignorate dai media o persino oscurate, ogni cosa è stata alterata per farla diventare un mondo di favole in cui individui privi di certezze reali vivono una vita falsa.

Quando un essere è consapevole della propria essenza spirituale vede le cose e il mondo come sono veramente ed è impossibile ingannarlo, ed è questa la ragione per cui i signori del mondo intendono ridurlo al pari di uno zombie
Il modo di farlo è quello di privare gli individui dei principi etici e della consapevolezza della loro vera essenza spirituale sostituendoli gradualmente con i principi del più solido materialismo.

---
o facendo passare tutti per incompetenti o che non se ne intendono.
....ma sò ragazzi!!! che giocano a dottori....

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Ghilgamesh
Inviato: 14/7/2008 12:26  Aggiornato: 14/7/2008 12:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Forse mancano le basi.

La Scienza (con la s maiuscola) prevede che tutte le cose siano verificabili e replicabili da chiunque.

Altrimenti è stregoneria!

Per il fumo, la mia classe, alle MEDIE, andò in tv grazie a uno studio sui danni provocati dalle sigarette.

Non ci vuole un genio a dimostrare che se immetti fumo nei polmoni (sia esso di tabacco o altro) fa male.

Ci misero tanto a dimostrarlo, solo perchè le multinazionali del tabacco pagavano "esperti" per mentire.
(sempre ai soldi si torna)

Invece nel caso dell'AIDS, di scientifico, non ci ho visto ancora nulla.

Voi sostenete ci sia una relazione, la semplice domanda è: in base a cosa?

Se non lo sapete, bona li ... ma almeno non cercate di convincermi come wanna Marchi che il sale si debba sciogliere in acqua anche oltre la saturazione.

ireland74
Inviato: 14/7/2008 13:07  Aggiornato: 14/7/2008 13:30
So tutto
Iscritto: 29/11/2007
Da:
Inviati: 8
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Egregio Olah,veramente sei tu quello che non fornisce uno straccio di risposta alle mie domande,peraltro comuni alla maggioranza degli altri che continuano a postare in questo thread...

-Nei link da te forniti, si parla di retrovirus, non dell'isolamento dell virus HIV,(se anche venisse isolato,prima di pensare alla "terapia"si dovrebbe dimostrare una FERREA corrrelazione tra HIV e patologia,peraltro anch'essa a dir poco NEBULOSA perchè neanche la SINTOMATOLOGIA è ben definita).

-riguardo le presunte fotografie al microscopio elettronico di 2 articoli precedentemente pubblicati (uno tedesco,l'altro americano),il già citato Dr Franchi ha dimostrato (http://www.cesil.com/0898/itfrah08.htm) attraverso la semplice comparazione dimensionale,che le particelle sono troppo GRANDI e VOLUMINOSE per corrispondere alle caratteristiche previste per l'hiv,ma probabilmente non lo hai neanche degnato di uno sguardo...

-A proposito di Germania,sei a conoscenza che un TRIBUNALE di Dortmund nel 2001 (sentenza del 15/1/2001, giudice Hackmann) ha emesso una sentenza di condanna contro il sistema sanitario tedesco per impossibilità a dimostrare l'esistenza del virus HIV?
ecco qui i link:
http://www.mednat.org/aids/trib_tedesco_no_HIV.htm

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=3773

-il tempo tra la presunta infezione e il cosiddetto AIDS conclamato è ridicolmente lungo.

-la cosiddetta sintomatologia non prevede altro che un'accozzaglia di malattie (si allarga di anno in anno,adesso siamo oltre le 60!) già ampiamente catalogate,rendendo talmente confusionaria la diagnosi da essere fattibile solo tramite TEST (truffa anche quello).

-Leggendo nei foglietti illustrativi degli antiretrovirali al paragrafo effetti collaterali si replica ciò che puoi trovare nel paragrafo Sintomatologia dell'infezione da hiv nei testi di mecinina interna(!!!).

-Dei retrovirus,la sottocategoria LENTIVIRUS era inesistente prima della "scoperta" del Killer,anzi si può affermare che è stata creata ad HOC (!) per giustificare l'estrema lentezza del suddetto prima di esplicare i suoi nefasti effetti.

-Non per essere monotono come ha fatto magic Johnson a dichiararsi GUARITO, anche dalla condizione di sieropositività (forse a quei livelli qualche amichetto massone gli avrà chiesto di recitare un pò per impressionare i poveri GOYM?)?

RICAPITOLANDO non hai uno studio certo,non hai una sintomatologia chiara (tra le TOP TEN per allargare le statistiche da qualche anno in USA è stato incluso anche il tumore vaginale tra le conseguenze del killer),i tempi di latenza sono elefantiaci,vi è anche una SENTENZA di un TRIBUNALE TEDESCO (!),però insisti nel giustificare l'intossicazione di innocenti con sostanze altamente tossiche come gli anti-retrovirali?

L'aids è una TRUFFA, e di quelle più plaetali,mi verrebbe da ridere se non fosse per i moltissimi morti che è costato tutto questo.

olah
Inviato: 14/7/2008 13:47  Aggiornato: 14/7/2008 13:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Se non lo sapete, bona li ... ma almeno non cercate di convincermi come wanna Marchi che il sale si debba sciogliere in acqua anche oltre la saturazione.


Non voglio convincerti, tu mi hai cheisto dei riferimenti e io te li ho girati, perché ho pensato che tu volessi documentarti, tutto qui.

Se sei convinto di quello che dici, puoi sempre riunire la tua classe delle medie e dimostrare al mondo che il virus non esiste.

Ghilgamesh
Inviato: 14/7/2008 14:16  Aggiornato: 14/7/2008 14:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
"Se sei convinto di quello che dici, puoi sempre riunire la tua classe delle medie e dimostrare al mondo che il virus non esiste."

E quando dovrò dimostrare che non esistono i draghi?

O i maghi?

Per dirti che una cosa NON esiste, PRIMA mi devono dimostrare che esiste!

E al momento, di prove, non se ne son viste...

olah
Inviato: 14/7/2008 14:57  Aggiornato: 14/7/2008 15:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
-Nei link da te forniti, si parla di retrovirus, non dell'isolamento dell virus HIV.


Se ti prendi il disturbo di leggere i miei post ti accrogi che nei link da me forniti ci sono la foto, la mappa e la sequenza completa del genoma virale.

Citazione:
-riguardo le presunte fotografie al microscopio elettronico di 2 articoli precedentemente pubblicati (uno tedesco,l'altro americano),il già citato Dr Franchi ha dimostrato (http://www.cesil.com/0898/itfrah08.htm) attraverso la semplice comparazione dimensionale,che le particelle sono troppo GRANDI e VOLUMINOSE per corrispondere alle caratteristiche previste per l'hiv,ma probabilmente non lo hai neanche degnato di uno sguardo...


In effetti non so chi sia questo Dr Franchi. Posso dirti solo che i virus dovrebbero avere una dimensione intorno al centinaio di nm, ma non mi baserei sulla dimensione per il riconoscimento.

Citazione:
-A proposito di Germania,sei a conoscenza che un TRIBUNALE di Dortmund nel 2001 (sentenza del 15/1/2001, giudice Hackmann) ha emesso una sentenza di condanna contro il sistema sanitario tedesco per impossibilità a dimostrare l'esistenza del virus HIV?


No, non lo sapevo. Conosco dei ricercatori tedeschi che lavorano sul virus. Spero che non li arrestino per attività su virus clandestino.

Citazione:
-il tempo tra la presunta infezione e il cosiddetto AIDS conclamato è ridicolmente lungo.


Ho un cugino che si è beccato il fuoco di Sant'Antonio 30 anni dopo aver preso il virus della varicella.

Citazione:
-la cosiddetta sintomatologia non prevede altro che un'accozzaglia di malattie (si allarga di anno in anno,adesso siamo oltre le 60!) già ampiamente catalogate,rendendo talmente confusionaria la diagnosi da essere fattibile solo tramite TEST (truffa anche quello).


Non sono un medico, forse è un quadro clinico di immunosoppressione?

Citazione:
-Dei retrovirus,la sottocategoria LENTIVIRUS era inesistente prima della "scoperta" del Killer,anzi si può affermare che è stata creata ad HOC (!) per giustificare l'estrema lentezza del suddetto prima di esplicare i suoi nefasti effetti.


Si tratta di un genere, a cui appartengono molte specie retrovirali, compreso il virus della leucemia felina. Meno male che ho vaccinato i miei gatti! Chissà se succede se lo mettono tra i velocivirus!

Citazione:
RICAPITOLANDO non hai uno studio certo,non hai una sintomatologia chiara (tra le TOP TEN per allargare le statistiche da qualche anno in USA è stato incluso anche il tumore vaginale tra le conseguenze del killer),i tempi di latenza sono elefantiaci,vi è anche una SENTENZA di un TRIBUNALE TEDESCO (!),però insisti nel giustificare l'intossicazione di innocenti con sostanze altamente tossiche come gli anti-retrovirali?


Non giustifico nulla. Non sono un medico e non mi occupo della relazione tra hiv e aids. Mi sono limitato a precisare che alcune cose scritte in questo forum sui virus sono delle castronerie.

Ciò che so sulla "versione ufficiale" non è in contrasto con quello che so sui virus. Non posso entrare in un ambito più specialistico, perché sarebbe un lavoro da esperti e io non ho intenzione di cambiare mestiere, quindi lascio che siano gli addetti ai lavori ad occupparsene e seguo le indicazioni che mi danno.

olah
Inviato: 14/7/2008 14:59  Aggiornato: 14/7/2008 15:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Per dirti che una cosa NON esiste, PRIMA mi devono dimostrare che esiste!

E al momento, di prove, non se ne son viste...


Va bene, allora riunisci la classe delle medie e dimostra al mondo che la comunità scientifica non sa fare il suo mestiere. Del resto avete dimostrato voi la relazione tra fumo e cancro (con un solo articolo, anzi trasmissione TV).

Al2012
Inviato: 14/7/2008 15:20  Aggiornato: 14/7/2008 15:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Cito Redna :

<< Quando un essere è consapevole della propria essenza spirituale vede le cose e il mondo come sono veramente ed è impossibile ingannarlo, ed è questa la ragione per cui i signori del mondo intendono ridurlo al pari di uno zombie

Il modo di farlo è quello di privare gli individui dei principi etici e della consapevolezza della loro vera essenza spirituale sostituendoli gradualmente con i principi del più solido materialismo. >>

Condivido pienamente questo pensiero !!!

°°°°°°°
Cito Olah:

<< Va bene, allora riunisci la classe delle medie e dimostra al mondo che la comunità scientifica non sa fare il suo mestiere. Del resto avete dimostrato voi la relazione tra fumo e cancro (con un solo articolo, anzi trasmissione TV). >>

A quale “comunità scientifica” ti riferisci ??

Alla comunità scientifica di classe “A” quella che è disturbata dalle teorie fantasiose della comunità scientifica di classe ”b” ??


Citazioni ufficiali in merito all'AIDS
http://www.disinformazione.it/citazioniAIDS.htm

°°°°°°°
AIDS e HIV
Tratto da: "AIDS la grande truffa" di Luigi De Marchi e Franco Franchi
NEXUS NEW TIME edizione italiana n°5.
http://www.disinformazione.it/aids-hiv.htm

<< Oggi il movimento del dissenso raccoglie oltre 700 firme tra virologi, infettivologi, epidemiologi ed altri specialisti di 23 nazioni tra cui 3 premi Nobel, tutti indignati dalla colossale mistificazione e speculazione imbastita intorno all'AIDS.

Sono passati oltre 12 anni da quando le autorità sanitarie hanno cominciato ad annunciare al mondo intero che l'umanità era minacciata da una nuova terribile peste, la cosiddetta "peste del 2000" che nell'arco di pochi anni avrebbe colpito decine e decine di milioni di persone continuando ad espandersi a macchia d'olio fino a diventare veramente il flagello del secolo che sta per finire e di quello che sta per cominciare.

Nonostante questi allarmi spaventosi, però, l'AIDS continua a restare una epidemia molto più piccola di quel che si vuol far credere, confinata in Occidente ad alcuni gruppi a rischio ben precisi; ed in Africa gonfiata da una definizione artificiosa, capace di riunire sotto il suo largo ombrello malattie antiche cambiandone il nome.

La teoria ufficiale non è tuttora in grado di spiegare in quale modo il virus HIV possa provocare le malattie che gli vengono imputate. (…) >>

°°°°°°°
AIDS: serve a qualcosa la conta dei CD4?
http://www.disinformazione.it/CD4.htm

<< (…) Il servizio di salute pubblica degli USA, ancora oggi raccomanda che il numero dei CD4 sia osservato ogni 3-6 mesi in tutte le persone HIV positive, e molti medici ancora pensano che sia buon indicatore del declino della salute, oltre che offrire parametri per le opzioni di trattamento.

Nonostante questo molte persone HIV positive stanno cominciando a fregarsene dell'esame dei CD4 come indicatore cruciale.
"Personalmente, non lo farò mai più!", dice una donna HIV positiva alla riunione di HEAL quando il discorso ritorna alla conta delle cellule T.

"Non permetterò mai più che un numero mi minacci di morte". "Ti bombardano!", si lamenta un uomo con un grido di disperazione. "Cellule T basse, devi morire - anch'io lo sento.
Devo fermarmi. Mi chiedo: come sto? Stupendamente - allora non ci penso più. ma altre persone con questo dilemma diventano pazze. E per questo che si lasciano andare, e che sia quel che sia".

Anche se raramente lo si ammette, nella discussione si evidenza una reale confusione su tutta la ricerca sull'AIDS.

Che significato reale ha la conta dei T4?
Che cosa li fa salire e scendere?
Perché le persone non si sentono né meglio né peggio, nonostante il continuo variare delle cellule T, se ciò è un buon indicatore dell'evolversi della malattia?

Uno alza la mano. "Domandai al mio medico: vi è una qualche relazione tra cellule T alte, cellule T basse, malattia e salute?.
Rispose che veramente non lo sapeva".

La ragione per la quale e cellule T4 arrivarono a giocare un ruolo tanto importante nell'AIDS può essere ricercata nelle prime osservazioni che si fecero sulla sindrome.
Nel 1981 i ricercatori cominciarono a notare che i primi pazienti di AIDS quasi non avevano cellule T4.
Più tardi, quando si scoprì l'HIV e si notò che l'HIV infettava queste cellule, si concluse che l'AIDS era fondamentalmente una malattia da deficienza di T4 causata dall'HIV.
Tuttavia, oggi, i ricercatori hanno rivisto radicalmente questa approssimazione, basandosi sull'osservazione realizzata per la prima volta nel 1987 dallo scettico dell'HIV: il Dr. Peter Duesberg, il quale sosteneva che l'HIV non uccideva un numero tale di cellule da provocare una caduta immunitaria. (…)>>

“Capire … significa trasformare quello che è"
olah
Inviato: 14/7/2008 15:33  Aggiornato: 14/7/2008 15:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Alla comunità scientifica di classe “A” quella che è disturbata dalle teorie fantasiose della comunità scientifica di classe ”b” ??


Io ne conosco una sola, che non è mai daccordo su nulla all'unanimità, spesso ci sono contrasti vivaci, ma non la dividerei nelle tue categorie. Semplicemente, c'è chi sbaglia e chi ha ragione, e non dico che abbia sempre ragione la maggioranza.

Ghilgamesh
Inviato: 14/7/2008 16:12  Aggiornato: 14/7/2008 16:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
"Va bene, allora riunisci la classe delle medie e dimostra al mondo che la comunità scientifica non sa fare il suo mestiere. Del resto avete dimostrato voi la relazione tra fumo e cancro (con un solo articolo, anzi trasmissione TV)."

Non abbiamo dimostrato nulla, abbiamo VERIFICATO che le informazioni in nostro possesso sul fumo fossero esatte.
(a dispetto di quello che ai tempi dicevano aziende del tabacco e media)

Nella SCIENZA, le cose sono verificabili da chiunque, anche bambini delle medie.

La relazione fra HIV e AIDS, al momento, non è verificabile da nessuno.
(a dispetto di quello che dicono aziende farmaceutiche e media)

olah
Inviato: 14/7/2008 16:31  Aggiornato: 14/7/2008 16:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Non abbiamo dimostrato nulla, abbiamo VERIFICATO che le informazioni in nostro possesso sul fumo fossero esatte.


Allora hai eluso la mia domanda, che era: hai un articolo che lo dimostra?

Al2012
Inviato: 14/7/2008 16:44  Aggiornato: 14/7/2008 16:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
<< Io ne conosco una sola, che non è mai daccordo su nulla all'unanimità, spesso ci sono contrasti vivaci, ma non la dividerei nelle tue categorie. Semplicemente, c'è chi sbaglia e chi ha ragione, e non dico che abbia sempre ragione la maggioranza. >>

La maggioranza dell’umanità conosce solo una “comunità scientifica”, che è quella maggiormente “sponsorizzata” dai mezzi d’informazione ufficiale.

Questo connubio tra scienza e organi di informazione ufficiale, fa si che esista la cosiddetta “scienza ufficiale”, con i suoi organi di controllo e verifica come ad esempio il “cicap”.
I grandi esponenti che “bucano lo schermo” come l’emerito dottor Veronesi oncologo di fama mondiale, divulgatori di sapienza in pillole come Angela.

La scienza di serie “b” esiste, per fortuna esiste …….
E’ quella scienza che non passa in continuazione nel “tamburo mediatico” “le nano particelle non hanno alcun effetto cancerogeno” “le centrali nucleari sono l’unica soluzione al problema energetico” “i termovalorizzatori sono l’unica soluzione al problema rifiuti” sono membri della comunità scientifica, quelli che sono ufficiali e quindi riconosciuti e visibili sui media, che affermano quanto accennato.

E’ solo una coincidenza che tali pensieri scientifici, trovino spazio nella informazione “ufficiale o di massa”.

E sarà anche un’altra coincidenza, che uscendo dalla informazione ufficiale, ho trovato un’altra scienza, una scienza che vive nell’ombra solo perché non è sponsorizzata o per meglio dire “non conformo alla situazione politico/sociale” quindi forviante e fantasiosa.

Ora posso dire che conosco due tipi di “comunità scientifica”:

Classe “A” quella al servizio delle industrie private e governi (privati), che vivono e prosperano grazie a sovvenzioni ampie con pioggia di dollari, che sono quelle sponsorizzata e pubblicizzata e massificata.

Classe “b” la cosi detta scienza alternativa, quella povera, senza sponsor e senza grande visibilità, quella che ha il coraggio di affermare che le esternazioni di Veronesi sono una “vergogna”, anche quella che ha il coraggio di comprendere l’esistenza di energie ancora sconosciute, …. Spirito !!! Anima !!!! (cose da preti)

“Capire … significa trasformare quello che è"
Ghilgamesh
Inviato: 14/7/2008 16:57  Aggiornato: 14/7/2008 16:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
"Allora hai eluso la mia domanda, che era: hai un articolo che lo dimostra?"

Posto che di domande tue, non ce n'erano.

Posto che finora ad aver eluso la domandasei tu.

Io posso dirti come VERIFICARE da TE, i danni provocati dal fumo.

Ed è più di un semplice articolo.

Io mi accontentavo di un articolo, ma se mi dici come faccio a verificare personalmente che esiste una relazione tra HIV eAIDS, è pure meglio!


Comunque sono sicuro che se faccio una ricerca su internet (ai tempi non c'era) un articolo esaustivo te lo trovo ... ma se te lo trovo, poi farai altrettanto con l'articolo da me richiesto?
Ah dimenticavo... è talmente complesso che non esiste

olah
Inviato: 14/7/2008 17:12  Aggiornato: 14/7/2008 17:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Posto che di domande tue, non ce n'erano.


Sì invece, sono quelle col punto interrogativo. Si scrive così: ?

Citazione:
Io mi accontentavo di un articolo, ma se mi dici come faccio a verificare personalmente che esiste una relazione tra HIV eAIDS, è pure meglio!


Anch'io mi accontentavo di un articolo.

Ti ho già dato il link di una review e il titolo di un'altra che sono un punto di partenza. Ti ho anche consigliato di studiare un po' prima, perché si tratta di argomenti tecnici. Poi puoi passare agli articoli veri e propri. Trovi i titoli in pubmed.gov e i numeri nelle biblioteche.

olah
Inviato: 14/7/2008 17:24  Aggiornato: 14/7/2008 17:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
La maggioranza dell’umanità conosce solo una “comunità scientifica”, che è quella maggiormente “sponsorizzata” dai mezzi d’informazione ufficiale.


E quali sarebbero questi mezzi ufficiali? Science, Nature...?

Io ho scritto su Nucleic Acid Research. Mi devo preoccupare? Sono tra i buoni o i cattivi?

E quali sono le riviste buone?

redna
Inviato: 14/7/2008 17:39  Aggiornato: 14/7/2008 17:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
olah
citazione

E quali sarebbero questi mezzi ufficiali? Science, Nature...?
----

Mi pare che si 'ciurli nel manico'....possibile dopo aver messo diversi link su come è messa la scienza medica/medicina e in che mani è, si arrivi a questo punto a fare certe domande?

citazione

E quali sono le riviste buone?
----

Altra domanda che significa solo: sto con quelli che hanno il denaro e il potere e non mi interessa se stanno ingannando tutti.

Ma mi pare che non ti trovi in buona compagnia, olah

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
harvey
Inviato: 14/7/2008 17:47  Aggiornato: 14/7/2008 17:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 339
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Cattivo, Olah! La ricerca è un'invenzione del demonio, e lo sai.
Gli antichi, quando vivevano nell'età dell'Oro, e seguivano le buone e saggie usanze, ogni volta che volevano sapere una cosa non stavano a sprecare tanto tempo come noi, facendo esperimenti e chissà che altro. Chiedevano a Redna.

redna
Inviato: 14/7/2008 18:18  Aggiornato: 14/7/2008 18:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
harvey


Cattivo, Olah! La ricerca è un'invenzione del demonio, e lo sai.
----

Potrebbe però essere lo zampino di qualcuno che,grazie ai fiumi di denaro, fa i modo che i ricercatori diventino al di sopra di tutto.Dei insomma. Ma condizione di uomo rimane e non c'è verso di cambiarla, o forse si, ma bisogna andare per altre strade.
La materia e lo studio della materia porta inevitabilmente verso il basso, cioè l'esatto opposto dello spirito.
Per cui è chiaro che ricerca e etica non vanno d'accordo.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
olah
Inviato: 14/7/2008 20:35  Aggiornato: 14/7/2008 20:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Cattivo, Olah! La ricerca è un'invenzione del demonio, e lo sai.


E' vero Harvey, mi sono giocato il paradiso! Tu te la caverai, sei famoso, hai recitato con James Stewart, e a San Pietro piacciono i conigli alti due metri. Ma io? Speriamo almeno nel limbo, così incontro Virgilio.

Pyter
Inviato: 14/7/2008 21:05  Aggiornato: 14/7/2008 21:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
olah.
E quali sono le riviste buone?

Per quanto riguarda l'anatomia il più autorevole è la rivista da cui si informa Harvey, Playboy.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
redna
Inviato: 14/7/2008 21:08  Aggiornato: 14/7/2008 21:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Ma io? Speriamo almeno nel limbo, così incontro Virgilio
----

Il limbo è stato tolto (dal papa....) quindi dove potrebbe trovarsi Virgilio?

PS-ma i conigli alti due metri non potrebbe essere una mutazione genetica?
Attenzione a giocare con il piccolo chimico...

Pyter
citazione

Per quanto riguarda l'anatomia il più autorevole è la rivista da cui si informa Harvey, Playboy.
----
Tutti gli articoli di tale rivista meritano la stima dei ricercatori.
Le fotografie inoltre mostrano i progressi della scienza nel campo dell'anatomia ma soprattutto, di ginecologia.
Il ricercatore capisce subito che nuovi mondi di spalancano davanti a lui.

PS-"l'albero di maggio" comunque è interessante (piccolo debunker in erba?)

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Pyter
Inviato: 14/7/2008 21:14  Aggiornato: 14/7/2008 21:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Il limbo è stato tolto (dal papa....) quindi dove potrebbe trovarsi Virgilio?

Il papa lo ha convinto a firmare un contratto e adesso anche lui fa RICERCA su
Internet.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Redazione
Inviato: 14/7/2008 22:08  Aggiornato: 14/7/2008 22:08
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Ragazzi, d'accordo che la discussione è esaurita, però....

Ghilgamesh
Inviato: 15/7/2008 10:41  Aggiornato: 15/7/2008 10:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
" Posto che di domande tue, non ce n'erano.



Sì invece, sono quelle col punto interrogativo. Si scrive così: ?"

Si, il punto interrogativo si scrive così, ma sospetto lo abbia imparato da poco, visto che tue domande rivolte a ME, non c'erano!
(puoi sempre fare un copia incolla, ma rischi di impantanarti ulteriormente nel fango hehehe)

"Ti ho già dato il link di una review e il titolo di un'altra che sono un punto di partenza. Ti ho anche consigliato di studiare un po' prima, perché si tratta di argomenti tecnici. Poi puoi passare agli articoli veri e propri. Trovi i titoli in pubmed.gov e i numeri nelle biblioteche."

Quindi vuoi dire CHE ESISTONO ARTICOLI VERI E PROPRI?

E perchè non li hai postati subito?

Non per criticarti, visto che ci pensi benissimo da solo, ma al mio grado di preparazione ci penso io, non postare articoli perchè probabilmente noi poveri e stupidi mortali non potremmo capirli, o è malafede, o è come il prete che giustifica ogni cosa come "mistero della fede", che il fedele non può e non deve capire.

Se ci sono articoli, facceli leggere, se non ci sono, abbi la decenza di non comportarti come Wanna Marchi! ... o come Ratzi.

redna
Inviato: 15/7/2008 12:05  Aggiornato: 15/7/2008 12:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Non per criticarti, visto che ci pensi benissimo da solo, ma al mio grado di preparazione ci penso io, non postare articoli perchè probabilmente noi poveri e stupidi mortali non potremmo capirli, o è malafede, o è come il prete che giustifica ogni cosa come "mistero della fede", che il fedele non può e non deve capire.

Se ci sono articoli, facceli leggere, se non ci sono, abbi la decenza di non comportarti come Wanna Marchi! ... o come Ratzi.
----


Quale povera stupida mortale mi associo e resto in fiduciosa attesa.
Per i misteri della fede ci sono da secoli istituzioni apposite e, da secoli, ci propinano che non si può conoscere più di tanto.Perchè nasce il sospetto che siamo stati presi per i fondelli da secoli?

E perchè nasce il sospetto che religione e scienza siano da secoli andati d'accordo per controllare il 'gregge'?
La bufala dell'aids come è stata messa giù ha tutta l'aria di caccia alle streghe da una parte e di sperimentazione 'gratuita' sulla pelle della povera gente (vedi paesi africani...) dall'altra.
In mezzo corre un fiume di soldi o, come si potrebbe dire ora, il dio-denaro.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
olah
Inviato: 15/7/2008 14:31  Aggiornato: 15/7/2008 14:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Si, il punto interrogativo si scrive così, ma sospetto lo abbia imparato da poco, visto che tue domande rivolte a ME, non c'erano!
(puoi sempre fare un copia incolla, ma rischi di impantanarti ulteriormente nel fango hehehe)


La domanda in questione l'ho fatta in questo post: Inviato: 14/7/2008 9:03 Aggiornato: 14/7/2008 9:09

ed era:
Citazione:
Se per studio intendi articolo (io avevo scritto articolo), davvero ti illudi che si possa dimostrare qualcosa di una tale complessità con un unico lavoro?


Citazione:
Quindi vuoi dire CHE ESISTONO ARTICOLI VERI E PROPRI?


Non ho voglia di spiegarti di nuovo la differenza che, nelle pubblicazioni scientifiche, esiste tra review e articolo (cerca nei post precedenti, e questa volta non dire che non esistono).

Ti ho consigliato di iniziare con una review perché per partire è più semplice, trattando il tema in termini più generali, e l'ho fatto per pura cortesia, nonostante il tono. Il link era questo (te lo rimetto perché mi sembra che tu tenda a perdere i pezzi): The Discovery of HIV as the Cause of AIDS. Un'altra review, anche questa già segnalata, un po' più tecnica, è questa: "Human retroviruses in leukaemia and AIDS: reflections on their discovery, biology and epidemiology".

Solo dopo ti conviene cominciare con le pubblicazioni segnalate come "Article" nelle riviste specialistiche. Questo è il percorso che in genere seguo anch'io, perché è più facile entrare nei dettagli se prima ti sei fatto un'idea di massima.

I link agli articoli di dettaglio, come ti ho già segnalato, li trovi in pubmed.gov, metti hiv e aids nel motore di ricerca e leggi i titoli. Ti ho anche già detto e ti ripeto che non risolvi la cosa con un solo articolo, perché non esiste lo studio unico e risolutivo. Solo per le indagini epidemiologiche si devono coinvolgere popolazioni e gruppi di lavoro diversi, a livello globale, e da ogni indagine si genera un articolo diverso.

Ripeto anche che io non ho studiato l'argomento e non intendo farlo. Se volessi farlo, per confutare la tesi hiv-aids partirei dai lavori di screening: quando c'è un epidemia, il numero di persone infette aumenta nel tempo. Se ci sono degli screening di popolazione, ad esempio sui militari (popolazione omogenea nel tempo), per un determinato virus, e nel tempo il numero di sieropositivi rimane costante, allora vuol dire che forse il virus non è il colpevole. Però queste ricerche richiedono studio e impegno, non si può pretendere sempre la pappa pronta o il link risolutivo.

Ghilgamesh
Inviato: 15/7/2008 14:59  Aggiornato: 15/7/2008 14:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Allora capisco, i tuoi so proprio problemi di Italiano!
Scusa, errore mio, dovevo capirlo e evitar di perder tempo.

Se ti risenti chiedendomi:

"Allora hai eluso la mia domanda, che era: hai un articolo che lo dimostra?"

Riferito ad articoli sui danni da fumo.

E la tua domanda originaria era:

"Se per studio intendi articolo (io avevo scritto articolo), davvero ti illudi che si possa dimostrare qualcosa di una tale complessità con un unico lavoro?"

Allora appare evidente che o hai grossi problemi con l'Italiano o stai facendo del mirror climbing per non rispondere.

Tra l'altro accusando me di perdere pezzi ... quando l'unico pezzo che me so perso è l'articolo scientifico su cui basano i test sull'HIV per vedere se hai l'AIDS!

Che fare un articolo come quello da te postato ci vuole poco, posso fartene uno anche io in cui ti dico che devi fare un test tricologico per vedere se hai lo scolo ... solo che se uno mi viene a chiedere UNA PROVA, so volatili per diabetici!

p.s. Nessuno ha chiesto un link risolutivo, ma il numero e la rivista scientifica, questo si può e si deve pretendere quando c'è di mezzo la vita di milioni di persone.

olah
Inviato: 15/7/2008 16:35  Aggiornato: 15/7/2008 16:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Allora appare evidente che o hai grossi problemi con l'Italiano o stai facendo del mirror climbing per non rispondere.


Ho spagliato post, nella fretta.

La domanda, anzi le domande, erano qui:

Inviato: 14/7/2008 11:36 Aggiornato: 14/7/2008 11:36

Citazione:
Secondo te è bastato un solo lavoro, un solo articolo per dimostrare che il fumo o l'amianto favoriscono il cancro? Tu saresti stato in grado di fare con un unico gruppo di lavoro tutte le analisi, tutti i test medici e gli studi epidemiologici, tirare le somme e pubblicare tutto in un unico articolo?


Il che dimostra anche che la tua asserzione: Citazione:
Posto che di domande tue, non ce n'erano.
posta lal plurale, come se io non ti avessi fatto alcuna domanda, è palesemente falsa.

Citazione:
p.s. Nessuno ha chiesto un link risolutivo, ma il numero e la rivista scientifica, questo si può e si deve pretendere quando c'è di mezzo la vita di milioni di persone.


Allora sei tu che hai problemi a leggere! Ma hai capito quello che ti ho scritto prima? Vuoi davvero informarti oppure ho solo perso il mio tempo?

ireland74
Inviato: 15/7/2008 17:22  Aggiornato: 15/7/2008 17:22
So tutto
Iscritto: 29/11/2007
Da:
Inviati: 8
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Ragazzi non disperate, sebbene il tribunale di Dortmund nel 2001 dopo "soli"21 anni di discussioni su aids,sieropositivi,azt etc etc,non sia riuscito a dimostrare l'esistenza dell'hiv (i link sono nel mio precedente post), sicuramente qualcuno riuscirà a tirar fuori il tanto agognato articolo risolutore nei prossimi post!

A proposito, tanto per rimanere in tema di "certezze" mediche,quanti di voi usano dentifrici al FLUORO?
-vi dice nulla la IG FARBEN e i suoi esperimenti di fluorizzazione delle acque?
A quanto pare nella formula chimica dell'idrossiapatite, principale costituente dello smalto dentario, non vi è traccia di questo elemento,il quale è normalmente considerato TOSSICO per l'organismo umano.
Ho dovuto sudare sette camicie per trovare dentifrici liberi dalla sostanza...
A seguire il link:

http://cosco-giuseppe.tripod.com/medicina/fluoro.htm

harvey
Inviato: 15/7/2008 17:31  Aggiornato: 15/7/2008 17:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 339
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
x Ireland74. Repetita iuvant:

"HIV has been isolated by the most rigorous method science has to offer. An infectious DNA of 9.15 kilo bases (kb) has been cloned from the cells of HIV-antibody-positive persons, that -upon transfection- induces the synthesis of an unique retrovirus. This DNA "isolates" HIV from all cellular molecules, even from viral proteins and RNA. Having cloned infectious DNA of HIV is as much isolation of HIV as one can possibly get, it is like isolating the fifth symphony from an orchestra hall by recording it on a CD. The retrovirus encoded by this infectious DNA reacts with the same antibodies that crossreact with Montagnier"s global HIV standard, produced by immortal cell lines in many labs and companies around the world for the HIV-test. This confirms the existence of the retrovirus HIV.

The uniqueness of HIV is confirmed by the detection of HIV-specific DNA sequences in the DNA of most antibody-positive people. The same DNA is not found in uninfected humans, and the probability to find such a sequence in any DNA sample is 1/49500 - which is much less likely than to encounter the same water molecule twice by swimming in the Pacific ocean every day of your life.

The existence of an unique retrovirus HIV provides a plausible explanation for the good (not perfect) correlation between the existence of HIV DNA and antibodies against it in thousands of people that have been subjected to both tests."

Io non ti dico autore, rivista, e anno. Voglio vedere se sei stato attento.

redna
Inviato: 15/7/2008 17:50  Aggiornato: 15/7/2008 17:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
olah
citazione

Ripeto anche che io non ho studiato l'argomento e non intendo farlo.
----

Cioè?
Non si è studiato l'argomento e non si intende farlo.
E allora perchè dire che l'aids NON è una grande bufala? per partito preso? perchè quelli di LC sono i soliti che non capiscono na mazza?
perchè così si perde del tempo?

Confermo che state ciurlando nel manico.
E per giunta anche in inglese. Come se una lingua o l'altra facesse una differenza sostanziale per gli infettati da aids.

citazione

Però queste ricerche richiedono studio e impegno, non si può pretendere sempre la pappa pronta o il link risolutivo.
----

Infatti....abbiamo capito che questo lo DEVONO fare gli ALTRI perchè altrimenti non muovono le chiappe....

Se ci dici la lingua con cui possiamo comunicare possiamo usare quella.
Anche i segnali di fumo vanno bene, basta capirsi

harvey
citazione

Io non ti dico autore, rivista, e anno. Voglio vedere se sei stato attento
----

Giochiamo a fare i maestrini? Non hai ancora convinto nessuno e ti metti a fare l'esame?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Pyter
Inviato: 15/7/2008 18:22  Aggiornato: 15/7/2008 18:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Io un articolo dove viene spiegato il collegamento l'ho trovato.
Se qualcuno mi aiuta a tradurlo......



Ci sono parti mancanti perchè l'estensore dell'articolo non poteva fare tutto da solo, vista la complessità dell'argomento.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
harvey
Inviato: 15/7/2008 18:35  Aggiornato: 15/7/2008 18:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 339
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Redna, secondo ti di cosa sto cercando di convincerti?

redna
Inviato: 15/7/2008 20:39  Aggiornato: 15/7/2008 20:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
secondo ti di cosa sto cercando di convincerti?

----

Direi che più che altro stiamo perdendo tempo.
Arriviamo al dunque:
1-l'aids è una bufale che ha fatto morire avvelenati diverse persone
2-l'aids non è una bufala e le persone morte sono morte per il freddo

Non c'è nemmeno da studiare.
C'è solo da aver compassione per chi ha rimesso la vita per nulla.

Mi stai convincendo che la scienza è priva di anima.
Ma lo sapevo già, non è una novità.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Polidoro
Inviato: 15/7/2008 23:28  Aggiornato: 15/7/2008 23:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/4/2005
Da:
Inviati: 488
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Io non ti dico autore, rivista, e anno. Voglio vedere se sei stato attento

Harvey, scusa, lo struzzo può essere chiunque, tutti difendono con tenacia le proprie [proprie ?] idee.

Tu porti alcune parole di uno scritto del 1996, giusto ?
Però in uno scritto molto più recente, 2003, lo stesso autore [ed altri], dice:

... Thus our relatively small sample supports the hypothesis that without anti-HIV drugs and/or recreational drugs HIV fails to cause AIDS.
Indeed without drugs AIDS patients recover, despite the presence of HIV ..


…Because all AIDS diseases have been diagnosed in HIV-free AIDS risk groups ……

...Thus HIV meets all criteria of a harmless passenger virus, laid out in table …..

Dice poi:

AIDS would be entirely preventable by banning anti-HIV drugs ..!!!!

E ancora:

Even the professional journals and the science writers of the public media comply with the interests of government-funded majorities because they depend on their monthly “scientific breakthroughs”, the lucrative advertisements from their companies, and the opinion of their subscribers …

Non traduco per pigrizia tanto l’inglese lo sanno tutti… il russo molti meno.

Sono io lo struzzo ? Mi sa di sì

"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuovi orizzonti ma nell'avere nuovi occhi." Marcel Proust
harvey
Inviato: 16/7/2008 0:29  Aggiornato: 16/7/2008 0:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 339
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Ciao, Polidoro. Ho citato l'articolo in relazione alla questione dell'esistenza del virus Hiv (in risposta ad Ireland). Credo che non sia indifferente il fatto che, secondo il più noto sostenitore delle teorie alternative ed avversario dell'ortodossia riguardo l'Aids, l'Hiv è un virus esistente ed è stato isolato. Sul rapporto causale Hiv-Aids, quell'autore non ha cambiato idea: ha sempre sostenuto e sostiene che non c'è.

HIVplus
Inviato: 16/7/2008 3:05  Aggiornato: 16/7/2008 3:09
So tutto
Iscritto: 16/7/2008
Da:
Inviati: 3
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Questa storia che "l'AIDS non esiste" è una melanconica quanto patetica tesi che aveva preso piede agli inizi degli anni '90 quando le terapie erano sperimentali ed avevano trovato terreno fertile per i creduloni. Continuare a diffondere notizie di questo tipo, trite e ritrite, ormai largamente dimostrate false, è pericoloso oltre che CRIMINALE.

Il video sulla tubercolosi denuncia tutt'altra cosa di quello che si vuole continuare a sostenere in maniera esclusivamente SPECULATIVA, tirando in ballo in modo del tutto gratuito anche il blog di Griillo. La frase: "...e credo nell’assoluta necessità dell’utilizzo dei preservativi..." è un modo elegante per pararsi il culo e non incorrere in guai più seri!

La confusione è generale quando si vede che da un lato si dice: "La grande bufala svelata - AIDS", dall'altro si segnala il filmato: "L'origine del Male - Storia di una controversa teoria sull'origine dell'AIDS", l'unica cosa intelligente in questo articolo.

Un po' di rispetto per milioni di persone che muoiono solo perché non possono accedere alle cure, come posso fare io che sono nato per mia fortuna in Italia e che non sono stato ucciso dai farmaci, come sosterrebbero simili individui, ma sarei certamente morto di AIDS senza le terapie!

La cruda realtà è altra: 5/6 multinazionali farmaceutiche che detengono i monopoli, terapie che costano 1.500/2.000 € al mese, quale Paese africano se lo può permettere? Ed allora il business degli aiuti internazionali, che purtroppo vanno ad ingrossare le già cospique casse dei cartelli del farmaco, gli enti internazionali, le corruzioni locali, mentre la gente muore. Questo va denunciato!

Quelli che scrivono certe storie non hanno il virus HIV e non lo hanno vissuto sulla propria pelle, amano solo continuare a giocare con quella altrui!

PikeBishop
Inviato: 16/7/2008 8:02  Aggiornato: 16/7/2008 8:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Continuare a diffondere notizie di questo tipo, trite e ritrite, ormai largamente dimostrate false, è pericoloso oltre che CRIMINALE.

Ormai largamente dimostrate false? E se fosse cosi' staremo ancora qui a discuterne?

Citazione:
come posso fare io che sono nato per mia fortuna in Italia e che non sono stato ucciso dai farmaci, come sosterrebbero simili individui, ma sarei certamente morto di AIDS senza le terapie!

Avresti voglia di espandere su questa affermazione, e precisamente su come sai che saresti morto certamente di AIDS senza le terapie, il tuo quadro sintomatico e soprattutto perche' in primo luogo ti sei sottoposto al test.

Grazie in anticipo.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Ghilgamesh
Inviato: 16/7/2008 9:59  Aggiornato: 16/7/2008 9:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
“Secondo te è bastato un solo lavoro, un solo articolo per dimostrare che il fumo o l'amianto favoriscono il cancro? Tu saresti stato in grado di fare con un unico gruppo di lavoro tutte le analisi, tutti i test medici e gli studi epidemiologici, tirare le somme e pubblicare tutto in un unico articolo?”

A questa ho già risposto, ma noto che tendi a perdere pezzi, cercherò di essere più chiaro:

SI! Si può e si deve, alla fine, riassumere in un unico articolo le PROVE ottenute.

Ma il mio era solo un esempio, qui vorrei parlare di AIDS … se farai un topic affermando che non esistono prove certe dei danni provocati dal fumo, ti assicuro che l’articolo che ti smentisce, te lo scrivo io!

“Questa storia che "l'AIDS non esiste" è una melanconica quanto patetica tesi che aveva preso piede agli inizi degli anni '90 quando le terapie erano sperimentali ed avevano trovato terreno fertile per i creduloni.”

Come quella bislacca teoria medioevale della terra sferica … poi uno ha dimostrato la cosa.
Se vuoi/puoi fare altrettanto, benvenuto.
Altrimenti potevi restare sul sito del cicap. (o di altri cialtroni a tua scelta ^__^)

olah
Inviato: 16/7/2008 11:01  Aggiornato: 16/7/2008 11:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
SI! Si può e si deve, alla fine, riassumere in un unico articolo le PROVE ottenute.


Una cosa è riassumere, un'altra è provare. Spero che tu capisca la differenza. Per riassumere si usano le review, come già detto. Io te ne ho segnalate due, ce ne sono altre se vuoi, ma non pretendere di trovarci delle dimostrazioni, perché il loro scopo non è dimostrare ma, come hai detto tu, riassumere. Per evitare di riscrivere tomi e tomi di articoli, si usa una cosa che si chiama bibliografia: se vuoi fare delle verifiche puntuali devi consultare gli articoli in bibliografia.

Citazione:
Ma il mio era solo un esempio, qui vorrei parlare di AIDS … se farai un topic affermando che non esistono prove certe dei danni provocati dal fumo, ti assicuro che l’articolo che ti smentisce, te lo scrivo io!


Era solo un esempio per farti capire che anche per cose che ritieni accertate la metodologia è la stessa. Sono persuaso che tu sia un genio della chimica, della biologia, della medicina e dell'epidemiologia e non avresti il minimo problema a condensare anni di ricerca e terabyte di dati in poche pagine per dimostrare, senza ombra di dubbio, che la tua tesi è corretta, ma renditi conto che i comuni mortali preferiscono dividersi il lavoro, anche a costo di costringere i più pigri a noiose ricerche bibliografiche.

mc
Inviato: 16/7/2008 12:57  Aggiornato: 16/7/2008 13:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
giusto per la cronaca e per non lasciare informazioni errate in giro... ... riporto la risposta di un avvocato di ufficio del sito www.COMILVA.ORG riguardo la richiesta della documentazione sulle vaccinazioni e l'ammissione:
Ammissione scuola dell'obbligo.

La richiesta di documentazione vaccinale all'atto dell'iscrizione alla scuola dell'obbligo è oramai solo una prassi statistica, posto che ai sensi del DPR 355/1999 NON può essere rifiutata l'iscrizone alla scuola dei non vaccinati.
Pertanto nessun problema e nessun timore, la frequenza scolastica per i non vaccinati è garantita dalla legge.
Ogni richiesta o modulo rappresenta solo un obbligo statistico-burocratico.

Questo il link del forum.

La legge indicata e' invece QUESTA.

(La regolamentazione in materia vaccinazione varia di regione in regione... ma su tutto il territorio nazionale non esistono divieti all'ammissione in istituti scolastici in seguito alla mancata vaccinazione ... salvo particolari casi ... per esempio il Piemonte ha completamente rimosso ogni riferimento all'obbligatorieta' di vaccinazione...).


mc

HIVplus
Inviato: 16/7/2008 15:57  Aggiornato: 16/7/2008 16:54
So tutto
Iscritto: 16/7/2008
Da:
Inviati: 3
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Purtroppo la mancanza di informzione sul tema AIDS, in questo
paese, dovuta all'ignavia dei nostri amministratori, impedisce una
coretta informazione.
Sinceramente non mi va di impegnarmi in discussioni se l'HIV esiste
o no, trovo stressante dover anche dimostrare di ssere ammalato,
è già abbastanza frustrante essere discriminati!
Leggetevi le seguenti documentazioni:

Dichiarazione di Durban

L'HIV provoca l'AIDS

Risposte agli scettici

Questi sono i dati di diffusione dell'HIV in ITalia:

Ministero della Salute AIDS

In queste comunità di persone sieropositive potete trovare qualcuno
con più pazienza di me per darvi tutte le informazioni che volete, fino
al minimo dettaglio testato sulla pelle di ognuno e non sui libri di biologia.

Network Persone Sieropositive Forum

Poloinformativo Forum

Lilachat Forum

Sieropositivo.it Forum

Questo è il Forum dell'ANLAIDS dove i medici che si occupano di AIDS tutti
i giorni, possono rispondere ai vostrii quesiti.

ANLAIDS Forum

Se poi non siete ancora convinti, liberi di non prendere precauzioni e di
testare sulla vostra pelle la veridicità delle affermazioni di Duesberg,
Mullis e gli altri; ognuno è responsabile della propria vita.

Ciao a tutti.

redna
Inviato: 16/7/2008 17:07  Aggiornato: 16/7/2008 17:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
(La regolamentazione in materia vaccinazione varia di regione in regione... ma su tutto il territorio nazionale non esistono divieti all'ammissione in istituti scolastici in seguito alla mancata vaccinazione ... salvo particolari casi ... per esempio il Piemonte ha completamente rimosso ogni riferimento all'obbligatorieta' di vaccinazione...).

----

In linea TEORICA è così. Ma nessuno vieta agli istituti di richiedere la scheda di tutte le vaccinazioni del ragazzo e nel contempo trovare delle altre scuse per non ammetterlo.
La regolamentazione che varia da ragione a regione è proprio in funzione di chi detiene la sanità (e quindi anche dei proventi dei vaccini.... per capirci).
Infatti il discorso è molto ambiguo.Si accusa chi non fa vaccinare i figli di esporre ad eventuali malattie anche gli altri non tenendo presente che se gli altri sono vaccinati sono immuni.Pertanto non credo che siano tanto sicuri di avere i figli immuni da quelle malattie, ma li fanno vaccinare solo perchè non possano essere classsificati come diversi.

======


Se poi non siete ancora convinti, liberi di non prendere precauzioni e di
testare sulla vostra pelle la veridicità delle affermazioni di Duesberg,
Mullis e gli altri; ognuno è responsabile della propria vita.
----

Si della propria vita ognuno è responsabile.
Ma sarebbe dovereso e 'etico' non sperimentare sulla pelle degli altri quando non si ha in mano null di certo.
Anche qui vale: fatta la legge trovato l'inganno(sulla pelle dei figli)

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
HIVplus
Inviato: 16/7/2008 17:28  Aggiornato: 16/7/2008 17:28
So tutto
Iscritto: 16/7/2008
Da:
Inviati: 3
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Si della propria vita ognuno è responsabile.
Ma sarebbe dovereso e 'etico' non sperimentare sulla pelle degli altri quando non si ha in mano null di certo.
Anche qui vale: fatta la legge trovato l'inganno(sulla pelle dei figli)




Infatti ho scritto sopra che il filmato:
"L'origine del Male - Storia di una controversa teoria sull'origine dell'AIDS",
è l'unica cosa intelligente in questo articolo

mc
Inviato: 16/7/2008 17:47  Aggiornato: 16/7/2008 17:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
No redna, non fare terrorismo gratuito:

Citazione:
In linea TEORICA è così. Ma nessuno vieta agli istituti di richiedere la scheda di tutte le vaccinazioni del ragazzo e nel contempo trovare delle altre scuse per non ammetterlo.



C'e' qualcuno che "vieta" :
la legge recita:
2. Nel caso di mancata presentazione della certificazione o della dichiarazione di cui al comma 1, il direttore della scuola o il capo dell'istituto comunica il fatto entro cinque giorni, per gli opportuni e tempestivi interventi, all'azienda unità sanitaria locale di appartenenza dell'alunno ed al Ministero della sanità. La mancata certificazione non comporta il rifiuto di ammissione dell'alunno alla scuola dell'obbligo o agli esami.

3. E' fatta salva l'eventuale adozione da parte dell'autorità sanitaria di interventi di urgenza ai sensi dell'art. 117 del D.L.vo 31.3.98, n. 112.".
Questo qui:
Art. 117.
Interventi d'urgenza

1. In caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica a carattere esclusivamente locale le ordinanze contingibili e urgenti sono adottate dal sindaco, quale rappresentante della comunita' locale. Negli altri casi l'adozione dei provvedimenti d'urgenza, ivi compresa la costituzione di centri e organismi di referenza o assistenza, spetta allo Stato o alle regioni in ragione della dimensione dell'emergenza e dell'eventuale interessamento di piu' ambiti territoriali regionali.

2. In caso di emergenza che interessi il territorio di piu' comuni, ogni sindaco adotta le misure necessarie fino a quando non intervengano i soggetti competenti ai sensi del comma 1.



Il sindaco che delibera la non ammissione di un bambino a scuola ??? ... o un Ministro...??

Beh forse se avesse il Vaiolo... forse... dovrebbe. . Pero' e' difficile (ed impugnabilissima, comunque).

mc

redna
Inviato: 16/7/2008 18:11  Aggiornato: 16/7/2008 18:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
mc
non faccio terrirismo gratuito.
Ma non fare TEORIA gratuita.
Se il mondo andasse come dici saremo tutti qui felici e non parleremo nemmeno di aids.

Per quanto riguarda i vaccini faccio presente che il vaccini dell'epatite B è OBBLIGATORIO solo in italia (non negli altri stati europei)
Non so nemmeno chi l'ha reso obbligatorio e non si sa perchè bisogna farlo a quell'età.

Ripeto : un conto è parlare di leggi, ma le leggi si raggirano di fronte ai PROVENTI delle vaccinazioni, Poi ti fanno la legge, certo, per dirti che sei libero di essere OBBLIGATO a vaccinare il figlio.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Ghilgamesh
Inviato: 17/7/2008 10:15  Aggiornato: 17/7/2008 10:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Interessante il primo link che ho controllato, postato da HIVplus, ma parecchie cose, sinceramente non mi tornano.

1: Associazione epidemiologica: la causa sospetta deve essere fortemente associata con la malattia.
In riferimento al postulato N. 1, numerosi studi pubblicati in tutto il mondo dimostrano che virtualmente tutti i pazienti affetti da AIDS risultano HIV-positivi; ciò vuol dire che questi hanno gli anticorpi che indicano la presenza dell'infezione da HIV.

Eseguendo, come test per vedere se hai l’AIDS, il test per l’HIV, è ovvio che tutti i malati hanno l’HIV! Ma è una presa in giro.

“Metodiche diagnostiche molto sensibili recentemente sviluppate, come la PCR (Polymerase Chain Reaction), e le migliorate tecniche di coltivazione virale, hanno dato la possibilità ai ricercatori di isolare l'HIV nei pazienti con AIDS, con solo poche eccezioni.

Poche eccezioni??? Quindi alcuni Non avevano l’HIV??? E come hanno contratto l’AIDS? Con lo spirito santo?

Nel corso di uno studio osservazionale su 230.179 pazienti con AIDS negli Stati Uniti, solo 299 persone sono risultate HIV-negative.

Quindi, mi ripeto, se l’HIV ti fa venire l’AIDS, questi 299 sono stati maledetti dal demonio?

Per esempio, nella regione sudafricana dello Zimbabwe (popolazione di 11,4 milioni di abitanti), più del 25% degli adulti di età compresa tra i 15 ed i 49 anni sono stimati essere sieropositivi sulla base di numerosi studi. Alla fine di Novembre 1999, nello Zimbabwe sono stati notificati al WHO più di 74.000 casi di AIDS.

Facciamo due conti, il 25% di 11 milioni (famo 10 per comodità) è 2,5 milioni di persone.
L’autore è bastardo, quindi fornisce, come in precedenza, dati volutamente fuorvianti, infatti cita gli adulti, ma senza dire quanti sono.
Diciamo che i bambini sono il 90% della popolazione (credo di essere stato abbastanza ampio) quindi gli adulti sieropositivi risultano essere il 10% di 2,5 milioni: 250 000 persone con l’HIV.

Di queste circa un terzo ha l’AIDS. (meno, ma voglio stare mooolto ampio)

Il sospetto che i restanti due terzi, sia ancora in buona sapute perché impossibilitato ad accedere ai farmaci, io ce l’ho.

Quindi, ricapitolando, prima si scopre che non tutti i malati di AIDS hanno (o avevano) l’HIV.
Poi si scopre che non tutti quelli che hanno l’HIV contrarranno mai l’AIDS (c’è anche il noto caso di Magic Johnson)

In base a questi dati, che pure, conoscendo le case farmaceutiche saranno gonfiati, io non me la sentirei di dare del veleno a uno per il semplice fatto di avere anticorpi per l’HIV.

Mia idea …


p.s. Se non ricordo male, l'obbligatorietà di tutti i vaccini è stata da poco tolta, hanno fatto troppi danni e troppi genitori stavano protestando.

mc
Inviato: 17/7/2008 10:24  Aggiornato: 17/7/2008 10:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
Ma non fare TEORIA gratuita.

Non e' gratuita. Mi e' costato un bel po' di ricerca, lettura, tempo ed esperienze dirette e non.

Non e' una questione di "se andasse cosi" o di "vedere rose e fiori", trattasi di legge impugnabile... Tralaltro, la regione Piemonte (anche il Veneto mi pare) ha deciso di svincolare la scelta per i genitori obbiettori di coscienza, lasciando la liberta' di vaccinazione:
i genitori che impugnavano la legge per ricorrere in seguito alla non ammissione alla scuola pubblica (ma anche private...) del proprio figlio/a ottenevano "giustizia" molto spesso. Come capitava anche a quelli a cui era contestata inadempienza agli oneri genitoriali che dimostravano di aver maturato la propria posizione contraria in seguito ad approfondimenti documentali.
Per evitare i ricorsi (e i costi sostenuti) hanno eliminato sia il meccanismo automatico di denuncia in caso di rifiuto vaccinale, sia l'obbligatorieta', riservandola solo ai casi di disinteresse genitoriale e non su quelli basati su di un rifiuto consapevole (tramite incontri e colloqui).

Per questo dicevo di informarsi BENE sulla regolamentazione in vigore nella propria regione di appartenenza... senza lasciarsi prendere dallo sconforto. .


Mentre cercavo links ho trovato questo:
http://www.iss.it/pres/comu/cont.php?id=125&lang=1&tipo=1

Magari e' utile per la discussione...

mc

redna
Inviato: 17/7/2008 11:59  Aggiornato: 17/7/2008 12:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
a ognuno il suo ottimismo! per carità....
solo che leggendo questo articolo proprio oggi

http://www.corriere.it/editoriali/08_luglio_17/stella_sanita_b6e51f1e-53c1-11dd-a440-00144f02aabc.shtml

non ci sono leggi che tengono. Mi pare che i parametri della sanità siano 'completamente' diversi.
Ma qui si sta giocando proprio sulla pelle della gente.Non so se mi spiego.

----
Dal caos anarchico e clientelare che in questi anni, nel nome di una autogestione male intesa, ha consentito a ciascuno di fare come gli pareva. Al punto che solo in queste ultime ore e solo dopo durissime polemiche i manager delle Asl campane hanno sospeso (per adesso) la decisione di auto- aumentarsi di 30 mila euro l'anno la propria busta paga. Un aumento indecoroso. Tanto più perché parallelo all'arrivo dei nuovi dati sul buco sanitario regionale. Sprofondato ormai a circa dieci miliardi di euro. Per non dire degli abissi finanziari del Lazio o della Sicilia, dove pochi giorni fa la Corte dei Conti ha demolito il bilancio consuntivo regionale sottolineando che con i suoi 8 miliardi e mezzo di euro la Sanità isolana pesa «il 30% in più di quanto si spende per la Sanità in Finlandia».

----

...d'accordo che dipende da regione a regione....ma non mi pare che ci siano delle regioni 'virtuose'.


====
L'impressione, però, è che sia tutto il sistema a non volersi assumere fino in fondo le proprie responsabilità. Basti ricordare che alla Sanità (il cui ministero è evaporato nella ridistribuzione dei posti di governo) erano dedicate sette righe nel programma elettorale del Pdl, sei in quello del Pd. Tutti e due centrati su una promessa: l'eliminazione delle liste d'attesa. Forse, con una spesa salita a oltre 102 miliardi di euro e uno scandalo al giorno, c'è da fare qualcosa di più.
----

...il sistema sanitario che non vuole assumersi le proprie responsabilità è grave.Casomai ci fosse qualcuno che ne capisse (almeno al governo...in questo momento) la gravità.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
pincopallo
Inviato: 22/7/2008 9:59  Aggiornato: 22/7/2008 9:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/10/2005
Da:
Inviati: 44
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
hahahaha W gli immunodeficienti

Lestaat
Inviato: 22/7/2008 13:03  Aggiornato: 22/7/2008 13:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:
1: Associazione epidemiologica: la causa sospetta deve essere fortemente associata con la malattia.
In riferimento al postulato N. 1, numerosi studi pubblicati in tutto il mondo dimostrano che virtualmente tutti i pazienti affetti da AIDS risultano HIV-positivi; ciò vuol dire che questi hanno gli anticorpi che indicano la presenza dell'infezione da HIV.

Non so perchè ma mi viene in mente un parallelo.
Tutti i tossicodipendenti hanno iniziato fumando hashish e marijuana, ERGO fumare hashish e marijuana porta a farsi le pere.
Logica cristallina.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
Ghilgamesh
Inviato: 22/7/2008 15:38  Aggiornato: 22/7/2008 15:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
"Tutti i tossicodipendenti hanno iniziato fumando hashish e marijuana, ERGO fumare hashish e marijuana porta a farsi le pere."

Io so andato più a monte: Tutti i tossicodipendenti e tutti i malati di AIDS mangiavano cioccolata, ERGO, basterebbe proibire la cioccolata per eliminare malati e fattoni!

ehehhe

Atvar
Inviato: 7/9/2008 13:40  Aggiornato: 7/9/2008 13:40
So tutto
Iscritto: 7/9/2008
Da:
Inviati: 5
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Sig... è sempre deprimente leggere articoli in cui una marea di incompetenze ed inesattezze vengono spacciate per verità, e che poi ovviamente premesse fasulle portano a conclusioni quanto meno discutibili...

Analizzo brevemente alcune frasi dell'articolo, nella speranza che qualcuno, messagli la pulce nell'orecchio, magari decida di informarsi un po' meglio:

1) "Stiamo parlando di un Retro-Virus; cioè un virus che agisce non sul Dna ma sul Rna, cioè il codice che i processi cellulari usano per trasferire informazioni dal nucleo, dove risiede il DNA, ai ribosomi, dove si assemblano proteine."
Questo è vero in senso lato, estremamente falso detto così. I retrovirus sono esseri che iniettano RNA nella cellula, con annessa proteina chiamata trascrittasi inversa. Questa proteina crea una copia dell'RNA introdotto sotto forma di DNA, e questo DNA, una volta nel nucleo, può agire indisturbato integrandosi nel DNA umano oppure iniziando a dare ordini per costruire altri retrovirus.

2) "Questo Retro-Virus non è mai stato fotografato né isolato (quelle che avete visto sono solo rappresentazioni teoriche); ma, ci dicono, che ciò non è stato possibile perche esso è mutante, sa nascondersi meglio dell’uomo invisibile e può restare latente per decenni (cosa mai vista)."

Che non si sia mai visto è in effetti vero, come d'altronde non si sono mai visti il virus dell'influenza, o il nucleo degli atomi. D'altronde, io il raffreddore me lo becco tutti gli anni, e le bombe atomiche mi risulta funzionino.
Dire poi che non si è mai visto un periodo di latenza di anni è dire un'assurdità. Esistono centinaia di virus che si possono integrare nel DNA umano e rimanere latenti per mesi, anni e decenni. Ad esempio l'herpes, oppure il virus della mononucleosi. Spero non si vorrà negare anche l'esistenza di tale malattia, perchè l'ho avuto, e non credo fosse dovuta ad un'indigestione...

3) "Tra le terribili controindicazioni degli stessi cocktail di farmaci antiretrovirali usati per “curarci” c’è un forte indebolimento del sistema immunitario delle vittime e un altrettanto importante svoutamento dei loro portafogli (dato il loro costo proibitivo)."
Questo purtroppo è vero, come d'altronde è vero che praticamente ogni farmaco atto a curare malattie dovute ad infezioni indebolisce il sistema immunitario. D'altronde, per eliminare gli ospiti indesiderati quali virus e batteri dobbiamo ingerire sorte di veleni. Questi veleni sono chiamati farmaci perchè fanno molto più male agli sgraditi ospiti che a noi (solitamente perchè siamo in grado di "digerirli", ma questo ci affatica), ma ovviamente hanno effetti collaterali, quali anche l'indebolimento.
Il costo di tali farmaci contro l'AIDS purtroppo è alto.

4) "Inoltre i test usati per rilevare la sieropositività, qui come in Africa, sono spesso di qualità dubbia e hanno tutti un’alta probabilità di errore; dato che i risultati vengono influenzati dalla condizione fisica del paziente. Le donne in cinta, i malati di TBC e altre malattie possono avere risultati positivi anche se in realtà non lo sono."
La possibilità che il risultato sia un falso positivo o un falso negativo è prerogativo di ogni test, non essendo nessun sistema scientifico infallibile al 100%. Questo spiega le diagnosi errate di qualunque cosa, dall'AIDS a tumori che in realtà non lo sono. Per accertare la validità di un test c'è un passo molto semplice da fare, rifarlo Se si arriva allo stesso risultato, si può star praticamente certi che sia quello giusto. (Per diagnosticare un tumore infatti si ripetono tutti i test molte volte.)
Comunque, nel caso delle patologie virali, quali l'AIDS, i test si basano sulla ricerca non del virus in sè (essendo pressochè impossibile trovarlo) ma sul rintracciare gli anticorpi specifici che il nostro corpo automaticamente produce nel tentativo, contro l'AIDS purtroppo spesso vano, di difendersi. Ogni virus fa produre all'uomo una gamma particolare di anticorpi, e quindi è pressochè impossibile confondere una malattia con un'altra, facendo il test giusto.

Cosa molto importante invece è specificare come mai spesso un malato di AIDS è affetto anche da tubercolosi o altre malattie: il virus dell'AIDS colpisce il nostro sistema immunitario indebolendolo, e perciò impedendoci un'efficace difese contro tutte le malattie. Da qui la facilità per un'ammalato di ammalarsi anche di tantissimi altre cose!!!

Detto questo, non posso invece che approvare la proposta di diffondere al massimo l'utilizzo dei preservativi, importanti (oltre che per avere indesiderate gravidanze) per evitare un numero incredibile di infezioni.

Spero di esser stato chiaro, per quanto io non sia un grande esperto del settore, ma solo una persona a cui piace informarsi.

Atvar

audisio
Inviato: 7/9/2008 14:28  Aggiornato: 7/9/2008 14:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Una cosa mi ha convinto che l'AIDS è una bufala.
Il fatto che, nella maggior parte dei casi, nelle coppie
in cui uno è anche solo sieropositivo l'altro/a non si prende
il virus, il che è assolutamente impossibile perchè non basta
il sesso protetto. Ci sono mille occasioni, nella vita familiare,
in cui si viene a contatto col sangue del partner.
Basta che ti fai un taglietto e non te ne accorgi, tocchi una
maniglia e il tuo sangue entra a contatto con tutti gli abitanti
della casa e se questi hanno a loro volta un taglietto è fatta.
Dividendo la stessa casa per anni è praticamente impossibile
evitare questo e, perlomeno, gli infettati da partner dovrebbero
essere molti di più.
Per non parlare di coppie che hanno fatto addirittura figli.
Converrete che con il preservativo è piuttosto difficile.
E i bimbi con madre malata che si sieronegativizzano e non
contraggono la malattia, nonostante i successivi rapporti intimi
inevitabili tra madre e figlio?
Non l'hanno mai spiegato.

Atvar
Inviato: 7/9/2008 17:48  Aggiornato: 7/9/2008 17:50
So tutto
Iscritto: 7/9/2008
Da:
Inviati: 5
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
In realtà è tutto facilmente spiegabile:

il virus, per nostra fortuna, ha l'incapacità di vivere a contatto con l'ossigeno così come il battere che causa il tetano, o quello del botulino. Tutti questi esseri si chiamano anaerobi costretti, ovvero l'ossigeno li uccide.
Perciò del sangue infetto da virus dell'HIV in realtà dopo qualche manciata di secondi non è più contagioso, essendo i virus contenutivi morti stecchiti, o per meglio dire ossidati.

I figli di madri sieropositive sono per la maggior parte tutti sieropositivi, ed è infatti questa una delle più grandi piaghe sociali dell'Africa. In effetti sembra che pochi neonati nascano non ancora infetti, ma venendo a contatto col sangue materno durante il parto se non erano infetti prima contraggono il virus nascendo.

C'è poi da dire che tutte le persone che sanno di essere infette mettono in atto numerose tipologie di controllo e prevenzione per non infettare anche i propri cari. Se non ci credete, beh, provate a parlarne con qualche sieropositivo vediamo come la prende se gli dite che è un malato immaginario...

audisio
Inviato: 7/9/2008 18:49  Aggiornato: 7/9/2008 18:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Ma che cavolo dici?
Non sai neanche le cose basilari.
Un sieropositivo non è malato, non ha alcun
sintomo, è solo risultato positivo al test.
Punto.
Sieropositivo significa questo.
Infatti ci sono sieropositivi da 20 anni che non hanno
mai sviluppato alcuna delle malattie che si fanno risalire
all'AIDS ma che sono sempre esistite anche da sole e
prima che si parlasse di AIDS, tipo il sarcoma di Kaposi.
Non esiste alcuno studio ufficiale che sia stato pubblicato
su rivista, quello cioè che si chiede a Simoncini ma che non
è stato chiesto a Gallo e Montagner, che dimostri il
legame tra AIDS e virus.
C'è solo il fatto che in una certa percentuale di "malati"
il test era positivo ma ce ne sono altri risultati negativi
e altri ancora, come giò detto, positivi ma non malati
da molti anni.
Una buffonata, dal punto di vita statistico-sanitario.

Atvar
Inviato: 8/9/2008 10:54  Aggiornato: 8/9/2008 10:54
So tutto
Iscritto: 7/9/2008
Da:
Inviati: 5
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Sieropositivo vuol dire che ha prodotto gli anticorpi contro il virus, il che significa che al momento nel suo organismo il virus è presente, o è stato presente in passato, stimolandone la produzione (queste sono basi elementari di immunologia).
Il fatto che non mostri i sintomi significa solamente che o è un portatore sano (cosa per nulla rara per le malattie virali) o è nel periodo di incubazione.

Come spiegavo più sopra, caratteristica generale dei virus è di potersi integrare nel DNA umano e rimanere silenti anche per molti anni, per poi, al verificarsi di certe condizioni, che possono essere debilitazione fisica o altro, tornare attivi e dare la malattia. Questo lo possono fare praticamente tutti i virus, e non vedo per quale motivo l'HIV debba essere un caso a parte. La vera fregatura dell'HIV è che può rimanere silente per molti e molti anni, e in questo modo impedendo di diagnosticare la malattia all'interessato che, ignaro, può continuare a diffonderla per anni prima di accorgersene. D'altronde è caratterisitico di malattie che uccidono dopo anni o che non uccidono (vedi raffreddore) causare pandemie. Se un virus ti uccide dopo 2 giorni, non è che hai avuto molto tempo di contagiare varie persone, e quindi l'epidemia si blocca presto.

audisio
Inviato: 8/9/2008 11:06  Aggiornato: 8/9/2008 11:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Stronzate.
Guarda il virus dell'herpes labiale.
E' perfettamente controllato dall'organismo, emerge con sintomi
leggerissimi proprio quando le difese si abbassano un pò ma viene
immediatamente ricondotto alla ragione dallarisposta immunitaria.
Esplode in maniera massiva solo quando il sistema immunitario è
distrutto, ad esempio quando il corpo è devastato da sedute di
chemioterapia come, purtroppo ci ricordava Freeman in un altro thread.
Quindi, i virus esistono da sempre e da sempre abitano il nostro
corpo raggiungendo un tacito accordo con il nostro sistema immunitario.
Io sto buono buono in qualche ganglo nervoso ma tu non mi
elimini completamente anche perchè questo aprirebbe il fronte
ad una guerra totale che danneggerebbe per primo proprio l'organismo
ospitante.
Dunque, il problema nasce quando l'organismo non ha più le giuste
difese.
Quindi, l'AIDS non è altro che ciò che dice il suo nome:
sindrome da immunodeficienza acquisita.
In pratica, ti ammali perchè le tue difese sono basse, sei mal nutrito,
stressato, intossicato dai veleni industriali.
Il virus non c'entra un kaiser, è solo un saprofita.

Atvar
Inviato: 8/9/2008 12:02  Aggiornato: 8/9/2008 12:02
So tutto
Iscritto: 7/9/2008
Da:
Inviati: 5
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Interessante, stai dicendo quindi che i virus non fanno male, se non per caso? Questo può essere vero per un virus come l'herpes labiale o il raffreddore, ma mi risulta che si possa morire o restare menomati per molte malattie virali, quali il semplice morbillo, rosolia o parotite (orecchioni, per intendersi), per poi andare fra i virus più terribili come l'ebola.

Il discorso è che esistono centinaia di migliaia di virus diversi, soprattutto grazie alla loro incredibile capacità di mutare, perciò sì, esistono virus che l'organismo riesce a tenere a bada, ma da qui a dire il nostro sistema immunitario riesce a sistemarli tutti a dovere E QUINDI l'aids non è causato da un virus mi pare, oltre ad essere un'affermazione priva di ogni fondamento scientifico, anche un vizio di logica mostruoso.

Poi, unire come cause eziologiche in contemporanea malnutrizone, stress e veleni industriali restringerebbe molto il campo di azione di tale malattia, che dovrebbe verificarsi in pochi posti al mondo dove tutte queste condizioni esistono in contemporanea (senza contare che la dicitura "veleni industriali" è quanto mai vaga, tanto vale dire che è colpa di composti chimici, che comprende tutto ciò che ci circonda). Ovviamente invece l'aids è diffuso in tutto il mondo, ignorando bellamente cause ambientali e dimostrando una particolare diffusione tipica delle malattie da contagio anaerobiche.
Se vuoi possiamo metterci a discutere se sia o no un virus, o magari un battere o un prione o un'altra forma di vita ancora sconosciuta, ma chiamare in aiuto le cause ambientali è quanto mai azzardato.

gelu
Inviato: 4/8/2011 8:28  Aggiornato: 4/8/2011 8:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/10/2008
Da:
Inviati: 191
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Noi abbiamo appena visto questo documentario della tv svizzera italiana: http://www.youtube.com/watch?v=BT-cv_SY0rk

Ghilgamesh
Inviato: 4/8/2011 11:46  Aggiornato: 4/8/2011 11:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: La grande bufala svelata - AIDS
Citazione:

Il discorso è che esistono centinaia di migliaia di virus diversi, soprattutto grazie alla loro incredibile capacità di mutare, perciò sì, esistono virus che l'organismo riesce a tenere a bada, ma da qui a dire il nostro sistema immunitario riesce a sistemarli tutti a dovere E QUINDI l'aids non è causato da un virus mi pare, oltre ad essere un'affermazione priva di ogni fondamento scientifico, anche un vizio di logica mostruoso.


Scusa ma, sentir parlare di "fondamento scientifico" da uno che CREDE che l'HIV provochi l'AIDS, solo perchè l'ha sentito dire ... mi sembra un'idiozia.

A meno che tu non abbia letto uno studio che DIMOSTRI tale relazione, in quel caso ti prego di scusarmi e di dirmi dove trovarlo, lo cerco da anni senza risultati.


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA