Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Energia e Ambiente : Galbani vuol dire fiducia
Inviato da Redazione il 6/7/2008 9:10:00 (12032 letture)

di Marco Cedolin

Sul sito web di Repubblica, in un ottimo articolo a firma Paolo Berizzi, vengono resi noti gli sconcertanti sviluppi di un’indagine partita nel 2006 e portata avanti dalla Guardia di Finanza di Cremona grazie a quelle intercettazioni che giornalmente vengono messe sotto accusa quasi si trattasse del più grande problema che affligge questo disgraziato Paese.

Nonostante in Italia le frodi alimentari siano ormai all’ordine del giorno e cambiare il cartellino dei prodotti scaduti all’interno degli ipermercati stia diventando quasi una consuetudine, le dinamiche della truffa da parte che di quelli che Berizzi definisce giustamente “banditi della tavola” sono tali da riuscire a turbare profondamente non solo le persone deboli di stomaco.

L’impresa criminale che faceva capo a 4 aziende con sede a Cremona, Novara, Biella e Woringen in Germania, tutte riconducibili all’imprenditore siciliano Domenico Russo, ed era punto di riferimento per marchi come Galbani, Granarolo, Cademartori, Brescialat, Medeghini, Igor, Centrale del latte di Firenze, Frescolat, Euroformaggi, Mauri, Prealpi ed altre multinazionali europee, operava anche grazie alla connivenza delle Asl di competenza ...

... riciclando con l’ausilio di molta creatività gli scarti di formaggio avariato che avrebbero dovuto essere smaltiti.

Tali scarti, spesse volte forniti proprio dai grandi marchi di cui sopra, consistevano in formaggio avariato e putrefatto all’interno del quale si poteva trovare di tutto: vermi, escrementi di topi, pezzi di ferro, residui di plastica tritata, muffe ed inchiostro. Il materiale marcescente e maleodorante anziché venire smaltito subiva tutta una serie di lavorazioni che lo portavano a tornare sugli scaffali di discount ed ipermercati (spesso attraverso quegli stessi marchi che lo avevano venduto come rifiuto) sotto forma di sottilette, formaggio fuso, formaggio grattugiato, mozzarelle, gorgonzola ed altre specialità casearie che venivano vendute come prodotti genuini ai consumatori.

La truffa nell’ambito della quale il gruppo Lactalis Italia che controlla Galbani sembra avere pesantissime responsabilità, non ha coinvolto solo l’Italia ma si è sviluppata a livello europeo, arrivando a produrre la lavorazione di oltre 11.000 tonnellate di formaggio avariato a fronte di un business economico di enormi proporzioni. Decine risultano essere le persone indagate e denunciate per un’attività criminale che oltre a produrre profondo disgusto ha determinato pesantissimi rischi per la salute pubblica.

Come ultima nota disarmante in questa scioccante vicenda va sottolineato il fatto che gli impiegati e gli operai delle ditte incriminate hanno verbalizzato di essere a conoscenza della situazione ma si sono guardati bene dal renderla pubblica, molto probabilmente per non rischiare di mettere a repentaglio il proprio posto di lavoro.

Riesce difficile chiamare “progresso” la costruzione di una società all’interno della quale si corre il rischio di mangiare inconsapevolmente poltiglia marcescente per compiacere le multinazionali e ci si trova “costretti” a diventare complici di una banda criminale che avvelena i nostri simili per “mantenere” uno stipendio che ci consenta di sopravvivere un gradino sopra la soglia di povertà.

Così come riesce difficile concepire un progresso che rischia di toglierci ogni dignità, anestetizzando la nostra natura umana e trasformandoci in ingranaggi della macchina di produzione e tubi digerenti di un consumo che tende a farsi sempre più escrementizio.

Marco Cedolin

Fonte: la Repubblica

Voto: 1.00 (1 voto) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Redazione
Inviato: 6/7/2008 10:00  Aggiornato: 6/7/2008 10:00
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Io prenderei i responsabili e li sbatterei in prigione... per un mese soltanto.

Ma per tutto il mese mangiano solo formaggio con i vermi.

music-band
Inviato: 6/7/2008 10:10  Aggiornato: 6/7/2008 10:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Da semplice lettore di luogocomune quale sono, desidero ringraziare Marco Cedolin per questo importante e interessante articolo scritto con la sua solita maestria; e vorrei lanciare un augurio al sito perchè torni a pubblicare articoli di informazione e di alto profilo.

Credo che le persone abbiano bisogno di questo in tempi difficili come quelli che stiamo vivendo e non di storielle alla "Mago Otelma" che ultimamente sembrano propagarsi per il sito come la muffa del formaggio in fotografia.

illupodeicieli
Inviato: 6/7/2008 10:16  Aggiornato: 6/7/2008 10:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/1/2005
Da:
Inviati: 323
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Spero che vadano a fondo con le indagini e che non avvenga ciò che è sempre avvenuto, cioè di affermare che anche in altri settori merceologici avvengono truffe e imbrogli: ricordiamo infatti la truffa che avviene nel conteggio di gas, nell'erogazione della benzina o nel conteggio dei mc di acqua o nei kw . Essendo preso in considerazione dall'articolo di Cedolin il settore alimentare, può ritornare più facilmente in mente la questione dei ristoranti e delle mense, sopratutto quando si parla di quelle delle scuole e degli ospedali:ogni anno si sa qualcosa viene fuori,ma poi tutto sparisce come per magia.

olah
Inviato: 6/7/2008 10:21  Aggiornato: 6/7/2008 10:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Immagino che qualcuno almeno una parte di quelle 11mila tonnellate di formaggio alla merda di topo se la sia mangiata, per cui forse ci sono le condizioni per una causa collettiva a livello europeo.

Può darsi che la causa si riveli inefficace, ma almeno potrebbe suscitare un po' di clamore e arrivare alle orecchie di chi pensa che le notizie del giorno, il 4 luglio scorso, fossero un attore che ha investito un bagnante e un miracolo in un pellegrinaggio a Lourdes (tg2 della sera, che ai formaggi naturalmente non ha fatto cenno).

Alberto
Inviato: 6/7/2008 10:42  Aggiornato: 6/7/2008 10:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/4/2007
Da:
Inviati: 113
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Fortunatamente il formaggio lo grattuggio io.....e non mangio sottilette....
scherzi a parte è veramente uno schifo, ma badate bene,
so per certo (ci lavorano amici miei) che la stessa cosa succede per una notissima multinazionale dei gelati, che ogni anno ci tenta con i suoi 7 peccati, con i suoi bianchi cuori ecc....
e soprattutto succede anche con la celeberrima "marmellata di nocciole" senza la quale il mondo sarebbe diverso.

Nel contratto c'è per clausuola la massima segretezza, il divieto di dire ciò che succede nelle fabbriche....per "non svelare le miscele di ingredienti"... la spacciano per segreto aziendale(!)...che faccia tosta

so che molti saranno turbati...ma meglio saperle certe cose no?...

olah
Inviato: 6/7/2008 10:48  Aggiornato: 6/7/2008 10:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: Galbani vuol dire fiducia
A me piace la marmellata di nocciole e, tra i pochi che conosco all'interno di una fabbrica, me ne hanno parlato bene, sia per le condizioni igieniche sia per la qualità degli ingredienti.

clausneghe
Inviato: 6/7/2008 11:18  Aggiornato: 6/7/2008 11:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Opportuna la considerazione di Marcoc. su quanto siano coinvolti anche i piani bassi delle società multinazionali,ovvero i dipendenti, nel mantenere omertà e dare sostegno attivo alle truffe e magagne varie portate avanti dal padrone di turno, pur di mantenere la propria pastoia anche se misera...

Mi ricordo che a Castiglione dove operava e opera una multinaz chimica che produceva solventi aromatici e altre varie schifezze per la base dell'industria cosmetica e non solo, anni fà,parecchi, gli stessi operai interni e esterni, si prodigarono a scavare una enorme fossa nel retrocortile della fabbrica dove per anni furono sotterrati a pel di terra rifiuti pericolosissimi che ancora oggi fanno sentire in falda la loro pestifera presenza.

Nessuno di coloro che sapevano,ed erano tanti, parlò mai ,si venne a sapere del misfatto solo grazie ad una "spia" esterna che si appostò e riprese con l'obbiettivo i movimenti dei sotterratori in tuta blu.
Inutile dire che l'azienda è ancora al suo posto e mai pagò per i danni ambientali,ma anzi grazie al potere dei soldi riuscì pure ad entrare nel consorzio municipalizzato che depura le acque...come dire che i capi dei cittadini affidano la cassaforte al ladro..
Questo è l'andazzo, e non si creda che l'operaio, troppo a lungo mitizzato dai "lavoratori virtuali" del sindacato e di sinistra,sia di per sè buono e bravo.
Io stesso sono stato operaio metalmeccanico per lunghi anni e posso dire che tanti miei compagni erano solo delle povere teste di cazzo, preda degli istinti più bassi e ignobili.

Descartes
Inviato: 6/7/2008 12:46  Aggiornato: 6/7/2008 12:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/6/2006
Da: Christ = Sun God
Inviati: 1087
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Nelle parole del leggendario George Carlin: "Se l'onestà fosse improvvisamente introdotta in questo paese, l'intero sistema collasserebbe di colpo".

Halo1367
Inviato: 6/7/2008 12:58  Aggiornato: 6/7/2008 12:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/6/2006
Da: Bengodi
Inviati: 174
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Un plauso a Marco Cedolin ed un'altro (fragoroso) a Music-Band!

L'augurio che faccio (per primo a me stesso come frequentatore del sito) è che LC ritrovi la strada della denuncia e degli approfondimenti.

Forse non ne ha colpa nessuno.

O tutti.

"Voi lasciatemi battere e controllare la moneta di una nazione e a me non interesserà chi ne faccia le leggi".
Nathan Rothschild, 1791
florizel
Inviato: 6/7/2008 14:10  Aggiornato: 6/7/2008 14:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Citazione:
...sconcertanti sviluppi di un’indagine partita nel 2006 e portata avanti dalla Guardia di Finanza di Cremona grazie a quelle intercettazioni che giornalmente vengono messe sotto accusa...

Due anni. Due fottutissimi anni che la cosa era nota negli ambienti preposti a fermarla, e solo ora si è giunti a questa denuncia pubblica e alle relative procedure; prima tra tutte, la DOVUTA informazione ai consumatori.

Perchè lo hanno fatto sapere solo ora?
Viene, onestamente, da farsi una domanda: si sta STRUMENTALMENTE utilizzando questo scandalo a proposito delle polemiche del premier sulle intercettazioni?
Credo di si. Altrimenti qualcosa sarebbe venuto fuori ben prima, da parte dei media.

Tornando al merito dell'articolo:

Citazione:
La truffa nell’ambito della quale il gruppo Lactalis Italia che controlla Galbani sembra avere pesantissime responsabilità, non ha coinvolto solo l’Italia ma si è sviluppata a livello europeo, arrivando a produrre la lavorazione di oltre 11.000 tonnellate di formaggio avariato a fronte di un business economico di enormi proporzioni.


Vorrei sottolineare che, in questo caso, è la logica di "riciclaggio" che ha consentito a questa banda di assassini di arricchirsi.
Nel caso dei rifiuti, la stessa logica non rende. Le due faccende hanno in comune una sola cosa: il lento, invisibile genocidio.

"...nelle celle frigorifere c'erano fettine datate 1980!"

28 anni, cazzarola. Qui vogliono ammazzarci.

Una cosa non mi è ancora ancora chiara: i marchi di cui all'articolo rifornivano o ricevevano gli scarti per il loro riutilizzo?
Da questo articolo sembrerebbe che li utilizzassero.

"La merce veniva poi venduta anche a società multinazionali, tra le quali – secondo La Repubblica – figurano marchi come Galbani, Granarolo, Cademartori, Brescialat, Nedeghini, Igor, Centrale del latte di Firenze, Frescolat, Euroformaggi, Mauri, e Prealpi."

Un altro articolo, qui.

Citazione:
va sottolineato il fatto che gli impiegati e gli operai delle ditte incriminate hanno verbalizzato di essere a conoscenza della situazione ma si sono guardati bene dal renderla pubblica, molto probabilmente per non rischiare di mettere a repentaglio il proprio posto di lavoro.

Su questo, ci sarebbe da scrivere un intero trattato circa il "ricatto" del lavoro nella società dello STATO.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
florizel
Inviato: 6/7/2008 14:34  Aggiornato: 6/7/2008 14:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Alberto
Citazione:
soprattutto succede anche con la celeberrima "marmellata di nocciole" senza la quale il mondo sarebbe diverso...
Nel contratto c'è per clausuola la massima segretezza, il divieto di dire ciò che succede nelle fabbriche....per "non svelare le miscele di ingredienti"

Mi sembra che accada anche per la cocacola.
In ogni caso, tutto questo è solo una parte di quello che teoricamente potrebbe accadere per qualsiasi altro alimento.
Una ragione di più per intraprendere e sviluppare la strada dei GAS.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
marcocedol
Inviato: 6/7/2008 14:41  Aggiornato: 6/7/2008 14:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Dici bene Flo, 2 fottutissimi anni durante i quali noi consumatori (viste le dimensioni del tentativo di avvelenamento temo sia capitato materialmente anche a molti fra noi) abbiamo continuato a mangiare inconsapevolmente quella schifezza putrescente, pagandola oltretutto in moneta sonante.
A parte lo schifo va inoltre sottolineato che la presenza di particelle metalliche fini all'interno del pastone (e probabilmente se qualcuno come Montanari analizzase quella porcheria ne troverebbe anche di finissime) mette a rischio chi ha ingurgitato la sbobba di contrarre malattie gravissime anche a grande distanza di tempo in quanto le particelle resteranno in eterno fissate all'interno dell'organismo.

I marchi davano gli scarti alla società incriminata e poi ricevevano dalla stessa una parte della poltiglia rigenerata con la quale confezionavano i prodotti da distribuire alla vendita. Ovviamente questa parte del processo non verrà mai provata all'interno dei tribunali poichè si tratta di multinazionali dal potere economico enorme.
Un tale potere da far si che la stessa Repubblica (unico giornale che ha messo in luce la vicenda) dopo il ficcante articolo di Paolo Berizzi sia stata diciamo "indotta" a pubblicarne un altro (ovviamente non firmato) dove si cerca di riparare al danno subito dando spazio alle dichiarazioni ruffiane della dirigenza Galbani.
E che il mio articolo all'interno del misero blog del corrosivo sia all'improvviso misteriosamente scomparso dal motore di ricerca di google dopo una giornata durante la quale ho ricevuto oltre un centinaio di visite da persone che cercavano informazioni sulla vicenda.

Il ricatto del lavoro meriterebbe veramente la scrittura di un trattato

menphisx
Inviato: 6/7/2008 14:41  Aggiornato: 6/7/2008 14:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/5/2008
Da: Everywhere
Inviati: 463
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Mamma mia, meno male che ho sempre diffidato dei formaggi di quelle marche.
Chissà quante altre schifezze assorbiamo durante la vita quotidiana ...
Per non parlare del nitrito di potassio nei salumi ...
Mi chiedo come mai questa notizia sia riuscita ad arrivare al pubblico ...

« Tramuta tutto in ciò che è veramente: l’Astratto, lo Spirito, il Nagual. Non c’è stregoneria, né il male, né il diavolo. C’è solo la percezione. »
Don Juan Matus
rekit
Inviato: 6/7/2008 14:50  Aggiornato: 6/7/2008 14:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Galbani vuol dire fiducia
il fatto che questa notizia sia uscita "in ritardo" forse esplicita l'utilizzo strumentale della stessa contro Berlusconi? Puo essere.

Esplicita che l'idea di abolire le intercettazioni puo' solo produrre l'insabbiamento e/o la morte istantanea di molte indagini.

Se si continua a guardare il dito e non la luna indicata dal dito non se ne esce piu'!

florizel
Inviato: 6/7/2008 15:15  Aggiornato: 6/7/2008 15:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Galbani vuol dire fiducia
rekit
Citazione:
l'idea di abolire le intercettazioni puo' solo produrre l'insabbiamento e/o la morte istantanea di molte indagini.
Se si continua a guardare il dito e non la luna indicata dal dito non se ne esce piu'!

Figurati se non mi trovi d'accordo.
Il punto è un altro: che la luna avrebbero potuta mostrarla ben prima, ed in relazione ai consumatori, però, piuttosto che in relazione ai tempi politici delle varie caste.

Frainteso risolto?

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
rekit
Inviato: 6/7/2008 15:38  Aggiornato: 6/7/2008 15:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Galbani vuol dire fiducia
ma certo, non era nemmeno un frainteso......
avevo capito subito il tuo messaggio e la tua posizione.
e la condivido anche....

solo non credo che in questi 2 anni queste ditte abbiano continuato col loro trucchetto sapendo di essere sotto indagine, quindi credo che in questo senso la salute dei consumatori non sia dipesa dal fatto di essere informati o meno....
Berlusconi ci terrorizza con le questioni sui Rom, sulle morti sul lavoro, persino con le previsioni meteo da ANNI, dosando le notizie e spesso creandole come e quando fa comodo a lui e l'opposizione ora dovrebbe farsi mille scrupoli morali sulle tempistiche dell'uscita di un articolo?
Se questo omino pensa di avere il monopolio della spregevolezza credo debba ricredersi alla svelta e smetterla di piagnucolare e fare la vittima ad ogni occasione.
Qualcuno deve pur farglielo notare.....

Tornando in topic posso solo dire che sono semplicemente schifato da quanto successo, anche se onestamente la cosa non mi sorprende piu di tanto......

audisio
Inviato: 6/7/2008 16:37  Aggiornato: 6/7/2008 16:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Trovo che la cosa più triste sia la complicità degli
operai con i loro datori di lavoro criminali, costretti al
gancio della catena del loro posto di lavoro.
Quando si arriva a questo, essere complici dell'avvelenamento
di bambini pensando che tanto sono figli di altri, si è persa
definitivamente la propria dignità di essere umano.
Che c'è rimasto, regà?
C'hanno tolto veramente tutto.
Una volta c'era la classe operaia...

winston
Inviato: 6/7/2008 16:42  Aggiornato: 6/7/2008 20:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/10/2005
Da: Eurasia
Inviati: 392
 Re: Galbani vuol dire fiducia
...................................................ma “La fiducia è una cosa seria. Che si dà alle cose serie"

Le notizie sono sempre da interpretarsi in contesto:
-in periodo di penuria ci si arrangia: nei tempi andati si grattava la dispensa, riciclando le croste ammollate come insalata di pane; ora si gratta la cronaca per soddisfare altri appetiti. Cioè.., quando è scarsa sostanza, con cipolla forte la bocca gonza serve a riempire la panza.

-Le indagini partono dalla GdF, il cui motto recita «nec recisa recedit», non casuale al corpo affine a questioni di zecca, gabellieri noti per “mission” e stile: ogni blitz rintrona, è spirito e im-peto, tramite recto (aggiungerebbe il Vate): le Fiamme Gialle.

-“L’ottimo articolo” è rigirato nelle pagine più povere della Repubblica: sul pregio di fonti e consistenza si è già detto, ma da non trascurarsi la guarnizione.., tanto per:

=quà dice che “sono state chiuse le indagini”
=mentre là disdice “indagini ancora aperte”
=”Il marchio maggiormente coinvolto è Galbani” (Galbani vuol dire Fiducia)
=L’insinuazione ammorba ed echeggia, e non come scheggia..,
==però Galbani vende e basta, il chè mica offende.
=”E gli operai e gli impiegati? Erano consapevoli..”
==l'insinuazione è bassa, quasi di lega, ad aizzare un alto gradimento
per quanto La Palisse definirebbe solo consapevolezza di smaltimento.

Ipotesi:
=Se la giornata del Bel Paese parte dal menu Repubblica-no..,
non è che magari sia perché quelli del Certosino siano stati avari di cicchetti (reclàme) con De' Benedetti?
Magari può anche succedere che senza un Espresso corretto –tempi duri- non si riesca a prevenire certi rutti.

= En passant:
L'exploit del cronachista batte la pista collaudata dove si nobilita e si lustra l’autorità e la legge, la stampa e il giurista: litania & solfa ad accompagnare la celebrazione cum osanna del rito conformista.

=Il “casu marzu” cremonese, segue da presso la bufala campana...
Il “dagli all’untore/casaro” fa diffidare del prodotto "anonimo" (lo si sente in giro) il chè diventa campagna generale a promuovere le Grandi Marche (Nestlè & Saatchi ringranziano). Forse gli scoop non sono casuali. Dietro ogni notizia c'è un perchè... Kraft vuol dire forza.. e Napoleon diceva che la forza (Chiari & Forti) è fonte (non levissima) di diritto.
---
=Per sondare la plausibilità del Grande Inganno Caseario, si valutino li componenti di costo degli alimentari: sembrerebbe che confezionamento e distribuzione spesso siano grandemente prevalenti rispetto alla produzione. Se così, sarebbe ben strana un’operazione che magari diminuisce ma non azzera il (poco) costo “produzione” mentre raddoppia quelli (pesanti) di packaging e distribuzione. La cosa, oltre che oltraggiare legge e morale, befferebe pure l'agire razionale.

=Nota di stile... Dice il Berizzi "...al fine di trarre un ingiusto profitto patrimoniale”. precisazione doverosa del giornalista colto, altrimenti l’inclita potrebbe pensare alla natura “altra” del profitto. Utile elemento a valutare gli scoop del cronachista è una occhiata alla sua produzione in lista: come dire caglio-del-nostro.

Mala tempora currunt... quando la cronaca si fa cronica. Utile forse ricordare Dante;

Siate, Cristiani, a muovervi più gravi:
non siate come penna ad ogne vento,
e non crediate ch'ogne acqua vi lavi.

"Chi controlla il presente controlla il passato, chi controlla il passato controlla il futuro" Orwell, 1984
peppe75
Inviato: 6/7/2008 16:42  Aggiornato: 6/7/2008 16:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: Galbani vuol dire fiducia
per favore, non portatemi via anche la marmellata di nocciole...

Gil
Inviato: 6/7/2008 19:52  Aggiornato: 6/7/2008 19:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2006
Da:
Inviati: 80
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Citazione:
va sottolineato il fatto che gli impiegati e gli operai delle ditte incriminate hanno verbalizzato di essere a conoscenza della situazione ma si sono guardati bene dal renderla pubblica, molto probabilmente per non rischiare di mettere a repentaglio il proprio posto di lavoro.

Io vorrei solo aggiungere che la gente di cui sopra, se davvero sapeva, è responsabile tanto quanto i massimi dirigenti. Non inventiamo scusanti per favore.

Bastava *uno* con un briciolo di dignità e di cervello e la cosa finiva sul nascere, in questo caso come in molti altri. Invece no, continuiamo con sta cazzo di omertà schifosa, "tanto quella roba io non la mangio, quindi chi se ne frega".
Si poteva denunciare tutto anche nel più completo anonimato, mi vengono in mente almeno cinque modi per farlo..e invece no, chi se frega se si avvelena altra gente e si rovina il mercato a coloro che lavorano onestamente, io devo portare a casa i miei mille euro...

Bah

L'unica cosa che mi tira (poco) su il morale è vedere che alcune nostre istituzioni funzionano ancora (o forse sono ingenuo anche su questo, non so)

Linucs
Inviato: 6/7/2008 20:45  Aggiornato: 6/7/2008 20:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Una ragione di più per intraprendere e sviluppare la strada dei GAS.

A mio modesto avviso sono sufficienti un pickup ed una corda robusta, senza star tanto lì a trastullarsi col gas, che oltretutto oggi costa non poco.

florizel
Inviato: 6/7/2008 23:14  Aggiornato: 6/7/2008 23:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Galbani vuol dire fiducia
A mio modesto avviso sono sufficienti un pickup ed una corda robusta

A mio modestissimo avviso, invece, trovo che l'acquisto di prodotti effettuato direttamente da piccoli produttori potrebbe assestare un bel colpo alla produzione ed alla distibuzione industriale.
Senza contare che i "colossi" dell'alimentazione sono ben protetti dai soliti meccanismi politici e dall'economia mondiale.

Comunque, se trovi la corda fammi un fischio.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Blade1960
Inviato: 6/7/2008 23:45  Aggiornato: 6/7/2008 23:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/11/2006
Da:
Inviati: 264
 Re: Galbani vuol dire fiducia
........e non parliamo di carne in scatola e wurstel he?...................

PS:
Ho fatto il militare nel 1980 e vi garantisco che <<l'usanza>> di farci mangiare certe schifezze gia' allora esisteva gia e mi spiego;
Quel giorno addetto alle cucine delle scuole sottufficiali di Taranto (io ero di leva)circa 1500 ragazzi dai 16 anni in su vengo mandato nelle celle frigo a prendere mezzo vitello congelato,entro assieme a un graduato in questa enorme cella frigo e il tipo sceglie il pezzo,QUESTA mi dice con aria decisa,guardo il pezzo di carne e....incredulo guardando il timbro sulla garza che fasciava tutta il pezzo di carne leggo 1968,premetto che quella carne aveva lo stesso colore del caffe';faccio notare la cosa al graduato che,con aria da so tutto io mi dice ,he cosa credi che servano tutte le punture che ci fanno durante la naia (me ne fecero in un anno e mezzo 4).
Buon appetito

Cassandra
Inviato: 7/7/2008 1:22  Aggiornato: 7/7/2008 1:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Galbani vuol dire fiducia

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
Ghilgamesh
Inviato: 7/7/2008 9:29  Aggiornato: 7/7/2008 9:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Tranquilli!
Tra poco il dittator mafioso risolverà il problema!

Niente più intercettazioni!
Niente più reato!

Mangeremo merda ma senza saperlo, quindi probabilmente sarà più buona!

Alla salute!

blackbart
Inviato: 7/7/2008 9:45  Aggiornato: 7/7/2008 9:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/10/2007
Da:
Inviati: 1224
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Quello che non mi convince di questa storia, che poi è quello che ci raccontano i media e che l'articolo commenta, è riassunto dall'acuta osservazione fatta dal signor Winston:

che cito:

Per sondare la plausibilità del Grande Inganno Caseario, si valutino li componenti di costo degli alimentari: sembrerebbe che confezionamento e distribuzione spesso siano grandemente prevalenti rispetto alla produzione. Se così, sarebbe ben strana un’operazione che magari diminuisce ma non azzera il (poco) costo “produzione” mentre raddoppia quelli (pesanti) di packaging e distribuzione. La cosa, oltre che oltraggiare legge e morale, befferebe pure l'agire razionale.

Già..

Uno dei problemi dell'Europa, in particolare dell'Italia (complice la mala-politica e magari anche dichiarazioni "poco precise" della propria produzione), è l'enorme quantità di latte e prodottti caseari.
Infatti per tentare di arginare il "fiume di latte in piena" sono state introdotte le famigerate "quote di produzione" (che negli anni passati, in Italia, hanno provocato tante proteste da parte dei produttori).

Quindi mi pare strano, considerando che la materia prima costa così poco, si debba fare tutta questa macchinazione atta a riciclare un paio di croste di formaggio. Ciò richiederebbe non solo nuove catene "produttive" (di schifezze finchè si vuole ma ci sarebbero comunque dei processi, dei lavoratori e dei trasporti aggiuntivi) ma anche una sovrapproduzione a monte. Viceversa l'azienda ha tutto l'interesse a produrre solo ciò che riesce a vendere e a venderlo al massimo prezzo possibile, cosa che avviene anche grazie al marchio.

E' per questa ragione che la vicenda, opportunamente orchestrata e ingigantita, potrebbe anche essere una specie di "attentato terroristico" all'interno della spietata guerra tra marchi.

blackbart
Inviato: 7/7/2008 9:48  Aggiornato: 7/7/2008 9:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/10/2007
Da:
Inviati: 1224
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Citazione:
Mangeremo merda ma senza saperlo, quindi probabilmente sarà più buona!


Qui è necessario citare un classsico..!

Cassandra
Inviato: 7/7/2008 10:26  Aggiornato: 7/7/2008 10:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Citazione:
Per sondare la plausibilità del Grande Inganno Caseario, si valutino li componenti di costo degli alimentari: sembrerebbe che confezionamento e distribuzione spesso siano grandemente prevalenti rispetto alla produzione.

e anche:
Citazione:
Quindi mi pare strano, considerando che la materia prima costa così poco, si debba fare tutta questa macchinazione atta a riciclare un paio di croste di formaggio.


Il guadagno non è nel vendere formaggio vecchio invece di farlo nuovo.
Il guadagno, e grosso, sta nel non doverlo smaltire. Abbiamo imparato dalle faccende della Campania quanto siano alti i costi di smaltimento regolare per le industrie, e questi hanno avuto la bella pensata di mettere i rifiuti in frigorifero e ripropinarceli anziché pagare PROFUMATAMENTE chi si occupa di prelevare e disporre legalmente.

Siccome i formaggi non sono amianto o fluoro, insomma, invece di sotterrarli in Campania li fanno termovalorizzare a noi.
Sono sempre più convinta che nella catena alimentare stiano entrando quantità sempre maggiori di rifiuti...

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
Daniele
Inviato: 7/7/2008 10:40  Aggiornato: 7/7/2008 10:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/12/2005
Da: Trentino
Inviati: 128
 Re: Galbani vuol dire fiducia
E gli OGM spacciati come "la soluzione per la fame del mondo"??
Figuratevi i "poveri" che che devono comprare le sementi ogni volta....

La storia puntualmente si ripresenta. Vi ricordate il vino al metanolo?

Detto questo credo che, come sempre, basti una piccola percentuale di disonesti o, per dirla all'italiana, di "furbi" per screditare un'intera categoria.
Ha ragione Flo: una delle migliori soluzioni sono i GAS, o comunque il contatto diretto con il produttore... la filiera corta... Basta trasportare da una parte all'altra del mondo gli alimenti!
Pensate all'acqua: che senso ha che a Roma si beva l'acqua Pejo e in Trentino la Ferrarelle??
Ma questa è la GLOBALIZZAZIONE.... IL MERCATO... ma che vadano a...

marcocedol
Inviato: 7/7/2008 12:21  Aggiornato: 7/7/2008 12:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Condivido in pieno Cassandra, il grosso guadagno sta nel non doverlo smaltire ed i "termovalorizzatori" diventiamo noi, non abbiamo bisogno di una grande manutenzione e possono mantenerci in vita anche senza gli incentivi cip6. In più quando veniamo smantellati paghiamo noi le spese

Cheyco
Inviato: 7/7/2008 14:17  Aggiornato: 7/7/2008 14:17
So tutto
Iscritto: 13/6/2008
Da:
Inviati: 19
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Un mio amico, Italo (il cognome non mi sembra il caso di inserirlo), lavora alla "tinsemall".
il contenuto delle scatolette e meglio che non lo riporti, vi cito solo uno dei migliori: zoccoli!
buon pranzo!

Quando l'ultimo fiume sarà prosciugato, quando l'ultimo albero sarà abbattuto, quando l'ultimo animale sarà ucciso solo allora capirete che il denaro non si mangia."
blackbart
Inviato: 7/7/2008 15:11  Aggiornato: 7/7/2008 15:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/10/2007
Da:
Inviati: 1224
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Cassandra:

Citazione:
Il guadagno, e grosso, sta nel non doverlo smaltire. Abbiamo imparato dalle faccende della Campania quanto siano alti i costi di smaltimento regolare per le industrie, e questi hanno avuto la bella pensata di mettere i rifiuti in frigorifero e ripropinarceli anziché pagare PROFUMATAMENTE chi si occupa di prelevare e disporre legalmente.


Lungi dal dire che sia sbagliata, trovo poco convincente la spiegazione. Oltretutto questo tipo di riciclo, trattandosi di materiale biologico, potrebbe benissimo avvenire sottoforma di concimi o bruciato negli inceneritori senza grosse proteste da parte dei cittadini.
In altri termini non sono così sicuro che attivare una catena di "ringiovanimento" del formaggio sia così redditizio per un marchio importante (almeno non nei termini con cui è stato denunciato il fatto: inchiostro, pezzi di ferro, materiale putrefatto, ecc..).

Ancora: non dico che non ci siano schifezze: basti ricordare le frodi sulle grosse partite di grano importato dal Canada, sul vino "adulterato", ecc..

E poi quando una notizia viene così strombazzata - e da che ambienti è partita poi! - bisogna riflettere con attenzione.

marcocedol
Inviato: 7/7/2008 15:36  Aggiornato: 7/7/2008 15:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Blackbart,
senza nulla togliere alle tue considerazioni senza dubbio meritevoli di rispetto, voglio evidenziare che la notizia non è stata per nulla strombazzata.

Al contrario è apparsa su un articoletto di Repubblica redatto da Paolo Berizzi e seminascosto nell'home page del sito web che è poi stato seguito da un secondo articolo privo di firma e non certo di Berizzi, nel quale si cercava di discolpare i marchi arcinoti (non solo Galbani) che erano coinvolti nella truffa.
I Telegiornali hanno dato alla vicenda spazio prossimo allo zero, così come le altre testate giornalistiche, facendo si che la notizia sia stata resa pubblica in maniera un poco più intraprendente solo su internet.

La mia impressione è che Berizzi incaricato di scrivere un articoletto sulla vicenda abbia leggermente pisciato fuori dal vaso, fornendo qualche nome e qualche dato oggettivo in più di quanto permetta la prassi giornalistica e per questo sarà sicuramente stato cazziato dai suoi superiori che con tutta probabilità sono stati fatti oggetto delle rimostranze dei dirigenti dei grandi marchi, ai quali (oltre all'articolo riparatore) hanno sicuramente promesso la sepoltura mediatica della notizia, come in realtà è puntualmente accaduto.

winston
Inviato: 7/7/2008 16:31  Aggiornato: 7/7/2008 16:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/10/2005
Da: Eurasia
Inviati: 392
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Ovviamente la magistratura farà il suo corso...

Al momento di accertato ci sono le dichiarazioni della Finanza (corpo per molti versi in avanzato stato di afflizione) estrapolate dal corrispondente: "Una cosa disgustosa" dice il Comandante Santonastaso, "Ancora più disgustoso" precisa il Capitano Brigante...

Se non si vuol sottilizzare sul perchè della mancata discrezione, non si dovrebbe ignorare che in quinta pagina si ha per missione quello di fare sensazione; tanto meno la storica sproporzione fra certe sparate preventive e le sentenze definitive:

Dice l’Unione Consumatori (04/08):
"...Se si legge l’albo dei sofisticatori pubblicato ogni due anni sulla Gazzetta Ufficiale in base alle sentenze passate in giudicato, si può notare che frodi e sofisticazioni alimentari sono assai poche (.) e si tratta più che altro di irregolarità amministrative."

Quanto al guadagno derivante dal “mancato smaltimento”, stando alla lettera di Paolo, Berizzi, “Era merce che doveva essere smaltita, destinata ad uso zootecnico”... Smaltimento non mancato, quindi, ma finalizzato al riciclo piuttosto che alla discarica: improbabile che questo costi meno di quello, così come improbabile che farne mangime per quadrupedi costi più del ri-adattamento aal cosnumo dei bipedi... Il che ripropone la relativa plausibilità di quest'ultima accusa: Stranamente il Berizzi dedica due pagine agli antefatti, ma sul finale del misfatto rimane alquanto astratto.

Mutatis mutandis, si paragoni la vicenda annonaria con altre che vedono il terrorismo oggetto di indagine giudiziaria e si noterà la stessa caratterizzazione: imprenditore-siciliano al posto del fondamentalista-pakistano, in combutta con il campano, questo a rimpiazzare il marocchino... Stessi militi con i guanti a mettere in mostra i corpi di reato: di qua il formaggio muffito, di là il protossido d’azoto... C’è da chiedersi se le truffe con le muffe non seguano il filone degli attentati paventati.
---
Per la cronaca, i precendenti del Berizzi : Ma sul governo la lega non molla.. - Sei stilista gay, quindi non ti dò in affitto la casa - Milano, Palestra e birreria e la voglia di essere contro - Bonino vale 400mila voti ma l’’ntesa puà confondere - Chiara telefonava al Mago TV per le difficoltà con Alberto...

"Chi controlla il presente controlla il passato, chi controlla il passato controlla il futuro" Orwell, 1984
mc
Inviato: 7/7/2008 16:38  Aggiornato: 7/7/2008 16:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Io mando avanti questa come soluzione plausibile:

Adottare un maiale a distanza.
Si potra' fare anche con gli abbacchi, suppongo. .



p.s.: nessuna garanzia di "salubrita'" scontata... ma almeno non ti fai prendere per il culo dal call center di turno ... (ultimamente non sono nemmeno piu' numeri verdi... ) ... voglio vedere il pastore sardo (o calabrese...) che mette su un "muro di gomma" telefonico... non ci credo...).

p.s.:
Per chi si vuole divertire...: I tuoi referenti Galbani

Informazioni
Per informazioni o segnalazioni sui nostri prodotti contattate il Paese di vostro interesse:

BELGIO: info.be@galbani.com
FRANCIA: Galbani Conseils Numéro Azur 0 810 208 288
GERMANIA: Linea Galbani 0180 24 25 266 o consumerDE@galbani.com
GRAN BRETAGNA: info.uk@galbani.com
ITALIA: Servizio Consumatori Galbani Numero Verde 800 328 468
OLANDA: info.nl@galbani.com
SPAGNA: info.es@galbani.com


Lavora con Noi
Recruiting: recruiting@galbani.com
Stage: recruiting.stage@galbani.com





mc

Dusty
Inviato: 7/7/2008 20:55  Aggiornato: 7/7/2008 20:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Trovo particolarmente interessante questo passaggio dell'articolo:

Nel formaggio avariato e putrefatto c'era di tutto. Vermi, escrementi di topi, residui di plastica tritata, pezzi di ferro. Muffe, inchiostro. Era merce che doveva essere smaltita, destinata ad uso zootecnico. E invece i banditi della tavola la riciclavano. La lavoravano come prodotto "buono", di prima qualità. "

In altre parole lo scandalo è che questi materiali di scarto siano andati a finire nella nostra catena alimentare mentre erano destinati ad uso animale, quindi (se ne deduce) per gli usuali allevamenti industriali.

E siccome quello sarebbe stato del tutto regolare c'è solo da immaginarsi che sia la norma con la quale vengono nutriti gli animali da macello, da latte, etc.

Buon appetito

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
Daniele
Inviato: 7/7/2008 22:15  Aggiornato: 7/7/2008 22:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/12/2005
Da: Trentino
Inviati: 128
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Citazione:
E siccome quello sarebbe stato del tutto regolare c'è solo da immaginarsi che sia la norma con la quale vengono nutriti gli animali da macello, da latte, etc.


E dove credi che vengano smaltite tutte le "farine animali" (leggi interiora, ecc...) residui di macellazione e che prima davano alle mucche? Poi è venuta "la mucca pazza"... ora ci allevano i pesci...

briza
Inviato: 7/7/2008 22:40  Aggiornato: 7/7/2008 22:40
So tutto
Iscritto: 5/7/2008
Da: Sorulandia
Inviati: 6
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Ciao a tutti,
Col fatto che vivo in Sardegna, se siete interessati posso mettervi in contatto con un pastore per adottare a distanza una forma di pecorino fatto con le sue mani genuino al 100%!

Mi chiedo: a che serve l'informazione se continuiamo a inorridirci senza poter fare niente per cambiare le cose? E' da tanto tempo che sappiamo che le multinazionali alimentari ci fanno mangiare merda e ce la fanno anche pagare cara. In più i sistemi di produzione del cibo che compriamo normalmente al supermercato sfruttano e avvelenano il nostro pianeta in modo inesorabile....

Mi sento in parte fortunata a vivere in questa isola dove ancora sopravvivono dei metodi "antichi" come l'orticello e gli allevamenti al pascolo, ma anche qui i veleni incombono e i pochi gruppi che denunciano e lottano contro la possibilità che la Sardegna diventi la pattumiera d'Europa purtroppo non possono molto contro i grandi colossi, soprattutto a livello politico. Ci salva solo il fatto che non ci sono grandissimi interessi a livello economico qui, se non per il turismo, perchè i consumatori non sono numericamente sufficienti per giustificare delle produzioni massificate a discapito della qualità.

Qui nei supermercati si trovano ancora alimenti prodotti in modo abbastanza sano... ma sino a quando?
Credo che la cosa più importante sia responsabilizzarsi e cercare di boicottare questi comportamenti avvelenanti NON COMPRANDO i prodotti che sappiamo essere malsani. Credo che sia il caso di convincersi che fare qualche rinuncia sia doveroso e soprattutto vantaggioso per la nostra salute!
Molto dipende dalla nostra capacità di rompere le abitudini, perchè è con esse che qualcuno ci domina e ci avvelena... Dobbiamo coltivare la nostra capacità di essere più flessibili e esplorare nuove possibilità, nell'alimentazione prima di tutto... siamo quello che mangiamo!

gunny5
Inviato: 8/7/2008 13:30  Aggiornato: 8/7/2008 13:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/6/2006
Da:
Inviati: 55
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Il fatto che i formaggi fusi siano un concentrato di schifezze è una cosa abbastanza nota da parecchi anni anche se ora, grazie a quest'inchiesta, è stata ufficializzata la cosa...

Ora ho 31 anni e mi ricordo che in terza superiore (quindi 15 anni fa!) il mio professore di chimica ci fece notare che i formaggi fusi abbondano di nitrati (cancerogeni ma usati come potenti conservanti in quanto la materia prima è già andata a male!) e polifosfati (decalcificanti ma usati come addensanti per tenere assieme il formaggio già in decomposizione)...

Vorrei far notare che buona parte dei formaggi fusi vengono propinati dalla pubblicità ai bambini e che i polifosfati potrebbero interferire con la naturale calcificazione delle loro ossa...

Inoltre ricordo che disse che qualche anno prima era andato in gita in un'industria del settore ma gli impedirono di entrare nel reparto dei formaggi fusi perché, ufficialmente, era troppo pericoloso a causa delle sostanze chimiche dannose utilizzate per quel tipo di lavorazione!!!

mc
Inviato: 8/7/2008 15:25  Aggiornato: 8/7/2008 19:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Benvenuto/a Briza...
Adottare un pecorino??? uhhmmm....

Non scherzare con queste cose...


Adozione Maiali ... c'e' stato un malinteso con alcune utenze... non era ironica la cosa...


«Adotta» un maiale a distanza contro rincari
Con appena 45 euro al mese è possibile “adottare” a distanza, anche on line, un maiale di razza pregiata


Con appena 45 euro al mese è possibile «adottare» a distanza, anche on line, un maiale di razza pregiata per farlo crescere ed alimentare in modo genuino e in un ambiente naturale e garantirsi così per tutto l’anno salumi e carne fresca di alta qualità.

L’iniziativa è di Giuseppe Riggio, che gestisce una azienda agricola di Reggio Calabria, che si è aggiudicata nella categoria «esportare il territorio» il premio «Oscar Green» per innovazione in agricoltura promosso dai giovani della Coldiretti, con l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica. La richiesta di allevamento a distanza del maiale grecanico allo stato semibrado, previo il pagamento dell’importo per l’iscrizione, può essere spedita - sottolinea la Coldiretti - all’indirizzo email agririggio@libero.it e offre anche la possibilità di visitare il maiale durante il periodo di allevamento di dieci mesi, al termine del quale l’animale raggiunge un peso variabile tra i 150 e i 220 chili per una altezza di 1,2 metri e una lunghezza di 2 metri.


...[...]...



ciao...
mc

alfridus
Inviato: 9/7/2008 23:30  Aggiornato: 9/7/2008 23:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/4/2007
Da: Lugoj, Romania
Inviati: 120
 Re: Galbani vuol dire fiducia
@ Marco Cedolin
Per consolarti...
è sparito anche il servizio su rainews24 linkato da Anonimo su ilcorrosivo:
http://www.rainews24.it/notizia.asp?newsid=83564

doct.alfridus
--------------------------------------
...se il Padreterno ci ha creati a sua immagine e somiglianza... bhe', c'e' da rifletterci!

[ Andiamo sempre più giù, più giù... Qualcuno deve aver tirata la catena! ]
marcocedol
Inviato: 12/7/2008 2:23  Aggiornato: 12/7/2008 2:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: Galbani vuol dire fiducia
Oltretutto la notizia (che continua a destare interesse) è stata portata a conoscenza in pratica solamente attraverso il web.
Moltissime persone che ho avuto occasione d'incontrare, fra coloro che frequentano poco o nulla internet, erano completamente all'oscuro della vicenda e mi hanno domandato "Ma davvero? Non ho sentito nulla in proposito al TG nè letto niente sul giornale".


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA