Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


politica italiana : "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Inviato da Redazione il 12/2/2008 11:29:51 (5846 letture)

di Marco Cedolin

Scongiurata almeno per il momento la possibilità che banchieri ed industriali procedano direttamente al governo del paese senza il bisogno di alcun intermediario, tutto il circo della politica si è gettato con furia belluina fra le pieghe di una campagna elettorale dai contorni ancora sfumati ma che già lascia intuire come il confine fra comicità e tragedia sia davvero una linea molto sottile.

Non potendo permettersi di cambiare l’identità dei mestieranti (pena l’acquisizione dello status di disoccupati) la classe politica italiana, imbolsita fino all’inverosimile, ha deciso ancora una volta di cambiare la coreografia dello spettacolo anziché la trama e gli attori, affinché si abbia la percezione illusoria di una qualche novità, mentre il copione anacronistico continua a perpetuare sé stesso.

Simboli liste ed alleanze stanno iniziando a prendere forma in un fantasmagorico crogiuolo di colori, slogan e vessilli, all’interno del quale perfino i simboli più legati alle tradizioni come fiamma e falce e martello rischiano di finire rottamati, quasi si trattasse di un’auto euro 0, per venire sostituiti da tricolori ed arcobaleni assortiti molto più trendy ed accattivanti.

Sullo sfondo di un programma unico, imperniato sulla crescita e lo sviluppo del Paese (proponimento d’obbligo per potere aspirare a raccogliere qualche voto) le parole d’ordine sono fusione, incorporazione, accorpamento, assorbimento, inclusione. Finita l’era delle grandi coalizioni, dove una molteplicità di partiti si raggruppavano intorno a due leader (Berlusconi/Prodi, Rutelli/Berlusconi, Prodi/Berlusconi) sulla base di programmi ai quali non è mai stato dato seguito, ...


... sta iniziando l’era dei grandi partiti che fagocitano quelli piccoli introiettandoli al proprio interno, dopo avere imposto loro l’accettazione di un programma precostituito, al quale ovviamente non verrà dato seguito. Gli uomini politici restano gli stessi, i meccanismi del clientelismo anche, le false promesse da disattendere e la manifesta incapacità di leggere le dinamiche socio/economiche del presente pure, ma tutti potranno affermare con grande baldanza che finalmente è nato qualcosa di nuovo.

E’ nato il nuovo Partito Democratico di Walter Veltroni, consumato cabarettista che esclamando “yes we can” e parodiando Barack Obama alle primarie americane, promette la diminuzione delle tasse, ma anche l’aumento dei salari, ma anche la riduzione del debito pubblico, ma anche più infrastrutture, ma anche più ecologia, ma anche…

Appena si smette di cantare yes we can ci si rende però subito conto che il nuovo PD è composto da vecchi componenti della Margherita che a sua volta era formata da ancor più vecchi politici della DC e di altri partiti della prima repubblica, stretti in un abbraccio fraterno con la vecchia classe politica dei DS derivante sostanzialmente da quello che nell’archeologia politica era l’antico PCI. Probabilmente entrerà a farne parte anche l’Italia dei “lavori” di Antonio di Pietro che sembra disponibile a venire incorporato nella nuova infrastruttura, mentre altri soggetti politici meno arrendevoli saranno probabilmente destinati a restarne fuori.

Tranne la passione per la bandiera a stelle e strisce del suo capo comico e l’intenzione di diminuire quelle tasse che ha invece alzato durante gli ultimi 2 anni nei quali è stato al governo, riesce davvero difficile trovare qualche elemento di novità all’interno di un partito come il PD che somiglia a quelle vetture costruite in Yugoslavia negli anni 80, le quali seppur nuove fiammanti venivano allestite assemblando insieme il muso di una vecchia Fiat 128 con la coda di un’altrettanto datata Fiat 127, per la gioia della famiglia Agnelli che aveva trovato il modo di rivendere all’estero le catene di montaggio ormai dismesse.

E’ nato il nuovo Partito delle Libertà di Silvio Berlusconi che ha incorporato i resti di Alleanza Nazionale, ha convinto la Mussolini a spegnere la fiamma, ha concluso una semi annessione della Lega Nord di Bossi e sta cercando d’indurre gli ex DC Casini e Mastella ad entrare nella “famiglia allargata” rinunciando ai propri simboli.

Il Cavaliere più sorridente che mai promette di “rimettere i soldi nelle tasche dei cittadini, per rilanciare i consumi e l’economia”. A guardarlo se cantasse “yes we can” anche lui, potrebbe perfino sembrare un altro, anziché la persona che con gli stessi alleati ha governato l’Italia per 5 anni riuscendo a far crescere solo le spese di cancelleria dei tribunali. Quando poi si cimenta nel suo numero migliore, promettendo “la creazione di nuovi posti di lavoro” ogni italiano si ritrova a fare gesti scaramantici per riflesso condizionato, memore di come andò a finire la volta scorsa. Un milione? No, davvero, un migliaio bastano e avanzano, altrimenti questa volta c’è il rischio che diventino precari perfino i pensionati.

E’ nata la nuova Sinistra Arcobaleno che poi tutti continuano a chiamare Cosa Rossa, usando un lemmario più rude che però arriva al cuore del problema. Si tratta dell’unione di quei partiti comunemente definiti “sinistra radicale”, derivanti in larga parte dalle scissioni della scissione dell’antico PCI. Rifondazione Comunista, Comunisti Italiani e Verdi non hanno deciso di fondersi fra loro seguendo la strategia del “grande partito” e ricercando la novità, ma hanno dovuto farlo per cause di forza maggiore, non esistendo alcun grande partito intenzionato ad incorporarli. Troppo scomodi perfino quando, come nell’ultima legislatura, hanno sottoscritto supinamente ogni decisione del governo anche qualora completamente antitetica ai propri programmi, fino al punto di arrivare a firmare un dodecalogo che è costato loro la stima di buona parte del proprio elettorato. Hanno cercato fino all’ultimo (e probabilmente continueranno a farlo) un’improbabile alleanza con il PD ma Veltroni sembra irremovibile quando canta in italiano “voi non potete”.

Vagano ancora allo stato brado alcuni piccoli partiti, come la Destra di Storace e la Rosa nel Pugno ma c’è da scommettere che si accaseranno presto quando l’imminenza delle elezioni renderà i “grandi partiti” molto più arrendevoli.

Dopo il voto poi, tanta smania di accorpamento e voglia di novità potrebbero debordare e sono in molti che già ipotizzano la fusione delle fusioni che dia vita al partito unico “destrasinistra” dove Veltroni e Berlusconi cammineranno a braccetto fischiettando “yes we can”. Ma non spingiamoci oltre con la fantasia in quanto troppe novità tutte in una volta potrebbe turbare la tranquillità dei nostri sonni.

A proposito di sonni, c’è una domanda che continua a perseguitarmi ogni volta che poso la testa sul cuscino. Ma il “popolo” di Beppe Grillo, quello impropriamente catalogato come “antipolitica” e quantificato dopo il V. Day dell’8 settembre da alcuni sondaggisti improvvidi nella misura di addirittura il 17% dell’elettorato italiano, quello avrà colto il segnale di novità ed andrà a votare?

Marco Cedolin

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Descartes
Inviato: 12/2/2008 11:42  Aggiornato: 12/2/2008 11:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/6/2006
Da: Christ = Sun God
Inviati: 1087
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
09:35 Baccini (Rb): "La verita' e' che in Italia i partiti non ci sono piu', ci sono solo associazioni di persone che tentano di fregare i cittadini"

Più chiaro di così...

Redazione
Inviato: 12/2/2008 11:51  Aggiornato: 12/2/2008 11:51
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
CEDOLIN: "Un partito come il PD che somiglia a quelle vetture costruite in Yugoslavia negli anni 80, le quali seppur nuove fiammanti venivano allestite assemblando insieme il muso di una vecchia Fiat 128 con la coda di un’altrettanto datata Fiat 127"

Metafora agghiacciante e poderosa insieme. Anche perchè "noi fessi jugoslavi" stiamo già mettendoci in fila per ricomprarle di nuovo.

cocis
Inviato: 12/2/2008 11:54  Aggiornato: 12/2/2008 11:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
CUCù .. E IL TESORETTO NON C'è +...

pesce d'aprile di schioppa...

yarebon
Inviato: 12/2/2008 12:00  Aggiornato: 12/2/2008 12:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Ottimo articolo, ci sono diverse cose da dire, riguardo ad esempio la domanda che ti fai su Grillo, per fortuna il suo atteggiamento rispetto alle elezioni del 2006 è cambiato (in quel periodo diceva di votare Prodi turandosi il naso), oggi per fortuna afferma che i due candidati sono interscambiabili e che il cambiamento verrà dai cittadini, cosa importante perchè a seguire Grillo è un buon numero di persone, quindi può darsi che il non andare a votare in queste elezioni si riveli una mossa vincente o comunque manderà un certo segnale alle elite. Io certamente non andrò a votare.
Quello che si sta verificando in Italia in questi giorni è un sogno che gli industriali e i veri poteri che ci sono in Italia, sognavano dal dopoguerra, ossia un sistema tipo quello americano con due soli grandi partiti, completamente funzionali alle elite, interscambiabili, insomma con nessun pericolo di avere una deriva populista o roba del genere, infatti se vedete il Pd così come anche il partito delle libertà, guardano più al centro che a destra o a sinistra.
Sono entrambi partiti moderati (tradotto dalla neolingua: ossia che non romperanno i maroni ai potenti e che non cambieranno lo stato delle cose), che mirano ad eliminare gli "estremismi", che seppur funzionali al potere, comunque hanno una base ellettorale sicuramente più avversa al padronato e più "vicina" al popolo.
Insomma sono nati i partiti dei padroni, non che i partiti prima fossero perfetti, tutt'altro, ma ciò che ha sempre differenziato l'Italia dagli altri paesi europei è stata proprio la mole di partitini, l'Italia sembrava di essere un paese con tantissimi feudi, in cui ogni partito si fregava degli affari suoi e spesso ciò portava conflitti di ogni genere che non facevano comodo neanche ai padroni, ecco perchè questa situazione è tutt'altro che casuale, si parla dal dopoguerra negli ambienti che contano, di portare l'Italia alla situazione in cui vige oggi, ci sono riusciti.

gio911
Inviato: 12/2/2008 12:16  Aggiornato: 12/2/2008 12:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/5/2006
Da: Gela
Inviati: 131
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
"...quello avrà colto il segnale di novità ed andrà a votare?"

bhe è la stessa domanda ke mi pongo io. Ho partecipato al v-day e molto probabilmente parteciperò al v-day2, e come l'anno scorso se nn cambia la legge elettorale nn andrò a votare. e spero ke lo faranno anche quei 350mila....

Silver
Inviato: 12/2/2008 12:43  Aggiornato: 12/2/2008 12:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2005
Da: Torino
Inviati: 615
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Non andare a votare col rischio che la nostra scheda venga usata da qualcun altro?
La lettura politica potrebbe anche rivelarsi (cioè venduta dai mainstream tramite frasi ambigue o anche solo col silenzio mediatico) come "io non voto perché mi va bene chiunque".

E perché invece non fare come me, scrivendoci sopra un bel www.luogocomune.net !!!

Immagino già qualche migliaio di scritte sulle schede che pubblicizzano il sito.
Magari qualche scrutinatore si prende anche la briga di leggere il sito...

Pyter
Inviato: 12/2/2008 12:59  Aggiornato: 12/2/2008 12:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
UOLT "DISNEY" VELTRO

UN UOMO, UNA FILOSOFIA, UNA COERENZA.

1996 "YES WE CANNE"

2007 "YES, WE CANNONE"

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
mangog
Inviato: 12/2/2008 14:18  Aggiornato: 12/2/2008 14:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Intanto Napolitano ha ridotto le spese presidenziali dello 0.1 %.. accontentiamoci dei piccoli passi.
Per arrivare alla riduzione delle tasse anche di un solo 5% a suon di 0.1% in meno ogni anno ( o legislatura ) io saro' morto sepolto o forse imbalsamato. ( mi piace l'antico egitto .. a proposito ci si puo' far imbalsamare? )
D'altronde come si possono convincere gli italiani che a pagar le tasse e' bello, quando cicciobello Rutelli ha speso 45.000.000 per il sito web www.italia. it, aperto e chiuso quasi in contemporanea.

Huntercrow
Inviato: 12/2/2008 15:07  Aggiornato: 12/2/2008 15:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/10/2006
Da:
Inviati: 38
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
E intanto il Berlusca, con un colpo di mano annunciato, si accaparra buona parte dell'elettorato così...

Lestaat
Inviato: 12/2/2008 15:12  Aggiornato: 12/2/2008 15:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Beh però non si può negare che le prossime elezioni saranno quantomeno da osservare con curiosità.
Anche perchè secondo me stanno facendo anche un po' i conti senza l'oste e quelli che volano son numeri quantomeno discutibili.
Sarà decisamente buffo vedere come sarà distribuito l'elettorato guardando le loro facce.
Non che speri in una qualche novità di rilievo ma sarà comica la prossima "grosse coalitionen",e magari qualche sorpresina anche dalle urne potrebbe venir fuori, non si sa mai.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
cocis
Inviato: 12/2/2008 15:14  Aggiornato: 12/2/2008 15:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata

marcocedol
Inviato: 12/2/2008 15:19  Aggiornato: 12/2/2008 15:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Il problema di questi signori nella campagna elettorale sarà proprio quello di riuscire a distinguersi in qualcosa dall'avversario. Qualsiasi programma facciano Berlusconi e Veltroni risulteranno inevitabilmente uno la copia perfetta dell'altro, come le vignette della settimana enigmistica dove occorreva perdere la vista per "scovare" le differenze.
Gli argomenti pseudo etici sono una delle poche occasioni all'interno delle quali creare dei distinguo che nella realtà fattiva delle cose non ci sono.

alexg
Inviato: 12/2/2008 15:43  Aggiornato: 12/2/2008 15:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/5/2006
Da: Sybar
Inviati: 179
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
cito Silver:
"Non andare a votare col rischio che la nostra scheda venga usata da qualcun altro?"

Ciao Silver,
dimmi sinceramente.. credi davvero che il nostro voto o non voto faccia la differenza?

Io non voto piu' dal 1994.
Non solo perche' la politica non ha nessuna funzione costruttiva per la nostra nazione, ma perche' ritengo evidente che l'atto del votare sia completamente inutile.

Non importa se vai a votare.
Non importa chi voti.
Non importa se lasci la scheda bianca.
Non importa se annulli la scheda.
Non importa se rimani a casa.
Non importa se vai al mare o in montagna.

Non fa nessuna differenza in ogni caso, perche' chi vincera' le elezioni prendera' gli ordini dagli stessi soggetti che hanno deciso fino ad ora.

Questa e' la VERITA'.

Se seguiamo le regole siamo impotenti.
Se non le seguiamo siamo impotenti.

Siamo sotto una dittatura pseudo-democratica.

Che schifo!

Alessandro

Ci sono due errori che si possono fare lungo la via verso la verità...non andare fino in fondo, e non iniziare.

"Democrazia" è due lupi e una pecora che decidono ai voti cosa mangiare.
"Libertà" è la pecora ben armata che contesta il voto.
Pyter
Inviato: 12/2/2008 15:58  Aggiornato: 12/2/2008 15:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Su, ragazzi...un po di ottimismo...e che diamine!

Ma pensate in quale situazione saremmo se i nazisti avessero vinto la guerra!
------------------------------------------------------------------------
MANGOG
...a proposito, ci si può far imbalsamare?

Certo, non c'è neanche bisogno di far domanda in carta da bollo.
Una volta accertata la tua inutilità l'imbalsamazione può avvenire
in qualsiasi momento.



Ecco l'ultimo che ha subito il processo di imbalsamazione senza
richiesta esplicita.
Come vedi i risultati non solo male, considerarto che il processo non può
intervenire dal punto di vista estetico.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
ciccione
Inviato: 12/2/2008 16:23  Aggiornato: 12/2/2008 16:23
So tutto
Iscritto: 21/12/2007
Da:
Inviati: 1
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
NON E' IL PALAZZO A DETERMINARE IL QUOTIDIANO MA I RAPPORTI DI FORZA NEI DIVERSI LUOGHI DI LAVORO. LA VERA POLIS SI CREA LI' NON A MONTECITORIO O A PALAZZO MADAMA E NEANCHE NEL VAFFA DAY CHE NON SPOSTA DI UNA VIRGOLA I RAPPORTI TRA SUB-PARASUB E IMPRESE.

cocis
Inviato: 12/2/2008 16:37  Aggiornato: 12/2/2008 16:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
L'ULTIMO ARRIVATO .. FERRARA !! ;:)

MANCAVA LUI ..

e l'aborto sara il suo cavallo di battaglia

cherubino
Inviato: 12/2/2008 16:38  Aggiornato: 12/2/2008 16:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Per uscire dal vicolo cieco "veltrusconi" serve qualcuno che abbia preso coscienza della situazione: non vedo altra uscita che il popolo di Grillo, di LC, e tutti quelli che sono incazzati contro la politica. Il problema è che non si sa bene ancora cosa fare. L'Italia dei Valori mi sembra il partito più vicino a questo modo di pensare, e avrà il mio voto, ma solo se non avrà niente a che fare con il PD. Altrimenti andrò al mare.

Skafloc
Inviato: 12/2/2008 16:46  Aggiornato: 12/2/2008 16:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/3/2006
Da: ROMA
Inviati: 188
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Visto che siamo nuovamente in argomento, copio-incollo qui un mio messaggio messo O.T. da un'altra parte:



A proposito della questione voto sì o no, vi copio un messaggio arrivatomi da una mailing list a cui sono iscritto, www.v-day.it:

"L'astensionismo passivo non fa percentuale di media votanti e riguardo alle elezioni legislative il nostro sistema di attribuzione non prevede nessun quorum di partecipazione.

Quindi, se per assurdo nella consultazione elettorale votassero tre persone, ciò che uscirebbe dalle urne sarebbe considerata valida espressione della volontà popolare e si procederebbe quindi all'attribuzione dei seggi in base allo scrutinio di tre schede.
Altresì le schede bianche e nulle, fanno si percentuale votanti, ma vengono ripartite, dopo la verifica in sede di collegio di garanzia che ne attesti le caratteristiche di bianche o nulle, in un unico cumulo da ripartire nel cosiddetto premio di maggioranza....(per assurdo sempre votando bianca o nulla se alle prossime elezioni vincesse Berlusconi le suddette schede andrebbero attribuite nel premio di Forza Italia).
Esiste però un METODO DI ASTENSIONE, che garantisce di essere percentuale votante (quindi non delegante) ma consente di non far attribuire il proprio non-voto al partito di maggioranza.
E’ infatti facoltà dell'elettore recarsi al seggio e una volta fatto vidimare il certificato elettorale, AVVALERSI DEL DIRITTO DI RIFIUTARE LA SCHEDA, assicurandosi di far mettere a verbale tale opzione.
è possibile inoltre ALLEGARE IN CALCE AL VERBALE, UNA BREVE DICHIARAZIONE IN CUI, SE VUOLE, L'ELETTORE HA IL DIRITTO DI ESPRIMERE LE MOTIVAZIONI DEL SUO RIFIUTO (es.: "Nessuno degli schieramenti qui riportati mi rappresenta")".

Che ve ne pare?

Le cose urgenti vanno fatte con calma
cherubino
Inviato: 12/2/2008 16:48  Aggiornato: 12/2/2008 16:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
D'altronde il suo pensiero risulta chiaro fin dalle origini: l'aborto è un male che non deve essere perseguito penalmente.

cherubino
Inviato: 12/2/2008 16:56  Aggiornato: 12/2/2008 16:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
SKAFLOC: mi pare che non porti da nessuna parte, per due motivi:
1) se per caso impossibile facessero così TUTTI tranne 3 persone, sarebbero scrutinate lo stesso 3 schede con attribuzione dei seggi, e avremmo fatto solo il solletico ai partiti! E magari, senza il minimo interesse da parte dei media, non gli avremmo fatto neanche quello.
2) costringe a recarsi ugualmente alle urne, vanificando sia il voto che la gita al mare.

alexg
Inviato: 12/2/2008 17:01  Aggiornato: 12/2/2008 18:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/5/2006
Da: Sybar
Inviati: 179
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
...ed io ai due punti di Cherubino aggiungerei:

3) Per noi italiani non cambierebbe nulla (quindi lo sforzo non merita l'energia necessaria).

o no?

Ci sono due errori che si possono fare lungo la via verso la verità...non andare fino in fondo, e non iniziare.

"Democrazia" è due lupi e una pecora che decidono ai voti cosa mangiare.
"Libertà" è la pecora ben armata che contesta il voto.
marcocedol
Inviato: 12/2/2008 18:23  Aggiornato: 12/2/2008 18:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Fondamentalmente per quanto tristi mi trovo a condividere le parole di Alessandro.

Vorrei comunque fare riflettere sul fatto che nel caso (ipotetico e non certo realisticamente possibile) votassero solamente ad esempio il 40% degli aventi diritto qualcosa cambierebbe per forza di cose.
Dal punto di vista prettamente giuridico potrebbero infatti fare un governo in tutta tranquillità come se nulla fosse successo.
Da quello politico però sarebbe un terremoto perchè chiunque governasse lo farebbe con il consenso di poco più del 20% degli italiani e l'assurdità della democrazia rappresentativa si appaleserebbe davanti agli occhi di tutti, con conseguenze che seppur imprevedibili non sarebbero certo marginali.

elpueblo
Inviato: 12/2/2008 18:30  Aggiornato: 12/2/2008 18:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/11/2004
Da: Abruzzo meridionale
Inviati: 349
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
la verità è che queste elezioni riproporranno più o meno la stessa situazione solo che adesso è il centro destra ad avere in mano la patata bollente. Se saltasse l'alleanza con l'Udc potrebbe esserci la stessa instabilità al senato , probabile allora un governo di larghe intese.

desbouvet
Inviato: 12/2/2008 19:47  Aggiornato: 12/2/2008 19:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da:
Inviati: 541
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
io vorrei votare una persona che mi va a roma a fare le leggi dello stato
io vorrei votare delle idee dei programmi degli ideali

invece la crocetta la fai su una P una D una L una rosa un garofano un arcobaleno una rondine...

non la fai su una faccia su un nome
non la fai su un'idea (che cazzo di idea rappresenta, una "P" accanto a una "D"?)

il popolo del v-day non sta dormendo

sta preparandosi

clausneghe
Inviato: 12/2/2008 20:13  Aggiornato: 12/2/2008 21:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Ciao Marco

Mi sono permesso di Linkare il tuo articolo su OK notizie
perchè merita di essere letto dal maggior numero di persone possibile.

Tutto giusto quel che dici e lo sai che mi trovi d'accordo

Il popolo di Grillo è in raccoglimento , dopo aver subito il colpo basso sferrato dalla politica istituzionale che ha individuato la data per il voto guarda caso due settimane prima del 25 aprile V-day togliendo così terra al progetto Grilliano. Sono furbi di tre cotte, questi della casta politica.

Ma il fermento cresce.. è come un fiume sotterraneo che quando e se uscirà farà vedere i suoi effetti. Credo o almeno spero.

Ciao da Claus
ps..naturalmente io indico il NON voto,a questo punto.

Skafloc
Inviato: 12/2/2008 20:13  Aggiornato: 12/2/2008 20:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/3/2006
Da: ROMA
Inviati: 188
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Se è vero che le schede bianche o nulle contribuiscono al premio di maggioranza, mi sembra che le alternative si riducono a due:

1) Seguire l'esempio riportato nel messaggio, facendo mettere a verbale la volontà di non votare. E' comunque un messaggio che si lascia, se fossimo in tanti non credo che passerebbe inosservato

2) Non andare a votare. Ci si guadagna la giornata al mare.

Assolutamente NO votare scheda bianca o nulla.

Fra l'altro, non so perché ma mi sembra che gli affezionati della destra/berlusconi/lega, perlomeno la maggior parte, non hanno cambiato opinione.
Credo che l'astensionismo (o comunque il non voto) fatalmente finirà per favorirli alle urne.
Ah già, ma tanto gli schieramenti si equivalgono, quindi... chi vince vince è lo stesso.

Le cose urgenti vanno fatte con calma
rumenta
Inviato: 12/2/2008 21:15  Aggiornato: 12/2/2008 21:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2006
Da: Repubblica di Genova
Inviati: 801
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
“In ultima analisi, non è dunque un pugno di governanti quello che ci schiaccia, ma è l’incoscienza, la stupidità dei montoni di Panurgo che costituiscono il bestiame elettorale. Noi lavoreremo senza tregua in vista della conquista della “felicità immediata”, restando partigiani del solo metodo scientifico e proclamando con i nostri compagni astensionisti: L’ELETTORE, ECCO IL NEMICO! E adesso alle urne, bestiame!”

(Manifesto dei redattori del giornale francese “L’Anarchie”, 1906)



"La verità dev'essere brutale, violenta, armata ed arrabbiata. Altrimenti soccombe."
clausneghe
Inviato: 12/2/2008 21:28  Aggiornato: 12/2/2008 21:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Citazione:
E’ infatti facoltà dell'elettore recarsi al seggio e una volta fatto vidimare il certificato elettorale, AVVALERSI DEL DIRITTO DI RIFIUTARE LA SCHEDA, assicurandosi di far mettere a verbale tale opzione.
è possibile inoltre ALLEGARE IN CALCE AL VERBALE, UNA BREVE DICHIARAZIONE IN CUI, SE VUOLE, L'ELETTORE HA IL DIRITTO DI ESPRIMERE LE MOTIVAZIONI DEL SUO RIFIUTO (es.: "Nessuno degli schieramenti qui riportati mi rappresenta")".

Che ve ne pare?


Mi sembra una ottima idea

Come minimo otterebbe il risultato di inceppare a morte la mastodontica macchina elettorale...

Potremmo sabotarla usando le sue stesse leggi,che figata

Ve li immaginate milioni di cittadini intenti a far valere il diritto sancito dal regolamento elettorale e pretendere la nota in calce...

I presidenti e segretari collasserebbero all'istante,assieme a tutto il sistema.

Redazione
Inviato: 12/2/2008 21:41  Aggiornato: 12/2/2008 21:41
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
"Quindi, se per assurdo nella consultazione elettorale votassero tre persone, ciò che uscirebbe dalle urne sarebbe considerata valida espressione della volontà popolare e si procederebbe quindi all'attribuzione dei seggi in base allo scrutinio di tre schede."


Abbiamo già detto, circa 3.087.567.654.987.456.778 di volte, che sotto una certa soglia i politici non possono permettersi che si scenda, poichè il voto NON LEGITTIMA più il governo, e che questa soglia è molto più vicina alle percentuali attuali che non allo zero dei votanti.

Cerchiamo di fare dei passi avanti con i ragionamenti, costruendo su quelli già fatti, altrimenti finiamo per "tornare al via" tutte le volte.

clausneghe
Inviato: 12/2/2008 21:45  Aggiornato: 12/2/2008 21:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Citazione:
L'Italia dei Valori mi sembra il partito più vicino a questo modo di pensare, e avrà il mio voto,


Cherubino,ma ti sei accorto o forse ti va bene, che al fianco dell IDV penzolano manganello e manette?

Di Pietro non promette niente di buono, per quelli come me,ovvio..

Pausania
Inviato: 12/2/2008 22:01  Aggiornato: 12/2/2008 22:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Citazione:
Esiste però un METODO DI ASTENSIONE, che garantisce di essere percentuale votante (quindi non delegante) ma consente di non far attribuire il proprio non-voto al partito di maggioranza.
E’ infatti facoltà dell'elettore recarsi al seggio e una volta fatto vidimare il certificato elettorale, AVVALERSI DEL DIRITTO DI RIFIUTARE LA SCHEDA, assicurandosi di far mettere a verbale tale opzione.
è possibile inoltre ALLEGARE IN CALCE AL VERBALE, UNA BREVE DICHIARAZIONE IN CUI, SE VUOLE, L'ELETTORE HA IL DIRITTO DI ESPRIMERE LE MOTIVAZIONI DEL SUO RIFIUTO (es.: "Nessuno degli schieramenti qui riportati mi rappresenta")".

Che ve ne pare?

The answer my friend
is: blowing in the wind


E' una cosa del tutto inutile: primo, se davvero tutti facessero così (e non c'è un vero motivo per cui farlo, infatti è solo un'eventualità presa teoricamente in considerazione) voterebbero un centinaio di persone in tutto per ogni sezione, vista l'enorme perdita di tempo che questo procura. Considerando che una sezione mediamente ha un migliaio di elettori e che l'affluenza per le politiche di solito è alta, oltre l'80% , a parte il primo centinaio di ribelli, tutti gli altri rimarrebbero fuori dal seggio e non potrebbero votare. Quindi si ricreerebbe esattamente quello che si vuole evitare, il non andare a votare.

Senza contare inoltre che questo atteggiamento potrebbe essere considerato come un metodo per impedire ad altri di votare attraverso la perdita di tempo, e quindi richiedere l'intervento della forza pubblica.

Inoltre forse si può pensare che "il verbale" del seggio sia chissà quale oggetto misterioso, ma in realtà non se lo caga nessuno, se non forse per varie tabelle che riportano i numeri.

Se un elettore vuole far mettere a verbale qualcosa, stia sicuro che quello è il metodo migliore per non farla sapere a nessuno

Insomma, alla fine risulterebbe solo in una rottura di pelotas per Presidente e scrutatori, ma senza alcun valore effettivo. Il principio per cui se votano in tre la votazione è valida, non cambia, quindi perché stare ore in piedi di domenica di fronte ad un seggio senza alcun motivo valido?

clausneghe
Inviato: 12/2/2008 22:27  Aggiornato: 12/2/2008 22:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Non sono affatto in sintonia con Pausania,su questo..

Un numero consistente di persone determinate a compiere questo gesto di massa che è perfettamente legale,un po come quando per pagare una multa porti un sacco di monetine all'esattore..manderebbe in tilt l'intera macchina elettorale.

L'impatto mediatico sarebbe enorme e nessuno potrebbe far finta di nulla.

O vedremo un voto obbligatorio sotto minaccia armata?

E se i Presidenti rifiutassero di concedere il diritto sancito, il giorno dopo si potrebbe far domanda alla Corte Europea per invalidarle,le elezioni..

Insomma,non possiamo continuamente piangerci addosso e ritirarci nell'angolino. Se vogliamo far fuori la casta bisogna agire e fotterla in una maniera nuova rivoluzionaria e intelligente oltre che incruenta,per il mom ento.

tibberio
Inviato: 12/2/2008 22:34  Aggiornato: 12/2/2008 22:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/12/2007
Da: Qui
Inviati: 450
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Dunque, ricapitolando:

Se voto x= non cambia nulla.
Se voto y= non cambia nulla.
Se voto z= non serve a niente.
Se non voto= non cambia nulla.
Se mi astengo= non cambia nulla.
Scheda bianca= non cambia nulla.
Scheda con mortadella= non cambia nulla.
Rifiuto con dichiarazione scritta= non cambia nulla.

che altro cavolo ci rimane da fare? Dovremo forse emigrare a questo punto!!!? .......................Ah, dimenticavo.....L´ho appena fatto.

La storia inizia e si ferma, va avanti e poi si perde e, in mezzo a ogni parola, quanti silenzi, quante parole sfuggono e svaniscono per non essere mai piu' ritrovate. (P. Auster)
NERONE
Inviato: 12/2/2008 22:35  Aggiornato: 12/2/2008 22:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/9/2004
Da:
Inviati: 441
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Forse il tempo è arrivato per dire basta di costruire castelli su notizie "rubate" a Televideo.

Leggere qui di politica italiana è come fare un riassunto di tutti i peggiori quotidiani nazionali. Non c'è una sola proposta propositiva ma solo un demagogico quanto distruttivo tiro al bersaglio, dove il bersaglio è "chiunque".

Quasi fate rimpiangere la prima repubblica , o come dico io, la repubblica che non c'era dove i politici non facevano mercato ma solo i cazzi loro, e dove l'opinione pubblica non sapeva che si facevano i cazzi loro ma apprezzavano che non facessero mercato.
Oggi tutto è "criticabile" ma anche "mercanzia" percio' anche il più idiota ed ignorante dei cittadini di questa Italiota si sente in dovere di dire quello che gli pare e di opinionare su ciò che nemmeno lontanamente conosce, nella convinzione di essere altamente controcorrente e profondamente portatore di controinformazione nella realtà non fa che il "verso" alla peggiore fattispecie di informazione chiamata dai più di "regime".
Questa cosa è ridicola. Credo che essere oggi controcorrente ed essere veramente controinformazione è disquisire di politica e non di contropolitica...a quello ci pensano già i giornali di partito le televisioni di opinione e migliaia di fessi che credono di essere controqualchecosa ma che nemmeno sanno cosa.

Pausania
Inviato: 12/2/2008 22:40  Aggiornato: 12/2/2008 22:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Citazione:
Un numero consistente di persone determinate a compiere questo gesto di massa che è perfettamente legale,un po come quando per pagare una multa porti un sacco di monetine all'esattore..manderebbe in tilt l'intera macchina elettorale.

Claus, è una contraddizione: se è previsto dall'ordinamento, non lo può mandare in tilt. Inoltre non basta dire che è legale per poterlo fare.

E' legale prendersi il tempo necessario per votare, ma questo non vuol dire che si può stare dentro quanto ti pare, e il Presidente del seggio ha il potere legale di richiamarti, di non farti votare ed eventualmente di far intervenire le forze dell'ordine.

Se il Presidente interpreta questo gesto per un tentativo di "mandare in tilt la macchina elettorale", ha il potere di far intervenire la polizia, e ti assicuro che le rogne per aver cercato di "mandare in tilt" il sistema elettorale sono pesanti, ma a fronte di un'efficacia pari a zero.

E comunque non si può andara a pagare la multa con le monetine...


Citazione:
L'impatto mediatico sarebbe enorme e nessuno potrebbe far finta di nulla.

Fanno continuamente finta di nulla, e quando si accorgono di qualcosa, è per montarci una storia attorno. Già mi immagino i titoli di apertura del TG1, e mi vengono i brividi.

Se poi l'intento è mediatico, allora tanto vale trovarsi in piazza e bruciare le tessere, o che so io...


Citazione:
O vedremo un voto obbligatorio sotto minaccia armata?

No, semplicemente non ti fanno votare perché stai facendo casino nel seggio e stai impedendo ad altri di votare.

Citazione:
E se i Presidenti rifiutassero di concedere il diritto sancito, il giorno dopo si potrebbe far domanda alla Corte Europea per invalidarle,le elezioni..

Ma cosa vuoi che si rifiuti il Presidente? Per lui l'unica cosa è andare a casa presto e non avere rogne da sbolognare, figurati.

olah
Inviato: 12/2/2008 22:50  Aggiornato: 12/2/2008 22:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2007
Da: ValSusa
Inviati: 100
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Citazione:
Scongiurata almeno per il momento la possibilità che banchieri ed industriali procedano direttamente al governo del paese


E perché non i cittadini?

I partiti non sono necessari.

Non è necessario votare per un partito per avere dei rappresentanti in parlamento. Immaginate un parlamento formato da centinaia di teste pensanti che votino sempre secondo coscienza e rispondano del loro operato direttamente ai cittadini, non ai partiti.

In effetti, i cittadini possono candidarsi senza associarsi ad alcun partito o movimento politico.

Come?

L'attuale legge elettorale impedisce la scelta diretta dei candidati, ma non può impedire libere candidature.

E' sufficiente creare una lista elettorale apartitica che abbia come unico obiettivo quello di dare a tutti i cittadini, indipendentemente dalle loro idee politiche, la possibilità di candidarsi al parlamento.

Tale lista non dovrebbe interferire con l'attività politica dei cittadini. La sua attività dovrebbe limitarsi a tre punti:

- fornire supporto ai candidati
- aprire un canale di comunicazione tra candidati ed elettori (portale, mailing list, luoghi di ritrovo...)
- garantire la trasparenza sull'operato dei candidati e dei parlamentari eletti

In mancanza di una legge che permetta di eleggere direttamente i candidati, l'ordine di lista potrebbe essere deciso attraverso le primarie oppure, come estremo rimedio, per estrazione.

La lista potebbe darsi alcune semplici regole: espulsione dei delinquenti, di chi si associa a un partito o a un gruppo parlamentare...

Per creare tale lista ci vorrebbero poche decine di migliaia di firme per ogni collegio. Poche migliaia di firme per garantire ai cittadini la libertà di candidarsi da indipendenti.


Attualmente chi è a capo di un partito decide i candidati e può controllare, da solo, ampie fette del parlamento.

Un parlamento composto da liberi cittadini in grado di candidarsi da soli risponderebbe solo al popolo o, quanto meno, agli elettori.


Come si farebbe a formare un governo, in assenza di un progetto politico comune?

Secondo la nostra costituzione, questo è un problema che deve risolvere il Presidente della Repubblica, il quale dovrebbe essere in grado di trovare un Presidente del Consiglio d'alto profilo che piaccia al parlamento. Non è necessario che tutti gli iscritti alla lista diano la fiducia al governo, basta che ci sia una maggioranza che sostenga un programma di governo. Per le leggi non strettamente legate al programma le maggioranze saranno variabili: il governo dovrà essere in grado di proporre leggi condivisibili, altrimenti i cittadini potranno sfiduciarlo e farne un altro.

GgCc
Inviato: 12/2/2008 23:21  Aggiornato: 12/2/2008 23:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/7/2005
Da:
Inviati: 170
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Pantomima? Due schieramenti politici che sono praticamente indistinguibili, cantanto continuamente " I'm a Chicago Boys!", i politici che se vengono presi in fallo, leggi reato penale, chiedono che venga mandato in prigione il giudice inquirente, una continua imitazione del modello politico americano, cioè vuoti slogan senza contenuto mentre chi comanda rimane in retroguardia... Cosa vogliamo di più? Dovreste vedere cosa succede in un consiglio comunale, anche di una piccola cittadina... Intanto ricordiamoci di un fatto, che ufficialmente non esiste: abbiamo due presidenti del consiglio e rispettivi governi, ed intanto a causa delle prossime elezioni, un terzo, che sono criminali di guerra internazionali... e stiamo parlando della sola Italia... Pensate quanto sarebbe pieno il Tribunale Internazionale per i Crimini di Guerra... con tutti i governi europei alla sbarra...

Pyter
Inviato: 12/2/2008 23:33  Aggiornato: 12/2/2008 23:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
NERONE:
Leggere qui di politica italiana è come fare un riassunto di tutti i peggiori quotidiani nazionali.
Non c'è una sola proposta propositiva ma solo un demagogico quanto distruttivo tiro al bersaglio, dove il bersaglio è "chiunque".


Capisco il tuo disappunto, Nerone.
Non è facile vivere nella società di oggi.
Per te è stato facile, ma noi non possiamo bruciare Roma
come hai fatto te. Oggi c'è la democrazia, le telecamere,
non puoi andartene in giro con le taniche di benzina
come se andassi ad una qualsiasi gara di bighe.
E poi non possiamo neanche incolpare i Cristiani, che ora
comandano.Degli ebrei, figurati, non possiamo neanche farci
venire l'idea in testa che già commetti peccato.
Di musulmani ne trovi, ma devi aspettare che finiscano
le 757 ore di scuola di volo che consenta loro di prendere
il diploma di kamikaze volante.
Lo so che ai tuoi tempi c'erano i Legionari che all'occorrenza
facevano fuori ogni tanto un Imperatore che si mostrava
incapace, ma ora i legionari lavorano per chi li paga.
Renditi conto, Nerone,che sei di un'altra era,
che questo non è il tuo tempo e il tuo spazio.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
nicoforca
Inviato: 12/2/2008 23:41  Aggiornato: 12/2/2008 23:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/4/2007
Da:
Inviati: 161
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
A parte il fatto che gli elettori non si fidano di un cittadino che non abbia dietro un movimento e che decida di formare una lista per presentarsi al voto, questi malandrini stanno facendo tutto così in fretta che diventa praticamente impossibile soprattutto con questa porcata di legge elettorale. Infatti bisogna depositare un simbolo e uno statuto e soprattutto raccogliere in ogni regione 2000 firme autenticate davanti a un notaio o a un esponente di un ente locale. Figuriamoci quelli non hanno neanche voluto presenziare alle firme per la legge popolare di rinazionalizzazione dell'acqua, nel mio comune, con argomenti del tipo che dovevano chiedere chi al partito chi al sindaco chi a papà, e che sono collegiali e che tengono alla poltrona, in pratica adesso sono licenziabili se fanno qualcosa di non gradito al sindaco.

Oltre al fatto che chi è già costituito inpartito non deve ricorrere a questa lungaggine tutto è fatto perché il cittadino oltre a non potere scegliere il candidato non possa neanche mai lontanamente essere eletto.


L'unico movimento quasi maturo sarebbe quello dei grillini ma Grillo tace e acconsente. A questo punto non si capisce proprio perché.

effeviemme
Inviato: 13/2/2008 0:44  Aggiornato: 13/2/2008 0:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/6/2006
Da:
Inviati: 698
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Skafloc cit:

E’ infatti facoltà dell'elettore recarsi al seggio e una volta fatto vidimare il certificato elettorale, AVVALERSI DEL DIRITTO DI RIFIUTARE LA SCHEDA, assicurandosi di far mettere a verbale tale opzione.
è possibile inoltre ALLEGARE IN CALCE AL VERBALE, UNA BREVE DICHIARAZIONE IN CUI, SE VUOLE, L'ELETTORE HA IL DIRITTO DI ESPRIMERE LE MOTIVAZIONI DEL SUO RIFIUTO

ho cercato conferme a questa possibilità, che sarebbe molto interessante, ma non ho
trovato niente di ufficiale sui siti istituzionali, ma mi sono imbattuto in questo:


dal blog "esiste un metodo per evitare che l'astensione al voto non vada alla maggioranza?-
su it.answers.yahoo.com

postato da: fab200i

Ti rispondo visto che sono presidente di seggio: al seggio, una volta identificato, puoi rifiutare una delle due schede (o Camera o Senato) e ciò viene annotato in una parte del Verbale delle operazioni di sezione. Ma se le rifiuti tutte allora non voti e se uno non vota non si appone alcun timbro sul certificato elettorale, perciò nulla da fare.
Per quel che riguarda il presunto diritto di fare dichiarazioni orali da inserire nel verbale, esse riguardano solo eventuali irregolarità da te riscontrate sulla scheda al momento del voto (tipo manca il timbro su di essa o la firma di uno scrutatore), ma non osservazioni di tipo politico ( che sono addirittura vietate al seggio e nei pressi, pena l'allontanamento dell'elettore!).
Infine chi non vota non influisce minimamente sul numero di voti del partito di maggioranza (né su quelli del partito di minoranza) e non è conteggiato in alcun modo.
Ciao!


visto che anche qui ci fregano, ho l'impressione che la dichiarazione sia attendibile;
che ne dici?

ciao

fvm

Ognuno sta solo sul cuor della terra trafitto da un raggio di sole: ed è subito sera - S. Quasimodo.
zaq
Inviato: 13/2/2008 1:18  Aggiornato: 13/2/2008 1:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/10/2006
Da:
Inviati: 94
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
"A proposito di sonni, c’è una domanda che continua a perseguitarmi ogni volta che poso la testa sul cuscino. Ma il “popolo” di Beppe Grillo, quello impropriamente catalogato come “antipolitica” e quantificato dopo il V. Day dell’8 settembre da alcuni sondaggisti improvvidi nella misura di addirittura il 17% dell’elettorato italiano, quello avrà colto il segnale di novità ed andrà a votare?"

Ma si che ci andrà.
Penso che Grillo si guarderà bene dal far politica di qui al 13 aprile.
Anche perchè avrà ormai compreso che finchè giochi non c'è problema, ma quando porti la gente in piazza, poi, devi stare attento.

Visto che fine ha fatto il Cinese?
A Roma quando si vuole togliersi di torno una persona non gradita, chissà perchè, si dice "sbolognare"...

e comunque ...

"Non importa se vai a votare.
Non importa chi voti.
Non importa se lasci la scheda bianca.
Non importa se annulli la scheda.
Non importa se rimani a casa.
Non importa se vai al mare o in montagna."

Quello che importa veramente è CHI conta i voti...


ed infine...


"L'ULTIMO ARRIVATO .. FERRARA !! ;:)

MANCAVA LUI ..

e l'aborto sarà il suo cavallo di battaglia "

E ci credo!
Uno che tiene quel po' po' di panza da una vita, vuoi che non ce l'abbia con le donne che decidono di non portarla per almeno 9 mesi?



totonno
Inviato: 13/2/2008 12:17  Aggiornato: 13/2/2008 12:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/3/2007
Da:
Inviati: 93
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Il tempo delle chiacchere è finito!!!!!!!!!
ANNULLARE LA SCHEDA ANNULLARE LA SCHEDA ANNULLARE LA SCHEDA!!!

Aseptik
Inviato: 13/2/2008 18:08  Aggiornato: 13/2/2008 18:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/1/2007
Da: Messapia
Inviati: 139
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Salve a tutti.

Io con questa legge elettorale non voterò.

Non cambierà nulla, ma col mio voto non contribuirò a mandare nessun parassita al parlamento.

Forse Grillo, invece di perdersi in V1, V2, V3..etc etc, che lasciano il tempo che trovano e fanno fare due risate ai nostri grassi parlamentari, dovrebbe raccogliere l'invito di Blondet: http://www.effedieffe.com/interventizeta.php?id=2636¶metro=politica

La politica è l’arte cortese di ottenere voti dai poveri e finanziamenti dai ricchi, promettendo di difendere gli uni dagli altri.
Oscar Ameringer
desbouvet
Inviato: 13/2/2008 21:15  Aggiornato: 13/2/2008 21:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da:
Inviati: 541
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
@ totonno:

no, annulllando la scheda ti prendi solo una soddisfazione quasi orgasmica ma è solo una cosa tua, intima... QUANDO DANNO I RISULTATI DELLE ELEZIONI NON DICONO QUANTE SONO STATE LE SCHEDE NULLE... la tua protesta di annullare la scheda è perfettamente annientata...
DICONO INVECE LA PERCENTUALE DEI VOTANTI SUGLI AVENTI DIRITTO

perciò bisogna disertare la cosidetta "consultazione" elettorale, è l'unica forma di protesta VISIBILE... (prima di armarsi con badile e forcone...)

vedi qui:
http://calciinculo.splinder.com/post/15914533


@ Aseptik:

maurizio semmai ha raccolto uno spunto di beppe... è beppe che qualche settimana fa ha comnciato a dire, in un'occasione 'off-line' (o 'first-life') alla quale ha partecipato, che "BISOGNA AVERE IL CORAGGIO DI RIMETTERE MANO ALLA COSTITUZIONE"...

dr_julius
Inviato: 13/2/2008 21:51  Aggiornato: 13/2/2008 21:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Citazione:
"BISOGNA AVERE IL CORAGGIO DI RIMETTERE MANO ALLA COSTITUZIONE"...


Con la classe politica attuale, e temo anche con quella della prossima legislatura, la Costituzione è meglio che non la tocchino! Giù le manacce, non sono abbastanza pulite!

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
ivan
Inviato: 14/2/2008 16:50  Aggiornato: 14/2/2008 16:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Un cult : qui.

marcocedol
Inviato: 14/2/2008 17:06  Aggiornato: 14/2/2008 17:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/6/2006
Da: Torino
Inviati: 1340
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Citazione:
Un cult : qui.


Troppo bello

Pyter
Inviato: 14/2/2008 17:41  Aggiornato: 14/2/2008 17:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Il mio candidato CULT per il 14 aprile.

QUI

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
cocis
Inviato: 14/2/2008 21:49  Aggiornato: 14/2/2008 21:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata

ivan
Inviato: 14/2/2008 23:30  Aggiornato: 14/2/2008 23:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata


Pensavo fosse uno scherzo, poi ho notato il link ...


Profetico Gino : qui .

apemaia
Inviato: 17/2/2008 22:53  Aggiornato: 17/2/2008 22:53
So tutto
Iscritto: 16/8/2006
Da: Barletta
Inviati: 11
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Vengino signori,tutti nell mio partito.Si prega di lasciare il capotto fuori dalla porta.Oggi non si è più voltagabbano.Oggi si è membro di un nuovo partito con un nuovo simbolo.
Ma che felicità...entrare in questo nuovo partito,come essere a casa in famiglia!
Già,perchè la famiglia non si cambia.Caso mai si cambia il capotto.

Non guardare le stelle...perchè voresti tornare li.
clausneghe
Inviato: 18/2/2008 0:23  Aggiornato: 18/2/2008 0:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Troppo forte questo video-pollo....

Veramente esilarante,ci voleva per rinfrancar lo spirito..
Grazie Ivan

cicala
Inviato: 20/2/2008 23:52  Aggiornato: 20/2/2008 23:52
So tutto
Iscritto: 28/9/2006
Da:
Inviati: 1
 Re: "Yes we can"! La pantomima è iniziata
Quindi non annullare ma non andare a votare? Io ho disertato già diverse volte ma forse è meglio votare il male minore? Ora se penso che le ultime strutture pubbliche degne di nota sono del ventennio e che socialmente parlando le innovazioni come penzione e villeggiatura sono targate asse del male nazifascista, mi chiedo, dove sta il male minore? La realtà è complessa, in italia siamo deprivati rispetto ai paesi industrializzati, tuttavia per come sono gli italiani (sensibilità civica) difficilmente la politica potrebbe partorire soggetti migliori, questi a mio avviso sono lo specchio, la rappresentanza, il meglio del nostro attuale spirito, il nostro in senso maggioritario e la democrazia per me non è il migliore dei sistemi, la promisquità opprime la rettitudine, ma l'ho detto, la realtà è complessa, non bisogna preoccuparsi, atei o no la vita è un' entità che ci sovrasta e la politica è una delle sue innumerevoli emanazioni, potrebbe terminare in un battito di mani, ma potrebbe anche arrivare qualcosa di peggiore, come è già stato, e quello che vedo è che almeno questi non mordono, troppi ideali se presi troppo sul serio portano problemi molto maggiori...Vota Antonio!


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA