Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


news internazionali : Lettera a Putin
Inviato da Stefano il 4/12/2007 23:40:00 (7332 letture)

Uno dei nostri utenti, che ha vissuto in Russia e ne conosce molti aspetti a noi poco chiari, ha chiesto di pubblicare questo appello.

Cari Amici,

lo spirtito critico nei confronti di quello che avviene nel mondo, e soprattutto nei confronti di quello che ci viene rappresentato dal potere-chiave del cosiddetto mondo dell'informazione, è un dovere civile.

Anche a coloro tra voi che non si interessano della politica russa e dei suoi immensi riflessi internazionali, non sarà sfuggita la plateale, compatta e rabbiosa critica dei media occidentali contro il successo del corso politico di Vladimir Putin per una Russia potenza, ben rappresentato dalle ultime elezioni alla Duma di Stato.

I corifei della "democrazia" di G. Bush (quella dei brogli sul filo di lana e delle rivoluzioni pilotate nei Paesi dell'Est), delle guerre "preventive", dell'espansione della NATO e dei suoi missili tutto intorno ai confini della Federazione Russa, in Ungheria, Polonia, Georgia, Ucraina, urlano da tv e giornali contro il voto evidentemente compatto e senza possibilità di appello, della maggioranza di una popolazione libera perché altamente scolarizzata, informata, e mediamente più colta di quella europea e statunitense, la quale ha dimostrato di saper scegliere il proprio futuro dopo aver attraversato le più traumatiche esperienze del XX secolo: guerra e rivoluzione, totalitarismo, liberismo capitalista selvaggio.

Credo che il rispetto per l'intelligenza dei popoli della Federazione Russa, ma anche il rispetto per la nostra intelligenza, imponga una reazione, anche piccola e semplice, apparentemente candida.

Vi chiedo perciò, se vi piace, di unirvi a me e agli amici che già hanno accolto l'iniziativa nata questa mattina, facendo pervenire la vostra adesione a questa lettera di auguri alla Russia e al suo presidente per la prova democratica appena passata, ...


... e apparentemente tanto osteggiata da chi gestisce l'informazione in Europa.

La lettera verrà tradotta in russo, ed entro dopodomani recapitata all'ambasciatore plenipotenziario della Federazione Russa in Italia, Alexej Meshkov, nonché diffusa presso i principali organi di stampa russi e italiani. Verrà inoltre pubblicata su Internet.

Vediamo cosa succede.

Per partecipare, indicatemi per favore entro domani sera Nome, Cognome, Professione e Città rispondendo a questa e-mail: metafrasis@alice.it .

Cordiali saluti,

Stefano Serafini


Egregio Sig. Presidente della Federazione Russa Vladimir Vladimirovic Putin!

Siamo un gruppo di intellettuali, studiosi, e cittadini italiani, desiderosi di esprimerLe la nostra soddisfazione per il successo delle ultime elezioni per la Duma di Stato della Federazione Russa.

Tali elezioni, oltre a rinforzare il partito Edinaja Rossija e a premiare i quattro partiti che hanno dato preminenza al progetto di una Russia potenza mondiale, segnalano chiaramente di fronte al mondo la consapevolezza del Popolo Russo intorno ai propri legittimi interessi, e ribadiscono il successo della dirigenza e della politica di sovranità, democratica e sociale, del Suo Presidente.

Da parte nostra gioiamo per il rafforzamento della Federazione Russa, nella quale vediamo una speranza di libertà, civiltà ed equilibrio per il mondo intero, un mondo altrimenti pericolosamente inclinato verso l'unipolarismo militarizzato.

Ci rattrista, ma non ci stupisce, il vergognoso coro polemico dei media occidentali, che paiono obbedire a direttive geopolitiche contrarie al multipolarismo e agli interessi russi ed europei, per non parlare di quelli del Sud del mondo e dell'Asia. Essi non rappresentano la vera opinione della popolazione e delle persone informate in Italia.

Ci congratuliamo con Lei e con il Popolo Russo. Il Vostro grande impegno per un pacifico sviluppo umano, socioeconomico, culturale e democratico della Russia, può favorire il bene di tutti i Popoli del mondo, e noi auspichiamo che esso si accresca nel tempo, e consegua sempre maggiori e migliori successi.

Stefano Serafini – saggista e imprenditore (Roma, Italia)
Costanzo Preve – filosofo (Torino, Italia)
Stefano Vernole – giornalista, coordinatore del Progetto Eurasia (Modena, Italia)
Federico Roberti – funzionario pubblico, redattore della rivista Eurasia (Bologna, Italia)
Marco Toti – ricercatore universitario (Messina, Italia)
Antonio Venier – ingegnere aeronautico (Milano, Italia)
Daniele Scalea – redattore della rivista Eurasia (Cannobio, Italia)
Enrico Galoppini – studioso del mondo arabo-islamico, redattore della rivista Eurasia (Torino, Italia)
Luca Bionda – libero professionista, giornalista (Verbania , Italia)
Manuela Vittorelli – imprenditrice, traduttrice (Gorizia, Italia)
Guido Dalla Casa – saggista e pensionato (Milano, Italia)
Otello Martini – imprenditore (Sora, Italia)
Corrado Rosada – avvocato (Milano, Italia)
Francesco Bernardeschi – studente universitario (Livorno, Italia)
Marina Costa – pensionata (Roma, Italia)
Francesco Camusso – cuoco (Muralto, Svizzera)
Motasov Vyacheslav – traduttore (Sondrio, Italia)
Giovanni Petrosillo – curatore del sito www.ripensaremarx.it (Potenza, Italia)
L. C. – imprenditore (Reggio Emilia, Italia) [chiede di non comparire su internet]
Sebastiano Cosenza – libero professionista (Milano, Italia)
Corrado Janko – impiegato (Torino, Italia)
Savino Frigiola – imprenditore (Rimini, Italia)
Giovanni Battista Calzoni – impiegato (Bologna, Italia)
Giosuè Castorino – disoccupato (Gela, Italia)
Giovanni Vagnarelli – impiegato (Porto San Giorgio, Italia)
Silvina Occhipinti – pensionata (Roma, Italia)
Claudio Moffa – presidente IEMASVO, docente universitario (Teramo, Italia)
Marco Ranuzzi de’ Bianchi – ricercatore universitario (Modena, Italia)
Guglielmo Pezzuoli – agente di commercio (Modena, Italia)
Giovanni Galli Gibertini – imprenditore edile (Modena, Italia)
Massimo Palaja – impiegato (Treviso, Italia)
Francesco Martinez – impiegato, sindacalista (Monza, Italia)
Filippo Pederzini – giornalista, collaboratore di Eurasia (Modena, Italia)
Srdjan Novakovic – giornalista (Trieste, Italia)
Giordano Putzu – agente di viaggi (Collegno, Italia)
Alberto B. Mariantoni – politologo, saggista (Ginevra, Svizzera)
Alessio Parducci – operaio (Lucca, Italia)
Giulio Amadei – studente (Fidenza, Italia)
Roberto Buffagni – drammaturgo (Modena, Italia)
Vincenzo S. Elfio (Bhakti Viracandra Dasa) – ministro di culto Vaisnava (Messina, Italia)
Domenico Palamara – barista (Bolzano, Italia)
Giulio Maganzini – editore (Lavarone , Italia)
Omar Oliveti – bancario (Reggio Emilia, Italia)
Andrea Bortolotto – vivaista (Pistoia, Italia)
Leonardo Interlandi – insegnante di scuola superiore (Mazzarò, Italia)
Francesca Scano – casalinga (Mazzarò, Italia)
Francesco Crusizio – dirigente a riposo (Udine, Italia)




Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
cocis
Inviato: 4/12/2007 23:56  Aggiornato: 4/12/2007 23:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Lettera a Putin
ora sul tg3 ... tutti contro i cattivoni russi..

e l'intelligense americana diche che l'iran non ha il nucleare e non è un pericolo ... ma bush insiste con l'opzione nucleare..

Citazione:
Alle ultime elezioni politiche italiane, tutti gridarono ai brogli, ma furono considerate pienamente democratiche: peccato che, nei cassonetti dei rifiuti della capitale, furono ritrovati scatoloni di schede. «Tutto normale, tutto sotto controllo» affermarono subito le autorità preposte, che nemmeno spiegarono come mai – a notte fonda – il ministro dell’Interno (Pisanu) di un governo dimissionario si recò a casa del Presidente del Consiglio. Era in programma una partita a scopone scientifico? A rubamazzetto? No, perché sia Berlusconi e sia Pisanu non fornirono nessuna spiegazione: e le “stranezze” dei comuni dov’erano sparite centinaia di schede bianche?


cocis
Inviato: 4/12/2007 23:57  Aggiornato: 4/12/2007 23:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Lettera a Putin
non dimentichiamo poi come ha fatto bush a vincere 2 elezioni di fila ..

cocis
Inviato: 5/12/2007 0:13  Aggiornato: 5/12/2007 0:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Lettera a Putin
se le prossime elezioni le vincerà ilary clinton .. gli usa saranno da 25 anni che saranno governati da 2 famiglie .. la famiglia bush e qualla clinton..

bandit
Inviato: 5/12/2007 0:19  Aggiornato: 5/12/2007 0:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 1649
 Re: Lettera a Putin
suppongo che una lettera simile fu inviata (o almeno lo sarà) a tutti i leader che vincono le elezioni, libere e democratiche, in qualsiasi paese e quale che sia la loro collocazione politica, Berlusconi incluso. diversamente, qualcosa sfugge...ma certo, Putin ha bisogno di solidarietà...

ohmygod
Inviato: 5/12/2007 1:05  Aggiornato: 5/12/2007 1:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Lettera a Putin
Trovo la lettera eccessivamente patriottica e di certo finiremo su qualche libro nero.

DrHouse
Inviato: 5/12/2007 2:45  Aggiornato: 5/12/2007 2:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Lettera a Putin
Via su, ora non esageriamo. Inviare una lettera d'auguri a Putin mi sembra francamente un po' patetico. D'accordo che è demonizzato dalla stampa occidentale. D'accordo che ci sta simpatico perché è l'unico che riesce a tenere testa alla banda di psicopatici d'oltreoceano. D'accordo che ha l'indubbio merito di essere riuscito a impedire (almeno per ora) l'invasione dell'Iran. Però, via, ora non trasformiamolo in un nuovo Napoleone o in un santo. Non facciamo ridere.

Se vogliamo esprimere la nostra solidarietà, ci sono milioni di persone in tutto il mondo in lista d'attesa prima di Putin e della Federazione Russa.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Red_Knight
Inviato: 5/12/2007 4:38  Aggiornato: 5/12/2007 4:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 31/10/2005
Da:
Inviati: 3121
 Re: Lettera a Putin
Il fatto che un "cattivone" occupi una posizione chiave e svolga un ruolo importante per contrastare l'altro impero non implica la canonizzazione del cattivone. Inviare una lettera di congratulazioni è come ringraziare il criminale che ha ammazzato a mitragliate il proprio peggior nemico per fregargli il portafogli. Non c'è niente di lodevole in questo, anche se indubbiamente se ne è tratto vantaggio.

Redazione
Inviato: 5/12/2007 4:52  Aggiornato: 5/12/2007 4:56
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Lettera a Putin
Come ho scritto nella breve introduzione, Stefano Serafini è uno dei nostri utenti "storici", che ha molto contribuito alla crescita del sito, con diversi articoli e centinaia di interventi di grande interesse. Ha chiesto questo spazio e mi è sembrato giusto accordarglielo, senza porre troppe questioni sui motivi che lo spingono a farlo, nè sulla probabile efficacia di una tale iniziativa.

Gli ho anche chiesto di scrivere per noi, appena possibile, un articolo nel quale illustri meglio certe differenze all'interno della nuova Russia che lui sembra saper cogliere meglio di altri.

Sarà sicuramente una possibilità per esprimere un giudizio più accurato su quanto ha scritto nell'appello.

fiammifero
Inviato: 5/12/2007 9:56  Aggiornato: 5/12/2007 9:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Lettera a Putin
Da quando in qua bisogna augurare buon lavoro alla congrega mafiomassonicapitalistasfruttatrice,visto che tutti,nessuno escluso,fa affari con lui?

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
Stefano
Inviato: 5/12/2007 10:08  Aggiornato: 5/12/2007 10:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/8/2004
Da:
Inviati: 344
 Re: Lettera a Putin
Salve a tutti.

E' ovvio che una simile iniziativa lascia molti un po' spiazzati. Quello che contesta, infatti, è la vulgata abilmente preparata lungo decenni di pseudo-informazione non solo e non tanto su Putin, quanto sulla Russia in generale. I mangiatori di bambini, i freddi e crudeli orsi dell'oriente, i fanatici bolscevichi. L'altroieri su Il Giornale un pistolotto che sputava veleno sull' "amico Putin", parlava degli "assaggiatori del... KGB".

Credo che dietro ci sia senz'altro una regia politica, ma che gran parte dell'opera la realizzino da sé gli automatismi istillati nei giornalisti stessi (e nei lettori) sull'argomento.

Nessuno sa della politica sociale del "cattivone" Putin, ad es. Quasi nessuno si rende conto che il gigante ex sovietico (un continente di 11 fusi orari) è stato salvato dallo sfascio da questo "cattivone", sfascio che avrebbe avuto conseguenze umanitarie, militari, ecologiche di livello apocalittico. Il "cattivone" ha messo alle porte le multinazionali dello sfruttamento, e ha rimesso in piedi gli ospedali, le scuole, le pensioni, l'università, la ricerca scientifica, ecc. E' partito da meno 1000 per fare più mille, quando ad es. in Italia, partendo da più 10 si va verso lo zero. Non mi pare si sia allo stesso livello di un Berluschino o di un Produccio o dei loro moralisti di palazzo. Auguri, quindi.

Nessuno domanda ai russi cosa pensino, perché hanno votato come hanno votato, e soprattutto perché non abbiano votato i partiti sponsorizzati dall'occidente (per inciso, la povera vittima Kasparov, che abita a Washington, NON si era presentato alle elezioni). Si dà per scontato che siano dei poveri schiavi di un regime spaventoso, che non abbiano una testa, senso critico, aspirazione alla libertà, cultura.

Scusate. La Russia non è una colonia africana. E la maggior parte della popolazione è molto offesa e arrabiata per l'isteria dei media occidentali nei loro confronti e del loro presidente. E questa divisione che si allarga e si vuole allargare sta facendo danno a noi, più che a loro.

E' buffo, persino ridicolo che un gruppo di privati cittadini stranieri scrivano una lettera di auguri a Putin mentre tutti i politici e i giornalisti gli sputano addosso?

Può darsi.

Le firme però stanno arrivando, e certo non sono quelle di gente terrorizzata dal... KGB.

Cordiali saluti,

Stefano

blackbart
Inviato: 5/12/2007 10:29  Aggiornato: 5/12/2007 10:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/10/2007
Da:
Inviati: 1224
 Re: Lettera a Putin
Che giorno triste per luogocomune..

Citazione:
Gli ho anche chiesto di scrivere per noi, appena possibile, un articolo nel quale illustri meglio certe differenze all'interno della nuova Russia che lui sembra saper cogliere meglio di altri.


Poi magari se troviamo un ceceno (ancora vivo) ci facciamo quattro risate..

Linucs
Inviato: 5/12/2007 10:30  Aggiornato: 5/12/2007 10:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Lettera a Putin
A parte che autodefinirsi "intellettuali" mi pare un po' fuori luogo, se non altro per una questione di forma, siamo ancora in tempo per aggiungere un caro saluto al pirla della Yukos?

E' buffo, persino ridicolo che un gruppo di privati cittadini stranieri scrivano una lettera di auguri a Putin mentre tutti i politici e i giornalisti gli sputano addosso?

Non se Putin ne terrà conto quando andremo a bussare alla sua porta (da emigranti) per sfuggire ad un'Europa con le liane sui lampioni come mezzo di trasporto pubblico, governata da qualche sporca lobby.

(e chi vuol capire...)

BlSabbatH
Inviato: 5/12/2007 10:59  Aggiornato: 5/12/2007 10:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: Lettera a Putin
congratulazioni a Putin? che mossa assai penosa..
Citazione:
Non se Putin ne terrà conto quando andremo a bussare alla sua porta (da emigranti) per sfuggire ad un'Europa con le liane sui lampioni come mezzo di trasporto pubblico, governata da qualche sporca lobby.

già, Putin è ricco e può permettersi di non rubare, mentre noi.. le liane sono diretta conseguenza ai furti.

-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
Freeman
Inviato: 5/12/2007 12:22  Aggiornato: 5/12/2007 12:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Lettera a Putin
Ne ha parlato con toni simili anche Gianluca Freda.
OK, d'accordo, "my enemy's enemy..." ecc. ecc., ma addirittura lettere di congratulazioni dal regno dei ciechi all'orbo salvatore della patria Putin, mi sembra eccessivo.
Mi piacerebbe un articolo approfondito da parte di Stefano, come auspicato.

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Opossum
Inviato: 5/12/2007 14:10  Aggiornato: 5/12/2007 14:10
So tutto
Iscritto: 30/7/2007
Da:
Inviati: 10
 Re: Lettera a Putin
C'è chi è d'accordo chi no.
I media "occidentali" commentano sempre e comunque tutto in modo di parte, è un dato di fatto.
Come è un dato di fatto che Putin non è un leader giusto e leale, con principi di umanità, tolleranza e apertura, degno di rapprensentare un paese intero.
Come d'altronde un po' tutti i capi di governo del mondo: venduti, ladri, aggrappati al potere, quindi le congratulazioni per le ingiustizie che ha fatto e farà in futuro non gliele faccio di sicuro.
Come neanche a Bush, Prodi, Berlusconi o qls altro capo di stato avremo in futuro che si rivelerà come i precedenti.

Quando vedrò vincere un leader giusto e che VERAMENTE si batte per la libertà, la VERA democrazia ed i cittadini mi congratulerò.

Ma è solo la mia opinione

"Se ad un Dio si deve questo mondo, non ci terrei ad essere quel Dio: l'infelicità che vi regna mi strazierebbe il cuore."
(Schopenhauer)

http://sabbhe.altervista.org
Stefano
Inviato: 5/12/2007 14:43  Aggiornato: 5/12/2007 14:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/8/2004
Da:
Inviati: 344
 Re: Lettera a Putin
Ancora salve a tutti, e grazie per le osservazioni.

Vorrei spiegarmi con le parole di un'amica di Mosca, una persona normale, che lavora per vivere (come me), non dunque un membro dell'entourage presidenziale, la quale mi scrive:

"Non mi interesso di politica, ma la lettera mi ha fatto molto piacere. Mio marito legge la stampa internazionale, e mi dice quanto offendono la Russia. Persino quella carogna di Condoleeza Rice si è permessa di dire che non è bene che la Siberia resti della sola Russia, con le ricchezze che ha... Ma lo sanno che i nostri medici negli ospedali finalmente guadagnano uno stipendio di 50.000 rubli [circa 900 euro ndt] e avranno una pensione decente - come si fa a non riconsocere lo sviluppo che abbiamo avuto?"

Si riferisce agli anni del collasso, non molto lontani, quando si faceva la fame, e i nostri giornali applaudivano... e hai voglia se ne facevano, di auguri!

Cioè, non mi sarei sognato mai di fare gli auguri a Putin, se - come è successo p.es. per l'elezione di Bush, o di Hu Jintao, o di Badombe - stampa e politica avessero seguito un corso normale.

Gli auguri non li devono fare dei privati cittadini, è ridicolo anche solo pensarci, no?

I miei auguri sono una reazione alla voluta mancata etichetta diplomatica degli obbedienti padroncini del vapore nostrani, sono rivolti a Putin, e arrivano ai Russi in quanto tali, a un popolo fratello, di grande anima e valore, e molto degno di rispetto.

Ma come reagireste voi, se all'elezione di Prodi o chi per lui la Russia sputasse sui metodi elettorali italiani, l'OSCE ritirasse capziosamente 70 osservatori per fare una baraonda, un fascista qualunque (magari campione di modellini in lego), peraltro senza alcuna rappresentanza, venisse a farsi picchiare dai carabinieri per poi gridare davanti alle telecamere di tutto il mondo che in Italia c'è un regime, e i giornali gli dessero pure ragione?

Ancor più se poi pensate che quel Prodi o chi per lui, vi ha tirato fuori da una situazione economica e sociale terrificante e umiliante lavorando sostanzialmente molto bene.

Certo che il potere in sé è spaventoso, ovunque. Certo che sarebbe bello non averci proprio a che fare. Ma qui il problema è un altro.

Comunque la lista degli aderenti sta crecendo, e trovo bellissimo che quasi tutti mi scrivono "per la Russia" o "per il popolo russo".

Saluti cordiali,

Stefano

shevek
Inviato: 5/12/2007 16:28  Aggiornato: 5/12/2007 16:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Lettera a Putin
Salut y Libertad a todos...


La questione di Putin è assai semplice: sta seguendo politiche economiche esattamente opposte ai dettami del FMI, facendosi una barca di soldi e di potere, lasciando - intelligentemente - qualche misera briciola al popolo russo, il quale, abituato alle suddette politiche FMI che gli chiedeva di dare persino le mutande, in maggioranza lo ha ritenuto il meno peggio, senza particolare necessità di effettuare brogli.

Insomma, Putin ora deve essere demonizzato, perché offre un controesempio clamoroso della dannosità delle politiche "di sviluppo" targate FMI. Di qui, però, a considerarlo una sorta di eroe del proletariato internazionale ce ne passa.

Il mio augurio, per il popolo russo, è che mandi a casa, allo stesso tempo, Putin ed i servi sciocchi dell'imperialismo occidentale e prenda in mano direttamente le redini della sua vita.


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
rekit
Inviato: 5/12/2007 16:55  Aggiornato: 5/12/2007 16:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Lettera a Putin
ma scusate, anziche' mandare gli auguri a Putin sottoforma di raccolta di firme...
perche' non mandiamo una lettera firmata da piu' gente possibile agli organi di "informazione" occidentale?

il testo di tale lettera sarebbe assai breve:
"ANDATEVENE AFFANCULO!!!!"

cosi'! diretti al bersaglio, senza bisogno di creare equivoci.

Det.Conan
Inviato: 5/12/2007 18:46  Aggiornato: 5/12/2007 18:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: Lettera a Putin
Citazione:
« La guerra civile finì nel 2015 quando la Russia attaccò le città USA (il nostro nemico), la Cina e l'Europa. »

(op.citata)

E bravo Putin,ce lo vedo a fare certe cose.
La vendetta?

Ovviamente si scherza...

soulsaver
Inviato: 5/12/2007 18:47  Aggiornato: 5/12/2007 18:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/11/2005
Da: Roma
Inviati: 613
 Re: Lettera a Putin
Nonostante non abbia particolare simpatia per Putin, si è dimostrato di gran lunga il più abile stratega a livello mondiale... Credo che dobbiamo alla Russia di Putin se non c'è già stato un'altro 11/9 e se quel famoso B52 che si era "smarrito" con la pancia piena di atomiche una di quelle bombe non l'ha sganciata direttamente in Iran...
Condivido Shevek nel suo agurio:
Citazione:
Il mio augurio, per il popolo russo, è che mandi a casa, allo stesso tempo, Putin ed i servi sciocchi dell'imperialismo occidentale e prenda in mano direttamente le redini della sua vita.

Free from the need to be free "Mommy what's a Funkadelic, George Clinton 1970"
BlSabbatH
Inviato: 5/12/2007 18:47  Aggiornato: 5/12/2007 18:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: Lettera a Putin
Shevek ha detto tutto, punto.

-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
Det.Conan
Inviato: 5/12/2007 18:51  Aggiornato: 5/12/2007 18:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: Lettera a Putin
Citazione:
Se la mia chiamata sarà ascoltata, la Russia si convertirà e ci sarà la pace sulla Terra. Se no, diffonderà per tutto il mondo i suoi peccati ed errori che porteranno alla guerra e all'assalto della chiesa

(op.citata 2)

Questa me l'ero scordata.
Se lo dicono LORO...

Stefano
Inviato: 5/12/2007 20:10  Aggiornato: 5/12/2007 20:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/8/2004
Da:
Inviati: 344
 Re: Lettera a Putin
Ehm, Rekit, se prepari qualcosa di simile a quello che hai proposto per la stampa, io ci sto. In passato qui su LC ho fatto qualcosa di simile in occasione dello Tsunami, definito da Repubblica... "La tragedia degli italiani"). Ma lo ha fatto anche Beppe Grillo! Gli è che non si scompongono!!!!

Comunque, qui sotto la lista aggiornata alle h. 20:00:

Stefano Serafini – saggista e imprenditore (Roma, Italia)
Costanzo Preve – filosofo (Torino, Italia)
Stefano Vernole – giornalista, coordinatore del Progetto Eurasia (Modena, Italia)
Federico Roberti – funzionario pubblico, redattore della rivista Eurasia (Bologna, Italia)
Marco Toti – ricercatore universitario (Messina, Italia)
Antonio Venier – ingegnere aeronautico (Milano, Italia)
Daniele Scalea – redattore della rivista Eurasia (Cannobio, Italia)
Enrico Galoppini – studioso del mondo arabo-islamico, redattore della rivista Eurasia (Torino, Italia)
Luca Bionda – libero professionista, giornalista (Verbania , Italia)
Manuela Vittorelli – imprenditrice, traduttrice (Gorizia, Italia)
Guido Dalla Casa – saggista e pensionato (Milano, Italia)
Otello Martini – imprenditore (Sora, Italia)
Corrado Rosada – avvocato (Milano, Italia)
Francesco Bernardeschi – studente universitario (Livorno, Italia)
Marina Costa – pensionata (Roma, Italia)
Francesco Camusso – cuoco (Muralto, Svizzera)
Motasov Vyacheslav – traduttore (Sondrio, Italia)
Giovanni Petrosillo – curatore del sito www.ripensaremarx.it (Potenza, Italia)
L. C. – imprenditore (Reggio Emilia, Italia) [chiede di non comparire su internet]
Sebastiano Cosenza – libero professionista (Milano, Italia)
Corrado Janko – impiegato (Torino, Italia)
Savino Frigiola – imprenditore (Rimini, Italia)
Giovanni Battista Calzoni – impiegato (Bologna, Italia)
Giosuè Castorino – disoccupato (Gela, Italia)
Giovanni Vagnarelli – impiegato (Porto San Giorgio, Italia)
Silvina Occhipinti – pensionata (Roma, Italia)
Claudio Moffa – presidente IEMASVO, docente universitario (Teramo, Italia)
Marco Ranuzzi de’ Bianchi – ricercatore universitario (Modena, Italia)
Guglielmo Pezzuoli – agente di commercio (Modena, Italia)
Giovanni Galli Gibertini – imprenditore edile (Modena, Italia)
Massimo Palaja – impiegato (Treviso, Italia)
Francesco Martinez – impiegato, sindacalista (Monza, Italia)
Filippo Pederzini – giornalista, collaboratore di Eurasia (Modena, Italia)
Srdjan Novakovic – giornalista (Trieste, Italia)
Giordano Putzu – agente di viaggi (Collegno, Italia)
Alberto B. Mariantoni – politologo, saggista (Ginevra, Svizzera)
Alessio Parducci – operaio (Lucca, Italia)
Giulio Amadei – studente (Fidenza, Italia)
Roberto Buffagni – drammaturgo (Modena, Italia)
Vincenzo S. Elfio (Bhakti Viracandra Dasa) – ministro di culto Vaisnava (Messina, Italia)
Domenico Palamara – barista (Bolzano, Italia)

Pyter
Inviato: 5/12/2007 20:20  Aggiornato: 5/12/2007 20:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Lettera a Putin
Mi offro volontario già da adesso per scrivere una lettera di auguri e di benvenuto insieme ad alcuni volontari, intellettuali e non, per il prossimo presidente degli Stati Uniti d'America, qualunque esso/a sia, e una lettera di solidarietà al popolo americano.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
clausneghe
Inviato: 5/12/2007 20:24  Aggiornato: 5/12/2007 20:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: Lettera a Putin
Salve e buonasera


Alcuni di voi forse avranno letto qui su L.C. gli articoli sulla "Russia bellica"

che ho scritto e pubblicato ...

Lungi da mè essere anti-russo o accodarmi al coro di guaiti invidiosi dei guitti nostrani o esteri...

Trovo però eccessivo congratularmi con Putin e i suoi uomini

per la semplice ragione che egli non esprime niente di nuovo.

E' solo un intelligente politico-militare che conosce i trucchi del mestiere

L'uomo dagli occhi di ghiaccio,è indubbiamente il migliore esponente di
quella razza padrona che non esita a uccidere imprigionare torturare
pur di imporre la propria supremazia.

Ricordatevi che se le tensioni armate tra i banditi nucleari Usa e Ru

sfoceranno in vera guerra , il teatro degli "orribili globi" sarà anche e sopratutto qui, da noi

lux
Inviato: 5/12/2007 21:07  Aggiornato: 5/12/2007 21:07
So tutto
Iscritto: 22/12/2005
Da: københavn
Inviati: 14
 Re: Lettera a Putin

bandit
Inviato: 5/12/2007 21:12  Aggiornato: 5/12/2007 21:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 1649
 Re: Lettera a Putin
I media che hanno criticato la consultazione lo hanno fatto con qualche argomento, mi è parso.
Se si vuole discutere su questo, lo si faccia allora dimostrando l'inconsistenza di quegli argomenti.

Se vuoi dare un segno di "fratellanza" al popolo russo, come dici, cosa cavolo c'entra Putin ? A meno di non voler escludere quelli che non hanno votato e quelli che non hanno votato per lui.

Ma pare piuttosto chiaro che la cosa sottintenta un (positivo) giudizio politico, del resto palesato in certi passaggi, sulla qualità del lavoro di Putin. Opinione legittima ma allora la si venda come tale.

Stefano
Inviato: 5/12/2007 21:40  Aggiornato: 5/12/2007 21:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/8/2004
Da:
Inviati: 344
 Re: Lettera a Putin
Sì, il giudizio su Putin è positivo, e lo ha dato la grande maggioranza delle sue "povere vittime", verosimilmente con "qualche ragione". E' proprio questo il punto, che fa schiumare rabbia alla stampa occidentale. Argomenti non ne ho visti un granché, nel gran berciare di Kgb, occhi di ghiaccio, zar e altre colorite espressioni.

Ciò a prescindere dai valori reali del presidente russo - com'è noto, su queste cose giudica la storia, e tante volte neanche lei. Noi comuni mortali ci dobbiamo accontentare delle fonti accessibili alle nostre capacità analitiche. Io presuppongo che i russi abbiano al riguardo un po' più competenza (e di interesse) dei lettori di Repubblica.

Quanto alle accuse di quel sant'uomo di Berezovskj (Putin dietro Beslan e dietro le bombe di Mosca), a mio umile parere come a quello di tanti altri, non reggono, innanzitutto proprio per la fonte che le ha propalate, e per la totale mancanza di un movente logico. Non aveva bisogno di una guerra in Cecenia per farsi un'immagine pubblica: l'aveva già. Chi voleva la guerra in Cecenia, e l'esplosione del Caucaso per la legge del sangue a Beslan, perché ne ha enorme interesse, a mio parere sta altrove, diciamo geograficamente più vicino a Dover che a Mosca. Ma qui il giornalista Klebnikov ammazzato a pistolettate, la maggior parte delle persone non sa neanche chi sia, per es.

Ciao,

Stefano

Altre adesioni:

Giulio Maganzini – editore (Lavarone , Italia)
Omar Oliveti – bancario (Reggio Emilia, Italia)
Andrea Bortolotto – vivaista (Pistoia, Italia)
Leonardo Interlandi – insegnante di scuola superiore (Mazzarò, Italia)

Linucs
Inviato: 5/12/2007 22:06  Aggiornato: 5/12/2007 22:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Lettera a Putin
Quando vedrò vincere un leader giusto e che VERAMENTE si batte per la libertà, la VERA democrazia ed i cittadini mi congratulerò.

Se vuoi che combatta per la libertà e la democrazia, contemporaneamente, ti serve trovare uno che sia almeno schizofrenico (possibilmente grave).

===

L'uomo dagli occhi di ghiaccio,è indubbiamente il migliore esponente di quella razza padrona che non esita a uccidere imprigionare torturare pur di imporre la propria supremazia.

Ah, fico!

Tanto vale spedire pure lui a Tel Aviv, a dirigere qualche "museo della memoria" insieme ai soci del "Club Estradizione". Intanto Putin non viene qui a a rompere i coglioni con le sue leggi razziali da quattro soldi.

Mi diverte la parte in cui posso dire "zar dagli occhi di ghiaccio" e passarla liscia: vado in pareggio con le volte in cui non ho potuto scrivere "scimmia demente in divisa" riferito a Mugabe senza sentirmi in colpa.

E allora: Putin nazista, Putin biondo, Putin eterosessuale, Putin cristiano!

PUTIN BEVE LA COCA COLA.

Putin manda nei campi di lavoro le particelle di sodio!

(oy!)


Redazione
Inviato: 5/12/2007 22:08  Aggiornato: 5/12/2007 22:08
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Lettera a Putin
Aggiornato lista

VLR
Inviato: 5/12/2007 23:15  Aggiornato: 5/12/2007 23:15
So tutto
Iscritto: 27/7/2007
Da:
Inviati: 2
 Re: Lettera a Putin
Putin è un dittatore o poco ci manca. Il motto del potere è tu ci lasci rubare e noi ti lasciamo campare...questo è quello per cui dobbiamo fare gli auguri.Mi spiace, ma non sono d'accordo.

Stefano
Inviato: 5/12/2007 23:26  Aggiornato: 5/12/2007 23:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/8/2004
Da:
Inviati: 344
 Re: Lettera a Putin
Non capisco perché dispiacersi se non si è d'accordo. Mazzucco ha dato questo spazio per discutere, non per fare aderenti.

Naturalmente non sono d'accordo a mia volta col tuo giudizio basato sulla nuova propaganda da guerra fredda: è evidente che non conosci la Russia, non sai nulla di come funziona il sistema politico russo, e quando un lumino di consapevolezza si sarà acceso nella maggioranza europea alla quale appartieni sarà comunque troppo tardi, perché il danno sarà stato già fatto. A noi tutti.

Mi basta che qualcuno che non è d'accordo (e avere trovato in meno di due giorni 45 "pazzi" che invece hanno capito, contro tutti e tutto, mi riempie di orgoglio) si faccia lo scrupolo di andare a informarsi davvero, sorprendendosi di come sia stato possibile bere tante panzane con tanta facilità fino ad ora.

Putin non ha importanza, quel lumino invece sì - su qualsiasi argomento.

Saluti a tutti!

Stefano

Rickard
Inviato: 5/12/2007 23:32  Aggiornato: 5/12/2007 23:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Lettera a Putin
Citazione:
Ricordatevi che se le tensioni armate tra i banditi nucleari Usa e Ru

sfoceranno in vera guerra , il teatro degli "orribili globi" sarà anche e sopratutto qui, da noi

Fico, e io che pensavo che la terza guerra mondiale atomica fosse fuori moda dagli anni '70.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
blackbart
Inviato: 5/12/2007 23:40  Aggiornato: 5/12/2007 23:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/10/2007
Da:
Inviati: 1224
 Re: Lettera a Putin
Un popolo dimezzato
Ammissione ufficiale: 300 mila ceceni morti e 200 mila spariti nel nulla


A Bush che ne ha fatti secchi un milione che offriamo?
Una pizza?

Iskandar
Inviato: 6/12/2007 19:02  Aggiornato: 6/12/2007 19:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/6/2006
Da: pistoia
Inviati: 104
 Re: Lettera a Putin
mi vengono in mente le discussioni da bar o ristorante: " itle ha fatto tot milioni di morti, si ma stali ne ha fatti dippiù... eppoi c'è polpot, i chemerr... ehh ma hli indiani indove li metti?"

credo che fare il conto dei morti possa essere utile a prendere decisioni soltanto quando una delle due parti è a zero...

Skabrego
Inviato: 6/12/2007 22:01  Aggiornato: 6/12/2007 22:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/12/2006
Da:
Inviati: 178
 Re: Lettera a Putin
"Ci congratuliamo con Lei e con il Popolo Russo"

Duce! Duce!

supermagna
Inviato: 7/12/2007 21:03  Aggiornato: 7/12/2007 21:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/9/2005
Da: marche
Inviati: 40
 Re: Lettera a Putin
Putin è buono ... Putin è cattivo ... chi circola su Luogocomune sa di non doversi fidare troppo delle "fonti ufficiali", del resto se pensiamo per un attimo chi sono i "buoni" che da 60 anni dicono che i russi sono i cattivi ... non credo che si possa governare un paese come la Russia, piena di armi atomiche e di poveracci, mafie e poteri occulti, senza avere uno stomaco foderato di ortica, di sicuro non penso di poter decidere chi è Vladimir ... di sicuro capisco la sofferenza dei Ceceni, come del resto quella di qualsiasi popolo represso ... e capisco il dolore dei russi ... queste elezioni sono un bene o un male? Non lo sò, ma auguro a tutto il popolo Russo di essere libero e felice, e spero che insieme si possa vivere in un mondo migliore ... perchè è possibile.
A tutti loro dedico una canzone che amo particolarmente, un pò vecchia (1990) ma che sa di speranza:

Mother Russia (Iron Maiden)

Mother Russia how are you sleeping
Middle winter cold winds blow
From the trees the snowflakes drifting
Swirling round like ghosts in the snow

Mother Russia poetry majestic
Tells the time of a great empire
Turning round the old man ponders
Reminiscing an age gone by

Mother Russia
Dance of the tsars
Hold up your heads
Be proud of what you are
Now it has come
Freedom at last
Turning the tides of history
And your past

Mother Russia
Dance of the tsars
Hold up your heads
Remember who you are
Can you release
The anger the grief
Can you be happy
Now your people are free

Al2012
Inviato: 21/12/2007 17:54  Aggiornato: 21/12/2007 17:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Lettera a Putin

“Capire … significa trasformare quello che è"
jerimum
Inviato: 22/12/2007 13:24  Aggiornato: 22/12/2007 14:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/1/2006
Da: Modena
Inviati: 249
 Re: Lettera a Putin
Purtroppo leggo questo articolo un po troppo tardi mi sarebbe piaciuto dare prima il mio contributo alla discussione. Non sono particolarmente d'accordo a congratularmi con Putin, mentre invece gli esprimerei solidarietà per quanto riguarda la gestione dei media occidentali.

Quanto alla scelta di Putin "accettare" dopo due mandati da Presidente il ruolo di Primo Ministro mentre un suo fidato si è preso il suo posto precedente non mi sembra un esempio lampante di democrazia. Il vero leader è quello capace di formare altri leader intorno a sè capaci di usare la propria testa, ed è altresì capace di lasciare il campo libero quando è ora.

Non nascondo comunque una simpatia per il Putin che riesce a contrastare l'imperialismo americano, e nutro una profonda stima e ammirazione per il popolo russo: se hanno scelto essi stessi di votare per questo nuovo governo è sicuramente perché sentono che possa far continuare a prosperare il paese.

Chicca finale, un articolino fresco fresco del Coriere dela Sera che oltre a continuare a spacciare le di cui sopra faziose notizie di agenzia non sa nemmeno più scrivere in Italiano ...


"Accominzamo, con nova promissa, sta gran sulenni pigliata pi fissa!"
La paura di Montalbano, Camilleri
BigLie
Inviato: 27/4/2008 23:42  Aggiornato: 27/4/2008 23:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: Lettera a Putin
Ho resuscitato questo thread perchè mi ha sempre
sconcertato che un sito come luogomune si sia
schierato apertamente a fianco di un uomo di potere
(e che potere) come Putin.
Ora, va bene l'antiamericanismo (suscitato da una legittima
paura dell'unipolarismo guerrafondaio) ma perchè buttarsi
nelle braccia del primo possibile oppositore del dominio USA
anche se questi è un macellaio, nè più nè meno di Bush?
Ero già convinto che gli attentati alla metropolitana e nei condomini
di Mosca e l'assedio del Teatro di Mosca fossero l'equivalente
russo del 911, ideati dall'FSB per creare un'opinione pubblica
pro-guerra ma questa mia convinzione è stata ulteriormente
rafforzta dalla visione del documentario "Il Caso Litvinenko".
Consiglio di vederlo, espone prove ben documentate di come
la cricca di Putin sia arrivata al potere e di come abbia fatto tanti
soldi, a partire dal cosiddetto "Secondo assedio di Leningrado"
che ha ridotto alla fame San Pietroburgo all'inizio degli anni '90.
Putin era a capo del Comitato che doveva barattare materie prime
all'estero in cambio di cibo per la città. Indovinate come andò a finire?
Per non parlare del suo ruolo di consulente per la SPAG, società
coinvolta nel riciclaggio di denaro sporco per i narcos.
Ecc. ecc.
Ma i suoi crimini più infami restano la guerra in Cecenia e la strage
di Beslan. Già, proprio quella, chiedere ai genitori dei bambini...
Insomma, è tanto difficile capire che Putin è l'altra faccia di Bush?
Stessa "famigliia"...

P.S.: cominciò tutto con Gorby e quella sua strana voglia sulla testa

BigLie
Inviato: 28/4/2008 12:43  Aggiornato: 28/4/2008 12:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/10/2007
Da:
Inviati: 331
 Re: Lettera a Putin
A nessuno interessa questa questione per me
fondamentale?


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA