Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Medicina : Effetto placebo su scala mondiale
Inviato da Redazione il 22/10/2007 3:29:12 (8923 letture)

Chi non ha mai dato il Robitussin al proprio figlio raffreddato? Oppure il PediaCare, il Triaminic, o qualunque altra medicina contro la tosse e il raffreddore nei bambini?

Ebbene, qualunque medicina abbiate usato, non serve assolutamente a nulla. Anzi, rischia addirittura di danneggiare seriamente la salute del bambino. Mentre pare che le stesse medicine abbiano il previsto effetto sugli adulti, e sui bambini “dai 6 anni in su”.

Questa è la sconcertante conclusione a cui è giunta una commissione della FDA (Federal Drugs Administration, l’ente americano responsabile per la legalizzione delle medicine sul mercato), la quale ha semplicemente raccomandato il ritiro di tutte le medicine anti-tosse /anti-influenza per bambini da tutti gli scaffali di tutte le farmacie americane. E si presume, di conseguenza, anche dalle farmacie del resto del mondo.

”La Commissione ha concluso - dice l’articolo del New York Times - che non ci sono prove che queste medicine riducano i sintomi di raffreddore nei bambini, mentre sono stati denunciati casi in cui hanno provocato dei danni”.

Pare infatti che il visibile “effetto calmante” di certi medicinali non avvenisse sul sintomo specifico, ma sull’intero bambino: si trattava cioè, in molti casi, ...

... di un prodotto che dava semplicemente sonnolenza, comportando nel frattempo gravi rischi, in caso di overdose.

Nonostante questo, la Commissione non ha votato all’unanimità, e i membri che si sono opposti al ritiro delle medicine si sono giustificati dicendo che “dottori e genitori hanno bisogno di qualcosa da dare ai bambini, anche se l’efficacia non è dimostrata”. (Chissà perchè lo stesso ragionamento non deve valere per tante altre cure alternative, che invece non possono andare sul mercato proprio “perchè la loro efficacia non è dimostrata scientificamente”?)

In ogni caso, l’Associazione dei Produttori delle medicine ha annunciato che si opporrà alla richiesta di ritiro dei prodotti per bambini, affermando sprezzantemente: “Noi siamo convinti che questi prodotti rimarranno sul mercato”. La giustificazione? Per mettere in atto un ritiro di queste dimensioni, secondo loro, “ci vorrebbero degli anni”.

Il motivo di questa recalcitranza diventa forse più chiaro se si pensa che stiamo parlando di 800 diversi prodotti pediatrici contro il raffreddore, con 95 milioni di confezioni vendute annualmente, per un fatturato medio di 500 milioni di dollari all’anno.

La notizia però ha già fatto il giro della rete, e le mamme preoccupate cominciano a domandarsi che cosa fare al prossimo raffreddore o crisi di tosse del bambino. E qualcuno comincia a parlare di alimentazine più sana, unita ai vecchi rimedi della nonna.

Ma se queste medicine non fanno nulla - ci si domanderà - perchè mai sono state approvate in primo luogo? La risposta la riportiamo nell’originale, perchè si rischia di non essere creduti: “Pediatric cold medicines were approved in the early 1970s despite almost no evidence that they worked because regulators assumed then that drugs that worked in adults would also be helpful in children. Since then, researchers have learned that adults and children can react to medicines very differently”. “Le medicine per il raffreddore dei bambini furono approvate all’inizio degli anni ’70 nonostante la quasi totale assenza di prove della loro efficacia, perchè i responsabili presumevano che le medicine che hanno effetto sugli adulti fossero utili anche per i bambini. Da allora i ricercatori hanno scoperto che adulti e bambini possono reagire alle medicine in modo molto diverso.”

A questo punto viene da domandarsi: quante saranno le terapie a cui sono state poste le basi negli anni ’70, e che magari si trascinano ancora oggi solo per questioni economiche e politiche, in spregio ai veri metodi e fini scientifici?

Massimo Mazzucco

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
theMatrix
Inviato: 22/10/2007 8:39  Aggiornato: 22/10/2007 8:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/4/2007
Da:
Inviati: 86
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Ricordo a tutti che esiste gente (e non pinco pallini qualunque, ma medici, studiosi, ecc.) convinta che LE BASI (=quasi tutta) della "medicina occidentale" siano errate.

shm
Inviato: 22/10/2007 8:45  Aggiornato: 22/10/2007 8:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
l'unica medicina che ho mai preso ultimamente è l'aspirina, ma in genere rifiuto anche quella...

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
PikeBishop
Inviato: 22/10/2007 8:47  Aggiornato: 22/10/2007 8:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Citazione:
researchers have learned that adults and children can react to medicines very differently”.


A parte il fatto che viene immediatamente da chiedersi come abbiano fatto a determinare le dosi corrette, la domanda principale (una cui risposta scaturisce gia' dal titolo dell'articolo) e': come mai non si chiedono - e si premurano di non dirci, anche se se lo fossero chiesto- perche' le stesse medicine non funzionino sui bambini?

E' la fisiologia degli adulti cosi' diversa che medicine testate anche su animali non possano funzionare sui bambini?

O sara' magari che non funzionano neanche sugli adulti, ma il corpo degli adulti talvolta e' in grado di obbedire alla propria mente, mente educata dal medico e dalla pubblicita' sul fatto che le medicine inevitabilmente funzionano perche' tutto cio' che la televisione e i gatekeepers ripetitori dei desideri del Potere ripetono deve essere vero, cosa che i bimbi non sono ancora stati addestrati compiutamente a credere?

D'altronde abbiamo visto anche su questo sito la posizione che sostiene che non si possa discutere con la logica ed il buon senso una opinione proveniente da un'autorita' indiscutibile come quella di uno "scienziato" a meno di non conoscere la materia perfettamente, cioe' essere a nostra volta "scienziati".

Quindi bisogna entusiasticamente fidarsi, anche perche' di raffreddore, se si sta al caldo, in genere non si muore e quindi tutti vissero felici, fiduciosi e contenti.

E quando abbiamo Fede i miracoli avvengono.....con buona pace di chi pone scienza e religione su due piani diversi.

Buon placebo a tutti.


Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
cocis
Inviato: 22/10/2007 9:16  Aggiornato: 22/10/2007 9:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Autore: theMatrix Inviato: 22/10/2007 8:39:51

Ricordo a tutti che esiste gente (e non pinco pallini qualunque, ma medici, studiosi, ecc.) convinta che LE BASI (=quasi tutta) della "medicina occidentale" siano errate.

------------------------------


lo scopo delle case farmaceutiche è fare soldi... non curare le persone ... .. chemioterapia .. aids .. ecc.....

spettatore
Inviato: 22/10/2007 10:02  Aggiornato: 22/10/2007 10:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Per l'influenza nei bambini fino a 5 anni ocorrono le "tre C": caldo, coccole, canzoni. Per bambini sopra i 5 anni valgono i rimedi della nonna che sta aspettando la morte in quella bella "residenza per anziani". Riportatela a casa e fate tesoro dei suoi consigli, semprechè l'alzhaimer non sia stato già innescato durante la permanenza nella suddetta "residenza".


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
Silver
Inviato: 22/10/2007 11:26  Aggiornato: 22/10/2007 11:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2005
Da: Torino
Inviati: 615
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Vorrei ricordare che anche semplici raffreddori, tosse, e tante altre malattie anche più gravi, sono sintomi di disintossicazione del corpo.
Cioè è proprio quando esteriormente stiamo male, che il nostro corpo si sta guarendo da solo, ed è proprio l'attività dello spurgo che è la causa del dolore o fastidio (immaginate di far passare i rifiuti attraverso una parte sana: si irrita e crea dolore)

basterebbe lasciare il corpo ciò per cui è programmato di fare aiutandolo con un bel digiuno (esattamente come qualsiasi animale in natura fa): fonti e nozioni a riguardo, potete trovarne in rete quante ne volete.

Se si vuole iniziare a non avere più di questi problemi, basta eliminare dalla propria dieta tutto ciò che è raffinato (zuccheri, farine, etc.), prodotti chimici vari (coloranti, conservanti, etc.) e i cibi di origine animale, nonostante qualcuno pensi, erroneamente (dimostrabile), che gli animali o i suoi derivati facciano parte della "naturale" dieta dell'uomo.

Detto questo, spero che per curarvi, usiate metodi più naturali possibili.

BlSabbatH
Inviato: 22/10/2007 11:28  Aggiornato: 22/10/2007 11:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Citazione:
Nonostante questo, la Commissione non ha votato all’unanimità, e i membri che si sono opposti al ritiro delle medicine si sono giustificati dicendo che “dottori e genitori hanno bisogno di qualcosa da dare ai bambini, anche se l’efficacia non è dimostrata”. (Chissà perchè lo stesso ragionamento non deve valere per tante altre cure alternative, che invece non possono andare sul mercato proprio “perchè la loro efficacia non è dimostrata scientificamente”?)

i test clinici di fase 1 2 e 3 (rispettivamente su : volontari sani, volontari con solo la patologia riguardante il farmaco, volontari con molte patologie esclusa quella riguardante il farmaco) essendo eseguiti solo su adulti non possono dare esiti riguardanti i bambini. Esistono poi differenze fra adulti "sani" ed anziani.. sia l'età del bambino (e quindi le tappe dello sviluppo) che il grado di "acciaccatura" dell'anziano sono variabili troppo complesse per essere prese in considerazione da una sperimentazione, quindi il farmaco deve essere testato su classi ristrette standard. E già tali sperimentazioni "limitate" hanno un costo esorbitante...

tutti i farmaci per i bambini, gran parte degli antipsicotici e una parte dei chemioterapici, a mio avviso, hanno basi scientifiche molto discutibili. Occhio però a non fare di tutta l'erba un fascio, pensiamo agli antibiotici...

le cosiddette "cure alternative" sono molte, si va dal fitoterapico, all'agopuntura all'omeopatico.. e la comunità scientifica non vede tutto bianco o tutto nero! consideriamo poi che gli omeopatici (che sono costosissimi placebo ) hanno monografie in farmacopea, quindi sono considerati "medicinali ufficiali"..

-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
Nigthmare
Inviato: 22/10/2007 11:29  Aggiornato: 22/10/2007 11:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/6/2006
Da:
Inviati: 73
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Ho un cognato ricercatore al quale ho chiesto come mai alcune medicine - tra cui l'Aspirina - non devono essere somministrate ai minori di 12 anni (mi sembra peraltro che questo limite sia stato recentemente innalzato - devo controllare), tenuto anche conto che quando ero bambino io (anni '70) l'Aspirina era comunemente data anche ai piccoli.

La risposta è stata la seguente: in alcuni studi è stata effettivamente trovata una modestissima correlazione tra l'assunzione di questi farmaci nei bambini e la maggiore incidenza di alcune malattie (per esempio, per l'Aspirina c'è la sindrome di Reye). Ma il motivo reale è che per poter autorizzare l'impiego di medicinali in età pediatrica occorre investire ingentissime risorse per effettuare specifici studi epidemiologici che dimostrino efficacia e non tossicità del farmaco. Le aziende preferiscono allora scrivere sui "bugiardini" di evitare la somministrazione ai bambini lasciando la responsabilità della prescrizione ai medici, opportunamente "informati" dell'efficacia delle terapie anche sui bambini.

florizel
Inviato: 22/10/2007 12:23  Aggiornato: 22/10/2007 12:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
>non ci sono prove che queste medicine riducano i sintomi di raffreddore nei bambini

Mi soffermo un attimo sul termine "sintomo", che è poi solo la manifestazione di un dato stato patologico.
Sono assolutamente convinta che in questi casi la medicina (o sarebbe meglio dire l'industria farmaceutica) prosperi sugli effetti emotivi dei genitori di fronte al "sintomo", appunto, identificandolo con la malattia vera e propria, e generando il presupposto che, sparendo il sintomo, sparisce anche lo stato patologico.
Sempre che sia "logico" bloccare il decorso di una malattia come una semplice influenza.

Anche in questo caso, adottando il principio di "calmare" l'intero organismo per sedare il sintomo, la medicina si piega ai voleri dell'industria farmaceutica.

E tra poco, subiremo la solita campagna anti influenza.
Un interessante articolo a proposito. Vale la pena di leggerlo attentamente.

Il “buonsenso comune” dice che i farmaci sono sviluppati per contrastare la malattia. Il potere del PR dell’industria farmaceutica crea addirittura il fenomeno inverso, nel quale le aziende farmaceutiche definiscono nuove malattie cercando di creare un mercato compatibile con il loro farmaco. Esiste una confluenza di interessi di medici, aziende farmaceutiche e media nell’esagerare sia la severità delle malattie, sia la capacità dei farmaci di “curarle.” Dato che la malattia è un concetto fluido e politico, gli interessati possono creare la loro propria domanda ampliando le definizioni delle malattie in maniera da includere il maggior numero di persone, e pubblicizzando nuove malattie.

A sostegno di ciò che afferma Silver:

"Alcuni medici, che curano i loro pazienti senza farmaci, sostengono che le basse temperature autunnali e invernali aumentano l’attività naturale di disintossicazione, e che il muco e la febbre sono la manifestazione di tale lavoro di pulizia dell’organismo.

I virus proliferano in quegli accumuli di tossine e rifiuti, che introduciamo per la maggior parte mangiando (conservanti, pesticidi, junk food, medicinali, ecc.), perché è un habitat a loro favorevole, proprio come i topi proliferano nelle discariche di rifiuti. Ma i virus non producono la malattia, come i topi non producono i rifiuti della discarica.

Quella che chiamiamo malattia è la manifestazione dei rifiuti accumulati nel corpo che fuoriescono durante il processo naturale di disintossicazione. Tale manifestazione, febbre e muco, e altri fastidi tipici del processo di disintossicazione, viene etichettata dalla scienza ufficiale come influenza."


spettatoreCitazione:
Per l'influenza nei bambini fino a 5 anni ocorrono le "tre C": caldo, coccole, canzoni. Per bambini sopra i 5 anni valgono i rimedi della nonna


Sono assolutamente d'accordo.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
gandalf
Inviato: 22/10/2007 12:27  Aggiornato: 22/10/2007 12:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/2/2006
Da: TERRA DI MEZZO
Inviati: 498
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Citazione:

La risposta è stata la seguente: in alcuni studi è stata effettivamente trovata una modestissima correlazione tra l'assunzione di questi farmaci nei bambini e la maggiore incidenza di alcune malattie (per esempio, per l'Aspirina c'è la sindrome di Reye). Ma il motivo reale è che per poter autorizzare l'impiego di medicinali in età pediatrica occorre investire ingentissime risorse per effettuare specifici studi epidemiologici che dimostrino efficacia e non tossicità del farmaco. Le aziende preferiscono allora scrivere sui "bugiardini" di evitare la somministrazione ai bambini lasciando la responsabilità della prescrizione ai medici, opportunamente "informati" dell'efficacia delle terapie anche sui bambini.



Peccato che per i vaccini che si inoculano a bambini di neanche tre mesi questo discorso non venga fatto, anzi......

SUI VACCINI NON VENGONO SEGUITI:
- studi farmacocinetici;
- studi sul sovradosaggio;
- studi su gravidanza e allattamento;
- studi di tossicità embrio-fetale e perinatale (questi, ad esempio, non sono stati riportati nella scheda dei vaccini
ottenuti con la tecnica del DNA ricombinante come il vaccino antiepatite B, nonostante le linee-guida
dell’Agenzia Europea li richiedessero in modo esplicito);
- studi sugli additivi (adiuvanti, eccipienti, conservanti).
Gli studi di mutagenicità e di carcinogenicità non sono considerati necessari per i vaccini.

Conclusioni:
Finora, i vaccini sono sempre stati considerati dei farmaci a se stanti la cui efficacia e sicurezza era accettata a
priori pensando che sarebbero stati superflui gli studi clinici controllati a lungo termine. Inoltre, anche gli studi di farmacovigilanza postcommercializzazione
sono praticamente inattendibili, perché basati su un’indagine “passiva”.

E noi ci stiamo a preoccupare degli sciroppi che uno può scegliere se assumere o meno?? (non lo sto dicendo a te Massimo che so che hai BEN presente il problema vaccini..)

Gandalf

"Meglio essere folle per proprio conto che saggio con le opinioni altrui."
F.W.Nietzsche
Pyter
Inviato: 22/10/2007 13:18  Aggiornato: 22/10/2007 13:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Redazione:
(Chissà perchè lo stesso ragionamento non deve valere per tante altre cure alternative, che invece non possono andare sul mercato proprio “perchè la loro efficacia non è dimostrata scientificamente”?)
-----------------------------------------

E che dire di cure alternative che non possono essere applicate e aperte al mercato "perchè la loro efficacia non è dimostrata eticamente
anche se lo è scientificamente?"
In quel caso urge - eticamente - un referendum....

E che dire dell'immersione sul mercato dell'OGM, di cui non si conoscono
gli effetti sull'uomo (no etico), però se ne vendiamo molto risolviamo i problemi della fame nel mondo?(si etico).

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Teba
Inviato: 22/10/2007 13:36  Aggiornato: 22/10/2007 13:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Per essere informati consiglio

www.worstpills.org
www.partecipasalute.it

Dove almeno non si vergognano di dire ciò che serve e ciò che non serve e addirittura ciò che fa male.

Descartes
Inviato: 22/10/2007 14:04  Aggiornato: 22/10/2007 14:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/6/2006
Da: Christ = Sun God
Inviati: 1087
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Vi invito a leggere questo articolo che ha recentemente fatto discutere, in quanto ha rivelato che la stragrande maggioranza degli studi scientifici medici sono falsi, realizzati da case farmaceutiche ed il ricercatore ci mette solo la firma sotto senza neanche leggerlo in cambio di un compenso in denaro:

http://www.brooklaw.edu/students/journals/bjlp/jlp15iii_rennie.pdf

redna
Inviato: 22/10/2007 14:13  Aggiornato: 22/10/2007 14:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
cito-
E che dire dell'immersione sul mercato dell'OGM...
----
A seguito dei vaccini che sono stati immessi d'OBBLIGO sul mercato, a seguito delle cure UFFICIALI ci cucchiamo ora anche l'OGM...
Dovevamo parlare PRIMA...
Portestare PRIMA...
Se gli si da un dito si prendono anche il braccio.

Mi spiace solo che usino anche i miei denari nel fare queste ricerche.
Io non glieli avrei dati perchè procurassero al genere umano simili nefandezze!!!!
Se li sono presi.Hanno fatto le ricerche che hanno voluto.Hanno rovinato tutto.
Se con la metà dei soldi avessero sfamato il terzo mondo avrebbero ora la coscienza a posto e delle persone riconoscenti.

In questo contesto è OVVIO che le cure alternative vengono stoppate...Potrebbero SOLO arrecare dei benefici.

Pike
anche se non si è scienziati rmane il detto: conosci te stesso!!!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Pyter
Inviato: 22/10/2007 15:34  Aggiornato: 22/10/2007 15:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Redna:
Se con la metà dei soldi avessero sfamato il terzo mondo avrebbero ora
la coscienza a posto e delle persone riconoscenti.


Di coscienze ormai non se ne trova più traccia da nessuna parte.
Di persone riconoscenti ce ne dovrebbero essere, se non fossero
però considerate ingrate.
Mi ricordo che circa 8-9 anni fa, nel periodo d'oro delle discussioni
sull'OGM, economisti di tutte le specie affollavano le TV e le radio
per dirci che si sarebbe risolto una volta per tutte il problema
della fame nel mondo. In quel periodo uno stato africano aveva rifiutato
di importare gli "aiuti umanitari", del grano geneticamente modificato,
causando così la reazione degli economisti occidentali.
Come...!!!! State morendo di fame e fate pure gli schizzinosi!!!

Va da sè che se uno usa la parola "schizzinoso", evidentemente
qualche differenza col grano normale ci doveva pur essere.

Mettiamolo assieme alle tante balle che ci hanno rifilato in questi
anni, tipo :
Andiamo in Afghanistan anche per togliere il burka alle donne.
Andiamo in Afghanistan per tramutare i campi di papaveri in vitigni.
Andiamo in Iraq per valorizzare il patrimonio archeologico dei
Sumeri,Babilonesi,Assiri trasformando il tutto in un deserto su cui
nasceranno tante belle Las Vegas... e mi fermo qui perchè sto
andando fuori tema...
Propongo a Massimo di fare un censimento di tutte queste belle
promesse e organizzarle in un bel libro tipo
"E io speriamo che me la cavo"...oppure
"...Anche nel loro piccolo i virus si incazzano..."

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
cherubino
Inviato: 22/10/2007 15:36  Aggiornato: 22/10/2007 15:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
1) Ma perché il 90% delle polemiche e delle discussioni più accanite sulla "medicina" devono riguardare sempre la terapia del... raffreddore?!?!?!?!? Non avete altro a cui pensare?? E' la "malattia" più stupida del mondo, che guarisce da sola (anche perchè non esistono antivirali efficaci). Perché spararsi tutte ste pippe mentali sulla terapia del raffreddore?

2) Massimo parla degli anni '70. Qualcuno ha citato la sindrome di Reye: non c'è caso più esemplare di come i farmaci siano droghe di cui la sperimentazione non può dire tutto. L'Aspirina è conosciuta da tempi immemorabili, ed è stata brevettata nel 1899. Quanti bambini l'hanno presa fino agli anni 70, quando Reye scoprì che poteva dare problemi? Eppure è il farmaco più scemo del mondo.

3) Sappiate che NON ESISTE una sostanza sicura al 100%: neanche l'acqua fresca.

fefochip
Inviato: 22/10/2007 16:42  Aggiornato: 22/10/2007 16:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
1) perchè forse il giro di miliardi di euro si potrebbero destinare a qualcosa di un po piu concreto e importante rispetto al fine ultimo di ingrassare le tasche dei soliti noti senza avere nulla in cambio?

2) interrogarsi ogni tanto su delle pratiche mediche prive di senso evidente non è tutto sommato un male visto che non tantissimo tempo fa si praticava il salasso perche menti "eccelse" pensavano che c'era un eccesso di sangue.

3) questo è vero ... se ti bevi mezzo litro di acqua fredda accaldato e sulla digestione c'è una buona probabilità di prenderti una congestione con conseguente vomito e diarrea fino a sintomi piu gravi e addirittura la morte .

detto tutto questo non sarebbe piu saggio in una società che tende a autoconservarsi prendendosi cura dei propri cittadini di fare una massiccia campagna mediatica in cui scrivere:"il raffreddore? spremute di arancia stare al caldo e tisane calde .... non esiste un medicinale efficace antivirale"

fino a quando non accade ciò non vedo perchè articoli come questo non dovrebbero portare avanti "certe polemiche"

p.s. e poi non è vero che è il 90% secondo me ...ci sono tante "polemiche" ...oncologia,AIDS,vaccini, ecc

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
redna
Inviato: 22/10/2007 17:00  Aggiornato: 22/10/2007 17:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
cherubino
1) per quanto riguarda il raffreddore.Ho letto diversi articoli ei quali la medicina sta riconsiderando il comune raffreddore...
Addirittura si arriva a dire che bisognerebbe indurlo artificialmente per star bene...anche per star lontani da tumori e anche cancro.
Pertanto la banale infreddatura/raffeddore sta diventando una terapia?
E' la scienza che sta ci sta pensando....e quindi non si fa pippe...
Se ci pensiamo noi,ovviamente, spariamo cavolate.

2) per quanto riguarda l'aspirina devo dire che pochi sanno quello che fa.
Io so solo che un medico a mia cognata che aveva un tumore, ha detto espressamente che NON DOVEVA assolutamente prendere aspirina e derivati di aspirina...
Chiaramente non è stato spiegato,scientificamente, il perchè...
Sarà pure scema l'aspirina ....ma anche ....pericolosa????

3) Neanche l'acqua fresca è sicura.Specilamente se la "puliscono"con sostanze varie...Se la fanno passare in condutture con fibre di amianto , e se,la grande distribuzione, desidera che si beva l'acqua sicura "in bottiglie in PVC. Il PVC è la causa principale di "problemi" alla vescica e vie urinarie....

E vissero tutti inquinati ma......felici!!!!!

pyter
è nel terzo mondo che testano i prodotti OGM.
Chiaramente daranno anche contributi perchè s importino.
Probabilmente il governo schizzinoso è il governo che non è stato foraggiato doverosamente dalla multinazionali.
In quei paesi sono messi alle strette: o mangi de sta minestra.
Quindi l'occidente è consapevole di quello che stanno facendo al terzo mondo.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Jimmy
Inviato: 22/10/2007 17:47  Aggiornato: 22/10/2007 17:47
So tutto
Iscritto: 15/3/2007
Da:
Inviati: 8
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
3) Neanche l'acqua fresca è sicura.Specilamente se la "puliscono"con sostanze varie...Se la fanno passare in condutture con fibre di amianto , e se,la grande distribuzione, desidera che si beva l'acqua sicura "in bottiglie in PVC. Il PVC è la causa principale di "problemi" alla vescica e vie urinarie....

Una piccola precisazione: per le acque le bottiglie non sono in PVC, forse lo erano inizialmente. Oggi sono tutte in PET.

Ciao ciao

Seppuku
Inviato: 22/10/2007 19:00  Aggiornato: 22/10/2007 19:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/9/2006
Da:
Inviati: 35
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Se non fosse per i frequenti mal di testa non saprei nemmeno cosa sono i medicinali, ed anche questi talvolta non servono, e concordo con chi dice " conosci te stesso" inoltre per ciò che riguarda certe malattire ritengo valido il fatto che " il refreddore: se lo curi guarisci in una settimana; se non lo curi guarisci in sette giorni"

Redazione
Inviato: 22/10/2007 19:02  Aggiornato: 22/10/2007 19:02
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
CHERUBINO: Nervosino?

BlSabbatH
Inviato: 22/10/2007 19:23  Aggiornato: 22/10/2007 20:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Citazione:
2) per quanto riguarda l'aspirina devo dire che pochi sanno quello che fa.

chi studia farmaceutica?
Citazione:
Io so solo che un medico a mia cognata che aveva un tumore, ha detto espressamente che NON DOVEVA assolutamente prendere aspirina e derivati di aspirina...
Chiaramente non è stato spiegato,scientificamente, il perchè...
Sarà pure scema l'aspirina ....ma anche ....pericolosa????

dipende dal tipo tumore e dalle condizioni di tua cognata..
Citazione:
3) Neanche l'acqua fresca è sicura.Specilamente se la "puliscono"con sostanze varie...Se la fanno passare in condutture con fibre di amianto , e se,la grande distribuzione, desidera che si beva l'acqua sicura "in bottiglie in PVC. Il PVC è la causa principale di "problemi" alla vescica e vie urinarie....

se invece è "dinamizzata".. diventa buona
l'amianto colpisce solo i polmoni perchè viene inalato.. e si, il pvc non è più usato.. tranne che nell' iPhone!

-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
redna
Inviato: 22/10/2007 19:24  Aggiornato: 22/10/2007 19:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
cito-
Una piccolo precsazione: per le acque in bottiglie non sono in PVC, forse lo erano inizialmente.Oggi sono in PET.
---
Esultiamo.
Sempre derivato dal PVC è.Anzi diciamo che, siccome hanno scoperto che il PVC è TROPPO velenoso siamo arrivati al PETmeno velenoso.
E' come dire che l'uranio impoverito è meglio dell'uranio????

La trasformazioni poi che avvengono attraverso il PET sono molteplici e riguardano le sostanze che sono contenute.
Si racccomanda sempre di non esporre ai raggi solari le bottiglie perchè ci sarebbe uno scambio fra il prodotto contenuto e la bottiliglia plasticata.

Ma tutto questo è sommerso della propaganda che tutto "è migliore" di prima. Non si capisce l prima.
Questo 'prima' è nebuloso....Prima forse non si viveva????

E il PET che fine fa???? Concimiamo la terra, visto che è meglio del PVC????

cito-
...chi studia farmaceutica?
---
Allora gli studi d farmaceutica sono segreti???
Perchè non si dicono alle persone gli effetti ???
E poi non è detto che siano le condizioni di una persona che possono fare la differenza.Se il veleno è veleno (e nella maggior parte dei casi nella medicina occidentale chimica LO SONO) perchè non dirlo e lasciarli anche pubblicizzare in TV, in un modo talmente vile da far schifo.?

Per quanto riguarda il PVC ci sono ancora cause in corso per tutte le persone che sono morte lavorando nellefabbriche.
E'stato fatto il PET per bontà d'animo?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
BlSabbatH
Inviato: 22/10/2007 20:29  Aggiornato: 22/10/2007 20:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
veramente l'uranio impoverito è solamente l'isotopo 238, ugualmente radioattivo.. comunque..
il PET non da reazioni di chissà che tipo e se bruciato rilascia solo CO2, ergo è come se si bruciasse metano. A differenza del PVC che in confronto è pestilenziale: si parte dal cloruro di vinile (neurotossico) si ottiene pvc morbido con ftalati (tossici) e se si brucia rilascia diossine (cancerogene).. gran bella differenza no?
Citazione:
Allora gli studi d farmaceutica sono segreti???
Perchè non si dicono alle persone gli effetti ???

basta sfogliare dei libri..
Citazione:
E poi non è detto che siano le condizioni di una persona che possono fare la differenza.

prova a dare 1 grammo di paracetamolo ad un cirrotico e poi vediamo..
Citazione:
Se il veleno è veleno (e nella maggior parte dei casi nella medicina occidentale chimica LO SONO)

la tetrodotossina sta nel fegato del pesce palla, la stricnina in un albero tropicale... (a proprosito: in farmacia vendono estratto di nux vomica 30 ch! che duri!)

-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
dr_julius
Inviato: 22/10/2007 20:43  Aggiornato: 22/10/2007 20:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
@BlSabbath
Chi studia farmaceutica, o meglio FARMACOLOGIA, sà sul'aspirina tutto quello che è noto. Nonostante questo, solo da poco si è scoperto che ad esempio l'aspirina (Acidoacetilsalicilico, ASA dalla sigla inglese) protegge gli uomini dall'infarto, ma non le donne. Invece l'ASA protegge le donne dagli ictus ma non gli uomini. Tutto questo non risultava noto, finché non si sono fatti studi appositi. Infatti, purtroppo, la maggior parte degli studi di farmacologia sono stati eseguiti su maschi adulti, con il problema dei pochi studi su bambini e sulle donne (che non sono uguali ai maschi, se qualcuno non se ne fosse accorto).
Questo è successo perché se si vuole studiare l'infarto si preferisce studiare gli uomini, dove l'evento è più frequente. Da relativamente pochi anni alcuni studiosi reclamano una attenzione alla FARMACOLOGIA DI GENERE, che distingua cioé gli effetti di una malattia e di una sostanza farmacologica fra persone di genere diverso (maschile, femminile)


@linucs
forse può interessarti questo link



Il raffreddore non ha cura. A quanto mi risulta quindi è improprio parlare di farmaci "consigliati" o "indicati" per curare il raffreddore.
Semmai sono "usati per i sintomi del raffreddore". Finché chi cosiglia i farmaci è chi li vende, avremo sempre (ovviamente) consigli ad aquistare farmaci.
Lo stesso vedrete a breve un po' di putiferio per la nimesulide (l'Aulin o simili) mal usata anche perché data (fuorilegge) da alcuni farmacisti senza la ricetta medica (obbligatoria).








Detto questo, cosa si può concretamente fare? anche sapendo che la ricerca gli stati, e quello italiano ancor più, non ne fanno??

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
felice
Inviato: 22/10/2007 20:44  Aggiornato: 22/10/2007 20:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2006
Da: Parma
Inviati: 759
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
In piazza maggiore a Bologna ho visto e sentito un signora che ura al mondo perché pare che le maestre siano obbligate a segnalare i bambini anche solo vivivaci e che appena segnalati vengono trattati con psicofarmaci. Ne sapete di più?

Solo col governo di sinistra possono passare SORDIDE e SILENTI le riforme di destra. Il SOLE é storto! Sento di navigare su una nave tarmata. Le tarme sono tante che la nave sulla quale viaggio é destinata a risolversi consumata nel fuoco delle GUERRE.
tonipos
Inviato: 22/10/2007 21:07  Aggiornato: 22/10/2007 21:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/6/2006
Da: Treviso
Inviati: 119
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Secondo me qui in Italia continueranno a venderli... (vedi Nimesulide).

Alla fine ti accorgi sempre che nulla è come sembra
redna
Inviato: 22/10/2007 21:08  Aggiornato: 22/10/2007 21:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
che l'uranio impoverito sia un isotopo non me ne ppo freggà dde meno...
Quello che mi interessa è che l'uranio NON FACCIA DEL MALE A NESSUNO.

Tornando allle bottiglie in PET, visto che rilasciano metano perchè bisogna darle alla raccolta differenziata, con tutto quello che ci fanno pagare il metano???Perchè non bruciarle...allora?
Il contenuto delle suddette bottiglie al contatto della plastica e di alcuni ingredienti delle bibite 'trasformano' le sostanze....
Questo non lo fa il vetro.

Perchè continuare su questa strada?Ci piace tanto fare del male proprio alle persone che 'non accedono-a-certi-tipi-di-informazione'???

Se io sfogliassi i libri di farmaceutica farei il farmacista.
Il farmacista se sfogliasse libri di filosofia farebbe il filosofo.
Ma il filosofo non può far pozioni velenose...
Pertanto la farmacologia non PUO' essere alla portata di tutti.
Se non altro per la pericolosità....

--


Perchè dare dei grammi di paracetamolo ad un cirrotico???
Per fargli del male??? Per essere certi che 'gli-fa-de-male-"????


Ricordiamoci il significato delle parole: farmaco deriva dal greco e non vuole dire altro che: veleno.

Ora dobbiamo strapparci le vesti pensando a questo, quando da tanti anni SAPPIAMO tutti che NON VUOL DIRE ALTRO CHE QUESTO.

A parte i pesci e le piante velenose, si potrebbe parlare della medicina occidentale, più giovane di quella orientale.
E anche le origini sono...strane....

E ricordo anche che nell'antichità qualsiasi forma di malattia era vista sotto aspetti che ora semplicemente non si considerano.

In antico egitto si arrivava alla fine ad agire sul corpo umano (chirurgia)
Prima si esaminava la parte spirituale, quella mentale, e poi quella fisica.

E mi risulta che il corpo umano, da allora, non ha subito modifiche.
E lo spirito dell'essere umano,infine, è degno di attenzione da parte della cosiddetta 'medicina'?

---
I figli a scuola il più delle volte si 'parcheggiano'....dopo, quando ci si accorge dell'ambiente....allora si piange.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
tonipos
Inviato: 22/10/2007 21:14  Aggiornato: 22/10/2007 21:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/6/2006
Da: Treviso
Inviati: 119
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Mentre invece il PVC ce lo propinano in abbondanza con la pellicola trasparente per i cibi... possibile? Certo.
Chi non ha mai avvolto il formaggio con la pellicola?
Chi non ha mai avvolto il salame con la pellicola? E le olive nella vaschetta? E cos'altro ancora?
Se leggete sulla confezione c'è un avviso: "non utilizzare a contatto con sostanze grasse". Lo sanno questo le massaie? E il personale dei supermercati? A quando il ritiro dal mercato di questo veleno e la sua sostituzione con PE?

Alla fine ti accorgi sempre che nulla è come sembra
soleluna
Inviato: 22/10/2007 21:20  Aggiornato: 22/10/2007 21:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/3/2005
Da: orbita di Anarres
Inviati: 1309
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Felice
Citazione:
In piazza maggiore a Bologna ho visto e sentito un signora che ura al mondo perché pare che le maestre siano obbligate a segnalare i bambini anche solo vivivaci e che appena segnalati vengono trattati con psicofarmaci. Ne sapete di più?


non esiste alcuna normativa, circolare o altra scritta carta che implichi questo obbligo.

La discussione sarebbe lunga è molto off topic, se sei interessato puoi aprire un forum apposito.

Libera-mente
Pat

"perche' ballate e vi fate l'acconciatura, visto che qua e' impossibile anche comprare da mangiare?"
"perche' magari oggi e' l'ultimo giorno che viviamo, e vogliamo amarlo quanto piu' possibile"
Grozny
redna
Inviato: 22/10/2007 21:22  Aggiornato: 22/10/2007 21:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Il PVC per contatto degli alimenti è stato bandito.

Come al solito non è successo nulla.

Ce lo propinano al supermercato, in rotoli per la casa.
Si avvolge di tutto....

Le massaio praticamente lo sanno.Solo che le fanno diventar sceme.
Da una parte dicono che è bandito e dall'altra te lo vendono...

Ma a chi interessa questo, se non regolamentano nemmeno i farmaci più dannosi?????

Pertanto pensare che il PVC possa far male...ce ne vuole!!!!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
NiHiLaNtH
Inviato: 22/10/2007 21:55  Aggiornato: 22/10/2007 21:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Effetto placebo su scala mondiale

Jimmy
Inviato: 22/10/2007 21:55  Aggiornato: 22/10/2007 21:55
So tutto
Iscritto: 15/3/2007
Da:
Inviati: 8
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
La polemica PVC vs PET è sicuramente off topic, volevo solo precisare che le bottiglie di acqua non sono in PVC (che di per se stesso non è dannoso per la salute in quanto tale, ma dannoso è il monomero CVM -cloruro di vinil momero).
Se poi vogliamo aprire un dibattito sulle materie plastiche che vanno a contatto con gli alimenti ben venga, ma non in questo post.

Ciao ciao

dr_julius
Inviato: 22/10/2007 22:06  Aggiornato: 22/10/2007 22:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Per tornare in topic, segnalo che anche in Europa sono stati sospesi (o ritirati) dal commercio alcuni farmaci sedativi per la tosse

A settembre si erano ritirate delle supposte per bambini.

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
Ashoka
Inviato: 22/10/2007 23:21  Aggiornato: 22/10/2007 23:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/7/2005
Da:
Inviati: 3660
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
A proposito di come l'FDA ed il Governo Federale ci protegge dalle cattive Corporation come la Monsanto e di come i media, grazie al loro pluralismo democratico, hanno coraggiosamente portato alla luce la notizia.

VIDEO

"We'll tell you what the news is. The news is what we say it is."

Ashoka

cherubino
Inviato: 22/10/2007 23:33  Aggiornato: 22/10/2007 23:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Redazione: CHERUBINO: Nervosino?
Non ce l'ho con te. Figuriamoci.

EDIT: ho dimenticato di dire che l'Aspirina è stata controindicata al di sotto dei 16 anni nel ... 2002!!

cherubino
Inviato: 22/10/2007 23:36  Aggiornato: 22/10/2007 23:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
DR.JULIUS / TONIPOS: parlando di Nimesulide... penso che vi riferiate a QUESTO!!!

erik
Inviato: 23/10/2007 1:12  Aggiornato: 23/10/2007 1:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 430
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Avrei voluto astenermi dal commentare anche perché non ho nulla da eccepire riguardo all'articolo di Mazzucco (oggi insolitamente sobrio e asciutto nel riportare la notizia). Alcune perle di Redna, però, sono irresistibili:

"Mi spiace solo che usino anche i miei denari nel fare queste ricerche".

Veramente, gran parte della ricerca per realizzare gli OGM è svolta da aziende private, come la Monsanto (normale, sperano di guadagnarci, e investono: vuoi proibirglielo?). Un'enorme fetta di denaro pubblico è invece stata spesa nel tentativo di dimostrare, finora inutilmente, la dannosità degli stessi OGM. E siccome Pecoraro Scanio non si riterrà mai soddisfatto, continueremo a spenderne...

“Io so solo che un medico a mia cognata che aveva un tumore, ha detto espressamente che NON DOVEVA assolutamente prendere aspirina e derivati di aspirina...
Chiaramente non è stato spiegato,scientificamente, il perchè...
Sarà pure scema l'aspirina ....ma anche ....pericolosa????”

Evidentemente non hai mai fatto lo sforzo di leggere i foglietti illustrativi delle medicine: le controindicazioni dell’aspirina sono note. Ad esempio rende il sangue più fluido e quindi è rischiosa in presenza di emorragie, e inoltre può danneggiare le pareti dello stomaco. Detto questo, io che soffro di occasionali mal di testa sono immensamente grato dell’esistenza degli analgesici.
Anche degli anestetici, se è per questo. Non sono troppo lontani i tempi in cui per effettuare un’amputazione a qualcuno era necessario sbronzarlo fino all’incoscienza e poi tenerlo ben fermo mentre il medico tentava di segare via l’arto il più velocemente possibile. Bei tempi, quelli in cui la medicina ufficiale non aveva ancora rovinato il mondo, vero?

“è nel terzo mondo che testano i prodotti OGM.”

Sbagliato: è negli Stati Uniti che vengono quotidianamente consumati. Sai, loro sono meno isterici di noi Europei.

“La trasformazioni poi che avvengono attraverso il PET sono molteplici e riguardano le sostanze che sono contenute.”

Se sei tanto schizzinosa c’è una soluzione semplice: compra l’acqua in vetro. Ho già provato a spiegartelo in altra occasione, ma esiste una cosa che si chiama libera scelta. Ma forse sei di quelli che prima si ingozzano da McDonald come dei porci, e poi sono tutti felici di fargli causa perché sono diventati obesi.

“Allora gli studi di farmaceutica sono segreti???
Perchè non si dicono alle persone gli effetti ???”

In quale pianeta vivi, scusa? Hai mai notato, alla fine delle pubblicità dei medicinali, quella vocina che avverte “Attenzione, usare con cautela, può avere controindicazioni e effetti indesiderati anche gravi?”.

“E'stato fatto il PET per bontà d'animo?”

E’ importante saperlo? La luce elettrica è stata inventata per bontà d’animo?

“A parte i pesci e le piante velenose, si potrebbe parlare della medicina occidentale, più giovane di quella orientale.”

Già che ci siamo parliamo anche della diminuizione della mortalità nell’ultimo secolo dovuta alla “giovane” medicina occidentale.

“Ma a chi interessa questo, se non regolamentano nemmeno i farmaci più dannosi?????”

Il DDT è stato bandito. Da allora milioni di persone sono morte di malaria, da cui noi invece siamo stati liberati grazie alle bonifiche delle nostri paludi (indovina cosa veniva usato...).

redna
Inviato: 23/10/2007 8:16  Aggiornato: 23/10/2007 8:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
erik
se le mie sono perle, la tua saccenza è proverbiale.

Ne trovo diverse nel tuo post di 'perle'.
Non mi interessa str qui a dirti quali sono.Tanto non hai dato nessuna risposta.Hai solo fatto dei tentativi di dire delle cose...

Resta sempre il fatto che ormai nessuno (...non preoccuparti, non lo sai, ma ci sei dentro pure tu erik...) si rende conto che nuota nei veleni e sorprendentemente è....felice.
Si augura una società migliore. Un governo migliore e nuota nella m.....a!!!
Buon risveglio (....possibilmente...)

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
BlSabbatH
Inviato: 23/10/2007 11:05  Aggiornato: 23/10/2007 11:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
@dr_julius:
interessanti le considerazioni sulle differenze di effetto tra uomo e donna.. indagherò!

influenze di businness a parte, il ritiro del clobutinolo, come di molti altri farmaci, è la prova che in ogni caso, esiste una procedura seria di farmacovigilanza! l'aumento dell'intervallo qt non è proprio una cazzatina..e l'emea e l'aifa sono agenzie di tutto rispetto, altro che fda.
Per il domperidone (che prendo di tanto in tanto visto che ho un'accenno di gerd) non ci voleva un genio a prevedere l'effetto centrale sul bambino, vista la scarsa formazione della barriera ematoencefalica

edit:
ho appena visto che nel mio armadietto-medicinali è presente una confezione di silomat...

-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
lesath
Inviato: 23/10/2007 15:16  Aggiornato: 23/10/2007 15:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/9/2005
Da:
Inviati: 62
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
ALLUCINANTE

Per anni e anni ho preso il Vicx Vaporub e adesso è stato tolto dal mercato perchè nocivo....


W L'OMEOPATIA !!!!!

---------------------------------
Siamo già tra di voi. Guardatevi bene intorno e ci vedrete.
Linucs
Inviato: 23/10/2007 16:55  Aggiornato: 23/10/2007 16:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Infatti, purtroppo, la maggior parte degli studi di farmacologia sono stati eseguiti su maschi adulti, con il problema dei pochi studi su bambini e sulle donne (che non sono uguali ai maschi, se qualcuno non se ne fosse accorto).

Che eresia! Ovviamente sono uguali: il genere è un social construct.

Pyter
Inviato: 23/10/2007 17:12  Aggiornato: 23/10/2007 17:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
erik:
Detto questo, io che soffro di occasionali mal di testa sono immensamente grato dell’esistenza degli analgesici.


Ahhh...ecco!.... questo è uno di quei momenti occasionali...
ma nelle istruzioni non c'è scritto che non bisogna sforzarsi mentalmente
durante le emicranie?

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
felice
Inviato: 23/10/2007 18:27  Aggiornato: 23/10/2007 18:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2006
Da: Parma
Inviati: 759
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Grazie soleluna.
..dove devo clickare per aprire un topic?

Solo col governo di sinistra possono passare SORDIDE e SILENTI le riforme di destra. Il SOLE é storto! Sento di navigare su una nave tarmata. Le tarme sono tante che la nave sulla quale viaggio é destinata a risolversi consumata nel fuoco delle GUERRE.
Redazione
Inviato: 23/10/2007 20:57  Aggiornato: 23/10/2007 21:00
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Era nato un filone interessante nella discussione, e propongo a chi è interessato di svilupparlo.

Si parlava della malattia - o meglio del sintomo - come “cura”, e della necessità quindi di lasciarlo compiere il proprio processo, invece di impedirlo/abbreviarlo.

Steiner sostiene addirittura che le varie parti del corpo umano siano organizzate “a coppie”, in maniera speculare, e che a ciascun organo della parte “inferiore” del corpo (fegato, stomaco, intestino) ne corrisponda uno nella parte superiore (polmoni, gola, cervello), e che la “malattia” di un qualunque organo - inferiore o superiore - non sia che l’espressione della necessità per quell’organo di rallentare le attività, perchè ha perso la sincronia con il suo corrispondente.

In alte parole, supponendo (a caso) la coppia “gola-stomaco”, un mal di gola significa che lo stomaco è rimasto indietro nel suo “procedere armonico”, e che va quindi in qualche modo “aspettato”.

Qualcuno ne sa qualcosa di più?

dr_julius
Inviato: 23/10/2007 22:30  Aggiornato: 23/10/2007 22:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
BlSabbath
-citazione
influenze di businness a parte, il ritiro del clobutinolo, come di molti altri farmaci, è la prova che in ogni caso, esiste una procedura seria di farmacovigilanza! l'aumento dell'intervallo qt non è proprio una cazzatina..e l'emea e l'aifa sono agenzie di tutto rispetto, altro che fda.

Sono abbastanza d'accordo. (L'AIFA può migliorare).
Purtroppo la "legalizzazione" della farmaceutica e in medicina e la "medicina difensiva" stanno rovinando la capacità di curare le persone!

@redazione
Si parlava della malattia - o meglio del sintomo - come “cura”, e della necessità quindi di lasciarlo compiere il proprio processo, invece di impedirlo/abbreviarlo.
I Medici accorti ad esempio lasciano "correre" la febbre, almeno entro certi limiti, proprio in quanto meccanismo difensivo. Però ti dico anche che molte mamme non accettano che il loro pediatra gli lasci "il bambino con la febbre alta" e pretendono di dargli la tachipirina!!!

Bisognerebbe tornare ad avere fiducia nei medici e, contemporaneamente, avere medici che si preoccupino di curare i pazienti prima di preoccuparsi di non essere trascinati in tribunale per avere fatto o non fatto un atto curativo (vedi l'esempio del bambino febbrile).

Steiner sostiene addirittura che le varie parti del corpo umano siano organizzate “a coppie”,

Non conosco queste teorie. Invece puoi trovare interessante la embriologia, dove si studia come gli organi e gli apparati nascono insieme e poi rimangano interagenti! E' affascinante!!

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
cherubino
Inviato: 24/10/2007 11:10  Aggiornato: 24/10/2007 11:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Redazione: In alte parole, supponendo (a caso) la coppia “gola-stomaco”, un mal di gola significa che lo stomaco è rimasto indietro nel suo “procedere armonico”, e che va quindi in qualche modo “aspettato”.

Non mi sembra che su questo ci siano evidenze sperimentali.
Ciò che invece è universalmente riconosciuto, è che il corpo umano sia un organismo, cioè un luogo fatto di organi e tessuti e cellule fittamente intrecciati ed intercorrelati tra di loro. Non è una dottrina cinese: è un fatto.
Una brutta tosse insistente può essere dovuta ad una malattia non del polmone ma della giunzione esofagogastrica (ernia iatale).
Una brutta ipertensione può essere dovuta ad una malattia non del cuore ma del rene.
Un brutto formicolio alla mano può essere dovuto a malattie non della mano ma del collo.
Ma in ogni caso c'è alla base sempre un meccanismo ben spiegato e ben compreso: che sia il reflusso acido nei bronchi, o l'iperincrezione di renina, o la compressione del plesso brachiale.
E ci sono ancora decine di esempi da fare.

erik
Inviato: 24/10/2007 14:47  Aggiornato: 24/10/2007 14:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 430
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
"Si parlava della malattia - o meglio del sintomo - come “cura”, e della necessità quindi di lasciarlo compiere il proprio processo, invece di impedirlo/abbreviarlo."

Si tratta di un approccio perfettamente sensato e razionale, e che non necessariamente ha a che fare con pratiche o teorie olistico-mistico-orientaleggianti. E' l'indirizzo, ad esempio, della medicina evoluzionista. A questo proposito il libro che mi sento vivamente di consigliare è "Perché ci ammaliamo. Come la medicina evoluzionista può cambiare la nostra vita", di Randolph Nesse e George Williams (Einaudi). Qui riporto la quarta di copertina:

"Perché esistono la tosse, il mal di stomaco o le allergie, perche ci piacciono i cibi che ci fanno male, perche invecchiamo, perché esiste il dolore e come si spiega l'attrazione sessuale? E ancora: perche l'infarto e perché le donne hanno la menopausa?
Prima di prendere un farmaco è meglio pensarci due volte, forse il vostro corpo sta facendo esattamente quello che deve fare: seguendo il paradigma di Nesse e Williams - pionieri della nuova medicina darwiniana, attenta piú a capire le cause di una malattia che a debellame i sintomi immediati - si scopre per esempio che i tumori non sono da considerare un'improvvisa follia del corpo ma il prezzo dell'evoluzione dei meccanismi che riparano le cellule. E se siamo golosi è perche i nostri antenati avevano bisogno di immagazzinare piú zuccheri per sopravvivere. Allo stesso modo l'anemia mediterranea: un tempo utile a difendere il corpo dal- la malaria, ora soltanto dannosa.
Non tutto è spiegabile e giustificabile: quello che i due autori ci propongono in questo libro - giudicato il piú importante testo divulgativo di medicina di questi decenni - non sono istruzioni pronte all'uso, ma spunti e osservazioni, comunque alla portata di tutti, che consentono una conoscenza piú completa del corpo umano, delle nostre reazioni alle malattie, dei nostri gusti o dei nostri difetti.
Riuscirà il paradigma della medicina darwiniana a cambiare la mentalità degli studiosi e dei medici di casa nostra? I misteri della malattia, il perché delle funzioni di questo nostro corpo ben congegnato e nello stesso tempo goffo e difettoso, sono qui offerti a una nuova riflessione, utile non solo a far progredire la medicina ma anche a modificare una certa idea della condizione umana."

redna
Inviato: 24/10/2007 16:42  Aggiornato: 24/10/2007 16:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
...si tratta di una approccio perfettamente sensato e razionale
----
se lo dici tu, allora .....
Per come la penso io è solo perdita di tempo leggere simili cose, fa venire mal di testa.

Ma le persone razionali NON hanno mai mal d testa!!!!

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
erik
Inviato: 24/10/2007 17:13  Aggiornato: 24/10/2007 17:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 430
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
"Per come la penso io è solo perdita di tempo leggere simili cose, fa venire mal di testa."

Capisco. Invece Topolino....

cherubino
Inviato: 24/10/2007 18:17  Aggiornato: 24/10/2007 18:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Sono perfettamente d'accordo con gli autori.
Non c'è niente da dire.

redna
Inviato: 24/10/2007 19:33  Aggiornato: 24/10/2007 19:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Capisco.Invece topolino...
---
Capisco che hai capito tutto.
Pertanto: no comment, di fronte vvo sscienza!!!!

---
Cherubino
ci sarebbe MOLTO da dire.
Basterebbero le giuste basi e non le A PRIORI stabilire quali sono le basi giuste, e quali sono quelle 'razionali'.
E chi la pensa diversamente 'sistemarli' preventivamente.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Redazione
Inviato: 24/10/2007 21:07  Aggiornato: 24/10/2007 21:07
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
CHERUBINO: "Non mi sembra che su questo ci siano evidenze sperimentali."

Quindi?

Possiamo parlarne lo stesso, o dobbiamo prima cospargerci il capo di cenere, e andare a sussurrare piano piano in un angolino?

(Quasi quasi, fra le due "religioni", preferisco quella della chiesa. E' mille volte più elastica e tollerante di quella scientifica. Alla fine è più intelligente).

cherubino
Inviato: 25/10/2007 18:21  Aggiornato: 25/10/2007 18:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Redazione: (Quasi quasi, fra le due "religioni", preferisco quella della chiesa. E' mille volte più elastica e tollerante di quella scientifica. Alla fine è più intelligente).

Madonna Redazzucco! Ma sei incontentabile!!!
Non bisogna cospargersi il capo, ma neanche sbandierare ai quattro venti di aver scoperto l'elisir d'amore! Sto "procedere armonico" mi sa di Ippocrate e della teoria degli umori, mi sembra un medievalismo, una cosa ingenua... voiodì, ne sono stati fatti di progressi da allora, non è più ammissibile parlare di queste cose, è come se uno dicesse che la tubercolosi è causata da spiriti malvagi...siamo nel 2007!!

E scusa se me la prendo, ma d'altra parte quando tu fai (con il metodo scientifico che ti è congeniale) la requisitoria sul crollo delle Torri, se uno ti dice che è tutta colpa del peso del kerosene lo lasci passare o ti incazzi da morire ??? O dobbiamo vedere ancora la faccia di Bin Laden in ogni nube di polvere ?

apemaia
Inviato: 29/10/2007 17:38  Aggiornato: 29/10/2007 17:38
So tutto
Iscritto: 16/8/2006
Da: Barletta
Inviati: 11
 Re: Effetto placebo su scala mondiale
Ah ma questa storia è vecchia.Vero che già diecina di anni fa,si dubitava di molti medicinali da somministrare ai nostri bimbi.
Sarà che vidi con stupore che ogni paziente che usciva dal pediatra o medico di famiglia,aveva cmq una ricetta in mano.
Mentre il mio background estera,mi aveva imparata che molte volte l'apparire del medico faceva miracoli.Lui rassicurava che non era poi cisi grave,ma se i fenomeni duravano più di 14 giorni,allora ti consigliava di tornare.
Molte volte la ricetta non te lo dava.Poi.... chi si permetteva di andare immediatamente dal medico?Si andava dopo 2/3 giorni...giusto il tempo ritenuto utili,per rendersi conto dell'evvolversi della malattia.
Unica sciroppo per la tosse era un derivato da un muschio nordico,mista con uno sciroppo ricavata dalla radice della liquorizia.
Tra parentesi era squisito,e mai nessun bambino è stato male,perchè si era bevuta tutta la bottiglia in una unica bevuta!
Per le febbre forti,esistevano da sempre le famose pezzuole bagnata che si avvolgevano attorno ai polpacci delle gambe.Persino un bagno tiepido.Quando lo raccontai più di 40 anni fa,mi guardavano come se fossi impazzita.
Due culture che si scontravano.
Sciroppo per la tosse,stavamo dicendo???Inutile come tant'altri farmaci.
Sarebbero calmanti???....ma sono solo calmanti per tutti quei genitori amsiosi.
Placebo per l'appunto.
Perchè è opinione comune che un buon medico e buoni genitori"Facciano qualcosa!!!Anche uno sciroppo a base di zucchero,fa miracoli....nel pensiero dei genitori amorevoli"!

Non guardare le stelle...perchè voresti tornare li.

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA