Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


news internazionali : Un altro Nobel sprecato
Inviato da Redazione il 13/10/2007 3:00:00 (7836 letture)

Con l’assegnazione del Nobel per la Pace ad Al Gore, la commissione del più noto premio mondiale ha perso una importante occasione per ridare un minimo di senso a quella che da ormai troppi anni è diventata una gratuita elargizione di fama e di ricchezza, tanto politicizzata e superficiale quanto avulsa dal suo significato originale.

Già il premio per la Letteratura a Dario Fo - un saltimbanco dalla cui gola escono solo dei suoni gutturali, riconducibili nella migliore delle ipotesi a un dialetto imprecisato - era stato uno schiaffo imperdonabile alla sacra arte di Dante, Goethe e Dostojevsky, ma confondere l’ “ambiente” con la “pace”, nel caso di Al Gore, denota un buonismo di fondo degno del peggior salotto di Veltroni.

Non a caso Doris Lessing, vera autrice di vera letteratura, ha ricevuto la notizia del Nobel a lei assegnato con una alzata di spalle. “Non significa assolutamente nulla” ha detto la 88enne scrittrice inglese ai giornalisti stupefatti, mentre rientrava a casa con in mano la borsa della spesa.

C’era un solo modo, quest’anno, per assegnare correttamente il Nobel per la Pace: ...

... darlo all’intero popolo iracheno, proprio perchè nessun leader mondiale – Gore compreso - ha saputo far sentire la propria voce contro quello che ormai è diventato un genocidio a tutti gli effetti.

Ma di cose serie, ovviamente, è da tempo che non si occupa più nessuno.

Massimo Mazzucco

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
rekit
Inviato: 13/10/2007 9:12  Aggiornato: 13/10/2007 9:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Un altro Nobel sprecato
Bravo Massimo, non avrei saputo riassumere meglio il tuo/mio pensiero! quoto al 100%
se non altro, la commissione per il nobel e', a questo punto, apertamente anti Bush, come fu qualche anno fa anti Berlusconi quando assegno' il premio a Fo.....e questo seppur scorretto e altamente politicizato non e' poi cosi male...

oltretutto al tg1 di qualche giorno fa, nel servizio riguardante il nobel assegnato a Doris Lessing, la "giornalista" incaricata del servizio presenta la Doris come PERSIANA!!!!!!!
Sia mai che un'iraniana, seppur emigrata, sia degna del nobel....

shm
Inviato: 13/10/2007 9:22  Aggiornato: 13/10/2007 9:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Un altro Nobel sprecato
già spuntano articoli in giro:
"Al Gore scendi in campo?"
http://www.lastampa.it/redazione/cmsSezioni/esteri/200710articoli/26607girata.asp

...ma dietro Haarp milita con un nobel della pace!

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Seppuku
Inviato: 13/10/2007 9:27  Aggiornato: 13/10/2007 9:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/9/2006
Da:
Inviati: 35
 Re: Un altro Nobel sprecato
Assolutamente in accordo con Massimo ma soprattutto con Doris Lessing...

cocis
Inviato: 13/10/2007 9:44  Aggiornato: 13/10/2007 9:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Un altro Nobel sprecato
se davano il nobel per la pace a bush non mi sarei stupito....

ivan
Inviato: 13/10/2007 10:03  Aggiornato: 13/10/2007 10:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Un altro Nobel sprecato
Citazione:

Con l’assegnazione del Nobel per la Pace ad Al Gore ....

Già il premio per la Letteratura a Dario Fo ...




A question for Redazione: "ma te a chi l'avresti dato il Nobel per la pace quest'anno e per la letteratura qualche anno fa?".

vulcan
Inviato: 13/10/2007 10:10  Aggiornato: 13/10/2007 10:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/1/2005
Da: Sardigna
Inviati: 2092
 Re: Un altro Nobel sprecato
Era più semplice dare un nobel per la pax ad al Gore, insignificante quanto privo di reali contenuti ,, piuttosto che un nobel per la guerra a Busch.
....

"Indaga le parole a partire dalle cose e non le cose a partire dalle parole." Misone
Vincent51
Inviato: 13/10/2007 10:19  Aggiornato: 13/10/2007 10:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/7/2006
Da: Barcelona
Inviati: 326
 Re: Un altro Nobel sprecato
Caro Massimo,
ti dirò che mi aspettavo questo articolo, e sono assolutamente d'accordo con te, ho avuto lo stesso "moto di sdegno" quando ho letto la notizia del premio ad Al Gore.
Beh, Bravo Al! Chi avrebbe scommesso un dollaro su di lui dopo la sconfitta elettorale? Di solito chi perde le elezioni presidenziali negli USA scompare nel nulla, e invece... dirò una banalità ma mi sembra una riuscitissima (a questo punto) operazione di marketing politico, o sarebbe meglio chiamarla "Maquillage" visto che Gore mi sembra anche ringiovanito!

... è anche vero che in passato il premio è stato assegnato a Henry Kissinger (1973) e Jimmy Carter (2002) quindi non è la prima volta che avvengono queste "cadute di stile" (o impennate di conti bancari?!)

Ma non dimentichiamoci che tra i vincitori del Nobel per la Pace ci sono:

- Martin Luther King (1965)
- Amnesty International (1977)
- Madre Teresa di Calcutta (1979)
- Lech Walesa (1983)
- Tenzin Gyatzo (14º Dalai Lama) (1989)
- Aung San Suu Kyi (1991)
- Neson Mandela (1993)
- Medici Senza Frontiere (1999)

pensare di poterli solo lontanamente relazionare ad Al Gore mi fa venire i brividi...

Massimo, Dario Fo può piacere o meno, ma quei "suoni gutturali" fanno parte del suo teatro del Grammelot, che è incomprensibile per definizione ma poi cosa te lo dico a fare lo sai benissimo... de gustibus...

cirocat
Inviato: 13/10/2007 10:40  Aggiornato: 13/10/2007 10:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 31/7/2007
Da:
Inviati: 157
 Re: Un altro Nobel sprecato
Cocis ,
se davano il nobel per la pace a bush non mi sarei stupito...

Non ti stupire , infatti se lo meriterebbe anche ,il Nobel per la pace...eterna.
Un vero esperto in materia, un professionista circondato da professionisti per portare la pace eterna al maggior numero di individui(meglio se arabi).

Teba
Inviato: 13/10/2007 11:40  Aggiornato: 13/10/2007 11:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Un altro Nobel sprecato
"Premio Nobel al guerrafondaio Al Gore"
http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=212758

incredibile.

etrnlchild
Inviato: 13/10/2007 11:52  Aggiornato: 13/10/2007 11:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Un altro Nobel sprecato
Questo premio è completamente giustificato come rimborso spese campagna elettorale andata male...

Anche Benigni si dice avesse rischiato di beccarsi il Nobel, d' altra parte la stessa Lessing annuncia come ricetta al lavaggio del cervello "la risata è qualcosa di molto potente e solo le persone civili, le persone libere ed emancipate, sanno ridere di se stesse".

Viva i giullari dunque.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
rekit
Inviato: 13/10/2007 12:01  Aggiornato: 13/10/2007 12:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Un altro Nobel sprecato
cit:
"Premio Nobel al guerrafondaio Al Gore"
http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=212758

incredibile.

........

no, non e' incredibile.
stiamo parlando di un giornale come "il giornale".......che cosa ti aspettavi???
piu' che incredibile io lo definirei VERGOGNOSO....come al solito.

Orwell84
Inviato: 13/10/2007 12:07  Aggiornato: 13/10/2007 12:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/3/2006
Da: Ground Zero
Inviati: 1114
 Re: Un altro Nobel sprecato
Direi che questo dovrà diventare giorno di festa nazionale in Kosovo.
Comunque, ecco le nomine per il 2008:

Letteratura: T9 dei cellulari/ Luca Giurato
Chimica: Gatorade/Fertilizzanti
Fisica: Travi di acciaio del WTC/ Le bretelle di Giuliano Ferrara
Economia: Auriti/Bellia/Pascucci/Valentino Rossi
Medicina: la commissione d'inchiesta sull'uranio impoverito
Pace: Robert Mugabe/ la Blackwater/ John Bolton

Kirbmarc
Inviato: 13/10/2007 12:19  Aggiornato: 13/10/2007 12:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/5/2006
Da: Arkadia-spazio profondo
Inviati: 1665
 Re: Un altro Nobel sprecato
Il nobel per la pace, in ogni caso, è totalmente privo di valore.
Per decidere di affidare un Nobel scientifico ci sono dei riscontri oggettivi (lavori pubblicati etc.) : sono opinabili i "rank" ,le posizioni (che un lavoro scientifico, cioè,sia più importante di un altro),ma non si può rischiare di premiare una persona che con quella scienza non c'entra assolutamente nulla.
La "pace" è un concetto tanto vago che un "Nobel per la pace" potrebbe in teoria essere assegnato a chiunque: anche a Stalin,volendo, perchè facendo in modo che l'URSS ottenesse la bomba atomica inaugurò l'"equilibrio del terrore" che prevenne la guerra fra uSA e URSS. E così incrementò la pace.

E' un sofisma, ma rende l'idea.

Lestaat
Inviato: 13/10/2007 12:20  Aggiornato: 13/10/2007 12:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Un altro Nobel sprecato
Citazione:
Chi avrebbe scommesso un dollaro su di lui dopo la sconfitta elettorale?


Visto come reagì ai brogli elettorali un po' in tanti c'avrebbero scommesso, me compreso.

PS
Citazione:
E' un sofisma


Beh, interessante come sofisma però eh!!

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
Pausania
Inviato: 13/10/2007 12:28  Aggiornato: 13/10/2007 12:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Un altro Nobel sprecato
Scusate, fatemi capire...

Cioè, Al Gore si è preso sul serio il nobel per la Pace? No, dai... veramente... è uno scherzone di Massimo... ditemi che è uno scherzone...

Al Gore, quello che era vice-presidente quando un milione di Iracheni morivano a causa dell'embargo? Quello che ha aiutato a uccidere un imprecisato numero di persone nei Balcani con le bombe umanitarie e che permesso senza alzare ciglio di contaminare quelle terre con l'uranio?

Ma siamo matti?!?

starchild
Inviato: 13/10/2007 12:49  Aggiornato: 13/10/2007 12:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/1/2007
Da:
Inviati: 161
 Re: Un altro Nobel sprecato
Decisamente!! È bello che qualcuno lo riconosca.

Freeman
Inviato: 13/10/2007 12:56  Aggiornato: 13/10/2007 12:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Un altro Nobel sprecato
Teba ebbe a scrivere:
Citazione:
"Premio Nobel al guerrafondaio Al Gore"
incredibile.

Incredibile cosa? Che il fogliaccio reazionario ribalti la realtà, come è uso fare da qualche anno a questa parte? E che c'è di strano?
Se vuoi divertirti, prova a chiedere all'autore cosa ne pensi del nobel conferito al criminale di guerra noto come Kissinger, vediamo cosa ti risponde :D

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
BlSabbatH
Inviato: 13/10/2007 13:00  Aggiornato: 13/10/2007 13:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: Un altro Nobel sprecato
Citazione:
La "pace" è un concetto tanto vago che un "Nobel per la pace" potrebbe in teoria essere assegnato a chiunque: anche a Stalin,volendo, perchè facendo in modo che l'URSS ottenesse la bomba atomica inaugurò l'"equilibrio del terrore" che prevenne la guerra fra uSA e URSS. E così incrementò la pace.

ma che dici mai.. secondo tale ragionamento allora, il nobel per la pace avrebbe potuto prenderlo pure Kissinger.. dai su, un pò di realismo...

edit: turbonegro mi hai preceduto!! grrr!

-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
luigipaolo
Inviato: 13/10/2007 13:06  Aggiornato: 13/10/2007 13:06
So tutto
Iscritto: 28/5/2006
Da:
Inviati: 2
 Re: Un altro Nobel sprecato
Premesso: effettivamente premiare Al Gore con il Nobel per la Pace, è semplicemente vergognoso, e certamente ridicolo.
Trovo molto strano il riferimento o paragone con il premio per la Letteratura di Dario Fo, in questo a mio parere sei stato, stranamente devo dire visto che finora avevi dato, caro Massimo l'impressione di non esserlo, molto superficiale. Prova a studiarti meglio il personaggio, le sue opere, forse scoprirai che il termine "saltimbanco" e per lo stesso motivo di orgoglio, forse comprenderai che quelli che tu definisci "suoni gutturali", sono invece una precisa scelta dello stesso come metodo comunicativo, forse se provi a conoscerlo meglio attraverso la "LETTERATURA" che lo riguarda, con il suo "TEATRO", forse con maggiore cognizioni di causa, anche tu capirai che mai il premio della LETTERATURA è stato conferito in modo più appropriato, una volta tanto assegnato a chi effettivamente lo meritava.
Massimo anche tu puoi prendere una cantonata!!
Ti saluto Luigi Paolo

desbouvet
Inviato: 13/10/2007 13:25  Aggiornato: 13/10/2007 13:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da:
Inviati: 541
 Re: Un altro Nobel sprecato
il premio alla Lessing mi ha fatto molto piacere, la sua scrittura è straordinaria... il premio a Gore mi ha inorridito... questo suo "film" aveva già vinto l'oscar, ed ora il nobel... non ci credo...

beh, però almeno non l'hanno dato a Olmert

Freeman
Inviato: 13/10/2007 13:30  Aggiornato: 13/10/2007 13:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Un altro Nobel sprecato
Vorrei aggiungere, simpaticissima la vecchietta Lessing, che in un'intervista dopo il nobel ha detto di essere contenta, così almeno adesso avrebbe cominciato a vendere qualche libro, visto che prima non se la filava nessuno :D
Le avrei dato un bacio, hehe

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
beat
Inviato: 13/10/2007 13:33  Aggiornato: 13/10/2007 13:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/2/2006
Da:
Inviati: 288
 Re: Un altro Nobel sprecato
ormai, l'avevano pompato da quando uscì il suo film sul global warming...
era pre-stabilito che proprio lui, il "gore malthusiano", membro dell'autorevole corporation democratica (cfr, trilateral, etc etc) contrapposto alla facciata neo-con repubblicana...dei soliti noti....
de-bunking spinto e forzato per "calmierare" il mercato (massa)...vedi walter
salute

Mario860
Inviato: 13/10/2007 13:38  Aggiornato: 13/10/2007 13:38
So tutto
Iscritto: 17/7/2007
Da:
Inviati: 11
 Re: Un altro Nobel sprecato
Mi rendo conto che sarò attaccato da tutti, ma provo comunque ad esprimere la mia opinione.

Questo Nobel non è tanto per Al-Gore ma è piuttosto "Contro-Bush e la sua amministrazione"
La situazione ambientale è qualcosa di tremendamente grave, forse peggio persino della guerra fredda. Lo stesso pentagono in suo rapporto scriveva che gli sconvolgimenti ambientali saranno la causa di guerre e carestie e di chissa quanti morti.
Bush e la sua amministrazione (quasi tutti petrolieri) hanno dimostrato di fregarsene ma la situazione che ci accingiamo a fronteggiare è drammatica.
I poteri forti sanno tutto questo: l'America si è inventata la guerra in Iraq-Afganistan-(Iran?) solo ed sclusivamente per le sue risorse petrolifere (che non devono andare al colosso India-Cina). Pochi mesi fa Putin si è svegliato un bel giorno ed ha comunicato a tutti. "OK questo pezzo di Polo Nord è mio" (con tutte le risorse energetiche annesse).
Diversi dati stanno ad indicare che le risorse petrolifere hanno quasi raggiunto il limite oltre il quale estrarre petrolio "a basso costo" sarà sconveniente economicamente. Questo significa che anche nei paesi industrializzati si prospetta una crisi che potrebbe assomigliare a quella del 29 e che porterà disoccupazione e aumento della criminalità.

Dunque il Nobel ad Al-gore (come pure l'Oscar) sono "messaggi" e non tanto attestazioni di bravura o di impegno.

Facendo l'esempio di un altro caso: il Nobel per la Pace al leader dell'opposizione "Aung San Su Kyi" (meritatissimo in questo caso) non era solo per il suo impegno e per la sua battaglia per una Birmania libera con l'impegno della non violenza, era anche e soprattutto un "messaggio" ai leader del regime militare del tipo "Non provate a toccarla o saranno guai".

Perciò vista la situazione attuale il Nobel per la pace ad Al-Gore acquista un senso.

erik
Inviato: 13/10/2007 13:53  Aggiornato: 13/10/2007 13:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 430
 Re: Un altro Nobel sprecato
Mario860:

L'emergenza ambientale è un'invenzione creata allo scopo di tenere basso il livello di sviluppo dei paesi poveri. Altrimenti come potremmo noi occidentali continuare a fare le nostre vacanze esotiche? Per una volta sono d'accordo col webmaster. Questo Nobel è una vergogna. Significa solo che sprecheremo almeno l'1 per cento di PIL globale ogni anno allo scopo di limitare le emissioni di CO2, quando con una frazione di quella cifra potremmo assicurare acqua potabile e servizi igienici e sanitari a tutto il mondo. "Ci dispiace, non possiamo più pensare alla vostra malaria, non vi siete accorti che fa caldo, ultimamente?".

shevek
Inviato: 13/10/2007 14:15  Aggiornato: 13/10/2007 14:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Un altro Nobel sprecato
Salut y Libertad rekit!

Dici:Citazione:
sprecheremo almeno l'1 per cento di PIL globale ogni anno allo scopo di limitare le emissioni di CO2, quando con una frazione di quella cifra potremmo assicurare acqua potabile e servizi igienici e sanitari a tutto il mondo. "Ci dispiace, non possiamo più pensare alla vostra malaria, non vi siete accorti che fa caldo, ultimamente?".


Sei un'inguaribile ottimista ... In realtà, di concreto, non faranno un tubo né per l'una né per l'altra cosa. Nè per i tanti altri mille problemi che attanagliano l'umanità.


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
GreatGig
Inviato: 13/10/2007 14:31  Aggiornato: 13/10/2007 14:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/10/2006
Da: Napoli
Inviati: 77
 Re: Un altro Nobel sprecato
Premesso che il Nobel per la pace l'ha preso anche un certo Kissinger e che quindi per me è del tutto destituito da ogni valore morale effettivo e che quindi sono d'accordo che si riduca spessissimo a pura propaganda, non posso non prendere posizione contro la sparata assolutamente gratuita e incomprensibile su Dario Fo. Uno che ha scritto (ed è stato premiato per la scrittura, non per la recitazione o la dizione) centinaia di opere teatrali tradotte e portate in scena in tutti i continenti.
Ecco, semplicemente credo sia scorretto inserire valutazioni tutte personali e infondate all'interno di un discorso molto serio.

"Qualcuno era comunista perché credeva di poter essere vivo e felice solo se lo erano anche gli altri."
Vento
Inviato: 13/10/2007 14:42  Aggiornato: 13/10/2007 14:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2007
Da: Napoli
Inviati: 112
 Re: Un altro Nobel sprecato
effettivamente mettere a paragone Dario Fo con un criminale di quella portata qual'è Al Gore stride alquanto

c'è bisogno di spiegazione

ciao

erik
Inviato: 13/10/2007 14:50  Aggiornato: 13/10/2007 14:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 430
 Re: Un altro Nobel sprecato
Beh, una buona percentuale di Nobel per la letteratura va ad autori che dopo qualche anno finiscono nel dimenticatoio (provate a scorrere le liste). E' mia personale opinione che Dario Fo appartenga a questi (chissà che ci hanno visto gli svedesi), ma del resto, de gustibus...
Credo sia più proficuo restare in topic e parlare di Al Gore piuttosto che criticare i gusti letterari di Mazzucco.

nike
Inviato: 13/10/2007 15:12  Aggiornato: 13/10/2007 15:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/3/2006
Da:
Inviati: 845
 Re: Un altro Nobel sprecato
Citazione:
MM:Già il premio per la Letteratura a Dario Fo - un saltimbanco dalla cui gola escono solo dei suoni gutturali, riconducibili nella migliore delle ipotesi a un dialetto imprecisato - era stato uno schiaffo imperdonabile alla sacra arte di Dante, Goethe e Dostojevsky


Strano… che chi parla così bene l’inglese non apprezzi il Grammelot...

Una presa di posizione..?

Citazione:
Quelli che creano sono duri di cuore. Nietzsche, Friedrich. Così parlò Zarathustra: II, Dei compassionevoli
Rickard
Inviato: 13/10/2007 15:27  Aggiornato: 13/10/2007 15:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Un altro Nobel sprecato
Bha.. Perché prendersela? In fondo un nobel male assegnato non è poi tanto diverso da un academy award dato al primo che passa. Tutti e due simboli che hanno da tempo perso i primigeni significati e scopi.
Nella fattispecie, dato che il premio nobel sostanzialmente è nato per lenire il senso di colpa di chi lo istituì per aver inventato uno strumento di morte, non vedo il motivo di tanto stupore.
Ormai sono passati tanti anni, Nobel può riposare in pace e se non altro ha tentato di porre rimedio alle sue azioni e, oggi che il significato è andato nel cesso si può tranquillamente bastardizzare il tutto assegnando premi per la pace ad Al Gore, Kissinger, Hitler o Pinochet.
Le Vere persone di cultura che ricercano la conoscenza (come la Doris Lessing citata da Mazzucco) non agognano a quello che comunque rimane un simbolo di gloria da poter mostrare agli altri per la propria vanità e non (come magari era all'inizio) un "semplice" riconoscimento per il lavoro svolto, la sua qualità e la sua utilità nel proprio ambito.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
sitchinite
Inviato: 13/10/2007 15:38  Aggiornato: 13/10/2007 15:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/6/2007
Da: Roma - Pomezia
Inviati: 3270
 Re: Un altro Nobel sprecato
Citazione:

"Premio Nobel al guerrafondaio Al Gore"
http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=212758

incredibile.



Commento all' articolo: stupendo

commento al nobel: vergognoso.....

e la favoletta del riscaldamento mo diventerà un 'Must' e guai a dirne male...

Halo1367
Inviato: 13/10/2007 16:01  Aggiornato: 13/10/2007 16:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/6/2006
Da: Bengodi
Inviati: 174
 Re: Un altro Nobel sprecato
Nella convinzione che "nulla è come appare" o meglio, "nulla è come te lo vogliono far apparire", oggi seguo con interesse e passione Mazzucco, LC ed altri (pochi) siti che danno soddisfazione a questa mia (unica) certezza.

Ieri, anni sessanta, a far nascere in me (e chissà in quanti altri) il primo dubbio sulle "verità" ufficiali è stato Dario Fo.

Al Gore (figura discutibile? Fate voi, ma di "indiscutibili" in giro ce ne sono?) propone temi che ho sempre ritenuti importanti, quindi ben venga.

Si intende che mi piacerebbe leggere qualche cosa di più, sull'argomento, da parte di Massimo che, questa volta, non mi ha convinto del tutto.

"Voi lasciatemi battere e controllare la moneta di una nazione e a me non interesserà chi ne faccia le leggi".
Nathan Rothschild, 1791
sitchinite
Inviato: 13/10/2007 16:17  Aggiornato: 13/10/2007 16:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/6/2007
Da: Roma - Pomezia
Inviati: 3270
 Re: Un altro Nobel sprecato
Halo proprio a riguardo del riscaldamento globale, tempo addietro Massimo postò un bellissimo articolo con tanto di video incorporato, dove veniva presentata una carellata di prove e testimonianze sulla incoerenza di Gore, sulla falsità e pericolositò del protocollo di Kyoto, e in generale sull' atteggiamento che certe parti di establishment vorrebbero imporci in merito all' ambiente etc.

Nel caso non l' avessi letto Lo trovi QUI

Teba
Inviato: 13/10/2007 16:19  Aggiornato: 13/10/2007 16:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Un altro Nobel sprecato
"Premio Nobel al guerrafondaio Al Gore"
http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=212758

incredibile.


Incredibile non l'articolo, ma la vicenda in se stessa intendevo.

francesco7
Inviato: 13/10/2007 17:02  Aggiornato: 13/10/2007 17:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Tarentum
Inviati: 886
 Re: Un altro Nobel sprecato

La mente non è un vaso da riempire ma un legno da far ardere perché s'infuochi il gusto della ricerca e l'amore della verità. (Plutarco)
ambra
Inviato: 13/10/2007 17:17  Aggiornato: 13/10/2007 17:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2006
Da: cagliari
Inviati: 246
 Re: Un altro Nobel sprecato
D'accordissimo su Al gore, quando l'ho sentito non sapevo se ridere o piangere (del resto , se l'hanno dato a Kissinger.........) , ma mi permetto di disssentire su Dario Fo. Quelli che tu chiami semplicisticamente "suoni gutturali", sono parte di una comunicazione in qualche modo universale, senza contare il grande lavoro di recupero e di divulgazione di una letteratura "nascosta" ma importantissima.Anche Dante, a suo tempo, scrisse solo in dialetto.E non condivido questo tono sprezzante con cui apostrofi i "saltimbanchi", peraltro degnissimi,assomigli al buon Attivissimo quando accusa che fa ironia di essere un giullare.

ambra
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Saludi e Trigu!
utrevolver
Inviato: 13/10/2007 17:27  Aggiornato: 13/10/2007 17:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da: Sandalia
Inviati: 411
 Re: Un altro Nobel sprecato
Non sono d'accordo nel considerare Fo uno indegno del Nobel; in fondo, provocatoriamente o meno, il suo lavoro lo sa fare.

Gore invece è l'emblema della demenza: paga fior di milioni di dollari per commissionare uno spot ambientalista; cosa c'è di irripetibile in questo? Nulla; inettitudine allo stato puro.

manolete
Inviato: 13/10/2007 17:34  Aggiornato: 13/10/2007 17:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/2/2005
Da:
Inviati: 470
 Re: Un altro Nobel sprecato
Salud GreatGig,

Citazione:
Premesso che il Nobel per la pace l'ha preso anche un certo Kissinger e che quindi per me è del tutto destituito da ogni valore morale effettivo e che quindi sono d'accordo che si riduca spessissimo a pura propaganda, non posso non prendere posizione contro la sparata assolutamente gratuita e incomprensibile su Dario Fo. Uno che ha scritto (ed è stato premiato per la scrittura, non per la recitazione o la dizione) centinaia di opere teatrali tradotte e portate in scena in tutti i continenti.


Non posso che sottoscrivere ogni sillaba che hai scritto, a partire da "Kissinger", fino alla citazione delle opere di Fo.
Non discuto che con gli anni in Fo sia subentrato (per usare una definizione che Gassman applicava a se stesso) "un leggero rincoglionimento", ma liquidarlo frettolosamente come
Citazione:
un saltimbanco dalla cui gola escono solo dei suoni gutturali, riconducibili nella migliore delle ipotesi a un dialetto imprecisato

denota una totale ignoranza in materia che ci si poteva risparmiare...

Purtroppo è prassi comune in Italia ignorare totalmente le virtù dei propri connazionali, ed esserne quasi "invidiosi" nel momento in cui all'estero vengono riconosciute, ma si sa, nemo propheta in patria.

Penso a tutti i premi Nobel in ambito scientifico (sia italiani che italo-qualcosaltro per necessità) che improvvisamente danno lustro al suolo patrio (ma nel frattempo hanno dovuto cercarsi impiego altrove); penso ad artisti di levatura mondiale che tutti ci invidiano, ma noi non sappiamo nemmeno di avere (solo per restare nel "mondo piccolo" del teatro dei burattini e dei Pupi: Otello Sarzi, 1922-2001, o Mimmo Cuticchio,1948-vivente).

Per rientrare in tema: dopo la presentazione del proprio documentario sull'ambiente, non mi stupisce più di tanto che Gore abbia ricevuto il Nobel, sarei molto più sorpreso nel constatare che creda veramente nell'importanza dell' "allarme ambientale": resto convinto che abbia agito per "interesse politico".

Personaggi come lui sono veri e propri rettili (Icke mi perdonerà se utilizzo una terminologia a lui cara...).

Suerte,
manolete

gen
Inviato: 13/10/2007 17:43  Aggiornato: 13/10/2007 17:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/11/2006
Da:
Inviati: 142
 Re: Un altro Nobel sprecato
A Mario860:
il premio a Gore e all'IPCC, ex-equo è una mossa politica. Altriment non si può spiegare il fatto che un tribunale inglese abbia riconosciuto nel suo Un inconvenient truth almeno 9 bugie per le quali il film non è adatto ad essere trasmesso nelle scuole britanniche. Anche la BBC ha annullato una giornata dedicata al Global Warming perché non c'è accordo nella comunità scientifica. Un bel messaggio sarebbe stato: quest'anno il premio nobel per la pace non lo diamo perché non se l'è meritato nessuno.

Per quanto riguarda i problemi energetici non c'è affatto bisogno di estremizzare teorie scientifiche ancore dibattute e spacciarle per realtà. Che se poi volessimo ragionare secondo i dati "ufficiali" e credere che il petrolio sta per finire la sua sostituzione con altre fonti è imprescindibile e non dipende certo dalla temperatura. Sono solo bugie per spaventare la gente e spiegare le prossime recessioni o tenere a freno lo sviluppo dei paesi emergenti. Ricordiamoci che anche se gli USA non hanno siglato gli accordi di Kyoto tutti i paesi occidentali che gli hanno firmati e che poi hanno visto crescere la loro economia non li rispettano, quindi questi accordi puzzano, molto e i politici che sono al più degli avvocati e di climatologia non capiscono niente prendono le mode come meglio fa comodo per conquistare voti, ma nessuno fino ad ora a preso provvedimenti seri perché ciò comporterebbe un rallentamento dell'economia.

hendrix
Inviato: 13/10/2007 17:53  Aggiornato: 13/10/2007 17:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Un altro Nobel sprecato
La scorsa primavera, quando uscì "Una scomoda verità” di Albert Arnold Gore junior (per differenziarlo dal paparino Albert Arnold Gore senior, che tragica combinazione...) lessi questo articolo di Marcello Pamio:

http://www.disinformazione.it/algore_controllo_demografico.htm

>>> Al Gore dimentica di dire nel suo documentario che la Terra potrebbe sfamare una popolazione molto più numerosa di quella attuale, se solo avvenisse una distribuzione equa delle ricchezze e soprattutto un consumo più consapevole da parte nostra. Utopia? No!

L' articolo è piuttosto lungo ma molto interessante e quello che ho capito è in sintesi:
pur di mantenere e accrescere gli attuali ritmi di crescita economica
NON SI GUARDA IN FACCIA A NESSUNO, NEMMENO AL PIANETA.

hendrix
Inviato: 13/10/2007 18:04  Aggiornato: 13/10/2007 18:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Un altro Nobel sprecato
--------- Il razzista Al Gore ---------

30 marzo 2007 – Lyndon LaRouche ha lanciato negli USA una campagna di denuncia del razzismo che anima l'intera carriera di Al Gore, primo responsabile delle ripetute sconfitte elettorali e politiche dei democratici. La rivista EIR ha già pubblicato e continuerà a pubblicare dossier e documentazioni su questi temi:

* Al Gore iniziò la sua carriera politica come strumento dell'FBI nella famosa "Operation Fruehmenschen" (ovvero operazione uomo primitivo, come caratterizzazione dispregiativa dei neri) con la quale la FBI gestì una vasta serie di trappole per incastrare e rovinare i politici e altri leader di colore. Nel 1974 Gore partecipò alla trappola tesa contro Morris Haddox, un leader dei neri di Nashville impegnato ad impedire che la propria comunità fosse disgregata dalla diffusione di droga e prostituzione controllate dalla locale polizia. A quell'epoca una convention dei neri condannò all'unanimità la condotta di Gore e del suo datore di lavoro al giornale Tennessean di Nashville.
* La carriera politica di Al Gore è stata finanziata dai settori del partito democratico controllati in passato da Averell Harriman e oggi da Felix Rohatyn. Si tratta di ambienti che, come è stato documentato dall'EIR e da altri, hanno promosso il razzismo con l'eugenetica e con il “controllo demografico”, che, come noto, è soprattutto indirizzato a colpire le “popolazioni povere”.
* Tra gli aspetti recentemente messi in luce da queste ricerche spicca il ruolo del Middlebury College, nel Vermont, dove Rohatyn ha un suo centro di influenza, che da almeno un secolo è il centro della campagna di eugenetica, mirante soprattutto allo sterminio dei pellerossa e dei franco-canadesi, tanto che Rohatyn si è meritato il soprannome di “Mostro di Middlebury”. Dagli anni Sessanta il Middlebury College guida gli studi ambientalisti ed oggi è all'avanguardia sul tema della riduzione delle emissioni. Ad esempio, Jonathan Isham, luminare ecologista della scuola, appartiene sia al Centro di Rohatyn nell'università che al Climate Project di Gore. Prima di darsi all'ecologia però questo Isham studiò antropologia, compreso uno studio per la Banca Mondiale sulle dinamiche sociali in Africa e in Asia in rapporto agli investimenti, in particolare per l'acqua.
* Al Gore si adoperò in prima persona per impedire il trattamento dei malati di AIDS in Sud Africa con medicinali generici all'epoca in cui presiedette la Commissione USA-Sud Africa sull'AIDS. Egli infatti minacciò rappresaglie economiche contro una nazione messa in ginocchio dalla piaga dell'AIDS, cosa per cui fu giustamente criticato dagli attivisti contro l'AIDS come un tentativo di genocidio contro l'Africa Nera. Dopo essersi riempito la bocca di tanti buoni sentimenti verso le vittime dell'AIDS Gore si schierò con gli interessi dei monopoli farmaceutici avallando di fatto il genocidio.
* Dalla fine degli anni Ottanta Al Gore promuove l'embargo della tecnologia moderna verso il Terzo Mondo, con la scusa che si tratta di “tecnologia duale”, ovvero utilizzabile sia per scopi civili che militari. In queste tecnologie duali rientrano persino i mezzi di trasporto pesanti e i composti chimici primari per la produzione di fertilizzanti, per non parlare del nucleare. A proposito dell'Iraq Gore ebbe a dire: “Il mondo non ha bisogno del contributo iracheno alla scienza spaziale o dei risultati dell'Iraq nella fisica nucleare - pratica o applicata”. Questo apartheid tecnologico contro il Terzo Mondo colpisce in particolare le popolazioni “colorate”.
* Il presunto programma ambientalista di Al Gore, ripreso letteralmente da quello dell'erede al trono d'Inghilterra principe Carlo, in pratica è un attacco rivolto alle popolazioni del Terzo Mondo, soprattutto quelle africane, in quanto tende a privarle di ogni opportunità di sviluppo industriale da cui dipende la possibilità di queste popolazioni di sottrarsi al genocidio imposto con il sottosviluppo.

La logica di questa truffa ambientalista è stata criticata persino dall'ottantenne Fidel Castro secondo il quale la conversione del mais in etanolo - come esige il programma ambientalista - condurrebbe necessariamente alla morte prematura di tre miliardi di persone in tutto il mondo.

http://www.disinformazione.it/cambiamento_climatico.htm

... in fondo alla pagina.

sitchinite
Inviato: 13/10/2007 20:18  Aggiornato: 13/10/2007 20:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/6/2007
Da: Roma - Pomezia
Inviati: 3270
 Re: Un altro Nobel sprecato
un articolo bellissimo hendrix complimenti

Linucs
Inviato: 13/10/2007 20:32  Aggiornato: 13/10/2007 20:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Un altro Nobel sprecato
Al Gore non meritava il Nobel: non ha mai affermato a chiare lettere, come sto facendo io adesso, che per salvare l'ambiente occorre sterilizzare tutte le persone che vivono nei "paesi del nord del mondo" e sostituirle con i Popoli Sostenibili della Terra.

La Sontag sì che aveva le palle, mica Gore.

redna
Inviato: 13/10/2007 20:38  Aggiornato: 13/10/2007 20:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Un altro Nobel sprecato
Non occorre sterirlizzare le persone che vivono nei paesi del nord del mondo.Lo fanno da sole....quando lo stipendio basta solo ad na persona, perchè metterne al mondo un'altra che farà la fame???
I popoli sostenibili della terra non so fino a quando riescono a 'sostenersi'.....

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
winston
Inviato: 13/10/2007 20:59  Aggiornato: 13/10/2007 20:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/10/2005
Da: Eurasia
Inviati: 392
 Re: Un altro Nobel sprecato



Akzo, Nobel!
Le connessioni di ieri sono vistose, quelle di oggi non meno losche:
un business da Mida, con budget per sola pubblicità di $100milioni!

Scandinavia come Grecia: prima Dario.., ora Serse.

"Chi controlla il presente controlla il passato, chi controlla il passato controlla il futuro" Orwell, 1984
Redazione
Inviato: 13/10/2007 21:01  Aggiornato: 13/10/2007 21:07
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Un altro Nobel sprecato
VENTO (ALTRUI): "effettivamente mettere a paragone Dario Fo con un criminale di quella portata qual'è Al Gore stride alquanto. c'è bisogno di spiegazione"

La spiegazione è semplice: io non ho mai paragonato Dario Fo ed Al Gore. Ci mancherebbe, Dario Fo è uno che non farebbe male a una mosca, l'altro è un criminale a livello planetario. Ho paragonato l'errore madornale di confondere teatro con letteratura, nel suo caso, a quello di confondere ambiente con pace, in quello di Gore.

La gravità dell'errore secondo me è identica.

Rispetto poi alla vera lettaratura - e qui subentra la mia opinione, ovviamente - il teatro di Fo equivale a degli arcaici suoni gutturali.

°°°

UTREVOLVER: "Non sono d'accordo nel considerare Fo uno indegno del Nobel; in fondo, provocatoriamente o meno, il suo lavoro lo sa fare."

Se gli avessero dato in Nobel per il teatro, nessuno avrebbe da ridire. Ma visto che il Nobel per il teatro non c'è, cosa fai, gli dai quello che "gli assomiglia più da vicino"?

Tanto valeva dare il Nobel per la Fisica a Schumacher - uno che il suo lavoro lo fa benissimo - "perchè le sue molecole sfrecciano sull'asfalto più veloci di tutte le altre".

Lestaat
Inviato: 13/10/2007 21:38  Aggiornato: 13/10/2007 21:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Un altro Nobel sprecato
Citazione:
Ho paragonato l'errore madornale di confondere teatro con letteratura


:/
Pirandello, Goldoni....

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
Vento
Inviato: 13/10/2007 23:16  Aggiornato: 13/10/2007 23:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2007
Da: Napoli
Inviati: 112
 Re: Un altro Nobel sprecato
Redazione : La spiegazione è semplice: io non ho mai paragonato Dario Fo ed Al Gore. Ci mancherebbe, Dario Fo è uno che non farebbe male a una mosca, l'altro è un criminale a livello planetario. Ho paragonato l'errore madornale di confondere teatro con letteratura, nel suo caso, a quello di confondere ambiente con pace, in quello di Gore.

La gravità dell'errore secondo me è identica.



Premettendo che ti considero mio fratello maggiore la risposta non mi ha convinto: ci leggo che se quindi tutto sommato a voler essere generosi Dario Fo meritava il Nobel per il teatro in egual modo Al Gore avrebbe meritato il Nobel per l'ambiente ... non mi piace

Sarà che quando si parla di questi criminali perdo in lucidità ma intuitivamente Dario Fo nel ragionamento non l'avrei accostato

E' come se ci fosse da un lato un tentativo di distorsione di una persona che di umanità ne tiene da vendere (almeno fino a prova contraria) e dall'altro lato un tentativo di normalizzazione paradossa di un soggetto criminale

che valore ha un premio nella disumanità? è l'errore che non è identico

stop

Pyter
Inviato: 13/10/2007 23:17  Aggiornato: 13/10/2007 23:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Un altro Nobel sprecato
-citazione-
Ho paragonato l'errore madornale di confondere teatro con letteratura

Pirandello, Goldoni....

SHAKESPEARE.....SAMUEL BECKETT....J.P. SARTRE...ESCHILO...
SOFOCLE....MOLIERE....

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
ambra
Inviato: 13/10/2007 23:29  Aggiornato: 13/10/2007 23:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2006
Da: cagliari
Inviati: 246
 Re: Un altro Nobel sprecato
@redazione

A questo punto la domanda è d'obbligo: cosa intendi tu con letteratura? Dove cogli la differenza incolmabile tra questa e il teatro?
Senza malizia, davvero, vorrei capire.

ambra
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Saludi e Trigu!
Redazione
Inviato: 14/10/2007 1:28  Aggiornato: 14/10/2007 1:30
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Un altro Nobel sprecato
Davvero mi chiedete si spiegare la differenza fra teatro e letteratura? Senza malizia? Boh.

1a differenza: il teatro fa parte della arti rappresentative, e prevede una “messa in scena”, una traduzione fisica dei concetti astratti. La letteratura invece parte e rimane a livello astratto (o meglio, “mentale”).

2a differenza: Il meccanismo di comunicazione avviene a livelli diversi: mediato quello teatrale, immediato quello letterario (infatti esistono “buone” e “cattive” messe in scena di Amleto, mentre non esistono buone o cattive “letture” di Proust).

3a differenza: Più in generale, l’evocazione poetica in letteratura avviene a livello subliminale, mentre a teatro deve sempre essere prima decodificata a livello razionale ("guardi la storia").

Sono quindi due mezzi espressivi completamente diversi.

Quando Shakespeare (che poi non era lui) scrive Amleto, scrive teatro, e le uniche cosa che ha in comune con la letteratura sono la penna e l’inchiostro.

La lettera è come la musica, poesia allo stato puro. Le altre sono arti mediate.

cherubino
Inviato: 14/10/2007 1:51  Aggiornato: 14/10/2007 1:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Un altro Nobel sprecato
Citazione:
La lettera è come la musica, poesia allo stato puro. Le altre sono arti mediate.

Stavi andando bene.... ma con questo hai fatto un bel casino!
Mi sa che è meglio che la concludi qui!

erik
Inviato: 14/10/2007 2:32  Aggiornato: 14/10/2007 2:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 430
 Re: Un altro Nobel sprecato
"Shakespeare (che poi non era lui)"

Ci avrei scommesso. Baconiano o marlowiano?

astro
Inviato: 14/10/2007 3:09  Aggiornato: 14/10/2007 3:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/6/2006
Da:
Inviati: 233
 Re: Un altro Nobel sprecato
@Redazione:
potresti dirci quale opere di Fo hai letto/visto rappresentare?


Di solito Fo viene giudicato o molto bene o molto male da persone che non conoscono niente del suo lavoro, ma per pura simpatia politica.

Ovviamente non è il tuo caso...

Redazione
Inviato: 14/10/2007 6:52  Aggiornato: 14/10/2007 6:53
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Un altro Nobel sprecato
Baconiano, ovviamente. E' dimostrabile.

°°°

Se vuoi illuminarmi, CHERUBINO, sono sempre pronto a imparare.

Pyter
Inviato: 14/10/2007 10:46  Aggiornato: 14/10/2007 10:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Un altro Nobel sprecato
Redazione:
Sono quindi due mezzi espressivi completamente diversi.

La lettera è come la musica, poesia allo stato puro. Le altre sono arti mediate.


Bisogna riconoscere a Massimo la capacità di coinvolgimento dialettico e
quindi "scientificamente" propositivo che hanno i suoi interventi, e di questo lo ringraziamo sinceramente.

1-
Quindi una volta che un'opera letteraria viene "rappresentata" essa diventa "altro da sè", il che sarebbe un'altra prova di mutazione darwiniana.

2-
Un' opera letteraria, un romanzo, una poesia, un testo teatrale sono di per sè rappresentazione.
Nel momento che uno di noi legge I promessi sposi opera all'interno del suo cervello un'operazione di rappresentazione per immagini , che è la funzione che compie un regista teatrale.
L'unica differenza è che lui viene pagato, io no.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
shm
Inviato: 14/10/2007 11:16  Aggiornato: 14/10/2007 11:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Un altro Nobel sprecato
Un think tank del Tennessee ha analizzato i consumi energetici della villa di Al Gore e ha scoperto che l’ex “prossimo presidente” degli Stati Uniti consuma tantissimo.

La sua casa consuma in un mese quello che una casa statunitense media consuma in un anno. 221,000 kWh nel 2006 per illuminare, riscaldare e abitare le 20 stanze della villa con piscina a Nashville sono troppi, per uno che va in giro a parlare del riscaldamento globale, dicono al Tennessee Center for Policy Research e addirittura il Wall Street Journal ironizza sul fatto.

http://www.ecoblog.it/post/2920/ipocrisia-energetica-di-al-gore


Una scomoda verità contiene alcuni scomodissimi errori, secondo quanto stabilito da un giudice britannico che ha bollato il documentario di Al Gore come fazioso e ne ha sconsigliata la visione non filtrata agli scolari.

Ci eravamo già lamentati della mancanza di riferimenti bibliografici quando e’ uscito il film, riferimenti che non erano presenti nemmeno on line. E’ stata proprio la mancanza di riferimenti scientifici a far perdere di credibilità al documentario.

Un governatore scolastico si e’ ribellato al pacchetto scolastico, proposto dal dipartimento dell’istruzione, in cui era inclusa Una scomoda verità. Il pacchetto sui cambiamenti climatici era stato inviato alle scuole superiori britanniche, nell’ambito del programma per il decennio dell’educazione sostenibile dell’ONU. Stewart Dimmock ha sporto denuncia ritenendo il testo non politicamente neutrale e ha vinto.


Ecco i punti contestati:

Gore parla delle carote di ghiaccio in cui si leggerebbe l’aumento dell’effetto serra dovuto alla CO2 negli ultimi 650.000 anni, mentre sarebbe riferibile solo agli ultimi 800-2000 anni.
Il livello dei mari crescerà di 7 metri, quando si scioglieranno i ghiacci, ma Al Gore include nel conto anche quelli della Groenlandia, che impiegheranno centinaia di anni a sciogliersi, quindi il dato crea allarmismo ingiustificato.
Nel film si afferma che alcune isole del Pacifico si sono spopolate per via dell’innalzamento del livello del mare, ma non ci sono prove.
Non ci sono prove certe che correlino lo scioglimento delle nevi sul Kilimanjaro al riscaldamento globale.
Non ci sono prove certe che l’uragano Katrina sia stato causato dal riscaldamento globale.
Non ci sono prove certe che il prosciugarsi del Lago Chad sia causato dal riscaldamento globale.
Non ci sono prove certe che lo sbiancamento dei coralli sia causato dal riscaldamento globale.
Infine non ci sono prove scientifiche che gli orsi polari anneghino per via dello scioglimento dei ghiacci, solo la notizia dell’affogamento di 4 orsi dopo una tempesta.

http://www.ecoblog.it/post/4496/9-errori-scientifici-nel-documentario-di-al-gore

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
theMatrix
Inviato: 14/10/2007 11:53  Aggiornato: 14/10/2007 11:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/4/2007
Da:
Inviati: 86
 Re: Un altro Nobel sprecato
Nobel per la pace ad Al Gore... è la prova che il cervello dell'uomo sta davvero andando a farsi friggere. Quando finirà questo tempo malsano?

Halo1367
Inviato: 14/10/2007 13:44  Aggiornato: 14/10/2007 14:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/6/2006
Da: Bengodi
Inviati: 174
 Re: Un altro Nobel sprecato
Ringrazio Sitchinite per la segnalazione in risposta al mio precedente post. Ma certo che avevo già letto, ed anche allora ero rimasto parzialmente soddisfatto dei contenuti dell'articolo di Massimo.

La mia ammirazione e rispetto nei conftonti di Mazzucco sono tali che ogni volta che mi trovo in disaccordo con lui, in automatico, mi chiedo semplicemente "...dove sbaglio, quante informazioni mi mancano?..."

Ma...

Quando scrisse dell'errato comportamento di quello studente ammanettato e poi anche "taserato", vedi, solo per aver posto una (troppo) lunga e (troppo) scomoda domanda a Kerry, mi chiesi quante volte Massimo avrebbe dovuto, seguendo il concetto, alzare le braccia in segno di resa e di promessa di "non farlo più" davanti ai potenti a cui ,certo, lui non fa davvero domande nè corte nè comode...(OT, scusate)

Chi conosce Dario Fo sa che il suo, oltre che un Teatro di denuncia, è anche e soprattutto, Teatro di storie e personaggi dei secoli scorsi rivisti e riletti, dissacrati (potenti) o rivalutati (figure popolari), con un acume ed un senso dell'irriverente senza pari. Il Teatro e chi lo fa (i guitti come dice Fo) sono altro, sono nulla, rispetto alla letteratura ALTA?
Mi sembra un pensiero da non condividere, caro Massimo.

Gore. Condivido quasi "in toto" ciò che è stato detto su questo discutibile personaggio. E comunque segnalatemi voi un potente che, per il solo fatto di esserlo diventato, sia degno di rispetto e fiducia...

Ma...

Si vuole forse dire che il problema ecologico su questo pianeta non esiste?
Vogliamo prenderci in giro?

Sistema induttivo. A volte bisogna pur usarlo. Anche perchè è l'anticamera, il germe per attivare il grande strumento del sistema conoscitivo.

E' un secolo che l'occidente del pianeta, milioni e milioni di persone, produce e consuma e inquina come mai è stato fatto.
Un giorno della nostra vita di ricchi occidentali, equivale, forse, a livello di capacità di inquinamento, ad anni di vita di chi non aveva nè mezzi nè opportunità per farlo. Ognuno di noi inquina ad un livello tale il pianeta, le fabbriche e le industrie inquinano e trasformano il terreno, le falde acquifere, l'aria in un modo tale che, con voluta dabbenaggine, mi chiedo: davvero vogliamo eludere il problema solo perche Al Gore è brutto e cattivo?

Non mi si dica che "attaccare Gore non significa negare il problema..."

Secondo me, dobbiamo riuscire a distinguere sempre i problemi veri dai falsi "proferi", per dirla in una terminologia che non mi è congeniale ma che pure ci sta.

E' un dovere. Che, ognuno di noi ha, prima di tutto con se stesso.

P.S.:Opportuno e sacrosanto, invece, il riferimento allo sconvolto popolo iracheno ben più degno (ma non vorrei qui aprire un'altra discussione) di Gore per un riconoscimento di un Nobel per la Pace.

"Voi lasciatemi battere e controllare la moneta di una nazione e a me non interesserà chi ne faccia le leggi".
Nathan Rothschild, 1791
redna
Inviato: 14/10/2007 14:05  Aggiornato: 14/10/2007 14:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Un altro Nobel sprecato
cito-
E'un secolo che l'occidente del pianeta, milioni e milioni di persone, produce e consuma e inquina come non mai è stato fatto prima.
...
Ognuno di noi inquina ad un livello tale il pianeta...
---
Infatti è solo dal secolo scorso che questo succede.
E l'umanità è tempo remoto su questo pianeta.
Pertanto il problema non sono le persone, casomai è il sistema che è stato impostato e di cui le persone sono state rese succcubi.
Il premio a Gore va in tale senso.
Il problema non esiste.Esiste solo il riscaldamento globale.Non esistono fabbriche che inquinano,auto che inquinano, sostanze chimiche che uccidono, esperimenti chimici che nuocciono sia agli uomini che alla terra.
E allora,secondo il principio che piove sul bagnato,una pioggia di denaro va a chi ha "scoperto"il riscaldamento del pianeta.
Non farà un cavolo perchè questo possa finire, non investirà nemmeno i soldi che ha avuto a tal fine.Non dirà all'amministrazione USA che è ora di finirla di sprecar risorse....
Un premio a Gore ci voleva....non importava quale.Tanto gli hanno dato quello per la pace...che non c'entra un cavolo.
Il sistema è a posto.
La propaganda anche.

cito-
Secondo me, dobbiamo riuscire a distinguere sempre i problemni veri dai falsi "proferi"...
---

Il problema vero è che nessuno farà nulla.Come da copione.
E se diciamo che è un falso problema il riscaldamento globale, a nessuno gliene ppò ffreggar de mmeno....Più che un falso problema è solo un mondo falso.

PS-il popolo irakeno è meglio non nominarlo, finchè si nominano personaggi dell'amminstrazione USA

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Redazione
Inviato: 14/10/2007 15:17  Aggiornato: 14/10/2007 15:17
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Un altro Nobel sprecato
PYTER: "Nel momento che uno di noi legge I promessi sposi opera all'interno del suo cervello un'operazione di rappresentazione per immagini , che è la funzione che compie un regista teatrale."

Infatti. Solo che la lettura è un meccanismo diretto, fra l'autore e te, e funzionerà sempre in un certo modo. Mentre la "messa in scena" dipende da una terza persona, e la tua fruizione non è più diretta, ma mediata: cambia il regista teatrale, e cambia l'intera percezione che tu hai dei promessi sposi.

Comunque lo prometto, non lo faccio più. Non vi tocco più Dario Fo nemmeno se mi pagano (in rupie boliviane )

Halo1367
Inviato: 14/10/2007 15:21  Aggiornato: 14/10/2007 15:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/6/2006
Da: Bengodi
Inviati: 174
 Re: Un altro Nobel sprecato
A volte, Redna, mi sento più negativo e pessimista di te!

Ma razionalmente credo che sarebbe un peccato trasformare questo meraviglioso posto in cui ci incontriamo, il pianeta intendo ma anche Luogocomune, in una specie di muro del pianto. Da utilizzare solo per elucubrare su ciò che è e che non sarà mai.

Chissà, oggi ho forse voglia di essere ottimista


P.S.:Massimo non avevo mai pensato che si potesse scrivere "rupie boliviane" come sfottò!
Sei sempre grande...!

"Voi lasciatemi battere e controllare la moneta di una nazione e a me non interesserà chi ne faccia le leggi".
Nathan Rothschild, 1791
nike
Inviato: 14/10/2007 17:51  Aggiornato: 14/10/2007 17:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/3/2006
Da:
Inviati: 845
 Re: Un altro Nobel sprecato
Citazione:
Astro:Di solito Fo viene giudicato o molto bene o molto male da persone che non conoscono niente del suo lavoro, ma per pura simpatia politica.

Ne convengo o come si scrive nei blog: quoto.

Citazione:
Halo1367: Chi conosce Dario Fo sa che il suo, oltre che un Teatro di denuncia, è anche e soprattutto, Teatro di storie e personaggi dei secoli scorsi rivisti e riletti, dissacrati (potenti) o rivalutati (figure popolari), con un acume ed un senso dell'irriverente senza pari. Il Teatro e chi lo fa (i guitti come dice Fo) sono altro, sono nulla, rispetto alla letteratura ALTA?


Giusto per il “date a Cesare quel che è di Cesare” (cioè a MM), effettivamente il Nobel per la letteratura nel 1997 a Dario Fo fu accettato in generale con grandi controversie tra i letterati. Rita Levi Montalcini, Nobel per la medicina nel 1986: «Non conosco Dario Fo, non so proprio chi sia. È italiano?».

(sempre che a qualcuno interessi, non vorrei erssere OT, semplicemnte un contributo.
P.S. Mai visto MM dire:"non lo farò più"..Ma cmq.)

Un frammento del discorso ufficiale pronunciato da Dario Fo: «Il premio più alto va dato senz’altro quest’anno ai membri dell’Accademia svedese che hanno avuto il coraggio di assegnare il Nobel a un giullare!» e anche: «Eh sì, il Vostro è stato davvero un atto di coraggio che rasenta la provocazione... Basta vedere il putiferio che ha causato: poeti e pensatori sublimi che normalmente volano alto...e poco si degnano di quelli che campano rasoterra... si sono trovati all’istante travolti da una specie di tromba d’aria».

Il discorso del “giullare” per intero: Contra Jogulatores Obloquentes Legge emessa da Federico II (1221, Messina) che permetteva di infliggere violenza ai giullari senza incorrere in alcuna pena o sanzione

[…]Signore e Signori: il titolo di questa mia chiaccherata è "contra jogulatores obloquentes" e avete capito tutti che si tratta di latino, latino medievale. Questo è il frontespizio di una legge che è stata promulgata nel 1221 in Sicilia dall'Imperatore Federico II di Svevia, un "Unto del Signore" che a scuola ci presentano come un imperatore illuminato straordinario, liberale. Ora voi, da quello che segue, giudicherete se questo prossimo a Dio fosse veramente liberale. "Jogulatores obloquentes" significa "giullari che diffamano e insultano". La legge in questione permetteva a tutti i cittadini di insultare i giullari, di bastonarli e, se si era un po' nervosi, anche di ammazzarli senza rischiare alcun processo con relativa condanna. Vi avverto subito che questa legge è decaduta e quindi posso continuare, tranquillo.
Signore e Signori.......[...]
=============

Citazione:
Quelli che creano sono duri di cuore. Nietzsche, Friedrich. Così parlò Zarathustra: II, Dei compassionevoli
sitchinite
Inviato: 14/10/2007 19:39  Aggiornato: 14/10/2007 19:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/6/2007
Da: Roma - Pomezia
Inviati: 3270
 Re: Un altro Nobel sprecato
Citazione:

mi chiedo: davvero vogliamo eludere il problema solo perche Al Gore è brutto e cattivo?

Non mi si dica che "attaccare Gore non significa negare il problema..."


Non credo che nessuno voglia eludere il problema perchè Gore é brutto e cattivo, al massimo qualcuno (o quasi tutti) potrebbero rompersi le palle e notare molta incoerenza nel veder presentare un problema così serio da Gore che fino a qualche anno prima era avverso al protocollo di Kyoto.
Quando era avverso aveva dei 'validi motivi' secondo lui e molti; ora che è 'a favore' ha altrettanti 'validi motivi'.

Per quanto rigarda il problema in se, lasciando fuori Gore e soci, c' é da notare che ci son molte voci illustri che da anni sostengono che si, il problema esiste, ma é sbagliata la conclusione a cui si é arrivati.
Le metodologie di prevenzione son inadeguate ad ottenere un effetto sensibile, l' unico obiettivo certo che sarà raggiunto é quello di creare una nuova economia (da leggere: nuove possibilità per nuovi e vecchi investitori, costruttori, tecnologi, etc etc).
Vedi lo stesso fenomeno di surriscaldamento del pianeta si sta verificando anche in altri 4 pianeti del nostro sistema solare.
Dove, almeno x quanto ne sappiamo, non ci sono 'industrializzazioni selvagge e sfruttamento delle risorse'.
Allora direi: ok, andiamoci piano con l inquinamento, ma muoviamoci e consideriamo che ci son altre concause.
Non creiamo allarmismi inutili, e sopratutto facciamo che la gente possa esprimere le proprie opinioni.
Invece chi parla contro il protocollo di Kyoto viene attaccato. Molti scienziati han perso il lavoro e son stati diffamati per aver giudicato sbagliate le conclusioni raggiunte dalla commissione.

gobbo
Inviato: 15/10/2007 6:17  Aggiornato: 15/10/2007 6:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2005
Da: Neverland
Inviati: 1347
 Re: Un altro Nobel sprecato
Sitchinite ha scritto:
Citazione:

Non credo che nessuno voglia eludere il problema perchè Gore é brutto e cattivo, al massimo qualcuno (o quasi tutti) potrebbero rompersi le palle e notare molta incoerenza nel veder presentare un problema così serio da Gore che fino a qualche anno prima era avverso al protocollo di Kyoto


Quoto e straquoto.
E vero anche che molti altri più illustri di Lui hanno parlato per il problema del riscaldamento globale , ma evidentemente non erano cosi in voga come Lui.
Io posso anche essere d’accordo che Gore non meritava il Nobel ecc,ecc come tanti hanno detto, ma mi sembra abbastanza puerile stare qui a “piangere” per una cosa del genere. Da quando è stato creato il “Nobel per la Pace” la sua scelta è stato sempre un segnale politico ed anche in questo caso come qualcuno ha già scritto, il Nobel di quest’anno è un messaggio per l’amministrazione Bush. Ed in quanto io non facente parte della suddetta Amministrazione non mi può fregare di meno,quello che veramente a me interessa e il messaggio che volendo si può vedere dietro questo premio ed è quello del Ambiente.
Io del riscaldamento globale non so tanto,anzi diciamo che sono ignorante in materia però ce da dire che solo una figura riconosciuta a livello planetario come l’ex-vicepresidente può aiutare in qualche modo la causa ambientalista. Immagino che qualcuno sta saltando dalla sedia per questa mia osservazione perciò tocca spiegare più dettagliamene cosa io intendo. Se il premio l’avesse preso che so il fondatore del “Prato Fiorito” oppure quello della “Collina Sempreverde” che magari lo meritano, l’eco sulla media mainstream avrebbe tenuto da oggi fino a dicembre e poi il buio totale.
Con un personaggio, come Gore, come uomo immagine la causa ambientalista avrà qualche chances in più. Ricordiamoci che 80-90% delle persone segue le notizie dal mondo solo con gli occhi della tv ed è la propaganda che fa quest’ultima, che fa si che l’opinione pubblica propende per una causa piuttosto che per un’altra.
Io questa premiazione lo vedo come una possibilità in più per parlare della causa ambientalista a 360° ,dalle macchine a carburante biocombustibile, alle energie rinnovabili ecc,ecc.
So anche che su questi argomenti la politica e le lobbies economiche entrano pesantemente in campo, ma questa è la realtà dove noi viviamo e per il momento questo non si può cambiare.
Di conseguenza :Premio Nobel ad Al Gore e chi se ne frega.
Il vecchio saggio una volta disse :
“Germania o Spagna purché si magna”

Il gobbo

I LINK.VOGLIO VEDERE I LINK,PLEASE.
kraken71
Inviato: 15/10/2007 8:08  Aggiornato: 15/10/2007 8:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 36
 Re: Un altro Nobel sprecato
Assolutamente in disaccordo con Massimo per la critica aspra al Nobel (sempre che di questo PREMIO se ne possa parlare seriamente) a Dario Fo. Semmai mi chiederei perchè a Fo (che apprezzo e stimo, non che abbia una passione sfegatata) si e ad Edoardo de Filippo no, per esempio....

Sul nobel ad Al Gore non metto nemmeno parola, tanto ridicola è la scelta....

etrnlchild
Inviato: 15/10/2007 10:01  Aggiornato: 15/10/2007 10:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Un altro Nobel sprecato
Citazione:
La lettera è come la musica, poesia allo stato puro. Le altre sono arti mediate.


[OT]
A purezza immediatezza e universalità metterei la musica un gradino piu' su rispetto alla lettera, la quale ha il limite del linguaggio.

Un "discorso musicale" lo puo' capire anche un analfabeta.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
Giacula
Inviato: 15/10/2007 11:31  Aggiornato: 15/10/2007 11:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 215
 Re: Un altro Nobel sprecato
Citazione:
Comunque lo prometto, non lo faccio più. Non vi tocco più Dario Fo nemmeno se mi pagano (in rupie boliviane )


Massimo non toccargli Fo, Che-guevara o Berlinguer che scateni i tifosi dei rossi. Non toccare Mussolini che scateni i tifosi dei neri.
Comunque tempo fa Bush e Blair furono candidati, questo nobel non mi stupisce affatto, anzi, con lo schifo che proviene quotidianamente da USraele la cosa che più mi stupisce è come può 1 sola televisione possa rimanere accesa e 1 solo giornale rimanere aperto.....

Saluti

Linucs
Inviato: 15/10/2007 12:16  Aggiornato: 15/10/2007 12:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Un altro Nobel sprecato
E' un secolo che l'occidente del pianeta, milioni e milioni di persone, produce e consuma e inquina come mai è stato fatto.

E' questo il motivo per cui Cina e India erano fuori da Kyoto?

Un giorno della nostra vita di ricchi occidentali, equivale, forse, a livello di capacità di inquinamento, ad anni di vita di chi non aveva nè mezzi nè opportunità per farlo. Ognuno di noi inquina ad un livello tale il pianeta, le fabbriche e le industrie inquinano e trasformano il terreno, le falde acquifere, l'aria in un modo tale che, con voluta dabbenaggine, mi chiedo:

"perché non mi sparo per dare il buon esempio?"

ambra
Inviato: 15/10/2007 12:30  Aggiornato: 15/10/2007 12:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2006
Da: cagliari
Inviati: 246
 Re: Un altro Nobel sprecato
@ redazione.

OK capo, ne prendo atto.
Naturalmente non sono d'accordo, (una cosa è scrivere un'opera teatrale , altra è la sua rappresentazione),e comunque c'è chi ha già esposto pareri simili al mio,. Ma avevo detto senza malizia e la chiudo qui, anche perchè sei stato tanto gentile da rispondere nonostante per te fosse superfluo.

ambra
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Saludi e Trigu!
ambra
Inviato: 15/10/2007 12:39  Aggiornato: 15/10/2007 12:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2006
Da: cagliari
Inviati: 246
 Re: Un altro Nobel sprecato
@etrnlchild


-citazione-
A purezza immediatezza e universalità metterei la musica un gradino piu' su rispetto alla lettera, la quale ha il limite del linguaggio.

Un "discorso musicale" lo puo' capire anche un analfabeta.



Non è sempre proprio così. Anche il gusto musicale ha bisogno di essere educato.Infatti capita spesso che chi non conosca, per esempio, la musica classica, la trovi noiosa, o trovi solo chiassoso il rock, pesante il jazz, rozzo l'etnico, cacofonica la musica sperimentale.

Però, in effetti trovo che i famigerati "suoni gutturali" di cui sopra abbiano una funzione di comprensione universale molto simile alla musica.

ambra
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Saludi e Trigu!
Paxtibi
Inviato: 15/10/2007 12:47  Aggiornato: 15/10/2007 12:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Un altro Nobel sprecato
Io del riscaldamento globale non so tanto,anzi diciamo che sono ignorante in materia però ce da dire che solo una figura riconosciuta a livello planetario come l’ex-vicepresidente può aiutare in qualche modo la causa ambientalista.

Ma se tu stesso ammetti di essere ignorante in materia, come fai ad essere sicuro che aiutare la causa ambientalista sia una cosa positiva?

Io questa premiazione lo vedo come una possibilità in più per parlare della causa ambientalista a 360° ,dalle macchine a carburante biocombustibile, alle energie rinnovabili

Carburante biocombustibile?!? Q.E.D.

Halo1367
Inviato: 15/10/2007 14:02  Aggiornato: 15/10/2007 14:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/6/2006
Da: Bengodi
Inviati: 174
 Re: Un altro Nobel sprecato
Citazione:
"perchè non mi sparo per dare il buon esempio?"



Perchè venire sfottuto da Linucs mi fornisce una sorta di conferma di aver scritto qualche cosa di corretto e magari di utile?

Devo avere davvero una mente contorta...

"Voi lasciatemi battere e controllare la moneta di una nazione e a me non interesserà chi ne faccia le leggi".
Nathan Rothschild, 1791
gobbo
Inviato: 15/10/2007 14:07  Aggiornato: 15/10/2007 14:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2005
Da: Neverland
Inviati: 1347
 Re: Un altro Nobel sprecato
Ciao Pax
Tu dici:
Citazione:

come fai ad essere sicuro che aiutare la causa ambientalista sia una cosa positiva?...
Carburante biocombustibile?!?


Io non penso che la causa ambientalista quando parla dei pericoli della deforestazione fa una cosa sbagliata,e neanche quando parla delle energie rinnovabili ed esempi come questi te ne posso fare tanti,ma quello che io intendevo quando io parlavo della causa ambientalista era non tanto la causa di perse ma la promozione di un dibattito sull’ambiente. Mi rendo conto che per come l’ho scritto, il post può generare una certa ambiguità, ma sono altresì sicuro che tu converrai con me che la causa ambientalista non può essere tenuta racchiusa ne nelle opinioni di “Green Peace” ne nelle idee politiche del Partito dei Verdi.
Tanto per fare un esempio a te noto, per un forestiero è impressionabile la vista d’Atene dal monte Lycavitos o Lycabettus ( che dir si voglia) con quelle migliaia e migliaia di panelli per energia solare sulle terraze delle palazzine abitative. Io in Grecia ci andai nel 2000,là i panelli solari erano una realtà mentre qua in Italia era un discorso ad avvenire,nonostante che il Sud d’Italia ha altrettanto giornate di sole.
L’importante per me Pax è che su certe tematiche ci si parli,ci si confronta che ci sia una presa di coscienza dal tutto l’opinione pubblica,ed è per questa ragione che ho messo anche i carburanti biocombustibile,perchè se ci si inizia a parlare poi si vedrà che esistono anche altri tipi di combustibili con emissione zero,e per le ragioni espresse nel articolo da te postato tramite il link,le persone una volta fatte i loro ragionamenti diranno che forse è meglio che mi scelgo la Toyota Prius.

il gobbo

I LINK.VOGLIO VEDERE I LINK,PLEASE.
etrnlchild
Inviato: 15/10/2007 14:11  Aggiornato: 15/10/2007 14:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Un altro Nobel sprecato
Citazione:
@ambra Anche il gusto musicale ha bisogno di essere educato.


Sono assolutamente d' accordo, e quello che dici fa' parte dell' *apprezzamento* che certamente ha un' origine culturale e di conoscenza, cosa che peraltro potrebbe approfondire anche un analfabeta non essendo vincolato/mediato da un linguaggio, era questo che intendevo.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
etrnlchild
Inviato: 15/10/2007 14:15  Aggiornato: 15/10/2007 14:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Un altro Nobel sprecato
Citazione:
Perchè venire sfottuto da Linucs mi fornisce una sorta di conferma di aver scritto qualche cosa di corretto e magari di utile?
Devo avere davvero una mente contorta..


Ma no, che contorta, si chiama masochismo...

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
IlGaspa
Inviato: 15/10/2007 14:48  Aggiornato: 15/10/2007 14:48
So tutto
Iscritto: 28/5/2006
Da: Pùt de Zenà
Inviati: 16
 Re: Un altro Nobel sprecato
Citazione:
ma confondere l’ “ambiente” con la “pace”, nel caso di Al Gore, denota un buonismo di fondo degno del peggior salotto di Veltroni.


Dipende da cosa si intende Pace...

"Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtù e conoscienza"
rumenta
Inviato: 15/10/2007 19:16  Aggiornato: 15/10/2007 19:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2006
Da: Repubblica di Genova
Inviati: 801
 Re: Un altro Nobel sprecato
Halo1367:

-citazione-

"perchè non mi sparo per dare il buon esempio?"

Perchè venire sfottuto da Linucs mi fornisce una sorta di conferma di aver scritto qualche cosa di corretto e magari di utile?

Devo avere davvero una mente contorta...


assolutamente no, considerando come hai potuto essere condizionato per benino dal "dogma" sul global warming.

qui un articolo come dire..... illuminante?? tra i tanti, oltre al classico di crichton "stato di paura".

ti auguro una proficua lettura



"La verità dev'essere brutale, violenta, armata ed arrabbiata. Altrimenti soccombe."
Halo1367
Inviato: 16/10/2007 11:29  Aggiornato: 16/10/2007 12:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/6/2006
Da: Bengodi
Inviati: 174
 Re: Un altro Nobel sprecato
Grazie a Rumenta per la segnalazione che mi ha fatto. Già lo conoscevo, ma certo cade a proposito. Ricambio il favore segnalando un link che aiuta a capire anche quanto sono originali certi articoli.

http://www.riscaldamentoglobale.org/index.html

Mentre penso ad una risposta (per me) sensata vi passo una semplice informazione di servizio. Che da parte mia non vuole dimostrare nulla.

E' semplicemente l'ultimo intervento di Gore...

Ripeto, solo per acquisizione di dati, e non a dimostrazione di alcunchè!


http://www.repubblica.it/2007/07/sezioni/ambiente/al-gore/se-pianeta-muore/se-pianeta-muore.html

"Voi lasciatemi battere e controllare la moneta di una nazione e a me non interesserà chi ne faccia le leggi".
Nathan Rothschild, 1791
Halo1367
Inviato: 16/10/2007 13:45  Aggiornato: 20/10/2007 18:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/6/2006
Da: Bengodi
Inviati: 174
 Re: Un altro Nobel sprecato
Al Gore propedeutico al nuovo capitalismo mondiale? Ci deve fare più paura questo oppure il reale futuro nostro e di quelli che verranno dopo di noi?

Dunque Al Gore, secondo molti degli amici di LC anche ai "massimi" livelli ma anche per Marcello Pamio e tanti altri, è colpevole di:

- essere malthusiano
- essere comunista figlio di comunisti e per di più industriali
- essere massone figlio e adepto di massoni
- essere razzista
- essere spia dell'FBI
- essere così massone e potente da essere trombato nel 2000 alla corsa alla Casa Bianca con evidenti brogli da G.W.Bush junior
- essere figlio di un industriale che aiutò economicamente Lenin e Stalin
- essere figlio del fondatore del partito comunista americano
- essere figlio di uno che "faceva sporchi affari" con l'URSS (secondo l'FBI)
- essere colluso con una corporation petrolifera perchè "avrebbe" una partecipazione azionaria di 500.000 dollari
- essere (e questa è davvero una perla!) a favore della "distruzione della famiglia, che è il fondamento della società umana, camuffando questo col lo slogan della "libertà sessuale". I metodi proposti? Li possiamo vedere oggigiorno: diffusione generalizzata dell'aborto, sterilizzazione forzata, eutanasia, pornografia e chi più ne (ha) più ne metta. Per non parlare della cancellazione di importanti valori e/o modelli familiari sostituendoli con beceri quanto devianti valori rappresentati perfettamente da star dello spettacolo, della musica e della televisione".
- essere l'autore di questa certa affermazione: "...Chiese pertanto ai leader mondiali di non lasciarsi distrarre dall'intrapprendere questo nuovo corso anche se questo avrebbe lasciato - milioni di persone...a soffrire nella povertà e a morire di stenti, guerre, e malattie-". (Dove quei punti di sospensione sono persino ridicoli nel costruire una ovvia falsità)
- essere per ciò, e per altro sicuramente, il vero demonio della nostra epoca.

Potrei continuare ma certamente e giustamente Massimo mi censurerebbe per il metodo e la lunghezza impropri.

Semplicemente mi chiedo: tutto ciò non assomiglia maledettamente ai sistemi di certi debunker? Attacco alla persona e poche torbide parole sul tema.

A chiunque creda che io abbia preso fischi per fiaschi, chiedo sinceramente scusa. La mia è solo una considerazione dubbiosa.

"Voi lasciatemi battere e controllare la moneta di una nazione e a me non interesserà chi ne faccia le leggi".
Nathan Rothschild, 1791
rumenta
Inviato: 16/10/2007 21:38  Aggiornato: 16/10/2007 21:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2006
Da: Repubblica di Genova
Inviati: 801
 Re: Un altro Nobel sprecato
Halo1367:

Grazie a Rumenta per la segnalazione che mi ha fatto. Già lo conoscevo, ma certo cade a proposito. Ricambio il favore segnalando un link che aiuta a capire anche quanto sono originali certi articoli.

non c'è di che.
quanto all'originalità dell'articolo da me segnalato, son ben consapevole di quanto non lo sia.... in effetti se ci fai caso è un collage di diversi articoli messi in rete in tempi diversi.
ho postato questo perché mi sembrava abbastanza completo per inquadrare sia il personaggio sia le "teorie scientifiche" da lui propagandate.
personalmente ho sottomano una quarantina di link specifici ad argomenti "ambientalisti", uno dei quali spiega come i dati utilizzati da gore siano falsati, un'altro che ipotizza un riscaldamento naturale dovuto ad accresciute radiazioni solari (come d'altronde è già accaduto in passato), ed un'altro ancora che sicuramente ti può mettere sulla buona strada per unire i puntini.... se hai la costanza per arrivare in fondo

buona lettura

P.S. se vuoi ti posso mandare tutti gli oltre 2000 link interessanti che conservo in un bel .xls
magari non cambi idea, ma restano pur sempre una lettura mooooooolto interessante.....



"La verità dev'essere brutale, violenta, armata ed arrabbiata. Altrimenti soccombe."
mad7
Inviato: 17/10/2007 11:07  Aggiornato: 17/10/2007 11:07
So tutto
Iscritto: 14/10/2007
Da:
Inviati: 1
 Re: Un altro Nobel sprecato
Ciao a tutti, per farvi un'idea di che razza sia Al Gore (la stessa di Kissinger, Bush padre, Bush figlio...) vi rimando a questo sito.

http://www.disinformazione.it/algore_controllo_demografico.htm

Se pensate che le guerre del futuro non saranno più per il petrolio ma per Energie Alternative e Acqua... Al Gore si è messo avanti, ha fatto il compitino assegnatogli dall'amicone Giorge W..

Anche un personaggino come Schwarzenegger si è messo avanti...

http://www.disinformazione.it/nuovo_presidente_usa.htm

Ciao a tutti.


NiHiLaNtH
Inviato: 17/10/2007 22:32  Aggiornato: 17/10/2007 22:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Un altro Nobel sprecato
Bella la foto dell'articolo di repubblica. Come ci si può fidare di uno co sta faccia?

Citazione:
Il 21 settembre 1987 il presidente Ronald Reagan disse: "Nelle nostre ossessioni per gli antagonismi del contingente, spesso dimentichiamo quante cose uniscano tutti i membri del genere umano. Forse, per prendere atto dell'esistenza di questo vincolo comune, ci occorre una minaccia universale ed esterna. Di tanto in tanto penso a quanto rapidamente svanirebbero le differenze che ci caratterizzano se dovessimo improvvisamente far fronte a una minaccia aliena proveniente da fuori di questo mondo".


Ahahahah questa mi mancava, bellissima!!! La aggiungierò alla mia lista delle frasi famose.

Eutopoi
Inviato: 17/10/2007 23:48  Aggiornato: 18/10/2007 0:03
So tutto
Iscritto: 29/12/2005
Da:
Inviati: 3
 Re: Un altro Nobel sprecato
Intervengo senza aver avuto il tempo di leggere i commenti che hanno seguito l'articolo di Massimo (ne ho letto qualcuno qua e là); ho deciso di farlo lo stesso, altrimenti, come vedete dallo stato dei miei interventi (...), non lo farei mai. Devo scegliere tra leggere o scrivere, stavolta scrivo ^^
Vabon... menata finita :|
Dario Fo è solo una delle figure più importanti della cultura mondiale, na cosetta così.
Al teatro della "quarta parete", il teatro "borghese", dove l'individualità psichica svolge una parte decisiva nel testo (o le derivazioni, gli sviluppi di questo teatro), Fo ha "opposto", andando a ritrovare i canovacci del teatro popolare, di strada, dei giullari, il teatro "preborghese" ("borghese" nel significato di abitante del borgo, di popolo grasso, di colui che ha determinato la rivoluzione mercantile nel rinascimento - e poco prima -, ma che ha definito la propria cultura nei secoli successivi ...sì spiego solo per non essere troppo frainteso); Fo ha ripreso quella tradizione rivalorizzandone il linguaggio e la traccia, con una forza espressiva straordinaria (vi propongo di scaricarvi il suo "Mistero buffo" dato su Rai2 nel settantasette mi sembra, e capirete molto meglio di che cosa sto parlando); ha restituito al teatro una funzione sociale immediata, diversamente dalla sua collocazione nella cultura moderna, come "sezione" nell'universo culturale. Fo è semplicemente un gigante (mi sembra che non riesca a dare il meglio di sé fuori da questo ambito... e lo dico pur essendo anch'io un anarchico di formazione marxista).
Per quanto riguarda Gore... l'effetto di questo nobel non potrà che essere positivo. Che poi lui sia Gore non m'importa: a me non ha convinto per niente quella trasmissione molto critica su di lui linkata da Massimo (non foss'altro per i ritmi da terrorismo psicologico adoperati dalla TV americana che lo ha realizzato, non consentendo l'eleborazione e instillando un pessimo stato d'animo). Il principio di precauzione dà comunque ragione a chi pone quel problema (...).

"Scegliete la vita Scegliete un lavoro Scegliete una carriera Scegliete la famiglia Scegliete un maxy televisore del caz.o (...) Scegliete un futuro..."
PikeBishop
Inviato: 19/10/2007 14:57  Aggiornato: 3/11/2007 10:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Un altro Nobel sprecato - novita'
Non so se qualcuno l'abbia gia' menzionato altrove, ma decisione del Governo Britannico di mostrare il film "Inconvenient Truth" nelle scuole medie e' stata attaccata da Stewart Dimmock, un preside del Kent membro del New Party (formazione politica antieuropeista ed antiglobalista) che ha portato in corte la vicenda con l'accusa che il Governo voglia con il documentario di Gore lavare il cervello dei ragazzi inglesi.

Come risultato, il Giudice Burton, con una rara decisione da parte della legge inglese su cosa possa o non possa essere visto a scuola, ha deliberato in tribunale che l'apocalittica visione presentata nel film e' politicamente partigiana e che non e' una imparziale analisi scientifica del cambiamento climatico.

Ha inoltre identificato nove importanti errori nel documentario ed onde evitare allarmismi ed esagerazioni ha imposto che la visione del documentario nelle scuole sia accompagnata alla diffusione di "guidance notes" per controbilanciare la visione tendenziosa del problema espressa nel documentario.

Non tutti ci stanno, evidentemente.....

EDIT
Ho tradotto erroneamente governor con "preside". In realta' e' un membro non pagato del gruppp che governa la scuola su decisioni non prevalentemente didattiche. Preside e' schoolmaster.
Scusate la svista.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
francesco7
Inviato: 22/10/2007 18:45  Aggiornato: 22/10/2007 18:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Tarentum
Inviati: 886
 Re: Un altro Nobel sprecato - novita'
Stasera su Rai Due alle 23:30 Giovanni Minoli nel programma "La storia siamo noi" presenterà <<Emergenza Ambiente - Obiettivo Casa Bianca>>. Guardando lo spot di presentazione sul sito sembra molto interessante. Staremo a vedere...

La mente non è un vaso da riempire ma un legno da far ardere perché s'infuochi il gusto della ricerca e l'amore della verità. (Plutarco)
Halo1367
Inviato: 17/12/2007 6:35  Aggiornato: 17/12/2007 6:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/6/2006
Da: Bengodi
Inviati: 174
 Re: Un altro Nobel sprecato
Oggi scrivo per me stesso. Ma va bene così.

Questo, http://www.corriere.it/esteri/07_dicembre_16/gore_ambiente_57f1c398-aba3-11dc-9018-0003ba99c53b.shtml

mi fa pensare.

E mi piace che lo faccia.

"Voi lasciatemi battere e controllare la moneta di una nazione e a me non interesserà chi ne faccia le leggi".
Nathan Rothschild, 1791
peonia
Inviato: 12/12/2009 0:14  Aggiornato: 12/12/2009 0:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Un altro Nobel sprecato
"Una scomoda verità (An Inconvenient Truth) è un film-documentario diretto da Davis Guggenheim, riguardante il problema mondiale del riscaldamento globale, e avente come protagonista l'ex vicepresidente degli Stati Uniti d'America, Al Gore. Si basa in larga parte su una presentazione multimediale che Gore crea e sviluppa durante molti anni come parte della sua campagna di informazione sui cambiamenti climatici."

Mi hanno detto che nel 2006 avevano sotituito le famose bibbie, sui comodini degli alberghi, con tale libro!
E come la mettiamo con il Climagate? Sara' per questo che gli hanno dato un Nobel?!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 12/12/2009 0:17  Aggiornato: 12/12/2009 0:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Un altro Nobel sprecato
Perchè venire sfottuto da Linucs mi fornisce una sorta di conferma di aver scritto qualche cosa di corretto e magari di utile?


aahhahaahhahahahahahahaahhaha, ti capisco!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA