Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


11 settembre : Verso la seconda fase
Inviato da Redazione il 11/9/2007 11:50:00 (8145 letture)

E fanno sei. Sei anni di incubo, sei anni di orrori, sei anni di lotta per non affogare nella marea di falsità con cui la strategia del consenso globale ha cercato di sommergere l’umanità.

Dopo l’ondata iniziale, che ha strappato il 99% degli esseri umani dalle loro certezze, per fortuna qualcuno aggrappato allo scoglio c’è rimasto, ed è a loro che in un certo senso dobbiamo la vita: grazie ai primissimi, e più coraggiosi, ricercatori sull’11 settembre (Alex Jones, Thierry Meyssan, Eric Hufschmid, ecc.) - la verità non è stata sepolta del tutto, e abbiamo così potuto compiere un lento percorso a ritroso, che fortunatamente accelera man mano che ci si allontana dalla data iniziale degli eventi.

Come ormai persino in media tradizionali hanno riconosciuto, è stato tutto merito di Internet: è infatti impossibile capire quello che è accaduto nel mondo in questi ultimi anni, rispetto all’11 settembre, se non si comprende la potenza devastante, e teoricamente illimitata, di questo nuovo mezzo di comunicazione.

Internet infatti non è un “ luogo“, nel quale molti ci vorrebbero confinare, come topi di fogna tenuti a bada in un recinto chiuso. Internet è solo un mezzo, esattamente come lo sono il telefono, il fax, o lo stesso televisore. Ma questo mezzo ha il potere straordinario di permettere un collegamento diretto fra gli individui, senza alcuna filtratura intermedia, e solo grazie a Internet è stato possibile raccogliere, organizzare e presentare in maniera fruibile la marea di informazioni che costituisce l’ossatura della critica alla versione ufficiale sull’11 settembre.

Per gli studiosi del caso Kennedy, indagare significava attendere impazienti l’ultimo libro di un loro collega, assorbirne qualche nuova informazione, ...

... e poi magari scambiarsi un paio di lettere con altri colleghi, in attesa del prossimo libro sull’argomento. Ma la evidente lentezza di questo tipo di propagazione, sommata alla relativa scarsità di informazioni disponibili, si è tradotta in 40 anni di ricerca, prima di riuscire a mettere insieme un quadro complessivo che rispecchi in qualche modo la verità dei fatti.

Con internet abbiamo fatto, in quattro anni, molto di più di quanto ne abbiano fatto in 40 i ricercatori del caso Kennedy. E questo non solo da un punto di vista quantitativo, ma anche qualitativo, nel senso che oggi è possibile supportare le proprie affermazioni in maniera diretta e immediata, per cui a sua volta il ragionamento collettivo può crescere molto più solidamente e rapidamente.

Se solo provassimo a immaginare ciascun ricercatore sull’11 settembre isolato nella sua casa, con tutte le informazioni che ha raccolto finora, ma senza più Internet, ci renderemmo immediatamente conto di quali difficoltà incontrerebbe a far conoscere al mondo quello che lui stesso è venuto a sapere.

La radio, la televisione e i giornali funzionano a senso unico, cioè “diffondono” informazione, ma devono andare altrove per alimentarsi, mentre Internet è sia un canale di ricerca che di diffusione. Funziona nei due sensi, ininterrortamente, e su milioni di “terminali” (ciascuno di noi) contemporaneamente.

Internet è quindi un caso, più unico che raro, di analisi e sintesi insieme.

Naturalmente, c’è un altro fattore di cui tenere conto, ed è la velocità con cui una certa società è in grado di accettare un determinato cambiamento. Questa velocità - purtroppo o per fortuna - non dipende dalla tecnologia, ma dalla natura umana, e quella, a quanto pare, è immutabile. Sono infatti arrivati al paradosso dove la velocità della ricerca ha superato la capacità di adeguamento della società ai risultati di quella ricerca.

Mentre una volta, in un certo senso, i “libri su Kennedy“ raccoglievano e sintetizzavano il comune sentire della gente – cioè, lo seguivano - Internet addirittura lo precede, e chi ne fa uso regolare vive in un costante stato di ansia, attendendo che anche quelli che non ne fanno uso raggiungono lo stesso livello di conoscenza.

Se c’è oggi infatti un vero divario sociale, non è più soltanto di tipo economico: oggi la grossa differenza è fra chi è informato e chi non lo è. Questi ultimi, sono destinati a scomparire con la propria ignoranza, chi invece è informato non potrà che mettere in moto nuove generazioni che seguano lo stesso percorso.

Ma forse la caratteristica più importante di Internet è che le informazioni sono fisse, e non più latenti. Mentre una volta un servizio televisivo andava in onda, e poi scompariva nel buio della memoria - a meno che qualcuno si fosse preoccupato di registrarlo – quelle informazioni non le avrebbe mai più avute a disposizione nessuno.

Con Internet invece ogni singola pagina di giornale, ogni singolo telegiornale, ogni singola intervista radio, vengono sistematicamente memorizzati in questo gigantesco archivio storico in tempo reale, che è diventato ormai una specie di cassaforte della verità, per chiunque abbia voglia di mettersi a cercarla. Provate invece a pensare che fine avrebbe fatto, ad esempio, l’intervista di Norman Mineta che inchioda Dick Cheney alle sue responsabilità sull'undici settembre, se fosse passata una volta sola – in tempi pre-Internet – su una qualunque tv nazionale. In quattro secondi la Casa Bianca sarebbe intervenuta, avrebbe fatto sparire quella registrazione, e nessuno ne avrebbe mai più saputo nulla nel mondo. (Viene un brivido, solo a immaginare “quanto” ci possa essere stato nascosto, solo fino all’altroieri).

Oggi invece la deposizione di Mineta sta praticamente in ogni computer il cui proprietario si occupi di 11 settembre, ed è quindi diventato impossibile eliminarla, obbligando in qualche modo chi difende la versione ufficiale a doverci fare i conti quotidianamente.

Altrimenti, i “benefattori del silenzio sociale” l’avrebbero avuta vinta sin dal primo giorno.

In realtà, anche nell’antichità dicevano scripta manent, e il detto era assolutamente valido. Ma lo scriptum “maneva” solo per colui che lo possedeva. Solo lui poteva leggerlo, e bastava lui solo per decidere di distruggerlo.

Chi ha avuto il potere sin dall’inizio della storia umana ha sempre potuto raccontare al popolo tutto quello che ha voluto, mentre da oggi, per la prima volta, non può più farlo.

La lotta ovviamente è ancora tutta da combattere, e la battaglia è tutta da vincere, ma le armi finalmente ci sono, e i risultati si stanno vedendo: due anni fa ci battevamo il capo dalla disperazione, frustrati dalla “assoluta impossibilità“ di uscire con il nostro messaggio dal ghetto della rete.

Solo un anno dopo, nell’autunno 2006, il dibattito sul 9/11 aveva raggiunto i media nazionali, al punto di apparire a volte persino ridondante.

Ma si parlava ancora della prima fase, quella in cui è assolutamente necessario stabilire con grande chiarezza perchè la versione ufficiale sia una montagna di baggianate inaccettabili. Solo avendo mostrato questo con certezza (a chi vuole vederlo, ovviamente), può iniziare la seconda fase, in cui l’analisi storico-politica che sta dietro gli attentati dovrebbe venire a combaciare con quello che è già stato accertato dal punto di vista fattuale.

Come ha detto Lee Hamilton, uno dei due presidenti della Commissione per l’11 settembre, “Noi abbiamo scritto soltanto la prima bozza di questa vicenda. La gente continuerà a indagare sull’11 settembre per altri 100 anni, e certamente scopriranno cose che a noi sono sfuggite”.

Al di là degli eufemismi - obbligatori in certi casi - il messaggio è trasparente: non dobbiamo accontentarci di certi risultati ottenuti, pensando che il grosso del lavoro sia stato fatto. Se la curva di accelerazione, che sta portando al lento smantellamento della grande bugia, continuerà con lo stesso ritmo, sarà solo perché tutti coloro che la alimentano giorno per giorno, con loro piccole azioni quotidiane, avranno continuato a perseguire la verità dovunque e a qualunque costo: non solo sono i “grandi scoop” a portare avanti la lotta per la verità, ma anche l’impegno costante di ciascuno a non tornare a piegarsi al conformisno della bugia, conscio della necessità di uscire al più presto da questa mostruosa campana di vetro che ci tiene prigionieri ormai da sei anni, e con un bisogno sempre maggiore di tornare a respirare una boccata di aria decente. Non dico sana, per ora, ma almeno non così irrimediabilmente inquinata.

Massimo Mazzucco

Voto: 8.00 (3 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Opossum
Inviato: 11/9/2007 12:23  Aggiornato: 11/9/2007 12:24
So tutto
Iscritto: 30/7/2007
Da:
Inviati: 10
 Re: Verso la seconda fase
La mera verità è purtroppo che servirebbe un evento forte, che porti nelle case di tutti i dubbi e le prove raccolte, senza la presunzione di aver ragione, solo dicendo:
Questo è quello che ci sembra strano, possiamo provare con prove audio - video - cartacee quello che diciamo, leggetevi e guardtevi tutto quanto, poi diteci se credete alla versione ufficiale o meno.

Ma serve purtroppo qualcosa di più di internet o di una puntata di Matrix, che comunque non sono da sottovalutare.

Ma i media li controllano, e passare casa per casa a suonare il campanello non è stiloso!!!!

Attendiamo fiduciosi il tempo delle nuove elezioni negli usa, (ergo probabili nuovi attentati per mantenere il regime repubblicano) e se qualcosa si smuove, visto che ormai il pensiero comune è: se lo dicono gli americani deve essere vero!!

"Se ad un Dio si deve questo mondo, non ci terrei ad essere quel Dio: l'infelicità che vi regna mi strazierebbe il cuore."
(Schopenhauer)

http://sabbhe.altervista.org
AG
Inviato: 11/9/2007 12:27  Aggiornato: 11/9/2007 12:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/7/2005
Da: Torino
Inviati: 194
 Re: Verso la seconda fase
I media tradizionali però sembrano accorgersi del potere di internet solamente a cose fatte e finite.
Così come per la manifestazione di Beppe Grillo, che ha iniziato a destare clamore solamente il giorno dopo; in precedenza solo sporadicamente qualche tg aveva menzionato la manifestazione in programma...
Sono comunque molto fiducioso sulla forza che ha la rete; il solo fatto di essere qui a scrivere della ricerca della verità sull'11 settembre è un dato evidente di come qualunque persona possa partecipare al dibattito. Magari (se ne ha le capacità) perfino di dare il suo contributo attivo per concludere la prima fase con quella smoking gun capace di aprire gli occhi anche a chi li ha sigillati...
Buon lavoro a tutti noi, ognuno coi propri mezzi e le proprie conoscenze!

ambra
Inviato: 11/9/2007 12:44  Aggiornato: 11/9/2007 12:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2006
Da: cagliari
Inviati: 246
 Re: Verso la seconda fase
Massimo (permetti?), è proprio per questo che ogni volta che, magari in sordina, salta fuori qualcuno ad invocare un qualsiasi tipo di censura mascherandola di buoni e nobili propositi, e guarda caso sempre a piccolissime dosi; ogni volta che il mio computer si comporta in modo "strano"; ogni volta che qualche "estremista" pensa bene di sbandierare in rete i suoi propositi rovinandosi l'effetto sorpresa e dando alla gente l'idea che internet sia un mezzo di propaganda per terroristi; ogni volta che vedo rintracciare un hacker in tre giorni dal c..o del mondo ma non si riesce a rintracciare chi ha mandato in rete certi messasggi; ogni volta che sento che bisogna controllare la rete perchè ci si fa di tuto , dando ala gente la convinzione che sia per colpa della rete che esistono i pedofili; ogni volta che cerco un documento in rete e non lo trovo più; ogni volta che cerco un filmato o una pagina e scopro che sono stati rimossi: ognuna di queste e di mille altre volte io ho paura.

ambra
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Saludi e Trigu!
cherubino
Inviato: 11/9/2007 12:56  Aggiornato: 11/9/2007 12:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Verso la seconda fase
Ansa, 2007-09-11 09:43
Internet mi dice che finalmente qualcuno è certo che Bin Laden NON SI TROVI IN AFGHANISTAN (Si fa sempre più strada l'ipotesi del "DUKAZSTAN").

KABUL - Il ministro degli esteri afghano, Rangeen Dadfar Spanta, ha detto che il capo di al Qaida, Osama bin Laden, non si nasconde in Afghanistan. "So che non è in Afghanistan, anche se non ho informazioni su dove si trovi", ha detto Spanta in un'intervista alla Reuters. "Le nostre informazioni di intelligence e le attività di al Qaida...oltre alle informazioni di afghani (impegnati) nella guerra contro il terrore...indicano tutte che (bin Laden) non si trova in Afghanistan", ha detto ancora il ministro afghano.

"Data l'inimicizia fra lui (bin Laden) e la popolazione afghana...in quanto lui era il principale fautore di un regime terrorista e dittatoriale contro il popolo afghano, è impossibile che possa trovare appoggio fra la gente dell'Afghanistan", ha detto Spanta alla Reuters. "Questa è la ragione principale per cui ritengo che non si trovi qui", ha aggiunto il capo della diplomazia di Kabul, secondo il quale la cattura di bin Laden "non è importante" in confronto all'obiettivo più vasto di distruggere la rete terroristica internazionale attiva nella regione. La caccia a bin Laden è una delle priorità della guerra al terrorismo lanciata da George W. Bush dopo l'11 settembre 2001.

zeck
Inviato: 11/9/2007 12:56  Aggiornato: 11/9/2007 12:57
So tutto
Iscritto: 10/3/2006
Da:
Inviati: 17
 Re: Verso la seconda fase
Internet è il mondo, nelle sue accezioni più disparate ma è IL MONDO.
Abbiamo pertanto la fortuna di percepirne le molteplici facce e aspetti, belli e brutti ma TUTTI.

Libero arbìtrio pertanto, CHI VUOLE puo' consentire al proprio cervello di percepire diversi punti di vista su tutto. Senza internet non era possibile ...

Linucs
Inviato: 11/9/2007 13:38  Aggiornato: 11/9/2007 13:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Verso la seconda fase
Come ha detto Lee Hamilton, uno dei due presidenti della Commissione per l’11 settembre, “Noi abbiamo scritto soltanto la prima bozza di questa vicenda. La gente continuerà a indagare sull’11 settembre per altri 100 anni,

...di cui 99 con annesse leggi speciali assortite...

e certamente scopriranno cose che a noi sono sfuggite”.

...e se le racconteranno in carcere, anche grazie ai vari "Corriere", "Stampa", eccetera... (per chi vuol capire...)

Orwell84
Inviato: 11/9/2007 13:50  Aggiornato: 11/9/2007 13:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/3/2006
Da: Ground Zero
Inviati: 1114
 Re: Verso la seconda fase

jerimum
Inviato: 11/9/2007 13:55  Aggiornato: 11/9/2007 13:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/1/2006
Da: Modena
Inviati: 249
 Re: Verso la seconda fase
Che internet sia uno strumento molto potente se ne sono accorti anche i politici: nel parlamento a Bruxelles stanno infatti pensando a una legge per censurare le informazioni pericolose. In questo caso e' il nostro connazionale vicepresidente della Commissione Europea con delega alla Giustizia Franco Frattini.

HTML.it: Frattini: monitoraggio e censura del web

Anche se il titolo e' un po preoccupante sembra che quello che cercheranno di censurare saranno le istruzioni per fabbricare delle bombe. In quale maniera non e' chiaro ...

Allo stesso tempo pero' giunge dagli Stati Uniti una notizia positiva: il Patriot Act e' stato giudicato incostituzionale (uh dopo 6 anni di abusi !!! ).

Punto Informatico: USA, mutilato il Patriot Act

"Accominzamo, con nova promissa, sta gran sulenni pigliata pi fissa!"
La paura di Montalbano, Camilleri
redna
Inviato: 11/9/2007 14:00  Aggiornato: 11/9/2007 14:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Verso la seconda fase
Dopo che l'olocausto ebraico è diventato di legge, a qualcuno verrà pur la voglia di fare l'11-9 di legge,cioè rimarà l'11-9 degli USA.

Ma in questa data sono successe, nella storia del mondo, anche tante altre cose.
Perchè l'11 settembra è solo il giorno prima del 12 e dopo il 10 settembre.
Di qualsiasi anno a venire.
Ma non credo che sia vero che a così tante persone ha cambiato la vita questa data.
Non credo che in ruanda o nelle isole tonga sia successo la benchè minima cosa.
Se non ci fossero stati i media ora qualcuno direbbe che se la sono meritata, visto che arrivanddo da alleati gli anglo-americani non si sono fatti riguardo nell'abbattere...Ma abbattere due torri commerciali, non è la stessa cosa che abbattere minareti e musei. Edifici che da millenni segnavano la vita di generazioni nate in quelle terre ha altra valenza.
Infatti sono state abbattute a N.Y.le due torri commerciali fatte solo da 30anni mentre l'empire state building è rimasto dov'era.
Un segno anche questo?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Rickard
Inviato: 11/9/2007 14:59  Aggiornato: 11/9/2007 14:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Verso la seconda fase
Citazione:
Che internet sia uno strumento molto potente se ne sono accorti anche i politici: nel parlamento a Bruxelles stanno infatti pensando a una legge per censurare le informazioni pericolose. In questo caso e' il nostro connazionale vicepresidente della Commissione Europea con delega alla Giustizia Franco Frattini.


Brrr.... Santi numi... Ci vuole proprio Frattini per dire certe cose.
è meglio stare molto attenti signori, perché questi delegati europei qua nella loro ottusità prima hanno sottovalutato la rete, poi, visti i palesi risultati hanno iniziato a temerla poiché non possono controllarla come controllano i tg e i giornali e adesso strizzano l'occhio alla Cina che limita e censura la rete, tant'é che, per esempio, su un motore di ricerca cinese non risulta neppure che il Dalai Lama sia mai vissuto.
Stiamo molto attenti, questi qua con la scusa dell'antiterrorismo prima inizieranno a censurare la rete, poi la vita vera, è un discorso pericoloso perché si arriverebbe ai livelli della psicopolizia di "1984" di Orwell.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
kex
Inviato: 11/9/2007 15:16  Aggiornato: 11/9/2007 15:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/7/2005
Da: calabria
Inviati: 180
 Re: Verso la seconda fase
ma la tv rimane ed impazza, ieri sera una puntata de "La storia siamo noi", Minoli ha ricostruito goffamente e con certezze tutte sue, i momenti che avrebbero (hanno?) dovuto percorrere il gruppo di dirottatori dell'A11 (ho resistito poco,poi ho spento) .
A sei anni di distanza mentre internet come giustamente evidenziato, permette percorsi diversi e non sempre alternativi, la tv di stato, quella che paghiamo con le nostre tasse, continua imperterrita nell'offertorio delle sue verità.
Che tristezza, ma che pericolo, in tv tutto passa, ma quello che passa si vede e rimpolpa le menti che hanno vuoti sui fatti e sulle situazioni. E' vero che poi passa, ma quei vuoti riempiti dal nulla, vanno poi rivisitati e svuotati con grande dispendio di energie da parte di chi vorrebbe cercare una verità che non sia per forza La verità.
La tv che con certezza matematica mette in onda i vari BinLaden's message, come se le bottiglie abbandonate da una spiaggia segreta delle Haway (io sono convintissimo che si trovi da quelle parti ben protetto dai suoi amici usa), trovino l'onda giusta per approdare al momento opportuno, sulla spiaggia dei media di turno.
Che tristezza, tanto fatto ma tantissimo da fare, come al solito e non potrebbe essere diversamente, sono daccordo con Massimo, peccato veramente che continui ad avere ragione, sarebbe tutto più facile se ogni tanto prendesse qualche bella cantonata .

Saluti a tutti

una goccia fara' traboccare il vaso

vorrei regalare ai miei figli un po' di consapevolezza in piu'
soulsaver
Inviato: 11/9/2007 15:21  Aggiornato: 11/9/2007 15:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/11/2005
Da: Roma
Inviati: 613
 Re: Verso la seconda fase
Mah a me sembra che, dopo 6 anni di speculazioni e studi, dopo l'enorme mole di documenti, testimonianze e prove a sostegno della "verità" ci troviamo di fronte al solito nemico, solo che ora non si preoccupa neanche più di doversi difendere...
Il livello di narcotizzazione del pubblico e tale che non sono neanche più necessari i tentativi di stemperare e calmierare il brusio sorto con le indagini in rete; qualche tempo fa ci provava pure, rabberciava qualche immagine sfocata a fugare l'insolente idea che non esistesse un boing nella"fessura" del pentagono.
Ora non si preoccupa più, se ne fotte tranquillamente, orchestra l'ennesima pagliacciata con Bin Ladeinberg che terrorizza l'occidente, fa Buh!! al mondo e poi aspetta... L'era Bush stà tramontando placidamente, pronta ad essere sostituita da una Clinton bis ma con le tette, o chi per lei e lassù non cambierà assolutamente nulla o quasi.

Mala Tempora Currunt

Free from the need to be free "Mommy what's a Funkadelic, George Clinton 1970"
brooklyn
Inviato: 11/9/2007 15:41  Aggiornato: 11/9/2007 15:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2006
Da:
Inviati: 42
 Re: Verso la seconda fase
ieri alla storia siamo noi sull 9/11 ad un certo punto parlando di bush che vagava sui cieli americani con l'air force one in una intervista alla moglie di cheney lei afferma quasi testualmente :
"era stata intercettata una comunicazione radio che diceva -l'angelo sta per cadere- e noi sapevame che nel codice dei servizi segreti l'angelo era l'aereo presidenziale. chi ha mandato quel messaggio era uno molto informato"
la moglie di cheney!!!!

Serpico
Inviato: 11/9/2007 15:43  Aggiornato: 11/9/2007 15:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/9/2006
Da:
Inviati: 57
 Re: Verso la seconda fase
Una notizia fresca fresca:


Allarme bomba Germania U.S. air base

Un saluto

Rickard
Inviato: 11/9/2007 15:57  Aggiornato: 11/9/2007 15:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Verso la seconda fase
Citazione:
Una notizia fresca fresca:


Allarme bomba Germania U.S. air base

Un saluto


Bha... chi lo sa... Comunque fa sorgere più di un dubbio che all'anniversario del 9/11 spuntino video di Bin Laden ringiovanito in America e telefonate minacciose in Europa, sempre tutto messo lì a bella posta come per mantenere vivo l'interesse e soprattutto la paura della gente verso il terrorismo, così i suggestionabili si spaventano ogni volta che devono prendere un aereo e ogni volta che vedono Bin Laden non si chiedeono nemmeno il perché di tutti quei cambiamenti.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
cocis
Inviato: 11/9/2007 16:27  Aggiornato: 11/9/2007 16:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Verso la seconda fase
ma fra 20 anni a goni 11 settembre ci saranno anora i video di bin laden ???

elpueblo
Inviato: 11/9/2007 16:31  Aggiornato: 11/9/2007 16:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/11/2004
Da: Abruzzo meridionale
Inviati: 349
 Re: Verso la seconda fase
c'era una manifestazione stamattina a Bruxelles contro l'islamizzazione dell'Europa e il nostro Borghezio ne ha approfittato per mettere in mostra la sua coglionaggine.

ora a parte l'aspetto tragicomico della vicenda (con Borghezio non riesco ad essere serio al 100%) c'è da notare il fatto di come l'11/9 settembre nella sua versione ufficiale sia ancora usato dai partiti politici, in questo caso l'estrema destra xenofoba.

Freeman
Inviato: 11/9/2007 16:38  Aggiornato: 11/9/2007 16:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Verso la seconda fase
semi-OT, a proposito di Minoli:

Torna Minoli, «trasloco» per Del Noce

che bello, che felicità...
Dopo Corradino Mineo al TG3, le mosse brillanti del "nostro" governo si susseguono.

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
soulsaver
Inviato: 11/9/2007 17:05  Aggiornato: 11/9/2007 17:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/11/2005
Da: Roma
Inviati: 613
 Re: Verso la seconda fase
Citazione:
l'11/9 settembre nella sua versione ufficiale sia ancora usato dai partiti politici, in questo caso l'estrema destra xenofoba.

L'undici settembre è usato da destre xenofobe, sinistre ambientaliste, da chiunque per far digerire a tutti, docilmente, per il nostro bene, la medicina del futuro di me..a che stanno progettando per noi, il resto è coreografia.

Free from the need to be free "Mommy what's a Funkadelic, George Clinton 1970"
stilx
Inviato: 11/9/2007 17:16  Aggiornato: 11/9/2007 17:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/9/2007
Da:
Inviati: 119
 Re: Verso la seconda fase
non capisco l'accostamento con l'olocausto. Spero che non si voglia far passare l'equazione 11/9 bufala così come l'olocausto!!!! C'è già Blondet antisemita di cui vergognarsi tra i cosidetti cospiratori

Sertes
Inviato: 11/9/2007 17:41  Aggiornato: 11/9/2007 17:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Verso la seconda fase
Citazione:
non capisco l'accostamento con l'olocausto. Spero che non si voglia far passare l'equazione 11/9 bufala così come l'olocausto!!!! C'è già Blondet antisemita di cui vergognarsi tra i cosidetti cospiratori


Ciao stilx, benvenuto.

C'è chi sta provado di delegittimare chiunque non si beva la versione ufficiale dell'undici settembre accomunandoli con i negazionisti dell'olocausto.
Se n'è discusso qui:
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/index.php?storytopic=32

Di un antisemita bisogna sempre vergognarsi. Per fortuna Blondet non lo è, lui ce l'ha con il governo Sionista, non con il popolo Israeliano.
E' come avercela con la Democrazia Cristiana o col Partito Comunista, questo non vuol dire essere anti-italiano.
Idem se ce l'hai con Bush ed i Neocon, questo non vuol dire essere anti-americano

Un abbraccio

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
redna
Inviato: 11/9/2007 17:48  Aggiornato: 11/9/2007 17:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Verso la seconda fase
stilx
chi dice che l'olocausto ebraico potrebbe anche non essere vero, così come ce lo propinano, ha delle grane...pertanto se per l'11settembre passa una teoria "ufficiale"sarà sempre più improbabile che si possa dire che è andata diversamente...
Messe come sono messe le cose, passata una bufala un'altra ci starebbe tutta.

PS-blondet antisemita e anche cospiratore????

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
NiHiLaNtH
Inviato: 11/9/2007 19:56  Aggiornato: 11/9/2007 20:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Verso la seconda fase
E intato bush rende omaggio alle vittime dell'11 settembre salutano il suo dio

IMMAGINE 1

IMMAGINE 2

Perchè non si vede l'immagine?

Det.Conan
Inviato: 11/9/2007 20:27  Aggiornato: 11/9/2007 20:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: Verso la seconda fase
Mi sento male dopo quello che ho letto qui:

http://www.ilvelino.it/articolo.php?Id=409541

Questo e' il peggior articolo di giornale mai uscito dal 2001 ad oggi sulla vicenda senza alcun dubbio!Altro che Guido Olimpio...

Ecco i punti "salienti":

_______________________________________________________

Giacché se la prima diceva che i nemici esterni della nostra civiltà la odiano di un odio inestinguibile e assoluto,l’altra aggiungeva che l’odio dei suoi nemici interni è ancora più micidiale.

Mai la segreta essenza criminale e nichilista dell’estetismo europeo si rivelò con un gesto più turpemente frivolo. Mai la vocazione teppistica delle moderne avanguardie artistiche poté esprimersi con un atto così diabolicamente cretino.

E non ci sono riusciti nemmeno quegli sciami di pretenziosi imbecilli che riprendendo una tesi cara ai più furiosi profeti del fondamentalismo maomettano, vanno ripetendo da anni che i veri colpevoli dell’11 settembre sono gli Stati Uniti e “l’entità sionista”.

che ha appena scodellato, sul nostro mercatino editoriale, quell’abbagliante prodotto della più ardente passione antiamericana e antiebraica che è il libro intitolato Zero. Perché la versione ufficiale sull’11 settembre è un falso

Ma l’enigma si chiarisce (almeno in parte se non del tutto) se ci si ricorda che per quella gentile famiglia umana che aveva riposto tutte le sue speranze nel successo della rivoluzione comunista, quel felice evento epocale che fu il crollo dell’Urss resta un'insopportabile ferita inferta al suo orgoglio dalla storia, una beffarda smentita di tutte le sue più gagliarde illusioni, insomma un oltraggio di cui bisogna vendicarsi a ogni costo. Di qui il generoso progetto di far pagare il proprio gigantesco, disastroso abbaglio ideologico a quello stesso Occidente che si è finora permesso di rivelarne la natura appunto di chimera non lasciandosi accoppare dai suoi nemici.



Anche oggi, insomma, a muovere la sinistra, soprattutto quella culturale, è sempre il suo antico odio per il mondo così com'è. È infatti questo odio che – dopo averla indotta a lungo a sperare di veder crollare l'Occidente sotto i colpi del maglio comunista, e averla quindi costretta ad assistere al contrario sbigottita al crollo di quel sogno – oggi la porta a guardare all'Islam con la più o meno segreta speranza che sia la forza storica in grado, finalmente, di distruggere l'oggetto del proprio inestinguibile rancore.

SSSSttt che Blondet vi ascolta

Ruggero Guarini,scribacchino de Il Giornale e frequentatore di Radio Radicale.

Per chi ha fegato consiglio questo:

http://fainotizia.radioradicale.it/2006/10/28/cari-islamologi-di-ruggero-guarini
--------------------------------------------------------------------------------------------------
O a quel soavissimo inno alla donna che sono tutte le nostre vergini-madri col bambinello in grembo o col Cristo defunto sulle ginocchia?

O alla sfrontatezza che permise a Voltaire di definire Maometto un impostore, a Schopenahuer di affermare che il Corano non contiene nemmeno un pensiero dotato di valore e a Nietzsche di maledire l’avvento dello stesso cristianesimo? E adesso dite pure che questo è il volgarissimo sfogo di un ignorante islamòfobo.



I 10 minuti d'odio...

baciccio
Inviato: 11/9/2007 20:42  Aggiornato: 12/9/2007 0:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: Verso la seconda fase
Citazione da stilx:
Non capisco l'accostamento con l'olocausto. Spero che non si voglia far passare l'equazione 11/9 bufala così come l'olocausto!!!! C'è già Blondet antisemita di cui vergognarsi tra i cosidetti cospiratori




Dare dell'antisemita a Blondet, ( al primo post su Luogocomune,poi...) mi pare un po' forzato; antisionista semmai, che però vuol dire tutt'altra cosa.

Willo
Inviato: 11/9/2007 20:43  Aggiornato: 11/9/2007 20:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/5/2007
Da: Olanda
Inviati: 62
 Re: Verso la seconda fase
Ho appena finito di vedere il TG1 e non posso non riportare la mia (peraltro preannunciata) indignazione riguardo al servizio sul 9-11. Esistono centinaia di siti web, decine di associazioni, un movimento che conta milioni di persone, libri, documenti, iniziative, manifestazioni, documentari, e non viene spesa neanche una parola sulla possibilitá che la versione ufficiale sia falsa. Invece ci riviene fatto vedere Frank Zappa travestito da Osama!!!
Se questo non é Orwell poco ci manca!!!

mIr
Inviato: 11/9/2007 21:20  Aggiornato: 11/9/2007 21:20
So tutto
Iscritto: 19/3/2006
Da:
Inviati: 30
 Re: Verso la seconda fase
Oggi è l'undici settembre 2007.

Un pensiero affettuoso a tutti quelli che da quel giorno di sette anni fa non ci sono più ed a tutte le loro famiglie.

*

redna
Inviato: 11/9/2007 21:30  Aggiornato: 11/9/2007 21:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Verso la seconda fase
c'è anche un altro 11 settembre, quello del 1973
su www.peacereporter.net

Un pensiero a tutti quelli che non ci sono più, quelli del golpe cileno, quello delle torri e anche per chi è stato ucciso per le due torri.
Senza ragione...

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
carloooooo
Inviato: 11/9/2007 22:04  Aggiornato: 11/9/2007 22:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/7/2006
Da: marca gioiosa et amorosa
Inviati: 1386
 Re: Verso la seconda fase
Massimo, ma che fai, non ci avvisi più? Ho sentito la musichina inquietante e l'ho subito riconosciuto.

Su TNE (Telenordest) stanno trasmettendo spezzoni di Inganno Globale con annesso dibattito! C'è anche Tom Bosco.

Carlo

carloooooo
Inviato: 11/9/2007 22:36  Aggiornato: 11/9/2007 22:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/7/2006
Da: marca gioiosa et amorosa
Inviati: 1386
 Re: Verso la seconda fase
Beh, Tom "Bruce Willis" Bosco non è affatto male in Tv. A un SMS di uno spettatore che accusava i "cospirazionisti" di essere i soliti sessantottini antiamericani ha risposto con l'unica frase sensata di fronte a questo genere di accuse: "Che palle!"

Anche la presentatrice non è male, sembra che sia la prima sera che fa questo lavoro, però dice cose interessanti.

Ma la cosa più figa è che non c'è contraddittorio.

Carlo

Rickard
Inviato: 11/9/2007 22:41  Aggiornato: 11/9/2007 22:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Verso la seconda fase
Citazione:
Mi sento male dopo quello che ho letto qui:

http://www.ilvelino.it/articolo.php?Id=409541

Questo e' il peggior articolo di giornale mai uscito dal 2001 ad oggi sulla vicenda senza alcun dubbio!Altro che Guido Olimpio...


Mamma mia... è roba da matti. La cosa peggiore è che probabilmente ci sia gente realmente convinta di simili cazzate.
Alla fine dell'articolo non sapevo se ridere o piangere

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
cirocat
Inviato: 11/9/2007 23:00  Aggiornato: 11/9/2007 23:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 31/7/2007
Da:
Inviati: 157
 Re: Verso la seconda fase
è vero internet è un mezzo rivoluzionario,ma pur sempre un mezzo, l'importanza di questo mezzo è che dietro questo ci siano uomini onesti ,senza pregiudizi, e che con coraggio cerchino delle risposte là dove le domande sembrano inconcepibili esponendosi in prima persona.

GRAZIE MASSIMO .

XXPIBIXX
Inviato: 11/9/2007 23:56  Aggiornato: 11/9/2007 23:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/5/2006
Da:
Inviati: 41
 Re: Verso la seconda fase
Mi voleva Murdoch. Anzi no.
Maurizio Blondet






Piccolo episodio: ieri, mentre guido, trilla il cellulare.
E’ una gentile signorina di Sky Tg 24 - Santarelli, mi pare - che mi chiede se voglio partecipare a un programma-dibattito sull’11 Settembre.
«Vogliamo parlare anche dei video di Bin Laden, se sono veri o falsi», dice.
Ci sarà anche Maria Giovanna Maglie, un collegamento da Beiruth, eccetera...
Mi stupisco.
Sky non è la TV di Murdoch l’israelo-ticoon e di Confindustria-Montezemolo?
Per una simile accolita io sono una non-persona.
Ma la ragazza è sicura: «Venga in studio, siamo in via Salaria 1021. Registriamo alle 20.30, anche se il programma va in onda in differita, alle 22.30. Ha bisogno dell’albergo?».
Certo, come no, grazie.
«La chiamerà la nostra segretaria. A presto».
Già guardo la carta di Roma, via Salaria.
Assesto il navigatore.
Mi prendo qualche appunto delle cose da dire e da non dimenticare.

Potrò parlare degli «israeliani danzanti», che festeggiavano il disastro, che la polizia di New York arrestò quella mattina e che l’FBI mandò a casa in Israele, sottraendoli alle indagini.
Del fatto che il 10 settembre 2001, Osama Bin Laden si trovava a Rawalpindi, nell’ospedale militare di quella città pakistana, sotto scorta dell’ISI e protetto da Musharraf: lo rivelò nientemeno che Dan Rather sulla CBS; furono intervistati anche degli infermieri che confermarono di aver riconosciuto il personaggio.
O magari mi lasceranno dire qualcosa sulla fabbrica dei video: promossi da IntelCenter, una ditta diretta da Ben Venzke, israeliano.
Tradotti dalla già nostra Rita Katz, ebrea a caccia di terroristi, pagata dall’FBI.
Sul video, i discorsi sono elaborati da «Azzam l’Americano», Azzam Al-Amriki, l’occidentale che spesso appare nei video di Al Qaeda e che pare essere l’estensore dei discorsetti di Bin Laden.
Questo Azzam Al-Amriki si chiama in realtà Adam Gadahn, un ebreo-americano che nella sua vita di studente aveva manifestato profondo odio per i musulmani.
Poi, la conversione improvvisa: pare che abbia aderito ad Al Qaeda.
Fra i nomi e i nomignoli che costui ha usato c’è anche «Adam Pearlman»: ricordo evidente di suo nonno, Carl Pearlman, un medico molto impegnato nel sionismo, attivista militante, accusato nel 1993 dagli americani (altri tempi) di spionaggio per Israele.
Insomma tre israeliani a confezionare i video dello Sceicco: non è una bella coincidenza?
Prendo altri appunti.
Arriva oggi.



Nel primo pomeriggio chiama la segretaria: «Allora tutto fatto, l’aspettiamo per le 20.15. Sa come arrivare?».
Come no, ho il navigatore satellitare, praticamente la mia VW usata non è più una Bora, è un missile da crociera puntato sul bersaglio.
«Il programma», mi spiega la segretaria, «Si intitola ‘Controcorrente’. Lo dirige Corrado Formiggi. A stasera».
Passa un’oretta.
Sto per mettermi la giacca buona e cercare le chiavi del cruise missile, quando trilla di nuovo il telefonino.
E’ ancora la segretaria.
Imbarazzatissima.
«Ci è saltato il collegamento con Beiruth», farfuglia, «...non possiamo fare nulla. La trasmissione salta...».
Salta proprio?
Del tutto?
«Eh sì... Le dispiace soprassedere?».
Ma no che non mi dispiace, tranquilla.
Lei è sollevata che non faccia storia e non indaghi. «Sarà per un’altra volta», mente.
Ma sì, ma sì.
Mi spiace per la Santarelli o come si chiama.
Sono questi ragazzi di bottega che fanno i pasticci, invitano questo e quello, poi bisogna correre ai ripari.
Su quel Blondet è arrivata l’informativa: appena in tempo.
Quei giovani di bottega avranno avuto una bella lavata di capo.
Credevano di lavorare per un programma chiamato «Controcorrente».
Ma Sky, TG 24, come tutto ciò che è Sky e 24 Ore, è tutta sul filo della «corrente».
Tutto conformismo trasgressivo, autorizzato e filtrato.
Controcorrente, solo per finta.
Controcorrente ‘sto Katz.

Io non ho Sky.
Mi piacerebbe che qualcuno controllasse se questa sera, 22.30, è poi andato in onda Controcorrente.
Conduce un certo Formiggi.
Tanto per conferma.
Io sono sicuro che andrà in onda, solo che il sottoscritto non doveva andare in onda.
La Maglie (Il Foglio, sionista sfegatata, come la Katz, o Pearlman, o Venzke) era lì?
Ma certo.
Ad assicurare che il video di Osama con la barba finta è vero, verissimo, chi ne dubita nega l’Olocausto.
E pensare che mi voleva Murdoch.
Anzi no.
Contrordine, Controcorrente.
Formiggi, lo so, bisogna campare.

RiccardoII
Inviato: 12/9/2007 1:53  Aggiornato: 12/9/2007 1:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/10/2006
Da:
Inviati: 74
 Re: Verso la seconda fase
Vi riporto il commento che ha fatto la mia cara nonna (75 anni, è dei nostri dopo aver guardato IG) dopo aver visto oggi i vari servizi in TV sull'11/9 (il tutto in dialetto veneto):

"hai visto la TV? hanno detto di quelle cose di cui parli anche tu, si stanno accorgendo un po' tutti che c'è qualcosa che non va."

non so cosa abbia visto lei, io la TV oggi non l'ho proprio accesa. Ma in un giorno dal così triste ricordo le sue parole mi hanno regalato un sorriso di speranza.

Lasciatemelo godere.
grazie nonna.

Riccardo

stilx
Inviato: 12/9/2007 9:58  Aggiornato: 12/9/2007 9:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/9/2007
Da:
Inviati: 119
 Re: Verso la seconda fase
vergognoso il comportamento di Sky, ma ancora una volta non capisco perchè Blondet parla di razza e stato (usando i termini ebreo e israeliano) riferendosi a Murdoch e Katz. Peraltro Sky non è per niente di proprietà di Confidustria e Montezemolo. A meno che anche lui non sia ebreo...

Charlie
Inviato: 12/9/2007 10:26  Aggiornato: 12/9/2007 10:26
So tutto
Iscritto: 8/9/2007
Da:
Inviati: 8
 Re: Verso la seconda fase
«Un'opera di deliberata disinformazione»

Castro e l'11/9: «Non sapremo mai la verità»
l leader cubano riprende alcune teorie dei complottisti:

«Il Pentagono non fu colpito da un aereo ma da un missile»


L'AVANA - Fidel Castro abbraccia le teorie dei complottisti. In una dissertazione letta da un presentatore tv, il leader cubano - da tempo malato - ha accusato gli Stati Uniti di aver depistato gli americani e il mondo intero sull'11 settembre. Castro ha detto che il Pentagono è stato colpito da un missile e non da un aereo, perché non si sono trovate tracce dei suoi passeggeri.

DISINFORMAZIONI - «Ora sappiamo che fu un'opera di deliberata disinformazione», ha scritto Castro, che non appare in pubblico dal luglio 2006, quando un'operazione chirurgica lo ha costretto a cedere il potere al fratello Raul Castro. «Studiando l'impatto degli aerei, simile a quelli che hanno colpito le Torri gemelle... si evince che non è stato un aereo a schiantarsi contro il Pentagono», ha detto Castro. «Solo un grande proiettile potrebbe avere causato un foro perfettamente rotondo come quello che dicono abbia fatto l'aereo», ha scritto. «Siamo stati ingannati come il resto del pianeta». Secondo Castro la verità dietro agli attentati dell'11 settembre, compiuti con aerei dirottati che hanno ucciso circa 3000 persone, non si saprà forse mai. Nel suo intervento Castro non menziona mai Osama bin Laden e al Qaeda.

12 settembre 2007

dal sito de Corriere

hi-speed
Inviato: 12/9/2007 11:11  Aggiornato: 12/9/2007 11:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Verso la seconda fase
Se volete guardarvi questi video.
Ci sono scene interessanti in particolare "11 Settembre 2001-Il giorno che ha cambiato la storia".

qui

Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
redna
Inviato: 12/9/2007 11:15  Aggiornato: 12/9/2007 11:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Verso la seconda fase
Mettere questi aerei nella base di sigonella proprio ora, sarà proprio per determinati scopi (che noi non conosciamo...)
su www.peacereporter.net
E' stata fatta una base di lancio di questi velivoli anche se il governo italiano ha fatto opposizione.
Rimaniamo ancora,alla luce dei fatti,uno stato sovrano?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Enrico
Inviato: 12/9/2007 11:20  Aggiornato: 12/9/2007 11:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/1/2006
Da:
Inviati: 873
 Re: Verso la seconda fase
Dopo le ultime dichiarazioni di Fidel sull'11/9 c'è un ulteriore motivo per augurargli lunga vita.

A Fidel

Det.Conan
Inviato: 12/9/2007 11:46  Aggiornato: 12/9/2007 11:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: Verso la seconda fase
Sembra che ieri nessuno abbia visto la TV.Per evidenti motivi...
Tuttavia armato di farmaci antidolorifici io l'ho fatto

Tra un mare di scemenze 2 programmi spiccano:

1)Al posto di Blondet a Controcorrente ci e' andato Fracassi in qualita' di complottista.Dibattito con Panella( )e il magistrato D'Ambruoso.

Non e' riuscito a dire praticamente nulla.Non sa parlare ed ha paura,una paura che gli si legge in faccia!Almeno ha detto che secondo lui le cose non quadrano,che i video di Bin Laden sono sospetti e qualche altra cosetta.Ma certamente un utente medio di LC avrebbe saputo dire ben di piu'.Alla fine pero',con sgomento di Panella il magistrato anti-terrorismo ha ammesso che in USA non ci sono stati processi per l'11/9 tranne quello di Moussawi che secondo lui c'entra ben poco...
Sgomento in studio.Il commentatore era imparziale pero'.Molto ma mooolto meglio di Mentana.

2)Mattina su La7.Omnibus estate.In studio Capuozzo,la giornalista del TG1,un senatore di AN,il generale Jean( )e il "nostro" Giulietto Chiesa.Giornalista imparziale anche qui pero'.Almeno questo...

Questo e' stato un successo indiscusso.Capuozzo e la TGunessa dicono un mare di banalita'.Il primo in evidente difficolta',la seconda rosa dal tarlo del dubbio(lo si vedeva dagli occhi.Allucinante).Chiesa affonda pesantemente e senza mezzi termini.I video di Bin Laden sono falsi,lui e' morto e la tecnologia moderna puo' fare questo.Gli americani vogliono bombardare l'Iran,non invaderlo.Anche il popolo statunitense dubita.Ed infine alla fin troppo ripetuta domanda:"perche' l'avrebbero fatto?"(a dire il vero anche il mio cane l'ha capito,sembra che solo in TV non sappiano la risposta)la risposta secca e':"Piano egemonico di conquista su scala mondiale"

Ma le vere chicche sono altre.Il generale Jean accusa i complottisti di negare l'Olocausto(e basta!)e i Gulag

Al che Chiesa risponde malamente accusando il generale di dire imbecillita'(deo gratias).

Ad un certo punto sui video di Bin Laden interviene il senatore Ramponi:

"Anch'io penso che gli ultimi video siano dei falsi.E' troppo diverso.Penso sia un falso

Gelo in sala.Sgomento.Occhi strabuzzati.Sudore freddo.10 secondi di silenzio assoluto.Una scena fuori dal tempo,quasi grottesca nella sua triste verita'.Non credevo alle mie orecchie.Poi se la cava inventandosi qualche frase di comodo e si passa ad altro.

Pazzesco

_______________________________________________________

http://www.lastampa.it/_web/CMSTP/tmplrubriche/giornalisti/grubrica.asp?ID_blog=90&ID_articolo=187&ID_sezione=233&sezione=

Almeno la Stampa non accusa,per il momento...

Charlie
Inviato: 12/9/2007 12:03  Aggiornato: 12/9/2007 12:03
So tutto
Iscritto: 8/9/2007
Da:
Inviati: 8
 Re: Verso la seconda fase
Omnibus quiqui

Enrico
Inviato: 12/9/2007 12:09  Aggiornato: 12/9/2007 12:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/1/2006
Da:
Inviati: 873
 Re: Verso la seconda fase
Washington, 08:31
(AG1) 11 SETTEMBRE: PRESTO TERZO VIDEO DI AL-QAEDA

Sulla scia dei due recentissimi video con Osama bin Laden, diffusi in rete venerdi' scorso e ieri dopo circa tre anni di silenzio da parte del fondatore di 'al-Qaeda', l'organizzazione terroristica si appresta a diramare via Internet un terzo filmato, sempre per sottolineare a suo modo il sesto anniversario, appena trascorso, degli attentati dell'11 settembre 2001 negli Stati Uniti. Lo hanno reso noto due siti on line americani specializzati nel monitoraggio delle comunicazioni tra estremisti sul web, e di altri elementi di rilievo a fini d'intelligence, sulla base delle rispettive intercettazioni.

www.repubblica.it


P.S. Certo che Osama in questi giorni non ha proprio un cazzo da fare....

Freeman
Inviato: 12/9/2007 12:19  Aggiornato: 12/9/2007 12:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Verso la seconda fase
Ciao Anticr... ehm, Detective, bentornato dalle vacanze.

Citazione:
E adesso dite pure che questo è il volgarissimo sfogo di un ignorante islamòfobo.


ipse dixit
perché, che altro dovrebbe essere?

Citazione:
Anche oggi, insomma, a muovere la sinistra, soprattutto quella culturale, è sempre il suo antico odio per il mondo così com'è. È infatti questo odio che – dopo averla indotta a lungo a sperare di veder crollare l'Occidente sotto i colpi del maglio comunista, e averla quindi costretta ad assistere al contrario sbigottita al crollo di quel sogno – oggi la porta a guardare all'Islam con la più o meno segreta speranza che sia la forza storica in grado, finalmente, di distruggere l'oggetto del proprio inestinguibile rancore.

Glielo spiegate voi a questo "signore" che ci sono decine di milioni di americani che non credono alla versione ufficiale e lottano per la verità, sentendosi, legittimamente, le prime vittime della colossale presa per il culo che è stato e continua ad essere l'11 settembre?
anche loro rientrano nella definizione di cui sopra?
anche le migliaia di utenti di LC che, compreso il sottoscritto, comunisti proprio non sono, e non sono amanti dell'islam?
ma che cretino...

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
francesco7
Inviato: 12/9/2007 12:32  Aggiornato: 12/9/2007 12:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Tarentum
Inviati: 886
 Re: Verso la seconda fase

La mente non è un vaso da riempire ma un legno da far ardere perché s'infuochi il gusto della ricerca e l'amore della verità. (Plutarco)
Vento
Inviato: 12/9/2007 13:03  Aggiornato: 12/9/2007 13:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2007
Da: Napoli
Inviati: 112
 Re: Verso la seconda fase
ho come un'impressione che dopo l'uscita ultima di "Bin Laden" anche gli accaniti (non si sa il perché ) sostenitori della versione ufficiale si stanno iniziando a rompere le palle di sostenere e supportare i loro superiori infami nonché idioti

Det.Conan
Inviato: 12/9/2007 13:50  Aggiornato: 12/9/2007 13:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: Verso la seconda fase
La disinformatio continua...

Il caro vecchio Ottolenghi:

http://www.loccidentale.it/node/6246

E quando un parlamentare europeo, insieme a molti cattedratici, scrive un libro pubblicato da una casa editrice di tutto rispetto, promuove una simile tesi, significa che la verità è in pericolo.

Bingo!

Notava qualche settimana fa una recensione di Zero sul Corriere che le tecniche discorsive e l’impalcatura logica delle accuse mosse da Zero contro l’America di George W. Bush non si discostano di molto dai costrutti e dai meccanismi selettivi della letteratura tesa a negare l’Olocausto.

Che noia...

Come nel caso del negazionismo, si cerca quindi di screditare i rapporti ufficiali, le prove esibite e i testimoni oculari – nonostante le prove a disposizione abbondino. Si producono quindi esperti alternativi, che forti di sedicenti qualifiche di studiosi "imparziali" e "obbiettivi" procedono quindi a smontare questo o quel dettaglio della storia.

Questa insinuazione, che dietro alle tragedie della storia deve per forza esserci sempre un grande burattinaio, è essenziale a ogni teoria del complotto e rivela la natura sordida e moralmente corrotta – oltre che storicamente indifendibile – di ogni tipo di negazionismo.

per mettere sotto accusa l’America e l’intera lotta contro il terrorismo e continuare la loro crociata storica contro i valori dell’occidente. Sono passati solo sei anni. Ma i tentativi di riscrivere la storia e manipolarla allo scopo di incolpare le vittime ed esonerare i carnefici hanno trovato alleati rispettabili.

...

maurix69
Inviato: 12/9/2007 14:52  Aggiornato: 12/9/2007 14:52
So tutto
Iscritto: 18/11/2005
Da:
Inviati: 7
 Anniversario in bianco
Ieri sera 11 settembre 2007, navigando per le televisioni nazionali cercavo invano, un ricordo un pensiero, un programma che parlasse della tragedia di 6 anni fa, una tragedia che come molti hanno detto e scritto ha cambiato il mondo, ma ad eccezione di la 7, che ha trasmesso due documentari sull’accaduto, nessuna tv ha ritenuto opportuno ricordare quella tragedia, intendiamoci i documentari de la 7 erano anche abbastanza vecchiotti, il primo celebrava, giustamente, i sopravvissuti ascoltandone le testimonianze, mentre il secondo parlava di una clinica a Manhattan che aveva messo a disposizione degli scossi cittadini new yorkesi, coinvolti a vario titolo negli attentati, una equipe di psicologi e psichiatri.


Alcuni giorni fa anche Matrix di Enrico Mentana aveva affrontato l’argomento trasmettendo due filmati, sulle tesi contrapposte riguardo l’11 settembre, il primo del “cospirazionista” Massimo Mazzucco ed il secondo del “debunker” Paolo Attivissimo. Una tragedia come quella dell’11 settembre ridotta quindi ad uno scontro formale e stilistico come quello fra creazionisti ed evoluzionisti, presepisti e alberisti, ma quello che invano cercavo in TV, insieme forse a qualche altro utente, non era una teoria, una spiegazione, ma soltanto una pura e semplice analisi degli eventi, un’inchiesta giornalistica, come se ne vedono poche, una ricostruzione, che raccontasse la storia, ricordasse l’evento, anche perché ormai questo dibattito stucchevole tra i fronti contrapposti risulta essere superato dagli stessi redattori della commissione d’inchiesta la "National Commission on Terrorist Attacks Upon the United States", i quali hanno recentemente dichiarato che il loro è stato un lavoro che gettava le basi per un inchiesta ancora da approfondire.


Certo la materia è difficile così come è difficile affrontare il tema, scegliendo il punto di vista più corretto, ogni analisi o approfondimento dovrebbe attenersi ai fatti e i fatti raccontano di un attentato che ha rappresentato un “Unicum” nella storia mondiale del terrorismo, potremmo stare ore a discutere su quanto fumo uscisse dalla torre N. 7, di quanto fosse vasto l’incendio e su quanti piani fosse diffuso, ma la realtà e che tanti aspetti di quest’attentato rimangono oscuri e le indagini effettuate risultano ancora quantomeno incomplete, insomma per dirla breve sull’11 settembre tante cose ancora non sono chiare e su questo punto penso che tutti possono essere d’accordo. L’esistenza di una teoria contrapposta nutrita, nel corso di questi anni, da documenti, testimonianze e tanto materiale, che ha portato alla consapevolezza del pubblico mondiale che un’altra spiegazione è possibile, se da un lato ha rappresentato un passo avanti nella ricerca della verità, dall’altro ha generato una ridda di esperti e di professori che a vario titolo si sono scatenati in produzioni di libri, film, documentari e siti internet sull’argomento, senza contare il denegato fenomeno del merchandising, con vendita on-line di gadget sul movimento per la verità. Ogni fenomeno ha i suoi epigoni e a volte il nemico più che combatterlo a viso aperto è meglio assecondarlo, blandirlo; infiltrarti in esso e radicalizzarne le posizioni in modo da farlo apparire ridicolo e insensato. Forse tra altri 6 anni avremo la fortuna di trovare un programma televisivo che analizzi gli eventi e con serenità sviluppi anche i possibili scenari entro i quali questa tragedia contemporanea si sia potuta realizzare.
http://blog.libero.it/maurix69/3248059.html

yarebon
Inviato: 12/9/2007 15:41  Aggiornato: 12/9/2007 15:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Anniversario in bianco
ottima anallisi!
Basta una semplice considerazione, se gli Usa non fossero entrati in guerra e non avessero preso il ruolo di nazione paladina della libertà contro il fascismo ed il nazismo, non sarebbero mai diventati la superpotenza che oggi sono, magari sarebbero stati una forte superpotenza economica (visto anche il fatto chela seconda guerra mondiale non li toccò nel profondo come successe invece in Europa),ma non avrebbero avuto grande influenza diplomatica o culturale.
Eppure ritengo che ragionare solo in termini di imperialismo americano sia molto riduttivo e rende incomprensibili alcuni avvenimenti.
si è molto scritto sui finanziamenti ai nazisti che molti istituti e banche occidentali fecero, appunto queste persone non sono né filo-americane e né filo naziste. I commercianti di armi e le elite dell'alta finanza, guadagnano sulle guerre ed in genere finanziano entrambi gli schieramenti, giusto per dire che anche dietro l'undici settembre ci sono forze sovranazionali e se ragioniamo solo nell'ottica dell'imperialismo americano non ne usciamo più e non si comprendono alcune mosse suicide del governo Usa.
Secondo voi ai vari magnati dell'alta finanza (che hanno molto più potere dei vari bush e co.) importa qualcosa del potere americano? erano all'oscuro dell'11 settembre? Chi c'è dietro le armi ed i soldi usati per le guerre? I neo-con sono il braccio e non certo la mente dell'11 settembre (nonostante abbiano dato anche contributi "ideologici") e ciò vale anche per pearl harbour.

calmino
Inviato: 12/9/2007 19:03  Aggiornato: 12/9/2007 19:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2006
Da: bionda Sardegna
Inviati: 79
 Re: Anniversario in bianco
Che domande yarebon!
chi ha i numeri e le conoscenze per risponderti?
Si potrebbero solo formulare ipotesi...
Almeno per quanto mi riguarda preferisco avere un "approccio scientifico" col tema e rendermi conto che la VU non sta in piedi ed è piena di colpevoli lacune omissioni errori forzature. Questo è un punto fermo, si può andare oltre con teorie + o - fondate, chiedendosi: cui prodest, ma addirittura dare risposte alle tue domande... Chi c'è dietro chi si sospetta ci fosse dietro? E ancora più dietro dietro? ...forze sovranazionali... ...vari magnati dell'alta finanza...
Ah saperlo...


Secoli e secoli di pensiero razionale e ancora siamo inclini all'atto di fede
shm
Inviato: 12/9/2007 19:23  Aggiornato: 12/9/2007 19:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Verso la seconda fase
Una delle coincidenze più ambigue mostra un "beep" in tutte le news americane a distanza del quale, dopo 17 secondi, avvenivano gli impatti degli aerei contro le torri.
In simultanea trasmissione televisiva però qualche news riportava un ritardo, o un anticipo degli impatti...
Colori, lampi, toni di bianco, di giallo, di violetto, sembrava un film e invece si compieva una tragedia:


http://bugietotali.blogspot.com/2007/09/17-secondi.html

Video sincronizzazione dei voli

saluti Stuarthwyman

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
goldstein
Inviato: 12/9/2007 20:00  Aggiornato: 12/9/2007 20:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Verso la seconda fase
Interessante il ravvedimento di un giornalista del Seattle Post Intelligencer.
Dopo aver insultato i manifestanti del movimento 9/11 a Ground Zero, supponendo che stessero insultando la memoria di parenti, pompieri etc, è andato a vedere i siti e ha posto le sue scuse, specificando che "non era bene informato" e farà il possibile per collaborare con i vari siti (911 truth ed altri, dice) che "lavorano per la piena comprensione dei fatti del 9/11."

Dopo il sondaggio della settimana scorsa, secondo il quale è ora la maggioranza degli americani a volere un'inchiesta sul ruolo di Bush e Cheney negli attacchi dell'11/9 (e citato dal questa volta discreto Chiesa ad Omnibus ieri mattina), un altro sondaggio, sempre a cura di Zogby, attesta che solamente 1 americano su 3 (il solito zoccolo duro del 30% che non cambierà mai e poi mai idea) nega l'ovvio, cioè che il Governo sapesse in anticipo degli attacchi.
Secondo lo stesso sondaggio, il 56% degli Americani è convinto che l'Amministrazione Bush abbia sfruttato gli attacchi per perseguire la sua propria agenda; quando vi chiedono "perchè, dunque, lo avrebbero mai fatto," spete quindi che ora anche la maggioranza degli Americani condivide la nostra opinione sul chi ne abbia tratto beneficio, ottima carta per introdurre il discorso.

Poi c'è il solito ed innominabile "Le famiglie attaccano il Governo l'anniversario dell'11/9."

Molte altre news, su prisonplanet.com e 911blogger.com.

winston
Inviato: 12/9/2007 20:23  Aggiornato: 13/9/2007 0:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/10/2005
Da: Eurasia
Inviati: 392
 Re: Verso la seconda fase
Sorry,
indirizzo errato
post-card destinata a Pearl Harbour.

"Chi controlla il presente controlla il passato, chi controlla il passato controlla il futuro" Orwell, 1984
Freeman
Inviato: 12/9/2007 21:01  Aggiornato: 12/9/2007 21:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Verso la seconda fase

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
goldstein
Inviato: 12/9/2007 23:05  Aggiornato: 12/9/2007 23:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Verso la seconda fase
Pure il Guardian, dopo svariati hit piece, pubblica un articolo che attacca la teoria del complotto ufficiale della commissione 11/9 e ne chiede una nuova ed indipendente.
Alla fine purtroppo tra i siti suggerisce Killtown e Fetzer, ed il tono è sempre a tratti sbeffeggiante e comunque molto cauto, ma è un altro grosso quotidiano UK ancora (dopo il Daily Mail di qualche tempo fa) a fare significativi passi avanti.
Praticamente, a forza di sondaggi - nelle ultime 2 settimane ben 2 pesanti - i giornali più scaltri stanno provando ad apparire meno stupidi possibile.
Qua da noi, sembra preferiscano fare tutti la figura dei fessi.
E forse è meglio così.

cuca
Inviato: 12/9/2007 23:49  Aggiornato: 12/9/2007 23:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2007
Da:
Inviati: 167
 Re: Verso la seconda fase
Ciao goldstein.

Nell'articolo è scritto che si dubita della versione ufficiale (ed è legittimo), ma non mi pare si accenni per esempio all'ipotesi dell'autoattentato, che in sede storica rimane piuttosto difficile da dimostrare con certezza: nessun passo avanti quindi in questa direzione...

Resto poi curioso di sapere a quale inedito scenario di politica internazionale potrebbe portare l'eventuale affermarsi di tale ipotesi così difficile da dimostrare con certezza: insomma, cosa accadrebbe di nuovo?

Grazie per l'eventuale risposta.

cuca

goldstein
Inviato: 13/9/2007 0:16  Aggiornato: 13/9/2007 0:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Verso la seconda fase
Non capisco il problema del "dimostrare con certezza",sembra quasi tu voglia dire "senza dubbio", vi è sempre un margine di errore, per questo in campo giudiziario si è introdotto il concetto di ragionevole dubbio.
Il movimento per la verità sull'11 Settembre chiede una commissione indipendente che interroghi, soprattutto, i membri del NIST, della Commissione 11/9, dell'esercito e dell'amministrazione Americana, e di membri del movimento e delle famiglie.
(Al momento, data la situazione politica in America, è forse più realistico immaginare una Commissione Internazionale.)
Qualora i rappresentanti delle istituzioni americane si rifiutassero di partecipare, sarebbe esso steso un fattore rivelatorio.
Così come la commissione Zelikow ha concluso che gli attentati sarebbero stati ad opera di al Qaeda, e lo ha fatto - qui concorderemo penso tutti - agendo in un certo modo che non sto qui a ripetere, se tale giuria fosse composta da membri privi di conflitto di interesse, com'erano invece la maggior parte dei membri della commissione con l'esempio più lampante nello stesso Zelikow, ciascuno nel movimento 11/9 suppone che porterà a determinate conclusioni che sarebbero rese note al mondo.
Cosa accadrebbe, nessuno può dirlo, quindi a mio parere inutile specularci sopra,
Fatto sta che in America chi dubita della versione ufficiale secondo i sondaggi è ora la maggioranza, da un virtuale 0% di 6 anni fa, e questo per i fattori di cui ha parlato Massimo nell'articolo.
David Ray Griffin conclude il suo ultimo libro (eccellente) dicendo: "è questo il momento per il movimento 11/9 per fare il suo massimo sforzo. Dopotutto, abbiamo un mondo da salvare."
Può sembrare una minuscola speranza, ma questo è a proposito del "cosa potrebbe accadere", stesso concetto di quando Chossudovsky scrive "senza l'11/9, la legittimità per la guerra al terrore crollerebbe come un castello di carte."
Quella legittimità si sta lentamente incrinando, ma serve qualcosa di più.

Serpico
Inviato: 13/9/2007 16:16  Aggiornato: 13/9/2007 16:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/9/2006
Da:
Inviati: 57
 Re: Verso la seconda fase
La dimostrazione per assurdo è un tipo di argomentazione logica in cui si assume temporaneamente un'ipotesi, si giunge a un risultato assurdo, e quindi si conclude che l'assunzione originale deve essere errata, siccome ha condotto a tale risultato assurdo. È nota anche come ragionamento per assurdo.

Una dimostrazione per assurdo può essere fatta per sostenere molte tesi.

----------------------------------------------------------------------------------------
AVVENIMENTI 11/9 ( IMPATTO AEREI CON LE TORRI)

IPOTESI 1 (A) :

aerei dirottati sono stati sostituiti da aerei droni e QUESTI ULTIMI sono stati fatti impattare contro le torri WTC1 e WTC2

COME ATTUARLO:
( eseguendo l'operazione NORTHWOODS )



IPOTESI 2 (B) :



gli aerei una volta dirottati sono stati pilotati da remoto all'insaputa di mani inesperte come quelle dei dirottatori

COME ATTUARLO:

I Boeing 757 e 767 sono equipaggiati con la capacità di volare in maniera completamente autonoma, essi sono gli unici due velivoli di linea [il termine usato è ‘commuter’ cioè ‘pendolari’, più precisamente adibiti a regolari e continui voli di linea con andata e ritorno consecutive n.d.t.] della Boeing capaci di volo completamente autonomo. Possono essere programmati per decollare, volare sino a destinazione e atterrare, tutto senza un pilota ai comandi.

Sono degli aerei intelligenti, e hanno dei limiti pre-imposti dal software in modo che errori del pilota non possano causare danni ai passeggeri. Sebbene siano fisicamente capaci di manovre ad alto g [cioè con forti accelerazioni, g=9.8 m/s^2 è l’accelerazione di gravità n.d.t.], il software nei loro sistemi di controllo di volo fa in modo che non vengano effettuate manovre ad alto g tramite i controlli dell’abitacolo. Essi sono limitati a circa 1.5 g, ripeto, un g e mezzo. Ciò in modo che un errore del pilota non finisca per spezzare il collo alla nonna.

Non importa ciò che vuole il pilota, non può annullare questa caratteristica.

L’aereo che ha colpito il Pentagono si è avvicinato o ha raggiunto i suoi autentici limiti fisici, personale militare ha calcolato che l’aereo del Pentagono si è spinto tra i 5 e i 7 g nella sua virata finale.

La stessa cosa è vera per il secondo aereo che ha colpito il WTC.

C’è solo un modo perché una cosa simile possa accadere.

Così come per la completa capacità di volo autonomo, i 767 e i 757 sono gli UNICI AEREI DI LINEA PRODOTTI DALLA BOEING CHE POSSONO ESSERE GUIDATI TRAMITE UN CONTROLLO REMOTO. E’ una caratteristica standard per tutti loro, tutti i 757 e i 767 possono fare ciò. Lo scopo è che se c’è un problema ai piloti, il Norad può guidare in remoto gli aeroplani sino ad una destinazione sicura. Solo in questa modalità di volo questi aerei possono eccedere i loro limiti software e volare sino ai loro autentici limiti fisici, perché se viene usata questa modalità di volo si presume che esista già una situazione di emergenza.

SIAMO GIUNTI AD UN RISULTATO ASSURDO PER POTER DIRE CHE LE IPOTESI DI CUI SOPRA SONO ERRATE?

[fonti: comedonchisciotte.org e e significato "assurdo" da Wikipedia]

Un saluto


Linucs
Inviato: 13/9/2007 20:57  Aggiornato: 13/9/2007 20:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Verso la seconda fase
Noi dobbiamo essere duri con i criminali e con le cause dei crimini". Rutelli individua nelle prime sperimentazioni negli Stati Uniti il modello da seguire.

Infatti negli Stati Uniti non c'è più il crimine. Ci mancava solo Cicciobello a rompere i coglioni, mettendosi in bocca parole che evidentemente gli ha suggerito qualcun altro. Un po' come l'irlandese Frattini.

redna
Inviato: 13/9/2007 21:16  Aggiornato: 13/9/2007 21:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Verso la seconda fase
cito-
Noi dobbiamo essere duri con i criminali e con le cause dei crimini.
---
Se n'è accorto solo ora che tutta la cerchia dei politici fa parte di quella categoria a causa dello stipendio troppo elevato, che non si meritano affatto?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Infettato
Inviato: 14/9/2007 9:22  Aggiornato: 14/9/2007 9:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Verso la seconda fase
Serpico

Così come per la completa capacità di volo autonomo, i 767 e i 757 sono gli UNICI AEREI DI LINEA PRODOTTI DALLA BOEING CHE POSSONO ESSERE GUIDATI TRAMITE UN CONTROLLO REMOTO. E’ una caratteristica standard per tutti loro, tutti i 757 e i 767 possono fare ciò. Lo scopo è che se c’è un problema ai piloti, il Norad può guidare in remoto gli aeroplani sino ad una destinazione sicura. Solo in questa modalità di volo questi aerei possono eccedere i loro limiti software e volare sino ai loro autentici limiti fisici, perché se viene usata questa modalità di volo si presume che esista già una situazione di emergenza.

Non sapevo di queste caratteristiche nel caso fosse vero potrebbe spiegare "la precisione" delle manovre.

Per quanto riguarda l'articolo in particolare

Al di là degli eufemismi - obbligatori in certi casi - il messaggio è trasparente: non dobbiamo accontentarci di certi risultati ottenuti, pensando che il grosso del lavoro sia stato fatto. Se la curva di accelerazione, che sta portando al lento smantellamento della grande bugia, continuerà con lo stesso ritmo, sarà solo perché tutti coloro che la alimentano giorno per giorno, con loro piccole azioni quotidiane, avranno continuato a perseguire la verità dovunque e a qualunque costo: non solo sono i “grandi scoop” a portare avanti la lotta per la verità, ma anche l’impegno costante di ciascuno a non tornare a piegarsi al conformisno della bugia, conscio della necessità di uscire al più presto da questa mostruosa campana di vetro che ci tiene prigionieri ormai da sei anni, e con un bisogno sempre maggiore di tornare a respirare una boccata di aria decente. Non dico sana, per ora, ma almeno non così irrimediabilmente inquinata.

mi trovo in completa sintonia.

edit: Mi ero dimenticato

Det.conad

E quando un parlamentare europeo, insieme a molti cattedratici, scrive un libro pubblicato da una casa editrice di tutto rispetto, promuove una simile tesi, significa che la verità è in pericolo.

Potrebbe anche rivelarsi un'arma a doppio taglio,(per loro) molte persone non hanno mai avuto a che fare con le versioni alternative, non sanno neanche che esistono.

Leggendo o vedendo gli "attacchi feroci" verso chi cerca di usare il cervello, potrebbe rivelarsi uno stimolo in più per informarsi anche sulle VA.

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
Det.Conan
Inviato: 14/9/2007 15:31  Aggiornato: 14/9/2007 15:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: Verso la seconda fase
Segnalo questa bella intervista ad Attivissimo:

http://www.opinione.it/pages.php?dir=naz&act=art&edi=196&id_art=5925&aa=2007

Rivista schierata ovviamente...

______________________________________________________

Capita sempre un idiota durante una pacifica serata tra amici che inizia a straparlare sull'11 settembre 2001 e a pontificare, alla Giulietto Chiesa, o alla Gore Vidal, che l'attentato gli americani se lo sono fatto da soli per poi giustificare la guerra in Afghanistan e poi in Iraq. Come si difende il comune mortale che non abbia letto tutte le inchieste e le contro inchieste sul caso? Lo abbiamo chiesto a un addetto ai lavori esperto nello smascherare queste bufale, Paolo Attivissimo

il primo a fare soldi sparando cazzate sull'11 settembre.

Come si può difendere un comune mortale che incappasse in una di quelle grottesche discussioni sull'11 settembre

Alla base di queste fandonie sull'11 settembre c'è una inconfessabile ragione ideologica anti americana e anti israeliana?

Finalmente qualcuno gliel'ha chiesto!

e non è neanche un caso che la maggior parte de sostenitori di tesi alternative menzionati nei libri dei complottisti, da Chiesa a Blondet, siano persone dell'ultra destra anti semita americana, uomini vicini anche al ku klux klan.

Ma non era gente che piangeva per il crollo dell'URSS?

Ci sono tantissimi ingegneri delle strutture edilizie in Italia che sanno spiegare in dieci minuti come e perché è logico e plausibile che le torri siano crollate dopo i due impatti

L'interesse di chi scrive libri e gira film è un anti americanismo alimentato dall’attuale sfiducia verso l'esecutivo Bush.

L'ha detto!Ha finalmente pronunciato la parolina magica:antiamericanismo


Ma non era per i soldi?

I giornalisti che hanno appoggiato queste teorie, adesso, nei talk show in America, non li invita più nessuno.

Ok.Ma quale sara' il motivo?Come tirarsi la zappa sui piedi...

Ah,dimenticavo.Dimitri Buffa,radicale,neo-con e indovinate cos'altro...


cocis
Inviato: 14/9/2007 17:05  Aggiornato: 14/9/2007 17:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Verso la seconda fase
Autore: Det.Conan Inviato: 14/9/2007 15:31:05

Segnalo questa bella intervista ad Attivissimo:

http://www.opinione.it/pages.php?dir=naz&act=art&edi=196&id_art=5925&aa=2007

Rivista schierata ovviamente...

______________________________________________________

Capita sempre un idiota durante una pacifica serata tra amici che inizia a straparlare sull'11 settembre 2001 e a pontificare, alla Giulietto Chiesa, o alla Gore Vidal, che l'attentato gli americani se lo sono fatto da soli per poi giustificare la guerra in Afghanistan e poi in Iraq. Come si difende il comune mortale che non abbia letto tutte le inchieste e le contro inchieste sul caso? Lo abbiamo chiesto a un addetto ai lavori esperto nello smascherare queste bufale, Paolo Attivissimo

----------------------------



Vivi
Inviato: 14/9/2007 17:33  Aggiornato: 19/9/2007 13:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/10/2004
Da: nord Italia
Inviati: 198
 Re: Verso la seconda fase
Il velivolo del mistero (il volo sopra la Casa Bianca ) 9/11 era militare.. E-4B "Nightwatch"

CNN: Mystery 9/11 aircraft was military 'doomsday plane'
David Edwards and Muriel Kane
Published: Thursday September 13, 2007


cocis
Inviato: 14/9/2007 18:02  Aggiornato: 14/9/2007 18:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Verso la seconda fase
http://www.opinione.it/pages.php?dir=naz&act=art&edi=196&id_art=5925&aa=2007

e poi quando tiro giù 2 porconi contro attivissimo .. la gente dice che sono io quello fuori

Freeman
Inviato: 14/9/2007 18:03  Aggiornato: 14/9/2007 18:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Verso la seconda fase
Citazione:
Capita sempre un idiota durante una pacifica serata tra amici che inizia a straparlare sull'11 settembre 2001 e a pontificare, alla Giulietto Chiesa, o alla Gore Vidal,

Come incipit "obiettivo" non c'è male, si parte già con la gaffe di paragonare Chiesa a Vidal, dando nel contempo dell'idiota ad entrambi... complimenti.
Verrebbe da segnare i nomi di questi bontemponi su un taccuino, per andarli poi a prendere a casa quando la merda che stanno tentando di sotterrare gli esploderà sotto il culo, mostrandogli quello che avevano scritto, prima che possano avere il tempo di cambiare bandiera e riciclarsi scrivendo "in fondo io l'avevo sempre sospettato".
Una cosa che dimentica sempre di spiegarci il fighissimo antibufala è come si faccia ad identificare come "antiamericani" le decine di milioni di cittadini USA che chiedono l'impeachment di Bush, e come sia coerente etichettare i "complottisti" alternativamente come "delusi dalla caduta del comunismo" e "membri dell'estrema destra": non si rende conto che se mette tutto nel calderone, alla fine non resta fuori niente?
Ah, no, solo chi è al centro si salva, vota DC ^_^

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Lavinia
Inviato: 14/9/2007 18:46  Aggiornato: 14/9/2007 18:46
So tutto
Iscritto: 12/7/2007
Da: Milano
Inviati: 9
 Re: Verso la seconda fase
ciao a tutti,

era da parecchio che volevo mettervi a parte dell'esperienza avuta l'estate ahimè appena passata.

Ho avuto il privilegio di frequentare per un mese l'illuminata, pubblica e liberal università di Berkeley, e, privilegio nel privilegio, un corso sui diritti umani e la sicurezza umana mondiale.


Pare che pressochè tutti gli studenti di scienze politiche o legge incontrati là siano contrari alla guerra in Iraq, avversi all'amministrazione Bush. Si dichiarano addirittura ostili all'imperialismo USA (ma non ne andranno fieri nel profondo dei loro cuoricini?mah, il dubbio ce l'ho ancora...)
Come i loro professori, vivono nel posto più liberal in tutti gli stati uniti, meta dei beat dei tempi d'oro, sede della Summer of Love, dei concerti gratis di Hendrix, Janis Joplin, the Doors ecc, luogo da cui è partita l'ondata di pacifismo e protesta contro la guerra in Vietnam, e molto altro...

Non può dunque stupire che abbiano certe idee politiche.

Ho conosciuto davvero parecchie persone, a ciascuna di loro ho chiesto cosa ne pensasse del 9\11...Che delusione!

Nessuno, nessuno si è dichiarato sospettoso, o quantomeno incerto rispetto alla versione ufficiale. Nemmeno uno.

Ciascuno è convinto di ciò che ha VISTO IN TV.

Caro Massimo, putroppo la TV è e sarà sempre padrona. In TV le cose si VEDONO. Persino gente colta e che vive nel più aperto degli ambienti culturali non riesce proprio a sospettare.

Sono davvero senza speranza, e ormai sempre più comincio ad avvicinarmi alla teoria del fotomontaggio: secondo me gli aerei non c'erano.

Aiutatemi voi, perchè io ho davvero perso la speranza: la verità è lontana dalla gente.

Eppure uno aveva detto "la Verità vi renderà liberi". Siamo prigionieri, nostro malgrado.

Lavinia

Bambooboy
Inviato: 14/9/2007 18:49  Aggiornato: 14/9/2007 18:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 535
 Re: Verso la seconda fase
...dall' intervista all'ineffabile traduttore madre lingua di "explosion"
link

Citazione:

Inoltre quando si vede che un libro viene pubblicato si presuppone che l'autore si sia documentato. La gente non sa che gli autori sono per lo più incompetenti


parole sacrosante attiverrimo, parole sacrosante!!!!
e mi vien subito in mente un certo vergognoserrimo libercolo!!!!!

"l'OPINIONE delle LIBERTA'"
...con sede in via del corso [ di craxiana memoria ]
...con condirettore un tal Paolo Pillitteri [ di craxiana memoria..e anche i giudici se lo ricordano bene ]

la prossima intervista a vergognoserrimo chi gliela organizza? previti o dell'utri in persona?

ASINUS CUM ASINUM FRICAT

Paulo
Inviato: 14/9/2007 22:21  Aggiornato: 14/9/2007 22:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: Verso la seconda fase
Bella questa "Opinione": merita tanto credito quanto ne merita il dollaro.
Molto buono finché c'è il babbeo che ci crede, ma quando anche i meno provveduti ne subodorano l'inconsistenza la cosa migliore da fare è sganciarsene alla svelta.
Prima lo si lascia perdere meno ci si rimette.

shm
Inviato: 14/9/2007 22:43  Aggiornato: 14/9/2007 22:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Verso la seconda fase
http://www.house.gov/jec/hearings/dualuse/leitner.htm

Un documento:
"Technology Decontrols: Striking at the Heart of U.S. National Security"

saluti stuarthwyman

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies
Det.Conan
Inviato: 15/9/2007 21:30  Aggiornato: 15/9/2007 21:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: Verso la seconda fase
Questa "opinione" me l'ero scordata

http://www.opinione.it/pages.php?dir=naz&act=art&edi=194&id_art=5830&aa=2007

I cospirazionisti non sono riusciti a produrre alcuna prova convincente. Se sostengono che vi sia la Cia dietro al complotto, non hanno mostrato alcun documento della Cia che dimostri l’intenzione criminale del servizio di intelligence americano.

E anche qui dove sono le prove, a parte la grottesca leggenda nera degli ebrei ortodossi sorpresi a festeggiare sulle rive del Potomac l’11 settembre, con le treccine al vento e furgoncino tecnologico al seguito? (e dove li avrebbero nascosti questi misteriosi ebrei, dopo il loro eventuale arresto?).

Evidentemente costui non legge Blondet

E dalla parte di chi ragiona in modo scientifico, invece, si rendono necessari libri che smontano a loro volta le tesi degli “smontatori di prove”.

le teorie della cospirazione fanno presa perché riflettono un’antica visione del mondo dura a morire: tutto ciò che esiste e avviene è necessariamente progettato e determinato da una mente superiore.

Bin Laden?Al Qaeda?L'Iran?

“Alla base di tutte le teorie della cospirazione” - sostiene Bidinotto - “c’è una primitiva, infantile, visione dell’universo, un tentativo di spiegare perché le cose accadono, attribuendo la causa di tutti gli eventi all’intenzione di qualche entità senziente”. I nemici degli Stati Uniti tendono ad attribuire al loro oggetto di odio dei poteri pressoché sovrannaturali, se non altro per spiegarne il successo e giustificare i loro fallimenti. E tra i sostenitori delle teorie cospirative troviamo tutti i falliti delle ideologie novecentesche sconfitte dagli Stati Uniti o semplicemente dal modello americano: gli islamisti, i neo-fascisti, gli ex e post comunisti, i tradizionalisti cattolici...

Nafeez Motassedeq,Galoppini,Chiesa,Blondet

Oddio,ha visto giusto!


Freeman
Inviato: 15/9/2007 23:28  Aggiornato: 15/9/2007 23:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Verso la seconda fase
Citazione:
E tra i sostenitori delle teorie cospirative troviamo tutti i falliti delle ideologie novecentesche sconfitte dagli Stati Uniti o semplicemente dal modello americano: gli islamisti, i neo-fascisti, gli ex e post comunisti, i tradizionalisti cattolici...
e 100 milioni di cittadini americani, anch'essi sconfitti dal modello americano, suppongo.
Abbiamo finito con le puttanate?
Ragazzi, capito? Siamo "infantili" a pensare che il mondo se lo stanno pappando i Rothschild, i Rockfeller, i Du Pont... avete sentito il maestro?
I complotti non esistono, il 5 novembre tutti allineati al Guy Fawkes Night.

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
redna
Inviato: 16/9/2007 0:12  Aggiornato: 16/9/2007 0:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Verso la seconda fase
cito-
E tra i sostenitori delle teorie cospirative troviamo tutti i falliti delle ideologie novecentesche sconfitte dagli stati uniti o semplicemente dal modello americano...
---
Che cosa hanno sconfitto gli stati uniti? o semplicemente il modello americano?Per caso ti sei guardato attorno, e magari hai visto che non è cambiato nulla?

Gli islamisti rimangono islamisti, i neo fascisti pure, gli ex comunisti li seguono e tradizionalisti cattolici hanno pure la messa in latino....
che vuoi di più?
E visto che gli USA non hanno poteri sovranaturali, sarebbe meglio se lasciasse ro il territorio a chi ci è nato, invece che prenderlo con la scusa che sono stati vincitori 60 anni fa?E le 90 bombe metterle nello studio ovale della casa bianca invece che a ghedi e aviano?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Det.Conan
Inviato: 16/9/2007 10:32  Aggiornato: 16/9/2007 10:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: Verso la seconda fase
Il signor Polidoro ha finalmente svelato il suo vero volto sotto i sorrisini e la forma.Accortosi nei commenti al SUO blog di non avere cosi' tanti adepti come pensava(o sperava)ha risposto oggi cosi':

http://www.massimopolidoro.com/blog/rispondo-da-qui-ai-vostri-commenti-e-a-qualche-intemperanza.html

Tutta gente che il libro lo ha letto e ha compreso la mole di lavoro che c’è stata dietro. Cosa che, a giudicare dai commenti, non mi sembrano invece avere fatto (per il momento) Luca L., Alberto Medici, Marco75 e Stefano Girelli.

Non entreremo invece in polemiche e discussioni sterili, tantomeno risponderemo ad attacchi ad personam (che sono poi l’unica arma di chi non è in grado di rispondere con i fatti). Per questo, chi verifica i messaggi per questo blog lascerà passare ogni critica documentata, mentre eliminerà d’ora in avanti eventuali insulti o reazioni inutilmente sopra le righe.

Attivissimo docet

''Credere nel complotto - sostiene nel libro Umberto Eco, uno dei nove autori - e' un poco come credere che si guarisca per miracolo...''



Ma vediamo i link citati da Polidoro:

http://blogpericircolidellaliberta.blogspot.com/2007/09/la-tenacia-degli-smontatori-sgretola-le.html

Notare il nome prego

Tranne rare e lodevoli eccezioni, finora si è lasciato che le fantasie cospirazioniste, quelle che vorrebbero rappresentare come una grande menzogna ciò che tutto il mondo ha potuto vedere l'11 settembre di sei anni fa, potessero dilagare, esercitare la loro forza di suggestione, praticare una specie di monopolio immaginario della controverità.

Dà una sensazione tonificante constatare, come si è vi­sto nella controinchiesta trasmessa da Mentana, con quanta tenacia e persino testardaggine siano stati smonta­ti e svelati i mezzi sleali adoperati dai cospirazionisti. Si scopre che in più di un'occasione le testimonianze orali esibite dai filmati negazionisti sono state manomesse, manipolate, decontestualizzate, deliberatamente stra­volte nel loro significato. Che le foto sono state ritoccate. Che l'audio dei video viene appositamente azzerato o addirittura sostituito con colonne sonore montate ad arte per conferire un senso emotivo completamente dif­ferente da come sono andate effettivamente le cose nelle due Torri di New York.

Il materiale complottista è indubitabilmente un mate­riale che oggi si definirebbe «taroccato», piegato a una tesi precostituita, cucito per ottenere un disegno diverso da quello reale: è questo il risultato delle indagini degli «smontatori» che hanno investito tempo, energie, talenti con un'azione meritoria di smantellamento dettagliato di una colossale mistificazione.

Non per convince­re i fanatici negazionisti, ovviamente sordi al richiamo del­la ragione, ma per offrire all'opinione pubblica una chia­ve di lettura non inquinata da suggestioni e distorsioni. Con molta fatica, ma ne vale la pena.

Pierluigi Battista

P.S:Questo "articolo" e' uscito sul Corriere

http://ecoalfabeta.blogosfere.it/2007/09/11-settembre-quale-complotto.html

Vorrei inoltre fare notare come i summenzionati difetti della varie teorie del complotto si ritrovano in tutte le affermazioni non scientifiche, dagli ufologi ai negazionisti del Global Warming...

http://www.mascellaro.it/web/index.php?page=articolo&CodAmb=0&CodArt=15491

Il Foglio ci mancava infatti!

mentre il gran cuciniere dell’insalata mista sulla Grande Cospirazione Americana è il solito e cipiglioso Giulietto Chiesa.

invano il volenteroso lettore cercherà in “Zero” qualcosa di nuovo rispetto alle fantasiose ricostruzioni che dal giorno dopo l’attentato circolano su siti come reseauvoltaire, luogocomune.net e affini.

è proprio quello che ci voleva per ridurre “Zero. Perché la versione ufficiale sull’11/9 è un falso” (Piemme) a un mucchio di carta da macero.

Ma il massimo lo raggiunge Radio Radicale!

http://fainotizia.radioradicale.it/2007/09/11/come-spernacchiare-giulietto-chiesa-e-gore-vidal-sull11-settembre

Il titolo e' tutto un programma

L'intervista e' la stessa riciclata nell'Opinione

Che dire.Ottimi e imparziali link signor Polidoro



Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA