Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


news internazionali : Nepotismo alla sudamericana
Inviato da Redazione il 23/8/2007 7:00:00 (7155 letture)

Due notizie si incrociano dal Nord al Sud dell’America latina, suggerendo che per quel continente la democrazia - o almeno una parvenza di essa - sia ancora un fantasma confuso, ben lontano dal concretizzarsi in un prossimo futuro.

In Venezuela il “gran revolucionario” Chavez ha pensato bene di inaugurare il suo viale verso la gloria eterna, facendo abolire dal Parlamento – nel quale i suoi alleati sono in forte maggioranza – quel termine alla rielezione che va considerato una pietra miliare nella vita di un qualunque paese democratico: ora Chavez potrà essere rieletto per un numero illimitato di volte, vita natural durante.

Nessuno mette in dubbio che Chavez stia facendo (anche) del bene al proprio paese, ma di certo l’aspetto “bolivariano” del suo mandato esce leggermente offuscato da questa sua scelta chiaramente egocentrica, ...

... e in ultima analisi antistorica: lo spettro di un Mao-Tze-Tung, o dello stesso Fidel Castro - leader troppo convinti di essere indispensabilli, per lasciare al momento giusto lo spazio alle nuove generazioni - cominciano ora ad aleggiare troppo vicini alla figura di Chavez.

Mentre, come esempio di intelligenza, umiltà e lungimiranza si può sempre citare un Michail Gorbachev, ad esempio, che ha pilotato la sua nazione dal sicuro naufragio alla possibile (e poi avvenuta) rinascita, capendo al volo quando il suo compito era terminato, e levandosi di mezzo un attimo prima di venire travolto dallo stesso meccanismo di autodistruzione che aveva innescato.

All’altro estremo del Sudamerica, invece, abbiamo il presidente dell’Argentina, Nestor Kirchner, che pur riscuotendo un certo successo nel resto del paese, proprio nella sua provincia è stato contestato ieri dai lavoratori che chiedono un aumento della paga, il ritiro della polizia statale, e l’incriminazione di un suo ex-collaboratore che la scorsa settimana ha falciato “per sbaglio”, con la propria automobile, 17 persone riunite in strada.

A differenza di Chavez, però, Kirchner non deve preoccuparsi di far cambiare le leggi, per mantenere il potere: nella rigorosa tradizione inaugurata dai coniugi Peròn, più di 50 ani fa, sarà la moglie di Kirchner, Christina, il prossimo candidato del suo partito alle elezioni presidenziali, il 28 di ottobre.

Inutile illudersi: in una forma o nell’altra, siamo ancora, più o meno, al nepotismo papale del medioevo. E’ solo cambiato l’aspetto esteriore.

Massimo Mazzucco

Voto: 1.00 (6 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
leonardo
Inviato: 23/8/2007 8:58  Aggiornato: 23/8/2007 8:58
So tutto
Iscritto: 6/6/2007
Da:
Inviati: 14
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Credo che sia meglio Chavez in eterno che qualche marionetta a capo di una giunta militare inviata dalla CIA, come è avvenuto e avviene ancora in molti Paesi del Sud America. O no?

music-band
Inviato: 23/8/2007 9:28  Aggiornato: 23/8/2007 9:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Meglio il duce... Perchè qualche cosa di buono lo ha fatto... Ma perchè ci si ritrova sempre ad interrogarsi sulla scelta del "peggio" o del "leggermente" meno peggio? Ci hanno abituato così bene a ragionare come schiavi?

Polidoro
Inviato: 23/8/2007 10:08  Aggiornato: 23/8/2007 10:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/4/2005
Da:
Inviati: 488
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Un ex ministro argentino atropello a 17 manifestantes Video

"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuovi orizzonti ma nell'avere nuovi occhi." Marcel Proust
sbabbaro
Inviato: 23/8/2007 10:16  Aggiornato: 23/8/2007 10:16
So tutto
Iscritto: 23/8/2007
Da: Verona
Inviati: 2
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Salve a tutti,
Sul Chavez & Co. vi consiglio di leggere questo articolo Link a GennaroCarotenuto.
Leggo spesso LC ma questa volta anche voi vi siete lasciati prendere dai mainstream

music-band
Inviato: 23/8/2007 10:40  Aggiornato: 23/8/2007 10:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Grazie per la segnalazione Sbabbaro e benvenuto su LC

SandroG
Inviato: 23/8/2007 11:14  Aggiornato: 23/8/2007 11:14
So tutto
Iscritto: 23/8/2006
Da: Cisterna Di Latina
Inviati: 8
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Grazie davvero sbabbaro!
Massimo cosa ti succede?!?!?!

Ghilgamesh
Inviato: 23/8/2007 11:43  Aggiornato: 23/8/2007 11:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Non ci vedo molta differenza da noi, noi abbiamo il nano mafioso che ogni tanto si fa sostituire dalla Consorte, Prodi.

E probabilmente continueranno sto rimpiattino finchè morte non li separi.

Almeno in sud america, hanno il coraggio di dirtele chiaramente le cose...

Redazione
Inviato: 23/8/2007 12:22  Aggiornato: 23/8/2007 12:22
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Massimo cosa ti succede?!?!?!

Molto semplice: devo andare in miniera a lavorare, e non ho più il tempo di scrivere articoli seri.

franco8
Inviato: 23/8/2007 12:45  Aggiornato: 23/8/2007 16:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 1561
 Re: Nepotismo alla sudamericana
La mia impressione è che l'informazione che arriva riguardo all'america latina attraverso i canali "tradizionali" (TV e "grandi testate") (che poi... in pratica ci arriva quasi tutto passando dali usa , se non mi sbaglio).. è talmente manipolata, contorta, parziale e faziosa che diventa difficile per noi, se non impossibile, farci un'idea che abbia qualcosa a che fare con la realtà...
(e questo ultimo caso non è che uno degli ultimi esempi, perché ciò - la sistematica disinformazione - accade da anni se non da decenni...
... A dirla tutta non vale solo per il sudamerica... Mi viene in mente la circostanza riguardante le traduzioni del presidente iraniano - come cavolo si chiama ? - traduzioni che ci arrivano, in pratica, tutte da... dove dove sappiamo...)

Il fatto è che per le notizie a noi vicine... se pur manipolate e distorte... si può, cercando tra le righe e nei trafiletti dei giornali (specie quelli di provincia ), torvare qualche elemento del puzzle, un brandello di "quadro relistico"... mentre invece, per quel che riguarda luoghi come il sud america, pare che un filtro potentissimo lasci passare ben poco di utile...

Per contro, personalmente, apprezzo le voci "fuori dal coro" (penso ad un Gianni Minà, ad esempio, o ad un Fulvio Grimaldi)... E' vero che anche da quella "altra parte" si possono trovare distrosioni e faziosità... ma almeno, sotto la più o meno volontaria retorica e "pregidizio" , si può trovare qualche brandello di fatto che può aiutare a costruirci ciascuno il proprio "quadro", c'è sicuramente più "materiale" anche per chi non la pensa come loro... Parere personale, ovviamente...

Ciò, se volete, vale da un lato anche a giustificazione del Mazzucco... (che in miniera sarebbe sprecato... )
e dall'altro è solo una parte di problema molto più grande, ovvero : Che cosa sono i media e l'informazione ad oggi(?!)... (E mi riferisco ai media del "main stream", ovviamente)

.... ....io non mi definisco affatto volentieri ateo, non più di quanto io sia a-MickeyMouse.
..
(detto, fatto)
Redazione
Inviato: 23/8/2007 13:11  Aggiornato: 23/8/2007 13:12
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Chiedo scusa, devo dare una spiegazione più seria, perchè solo ora ho capito i termini del problema.

Non avevo infatti seguito il link a Carotenuto (qui sono le 4 del mattino), che sostiene che la facecnda della elezione a vita è una palla inventata dai mainstream media, mentre la mia risposta sulla miniera era perchè avevo intrepretato il "Massimo che ti succede?" semplicememte come "che articoletti del cacchio fai"?

Ora invece ho capito il problema. Domattina (stasera IT) chiamo una persona fidata, in Venezuela, e se la trovo mi faccio spiegare tutto, poi vi dico.

Scusate il fraintendimento (non ho nessun problema ad apparire coglione, ma non più del giusto però )

parsec
Inviato: 23/8/2007 13:33  Aggiornato: 23/8/2007 13:33
So tutto
Iscritto: 19/12/2005
Da: dappertutto ma in vacanza
Inviati: 8
 Re: Nepotismo alla sudamericana
mi sorprendo che anche qui si trovino notizie riportate senza un minimo senso critico e senza pensare alle implicazioni che portano.
Il massimo numero di mandati non è un principio della democrazia non c'e motivo in uno stato veramente democratico di non consentire la rielezione piu di due o tre volte.

il capitalismo è come l' uomo, per sopravivere deve uccidere
sbabbaro
Inviato: 23/8/2007 13:50  Aggiornato: 23/8/2007 13:50
So tutto
Iscritto: 23/8/2007
Da: Verona
Inviati: 2
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Seguo il sito di LC da molto tempo (non scrivo, ma leggo).
Ho seguito Massimo su Matrix sull'11 settembre, leggo con piacere i suoi articoli e apprezzo molto il modo di approcciare alle notizie e di esporre le sue idee.
Però in questi giorni ho visto ripetuta piu' volte la stessa notizia sul Venezuela nei vari TG, modificata di qualche parola ma fondamentalmente la stessa velina. Trovarla qui mi ha un po' spiazzato.

Ben venga un'altra spiegazione sul Venezuela e sul Sud America in generale, sopratutto da chi vive la!

Miniera!??!?! No! No! Rimani in superfice e porta avanti questo sito

neoprog
Inviato: 23/8/2007 14:06  Aggiornato: 23/8/2007 14:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/1/2006
Da:
Inviati: 422
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Salve a tutti.
Chavez rappresenta la volontà popolare,ha vinto a stragrande maggioranza tutte le 12 consultazioni elettorali e referendarie degli ultimi 10 anni.
Anche quest'ultima legge verrà sottoposta a referendum,quindi chi decide realmente è la popolazione.
Per conoscere meglio la situazione venezuelana e il chavismo,vi rimando a
questi link.


http://movies8.arcoiris.tv/movies/informazione_politica/chavez_big.wmv

http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Downloads&d_op=getit&lid=7173&ext=_big.wmv

http://www.venezuelaenvideos.com/index.htm

D'you know that one day
We will turn the world upside down
D'you know that one day
We will clean the world inside out
santommaso
Inviato: 23/8/2007 14:29  Aggiornato: 23/8/2007 14:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 66
 Re: Nepotismo alla sudamericana
A quando anche da noi uno come chavez?
Speriamo presto.

BlSabbatH
Inviato: 23/8/2007 15:16  Aggiornato: 23/8/2007 15:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Citazione:
Inutile illudersi: in una forma o nell’altra, siamo ancora, più o meno, al nepotismo papale del medioevo. E’ solo cambiato l’aspetto esteriore.

ahi ahi ahi.. una bugia ripetuta mille volte diventa verità.
caro massimo, la propaganda imperiale ha fottuto pure te. Dai, si può sempre rimediare con un'abiura futura

-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
NiHiLaNtH
Inviato: 23/8/2007 15:23  Aggiornato: 23/8/2007 15:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Citazione:
A quando anche da noi uno come chavez?


Si che bello anche noi vogliamo un messia che ci conduca verso un nuovo ordine!!!

mc
Inviato: 23/8/2007 15:49  Aggiornato: 23/8/2007 15:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Io non riesco ad aprire il sito indicato, magari qualcun'altro ha lo stesso problema (e' il filtro che c'e' sul Proxy), e quindi ecco un altro link:

Questo.

mc

mc
Inviato: 23/8/2007 16:01  Aggiornato: 23/8/2007 16:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Citazione:
Si che bello anche noi vogliamo un messia che ci conduca verso un nuovo ordine!!!


Immagino che tu ci sappia spiegare anche le motivazioni che, oltre che al provare definitivamente collusioni tra Chavez e i new order's men, seppelliscano del tutto anche le argomentazioni fornite dallo spunto su quelle riforme rivoluzionarie indicate nell'articolo di Carotenuto.
Altrimenti la tua frasetta rimane una cosa sufficientemente ridicola da essere snobbabile, non credi, NiHiLaNtH?


**************

At Massimo:
Non e' che puoi aggiungere un "?" al titolo del articolo che hai pubblicato?... cosi' per evitare che l'informazione di propaganda venga veicolata in coloro si soffermino al titolo...

Oppure cambialo ... o metti in home, piu' in evidenza, la "smentita" di Carotenuto... eh?

ciao

mc

cirocat
Inviato: 23/8/2007 16:52  Aggiornato: 23/8/2007 16:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 31/7/2007
Da:
Inviati: 157
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Tipico articolo da giornata storta , anche perchè pareva mirato a smontare uno dei pochissimi presidenti degni di nota,( uno che mi riduce l'orario di lavoro
certo che lo voto tutta la vita e poi santo subito).

Ti potrai rifare con le informazioni di tua conoscenza così continuando a scrivere
hai la scusa per non andare in miniera.( poi perchè la miniera, hai gia scartato la fonderia? ).

Sbabbaro , un link quanto mai opportuno

perafelix
Inviato: 23/8/2007 16:53  Aggiornato: 23/8/2007 16:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/7/2005
Da:
Inviati: 49
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Ho letto l'articolo di Carotenuto. Di fatto non nega che, insieme alle altre iniziative della riforma costituzionale, Chavez ha introdotto la norma che permette di essere rieletto indefinitamente. Dice solo che ritiene questa norma giusta!!! Quindi il giornalismo mainstream ha, in un certo senso, ragione.
Personalmente non ci vedo nulla di male alla rielezione di Chavez, anzi ben venga!! Non trovo giusto che ci rimanga indefinitamente (vedi Castro o Gheddafi e similari). Dopo un po' di tempo (che non saprei definire quanto) ci deve essere un ricambio dei personaggi politici

desbouvet
Inviato: 23/8/2007 17:50  Aggiornato: 23/8/2007 17:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da:
Inviati: 541
 Re: Nepotismo alla sudamericana
sono sorpreso

questi due strani presidenti, in questo strano sudamerica, risultano tanto strani perchè non hanno le spalle coperte
la strana tradizione 'democratica', in sudamerica, è tale perchè appunto vorrebbe provare a non avere le spalle coperte
quando non sei una vile marionetta, per forza di cose diventi una macchietta e un 'usurpatore'
tutte le marionette di questo mondo sono altamente democratiche
cioè a conti fatti
inutili

NiHiLaNtH
Inviato: 23/8/2007 17:57  Aggiornato: 23/8/2007 17:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Ho cose più importanti da fare.

desbouvet
Inviato: 23/8/2007 18:31  Aggiornato: 23/8/2007 18:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da:
Inviati: 541
 Re: Nepotismo alla sudamericana
chavez non si è autoproclamato presidente a vita
(da come i media danno la notizia, sembrerebbe...)
chavez insomma dovrà essere rieletto, in ogni caso

beh, anche un Andreotti, in Italia, è stato molte volte rieletto, fino a che non si è deciso "okai, adesso ci resti fino alla morte"
no, vabbè, Andreotti non è Il Presidente, ma che differenza sostanziale c'è, scusate ?

e veniamo agli argentini...strano popolo, vero ?
il presidente lascia il posto alla moglie...
MA IO QUESTA STORIA L'HO GIA' SENTITA !
aspetta, dove ?
ah, forse negii Stati Uniti d'America ?

francesco7
Inviato: 23/8/2007 18:50  Aggiornato: 23/8/2007 18:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Tarentum
Inviati: 886
 Re: Nepotismo alla sudamericana

Questa è la copertina di una rivista venezuelana decisamente ostile verso il presidente Chavez. Immaginate cosa succederebbe in Italia se una rivista di sinistra facesse lo stesso con Berlusconi.
Sulla propaganda anti-Chavez dei media occidentali vi consiglio di leggere questo articolo illuminante.

La mente non è un vaso da riempire ma un legno da far ardere perché s'infuochi il gusto della ricerca e l'amore della verità. (Plutarco)
franco8
Inviato: 23/8/2007 19:24  Aggiornato: 23/8/2007 19:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 1561
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Citazione:

Sulla propaganda anti-Chavez dei media occidentali ...

Grazie, francesco7 !

...La reforma de la Constitución puede ser emprendida, según lo contempla la actual Carta Magna, por iniciativa del pueblo, de la Asamblea Nacional o por el Presidente de la República, tal y como ha sucedido en esta oportunidad. Para su aprobación, debe ser sometida a referendo consultivo popular y universal...

Ciò mi ispira un commento :
..Sempre meglio che qui da noi in Italia, dove i parlamentari della "volontà popolare" espressa dai referndum se ne fregano bellamenet!!! (e non mi fate riportarei casi)

perafelix
Citazione:
..Quindi il giornalismo mainstream ha, in un certo senso, ragione.

In quale senso?
Forse volevi dire : "non ha detto delle falsità"...
ma è diverso dal dire "ha ragione".
Quel che conta sono i particolari che si selezionano e come li si raccontano...E le sfumarure, esempio:
RedazioneCitazione:

In Venezuela il “gran revolucionario” Chavez ha pensato bene di inaugurare il suo viale verso la gloria eterna, facendo abolire dal Parlamento – nel quale i suoi alleati sono in forte maggioranza
...

1. "facendo abolire dal Parlamento"... Sulla base di cosa si dice una cosa del genere? i parlamentari sono eletti o li sceglie lui (o li scelgonol le segreterie dei partiti come in Italia?)

2. ma sono "alleati" o "subordinati"?. perché nel primo caso non vedo dove sta il problema..

Insomma: un dittatore "serio" i parlamenti li abolisce e basta (vi devo fare gli esempi storici?).
.. o al limie possono essere "Svuotati di una reale rappresentanza" (come si avvicinano ad esserlo nl nostro paese...) o "sminuiti del loro potere.
Sono questi i casi? Non so , ma pare di no...
Insomma l'unica cosa certa è che Chaves non è quello che dipingono i media occidentali (E per questo basta segure attentamente ke cronache nel luno periodo...)

t

.... ....io non mi definisco affatto volentieri ateo, non più di quanto io sia a-MickeyMouse.
..
(detto, fatto)
mc
Inviato: 23/8/2007 19:43  Aggiornato: 23/8/2007 19:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Nepotismo alla sudamericana ?
Citazione:
Si che bello anche noi vogliamo un messia che ci conduca verso un nuovo ordine!!!

"Ho cose più importanti da fare".

Immagino "cose piu' importanti" di venire su un sito e scrivere frasette a cazzo? ... buono a sapersi... per il futuro, almeno...

mc

Redazione
Inviato: 23/8/2007 20:26  Aggiornato: 23/8/2007 21:19
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Nepotismo alla sudamericana ?
Confermo che Chavez ha fatto cambiare la legge sulla rieleggibilità, e quindi confermo in pieno il mio articolo, nel quale - se mi è permesso - esprimo la mia personale opinione.

In particolare, io volevo sottolineare la mancanza di capacità di certi leader di comprendere che non si può contemporaneamente mettere un atto una rivoluzione sociale, e poi cavalcarla trionfalmente fino alla fine.

Gesù Cristo ha lanciato il suo messaggio rivoluzionario, ma il prezzo nel suo caso è stato la croce.

ptimolla
Inviato: 23/8/2007 21:01  Aggiornato: 23/8/2007 21:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/7/2006
Da: Taranto
Inviati: 353
 Re: Nepotismo alla sudamericana
http://www.youtube.com/watch?v=TI0_VzFxTzs

Sarebbe orribile avere un presidente del genere....
se solo tutto quello che dice non fosse pura verita'!

Legge di Murphy sulla ricerca
Una ricerca abbastanza lunga tendera' a confermare ogni teoria.


Legge di Maier
Se i dati non corrispondono alla teoria, vanno eliminati.
cherubino
Inviato: 23/8/2007 21:23  Aggiornato: 23/8/2007 21:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Citazione:
Nessuno mette in dubbio che Chavez stia facendo (anche) del bene al proprio paese

Spero che il tono sia ironico... e nel caso non lo fosse... io lo metto in dubbio!
Si è parlato di "propaganda anti-Chavez dei media occidentali..." ma provate a farvi una settimana in Venezuela e capirete che non è proprio una propaganda campata in aria. E mentre camminate fra gli immensi quartieri di poveracci e le rarissime megaville di arciricconi, inseguiti da uomini in borghese con occhiali scuri, ricordatevi che state calpestando uno dei terreni più ricchi di petrolio al mondo (e non solo di petrolio). Allora comprenderete di che spessore e di che utilità per i suoi concittadini e la sua terra sia la politica di questo dittatorucolo da strapazzo.

franco8
Inviato: 23/8/2007 21:32  Aggiornato: 24/8/2007 12:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 1561
 Re: Nepotismo alla sudamericana ?
Citazione:

...che non si può contemporaneamente mettere un atto una rivoluzione sociale, e poi cavalcarla trionfalmente fino alla fine.

opinione, per opinione... (Ma è precisazione superflua)
Con tutto il rispetto, ma una cosa è estendere a vita una carica, altro è ammettere la rieleggibilià.
Dove sta scritto che "siccome è stata abolita la norma che impediva la rielezione, allora sarà in carica a vita" ?!
Se alle prossime elezioni ci sarà un candidato che vincerà dovrà andarsene a casa... Almeno in teoria... Sono il primo a sottolineare che questo è in teoria, ma credo che bisognere almeno accennare ai motivi perche la "teoria" è diversa dalla "pratica" (Non so se son riuscito a rendere l'idea...).
Magari sarò prevenuto io, ma quel che mi arriva leggendo quel che avevi scritto è questo: è che ne parli come avesse esteso a vita la sua carica. (o dai per scontato che sarà sempre rieletto lui... Magari hai ragione.. Ma dovresti dire perché, non darlo per scontato. Non trovi?)
(E infine Se davvero "cavalcherà" fino alla fine lo vedremo.. alla fine - No? )

.... ....io non mi definisco affatto volentieri ateo, non più di quanto io sia a-MickeyMouse.
..
(detto, fatto)
franco8
Inviato: 23/8/2007 21:38  Aggiornato: 23/8/2007 21:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 1561
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Citazione:

Si è parlato di "propaganda anti-Chavez dei media occidentali..." ma provate a farvi una settimana in Venezuela e capirete che non è proprio una propaganda campata in aria. E mentre camminate fra gli immensi quartieri di poveracci e le rarissime megaville di arciricconi, inseguiti da uomini in borghese con occhiali scuri, ricordatevi che state calpestando uno dei terreni più ricchi di petrolio al mondo (e non solo di petrolio). Allora comprenderete di che spessore e di che utilità per i suoi concittadini e la sua terra sia la politica di questo dittatorucolo da strapazzo.

E cioè? Gli arciricconi sonop tutti amici di Chaves!?
E tutti erano ricchi e felici prima che diventasse presidente?

Pardon... , non posso contestare i fatti - chè contrariamente ai professioni stipendiati dell'informazione che leggono le veline passate dalle agenzie , eseguendo le direttive dei superiori, cerco di evitare di parlare di cose che non so - , ma mi sfugge del tutto la logica del discorso.

(Ma sei venezuelano o ci sei stato in vacanza? )

.... ....io non mi definisco affatto volentieri ateo, non più di quanto io sia a-MickeyMouse.
..
(detto, fatto)
bin
Inviato: 23/8/2007 22:12  Aggiornato: 23/8/2007 22:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/5/2006
Da:
Inviati: 32
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Massimo non dimenticare casco e picozza.

cherubino
Inviato: 23/8/2007 22:22  Aggiornato: 23/8/2007 22:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Nepotismo alla sudamericana
La logica è facile: le CINQUE persone che conosco e che sono emigrate in Venezuela negli anni '50 sono riuscite (mentre in Italia era difficile) a costruirsi delle famiglie decenti e a farsi una posizione sociale ed economica di rispetto (lavorando sodo), sebbene molto lontana dagli arciricconi di cui sopra. Oggi i figli di queste persone stanno "bene" ma hanno avuto molte più difficoltà per trovare un lavoro equiparabile alla generazione precedente. E comunque il succo del mio post è che, aldilà di tutti i discorsi magniloquenti (per quanto condivisibili oppure no) di Chavez, globalmente il Venezuela è una terra povera, se non poverissima, pur avendo materia prima assolutamente di prim'ordine (forza lavoro, riserve naturali, paesaggistiche, turistiche e quant'altro). Ciò significa che dette risorse non sono sfruttate, o meglio sono sfruttate male, a favore di una ristrettissima schiera di favoriti, a discapito della stragrande maggioranza della popolazione che comunque lo vota (sul perchè lo vota -se veramente lo vota- c'è da aprire un discorso più lungo) e questo è il frutto di una politica sbagliata che si basa tanto sulle chiacchiere e pochissimo sui fatti. Il Venezuela è pieno di gente che campa realmente alla giornata, cui basta qualche bottiglia di rum, una spiaggia e quattro amici, per vivere felice e tranquillo. Da un punto di vista filosofico piacerebbe anche a me, ma uno Stato serio (è questa l'immagine che il presidente vorrebbe dare?) non può basare la sua crescita solo su questo.

rekit
Inviato: 23/8/2007 22:44  Aggiornato: 23/8/2007 22:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Nepotismo alla sudamericana
considerazione di carattere generale sull'argomento:

ma con tutti i dittatori teste di cazzo o politici da strapazzo mafiosi che ci sono in giro per il mondo, com'e' che in prima pagina ci finiscono sempre quelli di un paese ricco di petrolio?

punto.

cherubino
Inviato: 23/8/2007 22:49  Aggiornato: 23/8/2007 22:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2006
Da: Haute-Normandie
Inviati: 430
 Re: Nepotismo alla sudamericana
com'e' che in prima pagina ci finiscono sempre quelli di un paese ricco di petrolio?
Magari impiccati, e ripresi con il telefonino!

Linucs
Inviato: 23/8/2007 22:54  Aggiornato: 23/8/2007 22:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Nepotismo alla sudamericana
A quando anche da noi uno come chavez?

Nel mio quartiere ne ho circa 10.547.

Te ne basta uno oppure vuoi anche i pezzi di ricambio?


liberta
Inviato: 23/8/2007 23:59  Aggiornato: 23/8/2007 23:59
So tutto
Iscritto: 23/8/2007
Da:
Inviati: 28
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Vi leggo tutti i giorni ma non mi sono mai iscritto.
Posso permettermi di replicare all'articolo postato in quanto vivendo in Venezuela conosco molto bene la realta' politica.
1) in Venezuela esiste una democrazia che in Italia e negli USA se la sognano (ho vissuto 10 anni negli USA e 18 in Italia quindi me ne intendo).
2) non capisco tanto la critica per la rielezione del presidente, mi sembra di sentire un sottofondo di Repubblica delle bananane. Vorrei ricordare I vari Andreotti e Craxi in Italia, i Chirac e Mitterand in Francia.
3) appena il popolo Venezuelano non vorra' piu' Chavez se ne andra' e ne sono convinto al 100%, lui lo ripete all'infinito.
4) gli attacchi mediatici contro Chavez oserei definirli EPICI fatti di menzogne e distorsioni continue.
5) Il punto piu' importante della costituzione e' attualmente il decentralizzamento del potere. I cittadini sono incoraggiati a formare comitati comunali che prendano decisioni attive e democratiche per gestire la propria comunita'. Il grande sogno di Chavez e' attualmente dare il pieno potere ai cittadini togliendolo dalle mani delle oligarchie Venezuelane. (Venezuela ahora es de todo)
Chavez e' veramente un buono (fin troppo) ed anzi dovrebbe essere un po piu' dittatoriale (caso RCTV insegna).
Gli unici scontenti sono i vecchi ricchi e gli ex privilegiati di PDVSA.

fiammifero
Inviato: 24/8/2007 0:30  Aggiornato: 24/8/2007 0:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Citazione:
Il grande sogno di Chavez e' attualmente dare il pieno potere ai cittadini togliendolo dalle mani delle oligarchie Venezuelane. (Venezuela ahora es de todo)

o è solo un cambio di oligarchie?
Estasia,Eurasia e Oceania di George Orwell 1984 non vi dice nulla?

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
Linucs
Inviato: 24/8/2007 0:46  Aggiornato: 24/8/2007 0:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Nepotismo alla sudamericana
5) Il punto piu' importante della costituzione e' attualmente il decentralizzamento del potere. I cittadini sono incoraggiati a formare comitati comunali che prendano decisioni attive e democratiche per gestire la propria comunita'. Il grande sogno di Chavez e' attualmente dare il pieno potere ai cittadini togliendolo dalle mani delle oligarchie Venezuelane. (Venezuela ahora es de todo)

In pratica le stesse cose che dice Calderoli, solo che lui è brutto e cattivo e l'unità nazionale ce la dobbiamo sciroppare solo noialtri pirla?

Spero sinceramente che il Venezuela manifesti pienamente le proprie potenzialità, così almeno potremo cominciare a spedire lì un po' di cittadini del mondo bisognosi di democrazia e tutele (alcuni dei quali farebbero prima a recarsi in Venezuela piuttosto che pigliare l'aereo per arrivare fin qua).

Sia lodato Chavez.


BlSabbatH
Inviato: 24/8/2007 0:47  Aggiornato: 24/8/2007 0:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Citazione:
a discapito della stragrande maggioranza della popolazione che comunque lo vota

non solo il pueblo l'ha votato, ma l'ha anche liberato dal sequestro dei golpisti.. bisogna leggersi anche i quotidiani di qualche anno fa e non solo il bignamino della settimana mondadori editore...
Citazione:
o è solo un cambio di oligarchie?

scusa ma.. se sei in rotta con gli usa con chi fai trattative?

-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
SENTIERO
Inviato: 24/8/2007 3:51  Aggiornato: 24/8/2007 3:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 24/4/2006
Da: ROMA
Inviati: 1110
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Finalmenente non sono d'accordo con Mazzucco!

Volevo aprire un topic sull'argomento....

Qualche notte fa, tornato a casa, leggevo nei titoli di SKY NEW24, che Chavez aveva modificato la costituzione per essere rieletto a vita!
Colpito dal titolo, vado sul canale TELE-SUR e proprio in quel momento, in diretta televisiva, stavano trasmettendo la conferenza di Chavez che presentava, dal parlamento venezuelano, il progetto di modifica della costituzione.
Sono riuscito a vedermi almeno due ore di conferenza, durante le quali venivano spiegate le modifiche e letti i testi prima e dopo l'ventuale cambiamento costitutivo. Devo dire molto interessante...toccava tantissimi argomenti e solamente un articolo riguardava la cancellazione dell'arrticolo che impediva dopo due mandati la ricandidatura.
Conclusione...il Venezuela non se lo caga nessuno quando va contro il FMI, ma quando c'e' da mettere in cattiva luce la sua politica, non fanno nemmeno finire di parlare Chavez, che la notizia la danno tutti i telegiornali.
Dopotutto si tratta di una possibile ricandidatura, ad elleggere sono i cittadini. E non facciamo paragoni con le dittature alla Saddam, dove tutti sanno che non c'era una vera opposizione.
In Venezuela l'opposizione c'e' e sono i piu' ricchi del paese.
Sono andato in Venezuela la prima volta nel 1990 e i tempi d'oro del passato erano finiti da un pezzo. Il paese aveva un tasso di analfabetismo impressionante, vedere anziani elemosinare per comprarsi l'insulina, era una cosa normale. Non ci si poteva fermare ai semafori di notte, per paura di essere rapinati.
Una situazione come questa, non la si risolve con pochi anni di governo. Ci vogliono decenni per ricostruire un paese in quello stato.

La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un fedele
servo. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha
dimenticato il dono

A.Einstein
ptimolla
Inviato: 24/8/2007 5:58  Aggiornato: 24/8/2007 5:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/7/2006
Da: Taranto
Inviati: 353
 Re: Nepotismo alla sudamericana
....Liberta'

Chavez e' veramente un buono (fin troppo) ed anzi dovrebbe essere un po piu' dittatoriale (caso RCTV insegna).
Gli unici scontenti sono i vecchi ricchi e gli ex privilegiati di PDVSA

Quoto in pieno!

Siano lodate tutte le forme di stati neo-socialisti che rappresentino un alternativa alle democrazie-capitaliste-ultra-liberali occidentali!

Il nostro modello ha fatto il suo corso...spazio alle nuove repubbliche ,grazie!

Legge di Murphy sulla ricerca
Una ricerca abbastanza lunga tendera' a confermare ogni teoria.


Legge di Maier
Se i dati non corrispondono alla teoria, vanno eliminati.
mc
Inviato: 24/8/2007 9:12  Aggiornato: 24/8/2007 9:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Nepotismo alla sudamericana ?
Citazione:
Gesù Cristo ha lanciato il suo messaggio rivoluzionario, ma il prezzo nel suo caso è stato la croce.

Cos'e' un augurio per Chavez?
(Che cacchio c'entra Gesu Cristo??? ... )
Citazione:
Confermo che Chavez ha fatto cambiare la legge sulla rieleggibilità, e quindi confermo in pieno il mio articolo, nel quale - se mi è permesso - esprimo la mia personale opinione.

Confermo che la tua opinione sembra influenzata dalla falsa propaganda dei media dei vari Murdoch della terra, se la esprimi in questa maniera.

Citazione:
In particolare, io volevo sottolineare la mancanza di capacità di certi leader di comprendere che non si può contemporaneamente mettere un atto una rivoluzione sociale, e poi cavalcarla trionfalmente fino alla fine.

Mica stiamo parlando della California!
"Certi leader" hanno poche chance di riuscire. Una di queste e' la possibilita' di riuscire per la notorieta' del proprio nome. Il "calvalcare" e' concentrare il consenso su di un uomo per ragioni propagandistiche, per ragioni politiche, per ragioni storiche e simboliche. In questo caso pero' nel perseguimento dei propri progetti politici e nell'attuazione in concreto degli ideali a cui si ispirano, la situazione ha la sua ragione (eccome@##!@!) di esistere.
Guardare Berlusconi dell'entrata in politica: ha concentrato tutta l'attenzione su di se', e' riuscito a "imbarcare" piu' popolo possibile e ha mantenuto la sua leadership fino ad oggi. Non e' stato rieletto perche' non ha realizzato un virgola di cio' che aveva promesso (come da copione per questa "democrazia occidentale", membro degl'8 Grandi della Terra ). Avrebbe potuto fare tutte le abrogazioni della costituzione di questo mondo per rendere legittima la possibilita' di essere rieletto, ma i fatti glielo avrebbero impedito comunque.
Chavez ha abolito il veto sulla rielezione del presidente, delegandola al suffragio referendario, l'unico potere vincolante (almeno da quel che ho letto degli stralci) che ha e' quello di realizzare cio' che dice.
Cosa c'e' che non aggrada?

La storia del Sud America e' costellata di repentini cambiamenti di regime pilotati dagli USA, ed in generale dall'Estero, e se continua su questa strada di cambiamento, accentrare il poter su uno, o piu', uomini simbolo, e' il modo piu' sicuro che abbia per ottenere i risultati necessari.


Sono gli effettivi cambiamenti la cosa piu' importante non chi li apporta.
Se poi il "come" e' Questo, io proprio non capisco cosa ci sia da recriminare.

Saludos

mc

ivanvox
Inviato: 24/8/2007 9:23  Aggiornato: 24/8/2007 9:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2006
Da:
Inviati: 269
 Re: Nepotismo alla sudamericana
da CDC, traduzione di un articolo DI John Pilger
(The Guardian):

LA VECCHIA SQUADRACCIA DELL'IRAN-CONTRA FA DI TUTTO PER SCREDITARE CHAVEZ

Ghilgamesh
Inviato: 24/8/2007 10:50  Aggiornato: 24/8/2007 10:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Nepotismo alla sudamericana
"5) Il punto piu' importante della costituzione e' attualmente il decentralizzamento del potere. I cittadini sono incoraggiati a formare comitati comunali che prendano decisioni attive e democratiche per gestire la propria comunita'. Il grande sogno di Chavez e' attualmente dare il pieno potere ai cittadini togliendolo dalle mani delle oligarchie Venezuelane. (Venezuela ahora es de todo)

In pratica le stesse cose che dice Calderoli, solo che lui è brutto e cattivo e l'unità nazionale ce la dobbiamo sciroppare solo noialtri pirla? "

Le cose conta molto anche COME si fanno.

A prescindere dal fatto che Calderoli, oltre ad essere oggettivamente brutto, cattivo e stupido.

Le altre cose che ha fatto, come l'attuale legge elettorale, sono cose che manco un ritardato mentale non approverebbe.

Se decentralizzassero il potere VERAMENTE e in MODO CORRETTO, non credo che qualcuno si sognerebbe di protestare.

Se lo vuoi fare per creare più poltrone per più culi flaccidi dei tuoi amici, giustamente qualcuno si indigna ancora.

Resta la domanda che continuo a non capire, anche da noi è un eternità che abbiamo gli stessi.
Andreotti, noto mafioso, è stato proposto come presidente del senato, ed è giusto quei sessant'anni che delinque in ambiti politici.

Berlusconi si fa fare il partito da un altro noto mafioso, e anche qua silenzio.

Prodi si fa fare le leggi da quelli del Bilderberg ... e forse farle fare a Provenzano sarebbe meglio... pure questo va bene.

Sicuri che dobbiamo guardare al Venezuela per vedere le dittature che non vanno?

franco8
Inviato: 24/8/2007 11:15  Aggiornato: 24/8/2007 11:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 1561
 Re: Nepotismo alla sudamericana
cherubinoCitazione:

... Oggi i figli di queste persone stanno "bene" ma hanno avuto molte più difficoltà per trovare un lavoro equiparabile alla generazione precedente.

Guarda caso... mi pare che esattemnte la stessa cosa valga per la mia generazione ( e per la mia classe sociale... non sono figlio di emigranti perché i miei nonni stavano tutti "bene"). Ma che vuol dire? A parte che sarebbe da vedere la situazione complessiva, ma le responsabilità ricadono (unicamente) sul governo attuale? Non è un po' più complessa la cosa?
cherubinoCitazione:

E comunque il succo del mio post è che, aldilà di tutti i discorsi magniloquenti (per quanto condivisibili oppure no) di Chavez,...

Conconrdo col metter da parte discorsi retorici e andare a cercare, se ci sono, fatti concreti sotto...
cherubinoCitazione:

...globalmente il Venezuela è una terra povera, se non poverissima, pur avendo materia prima assolutamente di prim'ordine (forza lavoro, riserve naturali, paesaggistiche, turistiche e quant'altro).

Cosa che vale più o meno per buona parte dei paesi del sud america... Come mai? ...
Non è che c'è un pò da guardare la storia complessiva del Sud America ed esendendo anche un po' la visione anche un po' più a nord!?
cherubinoCitazione:

... e questo è il frutto di una politica sbagliata che si basa tanto sulle chiacchiere e pochissimo sui fatti.

E' un salto logico non dimostrato, o se vogliamo una tua ipotesi, un tuo assunto.
Mi spiace , ma non puoi pretendere che la dimostrazione di ciò il caso degli emigranti che lavorando hanno potuto arricchirsi (bisognerebbe vedere poi quanti NON si sono arricchiti, perchè in generale nella storia dell'emigrazione tanti ce ne sono che sono tornati a casa con le pive nel sacco...) .
Cioè... non è detto che complessivamente prima non si stava peggio e non vedo da cosa dedurre che questo presunto peggioramento derivi dalla politica di Chaves...
(Anche se è legittimo da parte tua, naturalmente, pensarla così..
Ma comunque da qua a dire, o meglio, lasciare intendere che... la propaganda anti-chaves non esiste, ce ne corre eccome!
Non voglio certo sostenere che Chaves sia il messia come più o meno ironicamente qualcuno dice , ma Negare che esista la propaganda anti-Chaves equivale per me a negare una cosa evidente come il sole... Andiamo, Su!

cherubinoCitazione:

Il Venezuela è pieno di gente che campa realmente alla giornata, cui basta qualche bottiglia di rum, una spiaggia e quattro amici, per vivere felice e tranquillo.

Scusami tanto.. Ma sembra veramente la pubblicità del rum!!
-----------
Concordo, per quel che vedo, con gli "amici" mc e Sentiero... (ma forse non c'è bisogno di dirlo).

/ Parlando di distorsioni:
un conto è dire: - La riforma proposta dal presidente permette, tra le altre cose, la rieliggibilità del presidente.
altro è dire: - Il presidente ha fatto abolire la norma che impediva la rieleggibilità... (e non far alcun cenno alla riforma, che, visto che consta di centinaia di articoli... anche qualcos'altro conterrà! O no!?...)-
/

Ringrazio anche liberta e ivanvox... E la chiudo qua!

.... ....io non mi definisco affatto volentieri ateo, non più di quanto io sia a-MickeyMouse.
..
(detto, fatto)
Refosco
Inviato: 24/8/2007 11:27  Aggiornato: 24/8/2007 11:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/5/2004
Da: Bologna
Inviati: 785
 Re: Nepotismo alla sudamericana ?
Citazione:
Confermo che Chavez ha fatto cambiare la legge sulla rieleggibilità, e quindi confermo in pieno il mio articolo, nel quale - se mi è permesso - esprimo la mia personale opinione.

figuriamoci se il nostro leader Maximo poteva ammettere di aver preso un abbaglio o di essere stato anche lui preso nella trappola del mainstream media

e che dire poi, dei sistemi adottati per la verifica?... Citazione:
Domattina (stasera IT) chiamo una persona fidata, in Venezuela, e se la trovo mi faccio spiegare tutto, poi vi dico.
per sapere come vanno le cose in Italia, dall'estero, basta telefonare ad un amico (purchè "fidato", mi raccomando!)...

così, se avete dubbi sull'11 settembre, chiamate un amico che abita a New York, se lo avete, e vedrete che data la sua presenza sul posto, potrà sicuramente darvi tutte le risposte che cercate.


la libertà è un bene incommensurabile solo per chi brama essere eretico

(non ricordo di chi)
Ashoka
Inviato: 24/8/2007 12:17  Aggiornato: 24/8/2007 12:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/7/2005
Da:
Inviati: 3660
 Re: Nepotismo alla sudamericana ?
Analisi del testo

Mazzucco

In Venezuela il “gran revolucionario” Chavez ha pensato bene di inaugurare il suo viale verso la gloria eterna, facendo abolire dal Parlamento – nel quale i suoi alleati sono in forte maggioranza – quel termine alla rielezione che va considerato una pietra miliare nella vita di un qualunque paese democratico: ora Chavez potrà essere rieletto per un numero illimitato di volte, vita natural durante.

Carotenuto
I principali punti della proposta, che riforma la Costituzione bolivariana in 33 dei 350 articoli, e che prevedono l'eliminazione del limite di una rielezione per il Presidente della Repubblica, concernono il dare sostanza all'idea di Potere popolare e di democrazia partecipativa.


Mazzucco

Confermo che Chavez ha fatto cambiare la legge sulla rieleggibilità, e quindi confermo in pieno il mio articolo, nel quale - se mi è permesso - esprimo la mia personale opinione.

Carotenuto

Il tema della rieleggibilità è complesso in America fin dai tempi di Porfirio Díaz e della Rivoluzione messicana. Chávez propone di superare questo limite. Lo fa per potersi ricandidare, come parallelamente vogliono fare anche Lula in Brasile e Tabaré Vázquez in Uruguay (e Nestor Kirchner passa la presidenza alla moglie Cristina, nella speranza di vederselo restituire poi) senza destare alcuno scandalo.

Carotenuto

E' legittimo discutere sull'opportunità di tale scelta, e di come i venezuelani si pronunceranno su questo punto con il referendum. Ma non è legittimo, anzi, è canagliesco sostenere che la riforma fa eleggere Chávez ”a vita”, “indefinitamente”, "come Castro". Da dove salta fuori quel “come Castro”, palesemente falso

Quindi Carotenuto ci dice che questa proposta di legge che abolisce il termine alla rieleggibilità c'è, che è discutibile e che la si può criticare. L'importante è non affermare che Chavez, con questa legge, si faccia eleggere a vita (cosa che evidentemente non è).

Massimo ha criticato la legge che abolisce questo termine, che ritiene essere ...” una pietra miliare nella vita di un qualunque paese democratico ” e poi dice che Chavez elimina il termine per potersi far rieleggere (cosa confermata da Carotenuto).

Mazzucco critica questa scelta perché potrebbe indurre Chavez a non “lasciare” campo alle nuove generazioni ma attaccarsi alla poltrona, cosa che del resto imputiamo anche ai politici nostrani.

Quindi dove sta il falso e perfido Mazzucco che segue fedelmente i media mainstream?

Linucs
Inviato: 24/8/2007 12:45  Aggiornato: 24/8/2007 12:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Le cose conta molto anche COME si fanno.

Certo.

E dalla faccia che hai. Uno con la faccia di Chavez può dire qualsiasi cosa e passare per paladino del popolo, uno con la faccia di Calderoli no, a parità di cazzate.

Se Calderoli fosse "indio" a quest'ora ci sarebbe una manifestazione in piazza ogni settimana "per l'autodeterminazione dei popoli", mentre se Chavez fosse "biondo" avremmo il titolone sui pericoli di un governo autoritario anche sulle pagine di quelli che oggi gli baciano il culo con la favoletta del Socialismo Del Nuovo Millennio, come se ancora non avessero capito che prima o poi invariabilmente piove merda. Naturalmente giocare al "socialismo" con i soldi del petrolio funziona un po' meglio.

A prescindere dal fatto che Calderoli, oltre ad essere oggettivamente brutto, cattivo e stupido.

Non mi risulta che Chavez sia particolarmente "bello", se non utilizzando il criterio di cui sopra.

Se decentralizzassero il potere VERAMENTE e in MODO CORRETTO, non credo che qualcuno si sognerebbe di protestare.

Qual è il modo corretto?

A parte ciò, notare che in questo caso nessuno si sta strappando i capelli perché "Chavez attenta all'unità nazionale", cosa della quale in verità non ci potrebbe importare meno. Evidentemente i pesi e le misure variano a seconda del caso.

Sicuri che dobbiamo guardare al Venezuela per vedere le dittature che non vanno?

Ottima domanda.

Non l'ho mai capito: da una parte ci dobbiamo sciroppare quelli che "bisogna votare il meno peggio", dall'altra dobbiamo preoccuparci della vita politica in Badombia come se fosse il problema all'ordine del giorno. Mistero.

mc
Inviato: 24/8/2007 12:57  Aggiornato: 24/8/2007 12:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Nepotismo alla sudamericana ?
Citazione:
Mazzucco critica questa scelta perché potrebbe indurre Chavez a non “lasciare” campo alle nuove generazioni ma attaccarsi alla poltrona, cosa che del resto imputiamo anche ai politici nostrani.

Ma finche' fa quello che promette, che cazzo di problema ci sara' mai???

Comunque, e' strano che fino a ieri sul sito, la pantomima del cambio al governo fosse giudicata fumo negli occhi per i frollocconi del "partito del voto" e oggi, "Chavez e' un accentratore" (anche se supera questo aspetto e soprattutto anche se realizza buona parte di cio' che proclama ) ... mi devo riaggiornare sul "pensiero del sito".

...” una pietra miliare nella vita di un qualunque paese democratico ”
Gia' perche' adesso la pietra miliare, di fondamentale importanza, e' il fatto che i governatori cambino e basta.
Bella cazzata, no?
L'importante non e' che facciano cio' che devono fare???
...non che si alternino!!!

Citazione:
Quindi dove sta il falso e perfido Mazzucco che segue fedelmente i media mainstream?

Io lo intravedo quando esprime un giudizio parziale valutando solamente un compromesso necessario per l'ultimazione di un processo gia' avviato (e non sulla carta come dalle altre parti e come avviene di solito), invece che prendere in considerazione le motivazioni piu' profonde dell'azione (difendere il processo in atto dall'ingerenze esterne, per esempio) e il resto delle modifiche e come queste prospettino un nuovo futuro per la nazione ... e chissa' che non si possa allargare, dapprima in S.America e poi ...

(Ti preferisco come ragioniere Ashoka che come avvocato... )

mc

Ashoka
Inviato: 24/8/2007 13:02  Aggiornato: 24/8/2007 13:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/7/2005
Da:
Inviati: 3660
 Re: Nepotismo alla sudamericana ?
MA infatti la critica al giudizio di Massimo ci può stare..

...qui però (e non da parte tua) son volate accuse di "dire il falso" etc. etc. quando parlava di quella legge. Tutto qua.

Cavolo.. se devo scegliere tra "ragioniere" ed "avvocato" sto messo proprio male...

SENTIERO
Inviato: 24/8/2007 13:10  Aggiornato: 24/8/2007 13:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 24/4/2006
Da: ROMA
Inviati: 1110
 Re: Nepotismo alla sudamericana ?
Citazione:

Ashoka dice:

Massimo ha criticato la legge che abolisce questo termine, che ritiene essere ...” una pietra miliare nella vita di un qualunque paese democratico ” e poi dice che Chavez elimina il termine per potersi far rieleggere (cosa confermata da Carotenuto).


Penso che l'articolo sia piu' complesso e non solamente limitato a quest'affermazione. Inoltre, contesto che il limite di due legislature, sia una pietra miliare della democrazia. E' una regola che spesso puo' essere utile, ma che in altri casi puo' essere dannosa. Va applicata quando serve....Come camminare in gruppo in fila per due, per una scolaresca e' sicuramente utile, ma se il gruppo di persone e' adulto e vaccinato....

La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un fedele
servo. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha
dimenticato il dono

A.Einstein
mc
Inviato: 24/8/2007 13:16  Aggiornato: 24/8/2007 13:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Citazione:
come se ancora non avessero capito che prima o poi invariabilmente piove merda. Naturalmente giocare al "socialismo" con i soldi del petrolio funziona un po' meglio.

Completamente d'accordo.

Meglio beccarsi la merda in testa dopo essersi tirati su dal mare in cui si era a galleggiare, immersi fino al collo, pero'.
Ci potrebbero essere piu' mezzi per superare i problemi che probabilmente arriveranno... (per esempio, quando Chavez perdera' carisma o seguito, o quando finira' il petrolio ... ).



Comunque, mi sfugge il discorso sulla bellezza?

E poi Calderoli oltre che brutto e cattivo e stupido non conta veramente un cazzo... Se riuscisse davvero a portare avanti una mobilitazione fiscale per tutti (anche per i dipendenti!) la farei anch'io, ma lui la fa per essere rieletto: lui e i suoi compagni di merende... Ue'! Non diciamo cazzate... Se in ballo ci fosse un miglioramento reale nella vita del paese, sarei un leghista convinto. Non generalizzo pero', se dico, data l'esperienza passata, che sono tutti dei pagliacci i leghisti (i politici non gli elettori).


mc

davlak
Inviato: 24/8/2007 13:20  Aggiornato: 24/8/2007 13:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/6/2006
Da:
Inviati: 678
 Re: Nepotismo alla sudamericana
ho molti parenti in Venezuela, che vivono là dal dopoguerra.
li ho rivisti recentemente a fine 2006. hanno tutti delle imprese private con attività nei trasporti e nell'edilizia e mi dicono che per loro non è cambiato niente, nessuno li ha depredati o perseguitati, il loro tenore di vita è rimasto quello di prima di Chavez, e nel mandare avanti le imprese c'è meno burocrazia.
insomma non si lamentano per niente.
in aggiunta dicono che l'analfabetismo si è effettivamente ridotto e di molto e i servizi funzionano meglio, in particolare riguardo alla sanità e le comunicazioni.
un quadro non esaltante forse, ma di sicuro miglioramento, nel complesso, delle condizioni di vita generali.
possiamo dire lo stesso della nostra italietta? non mi pare proprio.
riguardo all'informazione, non scordiamoci che vivivamo in un paese in cui un prescritto per mafia ha il potere di far cadere o meno un governo, mentre il mainstream ha divulgato la sua assoluzione...io sinceramente avrei tappato volentieri la bocca a Vespa senza farmi tanti scrupoli, e sarei stato tacciato sicuramente di censura a destra e a manca.
Chavez vuole potersi candidare per altri duecento anni? perchè no? se fa le cose per bene lo rieleggono sennò amen.
noi qui abbiamo una classe politica che non si rinnova da mezzo secolo, e non ha bisogno nemmeno di leggi apposite per rimanere a scaldare poltrone d'oro...non vedo proprio che titoli abbiamo per discutere la modifica chiesta da Chavez...mah!

«Proclamare il diritto all'uguaglianza in una società che ha bisogno di una massa di schiavi salariati vuol dire aver perso la testa» (F. Nietzsche)
mc
Inviato: 24/8/2007 13:31  Aggiornato: 24/8/2007 13:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/5/2004
Da:
Inviati: 7222
 Re: Nepotismo alla sudamericana ?
Citazione:
Cavolo.. se devo scegliere tra "ragioniere" ed "avvocato" sto messo proprio male...

Ehehehhe...

Banchiere!! ... e' meglio, no?

Citazione:
...qui però (e non da parte tua) son volate accuse di "dire il falso"

Falso, no... ...ma puo' sembrare molto pseudo-giornalistico e pseudo-culturale.

mc

liberta
Inviato: 24/8/2007 14:21  Aggiornato: 24/8/2007 14:21
So tutto
Iscritto: 23/8/2007
Da:
Inviati: 28
 Re: Nepotismo alla sudamericana ?
"Il Venezuela è pieno di gente che campa realmente alla giornata, cui basta qualche bottiglia di rum, una spiaggia e quattro amici, per vivere felice e tranquillo"

Questa frase rispecchia esattamente la realta' del Venezuela migliore.
A parte le grandi citta' ed i Barrios nei piccoli puebli si vive BENISSIMO non bene.
Sono personalmente innamorato di un piccolo paese di nome Arapo, villaggio di pescatori. Vi assicuro che non ho mai e poi mai visto gente cosi' felice in vita mia. Tutti hanno un sorriso a 400 denti. La televisione arriva ma non viene praticamente vista. I bambini dai 2 anni sono in giro soli per le strade giocando con gli amici. Gruppi di 20 30 ragazzi si bagnano in continuazione. Ogni volta che una barca va a mare e' una mezza festa per i bambini che accompagnano i genitori. Mare pulito e caldo, pesce tutti i giorni, tutti amici questa e' vita.
Un punto un po' piu' oscuro e' che per disfarsi dei delinquenti li hanno ammazzati tutti a stile esecuzione ma infondo nessun paradiso e' perfetto senza almeno un peccato...
Il boom economico di questi ultimi anni e' incredibile (fin troppo) la costruzione sta esplodendo. Ora stanno smontando i vari ghetti di Caracas e costruiscono nuove citta' a misura umana. Se non conoscete la Petrocasa di pdvsa vi conisglio di andare a leggere questo articolo:
http://www.abn.info.ve/reportaje_detalle.php?articulo=526.
Naturalmente occorrera' tempo ma molto si muove.
PS un pieno di benzina di 40 litri costa esattamente 3600 bolivar che al cambio non ufficiale sono esattamente 55 centesimi di Euro.

franco8
Inviato: 24/8/2007 15:15  Aggiornato: 24/8/2007 15:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 1561
 Re: Nepotismo alla sudamericana ?
AshokaCitazione:

...qui però (e non da parte tua) son volate accuse di "dire il falso"...

Nè da parte di mc , nè da parte mia...
Ashoka, va bene l' analisi, ma va anche alla sintesi...
I dettagli formano un quadro generale.

Comunque .. restando all'analisi:
Mazzucco
In Venezuela il “gran revolucionario” Chavez ha pensato bene di inaugurare il suo viale verso la gloria eterna, facendo abolire dal Parlamento...
... e del "viale verso la gloria eterna" ( in quanto "dettaglio di un quadro") ne vogliamo parlare?...

Carotentuto
I principali punti della proposta, che riforma la Costituzione bolivariana in 33 dei 350 articoli, e che prevedono l'eliminazione del limite di una rielezione per il Presidente della Repubblica, concernono il dare sostanza all'idea di Potere popolare e di democrazia partecipativa...

E gli altri 33 articoli riformati? Ve ne è forse cenno nell'articolo di Massimo?

Mazzucco
Confermo che Chavez ha fatto cambiare la legge sulla rieleggibilità, e quindi confermo in pieno il mio articolo, nel quale - se mi è permesso - esprimo la mia personale opinione.

Carotenuto
Il tema della rieleggibilità è complesso in America fin dai tempi di Porfirio Díaz e della Rivoluzione messicana. Chávez propone di superare questo limite. Lo fa per potersi ricandidare, ....

A-riconfermo... a-ribadendo quel che ho detto... (ove ce ne fosse bisogno)
a-riquotando mc e sentiero...

AshokaCitazione:
Quindi dove sta il falso e perfido Mazzucco che segue fedelmente i media mainstream?

Infatti... Lo chiedo a te: Dove sta?...
(Com'è che si chiama, questa figura retorica? consistente nel voler negare una tesi estremizzandola... )
S'è solo detto, mi pare, (opinione per opinione) che il Mazzucco, su questo tema, si fa influenzare dai media mainstream.
Mbè? Nessuno è perfetto. Dovrebbe sentirsi offeso se lo penso? Non credo... entroo certi limiti non ci vedo nulla di male.

E comunque, se non fosse chiaro, non succede tanto spesso che i media mainstream "dicano il falso"...
Il punto, il "pericolo" non è la "menzogna" ...
La "manipolazione" e la distrosione dell informazione NON è la menzogna, ma la selezione ad arte di certe notizie, o di certi particolari
(Esempio: basta leggere certi titoli di gornali...Non ti capita che leggendo il titolo capisci tutto il contrario, o quasi, di quel che è scritto nel testo dell'articolo.. ?!)
E con ciò chiudo veramente... Mi auguro di esser stato chiaro.

.... ....io non mi definisco affatto volentieri ateo, non più di quanto io sia a-MickeyMouse.
..
(detto, fatto)
ptimolla
Inviato: 24/8/2007 15:15  Aggiornato: 24/8/2007 15:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/7/2006
Da: Taranto
Inviati: 353
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Citazione:
PS un pieno di benzina di 40 litri costa esattamente 3600 bolivar che al cambio non ufficiale sono esattamente 55 centesimi di Euro


Keeeeee'!???

55 centesimi di euro.....zzo ,qua te ne danno un bicchiere per la stessa somma ,come se fosse Barolo !

Legge di Murphy sulla ricerca
Una ricerca abbastanza lunga tendera' a confermare ogni teoria.


Legge di Maier
Se i dati non corrispondono alla teoria, vanno eliminati.
franco8
Inviato: 24/8/2007 15:20  Aggiornato: 24/8/2007 15:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 1561
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Citazione:
citazione-
PS un pieno di benzina di 40 litri costa esattamente 3600 bolivar che al cambio non ufficiale sono esattamente 55 centesimi di Euro

Keeeeee'!???

55 centesimi di euro.....zzo ,qua te ne danno un bicchiere per la stessa somma ,come se fosse Barolo !

Beh1.. bisogna vedere anche in relazione al potere di acquisto (stipendi e altri prezzi in genere..) No?

.... ....io non mi definisco affatto volentieri ateo, non più di quanto io sia a-MickeyMouse.
..
(detto, fatto)
Redazione
Inviato: 24/8/2007 15:22  Aggiornato: 24/8/2007 15:41
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Nepotismo alla sudamericana
REFOSCO: L'amico venezuelano di cui parlavo si chiama Aram Aharonian. II telefono di Caracas è 414 1400743. E' il presidente di Telesùr. Puoi verificare in qualunque momento.

In ogni caso, la telefonata è risultata del tutto inutile, in quanto lo stesso Carotenuto riconosce che la legge è stata fatta. Bastava leggerlo con più attenzione, invece di "abboccare" al suo titolo e basta.

Finora quindi l'unica bufala accertata è la notizia che la notizia fosse falsa.

Con la differenza che io non do subito del fessacchiotto a chi ci è cascato. Può capitare, in un senso come nell'altro.

ptimolla
Inviato: 24/8/2007 15:37  Aggiornato: 24/8/2007 15:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/7/2006
Da: Taranto
Inviati: 353
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Citazione:
Beh1.. bisogna vedere anche in relazione al potere di acquisto (stipendi e altri prezzi in genere..) No?


Si ,ovvio..
pero' faccio 2 considerazioni:
1)nel '98 sono stato in Bulgaria ;1 caffe' costava 200 lire,un pranzo al ristorante 10.000 lire,una camera in hotel 10.000 e la benzina 1200 lire al litro !!!
Fatte le dovute proporzioni ,55 centesimi (cioe' 1000 lire) per un pieno direi che e' un prezzo assurdo !

2)se prendi un Venezuelano che ha stipendi simili allo standard occidentale ,praticamente vivono da nababbi.Oppure se ti trasferisci li',con i tuoi risparmi ti scambiano per paperon de paperoni,quando qua stai attento giorno per giorno a non strafare con le spese..

Legge di Murphy sulla ricerca
Una ricerca abbastanza lunga tendera' a confermare ogni teoria.


Legge di Maier
Se i dati non corrispondono alla teoria, vanno eliminati.
marcoanton
Inviato: 24/8/2007 15:45  Aggiornato: 24/8/2007 15:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/6/2007
Da:
Inviati: 46
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Saluti a tutti,

leggo nell' articolo di Carotenuto:
Citazione:
Il presidente venezuelano Hugo Chávez ha presentato ieri la sua proposta di riforma costituzionale. Questa dovrà adesso subire ben tre letture da parte del Parlamento e quindi sarà sottomessa ad un Referendum popolare per l'approvazione definitiva.

E sotto, ancora:
Citazione:
...se la proposta di riforma sarà approvata dal referendum popolare, Chávez si ricandiderà e potrà essere eletto o meno.

Forse sbaglio, ma mi pare un po' prematuro affermare che Chavez abbia cambiato la legge.
Dire invece, come fa Mazzucco ora, che "lo stesso Carotenuto riconosce che la legge è stata fatta", è addirittura falso.

Non perdiamo la testa, per favore.
Paxtibi
Inviato: 24/8/2007 15:46  Aggiornato: 24/8/2007 15:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Nepotismo alla sudamericana
1)nel '98 sono stato in Bulgaria ;1 caffe' costava 200 lire,un pranzo al ristorante 10.000 lire,una camera in hotel 10.000 e la benzina 1200 lire al litro !!!

Grazie tante, il Venezuela è uno dei maggiori produttori di petrolio al mondo, la Bulgaria no.

Ramingo
Inviato: 24/8/2007 17:44  Aggiornato: 24/8/2007 17:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/10/2005
Da: Puglia
Inviati: 657
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Ricordavo di aver letto qualcosa,ma non trovo l'originale...
Questo dovrebbe spezzare una lancia anche per il "povero"Kirchner,che tanto brutto&cattivo&stupido (in quanto NON socialisteggiante) non dovrebbe essere....per il resto è un politico anche lui,Amen
(giusto perchè tutti questi chavezisti convinti mi danno il voltastomaco)

**********************************************************
Contro il caro-benzina e la prepotenza delle compagnie petrolifere gli argentini ricorrono al boicottaggio mirato. Con risultati incredibili. La Shell, bersaglio dell’iniziativa, ha registrato un calo del 70 per cento nella vendita dei suoi carburanti. L’invito al boicottaggio, in questo caso, è stato autorevole dal momento che è arrivato dallo stesso presidente della Repubblica, Néstor Kirchner, per l’aumento ingiustificato del prezzo della nafta del 4,2 per cento da parte della Shell. Il messaggio del capo dello Stato, appoggiato dalle associazioni dei consumatori, è stato lanciato solo lo scorso 11 marzo, ma le stazioni di servizio colpite hanno già subito un tracollo nelle vendite. Ora toccherà alla Esso, anch’essa responsabile di rincari eccessivi. Salve la Repsol YPF e la brasiliana Petrobras, che non hanno toccato i prezzi alla pompa.
Estratto da “Il salvagente” n° 12 del 24-31 marzo 2005
************************************************************
Il presidente ha ottenuto ciò che voleva. Il gigante petrolifero Shell ad aprile ha deciso di abbassare del 3,3% il prezzo del carburante nelle sue stazioni di servizio in Argentina. L’iniziativa arriva a seguito delle proteste del presidente Nestor Kirchner, che aveva accusato Shell di minacciare la fragile economia argentina dopo che l’impresa anglo-olandese, a marzo, aveva aumentato i prezzi del 4,2%, con la scusa dell’aumento del costo del petrolio. Per questo, il presidente aveva invitato la popolazione al boicottaggio nazionale di tutti i prodotti Shell. Kirchner aveva anche chiesto ai suoi concittadini di unirsi a chi già organizzava picchetti nei vari distributori sparsi per il Paese. Secondo il presidente della federazione dei distributori di carburante, Carlos Calabro, le vendite di Shell sono calate del 50% dopo l’appello di Kirchner. In Argentina, la Shell rappresenta con Esso un terzo del mercato dei carburanti.
Estratto da “Altreconomia” n° 61 del maggio 2005

La storia insegna che quando si diventa indifferenti e si perde la volontà di combattere, qualcuno che ha la volontà di combattere prenderà il sopravvento. Colonel Arthur "Bull" Simons
neoprog
Inviato: 24/8/2007 20:16  Aggiornato: 24/8/2007 20:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/1/2006
Da:
Inviati: 422
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Y bajaron…

Y bajaron…
Con su bandera y su conciencia
Bajaron…
A defender su voluntad
Bajaron…
Contra el fascista y el traidor
Bajaron…

Y bajaron…
Soldado y Pueblo un solo ser

Bajaron…
Armados de constitución

Bajaron…
Por ti, por mí, por los que despreciaron
Y bajaron…
Y se encontraron
Y se quedaron

En una prueba de amor
El pueblo noble y luchador
Por Venezuela, por su honor
Van al combate con fervor
A rescatar con hidalguía
A Hugo Chávez Frías,
El Comandante de la Nación

¡Uh, ah! ¡Victoria popular!
¡En Pdvsa!
¡Uh, ah! ¡Victoria popular!
¡En las Escuelas Bolivarianas!
¡Uh, ah! ¡Victoria popular!
¡La Ley de Tierras, la Ley de Pesca!
¡Uh, ah! ¡Victoria popular!
¡Yo sí puedo!
¡Uh, ah! ¡Victoria popular!
¡Barrio Adentro!
¡Uh, ah! ¡Victoria popular!
¡Misión Ribas!
¡Uh, ah! ¡Victoria popular!
¡Misión Sucre
¡Uh, ah! ¡Victoria popular!

¡Y dice!
¡Uh, ah! ¡Y Chávez no se va!
¡Uh, ah! ¡Y Chávez no se va!
¡Uh, ah! ¡Y Chávez no se va!
¡Uh, ah! ¡Y Chávez no se va!
¡Se queda!


http://it.youtube.com/watch?v=VKSyKE7Y5R0

D'you know that one day
We will turn the world upside down
D'you know that one day
We will clean the world inside out
BlSabbatH
Inviato: 24/8/2007 22:18  Aggiornato: 24/8/2007 22:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Citazione:
Vi assicuro che non ho mai e poi mai visto gente cosi' felice in vita mia. Tutti hanno un sorriso a 400 denti. La televisione arriva ma non viene praticamente vista. I bambini dai 2 anni sono in giro soli per le strade giocando con gli amici. Gruppi di 20 30 ragazzi si bagnano in continuazione. Ogni volta che una barca va a mare e' una mezza festa per i bambini che accompagnano i genitori. Mare pulito e caldo, pesce tutti i giorni, tutti amici questa e' vita.

ma quella non è felicità. la VERA felicità è lavorare 12 ore al giorno 6 giorni la settimana per spendere tutto la domenica al centro commerciale in totale solitudine mentale. Zittire il pargolo che frigna sbattendogli in faccia la nuova playstation (fisicamente) o facendo chiudere il becco alla moglie che rompe gli zebedei da lunedì perchè vuole la scopa ruotante.
Notare che sei ancora più felice quando ti indebiti con prestitò-e-nel-culo-ce-l'ho.
Non c'è dubbio, dobbiamo esportare la nostra felicità a chi ancora non l'ha.

-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
turrismo
Inviato: 25/8/2007 10:40  Aggiornato: 25/8/2007 10:40
So tutto
Iscritto: 1/6/2006
Da:
Inviati: 1
 Re: Nepotismo alla sudamericana
oh massimo

stavolta hai preso un granchio

chavez è stata eletto democraticamente ed anche democraticamente ha superato il colpo di stato del aprile 2002

gli usa volevano e vogliono fare la stessa cosa dell'altro 11 settembre, quello del 1973 in chile

questa legge di essere rieletto non vuol dire essere rieletto, saranno i venezuelani a votarlo o meno, questa è democrazia e

se non la conosci ancora guarda la loro televisione
TELESUR!!

patria, socialismo o muerte

marco

Lestaat
Inviato: 25/8/2007 15:23  Aggiornato: 25/8/2007 15:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Citazione:
Finora quindi l'unica bufala accertata è la notizia che la notizia fosse falsa.


D'accordo Massimo ma il titolo del tuo articolo non è "Fastidiose proposte di legge che ricordano vagamente i vecchi nepotismi sudamericani" ma "NEPOTISMO ALLA SUDAMERICANA"
La questione non è se la legge c'è o meno (e anche in questo caso la legge NON c'è ancora e quand'anche ci fosse dovrebbe superare un referendum) ma la tua opinione implicita nel titolo che accomuna Chavez a quell'immagine di "dittatorello" che il mainstream gli affibbia da sempre, e permettimelo, non è la prima volta. Ora, liberissimo di non amare Chavez, e ovviamente liberissimo di avere una tua opinione ma, permetterai anche, che qui siamo anche liberissimi tutti di farti notare quanto la tua opinione sia ispirata all'immagine di Chavez che passa nel mainstream e la cosa è deludente quando arriva da te.
Ti pare?

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
frankad
Inviato: 25/8/2007 17:12  Aggiornato: 25/8/2007 17:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/10/2005
Da: ICHNOS
Inviati: 1921
 Re: Nepotismo alla sudamericana
A veces se manipulan las noticias tergiversando los datos disponibles. Por ejemplo, los asesinatos de ciudadanos palestinos perpetrados por el Ejército israelí se nos dan como "Soldados israelíes matan a dos terroristas que viajaban en un coche...". ¿Quién dijo que lo fueran? ¿Acaso han sido juzgados? ¿La información de los servicios de inteligencia de un Estado sustituye a la justicia?

Pero también con el silencio se pueden transmitir al lector noticias escoradas hacia la defensa de la ideología de la agencia de noticias, el periódico, el periodista, o directamente, el poder. Las actuaciones de Chávez, el tan denostado presidente de Venezuela, llegan siempre cargadas de oprobio. Pero ¿cuándo se nos habla de los logros alcanzados por él en un país rico que encontró sumergido en la miseria y la corrupción?

Nos los cuenta Ignacio Ramonet en Le Monde Diplomatique de este mes: "Más de tres millones de hectáreas de tierra distribuidas entre los campesinos. Millones de niños y adultos alfabetizados. Millares de dispensarios médicos instalados en los barrios populares. Decenas de miles de personas sin recursos con afecciones oculares operadas gratuitamente. Los productos alimentarios básicos son subvencionados y ofrecidos a los pobres a precios inferiores a un 42% respecto de los del mercado. La duración del trabajo semanal ha pasado de 44 horas a 36, y el salario mínimo asciende ya a 204 euros mensuales (el más alto de América Latina)".

Según el informe de mayo del 2006 del Center for Economic and Policy Research, de Washington, estas medidas han dado como resultado que entre 1999 y 2005 la pobreza cayera en Venezuela del 42,8% al 33,9% y la economía sumergida, del 53% al 40%. Y según Business Week (Nueva York, junio del 2007), el crecimiento en los últimos tres años alcanzó el 12%, de los más altos del mundo, con una subida del consumo del 18% anual.

Nadie habla de esos aciertos de Chávez. Más bien nos dedicamos a ponerle de vuelta y media por presentar "una reforma constitucional por la que pueda ser elegido de forma indefinida". Como nuestros presidentes, aquí, en España.


Rosa Regás
El Periódico

La democrazia è il sistema perfetto per tenere mansueti e silenziosi i cittadini, facendo loro credere di possedere un potere di scelta che in realtà non hanno e non hanno mai avuto.
ELFLACO
Inviato: 25/8/2007 19:58  Aggiornato: 25/8/2007 19:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Se posso intervenire ,L'articolo postato da Frankad in spagnolo, dice in poche parole che anche tacendo certe notizie si può " Trasmettere al lettore notizie inclini a difendere l'ideologia delle agenzie di notizie...ecc"

Proprio in due parole

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
Refosco
Inviato: 25/8/2007 20:34  Aggiornato: 25/8/2007 20:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/5/2004
Da: Bologna
Inviati: 785
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Citazione:
REFOSCO: L'amico venezuelano di cui parlavo si chiama Aram Aharonian. II telefono di Caracas è 414 1400743. E' il presidente di Telesùr. Puoi verificare in qualunque momento.

patetico... (oltre che infantile).


Citazione:
In ogni caso, la telefonata è risultata del tutto inutile, in quanto lo stesso Carotenuto riconosce che la legge è stata fatta. Bastava leggerlo con più attenzione, invece di "abboccare" al suo titolo e basta.

Finora quindi l'unica bufala accertata è la notizia che la notizia fosse falsa.

Con la differenza che io non do subito del fessacchiotto a chi ci è cascato. Può capitare, in un senso come nell'altro.

come possiamo sperare poi, che gli Zucconi, i Teodori, ecc. possano ascoltare le voci che parlano loro, ad esempio, di un 11 settembre diverso da quello che gli è stato raccoltato, magari dal figlio che lavora a Washington? se non siamo capaci di ammettere la molto impegnativa revisione di un articolo come questo?

così si perde di credibilità, caro Massimo!

la libertà è un bene incommensurabile solo per chi brama essere eretico

(non ricordo di chi)
Pausania
Inviato: 25/8/2007 20:45  Aggiornato: 25/8/2007 20:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Ciao Refosco Citazione:
come possiamo sperare poi, che gli Zucconi, i Teodori, ecc. possano ascoltare le voci che parlano loro, ad esempio, di un 11 settembre diverso da quello che gli è stato raccoltato, magari dal figlio che lavora a Washington?

Scusa, ma per quale motivo dovremmo andare da Zucconi e Teodori a parlare di un 11 settembre diverso? Per convincerli a scrivere sul quotidiano che 9/11 was an inside job?

Refosco
Inviato: 25/8/2007 21:08  Aggiornato: 25/8/2007 21:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/5/2004
Da: Bologna
Inviati: 785
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Citazione:
Scusa, ma per quale motivo dovremmo andare da Zucconi e Teodori a parlare di un 11 settembre diverso? Per convincerli a scrivere sul quotidiano che 9/11 was an inside job?


scusa, abbi pazienza... ma non ho capito cosa vuoi dire.

la libertà è un bene incommensurabile solo per chi brama essere eretico

(non ricordo di chi)
Pausania
Inviato: 25/8/2007 21:14  Aggiornato: 25/8/2007 21:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Citazione:
scusa, abbi pazienza... ma non ho capito cosa vuoi dire.

Veramente non ho capito io cosa vuoi dire tu
Cioè, la prima frase che ho quotato: hai detto che non c'è speranza che i due giornalisti in questione ci ascoltino. Ma ciò presuppone che noi si vada da loro a parlare, no?

Refosco
Inviato: 25/8/2007 21:28  Aggiornato: 25/8/2007 21:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/5/2004
Da: Bologna
Inviati: 785
 Re: Nepotismo alla sudamericana
bè... non è che non sia stato fatto...
se fai una ricerca sul sito per Zucconi, ne trovi di link

quello che volevo dire è che si chiede "l'umiltà" di ascoltare ed impegnarsi a ricercare oltre il superficiale, e poi, quando tocca a noi... si predica bene ma si razzola male... problema millenario...

la libertà è un bene incommensurabile solo per chi brama essere eretico

(non ricordo di chi)
bin
Inviato: 25/8/2007 23:05  Aggiornato: 25/8/2007 23:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/5/2006
Da:
Inviati: 32
 Re: Nepotismo alla sudamericana ?
Caro Massimo ti seguo da tempo. luogocomune è una delle fonti dove mi disseto. Con questo tuo post per la prima volta sento arsura.
citazione:

In particolare, io volevo sottolineare la mancanza di capacità di certi leader di comprendere che non si può contemporaneamente mettere un atto una rivoluzione sociale, e poi cavalcarla trionfalmente fino alla fine.

In confidenza non ho mai amato più di tanto alcuna divisa e in special modo una militare.
Con Chavez è diverso. Non rappresenta solo il Venezuela, quando parla con o di Bush io mi sento
da lui rappresentato. Conosco poco il Venezuela e l'immagino come una nave che effettua una virata di centottanta gradi senza finora far danni. Non sono alla fine, la rivoluzione è in atto. Imputi a Chavez mancanza di capacità? Sta mettendo d'accordo il Sud America (alba,telesur etc. etc.) con grande disappunto degli usa. Sarei curioso di sapere cosa ne pensa il tuo amico di fiducia a proposito della chiusura della Tv Rctv. Saluti.

Refosco
Inviato: 26/8/2007 18:14  Aggiornato: 26/8/2007 18:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/5/2004
Da: Bologna
Inviati: 785
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Citazione:
L'amico venezuelano di cui parlavo si chiama Aram Aharonian.
II telefono di Caracas è 414 1400743. E' il presidente di Telesùr. Puoi verificare in qualunque momento


scusa Massimo,
ho provato a chiamare Aram Aharonian ma non ci sono riuscito.

scusa sai, non perchè non mi fidi di te... ma avrei voluto chiedergli - visto che hai detto che potevo verificare in qualunque momento - se fosse d'accordo sull'impostazione del tuo articolo (credo infatti che sull'aspetto "tecnico" - legge/proposta di legge, ecc - Carotenuto sia stato abbastanza chiaro e non ci fosse necessità di ulteriori accertamenti - sul posto).

Ma il numero di telefono che hai inopinatamente pubblicato infatti non consente di chiamare Caracas...

Per chiamare un numero telefonico del Venezuela dall'Italia digitate lo 0058 seguito dal prefisso della zona senza lo 0 ed infine dal numero desiderato.
Il prefisso di Caracas è lo 0212, quello di Maracaibo 0261 e quello di Merida 0274.

il prefisso 414 invece corrisponde a:
GreenBay (Wl) 414 USA (001)
Milwaukee (WI) 414 USA (001)
Racine (WI) 414 USA (001)
oppure a:
Simnshamn 414 Svezia (0046)

dimmi... forse era in Svezia quando l'hai chiamato l'altro giorno?

la libertà è un bene incommensurabile solo per chi brama essere eretico

(non ricordo di chi)
Ashoka
Inviato: 26/8/2007 18:18  Aggiornato: 26/8/2007 18:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/7/2005
Da:
Inviati: 3660
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Esistono i telefoni cellulari anche :

Cell phone numbers in Venezuela begin with a 4 (414, 416, 412,) and if being dialed from within Venezuela must be preceded by a 0.

Ashoka

Refosco
Inviato: 26/8/2007 18:23  Aggiornato: 26/8/2007 18:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/5/2004
Da: Bologna
Inviati: 785
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Citazione:
Cell phone numbers in Venezuela begin with a 4 (414, 416, 412,) and if being dialed from within Venezuela must be preceded by a 0.


Grazie Ashoka.
riprovo allora.

la libertà è un bene incommensurabile solo per chi brama essere eretico

(non ricordo di chi)
Lestaat
Inviato: 26/8/2007 20:46  Aggiornato: 26/8/2007 20:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Citazione:
-citazione-

REFOSCO: L'amico venezuelano di cui parlavo si chiama Aram Aharonian. II telefono di Caracas è 414 1400743. E' il presidente di Telesùr. Puoi verificare in qualunque momento.


patetico... (oltre che infantile).


Beh....
Citazione:

scusa Massimo,
ho provato a chiamare Aram Aharonian ma non ci sono riuscito.

scusa sai, non perchè non mi fidi di te... ma avrei voluto chiedergli - visto che hai detto che potevo verificare in qualunque momento - se fosse d'accordo sull'impostazione del tuo articolo (credo infatti che sull'aspetto "tecnico" - legge/proposta di legge, ecc - Carotenuto sia stato abbastanza chiaro e non ci fosse necessità di ulteriori accertamenti - sul posto).

Ma il numero di telefono che hai inopinatamente pubblicato infatti non consente di chiamare Caracas...

Per chiamare un numero telefonico del Venezuela dall'Italia digitate lo 0058 seguito dal prefisso della zona senza lo 0 ed infine dal numero desiderato.
Il prefisso di Caracas è lo 0212, quello di Maracaibo 0261 e quello di Merida 0274.

il prefisso 414 invece corrisponde a:
GreenBay (Wl) 414 USA (001)
Milwaukee (WI) 414 USA (001)
Racine (WI) 414 USA (001)
oppure a:
Simnshamn 414 Svezia (0046)

dimmi... forse era in Svezia quando l'hai chiamato l'altro giorno?


Anche io ho criticato l'articolo per lo stesso motivo e anche io ho trovato fosse un "arrampicarsi sugli specchi" quel post, ma quanto a infantilismo stai facendo una bella gara Refosco...suvvia!
In più di un occasione si è ben capito cosa ne pensi Massimo su Chavez, e in più di un occasione in molti gli hanno fatto notare come le notizie che prende siano tendenziose e fuorvianti, ma resta sempre e soltanto un suo punto di vista che è liberissimo di esprimere non ti pare?

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
Refosco
Inviato: 26/8/2007 20:57  Aggiornato: 26/8/2007 20:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/5/2004
Da: Bologna
Inviati: 785
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Citazione:
ma quanto a infantilismo stai facendo una bella gara Refosco...suvvia!

BEH... non hai tutti i torti...

la libertà è un bene incommensurabile solo per chi brama essere eretico

(non ricordo di chi)
frankad
Inviato: 28/8/2007 13:20  Aggiornato: 28/8/2007 13:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/10/2005
Da: ICHNOS
Inviati: 1921
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Gli attacchi a Chavez, spesso ridicoli e patetici, dovrebbero essere motivo di riflessione sufficiente per capire (chi vuol capire, chiaramente).

Un esempio circense:


Las latas de atùn de Chavez (Le scatolette di tonno di Chavez)




In sintesi: in occasione del terremoto in Perù, il Venezuela ha inviato, tra l'altro, derrate alimentari. Il 21 agosto i giornali spagnoli "El Mundo" e "la Razòn" partoriscono la notizia dell'abberrante iniziativa di Chavez che, come un bieco sciacallo, approfitta della tragedia peruviana.... per inviare scatolette di tonno con la sua effige e quella del rappresentante dell'opposizione.



peccato...che già dai primi momenti chi era dotato di un briciolo di cervello cominciava a sentire una certa..."fastidiosa e irritante puzza".

Il clown (anche inviato de "El Mundo") aveva basato il tutto su una foto di un "oggetto" (la scatoletta..appunto..) che a lui era stata "mostrata". Ma come? Dovevano essercene a bizzeffe (aiuti umanitari alla popolazione, o no?) e lui non ne mostrava manco una lanciata per terra da un peruviano affamato e terremotato?

Chiaramente le smentite adestra ed a manca dal Venezuela e dallo stesso Perù non trovavano spazio sulla vergognosa stampa spagnola (e pensare che in Italia la situazione è drasticamente peggiore...).

Fino a quando.....

Alcune fonti titolate svelavano che...le derrate alimentari del Venezuela erano ancora stoccate nei magazzini della base aerea di Ica!!!

I maggiori complici dei denigratori di Chavez e di altri si servono sempre dei soliti spregevoli servi, la feccia umana di scribbacchini.

La democrazia è il sistema perfetto per tenere mansueti e silenziosi i cittadini, facendo loro credere di possedere un potere di scelta che in realtà non hanno e non hanno mai avuto.
BRADI
Inviato: 28/8/2007 16:27  Aggiornato: 28/8/2007 16:27
So tutto
Iscritto: 26/7/2005
Da:
Inviati: 24
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Ciao a tutti!

Sono tornato domenica da una vacanza di un mese in Venezuela (in cui ho visitato diverse zone del paese) e, proprio mentre ero là, ho seguito direttamente la discussione sulla proposta di riforma costituzionale in cui è contenuto anche l'articolo oggetto del post (ovviamente mi sono sempre interessato alla politica venezuelana anche prima di andarci di persona).
Ho avuto la fortuna di parlare con diverse persone (sia venezuelani che europei che lì vivono e lavorano) dei diversi aspetti relativi alla proposta di riforma.
Mi è parso infatti che i venezuelani amino molto discutere di politica con chiunque (magari davanti ad una birra) e, a parte qualche raro caso, mi sono sembrati mediamente molto più competenti ed informati di noi italiani, sia riguardo alla loro politica interna, sia riguardo alle questioni internazionali (11 settembre, questioni monetarie, economia, guerre, geopolitica, ecc.).
Mi ha molto stupito infatti ascoltare da persone provenienti da diversi ceti sociali (dal barista al barcaiolo, dal tassista al piccolo imprenditore, dal professore di scuola media al semplice avventore che, interessato alla discussione, semplicemente si intromette) e da diverse zone del paese (dalle popolose città come Caracas o Valencia alle bucoliche cittadine a bassissima densità demografica) come un po' tutti (ripeto: tranne rare eccezioni) siano molto interessati a ciò che accade nei "Palazzi": ne parlano moltissimo con chiunque, discutono, a volte litigano (complice forse qualche birra di troppo) ma, in genere, di solito il clima della discussione non degenera mai e, anche quando gli interlucutori rimangono sulle loro posizioni, si lasciano "amici come prima" (ho fatto questa lunga premessa perché credo che in Italia la causa primaria del fatto che molti non capiscano nulla o quasi di ciò che accade in politica sia proprio il clima rissoso da stadio che fa sì che si perda di vista l'oggetto della discussione).
Concludendo, proprio in queste numerose chiaccherate, ho recepito una serie di informazioni (senza alcuna pretesa statistica) che qui cerco di risassumere:
1) Il Venezuela non è affatto un paese povero di risorse: oltre ad essere pieno di petrolio, gas, oro e diamanti infatti, è autosufficiente per quanto riguarda diversi beni di prima necessità come l'acqua (che però costa poco di più della benzina e della birra!) e il cibo (carne, pesce, frutta e verdura sono tutte produzioni interne), solo per fare due esempi.
2) Il turismo ammonta a meno dell'1% del PIL del paese: è difficile trovare cospiscui investimenti in tale settore. Le imprese che vi lavorano infatti (posadas, ristoranti, indotto, ecc.) sono perlopiù piccole attività familiari gestite in buona parte da stranieri (italiani e spagnoli in grande maggioranza) che però occupano personali locale garantendo loro un reddito. Il turismo inoltre è fatto su misura per i venezuelani: noi europei o americani siamo una fonte di reddito irrisoria per il settore.
3) Chi ha voglia di lavorare lavora e vive relativamente bene (che è diverso da "sopravvive"!). Il paese generalmente offre buone opportunità per chi ha voglia di fare e qualche idea in testa (le ultime riforme tra l'altro consentono al governo di prestare denaro per avviare piccole attività a tassi enormemente inferiori di quelli praticati dalle banche).
3) Una delle piaghe del paese (sulla quale sono tutti più o meno concordi) è l'alcol: ci sono troppe persone che si bevono la paga di una settimana in una sera e poi moglie e figli devono tirare la cinghia per il resto della settimana. Il fatto di vivere alla giornata senza occuparsi troppo del domani è anche uno dei motivi per il quale quasi tutte le piccole imprese sono gestite da stranieri (ripeto: sono tutte parole loro!).
4) La maggior parte del paese è con Chavez (non lui come persona ma con le sue riforme: "Finché fa i nostri interessi lo votiamo, altrimenti ce ne liberiamo!") e, anche chi non è con lui, in realtà non teme tanto le riforme in corso, quanto piuttosto l'incertezza per i propri investimenti e la propria attività.
5) Non è vero che non c'è opposizione o che l'opposizione è intimorita e imbavagliata: a fianco dei numerosi murales di propaganda chavista appaiono quelli degli oppositori che esprimono tranquillamente la loro opinione. Nelle discussioni cui ho assistito nelle diverse zone del paese ognuno ha detto la sua senza timore di essere linciato o peggio denunciato.
6) Venendo alla proposta di riforma costituzionale: il decentramento proposto non ha nulla a che vedere con Calderoli e la Lega. La "formula" leghista infatti prevede il rafforzamento delle Regioni a scapito dello Stato centrale: ciò ha prodotto solo degli Stati nello Stato che sommano la loro tassazione a quella dello Stato centrale. La proposta venezuelana invece mira proprio a ridurre l'enorme potere dei singoli Stati federali (ovvero le nostre Regioni) a vantaggio dei Comuni (Comunidad), centralizzando allo stesso tempo le competenze di interesse nazionale allo Stato centrale.
Per quanto riguarda la questione della rielezione: è vero che la proposta di riforma togli i limiti alla rielezione del presidente (chiunque esso sia). Il presidente però deve vincerle le elezioni. Inoltre attualmente è previsto una sorta di referendum di metà mandato tramite il quale gli elettori, se non fossero soddisfatti della scelta, potrebbero mandare a casa il presidente. Inoltre la proposta deve ancora superare il voto del parlamento (che è in grande maggioranza a favore di Chavez) e il referendum popolare ne quale il paese dovrà esprimersi.
Oltre a ciò la proposta di riforma riguarda diversi aspetti come la definizione delle aree geografico-politiche e la definizione delle acque territoriali (sulle quali pare ci fosse molta confusione fin dai tempi di Bolivar), l'introduzione di uno stato sociale degno di questo nome (malattia e pensioni per i lavoratori), e molti altri temi sui quali non sto a dilungarmi (con un minimo di conoscenza di spagnolo di trova tutto su internet, compreso il lunghissimo discorso di Chavez durante la presentazione della proposta in parlamento, in cui elenca singolarmente tutti gli articoli con le relative modifiche).
Non pretendo di avere necessariamente ragione ma vi posso assicurare che quanto ho riportato sopra sono le opinioni dei venezuelani che ho incontrato e con cui mi sono soffermato a discutere (lo ripeto: in Venezuela non è molto difficile intavolare discussioni su ogni tema con chiunque).

Detto questo sono in totale disaccordo con Massimo quando scrive:

«In Venezuela il “gran revolucionario” Chavez ha pensato bene di inaugurare il suo viale verso la gloria eterna, facendo abolire dal Parlamento – nel quale i suoi alleati sono in forte maggioranza – quel termine alla rielezione che va considerato una pietra miliare nella vita di un qualunque paese democratico: ora Chavez potrà essere rieletto per un numero illimitato di volte, vita natural durante».

Non Chavez, ma qualunque presidente potrà farsi rieleggere a vita.
E poi, «quel termine alla rielezione che va considerato una pietra miliare nella vita di un qualunque paese democratico» è tutto da dimostrare. Come ha già scritto qualcuno sopra, secondo me l'importante non è "chi" ma "cosa" e "come".
Ma questa è una mia personalissima opinione.

Di nuovo ciao a tutti!

Bradi

baciccio
Inviato: 28/8/2007 16:54  Aggiornato: 29/8/2007 18:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Anch'io sono rimasto sorpreso, negativamente, dall' articolo di Massimo.
Ricordo che quando la scorsa estate ci fu la guerra distruttiva e ingiusta ai danni del Libano; Chavez fu l'unico Capo di Stato a richiamare per protesta l'ambasciatore da Israele.

SMU
Inviato: 29/8/2007 14:45  Aggiornato: 29/8/2007 15:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/1/2007
Da:
Inviati: 158
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Sinceramente stimo molto Chavez e la sua politica a favore del popolo e di fondo anche io ritengo che la sola proposta di legge per la rielezione non possa certo far ritenere che, citando M. M. "la democrazia - o almeno una parvenza di essa - sia ancora un fantasma confuso, ben lontano dal concretizzarsi in un prossimo futuro".
Allo stesso tempo però non mi sento di contestare così energicamente il nostro webmaster in quanto egli altro non fa che riproporre una critica ad un modello (ossia la rielezione dopo il numero di mandati massimi previsti dalla costituzione) paventato anche da personaggi più pericolosi come Bush...forse l'errore di Massimo sta proprio nell'aver genuinamente e implicitamente accostato due personaggi che nei fatti però si stanno mettendo in mostra (con parole semplici giusto per rendere l'idea) l'uno (Bush) per perfidia e l'altro (Chavez) per bontà..

Citando ancora M.M. "come esempio di intelligenza, umiltà e lungimiranza si può sempre citare un Michail Gorbachev, ad esempio, che ha pilotato la sua nazione dal sicuro naufragio alla possibile (e poi avvenuta) rinascita, capendo al volo quando il suo compito era terminato, e levandosi di mezzo un attimo prima di venire travolto dallo stesso meccanismo di autodistruzione che aveva innescato"...
Massimo io la storia me la ricordo leggermente diversa...era agosto del 1991...l'economia russa stentava...Gorbachev era in vacanza ed un gruppo di comunisti conservatori tentò un colpo di Stato...recluso per tre giorni in Crimea, al suo ritorno fu contestato da Yeltsin che gli puntò il dito contro per aver con le sue tattiche favorito il radicamento al potere non di interlocutori responsabili della perestroika, ma di pericolosi avventuristi. Pochi mesi dopo si dimise da capo dello stato per essere sostituito prima da Yeltsin e poi da Putin...(alla faccia della rinascita)..citando wikipedia "La figura di Gorbaciov è normalmente vista in modo molto positivo in occidente, mentre in Russia la sua immagine è vista con molto meno favore. Pesa a suo carico la dissoluzione dell'impero sovietico, che ha avuto notevoli ripercussioni, anche economiche, per vasti strati della popolazione russa". Sono appena tornato dall'Ucraina e la mia fidanzata che ha vissuto in Siberia mi narra che ai tempi del comuismo trovavi l'avocado e l'ananas in Siberia anche a Gennaio...L'Ucraina è stupenda, ma la povertà è dilagante...immagino che sia lo stesso per le restanti ex repubbliche sovietiche, nonchè per la Russia stessa....
Resto comunque assai entusiasta dell'articolo e dell'interessantissima discussione che ne è seguita...

...a buon intenditor, poche parole...
Pausania
Inviato: 7/10/2007 19:03  Aggiornato: 7/10/2007 19:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Venezuela. Manifesto contro il "Chavismo"


Nel primo trimestre del 2007, 23 manifestazioni popolari sono state represse dal governo venezuelano e 99 attivisti sono stati incarcerati. Questi dati evidenziano sia il crescente malcontento sia la criminalizzazione delle rivendicazioni sociali nel paese latino americano, realtà occultate dalla propaganda e dalla mistificazione di un regime che si vanta di essere l'avanguardia del "socialismo del XXI secolo", godendo del sostegno di diversi gruppi e personalità legate alla sinistra autoritaria del mondo intero.

[...] Il governo regnante a Caracas continua a mantenere una delle distribuzioni di ricchezza più ingiuste del continente, rafforzando inoltre il ruolo, assegnato al paese dalla globalizzazione economica, di fornitore sicuro ed affidabile di energia nel mercato mondiale, avendo le corporazioni transnazionali petroliere come socie e beneficiarie principali dell'azione dello Stato venezuelano.

Dopo 8 anni e mezzo di governo [...] i risultati sociali della politica dello Chavismo sono mediocri, essendo piuttosto più significativa la comparsa di una nuova borghesia parassitaria delle elargizioni statali, la "borghesia bolivariana".

Secondo statistiche ed informative governative recenti, su 5 milioni di lavoratori il 46,5 per 100 della forza lavoro appartiene al settore informale dell'economia, il 43 per 100 dei lavoratori riceve una remunerazione inferiore al minimo legalmente permesso (poco più di 200 dollari al mese), 2 milioni e mezzo di persone non vivono decentemente, il 18 per 100 della popolazione soffre di denutrizione, la rete degli ospedali pubblici presenta carenze e limitazioni di ogni tipo, il 90 per 100 della popolazione indigena vive in condizioni di povertà, più di 400 persone muoiono violentemente ogni anno nelle carceri e 15 persone vengono assassinate in media ogni mese dai corpi repressivi dello Stato.

[...] Qualsiasi critica alla corrotta, inefficace e fraudolenta "borghesia bolivariana" è qualificata immediatamente come "al servizio dell'imperialismo" e, con la scusa di "contrapporsi al golpismo e alle provocazioni reazionarie", si sono promulgate diverse leggi che penalizzano con maggior rigore le manifestazioni di strada e gli scioperi nelle imprese fondamentali dello Stato.

Queste misure fanno parte dei meccanismi legali che dal 2006 si sono utilizzati contro le mobilitazioni popolari che, tutte le settimane, danno vita ad iniziative per il diritto alla sicurezza personale, una vita degna, un impiego e condizioni lavorative decenti, cercando di realizzare le proprie rivendicazioni. La risposta governativa è stata: bombe lacrimogene, proiettili di gomma e detenzioni.

Di fronte alla truffaldina polarizzazione vissuta nel paese, ed in specifico come risposta al disegno presidenziale di sciogliere partiti e altri gruppi preesistenti per affiliarli nel partito unico dello Chavismo, PSUV, diverse organizzazioni del Venezuela cercano di costruire spazi di autonomia per i movimenti sociali. Tra questi, si evidenzia l'iniziativa dei compagni e delle compagne anarchiche, che con differenti iniziative, come la pubblicazione e la diffusione del periodico El Libertario (<http://www.nodo50.org/ellibertario>), costruiscono un'alternativa estranea tanto alle opposizioni socialdemocratica e di destra come al capitalismo di Stato bolivariano. Però questo sforzo anarchico per costruire opzioni e percorsi conseguentemente autonomi implica rischi: El Libertario,per esempio deve scontrarsi con una sistematica campagna di discredito da parte di gruppi fittizi pagati dallo Stato, così come con una crescente istigazione contro l'attivismo antiautoritario.

[...]


LINK al manifesto completo

shm
Inviato: 7/10/2007 20:05  Aggiornato: 7/10/2007 20:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/8/2007
Da: perugia
Inviati: 1802
 Re: Nepotismo alla sudamericana
Non mi scandalizzerei poi molto e non farei a meno di catalogare questi paesi in un certo senso romantici...
Del resto è chiaro e all'occhio: uno pùò criticare, protestare, fare tam tam in tutto il mondo per gridare allo scandalo, ma sta di fatto che il fatto si potrà ampiamente commentare, declinare, inveire, insultare... senza per questo sconfinare nel vero e proprio nepotismo di cui si parli e tantomeno in una dittatura come quelle già conosciute in passato

Ciò che invece mi fa più porre attenzione verso il potere imposto e poco di pubblico dominio è un'altra vicenda accaduta in questi giorni in Canada, l'avevo inviata a Massimo sperando che la pubblicasse come articolo da commentare, ma in effetti mi ha risposto dicendomi che stava terminando un lavoro...

Il fatto è inerente un sito che riporta un articolo con questo titolo:
"We should nuke Israel", indubbiamente provocatorio e... scandaloso.

Potrebbe passare inosservato o potrebbe essere letto, preso alla lettera o criticato amaramente, si potrebbe ritenere le persone che avssero scritto l'articolo ignoranti, razziste o altro, al contrario si potrebbe ratificare ciò che abbiano scritto nell'intento di rappresentarne un concetto...
Giuste o sbagliate che siano, sono comunque opinioni e ognuno è responsabile per le azioni che fa...
Sono state fatte delle leggi e la persona titolare del sito è stata messa sul banco degli imputati alla corte dei diritti umani...
Sul mio blog l'ho riportato con il collegamento anche all'organizzazione che ha ripreso il sito e la sua recensione su wikipedia:

http://bugietotali.blogspot.com/
(è composto da tre post il primo partendo dal basso è l'articolo dove vi è la notizia dell'articolo oggetto di polemica che insieme ad altri 17 dovrà essere eliminato dal sito...)

L'organizzazione sebbene con il migliore dei propri fini... si comporta come un servizio segreto catalogando persone in base ad abitudini, opinioni, schede personali ecc. ecc...
Gli iscritti a questa organizzazione sono 600.000 sparsi in più di 50 stati nel mondo...

L'organizzazione si batte sostanzialmente per far si che la propria razza non venga assimilata...

C'é anche in ITALIA

“Se un ebreo ortodosso mi considera "immondo" o mi saluta per primo per non dover essere costretto a rispondere al mio saluto, la cosa non preoccupa più di tanto.” (John)
9/11 anomalies

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA