Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


terrorismo : L’altra metà delle notizie
Inviato da Redazione il 29/7/2007 15:00:20 (6718 letture)

Nel mondo post-2001 accade un fatto strano: certe notizie fanno clamore, ma la loro smentita passa regolarmente nel più totale silenzio mediatico.

Se il Corriere aprisse un giorno a nove colonne, titolando: “Scalatore italiano conquista l’Everest in mutande”, e poi la cosa risultasse non vera, la sua smentita, e le conseguenze che essa comporta, avrebbero come minimo la stessa eco della notizia originale.

Invece ogni volta che qualcuno “collegato ad Al-Queda” viene arrestato, perchè magari progettava di buttare giù il Duomo di Milano con un tubetto di fondotinta mescolato alla Coca-Cola, il tam tam mediatico esplode assordante, ma se poi si scopre che in realtà era solo suo cugino ad aver incontrato in tram il cognato del portinaio del sosia di Al-Zawahiri – e che lui di colpe non ne aveva proprio - la cosa non interessa più a nessuno.

Ieri ad esempio l’Australia ha dovuto liberare il dottore indiano accusato di complicità nei falliti attacchi terroristici di Londra e Glasgow, perchè non aveva uno straccio di prova per sostenere l’accusa. Ma il fatto dei dottori “musulmani” implicati nei falliti attentati di Londra se lo ricordano tutti, mentre questa notizia oggi riesce a trovarla soltanto chi la cerca col lanternino.

E così Al-Queda continua a vivere, nell’immaginario collettivo, nonostante in realtà sia una bufala dalla trasparenza ormai plateale.

I nostri giornalisti diventano in questo modo doppiamente complici di questo “terrorismo sintetico” che cerca in tutti i modi di tenere in scacco il mondo: prima nel passare notizie che non stanno nè in cielo nè in terra, senza porsi il minimo dubbio, e poi nel dimenticarsi di sottolineare la loro smentita – dicendo magari “Eh, cacchio, mi pareva strano!” - ogni volta che questa avvenga.

E allora facciamolo noi, il loro lavoro: vogliamo provare, collettivamente, a buttare giù una lista di “arresti clamorosi”, ...

... tutti “collegati ad Al-Queda” naturalmente, per vedere alla fine quanti ne sono stati confermati, e quanti invece si sono rivelati banali "errori giudiziari"?

Massimo Mazzucco

Voto: 8.00 (1 voto) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
apocalisse
Inviato: 29/7/2007 9:59  Aggiornato: 29/7/2007 9:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/6/2007
Da:
Inviati: 47
 Re: L’altra metà delle notizie
E allora facciamolo noi, il loro lavoro: vogliamo provare, collettivamente, a buttare giù una lista di “arresti clamorosi”, ...
... tutti “collegati ad Al-Queda” naturalmente, per vedere alla fine quanti ne sono stati confermati, e quanti invece si sono rivelati banali "errori giudiziari"?

basta prendere la lista di TUTTI gli arresti e toglierne qualcuno (pochissimi), certo questo se non si è puntigliosi sul dimostrare che appartiene ad AQ, se no la lista completa va benissimo

pensa intergalattico, agisci interplanetario
clausneghe
Inviato: 29/7/2007 10:25  Aggiornato: 29/7/2007 10:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: L’altra metà delle notizie
Massimo

Ti sei "dimenticato" dei capi al-qaedioti morti e resuscitati più volte..

Certo che compilare una lista del genere richiede tempo e pazienza perchè il materiale sovrabbonda

Il fatto è che "loro" i mass-me... intendo,confidano molto sul fatto che si rivolgono ad una massa di manipolati semi-addormentati dalla memoria corta e perennemente confusi da una mole di notizie fabbricate e spacciate all'ingrosso...

La fabbrica delle notizie tendenziose non ha tempo da perdere e non si cura certo di "rettificare" quelle diffettose...

La deontologia ,conscio che "non si sputa nel piatto dove si mangia" il giornalista stipendiato di regime l'ha buttata a mare
L'importante è che continui a battere sul tamburo ,assieme ai colleghi,
i ritmi del momento..

Che,non dimentichiamolo,gli spartiti gli vengono forniti ,comodamente a casa sua, tutti dalla stessa fonte,le agenzie.... le quali a loro volta attingono a nebulose e a volte imperscrutabili fonti ,nè neutrali nè disinteressate

Proviamoci noi a contrastare la sguaiata "voce del padrone" con la
voce del Web ,per ora debole e flebile ,ma in crescita,sembra..

Un buon metodo può essere l'individuare le contraddizioni monitorando,confrontando e aggiornando le notizie palesemente farlocche elargite dal "sistema" che
come tutte le bugie "hanno le gambe corte"

cuca
Inviato: 29/7/2007 10:38  Aggiornato: 6/8/2007 18:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2007
Da:
Inviati: 167
 Re: L’altra metà delle notizie
.

BlSabbatH
Inviato: 29/7/2007 11:00  Aggiornato: 29/7/2007 11:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: L’altra metà delle notizie
l'altro ieri nel tg di la7 (uno dei pochi seri che seguo) il mezzobusto parlava di un attentato di pochi giorni fa ordinato dal mullah dadullah.. morto ormai da più di due mesi..

poi ci si meraviglia dell'audience di maria de filippi

-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
spettatore
Inviato: 29/7/2007 14:33  Aggiornato: 29/7/2007 14:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: L’altra metà delle notizie
@ BlSabbatH:

chi ha portato a termine pochi giorni fa l'attentato è un parente del mullah Dadullah, dopo aver letto il testamento di quest'ultimo nello studio di un notaio dell'ISAF.


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
MaxFico
Inviato: 29/7/2007 16:09  Aggiornato: 29/7/2007 16:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2004
Da: Cupramontana
Inviati: 57
 Re: L’altra metà delle notizie
Altro esempio. La notizia, data per certa dai nostri "giornalisti" prezzolati,
che dietro l'omicidio di Hariri ci fosse la cattivissima Siria.
Ora però sembra che le cose stiano diversamente....
LINK

il tragitto è sempre più interessante della meta
Bimbodeoro
Inviato: 29/7/2007 16:50  Aggiornato: 29/7/2007 16:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/6/2006
Da: Amicoland
Inviati: 388
 Re: L’altra metà delle notizie
Segnalo questo articolo che parla di un nostro conoscente e delle sue idee del 911.
P.S.: Non avevo messo il link ( http://www.effedieffe.com/interventizeta.php?id=2174¶metro=scienze )

"Non è il popolo che deve aver paura del proprio governo, ma è il governo che deve avere paura del proprio POPOLO."

"Sotto questa maschera non c'è solo carne, sotto questa maschera c'è un idea e le idee sono a prova di proiettile."
Bimbodeoro
Inviato: 29/7/2007 17:24  Aggiornato: 29/7/2007 17:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/6/2006
Da: Amicoland
Inviati: 388
 Re: L’altra metà delle notizie
Ci hanno allarmato con sars ed aviaria facendoci credere che ci fosse in atto una pandemia su scala mondiale, tutti a comprare vaccini (l'Italia non so quanto ha speso per i vaccini dell'aviaria) e poi.......................il nulla.

"Non è il popolo che deve aver paura del proprio governo, ma è il governo che deve avere paura del proprio POPOLO."

"Sotto questa maschera non c'è solo carne, sotto questa maschera c'è un idea e le idee sono a prova di proiettile."
ptimolla
Inviato: 29/7/2007 19:51  Aggiornato: 29/7/2007 21:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/7/2006
Da: Taranto
Inviati: 353
 Re: L’altra metà delle notizie
@ Bimbodeoro

Per l'aviaria ,l'Italia ha comprato 4.000.000 (o 4.400.000) di vaccini al costo di 35 euro l'uno,col patrocinio dell'allora ministro della sanita' Storace.

In USA lo stesso vaccino costava 90 $ ed era prodotto dalla stessa casa farmaceutica che aveva fatto i test e dato(strombazzato) l'allarme...


la casa farmaceutica e' molto nota ma al momento mi sfugge il nome(5 lettere); e' quella con i 2 esagoni uno verde e uno viola sulle scatole dei medicinali (spero non mi stia sbagliando!).

Prima dell'avvento nell'amministrazione Bush come ministro della difesa ,Donald Rumsfeld ne era presidente !!!

Se non sbaglio,ho visto il tutto su un documento-inchiesta di Report;se lo trovo Vi passo il link !

PS: la casa farmaceutica e' la Roche

Legge di Murphy sulla ricerca
Una ricerca abbastanza lunga tendera' a confermare ogni teoria.


Legge di Maier
Se i dati non corrispondono alla teoria, vanno eliminati.
ptimolla
Inviato: 29/7/2007 19:57  Aggiornato: 29/7/2007 20:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/7/2006
Da: Taranto
Inviati: 353
 Re: L’altra metà delle notizie
Trovato !!

http://www.report.rai.it/R2_HPprogramma/0,,243,00.html

(humm..non riesco a capire cosa non va nel link)

In Principio Fu L'Oca

Interessantissima anche l'inchiesta sulla 3,
3,il numero magico

Legge di Murphy sulla ricerca
Una ricerca abbastanza lunga tendera' a confermare ogni teoria.


Legge di Maier
Se i dati non corrispondono alla teoria, vanno eliminati.
Aseptik
Inviato: 29/7/2007 20:57  Aggiornato: 29/7/2007 20:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/1/2007
Da: Messapia
Inviati: 139
 Re: L’altra metà delle notizie
Non so se lo avete già letto, vi do comunque un link interessante. Ciao
http://www.effedieffe.com/interventizeta.php?id=2174¶metro=scienze

La politica è l’arte cortese di ottenere voti dai poveri e finanziamenti dai ricchi, promettendo di difendere gli uni dagli altri.
Oscar Ameringer
ptimolla
Inviato: 29/7/2007 21:50  Aggiornato: 29/7/2007 21:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/7/2006
Da: Taranto
Inviati: 353
 Re: L’altra metà delle notizie
Huuummm,
mi sa che su 6 miliardi di persone al mondo,e' rimasto solo Attivissimo a credere alla VU 911...

difatti la Rai sta per lanciare un nuovo programma, molto simile al caro,buon,Portobello ...vi ricordate che bisognava far dire al pappagallo:<<Portobellooo!!>>,

bene, il gioco e' proprio simile; bisogna far dire ad Attivissimo che la VU 911 e' falsa !!!
e se ci si riesce si vince l'intero debito pubblico americano convertito in euro e cioe':

8.918.383.216.568 $
6.462.596.533.744 euro piu' qualche spicciolo !

http://www.brillig.com/debt_clock/

Legge di Murphy sulla ricerca
Una ricerca abbastanza lunga tendera' a confermare ogni teoria.


Legge di Maier
Se i dati non corrispondono alla teoria, vanno eliminati.
Paulista
Inviato: 30/7/2007 0:45  Aggiornato: 30/7/2007 0:45
So tutto
Iscritto: 23/4/2007
Da:
Inviati: 8
 Re: L’altra metà delle notizie
E' difficile accettarlo, ma viviamo in una fogna.

La vita è una tempesta
francesco7
Inviato: 30/7/2007 12:13  Aggiornato: 30/7/2007 12:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Tarentum
Inviati: 886
 Re: L’altra metà delle notizie
citazione-
Trovato !!

http://www.report.rai.it/R2_HPprogramma/0,,243,00.html

(humm..non riesco a capire cosa non va nel link)

In Principio Fu L'Oca

Interessantissima anche l'inchiesta sulla 3,
3,il numero magico


Il link che hai postato non si apre.
Provo con questo altro LINK

La mente non è un vaso da riempire ma un legno da far ardere perché s'infuochi il gusto della ricerca e l'amore della verità. (Plutarco)
goldstein
Inviato: 30/7/2007 12:15  Aggiornato: 30/7/2007 12:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: L’altra metà delle notizie
Terrorismo: medico indiano, Howard ammette errori ma non si scusa

"L'Australia non chiederà scusa al dottor Haneef", ha detto Howard. Sul caso del medico 27enne, arrestato il 2 luglio all'aeroporto di Brisbane e tornato nel fine settimana a Bangalore, Howard ha affermato che "è stato chiaramente commesso un errore dalla procura di Brisbane", ma che nella lotta al terrorismo "è meglio avere la sicurezza che essere dispiaciuti" ed "è meglio avere leggi che permettono di compiere arresti in presenza di ragionevoli sospetti".

Quali erano questi "ragionevoli sospetti" ? Una SIM card che sarebbe stata trovata nella jeep in fiamme, mentre in realtà la polizia Australiana ha scoperto che così non era, ed ha fatto notare, molto banalmente, che queste cose si sarebbero dovute verificare a monte senza stare a mettere in moto tutta questa pagliacciata.
Chissà se verrà licenziato l'agente che aveva millantato di avere trovato la SIM nella Jeep, e il suo superiore che , nel migliore dei casi, non si era preso la briga di vederla questa presunta prova ? Molto più verosimilmente, visti i precedenti (ovviamente questo il più illustre), verranno promossi.
Anche ci fossero stati non meglio precisati "errori nelle indagini", e potete constatare cercando nelle fonti di Google News che i minuscoli trafiletti dei giornali che titolarono a caratteri cubitali non recano nessuna informazione aggiuntiva - non sia mai che al lettore venga il vago sospetto - le scuse sarebbero state ugualmente dovute, e la motivazione a supporto di Howard è, per chiunque abbia la logica funzionante, in realtà una non-motivazione.

Al contrario, e comunque per ovvi motivi, è significativa la posizione del governo Indiano, che vista l'aria che tira gli ha offerto possibilità di lavoro in un ospedale in India, ed inoltre il direttore della facoltà dove Haneef si è laureato gli ha offerto una cattedra.

Ottimo questo articolo di Gianluca Freda di cui riporto qualche estratto:

ABBIAMO SCRITTO UNA FREGNACCIA. PERDONATECI.

di Ezio Mauro
dalla prima pagina di Repubblica del 28/07/2007, titolo a otto colonne.


Cari lettori e care lettrici di Repubblica

A nome del giornale di cui sono direttore vorrei chiedervi scusa per aver pubblicato nei giorni scorsi, con imperdonabile leggerezza, una notizia rivelatasi, all'analisi dei fatti, completamente falsa, allarmistica nonché gravemente lesiva dell'onore e della sicurezza delle comunità arabe che vivono nel nostro paese.

Vi ricordate la vicenda dei “medici di Al Qaeda”...
arrestati dopo i falliti attentati londinesi? Avevamo scritto, riprendendo incautamente e senza controlli la notizia dalle agenzie di stampa internazionali, che esisteva una rete di non meglio precisati medici arabi da ritenersi artefice degli attentati. Bene, abbiamo scritto una sciocchezza e vi chiediamo di perdonarci. Non era vero niente. Proprio l'altro giorno Mohamed Haneef, il chirurgo indiano accusato in Australia di essere uno dei membri della congiura, è stato rilasciato per insussistenza delle accuse. Le “prove” contro di lui erano state abilmente fabbricate dal governo e dalla polizia australiana al solo scopo di incastrarlo e di incutere paura nella popolazione, come avviene spesso anche in Italia. Il capo della pubblica accusa, Damian Bugg, ha dichiarato in conferenza stampa: “A mio avviso è stato commesso un errore e io svolgerò indagini in merito, perché credo che la prima decisione da prendere fosse quella di stabilire se queste accuse poggiavano o no su un terreno solido”. Ha ragione. Anche noi giornalisti di Repubblica avremmo dovuto verificare la notizia prima di pubblicarla, allarmando i nostri lettori e offendendo le comunità musulmane. Tanto più che la notizia puzzava di bufala lontano venti chilometri, il che rende la nostra leggerezza anche più imperdonabile.

Altri due “terroristi” londinesi sono stati rilasciati per manifesta insussistenza delle accuse. Erano stati arrestati perché trovati in possesso di flaconi di perossido di idrogeno – il che era già ridicolo - che si è poi rivelato essere olio vegetale. Anche qui chiediamo scusa ai lettori. Dovremmo imparare a verificare l'attendibilità delle notizie prima di spararle in prima pagina ripetendo a pappagallo ciò che le agenzie di stampa ci propinano. E’ in questo che consiste il lavoro di un giornalista serio. Promettiamo che da oggi in poi ci impegneremo a svolgere questo compito con la massima attenzione, tagliando i ponti con la dipendenza dalle veline internazionali che ha trasformato l'etica e la professione giornalistica in una barzelletta.

[...]

Ezio Mauro

(Nota: inutile dire che questo articolo Ezio Mauro non si è mai sognato di scriverlo né di pubblicarlo. Il giorno che lo farà, forse tornerò a comprare una copia del suo quotidiano, divenuto da tempo inqualificabile e illeggibile).


Per quanto riguarda il finale dell'articolo:

Citazione:
E allora facciamolo noi, il loro lavoro: vogliamo provare, collettivamente, a buttare giù una lista di “arresti clamorosi”, ...
... tutti “collegati ad Al-Queda” naturalmente, per vedere alla fine quanti ne sono stati confermati, e quanti invece si sono rivelati banali "errori giudiziari"?


Qui mi servirebbero delle ferie di almeno un anno
Mi limito a segnalare l'ultimo arresto sbandierato in Iraq e questo thread in cui c'erano parecchie cose.

Opossum
Inviato: 30/7/2007 15:26  Aggiornato: 30/7/2007 15:26
So tutto
Iscritto: 30/7/2007
Da:
Inviati: 10
 Re: L’altra metà delle notizie
il problema cmq resta preoccupante.... lo vedo con i miei amici o familiari, parlano a vanvera di una notizia vecchia di mesi finendo con: "beh alla fine li han presi", e qnd gli rispondo: "Chi hanno preso? quei 20 finti terroristi che hanno liberato uno ad uno per assoluta mancanza di prove?" e sono poi costretto a portargli articoli internet per dimostrarglielo (o trafiletti invisibili dei giornali) e alla fine la reazione è sempre: "Ma se li hanno rimessi fuori tutti, chi era stato?"

Il fatto che si pongano quest'ultima domanda è una soddisfazione, ma smontare un lavaggio di cervello così esteso è tutt'altro che facile a questo punto...
ringraziamo la TV, i giornali, i giornalisti e tutto il resto.
Personalmente mi resta solo internet x avere un minimo di controinformazione
Che skifo

"Se ad un Dio si deve questo mondo, non ci terrei ad essere quel Dio: l'infelicità che vi regna mi strazierebbe il cuore."
(Schopenhauer)

http://sabbhe.altervista.org
edo
Inviato: 30/7/2007 15:32  Aggiornato: 30/7/2007 15:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: L’altra metà delle notizie
http://www.etleboro.com/read.php?id=1330

Al qaeda è un crimine invisibile. La UBS sotto attacco


30.07.2007 - Dinanzi alla I Commissione Affari Costituzionali della Camera dei Deputati, Antonio Manganelli, Capo della Polizia di Stato, presenta il rapporto sullo stato della sicurezza in Italia spiegando che "al quaeda è un'organizzazione che non esiste". Secondo l'analisi del capo della polizia non esiste un' organizzazione strutturata come Cosa nostra che ha le sue filiali ufficiali nei vari Paesi, ma "esiste un sistema operativo non meno pericoloso, una sorta di franchising" con il marchio di Al Qaeda, per cui gli atti terroristici " non vengono preventivamente benedetti dal vertice di un’organizzazione, che riteniamo non esista" .


Il rapporto presentato dalla Polizia italiana, redatto in coordinazione con il Sisde, spiega come Al qaeda sia un'organizzazione invisibile, che non ha un vertice, ma una serie di cellule che agiscono in maniera invisibile, e che per il modus operandi vengono considerate come appartenenti ad un'organizzazione che "non esiste". Anche se i media non hanno ben evidenziato l'importanza di queste parole, ci teniamo a precisare che esse fanno crollare quel castello di bugie che è "la guerra al terrorismo". La Teoria del crimine invisibile di Michele Altamura trova quindi una riscontro ufficiale, e un riconoscimento che vale molto più di qualsiasi guerra combattuta con le armi.

usemlab
Inviato: 30/7/2007 15:36  Aggiornato: 30/7/2007 15:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/8/2006
Da:
Inviati: 156
 Re: L’altra metà delle notizie
e' rimasto solo Attivissimo a credere alla VU 911...
++++++++++++++++++++++++++
ma l'hanno scelto per il cognome che aveva, o e' lui che scelto il cognome sulla base della missione che gli hanno affidato?

The State is the great predatory enemy of the human race, and in its very being, the organization and regularization of predation, exploitation, and robbery
Infettato
Inviato: 30/7/2007 16:02  Aggiornato: 30/7/2007 16:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: L’altra metà delle notizie
Ogni tanto si sbagliano tra le tante questa notizia "sportiva" potrebbe far riflettere.

edit: Visto che erano tutti insieme quale fazione terroristica ci guadagna?

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
sitchinite
Inviato: 31/7/2007 9:39  Aggiornato: 31/7/2007 9:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/6/2007
Da: Roma - Pomezia
Inviati: 3270
 Re: L’altra metà delle notizie
Non sono daccordo.... da sempre quando una notizia ha fatto scalpore, non ho mai visto poi le smentite o correzioni avere lo stesso risalto...
mi ricordo anche se ero bambino, cosa successe col caso Tortora... trasmissioni e colonnoni di accusa... e poi anni dopo trafiletti di correzione, magari a pagina 12...
più recentemente mi ricordo il caso di Marco Dimitri, Piergiorgio Bonora e compagni, i 'bambini di satana' coinvolti per anni in vicende giudiziarie farsesche e accusati ad ogni loro apparizione di essere pedofili, profanatori, e quant' altro di immondo si potesse inventare... salvo poi essere completamente e definitivamente scagionati in tutti i gradi di giudizio...
ma delle loro assoluzioni con formula piena nei giornali e nelle trasmissioni non é apparso quasi niente...
tanto che ancora oggi molti son convinti che la vicenda giudiziaria sia ancora in corso o che siano stati ritenuti colpevoli...

Riguardo a quel che succede per il caso Al-Quaeda, mi sembra la normale evoluzione (estremizzata) del principio per cui il giornalismo sposa una ipotesi, ufficiale o meno, e quando qualche notizia supporta questa ipotesi la urla ai 4 venti... salvo poi dedicare solo pocghe righe o addirittura ignorare quelle che non si appoggiano alle ipotesi sposate...
lo si vede in ogni campo.. terrorismo internazonale, società, cultura, tecnologia...
ricordate tutto il casino sulle cellule staminali da embrione?
Quanti scienziati coinvolti a dire che erano l' unica soluzione...
titoli enormi, nei giornali non si parlava di altro...
ma quando poi equipes internazionali hanno dimostrato che si potevano utilizzare scarti di placenta, o addirittura cellule della pelle, quanti giornali hanno dedicato righe a queste notizie?
O vogliamo parlare di quanto poco spazio (praticamente nullo) viene dedicato a quelle notizie che smentiscono l' urgenza del protocollo di kyoto?

No non ci vedo un trattamento particolare nel caso del terrorismo di al-quaeda, ci vedo una naturale evoluzione di un fenomeno che esiste, vergognosamente, da almeno 20 anni...

ambra
Inviato: 31/7/2007 12:58  Aggiornato: 31/7/2007 12:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2006
Da: cagliari
Inviati: 246
 Re: L’altra metà delle notizie
[color=009900]-Infettato

-Ogni tanto si sbagliano tra le tante questa notizia "sportiva" potrebbe far riflettere.



Secondo me questa era una notizia di pura propaganda , anche piuttosto ingenua. A parte l'artificiosità della notizia, dimostra comunque che quando le persone hanno la "pancia" piena e vivono in modo dignitoso , non pensano ad ammazzarsi a vicenda, e infatti questi calciatori vivevano tutti all'estero. Per il resto ci hanno fatto vedere uno sparuto gruppatto di persone che plaudeva, chissà cosa, chissà quando e sopratutto chissà perchè.

ambra
--------------------------------------------------------------------------------------------------

Saludi e Trigu!
maurixio
Inviato: 2/8/2007 11:00  Aggiornato: 2/8/2007 11:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/4/2007
Da:
Inviati: 333
 Re: L’altra metà delle notizie
questo post cade a proposito, stavo appunto leggendo" Storia della colonna infame" si potrebbe cominciare da li, che ne pensate?
c'è qualche somiglianza con i fatti del terrorismo?.....ma poi perchè TERRORISMO, perchè terrorizza, e se uno non si terrorizza? e se uno ha più terrore del castello di Kafka? allora Kafka era un terrorista?

Infettato
Inviato: 2/8/2007 12:10  Aggiornato: 2/8/2007 12:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: L’altra metà delle notizie
Ciao ambra

Per il resto ci hanno fatto vedere uno sparuto gruppatto di persone che plaudeva, chissà cosa, chissà quando e sopratutto chissà perchè

A me è venuto in mente una forte contraddizione: se tutte le etnie irachene sono insieme a festeggiare una vittoria sportiva come è possibile che poi si fanno la guerra?

Se sono insieme a festeggiare....e poi esplode la bomba che trucida sunniti sciiiti o altre etnie presenti a chi giova?

Tutto qui anche chi segue solamente "l'informazione ufficiale" può notare questa stranezza.

P.S. Forse mi sono espresso male
Io intendevo i festeggiamenti del popolo non dei calciatori.

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
leonardo
Inviato: 3/8/2007 14:59  Aggiornato: 3/8/2007 14:59
So tutto
Iscritto: 6/6/2007
Da:
Inviati: 14
 Re: L’altra metà delle notizie
La CNN dà notizia del rilascio di altre due persone arrestate in seguito ai fatti di Glasgow.
Spero di aver linkato correttamente.

CNN

corsy80
Inviato: 3/8/2007 15:23  Aggiornato: 3/8/2007 15:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/8/2006
Da:
Inviati: 41
 Re: L’altra metà delle notizie
Secondo me è un’ottima iniziativa. Certo che andare indietro a cercare tutti gli arresti e i rilasci dall’ 11 Settembre ad oggi non è cosa da poco. Comunque ci si potrebbe organizzare per semplificare un po’ la cosa creandosi un “metodo”, una specie di tabella da seguire tipo:

-Data e Luogo:
-Tipo di attentato: (Es: bombe con chiodi e farina non esplose)
-Titoli di 2 Agenzie, 2 Tg e 3 Giornali.
-Nomi e cognomi degli arrestati: (di solito dopo tre/quattro giorni al massimo di “terrorismo mediatico” ne prendono una mezza dozzina).
-Data di rilascio con relativi titoli dei media presi in considerazione

Ma secondo me per facilitare questa operazione, si potrebbe iniziare aprendo un topic dedicato in “Guerre e Terrorismo” ed iniziare dagli ultimi fatti (quelli dei “falliti attentati di Londra / medici kamikaze” per intenderci) e poi man mano iniziare a recuperare un po’ il “passato”.
Purtroppo il mio propositismo –per ora- si ferma qui perché non ho più internet a casa e scrivo quelle poche volte “abusivamente” dal mio posto di lavoro :) ma nel mio piccolo potrei dare lo stesso una mano…

Un’altra cosa, pensavo che se si raccolgono abbastanza informazioni sia sui “falsi allarmi” (vedi per esempio la sezione “Gridare Al Lupo”), sia sulla “storia” dei terroristi che sistematicamente vengono rilasciati dopo essere stati già condannati nei Telegiornali e sull’atteggiaento in generale dei media riguardo al terrorismo, non sarebbe male prendere in considerazione di fare, su questo argomento, un capitolo finale di (un ipotetico) INGANNO GLOBALE II.

Un saluto a tutti

JILL: Suppongo che lei abbia avuto a che fare con molti terroristi...Quanti terroristi reali ha incontrato,Sam? /SAM: Terroristi reali? /JILL: Si…/SAM: E’ soltanto il mio primo giorno…[ BRAZIL, Terry Gilliam, 1984 ]
Marco M
Inviato: 4/8/2007 19:59  Aggiornato: 4/8/2007 19:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/8/2006
Da:
Inviati: 826
 Re: L’altra metà delle notizie
Un anno di carcere, e poi...

Nel luglio del 2006, i Carabinieri lanciarono la "operazione Numidia", arrestando cinque algerini a Vicenza. Con la solita certezza, il Giornale di Vicenza scrisse:

Una cellula di terroristi, pronta a raggiungere l'Algeria e l'Iraq per compiere attentati, è stata sgominata stamattina da un'operazione dei Carabinieri del Ros [...].

A imperitura memoria, ecco il commento di allora del ministro degli Interni:

"L'operazione di stanotte dei carabinieri dei Ros è di grande rilevanza" ha dichiarato il ministro dell'Interno, Giuliano Amato, che ha aggiunto: "E' un segnale in più della necessità di mantenere la massima attenzione sulla presenza, anche in Italia, di gruppi legati al terrorismo con mansioni non soltanto logistiche ma anche di azione diretta".

Con uno strabiliante garbuglio di luoghi comuni, il giornalista Ivano Tolettini del Giornale di Vicenza scrisse:

La dottrina di Al Qaeda. I fanatici algerini del gruppo salafita erano pronti a seminare il terrore. Anche a Vicenza, magari contro un obiettivo militare come nel 2002, quando avrebbero voluto compiere un attentato terroristico suicida alla Ederle per lasciare il segno. Morti e sangue nel segno di Allah.

Passa un anno (di carcere), e sempre sul Giornale di Vicenza leggiamo, sempre a firma I(vano) T(olettini) questo articolo dignitoso, eccezionalmente in prima pagina:

Venerdì 3 Agosto 2007

PROCESSO. Il gup di Venezia li ha prosciolti dall’accusa di associazione sovversiva

Algerini assolti Non aiutarono i terroristi arabi

I quattro imputati sono rimasti in carcere un anno ingiustamente. Furono arrestati dai Ros. Adesso chiederanno i danni


Altro che cellula del terrore pronta a colpire obiettivi sensibili a Vicenza nel nome della Jihad.

Altro che algerini organici al Gruppo salafita per la predicazione e il combattimento potenzialmente capaci di immolarsi nel nome di un islam sanguinario.

Altro che arabi pronti ad attività antitaliane di sostegno a un’idea sovversiva nel nome di un Allah integralista che vuole la morte dei cristiani.

Niente di tutto questo: sono innocenti. I fratelli Farid e Nabil Gaad, rispettivamente di 37 e 25 anni, e i connazionali Khaled As, di 31 anni, e Alì Touati, 34 anni, tutti gravitanti attorno al call center di corso Ss Felice e Fortunato, sono stati assolti con formula piena perché il fatto non sussiste. Il verdetto è stato letto ieri pomeriggio dal tribunale di Venezia intorno alle 15.40.

[...]

Dunque, dopo un anno giusto di carcere ieri pomeriggio si sono riaperte le porte della cella per i quattro nordafricani ai quali la giustizia italiana ha restituito l’onore stabilendo che la carcerazione preventiva è stata ingiusta. E saranno risarciti per questo.

I quattro magrebini, residenti tra Vicenza e il Bresciano, l’avevano gridato in tutte le maniere nel corso di quest’anno di essere innocenti e di non c’entrare nulla col terrorismo. Avevano inviato più volte i loro scritti sostenendo di essere al centro di un grande errore giudiziario perché a loro interessavano solo le questioni religiose.

[...]

Il castello delle accuse è crollato con un tonfo secco davanti al gup del tribunale di Venezia, competente a giudicare per asseriti episodi di terrorismo avvenuti a Vicenza.

[...]

Le conversazioni telefoniche, a volte astruse, i riferimenti in qualche caso chiaramente scherzosi sono stati scambiati per fatti veri e hanno alimentato una impalcatura di sospetti che non ha retto alla prova dell’aula.[...]


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA