Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


palestina : Guerra civile in Palestina
Inviato da Redazione il 13/6/2007 0:00:00 (9332 letture)

Finalmente ci sono riusciti. I palestinesi di Gaza si stanno massacrando fra di loro, e siamo certi che in questo caso non ci sarà nessun “intervento umanitario”, nessuna missione di peace-keeping, nessun richiamo alla cessazione della violenza, nessuna offerta di mediazione fra le parti.

Staranno tutti alla finestra a guardare lo svolgersi di un copione che era già stato scritto più un anno fa, quando curiosamente Israele non obiettò al fatto che Hamas partecipasse alle elezioni “democratiche” della Palestina, nonostante il trattato di Oslo prevedesse chiaramente che mai nessun “partito armato”, o dichiaratamente violento, potesse prendervi parte. E Hamas non predicava certo la non-violenza di Ghandi.

Davvero una distrazione grave, per uno stato costantemente preoccupato per la propria sicurezza come Israele. Ma la distrazione sta dando i suoi frutti, e non c’era nulla di meglio che dare il potere agli estremisti di Hamas, ...

... facendo nel contempo pressioni “di pace” sulla dirigenza di Fatah, per scatenare lo scontro irreversibile fra le due fazioni.

Inizialmente Mahmoud Abbas era riuscito a tenere sotto controllo la situazione, ma quando si vive in quattro metri quadrati uno addosso all’altro, senza cibo nè acqua nè lavoro, non ci vuole molto per portare all’esaperazione anche il più futile dei motivi di contrasto. Figuriamoci poi se si tratta del futuro del proprio popolo e della propria terra: basta un mezzo infiltrato che semini un pò di zizzania nel cortile, e l’intero caseggiato prende fuoco.

Alla faccia della Roadmap to Peace, fra l’altro.

Massimo Mazzucco

Voto: 3.00 (1 voto) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
shevek
Inviato: 13/6/2007 0:34  Aggiornato: 13/6/2007 0:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Guerra civile in Palestina
Salut y Libertad Max!


Hai fatto benissimo a mettere l'attenzione sulla faccenda: la costruzione di un "false enemy" è un classico espediente per mettere in difficoltà l'avversario reale. Come ho fatto notare già un po' di volte, la prima Intifada aveva messo in gravi difficoltà il governo israeliano. Per cui, un bel po' di finanziamenti del Mossad ai gruppi integralisti (cui si affida, tra l'altro, la gestione dei manicomi...), li si lascia liberi di agire mentre le tradizionali organizzazioni palestinesi che gestivano la lotta vincente vengono attaccate di continuo, rese inoperanti ed accomunate alla strategia degli integralisti, una bella passeggiata sulla spianata delle moschee, il via alla seconda "Intifada" a base di kamikaze, si intasca la perdita internazionale di consenso verso la causa palestinese, si diventa liberi di costruire muri a destra ed a manca, infine si scatena la guerra civile all'interno dello stesso popolo palestinese.

Un bel giochetto,niente dire. Ne sappiamo qualcosa anche noi qui in Italia...


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
Pausania
Inviato: 13/6/2007 0:51  Aggiornato: 13/6/2007 0:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Guerra civile in Palestina
sraele non obiettò al fatto che Hamas partecipasse alle elezioni “democratiche” della Palestina, nonostante il trattato di Oslo prevedesse chiaramente che mai nessun “partito armato”, o dichiaratamente violento, potesse prendervi parte. E Hamas non predicava certo la non-violenza di Ghandi.
E Fatah invece cosa fa? Tira le uova marce? In un Paese sotto occupazione i partiti saranno sempre armati. Se poi a qualcuno interessano le risoluzioni internazionali, c'è ancora quella del 1948 da far rispettare.


non c’era nulla di meglio che dare il potere agli estremisti di Hamas, facendo nel contempo pressioni “di pace” sulla dirigenza di Fatah, per scatenare lo scontro irreversibile fra le due fazioni.
Veramente il potere ad Hamas lo hanno dato delle elezioni, sono stati poi tutti gli altri Stati a dire che Hamas non poteva andare al governo.

Le pressioni di pace di Israele sono sempre le solite: fate il governo con chi diciamo noi altrimenti vi massacriamo come bestie.

Tra l'altro Israele ha un bel modo di mettere al potere Hamas: scatenandogli contro gli Apache, soprattutto contro la dirigenza.

Resta da capire per quale motivo Hamas abbia avuto così tanto successo contro Fatah...

Redazione
Inviato: 13/6/2007 2:09  Aggiornato: 13/6/2007 2:13
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Guerra civile in Palestina
PAUSANIA: Citazione:
E Fatah invece cosa fa? Tira le uova marce? In un Paese sotto occupazione i partiti saranno sempre armati.
Fatah è il partito moderato, che ufficialmente rifiuta la violenza in favore del dialogo. Non mi risulta infatti che abbiano rivendicato un solo attentato da moltissimi anni ormai. Che poi ci possa essere il fanatico di turno che (sempre aizzato al punto giusto e dalla gente giusta) tira una bomba e poi manda il volantino firmato Al-Fatah non significa nulla. (Anzi, casomai significa che c'è qualcuno che vuole sporcare anche l'immagine dei moderati).

Citazione:
sono stati poi tutti gli altri Stati a dire che Hamas non poteva andare al governo.
No Pausania, lo dicono i trattati, dei quali stranamente Israele si è dimenticato.

In fondo dovrebbe essere loro primario interesse che un partito che - contrariamente a Fatah - dichiara ufficialmente la lotta armata contro Israele non vada al potere, non trovi?

Queste sono "distrazioni" che non si possono non notare.

Lestaat
Inviato: 13/6/2007 2:35  Aggiornato: 13/6/2007 2:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Guerra civile in Palestina
mmm Massimo Massimo....
Fatah è il partito che si è fatto comprare da Israele, il popolo l'ha capito e per questo ha votato Hamas.
Hamas non è il partito degli estremisti islamici, ma semmai dei "radicali", nel senso che non hanno mai voluto discutere al di fuori dell'immediato ritiro di Israele da TUTTI i territori occupati.
Oggi si sparano tra loro per il semplice motivo che Israele ARMA Fatah...e Hamas è diventata aggressiva.
Cerchiamo di ricordarci e di raccontare meticolosamente ogni passaggio della storia palestinese, o sappiamo bene come va a finire.
Fatah, il nuovo Fatah almeno, non rappresenta che se stesso, mentre Hamas è l'espressione ovvia del disperato popolo palestinese.
Infatti non dimentichiamoci che il gruppo dirigente di Fatah è del tutto nuovo, dato che quelli "vincenti" di cui parli sono stati tutti massacrati o arrestati durante la prigionia di Arafat.....che in quel momento era anche lui un terrorista infatti.
Quel Fatah non esiste più, quello che abbiamo oggi è l'equivalente del partito democratico per gli italiani di sinistra, ma noi ci giochiamo semmai lo stipendio, mentre li crepano.
L'accettazione da parte di Israele di Hamas alle elezioni ha due motivi, uno è sicuramente quello che dici, ma l'altro è l'inevitabilità..dato che non ha vinto con il 50%+1...non dimentichiamocelo mai.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
Redazione
Inviato: 13/6/2007 6:13  Aggiornato: 13/6/2007 6:13
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Guerra civile in Palestina
Radicali, estremisti, fanatici, incazzati.... chiamali come vuoi, è solo una questione di parole. Di fatto li hanno messi gli uni contro gli altri, mentre io non ho mai visto Israele arrendersi di fronte all ”inevitabilità” di nulla.

Gli israeliani non mi sembravano particolarmente “rassegnati”, prima delle elezioni, e tanto meno mi sembrarono “depressi” dopo la vittoria di Hamas. Non nascondiamoci dietro a un dito, via....

In ogni caso, ho già espresso la mia posizione con l'articolo, per cui preferisco lasciare ora lo spazio agli altri.

florizel
Inviato: 13/6/2007 10:08  Aggiornato: 13/6/2007 10:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Guerra civile in Palestina
A Gaza ormai è guerra civile. A scatenare l'ennesima giornata di tragedia sono stati i miliziani di Hamas che, appena scaduto l'ultimatum che avevano dato per lo sgombero dell'edificio, hanno attaccato la sede dei servizi di sicurezza di Al Fatah a Gaza.
shevekCitazione:
la prima Intifada aveva messo in gravi difficoltà il governo israeliano.

Sono d'accordo. E' dalla "lezione" della prima Intifada che bisogna partire per spiegarsi la necessità di israele di legittimare politicamente Hamas, che guarda caso è l'organizzazione che più frontalmente si oppone alla politica di occupazione sionista.

Se una somma c'è da tirare, è quella riguardante i risultati dell'integrazione: portare la lotta di liberazione del popolo palestinese sul terreno del confronto politico legittimato da "elezioni", CONCESSE dalla stessa israele, ha permesso che sia Hamas che Fatah trascendessero gli ambiti dell'opposizione popolare, riconoscendo, di fatto, l'amministrazione sionista come interlocutore.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Thibault
Inviato: 13/6/2007 10:35  Aggiornato: 13/6/2007 10:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Un mondo folle
Inviati: 343
 Re: Guerra civile in Palestina
Sarà anche vietato dalle convenzioni internazionali (alle quali però non credo che il popolo palestinese abbia molta voce in capitolo) ma le elezioni che hanno portato al "potere" Hamas le trovo molto più democratiche delle ultime elezioni in Israele o Stati Uniti.
Senza contare poi che si considerà normale rapire, pardon arrestare, o uccidere membri di un governo straniero, lasciando anche diversi morti civili nell'attentato, perchè la popolazione di quel paese non ha votato come piaceva a Israele, c'è qualcosa che non mi quadra.
Israele si sta comportando in maniera più spudorata della Germania Nazista o dell'Unione Sovietica, ma siccome ci sono 6 milioni di persone che sono morte più di 60 anni fa su cui lavarsi le mani del sangue dei crimini di oggi, infangandone la memoria in maniera vile e vigliacca allora va tutto bene... Ci sono i buoni e ci sono i cattivi o no?

E' una tranquilla notte di regime
andal
Inviato: 13/6/2007 10:36  Aggiornato: 13/6/2007 10:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/10/2006
Da:
Inviati: 58
 Re: Guerra civile in Palestina
ciao a tutti,

Al_Fatah ha il suo braccio armato(i martiri di Al-Aqsa) come quasi tutti i partiti in palestna, che opera anche contro israele, ma sta al gioco quando i politici di Al-Fatah si mettono a trattare con israele.

Al-Fatah non ha voluto riconoscere la sua sconfitta alle elizioni del anno scorso, dove invece di cercare di capire i motivi di una sconfitta cosi dura, si sono messi ad infilare i bastoni fra le ruote del nuovo governo composto da Hamas, ricordo che Hamas ha chiesto a tutti i partiti subito dopo la vincita alle elizioni di partecimare ad un governo di unità nazionale, ma tutti rifiutarano di far parte di tale governo.

una cosa semplice è che l'imbargo che ha imosto la comunità internazionale, non poteva funzionare se non ci fosse un partito palestinese disposto a cambiare la volontà popolare espresse alle elizioni, e continuare a considerare parziale la comunita internazionale, invece di compattarsi dietro le scelte del popolo, si sono offerti volontari a far implodere il nuovo governo di Hamas.


perché Al-Fatah ha perso le elizioni ?

bisogna vedere la storia di Hamas, che non è semplicemanete una creazione del mossad, hamas è nata nella prima intifada, in un contesto molto complicato negli anni 80, con la rivoluzione islamica in Iran(che non è orchestrata dal mossad) dove si era rigistrata la rinascita o il "risveglio del isalm"come non solo religione ma anche come attore politico e sociale. dopo la disfatta del panarabismo nel 1967 la laicità ha perso terreno giustamente, e ha ceduto al nuovo pensiero islamsita.

Hamas è nato nei territori occupati al contrario di Al-Fatah che venne da fuori , dalla diaspora. quindi c'è un radicamento per lo meno a Gaza di Hamas visto che lavori nel sociale ed aiuti la gente a vivire.

Al-Fatah ha avuoto il govero dal 1993 dopo di Oslo(che la maggior parte dei palestinesi non acetta) e cosa hanno fatto?

bene, hanno continuato con la farsa del cosi detto procedsso di pace, e la gente continuava a sofrire della occupazione e dei posti di blocco e della espansione delle colonie , la gente vedeva il suoi orti e terreni confeschiati o destrutti interi campi di olivo rasi al suolo. mentre la popolazione pativa ogni giorno sui posti di blocco vedeva i suoi derigenti passarli con la loro VIP card !!!

per non parlare della corruzione dei goveri da Arafat in poi, ci sono 60 miliardi di dollari !! spariti dalle casse grazie alla corruzione dei moderati di Al-Fatah che potevano sfamare la popolazione per anni avvenire !

ciò che accade in palestina ma in molti altri posti vedi la Somali, Algeria
ed altri posti ancora, il fatto che l'occidente non acetti la vincita dei partiti isalmici(non parlo dei partiti islamici, stile Iraq) e fa di tutto per contrastarli, e non farli arrivare al governo, perché il loro arrivo vuol dire semplicemente la fine del monopolio occidentale sui paesi arabi o islamici, e la rinascita di una entita che possa dare fastidio e concorrere nel mondo.

ciao

Linucs
Inviato: 13/6/2007 10:43  Aggiornato: 13/6/2007 10:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Guerra civile in Palestina
A mio modesto avviso è colpa del proverbiale antisemitismo del popolo palestinese, il quale manifesta un assurdo attaccamento alla vita e non si decide a morire come si conviene per lasciare spazio alla povera minoranza oppressa. Ed ecco che soffermandoci a disquisire sui caricatori svuotati addosso ai bambini di 3 anni coltiviamo nel nostro cuore l'essenza di un nuovo pericoloso naZZZismo europeo.

Allora io dico: è sufficiente sterminare anche gli europei insieme a tutti i palestinesi (anzi facciamo tutti gli arabi, direttamente) in modo che finalmente l'Europa e il Medio Oriente possano diventare un luogo vivibile per chi ha già sofferto tanto, ventenni compresi.

(sai che fatica spostare le valigie piene di assegni da qui a lì...)

Ramingo
Inviato: 13/6/2007 10:51  Aggiornato: 13/6/2007 10:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/10/2005
Da: Puglia
Inviati: 657
 Re: Guerra civile in Palestina
Fatah sarà anche sputtanato e imputtanito(come capita a tutti i partiti).
Hamas sarà anche il focalizzatore del popolo incazzato....ma non mi pare che sia nato molto spontaneamente.
Qualche tempo fa lessi
" Mossad. Le guerre segrete di Israele"di B. MORRIS e I. BLACK
e,seppur tra le righe,si leggeva di un non meglio identificato interessamento del Mossad alla nascita di Hamas....
Se ritrovo il passo ve lo posto.

La storia insegna che quando si diventa indifferenti e si perde la volontà di combattere, qualcuno che ha la volontà di combattere prenderà il sopravvento. Colonel Arthur "Bull" Simons
shevek
Inviato: 13/6/2007 10:52  Aggiornato: 13/6/2007 10:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Guerra civile in Palestina
Salut y Libertad Pausania e Lestaat!


Intendiamoci: io non ho alcuna simpatia particolare per Fatah e quoto in pieno l'intervento di Florizel. Sta di fatto, però, che la strategia di Fatah ha messo in difficoltà il governo istraeliano, quella di Hamas lo ha rinforzato.

Pausania e Lestaat, dite:Citazione:
Tra l'altro Israele ha un bel modo di mettere al potere Hamas: scatenandogli contro gli Apache, soprattutto contro la dirigenza.


Citazione:
il gruppo dirigente di Fatah è del tutto nuovo, dato che quelli "vincenti" di cui parli sono stati tutti massacrati o arrestati durante la prigionia di Arafat.....che in quel momento era anche lui un terrorista infatti. Quel Fatah non esiste più, quello che abbiamo oggi è l'equivalente del partito democratico per gli italiani di sinistra, ma noi ci giochiamo semmai lo stipendio, mentre li crepano.


Israele parla di "omicidi mirati". Infatti, uccide di Hamas gli esponenti che ragionano politicamente e lascia stare quelli che parteggiano per la strategia kamikaze. La storia del leader cieco di Hamas è indicativa: finché parteggia per la strategia della seconda "Intifada" lo lasciano stare, non appena comincia ad avere dubbi su questa strategia, in maniera solo apparentemente paradossale, lo fanno fuori immediatamente. Avete presente la storia delle "Brigate Rosse", con l'arresto di Curcio, Franceschini e Cagol e l'ineffabile Moretti avvisato della trappola (a tutt'oggi non ci dice da chi) che resta a piede libero?

Ripeto: non ho particolari simpatie per Fatah e non ho alcun problema a paragonarlo al nostrano PD. Ma Hamas, a questo punto, è Forza Nuova...


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
shevek
Inviato: 13/6/2007 10:59  Aggiornato: 13/6/2007 10:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Guerra civile in Palestina
Salut y Libertad a todos...


Breve cronistoria su come Hamas ha vinto le elezioni. Legalmente, non poteva nemmeno partecipare alle elezioni. Israele si "distrae" e lo lascia partecipare. Poi, però, arresta un po' di attacchini dei suoi manifesti, dando alla cosa un risalto mediatico pauroso. "Sono i nostri peggiori nemici! Se vincono le elezioni per noi sarà una disgrazia!" Miglior propagandista elettorale dello Stato d'Israele Hamas non poteva avere...


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
cocis
Inviato: 13/6/2007 11:17  Aggiornato: 13/6/2007 11:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Guerra civile in Palestina
polonia e inghiletrra cominciano a boicottare gli israeliani...

qualcosa si sta muovendo .. quando hanno rotto .. hanno rotto...

no università israeliane

polonia no israele

shevek
Inviato: 13/6/2007 11:22  Aggiornato: 13/6/2007 11:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Guerra civile in Palestina
Salut y Libertad a todos...


Breve cronistoria sui rapporti Hamas/Mossad. Dal sito di Rainews24:Citazione:
Pochi giorni prima del fallito tentativo di assassinio del leader di Hamas Khaled Meshaal nel 1997, re Hussein recapitò a Israele un'offerta del movimento radicale palestinese per una tregua di 30 anni. Della proposta vennero a conoscenza alcuni membri del Mossad e l'allora primo ministro Benjamin Netanyahu. E' quanto rivela l'ex capo del Mossad Efraim Halevy nel suo libro "L'Uomo nell'Ombra", che uscirà in Gran Bretagna il 4 aprile prossimo. Nel libro, si legge sull'edizione odierna di Haaretz, Halevy racconta anche alcuni fatti finora tenuti segreti su questioni di sicurezza interna palestinese. Nel settembre del 1997 una squadra del Mossad provò ad assassinare Meshaal con del veleno. Il tentativo fallì: due agenti furono catturati, gli altri trovarono rifugio all'ambasciata israeliana ad Amman.


Bel sistema per aizzare chi, all'interno di Hamas, comincia a scorgere i limiti della seconda "Intifada". Tu offri il ramoscello d'ulivo e quelli ti vogliono ammazzare... Chissà se il fallimento non fosse voluto...

Per ulteriori e più articolate notizie sui rapporti Mossad/Hamas vedi

Le radici israeliane di Hamas


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
Pausania
Inviato: 13/6/2007 11:33  Aggiornato: 13/6/2007 11:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Guerra civile in Palestina
Ciao Shevek,

non volevo certo dire che Hamas sia "buono". Né negare il fatto che Israele abbia aiutato Hamas.

Mi riferivo al fatto che: si facesse credito alle "regole internazionali". Ora, spero che converremo tutti che la legalità internazionale in Palestina è carta straccia, altrimenti Israele non starebbe occupando da quarant'anni terre non sue.
Quindi, se Hamas non poteva partecipare perché partito armato, altrettanto non poteva fare Fatah, a stretto giro di logica.

Dall'idea che sono riuscito a farmi, Hamas fa cose per la popolazione che Fatah nemmeno si sogna, il che porta Hamas ad avere largo consenso tra la popolazione. D'altronde se Fatah è quel partito di corrotti che sappiamo, non c'è molto da difendere.

Che Israele fomenti le divisioni mi pare chiaro, il fatto è che credo agisca su entrambi i fronti, sia su Fatah che su Hamas. Ma questo potrebbe essere un'interpretazione errata da parte mia

andal
Inviato: 13/6/2007 11:37  Aggiornato: 13/6/2007 11:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/10/2006
Da:
Inviati: 58
 Re: Guerra civile in Palestina
ciao Shevek,

non ho capito perché Hamas non poteva participare alle elezioni ? in che senso è illegale ?

ricordo che le elezioni furono volute da Abu Mazen e dagli stessi americani, nessuno poteva prevedere la vincita di Hamas in questa maniera, nemmeno Hamas stessa.

citazione shevak: "la strategia di Fatah ha messo in difficoltà il governo istraeliano, quella di Hamas lo ha rinforzato"

la strategia di Al-Fatah, non ha messo per niente in difficoltà il governo di Israele , anzi il contrario , dopo di oslo Israele ha avuoto la maschera della autorita palestinese e si è scollata da ogni obbligo nei confronti dei territori occupati , ha poi radoppio le colonnie nei territori occupati e rfforzato il regime di occupazione spaziale, con questa ipotetica tranquillita offerta da Oslo israele ha aumentato l'immegrazione degli ebrei in palestina che è un fatto di importanza strategica. Hamas con i suoi attachi non fa altro che aumentare tale immegrazione nel senso contrario.

per quanto riguarda Ahmad yaseen che ha fondato Hamas(credo ti rifirivi a lui), che era sulla sedia a rotelle e che ha perso quasi l'udito nelle carceri israeliane, "fu liberato in un scambio con la Giordania con un agente del mossad arrestato ad Amman mentre cercava di avvelenare Kaled Mashal". lui non ha pattegiato nulla con israele, semplicemente non lo hanno ucciso finché è arrivato sharon che ha ucciso tutti i capi di Hamas all'epoca.

ciao Ramingo,

sono daccordo sul fatto che Israele ha taciuto sulla nascita di Hamas ma non vuol dire che ha finanziato il gruppo, Israele vedeva in Hamas un possibile antagonista ad Al-Fatah. ma Hamas è una spina nella gola israeliana.

ciao

fiammifero
Inviato: 13/6/2007 11:49  Aggiornato: 13/6/2007 11:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Guerra civile in Palestina
Citazione:
ha permesso che sia Hamas che Fatah trascendessero gli ambiti dell'opposizione popolare, riconoscendo, di fatto, l'amministrazione sionista come interlocutore.

straquoto anche collegando il tutto con la legge contro il revisionismo storico che ne potrebbe mettere in dubbio la legittimità
Linucs,sempre lucido

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
winston
Inviato: 13/6/2007 12:03  Aggiornato: 13/6/2007 12:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/10/2005
Da: Eurasia
Inviati: 392
 Re: Guerra civile in Palestina
“Staranno tutti alla finestra a guardare” (...)
“un copione che era già stato scritto più un anno fa”


-Autore: Elliot Abrams già regista in Salvador, Nicaragua, Panama: il nuovo vecchio cinema americano,

-Lavorazione di “Palestina 07” condizionata da estrazione ebraica? Homni soit qui mal i pense!

-Budget di produzione 86 US$ in “materiali” a Fatah + training

-Cast, marionette, Abu Mazen con il mastino Dahlan, Hamas & Palestinesi quali comparse protagoniste

-dopo i successi di "Kossovo & nuvole" e "Baghdad Cafè",
della serie "Tutto quanto fa spettacolo"

-Distribuzione MSM-globovision

"Chi controlla il presente controlla il passato, chi controlla il passato controlla il futuro" Orwell, 1984
shevek
Inviato: 13/6/2007 12:09  Aggiornato: 13/6/2007 12:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Guerra civile in Palestina
Salut y Libertad Pausania ed andal!


Sulla questione generale del rapporto con le istituzioni sono d'accordo con te, in Palestina come in Italia...

Mi trovo in disaccordo però su di un punto, quando dici:Citazione:
Dall'idea che sono riuscito a farmi, Hamas fa cose per la popolazione che Fatah nemmeno si sogna, il che porta Hamas ad avere largo consenso tra la popolazione. D'altronde se Fatah è quel partito di corrotti che sappiamo, non c'è molto da difendere.


Se dai un'occhiata al link che ho postato, sembra infatti che le "cose per la popolazione" Hamas le fa con i soldi israeliani, negati a Fatah. Che, ripeto, non ho alcun motivo per difendere; difendo, però, la prima Intifada.

andal, dici:Citazione:
non ho capito perché Hamas non poteva participare alle elezioni ? in che senso è illegale ? ricordo che le elezioni furono volute da Abu Mazen e dagli stessi americani, nessuno poteva prevedere la vincita di Hamas in questa maniera, nemmeno Hamas stessa.


Alle elezioni non possono partecipare i gruppi che non hanno esplicitamente abbandonato la strategia della lotta armata e che non riconoscono lo Stato d'Israele. Sul resto, non posso che ripetere quanto ho detto nella mia breve cronistoria sulle elezioni e sul meccanismo propagandistico messo in atto da Israele a favore di Hamas.

Dici anche:Citazione:
la strategia di Al-Fatah, non ha messo per niente in difficoltà il governo di Israele , anzi il contrario , dopo di oslo Israele ha avuoto la maschera della autorita palestinese e si è scollata da ogni obbligo nei confronti dei territori occupati , ha poi radoppio le colonnie nei territori occupati e rfforzato il regime di occupazione spaziale, con questa ipotetica tranquillita offerta da Oslo israele ha aumentato l'immegrazione degli ebrei in palestina che è un fatto di importanza strategica. Hamas con i suoi attachi non fa altro che aumentare tale immegrazione nel senso contrario.


Non mi risulta che la popolazione ebraica dello Stato d'Israele sia in diminuzione: se mi dai dei dati più precisi, mi ricrederò. Comunque, che la prima Intifada avesse messo in gravi difficoltà il governo israeliano, è un dato di fatto: i numeri delle manifestazioni pacifiste all'interno e la simpatia generalizzata all'estero sono un dato incontrovertibile, come altrettanto incontrovertibile è il fatto che entrambi i dati siano precipitati vertiginosamente con la strategia kamikaze.

Dici, poi, riferendoti ad Yaseen,Citazione:
lui non ha pattegiato nulla con israele, semplicemente non lo hanno ucciso finché è arrivato sharon che ha ucciso tutti i capi di Hamas all'epoca.


Chi ha mai detto che ha patteggiato qualcosa? Il fatto è che alcune componenti della dirigenza di Hamas dell'epoca stavano ripensando la strategia di opposizione al governo israeliano, diostratasi inutile e, anzi, cotroproducente. "Tutti", poi, è una parola grossa. Sarebbe itneressante vedere chi NON è stato ucciso...

Dici, infine:Citazione:
Israele ha taciuto sulla nascita di Hamas ma non vuol dire che ha finanziato il gruppo, Israele vedeva in Hamas un possibile antagonista ad Al-Fatah. ma Hamas è una spina nella gola israeliana.


Che lo abbia finanziato è un dato oggettivo, sul fatto che Hamas sia "una spina nella gola israeliana" ho, come vedi, i miei notevoli dubbi.


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
Lestaat
Inviato: 13/6/2007 12:28  Aggiornato: 13/6/2007 12:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Guerra civile in Palestina
shevek:
LOL
Mica intendevo dire che Hamas sta dalla parte dei "buoni", ci mancherebbe.
Dico soltanto che non è Fatah, questa Fatah, la guida che porterà la palestina alla pace.
Questo gruppo dirigente è composto esclusivamente da potentucoli da strapazzo a cui è stato dato il potere da Israele prima e dall'occidente tutto poi in barba al volere evidente e palese del popolo palestinese.
Prima della morte di Arafat se ricordi anche Fatah era "terrorista" secondo israele. E durante quel periodo è stata barbaramente decapitata dai suoi leader storici che vedevano in questo governo di Israele non più un interlocutore ma un nemico aggressore.
Il punto di fondo di ciò che intendevo dire è che la guerra civile in palestina NON esiste perchè quando la popolazione è così poderosamente (parliamo del 85 90%) a favore di Hamas una guerra civile sarebbe del tutto implausibile. Quello che sta accadendo è che i gruppi armati di Fatah (armati da Israele e dalla UE) stanno cercando di difendere il potere che hanno nelle loro mani contro il volere del popolo palestinese.
Il problema quindi non è stata la presenza di Hamas alle elezioni, come sostiene Massimo, ma il fatto che Israele abbia (come al solito) alzato il livello dello scontro, non riconoscendo la vittoria di Hamas e non consentendo un dialogo con loro (ovviamente volutamente), e contemporaneamente armando Fatah che dopo il cambio generazionale imposto dai morti, consentirebbe ad Israele di ottenere molto di più anche diplomaticamente.
I palestinesi non ci stanno e non riconoscono più Fatah come guida, e gli Israeliani la armano.
Ti ricordo anche che non è affatto vero che Hamas non ha riconosciuto israele (lo ha fatto appena si giunse all'accordo per il primo governo in un documento congiunto con Fatah) e soprattutto che Hamas stessa ha cercato in ogni modo di intavolare un dialogo, al quale hanno risposto i tank.
Quello che dici sugli omicidi mirati è assolutamente vero e questo dimostra ancor di più ciò che dico, cioè che il problema non è MAI stato Hamas, ma anzi proprio questa è stata fino a questo momento l'unica forza che ha cercato di ragionare seppur trattati da terroristi.

PS
Sul paragono Forza Nuova-Hamas ci si potrebbe scrivere un enciclopedia...
LOL
Sotto certi aspetti sono anche perfettamente daccordo, ma non la valuto una cosa completamente negativa.....ma è lunga da spiegare ed è un altro discorso.. :P

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
Thibault
Inviato: 13/6/2007 12:47  Aggiornato: 13/6/2007 12:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Un mondo folle
Inviati: 343
 Re: Guerra civile in Palestina
Citazione:
Alle elezioni non possono partecipare i gruppi che non hanno esplicitamente abbandonato la strategia della lotta armata e che non riconoscono lo Stato d'Israele. Sul resto, non posso che ripetere quanto ho detto nella mia breve cronistoria sulle elezioni e sul meccanismo propagandistico messo in atto da Israele a favore di Hamas.


Domanda tecnica: Quale trattato e stipulato da chi ha stabilito ciò?

E' una tranquilla notte di regime
eco3
Inviato: 13/6/2007 12:53  Aggiornato: 13/6/2007 12:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/10/2006
Da:
Inviati: 229
 Re: Guerra civile in Palestina
Citazione:
Domanda tecnica: Quale trattato e stipulato da chi ha stabilito ciò?


Mi associo alla richiesta.

motus in fine velocior
HAVEADREAM
Inviato: 13/6/2007 14:03  Aggiornato: 13/6/2007 14:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2005
Da:
Inviati: 209
 Re: Guerra civile in Palestina
Buongiorno a tutti.
Sto dando un'occhiata ai vostri commenti, anche per farmi un'idea migliore di quella che ho, visto che non conosco a fondo il problema.
Certamente l'impressione che ho, leggendo l'articolo di Massimo e i vostri commenti, si rifà alla citazione di Shevek
Un bel giochetto,niente dire. Ne sappiamo qualcosa anche noi qui in Italia...
Cioè DESTABILIZZARE PER STABILIZZARE.
E in effetti non è una novità, soprattutto poi quando un certo fanatismo ti manda in blocco il cervello e non riesci a riavviarlo.
E' successo anche con gli indiani d'America, mi sembra, al momento di una fattibile creazione della Nazione Indiana, cioè con una prossima presa di coscienza di concetti come identità e di nazione.
Poi però si è creato il presupposto per scatenarli tra di loro, per un metro quadro di terra vicino al fiume oppure per vecchi dissapori tra le varie tribù, e i padri degli attuali esportatori di democrazia ne hanno ovviamente approfittato.
E sappiamo come è andata a finire, o meglio, come sono finiti gli indiani.

Linucs
Inviato: 13/6/2007 14:07  Aggiornato: 13/6/2007 14:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Guerra civile in Palestina
Non mi risulta che la popolazione ebraica dello Stato d'Israele sia in diminuzione

Infatti. Sono gli arabi cattivi che non smettono di moltiplicarsi, motivo per cui all'occorrenza si spara su donne e bambini (oltre a qualche vecchio di passaggio, che viene gratis). L'aria che respirano è aria che non può respirare Daniel Murderberg, quindi per definizione sono antisemiti.

Purtroppo, più quelli li ammazzano e più quegli altri si riproducono: "In order to maximize fitness in a predictable environment, it pays to invest resources in long-term development and long life (K selection); in a risky environment, it is better to produce as much offspring as quickly as possible (r selection)."

Motivo per cui in Palestina c'è sempre una gran folla, mentre in Europa - a forza di predictable welfare - c'è il misterioso calo demografico.


Ergo, per risolvere il problema della Palestina basterebbe prendere tutti gli aiuti in denaro destinati ad Israele e destinarli alla Palestina, così avremmo anche il beneficio secondario di vedere lorsignori mettersi a lavorare per produrre anziché baloccarsi acquistando Apache e facendosi regalare Dolphin dal governo tedesco (un modo gentile per dire "andate a lavorare, barboni")

redna
Inviato: 13/6/2007 14:15  Aggiornato: 13/6/2007 14:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Guerra civile in Palestina
@haveadream

cito-
Cioè DESTABILIZZARE PER STABILIZZARE
-----
Penso che in questo momento in palestina sta succedendo quello che vorrebbero gli USA e amici in iraq.
Non riuscendo ancora si buttano fra hamas e al-fatah per sconvolgere tutto quel pò che resta della vita palestinese...
Teniamo presente che la crescita della popolazione palestinese sta spaventando da diverso tempo il governo ebraico, quindi la soluzione che facciano guerra fra loro è una manna...
Teniamo anche presente che a Samarra oggi sono state abbattute le due torri della moschea ... anche in iraq la popolazione è presa di mira.

Nel gennaio del 2009 si insedierà un nuovo presidente negli USA.
Fino a quella data assisteremo ad una mattanza dopo l'altra?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
shevek
Inviato: 13/6/2007 14:33  Aggiornato: 13/6/2007 14:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Guerra civile in Palestina
Salut y Libertad Thibaud, eco3 e Lestaat!


Thibaud ed eco3: il testo in questione è stato imposto da Israele - perciò certe "distrazioni" sono ancora più eclatanti e sospette...

Lestaat, dici:Citazione:
Il problema quindi non è stata la presenza di Hamas alle elezioni, come sostiene Massimo, ma il fatto che Israele abbia (come al solito) alzato il livello dello scontro, non riconoscendo la vittoria di Hamas e non consentendo un dialogo con loro (ovviamente volutamente), e contemporaneamente armando Fatah che dopo il cambio generazionale imposto dai morti, consentirebbe ad Israele di ottenere molto di più anche diplomaticamente. I palestinesi non ci stanno e non riconoscono più Fatah come guida, e gli Israeliani la armano. Ti ricordo anche che non è affatto vero che Hamas non ha riconosciuto israele (lo ha fatto appena si giunse all'accordo per il primo governo in un documento congiunto con Fatah) e soprattutto che Hamas stessa ha cercato in ogni modo di intavolare un dialogo, al quale hanno risposto i tank.


Tutto ciò che dici non significa altro che Hamas, dopo essere stata utilizzata in funzione antiintifada, viene sacrificata dagli stessi che l'hanno finanziata ed eterodiretta. Verrebbe da dire "ben gli sta", se non fosse per tutti i milioni di innocenti che faranno le spese di questo scontro.

P.S. Io non ho mai detto che Hamas non abbia "mai" riconosciuto lo Stato d'Israele, ma che non lo aveva fatto prima delle elezioni, offrendo, in apparenza, ad Israele un pretesto perfetto per togliersi dalle scatole quello che, a parole, definiva il suo nemico numero 1.


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
andal
Inviato: 13/6/2007 15:13  Aggiornato: 13/6/2007 15:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/10/2006
Da:
Inviati: 58
 Re: Guerra civile in Palestina
ciao shevak,


sui dati d'immigrazione di israeliani, non ho sotto mano dati precisi, perché è un argomento considerato tabù in Israele e le autorità non permettono di diffondere i dati, ma so che l'anno scorso molti israeliani del nord sono andati via dopo la guerra con gli Hezbollah, e molti capitali si sono spostati fuori, aggiungo anche che c'è un stallo nell settore turistico vista la situazione ed infine la perdita di Israele di molti contrati per la vendita del carro mirkava dopo la performans nel sud del Libano, certo qui si tratta degli Hezbollah, ma loro applicano la stessa strategia che vede nella immigrazione in fuori un successo.


non posso che essere d' accordo con te sul fatto che la prima intifada è stata un successo mondiale per la Palestina e che abbia succitato mobilita in tutto il mondo a favore della causa palestinese,

ma i palestinesi ovvero Al-fatah non colse tale momento uscendo con il disastroso accordo di Oslo, ed anche vero che la strategia dei kamikaze abbia messo in ombra la Palestina,

il problema è che con il cosi detto processo di pace e la road mape e quant altro non si è arrivato ad una soluzione e non di certo per la riputazione dei palestinesi, Israele detta e la comunità internazionale esegue, quindi dal mio punto di vista i palestinesi non credono più a questa farsa !

certo Israele non ha ucciso tutti ma ha ucciso chi non va d'accordo con loro, yaseen, dopo il Rantisi, vari comandanti del braccio armato di Hamms, ed infine cercò di assassinare Mashal sia in Giordania sia in Siria, vedi anche Arafat fu ucciso(avvelenato) una volta che ha rifiutato il piano di Barak e Clinton.

chi guida Al-Fatah(la vecchi guardia, e non i capi locali nati e cresciuti con la prima intifada) sono ormai passati dalla parte di Israele e non serve ucciderli,

sul fatto dei finanziamenti, ho ancora i miei dubbi non so quanto possa essere autorevole questo dato di fatto, da una parte si finanza il gruppo e dal altra si chiede il suo boicottaggio da una parte si finanza e poi si va ad ammazzare i suoi capi o arrestarli. e il primo ministro Haneyah(di Hamas) che fu colto sul confine dagli uomini di Abbas con le valige piene di soldi, non li portava di certa da Israele, ma magari dall'iran e da qualche paese arabo.

ciao

Thibault
Inviato: 13/6/2007 16:20  Aggiornato: 13/6/2007 16:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Un mondo folle
Inviati: 343
 Re: Guerra civile in Palestina
Citazione:
il testo in questione è stato imposto da Israele

Come dire, se i palestinesi lo considerano carta straccia sfido chiunque a dargli torto, ma infondo l'autodeterminazione dei popoli non può ostacolare la democrazia, secondo la quale il popolo ha il potere... non specifica quale popolo però
A dir poco agghiacciante il resoconto dei viaggi turistici in Polonia... provano a fare una cosa del genere a me e li piglio io a pedate

E' una tranquilla notte di regime
Linucs
Inviato: 13/6/2007 16:37  Aggiornato: 13/6/2007 16:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Guerra civile in Palestina
Fino a quella data assisteremo ad una mattanza dopo l'altra?

Perché secondo te dopo il 2009 smettono?

rumenta
Inviato: 13/6/2007 16:58  Aggiornato: 13/6/2007 19:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2006
Da: Repubblica di Genova
Inviati: 801
 Re: Guerra civile in Palestina
A dir poco agghiacciante il resoconto dei viaggi turistici in Polonia... provano a fare una cosa del genere a me e li piglio io a pedate

dipende...... dall'artiglieria che hai a disposizione

e comunque è già successo, se non erro a roma, che abbiano bloccato una strada per poter effettuare un raid punitivo.
chi ha provato a protestare è stato malmenato e i poliziotti intervenuti pure....
hai letto/sentito in tv per caso qualcosa??
io no.....
chissà perchè???

-------------------------- EDIT ----------------------

QUI l'articolo relativo.

nel 1994 a Roma, i picchiatori kosher aggredirono la sede del Movimento Politico (un gruppo di destra extraparlamentare) in via Domodossola: furono notati gli aggressori armati di spranghe coperti da individui che puntavano le armi da fuoco sui «nemici».
Tre di questi individui vennero fermati da una volante: l'auto della polizia fu circondata e distrutta professionalmente, e i tre liberati.
Ovviamente, nessun provvedimento venne preso contro gli aggressori dalle cosiddette forze dell'ordine.
In compenso, il Movimento Politico fu disciolto per legge e la sua sede sigillata.



"La verità dev'essere brutale, violenta, armata ed arrabbiata. Altrimenti soccombe."
redna
Inviato: 13/6/2007 17:15  Aggiornato: 13/6/2007 17:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Guerra civile in Palestina
@linucs

mo sembra che quest'anno gli USA si diano da fare di più o fanno in modo che tutto si fermi (vedi G8 inconcludente, portocollo di kioto come al solito deriso..).
Quindi le cose devono essere incanalate in una certa maniera...
Anche la nostra politica così caotica...non sarà pilotata a dovere, per qualche scopo che sapremo in seguito?
Casomai vincessero i democratici il margine di spazio sarebbe minimo poi, con tutto quello che questa amministrazione ha combinato, quanti anni occorrono perchè i misfatti tornino alla cosidetta normalità?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
hi-speed
Inviato: 13/6/2007 19:18  Aggiornato: 13/6/2007 19:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Guerra civile in Palestina
Intanto l'ex laburista Shimon Peres è stato eletto presidente d' I----e.

Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Mnz86
Inviato: 13/6/2007 20:21  Aggiornato: 13/6/2007 20:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/7/2005
Da: BS
Inviati: 246
 Re: Guerra civile in Palestina
Giuro che fino all'ultima riga ho sperato che l'articolo di massimo (giustamente impegnato in faccende più importanti) fosse una specie di scherzo, un ragionamento paradossale che la conclusione avrebbe salvato.. specie nell'uso dell'aggettivo "estremisti" che per un attimo mi ha fatto pensare a teodori.

Mi sembra abbastanza evidente la natura della "guerra civile": si parte dall'atteggiamento "pacato" di al fatah (che comunque ha un "braccio armato ed una folta struttura paramilitare), che non porta nessun risultato; i palestinesi si spostano sulla leadership ragionevole di Hamas, che è certo più genuina e meno corruttibile, che chiede semplicemente il rientro di israele entro i confini del 1967, ma i signorotti di al fatah non accettano di collaborare, israele sbatte la porta in faccia, rapisce un quarto dei deputati eletti, impedisce le riunioni del parlamento, continua con i raid, arma e continua a dare soldi ad al fatah alla luce del sole, insieme alla UE. Nessun risultato nemmeno qui con "Hamas 1": prende allora la parola l'ala più incazzata di hamas, i ragazzotti, che sono in grado soltando di vandalizzare e che tentano di prendere il potere con la forza.

Il problema è quello di credere che Hamas sia un movimento ben gerarchizzato, omogeneo, in cui i vertici hanno il controllo assoluto sulla base e sulle milizie, e non un pentolone di idee, un ventaglio di posizioni, un castello di carte nel quale che riesce a giungere al vertice, se non ottiene qualcosa, perde il controllo e viene risucchiato dalle frange ancora più incazzate. Bollare tutta hamas per il comportamento delle frange estreme (come ho capito abbia fatto anche massimo/ quelle frange sostenute da molti in buona fede, e perchè no da altri in mala fede), non accettarla come interlocutore e bruciare tutto il bagaglio di credibilità che la leadership moderata era riuscita a costruire, lasciando spazio ai violenti.

L'errore è quello di non sostenere la leadership più moderata di hamas, quella che è stata capo di un partito che ha stravinto le elezioni, ha indetto tregue e ha parlato di due popoli e due stati, e non premiare questo atteggiamento dando riconoscimenti e permettendo a questa corrente di mantenere il consenso.. quella che è nelle galere israeliane o asserragliata in casa sotto i razzi di fatah (vedi haniye) ..questo è il crimine.

che poi nè hamas nè fatah siano spine nella gola di Israele, nel senso che nessuna delle due ha alcuna possibilità di ottenere nulla, credo sia pacifico.. ma hamas è certamente più genuina di fatah, se solo la si fosse accettata all'inizio come interlocutrice i violenti sarebbero stati tenuti sotto controllo

Lo stesso in Somalia: cacciate le corti islamiche, spazzati i leader moderati con tutto ciò che avevano costruito e con il bagaglio di consenso ottenuto che gli permetteva di controllare le teste calde, torna il caos.

saluti

redna
Inviato: 13/6/2007 20:30  Aggiornato: 13/6/2007 20:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Guerra civile in Palestina
Il sito www.lemonde.fr fa dei buoni servizi sulla vicenda in corso in palestina.
Molto più che i nostri quotidiani a tiratura nazionale.

Questa parte è interessante:
Il portavoce del gruppo parlamentare di Hamas, Al-Bardawil, ha accusato i servizi di sicurezza di contare nei loro ranghi degli elementi di Fatah "al servizio della sicurezza dello Stato occupante sionista".

Il mossad si da fare.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Redazione
Inviato: 13/6/2007 23:33  Aggiornato: 13/6/2007 23:34
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Guerra civile in Palestina
MNZ: Come ho già detto, non è questione di vocabolario, ma di una precisa scelta di permettere a Hamas di andare al governo, per poi scatenare lo scontro.

Ed infatti: "il portavoce del gruppo parlamentare di Hamas, Al-Bardawil, ha accusato i servizi di sicurezza di contare nei loro ranghi degli elementi di Fatah "al servizio della sicurezza dello Stato occupante sionista".

Ovvero, citando l'articolo, "basta un mezzo infiltrato che semini un pò di zizzania nel cortile, e l’intero caseggiato prende fuoco". Ti garantisco che non mi aveva telefonato Al-Bardawil per dirmelo. Basta fare 2 + 2.

fiammifero
Inviato: 13/6/2007 23:43  Aggiornato: 13/6/2007 23:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Guerra civile in Palestina
I palestinesi sono obbligati a restare Una fatwa impone ai palestinesi di non emigrare, mentre la violenza imperversa ed Hamas sta avendo la meglio e ora controlla la quasi totalità della Striscia.

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
lupetto197
Inviato: 14/6/2007 2:52  Aggiornato: 14/6/2007 2:52
So tutto
Iscritto: 13/6/2007
Da:
Inviati: 13
 Re: Guerra civile in Palestina
salve a tutti, sto seguendo luogo comune da circa 2 anni. devo ringraziare profondamente chi ha avuto il coraggio di investigare e compiere ricerche su tutto lo schifo che sta succedendo dopo 911. vi premetto che abito in america ma sono italiano 100%. Faccio parte della marina militare americana.. sono un sotto ufficiale del reparto aviazione....dopo aver scoperto che dopo 911 tutto era differente da come l'avevo visto da qui...a volte ho la voglia di strapparmi la divisa e buttarla via...solo perche non voglio fare parte di un governo omicida...purtroppo devo dirvi che qui ho provato a menzionare la questione 11 settembre,mi hanno chiamato cospirazionista..ho dovuto lasciar perdere l'argomento..sapete nel militare queste cose e' meglio non dirle ad alta voce..ma purtroppo se rimango a lavorare per loro lo faccio solo perche devo mantenere la famiglia..se prima lo facevo per la "gloria" ora lo faccio solo per lo stipendio....
comunque non so se conoscete altre siti ma qui ne ho alcuni.uno e'
www.brasschecktv.com ....ci sono nuove prove su 911. e' in inglese spero che qualcuno ve le puo tradurre. un saluto e continuate cosi...

Redazione
Inviato: 14/6/2007 5:24  Aggiornato: 14/6/2007 5:24
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Guerra civile in Palestina
Ciao Lupetto, e grazie per il messaggio. Di certo non ti trovi in una facile situazione, e già aver provato a parlarne, nel tuo ambiente, è stato un gesto molto coraggioso.

Immagino che tu abbia sentito parlare dei cosiddetti "resisters", che aumentano di numero ogni giorno. Non lo dico per suggerirti di diventare anche tu uno di loro, ma magari potresti proporre l'argomento ai tuoi colleghi militari: su youtube trovi materiale in abbondanza, e certe cose, dette da altri militari che sono stati al fronte, hanno un peso ben diverso.

Saluti

Massimo

javaseth
Inviato: 14/6/2007 12:50  Aggiornato: 14/6/2007 12:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/3/2006
Da:
Inviati: 1182
 Re: Guerra civile in Palestina
Da Repubblica:

La bandiera verde di Hamas sventola sul tetto dell'edificio della Sicurezza preventiva a Gaza, roccaforte uno dei principali punti di forza del presidente palestinese Abu Mazen. La fazione radicale ha conquistato il complesso militare dell'apparato di sicurezza dell'Autorità nazionale palestinese dopo un fitto bombardamento con centinaia di colpi di mortaio e lancio di razzi anticarro. La televisione satellitare
al-Aqsa di Hamas ha mostrato alcune immagini riprese all'interno dell'edificio della Sicurezza preventiva. Nel filmato è ripreso il tentativo degli uomini di al-Fatah di distruggere computer e archivi di documentazione prima dell'arrivo delle truppe islamiche.


?

Ciao
-javaseth

"..io vi mando come pecore in mezzo ai lupi; siate dunque prudenti come serpenti e semplici come colombe"
shevek
Inviato: 14/6/2007 14:24  Aggiornato: 14/6/2007 14:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Guerra civile in Palestina
Salut y Libertad andal!


Dici:Citazione:
certo Israele non ha ucciso tutti ma ha ucciso chi non va d'accordo con loro, yaseen, dopo il Rantisi, vari comandanti del braccio armato di Hamms, ed infine cercò di assassinare Mashal sia in Giordania sia in Siria, vedi anche Arafat fu ucciso(avvelenato) una volta che ha rifiutato il piano di Barak e Clinton. chi guida Al-Fatah(la vecchi guardia, e non i capi locali nati e cresciuti con la prima intifada) sono ormai passati dalla parte di Israele e non serve ucciderli, sul fatto dei finanziamenti, ho ancora i miei dubbi non so quanto possa essere autorevole questo dato di fatto, da una parte si finanza il gruppo e dal altra si chiede il suo boicottaggio da una parte si finanza e poi si va ad ammazzare i suoi capi o arrestarli. e il primo ministro Haneyah(di Hamas) che fu colto sul confine dagli uomini di Abbas con le valige piene di soldi, non li portava di certa da Israele, ma magari dall'iran e da qualche paese arabo.


Vedi andal, a te sembra strano che uno Stato finanzi e supporti dei suoi dichiarati nemici, per poi reprimerli. Invece è cosa assai comune, vista anche in Italia: è il sistema migliore per togliere il terreno sotto i piedi al nemico autentico. D'altronde, se non li si reprimesse, il gioco sarebbe subito scoperto. Il fatto che Al-Fatah si sia "integrata nel sistema" non mi stupisce affatto: le premesse c'erano tutte.

Ho l'impressione che facciate l'equazione "critico di Hamas"="supporter di Fatah" (e viceversa): credo che siate vittime di una tragica illusione di alternative. La prima Intifada è stata un movimento di popolo ed ha anche funzionato (che poi Fatah se la sia venduta è un altro discorso su cui posso essere d'accordo). La strategia kamikaze, oltre a portare le cose allo stato in cui sono, ha, tra l'altro, espropriato il popolo palestinese della gestione diretta delle lotta, delegando il tutto a qualche centinaio di individui. Quando questi si sono, diciamo così, "esauriti", il danno l'avevano fatto e le forme di autoorganizzazione del popolo palestinese erano, nel frattempo, entrate in crisi e "rifluite" (ti ricorda qualcosa delle nostre parti?).

Infine, il fatto che i soldi ad Hamas vengano materialmente da altrove non toglie e non mette: mi sarei stupito del contrario. I servizi segreti di tutto il mondo conoscono bene il sistema della "triangolazione"... Dai una occhiata all'articolo di Giorgio Mattiuzzo, in questo momento primo in home page, "L'ombra del Nicaragua".


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
redna
Inviato: 14/6/2007 19:23  Aggiornato: 14/6/2007 19:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Guerra civile in Palestina
da adnkronos:
"Questo è l'inizio del dominio islamico" ha dichiarato a Gaza il portavoce di Hamas Sami Abu Zuchr...
----
insomma chi vivrà capirà il significato...

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
andal
Inviato: 17/6/2007 17:04  Aggiornato: 17/6/2007 17:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/10/2006
Da:
Inviati: 58
 Re: Guerra civile in Palestina

hi-speed
Inviato: 19/6/2007 18:20  Aggiornato: 19/6/2007 18:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Guerra civile in Palestina
Se qualcuno lo vuole comprare

qui una recensione

più un'assaggio di una intervista

"Magdi Allam: Israele frontiera del diritto alla vita

C'è una guerra fratricida scatenata dall'ideologia negazionista»

Intervista: «Nei Paesi musulmani ci sono solo democrazie formali» Magdi Allam: Israele frontiera del diritto alla vita «In Palestina c'è una guerra fratricida scatenata dall'ideologia negazionista» Gian Luca Zurlini D oppio appuntamento parmigiano ieri per il vicedirettore «ad personam» del Corriere della Sera Magdi Allam. Prima dell'incontro pubblico organizzato ieri sera a Langhirano dal comune pedemontano, il noto giornalista ha incontrato ieri a pranzo allo Star hotel du Parc alcuni esponenti dei Lions club Ducale, Farnese e Host. Un incontro organizzato da Elio Paolo Fumi, membro del Lions Club Canossa di Reggio, conoscente di vecchia data di Magdi Allam, che nei giorni scorsi ha pubblicato il libro, «Viva Israele». Per quale motivo ha dato questo titolo alla sua ultima fatica? "Viva Israele" per me significa semplicemente e convintamente un inno alla vita di tutti. E' un convincimento che è frutto di un'esperienza di vita nell'Egitto degli anni Cinquanta e Sessanta e di 30 anni di giornalismo che mi hanno fatto capire come proprio l'odio verso Israele mette in moto un processo ideologico di violenza che poi a catena si riversa contro tutti i "diversi". continua.."

Per continuare ci si deve registrare o pagare sul sito della Gazzetta di PR.

Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Pausania
Inviato: 24/6/2007 10:57  Aggiornato: 24/6/2007 10:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Guerra civile in Palestina
Egyptian paper: Documents show Dahlan was working with AlQaeda with the idea of blaming trouble on Hamas

Hamas has turned over to the Egyptian authorities substantial parts of the intelligence information that fell into its hands when it overran the headquarters of Fatah-controlled security headquarters in Gaza on Thursday [...].

The sources said the documents include information about the involvement of the group of Dahlan and Shabak in cooperating in an organized way with the Mukhabarat of Israel and America, including attempts to inundate Egypt with drugs smuggled from Israel via Gaza, and the distribution of hundreds of thousands of counterfeit dollars in tourist areas of Sinai, to damage tourism in the area.

The documents also refer to the role of Dahlan in inciting Bedouins of Sinai to threaten to support Israeli policy, and to involve their people in smuggling members of "terrorist organizations" into Sinai to undertake operations against tourist installations there [...].

[...] The documents also show that Dahlan commissioned a large number of Fatah people to work in other Arab countries, including Egypt, to gather intelligence which was passed on to Mossad [...].

The documents also show the involvement of Dahlan in bringing down a number of top Hamas people, via placing of advanced electronic equipment usable by Israeli planes to determine their location and kill them, as happened in the case of Ahmed Yasin, Dr Abdulaziz al-Rantisi and others. And his involvement with Mossad in administering slow poison to Yasser Arafat in order to eliminate him [...].
- continua

andal
Inviato: 24/6/2007 11:42  Aggiornato: 24/6/2007 11:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/10/2006
Da:
Inviati: 58
 Re: Guerra civile in Palestina
-Pausania- infatti

c'era una rete intera a Gaza che faceva i lavori sporchi, servizi segreti che lavoravano per israele e stati uniti, raccoglievano informazioni su tutti i politici a Gzaa o in palestina,ad anche in altri paesi arabi, fra le cose che ha trovato Hamas, fascicoli e schede(stile telecom) su politici e combattenti e i loro movementi e relazioni, intere chiamate di Arafat e dello stesso Abbas, per non parlare dei capi di Hamas, documenti "video porno" di due ex ministri ed alcuni parlamentari che venivano usati per ricatto e intimidazione, documenti su una rete che trafficava droga fra Gaza e Cisgiordania

si parla di documenti molto importanti(un miniera d'oro) che Hamas vuole lasciare ad una commessone d'inchiesta della lega araba o pure ad un giudice indipendente


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA