Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


terrorismo : Ci è andata bene un’altra volta
Inviato da Redazione il 3/6/2007 7:10:00 (8835 letture)

Grazie alla collaborazione fra agenti americani e colleghi della Guyana, è stato evitato “un attentato dalle conseguenze inimmaginabili”, che avrebbe avuto come bersaglio l’aeroporto Kennedy di New York.

Prima di commentarla però, vale la pena di leggere la notizia così come è stata data ieri dalla Associated Press:

La autorità federali hanno dichiarato di aver neutralizzato una sospetta cellula di terroristi musulmani che progettava un “agghiacciante” attentato inteso a distruggere l’aeroporto Kennedy, uccidere migliaia di persone, e scatenare una catastrofe economica, facendo saltare in aria un condotto di carburante che attraversa alcuni quartieri residenziali densamente popolati.

Tre uomini, fra cui un ex-membro del parlamento della Guyana, sono stati arrestati, e un quarto è ricercato in Trinidad, all’interno di un piano terroristico che le autorità dicono di avere tenuto d’occhio per oltre un anno, ...



... e che è stato neutralizzato nella fase preparatoria.

“La devastazione che avrebbe causato questo piano, se portato a termine, è qualcosa di assolutamente impensabile“ ha detto in una conferenza stampa il procuratore degli Stati Uniti, Roslynn R. Mauskopf, definendolo “uno dei progetti più terrificanti che si possano immaginare”.

[...]

Nei capi di imputazione contro i quattro uomini si legge che uno di loro ha detto che il piano “avrebbe causato una distruzione ancora maggiore degli attacchi terroristici dell’11 settembre“, e che avrebbe distrutto l’aeroporto, uccidendo molte migliaia di persone, arrivando a colpire parte del quartiere di Queens, dove l’oleodotto corre sottoterra. [Il riferimento è all’oleodotto che porta il combustibile per gli aerei dal New Jersey all’aeroporto Kennedy].

Uno dei sospettati, Russell Defreitas, è un cittadino americano nativo della Guyana che ha lavorato in passato nella sezione cargo dell’aeroporto Kennedy. Defreitas ha detto che l’aeroporto che porta il nome del presidente assassinato era stato prescelto poiché è un simbolo che “ avrebbe gettato l’intera nazione nel lutto“.

“Sarebbe come uccidere l’uomo [Kennedy] due volte” ha detto Defreitas, che ha iniziato a concepire il suo piano oltre dieci anni fa, quando lavorava – secondo l’atto di accusa - per una società di servizi cargo.

[...]

Le autorità hanno detto che nonostante i suoi tentativi, Defreitas non era mai riuscito a procurarsi alcun esplosivo.

Da quando Defreitas ha smesso di lavorare all’aeroporto, le misure di sicurezza sono significativamente aumentate, rendendo le informazioni in suo possesso decisamente obsolete.

[...]

Secondo le autorità due degli altri uomini, Abdul Kadir of Guyana and Kareem Ibrahim of Trinidad, appartenevano da tempo a un gruppo radicale musulmano di Trinidad, responsabile per la fallita ribellione nel 1990, che lasciò sul campo 24 vittime.

Kadir, ex parlamentare della Guayana, è stato arrestato a Trinidad nel tentativo di ottenere dei finanziamenti “per operazioni terroristiche“, secondo un comandante della polizia della Guayana che ha parlato a condizione di restare anonimo.

[..]

La task force americana per il terrorismo ha pedinato e filmato gli uomini, scoprendo che lo scorso gennaio Defreitas è passato in auto attorno dell’aeroporto, filmandolo, in quattro diverse occasioni.

Quando Defreitas è ritornato in Guayana, in febbraio, gli agenti della dogana hanno perquisito i suoi effetti personali, trovando il nome e il numero di telefono di Kabir nella sua agenda telefonica.

Il governo è entrato in azione per neutralizzare l’attentato quando Defreitas ha detto a un infiltrato di sospettare che le autorità fossero a conoscenza del suo progetto.

[...]

Una portavoce della casa bianca, Jeanie Mamo, ha detto che il Presidente Bush veniva tenuto regolarmente aggiornato sugli sviluppi dell’indagine sul piano terroristico. “Questo è un buon esempio di cooperazione internazionale di antiterrorismo” ha detto Mamo.

Un anno fa sette uomini furono arrestati in quello che le autorità hanno definito un piano allo stato embrionale per distruggere la Sears Tower di Chicago, il più alto edificio esistente negli Stati Uniti, e per distruggere uffici dell’FBI ed altri edifici.

Un mese dopo le autorità hanno neutralizzato un piano per fare esplodere i tunnel del metrò di New York che passano sott’acqua, con l’intenzione di allargare la parte sud di Manhattan.

E sei persone sono state arrestate il mese scorso in un presunto piano che prevedeva di scatenare una sanguinosa sparatoria a Fort Knox, nel New Jersey.
[Fort Knox è la “cassaforte” – probabilmente vuota – della Federal Reserve].

°°°

Non solo l’articolo sembra uscito da una seduta psicanalitica in trance di Rudy Giuliani (“wishful thinking”, si chiama, il desiderio inespresso) ma notiamo come l’articolista si sia completamene dimenticato dell’ “altro” attentato più devastante del mondo, quello sventato pochi mesi fa dai servizi inglesi, nel quale venivano distrutti contemporaneamente non so quante dozzine di aerei civili, con perdite umane naturalmente “incalcolabili”. Si vede che gli attentati inventati dai servizi degli altri paesi non contano.

Ma veniamo al nostro Russel Defreitas, un vero e proprio ritardato mentale che concepisce un giorno un piano assolutamente diabolico – oltre che lungimirante - e dopo dieci anni non è ancora riuscito a procurarsi un solo candelotto di dinamite per metterlo in atto.

In compenso si aggira, con la telecamera bene in vista, attorno all’aeroporto che dall’11 settembre è diventato il più sorvegliato al mondo, come se dovesse “scoprire” in che punto preciso del terreno mettersi a scavare, per far saltare l’oleodotto con la bomba che ancora non ha trovato. (Mi raccomando, sempre prima i sopralluoghi e poi la bomba, mai il contrario). E non lo fa discretamente, una volta sola, filmando rapido quello che gli interessa, ma ben quattro volte nell’arco di un solo mese. (Forse, oltre che ritardato, era anche affetto da un principio di Alzheimer: arrivava a casa e si diceva “Boh, chissà perchè avrò fatto queste riprese attorno all’aeroporto? E’ meglio che domani torno a vedere, così magari mi viene in mente”).

E per completare la sua geniale strategia di copertura, il buon Defreitas parlava regolarmente dell’attentato con chiunque gli passasse vicino, al punto da confessare “a un infiltrato” qualunque di temere che la polizia fosse al corrente del suo piano.

Cacchio, se sono dieci anni che cerca una bomba, ormai devono saperlo pure i paracarri che lui progetta di far saltare l’aeroporto! Più che un “pericoloso terrorista”, quello ormai per la polizia è diventato una barzelletta vivente.

Ma loro, astuti, invece di arrestarlo aspettano che si tradisca anche ”religiosamente” (altrimenti non c’è gusto a prenderlo): ecco così scattare la trappola, quando “gli agenti della dogana” della Guyana gli trovano sull’agendina il nome di Kadir, il musulmano che “è stato arrestato a Trinidad nel tentativo di ottenere dei finanziamenti “per operazioni terroristiche“.”

Evidentemente Dio i coglioni li fa e poi li accoppia (anzi, Allah in questo caso): uno che va in giro a cercare bombe come un cretino per dieci anni, l’altro che ancora un pò mette gli annunci sul giornale per trovare i soldi per comperarle, dopo essersi fatto notare soltanto per aver guidato una insurrezione popolare. Ci credo che è fallita, quello come minimo l’ha annunciata in parlamento un mese prima.

A questo punto il doganiere si insospettisce e dice: “Uhmmmm, che ci fa lei con in tasca il numero di telefono di un ex-parlamentare del nostro paese? Non lo sa che i nostri parlamentari non hanno mai contatti con nessuno, non parlano mai con nessuno, e comunicano solamente tramite l’abate del convento in cui vivono reclusi? Qui gatta ci cova.”

Al che Defreitas si abbatte al suolo disperato, e comincia a ripetere all’infinito “Maledetti, mi avete beccato! E’ tutto finito, non c’è più nulla da fare!”

“In che senso?” gli chiede incuriosito il doganiere.

“L’aeroporto – balbetta Defreitas fra i singhiozzi – l’aeroporto....”

”Quale aeroporto?” insiste il doganiere.

“Kennedy, l’aeroporto più sorvegliato del mondo. Era tutto pronto per farlo saltare in aria, mi mancava solo più la dinamite. La devastazione che avrebbe causato è qualcosa di assolutamente impensabile - continua Defreitas fra le lacrime - era uno dei progetti più terrificanti che si possano immaginare.”

“Ma non dica stupidaggini, perfavore....”

“Giuro - insiste Defreitas – Pensi che il piano avrebbe causato una distruzione ancora maggiore degli attacchi terroristici dell’11 settembre”.

A quel punto il doganiere si volta e chiama il suo superiore: “Capitano, venga un pò qui a sentire cosa dice ‘sto deficiente ...”

Solo allora Defreitas capisce di essersi tradito inutilmente. Smette di colpo di piagnucolare, si morsica la lingua e si asciuga veloce gli occhi umidi, ma ormai è troppo tardi, e per lui scattano le manette.

Fu così che ancora una volta l’Occidente fu salvato da questo fulgido “esempio di cooperazione internazionale di antiterrorismo”.

L’unica cosa che risulta credibile in tutto l’articolo è il fatto che Bush venisse tenuto regolarmente aggiornato sugli sviluppi dell’indagine: con tutte queste svolte vertiginose, avvenute nel corso di dieci anni soltanto, perfino lui riusciva a tenere dietro alla storia senza perderne ogni volta il filo.

Massimo Mazzucco

VEDI ANCHE:

Bravi, bravissimi, superlativi i ragazzi di Scotland Yard

Sventato attentato, giorno fortunato

Voto: 9.00 (4 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
spettatore
Inviato: 3/6/2007 10:41  Aggiornato: 3/6/2007 10:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
Se si accontentano di dire fregnacce e schiaffare dentro qualche povero malcapitato, allora va ancora bene (tranne al malcapitato).
Se invece decidono di fare il "botto" per alzare il polverone allora che il Divino abbia pietà delle vittime.


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
edo
Inviato: 3/6/2007 11:34  Aggiornato: 3/6/2007 11:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
PERICOLO...CITTADINO!!! OVVERO COME CREARE PAURA NELLO SPIRITO DELL’UMANITA’
Postato il Venerdì, 01 giugno @ 19:00:00 EDT di davide

DI BOJS
Zret blog

L'articolo di Bojs che propongo è un testo che avrei voluto scrivere io, ma, con l'efficacia e l'immediatezza che lo contraddistingue, egli mi ha preceduto. La mia incoercibile ripulsa verso il sistema, in primis quello carcerario, è accentuata da queste parole che descrivono il futuro stato totalitario in cui agirà la psicopolizia di orwelliana memoria. Le opinioni saranno considerate reati, con buona pace delle nostre cartacee carte costituzionali. Sarà sufficiente un pretesto et voila... legge marziale, fine delle residue libertà. Spetta a noi tutti, con coraggio e tenacia, opporsi a questa deriva delle "democrazie" in cui il cittadino è sempre più criminalizzato e demonizzato, laddove i potenti godono della totale impunità per i loro reati finanziari e contro l'ambiente. E' quindi purtroppo sempre valido il detto di Catone il censore: "I ladri privati sono in catene, mentre i ladri pubblici vivono tra l'oro e la porpora". Bisogna comunque agire, prima che sia troppo tardi!
---Zret

Negli ultimi tempi stiamo assistendo ad un bombardamento mass-mediatico su fatti di cronaca che riempiono i telegiornali, le radio e i quotidiani. Se è pur vero che questi fatti accadono, perché gli viene dato così ampio risalto, rispetto ad accadimenti globali di più profondo orrore ed impatto mediatico?

Mi sono preso "l'autorità" di fare un'analisi, per quanto possibile più vicina al reale, sul tempo dedicato dai TG nazionali alle informazioni trasmesse, con questo risultato:

1) Cronaca nera italiana 35%

2) Politica italiana 15%

3) Cronaca nera internazionale 10%

4) Politica internazionale 5%

5) Attualità 5%

6) Gossip 10%

7) Moda 8%

8) Cultura 4%

9) Cibo & Vino 7%

10) Altro 1%

Pur con varie differenze (come su Studio Aperto e il TG4 di Mediaset dove il pettegolezzo e l'omicidio la fanno da sovrani) la fa di gran lunga da padrone la cronaca di fatti orribili successi nelle "famiglie" italiane e straniere. Se è pur vero che questi fatti suscitano raccapriccio ed un senso dell'incomprensibile, dall'altro essi propongono una nuova visione del cittadino ordinario come di un "mostro" latente a fianco a noi, pronto a sbranarci per i più futili e irrisori motivi, con metodologie tipiche del criminale incallito.

Il governo e la politica vengono così spronati ad imporre controlli e leggi sempre più severe per "controllare" i cittadini (anche quelli onesti e bravi) per prevenire e reprimere atti contrari alla vita ordinaria dello stato di diritto. Pur condannando espressamente gli atti violenti e l'omicidio, rimane purtroppo una larga fetta di altri comportamenti che vengono inglobati da queste nuove leggi e normative come atti criminali verso lo stato.

Tutto questo sta portando ad una deriva inquietante del Diritto penale. Parecchie nuove leggi mirano ad uno stesso scopo: condannare il cittadino ordinario alle pene di imprigionamento, anche quando non ha commesso nessun crimine "vero".

La criminalizzazione della vita quotidiana.

EDIT:
Continua qua
E' corretto inserire solo un estratto ma non l'articolo completo, se volevi segnalare delle parti diverse riedita il post e poi puoi anche cancellare il mio edit che non serve più. Goldstein

goldstein
Inviato: 3/6/2007 11:42  Aggiornato: 3/6/2007 12:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
Articolo ottimo e puntuale, riprendo alcune parti quotate dall'agenzia.

Citazione:
“Sarebbe come uccidere l’uomo [Kennedy] due volte”


Qualcuno gli faccia sapere di Bob.

Citazione:
Un anno fa sette uomini furono arrestati in quello che le autorità hanno definito un piano allo stato embrionale per distruggere la Sears Tower di Chicago, il più alto edificio esistente negli Stati Uniti, e per distruggere uffici dell’FBI ed altri edifici.


E qui c'è arrivato perfino il Time a capire che era una boiata, ma si fa sempre finta di non sapere...

Giocano con gli allarmi terroristici ?

Il 23 Giugno, i canali via cavo sono andati in brodo di giuggiole per un raid in una casa di una cellula di terroristi locali di Miami che seguì ad un presunto piano per far saltare in aria la Sears Tower. Il Procuratore Generale Alberto Gonzales ha tenuto una conferenza stampa per annunciare gli arresti. Anche il Vice Presidente Cheney alzò il tiro e chiamò il gruppo "una minaccia molto reale." Lo fece ad una raccolta fondi politica.

Ma come accade spesso per questi annunci, è uscito fuori che era più pubblicità che informazione, a meno che non scrivete per Saturday Night Live. Quando l'FBI ha perquisito il magazzino abbandonato dove il gruppo si arrangiava a vivere nel povero quartiere Liberty City di Miami, non hanno trovato armi, nè soldi, nè nessuna prova di collegamenti a nessun gruppo terroristico di nessuna parte. Indubbiamente, questi che volevano diventare jihadisti erano in uno stato così precoce della loro pianificazione per la jihad che non erano neanche ancora diventati Musulmani. Il gruppo, secondo un aggiornamento della Reuters, "miscela l'Islam, il Buddismo, il Cristianiesimo, la Massoneria, lo Gnosticismo ed il Taoismo." I loro metodi segreti includono fare i turni a fare la guardia al magazzino abbandonato (che serviva come loro luogo di ritrovo) indossando uniformi nere, passamontagna e stivali da combattimento nella calda estate della Florida. Il loro leader, Narseal Batiste, vagabondava per le strade in accappatoio con una staffa di legno ricurva e reclutava persone per entrare nel suo gruppo. Il giuramento di fedeltà ad al-Qaeda che dicono abbiano comunicato ad un informante dell'FBI forse è uscito fuori dopo che gli informatori hanno offerto alla gang degli stivali nuovi. Anche le scarpe sembravano visibilmente scarseggiare.


Anche il Chicago Sun Times, fra i molti (chi mi sa passare un quotidiano italiano che abbia svelato la bufala?):

Molti scorsi incidenti erano più bufale che minacce

In un altro caso caso inesistente, un uomo ammise lo scorso anno di aver falsamente detto agli agenti federali che alcuni suoi parenti erano collegati al network terrorista di Bin Laden e stavano pianificando di far saltare in aria le Sears Tower ed altri edifici caratteristici di Chicago.

Aggiungeteci questo particolare da un articolo di Paul Joseph Watson:
Sei ritardati in un magazzino

In un articolo scritto giovedì
[questo, n.d.t.] sugli arresti della Sears Tower ho predetto che: "Uno degli elementi che si ripetono ed emergono in ogni maggiore truffa terroristica o in un allarme terroristico architettato ad arte è l'uso di individui ritardati come vittime, informatori e tramiti."

"Non deve sorprendervi se nei prossimi giorni uscirà fuori un collegamento ad un ritardato."

Allora è uscito fuori che ieri è emerso da un rapporto del New York Daily News che la presunta mente del piano, Batiste, "necessitava di aiuto psichiatrico," secondo la sua stessa madre."


E' sufficiente questo: qualche ritardato o imbecille come attore, e una innocua prova che in qualunque paese normale dovrebbe venire investigata e poi dismessa, che sia la denuncia di un parente, o come in uno degli "allarmi" precedenti, una chattata tra due tizi a centinaia di km di distanza.. ci tornerò dopo che è quello citato immediatamente dopo nel rapporto di agenzia.
Invece per la Homeland Security qualunque stupidaggine è buona per darla in pasto al circuito mediatico che ne fa puntualmente ed acriticamente grandiosi allarmi di attentati "impensabili", dopo le Sears Towers si parlò di gente che stava per sferrare guerra all'America... perchè lo faranno Chertoff e soci? Leggetevi questo.

Qualche altro link,
Sears Tower Arrests: US Government Creates Another Al-Qaeda Cell

Autorità cittadine: le Sears Tower non sono mai state in pericolo

Riguardo l'altro caso citato, ovviamente anche quello era una grande balla e vediamo perchè: il modus operandi è sempre lo stesso.

Citazione:
Un mese dopo le autorità hanno neutralizzato un piano per fare esplodere i tunnel del metrò di New York che passano sott’acqua, con l’intenzione di allargare la parte sud di Manhattan.


Mi autocito da qua:


Fonti rivelano che non esisteva nessun serio piano per NY, era solo una chattata

Un ex alto ufficiale di intelligence sostiene, e due altri ufficiali della CIA lo confermano, che il presunto piano di estremisti musulmani per bombardare l'Holland Tunnel di New York non era altro che una discussione in chat tra individui non affiliati e che non ne avevano nè i mezzi economici nè quelli tecnici, [e ne parlavano] in un forum aperto a tutti che era gia' monitorato estensivamente dal Governo degli Stati Uniti.

"Il cosiddetto piano del tunnel di New York era il frutto di discussioni tenute su un sito web jihadista aperto a tutti," ha dichiarato Philip Giraldi, un ex ufficiale della Cia che scrive sull'American Conservative Magazine, in una conversazione avvenuta venerdi pomeriggio.[...]
"Tuttavia non sono terroristi con una preparazione professionale, e non avevano le risorse per mettere a punto le operazioni che discutevano," ha aggiunto Giraldi. "Nonostante i rapporti della stampa che volevano che avessero chiesto l'aiuto di Zarqawi, non c'e' alcuna informazione a supporto di questo."


Un supposto piano discusso in chat da individui che nemmeno si conoscevano, che neanche erano di NY, e che non avevano ne' i mezzi tecnici ne' quelli economici per iniziarlo viene spacciato come uno "scoop" nel giorno dell'anniversario di Londra ed è una coincidenza.
Ma certo, proprio come queste !
Come fa tristemente notare Kurt Nimmo,
"Nel bizzarro mondo di Bush, i terroristi sono in grado di far saltare l'Holland Tunnel a New York e inondare Wall Street, anche se il tunnel è scavato nella roccia sotto l'Hudson River, è costruito con cemento e acciaio, e la parte Sud di Manhattan è sopra il livello del fiume.

Per chi ancora non l'avesse letto:
Gridare al lupo: Allarmi terrorismo basati su intelligence inventata

goldstein
Inviato: 3/6/2007 11:58  Aggiornato: 3/6/2007 11:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
Edo l'articolo che citi l'avevo letto ed è interessante...
Avendo tempo e mezzi, sarebbe da prendere tutti i servizi di oggi dei telegiornali che parleranno della nuova bufalazza, e buttare su uno script per un filmatino di una decina di minuti massimo da far girare su Youtube...

Bambooboy
Inviato: 3/6/2007 12:02  Aggiornato: 3/6/2007 12:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 535
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
...Grazie alla collaborazione fra agenti americani e colleghi della Guyana, è stato evitato “un attentato dalle conseguenze inimmaginabili”, che avrebbe avuto come bersaglio l’aeroporto Kennedy di New York...


puoi anche aspettare 10 anni, ma se in quella zona non ci sono speculazioni edilizie previste, col piffero che te lo lasciano fare l'"attentato".

e poi, su una finestra di 10 anni, ma cavolo fai, a giocare in borsa sulle
put-options?



...Sarebbe come uccidere l’uomo [Kennedy] due volte....

azzeccata la citazione su JFK...dopo il magic bullet,le magic implosions delle torri sulle proprie fondamenta, il magic lawn in fronte al pentagono senza manco una bruciacciatura, i magic passports dei terroristi che svolazzano fuori dagli areoplani, il magic DNA che si salva per tutti nonostante le elevate temperature, etc tec

a me sa tanto che è stato un po' come dire: "vi ricordate la fine che ha fatto il presidente? non ci siam fermati davanti alla sua vita, non ci siam fermati davanti a migliaia di vite di semplici cittadini... chi vuol capire capisca!"

Linucs
Inviato: 3/6/2007 12:07  Aggiornato: 3/6/2007 12:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
Oh raga! Domande:

a) Ma dei 24 arrestati per gli attentati col Gatorade (l'esplosivo instabile da mescolare per 6 ore nei cessi in volo), quanti sono stati processati e condannati?
b) Che fine ha fatto il buco dell'ozono?
c) Che fine ha fatto l'aviaria?
d) Com'è che nessun pirla si è ancora fatto saltare in aria con una semplice valigia al check-in, senza tanto stare ad inventare attentati strani e troppo intelligggenti che stranamente falliscono puntualmente?
e) Qualcuno crede alle boiate dei federali, a parte i quattro neocon leccascodelle (senza cereali) con i blog su splinder?

E' un bel problema!

Bambooboy
Inviato: 3/6/2007 12:19  Aggiornato: 3/6/2007 12:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 535
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
a) Ma dei 24 arrestati per gli attentati col Gatorade (l'esplosivo instabile da mescolare per 6 ore nei cessi in volo), quanti sono stati processati e condannati?

pubblicità subliminale?

b) Che fine ha fatto il buco dell'ozono?

l'avran riempito con l'aviaria

c) Che fine ha fatto l'aviaria?

l'han infilata dentro il buco nell'ozono?

d) Com'è che nessun pirla si è ancora fatto saltare in aria con una semplice valigia al check-in, senza tanto stare ad inventare attentati strani e troppo intelligggenti che stranamente falliscono puntualmente?

se hai bisogno di 10 anni per trovare un candelotto di dinamite, ti abitui a pazientare anche al check-in, anzi ti ci senti a tuo agio e certo non vuoi rovinare un simile simbiotico momento

e) Qualcuno crede alle boiate dei federali, a parte i quattro neocon leccascodelle (senza cereali) con i blog su splinder?

ma perchè secondo te loro ci credono? e io che credevo che lo facessero almeno per interesse personale!

Bambooboy
Inviato: 3/6/2007 12:30  Aggiornato: 3/6/2007 12:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 535
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
e) Qualcuno crede alle boiate dei federali, a parte i quattro neocon leccascodelle (senza cereali) con i blog su splinder?

tra le altre cose, su questo punto ci sarebbe un po' da dibattere: nel senso che se uno di questi famigerati attentati succedesse, i complici morali chi sarebbero? chi a tutti i costi difende VU indifendibili farcite di indagini non fatte, dati che non combaciano e/o notizie false di pacca [ vedasi Gatorade ] permettendo ai burattinai di compiere i loro sporchi giochi, o chi denuncia queste falsità?

un po' come le guerre: se non ti schieri contro, un po' per default ci sei a favore, e quindi una dose [ magari piccola, ok ] di lutti sulle spale ti appartiene per diritto di complicità.

ma forse è andare un po' OT...lasciam perdere.

Linucs
Inviato: 3/6/2007 12:30  Aggiornato: 3/6/2007 12:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
ma perchè secondo te loro ci credono?

Secondo me qualche ritardato mentale ci crede: nessuna quantità di denaro può giustificare certe figure da imbecille. Ad esempio, per dirne uno, direi Guzzanti ci crede. Al contrario dei sacerdoti della scodella, che ben conoscono l'estensione della burla. "Tuto mondo crede, ztupido mondo! Zono fati miei."

Bambooboy
Inviato: 3/6/2007 12:32  Aggiornato: 3/6/2007 12:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 535
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
mhm.
probabilmente c'hai anche ragione.

la credulità umana mi stupisce sempre.
se un animale qualsiasi si lasciasse abbindolare così facilmente, non sopravviverebbe un istante nella foresta.

ma noi viviamo in una foresta di televisioni...;(

Linucs
Inviato: 3/6/2007 13:05  Aggiornato: 3/6/2007 13:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
se un animale qualsiasi si lasciasse abbindolare così facilmente, non sopravviverebbe un istante nella foresta.

Infatti il misterioso calo demografico testimonia che "non stiamo sopravvivendo nella foresta" (per chi volesse fare due conti e unire i puntini)

bifidus
Inviato: 3/6/2007 13:36  Aggiornato: 3/6/2007 13:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 197
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
Citazione:
"La devastazione che avrebbe causato questo piano, se portato a termine..."

Ho sempre pensato che l' "informazione" basata sui condizionali e sui "se" fosse da prendere al bar, accompagnato da un cappuccino !
Citazione:
la credulità umana mi stupisce sempre.

A me non tanto. E' talmente diffusa ovunque si guardi, che pare sia una caratteristica innata della specie .

Bambooboy
Inviato: 3/6/2007 14:28  Aggiornato: 3/6/2007 14:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 535
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
scusate, so che è OT, ma:

Trento, 13:52
PRODI: TRA UN MESE LIBRO BIANCO SUI COSTI DELLA POLITICA

"Tra un mese sara' pronto il libro bianco sui costi della politica". Lo ha detto il premier, Romano Prodi, intervenendo alla giornata conclusiva del Festival dell'economia.

non vedo l'ora di paragonarlo con quanto documentato nel libro: " LA CASTA" di Sergio Rizzo & Gian Antonio Stella [ rizzoli editore ].
un must di libro assolutamente imperdibile [ peccato per le abbondanti dosi di tranquillanti che bisogna assumere ad ogni pagina, se no monta su una rabbia che da frenare diventa veramente difficile ].

Cassandra
Inviato: 3/6/2007 16:04  Aggiornato: 3/6/2007 16:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
Ogni volta ringrazio il cielo di essere fuori dal mainstream, precaria e con due lire di paga.

Immagino lavorare al Corriere, e dover dedicare tempo ed energie a scrivere stronzate di articoli come sta roba qui. Penso che non ci sarebbe stipendione che mi tratterrebbe dal vomitare e fuggirmene. E' peggio che stare a un call center, dover scrivere giorno dopo giorno di queste caxxate.
Prima di dare le dimissioni, proverei però a farmi mettere su Benedetto XVI... sicuramente è assai più divertente.

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
andal
Inviato: 3/6/2007 16:43  Aggiornato: 3/6/2007 16:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/10/2006
Da:
Inviati: 58
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
ciao a tutti,

qulacuno sa qualcosa su dei studenti arabi arrestati in Virginia(credo) in questi mesi per terrorismo ?

ma la cosa interessante e buffa e che loro sono andati alla polizia per dinunciare un tizio americano(scoperto dopo di essere un agente del FBI) che si è avvicinato a loro raccontandoli di essere stufo della politica del suo paese e ha l'intenzione di fare QUALCOSA, invetandoli in qualché modo a participare.



e la polizia che fa ? gli arresta !


ho cercato in rete ma non trovo nessuna traccia !!!

Marco M
Inviato: 3/6/2007 18:06  Aggiornato: 3/6/2007 18:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/8/2006
Da:
Inviati: 826
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
Citazione:
Immagino lavorare al Corriere, e dover dedicare tempo ed energie a scrivere stronzate di articoli come sta roba qui


...e trovarsi accanto il commento di Guido Olimpio

rumenta
Inviato: 3/6/2007 19:14  Aggiornato: 3/6/2007 19:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2006
Da: Repubblica di Genova
Inviati: 801
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
...e trovarsi accanto il commento di Guido Olimpio

ed attenzione a questa frasetta nel titolo:

Cresciuti in Occidente, odiano il sistema

che potrebbe sottintendere "attenti al vostro vicino di casa, se ha idee contro il sistema potrebbe essere/diventare un terrorista".....
e questo fa il paio con tutti gli articoli/servizi dei tiggì che creano insicurezza ampliando l'attenzione sui fatti di cronaca nera.

e non poteva mancare la stoccata al "male" assoluto: Il cordone ombelicale con il qaedismo è tenuo e virtuale: Internet.
eh già, perché internet deve essere associata, nel sentire comune, con pedofilia e terrorismo, per poter essere, prima o poi, blindata nel nome della "sicurezza" e lasciare così campo libero alla "informazione" ufficiale" e certificata dalle firme "illustri".....



"La verità dev'essere brutale, violenta, armata ed arrabbiata. Altrimenti soccombe."
fiammifero
Inviato: 3/6/2007 19:47  Aggiornato: 3/6/2007 19:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
Citazione:
che potrebbe sottintendere "attenti al vostro vicino di casa, se ha idee contro il sistema potrebbe essere/diventare un terrorista".....


Disfattisti,ma come c'è la festa dei vicini di casa

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
andrew_84
Inviato: 3/6/2007 20:01  Aggiornato: 3/6/2007 20:01
So tutto
Iscritto: 28/5/2006
Da:
Inviati: 27
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
Per favore non buttiamo iella sui check-in che il sottoscritto ci lavora da una settimana e gia richio la crisi esistenziale ( durante il corso di formazione ci han aprlato dell'attentato di Fiumicino dell' 85 mi pare e non è stato emozionante .hehe).
Ho una domanda che mi frulla in capo...

Ma SE questa è l'ennesima montatura, (e lo è) significa che il protagonista recita? E' stato pagato? E se si, come cacchio fanno a convincere uno a fare queste cose?
Oppure, nel caso fosse caduto lui inconsapevolmente in una trappola, non ci m etterebbe 3 secondi a urlare a tutti di essere una vittima di raggiro?

Lo stesso dicasi per quelli del gatorade, la casalinga, il piizzaiolo ecc..partendo dal presupposto che si tratta di farsa, chi sono? complici o vittime?

rumenta
Inviato: 3/6/2007 21:11  Aggiornato: 3/6/2007 21:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2006
Da: Repubblica di Genova
Inviati: 801
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
Ma SE questa è l'ennesima montatura, (e lo è) significa che il protagonista recita? E' stato pagato? E se si, come cacchio fanno a convincere uno a fare queste cose?

se già hai delle idee in proposito, non è difficile per chi è più smaliziato coinvolgerti in un gioco più grande di te.
si presenta qualcuno che dimostra di avere risorse e contatti importanti, ti aiuta a concepire un piano fattibile e ti convince che puoi fare determinate cose senza problemi, come per esempio filmare l'aeroporto senza essere individuato dalla sicurezza.....
volendo credo non avrebbero problemi a farti credere di lavorare per la sicurezza dello stato per poi farti saltare in aria.... come probabilmente è accaduto per i "terroristi" di londra..... non per nulla c'era una "esercitazione" in corso

il mondo è pieno di persone che credono di essere in grado di cambiare le cose o aprire gli occhi alla "gente" facendo gesti eclatanti.....

il mio motto invece è: ad ognuno il suo politico

Lo stesso dicasi per quelli del gatorade, la casalinga, il piizzaiolo ecc..partendo dal presupposto che si tratta di farsa, chi sono? complici o vittime?

lenin li definiva "utili idioti"......



"La verità dev'essere brutale, violenta, armata ed arrabbiata. Altrimenti soccombe."
Pausania
Inviato: 3/6/2007 21:24  Aggiornato: 3/6/2007 21:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
Citazione:
significa che il protagonista recita? E' stato pagato? E se si, come cacchio fanno a convincere uno a fare queste cose?

Beh, guarda, quelli delle Sears Tower si sa più o meno come hanno fatto.

In pratica c'era sto gruppo di due o tre personaggi un po' tocchi. Arriva un agente dell'Fbi e li "infiltra" (si fa per dire) e comincia a dare loro macchine fotografiche, soldi eccetera. Alla fine lui, l'informatore!, fa giurare il tipi un po' tocchi di essere fedeli ad Al Qaeda.

Ecco quindi che tre beoti hanno trovato un agente dell'Fbi che si è spacciato per un emissario di Al Qaeda, gli ha dato delle macchine fotografiche e delle videocamere, li ha fatti giurare su Bin Laden ed oplà, trovati i terroristi.

Gli inglesi sono pi' raffinati: prendono i primi tre tipi di origine pakistana che trovano all'aeroporto, con una bottiglia di Gatorade in mano, e con un volo per qualche parte, li arrestano, e dicono che hanno arrestato dieci tipi che volevano fare quello che sappiamo.

Intanto il giornalista beota copia incolla la velina della Questura di Londra e tanti saluti.

I tipi spariscono in carcere per qualche mese o anno, poi uno alla volta li liberano e bona notte. Fine della fiera.

Freeman
Inviato: 3/6/2007 21:35  Aggiornato: 3/6/2007 21:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
E anche oggi i TG nazionali hanno dispensato terrore a piene a mani.
Soprattutto il Tg2: prima, servizio sui "falliti attentati" all'aeroporto JFK, con tanto di inviato che calca la mano, evidenziando come "nessun posto sia sicuro", perché se gli obiettivi sensibili sono ultrasorvegliati, questo fallito attentato dimostra che "possono colpire ovunque" (alias, attenti al vicino di casa), e che gli emuli di Al Qaeda (e uno) si moltiplicano spontaneamente. Morale: nessun americano è al sicuro in nessun posto.
Viva la coltivazione in vitro della paranoia. Bravo, "giornalista" (leggasi velina del sistema).
Ma andiamo avanti: a seguire, servizio sull'infiltrazione di Al Qaeda (e due) in Palestina, dove "si assiste ad una radicalizzazione delle posizioni estremiste".
Per finire, attentato (fallito, ovviamente) al "premier" somalo, sospettato un gruppo islamico estremista vicino ad Al Qaeda (e tre).
Tre notizie, tre riferimenti da Al Qaeda: a sentire sti tizi, una multinazionale che alla Goldman-Sachs gli fa un baffo.
Chi è che fa terrorismo?

Per quotare rumenta:
Citazione:
che potrebbe sottintendere "attenti al vostro vicino di casa, se ha idee contro il sistema potrebbe essere/diventare un terrorista".....
e questo fa il paio con tutti gli articoli/servizi dei tiggì che creano insicurezza ampliando l'attenzione sui fatti di cronaca nera

Esattamente.

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Marco M
Inviato: 3/6/2007 23:05  Aggiornato: 3/6/2007 23:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/8/2006
Da:
Inviati: 826
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
Olimpio 2. Inarrestabile il nostro eroe!

I terroristi hanno usato google earth, il pericolo viene dal web!
Leggere per credere..

Linucs
Inviato: 3/6/2007 23:54  Aggiornato: 3/6/2007 23:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
Gli inglesi sono pi' raffinati: prendono i primi tre tipi di origine pakistana che trovano all'aeroporto, con una bottiglia di Gatorade in mano, e con un volo per qualche parte, li arrestano, e dicono che hanno arrestato dieci tipi che volevano fare quello che sappiamo.

Certo, però... indovinello: come fai a trovare 3 tipi di origine pakistana a Londra?

Badombe> Basta ignorare gli altri quattrocentocinquantamila!

(ahimé)

Redazione
Inviato: 4/6/2007 0:30  Aggiornato: 4/6/2007 0:30
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
ANDREW_84: Alla risposta di Pausania aggiungo solo questo: TUTTI i "brigatisti" responsabili dell'assassinio Moro sono in libertà. E non da ieri. Eppure il PM, al momento dello "scandalo", aveva chiesto sedici ergastoli.

Chi si presta? Chiunque abbia problemi con la giustizia, e si trovi davanti all'alternativa di fare vent'anni di galera dura per spaccio, omicidio, prostituzione ecc., e finire poi nel dimenticatoio, oppure di farne cinque di galera "morbida" per "aver ucciso un'importante statista", (nel senso che "ti do trent'anni ma poi non ti preoccupare") e diventare pure famoso.

Tu cosa sceglieresti?

____

MARCO: hai ragione, Olimpo questa volta è DISGUSTOSO:

"La cellula, senza alcun apparente legame con Al-Qaeda, era composta da cittadini della Guyana diventati estremisti islamici."


Hai capito? I "buoni cittadini" che diventano i cattivi terroristi islamici.

E poi "È solo questione di tempo e le immagini delle metropoli saranno trovate negli archivi di qualche terrorista."

Perchè adesso non usano le macchine fotografiche e le videocamere. Fanno ancora i disegni sui muri delle grotte.

Freeman
Inviato: 4/6/2007 1:13  Aggiornato: 4/6/2007 1:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
Citazione:
"La cellula, senza alcun apparente legame con Al-Qaeda, era composta da cittadini della Guyana diventati estremisti islamici."

Non c'è legame con Al Qaeda, ma perché perdersi l'occasione di riecheggiare il mantra? E così, anche se non c'entra niente, "Al Qaeda", purché il nome continui a circolare.

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
phobos
Inviato: 4/6/2007 1:30  Aggiornato: 4/6/2007 1:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/9/2006
Da:
Inviati: 224
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
Avevo già letto l'articolo sul Corriere della Sera secondo il quale: " i terroristi preparavano l'attentanto studiando l'aeroporto JFK con Google Earth".

Immaginatevi questi deficienti che studiano l'aeroporto JFK con Google Earth.

Ormai qui rischiamo di essere sommersi da una immensa valanga di boiate.

gobbo
Inviato: 4/6/2007 2:00  Aggiornato: 4/6/2007 2:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2005
Da: Neverland
Inviati: 1347
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
Phobos ha scritto:

Citazione:
Ormai qui rischiamo di essere sommersi da una immensa valanga di boiate.


Purtroppo di boiate siamo già sommersi e io non credo che si fermerano qui.

il gobbo

I LINK.VOGLIO VEDERE I LINK,PLEASE.
goldstein
Inviato: 4/6/2007 2:36  Aggiornato: 4/6/2007 2:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Ci è andata bene un’altra volta

Manwe
Inviato: 4/6/2007 8:16  Aggiornato: 4/6/2007 8:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2004
Da: Cagliari
Inviati: 39
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
sto rottolando dalle risate
è le storielle inventante ormai sono sempre peggio
fra un po' ci diranno che paperino e spiderman esistono nella realtà e ci proteggono dalla banda bassotti.

winston
Inviato: 4/6/2007 9:45  Aggiornato: 4/6/2007 10:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/10/2005
Da: Eurasia
Inviati: 392
 Re: Ci è andata bene un’altra volta


Mauskopf-Testaditopo interroga, i sospetti confessano....

"Chi controlla il presente controlla il passato, chi controlla il passato controlla il futuro" Orwell, 1984
goldstein
Inviato: 4/6/2007 10:09  Aggiornato: 4/6/2007 10:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
Nella sua prima intervista da presidente del Partito Repubblicano in Arkansas, Dennis Milligan ha detto a un reporter che l'America deve essere attaccata dai terroristi così la gente apprezzerà il lavoro che il Presidente Bush ha fatto per proteggere il paese.

"Alla fine, io credo che il Presidente stia facendo la cosa giusta, e penso che tutto quello di cui necessitiamo siano degli attacchi su suolo Americano come quelli che abbiamo avuto [l'11 Settembre]," ha detto Milligan all'Arkansas Democrat-Gazette, "e chi adesso lo critica rivaluterà non solo il Presidente Bush, ma anche il sacrificio che è stato fatto da uomini e donne per proteggere questo paese."

In caso di altro attacco terroristico, è stata messa in piedi la legislazione perchè Bush diventi dittatore de facto, le elezioni verrebbero sospese, potrebbe dichiarare la legge marziale, oltrepassare il Congresso e secondo i piani di Cheney già firmati da oltre un anno attaccare uno o pù paesi a scelta sulla base del semplice sospetto di aver pianificato o aiutato gli attacchi (quest'ultima non è una grande novità.)

Dusty
Inviato: 4/6/2007 10:24  Aggiornato: 4/6/2007 10:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
Una notizia in tema su Punto Informatico:

Il terrorismo che arriva dalle profondità
Si riparla di sommozzatori suicidi che, bombole e bombe in spalla, potrebbero devastare porti e calette facendosi esplodere. Una minaccia che richiede tecnologie dedicate. Contro il terrore anche la fantascienza

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
goldstein
Inviato: 4/6/2007 10:37  Aggiornato: 4/6/2007 10:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
I sommozzatori suicidi...
Sparano anche quella ad intervalli ripetuti.

2003
Al Qaeda Plans Underwater Attack

2004
Al Qaeda plan to 'blow up ships' [...] Al Qaeda now training divers...

2005
FOX 3/24/2005: Jeff Beatty discusses the possible terrorist threat of scuba divers to launch underwater attacks at sea, in ports, or in harbors.

Sono anni che le poderose marine britanniche e statunitensi si stanno cagando sotto pensando ai sommozzatori di Al Qaeda, che potrebbero miscelare direttamente in acqua la bottiglia di Gatorade (pensate quanto esplosivo liquido!)
Probabilmente il piano è il seguente: una cellula di 4 sommozzatori di Al Qaeda assalterebbe una portaerei e armati di coltellini apriscatole sgominerebbe gli occupanti e ne prenderebbe il controllo, poi arrivare sulla costa orientale e attaccare New York sarebbe un gioco da ragazzi: guidare una portaerei è molto più semplice di una piccola barchetta monomotore.

cocis
Inviato: 4/6/2007 10:58  Aggiornato: 4/6/2007 10:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
quella di google earth è la boiata + grande sopo l'11 settembre..



Citazione:
Autore: phobos Inviato: 4/6/2007 1:30:00

Avevo già letto l'articolo sul Corriere della Sera secondo il quale: " i terroristi preparavano l'attentanto studiando l'aeroporto JFK con Google Earth".

Immaginatevi questi deficienti che studiano l'aeroporto JFK con Google Earth.

Ormai qui rischiamo di essere sommersi da una immensa valanga di boiate.

Pausania
Inviato: 4/6/2007 11:19  Aggiornato: 4/6/2007 11:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
Citazione:
Si riparla di sommozzatori suicidi che, bombole e bombe in spalla, potrebbero devastare porti e calette facendosi esplodere. Una minaccia che richiede tecnologie dedicate. Contro il terrore anche la fantascienza

Ma quale fantascienza, ma quale terrore?!?
Sono 90 anni che in Italia conosciamo i Siluri a Lenta Corsa, meglio noti come maiali.
Chiedete agli Inglesi se si ricordano della Queen Elizabeth



Unico problema: i terroristi avranno bisogno di un sommergibile in appoggio che li porti a poca distanza dall'obiettivo. Sapete se Bin Laden ne tiene nascosto uno nei vari porti dell'Afghanistan?

Linucs
Inviato: 4/6/2007 20:07  Aggiornato: 4/6/2007 20:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
Unico problema: i terroristi avranno bisogno di un sommergibile in appoggio che li porti a poca distanza dall'obiettivo. Sapete se Bin Laden ne tiene nascosto uno nei vari porti dell'Afghanistan?

Ben Ladeen magari no, ma le facce di scodella se ne sono fatti regalare due o tre dal contribuente tedesco, con la solita storiella del "tuto mondo odia dai moneta prego" (compresi ovviamente i ventenni al primo impiego, tassati per mantenere i parassiti, che avranno iniziato ad odiare proprio in tale occasione se ancora presentano una parvenza di attributi).

cocis
Inviato: 5/6/2007 16:13  Aggiornato: 5/6/2007 16:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
barzelletta del giorno..



guerra fredda


Bush: "La guerra fredda è finita"
"Scudo spaziale è una misura difensiva"

redna
Inviato: 5/6/2007 16:35  Aggiornato: 5/6/2007 16:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
Lo scudo spaziale è una misura difensiva.?
Se bush lo mette negli USA è una misura difensiva.
Se lo mette nei paesi europei non è per niente difensiva e anzi, secondo Mosca è solo un inizio per la corsa agli armamenti.
E poi agli USA chi ha chiesto di difenderci?
Riappare chi dice che Osama è ancora vivo e vegeto. Questo significa che lo scudo serve per difenderci da lui e da tutti i terroristi.
Poichè non sappiamo se Osama è vivo e i quanti terroristi ci sono, sarebbe il caso di capire la fretta del decollo per l'europa dell'air-force-one.
Per vedere la finale dell'america-cup?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
andal
Inviato: 6/6/2007 15:25  Aggiornato: 6/6/2007 15:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/10/2006
Da:
Inviati: 58
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
fra tutti i giornali e telegiornali che hanno dato la notizia non ho visto uno mettere in dubbio la versione ufficiale !

tutti l'hanno presa per buona, e come no !

l'unico telegiornale a mettere in dubbio la versione ufficiale fu proprio Al-jazeera

goldstein
Inviato: 8/6/2007 15:32  Aggiornato: 8/6/2007 15:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
La famiglia di un sospetto: il piano del JFK è una macchinazione Statunitense

I quattro sospetti in un presunto piano terroristico per bombardare un aeroporto di New York sono stati incastrato in un elaborato piano del partito Repubblicano Statunitense per restare in controllo della Casa Bianca, ha affermato la figlia di uno dei sospetti arrestati Martedì.
Huda Ibrahim, figlia di Amir Kareem Ibrahim, uno dei quattro uomini accusati di aver pianificato atti di terrorismo contro gli Stati Uniti, ha detto che gli ufficiali della Giustizia Statunitense si erano macchiati di induzione al reato nello sventare il presunto piano.
Huda, 20 anni, ha letto una dichiarazione scritta ad una conferenza stampa presso un Hotel a Port OF Spain, e parlava per conto di Trinidad e Tobago e della comunità Musulmana Sciita della Guyana.
Ella ha dichiarato che l'informatore dell'FBI determinante per rompere il presunto piano si era spacciato a casa di Abdul Kadir e Amir Ibrahim per un missionario Islamico negli Stati Uniti.
L'informatore dell'FBI, che lei ha chiamato “la fonte”, è la sola persona colpevole di tutte le attività menzionate nella denuncia.
l'intenzione di incastrare
La fonte ha visitato i nostri fratelli con lo specifico proposito di incastrarli in attività di cui non ne sapevano nulla, a cui non sono mai stati d'accordo e non hanno mai participato,” ha detot Huda.
Suo padre 62enne Abdul Kadir, ex parlamentare della Guyana, insieme a Russell De Freitas e Abdel Nur, entrambi nativi della Guyana, si presume abbiano pianificato di far saltare in aria i depositi di carburante dell'Aeroporto Internazionale di New York John F. Kennedy.
Ibrahim, di Trinidad, e Kadir sono comparsi davanti al Giudice a Trinidad Lunedì mentre Nur si è consegnato alle autorità locali Mercoledì. Tutti e tre gli uomini stanno affrontando una richiesta di estradizione negli Stati Uniti dove De Frietas è già stato chiamato in giudizio.
“Crediamo che le persone responsabili degli arresti dei nostri fratelli lo stiano facendo per uno scopo diverso dalla protezione delle persone e degli interessi degli Stati Uniti d'America,” ha detto Huda.
“L'hanno fatto chiaramente allo scopo di tenere a galla una presidenza fallimentare e per aumentare le scarse possibilità del partito Repubblicano di restare al potere nel Novembre 2008,” ha detto Huda, il cui padre è un ex impiegato del governo.
“Sicura della loro innocenza”
Lei ha anche detto che suo padre aveva paura di volare, non sapeva usare il computer né internet.
“Siamo assolutamente certi della loro innocenza. Nessuno di questi uomini e noi crediamo nessuno della comunità partecipa ad attività del genere di quelle presunte nelle dichiarazioni pubbliche o nelle denunce presentate dal Dipartimento della Giustizia,” ha detto.
Come credenti nella Sharia Islamica, essi seguivano i principi cardine del Korano, ha detto lei, incluso il principio che il sangue dei civili è sacro.
“Ai nostri fratelli e sorelle Musulmani giuriamo ad Allah che non abbiamo mai partecipato a nessun piano terroristico contro gli Stati Uniti,” ha aggiunto.

goldstein
Inviato: 10/6/2007 12:38  Aggiornato: 10/6/2007 12:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Ci è andata bene un’altra volta
Ora è uscito fuori che la presunta cartina che aveva scaricato la presunta mente del presunto piano terroristico non era neanche dell'aeroporto JFK (certamente Guido Olimpio rettificherà a breve, come ha fatto per le altre bufale):

Officials: Bomb suspect's maps not of JFK

Non male anche questo articolo di Amsterdam News che intervista un ex ufficiale anti-terrorismo dell'FBI che spiega come ora basti anche un sentito dire di un informatore, che non rischia nulla in caso di informazioni sbagliate, per arrestare persone in base al Patriot Act.

Volevano davvero attaccare l'aeroporto JFK ?

La comunità caraibica di New York non crede al piano:

Caribbean-Americans embarrassed at JFK terror plot, but doubt capacity of suspects

Ottimo questo articolo:
Manipulating Fear: The JFK Terror Plot


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA