Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


media : Il "bratpack" festeggia
Inviato da Redazione il 26/2/2007 15:57:19 (5605 letture)

Chi ha guardato la notte degli Oscar, avrà potuto gustarsi un rapido momento di meravigliosa umanità, disperso fra le pieghe di inutili luccichii, false riverenze e parole vuote.

Quando è stato momento di nominare il vincitore per l'Oscar alla regia, si sono presentati sul palco addirittura Steven Spielberg, George Lucas, e Francis Ford Coppola, con in mano la fatidica busta. Tutti gli occhi sono allora corsi a Martin Scorsese, il regista che non ha mai voluto saperne di trasferirsi a Hollywood, e che Hollywood per questo motivo ha punito, nominandolo ben cinque volte per l'Oscar, senza mai assegnargliene uno.

I tre sul palcoscenico sogghignavano come ragazzini che abbiano appena rubato la marmellata, ...

... e hanno fatto un breve cenno ai "vecchi tempi", nei quali loro tre, proprio insieme a Scorsese, erano definiti il "bratpack", ovvero il gruppo di ribelli.

Sono stati loro, negli anni '70, a salvare il cinema americano, o almeno a ritardarne di una ventina d'anni la resa, di fronte all'onnipotenza degli studios e all'arroganza dello star system.

In un periodo in cui la figura del regista era ormai ridotta a quella di semplice impiegato della cinepresa, fu Coppola che si ritrovò un giorno a dire: mi sono svegliato, e ho capito una cosa importantissima: a Hollywood comanda chi ha le idee, non chi ha i soldi. Di soldi per fare i film ne trovi quanti ne vuoi, ma di idee buone ne trovi una ogni diecimila. Se gli autori validi impareranno a tener duro, e a non cedere le loro idee al primo offerente, lasciando che vengano poi macellate da orde di anonimi sceneggiatori, produttori, agenti, attori, e parrucchieri degli attori, potremo fare ancora qualcosa di decente con questa industria che ormai di artistico non ha più nulla.

Nacquero così il Padrino, American Graffiti e Guerre Stellari, Duel, Sugarland Express e Incontri Ravvicinati, mentre dalla East Coast faceva loro eco Scorsese con Mean Streets e Taxi Driver, che lanciavano uno sconosciuto De Niro nell'olimpo della recitazione di tutti i tempi.

Sempre film rivolti al mercato, sia chiaro, ma anche film d'autore, nei quali senti chiaramente la presenza di una mano ferma alla guida del progetto, dalla prima riga di sceneggiatura fino all'ultimo taglio di montaggio.

Dopo di loro, è stato il buio.

È stato quindi un momento magico e triste insieme, rivedere i tre "brats" che aprivano la busta e assegnavano finalmente, con un sorriso che gli arrivava fino al cuore, il primo Oscar per la regia al quarto di loro, Martin Scorsese.

Magico, perché rivedere tutte insieme quelle meravigliose energie creative non può che dare questa sensazione, triste nel rendersi conto che anche loro, purtroppo, hanno dovuto lentamente inchinarsi al sistema, riducendosi a fare film che ormai di autoriale hanno ben poco.

Ma non importa, il loro tempo lo hanno fatto, il loro segno lo hanno lasciato, ed è giusto che sia ora qualcun altro a portare avanti una nuova rivoluzione nel cinema.

Se mai ci sarà lo spazio per farne ancora una.

Massimo Mazzucco

Voto: 10.00 (1 voto) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
iowa
Inviato: 26/2/2007 17:03  Aggiornato: 26/2/2007 17:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/5/2006
Da:
Inviati: 63
 Re: Il "bratpack" festeggia
sicuramente ci sarà lo spazio per un'altra rivoluzione del cinema...

l'arte... rara in via di estinzione ma, senpre viva immortale come l'araba fenice...

Aseptik
Inviato: 26/2/2007 17:09  Aggiornato: 26/2/2007 17:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/1/2007
Da: Messapia
Inviati: 139
 Re: Il "bratpack" festeggia
caro Massimo, ho cercato di leggere l'articolo del debunking 911 crono, ma mi viene l'esaurimento perché l'articolo è più lungo del mio monitor. La prossima volta fallo più corto in modo da poterlo scorrere facilmente, non tutti hanno il monitor 19 pollici. Ciao

----------------------------------------------------------------------------
Non è ladro chi deruba una banca, ma chi la fonda

La politica è l’arte cortese di ottenere voti dai poveri e finanziamenti dai ricchi, promettendo di difendere gli uni dagli altri.
Oscar Ameringer
nichilista
Inviato: 26/2/2007 17:14  Aggiornato: 26/2/2007 17:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il "bratpack" festeggia
aseptik mi sa che hai sbagliato ingresso. quello di crono 911 è sulla destra

p.s. lucas peròmi pare troppo osannato. star wars è favoloso, ma ci ha costruito sopra tutta la sua cariera ( e l'impero lucas)!

scorsese pare ormai follemente infatuato di di caprio

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
PikeBishop
Inviato: 26/2/2007 19:08  Aggiornato: 26/2/2007 19:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Il "bratpack" festeggia
Citazione:
erano definiti il "bratpack", ovvero il gruppo di ribelli.

Giusto per essere precisi (e per inquadrarli meglio nella considerazione - scarsa - che si aveva di loro), la traduzione di "bratpack" non e' gruppo di ribelli, ma bensi' branco di mocciosi (o monelli).
Citazione:
a Hollywood comanda chi ha le idee, non chi ha i soldi. Di soldi per fare i film ne trovi quanti ne vuoi, ma di idee buone ne trovi una ogni diecimila.

Infatti si e' visto come e' andata a finire. In breve quelli del "bratpack" hanno avuto culo e idee neanche molte, se non di riproporre un pout-pourri di tutto il cinema dei cinquanta anni che li avevano preceduti in versione condensata.

La verita' e' che idee ce ne sono un sacco, ma vengono prese in considerazione dai produttori solo quelle che siano reputate assolutamente vincenti al botteghino. Cioe' i produttori preferiscono guadagnare molto e sicuramente invece che rischiare anche poco (guarda che caso). Lucas-Spielberg (Scorsese con loro non mi pare che c'entri moltissimo, amicizia a parte) hanno sempre sfondato il botteghino proprio perche' hanno proposto al pubblico/bambino-rimbambito delle situazioni, inquadrature e ritmi rimasticati, la fiera del "gia'-visto", che si e' rivelata per il pubblico rassicurante come la torta di mele della mamma.
Loro sono riusciti ad imporsi in un industria asfittica in un momento particolare nel quale i produttori avevano un ricambio generazionale e non conoscendo bene il business decisero di affidarsi ai registi, ma con cautela, selezionando quelli che parevano vincenti. Lucas/Spielberg sono infatti nella loro attuale posizione solo in virtu' del botteghino, non del coraggio nelle nuove idee.

Detto cio' si sono peraltro attivati, esempio praticamente unico, alla conservazione e restaurazione di films, alla loro edizione senza tagli della produzione dopo il "fine-cut" (uno per tutti, Lawrence of Arabia) e alla resurrezione di mostri sacri quali Kurosawa. A mio parere questi meriti sorpassano di gran lunga quelli artistici nei loro films.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
rekit
Inviato: 26/2/2007 20:30  Aggiornato: 26/2/2007 20:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Il "bratpack" festeggia
OT ma non troppo

vogliamo parlare anche dell'oscar a Gore?

o meglio vogliamo dire che dopo 2000 documentari in rete qualcuno ha fiutato il filone d'oro delle verita' inconvenienti?

questo solo grazie al fatto che alla gente piacciono e soprattutto INTERESSANO e che loro (produttori) ora possono tastare il polso della situazione in fatto di gusti praticamente in tempo reale....

documentari come quello di Gore aprono le porte a nuovi utenti della rete, e non solo a nuovi spettatori al cinema.
AFFFARONEEEEEE!!!!!!


un brivido


lo sputtanamento di tutto dopo un movimento attraverso un'allegra imitazione cinematografica.....

roba da film......

una nuova intrusione mentale

Ghilgamesh
Inviato: 27/2/2007 12:42  Aggiornato: 27/2/2007 12:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Il "bratpack" festeggia
"a Hollywood comanda chi ha le idee, non chi ha i soldi"

Personalmente non ci metterei Lucas tra questi, contando che Guerre stellari lo ha copiato praticamente tutto ^__^

(se interessa sapere da dove, cercatevi "guerra fra galassie", una serie tv giapponese fine anni 70 )

nichilista
Inviato: 27/2/2007 13:00  Aggiornato: 27/2/2007 13:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il "bratpack" festeggia
precisazione:

"guerra fra galassie" è del '78 di Uchuu kara

star wars esce nelle sale americana il 25 maggio 1977 e prevedeva una trama intricata già ben elaborata sia per il prequel che per il seguito

(fu presentato come idea all'universal pictures già nel '71)


comunque neppure io lo inserirei tra i "grandi" perchè con una singola opera portata avanti all'infinito, seppur geniale , non si può divenire un mito paragonabile agli altri tre. mica è dante o proust!

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
Orwell84
Inviato: 27/2/2007 13:22  Aggiornato: 27/2/2007 13:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/3/2006
Da: Ground Zero
Inviati: 1114
 Re: Il "bratpack" festeggia
Citazione:
vogliamo parlare anche dell'oscar a Gore?


Ma in "An inconvenient truth" Al Gore parla anche degli inquinatori vichinghi, che con la loro forsennata industrializzazione causarono lo scioglimento di tutti i ghiacci tanto da colonizzare la Groenlandia e navigare nei mari del nord?

E quando parla di Katrina cita anche il repubblicano Richard Baker ("Abbiamo finalmente ripulito New Orleans dagli alloggi pubblici. Noi non potevamo farlo, ma Dio sì")?

Spanna
Inviato: 27/2/2007 13:58  Aggiornato: 27/2/2007 14:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 35
 Re: Il "bratpack" festeggia
Ciao a tutti,Lucas non ha creato "solo" Guerre Stellari,ma è stato sceneggiatore di almeno 2 Indiana Jones,di Willow (uno dei primi fantasy cinematografici),creatore della ILM(ti pare poco?) e regista di American Graffiti,dove recitavano molti attori e registi futuri(Ron Howard,Harrison Ford,il grande Richard Dreyfuss),insomma qualche cosa di innovativo l'ha fatto....credo

Ps:il mio preferito rimane Scorsese e sono al settimo cielo per lui,finalmente....

Linucs
Inviato: 27/2/2007 14:16  Aggiornato: 27/2/2007 14:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Il "bratpack" festeggia
a Hollywood comanda chi ha le idee, non chi ha i soldi.

Questa me la segno per farmi due risate nei momenti di noia...

Ghilgamesh
Inviato: 27/2/2007 14:47  Aggiornato: 27/2/2007 14:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Il "bratpack" festeggia
Azz grazie nichilista non lo sapevo, ero convintissimo che star wars fosse inizi anni ottanta.

Comunque qualcuno ha copiato, perchè le due storie hanno troppi punti in comune, forse hanno fatto come Al bano e micheal jackson, copiato entrambi da una fonte precedente.

Redazione
Inviato: 28/2/2007 10:43  Aggiornato: 28/2/2007 10:45
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il "bratpack" festeggia
LINUCS: Tutti i più grandi successi del cinema nella storia sono usciti dalla testa di una sola persona, senza una sola eccezione. Che poi certe "idee" possano piacerti o meno, è un altro discorso, ma a quel che mi risulta a Hollywood da sempre sono i soldi che cercano i "projects", e non viceversa.

Il motivo è molto semplce: i soldi abbondano, le idee valide scarseggiano. Si chiama legge della domanda e dell'offerta, e tu dovresti saperne qualcosa…

Linucs
Inviato: 28/2/2007 18:27  Aggiornato: 28/2/2007 18:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Il "bratpack" festeggia
ma a quel che mi risulta a Hollywood da sempre sono i soldi che cercano i "projects", e non viceversa.

Non farmi parlare dei film sui pirati, dai.


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA