Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


news internazionali : NATO panacea per tutti i mali
Inviato da Pausania il 29/1/2007 6:10:00 (4404 letture)

di Giorgio Mattiuzzo

Da tempo ormai la Nato non ha alcun ruolo difensivo reale, perlomeno non dalle minacce a causa delle quali era stata creata, durante la Guerra Fredda. Tuttavia i governi hanno ben pensato, venuta meno la ragione di esistere dell'Alleanza, di rafforzarla, espanderla e affidarle compiti nuovi. Per non parlare del fatto che la Nato, a differenza dei caschi blu, non soggiace alle bizze di Russia e Cina e del loro diritto di veto alle Nazioni Unite; ed ha disposizione un bel po' di testate nucleari.

Sull'International Herald Tribune, il colonnello dell'esercito americano Joseph R. Núñez, Presidente del Dipartimento dell'Arte della Guerra presso l'Istituto di Studi Strategici, ha scritto un illuminante articolo che esplicita bene un certo modo di intendere il cosiddetto problem solving.

In particolare, il colonnello si è soffermato sulla necessità di venire incontro alle difficoltà che la Nato sta affrontando, ...

... contestuali alle responsbilità che il suo ruolo di milizia globale comporta. Qual è il problema di fondo?

“L'amara verità è che ci saranno ancora più Stati che avranno bisogno di un intervento multinazionale di lungo termine. Non ci si dovrebbe aspettare che la Nato sia ovunque. Mentre si è evoluta per affrontare le nuove missioni al di fuori dell'Europa nel 21 secolo, non è un pozzo senza fondo di soldati.

[...] A cosa sono preparate le altre regioni del mondo per affrontare i prossimi probabili conflitti, siano essi in Sudan, Fiji, Congo, Somalia, Bolivia, Nord Corea o Nepal? Dobbiamo divenire più creativi nella nostra capacità di preservare la stabilità di tali instabili fronti. Troppi interventi, come l'Unione Africana in Darfur, sono fatti in modo episodico, ad hoc; nessuna meraviglia se di solito non funzionano.”


E cosa dovremmo fare “noi” per salvare il mondo?

“Abbiamo bisogno di organizzazioni di sicurezza e difesa locale permanenti, coadiuvate dalle potenze maggiori. E' nell'interesse nazionale degli Stati locali e delle grandi nazioni, per non parlare degli alti valori morali. L'alternativa alla costruttiva cooperazione è la selvaggia anarchia, che si allarga oltre i confini e si alimenta anche troppo.”

L'anarchia, chiaro. Cioè: tutti i popoli sono liberi di fare quello che “noi” diciamo loro. Soluzione concreta? E' presto pensata:

“Più che affidarsi su gruppi regionali che si fondano tra loro, gli Stati Uniti e i loro alleati dovrebbero lavorare per creare almeno altre sei organizzazioni di sicurezza e difesa sul modello della Nato – una per il Nord America, il Sud America, l'Africa, la regione Asia e Pacifico, l'Asia del Sud e il Medio Oriente. [...]”

Si vis pacem, para bellum...

“Ognuna di queste nuove alleanze dovrebbe essere preparata a dispiegare velocemente una forza di almeno una brigata – circa 6000 soldati con capacità di terra, mare e aria – ovunque nella loro sfera di influenza. Dovrebbero avere anche squadre diplomatiche ed economiche a disposizione dopo i combattimenti per mettere nuovamente in moto il governo e i mercati del Paese in questione.”

Questa visione della Nato, a dire il vero, è divenuta una realtà già da tempo, almeno da quando il summit di Riga ha definito una nuova strategia globale per il milite del mondo e ha iniziato degli abboccamenti con il lontano oriente, sfidando Mosca e Pechino

In quell'occasione i portavoce della Nato, infatti, “hanno provocato Mosca e Pechino dicendo che [la Nato] offrirà nuove formule di alleanza alle nazioni dell'Asia centrale e alle grandi nazioni della regione Asiatico-Pacifica (Giappone, Korea, Australia e Nuova Zelanda), e persino alla democratica India. [...] il summit di Riga è stato intelligentemente atteso come l'evento che trasforma l'alleanza della Guerra Fredda in un'autentica organizzazione globale, politica e militare, del ventunesimo secolo, che siederà quale arbitro del nascente ordine mondiale, a prescindere dal ruolo delle Nazioni Unite.

Tornando al nostro colonnello Núñez, anche lui si rende conto di ciò che può comportare una cosa del genere.

“Creare queste nuove alleanze significherà che molti Stati dovranno cambiare il loro approccio alla difesa [cioè calare le brache, NdT]. Ma in questa era di globalizzazione, le Nazioni dovranno essere altrettanto flessibili e cooperative in materia di sicurezza quanto lo sono state con i trattati commerciali.”

[...] Due fatti porteranno molti Stati ad aderire alle organizzazioni per la sicurezza nazionale: l'attuale sistema è ampiamente disfunzionale
[sic], e unirsi offrirebbe ad ogni membro una maggiore visibilità internazionale. Ora e nel futuro, la Nato non basta.”

Quindi in pratica, negli auspici del colonnello, avremo sei macro organizzazioni militari a risposta rapida, che terranno sotto controllo l'intero globo. Faranno capo agli Stati Uniti, ai loro alleati europei della Nato, a Pechino e all'India.

Sembra quasi un film di fantascienza, ma non lo è. Abbiamo fatto la globalizzazione, adesso dobbiamo fare i cittadini globalizzati. Extra Nato nulla salus

Giorgio Mattiuzzo (Pausania)

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
yarebon
Inviato: 29/1/2007 9:42  Aggiornato: 29/1/2007 9:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: NATO panacea per tutti i mali
Articolo interessante!
E' chiaro come il sole dove si vuole arrivare. L'obiettivo finale è un esercito globale,ma per arrivarci si procede a tappe, dapprima (come afferma stesso nunez) grazie alla creazione di eserciti multinazionali, che coprano interi continenti, ad esempio si parla oramai da parecchi anni di esercito europeo, Nunez svela le carte e parla di un esercito per l'africa, uno per il sud America ecc.
Problema-reazione-soluzione:
si crea un problema (i diversi conflitti esistenti nel mondo, tipo darfur, Colombia, Nepal, Iraq, Kashmir ecc.), si aspetta la reazione dell'opinione pubblica ("dovete fare qualcosa è impossibile che ci sia questa ANARCHIA") e così coloro che hanno creato il problema propongono la soluzione (un esercito sovranazionale che vada oltre gli interessi regionali e nazionalistici). Come in Orwell con i vari eserciti dell'Eurasia e dell'Oceania. Il prossimo passo é l'esercito globale, ma anche la moneta elettronica globale, il governo globale, tutto centralizzato nelle mani di pochi.
E pensare che fino a pochi anni fa chi parlava di questo veniva preso comepazzo visionario, adesso il peggio che capita è indifferenza.
Bisogna capire che la storia non è assolutamente un evento casuale ma tutto è ben progettato. La nato e l'onu sin dai principi sono nati per questi scopi. Le vecchie categorie di interpretazione della realtà non servono più, non sono mai servite.

cocis
Inviato: 29/1/2007 9:58  Aggiornato: 29/1/2007 9:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: NATO panacea per tutti i mali
Citazione:
Autore: yarebon Inviato: 29/1/2007 9:42:32

Articolo interessante!
E' chiaro come il sole dove si vuole arrivare. L'obiettivo finale è un esercito globale,ma per arrivarci si procede a tappe, dapprima (come afferma stesso nunez) grazie alla creazione di eserciti multinazionali, che coprano interi continenti, ad esempio si parla oramai da parecchi anni di esercito europeo, Nunez svela le carte e parla di un esercito per l'africa, uno per il sud America ecc.
Problema-reazione-soluzione:
si crea un problema (i diversi conflitti esistenti nel mondo, tipo darfur, Colombia, Nepal, Iraq, Kashmir ecc.), si aspetta la reazione dell'opinione pubblica ("dovete fare qualcosa è impossibile che ci sia questa ANARCHIA") e così coloro che hanno creato il problema propongono la soluzione (un esercito sovranazionale che vada oltre gli interessi regionali e nazionalistici). Come in Orwell con i vari eserciti dell'Eurasia e dell'Oceania. Il prossimo passo é l'esercito globale, ma anche la moneta elettronica globale, il governo globale, tutto centralizzato nelle mani di pochi.
E pensare che fino a pochi anni fa chi parlava di questo veniva preso comepazzo visionario, adesso il peggio che capita è indifferenza.
Bisogna capire che la storia non è assolutamente un evento casuale ma tutto è ben progettato. La nato e l'onu sin dai principi sono nati per questi scopi. Le vecchie categorie di interpretazione della realtà non servono più, non sono mai servite.



peggio .. ancora oggi se provo a dire che non c'è libertà dìinformazione .. che l'11 settembre è stato un autoattentato .. che ci sono le scie cimiche ... mi danno del matto...

Cpt_Nemo
Inviato: 29/1/2007 12:59  Aggiornato: 29/1/2007 12:59
So tutto
Iscritto: 16/1/2007
Da:
Inviati: 6
 Re: NATO panacea per tutti i mali
Non posso che essere d'accordo con tutto quanto è stato scritto: stiamo procedendo su di un binario già stabilito, solo che la massa non riesce ad avere una visione d'insieme degli eventi tale per cui possa ribellarvisi. Certo che, se come dice cocis quando si tenta di parlare di cose che la gente non vuole sentire si viene presi per matti c'è ben poca speranza.

Il Nautilus blog
Sei uno spirito avventuroso? Nelle leggende cerchi forse la verità che dimora remota e nascosta oltre le terribili cascate del pericolo? Allora è me che cercherai
Iron
Inviato: 29/1/2007 15:24  Aggiornato: 29/1/2007 15:24
So tutto
Iscritto: 3/9/2006
Da: Carcare
Inviati: 14
 Re: NATO panacea per tutti i mali
Una persona normale tende a non crederci. Io stesso ero uno di coloro che prendeva i fatti come me li propinavano, magari con qualche piccolo dubbio; ora, dopo aver scoperto il primo altarino, mi sono messo a scoprirli tutti, non me ne va più bene una, non mi sorprendo più di niente e vedo cospirazioni anche nei programmi scolastici ottocenteschi.

Questi qui non si fermeranno davanti a nulla per ottenere palanche e potere. Hanno creato la NATO apposta come primo passo per quello che descriveva Nunez? Forse. La cosa non mi sorprenderebbe.

Marco M
Inviato: 29/1/2007 17:18  Aggiornato: 29/1/2007 17:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/8/2006
Da:
Inviati: 826
 Re: NATO panacea per tutti i mali
Iron Citazione:
ora, dopo aver scoperto il primo altarino, mi sono messo a scoprirli tutti, non me ne va più bene una, non mi sorprendo più di niente e vedo cospirazioni anche nei programmi scolastici ottocenteschi.


E non sbagli mica... benvenuto

Megamind
Inviato: 29/1/2007 18:55  Aggiornato: 29/1/2007 18:55
So tutto
Iscritto: 21/8/2006
Da:
Inviati: 26
 Re: NATO panacea per tutti i mali
Uuuuuuuffff... meno male non sono l'unico a pensare che ci sono cospirazioni ovunque... stavo quasi pensando di farmi visitare da uno psicologo

winston
Inviato: 29/1/2007 19:36  Aggiornato: 29/1/2007 19:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/10/2005
Da: Eurasia
Inviati: 392
 Re: NATO panacea per tutti i mali
come l’olio di serpente...

.

riciclaggio per uso nazionale o esportazione

"Chi controlla il presente controlla il passato, chi controlla il passato controlla il futuro" Orwell, 1984
semplice
Inviato: 29/1/2007 20:36  Aggiornato: 29/1/2007 20:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/10/2005
Da: dentro la mia testa
Inviati: 77
 Re: NATO panacea per tutti i mali
grande articolo.

condivido in pieno.

Citazione:
Problema-reazione-soluzione

... david icke insegna... e mi sa che mica dice cazzate

clausneghe
Inviato: 29/1/2007 20:58  Aggiornato: 29/1/2007 20:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: NATO panacea per tutti i mali
Questi "signori" militari non sono famosi nè per l'acume nè tantomeno per la preveggenza....

Io li chiamo "signori delle mosche" nel senso che vicino a loro e ai loro "lavori" ci sono sempre le mosche che come è noto sono le prime a impossessarsi dei cadaveri,risultato del loro mortifero agire...

Quello che non sanno e non vogliono sapere,questi "artisti" è che la Nato ha i giorni contati,come sono contati i giorni di Israele e Usa...

Costretti dal loro triste ruolo,non si accorgono di essere a bordo di un Titanic
che stà affondando..proprio come Hitler e Mussolini che fino all'ultimo dicevano:Vincere e vinceremo
A breve assisteremo al crollo del mostro che
stà angheriando,avvelenando,distruggendo
buona parte del mondo.Garantito..
La storia si ripete e così come crollò l'impero Romano ora crollerà sotto il suo stesso peso
di iniquità contronatura la Babilonia che ha sedotto e schiavizzato le genti e le Nazioni..
Come per un effetto boomerang subiranno il tracollo militare in contemporanea
agli eventi cataclismatici che loro stessi hanno
contribuito ad innescare con le loro macchine di morte (Haarp,scie chimiche,uranio impoverito e non ultimo le esplosioni termonucleari che vedremo a breve),il tutto condito da una perdita di valori
etico-morali che li renderà ancor più satanici..
Questi figli di Caino sono segnati e maledetti da Dio
e non vedranno l'alba della nuova Era ...
Quando "le lance e le spade saranno forgiate e trasformate in vomeri" dopo che " si sarà rafreddato il sangue degli omicidi sulla terra,ed essa darà nuovi frutti e nuovi fiori"

Colonnello Nunez,hai fatto i conti senza l'oste...

Bimbodeoro
Inviato: 29/1/2007 22:00  Aggiornato: 29/1/2007 22:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/6/2006
Da: Amicoland
Inviati: 388
 Re: NATO panacea per tutti i mali

"Non è il popolo che deve aver paura del proprio governo, ma è il governo che deve avere paura del proprio POPOLO."

"Sotto questa maschera non c'è solo carne, sotto questa maschera c'è un idea e le idee sono a prova di proiettile."
RiccardoII
Inviato: 30/1/2007 18:13  Aggiornato: 30/1/2007 18:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/10/2006
Da:
Inviati: 74
 Re: NATO panacea per tutti i mali
cioè.. lo dicono chiaro e forte, apertamente, senza pudore: "siamo (da sempre) un governo guerrafondaio (si dice no?..)". gli USA basano la propria esistenza sul warfare, non ci possono essere ancora dubbi ragionevoli contro di questo. me ne sono convinto venendo a sapere dell'esistenza del PNAC e continuo ad avere conferme di questa verità. c'è poco da difendere gli americani. un calcio in culo.

Giorgio, per favore, non tutti hanno studiato al liceo... io di latino non so una pippa!! fammi ridere anche a me!

Riccardo

Pausania
Inviato: 30/1/2007 20:18  Aggiornato: 30/1/2007 20:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: NATO panacea per tutti i mali
Lection number one:

Si vis pacem para bellum: se desideri la pace, prepara la guerra (Vegezio, Epitoma rei militaris)

Extra Nato nulla salus: nessuna salvezza al di fuori della Nato. Parodia dell'originale Extra Ecclesia nulla salus, che significa appunto "non c'è salvezza al di fuori della Chiesa [Cattolica Romana]", cioè se non sei cattolico bruci all'inferno


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA