Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


news internazionali : Il futuro passato remoto
Inviato da Redazione il 2/1/2007 22:10:39 (26983 letture)

Forse il tempo scorre all'indietro. Forse il passato deve ancora accadere, e il futuro se ne è già andato per sempre.

Questa sembra essere l'unica spiegazione valida per riuscire ad accomodare in qualche modo le notizie sempre più stupefacenti che ci arrivano dalla NASA. Non abbiamo ancora finito di meravigliarci per la "perdita" di quello che si può tranquillamente definire il filmato più importante della storia dell'umanità, cioè l'originale dei primi passi dell'uomo sulla Luna, che oggi veniamo a sapere che la NASA cerca "notevoli quantità di sabbia finta", per ricreare sulla terra il suolo lunare. Ne avrebbero bisogno per sperimentare dei nuovi veicoli, simili allo storico "Rover" che calpestò il suolo lunare nelle ultime tre missioni Apollo, in previsione di "nuovi viaggi sulla superficie del nostro satellite".

Al che giustamente viene da dire: "ma scusate, che ne avete fatto dei vecchi studi? Non andava già benissimo, il vecchio Rover, che portava a spasso gli astronauti come se fosse una automobilina dei campi di golf?" Appunto, è proprio qui che scatta il problema, perchè ora pare che abbiano perso anche i vecchi progetti, fatti negli anni sessanta, e tocca ricominciare tutto daccapo. In altre parole, quarant'anni fa, con degli studi fatti completamente al buio -nessuno era ancora "stato sulla Luna", nè per finta nè per davvero - hanno azzeccato il Rover alla perfezione: viaggiava che era un siluro, si ripiegava in poco più di un fazzoletto, saltava come una moto da cross, …

… pesava come una piuma di pavone, ci stavano su almeno due belle ragazze per ogni lato, e soprattutto andava, andava, e andava sempre, con le sue magiche batterie ultraleggere che non si esaurivano mai.

Pensate, pur di risparmiare peso, per riuscire ad andare in orbita con il Saturno, gli astronauti erano costretti a portarsi dietro persino lo spazzolino da denti in lega leggera, ma in compenso in quel modulo lunare ci stavano delle batterie da T.I.R. in grado di far viaggiare il Rover come un piccolo Maserati interstelllare.

Alla stessa stregua, quarant'anni fa gli astronauti attraversavano le fasce di van Allen con una tale disinvoltura che uno di loro non sapeva nemmeno a che altezza si trovassero, mentre oggi pare che lo Shuttle non riesca nemmeno ad avvicinarsi al limite inferiore della prima delle due fasce, che già all'interno dell'astonave si verificano fenomeni allucinatori molto simili a quelli provocati dall' LSD:

 
E ancora: una volta nello spazio esterno, gli eroi di Apollo procedevano disinvoltamente verso la Luna, protetti da una navicella spessa solo qualche centimetro, sfidando le radiazioni cosmiche con una passatina di burro di cacao sulle labbra (se no poi si screpolano, con tutti quegli ioni impazziti che ti attraversano il corpo da parte a parte), mentre di recente la NASA ha inaugurato un settore della ricerca dedicato esclusivamente alla protezione dell'astronauta dai raggi cosmici, "per i futuri viaggi interstellari".

Anche le innovazioni tecnologiche hanno subito un arresto brutale nel loro sviluppo: oggi un qualunque compressore, o una qualunque pompa idraulica, per quanto costosi e sofisticati, il loro piccolo rumorino lo fanno sempre. Gli astronauti invece si portavano sulla spalle il famoso zainetto "tutto in uno", che era contemporaneamente in grado di far circolare l'acqua di raffreddamento delle tute, di scambiarne (chissà come) il calore con l'esterno, di mantenere all'interno una pressione atmosferica simile a quella terrestre, e di fornire loro l'ossigeno da respirare, senza fare il benchè minimo squittìo: quando ascolti la voce degli astronauti, che ci arriva chiara e forte dal nostro amato satellite, la senti immersa nel più profondo e religioso silenzio cosmico. (Per chi non sapesse quanto è profondo il silenzio cosmico, è molto simile a quello di una qualunque stanza di registrazione insonorizzata di Cinecittà).

 La lista dei portenti tecnologici che ci siamo persi per strada è talmente lunga che diventa doloroso ricordarla tutta. Ma dai guanti con ditoni di plastica ipersensibili, che ti permettono di lavorare con un'Hasselblad come se fossi a mani nude, al geniale sistema di riscaldamento/raffreddamento di cui ci ha parlato Alan Bean, che manteneva l'habitat dell'Apollo a temperatura costante nonostante fuori ci fossero 120° gradi al sole, e meno-100° in ombra, tutto è andato perduto, rendendo completamente vani gli stupefacenti progressi tecnologici di quegli anni.

Oppure, appunto, la freccia del tempo è capovolta, e tutto quanto descritto deve ancora arrivare.

Massimo Mazzucco


Fonte NASA - (Grazie a Dusty per la segnalazione)

La Luna è sempre più lontana. Perduto il filmato originale della prima passeggiata lunare.

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
cocis
Inviato: 2/1/2007 22:30  Aggiornato: 2/1/2007 22:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Il futuro passato remoto
sono convinto al 99.99 % che l'uomo non è mai andato sulla luna ... è quell' 0.01% di attivissimo che mi frega.... la voce della coscenza può fare brutti scherzi a volte..

Redazione
Inviato: 2/1/2007 22:37  Aggiornato: 2/1/2007 22:37
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il futuro passato remoto
COSIS: "sono convinto al 99.99 % che l'uomo non è mai andato sulla luna".

Anch'io. Di più non posso permettermelo. Ma non è certo dovuto alle argomentazioni di un Attivissimo qualunque il restante 0,01%...

Novalis
Inviato: 2/1/2007 22:48  Aggiornato: 2/1/2007 22:48
So tutto
Iscritto: 2/12/2006
Da: Roma
Inviati: 9
 Re: Il futuro passato remoto
Senza impelagarsi nei discorsi dei filmati, delle foto e di quant'altro potesse essere stato manipolato per simulare un'esplorazione lunare mai esistita,ho giusto giusto due cose, due dubbi da dissipare.


Avendo bisogno di un'ingente quantità di sabbia per ricreare artificialmente il suolo lunare, mi viene da dire che la NASA prima di mandare in missione le sue "creazioni", abbia la buona e giusta abitudine di testarle praticamente (ci mancherebbe, ne va delal sicurezza di qualche persona,no?),sebbene sviluppi le suddette su una base calcolatoria inequivocabile (lo si spera)ed assolutamente affidabile.
Ora,avendo avuto questa..intuizione..-peraltro molto facilmente captabile- vien da se' che io creda necessarie delle prove, delle simulazioni in una riproduzione artificiale delle Fasce di Van Allen, tanto da avere la certezza indissolubile riguardo la possibiltà che, ancor prima del corpo umano, un mezzo meccanico sia in grado d'attraversarle senza problemi. Di seguito, avuta la precedente certezza, si dovrebbe domandarsi quali possano essere le reazioni del corpo umano a determinati stimoli, equiparabili per tempo ed intensità dell'esposizione a quelli di un presunto viaggio spaziale (ed è doveroso, nello stimare i tempi,farvi rientrare anche gli imprevisti e tutto il resto, sia chiaro).
Ed alloram i domando e dico : tutto ciò, è effettuabile? E' sperimentabile ? Solo un dubbio, anche lecito, credo.


In secondo luogo, vorrei soffermarmi sulla preparazione del cosmonauta Bean, che mi è sembrato addirittura esterreffato nel sentirsi domandare riguardo le fasce di van Allen.
Quali erano le credenziali necessarie per imbarcarsi verso la Luna?


Vi saluto, sempre col beneficio del dubbio.

Citazione:
"Chi vede un gigante esamini prima la posizione del sole e faccia attenzione a che non sia l'ombra d'un pigmeo." - Novalis
cocis
Inviato: 2/1/2007 23:06  Aggiornato: 2/1/2007 23:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Il futuro passato remoto
il 1° viaggio della luna sarebbe una balla colossale per un semplice motivo .. se confermato .. LA DIRETTA TELEVISIVA.. al giorno d'oggi con le moderne tecnologie è quasi impossibile fare una conessione stabile dal dove parte il segnale ... figuriamoci 50 anni fa con le batterie dei allora ...
avevo letto un commento qualche tempo fa .. dove uno che faveceva riprese televisive dagli elicotteri .. diveva che non si poteva allontarare + di tot km dalla base operativa .. pena la perdita del segnale .. figuriamoci un segnale stabile dalla terra alla luna ...

tharivol
Inviato: 2/1/2007 23:33  Aggiornato: 2/1/2007 23:33
So tutto
Iscritto: 24/11/2006
Da: Napoli
Inviati: 22
 Re: Il futuro passato remoto
Forse starò per dire una delle più grandi stupidaggini della mia vita..anzi, forse del mondo intero..ma io mi sono sempre domandato il perchè di questi viaggi...Perchè fare tutti questi viaggi nell'universo [..veri o falsi che siano..], quando sul nostro pianeta si vive a stento?..perchè studiare altri pianeti..le loro atmosfere, i loro composti chimici..quando ancora conosciamo così poco della nostra cara vecchia Terra..la maggior parte delle informazioni che abbiamo del nostro suolo, sono solo a livello teorico..quindi perchè non volgere le ricerche su ciò che abbiamo davanti per migliorare il nostro benessere, piuttosto che cercare non so cosa al di là della nostra atmosfera???

La verità non è dietro l'angolo, bensì dinanzi a noi..semplicemente, è nascosta molto bene...

Peace, Love & Anarky
roberto55
Inviato: 2/1/2007 23:38  Aggiornato: 2/1/2007 23:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/9/2006
Da:
Inviati: 327
 Re: Il futuro passato remoto
Io, invece, sono convinto al 99,99 % che l'uomo sulla Luna c’è andato… è quello 0,01% di Mazzucco che mi frega… la voce della coscienza può fare brutti scherzi a volte…

r.

Nell' avatar: Hans Hartung, Composition T49. Frammento.
Pendolo
Inviato: 2/1/2007 23:47  Aggiornato: 2/1/2007 23:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/11/2005
Da: Giu' al nord
Inviati: 100
 Re: Il futuro passato remoto
Oggi gli effetti speciali sono molto piu' sofisticati, quindi si preparano ad un'altro sbarco, mmm ... magari su marte?

Fesso si , ma con Nesquik
tharivol
Inviato: 2/1/2007 23:47  Aggiornato: 2/1/2007 23:47
So tutto
Iscritto: 24/11/2006
Da: Napoli
Inviati: 22
 Re: Il futuro passato remoto
Sì, ma perchè andarci, è questo quello che mi chiedo e a cui non riesco a dare una risposta..

La verità non è dietro l'angolo, bensì dinanzi a noi..semplicemente, è nascosta molto bene...

Peace, Love & Anarky
clausneghe
Inviato: 3/1/2007 0:05  Aggiornato: 3/1/2007 0:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: Il futuro passato remoto
Sono sempre stato scettico per istinto riguardo al piede umano che ha calpestato il suolo della Luna e quando volevo estereffare gli interlocutori di accese discussioni anche di diverso argomento tiravo fuori il colpo finale e sbalorditivo di mettere in dubbio la conquista della Luna,ottenendo quasi sempre un coro di "te te set matt!"..

Da quando freguento L.C. ho avuto modo di dare un corpo sostanzioso a quelle mie vecchie "intuizioni paranoiche" e ora ho molte più informazioni per continuare il discorso Luna e ridurre le probabilità di prendermi del matto dal superficiale di turno disinformato da 40 anni di TV .

Per concludere,ho valide" intuizioni " che mi dicono che la mano,pardon,zampa,che ha prodotto l'incantesimo lunare,è la stessa che ha allestito la scena del 11/9...

E' la mano della Bestia che brandisce l'arma della menzogna,per il nostro male..

tharivol
Inviato: 3/1/2007 0:21  Aggiornato: 3/1/2007 0:22
So tutto
Iscritto: 24/11/2006
Da: Napoli
Inviati: 22
 Re: Il futuro passato remoto
Mi sa che l'unico neurone che ho ha drizzato le antenne..perchè non continui e ci dici queste tue intuizioni?

La verità non è dietro l'angolo, bensì dinanzi a noi..semplicemente, è nascosta molto bene...

Peace, Love & Anarky
elpueblo
Inviato: 3/1/2007 0:34  Aggiornato: 3/1/2007 0:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/11/2004
Da: Abruzzo meridionale
Inviati: 349
 Re: Il futuro passato remoto
Ormai sono sicuro, sulla Luna non ci siamo mai andati, la nostra tecnologia non ci può ancora permettere di arrivare a 25 miglia (37 km) sopra la terra, figuriamoci sul nostro amato satellite!
Quello che non capisco è a quale fine orchestrare una balla così colossale, mi vengono i brividi solo a pensare che l'umanità è così credulona come dimostrano 11/9 e finto sbarco sulla luna.

Fabrizio70
Inviato: 3/1/2007 0:58  Aggiornato: 3/1/2007 0:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto


AAA cercasi trivella spaziale per carotaggi a batterie , possibilmente piccola , comoda e con prolunghe.

P.S:

Se avete notizie di schermi in plastica quando si effettuano indagini radiologiche fatelo sapere grazie, trovo molto scomodo il piombo.

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Blade1960
Inviato: 3/1/2007 1:11  Aggiornato: 3/1/2007 1:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/11/2006
Da:
Inviati: 264
 Re: Il futuro passato remoto
........andare su http://www.indicius.it/torpore/guarda_che_luna.htm ...... Massimo lo conosci no?
Tanto per rinfrescarsi un po' la memoria poi ognuno e' libero di pensarla come vuole.....io non tengo fuori neanche lo 0,01
per me e' un pieno 100% sulla luna NON ci sono mai andati..................MA! c'e' solo una persona che potra' dirci che con le analisi delle analisi delle analisi senza supponenze sulla luna ci sono stati davvero..e' lui,o non e' lui.........CERTO che e' lui...........HENRY62.

tharivol
Inviato: 3/1/2007 1:36  Aggiornato: 3/1/2007 1:38
So tutto
Iscritto: 24/11/2006
Da: Napoli
Inviati: 22
 Re: Il futuro passato remoto
Oddio..ragazzi, mi sto sempre più convincendo che quelle che sono sempre state le mie impressioni in realtà siano la verità..o almeno, mi ci sto avvicinando!

La verità non è dietro l'angolo, bensì dinanzi a noi..semplicemente, è nascosta molto bene...

Peace, Love & Anarky
Dancar
Inviato: 3/1/2007 1:37  Aggiornato: 3/1/2007 1:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/11/2005
Da:
Inviati: 33
 Re: Il futuro passato remoto
Avevo già letto di questo argomento sul sito e anche del problema della temperatura nelle tute sulla luna.

Ho però un dubbio:
E le tute di oggi? Anche oggi vediamo astronauti uscire nello spazio dove non c'è atmosfera che filtra le radazioni solari (per esempio per operazioni sulle strutture). Dalle immagini mi pare che passino da zone illuminate a zone in ombra senza problemi. Non dovrebbero subire gli sbalzi di 200 gradi come sulla luna? Come è possibile?

fiammifero
Inviato: 3/1/2007 1:47  Aggiornato: 3/1/2007 1:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Il futuro passato remoto
In America sono molti che vanno sulla luna,stranezze della vita o satira della Bath1959.com?

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
Redazione
Inviato: 3/1/2007 2:59  Aggiornato: 3/1/2007 3:02
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il futuro passato remoto
DANCAR: "Anche oggi vediamo astronauti uscire nello spazio dove non c'è atmosfera che filtra le radazioni solari (per esempio per operazioni sulle strutture). "

Come dice anche il filmato, TUTTE le altre missioni umane si sono svolte, e si continuano a svolgere, ben all'interno delle fasce di van Allen, che non a caso proteggono la terra dalle radiazioni cosmiche. Per quel che riguarda l'escursione termica, non saprei dire se nello spazio orbitale sia la stessa che c'è sulla Luna, ma ritengo in ogni caso che in quell'enorme cordone ombelicale, che lega gli spacewalkers alla navetta, ci possa comodamente passare tutto il refrigerante / ossigeno / aria compressa / telecomunicazioni / cappuccio e brioche che siano necessari a stare là fuori per un pò. Il problema è che sulla Luna tutto questo veniva fornito dai silenziosissimi e microscopici zainetti a batteria, anche per due o tre ore consecutive!

°°°°°°°°

THARIVOL: "Perchè fare tutti questi viaggi nell'universo [..veri o falsi che siano..]?"

Beh, c'è una bella differenza: farli davvero vorrebbe dire che stiamo davvero buttando al vento miliardi di dollari (visti i risultati, se non altro) , ma se per caso fossero finti…. Pensa un pò: tutti quei miliarduzzi di dollari che comunque il Congresso americano assegna alla NASA ogni anno, dove vanno a finire secondo te? Nelle tasche dei pensionati, o a finanziare mille esperimenti segreti per le "armi spaziali" del Pentagono?

°°°°°°°°°

ROBERTO55: "Io, invece, sono convinto al 99,99 % che l'uomo sulla Luna c’è andato… è quello 0,01% di Mazzucco che mi frega… la voce della coscienza può fare brutti scherzi a volte…"

L'importante è tenersi aperta una via di fuga.

°°°°°°°°°

EL PUEBLO: "mi vengono i brividi solo a pensare che l'umanità è così credulona come dimostrano 11/9 e finto sbarco sulla luna."

Lo ha detto la TV. Il trucco è tutto lì.

°°°°°°°°°°

Ma davvero non siamo mai andati sulla Luna?

Tubo
Inviato: 3/1/2007 3:53  Aggiornato: 3/1/2007 4:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Rover alla perfezione: viaggiava che era un siluro, si ripiegava in poco più di un fazzoletto, saltava come una moto da cross, …


Ciao Massimo!

Finalmente si torna a parlare di Moon -Hoax.
Se hai avuto modo di seguire i vari threads lunari, soprattutto quello sui Video Lunari, ti risulterà chiaro ciò che sto per dire:

Allora, in realtà il LRV non viaggiava come un siluro, dato che aveva una velocità massima di
13 km/h
Dati English Wiki

Ma anche
http://www.nasm.si.edu/collections/imagery/apollo/lrv/lrv.htm

Polvere/sabbia sollevata:

Come si spiega questo strano innalzarsi di sabbia/polvere sulla terra ?

Cernan sulla Luna

E se si guarda ad esempio questo, si vede bene come i video non sono stati rallentati, almeno nelle scene umane.
Si guardino i movimenti delle braccia e dei busti.

video 2x

Tubo
Inviato: 3/1/2007 4:08  Aggiornato: 8/1/2007 13:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
Altro problema:

Dove sono i cavi?
Anche riprocessando le immagini e i frames video , i cavi non si vedono, mentre sembrano vedersi alcune stelle.
In un ambiente cosi' contrastato come era quello "lunare" fatto di bianchi e neri accentuati, con ombre nere totali, i cavi con gli attuali mezzi di computer photo/video editing si sarebbero dovuti scorgere, no?
Ed invece no.
Anche se molti filmati ci sembrano strani e i movimenti dovuti a cavi...

Moon wires?

Rimangono comunque inspiegabili diverse cose, come l'apparente peso di 1/6 degli oggetti e l'apparente ridotta gravità in tutto il "set" :

piuma e martello


Ciao.

Tubo
Inviato: 3/1/2007 4:21  Aggiornato: 3/1/2007 4:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
Rimane sempre il gran quesito che mi tormenta di notte ( ma non tutte,solo quando mi prende l'insonnia).

Lo sbarco sulla Luna è, ad oggi, il più grande passo dell'uomo nel campo della scienza astronautica, è un dato accettato dai più e soprattutto dato per sicuro e certo dalla Nasa stessa, che infatti propone sul sito di Hubble
A17 landing site

la comparazione delle foto di Hubble ,Clementine e quelle delle missioni Apollo.
Ora, questi gentiluomini,ci mostrano ancora le immagini di A15-16 e 17 come veritiere e, a loro dire inattaccabili.

Come ci si pone difronte a ciò?

E' una palla colossale reiterata?
Che ne sarà di questa palla quando, sempre a sentir loro e la Cina, sulla Luna ci torneranno?

spadrillas
Inviato: 3/1/2007 7:39  Aggiornato: 3/1/2007 7:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/9/2006
Da: vivo tra u.s.a.e afghanistan
Inviati: 35
 Re: Il futuro passato remoto
Ma a che servono i vecchi progetti dello sbarco lunare??....Sulla Luna ci si può sempre andare con il Boeing che si è "schiantato sul pentagono",sarà di sicuro in qualche hangar,...basta farci il pieno e via!!...destinazione Luna o Marte...

spadrillas
Inviato: 3/1/2007 7:43  Aggiornato: 3/1/2007 7:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/9/2006
Da: vivo tra u.s.a.e afghanistan
Inviati: 35
 Re: Il futuro passato remoto
ah.. quiz del nuovo anno!:....
Attenzione!

Perchè con google heart si possono vedere le macchine in sosta a New York,mentre con google Moon non si può vedere pressochè un tubo,nonostante non ci sia la tanto "temuata atmosfera variabile"???

che qualcuno "abbia o non abbia" qualcosa da nascondere?....

Redazione
Inviato: 3/1/2007 8:01  Aggiornato: 3/1/2007 8:01
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il futuro passato remoto
TUBO: Capisco la tua voglia di fare una discussione tecnica, come ben sai di argomenti ce ne sarebbero mille. Ma forse è meglio che quelli li discutiamo nei forum, questo voleva solo essere un articolo un pò ironico, a commento di queste incredibili notizie che continuano a rifilarci, come se fossimo tutti dei fessi patentati.

Infettato
Inviato: 3/1/2007 9:14  Aggiornato: 3/1/2007 9:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Il futuro passato remoto
Io credo che ci siano andati, ma una domanda me la pongo.

ctz

...al geniale sistema di riscaldamento/raffreddamento di cui ci ha parlato Alan Bean, che manteneva l'habitat dell'Apollo a temperatura costante nonostante fuori ci fossero 120° gradi al sole, e meno-100° in ombra,...


--------------------------------------------------------------
Mi pongo una domanda banalissima, ma con queste temperatura la bandiera quanto c...o può resistere?

p.s.forse era piombata?

edit: in effetti è tesa

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
Ghilgamesh
Inviato: 3/1/2007 10:09  Aggiornato: 3/1/2007 10:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Il futuro passato remoto
"Che ne sarà di questa palla quando, sempre a sentir loro e la Cina, sulla Luna ci torneranno?"

Ci diranno che si sono persi pure quelle immagini, tanto oramai siamo in grado di berci di tutto...

FatalError
Inviato: 3/1/2007 10:42  Aggiornato: 3/1/2007 10:42
So tutto
Iscritto: 21/6/2006
Da:
Inviati: 28
 Re: Il futuro passato remoto
Ciao a tutti -- sono molto contento pure io che si torni a parlare di Moon Hoax. A questo proposito, vorrei sottoporre un dubbio che mi e' nato ultimamente, siccome mi capita di leggere continuamente di alieni e simili argomenti (ho preso una deriva pericolosa, lo so...)

Dunque, si tratta di questo. Ammettiamo, per un attimo, che sia vero: alla fine degli anni '60 e' tutto pronto, e si sbarca sulla Luna. E per festeggiare la cosa alla grande, pure con una bella diretta televisiva, il fatto lo merita, no?
Ora, immaginiamoci che le cose stiano proprio cosi'. E' possibile mai che nessuno, nel governo USA, abbia paventato la remotissima possibilita' che, tac, una volta accese le telecamere lassu', non si palesassero inequivocabilmente altre forme di vita intelligente?? Dico, ci immaginiamo che razza di shock per l'umanita'? Pensateci un attimo: si va sulla Luna, bene. Si fa la diretta TV. Ehi, aspettate un attimo... e se inquadriamo ET???... daaai! Ragazzi, ma quale capo di stato avrebbe mai corso un simile rischio??? Ditemi voi se questo mio dubbio non possa avere mai qualche senso...........
Ammesso tutto quanto, ci sono due possibilita': o siamo davvero andati lassu', e questi erano strasicuri che non ci sarebbero state sorprese cosi' deflagranti (ma come, poi? boh!).
Oppure, seconda possibilita': e' tutta una storia.

Infettato
Inviato: 3/1/2007 10:46  Aggiornato: 3/1/2007 10:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Il futuro passato remoto

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
adanos
Inviato: 3/1/2007 11:10  Aggiornato: 3/1/2007 11:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/6/2006
Da: Camin (zona tipica delle chemtrails)
Inviati: 51
 Re: Il futuro passato remoto
-citazione-

"Ma a che servono i vecchi progetti dello sbarco lunare??....Sulla Luna ci si può sempre andare con il Boeing che si è "schiantato sul pentagono",sarà di sicuro in qualche hangar,...basta farci il pieno e via!!...destinazione Luna o Marte..."


Secondo me, il boeing non si è skiantato sul pentagono, in quanto, qualche millimetro prima dell'impatto è entrato un buco spazio-temporale che lo ha catapultato direttamente sulla luna saltando le fasce di Van Allen.
Per questo non si sono trovati i rottami del boeing!!!!
I danni al pentagono sono quindi dovuti dall'energia del buco spazio-temporale!

più chiaro di così!

Citazione:
...La differenza fondamentale tra la Terra e Pandora è che l'atmosfera terrestre non è tossica per gli elohim nostrani.

p.s. http://it.wikipedia.org/wiki/Elohim


Redazione
Inviato: 3/1/2007 11:20  Aggiornato: 3/1/2007 11:27
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il futuro passato remoto
INFETTATO: Non cascarci, il filmato che hai linkato è un DOPPIO FALSO, nel senso ch finge di essere un out-take (un "ciack" da rifare) di una presunta messinscena del primo passo sulla Luna, ma in realtà è dichiaratamente falso, nel senso che gli autori lo hanno fatto solo per far vedere come sia facile riprodurre in studio una inquadratura praticamente identica a quella famosa.

Ciao FATALERROR (mio zio sta nell'esercito, si chiama General Failure ). L'internet pullula di contro-teorie che si pongono in alternativa a quella del Moon-Hoax, ma secondo me sono tutte invenzioni dei debunkers/NASA, per confondere le acque su qualcosa di fin troppo evidente. La tua proposta in particolare potrebbe anche valere, almeno teoricamente, per le immagini TV, ma non dimenticare che nel frattempo ci hanno anche rifilato qualche migliaio di scatti "lunari" fatti chiaramente sulla Terra. Che bisogno c'era di fare anche quelli? Se ti spunta l'alieno mentre scatti, la foto non la pubblichi e basta. (Oppure gli chiedi gentilmente se si sposta un attimo.)

A parte gli scherzi, non c'è nessun bisogno, a mio parere, di complicare le cose semplici: Nixon stava affondando con il Viet-Nam, e aveva un disperato bisogno di distrarre l'attenzione dalla guerra e di risollevare la sua immagine. Da un giorno all'altro si è messo in testa (lo hanno raccontato Kissinger, Haig e lo stesso Rumsfeld, non certo io) che voleva la Luna a tutti i costi, e la voleva subito. Hanno messo tutto in piedi in 15 giorni, da cui la porcheria assoluta di quel lavoro, a partire dal LEM fatto con lo scotch e i cartoncini da trecento lire, per finire con le foto fatte chiaramente di notte sulla Terra. Dopo hanno migliorato il tiro, ma nel frattempo le foto di Apollo 11 erano già state pubblicate, e alla fine si sono ritorte contro di loro. In altre parole, man mano che le facevano meglio (le foto di Apollo 15 - 17 sono "quasi" perfette, poichè scattate al sole, di giorno, in confronto a quelle delle prime 3 missioni) non facevano che mettere in risalto i pastrocchi fatti all'inizio.

EDIT: Se ti interessa esplorare le possibilità dei rapporti UFO/NASA, ti suggerisco questo:

http://www.youtube.com/watch?v=B4PkNPCEnJM

roberto55
Inviato: 3/1/2007 11:32  Aggiornato: 3/1/2007 11:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/9/2006
Da:
Inviati: 327
 Re: Il futuro passato remoto
Per Infettato, che si chiede: “Che film è?...”.

E’ una famosissima burla, in rete da diversi anni.

Gli autori, di una casa pubblicitaria inglese di nome “The Viral Factory”, lo girarono a scopo autopromozionale.

Questo è il testo col quale gli autori spiegarono i retroscena, tradotto in italiano:

“La “papera” del filmato dell'allunaggio dell'Apollo 11: come l'abbiamo realizzata?

Abbiamo girato usando una telecamera a tubo Ikegami originale degli anni Sessanta, presso i Mount Pleasant Studios, a Londra. La persona nella tuta spaziale è un attore. Il resto del “cast” è praticamente la troupe, che ha pensato che si trattasse di un'idea molto divertente e ne voleva fare parte.

Il veicolo di allunaggio e il “paesaggio lunare” erano un set costruito dal nostro art director, Richard Selway. La scaletta lungo la quale scende “Neil” è stata realizzata in base ai disegni tecnici originali scaricati da Internet. Il resto del set è stato costruito in modo da rispecchiare l'originale il più fedelmente possibile.

La superficie lunare era polvere di cemento. Era disgustoso. Anche tenendo al massimo la ventilazione dello studio, si intrufolava dappertutto, e a un certo punto ne fluttuava così tanta che le luci producevano una quantità di riflessi indesiderati.

Il filmato è stato elaborato durante la post-produzione per dare a “Neil” la sua leggerezza e l'effetto cometa dell'originale. Abbiamo riregistrato ed elaborato l'audio per ricreare l'effetto del suono che arriva dalla luna.

Pensiamo sia piuttosto convincente, e una cosa è certa: è costato molto meno che andare davvero sulla Luna.


Insomma: è uno dei tanti scherzi costruiti ad arte sul “mistero” dei viaggi lunari.

roberto

EDIT: ...oooops! Ha già risposto Massimo: chiedo scusa...

Nell' avatar: Hans Hartung, Composition T49. Frammento.
BRASA
Inviato: 3/1/2007 12:32  Aggiornato: 3/1/2007 12:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2005
Da: 1600 Pennsylvania Avenue NW Washington, DC 20500
Inviati: 442
 Re: Il futuro passato remoto
a proposito di burle,
bellissimo è il mock documentary:
Opération Lune..
praticamente i diretti interessati hanno detto tutto ciò che è accaduto davvero, poi alla fine han detto: hey, è una balla!
così tutti quanti han pensato:
se l'han detto loro che segreto era? per forza è una burla!
..furbi..

ispirazione e visione sono in se stesse il fine ed il risultato
LoneWolf58
Inviato: 3/1/2007 13:10  Aggiornato: 3/1/2007 13:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Il futuro passato remoto
Non c'era mica bisogno di Massimo per avere qualche dubbio ;)
due titoli... semplici semplici...
"Capricorn One (1978)" e "Sesso & Potere (1997)"...
oppure no!...
ma nel 1978... Luogocomune c'era già?!...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Gianna
Inviato: 3/1/2007 13:30  Aggiornato: 3/1/2007 13:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/6/2006
Da:
Inviati: 77
 Re: Il futuro passato remoto
Vedo che nonostante tutto il buon Massimo continua con le palle sulla Luna, compresa quella delle fasce di Van Hallen.

Però ancora non ha spiegato come siano stati ingannati le migliaia di astrofili che seguirono la missione con i telescopi e neanche come lo stesso inganno abbia potuto fregare i sovietici o i cinesi o altri che sicuramente avrebbero avuto interesse a smentirlo.

Dettagli che evidentemente non interessano quelli che si dicono sicuri al 99.99% delle teorie che spargono dimostrandole con il nulla o con bugie piuttosto malfatte.

[ OT RIMOSSO ]

La Redazione

EDIT2: Se vuoi parlare di Saddam c'è un articolo apposito in home nonchè varie discussioni nel forum. Qui è palesemente OT, e come da regolamento ti faccio notare che sei tenuta a rispettare l'operato dei moderatori, se desideri spiegazioni chiedile in privato.
Ti consiglio quindi di evitare, in futuro, di modificare un messaggio editato da un moderatore.
Goldstein

Wintermute
Inviato: 3/1/2007 13:51  Aggiornato: 3/1/2007 13:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: aree riservate e protette
Inviati: 1096
 Re: Il futuro passato remoto
cavoli,
sono sempre più convinto che MM aspetti che me ne vada in ferie per tirar fuori dal cappello questi articoli... furbacchione

...furtunati che sono a 56 kapperi....

saluti

Salvo il mondo...
ma con quale estensione?
adanos
Inviato: 3/1/2007 13:59  Aggiornato: 3/1/2007 13:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/6/2006
Da: Camin (zona tipica delle chemtrails)
Inviati: 51
 Re: Il futuro passato remoto
-citazione-

"Però ancora non ha spiegato come siano stati ingannati le migliaia di astrofili che seguirono la missione con i telescopi"

Scusa l'ignoranza, ma dove sono tutti questri astrofili testimoni oculari dell'allunaggio?

-citazione-
"e neanche come lo stesso inganno abbia potuto fregare i sovietici o i cinesi o altri che sicuramente avrebbero avuto interesse a smentirlo."

E chi ha detto che avrebbero avuto interesse a smentirlo, in fin dei conti è stato un "grande passo per l'umanita intera", mica sono per gli staunitensi.
Se ci sono "riusciti" gli USA, anche le altre potenze potevano rastrellare fondi per ipotetici viaggi lunari, i fondi fanno sempre comodo.

Volevo chiedere a Massimo se c'è un 'cestino' su LC dove poter visionare ciò che viene rimosso (OT o altro) dalla redazione.

Ciao

Citazione:
...La differenza fondamentale tra la Terra e Pandora è che l'atmosfera terrestre non è tossica per gli elohim nostrani.

p.s. http://it.wikipedia.org/wiki/Elohim


goldstein
Inviato: 3/1/2007 14:14  Aggiornato: 3/1/2007 14:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Volevo chiedere a Massimo se c'è un 'cestino' su LC dove poter visionare ciò che viene rimosso (OT o altro) dalla redazione.


Non c'è uno spazio del genere, poichè in genere gli OT ed i commenti rimossi non sono di interesse generale per gli altri utenti, comunque siamo soliti salvarne prima una copia proprio per non dare adito a fraintendimenti; quindi chi volesse vedere cosa è stato rimosso a Gianna non ha che da chiedermelo in privato.
Di tanto in tanto, in genere quando i messaggi da rimuovere fanno comunque parte di una discussione che in qualche modo interessa gli utenti (può capitare specie se si arriva in ritardo e il messaggio OT è stato ripreso da altri) li spostiamo in un forum creato per l'occasione riguardante l'oggetto della diatriba, l'ultimo mi pare sia stato questo.
Vi ricordo il "forum sulla gestione del forum" se avete da fare domande, critiche, suggerimenti etc.

Orwell84
Inviato: 3/1/2007 14:28  Aggiornato: 3/1/2007 14:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/3/2006
Da: Ground Zero
Inviati: 1114
 Re: Il futuro passato remoto


Ma quel tizio che parla nel video è veramente Alan Bean o un vecchio rincoglionito? Sono serio, non scherzo.

Gianna
Inviato: 3/1/2007 14:34  Aggiornato: 3/1/2007 14:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/6/2006
Da:
Inviati: 77
 Re: Il futuro passato remoto
Per quello che riguarda astrofili ed astronomi, all'epoca erano dotati di strumenti (telescopi) che permettevano loro di seguire le missioni Apollo ben oltre le fasce di Van Hallen.

Se qualcuno vuole negarlo faccia pure, tanto ormai arrivati a questo punto Mazzucco potrebbe negare qualsiasi cosa pur di darsi ragione e raccogliere l'applauso dei fan

per quanto riguarda:
"E chi ha detto che avrebbero avuto interesse a smentirlo, in fin dei conti è stato un "grande passo per l'umanita intera", mica sono per gli staunitensi.
Se ci sono "riusciti" gli USA, anche le altre potenze potevano rastrellare fondi per ipotetici viaggi lunari, i fondi fanno sempre comodo."

ti farei notare che l'argomento è assolutmente inconsistente. Stalin non aveva certo bisogno di chiedere fondi, gli bastava ordinare, lo stesso dicasi per Mao.
Questo senza considerare che USA ed URSS erano impegnati nella Guerra Fredda e in un corsa allo spazio senza esclusione di colpi.

Se Stalin avesse potuto sputtanare l'eventuale trucco americano facendo fare loro una figura di cacca epocale, lo avrebbe fatto con entusiasmo e nessuna remora.

O forse qualcuno crede che si sia astenuto per oscuri interessi, o ancora per lasciare l'onore a Mazzucco?

In ogni caso non ci fu un sola missione Apollo, ma parecchie http://en.wikipedia.org/wiki/Project_Apollo

Se Mazzucco vuole negare lo sbarco sulla luna dovrebbe spiegare anche come tutto quanto indicato al link sia stato falsificato e come sia stato possibile costringere migliaia di tecnici al silenzio fino ad oggi.

Dimostrare davvero, senza ricorrere a battutine e facezie che lasciano il tempo che trovano.

Apollo 10, 11, 12, 14, 15, 16 e 17 sono tutte missioni che secondo Mazzucco sarebbero state "impossibili". Tutte riportarono materiale lunare riconosciuto tale dai laboratori ai quali fu consegnato per le analisi (non solo laboratori americani), così come è successo recentemente per i campioni di cometa.

Poi con il consueto impegno potrebbe dimostrare come tutte queste immagini http://moonpans.com/missions.htm siano false

Comunque il problema è relativo, ciascuno è libero di farsi del male come preferisce o di credere in quel che vuole, ma per favore si eviti di spacciare come "prove" delle sciocchezze o di falsificare realtà scientifiche come nel richiamo alle fasce di Van Allen.

nichilista
Inviato: 3/1/2007 14:48  Aggiornato: 3/1/2007 14:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
Se Stalin avesse potuto sputtanare l'eventuale trucco americano facendo fare loro una figura di cacca epocale, lo avrebbe fatto con entusiasmo e nessuna remora.


stalin è morto nel '53

in quel periodo in urss c'era Leonid Brežnev

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
adanos
Inviato: 3/1/2007 14:50  Aggiornato: 3/1/2007 14:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/6/2006
Da: Camin (zona tipica delle chemtrails)
Inviati: 51
 Re: Il futuro passato remoto
-citazione-
ti farei notare che l'argomento è assolutmente inconsistente. Stalin non aveva certo bisogno di chiedere fondi, gli bastava ordinare, lo stesso dicasi per Mao.

beh, se lo dici tu.
Suppongo che conoscessi molto bene si Stalin che Mao.

-citazione-
Questo senza considerare che USA ed URSS erano impegnati nella Guerra Fredda e in un corsa allo spazio senza esclusione di colpi.

Hai ragione, ora invece tutto il pianeta è impegnato nella Guerra al Terrore senza esclusioni di colpi, ma lo sannno anche i muri che è tutta una pagliacciata per spaventare e tenere in allarme la popolazione mondiale.

è tutto così inconsistentemente chiaro

Citazione:
...La differenza fondamentale tra la Terra e Pandora è che l'atmosfera terrestre non è tossica per gli elohim nostrani.

p.s. http://it.wikipedia.org/wiki/Elohim


Gianna
Inviato: 3/1/2007 14:58  Aggiornato: 3/1/2007 14:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/6/2006
Da:
Inviati: 77
 Re: Il futuro passato remoto
giusta osservazione nichilista, che però direi non cambi il senso del ragionmento

"Hai ragione, ora invece tutto il pianeta è impegnato nella Guerra al Terrore senza esclusioni di colpi, ma lo sannno anche i muri che è tutta una pagliacciata per spaventare e tenere in allarme la popolazione mondiale.

è tutto così inconsistentemente chiaro"

Qui ti sbagli, non esiste alcun contrapposizione tra blocchi come ai tempi dell'URSS e non esistono avversari del blocco filostatutinitense impegnati in un confronto paragonabile con la Guerra Fredda. Tantomeno i loro nemici possiedono le tecnologie che possedeva l'URSS.

E non esiste nenche che tutto il pianeta sia impegnato nella Guerra al Terrore, che comunque con lo sbarco sulla Luna c'entra come i cavoli a merenda.

Tubo
Inviato: 3/1/2007 14:59  Aggiornato: 3/1/2007 15:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
Questa foto panoramica

A 15

sembra contraddire il fatto che i fondali siano piatti e con una linea di orizzonte continua con alle spalle uno scenario falso di colline.
( guardare a destra seguendo la linea dell'orizzonte).

Il 90% delle immagini invece conferma la teoria di Massimo.

Mi chiedo se le foto e i video che invece mettono in risalto la situazione opposta possano essere rilevanti...

@Gianna: il discorso non è cosi' semplice come lo fai tu. Anche se Stalin o Mao avessero "ordinato", i risultati, soprattutto nel caso cinese non sarebbero comunque arrivati, per mancanza di fondi e tecnologia.

nichilista
Inviato: 3/1/2007 15:01  Aggiornato: 3/1/2007 15:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
anche io come te gianna , credo che sulla luna ci siamo stati.

ma se prendi in considerazione l'ipotesi "NESSUNO è mai statu sulla luna" devi credere che anche l'urss non dovesse avere nessuna intenzione ne vantaggio nello smascherare l'ipotetico teatrino lunare, in quanto avrebbero potuto, con meno soldi e finanziamenti riproporlo pari pari al pubblico sovietico.
molto più conveniente.


per uanto riguarda la cina maoista e di deng xiao , non credo all'epoca avessero mezzi e strumenti per dimostrare alcun che.


ciao( e attenta ai periodi storici )

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
Novalis
Inviato: 3/1/2007 15:03  Aggiornato: 3/1/2007 15:03
So tutto
Iscritto: 2/12/2006
Da: Roma
Inviati: 9
 Re: Il futuro passato remoto
Con il mio amato beneficio del dubbio, Gianna, mi trovo a doverti chiedere quali siano le "palle" da te sopracitate, perchè ho un brutto vizio : quello di non fidarmi del sentito dire, ma delle dimostrazioni ed una buona spiegazione, in questo, m'aiuterebbe a colmare la mia mancanza astronomica.

Da come ti sei esposta, deduco che la tua conoscenza dell'argomentazione sia corposa ed è per questo che ti chiedo, nel caso tu sia disposta, ad esporla, sebbene sinteticamente, tanto che io possa attingervi.

Un saluto.

Citazione:
"Chi vede un gigante esamini prima la posizione del sole e faccia attenzione a che non sia l'ombra d'un pigmeo." - Novalis
franco8
Inviato: 3/1/2007 15:03  Aggiornato: 3/1/2007 15:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 1561
 Re: Il futuro passato remoto
Noooo .. Aiuto! Gli "Zucconi" No!
...
( I Russi e bla bla bal)

Buon anno a tutti!
(anno nuovo, vita vecchia.. vedo!)

P.S.
Io sono solo convinto al 99,99% ... che ci hanno fregato in ogni caso!


tharivol
Citazione:

Forse starò per dire una delle più grandi stupidaggini della mia vita..anzi, forse del mondo intero..ma io mi sono sempre domandato il perchè di questi viaggi...Perchè fare tutti questi viaggi nell'universo [..veri o falsi che siano..],


Scherzi?
E' la domanda più intelligente da porsi. No?

.... ....io non mi definisco affatto volentieri ateo, non più di quanto io sia a-MickeyMouse.
..
(detto, fatto)
adanos
Inviato: 3/1/2007 15:17  Aggiornato: 3/1/2007 15:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/6/2006
Da: Camin (zona tipica delle chemtrails)
Inviati: 51
 Re: Il futuro passato remoto
-citaz-
"E non esiste nenche che tutto il pianeta sia impegnato nella Guerra al Terrore"

Per adesso, sono solo gli USA, poi sarà il turno dell'EU, poi la Russia e via discorrendo.
Porta pazienza, le cose vanno fatte un passo alla volta altrimenti si accorgono anche i più distratti.

-citaz-
".. che comunque con lo sbarco sulla Luna c'entra come i cavoli a merenda."

Sono operazioni pubblicitariò/psicologiche su scala globale volte a creare ben determinate reazioni o distrarre le masse in ben precisi periodi storici.
Inoltre la corsa alla luna/spazio ha fatto volare i titoli delle imprese aerospaziali tanto quanto le guerre hanno fatto coi titoli delle industrie belliche.

Sto solamente semplificando a dismisura le cose.
sempre per come la vedo io.

non l'ho ancora detto, ma
'BUON 2007 A TUTTI!!!!'

Citazione:
...La differenza fondamentale tra la Terra e Pandora è che l'atmosfera terrestre non è tossica per gli elohim nostrani.

p.s. http://it.wikipedia.org/wiki/Elohim


nichilista
Inviato: 3/1/2007 15:20  Aggiornato: 3/1/2007 15:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
Forse starò per dire una delle più grandi stupidaggini della mia vita..anzi, forse del mondo intero..ma io mi sono sempre domandato il perchè di questi viaggi...Perchè fare tutti questi viaggi nell'universo [..veri o falsi che siano..],


credo che questa sia la domanda che si sono sempre posti gli esploratori di ogni luogo( e sopratutto quelli che per loro sborsavano "quatrini"), compresi quelli del XIV XV e XVI secolo.
per non parlare di tutti quelli che hanno speso soldi e tempo nel campo della ricerca delle particelle elementari.
forse col senno di poi non son state spese futili. o si?

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
Tubo
Inviato: 3/1/2007 15:26  Aggiornato: 3/1/2007 15:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Forse starò per dire una delle più grandi stupidaggini della mia vita..anzi, forse del mondo intero..ma io mi sono sempre domandato il perchè di questi viaggi...Perchè fare tutti questi viaggi nell'universo [..veri o falsi che siano..],


Quoto nichilista ed aggiungo che si tratta sempre dello spirito umano e della sua innata voglia di scoprire e sapere. Di spingersi più avanti. L'astronautica è a mio avviso paragonabile alla teologia e alla filosofia, se ne differenzia solo nei mezzi d'indagine.
Se si ragiona così il problema economico risulta molto più giustificabile, pur rimanendo.

Freeman
Inviato: 3/1/2007 15:32  Aggiornato: 3/1/2007 15:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Il futuro passato remoto
Vedete, a prescindere dalla propria "posizione" sulla questione (la mia è ancora a metà del guado...), a me sembra che col solito loop infinito sulle solite, stradiscusse argomentazioni, sia sfuggito il quesito di fondo che MM pone ironicamente, ossia: come è possibile che 40 anni fa abbiano organizzato in poco tempo la prima missione lunare (buona la prima, successo assoluto al primo tentativo) e oggi invece è così difficile? Che fine hanno fatto quelle tecnologie così progredite (per l'epoca) che hanno consentito le numerose missioni Apollo sulla luna, tnato che ad un certo punto si è data l'illusione che si potessero fare viaggi turistici sul satellite? Tecnologie segrete scomparse come il continente Mu?
E per cortesia, rispondete senza tirare fuori la stupidissima quanto inconsistente storia dei tagli al bilancio della NASA...

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Fabrizio70
Inviato: 3/1/2007 15:39  Aggiornato: 3/1/2007 15:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Se qualcuno vuole negarlo faccia pure, tanto ormai arrivati a questo punto Mazzucco potrebbe negare qualsiasi cosa pur di darsi ragione e raccogliere l'applauso dei fan



Eccone un'altra , ma che vi ha fatto Mazzucco ?
Delle tesi moon-hoax ne sono venuto a conoscenza prima di venire su LC , le avevo lette sul sito di Nexus , e derivano da un libro scritto nel 1969 , ripeto 1969 da Kaysing , del resto basta guardare i piattelli d'atterraggio privi di polvere per rendersene conto da soli , solo che prima le immagini che giravano erano di bassa qualità , ora chiunque con un pc collegato se le può vedere da solo , provaci ogni tanto ,puoi partire da qui .....

http://www.hq.nasa.gov/office/pao/History/alsj/frame.html

(piccolo problema , come mai un copyright privato su sito nasa ?
Citazione:

Copyright © 1995-2006 by Eric M. Jones. All rights reserved. Last modified: 12 September 2006.
)

Citazione:

Apollo 10, 11, 12, 14, 15, 16 e 17 sono tutte missioni che secondo Mazzucco sarebbero state "impossibili". Tutte riportarono materiale lunare riconosciuto tale dai laboratori ai quali fu consegnato per le analisi (non solo laboratori americani), così come è successo recentemente per i campioni di cometa.


Anche i russi hanno materiale lunare , non é un mistero che le sonde automatiche possono fare alcuni semplici compiti.

Citazione:
Comunque il problema è relativo, ciascuno è libero di farsi del male come preferisce o di credere in quel che vuole, ma per favore si eviti di spacciare come "prove" delle sciocchezze o di falsificare realtà scientifiche come nel richiamo alle fasce di Van Allen.


Veramente del pericolo radiazioni ne erano ben coscienti , oltre ad avere tre dosimetri sul corpo il trabiccolo spaziale ne aveva altri , tra cui uno simpaticamente nominato "Van Allen Belt Dosimeter" , non credo che serva una laurea per capire a cosa servisse , senza contare che ogni 12 ore dovevano verificare i dati dei dosimetri , peccato che non si trovano , finora solo alcuni "valori medi".

P.S: Finora sul quel sito trovi i PRELIMINARY SCIENCE REPORTS , non i definitivi , dal 70 ad oggi se la stanno prendendo comoda

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
adanos
Inviato: 3/1/2007 15:39  Aggiornato: 3/1/2007 15:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/6/2006
Da: Camin (zona tipica delle chemtrails)
Inviati: 51
 Re: Il futuro passato remoto
-citaz-
.. come è possibile che 40 anni fa abbiano organizzato in poco tempo la prima missione lunare (buona la prima, successo assoluto al primo tentativo) e oggi invece è così difficile?


Semplicemente: non è possibile.
non ci sono andati 40 anni fa e non ci andranno nemmeno tra 100 anni

Fine del loop

Citazione:
...La differenza fondamentale tra la Terra e Pandora è che l'atmosfera terrestre non è tossica per gli elohim nostrani.

p.s. http://it.wikipedia.org/wiki/Elohim


Thibault
Inviato: 3/1/2007 15:43  Aggiornato: 3/1/2007 15:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Un mondo folle
Inviati: 343
 Re: Il futuro passato remoto
Domanda:
Queste famose fasce di Van Allen (è la prima volta che ne sento parlare) a cosa sono dovute?
Di cosa sono fatte? Quali sono i loro effetti sugli esseri viventi e sugli apparati elettronici? Quando sono state scoperte?
Immagino esistano anche attorno agli altri pianeti (in teoria quindi anche sulla luna)
Riguardo alle differenze di temperatura luce/ombra tra lo spazio orbitale e la luna, non credo che ce ne siano. La luna (dalle mie ridottissime conoscenze in astrofisica) non avendo atmosfera, tolta la gravità, dovrebbe avere le stesse condizioni ambientali dello spazio.
Per quanto riguarda il "perchè studiare lo spazio?" equivale al perchè andare avanti con la scienza. Tolta la corsa alla luna degli anni '60 il cui scopo era quasi esclusivamente politico la ricerca scientifica deve molto a studi in campo spaziale.
Riguardo alla distanza massima per le trasmissioni, credo che sulla terra ci sia un limite dato dalla curvatura terrestre per cui non ci si può allontanare di molto, ma verso lo spazio non ci sono barriere fisiche che interrompono il segnale (vedi il Voyager e altre sonde spaziali che trasmettono da ben oltre la luna)
P.S. Le possibilità se siamo andati sulla luna non sono 99.99% e 0.01% ma 50 e 50... o si o no

E' una tranquilla notte di regime
Fabrizio70
Inviato: 3/1/2007 15:56  Aggiornato: 3/1/2007 15:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:

Queste famose fasce di Van Allen (è la prima volta che ne sento parlare) a cosa sono dovute?
Di cosa sono fatte? Quali sono i loro effetti sugli esseri viventi e sugli apparati elettronici? Quando sono state scoperte?
Immagino esistano anche attorno agli altri pianeti (in teoria quindi anche sulla luna)


Ciao Thibault , le FVA sono flussi di particelle che seguono il campo elettromagnetico terrestre da polo a polo , quindi soltanto i pianeti che hanno un campo elettromagnetico possiedono questa caratteristica , la luna no , e l'effetto più visibile sulla terra sono le aurore boreali.
In origine (1958) si pensava che tali particelle venissero dai test termonucleari in atmosfera , ma poi ci si é resi conto che tale campo devia le particelle del vento solare, quindi non é che al di là delle fasce la situazione ritorna tranquilla

http://it.wikipedia.org/wiki/Fasce_di_Van_Allen

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Thibault
Inviato: 3/1/2007 16:03  Aggiornato: 3/1/2007 16:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Un mondo folle
Inviati: 343
 Re: Il futuro passato remoto
Quindi al polo sono più forti, più deboli?
Ci sono dei buchi in queste fasce?

E' una tranquilla notte di regime
Fabrizio70
Inviato: 3/1/2007 16:11  Aggiornato: 3/1/2007 16:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Le puoi immaginare come una ciambella intorno alla terra , hanno una forma toroidale centrata sull'asse magnetico terrestre , ai poli in effetti le FVA non esistono.

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
roberto55
Inviato: 3/1/2007 16:23  Aggiornato: 3/1/2007 16:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/9/2006
Da:
Inviati: 327
 Re: Il futuro passato remoto
Però… su queste fasce di Van Allen ci sarebbe da dire una cosa secondo me risolutiva.

James Alfred Van Allen, lo scopritore delle fasce, è morto pochi mesi fa, nell’agosto del 2006.

37 anni dopo la prima missione lunare.
Già nel pieno del dibattito negazionista.

Ebbene… lui stesso, a quanto mi risulta, non ha mai sollevato obiezioni sull’attraversabilità delle “sue” fasce da parte di un essere umano.

Non ha mai detto: ma quali viaggi sulla Luna?... Ci sono le mie fasce, e di lì non si passa.

Non risulta che Van Allen abbia mai sollevato dubbi sui viaggi lunari.

Questo dovrebbe tagliar la testa al toro, almeno per quanto riguarda la faccenda delle fasce di Van Allen.
O sbaglio?...

roberto

Nell' avatar: Hans Hartung, Composition T49. Frammento.
ivan
Inviato: 3/1/2007 16:24  Aggiornato: 3/1/2007 16:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Il futuro passato remoto
La gaia scienza:


Sempre da Wikipedia:

http://en.wikipedia.org/wiki/Van_Allen_radiation_belt

Citazione:



...
Proponents of the Apollo Moon Landing Hoax have argued that space travel to the moon is impossible because the Van Allen radiation would kill or incapacitate an astronaut who made the trip. James Van Allen himself, now deceased (August 9, 2006), dismissed these ideas. In practice, Apollo astronauts who supposedly travelled to the moon spent very little time in the belts and would have received a harmless dose [6]. Nevertheless NASA said that they deliberately timed Apollo launches, and used lunar transfer orbits that only skirted the edge of the belt over the equator to minimize the radiation. Astronauts who visited the moon would probably have a slightly higher risk of cancer during their lifetimes.



http://it.wikipedia.org/wiki/Fasce_di_Van_Allen

Citazione:


Rimuovere le fasce di van Allen

Le fasce di van Allen costituiscono un pericolo per i satelliti artificiali e sono fonte di preoccupazioni per la salute umana; la costruzione di scudi per proteggere macchinari e uomini dal loro influsso è particolarmente onerosa dal punto di vista economico.

Una recente proposta da parte di Robert Forward, nota come HiVolt, suggerisce un metodo per portare nel giro di un anno il livello della fascia interna all'1% di quello attuale. La sua proposta comporta il dispiegamento di trappole elettricamente cariche in orbita; in questo modo gli elettroni dovrebbero essere deflessi dal campo elettrostatico generato artificialmente e dovrebbero disperdersi senza danni.



Citazione:

Some scientists, however, theorize that the Van Allen belts carry some additional protection against solar wind, which means that a weakening of the belts could harm electronics and organisms;


In sintesi:

Prima: "van Allen Belt? A small and very little problem!".

Dopo: " Forse è il caso di rimuoverle ".

Un attimino ancora dopo: "ma forse non è il caso ...".

Fabrizio70
Inviato: 3/1/2007 16:40  Aggiornato: 3/1/2007 16:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:

Non risulta che Van Allen abbia mai sollevato dubbi sui viaggi lunari.

Questo dovrebbe tagliar la testa al toro, almeno per quanto riguarda la faccenda delle fasce di Van Allen.
O sbaglio?...

roberto


In questo caso credo che sia più utile un parere medico Roberto

Tutto dipende dalla schermatura rispetto all'esterno , se é in grado di abbattere i flussi di particelle in maniera sostanziale non c'é problema ,ma dagli studi più recenti sembra che tali schermi per periodi prolungati debbano avere uno spessore di qualche metro

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
mancio
Inviato: 3/1/2007 16:41  Aggiornato: 3/1/2007 16:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 54
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Le puoi immaginare come una ciambella intorno alla terra , hanno una forma toroidale centrata sull'asse magnetico terrestre , ai poli in effetti le FVA non esistono.


A questo punto potrei chiedere quale traiettoria (oppure percorso) abbia compiuto la misione Apollo.
Se fosse passata per i poli non avrebbe incontrato le fascie e tutto potrebbe divenire più semplice...............

L'articolo di mazzucco invece poneva l'attenzione sulla perdita di conoscienze tecniche/tecnologiche derivate dai viggi lunari.
E' come se una casa automobilistica nel 2007 facesse sperimentazioni per la prima volta su sospensioni ed ammortizzatori.

...il problema maggiore per il mondo è che le persone intelligenti sono piene di dubbi, mentre gli stupidi sono strasicuri di se.
cocis
Inviato: 3/1/2007 16:54  Aggiornato: 3/1/2007 16:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Autore: Gianna Inviato: 3/1/2007 14:34:35

Per quello che riguarda astrofili ed astronomi, all'epoca erano dotati di strumenti (telescopi) che permettevano loro di seguire le missioni Apollo ben oltre le fasce di Van Hallen.

Se qualcuno vuole negarlo faccia pure, tanto ormai arrivati a questo punto Mazzucco potrebbe negare qualsiasi cosa pur di darsi ragione e raccogliere l'applauso dei fan

per quanto riguarda:
"E chi ha detto che avrebbero avuto interesse a smentirlo, in fin dei conti è stato un "grande passo per l'umanita intera", mica sono per gli staunitensi.
Se ci sono "riusciti" gli USA, anche le altre potenze potevano rastrellare fondi per ipotetici viaggi lunari, i fondi fanno sempre comodo."

ti farei notare che l'argomento è assolutmente inconsistente. Stalin non aveva certo bisogno di chiedere fondi, gli bastava ordinare, lo stesso dicasi per Mao.
Questo senza considerare che USA ed URSS erano impegnati nella Guerra Fredda e in un corsa allo spazio senza esclusione di colpi.

Se Stalin avesse potuto sputtanare l'eventuale trucco americano facendo fare loro una figura di cacca epocale, lo avrebbe fatto con entusiasmo e nessuna remora.

O forse qualcuno crede che si sia astenuto per oscuri interessi, o ancora per lasciare l'onore a Mazzucco?

In ogni caso non ci fu un sola missione Apollo, ma parecchie http://en.wikipedia.org/wiki/Project_Apollo

Se Mazzucco vuole negare lo sbarco sulla luna dovrebbe spiegare anche come tutto quanto indicato al link sia stato falsificato e come sia stato possibile costringere migliaia di tecnici al silenzio fino ad oggi.

Dimostrare davvero, senza ricorrere a battutine e facezie che lasciano il tempo che trovano.

Apollo 10, 11, 12, 14, 15, 16 e 17 sono tutte missioni che secondo Mazzucco sarebbero state "impossibili". Tutte riportarono materiale lunare riconosciuto tale dai laboratori ai quali fu consegnato per le analisi (non solo laboratori americani), così come è successo recentemente per i campioni di cometa.

Poi con il consueto impegno potrebbe dimostrare come tutte queste immagini http://moonpans.com/missions.htm siano false

Comunque il problema è relativo, ciascuno è libero di farsi del male come preferisce o di credere in quel che vuole, ma per favore si eviti di spacciare come "prove" delle sciocchezze o di falsificare realtà scientifiche come nel richiamo alle fasce di Van Allen.


tutte le foto e i video diffusi dalla nasa sarebbero falsi ... ...
come mai oggi non riescono ad andare sulla luna ma 50 anni fa si ?? con tutte che proteggono in un sol colpo dai -100° all'ombra ai + 100° al sole ?? oggi non esistono tutte del genere .. figuriamoci allora..
l'astonauta non sapeva dove erano le fasce di van allen ???
li avranno presi al quiz "la pupa e il secchione"
una cosa è fare un giro attorno alla terra .. un conto è andare sulla luna e tornare indietro..

adanos
Inviato: 3/1/2007 17:13  Aggiornato: 3/1/2007 17:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/6/2006
Da: Camin (zona tipica delle chemtrails)
Inviati: 51
 Re: Il futuro passato remoto
"Autore: Gianna Inviato: 3/1/2007 14:34:35"


Certo che Gianna Inviato, è davvero convinta che la foto che ha linkato siano vere.

Sarà perchè alcune costano più di 400$$ autografo incluso?

Boh, a sto punto prendo il mio telefonino, scatto una foto in bianco e nero del foruncolo che mi infastidisce (sulla chiappa sx)
e la metto in vendita come foto di una inedita collina lunare a 270$$.

Se qualcuno la sa vendere a di più si tiene la differenza.

intanto mi faccio una Guinnes!

Citazione:
...La differenza fondamentale tra la Terra e Pandora è che l'atmosfera terrestre non è tossica per gli elohim nostrani.

p.s. http://it.wikipedia.org/wiki/Elohim


Roswell47
Inviato: 3/1/2007 17:23  Aggiornato: 3/1/2007 17:23
So tutto
Iscritto: 2/6/2006
Da:
Inviati: 13
 Re: Il futuro passato remoto
E chi ti dice che non sarebbero in grado di andare sulla LUNA? per caso la NASA ha detto che non ci riuscirebbero?

Bisogna pure dire a chi crede che lo sbarco sia stato semplicemente preparato in fretta una cosa molto importante:
TUTTI gli Apollo dal 1 al 10 erano missioni sperimentali graduali per un eventuale sbarco lunare, infatti già dalla missione Apollo 8 gli astronauti fecero un viaggio verso la Luna ci girarono dietro e poi tornarono indietro verso la Terra seguendo lo stesso percorso che l'Apollo 13 fece per problemi tecnici.

Prendendo poi in esame il rover, è una semplice macchina a quattro ruote elettrica che pure un dilettante di "fai da te" saprebbe costruire in un mesetto, non è mica un concentrato di tecnologia!

Adesso parliamo delle tute:
forse non sapete che le tute spaziali delle missioni apollo derivano direttamente dalle tute utilizzate dai piloti aeronautici che utilizzavano gli aerei spia militari.
Queste tute sono state sperimentate a più non posso in varie condizioni, anche nei laboratori NASA e altri laboratori militari.
Come sapete hanno un radiatore inscatolato che fa circolare liquido in tubi tutto intorno alla tuta per uniformare la temperatura interna. Che condizioni pensate di trovare fuori dall'atmosfera con lo Shuttle? le stesse condizioni che si trovano sulla Luna, cioè +100 al sole e -100 all'ombra circa.
Come pensate che sopravvivano, uomini speciali? no semplicemente quelle tute funzionano.
Ricordo inoltre che il cordone non fa passare niente al suo interno, è semplicemente un cavo di collegamento di sicurezza alla navetta.

Perchè pensate che sia così difficile andare sulla Luna? io la vedo una cosa abbastanza facile da progettare e mettere in atto, l'unico inconveniente sono i SOLDI per il
missile che deve far partire il tutto, sappiamo bene quanto il carburante missilistico costa, è infatti molto difficile produrre l'IDROGENO utilizzato nei missili spaziali.
Diciamo che il prezzo del missile è più o meno l'80% del costo totale della missione...

Fidatevi non è così difficile andare sulla Luna, quante sonde sono state mandate prima di sbarcare sulla Luna? quanti satelliti? quante sonde sono state mandate in vari pianeti del sistema solare? che sono tutte finte? e le sonde dell'ESA? tutto finto? ma dai... non esageriamo, Massimo un consiglio, rimaniamo quì sulla TERRA

- Cosmic Top Secret -
Gianna
Inviato: 3/1/2007 17:49  Aggiornato: 3/1/2007 17:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/6/2006
Da:
Inviati: 77
 Re: Il futuro passato remoto
le balle evidenti nell'articolo di Mazzucco ci sono per chiunque le voglia distinguere.

Dice che oggi non sono in grado di fare tute efficienti come quelle degli equipaggi Apollo, ma è vero il contrario poichè quelle in dotazione per le uscite dallo Shuttle e dalla stazione spaziale orbitante permettono lunghe permanenze all'esterno, all'ombra come al sole e sono pure dotate di propulsori.

Parla di strana assenza di rumore quando chiunque sa che in assenza di atmosfera il rumore non può propagarsi.

Spaccia la sperimentazione di un nuovo veicolo come la prova della non esistenza del vecchio, ma il fatto che ne stiano sperimentando uno nuovo non vuol dire che non ne sia mai stato prodotto prima uno in grado di funzionare, anche perchè altrimenti il lancio di ogni nuova auto significherebbe che quelle vecchie non sono mai esistite o che erano trucchi ed illusioni hollywoodiane seguendo il metodo-Mazzucco.

La mena con le fasce, ma le fasce non circondano completamente la terra (grazie chi lo ha ribadito), quindi bastava scegliere una traiettoria che le evitasse ed ecco che "l'impossibile" mazzucchiano si rivela un altro pacco.

Quanto agli scambiatori di calore, erano già all'epoca tecnologia matura, visto che frigoriferi e condizionatori esistevano da un pezzo (1902 l'invenzione del condizionatore).

Se queste sono prove...

Fabrizio70
Inviato: 3/1/2007 17:57  Aggiornato: 3/1/2007 17:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:

A questo punto potrei chiedere quale traiettoria (oppure percorso) abbia compiuto la misione Apollo.
Se fosse passata per i poli non avrebbe incontrato le fascie e tutto potrebbe divenire più semplice...............


Fare un orbita sopra i poli è molto più complicato che un'orbita equatoriale , probabilmente hanno seguito il piano dell'eclittica per raggiungere la luna , sfasato rispetto al piano equatoriale , ma sicuramente attraversando le fasce.
Ricordo che il problema NON sono le fasce , ma quello che c'é AL di LA' delle fasce , giusto per dare un idea c'é una scala per misurare le intensità dei brillamenti solari , ed é composta da lettere che rappresentano magnitudo , ebbene si sono registrati brillamenti che hanno portato "fuori scala" le misurazioni , molto più grandi del previsto , all'epoca non erano numerose come adesso le informazioni sulla situazione nello spazio , le emissioni di raggi x e gamma si sono scoperte quando i satelliti con gli strumenti adatti sono andati in orbita , prima non pensavano neanche che esistessero.

Citazione:

L'articolo di mazzucco invece poneva l'attenzione sulla perdita di conoscienze tecniche/tecnologiche derivate dai viggi lunari.
E' come se una casa automobilistica nel 2007 facesse sperimentazioni per la prima volta su sospensioni ed ammortizzatori.


A quanto sembra hanno perso l'indirizzo dei siti di prova , nel 68 andavano bene ed oggi no ?

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Teknomaker
Inviato: 3/1/2007 17:57  Aggiornato: 3/1/2007 17:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/5/2006
Da:
Inviati: 675
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Roswell47: Fidatevi non è così difficile andare sulla Luna, quante sonde sono state mandate prima di sbarcare sulla Luna? quanti satelliti? quante sonde sono state mandate in vari pianeti del sistema solare? che sono tutte finte? e le sonde dell'ESA? tutto finto?


..............

Abulafia
Inviato: 3/1/2007 18:00  Aggiornato: 3/1/2007 18:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/11/2005
Da:
Inviati: 1612
 Re: Il futuro passato remoto
Buonasera Gianna,

Citazione:
Parla di strana assenza di rumore quando chiunque sa che in assenza di atmosfera il rumore non può propagarsi.

Il suono si trasmette attraverso la materia in generale, e poichè il microfono degli astronauti era dentro il casco pressurizzato (per motivi che oserei definire ovvi...), il rumore avrebbe potuto benissimo arrivarci senza dover "passare da fuori", non credi?

Gianna... anno nuovo, vecchi travasi di bile. Se dai Tuoi post riuscissi a levare la rabbia che sputi ad ogni intervento qui su LC, la conversazione riuscirebbe più gradita e magari eviteresti anche alcuni errori.

E' tutta salute guadagnata.

...Ars adeo latet arte sua...
Gianna
Inviato: 3/1/2007 18:10  Aggiornato: 3/1/2007 18:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/6/2006
Da:
Inviati: 77
 Re: Il futuro passato remoto
A parte che "potrebbe benissimo arrivarci" è molto diverso dal "si sarebbe dovuto sentire per forza" che è l'ipotesi implicita quando Mazzucco dice che facevano rumore, ma che il rumore non si sente...quindi...

non si tratta di bile, si tratta solo del fatto che non sopporto gli imbonitori e quelli che giocano con le parole arrivando a negare la realtà; con tipi del genere tendo a tralasciare le buone maniere, tanto non servono nulla quando uno è un believer o quando si atteggia a paladino della verità spacciando patacche.

prosit

Anonimo
Inviato: 3/1/2007 18:18  Aggiornato: 3/1/2007 18:18
 Re: Il futuro passato remoto
A me piacerebbe sapere come si sposano tutti i discorsi fatti (allunaggi, fasce di van halen, la gravità stessa) con la teoria della terra cava, se cioé sono prove ulteriori o non sono compatibili.

Già in passato ho chiesto numi ma non ho ottenuto risposta alcuna.

Ci riprovo...

Paxtibi
Inviato: 3/1/2007 18:20  Aggiornato: 3/1/2007 18:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Il futuro passato remoto
non sopporto gli imbonitori e quelli che giocano con le parole arrivando a negare la realtà

Cioè quelli come te, per i quali ad esempio Stalin era vivo e vegeto nel '69...


con tipi del genere tendo a tralasciare le buone maniere, tanto non servono nulla quando uno è un believer o quando si atteggia a paladino della verità spacciando patacche.

Posso quindi mandarti a fare in culo tranquillamente?

Fabrizio70
Inviato: 3/1/2007 18:21  Aggiornato: 3/1/2007 18:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Fidatevi non è così difficile andare sulla Luna


Infatti il problema é tornare

Citazione:

Prendendo poi in esame il rover, è una semplice macchina a quattro ruote elettrica che pure un dilettante di "fai da te" saprebbe costruire in un mesetto, non è mica un concentrato di tecnologia!


Veramente tanto semplice non é , ad esempio in ogni mozzo della ruota c'é il motore , e già questa soluzione porta a notevoli problemi aggiuntivi (se si rovinano i cuscinetti blocchi il motore) , aggiungiamo il fatto che gli avvolgimenti avevano gli allarmi tarati a 400 F° (205 C°) , attualmente qui sulla Terra con un raffreddamento migliore gli allarmi vengono tarati per un valore di 100-120C°,e questi sono solo alcuni dei problemi.

@gianna

Citazione:

Parla di strana assenza di rumore quando chiunque sa che in assenza di atmosfera il rumore non può propagarsi.


Quella dell'assenza del rumore nelle tute é la situazione più semplice , durante l'allunaggio avevano il razzo acceso a poche decine di centimetri , e pure qui al massimo si sente un sibilo

Citazione:

La mena con le fasce, ma le fasce non circondano completamente la terra (grazie chi lo ha ribadito), quindi bastava scegliere una traiettoria che le evitasse ed ecco che "l'impossibile" mazzucchiano si rivela un altro pacco.


Le FVA ci fanno da SCHERMO rispetto al cosmo , i problemi sono al di FUORI delle FVA.

Citazione:

Quanto agli scambiatori di calore, erano già all'epoca tecnologia matura, visto che frigoriferi e condizionatori esistevano da un pezzo (1902 l'invenzione del condizionatore).


Già , peccato che i sistemi di cui parli funzionano per espansione dei gas in un circuito chiuso , quelli utilizzati dalle missioni Apollo invece utilizzano la sublimazione , ovvero fanno "disperdere" il vapore acqueo nel vuoto su uno scambiatore , si forma del ghiaccio che sublimando per la bassissima pressione sottrae calore all'ambiente.

P.S: Il livore verso Massimo aumenta , prenditela con Bill Kaysing , ne guadagna di salute il fegato

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Tubo
Inviato: 3/1/2007 18:21  Aggiornato: 3/1/2007 18:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Autore: Morfeo Inviato: 3/1/2007 18:18:47 A me piacerebbe sapere come si sposano tutti i discorsi fatti (allunaggi, fasce di van halen, la gravità stessa) con la teoria della terra cava, se cioé sono prove ulteriori o non sono compatibili.


Non si sposano.
Però ieri sera ho giurato che se trovo una donna giusta per me io si, mi sposo.



Qualcuno ha voglia di dare un'occhiata alle foto di Luna 21 sull'apposito thread?
Ciao.

zuldan
Inviato: 3/1/2007 18:28  Aggiornato: 3/1/2007 18:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/7/2006
Da: 4 angoli
Inviati: 115
 Re: Il futuro passato remoto
Ho trovato qualche foto interessante sullo "sbarco"lunare,analizzata criticamente.
Questo è il Link

Det.Conan
Inviato: 3/1/2007 18:46  Aggiornato: 3/1/2007 18:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: Il futuro passato remoto
Domande domanduccie:

1)Perche' delle missioni lunari pur essendo l'impresa piu' importante del genere umano si parla cosi' poco e solo per accennarne la falsita'?

2)Quale ente "contribuisce" ad alimentarne il mistero pur essendo facilissimo controllare?

3)Cosa si guadagna nell'affermare la falsita' delle missioni?

4)Cosa ESCLUDE la falsita' delle missioni e a CHI giova questa esclusione?

Chi vuole capire capisca...

Gianna
Inviato: 3/1/2007 18:49  Aggiornato: 3/1/2007 18:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/6/2006
Da:
Inviati: 77
 Re: Il futuro passato remoto
non sopporto gli imbonitori e quelli che giocano con le parole arrivando a negare la realtà

Cioè quelli come te, per i quali ad esempio Stalin era vivo e vegeto nel '69...
--------------------

vedi caro, io non ho nessuna difficoltà ad ammettere un errore (già fatto nel caso citato), gli imbonitori invece si...

e mi pare che di esempi ce ne siano parecchi su questo sito

sono quelli come te che svicolano sul merito per limitarsi delegittimare l'interlocutore che preoccupano....

Tubo
Inviato: 3/1/2007 18:50  Aggiornato: 3/1/2007 18:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
Ciao zuldan, quel sito propone le solite critiche, molte delle quali, ad onor del vero, sono facilmente smontabili...

Se vuoi teorie più concrete prova a guardare le analisi di Jack White su Aulis.com

Paxtibi
Inviato: 3/1/2007 18:55  Aggiornato: 3/1/2007 18:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Il futuro passato remoto
io non ho nessuna difficoltà ad ammettere un errore (già fatto nel caso citato)

Non è che ammettendolo ne diminuisci la gravità, e come credi di poter essere credibile sparando simili castronerie? Quando si è così ignoranti si dovrebbe se non altro evitare di essere aggressivi, altrimenti la figura di merda diventa memorabile.

sono quelli come te che svicolano sul merito per limitarsi delegittimare l'interlocutore che preoccupano....

Ma vedi cara, tu non hai mai fatto niente di diverso.

Che mi devo preoccupare?

Roswell47
Inviato: 3/1/2007 19:10  Aggiornato: 3/1/2007 19:10
So tutto
Iscritto: 2/6/2006
Da:
Inviati: 13
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Veramente tanto semplice non é , ad esempio in ogni mozzo della ruota c'é il motore , e già questa soluzione porta a notevoli problemi aggiuntivi (se si rovinano i cuscinetti blocchi il motore) , aggiungiamo il fatto che gli avvolgimenti avevano gli allarmi tarati a 400 F° (205 C°) , attualmente qui sulla Terra con un raffreddamento migliore gli allarmi vengono tarati per un valore di 100-120C°,e questi sono solo alcuni dei problemi.


Mettere 1 motore per ogni ruota è molto più semplice che mettere un motore unico e creare le varie trasmissioni e differenziali per una macchina 4x4 , stiamo parlando di macchina elettrica, e se chiedi a qualunque ingeniere, per una macchina elettrica è preferibile mettere 1 motore per ogni ruota.
I cuscinetti poi, che problema c'è?
perchè si dovrebbero rompere se sono nuovi e testati a dovere in gravità Terrestre?
A me i cuscinetti della bicicletta non si sono mai rotti, perchè si dovrebbero rompere al rover DELLA NASA???

Il calore sulla Luna, +100 al massimo, non ha effetti negativi sui motori elettrici, e devi anche contare che per la maggior parte del tempo i motori erano in ombra, quindi a -100, e il problema di surriscaldamento non c'è.

- Cosmic Top Secret -
nichilista
Inviato: 3/1/2007 19:12  Aggiornato: 3/1/2007 19:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
scusate, sbaglio o lo stesso Van Allen partecipò in passato al programma spaziale NASA ed in particolare al progetto APOLLO ?
(ricordiamo anche che se purre siamo andati sulla luna, come io credo, lo abbiamo fatto grazie al riciclaggio di un ex gerarca/ricercato nazista padre dei V2 e con sulla coscienza miliaia di prigionieri di guerra costretti a lavorare nelle cave d'olanda)


non capisco poi perchè si dica che ora è divenuto difficile ritornarare sulla luna? mi pare che si tratti solo di problemi di fondi, come sempre, non tecnici

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
Gianna
Inviato: 3/1/2007 19:36  Aggiornato: 3/1/2007 19:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/6/2006
Da:
Inviati: 77
 Re: Il futuro passato remoto
ao' paxtibi

un lapsus è un lapsus

"Quando si è così ignoranti si dovrebbe se non altro evitare di essere aggressivi, altrimenti la figura di merda diventa memorabile."

parli di Mazzucco & friends che con questa storia mostrano la totale assenza di discernimento o di quelli che ti hanno messo al mondo?

Di figure di merda memorabili è pieno Luogocomune e non sono certo lapsus, visto che le avete difese a sangue, dalle pozze di metallo fuso a queste cazzate con le quali tentate di dimostrare che addirittura fosse "impossibile" andare e tornare dalla luna.
Per non parlare della terra cava, che ci sia ancora qualcuno che ne parla senza essere sepolto dalle pernacchie è dvvero strano. Tanto per dire, se la terra fosse cava sarebbero stati falsificati tutti i calcoli relativi alla gravità terrestre, il Modello Standard e più in generale i 3/4 degli esperimenti dei fisici.

Te lo ripeto, con mezzi modestissimi i viaggi dell'Apollo sono stati seguiti da migliaia di astrofili ed astronomi, ben oltre le famose fasce.

Nessuno del partito no-moon si è azzardato a commentare questo piccolo particolare e neanche a spiegare, come al solito, come sarebbe stato possibile ridurre al silenzio migliaia di persone coinvolte nelle varie missioni Apollo e come sia stato addirittura possibile mettere a tacere tutta la comunità di fisici ed astrofici che sanno come è fatto lo spazio tra la terra e la luna.

-provateci-

scommetto che un sacco di gente non vede l'ora di vedervi arrampicare sugli specchi con ipotesi ancora più ridicole di quanti hanno negato l'interesse di URSS, Cina ed altri paesi a svelare l'eventuale truffa

-provateci-

o avete paura della figura di merda di fronte all'ignorante e preferite svicolare?

dai paxtibi, fuori il coraggio e facci la tua ipotesi senza svicolare dall'alto del puplito dal quale mi dai dell'ignorante

Forse non lo avete relizzato, ma se l'ipotesi di Mazzucco fosse plausibile, vorrebbe dire che anche tutti i fisici del mondo sono complici della messa in scena.

...e scusate se sembrerò ancora un volta biliosa, ma Mazzucco non è più attendibile della comunità scientifica mondiale nel suo complesso e le sue dimostrazioni tali non sono, sono solo ipotesi sostenute con ironie fuori luogo e argomenti buoni per i fedeli.

Comunque coraggio, dimostrate come tutti quelli che hanno seguito a vista le missioni e tutti
quelli che ci hanno lavorato potevano essere messi a tacere, la palla è nel vostro campo.

ovviamente l'invito vale anche per lo spiritoso Mzzucco


Freeman
Inviato: 3/1/2007 19:51  Aggiornato: 3/1/2007 19:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Il futuro passato remoto
Che due coglioni, sempre le stesse puttanate, bah.

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Paxtibi
Inviato: 3/1/2007 19:57  Aggiornato: 3/1/2007 19:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Il futuro passato remoto
dai paxtibi, fuori il coraggio e facci la tua ipotesi senza svicolare dall'alto del puplito dal quale mi dai dell'ignorante

La mia ipotesi? Secondo me sei un troll.


mancio
Inviato: 3/1/2007 20:06  Aggiornato: 3/1/2007 20:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 54
 Re: Il futuro passato remoto
@Gianna

Citazione:
Comunque coraggio, dimostrate come tutti quelli che hanno seguito a vista le missioni e tutti
quelli che ci hanno lavorato potevano essere messi a tacere, la palla è nel vostro campo.


Questo argomento è stato ampiamente dibattuto nei forum sul Moon-Hoax proprio qui su Luogocomune.

...il problema maggiore per il mondo è che le persone intelligenti sono piene di dubbi, mentre gli stupidi sono strasicuri di se.
Fabrizio70
Inviato: 3/1/2007 20:16  Aggiornato: 3/1/2007 20:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
provateci-

o avete paura della figura di merda di fronte all'ignorante e preferite svicolare?


Che sei ignorante ce ne siamo accorti , basta leggere questa frase.....

Citazione:

Te lo ripeto, con mezzi modestissimi i viaggi dell'Apollo sono stati seguiti da migliaia di astrofili ed astronomi, ben oltre le famose fasce.


Sai di cosa stai parlando ? no , evidentemente no , però vieni qui e ti permetti di attaccare una persona con argomenti che farebbero ridere i bambini ....



Questo é il modestissimo radiotelescopio necessario per ricevere le comunicazioni , pensa che se la missione fosse partita nella seconda finestra di lancio avrebbero dovuto cambiare traiettoria per permettere all'antenna nasa corrispondente di Goldstone di seguire il touch-down , riguardo ai telescopi attualmente l'hubble (domani lo lancio pure io ) ha una risoluzione di 6 metri per pixel sulla superficie lunare , immagina cosa ti serve sulla terra per fare quello che dici te , ma per farlo puoi chiedere aiuto a rigel nell'apposito forum dei viaggi lunari , é della tua stessa idea......


Citazione:

Comunque coraggio, dimostrate come tutti quelli che hanno seguito a vista le missioni e tutti
quelli che ci hanno lavorato potevano essere messi a tacere, la palla è nel vostro campo.

ovviamente l'invito vale anche per lo spiritoso Mzzucco


Mai visto il film "Capricorn One" ?
Eppure anche quello é bello vecchiotto , del 1978 , con gente del calibro di Telly Savalas , O.J. Simpson ed Elliott Gould , non un b movie , stranamente sparito dalla circolazione , li puoi trovare parecchie risposte....

http://it.movies.yahoo.com/c/capricorn-one/index-115907.html

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Pendolo
Inviato: 3/1/2007 20:21  Aggiornato: 3/1/2007 20:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/11/2005
Da: Giu' al nord
Inviati: 100
 Re: Il futuro passato remoto
Mi pare che quello che voleva far notare l'articolo,non sia stato capito,dato lo sforzo e le tecnologie sofisticate dove sono le ricadute tecnologiche che normalmente ci aspetteremmo?

Fesso si , ma con Nesquik
Tubo
Inviato: 3/1/2007 20:34  Aggiornato: 3/1/2007 20:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
Vedi Gianna ( magari sei pure un uomo!! )
qui ci sono persone che vanno d'accordo pur essendo di opinioni lievemente diverse su alcune cose. Conta la buona fede e il rispetto.
Se sei venuta/o per insultare Mazzucco o alcuni utenti puoi benissimo tornartene sulla Luna, lì ci saranno i miei amici a darti calorosa accoglienza...

Se poi ti si dice che sei ignorante e tu dici che è stato un lapsus capisci che i sospetti diventano realtà.

Quindi vedi di non degenerare e ridurre a spazzatura questa discussione interessante, visto che sugli appositi thread non intervieni mai, e che qui invece ci sono alcuni utenti di cui mi interessa il parere che stanno intervenendo.

Vieni sui thread a discutere.
Ma se fai questo gioco duri meno di 2 gg, come disse un giorno Nixon a Stalin...

ooops... , un lapsus....

Fabrizio70
Inviato: 3/1/2007 20:39  Aggiornato: 3/1/2007 20:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:

A me i cuscinetti della bicicletta non si sono mai rotti, perchè si dovrebbero rompere al rover DELLA NASA???

Il calore sulla Luna, +100 al massimo, non ha effetti negativi sui motori elettrici, e devi anche contare che per la maggior parte del tempo i motori erano in ombra, quindi a -100, e il problema di surriscaldamento non c'è.



I tuoi cuscinetti sono progettati per resistere un pò di più delle 10 ore previste per il rover , senza contare che dopo 3 ore di funzionamento dovevano seguire 3 ore di pausa in condizioni normali , giusto perché il calore non é un problema,in realtà la trasmissione di calore tramite irraggiamento é un sistema molto inefficiente per smaltire calore

Manuale operativo del LR...

http://www.hq.nasa.gov/alsj/lrvhand.html

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
artax
Inviato: 3/1/2007 20:41  Aggiornato: 3/1/2007 20:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2006
Da:
Inviati: 41
 Re: Il futuro passato remoto
Gianna ma perchè non ti calmi?
Siamo tutti liberi di pensare come vogliamo l'importante è che te e quelli come te la smettiate di ridicolizzare tutti noi e di fare i finti educati iniziamlmente per poi diventare peggio di scaricatori di porto...

ma non offendi la tua intelligenza nell'intrattenere parola con noi che spariamo palate di merda?

Noi cerchiamo risposte attraverso dibattiti seri e tu?

Mi sono decisa, hai ragione..non bisogna fare di tutta l'erba un fascio..ora anche io credo al filmato dello sbarco sulla luna................ma cosa ci fa Robert Redford....aaaaaaaah nooooo! quello è i Giorni del Condor...ma come avrò fatto a sbagliarmi!

chiedo venia!

se pensi di sapere tutto e di vivere in un mondo veritiero accomodati pure...

zuldan
Inviato: 3/1/2007 20:44  Aggiornato: 3/1/2007 20:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/7/2006
Da: 4 angoli
Inviati: 115
 Re: Il futuro passato remoto
Ciao,Tubo,ti ringrazio per il link.Mi è sembrato molto interessante e dettagliato.
L'unico problema è che io con l'inglese, mi trovo a mio agio come un pinguino nel deserto. Grazie,comunque.

Sertes
Inviato: 3/1/2007 20:49  Aggiornato: 3/1/2007 21:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Il futuro passato remoto
RIMOSSO perchè OT

La Redazione

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
tharivol
Inviato: 3/1/2007 21:05  Aggiornato: 3/1/2007 21:05
So tutto
Iscritto: 24/11/2006
Da: Napoli
Inviati: 22
 Re: Il futuro passato remoto
"Per quanto riguarda il "perchè studiare lo spazio?" equivale al perchè andare avanti con la scienza."
Thibault


No, ti sbagli..che benefici porta materialmente parlando lo studio dello spazio?..non confondere lo spazio con la scienza..la scienza ha cambiato per anni la nostra vita..che l'abbia cambiata in bene o in male, non ha importanza..l'ha cambiata..invece, studiare lo spazio potrebbe mai migliorare la nostra vita?..io non penso proprio..anche perchè sarebbe più facile [..e sicuramente più sicuro] studiare il nostro pianeta, che ricordo conosciamo più a livello teorico che altro...

La verità non è dietro l'angolo, bensì dinanzi a noi..semplicemente, è nascosta molto bene...

Peace, Love & Anarky
nichilista
Inviato: 3/1/2007 22:04  Aggiornato: 3/1/2007 22:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
No, ti sbagli..che benefici porta materialmente parlando lo studio dello spazio?..non confondere lo spazio con la scienza..la scienza ha cambiato per anni la nostra vita..che l'abbia cambiata in bene o in male, non ha importanza..l'ha cambiata..invece, studiare lo spazio potrebbe mai migliorare la nostra vita?..io non penso proprio..


beh, dipende. se per te la vita è stomaco e genitali (scusa la semplificazione) forse no.ma penso che anche la conoscienza, anche fine a se stessa, non può che migliorare e dare luce alle nostre vite.
altrimenti sai quanti libri al rogo...
poi non ti scordare branche dell'astronomia, quali l'astrobiologia, l'esobiologia.tutte con una prospettiva futura di utilità


anche perchè sarebbe più facile [..e sicuramente più sicuro] studiare il nostro pianeta, che ricordo conosciamo più a livello teorico che altro...


si, ma perchè una scienza deve escludere l'altra. stanno facendo un così bel lavoro gli amici geologi, scienziati della terra, fisici su questo versante. pensa a tutte le scoperte , fatte dai sismologi, sulla struttura interna della terra( non capisco come si può parlare di terra cava?).

PER GIANNA(e i suoi "ipotesi ancora più ridicole di quanti hanno negato l'interesse di URSS, Cina ed altri paesi a svelare l'eventuale truffa)


signor' gianna aggevolerebbe di molto la lettura dei suoi post un po' più di gentilezza, un'edulcorazione del suo modo di esprimersi.con un nick o un altro, la sua battaglia antimazzucchiana dopo un po' stufa (perchè, almeno a me, non interessa)

poi lasci stare signor' gianna i discorsi su usa e urss, lei è tanto esperto in altri campi, non si addentri nel settore geopolitico .non vorremmo resuscitare illustri morti ancora una volta?

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
reaven
Inviato: 3/1/2007 22:21  Aggiornato: 3/1/2007 22:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/11/2005
Da:
Inviati: 341
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
se pensi di sapere tutto e di vivere in un mondo veritiero accomodati pure...


piu' che altro eviterei di perdere tempo in un forum di complottisti.
Buon per te Gianna che della vita hai capito tutto

Redazione
Inviato: 3/1/2007 22:28  Aggiornato: 3/1/2007 22:28
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il futuro passato remoto
Povera Gianna! Pensate davvero alla vita che deve fare questa donna (che ragiona e scrive con un uomo di mia vecchia conoscenza), costretta ogni volta che viene su LC a trangugiare ettolitri di bile per quello che scrivo io.

E poi è pure convinta di quello che dice: lo sanno tutti che nel vuoto il suono non si propaga! (Ti rivelo un segreto, Gianna: gli astronauti sono partiti dalla terra tenendo il fiato. Ecco perchè nel casco NON c'è aria, e quindi all'interno delle tute il suono NON si propaga).

Vuoi sapere come hanno fatto a ingannare le migliaia di astrofili in una volta sola? Nello stesso modo in cui un prestigiatore inganna migliaia di spettatori con un trucco solo: gli fa vedere quello che non c'è.

Per i dettagli temo che dovrai aspettare il film che sto preparando sull'argomento (se no arriva il più Astuto dell'Universo e dice "Letto e debunkato!"), ma sappi intanto che di recente ho parlato con uno dei tecnici che erano presenti a Honeysuckle durante la ricezione del famoso "moonwalk" perduto. Gli australiani sono molto simpatici, e non amano affatto gli americani.

Massimo

PS: Ti ringrazio dell'onore, ma la faccenda del Moon Hoax non l'ho inventata io. Come al solito, you're barking at the wrong tree. Buon anno anche a te, Gianna.

Tubo
Inviato: 3/1/2007 22:39  Aggiornato: 3/1/2007 22:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
Dai ragazzi basta rispondere a sta Gianna.
Senò si fa solo il suo gioco idiota di apparire e scomparire.
Se vuole si fa viva/o.
Continuiamo a parlare dell'articolo di Massimo e di Moon-Hoax/Moon Reality.

Gianna ti chiedo di non rispondere ai post e di continuare a farti sentire solo con cose serie, se vuoi.

Nel frattempo ne approfitto per deliziarvi con questo:

Sempre il solito...

ivan
Inviato: 3/1/2007 22:59  Aggiornato: 3/1/2007 22:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Il futuro passato remoto
Alan Bean è stato citato più volte in questo forum.

A. Bean è anche un artista e ha messo on-line la galleria delle sue opere: http://www.alanbeangallery.com/.

Io personalmente trovo molto belle ed espressive le sue composizioni.

Per me A. Bean è e rimane un grande artista.

cocis
Inviato: 3/1/2007 23:08  Aggiornato: 3/1/2007 23:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Autore: Gianna Inviato: 3/1/2007 19:36:18

ao' paxtibi

un lapsus è un lapsus

"Quando si è così ignoranti si dovrebbe se non altro evitare di essere aggressivi, altrimenti la figura di merda diventa memorabile."

parli di Mazzucco & friends che con questa storia mostrano la totale assenza di discernimento o di quelli che ti hanno messo al mondo?

Di figure di merda memorabili è pieno Luogocomune e non sono certo lapsus, visto che le avete difese a sangue, dalle pozze di metallo fuso


uauuuuuu..

ora le pozze di metallo fuso sotto le torri ce le siamo inventate.. che macchine fotografiche della minchia hanno utilizzato i giornalisti..

winston
Inviato: 3/1/2007 23:09  Aggiornato: 4/1/2007 1:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/10/2005
Da: Eurasia
Inviati: 392
 Re: Il futuro passato remoto
LUNA CAPRESE?

A giustificare l’alt delle missioni lunari si adducono fondamentalmente 2 motivi: calo di interesse del pubblico & costi esorbitanti, entrambi vulnerabili al più superficiale scrutinio...

Sopratutto ora che è in dirittura di arrivo lo stanziamento di 104$ miliardi alla NASA per un remake by 2018. Cioè, un'altra giostra: giù il gettone-altra corsa! Pur in tempi di magra & senza che si colgano frenesie popolari per un ApolloBis-laVendetta.

Ma è l’elemento COSTO che MERITA ATTENZIONE... Come dire, e quì casca l’a-pollo:

il 1972 vide le due ultime missioni, XVI & XVII figurare nel bilancio NASA ad un costo di 600$ milioni, cioè 300 a missione che, in dollari attuali (x 4,8) fanno 1,440 miliardi a giro. Bel gruzzolo, sembrerebbe... SPICCIOLI in realtà, solo considerando i 450/2006 assegnati alla difesa, equivale ad UN GIORNO di spesa militare. Se si considera il disavanzo commerciale USA di 800, allora equivalente a mezza giornata di bagordi. NOCCIOLINE, americane.

Questo senza considerare che tutto il materiale d’avanguardia (costi da prototipo) dei primi ’70 è oggi produzione di massa. Per fare rapidamente mente locale, era l’epoca dei primi orologi a LED, allora più cari dei Rolex, oggi gadget nei fustini di sapone...

Per quanto ipotetica, un abbattimento di costi in quest’ottica non può che essere STRAORDINARIO fattore di economia sul budget per missione di cui sopra (1,350$milioni attuali). E se proprio zioSAM fosse in mutande, basterebbe prendere esempio dalla formula 1, qualche sponsorizzazione et voilà!

O è un aggiornamento della storia della volpe e l’uva?

Altro indizio, PREZIOSO: l’intervista ai 3 moschettieri al rientro: Apollo 11 post-flight press-conference (§ 4, fondo pagina), la si guardi e ci si faccia un’idea se appropriata ad una impresa epocale (a small step for a man...), VALE LA PENA.

Si dice poi dei russi che fanno omertà... beh, è passato un pò di tempo..., e la Pravda non è ciò che fù... Ma, meglio tardi che mai, titola SPEDIZIONI LUNARI AMERICANE FALSE?. E nello svlgimento il “question mark” si fa esclamativo.

"Chi controlla il presente controlla il passato, chi controlla il passato controlla il futuro" Orwell, 1984
lamefarmer
Inviato: 3/1/2007 23:13  Aggiornato: 3/1/2007 23:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/9/2005
Da: vacu°u(m)
Inviati: 334
 Re: Il futuro passato remoto
Aggiungo solo per Gianna due considerazioni veloci alle sue corrette critiche.

Vero che si poteva benissimo seguire il Lander come tutto l'Apollo fino quasi sulla luna, ma solo dall'esterno (cioé senza poter verificare se "dentro" ci sono uomini o burattini). Missioni oltre la fascia senza uomini sono possibili, a patto di usare i materiali giusti, e questo é fuori discussione. Infatti MM non ha mai contenstato il fatto che ci siano state o meno missioni sulla luna anche e soprattutto successive, MA CHE L'UOMO CI ABBIA MESSO PIEDE, che mi sembra una cosa un po' diversa.

Quindi attieniti al punto in questione non girarci attorno...

Sull'iganno che coinvolgerebbe troppe persone al silenzio omertoso, il punto é stato chiarito bene e in questo sito ci sono abbondandi argomentazioni altrettanto solide delle tue.

Per riassumere in generale il punto é che non é affatto necessario coinvolgere tutti, bastano (poche) persone giuste al posto giusto. Tutti gli altri seguono o per debolezza (mica siamo tutti eroi!!!) o perché tagliati fuori dai mezzi di comunicazione (come lo scopritore dei retrovirus non appena ha evidenziato le incongruenze tra dell'ipotesi del legame dell'HIV con l'AIDS) o perché ingannati come tutti gli altri, o perché (come in questo caso) c'é un ottica militare della situazione...

Ti ricordo che qesto fatto, dai protagonisti che potrebbero smentire, non é sicuramente avvertito come un crimine, ma più probabilmente come una "missione militare" per proteggere la patria, dato che l'immagine degli USA nel mondo é un deterrente bellico prima ancora che politico... anche oggi!


Ognuno parla di se stesso, sempre e comunque
ivan
Inviato: 3/1/2007 23:16  Aggiornato: 3/1/2007 23:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Il futuro passato remoto
Secondo me i dubbi di Thibault sono più che fondati.

Io ho l'impressione che una certa "scienza" si sia cacciata in un vicolo cieco, non indaga più e non fa più domanda scomode e si poggia su allori di passate glorie anche e sopratutto perchè l'indagare potrebbe portare a scoprire cose scomde e non si sa mai con i tempi che corrono.
E in ogni caso è il potere che impone il suo pensiero in ogni campo, anche e sopratutto in quello scientifico.

Si parla tanto di ricadute tecnologiche, ma la realtà è ben diversa e triste.

Da Le Scienze on -line:

Citazione:


6.07.2005
Un medioevo tecnologico?
Il progresso scientifico non terrebbe il passo della crescita demografica


Quasi tutti siamo convinti di vivere in un'età dell'oro, tecnologicamente parlando. L'ingegno umano pare non avere limiti e le industrie tecnologiche del globo sembrano così produttive da sfornare continuamente invenzioni per soddisfare ogni necessità moderna.
Tuttavia, secondo una nuova analisi pubblicata sulla rivista "Technological Forecasting and Social Change", quest'impressione potrebbe essere completamente errata: anziché vivere in un nirvana tecnologico, la razza umana potrebbe essere vicina a una nuova era oscura. Queste, almeno, sono le conclusioni di Jonathan Huebner, un fisico che lavora per il Pentagono al Naval Air Warfare Center di China Lake, in California. Lo scienziato sostiene che il tasso di innovazione tecnologica ha raggiunto il proprio picco oltre un secolo fa, e che da allora sta declinando.
Si tratta di un punto di vista controverso. La maggior parte dei futurologi, infatti, sostiene che la tecnologia si sta sviluppando a tassi esponenziali. La legge di Moore, per esempio, prevede che la densità dei microprocessori (da cui dipendono la velocità e la capacità di memoria) si raddoppia ogni 18 mesi. E i produttori di chip hanno finora tenuto fede a queste previsioni. La meno nota legge di Kurzweil sostiene che i chip sempre più rapidi ed efficienti produrranno una crescita della potenza di calcolo ancora maggiore. Anche i recenti sviluppi nel sequenziamento del genoma e nelle nanotecnologie procedono a passi da gigante, e la connettività internet e le telecomunicazioni avanzano ancora più in fretta, catalizzando ulteriori innovazioni.
Ma Huebner rimane convinto della propria tesi. Da tempo era rimasto colpito dal fatto che le innovazioni promesse non facevano la propria comparsa con la rapidità prevista. "Mi sono chiesto se ci fosse una ragione, - ha spiegato alla rivista New Scientist - forse dovuta a un limite intrinseco della tecnologia". Nel tentativo di scoprirlo, ha inserito in un grafico le principali innovazioni e i maggiori progressi scientifici mettendoli in relazione alla popolazione mondiale nel tempo, scegliendo le 7200 innovazioni elencate in un libro pubblicato recentemente, "The History of Science and Technology" (Houghton Mifflin, 2004). I risultati lo hanno sorpreso.
Anziché crescere esponenzialmente, o perlomeno tenere il passo della crescita della popolazione, le innovazioni tecnologiche hanno avuto un picco nel 1873 e da allora stanno declinando. Il numero dei brevetti registrati negli Stati Uniti dal 1790 a oggi, divisi per la popolazione del paese, ha invece raggiunto il massimo nel 1915.


E di articoli simili ve ne sono molti in giro.

Non stiamo andando proprio da nessuna parte, questo è il guaio ma sopratutto la delusione.

lamefarmer
Inviato: 3/1/2007 23:29  Aggiornato: 3/1/2007 23:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/9/2005
Da: vacu°u(m)
Inviati: 334
 Re: Il futuro passato remoto
Affascinante Ivan...

Ma credo che il punto sia di quale tecnologia si sta parlando.
Una certa tecnologia che ha usi prevalentemente militari ha indubbiamente compiuto passi da gigante.

Siamo a un passo dalla cremazione spontanea comandata a distanza dei corpi vivienti dall'interno (del corpo del vivente), senza la minima conseguenza per gli oggetti: il sogno del dopo atomica, la bomba perfetta.
Ma é solo l'inizio, controllo diretto del clima e della mente sono agli esordi, come pure la cibernetica (la commistione tra tessuto vivente e metallo) e la manipolazione genetica per la generazione di vita totalmente artificlale.

Non so quanti se ne rendono conto, ma le "ricatude" di questi studi verso le applicazioni civili sono ridicole, se non proprio del tutto assenti.

Non solo vi sono paradossali vincoli economci a frenare quelle ricadute ma anche assurde decisioni tese a proteggere un modello di benessere che non ha più alcuna ragione di esistere almeno da un secolo...

Il futuro é matematicamente certo che sia oscuro oltre ogni brutale e orribile incubo, ma solo perché é la direzione della curva ascendente che stiamo percorrendo...

Ognuno parla di se stesso, sempre e comunque
tharivol
Inviato: 3/1/2007 23:36  Aggiornato: 3/1/2007 23:36
So tutto
Iscritto: 24/11/2006
Da: Napoli
Inviati: 22
 Re: Il futuro passato remoto
beh, dipende. se per te la vita è stomaco e genitali (scusa la semplificazione) forse no.ma penso che anche la conoscienza, anche fine a se stessa, non può che migliorare e dare luce alle nostre vite.
Nichilista

Non è solo stomaco e genitali, ma anche tecnologia e migliorìe in tanti alri campi..e sono d'accordo con te nel dire che la conoscenza può dar luce alle nostre vite..ma proprio non riesco a capire come possa illuminarci conoscere lo spazio..



"ma perchè una scienza deve escludere l'altra. stanno facendo un così bel lavoro gli amici geologi, scienziati della terra, fisici su questo versante. pensa a tutte le scoperte , fatte dai sismologi, sulla struttura interna della terra."
Nichilista

Assolutamente no!..una scienza non esclude l'altra, bensì sono due cose separate, distinte l'una dall'altra!..Io studio geologia, ed è per questo che ti dico che la maggior parte delle nostre conoscenze sono propinabili solo a livello teorico..e proprio perchè noi abitiamo questo pianeta e non lo spazio, dovremmo concentrarci in primis su ciò che abbiamo, ed infine procedere oltre..

La verità non è dietro l'angolo, bensì dinanzi a noi..semplicemente, è nascosta molto bene...

Peace, Love & Anarky
usemlab
Inviato: 4/1/2007 0:14  Aggiornato: 4/1/2007 0:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/8/2006
Da:
Inviati: 156
 Re: Il futuro passato remoto
volevo dire umilmente la mia sulla luna: se l'uomo nel 1968 è riuscito ad andare sulla luna, e anche a tornare, allora sarà tempo che torni a credere anche a babbo natale e la befana.
buon anno a tutti.

The State is the great predatory enemy of the human race, and in its very being, the organization and regularization of predation, exploitation, and robbery
Ashoka
Inviato: 4/1/2007 0:22  Aggiornato: 4/1/2007 0:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/7/2005
Da:
Inviati: 3660
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
volevo dire umilmente la mia sulla luna: se l'uomo nel 1968 è riuscito ad andare sulla luna, e anche a tornare, allora sarà tempo che torni a credere anche a babbo natale e la befana.
buon anno a tutti.


Vabbeh ma erano i favolosi anni '60 ('69) e poteva accadere di tutto. Non a caso l'Inter stravinceva in Italia ed in Europa...

Concludo con...

Nel 1969 è bastata la potenza di 2 Commodore 64 per mandare l'uomo sulla luna.
Nel 2006 è necessario un P4 a 2 GHz per far girare decentemente Windows XP.
Qualcosa deve non aver funzionato nel verso giusto....


Ashoka

P.S. buon anno anche a te

miradio
Inviato: 4/1/2007 0:53  Aggiornato: 4/1/2007 0:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2004
Da:
Inviati: 513
 Re: Il futuro passato remoto
Gianna, Gianna, Gianna sosteneva tesi e illusioni
Gianna non perdeva neanche un minuto per fare clamore

"...che il gregge si trasformi in branco... È questo l’incubo dei potenti"
(Ernst Junger)
Redazione
Inviato: 4/1/2007 1:15  Aggiornato: 4/1/2007 1:15
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il futuro passato remoto
ASHOKA: "Qualcosa deve non aver funzionato nel verso giusto.... "

E' la freccia del tempo! Lo vado dicendo fin dall'inizio. Se giri quella va tutto a posto.

fefochip
Inviato: 4/1/2007 1:42  Aggiornato: 4/1/2007 1:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Il futuro passato remoto
scusate avrei una domanda scema da chi non si è mai interessato in maniera approfondita della faccenda siamo stati sulla luna o no...

probabilmente la domanda è già saltata fuori ma io non conosco la risposta:
ma la famosa bandiera americana posta sul suolo lunare non dovrebbe con gli attuali potenti telescopi
(che tra l'altro qualcuno dovrebbe essere pure in orbita) essere vista ?
non essendoci atmosfera a meno che qualche omino verde se l'è portata a casa come souvenir la bandiera dovrebbe essere rimasta li dove è .
e anche il modulo lunare che hanno lasciato ... e immagino anche la famosa macchinetta ...
insomma non dovrebbero poter vedere qualcosa o troppo lontano?

ciao
fefochip

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
manneron
Inviato: 4/1/2007 2:05  Aggiornato: 4/1/2007 2:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 951
 Re: Il futuro passato remoto
Scusa GIANNA, me ne intendo poco ma mi sembra di aver capito che i calcoli sulla gravità terrestre dovrebbero basarsi sulla massa terrestre. la quale è determinata non solo dal volume, ma ovviamente dalla composizione della terra. quindi a parità di volume esterno all'interno potrebbe essere cava. dipende da cosa supponi sia composta la materia terrestre negli strati più profondi e negli strati più superficiali anche quelli mai analizzati.
Che poi tutti gli scienziati si siano sbagliati su tale materia... ma la domanda interessante per questa come per altre cose, è: ma quanti sono gli scienziati specialisti su tale materia. Quelli che la studiano direttamente, non quelli che si fidano delle opinioni dei colleghi. Secondo me in questioni di fisica avanzata sarà qualche decina di persone che ne capisce qualcosa effettivamente.

manneron
Inviato: 4/1/2007 2:14  Aggiornato: 4/1/2007 2:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 951
 Re: Il futuro passato remoto
Ashoka: su questo sono d'accordo perfettamente. ma ti rendi conto che con la sola differenza di potenza tra un computer da casa di ora e uno di 10 anni fa, nessuno dovrebbe più lavorare perchè dovrebbe far tutto lui, invece corriamo come bestie per fare più in fretta cose che non servono a nulla?
se penso a quando mettevo via i soldi per comprarmi altri 4 mb di ram.

Tubo
Inviato: 4/1/2007 2:19  Aggiornato: 4/1/2007 2:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
AHO!!!
E basta co sta GGianna, che poi gianna non è!

Utenti, potete smetterla?

A chi vuole sapere sui moon landings ripeto di andare a leggere qui su LC i 7000 post in merito.

@Massimo: ho postato una foto di Luna 21 e il link ad un sito sulle foto della S.S.S.R.Missione.
_____________________________
Evitiamo di dire cavolate!!!
Che poi prendono LC per un sito di principianti.
Sapete com'è, s'è visto un sito dire che i complottisti dicono che le TT le ha tirate giù il MOSTRO di Firenze!!

( è vero)

manneron
Inviato: 4/1/2007 2:32  Aggiornato: 4/1/2007 2:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 951
 Re: Il futuro passato remoto
eh lascia stare sta Gianna o Gianni, movimenta la discussione da vento alle vele. Quello che ci serve.

Redazione
Inviato: 4/1/2007 7:52  Aggiornato: 4/1/2007 7:52
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il futuro passato remoto
MANNERON: I commenti diretti alle persone non sono ammessi, ricordalo please.

Det. CONAN: Citazione:
1) Perche' delle missioni lunari pur essendo l'impresa piu' importante del genere umano si parla cosi' poco e solo per accennarne la falsita'?
Davvero, curioso assai. Bisognerebbe chiederlo a Armstrong, che non ha mai concesso interviste o scritto libri del suo viaggio sulla Luna, e non ha nemmeno concesso alla NASA l'autorizzazione all'uso della propria immagine per le foto lunari, eccetto per una in cui è ripreso di schiena.

Vi rendete conto di quanto stiamo dicendo? Il primo uomo che è andato sulla Luna si rifiuta di parlare all'umanità della sua esperienza, e obbliga la NASA a utilizzare come "foto simbolo" di quel viaggio una foto di Aldrin!

Citazione:
2) Quale ente "contribuisce" ad alimentarne il mistero pur essendo facilissimo controllare?
E' facilissimo controllare. Basta mostrare come le foto siano tutte false, e a livello professionale non troverai mai nessuno che ti dirà il contrario. Il problema è trovare chi lo voglia riconoscere fra gli altri, fra la gente normale. Esattamente come per le Torri, è OVVIO che le abbiano buttate giù, ci sono almeno dieci indizi in quel senso. Ma quando ammettere una cosa del genere implica qualcosa di troppo grosso per noi, personalmente, ecco che di colpo mezza umanità viene colpita da cecità improvvisa.

Citazione:
3) Cosa si guadagna nell'affermare la falsita' delle missioni?
Un goccia nell'oceano della lotta contro la menzogna, per quel che mi riguarda.

Citazione:
4) Cosa ESCLUDE la falsita' delle missioni e a CHI giova questa esclusione?
Nulla, purtroppo per chi lo sostiene, e quindi a nessuno, per conseguenza diretta.

Citazione:
Chi vuole capire capisca...
Io lo voglio, ma non credo di aver capito….

Fabrizio70
Inviato: 4/1/2007 8:07  Aggiornato: 4/1/2007 8:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:

insomma non dovrebbero poter vedere qualcosa o troppo lontano?

ciao
fefochip



Ciao fefochip , in effetti il rapporto distanza/dimensioni é notevole e quindi per avere una risoluzione d'immagine discreta bisognerebbe avere uno specchio di dimensioni notevoli ,ci sono delle leggi ottiche da rispettare , quindi si stà pensando all'utilizzo di più specchi in parallelo e gestiti da computer per ricostruire l'immagine , ma attualmente nessun sistema sulla terra ha le capacità giuste , quindi non resta che attendere.
Inoltre le ultime immagini scattate da sonda ( Clementine) hanno una risoluzione di 100 metri per pixel , anche in questo caso totalmente inutilizzabili per visionare corpi di piccole dimensioni,ciao.

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Fabrizio70
Inviato: 4/1/2007 8:12  Aggiornato: 4/1/2007 8:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Nel 1969 è bastata la potenza di 2 Commodore 64 per mandare l'uomo sulla luna.


Complottista della domenica , il c64 é un mostro rispetto al computatore del lem , é più potente persino l'orologio che oggi ho al polso , con due c64 si può anche raggiungere Marte

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Fabrizio70
Inviato: 4/1/2007 8:15  Aggiornato: 4/1/2007 8:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Vi rendete conto di quanto stiamo dicendo? Il primo uomo che è andato sulla Luna si rifiuta di parlare all'umanità della sua esperienza, e obbliga la NASA a utilizzare come "foto simbolo" di quel viaggio una foto di Aldrin!


Ciao Massimo , hai per caso informazioni su come mai le immagini pubblicate sul sito nasa.gov riguardanti le missioni Apollo sono coperte da copyright privato , anche questa mi sembra una grande anomalia.

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
spettatore
Inviato: 4/1/2007 10:15  Aggiornato: 4/1/2007 10:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Il futuro passato remoto
"Ci sono più cose in cielo ed in terra di quante l'uomo riesca ad immaginare"

(da: "Ai confini della realtà")


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
clausneghe
Inviato: 4/1/2007 11:36  Aggiornato: 4/1/2007 11:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: Il futuro passato remoto
Buongiorno a chi legge...

C'è chi ci crede alla Luna conquistata,eccome!! Al punto di accaparrarsela a suon di bigliettoni..

Chi sono costoro? Sorprendentemente,sono in prevalenza gli amici con la scodella,che non si smentiscono mai...

Che si stiano "parando il culo" per il dopo Armagheddon?

Leggi

adanos
Inviato: 4/1/2007 12:07  Aggiornato: 4/1/2007 12:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/6/2006
Da: Camin (zona tipica delle chemtrails)
Inviati: 51
 Re: Il futuro passato remoto
-citaz-
"Chi sono costoro? Sorprendentemente,sono in prevalenza gli amici con la scodella,che non si smentiscono mai...
Che si stiano "parando il culo" per il dopo Armagheddon?"

Non saprei, ma prima se ne vanno sulla luna e meglio è.

Citazione:
...La differenza fondamentale tra la Terra e Pandora è che l'atmosfera terrestre non è tossica per gli elohim nostrani.

p.s. http://it.wikipedia.org/wiki/Elohim


clausneghe
Inviato: 4/1/2007 12:10  Aggiornato: 4/1/2007 12:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: Il futuro passato remoto
Concordo....

reaven
Inviato: 4/1/2007 13:45  Aggiornato: 4/1/2007 13:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/11/2005
Da:
Inviati: 341
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
scusate avrei una domanda scema da chi non si è mai interessato in maniera approfondita della faccenda siamo stati sulla luna o no...

probabilmente la domanda è già saltata fuori ma io non conosco la risposta:
ma la famosa bandiera americana posta sul suolo lunare non dovrebbe con gli attuali potenti telescopi
(che tra l'altro qualcuno dovrebbe essere pure in orbita) essere vista ?
non essendoci atmosfera a meno che qualche omino verde se l'è portata a casa come souvenir la bandiera dovrebbe essere rimasta li dove è .
e anche il modulo lunare che hanno lasciato ... e immagino anche la famosa macchinetta ...
insomma non dovrebbero poter vedere qualcosa o troppo lontano?

ciao
fefochip


ciao fefochip, anche io mi ero posto la tua stessa domanda, cmq se ne è discusso, anche se non molto, qua : http://luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=2510&viewmode=flat&order=ASC&start=240

link utile:
http://www.pd.astro.it/othersites/lbt/LBT_brochure_completa.pdf

LBT ha una capacità di rivelare dettagli elevatissima,
sarebbe capace di vedere un’auto sulla Luna o una moneta
da 1 € a 1.200 chilometri di distanza ,


http://it.wikipedia.org/wiki/Large_Binocular_Telescope

Il telescopio è attualmente (autunno 2006) in fase di completamento. La struttura, gli alloggi e gli edifici di supportosono stati completati da qualche anno, mentre la strumentazione sta venendo integrata. Sono presenti entrambi gli specchi primari e le due camere a grande campo LBC, mentre il primo dei due specchi secondari adattivi è in avanzata fase di prova nei laboratori dell'osservatorio di Arcetri.

Tubo
Inviato: 4/1/2007 13:54  Aggiornato: 4/1/2007 13:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
Esatto reaven, peccato che però le immagini non le mostrino.
Il bello è che 1/4 delle notti è di esclusivo utilizzo da parte degli astronomi italiani, i quali come è ovvio avranno immediatamente puntato lo sguardo sulla Luna per vedere le zampe del LM e i Rover con tracce annesse, cosi' come i loro colleghi americani e tedeschi....ma ,incredibilmente nessuno dei 3 enti astronautici mostra alcuna immagine.
E dire che nella "brochure" introduttiva ad LBT, una delle specifiche tecniche sbandierate per prima è proprio la capacità di poter vedere tranquillamente un'auto sulla Luna!

Roba da non credere....

reaven
Inviato: 4/1/2007 14:16  Aggiornato: 4/1/2007 14:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/11/2005
Da:
Inviati: 341
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Esatto reaven, peccato che però le immagini non le mostrino.
Il bello è che 1/4 delle notti è di esclusivo utilizzo da parte degli astronomi italiani, i quali come è ovvio avranno immediatamente puntato lo sguardo sulla Luna per vedere le zampe del LM e i Rover con tracce annesse, cosi' come i loro colleghi americani e tedeschi....ma ,incredibilmente nessuno dei 3 enti astronautici mostra alcuna immagine.
E dire che nella "brochure" introduttiva ad LBT, una delle specifiche tecniche sbandierate per prima è proprio la capacità di poter vedere tranquillamente un'auto sulla Luna!

Roba da non credere....
.


gia, secondo me mossi dalla curiosita' non hanno saputo resistere, e una volta puntato il telescopio nel luogo dello sbarco , ci sono rimasti, come dire ,.........
strano anche il fatto che poco tempo prima dell'inaugurazione c'è stato un vasto incendio nella foresta circostante, che ha lambito il laboratorio e che per "fortuna" non ha danneggiato il telescopio, come dire "usatelo bene!"

Redazione
Inviato: 4/1/2007 14:35  Aggiornato: 4/1/2007 14:36
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il futuro passato remoto
FABRIZIO: Dove hai trovato l'informazione dei 100 metri x pixel di Clementine?

a me sembra una mostruosità (per difetto), nel senso che 1 pixel = 1 campo di calcio?

E i satelliti che leggono la targa di una macchina, con tanto di atmosfera di mezzo, che genere di apparecchiatura montano allora, che Clementine non avrebbe "meritato" di montare? Cacchio. vanno fino là per mappare la Luna metro per metro, e ci montanmo una Kodak Instamatic ?

Keevan
Inviato: 4/1/2007 14:39  Aggiornato: 4/1/2007 14:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/10/2005
Da:
Inviati: 126
 Re: Il futuro passato remoto
Mi spiegate una cosa: ma quell'astronauta dell'intervista, dove l'ha trovata la sua laurea (immagino sia laureato)? In una bustina di patatine??
Ne sa quanto me!

nichilista
Inviato: 4/1/2007 14:48  Aggiornato: 4/1/2007 14:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
non so clementine, ma l'LBT ha un rilevatore CCD di ben 37 milioni di pixel !

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
Det.Conan
Inviato: 4/1/2007 14:51  Aggiornato: 4/1/2007 14:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Io lo voglio, ma non credo di aver capito….


Il 22 ottobre 1790, Herschel, durante un’eclisse totale di Luna, vide diversi punti brillanti e luminosi, piccoli e rotondi.
Il 7 Marzo 1794, il dottor William Wilkins, di Norwich, vide una luce simile ad una stella sulla parte scura del disco lunare; durò 15 minuti ed era visibile ad occhio nudo.
Nel 1783,1787 e 1821, Herschel vide luci brillanti sopra la Luna ed intorno ad essa.
Il 7 Settembre 1820, molti osservatori francesi videro, durante un’eclisse lunare, strani oggetti che si muovevano in linea retta, come se stessero compiendo movimenti, tipo manovre militari per la loro precisione degli spostamenti e delle evoluzioni.
Il 9 Aprile 1867, Thos G. Elger comunicò all’"Astronomical Register" di aver visto fiammeggiare improvvisamente una parte scura della Luna come una stella di settima grandezza. Il fenomeno durò dalle 7,30 della sera fino alle 9,30. Secondo il testimone, non era la prima volta che vedeva luci sulla Luna, ma mai erano state così chiare.
7 Agosto 1869, il prof. Swift di Matton (Illinois), vide durante un’eclisse di Sole alcuni oggetti attraversare la Luna 20 minuti prima della totalità dell’eclisse. In Europa, i professori Hines e Zentmayer comunicarono a Les Mondes di Parigi, di aver visto anch’essi tali oggetti che sembravano viaggiare in linee rette parallele. Il "Journal of the Franklin Institute" registrò un’osservazione identica.
13 Maggio 1870, luci che variavano in numero, secondo gli osservatori inglesi, furono viste sul cratere Platone. Le luci si accendevano e si spegnevano alternativamente.
1874, il signor Lamey, in l’"Annèe Scientifique", descrive un gran numero di corpi neri attraversare la Luna.
1874, Rankin testimonia di aver osservato punti luminosi durante l’eclisse di Sole.
24 Aprile 1877, il professor Schafarik, di Praga, osservò un oggetto di un bianco accecante che attraversava lentamente il disco lunare e usciva da esso.
20 Febbraio 1877, il signor Trouvelot, dell’"Osservatorio di Meudon" (Parigi) vide nel cratere Eudoxus una sottile linea luminosa, come un filo teso sul cratere.
marzo 1877, sull'"Astronomical Register" inglese fu riportato di una luce brillante sopra il disco lunare nel cratere Proclus; lo stesso mese ne apparve un’altra nel cratere Picard.
21 marzo 1877, C. Barrett, astronomo inglese, vide una luce brillante sul cratere Proclus.
21 Marzo 1877, il professor Henry Harrison di New York, vide una luce sulla parte oscura della Luna. Contemporaneamente Frank Dennett dall’Inghilterra, vide un piccolo punto luminoso nel cratere di Bessel.
23 Novembre 1877, il dottor Klein comunicò al quotidiano scientifico francese "L’Astronomie": "Vidi un triangolo luminoso sul fondo del cratere Platone". La stessa notte dell’osservazione di Klein, alcuni astronomi statunitensi videro misteriosi punti di luce dirigersi verso Platone da altri crateri lunari, che si disposero a triangolo sopra il cratere Platone.
27 Settembre 1881, oggetto luminoso si muove attraversando la Luna. È stato visto dal dottor Prescott in Arizona, dal dottor Warren E. Davy e da G.O. Scott, sempre in Arizona il 7 Marzo.
Tra il 21 Febbraio 1885 e il 19 Dicembre 1919, i fenomeni visti in vari crateri lunari comprendono: fumo rossiccio; un oggetto curvo come uno scudo; una zona nera che diventa bianca; qualcosa come un cavo luminoso nel cratere Aristarco; due luci l’11 Maggio 1885 che ripetono esattamente l’11 Maggio dell’anno seguente macchia nerissima con bordo bianco; macchia nera nel centro del cratere Copernico; oggetto nero come l’inchiostro sul bordo del cratere Aristarco; macchie nerissime sui crateri Lexall e Littrow.
15 Novembre 1899, da Dourite nella Dordogna (Francia), fu vista alle sette del pomeriggio un’enorme "stella" bianca, rossa e azzurra che si muoveva come una cometa vicino alla Luna.
10 Maggio 1902, il colonnello Markwick dal Devon meridionale vide molti oggetti colorati, come piccoli soli, che si muovevano in cielo vicino alla Luna.
26 Novembre 1910, da Besancon fu visto come un imponente razzo partire dalla Luna durante un’eclisse di questa (La Nature-Francia). Nello stesso giorno, il "Journal of the British Association for the Advancement of Science" comunicò che era stata vista una macchia luminosa sopra la Luna durante l’eclisse.
27 Gennaio 1912, F.B. Harris comunicò alla rivista inglese "Popular Astronomy" di aver visto sulla Luna un oggetto scurissimo di circa 250 metri di lunghezza e 150 di larghezza, simile ad un immenso corvo posato.
29 Agosto 1917, oggetto brillante che si muove sopra il disco lunare (Bollettino della Società Astronomica di Francia).
14-21 Giugno 1959, per varie notti consecutive Francesco Almor, illustre membro della "Società Astronomica Aster" di Barcellona, e molti altri suoi colleghi osservarono il passaggio di uno strano oggetto, o meglio un’ombra ellittica sul disco della Luna. La traiettoria dell’oggetto andava da sud a nord e oscillava ogni 15 secondi esatti ricomparendo esattamente ogni 35 minuti. Probabilmente l’oggetto si trovava ad una distanza dalla Luna di circa 2000 Km ed aveva un diametro di circa 35 Km. Ci fu gran sorpresa e meraviglia tra tutti gli studiosi. Così come bruscamente era apparso, allo stesso modo l’oggetto scomparve dopo il 21 Giugno.

Un piccolo suggerimento...

nichilista
Inviato: 4/1/2007 15:28  Aggiornato: 4/1/2007 15:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
Un piccolo suggerimento...


non so...fidarsi poco degli astronomi(specie de secolo scorso) perchè pure loro non sono esenti dal dir cretinate?



26 Novembre 1910, da Besancon fu visto come un imponente razzo partire dalla Luna durante un’eclisse di questa (La Nature-Francia). Nello stesso giorno, il "Journal of the British Association for the Advancement of Science" comunicò che era stata vista una macchia luminosa sopra la Luna durante l’eclisse.

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
rigel
Inviato: 4/1/2007 17:26  Aggiornato: 4/1/2007 17:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2006
Da:
Inviati: 2469
 Re: Il futuro passato remoto
domanda per redazione:

1)quando alla fiat progettano un'automobile o alla boeing un nuovo aereo che fanno non la testano xchè hanno già che la cinquecento e i biplani funzionano perfettamente???

oramai il cielo la strada sono ambienti conosciutissimi ma i test si fanno comunque per ogni nuovo prototipo

cosa c'è di male nel voler testare il funzionamento delle macchine in ambiente lunare dove la polvere costituisce un'elemento importante xchè può provocare dei malfunzionamenti??




2)il fatto che la nasa abbia varato un progetto per la protezione degli astronauti dai raggi cosmici cosa dovrebbe spiegare? Mazzucco mi pare che tu dimentichi continuamente che l'esposizione a qualsiasi tipo di radiazione diventa dannosa solo se è prolungata nel tempo

le future missioni lunari saranno di durata anche pari a 10-15 giorni e sono in progetto missioni su asteroidi vicini

è normale che si voglia studiare modi sempre più sicuri per proteggere gli astronauti

3) anche gli astronauti odierni parlano dalle loro tute, e anche in questo caso non si notano "squittii" come te lo spieghi? io semplicemente col fatto che nello spazio non c'è aria che permette la diffusione del suono e il solo suono è quello che proviene dalla vibrazione della struttura che collega lo zaino alla tuta, se si frappone tra le due un materiale afono ecco che non si sentono quasi + suoni

4)riguardo ai guanti: solo tu dici che era facile fare foto sulla luna, ci sono migliaia di foto venute malissimo a dire il contrario, ovvio che se guardi solo alla manciata di foto venute bene ti può sembrare strano...

5)io assolutamente non riesco a capire cosa non riesci a capire circa il problema della temperatura

intanto nello spazio tra la Terra e la Luna il flusso energetico solare è al 99% lo stesos che c'è sulla Terra, quindi non è che li faccia più caldo

si dice che sulal luna ci sono 120°C ma solo xchè la rotaziona lunare è lenta e in 14 giorni di sole il terreno ha tutto il tempo di scaldarsi

stesso dicasi per il super freddo

allora basta far ruotare l'apollo attorno a un proprio asse ed ecco che si conserva una temperatura ottimale

cosa c'è di strano mi chiedo?

Ramingo
Inviato: 4/1/2007 17:29  Aggiornato: 4/1/2007 17:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/10/2005
Da: Puglia
Inviati: 657
 Re: Il futuro passato remoto
Manco da un pò,causa lavoro....
Ma questa è da segnalare,e "l'ironia" del post gli si addice
http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo342751.shtml

La storia insegna che quando si diventa indifferenti e si perde la volontà di combattere, qualcuno che ha la volontà di combattere prenderà il sopravvento. Colonel Arthur "Bull" Simons
usemlab
Inviato: 4/1/2007 17:31  Aggiornato: 4/1/2007 17:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/8/2006
Da:
Inviati: 156
 Re: Il futuro passato remoto
Un piccolo suggerimento...
+++++++++++++++
certa gente si fa pesante di allucinogeni gia' dal 1790

The State is the great predatory enemy of the human race, and in its very being, the organization and regularization of predation, exploitation, and robbery
sygno
Inviato: 4/1/2007 17:40  Aggiornato: 4/1/2007 17:40
So tutto
Iscritto: 5/10/2006
Da: Darkwood
Inviati: 11
 Re: Il futuro passato remoto
- ....e sono in progetto missioni su asteroidi vicini -

Gli asteroidi più vicini sono nella fascia tra marte e giove, penso sia un progetto a lunghissimo termine.....

rigel
Inviato: 4/1/2007 17:42  Aggiornato: 4/1/2007 17:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2006
Da:
Inviati: 2469
 Re: Il futuro passato remoto
quella del suolo lunare comprato dagli israeliani è l'nnesima bufala, come quella di comprare una stella etc...

quando compri qualcosa a qualcuno si presume che quella cosa prima era di proprietà della persona a cui la compri...

gli israeliani a chi l'avrebbero comprata? e chi si sarebbe arrogato il diritto di dire "quei terreni sulla luna sono miei e adesso li vendo al miglior offerente"

chiunque comprei terreni lunari adesso è un'ingenuo sognatore, quello che compra non è altro che una nuvola di niente

ma capisco che se c'è da prendersela con israele ogni pretesto è buono...oddio stavolta si potrebbe dire a ragione che israele è piena di dementi che si fanno truffare nel modo più assurdo

rigel
Inviato: 4/1/2007 17:44  Aggiornato: 4/1/2007 17:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2006
Da:
Inviati: 2469
 Re: Il futuro passato remoto
"- ....e sono in progetto missioni su asteroidi vicini -

Gli asteroidi più vicini sono nella fascia tra marte e giove, penso sia un progetto a lunghissimo termine..... "


falso

ci sono degli asteroidi molto vicini alla Terra che passano ogni tanto addirittura più vicino della distanza tra la Terra e la Luna, si chiamano Near Earth Object

la missione in programma ipotizza di raggiungere con degli astronauti uno di questi asteroidi quando passa a 1-2 milioni di km dalla Terra

Freeman
Inviato: 4/1/2007 18:17  Aggiornato: 4/1/2007 18:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
quella del suolo lunare comprato dagli israeliani è l'nnesima bufala

certo, scritta e riportata da più quotidiani online.
Dal che si evincerebbe, se fosse vero, che i quotidiani siano proni a raccontare bufale e quindi non vadano quasi mai creduti. Anche quando scrivono che 19 beduini hanno messo in crisi lo spazio aereo meglio difeso del pianeta.

P.S.: chi è che diceva "le fonti, dammi le fonti", eccole "Lo ha affermato, come riporta il quotidiano Jerusalem Post, Tom Wegner, un portavoce della società Crasyshop". google it.

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
rigel
Inviato: 4/1/2007 18:19  Aggiornato: 4/1/2007 18:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2006
Da:
Inviati: 2469
 Re: Il futuro passato remoto
leggere tutto il mio post prima di commentare no eh?

ho detto che è una bufala per gli israeliani, nessuno possiede la luna e nessuno quindi può vendere appezzamenti di terreno lunare, è in questo senso che è una bufala

come quella di comprare una stella

Dusty
Inviato: 4/1/2007 18:19  Aggiornato: 4/1/2007 18:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
4)riguardo ai guanti: solo tu dici che era facile fare foto sulla luna, ci sono migliaia di foto venute malissimo a dire il contrario, ovvio che se guardi solo alla manciata di foto venute bene ti può sembrare strano...
[...]
cosa c'è di strano mi chiedo?

Ad esempio potresti cominciare a spiegarci come cambiavano i rullini

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
rigel
Inviato: 4/1/2007 18:23  Aggiornato: 4/1/2007 18:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2006
Da:
Inviati: 2469
 Re: Il futuro passato remoto
se lo sapessi te lo direi ma non mi sembra così impossibile, un'idea è che tornavano nel lem quando avevano finito un rullino e lo cambiavano li, ma potrebbero aver fatto anche in modo diverso, non ti so dire

Freeman
Inviato: 4/1/2007 18:26  Aggiornato: 4/1/2007 18:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
leggere tutto il mio post prima di commentare no eh?
ho detto che è una bufala per gli israeliani, nessuno possiede la luna e nessuno quindi può vendere appezzamenti di terreno lunare, è in questo senso che è una bufala

Aprire un dizionario prima di ribattere, no, eh?
Tu hai scritto "bufala", ma adesso ho capito che intendevi "truffa".

Giusto per essere chiari:

bufala: errore madornale; panzana, corbelleria | notizia giornalistica totalmente infondata

truffa: 1 (dir.) il reato commesso da chi ricava illecito profitto a danno di altri avendoli indotti in errore con artifici e raggiri; 2 (estens.) frode, inganno, imbroglio |

fonte: Garzanti Linguistica

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Fabrizio70
Inviato: 4/1/2007 18:26  Aggiornato: 4/1/2007 18:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:

FABRIZIO: Dove hai trovato l'informazione dei 100 metri x pixel di Clementine?

a me sembra una mostruosità (per difetto), nel senso che 1 pixel = 1 campo di calcio?



Ciao Massimo , grazie alla tua segnalazione ho verificato meglio , ed ho trovato un pò di sorprese grazie alle conoscenze fatte con il thread delle foto marziane.
Quell'informazione riguarda la camera ultravioletti/visibile
http://nssdc.gsfc.nasa.gov/database/MasterCatalog?ds=PSPG-00631

invece la camera hi-res

http://nssdc.gsfc.nasa.gov/database/MasterCatalog?sc=1994-004A&ex=6

Citazione:

The imager was an intensified Thompson CCD camera with a six position filter wheel. The set of filters consisted of a broad-band filter with a bandpass of 400 to 800 nm, four narrow-band filters with center wavelengths (and bandpass width (FWHM)) of 415 nm (40 nm), 560 nm (10 nm), 650 nm (10 nm), and 750 nm (20 nm), and 1 opaque cover to protect the image intensifier. The field of view was 0.3 x 0.4 degrees, translating to a width of about 2 km at a nominal lunar altitude of 400 Km.The image array is 288 x 384 pixels, (pixel size of 23 x 23 micrometers) so the pixel resolution at the Moon was 7-20 m depending on the spacecraft altitude


A quanto sembra la risoluzione dipende dall'altezza dell'orbita , il set di 15 dischi di immagini hi-res dà una risoluzione di 20-30 m per pixel, un campo di basket

http://nssdc.gsfc.nasa.gov/cd-rom/web_store.cgi?category=hires

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Redazione
Inviato: 4/1/2007 18:48  Aggiornato: 4/1/2007 18:50
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
domanda per redazione:
Redazione abbocca e risponde

Citazione:
1)quando alla fiat progettano un'automobile o alla boeing un nuovo aereo che fanno non la testano xchè hanno già che la cinquecento e i biplani funzionano perfettamente??? oramai il cielo la strada sono ambienti conosciutissimi ma i test si fanno comunque per ogni nuovo prototipo. cosa c'è di male nel voler testare il funzionamento delle macchine in ambiente lunare dove la polvere costituisce un'elemento importante xchè può provocare dei malfunzionamenti??
Niente, ovviamewnte. Ma all FIAT non "perdono" il progetto originale della 500. This is the problem.

Citazione:
2)il fatto che la nasa abbia varato un progetto per la protezione degli astronauti dai raggi cosmici cosa dovrebbe spiegare? Mazzucco mi pare che tu dimentichi continuamente che l'esposizione a qualsiasi tipo di radiazione diventa dannosa solo se è prolungata nel tempo. le future missioni lunari saranno di durata anche pari a 10-15 giorni e sono in progetto missioni su asteroidi vicini. è normale che si voglia studiare modi sempre più sicuri per proteggere gli astronauti
Quello che non è normale è che si debba TORNARE a studiarlo, visto che il problema sarebbe già stato brillantemente risolto 40 anni fa.

Citazione:
3) anche gli astronauti odierni parlano dalle loro tute, e anche in questo caso non si notano "squittii" come te lo spieghi? io semplicemente col fatto che nello spazio non c'è aria che permette la diffusione del suono e il solo suono è quello che proviene dalla vibrazione della struttura che collega lo zaino alla tuta, se si frappone tra le due un materiale afono ecco che non si sentono quasi + suoni
Questo non dovevi farmelo, Rigel!!! Non tu, che sei tecnicamente 100 volte più preparato di me. Gli "astronauti odierni" sono collegati dal cordone ombelicale. Questo significa che pompe e compressori stanno ALL'INTERNO della navicella, e non sulla loro schiena, a dieci centimetri dalle orecchie. In secundis, se gli astronauti di Apollo respirano l'aria che arriva dal PLSS - la respirano, vero Rigel? - vuole dire che TUTTO l'ambiente interno alla tuta è sonorizzato. Il vuoto quindi qui non c'entra nulla, dove c'è aria il suono si propaga senza nessun bisogno di aspettare le "vibrazioni" di chissacosa.

Citazione:
4)riguardo ai guanti: solo tu dici che era facile fare foto sulla luna, ci sono migliaia di foto venute malissimo a dire il contrario, ovvio che se guardi solo alla manciata di foto venute bene ti può sembrare strano...
Come dice Dusty - maledetto Dusty, è tutta colpa sua! - il problema è FARLE, le foto, con quei guanti. Infilatene un paio di quelli, e poi prova a inserire e a togliere la famosa "plate" dei magazzini Hasselblad, se sei capace.



Citazione:
5)io assolutamente non riesco a capire cosa non riesci a capire circa il problema della temperatura. intanto nello spazio tra la Terra e la Luna il flusso energetico solare è al 99% lo stesos che c'è sulla Terra, quindi non è che li faccia più caldo. si dice che sulal luna ci sono 120°C ma solo xchè la rotaziona lunare è lenta e in 14 giorni di sole il terreno ha tutto il tempo di scaldarsi. stesso dicasi per il super freddo. allora basta far ruotare l'apollo attorno a un proprio asse ed ecco che si conserva una temperatura ottimale.cosa c'è di strano mi chiedo?
C'è di strano che quanto stai tre giorni fermo sulla Luna che cosa ruoti? Le bàle del mè nonu, dicono in Scandinavia. Cosa fanno i due astronauti, bim-bum-bàm, per stabilire chi dorme dalla parte esposta al sole?

rigel
Inviato: 4/1/2007 19:04  Aggiornato: 4/1/2007 19:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2006
Da:
Inviati: 2469
 Re: Il futuro passato remoto
1) non sono stati prersi i progetti del saturn e dell'apollo semplicemente non si realizzano ormai da 30 anni, se smettessero di fare automobili per 30 anni non credi che all'inizio riprendere a farle ci sarebbe un'pò di difficoltà?

no?

2) qui si vede che non hai letto il mio post: ho detto che un conto è proteggere gliastronautiper pochi giorni di esposizione un conto è proteggerli per molti più giorni

se l'apollo era in grado di proteggerli per 5 giorni non è detto che sia in grado di proteggerli per 20

3) le vibrazioni si propagano solo nella zona che dallo zaino collega alla tuta, non c'è tutta l'aria esterna allo zaino che può costituire una sonorizzazione non indifferente, insonorizzare un compressore non mi sembra una problematica così insormontabile

se poi parli del sibilio dell'aria che esce, be sei solo tu a dire che doveva essere tanto forte da essere udibile

4) mostrami il progetto delle macchine fotografiche mandate sulla luna non delle normali
Hasselblad, xchè anche se l'ottica e il meccanismo interno è il medesimo ci sono delle diversità nelle macchine portate sulla luna

5) non ti ricordi che gli astronauti sono arrivati sulla luna quando era più o meno l'alba? si stima che nelle missioni lunari il suolo lunare non era mai stato superiore a 50°C, se vai nel deserto del Sahara trovi temperature al suolo molto più elevate

targaryen
Inviato: 4/1/2007 19:22  Aggiornato: 4/1/2007 20:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/10/2006
Da: Trono di Spade
Inviati: 213
 Re: Il futuro passato remoto
arrivato a meta' dei post che tutti voi avete scritto, m'e' venuto da vomitare.
ci su' ispierti e fanta ispierti che parrano de chistu e chiddu........

________

Il resto del post è stato rimosso. Se desideri chiarimenti sei pregato di farlo via PM.

Mazzucco / Redazione

Mai accettare di diventare Primo Cavaliere
Fabrizio70
Inviato: 4/1/2007 19:31  Aggiornato: 4/1/2007 19:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Ciao rigel , scusa se mi intrometto ma...

1)Il problema che ha esposto massimo non é quello , i deserti con cui hanno fatto le prove andavano bene 30 anni fà ed ora no ? Si sono venduti tutta la polvere ?

Citazione:
se l'apollo era in grado di proteggerli per 5 giorni non è detto che sia in grado di proteggerli per 20


2)Informati per quale motivo quando ti fai una lastra ti copri con una lastra di piombo bella spessa

3)Da verificare che tipo di microfono é stato utilizzato , credo un laringofono adatto per ambienti rumorosi , però se non ricordo male (dopo verifico) durante l'allunaggio invece del potente razzo si sentono i getti più piccoli di movimento.

5)Giusto quello che tu dici se fossimo sulla terra , nel caso in questione stiamo parlando della luna , dove non c'é atmosfera a disperdere i raggi solari con bassa elevazione .
Il suolo lunare raggiunge il suo picco di temperatura dopo una settimana dall'alba (pag. 200 dei risultati della missione surveyor ) perché il suo zenit é a 90°.
La superficie del lem esposta invece é verticale , quindi per quelle superfici in quel momento il sole é sullo zenit , ricevendo il massimo irraggiamento.

http://ntrs.nasa.gov/archive/nasa/casi.ntrs.nasa.gov/19690027073_1969027073.pdf

E' grande , ma ci sono un sacco di "vere" informazioni

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
ivan
Inviato: 4/1/2007 19:46  Aggiornato: 4/1/2007 19:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:


Autore: rigel Inviato: 4/1/2007 18:19:10

leggere tutto il mio post prima di commentare no eh?

ho detto che è una bufala per gli israeliani, nessuno possiede la luna e nessuno quindi può vendere appezzamenti di terreno lunare, è in questo senso che è una bufala

come quella di comprare una stella




Date un'occhiata qui.


Il sottoscritto ed Ettore stanno ancora aspettando di vedere qualche rogito notarile quale atto di coerenza con le proprie idee.

sangre_tor
Inviato: 4/1/2007 19:50  Aggiornato: 4/1/2007 19:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/5/2006
Da:
Inviati: 71
 Re: Il futuro passato remoto
ingenuamente voglio credere che questo sia ancora un sito di una certa serietà e che messaggi in simil-italiano come quello di questo signore esagitato vengano rimossi quanto prima in quanto non solo OT ma palesemente insultanti dell'intelligenza umana. Del resto non commento, se si crede che la terra sia piatta, quadrata o rettangolare non c'è molto da aggiungere...

io vado a farmi un giro nel sito dei seguaci del nuovo Gesù, chissà come mai ma noto della similarità...

ci vediamo

rigel
Inviato: 4/1/2007 20:03  Aggiornato: 4/1/2007 20:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2006
Da:
Inviati: 2469
 Re: Il futuro passato remoto
"Ciao rigel , scusa se mi intrometto ma...

1)Il problema che ha esposto massimo non é quello , i deserti con cui hanno fatto le prove andavano bene 30 anni fà ed ora no ? Si sono venduti tutta la polvere ?

-citazione-

se l'apollo era in grado di proteggerli per 5 giorni non è detto che sia in grado di proteggerli per 20



2)Informati per quale motivo quando ti fai una lastra ti copri con una lastra di piombo bella spessa

3)Da verificare che tipo di microfono é stato utilizzato , credo un laringofono adatto per ambienti rumorosi , però se non ricordo male (dopo verifico) durante l'allunaggio invece del potente razzo si sentono i getti più piccoli di movimento.

5)Giusto quello che tu dici se fossimo sulla terra , nel caso in questione stiamo parlando della luna , dove non c'é atmosfera a disperdere i raggi solari con bassa elevazione .
Il suolo lunare raggiunge il suo picco di temperatura dopo una settimana dall'alba (pag. 200 dei risultati della missione surveyor ) perché il suo zenit é a 90°.
La superficie del lem esposta invece é verticale , quindi per quelle superfici in quel momento il sole é sullo zenit , ricevendo il massimo irraggiamento.

http://ntrs.nasa.gov/archive/nasa/casi.ntrs.nasa.gov/19690027073_1969027073.pdf

E' grande , ma ci sono un sacco di "vere" informazioni"


1)io mi chiedo cosa c'è di strano a voler testare nel migliore dei modi possibile la strumentazione prima di utilizzarla anzichè affidarsi ai soli dati vecchi di 30 anni....

2) e nonostante quella lastra di piombo bella spessa le radiazioni ti investono xchè se non lo facessero non ci sarebbe nessuna lastra, le radiazioni che ti investono sono più o meno le stesse che hanno subito gli astronauti nel passaggio delle fasce di van allen in quella mezzora che ci hanno messo a passare la zona + intensa

5) la superfice del lem è esposta alla stessa quantità di flusso solare a cui è esposta una qualsiasi superfice verticale sulla Terra, ribadisco: le fasce di van allen e l'atmosfera terrestre schermano solo le radiazioni più energetiche che costituiscono comunque solo una minima parte del flusso solare

quindi non c'è alcun motivo x cui il lem esposto al sole sulla luna dovrebbe essere più caldo di un lem esposto al sole sulla Terra

dici che non c'è l'aria a mitigare? ribatto dicendo che la superfice del lem favorisce l'emizzione del calore per radiazione

Redazione
Inviato: 4/1/2007 20:03  Aggiornato: 4/1/2007 20:11
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il futuro passato remoto
SANGRE_TOR: Se mai questo sito ha una serietà, sta nel permettere anche agli imbecilli di postare quello che vogliono, perchè qui - per principio - NESSUNO può arrogarsi il diritto di stabilire che le idee altrui siano peggiori delle proprie. Se un post non ti interessa, lo salti tranquillamente e basta.

C'è in homepage, in alto a sinistra, un link che dice "se vuoi scrivere su luogocomune, devi prima leggere QUI". E' evidente che tu scrivi senza averlo letto.

Ci sono anche altre cose in quella pagina che ti consiglio vivamente di leggere, prima che tu decida di replicare in questo spazio.

Fabrizio70
Inviato: 4/1/2007 20:26  Aggiornato: 4/1/2007 20:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
2) a parte il fatto che quando faccio una lastra non vedo puntini luminosi nel campo visivo , i danni di cui parliamo si dividono in due grandi categorie , danni somatici deterministici ( quelli di cui parli tu) e danni genetici stocastici (quelli di cui parlo io ) , come la mettiamo con i secondi ?
Inoltre dato che le FVA ci proteggono dall'esterno in realtà l'esposizione non é di una mezzoretta , ma della maggior parte del tempo della missione

Citazione:

dici che non c'è l'aria a mitigare? ribatto dicendo che la superfice del lem favorisce l'emizzione del calore per radiazione


Sulla terra l'aria permette in più la trasmissione del calore per CONVEZIONE , un sistema molto più efficiente rispetto al solo irraggiamento

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
rigel
Inviato: 4/1/2007 20:42  Aggiornato: 4/1/2007 20:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2006
Da:
Inviati: 2469
 Re: Il futuro passato remoto
qui siamo nel mio campo fabrizio

1)allora inanto i danni genetici stocastici (scocastico vuol dire casuale) sono possibili anche quando si fa una lastra fotografica, però come ho già detto il tempo di esposizione e la schermatura fanno si che un numero limitato di radiazioni passi e la probabilità che questo numero limitato di radiazioni provochi un danno genetico è abbastanza bassa, difatti facendosi delle lastre non ci si becca la leucemia


la Fasce di van allen sono il risultato del campo magnetico terrestre:

ile linee di forza del campo magnetico che escono dal polo sud e entrano nel polonord costituiscono delle "autostrade preferenziali" per le particelle del vento solare che una volta entrate a contatto con esse iniziano a percorrere delle traiettorie ad elica con asse proprio la linea di campo

il risultato è che la radiazione presente nelle fasce di van allen è di molto superiore a quella esterna proprio xchè sono zone dove il vento solare viene convogliato

se identificassimo le radiazioni con una "temperatura" potremmo dire che nello spazio civino alla Terra, dentro le fasce di van allen, ci sono 15°C, nelle fasce di van allen ci sono 300°C e fuori dalle fasce di van allen ci sono 80°C

okkio che la temperatura ui è presa come metafora, non che davverolo spazio ha quella temperatura, potevo usare anche il peso e dire che lo spazio vicino alla Terra pesa 15grammi lo spazio nelle fasce di van allen pesa 300grammi e lo spazio fuori dalle fasce di van allen pesa 80grammi

sono solo metafore x dire che la radiazione è minore vicino alla Terra maggiore sulle fasce di van allen e minore (ma maggiore rispetto a quella vicino alla Terra) fuori dalle fasce


2)la convezione e la conduzione possono essere superflue se una superfice è abbastanza riflettente da disperdere facilmente il calore anche con il solo irraggiamento

Ozzy
Inviato: 4/1/2007 20:42  Aggiornato: 4/1/2007 20:42
So tutto
Iscritto: 4/1/2007
Da:
Inviati: 1
 Re: Il futuro passato remoto
Da ignorantissima....... e se la cosa si fosse svolta così?
Armstrong e compagnia cantante sulla luna ci vanno per davvero, ma, anno di grazia 1969, la tecnologia è, per l’appunto, quel che è.
Le comunicazioni fanno schifo, non si sente un tubaccio di nulla a parte delle pernacchiette in sottofondo, i guantoni non ti consentono di pigiare il tasto della malefica macchinetta, la pellicola frigge/gela/si suicida a seconda, al Rover han lasciato le luci accese durante tutto il viaggio e le batterie son morte ancor prima di partire, mentre Armstrong ha usato l’ultimo tubetto di “burro cacao anti Van Allen” per scrivere LAVAMI! sulla visiera del casco di Aldrin.
Sulla terra intanto ci si dispera, di fare una figura di merda coi russi non se ne parla neppure, alla NASA è paranoia pura…….ma che non si fa così, qui ci perdiamo la faccia e te l’avevo detto io di non usare la Polaroid…….
Ideona: ci mettiamo una pezza con l’aiuto di Bollywood et voilà..... quello che la tecnologia ci ha consentito di fare (forse) ma non di mostrare (forse), lo ricreiamo in studio, così diamo al pubblico lo spettacolo che pretende (diciamocela tutta: chi mai si sarebbe appassionato ed emozionato di fronte a quattrodicoquattro foto sgranate e ad un paio di collegamenti audio gracchianti ?). Il resto è (più o meno) storia.
Facezie a parte, potrebbe essere una possibilità da considerare?

“Se la Bibbia prova l'esistenza di Dio, allora i fumetti provano l'esistenza di Nembo Kid” (Anonimo)
nichilista
Inviato: 4/1/2007 20:57  Aggiornato: 4/1/2007 20:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
forse (come al solito) sto per dire una cazzata, ma per quanto riguarda la schermatura dalle radiazione ed il passaggio per la fascia di van allen( che ricordo aver partecipato al progetto apollo), come fa giustamente osservare rigel il tempo di esposizione alle radiazioni era di pochi giorni.
da quel che so c'è un limite di gray( o rad) che un uomo può assorbire quotidianamente.
è probabile che la schermatura per quella missione lasciasse filtrare un quantitativo di gray accettabile per 5 giorni, ma dannoso per periodi più prolungati.
è anche plausibile che di tale schermatura( magari per motivi economici) non siano dotati gli shuttle e per questo gli effetti della fascia , anche se solo lambita siano così "evidenti" per tali missioni più a corto raggio

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
sangre_tor
Inviato: 4/1/2007 20:58  Aggiornato: 4/1/2007 21:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/5/2006
Da:
Inviati: 71
 Re: Il futuro passato remoto
RIMOSSO

Mazzucco/Redazione

Eri stato avvisato.

nichilista
Inviato: 4/1/2007 21:13  Aggiornato: 4/1/2007 21:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
RIMOSSO PERCHE' OFF TOPIC

Mazzucco/ redazione

La vogliamo capire? Qui si parla della Luna, non di Mazzucco o di Matteo.

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
Redazione
Inviato: 4/1/2007 21:20  Aggiornato: 4/1/2007 21:22
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il futuro passato remoto
dal NYT del 20 agosto 1962: Dr. James A. Van Allen declared that a new radiation belt created by a United States high-altitude nuclear test in the central Pacific July 9 had "increased the potential danger for manned space flights."

Non c'è solo il "vento solare" catturato, da quelle parti.

Fabrizio70
Inviato: 4/1/2007 21:25  Aggiornato: 4/1/2007 22:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
se identificassimo le radiazioni con una "temperatura" potremmo dire che nello spazio civino alla Terra, dentro le fasce di van allen, ci sono 15°C, nelle fasce di van allen ci sono 300°C e fuori dalle fasce di van allen ci sono 80°C


Appunto perché é il tuo campo che mi piace discutere
Il problema per me rimane il fatto che hanno progettato il lem per una temperatura di 5 C° , ancora non avevano un'idea precisa della situazione , l'idea di uno "spazio turbolento" é recente, dovuta al miglioramento delle informazioni con il passare del tempo.
Un altro esempio é il Solar Wind Collector , uno degli esperimenti principali della missione Apollo , un foglio metallico spesso 15 micron per raccogliere le particelle emesse dal sole.
L'altra missione simile é la missione genesis http://genesismission.jpl.nasa.gov/index.htmll
, ebbene gli spessori dei materiali per raccogliere campioni partono dai 1,7 mm dell'allumino per arrivare al centimetro dell'aereogel , spessori molto più grandi necessari per catturare efficacemente particelle più grandi , si segnalano anche particelle da 60 MeV con altre missioni

http://curator.jsc.nasa.gov/stardust/StardustInvestigatorsGuidebook.pdf


2)Prova a brevettare la vernice a specchio , mi fai risparmiare l'uso dell'aria condizionata , un bel vantaggio con quello che costa la benzina oggi


EDIT: purtroppo l'apertura di molte finestre ha confuso il link degli spessori , si riferisce a quello della missione stardust , per particelle più grandi , il link corretto

http://curator.jsc.nasa.gov/genesis/design.cfm

riporta vari strati da 550 a 700 micron , anche quelli disponibili dal curator nasa

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Redazione
Inviato: 4/1/2007 21:34  Aggiornato: 4/1/2007 21:34
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il futuro passato remoto
Sempre van Allen, nonostante i miracoli tecnologici di cui sopra: "Dr. Van Allen said Apollo was of primary value as a television spectacular, rather than for its scientific achievements"

A television spectacular. Chissà cosa intendeva dire?

coccolone
Inviato: 4/1/2007 21:37  Aggiornato: 4/1/2007 21:37
So tutto
Iscritto: 4/1/2007
Da:
Inviati: 3
 Re: Il futuro passato remoto
sig. mazzucco non conosco ben l'inglese, me lo può tradurre?

ivan
Inviato: 4/1/2007 21:48  Aggiornato: 4/1/2007 21:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Il futuro passato remoto

Fabrizio70
Inviato: 4/1/2007 21:50  Aggiornato: 4/1/2007 21:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:

è probabile che la schermatura per quella missione lasciasse filtrare un quantitativo di gray accettabile per 5 giorni, ma dannoso per periodi più prolungati.
è anche plausibile che di tale schermatura( magari per motivi economici) non siano dotati gli shuttle e per questo gli effetti della fascia , anche se solo lambita siano così "evidenti" per tali missioni più a corto raggio


Non dici una cazzata, in effetti i calcoli si fanno in base alla dose media giornaliera , ma quella calcolata oggi per l'ambiente spaziale é notevolmente più alta di quella del 69 , tutto qui,molto fortunati.
Gli shuttle inoltre sono protetti meglio del lem , sono progettati per l'atmosfera , decine di centimetri di vari materiali a strati , il lem due soli strati di pochi centimetri , quindi per ogni particella fermata si prendevano i raggi x , un bel miglioramento

http://it.wikipedia.org/wiki/Bremsstrahlung


EDIT:

Citazione:

La faccenda è seria:


Hola ivan , hai perfettamente ragione , non dobbiamo permettere che i nostri amici possano cadere in bufale , che dici se avvisiamo l'intrepido cacciabufale ufficiale ?

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
nichilista
Inviato: 4/1/2007 22:02  Aggiornato: 4/1/2007 22:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
quindi il problema era solo : gray/ tempo di esposizione.

e l'idice di tolleranza per gli astronauti è oggi quindi meno restrittivo di quello del '69, possiamo dire? è questo quello che intendevi con quella calcolata oggi per l'ambiente spaziale é notevolmente più alta di quella del 69?)

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
Redazione
Inviato: 4/1/2007 22:15  Aggiornato: 4/1/2007 22:21
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il futuro passato remoto
COCCOLONE: quello sopra lo traduco volentieri:

"Van Allen ha detto che il progetto Apollo valeva soprattutto per la sua spettacolarità televisiva e non per i risultati scientifici ottenuti".

Questo invece è un pò lunghino da tradurre tutto. L'ho fatto solo con le parti in grassetto. Diciamo che è un ottimo riassunto della strana "transizione ideologica" di van Allen, che negli anni 60 diceva che fosse impossibile attraversare le fasce senza un buono strato di piombo aggiuntivo (l'alluminio delal capsula Apollo convertiva certe radiazioni cosmiche in raggi X, letali per l'uomo oltre un certo dosaggio) , mentre ha poi accettato in silenzio il fatto che la NASA avesse "risolto il problema" con il solo alluminio del modulo lunare, anche se non ha mai spiegato a nessuno questo meraviglioso trucco.

His eventual finding of two such lethal radiation belts, put his name in the history books as the man who discovered the Van Allen Radiation Belts. There was an inner belt and an outer belt. The inner belt went from 40 degrees north and south of the Equator and was basically a doughnut surrounding the earth. Scientific experiments conducted by Van Allen and the military proved that belt was so deadly that no human could survive in its orbit. The outer belt was equally as destructive, and separated from the inner belt by an area of lesser radiation.

Van Allen's conclusion was delivered in a speech to the Academy of Science in 1959. He warned future space travelers they would have to race through these two zones on their way to outer planets.
"All manned space flight attempts must steer clear of these two belts of radiation until adequate means of safeguarding the astronauts has been developed" he said. Moreover, Van Allen advised they would have to be shielded with some extra layers of protection beyond that of the spacecraft itself. These findings were also published in Scientific American Magazine, March, 1959.

"Tutti i tentativi di missioni con umani a bordo dovranno tenersi alla larga da queste due fasce di radiazioni finchè saranno stati sviluppati mezzi adeguati per proteggere gli astronauti." Vamn Allen ha inoltre aggiunto che sarà necessario schermarli con degli strati protettivi aggiuntivi, oltre a quelli delal navicella stessa." Queste sue conclusioni furono anche pubblicate nel Scientific American Magazine del marzo 1959.

Two years later, Van Allen updated his report in Space World Magazine, December, 1961. In brief, he reported that everything he had found in 1959 was still valid. It was also in that year that President John F. Kennedy told an assembled group of students and dignitaries at Rice University in Houston, that it was America's destiny to put a man on the moon by the end of the decade. With that statement, the space race become a political game, worth 30 billion in taxpayer dollars to the winners. National Aeronautic and Space Administration (NASA), which is part of the Department of Defense and the CIA, became the caretaker of Kennedy's dream.

It was their job to build a spacecraft that would meet Van Allen's scientific requirements of safety through the radiation belts. Van Allen stated that the ship's skin, made of aluminum, would not be enough protection for the astronauts. Extra shielding of lead or another substance that would absorb the radiation would be needed.

"[Nel '61] van Allen dichiarò che la "pelle" di alluminio della navicella non sarebbe stata sufficiente a proteggere gli astronauti, e che strati supplementari di piombo, o di altri materiali in gradio di assorbire le radiazioni, sarebbero stati necessari."

That, of course, posed the problem of weight. More weight created a booster problem. In other words, they would need a bigger rocket to carry a ship that was properly lined against radiation penetration. One of the most interesting of Van Allen's findings was that once protons and electrons hit the aluminum skin of the spacecraft, they would turn into x-rays. The kind the average dentist protects patients against with two inch lead vests. Those rays would naturally penetrate the astronaut's bodies and create anything from nausea and vomiting to eventual death, depending on the length of the exposure.

Una delle scoperte più interessanti di Van Allen fu che i protoni e gli elettroni, nelcolpire il rivestimento di alluminio della navicella, si trasformano in raggi X. Quel tipo di raggi dai quali il dentista protegge il paziente con grembiuli di piombo spessi 5 centimetri. Questi raggi avrebbero chiaramente penetrato il corpo degli astronauti, causando da nausea a vomito a morte eventuale, a seconda della durata dell'esposizione alle radiazioni.

All of this scientific data presented a big problem for NASA. How could they build a spacecraft that would meet radiation standards and yet get off the ground?

The National Committee on Radiation Protection (NCRP) and the International Commission on Radiological Protection (ICRP) had established low "permissible doses" of radiation at levels that were
consistent with living on earth. However, where the critical dosage on earth might be 5 rems of radiation in a year, the astronauts would receive that amount within minutes passing through the lower zone of the radiation belt.

La dose critica sulla terra potrebbe essere di 5 rem di radiazione per anno, mentre gli astronauti avrebbero accumulato tale quantità di radiazioni qualche minuto dopo aver attraversato la fascia inferiore di radiazioni.

In order to penetrate Van Allen's belt, in l965 NASA requested the two regulatory groups modify the existing standards for space flight. It was simply a matter of "risk over gain" and NASA convinced them to change the standards and allow them to take the risk. Whether or not future astronauts would be advised of these dramatically lowered standards and substantial risk is unknown at this time.

The next problem NASA faced was the shielding of the spacecraft. It was solved in a report NASA issued in Aerospace Medicine Magazine in 1965 and 1969. The report was written prior to the first Apollo mission to the moon.

NASA announced that a simple aluminum skin on the command module was enough to protect astronauts from lethal doses of radiation. This conclusion was based on studies NASA had conducted. Now NASA had ingeniously solved their two basic problems, protection and weight. They had eliminated the danger of radiation penetration, along with the problem of radiation shielding and spacecraft weight. We telephoned North American Rockewell, the builder of the Command Module which carried the astronauts to the moon and back. They verified that the craft was not protected by any additional shielding.

It was at this point in our research that we realized the Van AllenReport had been seriously compromised by NASA. Professor Van Allen had become an icon in the scientific community for warning of radiation dangers. One of his most important tenets was that even if you raced quickly through the 65,000 mile belt, which starts 400 miles above the earth's surface (thus allowing for inner space travel) you would still need considerable additional shielding. Were his findings now bogus? We had to speak to Van Allen.

Professor James A. Van Allen now 83, is Professor Emeritus in Geophysics at the University of Iowa. Our first question was why he did not speak up after NASA's claimings and defend his original findings. Astonishingly, he told us that his seminal Scientific American article
in 1959 was merely "popular science."

"Are you refuting your findings?" we asked.

"Absolutely not," he answered, "I stand by them." In the next breath, Van Allen again acquiesced to NASA's point of view. He became positively mercurial in his answers. Basically he defended NASA's position that any material, even aluminum without shielding, was adequate to protect the astronauts from the radiation he once called deadly. When we asked him the point of his original warning about rushing through the Belt, he said, "It must have been a sloppy statement." So there we were, down the rabbit hole, chasing Van Allen throughhalls of mirrors. Was he taking the line of least resistance to government pressure? Was he trashing his own report in order not to be labeled a whistle blower? Could this renowned scientist actually be capable of a "sloppy statement" and blatant hyperbole published in ascientific journal?

If you don't believe we went to the moon, then you will say that NASA created the perfect cover story. It allowed them to continue receiving funding for a spacecraft they could not build, to enter a region of space they could not penetrate. If you believe we went to the moon, then you have to disregard Van Allen's years of research and published findings. You would also have to believe that aluminum, and not lead, is adequate protection against radiation in the very heart of the Belt. . .exactly the spot where Apollo rocket ships entered from Cape Canaveral

QUI l'articolo completo.

Nonostante tutto questo, Alan Bean non è sicuro di aver attraversato le FVA, e non sa nemmeno a che altezza si trovino!!!

Fabrizio70
Inviato: 4/1/2007 22:29  Aggiornato: 4/1/2007 23:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
e l'idice di tolleranza per gli astronauti è oggi quindi meno restrittivo di quello del '69, possiamo dire?


Se fosse così praticamente li stai condannando a morte i poveri astronauti d'oggi , già nel 69 il piano di fuga in caso di problemi alla partenza era "pura fantasia" , peggio di così ?

Citazione:

é questo quello che intendevi con quella calcolata oggi per l'ambiente spaziale é notevolmente più alta di quella del 69?


Citazione:

quindi il problema era solo : gray/ tempo di esposizione


Oggi vengono tenuti da conto anche le emissioni dei gamma ray burst , solo nel 1973 si é capito che venivano dallo spazio profondo , senza contare che siamo andati fuori scala con le tempeste solari nel frattempo....

http://it.wikipedia.org/wiki/Gamma_ray_burster
http://it.wikipedia.org/wiki/Flare

quindi é aumentato il numero di gray in quel rapporto , semplice no ?

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
nichilista
Inviato: 4/1/2007 22:38  Aggiornato: 4/1/2007 23:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
quindi , se oggi gli stronauti delle varie missioni apollo non sono tutti morti per melanomi, leucemie e cancri vari è solo perchè furono schermati dalle radiazioni cosmiche dal "sedere" diciamo.

ad ogni modo il fatto che ora si voglia aumentare la protezione per le nuove missioni spaziali e non affidarsi solamente al proverbiale simbolo apotropaico non mi sembra strano.

con la fretta che c'era all'epoca di raggiungere traguardi cosmici non mi farebbe sorpresa sapere che i poveri ometti con l'acquario in testa sarebbero stati spediti in orbita anche se si fosse saputo per certo che sarebbero stati uccisa dall'accelerazione, dal calore per il rientro dal combustibile altamente esplosivo e via dicendo.


EDIT

una domanda che mi è sorta adesso:


come si giustifica in questo contesto "cospirativo" il fallimento della missione apollo 13?
insomma, se è vero che tutto questo teatrino spaziale è stato allestito per diffondere un'immagine gloriosa e "imponente" degli usa nel mondo(l'america può cuiò che vuole, anche contro dio), perchè quel mancato allunaggio, che avrebbe portato ad un rientro e magari ad una cancellazione dell'intero programma ?

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
Fabrizio70
Inviato: 4/1/2007 22:55  Aggiornato: 4/1/2007 22:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
come si giustifica in questo contesto "cospirativo" il fallimento della missione apollo 13?


Basta il numero per gli anglosassoni friday 13 porta male

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
nichilista
Inviato: 4/1/2007 23:00  Aggiornato: 4/1/2007 23:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
Bastail numero per gli anglosassoni friday 13 porta male


grazie speravo in qualcosina di più però

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
fiammifero
Inviato: 4/1/2007 23:06  Aggiornato: 4/1/2007 23:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
quindi , se oggi gli stronauti delle varie missioni apollo non sono tutti morti per melanomi, leucemie e cancri vari è solo perchè furono schermati dalle radiazioni cosmiche dal "sedere" diciamo


lo puoi ben dire ed urlare,visto che i militari non sono neanche riparati dagli effetti dell'uranio impoverito e che molti veterani stanno morendo come mosche

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
Fabrizio70
Inviato: 4/1/2007 23:19  Aggiornato: 4/1/2007 23:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
grazie speravo in qualcosina di più però


Il rasoio di Okkam , perché scervellarsi , del resto la serie di successi di quelle missioni é stranamente alta in realtà , gli unici tre morti furono a terra nello stesso incidente, dopo apollo XII Tom Hanks ha prodotto una serie completa sulle missioni apollo partendo da quell'episodio , un continuo ed inutile batti e ribatti delle colpe tra nasa e fornitori , é cominciata proprio bene come missione

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
nichilista
Inviato: 4/1/2007 23:38  Aggiornato: 4/1/2007 23:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
si, ma resta il fatto che non si spiega il perchè di un fallimento "autoinflitto" per una missione che doveva avvenire all'interno"di uno studio televisivo".il batti e ribatti tra i fornitori e la nasa non avrebbe alcun senso in tale ottica, quella della missione fittizia.
mi ci impunto, perchè non riesco ad incastonarla nel contesto (che comunque personalmente non condivido, per ora)


EDIT


ho trovato questa informazione su wiki:

Durante i 90 minuti di passaggio delle fasce[di van allen], si può calcolare un'irradiazione di 4,3 millisievert, pari o inferiore ad un normale volo aereo da un continente all'altro.


qualcuno me la può smentire o confermare, data la poca affidabilità della fonte?

( ovveroquesta qui )

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
number
Inviato: 4/1/2007 23:39  Aggiornato: 4/1/2007 23:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/1/2007
Da:
Inviati: 33
 Re: Il futuro passato remoto
Ciao a tutti, vi seguo da molto, ma mi son registrato solo adesso.
In merito all'argomento ho visto il "documentario" Operazione Burla, visibile anche a questo indirizzo: http://video.google.it/videoplay?docid=-6459623862615516274&q=operazione+luna

Voi cosa ne pensate?

Tubo
Inviato: 4/1/2007 23:41  Aggiornato: 4/1/2007 23:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
E' in inglese, ma è molto interessante.

Introduzione da English Wiki:

Proponents of the Apollo Moon Landing Hoax allegations have argued that space travel to the moon is impossible because the Van Allen radiation would kill or incapacitate an astronaut who made the trip. James Van Allen himself, now deceased (August 9, 2006), dismissed these ideas. In practice, Apollo astronauts who traveled to the moon spent very little time in the belts and would have received a harmless dose [6]. Nevertheless NASA said that they deliberately timed Apollo launches, and used lunar transfer orbits that only skirted the edge of the belt over the equator to minimize the radiation. Astronauts who visited the moon would probably have a slightly higher risk of cancer during their lifetimes.

Is it impossible to travel to the Moon, because of the Van Allen Belt?

The time the astronauts would be exposed is fairly easy to calculate from basic orbital mechanics, though probably not something most students below college level could easily verify. You have perhaps heard that to escape from Earth requires a speed of about 7 miles per second, which is about 11.2 km per sec. At that speed, it would require less than an hour to pass outside the main part of the belts at around 38,000 km altitude. However it is a little more complicated than that, because as soon as the rocket motor stops burning, the spacecraft immediately begins to slow down due to the attraction of gravity. At 38,000 km altitude it would actually be moving only about 4.6 km per sec, not 11.2. If we just take the geometric average of these two, 7.2 km per sec, we will not be too far off, and get about 1.5 hours for the time to pass beyond 38,000 km.

E va bene, il tutto è da moltiplicare per due ( andata/ritorno , più la permanenza sul suolo lunare, che nel caso delle ultime 3 missioni è stato particolarmente lungo).

Unfortunately calculating the average radiation dose received by an astronaut in the belts is quite intricate in practice, though not too hard in principle. One must add up the effects of all kinds of particles, of all energies. For each kind of particle (electrons and protons in this situation) you have to take account of the shielding due to the Apollo spacecraft and the astronaut space suits. Here are some approximate values for the ranges of protons and electrons in aluminum: Range in Aluminum [cm]Energy [MeV] electrons protons 1 0.15 ~ nil 3 0.56 ~ nil 10 1.85 0.06 30 no flux 0.37 100 no flux 3.7 For electrons, the AE8 electron data shows negligible flux (< 1 electron per square cm per sec) over E=7 MeV at any altitude. The AP8 proton compilations indicates peak fluxes outside the spacecraft up to about 20,000 protons per square cm per sec above 100 MeV in a region around 1.7 Earth radii, but because the region is narrow, passage takes only about 5 min. Nevertheless, these appear to be the principal hazard. These numbers seem generally consistent with the ~2 rem doses I recall. If every gram of a person's body absorbed 600,000 protons with energy 100 MeV, completely stopping them, the dose would be about 50 mSv. Assuming a typical thickness of 10 cm for a human and no shielding by the spacecraft gives a dose of something like 50 mSv in 300 sec due to protons in the most intense part of the belt. For comparison, the US recommended limit of exposure for radiation workers is 50 mSv per year, based on the danger of causing cancer. The corresponding recommended limits in Britain and Cern are 15 mSv. For acute doses, the whole-body exposure lethal within 30 days to 50% of untreated cases is about 2.5-3.0 Gy (Gray) or 250-300 rad; in such circumstances, 1 rad is equivalent to 1 rem. So the effect of such a dose, in the end, would not be enough to make the astronauts even noticeably ill. The low-level exposure could possibly cause cancer in the long term. I do not know exactly what the odds on that would be, I believe on the order of 1 in 1000 per astronaut exposed, probably some years after the trip. Of course, with nine trips, and a total of 3 X 9 = 27 astronauts (except for a few, like Jim Lovell, who went more than once) you would expect probably 5 or 10 cancers eventually in any case, even without any exposure, so it is not possible to know which if any might have been caused by the trips.
Fonte

Boh...
Cernan ad esempio ha preso parte a ben 3 missioni , Gemini 9a, Apollo 10 e come " last man on the moon" con Apollo 17 trascorrendo in totale 566 ore nello spazio , di cui 73 sulla Luna...

Mah...
Ai posteri l'arduo onore di scoprire la verità.
In realtà manca davvero poco

Fabrizio70
Inviato: 4/1/2007 23:53  Aggiornato: 4/1/2007 23:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
mi ci impunto, perchè non riesco ad incastonarla nel contesto (che comunque personalmente non condivido, per ora


Libero di farlo , ma ti assicuro che se non ci fosse stato nessun problema con tutte quelle missioni in parecchi si sarebbero incuriositi , meglio "creare" anche qualche incidente , sono milioni i pezzi in gioco , e basta che uno salti per mandare a monte la missione , non dimentichiamoci delle tragedie dello shuttle , quando uno stesso ingegnere della nasa definisce "fortunate" le missioni apollo significa che la probabilità di riuscita é inferiore al 50 % , figuriamoci se raggiungevano il 100 %

P.S: nel film fanno ricadere la colpa sugli astronauti e la nasa che avevano riempito il modulo di prova con il velcro , con l'aggiunta dell'atmosfera ricca di ossigeno diventa estremamente infiammabile

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Redazione
Inviato: 5/1/2007 3:04  Aggiornato: 5/1/2007 3:22
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il futuro passato remoto
APOLLO 13 - questa una possibile spiegazione:

Apollo 11 aveva ovviamente coinvolto il mondo intero nella trasmissione TV (che poi la NASA "ha perso", fra l'altro!), ma Apolllo 12 diede degli indici di ascolto bassissimi. Tutto era andato troppo bene la prima volta, facendo sembrare il viaggio sulla Luna come la strada dell'orto.

E a Houston sapevano benissimo che senza una grossa partecipazione popolare i finanziamenti per le missioni successive non sarebbero mai arrivati. Con Apollo 13, casualmente, l'intera America restò letteralmente incollata al televisore per una intera settimana (hai presente cosa significa in termini di pubblicità televisiva, fra l'altro?), compresa la notte di Natale.

Infatti Apollo 13 non fu affatto un "fallimento": tutto finì per il meglio, non morì nessuno, gli astronauti furono accolti come "eroi del vero spirito americano", e da quel giorno la gente prestò un pò più di attenzione anche ai viaggi successivi.

C'è una battuta-chiave, nel film Apollo 13, pronunciata dal personaggio di Ed Harris, che fa più o meno così: "Se permette, comandante, stiamo cercando di trasformare il giorno peggiore della NASA nella nostra vittoria più bella".

I veri fallimenti sono quelli del Challenger e del Columbia, quando a fare le cose ci provano davvero, e gli equipaggi muoiono arrostiti a sette per volta sotto gli occhi increduli della nazione.

sygno
Inviato: 5/1/2007 9:56  Aggiornato: 5/1/2007 9:56
So tutto
Iscritto: 5/10/2006
Da: Darkwood
Inviati: 11
 Re: Il futuro passato remoto
Buongiorno a tutti

-sygno-
Gli asteroidi più vicini sono nella fascia tra marte e giove, penso sia un progetto a lunghissimo termine..... "

-rigel-

falso

ci sono degli asteroidi molto vicini alla Terra che passano ogni tanto addirittura più vicino della distanza tra la Terra e la Luna, si chiamano Near Earth Object

la missione in programma ipotizza di raggiungere con degli astronauti uno di questi asteroidi quando passa a 1-2 milioni di km dalla Terra

-sygno-
ed io che pensavo che il modo migliore per prendere un treno fosse quello di andare in stazione, da domani lo prendo in corsa affiancandolo sui binari...

nella fascia gli asteroidi viaggiano a 5 Km/s mentre i Near Earth Object ci "sfiorano" a 30 Km/s.

La velocità massima mai raggiunta da una navetta con equipaggio è di 11 Km/s, apollo 10 in fase di rientro

resta un progetto a lunghissima scadenza...

nottrz
Inviato: 5/1/2007 15:01  Aggiornato: 5/1/2007 15:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/5/2006
Da:
Inviati: 74
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:

Rimangono comunque inspiegabili diverse cose, come l'apparente peso di 1/6 degli oggetti e l'apparente ridotta gravità in tutto il "set" :


Una piuma e un martello, in assenza di aria, cadono ovunque con la stessa accelerazione. Se la gravita' e' maggiore cadranno piu' velocemente, e viceversa, ma su qualunque pianeta ci si ponga, terra inclusa, tutti gli oggetti, di qualunque forma e massa arrivano a terra assieme (in asssenza appunto di ogni attrito).
Cerca: "galileo torre asinelli" o compra un tubo a vuoto a fai tu stesso l'esperimento.

Adesso che ci penso, sarebbe carino misurare l'accelerazione con cui cadono i due oggetti...quasi quasi lo faccio...dal video sembrano effettivamente lenti, ma nulla vieta che ci sia un filo a rallentarli...quindi...


Ciao

nichilista
Inviato: 5/1/2007 15:13  Aggiornato: 5/1/2007 15:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
grazieper la risposta su apollo 13 redazione.potrebbe essere una spiegazione , comunque mi aiuta a inserire quella missione nel contesto.

per quanto riguarda il limite di velocità di 11 km/s selle navette, so che da qualche anno si stanno progettando e sperimentando nuovi prototipi di motori, più veloci ed efficenti quale quello a ioni di rubbia.


nessuno mi ha ancora confermato o negato l'iformazione sull'irraggiamento della fascia di allen da mesopra postato .è reale?


la riposto



ho trovato questa informazione su wiki:

Durante i 90 minuti di passaggio delle fasce[di van allen], si può calcolare un'irradiazione di 4,3 millisievert, pari o inferiore ad un normale volo aereo da un continente all'altro.


qualcuno me la può smentire o confermare, data la poca affidabilità della fonte?


mi pare, se non ho letto male, che la citazione di tubo la confermi

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
Fabrizio70
Inviato: 5/1/2007 15:44  Aggiornato: 5/1/2007 15:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Adesso che ci penso, sarebbe carino misurare l'accelerazione con cui cadono i due oggetti...quasi quasi lo faccio...dal video sembrano effettivamente lenti, ma nulla vieta che ci sia un filo a rallentarli...quindi...


Ciao nottrz , se ti piace fare questi calcoli potresti calcolare l'accelerazione del lem al decollo ?
Sarei molto curioso di sapere a quanti g sono sottoposti gli intrepidi eroi , sembra un tappo di champagne

1) http://www.hq.nasa.gov/office/pao/History/alsj/a15/a15v.1713552.rm

2) http://www.hq.nasa.gov/office/pao/History/alsj/a16/a16v.1752950.rm

In questo la telecamera ha qualche problema

3) http://www.hq.nasa.gov/office/pao/History/alsj/a17/a17v_1880127.mpg

Citazione:

The television camera was mounted on the rover which Gene parked about 145 meters east of (behind) the lunar module. The ascent stage ignites and climbs, spacecraft foil and dust flying in all directions. Ed Fendell in Houston anticipates exactly the timing of ignition, lift-off, and the rate of climb, and the camera tilts to follows the ascent. At pitchover, the throat of the ascent engine points down at the camera and its combustion is visible as a small bright light. The clip ends as Challenger reaches an altitude of 1,500 feet.


E' stato girato a capodanno , ci sono pure i fuochi d'artificio

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
franco8
Inviato: 5/1/2007 16:15  Aggiornato: 5/1/2007 16:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 1561
 Re: Il futuro passato remoto
rigel Citazione:


http://ntrs.nasa.gov/archive/nasa/casi.ntrs.nasa.gov/19690027073_1969027073.pdf

E' grande , ma ci sono un sacco di "vere" informazioni"



Sei sicuro che l'url è giusta!? A me non mi si apre niente.


---------------------
Citazione:

Una delle scoperte più interessanti di Van Allen fu che i protoni e gli elettroni, nel colpire il rivestimento di alluminio della navicella, si trasformano in raggi X....

Senza offesa... Massimo, non credo proprio che si possa considerare una scoperta di Van Allen. Voglio dire... è un fenomeno più che noto, mi pare.
E' Lo stesso fenomeno avviene nel tubo catodico. ( Sono davanti ad un CRT, e sono ancora vivo (almeno credo) e il vetro al primbo dello schermo non mi pare sia tanto spesso. Tutto sta a vedere il livello, ovviamente.
A parte gli scherzi, è vero che l'inesattezza non smonta necessariamente tutto il discorso...
Ma a me, a dir la verità, questo tipo di fonti ( la maggior parte di quelle citate ) mi lasciano insoddisfatto.
Mi piacerebbe (riguardo alla questione "protezione dalle radiazioni"), invece, partire da dati un po' più certi e precisi di quelli che ho visto (o forse m'è sfuggito qualcosa) e farmi un idea più chiara ...

Quindi:
nichilistaCitazione:

nessuno mi ha ancora confermato o negato l'iformazione sull'irraggiamento della fascia di allen da mesopra postato .è reale?

Interesserebbe anche me... (Ci vorrebbe una ricerchina in biblioteca)

(Comunque l'articolo in home page m'è piaciuto molto!)

---------------------

D'altra parte, parlando in generale, io ho come l'impressione che ci impelaghiamo e ci arrovelliamo il cervello ponendoci questioni che per loro natura rimarranno sempre aperte... e rischiamo di tralasciare altre cose più "pesanti"...
p. e. ...Ci chiediamo se è veramente possibile che le twin tower cadessero in seguito agli impatti degli aerei senza un "aiutino" supplementare... Ma che forse, anche se fosse davvero andata come dicono, questo giustificherebbe davvero tutto quello che è successo dopo? Giustificherebbe la guerra in Afganistan!? e quella in Iraq?! ( a già!... le famose armi di distruzione di massa!)
Vogliamo forse chiuderegli occhi e non vedere che la politica del governo USA è stata indirizzata ad incrementare i conflitti e prolungare ed estendere la guerra ( a meno di non pensare ad una totale e incredibile incapacità ) ?!
Vogliamo ancora sorbirci le accuse di "antiamericanismo" da stipendiati da CIA e compagni? ... lezioni di civiltà da sterminatori di pellerosse e finanziatori di dittatori, terroristi e terroristi essi stessi?! (e criminali di guerra.... )
Oppure: ci chiediamo se l' Olocausto raccontato dalla storia "ufficiale", non sia un po' troppo "strumentalizzato" ... Ma perché? L'Olocausto ( se anche fosse interamente tutta vera la storia che raccontano) giustifica automaticamente Israele (il governo israeliano) a comportarsi come si comporta? Lo mette forse al di sopra delle regole?!
Ancora: Discutiamo se l'uomo abbia veramente messo piede sulla luna con le missioni Apollo... Ma sono forse il solo a pensare che è stata una "presa per i fondelli" e un furto di soldi "pubblici" in ogni caso?!
In tutti e tre le discussioni (ma ci sono altri esempi) ci affatichiamo a cercare elementi, per cercare di capire particolari che forse sono destinati a sfuggirci, e intanto tralasciamo fatti più che evidenti, serie di eventi indiscutibili... Almeno questa à la mia impressione.

.... ....io non mi definisco affatto volentieri ateo, non più di quanto io sia a-MickeyMouse.
..
(detto, fatto)
Fabrizio70
Inviato: 5/1/2007 16:50  Aggiornato: 5/1/2007 16:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
mi pare, se non ho letto male, che la citazione di tubo la confermi


Non proprio , la ritengo sicuramente più completa rispetto a quella di wiki :

Citazione:

These numbers seem generally consistent with the ~2 rem doses I recall. If every gram of a person's body absorbed 600,000 protons with energy 100 MeV, completely stopping them, the dose would be about 50 mSv. Assuming a typical thickness of 10 cm for a human and no shielding by the spacecraft gives a dose of something like 50 mSv in 300 sec due to protons in the most intense part of the belt. For comparison, the US recommended limit of exposure for radiation workers is 50 mSv per year, based on the danger of causing cancer. The corresponding recommended limits in Britain and Cern are 15 mSv



In pratica dice che la dose assorbita da 10 cm del corpo umano senza protezioni nell'attraversare le fasce ,50 mSv in 300 secondi , é equivalente alla dose media annua americana , 3 volte superiore a quella dell'Inghilterra e del CERN .
Forse i calcoli di wiki hanno tenuto conto pure delle varie schermature , ma senza ulteriori informazioni non ritengo molto affidabile in questo caso la fonte , vista anche l'origine (chissà perché pure su wiki c'è un attacco personale a Massimo , stà antipatico a molti )


In effetti ci sono pure i valori "ufficiali" , secondo il rapporto

http://www.hq.nasa.gov/office/pao/History/alsj/a11/A11_MissionReport.pdf

a pag. 223

Citazione:

12.2.4 Radiation
The personal radiation dosimeters were read at approximately 12-hour
intervals, as planned. The total integrated, but uncorrected, doses were
0.25, 0.26, and 0.28 rad for the Commander, Command Module Pilot, and
Lunar Module Pilot, respectively. The Van Allen Belt dosimeter indicated
total integrated doses of 0.11 rad for the skin and of 0.08 rad for the
depth reading during the entire mission. Thus, the total dose for each
crewman is estimated to have been less than 0,2 rad, which is well below
the medically significant level.



Come vedi la situazione era continuamente monitorata , peccato che non riesco a trovare ulteriori conferme su questi controlli ogni 12 ore

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Fabrizio70
Inviato: 5/1/2007 17:07  Aggiornato: 5/1/2007 17:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Sei sicuro che l'url è giusta!? A me non mi si apre niente.


Ciao franco8 , l'ho presa da wiki , in fondo alla pagina

http://en.wikipedia.org/wiki/Surveyor_program

Citazione:


External links

* Surveyor Program Results (PDF) 1969
* Analysis of Surveyor 3 material and photographs returned by Apollo 12 (PDF) 1972



L'url é giusta , ma ...

Citazione:


Microsoft Windows XP [Versione 5.1.2600]
(C) Copyright 1985-2001 Microsoft Corp.


C:\Documents and Settings\Fabrizio>tracert ntrs.nasa.gov

Rilevazione instradamento verso ntrs.larc.nasa.gov [128.155.4.34]
su un massimo di 30 punti di passaggio:

1 1 ms 1 ms 1 ms 192.***.***.***
2 25 ms 23 ms 24 ms rt-***.mclink.it [195.***.***.***]
3 * 24 ms 23 ms net84-253-128-001.mclink.it [84.253.128.1]
4 29 ms 25 ms 24 ms rom4-mclink-1-it.rom.seabone.net [89.221.32.1]
5 132 ms 132 ms 132 ms new4-new1-racc1.new.seabone.net [195.22.216.235]

6 129 ms 128 ms 129 ms POS4-0.GW1.EWR6.ALTER.NET [157.130.254.41]
7 128 ms 129 ms 129 ms 0.so-3-2-0.XL2.EWR6.ALTER.NET [152.63.18.62]
8 150 ms 151 ms 150 ms 0.so-7-0-0.XL2.CHI2.ALTER.NET [152.63.68.90]
9 150 ms 150 ms 151 ms POS7-0.BR3.CHI2.ALTER.NET [152.63.68.5]
10 * * * Richiesta scaduta.
11 * * * Richiesta scaduta.
12 * * * Richiesta scaduta.
13 * * * Richiesta scaduta.
14 176 ms 175 ms 176 ms 192.94.65.1
15 * * * Richiesta scaduta.
16 * * * Richiesta scaduta.
17 * * * Richiesta scaduta.
18 * * * Richiesta scaduta.
19 * * * Richiesta scaduta.
20 * * * Richiesta scaduta.
21 * * * Richiesta scaduta.
22 * * * Richiesta scaduta.
23 * * * Richiesta scaduta.
24 * * * Richiesta scaduta.
25 * * * Richiesta scaduta.
26 * * * Richiesta scaduta.
27 * * * Richiesta scaduta.
28 * * * Richiesta scaduta.
29 * * * Richiesta scaduta.
30 * * * Richiesta scaduta.

Rilevazione completata.

C:\Documents and Settings\Fabrizio>



C'é qualcosa che non và , anche ieri avevo lo stesso problema con altri siti.....

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Bambooboy
Inviato: 6/1/2007 14:05  Aggiornato: 6/1/2007 14:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 535
 Re: Il futuro passato remoto
almeno a differenza dell 9/11, per il mistero dell'allunaggio [ al quale profondamente non credo, manco lo 0.001% di attivissimo(in che???) ], un metodo certo, scientifico e inconfutabile ci sarebbe:

siccome esistono per certo [ a meno che non abbiano perso anche quelle alla Nasa!!! ] le esatte coordinate di dove sono allunati gli astronauti

siccome sul suolo lunare hanno lasciato oggetti [ come minimo la bandiera ]

basterebbe utilizzare gli attuali telescopi ad alta risoluzione dei centri di ricerca spaziali, per fotografare quel fazzoletto di luna dove i ?nostri? dovrebbero essere allunati.

se le foto mostrano bandiera, etc etc: ok allora sì, ci sono andati.
se non ce ne fosse traccia...beh...

Tubo
Inviato: 6/1/2007 14:42  Aggiornato: 6/1/2007 14:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
basterebbe utilizzare gli attuali telescopi ad alta risoluzione dei centri di ricerca spaziali, per fotografare quel fazzoletto di luna dove i ?nostri? dovrebbero essere allunati. se le foto mostrano bandiera, etc etc: ok allora sì, ci sono andati. se non ce ne fosse traccia...beh...


Seeeee.....

Facile la vita...
Sai da quanto le stiamo aspettando?
A sentire il terzetto di LBT attualmente si potrebbe riuscire, ma come ha fatto notare Rigel nel forum "analisi foto lunari 2", che di astronomia ne sa qualcosa, ci vorrebbe un telescopio con una definizione 5 volte maggiore per poter vedere chiaramente i vari resti.

Purtroppo siamo ben lontani.
Dicono però che entro il 2010 faranno una nuova e dettagliatissima rimappatura della Luna con apposita sonda orbitante...
vedremo se sara' affidabile quanto Clementine

pincopallo
Inviato: 6/1/2007 20:31  Aggiornato: 7/1/2007 1:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/10/2005
Da:
Inviati: 44
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Al che giustamente viene da dire: "ma scusate, che ne avete fatto dei vecchi studi? Non andava già benissimo, il vecchio Rover, che portava a spasso gli astronauti come se fosse una automobilina dei campi di golf?"


Non andavano bene le vecchie centrali a carbone dell'era industriale 1700?
Che me no fo de na euro 4 se c'ho 4 euro e posso spenderli per sentir cazzate sulla mia euro 0?

Citazione:
Appunto, è proprio qui che scatta il problema, perchè ora pare che abbiano perso anche i vecchi progetti, fatti negli anni sessanta, e tocca ricominciare tutto daccapo.

Pensa te gli astronauti morti nel discovery erano un falso...esattamente come tutti gli astronauti morti negli apollo non arrivati a terra...esattamente come i russi bruciati vivi negli sputnik.
E' per questo che Fosset ha fatto progettare un sostituto per lo shuttle buttando via i vecchi progetti del Lem e dello shuttle portato da vettore
Citazione:

In altre parole, quarant'anni fa, con degli studi fatti completamente al buio -nessuno era ancora "stato sulla Luna", nè per finta nè per davvero - hanno azzeccato il Rover alla perfezione:

toh opportunity è ancora viva...e le avevano dato solo 2 mesi di vita....eeehhh il cancro è una brutta bestia....
anche i fischi per fiaschi.
NB: per russi e americani gli studi al buio avevano portato a vari tentativi, e prima dell'uomo (tra l'altro + volte morto negli apollo precedenti al 12), sono andati su una scimmia e vari cani, la cui + famosa e Layka (imbalsamata da compagno russo).
E pensa che i russi l'hanno fatto persino senza ottenere risultati. Eeehh ma se non ci son riusciti i russi vuoi che ci siano riusciti gli americani?
Mazzucco ma che problemi hai? per caso devi lanciare l'immagine cinese adesso che vuole conquistare la luna? secondo me si, stai preparando l'humus intellettuale nei tuoi sottomessi-forummati.
Citazione:

Alla stessa stregua, quarant'anni fa gli astronauti attraversavano le fasce di van Allen con una tale disinvoltura che uno di loro non sapeva nemmeno a che altezza si trovassero, mentre oggi pare che lo Shuttle non riesca nemmeno ad avvicinarsi al limite inferiore della prima delle due fasce, che già all'interno dell'astonave si verificano fenomeni allucinatori molto simili a quelli provocati dall' LSD:

Lol da quando la ionizzazione entra dentro i volumi chiusi?
Bella questa, comica.
aspe metto le dita nella corrente elettrica...che vedo fantasmi come con la coca.
Aspe parlo al cell così mi viene un blando cannone con misto d'eroina.
Citazione:

E ancora: una volta nello spazio esterno, gli eroi di Apollo procedevano disinvoltamente verso la Luna, protetti da una navicella spessa solo qualche centimetro,

Per fortuna che solo qualche mese fa notavate la navicella con i fori da micrometeorite....a no aspetta per voi era Kubrick che aveva messo in scena una nace sdrucita, nemmeno sapete cosa sono le micrometeoriti
Citazione:

mentre di recente la NASA ha inaugurato un settore della ricerca dedicato esclusivamente alla protezione dell'astronauta dai raggi cosmici, "per i futuri viaggi interstellari".

Se è per questo ha sviluppato anche programmi ben + interessanti riguardanti materiale innovativi, mappatura del suolo terrestre lunare e marziano ecc...
Citazione:

Anche le innovazioni tecnologiche hanno subito un arresto brutale nel loro sviluppo: oggi un qualunque compressore, o una qualunque pompa idraulica, per quanto costosi e sofisticati, il loro piccolo rumorino lo fanno sempre.

Dov'è l'arresto? ma se aspettiamo prodotti innovativi dalla NASA per poter rinnovare e ridurre le emissioni degli edifici?
Comunque per i compressori in aria si, in vuoto no, qualsiasi compressore sia.
Citazione:

Gli astronauti invece si portavano sulla spalle il famoso zainetto "tutto in uno", che era contemporaneamente in grado di far circolare l'acqua di raffreddamento delle tute, di scambiarne (chissà come) il calore con l'esterno, di mantenere all'interno una pressione atmosferica simile a quella terrestre,

Basta fare il vuoto dentro lo zeinetto e non passa nessun rumore (passa solo via tubo che essendo materiale molle trasferisce pochissimo).
Ma per voi son 5 strati di carta igienica con il cagnolino che tira come nella pubblicità....
Citazione:

e di fornire loro l'ossigeno da respirare, senza fare il benchè minimo squittìo: quando ascolti la voce degli astronauti, che ci arriva chiara e forte dal nostro amato satellite, la senti immersa nel più profondo e religioso silenzio cosmico. (Per chi non sapesse quanto è profondo il silenzio cosmico, è molto simile a quello di una qualunque stanza di registrazione insonorizzata di Cinecittà).

nono è anche meglio.
Metti una sveglia puntata in una campana di vetro, fai leggero vuoto spinto (basta anche 0.1 atmosfere) e non ti svegli + la mattina.
Citazione:

La lista dei portenti tecnologici che ci siamo ersi per strada è talmente lunga che diventa doloroso ricordarla tutta.

beh aggiornati se non sai cosa ci sia veramente dietro all'esplorazione spaziale.
No, non gli alieni del complottista Icke tanto amato da Rosso
Citazione:

Ma dai guanti con ditoni di plastica ipersensibili, che ti permettono di lavorare con un'Hasselblad come se fossi a mani nude, al geniale sistema di riscaldamento/raffreddamento di cui ci ha parlato Alan Bean, che manteneva l'habitat dell'Apollo a temperatura costante nonostante fuori ci fossero 120° gradi al sole, e meno-100° in ombra, tutto è andato perduto,

Lol, chissà perchè il risparmio di spazio...a si...tutto il resto era occupato dalle batterie che facevano andare proprio quell'impianto fra vari strati.
D'altra parte lo sanno tutti che le resistenze dei circuiti dei satelliti fra 120°C e 120°C hanno una gran variazione di funzionamento.....no non ditemelo, i sistemi di telecomunicazione che costano proprio per questo miliardi sono in realtà tutto in falso complotto.
Lol.

proprio un bell'articolo.

Fabrizio70
Inviato: 6/1/2007 20:50  Aggiornato: 6/1/2007 20:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:

Mazzucco ma che problemi hai? per caso devi lanciare l'immagine cinese adesso che vuole conquistare la luna? secondo me si, stai preparando l'humus intellettuale nei tuoi sottomessi-forummati.
[QUOTE]
Alla stessa stregua, quarant'anni fa gli astronauti attraversavano le fasce di van Allen con una tale disinvoltura che uno di loro non sapeva nemmeno a che altezza si trovassero, mentre oggi pare che lo Shuttle non riesca nemmeno ad avvicinarsi al limite inferiore della prima delle due fasce, che già all'interno dell'astonave si verificano fenomeni allucinatori molto simili a quelli provocati dall' LSD:
[/QUOTE]
Lol da quando la ionizzazione entra dentro i volumi chiusi?
Bella questa, comica.
aspe metto le dita nella corrente elettrica...che vedo fantasmi come con la coca.
Aspe parlo al cell così mi viene un blando cannone con misto d'eroina.



Azz pincopallo mai scrivere post mentre si stà al cellulare , fà strani effetti , lo sanno tutti che gli astronauti ( chi più chi meno ) soffrono del disturbo della visione di lampi luminosi , dovuta alle particelle ionizzanti.

Riguardo al "sottomessi-forummati" , solo 36 messaggi da ottobre 05 ? bheeeèè

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Freeman
Inviato: 6/1/2007 22:31  Aggiornato: 6/1/2007 22:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Il futuro passato remoto
Riguardo al "sottomessi-forummati" , solo 36 messaggi da ottobre 05 ? 

ma, sai, i rospi da leccare sono rari, non si trovano tanto spesso...

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
sagada
Inviato: 6/1/2007 23:04  Aggiornato: 6/1/2007 23:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2006
Da:
Inviati: 114
 Re: Il futuro passato remoto
ba

-"Pillola azzurra: fine della storia, domani ti sveglierai in camera tua e crederai a quello che vorrai; pillola rossa: resti nel paese delle meraviglie e vedrai quant'è profonda la tana del bianconiglio" .
Redazione
Inviato: 7/1/2007 0:45  Aggiornato: 7/1/2007 0:56
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il futuro passato remoto
PINCOPALLO: Prendo l'unica cosa semi-seria che hai detto, poichè da quello che hai postato si deduce che non hai nemmeno guardato il filmato:

"Basta fare il vuoto dentro lo zeinetto e non passa nessun rumore (passa solo via tubo che essendo materiale molle trasferisce pochissimo)."

Chiedo scusa, ma il casco è pieno d'aria? La risposta è sì, ovviamente, come lo è tutta la tuta, che deve per forza essere pressurizzata. Ora, quest'aria, a quel che mi risulta, è fatta circolare/tenuta in pressione da una pompa, giusto? Quindi l'aria è NECESSARIAMENTE a contatto SIA col microfono dell'astronauta, SIA con la parte interna della pompa.(Anche se ci fosse una valvola, nel momento in cui si apre il rumore deve passare tutto).



In altre parole, se passa l'aria deve PER FORZA passare anche il rumore di ciò che la spinge.

Mentre non si sente assolutamente nulla.

Esiste una risposta seria a questa obiezione?

Maggiolino
Inviato: 7/1/2007 2:09  Aggiornato: 9/1/2007 3:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 384
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
In altre parole, se passa l'aria deve PER FORZA passare anche il rumore di ciò che la spinge.

Ok Massimo, su questo non ci piove.

La mancanza di rumori di fondo potrebbe spiegarsi conoscendo la sensibilità del microfono e la sua banda passante, a dire il vero si dovrebbe conoscere la caratteristica di tutto il sistema impiegato per registrare/trasmettere i suoni percepiti dal microfono.
Se il rumore della pompa era contenuto e la sua frequenza cadeva al di fuori di quelle percepibili dal sistema audio non poteva essere registrato.

Chemtrails! Il futuro è già iniziato
Ciao
Maggiolino
luca2012
Inviato: 7/1/2007 17:48  Aggiornato: 7/1/2007 17:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 69
 Re: Il futuro passato remoto
Ciao a tutti. riguardo alle missioni apollo posto un link che ho trovato molto interessante e spero possa esservi utile, qualunque sia la vostra opinione al merito ( e sempre ammesso che non lo conosciate già):
http://www.astrofilicolumbia.it/SiSiamoAndatiSullaLuna.htm
Inoltre volevo fare una domanda. Ho letto nella descrizione del libro "Il segreto del figlio della vedova" di David A. Shugarts che la prima bandiera portata sul suolo lunare probabilmente non fu la classica bandiera a stelle e striscie. Ho cercato in internet ma non ho trovato niente, qualcuno ne sa qualcosa? Di comprarmi il libro solo per questo non se ne parla dato che tutti gli altri argomenti sono noti e stranoti.
modifica: ho trovato la risposta. qui:
http://www.texemarrs.com/032003/eagle_has_landed.htm

Fabrizio70
Inviato: 7/1/2007 19:08  Aggiornato: 7/1/2007 19:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Ciao a tutti. riguardo alle missioni apollo posto un link che ho trovato molto interessante e spero possa esservi utile, qualunque sia la vostra opinione al merito ( e sempre ammesso che non lo conosciate già)


Ciao Luca , non conoscevo tale sito , ho dato un'occhiata ma ci sono alcuni errori e sopratutto omissioni che mi fanno pensare ad un lavoro fatto alla cieca.
Il tipo in questione ad esempio non ha ma cercato su google immagini "apollo training" , ci sono molte immagini di come simulavano l'assenza di gravità , con i fili , come mai non ne parla?
Inoltre il telescopio di Apollo 16 che "dovrebbe" smontare l'ipotesi dell'assenza di stelle aveva un filtro " far-UV" ,ovvero non riprendeva la luce visibile.
Altra grossa omissione riguarda la polvere all'atterraggio , é una sequela di errori ed omissioni , non fà cenno per niente al fatto che per ben 40 secondi durante l'atterraggio di Apollo 11 hanno alzato la polvere , ed inoltre non tiene conto per niente del fatto che quando si frena non conta il peso , ma la massa , e quella é uguale sia sulla che sulla luna.
Interessante la faccenda della bandiera , se trovo il libro lo prendo , ciao.

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
ivan
Inviato: 7/1/2007 22:30  Aggiornato: 8/1/2007 3:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Il futuro passato remoto
Quel sito è simpatico.

Già con la prima immagine si presenta da solo: io avrei fatto una scelta più felice della roccia con il naso dall'aspetto imbronciato: non mancano mica belle immagini nei referti delle missioni apollo. E il cielo, per coerenza, l'avrei lasciato nero, non ci avrei messo dei puntini bianchi per simulare le stelle.


Poi c'è la solita storia della foto di A. Shepard di Apollo 14: Iceman l'ha spiegato più volte che quelli sono frammenti e non stelle.

Anche la seconda imamgine è infelice: cè il LM, il SUV, la sacca portasuv ancora chiusa, il sacco sotto il LM ... io avrei scelto un panorama diverso ...

E si potrebbe continuare a lungo.

Ma, alla fine, si sa, de gustibus ..., contenti loro ...

totalrec
Inviato: 8/1/2007 1:26  Aggiornato: 8/1/2007 1:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Il futuro passato remoto
Ciao a tutti.
Forse sono strano, ma sapere che c'è in giro gente che ancora crede che 40 anni fa gli uomini andassero a spasso sulla luna mi sembra inverosimile. Basterebbe riflettere due minuti per rendersi conto dell'assurdità della cosa. Scusate se cito il mio blog (chi si cita si sbroda) ma qualcuno ha mai riflettuto su queste foto (parlo di quelle contenute nella sezione "La grande palla delle missioni Apollo")?

http://blogghete.blog.dada.net/permalink/277805.html#more

Oppure su queste:

http://blogghete.blog.dada.net/permalink/279763.html#more

A tutti coloro che osano affermare che "i fili a cui
sono appesi gli astronauti non si vedono", vorrei infine consigliare questo filmato:

http://www.ufos-aliens.pwp.blueyonder.co.uk/apollofilm.rm

Mi chiedo: perché discutiamo con persone che credono alle missioni lunari? E' davvero utile? Perdereste del tempo a spiegare a un bambino di sei anni che Babbo Natale non esiste? Quando avrà l'età giusta (se mai l'avrà) lo capirà da solo. A che serve spezzare la sua illusione anzitempo se non a soddisfare la nostra malcelata crudeltà?

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Wintermute
Inviato: 8/1/2007 11:41  Aggiornato: 8/1/2007 11:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: aree riservate e protette
Inviati: 1096
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Forse sono strano, ma sapere che c'è in giro gente che ancora crede che 40 anni fa gli uomini andassero a spasso sulla luna mi sembra inverosimile.

forse sono strano io,
ma ad oggi sapere chè c'è gente che crede a tutto quello che si gli propina,
mi sembra inverosimile.
eppure...
Citazione:
Basterebbe riflettere due minuti per rendersi conto dell'assurdità della cosa.

ecco bravo,
rifletti due minuti, va.
pensa che c'è pure chi si è laureato su quelle materie (ingenieria areospaziale) pensandoci su (min) 5 anni!
ma che sciocchi! bastava ci pensassero 2 minuti per scoprire com'erano le cose in realtà!
...sei proprio un genio...
Citazione:
Scusate se cito il mio blog (chi si cita si sbroda) ma qualcuno ha mai riflettuto su queste foto (parlo di quelle contenute nella sezione "La grande palla delle missioni Apollo")?

ummm...sapere la differenza tra "adrin" e "buzz" sarebbe essenziale prima di mettersi a far notare cose inesistenti....



avanti col prossimo.

edit
Citazione:
Mi chiedo: perché discutiamo con persone che credono alle missioni lunari? E' davvero utile? Perdereste del tempo a spiegare a un bambino di sei anni che Babbo Natale non esiste? Quando avrà l'età giusta (se mai l'avrà) lo capirà da solo. A che serve spezzare la sua illusione anzitempo se non a soddisfare la nostra malcelata crudeltà?

ecco bravo, credi pure a babbonatale va.

Salvo il mondo...
ma con quale estensione?
luca2012
Inviato: 8/1/2007 11:44  Aggiornato: 8/1/2007 11:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/12/2006
Da:
Inviati: 69
 Re: Il futuro passato remoto
Certo, totalrec, da come parli sembra che tu abbia assistito dal vivo al falso allunaggio. scusa eh, ma da una parte ci sono quelli che credono ciecamente all'allunaggio, e dall'altra parte ci sono quelli come te che credono ciecamente che sia stata tutta una messinscena. nessuno ha dubbi sulla propria teoria, così non si va da nessuna parte. riguardo alle foto nel tuo blog l'unica interessante è quella del rover che passa per metà in un cratere. le altre sono solo effetti o giochi di luci e ombre, niente di strano. così anche nei filmati i movimenti degli astronauti non sono strani considerata la bassa (ma non nullla) gravità lunare ed il peso degli zainetti. dovevano camminare sporti in avanti per bilanciarsi (quasi in equilibrio precario, cosa possibile sulla luna) ed è logico che quando cadevano era difficile rialzarsi. nel filmato dove si vedono i due astronauti di cui uno a terra, quest'ultimo a me pare che si alzi facendo leva sull'altro. comunque le mie sono considerazioni personali, e potrebbero benissimo essere sbagliate. ma se si parte già convinti di possedere la verità assoluta come fai te stiamo freschi. ciao

Tubo
Inviato: 8/1/2007 13:18  Aggiornato: 8/1/2007 13:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Forse sono strano, ma sapere che c'è in giro gente che ancora crede che 40 anni fa gli uomini andassero a spasso sulla luna mi sembra inverosimile. Basterebbe riflettere due minuti per rendersi conto dell'assurdità della cosa


Allora, a meno che tu non abbia 14 anni, si, sei strano.
Che a te sembri inverosimile ci può anche stare, ma ti pregherei di non propinarmi la balla dei due minuti.
Che tu abbia impiegato 5 minuti per scrivere il pezzo sul tuo blog lo credo, ma che tu ne abbia speso più di 1 per riflettere su quanto scritto, no.

Citazione:
Scusate se cito il mio blog (chi si cita si sbroda) ma qualcuno ha mai riflettuto su queste foto (parlo di quelle contenute nella sezione "La grande palla delle missioni Apollo")?


No, nessuno ci ha mai riflettuto, qui non si riflette, si sparano solo cose, grazie per l'illuminante link al tuo blog.

Citazione:
A tutti coloro che osano affermare che "i fili a cui sono appesi gli astronauti non si vedono", vorrei infine consigliare questo filmato:


Non solo si seminano grandi palle ma non si leggono manco i post precedenti.
Chi dice che i cavi non si vedono sono io, che guarda il caso ho pure proposto un video dove sembrano in realtà apparire.
Vai su, in alto e leggi il mio post, dove c'è pure un link con lo stesso tuo filmato, ma almeno con un formato decente.

Citazione:
Mi chiedo: perché discutiamo con persone che credono alle missioni lunari?


Giusto, perchè ?

Citazione:
Perdereste del tempo a spiegare a un bambino di sei anni che Babbo Natale non esiste? Quando avrà l'età giusta (se mai l'avrà) lo capirà da solo. A che serve spezzare la sua illusione anzitempo se non a soddisfare la nostra malcelata crudeltà?


Ecco, allora tu che perdi tempo a fare?
Tempus fugit !


crociato
Inviato: 8/1/2007 14:34  Aggiornato: 8/1/2007 14:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 20/4/2005
Da: Costantinopoli
Inviati: 1026
 Re: Il futuro passato remoto
Rimosso perchè OT

La Redazione

Christus vincit, Christus regnat, Christus imperat
franco8
Inviato: 8/1/2007 14:44  Aggiornato: 8/1/2007 14:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 1561
 Re: Il futuro passato remoto
Rimosso perchè OT

La Redazione

.... ....io non mi definisco affatto volentieri ateo, non più di quanto io sia a-MickeyMouse.
..
(detto, fatto)
Iceman
Inviato: 8/1/2007 15:21  Aggiornato: 8/1/2007 15:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/2/2006
Da:
Inviati: 1784
 Re: Il futuro passato remoto
incredibile!
Io non ho parole...

Stiamo raggiungendo i punti più bassi della disinformazione.

Non capisco perchè si ostina a pubblicare questi inutili sproloqui senza senso mirati solo ad alzare fanta polveroni
Se non conosce la storia dell astronautica come le banali leggi fisiche di conduzione del calore, come le fasce di Van Allen, eviti di citarle...
Se le vuole citare si informi e dia delle spiegazione "Tecniche"...

Perchè senza spiegazioni le sue teorie sono nulla.

Quindi adesso ci spieghi le fonti di cio che ha scritto quali sono

maxgallo
Inviato: 8/1/2007 15:31  Aggiornato: 8/1/2007 15:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/5/2004
Da: Prov. Pescara
Inviati: 2078
 Re: Il futuro passato remoto
Iceman, mazzucco ha chiesto se ci fossero risposte ai suoi dubbi; se hai una risposta dalla, altrimenti evita le solite boutade. Non servono a nulla.

In generale, si prega di argomentare ed evitare sparate generalizzanti e personali da ambo le parti.

"Il brutto della vita è che gli idioti sono pieni di loro e gli intelligenti sono pieni di dubbi"

Iceman
Inviato: 8/1/2007 15:54  Aggiornato: 8/1/2007 15:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/2/2006
Da:
Inviati: 1784
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
In altre parole, se passa l'aria deve PER FORZA passare anche il rumore di ciò che la spinge.

Mentre non si sente assolutamente nulla.

Esiste una risposta seria a questa obiezione?


La spiegazione del perchè il Rumore dello zaino non influisce sulle comunicazioni l ha scritte lei stesso in questo post.

Ma dico: secondo lei la funzione dell impianto di sopravvivenza(dello zaino) era quella di permettere all astronauta di respirare o di rimpirgli la tuta d aria di continuo come si fa per gonfiare un pallone???

Inoltre se non conosce le particolarità tecniche di quello zaino(niente di male!occorre essere dei tecnici molto preparati su vari settori diversi per cui sono in pochi a conoscerle con precisione!) non capisco come possa sollevare un dubbio così assurdo come questo.

Quando un subaqueo si immerge è il suo respiro a far rumore, non l aria che esce dalla bombola(eppure se la fai uscire il rumore lo fa eccome)

totalrec
Inviato: 8/1/2007 19:46  Aggiornato: 8/1/2007 19:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Il futuro passato remoto
LUCA2012: "da una parte ci sono quelli che credono ciecamente all'allunaggio, e dall'altra parte ci sono quelli come te che credono ciecamente che sia stata tutta una messinscena".

La parola chiave è "ciecamente". Le foto e i filmati a cui ho indicato il link non sono per i ciechi. Sono per chi ha occhi per guardarle. Tu non li hai. Lo dimostri due volte, la prima definendo l'enorme sfera che si vede sullo sfondo come un "effetto di luci e di ombre". Sii sincero: hai mai visto, su una qualsiasi foto scattata in qualsiasi luogo, un "effetto di luce" come quello? Un "effetto di luce" che in alcune foto sta per metà sotto l'"orizzonte" (chiamiamolo così)?

Affermi inoltre: "i movimenti degli astronauti non sono strani considerata la bassa (ma non nullla) gravità lunare ed il peso degli zainetti". Questo dimostra, intanto, che non hai neppure guardato il filmato a cui ho inviato il link. Non guardare, come dicevo, è l'unico modo in cui credo sia possibile continuare a credere ad una bufala così EVIDENTE. Per la cronaca, nella prima parte del filmato non si vedono solo astronauti che compiono movimenti "strani". Si vedono i fili a cui sono appesi, o almeno i riflessi di luce su di essi, esattamente sulla verticale degli astronauti. Certo, potrebbe trattarsi di altri fenomeni, nel qual caso sarebbe bello che qualcuno spiegasse quali fenomeni possono produrre riflessi di quel genere nel vuoto dello spazio. Immagino che qualcuno ci proverà. A chi crede che gli uomini possano andare a passeggio sulla luna la fantasia non deve certo mancare.

Per quanto riguarda l'idea che gli "strani movimenti" possano essere dovuti alla "bassa gravità" (chissà poi che c'entra la bassa gravità con un tipo che si rialza senza quasi toccare terra, mah...), posso solo dire che io sulla luna non ci sono mai andato, dunque, per quel che ne so, tutto è possibile. Anche che la "bassa gravità" permetta a un tizio di rialzarsi come fa il paladino Orlando nel teatrino dei pupi. Però non lo ritengo probabile. Inoltre, mettendo in relazione la parte 1 del filmato (i fili) con la parte 2 (il pupo) e facendo 2+2 si ottiene come risultato l'idea di una messinscena piuttosto penosa e assai mal realizzata. Questo, ovviamente, solo per chi ha voglia di fare 2+2. I ciechi, naturalmente, preferiscono evitarlo e parlare di astruse teorie (i russi che avrebbero denunciato gli americani, i miliardi di telescopi puntati su Armstrong che scendeva la scaletta, la bassa gravità che fa compiere movimenti marionetteschi e via dicendo).

Giuro, caro luca2012, non è che io ce l'abbia con i ciechi. Lo sono stato anch'io, per alcuni decenni, so cosa si prova e quali meccanismi psicologici ti spingono ad esserlo. Per questo so riconoscere un cieco quando lo vedo e tu, in questo momento, desideri esserlo e lo sei. E' per questo che sostenevo - nel mio post precedente - l'assoluta inutilità di parlare con chi crede ai viaggi lunari. Del resto, come puoi vedere, io ti sto parlando egualmente. Sarà che l'inutile mi attrae? Boh.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Fabrizio70
Inviato: 8/1/2007 19:57  Aggiornato: 8/1/2007 19:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:

Quando un subaqueo si immerge è il suo respiro a far rumore, non l aria che esce dalla bombola(eppure se la fai uscire il rumore lo fa eccome)


Iceman se hai delle risposte dille , altrimenti astieniti da commenti inutili e superflui solo per far alzare il numero di post , a 2000 non vinci la bambolina , conosci il funzionamento di quella attrezzatura e sai perché non si propagava il rumore ?

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Fabrizio70
Inviato: 8/1/2007 20:05  Aggiornato: 8/1/2007 20:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Anche che la "bassa gravità" permetta a un tizio di rialzarsi come fa il paladino Orlando nel teatrino dei pupi


Già , peccato che la forza necessaria per fermare quel movimento é uguale sia sulla terra che sulla luna , la bassa gravità non influisce per niente sull'inerzia.
totalrec ricordati che se vuoi far capire alle persone le cose non le devi "aggredire" , in questo caso si chiudono a riccio e non ascoltano più , é una reazione normale , anche tua , ciao.

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
kalpoterni
Inviato: 8/1/2007 21:05  Aggiornato: 8/1/2007 21:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/10/2006
Da:
Inviati: 217
 Re: Il futuro passato remoto
Non avevo mai visto alcun video sulle missioni lunari,sinceramente non mi ero mai posto il problema "luna",prendevo per buono quello che prendono più o meno "tutti",non sono in grado di scendere in dettagli tecnici e tantomeno scientifici,però poco fa ho visto il video di youtube,quello linkato da tubo (su in alto) e lo trovo curioso,molto curioso.

totalrec
Inviato: 8/1/2007 21:32  Aggiornato: 8/1/2007 22:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Non solo si seminano grandi palle ma non si leggono manco i post precedenti.

Chi dice che i cavi non si vedono sono io, che guarda il caso ho pure proposto un video dove sembrano in realtà apparire.

Vai su, in alto e leggi il mio post, dove c'è pure un link con lo stesso tuo filmato, ma almeno con un formato decente.





Caro Tubo, chi ti capisce è bravo. Dici che i cavi non si vedono e poi linki un filmato in cui si vedono benissimo. Molto meglio che in quello linkato da me, su questo hai ragione.
Misteri del "bipensiero" orwelliano.
Comunque grazie.
Penso che cambierò il link presente sul mio blog con quello che indicato da te.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Fabrizio70
Inviato: 8/1/2007 21:39  Aggiornato: 8/1/2007 21:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
kalpo se te lo sei perso goditi anche questo allora

http://www.youtube.com/watch?v=9aH7R4cV288

mentre su questo c'é l'uomo ragno

http://www.hq.nasa.gov/office/pao/History/alsj/a15/a15v.1201156.rm

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
nichilista
Inviato: 8/1/2007 22:16  Aggiornato: 8/1/2007 22:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
ho appena visto sia "guarda che luna" che il filmato dei "cavi" postato da tubo.
il primo mi ha fatto un sacco ridere (specie il sottofondo sonoro) ma non ci ho trovato assolutamente nulla di eclatante.
per il secondo , beh...nel filmato si mostrano 2 spezzoni con i "cavi incriminati" ma:
nel secondo, quello con il dito inquisitore, non si vede assolutamente nulla,
per qunato riguarda il primo, il sedicente wire non mi pare altro che un riflesso prodotto dalla luce che colpisce l'antenna posta sopra lo zaino , nulla di più.sembra tutto tranne che un cavo

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
Fabrizio70
Inviato: 8/1/2007 22:27  Aggiornato: 8/1/2007 22:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
ma non ci ho trovato assolutamente nulla di eclatante


Prova a cadere con tuta ed 80 chili di zaino sulle spalle , poi vediamo se riesci a fermarti con la sola forza delle braccia , questa prova la puoi fare anche sulla terra , l'inerzia é la stessa , F=ma , come vedi il termine G non appare per niente , good luck

P.S: se ti rompi le braccia non mi venire a chiedere danni poi

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Tubo
Inviato: 8/1/2007 22:37  Aggiornato: 8/1/2007 22:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
Esatto nichilista, concordo con la tua analisi e cioè che i cavi non si vedono.
Oltretutto dato che lo spezzone incriminato è di breve durata, che costava alla Nasa toglierlo? Non se ne sarebbe accorto nessuno.
A maggior ragione se è vero che i filmati ( e dunque le foto) sono stati girati in un set, vuol dire che sono stati visionati a non finire e ripuliti al meglio per non dare adito a sospetti. E invece sono belli che li, con i cavi in bella mostra a disposizione dei sostenitori del lunare raggiro.
Mah...

Ciò non toglie, ovviamente, che in realtà si tratti davvero di un colossale imbroglio, ma per quanto mi riguarda mi mantengo per ora in una posizione di scetticismo su entrambi i versanti ( vero-non vero); d'altronde i dati a favore di una e dell'altra tesi sono sovrabbondanti e con un volenteroso studio si vengono a scoprire ogni giorno cose nuove.

Ciò che più mi inquieta, però, è che mentre per il 911 si è fatto di tutto fin da subito per camuffare e depistare, per le missioni Apollo è avvenuto esattamente il contrario e il sito stesso della Nasa è in assoluto il più ricco di materiale in merito.
-"Naturale", si potrebbe obiettare.
-"Per nulla proprio", siamo costretti a rispondere date le famose e recenti performance di cover up adottate dagli amici di dubya e soci, predecessori e, ahinoi, epigoni.

Ciao.

Edit: Grazie Redazione! Siete stati più veloci del modulo di rientro di Apollo 10 !!

nichilista
Inviato: 8/1/2007 22:37  Aggiornato: 8/1/2007 22:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
F=ma


sbaglio o il valore di a è differente?

a non è data dall' accelerazione gravitazionale?
mi pare che sulla terra sia 9,14 m/s^ .sulla luna è la stessa?


edit

ho controllato:

sulla terra è di media 9.81 non 9.14 come da me scritto( sapete la mia memoria...)

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
ivan
Inviato: 8/1/2007 22:38  Aggiornato: 8/1/2007 22:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Il futuro passato remoto
http://www.hq.nasa.gov/office/pao/History/alsj/a15/a15v.1201156.rm

Le voci sono spettrali e l'inquadratura va venire il torcicollo ...

Paxtibi
Inviato: 8/1/2007 22:40  Aggiornato: 8/1/2007 22:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Il futuro passato remoto
Totalrec, puoi editare il tuo post cambiando il carattere della citazione?
Il courier allarga la pagina e io ho un monitor molto piccolo.

ivan
Inviato: 8/1/2007 22:42  Aggiornato: 8/1/2007 22:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:

F=ma


sbaglio o il valore di a è differente?

a non è data dall' accelerazione gravitazionale?
mi pare che sulla terra sia 9,14 m/s^ .sulla luna è la stessa?



La cosa mi ha sempre incuriosito.

La "g" "lunare" (mi pare 1/6 della g terrestre) si ricava da modelli teorici o da evidenze sperimentali?

Fabrizio70
Inviato: 8/1/2007 22:52  Aggiornato: 8/1/2007 22:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:

a non è data dall' accelerazione gravitazionale?
mi pare che sulla terra sia 9,14 m/s^ .sulla luna è la stessa?


no , sulla luna é differente , circa un sesto , ma quella formula vale per qualsiasi direzione, si può sostituire a con g in caso di caduta libera , ma la spinta delle gambe non rende tale movimento una caduta libera , bensì una somma di movimenti verticali ed orizzontali, in effetti il vero problema dei movimenti in bassa gravità é fermarsi dopo aver preso troppa velocità

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
nichilista
Inviato: 8/1/2007 23:01  Aggiornato: 8/1/2007 23:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
un po' come cadere nell'acqua.

quello che cambia comunque , per i nostri amici 'shtronauti, è l'aumento del rapporto potenza-peso muscolare. le mie braccia faranno uno sforzo differente nell'arrestare una caduta quando il mio peso corporeo ( dato m*g se non erro) è di 150 kg( 70*80 della tuta) o se è di 25( 1 sesto di quello che si avrebbe sul nostro ceruleo globo).
se mi faccio una caduta di 20 m dentro l'acqua o se me la faccio da un palazzo mi sa che un cicinin cambia

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
Ashoka
Inviato: 8/1/2007 23:10  Aggiornato: 8/1/2007 23:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/7/2005
Da:
Inviati: 3660
 Re: Il futuro passato remoto
Calma e sangue freddo...

Sull'accelerazione di gravità:

deriva dall'equazione Newtoniana per cui la forza di attrazione tra due corpi è proporzionale al prodotto delle masse ed inversamente proporzionale al quadrato della distanza.

La costante di proporzionalità è G (maiuscola)

quindi F = G* (m1 * m2)/ d^2

Supponendo questa forza concentrata nel baricentro dei corpi ha come direzione la retta che li congiunge.

Quindi in questo caso è direzionata verso il terreno.

Poiché l'accelerazione è uguale alla forza divisa per la massa su cui agisce allora nella formula si semplica la m1 (il corpo su cui la vogliamo calcolare).

Quindi l'accelerazione di gravita g è uguale x tutti i corpi in caduta.

A questo punto sulla luna cambiano m2 e distanza d (raggio minore e massa minore) quindi l'accelerazione calcolata è circa un sesto.

Attenzione però. Questo non vuol dire che si pesa di meno sulla Luna...

ma che su di noi agisce una forza, diretta verso il terreno, di un sesto la quale, in assenza di attrito, non incide nei movimenti ad esempio laterali.

In pratica è come avere sempre un cavo in tensione fissato sul nostro baricentro e che "tira" verso l'alto con forza = (massa* 5/6g) Newton

Ashoka

Fabrizio70
Inviato: 8/1/2007 23:12  Aggiornato: 8/1/2007 23:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
e mi faccio una caduta di 20 m dentro l'acqua o se me la faccio da un palazzo mi sa che un cicinin cambia


Si , ricevi una spinta uguale e contraria al volume d'acqua spostato , legge di archimede , quindi come esempio non é azzeccato

Quello che devi considerare é che "a" rappresenta una forza contraria in caso di arresto , minore é lo spazio di arresto maggiore é l'accelerazione , in pratica se guidi una macchina le sensazioni di accelerazione e frenatura sono le stesse sia sulla luna che sulla terra.

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Tubo
Inviato: 8/1/2007 23:19  Aggiornato: 8/1/2007 23:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
In pratica è come avere sempre un cavo in tensione fissato sul nostro baricentro e che "tira" verso l'alto con forza = (massa* 5/6g) Newton


Ciao Ashoka, grazie per la delucidazione.
Stando quindi a quanto dici, a tuo avviso i movimenti degli astronauti che a volte, è vero, sembrano essere tirati su da un cavo, sono plausibili?

Noi non siamo mai stati sulla Luna ( io, te e gli altri che seguono questa discussione, intendo... ) certo, ma a rigor di logica, secondo te i movimenti che destano più sospetti sono poi cosi' sospetti o potrebbero essere veritieri?

Ciao.

ivan
Inviato: 8/1/2007 23:20  Aggiornato: 8/1/2007 23:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Il futuro passato remoto
Grazie Ashoka.

Quindi possiamo concludere che la "G" lunare per adesso la estrapoliamo da un modello teorico e non da misure sul "campo" ?

nichilista
Inviato: 8/1/2007 23:24  Aggiornato: 8/1/2007 23:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
grazie ad ashoka/pico della mirandola per il chiarimento( lo aspettavo )

fabrizio, chiaro che l'esempio dell'acqua serviva solo per chiarire il punto: effetto della caduta. lo so che per il fluido trasparente la questione è un'altra ed entrano in gioco altri fattori.occorreva interpretare ai soli fini della discussione.

resta il fatto che se io sulla terra , persona allenata e di 73 kg, cado "di peso" sulle braccia non mi succede nulla e ci metto meno di un secondo a rialzarmi. sulla luna, dove agisce il "cavo" di cui parla ashoka, farò ancora meno fatica per risollevarmi, dato che la mia forza muscolare resta invariata( peso potenza).le "sensazioni"poi, penso non centrino molto con il discorso.


un'altra cosa poi mi assilla




anche la faccenda mancanza di rumori in sottofondo mi lascia un po' perplesso.
di che rumori stiamo parlando?
certo non quelli provenienti dall'esterno dell'habitat/tuta, visto che nel vuoto(mi pare un atomo di idrogeno per cm^) questi non si propagano.
se sono i rumori prodotti nella tuta e dalla tuta quelli di cui parliamo, beh, credo non v'è certezza.
forse ci si riferisce all'erogatore d'aria, ma per quale motivo questo avrebbe dovuto fare casino?mica è il condizionatore della punto.oramai anche i condizionatori da appartamente più moderni non producono rumori; se ci si avvicina col nostro bel padiglione all'apparecchio non si sente nulla.
ora: perchè abbiamo tutta questa certezza che la nostra bella tutta faccia abbastanza casino da poter essere percepita dai microfoni presenti nel casco( e dalla penso non eccessiva sensibilità , dato lo scopo)?

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
kalpoterni
Inviato: 8/1/2007 23:36  Aggiornato: 8/1/2007 23:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/10/2006
Da:
Inviati: 217
 Re: Il futuro passato remoto
FABRIZIO70:kalpo se te lo sei perso goditi anche questo allora
.........................................................
Appena finito di vedere......mannaggia....grazie Fabrizio.

Fabrizio70
Inviato: 8/1/2007 23:38  Aggiornato: 8/1/2007 23:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
resta il fatto che se io sulla terra , persona allenata e di 73 kg, cado "di peso" sulle braccia non mi succede nulla e ci metto meno di un secondo a rialzarmi. sulla luna, dove agisce il "cavo" di cui parla ashoka, farò ancora meno fatica ad alzarmi, visto che la mia forza muscolare resta invariata( peso potenza).le "sensazioni" penso non centrino molto col discorso.


Se ci aggiungi altri 80 kg tra tuta e zaino il problema non é alzarsi , ma arrestare la caduta , un attimo prima di atterrare sei leggero come una piuma , quando tocchi terra la spinta la senti tutta , agli astronauti viene insegnato a muoversi con molta prudenza per evitare sorprese al momento di fermarsi.

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Fabrizio70
Inviato: 8/1/2007 23:47  Aggiornato: 8/1/2007 23:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
anche la faccenda mancanza di rumori in sottofondo mi lascia un po' perplesso.
di che rumori stiamo parlando?


Di tutti i rumori , questo é il video dell'atterraggio , considera che per lo spazio ristretto gli eroi hanno sotto (anzi dietro per la precisione) il deretano un razzo alla massima spinta , si sentono i sibili dei razzi direzionali ma quello grande no , non ti sembra un pò strano ?

http://www.hq.nasa.gov/office/pao/History/alsj/a11/A11Landing.mov

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Ashoka
Inviato: 8/1/2007 23:57  Aggiornato: 8/1/2007 23:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/7/2005
Da:
Inviati: 3660
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Ciao Ashoka, grazie per la delucidazione.
Stando quindi a quanto dici, a tuo avviso i movimenti degli astronauti che a volte, è vero, sembrano essere tirati su da un cavo, sono plausibili?


Beh.. dipende..

Nel senso che sulla Terra siamo abituati a convivere con la gravità per cui nel muoverci ne teniamo conto, indirizzando gran parte della forza che imprimiamo nella direzione verticale. Sulla Luna quindi la stessa tipologia di sforzo produrrebbe degli astronauti ballonzolanti..

Una eventuale “simulazione terrestre” della gravità lunare potrebbe essere fatta nel modo descritto prima, con l'inconveniente che se “chi tira” non è coordinato con l'astronauta, si possono verificare zainetti in tensione, astronauta ancorato a terra che non riesce ad alzarsi, etc.

Ivan Citazione:
Quindi possiamo concludere che la "G" lunare per adesso la estrapoliamo da un modello teorico e non da misure sul "campo" ?


Beh.. innanzitutto un eccellente modello teorico per descrivere quei movimenti ..e se ci siamo stati, con sonde o con apollo varie anche verificato sul campo, no?

nichilista
Inviato: 9/1/2007 0:01  Aggiornato: 9/1/2007 0:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
Se ci aggiungi altri 80 kg tra tuta e zaino il problema non é alzarsi , ma arrestare la caduta , un attimo prima di atterrare sei leggero come una piuma , quando tocchi terra la spinta la senti tutta , agli astronauti viene insegnato a muoversi con molta prudenza per evitare sorprese al momento di fermarsi.

70*80/6 = 25

scusa, ma credere che un'astronauta allenato non riesca a frenare con la propria forza muscolare un'inerzia di 25 kg( dovrei parlare in newton visto che si tratta di forze, ma così è più semplice) mi riesce difficile.
so che debbono controllare i propri movimenti, ma sopratutto per un fattore di equilibrio: è per questo che non fanno mai salti molto alti ma direzionano la spinta dinanzi.

Di tutti i rumori , questo é il video dell'atterraggio , considera che per lo spazio ristretto gli eroi hanno sotto (anzi dietro per la precisione) il deretano un razzo alla massima spinta , si sentono i sibili dei razzi direzionali ma quello grande no , non ti sembra un pò strano ?

ma stanno atterrando col LEM?
come mai tengono acceso il vettore principale? non basterebbe l'ausilio della debole gravità e l'uso dei razzi direzionali?
boh, capisco poco di allunaggi.
sei sicuro che quello che senti è solo il rumore dei direzionali?

no, questo non me lo spiego

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
Tubo
Inviato: 9/1/2007 0:14  Aggiornato: 9/1/2007 0:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Una eventuale “simulazione terrestre” della gravità lunare potrebbe essere fatta nel modo descritto prima, con l'inconveniente che se “chi tira” non è coordinato con l'astronauta, si possono verificare zainetti in tensione, astronauta ancorato a terra che non riesce ad alzarsi, etc.


Esattamente...
E' questo che non mi spiego, come si poteva organizzare una cosi' perfetta sincronia tra i wire movers e gli astronauti?
Perchè le cose sono 2:
o stavano sulla Luna ( gravità ridotta)
o avevano dei cavi, e non di certo dei cavetti di nilon...
Cioè:
Avevano un copione che si erano studiati alla perfezione? Il problema non è tanto il movimento rallentato infatti quanto la capacità di spiccare salti di 60-80 cm da fermi e con le gambe distese!!

E come si fa?
E come si simula il fatto che in pochi balzi si spostano di decine di metri?
Certo, con i cavi si potrebbe, ma i cavi non ci sono, non si vedono e se ci fossero si noterebbe che è una "cosa fatta con i cavi"

Siamo nel ' 69.

Tubo
Inviato: 9/1/2007 0:20  Aggiornato: 9/1/2007 0:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
Aggiungo che secondo me il cavo avrebbe dovuto essere stato ancorato al bacino dell'astronauta, non sullo zaino nè sul casco (ovviamente ) e , anche in relazione a questo fatto, l'operatore cavo avrebbe dovuto seguire il Buzz di turno come un'ombra a mezzogiorno per mantenere sempre il cavo perpendicolare di di lui e in tensione continua.

( ci sarebbero dovuti anche essere un milione di micro operatori per ogni granello di sabbia alienamente sollevata, ma questo è un altro discorso, una cosa alla volta...)

nichilista
Inviato: 9/1/2007 0:20  Aggiornato: 9/1/2007 0:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
non so se avete mai visto l'iperdibile capolavoro cinematografico" il monaco".una delle solite putanate sui shaolin a new york condito con i vari WAH HA HUATAH! o il soporifero matrix 3.
beh, sono fil recenti, e nonostante la tecnologia digitale degli studios l'uso dei cavi è palese( nel primo si vedono pure).
invece nelle misssioni apollo degli anni '70 niente...
poi se fosse caduto un oggetto dalle mani degli omini in bianco, cosa facevano? avevano infilato una lenza su ogni singolo oggetto presente sulla scena per simulare una caduta aliena?

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
Fabrizio70
Inviato: 9/1/2007 0:30  Aggiornato: 9/1/2007 0:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
scusa, ma credere che un'astronauta allenato non riesca a frenare con la propria forza muscolare un'inerzia di 25 kg( dovrei parlare in newton visto che si tratta di forze, ma così è più semplice) mi riesce difficile.


E' normale , si tratta di situazioni difficilmente ottenibili sulla terra , in effetti quello che é difficile da capire é che quando ti devi fermare (QUALSIASI movimento) quello che tu chiami peso te lo ritrovi tutto , sia sulla luna che sulla terra , mentre un attimo prima ti senti leggero come una piuma.

Attrezzatura usata per la simulazione di bassa gravità , nel thread analisi foto lunari 2 avevo postato una bella collezione









Citazione:

ma stanno atterrando col LEM?
come mai tengono acceso il vettore principale? non basterebbe l'ausilio della debole gravità e l'uso dei razzi direzionali?
boh, capisco poco di allunaggi.
sei sicuro che quello che senti è solo il rumore dei direzionali?


Qui stiamo parlando di arrestare 7,5 T , di forza ce ne vuole parecchia , per circa 5 minuti il razzo é al massimo , poi utilizza meno spinta per altri 4 minuti ed atterra con il 25 % della potenza

http://www.hq.nasa.gov/office/pao/History/alsj/a11/A11_MissionReport.pdf

pag. 153 dell'adobe reader , figura 8-9-1 descent propulsion system performance

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Tubo
Inviato: 9/1/2007 0:36  Aggiornato: 9/1/2007 0:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
D'altronde è giusto e corretto criticare ed analizzare un'informazione , se ci sembra poco chiara o falsa ( la querelle Apollo ad esempio), ma anche bisogna fare i conti con i dati che si hanno.
Ora, per quanto riguarda il progetto Apollo, sono disponibili milioni di dati a supporto di ciò che possiamo vedere nelle foto e nei filmati, decine di protagonisti sono vivi e vegeti ( e in questo caso ad hollywood si sono fatti fregare i migliori attori del mondo) e raccontano come se nulla fosse ( Alan "rincoglionito dalla trementina" Bean a parte)
delle loro camminate sulla sfera lunare.

Le obiezioni di chi non crede a quanto proferito dall'ente spaziale americano ( che ricordo, utilizza ancora oggi le foto delle missioni come controprova delle immagini di Hubble e Clementine) si basano sull'impossibilità della tecnologia dell'epoca, ma anche di quella odierna, di effettuare un tale viaggio, per questioni, che come madre di tutte le problematiche pone il passaggio attraverso le Fascie di Van Allen.

Ma allora io mi chiedo:
come mai per il 911 sono intervenuti fior fior di esperti, scienziati, professori, giornalisti, che a rischio della loro carriera ed incolumità fisica si battono ancora per far luce sulla super pagliacciata e , a distanza di ben 38 anni nessuno degli apparteneti a suddette categorie, dice nulla?
Ok, è un problema di minore rilevanza, naturalmente, ma a livello deontologico nemmeno tanto, anzi.

Perchè secondo voi?

totalrec
Inviato: 9/1/2007 0:46  Aggiornato: 9/1/2007 0:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Il futuro passato remoto
E come si simula il fatto 
che in pochi balzi si spostano di decine di metri?


In quale video, esattamente, si vedono astronauti spostarsi di "decine di metri" in pochi balzi? Io vedo solo "astronauti" che si spostano esattamente come in un qualsiasi ambiente terrestre, con la sola differenza di una maggiore goffaggine, provocata dai cavi che li sorreggono e dalle riprese al rallentatore.



Certo, con i cavi si potrebbe, 
ma i cavi non ci sono, non si vedono e se ci fossero si noterebbe che è una 
"cosa fatta con i cavi"


Infatti si nota alla stragrandissima, proprio nel filmato a cui hai postato il link. Sempre che si desideri notarlo, ovviamente.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Tubo
Inviato: 9/1/2007 0:53  Aggiornato: 9/1/2007 0:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
Total rec...
ancora che continui a non leggere i post!

In questo momento non ho nè voglia nè tempo per darti i link che mi chiedi ( potresti anche farti il microsbatti di cercarli se la questione ti sta a cuore...) e comunque sono tutti presenti già nell'apposito thread "analisi foto lunari 2" qui su LC. Sono 3000 post, più altrettanti nei forum connessi alla questione.
Se vuoi leggili, sono interessanti.

Citazione:
Infatti si nota alla stragrandissima, proprio nel filmato a cui hai postato il link. Sempre che si desideri notarlo, ovviamente.

A questo ho già risposto, ma tu non vuoi leggere.
A proposito di cavi, Fabrizio70 ha appena postato le foto dei trainings apollo, e se ben noti i cavi che utilizzano sono abbastanza importanti .Anche a patto di averne utilizzato solo uno per il set lunare, mi risuta davvero difficile capire com'è che non si vedono.

Ah, toatalrec, comunque i cavi non si vedono.
I filmati durano decine di ore, se vuoi guardali e poi dimmi quando e dove si vedono.
Senza attaccarti al filmato che continui a citare, che come ben sai conosco.

Ciao.

nichilista
Inviato: 9/1/2007 0:53  Aggiornato: 9/1/2007 1:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
E' normale , si tratta di situazioni difficilmente ottenibili sulla terra , in effetti quello che é difficile da capire é che quando ti devi fermare (QUALSIASI movimento) quello che tu chiami peso te lo ritrovi tutto , sia sulla luna che sulla terra , mentre un attimo prima ti senti leggero come una piuma.


giusto.le foto che mi posti però mi portano semmai maggiormente a credere che gli astronauti fossero preparati alla 8non tanto remota) evenienza della caduta. e i filmati visionati mi mostrano delle reazioni degli stessi(caduta, atterraggio, risollevamento) piuttosto plausibili


Qui stiamo parlando di arrestare 7,5 T , di forza ce ne vuole parecchia , per circa 5 minuti il razzo é al massimo , poi utilizza meno spinta per altri 4 minuti ed atterra con il 25 % della potenza


beh si, è vero.
allora ti ripropongo la domanda

riesci a distinguere in quel filmato la differenza di rumore tra i vari propulsori, il vettore principale e i vari razzi direzionali?

io no.ma non ho l'orecchio allenato certamente.poi la qualità audio non penso sia delle migliori.neppure dalle immagini si vede quale è attivo nel dato momento in cui si sentono i rumori , per potere abbinare il suono al propulsore

EDIT PER totalrec


quello che tu mostri come evidenza per me non lo è per nulla.anzi
sarà per questo che il dibattito dura da 40'anni? o che anche tra di noi su LC non si è giunti ad una conclusione(io sono della posizione di tubo, quella di uno scettico disponibile sempre a rivedere le proprie convinzioni)
parlare di cavi che non si vedono e salti"terrestri" francamente non mi spostata nella mia ,seppur debole e variabile, convinzione.
ti consiglio un approccio più disponibile alla revisione ed al confronto, magari anche meno granitico, nell'esporre le tue personalissime(come le mie del resto) idee

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
totalrec
Inviato: 9/1/2007 1:05  Aggiornato: 9/1/2007 1:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Il futuro passato remoto
In questo momento non ho
 nè voglia nè tempo per darti i link 
che mi chiedi ( potresti anche farti 
il microsbatti  di cercarli se la questione ti sta
 a cuore...) e comunque  sono tutti presenti già
 nell'apposito thread "analisi foto lunari 2"
 qui su LC. Sono 3000 post,  più altrettanti nei forum connessi  alla questione.


Ehlalà, 3000 + 3000 post = 6000 post!! E "Moby Dick" quando lo finisco? A me basterebbe un link, anche solo uno, ad un filmato in cui si veda un astronauta che copre "decine di metri" con pochi balzi, come dicevi poco fa.
Attenderò serenamente che tu abbia tempo e voglia da dedicarmi (anche se temo non siano esattamente queste le cose di cui sei a corto... )...

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Tubo
Inviato: 9/1/2007 1:41  Aggiornato: 9/1/2007 1:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Ehlalà, 3000 + 3000 post = 6000 post!! E "Moby Dick" quando lo finisco? A me basterebbe un link, anche solo uno, ad un filmato in cui si veda un astronauta che copre "decine di metri" con pochi balzi, come dicevi poco fa. Attenderò serenamente che tu abbia tempo e voglia da dedicarmi (anche se temo non siano esattamente queste le cose di cui sei a corto... )...


Ciao totalrec!!
Allora, mi devo correggere: i post sui forum lunari non sono 6000 ma quasi 8000, quindi si può sempre imparare di più...
Poi, stasera mi sento davvero buono e allora ti posto il filmato a cui mi riferivo, ma, mi raccomando, ce ne sono molti altri!

Filmato in cui si vede il LM in lontananza che appare molto piccolo, ma , del tutto inaspettatamente, il fantastico "uomo sulla Luna" gli si avvicina con straordinaria rapidità, mettendo cosi' in evidenza la grande distanza coperta in pochi balzi.

Ciao.

Maggiolino
Inviato: 9/1/2007 1:43  Aggiornato: 9/1/2007 3:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 384
 Re: Il futuro passato remoto
Può darsi che mi sbagli, però se ben ricordo il teorema dell'impulso, sembra che gli astronauti cadendo (benchè zavorrati) non dovessero subire delle forze superiori a quelle subite sullaTerra con la sola massa del proprio corpo.
Cerco di spiegarmi: quando un corpo cade accelera secondo la forza di gravità alla quale è soggetto, su questo siamo tutti d'accordo, ora se sulla Terra mi lancio da un metro di altezza toccherò il suolo con una velocità maggiore che se lo facessi sulla Luna.

Quindi bisogna tener conto della velocità di impatto e delle diverse masse.
La velocità è facilmente calcolabile, per la forza subita in fase di allu/atterraggio ho semplicemente ho ipotizzato che il tempo di arresto fosse compreso tra 1 e 4 decimi di secondo, (ma il risultato finale non cambierebbe con altri valori)

Eccovi un grafico che dimostra che anche con una massa doppia la situazione sarebbe più favorevole sulla Luna.




QUI a maggior risoluzione.

Se ho cannato qualcosa cazziatemi pure

Chemtrails! Il futuro è già iniziato
Ciao
Maggiolino
totalrec
Inviato: 9/1/2007 2:11  Aggiornato: 9/1/2007 2:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Filmato in cui si vede il LM in lontananza che appare molto piccolo, ma , del tutto inaspettatamente, il fantastico "uomo sulla Luna" gli si avvicina con straordinaria rapidità, mettendo cosi' in evidenza la grande distanza coperta in pochi balzi.


Pochi balzi???
Io ne ho contati 45, ammesso che il tipo mantenga lo stesso ritmo anche quando è fuori inquadratura! Tra l'altro, come ben si vede, non si tratta di "balzi", ma di passi (ballonzolanti, questo sì), visto che il tipo mantiene perfettamente il trotto durante il tragitto. Sarebbero queste le mirabili performance consentite della ridotta gravità lunare?

Serietà, serietà....

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
totalrec
Inviato: 9/1/2007 2:24  Aggiornato: 9/1/2007 2:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Poi, stasera mi sento davvero buono e allora ti posto il filmato


A proposito...
Ho preso il filmato e ho provato ad accelerarlo un po' (manualmente). Vado a occhio, ma sono pronto a scommettere che facendolo andare a doppia velocità assisteremmo ad una comune ed assai terrestre corsetta del simpatico astronauta verso il suo modulo.

Comunque grazie per il link. Ti risarcirò del tempo e della voglia perduti, prima o poi...

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Tubo
Inviato: 9/1/2007 2:29  Aggiornato: 9/1/2007 2:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
Total rec...
ti do un consiglio allora, prova a far scorrere il filmato del 50% più veloce, non al doppio della velocità, perchè, come ben sai dalle letture e dalla visione dei filmati da me e da altri postati, una velocità doppia è semplicemente ridicola!!
Fai la prova...

Edit: anche ammettendo un numero di 45 balzi-passi, tu riusciresti a percorrere tutta quella distanza ?

Ciao.

Tubo
Inviato: 9/1/2007 2:41  Aggiornato: 9/1/2007 2:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Sarebbero queste le mirabili performance consentite della ridotta gravità lunare? Serietà, serietà....


Ok faccio il serio allora.
Vatti a cercare le "mirabili performances" da solo, nell'immane database disponibile.
Poi, che siano state compiute sulla Luna o sulla Terra a me poco importa al momento, si sta solo parlando di anomalie, di differenze, di stranezze.

Ce ne sono e molte.

Sempre lassù in alto trovi pure Miss Piuma e Mister Martello che, come mai succede sulla Terra tra noi mortali esseri umani, viaggiano "sulla stessa linea d'onda"...

Ecco, vedi: sulla Luna non si avrebbero più i divorzi!!! Sempre uno accanto all'altro, e non ci sarebbero più differenze, discriminazioni, razzismi , globalismi, terzopezzentismi e mentecattismi.

Ah...come ho fatto bene a comprarmi il mio lotto di terreno lunare, sapevo che sarebbe tornato utile un giorno!

nichilista
Inviato: 9/1/2007 3:07  Aggiornato: 9/1/2007 3:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
Vado a occhio, ma sono pronto a scommettere che facendolo andare a doppia velocità assisteremmo ad una comune ed assai terrestre corsetta del simpatico astronauta verso il suo modulo.


il fatto che i ragazzetti "pesassero" sulla luna 25 kg non vuol dire che fossero in grado di fare balzi alla hulk.
inoltre non vi era alcun motivo logico perchè lo dovessero fare:
1)avevano indosso una tuta rigida ed ingombrante che ne ostacolava i movimenti
2)come osservato da fabrizio70 dovevano stare comunque attenti ad evitare le cadute, perchè, anche se "più leggeri" erano certamente piuttosto fragili e vulnerabili in quelle tute(pensa se cadendo si fosse spaccato il vetro del casco ?)
3)l'equilibrio era precario
4)era più logico che direzzionassero i prorpi balzi davanti a loro non verso l'alto e di piccola ampiezza, per non rischiare poi di cadere per mancanza di equilibrio.
5)semplicemente non v'era motivo


ergo:i salti non erano certo terrestri(a 2x diventano comunque ridicoli) ma certo sarebbe stupido apettarsi zompi di 200 metri con una gravità pari a 1/6 di quella terrestre

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
Maggiolino
Inviato: 9/1/2007 3:26  Aggiornato: 9/1/2007 3:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 384
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
ergo:i salti non erano certo terrestri(a 2x diventano comunque ridicoli) ma certo sarebbe stupido apettarsi zompi di 200 metri con una gravità pari a 1/6 di quella terrestre


Mah, io ho fatto due calcoli e i risultati sono i seguenti:
Un uomo con massa di 80 kg che sulla Terra riesce a compiere un salto di 1 m, sulla Luna con 80 kg di zaino riesce a farlo di 1,5 m.

Quindi il rapporto salto luna/terra è di 3/2.

Chemtrails! Il futuro è già iniziato
Ciao
Maggiolino
nichilista
Inviato: 9/1/2007 3:41  Aggiornato: 9/1/2007 3:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
Mah, io ho fatto due calcoli e i risultati sono i seguenti:
Un uomo con massa di 80 kg che sulla Terra riesce a compiere un salto di 1 m, sulla Luna con 80 kg di zaino riesce a farlo di 1,5 m.

Quindi il rapporto salto luna/terra è di 3/2.


appunto .quello che intendevo( e che tu hai esplicato numericamente ):
salti più ampi, ma non esageratamente



ciao e buona notte( 3.41?!)

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
Maggiolino
Inviato: 9/1/2007 3:45  Aggiornato: 9/1/2007 3:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 384
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
ciao e buona notte( 3.41?!)


e domani si lavora solo che questo thread mi piace..

Buona notte anche a te.

Chemtrails! Il futuro è già iniziato
Ciao
Maggiolino
totalrec
Inviato: 9/1/2007 9:41  Aggiornato: 9/1/2007 9:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
ergo:i salti non erano certo terrestri(a 2x diventano comunque ridicoli) ma certo sarebbe stupido apettarsi zompi di 200 metri con una gravità pari a 1/6 di quella terrestre


Non è che mi aspettassi performance olimpioniche. Però Tubo aveva parlato di "balzi" con cui gli astronauti compivano "decine di metri in pochi secondi". Ciò che ho visto nel filmato è una normale corsa ripresa al rallentatore (magari con l'"astronauta" che ondeggia un po' in qua e in là per fare più scena).

Parbleu, cito la chiosa del nuovo articolo di Mazzucco (anche se è riferito all'11 settembre e non alle missioni Apollo):

"Ma allora, mi domando, perchè cavolo stiamo ancora tutti qui a perdere tempo con chi non ha nessuna intenzione di vedere? Perchè sprecare un solo milligrammo di saliva con chi non vuole riconoscere quello che è talmemte evidente, che se solo la partita fosse stata capovolta, sarebbe lui il primo a voler sostenere?"

E' più o meno quel che dicevo l'altroieri. Temo di condividere anche più del dovuto.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Iceman
Inviato: 9/1/2007 10:34  Aggiornato: 9/1/2007 10:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/2/2006
Da:
Inviati: 1784
 Re: Il futuro passato remoto
FABRIZIO70Citazione:
Iceman se hai delle risposte dille , altrimenti astieniti da commenti inutili e superflui solo per far alzare il numero di post , a 2000 non vinci la bambolina , conosci il funzionamento di quella attrezzatura e sai perché non si propagava il rumore ?


Il rumore nel vuoto non si propaga... il che è un ottimo motivo... O no????

In ogni caso fabrizio rileggiti l'intero articolo qui sopra e fai pure copia/incolla con ciò che hai scritto a me(cambiando il nome naturalmente) perchè il tuo commento risulta molto più adatto...

Iceman
Inviato: 9/1/2007 10:47  Aggiornato: 9/1/2007 10:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/2/2006
Da:
Inviati: 1784
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Di tutti i rumori , questo é il video dell'atterraggio , considera che per lo spazio ristretto gli eroi hanno sotto (anzi dietro per la precisione) il deretano un razzo alla massima spinta , si sentono i sibili dei razzi direzionali ma quello grande no , non ti sembra un pò strano ?

http://www.hq.nasa.gov/office/pao/History/alsj/a11/A11Landing.mov


I propulsori di spabilizzaqzioe e di atterraggio erano cose ben diverse.
Quelli di stabilizzazione davano(e danno tuttora sullo shuttle) un effetto sonoro simile ad una forte esplosione.... molto superiore a quello continuo e "discendente" del propulsore di discesa.

A differenza della discesa, giustamente, nel filmato in cui il modulo lunare risale dalla superfice è invece molto più forte il rumore del propulsore.

Citazione:
Qui stiamo parlando di arrestare 7,5 T , di forza ce ne vuole parecchia , per circa 5 minuti il razzo é al massimo , poi utilizza meno spinta per altri 4 minuti ed atterra con il 25 % della potenza

http://www.hq.nasa.gov/office/pao/History/alsj/a11/A11_MissionReport.pdf

pag. 153 dell'adobe reader , figura 8-9-1 descent propulsion system performance



Come è evidentissimo proprio dal documento portato da te, il propulsore di discesa al momento del touch non era al massimo della spinta, ma al contrario era al Minimo utilizzato(non al minimo nel senso "con la frizione tirata", ma al minimo "utilizzato").
Gli atterraggi verticali si eseguono così.

Iceman
Inviato: 9/1/2007 11:04  Aggiornato: 9/1/2007 11:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/2/2006
Da:
Inviati: 1784
 Re: Il futuro passato remoto
Per quanto riguarda il discorso gravità, evidenziato dal solito filmatino "impeccabile": Guarda che Luna!

Faccio una deduzione logica basata sulla mia esperienza.

Un individuo adulto quanto riesce a sollevare con la forza del solo muscolo bicipite?
Facciamo intorno ai 10/12 kg.

Se sull luna gli astronautic pesavano in tutto poco più che una 20na di kg direi che allora non c'è proprio nulla di strano nel vedere certi "effetti" come quelli evidenziati dall obbiettivissimo filmatino...

L astronauta che si rimette in piedi con l aiuto della sola spinta del braccio sul braccio dell'altro collega(oltre chiaramente agli istintivi movimenti per controbilanciare) non solo non mi sembra strano ma mi sembra prefettamente logico.

La cosa sarebbe stata sospetta se non si fosse presentata così.

Il fisico dell uomo è abituato a sostenere un peso, uno sforzo, molto maggiore.

Ashoka
Inviato: 9/1/2007 11:09  Aggiornato: 9/1/2007 11:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/7/2005
Da:
Inviati: 3660
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Mah, io ho fatto due calcoli e i risultati sono i seguenti:
Un uomo con massa di 80 kg che sulla Terra riesce a compiere un salto di 1 m, sulla Luna con 80 kg di zaino riesce a farlo di 1,5 m.

Quindi il rapporto salto luna/terra è di 3/2.


Mmm

Uomo massa (80kg) che salta ad un metro di altezza ha compiuto un lavoro uguale ad M * g * h (*)

quindi 80 * 9,81 * 1 = circa 785 Joule

Lo stesso uomo con zaino di 80 kg sulle spalle che salta sulla Luna compiendo lo stesso lavoro

785J = (80+80) * g(lunare) * h(lunare)

da cui si trova che h(lunare) è 3 metri, come ci si aspetterebbe infatti.

(*) il lavoro compiuto dalle gambe lo vedi dalla velocità dell'uomo con cui “stacca da terra” (energia cinetica) che però si convertirà in energia potenziale

Ashoka

janus
Inviato: 9/1/2007 13:05  Aggiornato: 9/1/2007 13:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/5/2006
Da:
Inviati: 155
 Re: Il futuro passato remoto
Caro Mazzucco,
buon anno. Noto con tristezza che il tempo passa ma purtroppo la sua abitudine di dire cose inesatte non cambia.

Commenterei subito alcuni passaggi del suo "ironico" intervento.

Citazione:
Come dice anche il filmato, TUTTE le altre missioni umane si sono svolte, e si continuano a svolgere, ben all'interno delle fasce di van Allen, che non a caso proteggono la terra dalle radiazioni cosmiche.

Vero, ma non sempre.
Sopra l'Oceano Atlantico del sud, al largo delle coste del Brasile, l'effetto proteggente della magnetosfera terrestre diminuisce in quanto la cintura interna delle Fasce di Van Allen si avvicina fino a 200 Km dalla superfice terrestre. Questa quota è regolarmente attraversata sia dallo Shuttle, praticamente in ogni missione, che dalla ISS, che come noto orbita ad un'altitudine di circa 400 Km. Stando alle tue teorie più volte ribadite sull'inattraversabilità di queste fascce, gli occupanti dell'avamposto orbitale dovrebbero essere tutti regolarmente fritti, visto che oltretutto compiono missioni della durata di 6 mesi!
Come si spiega che invece siano ancora vivi e vegeti?

Citazione:
Per quel che riguarda l'escursione termica, non saprei dire se nello spazio orbitale sia la stessa che c'è sulla Luna

Questa affermazione, interessantissima, pone in luce che lei non possiede i concetti sul funzionamento della trasmissione del calore che invece, ripetutamente, in passato ha discusso animatamente nel forum. Peraltro le segnalo che è in corso una ottima spiegazione di questi fenomeni ad opera dell'utente rigel proprio sul forum di LC. Consiglierei attenta lettura.

Citazione:
ma ritengo in ogni caso che in quell'enorme cordone ombelicale, che lega gli spacewalkers alla navetta, ci possa comodamente passare tutto il refrigerante / ossigeno / aria compressa / telecomunicazioni / cappuccio e brioche che siano necessari a stare là fuori per un pò. Il problema è che sulla Luna tutto questo veniva fornito dai silenziosissimi e microscopici zainetti a batteria, anche per due o tre ore consecutive!

INFORMAZIONE FALSA.
Nessun cordone ombelicale lega gli astronauti in EVA allo Shuttle. Se poi lei vede questi "cordoni", beh, allora ci mostri la foto.
Sappia inoltre che anche oggi gli spacewalkers indossano lo stesso dispositivo di riscaldamento/raffreddamento posto nello zaino, derivato proprio da quello delle A7L, le tute delle EVA lunari.
Risottolineo l'importanza dell'onestà intellettuale quando si scrive per un vasto pubblico.

Citazione:

THARIVOL: "Perchè fare tutti questi viaggi nell'universo [..veri o falsi che siano..]?"

Beh, c'è una bella differenza: farli davvero vorrebbe dire che stiamo davvero buttando al vento miliardi di dollari (visti i risultati, se non altro) , ma se per caso fossero finti…. Pensa un pò: tutti quei miliarduzzi di dollari che comunque il Congresso americano assegna alla NASA ogni anno, dove vanno a finire secondo te? Nelle tasche dei pensionati, o a finanziare mille esperimenti segreti per le "armi spaziali" del Pentagono?

La solita paccottiglia. Può specificare, cortesemente:
a) quali sono le missioni non condotte realmente?
b) prove a sostegno del punto a).

Saluti cordiali e ricordi che attendo risposte... :D

janus
Inviato: 9/1/2007 13:09  Aggiornato: 9/1/2007 13:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/5/2006
Da:
Inviati: 155
 Re: Il futuro passato remoto
Prima di ogni cosa complimenti, cara Redazione, per l'eleganza e la cortesia mostrata nei confronti di Gianna.
Noto che rispetta sempre le regole che lei stesso ha dettato (vedi box evidenziato in home page http://luogocomune.net/site/modules/sections/index.php?op=viewarticle&artid=57)

Citazione:
Davvero, curioso assai. Bisognerebbe chiederlo a Armstrong, che non ha mai concesso interviste o scritto libri del suo viaggio sulla Luna, e non ha nemmeno concesso alla NASA l'autorizzazione all'uso della propria immagine per le foto lunari, eccetto per una in cui è ripreso di schiena.

Come no....
Armstrong non fu fotografato perchè era il solo a portare la macchina fotografica sulla Luna durante Apollo XI. L'astronauta fotografato era sempre Buzz Aldrin.
Ho detto fotografato perchè nei filmati Armstrong c'è e si vede benissimo.
Comprare per credere.

http://www.amazon.com/First-Moon-Neil-Armstrong/dp/156852398X/sr=1-2/qid=1168270274/ref=pd_bbs_sr_2/104-8118538-6789519?ie=UTF8&s=books

http://www.spacecraftfilms.com/apollo11.html

Per il resto Armstron è docente universitario, tiene regolarmente lezioni e è solito scrivere prefazioni a molti volumi editi in tema astronautico. Baterebbe leggere per l'appunto qualcosa a tema per saperlo. Ergo...

nichilista
Inviato: 9/1/2007 13:11  Aggiornato: 9/1/2007 13:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
ho rifatto i calcolied effettivamente a parità di L e con una g di 1/6 mi viene 3.00076 l' h(minkia che bravo )

resta il fatto che dubito che gli astronauti in quelle condizioni applicassero alle proprie gambe la stessa spinta che avrebbero applicato a terra, se non altro per una questione di irrigidimento data dalla tuta che costringeva di molto i movimenti.
non ve ne era motivo, anzi poteva anche essere considerato rischioso

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
Iceman
Inviato: 9/1/2007 13:36  Aggiornato: 9/1/2007 13:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/2/2006
Da:
Inviati: 1784
 Re: Il futuro passato remoto
Redazione:

Citazione:
Redazione abbocca e risponde


Ad Iceman non abbocca e risponde mai... Chissà perchè??

Citazione:
Niente, ovviamewnte. Ma all FIAT non "perdono" il progetto originale della 500. This is the problem


Mi vuole spiegare chi ha smarrito che cosa??? Credo di non aver ancora capito da quale voce "ufficiale" arrivano queste voci...
Ma postare le proprie fonti prima di dare una notizia (tra l altro ridicola) non è fondamentale no?

Ma facciamo finta. Cosa se ne farebbero nel 2006 dei progetti dell apollo???

Se la commodore volesse fare un nuovo computer dovrebbe riguardarsi i "progetti" del C=64?

Citazione:
Quello che non è normale è che si debba TORNARE a studiarlo, visto che il problema sarebbe già stato brillantemente risolto 40 anni fa.


Se fosse minimamente informato si renderebbe conto che le future missioni lunari non avranno come obbiettivo "un esplorazione" di 10 giorni ma qualche mese e più...

In pratica: NON SI TRATTERA' DELLA STESSA MISSIONE RIPETUTA!
per cui:
OCCORRERANNO STUDI DEL TUTTO NUOVI!

Chiaro?

Citazione:
Questo non dovevi farmelo, Rigel!!! Non tu, che sei tecnicamente 100 volte più preparato di me. Gli "astronauti odierni" sono collegati dal cordone ombelicale. Questo significa che pompe e compressori stanno ALL'INTERNO della navicella, e non sulla loro schiena, a dieci centimetri dalle orecchie. In secundis, se gli astronauti di Apollo respirano l'aria che arriva dal PLSS - la respirano, vero Rigel? - vuole dire che TUTTO l'ambiente interno alla tuta è sonorizzato. Il vuoto quindi qui non c'entra nulla, dove c'è aria il suono si propaga senza nessun bisogno di aspettare le "vibrazioni" di chissacosa.


MAmma mia! Che scempio di arroganza.

Interessante la teoria secondo cui gli astronauti OGGI effettuino le EVA Prendendo "ARIA"... Mi mostrerebbe qualche foto di una recente EVA effettuata in questo modo??

PS:Aria = Azoto+ossigeno+ altri gas... Strano visto che a me risulta che gli astronauti americani abbiano sempre respirato ossigeno e non aria durante le missioni spaziali...
è vero che hai registi non lo insegnano... ma almeno non dica panzane!


Per quanto riguardo la uqestione "Sonora", si vada a guardare la struttura della tuta stessa... Forse dai suoi studi è uscito fuori che una tuta spaziale è uguale ad uno scafandro da Sub... non è proprio la stessa cosa! e diversi strati di isolanti e tessuti direi che possono essere "un tantino" isolanti per il rumore... anche in un ambiente fatto di "aria".

Comunque prego:
Vista la sua "Sicurezza" mi mostri pure il funzionamento o anche solo una fotografia di queste moderne EVA americane con "Cordone ombelicale" per L "aria".

Rimango in attesa!

Citazione:
Infilatene un paio di quelli, e poi prova a inserire e a togliere la famosa "plate" dei magazzini Hasselblad, se sei capace.


MA dico???
Anni di forum, una sezione intera dedicata alla cosa e lei NON SA COME FUNZIONAVANO LE HASSEMBLAD???

Si è forse dimenticato come funziona una macchina fotografica??

Citazione:
C'è di strano che quanto stai tre giorni fermo sulla Luna che cosa ruoti? Le bàle del mè nonu, dicono in Scandinavia. Cosa fanno i due astronauti, bim-bum-bàm, per stabilire chi dorme dalla parte esposta al sole?


Sa quale è la particolarità di metalli come l alluminio????
Glilo dico io: sono altamente conduttori!

Non tutto era "isolato", per diversi motivi.

Se io irradio metà scocca con 160° e l altra metà con -120° quale risultato avrò(se non ha voglia, dopo le scoperte di Malgellano, di mettere in dubbio anche la matematica!)???

Inoltre il LM mi risulta avessa delle Batterie che permettevano il funzionamento di un impianto di condizionamento.

O forse non era all altezza delel tecnologie dei tempi??

Iceman
Inviato: 9/1/2007 13:51  Aggiornato: 9/1/2007 13:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/2/2006
Da:
Inviati: 1784
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
TUBO: Capisco la tua voglia di fare una discussione tecnica, come ben sai di argomenti ce ne sarebbero mille. Ma forse è meglio che quelli li discutiamo nei forum, questo voleva solo essere un articolo un pò ironico, a commento di queste incredibili notizie che continuano a rifilarci, come se fossimo tutti dei fessi patentati


Di argomenti ce ne sono mille???
Cominci con 2 magari... Ma li spieghi.. perchè le sue spiegazioni le dobbiamo ancora sentire!

nichilista
Inviato: 9/1/2007 14:06  Aggiornato: 9/1/2007 14:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
iceman(ti do del tu) di argomenti qui se ne stanno trattando abbastanza:
dall'energia impiegata per compiere balzi sulla luna, a eventuali fili legati all'eva, passando per l'insonorizzazione delle tute.
si sta cercando anche di argomentarli come vedi.
quindi questo

Cominci con 2 magari... Ma li spieghi.. perchè le sue spiegazioni le dobbiamo ancora sentire!

lo trovo piuttosto ingiustificato.
e sono io a dirlo, uno che non crede assolutamente all'ipotesi "no-moon"(semprecon riserva naturalemte)

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
esei
Inviato: 9/1/2007 14:24  Aggiornato: 9/1/2007 14:26
So tutto
Iscritto: 5/6/2006
Da:
Inviati: 22
 Re: Il futuro passato remoto
Forse non c'è il "cordone ombelicale", ma queste due foto dimostrano, ancora una volta, che in 30 anni la tecnologia, lungi dall'essersi evoluta, è molto peggiorata, viste le dimensioni dello zainetto da collegiale di Aldrin (anno 1969) e quelle del mastodonte che è costretto a portarsi in spalla il povero astronauta dell'ISS (anno 2002)....


ivan
Inviato: 9/1/2007 14:40  Aggiornato: 9/1/2007 14:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Il futuro passato remoto
Zainetto piccolo e compatto e ipertecnologico. Mitici anni 60 e 70.

A parte la storia dello zainetto, guardando l colore delle scarpe di Buzz, mi è tornata in mente una pubblicazione che avevo visto tempo fa: questa.

ivan
Inviato: 9/1/2007 14:44  Aggiornato: 9/1/2007 14:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:

Ivan -citazione-

Quindi possiamo concludere che la "G" lunare per adesso la estrapoliamo da un modello teorico e non da misure sul "campo" ?



Beh.. innanzitutto un eccellente modello teorico per descrivere quei movimenti ..e se ci siamo stati, con sonde o con apollo varie anche verificato sul campo, no?



Appunto: dove si possono trovare i report delle misure della "g" lunare "in campo" ?

E ammesso e non concesso che non ci siano misure in campo, come si ricava la "g" lunare ?

janus
Inviato: 9/1/2007 15:14  Aggiornato: 9/1/2007 15:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/5/2006
Da:
Inviati: 155
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Forse non c'è il "cordone ombelicale", ma queste due foto dimostrano, ancora una volta, che in 30 anni la tecnologia, lungi dall'essersi evoluta, è molto peggiorata, viste le dimensioni dello zainetto da collegiale di Aldrin (anno 1969) e quelle del mastodonte che è costretto a portarsi in spalla il povero astronauta dell'ISS (anno 2002)....

Questo perchè:
a) Lo zaino della EMU (la tuta per EVA dello shuttle e della ISS di costruzione USA) è integrato con un dispositivo piuttosto massiccio che si chiama SAFER. Questo corrisponde alla parte terminale dello zaino (quella in corrispondenza del patch) ed è un mini sistema propulsivo per permettere all'astronauta di ritornare verso la ISS o lo shuttle in caso si distacchino i cavi di sicurezza.
b) Le bombole necessarie per contenere gas respirabili per circa 8 ore non si possono miniaturizzare come i chips.

Iceman
Inviato: 9/1/2007 16:39  Aggiornato: 9/1/2007 16:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/2/2006
Da:
Inviati: 1784
 Re: Il futuro passato remoto
nichilistaCitazione:
iceman(ti do del tu) di argomenti qui se ne stanno trattando abbastanza:
dall'energia impiegata per compiere balzi sulla luna, a eventuali fili legati all'eva, passando per l'insonorizzazione delle tute.
si sta cercando anche di argomentarli come vedi.
quindi questo

Cominci con 2 magari... Ma li spieghi.. perchè le sue spiegazioni le dobbiamo ancora sentire!

lo trovo piuttosto ingiustificato.
e sono io a dirlo, uno che non crede assolutamente all'ipotesi "no-moon"(semprecon riserva naturalemte)


Ciao nichilista...
Io non mi riferifo a te come non mi riferisco a chiunque cerchi una spiegazione o dei chiarimenti seriamente.

Dico semplicemente che se si pubblica un articolo del genere si al il DOVERE di spiegare (e di saper spiegare) ogni singolo punto.
Cosa che non viene mai fatta!

Non sono la NASA o i creduloni di turno a dover spiegare ma proprio chi accusa.
Non si può dire:"L uomo non è mai stato sulla luna!" e come giustificazione portare altre domande.

Chi è convinto con cognizione di causa di qualcosa DEVE saperla spiegare e DEVE conoscerla... Non è un optional.

Si buttano con arroganza figlia della sicurezza dubbi sulle tute spaziali per poi sostenere che nelle EVA attuali si usi un "cordone ombelicale" quando esso non viene utilizzato da decenni??? ...ma ti pare??

Non basta l'arroganza o l'ostentazione di sicurezza, ci vogliono gli argomenti... e quelli il sig. Mazzucco li deve ancora esporre, e non da ieri... da sempre!

Tubo
Inviato: 9/1/2007 18:14  Aggiornato: 9/1/2007 18:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
Guardate che bello!!!

Il sole appare come sulla Luna!!

Solid Rocket

Maggiolino
Inviato: 9/1/2007 21:09  Aggiornato: 9/1/2007 21:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 384
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
da cui si trova che h(lunare) è 3 metri, come ci si aspetterebbe infatti.


Yes
Nella notte buia e profonda non mi ero accorto di aver già semplificato una frazione...
Grazie della correzione

Chemtrails! Il futuro è già iniziato
Ciao
Maggiolino
Fabrizio70
Inviato: 9/1/2007 22:38  Aggiornato: 9/1/2007 23:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Nella notte buia e profonda non mi ero accorto di aver già semplificato una frazione...


Ottima nottata Maggiolino quella di ieri sera , hai fatto un buon lavoro con quel grafico , ti andrebbe di raffinarlo ?





Da Guarda che luna! ho stoppato uno dei momenti incriminati , qui vediamo dopo una serie di tentativi quello finale.
Come possiamo osservare la differenza di altezza non é tanta , secondo me non arriva al metro ,ed inoltre ci impiega circa un secondo , sarebbe possibile cambiare le scale ?
Ovviamente stiamo escludendo la spinta orizzontale verde , che visto il punto di leva giallo crea un ulteriore momento torcente orario , con un sacco di cemento sulle spalle.
Quello che mi stupisce delle cadute (questa é il contrario , il finale mi sembra "preparato" , l'ho visto fare solo al cinema ) é l'improvvisazione di una situazione di pericolo come la caduta.
Tranne un paio tutti erano militari , negli anni 60 non insegnavano a cadere ?
Perché tutti quei tentativi a vuoto quando la prima cosa da fare é "atterrare bene" ?
Non mi risulta che ci siano prati fioriti sulla luna , solo sassi e rocce , se ti trovi vicino al lem e ti succede qualcosa forse te le cavi , ma perché rischiare lontano?
Il lunar rover non era un'ambulanza , misteri della fede......

E dopo Maggiolino passiamo a Nichilista che giustamente...
Citazione:

allora ti ripropongo la domanda

riesci a distinguere in quel filmato la differenza di rumore tra i vari propulsori, il vettore principale e i vari razzi direzionali?

io no.ma non ho l'orecchio allenato certamente.poi la qualità audio non penso sia delle migliori.neppure dalle immagini si vede quale è attivo nel dato momento in cui si sentono i rumori , per potere abbinare il suono al propulsore


Purtroppo non posso associare graficamente in un unico video i valori di spinta , ma alcune idee confrontando i dati si possono fare....
Per prima cosa serve la VU ver. 11.a , il famigerato mission report .Poi serve il VU ver. 11.a , Video ufficiale , e si può stabilire una cosa , il contact light viene dato dopo 15 minuti.Secondo la VU...
Citazione:

"The spacecraft landed in the Sea of Tranquillity at 102:45:40."

Quindi con buona approssimazione possiamo far coincidere l'atterraggio video con i tempi ufficiali della tabella a pagina 153 , visto che sono calibrati al mezzo minuto , da 102:33:00 a 102:45:00 , ovvero 12 minuti , meno dei 16 del video.
Al momento dell'allunaggio i motori del catorcio erano al 25 % della potenza , mentre all'inizio del grafico erano al minimo , il 10 % , andiamo a sentire cosa si sente al quarto minuto del video , il corrispondente del grafico , un sibilo di sottofondo.
Mezzo minuto dopo ,secondo il grafico 102:33:30, la manetta viene posizionata al 90 % (oggi mi sento buono ) e viene tenuta così fino a 102:39:30 , ovvero 6 minuti dopo.Dunque dal quinto fino al decimo minuto del video il razzo é quasi alla massima potenza , andiamo a sentire.
A 5 minuti e mezzo finalmente cominciamo a sentire qualcosa , ma tale rumore si arresta a 7 minuti , ovvero mancano ben 3 minuti di massima potenza
Andiamo avanti ed eccoci arrivati al decimo minuto in perfetto silenzio , proseguiamo ed a 13 minuti del video sentiamo dei sibili rispetto a prima, andiamo a vedere il grafico , 102:42:00 , riporta un valore di manetta pari al 50 % , ma a questo punto tale rumore cosa rappresenta ?
L'azionamento é ad impulsi e dato che devono orientare la navetta per l'atterraggio l'unica cosa possono essere solo i getti direzionali , osserva come cambia l'orizzonte visivo della camera.
Spero di essere stato chiaro
Ovviamente ora qualcuno mi spieghera perché il rumore invece di sentirsi per 5 minuti si sente per un paio solo , mancano tre minuti , capisco essere buoni ma nel video sono tanti....

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Maggiolino
Inviato: 10/1/2007 2:22  Aggiornato: 10/1/2007 2:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 384
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Ottima nottata Maggiolino quella di ieri sera , hai fatto un buon lavoro con quel grafico , ti andrebbe di raffinarlo ?


Non c'è problema, dimmi cosa ti serve di preciso.

Cmq ho fatto un altro paio di grafici in 2d riguardanti la forza sostenuta dagli astronauti nella caduta, in funzione dello spazio, e un altro che è semplicemente lo spazio percorso in caduta libera, in funzione del tempo.
Spero ti siano utili, non li posto sul forum perchè se riduco la risoluzione non si legge niente.

Li trovi qui

Forza caduta

Spazio caduta

Caduta solo luna

Se ti serve altro ben volentieri
Ciao

Chemtrails! Il futuro è già iniziato
Ciao
Maggiolino
Iceman
Inviato: 10/1/2007 14:01  Aggiornato: 10/1/2007 14:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/2/2006
Da:
Inviati: 1784
 Re: Il futuro passato remoto
Fabrizio70Citazione:
Da Guarda che luna! ho stoppato uno dei momenti incriminati , qui vediamo dopo una serie di tentativi quello finale.
Come possiamo osservare la differenza di altezza non é tanta , secondo me non arriva al metro ,ed inoltre ci impiega circa un secondo , sarebbe possibile cambiare le scale ?
Ovviamente stiamo escludendo la spinta orizzontale verde , che visto il punto di leva giallo crea un ulteriore momento torcente orario , con un sacco di cemento sulle spalle.
Quello che mi stupisce delle cadute (questa é il contrario , il finale mi sembra "preparato" , l'ho visto fare solo al cinema ) é l'improvvisazione di una situazione di pericolo come la caduta.
Tranne un paio tutti erano militari , negli anni 60 non insegnavano a cadere ?
Perché tutti quei tentativi a vuoto quando la prima cosa da fare é "atterrare bene" ?
Non mi risulta che ci siano prati fioriti sulla luna , solo sassi e rocce , se ti trovi vicino al lem e ti succede qualcosa forse te le cavi , ma perché rischiare lontano?
Il lunar rover non era un'ambulanza , misteri della fede......


Sai che non ho capito praticamente niente di quello che hai scritto?
Potresti rispiegarlo?
Grazie

-------------------------------------------

Ottima la scelta del Risibile filmato "guarda che luna"(http://www.youtube.com/watch?v=9aH7R4cV288 ) !
Se voleva essere conferma della falsità delle immagini missà che il risultato è l'opposto.

Inoltre è chiaro che la posizione dell astronauta che (più o meno al 4:05) è dovuta al fatto che si sta appoggiando su di una trivella.
Il genio che lo ha montato e che ha aggiunto quelli obiettivissimi commenti però vuole lasciare falsamente, volutamente e coscientemente intendere che a tenerlo su fossero dei cavi... Vabbè...

Sarebbe bastata una bella zoomata(e delle immagini un pò migliori magari!) per fare chiarezza! Tuttavia questa volta l autore ha preferito "rimanere sul vago".

Queste sono bugie dette coscientemente, come Kaysing insegna!

Citazione:
Quindi con buona approssimazione possiamo far coincidere l'atterraggio video con i tempi ufficiali della tabella a pagina 153 , visto che sono calibrati al mezzo minuto , da 102:33:00 a 102:45:00 , ovvero 12 minuti , meno dei 16 del video.
Al momento dell'allunaggio i motori del catorcio erano al 25 % della potenza , mentre all'inizio del grafico erano al minimo , il 10 % , andiamo a sentire cosa si sente al quarto minuto del video , il corrispondente del grafico , un sibilo di sottofondo.
Mezzo minuto dopo ,secondo il grafico 102:33:30, la manetta viene posizionata al 90 % (oggi mi sento buono ) e viene tenuta così fino a 102:39:30 , ovvero 6 minuti dopo.Dunque dal quinto fino al decimo minuto del video il razzo é quasi alla massima potenza , andiamo a sentire.
A 5 minuti e mezzo finalmente cominciamo a sentire qualcosa , ma tale rumore si arresta a 7 minuti , ovvero mancano ben 3 minuti di massima potenza
Andiamo avanti ed eccoci arrivati al decimo minuto in perfetto silenzio , proseguiamo ed a 13 minuti del video sentiamo dei sibili rispetto a prima, andiamo a vedere il grafico , 102:42:00 , riporta un valore di manetta pari al 50 % , ma a questo punto tale rumore cosa rappresenta ?
L'azionamento é ad impulsi e dato che devono orientare la navetta per l'atterraggio l'unica cosa possono essere solo i getti direzionali , osserva come cambia l'orizzonte visivo della camera.
Spero di essere stato chiaro
Ovviamente ora qualcuno mi spieghera perché il rumore invece di sentirsi per 5 minuti si sente per un paio solo , mancano tre minuti , capisco essere buoni ma nel video sono tanti....


Ma state parlando ancora dei Rumori???
cosa dovrebbe significare io proprio non capisco!

Senza contare che l'allunaggio della Apollo 11 fu un problema continuo con i contatti radio...

hi-speed
Inviato: 10/1/2007 17:24  Aggiornato: 10/1/2007 17:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Il futuro passato remoto
Ho capito lo fate apposta
Quest'estae Citazione:
Queste sono bugie dette coscientemente, come Kaysing insegna!


Avrà imparato a scuola

la bandiera è sempre stata il loro pezzo forte

Hi-speed
PZ: lo fate apposta (due volte). Quando vado in ferie in home "La luna".

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Fabrizio70
Inviato: 10/1/2007 18:40  Aggiornato: 10/1/2007 18:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:

Ma state parlando ancora dei Rumori???
cosa dovrebbe significare io proprio non capisco!

Senza contare che l'allunaggio della Apollo 11 fu un problema continuo con i contatti radio...


E ti credo che non capisci , fai orecchie da mercante , secondo il mission report hanno tenuto il razzo acceso al massimo della potenza per cinque minuti , secondo la traccia audio ( si sente benissimo ) per due miseri minuti , mancano ben 3 minuti di frenata , che fine hanno fatto ?
Ovviamente nel frattempo le voci sono limpide e chiare per un collegamento terra-luna, quindi nessun problema di trasmissione , quindi trovane un'altra di scusa.

Citazione:

Non c'è problema, dimmi cosa ti serve di preciso.


Ciao Maggiolino , quello che mi serve é cambiare , nel grafico 3d , le scale della distanza (0-1 metri) e del tempo (0-1 secondi) appunto perché é un buon lavoro vorrei verificarlo con questi valori ,che programma hai usato ?

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Iceman
Inviato: 10/1/2007 19:13  Aggiornato: 10/1/2007 19:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/2/2006
Da:
Inviati: 1784
 Re: Il futuro passato remoto
fabrizio70Citazione:
E ti credo che non capisci , fai orecchie da mercante , secondo il mission report hanno tenuto il razzo acceso al massimo della potenza per cinque minuti , secondo la traccia audio ( si sente benissimo ) per due miseri minuti , mancano ben 3 minuti di frenata , che fine hanno fatto ?
Ovviamente nel frattempo le voci sono limpide e chiare per un collegamento terra-luna, quindi nessun problema di trasmissione , quindi trovane un'altra di scusa.


Scusa un pò??
Ma mi spieghi, dandomi un riferimento sul filmato che hai postato, in quale punto tu affermi di sentire il rumore del motore e il punto in cui non si sente più??

Fabrizio70
Inviato: 10/1/2007 19:47  Aggiornato: 10/1/2007 19:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Ma mi spieghi, dandomi un riferimento sul filmato che hai postato, in quale punto tu affermi di sentire il rumore del motore e il punto in cui non si sente più??


Da 5:30 a 7:00 circa , secondo il mission report sarebbe dovuto durare fino a 10:00

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Novalis
Inviato: 10/1/2007 21:20  Aggiornato: 10/1/2007 21:20
So tutto
Iscritto: 2/12/2006
Da: Roma
Inviati: 9
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:


Totalrec ha scritto:

Re: Il futuro passato remoto
Ciao a tutti.
Forse sono strano, ma sapere che c'è in giro gente che ancora crede che 40 anni fa gli uomini andassero a spasso sulla luna mi sembra inverosimile. Basterebbe riflettere due minuti per rendersi conto dell'assurdità della cosa. Scusate se cito il mio blog (chi si cita si sbroda) ma qualcuno ha mai riflettuto su queste foto (parlo di quelle contenute nella sezione "La grande palla delle missioni Apollo")?

http://blogghete.blog.dada.net/permalink/277805.html#more

Oppure su queste:

http://blogghete.blog.dada.net/permalink/279763.html#more

A tutti coloro che osano affermare che "i fili a cui
sono appesi gli astronauti non si vedono", vorrei infine consigliare questo filmato:

http://www.ufos-aliens.pwp.blueyonder.co.uk/apollofilm.rm

Mi chiedo: perché discutiamo con persone che credono alle missioni lunari? E' davvero utile? Perdereste del tempo a spiegare a un bambino di sei anni che Babbo Natale non esiste? Quando avrà l'età giusta (se mai l'avrà) lo capirà da solo. A che serve spezzare la sua illusione anzitempo se non a soddisfare la nostra malcelata crudeltà?




Quelle foto mi hanno incuriosito perchè mi riportano alla mente una certa cosa..

Da appassionato del paranormale ed in particolare delle foto che ritraggono presunti fantasmi, ho individuato un elemento di similarità in questa (http://it.life.dada.net/cgi-bin/sn_media/image/print.cgi?id=89532&view=medium)indicataci da te.
Sono elementi molto ricorrenti, definiti come ORBS.
Se ti giri qualche sito che tratti di paranormale, troverai esempi e te ne porto uno, preso a caso, ma ce ne sono a migliaia (http://caminodeluz.net/images/ORBS%203.JPG)

Vista la mia innata propensione al diffidare (capita che diffidi persino di me stesso, pensa un po'!) ho ben creduto di effettuare una prova. Al negativo, quella foto diventa :

http://img170.imageshack.us/img170/4048/printcgiyd6.jpg
Dal che si evince che quella enorme sfera, sia effettivamente qualcosa di tangibile e non semplicemente un gioco di luci.

Ora, arrivo al punto e cerco di svelare l'arcano.

Capitò una sera d'imbattermi, su Discovery Science, in una trasmissione nella quale due periti fotografici esaminavano delle foto simili (chiedo venia, ma ora non so proprio nè come nè dove andare a ripescare quel documento)e, dopo innumerevoli prove, arrivarono alla conclusione che quelle immagini presenti su determinate foto non sono altro che corpuscoli di polvere.

ra,essendo il suolo lunare amabilmente ricco di polvere,non credo che una foto del genere possa reggere l'ipotesi del finto allunaggio.

Cordialmente ed IHMO, come sempre!

Citazione:
"Chi vede un gigante esamini prima la posizione del sole e faccia attenzione a che non sia l'ombra d'un pigmeo." - Novalis
Fabrizio70
Inviato: 10/1/2007 21:29  Aggiornato: 10/1/2007 21:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
immagini presenti su determinate foto non sono altro che corpuscoli di polvere


Hanno trovato pure dei peli

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Tubo
Inviato: 11/1/2007 2:34  Aggiornato: 11/1/2007 2:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
Allora:
Basta una volta per tutte con ste palle sulle palle!!

Trattasi nelle buona parte dei casi di lens flare
. Oltretutto la famosa palla, gurdacaso non è affatto sferica come una palla o un modellino lunare ( che la Nasa aveva all'epoca e ovviamente tuttora possiede).

Ci manca solo il modellino della Luna!!

Che gli allunaggi fossero stati falsati in Time Lapse ( come sono, a quanto pare ...) usando un modellino ( modellone) di LUNA, può anche essere, ma a vedere sfere con Photoshop e dire che dietro ( dietro cosa poi?) ci fosse una grande "palla" è allucinante.

Basta con ste cazzate, per favore.
Le argomentazioni a detrimento dell'allunaggio sono ben altre.

Tubo
Inviato: 11/1/2007 2:52  Aggiornato: 11/1/2007 2:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Il futuro passato remoto
A proposito di peli:

Sappiate tutti ( eccezion fatta , ovviamente, per gli illustri ed esperti Fabrizio70, ivan, Rigel ,ma anche Iceman e Drive...e altri ) che la maggior parte delle "perplessità" sulle missioni Apollo che vi vengono rifilate dalla maggioranza di siti sostenitori del Moon-Hoax, sono , quelle si, GRANDI PALLE.

La maggior parte dei "dubbiosi" infatti, come ognuno di noi può riscontrare nella propria esperienza personale, si limita ad addure solo enormi cazzate.
Bandiera che sventola , ombre lunghe/corte e divergenti , assenza di ombre .

Ripeto ancora: la questione è ben più complessa, non fatevi ingannare dalla mania della falsificazione ad ogni costo.

Ci vuole studio e volontà di capire, al di là di ogni preconcetto semplicistico.

Maggiolino
Inviato: 11/1/2007 3:44  Aggiornato: 11/1/2007 3:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 384
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Ciao Maggiolino , quello che mi serve é cambiare , nel grafico 3d , le scale della distanza (0-1 metri) e del tempo (0-1 secondi) appunto perché é un buon lavoro vorrei verificarlo con questi valori ,che programma hai usato ?


Ciao Fabrizio, purtroppo ho lavorato fino a a questo momento e ti sto leggendo solo ora prima di andare a letto.

Domani ti posto quello che ti serve, ti anticipo già che con quei valori i grafici sono di scarsa consultazione perchè quasi completamente sovapposti, ecco perchè avevo scelto quei valori. Cmq te lo posterò lo stesso affinchè tu possa giudicare.
Per un intervallo così esteso come mi chiedi sarebbe meglio un grafico 2d, fissando una variabile, ad esempio l'altezza come ho fatto nei 3 grafici del mio precedente post.
Lì ho usato lo spazio di arresto al posto del tempo, ma il risultato è analogo.
Per il software ho usato Derive, solo perchè più semplice rispetto a Matlab per il quale devo rispolverare la mia povera memoria.
Resta inteso che domani ti farò i grafici richiesti e se riesco proverò a generarli con Matlab che è molto più flessibile.
Ora vado a dormire perchè non ce la faccio più

Ciao

Chemtrails! Il futuro è già iniziato
Ciao
Maggiolino
Fabrizio70
Inviato: 11/1/2007 12:05  Aggiornato: 11/1/2007 12:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Ci vuole studio e volontà di capire, al di là di ogni preconcetto semplicistico.


Ti ringrazio per l'esperto Tubo , ma mi considero solo un semplice appassionato.
Sono perfettamente d'accordo con te quando dici che ci vuole volontà di capire , infatti , ho analizzato solo la traccia audio(sul sito dell'apollo journal ti porta addirittura su server esterno , che mette a disposizione spezzoni di ore in formato real ) per ciò che riguarda la storia dei rumori , ed in quel caso senza alcun preconcetto sono arrivato alla conclusione che quelli che consideravo i rumori dei razzi sono in realtà scariche elettriche , mi aveva ingannato l'accoppiamento audio-video , mi tocca fare un controllo molto più approfondito.
Penso che l'importante in questi casi sia non chiudere gli occhi ma approfondire senza paura ,e discutere i propri dubbi aiuta a trovare molti spunti , non credere che io sia contento di trovare "errori" nella questione , sono nato e cresciuto con l'idea dei viaggi lunari e non mi fà molto piacere questa storia , ciao.

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Maggiolino
Inviato: 11/1/2007 14:14  Aggiornato: 11/1/2007 14:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 384
 Re: Il futuro passato remoto
Ecco i grafici, Fabrizio.
ne ho fatti 2, con intervallo da 0-0,5 e 0,5-1
spazio in cm, tempo in centesimi.

QUI
e
QUI

Dopo gioco un po' con Matlab.
Ciao

Chemtrails! Il futuro è già iniziato
Ciao
Maggiolino
Iceman
Inviato: 11/1/2007 22:03  Aggiornato: 11/1/2007 22:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/2/2006
Da:
Inviati: 1784
 Re: Il futuro passato remoto
Fabrizio70Citazione:
Da 5:30 a 7:00 circa , secondo il mission report sarebbe dovuto durare fino a 10:00


Umamma...

E tu vuoi veramente spacciare dei palesi vistosi disturbi nella comunicazione(tra l'altro "denunciati" dagli stessi astronauti durante la discesa) per il rumore del motore???

Spero che tu sia consapevole della cavolata che hai scritto perchè altrimenti un controllino alle orecchie dovresti fartelo dare tu...

nichilista
Inviato: 11/1/2007 23:18  Aggiornato: 11/1/2007 23:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: Il futuro passato remoto
ho analizzato solo la traccia audio(sul sito dell'apollo journal ti porta addirittura su server esterno , che mette a disposizione spezzoni di ore in formato real ) per ciò che riguarda la storia dei rumori , ed in quel caso senza alcun preconcetto sono arrivato alla conclusione che quelli che consideravo i rumori dei razzi sono in realtà scariche elettriche , mi aveva ingannato l'accoppiamento audio-video , mi tocca fare un controllo molto più approfondito.


ah, ok.ora mi è tutto più chiaro.effettivamente era anche piuttosto logico.non ci abbiamo pensato.capita

complimenti comunque per l'onestà intelletuale nell'aver spiegato tu stesso l'errore e snebbiato la questione.

ciao

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
janus
Inviato: 11/1/2007 23:25  Aggiornato: 11/1/2007 23:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/5/2006
Da:
Inviati: 155
 Re: Il futuro passato remoto
Scusate, non per essere antipatico, ma vorrei sapere da Redazione se ha trovato due minuti di tempo per scrivere a favore di tutti noi le risposte alle domande che avevo posto.

Rinfresco le idee a chi nel frattempo si fosse perso nel rumore di fondo:

a) Redazione ha sempre sostenuto (in buona compagnia) che le FVA fossero inattraversabili perchè mortalmente radioattive. Come si spiega che invece la ISS e gli Shuttle (tutti!) passino sempre attraverso la SAA (South Atlantic Anomaly) senza che nessun effetto nocivo accada (ricordo che la ISS compie missioni di 6 mesi) agli astronauti?

b) Redazione ci può inviare una foto del cordone ombelicale che connette alla ISS o allo Shuttle gli astronauti in EVA, come sostenuto in questo illuminato passaggio?
Citazione:
ma ritengo in ogni caso che in quell'enorme cordone ombelicale, che lega gli spacewalkers alla navetta, ci possa comodamente passare tutto il refrigerante / ossigeno / aria compressa / telecomunicazioni / cappuccio e brioche che siano necessari a stare là fuori per un pò. Il problema è che sulla Luna tutto questo veniva fornito dai silenziosissimi e microscopici zainetti a batteria, anche per due o tre ore consecutive!


Sono grato in anticipo per il tempo che Mazzucco vorrà dedicarmi....

Redazione
Inviato: 12/1/2007 0:24  Aggiornato: 12/1/2007 0:24
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Scusate, non per essere antipatico, ma vorrei sapere da Redazione se ha trovato due minuti di tempo per scrivere a favore di tutti noi le risposte alle domande che avevo posto.


Chiedo scusa, non avevo notato che ci fossero domande per me. Non è mia abitudine lasciare risposte in sospeso, ma purtroppo non ho mai il tempo per leggere con calma tutto quanto viene postato.

Citazione:
a) Redazione ha sempre sostenuto (in buona compagnia) che le FVA fossero inattraversabili perchè mortalmente radioattive. Come si spiega che invece la ISS e gli Shuttle (tutti!) passino sempre attraverso la SAA (South Atlantic Anomaly) senza che nessun effetto nocivo accada (ricordo che la ISS compie missioni di 6 mesi) agli astronauti?


Appunto. Lo ha sostenuto van Allen, quindi forse dovresti rivolgere a lui la domanda. Io come "authority" fatico ad immaginarne una più affidabile.

Citazione:
b) Redazione ci può inviare una foto del cordone ombelicale che connette alla ISS o allo Shuttle gli astronauti in EVA, come sostenuto in questo illuminato passaggio?


Non ricordo a cosa stessi rispondendo, ma io mi riferivo all'equivalente spacewalker di quell'epoca, cioè i lanci Gemini che hanno preceduto le missioni Apollo (mi pare che uno sw fosse Cernan, se non sbaglio), e facevo il confronto fra i due. Se nel contesto ho dato a intendere che quelli della ISS hanno il cordone, ovviamente ho sbagliato. Le immagini del backpack sono a disposizione di tutti.

In ogni caso non sei "antipatico", Janus, stai solo abbaiando all'albero sbagliato (come al solito): se io anche sostenessi che 3x3 fa 8, i problemi e le incongruenze - soprattutto fotografiche - dei viaggi Apollo, segnalati già da molti altri prima di me, non cambierebbero di una virgola.

Citazione:
Sono grato in anticipo per il tempo che Mazzucco vorrà dedicarmi..


Prego, figurati. Se solo gli altri ne volessero dedicare la metà a me, e rispondere a certe MIE domande…

Fabrizio70
Inviato: 12/1/2007 0:26  Aggiornato: 12/1/2007 0:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il futuro passato remoto
Citazione:
Spero che tu sia consapevole della cavolata che hai scritto perchè altrimenti un controllino alle orecchie dovresti fartelo dare tu...


Come vedi il controllo alle orecchie non mi serve , a te quello degli occhi si

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
janus
Inviato: 12/1/2007 11:38  Aggiornato: 12/1/2007 11:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/5/2006
Da:
Inviati: 155
 Re: Il futuro passato remoto
Mazzucco, intanto grazie per la risposta, che però non mi pare troppo soddisfacente.

Ecco i perchè.
****************************************
Questione Fasce di Van Allen.
Da almeno un anno lei sostiene personalmente l'inattraversabilità (da vivi) delle FVA come una delle prove a sostegno della sua convinzione che le missioni umane verso la Luna fossero impossibili. Questo a causa dei danni mortali subiti dagli astronauti nel volo verso il nostro satellite, allorquando si trovavano ad attraversare dette fasce radioattive.
Sbaglio? Non mi pare! Basta dare uno sguardo a quanto scritto in passato.
http://luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=991&viewmode=flat&order=ASC&start=560
Quindi quando lei mi scrive:
Citazione:
Lo ha sostenuto van Allen, quindi forse dovresti rivolgere a lui la domanda. Io come "authority" fatico ad immaginarne una più affidabile.

(Van Allen è deceduto di recente) posso dedurne che sta utilizzando a sostegno delle sue tesi un argomento che non comprende, e che quindi farebbe meglio ad ignorare del tutto?
Poi in questa serie di commenti, ha ribadito:
Citazione:
Come dice anche il filmato, TUTTE le altre missioni umane si sono svolte, e si continuano a svolgere, ben all'interno delle fasce di van Allen,

E la SAA, dove le mettiamo? Si ignorano perchè fa comodo così?
Mi sa spiegare lei, in due parole semplici, perchè le FVA sono inattraversabili da esseri viventi senza che ci lascino le penne, una volta per tutte?
E soprattutto, scusi se insisto sul richiederle una risposta circostanziata, come si spiega che invece la ISS e gli Shuttle (tutti!) passino sempre attraverso la SAA (South Atlantic Anomaly) senza che nessun effetto nocivo accada (ricordo che la ISS compie missioni di 6 mesi) agli astronauti?
Io direi perchè le FVA sono attraversabilissime. Lo sono oggi come lo erano nel 1969-1972. Punto e basta.

****************************************

Questione EVA
Eh lo so, sembra proprio che stamane voglia fare il sofistico.
Eppure vi sono dettagli la cui travisazione la dice lunga sull'affidabilità dei suoi commenti quando sostiene l'inesistenza degli sbarchi lunari dell'Apollo, o quando denigra Alan Bean arridendo a persone come lui che hanno rischiato la vita per arrivare sulla Luna (direi piuttosti irriverente, eh).
Non ritengo credibile questa sua risposta:
Citazione:
Non ricordo a cosa stessi rispondendo, ma io mi riferivo all'equivalente spacewalker di quell'epoca, cioè i lanci Gemini che hanno preceduto le missioni Apollo (mi pare che uno sw fosse Cernan, se non sbaglio), e facevo il confronto fra i due. Se nel contesto ho dato a intendere che quelli della ISS hanno il cordone, ovviamente ho sbagliato. Le immagini del backpack sono a disposizione di tutti.

Quando le mi scriveva cose così:
Citazione:
.... ma ritengo in ogni caso che in quell'enorme cordone ombelicale, che lega gli spacewalkers alla navetta, ci possa comodamente passare tutto il refrigerante / ossigeno / aria compressa / telecomunicazioni / cappuccio e brioche che siano necessari a stare là fuori per un pò. Il problema è che sulla Luna tutto questo veniva fornito dai silenziosissimi e microscopici zainetti a batteria, anche per due o tre ore consecutive!

E' palese che lei non intendeva AFFATTO riferirsi alle vecchie missioni Gemini. Diciamo che prima di rispondermi si è accorto di averla sparata grossa, e sta correndo ai ripari. Direi troppo tardi.

Anche questa volta, Mazzucco, lei sta sostenendo idee e opinioni che poi, analizzate meglio nei dettagli, risultano un bel castello di carte, che crolla prontamente.

Che ne dite tutti altri voi amici che credete che il Progetto Apollo sia tutta una montatura?
Sono io ad essere troppo provocatorio, o c'è qualcosa che non torna nelle "prove" a sostegno delle tesi moon hoax che Redazione ci propina di tanto in tanto?

Per chiudere, Redazione, potrebbe rispondere in modo circostanziato alle domande che ho posto?

Iceman
Inviato: 12/1/2007 14:18  Aggiornato: 12/1/2007 14:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/2/2006
Da:
Inviati: 1784
 Re: Il futuro passato remoto
Aggiungo un paio di cose a quanto già detto da Janus

Redazione:Citazione:
Appunto. Lo ha sostenuto van Allen, quindi forse dovresti rivolgere a lui la domanda. Io come "authority" fatico ad immaginarne una più affidabile.


Cominciamo da Van Allen appunto.
Van Allen scoprì quello strato di radiazioni chiamate poi con il suo nome proprio grazie alle rilevazione anzi, alla mancanza di rilevazioni, del primo setellite artificiale americano.

Da quel momento praticamente ogni singola missione spaziale mediante satellite o sonda venne utilizzato per studiare le fasce di radiazioni fino a riuscire a capirne bene l origine, la conformazione e la "vita".

Fu subito chiaro che attraversarle NON sarebbe stato impossibile anzi, fu cosa che venne subito fatta, e non da "bugiardi americani" ma dai loro amiconi Sovietici che già nel 59 attraversarono le fasce con le sonde lunik senza nessun problema, scattando anche fotografie(su pellicola) e trasmettendole a terra.

Visto che non voglio credere che si voglia arrivare a sostenere che le radiazioni friggano solo gli uomini vorrei proprio sapere come hanno fatto delle sonde anche con circuiti integrati molto delicati, ad attraversare le suddette fasce per quasi 50 anni senza problemi...

Finchè non sarà in grado di rispondere in maniera soddisfacente a tale quesito a mio avviso le converrebbe abbandonare l'argomento Van Allen.

Punto secondo.
Secondo voi è scandaloso che Alan Bean si mostri sconcertato alla domanda "A che altezza sono le fasce di VAn Allen"???

Questo vuol dire solo che chi ha posto la domanda NON sa cosa siano le fasce di van Allen e come siano fatte

L'impressione è che qua si vada avanti a sostenere( come diversi documentari fanno) che le fasce siano una sorta di "Guscio"; l effetto e l'intensità delle radiazioni(nonchè le dimensioni) dipendono da tanti fattori come l inclinazione e l'attività solare stessa.

Basta guardarne una qualsiasi immagini e raffigurazione per rendersi conto della cosa, immagini come questa: http://www.bo.astro.it/universo/venere/Sole-Pianeti/planets/terimm/magsol1.jpg

Guardate quest'immegine e chiedetevi:
"A che altezza sono le fasce di Van allen?"

Vi sembra,osservando quest'illustrazione, forse che l'influenza delle radiazioni possa essere la stessa intorno a tutto il pianeta ed in qualsiasi punto??

Chi ha posto la domanda ad alan Bean è solo un ignorante e quando le persone non sono ignoranti spesso non sanno cosa rispondere a delle domande da ignoranti.

Visto che, come appurato, le radiazioni possono variare moltissimo a seconda della posizione rispetto al globo è chiaro che i passaggi vengono pianificati sulla base di ciò.

Alan Bean sostiene di NON aver attraversato le fasce: non so se teoricamente l'affermazione sia corretta ma quello che chiaramente lui intendeva era che nell attraversarle non aveva affrontato nessun pericolo... per cui nell'ottica di come gli era stata posta le domanda la risposta è indubbiamente corretta!

ps.Con riferimento ai soliti obbiettivissimi commenti nel filmato: Ma perchè cavolo attraversare le fasce dovrebbe essere una cosa tanto emozionate??? Mah...

Citazione:
Prego, figurati. Se solo gli altri ne volessero dedicare la metà a me, e rispondere a certe MIE domande…


Quelle che le abbiamo scritto ora io e Janus sono "risposte"...
Se lei non sarà in grado di dirci dove abbiamo sbagliato(passaggio obbligato se vuole andare avanti a sostenere una tesi del genere!) dovrebbe a rigor di logica considerare abbandonare l'argomentazione Van Allen.

Inoltre le ricordo che di risposte gliene vengono date di continuo(anche su quelle fotografiche), sono le sue a mancare.

Freeman
Inviato: 12/1/2007 15:06  Aggiornato: 12/1/2007 15:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Il futuro passato remoto
Premetto che sulla questione moon hoax sto ancora cercando di farmi un'idea, e per ora non pendo né da una parte né dall'altra (sebbene la mia fiducia negli americani abbia subito non pochi colpi negli ultimi decenni), ma vorrei evidenziare due perle di logica esposte da Iceman, che niente hanno a che vedere con la sua competenza tecnica:

1)
Citazione:
Chi ha posto la domanda ad alan Bean è solo un ignorante e quando le persone non sono ignoranti spesso non sanno cosa rispondere a delle domande da ignoranti.


2)
Citazione:
Alan Bean sostiene di NON aver attraversato le fasce: non so se teoricamente l'affermazione sia corretta ma quello che chiaramente [?] lui intendeva era che nell attraversarle non aveva affrontato nessun pericolo... per cui nell'ottica di come gli era stata posta le domanda la risposta è indubbiamente corretta!

Non so, ma a me sembra di sentire un rumore di unghiette sugli specchi... sono due affermazioni perfettamente arbitrarie (si mettono in bocca a Bean cose che non ha necessariamente inteso dire), a che servono?

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Iceman
Inviato: 12/1/2007 16:02  Aggiornato: 12/1/2007 16:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/2/2006
Da:
Inviati: 1784
 Re: Il futuro passato remoto
TurbonegroCitazione:
Premetto che sulla questione moon hoax sto ancora cercando di farmi un'idea, e per ora non pendo né da una parte né dall'altra (sebbene la mia fiducia negli americani abbia subito non pochi colpi negli ultimi decenni), ma vorrei evidenziare due perle di logica esposte da Iceman, che niente hanno a che vedere con la sua competenza tecnica:

Non so, ma a me sembra di sentire un rumore di unghiette sugli specchi... sono due affermazioni perfettamente arbitrarie (si mettono in bocca a Bean cose che non ha necessariamente inteso dire), a che servono?


Non credo di aver compreso a pieno il senso della tua osservazione comunque mi spiego meglio.

La "perla" di logica non è ne la mia ne quella di Alan Bean ma quella di chi ha posto la domanda.

Se, senza informarsi, ci si basa solo sulle bugie che vengono diffuse dai "cospirazionisti" allora si può anche pensare che le fasce di Van Allen siano un "guscio", una sorta di sfera radiottiva, che circonda la terra ad una certa distanza dalla superficie.

Il che però non è vero! ...è una Bugia!

Le fasce di Van Allen sono il risultato dell'incontro tra le particelle del "vento solare" con la Magnetosfera terrestre( che vedi rappresentata anche nella sezione di questo sito http://luogocomune.net/site/modules/sections/index.php?op=viewarticle&artid=19), il risultato non ha una forma sferica e regolare ma tende ad presentarsi con una conformazione "a Goccia" con, ovviamente, delle concentrazione di particelle radioattive molto diverse a seconda di dove le si attraversa.

Alan Bean non sa che rispondere perchè la domanda non ha senso.

In parole povere le partenze delle Missioni spaziali che escono dall orbita terrestre vengono sempre pianificate per ridurre al minimo le esposizioni a cui i circuiti(o gli astronauti) potevano essere esposti.

Freeman
Inviato: 12/1/2007 16:31  Aggiornato: 12/1/2007 16:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Il futuro passato remoto
Sarà, ma se tu mi chiedi "ieri sei stato al cinema", e io ti rispondo "no, non mi risulta", tutta l'interpretazione che si può fare della mia risposta è pura dietrologia, perché ognuno può metterci dentro quello che vuole, in base al SUO PROPRIO punto di vista, ma alla fine si tratterà sempre e comunque di una interpretazione personale e, pertanto, arbitraria.
Non confondere quello che tu, in base ai tuoi studi, sai delle FVH e quello che invece "credi" (o "ipotizzi" o "immagini") abbia inteso dire Bean. E soprattutto non con il sigillo della sicurezza.

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA