Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Iraq : La forca democratica
Inviato da marcocedol il 31/12/2006 8:52:11 (37202 letture)

di Marco Cedolin

Il cappio che si è stretto intorno al collo di Saddam Hussein è simile ad un foglio intonso, abbacinante nel suo biancicare, che si sta colorando di fiumi di parole, rosse come il sangue con il quale da cinque anni si stanno imbrattando i “muri del mondo” con parole come democrazia, civiltà, giustizia e libertà.

L’assassinio democratico di Saddam, a prescindere da quelle che possano essere le sue colpe, rappresenta solamente il patetico tentativo da parte dell’amministrazione Bush e dei suoi alleati, di dare un senso ad una tragedia che senso non ha.

In questo Iraq precipitato a forza nel medioevo nulla ha un senso, ogni cosa è paradossale, ogni parola è stonata, ogni azione è semplicemente una scheggia di pazzia. Non esistono giustificazioni per le centinaia di migliaia di uomini, donne e bambini massacrati, straziati, mutilati senza pietà, .così come non esistono per i prigionieri torturati dentro al carcere di Abu Grahib o i civili di Falluja bruciati come ceri dalle bombe al fosforo bianco.

L’Iraq che si dibatte nel suo nuovo medioevo democratico non è più uno Stato, ...

... ma solamente un immenso campo di battaglia infarcito di auto bomba, di eserciti occupanti, di morte e devastazione. La democrazia in Iraq parla il linguaggio dell’egoarca e conta a livello di centinaia i morti ammazzati nelle strade ogni giorno.

Il processo farsa a Saddam, svoltosi fra le mura della cittadella fortificata statunitense, nel nome del governo fantoccio di un Paese che non esiste, alla luce di una Costituzione che non rappresenta nessuno, si è rivelata l’ennesima parossistica messinscena priva di qualunque valenza oggettiva. La condanna a morte per crimini contro l’umanità, estremamente meno pesanti di quelli compiuti in Iraq dagli americani e dai loro alleati durante questi anni, ha tramutato la messinscena in una macabra e truculenta rappresentazione.

La piccola folla d’iracheni festanti dinanzi alla forca democratica che stanotte campeggiava sugli schermi della CNN era in tutto e per tutto simile a quella (trasportata sul posto dagli stessi americani) che anni fa inneggiava ai liberatori durante la demolizione della statua di Saddam. Quelle immagini fecero, come queste faranno, il giro del mondo, nel tentativo di pacificare le coscienze, rappresentando un Iraq che non esiste e non è mai esistito.

L’Iraq e gli iracheni non vivono dentro a un “film” ma fra le strade devastate dalle bombe di un paese senza identità e se i crimini contro l’umanità venissero puniti con la forca (giusto o sbagliato che sia) Bush e Blair per primi stanotte avrebbero accompagnato Saddam nel suo lungo viaggio, probabilmente alla presenza di folle festanti molto più corpose.

Marco Cedolin

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Santro
Inviato: 31/12/2006 9:16  Aggiornato: 31/12/2006 9:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2005
Da:
Inviati: 748
 Re: La forca democratica
Bel articolo del "nostro", tonto per non pagare dazio Zucconi.
La strategia della vendetta

ETERNAL SALVATION
(or triple your money back)
nonno
Inviato: 31/12/2006 10:00  Aggiornato: 31/12/2006 10:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/7/2006
Da:
Inviati: 183
 Re: La forca democratica
Ora va di moda il politicamente corretto. Tutti i media che fino a poco tempo fa raccontavano delle armi di distruzione di massa di Saddam, che glorificavano come martiri i mercenari omicidi italiani che si stanno arricchenodo sulla pelle degli iracheni ,ora quegli stessi media si domandano se sia lecita la pena capatale. Giornalisti, politici, opinionisti, nani e ballerine vari decretano che no, noi siamo troppo civili, non possiamo accettare la pena di morte.
La formula di moda ora è:"Saddam era un criminale ed un tiranno ma la pena di morte è sbagliata", formula che va bene per tutti, da Bertinotti ad un inedito e buonssimo Feltri, escluso naturalmente Calderoli che deve sempre distinguersi per il suo acume.
E' una formula comoda che permette di non farsi tante domande e di nascondere gli orrori e i genocidi in atto in Irak dietro ad una spessa e soffocante patina di buonismo.
Con la formula di rito si tende a sottolineare che naturalmente NOI siamo migliori di LORO e che noi, essendo più civili, dobbiamo dare il buon esempio e dobbiamo trovare altre vie per democatizzatre l'Irak, perchè naturalmente si ritiene che senza la condanna a morte di Saddam un Irak occupato, suddiviso in cantoni etnico-religiosi, devastato dalle brutalità dell'occupante e degli squadroni della morte filo-iraniani sarebbe democratico.
Non ha molto senso aprire discussioni sulla pena di morte in quanto tale, non è il caso. A parer mio per i tiranni omicidi la pena di morte è più che giustificata. Lo è stato nel caso di Mussolini, lo sarebbe stato nel caso del di Pinochet,Bush e D'Alema.
Ma Saddam è stato un tiranno omicida? Nessuna della accuse mosse a Saddam prima, durante e dopo il processo è stata provata, mentre è stato accuratamene taciuto tutto ciò che di positivo Sadam ha fatto per l'Irak.
Solitamente quando uno è un pluricriminale, come si dice essere Saddam, non c'è bisogno di un processo fazioso e pilotato per condannarlo, basterebbe l'evidenza dei fatti. Ma erano proprio i fatti a mancare.
E' stato condannato per un crimine inesistente: in qualunque paese del mondo chi attenta alla vita del capo di Stato viene arrestato, processato. Nel caso che in quello Stato sia presente la pena capitale allora probailmente l'attentatore sarà giustiziato, come è successo agli attentatoro sciiti.
Ci si scandalizza per l'esecuzione di 100 terroristi sciiti proprio quando noi, in nome di una "guerra al terrorismo" abbiamo invaso due paesi e provocato centinaia di migliaia di vittime.
Ma c'è il politicamente corretto che salva tutti.
Si, siamo invasori, torturatori,razziatori e criminali, ma siamo buoni perchè non ci piace la pena di morte.
E in un modo o nell'altro porteremo la democrazia agli iracheni, dovessimo ammazzarli tutti

Freeman
Inviato: 31/12/2006 10:05  Aggiornato: 31/12/2006 10:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: La forca democratica
Se Saddam è stato impiccato per aver ucciso 148 civili, a Bush che ha provocato oltre 600.000 morti che cosa si dovrebbe fare?
Impiccarlo qualche migliaio di volte?
Come hanno detto in molti in passato, "Una singola morte è una tragedia, un milione di morti sono una statistica."
Già.

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
edo
Inviato: 31/12/2006 10:18  Aggiornato: 31/12/2006 10:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: La forca democratica
sto mandando in giro (nel mio piccolo) questa mai intitolandola: il tiranno è morto viva il nuovo tiranno!
invitando chi la riceve a guardare il video

Ecco una notizia interessante che ho trovato su Luogocomune: http://luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=1601

SWE
Inviato: 31/12/2006 10:24  Aggiornato: 31/12/2006 10:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 744
 Re: La forca democratica
nonno

Condivido TUTTO quello che hai detto
E' inutile quindi che aggiunga altre parole : non farei altro che appesantire la tua analisi lucida, essenziale e assai significativa

absinth
Inviato: 31/12/2006 11:05  Aggiornato: 31/12/2006 11:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/12/2005
Da: FRIULI VENEZIA GIULIA
Inviati: 249
 Re: La forca democratica
Sono da sempre contrario alla pena di morte in qualsiasi caso.... ma si sa, le peggiori fecce del mondo vivono come detto da qualcuno qua sopra... Un'altra sconfitta per gli Stati Uniti e i loro lecchini. Schifo, orrore, disgusto, barbaria, menzogne... il mondo ha poco tempo mi sa...

Linucs
Inviato: 31/12/2006 11:37  Aggiornato: 31/12/2006 11:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: La forca democratica
...Bush e Blair per primi stanotte avrebbero accompagnato Saddam nel suo lungo viaggio...

...solo Bush e Blair?...

Thibault
Inviato: 31/12/2006 11:38  Aggiornato: 31/12/2006 11:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Un mondo folle
Inviati: 343
 Re: La forca democratica
Arrivano gli americani, portano la civiltà e la democrazia... Vendette, attentati, occupazione militare, bombardamenti sulla popolazione civile, uso di armi di distruzione di massa, processi in cui legislatore, accusa, giudice, giuria e boia sono gli stessi, e il dittatore impiccato per i piedi davanti ad una folla civile e festante... a no sta volta l'hanno impiccato a testa in su.
W la democrazia, e soprattutto W la civiltà
P.S. Da quando uccidere una persona potrebbe essere uno sbaglio? Chi è che ha il coraggio di dire che potrebbe essere giusto?
I curdi ammazzati per cui è stato ucciso Saddam saranno contenti di sapere che sulle loro mani è stato versato un po di sangue

E' una tranquilla notte di regime
davidex
Inviato: 31/12/2006 11:46  Aggiornato: 31/12/2006 11:46
So tutto
Iscritto: 18/12/2005
Da: EU
Inviati: 6
 Re: La forca democratica
Solo pochi giorni fa moriva Pinochet, un dittatore che ha commesso crimini odiosi verso il suo popolo... ed è stato supportato e difeso dagli stati uniti e dall'inghilterra fin dopo la sua morte... addirittura l'inghilterra lo ha protetto in modo vergognoso quando un giudice (Garzon) coraggioso e realmente rispettoso della Legge giusta stava cercando giustizia. Non per il suo popolo (la Spagna) ma per un popolo così lontano, sia per la distanza che per l'epoca degli avvenimenti, che la giustizia che avrebbe potuto trovare sarebbe stata importantissima per l'intero mondo, avrebbe dimostrato che la Legge può ancora vincere. Per tutti. Bene, quelle stesse persone che hanno difeso Pinochet, hanno ieri impiccato un dittatore (forse) che loro stessi hanno supportato per anni. Hanno invaso e distrutti il suo Paese sovrano con due guerre e un embargo che, se esistesse una giustizia superiore a quella terrena, avrebbe assicurato l'inferno a chiiunque l'abbia permesso! Forse Saddam Hussein doveva morire, se quello che dicono di lui è vero io credo che avrebbe dovuto essere impiccato, ma non da questa gentaglia, non per mano di sicari travestiti da giudici, comandati da due paesi invasori come gli stati uniti e l'inghilterra. Ancora una volta credo che l'Europa, con le sue proteste contro questa sentenza, abbia dato una lezione di civiltà a stati uniti ed inghilterra. Hanno trasformato un dittatore (forse) in un martire. Che stupidi, come sempre.

francesco7
Inviato: 31/12/2006 12:23  Aggiornato: 31/12/2006 12:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Tarentum
Inviati: 886
 Re: La forca democratica
L'Iraq è stato invaso con il pretesto che il suo dittatore possedesse delle armi di distruzione di massa. Dopo 3 anni scopriamo che queste armi non esistevano e che gli unici ad avere usato armi di distruzione di massa sono stati proprio gli esportatori di democrazia nel "nobile" tentativo di liberare un paese da un tiranno. Qualche luminare del pensiero contemporaneo ha sostenuto che l'uccisione di Saddam Hussein avrebbe solo contribuito alla recrudescenza degli attentati e delle stragi....ma forse non è quello che vuole ottenere l'amministrazione Bush per attuare finalmente il suo piano di spartizione dell'Iraq in 3 diversi staterelli? L'uccisione di Saddam Hussein insieme alla ventilata ipotesi di aumentare il contingente americano in Iraq va esattamente in questa direzione.
Scusate l'OT: Questa notte non permettiamo ai nostri figli di usare ordigni rudimentali per festeggiare l'arrivo del nuovo anno mettendo in pericolo la loro e l'altrui incolumità, pensiamo ai bambini libanesi che ogni giorno restano mutilati per l'esplosione delle bombe a grappolo che raccolgono per terra pensando che siano regali portati dal loro vicino di casa, anch'esso esportatore di democrazia.
Buon anno a tutti.

La mente non è un vaso da riempire ma un legno da far ardere perché s'infuochi il gusto della ricerca e l'amore della verità. (Plutarco)
BRASA
Inviato: 31/12/2006 12:51  Aggiornato: 31/12/2006 12:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2005
Da: 1600 Pennsylvania Avenue NW Washington, DC 20500
Inviati: 442
 Re: La forca democratica
Citazione:
L’assassinio democratico di Saddam, a prescindere da quelle che possano essere le sue colpe, rappresenta solamente il patetico tentativo da parte dell’amministrazione Bush e dei suoi alleati, di dare un senso ad una tragedia che senso non ha.

è questo il punto secondo me.
saddam meritava di morire per quello che ha fatto?
certo, ma il fatto in sè è sminuito solo per perchè a giustiziarlo sarebbero altri individui che meriterebbero di morire, per quello che hanno fatto e continueranno a fare.
tutto qui.
Citazione:
Hanno trasformato un dittatore (forse) in un martire. Che stupidi, come sempre.

sono sempre stupidi eh.. mai una volta che riescono a fare quello che vogliono

ispirazione e visione sono in se stesse il fine ed il risultato
andrew_84
Inviato: 31/12/2006 13:29  Aggiornato: 31/12/2006 13:29
So tutto
Iscritto: 28/5/2006
Da:
Inviati: 27
 Re: La forca democratica
Raga che tristezza....come ci sono rimasto male, anche se me l'aspettavo. Io trovo che sia un'altro fallimento, un'altro passo verso l'autoannientamento dell'umanità... uff..

cocis
Inviato: 31/12/2006 13:36  Aggiornato: 31/12/2006 13:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: La forca democratica
saddam era uno dei miglior ialleati degli usa negli anni '80
chi dava le armi a saddam .. e i soldi per le ue guerre ?? bush padre..

come mai lo hanno ucciso così in fretta cone milosevic ?? forse perchp aveva qualcosa di scottante da dire ?



VERITASER
Inviato: 31/12/2006 13:42  Aggiornato: 31/12/2006 13:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/5/2006
Da: luogo sconosciuto
Inviati: 31
 Re: La forca democratica
gia io sono un tipo"tommasiano"(termine inventato da me)non credo fino a quando non tocco con le mie mani..ci sono delle incongruenze sul video dell'impiccagione di saddam..notate che dopo che scatta il meccanismo il video si sposta? come possiamo essere sicuri che non stia appoggiato con i piedi??la testa reclinata nessun segno della bava ne dei colpi tipici dei nervi..o gli si e' spezzato il collo al primo colpo?spero sia cosi..ditemi se anche voi avete dei dubbi grazie
roberto g.
video:
http://liberoblog.libero.it/cronaca/bl5755.phtml

sapete xche il cane e' il migliore amico di un uomo?noooo?perche non e' un uomo ciao a tutti
Linucs
Inviato: 31/12/2006 14:07  Aggiornato: 31/12/2006 14:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: La forca democratica
Io trovo che sia un'altro fallimento, un'altro passo verso l'autoannientamento dell'umanità... uff..

Il mondo sta per finire, il mondo sta per finire, anche per via dell'effetto serra... ma in fondo ce lo meritiamo, finalmente la Terra sarà libera! Evviva!

BlSabbatH
Inviato: 31/12/2006 14:13  Aggiornato: 31/12/2006 14:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: La forca democratica
cmq su google video gira un filmatino interessante..

http://video.google.it/videoplay?docid=-2845265890295037758&q=saddam

p.s. scusate ma questa è troppo bella

-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
cocis
Inviato: 31/12/2006 14:30  Aggiornato: 31/12/2006 14:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: La forca democratica

cocis
Inviato: 31/12/2006 14:31  Aggiornato: 31/12/2006 14:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: La forca democratica
Autore: BlSabbatH Inviato: 31/12/2006 14:13:51

mi hai anticipato..


Kirbmarc
Inviato: 31/12/2006 15:47  Aggiornato: 31/12/2006 15:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/5/2006
Da: Arkadia-spazio profondo
Inviati: 1665
 Re: La forca democratica
Citazione:
come mai lo hanno ucciso così in fretta, come milosevic ?? forse perchè aveva qualcosa di scottante da dire ?

Tutti i "patsy" muoiono ospariscono alla svelta...

clausneghe
Inviato: 31/12/2006 15:50  Aggiornato: 31/12/2006 15:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: La forca democratica
Buon ultimo giorno...

con Saddam è andata esattamente come pensavo...

Ho guardato il video bi-postato e sebbene risulti strano il fatto del neo a "intermittenza"

il resto mi convince dell'autenticità della esecuzione (Saddam o sosia non lo sò)

Il cappio esageratamente grosso fatto di corda grossa,serve proprio per spezzare l'osso del collo (stacco del rachide dal cervicale) La caduta nella botola provoca il colpo infallibilmente mortale...

Diversa sarebbe la morte per impiccagione soffocante e molto più atroce...

Che si esegue con corda leggera ben saponata in cappio largo,sfruttando rami di pianta o sporgenze varie e issando la vittima lasciandola poi appesa senza che i piedi tocchino terra...
L'impiccagione di questo tipo era quella preferita nei bei tempi andati dove le esecuzioni erano uno spasso per la folla
che si divertiva a seguire le macabre contorsioni comprese di calci all'aria e schizzi di fluidi vari... Uno spettacolo che durava mediamente 15 minuti

Sertes
Inviato: 31/12/2006 15:51  Aggiornato: 31/12/2006 15:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: La forca democratica
Quoto tutto quanto, ben detto Nonno.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
tonipos
Inviato: 31/12/2006 17:05  Aggiornato: 31/12/2006 17:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/6/2006
Da: Treviso
Inviati: 119
 Re: La forca democratica
Anche per me, questa è (spero) l'ultima puntata della farsa cominciata l'11 settembre... Saddam (finto? sosia?) impiccato (forse..) . Quando ho sentito della notizia, senza ancora aver ascoltato la cronaca messa in onda, ho detto a mia moglie: vedrai che le immagini cruciali, dalle quali possiamo dedurre senza ombra di dubbio che l'esecuzione sia avvenuta, saranno girate con un telefonino... E così è stato.
Ma come, non c'era la troupe ufficiale dei servizi di sicurezza? Perché i preamboli sono stati registrati in alta definizione mentre il cadavere è stato ripreso con un telefonino?
Per pietà umana... ma mi facciano il piacere...
Avanti sempre col dubitare... male non fa, come ebbe a dire S.Giulio...

Alla fine ti accorgi sempre che nulla è come sembra
spike
Inviato: 31/12/2006 17:46  Aggiornato: 31/12/2006 17:46
So tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 5
 Re: La forca democratica
L'impiccagione di Saddam Hussein oltre che costituire la definitiva giustificazione dell'invasione dell'Iraq da parte di Stati Uniti e loro lecchini agli occhi delle persone ingenue ed osservanti dell' ordine costituito mondiale, è un seme d'odio buttato nella speranza che germogli nuova violenza e quindi siano giustificate nuove guerre.
Ormai anche nel nuovo corso democratico americano ogni azione sembra funzionale a cercare nuovi pretesti di guerre.

tharivol
Inviato: 31/12/2006 17:53  Aggiornato: 31/12/2006 17:53
So tutto
Iscritto: 24/11/2006
Da: Napoli
Inviati: 22
 Re: La forca democratica
Beh, stavo per dirvi del video su google, ma vedo che qualcuno lo ha già postato.. meglio così!

La verità non è dietro l'angolo, bensì dinanzi a noi..semplicemente, è nascosta molto bene...

Peace, Love & Anarky
Linucs
Inviato: 31/12/2006 18:06  Aggiornato: 31/12/2006 18:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: La forca democratica
agli occhi delle persone ingenue ed osservanti dell'ordine costituito mondiale

Domanda spontanea: di cosa cavolo vai parlando?

spike
Inviato: 31/12/2006 18:18  Aggiornato: 31/12/2006 18:18
So tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 5
 Re: La forca democratica
L'ordine mondiale voluto dagli Stati Uniti a cui obbediscono governi occidentali e fonti di informazioni ufficiali. Perchè mai se no le notizie che troviamo su Internet non dovrebbero essere diffuse liberamente?

Linucs
Inviato: 31/12/2006 18:51  Aggiornato: 31/12/2006 18:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: La forca democratica
L'ordine mondiale voluto dagli Stati Uniti a cui obbediscono governi occidentali e fonti di informazioni ufficiali.

Domanda #2: se l'ordine mondiale costituito è voluto dagli Stati Uniti, com'è che gettano nel cesso miliardi di dollari per far aumentare il prezzo del petrolio, invece di comprarlo semplicemente utilizzando la metà dei soldi? L'ordine costituito non dovrebbe forse favorire i propri ideatori?

Domanda #3: se i governi occidentali obbediscono agli Stati Uniti, il cui governo evidentemente non è espressione della volontà popolare americana (e anche se lo fosse...), per quale motivo dovremmo votare altri governi ugualmente servili?

Perchè mai se no le notizie che troviamo su Internet non dovrebbero essere diffuse liberamente?

Ma se le trovi su Internet, non sono forse diffuse liberamente?


zinzula
Inviato: 31/12/2006 19:17  Aggiornato: 31/12/2006 19:17
So tutto
Iscritto: 27/10/2005
Da: sandalia
Inviati: 6
 Re: La forca democratica
Bella domanda!!!!!!!!!! Ma siamo sicuri che era proprio lui? Perchè teneva una sciarpa al collo durante l'esecuzione? Io ho i miei dubbi che fosse proprio lui.Se anche voi la pensate come me allora cerchiamo la verità,per non essere presi ancora una volta per i baffi.Ciao ragazzi!!!!!!!!!!

secondo tale legge certi soggetti fanno strada assumendo via via incarichi sempre più impegnativi, fino a raggiungere... il loro massimo livello di incompetenza
zuldan
Inviato: 31/12/2006 19:41  Aggiornato: 31/12/2006 19:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/7/2006
Da: 4 angoli
Inviati: 115
 Re: La forca democratica
...la strategia additata nel 1982 da Kivunim («Direttive»), la rivista del Congresso Sionista Mondiale.
In un articolo intitolato «Strategie per Israele negli anni '80» Oded Yinon, giornalista con un passato nell'esercito, diceva: «Israele deve puntare allo smembramento degli Stati islamici vicini secondo linee etniche e religiose».
Specificava che l'Iraq era il candidato ideale per questo frazionamento, perché la minoranza sunnita vi dominava una maggioranza sciita e, a Nord, una componente curda. Farne tre staterelli senza forza politica significava liberare Israele da un nemico potenziale.
Questa strategia abbisognava del sostegno indefettibile degli USA e dei suoi «cristiani rinati»
+++++++++++++++++++++
Sono piuttosto d'accordo con questa analisi di Blondet.
Anche a me sembra che l'obbiettivo a cui puntano i neocon israelo-americani, sia la divisione dell'Iraq in tre Stati.
Kurdo (con il petrolio),Sciita (anche loro con giacimenti petroliferi) e Sunnita con cammelli e capre.
Credo quindi che l'esecuzione di Saddam,sia
da inserire in questo contesto,in quanto
serve ad accrescere l'odio tra sciiti e sunniti,che già si stanno massacrando alla grande(probabilmente con la complicità di qualche loro dirigente, vendutosi agli interessi degli americani e dei loro complici),rendendone sempre più impossibile la convivenza.
E' veramente incredibile che con degli eserciti invasori che occupano il loro territorio,questi siano affaccendati a massacrarsi a vicenda.

kex
Inviato: 31/12/2006 19:55  Aggiornato: 31/12/2006 19:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/7/2005
Da: calabria
Inviati: 180
 Re: La forca democratica
Il capo dello stato ha mostrato tutta la sua indignazione per la morte (omicidio) di Saddam...
Peccato di non avere mai sentito la sua indignazione mentre in molti stati dell'esportatore di democrazia (USA), venivano assassinati (giustiziati), tante persone che al confronto di quello che ha combinato il nostro Saddam, erano angioletti in tutu'.
Forse le vite (omicidi di stato) hanno un valore diverso??
Buon Anno a tutti
kex

una goccia fara' traboccare il vaso

vorrei regalare ai miei figli un po' di consapevolezza in piu'
Freeman
Inviato: 31/12/2006 20:19  Aggiornato: 31/12/2006 20:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: La forca democratica
A me sembra solo pornografia, comunque per quel che serve segnalo un "Saddam hanging cellphone leaked video", su Youtube.

<< link >>

(bisogna essere registrati per vederlo)

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Paxtibi
Inviato: 1/1/2007 2:07  Aggiornato: 1/1/2007 2:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: La forca democratica
Doubleplusgood new year to everybody!



(Art by Mez)

tharivol
Inviato: 1/1/2007 2:10  Aggiornato: 1/1/2007 2:13
So tutto
Iscritto: 24/11/2006
Da: Napoli
Inviati: 22
 Re: La forca democratica
L'avevo visto già oggi pomeriggio il video amatoriale, ma devo dirvi la verità..non mi ha convinto molto..

1) troppo caotico, ed inoltre si vede veramente poco e niente, dopo la corda tesa
2) Mi sembra strano che abbiano permesso di riprendere la morte con un cellulare..

..non so..ma penso che sia ancora vivo, il PRESUNTO [..ricordo che non è stata provata nessuna delle accuse mossegli contro..] diddatore, anche se c'è chi dice che la sua morte potrebbe far tacere per sempre quelle che potevano essre informazioni utili allo smascheramento delle vere intenzioni degli USA..no, decisamente questo video non mi convince...

La verità non è dietro l'angolo, bensì dinanzi a noi..semplicemente, è nascosta molto bene...

Peace, Love & Anarky
Merimange
Inviato: 1/1/2007 4:08  Aggiornato: 1/1/2007 4:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/6/2006
Da: Roma
Inviati: 117
 Re: La forca democratica
Ciao Zuldan,

non credo che si scannino fra di loro fregandosene degli invasori.Credo piuttosto che gli antagonismi fra sunniti e sciiti e via dicendo siano delle vere e proprie balle per farci credere che sia giusto che le truppe americane restino lì.
Sono sempre convissuti in maniera pacifica,non si vede perché ora che c’è un invasore dovrebbero scannarsi fra di loro anziché unirsi.
Ma questo è quello che ci raccontano,perché loro sono i “barbari” e noi i “civilizzati”(sai che ficata…)

“Il popolo iracheno non vuole vivere sotto Occupazione Usa ed ha votato contro la presenza degli Stati Uniti nel proprio paese. I media occidentali travisano quel che sta avvenendo in Iraq per fornire legittimità all'agenda del governo Usa. La maggioranza degli Iracheni non vuole la "democrazia" statunitense; vuole che le forze Usa lascino il suo paese. Oltre il 92 % degli Iracheni vede gli Statunitensi come occupanti imperiali anziché come "liberatori".”

“L'Iraq è una società a mosaico. La maggior parte degli Iracheni si è sposata liberamente e non ci sono barriere tra le comunità. Non c'è una storia di "guerra civile" in Iraq. Gli Iracheni non si identificano secondo la religione, ma secondo la loro lealtà alla propria identità arabo-irachena. Mentre l'occupazione guidata dagli Stati Uniti sta cercando di fomentare le divisioni sociali e l'odio religioso, ci sono ampie prove di un movimento di massa dove comunità irachene unite si sono di fatto strette le mani nell'opporsi all'Occupazione guidata dagli Stati Uniti.”

“Le recenti dimostrazioni a Bassora e Baghdad, organizzate congiuntamente dal movimento di Al Sadr e dell'Associazione degli Studenti Musulmani, hanno dimostrato che tutti gli Iracheni sono uniti contro l'Occupazione e il terrorismo Usa. Questa unità contraddice la percezione occidentale degli Iracheni come una società divisa e respinge la politica imperialista degli occupanti basata sul "divide et impera", sotto la forma di una "federazione dell'Iraq" imposta dagli Stati Uniti. Come notato in precedenza, l'invasione è stata un atto di aggressione in violazione della legge e delle norm internazionali. Le forze Usa e i loro alleati non hanno il diritto di essere in Iraq. Il popolo iracheno ha il diritto di resistere e vivere in libertà.”

Da questo bell'articolo di comedonchisiotte.

Ciao

rumenta
Inviato: 1/1/2007 14:37  Aggiornato: 1/1/2007 14:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2006
Da: Repubblica di Genova
Inviati: 801
 Re: La forca democratica
Citazione:
Come hanno detto in molti in passato, "Una singola morte è una tragedia, un milione di morti sono una statistica."
se non erro, il padre di questa citazione era un esperto in materia: stalin



"La verità dev'essere brutale, violenta, armata ed arrabbiata. Altrimenti soccombe."
artax
Inviato: 1/1/2007 16:13  Aggiornato: 1/1/2007 16:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2006
Da:
Inviati: 41
 Re: La forca democratica
Ciao nonno
non credo che sia giusto parlare di ipocrisia..
qualunque essere pensante vorrebbe vedere un dittatore marcire per tutta la vita in una lurida cella e non penso che inneggiare dinnanzi alla caduta di un pluromicida per poi sdegnarsi per la sua impiccagione faccia di me o di altri un ipocrita.

c'è un asostanziale differenza tra il voler vedere un dittatore all'ergastolo e tra il volerlo ammazzare diventando esattamente come lui..

Concordiamo tutti e due sul fatto che il processo sia nato "grazie alla buonafede" di un altro dittatore-democratico e su capi d'accusa senza capo ne coda serviti solo ad una proficua guerra per Bush&C.
ma non puoi sospettare che il Saddam non fosse un dittatore, un adelle tante cose che soleva fare se la sua squadra calcistica falliva era farli giocare con un palla di cemento come punizione e catarsi...non era di certo uno stinco di santo....ma sicurtamente Bush si poteva fare gli stracacchi suoi e lasciare il tutto nelle mani degli soli iracheni.....

ma si sa come sia andata la storia..
mi sono sempre opposta a qualsiasi pena di morte e mi disdegno ogni volta che gli americani fanno fuori un loro delinquente...innocente o colpevole che sia..quindi non dire ipocrita anche ai giornalisti (che vorrei sottolineare non difendo affatto) quando scrivono sui giornali che saddam era un dittatore ma non meritava di morire perchè non hanno torto..ok le armi di distruzione di massa non sono mai state trovate, ok Bush era in casa degli iracheni, ok saddam non centrava con nessun attentato..MA RIAMARRA' SEMPRE UN LERCIO DITTATORE..come Miloseveich, Pinochet, mao e tanti altri...ma che come essere umani non meritavano di morire ma di soffrire e marcire in una fredda e desolata cella e a farsi divorare dai rimorsi, sempre che ce li abbiano...questa è vera giustizia e non la pena capitale che non porta da nessuna parte...ora il dittatore è morto...vendetta è stata fatta...

ma ne siamo davver sicuri? lui ormai non c'è più, non può arrovellarsi il fegato per quello che ha fatto e come sempre riamaniamo noi a scontare le loro pene..

Ciao a tutti!

nonno
Inviato: 1/1/2007 18:05  Aggiornato: 1/1/2007 18:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/7/2006
Da:
Inviati: 183
 Re: La forca democratica
artax secondo anche se tutti i crimini che sono stati imputati a Saddam sono risultati delle balle cosmiche , lui meritava comunque di morire o perlomeno l'ergastolo in quanto il suo non era un Governo democratico.

E su questo non sono per nulla d'accordo.

Sai dirmi quanti elezioni democratiche ci sono state in Italia dal '48 ad oggi?

E negli USA?

La teocrazia israeliana è una democrazia?

L'Unione europea ha qualcosa a che fare con la democrazia?

Nessuno di questi paesi è democratico ed in più ognuno di questi paesi si è macchiato di crimini ben più gravi rispetto a quelli ipotetici dell'Irak di Saddam.
Noi non viviamo in un pase democratico e dobbiamo ricordarcelo ogni volta che accusiamo qualcun altro.
Perchè se chiediamo la morte o l'egrastolo per Saddam in quanto dittatore, a prescindere dal fatto cghe i suoi crimini siano reali o immaginari, dobbiamo prima chiederla per lo stesso motivo anche per Andreotti, D'alema, Olmert, Clinton, Bush eccetera.

Democrazia e Dittatura sono etichette che si applicano a seconda che un paese sia sottomesso o meno agli USA-ISRAELE.

Tu lo confermi considerando la Serbia di Milosevic un paese sotto dittatura per il semplice fatto che Milosevic, pur essendo stato eletto con lbere e regolari elezioni, non era persona gradita a USA e germania.

...........Mi spiace ma non chiedermi di aggregarmi al coro nel recitare la filastrocca del cattivo Saddam, cattivo Mao, cattivo Stalin, cattivo Castro, sarei proprio fuori luogo ....
Ciao

Freeman
Inviato: 1/1/2007 18:13  Aggiornato: 1/1/2007 18:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: La forca democratica
artax ebbe a scrivere:
Citazione:
quindi non dire ipocrita anche ai giornalisti (che vorrei sottolineare non difendo affatto) quando scrivono sui giornali che saddam era un dittatore ma non meritava di morire perché non hanno torto..

Vedi, molto spesso il problema con i "giornalisti" non è tanto quello che scrivono, ma quello che NON scrivono.
Pertanto, se si chiama dittatore uno come Saddam e si plaude comunque alla sua "rimozione" e conseguente importazione di democrazia, salvo poi il profluvio di lacrime di coccodrillo alla sua eliminazione fisica, come si dovrebbe chiamare uno come Bush? E perché nessun giornalista (o quasi) accusa mai apertamente Bush o Olmert di crimini contro l'umanità? ecco l'ipocrisia (per non dire di peggio).

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
edantes
Inviato: 1/1/2007 19:24  Aggiornato: 1/1/2007 19:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/7/2005
Da: Sassari
Inviati: 87
 Re: La forca democratica
Secondo me è vivo e sta in qualche sontuosa villa in Florida.

Al fianco degli Stati '' canaglia '' contro la vera CANAGLIA, ossia: il nuovo impero sionista americano, erede dei massacratori di Hiroshima e Nagasaki, di Dresda e di Sabra e Chatila.
sagada
Inviato: 2/1/2007 0:33  Aggiornato: 2/1/2007 0:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2006
Da:
Inviati: 114
 Re: La forca democratica
ma gli usa gli avranno dato la liquidazione a saddam?

-"Pillola azzurra: fine della storia, domani ti sveglierai in camera tua e crederai a quello che vorrai; pillola rossa: resti nel paese delle meraviglie e vedrai quant'è profonda la tana del bianconiglio" .
trotzkij
Inviato: 2/1/2007 0:47  Aggiornato: 2/1/2007 0:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: La forca democratica
L'impiccagione di Saddam Hussein segna la fine di ogni ipocrisia

La mattina del 30 dicembre, giorno del sacrificio, è stato giustiziato tramite impiccagione, Saddam Hussein, leader del Partito Baath e presidente della Repubblica dell'Iraq. 2006 l'anno delle esecuzioni democratiche e umanitarie.
Non potendo portare avanti la propria agenda all''Umanitarismo Esaurito', causa resistenze armate popolari, la sinarchia al governo nel triangolo maledetto Washington-Londra-Tel Aviv si sfoga sui prigionieri. Se Abu Ghraib è la camera di tortura per poveracci, gestita da miserabili zoticoni degli Appalachi, invece i tribunali internazionali, o quelli più o meno iracheni, sono luoghi dove prigionieri di prestigio diventano vittime delle basse perversioni dei padroni (Bush, Blair, Olmert, Soros, Cheney et simila) e dei loro manutengoli (Del Ponte, Cassese, Romano, Caracciolo, giudici più o meno iracheni, ecc. ecc.). Con tanto di schiamazzo di buffoni, di scaramelle & guzzanti e altre bestialità.
Io ho guardato l'impiccagione di Hussein pensando con soddisfazione: 'Ecco l'Impero USraeliano qui firma la sua condanna a morte'. La Trilaterale satanista di Washington-Londra-Tel Aviv si dichiara, solennemente, devota totale di Sansone, e ciò significa che il motto ufficiale della guerra infinita 'o con noi o contro di noi', vuol dire, in realtà, che anche chi è 'con noi' è sempre e comunque 'contro di noi'. Insomma, 'molti nemici, molto onore' diceva qualcun altro, e sappiamo come gli è finita. Credo che anche per l'asse dei 'buoni' valga la stessa cosa.
Saddam Hussein non ha pagato per l'aggressione dell'Iran. Checchè ne dica Grimaldi, è stata una aggressione bella e buona. Hitleristicamente aveva pensato che bastava dare 'un calcio alla baracca khomeynista' per farla crollare. E come fu per Hitler, si scoprì che la baracca attaccata era tutt'altro che marcia. Certo, non c'è stato un sergente Kantarija iraniano a piantare la bandiera iraniana sul palazzo del Raìs a Baghdad, ma lo scopo dell'invasione del settembre 1980 era sfumata per sempre.
Già lo scopo. Nel 1980, sicuramente mal consigliato da Zbygnew Brzezinsky*, il malefico consigliere alla sicurezza nazionale del presidente USA Jimmy Carter, Saddam Hussein decise di accondiscendere alle voglie vendicative degli statunitensi e, sempre checché ne dica Grimaldi, usò la scusa degli scontri di frontiera per attaccare l'Iran. Se oggi Tehran non esprime dolore per Hussein, è per via di quell'atto ingiustificabile del settembre 1980. Saddam Hussein andrebbe condannato, storicamente, per quell'azione, che esaurì finanziariamente l'Iraq, screditò ulteriormente il PanArabismo, inflisse un milione di morti circa, danneggiò l'Iran e una sua eventuale evoluzione 'laica' o addirittura socialista, e permise ad Israele di insinuarsi ulteriormente tra le pieghe del mondo arabo-islamico-iraniano, mediorientale in generale e, infine, preparò il terreno per la trappola kuwaitiana. Ancora ingannato dal vertice statunitense, Hussein infilò la testa dell'Iraq nel cappio di Desert Storm. Non aveva capito, neanche, che dalla spregevole coppia Gorbaciov-Shevarnadze non poteva aspettarsi che viltà.
Ma Saddam Hussein non è stato impiccato per l'invasione del Kuwait, né per la repressione dei moti del dopo-guerra del 1991, né per la repressione dell'insurrezione dei partiti curdi di Talabani e Barzani. No.
Saddam Hussein è stato ucciso, assassinato, per dare un monito. Un avvertimento più che strategico, addirittura storico. Nel 1973 fu una divisione corazzata irachena che bloccò la cavalcata dello Tzahal verso Damasco. Un atto imperdonabile di lesa maestà verso la razza superiore degli ebrei sionisti e delle loro divinità poste a Washington. E difatti, alla lunga, costoro non hanno dimenticato. Inoltre, vero oggetto del contendere, Hussein aveva creato una nazione moderna, progressista, con una ampia base industriale, tecnica e scientifica, una largo strato sociale borghese, e una consistente aristocrazia operaia, entrambe acculturate e dotate di strumenti tecnici. Quei strumenti che, una volta tramontata la stella di Hussein, avrebbero fatto dell'Iraq una vera potenza regionale. Ciò avrebbe rappresentato, per i lungimiranti avvoltoi anglosionstatunitensi, una minaccia mortale per il loro imperio. Andava fermato tale processo e, per fortuna loro e sfortuna di tutti gli altri, al governo c'era ancora Hussein, che non aveva capito o voluto capire il senso delle 'proposte' di Washington.
Certo, dagli USA Hussein, sul momento, ricevette crediti, finanziamenti, attrezzature, elicotteri e, perfino, colture batteriologiche e calcolatori per missili**. Ma il prezzo è stato, e sarà, doloroso.
La nota positiva, ribadisco, comunque c'é. Come ho già detto, il triangolo maledetto anglosionstatunitense, con questa esecuzione avverte tutti, tutti quanti, che chiunque si avvicini all''alleanza dei buoni', per quanto scodinzolante e ruffiano si possa essere***, non sarà mai al sicuro. L'impero non accetta alleati o amici, ma solo ascari 'usa e getta'.

Alessandro Lattanzio
Catania 31/12/2006
http://www.aurora03.da.ru

Note
*Costui non ha fatto altro che provocare disastri umanitari immensi, basta vedere la tragedia afgana. Sei mesi prima dell'intervento dell'Armata Rossa, Brzezinsky armò e finanziò i mujahidin afgani, che non erano soavemente dei reazionari, ma solo una manica di trogloditi sanguinari. Tant'è che bisognò creare un armata di gretti desperados fondamentalisti per sostenerli sul piano bellico. Tutti i reietti dei regni 'moderati' di Arabia Saudita, emiratucoli vari e dell'Egitto del servizievole Sadat vennero raccolti dalla CIA e dall'ISI e spediti a combattere l'orco sovietico; ovviamente dopo essere stati armati, addestrati, attrezzati, equipaggiati, drogati, esaltati, ammaestrati, diretti e utilizzati, dal suddetto triangolo satanista più, associata, la demoniaca casata dei Saud.
Un sussulto di schifo mi è sopraggiunto quando, in una libreria dell'usato, mi è capitato di avere tra le mani un testo, di una casa editrice 'catto-progressista', che esaltava 'l'eroica lotta' dei mujahidin afgani contro i 'mostri comunisti'. Questi comunisti, erano per lo più medici, soprattutto donne medico, che andavano nei villaggi, oppure erano studenti inviati nelle zone rurali a insegnare a leggere e a scrivere a bambini e, horribile dictu, a bambine. In effetti degli orchi, nel cui sangue s'é crogiolato il preteso 'esperto' Olivier Roy. Ecco i Comunisti della cui morte di leccavano i baffi gli immortalati, nel testo suaccennato, Carlo Ripa di Meana, Jean Ellenstein, Norberto Bobbio, un Vladimir Dedjier (ignaro, il poveretto, che l'Afghanistan era il campo di prova della sua Jugoslavia, o no?), Amnesty International, Human 'Brzezinsky' Watch, e altri figuri cui la putrescente 'sionistra' di oggi accende i lumini.
** Tutte cose comprovate, basta andare a leggersi gli articoli pubblicati sulle riviste militari e di armi degli anni '80.
*** Pensiamo all'osceno spettacolo della Mortadella che si lecca Olmert neanche fosse un cono gelato. È ufficiale, il terzo cagnetto della Casa Bianca, dopo Coffee Annan e Tony 'Pedo' Blair, è la Mortazza marca Goldman-Sachs.

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
bandit
Inviato: 2/1/2007 1:12  Aggiornato: 2/1/2007 1:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 1649
 Re: La forca democratica
"Un sussulto di schifo mi è sopraggiunto quando..."
+++++++
quando è sopraggiunto a me, è meglio che non lo dico, ma si può intuire dalla posizione del post

artax
Inviato: 2/1/2007 11:03  Aggiornato: 2/1/2007 11:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2006
Da:
Inviati: 41
 Re: La forca democratica
Nonno
sul fatto che siamo TUTTI circondati da un branco di dittatori famelici e bramosi di dinero che ucciderebbero padre, madre, figlio, cognato, nonno (scusa il gioco di parole) e cane per quegli squallidi pezzi di carta chiamati soldi da chissà chi siamo tutti d'accordo.

Se potessi caccerei in gattabuia anche Napolitano stesso (che per ora poveraccio poco ha fatto per meritarselo)..ma se io voglio un mondo sano (caspita che desiderio indesiderabile!) una delle poche cose che possa volere è appunto la caduta di uno dei tanti dittatori che ci governano..se poi riuscissi un giorno ad assistere alla precipitazione di tutti i nostri capi di governo
credo che il mio cuore imploderebbe dal gaudio..

Ma dato che ciò è un mera utopia mi sento in diritto di tirare un sospiro di sollievo (sopresso subito al pensiero di bush nel gabinetto della sua Casa Nera) nell'immaginare di Saddam costretto a marcire in prigione lontano dalle sue ricchezze e incapace finalmente di uccidere chi gli capita sotto tiro (come fece con suo cognato durante un assemblea governativa..).

siamo o no d'accordo sul fatto che fosse un sanguinario dittatore e che meritasse la prigione ad vitam? come la meriterebbero Bush stalin berlusconi Crodino e compagnia bella...

ma continuo a ribadire di non riconoscermi come ipocrita se catafionderei tutte le teste di boia che ci governano in celle frigorifere(ovviamente un minimo coperti se no poi muoiono e che divertimento ci sarebbe) ma non permetterei mai il loro assassinio "legale".

che differenza c'è tra l'uccisione di saddam che per molti è giustificata e le stragi di iracheni e non del "buon dittaore che non meritava di morire"?

NESSUNA perchè per entrambe le parti si pensava di fare la giusta cosa..o sbaglio?

nonno
Inviato: 2/1/2007 17:28  Aggiornato: 2/1/2007 17:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/7/2006
Da:
Inviati: 183
 Re: La forca democratica
artax sul fatto che Saddam fosse un dittatore siamo d'accordo. Sul fatto che fosse un criminale assolutamente no.
Per l'Irak Saddam è stato più che positivo: nazionalizzazione delle risorse energetiche, alfabetizzazione di massa, progresso industriale, sanità pubblica per tutti, emancipazine delle donne, difesa della laicità dello Stato.
Saddam ha difeso l'Irak dalla teocrazia iraniana sostenuta da USA ed Israele ed ha sempre difeso i sacrosanti diritti di palestnesi.
Meritava una medaglia, non la morte.
Ha difeso il suo paese ed è morto da eroe. E prima di essere catturato ha organizzato quella Resistenza che da anni tiene impegnati gli occupanti.
E una medaglia meriterrebe anche Stalin, dal momento che dobbiamo a lui se oggi non viviamo in un'Europa nazista
Ciao

bandit
Inviato: 2/1/2007 17:44  Aggiornato: 2/1/2007 17:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 1649
 Re: La forca democratica
"E una medaglia meriterrebe anche Stalin, dal momento che dobbiamo a lui se oggi non viviamo in un'Europa nazista"
++++++++
ma anche tutti gli altri dittatori assassini, che se almeno li lasciassero fare, ammazzerebbero una buona parte della popolazione dannosa, con ovvio sollievo per tutti gli altri e per le risorse del pianeta.

Paxtibi
Inviato: 2/1/2007 17:51  Aggiornato: 2/1/2007 17:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: La forca democratica
ma anche tutti gli altri dittatori assassini, che se almeno li lasciassero fare, ammazzerebbero una buona parte della popolazione dannosa, con ovvio sollievo per tutti gli altri e per le risorse del pianeta.

Aaahh, potessimo anche noi permetterci un bel dittatore vero, con la divisa, invece dei dilettanti che ci governano!



Anno nuovo, puttanate vecchie...

Fisher
Inviato: 2/1/2007 18:09  Aggiornato: 2/1/2007 18:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/12/2005
Da: Palermo
Inviati: 45
 Re: La forca democratica
quoto in tutto quello che ha scritto nonno.
A chi parla di dittatori assassini porrei una domanda:
"chi ci dice chi sono i dittatori?, quali sono le informazioni che abbiamo sui loro crimini?"
per me ho solo una stella polare: prendo per oro colato esattamente il contrario di ciò che dice la Casa Bianca e accoliti vari.
Inoltre mi basta sapere il giudizio convergente su Saddam di Iran e Israele e il lutto con la quale la sua esecuzione è stata accolta nei campi profughi palestinesi.
Mi basta ricordare la lunga sequenza di carri T-72 che costellavano il deserto tra il Kuwait e Bagdad nella I Guerra del Golfo: non ho visto un solo armamento americano, mentre ricordo lo scandalo Iran-Contras quando gli USA incassarono i soldi degli ajatollah per le forniture americane per far la guerra all'Iraq.
Poi sui gulag sovietici chiederei come mai il premio STALIN che rispondeva al nome di Pietro Nenni non si accorse di tali crimini?

bandit
Inviato: 2/1/2007 18:20  Aggiornato: 2/1/2007 18:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 1649
 Re: La forca democratica
"per me ho solo una stella polare: prendo per oro colato esattamente il contrario di ciò che dice la Casa Bianca"
+++++++
ma ormai lo fanno tutti e se ne sono già accorti per cui...

se il buon anno si vede dal "mattino", a giudicare dal peso specifico non avevo ancora letto puttanate di tal fatta, se son rose...

nichilista
Inviato: 2/1/2007 18:31  Aggiornato: 2/1/2007 19:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/9/2006
Da:
Inviati: 955
 Re: La forca democratica
Per l'Irak Saddam è stato più che positivo: nazionalizzazione delle risorse energetiche, alfabetizzazione di massa, progresso industriale, sanità pubblica per tutti, emancipazine delle donne, difesa della laicità dello Stato


ma non scordiamoci anche: l'accumulo di un ingente patrimonio personale( tenuto nelle banche del ricco e democratico occidente) ai danni dei propri cittadini che intanto morivano sotto i colpi dell'embargo , gli assasini "mirati" e la tortura degli oppositori politici, lo sterminio nel corso degli anni della popolazione sciita e curda( non mi riferisco alla puttanata di halabja attribuita a saddam dalla cia) sotto lo sguardo "disattento" di europa e usa(troppo occupati con i "temibilissimi" comunisti in fin di vita),la campagna anfal, e tutta quella serie di capolavori politici, militari , sociali e nel campo dei diritti umani, messi in pratica dal '79 al '03 che ci permetteranno di annoverarlo tra i "grandi statisti del 900" assieme a milosevic mobuto kim jong il ed altri ancora e che hanno portato l'irak ad essere ciò che è


(metto la faccina a sottolineare l'ironia dell'intervento )

"Questa istanza può tuttavia dar luogo ad un’altra
convinzione ERRONEA, la seconda e più rilevante
opinione di cui occorre sbarazzarsi. Essa può
denominarsi TEORIA SOCIALE DELLA COSPIRAZIONE." K.POPPER
Paxtibi
Inviato: 2/1/2007 18:44  Aggiornato: 2/1/2007 18:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: La forca democratica
non ho visto un solo armamento americano



On 17 December 1983, President Reagan’s special Middle East envoy, Donald Rumsfeld, flew into Baghdad bearing a hand written note to Saddam. In it Reagan offered to renew diplomatic relations and to expand military and business ties with Baghdad. Howard Teicher, who traveled to Baghdad with Rumsfeld, said that it was this letter that paved the way for the U.S. tilt to Iraq: “Here was the U.S. government coming hat-in-hand to Saddam Hussein and saying, ‘We respect you, we respect you. How can we help you? Let us help you.’”


The Tilt that Backfired - Historical Perspectives on the Persian Gulf Crisis (pdf)

bandit
Inviato: 2/1/2007 18:50  Aggiornato: 2/1/2007 18:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 1649
 Re: La forca democratica
"Aaahh, potessimo anche noi permetterci un bel dittatore vero, con la divisa, invece dei dilettanti che ci governano!"
++++++++
...avremmo potuto anche candidare democraticamente il mostro di firenze o jack lo squartatore...altre occasioni perse...

SWE
Inviato: 2/1/2007 19:10  Aggiornato: 2/1/2007 19:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 744
 Re: La forca democratica
L’ultimo commento di NONNO ha un valore paradossale ed anche un tantino provocatorio
Secondo me è accettabile solo in questa chiave di lettura..
Altrimenti... non vedo quale sarebbe la "differenza" ( non nel senso "francese" s'intende ! )

clausneghe
Inviato: 2/1/2007 19:40  Aggiornato: 2/1/2007 19:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: La forca democratica
Il Rais Saddam entra di diritto nel novero degli Empi che pagano ancora in vita...

Una vita vissuta pericolosamente,tra cattive compagnie e cattivi consigli ...

Egli ha sparso e fatto spargere il sangue ,che alla fine è ricaduto(come spesso accade) su di lui e la sua famiglia ..

Per la stessa legge naturale universale,aspettiamo prima o poi,infallibilmente,
di vedere penzolare i corpi degli altri burattini,
che ignari del burattinaio,lo hanno fatto impiccare ..

zuldan
Inviato: 2/1/2007 20:22  Aggiornato: 2/1/2007 20:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/7/2006
Da: 4 angoli
Inviati: 115
 Re: La forca democratica
Domanda
Da un punto di vista morale,che differenza c'e tra un Saddam che "premeva" o dava ordine di "premere" il grilletto e uno che apponendo una firma (immagino con una costosa penna stilografica)su un documento ufficiale,svendeva industrie appartenenti allo Stato italiano,agli "amici americani e non",ben sapendo di provocare con l'immancabile "ristrutturazione"il licenziamento di migliaia di persone.
Se anche solo una di queste si fosse uccisa,per la perdita del posto di lavoro,sarebbe,forse lui meno responsabile della morte di questa persona?

SWE
Inviato: 2/1/2007 20:48  Aggiornato: 2/1/2007 20:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 744
 Re: La forca democratica
Nel mio precedente commento io intendevo la differenza “nel modo di agire e ragionare” tra chi avrebbe dato una medaglia a Saddam e chi invece lo ha impiccato


( mi sono "incartata"...non riesco a spiegarmi...che ci volete fa' ? Compatitemi ! )

tharivol
Inviato: 2/1/2007 20:58  Aggiornato: 2/1/2007 20:58
So tutto
Iscritto: 24/11/2006
Da: Napoli
Inviati: 22
 Re: La forca democratica
Non ricordo se è già stato segnalato, ma mi piacerebbe condividerlo con voi ed avere un vostro parere..in effetti non sembra una montatura nè un castello in aria, 'sto video..

Saddam Sospect

A voi..

La verità non è dietro l'angolo, bensì dinanzi a noi..semplicemente, è nascosta molto bene...

Peace, Love & Anarky
zuldan
Inviato: 2/1/2007 21:04  Aggiornato: 2/1/2007 21:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/7/2006
Da: 4 angoli
Inviati: 115
 Re: La forca democratica
Scusa SWE,se ti riferisci al mio post,non era comunque una risposta al tuo.
Era solo una mia considerazione sul senso morale.

SWE
Inviato: 2/1/2007 21:15  Aggiornato: 2/1/2007 21:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 744
 Re: La forca democratica
ZULDAN
lo avevo perssocchè immaginato...ma nel dubbio ( dato che in precedenza non mi ero espressa con chiarezza) ho colto l'occasione....e ho ingarbugliato ancora di più le cose

Quel che si dice : "la pezza è peggio del buco" !

Enrico
Inviato: 2/1/2007 21:24  Aggiornato: 2/1/2007 21:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/1/2006
Da:
Inviati: 873
 Re: La forca democratica
Roma, 19:00 PENA DI MORTE: ITALIA A ONU, DISCUTIAMO SU MORATORIA

Nel primo giorno di lavoro come membro non permanente del Consiglio di sicurezza dell'Onu, l'Italia ha informato la presidenza dell'organismo dell'intenzione di premere in Assemblea generale per l'avvio di una discussione sulla moratoria delle condanne a morte. La comunicazione e' stata fatta nel corso di un incontro tra l'ambasciatore italiano presso le Nazioni Unite, Marcello Spatafora, e Vitalij Churkin, presidente di turno del Consiglio di sicurezza. In questa, come nelle precedenti fasi, il governo italiano si muove di concerto con l'Unione europea.

www.repubblica.it


P.S. Sarà simbolico e non otterrà consensi da tutti i Paesi membri dell'ONU, ma è comunque un buon modo per cominciare il biennio nel Consiglio di Sicurezza.

nonno
Inviato: 2/1/2007 21:54  Aggiornato: 2/1/2007 21:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/7/2006
Da:
Inviati: 183
 Re: La forca democratica
"i giornalisti di sinistra stanno cercando di superarsi l'un l'altro nel degradare Saddam. Non solo parlano della sua "brutale dittatura", ma stanno anche montando nuove fiabe di atrocità commesse sotto il suo regime.

Sfido tutti i giornalisti che sostengono l'impiccagione di Saddam Hussein di prendersi qualche ora e fare ricerche sulla realtà.

* La stima standard delle morti attribuite al regime Ba'ath durante la campagna di Anfal è 182.000. Perché non sono stati trovati corpi? Se 182.000 persone sono state uccise, ci devono essere pile e pile di corpi, ma non ne è apparso nessuno.

* Se 148 persone sono state condannate a morte nel 1982 per aver tentato di assassinare il presidente dell'Iraq, perché almeno 24 sono ancora vive? Comunque, quelli che furono giustiziati ebbero un lungo ed equo processo che durò circa tre anni. Combattevano dalla parte dell'Iran mentre l'Iraq era impegnato in una guerra con il suo vicino orientale. Negli Stati Uniti, questo sarebbe considerato alto tradimento. Con Saddam Hussein, è stato chiamato strage. Lo stesso George Bush ha firmato più ordini di condanna a morte mentre era governatore del Texas che Saddam nel caso di Dujail.

* Se l'esercito iracheno gassò e uccise 5.000 Curdi ad Halabjah, perché furono trovati solo 300 corpi? E perché il gas usato per uccidere i cittadini era il cianogeno, un gas che l'Iraq non possedeva ma che aveva invece l'Iran? Perché la CIA, il War College dell'esercito Usa, GreenPace, il principale analista della CIA nel 1988 (Stephen Pellitiere), l'anziano Jude Waniski, lo Historical Report del Corpo dei Marine, e vari altri individui ed organizzazioni hanno accusato l'Iran di aver gasato i Curdi?

* Perché non un solo iracheno si è fatto avanti e ha dichiarato di aver preso parte alla campagna di gasamento? Oggi, con i Ba'athisti fuori dal potere, non si può usare la scusa che non si farebbero avanti a causa delle minacce di morte dall'amministrazione Ba'ath. Sono state offerte enormi somme di denaro a chiunque dichiarasse di sapere o di essere stato parte della campagna: un pilota, o uno specialista di riserva, o un osservatore, chiunque. Non una sola persona è emersa per chiedere la taglia.

* Nel novembre 2003, gli Stati Uniti dichiararono che erano stati trovati 400.000 corpi in fosse comuni nell'Iraq del sud. Il giugno seguente, Tony Blair ammise alla stampa che erano stati trovati solo 5.000 corpi. Aveva "parlato in modo inappropriato" quando usò la stima originale di 400.000. Successive indagini dimostrarono che molti dei 5.000 erano stati uccisi dalle bombe statunitensi durante Desert Storm. Perché nessuno ha preso la palla al volo ed insistito su questa storia?

Ecco alcune domande che oggi non sentiamo, ma dovrebbero essere cruciali per discutere dell'Iraq:

* Perché non sentiamo che l'Iraq fu dichiarato "libero dall'analfabetismo" dalle Nazioni Unite nel 1982, quando nel 1973 il tasso di analfabetismo era oltre il 40 %?

* Perché non sentiamo della proclamazione delle Nazioni Unite nel 1984 che il sistema educativo dell'Iraq era il migliore che il mondo avesse mai visto in un paese in via di sviluppo?

* Perché non sentiamo che il New York Times chiamava l'Iraq "la Parigi del Medio Oriente" nel 1987?

* Perché non sentiamo di Saddam Hussein che visitava le case nel sud dell'Iraq negli anni '70 solo per assicurarsi che ognuno avesse un frigorifero ed elettricità?

* Perché non sentiamo dei molti milioni di Arabi stranieri che vennero in Iraq per trarre vantaggio dal programma terriero che i Ba'athisti avevano istituito, per cui ad ogni persona sarebbe stata data delle terra per coltivarla?

* Perché non sentiamo dei dottori e degli insegnanti iracheni che erano mandati nei paesi arabi per assisterli nello sviluppare i loro programmi?

* Perché non sentiamo i ringraziamenti degli altri paesi arabi nei confronti dell'Iraq, per aver perso così tanti soldati nella guerra Iran-Iraq, tutto per la difesa di quei paesi che erano spaventati dalla prospettiva che l'Iran esportasse il suo fondamentalismo religioso alle loro terre?

* Perché non sentiamo dei molti approcci fatti a Saddam negli anni '90 da fonti statunitensi affinché riconoscessee Israele e permettesse basi militari statunitensi in Iraq, in cambio della rimozione dell'embargo?

* Perché non sentiamo che ogni Statunitense nella squadra di ispezione delle Nazioni Unite dal 1991 al 1998 era una spia, e non un ispettore?"

Basta per una medaglia?

Ah certo no, dimenticavo che Saddam faceva allenare i calciatori con palloni di piombo, giocava a bowling con le incubatrici del Kuwait, e si preparava a scatenare l'apocalisse atomico.
E poi c'era Mao che,si sa, mangiava i bambini.
Milosevic che massacrò 100.000, anzi 500.000, anzi un milione di albanesi.
Stalin poi organizzava festini porno e obbligava la moglie a guardare.
Castro ha assasinato Kennedy, Chavez è antisemita, Putin è stupra a man bassa.....
Ma la colpa più grave che li accomuna tutti è di non essersi messi a 90 davanti allo Zio Sam.
Se no sarebbero nell'Empireo dei buoni, insieme a Prodi, Olmert e D'Alema

Paxtibi
Inviato: 2/1/2007 22:06  Aggiornato: 2/1/2007 22:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: La forca democratica
Ma la colpa più grave che li accomuna tutti è di non essersi messi a 90 davanti allo Zio Sam.

Boh, io ho postato una bella foto del cordiale incontro di Saddam con Rumsfeld, lo stesso Milosevic era un prezioso alleato degli USA nei Balcani, prima di diventarne il peggior nemico... Semmai c'è da notare come non sia molto conveniente essere amici degli americani, questo sì, infatti Castro è sopravvissuto fino ad oggi, Gheddafi pure, e anche Chavez gode di buona salute: meglio esserne acerrimi nemici, dunque.

Il punto è un altro: è necessario rivalutare ogni stramaledetto dittatore del mondo per giudicare le azioni del governo federale?
A quando un elogio di Mugabe?

bandit
Inviato: 2/1/2007 22:17  Aggiornato: 2/1/2007 22:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 1649
 Re: La forca democratica
"Basta per una medaglia?"
+++++++
eeeeehhhhh

comunque deduciamo che al posto suo avresti cercato di fare come lui. complimenti.

"E poi c'era Mao che,si sa, mangiava i bambini.
.....Stalin poi organizzava festini porno e obbligava la moglie a guardare"
+++++++++
imperdibile. una pagina da salvare e conservare con cura.

nonno
Inviato: 2/1/2007 23:44  Aggiornato: 2/1/2007 23:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/7/2006
Da:
Inviati: 183
 Re: La forca democratica
......Non ho ben capito l'utilità di spalare merda su chiunque non sia ben visto dagli Stati Uniti.

E' un pò come dire: certo gli USA hanno invaso paesi, massacrato popoli, sovvertito governi, usato armi di distruzione di massa come nessun altro paese (dittature di destra, sinistra e centro incluse) nella Storia ma i loro avversari sono comunque peggio.

Secondo questa logica il massimo errore degli americani è quello di essersi scelti gli amici sbagliati, o aver reagito ad una provocazione in maniera troppo dura, o aver condotto male delle guerre che in sè erano comunque giuste.
Non c'è molto pregiudizio in tutto ciò?

E comunque: Saddam ha stretto la mano a Rumsfeld, e quindi?
Nell'incontro Rumsfeld chiese a Saddam di consentire alla riattivazione della pipeline tra Kirkuk e Haifa ed in cambio offrì il sostegno americano nella guerra contro l'Iran in corso. Saddam rifiutò e l'incontro fu chiuso.
USA ed Israele non la presero tanto bene: armarono la guerriglia curda in funzione anti-irachena, bombardarono l'Irak, lo misero sotto embrago e chiusero l'opera invadendo l'Irak e giustiziandone il Presidente.

Risultato: 1 milione di iracheni uccisi dall'embargo ed altri 650.000 dall'occupazione, il paese allo sfacelo, l'economia disrutta, oltre un milione di profughi iracheni.

Ma naturalmente il cattivo è Saddam!

Non ho ben capito il senso dell'ironia su Castro e Chavez. Gli attentati americani contro il primo si cotano nell'ordine delle centinaia, contro il secondo gli USA hanno già una volta tentato il golpe.
In tutti e 2 i casi è andata fatta male ma non disperare ritenteranno di nuovoi, così sarai realizzato.
Quando Cuba, venezuela ed Irak saranno protettorati americani di sicuro il mondo sarà migliore.

Paxtibi
Inviato: 2/1/2007 23:46  Aggiornato: 2/1/2007 23:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: La forca democratica
......Non ho ben capito l'utilità di spalare merda su chiunque non sia ben visto dagli Stati Uniti.

Ma i post li leggi, o ascolti le voci nella tua testa???


nonno
Inviato: 2/1/2007 23:55  Aggiornato: 2/1/2007 23:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/7/2006
Da:
Inviati: 183
 Re: La forca democratica
" io ho postato una bella foto del cordiale incontro di Saddam con Rumsfeld"

Non mi sembro proprio che i contenuti dell'inconrto descrivano una particolare amicizia tra i 2.

"lo stesso Milosevic era un prezioso alleato degli USA nei Balcani, prima di diventarne il peggior nemico"

E cosa lo proverebbe ?

"Il punto è un altro: è necessario rivalutare ogni stramaledetto dittatore del mondo per giudicare le azioni del governo federale?"

No, ma non ha nemmeno senso attribuire loro dei crimini che non hanno comesso.

fiammifero
Inviato: 3/1/2007 0:25  Aggiornato: 3/1/2007 0:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: La forca democratica
Qualcuno può darmi la definizione di "crimine" per poter modificare il dizionario?

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
Paxtibi
Inviato: 3/1/2007 0:28  Aggiornato: 3/1/2007 0:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: La forca democratica
Non mi sembro proprio che i contenuti dell'inconrto descrivano una particolare amicizia tra i 2.

Vediamo:


Simply put, Saddam Hussein's brutal reign was made by the USA. He worked for the CIA before be became politically prominent in Iraq. He was one of America's closet Mideast allies during the 1980s, and received substantial US military and financial aid.
(Saddam Hussein: America's man in Iraq )
_______________________


In this excerpt, Hanna Batatu describes the ferocious violence of the Ba`athists when they came to power in their first coup in Iraq in early 1963. Of special interest is his mention of the lists, which he believes U.S. intelligence provided to the coup-makers. Evidently, the CIA helped bring Saddam Hussein’s thuggish party to power and fatally weakened the prospects for Iraqi democracy. Some reliable sources believe that more than ten thousand were killed and more than a hundred thousand arrested in the coup and the bloody weeks that followed, described by historians Peter and Marion Sluglett as “some of the most terrible violence hitherto experienced in the postwar Middle East.”
(CIA Lists Provide Basis for Iraqi Bloodbath)
_______________________


Roger Morris, a former State Department foreign service officer who was on the NSC staff during the Johnson and Nixon administrations, says the CIA had a hand in two coups in Iraq during the darkest days of the Cold War, including a 1968 putsch that set Saddam Hussein firmly on the path to power.

Morris says that in 1963, two years after the ill-fated U.S. attempt at overthrow in Cuba known as the Bay of Pigs, the CIA helped organize a bloody coup in Iraq that deposed the Soviet-leaning government of Gen. Abdel-Karim Kassem.

(Ex-U.S. Official Says CIA Aided Baathists)
_______________________


Questo per quanto riguarda Saddam. Su Milosevic è più difficile trovare materiale, ma nei Balcani, dove vivo da 15 anni, tutti sanno che Slobo, prima di diventare un arcinemico, era "our best friend in the Balkans". Ecco ad esempio il post di un serbo all'epoca della guerra:

(taken from a reply from Misa (Serbian in Belgrade) to Nica (Albanian in Kosovo), mb)

Dear Nita
thank you for your wondefull words but i must say that they don't give a good picture about you. I understand you, but i have to say that if you expect to talk only to the Serbs which perceive Albanians as pure little angels suffering from Serbian repression, you won't find many of those. My nation is fucked up because we have a dictator directly supported by the USA and our greatest misery is that this person grabbed all the power in the country and leads us to a disaster. But this is only an aditional fact in the general problem called war and hate between your and mine nation. Unfortunately this will last untill these two nations manage to somehow distance from each other, or (which is less likely to happen, especially now) learn how to live together.

The problem is that USA and Milosevic play a fucking strategical game in which us here, and you on Kosovo are just small figures. This is how i see it.

(ZAGINFLATCH #16, 27th March 1999)
_______________________


No, ma non ha nemmeno senso attribuire loro dei crimini che non hanno comesso.

Non ce n'è mica bisogno, bastano e avanzano quelli che hanno commesso.
Lo stesso vale per Bush, per Blair, per Olmert, per Berlusconi e per chi vuoi tu.

SWE
Inviato: 3/1/2007 10:01  Aggiornato: 3/1/2007 19:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 744
 Re: La forca democratica
Nonno ( citz)
Citazione:
No, ma non ha nemmeno senso attribuire loro dei crimini che non hanno comesso.


GIUSTO.
Nemmeno dargli una medaglia, però !

Anonimo
Inviato: 3/1/2007 11:05  Aggiornato: 3/1/2007 11:05
 Re: La forca democratica
Citazione:

Bella domanda!!!!!!!!!! Ma siamo sicuri che era proprio lui? Perchè teneva una sciarpa al collo durante l'esecuzione?


scusate, ma non potevo astenermi dal quotare questa frase: io credo che tutti sappiate perchè teneva una sciarpa al collo vero?..

Orwell84
Inviato: 3/1/2007 15:30  Aggiornato: 3/1/2007 15:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/3/2006
Da: Ground Zero
Inviati: 1114
 Re: La forca democratica
(fonte: *canali.libero.it)

E' stato arrestato l'autore del filmato non autorizzato dell'impiccagione dell'ex presidente iracheno Saddam Hussein. Lo ha riferito l'emittente Tv panaraba al Arabiya. Citando fonti proprie, l'emittente si limita per il momento a riferire la notizia con una striscia in sovrimpressione sulla normale programmazione.

ESECUZIONE, USA PRENDONO LE DISTANZE. Gli Stati Uniti avrebbero "gestito in modo diverso" l'esecuzione di Saddam Hussein. Lo ha detto il portavoce delle forze americane in Iraq, generale Caldwell, dopo le proteste per le modalità e la diffusione del filmato dell' impiccagione dell'ex raìs. Caldwell ha sottolineato che tutte le misure per l'esecuzione sono state affidate alle autorità irachene, compresi i controlli all'ingresso del patibolo. Il premier britannico Blair si è detto d'accordo sull'apertura di un'inchiesta

DUE NUOVE IMPICCAGIONI. Intanto si ripete in Iraq il copione di voci e smentite che hanno preceduto la settimana scorsa l'impiccagione di Saddam Hussein. Le televisioni al Arabiya e al Furat hanno preannunciato per domani l'impiccagione di Barzan al Tikriti, il fratellastro di Saddam Hussein ex capo dei servizi segreti, e dell'ex presidente del tribunale rivoluzionario Awad al Bander. Entrambi sono stati condannati a morte insieme con l'ex Raìs al processo per la strage di sciiti a Dujail.

L'indiscrezione è confermata da un fonte vicina al premier Nouri al Maliki, che è voluta rimanere anonima. "I documenti sono stati firmati e saranno giustiziati domani" all'alba, ha spiegato la fonte. I due sono però ancora sotto la custodia degli americani. Un altro collaboratore del primo ministro ha invece smentito. "L'informazione non è precisa, molto probabilmente saranno giustiziati la settimana prossima, dopo le festività", ha assicurato Sami al Askari. Terminata 'Eid al Adha' (la Festa del sacrificio), il governo iracheno ha prolungato la vacanza fino a sabato.

artax
Inviato: 3/1/2007 19:17  Aggiornato: 3/1/2007 19:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/11/2006
Da:
Inviati: 41
 Re: La forca democratica
Ragazzi stiamo però con i piedi ben saldi a terra!

fin dal primo post ho sostenuto di porre sullo stesso piano Bush e Saddam, e altre famose "coppiette" che hanno fatto della nostra storia solo campi di battaglia..ma non posso accettare che si dica che stalin mao milosevich saddam pinochet lenin e via discorrendo NON FOSSERO CRUDELI E SPIETATI DITTATORI..

come fate a sostenere cose di questo tipo..sull'efferate leggi e sopprusi d'ogni genere ne siamo venuti a conoscenza anche tramite testimonianze di chi quelle esperianze le ha vissute realmente..non si tratta questa volta di controinformazione perchè erano dei dittatori e basta!

NONNO tu hai detto che saddam non può essere giudicat come dittatore perchè da molti era considerato un eroe..ma stai scherzando?
allora pure Mussolini ha fatto cose positive per la nostra bella italia (notare la "i" minuscola non messa a caso) come l'avere bonificato tutto il suolo agrario romagnolo e non solo, la mutua ecc.. ma per questo non è da considerare un dittatore?

Per me con questa (benedettissima) disinformazione o controinformazione o come la si voglia chamare, si viene a creare davvero troppa confusione..

non sono i builderberg a dirci chi è o non è un dittatore ma le testimonianze di chi ha subito quei sopprusi o le fosse comuni trovate nel sacro suolo del "buon milosevich" oppure i cadaveri dei bambini cinesi costretti a lavorare non appena hanno la sfiga di ritrovarsi i denti buoni al posto di quelli da latte..

Ragazzi non scherziamo..perfotuna nè noi italioti nè gli americani saimo costretti ad una realtà di quel tipo perchè se così fosse avremmo già un mitra per andare al lavoro e giocheremmo che le mine anti-uomo al posto dei palloni da calcio..

e con questo non ditemi che sono cieca o fascista o anti comunista o probush..perchè sono diventata totalmente anarchica e riesco ancora a distinguere il male minore e sogno ancora di poter vedere male minore e male peggiore marcire in galera a vita senza assistere alla barbaria della pena di morte..

ciao

Linucs
Inviato: 3/1/2007 20:52  Aggiornato: 3/1/2007 20:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: La forca democratica
Nell'incontro Rumsfeld chiese a Saddam di consentire alla riattivazione della pipeline tra Kirkuk e Haifa ed in cambio offrì il sostegno americano nella guerra contro l'Iran in corso. Saddam rifiutò e l'incontro fu chiuso.

Un gentleman: se Rumsfeld avesse pronunciato la parola "Haifa" davanti a me, l'avrei fatto spedire a Gerusalemme in 28 comode rate, partendo dall'orecchio destro.

E il bello è che insistono... tira, tira la corda...

Piero79
Inviato: 4/1/2007 17:23  Aggiornato: 4/1/2007 17:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 781
 Re: La forca democratica
A proposito della notizia postata da orwell84 sull'arresto dell'autore del video dell'impiccagione, segnalo quest'articolo di repubblica.
Mowaffak al-Rubaie, responsabile della Sicurezza nazionale che era presente all'esecuzione, ha dichiarato: "l'intero processo sia stato infiltrato da persone che hanno un grande interesse a che si verifichi un'escalation della violenza. Persone che hanno a cuore solo i propri interessi politici, o quelli dei loro gruppi o dei loro leader, ma per quanto riguarda il governo iracheno credo che abbia fatto tutto il necessario perché il processo fosse corretto

A quanto pare l'ipocrisia e la farsa continuano senza sosta..

Mussolini e Saddam: due giustizie diverse

I vertici militari Usa e la rappresentanza diplomatica a Baghdad - ha ricordato il portavoce della Casa Bianca Scott Stenzel - hanno espresso preoccupazione per la tempistica dell'esecuzione dell'ex presidente iracheno e «per la maniera in cui si è svolta».

Piero79
Inviato: 4/1/2007 23:06  Aggiornato: 4/1/2007 23:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 781
 Re: La forca democratica

florizel
Inviato: 5/1/2007 0:58  Aggiornato: 5/1/2007 0:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: La forca democratica
"E' accaduto domenica, in Texas, ad un bimbo di dieci anni, e il primo gennaio ad un altro piccolo di nove, in Pakistan."
La TV ci sta letteralmente "ammazzando".
Quasi verrebbe da affermare che SENZA l'evento mediatico, il fatto in sè non sarebbe nemmeno avvenuto.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
TheProf
Inviato: 6/1/2007 19:43  Aggiornato: 6/1/2007 19:43
So tutto
Iscritto: 28/8/2006
Da:
Inviati: 2
 Re: La forca democratica
dopo l'invazione dell'Iraq, la fine in tutti i sensi di Saddam, quale sarà la prox "vittima" del potere americano?????
attualmente come candidate ci sono la Corea del Nord e l'Iran si accettano candiate....

goldstein
Inviato: 6/1/2007 19:48  Aggiornato: 6/1/2007 19:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: La forca democratica
Citazione:
attualmente come candidate ci sono la Corea del Nord e l'Iran si accettano candiate....


Toglila pure come candidata la Corea del Nord...
Qua un pò di articoli utili, a cui va aggiunto questo.
In italiano, c'è questo molto interessante.

Andreas
Inviato: 6/1/2007 20:02  Aggiornato: 6/1/2007 20:02
So tutto
Iscritto: 29/7/2006
Da: Caserta
Inviati: 8
 Re: La forca democratica
Che dire, è sconcertante, è terribilmente vergognoso, come lo fu altrettanto vergognoso (a parte le solite parole ipocriti di tutti: vincitori e vinti di allora e di adesso) la tremenda fase dell'esecuzione di Mussolini, Petacci, ecc.!
Quiesta è vergognosa! Tremendamente vergognosa! Si vuole ancora di più lo spargimento di sangue, per gli affari, i soliti affari!
L'Italia di allora, anzi l'italietta di allora, come gli ignavi nell'opera di Dante! Molto più schifo di.......e altrettanto schifo è l'esecuzione di Saddam di adesso! Non si cerca la pace, nè tantomeno l'ordine interno, ma solo altre giustificazioni per altre guerre.

Riflessioni - ieri, oggi, domani...
http://caricam.altervista.org/
danijel
Inviato: 6/1/2007 20:22  Aggiornato: 6/1/2007 20:33
So tutto
Iscritto: 19/12/2006
Da:
Inviati: 6
 Re: La forca democratica
ebbbene sì lo hanno ucciso ma era uno dei 7 SIMILI ehheeh
così han messo a posto cavoli e capre eh?!
oh! ma non avete mica visto mai 4° potere (o come cavolo si intitolava) bhè ormai è un pezzo che le guerre sono virtuali, cosi come alcune morti....troppi interessi e noi qui a regger la candela mavafff
quando mi porteranno la testa su di un vassoio e potrò fare il test del dna, mbè allara siamo messi come adesso ahahahah
poveri noi poveri Oh, che pena profonda e irrimediabile i versi dolorosi che i poeti cantano!

danijel sopralevette
danijel
Inviato: 6/1/2007 20:40  Aggiornato: 6/1/2007 20:40
So tutto
Iscritto: 19/12/2006
Da:
Inviati: 6
 Re: La forca democratica
mi rispondo da solo eh? i VERI SOLI colpiti, uccisi nell'animo e nel corpo, sono solo QUEI POVERETTI che hanno tutta la mia inutile stima, COME gli unici VERI COLPEVOLI DI PIAZZA FONTANA sono i famigliari delle vittime sob arg gulp....ed eccovi un altro fumetto in tv

danijel sopralevette
Paulo
Inviato: 6/1/2007 23:25  Aggiornato: 6/1/2007 23:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: La forca democratica
Si pereant tyranni

Aspetto con pazienza l'ora di Bush.

bigivan
Inviato: 7/1/2007 12:57  Aggiornato: 7/1/2007 12:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/1/2006
Da:
Inviati: 167
 Re: La forca democratica
-citazione-

Aspetto con pazienza l'ora di Bush.


Anche io..ma purtroppo ho seri dubbi che la vedremo mai..

Tutto sta procedendo come avevo previsto.
Paulo
Inviato: 7/1/2007 19:15  Aggiornato: 7/1/2007 19:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: La forca democratica
Ai tempi in cui Saddam fornicava con Rumsfeldt solo Komeini fu in grado di predirne la tragica fine. Io no, di certo.
Oggi il mondo gira ancora più velocemente.
Il colpo di stato militare in USA, quello con i tanks per le strade per intenderci, non è affatto improbabile. L'impero ha necessitòà di una direzione autoritaria, anche nelle forme, olte che nella sostanza. Chi manovrerà i militari saranno gli stessi che hanno manovrato Bush e saranno quelli che lo faranno impiccare. Tanto per guadagnarsi l'inixziale favore popolare nonché per farlo tacere.

ciaruffolo
Inviato: 7/1/2007 20:31  Aggiornato: 7/1/2007 20:31
So tutto
Iscritto: 4/9/2006
Da:
Inviati: 20
 Re: La forca democratica
Povero Saddam... Povera stella... una cosi' brava persona... Ma perche' l'hanno assassinato?

IPOCRITI!!!

bigivan
Inviato: 7/1/2007 21:15  Aggiornato: 7/1/2007 21:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/1/2006
Da:
Inviati: 167
 Re: La forca democratica
-citazione-

Il colpo di stato militare in USA, quello con i tanks per le strade per intenderci, non è affatto improbabile. L'impero ha necessitòà di una direzione autoritaria, anche nelle forme, olte che nella sostanza. Chi manovrerà i militari saranno gli stessi che hanno manovrato Bush e saranno quelli che lo faranno impiccare. Tanto per guadagnarsi l'inixziale favore popolare nonché per farlo tacere.

Paulo,
non credo che ciò avverrà negli Stati Uniti..quanti colpi di stato sono mai avvenuti l?
..il loro sistema economico ultra-capitalista renderebbe inutile un regime di tipo militare..in fondo sono un regime anche avendo una cosiddetta "democrazia"non credi?

Tutto sta procedendo come avevo previsto.
nettuno
Inviato: 7/1/2007 23:09  Aggiornato: 7/1/2007 23:09
So tutto
Iscritto: 20/4/2006
Da:
Inviati: 19
 Re: La forca democratica
Caro Marco, hai ragione e fai bene a ricordare come sono andati i fatti , che i Media manipolano e distorgono. Voglio aggiungere che gli Americani e gli Inglesi, sono molto più colpevoli di Saddam , per tutti i loro crimini commessi. Ricordiamoci anche del piano Condor e di Kissinger ( premio nobel per la pace) che ha sostenuto il dittatore Cileno Pinochet e la dittatura Argentina, dove ci sono state centinaia di vittime innocenti " i desaparecidos " Ma anche altre dittature a loro funzionali, per la rapina delle materie prime di quei paesi.
Bush e & + alleati - anche Israele è tra i soci , hanno poi deliberatamente favorito l'attacco alle torri gemelle per fare questa guerra. Quando costoro parlano di giustizia mi viene da vomitare .

florizel
Inviato: 8/1/2007 16:43  Aggiornato: 8/1/2007 16:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: La forca democratica
Citazione:
i Media manipolano e distorgono.

E continuano ad uccidere:

Giocava ''alla morte di Saddam'', quarto caso nel mondo.

La febbre del "nemico" da annientare continua a generare mostri.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
danijel
Inviato: 8/1/2007 21:06  Aggiornato: 8/1/2007 21:06
So tutto
Iscritto: 19/12/2006
Da:
Inviati: 6
 Re: La forca democratica
in un vecchio mio video ho ripreso una scritta: "LA DEMOCRAZIA E' L'INFEZIONE DELLO SPIRITO" scritta di fretta su di un muro di una città.
Bene, ancora e ancora, da un lato e dall'altro
i stupidi corvi cracchiano la violenza, gli scarafaggi che tanto erano cari agli egiziani, smuovono merda...rotolando una storia che seppellisce tutti, sia chi crede di essere al vertice, che chi alla base, sia chi è forte che chi è debole...DEBOLE?? oh! mio dio fà che finga ancora di essere TE! oppure fai in modo che la mia rabbia diventi saggia...mmmm

danijel sopralevette
Paulo
Inviato: 9/1/2007 22:55  Aggiornato: 9/1/2007 22:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: La forca democratica
bigivan, il fatto che non sia mai avvenuto non è un motivo sufficientemente buono per credere che non posa avvenire in futuro.
Oggi il colpo di stato è già in atto, attuato dall'interno delle istituzioni. La "democrazia" attule degli USA non è quella dei 12 punti di Wilson. C'è una evoluzione, anzi, una rivoluzione in atto che non è detto si assesti allo stadio attuale. Oggi le situazioni evolvono con maggiore rapidità rispetto i tempi, per fare un esempio, della rivoluzione francese o quelli, più recenti, della rivoluzione messicana.
Ritengo, invece, verisimile che il colpo di stato evolva verso forme maggiormaente autoritatie e Bush potrebbe esserne la prima delle vittime. Potrebbero sostituirlo con uno ben peggiore, ma per accattivarsi il consenso popolare potrebbero buttare Busch in pasto al senso di giustizia, ma anche al desiderio di vendetta delle plebi.
Il sistema ultra- capitalista .... Crollasse il dollaro, non riuscissero più ad importare che cavandosi il cibo di bocca, che ne resterebbe? Cosa ci sarebbe di meglio che il buttare Bush in pasto all'ira popolare per far chredere al popolo di esere lui il protagonista della vita pubblica?

Dai tempo al tempo, ma non escudere nulla a priori.


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA