Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


11 settembre : Nel segno di Internet
Inviato da Redazione il 18/9/2006 8:17:07 (5268 letture)

Con ìl convegno di Bologna di ieri si può dire, per coloro che si occupano di undici settembre, che in Italia si sia chiuso un ciclo. E si è chiuso nel migliore dei modi, specialmente se si guarda al fatto che era iniziato, circa tre anni fa, con quattro gatti sparuti, che si muovevano brancolando nel buio, mossi più da un atavico istinto di sopravvivenza che da una qualunque "strategia programmatica".

Un paio di questi gatti - il gruppo Faremondo di Bologna - ieri ha avuto la non piccola soddisfazione di presentare, nel più ampio spazio teatrale disponibile in città, un convegno sull'11 settembre davvero internazionale, sia nelle parole che nei fatti. Con la presenza, o il contributo, di personaggi come David Ray Griffin, Steven Jones, Giulietto Chiesa, Maurizio Blondet, Webster Tarpley, e Eric Hufschmid, sono ben pochi i nomi al massimo livello mondiale, nell'ambito della ricerca per la verità sull'undici settembre, che non figurassero in cartellone. E in ogni caso i doverosi tributi a gente come Thierry Meyssan, Chris Bollyn, Jim Fetzer o Paul Thompson non sono certo mancati.

Solo tre anni fa gli stessi soci di Faremondo importavano timidamente le prime cinquanta copie del libro di Hufschmid, Painful Deceptions, che si dividevano religiosamente, come dei carbonari con gli scritti del Mazzini dall'esilio.

Fra questi due momenti, innegabile realtà, c'è stato Internet: senza la rete, ...

...nessuno di noi oggi starebbe leggendo queste righe, che parlano di un convegno che non sarebbe mai avvenuto, poichè si è occupato di una verità di cui praticamente nessuno al mondo sospetterebbe l'esistenza.

Nata dagli stessi sogni di dominio globale dei militari americani, la serpe in seno di Internet è cresciuta al punto da rappresentare l'unica variabile, nel cinico calcolo dei neocons, che rischia di impedire la completa realizzazione del loro ambizioso progetto. Difficilmente Internet porterà in galera uno solo dei responsabili di quegli attentati, ma se non altro sta rendendo molto difficoltoso il completamento del loro disegno criminale, e sicuramente impedirà, in futuro, che un simile disegno venga messo nuovamente in atto con l'illusione di una totale impunità.

Lentamente in un senso, molto rapidamente nell'altro, l'umanità sta imparando a informarsi da sola, e come ben sanno tutti coloro che hanno contratto il "morbo di Ashcroft", quello è un pessimo vizio che, una volta acquisito, non ti abbandona più.

Giustamente Giulietto Chiesa faceva dei calcoli, molto realistici, in cui prevedeva che lo "scontro finale" - fra chi da sempre ha gestito il potere con grande comodità, e il popolo bue che sta cominciando ad accorgersi di essere cornuto - verrà necessariamente a risolversi nell'arco di venti-venticinque anni al massimo. E se le curve geometriche continuano a comportarsi come hanno sempre fatto, l'ottimismo del sottoscritto porta a pensare che questo avverrà in un periodo ancora più breve, di cinque-sei anni al massimo.

Impensabile, vero? Provate solo a domandarvi se quanto accaduto in quest'ultima settimana - fra trasmissioni TV, presentazioni dei vari filmati, stampa nazionale, radio, convegni e raduni un pò dovunque - sarebbe stato minimamente immaginabile anche solo sei mesi fa. Sto parlando dello scorso Aprile, amici, non di un secolo fa.

Ma al di là di previsioni temporali, difficili per chiunque a causa delle troppe variabili interessate, rimane il fatto che il quella direzione si vada, e che da quello scontro finale sia ormai inevitabile passare. Almeno su questo, nei molti interventi ascoltati ieri a Bologna, nessuno sembrava discordare.

Come la freccia del tempo, la storia dell'umanità punta da sempre in una sola direzione: quella dell'affrancamento dell'uomo comune rispetto al privilegiato, che è poi l'affrancamento dell'ignoranza rispetto alla conoscenza, sottratta a chi fino a ieri ne era il detentore assoluto.

"Informazione è potere" non è certo un assioma nato per caso.

Fino a ieri, l'informazione era totalmente controllabile da pochissimi eletti, da oggi non lo è più. Smettiamo quindi di contare i minuti e di misurare i centimetri che mancano al traguardo, e continuiamo sereni a fare quello che la coscienza ci dice di fare, senza mai dimenticare che se solo oggi riusciamo a intravvedere quella destinazione, è grazie alle sofferenze e ai sacrifici sopportati da milioni di altri prima di noi, nel corso della storia, in situazioni e in condizioni ben più drammatiche e disperanti, al confronto delle quali noi stessi siamo dei veri privilegiati.

Ho avuto il piacere di scambiare due parole, qualche giorno fa, con una persona eccezionale come Steven Jones, e nel commentare la triste vicenda della sua sospensione dal ruolo universitario, ci siamo ritrovati a condividere una riflessione sulla terribile solitudine - quella sì, davvero incolmabile - che deve aver accompagnato gli ultimi anni di vita di una persona come Galileo Galilei.

E persino Steven Jones, nonostante la sua poco invidiabile situazione del momento, mi è sembrato trovare per un istante uno spiraglio di luce, un momento di sollievo, un senso di direzione in tutto quello che gli sta accadendo intorno.

Massimo Mazzucco

Vedi anche: "L'INTERNET NEL RAPPORTO MILLENARIO FRA INFORMAZIONE E POTERE"

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
spettatore
Inviato: 18/9/2006 8:36  Aggiornato: 18/9/2006 8:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Nel segno di Internet
Ed io non ero...sigh...presente....sigh...nonostante l'invito...di maxgallo...sigh....
Comunque complimenti a...sigh...tutti..


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
Satirus
Inviato: 18/9/2006 8:44  Aggiornato: 18/9/2006 9:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/4/2006
Da: Luogocomune
Inviati: 511
 Re: Nel segno di Internet
La differenza!? Adesso si può mandare un e.mail


edo
Inviato: 18/9/2006 8:57  Aggiornato: 18/9/2006 8:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Nel segno di Internet
ed è solo l'inizio...

shevek
Inviato: 18/9/2006 8:58  Aggiornato: 18/9/2006 8:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Nel segno di Internet
Salut y Libertad, Massimo!


Voglio rivelare un piccolo retroscena del convegno, assai indicativo. Durante un intervallo, una persona ha cominciato a dare la notizia della morte di Berlusconi ascoltata, a suo dire, al TG3. Secondo il principio del divino Giulio, mi viene da pensare che intendesse mostrare come noi "complottisti" siamo dei boccaloni che abboccano alla prima leggenda metropolitana di turno. Se è così, gli è andata male. Il pubblico, io tra gli altri, ha immediatamente verificato attraverso telefonate agli amici, connettendosi all'ANSA, ecc. la bufala come tale che, pertanto, non si è diffusa affatto.

Mi rivolgo dunque alla buona fede del soggetto in questione: se davvero voleva mostrare la nostra propensione a credere alle bufale in maniera acritica, presumibilmente avrebbe pubblicizzato la cosa. Adesso, pubblicizzi il fallimento dell'esperimento e la nostra capacità critica. Altrimenti, non potremo che considerarlo un provocatore puro.


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
cnj
Inviato: 18/9/2006 10:02  Aggiornato: 18/9/2006 19:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: Nel segno di Internet
Io c'ero ed ho ascoltato tutti con molto interesse. Un plauso agli organizzatori visto che so per esperienza passata l'impegno che ci vuole a tirar su certi eventi...
Implacabile l'apertura di Giulietto Chiesa e poi il suo continuo con l'anedotto del film visto a Bruxelles della simulazione di un attentato con bomba atomica e con tanto di rivendicazione del solito cattivone Usama (il tutto ricostruito con tecniche di studio). Naturalmente il tutto sotto forma di regalia all'Europarlamento dai cugini americani.
Veramente esaustivo l'intervento di Massmo M. sul problema psicologico di affrontare l'argomento 911 da parte della gente comune....praticamente tutti noi ci siamo scornati su questo muro.... indubbiamente a noi sembra di essere tanti ma nella realtà di tutti i giorni, dell'ufficio, del supermercato, dell'edicola o del bar bisogna constatare che l'argomento o non viene trattato o viene minimizzato... per il resto della massa Usama è il grande colpevole. Augoro a lui e a tutto l'etablishment USA che questo Usama, se ancora esiste in forma vivente, campi ancora 100 anni

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
pseudoTale
Inviato: 18/9/2006 10:12  Aggiornato: 18/9/2006 10:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 451
 Re: Nel segno di Internet
confermo trend attraverso analisi mio personalissimo microcosmo - stop -
contrassi il morbo ad aprile 2006 attraverso virus "loose change" e mi attivai immediatamente per contagiare mia ristretta cerchia di amici et conoscenti - stop -
tale cerchia risulta essere campione interessante in quanto completamente "vergine" e tendenzialmente immune a qualsivoglia morbo - stop-
oggi, appena 6 mesi dopo, questione 11 settembre in mia ristretta cerchia assolutamente digerita e all'ordine del giorno - stop -
ieri amica mia (che mai più avrei sospettato) mi ha addirittura prospettato coinvolgimento Mossad come se stesse parlando di che cosa preparare per cena - stop -
robe da non crederci - stop-

se ristrette cerchie di tutti come ristretta cerchia mia, sistema giornalistico italico ha le ore contate -stop-

cordialità

nonno
Inviato: 18/9/2006 10:26  Aggiornato: 18/9/2006 10:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/7/2006
Da:
Inviati: 183
 Re: Nel segno di Internet
Ero al convegno ieri e ci tengo a fare i complimenti a tutti gli organizzatori. Mi fa molto piacere che l'evento sia sato così partecipato anche perchè (pur augurandomelo) non mi sarei proprio aspettato che avrebbe richiamato così tanti partecipanti. Particolarmente interessante la discussione tra le oppste tesi di Eric Hufschmid e Webster Griffin Tarpley riguardo al coinvolgimento dell'amministrazione Bush, di gruppi sionisti e di Israele negli attentati dell 11/9. Penso che sia stato giusto l'intervento Mazzuco su questa questione e che quindi le due tesi vadano viste come comlementari e non come opposte. Molti indizio puntano sul coinvolgimento sa dell'amministrazione americana e della CIA negli attentati, come pure molti indizi legano Israele ed il Mossad all'11/9. L'11 Settembre è una materia di indagine immensa e sbaglia chi vuole mettere dei paletti all'indagine. Non si va molto avanti nella scoperta della verità se si afferma che nessun americano potrebbe fare un attentato contro il proprio paese ( Hufschmid) anche perchè la storia ci insegna che da otre un secolo i governi americani compiono auto-attentai contro gli USA per giustificare le loro imprese belliche. Ugualmente non aiuta le indagini il pregiudizio tutto occidentale legato al rimorso per l'olocausto secondo il quale gli ebrei sono sepre e comunque innocenti e qualsiasi accusa agli ebrei,ai sionisti o ad Israele sia motivata da antisemitismo. Nessuno tra quanti vogliono trovare la verità sul'11/9 si scandalizzerebbe di apprendere che i servizi segreti britannici sono implicati nella faccenda.Ma molte di qureste stesse persone rigettano a priori qualsiasi ipotesi di un coinvolgimento del Mossad.Questo "esclusivismo" ebraico andrebbe eliminato.la ricerca della verità dovrebbe essere liberata da pregiudizi, di qualsiasi tipo

ilberneri
Inviato: 18/9/2006 10:43  Aggiornato: 18/9/2006 10:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/3/2006
Da: Coimbra
Inviati: 238
 Re: Nel segno di Internet
Nella prossima puntata di Report di Milena Gabbanelli verrà fatto vedere "Verità contrapposte"!

"l'utopia esiste, è radicata nello spirito degli uomini.Credo che sempre di più il capitalismo le sue logiche appaiano inutili.Il mio cervello,il mio sapere,i miei desideri non hanno più bisogno di un padrone:io, individuo lavoro nella mia autonomia
kraken71
Inviato: 18/9/2006 10:49  Aggiornato: 18/9/2006 10:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 36
 Re: Nel segno di Internet
Leggero OT:
qualcuno ha visto la puntata di "Reporter Diffuso" su SKY TG24 venerdì sera?
Hanno fatto vedere un filmato inedito amatoriale di un altra prospettiva delle Torri al momento del crolli... insomma a commentare le immagini era invitato nientepopodimenochè Paolo Attivissimo e a straricommentarle un attorino belloccio ("davanti a queste EVIDENTISSIME immagini come si fa a ipotizzare un complotto?" lucidandosi le unghie) del quale non ricordo manco il nome... Fonti "autorevoli", comunque....
L'Attivissimo dice che da queste "nuove" riprese gettano nuova luce sull ateoria del crollo che noi "complottisti" si vorrebbe "ben preciso perchè controllato"... Secondo l'Eminentissimo invece da quest'altra inquadratura si capisce che il crollo è avvenuto in maniera irregolare e addirittura evidenzia che il "core" di pilastri centrale sia rimasto perfettamente in piedi, così come ci si sarebbe aspettato da un crollo spontaneo. I suoi riferimenti (mi spiace non aver registrato o trascritto il letterale) poi alle "intenzioni" dei famosi complottisti (che si sarebbero inventati la teoria del complotto puramente per fare soldi, attraverso documentari in vendita su internet -a chi si riferiva?- o libri che hanno venduto milioni di copie)...
Ovviamente le NUOVE immagini non mostravano niente di diverso da ciò che già conosciamo...
Questo è solo per dire che la contro-contro-contro-informazione agisce per vie meno banali e più traverse ma a tutte le ore e in tutte le direzioni.
Già mi aveva poco convinto sta trasmissione Reporter Diffuso, mò proprio è croce nera!! Mi ha fatto venire nostalgia di mentana, pienz nù poc!?!

Bimbodeoro
Inviato: 18/9/2006 10:51  Aggiornato: 18/9/2006 10:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/6/2006
Da: Amicoland
Inviati: 388
 Re: Nel segno di Internet
Daccordissimo, dobbiamo molto al web.

Ed in futuro ancor di più.

Ciao

"Non è il popolo che deve aver paura del proprio governo, ma è il governo che deve avere paura del proprio POPOLO."

"Sotto questa maschera non c'è solo carne, sotto questa maschera c'è un idea e le idee sono a prova di proiettile."
javaseth
Inviato: 18/9/2006 11:18  Aggiornato: 18/9/2006 11:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/3/2006
Da:
Inviati: 1182
 Re: Nel segno di Internet
@nonno
Ti quoto in pieno, nonno! :)

A proposito di Hufschmid, ecco il suo racconto dell'incontro di Bologna:

http://www.iamthewitness.com/Italian-911-Conference-17Sep2006.html

Ciao
-javaseth

"..io vi mando come pecore in mezzo ai lupi; siate dunque prudenti come serpenti e semplici come colombe"
Gil
Inviato: 18/9/2006 12:43  Aggiornato: 18/9/2006 12:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/5/2006
Da:
Inviati: 80
 Re: Nel segno di Internet
Io dico solo una cosa: stiamo attenti, non diamo per scontata la libertà e indipendenza di internet, perchè quei criminali lo sanno meglio di noi quello che rappresenta, e stanno facendo di tutto per controllarla, adesso come nel futuro.

Vi invito a leggere almeno questi quattro articoli...capirete come ai tanto liberali USA non manchi molto per raggiungere i livelli cinesi (solo la censura, credo..)...

Washington infonde nuova vita nel Grande Fratello

UE, nuova offensiva contro il controllo di massa

Più vicina la Internet a due velocità

Untrusted/ E ora Trusted Internet

Anarca
Inviato: 18/9/2006 12:47  Aggiornato: 18/9/2006 12:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/7/2006
Da:
Inviati: 41
 Re: Nel segno di Internet
Saludos a todos!

Mi chiedevo...perchè non è presente qui nessun articolo su Oriana Fallaci, la sua morte non può passare senza una parola...anche contro se serve, ma merita comunque una parola.

fiorenzo
Inviato: 18/9/2006 13:14  Aggiornato: 18/9/2006 13:14
So tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 17
 Re: Nel segno di Internet
Faccio un piccolo intervento a margine, sulla questione "siamo complottisti per fare soldi". Premesso che queste ultime vicende mi hanno definitivamente demolito il mito di Paolo Attivissimo, che mi pareva una persona equilibrata e di buon senso, vorrei capire quanti miliardi stia raggranellando Mazzucco, siccome Luogocomune ha si e no due banner in croce, ed il film e' allegramente scaricabile gratis.

Gozzilla
Inviato: 18/9/2006 14:02  Aggiornato: 18/9/2006 14:02
So tutto
Iscritto: 30/3/2006
Da:
Inviati: 21
 Re: Nel segno di Internet
Voglio manifestare i miei più sinceri ringraziamenti agli organizzatori della magnifica giornata di ieri a Bologna. Non gli saremo mai abbastanza grati per avere coperto, grazie alla qualità e alla quantità dei relatori, tutti gli aspetti principali della questione 11/9.

Volevo spendere due parole per “La verità di cristallo” il film, ancora in lavorazione, di Mazzucco, che noi privilegiati abbiamo potuto gustare in esclusiva.
A mio modesto avviso, è l’opera filmica che ha più probabilità di catturare l’attenzione e l’interesse di quelle “masse teledipendenti” di cui parlava ieri Giulietto Chiesa. Dico questo perché unisce alla dettagliata esposizione delle “omissioni e delle distorsioni”, per dirla con Griffin, della versione ufficiale un’accurata e indispensabile sezione sulla storia, l’ideologia e le finalità dei neo-cons. Un’efficace digressione “geopolitica” è fondamentale se si vuole aprire una breccia nella mente indottrinata della “gente comune”. Dobbiamo tenere presente che buona di parte di essa crede in buona fede che gli Usa, e sulla loro scia tutto il mondo occidentale, siano i dispensatori universali della pace, del bene e della democrazia (senza immaginare cosa intendano i think-thank con questo termine). Se non gli si fa capire che l’auto-attentato è pienamente giustificabile, se non inevitabile, sulla semplice base del pensiero, della strategia politica e persino dei documenti ufficiali (come giustamente è stato rilevato ieri a più riprese non c’è Blondet o “complottista” che tenga, le affermazioni più spaventose ed illuminanti sono contenute proprio negli elaborati di certi think-thank, come il PNAC ed il JINSA) promossi da Cheney, Rumsfeld, Wolfowitz e compagnia cantante, non basteranno tutte le analisi tecniche di questo mondo a farla dubitare della versione ufficiale. Occorre prima di tutto scardinare questa cultura storica fondata sulle dispense del Mulino Bianco. La conoscenza tecnica e geopolitica si devono sostenere a vicenda. Quando un paio di anni fa venni a conoscenza, quasi per caso, delle “teorie cospirative”, io stesso, infatti, non considerai folle l’idea dell’auto-attentato proprio perché conoscevo, seppur a grandi linee, l’ideologia ed il passato del movimento neo-cons e più in generale della politica estera statunitense degli ultimi decenni.
Il documentario poi, almeno per quello che ho potuto vedere, mi sembra impeccabile dal punto di vista tecnico, grazie alla sua capacità di essere allo stesso tempo semplice, essenziale, sintetico ed esaustivo. Secondo me diventerà l’opera propedeutica ad ogni interesse genuino sull’11/9.

Grande, e grazie, Massimo; stai realizzando una fondamentale opera divulgativa, speriamo che possa essere vista da una fetta abbondante dell’opinione pubbblica.

P.S.: E’ emerso qualcosa d’interessante dai “capannelli” che si sono formati ieri all’uscita dell’Arena? Purtroppo non vi ho potuto partecipare perché dovevo correre in stazione.

P.S. 2.: Ma il documento del PNAC “Rebuilding America’s Defense” non è stato ancora tradotto in italiano?

kraken71
Inviato: 18/9/2006 14:11  Aggiornato: 18/9/2006 14:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 36
 Re: Nel segno di Internet
A proposito della famigerata puntata di reporter diffuso posto qui di il link direttamente al sito di SKYTG24... fra qualche giorno dovrebbe essere disponibile....

http://skytg24.blogs.com/sky_tg24_pianeta_internet/puntate_reporter_diffuso/index.html

Kirbmarc
Inviato: 18/9/2006 14:48  Aggiornato: 18/9/2006 15:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/5/2006
Da: Arkadia-spazio profondo
Inviati: 1665
 Re: Nel segno di Internet
@Massimo: capisco la legittima soddisfazione per avere diffuso l'informazione alternativa,per avere sviluppato un ottimo sito, un "centro di discussione" non indifferente, per avere organizzato una giornata che cinque anni fa sarebbe stata impensabile,ma ,mi spiace, penso che l'ottimismo sia ingiustificato. L'informazione alternativa ha i suoi momenti di gloria, attraverso la rete si diffonde, l'informazione sarà anche potere, ma il potere della nostra informazione è ahimè piccolo. Si può infastidire i potenti, smarcarsi dalla schiavitù(parzialmente: tutti siamo sudditi contribuenti e compratori delle multinazionali, anche quando cerchiamo di non farlo), ma affrontare il potere è un'altro discorso. Il potere ha le sue vie, e forse utilizza anche l'informazione alternativa (inconsapevole) per i suoi scopi, per i ricambi al vertice.Le manifestazioni contro la guerra ci sono state , ma a chi hannon giovato? (Non alla pace, visto che siamo ancora in guerra). I potenti sotto accusa? Forse qualche burattino verrà dato in pasto ai media (è già successo), ma dubito che i veri organizzatori pagheranno mai. Anzi non mi sorprenderebbe se cercassero di utilizzare l'informazione alternativa per cambiar burattino, per riaffermare il marcio c'è, ma prima o poi viene a galla (falso, sono quarant'anni e passa che su Kennedy tutti ne parlano, e ancora oggi è Oswald l'unico ufficialmente incriminato, e dei "burattinai" non sappiamo nemmeno il nome).
Cher dire? Spero che il tuo ottimismo abbia ragione, ma razionalmente non ci credo per niente. Comunque, complimenti a te e agli altri per cercare di diffondere almeno un pò di informazione, di senso critico, per rimediare ( o meglio tentare di rimediare) all'impecorimento generale. Temo , però, che dare per in difficoltà il potere sia sbagliato e anzi un regalo (inconsapevole) ai potenti.

Paquero
Inviato: 18/9/2006 16:01  Aggiornato: 18/9/2006 16:01
So tutto
Iscritto: 7/12/2005
Da:
Inviati: 13
 Re: Nel segno di Internet
Riporto la notizia della diffusione di un nuovo video del 11 Settembre (io effettivamente non l'avevo mai visto): purtroppo non si vede crollare la prima torre, il secondo crollo invece viene ripreso e mi sembra che si vedano un paio di squibs più o meno al centro della torre. Adesso torno a vederlo più attentamente...

http://www.revver.com/view.php?id=59686

spettatore
Inviato: 18/9/2006 16:43  Aggiornato: 18/9/2006 16:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Nel segno di Internet
Alla fine dell'articolo si parla della solitudine di Galileo?
Fare un salto su http://alateus.it/galilei.htm


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
mary79
Inviato: 18/9/2006 16:47  Aggiornato: 18/9/2006 16:47
So tutto
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 2
 Re: Nel segno di Internet
Ciao. Ieri ero presente all'arena del sole e taglio corto sui complimenti a Faremondo, giulietto chiesa e tutti gli altri relatori che hanno dedicato così tante energie sul più grande inganno della storia contemporanea.
Volevo invece chiedere un chiarimento su un altra questione. Girando su internet per leggere un pò di impressioni sulla giornata di ieri, ho trovato un post su indymedia (che trovate qui di seguito per intero e come link) che mi ha "illuminato" su un volantino che ieri circolava davanti all'arena del sole che io personalmente ho preso, ho letto ma non conoscendo le associazioni che organizzavano la conferenza pubblicizzata ho buttato senza approfondire. E adesso leggendo questo post mi sorgono mille dubbi sulla natura dell'incontro di ieri, sui relatori e sul loro lavoro svolto............

Qualcuno sa spiegare e/o chiarire il tutto? Grazie.


http://italy.indymedia.org/news/2006/09/1150801.php

Per chi ancora non crede che l'organizzazione che pompa le fantasie sul 9/11 sia composta di fascisti, un duro colpo.

Bologna: Dietro alle palle sul 9/11 ci sono proprio i fascisti.

Come al solito i fascisti si dissimulano ipocritamente, ma i nodi vengono presto al pettine e dei loro travestimenti non rimangono che ridicoli stracci.
Oggi all'Arena del Sole l'organizzazione (capace di attrarre anche sprovveduti di sinistra grazie all'esibita "apoliticità) si è svelata e messa a nudo.
Oltre ai noti Mazzucco e Blondet che campeggiano sui cartelloni che annunciavano "l'evento", si sono visti entrare i più noti volti di Forza Nuova bolognese e alcuni vecchi rottami del fascismo anni '70.
A dare un riscontro inoppugnabile alla matrice neofascista del gruppo che diffonde le panzane sul 9/11 ci hanno pensato da soli.
All'ingresso venivano distribuiti dei volantini.
Gli stessi volantini erano sul banco all'interno, gli unici volantini, oltre al pieghevole rosso che introduce il programma e ai materiali pubblicitari degli sponsor.
A distribuire i volantini alcune persone chiaramente in amicizia con quelli che sembravano essere dell'organizzazione.
I volantini sono di "Movimento zero" (http://it.wikipedia.org/wiki/Movimento_Zero. Il sito sul quale Massimo Fini promuove un movimento di chiara marca neofascista), "Nazione Eurasia" (la rivista di Mutti & co. non credo servano link) e "Associazione Edera" (Altra robaccia dei fasci http://it.groups.yahoo.com/group/fiamma/message/19522?viscount=100 come si può desumere da questo post in un forum di fasci di quelli veri. Il messaggio dopo è di Galoppini, che viene pubblicato anche su luogocomune oltre che su altri siti della galassia fascista come quelli indicati qui: http://italy.indymedia.org/news/2006/05/1077499.php ).

I volantini promuovono un incontro:
30/9 a Bologna: conferenza dal tema "Ribelle o rivoluzionario, una scelta di campo contro il mondo moderno".
Interverranno Massimo Fini e Stefano Bonaga, moderatore Eduardo Zarelli. L'incontro, organizzato dall'Associazione Edera, Coordinamento Progetto Eurasia e Meridiano Zero, si terrà alle ore 16.30 presso la Sala dell'Angelo in via S. Mamolo, 24. Info: http://www.massimofini.it
(questo annuncio lo trovate su http://msitrento.altervista.org/appuntamenti.htm sito de: "Movimento Sociale FIAMMA TRICOLORE Federazione Provinciale di Trento)

Edoardo Zarelli è è il capo della casa editrice Arianna, ovviamente fascistissima.
Partecipa anche Stefano Bonaga, che è un fesso filosofo movimentista settantasettino di Bologna, sempre che qualcuno non lo avverta prima che si è fatto incartare dai fasci.
Ora: avete mai visto una qualsiasi iniziativa alla quale fosse permesso di volantinare a gente del genere se non a quelle dei fasci veri?
Il trucco è noto, anche il convegno nel volantino dimostra che quella è la tattica.
La tattica è quella della vecchia Terza Posizione.
Attraverso l'uso di retoriche care alla sinistra i fascisti chiamano ad assumere una terza posizione, invitando all'unità d'azione "rivoluzionaria".

Per fare cosa?
Cose da fascisti ovviamente.

- L'impero eurasiatico
- Le piccole patrie
- No alla democrazia rappresentativa

Questo insieme a un pò di fuffa che possa eccitare qualche sprovveduto di sinistra, invitato a scegliere tra l'essere "Ribelle o rivoluzionario, una scelta di campo contro il mondo moderno". Cioè a farsi rivoluzionario insieme a loro contro la modernità per un ritorno al medioevo delle piccole patrie riunite nell'impero eurasiatico e si suppone sotto un imperatore, visto il rifiuto della democrazia rappresentativa e il -SI ALLA DEMOCRAZIA DIRETTA IN AMBITI LIMITATI E CONTROLLABILI-
Per fare questo occorre ovviamente sconfiggere gli Stati Uniti, visti come l'altro Impero concorrente affidandosi alla narrazione che gente come Mazzucco, l'ultra-paplino Blondet e Fini cercano di diffondere, che è quella dell'ennesimo impero del male, dell'ennesimo complotto pippoplutoeccetera.
Un impero onnipotente, capace di mettere in scena il 9/11 come se lo sono immaginati questi deficienti nelle loro stanzine, passando nottate insonni a costruire video per accalappiare qualche sprovveduto a forza di tagli ad arte ed affermazioni roboanti quanto false.
Grazie a questo lavoro hanno raccolto qualche centinaio di fedeli che su Internet fanno il diavolo a quattro.
La galassia fascista è pregata di tornare nelle fogne dove risiede abitualmente e di piantarla di travestirsi, la merda puzza anche se indossa lo smoking e va a teatro.fascisti

spettatore
Inviato: 18/9/2006 16:47  Aggiornato: 18/9/2006 16:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Nel segno di Internet
ERRATA CORRIGE:

http://alateus.it/galileo.htm

Chiedo venia.


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
Santaruina
Inviato: 18/9/2006 16:52  Aggiornato: 18/9/2006 16:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: Nel segno di Internet
Ciao Mary e benvenuta.

A parte il fatto che l'articolo che hai riportato mi suona alquanto delirante (ricordo inoltre che è sufficiente nel segnalare un articolo il riportarne il link ed uno-due capitoli che ne indichino l'argomento), ti consiglerei di dare un'occhiata a questa scheda.

In particolar modo presta attenzione alla voce "argomento ad hominem".

A presto

Blessed be

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
spettatore
Inviato: 18/9/2006 17:01  Aggiornato: 18/9/2006 17:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Nel segno di Internet
@ mary79: A forza di scrutare l'abisso , l'abisso ha iniziato a scrutare me.

A forza di dire fascista a tutto quello che non comprendono, sono diventati loro i fascisti.
Ricordiamoci che: quando fai qualcosa hai contro chi fa la stessa cosa, chi fa la cosa opposta, chi non fa niente.
Auguri a tutti i "facenti qualcosa".


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
mok25
Inviato: 18/9/2006 17:36  Aggiornato: 18/9/2006 17:36
So tutto
Iscritto: 18/8/2006
Da: Pordenone
Inviati: 29
 Re: Nel segno di Internet
ciao

fatemi capire;
su "comedonchisciotte" questo sito viene additato di "malafede in funzione antiebraica" e "copertura di servizi segreti-logge massoniche-compagnia di Gesù".
Ora viene iscritto nel novero della galassia neo fascista e antiamericana fatto di gente che passa "nottate insonni a costruire video per accalappiare qualche sprovveduto a forza di tagli ad arte ed affermazioni roboanti quanto false".
E tutto questo in meno di 48 ore...
Mah...

Paquero
Inviato: 18/9/2006 17:37  Aggiornato: 18/9/2006 17:40
So tutto
Iscritto: 7/12/2005
Da:
Inviati: 13
 Re: Nel segno di Internet
Certo che in Italia sono proprio tutti fascisiti! (però ieri ero anch'io all'Arena, stà a vedere che sono un fascista anch'io e non me ne sono accorto!). A parte gli scherzi, il tenore del post riportato direi che si commenta da solo. Interessante lo stravolgimento della storia: chi vuole evitare la guerra è un fascista mentre per Magdi Allam, che da anni predica lo scontro di civiltà, bisogna inviare lettere di solidarietà (in uno degli ultimi link riportati nell'articolo).

NB: Sempre in questo link postano poi la foto di un (secondo loro) fascista in modo che la gente possa riconoscerlo (quindi per fargli cosa una volta riconosciuto?). Questi metodi direi che sono alquanto discutibili...

mavri
Inviato: 18/9/2006 17:50  Aggiornato: 18/9/2006 17:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/8/2006
Da:
Inviati: 71
 Re: Nel segno di Internet
Ascoltami bene mary79: non azzardarti mai piu' a darmi del fascista !
Io ero presente all'incontro per sentire Webster Tarpley e David Griffin; ho
condiviso parte delle cose che hanno detto Giulietto Chiesa e Massimo Mazzucco,
poco di quello detto da Blondet e per niente Hufschid.
Che all'entata ci fossero i volantini di Bonaga,o forza nuova o i centri sociali o
la digos per me' non cambia di una virgola.
Sei talmente piena di pregiudizi e preoccupata ad incasellare la gente da non avere capito niente della STRATEGIA dellaTENSIONE GLOBALE che l'11 settembre ha messo in moto.La prossima volta concentrati di piu' su quello che
vedi e il giochino di chi c'era o no fallo quando sei alla baracchina dei gelati !

mary79
Inviato: 18/9/2006 18:00  Aggiornato: 18/9/2006 18:00
So tutto
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 2
 Re: Nel segno di Internet
Sei talmente TESO e incazzato con la strategia della tensione globale (con te sta funzionando direi) che non hai neanche capito quello che ho postato. Non hai capito che non ho dato del fascista a nessuno altrimenti me lo sarei data anche a me stessa visto che c'ero anch'io ieri, non hai capito niente dicendo che faccio il gioo di chi c'era o no (!), non hai capito che è importante non dare nulla per scontato, non hai capito che il mio era un dubbio su chi ha permesso di divulgare un volantino su una conferenza apparentemente di fasci (a te non cambia di una virgola ma a me e a tanti altri SI) in occasione di una giornata sull'11 settembre. Una cosa hai capito....sono piena di pregiudizi su persone come te che purtroppo incontro spesso in questi tipi di discussioni su cui ogni volta mi riprometto di non intervenire.
Grazie per aver attaccato senza motivo e per aver chiarito i miei dubbi.

Freeman
Inviato: 18/9/2006 18:03  Aggiornato: 18/9/2006 18:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Nel segno di Internet
Citazione:
Faccio un piccolo intervento a margine, sulla questione "siamo complottisti per fare soldi". Premesso che queste ultime vicende mi hanno definitivamente demolito il mito di Paolo Attivissimo, che mi pareva una persona equilibrata e di buon senso, vorrei capire quanti miliardi stia raggranellando Mazzucco, siccome Luogocomune ha si e no due banner in croce, ed il film e' allegramente scaricabile gratis.


Forse cAttivissimo si riferisce alla stima di $ 16 mil che è costata l'indagine del NIST, oppure a Popular Mechanics ($ 14,00) oppure a The 9/11 Report: A Graphic Adaptation ($ 21.00). Pare che il business sia molto più vantaggioso per i debunkers e per i sostenitori della V.U.
E non si capisce perché i libri che pubblicano lui e gli altri "debunkers" siano giusti, quelli dei "complottisti" no, sono "arricchimento indebito basato sulla creduloneria". Su questi presupposti, dovrebbe occuparsi anche della Bibbia, allora...
Vabbé, ma il doppiopesismo non è una novità, per questo signore.

Non sanno più come metterci i bastoni tra le ruote, questa è la verità, sono passati alla evidente e sfacciata denigrazione gratuita, perché hanno finito gli argomenti. E diventano più aggressivi (notate come il magnabufala sia sempre più presente in giro, spesso senza contraddittorio?).

Un motivo in più per non dare dignità a questo individuo quando posta su LC.
Non dategli corda, non rispondetegli neanche, non abbiamo niente da guadagnare e niente da imparare dal parlare con questo figuro, dal momento che ha gettato la maschera dell'obbiettività (alle ortiche).
Su LC fa l'agnellino e la vittima, appena esce da LC comincia ad insultare e offendere. Ma gavte la nata.

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Freeman
Inviato: 18/9/2006 18:20  Aggiornato: 18/9/2006 18:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Nel segno di Internet
@mary79

Mary, non ti agitare, immagino ci sia stato un fraintendimento: nel tuo post non si capiva bene quali fossero le tue parole e quali invece quelle riportate, e qualcuno ha travisato.
La prossima volta segui il suggerimento che ti ha dato qualcuno, e posta solo link ed estratti (magari in corsivo per renderli riconoscibili come tali), non documenti interi.

Per il resto, benvenuta nella banda "neo-fascista" :)
(pensate che i miei amici mi evitano perché dicono che con sta storia dell'11 settembre sono diventato peggio dei comunisti O_o !).

Dovrebbero decidersi: siamo di volta in volta etichettati come antidemocratici, amici dell'islam, papisti, massoni, antisemiti, antiamericani, anticattolici, comunisti, fascisti... il bello è che probabilmente siamo tutto questo ed altro ancora, perché non esiste "il complottista", siamo una somma di individui con background culturale ed ideologico molto diverso, eterogeneo, uniti solo dal desiderio di non essere più presi per il culo. Viva il multiculturalismo! (vai Linucs, azzanna!)

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
mavri
Inviato: 18/9/2006 18:22  Aggiornato: 19/9/2006 1:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/8/2006
Da:
Inviati: 71
 Re: Nel segno di Internet
Tu scrivi:
"Un impero onnipotente, capace di mettere in scena il 9/11 come se lo sono immaginati questi deficienti nelle loro stanzine, passando nottate insonni a costruire video per accalappiare qualche sprovveduto a forza di tagli ad arte ed affermazioni roboanti quanto false.
Grazie a questo lavoro hanno raccolto qualche centinaio di fedeli che su Internet fanno il diavolo a quattro.
La galassia fascista è pregata di tornare nelle fogne dove risiede abitualmente e di piantarla di travestirsi, la merda puzza anche se indossa lo smoking e va a teatro.fascisti." e :

"Grazie per aver attaccato senza motivo e per aver chiarito i miei dubbi."


Si e' vero mi hai fatto leggermente incazzare,ma e' gia' passata.
Ti saluto mary79.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Post : Hai ragione ho frainteso quello che tu hai scritto con il volantino e ti faccio le mie scuse; rimango convinto che l'autore è ignorante o in malafede su quanto si e' discusso e sulla qualita' dei ricercatori presenti. Se per te' e' stato illuminante
meglio cosi'.

nonno
Inviato: 18/9/2006 18:28  Aggiornato: 18/9/2006 18:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/7/2006
Da:
Inviati: 183
 Re: Nel segno di Internet
Mary io non vorrei che insieme all'acqua sporca tu buttassi anche il bambino. Si, gli ho visti anch'io i fascisti ieri, con tanto di rasata e spilletta con la fiamma tricolore. Anche a me è stato allungato il volantino sull'incontro con Fini e l'ho velocemrente cestinato (non perchè ritenga Fini un fascista ma semplicemente perchè odio la sua boria). Ma non generalizziamo e non confondiamo le cose. Se volessi tenere il tenore delle tue argomentazioni potrei risponderti che sul tavolo dei libri all'Arena vi erano testi dedicati al marxismo (specchi per le allodole,vero?).Posso anche dire che almeno 3 dei relatori erano riconducibili al pensiero marxista e che la maggioranza dei partecipanti era comunque ascrivibile a posizioni di sinistra.Ma non è questo il punto. La conferenza aveva lo scopo di portare avanti ed estendere la battaglia per la verità sui fatti dell'11/9.Punto e basta.Poteva partecipare chiunque fosse interesato all'argomento e giudico gli studiosi e i giornalisti che si sono espressi sulle menzogne della versione ufficiale sull'11/9 in base a ciò che scrivono sull'argomento ed al contributo che possono dare nella ricerca della verità.Mi interessa molto la loro profesionalità, mi interessano poco o niente le loro idee politiche. Il fatto che vi siano gruppi fascisti (es: l"Area", i socialisti nazionali,i nazionalbolscevichi, i nazimaoisti, gruppi di Forza Nuova ecc) che da un pò di tempo cerchino di infiltrarsi nei movimenti critici verso globalizzazione e Stati Uniti è pure vero.Non mi scandalizzerei di scoprire che tante volte queste persone risultassro provocatori utilizzati da polizia e sevizi segreti per fare il gioco di chi vuole screditatre questi movimenti.Ipotesi tutt'altro che idiota se si considera come i black blok si siano rivelati (fotografie alla mano)essere agenti della polizia utilizzati per fare il gioco del Governo.E stesso discorso per le varie Brigare Rosse, al qaeda eccetera, organizzazioni al diretto servizio dei servizi segreti americani con lo scopo di screditare il movimento anti-globalizzazione, il PCI,la Resistenza araba eccetera.
E' tipico di chi difende la versione ufficiale dei fatti dell'11/9 quello di tacciare di fascismo, nazismo o antisemitismo chiunque critichi le guerre americane o il razzismo istutizionalizato dello stato ebraico di Israele.E' un espediente molto facile per evitare una seria discussione sui FATTI e bollare l'avversario in partenza come inattendile evitando così ogni seria discussione.Il divertente è che questa tattica è spesso usata da politici fascisti come quelli di AN, da governi razzisti e fascistoidi come quello israeliano o dal governo americano,definito "quarto reich" da Bolndet.E riguardo a Bloindet: sono antifascista ma ciò non toglie che io abbia grande stima di lui e del suo lavoro. Perchè questo "papalino" come dici tu scirve articoli sulle guerre americane, su Israele, sul liberismo, e sul terrorismo islamico che mi piacerebbe leggere su giornali come il Manifesto,Liberazione o l'Unità, giornali che invece ripropongono la propaganda trita e ritrita dei gruppi di potere.
La verità è che si usano le accuse di antisemitismo e fascismo per screditatre chiunque cerchi la verità e si opponga alle pratiche, quelle si davvero naziste e razziste, di Israele e Stati Uniti. Ma ormai questo è un trucco logoro

Marco M
Inviato: 18/9/2006 18:36  Aggiornato: 18/9/2006 18:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/8/2006
Da:
Inviati: 826
 Re: Nel segno di Internet
Citazione:
I potenti sotto accusa? Forse qualche burattino verrà dato in pasto ai media (è già successo), ma dubito che i veri organizzatori pagheranno mai. Anzi non mi sorprenderebbe se cercassero di utilizzare l'informazione alternativa per cambiar burattino, per riaffermare il marcio c'è, ma prima o poi viene a galla (falso, sono quarant'anni e passa che su Kennedy tutti ne parlano, e ancora oggi è Oswald l'unico ufficialmente incriminato, e dei "burattinai" non sappiamo nemmeno il nome).
Cher dire? Spero che il tuo ottimismo abbia ragione, ma razionalmente non ci credo per niente.


Sono d'accordo, ma spero di sbagliarmi e che abbia ragione Massimo.

Satirus
Inviato: 18/9/2006 18:50  Aggiornato: 18/9/2006 18:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/4/2006
Da: Luogocomune
Inviati: 511
 Re: Nel segno di Internet
Citazione:
su "comedonchisciotte" questo sito viene additato di "malafede in funzione antiebraica" e "copertura di servizi segreti-logge massoniche-compagnia di Gesù".


Wow! Tutto per colpa di questo avatar

javaseth
Inviato: 18/9/2006 19:00  Aggiornato: 18/9/2006 19:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/3/2006
Da:
Inviati: 1182
 Re: Nel segno di Internet
Citazione:
Wow! Tutto per colpa di questo avatar


E dire che aveva anche cambiato mantello...

Ciao
-javaseth

"..io vi mando come pecore in mezzo ai lupi; siate dunque prudenti come serpenti e semplici come colombe"
Piero79
Inviato: 18/9/2006 19:05  Aggiornato: 18/9/2006 19:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 781
 Re: Nel segno di Internet
Citazione:
Qualcuno sa spiegare e/o chiarire il tutto? Grazie.


http://italy.indymedia.org/news/2006/09/1150801.php

Per chi ancora non crede che l'organizzazione che pompa le fantasie sul 9/11 sia composta di fascisti, un duro colpo.

Bologna: Dietro alle palle sul 9/11 ci sono proprio i fascisti.



purtroppo la storia si ripete.. dividi e comanda, e per dividere serviti di etichette.

ogni volta che bisognerebbe essere uniti nella ricerca della verità, vengono insinuati veleni e spaccature... e tutto va a puttane.
A."Gli americani hanno organizzato tutto..." sei un fascista, non dire cazzate...
B."Gli americani se lo sono lasciati fare..." sei un comunista, no global, figlio di papà, non dire cazzate...
C."è un complotto organizzato dai sionisti..." A e B insultano C: sei un antisemita...

A, B, C e tutte le altre posizioni e sfumature, siamo tutti dalla stessa parte, vogliamo tutti una sola cosa, ma ci facciamo prendere dalle beghe condominiali... e intanto dall'altra parte il potere e chi lo sostiene sogghignano: non vorrete mica essere fascisti, comunisti o peggio antisemiti?


è più o meno sempre la stessa storia... pensate alla storia del signoraggio... magari non era proprio nei termini di chi l'ha denunciata, ma esiste. comunque è bastato etichettare come fascisti quelli che si battono contro questa truffa per...

Santaruina
Inviato: 18/9/2006 19:14  Aggiornato: 18/9/2006 19:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: Nel segno di Internet
I miei superiori mi avevano suggerito di assumere una immagine più neutra per non destare sospetti...

Ora mi tocca riferire loro del mio smascheramento...

Santaruina, ex agente segreto...

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
Kirbmarc
Inviato: 18/9/2006 19:26  Aggiornato: 18/9/2006 19:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/5/2006
Da: Arkadia-spazio profondo
Inviati: 1665
 Re: Nel segno di Internet
Un consiglio da lettore: per caipre meglio la dinamica insulti-antisemitismo etc. ,vi consiglio di leggere(a chi non l'ha già fatto) un libro di Philip K. Dick: "Isimulacri" , una storia che parte proprio dall'assunto che sono i governi nazisti ad accusare di fascismo e antisemitismo. Il libro è finzione, ma a mio parere Dick, qui come altrove, svela delle importanti verità su come funzionano le società e i governi...

Pausania
Inviato: 18/9/2006 20:42  Aggiornato: 18/9/2006 20:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Nel segno di Internet
perchè non è presente qui nessun articolo su Oriana Fallaci, la sua morte non può passare senza una parola...anche contro se serve, ma merita comunque una parola.

Forse perché in un luogo dove si va in cerca di informazione e verità questo è il segno che la Fallaci ha lasciato.


Comunque sono veramente contento, per la prima volta in vita mia non mi hanno dato del comunista ma del fascista. E' strana come sensazione.... ecco come ci si sente.

Penso che si stia rompendo le palle a molta gente, a 360 gradi, se tutti ci stanno attaccando.

shevek
Inviato: 18/9/2006 20:48  Aggiornato: 18/9/2006 20:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Nel segno di Internet
Salut y Libertad a todos...


I tre fascisti che volantinavano all'entrata li ho visti, ho preso il loro volantino anch'io, qualcosa mi è sembrato strano da subito ma poi mi sono detto "dai Enrico, non fare il complottista ad oltranza" ed ho archiviato la cosa. Poi, ho visto il post su Indymedia - dove i fascisti vengono fatti apparire come gli organizzatori del convegno - e mi sono detto: "Enrico, la prossima volta segui sempre le dritte del divino Giulio - pensar male è brutto, ma c'azzecchi quasi sempre".


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
Piero79
Inviato: 18/9/2006 20:51  Aggiornato: 18/9/2006 20:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 781
 Re: Nel segno di Internet
Citazione:
Penso che si stia rompendo le palle a molta gente, a 360 gradi, se tutti ci stanno attaccando


il guaio è che ci stiamo attaccando tra di noi... colui che ha scritto quella porcheria su indymedia non crede alla versione ufficiale...

Pausania
Inviato: 18/9/2006 20:52  Aggiornato: 18/9/2006 20:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Nel segno di Internet
ho visto il post su Indymedia - dove i fascisti vengono fatti apparire come gli organizzatori del convegno

Avranno un futuro da giornalisti: ricerca delle fonti, appurazione della verità, grattare sotto la superficie. Di bene in meglio....

Cos'è che si diceva di internet?

consuelo
Inviato: 18/9/2006 20:57  Aggiornato: 18/9/2006 20:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/5/2005
Da:
Inviati: 130
 Re: Nel segno di Internet
a proposito del prof.jones con cui massimo ha avuto il piacere di scambiare due parole qualche giorno fa e di apprezzarne l'impegno morale, la sua "storia" "Why Indeed Did the WTC Buildings Collapse?" si trova al 18 posto delle top 25 storie censurate.

"Top 25 Censored Stories" include Prof. Jones' paper on WTC collapse
Project Censored is "a media research group out of Sonoma State University" in California. It just published its annual "Top 25 Censored Stories".
Guess what? They made Prof. Steven E. Jones' paper "Why Indeed Did the WTC Buildings Collapse?" their #18 in the list, and they even publish a direct link to it.
http://www.projectcensored.org/
consuelo

Pausania
Inviato: 18/9/2006 20:58  Aggiornato: 18/9/2006 20:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Nel segno di Internet
colui che ha scritto quella porcheria su indymedia non crede alla versione ufficiale...

Probabilmente solo perché è del governo americano, quindi in errore per principio. Ma siccome non c'è una teoria sventolata insieme alla bandiera rossa, e siccome non è possibile condividere un'idea con chi ritieni diverso da te, alè! Via col fascismo!

Piero79
Inviato: 18/9/2006 21:08  Aggiornato: 18/9/2006 21:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 781
 Re: Nel segno di Internet
Via col fascismo!


ormai su indymedia son svariati gli "articoli" di quel tenore... e se leggi i commenti c'è da piangere, insulti su insulti. ci stiamo facendo solo del male. con le dovute differenze e proporzioni, mi sembra di rivedere lo stesso teatrino che si era scatenato per il signoraggio

shevek
Inviato: 18/9/2006 21:29  Aggiornato: 18/9/2006 21:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Nel segno di Internet
Salut y Libertad Piero79!


Dici:Citazione:
il guaio è che ci stiamo attaccando tra di noi... colui che ha scritto quella porcheria su indymedia non crede alla versione ufficiale...


No, Piero79: è solo scena. Un bolognese frequentatore di sinistra ed antifascista (come si autodefinisce) saprebbe bene chi sono quelli di Faremondo e non direbbe mai che sono in rapporti amichevoli con i fascisti. Si tratta di una provocazione bella e buona contro il convegno, che si accompagna a quella del tizio che cercava di spargere la bufala della morte di Berlusconi di cui ho parlato all'inizio di questo thread.

Siamo sotto attacco.


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
miradio
Inviato: 18/9/2006 21:44  Aggiornato: 18/9/2006 21:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2004
Da:
Inviati: 513
 Re: Nel segno di Internet
L'"articolo" di Indymedia fa veramente pena, una performance virtuosa di ignoranza, spocchia, semplificazione, odio, disinformazione e quant'altro.
Non metto in dubbio che l'autore (un tal *** già questo "pseudonimo" lo squalifica in partenza) abbia informazioni e conoscenze su certe trame della destra bolognese per fare proseliti in funzione antiamericana. Non metto in dubbio che ci fossero esponenti della destra (fosse anche estrema) in sala, la qual cosa vorrebbe significare soltanto che l'interesse a questo argomento e' TRASVERSALE, parola che forse può dare fastidio a chi ragiona in bianco e nero (o meglio in rosso e nero). Certe commistioni sono impensabili per chi antepone la fede politica alla politica stessa (a proposito, un plauso alla iniziativa di Griffin di creare un movimento politico sulla scia del movimento-verità sull'11 settembre)

ma X favore, per il prestigio di Indymedia (le cui istanze apprezzo) e della controinformazione tutta: prima di pubblicare certi pezzi fateci un pensierino...

poi, capisco che Indymedia possa essere anticlericale, ma almeno Chiesa lo poteva citare...

concludendo: Don't hate the media become the media, il bellissimo slogan di indymedia, va bene diventare i media, ma se continuate su questo piano diventerete + odiosi di Emilio Fede e compagnia bella..scusate tanto

"...che il gregge si trasformi in branco... È questo l’incubo dei potenti"
(Ernst Junger)
Redazione
Inviato: 18/9/2006 21:47  Aggiornato: 18/9/2006 21:47
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Nel segno di Internet
Mary79: Davvero hai bisogno di chiarimenti su quell'articolo di indymedia?

Gozilla: Grazie. A volte un intervento come il tuo è proprio quello che ci vuole per avere quel "colpetto di incoraggiamento" in più.

QUESTIONE MONETARIA: Ho appena finito di caricare una FAQ "sperimentale" su luogocomune, intitolata "dicono di noi".

shevek
Inviato: 18/9/2006 21:50  Aggiornato: 18/9/2006 21:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Nel segno di Internet
Salut y Libertad a todos...


Il fatto che sia in atto una provocazione è evidente anche dal fatto che l'accusa a "Faremondo" si è trasformata da "essere amichevoli con i fascisti" ad essere fascisti veri e propri.

http://italy.indymedia.org/news/2006/09/1150801.php

Inoltre, la pagina in questione è scomparsa da tempo dalla prima pagina di Indymedia italia. Perciò, chi rilancia in avanti le accuse o se l'è segnata nei preferiti o la riprende navigando su LC, dove è citata in questo thread. Un accanimento degno di miglior causa dei quattro soldi che gli danno per il suo infame lavoro.


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
undici70
Inviato: 18/9/2006 22:05  Aggiornato: 18/9/2006 22:05
So tutto
Iscritto: 16/9/2006
Da:
Inviati: 29
 Re: Nel segno di Internet
Ho letto i commenti su Indymedia , ed il testo di commento. Non vorrei sembrare semplicistica, ma tutta quella roba lascia il tempo che trova e vi state preoccupando per niente.
Oso un esempio :
mettiamo che si discuta su un incidente ferroviario , non si sa se la colpa è del macchinista o del costruttore dei binari, quindi si indaga. C'e' una riunione di tutti i macchinisti con i sindacalisti, e in quella occasione qualcuno lascia volantini di Rifondazione Comunista, cosi' a spanne sembra voler dire che tutti i macchinisti sono comunisti, eppure guarda caso , proprio il macchinista dell'incidente è di destra. E allora ?
Dicevo, ho letto Indymedia, sembra un'orgia di proclami , una inutile sciocca esibizione di ignoranza, e non sto offendendo, è proprio ignoranza bella e buona. Spero solo siano ragazzetti pieni di brufolotti che danno libero sfogo ad un iper produzione ormonale, se cosi' non fosse....hanno fatto bene a buttarsi giu' le torri e fare le guerre, tanto siamo circondati da un mare di ignoranza che è giusto approfittare di noi.

Piero79
Inviato: 18/9/2006 22:06  Aggiornato: 18/9/2006 22:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 781
 Re: Nel segno di Internet
Ciao Shevek!

Citazione:
No, Piero79: è solo scena. Un bolognese frequentatore di sinistra ed antifascista (come si autodefinisce) saprebbe bene chi sono quelli di Faremondo e non direbbe mai che sono in rapporti amichevoli con i fascisti. Si tratta di una provocazione bella e buona contro il convegno, che si accompagna a quella del tizio che cercava di spargere la bufala della morte di Berlusconi di cui ho parlato all'inizio di questo thread.

Siamo sotto attacco.


sono convintissimo che siamo sotto attacco. e questo attacco avviene insinuando veleno, cercando di dividere il movimento con le etichette e a quanto pare anche con infiltrazioni...

ciò che mi è maggiormente dispiaciuto sono i commenti agli articoli di indymedia. quei commenti infarciti di insulti sono carichi d'odio e dimostrano che la strategia del dividi e comanda sta un'altra volta funzionando.

il mio è un invito a stare uniti, tenendo sempre in mente l'obiettivo della verità sull'11 settembre.

Piero

giuper
Inviato: 18/9/2006 22:08  Aggiornato: 18/9/2006 22:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/4/2006
Da: Sud Italia (non troppo Sud)
Inviati: 229
 Re: Nel segno di Internet
Ok ragazzi, rimbocchiamoci le maniche.

Andiamo a scartabellare nel passato, inizia l'operazione "dai addosso al fascista".
"E' nero!" - "No, è rosso!" - "ti dico che è nero!" - "E invece ti sbagli, è rosso!"

E intanto il grigio se la ride...


Com'era quel detto? "Tra i due litiganti il terzo gode?"


Ieri non c'ero, ma spiegatemi una cosa: il tipo era "dentro" la sala o "fuori" ?
Io butto 2 ipotesi:
1- iniziativa indipendente (e a questo punto è una iniziativa stupida, il movimento 11/9 non ha bandiera)

2- iniziativa fatta per danneggiare (e a questo punto pensiamo "chi" può aver fatto una cosa simile), per screditare il movimento...

La mia opinione è: continuare sulla strada che abbiamo intrapreso e ignorare i provocatori (altrimenti si cade nella loro trappola).
Anzi, facciamo una contromossa, inizio io: ho votato AN nel 1994 e PCI alle scorse politiche. E voi ?

Edit: Massimo perchè in nome della trasparenza non fai un sondaggio sull'orientamento politico del sito? Così, per farci due risate...

undici70
Inviato: 18/9/2006 22:13  Aggiornato: 18/9/2006 22:13
So tutto
Iscritto: 16/9/2006
Da:
Inviati: 29
 Re: Nel segno di Internet
Ma cosa c'entra? sei di destra , di sinistra...hanno ucciso 3mila persone, hanno fatto una guerra con piu' del triplo dei morti, sono pronti per altre guerre, ma ohhh ragazzi!!! La verità non appartiene alla politica e ai politicanti, la verità appartiene ai cittadini del mondo, ed è giusto che la chieda il comunista il fascista l'italiano l'arabo il danese ed il russo...anche l'americano (magari) se la dovrebbe chiedere anche il Papa, ma è troppo impegnato a "scusarsi" della sua capella ( emanco sistina).
Non date retta all'ignoranza

shevek
Inviato: 18/9/2006 22:22  Aggiornato: 18/9/2006 22:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Nel segno di Internet
Salut y Libertad giuper!


Sono d'accordo a metà: dobbiamo certo continuare per la nostra strada ma non ci possiamo permettere di ignorare i provocatori. Oramai si sono lanciati all'attacco e cercano di screditarci in tutti i modi, anche ricorrendo alle provocazioni vere e proprie. Noi stiamo diventando,sia pure lentamente, un vero e proprio movimento di massa, "trasversale", che rivendica verità, libertà e giustizia politica e sociale. fuori dalle istituzioni - la cosa li preoccupa maledettamente e sono passati all'attacco. Non possiamo sottovalutare la cosa, anzi dobbiamo rispondere colpo su colpo - innanzitutto denunciando il fatto che siamo preda di provocazioni e che l'occhio dei servizi è su di noi. Dopo Bologna, detto per inciso, sto guardando con notevole sospetto i debunker di professione.


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
jataka
Inviato: 18/9/2006 22:31  Aggiornato: 18/9/2006 22:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/5/2006
Da: casa mia
Inviati: 292
 Re: Nel segno di Internet
bravo kirbmarc, hai dato un ottimo consiglio

Ho accarezzato il cielo con la mano. Era terso, un azzurro fantastico che diceva: senti come sono morbido. Lo era davvero e ho deciso di sdraiarmici sopra. E mi sono ritrovato in volo, trasportato dal respiro del cielo stesso verso l’ultimo orizzonte, ...
jataka
Inviato: 18/9/2006 22:52  Aggiornato: 18/9/2006 22:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/5/2006
Da: casa mia
Inviati: 292
 Re: Nel segno di Internet
pare piuttosto evidente che LC abbia proseliti provenienti da ogni colore politico che, indipendentemente da questo, hanno comunque scelto la ricerca della verità (non solo sull'11 settembre). personalmente sono sempre stato rosso, ma ciò non mi ha mai vietato di ascoltare le opinioni di chi stava dall'altra parte e discuterne senza mai litigare (fatto salvo qualche rarissimo episodio).
ciò che conta in questo momento, come dice Shevek ed anche qualcun altro, è andare avanti proprio perchè stiamo dando fastidio, stiamo disturbando; se così non fosse, non si muoverebbero in tanti a cercare di smentirci ed a cercare anche di farci litigare fra di noi, cosa ancora più facile viste le diverse provenienze.
forza dunque.
a tutti noi per la verità

Ho accarezzato il cielo con la mano. Era terso, un azzurro fantastico che diceva: senti come sono morbido. Lo era davvero e ho deciso di sdraiarmici sopra. E mi sono ritrovato in volo, trasportato dal respiro del cielo stesso verso l’ultimo orizzonte, ...
Marco M
Inviato: 18/9/2006 22:53  Aggiornato: 18/9/2006 22:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/8/2006
Da:
Inviati: 826
 Re: Nel segno di Internet
Citazione:
La verità non appartiene alla politica e ai politicanti, la verità appartiene ai cittadini del mondo


Questa merita di finire in alto a destra (La voce del sito).

Era prevedibile l'aumento di attacchi contro i cosiddetti cospirazionisti, l'errore da non fare è quello di dividersi e farsi risucchiare nel vortice della polemica. Andiamo avanti per la nostra strada, come ha già ricordato qualcuno non perdiamo di vista l'unico vero obiettivo, la verità sull'11 settembre.

Ormai siamo ad un livello tale che chi non sa nulla della grande menzogna è tutt'al più un ingenuo disinformato, ma gli altri, tutti quelli che ne hanno anche la minima conoscenza e girano il capo o peggio ancora attaccano chi si batte per la verità, sono moralmente complici di quel crimine e di tutti quelli che, in nome dell'11/9, sono stati e vengono ancora perpetrati ovunque nel mondo.

Se l'ottimismo di Massimo sui 4-5 anni si rivelerà giusto, ne risponderanno ben presto alla loro coscienza ed al mondo intero. Se i tempi saranno più lunghi, ne risponderanno alla storia, ma quel che è certo è che nessuno potrà scaricarsi la coscienza con un - come fu per i crimini nazisti - "non potevo sapere".

undici70
Inviato: 18/9/2006 22:59  Aggiornato: 18/9/2006 23:00
So tutto
Iscritto: 16/9/2006
Da:
Inviati: 29
 Re: Nel segno di Internet
Guarda Marco M, forse 4-5 anni è davvero ottimismo, forse ci vorrà di piu' e forse mai vedremo la fine di questa strada di ricerca del vero, pero', vada come vada, credo che alla fine una cosa giusta ci resterà tra le mani : la consapevolezza di non avere chiuso gli occhi e di averci provato. Se c'era un Gesu' nell'11/9. almeno qui non c'e' nessun Ponzio Pilato.

jataka
Inviato: 18/9/2006 23:04  Aggiornato: 18/9/2006 23:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/5/2006
Da: casa mia
Inviati: 292
 Re: Nel segno di Internet
concordo con te, undici70

Ho accarezzato il cielo con la mano. Era terso, un azzurro fantastico che diceva: senti come sono morbido. Lo era davvero e ho deciso di sdraiarmici sopra. E mi sono ritrovato in volo, trasportato dal respiro del cielo stesso verso l’ultimo orizzonte, ...
Max_G
Inviato: 18/9/2006 23:07  Aggiornato: 18/9/2006 23:07
So tutto
Iscritto: 18/6/2006
Da:
Inviati: 5
 la vignetta di satirus
bellissima

amara


ma bellissima

breakdown
Inviato: 18/9/2006 23:35  Aggiornato: 18/9/2006 23:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 426
 Re: Nel segno di Internet
Paquero Citazione:
Riporto la notizia della diffusione di un nuovo video del 11 Settembre (io effettivamente non l'avevo mai visto): purtroppo non si vede crollare la prima torre, il secondo crollo invece viene ripreso e mi sembra che si vedano un paio di squibs più o meno al centro della torre. Adesso torno a vederlo più attentamente...

http://www.revver.com/view.php?id=59686


Ciao Paquero, questo filmato si intitola "September, 11th: What We Saw", è uscito il 12 Settembre di quest'anno, girato da un edificio accanto alle due Torri.
E' soltanto un estratto del filmato completo (che forse a breve rilasceranno), nonostante questo si possono notare gli ormai famosi flash in vari punti dell'edificio prima delle esplosioni e le vampate di polvere alla base degli edifici, nonchè una voce femminile che afferma che lo schianto sia stato prodotto da un "military plane".
Il problema però è che non ci viene mostrato proprio il momento dell'impatto degli aerei, inoltre affermano che questo spezzone sia stato "editato" utilizzando effetti di dissolvenza (togliendo 10 minuti di girato) perchè "non esistono servizi web che ne permettano la diffusione ad un'alta risoluzione" (comunque dichiarano che presto metteranno in condivisione la versione non modificata tramite il protocollo torrent, staremo a vedere). In ogni caso (personalmente) abbastanza sospetto. Se ne sta discutendo anche QUI


La conferenza di ieri è stata molto interessante, anche se, come florizel, qualche considerazione e discorso finale di (se non si era capito) Giulietto Chiesa e Webster Tarpley mi abbiano lasciato un pò perplesso (comunque aspetto anch'io di risentire la conferenza, magari ho capito male).
Molto interessante per me e ricca di spunti sono state le differenti vedute tra Tarpley e Hufschmid sui "colpevoli degli attentati del 9/11" (come ha poi detto Massimo, personalmente credo anch'io che in fin dei conti non siano affatto in conflitto, ma complementari, o per lo meno che possano coesistere entrambe, anche se i sorrisini sarcastici di Tarpley durante il discorso di Eric non mi abbiano fatto una grande impressione, nulla toglie alla sua relazione tramite diapositive sulle numerose esercitazioni in corso o svolte in precedenza, l'11 Settembre 2001, alcune delle quali personalmente non ne avevo mai sentito parlare).
Molto interessante anche il discorso di David R. Griffin, che tramite 7 punti chiave, ha dibattuto sulle menzogne della Commissione sul 9/11 ("He [Geroge W. Bush] can't not reject all conspiracy theories, because the official in itself is one" :) )
L'unica cosa che mi dispiace è stata la non presenza dal vivo di Steven Jones, che, se non fosse stato "sospeso dietro pagamento", avrebbe potuto dibattere personalmente sui risultati delle sue ricerche (riassunte nella sua ormai famosa relazione, disponibile aggiornata QUI, inoltre questo stesso lavoro viene anche citato nella Top 25 Censored Stories of 2007) sulla termite (ricordo per chi ancora non lo sapesse, che è presente anche una petizione per sostenerlo, per quel che possono valere).
Molto buoni anche i filmati di Massimo (oltre a quello integrale mandato alla redazione di Matrix, uno sulle false-flag operation e una traduzione dell'intervista di Scott Forbes alla trasmissione radiofonica di Jack Blood, sui blackout elettrici nella settimana prima dell'11/09), ma non c'è bisogno di dirlo. Un ringraziamento anche a Refosco e a miradio per aver gestito la proiezione dei video da "dietro le quinte".
In definitiva una ottima conferenza e ben organizzata dal gruppo Faremondo, si spera che ne possano seguire altre, magari focalizzando di volta in volta specifici argomenti.

"Listen to everyone, read everything believe nothing, unless you can prove it in your own research."
Milton William Cooper
Gozzilla
Inviato: 18/9/2006 23:44  Aggiornato: 18/9/2006 23:44
So tutto
Iscritto: 30/3/2006
Da:
Inviati: 21
 Re: Nel segno di Internet
Non c’è di che Massimo, i complimenti in questo caso sono davvero dovuti.
Il montaggio serrato, avvincente e perfettamente sincronizzato con il commento audio è semplicemente eccezionale. Impeccabile anche la scelta delle immagini nella sezione dedicata ai neo-cons. Sei meglio di Michael Moore non solo come sceneggiatore ma pure come regista.

Per quanto riguarda l’articolo di Indymedia non posso che commentare: meraviglioso.
Ma vi siete accorti della sublime omissione della partecipazione di Giulietto Chiesa. Poi questi fascisti ignoranti non sanno neppure che Massimo Fini NON CREDE alle teorie cospirazioniste.

Non è che credono che l’attentato del 11/9 l’abbia commesso l’onnipotente Movimento Zero di Bologna?

giuper
Inviato: 18/9/2006 23:56  Aggiornato: 18/9/2006 23:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/4/2006
Da: Sud Italia (non troppo Sud)
Inviati: 229
 Re: Nel segno di Internet
Una volta tanto resto in topic:

http://www.youtube.com/watch?v=bSoBpe_Fr_8

E anche oggi youtube ha dato...

PS: occhio, immagini forti verso la fine.

Freeman
Inviato: 19/9/2006 0:25  Aggiornato: 19/9/2006 0:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Nel segno di Internet
Citazione:
Probabilmente solo perché è del governo americano, quindi in errore per principio. Ma siccome non c'è una teoria sventolata insieme alla bandiera rossa, e siccome non è possibile condividere un'idea con chi ritieni diverso da te, alè! Via col fascismo!

Esatto, Pausania. Basta leggere i commenti all'"articolo" su Indymedia per capire quanto tu abbia ragione: è solo una avversione ideologica precostituita agli USA che li rende contrari alla V.U., ma per loro noi siamo comunque dei babbioni acchiappafantasmi (fascisti, ovviamente).
Proprio perché noi non abbiamo un'ideologia dietro le nostre ricerche, non siamo credibili... ma ci pensate quanto sono stupidi questi?

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
Santaruina
Inviato: 19/9/2006 0:28  Aggiornato: 19/9/2006 0:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: Nel segno di Internet
Indymedia italia è alla deriva da tempo, purtroppo.

Non ci farei troppo caso.

Blessed be

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
Redazione
Inviato: 19/9/2006 0:29  Aggiornato: 19/9/2006 0:31
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Nel segno di Internet
SPETTATORE: Questa è un'incisione dell'epoca, che ritrae la pubblica ritrattazione di Galileo, prima che inventassero il revisionismo storico.

Prova a pensare di essere l'unico ad avere capito certe cose, e di esser costretto a ricusare in ginocchio i risultati di una intera vita di ricerca e di lavoro.



Con la differenza che dopo non puoi correre su luogocomune a consolarti.

spettatore
Inviato: 19/9/2006 9:46  Aggiornato: 19/9/2006 9:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Nel segno di Internet
Egregio sig. Mazzucco,
mi permetto di dissentire con Ella in quanto ritengo menzognera e fuorviante la tesi supportata dall' immagine.
La didascalia posta sotto di essa, non enuncia con certezza che il personaggio in ginocchio sia il Galilei, vi è solo un vago riferimento come luogo ove il Nostro sia stato fisicamente presente all'abiura.
Ancora una volta la sua deprecabile mania alla menzogna ha avuto il sopravvento sul buon senso che, da molto tempo ormai, pare averLa abbandonata.
Si vergogni miserabile montatore di immagini e filmati producenti solo falsità delle quali, per altro, si vanta assieme ai suoi saccenti iscritti di luogocomune.net, serraglio immondo di incredibili amenità e turpitudini.
A chiusura della presente vada a Lei il mio più sentito vaffanculo.


Lo spettatore


P.S. La presente quale dimostrazione ai vari Attivissimi che Mazzucco, oltre ad essere contraddetto, viene pesantemente smentito, redarguito ed insultato sul suo sito.

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
shevek
Inviato: 19/9/2006 12:23  Aggiornato: 19/9/2006 12:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Nel segno di Internet
Salut y Libertad Turbonegro!


Dici:Citazione:
Basta leggere i commenti all'"articolo" su Indymedia per capire quanto tu abbia ragione: è solo una avversione ideologica precostituita agli USA che li rende contrari alla V.U., ma per loro noi siamo comunque dei babbioni acchiappafantasmi (fascisti, ovviamente). Proprio perché noi non abbiamo un'ideologia dietro le nostre ricerche, non siamo credibili... ma ci pensate quanto sono stupidi questi?



Credo che tu non abbia presente il funzionamento della "terza colonna" - i "commenti liberi" - su Indymedia. Sono assolutamente liberi, protetti dall'anonimato assoluto - non occorre iscrizione di nessun tipo e non viene nemmeno tracciato l'IP. Questo implica che la terza colonna di Indymedia venga regolarmente utilizzata da personaggi che definire ambigui è davvero dir poco; chi ci naviga regolarmente lo sa benissimo e si regola di conseguenza. In altri termini, su Indymedia Italia girano mooooolti più fascisti e/o poliziotti e/o agenti dei servizi e/o attivissimi che su LC - al confronto, con la nostra policy che ammette alla discussione tutti purché non scenda nel'insulto personale o faccia apologia diretta del nazifascismo, sembriamo Telekabul!

L'articolo postato, insomma, non è affatto rappresentativo della redazione di Indymedia Italia - anzi - dove le nostre tesi sono largamente maggioritarie e lo stesso vale per la grande maggioranza dei suoi frequentatori. Come ho fatto notare nei precedenti post, è una pura e semplice provocazione di un soggetto che, nascondendosi dietro l'anonimato assoluto di indymedia Italia, fa finta di essere "uno di sinistra", "antifascista", ecc. per fare il suo sporco lavoro.

A me non piace la logica di gestione della terza colonna di Indymedia Italia - anarchico sì, fesso no - e preferisco di gran lunga quella nostra. Di questo posso rimproverare la redazione di Indymedia Italia: di permettere provocazioni come queste - in questo sono "stupidi". Non si può però accusarli di condividere il contenuto delle stesse.


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
RivCo80
Inviato: 19/9/2006 13:13  Aggiornato: 19/9/2006 13:13
So tutto
Iscritto: 14/9/2006
Da: Varese
Inviati: 6
 Re: Nel segno di Internet
Sono un 26enne varesotto che segue questo ed altri siti di informazione da oltre un anno. Ora, dopo aver partecipato alla proiezione del film-documentario a Milano e il convegno di Bologna, ed aver constatatto la serietá sia degli organizzatori dell'evento che della presente comunitá (a partire dal suo fondatore fino ad arrivare ad alcuni "abitanti"), ho deciso di iscrivermi e calcare attivamente il percorso delineato da chi "vuole la veritá"!
Ci tengo a fare questa breve premessa per evitare un'intromissione troppo anonima tra di voi; ho gradualmente imparato a considerare questo spazio molto importante per iniziare un doveroso e quantomai necessario processo di rinnovamento culturale, come ben espresso durante l'incontro di domenica.

Bene, dopo questa seriosa e sincera introduzione ringrazio tutti quelli ke riusciranno a non insultarmi e cacciarmi(compreso il webmaster) quando, nei prossimi post, sfoggeró appieno la mia migliore arma segreta, quella delle "tre I: ignoranza, imbecillitá e incoscienza"
Alla prox
Andrea

P.S. giusto per stare in tema di uscita dalla rete, c'é tra di voi qualche varesotto?

pierone
Inviato: 19/9/2006 13:38  Aggiornato: 19/9/2006 13:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 299
 Re: Nel segno di Internet
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.

Citazione:

Egregio sig. Mazzucco,
mi permetto di dissentire con Ella in quanto ritengo menzognera e fuorviante la tesi supportata dall' immagine.
La didascalia posta sotto di essa, non enuncia con certezza che il personaggio in ginocchio sia il Galilei, vi è solo un vago riferimento come luogo ove il Nostro sia stato fisicamente presente all'abiura.
Ancora una volta la sua deprecabile mania alla menzogna ha avuto il sopravvento sul buon senso che, da molto tempo ormai, pare averLa abbandonata.
Si vergogni miserabile montatore di immagini e filmati producenti solo falsità delle quali, per altro, si vanta assieme ai suoi saccenti iscritti di luogocomune.net, serraglio immondo di incredibili amenità e turpitudini.
A chiusura della presente vada a Lei il mio più sentito vaffanculo.


Lo spettatore


P.S. La presente quale dimostrazione ai vari Attivissimi che Mazzucco, oltre ad essere contraddetto, viene pesantemente smentito, redarguito ed insultato sul suo sito.

breakdown
Inviato: 19/9/2006 13:52  Aggiornato: 19/9/2006 13:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 426
 Re: Nel segno di Internet
Ciao RivCo80, e benvenuto :)

Citazione:
Bene, dopo questa seriosa e sincera introduzione ringrazio tutti quelli ke riusciranno a non insultarmi e cacciarmi(compreso il webmaster) quando, nei prossimi post, sfoggeró appieno la mia migliore arma segreta, quella delle "tre I: ignoranza, imbecillitá e incoscienza"


Non ti preoccupare di questo, nessuno nasce imparato.

Alla prossima

"Listen to everyone, read everything believe nothing, unless you can prove it in your own research."
Milton William Cooper
shevek
Inviato: 19/9/2006 14:39  Aggiornato: 19/9/2006 14:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Nel segno di Internet
Salut y Libertad RivCo80...


e benvenutissimo!


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
spettatore
Inviato: 19/9/2006 15:14  Aggiornato: 19/9/2006 15:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Nel segno di Internet
Orcocàn pierone.....ironia e sarcasmo prossimi allo zero?

Non comprendi il valore del leggere tra le righe?

Mai sentito parlare di "polpetta avvelenata"?

Animo ragazzo...animo...


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
Kirbmarc
Inviato: 19/9/2006 15:17  Aggiornato: 19/9/2006 15:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/5/2006
Da: Arkadia-spazio profondo
Inviati: 1665
 Re: Nel segno di Internet
Spettatore era in "attivissimo mode"

pierone
Inviato: 19/9/2006 16:35  Aggiornato: 19/9/2006 17:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 299
 Re: Nel segno di Internet
Spettatore:
OK va bene, ma se era davvero un imitazione era più che perfetta.

VERITASER
Inviato: 23/9/2006 17:33  Aggiornato: 23/9/2006 17:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/5/2006
Da: luogo sconosciuto
Inviati: 31
 Re: Nel segno di Internet
attendo con ansia le altre performance di spettatore

sapete xche il cane e' il migliore amico di un uomo?noooo?perche non e' un uomo ciao a tutti

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA