Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


palestina : Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Inviato da Redazione il 31/8/2006 8:31:40 (5780 letture)

Per quanto Israele avesse negato - respingendo con grande sdegno l'accusa - di usare armi proibite in Libano, gli ispettori ONU hanno fatto sapere ieri di aver già trovato nel territorio libanese circa 100.000 bombe a grappolo inesplose, lanciate durante l'ultimo mese di scontri, disperse su almeno cento località diverse del paese.

Le bombe a grappolo producono danni ancora più devastanti delle normali mine anti-uomo, in quanto, a parità di potenza, raggiungono un'area molto più ampia. Ci vorranno molti mesi di delicato lavoro ad alto rischio per ripulire completamente la zona interessata. A chi non sapesse che effetto fanno le bombe a grappolo (cluster bombs) sui malcapitati che ne restano colpiti, sconsigliamo vivamente di fare una ricerca in rete, a meno di essere di stomaco assolutamente incrollabile.

Nelle stesso ore, come se fosse il protagonista di film completamemte diverso, Ehud Olmert ingaggiava un arrogante braccio di ferro con Kofi Annan, sostenendo che Israele si sarebbe ritirato dal Libano …

… solo dopo la completa implementazione della risoluzione 1701, che prevede il disarmo di Hezbollah da parte delle forze congiunte libanese-internazionali, e non all'arrivo sul territorio delle stesse forze a cui quel compito è stato affìdato, come la risoluzione stabilisce. In altre parole, Israele vorrebbe "stare a guardare", per assicurarsi che il lavoro venga eseguito a suo piacimento, prima di togliere l'assedio che ha causato la crisi stessa che si vorrebbe risolvere. Il diritto di difendersi evidentemente implica anche quello di non rispettare gli accordi presi - o pretesi - proprio per tutelarlo.

Sempre a proposito del "diritto alla difesa" di Israele, gli ispettori ONU hanno anche fatto sapere che il 95% delle bombe a grappolo trovate in Libano è stato lanciato negli ultimi tre giorni di battaglia, quando cioè si era ormai in vista di un accordo per il cessate il fuoco.

Nulla di questo, peraltro, stupisce più di tanto, e se ne abbiamo parlato è più che altro per dovere di informazione, visto che la nostra gloriosa agenzia di stampa nazionale, ANSA, si è completamente dimenticata di farlo.

Massimo Mazzucco

Fonte BBC

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Demon84
Inviato: 31/8/2006 8:57  Aggiornato: 31/8/2006 8:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 224
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Voi non avete capito..quelle bombe contengono cicchi d'uva (se no perché chiamarle grappolo), israele voleva fare il generoso aiutando i poveri libanesi e fornirli da mangiare peccato che hanno sbagliato e le bombe sono cadute a terra senza spargere i semi.

Love Comes Again... dicono... chissa se anche stavolta...
Non è il potere a distruggere l'uomo, è l'uomo che si autodistrugge perché non sa come gestirlo!

Citazione:
"Il mio viaggio di scoperte non è ancora finito, sebbene io ormai sia un uomo...più cose conosco meno cose capisco e meno cose capisco più mi sembra di tornare bambino" (Demon's summons 2006)
Satirus
Inviato: 31/8/2006 9:01  Aggiornato: 31/8/2006 9:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/4/2006
Da: Luogocomune
Inviati: 511
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale

brasm
Inviato: 31/8/2006 9:29  Aggiornato: 31/8/2006 9:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/6/2006
Da:
Inviati: 42
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Ma scusate, lo avesse fatto Amadinejad (come cavolo si scrive) sarebbero tutti lì a parlare di Crimini contro l'umanità, di tribunali internazionali ecc...
Lo fa Israele e va tutto bene!

Che schifo...ma un gruppo di privati cittadini non si può rivolgere all' Aia e denunciare questa cosa??? Se c'è una raccolta di firme da fare io ho già la penna in mano!

Bimbodeoro
Inviato: 31/8/2006 9:30  Aggiornato: 31/8/2006 9:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/6/2006
Da: Amicoland
Inviati: 388
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Quanto mi fanno incazzare.................
A proposito, una domanda:
Il polverone scatenato dalla pagina di giornale acquistata dall'UCOII alla luce di questi fatti non mi sembra poi tanto menzoniera o sbaglio?

"Non è il popolo che deve aver paura del proprio governo, ma è il governo che deve avere paura del proprio POPOLO."

"Sotto questa maschera non c'è solo carne, sotto questa maschera c'è un idea e le idee sono a prova di proiettile."
Bimbodeoro
Inviato: 31/8/2006 9:44  Aggiornato: 31/8/2006 9:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/6/2006
Da: Amicoland
Inviati: 388
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Voglio precisare che io non sono assolutamente Antisemita, ma anzi sono aperto ad ogni forma di religione o credo, l'unica cosa che non accetto è il comportamento criminale di qualsiasi genere. Che siano Cristiani, Ebrei, Islamici o Buddisti ad attuarlo questo non cambia, sono tutti degli schifosi NAZISTI, nell'accezione più negativa del termine.

Un saluto.

"Non è il popolo che deve aver paura del proprio governo, ma è il governo che deve avere paura del proprio POPOLO."

"Sotto questa maschera non c'è solo carne, sotto questa maschera c'è un idea e le idee sono a prova di proiettile."
spettatore
Inviato: 31/8/2006 10:03  Aggiornato: 31/8/2006 10:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Per farsi un'idea della sciatteria morale di D'Alema, qualora non avevate già compreso il mefitico spessore politico del soggetto, fate un giro su:

http://disinformazione.it/spiegaci_massimino.htm


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
cocis
Inviato: 31/8/2006 10:08  Aggiornato: 31/8/2006 10:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
lo sterminio da parte di israele è quasi compiuto..

francesco7
Inviato: 31/8/2006 10:44  Aggiornato: 31/8/2006 10:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Tarentum
Inviati: 886
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Forse il nostro ministro degli esteri prima di affermare che la Siria deve smetterla di rifornire di armi Hezbollah dovrebbe leggere qualche autorevole giornale straniero come l'International Herald Tribune che protesta con ferma indignazione contro l'uso di bombe a garppolo in Libano da parte di Israele. Forse il nostro ministro degli Esteri non sa chi fornisce Israele di queste micidiali bombe?

La mente non è un vaso da riempire ma un legno da far ardere perché s'infuochi il gusto della ricerca e l'amore della verità. (Plutarco)
Marco M
Inviato: 31/8/2006 11:26  Aggiornato: 31/8/2006 11:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/8/2006
Da:
Inviati: 826
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Nulla di nuovo.
Anzi, qualcosa di nuovo (e gravissimo) c'è.

Wintermute
Inviato: 31/8/2006 12:06  Aggiornato: 31/8/2006 12:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: aree riservate e protette
Inviati: 1096
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Citazione:
Nulla di nuovo.
Anzi, qualcosa di nuovo (e gravissimo) c'è.

battuto sul tempo...volevo postarlo io.
vabbè, cmq se volete addentrarvi nei forum di PI, fatelo con prudenza:
poichè è aperto ai commenti anonimi, l'ì dentro è pieno di troll, spaccapa%%e, prevenuti e puri e semplici...pirla.

riguardo al l'inserzione dell' Ucoii, su "la padania" (rigorosamente in minuscolo) è uscito
questo articolo
Citazione:
...Non è ammissibile che ogni critica a Israele sia immediatamente bollata come antisemitismo e come razzismo. Non è ammissibile che Israele pretenda, come pretende, di godere di un trattamento privilegiato in ragione dello sterminio di sessant’anni fa. Israele, oggi, è uno Stato come un altro e, come per ogni altro Stato, le sue politiche e le sue azioni possono essere legittimamente oggetto di critiche anche durissime, giuste o sbagliate che siano. Questo eterno ricatto morale, che strumentalizza cinicamente i poveri morti di ieri per giustificare i poveri morti di oggi, deve finire. Oltretutto credo che non giovi, come ha osservato anche qualche commentatore ebraico americano, a Israele stesso...


...strano che il "giornale dei bigotti" se ne esca con un articolo così...
(tanto poi "recupera" con queste perle)

ps: grande satirus!

Salvo il mondo...
ma con quale estensione?
BlSabbatH
Inviato: 31/8/2006 12:24  Aggiornato: 31/8/2006 12:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/9/2005
Da: Bergamo
Inviati: 837
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Citazione:
Nulla di questo, peraltro, stupisce più di tanto, e se ne abbiamo parlato è più che altro per dovere di informazione, visto che la nostra gloriosa agenzia di stampa nazionale, ANSA, si è completamente dimenticata di farlo.


ma si.. alla fine è l'occidente ad avere libertà di stampa..e che stampa!! imparzialissima! mica come a Cuba!!

noi si che siamo democratici..
sai che culo!


-- Under capitalism, man exploits man. Under communism, it's just the opposite. -- J.K. Galbraith
Freeman
Inviato: 31/8/2006 13:24  Aggiornato: 31/8/2006 13:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Citazione:
ma un gruppo di privati cittadini non si può rivolgere all' Aia e denunciare questa cosa??? Se c'è una raccolta di firme da fare io ho già la penna in mano!


Eccoti il link alla petizione:
http://www.globalresearch.ca/index.php?context=viewArticle&code=20060808&articleId=2925

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
silviober
Inviato: 31/8/2006 14:14  Aggiornato: 31/8/2006 14:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 31/5/2006
Da: In bilico
Inviati: 66
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Scrivevo ieri in un post (autocitazione)

"Penso alle 170.000 bombe AMERICANE sganciate sul Libano. E alla conseguente RICOSTRUZIONE. Ancora rabbia, indignazione (e frustrazione)."

Leggo oggi, sul Manifesto, due brevi:

DISTRUTTI I RACCOLTI SOTTO LE BOMBE ISRAELIANE Distrutto l'85%delle colture agricole libanesi. Secondo Oxfam (organizzazione inglese) i danni sono fra i 135 e i 185 milioni di dollari.

ASSEDIO ISRAELIANO A GAZA Il Pam (programma alimentare dell'Onu) lancia l'allarme: la produzione agricola e ittica è soffocata, distrutti 400 ettari di colture, il 70% della popolazione di Gaza "è priva di sicurezza alimentare".

Anche le formichine (anarchiste) nel loro piccolo si inca..ano

Citazione:
Finché la gente accetterà la spazzatura, sarà redditizio venderla
Jimbo72
Inviato: 31/8/2006 14:15  Aggiornato: 31/8/2006 14:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2006
Da:
Inviati: 427
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Medio Oriente: Annan denuncia Israele su bombe cluster
SHUNEH (Giordania) - Arriva anche da Kofi Annan, segretario generale delle Nazioni Unite, la denuncia dell'uso da parte di Israele di bombe proibite nella guerra in Libano: gli ordigni a frammentazione. Annan precisa di avere chiesto al governo israeliano le mappe per localizzare tali ordigni. (Agr)


Corsera 31/08 12.50

Tanto non farà nulla come nei 50 anni trascorsi

"La strada dell'eccesso conduce al palazzo della saggezza" W. Blake "Non litigare mai con un idiota, la gente che guarda potrebbe non capire la differenza"
HAVEADREAM
Inviato: 31/8/2006 14:21  Aggiornato: 31/8/2006 14:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2005
Da:
Inviati: 209
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Buongiorno a tutti
vi invito a leggere questo articolo


Sangue & Petrolio

...tanto per aggiungere altri dati e per aggiornarci sulle dinamiche geopolitiche dell'aerea Medioriente, questo interessante articolo sintetizza in pratica questo:

-da un anno a questa parte il prezzo del petriolo è aumentato del 27%. Dal momento che da un anno a questa parte l'unica "novità" di rilievo è stata la guerra in Libano. "Novità" che da quando si è presentata ha di fatto rincarato il greggio dell'11%.
-di come il prezzo del greggio venga pilotato verso l'alto anche dalle chiacchiere sui presunti armamenti atomici dell'Iran. Facendo un favore quindi al petrolio del "nemico" iraniano...

Parlare di Hezbolla, di Libano, di Israele, di Palestina, di truppe di pace, di Onu e di conflitto nel Medioriente sembra quasi ridicolo.

Forgil
Inviato: 31/8/2006 14:31  Aggiornato: 31/8/2006 14:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/8/2006
Da: Villa Bacilla
Inviati: 211
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Ma questo è ovvio, la storia dell'UCOII rientra solo nel grande progetto "NON GUARDATE FUORI DALL'ITALIA, I TERRORISTI SONO DENTRO!!!".Proprio come gli attentati (?)agli aerei di Londra, l'UCOII è un fantastico specchietto x le allodole che para la questione Libano. E poi, a parte tutto,il governo israeliano è 1 po' nazista di questi tempi..basta guardare le bombe al fosforo!

"Le uniche idee a cui abbiamo diritto sono quelle che mettiamo in pratica" informazione alternativa peacereporter
javaseth
Inviato: 31/8/2006 14:43  Aggiornato: 31/8/2006 14:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/3/2006
Da:
Inviati: 1182
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Citazione:
Anzi, qualcosa di nuovo (e gravissimo) c'è.


E, se vogliamo, da complottisti incalliti, collegare questa news al 9-11, vediamo chi è che gestisce la veicolazione dei contenuti del NYT (come degli altri siti citati da P.I.)

http://www.aqualab.cs.northwestern.edu/publications/Ajsu06DBA.pdf

Vedete qualche nesso?
No?



Ciao
-javaseth

"..io vi mando come pecore in mezzo ai lupi; siate dunque prudenti come serpenti e semplici come colombe"
silviober
Inviato: 31/8/2006 15:12  Aggiornato: 31/8/2006 15:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 31/5/2006
Da: In bilico
Inviati: 66
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
JAVASETH>>>>>>AIUTO!!!

Un'idea del tuo link, qualcosa in italiano (o in francese), per favore!!!!!!

Citazione:
Finché la gente accetterà la spazzatura, sarà redditizio venderla
Wintermute
Inviato: 31/8/2006 15:54  Aggiornato: 31/8/2006 15:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: aree riservate e protette
Inviati: 1096
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
in pratica (parole mooooooto povere) dividere internet in ricchi (alta velocità) e poveri (bassa velocità)...

'sti maledetti!

Salvo il mondo...
ma con quale estensione?
javaseth
Inviato: 31/8/2006 16:44  Aggiornato: 31/8/2006 16:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/3/2006
Da:
Inviati: 1182
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Citazione:
in pratica (parole mooooooto povere) dividere internet in ricchi (alta velocità) e poveri (bassa velocità)...


Peggio, divide Internet in zone geografiche....

Ma la parolina magica è Akamai..qui qualcosa che avevo trovato..

Ed il suo fondatore, Daniel Lewin, è quello che Paolo Attivissimo chiama V.I.P. (e lo era, nel senso che era milionario) senza chiedersi nemmeno un secondo come diamine hanno fatto i dirottatori del volo 11 a neutralizzarlo cosi velocemente (è stato, secondo la V.U. la prima vittima del 9-11).

Neutralizzare Lewin sarebbe dovuto essere quantomeno problematico, visto che ha servito per quattro anni nel Sayeret Matkal, corpo d'elite dell'IDF, esperti in dirottamenti aerei. Al Sayeret Matkal poi, non è che si entra facendo semplice domanda, anzi, agli albori,Fighters and commanders were selectively hand-picked, based on personal acquaintances and family members of existing members.

Inoltre sono esperti in small arms, martial arts, orienteering, camouflage, reconnaissance and other skills important for survival behind enemy lines..

Un po' di considerazioni su Lewin, volo 11 qui

E, per finire, visto che stiamo in tema informatico, l'ultimo articolo di Bollyn su 9-11 e Sofware House israeliane, qui

Ciao
-javaseth

"..io vi mando come pecore in mezzo ai lupi; siate dunque prudenti come serpenti e semplici come colombe"
Freeman
Inviato: 31/8/2006 16:51  Aggiornato: 31/8/2006 16:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Ho appena ascoltato l'intervista a Shimon Perez trasmessa su SkyTg24...
Ragazzi, meglio delle comiche.

Allora, secondo questo attempato "signore":
- la colpa della guerra è di Hezbollah, Israele non voleva la guerra (tanto è vero che si è trovato impreparato!) [e il piano per l'invasione del Libano preparato da anni?]
- Hezbollah agisce perché animato solo da odio nei confronti di Israele (...)
- la riprova è nel fatto che Nasrallah non riesce a giustificare il perché dell'"aggressione" (!_!)
- anche i palestinesi, sono loro che non vogliono la pace, infatti Israele ha restituito ai palestinesi "tutte le terre", e in cambio ha avuto solo più guerra [ma no, gli ha anche restituito un sacco di bombe e cadaveri, non solo le terre]
- anche ai libanesi hanno restituito tutte le terre (e vabbé!), ed in cambio hanno avuto solo guerra e aggressioni
- con la Siria poi non si può negoziare, perché sarebbe un monologo: loro (i siriani) accetteranno di dialogare solo quando tutte le precondizioni poste saranno accettate.

Morale della favola: Israele è buono e animato da tanta buona volontà, sono gli altri che sono cattivi e impediscono il raggiungimento della pace.
Infatti i libanesi si sono disseminati da soli 100 kmq di territorio di 120-150.000 cluster bombs, mannaggia a loro!

E pensare che un pezzo di [bip!] come questo è premio Nobel per la pace, muahahahahahaaaahahahahaaaaaa.
Come siamo messi male, ragazzi.

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
santommaso
Inviato: 31/8/2006 18:50  Aggiornato: 31/8/2006 18:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 66
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale

alcenero
Inviato: 31/8/2006 19:16  Aggiornato: 31/8/2006 19:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/12/2005
Da: Grassy Knoll
Inviati: 318
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Ieri una misteriosa e mai sentita organizzazione siriana ha minacciato di rapire soldati israeliani. Non vorrei che stia per iniziare un altro teatrino false flag.

Sul comunicato UCOII: la deliberata uccisione di civili innocenti in guerra è un crimine la cui gravità non cambia se a commetterlo sono tedeschi (nazisti) o israeliani (sionisti), quindi penso che sia più che giusto paragonare le stragi di civili fatte dai nazisti con quelle altrettanto deliberate fatte da Israele. Ciò che è patetico è la corsa fatta in questi giorni da parte di alcuni politici a leccare i piedi a Israele.

Invito perciò a chi è d'accordo con me a mandare una mail di solidarietà all'UCOII
http://www.islam-ucoii.it/
ucoii@uno.it

L'unico tiranno che accetto in questo mondo è la voce silenziosa dentro di me. M.K.Gandhi
jataka
Inviato: 31/8/2006 21:11  Aggiornato: 31/8/2006 21:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/5/2006
Da: casa mia
Inviati: 292
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
tutto sommato non c'è nulla di strano, ancora una volta l'impunità israeliana si rivela, garantita come sempre dalla copertura degli USA
qualsiasi cosa israele faccia viene permessa, fosse anche un genocidio assoluto
non ho mai avuto, e non ho tutt'ora, assolutamente nulla contro gli ebrei, ma il comportamento dello stato di israele va contro ogni logica ed ogni sopportazione

Ho accarezzato il cielo con la mano. Era terso, un azzurro fantastico che diceva: senti come sono morbido. Lo era davvero e ho deciso di sdraiarmici sopra. E mi sono ritrovato in volo, trasportato dal respiro del cielo stesso verso l’ultimo orizzonte, ...
santommaso
Inviato: 31/8/2006 22:13  Aggiornato: 31/8/2006 22:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 66
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale

Linucs
Inviato: 31/8/2006 22:18  Aggiornato: 31/8/2006 22:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Per quanto Israele avesse negato - respingendo con grande sdegno l'accusa - di usare armi proibite in Libano, gli ispettori ONU hanno fatto sapere ieri di aver già trovato nel territorio libanese circa 100.000 bombe a grappolo inesplose, lanciate durante l'ultimo mese di scontri, disperse su almeno cento località diverse del paese.

Per quanto Israele avesse negato - latrando il solito lamento, "oh poveri noi, che non facciamo mai niente di male" - le cluster bomb erano ben visibili nelle famigerate foto con la ragazzina che scrive il messaggio: basta leggere la provvidenziale scritta sulla bomba. Si tratta dunque dell'ennesima puttanata partorita in Israele, che tuttavia si esita a chiamare puttanata per non offendere qualche comunità.

Ma lo zio Linucs è qui apposta: per scrivere puttanata e teste di scodella, riportando verità e giustizia.

A chi non sapesse che effetto fanno le bombe a grappolo (cluster bombs) sui malcapitati che ne restano colpiti, sconsigliamo vivamente di fare una ricerca in rete, a meno di essere di stomaco assolutamente incrollabile.

Io invece consiglio di collezionarle tutte e guardarle con cura, non si sa mai che a forza di vomitare pranzi e cene il disgusto diventi una forza superiore alla paura di essere accusati di "antisemitismo", come se a qualcuno sbattesse qualcosa dell'opinione delle varie "comunità" e delle "minoranze" assortite ("che paura, che impressione! Foxman si è offeso, insieme al portavoce della comunità!")

Det.Conan
Inviato: 31/8/2006 23:09  Aggiornato: 31/8/2006 23:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Guardate fino a che punto arriva l'idiozia umana!!!!!!

Citazione:
Lettura come sempre istruttiva, quella dei quotidiani di sinistra in edicola oggi. Risparmio le tesi per cui la colpa del terrorismo che colpisce l'Occidente, stringi stringi, è degli americani cattivi che sono andati in Iraq e Afghanistan (tutta roba che è avvenuta dopo l'11 settembre 2001, ma fa lo stesso). Sono le stesse cose che abbiamo letto dopo le stragi (riuscite) di Londra, Nassiriya, Madrid. Però qualcosa che alimenta lo stupore su quelle pagine lo trovi sempre. Tipo l'inviata del Manifesto da New York che scrive «Le fiere parole del presidente e il fantomatico piano sventato arrivano a proposito nella campagna politica dei repubblicani». "Fantomatico piano", tanto per insinuare nel lettore che non aspetta altro il dubbio del sospetto, della montatura a orologeria.


http://aconservativemind.blogspot.com/2006/08/questi-invece-non-cambiano-mai.html

Che indecenza!!!!!!!!

andrew_84
Inviato: 31/8/2006 23:12  Aggiornato: 31/8/2006 23:12
So tutto
Iscritto: 28/5/2006
Da:
Inviati: 27
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
"Su consiglio dei nostri legali, questo articolo non è disponibile ai lettori di nytimes.com in Gran Bretagna..."

questo articolo è assurdo

Det.Conan
Inviato: 31/8/2006 23:26  Aggiornato: 31/8/2006 23:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Scusatemi,mi ero sbagliato,l'indecenza umana arriva anche oltre:


Citazione:
Secondo Dershowitz, che di legge se ne intende, Amnesty non ha capito nulla della legge. Israele non è responsabile di nessun crimine di guerra: avendo esercitato in modo responsabile la sua superiorità aerea, è riuscita a minimizzare il numero di vittime civili (circa una ogni dieci incursioni), un attacco tutt'altro che indiscriminato. Il risultato è ancora più importante, se si considera il fatto che i combattenti e le basi di lancio erano mescolati alla popolazione civile proprio per massimizzare il nunmero delle vittime.


Citazione:
L' interpretazione di Amnesty viene da una lettura estremista del concetto già in sé vago di "proporzionalità", che nessuna nazione in guerra ha mai applicato nel senso inteso qui. Anzi, gli obiettivi della guerra moderna sono esattamente l'isolamennto delle linee elettriche e di comunicazione, la distruzione di ponti e strade e di tutto ciò che sostiene la capacità militare del nemico.


Anche le centrali elettriche e del latte rientrano in tal categoria???????????????
Ah,che stupido,gli Hezbollah mangiano!!!!

Citazione:
Qui il professore di legge David Bernstein (Harvard) risponde alle accuse di Amnesty:
Citazione:
L'idea che una nazione in guerra non possa attaccare le linee di rifornimento del nemico non ha nulla a che vedere con i crimini di guerra, e molto con una inclinazione pacifista che considera la guerra, indipendentemente dalle ragioni e dall'autocontenimento di chi la conduce come un "crimine internazionale" [ma solo se è una nazione occidentale a condurla]


Che giurista di fama internazionale!!!!
Io lo propongo per la Commissione di giustizia dell'Aia cosi' smaschera tutti i veri cattivoni....

Citazione:
La questione delle infrastrutture e quella degli scudi umani sono cose completamente differenti. Una riguarda le vittime civili, l'altra i danni materiali. Ovviamente Isrele ha preso di mira i ponti (sarebbe stato militarmente irresponsabile non farlo) ma non i civili: cosa che avrebbe provocato un disastro politico senza nessuna utilità militare.


Ma l'avete letta l'ultima frase!!!!
Disastro politico senza nessuna utilita' militare dicono costoro!!!!!!!

Citazione:
Per Amnesty "crimine di guerra" diventa sinonimo di "qualsiasi azione militare". Il problema è che Amnesty non considera le conseguenze delle sue affermazioni. (e non serve che lo faccia: non userebbe mai questi argomenti contro nessuno stato che non sia Israele.)


Qui si raggiunge il ridicolo!!!!!!

Citazione:
Amnesty International non ce la fa trattenersi dall'accusare Israele di tutti i mali del mondo, ma un osservatore razionale non può dare credito alle conclusioni preconcette di una organizzazione che fu un tempo autorevole. Ma ha distrutto la propria credibilità applicando ripetutamente un doppio standard a Israele.


Bravi Bravi (clac,clac,battete le mani)!!!!!

Ma il colmo dell'idiozia e dell'odio si raggiunge nei commenti all'articolo(cioe' spazzatura) precedente.Sentite fino a dove la stupidita' umana ci puo' portare nell'abisso:


Ho perso tempo anche a leggere la relazione di Amnesty International.

E' semplicemente scioccante leggere delle panzane che non trovano alcun appiglio legale.

E' scorretto anche relazionare solo quello che riguarda Israele e riservarsi (a data da destinarsi...) la relazione che riguarda Hezbollah.

Intanto la stampa europea e liberal d'oltreoceano, analogamente a come hanno fatto per la "vittoria" Hezbollah, hanno amplificato la relazione di Amnesty su Israele, con TANTA gente disposta a credere alle sciocchezze che hanno scritto.

Mi tornano tanto in mente i tempi in cui, in piena guerra fredda, il KGB infiltrava e finanziava i gruppi pacifisti.

Oggi mi sorge il dubbio che Amnesty, inconsapevolmente o meno, sia infiltrata da qualcun altro, altrimenti non si spiegano le eclatanti denuncie di AI sempre contro la stessa parte.


Ciao,
sto pensando da parecchio tempo che i nostri ex-prezzolati del KGB, orfani non dell'ideologia ma dei dollari che non arrivano più dalla fine degli anni 80, abbiano cercato un nuovo padrone cui spillare quattrini, trovandolo nei combattivi profeti terreni di Allah. Altrimenti non si spiegherebbe il silenzio di questi individui sui diritti umani in tutto il mondo sottomesso alla mezzaluna e, soprattutto, il silenzio su chi quei "diritti umani" (leggi sgozzare persone che non pensano / pregano come te) li applica o vorrebbe applicarli anche qui. Ora anche AI deve essere stata inondata da questi "petrodollari" e comincia a dare frutti.
Penso male?
Saluti.

Si',ciao anche a te che me sembri tu del KGB,le tue affermazioni sono piu' comuniste di con la K di quelle di Rizzo!!!
Ma Israele e' il tuo partito con la sua nomenklatura e Politburo associati?????

Ragazzi non so che dire tranne VERGOGNATEVI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

http://tonibaruch.blogspot.com/2006/08/lo-strano-sguardo-di-amnesty-verso.html

giuper
Inviato: 31/8/2006 23:28  Aggiornato: 1/9/2006 0:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/4/2006
Da: Sud Italia (non troppo Sud)
Inviati: 229
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Citazione:
Su consiglio dei nostri legali, questo articolo non è disponibile ai lettori di nytimes.com in Gran Bretagna..."


Facilmente bypassabile attraverso un proxy esterno...
Tecnicamente niente di complicato anche perchè basta che qualcuno "non UK" faccia copia e incolla dell'articolo...

Sinceramente, da informatico, questa del nytimes non l'ho capita... Cosa voleva ottenere?

Intanto beccatevi questo OT (ma non tanto)...

Edit:
Per la verità prima leggete questo:
http://www.movisol.org/znews159.htm

La fonte è la stessa

Linucs
Inviato: 1/9/2006 1:48  Aggiornato: 1/9/2006 1:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Mi tornano tanto in mente i tempi in cui, in piena guerra fredda, il KGB infiltrava e finanziava i gruppi pacifisti.

Un po' come le teste di scodella alla guida di qualche "movimento strategico per la difesa dei diritti civili", ma solo quando serve alla "causa".

(...dotta citazione...)

Polidoro
Inviato: 1/9/2006 9:34  Aggiornato: 1/9/2006 9:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/4/2005
Da:
Inviati: 488
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Grazie Javaseth, lo vedo il nesso:

Controllo Completo

Citazione:
dividere internet in ricchi (alta velocità) e poveri (bassa velocità)...

è solo il sottoprodotto del controllo

Controllo dei cosiddetti media (preferisco "merdia"), di tutti i media (carta, film, Internet).

Fahrenheit 451, 1984.

Ho reinventato la Cabbala

Grazie Giuper
Citazione:
Ma ormai questo gioco all’“incendio del Reichstag” comincia a fare acqua persino nella compagine repubblicana negli Stati Uniti.

Non credo che faccia acqua: hanno fatto un colpo di stato in Usa, hanno preso il potere, hanno preparato anche campi di concentramento, no ?, hanno riunito tutte le agenzie spionistiche sotto un unico comando, smantellato la Costituzione ...

Oddio.... sono troppo in là ?

"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuovi orizzonti ma nell'avere nuovi occhi." Marcel Proust
soulsaver
Inviato: 1/9/2006 14:15  Aggiornato: 1/9/2006 14:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/11/2005
Da: Roma
Inviati: 613
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Citazione:
Non credo che faccia acqua: hanno fatto un colpo di stato in Usa, hanno preso il potere, hanno preparato anche campi di concentramento, no ?, hanno riunito tutte le agenzie spionistiche sotto un unico comando, smantellato la Costituzione ...
Oddio.... sono troppo in là ?

Polidoro, non ti preoccupare hai solo la vista buona...

Free from the need to be free "Mommy what's a Funkadelic, George Clinton 1970"
iowa
Inviato: 1/9/2006 14:39  Aggiornato: 1/9/2006 14:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/5/2006
Da:
Inviati: 63
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Wintermute si lo sò è stano che sul giornale delle osterie,,,
però guarda che ho letto anche altri articoli che ho trovato su www.dsinformazione.it che erano9 fatti da uno della padania ed erano fatti molto seriamnte--- in quelle occasioni sono rimasto anche io molto stupito che un giuornale di un certo tipo ( e vi rispiarmio i miei commenti) pubblichi articoli anche seri rispetto a ciò che ci si aspetterebbe...
questo ci dovrebbe insegnare a non farci mai troppe aspettative e pregiudizzi se prima non si conoscono bene le cose,,,
anche se quando uno vede personaggi come calderoli (non scrivo maiuscolo manco lui) alla tv poi la volgia di leggere la padania gli passa di sicuro...

io non l'ho mai comprata, e mai la comprerò ma qualche stralcio di articolo che ho letto su internet era anche abbastanza serio...
la cosa continua a risultarmi abbastanza strana...

ciaooooooooooo

Wintermute
Inviato: 1/9/2006 14:58  Aggiornato: 1/9/2006 14:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: aree riservate e protette
Inviati: 1096
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
iowa:
si, ogni tanto su quel foglio di carta si trovano articoli decenti...
memorabili sono quelli sul berlusca:
http://old.lapadania.com/1998/luglio/08/080798p02a1.htm
http://www.disinformazione.it/berlusconi.htm

la cosa divertente però è che Citazione:
Queste scottanti domande sono apparse sul sito Internet della Lega nord (www.leganord.org). Sotto la voce informazione è possibile consultare la quasi totalita' delle edizioni della Padania del 1998 e del 1999. Quella del 19 agosto 1998, che contiene l'imbarazzante sequela di domande al Cavaliere di Arcore dei suoi attuali alleati, è sparita.

http://www.brianzapopolare.it/sezioni/politica/berlusconi_mafioso_lega_2001feb16.htm

peraltro, è da un pò che nella testa (io abito quassù, sti tipi vestiti di verde li vedo in giro) mi ronza la parola
ipocrisia...

...chissà perchè poi...

Salvo il mondo...
ma con quale estensione?
santommaso
Inviato: 1/9/2006 16:50  Aggiornato: 1/9/2006 16:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 66
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Visto che la comunità internazionale ha tentato 40 volte di imporre sanzioni ad israele e per 40 volte gli usa hanno posto il veto, noi possiamo applicare della sanzioni durante la giornata contro lo stato di israele affinche si inizi a capire che non tutti ci stanno a vedere l'immunità parlamentare di uno stato terrorista.

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=2356&mode=&order=0&thold=0

Marco M
Inviato: 1/9/2006 17:49  Aggiornato: 1/9/2006 17:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/8/2006
Da:
Inviati: 826
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Guardate cosa spara a tutto sito corriere.it...

Sinai: allarme attentati a Sharm e Dahab

Le autorità egiziane: «Ricercati cinque uomini di Al Qaeda con esplosivi»

Da giorni Israele chiede il rientro dei connazionali. Diffuse foto dei ricercati sui passaporti falsi ■ Online Tg
■ Pericolo fondato di Guido Olimpio
■ Al Qaeda crea sito in tedesco

javaseth
Inviato: 1/9/2006 18:52  Aggiornato: 1/9/2006 19:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/3/2006
Da:
Inviati: 1182
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Citazione:
■ Pericolo fondato di Guido Olimpio


Vediamo un po' perchè

Primo. Nei primi giorni d’agosto Ayman Al Zawahiri, l’ideologo di Al Qaeda, ha annunciato la «fusione dell’organizzazione con il gruppo egiziano Jamaa Islamya, che in passato si è macchiato di attentati anti-turisti». L’annuncio è stato seguito da secche smentite della fazione che ha rinunciato alla lotta armata, ma non si può escludere che alcuni elementi abbiano deciso di tornare all’azione in modo spettacolare.

Ambè, certo, se lo dice Al Zawahiri, come si azzarda Jamaa Islamya a smentirlo?..

Secondo. Nel Sinai, dove si sono già verificati gravi attacchi contro hotel e locali frequentati da turisti (Taba, Sharm El Sheikh), si è installata da tempo una cellula eversiva. E’ composta da elementi locali e si ispira al qaedismo. La sua forza è dimostrata dal fatto che è riuscita a sopravvivere alla repressione ed ha lanciato azioni in serie. E’ possibile che abbia ricevuto rinforzi da elementi esterni.

Vorrei proprio vedere che razza di elementi esterni sono questi.....

Terzo. In questo periodo le località balneari egiziane sono affollate di visitatori israeliani. Dunque sono un bersaglio facile per gruppi terroristici che vogliono colpire lo stato ebraico. Magari usando come pretesto il recente conflitto libanese.


Saranno pure un bersaglio facile, ma questi quaedisti non ne beccano mai uno, a quanto pare.

Quarto. Gli 007 israeliani, tra i primi a lanciare l’allarme, sono bene informati su quanto avviene nel paese vicino. Anche in occasione di altri attacchi avevano avvisato l’Egitto sull’imminenza di un attentato.

Fammi indovinare, hanno mandato degli istant messages con Odigo? O con ICQ? Magari semplici SMS?

Quinto. Il qaedismo potrebbe rilanciare la sua sfida in un momento di tensione regionale (Libano, crisi iraniana) e nell’anniversario dell’11 settembre. Negli ambienti integralisti vi è molta attesa per un nuovo possibile messaggio di Al Zawahiri e forse dello stesso Osama.

Eh sì, c'è molta attesa, e non solo negli ambienti integralisti.

Qui su LC, per esempio, siamo in perenne attesa del nuovo messaggio di Osama.

Poi, se è in video, meglio. Si sa, chi non muore, si rivede....

Ciao
javaseth

P.S. A Guido Olimpio, ma vedi d'annà affa******

"..io vi mando come pecore in mezzo ai lupi; siate dunque prudenti come serpenti e semplici come colombe"
Ramingo
Inviato: 1/9/2006 18:54  Aggiornato: 1/9/2006 18:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/10/2005
Da: Puglia
Inviati: 657
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Nulla di nuovo sul fronte internazionale...????
Questa è nuovissima (e assurda )
http://www.effedieffe.com/interventizeta.php?id=1406¶metro=esteri
Potrei riportare le frasi salienti...ma è il caso di leggerlo tutto
Neanche a Cuba...

La storia insegna che quando si diventa indifferenti e si perde la volontà di combattere, qualcuno che ha la volontà di combattere prenderà il sopravvento. Colonel Arthur "Bull" Simons
fratasso
Inviato: 1/9/2006 20:14  Aggiornato: 1/9/2006 20:14
So tutto
Iscritto: 3/6/2006
Da:
Inviati: 23
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Bimbodeoro sbagli !!!!!!!!!!!!!!!!!

Menzognera ..... non menzonera !!!!!

E comunque ogni volta che parli male di Israele sbagli !!! hi !! hi !!! hi !!!!

cocis
Inviato: 2/9/2006 10:18  Aggiornato: 2/9/2006 10:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Autore: Ramingo Inviato: 1/9/2006 18:54:26

Nulla di nuovo sul fronte internazionale...????
Questa è nuovissima (e assurda )
http://www.effedieffe.com/interventizeta.php?id=1406¶metro=esteri
Potrei riportare le frasi salienti...ma è il caso di leggerlo tutto
Neanche a Cuba...

---------------------------------

stavo per postarlo io ....

vogliono controllare l'informazione in ogni modo...

edantes
Inviato: 2/9/2006 12:05  Aggiornato: 2/9/2006 12:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/7/2005
Da: Sassari
Inviati: 87
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Quando sento questa frase '' diritto d'Israele alla difesa '' mi viene il voltastomaco. E questa è la frase che molto spesso ripetono quei quattro politici di merda italiani, che dimostrano sempre grande disponibilità e riverenza per il '' popolo eletto '', quello che da sempre commette impunemente e in maniera velata i crimini peggiori contro l'umanità (e non mi riferisco solo alla distruzione e morte della macchina da guerra dello Stato israeliano).

Ogni giorno si riesce a far passare la falsità come verità, la violenza dell'oppressore come violenza dell'oppresso, la conquista del petrolio iracheno come liberazione del popolo iracheno, la resistenza palestinese come miscela espolsiva di terrorismo e fanatismo, ecc.

'' Dateci gli F-16 e noi e smetteremo di fare i kamikaze ''. E' questa una frase che disse un bambino dell'intifada palestinese, e che esprime un dato inoppugnabile: la guerra tra sionisti e palestinesi è una GUERRA ASIMMETRICA come asimmetrica era la guerra tra i nativi americani e i rozzi yankee!.

Marcello

Al fianco degli Stati '' canaglia '' contro la vera CANAGLIA, ossia: il nuovo impero sionista americano, erede dei massacratori di Hiroshima e Nagasaki, di Dresda e di Sabra e Chatila.
Neocons
Inviato: 2/9/2006 15:02  Aggiornato: 2/9/2006 15:02
So tutto
Iscritto: 19/7/2006
Da: Tel Aviv
Inviati: 17
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Criticare Israele è legittimo!" e poi "Possibile che non si possa rivolgere una legittima critica a Israele senza essere tacciati di antisemitismo?" e ancora "Perché Israele dev'essere intoccabile?" ... Alzi la mano chi non ha sentito almeno settemila miliardi di volte il fatidico lagno ... Nessuno? Lei là in fondo? Ah, si sta solo grattando un orecchio ... Bene, allora è giunto il momento di dare una franca risposta a tutti questi accorati interrogativi, e la risposta è: sì, signori, criticare Israele è legittimo. E potete farlo tutte le volte che volete senza che a nessuno passi per la testa di accusarvi di antisemitismo. Garantito. E dunque prego, accomodatevi, fate pure tutte le critiche che desiderate.
Quando avrete criticato in misura proporzionata alle rispettive colpe l'Autorità Palestinese, la Siria, l'Iran, la Libia, l'Arabia Saudita, il Sudan, la Corea, Cuba, la Cina, la Birmania e magari, già che ci siamo, facendo uno sforzo ulteriore, anche il terrorismo.
Quando avrete condannato in misura proporzionale l'occupazione del Tibet da parte della Cina, del Libano da parte della Siria, dell'Irlanda del Nord e delle isole Malvine da parte della Gran Bretagna, della Catalogna e dei Paesi Baschi da parte della Spagna, di alcune regioni tedesche da parte della Polonia, di alcune regioni polacche e delle isole Kurili da parte della Russia, dell'Istria da parte della Jugoslavia (oggi Croazia), dell'Alto Adige (e magari, già che ci siamo, facendo uno sforzo ulteriore, anche di Roma) da parte dell'Italia e ne avrete chiesto il ritiro e la restituzione ai legittimi proprietari.
Quando avrete dichiarato illegali il muro tra l'Arabia Saudita e lo Yemen, quello tra gli Stati Uniti e il Messico, quello tra la Corea del Nord e la Corea del Sud, quello di Cipro, quello dell'Olanda, quello tra India e Pakistan, quello tra la Spagna e Ceuta, quello in Botswana, quello nello Zimbabwe, i sei del Marocco e magari, già che ci siamo, facendo uno sforzo ulteriore, anche quello del Vaticano (che non tengono fuori terroristi bensì, semplicemente, persone sgradite) e ne avrete preteso a gran voce l'immediato abbattimento.
Quando sarete insorti contro le uccisioni di palestinesi operate dalla Giordania, dalla Siria, dal Libano, dal Kuwait eccetera eccetera.
Quando avrete boicottato (e invitato l'universo mondo a boicottare) tutti i prodotti, tutti i libri, tutti gli accademici, tutti gli studiosi, tutte le università, tutti i contributi, tutte le collaborazioni di tutti gli stati che violino, anche in misura minima, i diritti umani.
Quando avrete impedito di parlare a tutti i diplomatici, a tutti i politici, a tutti i rappresentanti, ufficiali o privati di tutti gli stati che violino, anche in misura minima, i diritti umani.
Quando avrete condannato tutti gli stati che si difendono dal terrorismo. E anche, a maggior ragione, quelli che si difendono da bagatelle come la mafia e la criminalità comune.
Quando avrete reclamato il "ritorno" di decine di milioni di profughi, e dei loro figli, e dei loro nipoti, occasionalmente anche dei loro pronipoti, negli stati originari propri e magari, se capita, anche in stati altrui.
Quando vi sarete indignati per la vergognosa mancanza di diritti degli arabi negli stati arabi.
Quando sarete scesi in piazza contro le lapidazioni (magari di bambine stuprate), contro le macellazioni sulla pubblica piazza di sospetti o presunti "collaborazionisti" palestinesi (etichetta sotto la quale si può incollare - e spesso si incolla - chiunque sia sgradito a qualcuno di coloro che contano), contro gli stupri di massa decretati dai tribunali islamici contro le mogli o sorelle o figlie di qualcuno che ha commesso qualche sgarbo a qualcuno di coloro che contano.
Quando avrete smesso di impestarci l'aria col famigerato "proprio voi che avete tanto sofferto" ("voi" chi? Gli israeliani? Non c'erano israeliani al tempo delle camere a gas: dunque, di chi state parlando, o nobili signori che non tollerate di essere presi per antisemiti?)
Quando avrete chiesto conto ad Arafat e soci dei miliardi di dollari (nostri) intascati lasciando i palestinesi nelle baracche, e di una intera generazione di bambini palestinesi mandati al macello. Quando avrete chiesto conto ai vari Paesi arabi dei campi profughi che essi hanno voluto, costruito e riempito di palestinesi dopo averli indotti a lasciare le proprie case, per poi farveli vivere come bestie e destinarli a diventare carne da cannone.
Quando vi sarete ricordati che i vostri nonni scrivevano su per i muri di tutta Europa: "Ebrei, andate in Palestina!" riconoscendo la Palestina come unica vera patria degli ebrei e gli ebrei come popolo legittimato a risiedervi.
Fatto? Bene, allora potete cominciare a criticare Israele. E noi vi ascolteremo. Con attenzione. Con interesse. Con simpatia. Con partecipazione. E non saremo neppure sfiorati dal sospetto che possiate nutrire qualche sentimento antisemita.
Garantito.

Paxtibi
Inviato: 2/9/2006 15:11  Aggiornato: 2/9/2006 15:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Neocons, perché copincolli e non citi la fonte?

Non sai che è un comportamento decisamente scorretto?

salatino
Inviato: 2/9/2006 15:20  Aggiornato: 2/9/2006 15:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/9/2006
Da:
Inviati: 34
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Neocons,senza offesa ma qui dentro nessuno è antisemita.
Bisogna solo raccontare la realtà dei fatti e la nostra avventura di lecchinaggio dei soldati italiani in Libano.
Il prossimo obbiettivo potrebbe essere l'Iran,con una conseguente guerra atomica.
Da non pensarci...

edantes
Inviato: 2/9/2006 15:26  Aggiornato: 2/9/2006 15:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/7/2005
Da: Sassari
Inviati: 87
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Neocons, molto commovente quello che scrivi, ma la vostra patente d'impunità è scaduta, e noi GENTILI abbiamo tutto il diritto e tutti i buoni motivi per condannarvi: siete dei criminali!.

Marcello

Al fianco degli Stati '' canaglia '' contro la vera CANAGLIA, ossia: il nuovo impero sionista americano, erede dei massacratori di Hiroshima e Nagasaki, di Dresda e di Sabra e Chatila.
Det.Conan
Inviato: 2/9/2006 15:37  Aggiornato: 2/9/2006 21:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: Per i sardagnoli e Frankad
Scusate l'OT ma ho letto questo articolo su Libero e volevo sentire un parere dai sardagnoli del sito e in particolar modo da Frankad.


°°°°°°°°°°°

Mi dispiace, ma l'OT non è scusabile, non se ne vede il motivo. Se vuoi un parere di Frankad, su un argomento inoltre che non riguarda la discussione, scrivi a Frankad.

LA REDAZIONE

andry
Inviato: 2/9/2006 15:41  Aggiornato: 2/9/2006 15:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: put de zana
Inviati: 438
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
a me piacerebbe che neocons oltre al suo nick e avatar esponesse le proprie idee anche con i suoi pensieri e non sempre incollando atricoli di altri.. a leggere il folglio o libero siamo capaci tutti...

ciao dal baglio

the shock must go on...
PikeBishop
Inviato: 2/9/2006 16:06  Aggiornato: 2/9/2006 21:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Per i SARDI e Frankad
RIMOSSO PERCHE' NON INERENTE

LA REDAZIONE

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
shevek
Inviato: 2/9/2006 16:30  Aggiornato: 2/9/2006 16:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Salut y Libertad Neocons!


Anche se tu non hai risposto alle mie articolate osservazioni sui contenuti su di un tuo precedente post in un altro thread, provo di nuovo ad interloquire lo stesso con te.


Dici: "sì, signori, criticare Israele è legittimo. E potete farlo tutte le volte che volete senza che a nessuno passi per la testa di accusarvi di antisemitismo. Garantito. E dunque prego, accomodatevi, fate pure tutte le critiche che desiderate.
Quando avrete criticato in misura proporzionata alle rispettive colpe l'Autorità Palestinese, la Siria, l'Iran, la Libia, l'Arabia Saudita, il Sudan, la Corea, Cuba, la Cina, la Birmania e (...) il terrorismo. (...) l'occupazione del Tibet da parte della Cina, del Libano da parte della Siria, dell'Irlanda del Nord e delle isole Malvine da parte della Gran Bretagna, della Catalogna e dei Paesi Baschi da parte della Spagna, di alcune regioni tedesche da parte della Polonia, di alcune regioni polacche e delle isole Kurili da parte della Russia, dell'Istria da parte della Jugoslavia (oggi Croazia), dell'Alto Adige (e magari, già che ci siamo, facendo uno sforzo ulteriore, anche di Roma) da parte dell'Italia e ne avrete chiesto il ritiro e la restituzione ai legittimi proprietari. Quando avrete dichiarato illegali il muro tra l'Arabia Saudita e lo Yemen, quello tra gli Stati Uniti e il Messico, quello tra la Corea del Nord e la Corea del Sud, quello di Cipro, quello dell'Olanda, quello tra India e Pakistan, quello tra la Spagna e Ceuta, quello in Botswana, quello nello Zimbabwe, i sei del Marocco e magari, già che ci siamo, facendo uno sforzo ulteriore, anche quello del Vaticano (...) Quando sarete insorti contro le uccisioni di palestinesi operate dalla Giordania, dalla Siria, dal Libano, dal Kuwait eccetera eccetera. Quando avrete boicottato (e invitato l'universo mondo a boicottare) tutti i prodotti, tutti i libri, tutti gli accademici, tutti gli studiosi, tutte le università, tutti i contributi, tutte le collaborazioni di tutti gli stati che violino, anche in misura minima, i diritti umani. Quando avrete impedito di parlare a tutti i diplomatici, a tutti i politici, a tutti i rappresentanti, ufficiali o privati di tutti gli stati che violino, anche in misura minima, i diritti umani. (...) Quando vi sarete indignati per la vergognosa mancanza di diritti degli arabi negli stati arabi.
Quando sarete scesi in piazza contro le lapidazioni (magari di bambine stuprate), contro le macellazioni sulla pubblica piazza di sospetti o presunti "collaborazionisti" palestinesi (etichetta sotto la quale si può incollare - e spesso si incolla - chiunque sia sgradito a qualcuno di coloro che contano), contro gli stupri di massa decretati dai tribunali islamici contro le mogli o sorelle o figlie di qualcuno che ha commesso qualche sgarbo a qualcuno di coloro che contano. (...) Quando avrete chiesto conto ad Arafat e soci dei miliardi di dollari (nostri) intascati lasciando i palestinesi nelle baracche, e di una intera generazione di bambini palestinesi mandati al macello. Quando avrete chiesto conto ai vari Paesi arabi dei campi profughi che essi hanno voluto, costruito e riempito di palestinesi dopo averli indotti a lasciare le proprie case, per poi farveli vivere come bestie e destinarli a diventare carne da cannone."

Potrei sentirmi offeso. Ma con chi credi di parlare? Se c'è qualcosa di bello in LC è che facciamo proprio quello che tu ci accusi di non fare... Ho l'impressione che tu ci confonda con la "sinistra" istituzionale - se c'è qualcosa che LC non fa è quella di essere "pacifisti a senso unico", di dar voce solo a chi lotta contro l'imperialismo angloamericano dimenticandosi di tutto il resto. Molti dei temi che citi sono stati trattati sul sito, non certo con simpatia. Certo, è ovvio che si dia maggiore spazio alle nefandezze compiute dall'imperialismo angloamericano: ma è per il semplice motivo che sono meno trattati dai grandi media italiani e, pertanto, più bisognosi di attenzione.


Dici: "Quando avrete reclamato il "ritorno" di decine di milioni di profughi, e dei loro figli, e dei loro nipoti, occasionalmente anche dei loro pronipoti, negli stati originari propri e magari, se capita, anche in stati altrui."

Non lo facciamo per il semplice fatto che, da un lato, questa è l'argomentazione utilizzata da Israele per "fondare" il suo "diritto" all'esistenza (sono i propropro...nipoti del popolo che duemila anni fa popolava quelle lande): mi fa davvero piacere che tu non sia d'accordo. In compenso, parecchi di noi sostengono l'idea che la patria di ciascun uomo sia il mondo intero e che chiunque abbia il diritto di vivere dove gli pare.


Dici: "Quando avrete condannato tutti gli stati che si difendono dal terrorismo. E anche, a maggior ragione, quelli che si difendono da bagatelle come la mafia e la criminalità comune."

E perché mai dovremmo condannarli? Caso mai li accusiamo spesso di connivenza, se non d'identità... Ancora una volta: ma per chi ci hai preso?


Dici: "Quando avrete smesso di impestarci l'aria col famigerato "proprio voi che avete tanto sofferto" ("voi" chi? Gli israeliani? Non c'erano israeliani al tempo delle camere a gas: dunque, di chi state parlando, o nobili signori che non tollerate di essere presi per antisemiti?)"

Voi chi? Certo non gli israeliani, ma i seguaci dell'ebraismo loro antenati. Ti sembra così strano che qualcuno soffra per ciò che è successo di grave, anzi gravissimo, a persone del passato con cui si sente un'affinità "elettiva", che qualcun altro possa dare questo per scontato ed utilizzarlo in un'argomentazione?


Dici: "Quando vi sarete ricordati che i vostri nonni scrivevano su per i muri di tutta Europa: "Ebrei, andate in Palestina!" riconoscendo la Palestina come unica vera patria degli ebrei e gli ebrei come popolo legittimato a risiedervi."

Tuo nonno forse. Il nonno di qualcun altro pure. La maggioranza no. Non confondere il tutto con la parte, per di più minima. Inoltre, qualche nonno in più dei tuoi ha anche ritenuto che l'unico posto dove gli ebrei fossero legittimati a risiedere fosse l'altro mondo: avevano forse ragione? Credo proprio di no...


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
Pasquino
Inviato: 2/9/2006 18:40  Aggiornato: 2/9/2006 21:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/7/2005
Da:
Inviati: 234
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
ben ritrovati a tutti

salve neocon,
noto che tu appari soltanto nei post dedicati ad israele ed allo stesso tempo tenti di farlo con la bacchetta educatrice ed il dito accusatore "voi antisemiti" ecc. ecc.

Forse non lo hai notato perchè tu guardi solo quello che ritieni offensivo per israele, il resto come dalle vostre parti sembra essere tradizione non vi tange, voi siete gli "eletti" noi solamente "gentili"... beh visto che io sono gentile ti offro l'occasione di vedere se riesci ad esserlo anche tu, che ti presentansti se non erro come avvocato e come avvocato conoscitore della legge, se tu fossi (ipoteticamente è ovvio) un avvocato la cui causa si basa di verificare il comportamento di israele, ed i suoi comportamenti a cominciare dalle 72 condanne sulle risoluzioni onu di cui israele se ne è altamente sbattuta, come o cosa porteresti a sua difesa per dimostrarci la sua innocenza?

nel caso tu non ricordassi le 72 condanne le trovi qui http://www.indicius.it/onu_israele.htm


PARZIALMENTE RIMOSSO PERCHE' CONTENEVA RIFERIMENTI/ATTACCHI PERSONALI

LA REDAZIONE

Lo Stato al cittadino pignora, all'industriale elargisce, al banchiere regala.
Polidoro
Inviato: 2/9/2006 18:44  Aggiornato: 2/9/2006 18:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/4/2005
Da:
Inviati: 488
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
SEMITA.

Semita:
Che appartiene alla razza umana derivata secondo i libri santi da SEM, figlio di Noè, la quale comprende Babilonesi, Caldei, Fenici, Ebrei, Siri, Arabi ecc.
(Tommaseo-Bellini)

“le correlazioni del cromosoma Y tra popoli del Vicino Oriente - come Palestinesi, Siriani ed Ebrei - mostrano come questi popoli dovrebbero discendere da comuni antenati.”
"it.wikipedia.org/wiki/Semiti"

Sono la stessa gente, Arabi ed Ebrei, non lo sapevo mica!!

"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuovi orizzonti ma nell'avere nuovi occhi." Marcel Proust
edantes
Inviato: 2/9/2006 18:53  Aggiornato: 2/9/2006 21:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/7/2005
Da: Sassari
Inviati: 87
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
RIMOSSO PERCHE' CONTENEVA ATTACCHI PERSONALI

LA REDAZIONE

Al fianco degli Stati '' canaglia '' contro la vera CANAGLIA, ossia: il nuovo impero sionista americano, erede dei massacratori di Hiroshima e Nagasaki, di Dresda e di Sabra e Chatila.
andry
Inviato: 2/9/2006 19:11  Aggiornato: 2/9/2006 19:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: put de zana
Inviati: 438
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
ehm.. edantes.. non per farmi i fatti tuoi, ma credo che il tono del post di anticristo sia ironico...

ciao dal baglio

the shock must go on...
Det.Conan
Inviato: 2/9/2006 20:34  Aggiornato: 2/9/2006 21:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
RIMOSSO PERCHE' CONTENEVA ATTACCHI PERSONALI

LA REDAZIONE

Redazione
Inviato: 2/9/2006 21:17  Aggiornato: 2/9/2006 21:18
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
.
Signori, abbiamo quattro regole in croce, cerchiamo almeno quelle di rispettarle. Se sono poche, è proprio perchè sono importanti.

Grazie

LA REDAZIONE


Neocons: una di queste regole prevede di postare i link ai pezzi non tuoi. O lo fai, o confermi che il pezzo è tuo, o lo rimuovi. E in ogni caso, quando si mettono pezzi esterni, se ne mette solo l'inizio, con il link a proseguire. Luogocomune non è una pubblica bacheca, ma la nostra "lavagna" personale.

Neocons
Inviato: 2/9/2006 21:34  Aggiornato: 2/9/2006 21:34
So tutto
Iscritto: 19/7/2006
Da: Tel Aviv
Inviati: 17
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Non ho citato la fonte semplicemente perchè il precedente articolo da me postato era mio altrimenti lo avrei fatto come altre volte.
Rimango del parere che prima di criticare il mio paese si debba fare una sorta di esame di coscienza generale su ciò che accade nel resto del mondo.

Redazione
Inviato: 2/9/2006 21:55  Aggiornato: 2/9/2006 22:13
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
NEOCONS: Ottimo. Se il testo è tuo, ti faccio allora la domanda che prima non volevo porre:

Mi spieghi perchè bisognerebbe parlare del Perù, se si sta discutendo di Israele?

Quando discutiamo del Perù, qualcuno forse tira in ballo Israele?

O mi stai forse dicendo che finchè il male lo fanno gli altri, lo può fare anche Israele?

La questione è molto delicata, mi rendo conto, ma è anche molto semplice. Se tu ritieni che Israele stia agendo correttamente, lo dici e cerchi di spiegare il perchè. Se ritieni che stia sbagliando, lo riconosci e cerchiamo di capire dove stia il problema. (In questo senso, io una proposta la vado facendo da tempo).

Oppure se vuoi parlare del Perù, manda un articolo sul Perù e ne parliamo. Ma in questo momento è Israele che ha seminato morte in Libano, non il Perù in Ecuador. E qui facciamo "le notizie commentate", non le "Enciclopedie Critiche della Storia".

Neocons
Inviato: 3/9/2006 2:52  Aggiornato: 3/9/2006 2:52
So tutto
Iscritto: 19/7/2006
Da: Tel Aviv
Inviati: 17
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
No no assolutamente,non intendo certo dire che se il male lo fanno gli altri può farlo anche Israele ma ho già spiegaato i miei motivi sul perchè io semplicemente non possa non appoggiare questa guerra volta alla salvaguardia del nostro stesso futuro e della nostra sicurezza.
Tuttavia vi sono azioni e svolgimenti in tutta questa faccenda che si stanno svolgendo più difficili del previsto e delle cose sbagliate ci sono sicuramente..e ne sono consapevole.

Pasquino
Inviato: 3/9/2006 5:42  Aggiornato: 3/9/2006 5:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/7/2005
Da:
Inviati: 234
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
scusa Massimo le ultime 4 righe da te rimosse a me non sembravano affatto un attacco personale, ma un riferimento a quanto sta accadendo in questa ultima settimana alla quale seguiva una domanda di riferimento, alla quale chiedevo un ulteriore punto di vista a neocon. Non era una accusa a neocon, quindi credo sia stata (la domanda) male interpretata.

Comunque per la pacifica convivenza dei partecipanti del sito chiedo SCUSA.

Lo Stato al cittadino pignora, all'industriale elargisce, al banchiere regala.
bluelake
Inviato: 3/9/2006 8:16  Aggiornato: 3/9/2006 8:16
So tutto
Iscritto: 23/8/2006
Da:
Inviati: 18
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Scusa Neocons (Barbara Mella???),

Ma davvero hai scritto tu quell'intervento su criticare israele? non ti fa niente citarne la fonte originale comunque?

è questa? http://controcorrente.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=309021

o questa?

http://www.lisistrata.com/controcorrente2004/07criticareisraele.htm

o questa?

http://ilsignoredeglianelli.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=330632

Mah... dal novermbre 2004! Però! Sei attivo/a!

Ancora una domanda ehm, come ti devo chiamare ora, Neocona? ;), per favore, non volermene, ma mi sembra importante per capire il tuo stato d'animo: esiste un DNA ebraico secondo te?

E che cosa ne pensi di André Neher, "L'essence du prophétisme (Parigi, Calmann-Lévy, 1972, p. 311)", il quale , scrive che Israele è "il segno, per eccellenza, della storia divina nel mondo. Israele è l'asse del mondo, ne è il nervo, il centro, il cuore" (p. 311).

Che cosa ne pensi del mito della Terra Promessa?

Grazie per la tua gradita risposta.

Freeman
Inviato: 3/9/2006 9:24  Aggiornato: 3/9/2006 9:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 31/7/2006
Da: NiggahCity
Inviati: 2092
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Citazione:
Rimango del parere che prima di criticare il mio paese si debba fare una sorta di esame di coscienza generale su ciò che accade nel resto del mondo.

Ah, sì? E questo "diritto di non-prelazione" da dove discenderebbe? Non capisco davvero perché, prima di ciritcare un'ingiustizia o un abuso, dovrei mettermi a criticare la cronistoria di tutti gli abusi del mondo. Come diceva Mazzucco, sembra quasi che tu voglia dire "qua nessuno è un santo, allora tutti hanno il diritto di peccare e nessuno di criticare".
E poi, neocons, come diceva qualcun altro prima, non hai mai risposto in maniera articolata alle critiche motivate espresse ad altri argomenti emersi dai tuoi post precedenti, perché non ripartiamo magari da lì, invece di azzerare ogni volta la discussione? Ammesso che ti interressi discutere, ovvio, e non fare semplice propaganda.

"Non siamo noi a trovare la Verità. È la Verità a trovare noi. Dobbiamo solo prepararci. Si può invitare un ospite che non si conosce? No. Ma si può mettere la casa in ordine, così che, quando l'ospite arriva, si è pronti a riceverlo e a conoscerlo".
andry
Inviato: 3/9/2006 11:39  Aggiornato: 3/9/2006 11:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: put de zana
Inviati: 438
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Citazione:
non possa non appoggiare questa guerra volta alla salvaguardia del nostro stesso futuro e della nostra sicurezza.


mi spieghi, di grazia, come questa guerra possa essere a salvaguardia del nostro futuro?
grazie

ciao dal baglio

the shock must go on...
santommaso
Inviato: 3/9/2006 14:19  Aggiornato: 3/9/2006 14:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 66
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Una domanda per neocon.

Israele si reputa l'unico stato "democratico" della zona.
Quindi si presume che si comporti in maniera più umana rispetto ai "barbari" che la circondano.
Invece sembra che si comporti in maniera più barbara rispeto ai barbari.
Allora come si puo pretendere di fare la morale sul miglior modello di stato quando la differanza tra voi è gli altri non si nota?

Una domanda per tutti.

Io condanno certi atti di guerra, ma vorrei sapere da voi se dopo molti anni di aggressioni, gli uomini anche di buona volontà possano diventare aggressivi e di conseguenza dei "mostri" ai nostri occhi.

Forse la responsabilità (oltra alla cia che fomenta i casini nella zona) è anche dei paesi arabi della zona.
In fondo ogni guerra non ha mai un solo aggressore.

Zret
Inviato: 3/9/2006 23:07  Aggiornato: 3/9/2006 23:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/11/2005
Da: Inferno
Inviati: 184
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Olmert, Hezbollah, D'Alema, ONU, Libano, Israele... ma il ruolo del Vaticano, dei cavalieri di Malta, dei Gesuiti, dell'Opus Dei... il loro DIRETTO coinvolgimento nei conflitti, negli attentati (9 11 ecc.), nelle scie chimiche... fino a quando sarà così tranquillamente ignorato?

Hic Rhodus, hic salta!

Saluti.

javaseth
Inviato: 3/9/2006 23:10  Aggiornato: 3/9/2006 23:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/3/2006
Da:
Inviati: 1182
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Citazione:
ma il ruolo del Vaticano, dei cavalieri di Malta, dei Gesuiti, dell'Opus Dei... il loro DIRETTO coinvolgimento nei conflitti, negli attentati (9 11 ecc.), nelle scie chimiche... fino a quando sarà così tranquillamente ignorato?


Scrivi un libro, che me lo compro e lo metto vicino al Codice da Vinci....

Ciao
-javaseth

"..io vi mando come pecore in mezzo ai lupi; siate dunque prudenti come serpenti e semplici come colombe"
florizel
Inviato: 8/11/2006 11:44  Aggiornato: 8/11/2006 11:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Nulla di nuovo sul fronte internazionale
Citazione:
Sempre a proposito del "diritto alla difesa" di Israele, gli ispettori ONU hanno anche fatto sapere che il 95% delle bombe a grappolo trovate in Libano è stato lanciato negli ultimi tre giorni di battaglia, quando cioè si era ormai in vista di un accordo per il cessate il fuoco.

E all'alba di stamani, Israele ha "difeso" la sua "reputazione" giustificando così l'ultima strage di palestinesi:

"I responsabili militari israeliani stanno verificando se sia dovuto a un difetto nel fuoco dell'artiglieria il bombardamento di case civili palestinesi a Beit Hanun (Gaza). Lo riferisce il sito Ynet del quotidiano Yediot Ahronot. Secondo il sito, che cita imprecisate fonti militari israeliane, i cannoni dell' artiglieria erano stati punti verso una zona aperta utilizzata ieri per il lancio di razzi contro la citta' israeliana di Ashqelon. Su quella zona e' stato indirizzato il fuoco della artiglieria che ha invece colpito case abitate. La distanza fra le due localita', secondo Ynet, e' di circa un chilometro. Il giornale afferma che si indaga se ci sia stato una guasto tecnico."

Un "guasto tecnico".
Una nazione dotata di armi raffinatissime, fondata sull'annientamento sistematico dell'identità palestinese, avrebbe "mancato" il bersaglio, colpendo per "errore" un campo profughi...

Si legge ancora:

"In uno dei piu' gravi incidenti in sei anni di intifada, almeno 18 palestinesi (altre fonti sostengono che il bilancio degli uccisi e' di almeno 22), tra i quali donne e bambini, sono stati uccisi all' alba di stamane da colpi di cannone israeliani a Beit Hanun, nel nord della striscia di Gaza."

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA