Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


palestina : Il filo si è spezzato?
Inviato da Redazione il 26/7/2006 9:22:43 (6049 letture)

Poche ore fa Kofi Annan ha accusato Israele di aver volutamente bombardato la postazione ONU di Unifil, in Libano, nella quale sono morti 4 osservatori internazionali. ("I am shocked and deeply distressed by the apparently deliberate targeting by Israeli Defence Forces.…" / "Sono scosso e profondamente angustiato dall' attacco apparentemente intenzionale da parte dell'esercito israeliano…").

Dalle Nazione Unite ha immediatamente risposto l'Ambasciatore israeliano, dicendosi "profondamente indignato per questa accusa, che arriva quando ancora non abbiamo nemmeno potuto stabilire se la bomba fosse israeliana o libanese". L'Ambasciatore si augurava inoltre "che Annan voglia al più presto scusarsi con Israele" per l'infamante accusa.

Lo stesso Wolf Blitzer- un importante commentatore CNN, notoriamente filo-israeliano - è apparso stupito da questa dichiarazione, e ha chiesto all'Ambasciatore di confermare la possibilità ...

... che la bomba fosse effettivamente libanese.

L'Ambasciatore ha detto di non poterla escludere.

Forse aveva dimenticato che la stessa postazione, prima di essere distrutta, era già stata colpita una dozzina di volte dall'artiglieria israeliana, e che gli stessi soccoritori delle vittime del bunker sono stati fatti segno di ulteriori bombardamenti, sempre israeliani, nel corso del loro tentativo di trarre in salvo eventuali superstiti dalle macerie.

L'Ambasciatore ha anzi rincarato la dose, puntando il dito contro la "leggerezza di un uomo che occupa posizioni del livello di Kofi Annan" nel lanciare questo tipo di accuse urbis et orbis.

Purtroppo non posso descrivere con efficacia le espressioni facciali e l'intonazione della voce di Blitzer, ma ho avuto la netta sensazione che a quel punto qualcosa si fosse strappato nel silenzioso idillio che ha finora reso una certa stampa "mainstream", ufficialmente neutra, particolarmente tollerante di fronte agli evidenti abusi di ogni tipo da parte di Israele.

E' stata, lo ripeto, una pura impressione personale, ma la sua faccia sembrava dire con chiarezza "va bene tutto, ma quando è troppo è troppo".

Non contento della propria esuberanza, l'Ambasciatore israeliano ha infine ripetuto la sua richiesta affinchè venga implementata al più presto la famosa risoluzione ONU che impegnava le forze ufficiali libanesi a disarmare e tenere sotto controllo Hezbollah in tutta la fascia Sud del Libano.

E' davvero curioso notare con quale forza Israele sappia reclamare i propri diritti internazionali, quando il mondo intero attende ancora l'implementazione delle fondamentali risoluzioni ONU che dal 1967 impongono a Israele la restituzione dei territori occupati. Oppure ricordiamo, per restare in periodi più recenti, il suo eclatante rifiuto a ospitare la missione di osservatori ONU dopo l'eccidio di Jenin, o quello di adempiere alla richiesta - di per sè non vincolante, ma di certo significativa, con 151 voti favorevoli contro 6 contrari - dell'assemblea ONU di smantellare al più presto il muro che sta lacerando definitivamente quel poco che rimane della futura ipotetica nazione palestinese.

A queste prese di posizione decisamente inaccettabili, vanno aggiunte un paio di notizie che di certo non fanno onore a Israele, in un momento in cui si ritrova in mano - sempre più volente e meno nolente - le sorti del futuro del Medio Oriente, se non quelle dell'intero mondo cosiddetto civile.

Sempre dal Libano arrivano le accuse, portate dall'associazione internazionale Human Rights Watch, di aver usato contro i civili libanesi bombe a grappolo, che dopo aver distrutto e massacrato in ogni direzione, senza troppi riguardi per nessuno, hanno anche lo spiacevole effetto di lasciare il terreno cosparso di mini-ordigni inesplosi.

Per tutta risposta Israele ha fatto sapere che tali bombe non risultano proibite da nessun trattato internazionale.

Naturalmente dimentica che quei trattati - già di per sè discutibili - si riferiscono a guerre vere e proprie, e non a bombardamenti e attacchi indiscriminati e ingiustificati come quelli in corso contro il Libano in questi giorni.

Mentre da Gaza - ah già, Gaza, ricordate? - arrivano le accuse da parte di civili palestinesi di aver usato i propri figli come scudo umano nelle azioni di guerriglia urbana in corso attualmente nella striscia della disperazione.

Israele ha "vigorosamente respinto l'accusa". Se non altro, non ha avuto la faccia di dire che anche questi non siano proibiti dai trattati internazionali.

E a Roma le tartine al caviale sono finalmente pronte per l'incontro internazionale ad altissimo livello, al quale mancherà, significativamente, soltanto Israele.

Massimo Mazzucco

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Lestaat
Inviato: 26/7/2006 9:30  Aggiornato: 26/7/2006 9:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Il filo si è spezzato?
T'ho fregato Satirus.....

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
soulsaver
Inviato: 26/7/2006 9:33  Aggiornato: 26/7/2006 9:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/11/2005
Da: Roma
Inviati: 613
 Re: Il filo si è spezzato?
anche io....

Free from the need to be free "Mommy what's a Funkadelic, George Clinton 1970"
soulsaver
Inviato: 26/7/2006 9:41  Aggiornato: 26/7/2006 9:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/11/2005
Da: Roma
Inviati: 613
 Re: Il filo si è spezzato?
Breaking The Ranks:
UK Foreign Minister Criticizes Israel’s Military Tactics
Britain’s Foreign Office Minister, Kim Howells publicly criticized Israel's military tactics and urged the United States to 'understand' the price being paid by ordinary Lebanese civilians. Meanwhile Syria and Saudi Arabia have offered to help secure peace plans.

Rompere i ranghi:
Il ministro degli esteri Inglese critico sulla strategia militare israeliana.
Kim, Howells, ministro degli esteri inglese, è critico sulla strategia israeliana e chiama gli Stati Uniti a "comprendere" il prezzo pagato dai cittadini Libanesi. Nel frattempo Siria e Arabia Saudita si sono offerte per trovare soluzioni pacifiche [per la crisi].

Free from the need to be free "Mommy what's a Funkadelic, George Clinton 1970"
Redazione
Inviato: 26/7/2006 9:41  Aggiornato: 26/7/2006 9:42
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il filo si è spezzato?
Potete sempre "rivendergli" lo spazio, a questo punto...

(se ti fanno un prezzo troppo alto, Satirus, vieni da me. Un quarto posto è sempre meglio di niente...)

soulsaver
Inviato: 26/7/2006 9:51  Aggiornato: 26/7/2006 9:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/11/2005
Da: Roma
Inviati: 613
 Re: Il filo si è spezzato?
Human Rights Watch: Israel Dropping Cluster Bombs on Lebanese Civilians

Peter Bouckaert-Emergencies Director for Human Rights Watch
Just a few days ago we documented an attack, which took place last Wednesday, on the village of Blida, in which the Israelis used cluster munitions. Human Rights Watch has been very critical of the use of cluster and munitions by the U.S. military, because these are indiscriminate weapons. Basically what they are is one big shell, which opens up and drops a number of smaller bomblets over a very large area. Many of these bomblets don’t explode, so they effectively turn into mines.

In this one attack that we documented one elderly woman was killed and twelve people were wounded from one family, including seven children. The husband of the family lost both of his legs, and I interviewed him in the hospital two days ago. So we’re very concerned that Israel is using these indiscriminate weapons, cluster bombs, in populated areas. It’s simply not acceptable and is a violation of the Geneva Conventions, because these are indiscriminate and very, very dangerous weapons.

Free from the need to be free "Mommy what's a Funkadelic, George Clinton 1970"
Satirus
Inviato: 26/7/2006 9:56  Aggiornato: 26/7/2006 12:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/4/2006
Da: Luogocomune
Inviati: 511
 Re: Il filo si è spezzato?
Eh! Eh! sionisti!

Comunque non sono io che spio Mazzucco è lui che posta proprio mentre io leggo


luke14477
Inviato: 26/7/2006 10:00  Aggiornato: 26/7/2006 10:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/3/2006
Da: Imola
Inviati: 120
 Re: Il filo si è spezzato?
Quando il diritto viene così impunemente calpestato, quando la legge viene così impunemente violata, quando l'etica viene così impunemente immolata sull'altare....quando dopo tutto ciò c'è chi ancora difende l'operato di Israele....che speranza può rimanere all'uomo comune per un futuro migliore....in cosa dobbiamo credere per continuare ogni giorno a lavorare come somari per 2 lire...per chi o per cosa....a cosa serve tutto quello che mi circonda....
Sono leggermente angosciato....

...the matrix è già qui....
fratasso
Inviato: 26/7/2006 10:15  Aggiornato: 26/7/2006 10:15
So tutto
Iscritto: 3/6/2006
Da:
Inviati: 23
 Re: Il filo si è spezzato?
Confesso e faccio ammenda :
per la prima volta dopo tanto tempo prima di collegarmi con luogocomune mi sono letto Blondet e comedonchisciotte.
Giuro non lo faccio piu' : in fondo non è poi così grave e poi Blondet in questo momento è molto utile per "cercare" di capire .

lele83
Inviato: 26/7/2006 10:31  Aggiornato: 26/7/2006 10:31
So tutto
Iscritto: 28/6/2006
Da:
Inviati: 25
 Re: Il filo si è spezzato?
Ricordiamo qualche notizia che nessun telegiornale passa:
sono morti almeno 391 libanesi e 42 israeliani dall'inizio del conflitto, un rapporto di quasi 10 a 1, tipico del vecchio regime nazista.
Oltre alle cluster bomb come hai detto Massimo, che sono ancora più pericolose di quello che già sono se utilizzate in zone con un alta densiità di popolazione, perchè sono bombe che contengono al loro interno fino a 80 piccole bombe che vanno a coprire un vasto territorio, esplodendo quando arrivano a terra, ovunque sono, e se qualcosa "non funziona" e non esplodono, ecco il secondo pericolo, infatti possono essere calpestate o usate come giocattolo dai bambini... un pò come i purtroppo famosi pappagalli verdi... che triste...
In un'intervista un medico dell'ospedale di Tiro, ha dichiareto che alcuni feriti presentano "bruciature strane", riconducibili al fosforo bianco... e si anche qui... non c'è fine all'orrore...
Gli ospedali, come quello di Sidone non reggeranno un'altra settimana in queste condizioni, anche perchè non ci sono più vie di comunicazione con altri ospedali, mancano le medicine e tutto quello che serve per poter curare i feriti.
Mancano i mezzi di comunicazione, gli autobus, tutto. Per fare un tratto di strada che ci voleva mezz'ora prima, ora ci vogliono 6-7 ore, gli israeliani hanno bloccato tutto e non lasciano passare nessuno.
Mettono in ginocchio la popolazione...e gli aiuti non arrivano!!! Quello che più mi fa schifo è sentire dire da quella Condy Rice che non vuole sistemare la situazione adesso, magari in un modo non definitivo, per poi dover tornare tra qualche mese, ma preferisce aspettare e chiudere la faccenda in modo sicuro, anche tra qualche giorno... MA COM'E' POSSIBILE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! c'è da prendere a sberle una che dice una stupidata del genere!!!!
E noi siamo li ad aspettare come la manna la decisione che prenderanno oggi...insieme, tra l'altro, alla banca mondiale....questo dice tutto....

La Terra non è un regalo dei nostri genitori... ma un prestito dei nostri figli... rispettiamola!
pierone
Inviato: 26/7/2006 10:34  Aggiornato: 26/7/2006 10:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 299
 Re: Il filo si è spezzato?
Abbiamo sbagliato, non sono stati loro, è stata la temibile aviazione Hezbollah, dotata grazie a Siria ed Iran di temibilissimi aerei invisibili che possono alla bisogna anche truccarsi da aerei istraeliani, per ingannare il mondo.

Povera Istraele, la Cina (una delle vittime era un militare cinese) si è arrabbiata ancor più di Annan: l'ambasciatore a Pechino si è scusato (forse è più educato dell'ambasciatore presso l'Onu, che pretende scuse da chi rappresenta le vittime, dove siamo arrivati!) e ha promesso una seria inchiesta.

L'attacco al Libano era pianificato da tempo: La fonte è americana

Il filo si spezzerà??? Ho paura che sia troppo resistente.

Ramingo
Inviato: 26/7/2006 10:54  Aggiornato: 26/7/2006 10:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/10/2005
Da: Puglia
Inviati: 657
 Re: Il filo si è spezzato?
Citazione:
è stata la temibile aviazione Hezbollah, dotata grazie a Siria ed Iran di temibilissimi aerei invisibili che possono alla bisogna anche truccarsi da aerei istraeliani, per ingannare il mondo.

Caccia Romulani!?

Citazione:
Il filo si spezzerà???

Se intendiamo ilfilo di lana dell'arrivo...Sì,siamo arrivati.


P.S.
A Blondet bisognerebbe assegnargli un telegiornale!

La storia insegna che quando si diventa indifferenti e si perde la volontà di combattere, qualcuno che ha la volontà di combattere prenderà il sopravvento. Colonel Arthur "Bull" Simons
tommasso
Inviato: 26/7/2006 10:55  Aggiornato: 26/7/2006 10:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/5/2006
Da: ZENA
Inviati: 722
 Re: Il filo si è spezzato?
un mio piccolo articoletto:

ecco come audionews (trovato attraverso google news) commenta la notizia del 19 luglio: "17.37: Infuria la battaglia nel sud del Libano tra le milizie hezbollah e le truppe israeliane. Pesanti bombardamenti su Beirut. A Marun el-Ras, al confine con Israele, bombardata una base Onu piena di sfollati. Decine le vittime civili in tutto il paese. Morti anche in Israele. Razzi hezbolah colpiscono Nazareth: tre le vittime, due erano bambini. Il presidente siriano Assad chiede il cessate il fuoco "

scusa, non ho capito bene, colpita base ONU? e chi c'era dentro? chi è morto? è stato uno sbaglio? niente da fare, cambia subito discorso, e questo è anche l'unico sito che ne parla, basta cercare :"colpita base onu" su google news per trovare notizie che parlano della forza di pace onu e della sua missione volta a punire un popolo che si difende "clandestinamente", ma nessuno parla della base, perchè? dà forse un opinione sbagliata su quello che fa veramente Israele? non vogliono che si sappia che ha sbagliato?

eppure, con l'arrivo di internet molta gente ha iniziato a credere che l'informazione potesse essere veramente libera, senza essere influenzata dagli sponsor o dal numero di lettori/spettatori, eppure, anche in un sito come google le notizie vengono filtrate, in italia, dove la censura sembra non esistere, o c'è e non ce ne siamo nemmeno accorti?

proviamo con libero: cerchiamo sempre: "colpita base onu" , niente, anche lì l'unico trafiletto che si riesce a leggere è: "L'ottavo giorno di guerra in Libano, Galilea e Territori palestinesi è il più sanguinoso con oltre 70 morti libanesi. Colpita base Onu".

allora proviamo con le notizie ANSA, se non lo dicono lì vuol dire proprio che si sono inventati tutto: "(ANSA) - BEIRUT, 21 LUG - Tre postazioni dell'Unifil, la forza Onu in Libano, sono state colpite dall'artiglieria israeliana. Tre colpi di artiglieria sono arrivati sull'edificio dentro la base del Gruppo di Osservatori Libano (Ogl) nell'area di Marun Al Ras, provocando danni estesi a veicoli e costruzione, ma nessuna vittima. La stessa postazione era stata colpita ieri da altri quattro colpi di artiglieria. Nella base si trovano 34 civili provenienti dal vicino villaggio".

ci voleva molto?

tommasso.


http://luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?viewmode=flat&topic_id=1951&forum=12

"I nostri nemici sono creativi e pieni di risorse, e lo siamo anche noi. Loro non smettono mai di pensare a nuovi modi per danneggiare il nostro paese e la nostra gente, e nemmeno noi." 5 agosto 2004 G.W.Bush
Kolza
Inviato: 26/7/2006 11:00  Aggiornato: 26/7/2006 11:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: Il filo si è spezzato?
Come per la USS Liberty (8 giugno 1967), gli israeliani negano pure l'evidenza...
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=2100
http://www.disinformazione.it/ussliberty.htm

Saludos
Kolza

tccom
Inviato: 26/7/2006 11:00  Aggiornato: 26/7/2006 11:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: Il filo si è spezzato?
ciao MASSIMO

non ci vorrai mica far credere che qualcuno dei main stream si sta seriamente ponendo il problema?

passino le demolizioni controllate
passino le scie chimiche

...ma vediamo di non esagerare con le michiate, su!

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
Redazione
Inviato: 26/7/2006 11:14  Aggiornato: 26/7/2006 11:14
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il filo si è spezzato?
TCCOM_ "non ci vorrai mica far credere che qualcuno dei main stream si sta seriamente ponendo il problema?"

L'ho scritto nell'articolo, è stata "una pura impressione personale", e non voglio certo convincere nessuno.

Mi è sembrato però giusto farlo sapere.

soulsaver
Inviato: 26/7/2006 11:39  Aggiornato: 26/7/2006 11:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/11/2005
Da: Roma
Inviati: 613
 Re: Il filo si è spezzato?
U.S. To Give $30 Million in Aid to Lebanon
The U.S. vowed to give $30 million. The aid package to help the Lebanese people is a fraction of the $2.3 billion dollars that the U.S. gives Israel in military aid a year.

Generosità eh?
Voi gomblottisti anti-sionisti che vedete sempre il marcio dovunque...

Free from the need to be free "Mommy what's a Funkadelic, George Clinton 1970"
tccom
Inviato: 26/7/2006 12:23  Aggiornato: 26/7/2006 12:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: Il filo si è spezzato?
MASSIMO,
ovviamente ero in ironic mode...
hai fatto benissimo

la mia impressione è che comunque non credo si possa parlare di marea che comincia a montare come in altri contesti, vedi 11/9.

o forse si?

mah...sono francamente un pò scazzato...

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
Thibault
Inviato: 26/7/2006 12:30  Aggiornato: 26/7/2006 12:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Un mondo folle
Inviati: 343
 Re: Il filo si è spezzato?
Si vede che Kofi Hannan non capisce nulla, la struttura ONU è stata colpita da un ICBM proveniente dall'iran, per evitare che scoprano il rifornimento per gli hezbollah. E comunque chi da il diritto all'ONU di piazzarsi proprio dove arriveranno i colpi di artiglieria israeliana. Tanto si sa che per Israele "l'ONU cos'è?" (testuali parole di un soldato israeliano ad un membro della FAO in visita a nome dell'allora ministro Alemanno al ministro dell'agricoltura palestinese, in quell'occasione gli spararono anche addosso)
Tornando seri, le indagini serie promesse a Pechino non so perchè ma mi ricordano molto le stesse promesse da Clinton (oltre al risarcimento dei familiari delle vittime bocciato dal congresso) in occasione del cermis. Sul fosforo bianco, se confermato, diranno che è stato usato per illuminare le postazioni degli hezbollah, non come vera e propria arma (in fondo quando va via la luce chi non usa le candele al fosforo bianco?)
Cmq l'ambasciatore israeliano che chiede le scuse dell'ONU... Va bene tutto, ma ci vuole proprio una faccia di bronzo (per non dire di peggio) grande come quelle del monte Rushmore.
Riguardo alla Rice ha ragione, lasciamo fare ancora a Israele per una settimana e il libano sarà "in bolla", bello liscio pronto per il campionato del mondo di boccette. E poi le volete dare almeno una settimana per fare shopping, che è dall'uragano Katrina che non ha avuto più il tempo per farlo?
"Hanno fatto un deserto e l'hanno chiamato pace" LA pace di Israele.
P.S. Ma ancora a parlar male di Israele? Che branco di antisemiti

E' una tranquilla notte di regime
Grata
Inviato: 26/7/2006 12:57  Aggiornato: 26/7/2006 12:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/11/2005
Da: Italia
Inviati: 176
 Magdi Allam vergognoso !!!
ieri sera negli studi del TG5 era presente Magdi Allam il quale si è detto scettico sulla riuscita del Conferenza internazionale per il Libano sopratutto per l'assenza dei diretti interessati (penso si riferisse ad Israele visto che il Libano sarà rappresentato dal primo ministro Fuad Siniora).

detto questo ha altresì giustificato la reazione di israele in quanto sembra essere l'unico modo per far rispettare la risoluzione onu 1559 che chiede che tutte le rimanenti forze militari straniere presenti in Libano abbandonino il Paese, chiede il disarmo e lo scioglimento delle milizie libanesi e straniere presenti in Libano.

morale della favola:

è giusto che israele faccia quello che sta facendo in quanto supportata da una risoluzione dell'onu (quindi questo giustifica i bombardamenti sui civili e sulle basi onu !!????!!)

Magdi Allam non si scandalizzerebbe neanche se tale trattamento lo ricevesse israele stessa in virtù della sessantina di risoluzioni onu che non ha rispettato in passato ???!!!!

bleah !!!!

su una TV locale questa mattina alle 8.00 ho sentito la stessa giustificazione dalla bocca di Marco Pannella, ma forse poverino era a stomaco vuoto!

bleah !!!!

Kirbmarc
Inviato: 26/7/2006 13:05  Aggiornato: 26/7/2006 13:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/5/2006
Da: Arkadia-spazio profondo
Inviati: 1665
 Re: Magdi Allam vergognoso !!!
Forse Ot: per caso ieri sera ho visto un pezzo del TG2. C'era un anziano libanese che parlava di come gli israeliani non hanno rispettato il loro stesso avviso di concedere un certo periodo di tempo ai libanesi per andarsene dai villaggi e di come hanno cominciato a sparare sulla folla molto prima della scadenza del termine. Per un attimo mi sono stupito che fosse stato intervistato dal Tg2, poi l'intera faccenda è passata sotto silenzio (neanche un commento dal giornalista o in studio). Quindi probabilmente...

Ibarruri
Inviato: 26/7/2006 13:44  Aggiornato: 26/7/2006 13:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/6/2006
Da: Pianeta Terra (presumo)
Inviati: 61
 Re: Magdi Allam vergognoso !!!
E' appena cominciata la conferenza stampa post summit dove, ovviamente, Israele non era presente...
Devo confessare che quando ho letto stamattina del bombardamento di una sede ONU ho pensato fosse stata una relativa fortuna. Fortuna ovviamente tra molte virgolette, ma comunque utile per mettere in discussione ancor di più Israele e le sue azioni... ma sono pronta a giocarmi la testa che non sarà così.
A mio modesto parere questo incontro dei massimi vertici sarà inutile e non porterà di certo il "cessate il fuoco".
L'unica mia speranza è che almeno il governo Italiano si comporti decentemente.
Nell'intervista al Presidente libanese pubblicata oggi dal Manifesto, Lahoud risponde così alla domanda sull'atteggiamento del governo Prodi:

"E' meglio di tanti altri governi europei e, naturalmente, di quello degli stati uniti. L'Italia sta cercando una strada che ci permetta di portarci fuori da tutto ciò che stimamo vivendo ma ci rendiamo conto della grande influenza dell'Ue sul governo di roma; quindi non so quanta libertà di manovra abbiano i dirigenti italiani."

Sembra abbastanza positivo, ma non vorrei si trattasse di un giudizio di "cortesia"....

Io viaggio per il mondo. Un giorno, in un bar, un tale mi ha domandato: " Ma dove stai andando?" Ho sorriso e gli ho offerto da bere.
Dove sto andando? Magari lo sapessi!
Pausania
Inviato: 26/7/2006 15:54  Aggiornato: 26/7/2006 15:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Magdi Allam vergognoso !!!
Io adovo il nostvo Ministvo degli Estevi:

sono riusciti a parlare per mezz'ora in conferenza stampa senza nominare MAI Israele, se non una sola volta, per dire che Israele concede un corridoio umanitario per le popolazioni del Libano.

Tutta il discorso è sul Libano sui terroristi sull'ONU e non una parola su chi sta distruggendo.

Se uno non sapeva niente pensava che la guerra era tra Hezbollah e il Governo di Beirut

ALLUCINANTE!!!!!

tccom
Inviato: 26/7/2006 16:42  Aggiornato: 26/7/2006 16:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: Magdi Allam vergognoso !!!
e intanto comincia il balletto degli AGGETTIVI:

************
Non tutto, però, è filato liscio. La Francia, ad esempio, parte da Roma delusa per non essere riuscita ad ottenere consenso sulla necessità di una cessazione "immediata" delle ostilità tra Israele e Libano. Lo dice il ministro degli Esteri di Parigi, Philippe Douste-Blazy, dispiaciuto per il fatto che nella dichiarazione finale si parla solo di una cessazione "urgente" delle ostilità.

"Abbiamo lungamente discusso con la signora Rice - dichiara, al termine dei lavori - la signora Rice proponeva che si lavorasse immediatamente sulla cessazione delle ostilità. Noi, invece, volevamo una cessazione immediata delle ostilità. non abbiamo raggiunto un accordo e ci siamo messi d'accordo perchè si lavori in modo molto urgente sulla fine delle ostilità. Noi avremmo preferito la parola 'immediato' piuttosto che il carattere 'urgente' e io l'ho fatto presente".
************

da Repubblica on line di oggi

ma ditemi voi se alla fine bisogna consolarsi con i francesi


...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
redoctober
Inviato: 26/7/2006 16:44  Aggiornato: 26/7/2006 16:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Magdi Allam vergognoso !!!
io non vorrei andare OT ma mi spiegate a cosa è servita la conferenza di oggi? oltre a farsi belli da parte di alcuni.....tanto loro atsanno qui a parlare, mentre laggiù vengono attaccati anche gli osservatori dell'ONU ma allora a cosa serve????

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
lele83
Inviato: 26/7/2006 16:48  Aggiornato: 26/7/2006 16:48
So tutto
Iscritto: 28/6/2006
Da:
Inviati: 25
 Re: Il filo si è spezzato?
vergognoso.... è proprio qesto il problema Pausania, se non ci si informa in modo autonomo si resta dentro questa campana silenziosa dove tutto è ovattato, non una notizia interessante e vista in modo oggettivo, solo quei deficienti che si affollano per la loro squadra del cuore...
Addirittura ieri sera al tg5 era posto sullo stesso livello la tensione e l'apprensione per la sentenza su calciopoli e il convegno di oggi per la pace (se cosi la si può chiamare!). Poi non è vero che Israele non è presente, ci sono i suoi padroni, c'è chi dirige la scena, Israele è solo il mezzo utilizzato dagli stati uniti per controllare il medio oriente, o quello che rimane di esso.

La Terra non è un regalo dei nostri genitori... ma un prestito dei nostri figli... rispettiamola!
hombre
Inviato: 26/7/2006 16:49  Aggiornato: 26/7/2006 16:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/12/2005
Da: sud
Inviati: 100
 Re: Il filo si è spezzato?
Sarebbe stato più giusto postare su “ebrei dove siete”, la mancanza di tempo mi ha impedito di farlo prima.
Adesso ho visto che lì la discussione ha preso altre pieghe e, quindi, posto qui. Credo che, comunque, quello che ho da dire sia pertinente anche con questa nuova discussione.
Non sono convinta di quello che sto facendo, ho notato un’impressionante levata di scudi su LC che mi spaventa e toglie ogni possibilità di discussione.
Prego chi legge di tener presente che dietro le mie affermazioni non c’è alcuna presa di posizione, ma solo un disperato tentativo di capire, di dare diverse letture a quello che, per adesso, mi sembra un coro monocorde.

Se è possibile chiedersi “ebrei dove siete”, deve esserlo altrettanto chiedersi “cristiani dove siete, dove eravate” quando la Francia, nazione cristiana ad alto tasso di Vandea, divideva Siria e Libano, quando utilizzava per il suo predominio le stragi dei cristiano maroniti.
Se è giusto condannare oggi Israele (e implicitamente giustificare la Siria che sostiene gli Hezbollah), è giusto ricordarsi che nel 1976 i falangisti, coperti dai siriani, sterminarono a Tall el Zaar 3000 palestinesi.
E’ giusto ricordare che i siriani, fino ad un attimo prima alleati dei palestinesi, voltarono loro le spalle ed appoggiarono le truppe israeliano/falangiste.
Ma allora la causa palestinese è una semplice merce di scambio, non un popolo, non bimbi che muoiono, e le accuse che muoviamo ad Israele le possiamo muovere agli stessi musulmani, agli europei, a noi tutti insomma?
E dobbiamo ricordarci la posizione della Siria durante la Guerra del Golfo, che le fruttò molti dollari americani.

E in questo groviglio ci sono solo gli interessi di Israele sui territori, o anche altri interessi dei siriani, giordani, francesi, italiani, tutti pronti a spartirsi il ruolo di difensore, chi degli israeliani, chi dei palestinesi, in un gioco al massacro che investe TUTTI, nessuno escluso?

Non credo che in ballo ci siano due soldati rapiti, avete sottolineato molto bene l’assurdità dell’assunto. Appunto, c’è dell’altro.
In Libano è in atto un grosso processo di privatizzazione di tutte le funzioni statali, dall’energia, alla telefonia, alle acque, alle infrastrutture. Questo si aggiunge al valore strategico che la zona ha sempre avuto.
Il piatto in ballo è questo, non i due soldati, né la sicurezza di Israele, né la causa palestinese.
Sono in ballo grosse speculazioni edilizie, il trasferimento delle emittenti satellitari arabe in Libano; entro il 2007 saranno privatizzate due licenze di telefonia satellitare mobile (valore, oltre 3 miliardi di dollari).
Senza dimenticare la modernizzazione dell’apparato amministativo (progetto UE) con un investimento di 38 milioni di euro, l’aviazione civile, le tecnologie informatiche, i trasporti (compresi porti ed aeroporti). E le trivellazioni progettate sui giacimenti libanesi costieri.
Nel 2005 o 2006 il Ministro libanese per l’Energia ha iniziato ad accelerare la privatizzazione di Electricitè du Liban.
In tutto questo gli interessi dei “cristiei” sono forti.
Ma anche gli interessi dei musulmani non scherzano.
Con il ritiro delle sue truppe, la Siria ha perso le rimesse dei lavoratori siriani in Libano, una voce importante della sua economia. Questi lavoratori non erano molto amati dai libanesi, ed il loro posto (anche nell‘odio) rischiano di prenderlo i palestinesi ,che li stanno lentamente sostituendo.
Gli Hezbollah (che sono finanziati dai siriani) appoggiano i palestinesi, il che vuol dire che la Siria appoggia il venir meno delle rimesse che prima le giungevano dai suoi lavoratori in Libano. Mi puzza. Ancora una volta i palestinesi sono merce di scambio.
La Siria e gli Usa (e quindi anche Israele che è accusata di dirigere la politica americana) si scazzano ma poi fanno grossi affari.
L’11 maggio scorso la Marathon Oil Company di Houston ha stipulato un accordo per lo sfruttamento di due giacimenti siriani di gas e petrolio.
Ci sono altre 3 compagnie USA pronte in Siria per lo stesso motivo, la Ipr, la Devon Energy e la Gulfsands Petroleum.
Le sanzioni Usa in Siria, però, ci sono, ma la Siria le aggira con le banche libanesi.
Gli affari che le sono proibiti li compie così.
Per es., la Bank of Syria è collegata alla Bank du Liban e d’Outre Mer.
La Siria controlla, inoltre, le narcomafie libanesi.
Il defunto Assad controllava e tassava i laboratori e le piantagioni libanesi.
Gli USA hanno sempre usato i vari dossier per piegare la politica siriana in medio Oriente, pena la distruzione di queste piantagioni.

E anche noi italiani, cristianissimi figli di Santa Romana Chiesa, abbiamo forti interessi in Libano, come dimostra la prima nostra avventura militare del 1982.
Fu allora che l’Italia usò per la prima volta, in una missione all’estero, la bandiera militare, per sottolineare che in Libano ci andavamo militarmente.
Anche allora i libanesi si scannavano (ah, questi orientali, non sanno cosa sia la civiltà), anche allora l’Onu dormiva e Israele massacrava.
Ma la prode Italia ruppe gli indugi e fu promotrice di una rapida azione insieme a francesi ed americani.
Gli Usa protessero Israele, la Francia i suoi cristiano-maroniti e noi le truppe di Arafat, ad ennesima dimostrazione che la causa palestinese è solo una merce di scambio.
Grazie ai palestinesi, i titoli Fiat ebbero un po’ di respiro, beh, occorrevano molti blindati pesanti Fiat, Arafat non lo proteggi con la Punto.
Le similitudini con 20 anni fa sono da brividi.
Allora avevamo il primo presidente socialista, l’amato Pertini, colui che autorizzò l’installazione degli euromissili, oggi abbiamo il primo presidente ex comunista.
All’epoca avevamo un attivo ministro della Difesa socialista, oggi abbiamo un attivo ministro degli Esteri ex comunista, entrambi promotori delle iniziative pro-Libano.
All’epoca avevamo la P2, oggi abbiamo la moglie dell’attivo che ringrazia Gelli.
E poi avevamo i Mondiali di Spagna, e oggi quelli di Francia.
Siamo sempre stati buoni con i libanesi. Un elicottero ha persino portato regali natalizi ad una comunità.

Oggi Israele è accusata di aver bombardato l’ONU in Libano. Probabilmente è vero, e magari la sua cattiveria risulterà funzionale alla stessa equa ripartizione dei compiti di 20 anni. Agli Usa la difesa di Israele, alla Francia quella dei cristiani, a noi quella dei palestinesi (leggi Siria, dei palestinesi a noi non ce ne frega nulla).

Il Libano è un piatto molto ricco, che vogliono spartirsi tutti, chi usando la causa palestinese, chi la minaccia di Israele.
Un po’ di guerre, un po’ di massacri, e il prezzo di tutto (elettricità, petrolio, telefonia) si abbasserà.
Dopo aver fatto finta di alzare la voce e di difendere cristiani, israeliani e palestinesi, tutti si stringeranno la mano e faranno ottimi affari.
I palestinesi alla prossima puntata.

Certo, la Siria, affari a parte, è un pericolo, una mina vagante nelle mani dell’Iran, vero grosso nemico, che a sua volta ha ambigui rapporti con la Cina, vero grossissimo nemico.
Magari verrà il momento in cui saremo tutti costretti a unirci contro i cinesi, e allora vedremo siriani, israeliani, palestinesi, francesi, tutti insieme, scurdammc o passat.
Dipende da quello che succederà nei prossimi anni.
Ma, intanto, non facciamoci prendere per i fondelli credendo veramente ai cattivi israeliani, ai paladini della causa palestinese e a Babbo Natale in Libano.
Spero non mi lapidiate.
Shalom e Salam Aleikum, esseri umani di LC, né cristiani, né ebrei, né musulmani, solo esseri umani.

andry
Inviato: 26/7/2006 17:00  Aggiornato: 26/7/2006 17:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: put de zana
Inviati: 438
 Re: Magdi Allam vergognoso !!!
Citazione:
io non vorrei andare OT ma mi spiegate a cosa è servita la conferenza di oggi? oltre a farsi belli da parte di alcuni.....tanto loro atsanno qui a parlare, mentre laggiù vengono attaccati anche gli osservatori dell'ONU ma allora a cosa serve????

assoltuamente a niente per quello che ne sappiamo noi.lo sappiamo ormai che la politica al livello nazionle e internazionale non si svolge in questi salotti mediatici ma in ben altri.

ciao dal baglio

the shock must go on...
lele83
Inviato: 26/7/2006 17:23  Aggiornato: 26/7/2006 17:33
So tutto
Iscritto: 28/6/2006
Da:
Inviati: 25
 Re: Il filo si è spezzato?
Nessuno vuole o ha intenzione di lapidarti pe quello che hai detto, se almeno qui non ci scmabiano opinioni su argonenti seri dove possiamo farlo???
Il fatto è che la situazione da come la descrivi è molto più complicata, ci sono interessi di controllo che vanno al di la del "solito" petrolio. Però a sto punto cosa bisogna pensare? a chi credere? e a chi non credere?
Nessuno in quel territorio è in buona fede, tutti sicuramente hanno interessi, ma non può proseguire questo massacro incivile verso la popolazione.. sembra quasi il gatto che gioca con il topo che tiene ormai per la coda..poi lo lascia scappare..poi lo riprende e cosi via....

La Terra non è un regalo dei nostri genitori... ma un prestito dei nostri figli... rispettiamola!
Paxtibi
Inviato: 26/7/2006 17:47  Aggiornato: 26/7/2006 17:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Il filo si è spezzato?
Ottimo post Hombre, ma non mi sembra che qui si stiano facendo liste di buoni e di cattivi. Gli interessi in gioco sono molteplici, è vero, ma non si può non distribuire a ciascuno le sue responsabilità.
Hezbollah non è Babbo Natale, ma è il governo israeliano a bombardare i sobborghi di Beirut, sono gli americani a fornirgli le armi, e tutto il mondo regge la candela: ognuno fa la sua parte, di cui dovrebbe essere chiamato a rispondere.

È evidente però che l'elemento di disturbo in Medio Oriente sia Israele, e di questo sono colpevoli anche tutte le potenze che quasi un secolo fa progettarono questo carnaio, e dovrebbe essere chiaro a tutti che se non si ferma l'afflusso continuo di soldi e armi verso di esso il mondo intero vi verrà trascinato.
Newt Ginrich ha già parlato di terza guerra mondiale, tanto per essere precisi.

E, sempre a proposito di assumersi le proprie responsabilità:

E anche noi italiani, cristianissimi figli di Santa Romana Chiesa, abbiamo forti interessi in Libano, come dimostra la prima nostra avventura militare del 1982.

Ma non eravamo uno stato laico? Com'è che quando lo stato laico fa cazzate, diventiamo tutti – magicamente, direi – cristianissimi figli di Santa Romana Chiesa?

Wintermute
Inviato: 26/7/2006 17:55  Aggiornato: 26/7/2006 17:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: aree riservate e protette
Inviati: 1096
 Re: Il filo si è spezzato?
me ne esco con un totaly OT, ma neanche tanto:

in uno dei siti che visito (circa) spesso,
http://www.we-make-money-not-art.com/
(quelli della serie "arte") ho trovato una cosa molto carina (come idea, il contenuto è molto triste )

per chi pensa che le immagini valgano di più delle parole, ecco il
Contatore Visuale delle Vittime

allego screenshot:


vi prego di notare e di far notare il rapporto tra Israeliti VS tutti gli altri...

ps:
ho trovato anche quello
USA/Iraq

Salvo il mondo...
ma con quale estensione?
pierone
Inviato: 26/7/2006 18:12  Aggiornato: 26/7/2006 19:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 299
 Re: Il filo si è spezzato?
HOMBRE:

Hai perfettamente ragione se intendi dire che non si tratta di separare i "buoni" per definizione dai "cattivi" per definizione.

Ho scoperto, grazie al Tuo post, che nel 1973 vi fu un massacro (assolutmente immotivato se si potesse veramente parlare di motivi per lo sterminio sistematico di intere famiglie inermi) di un intero villaggio libanese "cristiano" a opera dell'OLP e nonostante l'opposizione del leader della sinistra libanese alleata dei palestinesi Jumblatt, non è una cosa meno orrenda dei villaggi libanesi oggi rasi al suolo.

Detto questo ed a maggior ragione occorre denunziare ciò che accade oggi, occorre denunziare un sistema dell'informazione che copre le responsabillità di uno stato che si fà scudo di una, rispettabilissima, fede religiosa, che definisce autodifesa, o nella migliore delle ipotesi risposta esagerata veri e propri i crimini di guerra (i crimini di guerra rimangono tali anche se dovesse costituire la risposta al crimine del nemico).

Pace anche a Te, sinceramente.

Trito
Inviato: 26/7/2006 19:22  Aggiornato: 26/7/2006 19:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/1/2006
Da: Milano
Inviati: 218
 Re: Il filo si è spezzato?
Citazione:

Hezbollah non è Babbo Natale, ma è il governo israeliano a bombardare i sobborghi di Beirut


Si potrebbe anche dire allora: "Israele non è Babbo Natale, ma è hezbollah a fare attentati a destra e a manca".

Alcuni dicono che il Papa è il cardinale più grande.
Ma altri insistono che non può essere, dal momento che ogni Papa ha un successore.
Cassandra
Inviato: 26/7/2006 19:23  Aggiornato: 26/7/2006 19:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Il filo si è spezzato?
Hombre,

(anche se sei femminuccia...;))
non so se sei ancora qui o il tuo post era un mordi e fuggi, ma sarei interessatissima ad avere links riguardanti ciò che affermi. In particolare, le privatizzazioni, gli interessi petroliferi, il coinvolgimento di multinazionali europee eccetera. Mentre le invettive mi fanno sbadigliare, le informazioni sono sempre preziosissime.

Puoi farcela? Te ne sarei molto grata!

PS Una perplessità: ma se c'era in atto un grande processo di privatizzazione ad opera di compagnie europee, possiamo inquadrare il bombardamento a tappeto delle infrastrutture come (l'ennesimo, direi) atto di guerra economica contro l'Europa da parte di USA&friends?

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
Paxtibi
Inviato: 26/7/2006 19:32  Aggiornato: 26/7/2006 19:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Il filo si è spezzato?
Si potrebbe anche dire allora: "Israele non è Babbo Natale, ma è hezbollah a fare attentati a destra e a manca".

Dillo pure, se ti va di dire una cosa senza senso: cosa c'entrano gli attentati – e quali, poi, quello di Hariri col cratere sotto l'asfalto, forse? – con la distruzione sistematica di un paese?

Le cose sono semplici: Israele preparava da tempo l'attacco, ha sconfinato in territorio libanese e, allorché i suoi uomini sono finiti in un'imboscata si è detto attaccato e ha cominciato a bombardare non già le postazioni di Hezbollah, ma condomini, fabbriche di latte, semplici civili che cercavano di fuggire.

Deprecabili anche i lanci di katiusha sui civili in Israele, certo, ma non scordare che si tratta – in questo caso sì – di rappresaglia in risposta ad un attacco illegale, indiscriminato e feroce.

bandit
Inviato: 26/7/2006 19:45  Aggiornato: 26/7/2006 19:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 1649
 Re: Il filo si è spezzato?
Pax:
"Deprecabili anche i lanci di katiusha sui civili in Israele, certo, ma non scordare che si tratta – in questo caso sì – di rappresaglia in risposta ad un attacco..."
+++++++++
fammi solo sottolineare il tuo "in questo caso"

Redazione
Inviato: 26/7/2006 19:49  Aggiornato: 26/7/2006 19:51
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il filo si è spezzato?
Per chi mastica un pò di francese (c'è anche G. Chiesa sulle prigioni della CIA):

_____________________________________________________

** Le Monde diplomatique **

Août 2006

DANS CE NUMÉRO

* Le Mexique fracturé, par Ignacio Ramonet. http://www.monde-diplomatique.fr/2006/08/RAMONET/13739

PROCHE-ORIENT

* Carte blanche aux incendiaires, par Alain Gresh Lire l'extrait dans « La valise diplomatique » : « Quand la France défendait le Liban » (21 juillet 2006) http://www.monde-diplomatique.fr/carnet/

* Gaza, « le monde se ferme sur nous », par Laila Al-Haddad.

* La Cisjordanie, nouveau « Far Est » du capitalisme israélien, par Gadi Algazi. * Exploitation religieuse (G. A.).

ZÈLE EUROPÉEN

* L'archipel des prisons secrètes de la CIA, par Giulietto Chiesa (aperçu). http://www.monde-diplomatique.fr/2006/08/CHIESA/13832

CLIENT-ROI

* Vers un tourisme sexuel de masse ?, par Franck Michel.

UN PAYS PRÉCURSEUR

* Comment l'excision recule au Burkina Faso, par Hubert Prolongeau. * Un des combats de Thomas Sankara (H. P.).

AMÉRIQUE LATINE

* Une Internationale... de la santé, par Hernando Calvo Ospina.

UN VILLAGE-MONDE AU QUÉBEC

* Longue vie à Saint-Camille !, par Bernard Cassen (aperçu). http://www.monde-diplomatique.fr/2006/08/CASSEN/13778

FRANCE

* Retour sur la grande révolte des banlieues, par Denis Duclos.

QUELLE SOCIÉTÉ FUTURE ?

* Dernières nouvelles de l'Utopie, par Serge Halimi (aperçu). http://www.monde-diplomatique.fr/2006/08/HALIMI/13743

UN MONDE EN RÉSEAU

* Télétravail à prix bradés sur Internet, par Pierre Lazuly (aperçu). http://www.monde-diplomatique.fr/2006/08/LAZULY/13745

Trito
Inviato: 26/7/2006 20:01  Aggiornato: 27/7/2006 19:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/1/2006
Da: Milano
Inviati: 218
 Re: Il filo si è spezzato?
Citazione:

possiamo inquadrare il bombardamento a tappeto delle infrastrutture come (l'ennesimo, direi) atto di guerra economica contro l'Europa da parte di USA&friends?


Eh sì, solo USA and friends sono cattivi... gli altri sono sempre delle povere vittime. Sicuramente se vengono compiuti degli atti scellerati sono opera loro.


Citazione:

cosa c'entrano gli attentati – e quali, poi, quello di Hariri col cratere sotto l'asfalto, forse? – con la distruzione sistematica di un paese?


La distruzione sistematica di un paese la vedono solo coloro che gonfiano ad arte le notizie (vedasi Jenin). Qualche bomba qua e là non può certo radere al suolo il libano. E poi, cosa può fare israele se i membri di hezbollah sono tanti?
In questa guerra nessuno è esente da colpe, questa è la verita, ma secondo molti di voi, poiché israele è militarmente più forte e alleato degli stati uniti, allora è automaticamente più cattivo e spietato. I poveri hezbollah, invece, reagiscono solo alle numerose offese dei cattivoni israeliani.


Citazione:

Israele preparava da tempo l'attacco


E allora? Perché hezbollah non pianifica gli attentati? Israele ha preventivato anche questo scenario e il sequestro dei militari è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso.

****************************************************

TRITO: Ti ricordo che rivolgersi a chi legge con un "voi" generico è scorretto da una parte, in quanto non tutti gli iscritti la pensano allo stesso modo, mentre dall'altra "personalizza" la discussione (contro la nostra regola), mettendoti nella posizione di essere attaccato. Se vuoi che qualcuno ti risponda, ti invito quindi a riformulare il post, difendendo le idee in cui credi, ma senza "personalizzare" in alcun modo quelle altrui. Grazie

LA REDAZIONE


******************************************************

Ho fatto le dovute modifiche, ora dovrebbe andare.


******************************************************

Ti ringrazio. Spero che serva da esempio anche ad altri. Come vedi, le tue idee non hanno perso nessuna forza, anzi...

LA REDAZIONE

Alcuni dicono che il Papa è il cardinale più grande.
Ma altri insistono che non può essere, dal momento che ogni Papa ha un successore.
Pausania
Inviato: 26/7/2006 21:46  Aggiornato: 26/7/2006 21:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Il filo si è spezzato?
Massimo, che noioso!

Ma non l'hai capito che Trito aveva inserito l'ironic mode?

Come dite? Era serio? Ooooooops

Vabbè, ma allora lascia almeno che Linucs ci delizi col suo megapost

LIIIIIIIIINUUUUUUUUUCS!!!!!!!!1

dupall
Inviato: 26/7/2006 21:53  Aggiornato: 26/7/2006 22:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/1/2006
Da:
Inviati: 114
 Re: Il filo si è spezzato?
Chiedo scusa a tutti in anticipo.... sono giorni che leggo i commenti e confronto i links... e Blondet mi è entrato nella testa...

***********************
PARZIALMENTE RIMOSSO

LA REDAZIONE
***********************


GUARDATE LE FOTO DEI CIVILI (alcuni a 5 anni NON possono esser guerriglieri) e zittitevi! ZITTITEVI E VERGOGNATEVI!!!!!!!

CI SONO I BAMBINI CARBONIZZATI... MORTI ATROCEMENTE MENTRE QUA SI DISCUTE DI AGGETTIVI E DI STRONZATE....

Sono sicuro che la pagherete... la pagherete cara... occhio per occhio come vuole la vostra stupida ed insulsa legge.

dupall
Inviato: 26/7/2006 22:02  Aggiornato: 26/7/2006 22:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/1/2006
Da:
Inviati: 114
 Re: Il filo si è spezzato?
Inoltre ho letto le analisi fatte da questa "Hombre" in merito agli interessi economici ecc.ecc..... e penso che per ogni paese si possano "estrapolare" delle notizie che coinvolgono potentati e lobbies. Per ogni paese si possono "costruire" o "immaginare" flussi monetari e/o grandi cospirazioni... anche per l'Italia, l'Inghilterra.... (tanti altri scegliete pure) ma in POCHI posti al mondo arriva un ALTRO stato e bombarda le infrastrutture civili e logistiche.

I bombardamenti deliberatamente assassini sono un marchio che non potrà venir dimenticato... chi oggi vive sotto le bombe non potrà certo dimenticare tutto!

Con che faccia (da c....) si potrà pensare di fermare le azioni di vendetta ??? Oppure si cercano proprio quelle per la soluzione finale !

Sono proprio sconfortato (sarà la lettura del Corriere...) ma mi vergogno per baffino, mortadella e per mr. Ungheria-liberata-da-invasione (scritti in minuscolo volutamente).... in che mani: dal nano al ciclista.... in che mani siamo finiti!

DIVA
Inviato: 26/7/2006 22:10  Aggiornato: 26/7/2006 22:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2004
Da:
Inviati: 530
 Re: Il filo si è spezzato?
Dupall

l'odio altrui non va nutrito con la stessa moneta.

Ho fin troppo detto..e non oggi..qualche anno fa (Mazzucco lo sa ) cosa
penso dei poteri forti ebraici.
Con questo non voglio essere partecipe di odi razziali/religiosi.
Io non ho religione...attenzione....non avere religione non equivale ad essere atea...(poi magari vi diro' che sono pure atea..ma e' un'altra storia)


Quando si parla di Nuovo ordine Mondiale con qualcuno..vedi occhi che ti guardano come si guarda un marziano......allora ti fermi...pensi..ma non sara' che ho troppe "farfalle" in testa ?

Ma la storia e' storia...non c'e' farfalla o fenicottero che possa denaturarla.

Basta solo liberare la mente dagli insegnamenti ricevuti nel tempo e avere la voglia e la mente sgombra....

Israele non e' il male assoluto, non e' tutto il male..penso a molti israeliani..persone come me..che hanno un lavoro una vita una famiglia, la tv . le ferie, il mutuo..... essì...gli uomini sono uomini quasi dappertutto...


non e' la GENTE (e uso il maiuscolo perche' la gente merita il maiuscolo) che deve sopportare le colpe della sua classe dirigente. E forse nemmeno la classe dirigente puo' molto , asservita come e' al potere economico (cosa non imputabile solo ad Israele..senza andare troppo lontano io dire senza ombra di dubbio..Italia)

Pero' devo aggiungere che per 60 anni gli Ebrei (ebrei come etnia e non come religione ) hanno mostrato al mondo le ferite della guerra razziale perpretata nei loro confronti.
Forse a ragione..senza forse ma ...con molti pero' (almeno da parte mia)

Come in Italia, vittima e succube di un regime dittatoriale che la porto' in una guerra folle, alleata di una nazione nazista e che perpreto' l'odio razziale , alla fine fu decretato per costituzione che il solo tentare di ritornare col pensiero a quei momenti era ed e' reato,

chiedo al popolo vittima di tanto odio razziale, vittima di un olocausto, come puo' accettare oggi che lo Stato che ha voluto e proclamato suo, possa aggredire ed ammazzare gente inerme , persone..non militari o terroristi..gente che sta a casa sua e sta cenando..
chiedo al popolo superstite dell'Olocausto...se per voi ha ancora significato la parola MAI PIU'....o se questa parola appartenga solo a cio' che accade al vostro popolo

alcenero
Inviato: 26/7/2006 22:14  Aggiornato: 26/7/2006 22:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/12/2005
Da: Grassy Knoll
Inviati: 318
 Re: Il filo si è spezzato?
Da Repubblica.it

18:45 Razzo israeliano colpisce camion di aiuti Onu
Un camion carico di aiuti umanitari dell'Onu è stato colpito da un razzo israeliano nella parte orientale del Libano nei pressi del confine con la Siria, ha riferito l'emittente Tv al Arabiya. L'emittente si è limitata a riferire in maniera stringata l'informazione con una striscia in sovrimpressione e non ha per il momento aggiunto alcun dettaglio.


19:02 Nuovi raid israeliani su postazione Onu
I caccia israeliani stanno continuando a bombardare non lontano dalle postazioni delle Nazioni Unite, nel sud del Libano, nonostante l'attacco di ieri che ha provocato la morte di quattro osservatori dell'Onu. Lo ha indicato Jane Holl Lute, vicesegretario generale dell' Onu per le operazioni di mantenimento della pace, intervenendo oggi a Palazzo di Vetro dinnanzi al Consiglio di Sicurezza. Secondo Holl Lute, l'Unifil (la forza di interposizione Onu in Libano) le ha segnalato oggi 21 operazioni verificatesi in un perimetro di circa 300 metri attorno alla postazione di Khiam (quella dell'incidente di ieri), oltre a 12 tiri di artiglieria in un raggio di 100 metri, quattro dei quali hanno centrato la postazione.

Chiaro il messaggio: MANDATECI LA NATO (CIOE' GLI AMICI USA) PERCHE' L'ONU NON LA VOGLIAMO...

messaggio a dupall, in qualità di moderatore: se Trito come ha fatto notare Massimo ha usato il mezzo del "voi" che in una discussione è sleale, credo sia molto più sbagliato ricorrere a minacce come "la pagherete cara" perchè porta ogni tipo di discussione anni luce da binari civili. Per quanto possano fare rabbia le opinioni degli altri ti inviterei a rivedere il tuo post

L'unico tiranno che accetto in questo mondo è la voce silenziosa dentro di me. M.K.Gandhi
Bimbodeoro
Inviato: 26/7/2006 22:18  Aggiornato: 26/7/2006 22:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/6/2006
Da: Amicoland
Inviati: 388
 Re: Il filo si è spezzato?
Immagino solo se Moggi era di origini israeliane.
Avrebbero detto che era la vecchi aSignora ad essere vittima delle manovre di palazzo.
Non c'è mai fondo alla faccia tosta.

"Non è il popolo che deve aver paura del proprio governo, ma è il governo che deve avere paura del proprio POPOLO."

"Sotto questa maschera non c'è solo carne, sotto questa maschera c'è un idea e le idee sono a prova di proiettile."
dupall
Inviato: 26/7/2006 22:24  Aggiornato: 26/7/2006 22:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/1/2006
Da:
Inviati: 114
 Re: Il filo si è spezzato?
Alcenero mi scrive giustamente:
"messaggio a dupall, in qualità di moderatore: se Trito come ha fatto notare Massimo ha usato il mezzo del "voi" che in una discussione è sleale, credo sia molto più sbagliato ricorrere a minacce come "la pagherete cara" perchè porta ogni tipo di discussione anni luce da binari civili. Per quanto possano fare rabbia le opinioni degli altri ti inviterei a rivedere il tuo post"

Io avevo scritto che:-
"Sono sicuro che la pagherete... la pagherete cara... occhio per occhio come vuole la vostra stupida ed insulsa legge."

Ok io sono sicuro che la gente che vive in Israele la pagherà cara questa violenza senza logica... con altri attentati e con altre sofferenze...

Questa NON è una minaccia... è una constatazione e poi mica l'ho fatta solo io questa analisi: una escalation delle offese porta ad aumentare il terrorismo e i tentativi di vendetta... "odio semina odio".... insomma potevi anche non "tagliarmi"....

"la pagherete cara" è il modo più diretto per dire che imboccare questa strada (vuoi che siano i governanti tutti o solo alcuni generali di israele) è il modo sicuro per continuare ad essere odiati e osteggiati da tutti i loro vicini... è impossibile che questa sia la strada per avere una pace duratura (almeno per me)....

Ribadisco: non possiamo usare "mezze" parole quando ci sono bambini e civili -che non centrano- che muoiono sotto le bombe.... DOBBIAMO "civilmente" incazzarci !!!!!!!!

... e -detto con amicizia- se mi "rimuovi" parzialmente almeno prima senti le mie ragioni Ok?

ciao

DIVA
Inviato: 26/7/2006 22:25  Aggiornato: 26/7/2006 22:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2004
Da:
Inviati: 530
 Re: Il filo si è spezzato?
dato che bimbodeoro ha tirato fuori una metafora calcistica....
vorrei comunicare a Mazzucco...che ha vinto lo scudetto....poiche' 7 o 8 squadre si sono trovate a dover fare i conti con le malefatte di Moggi and company....
meritatamente l'Inter ha da oggi lo scudetto !!!!

ohhhh Mazzucco..non e' che vai a fare i caroselli in piazzia mo' ?


iihihihihihihih

(questo potevate e questo avete avuto)

dupall
Inviato: 26/7/2006 22:30  Aggiornato: 26/7/2006 22:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/1/2006
Da:
Inviati: 114
 Re: Il filo si è spezzato?
A DIVA,
Mi piace quel che hai scritto, veramente! Ma come in Italia era ed è reato ritornare anche solo col pensiero al fascismo in Israele Olmert gode della stessa popolarità del Duce nei suoi giorni migliori (o anche di più)... fai un po' te!

Detto questo io sono solo più pessimista di te ma mi ritrovo nelle tue idee (in merito alla Gente per esempio).

DIVA
Inviato: 26/7/2006 22:31  Aggiornato: 26/7/2006 22:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2004
Da:
Inviati: 530
 Re: Il filo si è spezzato?
io Duepall
spero davvero che la gente non debba troppo pagare ancora, perche' la gente da sempre, storicamente, ha gia' troppo pagato
chiedo alla gente (che sia israeliana o musulmana o occidentale) di non usare la legge del taglione sulla gente stessa..solo perche' e' "diversa"...ma oserei chiedere con una dose eccessiva di utopia..che la gente si riappropriasse dei diritti e sapesse denunciare abusi e sopraffazioni anche se commesse dalla bandiere che sventola nei loro edifici pubblici...so comprendo che e' illusione...ma piuttosto che "fomentare l'odio" preferisco nutrire utopie

javaseth
Inviato: 26/7/2006 22:36  Aggiornato: 26/7/2006 22:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/3/2006
Da:
Inviati: 1182
 Re: Il filo si è spezzato?
Citazione:
Chiaro il messaggio: MANDATECI LA NATO (CIOE' GLI AMICI USA) PERCHE' L'ONU NON LA VOGLIAMO...


Da effedieffe

Basti un solo episodio, riportato da Reseau Voltaire.
Alle prime bombe sul Libano, Chirac aveva mandato il ministro degli eEsteri Villepin a Beirut, a difendere quel che resta là degli interessi francesi.
Ma al vertice del G-8 a San Pietroburgo, Bush ha bloccato i francesi.
Dicendo chiaramente, e brutalmente, che l'attacco in corso non era un'operazione israeliana approvata dagli USA, bensì un'operazione americana condotta attraverso Tsahal.
Decisa tra Dick Cheney e Benjamin Netanyahu in un colloquio a Beaver Creek, il 17-18 giugno, a cui erano presenti Richard Perle e Nathan Sharanski, il capo del partito ebraico razzista.
De Villepin non ha potuto che abbozzare, e dire a Beirut solo buone parole. (5)
E a Roma, D'Alema si è impegnato per una partecipazione italiana alla forza d'interposizione. Speriamo solo, visto com'è andato il vertice, che non se ne faccia niente: non è allegro essere mandati nel tritacarne, esposti agli attentati «false flag» che sono la specialità giudaica, e insieme agli attacchi Hezbollah.

Forse Condi Rice faceva bene a dare al suo nuovo amico questa ultima informazione, che i media italiani non riportano: in Libano, le operazioni di Tsahal sono sotto la supervisione del Pentagono.
Se ne occupa il generale Bantz Craddock, in quanto capo del Comando Sud.
Craddock, un esperto di guerra corazzata, è un favorito di Donald Rumsfeld - il che può spiegare gli ultimi insuccessi israeliani - e lo ha aiutato ad allestire il lager di Guantanamo per i «combattenti nemici».
E' dunque anche un esperto di tortura e repressione.
Del resto quest'uomo è un membro di spicco della Jinsa, Jewish Institute for National Security Affairs: ossia non solo un fiduciario dei giudei, ma uno che ha dovuto studiare il «pensiero» neo-barbarico di Leo Strauss, di rigore alla Jinsa.
A novembre, Craddock sarà nominato capo dell'European command della NATO.
Potrebbe essere lui a dirigere dunque la «forza d'interposizione» a favore di Israele in Libano.
Lui a comandare «i nostri ragazzi» in guerra per Giuda: c'è da tremare.


Ciao
-javaseth

"..io vi mando come pecore in mezzo ai lupi; siate dunque prudenti come serpenti e semplici come colombe"
rumenta
Inviato: 26/7/2006 22:42  Aggiornato: 26/7/2006 22:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2006
Da: Repubblica di Genova
Inviati: 801
 Re: Il filo si è spezzato?
dupall:
Citazione:
Inoltre ho letto le analisi fatte da questa "Hombre" in merito agli interessi economici ecc.ecc..... e penso che per ogni paese si possano "estrapolare" delle notizie che coinvolgono potentati e lobbies. Per ogni paese si possono "costruire" o "immaginare" flussi monetari e/o grandi cospirazioni...

mah, francamente non credo che i fatti esposti da Hombre siano costruiti o immaginati, e non credo nemmeno che si possano costruire o immaginare interessi reali che gravitano, come sempre è stato nella storia, attorno a determinate iniziative.
che grandi gruppi di interessi e/o mulrinazionali assortite siano dietro determinati avvenimenti credo sia ormai evidente: soltanto loro hanno la massa critica per influenzare pesantemente politici di ogni credo e colore.

Citazione:
anche per l'Italia, l'Inghilterra.... (tanti altri scegliete pure) ma in POCHI posti al mondo arriva un ALTRO stato e bombarda le infrastrutture civili e logistiche.

infatti la zona in questione è da sempre instabile, perciò possono permettersi di imbastire un casus belli e sbizzarrirsi nello sgancio di bombe di ogni genere, per poi spartirsi amichevolmente il bottino.
in italia, invece, non potevano permettersi di scatenare l'inferno che hanno scatenato in libano. noi siamo "civili". è bastato un incontro sul britannia per ridurre drasticamente la nostra indipendenza economica svendendo (aiutati anche da una "provvidenziale" svalutazione della lira, vedi un pò il caso e la coincidenza ) molte delle nostre attività produttive......



"La verità dev'essere brutale, violenta, armata ed arrabbiata. Altrimenti soccombe."
alcenero
Inviato: 26/7/2006 22:44  Aggiornato: 26/7/2006 22:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/12/2005
Da: Grassy Knoll
Inviati: 318
 Re: Il filo si è spezzato?
dupall:
la rimozione parziale è stata fatta dalla redazione (non da me) credo per togliere il "mandare a quel paese".
Io mi sono limitato a scrivere quello che ho scritto (tant'è che se no avrei rimosso la frase tua che ho virgolettato nel mio commento in rosso) perchè non credo proprio sia utile il tono che hai usato in quel post, al contrario di quello che hai usato ora sull' "odio semina odio" e sulle altre considerazioni che hai fatto. Che trovo condivisibili come penso tu possa vedere dai miei commenti su questi argomenti.
La mia obiezione semplicemente era che non articolandola, come invece hai fatto ora, la tua frase sembrava una minaccia ad personam che avrebbe potuto creare una discussione da "rissa allo stadio" con Trito, che come tutti ha comunque diritto ad esprimere le sue opinioni nel rispetto degli altri.

L'unico tiranno che accetto in questo mondo è la voce silenziosa dentro di me. M.K.Gandhi
Redazione
Inviato: 26/7/2006 22:55  Aggiornato: 26/7/2006 22:55
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il filo si è spezzato?
DUPALL: Confermo quanto detto da Alcenero. Sulla tua frase "la pagherete cara"sono rimasto in dubbio, poi ho deciso di lasciarla perchè - per quanto stupida - non era diretta a nessuno del thread.

Comunque se si evita è meglio.

Linucs
Inviato: 26/7/2006 23:11  Aggiornato: 26/7/2006 23:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Il filo si è spezzato?
In questa guerra nessuno è esente da colpe, questa è la verita, ma secondo voi, poiché israele è militarmente più forte e alleato degli stati uniti, allora è automaticamente più cattivo e spietato. I poveri hezbollah, invece, reagiscono solo alle numerose offese dei cattivoni israeliani.

Mi sembra equo. Allora procediamo così: mentre si decide se è più cattivo Israele o gli Hezbollah, nel frattempo cominciamo a sputtanare un po' di altarini, tanto per farci due risate.

alcenero
Inviato: 26/7/2006 23:22  Aggiornato: 26/7/2006 23:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/12/2005
Da: Grassy Knoll
Inviati: 318
 Re: Il filo si è spezzato?
Citazione:
mentre si decide se è più cattivo Israele o gli Hezbollah


Chi ha torto e chi ha ragione ?
In medioriente la questione è abbastanza ... ' aritmetica', Israele chiede il rispetto della risoluzione 1559 (se non sbaglio il numero, ma è circa questo). Il problema è che è in arretrato col rispetto di molte altre risoluzioni (quaranta?). A partire dalla 248 ...

L'unico tiranno che accetto in questo mondo è la voce silenziosa dentro di me. M.K.Gandhi
clausneghe
Inviato: 27/7/2006 0:02  Aggiornato: 27/7/2006 0:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: Il filo si è spezzato?
Salve,il filo si spezzerà e come una fiondata colpirà chi troppo lo tirava... In questo caso la Nazione di Giuda...che fà scempio delle vite e dell'opera dell'uomo..che non rispetta le Convenzioni di guerra ,che non rispetta i più elementari diritti umani,che ruba l'acqua e le terre,che avvelena l'aria del mondo con le sue armi tanto potenti quanto vili,che stà approntando lagher(ironia karmica) nel deserto,che vuole svuotare il Libano del Sud per riempirlo forzatamente di Palestinesi,e che disprezza quel "simulacro" che è l'Onu,bombardandolo apertamente,uccidendo gli osservatori con protervia mafiosa... Oramai simile a un cane idrofobo,questa Nazione abbagliata dalla sua effimera potenza,morde tutto e tutti,in un crescendo di folle delirio violento... Stiamo certi,che sorgerà l'accalappiacani della situazione,e farà quello che si deve fare...non tutto il mondo è con loro,per niente.. Esistono Paesi più potenti di Israele,che per un giusto motivo(dal loro punto di vista) potrebbero fare tabula rasa in pochi minuti dello sciagurato Paese di Davide.. l'epitaffio è già scritto:Seguirono i folli profeti di violenza,uccisero e furono uccisi...

1495
Inviato: 27/7/2006 2:38  Aggiornato: 27/7/2006 2:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2006
Da:
Inviati: 64
 Re: Il filo si è spezzato?
DIE WITH LOVE

Quo Usque Tandem Abutere Patientia Nostra...

dupall
Inviato: 27/7/2006 8:08  Aggiornato: 27/7/2006 8:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/1/2006
Da:
Inviati: 114
 Re: Il filo si è spezzato?
Quando, ieri notte, ho scritto una frase come -la pagherete cara- giudicata "stupida" da Redazione ero ben consapevole di quanto facevo: ho già specificato il suo significato... del resto sul come nascono i terroristi dalle ingiustizie ne parla persino Andreotti (!)

Non voglio polemizzare ulteriormente. Con nessuno. Rivendico il diritto di "mandare a quel paese" in quanto soluzione incruenta ma efficace... quando ci vuole ci vuole.

Esorto tutti quelli che la pensano diversamente dai "triti vari" ad attivarsi per diffondere le immagini e le notizie dalla rete, anche dove la rete non arriva (non tutti usano internet e si basano sui giornali per formarsi un'opinione).

... e poi, se penso che c'e' gente che piange per una foca sgozzata.... e per la gente "bruciacchiata" se ne frega.... certo che mi vien da diventare cattivo (cattivo posso dirlo ?)

cocis
Inviato: 27/7/2006 8:55  Aggiornato: 27/7/2006 8:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Il filo si è spezzato?

jerimum
Inviato: 27/7/2006 9:40  Aggiornato: 27/7/2006 9:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/1/2006
Da: Modena
Inviati: 249
 Re: Il filo si è spezzato?
Cocis: sei un grande, stavo cercando appunto un articolo riguardante le lettere tra Mazzini e Pike. Anche se non é sicura al 100% la loro esistenza (alcune fonti dicono che siano state solo viste e lette una volta) é interessante la profezia in esse contenute.

Invito tutti quelli che ritengono l'azione di Israele ingiustificata a scrivere due righe al Ministero degli Esteri Israeliano seguendo questo link.

Anche se non servirá molto che almeno cominci una protesta e che il rumore dal fondo inizi a salire gli strati piu alti delle gerarchie. Vorrei scrivere anche ai tanti giornalisti e politici italiani che continuano a dichiare amenitá e falsitá impressionanti su questa guerra ma é sempre piu difficile trovare email / blog o qualche contatto.

"Accominzamo, con nova promissa, sta gran sulenni pigliata pi fissa!"
La paura di Montalbano, Camilleri
dupall
Inviato: 27/7/2006 10:29  Aggiornato: 27/7/2006 10:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/1/2006
Da:
Inviati: 114
 Re: Il filo si è spezzato?
Da La Stampa di stamane:


ESTERI
DIPLOMAZIA PER WASHINGTON L’ITALIA CONTINUA AD ESSERE L’INTERLOCUTORE PIÙ AFFIDABILE. IL CAPO DELLA FARNESINA: «POSSIAMO PARLARE ANCHE CON QUELLI CHE NON PARLANO CON VOI»
L’americano D’Alema
«Diversi da Berlusconi
ma più utili di lui»
Così l’ex comunista ha conquistato Condi

27/7/2006
di Augusto Minzolini

aiutooooooooooooooooooooooooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!!! basta! BASTA!

miah
Inviato: 27/7/2006 11:37  Aggiornato: 27/7/2006 11:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 94
 Re: Il filo si è spezzato?
qui l'articolo che più mi ha dato fastidio allora se tutti hanno capito i comportamenti dell'america perchè tacciono? ok domanda retorica lo so ma è brutto sentirsi impotenti difronte a tanto sangue.ecco un altro articolo non se ne può più

Jimbo72
Inviato: 27/7/2006 13:41  Aggiornato: 27/7/2006 13:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2006
Da:
Inviati: 427
 Re: Il filo si è spezzato?
Era da ieri che aspettavo questa notizia. Purtroppo non l'ho dichiarata prima...

Reagiremo a ciò che accade in Libano» Il numero due di al Qaeda: «Se le violenze di Israele andranno avanti, non rimarremo inerti»

Al Zawahiri (Ap)
DOHA - Nuovo video dell'egiziano Ayman al Zawahiri. In un messaggio trasmesso da al Jazeera, il numero due di al Qaeda afferma che la rete terroristica di Osama bin Laden non «rimarrà inerte mentre i proiettili (israeliani, ndr) bruciano i nostri fratelli in Libano e Gaza». Al Zawahiri invoca poi la lotta contro la «crociata sionista».
BATTAGLIA - «Tutto il mondo è diventato per noi un campo di battaglia e dal momento che ci attaccano dovunque, anche noi li attaccheremo dappertutto» minaccia al Zawahiri. «La nostra missione è una guerra per liberare tutta la Palestina», ha dichiarato il braccio destro di Bin Laden.«Le armi che sta utilizzando l'esercito israeliano sono state fornite dall'alleanza dei Paesi crociati», ha proseguito il terrorista. «Quella che è in corso in Palestina e in Libano è una crociata sionista. Ci sono diecimila detenuti palestinesi nelle carceri israeliane e nessuno ha mai fatto nulla per questo. Dopo il rapimento di tre soldati israeliani è successo il finimondo», ha osservato. «Al-Qaeda non starà zitta su quanto sta accadendo in Libano e a Gaza». Per il medico egiziano «la guerra con Israele non si ferma con un cessate il fuoco» dal momento che gli israeliani «hanno fatto tanto per il rapimento di soli tre soldati: dobbiamo ottenere la liberazione di tutta la Palestina e di tutte le terre islamiche dall'Andalusia all'Iraq».

JIHAD - Al-Zawahiri minaccia anche i paesi alleati di Israele. «Come possiamo tacere? - si è chiesto il braccio destro di Osama - I missili che uccidono i musulmani a Gaza e in Libano non solo sono israeliani ma di tutti i paesi alleati e per questo tutti questi paesi devono pagare un prezzo». Il numero due di al-Qaeda interviene anche sulla situazione in Iraq e Afghanistan. «Vi chiedo in nome di Allah e del suo profeta come sia possibile che il Jihad non venga considerato obbligatorio davanti a quanto accade in Afghanistan, in Iraq e in Libano. Tutti i musulmani devono sostenerlo (il Jihad) per fare uscire le truppe americane da questi paesi e far pagare a Washington il sostegno a Israele. I musulmani devono sostenere i mujahidin per creare attraverso il Jihad uno stato islamico. E i traditori dovranno pagare per l'aggressione crociata e sionista in Iraq». Il messaggio trasmesso da al Jazeera è apparso di qualità superiore ai precedenti: la registrazione sarebbe stata effettuata in uno studio televisivo. Dietro l'immagine di Al Zawahiri erano mostrate le foto di esponenti del terrorismo e delle Twin Tower in fiamme l'11 settembre 2001


Corsera 27/07

Ci mancava vero??

"La strada dell'eccesso conduce al palazzo della saggezza" W. Blake "Non litigare mai con un idiota, la gente che guarda potrebbe non capire la differenza"
hombre
Inviato: 27/7/2006 14:28  Aggiornato: 27/7/2006 14:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/12/2005
Da: sud
Inviati: 100
 Re: Il filo si è spezzato?
Non credo sia stata chiaramente espressa, nel mio precedente post, la totale condanna di qualunque forma di aggressione. Non ho bisogno di leggere le atrocità commesse dallo stato di Israele per condannare la sua politica.
Cercavo solo di dare una lettura meno unilaterale ai recenti avvenimenti, mettendo in mostra come Israele sia, probabilmente, il cane che morde per tutti noi, e la Palestina il bimbo innocente che viene mandato da altri proprio perché venga morso.
Non credo nemmeno che gli Hezbollah (almeno i militanti, sui capi ho dubbi) siano dei terroristi. Dico che forse vengono utilizzati per sbandierare il vessillo della Palestina e permettere che anche Siria (dietro la quale c’è l’Iran, dietro il quale c’è la Cina) mangino sul cadavere del Libano.

Gli Hezbollah hanno troppi fondi, e dove ci sono troppi soldi ci sono sempre interessi sporchi. Avevano, come forse saprete, anche una loro TV, Al Manar, spenta dalla Francia nel 2004 (o 2005 non ricordo).
Perché la Francia (supporter della risoluzione 1559 insieme agli Usa, risoluzione voluta anche da Israele, Germania ed Inghilterra) ha spento questa TV? Ha interessi in questa faccenda? E allora perché si parla solo degli interessi (indubitabili) israeliani?

Ogni volta che hai da regolare faccende sporche, mandi al macello il più forte del gruppo, e se uno forte non ce l’hai, lo alleni, lo armi. Il popolo israeliano delle origini ha, diciamo così, degli handicap genetici, nel senso che i primi gruppi che popolarono quella zona furono rudi contadini della Russia, della Polonia e delle zone del Nord in generale.
Gente poco incline alle mediazioni, piuttosto rissosa, abituata ad una dura vita in campi gelati.
L’ideale per creare uno stato aggressivo. Era gente pragmatica, innamorata di chi si fa pochi scrupoli.
L’ideale per gli interessi occidentali in Medio Oriente. Chi fa il gioco sporco vuole, però, essere pagato, e spesso prende l’iniziativa per ottenere quello che tu, sodale negli affari, non è detto gli concederai. Un ottimo socio in affari, insomma, rude quanto basta per andare a riscuotere crediti, pizzi, a minacciare, che ogni tanto alza la testa e devi contenere.

Vengo ai link che mi ha chiesto Cassandra.
http://www.arcipelago.org/palestina/Dossier%20Libano/dossier_libano.htm
Qui ci sono molti dossier. Per le notizie sui rapporti tra banche siriane e libanesi, leggi L’impossibile divorzio tra Beirut e Damasco. Sulla privatizzazione leggi Dopo la rivolta il Libano non sogna più.

Le notizie economiche sono qui:
http://bloglimes.blogspot.com/2006/05/oltre-le-sanzioni-gli-usa-tornano-in.html
http://innovazione.blogosfere.it/2006/06/medio_oriente11.html
http://www.ansa.it/tlc/ticker/2006-07-07_1079511.html
http://www.assadakah.it/modules.php?name=News&file=article&sid=516
Per quest’ultimo link (assadakah) ti invito ad andare in homepage. Troverai tanti articoli contro Israele, a favore della resistenza, ecc. Il tutto fa pensare al classico sito “ideologizzato”. Strano trovare, proprio qui, notizie economiche così particolari. Leggi chi sono quelli di Assadakah. Si tratta di un centro che si rivolge ad imprenditori, enti locali, ed è presieduto da ben 50 parlamentari italiani. Non sapevo che ce ne fossero così tanti vogliosi di boicottare la Coca Cola.

Per la privatizzazione delle funzioni statli libanesi, c’è un intero PDF http://unpan1.un.org/intradoc/groups/public/documents/caimed/unpan019319.pdf
E’in italiano ed è strano per simili documenti. Questo ti dimostra quanti interessi abbiamo noi in quella zona.
Cfr: lo stato (libanese) deve limitare la sua presenza ai settori essenziali , demandando al settore privato e allo ONG le funzioni che non gli sono prorpie.

Quando parlavo di Babbo Natale, non mi riferivo agli Hezbollah, ma agli italiani brava gente:
http://www.paginedidifesa.it/2005/pdd_051253.html

Questo è quanto affermò Spadolini, premier all’epoca della nostra 1° missione in Libano: “Ma questa è una nuova Crimea. Noi siamo il Piemonte alla svolta del Risorgimento. Io sono Cavour, tu (riferito al ministro della Difesa) sei Lamarmora”.
A me sono venuti i brividi. Siamo dei corvi, questa è la verità, in attesa silenziosa del cadavere di turno, che Israele ha ucciso su nostro mandato. Israele è un semplice procacciatore di affari.

Quanto alle missioni umanitarie, vi riporto alcuni brani di un libro di Jean Selim Kanaan, ex volontario Ong, ex Onu, ucciso a Baghdad:
“Nelle ONG ho incontrato delinquenti, alcolizzati, frustrati sessuali, ogni sorta di disperati. In Somalia alcuni di loro erano ricercati dalle autorità per ogni sorta di delitti, altri avevano problemi con il fisco……Uno di questi eroi degli aiuti umanitari ha chiesto ad alcuni miliziani di sparare sul suo giubbotto antiproiettile posato contro un albero, per “testare” la sua efficacia. Costo dell’esperimento: 1500 euro. Ma il denaro dell’Unione Europea scorreva a fiumi nelle casse delle ONG; a 22 anni, in Somalia, gestivo il budget di una missione di 25 persone, cioè sei o sette milioni di euro all’anno. In Bosnia erano quasi dieci milioni”
Questo è uno spaccato dell’ONU a New York: “Nel giro di poche settimane ho imparato a riconoscere i depressi, gli alcolizzati e quelli che vanno avanti a tranquillanti. E poi ci sono quelli che vedo raramente perché sono sempre in congedo per malattia…..Si oggi l’ONU manca molto semplicemente di umiltà e di umanità”.

Paxtibi, quando ho definito gli italiani figli di santa Romana Chiesa, volevo solo mettere in evidenza che cani non sono solo gli ebrei, a prescindere dal fatto che l’Italia sia uno stato laico. E quell’affermazione mi veniva indirettamente dal lavaggio del cervello che fa Blondet, sempre lì a parlare di cristiani.
E che palle, dai.
Ragazzi (non mi riferisco a te, Paxtibi) non prendete di Blondet solo quello che vi fa comodo. Prendetevi anche questo: “Quando la Chiesa magisteriale parla, non propone una sua visione privata o soggettiva su come impostare l’umana esistenza, ma non fa altro che ricordare ai fedeli la dottrina di Cristo che lei non può mutare o «aggiustare» secondo i tempi, o gli umori della gente, o in rapporto all’indice di gradimento.
Sua missione è quella di custodire il messaggio del Fondatore e trasmetterlo integralmente, senza adulterazioni“.

No vi prego, non voglio dire le preghiere prima di ogni pasto, voglio fornicare senza procreare, voglio la libertà di divorzio ed aborto, voglio la libertà di pensiero. I miei post sono lunghi, lo so, concedetemi l’attenuante della sporadicità.

Paxtibi
Inviato: 27/7/2006 14:46  Aggiornato: 27/7/2006 14:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Il filo si è spezzato?
No vi prego, non voglio dire le preghiere prima di ogni pasto, voglio fornicare senza procreare, voglio la libertà di divorzio ed aborto, voglio la libertà di pensiero.

Pensa che oltre a questo io vorrei non dover pagare il pizzo allo stato né dover dire signorsì ogniqualvolta mi si para davanti una fottuta divisa, e invece...

Scherzi a parte, hai chiarito meglio i concetti del tuo post precedente e mi trovi d'accordo con te. Anche su Blondet, di cui non condivido nemmeno gli ideali politici, oltre a quelli religiosi: non è colpa sua però, se di analisti del suo livello disposti a mettere le mani in certi temi se ne trovano pochi. Come sempre, leggere tutto e tutto filtrare con la propria ragione e la propria esperienza.

I miei post sono lunghi, lo so, concedetemi l’attenuante della sporadicità.

Sono lunghi ma sono belli, non scusarti quindi. Anzi: grazie!

(L'elicottero di Babbo Natale poi, è veramente una chicca! )

_gaia_
Inviato: 27/7/2006 15:29  Aggiornato: 27/7/2006 15:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/2/2006
Da:
Inviati: 1460
 Re: Il filo si è spezzato?
Grazie Hombre per le utili informazioni e i link.

Ancora una volta lo scenario è più grande di noi.
Non vorrei farti rizzare i capelli con questa citazione ( ) ma pensando ai vari Stati che hanno tutti qualche interesse in merito, mi vien da dire: Chi è senza peccato...

E intanto la rabbia e lo sconforto per quello che succede aumentano di pari passo con la consapevolezza della mia impotenza a fare qualcosa.

hombre
Inviato: 27/7/2006 15:47  Aggiornato: 27/7/2006 15:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/12/2005
Da: sud
Inviati: 100
 Re: Il filo si è spezzato?
Grazie a voi per aver letto i miei sproloqui.
Un complimento da Paxtibi poi, uno dei padri fondatori di LC, mi fa arrossire.

Paxtibi
Inviato: 27/7/2006 15:59  Aggiornato: 27/7/2006 15:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Il filo si è spezzato?
Un complimento da Paxtibi poi, uno dei padri fondatori di LC, mi fa arrossire.

No, dai!

E poi quando sono arrivato io erano già quasi 500, fondatore mica tanto...

cocis
Inviato: 27/7/2006 16:56  Aggiornato: 27/7/2006 16:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: V
Inviati: 1430
 Re: Il filo si è spezzato?
in tutta questa pagliacciata mediatica si sentiva prorpio oggi la mancanza di bin laden ..

Jimbo72
Inviato: 27/7/2006 17:14  Aggiornato: 27/7/2006 17:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2006
Da:
Inviati: 427
 Re: Il filo si è spezzato?
Cocis

ma Bin laden E' una pagliacciata mediatica...

"La strada dell'eccesso conduce al palazzo della saggezza" W. Blake "Non litigare mai con un idiota, la gente che guarda potrebbe non capire la differenza"
Ivy
Inviato: 27/7/2006 17:15  Aggiornato: 27/7/2006 17:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/7/2005
Da: Cantù [VAAAAAAAAAAAAAAA BENE!]
Inviati: 335
 Re: Il filo si è spezzato?
Citazione:
Qualche bomba qua e là non può certo radere al suolo il libano. E poi, cosa può fare israele se i membri di hezbollah sono tanti?


E' ironico vero?

Israele è un paese (ma perchè esiste? Vabbè) che sta assolutamente calpestando ogni minima legge e anche cavillo del diritto internazionale...
Bisognerebbe mandarla si la forza internazionale, i caschi blu, a "menare" gli israeliani però!!!
Intanto i big se la prendono con calma, vanno a Roma, fanno 15 colazioni di lavoro, un comunicato ufficiale del quale si conosceva il contenuto anche 5 giorni prima, e, sempre con calma, chiacchierano...

We live in the age of the overworked, and the under-educated; the age in which people are so industrious that they become absolutely stupid. Oscar Wilde
Paulo
Inviato: 27/7/2006 21:53  Aggiornato: 27/7/2006 21:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/12/2005
Da:
Inviati: 507
 Re: Il filo si è spezzato?
Per chi masticasse un po' norvegese ci sarebbe anche questa:
http://www.dagbladet.no/nyheter/2006/07/25/472244.html

Per gli altri, invece, l'immagine su Olmert può bastare

jataka
Inviato: 27/7/2006 22:05  Aggiornato: 27/7/2006 22:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/5/2006
Da: casa mia
Inviati: 292
 Re: Il filo si è spezzato?
Citazione:
'odio altrui non va nutrito con la stessa moneta

sono d'accordo, diva, totalmente
così come sono d'accordo sul resto del tuo intervento, fino a dover dire che la parte dei nazisti la stanno facendo loro, quelli che hanno rischiato lo sterminio.
con questo non giustifico assolutamente il comportamento della controparte, semplicemente mi limito a constatare

Ho accarezzato il cielo con la mano. Era terso, un azzurro fantastico che diceva: senti come sono morbido. Lo era davvero e ho deciso di sdraiarmici sopra. E mi sono ritrovato in volo, trasportato dal respiro del cielo stesso verso l’ultimo orizzonte, ...
alcenero
Inviato: 28/7/2006 2:18  Aggiornato: 28/7/2006 2:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/12/2005
Da: Grassy Knoll
Inviati: 318
 Re: Il filo si è spezzato?
Io sono solo un povero gomplottista ignorante, perciò devo assolutamente chiedere ad un esperto come Magdi Allam come è possibile che "al-Qaeda", massacra gli "sciiti traditori" in Iraq e poi corre in lacrime tramite messaggi video (ma non si escludono altri eventi...) a soccorrere gli sciiti in Libano (gli stessi, sempre filo-iraniani quindi tanto "traditori" quanto gli iracheni). Che mistero questa alQaeda!
Per fortuna che ci sono giornalisti come il prode Magdi ad illuminarci. Magdiiiii, Magdiiii, dove sei?

Oggi ero ad una manifestazione a Roma per il Libano, il dolore di gente della comunità libanese e palestinese è indescrivibile. Come il loro (e nostro) senso di impotenza. Molta gente non ha più speranza in alcun tipo di giustizia (almeno terrena) per quello che vive sulla pelle del proprio popolo. E la semplicità con cui uno di loro ha detto "ma la Rice come fa a dormire la notte dopo che dice no ad un cessate il fuoco?" Già come fa? Io non lo so, proprio non lo so.

L'unico tiranno che accetto in questo mondo è la voce silenziosa dentro di me. M.K.Gandhi
Al-Qamar
Inviato: 29/7/2006 23:31  Aggiornato: 29/7/2006 23:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/7/2006
Da: Ravenna
Inviati: 87
 Re: Il filo si è spezzato?
- citazione-
Citazione:
"ma la Rice come fa a dormire la notte dopo che dice no ad un cessate il fuoco?"


- La lettera di Ahmadinejad a Bush

... niente altro da aggiungere!

Salam alaykoum

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA