Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


politica italiana : Genova, un altro millennio
Inviato da Pausania il 19/7/2006 1:26:21 (8470 letture)

di Giorgio Mattiuzzo

Sono passati cinque anni da quei giorni di luglio a Genova, da quel G8 segnato dalla morte di un ragazzo e da scontri di piazza tra manifestanti e polizia. Ma il caso ha voluto che poche settimane dopo avvenisse un enorme cataclisma mediatico, che da quel momento in poi ha agito da grande silenziatore, da custode di ogni segreto e da giustificazione per ogni peccato: l'11 settembre.

Come un'esplosione nucleare, ha accecato tutte le comunicazioni rispetto al prima, aprendo la via ad ogni genere di censura non dichiarata, legittimando moralmente l'asservimento dei mezzi di comunicazione di massa ai detentori del potere.

Nessuno nega che ogni evento politico e sociale, a partire dal 12 settembre 2001, sia in qualche modo connesso agli attacchi del giorno precedente. Tuttavia poco ci si sofferma a riflettere ...

... sui legami tra 11 settembre e quello che è accaduto prima, in forza di quella frattura totale di cui si è detto.

Ricorre il quinto anniversario di quei giorni orrendi. Gli anniversari forse sono una forma di retorica, ma se la retorica serve a mantenere la memoria vigile, allora noi – per una volta – vogliamo essere retorici.

E vogliamo farlo nel solo modo che conosciamo: chiedendo verità. E nient'altro.

Quel famoso G8 fu, a guardarlo con mente lucida, una vera follia. L'aria che si respirava prima del 20 luglio 2001 era tesa, ma anche irrazionale.

Da un lato i contestatori, quel variegato, eterogeneo, incoerente movimento che, paradossalmente, trovava la sua unità materiale in forza della presenza di quei capi di Stato.

Dall'altro l'apparato Stato-media. Per giorni e giorni il governo continuò a emettere comunicati su comunicati, con lo scopo evidente di terrorizzare i genovesi e gli italiani tutti. La minaccia incombeva, i barbari stavano per calare ancora. Sulla Liguria stavano convergendo tutti i nemici che i governi avessero fino ad allora fronteggiato: anarchici, comunisti, islamici, terroristi.

Tutti sentivano che qualcosa sarebbe successo. O meglio: i giornalisti così tanto convinsero il pubblico dei deliri del governo che alla fine si arrivò a prendere per vera la notizia che i “no-global” avevano preparato un piano diabolico. Avrebbero attaccato a dei palloncini sacche di sangue infetto per far ammalare non si sa chi. Un delirio incontrollato.

Genova non conobbe misure di sicurezza tali nemmeno quando, Repubblica marinara, ebbe a fronteggiare nemici di ogni sorta. 300.000 uomini delle forze dell'ordine (il doppio dei soldati usati per invadere l'Iraq). I tombini sigillati. I cancelli e le grate di ferro a chiudere la zona rossa. I pass agli abitanti per poter tornare a casa loro, la sera. I controlli e le perquisizioni, anche di notte, nelle case dei cittadini. Container per chiudere l'accesso a diverse zone della città. Docce di decontaminazione all'Ospedale San Martino. Missili e mine anti-sottomarino in porto. Sospensione del trattato di Schengen e chiusura delle frontiere. Addirittura erano pronte 200 bare. In caso di intensi lanci di estintori.

E non solo questo. Spazio aereo interdetto e batterie di missili terra aria. Eh già, il caro Presidente egiziano aveva avvertito che “qualcuno” voleva dirottare e far schiantare aerei civili da qualche parte. Ha sbadatamente omesso il dove e il quando.

Tutto questo per difendersi da cosa? Come abbiamo avuto modo di imparare dopo l'11 settembre, questa domanda non ha mai una risposta semplice. C'erano le “tute bianche”, che ogni santo giorno andavano in televisione a descrivere per filo e per segno cosa avrebbero fatto. Il fine ultimo era attraversare la “linea rossa”, il limite invalicabile. Nessun giornalista ha naturalmente mai chiesto né a loro né ai poliziotti cosa mai sarebbe potuto accadere una volta superata la linea rossa.

Poi c'erano gli anarchici. Ecco, questo dimostra il provincialismo della politica italiana. E' dall'assassinio di re Umberto che il Ministro degli Interni tira fuori gli anarchici quale causa di ogni sventura. Dovremmo imparare dagli Stati Uniti: un tempo c'erano Sacco e Vanzetti, ma adesso Bush non si sognerebbe mai di varare un Patriot Act per fermare gli anarchici. Facciamo sempre la figura più meschina.

Poi c'erano loro. Neri. Pochi. Invisibili. Veloci. Camaleontici. Li chiamano Black Bloc.
Ricapitolando, c'erano trecentomila poliziotti che sapevano da settimane chi cercare: o dei tizi vestiti di bianco che si aggrappavano alle reti o dei tizi vestiti di nero che si muovevano al di fuori dei cortei per distruggere i simboli del capitalismo. Un lavoretto facile facile. Si manda un elicottero per aria, questo via radio segnala al reparto più vicino il luogo del crimine, il reparto coglie in flagranza dieci ventenni che spaccano una vetrina. Veloce, rapido e indolore.

Per chi a Genova non c'era, l'unica fonte di informazione sono stati i giornali. E le tv. Decine di telecamere accompagnavano altrettanti menagrami in attesa che succedesse qualcosa per mettere in diretta nazionale il loro bel faccino arrossato dai lacrimogeni.

Finalmente i manganelli smettono di dondolare inerti, sulla folla piovono gli agenti chimici sparati dalla polizia, le falangi dell'ordine cominciano a schierarsi a difesa dei buoni. Ed infine la catarsi, dopo settimane di tensione latente. I black bloc iniziano a distruggere indisturbati, la polizia picchia, i manifestanti lanciano sassi. Il fumo e le barricate. Comunisti e fascisti. Guardie e ladri. Tutto secondo copione. Finché qualcosa va storto. Un carabiniere uccide un manifestante. Momenti di silenzio, poi tutto ricomincia, il fumo e i manganelli. Comunisti e fascisti. Guardie e ladri.
Le tv e i giornali iniziano. Genova devastata. G8 finito nel sangue.

Solo che questa volta è diverso. Questa volta migliaia di telecamere sono in funzione. E non sono della Rai o di Mediaset o di La7. E siamo nel 2001. Non occorre la televisione per fare televisione. Non servono i giornalisti per fare informazione. Servono solo un cervello, un computer e un pizzico di dirittura morale e metti alla berlina tutte le menzogne scodellate quotidianamente in edicola. Questa volta è diverso perché non si deve più accettare la versione ufficiale per mancanza di altre fonti.

E, potendo guardare indietro, c'è stato molto da imparare dalle tecniche di disinformazione.
Che tutto fosse già stato scritto sembra quasi evidente. 300.000 poliziotti mandati a Genova per fermare i Black Bloc e non uno viene identificato, fotografato, arrestato. Niente.

Vengono addirittura mandati i Carabinieri paracadutisti della Folgore: il meglio del meglio. Peccato che non riescano a far niente, perché persero l'orientamento. Mentre il terribile blocco nero, un agglomerato incoerente di ragazzi che vengono da ogni parte del mondo e che probabilmente non avrebbero nemmeno potuto chiedere informazioni ai passanti, si spostano come i commando dei Navy Seals. Assaltano il carcere mettendo in fuga i Carabinieri, armati di pietre e fazzoletti neri, e lo fanno sotto l'occhio delle telecamere (naturalmente).

E poi tutti gli altri indemoniati che hanno distrutto la città. Per mettere a ferro e fuoco il luogo più sorvegliato, monitorato , presidiato del mondo, quanti ventenni armati di molotov sono necessari? Molti, davvero molti. Sicuramente qualche migliaio, considerando che dovevano impegnare simultaneamente almeno 100.000 poliziotti. Dopo cinque anni, il numero degli arrestati ha raggiunto la vertiginosa cifra di 26. Esattamente: l'unico processo celebrato (e ancora in corso) per le devastazioni di quei giorni ha coinvolto 26 persone. In una normale domenica di campionato le denunce sono molte di più. E c'è da aggiungere che molti sono stati prelevati dagli ospedali, non arrestati mentre facevano qualcosa. A questo punto le cose sono due: o i 26 erano realmente dei Navy Seals, o i 300.000 poliziotti si stavano facendo la manicure. La seconda ipotesi pare improbabile, visto l'enorme numero di manifestanti colpiti da manganelli e intossicati dagli agenti chimici. Quindi i 26 si sono addestrati in America.

Alla fine i processi saranno più d'uno ma, con un colpo di scena degno della miglior commedia dell'arte, tutti a carico dei responsabili dell'ordine pubblico.

Uno riguarda l'irruzione nella scuola Diaz da parte della polizia. Un altro invece i fatti avvenuti nella caserma di Bolzaneto. Un terzo è a carico di un ufficiale di polizia ed alcuni agenti per aver sfigurato a colpi di manganello un ragazzo che non stava facendo niente.

Se si osserva il quadro generale, da lontano, non si può non notare che 300.000 poliziotti si sono rivelati completamente inutili nel prevenire qualsiasi tipo di violenza, ma che nel frattempo hanno esercitato una violenza incontrollata contro persone inermi. Qui non si parla di detenzioni eccessive, di cariche dure. Abbiamo assistito a pestaggi in piena regola: non c'è altro modo per definire quattro poliziotti che battono con furia cieca una persona a terra.

Alcuni segni premonitori erano già presenti prima di quei giorni. Ad esempio, un fatto successivamente passato sotto silenzio, perché minore rispetto a ciò che accadde, è quello dell'adozione, invece del solito sfollagente, del tonfa, il manganello con l'impugnatura a “T”.
Esiste un Decreto del Presidente della Repubblica (n. 359 del 1991) che fa chiarezza sul tipo di sfollagente che deve essere utilizzato: lo sfollagente in dotazione ordinaria di reparto deve essere in gomma o materiale sintetico, cilindrico, internamente cavo, con impugnatura scanalata, anello in lamierino con doppia campanella, moschettone e cinturino di cuoio fissato all'attacco o alla base dell'impugnatura, diametro di cm 3 e lunghezza compresa tra cm 40 e cm 60. Questo tipo di struttura è pensata perché il manganello non sia uno strumento letale, cosa che nella gestione dell'ordine pubblico si tende ad evitare al minimo, perché del tutto controproducente ai fini del “controllo della piazza”.

Importante è ricordare che un tonfa non risponde a queste caratteristiche, ed è quindi illegale. Ma molto più importante è sapere che il tonfa non è uno sfollagente, come erroneamente si crede, ma un'arma tradizionale giapponese, di Okinawa, come il bastone lungo, i nunjaku e la katana. Di certo non è di gomma e vuoto, anzi. Ed è un'arma particolarmente efficace. Se ben maneggiato, consente di difendersi ed attaccare sia corpo a corpo che ad una distanza media. Poiché lo si fa ruotare tenendolo per l'impugnatura, il tonfa può raggiungere una velocità molto alta prima di colpire. Di molto superiore a quella che viene impressa allo sfollagente tradizionale con il solo movimento del braccio.

Tuttavia appare del tutto inutile in servizio di ordine pubblico: nella tipica formazione a falange utilizzata dai reparti mobili non esiste lo spazio materiale per poter utilizzare il tonfa, che infatti, come le immagini dimostrano, in realtà veniva maneggiato come un normale bastone. Solo che a questo punto il tonfa diventa controproducente, perché scomodo e sbilanciato, nonché estremamente facile da perdere, non avendo il cinturino di cuoio che lo assicuri al polso né un'impugnatura adatta.

Ma allora perché è stato utilizzato? Analizzando i filmati una spiegazione potrebbe essere data. Come si vede molto spesso, Polizia e Carabinieri non caricano ordinati, ma si lanciano in inseguimenti singoli contro manifestanti in fuga. In questo caso l'utilizzo del tonfa diventa comprensibile, per due motivi. Se tenuto lungo il braccio, diventa un'arma molto discreta, ma efficace: si può colpire con l'estremità che spunta di fronte alla mano. In una collutazione questo metodo risulterebbe quasi invisibile dall'esterno (magari a qualche telecamera non accreditata che non aspetta altro se non vedere la mano del Carabiniere alzarsi brandendo il manganello) non richiedendo che un piccolo movimento del braccio, ma ha conseguenze devastanti su chi viene colpito, soprattutto se il colpo investe il plesso solare o i reni. Se tenuto dall'estremità opposta a quella dell'impugnatura può essere usato come un vero e proprio martello, moltiplicando i già pesanti effetti dell'arma.

Dunque abbiamo una situazione di questo tipo: la polizia usa un'arma illegale e dagli effetti micidiali, che però risulta quasi inutile nelle normali tecniche di contenimento delle manifestazioni. Ed infatti queste tecniche non vengono utilizzate, a favore di collutazioni corpo a corpo, nelle quali il tonfa è utilissimo.

Non è difficile scorgere la volontà da parte di chi doveva gestire la piazza di colpire per far male. Usare un tonfa su una persona significa semplicemente giocare con la sua vita.

Non va dimenticata nemmeno la fondina ad estrazione rapida in dotazione in quei giorni all'Arma dei Carabinieri. Di solito la polizia, pur essendo obbligata ad avere con sé la pistola di ordinanza, nelle manifestazioni fa in modo che il suo utilizzo sia estremamente difficoltoso, e infatti si vede che l'arma viene fissata con un bel po' di giri di nastro adesivo (gli stessi agenti di Polizia a Genova ricorsero a tale metodo, semplice ma utile).

Questo perché si vuole evitare che in un tafferuglio qualche manifestante lesto di mano prenda possesso della pistola e inizi a sparare addosso ai poliziotti. E poi perché si fa in modo che il singolo agente non abbia modo di estrarre la pistola con facilità, magari preso dal panico. Sembrerebbero norme di buon senso, ma non per i Carabinieri, che scelgono di fare esattamente l'opposto. E il caso ha voluto che un proprio un Carabiniere, ferito, al primo momento di difficoltà vera, fronteggiato da alcuni manifestanti (cioè nelle condizioni tipiche di un'operazione di ordine pubblico) abbia estratto la pistola, sparato e ucciso.

Non sono mancati nemmeno i classici trucchetti anni '70, come per esempio far vestire un poliziotto di nero e col volto coperto, mandarlo a far casino in mezzo ai manifestanti per poi cogliere la ghiotta occasione e scatenarsi. Solo che negli anni '70 i manifestanti non avevano la possibilità di filmare gli agenti provocatori che parlottano con gli agenti in divisa. Nel 2001 sì.

Infine arriviamo al capitolo “prove false”. I 300.000 agenti, non essendo riusciti ad arrestare un solo black bloc, hanno pensato bene di fabbricare un consistente numero di prove false per avere la legittimazione ad azioni di pestaggio di massa come non se ne vedevano da tempo. Alla scuola Diaz sono entrate decine di poliziotti che hanno pestato a sangue tutti i presenti (a sangue, perché sui muri della scuola erano ben visibili le impronte di sangue di mani e teste) e poi, vista la feroce resistenza opposta dagli occupanti, hanno smontato tutti i computer e preso a manganellate gli hard disk. Poi hanno testimoniato di una sassaiola inesistente, hanno portato come prove molotov trovate in un giardino pubblico il giorno prima ed infine hanno inscenato un finto accoltellamento ai danni di un agente.

E come dimenticare la piccola bottega degli orrori, dove finalmente le forze dell'ordine sono riuscite a dare una lezione come si deve a tutti i barboni che avevano raccattato per strada? A Bolzaneto, la caserma a tempo determinato, il Governo, il Ministero degli Interni e la Polizia hanno dato veramente il meglio di sé. Sapevate che se divaricate le dita di una mano ad una persona potete aprirle la carne per 5 centimetri? E che se vi gettano nella cella gas urticante-asfissiante non morite? E che in fase di arresto è possibile che un vostro piede si fratturi (ma non chiedete come)? E che potete avere come suoneria del cellulare “Faccetta Nera”?

Sicuramente le accuse saranno state gravi per meritarsi questo trattamento... Certamente. Ecco i reati per cui erano state arrestate quelle persone. Il più contestato è quello di essere zecca figlio di puttana stronzo comunista di merda bombarolo di merda lurido comunista negro di merda schifoso frocio, e tutto in una volta sola. Le donne invece più spesso vennero incriminate per essere puttane zecche bocchinare sporche bastarde.

Qualcuno si chiederà che fine ha fatto il processo per l'omicidio di Carlo Giuliani. Il fatto è che non c'è mai stato alcun processo. Legittima difesa, archiviato ancora prima di iniziare. A molti la morte del ragazzo potrà sembrare chiara. Esiste un filmato in cui si vede Giuliani vicino al Defender dei Carabinieri, si sente un colpo di pistola, si vede il lampo e il ragazzo morto.

Ciò che è ovvio, quasi sempre è sbagliato.

L'autopsia ha detto che Giuliani è morto per un colpo di pistola che gli ha attraversato il capo dallo zigomo alla nuca. Caso chiuso. E invece no.

Come abbiamo scoperto due mesi più tardi, nella zona operativa di sovversivi, anarchici, terroristi, le leggi della fisica non valgono più. La regola vale anche in questo caso.

Le pallottole standard per le forze di polizia sono le 9 mm NATO, dette anche parabellum oppure full metal jacket. Gli effetti di questa pallottola sono ben conosciuti. Solo che sul corpo di Giuliani non hanno fatto niente di tutto ciò che di solito fanno. Quindi i periti, dopo aver scartato l'ipotesi del colpo diretto, hanno introdotto la teoria del colpo di rimbalzo. Rimbalzo dove? Sull'estintore che Giuliani teneva sollevato sopra la testa, è chiaro. Peccato che l'estintore non porti segni di impatto alcuno. I periti allora, non paghi, hanno osservato tutti i video a loro disposizione ed hanno stabilito che la pallottola è stata sparata verso l'alto e, sfortuna, ha incocciato un laterizio che volava da quelle parti proprio in quel momento, è stata deviata verso il basso e si è conficcata nel volto di Giuliani. A volte il destino è cinico e baro. Ma la matematica no: un'analisi tecnica del video che riprende la scena dimostra come questa ricostruzione non stia in piedi nemmeno con la colla.

Hanno poi dimenticato di chiedersi perché sulla fronte c'è una strana ferita, comparsa dopo che la polizia circonda il corpo, perché vicino alla testa compare un sasso parecchi minuti dopo l'uccisione, perché sul muro della chiesa di piazza Alimonda c'è un foro di proiettile... Insomma, della morte di Carlo Giuliani non sappiamo ancora niente, dopo cinque anni. I genitori e tutti coloro che chiedono verità stanno ancora aspettando di sapere molte, troppe cose: non si sa cosa sia successo realmente in piazza Alimonda prima della fuga dei militari che ha dato origine a tutto; non si sa quanto lontano fosse Carlo Giuliani dal Defender; non si sa se veramente ci fossero, a pochi metri dalla jeep, ufficiali dei Carabinieri appartenenti a reparti speciali; non si sa chi veramente abbia sparato; non si sa in che modo il proiettile abbia colpito Carlo Giuliani; non si sa l'origine della misteriosa ferita.

Una cosa la sappiamo però. Non appena sono arrivate a piazza Alimonda le telecamere del Tg5, un manifestante ha iniziato a gridare ai poliziotti “assassini!”. A pochi metri dalla telecamera un poliziotto grida di rimando al ragazzo “l'hai ammazzato te, col tuo sasso. Bastardo!” Il poliziotto inizia a rincorrere il manifestante che scappa e dopo pochi metri si dilegua, mentre il poliziotto torna indietro. Ecco, sappiamo almeno questo: in Italia ci sono così tanti casi di omicidi irrisolti perché i poliziotti sono troppo ciccioni per inseguire i colpevoli.

Da un punto di vista mediatico, il G8 del 2001 è stato l'antecedente diretto dell'11 settembre. Esistono due realtà: quella ufficiale e quella alternativa. I più grandi apparati di sicurezza vengono messi alla berlina da quattro uomini qualunque armati di coltellini o di sassi. Esiste una versione ufficiale, ma che forse sarebbe meglio chiamare convenzionale: non esiste in realtà nessun rapporto ufficiale che descriva ciò che è accaduto. Quella che viene definita versione ufficiale è il prodotto della simbiosi tra media e potere, che lascia a tv e giornali il compito di ricreare la realtà in funzione dell'utile. La versione ufficiale non è scritta in alcun luogo, non esiste, è solo il frutto di anni di meticoloso lavoro disinformativo e col tempo diviene conoscenza comune, dato di fatto, evidenza inappellabile. Se chiediamo a una persona qualunque cosa è successo a Genova in quei giorni, si sentirà parlare di scontri e devastazioni, e di un manifestante ucciso. Ma certamente nessuno saprà che sono finite sotto processo solo 26 persone e che quindi o non sono avvenute le devastazioni di cui si parla, o la polizia ha voltato la faccia quando qualcuno spaccava una vetrina.

Che in realtà non si sa nemmeno chi abbia sparato il proiettile che ha ucciso Carlo Giuliani.

Che in realtà non sappiamo niente, se non che tutto quello che ci viene detto è semplicemente falso.

Così come per l'11 settembre, non è stata necessaria alcuna legge speciale per eliminare la verità. E' bastato tacere e far lavorare i media, ed ecco che, come per magia, il 90% della popolazione crede che a Genova orde di invasati abbiano attaccato la polizia, che in America 15 arabi abbiano piegato la superpotenza mondiale.

E se qualcosa non torna, si tira fuori il coniglio dal cilindro: incapacità e sfortuna. L'incapacità di chi deve controllare e la sfortuna che fa accedere cose incredibili. Un pericoloso miscuglio che in quell'anno tragico ha permesso ai terroristi di tutto il mondo di infierire sulla democrazia come nemmeno l'URSS era riuscita a fare.

Giorgio Mattiuzzo (Pausania)


Fonti:

Piazza Carlo Giuliani
Le controinchieste
Piazza Alimonda: niente da archiviare
Genova 2001: supporto al team legale
Inchiostro G8
Appello legale G8

Su Luogocomune:
I “comunisti”, i “fascisti” e piazza Alimonda
Genova. 5 anni dopo. Quale verità per piazza Alimonda?

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
pessimista
Inviato: 19/7/2006 8:04  Aggiornato: 19/7/2006 8:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/12/2005
Da: catania
Inviati: 48
 Re: Genova, un altro millennio
http://it.wikipedia.org/wiki/Polizia_di_Stato#Organico_attuale

ORGANICO POLIZIA: 110.000

http://www.difesa.it/NR/rdonlyres/E00F0B50-6846-40FB-AC8D-CEC924C9AA12/0/2allegato_2b_x.pdf

ORGANICO CARABINIERI: 111.757

In pratica a Genova sarebbe stata lasciata sguarnita tutta Italia, inoltre 78.243 (300.000 - 110.000 - 111.757) persone sono state assunte il giorno prima per partecipare al G8

posso sempre sbagliarmi, ma mi sa che stavolta.... qualcuno ha toppato

pronto a rimangiarmi tutto, porgo distinti saluti

ombroso
Inviato: 19/7/2006 8:14  Aggiornato: 19/7/2006 8:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/6/2006
Da: Genova
Inviati: 45
 Re: Genova, un altro millennio
Da genovese non posso che congratularmi per l'articolo.

Io quei giorni sono scappato dalla mia città. Forse oggi mi sarei comportato diversamente, ma dal modo in cui hanno blindato il centro sembrava di essere alla vigilia di una guerra, e mi sentivo un profugo. Naturalmente ho seguito tutto in televisione. Da quello che ho visto mi aspettavo di trovare Genova devastata. Sono tornato il giorno dopo la fine dell'evento e mi sono recato nei luoghi più "caldi" per rendermi conto dell'accaduto e...sono rimasto molto perplesso. Era tutto lindo e pulito, a parte qualche vetrina spaccata. Niente macchine bruciate, niente cassonetti distrutti, niente pali divelti. Strade deserte, un clima surreale. Ci sono carcasse di auto che normalmente giacciono in strada per anni, ma in quel caso tutto è stato rimesso a nuovo in men che non si dica.

ivan
Inviato: 19/7/2006 8:34  Aggiornato: 19/7/2006 8:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/7/2004
Da: Bronx
Inviati: 11520
 Re: Genova, un altro millennio
Io mi sarei aspetatto, da un governo serio, una commissiione di inchiesta seria sull'accaduto.

Anche in considerazione della legge Scelba, mi sarei aspetatto che chi ha cantato e pronunciato certe cose, fosse stato rimosso subito, giusto per non adito a spiecevoli equivoci.

Invece, tanto per cambiare, non succede nulla, neanche con questo governo.

Com'è che hanno la memoria così corta?

Il Guardasigilli, invece di guardare a Potenza, non può passare il suo tempo a guardare a Genova, dove son successe cose molto più serie?

In che mani siamo ....poveri noi.

Krya
Inviato: 19/7/2006 8:53  Aggiornato: 19/7/2006 8:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/8/2005
Da: Toscana
Inviati: 438
 Re: Genova, un altro millennio
Figuratevi se non sono daccordo, ma mi sono scocciato di sparare e vedere sparare a zero su tutto per default, non credo sia un mistero come la penso, mi sono astenuto un poco, sia per problemi personali, tuttora in essere, che per la sensazione di pesantezza che ogni tanto mi prende, leggevo stamani un'articolo sulla Repubblica, ehhhh siii Repubblica fiiiiiiii al rogo al rogo, questo sarà anche un governicchio, piccolo e malridotto ma almeno alcune cosette le dice, sia pure in mezzo a mille contraddizioni chissà se l'elastico tiene, oltretutto vengono da parte di chi, ho immensamente antipatico, antipatia che risale a tempi e freguentazioni comuni, anche se ha diversi anni più di me.

Ma se lo dice anche lui allora è proprio grave.

Un saluto torno nell'eremo.

Riccardo

Ci sono crimini peggiori del bruciare libri, uno di questi è non leggerli. (brodsky)
redoctober
Inviato: 19/7/2006 9:13  Aggiornato: 19/7/2006 9:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Salve a tutti, non vorrei andar controcorrente o dare una cattiva immagine di me ma proprio non riesco ad essere daccordo con quanto scritto.
Non voglio tirare fuori nuovamente gli argomenti che alimentavano a quel tempo le mie discussioni sul g8 di genova anche per rispetto alla tragedia occorsa a quel tempo ma senza giustificare i mezzi non posso non ricordare che tutto sommato, i black blocks e altri ragazzi non erano li per discutere pacificamente.
Mi spiace davvero perchè davvero vorrei che ci fosse chiarezza ma da ambo i lati, non solo da una parte soltanto.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
TheJackal
Inviato: 19/7/2006 9:38  Aggiornato: 19/7/2006 9:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2006
Da: Catania
Inviati: 89
 Re: Genova, un altro millennio
Io non dimenticherò mai il momento dell'incursione alla DIAZ. Mi ricordo che ero a Bologna e stavo ascoltando dalle radio libere la diretta della manifestazione. Alcuni ragazzi e ragazze parlavano da uno studio improvvisato dentro la scuola tranquillamente quando ad un tratto hanno inziato a raccontare l'attacco. Lacrimogeni prima e poi incursione. Ricordo le grida d'aiuto di una ragazza alla radio che diceva più o meno" ci stanno attacando, è un massacro, aiuto, aiuto aiutateci vi prego...". Io sono sceso in strada e sono andato insieme ad alcuni amici in giro per cercare altra gente per organizzare qualcosa ma era tutto inutile. Distanti chilometri dal campo di battaglia fummo presi da un senso di impotenza, lo stesso senso di impotenza che provo ora davanti agli orrori di questa guerra assurda che ci porterà ad uno scontro di civiltà.
Ho già scritto in altri post che vorrei fare qualcosa. Una petizione on-line, mails a tutti i politici, un raduno? Facciamo qualcosa ragazzi, ora però perché non vorrei dovere raccontare tra 5 o 6 anni che nel 2006 io sapevo quello che stava accadendo ma che non riuscii a fare nientaltro che scrivere su di un blog!!

Citazione:
Noi Facciamo solo domande - Esigiamo delle Risposte
packz
Inviato: 19/7/2006 9:54  Aggiornato: 19/7/2006 9:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/7/2006
Da:
Inviati: 396
 Re: Genova, un altro millennio
Per redoctober:

Dipende cosa intendi per violenza: 8 persone che si incontrano per decidere come il mondo va "amministrato" al meglio senza preoccuparsi dei 6 miliardi di persone che cio vivono e che ne subiranno le conseguenze non la trovi una violenza? il il G8 mica l'ho votato, c'è mai stata una consultazione popolare per aderirci? Ed il popolo che deve fare? pregare Padre Pio per obbiettare le loro decisioni? Secondo me già il modo in cui dopo 5 anni è stata archiviata la faccenda è indice di come a livello istituzionale fosse tutto premeditato (intendo le violenze e la mancanza di legalità)... in qualche forum ho letto che gran parte dei poliziotti beccati sia stata poi in realtà promossa, se qualcuno possiede link al riguardo.... come lo giustifichi il questore di Genova che prende a calci in faccia quel minorenne mentre questo viene trattenuto da 2 poliziotti | Carabinieri| zecche?

P.S: Io a Genova c'ero e sono finito in infermeria al Carlini a farmi cucire due buchi nel collo senza anestesia e ti posso assicurare che non stavo facendo niente di contrario alle norme vigenti se non parlare con dei miei amici in mezzo alla manifestazione.

padma
Inviato: 19/7/2006 10:05  Aggiornato: 19/7/2006 10:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/3/2005
Da: torino
Inviati: 416
 Re: Genova, un altro millennio
Bella packz..

i black blocks e altri ragazzi non erano li per discutere pacificamente

discutere con chi? con bush? con chirac? ma non spariamo boiate, si era lì per manifestare, non per discutere con chi non ti lascerà mai la parola.

Mi spiace davvero perchè davvero vorrei che ci fosse chiarezza ma da ambo i lati, non solo da una parte soltanto.

Ma di che parte parli? Non ti sono bastati i vari tg1tg2tg3tg4tg5studioapertoIlGiornaleLaRepubblicaLaStampaIlcorriere e tutta l'altra monnezza da giardino?
Perché non cerchi là la verità, invece di tacciare quest'articolo di partigianeria?


The assumption that what currently exists must necessarily exist is the acid that corrodes all visionary thinking.
M.Bookchin
padma
Inviato: 19/7/2006 10:09  Aggiornato: 19/7/2006 10:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/3/2005
Da: torino
Inviati: 416
 Re: Genova, un altro millennio
Ah dimenticavo, complimenti a Pausania per l'articolo, e complimenti alla controinchiesta del sito PiazzaCarloGiuliani, ce n'è un gran bisogno di inchieste così.


The assumption that what currently exists must necessarily exist is the acid that corrodes all visionary thinking.
M.Bookchin
nettunio
Inviato: 19/7/2006 10:14  Aggiornato: 19/7/2006 10:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/5/2006
Da: dall'Isola nell'Isola
Inviati: 227
 Re: Genova, un altro millennio
Caro Giorgio complimenti per l'articolo, lo condivido in tutto!!


Citazione:
Quella che viene definita versione ufficiale è il prodotto della simbiosi tra media e potere, che lascia a tv e giornali il compito di ricreare la realtà in funzione dell'utile


questa a mio parere è la tragedia più grande,poter fare tutto il male che si vuole e saper di non essere puniti

Finzas a candu non biti su santu, non creiti a sa festa!!
redoctober
Inviato: 19/7/2006 10:16  Aggiornato: 19/7/2006 10:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Ciao, dunque io non giustifico affatto le forze dell'ordine che è lampante abbiano evidentemente esagerato e probabilmente oltrepassato il limite dei loro poteri.
Dico semplicemente che ovviamente in un evento del genere ci rimettono spesso anche chi non c'entra nulla come te a quanto scrivi però demonizzare la polizia mi sembra eccessivo, perchè non credo sia facile cercare di arginare cmq dei teppisti ,che non confondo con le brave persone che esercitavano giustamente il loro diritto di manifestare, che ti tirano addosso di tutto e di più.
Ripeto che con questo non giustifico i mezzi adottati ma che oltre a fare processi alla polizia si dovrebbe cercare anche i motivi che poi hanno portato a determinate reazioni della polizia, poichè non penso si siano svegliati la mattina premeditando irruzioni o violenze, ma purtroppo non vedo molte discussioni al riguardo.
Sono daccordo con te che nessuno ci ha chiesto se volevamo il g8 o meno ma c'è e non per questo poi bisogna arrivare a quanto abbiamo visto.
Mi fido di quanto scrivi che non deve essere stato piacevole ciò che hai passato a genova, io non c'ero ma so cosa vuol dire trovarsi in mezzo a una carica, prendere manganellate gratuite, dover respirare lacrimogeni ecc...e nonostante io non sia un grandissimo fan delle forze dell'ordine trovo cmq ingiusto e ingiustificato ragionare a senso unico.
Finisco dicendo che in scozia e in russia ad esempio non è successo ciò che è acacduto a genova, forse perchè meglio organizzati o forse per altrimotivi, dico solo che mi dispiace sia accaduto in italia e a genova e vorrei capire il perchè.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
redoctober
Inviato: 19/7/2006 10:22  Aggiornato: 19/7/2006 10:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
si era lì per manifestare, non per discutere con chi non ti lascerà mai la parola.


infatti ma manifestare non significa distruggere mezza città.

Citazione:
Perché non cerchi là la verità, invece di tacciare quest'articolo di partigianeria?


Io cerco la verità e infatti sono qui a leggere commenti come i tuoi che non la pensano come me per capire meglio e di più e cmq non sto tacciando questo articolo ma permetterai di non essere daccordo.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
padma
Inviato: 19/7/2006 10:50  Aggiornato: 19/7/2006 10:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/3/2005
Da: torino
Inviati: 416
 Re: Genova, un altro millennio
infatti ma manifestare non significa distruggere mezza città.

ti sei mai chiesto perché è successo?

The assumption that what currently exists must necessarily exist is the acid that corrodes all visionary thinking.
M.Bookchin
Daniele
Inviato: 19/7/2006 11:04  Aggiornato: 19/7/2006 12:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/12/2005
Da: Trentino
Inviati: 128
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
...fummo presi da un senso di impotenza, lo stesso senso di impotenza che provo ora davanti agli orrori di questa guerra assurda che ci porterà ad uno scontro di civiltà


E' lo stesso senso di impotenza che mi sento addosso contiunamente: credo che potremmo riempire il forum con centinaia di casi avvenuti in tutti i tempi.
E fatti come l'11 settembre, Ustica, il Signoraggio, scie chimiche, farmaci che fanno ammalare, ecc. ecc. mi fanno sentire come "se" fossi impotente.
A volte l'unica cosa che mi sento dentro è la consapevolezza di "sapere" e cercare di diffondere queste conoscenze: superare la massa critica, mi dico....

E poi ci sono anche le elezioni... e ti dici: ma possibile che siano sempre i soliti che vengono eletti??? Ma chi li vota?? E come si fa a votare, non una ma ben 25 (!!!), persone condannate in via definitiva??
E dunque: "chi" vota?? "Chi" lascia fare le guerre?? Per primo sempre io, il singolo. Ognuno deve sentirsi responsabile di come va il mondo. In prima persona.

Nei secoli scorsi i popoli facevano le "rivoluzioni": ci dovremo arrivare anche noi?
Anche se poi si sa come vanno le cose: il potere, l'orgoglio personale, la "poltrona conquistata" spesso fa male e rovina anche il miglior rivoluzionario.
La politica, purtroppo, è fatta di compromessi. E troppo spesso sono con la propria coscienza!!!
Ciao
Daniele

PS: ottimo articolo iniziale!!! Grazie Pausania.

redoctober
Inviato: 19/7/2006 11:04  Aggiornato: 19/7/2006 11:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
ti sei mai chiesto perché è successo?


Si certo, come mi sono chiesto perchè sia successa una rezione del genere fatta dalle forze dell'ordine.
Ma cmq ho avuto tante risposte e sarei felice di conoscere anche la tua.
grazie

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
Satirus
Inviato: 19/7/2006 11:13  Aggiornato: 19/7/2006 11:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/4/2006
Da: Luogocomune
Inviati: 511
 Re: Genova, un altro millennio

Mayer
Inviato: 19/7/2006 11:37  Aggiornato: 19/7/2006 11:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/3/2006
Da:
Inviati: 202
 Re: Genova, un altro millennio
"...Ho Visto
Celerini Mossi Dai Quattrini
Avevo Scarpe Macchiate Dal Sangue
Di Bambini..."

SoldiSoldiSoldi - Art31


ma in previsione di simili manifestazioni, la polizia non e' tenuta a preparare come equipaggiamento, proiettili di gomma?

rascalcitizen
Inviato: 19/7/2006 11:43  Aggiornato: 19/7/2006 11:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/7/2005
Da: napoli
Inviati: 249
 Re: Genova, un altro millennio
Ottimo articolo Pausania, grazie!
Condivido in pieno.
Il G8 di Genova resta una delle tante pagine oscure e vergognose della storia di questo paese.
Questa notte RAI2 ha mandato in onda una puntata di "La storia siamo noi" su Genova, con testimonianze dei manifestanti pestati. Come al solito l'ora era tarda..... Un vero peccato, perchè in questo paese, come diceva spesso un vecchio amico di LC, c'è bisogno di memoria, esercitare la memoria...

E c'è anche un disperato bisogno di verità...

redoctober Citazione:
poichè non penso si siano svegliati la mattina premeditando irruzioni o violenze,

E perchè non dovremmo pensarlo? Perchè le forze dell'ordine sono "costituzionalmente" sane? Oppure in base alla solita favoletta rappresentano lo stato, e quindi "tutti noi"? Inoltre non dimentichiamo che il potere è abituato ad usare spudoratamente la menzogna, e le bugie sono state tantissime, l'intera versione "ufficiale" si regge sulle menzogne.

Iniziando dal ministro dell'interno dell'epoca, Scajola, poi costretto a dimettersi quando definì di fronte alla stampa Marco Biagi, ammazzato dalle BR, "un rompicoglioni" , per le sue continue richieste di scorta...
Ecco due affermazioni di Scajola:
28/6/2001- "Le forze dell'ordine italiane in piazza non sparano, perlomeno sinchè io sarò ministro degli interni".
16/2/2002- "Durante il G8, la notte in cui c'è stato il morto, ho dovuto dare l'ordine di sparare se avessero sfondato la zona rossa".
Ogni commento è superfluo....

Insomma. redoctober, per una volta proviamo a pensare l'impensabile, a superare i criteri statalisti e "istituzionali" in cui siamo cresciuti, e vedrai che tante cose saranno un pò più chiare...

Wintermute
Inviato: 19/7/2006 12:04  Aggiornato: 19/7/2006 12:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/1/2006
Da: aree riservate e protette
Inviati: 1096
 Re: Genova, un altro millennio
...un mio amico ha fatto della foto a genova, al g8...
(fino a poco tempo fa le si trovava in rete, non le ho trovate ora)

per capirci simili a queste:
http://italy.indymedia.org/news/2005/01/708695.php

ebbene, stava fotografando con la sua digitale quando è stato avvistato da uno sbirro.
questo ha iniziato a corrergli dietro per avere la macchina fotografica...
il mio amico ha iniziato a correre e mentre scappava ha tolto la scheda di memoria e se l'è infilata nelle mutande.
alla fine l'hanno braccato in 3 e gli hanno dato un bel pò di botte.
anche in testa
e sugli avambracci
e sulla schiena.

non era bardato di gommapiuma come gli altri, è un pacifista convinto, era nel gruppo di quelli che avevano la mani colorate di bianco e le tenevano alte...

si è preso un sacco di manganellate
prima di andare via e lasciarlo li come un cane sulla strada
gli hanno sfasciato la macchinetta (e nel 2001 una digitale costava!) per terra e l'hanno pestata (come i bulli per televisione) con gli scarponi
finchè non è rimasto nulla.


per fortuna i servi dello stato sono ignoranti (ovvio, sono fascisti) e non hanno pensato alla schedina di memoria.

poi le ho viste, le foto: niente di che, gente che manifesta, qualche sbirro che mena e poco più...qualche ricordo, insomma;

eppure, gli sbirri hanno paura che si sappia della Verità
e cioè
che attaccavano senza motivo,
che sembravano infojati dal piacere di dover alzare le mani
che si divertivano a pestare la gente
che pestavano e pestavano e pestavano usando le tecniche che gli insegnano per fare più male possibile

che siano maledetti.

ps:
a Glasgow

il clima è stato diverso.

vergogna su di noi.

Salvo il mondo...
ma con quale estensione?
redoctober
Inviato: 19/7/2006 12:12  Aggiornato: 19/7/2006 12:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
poichè non penso si siano svegliati la mattina premeditando irruzioni o violenze,

Citazione:
E perchè non dovremmo pensarlo? Perchè le forze dell'ordine sono "costituzionalmente" sane? Oppure in base alla solita favoletta rappresentano lo stato, e quindi "tutti noi"?


Ovviamente non credo neanche io alla favoletta che le forze dell'ordine siano buone sane e precostituite.
E ovviamente chiunque può pensare che si siano davvero svegliati la mattina, ma io proprio non riesco a crederci, anche perchè penso che al primo volare di mosca avrebbero agito con violenza proprio per sedare e scoraggiare in partenza possibili disordini e non avrebbero aspettato di subire quello che poi c'è stato e solo in nottata fare la retata che si è vista.
Però quello che mi preme sottolineare è invece prorpio la mancanza di chiedersi perchè i manifestanti (mi rivolgo solo a quelli facinorosi e violenti e non faccio di tutta un erba un fascio) si siano svegliati la mattina per devastare genova, perchè questo hanno fatto chi ha rotto vetrine, bruciato cassonetti ecc...
Chiaramente oramai da ambo le parti si è prevenuti ma questo è un problema che ci tireremo appresso per lungo tempo.
Citazione:
"Le forze dell'ordine italiane in piazza non sparano, perlomeno sinchè io sarò ministro degli interni".

Spero che tu convenga con me sul fatto che un ministro e la sua mente non sono un intero corpo di polizia e proprio questa tua affermazione dimostra quanto poco credibile sia il ministro e secondo non bisognerebbe confonderlo con chi poi va davvero in piazza a fronteggiare i pericoli veri.
Ripeto, è stata una tragedia che sicuramente con maggior perizia dei politici e dei ruoli competenti poteva essere evitata nonchè gestita l'intera situazione in maniera pacifica e democratica ma non per questo poi le colpe di un ministro debbano per forza oscurare un corpo d'armi che cmq svolge una importante funzione e che al suo interno, come tutte le cose, ha le sue macchie nere.
Citazione:
proviamo a pensare l'impensabile, a superare i criteri statalisti e "istituzionali"

concludo che si, hai ragione, e infatti l'ho fatto ad esempio sull'9/11, ma non posso superare aprioristicamente criteri statalistici e istituzionalistici solo per le sconsiderate azioni dei suoi rappresentanti o per convinzioni o ideologie che cmq non mi appartengono, ma certo posso farlo per capire e quantomeno provare a ricercare la verità.
Non c'è democrazia senza Stato.
ciao

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
hi-speed
Inviato: 19/7/2006 12:27  Aggiornato: 19/7/2006 12:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Genova, un altro millennio
Quei giorni al posto del bromuro venne somministrato qualcos'altro in caserma ai poliziotti & Co?

Hi-speed
PS: a Spezia esiste un "battaglione" di miltari che si fa a nuoto due volte al giorno il golfo più altre cosucce. Della serie che se ti prendono prima ti tritano poi ti buttano in mare. Forse erano li anche loro.

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
ombroso
Inviato: 19/7/2006 12:28  Aggiornato: 19/7/2006 12:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/6/2006
Da: Genova
Inviati: 45
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
tutto sommato, i black blocks e altri ragazzi non erano li per discutere pacificamente
Come fai a paragonare i Black Block con gli altri ragazzi? Li hai visti girare per le strade?

Il problema è che quelli che le hanno prese sono stati "gli altri ragazzi", non mi risulta abbiano fermato molti Black Block, eppure avevano la lista completa dei loro nomi già prima che arrivassero.

E poi, come giustamente sostieni, il G8 è una questione dedicata, difficile da gestire... perchè mai hanno deciso di incontrarsi nel centro storico di una città?!?!? Che cosa abbiamo fatto noi genovesi per vivere una settimana come prigionieri in casa propria? Non potevano incontrarsi su qualche bella nave da crociera al largo nel mare ligure o dove diamine gli pareva?

packz
Inviato: 19/7/2006 12:39  Aggiornato: 19/7/2006 12:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/7/2006
Da:
Inviati: 396
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Spero che tu convenga con me sul fatto che un ministro e la sua mente non sono un intero corpo di polizia e proprio questa tua affermazione dimostra quanto poco credibile sia il ministro e secondo non bisognerebbe confonderlo con chi poi va davvero in piazza a fronteggiare i pericoli veri.


Si ma la polizia in piazza ce l'ha mandata lui e a questo punto possiamo fare due ipotesi:

1 - Lui poverino ha perso il controllo del suo cane obbediente
2 - Il cane obbediente ha morso chi ha molestato il padrone

ed in tutti e due i casi mi chiedo: ma cosa serve allora il Ministro? cioè difende i diritti dei suoi connazionali, fa stare al tranquillo gli ospiti internazionali che in alcuni casi possiamo benissimo inquadrare come criminali contro l'umanità (Cecenia, Iraq....) oppure lascia liberi di svagarsi dei giovani in un gioco di società non piú in uso dai tempi di Sparta?

Citazione:
Non c'è democrazia senza Stato.


di polizia, aggiungiamo va.... mano male che i manganelli non erano all'uranio impoverito...

redoctober
Inviato: 19/7/2006 12:40  Aggiornato: 19/7/2006 12:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Come fai a paragonare i Black Block con gli altri ragazzi? Li hai visti girare per le strade?

No non li paragono come gia ho specificato precedentemente, e no non li ho visti girare perche non ero a genova, ma non dirmi che non c'erano

Citazione:
Il problema è che quelli che le hanno prese sono stati "gli altri ragazzi

accade sempre in situazioni del genere e piu settimanalmente in ogni stadio.
Citazione:
non mi risulta abbiano fermato molti Black Block, eppure avevano la lista completa dei loro nomi già prima che arrivassero.

io non ho la facoltà di vedere la ista degli arresti effettuati, ma se mi dici che pochi ce ne sono stati mi fido e ne prendo atto.
Non mi vorrai far credere che dato che avevano la lista completa allora potevano fermarli tutti o verificare persona per persona chi fosse la sua identità.....
in quei casi sai meglio di me che è un po un caos e se ti trovi al posto sbagliato può capitare, ripeto può anche se non dovrebbe, capitare di prendersi qualche manganellata.
Citazione:
perchè mai hanno deciso di incontrarsi nel centro storico di una città?!?!?

questo come dicevo è il risultato della scarsa intelligenza di chi governava a quel momento (non mi riferisco a destra o sinistra)
Citazione:
Che cosa abbiamo fatto noi genovesi per vivere una settimana come prigionieri in casa propria?

voi nulla e infatti ci rimette sempre chi non c'entra poi molto ma non per questo tutti sono cattivi e gli altri sono solo buoni.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
Ashoka
Inviato: 19/7/2006 12:41  Aggiornato: 19/7/2006 12:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/7/2005
Da:
Inviati: 3660
 Re: Genova, un altro millennio
Ottimo articolo Pausania.

Vorrei sottolineare questo passo (il resto è già stato ben evidenziato da altri)

Genova non conobbe misure di sicurezza tali nemmeno quando, Repubblica marinara, ebbe a fronteggiare nemici di ogni sorta. 300.000 uomini delle forze dell'ordine (il doppio dei soldati usati per invadere l'Iraq). I tombini sigillati. I cancelli e le grate di ferro a chiudere la zona rossa. I pass agli abitanti per poter tornare a casa loro, la sera. I controlli e le perquisizioni, anche di notte, nelle case dei cittadini. Container per chiudere l'accesso a diverse zone della città. Docce di decontaminazione all'Ospedale San Martino. Missili e mine anti-sottomarino in porto. Sospensione del trattato di Schengen e chiusura delle frontiere. Addirittura erano pronte 200 bare. In caso di intensi lanci di estintori.

Cosa vi ricorda?

Ashoka

redoctober
Inviato: 19/7/2006 12:44  Aggiornato: 19/7/2006 12:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Si ma la polizia in piazza ce l'ha mandata lui

ma infatti il ministro è responsabile di ciò che è successo una cosa è il ministro che parla seduto in poltrona e una cosa è il cellerino che di fatto vive in prima persona gli avvenimenti, alla stessa stregua del cittadino.
Citazione:
di polizia, aggiungiamo va....

questo è una tua convinzione anche se siamo ben lontanti dallo Stato di polizia e che ora non c'è, ma questa è una mia convinzione.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
shevek
Inviato: 19/7/2006 12:46  Aggiornato: 19/7/2006 12:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Genova, un altro millennio
Salut y Libertad, redoctober!


Dici: "non giustifico affatto le forze dell'ordine che è lampante abbiano evidentemente esagerato e probabilmente oltrepassato il limite dei loro poteri. (...) però demonizzare la polizia mi sembra eccessivo, perchè non credo sia facile cercare di arginare cmq dei teppisti ,che non confondo con le brave persone che esercitavano giustamente il loro diritto di manifestare, che ti tirano addosso di tutto e di più. (...) non giustifico i mezzi adottati ma che oltre a fare processi alla polizia si dovrebbe cercare anche i motivi che poi hanno portato a determinate reazioni della polizia, poichè non penso si siano svegliati la mattina premeditando irruzioni o violenze, ma purtroppo non vedo molte discussioni al riguardo. (...) in scozia e in russia ad esempio non è successo ciò che è acacduto a genova, forse perchè meglio organizzati o forse per altrimotivi, dico solo che mi dispiace sia accaduto in italia e a genova e vorrei capire il perchè."

1. Arginare i "violenti" era facilissimo: erano, al massimo, 200, perfettamente visibili e ben separati dal resto del corteo (vedi il video "Le strade di Genova"). Un centinaio di celerini, ma anche meno, erano sufficienti a circondarli ed accompagnarli lungo tutto il corteo impedendogli di fare alcunché: si tratta di una prassi comune e ben sperimentata. Sin dalla piazza tematica dei cobas erano presenti intorno a loro decine di migliaia di agenti che non si sono mai mossi e li hanno lasciati agire indisturbati.
2. Si sono proprio svegliati la mattina con queste intenzioni/ordini, almeno una buona fetta. Te ne dico una (non posso rivelare la fonte per non creargli problemi): poco prima dell'assassinio di Carlo, un drappello di forze dell'ordine era entrato casualmente in contatto con loro e stava per caricarli; a quel punto sono stati fermati da un altro drappello, molto più numeroso, che si è messo in mezzo e gli ha impedito di disperderli. Alle rimostranze, l'altro capo drappello ha risposto testualmente così: "Questi sono gli ordini, non rompete i coglioni altrimenti carichiamo noi a voi".
3. In Scozia ed in Russia non è accaduto niente perché i manifestanti hanno imparato la lezione e si sono organizzati per evitare provocazioni. D'altronde anche a Sanpierdarena (il corteo operaio quarta piazza tematica genovese) un buon servizio d'ordine ha fatto sì che non accadesse nulla, sventando ben due provocazioni palesi, una delle quali composta da una decina di motorini (guidati da un auto civetta) con due "black block" a testa che si stava posizionando alle spalle della piazza dove si stava svolgendo il comizio finale.
4. Ancora su Sampierdarena. Il corteo era stato indetto dal più grande sindacato di base italiano (la RdB/CUB), era composto da circa ventimila lavoratori, seguiti da qualche migliaio di aderenti alla Federazione Anarchica Italiana e - udite udite - dai Black Block: quelli "autentici" di Seattle, del Centro Europa, Greci, ecc. In fondo a tutto, lo spezzone di un "tremendo" Centro Sociale Genovese, vittima anch'esso delle attenzioni criminalizzatrici mediatiche dei giorni precedenti. Non solo non è successo niente, ma addirittura i cattivissimi anarchici, Black Block (senza virgolette), ecc. sono stati loro ad impedire la messa in atto di ben due provocazioni ed a permettere l'ordinato svolgersi della manifestazione.
5. Se i Black Block col bollino blu erano a Sampierdarena, chi erano allora i "Black Block" nel centro della città? Semplice: un 20% di provocatori, il resto Hooligans. Per i provocatori ci sono in abbondanza testimonianze video/fotografiche; sugli Hooligans, a parte le testimonianze dirette di chi li ha incontrati e/o riconosciuti (me compreso), basta leggersi le loro fanzines in cui si chiamavano a raccolta. In particolare, ho ancora conservato l'appello de "Il Gladiatore" - un nome, un programma - in una fanzine salernitana...


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
Zret
Inviato: 19/7/2006 12:49  Aggiornato: 19/7/2006 12:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/11/2005
Da: Inferno
Inviati: 184
 Re: Genova, un altro millennio
Il teatro dei pupi siciliani.

Neocons
Inviato: 19/7/2006 12:54  Aggiornato: 19/7/2006 12:54
So tutto
Iscritto: 19/7/2006
Da: Tel Aviv
Inviati: 17
 Re: Genova, un altro millennio
Ma smettiamola.
La polizia ha fatto il suo dovere.
I manifestanti hanno invece solo distrutto mezza Genova.
Per questa gemte ogni occasione è buona per fare casino.

packz
Inviato: 19/7/2006 12:57  Aggiornato: 19/7/2006 12:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/7/2006
Da:
Inviati: 396
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Ma smettiamola.
La polizia ha fatto il suo dovere.
I manifestanti hanno invece solo distrutto mezza Genova.
Per questa gemte ogni occasione è buona per fare casino.


bene, bella bandiera, bel nick name, è proprio il periodo adatto...

Neocons
Inviato: 19/7/2006 13:01  Aggiornato: 19/7/2006 13:01
So tutto
Iscritto: 19/7/2006
Da: Tel Aviv
Inviati: 17
 Re: Genova, un altro millennio
quella bandiera è da rispettare,rappresenta uno stato libero e democratico.
questo antisionismo è assurdo in tutti i sensi.

packz
Inviato: 19/7/2006 13:05  Aggiornato: 19/7/2006 13:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/7/2006
Da:
Inviati: 396
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
ma infatti il ministro è responsabile di ciò che è successo una cosa è il ministro che parla seduto in poltrona e una cosa è il cellerino che di fatto vive in prima persona gli avvenimenti, alla stessa stregua del cittadino.


bella 'sta democrazia, funziona proprio bene! secondo te cosa deve fare uno (magari come me) che ha subito inerme tale violenza? si ritira a vita monastica in Tibet (per poi scappare per l'invasione sovietica o da quella olimpica) oppure organizza un colpo di stato cosí almeno decide lui quello che deve fare la polizia?

redoctober
Inviato: 19/7/2006 13:05  Aggiornato: 19/7/2006 13:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
intorno a loro decine di migliaia di agenti che non si sono mai mossi e li hanno lasciati agire indisturbati.

su questo punto vorrei dire che gli agenti non si muovono secondo un loro gusto ma seconda ordini precisi che vengono impartiti all'ufficiale del drappello derivante da sfere superiori, quindi a questa domanda penso ti possa rispondere non tanto io stesso,anche se mi piacerebbe farlo, ma probabilmente il questore o chi per lui poichè non ricopro tali gradi e cmq accerchiamento o meno non trovo ancora gistificazione alcuna alla devastazione occorsa.
sul punto 2 non capisco bene, nel senso che non credo proprio fossero autorizzati a fare cio che hanno fatto nonostante non fossero stati dispersi dalla polizia.
Citazione:
chi erano allora i "Black Block" nel centro della città?

io non lo so e non ha molta importanza saperlo, o mi spiego meglio, non fa molta differenza poichè i risultati sono stati devastazione e tragedia.
mi scuso se evidentemente associo all'espressione black block vandalismi e atti fuorilegge ma finora non ho avuto dimostrazione contraria e non li associo a degli angeli ma sono pronto a cambiare idea davanti a cose concrete.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
Peo
Inviato: 19/7/2006 13:06  Aggiornato: 19/7/2006 13:06
So tutto
Iscritto: 13/6/2006
Da: Napoli
Inviati: 17
 Re: Genova, un altro millennio
a proposito di disordini mi sa che i ragazzi di corso buenos aires se la vedranno brutta
segnalo questo link

http://www.repubblica.it/2006/07/sezioni/cronaca/incidenti-milano/incidenti-milano/incidenti-milano.html

ciao a tutti

Impossibile non è un fatto, è solo un'opinione
packz
Inviato: 19/7/2006 13:07  Aggiornato: 19/7/2006 13:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/7/2006
Da:
Inviati: 396
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
quella bandiera è da rispettare,rappresenta uno stato libero e democratico.
questo antisionismo è assurdo in tutti i sensi.


Si, libero di fare quello che gli pare... democratico a tal punto da avere la tortura istituzionalizzata....se non altro non mi hai dato dell'antisemita....

Neocons
Inviato: 19/7/2006 13:08  Aggiornato: 19/7/2006 13:08
So tutto
Iscritto: 19/7/2006
Da: Tel Aviv
Inviati: 17
 Re: Genova, un altro millennio
Evidentemente facevi qualcosa di sbagliato..

redoctober
Inviato: 19/7/2006 13:08  Aggiornato: 19/7/2006 13:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
bella 'sta democrazia, funziona proprio bene!

ma io non dico che questa democrazia funziona bene la democrazia vera e prorpia è solo utopia.
Citazione:
secondo te cosa deve fare uno (magari come me) che ha subito inerme tale violenza?

protestare e farsi valere nelle sedi opportune e legittime, no certo manifestare la volta successiva con maggiore violenza.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
redoctober
Inviato: 19/7/2006 13:11  Aggiornato: 19/7/2006 13:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
l'articolo segnalato è fantastico e dimostra come chiunque possa dire tutto cio che vuole ,anche le panzane (ovviamente mi ci metto dentro anche io):
come si può definire la sentenza come un atto che fa felice forza nuova?
ma volevano pure l'assoluzione? gia tanto che hanno gli arresti domicialiari.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
packz
Inviato: 19/7/2006 13:49  Aggiornato: 19/7/2006 13:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/7/2006
Da:
Inviati: 396
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
protestare e farsi valere nelle sedi opportune e legittime, no certo manifestare la volta successiva con maggiore violenza.


Tenendo conto che non ho mai parlato di restituire le violenze, quali sono le sedi opportune? Striscia la notizia, il Mistero degli Interni, La madonna di Fatima, Il Papa, L'ONU? probabilmente i filmati della controinchiesta su piazza carlo giuliani non li hai neanche guardati, magari hai letto solo Libero (1 e 2 ) e magari mi fai la morale solo perché hai sentito dire che Genova è stata distrutta, manco fosse stata Dresda... per me la morte un ragazzo supera in importanza qualunque vetrina infranta... sempre a difendere Stato e polizia, voglio vedere il giorno che ti vengono a sfollare perché devono costruire una linea ad alta velocità o perché stai protestando per la liberalizzazione delle licenze commerciali... l'attento lettore capirà (scusa Zio Linucs per il plagio)...

florizel
Inviato: 19/7/2006 14:12  Aggiornato: 19/7/2006 16:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Genova, un altro millennio
redoctoberCitazione:
demonizzare la polizia mi sembra eccessivo, perchè non credo sia facile cercare di arginare cmq dei teppisti ,che non confondo con le brave persone che esercitavano giustamente il loro diritto di manifestare, che ti tirano addosso di tutto e di più.

Forse dovresti rileggere l'ottimo articolo di Giorgio Mattiuzzo (complimenti a Pausania per l'ampia prospettiva,grazie) ed i link in aggiunta,prima di tirare le somme su un evento descritto da migliaia e migliaia di telecamere e foto di chi era lì. E non certo per "servire" il giornalismo di stato.
Dovresti poi chiederti come mai le forze dell'ordine, pur continuando ad agitare lo spauracchio dei black-bloc, si sono accaniti su manifestanti molto più "colorati" e meno "atletici" di quei fantomatici "anarchici-comunisti-di-merda".
Dici che non è facile arginare i "teppisti"?Comincia col chiederti SE volessero davvero farlo.Se è vero,come dicono,che sapevano che a Genova sarebbero arrivati individui facilmente identificabili, per quale ragione hanno colpito alla cieca,per usare un eufemismo?
Ti ricordo,tra l'altro,che quello che "arrivava addosso" a quei poverelli armati di tutto punto (vedi anche l'uso illegale del tonfa) e difesi da scudi e maschere antigas,erano pietre.Pietre contro lacrimogeni sparati ad altezza d'uomo.
Ad altezza delle "brave persone" che citi.
Citazione:
non penso si siano svegliati la mattina premeditando irruzioni o violenze, ma purtroppo non vedo molte discussioni al riguardo.

Dall'articolo: >Per giorni e giorni il governo continuò a emettere comunicati su comunicati, con lo scopo evidente di terrorizzare i genovesi e gli italiani tutti. La minaccia incombeva, i barbari stavano per calare ancora. Sulla Liguria stavano convergendo tutti i nemici che i governi avessero fino ad allora fronteggiato: anarchici, comunisti, islamici, terroristi (... ) Addirittura erano pronte 200 bare.
>c'erano trecentomila poliziotti che sapevano da settimane chi cercare: o dei tizi vestiti di bianco che si aggrappavano alle reti o dei tizi vestiti di nero che si muovevano al di fuori dei cortei per distruggere i simboli del capitalismo.
Citazione:
Spero che tu convenga con me sul fatto che un ministro e la sua mente non sono un intero corpo di polizia

Spero che tu convenga sul fatto che un ministro può essere anche un coglione totale,ma in quanto ministro è lui che dà ordini,ed in quanto ministro di uno stato non sarebbe così coglione da tirarsi la zappa sui piedi pubblicamente anticipando attraverso le sue dichiarazioni quali siano le strategie che intende adottare.
Citazione:
non per questo poi le colpe di un ministro debbano per forza oscurare un corpo d'armi che cmq svolge una importante funzione e che al suo interno, come tutte le cose, ha le sue macchie nere.

Più che "oscurarle",sembra plausibile che invece le abbia "esaltate".
Citazione:
Non c'è democrazia senza Stato.

I fatti di Genova,e poi quelli dell'11 settembre,dimostrano inconfutabilmente che "quella" democrazia è perfettamente coerente con lo stato.
Citazione:
se ti trovi al posto sbagliato può capitare, ripeto può anche se non dovrebbe, capitare di prendersi qualche manganellata.

Andiamo,redoctober,non fare lo gnorri.
Con centinaia di foto e filmati che testimoniano una vera e propria caccia all'uomo indiscriminata,e pestaggi gratuiti perfino su persone anziane,e gruppetti di "neri" lasciati indisturbati a fare il loro "sporco" lavoro,affermazioni come le tue sembrano una provocazione gratuita.Stai forse dimenticando che i veri scassavetrine agivano isolati dal resto del corteo?
Dai,evitiamo cazzate.
Citazione:
la democrazia vera e prorpia è solo utopia.

Strano.Allora lo "stato" non c'è? Perchè proprio te affermavi,poco sopra:Non c'è democrazia senza Stato

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Paxtibi
Inviato: 19/7/2006 14:25  Aggiornato: 19/7/2006 14:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Genova, un altro millennio
Complimenti a Pausania anche da parte mia, non ci sarebbe niente da aggiungere, davvero.


florizel
Inviato: 19/7/2006 14:29  Aggiornato: 19/7/2006 14:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Genova, un altro millennio
ore 12:54 - thread "Genova,un altro millennio".
>Ma smettiamola.La polizia ha fatto il suo dovere.
I manifestanti hanno invece solo distrutto mezza Genova.
Per questa gemte ogni occasione è buona per fare casino.


ore 13:01- thread "Genova,un altro millennio".
>questo antisionismo è assurdo in tutti i sensi.

ore 13:05 - thread "Le responsabilità mondiali di Israele"
>Noi rappresentiamo i valori di democrazia nel mondo,non certo il LIbano o l'Iran.

ore 13:08 - thread "Genova,un altro millennio".
>Evidentemente facevi qualcosa di sbagliato..

14 minuti di NULLA.
Complimenti. C'è gente che piscia fuori dalla tazza in molto più tempo.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
messinese
Inviato: 19/7/2006 14:40  Aggiornato: 19/7/2006 14:40
So tutto
Iscritto: 19/7/2006
Da:
Inviati: 1
 Re: Genova, un altro millennio
cari utenti di luogocomune salve a tutti da messina
seguo il sito con interesse da diversi mesi, ma solo ora ho deciso di registrarmi e mandare un msg.
ora, non vorrei fare la parte del disturbatore, anke xkè fra l'altro condivido una buona percentuale delle cosa ke dite,
tuttavia nell'articolo è presente una balla troppo grossa ke mi ha fatto letteralmente saltare dalla sedia!!!
gli uomini delle forze dell'ordine sarebbero stati 300mila????????? ma state delirando????? forse hanno ammassato 500 poliziotti per metro guadrato, per farli entrare tutti a genova??? forse dovevamo invadere la francia e occuparla??? sbaragliare la svizzera per usarne il tesoro??? (slurp)
non skerziamo!!!
il dato da tenere in considerazione è 13mila!!!!!!!!!!!!!
precisato questo dato fondamentale, l'analisi può proseguire con basi più serie
saluti a tutti

soulsaver
Inviato: 19/7/2006 14:50  Aggiornato: 19/7/2006 14:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/11/2005
Da: Roma
Inviati: 613
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
14 minuti di NULLA.
Complimenti. C'è gente che piscia fuori dalla tazza in molto più tempo.

Condivido ed in più aggiungo:

ore 13:05 - thread "Le responsabilità Mondiali di Israele"
>Noi rappresentiamo i valori di democrazia nel mondo,non certo il LIbano o l'Iran.

Poi nulla...

Sento puzza di troll

Free from the need to be free "Mommy what's a Funkadelic, George Clinton 1970"
spettatore
Inviato: 19/7/2006 14:53  Aggiornato: 19/7/2006 14:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Genova, un altro millennio
Complimenti Giorgio!!!

Un articolo tagliente, lucido e magistralmente scritto. Nel provare ancora dolore per la morte di Carlo Giuliani, non posso che dissociarmi totalmente da chi quei giorni diede il cattivo esempio, presentandosi bardato con imbottiture, caschi, scudi di plexiglass. Avevano(le autorità competenti) creato ad arte un vortice di violenza ( please santaruina...help me!) e molti ci sono cascati in maniera più o meno consapevole, con i risultati che abbiamo visto.

Bastava arrivare dove consentito, sedersi a terra tutti quanti, cantare, suonare, spernacchiare, ridere con l'ausilio di artisti di strada, divertirsi con i bambini, inscenare improbabili spettacoli scimmiottando i potenti (maddechè!) della terra coinvolgendo anche gli abitanti di Genova, per dimostrare a quegli 8 pezzi di cacca che il mondo non va come decidono loro.

Ho visto un filmato su arcoiris tv dove un folto gruppo di manifestanti si era seduto a terra cantando il ben noto tormentone"....un presidente si dondolava ad un G8 a Genova un giorno e trovando la cosa interessante andò a chiamare un altro presidente. Due presidenti ecc. ecc." Ebbene, i poliziotti a guardia di questo gruppo, non solo non ebbero motivo per intervenire dato che tutti erano a terra, ma si divertivano con i frizzi ed i lazzi della compagnia visto che ridevano anche se imbarazzati.
Ho molti amici tra le forze dell'ordine e devo dire che la maggior parte è gente seria che fa bene il proprio mestiere. Ce ne sono altri che invece ho allontanato da tempo a causa di un loro distorto principio di esercizio del potere e quei cinque erano a Genova quei giorni (3 carabinieri e 2 poliziotti).


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
hi-speed
Inviato: 19/7/2006 15:02  Aggiornato: 19/7/2006 15:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Genova, un altro millennio
Nella zona gialla furono impieagate 20.000 unità (tra polizia, carabinieri, guardie carcerarie, guardie forestali).

Nella zona rossa: non si sa.

Infiltrati: non si sa.

Nei pressi di Genova: non si sa

In altri posti (caselli autostrade, posti di blocco etc): non si sa.

Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
spettatore
Inviato: 19/7/2006 15:05  Aggiornato: 19/7/2006 15:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Genova, un altro millennio
Scusate l'OT ma voglio farvi una domanda: come si inserisce una foto nel post?

Ho una foto nella mia cartella delle immagini che mi angoscia non comprendendone il significato e volevo sottoporla all'attenzione di neocons.

Want somebody help me?


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
rascalcitizen
Inviato: 19/7/2006 15:06  Aggiornato: 19/7/2006 15:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/7/2005
Da: napoli
Inviati: 249
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
un ministro e la sua mente non sono un intero corpo di polizia


Questo è vero, ma il ministro è comunque responsabile dell'indirizzo politico e della gestione istituzionale di "certe" situazioni.... Cosa che è ancora più vera per il capo della polizia De Gennaro, che è ancora più responsabile di Scajola delle violenze di stato al G8, e che si trova saldamente al suo posto....

Citazione:
...chi per lui poichè non ricopro tali gradi

Redoctober, io non so se fai parte delle forze dell'ordine (da come parli sembrerebbe di si), ma vorrei solo ricordarti alcuni numeri, giusto per chiarirci un pò:
*dal 1976 al 1989 ben 237 persone sono state ammazzate dalle forze dell'ordine. Di queste 130 furono uccise in assenza di reato o per resistenza od oltraggio, cose che non meritavano la morte.
* per i fatti del G8, sono sotto processo oltre 80 appartenenti alle forze dell'ordine, e poco più di una ventina di manifestanti.....

Tutto questo significherà qualcosa?
C'è da dubitare della versione che vede Genova assaltata da terribili comunisti, anarchici, no global, ecc. e i poveri celerini difendere con sprezzo del pericolo i cittadini onesti e le loro proprietà??
E chi si è preso qualche manganellata se l'è cercata? (come spesso dicono PS e CC)

rascalcitizen
Inviato: 19/7/2006 15:13  Aggiornato: 19/7/2006 15:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/7/2005
Da: napoli
Inviati: 249
 Re: Genova, un altro millennio
neocons Citazione:
La polizia ha fatto il suo dovere.


Su questo sono d'accordo: la polizia ha difeso l'ordine dei potenti e degli stati, cioè il suo vero compito istituzionale.
E per farlo ha usato il terrore e la violenza contro la società civile.

Ha fatto in scala ridotta quello che hanno sempre fatto i nazisionisti dello stato di israele...

hi-speed
Inviato: 19/7/2006 15:23  Aggiornato: 19/7/2006 15:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Genova, un altro millennio
spettatore
vai
qui

sfoglia

host it

copi il link diretto dell immagine torni in invia un commento ed usando l'icona gialla imgsrc, nel tuo post su LC, inserisci il tutto senza mettere dx o sx

hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
rascalcitizen
Inviato: 19/7/2006 15:29  Aggiornato: 19/7/2006 15:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/7/2005
Da: napoli
Inviati: 249
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
non posso che dissociarmi totalmente da chi quei giorni diede il cattivo esempio, presentandosi bardato con imbottiture, caschi, scudi di plexiglass.

Ciao spettatore, su questo sono d'accordo con te. Non vorrei però essere frainteso: la responsabilità di quello che è accaduto non è certamente di chi si è presentato con le "protezioni" al corteo.

Ma non si può negare che le continue dichiarazioni di Casarini e Caruso(quest'ultimo divenuto "onorevole" con 18000 euro al mese, senza aver mai riportato un graffio, nè a Genova, nè a Napoli), in merito all'assalto alle zone rosse ed agli "addestramenti" con le bardature, abbiano rappresentato un invito a nozze per i settori dello stato che hanno organizzato quella gigantesca mattanza... Io credo che incentrare tutta la manifestazione soltanto sulle forme della protesta (violazione della zona rossa,ecc.) e poco sui contenuti sostanziali, abbia rappresentato un handicap.

redoctober
Inviato: 19/7/2006 15:31  Aggiornato: 19/7/2006 15:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Tenendo conto che non ho mai parlato di restituire le violenze, quali sono le sedi opportune? Striscia la notizia, il Mistero degli Interni, La madonna di Fatima, Il Papa, L'ONU?

mi scuso se ho fatto intendere che avessi detto questo, per quanto riguarda le sedi opportune basta un codice civile e uno penale e troverai tutte le risposte e escludendo il Papa,onu e madonna di fatima presumendo la tua ironicità anche striscia la notizia, perche no.
Citazione:
magari hai letto solo Libero (1 e 2 ) e magari mi fai la morale

no no leggo quotidiani come libero mi spiace, e non mi arrogo il diritto di far la morale a nessuno, ci stiamo solo scambiando opinione.
Citazione:
sempre a difendere Stato e polizia

non le difendo per partito preso, le difendo perchè ci credo e perche permettono di dare per quanto possibile, ordine per non scadere nell'anarchia.
Citazione:
perché stai protestando per la liberalizzazione delle licenze commerciali...

difficilmente protestero per la liberalizzazione delle licenze commerciali perche da un punto di vista economico cosi come sono fatte danneggiano i cittadini, se migliorate e messe meglioa punto sono un utile strumento di ripresa economica per il paese.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
tccom
Inviato: 19/7/2006 15:31  Aggiornato: 19/7/2006 15:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
quella bandiera è da rispettare,rappresenta uno stato libero e democratico.
questo antisionismo è assurdo in tutti i sensi.


eccolo QUA!!!
e mi mancava il solito fenomeno-sparacazzate!
peccato che n on c'eri tu a genova!!

almeno adesso è probabile che le tue cazzate le avresti raccontate toccandoti la ferita, che lo sbirro di turno non riconoscendoti, ti aveva infitto;

eh si!
perchè se i tuoi begnamini piacchiavano anche madri di famiglia e suore (ZECCHE DI MERDA, per carità!) magari una manganellata toccava pure a te mentre facevi il tifo

FLO: Citazione:
14 minuti di nulla
???
magari!!
14 minuti di fastidio potente!!!!!!!!

SOUL: troll?!?! no, un poveraccio...

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
tccom
Inviato: 19/7/2006 15:37  Aggiornato: 19/7/2006 15:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Nel provare ancora dolore per la morte di Carlo Giuliani, non posso che dissociarmi totalmente da chi quei giorni diede il cattivo esempio, presentandosi bardato con imbottiture, caschi, scudi di plexiglass.


perdonami SPETTATORE, ma questa non l'ho capita:
- non avevano nessuna arma di offesa
- visto quello che era successo a napoli qualche mese prima un pò di timore si poteva avere...e alla fine avevano ragione
- gli unici vestiti a guerra era la sbirraglia, che come leggiamo nell'articolo del grande Pausania, lo erano anche in maniera illegale

e se si presentavano con le mazze di legno?
quegli altri tiravano fuori i bazooka?

basta con il voler dare colpe a chi colpe non le ha!
è francamente ridicolo e veramente poco costruttivo, nell'ottica della ricerca di un minimo cambiamento nella gestione di questi eventi

ps: grandissimo articolo, PAUSANIA!

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
redoctober
Inviato: 19/7/2006 15:41  Aggiornato: 19/7/2006 15:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Dall'articolo: >Per giorni e giorni il governo continuò a emettere comunicati su comunicati, con lo scopo evidente di terrorizzare i genovesi e gli italiani tutti. La minaccia incombeva, i barbari stavano per calare ancora. Sulla Liguria stavano convergendo tutti i nemici che i governi avessero fino ad allora fronteggiato: anarchici, comunisti, islamici, terroristi (... ) Addirittura erano pronte 200 bare.

l'articolo da che giornale proviene?
io cmq non so se voi davvero crediate che in una carica ci possa essere lucidità tale da evitare di colpire chi non c'entra nulla, se ti trovi al momento sbagliato e nel posto sbagliato ahimè ti prendi la manganellata e basta.
poi dite che la polizia non doveva essere armata come lo era ovvero non per sedare una rivolta, ma non trovate al pari livello sassi, pietre, estintori ecc?
io non capisco proprio.Citazione:
Strano.Allora lo "stato" non c'è? Perchè proprio te affermavi,poco sopra:Non c'è democrazia senza Stato

Il concetto definito dai puristi, da coloro che hanno realmente combattuto in passato per affermarla non c'è al giorno d'oggi. oggi c'è una democrazia falsa.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
rascalcitizen
Inviato: 19/7/2006 15:43  Aggiornato: 19/7/2006 15:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/7/2005
Da: napoli
Inviati: 249
 Re: Genova, un altro millennio
Ciao tccom, non credo che spettatore voglia dare la colpa a settori di manifestanti.
Credo solo che voglia sottolineare come le ridicole, e sottolineo ridicole, bardature delle tute bianche, possano aver rappresentato un ulteriore invito alla "azione" per i picchiatori in divisa....
Tutto qui.
Un saluto.

redoctober
Inviato: 19/7/2006 15:44  Aggiornato: 19/7/2006 15:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Redoctober, io non so se fai parte delle forze dell'ordine

no, non ne faccio parte.
Citazione:
E chi si è preso qualche manganellata se l'è cercata?

genova era divisa a fasce colorate in rapporto al divieto, se non ricordo male.
se io mi trovo nella zona rossa non posso certo trovare la polizia che mi da mazzi di fiori tutto qui.
Citazione:
C'è da dubitare della versione che vede Genova assaltata da terribili comunisti, anarchici, no global, ecc

spero che con questa frase non metterai in dubbio che nessuno abbia fatto nulla a genova?anche perche a questo punto vorrei sapere chi è stato

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
Pausania
Inviato: 19/7/2006 16:11  Aggiornato: 19/7/2006 16:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Genova, un altro millennio
Una piccola precisazione: chiaramente non ho mai scritto che c'erano 300.000 carabinieri, ma forze dell'ordine, cioè polizia carabinieri finanzieri (compresi le unità di mare), corpo forestale, pompieri, soldati, marinai e guardia costiera.

Ieri sera, quando l'articolo era già stato spedito a Massimo da qualche ora, raidue ha trasmesso una puntata de "La storia siamo noi" sui fatti di Genova.
Interessantissima l'intervista a Placanica, il presunto sparatore di piazza Alimonda. Cito a memoria, ma il senso è quello:

Io non so chi ha ucciso Giuliani. Io ho guardato fuori dal finestrino e non ho visto nessuno. Non so se siano stati esplosi altri colpi. Io non so niente. So solo che ho sparato due colpi per allontanare i manifestanti. Io non so chi ha ucciso Giuliani. La morte di poteva evitare, se solo i colleghi che erano a pochi metri di distanza fossero intervenuti. Hanno lasciato apposta un crabiniere ausiliaro in quella situazione, non hanno voluto intervenire

Capita l'antifona?

Redoctober Citazione:
l'articolo da che giornale proviene?


Il copia e incolla del mio computer non funzionava, così ho pensato di scriverne uno, tanto per passare il tempo....

redoctober
Inviato: 19/7/2006 16:25  Aggiornato: 19/7/2006 16:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Il copia e incolla del mio computer non funzionava, così ho pensato di scriverne uno, tanto per passare il tempo....

la mia domanda era solo per capire se proveniva da un quotidiano o meno e anche se non lo è certo non sminuisco il lavoro e cmq la qualità dle contenuto, seppur io non riesco proprioa condividerlo.
sulla citazione sopra si, fanno pensare queste parole e sono anche io convinto che si poteva evitare e mi femro qui per rispetto dei defunti.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
leonzio
Inviato: 19/7/2006 16:41  Aggiornato: 19/7/2006 16:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/5/2006
Da:
Inviati: 127
 Re: Genova, un altro millennio
Complimanti per l' articolo e per l' analisi dei FATTI. Non voglio entrare nel merito dei numeri, ma aggiungere una riflessione, e cioè che lo scopo di screditare il movimento no global è stato raggiunto in pieno.
Con Carlo quel giorno è morta forse l' ultima possibilità del movimento no global.
E' costato fatica, preparazione, sacrificio, violenza gratiuita, provocazioni inutili e tutte le schifezze messe in evidenza, ma adesso la massa come considera i no global?
Più o meno dei terroristi. Non partecibberebbe nemmeno per sogno ad un corteo del genere, se non altro per paura dei PROVOCATORI, delle teste calde che pullulano in quegli ambienti (secondo loro).
Evidentemente l' esperienza è piaciuta, visto che si è tentato di replicarla in Val Susa (con le dovute proporzioni, beninteso).
Missione compiuta.
Opinione pubblica che condanna, con buona pace del buonsenso e della critica, tra gli applausi dei direttori d' orchestra.

tccom
Inviato: 19/7/2006 17:15  Aggiornato: 19/7/2006 17:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: Genova, un altro millennio
ciao rascalcitizen
Citazione:
Ciao tccom, non credo che spettatore voglia dare la colpa a settori di manifestanti.
Credo solo che voglia sottolineare come le ridicole, e sottolineo ridicole, bardature delle tute bianche, possano aver rappresentato un ulteriore invito alla "azione" per i picchiatori in divisa....
Tutto qui.
Un saluto.


perdonami ma non sono daccordo...siamo stati fino ad ora a parlare di una reazione spropositata, ingiustificata, criminale, e chi più ne ha più ne metta che ci sta tutto, per quanto riguarda il comportamento dei maledetti sionisti in libano...e poi giustifichiamo la sbirraglia fascistoide, adducendo come scusa, la provocazione di "ridicole bardature"?

mi dispiace ma non mi torna
il picchiatore in divisa no aveva bisogno di moventi ma di scuse
e questa, francamente, può essere sostenuta solo dall'informazione di regime

ciao

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
Ivy
Inviato: 19/7/2006 17:19  Aggiornato: 19/7/2006 17:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/7/2005
Da: Cantù [VAAAAAAAAAAAAAAA BENE!]
Inviati: 335
 Re: Genova, un altro millennio
Un articolo interessantissimo, grazie.

Purtroppo non fa altro che confermare ciò che ormai abbiamo capito, cioè il rapporto malato che esiste tra media e potere, creato ad hoc, per poterci tenere tutti sedati e tranquilli, meglio di un bel Valium...
La cosa ancora più triste è che non si può nemmeno dire che prima dell'11 settembre le cose andassero meglio, l'articolo lo dimostra...
Che dire...
Purtroppo sono articoli che almeno personalmente provocano molto sconforto, quel senso di impotenza, che poi a mente fredda viene leggermente mitigato dal pensiero:
meglio non sapere o meglio sapere e magari starci male?
Decisamente la seconda...
Di sicuro i "media" faranno i conti con la propria anima prima o poi, nessuno dorme tranquillo per sempre con certi scheletri nell'armadio...
Magra consolazione per i danni provocati, lo so, ma almeno...

We live in the age of the overworked, and the under-educated; the age in which people are so industrious that they become absolutely stupid. Oscar Wilde
packz
Inviato: 19/7/2006 17:28  Aggiornato: 19/7/2006 17:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/7/2006
Da:
Inviati: 396
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
per quanto riguarda le sedi opportune basta un codice civile e uno penale


ah intendi il codice per il quale hanno archiviato il caso perché usando le leggi aristoteliche della fisica hanno deciso che un calcinaccio aveva deviato un colpo di pistola? e dimmi sarei dovuto andare subito dalla polizia a denunciare il torto subito (così da finire a bolzaneto a fare ginnastica) oppure avrei dovuto spedire una lettera al presidente della Repubblica? no perché mi interessa, così magari agirò meglio la prossima volta.

Citazione:
perché stai protestando per la liberalizzazione delle licenze commerciali...


difficilmente protestero per la liberalizzazione delle licenze commerciali perche da un punto di vista economico cosi come sono fatte danneggiano i cittadini, se migliorate e messe meglioa punto sono un utile strumento di ripresa economica per il paese.


La mia domanda (retorica) era a più ampio respiro: non è che il giorno che ti costruiscono un ponte sopra la casa e ti sfollano con una mandria di carabinieri in assetto antisommossa sarai tu il primo a volerli picchiare? A più riprese ti hanno fatto capire che i dati con cui valuti Genova2001 sono infondati e basati sulle ipotesi giornalistiche di elementi quali Farina di Betulla ma tu niente: qualcuno spacca qualcosa ----> tutti devono essere manganellati... tu giudichi anche i fatti di Milano, le contestazioni in Val di Susa e via discorrendo senza neanche sapere le ragioni che ci stanno dietro....

florizel
Inviato: 19/7/2006 17:30  Aggiornato: 19/7/2006 17:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Genova, un altro millennio
packzCitazione:
in qualche forum ho letto che gran parte dei poliziotti beccati sia stata poi in realtà promossa, se qualcuno possiede link al riguardo....

Ciao,e benvenuto.
Se cerchi con qualsiasi motore avrai a disposizione molti link.
Te ne segnalo comunque qualcuno.Premettendo che risulta estremamente difficile trovare notizie relative alla tua richiesta, che non scadano nella solita retorica della "sinistra parlamentare".

"13 giugno 2005 il Consiglio d’amministrazione per il personale della Polizia di Stato ha promosso 13 funzionari alla qualifica di dirigente superiore e 60 alla qualifica di primo dirigente"

G8, scontro su Canterini

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Azrael
Inviato: 19/7/2006 18:04  Aggiornato: 19/7/2006 18:04
So tutto
Iscritto: 2/6/2006
Da:
Inviati: 6
 Re: Genova, un altro millennio
Salve a tutti.
Io sono di sanremo, la mia ragazza era a genova quel giorno ( ed e' stato allucinante per lei poverina ) insieme a molti miei amici che studiano da quelle parti, ovviamente solo per sentito dire, quindi puo' darsi che ci siano omissioni/errori etc, ma penso + o - di essere informato su qualche episodio ( ed uso appunto "episodio" visto che molti usano gli "episodi" per generalizzare ).

Non voglio entrare nel merito dei numeri, delle trecentomila unita' di forze dell'ordine mobilitate anche se ad occhio mi sembrano un po' tantine ( genova non e' enorme, soprattutto il centro, considerando tutte le periferie contera' + o - 1 milione di persone ), diciamo quindi che a logica puo' essere un numero fondato se consideriamo la gente in mare, ai caselli etc.. ( sempre ad occhio direi che 15-20k di poliziotti/carabinieri PER LE STRADE credo possa essere un numero condivisibile + o - da tutti ), ma ripeto, non e' un grosso problema.

Io parto dal presupposto che il mondo sia pieno di imbecilli, e che quindi prendere l'operato di una persona ed usarlo come esempio per il comportamento standard del suo "gruppo di appartenenza" mi sembra sbagliato ( allo stadio ci sono 80.000 tifosi, 200 sono imbecilli, non TUTTI i tifosi del mondo sono imbecilli ).

In un evento del genere, degenerato in quello che abbiamo potuto vedere tutti le "colpe" sono da entrambe le parti.

1. Il ministro degli interni e i capi delle forze dell'ordine sono responsabili, hanno permesso a ragazzini senza esperienza di fare un lavoro sicuramente non facile ( esempio su tutti il ragazzo contrapposto a Giuliani, era un carabiniere senza molta esperienza )
2. Casarini e Caruso sono due coglioni, vuoi organizzare una manifestazione seria ? fai sit in di protesta, cortei, quel che vuoi, ma l'idea di base della "disubbidienza" porta automaticamente ad un riscaldamento degli animi e alla violenza, vuoi far valicare la Linea Rossa ? lo sai che va a finire male su ( non vorrei essere malizioso, ma uno che spara a zero contro lo stato, contro le forze dell'ordine contro tutto e tutti, che guida le "folle" urlando slogan disubbidienti e poi si candida alle politiche, mi sembra un "paraculo" che cerca prima delle elezioni una finestra mediatica, se ricordiamo bene, infatti, molto fu lo spazio loro concesso in tv )
3. Le teste calde all'interno delle forze dell'ordine, quelle che ( e ci sono state ) menavano a caso gente che c'entrava poco, sono responsabili ( di rubarmi ossigeno respirando, visto che non se lo dovrebbero meritare, in quanto coglioni )
4. La gente che e' andata a manifestare armaturata e' responsabile ( anche se non armati, io mi metto nei panni di un polizziotto, ho 400 persone vestite da guerriglia urbana davanti, e penso: questi sicuramente vogliono fare casino.. e parto "giustamente", almeno a mio avviso, prevenuto. ). Io sono stato in mezzo ad una carica della polizia ( in francia, dove sono ancora + stronzi, per altro ), e mi e' bastato sedermi con le mani alzate per non essere cagato di striscio.. se ci si mette a scappare ( o peggio ) si finisce male.
5. Il Carabiniere che pare abbia sparato a Giuliani e' responsabile.. di essere un ragazzino inesperto ( e quindi, pensandoci bene.. forse la responsabilita' non e' tutta sua )
6. Giuliani e' responsabile di essere un deficiente, con in mano un estintore e con la volonta' di spaccarlo in testa ad un carabiniere solo perche' un rappresentante dello stato, forte di altri 200 imbecilli intorno a se. E' morto.. molti, tutti si fanno problemi a dare giudizi su chi ormai non c'e' +, tutti quelli che son passati a miglior vita ricevono elogi in quanto morti ( era un bravo ragazzo, era di qui, era di la ). Gente, non raccontiamoci stronzate, mettetevi nei panni di un carabiniere, siete in una camionetta circondata da 200,300 persone che vi urlano contro, vi sputano addosso, e tirano bastonate sulla camionetta, un tizio vi minaccia con un estintore ( e un estintore fa male ), avete paura di essere linciati.. cosa fate ? io sparo. Fare santo un "deficiente" ( e lo ripeto ) con un estintore in mano solo perche' morto mi pare ridicolo. ( Che sia chiaro, la morte si sarebbe potuta evitare probabilmente.. mettendo gente + esperta al posto di quel ragazzino carabiniere, evitando di esasperare gli animi prima del g8 etc, ma lo sparo c'e' stato, purtroppo.. ma da qui a fare Giuliani santo, a intitolare una piazza in suo nome, ne deve passare di acqua sotto i ponti ).

concludendo quindi do il mio personale giudizio:
Ci sono state tonnellate di errori, da una parte, e dall'altra. Quello che vorrei e' giustizia, ma da entrambe le parti. Non me la sento, in tutta coscienza, di fare di tutta l'erba un fascio. In un caso di questo tipo non esiste la fazione buona e quella cattiva ( esistono solo nei film, o nei finti attentati, dove gli usa son buoni, e gli arabi miracolati sono cattivi ).
Vorrei che fossero processati tutti quelli che han fatto il raid nella Diaz, a Bolzaneto, come vorrei fossero processati tutti quelli che hanno fatto vandalismo, vorrei che fossero processati per istigazione alla violenza caruso e casarini, che fosse processato il ministro degli interni e i responsabili delle forze dell'ordine per manifesta incapacita'.. Vorrei.. uso il condizionale perche' tanto, gia' so che tutti si sono fatti un'opinione che tutti hanno scelto di difendere o la polizia o i manifestanti, gia' so che tutti hanno scelto un lato della barricata.

Per quanto mi riguarda, non ho nessuna intenzione di generalizzare, e preferisco rimanere seduto per terra, con le mani in alto a insultare la polizia che prende a calci gente casuale, e ai Coglioni che spaccano vetrine o istigano alla violenza.

Ar[K]angels do it Better
rascalcitizen
Inviato: 19/7/2006 18:10  Aggiornato: 19/7/2006 18:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/7/2005
Da: napoli
Inviati: 249
 Re: Genova, un altro millennio
Avevo detto qualche post fa: Citazione:
Non vorrei però essere frainteso: la responsabilità di quello che è accaduto non è certamente di chi si è presentato con le "protezioni" al corteo.


Invece sono stato frainteso, nel momento in cui mi dici, tccom,
Citazione:
e poi giustifichiamo la sbirraglia fascistoide, adducendo come scusa, la provocazione di "ridicole bardature"?

Vorrei che fosse chiaro: non vi è alcun dubbio che la responsabilità delle violenze di Genova sia dello stato e del suo braccio armato.Io non sto affatto giustificando il criminale comportamento delle forze dell'ordine, mi sembrava che fosse chiaro e gradirei che non mi si accusasse di ciò.

Sto semplicemente ricordando che non è mai stato fatto un serio bilancio di come i meccanismi della politica abbiano pervaso anche le azioni degli organizzatori delle proteste del G8.Anzichè puntare sui contenuti delle mobilitazioni antiglobalizzazione, si è preferito concentrarsi sulle forme: quelle stesse forme spettacolari che attirano i massmedia,cioè quella che tu chiami giustamente informazione di regime.
Quella che doveva essere la presunta violazione della zona rossa, era, per gli organizzatori, non certo per le migliaia in buona fede, soltanto il modo per avere visibilità sui mezzi dell'informazione. E non ti dice nulla il fatto che alcuni degli organizzatori (Agnoletto, Caruso, Farina), si trovano con il culo sullo scranno parlamentare, dopo che i giovani che hanno avuto fiducia in loro sono stati massacrati di botte??
Inoltre le ridicole bardature di cui parlavo, oltre a fornire pretesto ulteriore alle violenze della polizia e alla diffusione della falsa idea che a Genova c'erano migliaia di teppisti, non sono servite a difendere un bel niente...
Sarebbe stato meglio autoorganizzare un servizio d'ordine a scopo realmente difensivo (Shevek ha raccontato la sua esperienza in merito).
Ma, come ha detto stanotte Agnoletto su RAI2, non si voleva dare l'impressione di essere militaristi come negli anni '70......
Meglio affidarsi ingenuamente alle forze dell'ordine dello statodemocraticonatodallaoraesempreresistenza, che, secondo qualcuno, avrebbero dovuto garantire il pacifico ed ordinato svolgimento della manifestazione...........

Spero che la mia opinione sia un pò più chiara.
Un saluto.

Pausania
Inviato: 19/7/2006 18:15  Aggiornato: 19/7/2006 18:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Genova, un altro millennio
Altra precisazione: alcuni dicono che la reazione è stata causata da qualcosa. Ma da cosa nessuno lo sa dire...

Sempre nella puntata di “La storia siamo noi di ieri” sono stati trasmesse le comunicazioni via radio tra la centrale operativa e i reparti. Quando i back bloc sono stati avvistati vicino al carcere e poi in una paizza lì vicino è stato inviato un convoglio di carabinieri, con l'ordine chiaro e preciso di sbrigarsi per non incrociare il corteo delle tutte bianche che stava arrivando da via Tolemaide, secondo quanto autorizzato dalla questura. Ma i carabinieri non si sbrigano, arrivano in testa al corteo, ingorano gli ordini e scendono dai blindati e si schierano. Poi iniziano ad attaccare e misteriosamente le comunicazioni radio sono impossibili. Tutto ben lontano dalla zona rossa. Addirittura si sente un comandante della Polizia che chiede con insistenza alla centrale di far smettere l'insensata carica dei carabinieri, perché il corteo si sta girando dalla parte opposta. Anche perché via Tolemaide non ha via di fuga, quindi i manifestanti o resistono all'attacco o tornano indietro, ma non possono assolutamente disperdersi. Dimenticavo, nel frattempo i famosi black bloc se li sono dimenticati i carabinieri, anzi li hanno ignorati del tutto trasgredendo palesemente agli ordini.

Dopo un paio d'orette di violenza gratuita contro un corteo pacifico, da una laterale di via Tolemaide, quella che porta in piazza alimonda, i carabinieri attaccano il corteo sul fianco. Per fare cosa non si capisce, perché non c'è via di fuga alcuna. Così i carabinieri che sono pure pochi, scappano inseguiti dai manifestanti e poi in piazza Alimonda succede quel che sappiamo.

Quindi, prima ditemi cosa hanno fatto i manifestanti di sbagliato, poi ne riparliamo. Altrimenti resta il fatto che i carabineri hanno attaccato senza motivo.

Equipaggiamento e pallottole di gomma: il ministro Mantovano all'epoca disse che le pallottole di gomma non erano consone al regolamento. Tuttavia i danni al corpo di Giuliani sono verosimilmente (ma è solo un'ipotesi, sia chiaro) compatibili con un munizionamento del genere, mentre sono del tutto incompatibili con le pallottole standard. A parte la cosa del proiettile di rimbalzo.
Tuttavia sappiamo quanto i feticisti del riot control abbiano delle spaventose polluzioni notturne sognando di pallottole di gomma, che ammazzano pure, ma che siccome sul giornale c'è scritto gomma, tutti pensano alle cerbottane che lasciano un segnetto sulla schiena

A proposito: la pallottola che ha ucciso Carlo non è mai stata trovata né, chiaramente, analizzata.

florizel
Inviato: 19/7/2006 19:13  Aggiornato: 19/7/2006 19:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Genova, un altro millennio
tccomCitazione:
visto quello che era successo a napoli qualche mese prima un pò di timore si poteva avere...e alla fine avevano ragione

Ciao,tccom.
Guardiamola da un altro punto di vista,se ci teniamo a parlare per le migliaia che DAVVERO le hanno prese del tutto gratuitamente.
Parli del GF di Napoli.Ero nel corteo,e parlo con cognizione di causa.
Ebbene,sono stati visti gruppetti di fanatici armati di spranghe lasciati penetrare indisturbati attraverso i cordoni del "servizio d'ordine" del settore facente capo alla sinistra "radicale". Sono stati visti personaggi della stessa area conversare con le forze dell'ordine presumibilmente sulle intenzioni circa la penetrazione della "zona rossa".
A scontri iniziati,dopo il tentato sfondamento della stessa, quei gruppetti circolavano indisturbati,ed alla Raniero ci sono finiti 15enni,ragazzine,e madri e padri di famiglia, fatti oggetto di minacce,derisioni ed umiliazioni.
Tutto questo,mentre gli stessi "agitatori delle coscienze" si facevano pubblicità rilasciando interviste ai media.

Con questo, non voglio dire che non sia legittimo difendersi dagli attacchi dei servi dello stato, ma piuttosto sottolineare quanto sia "convenuto" trasformare i contenuti della protesta in attacchi frontali alle forze dell'ordine, e quanto sia stata strumentalizzata la genuina indignazione della società civile da parte di quei settori che in seguito hanno saputo riportare abilmente il contraddittorio in ambito istituzionale.
In questo senso,Napoli,più che un "precedente", è stata una "palestra". Per gli uni e per gli altri. Ai danni dei soliti.
Riporto un articolo a firma di Francesco Caruso,oggi parlamentare.

G8. Caruso: "Sospendere i poliziotti rinviati a giudizio"
>"E' una questione di igiene politica e morale - aggiunge -: hanno pestato a sangue e torturato giovani inermi, hanno falsificato prove e verbali, hanno impedito loro di contattare legali o parenti, li hanno seviziati, insultati, minacciati, costretti per giorni a rimanere in piedi con le braccia alzate contro al muro senza possibilità di dormire, di bere o di mangiare. Malgrado tutto ciò, questi torturatori allo stato attuale prestano servizio nella polizia, nell'arma dei carabinieri, nella penitenziaria". <

"Questo" millantatore,dopo essersi fatto arbitrariamente portavoce delle umiliazioni subite da persone comuni ed estranee ai giochini della lercia politica da lui rappresentata,oggi si comporta in QUESTO MODO:

Afghanistan, c'è l'ok della Camera

"Nella votazione di oggi, Cannavò, Burgio e Caruso si sono allineati col voto di maggioranza."

Evidentemente,le sevizie,gli insulti,le minacce e l'occupazione in Afghanistan,per lui hanno una valenza "differente" dagli orrori perpetrati a Napoli e a Genova.
E "pagano" meno.

Ovvio che Caruso ed i "suoi" NON potevano di certo rappresentare TUTTO il movimento contro il G8 ed il GF,ma non si può negare che facciano capo a quel "nuovo" ceto politico sedicente "antagonista" che si è autodichiarato promotore ed artefice di quella protesta, facendo leva sulla buona fede di molti, per ridurla poi,usando le parole dell'articolo di Pausania, al solito giochino tra "Comunisti e fascisti. Guardie e ladri".Degna tecnica della degna tradizione politica a cui devono il loro attuale stipendio.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
florizel
Inviato: 19/7/2006 19:19  Aggiornato: 19/7/2006 19:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Genova, un altro millennio
Aggiungo questo link,proprio in questo thread,convinta di non andare OT.

«Votare sì? Ma come faccio, mi vergogno...» confessa l'onorevole no global Francesco Caruso, così combattuto tra istanze arcobaleno e richiami di Bertinotti da aver delegato la sua scelta ai centri sociali: «Deciderà il movimento».
Deciderà il "movimento".
A 5 anni dalla morte di Carlo Giuliani,ancora mistificazioni e demagogia.
VERGOGNA.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
BRASA
Inviato: 19/7/2006 19:52  Aggiornato: 19/7/2006 19:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2005
Da: 1600 Pennsylvania Avenue NW Washington, DC 20500
Inviati: 442
 Re: Genova, un altro millennio
non voglio essere ripetitivo ma...
complimenti pausania!
ottimo articolo!!

ispirazione e visione sono in se stesse il fine ed il risultato
Pausania
Inviato: 19/7/2006 20:06  Aggiornato: 19/7/2006 20:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Genova, un altro millennio
Florizel Citazione:
Degna tecnica della degna tradizione politica a cui devono il loro attuale stipendio.


Quanto mi piaci quando fai così

tccom
Inviato: 19/7/2006 20:22  Aggiornato: 19/7/2006 20:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: Genova, un altro millennio
ciao rascalcitizen
Citazione:

Vorrei che fosse chiaro: non vi è alcun dubbio che la responsabilità delle violenze di Genova sia dello stato e del suo braccio armato.Io non sto affatto giustificando il criminale comportamento delle forze dell'ordine, mi sembrava che fosse chiaro e gradirei che non mi si accusasse di ciò.


ti chiedo scusa...non avevo letto bene il tuo post precedente

Citazione:

Sto semplicemente ricordando che non è mai stato fatto un serio bilancio di come i meccanismi della politica abbiano pervaso anche le azioni degli organizzatori delle proteste del G8.


io penso che qualcuno abbia avuto il coraggio di farlo...non posso portare fonti e ti spiego perchè:
durante gli sciagurati giorni di genova, avevo comprato il manifesto, essendo sicuro che sarebbe stato necessario, un giorno, mostrare e ricordare; purtroppo i miei me li hanno buttati "per sbaglio" e quindi...
cmq sulle colonne del manifesto già di quei giorni, si sottolineava come, la presenza di esponenti del governo nelle sale controllo delle forze dell'ordine, potesse essere interpretato come uno sprono a non preoccuparsi più di tanto...e così è stato

inoltre il governo si era insediato da un paio di mesi, e quindi si aveva la percezione di una certa "libertà di manovra"....e infatti

Citazione:

Anzichè puntare sui contenuti delle mobilitazioni antiglobalizzazione, si è preferito concentrarsi sulle forme: quelle stesse forme spettacolari che attirano i massmedia,cioè quella che tu chiami giustamente informazione di regime.


ah...la vecchia scuola!

Citazione:

E non ti dice nulla il fatto che alcuni degli organizzatori (Agnoletto, Caruso, Farina), si trovano con il culo sullo scranno parlamentare, dopo che i giovani che hanno avuto fiducia in loro sono stati massacrati di botte??


bah...mi dice che sono degli opportunisti...ma vuoi scommettere che se interpellati, la maggior parte ti risponde che hanno fatto questa scelta per portare in parlamento le istanza del movimento?
a questo punto, atemi dell'ingenuo, li prendo sul serio nella misura in cui si rivelano convinti che davvero contino qualcosa perchè in parlamento!
ovvero: mi fanno pena

Citazione:

Inoltre le ridicole bardature di cui parlavo, oltre a fornire pretesto ulteriore alle violenze della polizia e alla diffusione della falsa idea che a Genova c'erano migliaia di teppisti, non sono servite a difendere un bel niente...


eh beh, i manganelli sono tosti, è vero, ma meglio una botta attutita, che una tranvata diretta

Citazione:

Spero che la mia opinione sia un pò più chiara.
Un saluto.


chiarissima, rinnovo le mie scuse, ma resto dell'idea che se ragioniamo sempre come vogliono gli imbonitori non se ne esce...se continuiamo a dargliela buona quando ci dicono che le bardature sono provocazioni, non se ne esce

un salutao anche a te

FLO: grazie della testimonianza sul GF di napoli...ho visto un paio di filmati agghiaccianti e quello che dici trova purtroppo riscontro

incredibile la storia di caruso...ero convinto che avesse votato contro...incredibile

per quanto riguarda il discorso della palestra è servito più di la che di qua:
se consideriamo la teoria di rascalcitizen, sul fatto che le bardature sono utilizzabili come provocazioni, allora per il movimento la palestra non è servita a niente...

io però resto dell'idea che una bottiglia di palstica vuota, è una bottiglia di plastica vuota...non una provocazione...altro modo di processare le idee

ciao

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
ELFLACO
Inviato: 19/7/2006 21:25  Aggiornato: 19/7/2006 21:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Genova, un altro millennio
Salve raga!!

Gran bel articolo Pausania ,felicitaciones!!!

Occio ragazzi non ci facciamo impellagare in una discussione inutile dal solito troll .
Un pò tardi l'avisso ma mi sentivo di farlo.

EL FLACO

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
leonzio
Inviato: 19/7/2006 22:17  Aggiornato: 19/7/2006 22:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/5/2006
Da:
Inviati: 127
 Re: Genova, un altro millennio
Riguardo al rifinanziamento della missione in Afghanistansi sente dire che la scelta è stata fatta "per non abbandonare i nostri militari".

Si commenta da sola direi, e se proprio si volesse insistere viene in mente la parola "vergogna"...

leonzio
Inviato: 19/7/2006 22:20  Aggiornato: 19/7/2006 22:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/5/2006
Da:
Inviati: 127
 Re: Genova, un altro millennio
Giusto, si parlava di Genova.
Insisto sulla mia convinzione che sia stata solo una manovra per chiudere il consenso che altrimenti sarebbe confluito nel movimento.

fiammifero
Inviato: 19/7/2006 22:25  Aggiornato: 19/7/2006 22:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Genova, un altro millennio
Belisssimo articolo Pausania,pero Genova non ha insegnato niente purtroppo!
Quando si organizzano cortei,manifestazioni e si ottiene il beneplacito della Prefettura,occhio è tutto ammaestrato,tutto programmato,tutto ai fini del Potere.
I girotondini come se ne sono accorti delle strumentalizzazioni,sono spariti dalla circolazione sarà un caso?
Meditate ,sono in vigore ancora leggi e decreti leggi fascisti del 1939 e 1940 e noi siamo nel 2006

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
fiammifero
Inviato: 19/7/2006 22:27  Aggiornato: 19/7/2006 22:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Riguardo al rifinanziamento della missione in Afghanistansi sente dire che la scelta è stata fatta "per non abbandonare i nostri militari".


poverini i ns.soldati,non c'è nessuno che gli dà il bacetto della buona notte,perchè il ns.parlamento non si trasferisce lì a confortarli?

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
redoctober
Inviato: 19/7/2006 23:02  Aggiornato: 19/7/2006 23:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
oppure avrei dovuto spedire una lettera al presidente della Repubblica?

è un opportunità che puoi utilizzare (senza ironia)
Citazione:
non è che il giorno che ti costruiscono un ponte sopra la casa e ti sfollano con una mandria di carabinieri in assetto antisommossa sarai tu il primo a volerli picchiare?

quando incorrerò in un caso simile ti faccio sapere, non sono presuntoso tale da poterti rispondere prima che ciò accada.
Citazione:
qualcuno spacca qualcosa ----> tutti devono essere manganellati...

perche pensavi gli dovessero regalare fiori e cioccolatini forse?
Citazione:
tu giudichi anche i fatti di Milano

no qui sto parlando di genova che è un discorso seppur simile ma differente per il tempo e i modi dell'accaduto
Citazione:
le contestazioni in Val di Susa e via discorrendo senza neanche sapere le ragioni che ci stanno dietro....

a prescindere il fatto che tanto per una cosa che si fa c'è sempre chi come te o come me obietta ed è contrario, ma cmq io mi informo e conosco determinati fatti ma se tu che mi giudichi cosi facilmente le conosci allora ti chiedo di illuminarmi, anche percè come scritto precedentemente non sono uno che ama ascoltare solo la propria verità e cmq non accetto la morale da nessuno che non ne abbia il potere di farlo...mi spiace

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
Linucs
Inviato: 19/7/2006 23:05  Aggiornato: 19/7/2006 23:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Genova, un altro millennio
quella bandiera è da rispettare,rappresenta uno stato libero e democratico. questo antisionismo è assurdo in tutti i sensi.

Guarda che se porti altre bandiere possiamo sputare anche su quelle, a partire da quella italiana per arrivare a quella del governo federale, poi c'è quella dell'ONU, quella dell'Europa, quella arcobaleno copiata dal gay pride... sta a te sceglierne una nuova ogni giorno, mica a noi!


ombroso
Inviato: 19/7/2006 23:14  Aggiornato: 19/7/2006 23:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/6/2006
Da: Genova
Inviati: 45
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
io cmq non so se voi davvero crediate che in una carica ci possa essere lucidità tale da evitare di colpire chi non c'entra nulla, se ti trovi al momento sbagliato e nel posto sbagliato ahimè ti prendi la manganellata e basta.
Ho visto parecchi filmati non ufficiali su quello che è successo in quei giorni, e ti assicuro che nel posto sbagliato al momento sbagliato c'erano le forze dell'ordine, che attaccavano - non gli sfuggiva qualche manganellata durante una carica, li attaccavano volutamente, li inseguivano anche - gruppi di pacifisti inermi. Se la carica la fai contro la gente sbagliata, la lucidità importa poco, in ogni caso colpisci chi non c'entra nulla.

fiammifero
Inviato: 19/7/2006 23:16  Aggiornato: 19/7/2006 23:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Genova, un altro millennio
E' lo stesso cacarci sopra le bandiere,sai ho problemi di salivazione scarsa

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
Linucs
Inviato: 19/7/2006 23:21  Aggiornato: 19/7/2006 23:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 25/6/2004
Da:
Inviati: 3996
 Re: Genova, un altro millennio
E' lo stesso cacarci sopra le bandiere,sai ho problemi di salivazione scarsa

Senti: se vuoi giocare segui le regole del gioco, altrimenti porti la tua bandiera.


redoctober
Inviato: 19/7/2006 23:23  Aggiornato: 19/7/2006 23:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Ho visto parecchi filmati non ufficiali su quello che è successo in quei giorni, e ti assicuro che nel posto sbagliato al momento sbagliato c'erano le forze dell'ordine, che attaccavano - non gli sfuggiva qualche manganellata durante una carica, li attaccavano volutamente, li inseguivano anche - gruppi di pacifisti inermi. Se la carica la fai contro la gente sbagliata, la lucidità importa poco, in ogni caso colpisci chi non c'entra nulla.

ti ringrazio per queste tue parole per cogliere l'occasione di esprimere meglio questo mio concetto ripreso da te:
volevo dire che in una carica le guardie non fanno alcuna distinzione sul bersaglio da colpire e proprio per questo anche chi è li per caso si trova a prendere una mangannnellata per bene che gli vada senza che fosse coinvolto in alcun modo nella motivazione che poi ha scatenato l'intervento della polizia.
Ovviamente mi fido di quanto dici che evidentemente gli animi erano sbagliati e che si sono lasciati prendere la mano ma sono anch'essi uomini, tali non da giustificare i loro errori ma tali da comprendere anche la loro non completa lucidità poichè c'erano anche dei militari alle non propriamente esperti ed adatti ad affrontare questo tipo di situazioni. Da qui mi dirai che non ce l'ha messi il citatdino ma un autorità pagata per evitare questo. ma questo è un altro discorso.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
bandit
Inviato: 19/7/2006 23:34  Aggiornato: 19/7/2006 23:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 1649
 Re: Genova, un altro millennio
Quoto buona parte del post di Azrael.

per esempio:
" l'idea di base della "disubbidienza" porta automaticamente ad un riscaldamento degli animi e alla violenza, vuoi far valicare la Linea Rossa ? lo sai che va a finire male su"

col che naturalmente non giustifico abusi da parte delle forze dell'ordine
(come ho gia' scritto nel forum dedicato)

leonzio
Inviato: 19/7/2006 23:39  Aggiornato: 19/7/2006 23:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/5/2006
Da:
Inviati: 127
 Re: Genova, un altro millennio
Redoctober, ti consiglio di andare su arcoiris tv e fare una ricerca su "piazza alimonda", visionare "quale verità su Carlo GIuliani" e farti un' idea più precisa...

redoctober
Inviato: 19/7/2006 23:41  Aggiornato: 19/7/2006 23:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Redoctober, ti consiglio di andare su arcoiris tv e fare una ricerca su "piazza alimonda", visionare "quale verità su Carlo GIuliani" e farti un' idea più precisa...

seguiro il tuo consiglio grazie

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
leonzio
Inviato: 19/7/2006 23:41  Aggiornato: 19/7/2006 23:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/5/2006
Da:
Inviati: 127
 Re: Genova, un altro millennio
Chiedo scusa ma non so come attivare i link nei messaggi...se qualcuno potesse darmi delucidazioni... molto grato

redoctober
Inviato: 19/7/2006 23:44  Aggiornato: 19/7/2006 23:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Redoctober, ti consiglio di andare su arcoiris tv e fare una ricerca su "piazza alimonda", visionare "quale verità su Carlo GIuliani" e farti un' idea più precisa...

scusa se mi dai un qualcosa di più preciso mi agevoli la ricerca.
grazie

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
soulsaver
Inviato: 19/7/2006 23:50  Aggiornato: 19/7/2006 23:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/11/2005
Da: Roma
Inviati: 613
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Chiedo scusa ma non so come attivare i link nei messaggi...se qualcuno potesse darmi delucidazioni... molto grato


LA prima delle icone sopra l'editor dei messaggi (quella a sinistra) la clicchi, scrivi l'url del link e nella successiva finestra scrivi il testo che vuoi sia evidenziato per aprire il link...

Free from the need to be free "Mommy what's a Funkadelic, George Clinton 1970"
leonzio
Inviato: 19/7/2006 23:54  Aggiornato: 19/7/2006 23:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/5/2006
Da:
Inviati: 127
 Re: Genova, un altro millennio

leonzio
Inviato: 19/7/2006 23:56  Aggiornato: 19/7/2006 23:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/5/2006
Da:
Inviati: 127
 Re: Genova, un altro millennio
Grazie.... mi sa che ho vinto quello d' oro!

soulsaver
Inviato: 19/7/2006 23:59  Aggiornato: 19/7/2006 23:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/11/2005
Da: Roma
Inviati: 613
 Re: Genova, un altro millennio
Redoctober intanto potresti vedere questo video qui...
Quale Verità Per Piazza Alimonda
un'inchiesta sull'archiviazione dell'omicidio Giuliani...
Ciao

Free from the need to be free "Mommy what's a Funkadelic, George Clinton 1970"
soulsaver
Inviato: 20/7/2006 0:01  Aggiornato: 20/7/2006 0:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/11/2005
Da: Roma
Inviati: 613
 Re: Genova, un altro millennio
Intanto faccio i complimenti a Pausania per il bell'articolo e la discussione che ha generato...
Non sono intervenuto ma vi ho letto tutti con "gusto"...

Free from the need to be free "Mommy what's a Funkadelic, George Clinton 1970"
redoctober
Inviato: 20/7/2006 0:46  Aggiornato: 20/7/2006 0:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Redoctober intanto potresti vedere questo video qui...

grazie anche per questa tua ulteriore risorsa che ho appena finito di consultare.
questi video e fotografia già le ho viste e ho visto ciò che è stato consigliato da tutti i partecipanti del forum.
certo dispiace dover rivivere certe tragedie, ma leggendo bene le mie frasi che ho postato credo di aver espresso ampiamente il mio pensiero che devo confermare.
ribadisco la mia intenzione a non giustificare malefatte e quanto altro da parte della polizia ma cmq cerco solo di far risaltare, proprio perche evidentemente non capisco o quantomeno non riesco a comprendere, determinate situazioni che vedono oltre le aggressioni delle forze dell'ordine anche aggrressioni della controparte.
vedo che si pensa a senso unico e vorrei sapere come funziona e cosa ha fatto funzionare il senso opposto.
a disposizione per leggere e vedere altro che mi potete segnalare
grazie

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
Vivi
Inviato: 20/7/2006 1:25  Aggiornato: 20/7/2006 1:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/10/2004
Da: nord Italia
Inviati: 198
 Re: Genova, un altro millennio
ho visto tutto, tutto, quello che hanno trasmesso in Tv in quei giorni … sono rimasta di sasso … non sapevo che potessero succedere certe cose in Italia, mai visto niente di simile in vita mia e… spero di non vederle mai più.

ho visto, dopo i fatti di Genova, anche molte cose sugli incidenti di Napoli … sembravano la prova generale per il G8.

Una cosa è certa … sono riusciti a dare un colpo mortale a tutti i movimenti contro la globalizzazione … peccato

Bimbodeoro
Inviato: 20/7/2006 8:13  Aggiornato: 20/7/2006 8:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/6/2006
Da: Amicoland
Inviati: 388
 Re: Genova, un altro millennio
Non conosco molto la questione, e difatti vi ho letto con molto piacere (anche se non tutto perchè troppo lungo).
Solo dico che nel momento che si usa la forza invece delle parole allora si è nel torto, manifestanti o forze dell'ordine che siano.
Ciao.

"Non è il popolo che deve aver paura del proprio governo, ma è il governo che deve avere paura del proprio POPOLO."

"Sotto questa maschera non c'è solo carne, sotto questa maschera c'è un idea e le idee sono a prova di proiettile."
packz
Inviato: 20/7/2006 9:17  Aggiornato: 20/7/2006 9:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/7/2006
Da:
Inviati: 396
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
-citazione-

non è che il giorno che ti costruiscono un ponte sopra la casa e ti sfollano con una mandria di carabinieri in assetto antisommossa sarai tu il primo a volerli picchiare?


quando incorrerò in un caso simile ti faccio sapere, non sono presuntoso tale da poterti rispondere prima che ciò accada.


Faccio notare che non si chiama presunzione, ma al massimo previsione: immagina, ti alzi la mattina ed arrivano le forze dell'ordine a farti sloggiare in quanto casa tua è proprio sopra il terreno su cui devono fare una linea ad alta velocità, mandi una lettera al presidente della repubblica ma lui è ancora allo stadio di Berlino con la bandiera tricolore a saltare e la tua lettera la perde sugli spalti; fai una manifestazione non violenta che però viene caricata dalla polizia e vi mandano tutti all'ospedale: come ti comporti

1 - Rifacciamo manifestazione pacifista così almeno riattiviamo l'economia a furia di spese mediche
2 - Magari mi ribello un minimo

Perché parli sempre di vie legali, ma vorrei sapere se esistono casi di contestazioni pubbliche in cui appellarsi ad autorità costituite ha funzionato.

Citazione:
qualcuno spacca qualcosa ----> tutti devono essere manganellati...


perche pensavi gli dovessero regalare fiori e cioccolatini forse?


Forse a te manca la nozione di quantificatori logici

Qualcuno: non tutti, una parte

Tutti: ogni elemento appartenente all'insieme

Poi non ho capito la questione delle cariche che per forze dovrebbero andare a colpire tutti indiscriminatamente: ma stiamo parlando di attacchi di cavalleria oppure di persone appiedate? ma sono dei berserk in cocaina i carabinieri (mi sa di si ), l'avete mai vista/subita una carica?

P.S: grazie florizel per il link

bianca
Inviato: 20/7/2006 9:24  Aggiornato: 20/7/2006 9:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/10/2004
Da: bologna
Inviati: 569
 Re: Genova, un altro millennio
leonzio Inviato: 19/7/2006 22:20:43
Citazione:
Insisto sulla mia convinzione che sia stata solo una manovra per chiudere il consenso che altrimenti sarebbe confluito nel movimento.



Perfettamente d'accordo con te:

1) azione programmata per screditare il movimento.

2) repressione dura per scoraggiare chi già ne faceva parte.

Citazione:
Il futuro dell’uomo
è a una drammatica stretta
ho visto un panda
con la mia faccia sulla maglietta.
Stefano Benni
redoctober
Inviato: 20/7/2006 9:41  Aggiornato: 20/7/2006 9:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Faccio notare che non si chiama presunzione, ma al massimo previsione: immagina, ti alzi la mattina ed arrivano le forze dell'ordine a farti sloggiare in quanto casa tua è proprio sopra il terreno su cui devono fare una linea ad alta velocità, mandi una lettera al presidente della repubblica ma lui è ancora allo stadio di Berlino con la bandiera tricolore a saltare e la tua lettera la perde sugli spalti; fai una manifestazione non violenta che però viene caricata dalla polizia e vi mandano tutti all'ospedale: come ti comporti

guarda io rispetto la tua coerenza che metti quando scrivi però questo caso di esproprio non lo generalizzerei poichè ad esempio ti potrei scrivere che se abito in una casa abusiva e li ci deve passare un ponte ad esempio è chiaro che bisogna protestare se sono violati i nostri diritti, ad esmepior isarcimenti ecc... ma dopotutto sono pur sempre un abusivo e quella casa li non ci deve stare.
chiaramente questo mio esempio è un'esagerazione per farti capire che gia questo si discosta molto dal caso della Tav, che mi sembra tutta un altra questione.
Ripeto, ovviamente non esistono giustificazioni al mancato rispetto di diritti personali e civili, ma ammetterai che bisogna quantomeno valutare tutti gli elementi, giusti o sbagliati.
per esempio nel caso tav io cmprendo in maniera assoluta gli abitanti del posto ma vorrei capire perche deve passare proprio li il tratto e quali benefici ne derivano e da qui poi valuatare i emtodi ecc...
anche perche tu giustamente mi dici a che non ci si può rivolgere a chi per primo viola la legge ma sono proprio quelle istituzioni, quei codici e quelle regole che spero di no , magari ti serviranno anche per una semplice denuncia di tamponamento, in quel caso che fai mica emigri dall'italia...
Citazione:
Poi non ho capito la questione delle cariche che per forze dovrebbero andare a colpire tutti indiscriminatamente: ma stiamo parlando di attacchi di cavalleria oppure di persone appiedate? ma sono dei berserk in cocaina i carabinieri (mi sa di si ), l'avete mai vista/subita una carica?

putroppo ne ho subite di cariche e so cosa si prova e cosa succede.
le cariche sono uno strumento atto a disperdere assembramenti (discrezione dell'ufficiale) di persone ritenute pericolose, quindi non mi dire che debbono mettersi li a vedere persona per persona chi è meritevole di manganellata o meno, quindi se proprio vuoi usare questo tipo die sempio si sono simili a cariche di cavalleria.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
piero286
Inviato: 20/7/2006 11:03  Aggiornato: 20/7/2006 11:03
So tutto
Iscritto: 24/5/2006
Da:
Inviati: 26
 Re: Genova, un altro millennio
mi sembra di aver letto che il giovane Carabiniere nel defender sia recentemente rimasto ucciso in uno strano incidente non meglio identificato , forse è meglio far sparire i testimoni oculari?

redoctober
Inviato: 20/7/2006 11:10  Aggiornato: 20/7/2006 11:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
mi sembra di aver letto che il giovane Carabiniere nel defender sia recentemente rimasto ucciso in uno strano incidente non meglio identificato , forse è meglio far sparire i testimoni oculari?

dove l'hai letto? mi hai incuriosito

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
packz
Inviato: 20/7/2006 11:30  Aggiornato: 20/7/2006 11:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/7/2006
Da:
Inviati: 396
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
guarda io rispetto la tua coerenza che metti quando scrivi però questo caso di esproprio non lo generalizzerei poichè ad esempio ti potrei scrivere che se abito in una casa abusiva e li ci deve passare un ponte ad esempio è chiaro che bisogna protestare se sono violati i nostri diritti, ad esmepior isarcimenti ecc... ma dopotutto sono pur sempre un abusivo e quella casa li non ci deve stare.
chiaramente questo mio esempio è un'esagerazione per farti capire che gia questo si discosta molto dal caso della Tav, che mi sembra tutta un altra questione.


Partendo dal fatto che alteri il discorso imponendo condizioni (quale l'abusività), non capisco la risposta alla domanda "Cosa faccio se le vie legali non funzionano?"

Citazione:
utroppo ne ho subite di cariche e so cosa si prova e cosa succede.
le cariche sono uno strumento atto a disperdere assembramenti (discrezione dell'ufficiale) di persone ritenute pericolose, quindi non mi dire che debbono mettersi li a vedere persona per persona chi è meritevole di manganellata o meno, quindi se proprio vuoi usare questo tipo die sempio si sono simili a cariche di cavalleria.


Ma poi dimostrami quello che dici, sopratutto le violenze ai danni della polizia...

Ma ti hanno caricato durante un corteo di forza nuova? (no per capirci, visto il tuo motto )(vedi link), ma eri contento che gli sbirri eseguivano così bene il loro lavoro?

emi
Inviato: 20/7/2006 11:40  Aggiornato: 20/7/2006 11:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/12/2005
Da: la mia nuova casa
Inviati: 112
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
mi sembra di aver letto che il giovane Carabiniere nel defender sia recentemente rimasto ucciso

Placanica ha avuto un grave incidente d'auto nell'agosto del 2003.
Nel 2005 è stato posto in congedo assoluto con effetto immediato perchè "permanentemente non idoneo al servizio militare in modo assoluto" per infermità dipendente da "causa di servizio".
In parole povere l'hanno licenziato.
L'incidente che ha avuto è stato definito "sospetto" anche dai genitori di Carlo Giuliani.
L'argomento è molto delicato.
Facciamo attenzione.
emi

P.S. Giorgio, grande articolo! (mi son permessa il nome vero, si può?)

"Lascia accesa la luce, altrimenti non ci vedo mentre dormo!"
redoctober
Inviato: 20/7/2006 11:42  Aggiornato: 20/7/2006 11:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Partendo dal fatto che alteri il discorso imponendo condizioni (quale l'abusività), non capisco la risposta alla domanda "Cosa faccio se le vie legali non funzionano?"

il mio è un esempio per dirti che ogni situazione va discussa e valutata singolarmente e che quindi nel caso da me proposto si può reagire in un certo modo, nel caso della tav si può reagire in un altro modo e cosi via capendo quindi che le persone possono manifestare piu o meno intensamente, piu o meno civilmente a seconda delle circistanze.
Citazione:
Ma poi dimostrami quello che dici, sopratutto le violenze ai danni della polizia...

io non ho mai deto violenze subite dalla polizia ti ho descritto le motivazioni perche altrimenti secondo te caricano a seconda di come sei vestito o a seconda delle sigarette che fumi ecc...? caricano perche sono potenzialmente pericolosi grossi assembramenti di persone ovviamente tale discorso va inserito in un contesto che varia a seconda se si è allo,stadio, alle manifestazioni politiche ecc....
Citazione:
Ma ti hanno caricato durante un corteo di forza nuova? (no per capirci, visto il tuo motto )

il mio pensiero non è mistero e non ho problemi a manifestarlo.
Citazione:
ma eri contento che gli sbirri eseguivano così bene il loro lavoro?

si, perche se io partecipo a determinati tipi di manifestazioni o quant'altro, so che posso incorrere in cariche di dispersione causate dalle azioni che non condivido di alcuni personaggi, seppur io non c'entri nulla e allora poi non posso lamentarmi, se non volevo correre questo rischio bastava restare a casa.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
redoctober
Inviato: 20/7/2006 11:43  Aggiornato: 20/7/2006 11:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Placanica ha avuto un grave incidente d'auto nell'agosto del 2003.

grazie dell'aggiornamento.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
emi
Inviato: 20/7/2006 11:47  Aggiornato: 20/7/2006 11:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/12/2005
Da: la mia nuova casa
Inviati: 112
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
grazie dell'aggiornamento.

bastano 45 secondi su un qualunque motore di ricerca e due parole: incidente+Placanica. It's so easy

"Lascia accesa la luce, altrimenti non ci vedo mentre dormo!"
packz
Inviato: 20/7/2006 12:02  Aggiornato: 20/7/2006 12:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/7/2006
Da:
Inviati: 396
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
-citazione-

Ma ti hanno caricato durante un corteo di forza nuova? (no per capirci, visto il tuo motto )


il mio pensiero non è mistero e non ho problemi a manifestarlo.


E se un giorno decidessero di attuare la costituzione e di rendere illegare forza nuova, nel caso venissero a prendervi con i carri blindati per picchiarvi a sangue, anche il quel caso saresti contento?

Citazione:
o non ho mai deto violenze subite dalla polizia ti ho descritto le motivazioni perche altrimenti secondo te caricano a seconda di come sei vestito o a seconda delle sigarette che fumi ecc...? caricano perche sono potenzialmente pericolosi grossi assembramenti di persone ovviamente tale discorso va inserito in un contesto che varia a seconda se si è allo,stadio, alle manifestazioni politiche ecc....


Ah ok, allora ogni manifestazione andrebbe caricata, basta capirsi... sei partito dall'idea che le cariche rispondessero ad azioni di violenza contro beni o polizia, poi sei arrivato a dire che caricano in base alla potenziale pericolosità.... ecco perché è meglio muoversi in piccoli gruppi... anche qui basta decidersi...

Ramingo
Inviato: 20/7/2006 12:04  Aggiornato: 20/7/2006 12:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/10/2005
Da: Puglia
Inviati: 657
 Re: Genova, un altro millennio
redoctober,
come potrai capire dai miei interventi sparsi per il forum,sono di quei pochi che quì potranno apprezzare quel motto
+++++++++++++++++++
Se avanzo seguitemi
Se indietreggio uccidetemi
Se muoio vendicatemi!
+++++++++++++++++++

Solo...si addice ad un leader,un trascinatore,uno che sà già tutto...
quì si discute,si portano fonti...insomma,come biglietto da visita può essere penalizzante.
Non ti conosco,mi/ti auguro che tu sia degno dell'impegno che porta quell'esortazione,ma,un consiglio,trova un altra firma.
Non per nascondere quello che sei,ma ce ne sono tante che possono identificarti senza "compromettere" l'evolversi di una discussione.
Ad Nos...ahem...arrisentirci!

La storia insegna che quando si diventa indifferenti e si perde la volontà di combattere, qualcuno che ha la volontà di combattere prenderà il sopravvento. Colonel Arthur "Bull" Simons
redoctober
Inviato: 20/7/2006 12:09  Aggiornato: 20/7/2006 12:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
E se un giorno decidessero di attuare la costituzione e di rendere illegare forza nuova, nel caso venissero a prendervi con i carri blindati per picchiarvi a sangue, anche il quel caso saresti contento?

tranquillo non succederà mai, leggasi costituzione e finche esisterà la lega di bossi, posso stare tranquillo.

Citazione:
Ah ok, allora ogni manifestazione andrebbe caricata, basta capirsi...

questo è ciò che pensi tu o visto tate manifestazioni di cui non ne condividevo il contenuto svolgersi pacificamente, senza alcun tipo di problema, quindi questo è un tuo personalissimo pensiero.
Citazione:
sei partito dall'idea che le cariche rispondessero ad azioni di violenza contro beni o polizia, poi sei arrivato a dire che caricano in base alla potenziale pericolosità....

io non so se riesco a farmi capire da te eppur mi sembra chiaro il concetto che esprimo, la prima parte della frase non sono parole mie e non capisco dove le hai tirate fuori, per la seconda parte della frase ribadisco che le cariche non partono per motivi quali il bel tempo o la temperatura climatica.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
redoctober
Inviato: 20/7/2006 12:20  Aggiornato: 20/7/2006 12:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
come potrai capire dai miei interventi sparsi per il forum,sono di quei pochi che quì potranno apprezzare quel motto

si stavo incominciando a leggere i tuoi interventi e qualcosa la stavo sospettando
Citazione:
Solo...si addice ad un leader,un trascinatore,uno che sà già tutto...

chiaramente non voglio autodefinirmi leader e non credo di sapere tutto
Citazione:
Non ti conosco,mi/ti auguro che tu sia degno dell'impegno che porta quell'esortazione,ma,un consiglio,trova un altra firma

guarda questa è una firma che mi porto da tempo, ma se a qualcuno lascia immaginare che sia il depositario della verità allora penso che posso cambiarla, anche perchè sono in questo sito per la possibilità di discutere tranquillamente con molte persone con pensieri differenti su molti argomenti e voglio essere coerente con esso.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
packz
Inviato: 20/7/2006 12:22  Aggiornato: 20/7/2006 12:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/7/2006
Da:
Inviati: 396
 Re: Genova, un altro millennio
Considerando il fatto che non rispondi alle domande che uno ti fa, considerando che nella costituzione è vietato di essere fascisti esplicitamente ma non di essere coglioni, ti posso solo dire che i tuoi giri di parole mi fanno perdere tempo: una manifestazione è per forza di cose un assembramento di persone e la potenziale pericolosità è un fatto altamente soggettivo, quindi, se ci fosse borghezio come capo della questura verrebbero caricate pure le manifestazioni degli studenti delle medie!

Mi pareva che il tuo intervento del forum fosse incentrato sul constatare che alla fine la polizia ha dovuto "ribellarsi" alle violenze che lei o Genova hanno subito, ma continui a saltare da una argomentazione all'altra pur di non risondere; mi sembra inutile continuare la discussione....

redoctober
Inviato: 20/7/2006 12:30  Aggiornato: 20/7/2006 12:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Considerando il fatto che non rispondi alle domande che uno ti fa, considerando che nella costituzione è vietato di essere fascisti esplicitamente ma non di essere coglioni, ti posso solo dire che i tuoi giri di parole mi fanno perdere tempo: una manifestazione è per forza di cose un assembramento di persone e la potenziale pericolosità è un fatto altamente soggettivo, quindi, se ci fosse borghezio come capo della questura verrebbero caricate pure le manifestazioni degli studenti delle medie!

a prescindere il fatto che se ti leggessi meglio la discussione dall'inizio avresti gia capito molte cose e non avresti perso "tempo" av farmi domande sciocche.
tu mi metti in bocca pensieri che non mi appartengono e trai conclusioni tue da concetti miei e continui a mescolare le cose, poi per forza non ci capisci.
ma cmq non voglio scadere nella maleducazione ma vedere il bue che da del cornuto all'asino......è dura vero?
cmq su una cosa hai ragione, è meglio non continuare questo tipo di discussione, io parto da un pensiero e tu dalla parte opposta quindi possiamo discutere per tanto ma alla fine non saremo mai daccordo.
poi evitami di definire coglioni chi non la pensa come te, in fondo potrei dire la stessa cosa, ma non lo farò e cmq a questo punto devo pensare che sei parente di berlusconi....

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
Ramingo
Inviato: 20/7/2006 12:38  Aggiornato: 20/7/2006 12:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/10/2005
Da: Puglia
Inviati: 657
 Re: Genova, un altro millennio
Per il resto...
Ho avuto la stessa evoluzione capitatami con l'11 settembre...
Mi spiego:all'inizio,vedere i "no global" prenderle,dopo aver messo a ferro e fuoco la città,mi ha dato qualche soddisfazione...
Carlo Giuliani se l'era cercata.
Poi mi è venuto il dubbio che "se l'erano lasciato accadere".Sia lo Stato che alcuni del movimento.
Ai "no global" (agnoletto e quell'altro...) un pò di pubblicità ad alto impatto emotivo.
Allo Stato,un pò di pubblicità mentre mostrano i muscoli.
Carlo Giuliani se l'rea cercata,ma i Carabinieri il pivellino in mezzo al kaos,non lo dovevano mettere.
Poi i dubbi sono aumentati:in effetti,l'ordine pubblico poteva essere gestito meglio.I facinorosi,grazie anche ai colori delle tenute,facilmente identificabili e accerchiabili(folla permettendo).
Le telecamere degli elicotteri,meglio utilizzabili;la forza,meglio mirata;le cariche,fatte in modo che non si intralciassero...insomma,troppi errori per imputarli solo all'errore umano.
Carlo Giuliani se la poteva evitare l'uscita coll'estintore,ma non è stato un incidente.
Se ve la prendete solo con i poliziotti,che fanno il loro dovere(a parte le teste di cazzo,che ci sono sia in divisa che senza...),che venivano guidati in mezzo ad un fiume umano,con il rischio,la tensione,la paura...ci si mette semplicemente uno contro l'altro.
Il nemico è più sù.
Piccola postilla sui manganelli:
Il tonfa è un bastone con un manico "in più".Punto.nei materiali,non c'è nessuna differenza.Usato da gente addestrata,è un ottimo deterrente,e letale come OGNI altro bastone.E'più efficace nelle corte distanze e,sempre se addestrati,efficace negli arresti e nell'immobilizzazione dei soggetti(attraverso tecniche particolari...non per tramortimento).Se lo usi come una mazza qualsiasi,non sei stato addestrato,perde la "marcia in più".
Ergo,la sua distribuzione,non è indice che si voleva fare più male,ma della faciloneria degli addetti alla logistica(nei film ammericani si vedono solo quelli...).
Reparti più addestrati,non sono più violenti;o meglio non solo.L'addestramento sta anche nel convogliare la violenza in azioni determinate e dissiparne l'eccesso.
Se ben guidati sono meno "pericolosi" dei novellini allo sbaraglio.

La storia insegna che quando si diventa indifferenti e si perde la volontà di combattere, qualcuno che ha la volontà di combattere prenderà il sopravvento. Colonel Arthur "Bull" Simons
packz
Inviato: 20/7/2006 12:39  Aggiornato: 20/7/2006 12:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/7/2006
Da:
Inviati: 396
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
poi evitami di definire coglioni chi non la pensa come te


fascista-leghista, magari sionista.... basta che se no qui si finisce a parlare d'altro....

P.S: Ti faccio notare che non mi hai risposto al riguardo dell'illegalità di essere fascista, neanche alla tua reazione ad una carica non motivata della polizia...

Ramingo
Inviato: 20/7/2006 12:49  Aggiornato: 20/7/2006 12:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/10/2005
Da: Puglia
Inviati: 657
 Re: Genova, un altro millennio
C'è il divieto di ricostituzione del partito fascista...c'è il reato(fumoso...)di apologia di fascismo...ma nessuno mi impedisce di essere fascista.
Fermo restando che i fascisti di oggi non possono essere più quelli dei tempi del duce,e che con questo "epiteto" si indicano una miriade di casi,talvolta diametralmente opposti...dalle teste(di c...)rasate,a...me!!!
E(red,scusa se parlo al posto tuo)se fa parte di Forza Nuova,dargli del sionista è alquanto impreciso...!

La storia insegna che quando si diventa indifferenti e si perde la volontà di combattere, qualcuno che ha la volontà di combattere prenderà il sopravvento. Colonel Arthur "Bull" Simons
packz
Inviato: 20/7/2006 12:50  Aggiornato: 20/7/2006 12:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/7/2006
Da:
Inviati: 396
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Mi spiego:all'inizio,vedere i "no global" prenderle,dopo aver messo a ferro e fuoco la città,mi ha dato qualche soddisfazione...


Ma ti rendi conto che se le migliaia di persone avessero messo veramente a ferro e fuoco la città avrebbero dovuto chiamare l'esercito? oggi Genova sarebbe solo un ricordo! mi sa che siete tu e redoctober ad avere pregiudizi ... poi lasciamo stare la questione

Citazione:
Carlo Giuliani se l'era cercata.


che se no qui andiamo veramente sul blasfemo....

Ramingo
Inviato: 20/7/2006 12:56  Aggiornato: 20/7/2006 12:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/10/2005
Da: Puglia
Inviati: 657
 Re: Genova, un altro millennio
packz,
Ma l'hai letto tutto il mio post!?
Non è obbligatorio,ma se mi devi rispondere,eviteresti di sparare cazzate alla ricerca di un nemico che non c'è...

La storia insegna che quando si diventa indifferenti e si perde la volontà di combattere, qualcuno che ha la volontà di combattere prenderà il sopravvento. Colonel Arthur "Bull" Simons
redoctober
Inviato: 20/7/2006 12:58  Aggiornato: 20/7/2006 12:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
fascista-leghista, magari sionista.... basta che se no qui si finisce a parlare d'altro....

queste tue parole ti descrivono ampiamente, non c'è bisogno che aggiunga altro.
Citazione:
Ti faccio notare che non mi hai risposto al riguardo dell'illegalità di essere fascista

infatti non c'è un partito fascista, non vado in giro salutando col saluto romano, non disegno svastiche o celtiche ecc...
C'è chi lo fa e c'è chi non lo fa, purtroppo la costituzione non prevede il divieto di dire scemenze però in fondo non si può avere tutto dalla vita.
Citazione:
neanche alla tua reazione ad una carica non motivata della polizia...

be penso che innanzitutto eviterei di farmi prendere e poi adirei per tutte le vie legali che un cittadino possiede e si, anche andare dalla polizia.
ah, se un ladro ti entra in casa poi che fai, vai a fare la denuncia alla polizia?
cmq caro packz, a me ha fatto piacere discutere con te fino agli ultimi due post circa, poi ti sei lasciato andare a facili commenti inutili (a me fa piacere se mi dai del fascista, sappilo) , a me piace sentire cio che a da dire la gente che non la pensa con me e, pazienza magari su di un altro argomento riusciamo a comprenderci meglio.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
redoctober
Inviato: 20/7/2006 13:02  Aggiornato: 20/7/2006 13:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
E(red,scusa se parlo al posto tuo)

no tranquillo, anzi ho notato una maggiore capacità di sintesi del concetto da parte tua e evidentemente mi scuso per la lunghezza da me creata del post.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
Cassandra
Inviato: 20/7/2006 13:06  Aggiornato: 20/7/2006 13:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Genova, un altro millennio
Per essere un sito di complottisti mi state pesantemente deludendo!!!

Quello che è successo a Genova è stato programmato a tavolino. No, non dal governaccio Berlusconaccio o dalla poliziaccia cattiva. Ma da ben altri poteri: il movimento noglobal stava assumendo proporzioni STORICHE... e si qualificava come il primo movimento di massa della storia che si poneva contro il sistema capitalistico, bancario, finanziario, di sfruttamento del Terzo Mondo. Ovvero, il primo movimento popolare che si poneva contro il BENESSERE (sedicente tale) a cui partecipava chi godeva del benessere (e non masse sfruttate, povere e stufe).

La critica al sistema veniva insomma dall'interno, dai cittadini e dai giovani che in teoria avrebbero dovuto difenderlo, godendone i frutti ogni giorno.
Potete immaginare quale potenza dirompente avesse, e quale panico abbia destato in chi detiene il potere. Anche perché le "teorie" noglobal cominciavano a diffondersi anche presso che "giovane ed esaltato" non era, io sentivo casalinghe ed impiegati che cominciavano ad aprire gli occhi sulle multinazionali, le banche eccetera. Credeteci o no, anche Luogocomune è un... "sottoprodotto" del movimento noglobal, che ci ha insegnato a vedere la verità dietro l'apparenza.

A questo punto, occorreva fermarlo. E come si è deciso di fermarlo? Col solito sistema: IL TERRORE. A Genova si è deliberatamente creata un'area di terrore volta a far passare la voglia di manifestare a tutti. Si è usata la Polizia, ma si sono usati i Black bloc, gli estremisti di destra, persino gli ultrà pallonari, per creare disordini che giustificassero gli attacchi. Si è usata la stampa, che prima si è spinta a dipingere scenari di guerra urbana, poi ha descritto appunto tale guerra, e poi l'ha giustificata. Trecentomila persone, il punto di massima aggregazione del movimento noglobal, terrorizzate e spinte nell'angolo, e un morto a terra.

Il risultato di Genova l'avete visto in seguito. Il movimento noglobal è finito, o almeno quello che sapeva criticare pesantemente il nostro modello di sviluppo. Le ceneri rimaste sono state prontamente ribattezzate "i pacifisti", ovvero confinate ad una bambinesca protesta contro la guerra cattiva e a sventolare bandierine colorate.

A Genova è stata ammazzata l'unica occasione che abbiamo avuto, a livello globale, di mettere in discussione i poteri forti. Disquisire sulle vetrine è come disquisire sui taglierini di Bin Laden.

Don't pay attention to the man behind the curtain...

con affetto
Cassandra

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
packz
Inviato: 20/7/2006 13:44  Aggiornato: 20/7/2006 13:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/7/2006
Da:
Inviati: 396
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
packz,
Ma l'hai letto tutto il mio post!?
Non è obbligatorio,ma se mi devi rispondere,eviteresti di sparare cazzate alla ricerca di un nemico che non c'è...


pregiudizio oh oh oh.... cmq dove le metti 300.000 persone che spaccano tutto? neanche la comune di parigi!

Citazione:
E(red,scusa se parlo al posto tuo)se fa parte di Forza Nuova,dargli del sionista è alquanto impreciso...!


in effetti hai ragione tu, comunque il tuo socio ha occultato la seconda parte della frase! chissà cosa ne pensa del conflitto libanese dei giorni odierni o degli ebrei in generale....

shevek
Inviato: 20/7/2006 14:03  Aggiornato: 20/7/2006 14:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Genova, un altro millennio
Salut y Libertad, Cassandra!


Mi hai tolto le parole di bocca... stavo praticamente per scrivere il tuo stesso post...



Shevek

P.S. Sono in partenza per le vacanze e quindi un saluto a tutti... ma appena becco un Internet point!

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
packz
Inviato: 20/7/2006 14:25  Aggiornato: 20/7/2006 14:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/7/2006
Da:
Inviati: 396
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
A Genova è stata ammazzata l'unica occasione che abbiamo avuto, a livello globale, di mettere in discussione i poteri forti. Disquisire sulle vetrine è come disquisire sui taglierini di Bin Laden.


Ma è stata ammazzata nel senso che adesso nessuno ha più voglia di manifestare? quando ho partecipato alla manifestazione potevo benissimo immaginare che sarebbe finita così (magari non il morto)... le manifestazioni degli anni 70 finivano con lanci di bombe a mano in piazza e pistolettate e a farle erano gli operai della FIAT, mica le brigate rosse....

Quello che è successo a Genova è stata una semplice reazione fisiologica dello Stato al movimento e la reazione del movimento è stata una semplice reazione fisiologica sociale: se vado in piazza mi picchiano, quindo per non prendersi le mazzate (e non essere arrestato) me ne devo stare a casa; forse una strada alternativa (legale) esisterà?

redoctober
Inviato: 20/7/2006 15:08  Aggiornato: 20/7/2006 15:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
in effetti hai ragione tu, comunque il tuo socio ha occultato la seconda parte della frase! chissà cosa ne pensa del conflitto libanese dei giorni odierni o degli ebrei in generale....

be con te un discoro serio non si potrebbe fare quindi fai un po come ti pare, riusciresti a rigirartela come meglio ti pare, ma va bene cosi ora che so con chi sto parlando

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
soulsaver
Inviato: 20/7/2006 15:39  Aggiornato: 20/7/2006 15:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/11/2005
Da: Roma
Inviati: 613
 Re: Genova, un altro millennio
Complimenti Cassandra per la lucidità e la sintesi del tuo commento...
Mentre qui si litiga sulla legalità di una carica della polizia si è perso realmente di vista il perchè sia successo Genova...
Ormai nelle bocche dei politici, della stessa gente la parola "NoGlobal" che, come ricordavi, è stato un movimento spontaneo di aggregazione popolare molto differenziato politicamente, sia ormai associato a disordine, un gruppo di violenti anti-capitalisti, privi di alternative se non un'ottusa tout court opposizione al "sistema".
Ciao

Free from the need to be free "Mommy what's a Funkadelic, George Clinton 1970"
florizel
Inviato: 20/7/2006 16:31  Aggiornato: 20/7/2006 16:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Genova, un altro millennio

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Pausania
Inviato: 20/7/2006 16:37  Aggiornato: 20/7/2006 16:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Genova, un altro millennio
RamingoCitazione:
Il tonfa è un bastone con un manico "in più"


La pistola è solo un tubo di acciaio con un percussore in fondo.

Citazione:
non c'è nessuna differenza


Differenza da cosa?

Citazione:
è un ottimo deterrente,e letale come OGNI altro bastone


Primo, anche le mani possono essere letali, anche la biro che usi per scrivere, ma cosa vuol dire? Secondo, quello che ho scritto nell'articolo è vero, mi dispiace ma non esiste un altro, meno rude, modo per esprimermi. E comunque lo sfollagente non è un bastone qualunque.... E lo sfollagente non è un deterrente. E' uno strumento di offesa. Se vanno con un fucile d'assalto è pure un deterrente, anche la bomba nucleare si diceva che era un deterrente. Che c'entra?

Comunque l'unica, solita spiegazione che riesce a dare è che "sono stati incompetenti e faciloni".

In questo caso era meglio se se ne stavano a casa, come dici tu i novellini incompetenti sono molto pericolosi.

Vivi
Inviato: 20/7/2006 16:58  Aggiornato: 20/7/2006 16:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/10/2004
Da: nord Italia
Inviati: 198
 Re: Genova, un altro millennio
Complimenti Cassandra e complimenti a soulsaver,
Viviana

Ramingo
Inviato: 20/7/2006 17:05  Aggiornato: 20/7/2006 17:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/10/2005
Da: Puglia
Inviati: 657
 Re: Genova, un altro millennio
Cassandra,
quando ho scritto++ il nemico è più sù++
intendevo che la mia evoluzione(partita dal "dagli addosso"...)mi aveva portato propio dove magnificamente esposto tu,io m'ero perso in una piccola bega(sigh!)...

La storia insegna che quando si diventa indifferenti e si perde la volontà di combattere, qualcuno che ha la volontà di combattere prenderà il sopravvento. Colonel Arthur "Bull" Simons
Ramingo
Inviato: 20/7/2006 17:31  Aggiornato: 20/7/2006 17:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/10/2005
Da: Puglia
Inviati: 657
 Re: Genova, un altro millennio
Pausania,
dico anche io che ci sono state delle porcate...non ti incazzare
quello che volevo dire è che lo sfollagente o tonfa,senza l'addestramento specifico,non è altro che un bastone.Come dimostrato da agenti che correvano brandendolo per il manico sbagliato.Con l'addestramento diventa utile alle corte distanze e per immobilizzare.Se dato in testa,uccide come ogni altra bastonata.
Una pistola carica,anche senza addestramento,spara.
Armati delle sole mani,per quanto deterrenti,possonogarantire meno ordine pubblico che armati di sfollagente...
La faciloneria di cui parlo,è colpevole;ma ad un livello più basso.
Sono stati "forzatamente" incompetenti e faciloni.Siè voluta sfruttare questa incompetenza.E la rabbia.E il "fondamentalismo" di certi questori e poliziotti...
Scusa,è una cazzata uscire questo argomento,che distoglie da quello principale,ma sono un "marzialista" e ho un "coso" di quelli,e in teoria lo so usare.
Mi sembrava che nel tuo discorso,si volesse affibiare alle forze dell'ordine più di quello che meritano.
Sono state strumentalizzate,come tutti.

La storia insegna che quando si diventa indifferenti e si perde la volontà di combattere, qualcuno che ha la volontà di combattere prenderà il sopravvento. Colonel Arthur "Bull" Simons
Abulafia
Inviato: 20/7/2006 19:42  Aggiornato: 20/7/2006 19:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/11/2005
Da:
Inviati: 1612
 Re: Genova, un altro millennio
Redoctober e packz, nonostante l'argomento sia facile a certe passioni con conseguente strascico di diatribe, siete invitati ad un maggiore impegno nello sviluppare una discussone in cui trovino posto valutazioni più profonde, certo del fatto che ne siate ben capaci, che possano coinvolgere anche gli altri utenti.
Magari anche con argomentazioni supportate da link, come poco fa ha fatto Florizel.

Non vedo alcun motivo d'orgoglio nel vedersi affibbiato l'epitteto di fascista, nel modo più assoluto.
Possiamo deviare da simili temi? Che ne dite?

...Ars adeo latet arte sua...
Pausania
Inviato: 20/7/2006 21:49  Aggiornato: 20/7/2006 21:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Genova, un altro millennio
Gli argomenti cambiano ma i metodi di discussione rimangono sempre gli stessi. Che sostanzialmente consistono in questo: ignorare e perseverare.

Allora, mettiamo le cose in chiaro.

Premesso che, secondo la legge italiana:

a. La polizia può intervenire solo per fermare o prevenire un reato.
b. L'uso della forza deve essere sempre proporzionato all'illecito in corso (per esempio, anche se ho una bomba a mano, ma la tengo in uno zaino, non posso essere ucciso a colpi di pistola, mentre se la sto per lanciare in una piazza affollata di gente magari anche sì)
c. Le cariche servono a disperdere folle facinorose, non a picchiare la gente

I dati di fatto sono i seguenti:

1.I carabinieri hanno trasgredito ad un ordine diretto di intervenire contro chi stava assaltando il carcere e di evitare il corteo.
2.I carabinieri hanno attaccato un corteo autorizzato e pacifico, che era all'interno del suo percorso autorizzato
3.I carabinieri hanno attaccato in un punto dove il corteo NON poteva disperdersi in nessun modo
4.I violenti NON sono stati fermati e NON erano in mezzo ai manifestanti, come appena dimostrato
5.Non si sa a chi appartenesse la pallottola che ha ucciso Carlo Giuliani, perché non è mai stata trovata
6.La polizia ha fatto irruzione in una scuola pestando a sangue le persone all'interno e producendo prove false per giustificare a posteriori l'irruzione stessa

Quindi, per cortesia, o parliamo di questo, che non è stato messo in discussione da nessuno in cento e passa commenti, oppure la smettiamo di parlare al vento.
Cosa si pensa di Casarini, dei carabinieri, della globalizzazione non inficia in alcun modo i punti sopracitati.

Siamo sempre alle solite: non rispondere e non dare corda a chi porta la discussione su binari che non c'entrano niente coi dati di fatto.


RamingoCitazione:
non ti incazzare

Certo che no, figurati

Citazione:
sono un "marzialista" e ho un "coso" di quelli,e in teoria lo so usare

Anch'io

bianca
Inviato: 20/7/2006 21:52  Aggiornato: 20/7/2006 21:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/10/2004
Da: bologna
Inviati: 569
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Come dimostrato da agenti che correvano brandendolo per il manico sbagliato.


Ramingo, non è che fossero mentecatti... è che lo usano così , perchè fa più male colpendo con la protuberanza sull'impugnatura, spacca le ossa...

Citazione:
Il futuro dell’uomo
è a una drammatica stretta
ho visto un panda
con la mia faccia sulla maglietta.
Stefano Benni
Abulafia
Inviato: 20/7/2006 22:09  Aggiornato: 20/7/2006 22:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/11/2005
Da:
Inviati: 1612
 Re: Genova, un altro millennio
Per chi volesse reperire una nutrita quantità di video interessanti sui fatti di Genova, consiglio questo link all'archivio di Arcoiris:

LINK

Ne ho scaricati molti e c'è davvero molto più di quanto non abbiano mostrato in TV: ad esempio, la cronologia narrata dell'attacco al corteo principale, con la successiva separazione in blocchi e l'isolamento di uno di questi in P.zza Alimonda.

...Ars adeo latet arte sua...
redoctober
Inviato: 20/7/2006 22:16  Aggiornato: 20/7/2006 22:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Redoctober e packz, nonostante l'argomento sia facile a certe passioni con conseguente strascico di diatribe, siete invitati ad un maggiore impegno nello sviluppare una discussone in cui trovino posto valutazioni più profonde, certo del fatto che ne siate ben capaci, che possano coinvolgere anche gli altri utenti.

Non vedo alcuna difficoltà a chiedere scusa a tutti gli utenti che si sono annoiati a leggere i miei post che hanno evidentemente deviato l'argomento principale di discussione.
Sul fatto che cmq devio la discussione però attendo ancora risposta chiesta sul mio primo post che essendo al 130circa ancora tarda ad arrivare.
certo che si, ribadisco la mia intenzione a confrontarmi civilmente in questo sito che mi ospita,
Citazione:
Non vedo alcun motivo d'orgoglio nel vedersi affibbiato l'epitteto di fascista, nel modo più assoluto.

Infatti tu non vedi alcun motivo d'orgoglio e finchè in questo paese si è liberi di sventolare una bandiera rossa con falce e martello, allora io sarò orgoglioso se mi chiamano fascista.
ma ancora una volta ribadisco che questa è una mia convinzione e che se può disturbare qualcuno posso farne a meno di ribadirla ma ricordo che finora mi sono sentito dire, coglione, fascista, leghista, magari anche sionista......solo perche non la penso come altri...
spero che qualcuno di voi possa ancora discutere con me, nonostante le mie ormai dichiarate convinzioni.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
Abulafia
Inviato: 20/7/2006 22:21  Aggiornato: 20/7/2006 22:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/11/2005
Da:
Inviati: 1612
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
ma ancora una volta ribadisco che questa è una mia convinzione e che se può disturbare qualcuno posso farne a meno di ribadirla ma ricordo che finora mi sono sentito dire, coglione, fascista, leghista, magari anche sionista......solo perche non la penso come altri...


Tutto qui? La mia ex prima di mollarmi m'ha dato dell'interista.
I contractors che ho assoldato per gambizzarla non l'hanno ancora trovata... attendo quanto prima buone nuove

...Ars adeo latet arte sua...
redoctober
Inviato: 20/7/2006 22:31  Aggiornato: 20/7/2006 22:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Tutto qui? La mia ex prima di mollarmi m'ha dato dell'interista.


no non mi offendo , ci vuole altro.
cmq recepito l'invito che accolgo con favore.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
leonzio
Inviato: 20/7/2006 22:57  Aggiornato: 20/7/2006 22:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/5/2006
Da:
Inviati: 127
 Re: Genova, un altro millennio
Mentre qui si perde tempo ad azzuffarsi sul niente nel mondo succede un casino e nessuna voce si leva come protesta.
Vorrei concordare con il post di Cassandra e farei volentieri a meno dell' immondizia riguardo ai particolari dei tolfa o degli sbirri fascisti o sugli attacchi di cavalleria...
Veramente penoso, pare di sentire Borghezio che sputacchia in faccia Rutelli.
La sostanza è che TUTTI sono stati usati, manifestanti e forze dell' ordine per rendere le piazze luoghi insicuri.
QUESTO E' IL FATTO.

Il messaggio è che inpiazza ci sono teppisti, che non devi mischiarti con loro, che IN PIAZZA SI PUO' MORIRE. Quindi accontentiamoci di Prodi e del suo governucchio che non pare avere nessuna intenzione di fare luce sui fatti.

Mi sono trattenuto troppo a lungo... Soulsaver, e falla finita un po',penso che tutti abbiano capito.

leonzio
Inviato: 20/7/2006 22:58  Aggiornato: 20/7/2006 22:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/5/2006
Da:
Inviati: 127
 Re: Genova, un altro millennio
Chiedo scusa.... volevo dire Redoctober...

redoctober
Inviato: 20/7/2006 23:02  Aggiornato: 20/7/2006 23:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Veramente penoso, pare di sentire Borghezio che sputacchia in faccia Rutelli.

ecco mi mancava essere giudicato poi da chi, non si sa. complimenti, la prossima volta mi limito a leggere solo i tuoi interventi evidentemente non penosi caro leonzio cosi imparo qualcosa......

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
florizel
Inviato: 21/7/2006 2:47  Aggiornato: 21/7/2006 2:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Redoctober e packz, nonostante l'argomento sia facile a certe passioni con conseguente strascico di diatribe, siete invitati ad un maggiore impegno nello sviluppare una discussone in cui trovino posto valutazioni più profonde

Gentile Abulafia, senza alcun intento, da parte mia, di screditare la Tua segnalazione, inoltrata con cognizione di causa, mi permetto di segnalare a mia volta qualcosa: è sufficiente dare una seconda occhiata ai post per verificare che esiste una sostanziale differenza tra il cercare disperatamente di restare in topic,facendolo con "passione", e l'ostinazione a reiterare le proprie posizioni ideologiche,facendo leva proprio sulle “passioni” dell’interlocutore,pur di non affrontare l’argomento in discussione.

Certa che saprai "leggere tra le righe",
i miei rispettosi saluti.
Un sorriso.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
ombroso
Inviato: 21/7/2006 19:02  Aggiornato: 21/7/2006 19:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/6/2006
Da: Genova
Inviati: 45
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Fermo restando che i fascisti di oggi non possono essere più quelli dei tempi del duce
Scusate la domanda, sicuramente OT...d'altronde non saprei dove altrimenti domandarlo.
Che cos'è, oggi, un fascista?

Ramingo
Inviato: 21/7/2006 19:51  Aggiornato: 21/7/2006 19:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/10/2005
Da: Puglia
Inviati: 657
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Che cos'è, oggi, un fascista?

Tante cose si indicano con questa parola...
Io ti posso rispondere sul perchè IO mi ritengo tale.
Ma non quì(molto OT),altrimenti mi linciano o chissà che pensano...

La storia insegna che quando si diventa indifferenti e si perde la volontà di combattere, qualcuno che ha la volontà di combattere prenderà il sopravvento. Colonel Arthur "Bull" Simons
rascalcitizen
Inviato: 21/7/2006 19:59  Aggiornato: 21/7/2006 19:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/7/2005
Da: napoli
Inviati: 249
 Re: Genova, un altro millennio
Se può essere utile, stanotte alle 23,20 su RAI3 Primo Piano sul G8 e Piazza Alimonda.

ombroso
Inviato: 21/7/2006 20:03  Aggiornato: 21/7/2006 20:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/6/2006
Da: Genova
Inviati: 45
 Re: Genova, un altro millennio
Io rispetto le idee di tutti, ma se temi di essere linciato esprimendole, mi domando il significato della tua partecipazione a questo forum...
Comunque ok, come non chiesto, se hai tempo e voglia puoi sempre spiegarmelo privatamente (conciso, eh?)

pierone
Inviato: 21/7/2006 20:06  Aggiornato: 21/7/2006 20:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/10/2005
Da:
Inviati: 299
 Re: Genova, un altro millennio
Scusate tutti, non ho seguito molto la discussione, ma mi sembra più importante parlare di fatti e di idee, non di etichette, "appiccicate da altri o autoappiccicate" non importa molto. Insomma non mi frega molto di come qualcuno possa definirsi o essere definito ma mi interessa capire cosa pensa e come si comporta.

Ho visto l'altra notte parte di "La Storia siamo noi" con Minoli.

Minoli ha fatto sentire le comunicazione della Polizia a Genova cinque anni fa.

Si sente chiaramente il Funzionario responsabile dell'O.P. (in operazioni di ordine pubblico tutti i corpi presenti rispondono alle disposizioni di un funzionario della Polizia di Stato, quello che una volta, qualcuno lo ricorderà, doveva indossare la fascia tricolore) chiedere ripetutamente per radio il motivo per cui i Carabinieri aveva "attaccato" il corteo regolare e non si erano recati sul posto ove il predetto Funzionario li aveva inviati.
Lo stesso Funzionario ordina per radio e più volte, ma invano, l'arretramento dei CC.
Ignoti interlocutori gli rispondono che i contatti radio con i CC sono interrotti.

Parliamo di cose concrete: è credibile la perdita di contatto radio?

Perchè il Battaglione CC ha "disobbedito" agli ordini?

Fu un fatto preordinato o un fatale errore dovuto alla disorganizzazione?
Personalmente non posso credere alla seconda ipotesi.

Parliamo di cose concrete: perchè l'accanimento contro persone inoffensive???

Parliamo di cose concrete: Minoli ha parlato del carabiniere che avrebbe sparato, come di un possibile capro espiatorio, utilizzato per coprire altri Lo stesso Placanica, intervistato ha più volte ammesso di aver sparato non una ma due volte, e continua a giurare di aver sparato in aria.

Ramingo
Inviato: 21/7/2006 20:28  Aggiornato: 21/7/2006 20:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/10/2005
Da: Puglia
Inviati: 657
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
ma mi sembra più importante parlare di fatti e di idee, non di etichette, "appiccicate da altri o autoappiccicate"

E' lo stesso motivo per il quale non ho risposto ad ombroso(un Pm,dopo...)
Mi sono lasciato trascinare dalla querelle di prima;non lo voglio rifare.
Citazione:
Parliamo di cose concrete: è credibile la perdita di contatto radio?

Abbastanza.E' facile con la giusta attrezzatura.Farla perdere,intendo.

La storia insegna che quando si diventa indifferenti e si perde la volontà di combattere, qualcuno che ha la volontà di combattere prenderà il sopravvento. Colonel Arthur "Bull" Simons
Merimange
Inviato: 21/7/2006 20:53  Aggiornato: 21/7/2006 20:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/6/2006
Da: Roma
Inviati: 117
 Re: Genova, un altro millennio
Salve a tutti,

Il Giornale di Berlusconi è uno dei peggiori giornalacci che possano esistere,ma questa volta ha veramente esagerato.Guardate che razza di argomenti trattano.E' giornalismo questo?Pensavano di fare uno "scoop"?Ma che gli dice la testa a questi?Sono disgustato.

da repubblica
citaz.
"I brani riportano conversazioni tra i genitori del giovane nelle quali essi esprimono, nell'ambito di un dialogo strettamente privato e attinente alla sola vita familiare, considerazioni intime su delicati aspetti relativi al proprio figlio, nonche' le preoccupazioni manifestate sulle conseguenze che sarebbero potute derivare da alcuni suo comportamenti."

Embè?Problematiche normali all'interno di una famiglia normale.E questi ci costruiscono su un articolo,come per dire,in maniera subdola,anche i genitori sapevano che tipo era!
Questi sciacalli non hanno etica.

Tubo
Inviato: 21/7/2006 21:10  Aggiornato: 21/7/2006 21:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Genova, un altro millennio
O:T: completo ma non troppo...

l'altro ieri a Milano hanno ratificato delle condanne a 4 anni per gente che è stata presa ( più o meno a caso ) in corso Buenos Aires a seguito dei moti tristemente famosi ...
Conosco almeno una persona che si fara' 4 anni senza nessun motivo.

redoctober
Inviato: 21/7/2006 21:14  Aggiornato: 21/7/2006 21:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Che cos'è, oggi, un fascista?

x ombroso:

guarda ti risponderei volentieri ma purtroppo dopo la discussione da me intrapresa (leggi sopra) evidentemente c'è qualcuno che pensa sia un troll e stia qui per rompere.
per questi motivi mi sembra corretto come sottolineato da ramingo non rispondere qui, anche perchè vorrei dimostrare con altri interventi che prima mi sono solo lasciato prendere la mano e che sono meglio di quanto non possa essere uscito dai miei post ( ovviamente non commento chi mi ha insultato e chi mi ha giudicato senza neanche conoscermi), e di certo rispondendoti potrei farmi qualche ulteriore nemico, e siccome mi piace il sito, vorrei continuare a frequentarlo potendo interagire con gli altri.

ciao

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
Tubo
Inviato: 21/7/2006 23:27  Aggiornato: 21/7/2006 23:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Genova, un altro millennio
ciao redoctober,
questo è un luogo pubblico e come tale da a tutti la possibilità di dire qualsiasi cosa e di manifestarsi come meglio crede.
Tu dici di essere fascista.
A me va benissimo che tu lo dica e anche che tu lo sia.
Solo , dato che stai parlando con molte persone , penso sia giusto dire cio' che sei o fai davanti a tutti. Come fanno tutti (più o meno) quelli che parlano qui.

Fallo però.

Tubo
Inviato: 21/7/2006 23:37  Aggiornato: 21/7/2006 23:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Genova, un altro millennio
una cosa buona c'è : (anzi molto buona)
nel sito si stanno manifestando persone , e quindi idee , diverse da quelle che di solito vanno per la maggiore . -qui a luog.com.-
Sicuramente , se la cosa continuerà , spero, nessuno avrà più motivo di dire che qui a LUOGOCOMUNE girano solo certe idee e certe persone.
Va bene così.
Più diversità ci sono più è attendibile il risultato delle nostre ricerche .

redoctober
Inviato: 21/7/2006 23:52  Aggiornato: 21/7/2006 23:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
ciao redoctober,
questo è un luogo pubblico e come tale da a tutti la possibilità di dire qualsiasi cosa e di manifestarsi come meglio crede.
Tu dici di essere fascista.
A me va benissimo che tu lo dica e anche che tu lo sia.
Solo , dato che stai parlando con molte persone , penso sia giusto dire cio' che sei o fai davanti a tutti. Come fanno tutti (più o meno) quelli che parlano qui.
++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++
be a dir la verità non ho detto che sono fascista, ho semplicemente detto che non mi dispiace quando mi chiamano cosi, che non lo ritengo un'offesa.
Poi al giorno d'oggi come osservava ramingo dire fascista è quantomeno generico, i fascisti di oggi non ci sono più (non lo sono neanche quelli più esaltati).
Io ho determinati principi e idee che ho ripreso studiando e ascoltando le storie dei nonni che tutti voi almeno una volta avete ascoltato.
ho semplicemente un forte rispetto per le Istituzioni pubbliche, è in me forte il concetto di Stato e di nazione nonchè di unità della patria.
Semplicemente penso che oggigiorno si può essere definiti di una certa fazione politica ma non necessariamente condividere i principi che quando nati avevano una certa valenza e che oggi magari ne assumono un altra poichè rapportata al 2006, mezzo secolo dopo.
ecco perchè non mi definisco fascista, eppoi sono anni che studio economia e derivati e mi hanno sempre insegnato a guardare anche altri aspetti, non solo politici ed ecco perche mi accosto favorevolmente a quel periodo.
Da qui trovo legittimo che io parta sempre da un punto completamente opposto dalla maggioranza degli utenti qui dentro e che le mie idee siano influenzate verso una certa direzione, quindi probabilmente se mi parlate del conflitto in iraq io vi dico che siamo in missione umanitaria, altri che siamo in guerra.
Poi credo che ogni situazione vada analizzata singolarmente a prescindere dall'ideologia che si ha.
Non sono una persona chiusa sulle proprie convinzioni, altrimenti dopo aver letto sul sito del 9/11 sarei dovuto scapapre inorridito, invece sono qua e quando ho letto quell'articolo ho semplicemente chiesto come mai leggevo prevalentemente dei commenti preventuti e in partenza contro le forze dell'ordine che rispetto tanto, senza poi doverle cmq giustificare.
ovviamente poi mi sono lasciato andare e quindisono andato per la tangente.
spero una volta per tutte di aver chiarito il mio punto di vista
una saluto festoso a tutti quanti

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
Tubo
Inviato: 22/7/2006 0:07  Aggiornato: 22/7/2006 0:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Genova, un altro millennio
ok.
tu dici che siamo in missione umanitaria.

Se puoi giustificalo

Tubo
Inviato: 22/7/2006 0:12  Aggiornato: 22/7/2006 0:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Genova, un altro millennio
redoktober-
be a dir la verità non ho detto che sono fascista, ho semplicemente detto che non mi dispiace quando mi chiamano cosi, che non lo ritengo un'offesa

se io credo che Bush e derivati facciano schifo , se mi dovessero dare del filo-Bush mi incazzerei....

redoctober
Inviato: 22/7/2006 0:15  Aggiornato: 22/7/2006 0:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
aggiungo un link da leggere
link
penso possa essere almeno un inizio

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
redoctober
Inviato: 22/7/2006 0:18  Aggiornato: 22/7/2006 0:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
in afghanistan lo è ancor di piu, o almeno fino al maggio scorso in cui hanno cambiato le regole d'ingaggio, infatti ci sono soldati tedeschi e la Germania non ha partecipato alcuna offensiva ma si trova li solamente perche aderisce all'ONU, che di regola non fa guerre.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
Tubo
Inviato: 22/7/2006 0:18  Aggiornato: 22/7/2006 0:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Genova, un altro millennio
Spero non fosse una risposta per me...

Tubo
Inviato: 22/7/2006 0:21  Aggiornato: 22/7/2006 0:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 16/6/2006
Da:
Inviati: 1663
 Re: Genova, un altro millennio
l'onu non fa guerre.
Mi sa che ti sei bypassato una buona parte dell'informazione presente in questo ( e altri ) siti.

redoctober
Inviato: 22/7/2006 0:32  Aggiornato: 22/7/2006 0:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
be non saprei, penso di aver letto approfonditamente questo sito e altro materiale.
cmq aggiungerei che in inraq inoltre le forze italiane sono giunte dopo gli attacchi degli usa e degli inglesi, loro si che hanno fatto al guerra e tanto è vero che in linea di principio noi siamo li a ricostruire (a nassiriya abbiamo costruito se non sbaglio un sito che produce elettricità).
cmq ovviamente io ho fiducia (non cieca ) nelle istituzioni anche perche questo decreto deve passare ad una votazione di 633+315 persone e farle fesse proprio tutte quantomeno è un bel lavoro.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
bandit
Inviato: 22/7/2006 0:41  Aggiornato: 22/7/2006 0:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 1649
 Re: Genova, un altro millennio
" io ho fiducia (non cieca ) nelle istituzioni "
+++++++
...mi verrebbe da chiederti perche'...ma forse qui siamo OT.

redoctober
Inviato: 22/7/2006 0:45  Aggiornato: 22/7/2006 0:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
ti rispondo velocemente dicendoti che ci credo per convinzione, tradizione, perche rappresentano lo Stato e mi fermo qui altrimenti si che vado ot.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
florizel
Inviato: 22/7/2006 1:25  Aggiornato: 22/7/2006 1:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
mi fermo qui altrimenti si che vado ot.


E' da un bel po' di post che si è andati OT.
Suggerirei di attenersi al tema del thread.
Grazie.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
redoctober
Inviato: 22/7/2006 1:32  Aggiornato: 22/7/2006 1:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
E' da un bel po' di post che si è andati OT.

gia ma io soltamente alle domande rispondo.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
florizel
Inviato: 22/7/2006 2:02  Aggiornato: 22/7/2006 2:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Genova, un altro millennio
"gia ma io soltamente alle domande rispondo."

E mi compiaccio per la buona educazione.
Sta di fatto che all'unica domanda era stata già data una risposta,che sembra trascinarsi rovinosamente.
Rinvio allo spirito del tuo stesso post delle 21:14 di ieri,21 luglio.

Vorrei inoltre segnalare,in merito a questa tua affermazione:
Citazione:
quando ho letto quell'articolo ho semplicemente chiesto come mai leggevo prevalentemente dei commenti preventuti e in partenza contro le forze dell'ordine che rispetto tanto,

...che quelli definiti "commenti prevenuti" sono supportati dalle numerose documentazioni di cui è fornito l'intero articolo.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
soulsaver
Inviato: 22/7/2006 2:06  Aggiornato: 22/7/2006 2:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/11/2005
Da: Roma
Inviati: 613
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
gia ma io soltamente alle domande rispondo.

Per questo c'è lo splendido strumento dei PM così, privatamente potrete chiarite tutte le questioni che non riguardano l'argomento del thread.

grassie

Free from the need to be free "Mommy what's a Funkadelic, George Clinton 1970"
redoctober
Inviato: 22/7/2006 2:09  Aggiornato: 22/7/2006 2:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
rispondo a soulsaver:
non ci avevo pensato, hai ragione provvedo a usarlo in caso di bisogno.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
Paxtibi
Inviato: 22/7/2006 2:16  Aggiornato: 22/7/2006 2:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Genova, un altro millennio
come mai leggevo prevalentemente dei commenti preventuti e in partenza contro le forze dell'ordine che rispetto tanto

Beh, se non è un commento prevenuto questo...


redoctober
Inviato: 22/7/2006 2:17  Aggiornato: 22/7/2006 2:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
...che quelli definiti "commenti prevenuti" sono supportati dalle numerose documentazioni di cui è fornito l'intero articolo.

ed infatti me ne sono accorto dai post che gli altri utenti hanno scritto.

Citazione:
Sta di fatto che all'unica domanda era stata già data una risposta,che sembra trascinarsi rovinosamente.

personalmente faro quanto scritto ma se avessi letto poco piu sotto caro/a florizel c'è stato qualcuno che ha chiesto la mia opinione e io ho intenzione di rispondere a chi me lo chiede.
cmq termino col dirti che dopotutto "m'arimbarzi" nel senso che mi sono stufato di sentire prediche nei tuoi post, non sei il solo/a a frequentare forum so come funzionano e personalmente non dobbiamo per forza postare tra noi.
quindi a mai più sentirci.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
redoctober
Inviato: 22/7/2006 2:18  Aggiornato: 22/7/2006 2:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Beh, se non è un commento prevenuto questo...

purtroppo ammetto di essere prevenuto a mia volta.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
florizel
Inviato: 22/7/2006 2:43  Aggiornato: 22/7/2006 2:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
personalmente faro quanto scritto ma se avessi letto poco piu sotto caro/a florizel c'è stato qualcuno che ha chiesto la mia opinione e io ho intenzione di rispondere a chi me lo chiede.

Insisto.Ci sono i pm,per questo,se rispondere comporta deviare la discussione da tutt'altra parte rispetto al topic.
Citazione:
cmq termino col dirti che dopotutto "m'arimbarzi" nel senso che mi sono stufato di sentire prediche nei tuoi post, non sei il solo/a a frequentare forum so come funzionano e personalmente non dobbiamo per forza postare tra noi.

Spero che non sia un modo per farti "arimbarzare" anche le ultime novità in fatto di comportamento su LC.
Che,evidentemente,non segue gli stessi criteri di altri forum da te frequentati.
Ritorno a chiedere di restare in topic.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
asanti611
Inviato: 22/7/2006 3:48  Aggiornato: 22/7/2006 3:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 70
 Re: Genova, un altro millennio
Non condivido una parola dell'articolo di Pausania, non lo trovo bello, lo trovo capzioso e di parte, inoltre contiene due inesattezze che rivelano ignoranza e, in parte, malafede. Il fatto di riportare più volte che a Genova erano presenti 300.000 tutori dell'ordine rivela ignoranza o, peggio, malafede, perchè è palese che è un dato errato, riportato più volte in modo strumentale per dimostrare l'inefficenza delle forze dell'ordine. L'altra inesattezza è più tecnica (non c'è malafede, ma solo ignoranza), ovvero Pausania scrive "Le pallottole standard per le forze di polizia sono le 9 mm NATO, dette anche parabellum oppure full metal jacket". Le forze armate italiane hanno come MUNIZIONE d'ordinanza il 9 Parabellum, denominato anche 9 mm Standard NATO, 9x19, 9 Luger. Il FULL METAL JACKET non centra un bel niente, perchè indica solo un tipo di PROIETTILE, non un tipo di munizione (full metal jacket indica che il proiettile è completamente camiciato, con un potere perforante superiore ma meno stopping power). Prima di scrivere da "esperto" meglio documentarsi. Quanto alla notizia che anche i Carabinieri avevano in dotazione una fondina ad estrazione rapida devo dire che mi ha lasciato sconvolto. Io che dormivo sonni tranquilli pensando che i militi avessero la loro Beretta 92 (ovviamente con il caricatore vuoto) chiusa in una piccola cassafortina fissata al cinturone, chiusa e con la chiave però lasciata in caserma. Questo proprio per scongiurare estrazioni rapide in situazioni di pericolo (se no i poveri rapinatori, delinquenti etc come farebbero a fuggire incolumi).
Per quello che ho visto sia nel 2001 che più recentemente (questa sera mi sono guardato "quale verità per piazza Alimonda") in piazza Alimonda i Carabinieri sono stati assaliti da un gruppo di dimostranti e si sono giustamente difesi, facendo un uso limitato della forza.

packz
Inviato: 22/7/2006 11:35  Aggiornato: 22/7/2006 11:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/7/2006
Da:
Inviati: 396
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Non condivido una parola dell'articolo di Pausania, non lo trovo bello, lo trovo capzioso e di parte


Se magari argomenti possiamo diventare tutti più saggi ed attenti; io personalmente ci vedo una analisi attenta, probabilmente l'autore sarà stato presente in quei tre giorni indimenticabili, non perchè belli sia chiaro, ma perchè una cosa è vivere certe esperienze ed un altro è vederli comodi sul divano con una birra in mano.

Citazione:
perchè indica solo un tipo di PROIETTILE, non un tipo di munizione


Scusa la mia ignoranza, ma i proiettili non sono un sottoinsieme delle munizioni? citando da Wkipedia

Citazione:
In ambito militare, le munizioni sono oggetti destinati a colpire il nemico allo scopo di danneggiarlo o neutralizzarlo, considerati nell'insieme dei proiettili e dei materiali propellenti confezionati con essi


e anche fosse un imprecisione il numero di poliziotti (che è da tre gioni che cerco su google) o il tipo di proiettili (munizioni) usati, non inficia l'analisi fatta in questo articolo...

bandit
Inviato: 22/7/2006 13:53  Aggiornato: 22/7/2006 13:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 1649
 Re: Genova, un altro millennio
chiedo scusa a redoctober, perche' in qualche modo mi sento responsabile dell'ultimo cazziatone (sono stato io a fargli una domanda OT, red ha solo risposto), pero' mi sembra che lady Florizel sia un po' tanto severa ultimamante...e' il caldo ?
sui PM...in pratica equivalgono alle email, in un forum uno scrive perche' pensa che quello che dice possa interessare a piu' di uno, al di la' del fatto che sia OT o meno..

ok, ho detto la mia, adesso torno nel mio buco.
(e forse mi becco un cazziatone pure io perche' ho continuato l'OT !)

florizel
Inviato: 22/7/2006 15:07  Aggiornato: 22/7/2006 15:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Genova, un altro millennio
PackzCitazione:
probabilmente l'autore sarà stato presente in quei tre giorni indimenticabili, non perchè belli sia chiaro, ma perchè una cosa è vivere certe esperienze ed un altro è vederli comodi sul divano con una birra in mano.

Forse non c'è nemmeno bisogno che si sia stati lì,per capirci qualcosa.
Basta confrontare il fragore mediatico intorno a quell'evento con il silenzio attuale, ed approfondire il materiale oggi a disposizione per cominciare a valutare le cose con obiettività.
La vera malafede sta nel non vedere le ridondanti responsabilità di quanti hanno fatto di tutto pur di uscirsene "puliti" da situazioni create ad hoc.
Basta riflettere sull'apparentemente inutile spostamento dei due defender in Piazza Alimonda,e l'arrivo dell'ambulanza nella stessa.
Passando per la gratuita ed immotivata carica laterale al corteo.

"E' bastato tacere e far lavorare i media, ed ecco che, come per magia, il 90% della popolazione crede che a Genova orde di invasati abbiano attaccato la polizia, che in America 15 arabi abbiano piegato la superpotenza mondiale."

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
astro
Inviato: 22/7/2006 15:25  Aggiornato: 22/7/2006 15:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/6/2006
Da:
Inviati: 233
 Re: Genova, un altro millennio
Secondo me il numero 300.000 è più che plausibile, includendo i vari corpi (Pausania ha datto d'aver calcolato anche i Vigili del Fuoco, che forse è un po' eccessivo) e non riferendosi solo a Genova ma anche "intorno" a Genova (in quei giorni erano "blindate" le stazioni ferroviarie di tutta la Liguria ed oltre).

Ma visto che ci si continua a interrogare su questo numero, Pausania potrebbe indicare la sua fonte cortesemente?

redoctober
Inviato: 22/7/2006 15:28  Aggiornato: 22/7/2006 15:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
e l'arrivo dell'ambulanza nella stessa.

ho visto un paio di giorni fa l'arrivo dell'ambulanza e vorrei suggerire anche questa opzione:
in fondo di li a poco sarebbe passato il corteo (strada parallela), in fondo non ci sarebbe nulla di male a vedere un ambulanza sul posto che segue da vicino il corteo pronta a intervenire in caso di ahime pericolo di salute?
tralasciando ovviamente solo per un attimo la carica gratuita che ha preceduto gli scontri nella piazza vicina e tutto la tesi preordinata.
che ne dite?

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
Pausania
Inviato: 22/7/2006 15:43  Aggiornato: 22/7/2006 15:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Genova, un altro millennio
Munizioni: è vero, mi sono lasciato sfuggire un'inesattezza: il calibro non determina che le pallottole siano camiciate, sta di fatto che le pallottole 9 mm in dotazione sono anche camiciate. E' stato uno scivolone sintattico.

Ancora la storia del numero di forzuti dell'ordine: a parte che ho già spiegato, io mi sono rifatto alle fonti che ho segnalato. Se magari esistessero inchieste ufficiali che ci dicono tutto quello che è successo in quei giorni non ne parleremmo. In mancanza ci arrangiamo come possiamo...

Insisto nel dire che il punto è un altro, quello che ho tentato di esprimere nell'articolo ed anche nei post precedenti. Finché non si parla di quello potete obiettare tutto quello che volete, ma ho l'arroganza di credere di non aver scritto sciocchezze

Poco me ne cale che l'articolo piaccia o meno. Non sono un giornalista né uno scrittore e vivrò bene lo stesso. La cosa importante è che i nodi vengano al pettine e di quelli si parli, non della nomenclatura del munizionamento standard.

Ripeto: finché queste sono le critiche, riterrò di aver scritto cose vere.

asanti611
Inviato: 22/7/2006 16:01  Aggiornato: 22/7/2006 16:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/5/2006
Da:
Inviati: 70
 Re: Genova, un altro millennio
Caro Pausania
L'inesattezza delle munizioni è poco influente sulla analisi dei fatti di Pazza Alimonda ma denota scarsa preparazione, e credo che quando si scrive almeno un minimo di documentazione sia necessario.
Il fatto che tu abbia riportato pedissequamente i numeri forniti dalla tua fonte (il numero di tutori dell'ordine), in modo così acritico e senza una verifica, a mio parere denota una incapacità ad analizzare i fatti in modo ragionato, minando alle fondamenta le tue argomentazioni. Infatti il numero di 300.000 poteva forse essere raggiunto anche calcolando vigili del fuoco, vigili urbani, guardie forestali, finanzieri, guardie giurate, volontari della CRI e boy scout . Le opinioni sono tali e pertanto sempre rispettabili, ma i dati sono dati e devono essere veritieri.

bandit
Inviato: 22/7/2006 16:15  Aggiornato: 22/7/2006 16:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 1649
 Re: Genova, un altro millennio
"l'arrivo dell'ambulanza nella stessa."
++++++++
mmh...ma a cosa avrebbe dovuto servire di "particolare" quest'ambulanza...che ci fossero feriti in giro mi pare pacifico, cosi' come "nuovi feriti" da aversi di li' a poco, visto l'andazzo...

astro
Inviato: 22/7/2006 16:21  Aggiornato: 22/7/2006 16:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/6/2006
Da:
Inviati: 233
 Re: Genova, un altro millennio
@Pausania

non ho nulla da eccepire sul tuo articolo, anzi, complimenti.

Ripeto, 300.000 è un numero che trovo più che plausibile.
Tant'è che l'ho anche citato in discorsi fatti fuori da LC.
Solo che se mi capitasse lo scettico di turno vorrei riportare una fonte più nota, con tutto il rispetto, di Pausania

Ho dato un'occhiata (quindi non approfondita) ai link citati come fonte.
A parte il secondo* che non (mi) funziona, non ho trovato quel dato da nessuna parte, e per questo te lo chiedevo esplicitamente, magari riportando un link diretto. Tutto qui.

*cioè questo http://www.piazzacarlogiuliani.org/pillolarossa/indez.php

redoctober
Inviato: 22/7/2006 16:22  Aggiornato: 22/7/2006 16:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
be fondamentalmente le ambulanze stanno li per precauzione e per intervenire tempestivamente qualora sia richiesto il suo intervento.
guarda negli stadi, ci sono sempre, in tutte le manifestazioni ci sono, e cosi via.
quindi non mi soffermerei tanto sull'ambulanza per spiegare il perche è succesos quello che è successo poco dopo, anche s emolti o ritengono un elemento fondamentale.

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
florizel
Inviato: 22/7/2006 16:23  Aggiornato: 22/7/2006 16:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Genova, un altro millennio
redoctoberCitazione:
in fondo non ci sarebbe nulla di male a vedere un ambulanza sul posto che segue da vicino il corteo pronta a intervenire in caso di ahime pericolo di salute?

A questo punto, sorge spontanea la domanda: perchè prevedere disordini solo al passaggio del corteo di via Tolemaide, e non averne previsti altri conseguentemente a quelli già verificatisi alle 15, cioè un paio d'ore prima dell'assassinio di Carlo Giuliani?
Ed ancora: perchè la lettiga già pronta?
Ancora: perchè, in seguito all'uccisione di Carlo, la presenza dell'ambulanza non ha impedito che si infierisse sul corpo che giaceva a terra?

asanti611Citazione:
Il fatto che tu abbia riportato pedissequamente i numeri forniti dalla tua fonte (il numero di tutori dell'ordine), in modo così acritico e senza una verifica, a mio parere denota una incapacità ad analizzare i fatti in modo ragionato, minando alle fondamenta le tue argomentazioni.

Non esageriamo,adesso.
Solito tentativo di voler prendere una parte per il TUTTO.
Aggrapparsi al numero delle forze dell'ordine non inficia in alcun modo le dinamiche che hanno portato all'assassinio di Carlo Giuliani.
Non c'erano CERTO 300.000 poliziotti,carabinieri e guradie di finanza,in Piazza Alimonda.
Eppure, questo non ha impedito che accadesse quello che è accaduto.
E' vero che attivissimo ha fatto i suoi proseliti, ma dire che le argomentazioni dell'articolo di Pausania siano state "minate alle fondamenta", è un'enorme e palese bufala.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
bandit
Inviato: 22/7/2006 16:29  Aggiornato: 22/7/2006 16:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 1649
 Re: Genova, un altro millennio
Florizel:
"Ed ancora: perchè la lettiga già pronta?"
++++++
ecco, su questo mi soffermavo prima: se l'incidente fosse stato noto in anticipo perche' voluto (come tesi di qualcuno, se non ho capito male), che bisogno c'era di avere una ambulanza vicina ?

redoctober
Inviato: 22/7/2006 16:31  Aggiornato: 22/7/2006 16:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
A questo punto, sorge spontanea la domanda: perchè prevedere disordini solo al passaggio del corteo di via Tolemaide, e non averne previsti altri conseguentemente a quelli già verificatisi alle 15, cioè un paio d'ore prima dell'assassinio di Carlo Giuliani?

guarda io non c'ero quindi non posso apportare un ricordo visivo ma dubito fortemente che non ci fosse anche altrove altre ambulanze, questo non per giustificare l'accaduto, per carità, ma sai a volte neanche ci si fa caso all'ambulanza.
Anche nelle manifestazioni più pacifiche come quelle della pace o altro se ci fai caso ci sono ambulanze, anche solo per portare primo soccorso per il caldo vista la stagione epoi ripeto stava per passare il corteo li vicino sembra legittima e giustificata nella zona un 'ambulanza.
Citazione:
Ed ancora: perchè la lettiga già pronta?

per quanto riguarda la lettiga non so credo siano gia pronte nei veicoli quando escono dagli ospedali.
Citazione:
Ancora: perchè, in seguito all'uccisione di Carlo, la presenza dell'ambulanza non ha impedito che si infierisse sul corpo che giaceva a terra?

gia questa osservazione non saprei proprio come rispondere, qui è difficile ipotizzare logiche risposte poichè enanche un ordine di non toccarlo delle guardie avrebbe giustificato la totale inerzia dei paramedici, pero gia qui si discosta dal fatto che era presente l'ambulanza...
non so non vorrei insistere ma altri sono i punti oscuri, almeno a mio parere...si intende

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
florizel
Inviato: 22/7/2006 16:32  Aggiornato: 22/7/2006 16:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Genova, un altro millennio
redoctoberCitazione:
non mi soffermerei tanto sull'ambulanza per spiegare il perche è succesos quello che è successo poco dopo, anche s emolti o ritengono un elemento fondamentale.

Non credo che per molti sia fondamentale l'ambulanza in sè e per sè,ma l'intero contesto in cui l'ambulanza si è venuta a trovare.
Compresa la presenza dei due defender.
Ripeto:guardare al particolare è utile solo se poi ricolloca lo stesso all'intero del contesto in cui è presente.
Considerarlo isolatamente, è un esercizio volto all'eliminazione della sua "funzione".

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
redoctober
Inviato: 22/7/2006 16:35  Aggiornato: 22/7/2006 16:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/2/2006
Da: Capitale
Inviati: 99
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Compresa la presenza dei due defender.

sui defender anche io trovo inspiegabili soprattutto i loro movimenti alquanto strani (uno dei due si è attaccato al cassonetto), ed infatti questo particolare fa strano fa coppia con la carica che si vede quando le guardie imboccano la via per incrociare sul fianco il corteo, ma l'elemento dell'ambulanza non lo trovo strano anzi

«Lo Stato è una istituzione necessaria e indispensabile. Lo Stato è il fondamento della società, della cooperazione e della civiltà umane. Esso è lo strumento più benefico e utile per promuovere la felicità e il benessere umani. <Ludwig von Mises>
rascalcitizen
Inviato: 22/7/2006 16:57  Aggiornato: 22/7/2006 16:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/7/2005
Da: napoli
Inviati: 249
 Re: Genova, un altro millennio
Citazione:
Aggrapparsi al numero delle forze dell'ordine non inficia in alcun modo le dinamiche che hanno portato all'assassinio di Carlo Giuliani.


Sono perfettamente d'accordo.
Insistere in questa polemica sul numero delle divise o sul tipo di proiettili, mi sembra molto fuorviante rispetto a quello che è il nocciolo della questione: l'atteggiamento bellico-terroristico delle polizie presenti a Genova e le menzogne dei vertici politici.
Comunque, se può essere d'aiuto all'eventuale progredire della discussione, ho trovato qualche dato sul numero delle forze dell'ordine:
PS 5200
CC 5048
GdF 1209
Questi dati sono stati forniti rispettivamente: dal ministro dell'interno Scajola al Comitato Parlamentare d'Indagine durante l'audizione del 7/9/2001; dal comandante gen. dell'arma dei carabinieri Siracusa e dal comandante gen. della guardia di finanza Zignani nelle audizioni dell'8/8/2001.

Quindi, almeno secondo quanto dichiarato dai vertici, a Genova erano presenti oltre 11400 divise, cui andrebbero aggiunti oltre 2700 militari di esercito, marina ed aeronautica, senza compiti di gestione dell'ordine pubblico.

Questo ovviamente non inficia, a mio avviso, la validità dell'ottimo articolo di Pausania.
Ripeto, le cose importanti e di sostanza sono ben altre.
A proposito di menzogne dei vertici, il capo della polizia De Gennaro (ancora al suo posto)dichiarò a Canale 5 il 23/7/2001, che "nessun cittadino era stato ferito".

rascalcitizen
Inviato: 22/7/2006 17:49  Aggiornato: 22/7/2006 17:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/7/2005
Da: napoli
Inviati: 249
 Re: Genova, un altro millennio
Un'altra notizia inquietante, sperando di non finire OT.

La polizia sarà completamente militarizzata? Genova docet?

Pausania
Inviato: 22/7/2006 18:04  Aggiornato: 22/7/2006 18:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Genova, un altro millennio
Prima di intervenire dopo 150 post bisognerebbe leggerli i 150 post.

Asanti Citazione:
il numero di 300.000 poteva forse essere raggiunto anche calcolando vigili del fuoco, vigili urbani, guardie forestali, finanzieri, guardie giurate, volontari della CRI e boy scout.


Che è esattamente ciò che ho fatto, con marina e aviazione compresi, come ho postato per spiegarmi.

Naturalmente il giorno in cui potrò mettermi a fare le pulci a tutte le fonti che utilizzo per scrivere un articolo, sarà anche il giorno in cui smetto di lavorare per uno stipendio da fame e spenderò le mie ore davanti al pc per la gioia di chi si ostina a non ammettere che non si sa nemmeno chi ha ucciso Giuliani e che ricorda che 9mm non significa camiciato. A meno che qualcuno non vada a lavorare al posto mio per il tempo necessario a vagliare tutte le fonti e scrivere un articolo. Oppure mi lascia copiare pedissequamente le fonti lasciando a me l'ignominia di tale affronto.

Astro, ho letto il tuo post sulla fonte dopo aver postato, quindi non era assolutamente rivolto a te il discorso, era in generale...

Facciamo un bel gioco adesso:

chi ha ucciso Carlo Giuliani? Naturalmente voglio il link all'analisi tecnica che dimostra che la pallottola che ha ucciso Giuliani era un 9mm camiciata partita dalla pistola d'ordinanza di Placanica...


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA