Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


11 settembre : Analisi di un complotto
Inviato da Redazione il 17/5/2006 7:00:40 (8266 letture)

La domanda che viene naturale porsi, di fronte alla pietosa messinscena dell'ultimo "video" del Pentagono, è se davvero quelli "non siano tutti deficienti". Ma come possono pensare, ci si chiede, che uno creda davvero che quello è un Boeing 757, quando ti fanno vedere delle immagini in cui si vede ancora meno di quel poco che già si vedeva nelle foto del lontano 2002?

L'unica spiegazione che viene da dare, di fronte a questa poderosa manifestazione di imbecillità - solo i nostri giornalisti non si accorgono di niente, per loro è tutto normalissimo - è che in realtà "loro" non esistono, in quanto tali. Non ci sono, cioè, 5, 31, o 187 persone specifiche, che portano tutte sotto la camicia una maglietta con su scritto "noi", e che si riuniscono tutti i giovedì pomeriggio per discutere la marachella della settimana.

Esiste un "sistema", in questo caso la società stessa, all'interno della quale certe persone, che occupano certe precise posizioni, ...

... la pensano in un determinato modo e/o agiscono, di volta in volta, per un determinato fine comune.

Ma queste persone non si conoscono necessariamente l'una con l'altra. Ciascuna ne conoscerà magari tre o quattro, nell'ambito del suo raggio d'azione, ma non di più. E' l'idea che le lega tutte insieme, e non un rapporto personale.

Quando alla domenica c'è Inter-Milan, e i tifosi di ciascuna squadra si riversano impazziti allo stadio, ci vanno perchè li unisce l'idea del tifo per la propria squadra, e non certo perchè si conoscono tutti personalmente.

Capita infatti che il lunedì mattina puoi benissimo trovarti a fare la coda in banca accanto a uno che ieri era allo stadio insieme a te, dieci gradinate più su, e tu non lo saprai mai.

E così è per l'operazione 11 settembre, o per qualunque altra "struttura" umana che implichi una selezione trasversale, soprattutto se illegale, nella nostra società.

Proviamo a fare un esempio: nasce un giorno, fra due o tre individui al massimo (che di certo non fanno i lavavetri di mestiere, è chiaro), l'idea iniziale di una "seconda Pearl Harbour". Una volta stabilito che la cosa è necessaria, anzi più che utile, e che va fatta entro una certa data, uno dei tre dice "me ne occupo io, poi vi faccio sapere". Gli altri due escono di scena, mentre il terzo prende da parte il suo braccio destro, e gli dice "procurami un incontro con il personaggio X", dove X sia, ad esempio, un pezzo grosso dei Servizi Segreti vicino al Presidente.

All'incontro con X, il nostro "terzo uomo" spiega che "ci sarebbe da fare questa cosa". X ci pensa un pò su, poi dice che si può fare, ma non da soli. Ci sono certi meccanismi molto delicati da tenere sotto controllo - dice - e qui ci vuole qualcuno dell'FBI che dia una mano a coprire il tutto.

Il terzo uomo dice allora "Vai da Y all'FBI, digli che ti mando io, e vedrai che lui ti darà tutto quello di cui hai bisogno".

Tempo che X è arrivato da Y, e già i tre uomini iniziali che avevano partorito l'idea sono tutti usciti di scena.

Quando poi X incontra Y all'FBI, e gli spiega il tutto, Y suggerisce che una certa parte del lavoro sia meglio affidarla a Z, che lavora alla CIA, mentre si occuperà lui personalmente, con alcuni suoi uomini, di coprire il resto delle necessità organizzative.

Esce così di scena pure X, che resterà in attesa di comunicazioni da parte di Y, mentre Z si attiva per contattare il generale M della difesa aerea, e mette in moto anche K, del suo stesso ufficio, per certe cose più prettamente tecniche.

E così la grande macchina lentamente si articola e si mette in moto, trasparente e invisibile, ramificandosi nel frattempo in tanti rivoli secondari quanti ne saranno necessari affinchè tutto funzioni a dovere. Ma da un certo punto in poi, il "rivolo A" può benissimo venirsi a trovare a lavorare accanto al "rivolo B", senza che nessuno sappia che l'altro sta lavorando alla sua stessa identica operazione segreta.

Finisce così che magari i due debbono addirittura mentirsi l'uno con l'altro, pur di mantere il segreto al quale hanno giurato fedeltà.

- Che fai stasera, vieni a casa mia a vedere la finale di basket?

- No cacchio, stasera non posso! Ho promesso a mia moglie di portarla a teatro. Però possiamo rivedercela insieme domani pomeriggio, mi sembra che alle 5 la fanno rivedere…

- Eh no, domani pomeriggio non posso io. Devo accompagnare mia suocera dal parrucchiere.

E così uno stasera va a ordinare i timer per le bombe, l'altro domani pomeriggio passa a ritirarli dove li ha fatti lasciare lui, e il giorno dopo il botto dovranno pure fare finta tutti e due di essere sorpresi: "Minchia, hai visto che roba ieri?"

A sua volta, il capocchia di questi due, che li gestisce secondo la più rigorosa logica della compartimentazione, non sa che il suo collega d'ufficio, quattro scrivanie più in là, sta organizzando altri tre agenti perchè preparino, ad esempio, la via di fuga a certe persone subito dopo gli attentati.

- Me li daresti due uomini, per coprire un buco improvviso che mi si è creato?

- Mi spiace, ma non posso proprio. Li ho tutti impegnati per la pesca di beneficienza di domenica al parco.

Possiamo soltanto immaginare, nella realtà, cosa debbano essere state le ramificazioni necessarie per mettere in piedi un'operazione come quella dell'11 settembre. Altro che Khalid Mohammed, che organizza il tutto da solo, da una cabina telefonica in Pakistan. Pure a gettoni, magari.

In tutto questo, i nostri tre "ideologi" iniziali sono finiti alle Bahamas, e bisognerà addirittura avvisarli - diciamo, ad esempio, il 7 di settembre - che dal 9 in poi è meglio che non prendano nessun volo commerciale per nessuna destinazione americana.

Ah perchè - domanda stupito uno dei tre, sorseggiando il drink sotto la palma - la facciamo poi con gli aerei questa cosa?

Sì - risponde l'altro - pare che alla fine abbiano deciso così. Un'altra nave affondata, proprio nel porto di New York, veniva difficile da organizzare.

Vista da fuori, l'organizzazione di una operazione così complessa come gli attentati dell'11 settembre deve apparire esattamente come l'intera mappa della nostra società, nessuno escluso: una ragnatela intricatissima di rapporti interpersonali, che vanno dall'alto in basso, da destra a sinistra, in orizzontale e in verticale, all'interno della quale, qui e là, uno "snodo" ogni tanto è colorato di un colore un pò diverso dagli altri. Quello è il colore specifico di quell'idea, l'idea particolare di quegli attentati, che unisce tutte le persone coinvolte senza che necessariamente si conoscano l'una con l'altra.

°°°

Si arriva così, ognuno con gli occhi al suo orticello, alla primavera del 2006, a cinque anni dagli attentati.

Purtroppo le cose non andarono proprio alla perfezione, quel giorno - pensa fra sè e sè uno dei tre ideatori iniziali degli attentati. - Oddio, l'operazione è stata grandiosa, non si discute, ma qualche magagna qui è la, data appunto la sua complessità, non è stato possibile nasconderla.

Ad esempio, c'è questa maledetta storia del Boeing nel Pentagono, dove il missile doveva distruggere almeno ottanta metri di facciata, e invece ha fatto un buchino talmente piccolo che anche i più deficienti dopo un pò hanno cominciato a sospettare che qualcosa non andasse.

Poi è arrivato quel maledetto francese, Meyssan, col suo libro sul Pentagono, e non c'è stata più pace per nessuno.

Inizialmente, la cosa l'abbiamo anche tenuta sotto controllo: bene o male, appena uno apriva bocca, gli davamo dell'antipatriota, e lui se ne stava zitto. Ma non si può andare avanti all'infinito a dare dell'antipatriota a tutti, anche perchè in Internet la cosa ha continuato a ribollire, e ormai è arrivata dappertutto.

Anzi, ora cominciano pure i grossi attori a venire allo scoperto, addirittura sulla CNN. Forse è venuto il momento di metterci una bella pezza, prima che caschi l'intero castello di carte.

Gli viene così l'idea di sbattere in faccia al mondo, una volta per tutte, il filmato di questo benedetto aereo che non si trova.

- Ma non è facile, capo - gli dice preoccupato il suo solito braccio destro.

- Non mi interessa se è facile o no - risponde lui - arrangiatevi. Siamo riusciti a far credere al mondo che siamo andati sulla Luna, trent'anni fa che non avevamo niente, non mi venite a raccontare che con la tecnologia di oggi non siamo in grado di far volare un aereo dove quando e come lo vogliamo noi!

- Va beh, ci proveremo, capo.

E così l'ordine passa di mano, e a un certo punto magari - proprio come nel passaparola - si modifica anche un pò rispetto all'originale. Al quinto passaggio, ad esempio, salta fuori uno che dice "ma scusate, invece di fare un video tutto nuovo, che ci andiano a incasinare per niente, abbiamo già quel mezzo filmato di quattro anni fa che bene o male ha funzionato. Rimpolpiamo un pò quello, e vedrai che va bene lo stesso, senza rischiare niente".

D'accordo, buona idea, dice qualcun altro.

Ma ora che l'ordine, così mutato, arriva al povero grafico che deve fare il lavoro - qualcuno prima o poi le mani su Photo Shop deve pur metterle - e questo si trova davanti a un problema non da poco: lui infatti non ha altre immagini, oltre a quei miseri fotogrammi di quattro anni fa, e se dovesse crearne di nuovi, da "interpolare", si sentirebbe chiedere di sicuro "perchè ce li avevati fatti vedere uno sì e uno no, la volta scorsa? Cos'è, un gioco a premi per caso?" Ecco che allora scatta l'idea geniale di "un'altra" telecamera, vicina alla prima, che ci mostra immagini simili, ma "inedite".

(Sto andando a ruota libera, ovviamente, ma sono convinto che le cose non siano poi tanto diverse, nella realtà).

Mentre il grafico si mette al lavoro, e se ne va quatto quatto nel parcheggio del Pentagono, la domenica mattina, a cercare un'angolazione simile per scattare le immagini supplementari (le avete mai viste, voi, DUE telecamere di security che puntano tutte e due nella stessa identica direzione?), la notizia "tutto ok, le immagini sono pronte fra una settimana" risale velocemente la corrente, e torna al nostro ideologo, che si tranquillizza. Gli viene in mente però che bisogna anche trovare il modo di presentare ai media la notizia, in modo che sia credibile. Il nostro ordina allora al suo solito braccio destro di chiamare il think-tank tal dei tali, e di dirgli di studiare loro il modo migliore per farlo.

E così al think-tank si mettono tutti sotto a pensare (sono pagati per quello, dopotutto), ma non riescono a trovare niente di credibile. Con che scusa, si domandano, saltiamo fuori proprio oggi con queste immagini dell'aereo, quando le avremmo avute nel cassetto ormai da cinque anni?

- Eureka! - dice uno dopo un pò - ce l'ho io la risposta: il processo Massaoui!

- Il processo che?

- Massaoui, il ventesimo terrorista, no? Diremo che "solo ora che il processo Massaoui è concluso, si possono rivelare al mondo le immagine dell'aereo scomparso nel nulla".

- Giusto, niente male. Non ha molto senso, ma chissenefrega. Tanto la gente mica si chiede più il perchè di niente, ormai. Manda giù di tutto.

Nel frattempo però nessuno si era accorto che qualcun altro, vedendo che non si trovava una scusa plausibile per far saltar fuori queste immagini, aveva contattato il Judicial Watchdog - che sarebbe poi il "braccio secolare" dell'FBI - perchè si inventassero sui due piedi un atto FOIA (Freedom of Information Act) che "obbligasse" il governo a tirare fuori queste maledette immagini del Pentagono. Ma lo aveva fatto senza dirlo a nessuno, abituato com'è dal rigido sistema della compartimentazione ad agire persino all'insaputa di se stesso.

Accade così che nello stesso giorno in cui il governo, ufficialmente, è obbligato a "cedere" di fronte al FOIA (ma quando mai? Se non vogliono, quelli non mollano l'osso nemmeno col fucile puntato), proprio mentre qualcun altro ha deciso, altrettanto ufficialmente, "che dopo il processo Massaoui è giunto il momento di far vedere le famose immagini del Boeing".

Beh? Coincidenze, no? Che volete da noi?

Peccato che in tutto questo nessuno sia stato informato che il povero grafico non è riuscito a fare niente di meglio di quei quattro patetici francobolli che hanno provato a rifilarci ieri. E così, quattro più quattro più quattro fa... dodici uova rotte nello stesso paniere, nello stesso giorno e nello stesso luogo. Una frittata kolossal.

Allora, dicevamo, "come si fa ed essere così deficienti"? Sembra che basti non conoscersi, non parlarsi l'uno con l'altro, diffidare di tutto e di tutti, agire ciascuno secondo le proprie direttive, segrete e indipendenti, e stai tranquillo che anche i più furbi servizi segreti del mondo spesso riescono a fare la figura dei dilettanti.

°°°

Peccato che, davvero, ormai la gente mandi giù di tutto. E i nostri cari giornalisti di questo hanno tutte le colpe di questo mondo, nessuna esclusa. Questo silenzio assordante, da parte loro, è letteralmente un concorso a delinquere, altro che "difesa della pagnotta". Se io assisto a un furto di pomodori, ho il sacrosanto dovere di andare in questura a denunciarlo. E loro, di fronte a delle bugie macroscopiche come questa, avrebbero invece il diritto di far finta di niente?

Massimo Mazzucco

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
edo
Inviato: 17/5/2006 7:36  Aggiornato: 17/5/2006 7:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Analisi di un complotto
L'unica spiegazione che viene da dare, di fronte a questa poderosa manifestazione di imbecillità - solo i nostri giornalisti non si accorgono di niente, per loro è tutto normalissimo
i nostri cari giornalisti di questo hanno tutte le colpe di questo mondo, nessuna esclusa. Questo silenzio assordante, da parte loro, è letteralmente un concorso a delinquere...forse è il caso di ricordarglielo con una nuova ondata di mail.

music-band
Inviato: 17/5/2006 7:54  Aggiornato: 17/5/2006 7:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: Analisi di un complotto
Tutta la parte iniziale dell'articolo di Massimo, ricorda da vicino il film JFK, quando Garrison incontra a Washington l'uomo dei servizi segreti in pensione. La genesi del 9/11 potrebbe davvero essere stata questa; molto simile appunto, a quella dell'attentato Kennedy. Tutto a compartimenti stagni: telefonate agli "amici" degli "amici". Poi in effetti, anche se le circostanze sono macroscopicamente sospette, chi se ne frega; la gente manda giù tutto.

Per quanto riguarda la seconda parte del discorso, l'autogol con il filmato del Pentagono; Anche se le circostanze potrebbero essere simili a quelle descritte da Massimo, non sottovaluterei l'impatto psicologico (complici i media) di questa notizia.
In un'altra discussione, tempo fa, ricordo si parlava della necessità per molte persone di trovare notizie tranquillizzanti per mettere a tacere le pericolose domande che costringono a confrontarsi con la realtà. Per queste persone, notizie simili funzionano come una panacea per tutti i mali.
Ora che lo ha detto anche la "TV" deve essere per forza vero... Chiuso il discorso

Ecco che il finale dell'articolo di Massimo risveglia in me le parole di Primo Levi. La sua poesia: "se questo è un uomo", è talmente significativa nel suo messaggio che può uscire dal suo contesto per adattarsi anche ad una situazione come questa, e la sua maledizione nelle parole finali, dovrebbe essere un monito per tutti i giornalisti del mondo.

Assieme al video del 9/11, sul tavolo di quei giornalisti, ci farei trovare anche la poesia di Primo Levi.

banner1
Inviato: 17/5/2006 8:15  Aggiornato: 17/5/2006 8:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/6/2004
Da: milano
Inviati: 44
 Re: Analisi di un complotto
scusate non mi faccio sentire da molto ma nn riesco a trattenermi, ho appena visto il tg5....il boeing non si vede proprio non ce niente da fare e il bello è che il giornalista ha esplicitamente detto che questo video fa fuori ogni dubbio...inoltre ha anche affermato che è un video esclusivo fatto uscire in questi giorni...ma scusate , questo video a me pare di averlo visto almeno un anno fa, mi sbaglio?

kex
Inviato: 17/5/2006 8:16  Aggiornato: 17/5/2006 8:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/7/2005
Da: calabria
Inviati: 180
 Re: Analisi di un complotto
e' vero che tutto divente sempre di piu' una farsa ma, solo per chi sa' di andare a teatro!
Mi spiego, il discorso si ripete, senza cultura (di qualsiasi tipo) e' difficile capirsi, la lingua, e' una convenzione, sappiamo tutti che dicendo "pane" indichiamo una certa cosa, ma perche' ci siamo messi daccordo che al suono ed alle lettere "pane", il nostro cervello reagisca in un certo modo. Pane poteva essere una "ruota" se solo ci fossimo tutti messi daccordo diversamente.
11/9 vuol dire attentato, terrorismo, strage di innocenti, bastardi che ammazzano, ecc.. ecc.. .
Quindi fino a quando la maggior parte delle persone sara' daccordo a identificare nell'11/9 queste parole, per convenzione sara' impossibile accoppiare alla data altri significati.
Cosa voglio dire, vorrei dire che e' inutile continuare a spiegare che 11/9 vuol dire altro, bisogna fare in modo che la massa critica si metta daccordo ad identificare nella data quelle parole che stiamo tentando di accoppiare in tanti.
Tanti ma non tantissimi, con i rematori contro e senza vento, ma con tanta energia che prima o poi mettera' tutti daccordo sull'etimologia della parola 11/9.

saluti a tutti

kex

una goccia fara' traboccare il vaso

vorrei regalare ai miei figli un po' di consapevolezza in piu'
ratm
Inviato: 17/5/2006 8:23  Aggiornato: 17/5/2006 8:23
So tutto
Iscritto: 12/7/2005
Da:
Inviati: 3
 Re: Analisi di un complotto
http://multimedia.repubblica.it/home/252961

Non so se ridere o piangere, se fregarmene o incazzarmi... pendo più per le seconde.

Mi sembra di stare guardando V per Vendetta...

Ciò che non ti uccide, ti rende più forte.
jacques
Inviato: 17/5/2006 8:27  Aggiornato: 17/5/2006 8:27
So tutto
Iscritto: 12/6/2004
Da:
Inviati: 2
 Re: Analisi di un complotto
...è più facile dire "me ne frego!" ..che "io mi impengno"....indignato....con questi giornalisti che oramai ce l'hanno nel dna....sono frustrati... fanno un lavoro..che non vogliono fare. Altro che attività professionale di chi è specializzatato nella raccolta, nell'elaborazione e nella trasmissione di notizie.....Beppe.. un comico...lui raccoglie elabora e trasmette (quando può)...e allora c'è un paradosso!!!...i giornalisti mi fanno ridere...e beppe mi informa... indignato....
...il video.....il videoooo.....mamma mia...."si vede benissimo la macchia dell'aereo"...ma è la tua cataratta!!! che macchia!....per me..è come nei videogiochi..sai..quando fai una mossa speciale e prendi un bonus..ecco uguale...ieri il giornalista si è pigliato un bonus..ma non è che guadagna di più....ma un bonus per non essere licenziato..o censurato...
Sono indignato...dispiaciuto...noi che leggiamo...noi sappiamo già dove trovare la vera informazione....sono dispiaciuto..per mio padre...per i miei nonni... che hanno sempre avuto come unica fonte di informazione la TV...che ora non li informa più. E non "poter" più sapere...è come non fare parte della società in cui vivi. Diventi un esiliato...
jacques

p.s.:.......ho provato a postare anche su bg..con le stesse parole...e l'hanno bloccato..e insieme al post hanno bloccato anche me....mah....che tristezza

edo
Inviato: 17/5/2006 8:34  Aggiornato: 17/5/2006 8:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Analisi di un complotto
sappiamo che Beppe Grillo è "giornalista" pure lui ed in quanto "giornalista" non può che parlar male dei suoi colleghi!
tristezza.

Dr-Jackal
Inviato: 17/5/2006 8:41  Aggiornato: 17/5/2006 8:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2006
Da:
Inviati: 1028
 Re: Analisi di un complotto
Io non ci voglio credere che davvero siano così deficienti... non fino a questo punto.

Cavolo, se il tuo avversario è un idiota totale anche tu che lo combatti sei scemo se non riesci a batterlo facilmente.

Voglio credere che siano più furbi di così e che a breve se ne usciranno con qualcosa di meglio.

kraken71
Inviato: 17/5/2006 9:35  Aggiornato: 17/5/2006 9:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 36
 Re: Analisi di un complotto
Ho capito! Ho capito tutto!!
Analizzando i fotogrammi postati nel commento precedente... Ho capito!
Voi -complottisti fannulloni- non vi accorgete della evidente VERITA'?
A colpire il pentagono è stato "indiscutibilmente" un Boeing 757...
Solo che... prima è atterrato sul prato antistante il Pentagono, poi ci si è diretto contro rullando a 30 all'ora, così da colpirlo con precisione... Poi, dopo la nuvoletta di fumo e fiamme, il rimanente 90% dell'aereo -verosimilmente quasi intatto dato l'esiguo urto- ha ripreso la tangenziale e si è allontanato indisturbato, così da non lasciare alcuna traccia. Ai caselli adiacenti la zona dell'impatto non è stato notato ninete di strano, dato il traffico consistente all'ora di punta...
Forse -suggerisce la NSA, avallata stavolta dall'FBI, CIA, DIA, INPS, BOT, CCT e DTT, l'aereo era dotato di Telepass.
A questo punto l'ipotesi più probabile e che voi Luogocomunisti abbiate sottovalutato i terroristi; trattasi infatti -secondo le "evidenze"- di piloti capacissimi e perfettamente addestrati ad atterraggi impossibili e fughe romanzesche.
Una VERITA' così incontrovertibile... nun s'era mai vista!

vulcan
Inviato: 17/5/2006 9:38  Aggiornato: 17/5/2006 9:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/1/2005
Da: Sardigna
Inviati: 2092
 Re: Analisi di un complotto
Di fronte alla “indignazione “ “ironia” e qualche sarcasmo suscitato all’interno di L.C. da parte del video in questione riflettevo sul fatto che in realtà quel piccolo filmato virtualmente è inedito…

…per la grande massa di persone che spesso non sa neanche che le torri crollate erano tre e non due … che quando glielo fai notare ti dicono < oh davvero, non lo sapevo!> oppure che il presunto boing ha realizzato due fori (entrata-uscita), < non mi dire!> oppure che, la facciata del pentagono è crollata dopo l’impatto, mentre pensa che quello sia il buco dato dal primo impatto, < e io che pensavo>

Inedito per i “distratti” e disimpegnati, quanto straconosciuto (magari con qualche piccolo ritocco) per le persone che al contrario conoscono l’argomento maggiormente nel dettaglio. Ovvia quindi la reazione di tutti noi, mentre la maggior parte dei polli ignari vengono infilzati
allo spiedo!

Di fatto la maggior parte del pubblico non sapeva che esistevano quelle poche immagini del pentagono!

Con qualche piccolo ritocco vengono fatte passare per il filmato dimostrativo e l’evento mediatico è compiuto.

Aggiungerei il fatto che l’obiettivo da raggiungere per questi signori è di una facilità estrema a fronte di una fatica immane da parte di chi compie il percorso contrario.

Con questa mossa essi rinforzano in realtà la posizione cospirazionista ( ma di noi se ne fregano) mentre al contrario consolidano e rifocillano copiosamente le posizioni contrarie specie nel grande pubblico che iniziava a sentire puzza di bruciato, a questo hanno mirato!

Per questo intendimento loro hanno qualche ingrediente in più su cui far presa:

i media dalla loro parte
il patriottismo di riferimento e la garanzia a priori della verità
l’ottusità di molti giornalisti favorevoli allo status quo
la credulità della gente
la tendenza della grande massa di persone all’allineamento su posizioni rassicuranti .

"Indaga le parole a partire dalle cose e non le cose a partire dalle parole." Misone
Lestaat
Inviato: 17/5/2006 9:46  Aggiornato: 17/5/2006 9:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Analisi di un complotto
L'unica possibilità che gli rimane per mantenere una certa dignità a questo punto è che sia una trappola.
Pensateci.
Oggi ritirano fuori un video del cavolo, tutti noi ci accaniremo su sto benedetto video e poi tirano fuori un video con l'aereo.
Ora, sebbene nei fatti resta che l'aereo non c'è, non vorrei che stiano preparando una bella mossa mediatica.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
lesath
Inviato: 17/5/2006 9:51  Aggiornato: 17/5/2006 9:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/9/2005
Da:
Inviati: 62
 Re: Analisi di un complotto
giornalisti: coperti ed allineati. Dei veri YESMAN. D'altronde basta vedere le vicende di questi giorni dove moggi decideva cosa far vedere al moviolone... esempio applicato al calcio di disinformazione....
Portiamolo a scala mondiale, o di interessi planetari, e si capisce com'è la situazione.

---------------------------------
Siamo già tra di voi. Guardatevi bene intorno e ci vedrete.
felice
Inviato: 17/5/2006 9:57  Aggiornato: 17/5/2006 9:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2006
Da: Parma
Inviati: 759
 Re: Analisi di un complotto
Ho visto rai news 24.
Capisco che Massimo col suo 11 settembre li ha fatti perdere la ragione.

I filmati a loro difesa fanno ridere anche i "conigli" e i commenti pure. Per me c'è da festeggiare perchè si stanno difendendo con un temperino contro la"nucleare" di Massimo.

Cerco di capire come esseregli vicino in modo fattivo.

Per me oggi è il frutto di un lavoro fatto troppo bene e dunque dobbiamo gioire!
Felice

Solo col governo di sinistra possono passare SORDIDE e SILENTI le riforme di destra. Il SOLE é storto! Sento di navigare su una nave tarmata. Le tarme sono tante che la nave sulla quale viaggio é destinata a risolversi consumata nel fuoco delle GUERRE.
goldstein
Inviato: 17/5/2006 9:59  Aggiornato: 17/5/2006 10:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Analisi di un complotto
Qualunque cosa accadrà in futuro, questo è un momento d'oro per convincere le persone del micidiale potere illusorio dei media, dato che coloro che seguono le gesta del prestigiatore si bevono di tutto precludendosi la possibilità che ci sia un'altra verità.
Mi viene in mente una parafrasi un pò azzardata... Non chiederti cosa possono fare per te i tuoi massmedia, ma cosa puoi fare tu per loro.
Sbugiardarli: e non è poco.
Continuiamo a parlarne con la gente, partendo da quest'anomalia che hanno visto è può essere facilmente oggetto di discussione, ed arrivando alle altre, che probabilmente in gran parte non conoscono.

kraken71
Inviato: 17/5/2006 10:15  Aggiornato: 17/5/2006 10:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 36
 Re: Analisi di un complotto
Guardate cosa ne dicono sul sito di "repubblica"...

http://www.repubblica.it/2006/05/sezioni/esteri/pentagono-aereo/pentagono-aereo/pentagono-aereo.html

e sul sito del "corriere della sera"

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2006/05_Maggio/16/pentagono.shtml

questi i giornali che sono maggiormente diffusi in casa nostra...

gandalf
Inviato: 17/5/2006 10:17  Aggiornato: 17/5/2006 10:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/2/2006
Da: TERRA DI MEZZO
Inviati: 498
 Re: Analisi di un complotto
MASSIMO,
dopo quanto è successo ieri sono molto contento che il film si intitoli Inganno Globale, mai titolo fu più opportuno a questo punto...
Bisogna battere il ferro finchè è caldo e quindi sarebbe fantastico riuscire a inserire i nuovi fotogrammi se non nel filmato almeno nel libro che (se non ho capito male) dovrebbe accompagnarlo. E' possibile secondo te??

Non so voi, ma io ho l'impressione di guardare V per Vendetta in diretta Mondiale... Attendo con ansia il prossimo 5 di novembre

Gandalf

"Meglio essere folle per proprio conto che saggio con le opinioni altrui."
F.W.Nietzsche
Satirus
Inviato: 17/5/2006 10:47  Aggiornato: 17/5/2006 10:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/4/2006
Da: Luogocomune
Inviati: 511
 Re: Analisi di un complotto

fefochip
Inviato: 17/5/2006 11:13  Aggiornato: 17/5/2006 11:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Analisi di un complotto
siamo onesti ....

anche se a me facessero vedere un filmato credibile dell'aereo che si schianta sul pentagono io comunque starei come prima....
subito mi verrebbe da pensare che effettivamente potrebbe essere stato un 757 ma
penserei che fosse pilotato da un computer (come probabilmente è successo per gli altri) e quindi la manovra sarebbe probabilmente diventata fattibile da un pilota robot dato che siamo sicuramente arrivati al grado di automazione e raffinatezza dell'informatica per avere un pilota drone perfetto e in grado di portare apparecchi di quel tipo a fare manovre impossibili per un uomo.

se fosse ritenuto vero dai pui grandi esperti di cinema e effeti speciali il mio pensiero
subito andrebbe sulle centinaia di domande pesanti come il piombo che aereo o non aereo continuano a sovrastare quel giorno.

e poi mi chiedo :
quale valore ha questo filmato o altri usciti a cosi tanta distanza dai fatti?

quindi se da una parte ritengo che ormai(dopo i mesi passati a esaminare gli eventi sotto tutti i vari aspetti) neanche se gesu cristo venisse a dirmi personalmente che sono stati i terroristi di alqaida perchè riterrei che probabilmente pure lui ha partecipato all'inganno ...dall'altra ritengo che questi ridicoli fotogrammi possano bastare per chi invece ne sa l'uno per mille di quello che so io ...e voi.

ciao a tutti
fefochip

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Ashoka
Inviato: 17/5/2006 11:32  Aggiornato: 17/5/2006 11:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/7/2005
Da:
Inviati: 3660
 Re: Analisi di un complotto
Poteva mancare?

Uno dei pochi aspetti interessanti dei "nuovi" filmati è che permettono di notare più chiaramente la brevissima durata della palla di fuoco, sostituita subito da una colonna di fumo, e il suo sviluppo. Per la sua forma ed evoluzione, la palla di fuoco è compatibile con l'incendio di una grande quantità di materiale infiammabile e non con un'esplosione (che non formerebbe volute ma proietterebbe materiale in tutte le direzioni).
[..]
Per il resto, nulla di nuovo. Gli appassionati delle ipotesi di complotto possono continuare a ricamare le loro trame più o meno sconclusionate.

Ashoka

lesath
Inviato: 17/5/2006 11:45  Aggiornato: 17/5/2006 11:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/9/2005
Da:
Inviati: 62
 Re: Analisi di un complotto
Esempio eclatante di cosa pensa la gente e di quanto la disinformazione ha presa sulle persone.

Commentavo con un mio collega il fatto della pubblicazione del video sul pentagono... e lui: "ma siete ancora con quella storia lì ?"

TRADUZIONE:
non toglieteci il nostro perbuonismo, il nostro benpensare, non fateci mai dubitare di quello che vediamo, di chi ci rappresenta....

e io: ma lo sai che il truth movement ha raggiunto ormai livelli impensati e che il 90% degli americani (fonte CNN.com) pensa che ci sia stata una cospirazione ?

lui: occhi persi nel vuoto.

D'altronde anche i giornalisti italiani (repubblica e corriere in primis) ci fanno una figura di M: nei loro articoli sostengono che il video è stato divulgato per porre fine alle polemiche e alle "[...] tesi cospirazioniste che girano in internet e non solo [...]"

Ma brutti stronzi ! Perchè non ne parlate mai ? Un lettore disattento (o disinformato) si chiederà "tesi cospirazionistiche ? quali tesi cospirazionistiche?"

Come si fa in questi articoli a parlare di qualcosa di cui non si è mai parlato ? Come si fa a partire dal presupposto che tutti sappiano delle tesi cospirazionistiche se i giornali in Italia non ne hanno mai accennato ? Neanche quando Charlie Sheen ha sorpreso tutti parlandone in diretta alla CNN ?

Sono vergognosi....

---------------------------------
Siamo già tra di voi. Guardatevi bene intorno e ci vedrete.
_gaia_
Inviato: 17/5/2006 11:47  Aggiornato: 17/5/2006 11:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/2/2006
Da:
Inviati: 1460
 Re: Analisi di un complotto
Qualcosa non torna...

La conclusione di Paolissimo:

Lo stillicidio dei filmati, tuttavia, potrebbe riservare qualche novità più ricca. Infatti Judicial Watch ha chiesto al governo USA, sulla base del Freedom of Information Act che consente ai cittadini di esaminare le informazioni governative, di pubblicare anche le registrazioni dell'attacco fatte dallo Sheraton National Hotel, dalla stazione di rifornimento Nexcomm/Citgo, dalle telecamere di sicurezza del Pentagono e dal Dipartimento dei Trasporti della Virginia. Ora che il processo Moussaoui è finito, è plausibile che verranno divulgati anche questi filmati. Staremo a vedere.

...non va molto a braccetto con quel che ha riportato Santaruina nell'altra notizia (video pentagono):

"Questo è tutto ciò che abbiamo, non c'é altro", hanno affermato portavoce militari, spiegando che non ci sono altre telecamere che quel giorno abbiano registrato immagini. Nella zona erano presenti nel 2001 altre telecamere installate allo Sheraton Hotel, a un distributore di benzina e su strutture del Dipartimento dei trasporti della Virginia. Ma nessuna risulta aver catturato immagini, anche perché nella maggioranza dei casi erano telecamere che trasmettevano in diretta e non registravano.


...fate un bel copia-incolla di queste dichiarazioni e tenetevelo da parte...

PS: comunque appena ho sentito la news per radio ho subito sentito puzza di bruciato (..e non era l'arrosto). Mi sono chiesta "Perché? Cui prodest?"

anzi, mi sto ancora chiedendo il perché dell'ormai celebre Speciale TG1...

Pausania
Inviato: 17/5/2006 11:55  Aggiornato: 17/5/2006 11:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Analisi di un complotto
Ecco che dice il giornale fondato da Antonio Gramsci... non prendiamocela solo con Attivissimo.
Aereo sul Pentagono, diffuso il video
11 settembre, per la prima volta reso pubblico il filmato dello schianto
NEW YORK I teorici del complotto potranno sempre sostenere che si tratta di un fotomontaggio, ma il video diffuso ieri dal dipartimento alla Giustizia dovrebbe mettere una volta per tutte la parola fine sulle stravaganti teorie secondo cui l'attentato dell'11 settembre contro il Pentagono sarebbe stato in realtà organizzato dal governo americano. Sinora infatti nessuna immagine ufficiale aveva mai mostrato il volo American Airlines numero 77 schiantarsi contro il muro occidentale dell'edificio; soltanto il fumo e le fiamme, particolare che aveva dato fiato alle speculazioni più fantasiose.
Secondo lo scrittore francese Thierry Meyssan, un aereo da 100 tonnellate non avrebbe mai potuto provocare un danno così circoscritto, tipico invece di un veicolo imbottito d'esplosivo.
«Abbiamo fatto un grosso sforzo per ottenere questo video, ma pensiamo che ne sia valsa la pena - ha dichiarato Tom Fitton, presidente di Judicial Watch, un'organizzazione indipendente di controllo - Finalmente non dovrebbero esserci più dubbi sulla dinamica degli attentati dell'11 settembre. Oggi i nostri pensieri e le nostre preghiere vanno alle vittime e ai loro familiari». Il video, rimasto sinora classificato come tutte le registrazioni dei circuiti di sicurezza del Pentagono, è stato diffuso ai sensi del Freedom Information Act. Spezzoni del filmato erano già circolati in versioni a bassa risoluzione su Internet. Quella diffusa ieri è la prima edizione integrale e mostra l'impatto del velivolo ripreso da due angolazioni da più telecamere sul perimetro del Pentagono. Il volo American Airlines numero 77 era decollato dall'aeroporto di Washington con destino la città di Los Angeles. Nessun superstite a bordo del Boeing 757, dove tra equipaggio e passeggeri si erano imbarcate nemmeno un'ora prima 59 persone. 125 le vittime all'interno del Pentagono, oltre a qualche centinaio di feriti.

L'Unitá di oggi, pagina 13.

Ma non vi pare che tutti quelli che scrivono a riguardo abbiano scritto i gli articoli prima di vedere il filmato? Non ne parlano mai, e soprattutto il "video" é identico a quello precedente: l'aereo non c'é, non c'é, non c'é.

Infatti persino attivissimo é costretto a scrivere: "in realtà non mostrano praticamente nulla che non si fosse già visto nei fotogrammi pubblicati nei giorni immediatamente successivi agli attentati dell'11 settembre 2001. Chi sperava di trovare nei nuovi filmati immagini chiare di un aereo di linea che colpisce il Pentagono dovrà attendere ancora."

Vedi attivissimo che se ti applichi ragioni?

fefochip
Inviato: 17/5/2006 11:57  Aggiornato: 17/5/2006 11:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Analisi di un complotto
Citazione:
Per il resto, nulla di nuovo. Gli appassionati delle ipotesi di complotto possono continuare a ricamare le loro trame più o meno sconclusionate.



pure attivissimo ci è arrivato che quelle immagini non dicono niente

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 17/5/2006 12:03  Aggiornato: 17/5/2006 12:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Analisi di un complotto
questa storia del pentagono se da una parte potrà convincere i piu superficiali che faranno un alzatina di spalle dall'altra sicuramente farà interessare qualcuno all'approfondimento.

e quindi mi sembra veramente un ottimo momento per far uscire in edicola il dvd di massimo.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Tor
Inviato: 17/5/2006 12:11  Aggiornato: 17/5/2006 12:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/10/2005
Da: Gran burrone
Inviati: 129
 Re: Analisi di un complotto
L' unica cosa che mi viene da dire è che ormai la volontà della maggior parte delle persone è "minata" dalla TV.

Mi rendo conto che se anche in quelle immagini non ci fosse stata neanche la sagoma dell' aereo....probabilmente la maggior parte delle persone non si sarebbe neanche posta il problema, neanche se gli avessero detto che nel filmato c'era un "asino imbottito di tritoro che sfondava il pentagono a 800 km l'h", c' avrebbero creduto e basta.....

Ormai la Tv ha "rincoglionito" la maggior parte degli italiani....
Se provi ad avere delle opinioni che non sono state dette in tv vieni additato come:
a) uno che sicuramente ha detto un sacco di coglionate
b) sei in preda a manie di persecuzione
c) hai sotto qualche interesse
d) sei un bastian contrario
e) stai andando fuori di testa e hai bisogno di cure...

Se invece ti allinei con una delle tesi che la tv ti ha proposto puoi entrare nelle discussioni e fare anche "bella figura".
Non fà niente se quello che sostieni non ha logica....basta che sia stato sostenuto da qualcuno che è apparso in tv



"Non puoi chiuderti in una stanza buia e affermare che il sole non esiste solo perchè non vuoi aprire la porta e guardare fuori..."
alcenero
Inviato: 17/5/2006 12:12  Aggiornato: 17/5/2006 12:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/12/2005
Da: Grassy Knoll
Inviati: 318
 Re: Analisi di un complotto
concordo assolutamente con l'analisi di massimo: questo tipo di dinamica 'compartimentata' è l'andamento tipico dei complotti da servizio segreto deviato. basta vedere la strategia della tensione in italia.

la cosa più pazzesca del video (vecchio e nuovo) è che per 'caso' non fa vedere proprio le parti di un aereo che ne rendono riconoscibile il modello: ali o coda. Io da quel poco di muso che si vede proprio dovessi scommettere indichere un aereo tipo learjet o cose simili perchè il muso mi sembra più appuntito e meno tozzo di quello di un 757.

e se fosse stato, come qualciuno ha già suggerito, proprio un piccolo aereo-missile radiocomandato dipinto con le insegne american airlines?
Tornerebbe tutto, riassumo:
-i testimoni vedono in pochi istanti un american airlines, il fatto che sia vicinissimo a loro (anche se non li assorda come avrebbe fatto un 757) e la situazione inusuale fa pensare loro che sia un aereo di linea solo perchè vedono i colori e la scritta. solo alcuni capiscono che le dimensioni sono sbagliate
- un pilota non avrebbe mai potuto guidare un 757 in quel modo, un sistema di guida da missile cruise però avrebbe potuto manovrare un piccolo learjet-missile
-i resti sono pochi, piccoli e non compatibili con un 757 ma con un piccolo aereo si
- i danni troppo pochi, il buco troppo piccolo
-la penetrazione è quella di un missile con esplosivo ad alto potenziale
- vengono rilasciati solo i filmati, appositamente resi sfocati con editing video, in cui ognuno vede ciò che vuole vedere. vengono tagliati i fotogrammi in cui si vedono ali - coda - motori

Oppure in alternativa:
- è stato un missile
- i resti : parte sono del missile e parte sono stati impiantati
- il fotogramma cruciale del filmato è truccato
- i testimoni o sono finti o hanno visto un aereo che ha sorvolato il pentagono e se ne è andato in mezzo al fumo

L'ipotesi 757 rimane comunque la più screditata:
-impossibile da pilotare in quel modo anche per un professionista
-danni assolutamente incompatibili ad ogni livello
- incredibile la scelta del punto di impatto

L'unico tiranno che accetto in questo mondo è la voce silenziosa dentro di me. M.K.Gandhi
alcenero
Inviato: 17/5/2006 12:13  Aggiornato: 17/5/2006 12:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/12/2005
Da: Grassy Knoll
Inviati: 318
 Re: Analisi di un complotto
dimenticavo: la scia è quella del sistema di propulsione di un missile

L'unico tiranno che accetto in questo mondo è la voce silenziosa dentro di me. M.K.Gandhi
fiammifero
Inviato: 17/5/2006 12:19  Aggiornato: 17/5/2006 12:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Analisi di un complotto
e noi continuiamo a perfezionare il ricamo del complotto tanto da non poter riconoscere il diritto dal rovescio

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
Pausania
Inviato: 17/5/2006 12:24  Aggiornato: 17/5/2006 12:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 6/4/2006
Da:
Inviati: 3872
 Re: Analisi di un complotto
Ho ricevuto questa mail. Spero non sia una bufala:

Il governo americano, a causa della lotta al terrorismo, é in gravi difficoltá economiche.
Noi siamo un gruppo di cittadini, Repubblicani e Democratici, che vogliono aiutare il proprio Paese in questo momento difficile. Il primo passo che abbiamo deciso di fare é una raccolta fondi per dotare il Pentagono di un videocitofono da condominio, grazie al quale si otterrebbero immagini di gran lunga migliori di quelle che le attuali videocamere di sicurezza installate al Ministero della Difesa consentono.
Se molti doneranno un poco, in breve il Pentagono sará finalmente protetto a dovere. Aiutaci! Fai le tue donazioni sul c/c 666, intestato "Pentacolo, Washington, D.C.

fefochip
Inviato: 17/5/2006 12:26  Aggiornato: 17/5/2006 12:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Analisi di un complotto
insisto che pure se fosse un boeing 757 questo non prova nulla.

un 757 guidato da un drone potrebbe probabilmente fare manovre impossibili per uomini .

poi ci sono tutti gli altri dubbi circa la consistenza dei rottami e i danni all'edificio.

per il pentagono ...

ma delle torri cominceranno a parlarne o no?

comunque sottovalutare gli avversari mi sembra una mossa da non praticare.

se ritengono che il pentagono è il punto dove agire bisognerebbe concentrarsi altrove ..io credo

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
hi-speed
Inviato: 17/5/2006 12:33  Aggiornato: 17/5/2006 12:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Analisi di un complotto
Questo video della CNN è nuovo? Non l'avevo mai visto.

qui

cliccare su (Watch fireballs engulf ruined parts of the Pentagon -- 0:55)

Esiste un modo per scaricarlo?

Hi-speed
PS: stanno soccorrendo una barella?

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Tato
Inviato: 17/5/2006 12:36  Aggiornato: 17/5/2006 12:36
So tutto
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 30
 Re: Analisi di un complotto
ragazzi,ma anche se ci facessero vedere un filmato in cui si vede chiaramente l'aereo che impatta il pentagono io non ci crederei... perchè farlo vedere dopo 5 anni?Che scusa è: "abbiamo fatto vedere il video dopo la fine del processo"?
Non dobbiamo dimenticare la cosa più importante e FONDAMENTALE: Il buco.Il buco creato dall'oggetto che entra nel pentagono è TOTALMENTE INCOMPATIBILE con il buco che avrebbe creato un boeing a quella velocità.Possono farci vedere qualsiasi cosa,ma devono spiegarci perchè quel buco è così piccolo e perchè non si vedono detriti compatibili con il boeing.In ultimo devono spiegarci anche cosa copriva quel grande telone blu che agenti hanno portato via dopo l'impatto.Il resto viene dopo.Devono spiegarci le immagini che abbiamo visto subito dopo l'impatto.

Kolza
Inviato: 17/5/2006 12:39  Aggiornato: 17/5/2006 17:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/6/2004
Da: MMMMMMonza
Inviati: 916
 Re: Analisi di un complotto
Avviso preventivo: scusate lo sfogo

Non solo la TV, oggi non ha mancato il suo solito appello alla deficienza (leggi debunking) Linus, il gran capo di Radio Deejay, facente parte del Gruppo DeBenedetti (come La Repubblica e L'Espresso). Come al solito, ha propinato le stupidaggini di Attivissimo (è difficile chiamarle diversamente), sopprimendo qualsiasi dissenso (ossia ascoltatori che hanno chiamato in diretta per contestare quanto detto, magicamente rimbalzati). A fargli da degno compare Nicola Savino (storico imitatore di Galeazzi, un po' mi dispiace per lui).
Che dire? Uno schifo! Da oggi boicottaggio a manetta di Deejay chiama Italia (il programma di Linus) e di ogni iniziativa da lui sponsorizzata.

Kolza

PS Se lo vedrò al Parco di Monza (a correre) gli tirerò Loose Change in testa. Tanto corro molto più forte io

Ashoka
Inviato: 17/5/2006 13:10  Aggiornato: 17/5/2006 13:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/7/2005
Da:
Inviati: 3660
 Re: Analisi di un complotto
Hispeed Citazione:
Esiste un modo per scaricarlo?


Te l'ho messo qua

Ashoka

_gaia_
Inviato: 17/5/2006 13:30  Aggiornato: 17/5/2006 13:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/2/2006
Da:
Inviati: 1460
 Re: Analisi di un complotto
Quoto Fefochip:
Citazione:
insisto che pure se fosse un boeing 757 questo non prova nulla.
un 757 guidato da un drone potrebbe probabilmente fare manovre impossibili per uomini


sottoscrivo!

Citazione:
sottovalutare gli avversari mi sembra una mossa da non praticare.
se ritengono che il pentagono è il punto dove agire bisognerebbe concentrarsi altrove


e ri-sottoscrivo!

Condivido in buona parte l'articolo di Massimo: la compartimentazione è il modo più "logico" per portare avanti piani simili senza far uscire nulla.

Però appunto non credo che siano così stupidi, insomma mi rifiuto di pensarlo. Qualcosa può anche essere sfuggito (anzi di sicuro: video e commenti a caldo che poi non si sono più visti, ma intanto qualcuno li aveva registrati).
Ma... ma...
Individui che riescono a pianificare eventi di così vasta portata e di così lungo raggio (in senso temporale) non credo siano tanto idioti da cadere con un banale filmato ritoccato alla mal e peggio.

Anzi.

Penso che sia il contrario.
Che nelle LOROidee ci sia un'idea simile: "facciamo finta di farci fottere col filmatino e poi NOI fottiamo i complottari con qualcosa che non si aspettano".

Se fosse tutto qui, vabbè.
Ma se cerco di unire i puntini (Linucs docet ), vedo scenari più vasti e inquietanti.

Sostengo l'idea di Fefochip: non facciamo il loro gioco, non incagliamoci su questo particolare fatto.

Proseguiamo a tutto campo, martellando sulle domande veramente cruciali (tipo: crollo del WTC7 e delle torri, difesa aerea inesistente...)

Polidoro
Inviato: 17/5/2006 13:41  Aggiornato: 17/5/2006 13:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/4/2005
Da:
Inviati: 488
 Re: Analisi di un complotto
Augh: aggiornamenti: Lettere al dr. Jones

Email to Dr. Jones from an explosives expert:

"I am a veteran of the United States Air Force and served for 10 years as an Explosive Ordnance Disposal Specialist.

"I have read your paper concerning the WTC towers collapse and agree; Military thermite [which contains sulfur as an accelerant] is the only explanation for the molten slag found weeks after the collapse.… Thermite charges used in conjunction with small linear shaped charges could be used to drop the World Trade Center towers.

Keep fighting the good fight.

Sincerely,
Michael …" 1/29/06 Email to Prof SE Jones


"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuovi orizzonti ma nell'avere nuovi occhi." Marcel Proust
hi-speed
Inviato: 17/5/2006 13:52  Aggiornato: 17/5/2006 13:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Analisi di un complotto
grazie Ashoka
non ho capito come hai fatto ! Ma è un nuovo video?

A proposito di termite

termite o laser

Peccato che sia in danese.

Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
tiziano
Inviato: 17/5/2006 13:55  Aggiornato: 17/5/2006 13:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/2/2006
Da:
Inviati: 31
 Re: Analisi di un complotto
C'e' una vecchia regola nel mondo dello spettacolo "NEL BENE E NEL MALE MA L'IMPORTANTE E' PARLARNE".

Oggi Rai UNO ha fatto un servizio nel TG delle 13.30 che poneva molti dubbi.

Personalmente credo che i filmati rilasciati siano veri. Se avessero voluto taroccare qualcosa, l'avrebbero fatto meglio. E comunque, come e' ovvio, non c'e' nulla di nuovo in quelle immagini.

Comunque, il pentagono non poteva fare miglior regalo a Massimo per il lancio del suo nuovo video.

tccom
Inviato: 17/5/2006 14:07  Aggiornato: 17/5/2006 14:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: Analisi di un complotto
AAAAAAAHHHHHHHHHAAHHHHHHHHHHHHHHHHHH!!!
BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!!!!!!!!!!!!!

non ce la faccio più...
bisogna mantenere la calma!
calma!

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
andrea748
Inviato: 17/5/2006 14:26  Aggiornato: 17/5/2006 14:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/5/2004
Da: Roma
Inviati: 265
 Re: Analisi di un complotto
La tristezza si è ormai impadronita di me.

L'11/9 è solo uno degli inganni globali che ci circondano.

George Orwell era un veggente, non c'è che dire.

E' solo che la realtà supera sempre la fantasia.

Questi ci credono dei coglioni e noi gli diamo man forte.

Facciamo qualcosa, sento i primi segni di cedimento strutturale del mio sistema nervoso...

... vedo le cose prima che accadano, vedo la gente morta... (piccola citazione )

"Se qualcuno parla come un idiota e si comporta come un idiota, non fatevi ingannare: è un idiota."

"Non condivido le cose che dici ma difenderò sino alla morte il tuo diritto di dirle"
Lestaat
Inviato: 17/5/2006 14:31  Aggiornato: 17/5/2006 14:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Analisi di un complotto
...mmm...
Al Tg1 pèresentano il video con sospetto mentre Repubblica fa un articolo spalmato sulla solita solfa. E Zucconi?
Beh....Zucconi la butta sul sentimentale ricordando i bambini morti sull'aereo ripercorrendo le tappe di quel giorno come se le avesse viste. Con riferimenti a prove certe sulla presenza dei dirottatori e sui resti ritrovati.
Scusatemi il termine ma...giornalista dei miei coglioni!!!!!.....

Cmq, come ho già scritto, la cosa mi puzza di bruciato....stiamo attenti ragazzi, non vorrei che fosse davvero una trappola.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
nike
Inviato: 17/5/2006 14:36  Aggiornato: 17/5/2006 14:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/3/2006
Da:
Inviati: 845
 Re: Analisi di un complotto
Massimo Mazzucco ha scritto….

Peccato che, davvero, ormai la gente mandi giù di tutto. E i nostri cari giornalisti di questo hanno tutte le colpe di questo mondo, nessuna esclusa. Questo silenzio assordante, da parte loro, è letteralmente un concorso a delinquere, altro che "difesa della pagnotta". Se io assisto a un furto di pomodori, ho il sacrosanto dovere di andare in questura a denunciarlo. E loro, di fronte a delle bugie macroscopiche come questa, avrebbero invece il diritto di far finta di niente?

Massimo Mazzucco



Srtacuoto anche tutto il resto dell’ articolo.
--------------------------------------------------------------


Goldstein ha scritto….


Qualunque cosa accadrà in futuro, questo è un momento d'oro per convincere le persone del micidiale potere illusorio dei media, dato che coloro che seguono le gesta del prestigiatore si bevono di tutto precludendosi la possibilità che ci sia un'altra verità.
Mi viene in mente una parafrasi un pò azzardata... Non chiederti cosa possono fare per te i tuoi massmedia, ma cosa puoi fare tu per loro.
Sbugiardarli: e non è poco.
Continuiamo a parlarne con la gente, partendo da quest'anomalia che hanno visto è può essere facilmente oggetto di discussione, ed arrivando alle altre, che probabilmente in gran parte non conoscono.


Straquoto.


-------------------------------------------------


Ripercorriamo cronologicamente le news degli ultimi mesi:

-Charlie Sheen e CNN,
-I crociati per la verità Walter e Rodriguez e la trasmissione TV di Hugo Chavez,
-Loose Change ,
-United 93 di Paul Greengrass,
-l’ attesissimo primo film Usa sull'11/9 di Oliver Stone ,
-video rivelazione dal Pentagono per le immagini shock del volo 77.

--------------------------------------------------

Questo si chiama correggere gli squilibri nel mio modesto parere.

Ai posteri l’ ardua sentenza.

Nel frattempo tutti al cinema.

----------------------------------------------------------------------------------------------


INGANNOGLOBALEINGANNOGLOBALEINGANNOGLOBALEINGANNOGLOBALEINGANNO
INGANNOGLOBALEINGANNOGLOBALEINGANNOGLOBALEINGANNOGLOBALEINGANNO
INGANNOGLOBALEINGANNOGLOBALEINGANNOGLOBALEINGANNOGLOBALEINGANNO
INGANNOGLOBALEINGANNOGLOBALEINGANNOGLOBALEINGANNOGLOBALEINGANNO

Citazione:
Quelli che creano sono duri di cuore. Nietzsche, Friedrich. Così parlò Zarathustra: II, Dei compassionevoli
Protagoras
Inviato: 17/5/2006 14:59  Aggiornato: 17/5/2006 14:59
So tutto
Iscritto: 29/11/2005
Da:
Inviati: 22
 Re: Analisi di un complotto
ma e' vero che il tg1 ha espresso dubbi sul "nuovo" video del pentagono, sul fatto che e' impossibile che un aereo di quelle dimensione abbia potuto volare raso terra and so on?
Se e' cosi', forse sta davvero cominciando a succedere qualcosa, nel senso che forse chi di dovere ha deciso di scaricare GWB...
E a quel punto, mi chiedo: avra' senso gioire?
Cui prodest il fatto che la verita' viene finalmente a galla?
perdonatemi, ma temo che alla fine Bush sara' l'unico colpevole di tutto, e chi gli sta sopra, o dietro, continuera' a fare le solite zozzate...

kraken71
Inviato: 17/5/2006 14:59  Aggiornato: 17/5/2006 14:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 36
 Re: Analisi di un complotto
(ANSA) - AMBURGO, 17 MAG - Sarebbero 21 gli incontri dei prossimi mondiali di Germania 2006 giudicati a rischio di attentati dalla polizia criminale tedesca. Le gare possibile obiettivo di atti terroristici islamici sono: la partita inaugurale della Coppa del Mondo tra Germania e Costa Rica il 9 giugno all'Allianz Arena di Monaco e la finale all'Olympiastadion di Berlino il 9 luglio. A queste si aggiungono le partite degli Usa e di tutti i Paesi che hanno preso parte al conflitto in Iraq.

Qualcuno inizia a mettere le "mani avanti"?
Organizzeranno qualcosa anche contro il "DIO PALLONE" cosicchè la torta è completa? Continua la "strategia del terrore"?

Protagoras
Inviato: 17/5/2006 15:22  Aggiornato: 17/5/2006 15:22
So tutto
Iscritto: 29/11/2005
Da:
Inviati: 22
 Re: Analisi di un complotto
c'entra poco con il resto, ma mi sembra abbastanza allucinante (a proposito di fantascienza...)


Un nuovo documentario di Sigfrido Ranucci e Maurizio Torrealta sull'Iraq, che andrà in onda su Rai News 24 giovedì 18 Maggio alle 7:36, anche su RaiTre, e successivamente alle ore 13:06, indaga su alcune nuove armi che sarebbero state sperimentate dalle forze armate americane in Iraq e in Afghanistan.

Lo rende noto un comunicato del canale satellitare della tv pubblica. L'inchiesta parte dalle testimonianze drammatiche di due testimoni iracheni: il primario dell'ospedale di Hilla ed il primo violinista della orchestra di Baghdad, tutti e due con una lunga esperienza militare nell'esercito iracheno e con diverse guerre alle spalle.

I fatti - prosegue la nota di Rai News 24 - sono avvenuti nell'aprile del 2003. Il primo racconta degli effetti di un arma mai vista prima che ha colpito un autobus che ha invertito la marcia prima di un check point americano. Senza alcun rumore e senza schegge o tracce di proiettili, improvisamente qualcosa ha seminato la morte uccidendo 20 persone, tagliando arti e ferendo i passeggeri. Il secondo testimone racconta di aver visto gli effetti di una arma sconosciuta, utilizzata nella battaglia dell'aeroporto, che senza utilizzare proiettili uccideva riducendo i corpi nelle loro dimensioni.

Il testimone parla anche di civili in una macchina uccisi senza proiettili con solo il viso e gli occhi bruciati. Ambedue i testimoni parlano di laser. L'inchiesta parte da qui per indagare sulle nuove armi che utilizzano l'energia a microonde e laser induttore a plasma. Viene trovata traccia della sperimentazione di una arma al laser (lo Zeus), montata su un 'Humvee' militare, sia in Iraq che in Afghanistan, utilizzata formalmente per fare esplodere mine o ordigni esplosivi improvvisati.

E viene trovata traccia di ordini di armi a microonde per l'Afghanistan e l'Iraq. L'inchiesta infine affronta una arma particolare a microonde chiamata 'Active Denial System', meglio conosciuta come 'Raggio del dolore' per la capacità di attivare, attraverso un raggio a microonde, i recettori del dolore nelle persone colpite. Questa arma viene presentata come arma non letale, se ne prevede infatti l'uso per il controllo dell'ordine pubblico interno nelle città occidentali minacciate dal terrorismo.

Gli esponenti dell'associazione Human Rights Watch esprimono forte preoccupazione per gli effetti sconosciuti di questa arma che vengono tenuti ancora segreti e per le libertà democratiche di espressione del dissenso che potrebbero esserne fortemente limitate. Il nuovo documentario di Ranucci e Torrealta sarà presentato mercoledì 17 alle 11:00 alla Federazione Nazionale della Stampa. Il documentario sarà disponibile anche sul sito http://www.rainews24.it in lingua inglese, italiana ed araba.

spyder
Inviato: 17/5/2006 15:27  Aggiornato: 17/5/2006 15:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/4/2006
Da:
Inviati: 120
 Re: Analisi di un complotto
questa non vuole essere un'istigazione,ma volutamente una provocazione....

la soluzione e' tutta nei tralicci delle antenne...o si cracckano e si diffonde un vero DOCUMENTARIO a reti unificate per svegliare il popolino,o si buttano giu' per ridare allo stesso popolino un sacco di ore libere al giorno con le quali poter rimettere in moto il cervello.....

gia',ma questa e' la sceneggiatura di un film......nella vita reale guai a negare al popolo nani,ballerine e formaggini.....

EPPURE SAREBBE BELLO SVEGLIARSI E VEDERE LA TV CHE NON TRASMETTE NULLA....meta' della gente non saprebbe che fare e di cosa parlare...(in effetti non cambierebbe molto da ora...)

Dancar
Inviato: 17/5/2006 15:28  Aggiornato: 17/5/2006 15:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/11/2005
Da:
Inviati: 33
 Re: Analisi di un complotto
Per quanto riguarda il servizio del Tg1 delle 13.30 inaspettatamente esplicito, oltre a mostrare alcune immagini dello speciale tgi sul pentagono mi sembra sia stato fatto dallo stesso giornalista di quello speciale (è ancora alla rai!). Non ho controllato ma la voce mi sembrava quella.
Dancar

tommasso
Inviato: 17/5/2006 15:29  Aggiornato: 17/5/2006 15:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/5/2006
Da: ZENA
Inviati: 722
 Re: Analisi di un complotto
spero solo che almeno in germania durante i mondiali mettano qualche difesa aerea, perchè: "i terroristi possono colpire ovunque".

"I nostri nemici sono creativi e pieni di risorse, e lo siamo anche noi. Loro non smettono mai di pensare a nuovi modi per danneggiare il nostro paese e la nostra gente, e nemmeno noi." 5 agosto 2004 G.W.Bush
andrea748
Inviato: 17/5/2006 15:31  Aggiornato: 17/5/2006 15:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/5/2004
Da: Roma
Inviati: 265
 Re: Analisi di un complotto
Che tristezza...

e che paura...

"Se qualcuno parla come un idiota e si comporta come un idiota, non fatevi ingannare: è un idiota."

"Non condivido le cose che dici ma difenderò sino alla morte il tuo diritto di dirle"
Cassandra
Inviato: 17/5/2006 15:32  Aggiornato: 17/5/2006 15:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 TG1 e Rai News 24
Ribadisco anch'io: al TG1 hanno il morbo di Ashcroft! Mentre il resto delle TV si affanna a spacciare il video come "risolutivo", il TG1 delle 13,30 fa un servizio degnissimo. Dicono in pratica che è totalmente inutile, e parlano del prato, del buco e della telecamera del benzinaio. Per quel che possono fare in RAI, davvero encomiabile.

Inoltre, inviterei Massimo a fare un post sul servizio CLAMOROSO di RaiNews24. Non escluderei che questo cacchio di video scemissimo sia stato fatto uscire apposta in tutto il mondo perché RaiNews sta per mandare in onda un'altra cosa scandalosa, e vogliono evitare la cagnara successa dopo il video di Falluja con questa "distrazione" sul pentagono.

Occhi aperti...

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
alinos
Inviato: 17/5/2006 15:48  Aggiornato: 17/5/2006 15:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/3/2006
Da: Livorno
Inviati: 118
 Re: Analisi di un complotto
Ma come si faaaaa...Al tg5 la giornalista parlava come di un video che avrebbe messo a tacere una volta per tutte le ipotesi di complotto....
Non si vede ana mazza...e poi mentre la giornalista parlava, c'era un fermo immagine sul video, che riportava la data 17/09/06 ore 17:35...che tristezza.
in compenso mi hanno chiamato degli amici, prendemi per il culo, perchè secondo loro, finalmente ero stato sputtanato....
A lavoro la stessa cosa, si tappano le orecchie e non vogliono sentire....
Ma possibile che la gente sia cosi cogliona?
Parliamo di Moggi e la Juve và...almeno otteremo la loro attenzione....
che schifo che schifo totale.....

lesath
Inviato: 17/5/2006 15:56  Aggiornato: 17/5/2006 15:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/9/2005
Da:
Inviati: 62
 Re: Analisi di un complotto
"Come buttare benzina sul fuoco di una polemica che dura da anni...."

inizia così il servizio del TG1... incredibilmente equilibrato...

Potete vedere qui il servizio

---------------------------------
Siamo già tra di voi. Guardatevi bene intorno e ci vedrete.
alcenero
Inviato: 17/5/2006 16:46  Aggiornato: 17/5/2006 16:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/12/2005
Da: Grassy Knoll
Inviati: 318
 Re: Analisi di un complotto
Citazione:
si cracckano e si diffonde un vero DOCUMENTARIO a reti unificate per svegliare il popolino


spyder :
sei incocciato nella mia fantasia più nascosta...
cavolo quanto mi piacerebbe che succedesse una cosa del genere

ma troverebbero il modo di bloccare le trasmissioni
vabbè ci si può scrivere un racconto

per quel che riguarda il TG1:
una parte di me dice "vuoi vedere che qualcosa si sta muovendo?"
un'altra dice "vuoi vedere che c'è dietro una supermega trappola per accreditare l'equivalenza 'truth movement=pentgate' e mettercelo nel didietro?"

L'unico tiranno che accetto in questo mondo è la voce silenziosa dentro di me. M.K.Gandhi
partynight
Inviato: 17/5/2006 17:08  Aggiornato: 17/5/2006 17:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/11/2005
Da: NE
Inviati: 195
 Re: Analisi di un complotto
Stamattina ore 07.40 circa nessuno ha ascoltato Play Radio? quella che si chiamava R.I.N.? Bhè, c'è stato un intervento di Tom Bosco proprio sul Pentagono.
Sembrava incredibile, poi adesso ho visto il servizio del Tg1?
Speriamo che qualcosa si muova!

tccom
Inviato: 17/5/2006 17:11  Aggiornato: 17/5/2006 17:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: Analisi di un complotto
Citazione:
... incredibilmente equilibrato...


allibbisco compiaciuto...e un pò commosso devo dire

questo è mimun che cerca di pararsi il culo, mi suggerisce un'amico.
Il che conferma la tesi secondo cui i giornalisti sanno, ma fanno gli gnorri perchè "tengono famiglia"!!!

il tg1 delle 13.30...incredibile!
meglio di niente...me lo riguardo per la terza volta, vah!

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
Ezechiele
Inviato: 17/5/2006 17:13  Aggiornato: 17/5/2006 17:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/5/2006
Da: Milano
Inviati: 33
 Re: Analisi di un complotto
Salve a tutti, anch'io sono rimasto esterefatto dalla compiaciuta tranquillita' con cui hanno definito questo "nuovo" video la soluzione a tutti i dubbi complottistici.

Mi stavo chiedendo se fosse possibile inserire con un foto ritocco l'immagine a grandezza naturale (ovviamente propozionata al contesto) del famoso Boing 757 al posto di quell'alone chiaro ribattezzato la fusoliera. Cosi' a naso le dimensioni mi sembrano improponibili.

Saluti a tutti.

Ivy
Inviato: 17/5/2006 17:31  Aggiornato: 17/5/2006 17:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/7/2005
Da: Cantù [VAAAAAAAAAAAAAAA BENE!]
Inviati: 335
 Re: Analisi di un complotto
DEEJAY CHIAMA ITALIA SCANDALOSO STAMATTINA

Il modo in cui Linus parlava di teorie cosparizioniste che da quello che diceva nemmeno si è mai preso 5 minuti per leggere...

We live in the age of the overworked, and the under-educated; the age in which people are so industrious that they become absolutely stupid. Oscar Wilde
felice
Inviato: 17/5/2006 17:32  Aggiornato: 17/5/2006 17:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2006
Da: Parma
Inviati: 759
 Re: Analisi di un complotto
OGGI E' UN GIORNO DI GIOA.

massimo ha fatto questo per la conoscenza e verità. Noi cosa possiamo fare per Massimo?

Vorrei leggere proposte.

Solo col governo di sinistra possono passare SORDIDE e SILENTI le riforme di destra. Il SOLE é storto! Sento di navigare su una nave tarmata. Le tarme sono tante che la nave sulla quale viaggio é destinata a risolversi consumata nel fuoco delle GUERRE.
Jimbo72
Inviato: 17/5/2006 17:37  Aggiornato: 17/5/2006 17:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/3/2006
Da:
Inviati: 427
 Re: Analisi di un complotto
Ti diro' per il lavoro immenso fatto, farei una colletta e gli pagherei un viaggio al Pentagono, magari con stanza allo Sheraton Hotel
Facciamo colletta

"La strada dell'eccesso conduce al palazzo della saggezza" W. Blake "Non litigare mai con un idiota, la gente che guarda potrebbe non capire la differenza"
fefochip
Inviato: 17/5/2006 17:38  Aggiornato: 17/5/2006 17:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Analisi di un complotto
vorrei ricordare a tutti che siamo in italia e i nostri telegiornali in america valgono quanto il due di coppe quando regna bastoni ....tradotto una mazza.

io sinceramente data la completa ininfluenza che può avere un nostro telegiornale o l'opinione dei media italiani in america escluderei una malafede programmata almeno qui .
se non altro una malafede su larga scala.

ecco infatti che da un tg5 di stampo attivissimo si passa a un rai1 equilibrato .
d'altronde anche sulla rete c'è attivissimo no?
lui si fa esponente dei suoi seguaci che sono quelli del "non voglio vedere a tutti costi" poi potremmo dire che dall'altra parte ci siamo noi i luogocomunesi ....poi c'è l'infinita via di mezzo costituito per ora di chi ne sa veramente poco e non si è informato un po per pigrizia un po perchè proprio i media hanno coperto bene questo fattaccio.

prima di cominciarsi a fare delle pippe mentali circa le intenzioni dei telegiornali qui in italia insomma bisogna considerare che questi argomenti erano tabù per coloro che tengono famiglia ma sicuramente mica tutti i giornalisti sono rincoglioniti sarebbe una posizione troppo presuntuosa da parte nostra.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
frankad
Inviato: 17/5/2006 17:38  Aggiornato: 17/5/2006 17:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/10/2005
Da: ICHNOS
Inviati: 1921
 Re: Analisi di un complotto
Il nostro MASSIMO impegno come conseguenza del suo lavoro, Felice. Sotto con i DVD.

Franco

La democrazia è il sistema perfetto per tenere mansueti e silenziosi i cittadini, facendo loro credere di possedere un potere di scelta che in realtà non hanno e non hanno mai avuto.
maxgallo
Inviato: 17/5/2006 18:14  Aggiornato: 17/5/2006 18:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/5/2004
Da: Prov. Pescara
Inviati: 2078
 Re: Analisi di un complotto
Citazione:
DEEJAY CHIAMA ITALIA SCANDALOSO STAMATTINA


Di contro il servizio di Roberto Olla sul TG1 delle 13.30 è stato s-t-r-e-p-i-t-o-s-o (nel senso buono), guardatelo su RAI clik. penso che restera' li' fino alle 20.00 poi aggiorneranno all'edizione delle 20.00.

"Il brutto della vita è che gli idioti sono pieni di loro e gli intelligenti sono pieni di dubbi"

parsiphil
Inviato: 17/5/2006 18:54  Aggiornato: 17/5/2006 18:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/10/2005
Da: Barigi
Inviati: 121
 Re: Analisi di un complotto
Da
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2006/05_Maggio/16/pentagono.shtml

si legge…

WASHINGTON - Hanno atteso che si chiudesse il processo contro Zacarias Moussaoui, l’unica persona incriminata negli Stati Uniti in relazione agli attentati dell’11 settembre 2001. Ora che il «ventesimo kamikaze» di al Qaeda è in un carcere di massima sicurezza con una condanna all'ergastolo, i vertici del Pentagono hanno deciso di diffondere un filmato che mostra l’impatto del volo 77 contro la sede del ministero della Difesa americano nel giorno degli attentati.


Sarà ma io ancora non colgo il nesso! Come se Moussaoui prima fosse nei giardini del Pentagono libero di inquinare le prove o chissà cos’altro.

Poi si legge….

DUBBI - Il filmato è stato consegnato a Judicial Watch, un osservatorio esterno che passa al setaccio le attività del governo federale ….omissis….«Abbiamo combattuto a lungo per avere questo filmato per completare la ricostruzione dell’attentato», ha commentato il direttore di Juditial Watch, Tom Fitton. «Speriamo che, finalmente, il video possa mettere a tacere tutte le voci su un complotto».

Ora…vorrei sapere…che è ‘sto Judicial Watch? Un’altra di quelle figure di garanzia create da chi dovrebbe essere sotto esame? Come mai fanno richiesta del video esplicitando già il fine? E come mai questo fine NON E’ LA RICERCA DELLA VERITA’ bensì “…mettere a tacere tutte le voci su un complotto”?

E poi vorrei sapere, caro Tom Fitton e cara tutta la tua Juditial Watch, ora che “finalmente” hai avuto e visto questo filmato…che ci dici?

A mio parere il fine di questa novità è quello che già si sta rendendo evidente dai commenti dei nostri più vicini conoscenti: leggono un titolo, guardano la tv (ormai lobotomizzati nell’atto) e già hanno in bocca la frase “hai visto che le vostre tesi son tutte cazzate?”.

Una proposta…la butto lì….
C’è qualcuno tra voi tanto bravo da poter ritoccare un video? Ovvero…c’è qualcuno in grado di fornire un video “realistico” di un Boeing 757 che entra nel Pentagono, magari usando come base proprio il video “nuovo” fornito dai vertici del Pentagono? Ovvero ancora…possiamo anticiparli? Possiamo cioè dimostrare sin da ora che anche un filmato in cui l’aereo fosse più evidente non spiegherebbe comunque le tante altre incongruenze che sappiamo?

OT: rinnovo l’invito a coordinarci per un evento pubblico di informazione in zona Bari…io sono pronto.

nike
Inviato: 17/5/2006 19:08  Aggiornato: 17/5/2006 19:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/3/2006
Da:
Inviati: 845
 Re: Analisi di un complotto
parsiphil ha scitto...

C’è qualcuno tra voi tanto bravo da poter ritoccare un video? Ovvero…c’è qualcuno in grado di fornire un video “realistico” di un Boeing 757 che entra nel Pentagono, magari usando come base proprio il video “nuovo” fornito dai vertici del Pentagono?

Questo da una idea se vuoi...

e questo se non lo hai visto naturalmente, ciao e benvenuto.

Citazione:
Quelli che creano sono duri di cuore. Nietzsche, Friedrich. Così parlò Zarathustra: II, Dei compassionevoli
cnj
Inviato: 17/5/2006 19:16  Aggiornato: 17/5/2006 19:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: Analisi di un complotto
Citazione:
il tg1 delle 13.30...incredibile!


certo che detta in quel modo assume tutto un altro significato la notizie del video che avrebbe dovuto cancellare ogni dubbio di complotto.
Anche Corradino Mineo al TG3 ha presentato il filmato con molti dubbi... peccato che si è perso poi sul volo UA-93 caduto (?) in Pennsylvania

nel video però mancano i 2 fotogrammi nuovi dove si vede il musetto della Williams-BMW bianco???? ma come siamo messi con le proporzioni? c'è qualcuno che riesce a fare due conti?

cosa possiamo fare noi nel nostro piccolo per evitare polemiche inutili e cercare di portare l'avversario ad un contraddittorio? questi non ti rispondono e tra 24 ore si sono pure dimenticati di sto video...

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
spettatore
Inviato: 17/5/2006 19:20  Aggiornato: 17/5/2006 19:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Analisi di un complotto
Che ci crediate o no questo nuovo filmato,finalmente, solleva dal mio animo tutti i dubbi riguardanti il 757 sul Pentagono.

Io vedo l'aereo, vedo l'esplosione derivante dall'impatto, vedo la maestria del pilota nel tenere il velivolo rasoerba e, cosa più sconcertante, vedo anche mio cugino, che non conosce una parola d'inglese, mentre legge il Washington Post
seduto sul prato antistante l'edificio, un pò defilato sulla sinistra del 5° frame.


Lo spettatore

Un dubbio per non dormire: perchè mio cugino non mi ha parlato di questa cosa? Che sia coinvolto anche lui?

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
Tato
Inviato: 17/5/2006 19:22  Aggiornato: 17/5/2006 19:22
So tutto
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 30
 Re: Analisi di un complotto
ragazzi,il discorso è che secondo me quell'oggetto è troppo piccolo per essere un boeing.Ma TROPPO piccolo.Non si potrebbe fare un analisi della distanza dell'oggetto dalla telecamera,o cose del genere?

soleluna
Inviato: 17/5/2006 19:25  Aggiornato: 17/5/2006 19:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/3/2005
Da: orbita di Anarres
Inviati: 1309
 Re: Analisi di un complotto
Citazione:
Ma nessuna risulta aver catturato immagini, anche perché nella maggioranza dei casi erano telecamere che trasmettevano in diretta e non registravano.


e a che servono delle telecamere così?

"perche' ballate e vi fate l'acconciatura, visto che qua e' impossibile anche comprare da mangiare?"
"perche' magari oggi e' l'ultimo giorno che viviamo, e vogliamo amarlo quanto piu' possibile"
Grozny
edo
Inviato: 17/5/2006 19:34  Aggiornato: 17/5/2006 19:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Analisi di un complotto
felice: Noi cosa possiamo fare per Massimo?

richiedere il dvd in tutte le edicole in modo che lo espongano, comprane almeno una copia anzichè scaricarlo dal sito ed invitare le persone che conosciamo a fare altrettanto prima di duplicare con il masterizzatore e diffondere.
credo che se facciamo i tirchioni ed a Massimo rimangono 3000 dvd sul groppone, capisce che ha a che fare con degli s....i e ci manda dove meritiamo.
meditiamo gente meditiamo!

ho promesso a me stesso che comprerò almeno 5 copie

mrn
Inviato: 17/5/2006 20:08  Aggiornato: 17/5/2006 20:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/12/2004
Da: Roma
Inviati: 92
 Re: Analisi di un complotto
La strutturazione del compartimentamento ammettere che i livelli più alti, non necessariamente si trovino entro i confini degli USA. Servizi USA + Mossad + servizi occidentali in genere + Bilderberg + Massoneria + Opus Dei ecc., ognuno come tentacoli di una stessa piovra, che non sanno di essere tentacoli della stessa piovra:
quando molti e autorevoli menti critiche (Vidal, Chomsky ecc) dicono che gli USA non sono in grado di farsi un 11 settembre, potrebbero avere ragione in quest' ottica.
In fondo, la testa della piovra potrebbe essere più vicina a noi che non ad un Bush!!
Perchè il Capitano delle Guardie Svizzere e il Caporale sono morti?
Davvero perchè erano "dù fr..i"?


Le notizie sono come i formaggini. Le informazioni no!
Redazione
Inviato: 17/5/2006 20:43  Aggiornato: 17/5/2006 20:45
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Analisi di un complotto
MRN: D'accordo con te, ma con una piccola differenza: Vidal sostiene che gli Stati Uniti non fossero in grado di farselo da soli, nel senso che avevano bisogno anche dell'esperienza del Mossad. Chomsky invece sostiene che non fossero in grado di farlo per cui non l'hanno fatto e basta. La posizione di Chomsky sull'undici settembre ha destato non pochi sospetti, ultimamente, che sia in realtà solo una altro pifferaio magico di regime. (Perchè ho detto "un altro"? Boh.)

In generale, riguardo a TG1, a me sembra che sia più che altro una questione personale di Olla, che per qualche suo motivo si deve essere impuntato sul Pentagono, e non gliene lascia passare una. Certo che Mimun ci sta, ma "è Olla" che dice queste cose, e non tutta la redazione del TG. E in fondo Olla non ha fatto un grosso danno, mentre probabilmente in un piccolo gioco di forza fra loro due questo TG ci stava tutto.

Per quel che riguarda le collette, grazie a tutti, ma non c'è bisogno che compriate 5 DVD per uno. (Basta che gli altri 4 riuscite a farle comprare a qualcun altro, e io forse l'affitto pagato per qualche mese riesco comunque a portarlo a casa. Almeno fino al momento di riuscire a finire il prossimo DVD, no? ).

javaseth
Inviato: 17/5/2006 20:46  Aggiornato: 17/5/2006 20:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/3/2006
Da:
Inviati: 1182
 Re: Analisi di un complotto
Guardando il servizio andato in onda sul TG1 delle 20:00 un passaggio mi ha fatto riflettere, quello quando parla dei filmati mancanti del 12 e 13 settembre.

Cioè i filmati che dovrebbero essere stati girati all'interno del Pentagono durante le operazioni di bonifica/sgombero dalle macerie e dai detriti (?).

Poi mi sono ricordato che durante il processo di Mossauoi furono mostrate alla giuria, oltre al video che abbiamo visto ieri, anche delle foto di cadaveri, come riportato in QUESTO articolo, e credo di aver letto tempo fa, anche foto che mostravano alcuni rottami dell'aereo dentro al Pentagono.

Quindi il trappolone potrebbe essere questo, niente video dell'impatto (forse troppo difficili da editare) ma, dopo le pressioni e le crescenti critiche a seguito dal rilascio del video di ieri, il Pentagono rilascia un qualche video girato all'interno del Pentagono, magari del 12 o 13 settembre, dove si vedono cadaveri e, of course, frammenti di 757, con scene girate in qualche studio e aggiunte successivamente con un semplice montaggio al video originale di quelle operazioni.

Comunque, non credo che ci sia da stare tranquilli...

Ciao
-javaseth

"..io vi mando come pecore in mezzo ai lupi; siate dunque prudenti come serpenti e semplici come colombe"
_gaia_
Inviato: 17/5/2006 21:12  Aggiornato: 17/5/2006 21:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/2/2006
Da:
Inviati: 1460
 Re: Analisi di un complotto
Posto anche se un po' OT

Mia personale esperienza familiare: TELECRONACA

Stasera TG1, servizio sul filmato nuovo (ma poi mostrano di più i fotogrammi vecchi.. mah!), io accenno un "Ah ecco, questo servizio mi interessa, volevo sentire un po' cosa dicono".
Apriti cielo!
Mio fratello ha fatto spallucce e ha iniziato a chiedere se per caso io fossi una di quelle persone che credono che... E io: "Credono cosa? Io non credo a niente".
E' stato il prologo di 15 minuti di passione (e bile frenata da un self-control che era lì lì per andare a farsi benedire).

Io faccio notare che la versione ufficiale fa acqua da tutte le parti.
Risposta: sì ma guarda che ogni versione ufficiale ha dei punti oscuri e inspiegabili, cosa credi?!

Provo ad accennare un dialogo: Ma tu hai visto i video dei crolli?
Sì e allora? Son venute giù perché s'è schiantato un aereo.
E io: ...scusa?
E il fratello s'è prodigato per illuminarmi sul fatto che per forza le torri son crollate per lo schianto, in più con tutto quel carburante che è colato giù... Anzi, quando ho visto i filmati mi sono stupito che non fossero crollate subito dopo l'impatto!

Io perplessa e con occhio spalancato chiedo: Ma scusa, e i fisici e ingegneri che dicono che quel crollo era impossibile?
E il fratello s'inventa edile e spara a zero sul fatto che: Ma non hai visto i piani di costruzione?? Sciogli l'acciaio in mezzo e per forza che crolla tutto! Tzé!

Non demordo. Proseguo aprendo altri spunti sulla difesa inesistente.
Altro vaso di Pandora!

Il fratello mi dà papale-papale dell'ammattita: Ma tu sei fuori! Guarda che è solo dall'11 sett. che i caccia vanno a intercettare aerei civili, prima nessuno si sognava di intercettare voli dirottati! Solo se erano voli estranei. Ma dài renditi conto va'!

E io: No, scusa?? Vuoi farmi credere che tu, difesa aerea con mille basi sparse ovunque, dopo che 1 aereo ha colpito una torre, poi 1 altro ha colpito un'altra torre, quando vedi che altri 2 aerei perdono il contatto non mandi su dei caccia?! Non ti viene il sospetto che quei 2 possono andare ancora a colpire altri obiettivi??
E il fratello sorridendo attonito: Ma guarda che non è così semplice! Cosa credi?

Ah, e gli sbuffi nelle torri (che lui non ha visto?): risposta semplice, basta che un pilone ceda in un punto che vien giù tutto intero. Bella questa. Sembra presa paro paro dall'Attivissimo.
Vabbeh, perdono perché non ha visto gli sbuffi...

Alla fine demordo: ripeto che io sono andata a vedere i video con le testimonianze in presa diretta, delle esplosioni nelle torri, dell'edificio 7 che è crollato ("Ma stai scherzando??" mi risponde, "Certo che è crollato per l'incendio! Tu non hai idea di come son fatti quegli edifici!")...
Insomma alla fine sono uscita a dire: ma guarda che io ho ascoltato e letto dichiarazioni ufficiali degli organi militari e governativi...
Risposta: ah sì, ma se credi ancora alle dichiarazioni ufficiali stai fresca!
E io: ah beh ok, comunque la mattina dell'11 era in atto una esercitazione che riproduceva la situazione di dirottamenti che si stava verificando. E anche per Londra: la mattina un tizio ha chiamato una radio per testimoniare una cosa strana, che lo avevano chiamato per approntare un'esercitazione in quelle stesse stazioni e blabla... che poi ha riytrattato ma intanto la registrazione della telefonata c'è.
E lui: Ah sì? Ah ah! Voglio proprio vederle queste esercitazioni. Dove sono i documenti ufficiali? E la registrazione? C'è data e ora? No perché guarda che è facilissimo prendere un doc da un sito ufficiale, ritoccare 3 righe e poi metterlo a disposizione su un sito...

E poi, la ciliegina!

"Ma tu sei matta. Credi davvero che qualcuno possa aver tirato giù le torri con le migliaia di persone dentro? Ma tu non sei a posto..."

Io ci sono passata. Non voglio convincere nessuno.

Poi ci si sono messi mami e papi, tanto per fare l'en-plein:
"Ma credi a quelle cose lì???"
(non aggiungo altri aggettivi attribuiti a internet.. tanto li sapete tutti )


Scusate se mi sono dilungata, ma è davvero, davvero, davvero molto dura andare avanti così.
Altro che muro di gomma. Mi sa che è proprio di... cemento armato.

maxgallo
Inviato: 17/5/2006 21:32  Aggiornato: 17/5/2006 21:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/5/2004
Da: Prov. Pescara
Inviati: 2078
 Re: Analisi di un complotto
Benvenuta nel mondo dei matti...

Vivete insieme tu e tuo fratello?

Se è cosi' ti consiglio di tirare fuori tutta la sua biancheria e spargerla per il selciato, poi alla domanda: "MA SEI MATTA?"

Rispondi:

http://www.hokutoaudioteca.it/nut/film/vieni%20avanti%20cretino/dr%20thomas%203.wav

"Il brutto della vita è che gli idioti sono pieni di loro e gli intelligenti sono pieni di dubbi"

andrea748
Inviato: 17/5/2006 21:49  Aggiornato: 17/5/2006 21:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/5/2004
Da: Roma
Inviati: 265
 Re: Analisi di un complotto
Ho visto e rivisto il filmato e mi sono convinto: la marmotta che incarta la cioccolata si vede benissimo.

Ad un certo punto c'è un "missile" che va verso il Pentagono, non un Boing.

Io non ci credo che questi volgio essere così spudorati da pensare di convincere qualcuno con quel filmato.

Manco fossero Moggi e Giraudo .

Io ve lo dico:

più guardo il filmato più sono certo che a breve sbrocco.

"Se qualcuno parla come un idiota e si comporta come un idiota, non fatevi ingannare: è un idiota."

"Non condivido le cose che dici ma difenderò sino alla morte il tuo diritto di dirle"
fiammifero
Inviato: 17/5/2006 21:53  Aggiornato: 17/5/2006 21:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Analisi di un complotto
Citazione:
più guardo il filmato più sono certo che a breve sbrocco.


bravo,fai vedere il filmato pure alla tua sezione di partito ed ai capoccioni,vediamo se si può prendere due piccioni con una fava

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
alibulli
Inviato: 17/5/2006 22:01  Aggiornato: 18/5/2006 21:17
So tutto
Iscritto: 2/10/2005
Da: Ancona
Inviati: 12
 Re: Analisi di un complotto
Interessante ricostruzione su prisonplanet su quello che avremmo dovuto vedere


http://prisonplanet.com/articles/may2006/170506reallylook.htm


Ancora meglio è il confronto tra la ricostruzione di prisonplanet e il filmato diffuso dal pentagono in coda ad un articolo di Maurizio Blondet su comedonchisciotte

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=2121




All is one
Redazione
Inviato: 17/5/2006 22:24  Aggiornato: 17/5/2006 22:36
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Analisi di un complotto
GAIA: Se mi permetti un consiglio, alla classica frase:

"Ma tu non sarai mica uno di quelli che credono ai complotti?"

La risposta più efficace secondo me è:

"Perchè, tu per caso sei uno di quelli che credono ancora a quello che ti racconta la TV?"

A quel punto approfitti del momentaneo sgomento (garantito), e ci infili subito un secco:

"Se per te un aereo largo 40 metri può entrare in un buco largo 4, allora hai sicuramente ragione tu".

Da lì in poi, la partita è tutta da giocare, ma almeno non parti in svantaggio.

Ciao

Massimo

_gaia_
Inviato: 17/5/2006 22:42  Aggiornato: 17/5/2006 22:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/2/2006
Da:
Inviati: 1460
 Re: Analisi di un complotto
ciao Massimo
grazie per i consigli

...però la fai un po' facile... è ben arduo dialogare con uno che ti dice: "E certo che le torri son venute giù per gli impatti! E' ovvio!!"


buon morbo di Ashcroft a tutti

cnj
Inviato: 17/5/2006 22:52  Aggiornato: 17/5/2006 22:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: Analisi di un complotto
Citazione:
Scusate se mi sono dilungata, ma è davvero, davvero, davvero molto dura andare avanti così.


X _GAIA_
--------------
Non è che per caso a quella mandria di bufali che hai in casa gli riesci a far vedere "911 IN PLAIN SITE" (visto che INGANNO GLOBALE al momento non c'è) e poi magari ricominciate a parlarne?
Vuoi sapere quanta gente mi dava del pazzo e dopo aver visto 911 IN PLAIN SITE ha esclamato: "CAZZO, MA AVEVI RAGIONE... E' ROBA DA MATTI...NON C'AVREI MAI CREDUTO!" ... e ti parlo di bancari, geometri, operai, poliziotti, export-manager, arbitri (non collusi ), cugini, fratelli, amici e vicini... ne ho convinti pressapoco una 50ina... gli altri che conosco li prendo su con INGANNO GLOBALE! Oh Massimo, conto di convincere pure mia nonna quindi le parole bisogna che siano scandite bene

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
vulcan
Inviato: 17/5/2006 23:00  Aggiornato: 17/5/2006 23:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/1/2005
Da: Sardigna
Inviati: 2092
 Re: Analisi di un complotto
Povera Gaia …vittima illustre … Certo che una esperienza cosi è veramente frustrante sul piano emozionale !


La questione non è affatto semplice … a mio avviso prima che su dati tecnici o su affermazioni di fatto la “battaglia” và almeno pareggiata sul piano emotivo..per essere iniziato un vero confronto.

Il raccontino mi ricorda le capocciate delle prime volte…

Secondo la mia esperienza personale una delle chiave principali di apertura che predispone ad un buon confronto ( altrimenti è meglio rimandarlo a tempi più maturi) è la necessità di non dare minimamente adito alla sensazione che si voglia “braccare” una persona.

In caso contrario a causa di una reazione difensiva spontanea della controparte si rischia di sparare un sacco di cartucce tutte in una volta senza alcun risultato e trovarsi al contrario nella condizione di doversi a propria volta come nel tuo caso a doversi difendere.

Il nocciolo del problema ( il messaggio principale) bisogna rimandarlo il più possibile attraverso argomentazioni collaterali e parallele che facciano riferimento ad anche ad altre realtà….
Se le cose vanno per il meglio sarà la “vittima” stessa a raggiungere il cuore del problema …ed è a quel punto che si deve affondare impietosamente lo spadone nella natica!

La mia solidarietà a gaia come malato cronico di Askrof

"Indaga le parole a partire dalle cose e non le cose a partire dalle parole." Misone
Max_Piano
Inviato: 17/5/2006 23:21  Aggiornato: 17/5/2006 23:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 10/12/2005
Da:
Inviati: 3666
 Re: Analisi di un complotto
Gaia : essendo un fratello non dovrei dirti queste cose ... però se sei alle strette puoi tirare un colpo basso ... tipo ... alla terza torre

Però ti avverto : non è regolare !!!

_gaia_
Inviato: 17/5/2006 23:36  Aggiornato: 17/5/2006 23:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/2/2006
Da:
Inviati: 1460
 Re: Analisi di un complotto
Citazione:
essendo un fratello non dovrei dirti queste cose ... però se sei alle strette puoi tirare un colpo basso ... tipo ... alla terza torre


innanzitutto grazie a tutti

Max: ci ho provato... solo per sentir chiudere il discorso sul nascere con un Attivissimamente candido: "Guarda che è normale che è crollato per l'incendio!" A 'sto punto non potevo che rispondere di approfondire un attimo...

La faccenda è ben stata più volte messa in evidenza: si parte, tutti, da uno scoglio emotivo. Durissimo scoglio.
C'è chi lo supera prima di altri, chi non l'ha ancora superato, ma ci siamo passati tutti, ed è un macigno pesante da digerire.


Breaking News : saluti prima di andare a dormire:
- Mami, che posso capire perché ha già troppi grattacapi per la testa, ha terminato con un sospiroso: "Mah, a me non interessano queste cose..." (ma dal tono si capiva il vero significato: non voglio che queste cose debbano interessarmi).
- Papi: "Sì ma alla fine a te cosa ne viene in tasca?" (tradotto: ci ho riflettuto un po' e pure a me non piace l'idea di dover pensare a queste cose troppo grandi... e poi nel quotidiano c'ho tutti i i miei problemi da risolvere).


Ho trovato a questa pagina la trascrizione e il video di una dichiarazione del 2005 in cui viene detto che sì, l'11 settembre ci sono stati 4 "wargames" (esercitazioni): vedere a fondo pagina.

Questo è uno dei link che servirebbero a mio fratello, anche se sono del parere che ognuno ha i suoi tempi. Odio l'idea di forzare qualcuno a seguire quel che credo io. Tempo al tempo.

Certo, poi uno magari non dorme benissimo se all'accenno alle esercitazioni si sente rispondere: "Ah ah! Ma lasciala lì, figurati! Esercitazioni che riproducevano proprio i dirottamenti con gli schianti sui grattacieli? Ma daaai..."

Buona notte a tutti
(buona serata Massimo)

tccom
Inviato: 18/5/2006 0:01  Aggiornato: 18/5/2006 0:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/11/2005
Da: civitavecchia
Inviati: 903
 Re: Analisi di un complotto
gaia, se permetti solidarizzo...
anzi, per dirla tutta m'è toccata quasi la stessa scena.
i miei ormai li ho quasi catechizzati tutti..hanno capito

anche se l'altro ieri sera m'è toccato rilitaigare con mio padre che ormai mi risponde dicendo (purtroppo convinto):

<<dipende da che punto guardi la cosa...non c'è mai una sola verità>>

quando poi mi appello alla fisica... mi ripete la stessa cosa ma a voce un pò più alta e visibilmente più infastidito

e lì capisco che ho vinto
però m'incazzo come una iena lo stesso

buon morbo

...gli Stati Uniti non ci hanno guadagnato nulla dall'11 settembre (c'è bisogno di dirlo?)...[].... Ragioniamo: chi ci guadagna quando piove? i produttori di ombrelli. Da questo si deduce che i produttori di ombrelli controllano la pioggia.
Polidoro
Inviato: 18/5/2006 0:37  Aggiornato: 18/5/2006 0:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/4/2005
Da:
Inviati: 488
 Re: Analisi di un complotto
Cara Gaia

Io, come altri, suppongo, ho avuto queste “disperanti” discussioni con familiari e naturalmente con gli stessi risultati.
E,dopo,sono stato a rimuginare a lungo su cosa avrei potuto/dovuto dire per “vincere” la discussione: beh nelle mie rimuginazioni riuscivo a mettere con le spalle al muro l’interlocutore, si, ma nella realtà….
Il fatto è che l’interlocutore è come una anguilla che scappa da tutte le parti.

Esemplare l’inizio di tuo fratello “io non credo a niente” volendo significare che “a lui non lo incanta nessuno”, mentre poi si limita a ripetere le scemenze diffuse da tutti.

La prossima volta (dovesse ricapitare, credo di si, sono avvenimenti ciclici) digli che un sito ha messo in palio 1000 euro a chi si dimostri capace di sciogliere un etto di acciaio (anche tre chili, ma dico uno per farlo sembrare più facile) con un fuoco di Kerosene.

[Anzi, LuogoComunisti/Comunardi, colgo l’occasione di lanciare questo concorso:
- 1000 EURO facili -
vincete facilmente ben 1000 (MILLE) Euro con un facile, banalissimo esperimento: sciogliere l’acciaio con del kerosene: se c’è riuscito quel delinquente di Bin Laden, potete ben riuscirci voi, onesti cittadini!
]

Per quanto riguarda il:
“Ma tu sei fuori! Guarda che è solo dall'11 sett. che i caccia vanno a intercettare aerei civili….”

Digli innanzituto che non si dice “Tu sei fuori!”, si dice invece “Tu sei fuori PERSO” (come mi è stato detto), è molto più carino e invalidante.
Anzi lo potresti attaccare tu con questa frase e dire che:
ignorante presuntuoso sappi che c’è una procedura di routine tra l’aviazione civile e militare americana che prevede l’intercettazione di ogni aereo che per un qualsiasi motivo vada fuori rotta o abbia qualsiasi altra disfunzione e che tale procedura prevede l’intercettazione automatica entro una decina di minuti.
Tale procedura era stata messa in atto quell’anno circa 60 volte (se non ricordo male)

Se vuoi ho la registrazione video della BBC che intervista quel tizio di Londra che si chiamava Peter Power……….



Infini digli:

Tu, tu sei quello che crede a TUTTO quello che ti dicono, tu sei quello che crede che gli asini volano!

"Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuovi orizzonti ma nell'avere nuovi occhi." Marcel Proust
shevek
Inviato: 18/5/2006 0:52  Aggiornato: 18/5/2006 0:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Analisi di un complotto
Salut y Libertad a todos!

Osservando il falso filmato di Prison Planet, mi è venuto in mente, forse, perché non hanno messo all'opera i loro migliori grafici per montare un falso decente.
Supponiamo che il filmato di Prison Planet fosse stato quello mandato in onda come la "grande prova" anticomplottista: come ci saremmo immediatamente accorti che si trattava di un banale videomontaggio? Semplice: l'aereo che dovrebbe viaggiare a centinaia di chilometri all'ora è molto più a fuoco dello stesso Pentagono, molto più grande ed ovviamente immobile. E qui, forse, sta il punto.
Le telecamere in questione sono di qualità pessima e/o, comunque, oramai le immagini che ci hanno trasmesso dal 2002 sono state sfocate. Di conseguenza, se mai un Boeing avesse attraversato a centinaia di chilometri all'ora lo spazio dell'obiettivo, ne sarebbe dovuta risultare una macchia informe, assolutamente inutilizzabile ai loro scopi. D'altronde, se non regolo la macchina fotografica, basta un minimo movimento del soggetto e quello mi esce sfocato... figuriamoci un soggetto che va (almeno) a 500 km/h di fronte ad una telecamera che sfoca anche gli oggetti fermi...


Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
edo
Inviato: 18/5/2006 5:24  Aggiornato: 18/5/2006 5:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Analisi di un complotto
ciao Gaia,
mi aggiungo al gruppo dei tuoi consiglieri privati (devi essere una donna molto potente se riesci ad attirare in questo modo l'attenzione su di te).
passo al metodo: hai letto "debunkiamo i cospirazionisti" di Gerard Holmgren?, lo trovi nella sezione 11 sett.
l'dea è semplice: ti metti al posto di tuo padre e tuo fratello, pensi come loro e ti fai consapevole del fatto che la maggioranza delle persone condivide il tuo pensiero, perciò non devi difendere e reagire colpo su colpo perchè hai ampi spazi protetti intorno a te.
in altre parole devi rovesciare la frittata, fare tu delle domande che possano mettere di fronte a se stesso chi sostiene delle incongruenze logiche.

se poi ti capitasse di sentirti a disagio per il cortocircuito emotivo legato al "non mi riconoscono", ringraziali; ti offrono la possibilità di metterti a contatto con un aspetto di te che al momento non apprezzi a sufficienza

Max_Piano
Inviato: 18/5/2006 9:27  Aggiornato: 18/5/2006 9:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 10/12/2005
Da:
Inviati: 3666
 Re: Analisi di un complotto
Ho quasi la certezza che il "Nuovo Video" del Pentagono non sia un tentativo di debunking ( mi pare ovvio visto che sembra una presa in giro ) ma un modo, davvero pericoloso, di tastare l'opinione pubblica attraverso i commenti dei giornalisti di potere.
Ieri sera i TG nostrani erano già stati riportati all'ordine ma nell'edizione delle 13 l'inviato RAI a NY ha accennato esplicitamente anche alla teoria del no-plane chiedendosi :si è trattato solo di un montaggio televisivo o davvero abbiamo visto degli aerei schiantarsi nelle torri ?

Difficile capire a che gioco stiano giocando : vogliono davvero far scoppiare la bolla di sapone ? In italia non frega niente a nessuno di queste cose ( abbiamo già il complotto del Calcio ) ma in USA, dove si processano persino le bugie pornocratiche dei presidenti, una roba simile farebbe collassare l'intera nazione più velocemente dello stesso WTC7 !

Immagino che si voglia uscire dalla palude irakena facendo in modo che siano i cittadini stessi a chiedere il ritiro ma la faccenda rischia di scappare di mano ... comincio anche a sospettare che l'impiego della guardia nazionale, voluto da bush, non sia per inseguire i messicani clandestini ma per sedare eventuali sommosse nelle città ... ( cmq togliere di mezzo qualche ispanico facinoroso&nullatenente ha sempre effetti benefici sull'ordine pubblico se si temono rivolte ... in genere chi abita in villetta ha meno istinti sovversivi )

kex
Inviato: 18/5/2006 9:44  Aggiornato: 18/5/2006 9:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/7/2005
Da: calabria
Inviati: 180
 Re: Analisi di un complotto
ciao Max
guarda che amici mi hanno riferito che Bush sta schierando la guardia nazionale per non far scappare dall'america i messicani che ne hanno piene le scatole...
saluti a tutti
kex

una goccia fara' traboccare il vaso

vorrei regalare ai miei figli un po' di consapevolezza in piu'
Ivy
Inviato: 18/5/2006 10:49  Aggiornato: 18/5/2006 10:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/7/2005
Da: Cantù [VAAAAAAAAAAAAAAA BENE!]
Inviati: 335
 Re: Analisi di un complotto
Quello che possiamo fare per Massimo è far si che il dvd non resti un sacco di lavoro per lui, senza conseguenze...
In italia lo deve vedere chiunque, prepariamo i dvd e i masterizzatori, apriamo gli ftp, e tutto ciò che si può.
Tutti in edicola a prendersi una o più copie, e via distribuirlo in giro

We live in the age of the overworked, and the under-educated; the age in which people are so industrious that they become absolutely stupid. Oscar Wilde
Cassandra
Inviato: 18/5/2006 11:27  Aggiornato: 18/5/2006 11:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Ma chi ce lo fa fare?
Sono cinque anni che mi chiedo chi diavolo ce lo fa fare a disperarci per convincere:
- nonne ottantenni;
- fratellini quindicenni;
- mamme e papà;
- mogli, mariti, fidanzati/e;
- il tassista;
- il fruttivendolo;
- la collega di ufficio;
- eccetera.
Qual è la spinta che ci muove a litigare furiosamente con affettuosi familiari, togliere il saluto alla cognata, rovinarci il Natale, separarci in casa?

In fin dei conti, è tutta gente che non conta un accidente, esattamente come noi.

Qualcuno sa la risposta? (morbo a parte)

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
felice
Inviato: 18/5/2006 12:11  Aggiornato: 18/5/2006 12:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2006
Da: Parma
Inviati: 759
 Re: Ma chi ce lo fa fare? risposta x cassandra
E' la propria ragione di VITA.

Sbaglia però, chi, contro chi non si lascia convincere:
-litiga furiosamente;
-toglie il saluto;
-si rovina e rovina il Natale;
-si separa in casa.

Ora a te e/o ad altri domando d'indicarmi cosa chiedere con esattezza all'edicolante:
quando uscirà e quando potrà avanzare richiesta l'edicolante?
A chi e dove?
il titolo esatto del DVD se già deciso definitivamente?
Grazie a chi vorrà rispondermi. Appena leggerò la risposta, mi recherò da due edicolanti per essere certo che almeno uno lo richiederà.
Cordialmente.
Fe

Solo col governo di sinistra possono passare SORDIDE e SILENTI le riforme di destra. Il SOLE é storto! Sento di navigare su una nave tarmata. Le tarme sono tante che la nave sulla quale viaggio é destinata a risolversi consumata nel fuoco delle GUERRE.
goldstein
Inviato: 18/5/2006 12:43  Aggiornato: 18/5/2006 12:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Analisi di un complotto
Secondo l'autore della FOIA (Flight77.info) questo dovrebbe essere l'unico video dell'impatto.
Vi traduco alcuni stralci tratti dai suoi ultimi messaggi:

Questa è la ragione scelta del tempo, e la ragione perchè il DOJ (Dipartimento della Giustizia, ndt) ha rilasciato l'ultimo video (e sta trattenendo gli altri 84): nella nostra FOIA (Freedom of Information Act, ndt) originale abbiamo chiesto le registrazioni dell'IMPATTO del Volo 77. Il DOJ rispose di essere in possesso di un solo video che rispondeva alla nostra richiesta originale e quello è il video che hanno appena rilasciato; la sola registrazione dell'impatto. L'hanno rilasciato ora perchè il 26 Maggio era la data ultima stabilita dal Giudice. Non aveva niente a che fare con alcuna prominente azione di Judicial Watch (La FOIA di JW fu richiesta oltre un anno dopo la nostra. [...] Era premeditata per guadagnare l'attenzione dei media.)

La sola ragione del perchè stanno trattenendo gli altri 84 video è proprio quel termine, impatto, nella nostra originale FOIA. [...] Se quelli di JW non si fossero getatti a capofitto nei media facendo finta di non capire bene cosa stava venendo rilasciato e perchè - saremmo stati in grado di spiegare questi dettagli a tutti sin dall'inizio.

Per favore considerate che abbiamo ancora una seconda richiesta FOIA attiva per le altre registrazioni, RIUSCIREMO ad avere anche quelli (la richiesta era stata originariamente bocciata ma hanno fatto appello, ndt). Dovrebbero includere anche la telecamera Citgo (la pompa di benzina, ndt) e del doubletree hotel (non c'e' nessuna registrazione dallo sheraton, comunque).

florizel
Inviato: 18/5/2006 13:02  Aggiornato: 18/5/2006 13:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Ma chi ce lo fa fare?
cassandraCitazione:
chi diavolo ce lo fa fare a disperarci per convincere


Ciao.

Forse dobbiamo capire una cosa fondamentale:mai come in questo caso,"convincere" equivale ad informare.
Ed "informare",mai come in questo caso,equivale a far crollare una serie di certezze che anche non consapevolmente si davano per scontate:ma -COME?!- gli stati uniti d'america,la più grande potenza mondiale,ha "avuto bisogno" di farsi tutto quello DA SOLA?!
E perchè mai?!
E giù con tutte le implicazioni del caso.Non è facile.Certo.
Dare spiegazioni della tragedia in sè non può prescindere dalle sue premesse e dal suo infinito epilogo.

Quindi,la cosa non si limita,a mio avviso,a quel dannato 11 settembre.
E' chiaro che ogni incongruenza è la prova della farsa,ma evidenziare quella porta inevitabilmente ad introdurre quegli aspetti della politica internazionale che subiamo quotidianamente,nostro malgrado.
Una volta "attaccato" il morbo,dobbiamo aspettarci che ci chiedano anche il motivo di tutto questo,e dovremmo poter dare delle risposte.

Chi ce lo fa fare?
Il sano impulso di opporsi alle pagliacciate del potere,forse.Oppure la coscienza di sapere che chi è in grado di montare questa farsa lo è tanto da poter incidere tanto profondamente sulle nostre esistenze,lo vogliamo o no.Ritengo che allo stesso modo dovremmo mobilitarci per ogni menzogna dei potenti,insistendo,oltre che sulla dimensione dell'inganno,sulla scelta e sulla necessità del sistema di doverci riempire di panzane e di menzogne.

Se TUTTI,o almeno MOLTI,cominciassero a controbbattere e contrastare l'informazione "ufficiale",ed evidenziare i nessi tra eventi apparentemente sconnessi tra loro,forse si comincerebbe davvero a contare qualcosa.O almeno,a contare molto di più.

Abbracciati la croce,cassandra:ogni volta che parli con qualcuno dell'11 settembre,può anche essere la volta che il tuo messaggio venga moltiplicato per tutti quelli a cui la persona con cui hai parlato lo passerà.

Un saluto.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
felice
Inviato: 18/5/2006 13:28  Aggiornato: 18/5/2006 13:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2006
Da: Parma
Inviati: 759
 Re: Analisi di un complotto
risposta x gaia
Non penso che tu abbia sprecato il tuo fiato con tuo fratello e i tuoi genitori.
Penso che tu abbia una grande famiglia.
Penso che loro ti credano ma non vogliono pensare un giorno di venirti a trovare in una questura di un qualche paese di questa repubblica oppure sequestrata dalla CIA e portata non si sa dove.

Dalle risposte che ti hanno dato capisco che non sono ottusi nessuno dei tuoi interlecutori e le loro risposte sono preconfezionate e ti vogliono troppo bene.

Fiducia Gaia. Hai fatto un buon lavoro ma loro non ti vogliono in trincea.
Fe.

Solo col governo di sinistra possono passare SORDIDE e SILENTI le riforme di destra. Il SOLE é storto! Sento di navigare su una nave tarmata. Le tarme sono tante che la nave sulla quale viaggio é destinata a risolversi consumata nel fuoco delle GUERRE.
Cassandra
Inviato: 18/5/2006 14:10  Aggiornato: 18/5/2006 14:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Ma chi ce lo fa fare? (X Florizel)
Florizel,
believe me or not, io ho cominciato a capire come fungeva tutta la faccenda nel lontano 1997. Me ne sono occupata a fondo fin da quell'epoca. Il mio ragazzo mi prese da parte e mi disse: "Io ti credo, ma smettila di parlarne perché gli altri sono preoccupati che stai impazzendo".
Poi ci fu Seattle. E qualcuno cominciò a dubitare. Poi l'11 Settembre. Poi la guerra nel Golfo, e Giulietto Chiesa che mi definì "pioniera".
Adesso amici e parenti mi telefonano per sapere "cosa c'è dietro" quando succede qualcosa... nove anni di insistenze, mi è costato.

Ma devo dirti la verità? In nove anni, e tanta gente convinta, non ho visto neppure il più piccolo cambiamento a un qualche livello sostanziale. Le cose vanno peggiorando, e peggioreranno. Mentre sempre più persone aprono gli occhi c'è la maggioranza che diventa proporzionalmente sempre più ottusa. Non serve convincere l'uomo della strada, purtroppo, quando ci sono fior di giornalisti (come Sandro Ruotolo, persona in perfetta buonafede) che non riescono a non credere al "sistema".
Il "sistema" è quello che fa dire, a gente onesta e perbene, che gli arbitri sono al massimo "in soggezione", ma mai e poi mai crederanno all'arbitro corrotto finché qualcuno sopra di loro non glielo dimostra.

E chi è che, in questa faccenda, sta sopra e può rendere credibile il tutto?

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
florizel
Inviato: 18/5/2006 14:39  Aggiornato: 18/5/2006 15:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Ma chi ce lo fa fare?
Citazione:
E chi è che, in questa faccenda, sta sopra e può rendere credibile il tutto?


Ora io non vorrei rischiare di andare OT rispetto all'articolo,se vuoi apriamo un forum e ne riparliamo.
Però,posso anticiparti qualcosa:almeno dal MIO punto di vista,rendere evidenti le incongruenze dell'evento,svelare il più possibile le manovre del sistema,potrebbe voler dire farlo,per una volta, senza l'intervento o il sostegno di chi sta sopra.
E' più difficile,è più lungo e complicato,e può voler dire tutto e niente.
Dipende da molte cose.

Condivido molto di quello che pensi,e come te sono convinta che il "sistema" si nutra proprio dell'abitudine a ricevere informazioni solo tramite i canali che conosciamo tutti.

Non intervengo spesso nei thread sull'11 settembre,e me ne scuso,ma penso che se da una parte "isolare" l'argomento sia necessario ad approfondirne le incongruenze,dall'altro credo sia altrettanto necessario evidenziarne le connessioni con tutto il resto.
Poi,dipende da quello che abbiamo in mente (e nel cuore) di ottenere.

Ti abbraccio.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Tor
Inviato: 18/5/2006 14:42  Aggiornato: 18/5/2006 14:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/10/2005
Da: Gran burrone
Inviati: 129
 Re: Analisi di un complotto
X Gaia:
Io con mia madre è meglio se non discuto di certe cose....è convinta che il tg di Emilio Fede sia una cosa seria e che Berlusconi sia entrato in politica per il bene dell' Italia....figuriamoci se le dico che non sono stati gli islamici a tirare giù le torri
Per riuscire a far ragionare alcuni dei nostri famigliari bisognerebbe manomettere la TV e fare in modo che resti spenta per un bel pò di tempo....

Con altre persone invece ho adottato una tecnica che nella maggior parte delle volte funziona:

vi è mai capitato di essere derisi/e per le vostre teorie sull 11/9??
Se siete sù L.C. immagino di sì....
A me capita spesso, e fino a che il discorso è basato sul rispetto reciproco è piacevole, ma se una o più persone iniziano a deridermi tiro fuori questa frase:

"...è meglio che andiamo avanti a parlare di calcio oppure di veline, non sono discorsi per te/voi....., queste sono cose serie!!".
Vi assicuro che il ghigno dalla faccia piano piano scompare , a questo punto stà a voi continuare o meno la discussione in modo serio...
Se poi qualcuno ha altri sistemi sono pronto ad apprenderli

Ieri in una delle discussioni con i miei colleghi sul nuovo video ho provato a dare la mia versione dei fatti, ma alla fine loro sono convinti che quello sia il muso dell' aereo, e alla fine ho dovuto rivedere la mia versione dei fatti e ho sbottato con questa frase:[i][b]" secondo me era uno dei tanti asini volanti, però aveva addosso una cintura esplosiva di quelle che usano i kamikaze"

[/b][/i]

"Non puoi chiuderti in una stanza buia e affermare che il sole non esiste solo perchè non vuoi aprire la porta e guardare fuori..."
Lestaat
Inviato: 18/5/2006 14:50  Aggiornato: 18/5/2006 14:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Analisi di un complotto
Carissima Cassandra:
condivido in pieno ogni sfumatura del tuo discorso ma la risposta alle tua domanda purtroppo non c'è.
C'è solo una spiegazione del motivo per cui ti poni quella domanda.
Lasciami fare a me una domanda invece.
Tu chiedi chi ce lo fa fare, invece io ti chiedo, potresti farne a meno? Riusciresti a stare zitta?

Credo di sapere già la risposta.
Beh....nemmeno io, e credo nemmeno quasi tutti gli utenti di LC.
E' questo che ci accomuna in fondo no?

Florizel:
sai che mi hai quasi convinto?
Forse hai ragione a dire che è proprio il fatto che il mainstream non ci da retta che rende così importante e nuovo il movimento che si è condensato attorno ai fatti dell'11 settembre 2001.
Fosse la volta buona....

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
Cassandra
Inviato: 18/5/2006 15:07  Aggiornato: 18/5/2006 15:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Analisi di un complotto
Lestaat,
no che non riuscirei a stare zitta. Però ho imparato un metodo: invece di saltare addosso alla gente rovesciandole in faccia tutto (cosa che mi verrebbe in realtà spontanea ), sto zitta un po', li lascio parlare, poi butto lì una frasetta di dubbio e mi azzitto di nuovo. Sai cosa succede? Che sono loro a chiedere ulteriori lumi! (Che io, naturalmente... non fornisco) Un'altra frasetta, e loro insistono. Alla fine, almeno, riesco a fare il comizio mentre tutti mi ascoltano attenti!
Ma ripeto, mi sembra sempre più vano. Lo faccio, ma con molta meno speranza di qualche anno fa. Anche perché la cosa più sconfortante sai qual è? Che tutte le persone che ho convinto non hanno cambiato una virgola delle loro abitudini (ad esempio, di acquisto o di informazione), e peggio che mai restano ottusi su tutto il resto. Invece di aprire la mente e cominciare a dubitare di tutto, dubitano solo di quel che ho detto io e si continuano a bere le altre assurdità come niente fosse.
E' come svuotare il mare col cucchiaio.

Per fare un esempio più terra terra, quanti filmati, documenti, siti, articoli sono circolati su Berlusconi ladro, mafioso, eccetera? Milioni. Risultato? Venti milioni di voti.

Florizel,
hai pienamente ragione. Te lo dico per esperienza diretta: la stragrande maggioranza dei giornalisti non è né corrotta, né ricattata, né complice. Semplicemente, sono condizionati a credere SOLO a ciò che lanciano le agenzie. Ciò che non è sulle agenzie, è falso. Punto e basta, nulla li convincerà mai del contrario.

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
florizel
Inviato: 18/5/2006 15:20  Aggiornato: 18/5/2006 15:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Analisi di un complotto
Citazione:
Credo di sapere già la risposta.
Beh....nemmeno io, e credo nemmeno quasi tutti gli utenti di LC.
E' questo che ci accomuna in fondo no?


Ciao,Lestaat.

Non credo che possa essere il solo "non riuscire a stare zitti" a determinare un relativo cambiamento,ed è la stessa ragione per cui non credo che questo,almeno fino ad ora,possa essere ritenuto un "movimento".

Per essere tale,appunto,deve non solo "smuovere" qualcosa,ma anche "muovere" qualcos'altro,in questo caso,l'opinione pubblica.
E può farlo solo,o almeno ANCHE,rendendo evidenti le conseguenze che eventi del genere hanno sulla nostra vita nel suo concreto,dalla macro alla micro politica che influenzano direttamente scelte volte a sostenere vari aspetti dello stesso grande imbroglio.
Altrimenti,quell'evento sarà ancora percepito,e dalle moltitudini,come qualcosa di molto lontano dalla nostra quotidianità,ed è questo ciò che vuole il sistema di dominio:darci giusto quello spazio di vita in cui ci è anche concesso di metterlo in discussione,ma senza esagerare,e senza far luce sulle dirette conseguenze delle sue criminali decisioni.

Solo rendendoci conto di quanto,in realtà,la nostra vita è coinvolta nell'enormità dell'inganno,potremmo incidere su di esso e renderlo evidente.
Magari mi sbaglio,ma credo che sia così.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
florizel
Inviato: 18/5/2006 15:37  Aggiornato: 18/5/2006 15:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: Analisi di un complotto
cassandraCitazione:
la stragrande maggioranza dei giornalisti non è né corrotta, né ricattata, né complice. Semplicemente, sono condizionati a credere SOLO a ciò che lanciano le agenzie. Ciò che non è sulle agenzie, è falso.


Attenzione:quando parlo dell'abitudine a ricevere informazione solo dai canali ufficiali,non voglio in alcun modo tirare un segno d'eguale tra l'opinione pubblica e gli "addetti ai lavori".

Credo che sia impossibile,per chi è DENTRO la pratica informativa,non essere a conoscenza delle incongruenze o non vedere le connessioni tra gli eventi.
Tutti i thread di LC su Zucconi & co. parlano chiaro,da questo punto di vista.

In questo caso,il sistema si nutre di una rete di "connivenze" e "complicità",a loro volta occultate dalla "garanzia" (?!) del ruolo "rappresentativo" del giornalista di turno.

Insomma,per fare un lavoro accurato di discernimento,dovremmo dividere e ricongiungere,vagliare,districare al fine di rimettere insieme i pezzi di questo assurdo e criminoso puzzle.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Lestaat
Inviato: 18/5/2006 15:42  Aggiornato: 18/5/2006 15:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Analisi di un complotto
Florizel mi trovi completamente daccordo.
Non volevo essere particolarmente positivo, era per sottolineare che mi trovi daccordo quando dici che potrebbe essere la volta buona che nessuno si permetterebbe mai di cavalcare la questione che viene sollevate anche da noi, lasciandoci liberi da etichette e speculazioni.
E' talmente compromesso il mainstream che credo non appoggerà mai le tesi che vengono esposte qui su LC.
E' irritante, è un po' come combattere contro i mulini a vento ma è anche una grande opportunità per non cadere nelle stesse logiche che hanno rovinato altri movimenti.

PS
daccordissimo anche sul fatto che non è ancora un movimento e nel quadro di quanto penso credo anche che sia un bene non esserlo.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
mrn
Inviato: 18/5/2006 18:31  Aggiornato: 18/5/2006 18:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/12/2004
Da: Roma
Inviati: 92
 Re: Analisi di un complotto
Rileggendomi manca la sfumatura:
"potrebbero avere ragione in quest' ottica" intendevo che non si tratta di "rifiuto" (denied), ma di consapevolezza, in buona fede (delle menti solitamente critiche), nella incapacita tecnica e politica di farsi da soli il 911 (Vidal - ZMag), tanto più se la testa della piovra si trova fuori dal loro "raggio visivo" (il mossad non lo è, ma è "solo" uno dei tanti tentacoli!).


Le notizie sono come i formaggini. Le informazioni no!
nihon
Inviato: 19/5/2006 10:10  Aggiornato: 19/5/2006 10:10
So tutto
Iscritto: 19/5/2006
Da:
Inviati: 5
 Re: Analisi di un complotto
Ciao,

forse ho trovato una specie di gimaldello che fa forza sulla conoscenza della propria credulità.

Ti hanno chiesto: "Ma tu credi a quelle cose?!"

Perché non rispondergli: "E tu credi per esempio che Oswald abbia ucciso Kennedy?"
Se ci credono ancora, probabilmente bisogna fare un passo indietro e fargli vedere "JFK". Che è hollywoodiano, è stato girato da Oliver Stone, che sono elementi sufficienti a fare aprire le orecchie e considerare i fatti che vengono raccontati, per farsi infine un'idea indipendente. (infatti il film non dà risposte...)
Poi: "Perché non credi che sia stato Oswald a uccidere Kennedy? Eppure è la versione ufficiale. Basta non considerare le cose che hai visto con i tuoi stessi occhi, principalmente il filmato di Zapruder. Probabilmente se quel filmato non esistesse sarebbe molto più facile credere alla versione ufficiale."
Be' nel caso del WTC i filmati e le immagini sono tanti, di cui alcuni sotto sequestro. E ci sono tante domande che NON hanno risposta obiettiva. A voce c'è chi è capace di dire che ha visto i rottami dell'aereo e i cadaveri davanti al Pentagono, e ha anche fatto delle foto. Eppure filmati e foto di controprova ai 30 e più punti controversi non saltano fuori.
Greg

nihon
Inviato: 19/5/2006 10:11  Aggiornato: 19/5/2006 10:11
So tutto
Iscritto: 19/5/2006
Da:
Inviati: 5
 Re: Analisi di un complotto
Ciao,

a proposito della questione dell'acciaio da fondere con il Kerosene, mi pare un argomento assai debole e anche ridicolo.
L'acciaio fonde a 1500°C ma l'idea che mi figuro (e come me la gente che controbatte) è che l'acciaio si sia scaldato TANTO DA perdere la tenuta necessaria per infine cedere al peso dei piani superiori.
Mi pare un'osservazione fin troppo semplice, secondo me è ridicolo voler pretendere che l'acciaio abbia dovuto raggiungere la temperatura di fusione.
Che poi la colonna d'acciaio principale sia venuta giù a tocchettini invece di restare a svettare nel cielo, mi pare già sufficientemente assurdo.
Greg

nihon
Inviato: 19/5/2006 10:13  Aggiornato: 19/5/2006 10:13
So tutto
Iscritto: 19/5/2006
Da:
Inviati: 5
 Re: Analisi di un complotto
Ciao,

un'altra questione, giusto per rinforzare il dibattito.

Lo scenario delle cariche esplosive nel WTC prevede dunque che degli addetti, esperti dipendenti di una ottima compagnia di demolizioni, siano entrati nel WTC travestiti da addetti a qualcos'altro e abbiano piazzato le cariche alla Termite (che immagino siano cose abbastanza voluminose) in corrispondenza dei piloni, facendo finta di piazzare qualcos'altro.
E' così agghiacciante che mi sembra assurdo. Veramente, la mia mente si rifiuta di crederlo. Questa gente vive tranquilla a casa sua oggi? Chi li ha portati a fare una cosa del genere? Come gli hanno parlato? Ci sarà qualcuno che si è rifiutato? Forse gli hanno fatto credere che stavano facendo qualcos'altro e dopo il fatto li hanno minacciati? Mi sembra tanto ridicolo quanto gli uomini dell'organizzazione malvagia di Austin Powers 1.

Un'altra questione: il WTC 7 non è crollato da solo, nel video "pullit.wmv" non c'è Mr. Larry Silverstein, "padrone" del WTC, che dice ai pompieri di demolirlo? Sì, tanto era assicurato e per contentare l'assicurazione c'era la dichiarazione dei pompieri che l'incendio non era contenibile.
Certo, se le 2 torri hanno ricevuto un comando sincronizzato per venire giù, il posto di comando più probabile era proprio la sede CIA del WTC 7, che poi è stata subito e totalmente "ripulita".

Ah un'altra cosa che non mi torna: se il missile del Pentagono è esploso nel primo anello, facendo la fiammata e facendolo poi crollare, cos'è che ha fatto il foro nel terzo anello, oltrepassando il muro senza ne' esplodere nel cortile ne' forando il quarto anello?
Greg

nike
Inviato: 20/5/2006 14:11  Aggiornato: 20/5/2006 14:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/3/2006
Da:
Inviati: 845
 Re: Analisi di un complotto
Aldilà che l' articolo porta la data del 19 maggio quindi oso avanzare l'ipotesi che il buon Chiesa si sia preso del tempo per scriverlo, ma poteva sprecarsi un po' di più ?

E magari citare luogocomune.net per approfondimenti?

Il link a luogocomune appare tra i links amici, ma per " i più distratti " si poteva fare meglio?

Da Megachip democrazia nella comunicazione

La strategia del fumo negli occhi - 19-5-06

Ho guardato, riguardato, analizzato il "nuovo" video sul "Pentagono". Non è un video, sono alcuni fotogrammi separati, centellinati in modo molto accurato. Si vede, in più, rispetto a quello che avevamo già visto in precedenza, il muso di una fusoliera. Non sono stato in grado di misurare con esattezza le dimensioni reali di quel muso. Si potrà fare con opportune analisi dell'unica immagine disponibile. Ma fin d'ora si può dire, senza tema di smentita, che tra il muso di un Boeing 757-200 e quello che appare in quel fotogramma non c'è alcuna relazione. Quel fotogramma non smentisce niente. Anzi, rafforza e dimostra la tesi che non fu un Boeing a colpire il Pentagono.

Allora mi sono chiesto: ma se questa storia non risolve i problemi dei manipolatori, perchè l'hanno tirata fuori? E perchè proprio adesso?

E' un episodio da manuale della disinformazione. Il "video" lo vedranno in pochi. Pochissimi saranno in grado di capire cosa contiene. Ma i giornali titoleranno tutti - come in effetti hanno fatto - spiegando al grande pubblico che un "nuovo" video (che non è un video, appunto) rivela finalmente la verità sull'11 settembre.

Tutti leggeranno quel titolo e troveranno conferma a quello che già pensavano. Risultato: con una piccola, inesistente bufala, verrà ottenuto il grande risultato di confermare il falso. Ho fatto l'esperimento con alcuni amici, stimati e intellingenti. Ci hanno creduto. Fate anche voi la prova e scoprirete che, anche per il pubblico meglio informato (figuriamoci per il grande pubblico!) , funziona.

Funziona sempre.

Infine l'ultima domanda: perchè proprio adesso? Qui la risposta non è così facile e non è immediata. L'unica cosa che posso dire è che, negli Stati Uniti, e nel mondo, cresce il sospetto che la storia dell' 11 settembre, che i capi dell'Amministrazione Usa hanno fornito al mondo, non sia quella vera. Sono minoranze, ma assai vigili, e tenaci. Ai primi di Giugno, a Chicago, si terrà un grande incontro internazioale, al quale prenderanno parte decine di esperti, ricercatori, tecnici e studiosi, per raccogliere tutte le novità emerse da decine di ricerche e indagini indipendenti. Vedremo. Ma c'è a Washington qualcuno che teme che l'alone degl'increduli si allarghi. Ecco, forse, perchè proprio adesso ci regalano un fotogramma, compromettente per loro, ma che produrrà altro fumo, tanto fumo, per nascondere il fuoco che loro stessi hanno acceso.


di Giulietto Chiesa

Citazione:
Quelli che creano sono duri di cuore. Nietzsche, Friedrich. Così parlò Zarathustra: II, Dei compassionevoli

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA