Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


media : Appello a Gianni Riotta
Inviato da Redazione il 13/3/2006 23:40:09 (5965 letture)

Pensa che ingiustizia: una volta tanto uno si sforza di essere equilibrato, e di presentare i fatti come stanno, limitandosi poi ad avanzare educatamente dei dubbi, e si prende comunque del complottista in faccia da personaggi come Gianni Riotta. (Non direttamente, sia chiaro - noi per Riotta non contiamo nulla - ma alla fine è la stessa cosa).

Forse allora è meglio tornare a dire le cose come stanno. A Riotta, e a tutti quelli che giocano a difendere in ogni caso il sistema, indipendentemente dai riscontri oggettivi, più interessati a proteggere la loro posizione "di prestigio" che a mettere a disposizione del mondo la loro intelligenza.

La notizia di oggi - come viene generalmente passata in Italia, complice l'ANSA prima di tutti - è che "Milosevic forse assumeva medicine non adatte alla sua cura".

Il commento di Riotta, dal Corriere di oggi, è il seguente: "Il boia dei bosniaci e dei kosovari ha vinto la battaglia giudiziaria. Qualunque sia l'esito dell'autopsia, attacco cardiaco o suicidio, la leggenda è assicurata per i suoi seguaci, e già i siti Internet si riempiono di teorie del complotto, Milosevic «suicidato», come il coimputato serbo-croato Babic".

Ma la notizia originale [Anthony Deutsch, Associated Press - 3/13/2006 - 12:51:30] è questa: "THE HAGUE, Netherlands (March 13) - A Dutch toxicologist said Monday that Slobodan Milosevic was taking antibiotics that diluted prescriptions for heart ailments …

… and high blood pressure while he was pleading with a U.N. tribunal for permission to get treatment in Russia. Donald Uges said he found traces of rifampicin, an antituberculosis drug, in Milosevic's system earlier this year after the former Yugoslav leader did not respond to blood pressure medication given at the U.N. detention center. Rifampicin "makes the liver extremely active," possibly hindering the effectiveness of other medications. "If you're taking something, it breaks down very quickly," said Uges, who was asked by the tribunal to conduct an independent review. […]"

"Un tossicologo olandese ha detto lunedì [oggi] che Slobodan Milosevic prendeva antibiotici che diluivano [sminuivano l'effetto del] le medicine per il cuore e per l'alta pressione, mentre lui aveva chiesto a un tribunale delle Nazioni Unite il permesso di andarsi a curare in Russia. Donald Uges ha detto di aver trovato nel corpo di Milosevic, all'inizio dell'anno, tracce di Rifampicin, un antitubercolotico, dopo che Milosevic non aveva mostrato reazioni ad una cura per la pressione del sangue, somministratagli nella prigione delle Nazioni Unite. Il Rifampicin "rende il fegato estremamente attivo", e può diminuire l'efficacia di altre medicine. "Se stai prendendo qualcosa [qualche medicina], la distrugge [scompone chimicamente] molto in fretta", ha detto Uges, al quale il tribunale aveva chiesto un rapporto indipendente."

Allora, Signor Riotta, a che gioco giochiamo? Dove starebbe, qui, la "cospirazione"? Come si dice, in italiano, "assumere una medicina non prescritta"? Se uno potesse uscire tranquillamente, e andarsene in farmacia a comprare quello che vuole, la si potrebbe definire come minimo "disattenzione", come massimo "disprezzo per la vita". Ma quando uno dal carcere non può uscire, e le medicine "te le comprano gli altri", e poi te le danno senza accorgersi di darti proprio quella sbagliata, non si chiama per caso "avvelenare"?

E si è per caso accorto, Sig. Riotta, che nel frattempo - proprio la sera prima di morire, pare - Milosevic scrisse una lettera in cui accusava le autorità che lo detenevano di volerlo avvelenare?

E quanto fa, a casa sua, due più due? Perchè qui da noi, "in Internet", ha sempre fatto quattro.

Ma Internet non è un "luogo", Sig. Riotta, come lei vorrebbe tanto far credere, nel suo pacchiano tentativo di screditarlo ad ogni buona occasione. Internet è semplicemente un mezzo, quanto lo sono il suo telefono o il suo fax. Pensi, anche le parole che lei scrive, in realtà, si trovano in Internet.

Con la piccola differenza che qui le sue valgono tanto quanto le mie, o quelle di chiunque altro. Qui tutti possono parlare, rispondere, dire la loro, contestare magari quello che dice lei. E' forse questo - il fatto di non poter pontificare, protetto dalla "celebre scrivania" - che le dà così tanto fastidio?

Venga fra noi, Signor Riotta. Venga a confrontarsi con la gente normale - non sono alieni, mi creda, sono le stesse identiche persone che lei incontra in metrò, al mattino, quando va a lavorare - e metta la sua intelligenza, la sua esperienza e la sua conoscenza a disposizione della gente, e non di chi le paga lo stipendio.

Vedrà che qualche angelo saprà comunque ricompensarla, alla fine della fiera. Magari pure con tanto di interessi.

Massimo Mazzucco


VEDI ANCHE: "E' morto l'uomo cattivo".

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
XSD
Inviato: 14/3/2006 0:07  Aggiornato: 14/3/2006 0:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2006
Da: Roma
Inviati: 279
 Re: Appello a Gianni Riotta
Non credo ci sia neanche da discutere con le persone che difendono il sistema.

Il fatto è che comunque Internet rimane la loro arma se noi non lo usiamo per agire.

Se Internet è solo comunicazione informativa allora lo sfruttiamo per il 50% delle sue potenzialità.

Dobbiamo trovare, nel nostro piccolo, il metodo per agire in grande.

La conoscenza è potere solo se affiancata all'azione che mette in atto ciò che il cervello elabora una volta che si è informato.

Il problema rimane quello che comunque rimaniamo fissi davanti al monitor senza poter/voler fare nulla.

Dobbiamo trovare il modo di agire.

fantozzi
Inviato: 14/3/2006 1:01  Aggiornato: 14/3/2006 1:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/12/2005
Da: non da qui
Inviati: 154
 Re: Appello a Gianni Riotta
Citazione:
Milosevic aveva deciso di usare la corte di giustizia come una tribuna politica...

Capito cosa dice il signor Riotta?
Lui non aveva il diritto alla difesa?
Citazione:
Ironicamente, la superiorità del dollaro dipende dalla forza militare, e la forza militare deriva dall'egemonia del dollaro.

Ecco perche hanno fatto quella guerra nei balcani.Conoscete al mondo un altra polveriera piu grande?Con le basi americane in Romania mascherate da basi NATO,l'americanizzazione di tutti quei popoli che fino a 16 anni fa erano sotto l'influenza russa hanno messo in piedi una bella scacchiera intorno alla Russia.
Ma dalle mie parti si dice: "non svegliare corso che dorme".



P.S.Ma cercava di dire che si e suicidato per diventare un martire,un eroe?

il problema dell'umanita e che gli stupidi sono strasiguri di sè,mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi.
-bertrand russell-
fantozzi
Inviato: 14/3/2006 1:02  Aggiornato: 14/3/2006 1:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/12/2005
Da: non da qui
Inviati: 154
 Re: Appello a Gianni Riotta
Volevo dire "non svegliare l'orso che dorme"

il problema dell'umanita e che gli stupidi sono strasiguri di sè,mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi.
-bertrand russell-
edo
Inviato: 14/3/2006 8:51  Aggiornato: 14/3/2006 8:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Appello a Gianni Riotta
qui in sardegna solo il 50% degli utenti tv ha "acquistato" ( praticamente è gratis costa 5 euri, gli altri lo stato li da direttamente a paolo berluschin...) il decoder digitale terrestre, nonostante il termine per l'offerta di acquisto sia scaduto e rinnovato e si faccia una certa pubblicità perchè ce ne si doti!
forse l'altro 50% è quello che comincia a considerare la tv un ingombrante elettrodomestico da regalare ai più bisognosi?
se così comincia ad essere, se fossi riotta o uno zucconi qualunque comincerei a preoccuparmi, anche perchè oggi spesso i loro giornali vengono acquistati in funzione del dvd che viene proposto in allegato.

goldstein
Inviato: 14/3/2006 9:04  Aggiornato: 14/3/2006 9:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/11/2004
Da:
Inviati: 2827
 Re: Appello a Gianni Riotta
Ansa: SI INFITTISCE MISTERO SULLE CAUSE DELLA MORTE DI MILOSEVIC
CDS: Lettera di Milosevic: «Mi danno dei farmaci»
IGN:SERBIA: MORTE MILOSEVIC, AVVOCATO VERGES ATTACCA TPI
La Stampa: Milosevic è morto d'infarto, ma restano lati oscuri
MosNews: La Russia non si fida dei risultati dell'autopsia, dice il Ministro degli Esteri

Solo per il Bilderberger è tutto chiarissimo, come sempre: chissà perchè.

hi-speed
Inviato: 14/3/2006 11:25  Aggiornato: 14/3/2006 11:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Appello a Gianni Riotta
Non doveva essere una gran commento perchè l'hanno tolto dal link.
Qualcuno l'ha salvato?
Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Santaruina
Inviato: 14/3/2006 12:01  Aggiornato: 14/3/2006 12:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 13/10/2004
Da: Sud Europa
Inviati: 5123
 Re: Appello a Gianni Riotta
e già i siti Internet si riempiono di teorie del complotto

Quello dei “siti internet” viene descritto da alcuni giornalisti alla pari di una realtà metafisica, un mondo a parte dove regna l’irrazionale e dove trovano sfogo le pulsioni più oscure degli esseri umani.

Il giornalista Gianni Riotta è sufficientemente intelligente per saper distinguere tra una generica “teoria del complotto” e delle inchieste che cercano, analizzando tutti gli elementi a disposizione, di vedere chiaro laggiù dove persistono delle zone d’ombra.

Il fatto che gli organi di stampa ufficiali portino avanti un deliberato tentativo di occultamento della verità è dimostrato dal fatto che ogni qualvolta emergano dei dubbi sulle varie “versioni ufficiali” partono in massa i disinformatori professionisti che si affrettano ad accomunare ogni tentativo di analisi alternativa alle generiche “teorie del complotto”, secondo uno schema sempre uguale in cui vengono ripetuti in modo ossessivo sempre gli stessi argomenti.

Si parla dell’incapacità dei “teorici del complotto” di comprendere la realtà, si citano le teorie sugli alieni, l’antisemitismo, i falsi protocolli di Sion, qualche elemento di colore quale può essere la teoria che Elvis sia ancora vivo, e si chiude il tutto con l’immancabile “Pendolo di Focault” di Umberto Eco.

Lo schema è sempre lo stesso, studiato a tavolino, nel chiaro tentativo di far convergere in un unico calderone le teorie più bislacche con le ricerche più serie.

Ma è un lavoro sempre più complesso, mano a mano che sempre più verità emergono.

Blessed be

-o- Ama e fa' ciò che vuoi -o-
Ivy
Inviato: 14/3/2006 12:11  Aggiornato: 14/3/2006 12:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/7/2005
Da: Cantù [VAAAAAAAAAAAAAAA BENE!]
Inviati: 335
 Re: Appello a Gianni Riotta
Ormai screditare Internet è diventata una moda, se è scritto su Internet allora non è necessariamente serio e attendibile...
Si cerca di ritorcere contro il mezzo ciò che in realtà lo rende insostituibile: il fatto di dare voce a tutti (e secondo alcuni questi "tutti" nemmeno avrebbero il diritto di parlare...).

Il diritto di parlare lo hanno tutti, per fortuna, solo che c'è chi lo sa sfruttare al meglio (si, magari anche incontrandosi su Internet con altre persone, discutendo, cercando di capire), e chi non lo sa usare, e lo sfrutta per soli fini personali, con l'aggravante della posizione dominante ("i media" che governano il flusso di informazioni)...

Nessun commento per comportamenti simili...

We live in the age of the overworked, and the under-educated; the age in which people are so industrious that they become absolutely stupid. Oscar Wilde
bigdaddy
Inviato: 14/3/2006 12:33  Aggiornato: 14/3/2006 12:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/1/2006
Da: roma
Inviati: 293
 Re: Appello a Gianni Riotta
La guerra ad internet sta passando anche per il pentagono, come già visto.
E' comunque difficile immaginare che internet diventi una fonte realmente diffusa al punto da poterla considerare una fonte di opinioni democraticamente diffuse.
Si, è vero, il controllo dei siti non c'è, o almeno, è possibile dire cose contrarie alla politica del regime, ma comunque il poterlo fare non è propriamente alla portata di tutti, vuoi per questioni culturali, vuoi per questioni di risorse economiche, vuoi per incapacità tecniche.
Ciononostante abbiamo questo strumento e dobbiamo usarlo al meglio, anche se credo che quando cominceremo a passare dal leggere/scrivere all'agire concretamente anche nel mondo reale, allora si, il regime comincerà a reagire lanciando i suoi strali...
Penso, al pari di XSD, che ci sia un reale e concreto bisogno di passare all'azione, cercando soprattuto di fare da "ponte" tra le informazioni che noi navigatori controcorrente reperiamo ed i nostri amici/conoscenti che sono completamente avulsi dal contesto internet, prima che mamma TV li richiami all'ordine definitivamente.
E' veramente triste sentirsi rispondere da un interlocutore quando gli si chiede se una cosa è vera "come no ! lo hanno detto al telegiornale !"

Votarsi alla materia Frantuma le anime

Trovarsi nello spirito Unisce gli uomini

Vedere sé nell'altro Edifica mondi
Paxtibi
Inviato: 14/3/2006 12:36  Aggiornato: 14/3/2006 12:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Appello a Gianni Riotta
Quello dei “siti internet” viene descritto da alcuni giornalisti alla pari di una realtà metafisica, un mondo a parte dove regna l’irrazionale e dove trovano sfogo le pulsioni più oscure degli esseri umani.

Saranno passati dal Badombe's corner...


hi-speed
Inviato: 14/3/2006 12:50  Aggiornato: 14/3/2006 12:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Appello a Gianni Riotta
Inserisco l'articolo di Riotta

MILOSEVIC, IL PROCESSO CHE NON FUNZIONÒ

da Corriere della Sera del 13 marzo 2006, pag. 1
di Gianni Riotta
Chi, come noi, ha sostenuto la Corte penale internazionale contro gli abusi ai diritti umani, la missione alleata che mise fine alle stragi e ai pogrom nei Balcani e ha denunciato senza ritardi le colpe del despota serbo Slobodan Milosevic, non può che giudicare l'esito fatale del processo a suo carico all'Aja come una delusione e una sconfitta. Per il tribunale, per il diritto e soprattutto per le centinaia di migliaia di vittime, che si vedono negata giustizia. La morte di Milosevic appare già sui giornali di Belgrado come destino vincente di un eroe. Perfino la radio storica dell'opposizione, B92, riceve messaggi di cordoglio. La famiglia si prepara a celebrare le esequie del «martire» e la causa nazionalista, i crociati sconfitti di persecuzioni, pulizia etnica, torture e stupri, si scaldano in Serbia.

Il boia dei bosniaci e dei kosovari ha vinto la battaglia giudiziaria. Qualunque sia l'esito dell'autopsia, attacco cardiaco o suicidio, la leggenda è assicurata per i suoi seguaci, e già i siti Internet si riempiono di teorie del complotto, Milosevic «suicidato», come il coimputato serbo-croato Babic. Davanti a uno scacco così grave stupisce quanto la procuratrice capo della Corte dell'Aja, signora Carla Del Ponte, dichiara in un'intervista su Repubblica a Liana Milella: «Non ho avuto assolutamente alcun ripensamento. Neppure oggi. Se avessi la possibilità di tornare indietro, rifarei esattamente tutto quello che ho fatto. Imposterei le mie indagini e il mio atto di accusa proprio nello stesso modo». Questa cocciutaggine, spinta a un filo dall'arroganza, è il tallone di Achille di una magistrata altrimenti coraggiosa e esperta. Sul suo ingenuo piacere di credersi «tutta d'un pezzo» Milosevic ha costruito una strategia difensiva che la morte ha premiato, beffando la giustizia.

Qualche mese fa provammo a spiegare perché, sulla linea Del Ponte, il processo Milosevic era avviato a sicuro fallimento, raccomandando l'immediato cambiamento di rotta e auspicando che al processo per i crimini contro l'umanità a Bagdad, alla sbarra Saddam Hussein, non si seguissero le orme dell'Aja. La procuratrice capo rispose con una lunga lettera dai toni irridenti, il cui contenuto si può condensare in «lasciatemi lavorare, ragazzini». Che abbia lavorato male non avevamo dubbi e, poiché la sua sconsolata ammissione «il processo purtroppo è finito», non è seguito da alcuna autocritica, c'è da temere per il futuro del tribunale. Non riproporremo ai lettori - e alla signora Del Ponte - le nostre obiezioni comprovate dai fatti.

Citeremo, dalla stessa pagina di Repubblica, un ottimo intervento del primo presidente del tribunale dell'Aja, Antonio Cassese: «Il procuratore e i giudici non si sono resi conto che era necessario evitare un megaprocesso... Milosevic aveva deciso di usare la corte di giustizia come una tribuna politica... bisognava spezzare i tre filoni dell'accusa (Kosovo, Bosnia-Erzegovina e Croazia) in tre distinti processi, ciascuno breve e concentrato. L'accorpamento dei tre ha portato invece a un processo troppo lungo e faticoso». E' una perfetta disamina della débâcle Milosevic.
E' dunque tutto perduto? No. La strada faticosa per una giustizia internazionale contro i crimini perpetrati dai dittatori e dai criminali di guerra continua, malgrado la battuta d'arresto sofferta a L'Aja.

Occorre però adesso stringere i tempi per la cattura e la messa alla sbarra dei complici di Milosevic, Karadzic e Mladic, sulle cui mani pesa il sangue di Srebrenica, costringendo i loro padrini serbi e croati a consegnarli, se la marcia di integrazione verso l'Europa vuole proseguire. Ma il processo a loro carico deve essere diverso dal pasticcio Milosevic, niente 66 capi d'accusa, un reato preciso alla volta. I tribunali internazionali, ecco il tono sottile cui la signora Del Ponte è sorda, si celebrano non solo tra cavilli giuridici, ma soprattutto nel foro globale dell'opinione pubblica. Milosevic ha puntato lì le sue carte e, despota duro fino alla fine, ha vinto, eludendo la condanna.

Gli americani, la cui opposizione pregiudiziale alla Corte penale internazionale ha contribuito a complicare i dossier dell'Aja, hanno imparato la lezione e giudicano Saddam su un capo d'accusa snello e preciso. Una condanna in tempi brevi per Karadzic e Mladic potrebbe riequilibrare la vergogna della morte senza sentenza, dopo oltre quattro anni di processo e con ancora due di dibattimento previsti, per Slobodan Milosevic, il duce di Belgrado. Lette le intenzioni della procuratrice Del Ponte di continuare come se nulla fosse, dubitiamo però che, con lei al timone, avremo mai una sentenza per i due boia. E ci stringe il cuore, ripensando alla mattanza tragica dei Balcani, cuore della nostra Europa.

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
franco8
Inviato: 14/3/2006 13:28  Aggiornato: 14/3/2006 13:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/12/2005
Da:
Inviati: 1561
 Re: Appello a Gianni Riotta
Un appello a Gianni Riotta penso sia inutile (chi lo conosce, lo evita)
Almeno finchè scrive quello che scrive.. va semplicemente ignorato.

Forse un appello ai lettori di Riotta...?

.... ....io non mi definisco affatto volentieri ateo, non più di quanto io sia a-MickeyMouse.
..
(detto, fatto)
fiammifero
Inviato: 14/3/2006 13:30  Aggiornato: 14/3/2006 13:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/2/2005
Da: ROMA
Inviati: 5691
 Re: Appello a Gianni Riotta
Stati Uniti - 2006-03-14 12:59:00
Governo contro Google: inizia il processo

Inizia oggi il processo intentato dal governo degli Stati Uniti ai danni di Google, il motore di ricerca che si era rifiutato di fornire archivi e dati registrati. Il dipartimento di Giustizia vuole che Google consegni la lista degli items ricercati ogni settimana, affermando che questi dati aiuterebbero le indagini della polizia. Ma Google ribatte che la consegna dei dati richiesti sarebbe una violazione della privacy dei propri utenti e comprometterebbe gli affari. Richieste simili erano state fatte anche ad altre importanti aziende di internet, come Microsoft, Yahoo e Aol.

Forse per questo Riotta è leggermente reticente?

Citazione:
le cose di cui ci sentiamo assolutamente certi non sono mai vere (Oscar Wilde)
spettatore
Inviato: 14/3/2006 15:16  Aggiornato: 14/3/2006 15:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Appello a Gianni Riotta
A Mazzù....
perchè perdi tempo e spazio sulla banda per dare importanza a chi importanza non ha? Chi legge il Corriere o lo fa per credere in quello che legge, o lo fa per farsi due risate e nello stesso tempo, monitorare il livello di erosione dell'altrui intelligenza. Ti esorto, quindi, a negare spazio e tempo ai Riotta, Teodori, Zucconi, ed affini.
Abbiamo altro da fare.


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
fedor
Inviato: 14/3/2006 15:47  Aggiornato: 14/3/2006 15:47
So tutto
Iscritto: 7/3/2006
Da: campagna piemontese
Inviati: 29
 Re: Appello a Gianni Riotta
Chi come me ieri sera su RAI3 (mezzanotte circa, paradossalmente ai soli nottambuli è concesso uno squarcio di luce..) ha visto il programma su Robert Baer, la "spia che sapeva troppo" della CIA, ha potuto constatare l'ennesima figuraccia del compassato Gianni..
La trasmissione trattava di argomenti affatto nuovi, se non per i più boccaloni, e anzi erano ormai temi sulla bocca di tutti, negli occhi di tutti (la storia di Robert Baer è alla base di "Syriana"), ma neppure in quella situazione Gianni ha dato un sussulto i vita.
Ha preferito anzi unirsi al coro di scettici che invece di porre seri interrogativi su delle AZIONI CRIMINALI di cui non vogliamo più essere COMPLICI, preferisce gettare discredito su qualunque voce fuori dal coro..

Cazzo.

fedor
Inviato: 14/3/2006 15:50  Aggiornato: 14/3/2006 15:50
So tutto
Iscritto: 7/3/2006
Da: campagna piemontese
Inviati: 29
 Re: Appello a Gianni Riotta
Ah, "Cazzo" non è la firma..

vulcan
Inviato: 14/3/2006 16:41  Aggiornato: 14/3/2006 16:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/1/2005
Da: Sardigna
Inviati: 2092
 Re: Appello a Gianni Riotta
XSDCitazione:
Il fatto è che comunque Internet rimane la loro arma se noi non lo usiamo per agire.


.. portare internet fuori da internet ..
"cambio abito e mi metto giacca e cravatta!"

"Indaga le parole a partire dalle cose e non le cose a partire dalle parole." Misone
alcenero
Inviato: 14/3/2006 18:24  Aggiornato: 14/3/2006 18:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/12/2005
Da: Grassy Knoll
Inviati: 318
 Re: Appello a Gianni Riotta
Non ce la faccio più a sentire squalificare qualunque opinione o inchiesta con l'etichetta di teoria del complotto, Uno non può più porsi alcun interrogativo su ciò che succede che viene definito complottista.

Certa gente crede che tutto avvenga alla luce del sole. Ma se fosse così non ci sarebbero nemmeno i tribunali e la polizia.
Basterebbe andare da un accusato di qualcosa e chiedere " sei stato tu?" "io? ma no!!! Non sarai mica un complottista eh?".

E per sapere i colpevoli chiedere a Riotta che dirà, a seconda del caso e senza alcun bisogno di portare prove, "morte naturale", "Osama bin Laden" "Al Zarqawi" "l'uomo nero" ("alcenero").
E tutto sarebbe a posto.

L'unico tiranno che accetto in questo mondo è la voce silenziosa dentro di me. M.K.Gandhi
shevek
Inviato: 14/3/2006 19:51  Aggiornato: 14/3/2006 19:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/4/2005
Da: Napoli
Inviati: 1249
 Re: Appello a Gianni Riotta
Salut y Libertad, gente...

Internet oggi riceve lo stesso livello di squalifica che, negli anni sessanta/settanta, subivano i da-tse-bao ed i volantini. All'epoca ciò accadeva perché molti non credevano più ai media ufficiali (do you remember il manifesto "la radio ment" del '68 parigino?) e davano molta più credibilità a queste forme di autogestione popolare della comunicazione. Mi sa che la storia si ripete...

Shevek

"Il potere è l'immondizia nella storia degli umani" - F. Guccini
www.portadimassa.net - WEB-TV e non solo di Filosofia
tucano
Inviato: 14/3/2006 19:55  Aggiornato: 14/3/2006 19:55
So tutto
Iscritto: 1/11/2005
Da:
Inviati: 21
 Re: Appello a Gianni Riotta
Non sapremo mai se Milosevic sia stato avvelenato o meno, ma di un fatto sono assolutamente certo, Riotta è avvelenatissimo, terminale, comatoso, versa in condizioni pietose per aver assunto dosi letali di propaganda fabbricata dagli spin doctors tedeschi e soprattutto americani (il signor Ruder Finn su tutti). Ma come si può rigirare la frittata cosi platealmente? Evidentemente si può ... Pensate che alla notizia della morte di Milosevic, il primo pensiero di tutte le persone informate su ciò che è avvenuto durante la crisi jugoslava, deve essere stato " ... ma pensa un po che razza di culo hanno avuto i giudici de l'Aja! ...". Per l'indomito Riotta no! L'unico giornalista sulla terra che non si era ancora reso conto dell'empasse creatosi alla corte internazionale (rifiutata sdegnosamente dagli americani, furbi loro!), del pietoso arrancare dei giudici di fronte ad un uomo solo che si è difeso da solo contro tutti. Tutti noi abbiamo provato sollievo per la Del Ponte e soci alla notizia del decesso del "macellaio dei balcani" ... condannato senza processo come si può evincere dai titoli dei maggiori quotidiani del mondo. Signor Riotta lei mi fa pena, sinceramente ...

edo
Inviato: 14/3/2006 20:13  Aggiornato: 14/3/2006 20:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Appello a Gianni Riotta
riotta è solo uno stabilizzatore come hallam, zucconi, etc.
quando la situazione lo richiede, agiscono. la logica di cui sono paladini è: il più forte ha sempre ragione.
anche nei lager nazisti tutti i referti medici dei deceduti riportavano la stessa diagnosi: decesso per arresto cardiaco, che poi questo arresto fosse causato da una iniezione di benzina era trascurabile, ovvio!

Redazione
Inviato: 14/3/2006 20:26  Aggiornato: 14/3/2006 20:26
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Appello a Gianni Riotta
SPETTATORE: Quando scrivo un "appello a Riotta", l'ultima persona che mi interessa che lo legga è Riotta. Idem per Zucconi, Teodori, Facchetti, Tagnin, Guarneri, Picchi, Jair, Mazzola, (chi era il centravanti?), Suarez, Corso.

In ogni caso, "PER CHI FOSSE INTERESSATO", gianni.Riotta@rcsnewyork.com

winston
Inviato: 16/3/2006 15:37  Aggiornato: 16/3/2006 16:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/10/2005
Da: Eurasia
Inviati: 392
 Re: Riotta & crimini di guerra
OT, ma mica tanto:

Irruzione forze US
,
uccisa famiglia di 13, compreso 5 bambini;
dal Washington Post di oggi...


Crimine di guerra?
Qualcuno finirà in tribunale?
Improbabile…

Cambiano attori & protagonisti,
ma è uno spettacolo collaudato…

La premiata Compagnia Liberatori
è sulla scena dal 1898,
tutto esaurito per kolossal '17 & '45.

Testimonials sempre presenti:
vecchi residui, molti recenti,
alcuni venduti,
altri cornuti & contenti!

"Chi controlla il presente controlla il passato, chi controlla il passato controlla il futuro" Orwell, 1984
winston
Inviato: 16/3/2006 18:24  Aggiornato: 16/3/2006 18:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/10/2005
Da: Eurasia
Inviati: 392
 Re: Appello a Riotta
...da mettersi in rima?

citazione MM: E quanto fa, a casa sua, due più due?
Non necessariamente Quattro.
Riotta ha studiato Logica a Palermo & Giornalismo alla Columbia.

citazione, Riotta, e già i siti Internet si riempiono di teorie del complotto….
Quali censori del pessimo gusto come non tirare le orecchie al nostro per il rutto in questione?

Giusto!
Ma che, ci si ferma alla pagliuzza complottista per non vedere il cumulo di travi ?!?

Forse vale la pena scorrerne i passi salienti:

Chi, come noi, ha sostenuto la Corte penale…
Zitti & mosca quando gli USA si sono chiamati fuori dal vero Tribunale Int.le..
e ha denunciato senza ritardi
cioè, non appena conveniente (corriere della serva)
le colpe del despota serbo Slobodan Milosevic
eletto & sconfitto elettoralmente (quasi all’americana)
la missione alleata
leggi boss & lacchè
che mise fine alle stragi e ai pogrom nei Balcani
leggi pompiere piromane
La morte di Milosevic appare già sui giornali di Belgrado come destino vincente di un eroe.
Ma come… non era il despota?
Perfino la radio storica dell'opposizione, B92,
Longa manus di Soros, vecchio grimaldello USA
i crociati sconfitti di persecuzioni, pulizia etnica, torture e stupri,
sterminio di Albigesi, Notte di San Barolomeo & Strage degli Innocenti…
Il boia dei bosniaci e dei kosovari
Ipse (riotta) dixit. Izerbegovitch, Trujiman, UCK… Todos caballeros!
ha vinto la battaglia giudiziaria
certamente con onore, ridicolizzando corte & testimoni: processualmente Davide & Golia
Citeremo, da Repubblica, l’ ottimo… presidente del tribunale dell'Aja, Antonio Cassese
Il gatto & la volpe. La Banda Bassotti che si autoreferenzia.
Occorre però adesso stringere i tempi per la cattura (...) dei complici di Milosevic,
Che bisogno c’era di un processo se riotta sa già tutto?
Karadzic e Mladic, sulle cui mani pesa il sangue di Srebrenica
Nomi, cognomi, indirizzo! Motivante & Alibi? Non intralciamo il giustiziere della “Notte”
Gli americani…hanno imparato la lezione e giudicano Saddam su un capo d'accusa snello
Lezione della vecchia scuola di Charles Lynch... Quando si dice "un capo snello"...
per Slobodan Milosevic, il duce di Belgrado
...vuoi metter col Conducator del Texas?
E ci stringe il cuore, ... alla mattanza tragica dei Balcani, cuore della nostra Europa.
.. E già…Sigh... Come dicono a Napoli: chiagne e fotti!
US lynching parties

"Chi controlla il presente controlla il passato, chi controlla il passato controlla il futuro" Orwell, 1984

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA