Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


11 settembre : Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso della ragione
Inviato da Redazione il 4/1/2011 8:50:00 (31661 letture)

PUBBLICATA LA SECONDA PARTE

Abbiamo intervistato Jim Fetzer, uno dei “padri fondatori” della cosiddetta teoria “no planes”, per cercare di capire qualcosa di più su questo aspetto controverso dell’11 settembre, che sembra non trovare pace sui forum di Internet.

Jim Fetzer è Professor Emeritus all’Università del Minnesota, dove ha insegnato Logica e Filosofia della Scienza per oltre 20 anni. E’ stato il fondatore di Scholars for 9/11 Truth insieme a Steven Jones, prima di entare in rotta con il Movimento dei Truthers a causa delle sue teorie considerate "troppo estreme" dalla maggioranza dei suoi membri. In passato Fetzer, che nella vita ha scritto una trentina di libri sugli argomenti più diversi, è stato uno dei ricercatori che ha maggiormente approfondito il caso Kennedy. In particolare si è distinto, insieme ad altri autori, per la dettagliata analisi tecnica che dimostrerebbe la sostanziale manipolazione del filmato di Zapruder da parte del governo americano. Riguardo all’11 settembre, Fetzer si dichiara un sostenitore della teoria “no planes”.

E dobbiamo dire, riguardo a questo, che per la prima volta in assoluto siamo riusciti ad avere un dialogo civile e costruttivo con un sostenitore di questa teoria. Fino ad oggi ci eravamo scontrati soltanto con personaggi più o meno fanatici e invasati, che ti urlavano in faccia “Ma come fai a non vedere che le immagini televisive sono un falso colossale?”, ma poi non riuscivano a darti una sola spiegazione sensata su quelle che sarebbero le presunte anomalie contenute in questi video.

La cosa più triste è che non solo costoro pretendono che tu capisca quello che nemmeno loro probabilmente hanno ben chiaro, ma arrivano ad accusare apertamente il nostro sito di fare “disinformazione”, solo perchè non appoggiamo le loro teorie. (Come se accusando gli altri di diffondere informazioni false si rinforzasse automaticamente la credibilità delle proprie).

A noi in realtà interessa prima di tutto capire, e Jim Fetzer ha dimostrato che si può ragionare nel pieno rispetto delle opinioni altrui, ed arrivare comunque a stabilire un terreno comune, senza per questo doversi trovare d’accordo su tutto. In fondo, non dimentichiamolo mai, non sta al normale cittadino di spiegare cosa è successo l’11 di settembre.

***

INTERVISTA A JIM FETZER – 2 gennaio 2011 – (PRIMA PARTE)





TRADUZIONE

M.M.: Sono Massimo Mazzucco di luogocomune.net, e parliamo oggi con Jim Fetzer della cosiddetta teoria “no planes”. Prima di tutto vorrei chiederle questo: lei si sente di esprimere la posizione generale dei cosiddetti “no planers”, oppure si trova in contrasto con qualcuno di loro su un qualunque argomento specifico della questione?

J.F.: Domanda interessante, Max. Io probabilmente mi trovo in una posizione abbastanza centrale, rispetto alla cosiddetta questione “no planes”, che in realtà si articola intorno a presunte anomalie in tutti e quattro i presunti luoghi degli schianti aerei.

M.M.: Partiamo allora dal volo United 175, …

… che è quello che normalmente si trova al centro di tutte le discussioni che ci sono in giro.

J.F.: Diciamo questo, in relazione al volo 175 che ha colpito la Torre Sud, ci sono posizioni diverse su come sarebbe stato fatto. Ed è su questo argomento che ci sono i contrasti più forti all’interno dei “no planers”.

M.M.: Come sappiamo, in questo tipo di situazioni cerchiamo sempre di tenere separato l’aspetto della critica dall’aspetto delle possibili soluzioni. Quindi sarebbe meglio prima di tutto cercare di identificare i punti in comune condivisi da tutti coloro che sostengono la teoria “no planes”, e poi casomai si possono indicare le possibili soluzioni… Io faccio la stessa cosa quando parlo dell’ 11 settembre: prima elenco i punti più importanti della nostra critica, e alla fine mi sento domandare: “E allora chi è stato? “ E io dico: “Calma, questo è un altro problema. Non sono io che devo dare quella risposta, io non sono l’FBI, e non sono un terrorista, quindi non chiedetelo a me. Posso darvi la mia opinione, ma questo è un’altra cosa. Direi che è meglio fare la stessa cosa anche qui. Vede, c’è una parola in particolare che attira la mia attenzione, ed è la parola “falso televisivo”. È il passaggio fra “c’è qualcosa che non va nel modo in cui gli aerei penetrano gli edifici”, oppure “c’è qualcosa che non va con la loro velocità“, alla effettiva convinzione, o sensazione, che ci sia stata una manipolazione delle immagini. Io non ho problemi nel vedere certi problemi, ma da lì ad affermare che c’è stata una manipolazione delle immagini, questo per me è difficile.

J.F.: Ci sono diverse teorie sul modo in cui è stato fatto. Una suggerisce che sia stata utilizzata una sovrapposizione delle immagini video [un fotomontaggio, praticamente]. Questa teoria è stata appoggiata soprattutto da Ace Baker, un musicista di Los Angeles, se vuole la posso mettere in contatto con lui. E’ un personaggio decisamente brillante, ma è un pò “instabile”. Una volta ad esempio, quando lo stavo intervistando per un mio programma radiofonico, alla fine del 2008, o 2009, lui ha finto di suicidarsi durante la mia trasmissione. Io sono arrivato a chiamare la polizia di Los Angeles, che è andata sul posto, ma ha scoperto che era vivo e stava benissimo. Lui ha sostenuto che questa era “performance art”, e disse che io mi meritavo questo tipo di trattamento perchè non avevo sostenuto con sufficiente vigore la sua particolare teoria su come sarebbero avvenuti i fatti.

M.M.: E lei vorrebbe mettermi in contatto con lui? Grazie! Lei è davvero una persona gentile!

J.F.: [ride]. Okay. Secondo la sua teoria, fra il momento in cui hanno registrato le immagini reali e il ritardo con cui sono andate in onda, di circa 7-14 secondi, avrebbero inserito le immagini da sovrapporre a quelle reali. E questa sarebbe una teoria. La seconda alternativa nasce dal fatto che ci sono tutte queste testimonianze confuse, che vanno da un estremo all’altro… c’è un certo Andrew Johnson, uno stretto collaboratore di Judy Wood, che ha analizzato una raccolta fatta dal New York Times con più di 500 testimonianze. E si va da un estremo all’altro, molti che dicono di aver visto l’aereo della United che ha colpito la Torre Sud, e c’è chi ha visto un missile partire dall’edificio Woolworth e colpire la Torre Nord. Ce n’è almeno uno per ciascuno. Fra gli altri testimoni, c’è chi non ha visto nessun aereo, chi ha visto un grande aereo, chi ha visto un piccolo aereo, chi ha visto un aereo passeggeri, chi ha visto un aereo militare, quindi [queste testimonianze] non sono del tutto inutili, ma sono praticamente inutilizzabili. Non abbiamo certamente delle testimonianze consistenti da queste persone.

M.M.: Dobbiamo inoltre considerare la possibile presenza di disinformatori, in mezzo alla gente.

J.F.: Certamente! Ci sono state delle scene chiaramente preparate, come il tizio della Harley che si precipita a spiegare cosa è successo, e dice che il calore degli incendi era troppo forte, e questo ho fatto piegare l’acciaio, dando inizio al crollo di un piano sopra l’altro…

M.M.: Molte grazie!

J.F.: Certo, per fortuna che c’era lui! Perché nel frattempo tutti gli altri erano rimasti interdetti, compreso tutti i fisici e gli ingegneri del paese… eccetto forse quelli coinvolti nel progetto. Quindi ci sono tre teorie. Una è la sovrapposizione delle immagini video. Una è che ci fosse una vera immagine che la gente vedeva, ma era una proiezione, un’immagine olografica. I più forti sostenitori di questa ipotesi sono John Lear, uno dei piloti più famosi del nostro paese, e un tizio che si chiama Grossman, non ricordo il nome, che ha pubblicato un pezzo sulla fisica degli impatti…

R.P.: Mi scusi, è Steven Grossman? Ha scritto una ricerca sulla fisica degli impatti degli aerei con le torri…

J.F.: Si, è lui, ha fatto questa ricerca sulla fisica degli impatti, che si può trovare on-line. È una persona particolarmente brillante, e anche lui supporta la teoria degli ologrammi. La teoria degli ologrammi è attraente da diversi punti di vista. Prima di tutto, può spiegare i testimoni che dicono di aver visto “qualcosa che sembrava un aereo”. In secondo luogo, un ologramma può volare più veloce di un qualsiasi aereo passeggeri, riuscendo così a spiegare la velocità impossibile che si rileva dai filmati del volo 175. In terzo luogo, l’ologramma è in grado di penetrare un edificio violando le leggi di Newton, e quindi potrebbe attraversare senza fatica questa massiccia struttura di 500 mila tonnellate di acciaio e cemento. Inoltre percorre nello stesso numero di fotogrammi tutta la propria lunghezza nell’edificio, come la percorrerebbe se fosse in aria… Questi sono tutti problemi fondamentali che vengano risolti dalla teoria.

M.M.: Resterebbe da dare una forma precisa al foro di entrata, cosa che presumo altri sostengono che sia possibile…

J.F.: Certamente, la preparazione è stata molto accurata, e sembra che avessero un qualche tipo di carica esplosiva posizionata a questo scopo. La cosa è particolarmente interessante perché il volo 175 entra con una certa inclinazione, andando a colpire otto piani diversi della Torre Sud. In ciascuno di quei piani ci sono non soltanto le traverse di acciaio, che collegavano le colonne centrali alla struttura esterna, ma erano fatti di cemento. Stiamo quindi parlando di qualcosa probabilmente più grande di due ettari di cemento, che offrono una resistenza in senso orizzontale, sommata alle colonne portanti, alle traverse d’acciaio, eccetera eccetera… L’aereo quindi ha incontrato una enorme resistenza in senso orizzontale, e avrebbe dovuto accartocciarsi vistosamente. Alcune parti dell’aereo potrebbero anche essere entrate nell’edificio, con uno sforzo relativamente ridotto, in particolare i due enormi motori, ma la maggior parte dell’aereo… La punta dopotutto è la parte più fragile dell’aereo, le ali avrebbero dovuto staccarsi, la coda avrebbe dovuto accartocciarsi come una lattina di birra contro un muro di mattoni, mentre i corpi, i sedili e le valigie cascavano al suolo, mentre nulla di tutto questo è successo. E questa è forse l’indicazione più potente che siamo di fronte ad un qualche tipo di falsificazione. Ora vorrei chiarire bene la parola “falsificazione”, che è dove lei trova delle difficoltà. Secondo me, un uso qualunque delle immagini televisive con lo scopo di dare una impressione fasulla [degli eventi] si può definire falsificazione. Non deve essere stata per forza una sovrapposizione di immagini video, per essere definito un “falso televisivo”, anche se da un punto di vista tecnico, in senso più stretto, ci dovrebbe essere stato un qualche utilizzo delle immagini TV. Se ad esempio proiettano immagini (nel cielo), le riprendono e ci dicono che sono veri aerei che colpiscono gli edifici, allora quel termine, nel senso che do alla parola, è un falso televisivo.

M.M.: Bene, questo mi aiuta molto, e condivido questa posizione. Non deve essere per forza un CGI, una sovrapposizione di immagini. Può esserlo, ma non è necessario che lo sia.

J.F.: Giusto, giusto. Sono contento che abbia parlato di CGI. Questa sarebbe un’altra alternativa, ma qualunque siano le differenze, stiamo parlando più o meno della stessa cosa. Il concetto è che aggiungono immagini in tempo reale, oppure le hanno aggiunte dopo la presunta trasmissione in diretta.

M.M.: Da quel che ne so c’è sempre almeno un ritardo di dieci secondi, per avere un margine di sicurezza. Presumo però che in un caso normale, dove è in corso un evento reale, e dove tutti convergono nello stesso momento, che questo tipo di ritardo non ci sarebbe. Però ricordo che ad un certo punto quel mattino, qualcuno disse che le immagini TV venivano tutte unificate attraverso la CNN…

J.F.: Oppure la Fox, una di quelle reti. A me sembra che le immagini originassero dalla Fox, e poi venissero girate alla CNN, in modo che tutti ricevessero le stesse immagini. Ovviamente, è quello che vorresti, se decidi di usare immagini falsificate. Se invece tu stessi trasmettendo un evento reale non ce ne sarebbe bisogno, e anzi ti aspetteresti proprio una varietà di inquadrature. Quindi questo a mio parere rende più solida l’accusa.

M.M.: È certamente un buon indicatore. Se davvero fossimo di fronte ad una operazione di quel tipo, certamente ricorrerebbero ad un segnale unico, altrimenti non potrebbero tenere tutto sotto controllo.

J.F.: Giusto.

M.M.: Allora, possiamo intanto dire che abbiamo questo terreno in comune: con certezza, o quasi certamente, nessuno dei quattro aerei era in realtà un aereo passeggeri. Su questo posso essere d’accordo. Io sono arrivato a questa conclusione per strade diverse, ma non ha importanza. Quindi, se ho capito bene, possiamo sintetizzare così la questione: ci solo tre possibilità principali, proposte dal movimento “no planers” in senso lato, e sono: le immagini che abbiamo visto erano il risultato di un qualche tipo di manipolazione, o comunque non corrispondevano a ciò che avveniva realmente nel cielo.

J.F.: Sì.

M.M.: Due: quello che abbiamo visto in TV era in realtà l’immagine di un ologramma, proiettato nel cielo. E all’interno dell’ologramma ho trovato due possibilità diverse, due alternative: la prima è che l’ologramma sia soltanto un’immagine che vola in cielo, e che noi scambiamo per un aereo, e la seconda è che questa immagine serva in realtà ad avvolgere, o coprire, un tipo di velivolo diverso, che lo fa apparire come un 757, o 767.

J.F.: 767, in questo caso. Sì. La cosa è interessante, perchè poteva esserci ad esempio un ologramma che avvolgeva un diverso oggetto volante, magari un missile, oppure era un ologramma e basta. Una cosa interessante che ha osservato John Lear, sul 767 che abbiamo visto, è che non ha nessuna luce lampeggiante. Sugli aerei passaggerei ci sono luci lampeggianti sulla punta delle ali, sopra la fusoliera, sotto la fusoliera, che sono assolutamente obbligatorie, e non ci sono luci lampeggianti nelle immagini dell’aereo che si avvicina alla Torre.

M.M.: E lo vediamo a lungo dal davanti, in realtà. E’ vero, è un punto valido.

FINE PRIMA PARTE

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°

SECONDA PARTE






M.M.:
D’accordo, diciamo che quelli non siano i veri aerei. Come si passa da questo a sostenere che le immagini televisive siano false?

J.F.: In certi filmati si vede che se fai uno zoom indietro l’aereo è visibile soltanto quando è a distanza ravvicinata dalla torre, e non nelle immagini più da lontano.

M.M.: Questo era proprio uno dei punti che volevo sollevare. Io ho fatto una prova… lei parla delle immagini dell’elicottero 5 e dell’elicottero 7, giusto?

J.F.: Si.

M.M.: Ho preso quelle immagini, e le ho sincronizzate al momento dell’impatto. Poi ho riavvolto il nastro, come dire, le ho sincronizzate su uno schermo diviso a metà, e ho potuto mostrare che l’aereo nell’immagine più larga è appena fuori dall’inquadratura, e non deve ritrovarsi per forza all’interno dell’inquadratura, considerando le angolazioni, …

J.F.: Nel filmato che ho visto io, quando vai all’indietro con le immagini, l’aereo non c’è.

M.M.: No, no, mi scusi, ma io sto proprio contestando questo punto.

J.F.: Si, lo capisco che sta contestando quel punto. Lei dice che non doveva necessariamente vedersi, a causa delle angolazioni eccetera…

M.M.: Odio usare questo termine, ma io ho “debunkato” questo argomento.

J.F.: D’accordo. Abbiamo debunkato la versione ufficiale in così tanti punti, che se risulta che uno degli argomenti non è valido, non si salva certo tutto il resto.

M.M.: Certamente. Il problema è che io non ho trovato un solo punto convincente [nella teora “no planes”], sotto l’aspetto tecnico delle immagini, che mi faccia dire “sì, questo è chiaramente un problema“.

J.F.: Cosa mi dice del fenomeno dell’ “uscita del naso” [parla della punta dell’aereo, che sembra uuscire dal lato opposto della torre colpita]. Questo non lo convince?

M.M.: Qual è il punto esatto di questo argomento?

J.F.: Il punto è che sembra che sia intervenuto un controllo manuale, quando l’immagine è stata aggiunta, e sono stati lenti nel rendersi conto che, nel modo in cui sovrapponevano, o utilizzavano le immagini, il naso dell’aereo sarebbe fuoriuscito, e quindi sono stati obbligati a dissolvere in nero, cosa che di per sé è davvero curiosa.

M.M.: Tecnicamente non è una dissolvenza in nero, ma un fotogramma nero. Conosco bene l’argomento, e la mia posizione è questa: sono pienamente d’accordo che la punta dell’aereo non avrebbe mai attraversato un solo centimetro di quel cemento, figuriamoci dell’intera sezione [della Torre[, che è poi il motivo per cui la storia del foro d’uscita del Pentagono mi fa ridere, quella è davvero una barzelletta, ma per me quello non è la punta dell’aereo. Quello potrebbe essere una parte dell’interno del motore …

J.F.: Qui stiamo parlando di probabilità relative, Max, questa non è una certezza, ma la forma sembra assomigliare a quella della punta di un aereo. Ma lei ha assolutamente ragione nel dire che non lo si può determinare con certezza …

M.M.: Io ho iniziato vedere la punta di un aereo solo dopo che qualcuno ha iniziato a parlare di “uscita del naso”, ma per me quella è sempre stata la parte interna di un motore, e il ragionamento che faccio è questo: tutte le altre inquadrature disponibili mostrano la traiettoria di qualcosa che esce e lascia una scia di fumo, che in effetti è compatibile con quel “qualcosa” che esce dal buco. Per cui sento di poter escludere che quella sia una immagine sovrapposta [al computer], come se fosse una silhouette è che sfuggita di un fotogramma, perché c’è di fatto qualcosa che vola nel cielo, visto da diverse angolazioni, che segue proprio quella traiettoria.

J.F.: Beh, se uno decide di falsificare [le immagini dell’aereo] bisogna anche creare una traiettoria che sia più o meno compatibile…

M.M.: Capisco il ragionamento: nell’ipotesi che fosse una silhouette, lei mi sta dicendo, avrebbero dovuto poi falsificare [anche] la traiettoria effettiva di “qualcosa“ che seguisse l’uscita del naso, altrimenti non avrebbe avuto senso.

J.F.: Se non avessero fatto la dissolvenza in nero rischiavano di vedere l’immagine dell’intero aereo che usciva, e tutti avrebbero capito che era una cosa assurda. Già che sia uscita la punta non è poco. Secondo me questo è un tipo di prova legittimo, abbiamo a che fare con una falsificazione delle immagini.

M.M.: Il motivo stesso per cui le faccio domande sulla teoria “no planes” è perché sono convinto che ci sia qualche cosa sotto. Tutta questa gente, a partire da lei, Morgan Reynolds, c’era anche un tizio tedesco, proprio all’inizio, non ricordo come si chiama…

J.F.: Holmgren? Vive in Australia, Gerald Holmgren.

M.M.: Si. Voglio dire, tutta questa gente, da ogni parte del mondo, che vede qualcosa di strano, mi dice che ci sia qualcosa di strano. Il problema è che non riesco a identificare che cosa ci sia di strano, per arrivare magari alle mie conclusioni…

J.F.: Certo, è naturale. Siamo tutti responsabili per le nostre conclusioni.

M.M.: Sì, ma io ho una spiegazione, per me onesta, su tutti gli argomenti che lei ha citato. Ad esempio, sulla velocità dell’aereo, che io considero al limite, ma non impossibile in assoluto, ma solo estremamente improbabile, la velocità dell’oggetto mi dice che può attraversare (l’acciaio della torre) come se fosse burro. Se io le tiro in faccia una mollica di pane con il dito, non le faccio male. Ma se sparo quella mollica con un fucile, le trapasso la testa da parte a parte. E’ la stesa cosa…

J.F.: Questa è quella che si può definire “fisica del buonsenso“, non è fisica scientificamente validata. Un aereo che viaggia a 540 miglia all’ora e colpisce l’edificio da 500 mila tonnellate, produce lo stesso effetto che produrrebbe l’edificio se colpisse l’aereo fermo in aria, a 540 miglia all’ora. Sappiamo tutti cosa succede quando un aereo in volo colpisce un piccolo uccello, che pesa solamente qualche etto: fa un buco nell’aereo. Immagini di avere un aereo fermo in aria, e immagini che venga colpito da uno soltanto di quei pavimenti di cemento: verrebbe polverizzato, verrebbe fatto a pezzi. La semplice idea di questo aereo che colpisce otto piani e non rimane accartocciato all’esterno dell’edificio, con magari qualche suo pezzo che entra l’edificio, probabilmente i motori, ma la maggior parte non entrerebbe, è semplicemente una impossibilità fisica.

M.M.: Lei può capire come per me abbia senso che l’aereo penetri l’edificio e venga distrutto immediatamente dopo. Voglio dire, non deve succedere sotto i nostri occhi, inizia a succedere all’interno…

J.F.: No, non è possibile.

M.M.: Lei non lo vede venir tagliato…

J.F.: Se l’aereo volasse in orizzontale e colpisse fra due piani, allora è una cosa completamente diversa. Ma questo era angolato, e andava ad intersecare otto piani. Non c’è una sola possibilità, nessuna. Zero, nada, nulla, non è possibile.

M.M.: Mi permetta di insistere su una cosa, Jim. Abbia pazienza…

J.F.: No, anzi io voglio che…

M.M.: Io voglio essere convinto di questo, non posso dire semplicemente di sì…

J.F.: Questo semplicemente riflette la solidità dell’argomento.

M.M.: Io vedo questi otto piani che tagliano l’aereo come dei coltelli, come se l’aereo venisse tagliato in otto fette di pane…

J.F.: Disintegrato.

M.M.: No, tagliato a fette. Voglio dire, le parti che non colpiscono i piani possono procedere all’interno, mentre quelle che colpiscono il bordo di un piano, addio, quelle le saluti. Perché quel cemento è messo di traverso, e che non c’è modo di attraversarlo. Questo toglierebbe l’aereo in otto fette, oppure otto livelli, ma non gli impedirebbe di entrare nell’edificio…

J.F.: Beh, c’è ancora l’acciaio esterno, le colonne che offrono la copertura esterna, che sono comunque molto più resistenti della pelle umana, ad esempio. Non è certo legno compensato, stiamo parlando di acciaio. Qui si approfittano della stupidità degli americani. Noi dovremmo pensare che le stesse cose che succedono nei cartoni animati accadano anche nella fisica di spazio e tempo. È un insulto. Lei lo sa, a proposito del contorno dell’aereo nella Torre Nord, hanno addirittura allungato [il segno del] l’ala per farlo assomigliare di più all’immagine dei cartoni animati, che pensavano sarebbe stata preferibile da un pubblico ingannabile. La cosa è davvero imbarazzante.

M.M.: Questo è un altro argomento sul quale non sono riuscito a trovare prove.

J.F.: Lo mostro io, lo mostro nella mia presentazione in Powerpoint.

M.M.: Non conosco la sua presentazione Powerpoint, ma ho visto l’argomento presentato da altri. Ma per me quella è solamente l’ombra, è l’angolazione del sole che cambia l’ombra, non è il vero… Ma comunque, questo è un argomento secondario. Proviamo a seguire la sua ipotesi. Diciamo che quelli non erano 767, nè nulla di simile, okay? La gente in strada ha visto cose diverse, ma tutti bene o male hanno visto qualcosa. Possiamo concordare sul fatto che ci dovesse essere comunque qualcosa in cielo? Una cosa qualunque, un ologramma o altro? Possiamo escludere la possibilità “solo CGI“, e cioè che non ci fosse niente del tutto nel cielo?

J.F.: Non sono sicuro di poterla escludere. Io rimango aperto quella possibilità, che non ci fosse nulla in cielo…

M.M.: Mi permetta di chiederle questo: prima lei ha citato una raccolta fatta dal New York Times di 500 testimonianze. Se non c’era nulla del tutto in cielo, non solo ciascuno di loro avrebbe visto qualcosa di diverso, ma qualcosa che non c’era del tutto.

J.F.: Beh, c’è il problema della “sindrome della falsa memoria“. Tutto questo non avviene nel momento stesso dell’evento, ma dopo, quando hanno visto i filmati trasmessi in TV. Questi purtroppo non sono testimoni puri, sfortunatamente sono inquinati.

M.M.: Certo, questo è possibile però, insisto, dobbiamo concordare sul fatto…

J.F.: Ci sono testimoni, come in quel video che le ho mandato, dove c’è uno che dice: “Esplosione! Bomba, nessun aereo, bomba!“ E il giornalista dice: “Ma li abbiamo visti in televisione!“

M.M.: Questo è vero.

J.F.: Eccola lì la contraddizione, fin dal primo momento. La cosa è stata fatta in modo molto intelligente.

M.M.: Calma calma, rallenti un attimo Jim perfavore. Il fatto che lui dica che non ha visto un aereo non significa che non ci fosse nessun aereo.

J.F.: Sono d’accordo. Sono d’accordo.

M.M.: Conosco bene quell’esempio, che mi è stato suggerito in precedenza. Voglio dire, dobbiamo concordare che se non c’era nulla del tutto in cielo, tutti, per un motivo o per l’altro, hanno immaginato, o pensano di ricordare, o fingono di ricordare qualcosa che non c’era. Giusto?

J.F.: Guardi, io sono portato a pensare che ci fosse qualcosa nel cielo. Stavo cercando di trovare l’intervista… Ho intervistato questo signore, Scott Forbes, che ha lavorato nella Torre Sud per tre anni, e lui ha osservato l’aereo che colpiva la Torre Sud. E ha detto: “La torre lo ha ingoiato”. Ha detto che non riusciva a crederci, la torre lo ha ingoiato. Ed è a causa di Scott Forbes che io sono portato a credere che probabilmente fosse un ologramma. Se mette insieme la testimonianza di Scott Forbes, che a me sembra una persona molto sincera onesta ed aperta, …

M.M.: Eccola lì la prova, che ci fosse qualcosa nel cielo. Un’immagine…

J.F.: Io sono portato a crederlo, ma quando lei considera la mancanza del luce lampeggianti e tutto il resto…

M.M.: Io includo l’ologramma nella parola “qualcosa“. Quello che cerco di escludere…

J.F.: Certo, certo, capisco. Le sto solo spiegando le ragioni che mi hanno portato a credere che le prove sulla possibilità dell’ologtramma…

M.M.: Io invece tendo ad escludere che non ci fosse nulla del tutto in cielo, mentre lei resta comunque aperto a questa possibilità, giusto?

J.F.: Le sto dicendo, quella è una possibilità, ma le prove tendono tutte a suggerire l’ologramma.

M.M.: Per me invece è impossibile che non ci fosse nulla del tutto in cielo, perché a) la lunghissima lista di persone che hanno visto “qualcosa”, e anche perché, provi immaginare questa situazione: esattamente come c’erano moltissime persone che guardavano la Torre Nord bruciare, quando la Torre Sud è stata colpita, ci dovevano essere - e c’erano di fatto - molte telecamere private puntate sulle Torri, che avrebbero dovuto filmare, dal lato Sud, una esplosione senza nessun aereo.

J.F.: Io voglio solo dire che è una possibilità. Non sto suggerendo che sia una possibilità ragionevole, né che sia probabile. Io penso che non sia né probabile né ragionevole…

M.M.: Ma comunque non la può escludere. Perché usando la logica ci sono alcune cose che si possono escludere.

J.F.: Qui abbiamo a che fare con probabilità relative. A questo punto della storia io sono più portato a credere che le probabilità relative che fosse un ologramma siano superiori alle probabilità relative che fosse un’immagine generata al computer (CGI), e che siano decisamente superiori alle probabilità relative che non ci fosse niente del tutto.

M.M.: Lei è troppo furbo perché io riesca a metterla in angolo. Sono dieci minuti che ci sto provando.

J.F.: [Ride] Si ricordi, Max, che ho insegnato logica … per 35 anni ….

M.M.: Certo capisco. Di fatto, mi fanno morire quelli che cercano di gettare discredito su di lei dicendo “E’ solo un professore di logica e scienza…”

J.F.: [Ride] Mi piace questa cosa…

M.M.: E’ come se non fosse qualificato a parlare di queste cose, è solo un professore di logica, scusate… Riccardo suggeriva una domanda, che potrebbe diventare la domanda finale per questa conversazione. Supponiamo che ci sia stato propinato un qualche inganno nelle immagini televisive, e abbiamo già stabilito il senso più ampio di questo termine, quale sarebbe il vantaggio da parte di chi lo ha realizzato? Lo ripeto, non dobbiamo per forza avere una spiegazione, ma lei può suggerirne una possibile e plausibile, per avere fatto ricorso a questo?

J.F.: Certamente! Dovevano poter controllare il risultato finale. Dovevano poter controllare quello che il mondo avrebbe visto. Alcuni membri di “Pilots for 911 Truth” hanno provato a simulare l’impatto con la Torre, con un aereo commerciale che viaggia più o meno a quella velocità, e hanno scoperto che era praticamente impossibile colpire l’edificio. Persino Rob Balsamo, che è il direttore di “Pilots for 911 Truth”, credo che sia riuscito a colpirla una volta su dieci. Quindi dovevano poter avere tutto sotto controllo, dovevano essere sicuri che l’aereo colpisse l’edificio, e dovevano avere questa specie di giustificazione per avere poi causa presumibile per la demolizione degli edifici, per quanto non abbia comunque avuto nulla a che fare, gli incendi sono stati decisamente troppo modesti…

M.M.: D’accordo, direi che possiamo chiudere qui per adesso.

J.F.: Okay.

M.M.: Grazie per il suo tempo…

J.F.: Se vuole che ci risentiamo per Shanksville, per il Pentagono o per la Torre Nord…

M.M.: Vorrei tornare a intervistarla ancora una volta, ma prima devo digerire bene tutto quello che abbiamo detto, per essere più efficace la prossima volta.

J.F.: Perfetto. Rick, è stato un piacere averti con noi.

R.P.: Anch’io devo digerire bene il tutto.

J.F.: Perfetto. Ci risentiamo quando volete.

M.M.: Buona serata.

J.F.: E buon anno a tutti e due.

M.M.: Grazie e arrivederci.

Intervista di Massimo Mazzucco e Riccardo Pizzirani (Sertes) per luogocomune.net

********

I COMMENTI ALLA SECONDA PARTE DELLA DISCUSSIONE INIZIANO QUI

Voto: 9.00 (4 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.

Autore Albero
audisio
Inviato: 28/1/2011 12:10  Aggiornato: 28/1/2011 12:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
L'altezza dell'aereo, se avesse colpito in orizzontale, poteva interessare
solo un piano, invece ne coinvolge 8 perchè entra in diagonale.
Teniamo presente, infatti, che la parte più alta (la coda) entra solo
alla fine del processo di penetrazione, ossia quando la forza di
penetrazione è in diminuizione esponenziale.
Ma allora:
primo, la forza che entra in gioco deve essere divisa sugli otto piani,
ossia è 8 volte meno consistente di quella che avrebbe potuto
interessare un singolo piano se l'aereo avesse colpito in orizzontale
secondo, questo vuol dire che la parte degli otto piani non interessata
dall'urto non ne avrebbe dovuto risentire se non per il venir meno della
parte di quel piano colpita, in altri termini a maggior ragione avremmo
dovuto constatare una serie di piegamenti laterali e accartocciamenti
delle strutture, nulla a che vedere con un collasso verticale.
E questo comunque lascia in piedi il fatto che l'aereo abbia, secondo la
V.U. two/planes, danneggiato la torre senza che la torre sia riuscita a
danneggiare l'aereo in entrata.


P.S.: mi sono sempre chiesto il perchè di quella manovra, ossia entrare
in virata, una compliocazione inutile, molto più semplice pilotare l'aereo
in orizzontale.
Ma si doveva fare in modo di giustificare l'interessamento e dunque il
collasso di otto piani, realizzato invece con l'uso di esplosivi piazzati
nella torre, tanto nessuno si sarebbe posto il problema di verificare che
la forza e l'angolazione del piccolo impatto su ognuno degli otto piani
fosse realmente in grado di provocare quello che si è visto.
E tanto più che la manovra non era reale ma solo fiction e dunque non
aggiungeva alcuna difficoltà operativa...


Autore Albero
Sertes
Inviato: 28/1/2011 12:45  Aggiornato: 28/1/2011 12:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
audisio ha scritto:
E questo comunque lascia in piedi il fatto che l'aereo abbia, secondo la
V.U. two/planes, danneggiato la torre senza che la torre sia riuscita a
danneggiare l'aereo in entrata.


Peccato che questa sia la V.Audisio non la V.U. (la quale dice che l'aereo è andato distrutto nell'impatto con le torri, e solo qualche frammento ha attraversato quelle poche traiettorie che attraversavano solo aria)

1) Un aereo che si muove a 900km/h fa 250 metri al secondo, con un video a 50fps si sposta di 5m per frame... tu speri di riuscire a cogliere la decelerazione su uno schifosissimo video di youtube?

2) Una decelerazione presuppone che l'aereo mantenga coesione e si comporti come un tutt'uno, cioè secondo te un impatto sulla punta si ripercuote istantaneamente su tutto l'aereo e lo decelera, o magari la punta si accartoccia?

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente

Autore Albero
LoneWolf58
Inviato: 1/2/2011 22:07  Aggiornato: 1/2/2011 22:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Autore: Sertes Inviato: 28/1/2011 12:45:52
...
1) Un aereo che si muove a 900km/h fa 250 metri al secondo, con un video a 50fps si sposta di 5m per frame... tu speri di riuscire a cogliere la decelerazione su uno schifosissimo video di youtube?
...
Significa, anche, che percorre 50 metri in 2/10 di sec.
Considerando che l'aereo è lungo neanche 50 metri secondo la "cartoon physics" la coda non si è neanche accorta dell'impatto... e quindi non è riuscita ad accartocciarsi in tempo

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)

Autore Albero
mario0083
Inviato: 28/1/2011 11:43  Aggiornato: 28/1/2011 11:43
So tutto
Iscritto: 25/1/2011
Da: Calabria
Inviati: 5
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Siamo giunti al punto in cui vi è una "teoria no plane" ufficiale!!! E quindi presumo che anche tutte le altre "contro-teorie" (come quelle della demolizione controllata) abbiano una "versione ufficiale" a cui ci si deve attenere.
Quindi, in conclusione, vi è una "versione ufficiale ufficiale" confutata da varie teorie "non ufficiali ufficiali" e una pletora di altre teorie "non ufficiali non ufficiali" che i singoli possono elaborarsi da sè in base ai dati riscontrabili da studi, dichiarazioni, smentite e rivelazioni varie.

Rimanendo nei limiti della logica ognuno può farsi una sua idea di ciò che è avvenuto, invece che per confutare la versione ufficiale, qui si finisce per accapigliarsi sui vari cavilli delle teorie più diverse. Un po' come successe all'inizio della storia dell'Ufologia. Incidente di Roswell - Cover up del Governo - Teoria degli UFO come extraterrestri, e poi..... Oggi ci sono più teorie sulla natura degli UFO di quanti non siano gli avvistamenti attendibili.
Finirà allo stesso modo per il 911 (ma 911 non è anche il numero di emergenza negli States?). Un solo fatto. mille teorie, NESSUNA conclusione.


Autore Albero
mario0083
Inviato: 26/1/2011 10:51  Aggiornato: 26/1/2011 10:51
So tutto
Iscritto: 25/1/2011
Da: Calabria
Inviati: 5
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Buongiorno a tutti. Sono Mario e sono nuovo di questo sito/forum.
Vorrei esprimere la mia opinione su alcuni punti della teoria "no planes", facendo un breve riassunto di quel che si sa e quel che si crede di sapere. Per prima cosa, nell'esporre una teoria (appunto perchè finchè non dimostrata tale rimane) bisogna evidenziare prima di tutto i punti non contestabili. A mio avviso, nella "no plane" sono parecchi:
1) non credibile il mancato intervento dell'aviazione militare anche solo nell'intercettare i velivoli dirottati
2) non credibile comportamento fisico degli aerei che impattano le Torri
3) non credibile livello di preparazione dei dirottatori nell'uscire dalla rotta prestabilita, nel ritrovare quella verso il loro obbiettivo, nel centrare con assoluta precisione i bersagli al primo tentativo
4) non credibile cedimento strutturale di 3 su 3 strutture in cemento/acciaio (100% delle strutture prese in esame) e successivo crollo per implosione

Passiamo ora alle evidenze:
a) le immagini "in diretta" sono solo qelle fornite da 2 network che comunque mostrano le stesse immagini (quindi la fonte è una sola)
b) evidente manipolazione cromatica e dei fondali di alcune riprese
c) discordanza fra commenti dei giornalisti in studio (che osservavano le immagini televisive) e quelli in loco (aereo piccolo/aereo grande/solo esplosione/esplosioni successive cadenzate ecc)

Già in questi pochi punti (ho volutamente tralasciato parecchie altre incongruenze volutamente, sia per le Torri che per il Pentagono ed il quarto aereo "precipitato") si evince qualcosa che non va nell'intera trama dell'episodio.

Ma esaminiamo più da vicino tutti i punti:
1) la prima e assoluta potenza mondiale che "non si accorge" di 4 (e dico 4) aerei dirottati in simultanea e con i trasponder bloccati... uhm... NO COMMENT!
2) l'aereo viene "ingoiato" dalla Torre (scrivo al singolare perchè le immagini si riferiscono a questa ma, presumibilmente, la stessa sorte tocca al primo aereo perchè anche in questo caso nell'impatto non un solo pezzettino si stacca e cade al suolo al momento dello scontro) senza subire alcun cedimento strutturale di NESSUNA delle sue parti, nemmeno quelle più sottili e cedevoli come parti terminali delle ali e piani di coda). Semplicemente INCREDIBILE (nel senso più etimologico del termine: "non credibile")
3) Su questo punto giro al buonsenso di chi legge l'intima presa di coscienza del fatto che un Boeing 767 non è una utilitaria. Eppure chi prende la patente nei primi mesi, pur guidando tutti i giorni non è un mago nelle manovre e nei parcheggi, vero? Immaginiamo di dover pilotare un bestione di quel tipo, che non ha solo acceleratore freno e frizione tra i suoi comandi, ma per stare su e volare dove lo si vuole far volare, necessita (pur nell'automazione di cui questi velivoli sono dotati) di una preparazione del pilota acquisita dopo molte ore di simulazione e di volo reale. Qui si parla di qualcosa come mettere un ragazzino di 12 anni per la prima volta in assoluto su una vera moto e non stupirsi che vinca il campionato mondiale (anche se fino a quel momento ha giocato alla Play la fisica del moto reale non ha niente a che vedere con una simulazione!!!!!!!)
4)le torri crollano per lo stress che subisce l'acciaio alle temperature di combustione del kerosene. Ok, ammettiamo per un attimo che ciò possa succedere. Quanti piani sono stati interessati dall'incendio? Chi dice che i piani sono almeno otto perchè l'aereo è alto 16 metri non tiene conto che quella è l'altezza TOTALE del velivolo ALLA CODA. Quindi l'aereo non è TUTTO alto 16 metri! La parte più consistente dell'aero, la fusoliera, ha un diametro di soli 5,5 metri!! Inoltre dalla
posizione della palla di fuoco che scaturisce dall'esplosione è stato possibile ipotizzare in che zona della struttura si siano verificati i danni iniziali e la posizione è.... LATERALE e non CENTRALE! Per cui solo la parte superiore di 30 piani dell'edificio avrebbe dovuto non COLLASSARE bensì cadere di lato lasciando l'edificio scoperchiato e orfano di 30 piani, ma in piedi! E non parliamo della torre 7, che non ha visto l'ombra di impatti, è costruita con tecniche differenti rispetto agli ai 2 edifici maggiori ma crolla nello STESSO ESATTO MODO delle altre 2 torri... 3 su 3!!! STRIKE!

Qualche considerazione sulle "dirette tv"....
a) se io sapessi in anticipo di dover riprendere un fatto così clamoroso e di doverlo manipolare per farlo sembrare diverso da ciò che è cosa farei? Uhm... vediamo un po'... Piazzerei due o tre telecamere in posti stategici, avendo così il controllo delle inquadrature e potendo preparare in anticipo una simulazione CG da poter sovrapporre all'immagine ripresa in diretta.
Per essere più sicuro del risultato (sincronizzazione dell'impatto con la simulazione, cancellazione di sbavature, regolazione dell'effetto chroma sullo sfondo ecc) mi riservo un ritardo di pochi secondi per verificare il risultato prima di darlo im pasto all'etere. Io facevo così in una piccola tv locale già nei primi anni '90 con un software ed una scheda di acquisizione (la Movie Machine II.. se qualcuno è del mestiere ne avrà sentito parlare) IN DIRETTA!!!! Figuriamoci cosa si poteva fare nel 2001 con roba professionale e senza limiti di budget!!!!! Teniamo conto anche del fatto che tutti i "filmati amatoriali" venuti fuori in seguito sono quasi tutti realizzati da gente del mestiere. Possibile che in una giornata limpida e tersa, nel bel mezzo di New York non ci fossero almeno 2 o tremila persone armate di videocamera a far riprese? E se anche non avessero avuto la videoamera in mano, non l'avrebbero presa subito dopo il primo impatto per filmare la catastrofe in atto? E se pure non videocamere, almeno macchine fotografiche? E se non macchine fotografiche telefonini? E se non telefonini telecamere di sorveglianza? Ecc ecc ecc....
b) in alcune riprese i fondali dietro le torri non rappresentano il reale panorama della città, si vedono palazzi e ponti muoversi in sottofondo fuori sync rispetto al primo piano, i colori sono sempre alterati, le riprese sembrano fatte da principianti e con videocamere da saldi del Liddl! (continui zoom, fuori fuoco, spostamenti repentini di macchina ecc)...Alla faccia del professionismo!!!
c) infine i commenti dei giornalisti, sia in diretta che dagli studi e poi le interviste ai primi spettatori della catastrofe mettono il sospetto che quel che si VEDEVA in diretta fosse diverso dal quel che si VIVEVA in diretta....

Si saprà mai la verità? Io mi sono fatto una certa idea sia dei modi che dei motivi che hanno portato al 9/11... Ma la verità, quella chi potrà mai saperla?


Autore Albero
Sertes
Inviato: 28/1/2011 11:05  Aggiornato: 28/1/2011 11:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
mario0083 ha scritto:
Vorrei esprimere la mia opinione su alcuni punti della teoria "no planes", facendo un breve riassunto di quel che si sa e quel che si crede di sapere. Per prima cosa, nell'esporre una teoria (appunto perchè finchè non dimostrata tale rimane) bisogna evidenziare prima di tutto i punti non contestabili. A mio avviso, nella "no plane" sono parecchi:
1) non credibile il mancato intervento dell'aviazione militare anche solo nell'intercettare i velivoli dirottati
2) non credibile comportamento fisico degli aerei che impattano le Torri
3) non credibile livello di preparazione dei dirottatori nell'uscire dalla rotta prestabilita, nel ritrovare quella verso il loro obbiettivo, nel centrare con assoluta precisione i bersagli al primo tentativo
4) non credibile cedimento strutturale di 3 su 3 strutture in cemento/acciaio (100% delle strutture prese in esame) e successivo crollo per implosione


Di questi 4 punti l'unico veramente a sostegno della no-plane theory parrebbe essere il punto 2, gli altri sono incompatibili con la Versione Ufficiale ma non esclusivamente a supporto della no-plane theory, ma anche di altre teorie.

Per quel che riguarda il punto 2 è stato chiarito nel corso della discussione che l'impatto del secondo aereo, l'unico ben documentato, non ha nulla di misterioso. Provo a radunare i dati.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente

Autore Albero
Sertes
Inviato: 28/1/2011 11:38  Aggiornato: 28/1/2011 11:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
FAQ: Come ha fatto un aereo di alluminio a penetrare le colonne d'acciaio delle Twin Towers?

In un impatto la qualità del materiale è di secondaria importanza rispetto alle energie in gioco, infatti se opportunamente proiettata anche l'acqua (http://it.wikipedia.org/wiki/Taglio_ad_acqua) può tagliare metalli come l'alluminio, l'acciaio e persino il titanio.
Ciò che conta è l'energia cinetica (quantità di moto) posseduta dall'aereo (un tubo pressurizzato d'alluminio, di 100 tonnellate, che volta a 900km/h) e la resistenza del fianco della torre.
Riguardo questo punto occorre chiarire come era formata realmente una torre: il 55% del peso delle torri era supportato dalle 47 massicce colonne centrali, nel cosiddetto "core" del palazzo, le 60 colonne perimetrali di ogni lato supportavano quindi circa un 11% del peso. L'aereo ha impattato su 43 colonne e otto piani così formati:



Le colonne verticali d'acciaio (qua ne vediamo 3) sono larghe 35 cm esteriormente, ma sono in realtà cave all'interno, e sono formate prendendo 4 lastre profonde 1,5 cm saldandole a base pressappoco quadrata.
Lo spessore in realtà varia a seconda del peso che tali colonne dovevano supportare, ed era di 2.5 pollici alla base delle Twin Towers fino ad assottigliarsi ad un semplice 0.25 pollici alla sommità.


Nell'immagine di sinistra una sezione di colonna con il rivestimento, nell'immagine centrale una sezione di colonna alla cima delle twin towers, nell'immagine destra una sezione di colonna alla base delle twin towers

Le colonne erano distanziate tra di loro 1m, come abbiamo detto l'aereo ne ha impattate 43



Veniamo ora all'aereo: queste sono le dimensioni da considerare:



Infine, ma non meno importante, bisogna considerare che le colonne erano imbullonate sopra e sotto con quattro bulloni, e che la loro funzione primaria è di sostenere peso in verticale, non di sostenere un impatto laterale, infatti come si vede bene da questa immagine molte colonne non sono state tagliate come una "sagoma da cartone animato" nel punto in cui l'ala ha colpito la colonna, ma sono state scardinate all'altezza dell'imbullonatura


Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente

Autore Albero
superava
Inviato: 22/1/2011 2:17  Aggiornato: 22/1/2011 2:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
"Match moving fatto veramente male.... se questa è la tecnologia son proprio dei peracottari!!!

Ah, bentornata CGI theory.

si riparteeeeee..... "

Magari hanno tecnologie anche migliori..poi io nn me ne intendo..ma ho trovato sto filmato che l'ho ritenuto coerente alla dicussione..boh..a me nn sembra fatto malissimo..e cmq è una ipotesi in riferimento a quelle immagini Tv molto strane ..non dico che sia la verita'. Per quanto mi riguarda la discusione mia finisce qui.
Ciao


Autore Albero
superava
Inviato: 19/1/2011 3:53  Aggiornato: 19/1/2011 3:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
http://www.youtube.com/watch?v=QIhQgAumMgg&feature=player_embedded

questo pezzo è in riferimento alla probabile manipolazione delle immagini video mandate in onda sulle Tv l'11 sett, forse per coprire qualcosa che non era proprio un aereo di linea. (se lo avessero filmato realmente,penso io, magari i dettagli strani potevano essere piu' evidenti visto che rimanevano impresse per sempre)


Autore Albero
il_ras
Inviato: 20/1/2011 10:59  Aggiornato: 20/1/2011 10:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...

un messaggio nascosto?


Autore Albero
Tuttle
Inviato: 20/1/2011 11:40  Aggiornato: 20/1/2011 11:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
questo pezzo è in riferimento alla probabile manipolazione delle immagini video mandate in onda sulle Tv l'11 sett, forse per coprire qualcosa che non era proprio un aereo di linea. (se lo avessero filmato realmente,penso io, magari i dettagli strani potevano essere piu' evidenti visto che rimanevano impresse per sempre)



Match moving fatto veramente male.... se questa è la tecnologia son proprio dei peracottari!!!

Ah, bentornata CGI theory.

si riparteeeeee.....


Autore Albero
Polonio
Inviato: 20/1/2011 13:40  Aggiornato: 20/1/2011 13:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:

interessante, ma inutile in questo caso.
se lo scopo è quello di "disegnare" ombre serve qualcosa che sottragga luce.
quel tipo di cristallo invece ha "soltanto" la proprietà di propagarla in maniera perfettamente integrale, in termini di angolazione, evitando aberrazioni cromatiche.


Autore Albero
Jurij
Inviato: 14/1/2011 23:20  Aggiornato: 14/1/2011 23:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Bisogna dimenticare le immagini dei crash test delle auto dove si vede la lamiera accartocciarsi contro un muro.
La lamiera dell'auto è fatta proprio per assorbire energia cinetica tramite la piegatura della stessa.

L'aereo invece non è studiato per dover assorbile energia cinetica in lunghezza, perché tutto il suo corpo è abitacolo di sicurezza, al limite le ali e la “pancia” possono essere sacrificate in un atterraggio di fortuna ma il resto no.

La struttura dell'aereo è fatta di particolari forme a scatola delle lamiere (leghe di alluminio o titanio) che permettono una grossa resistenza alla "fatica" e all'usura (le lamiere flettono molto, proprio per questo non sono avvitate ma hanno i ribattini che possono indicare subito la rottura di uno di essi).

L'aereo passeggeri tipo 767 è poco più di un tubolare e in lunghezza ha una resistenza altissima.
Se la lamiera si accartoccia lo fa nel punto dell’impatto dove la lamiera viene strappata o piegata, ma non lo fa sulla lunghezza del tubolare fino a che, la parte che segue va a contatto con l’ostacolo, via cosi finche tutto il tubolare è arrivato nel punto d’incontro con l’ostacolo.

Detto volgarmente come il consumarsi di una sigaretta.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
Tuttle
Inviato: 14/1/2011 23:46  Aggiornato: 14/1/2011 23:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Continui ad insistere sul fatto che i No Plane dicano che l'aereo verrebbe respinto come su un tappeto elastico mentre sai bene che la questione è tutt'altra.


Sarà la settantesima volta che leggo che la questione è un altra...ma santiddio quale?

Fra l'altro m'era sfuggita la papera di Fetzer che ha scovato Fefochip. Fantastica. Ha fatto un esempio per difendere la sua teoria cartoon physics che però allo stesso tempo la smentisce...Un classico della mentalità nophysicsplanercgiologrammers

...


Autore Albero
LoneWolf58
Inviato: 15/1/2011 0:32  Aggiornato: 15/1/2011 0:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Ha fatto un esempio per difendere la sua teoria cartoon physics che però allo stesso tempo la smentisce...Un classico della mentalità nophysicsplanercgiologrammers

A me quello che preoccupa è...
Citazione:
Jim Fetzer è Professor Emeritus all’Università del Minnesota, dove ha insegnato Logica e Filosofia della Scienza per oltre 20 anni.

Logica?

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)

Autore Albero
fefochip
Inviato: 15/1/2011 2:49  Aggiornato: 15/1/2011 3:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Sarà la settantesima volta che leggo che la questione è un altra...ma santiddio quale?

quante volte ho sentito sta frase(la questione è un altra) in discussioni eterne ....
qualcuno se ne esce sempre a cazzo con :"ma di che stiamo parlando?"(che cazzo vuol dire non si sa, ma l'effetto è quello che ti cadono i coglioni a terra dopo giorni di discussione) , "ancora non hai capito ...." (ovviamente l'altro non ha capito mai una minchia),"la questione è un altra ..." (l'interlocutore non ha sempre capito una sega e si cerca di spostare l'attenzione su un altro argomento perche con l'attuale ormai si ha la peggio)

Citazione:
Fra l'altro m'era sfuggita la papera di Fetzer che ha scovato Fefochip. Fantastica. Ha fatto un esempio per difendere la sua teoria cartoon physics che però allo stesso tempo la smentisce...Un classico della mentalità nophysicsplanercgiologrammers

500.000 tonnelle vs 86/158 tonnellate del boeing (alla faccia che questa è la fisica reale e non quella del buon senso ...vabbè)quindi diciamo 500.000 vs 122 t(facendo una media) ovvero l'aereo circa 4100 volte piu piccolo come massa
bene io peso circa 94 kg ovvero 94000 gr mentre un calibro 22 pesa 29*0,0648=1,88gr
il proiettile pesa circa 50.000 volte di meno di me .....
insomma i proiettili dovrebbero rimbalzarmi addosso

ovviamente è un ragionamento ridicolo perche non tiene conto della densità dei materiali ne delle energie espresse(anche il piu denso dei materiali non penetra il piu morbido se non ha la giusta energia mentre con la giusta energia si penetra qualunque cosa anche con masse infinitesimali)
quando si parla di strutture come quella delle torri e di un 767 si dovrebbe essere molto piu cauti nel fare affermazioni come quelle dell'intervistato che pur seguendo una "logica", tuttavia antiscientifica, paradossalmente applicano proprio quel buon senso quotidiano alla fisica che uno è abituato a usare mentre prima di affermare enormità del genere andrebbero fatti dei calcoli dato che sono eventi appunto che esulano completamente dall'esperienza quotidiana(non è mai successa una cosa del genere)

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
audisio
Inviato: 14/1/2011 14:40  Aggiornato: 14/1/2011 14:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Ridicolo.
Continui ad insistere sul fatto che i No Plane dicano che l'aereo
verrebbe respinto come su un tappeto elastico mentre sai bene
che la questione è tutt'altra.
Ma va bene così, datti ragione da solo o con i tuoi amici.
Che problema c'è?


Autore Albero
Decalagon
Inviato: 14/1/2011 14:47  Aggiornato: 14/1/2011 14:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
E allora qual'è la questione? Un ologramma non era, un aereo digitale disegnato da una regia misteriosa nemmeno... quindi?

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
fefochip
Inviato: 14/1/2011 17:26  Aggiornato: 15/1/2011 2:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Continui ad insistere sul fatto che i No Plane dicano che l'aereo verrebbe respinto come su un tappeto elastico mentre sai bene che la questione è tutt'altra.

e invece la questione è proprio esattamente questa
Citazione:
Questa è quella che si può definire “fisica del buonsenso“, non è fisica scientificamente validata. Un aereo che viaggia a 540 miglia all’ora e colpisce l’edificio da 500 mila tonnellate, produce lo stesso effetto che produrrebbe l’edificio se colpisse l’aereo fermo in aria, a 540 miglia all’ora. Sappiamo tutti cosa succede quando un aereo in volo colpisce un piccolo uccello, che pesa solamente qualche etto: fa un buco nell’aereo. Immagini di avere un aereo fermo in aria, e immagini che venga colpito da uno soltanto di quei pavimenti di cemento: verrebbe polverizzato, verrebbe fatto a pezzi. La semplice idea di questo aereo che colpisce otto piani e non rimane accartocciato all’esterno dell’edificio, con magari qualche suo pezzo che entra l’edificio, probabilmente i motori, ma la maggior parte non entrerebbe, è semplicemente una impossibilità fisica.


tra l'altro noto solo ora un enorme incongruenza LOGICA dell'intervistato.
un uccello che pesa solo qualche etto fatto di carne , piume e ossa cave
"fa un buco nell’aereo" di materiali ben piu duri dei suoi mentre un aereo di svariate tonnellate di alluminio ,acciaio e quant'altro non "fa un buco" nell'edificio
della FOTO....

fa impressione vedere quella foto e pensare .... "mmhh no da li un boing 767 non può certo passare da quelle finestre e rimane(rrebbe) accartocciato all’esterno dell’edificio"
edit:
Citazione:
e abbiamo appena constatato che quelle colonne che si vedono sono d'acciaio (formate da 4 lastre spesse 1 pollice saldate tra loro a base quadrata, cave).

ma non avevamo stabilito che erano fissati con 4 bulloni come nella foto sopra e che quindi la resistenza meccanica alla trazione è completamente un altra?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
Jurij
Inviato: 12/1/2011 19:29  Aggiornato: 12/1/2011 19:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@Blade1960

...e ilWTC 7 che e' svenuto?

Si lo so, un'altra papera dei signori, il WTC 7 era già stato minato (non so ancora per quale motivo, ma lo era) non potevano lasciarlo su...

@audisio

…se pensi che il Pentagono e Shanksville siano degli auto attentati falliti clamorosamente (anzi, che tutte le evidenze del 911 siano frutto di errori dei cospiratori), bè allora siamo proprio agli antipodi…

Esatto, proprio così, a Shanksville non hanno nemmeno messo i pezzi dell’aereo (solo le “impossibili” prove) e al Pentagono risulta impossibile per un aereo schiantarsi nei modi descritti dalla VU, lasciando i segni trovati.

Poi che siano stati razzi, del plastico o qualcosa d’altro a me non frega un bel nulla.

Due panzane enormi che stanno in piedi perché soprattutto negli usa (e getta) non esiste un’opinione pubblica.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
Sertes
Inviato: 14/1/2011 14:20  Aggiornato: 14/1/2011 14:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Oggi ho letto un articolo su CdC in cui c'era questa foto:



Immaginiamo la scena: siamo seduti al tavolino, arriva un 767 a 900km/h, e abbiamo appena constatato che quelle colonne che si vedono sono d'acciaio (formate da 4 lastre spesse 1 pollice saldate tra loro a base quadrata, cave).

Voi che fate? Restate seduti perchè tanto l'alluminio non può penetrare l'acciaio (prego riguardare l'immagine)

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente

Autore Albero
audisio
Inviato: 12/1/2011 16:31  Aggiornato: 12/1/2011 16:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
LoneWolf, nonostante le tue battutine di quart'ordine
ti rispondo ancora.
Come puoi pensare che il Pentagono sia un errore?
In che modo potrebbe esserlo?
L'hanno fatto così perchè volevano farlo così.
E lo stesso vale per le torri.
Non si lasciano centinaia di indizi per caso, non è mai successo in
nessun "mistero" come potrebbe essere così per l'evento che ha
rovesciato il mondo aprendo la Nuova Era?
Boaz e Iachin dovevano cadere per ricostruire il Nuovo Tempio.
Come puoi pensare che abbiano sbagliato in qualcosa?
Lo volevano fare così e lo hanno fatto così.
Perchè doveva rispondere a precisi binari esoterici.
Perchè doveva costituire un grande esperimento di "mind control"
globale.
Perchè scommettevano su una cosa (e credo a ragion dovuta).
Che coloro che arriveranno alla verità (o a parte di essa) non
saranno mai in numero tale da costituire "massa critica"...


Autore Albero
audisio
Inviato: 12/1/2011 16:19  Aggiornato: 12/1/2011 16:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
LoneWolf, che pena...


Autore Albero
audisio
Inviato: 12/1/2011 16:03  Aggiornato: 12/1/2011 16:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Dunque.
Tuttle ha detto che io gli ho dato del PA.
Falso.
Ci sono i post, tutti possono leggerli.
Io ho scritto che invece Tuttle ha dato dei cazzari a TUTTI i No Planers.
Vero.
Ci sono i post, tutti possono leggerli.
Non solo, nell'ultimo post Sertes conferma che anche lui la pensa così.
Punto.
Questi sono dati di fatto.


Autore Albero
Sertes
Inviato: 12/1/2011 17:06  Aggiornato: 12/1/2011 17:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
audisio ha scritto:
Io ho scritto che invece Tuttle ha dato dei cazzari a TUTTI i No Planers.
Vero.
Ci sono i post, tutti possono leggerli.
Non solo, nell'ultimo post Sertes conferma che anche lui la pensa così.


E ti ho spiegato anche il perchè. Tu continua pure con le tue scorrettezze, a giocare con le parole, a parlare di persone piuttosto che di fatti.

Io ti torno a dire che il nostro eventuale giudizio (motivato) dei no-planers è il dito, la luna è la loro mancanza nel portare elementi concreti.

Se e quando vuoi tornare a parlare del tuo drone che proietta attorno a se un perfetto ologramma di un 767, in pieno giorno, ombra compresa, io sono sempre interessato.

Se devi fare commenti personali o scrivere altre minchiate tipo quella della penetrazione, evita, che questo non è il tuo circo.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente

Autore Albero
audisio
Inviato: 12/1/2011 14:16  Aggiornato: 12/1/2011 14:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Comunque, non ho tirato fuori io il test Sandia ma Tuttle.
Il fatto che il test sia inattendibile non vuol dire che sia confermata
la teoria 767.
Io ho solo precisato che se il test è inattendibile (e lo è, infatti è stato
fatto da una società di ricerca per tutti altri scopi) non è per
l'aereomobile utilizzato (visto che si può riprodurre opportunamente il
767 in scala) quanto per il bersaglio, il muro di cemento, evidentemente
non idoneo allo scopo.
Per questo richiedevo un esperimento calibrato o una simulazione,
entrambi rigorosamente indipendenti.
Rifarsi ad esperienze nate per altri scopi è una cazzata.
Mi è stato risposto che è inutile sprecarsi tanto per dei cazzari come i
No Planers.
Meglio cercare di convincere i cicappini che il 911 è una cospirazione.
Lo ripeto, ne prendo atto.
Di questo e dell'evidente mancanza di volontà nel cercare un confronto
serio.
Che ve devo dì de più?


Autore Albero
Sertes
Inviato: 12/1/2011 14:56  Aggiornato: 12/1/2011 14:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
audisio ha scritto:
Mi è stato risposto che è inutile sprecarsi tanto per dei cazzari come i
No Planers.
Meglio cercare di convincere i cicappini che il 911 è una cospirazione.
Lo ripeto, ne prendo atto.
Di questo e dell'evidente mancanza di volontà nel cercare un confronto
serio.
Che ve devo dì de più?


Beh, ad esempio potresti anche prendere atto che stai volontariamente distorcendo le affermazioni fatte da altri:

Non è che "è inutile sprecarsi tanto per dei cazzari come i no planers".

E' che "i no planers traggono conclusioni senza portare alcuna prova nè sprecarsi tanto a fare degli studi formali, e quindi per questo risultano dei cazzari tra le persone che fanno ricerca seriamente"

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente

Autore Albero
audisio
Inviato: 12/1/2011 14:04  Aggiornato: 12/1/2011 14:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@ Tuttle:
quando mai ho scritto che fai il PA?
Rileggi il mio post.
Ho scritto che preferisci convincere i difensori della V.U. che non
i No Planers.
Ed è esattamente quello che hai affermato nel tuo post precedente.


Autore Albero
audisio
Inviato: 12/1/2011 12:09  Aggiornato: 12/1/2011 12:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@ Tuttle:
è vero che il Phantom F4 pesa meno del 767 (e non 5 volte ma ben 6,5
a vuoto), ma ha anche un'apertura alare 4 volte inferiore, è tre volte
più corto e una superficie alare 6 volte minore.
Dunque, se rapportiamo il peso alle dimensioni siamo più o meno lì.
Ed è quello che determina (insieme alla velocità) la forza d'impatto sulla
struttura delle torri.
E l'esperimento prevedeva anche se non ho capito male un carico del
Phantom, mentre se sosteniamo che le conseguenze visibili dell'impatto
sono dovute solo alla struttura dell'aereo, implicitamente escludiamo che
il 767 avesse un ulteriore carico (gli eventuali rinforzi sono un'altra
cosa e pesano meno).
Non solo, ci sono video in cui si vedono 767 urtare i cavi d'acciaio che
supportano le linee elettriche aeree e le ali si tranciano di netto mentre
avrebbero dovuto loro tranciare i cavi secondo la vostra teoria.
Il problema è che in un impatto non importa chi si muova e chi stia
fermo in termini di danni.
Un 767 che si schianta su una torre equivale a una torre che impatta
un aereo (evento ovviamente figurativo, ma in termini fisici è la stessa
cosa).
Cosa si muove e cosa resta fermo conta solo per l'effetto penetrazione
e quello nessuno lo nega.
Ma anche l'aereo deve cominciare subito a distruggersi (anche in minima
parte) e non ve n'è alcuna traccia nelle immagini.


Autore Albero
audisio
Inviato: 12/1/2011 11:57  Aggiornato: 12/1/2011 11:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
X Jurji:
se pensi che il Pentagono e Shanksville siano degli autoattentati
falliti clamorosamente (anzi, che tutte le evidenze del 911 siano
frutto di errori dei cospiratori), bè allora siamo proprio agli antipodi.
X Tuttle:
dal tuo post si evince che sei più interessato a convincere gli assertori
della V.U. che non i No Planers.
Si vede che ti senti più affine ai vari PA.
Ne prendo atto...



P.S.: delle simulazioni del NIST me ne sbatto sinceramente i coglioni...


Autore Albero
LoneWolf58
Inviato: 12/1/2011 16:17  Aggiornato: 12/1/2011 16:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Autore: audisio Inviato: 12/1/2011 11:57:39

X Jurji:
se pensi che il Pentagono e Shanksville siano degli autoattentati
falliti clamorosamente (anzi, che tutte le evidenze del 911 siano
frutto di errori dei cospiratori), bè allora siamo proprio agli antipodi.
X Tuttle:
dal tuo post si evince che sei più interessato a convincere gli assertori
della V.U. che non i No Planers.
Si vede che ti senti più affine ai vari PA.
Ne prendo atto...



P.S.: delle simulazioni del NIST me ne sbatto sinceramente i coglioni...
Sinceramente anche io avrei qualche difficoltà ad interpretare quello che scrivi!?
Citazione:
Autore: audisio Inviato: 12/1/2011 16:03:40

Dunque.
Tuttle ha detto che io gli ho dato del PA.
Falso.
...
Che sia stato un tuo ologramma a scriverlo?

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)

Autore Albero
Blade1960
Inviato: 11/1/2011 22:12  Aggiornato: 11/1/2011 22:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/11/2006
Da:
Inviati: 264
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Ciao a tutti !

@ Jurij
Per me i filmati sono tutti veri e quello che inchioda la farsa sono le torri obbligate a "sbriciolarsi" verticalmente… quelle si che erano immagini da nascondere in qualche modo.


...e ilWTC 7 che e' svenuto?



Ps fuori ot
Massimo ultimamente trovo difficolta' ad aprire le pagine di LC (lentezza)
e' un problema dovuto alla mia connessione (alice) oppure no?
ciau


Autore Albero
Jurij
Inviato: 11/1/2011 19:53  Aggiornato: 11/1/2011 19:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Guardiamo la cosa nel suo globale.

4 attentati artificiali di cui due, quelli sul Pentagono e sul Campidoglio, cannati macroscopicamente.

Come si fa adesso ad andare a cercare il particolare nei due attentati che sono riusciti 10 volte meglio degli altri, pensando a chissà quali tecnologie con ologrammi, quando negli altri quasi manco hanno messo li i pezzi dell’aereo.
Non può stare in piedi.

Quello che voglio dire è che si deduce che dietro al colpo alle torri gemelle non ci poteva essere un’organizzazione così precisa da gestire ologrammi o altre complicazioni.

È per questo che il materiale d’uscita dallo sfogo dell’aereo dalla torre perde la sua importanza, cavoli quando vedi i piani esplodere ed andare giù in verticale in “modo impossibile” come fai a credere ancora alla VU?
Il resto sono finezze che non portano a niente.

Hanno “impossibilmente” fuso l’acciaio sotto il naso di tutti …. e pensiamo che sono stati sbagliati i calcoli delle esplosioni per fare uscire le macerie dalle finestre?

Per me i filmati sono tutti veri e quello che inchioda la farsa sono le torri obbligate a "sbriciolarsi" verticalmente… quelle si che erano immagini da nascondere in qualche modo.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
audisio
Inviato: 11/1/2011 14:41  Aggiornato: 11/1/2011 14:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Comunque, Sertes, effettivamente il "segno" lasciato dall'aereo
nel punto d'impatto ricorda terribilmente quelli lasciati dal corpo
del povero Will Coyote nei suoi molteplici schianti...


Autore Albero
Decalagon
Inviato: 11/1/2011 14:52  Aggiornato: 11/1/2011 14:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
il "segno" lasciato dall'aereo nel punto d'impatto ricorda terribilmente quelli lasciati dal corpo del povero Will Coyote nei suoi molteplici schianti...


E quindi?

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
Tuttle
Inviato: 11/1/2011 18:30  Aggiornato: 11/1/2011 18:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Audisio, le simulazioni sono state già fatte dal NIST e da Purdue. E su quelle simulazioni ci si è divisi su vari aspetti più o meno specifici.

Io trovo che, nel caso specifico del WTC, le simulazioni di impatto siano abbastanza credibili e corrette - sia per l'airframe utilizzato e sia per gli elementi finiti della torre. Ovviamente ogni simulazione necessita di un modello (non un modello 3D ma di un modello di calcolo) e su questo ci si divide su varie scuole di pensiero più o meno credibili.

Ora, ipotizzando di creare una simulazione indipendente, si creerebbe l'effetto opposto, ovvero chi crede alla VU - se la simulazione smentisse quelle ufficiali - rinnegherebbe la stessa. Così come i noplaners, se la simulazione confermasse la VU per l'impatto, la riterrebbero non attendibile - essendo la maggior parte dei noplaners, assolutamente a digiuno di fisica elementare (o almeno sembra...) e di approccio logico scientifico alle questioni del 911.

Quindi trovo inutile questa ipotesi, inutile se fatta apposta per convincere i noplaners.

Senza offesa, vi date troppa importanza se credete che qualcuno si debba smazzare una simulazione (operazione complessissima), per convincervi di qualcosa che ai più risulta assolutamente compatibile con la realtà fisica.

Un aereo di 120/140 tonnellate che va a 900km/h riesce a penetrare una maglia di colonne di 35cm di lato x 5 di spessore, tagliandosi a fette lungo i profili dei solai. Quantità di moto, energia cinetica in gioco. Distruzione progressiva e conseguente perdita di energia.

Tu ti aspetti, se ho capito bene, un aereo che impatta a 900KM/h, e pretendi di vedere in 0.2secondi (il tempo impiegato a penetrare), la distruzione dell'aereo prima della penetrazione della coda. O peggio pretendi di vedere una perdita di energia al nose impact del 80/90%, tipo il test Sandia (Phantom F4 pieno d'acqua) fatto con un aereo che pesa 1/5 rispetto al 767 e che si schianta su un muro di cemento pieno spesso 4 metri.

Poi, dopo l'esempio che hai fatto sopra - di paragonare l'impatto al suolo a bassa velocità con un impatto frontale a velocità massima - hai dimostrato di non avere idea di cosa sia il concetto di energia e quantità di moto. Nel tuo mondo fisico basterebbe premersi sulla fronte un proiettile per suicidarsi oppure dovresti rinnegare l'esistenza delle pistole.

CIas


Autore Albero
audisio
Inviato: 11/1/2011 14:37  Aggiornato: 11/1/2011 14:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Sertes, ovviamente intendevo una replica o una simulazione
indipendente, cioè gestita dalle varie componenti anti V.U, di
comune accordo finanziata attraverso una sottoscrizione.


Autore Albero
audisio
Inviato: 11/1/2011 13:49  Aggiornato: 11/1/2011 13:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Sertes, stai a fà tutto da solo.
Io fatto due domande e per questo nel secondo post ho scritto
"un'altra domanda".
Mi pare che sei un tantino prevenuto.
Allora ripeto e specifico meglio le domande se a qualcuno possono
interessare.
Si può replicare a tavolino (ovviamente in scala o con simulazione)
l'impatto degli aerei?
Secondo, ho letto sui siti no-plane che Vialls e Holmgren sono morti
e che Haupt è sparito.
C'è qualche altro caso o sono solo questi?
Mi sembrano domande legittime e non è detto che abbiano per
forza delle risposte.
Solo che se qualcuno ce l'ha sarei interessato a conoscerle.
Tutto qui...


Autore Albero
Sertes
Inviato: 11/1/2011 14:30  Aggiornato: 11/1/2011 14:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
audisio ha scritto:
Secondo, ho letto sui siti no-plane che Vialls e Holmgren sono morti
e che Haupt è sparito.
C'è qualche altro caso o sono solo questi?
Mi sembrano domande legittime e non è detto che abbiano per
forza delle risposte.
Solo che se qualcuno ce l'ha sarei interessato a conoscerle.
Tutto qui...


Ok: siccome la no-plane theory è un cavallo di troia inventato dalla CIA,
Vialls, Holmgren e Haput erano semplicemente tre identità inventate, illusiorie, costruite a tavolino per supportare la teoria CIA no-planes, e quando sono stati messi all'angolo dalle giuste domande dei tecnici li hanno fatto sparire dicendo che erano morti, come ulteriore fattore a supporto della teoria no-planes.
Visto? E' facile dire qualsiasi cazzata se poi non la devi anche provare.

Comunque ho letto lo studio di Holmgren. Anzi le sue affermazioni.

Citazione:
What is impossible is for the plane to punch neatly through the building leaving a cartoon type shape of itself and *then* disintegrate into nothing.


Certo, a meno che 47 colonne portanti del core siano un po più resistenti di colonnine formate da 4 lastre profonde 1cm saldate a base quadrata, vuote in mezzo, con fianco largo 35cm e spaziate tra loro 1m

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente

Autore Albero
audisio
Inviato: 11/1/2011 12:51  Aggiornato: 11/1/2011 12:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Un'altra domanda.
E' vero che alcuni dei più importanti no-planers sono morti (col solito
cancro improvviso) o sono addirittura spariti nel nulla?
L'ho letto su alcuni siti no-plane...


Autore Albero
Decalagon
Inviato: 11/1/2011 12:59  Aggiornato: 11/1/2011 12:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
o sono addirittura spariti nel nulla?


Forse erano ologrammi!


(perdono, battuta infelice )

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
Sertes
Inviato: 11/1/2011 13:43  Aggiornato: 11/1/2011 13:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
audisio ha scritto:
Un'altra domanda.
E' vero che alcuni dei più importanti no-planers sono morti (col solito
cancro improvviso) o sono addirittura spariti nel nulla?
L'ho letto su alcuni siti no-plane...


Certo che è vero.

Inoltre sul sito di Attivissimo ho letto che la Versione Ufficiale non ha punti oscuri.

Audisio, anche mettendocela tutta si fa veramente una gran fatica a considerarti un interlocutore serio: arrivi qua, spari la cazzata, dicendo "un altra domanda" come per dire: "vediamo se smentite anche questa", senza mettere un link, senza scrivere un nome e cognome, senza nulla... e poi fai tu la vittima.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente

Autore Albero
audisio
Inviato: 11/1/2011 12:35  Aggiornato: 11/1/2011 12:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Immagino che qualcuno ci abbia già pensato e dunque vorrei
sapere cos'è che tecnicamente impedisce di farlo (mi viene da
pensare ai soldi, ma se fosse solo per questo io mi tasserei volentieri).
Per tagliare la testa al topo ( ) l'unica cosa sarebbe ricostruire
l'evento, ovviamente in scala, ossia costruendo dei modellini in scala
sia delle Torri sia dell'aereo e ricalcolando la velocità giusta dell'aereo
in considerazione delle ridotte dimensioni dei modelli.
Oppure riproducendo il tutto con una simulazione (che non credo
comunque costi meno, forse anche di più).
Qualcuno mi può rispondere?


Autore Albero
Sertes
Inviato: 11/1/2011 14:08  Aggiornato: 11/1/2011 14:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
audisio ha scritto:
l'unica cosa sarebbe ricostruire l'evento, ovviamente in scala, ossia costruendo dei modellini in scala sia delle Torri sia dell'aereo e ricalcolando la velocità giusta dell'aereo in considerazione delle ridotte dimensioni dei modelli.
Oppure riproducendo il tutto con una simulazione (che non credo
comunque costi meno, forse anche di più).
Qualcuno mi può rispondere?


Siccome la no-plane theory è soprattutto un problema psicologico, penso di poterti rispondere.

Ti è stato spiegato in tutti i modi come e perchè hai torto. Ti è stato spiegato che eventuali prove e spiegazioni vanno portate da chi sostiene una determinata teoria.
Però per te la coerenza ha un valore, quindi pur di non ammettere che ti sei sbagliato richiedi una prova impossibile per essere smentito.

Ragiona su questo, e poi facciamo un passo in avanti.

Ammettiamo per assurdo che questa prova o simulazione sia veramente l'elemento che determina una volta per tutte se è stato usato un aereo o un ologramma; anche in questo caso andiamo in un vicolo cieco, perchè siccome questa prova o simulazione ancora non esiste, ci devi nuovamente spiegare perchè TU credi a questa teoria mancante questa prova.

Non se ne esce.

Ma voglio risponderti anche da un punto di vista tecnico: le simulazioni fanno vedere solo quello che i progettisti vogliono vedere. E' troppo facile mentire con una simulazione, ti ricordo i casi eclatanti delle due simulazioni dell'Università Purdue: nel caso del pentagono i motori spariscono nel nulla e abbiamo un danno compatibile con quello riscontrato, quindi i motori sono fragilissimi. Nel caso del wtc i motori sono solidissimi e attraversano praticamente indenni la torre.
Quindi due simulazioni fatte dallo stesso ente, peraltro rispettabile e presumibilmente indipendente come una università, fanno vedere esattamente ciò che i progettisti volevano, solo che una simulazione smentisce l'altra.

Attenzione: ti ho offerto questa spiegazione tecnica come arricchimento, non devi usarla come scusa per non leggere la parte precedente, ok?

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente

Autore Albero
CatOrcio
Inviato: 10/1/2011 23:47  Aggiornato: 10/1/2011 23:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/7/2008
Da:
Inviati: 109
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Posso chiedere a Tuttle, o a chiunque abbia voglia di rispondere, se dalle immagini dell'impatto è possibile determinare la decelerazione dell'aereo(?)? (Magari è già stato fatto)


Autore Albero
Tuttle
Inviato: 11/1/2011 1:50  Aggiornato: 11/1/2011 1:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Posso chiedere a Tuttle, o a chiunque abbia voglia di rispondere, se dalle immagini dell'impatto è possibile determinare la decelerazione dell'aereo(?)? (Magari è già stato fatto)


Beh dipende da cosa prendiamo come riferimento. Provo a fare due calcoli.

Se ipotizziamo che nei detriti che escono dal lato sud della torre vi sia un motore quest'ultimo attraversa l'edificio in circa 4 decimi di secondo (0.4sec), ovvero ad una velocità di 570Km/h. Se consideriamo la velocità di impatto calcolata dalla FAA (510knots ovvero 944.52Km/h) il motore ha conservato il 60% della propria velocità dall'impatto.

(570/944,52)*100=60%

Velocità persa circa il 40%

Se invece prendiamo come velocità quella calcolata dal NIST (475Knots ovvero 879.7 Km/h), il motore ha conservato circa il 65%.

(570/879,7)*100=64,79%

Velocità persa circa il 35%

Se invece vuoi sapere quanto avrebbe perso dall'impatto del muso sino all'impatto della coda (perdita dell'energia durante la penetrazione) possiamo fare sto calcolo:

L'aereo dal nose impact al tail impact impiega circa 2 decimi di secondo (0.2sec) e quindi percorre in questo tempo 48.5 metri, ovviamente distruggendosi. La velocità che ne risulta è di 873Kmh.

Alla velocità calcolata dalla FAA l'aereo ha conservato circa il 92% della sua velocità:

(873/944,52)*100=92%

Velocità persa circa l'8%

Alla velocità calcolata dal NIST ha conservato circa il 99% della sua velocità:

(873/879,7)*100=99,2%

Velocità persa circa lo 0,8%.

Stiamo ovviamente parlando di semplice velocità conservata/persa.

Se ho cannato qualcosa segnalatemelo...ho fatto tutto alla mano.

Cias


Autore Albero
CatOrcio
Inviato: 11/1/2011 22:28  Aggiornato: 11/1/2011 22:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/7/2008
Da:
Inviati: 109
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Autorimosso


Autore Albero
schottolo
Inviato: 11/1/2011 8:17  Aggiornato: 11/1/2011 8:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/7/2007
Da:
Inviati: 772
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@CatOrcio

Citazione:
Posso chiedere a Tuttle, o a chiunque abbia voglia di rispondere, se dalle immagini dell'impatto è possibile determinare la decelerazione dell'aereo(?)? (Magari è già stato fatto)


Si!. qui


Autore Albero
Blade1960
Inviato: 10/1/2011 21:47  Aggiornato: 10/1/2011 21:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/11/2006
Da:
Inviati: 264
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Ciao a tutti !

@brio
Grazie per il contributo,questo colpo di scena non me lo aspettavo ,devo ricredermi,ho guardato le foto postate da tuttle che non avevo visto del 09/01/11 ore 18,36 ed in effetti da quest'ultima angolatura e piu' zoommata pare anche a me uno sbuffo di sfogo di detriti e quant'altro.



@fefochip
quindi ?
è piu semplice pensare che sia un ologramma riuscito male che continua non si sa perche la sua corsa oltre l'ostacolo?
o piu semplicemente il "suppostone" che si vede è una serie di detriti e fumi che nell'insieme hanno una forma che qualcuno vuole a tutti i costi ricondurre a quella del muso dell'aereo?

Quel qualcuno ha espresso la sua opinione,giusta o sbagliata che sia e neppure a tutti i costi.


Autore Albero
Jurij
Inviato: 10/1/2011 19:59  Aggiornato: 10/1/2011 19:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Qualcuno mi sa dire dove trovo i link per le due info seguenti:

1. Gli impiegati di religione ebraica che lavoravano nelle due torri erano stati preavvisati di non essere al lavoro il giorno degli attentati.

2. Tutti i passeggeri dei 2 voli di linea schiantatisi nelle due torri risultavano essere agenti della CIA (eccetto i terroristi naturalmente).

Le ho sentite da diverse persone, ma non conosco la fonte originale.
Potrebbero essere leggende metropolitane.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
Jurij
Inviato: 10/1/2011 19:48  Aggiornato: 10/1/2011 19:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Coprire con un ologramma un qualcosa (elicottero, acquilone...) con un cielo sereno come quel giorno è già impresa tecnologica.

Coprire l'oggetto che si sposta bidirezionalmente con una certa velocità (aereo o missile), implica un movimento in una determinata direzione in modo sincrono con il movimento dell'oggetto (ammesso che la velocitâ dell'oggetto era costante).
Questa con l'ologramma sincronizzato sarebbe una mega impresa.

Riuscire però a seguire l'oggetto che cambia la direzione virando e quindi in un movimento tridimensionale, questo penso che lo possono fare solo Spielberg o Lucas in uno dei loro film.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
Jurij
Inviato: 10/1/2011 19:25  Aggiornato: 10/1/2011 19:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@ superava

...Quello non era un aereo di linea normale...

Su questo superava ne sono pienamente convinto, anche se si avvicinava sicuramente molto nell'estetica.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
NiHiLaNtH
Inviato: 10/1/2011 19:37  Aggiornato: 10/1/2011 19:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
le scatole nere per quanto ne sapevo sono andate distrutte


certo secondo la versione ufficiale dell'FBI


Autore Albero
brio
Inviato: 10/1/2011 19:44  Aggiornato: 10/1/2011 19:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/6/2009
Da:
Inviati: 189
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Certo che il foro da cui escono i vari componenti dell'aereo sembra non esserci.



Autore Albero
fefochip
Inviato: 10/1/2011 20:20  Aggiornato: 10/1/2011 20:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Certo che il foro da cui escono i vari componenti dell'aereo sembra non esserci.


quindi ?
è piu semplice pensare che sia un ologramma riuscito male che continua non si sa perche la sua corsa oltre l'ostacolo?
o piu semplicemente il "suppostone" che si vede è una serie di detriti e fumi che nell'insieme hanno una forma che qualcuno vuole a tutti i costi ricondurre a quella del muso dell'aereo?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
NiHiLaNtH
Inviato: 10/1/2011 21:30  Aggiornato: 10/1/2011 21:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
questo poteva passare tranquillamente attraverso una delle finestre

http://hyouhei03.blogzine.jp/.shared/image.html?/photos/uncategorized/2008/09/30/ua175debris1_2.jpg


Autore Albero
schottolo
Inviato: 10/1/2011 21:53  Aggiornato: 10/1/2011 21:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/7/2007
Da:
Inviati: 772
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
questo poteva passare tranquillamente attraverso una delle finestre http://hyouhei03.blogzine.jp/.shared/image.html?/photos/uncategorized/2008/09/30/ua175debris1_2.jpg


Togli quei due pezzi di copertura in alluminio che sene sono scesi e da quel foro nell'algolo della torre sud ci passa tranquillamente.

EDIT: Qui si vede meglio: (LINK)


Autore Albero
superava
Inviato: 10/1/2011 17:09  Aggiornato: 10/1/2011 17:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Speculation. Possibile ma indimostrabile. Quindi poco utile.
Se si ragiona cosi purtroppo non si andra' mai avanti..se è possibile non vedo perchè non sia utile indagare se ci sono aspetti "strani"


Quello non era un aereo di linea normale, ci sono immagini che lo riprendono da sotto e si vedono molte stranezze. Anche al pentagono hanno trovato pezzetti di aereo,ma chi lo dice che siano quelli dell'aereo "ufficiale"?
Una delle impotesi che credo è quella del drone dipinto con colori simili; le scatole nere per quanto ne sapevo sono andate distrutte.E cmq credo che le immagini Tv siano state palesemente manipolate e Hollywood sia dietro
cio' ...molte copertine di album musicali e anche un video in questione tratta delle torri gemelle,aerei e dell'11 sett..troppe per essere un caso. Non mi meraviglierei che (se l'ipotesi dell'ologramma per coprire un tipo di velivolo-11 sett fosse vera) tra qualche anno esca una nuova tecnologia che riguarda gli ologrammi.

UN OT molto interessante che riguarda il caso dell'attentato alla deputata democratica
http://www.youtube.com/watch?v=w-iFrqACmxo&feature=recentlik


Autore Albero
audisio
Inviato: 10/1/2011 11:46  Aggiornato: 10/1/2011 11:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Quando un aereo civile sbaglia l'atterraggio e dunque si schianta
contro la pista, comunque ad una velocità molto modesta, è
frequentissimo che le ali si spezzino e che la carlinga dell'aereo continui
la sua corsa schiantandosi a fine pista.
Invece, sulle Torri, alla massima velocità cosa fanno le ali?
Entrano nelle Torri con tutto il resto dell'aereo...


Autore Albero
Tuttle
Inviato: 10/1/2011 12:08  Aggiornato: 10/1/2011 12:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
tuttle non hai risposto alla mia domanda


Calma calma...

Come faccio a dirti cos'è se vedo solo un piede? Le cause possono essere diverse. Il risultato però è certamente uno sgancio con perdita del segnale video (glitch momentaneo). Qualcosa ha fatto disallineare le testine dal nastro per un istante producendo sia un "hum" audio che un glitch video.

Solitamente è necessario un urto piuttosto deciso per produrre un difetto simile, ma la camera vedo che non si sposta dalla sua posizione. Non ho quindi una risposta a questa tua domanda.


Autore Albero
Tuttle
Inviato: 10/1/2011 13:00  Aggiornato: 10/1/2011 13:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Quando un aereo civile sbaglia l'atterraggio e dunque si schianta contro la pista, comunque ad una velocità molto modesta, è frequentissimo che le ali si spezzino e che la carlinga dell'aereo continui la sua corsa schiantandosi a fine pista. Invece, sulle Torri, alla massima velocità cosa fanno le ali? Entrano nelle Torri con tutto il resto dell'aereo...


Mai sentito parlare di quantità di moto?


Autore Albero
schottolo
Inviato: 10/1/2011 13:25  Aggiornato: 10/1/2011 17:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/7/2007
Da:
Inviati: 772
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Riprendendo schottolo

Citazione:

Inoltre le colonne esterne (a differenza delle colonne centrali) non erano saldate.. ma imbullonate attraverso il foro di forma quadrata posto sull'estremità di ogni connessione.

E se qualcuno avesse allentato un pò qualche bullone, tipo mentre si piazzavano le cariche?


Quei fori di forma quadrata sembrano fatti apposta!, comunque secondo me non era necessario piazzare l'esplosivo o sbullonare le colonne perimetrali. Considera che si sarebbero "scardinate" da sole con il cedimento controllato delle colonne interne.

I vani ascensori sono il luogo ideale per piazzare le cariche. Sono l'unica parte dell'edificio che si trova vicinissima al centro della struttura, in più li le travi sono praticamente scoperte e lavorarre indisturbati sarebbe stato un gioco da ragazzi.

Ci sono solo le pareti del vano rivestite in cartongesso ignifugo, che come riferito da alcuni soppravissuti potevano essere rotte "a mano"..

EDIT: Ho trovato l'articolo:
http://americanhistory.si.edu/september11/collection/record.asp?ID=35
http://www.freezepage.com/1294675123QMOBKKXIPW

"When a hijacked airplane struck the north tower of the World Trade Center, six men, including Polish immigrant window washer Jan Demczur, found themselves trapped in an express elevator at the 50th floor. Thinking quickly, Demczur and the others pried open the elevator doors and used this squeegee handle to cut their way through the drywall of the elevator shaft. They squeezed through the hole in the wall, fleeing from the building just minutes before the tower fell."


Autore Albero
Pyter
Inviato: 10/1/2011 14:15  Aggiornato: 10/1/2011 14:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@Tuttle




Non è che nel tuo vecchio modellino di Manhattan c'è anche qualcosa che metta in relazione la posizione del sole rispetto all'angolo di sinistra in ombra della torre nord e il suo angolo azimutale al momento dell'impatto?

La posizione del sole dovrebbe essere più a sud rispetto al prolungamento della parete della torre colpita, bisognerebbe sapere con quale angolo.
Più largo è l'angolo e più diventa improbabile che l'ala destra faccia un'ombra sulla torre.

A meno che quell'ombra non sia dovuto al riflesso luminoso degli altri edifici sulla torre, oppure alla riflessione della sabbia bianca presente nelle strade di Manhattan, la stessa che hanno usato sulla Luna.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)

Autore Albero
Tuttle
Inviato: 10/1/2011 15:25  Aggiornato: 10/1/2011 15:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
come se fosse antani??


Autore Albero
Pyter
Inviato: 10/1/2011 16:49  Aggiornato: 10/1/2011 16:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Con te è inutile fare un discorso serio.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)

Autore Albero
audisio
Inviato: 10/1/2011 11:31  Aggiornato: 10/1/2011 11:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione
prova a rispodere a una ,dico UNA , obiezione tecnica che è stata posta :
come mai il metallo dei piloni esterni delle torri è piegato all'interno?
---------------------------------------
Fefochip, sei straordinario.
Accusi me di non rispondere alle obiezioni, quando tu neanche leggi i
miei post.
Hai scritto questa cosa quando io avevo appena ribadito (infatti l'ho
già scritto innumerevoli volte) che per me l'ologramma è servito a
mascherare un comune drone da combattimento o un missile (più
probabile il missile per la maggiore quantità di esplosivo atta a simulare
più efficacemente l'impatto di un grande aereo).
E portavo a chiarimento del perchè non credo a un puro ologramma
proprio l'evidenza della piegatura dei piloni dall'esterno.
A 'sto punto che parlamo a fà, se uno non legge quello che scrive l'altro?
E non solo, continui a far finta che i No Planers sostengano che l'aereo
non poteva penetrare nelle Torri.
Questa è una cazzata, quello che si sostiene e che non poteva penetrare
all'interno delle Torri senza contemporaneamente distruggersi a partire
dal punto d'impatto.
Ossia, doveva essere visibile l'inizio di smantellamento dell'aereo mentre
entrava.
Cosa che non si vede assolutamente.
Ti prego, attieniti a ciò che uno afferma...


P.S.: aricitazione
e chi ha mai negato che l'aereo dentro non si spezzetta?

Non dentro, deve cominciare a spezzarsi nel punto d'impatto, a
cominciare dal punto più fragile, le ali.
Se osservi una macchina che si schianta contro un albero, cosa osservi?
La prima cosa è che il cofano salta via, immediatamente, non è che la
macchina prima svelle l'albero (se ci riesce) e solo allora salta il cofano.
Perchè non si spezzano le ali?
Bè, ad esempio perchè un missile non ha ali.
E perchè non simulare anche lo spezzamento delle ali con l'ologramma?
Chiaro, perchè poi si sarebbe dovuta comunque trovare qualche traccia
che non c'era.
Quindi, perfettamente logico proiettare un ologramma in cui le ali non
si spezzano, per convincere mentalmente tutti che ciò non era
fisicamente necessario...


Autore Albero
fefochip
Inviato: 10/1/2011 18:02  Aggiornato: 10/1/2011 18:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@ audisio
Citazione:
Hai scritto questa cosa quando io avevo appena ribadito (infatti l'ho già scritto innumerevoli volte) che per me l'ologramma è servito a mascherare un comune drone da combattimento o un missile (più probabile il missile per la maggiore quantità di esplosivo atta a simulare più efficacemente l'impatto di un grande aereo). E portavo a chiarimento del perchè non credo a un puro ologramma proprio l'evidenza della piegatura dei piloni dall'esterno.

questa sarebbe la tua risposta?

tralasciando che un ologramma come lo intendi tu è fantascienza allo stato puro ,
tu rispodi alle domande come ti fa comodo

il post di schottolo
Inviato: 6/1/2011 12:58 Aggiornato: 6/1/2011 19:48

mette in evidenza un particolare molto preciso :il piegamento all'interno delle travi fino alla punta piu estrema sx dell'ala dell'aereo penetrato.

ergo il tuo missile avvolto con un misterioso ologramma piega le colonne perimetrali molti metri distante il centro di collisione il che fa pensare che questo missile fosse dotato di ali.... ma poi si potrebbe dire che le ali dovrebbero essere belle robuste e non delle alette di missili o piccoli droni ma ali come un 767 ....

e stiamo da capo a dodici.

se non guardi le immagini , i dati di fatto ma ti limiti a proseguire con le tue tesi inverosimili senza che siano corroborate da fatti .... diventi una perdita di tempo

mi spiace ma non ha piu senso continuare questo tread che è diventato un infinita polemica per avere ragione.

audì te lo confermo è un ologramma intorno a un missile ma aggiungo che l'ologramma è cosi denso da risultare come un aereo ....

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
nygandy
Inviato: 10/1/2011 22:19  Aggiornato: 10/1/2011 22:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/10/2009
Da:
Inviati: 483
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@ audisio

"..probabile il missile per la maggiore quantità di esplosivo atta a simulare...""

Audisio...
Basta trolleggiare!
Lo sai bene anche tu che Atta non era su quel volo...


Autore Albero
Blade1960
Inviato: 10/1/2011 0:13  Aggiornato: 10/1/2011 0:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/11/2006
Da:
Inviati: 264
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Ciao a tutti!

@ il_ras

Straquoto in pieno la tua opinione,quella supposta che esce dalla torre e' sicuramente a mio avviso e Tuo credo,la prima parte della carlinga dell'aereo,che entrando gia' un po' sul fianco della torre ,esce ancora piu' esternamente evitando le supermaxi colonne centrali del grattacieloPer me nn ci sono ologrammi,solo aerei teleguidati,come si fa con i missili(e ce li hanno fatti vedere sia in tv che in rete),perche' a mio avviso la regia di tutto era comodamente seduta su quel boeing tutto bianco ( ci sono i filmati e lo sapete ) che sorvolava la zona quel giorno.
Ciau


Autore Albero
il_ras
Inviato: 10/1/2011 0:31  Aggiornato: 10/1/2011 0:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@Blade1960

a sto punto di cosa si tratti non lo so...

Vedo che l'analogia con la supposta non sono l'unico ad averla notata (spero non c'entri Freud...): ho scritto il mio ultimo post senza avere prima letto il tuo

un messaggio nascosto?


Autore Albero
Jurij
Inviato: 9/1/2011 20:58  Aggiornato: 9/1/2011 20:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
...quello che non capisco è cosa ci sia in quelle registrazioni di tanto pericoloso per la sicurezza nazionale da non poterle mostrare al pubblico....

Semplicemente non c'era l'aereo che secondo la VU doveva esserci... in questo senso è una confessione, non unicamente per aver sequestrato le cassette, ma per aver insabbiato il tutto.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
Polonio
Inviato: 9/1/2011 21:11  Aggiornato: 9/1/2011 21:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
"in questo senso è una confessione, non unicamente per aver sequestrato le cassette, ma per aver insabbiato il tutto"

sì, certo. lo so che era quello il punto.
cercavo soltanto di focalizzare meglio quale sia il problema.


Autore Albero
totalrec
Inviato: 9/1/2011 23:19  Aggiornato: 9/1/2011 23:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Tuttle:

Citazione:
Fra l'altro vedo che il video che hai linkato è un segmento, tagliato in testa e in coda così da forzare la percezione sincrona dei due eventi. Perché non linki il video integrale?


Il segmento non è "tagliato in testa e in coda" (qualunque cosa ciò significhi) e non vuole forzare un bel niente. E' solo un segmento di filmato estrapolato dal video.

Il video intero comunque è qui ed il suono è esattamente lo stesso.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")

Autore Albero
Tuttle
Inviato: 9/1/2011 23:44  Aggiornato: 9/1/2011 23:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
il_Ras, ti ho risposto sopra con tanto di sequenza, ma evidentemente non hai letto ciò che ho scritto.

1) La massa di detriti viene proiettata per energia cinetica all'interno dell'edificio, procedendo nella direzione del vettore aereo. Ovviamente molta energia è stata persa dal nose impact alla penetrazione della coda, ma non abbastanza da fermare il tutto entro le mura delle torri.

2) Una piccola parte di questi detriti, probabilmente i più densi (pezzi di fusoliera, carrelli, motore etc.) è stata espulsa per la sola energia cinetica sul lato opposto a quello di penetrazione.

3) contemporaneamente all'interno dell'edificio esplode il carburante che distrugge alcune sezioni di colonne perimetrali esterne investendo i detriti di cui sopra, proiettandoli un po ovunque. In strada, sul WTC5, sui tetti del circondario.

Quindi, ricapitolando,

1) Aereo impatta a 500Knots circa.

2) Perde energia e inizia a distruggersi in più parti di diversa dimensione, peso e densità. L'intera massa di parti continua comunque a muoversi perché l'edificio è pressoché vuoto a livello strutturale (parlo di UA175) e non presenta quindi grossi ostacoli al movimento di tale massa e mole di detriti.

3) Le parti di aereo che hanno più forza e robustezza, e che conservano ancora abbastanza energia cinetica, proseguono il loro percorso e fuoriescono dall'altro lato della torre, aprendo un varco fra le colonne perimetrali esterne. Questo fronte di detriti è quello che tu chiami NOSE OUT.

4) Il carburante liberatosi repentinamente (dalla distruzione delle ali) e nebulizzato all'interno dell'edificio deflagra e distrugge diverse sezioni di colonne perimetrali esterne. La maggior parte del carburante viene bruciato all'esterno dall'esplosione.

5) Uno di questi fronti di fuoco investe i detriti di cui sopra, utilizzando come sfogo il medesimo foro da essi creato ed aprendo un varco ancora più grande.

6)Il fronte raggiunge i detriti, li investe e aiuta a proiettarli in diverse zone del circondario. Anche il fronte di fuoco ha una sua energia scaturita dalla deflagrazione che si somma a quella cinetica dei detriti.

7)Uno di questi detriti è quasi certamente un motore, probabilmente quello da te indicato con la freccina, che ha proseguito sino alla strada dove è stato ritrovato. Il motore non si è diviso in mille parti come dici ma ha certamente perso le parti più esterne e fragili, conservando il cuore di ingranaggi che è particolarmente robusto e pesante. Ora, che il motore abbia pure preso fuoco o no durante il suo volo all'esterno non conta, perché in entrambi i casi non vi sarebbe alcuna stranezza.

8)Diversi pezzi di fusoliera sono stati trovati proprio sotto il fronte di detriti di cui si discute, ovvero sopra il tetto del WTC5, corroborando questa semplice dinamica.

9)Uno dei carrelli è stato ritrovato, anch'esso, lungo la proiezione di tali detriti.

Per finire, noto che a molti piace utilizzare per le proprie "analisi" fotogrammi spappolati, microscopici, crop di crop smanettati e ricompressi all'inverosimile. Noto che ai più piace cercare ovunque, nei meandri di tali brandelli di immagini, particelle occulte, pixel che sembrano missili, uav, navicelle pilotate da gnomi. Tutta roba che non è legata alla dinamica in se stessa, ma che in qualche modo può far sorgere insani dubbi al povero lettore boccalone. Noto che altrettanto spesso si mostra un unico fotogramma che a sua volta mostra un elemento curioso, eliminando saggiamente tutto il resto che questa curiosità l'avrebbe spiegata nello spazio di un secondo. Vedasi carta che vola, raggi laser, infrarossi, uccelli con turbina, aerei che spariscono, elicotteri assassini etc... E noto anche un certo vittimismo quando la gente si rompe le palle a stare dietro a certi tiramenti. Insomma è palese che se si vuole cercare, e trovare, a tutti i costi conferma al proprio bias basterà guardare nella pattumiera di youtube o di September Clues per godere e gioire a più non posso, però sui forum bisogna abituarsi alle persone che non se la bevono e che ti chiedono di più. Viceversa si sta solamente cazzeggiando sperando che qualcuno abbocchi e ti segua aggratis nel delirio. Quindi magari se anche da parte di altri vi fosse un minimo (ma dico proprio un minimo) di rigore nel proporre o porsi delle domande vi sarebbe molto meno nervosismo e fastidio nelle risposte, visto che sono 10 anni che si ripropongono le stesse risposte alle medesime cazzate.

@ Totalrec, il video integrale mostra un uccello che batte le ali con sotto il suono di un fischio di una sirena, un allarme o qualcosa del genere. Se tu ci vedi un uav con un suono di turbina Jet, amico mio, combatti per la tua causa e fallo sapere al mondo. Ma quando ti chiederanno di portare prove e calcoli puoi sempre volare via :)...simpaticamente, di più non so che dirti.

An salud.


Autore Albero
il_ras
Inviato: 10/1/2011 0:28  Aggiornato: 10/1/2011 0:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Tuttle, la sequenza mi era chiara ma la domanda era semplicemente questa : cosa tiene insieme a quel modo i detriti, tanto da farli sembrare (sarà un abbaglio, d'accordo) un corpo unico se poi basta l'onda d'urto o il calore dell'esplosione a farli dissolvere?
Se fossero un ammasso di resti non dovrebbero uscire in maniera diversa da quello che sembra un suppostone(ti piace di più come definizione? )? Intendo più sparpagliata.

Poi ti dico: ognuno usa il massimo rigore che può: se non ho certe basi non posso mica prima seguire un corso per fare una domanda. E dopo averlo seguito, tra l'altro, magari non la farei proprio.

un messaggio nascosto?


Autore Albero
totalrec
Inviato: 10/1/2011 0:57  Aggiornato: 10/1/2011 0:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
@ Totalrec, il video integrale mostra un uccello che batte le ali con sotto il suono di un fischio di una sirena, un allarme o qualcosa del genere. Se tu ci vedi un uav con un suono di turbina Jet, amico mio, combatti per la tua causa e fallo sapere al mondo. Ma quando ti chiederanno di portare prove e calcoli puoi sempre volare via :)...simpaticamente, di più non so che dirti.


Tuttle, quello che mi interessa non è rivelare verità al mondo, ma sapere se l'idea della presenza di UAV sulla scena del 9/11 è mai stata discussa e poi smentita in modo credibile (così come, in questo thread, mi sembra si sia sgomberato il campo una volta per tutte dall'ipotesi CGI e ologrammi).

Poiché sappiamo che gli aerei non erano nè CGI né ologrammi, bensì velivoli in carne e fusoliera, un sistema di puntamento laser per dirigerli sul bersaglio era necessario (a meno che non si creda che una manovra del genere possa essere eseguita manualmente da persone inesperte o che un Boeing si possa guidare col radiocomando come un'automobilina). Si tratta solo di stabilire se il sistema di puntamento laser era fisso o mobile, ed è a questo che era diretta la mia domanda. Ci sono certi elementi (ad es. la virata improvvisa finale del secondo aereo) che farebbero pensare ad un sistema di puntamento mobile.

A sentire te e altri utenti, dovrebbe trattarsi di una questione già trita e ritrita, sulla quale immagino si sia dunque giunti a una qualche conclusione.

Certo che se la conclusione cui si è giunti è che il suono che si sente in quel video è "il suono di un fischio di una sirena, un allarme o qualcosa del genere" direi che ci vuole proprio poco a rimettere in discussione l'argomento. E non servono "prove e calcoli". Chiunque sia nato con un paio di orecchie attaccate alla testa può farlo.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")

Autore Albero
Blade1960
Inviato: 9/1/2011 18:17  Aggiornato: 9/1/2011 18:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/11/2006
Da:
Inviati: 264
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Scusate la mia ignoranza,ma come posso postare una foto da me creata come fa tuttle?
grazie


Autore Albero
CatOrcio
Inviato: 9/1/2011 16:45  Aggiornato: 9/1/2011 16:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/7/2008
Da:
Inviati: 109
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Segnalo alcuni crash test, se possono essere utili

Caccia accelerato da un razzo e sparato verso un muro gigantesco. L'aereo di disintegra, e il muro si gratta solo in superficie (le ali si spezzano e proseguono dando l'impressione di tagliare il muro)
http://www.yourdiscovery.com/video/destroyed-in-seconds-jet-plane-obliterated/
Ovviamente lo spessore non è paragonabile a quello dei solai, ma sono stati colpiti di traverso

Qui un camion viene lanciato verso un muro, ma non lo oltrepassa
http://dailymotion.virgilio.it/video/x6vlr7_accident-camion-crash-test_auto

In questo caso il camion arriva con una certa angolazione sulla barriera e "scivola" via
http://www.youtube.com/watch?v=vRS8_jlYtSc


Autore Albero
Tuttle
Inviato: 9/1/2011 17:07  Aggiornato: 9/1/2011 17:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...


Estremamente poco utili.

Il phantom F4 è una quaglia se paragonata al 767 e le colonne perimentrali della torre (35 di lato x5cm di spessore) sono stuzzicadenti se paragonati ad un muro di cemento PIENO, spesso 4 metri.

Ma, per capire, avreste voluto vedere questo?






Autore Albero
CatOrcio
Inviato: 9/1/2011 13:43  Aggiornato: 9/1/2011 13:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/7/2008
Da:
Inviati: 109
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Riprendendo Fabrizio70

Citazione:
Con cariche esplosive cave , mica è difficile...

Tali cariche non potrebbero essere state inserite nel muso e nelle ali dell'aereo/drone gigante rinforzato?

Riprendendo schottolo

Citazione:
Inoltre le colonne esterne (a differenza delle colonne centrali) non erano saldate.. ma imbullonate attraverso il foro di forma quadrata posto sull'estremità di ogni connessione.

E se qualcuno avesse allentato un pò qualche bullone, tipo mentre si piazzavano le cariche?


Autore Albero
bubu7
Inviato: 9/1/2011 4:11  Aggiornato: 9/1/2011 4:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2007
Da: Tomania
Inviati: 528
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Si si lo so. Conosco la storia di Mike Bellone, che è da brividi.


Chi era Mike bellone e cosa ha visto?

Lui che offrì la faccia al vento la gola al vino e mai un pensiero non al denaro, non all'amore né al cielo.

Fabrizio De Andrè

Autore Albero
incredulo
Inviato: 9/1/2011 5:40  Aggiornato: 9/1/2011 13:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione

Chi era Mike bellone e cosa ha visto?

Era uno di coloro che hanno lavorato a Ground Zero dopo gli attentati e ha affermato di avere visto fisicamente una scatola nera, quelle famose scatole nere che ufficialmente, per la
prima volta nella storia, sono andate distrutte nel disastro del 9/11.

Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.

Autore Albero
Tuttle
Inviato: 9/1/2011 10:44  Aggiornato: 9/1/2011 10:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
perché, non so se hai guardato il video, deflagra, si apre in milioni di pezzi...


Esattamente come fa un motore di aereo quando si schianta da qualche parte....


Autore Albero
nygandy
Inviato: 9/1/2011 17:43  Aggiornato: 9/1/2011 17:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/10/2009
Da:
Inviati: 483
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@ tuttle

Autore: Tuttle Inviato: 9/1/2011 10:44:01
Citazione:
perché, non so se hai guardato il video, deflagra, si apre in milioni di pezzi...

Esattamente come fa un motore di aereo quando si schianta da qualche parte....

Tuttle, fammi capire, un aereo quando sbatte da qualche parte, deflagra... cioè un motore è munito di carica esplosiva?
Belle, e devo dire condivisibili, le tue analisi video. Limitiamoci a quelle.


Autore Albero
Tuttle
Inviato: 9/1/2011 17:54  Aggiornato: 9/1/2011 17:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Tuttle, fammi capire, un aereo quando sbatte da qualche parte, deflagra... cioè un motore è munito di carica esplosiva? Belle, e devo dire condivisibili, le tue analisi video. Limitiamoci a quelle.


E quale sarebbe l'errore?? A parte che il soggetto era il motore (e al limite i serbatoi delle ali) e non l'aereo.

E come mai questa frecciatina fatta a me e non a tutti quelli che da giorni straparlano di cose di cui non sanno una beneamata mazza?

Ho un sospetto...


Autore Albero
Tuttle
Inviato: 9/1/2011 18:08  Aggiornato: 9/1/2011 18:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Da un manuale NTSB:



Credo tu ti sia guadagnato un bel tapiro....


Autore Albero
nygandy
Inviato: 9/1/2011 18:19  Aggiornato: 9/1/2011 18:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/10/2009
Da:
Inviati: 483
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@ tuttle

Touchè.
Hai ragione sulla deflagrazione. Grazie, il tapiro mi mancava!
Però, hai riflettuto sul fatto che questa deflagrazione avviene dopo l'impatto. Cioè che quella struttura indistinta (guarda caso similare alla punta dell'oggetto che entra) penetra tutto il WTC2 fa altri 20/30/40 mt fuori dalla torre, nella limpida mattinata di Manhattan, e solo dopo esplode?
A quel punto non doveva arrivare a terra?
Boh?


Autore Albero
Tuttle
Inviato: 9/1/2011 18:36  Aggiornato: 9/1/2011 18:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Touchè. Hai ragione sulla deflagrazione. Grazie, il tapiro mi mancava! Però, hai riflettuto sul fatto che questa deflagrazione avviene dopo l'impatto. Cioè che quella struttura indistinta (guarda caso similare alla punta dell'oggetto che entra) penetra tutto il WTC2 fa altri 20/30/40 mt fuori dalla torre, nella limpida mattinata di Manhattan, e solo dopo esplode? A quel punto non doveva arrivare a terra? Boh?


La caratteristica tipica della deflagrazione (a differenza della detonazione) è proprio la lentezza della combustione e poi io quello che vedo dai video è che PRIMA esce una massa di detriti e SUCCESSIVAMENTE questa viene investita dalla palla di fuoco che segue l'impatto. C'è quindi una separazione da fare fra gli eventi.

Espulsione detriti densi, palla di fuoco che li raggiunge.



Non vedo niente che esce e si infiamma in ritardo, ma anche se fosse non mi scandalizzerei particolarmente.


Autore Albero
totalrec
Inviato: 9/1/2011 18:53  Aggiornato: 9/1/2011 19:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Dal video linkato da Tuttle ho tratto quest’immagine.





Ho evidenziato quello strano oggetto nero, che in tutti i video dello schianto di N612UA si vede attraversare lo schermo un attimo dopo l’impatto.

Di certo non si tratta di un uccello, viste le dimensioni, la velocità e il rumore di turbina jet che fa quando attraversa lo schermo.

Non credo si tratti nemmeno di un aereo militare (gli aerei militari, che io sappia, arrivarono sulla scena molto tempo dopo l’impatto).

E’ verosimile che possa trattarsi di uno di quegli UAV (Unmanned Aerial Vehicle) che ancora oggi l’esercito USA utilizza per il puntamento laser dei bersagli da colpire?

I sistemi di puntamento come il SAL (Semi-Active Laser) possono essere montati su uno UAV e servono a guidare i missili verso il bersaglio proiettando uno spot luminoso sull’obiettivo da colpire.

Dal sito defense-update.com:

“Weapon's sensors, utilizing SAL to detect a coded laser spot which is created by a target designator illuminating the target. The laser spot clearly marks the target to an aerial attacker or guided weapon. [...]Ground designation and UAV designation provide effective support for laser targeting. Ground designation is effective when vertical targets (walls, doors and windows in buildings) are engaged while UAVs or other aerial platforms can take advantage of the unobstructed view of the scene. UAVs and airborne designators become very efficient when engaging moving cars, which can be hidden from ground observers behind other vehicles, buildings or trees. Airborne designators can also designate combatants hidden behind walled patios or in orchards, etc.

Uno “spot luminoso” simile a quello descritto dall’articolo di Defense-update sembra visibile in quest’immagine:



L’immagine è tratta da questo filmato, in cui si parla appunto dell’utilizzo di tecnologia militare per la realizzazione dell’11/9.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 9/1/2011 18:57  Aggiornato: 9/1/2011 18:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
L’immagine è tratta da questo filmato, in cui si parla appunto dell’utilizzo di tecnologia militare per la realizzazione dell’11/9.




Noto che scrivere le cose non serve a nulla, vabbeh. Ci riprovo: quel video mostra un semplice foglio di carta che passa di fronte alla facciata della torre sud (se guardi bene il filmato, lo stesso foglio passa di fronte all'edificio in basso a destra dell'inquadratura). Nel thread "teoria no-plane" sul forum, è stato mostrato un video che evidenziava il foglio di carta in questione.

Nessuna tecnologia militare ^^

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
Tuttle
Inviato: 9/1/2011 19:04  Aggiornato: 9/1/2011 19:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Di certo non si tratta di un uccello, viste le dimensioni, la velocità e il rumore di turbina jet che fa quando attraversa lo schermo.



Ancora con il giochino di iniziare un assunto con una speculazione. Quello è proprio un uccello. E lo è proprio per le dimensioni (che vanno calcolate in base alle tre dimensioni ed alla focale!), lo è per il modo di svolazzare e lo è per la sua velocità in relazione alla prossimità con la telecamera.

Se fosse un UAV, starebbe percorrendo decine di migliaia di chilometri orari.

Il pallino bianco è un pezzo di detrito leggero, cartone, carta, isolante...Solo in quella sequenza, per parallasse, sembra sulla torre...ma segue il suo tragitto anche oltre la torre e i puntatori laser non proiettano nessun pallino in aria, visto che serve una surperficie per far fermare il raggio stesso e produrre un "fuoco" visibile.

Solite robe trite e ritrite di secoli....


Autore Albero
LoneWolf58
Inviato: 9/1/2011 19:46  Aggiornato: 9/1/2011 19:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Solite robe trite e ritrite di secoli....
è questo che mi fa incazzare, sono passati più di 9 anni e ancora...

Tuttle, complimenti per la bella sequenza del nose out.... vediamo se si riesce a mettere una pietra almeno sopra 'sta c.zz.t. :D

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)

Autore Albero
totalrec
Inviato: 9/1/2011 19:08  Aggiornato: 9/1/2011 19:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Decalagon:

Citazione:
Nel thread "teoria no-plane" sul forum, è stato mostrato un video che evidenziava il foglio di carta in questione.


Non capisco bene cosa c'entri il puntamento laser con la teoria no-plane, ma potresti linkarmi il video in questione?

Perché a me quello spot sembra tutto tranne che un foglio di carta (vedi anche il filmato che ho linkato).

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 9/1/2011 19:15  Aggiornato: 9/1/2011 19:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Non capisco bene cosa c'entri il puntamento laser con la teoria no-plane


Niente, solo che se ne è discusso anche lì. Dammi un attimo e vedo se riesco a trovarti il video.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
totalrec
Inviato: 9/1/2011 19:31  Aggiornato: 9/1/2011 19:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Tuttle:

Citazione:
Quello è proprio un uccello. E lo è proprio per le dimensioni (che vanno calcolate in base alle tre dimensioni ed alla focale!), lo è per il modo di svolazzare e lo è per la sua velocità in relazione alla prossimità con la telecamera.


Ma stai scherzando?

Gli uccelli fanno questo rumore quando svolazzano?

Non m'intendo granché di ornitologia, eh, ma...

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 9/1/2011 19:51  Aggiornato: 9/1/2011 20:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Totalrec, il video non lo trovo (a 'sto punto non ricordo più in quale discussione lo avevo visto), ma se osservi attentamente quello che hai pubblicato tu, potrai notare che lo stesso foglio di carta che passa di fronte alla facciata sud della torre sud, prosegue di fronte alla facciata in ombra all'edificio che si nota in basso a destra dell'inquadratura.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
Tuttle
Inviato: 9/1/2011 19:32  Aggiornato: 9/1/2011 20:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Cristosanto Totalrec, quel video che hai linkato è un capolavoro di disinformazione.

Prima di tutto si confondono i banali LED infrarosso dei telecomandi con il puntamento. E' il LED infrarosso ad essere visibile (con determinati parametri di ripresa o con un banale cellulare con telecamerina VGA) e non il punto ove questo viene proiettato (a meno che non sia uno specchio).

Poi si fa riferimento ad un misterioro sistema IR usato dalla ragazza che ha girato la sequenza. A parte che manca la fonte, ma una normalissima telecamerina Sony da 200 euro possiede un sistema NIGHTSHOT, ovvero un piccolo emitter infrarosso che gli permette di girare al buio. Ma se la ragazza avesse girato in IR avremmo visto una mazza perché ci sarebbe stata troppa luce e sarebbe stato tutto monocromatico o verdastro e completamente bruciato.



Quindi la confusione è totale, prima si mostra un LED infrarosso dei telecomandi (ed è quello che si sta riprendendo) poi si vuole far passare l'idea che la telecamera, dotata di night shot (ma non attivato) stesse riprendendo l'infrarosso, NON il led ma il punto ove il raggio si sarebbe proiettato.

Bah!!!


Autore Albero
Tuttle
Inviato: 9/1/2011 19:42  Aggiornato: 9/1/2011 19:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Ma stai scherzando? Gli uccelli fanno questo rumore quando svolazzano?


Mi hai linkato un altro video ancora, con un altro uccello, dall'altra parte della città e dovrebbe essere lo stesso oggetto?

Allora, cerca però di ragionare.

Se quell'oggetto del primo video (che è un uccello) fosse stato un aereo e si trovasse nei pressi del WTC, avrebbe percorso l'intera zona in 60 quadri. Ovvero in 2 secondi. Ovvero ad una velocità 6 volte superiore all'aereo che si è schiantato. Questo a parità di dimensioni. Ovvero un UAV grande come un 767 che però fa 6/7 volte la sua velocità però il suo fantomatico raggio infrarosso si muove lento come un pezzo di carta....

Deciditi. O l'oggetto è piccolo e vicino e quindi il moto parallatico non può che essere quello di un uccello (velocità percepita alla distanza dal punto di vista ed in relazione alla focale), oppure è lontano, e quindi enorme...e sempre per ragionamento di moto parallatico, fa una velocità supersonica.

Se l'oggetto è vicino, allora il tuo UAV va poco più di un aquilone ed è grande come un pollo.

Nel secondo video è un altro uccello, in un altra posizione, sempre sui tetti. Vale lo stesso ragionamento sopra.


Autore Albero
totalrec
Inviato: 9/1/2011 20:01  Aggiornato: 9/1/2011 20:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Tuttle:
Citazione:
Mi hai linkato un altro video ancora, con un altro uccello, dall'altra parte della città e dovrebbe essere lo stesso oggetto?


Sospendiamo un attimo il discorso se siano o no lo stesso oggetto e stiamo al punto.

Puoi affermare con certezza che un oggetto che produce questo suono e che procede a quella velocità sia un uccello?

E se sì, sulla base di quali considerazioni?

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")

Autore Albero
nygandy
Inviato: 10/1/2011 1:14  Aggiornato: 10/1/2011 1:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/10/2009
Da:
Inviati: 483
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@ tuttle
Citazione
"E come mai questa frecciatina fatta a me e non a tutti quelli che da giorni straparlano di cose di cui non sanno una beneamata mazza?
Ho un sospetto..."

A proposito qual era il sospetto? Non l'ho capita...

Approfitto della tua attenzione per un'altra domanda attinente alla tua professione fra l'altro...
Pare che le immagini tv mandate in onda quella mattina (fra l'altro per un certo periodo di tempo in una sorta di reti unificate) siano state trasmesse con una discrepanza di alcuni secondi dagli eventi. E' vero? Quale può essere la spiegazione? Nel caso, attribuisci a questo una rilevanza?


Autore Albero
Tuttle
Inviato: 10/1/2011 1:23  Aggiornato: 10/1/2011 1:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
A proposito qual era il sospetto? Non l'ho capita...


Era una battuta dai. Mi era sorto il sospetto che ti stessi sulle balle a prescindere...

Citazione:
Approfitto della tua attenzione per un'altra domanda attinente alla tua professione fra l'altro... Pare che le immagini tv mandate in onda quella mattina (fra l'altro per un certo periodo di tempo in una sorta di reti unificate) siano state trasmesse con una discrepanza di alcuni secondi dagli eventi. E' vero? Quale può essere la spiegazione? Nel caso, attribuisci a questo una rilevanza?


Non so a cosa ti riferisci esattamente, ma un margine di ritardo per i circuiti internazionali che usano ponti uplink satellitari (SCPC o altro) è normalissimo ed è calcolabile anche attorno ai 3,4 secondi o più a seconda della congestione, della priorità e della potenza.

Hai presenti i furgoni regia mobile americani (ma anche italiani) che montano quella grossa parabola sul tettuccio? Quella serve per effettuare l'uplink col satellite (tramite autopuntamento). Il segnale viene trasmesso al satellite che lo rende disponibile al suolo in tutto il globo.

Questo trasferimento comporta dei ritardi più che ovvi.


Autore Albero
bubu7
Inviato: 9/1/2011 13:02  Aggiornato: 9/1/2011 13:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2007
Da: Tomania
Inviati: 528
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Era uno di coloro che hanno lavorato a Groun Zero dopo gli attentati e ha affermato di avere visto fisicamente una scatola nera, quelle famose scatole nere che ufficialmente, per la prima volta nella storia, sono andate distrutte nel disastro del 9/11.


Grazie. Scusate se insisto. Mi interessava sapere da tuttle perchè la definiva una storia "da brividi".

Lui che offrì la faccia al vento la gola al vino e mai un pensiero non al denaro, non all'amore né al cielo.

Fabrizio De Andrè

Autore Albero
Jurij
Inviato: 9/1/2011 0:23  Aggiornato: 9/1/2011 0:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Quello che più mi fa rabbia è che te la fanno sotto il naso (in questo caso l'FBI che fa sparire le prove) e poi ti tirano fuori la grande balla della "sicurezza nazionale"... pazzesco quanto si sentono sicuri verso i "comuni".

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
Jurij
Inviato: 9/1/2011 0:16  Aggiornato: 9/1/2011 0:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
...inoltre al wtc sono state ritrovate le scatole nere degli aerei ma sono state subito prelevate e fatte sparire dall'fbi ...

Niente di nuovo sotto il sole, l'FBI aveva già firmato la sua confessione di complicità nell'operazione andando a prelevare tutte le registrazioni delle telecamere di sicurezza nei dintorni del Pentagono.

L'FBI e la CIA sono come le due mani, una aiuta l'altra a lavarsi quando sono sporche ...

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
Polonio
Inviato: 9/1/2011 14:22  Aggiornato: 9/1/2011 14:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
"Niente di nuovo sotto il sole, l'FBI aveva già firmato la sua confessione di complicità nell'operazione andando a prelevare tutte le registrazioni delle telecamere di sicurezza nei dintorni del Pentagono."

il fatto che le abbiano prelevate non è poi tanto strano.
quello che non capisco è cosa ci sia in quelle registrazioni di tanto pericoloso per la sicurezza nazionale da non poterle mostrare al pubblico.


Autore Albero
Tuttle
Inviato: 9/1/2011 14:43  Aggiornato: 9/1/2011 14:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Mi interessava sapere da tuttle perchè la definiva una storia "da brividi".


Perché ha parlato di 4 scatole nere ritrovate al WTC, una da lui vista direttamente (mentre l'FBI le ha dichiarate distrutte e mai ritrovate). Ha anche parlato di non tanto velate minacce da parte di agenti dell'FBI. E per ultimo ha dichiarato di avere degli amici che l'11 Settembre lavoravano all'aeroporto Logan, da dove è partito il volo AA11, che gli hanno confidato che un allarme dirottamento fu dato direttamente dall'interno dell'aereo PRIMA che questo partisse, e che il personale di terra e la torre di controllo erano a conoscenza di tale situazione. Malgrado questo il volo (se la notizia fosse vera) fu lasciato partire.

Mitomane? So tutti matti sti testimoni? Boh!

Comunque se googli trovi un bel po di materiale al riguardo.

Ciao.


Autore Albero
il_ras
Inviato: 9/1/2011 15:16  Aggiornato: 9/1/2011 15:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Esattamente come fa un motore di aereo quando si schianta da qualche parte....


mi stai dicendo che è normale che si schianti, attraversi il grattacielo rimanendo intatto, percorra svariati metri all'uscita del palazzo sempre in piena inegrità e poi si polverizzi?

un messaggio nascosto?


Autore Albero
Tuttle
Inviato: 9/1/2011 15:43  Aggiornato: 10/1/2011 12:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
mi stai dicendo che è normale che si schianti, attraversi il grattacielo rimanendo intatto, percorra svariati metri all'uscita del palazzo sempre in piena inegrità e poi si polverizzi?


A parte che ho notato che aggiungi sempre una speculazione (tua personale) su ogni assunto che proponi, per poi pretendere che la conclusione sia valida per domande e ragionamenti. Da dove tiri fuori la certezza di una "piena integrità" e di una successiva "polverizzazione"?

Io vedo una massa di detriti infuocati che schizzano fuori dall'edificio, ed in base alle singole energie - dei singoli pezzi - si vanno a proiettare ognuna in un punto diverso. Un motore che si schianta, esplode, si infiamma, perde pezzi - ma il "core" più resistente procede compatto come un proiettile.

Ti sto quindi consigliando di prendere in considerazione i seguenti elementi:

Velocità dell'aereo al momento dell'impatto: attorno ai 500Knots, ovvero circa 920Km/h.

Peso massimo dell'aereo al decollo: 179.000Kg

Spinta massima dei motori PW4062: 27.000Kg (non trovo il peso a vuoto del motore singolo)

Carburante al pieno: 90.000Lt circa

Tenuto conto della struttura della facciata dell'edificio (ampiamente affrontata miliardi di volte), e tenuto conto del punto dove è passato all'interno, non vedo davvero dove sia il problema nell'ipotizzare masse di detriti solidi, fra i quali un motore, che proseguono (vista l'enorme energia cinetica in gioco) sino ad uscire dall'altro lato della torre e finire in strada, sui tetti etc etc...

Credi davvero alla cartoon phisics che ipotizza l'accartocciamento dell'aereo all'impatto in facciata? Se si, bisogna che formuli una tua teoria fisica e la esponi - calcoli alla mano, perché sennò non se ne esce più.

Cristo sono 10 anni che si dicono le stesse cose...



EDIT:

guardati sto video (piuttosto raro) che mostra quasi 10 secondi di volo prima dell'impatto. La distanza e l'angolo di ripresa ti fanno capire quanto fosse veloce l'aereo e, spero, quanto fosse improponibile fermarne la corsa semplicemente con una facciata di colonne e bulloni e qualche solaio.

http://www.youtube.com/watch?v=bsWRDHE42gs&feature=related


Autore Albero
il_ras
Inviato: 9/1/2011 22:41  Aggiornato: 9/1/2011 22:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
calma...
io avevo scritto

Citazione:
perché, non so se hai guardato il video, deflagra, si apre in milioni di pezzi... ..


se mi rispondi (quotando la frase)

Citazione:
Esattamente come fa un motore di aereo quando si schianta da qualche parte....


devo capire che mi stai dicendo che dopo uno schianto il motore si comporta Citazione:
Esattamente
così: deflagrando in milioni di pezzi come nel video.

Siccome nel video si vede per alcuni fotogrammi lo stesso tipo di forma







E solo dopo inizia la deflagrazione






come devo interpretare la tua frase Citazione:
Esattamente come fa un motore di aereo quando si schianta da qualche parte....
?


che un motore mantiene la sua forma dopo lo schianto, ed ad un certo punto deflagra senza nessuna aggiunta di energia (se non quella cinetica)?

se il motore, invece è solo questo puntino (indicato dalla freccia)


vorrei capire come fanno gli altri detriti a stargli incollati dalla fuoriuscita dal palazzo e per un tempo così lungo...




Citazione:
Credi davvero alla cartoon phisics che ipotizza l'accartocciamento dell'aereo all'impatto in facciata? Se si, bisogna che formuli una tua teoria fisica e la esponi - calcoli alla mano, perché sennò non se ne esce più.
questa è una tua speculazione personale...


PS: Parlo a titolo personale ma probabilmente la cosa riguarda tanti...
Secondo me qui dentro siete un po' troppo incattiviti col mondo..
Capisco che (soprattutto in passato) abbiate avuto a che fare con debunker, professionisti ed amatoriali, e che siate un po' prevenuti ma le domande che pongo sono al solo scopo di chiarirmi le idee. E' un po' come se a scuola gli alunni non potessero chiedere al professore delle delucidazioni.
Se uno qui ha un dubbio o chiede qualcosa, non deve per forza essere visto come un antagonista.
Non so se mi sono spiegato

un messaggio nascosto?


Autore Albero
bubu7
Inviato: 9/1/2011 15:27  Aggiornato: 9/1/2011 15:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2007
Da: Tomania
Inviati: 528
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Comunque se googli trovi un bel po di materiale al riguardo


Urca! sembra intrigante.
ciao

Lui che offrì la faccia al vento la gola al vino e mai un pensiero non al denaro, non all'amore né al cielo.

Fabrizio De Andrè

Autore Albero
Jurij
Inviato: 8/1/2011 17:07  Aggiornato: 8/1/2011 17:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Ok Decalogon, era un malinteso, io leggevo il numero di fondo pagina e tu quello che indica le pagine pdf ... sorry

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
NiHiLaNtH
Inviato: 8/1/2011 19:09  Aggiornato: 8/1/2011 19:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
cosa ti impedisce, sinceramente, di pensare che fosse veramente il volo UA175?


non ci vuole molto a prendere un 767 militare e a dipingerlo con i colori della united airlines

anche al pentagono c'erano dei pezzi di veivolo con i colori dell'american airlines

stesso discorso si può fare per alcuni aerei che rilasciano sostanze chimiche nell'atmosfera, anche se una volta erano bianchi o grigi non ci sarà voluto molto per trasformarli in aerei della ryan air dell'alitalia o di qualche altra compagnia aerea


Autore Albero
Jurij
Inviato: 8/1/2011 15:41  Aggiornato: 8/1/2011 15:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@Decalagon
Arriva solo alla pagina 12...

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 8/1/2011 15:42  Aggiornato: 8/1/2011 15:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Strano, io visualizzo 15 pagine in tutto.
Boh.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
Jurij
Inviato: 8/1/2011 15:39  Aggiornato: 8/1/2011 15:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Per me poteva anche essere benissimo il volo UA175, ma non pilotato da nessuno che fosse all'interno, visto che i beduini non erano in grado (ammesso che ci fossero) e che non penso proprio che ci fosse un kamikaze volontario da metterci ai comandi, quindi per me l'apparecchio era modificato per il controllo remoto.
Mi chiedo quando è stato fatta la modifica e se è stata fatta all'apparecchio originale che doveva volare quel giorno.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
Jurij
Inviato: 8/1/2011 15:21  Aggiornato: 8/1/2011 15:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Ci siamo, ci siamo, è stato fatto bene, probabilmente la carcassa è proprio di un 767, poi ci hanno lavorato su.

Anche prendere un aereo simile e mettergli le insegne .... poteva sempre essere scoperto.

No, penso proprio che fosse di base un 767.

Adesso mi sorge una domanda, ne hanno fatti circa 1000 dall'81, è una copia fantasma dell'originale che avrebbe dovuto essere in volo?

Ma poi cosa fare dell'originale?

Oppure hanno fatto le modifiche durante una delle ultime revisioni?

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
Tuttle
Inviato: 8/1/2011 15:28  Aggiornato: 8/1/2011 15:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Juri, ti faccio una domanda senza nessuno scopo provocatorio:

cosa ti impedisce, sinceramente, di pensare che fosse veramente il volo UA175? Aldilà di ciò che è accaduto dopo alle torri e aldilà dei beduini presumibilmente non preparati ad effettuare una manovra del genere.

In pratica, cosa ti impedisce di pensare, o anche solo prendere in considerazione, che quello fosse realmente il volo UA175?


Autore Albero
Decalagon
Inviato: 8/1/2011 15:28  Aggiornato: 8/1/2011 15:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@Juri

Una possibile risposta è a pagina 13 di questo documento:

http://www.gwu.edu/~nsarchiv/news/20010430/northwoods.pdf

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
Jurij
Inviato: 8/1/2011 15:05  Aggiornato: 8/1/2011 15:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Grazie mille Tuttle, anche stavolta un bel lavoro.

Mi sembrava strano che cadessero proprio sulle sembianze esteriori dell'aereo.

Quindi a parte la "cazzata" di fare venire giù verticalmente i palazzi e le esplosioni esagerate, esteticamente il resto è stato fatto piuttosto bene.

Naturalmente non si tiene conto delle parti fuse, della polverizzazione, del lancio di detriti lontani, ecc, ma queste sono prove che non potevano essere eliminate.

Credo che per una scena così esagerata riuscire a farla meglio non si poteva.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
Tuttle
Inviato: 8/1/2011 15:06  Aggiornato: 8/1/2011 15:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Spe te ne posto un altro paio...

Questa è grandina per il forum:

http://img221.imageshack.us/img221/8431/underb.jpg

E questa:



Autore Albero
Tuttle
Inviato: 8/1/2011 15:13  Aggiornato: 8/1/2011 15:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Anche queste foto dei resti mostrano resti del 767 UA, siglato N612UA:






Tutta roba presente sul posto...poi possiamo ragionare su tutto quel che si vuole, ma sti elementi bisogna metterli nel calderone.


Autore Albero
j-bonnot
Inviato: 8/1/2011 13:01  Aggiornato: 8/1/2011 13:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/4/2009
Da: l'Oltrequando
Inviati: 47
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Salve a tutti, dopo tanto leggere mi permetto un intervento che spero possa in qualche modo giovare alla discussione:
in giro su you tube ho trovato questo filmato relativo al secondo impatto del 9/11:

http://www.youtube.com/watch?v=bsWRDHE42gs&feature=related

il filmato è di qualità traballante e preso da lontano, però quello che si vede approcciare al WTC2 (nonostante il titolo del filmato parli di missile) sembrerebbe essere un aereo, che sembrerebbe ad un certo punto anche attraversare la nube di fumo proveniente dal WTC1 (uso il condizionale perché dall'angolo di visuale proposto non si può dire con certezza se la attraversa o le passa di lato) prima di arrivargli addosso.
Se il filmato in questione fosse già stato "debunkato" oppure già affrontato e ritenuto inutile oppure non portasse nessun pro alla discussione, me ne scuso in anticipo.
Buona prosecuzione, me ne torno alla lettura.
J


Autore Albero
fefochip
Inviato: 8/1/2011 13:30  Aggiornato: 8/1/2011 13:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@j-bonnot

il filmato se reale dice chiaramente una serie di cose

1
queste virate "secche" stanno nell'immaginazione di chi propone la "noplane"

2
l'aereo sta a una velocità veramente sostenuta e con un po di approssimazione si potrebbe estrapolare da li la sua reale velocità

3
il fumo nega definitivamente ogni ipotesi di ologramma da proiezione esterna.
ai noplaners do questo filmato lgi tocca attaccarsi all'ologramma che "avvolge un missile" o comunque un oggetto reale con il quale entriamo nella fantascienza pura

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
Jurij
Inviato: 8/1/2011 10:37  Aggiornato: 8/1/2011 10:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@ superava

...Potrebbe essere che siano stati usati ologrammi con tecnologia che noi non conosciamo,ologrammi per coprire droni e/o missili telecomandat...

Ti conviene scendere giù qualche post in basso e guardare le foto che ha postato Tuttle.
La discussione sugli ologrammi si è chiusa li.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
NiHiLaNtH
Inviato: 8/1/2011 11:16  Aggiornato: 8/1/2011 11:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
tuttle in questo video quando l'aereo passa sopra il tizio che riprende siverifica un disturbo nell'immagine, è solo una coincidenza o può essere in qualche modo collegato al passaggio dell'aereo

http://www.youtube.com/watch?v=Z-73RBpNq78


Autore Albero
Jurij
Inviato: 8/1/2011 10:18  Aggiornato: 8/1/2011 10:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Tuttle vorrei un tuo parere:

Dal filmato migliore in circolazione che hai visto, riguardo sempre le torri, c'è una remota possibilità di riuscire a "zummare" abbastanza nitidamente l'aereo per poter dimostrare che non fosse l'aereo di linea della VU?

Intendo riuscire a vedere delle insegne....

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
superava
Inviato: 8/1/2011 4:49  Aggiornato: 8/1/2011 4:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
La cosa curiosa è che molte persone hanno visto cose differenti l'una dall'altra in cielo.
Potrebbe essere che siano stati usati ologrammi con tecnologia che noi non conosciamo,ologrammi per coprire droni e/o missili telecomandati(su molti filmati che ho visto su tankerenemy.com quando sono stati ripresi aerei che stavano irrorando ho visto molte cose strane) oppure sono stati manipolati solamente i video, mandati in onda per non fare vedere chiaramente che non era un aereo normale,september clues descrive bene le "stranezze" delle immagini video...supporto tutte e due queste teorie.

Per l'aereo che penetra l'edificio come il burro....Bisognerebbe riprovare con un modellino in scala :D
Certo che mi sarei aspettato si che venisse "inglobato" una buona parte ma prima mi aspettavo la deflagrazione appena sbatte....non che l'aereo entra come il burro e poi esplode...ma non so come dimostrarla questa cosa.


Autore Albero
Jurij
Inviato: 7/1/2011 22:23  Aggiornato: 7/1/2011 22:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Tra l’altro, come si vede dalle foto di Tuttle, orizzontalmente un centro perfetto, il che la dice lunga sull’ottima preparazione del “piano torri”.

Il regista del “Pentagono” invece ha lasciato fortemente a desiderare tanto che il film è stato subito censurato dall’FBI.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
Jurij
Inviato: 7/1/2011 22:04  Aggiornato: 7/1/2011 22:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Tuttle, ho visto adesso le immagini che hai caricato... complimenti !

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 7/1/2011 22:09  Aggiornato: 7/1/2011 22:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
questa poi taglia la testa al tonno


Speriamo^^

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
Jurij
Inviato: 7/1/2011 22:01  Aggiornato: 7/1/2011 22:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Audisio, se si è trattato di un reale aereo di dimensioni di un 767, teoria di cui sono tuttora convinto, allora per deduzione le torri dovevano essere per forza minate da cima a fondo, perché non è possibile centrare le torri sia orizzontalmente che verticalmente e visto che per forza orizzontalmente dovevano essere centrate...

La velocità delle manovre telecomandate è semplicemente uguale come quella svolta in cabina di pilotaggio, come ho già detto quando hanno fatto la correzione finale, probabilmente stretta perché, malgrado i calcoli di avvicinamento, non era evidente centrare il bersaglio, la virata ha fatto perdere rapidamente altitudine ed ha anche accelerato fortemente la velocità dell'apparecchio.

La VU si è basata sulla grande balla di far credere alla gente che un aereo di grandi dimensioni potesse sbriciolare un grattacielo come le torri gemelle, quindi su questo si sono mossi tranquilli perché sono sicuro che, anche se l'aereo avesse toccato solo lo spigolo con l'ala, avrebbero fatto partire la demolizione ugualmente.
Al limite avrebbero detto che i terroristi avevano anche minato l'edificio.

È incredibile cosa fanno bere alla gente e la gente come si disperde per dare una verità alle storie.
Usano il motto di Hitler, più grossa è la balla e più la gente ci crederà.

Questa storia ad esempio, sarà più facile ancora da tenere blindata rispetto a quella del 63. Malgrado i mezzi elettronici di oggi, il filmato di Zapruder era molto più sconvolgente ed era riuscito a mettere molto più in discussione la VU, ma sapete tutti com’è andata.

Sulla teoria degli ologrammi, con una giornata così chiara non vedo proprio la possibilità di riuscire a dare una figura almeno sufficiente ad un aereo, inoltre l'ologramma creava grossi problemi di sincronizzazione con l'esplosione, ma soprattutto come piegare le lamiere della parete verso l'interno?

P.S. Già me li immagino, il “pistola automatica” di rete 3 e i suoi colleghi, alla prossima discussione sugli avvistamenti di UFO… “tanto sono tutti ologrammi dell’esercito…l’hanno detto pure i complottisti…”

Scherzo naturalmente, ognuno è libero di farsi la sua di idea, però ad un certo punto come discussione bisogna scegliere la strada più credibile, altrimenti si rimane sempre fermi sul posto.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
azul
Inviato: 7/1/2011 20:52  Aggiornato: 7/1/2011 20:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/1/2010
Da:
Inviati: 39
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Quoto Stefo. Stupisce e anche delude tanto interesse (più di 500 post!) per queste teorie no-planes, che per me hanno lo stesso valore di quelle che vedono demoni disegnati dalle polveri delle esplosioni delle torri. Al massimo potrebbero costituire materia per un mediocre script di cattiva fantascienza (Roberto Quaqlia sarebbe d’accordo con me).
 
Per verificare qualsiasi teoria mettiamoci sempre nei panni degli organizzatori degli attentati e usiamo il buon senso di creare situazioni che offrano il minimo rischio, il minor numero di persone coinvolte e la massima probabilità di esito positivo. In questa ottica sparare un missile, disegnare  con delle cariche esplosive la sagoma dell’aereo con esplosivi piazzati in precedenza nei punti certi, proiettare gli ologrammi nel cielo e persino lasciare un intervallo di tempo fra un aereo e l’altro per permettere a qualsiasi telecamera di inquadrare la scena del delitto è tanto assurdo quanto ridicolo.
 
L’unica affermazione di Fetzer che merita un qualche attenzione e che dovrebbe essere verificata è verso la fine dell’intervista, quando dichiara: “…Alcuni membri di “Pilots for 911 Truth” hanno provato a simulare l’impatto con la Torre, con un aereo commerciale che viaggia più o meno a quella velocità, e hanno scoperto che era praticamente impossibile colpire l’edificio. Persino Rob Balsamo, che è il direttore di “Pilots for 911 Truth”, credo che sia riuscito a colpirla una volta su dieci…”
Per il resto, aria fritta e anche pericolosa, perché rischia e forse ha l’intento di accomunare tutte le teorie alternative in un unico calderone privo di credibilità.  
 


Autore Albero
zaq14
Inviato: 7/1/2011 19:59  Aggiornato: 7/1/2011 20:43
So tutto
Iscritto: 27/10/2010
Da:
Inviati: 22
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Vorrei conoscere il parere di Mazzucco su quello che appare al minuto 1:45 di questo filmato. http://www.youtube.com/watch?v=1lKZqqSI9-s
Poi quello che si vede (o non si vede) al minuto 2:53.
Poi quello che non si vede al minuto 3:45 (il muso dell'aereo prima dell'esplosione, invece visibile al minuto 1:45).

SE DAL MINUTO 3:40 AL MINUTO 3:45 AGIRETE MOLTO VELOCEMENTE METTENDO IN PAUSA E FACENDO RIPARTITE IL FILMATO, DOPO UNA CINQUANTINA DI VOLTE RIUSCIRETE A VEDERE QUELLO CHE RISCO A VEDERE IO: IL FERMO IMMAGINE CON UN DRONE (O PIU' VEROSIMILMENTE UN MISSILE CRUISE) CHE DA SX VERSO DESTRA VA AD IMPATTARE LA TORRE.
QUESTO SUCCEDE AL MINUTO 3:44 MA DURA UN ATTIMO E DOPO SCOMPARE.

IL FERMO IMMAGINE IN QUESTIONE
http://img810.imageshack.us/i/missilett.jpg/

In definitiva ci sono DUE oggetti che colpiscono la seconda torre:
- il primo sembra un aereo e proviene da DX rispetto alla torre.
- il secondo è un missile e proviene sa SX rispetto alla torre.

Le fiamme che si attribuiscono al carburante possono, invece, essere state causate dall'esplosione del missile.
IN effetti nel fermo immagine che ho linkato, sopo l'impatto dell'aereo non ci sono fiamme, ma solo fumo nero. Le fiamme arrivano dopo qualche attimo, cioè dopo l'impatto del missile.

Questo cambia, e di molto, tutte le ricostruzioni, mi pare.
E SPIEGA MOLTO BENE PERCHè 500 TESTIMONI (TRA I QUALI, PRESUMO, MOLTI DEPISTATORI) HANNO PERCEZIONI COSI' DIVERSE DI QUELLO CHE HANNO VISTO: CHI L'AEREO E CHI ALTRO.


PS: fatemi sapere se qualcun'altro riesce ad ottenere quel fermo immagine agendo in continuazione su STOP/PLAY come da me indicato.

PPS: se bloccato in un attimo diverso (e parliamo veramente di attimi) il filmato puo' mostrare, al posto del missile Cruise, una scia bianca. Mentre il missile è già sulla torre.


Autore Albero
audisio
Inviato: 7/1/2011 16:40  Aggiornato: 7/1/2011 16:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Sertes, ti dico quello che io credo sia avvenuto ma che non ho la
presunzione che sia la verità assoluta.
Quello che sostengo è che ogni teoria avanzata ha delle lacune.
Ciò che credo sia più probabile sia successo è questo:
Un impatto è avvenuto, ci sono le evidenze di una penetrazione
dall'esterno, ma quello che si è visto non è possibile.
Allora, come conciliare le due cose?
Semplice, con un drone da guerra o un missile con camuffamento
tramite ologramma.
Il perchè di tutta questa cosa così complicata?
Primo:
un impatto doveva esserci, ovviamente, per ritrovare poi le tracce di
questo impatto sulle rovine delle torri e avvalorare la versione del
dirottamento ad opera di kamikaze.
Che poi queste non fossero perfettamente aderenti ad un aereo di
linea e convivessero anche con tracce di esplosioni interne,
questo era poco preoccupante, bastava rendere plausibile la
penetrazione, per il resto si possono trovare sempre mille scuse o
accampare mille perizie che dicono tutto e il contrario di tutto.
Secondo:
bisognava però essere certi contemporaneamente dell'impatto al punto
desiderato e di ciò che si sarebbe visto.
La prima cosa era impossibile con un maxidrone (camuffato, e se
qualcuno si fosse accorto del camuffamento?) o con lo stesso 767
ancora meno maneggevole, da qui il mini drone o il missile e l'esigenza
dell'ologramma di copertura.
Ma al Pentagono tutto ciò era impossibile da ottenere, dunque tutto
il casino delle immagini inesistenti...


P.S.: una teoria ologramma tout court prevederebbe una serie di
micro esplosioni all'interno nel punto di "finto" impatto, al fine di
simulare il crash.
Non ci credo molto.
Troppo alto il rischio di non ottenere l'effetto desiderato.
Un bel missile è molto più sicuro...


Autore Albero
Polonio
Inviato: 7/1/2011 17:42  Aggiornato: 7/1/2011 17:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
cercherò di non farla troppo lunga.

@ Tuttle

non volevo dire che facesse differenza, anzi.
il fatto è che se ho ripetuto in continuazione che servirebbe una tecnologia diversa da quella degli ologrammi "normali" non è perché sono affetto da una qualche sindrome ossessivo-compulsiva che mi obbliga a ripetere le cose infinite volte.
se l'ho fatto è perché lo credo davvero, e in base a questo mi comporto di conseguenza.
se anche non trovo una spiegazione ragionevole alle affermazioni di qualcuno non significa che le scarti a priori.
non sono un esperto in nessun campo dello scibile umano, quindi so di non sapere. e so che, solo perché io non conosco qualcosa, non significa che questo qualcosa non debba esistere affatto.
le mie non sono certezze binarie, o sì o no. vado per probabilità, cercando di usare quel poco di buon senso che ho a disposizione.
in base a questo, prima di dire che una cosa è impossibile cerco di capire cosa è possibile. e se prendo una posizione lo faccio solo alla fine, cercando sempre di non chiudere la porta a chiave.
questo perché, se mi convinco che non esista nient'altro oltre quello che so, smetto di cercare.

detto questo, se ho postato quell'articolo è perché una delle pecche della teoria degli ologrammi era che ci dovesse essere per forza una qualche sostanza sulla quale proiettare le immagini; si diceva che non si possono proiettare immagini nella semplice aria.
sotto quel punto di vista quella era una affermazione sbagliata, dato che sfruttando un principio diverso si è aggirato il problema dello schermo.
questo non significa che con quel metodo si possa ricreare un aereo che appaia solido, ma solo che si può proiettare luce in punti dello spazio che contengono "solamente" aria.
tutto qui... per ora.


@ Fabrizio70

"Ecco un bell'ologramma creato con l'aria calda ...."

ancora non hai notato che lo sfondo è scuro? sarebbe ora di cominciare a chiedersi perché sia un fatto ricorrente in qualsiasi tipo di proiezione, ologramma o altro che sia.


@ chiunque abbia dubbi riguardo l'ombra senza ali, prioettata dall'aereo sul palazzo

se è vero che un'immagine vale più di mille parole, un filmato dovrebbe valere più di mille immagini.

non avevo voglia di sbattermi troppo a renderizzare e aggiungere note sul video.
nella finestra a destra c'è la vista in prospettiva. in quella a sinistra c'è la visuale presa dal punto di vista del sole.
ruotare la visuale di sinistra equivale a spostare l'angolazione dei raggi del sole.
evito di dare spiegazioni troppo dettagliate perché per me sono cose ovvie e non mi rendo conto di cosa sia immediatamente comprensibile a chi è digiuno di certe cose. potrei finire a fare dell'inutile tecnicismo.
una cosa che può aiutare dire è che, dato che a sinistra si guarda nell'esatta direzione della luce, TUTTE le ombre si trovano nascoste dagli oggetti.


@ Manfred

"Finché ci saranno scienziati che formulano teorie la verità non verrà mai a galla.
Inutile combattere il sistema quando si è parte integrante di esso e si usano i suoi stessi sistemi senza neppure accorgersene."

questa è VERAMENTE una pessima affermazione.


in ogni caso condivido le preoccupazioni espresse sulla "guerra fra poveri".
ologrammi , cgi, droni, aerei di linea o fake militari, non conta poi molto, se non per amore della discussione.
io aspetto ancora di sapere, fra le altre cose, cosa ci facesse una fonderia negli scantinati delle torri (o forse mi sono perso la spiegazione).


Autore Albero
Imer
Inviato: 7/1/2011 16:36  Aggiornato: 7/1/2011 16:36
So tutto
Iscritto: 2/5/2008
Da:
Inviati: 21
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Guardate (soprattutto tu Massimo che se non li hai ancora visti sono interessanti sulla questione ufo) questo video è interessante sotto molti aspetti e alla fine della prima parte c'è una piccola dimostrazione di ologrammi "commerciali", figuratevi cosa ci nascondono quei "furbacchioni"...

http://www.youtube.com/watch?v=1ydM8OB5_DE&feature=related

Buona visione, ciao!


Autore Albero
il_ras
Inviato: 7/1/2011 16:47  Aggiornato: 7/1/2011 16:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Guardate (soprattutto tu Massimo che se non li hai ancora visti sono interessanti sulla questione ufo) questo video


obiettivamente il video è interessante. Però consentimi di dire che il discorso che fa prima di passare al 9\11 getta discredito su tutto il resto...

E' un po' ciò che si va dicendo dall'inizio di questo thread: ascolto volentieri cosa ha da dire sugli ologrammi ma mi rendo conto che a molti, meno obiettivi di altri, il fatto che prima dica che la Luna è un satellite artificiale rende tutto quello che segue una cavolata, anche dovesse dire che la Terra non è piatta.
Questo anche nell'eventualità (reeeeeemooooootiiissimaaaa, sia chiaro) che la Luna davvero non sia un statellite naturale semplicemente per l'enormità dell'affermazione

un messaggio nascosto?


Autore Albero
CatOrcio
Inviato: 7/1/2011 21:30  Aggiornato: 7/1/2011 21:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/7/2008
Da:
Inviati: 109
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@ il_ras
Citazione:
prima dica che la Luna è un satellite artificiale rende tutto quello che segue una cavolata


scusate se vado fuori tema, ma mi veniva da dirlo:

-la forza media esercitata dal sole verso la luna è maggiore di quella esercitata dalla terra, quindi è strano che la luna orbiti intorno alla terra, invece che al sole
-il rapporto tra diametro sole e luna è molto simile al rapporto tra distanza sole-luna e luna-terra durante una eclissi, e vale circa 400. Ciò consente un oscuramento quasi perfetto. Che coincidenza!
-il periodo di rotazione della luna equivale a quello di rivoluzione così noi vediamo solo una faccia della luna. Motivi? Bo! Altra coincidenza!
-poi c'è la questione dei terremoti lunari, presenti anche in assenza di attività interna. Da dove vengono?

Quindi non giurerei che sulla luna sia tutto regolare.

riscusate per l'interruzione


Autore Albero
audisio
Inviato: 7/1/2011 16:13  Aggiornato: 7/1/2011 16:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Non c'entra direttamente con l'argomento ma per capirci su cosa
si intende per fantascienza, parola ormai abusata e molto spesso a
cazzo:
http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/09_dicembre_23/teletrasporto-california-silicio_52ee79c6-ef95-11de-b696-00144f02aabc.shtml

Tu guarda cosa fanno 'sti laser!
"I Laser proiettano le loro proprietà di teletrasporto sulle sferette di silicio"!!!
Ma questo è linguaggio puramente "magico"!
Ditemi se una frase (e un concetto del genere) potrebbe mai essere
concepito da un fisico "ortodosso", di quella fisica "vecchia" che ancora
inquina le menti di molti.
Per dire, 'sto Darrick Chang qualche tempo fa lo avrebbero bruciato sul
rogo come stregone...


Autore Albero
audisio
Inviato: 7/1/2011 16:03  Aggiornato: 7/1/2011 16:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Trovo poi singolare che in un thread in cui si parla della teoria No Plane,
si accusino poi le persone che ritengono plusibile la teoria No Plane
di fare il lavoro sporco dei PA se portano delle argomentazioni a favore
della stessa teoria No Plane.
E' una logica allucinante.
Se si parla della teoria No Plane si parla della teoria No Plane.
Poi, se si deve presentare una piattaforma rivendicativa del Sindacato
911Truth evidentemente si spunterà tale teoria dall'elenco
(sono intenzionalmente e amaramente sarcastico).
E' assolutamente scorretto aprire un argomento e poi demonizzare chi vi
partecipa (non mi riferisco a Massimo ovviamente ma a Sertes,
Decalagon, Fefochip, gli altri rimangono nei binari di una dialettica forte
ma corretta).


Autore Albero
Sertes
Inviato: 7/1/2011 16:15  Aggiornato: 7/1/2011 16:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Rispondo solo perchè mi accusi in pubblico: ora, come da programma, siamo arrivati alla fase del vittimismo.

Prima di tutto Audisio ci tengo ad assicurarti che non ti sto prendendo per il culo, anzi ti ho fatto la stessa domanda due volte ma hai glissato amabilmente.

A me sembra che tutti i tuoi ragionamenti vertano sulla tua curiosa idea che rinforzare un 767 e radiocomandarlo contro un palazzo sia infinitamente più difficile che proiettare un ologramma in pieno giorno, coordinando suoni, ombre, e l'esplosione finale sul palazzo.

Però può anche essere che abbia ragione tu: allora ti ripeto per la terza volta la domanda: ci spieghi cos'è successo a tuo parere nel secondo presunto "impatto", in semplici termini di cosa-come-perchè?

Ti faccio un esempio: la Versione Ufficiale dice che un gruppo di 5 dirottatori ha assunto il comando di UA175, lo ha diretto verso la torre sud, e lo ha mandato a schiantarsi contro di essa (cosa). Lo ha fatto assalendo il personale di volo e mettendo un attentatore con licenza di volo ai comandi dell'aereo (come). Il tutto è stato fatto perchè questo faceva parte di un piano terroristico che mirava a colpire gli Stati Uniti d'America (perchè).

Dopodichè qualcuno dirà: questa ricostruzione è smentita dall'eccessiva velocità dell'aereo ed è quindi impossibile.

Anche Tuttle ti ha chiesto se deve capire o credere; ma se deve capire bisogna che ti spieghi.

Così adesso vediamo se puoi dar lezioni di correttezza agli altri

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente

Autore Albero
fefochip
Inviato: 7/1/2011 17:27  Aggiornato: 7/1/2011 17:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
E' assolutamente scorretto aprire un argomento e poi demonizzare chi vi partecipa (non mi riferisco a Massimo ovviamente ma a Sertes, Decalagon, Fefochip, gli altri rimangono nei binari di una dialettica forte ma corretta).


senti audisio non piagnucolare .

scorreto qui sei tu fino a prova contraria.
io ti ho descritto tutta una serie di obiezioni ,di dimostrazioni fisiche che salti a pie pari per metterti a frignare dicendo che poi mi attacco a un errore di battitura .

i tuoi argomenti sono ridicoli ,incongruenti, autoreferenziali ma soprattutto non tengono minimamente conto delle obiezioni altrui .


un esempio?

prova a rispodere a una ,dico UNA , obiezione tecnica che è stata posta :
come mai il metallo dei piloni esterni delle torri è piegato all'interno?
quale esplosione (nell'ottica che bisogna simulare un impatto aereo mentre a impattare è stato solo un ologramma) può fare una cosa del genere?

ne vuoi un altra?

prova a spiegarmi come è possibile secondo te che un 767 (o comunque un aereo di pari mole visto che lo si voleva simulare nell'ottica del "tuo" maxidrone )
con la quantità di moto che si porta dietro non riesce a ropere 4 vitoni di acciaio in trazione.

sei scorretto nella tua "dialettica"
perche quando uno ti cerca di spiegare per filo e per segno con impegno sincero tutta la dinamica tu arrivi e dici che l'altra parta sosterrebbe che un aereo perforerebbe qualunque cosa.

sei incongruente nella tua "dialettica"
perche prima dici che non è possibile che l'aereo penetri all'interno della torre per motivi fisici solo tuoi e mai spiegati e poi te ne esci che pure una mollica di pane perforebbe un qualcosa di molto piu duro solo perche sparata molto velocemente però si disintegrerebbe ...e chi ha mai negato che l'aereo dentro non si spezzetta?

sei ridicolo nella tua "dialettica"
quando sostieni l'insostenibile dal punto di vista fisico (rispondi alle domande)
stendiamo un velo pietoso su paragoni fallici di penetrazione per spiegare chissà quali condizionamenti mentali che stanno solo nella tua capoccia


e sono pure stufo di spiegartelo tanto è come cavare sangue dalle rape

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
audisio
Inviato: 7/1/2011 15:52  Aggiornato: 7/1/2011 16:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Risposta al commento di Jurji delle 23.23 di ieri:
impossibile, le torri non potevano essere minate dalla testa ai piedi.
Gli interventi di "manutenzione" non hanno riguardato le torri nel loro
complesso.
Come avrebbero fatto allora a mettere l'esplosivo dappertutto?
Dunque, quella manovra è stata veramente "miracolosa"!
E senza possibilità di prova (ripeto, le simulazioni non servono a un cazzo,
la realtà è sempre diversa, tant'è che anche con l'ologramma hanno
commesso qualche piccolo errore, ma che non ha inficiato il risultato
finale come sarebbe avvenuto se l'aereo avesse colpito in un punto
diverso da quello prestabilito).
Una vera botta di culo...


Autore Albero
audisio
Inviato: 7/1/2011 15:42  Aggiornato: 7/1/2011 15:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
D'altronde, Decalagon, quando hanno pensato di proiettare l'immagine
di Allah sui cieli di Baghdad (e parliamo, ricordo sempre, del 1991) si
saranno posti il problema di un aereo che passasse in quel momento.
Ve lo immaginate, Allah impallato da un caccia militare?


P.S.: tra l'altro, se ci pensi, a Baghdad non potevano certo disporre
dei tetti degli edifici, dunque intendevano utilizzare i satelliti.
Per cui anche in questo caso avranno fatto così...


Autore Albero
audisio
Inviato: 7/1/2011 15:36  Aggiornato: 7/1/2011 15:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Trotzkji, certo l'appontaggio su una portaerei è una cosa difficilissima.
Altre due ore di lezione e ci riusciva pure Atta.
No, qui stiamo veramente scherzando...
Decalagon, dunque vediamo di ragionare.
Evidentemente, i punti di proiezione potevano essere molteplici.
Se non sbaglio, bastano tre fasci per formare l'immagine olografica.
E il fumo della prima torre avrebbe comunque impedito la visuale
a chi stava dietro quel fumo anche nel caso ci fosse stato un 767.
Dunque, quando l'aereo passava in un punto in cui il proiettore
A (chiamamolo così, per capirci) risultava impallato dal fumo, bastava
attivare il proiettore B nel punto opposto rispetto al fumo.
Tanto chi stava dietro il fumo non avrebbe potuto vedere nè l'aereo
vero nè l'eventuale "fallimento" dell'immagine olografica.
Per quanto riguarda il sole, le ombre ecc., evidentemente sono sempre
cose che "vedi" quindi potrebbero anch'esse far parte dell'ologramma.



P.S.: Quando Sertes mi ha preso per il culo, io avevo capito che tu
parlassi del fumo dopo l'impatto non del fumo dell'altra torre.
Sai, non è facile fronteggiare un fuoco di fila da parte di 4 persone.
Fefochip, se tu ti attacchi al fatto che ho scritto "il burro" invece che
"nel burro" cosa dovrei dire?


Autore Albero
Decalagon
Inviato: 7/1/2011 15:38  Aggiornato: 7/1/2011 15:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Ok, non ho più nulla da dire vostro onore

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
trotzkij
Inviato: 8/1/2011 0:06  Aggiornato: 8/1/2011 0:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@audisio
Citazione:
Trotzkji, certo l'appontaggio su una portaerei è una cosa difficilissima.


Certo la battutina idiota nel casino generale non poteva mancare.
Che bbravvvoooo!
Ora spiegaci la tecnologia usata per proiettare gli ologrammi. Avanti. c'è un qualche modello funzionante, una proposta commerciabile, un gentile proietta-ologrammi da regalare alla fidanzata per san valentino?
Un chi, cosa, come esiste?
Oppure ti basta rispondere con spiritosaggini che dimostrano solo che non capisci una cippa.
Da dove e quanta distanza hanno proiettato gli ologrammi? Dal cielo, da terra, dai palazzi intorno, dal carretto degli hotdog, dai tombini della fognatura? Da un aereo, elicottero, satellite o pallone gonfiato?
Hai un'ipotesi che non sia un fumetto o un cartone animato?
Hai almeno qualcosa di concreto da indicare, o dobbiamo tutti affidarci ai tuoi sollazzi onanistici, alle tue elucubrazioni campate ...in aria, proprio come proiezioni olografiche di pensieri.

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 8/1/2011 0:09  Aggiornato: 8/1/2011 0:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Trotzkij, lascia stare, non gettare legna sul fuoco che tanto è stato dimostrato per l'ennesima volta che quegli aerei non erano ologrammi

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
audisio
Inviato: 7/1/2011 15:16  Aggiornato: 7/1/2011 15:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Chi si attacca agli errori di battitura per alzare le bandierine
è proprio un poveraccio.
Mamma mia, che tristezza!!!


Autore Albero
fefochip
Inviato: 7/1/2011 15:23  Aggiornato: 7/1/2011 15:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Chi si attacca agli errori di battitura per alzare le bandierine è proprio un poveraccio.


oltre che coprirti di ridicolo da solo evita magari di cominciare a usare insulti o ti sono rimasti solo quelli?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
audisio
Inviato: 7/1/2011 15:13  Aggiornato: 7/1/2011 15:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@ Decalagon:
a parte che non c'era nessun oggetto di passaggio nè poteva esserci.
I piani di volo erano tutti noti, gli uccelli sono talmente piccoli che la loro
interferenza può essere scambiata con un difetto d'immagine.
Inoltre, abbiamo detto che potevano proiettare dalla sommità degli
edifici, non solo da satellite.
Il fumo si origina dopo l'impatto e infatti l'aereo sparisce dentro la torre.
Ossia, dove c'è la torre non c'è l'aereo.
Come mai?
A parte il nose out, che però come dice Fetzer può essere un errore
e infatti il nero improvviso potrebbe corrispondere ad un immediato
spegnimento dell'impianto che potrebbe aver provocato questo effetto.
Ho cercato di rispondere alle tue domande ma a naso, non essendo io
un tecnico, la cosa andrebbe indagata da chi se ne intende.
Io posso però ribaltarti la domanda:
non avete ancora spiegato come fa l'aereo ad entrare così.
@ fefochip:
non riesci a cogliere il senso di una provocazione.
Il mio parallelo era per chiarire come io non riesca a comprendere
la vostra acritica accettazione del fatto che siccome un oggetto (tra
l'altro abbastanza fragilotto come un aereo civile che deve essere
sufficientemente leggero da poter volare, sempre in rapporto alla
proprie dimensioni) è molto veloce, allora può entrare dovunque
come nel burro.
Spiegatemi, allora, come mai se uno si tuffa da un'altezza troppo elevata
in un elemento così penetrabile come l'acqua, la sua colonna vertebrale
(molto più dura dell'acqua) si spezza?
Dovrebbe entrare come nel burro...


Autore Albero
Sertes
Inviato: 7/1/2011 15:17  Aggiornato: 7/1/2011 15:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Audisio ha scritto:
Il fumo si origina dopo l'impatto e infatti l'aereo sparisce dentro la torre.
Ossia, dove c'è la torre non c'è l'aereo.
Come mai?


Vabbè, siamo in pieno delirio. Forse è arrivato il momento di smettere di dargli corda, che ne dite?

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente

Autore Albero
DrHouse
Inviato: 7/1/2011 15:22  Aggiornato: 7/1/2011 15:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
fabrizio70
Citazione:
Domandina facile facile per chi sostiene l'assurdità totale della teoria no-plane : Visto che a colpire le torri sono stati degli aerei (guidati dai beduini con lo straccio in testa , droni , radiocontrollati , programmati in anticipo fate un pò voi) perchè gli stessi aerei non sono stati usati sul pentagono ED a Shankville ?
Almeno la teoria no-plane è coerente con tutti e quattro gli eventi....

[...]

Invece al pentagono E shankville era meglio farla a metà la messinscena?

[...]


Per rispondere a questa domanda te la rigiro:Visto che a colpire gli edifici sono stati due aerei perchè non lo hanno fatto con il pentagono e shankville ?
In questo modo oltre a delle immagini avremo danni compatibili con la VU e resti di aereomobili credibili...

[...]
Appunto visto che è così semplice costruire droni corazzati quale sarebbe stato il problema di costruirne un terzo ed un quarto da far schiantare sugli altri due siti con immagini e resti credibili ? Non ci sono immagini olografiche ma non ci sono neanche immagini di superdroni...


Indipendentemente da che cosa sia realmente successo alle torri, se cioè abbiano usato droni modificati camuffati da aerei commerciali oppure ologrammi, continuo a non capire questo continuo riferimento al Pentagono e a Shanksville a supporto dell'una o dell'altra teoria. Si vuol attribuire a ogni costo ai cospiratori una sorta di "obbligo morale" di coerenza, per cui avrebbero necessariamente dovuto usare la stessa tecnologia in tutti e quattro gli scenari, come una sorta di pattern predefinito.

Questo ragionamento, secondo me, è viziato in partenza da un errore di fondo: si mettono sullo stesso piano i due attentati alle torri con l'attentato al Pentagono e l'attentato a Shanksville. Non c'è però nessuna ragione valida che lo giustifichi. Tutto porta a credere, al contrario, che gli ultimi due attentati fossero (nelle intenzioni dei cospiratori, intendo dire) su un piano chiaramente più basso, sia a livello strategico che a livello mediatico, rispetto a quello delle torri. Ti ricordo un dettaglio non secondario: quando tutti gli spettatori del mondo hanno visto la colonna di fumo innalzarsi dalla facciata del Pentagono, quando tutti hanno visto la buca di Shanksville, istintivamente hanno pensato che un aereo aveva provocato quei danni. E questo non solo perché la TV glielo stava dicendo, ma perché pochi minuti prima avevano visto in TV due aerei andarsi a schiantare contro le due torri gemelle. Per associazione, tutti hanno pensato quindi che anche al Pentagono e a Shanksville vi fosse stato lo schianto di un aereo. L'associazione che avviene nella nostra mente in casi del genere è molto più potente di qualsiasi ologramma e anche di qualsiasi immagine reale. Se pochi minuti prima hai visto (o ti è sembrato di vedere, infondo ha poca importanza) un aereo schiantarsi contro una torre provocando un'immensa palla di fuoco e se lo stesso evento si è addirittura ripetuto pochi minuti dopo praticamente con la stessa dinamica, istintivamente sei portato a credere che qualcosa di simile sia avvenuto anche nello scenario 3 e nello scenario 4. E questo nonostante il fatto che le immagini dello scenario 3 e 4 non mostrino affatto un aereo, ancor meno il momento dell'impatto. Ancor oggi, a distanza di quasi dieci anni, l'immagine più nitida di quel giorno che ognuno di noi conserva nella memoria è quella dei due aerei che si schiantano contro le due torri. E non è affatto un caso che l'incidente al Pentagono e quello a Shanksville siano avvenuti dopo e non prima.

Citazione:
ti ricordo che se quest'evento è venuto alla ribalta è proprio per l'anomalia delle immagini successive dei danni al pentagono , e non certo per le torri e shankville , danni che con un aereo-drone sarebbero stati reali , chiudendo definitivamente la porta a possibili speculazioni , invece eccoci qua , a parlarne e discutere dopo una decina d'anni...

Questo può anche essere vero, ma ti ricordo che i dubbi e le speculazioni contro la versione ufficiale restano pur sempre circoscritti a quella minoranza di ricercatori, studiosi e appassionati di verità che hanno la voglia, la pazienza e la perseveranza di spulciare tutti i dati per trovare eventuali incoerenze e non si lasciano abbagliare dall'apparente chiarezza delle immagini. Ma non è pensando a questa minoranza che si progettano gli attentati. Detto in parole più povere: secondo me non c'era alcun motivo razionale per rischiare altri due droni o altri due ologrammi contro il Pentagono e a Shanksville, con la fatale conseguenza di aumentare il margine di errore e di allungare l'elenco delle variabili che potevano andare storte, quando si poteva ottenere lo stesso effetto con due messe in scena accuratamente preparate e delimitando l'area interessata in modo da tenere lontani sguardi e scatti indiscreti. Qualcuno che metterà in dubbio la versione ufficiale ci sarà sempre. Questo loro lo sanno benissimo. E per questo preparano fin dall'inizio una serie di contromisure (debunkers, black propaganda ecc.) per limitare i danni e circoscriverli, appunto, a un livello di critica di massa controllabile.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)

Autore Albero
fefochip
Inviato: 7/1/2011 15:27  Aggiornato: 7/1/2011 15:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Vabbè, siamo in pieno delirio. Forse è arrivato il momento di smettere di dargli corda, che ne dite?


il delirio ormai impera da tempo ...comunque si lo confesso mi sto divertendo per vedere fino a che punto si può arrivare pur di avere ragione , a quale grado di sordità e incoerenza si deve esprimere prima di sbroccare ...ma ormai ci siamo

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
fefochip
Inviato: 7/1/2011 15:21  Aggiornato: 7/1/2011 15:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
non riesci a cogliere il senso di una provocazione.

non c'è nulla da cogliere solo secondo te
Citazione:
Il mio parallelo era per chiarire come io non riesca a comprendere la vostra acritica accettazione del fatto che siccome un oggetto (tra l'altro abbastanza fragilotto come un aereo civile che deve essere sufficientemente leggero da poter volare, sempre in rapporto alla proprie dimensioni) è molto veloce, allora può entrare dovunque come nel burro.

acritica?
ho passato 3 giorni a scrivere motivando anche tecnicamente perche quell'aereo poteva entrare dentro quella torre e non come dici scorrettamente tu "dovunque come nel burro".
te lo dici da solo per convincerti ...benissimo sei convinto ...bravo

Citazione:
Spiegatemi, allora, come mai se uno si tuffa da un'altezza troppo elevata in un elemento così penetrabile come l'acqua, la sua colonna vertebrale (molto più dura dell'acqua) si spezza?

tu di fisica ormai ho capito che hai delle basi che assomigliano alle mie in danza classica.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 7/1/2011 15:22  Aggiornato: 7/1/2011 15:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@audisio

Citazione:
a parte che non c'era nessun oggetto di passaggio nè poteva esserci.


E chi lo dice, tu? Ti rammento che il nostro pianeta è circondato da una quantità immensa di detriti e satelliti.

Citazione:
Inoltre, abbiamo detto che potevano proiettare dalla sommità degli edifici, non solo da satellite.


Ah, allora un uccello avrebbe potuto interferire con la proiezione. E se fosse cambiato il vento e il fumo avesse coperto il fascio di luce? Sai che figurella.

Citazione:
Ho cercato di rispondere alle tue domande


No, non hai risposto alle mie domande. Hai risposto solo ad una, e parzialmente. Te le ripropongo:

1) Come avrebbero fatto a proiettare l'ologramma al WTC da un satellite, visto che il fascio di luce doveva attraversare la spessa cortina di fumo nero proveniente dalla prima torre che bruciava? E perché sarebbe più controllabile, visto che basta un qualsiasi oggetto di passaggio di fronte al proiettore spaziale per svelare il trucco?

2) Come mai l'ologramma proietta ombre e riflette i raggi del sole sulla superficie lucida della fusoliera, per non parlare del kerosene e del rumore dei motori spinti al massimo?

3) Gli ologrammi non possono penetrare le superfici solide. Quindi come hanno fatto al WTC?

Citazione:
non avete ancora spiegato come fa l'aereo ad entrare così.


In realtà è stato fatto svariate volte da svariati utenti e su svariate discussioni, pertanto ritengo sia un'inutile perdita di tempo star qui a ripeterti concetti che sono già stati ampliamente discussi, visto che non ti interessa ascoltarli, a quanto pare.

edit

@Sertes

Citazione:
Vabbè, siamo in pieno delirio. Forse è arrivato il momento di smettere di dargli corda, che ne dite?


Mah.. anche si.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
audisio
Inviato: 7/1/2011 14:51  Aggiornato: 7/1/2011 14:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Devo inchinarmi a Fetzer.
E' un grande.
Parlo della storia dell'aereo che siccome è veloce è normale che
debba penetrare la Torre.
Non so, ma a me sembra un riflesso condizionato di una mente
maschile.
In questo caso, l'aereo è il grosso pene che penetra la Torre femmina.
E' la parte attiva perchè si muove, dunque è logico che debba
penetrare la parte passiva.
In realtà, quando il maschio penetra è perchè la femmina accoglie.
Se la femmina non vuole accogliere, il maschio si attacca al ciufolo.
Cosa voglio dire?
Quello che dice Fetzer.
L'apparenza è che l'aereo colpisca la Torre.
La realtà sono due corpi che entrano in collisione e ognuno deve
annichilire (non nella stessa misura, certo, ma in qualche modo sì) l'altro.
Dunque, l'aereo NON PUO' entrare come il burro.
Come dice Fetzer, è fisicamente IMPOSSIBILE.
Grazie a Fetzer e grazie a Massimo che non solo ha accettato la sfida
(intendo sfida intellettuale).
L'ha promossa e questo è un segno di grande onestà intellettuale.



P.S.: per dire, è vero che una pallina di pane sparata con un fucile ti
penetra il cranio, ma la pallina di pane che fine fa?
Dissolta, disintegrata, non la ritrovi neanche col microscopio...


Autore Albero
fefochip
Inviato: 7/1/2011 14:59  Aggiornato: 7/1/2011 15:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@ Marta75
lurki ancora?
prova a commentare questi profondi passaggi in cui si coglie una applicazione freudiana alla fisica dei corpi....
Citazione:
In questo caso, l'aereo è il grosso pene che penetra la Torre femmina. E' la parte attiva perchè si muove, dunque è logico che debba penetrare la parte passiva. In realtà, quando il maschio penetra è perchè la femmina accoglie. Se la femmina non vuole accogliere, il maschio si attacca al ciufolo.






più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 7/1/2011 15:01  Aggiornato: 7/1/2011 15:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Già mi immagino una figa gigante proiettata sulla torre, e l'aereo a forma di pisello che ci entra. Chissà che contenti i terroristi.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
fefochip
Inviato: 7/1/2011 15:06  Aggiornato: 7/1/2011 15:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
La realtà sono due corpi che entrano in collisione e ognuno deve annichilire (non nella stessa misura, certo, ma in qualche modo sì) l'altro. Dunque, l'aereo NON PUO' entrare come il burro. Come dice Fetzer, è fisicamente IMPOSSIBILE.





l'aereo non può entrare come il burro ....



Citazione:
P.S.: per dire, è vero che una pallina di pane sparata con un fucile ti penetra il cranio, ma la pallina di pane che fine fa? Dissolta, disintegrata, non la ritrovi neanche col microscopio...


deciditi entra o no ?

o dipende se la pallina di pane è avvolta nella vasellina?
oliamo pure l'aereo?
magari era un drone oliato

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 7/1/2011 15:11  Aggiornato: 7/1/2011 15:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
l'aereo non può entrare come il burro ....


Mi ricordano tanto le analogie alimentari fatte dal NIST sull'acciaio di liquerizia, la teoria "pankake", il cucchiaio da gelato e il buco come una ciambella. E l'effetto è sempre il solito: il sangue dal cervello arriva allo stomaco (cit).

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
fefochip
Inviato: 7/1/2011 15:13  Aggiornato: 7/1/2011 15:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
il sangue dal cervello arriva allo stomaco


in questo specifico caso a me pareva fosse sceso piu giu dello stomaco

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
audisio
Inviato: 7/1/2011 14:42  Aggiornato: 7/1/2011 14:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@ LoneWolf:
le interferenze.
Se i fasci partono dalla sommità di edifici alti o da satelliti e vanno
verso il cielo, le possibilità d'interferenza sono controllabili.
Se l'ologramma deve essere prodotto praticamente rasoterra, le
possibilità d'interferenza aumentano clamorosamente, anche in
caso di proiezione da satellite.


Autore Albero
Decalagon
Inviato: 7/1/2011 14:56  Aggiornato: 7/1/2011 14:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@audisio

Un paio di domande, già che ci sono:

1) Come avrebbero fatto a proiettare l'ologramma al WTC da un satellite, visto che il fascio di luce doveva attraversare la spessa cortina di fumo nero proveniente dalla prima torre che bruciava? E perché sarebbe più controllabile, visto che basta un qualsiasi oggetto di passaggio di fronte al proiettore spaziale per svelare il trucco?

2) Come mai l'ologramma proietta ombre e riflette i raggi del sole sulla superficie lucida della fusoliera, per non parlare del kerosene e del rumore dei motori spinti al massimo?

3) Gli ologrammi non possono penetrare le superfici solide. Quindi come hanno fatto al WTC?

Non è che per caso non era un ologramma?

Citazione:
Come dice Fetzer, è fisicamente IMPOSSIBILE.


Perché?

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
NiHiLaNtH
Inviato: 7/1/2011 15:06  Aggiornato: 7/1/2011 15:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Appunto visto che è così semplice costruire droni corazzati quale sarebbe stato il problema di costruirne un terzo ed un quarto da far schiantare sugli altri due siti con immagini e resti credibili ? Non ci sono immagini olografiche ma non ci sono neanche immagini di superdroni...


ua93 è stato abbattuto quindi che c'entra? secondo te dovevano abbattere l'aereo originale e allo stesso tempo farne schiantare uno finto?

al pentagono si è schiantato sempre un drone, hanno rimosso i video perchè rivedendo le immagini più volte la gente si sarebbe accorta che non era un vero boeing


Autore Albero
Fabrizio70
Inviato: 7/1/2011 18:21  Aggiornato: 7/1/2011 18:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
ua93 è stato abbattuto quindi che c'entra? secondo te dovevano abbattere l'aereo originale e allo stesso tempo farne schiantare uno finto?


Vedi quanto è incasinata la teoria si-planes ?

Per le torri due droni , per il pentagono non si sà cosa e per shankville l'originale , questo si che è complicato....

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849

Autore Albero
audisio
Inviato: 7/1/2011 12:58  Aggiornato: 7/1/2011 14:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione
perche chi ha architettato il piano pensava bene che mentre per le torri
toccava fare una bella messa in scena con aerei veri e tutto il resto
perche c'erano troppi testimoni e tv ,al pentagono probabilmente un
aereo normale non avrebbe mai passato le difese aeree .
---------------------------------------------
Difese aeree?
Fefochip. di che parli?
E che il Pentagono avrebbe sparato contro un aeromobile lanciato
da loro stessi?
Se hanno disattivato tutte le altre difese perchè avrebbero dovuto
mantenere quelle sul Pentagono?
E anche se le avessero mantenute perchè non avrebbero dovuto farle
malfunzionare?
Quando gli intercettori si sono alzati in volo, non gli hanno dato le
coordinate di intercettazione finchè non sono stati sicuri che era troppo
tardi.
E hanno volato a una media di 800 km/h, ossia come un aereo civile.
La teoria droni/767 non passa l'esame del caso Pentagono.
Sul Pentagono ha colpito un drone comune che non poteva essere
mascherato da un ologramma, perchè a livello del suolo era impossibile.
Ripeto che io avvaloro l'ipotesi mini droni (o missile, ovviamente) e
ologramma di occultamento...


Autore Albero
LoneWolf58
Inviato: 7/1/2011 13:18  Aggiornato: 7/1/2011 13:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Autore: audisio Inviato: 7/1/2011 12:58:35
...
Sul Pentagono ha colpito un drone comune che non poteva essere
mascherato da un ologramma, perchè a livello del suolo era impossibile.
Cosa rende impossibile un ologramma al livello del suolo?

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)

Autore Albero
audisio
Inviato: 7/1/2011 12:43  Aggiornato: 7/1/2011 12:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Volevo ringraziare pubblicamente ahmbar.
Ormai mi stavo convincendo che la virata prima dello schianto sulla
torre l'avessi vista solo io e quindi che fosse il frutto di qualche
microchip impiantatomi nel cervello per farmi sbroccare.
Grazie di nuovo, ahmbar, mi hai restituito la fiducia in me stesso
e nella convinzione che non basta urlare "ma quali virate, ma quali
manovre" perchè scompaiano nel nulla.
Una virata perfetta, al milionesimo di secondo perchè un qualsiasi
micro errore non avrebbe consentito all'aeromobile di rimettersi
sulle giuste coordinate d'impatto.
Tutto giustificabile con la teleguida, certo, ma con un piccolo drone
da guerra, non certo con un 767.
Perchè puoi comandare quello che ti pare, ma la struttura di un
767 non riuscirà mai a reagire così rapidamente all'imput.
E Tuttle, Decalagon e gli altri non lo vogliono capire.
Cazzo, se un 767 teleguidato è in grado di fare una manovra d'attacco
degna di un elicottero da guerra,
PERCHE' CAZZO GLI ISRAELIANI STANNO POMPOSAMENTE
GLORIANDOSI DEL LORO DRONUCCIO DA AEROMODELLISTI?
Minchia, me sembra de sta in un mondo parallelo, dove ogni mia
parola si infrange su uno specchio e me ritorna indietro...


Autore Albero
Sertes
Inviato: 7/1/2011 12:54  Aggiornato: 7/1/2011 12:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@audisio
Due domande:

Puoi spiegarmi in semplici termini di cosa-come-perchè la tua teoria riguardo al secondo "impatto"?

Sai che cos'è il "bias di conferma"?

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente

Autore Albero
Tuttle
Inviato: 7/1/2011 12:56  Aggiornato: 7/1/2011 12:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Perchè puoi comandare quello che ti pare, ma la struttura di un 767 non riuscirà mai a reagire così rapidamente all'imput. E Tuttle, Decalagon e gli altri non lo vogliono capire.


Dovrei capire o crederti? C'è una bella differenza sai.

Se devo capire, devi spiegare. E fin'ora leggo solo monnezza sci-fi.

Se devo credere hai sbagliato persona.



Autore Albero
Tuttle
Inviato: 7/1/2011 12:59  Aggiornato: 7/1/2011 13:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
i prego, dimmi di si, così si chiude 'sto ridicolo discorso


Conosco Fabrizio da anni, qui su LC. Ti assicuro che è abbastanza intelligente da capire il rapporto fra azimut solare e proiezione delle ombre. Se non lo fa, evidentemente ha i suoi motivi e io ho smesso da diverso tempo di farmi del male a bisticciare su queste questioni.

Sono sicuro che hai capito...


Autore Albero
Fabrizio70
Inviato: 7/1/2011 18:07  Aggiornato: 7/1/2011 18:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Ti assicuro che è abbastanza intelligente da capire il rapporto fra azimut solare e proiezione delle ombre.


Denghiù , in effetti sono servite a qualcosa le discussioni sulle missioni lunari

Citazione:
Se non lo fa, evidentemente ha i suoi motivi e io ho smesso da diverso tempo di farmi del male a bisticciare su queste questioni.


Infatti non avevo bisogno delle spiegazioni , è lui che si ostina ad identificare un ombra parziale in un aereo, non si rende conto che quell'ombra potrebbe essere anche questo visto che non si vedono ali e piani di coda...



Oltretutto in quest'immagine l'aereo sparisce del tutto per poi riapparire in quelle successive ma è perfettamente compatibile con l'impatto di un missile:


Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 7/1/2011 18:12  Aggiornato: 7/1/2011 18:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
è perfettamente compatibile con l'impatto di un missile


Eh già, uguale proprio:



Quindi per la torre nord hanno usato un missile, mentre per la torre sud un ologramma?

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
Polonio
Inviato: 7/1/2011 18:23  Aggiornato: 7/1/2011 18:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
fabrizio, l'ombra sul palazzo NON è compatibile con quella di un missile.

quale è il diametro di quel tomahawk, 50cm?
guarda quanto è ampia l'ombra sulla facciata. per essere così estesa deve venire prioettata da un oggetto MOLTO più largo.
se fosse stato un missile la distingueresti a malapena, soprattutto con una definizione dell'immagine così scarsa.


Autore Albero
cgueye
Inviato: 7/1/2011 18:52  Aggiornato: 7/1/2011 18:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2010
Da:
Inviati: 306
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Non sono in grado di interloquire sul punto tecnico.
Riguardo alle illusioni ottiche, di recente ne ho avuta personale conferma, ma che 500 persone insieme possano vedere una stessa cosa che non esiste, mi riesce difficile credere.

Vado piuttosto sul solito versante, sempre inesplorato: i veri passeggeri dei voli dove sarebbero? Perché nessuno li ha cercati? Questa operazione implicherebbe il silenzio tombale di moltissime persone, e anche questo è un punto che mi lascia senza spiegazione.


Autore Albero
Decalagon
Inviato: 7/1/2011 19:09  Aggiornato: 7/1/2011 19:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Per quel che concerne la discussione precedente, ovvero le resistenze aereodinamiche per i boeing 767, ho appena finito di tradurre un articolo di Pilots for Truth riguardo le velocità dei presunti United 175 e American 11, per chi fosse interessato:

http://groundzeroresearch.blogspot.com/2011/01/analizzate-le-velocita-per-gli-aerei.html

(ovviamente possono esserci errori di traduzione o di ortografia, nel qual caso fatemelo sapere)

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
NiHiLaNtH
Inviato: 7/1/2011 19:58  Aggiornato: 7/1/2011 19:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Poi ti ho anche fornito un link ad una azienda che vendeva corazzature aggiuntive per aerei


sertes me lo sono perso non è che magari potresti ripostarlo?
grazie


Autore Albero
Sertes
Inviato: 7/1/2011 20:16  Aggiornato: 7/1/2011 20:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Ecco qui il link all'azienda che vende corazzature per aerei (il mio post originale risale al 2 febbraio 2010):

Citazione:
Poi, più di recente, ho trovato questo articolo relativo alla corazzatura che può essere applicata agli aereoplani, per proteggerli da svariati tipi di colpi (ovviamente non fanno l'esempio contrario, cioè di usare l'aereo come arma contro oggetti fissi, ma sempre di rinforzo per aerei si tratta).

Ecco qua:

LAST Aircraft Armor
Aircraft armor kits designed and manufactured by QinetiQ North America are based on the same simplified logistics support philosophy as the armor kits for land vehicles. No aircraft modifications are necessary to install LAST aircraft armor kits and the kits are logistically completely self-contained. They can be installed in forward austere locations if necessary by the aircraft flight crew using only the materials provided in the kit.

The complete add-on armor system can be transferred from one aircraft to another within one hour. Further, LAST Armor kits built for the Lockheed C-130 use the exact same armor parts as kits built for the Lockheed C-141 and McDonnell Douglas C-17 as well as various rotary wing/vertical lift aircraft such as the H-60 and Bell 212. For United States government customers, LAST Aircraft Armor is available via GSA Advantage™.

The aircraft armor kits can be designed to provide protection against any reasonable threat; however, the most common protection level is small arms up to and including 7.62 mm AP and steel core ball rounds such as the 7.62 mm x 54R, LPS. The areal density of the system is approximately 37 kg per square meter (8 lb. per square foot).

http://www.qinetiq-na.com/products-survivability-last-armor.htm

Questo è il link al pdf che presenta espressamente la corazzatura per aereoplani:

www.foster-miller.com/literature/documents/DS07-046%20Last%20Air.pdf

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente

Autore Albero
NiHiLaNtH
Inviato: 7/1/2011 20:30  Aggiornato: 7/1/2011 20:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
grazie sertes

in questo filmato si sente chiaramente il rumore del primo aereo e non assomiglia per niente a quello di un missile

http://www.youtube.com/watch?v=Z-73RBpNq78


Autore Albero
Tuttle
Inviato: 7/1/2011 20:37  Aggiornato: 7/1/2011 20:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
sotto quel punto di vista quella era una affermazione sbagliata


No Polonio, non è sbagliata. Sei tu, forse, che non conoscendo i sistemi hai dato un senso diverso alla descrizione del medium display.

Il medium è una lastra, supporto, emulsione, pellicola, folio (dipende dal sistema)...quel che serve come ultimo passaggio, oltre il quale si forma l'ologramma. Puoi metterla davanti, ad un certo angolo. Pui metterla sotto, dietro o di lato. Ma ce la devi mettere.

Tutti gli esempi che hai portato hanno il medium e anche quelli che erroneamente portate come esempi di ologrammi e che invece sono normali proiezioni bidimensionali di tipo heliodisplay.

tutti gli ologrammi sono concettualmente proiezioni in aria, ma tutti gli ologrammi hanno bisogno di uno step immediatamente precedente ove far convergere gli ultimi stadi di proiezione e riflessione. E' un passaggio che non puoi togliere. La proiezione cinematografica avviene su un supporto. La proiezione olografica avviene immediatamente DOPO tale supporto.

Però ci tengo a sottolineare che non ho nessun tono polemico con te, anzi. Cerco solo di spiegare nel modo più banale e semplice possibile, e con una certa sicurezza, la questione - visto che sono più di 20 anni che lavoro in mezzo a ste tecnologie.

Ripeto che l'errore fondamentale è considerare una proiezione olografica in cielo, senza pretendere la presenza di un supporto attraverso il quale ricostruire l'immagine. Se sottrai questo passaggio non si forma niente.

Esiste una tecnologia di proiezione olografica in-line, ovvero con tutti i passaggi in linea (priva della posizione zig.zag dei vari stadi). Ovviamente ha ancora più limiti rispetto alla proiezione tradizionale, ma anche questa - pur essendo più adatta allo scopo su cui si specula, ha bisogno di un ultimo stadio immediatamente precedente l'immagine olografica, viceversa la luce verrebbe completamente dispersa e nessuna immagine verrebbe ricostruita.

Anche l'ultimo esempio, tratto da un intervista a j. Lear non è un ologramma ma una proiezione RGB su una lastra trasparente angolata rispetto al piano di proiezione.

Non so più come dirlo che si stanno confondendo gli ologrammi con le proiezioni cinematografiche.

ciau...


Autore Albero
Cleaner
Inviato: 7/1/2011 20:49  Aggiornato: 7/1/2011 20:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/10/2006
Da:
Inviati: 402
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...



perbacco!!!


Autore Albero
zaq14
Inviato: 7/1/2011 21:14  Aggiornato: 7/1/2011 21:49
So tutto
Iscritto: 27/10/2010
Da:
Inviati: 22
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Bravo Cleaner, ci sei riuscito anche tu con un po' di pazienza.
Ne valeva la pena, vero?

Ora veniamo alle cose che ancora devo capire.
Prima ho detto missile Cruise, pero' non sono certo che si tratti di quello.

Calcolando che lo spazio a SX della torre (quella più a dx) l'ho calcolato spannometricamente in circa 400mt (basandomi sulla larghezza della torre, che ho trovato essere di 63 metri, ma correggetemi se il dato è errato), quello non puo' essere un cruise, perchè, mediamente, questi stanno intorno ai 6.5-7 metri di lunghezza.

Potrebbe trattarsi di un UAV, le cui dimensioni sono un po' più grandi, ma ancora non ci siamo del tutto. Sempre spannometricamente l'oggetto sembra essere lungo una ventina di metri e non riesco ad associarlo, per ora, a nessun UAV in dotazione alle forze armate americane.


Autore Albero
Polonio
Inviato: 7/1/2011 21:31  Aggiornato: 7/1/2011 21:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
zaq14,
prima di perdere tempo a spulciare i cataloghi di missili, prova a riguardare il filmato, sempre in quell'intorno di tempo, sempre in quell'area dell'immagine, e dimmi se vedi altro oltre a quel singolo segmento orizzontale nero.

ti anticipo che io ho visto 15 righette orizzontali fra il cambio di inquadratura e l'esplosione. 2 nere, 12 bianche e 1 bianca e nera.
ne ho poi vista una bianca in alto sopra il palazzo.

probabilmente tuttle ha una definizione per quelle righe.


Autore Albero
zaq14
Inviato: 7/1/2011 21:38  Aggiornato: 7/1/2011 21:42
So tutto
Iscritto: 27/10/2010
Da:
Inviati: 22
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Le vedo Polonio, ma non sono solo a SX, una appare anche sulla torre, dalla metà fino al bordo esterno dx.
Immagini manipolate?

Ma queste "righette" non hanno le dimensioni dell'oggetto da me segnalato. Che ha una superficie non indifferente e comunque compatibile con quella di un caccia.


Autore Albero
Tuttle
Inviato: 7/1/2011 21:42  Aggiornato: 7/1/2011 21:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@Decalagon e Fabrizio70.

Spero di mettere fine alla vostra diatriba. Ho usato il mio vecchio modello di manhattan, tarato alle ore dello schianto di AA11.

Renderini veloci a comparazione delle immagini reali:



Risultato? Ombre perfettamente compatibili con le immagini.



Autore Albero
Decalagon
Inviato: 7/1/2011 21:48  Aggiornato: 7/1/2011 21:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Grazie Tuttle..

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
Tuttle
Inviato: 7/1/2011 21:58  Aggiornato: 7/1/2011 21:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Grazie Tuttle..


De nada...

questa poi taglia la testa al tonno:



Autore Albero
zaq14
Inviato: 7/1/2011 22:08  Aggiornato: 7/1/2011 22:11
So tutto
Iscritto: 27/10/2010
Da:
Inviati: 22
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Polonio, curiosamente, un attimo prima dell'impatto, e proprio dove dovrebbe sbucare il muso dell'aereo (come si vede al minuto 1:45) si vede, invece,una righetta nera anche al minuto 2:25.

http://img714.imageshack.us/i/tt2r.jpg/

Polonio, quella che ho postato ora è una "righetta".
Quella di prima, se vuoi ti posto l'igrandimento, è un oggetto molto più massiccio.


Autore Albero
NiHiLaNtH
Inviato: 7/1/2011 21:53  Aggiornato: 7/1/2011 21:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
le "righette" compaiono più volte nel filmatosono sia bianche che nere
quindi non si tratta di un veivolo o di un missile

se proprio volessimo trovare delle stranezze ci converrebbe cercare le famose sferette volanti


Autore Albero
Polonio
Inviato: 7/1/2011 21:59  Aggiornato: 7/1/2011 21:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
ha la dimensione di una riga (se fossero pixel sarebbe una semplice riga di pixel) come tutte le altre.
fai così. scarica il filmato sul tuo computer e, se non hai programmi di editing video, guardalo rallentato con VLC (è gratis) o programmi simili.

sembra più grossa di una riga ma non lo è.


Autore Albero
Jurij
Inviato: 7/1/2011 6:52  Aggiornato: 7/1/2011 6:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
J.F.: Certamente! Dovevano poter controllare il risultato finale. Dovevano poter controllare quello che il mondo avrebbe visto. Alcuni membri di “Pilots for 911 Truth” hanno provato a simulare l’impatto con la Torre, con un aereo commerciale che viaggia più o meno a quella velocità, e hanno scoperto che era praticamente impossibile colpire l’edificio. Persino Rob Balsamo, che è il direttore di “Pilots for 911 Truth”, credo che sia riuscito a colpirla una volta su dieci. Quindi dovevano poter avere tutto sotto controllo, dovevano essere sicuri che l’aereo colpisse l’edificio, e dovevano avere questa specie di giustificazione per avere poi causa presumibile per la demolizione degli edifici, per quanto non abbia comunque avuto nulla a che fare, gli incendi sono stati decisamente troppo modesti…

Allora :
1. Una volta su 10 significa che è possibile!
2. Con il tipo di aerei utilizzati, di sicuro non classici commerciali, ma militari e modificati, non si vede come non fosse possibile.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
incredulo
Inviato: 7/1/2011 7:06  Aggiornato: 7/1/2011 7:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Ricordo solo un altro articolo recente cosi' combattuto come questo, quello relativo al pugno assassino di Bertone contro la ragazza rumena.

Anche li' fiumane di post per decidere chi avesse ragione, anche li' con argomentazioni intelligenti e meno.

Rimango stupito che utenti cosi' smaliziati come quelli di questo sito, siano FACILE PREDA di questa sindrome che porta a discutere animatamente su di un qualcosa che non serve a un cazzo.

La spiegazione l'ha data egregiamente Tuttle.....

Citazione:

E così come, sempre qui sul web, gli argomenti prettamente tecnici non interessano quasi nessuno (perché nessuno ci capisce una mazza e quindi si crede o non crede per partito, bias o fede) - idem in televisione ci si guarderà bene dal tediare l'audience con questioni tecniche, specifiche, circostanziate - che richiedono un utenza preparata e quindi limitata. Argomenti noiosi, lunghissimi da mettere in video, difficilmente sintetizzabili....definitivamente NON TELEVISIVI.

Abbiamo un consigliere di Obama che suggerisce di infiltrare estremisti nei movimenti complottisti.

Abbiamo diversi "professori" con teorie FANTASCIENTIFICHE

Abbiamo un clamore assordante su internet che sta diventando insopportabile.

Ora faccio una domanda secca:

"La prossima trasmissione TELEVISIVA sui fatti del 9/11 su cosa si incentrera'"?

Sulle PROVE CERTE dell'inside job o sulle polemiche delle NUOVE TEORIE dei complottisti?

Dobbiamo vedere accadere questo per CAPIRE ?????

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.

Autore Albero
Tuttle
Inviato: 7/1/2011 11:40  Aggiornato: 7/1/2011 11:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Ecco un bell'ologramma creato con l'aria calda ..


Quella è una proiezione su hdisplay (heliodisplay) che utilizza un flusso d'aria canalizzata sulla quale proiettare una normalissima immagine RGB, piatta come una normalissima proiezione video.

Non è un ologramma, non è 3d, utilizza comunque un medium display (un enorme bussolotto che spara aria).

http://www.youtube.com/watch?v=au1ib6Rf_gY


Citazione:
Rimango stupito che utenti cosi' smaliziati come quelli di questo sito, siano FACILE PREDA di questa sindrome che porta a discutere animatamente su di un qualcosa che non serve a un cazzo.


straquoto! E' proprio la rappresentazione della guerra fra poveri che tanto piace (e serve ve lo assicuro) agli Alessio Vinci, Mentana, Riottini, Pieri Angela e cicappini tutti....


Autore Albero
Decalagon
Inviato: 7/1/2011 12:24  Aggiornato: 7/1/2011 12:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@superava

Citazione:
Decalogon sei un pilota di aeroplani?


LOL

Magari no no, sono solo un appassionato.

Citazione:
Chi ha concepito questo piano puo' aver fatto di tutto. Certo che lanciare due grossi aerei di linea contro le torri ed avere la probabilita' di colpirli deve basarsi anche molto sulla fortuna.


Esistono sistemi computerizzati che permettono ad un aereomobile di seguire un piano di volo (compreso il decollo e l'atterraggio) senza alcun tipo di supporto umano, ed i computer sono molto più precisi di un pilota in carne ed ossa.

@Fabrizio

Citazione:
Io ti ho chiesto di farmi vedere l'ombra delle ali e tu mi evidenzi l'immagine delle ali , eppure mi sembra di scrivere italiano....


Ma allora mi prendi per il culo, potevi avvertirmi prima.

Tuttle, potresti gentilmente spiegare a questo signore perché l'ombra delle ali e della coda non si può vedere sulla facciata della torre sud, in questa immagine? Io sono un po' stufo di ripeterglielo e onestamente tu sei molto più capace di me.
Ti ringrazio anticipatamente.



Citazione:
Poi sono i no-planers che si inventano le tecnologie...


Non mi sono assolutamente inventato niente: effettuare dei rinforzi su un aereomobile non è affatto una fantascienza. Chiedi ad un qualsiasi ingegnere aereonautico.

Noto che invece questo atteggiamento da parte tua è molto ricorrente ogni volta che qualcuno ti fa una domanda a cui non sai rispondere, inventandoti sensori di luce/ombra, cisterne di kerosene nascosti nelle torri, esplosivi che provocano delle scalfiture che in realtà sono state causate dalle estremità delle ali...

Ad ogni modo quei due aereoplani non erano ologrammi se proiettavano ombra e riflettevano la luce del sole, sei d'accordo con me almeno su questo punto?

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
EL_GUERCIO
Inviato: 7/1/2011 12:34  Aggiornato: 7/1/2011 12:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/11/2006
Da:
Inviati: 177
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
scusate la domanda un pò sciocca (tra l'altro devo amettere che non sono riuscito ancora aleggere tutta la discussione): ma se non è stato un "falso" aereo (nel senso di drone con la carrozzeria di un aereo di linea) ma un missile o altro mimetizzati tramite ologramma o simile, non ci dovrebbe essere qualcuno che ha assistito al suo percorso? voglio dire, dal punto in cui è partito (base militare, ecc..) fino alla torre sarebbe stato schermato da un ologramma per tutto il tragitto o solo nei momenti prossimi all'impatto? mi spiego? nessuno (in campagna, fuori città, ecc.) ha visto o sentito o avvertito niente?

"Non si dicono mai tante bugie quante se ne dicono prima delle elezioni, durante una guerra e dopo la caccia". Otto von Bismarck

Autore Albero
Tuttle
Inviato: 7/1/2011 12:38  Aggiornato: 7/1/2011 12:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Tuttle, potresti gentilmente spiegare a questo signore perché l'ombra delle ali e della coda non si può vedere sulla facciata della torre sud, in questa immagine? Io sono un po' stufo di ripeterglielo e onestamente tu sei molto più capace di me.


no grazie....


Autore Albero
Al2012
Inviato: 7/1/2011 12:42  Aggiornato: 7/1/2011 12:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@ Fabrizio70

Citazione:
Era solo una delle ipotesi , figurati che per me è stato un missile tipo tomahawk circondato da un immagine olografica , risolveresti pure il problema del rumore senza usare tecnologie surround...


Mi sai spiegare perché chi ha organizzato gli attentati deve complicarsi la vita utilizzando “un missile tipo tomahawk circondato da un immagine olografica” invece dell’utilizzo di un aereo vero teleguidato ??

Tenendo presente che oltre al problema del rumore, (il rumore di un aereo di linea e il rumore di un missile non credo che siano identici o paragonabili e lo stesso si potrebbe dire per la velocità) risolveresti anche il problema dei resti di aereo che mi sembra siano stati rinvenuti intorno alla area colpita.

In merito al Pentagono la ragione del non uso di un aereo teleguidato simile ad un aereo di linea sta forse nel fatto che si voleva colpire il pentagono su un ben determinata facciata e questo comporta il volo radente che è difficile da ottenere usando aerei di determinate dimensioni.

“Capire … significa trasformare quello che è"

Autore Albero
Fabrizio70
Inviato: 7/1/2011 17:45  Aggiornato: 7/1/2011 17:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Mi sai spiegare perché chi ha organizzato gli attentati deve complicarsi la vita utilizzando “un missile tipo tomahawk circondato da un immagine olografica” invece dell’utilizzo di un aereo vero teleguidato ??


Semplice , più un apparato è complesso più è probabile che possano avvenire guasti o problemi , ed un 767 è molto più complesso di un tomahawk (non che i tomahawk non abbiano problemi , è meno probabile).

Citazione:
Tenendo presente che oltre al problema del rumore, (il rumore di un aereo di linea e il rumore di un missile non credo che siano identici o paragonabili e lo stesso si potrebbe dire per la velocità) risolveresti anche il problema dei resti di aereo che mi sembra siano stati rinvenuti intorno alla area colpita.


Infatti la velocità a quella quota è quella di un tomahawk e per quello che riguarda il rumore:

Citazione:
LIKE A MISSILE 14. “…I can only describe as, it sounded like a missile, not an airplane….it was definitely not the sound of a prop plane or anything like that….I grew up on military bases and I know the sound of jets and I’ve been in war zones and heard those kinds of different sounds….the sound itself was not of a prop plane , it was perhaps a jet, but it could have been a missile as well….it was high pitched, but it had a…er…a…whooshing sound, not, not like a prop plane…”- Don Dahler, LIVE on ABC TV


Il whooshing sound descritto è quello tipico del motore del tomahawk , che è un turbofan , e giusto per dare un idea di come possa essere una caratteristica riconoscibile il rumore dei motori :

http://it.wikipedia.org/wiki/Lockheed_S-3_Viking

Citazione:
È soprannominato "hoover" (come la famosa marca di aspirapolvere) dato il suo rumore di funzionamento.


Citazione:
In merito al Pentagono la ragione del non uso di un aereo teleguidato simile ad un aereo di linea sta forse nel fatto che si voleva colpire il pentagono su un ben determinata facciata e questo comporta il volo radente che è difficile da ottenere usando aerei di determinate dimensioni.


Per colpire una facciata non è necessario il volo radente , puoi anche arrivarci con un angolo di attacco superiore.

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 7/1/2011 12:56  Aggiornato: 7/1/2011 12:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
no grazie....


Ti prego, dimmi di si, così si chiude 'sto ridicolo discorso

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
Fabrizio70
Inviato: 7/1/2011 17:19  Aggiornato: 7/1/2011 17:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Ma allora mi prendi per il culo, potevi avvertirmi prima.

Tuttle, potresti gentilmente spiegare a questo signore perché l'ombra delle ali e della coda non si può vedere sulla facciata della torre sud, in questa immagine?

[omiss]

Ad ogni modo quei due aereoplani non erano ologrammi se proiettavano ombra


Per fortuna che lo scrivi nello stesso post , almeno è evidente , prima scrivi che non si possono vedere le ombre poi scrivi che proiettano le ombre , vedi un pò tu chi è che prende per il culo....

Citazione:
Non mi sono assolutamente inventato niente: effettuare dei rinforzi su un aereomobile non è affatto una fantascienza. Chiedi ad un qualsiasi ingegnere aereonautico.


No , lo chiedo a te , sei tu che parli di super-droni e sei tu che lo devi dimostrare , o questo vale solo per i no-planer ?

Onde evitare di farti perdere tempo non fare come Sertes che alla stessa domanda ha postato esempi di rinforzi per carichi supplementari , stiamo parlando di alte velocità....

Citazione:
Noto che invece questo atteggiamento da parte tua è molto ricorrente ogni volta che qualcuno ti fa una domanda a cui non sai rispondere, inventandoti sensori di luce/ombra, cisterne di kerosene nascosti nelle torri, esplosivi che provocano delle scalfiture che in realtà sono state causate dalle estremità delle ali...


Cioè io ti rispondo parlando di tecnologie conosciute e dato che a te non piacciono come risposte mi accusi di non saper rispondere ?

E poi sarei io quello che prende per il culo....

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849

Autore Albero
Skafloc
Inviato: 7/1/2011 17:36  Aggiornato: 7/1/2011 17:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/3/2006
Da: ROMA
Inviati: 188
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Riguardo le luci anticollisioni, per fefochip e elflaco, nonché chiunque sia interessato:

Ripeto, il dettaglio delle luci anticollisioni che non si vedono è uno dei tanti elementi CONTRO la VU, anche se naturalmente è uno dei meno importanti.
E non che stiamo ancora ai 19 dirottatori.

Nell'ipotesi che aerei di linea siano stati dirottati, questi sono sicuramente partiti con le luci accese. E' previsto dalle norme internazionali, in particolare Annessi ICAO 6 e 8.
Sto parlando delle luci anticollisioni, ovvero luci bianchi intermittenti visibili da ogni lato dell'aereo. Diverso è il caso delle luci di navigazione, verdi bianche e rosse, che devono essere accese di notte.

Se al momento dell'impatto sono spente, vuol dire che qualcuno le ha spente, e io non riesco ad immaginare un dirottatore che si preoccupa di spegnere le luci anticollisioni prima di andare a schiantarsi contro un palazzo. Il trasponder sì, quello è normale, perché serve ad essere visto sui radar.
Certo poi ognuno è libero di credere che possa essere successo, visto che è possibile, si tratta solo di premere un interruttore.

E non crediate che a luci spente l'aereo sia meno visibile. Per un aereo di linea a quota e velocità di crociera le luci non cambiano assolutamente niente, o pensate che un caccia intercettore vede le lucine nel cielo, per cercare un 767? Provate a guardare un aereo in cielo di giorno e ditemi se vedete le luci.
Di notte è diverso, ma il tutto è avvenuto di giorno.

Tutto qui, non è un grosso tema di discussione né è rilevante ai fini della teria no-plane, ma mi sembrava doveroso chiarire.

Le cose urgenti vanno fatte con calma

Autore Albero
fefochip
Inviato: 8/1/2011 12:45  Aggiornato: 8/1/2011 12:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Riguardo le luci anticollisioni, per fefochip e elflaco, nonché chiunque sia interessato:


premesso che queste lucine mi sembra un argomento molto minore

ho fatto caso proprio ieri a degli aerei di linea in un film.
se ci pensate è meglio una ripresa che vederli dal vero visto che stiamo giudicando dei filmati.

il filmato era in alta definizione quindi al di sopra di ogni sospetto mentre i "nostri" filmati sono delle riprese a bassissima qualità ergo le considerazioni per il primo si possono applicare sicuramente al secondo.

beh
con riprese da lontano queste luci non si vedevano affatto solo da parecchio vicino (a fiumicino c'è la pista che da su un fosso e una strada la ripresa viene fatta li e lo conosco perfettamente ...è il posto dove si metteva nel film verdone a vedere gli aerei ...beh gli aerei li sono in atterraggio e parecchio bassi ) allora si cominciavano a notare.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
LoneWolf58
Inviato: 8/1/2011 12:54  Aggiornato: 8/1/2011 12:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Riguardo le luci anticollisioni
In effetti mi sono sempre chiesto come mai di giorno le stelle non si vedono?

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 7/1/2011 17:51  Aggiornato: 7/1/2011 17:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Per fortuna che lo scrivi nello stesso post , almeno è evidente , prima scrivi che non si possono vedere le ombre poi scrivi che proiettano le ombre , vedi un pò tu chi è che prende per il culo....




Ma.. ma.. cosa ti inventi? L'ombra si vede, è innegabile, cristo:



La vedi quella riga scura sulla facciata della torre? Quella è un'ombra. Io ti ho spiegato perché NON SI VEDE L'OMBRA DELLE ALI E DELLA CODA SULLA STESSA SUPERFICIE, non inventarti stronzate. Pertanto non può essere un ologramma, perché gli ologrammi non hanno una massa.
Punto.

Citazione:
No , lo chiedo a te , sei tu che parli di super-droni e sei tu che lo devi dimostrare , o questo vale solo per i no-planer ?


Non ho parlato di super-droni, ho parlato di droni, ovvero aereomobili pilotati da un computer o in remoto da umani. E rinforzare la fusoliera di un boeing è tutto fuorché fantascientifico, non capisco dove stia il problema di comprensione.
D'altronde è stato dimostrato che non potevano essere ologrammi, quindi cos'erano?

Citazione:
Cioè io ti rispondo parlando di tecnologie conosciute e dato che a te non piacciono come risposte mi accusi di non saper rispondere ?


Anche la fusione nucleare è una scienza conosciuta che può essere riprodotta artificialmente, ma se mi trovo una brucuiatura sulla maglietta posso ritenere plausibile che vi sia stata una fusione nucleare? O posso ritenere più plausibile che sia la bruciatura di una sigaretta? (in questo caso riterrei più plausibile la prima ipotesi, visto che ho smesso di fumare da un bel po').

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
Sertes
Inviato: 7/1/2011 17:58  Aggiornato: 7/1/2011 17:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Fabrizio70 ha scritto:
No , lo chiedo a te , sei tu che parli di super-droni e sei tu che lo devi dimostrare , o questo vale solo per i no-planer ?

Onde evitare di farti perdere tempo non fare come Sertes che alla stessa domanda ha postato esempi di rinforzi per carichi supplementari , stiamo parlando di alte velocità....


Non dare informazioni parziali Fab, io ti ho portato 10 varianti di 747 come esempio. Di certo non ho link con aerei di linea progettati per penetrare palazzi, questo è vero, però così ad occhio un 747 che riesce a decollare con lo Space Shuttle sul dorso credo possa sviluppare un po più di potenza del 747 standard. Idem quello che funge da trasporto di carri armati.
Poi ti ho anche fornito un link ad una azienda che vendeva corazzature aggiuntive per aerei.

Tutto scartato dal bias di conferma, che parte dalle conclusioni e taglia quei fatti che smentiscono la conclusione

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente

Autore Albero
fefochip
Inviato: 7/1/2011 12:59  Aggiornato: 7/1/2011 12:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@ incredulo
Citazione:
Rimango stupito che utenti cosi' smaliziati come quelli di questo sito, siano FACILE PREDA di questa sindrome che porta a discutere animatamente su di un qualcosa che non serve a un cazzo.


senti incredulo non te lo dico apertamente perche poi potrei essere tacciato di volgarità.

la tua opinione estrapolata nel microsmo della tua piccola singolarità ti porta a opinare che puoi ergerti ad arbiter in una discussione in cui non metti a fuoco che ogni attore in ultima analisi si sta confrontando, alla stregua di un samurai, con se stesso.

(traduzione)
te pensi d'esse furbo e nun hai capito un cazzo

e lo sai la vera prova di questo? (che non hai capito una fava?)
Citazione:
"La prossima trasmissione TELEVISIVA sui fatti del 9/11 su cosa si incentrera'"? Sulle PROVE CERTE dell'inside job o sulle polemiche delle NUOVE TEORIE dei complottisti?


e secondo te massimo (che risponderà da quello che ho capito con un articolo) perchè ha tirato fuori dal cappello questo argomento per perdere un po di tempo ?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
incredulo
Inviato: 7/1/2011 13:11  Aggiornato: 7/1/2011 13:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione

senti incredulo non te lo dico apertamente perche poi potrei essere tacciato di volgarità. la tua opinione estrapolata nel microsmo della tua piccola singolarità ti porta a opinare che puoi ergerti ad arbiter in una discussione in cui non metti a fuoco che ogni attore in ultima analisi si sta confrontando, alla stregua di un samurai, con se stesso. (traduzione) te pensi d'esse furbo e nun hai capito un cazzo

Non credo assolutamente di essere furbo o piu' furbo di nessuno e tantomeno voglio fare l'arbitro di una discussione che, per sua natura, non puo' portare a NESSUNA conclusione.

Per cui vi lascio a "guerreggiare" come:

Citazione
alla stregua di un samurai, con se stesso

Il perche' Massimo lo abbia fatto chiedilo a lui ma dopo articoli interi dedicati alla capacita' della propaganda e del potere di confondere i cervelli, mi sembrava giusto segnalarlo e l'ho fatto fin dal primo post, che forse non hai letto, astenendomi da questa "discussione".

Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.

Autore Albero
Manfred
Inviato: 7/1/2011 13:15  Aggiornato: 7/1/2011 13:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Finché ci saranno scienziati che formulano teorie la verità non verrà mai a galla.
Inutile combattere il sistema quando si è parte integrante di esso e si usano i suoi stessi sistemi senza neppure accorgersene.


Autore Albero
superava
Inviato: 7/1/2011 4:35  Aggiornato: 7/1/2011 4:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Decalogon sei un pilota di aeroplani?

io non lo so,non so neanche dove andarle a prendere queste informazioni,non so se si possono spegnere quelle luci, ma credo che l'intervistato dato che è (credo di aver capito) in collaborazione con Pilots for 9/11 truth sappia bene cosa dica quando parla delle luci.

Chi ha concepito questo piano puo' aver fatto di tutto. Certo che lanciare due grossi aerei di linea contro le torri ed avere la probabilita' di colpirli deve basarsi anche molto sulla fortuna.
O sono aerei non "normali" (teleguidati o comunque comandati) poi ci sono le stranezze delle immagini specie quella dove esce il naso e subito dopo l'interruzione delle immagini. Se hanno minato l'intero edificio possono aver messo anche delle cariche nella zona dell'impatto degli aerei,(questo per quello ch riguarda l'ologramma) durante il black out della corrente che c'è stato nei giorni prim al'11 sett.
Nella questione dell'ologramma e/o missile coperto da ologramma devo capire cosa sarebbe allora quella cosa che si innesca prima che l'aereo "tocchi" la Torre sud

C'è comunque una marea enorme di prove che demolisce la versione ufficiale che un qualunque giudice normale riaprirebbe il caso, queste discussioni servono per capire meglio cosa è realmente accaduto. La cosa triste è che pero' a livello "ufficiale" è ancora tutto fermo.


Autore Albero
Jurij
Inviato: 6/1/2011 21:43  Aggiornato: 6/1/2011 21:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
...Sinceramente non escludo la teoria “no plane” per un 2%, non di più…è solo un piccolo dubbio....

Come si può vedere ieri la davo al 2%, oggi penso che se fa il 0.01% è già...

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
Redazione
Inviato: 6/1/2011 21:48  Aggiornato: 6/1/2011 21:51
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
MUSICBAND: Citazione:
"E' come se ci fossero 100 persone chiuse in una stanza e concentratissime nel comporre un importante puzzle considerato da tutti come vitale e all'improvviso arrivasse uno e dicesse: "Ehi ragazzi! Vi offro una birra, di là c'è un puzzle con tre pezzi che una volta messi insieme mostra una bella gnocca".... E tutti mollano quello che stavano facendo dimenticandosi il perchè lo stavano facendo... Attirati dalla nuova lampadina come zanzare... calpestando e distruggendo mentre vanno via il lavoro messo assieme con tanta fatica."
Oppure:

E' come se uno di quei 100 si alzasse, andasse nella stanza dove fanno casino, smontasse una volta per tutte le loro stupidaggini, e mandasse per sempre fuori dalle palle questi noiosi rompicoglioni.

Excuse my French.

Secondo voi, non ci sarà un articolo CONCLUSIVO, dopo tutta questa menata? Noi l'opportunità di parlare gliela abbiamo data, ma ora se permettete tocca a noi rispondere. Ecchekazz!


Autore Albero
il_ras
Inviato: 7/1/2011 1:26  Aggiornato: 7/1/2011 1:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
smontasse una volta per tutte le loro stupidaggini, e mandasse per sempre fuori dalle palle questi noiosi rompicoglioni.


Innanzi tutto, fossero stupidaggini non ci sarebbe bisogno di tanto sforzo per smontarle. Logico, no?

Ergo si può dedurre che siano dubbi legittimi...


In seconda battuta, mi pare che qui pochissimi siano apertamente schierati per gli ologrammi (per il "no plane" duro e puro direi che non c'è nessuno); tutti gli altri stanno solo cercando di chiarirsi i dubbi che hanno.

Se tutti quelli che non sono d'accordo con te, da subito ed al 100%, sono considerati rompicoglioni ne prendo atto....

un messaggio nascosto?


Autore Albero
Redazione
Inviato: 7/1/2011 1:40  Aggiornato: 7/1/2011 3:54
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
IL_RAS: "Se tutti quelli che non sono d'accordo con te, da subito ed al 100%, sono considerati rompicoglioni ne prendo atto...."

Questo lo dici tu, perchè ti illudi di poter distorcere il senso del mio discorso a tuo favore.

Ma caschi male: io NON ho mai definito i no planers dei rompicoglioni perchè "non sono d'accordo con me al 100%".

Sono "rompicoglioni" perchè da una parte giocano a fare le vittime e ti accusano di perseguitarli - proprio come fai tu - mentre dal'altra non sono mai mai stati in grado di fare un discorso sensato.

Ora Fetzer ha fatto il suo discorso sensato, e io risponderò SUI FATTI, in modo - mi auguro - altrettanto sensato.

Ed è proprio l'esistenza di Fetzer a dimostrare che tutti quelli che avevamo incontrato fino ad oggi sono solo dei rompicoglioni.

Nel caso non si fosse colto il senso dell'introduzione all'intervista.


Autore Albero
il_ras
Inviato: 7/1/2011 2:38  Aggiornato: 7/1/2011 2:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Questo lo dici tu, perchè ti illudi di poter distorcere il senso del mio discorso a tuo favore. Ma caschi male: io NON ho mai definito i no planers dei rompicoglioni perchè "non sono d'accordo con me al 100%". Sono "rompicoglioni" perchè giocano a fare le vittime - proprio come fai tu - e ti accusano di perseguitarli senza essere mai stati in grado di fare un discorso sensato.


Ma quale sarebbe il mio favore?

il tuo discorso

Citazione:
smontasse una volta per tutte le loro stupidaggini, e mandasse per sempre fuori dalle palle questi noiosi rompicoglion


consisteva in una riga e non metteva nelle condizioni di capirne il significato che pare tu volessi dargli...

Visto che ora abbiamo capito che rompicoglioni = vittimista
(stavolta ho capito?, al massimo direi si capisse stupido=rompicoglioni) vorrei sapere quali sono questi post vittimistici...


Poi: discorsi sensati, discorsi insensati... Credo si possa avere il diritto di fare pure discorsi insensati.
Quando educatamente (e già qui per molti la cosa è problematica..) ti viene spiegato dove hai sbagliato, se sei convinto cambi idea, altrimenti esponi quali sono gli ulteriori dubbi... si chiama dialogo...

E' chiaro come, se uno reitera le stesse domande dolosamente allo scopo di essere molesto, questo sia un altro discorso ma non mi sembra che sia il caso di nessuno di noi qui dentro


PS:Citazione:
Ed è proprio l'esistenza di Fetzer a dimostrare che tutti quelli che avevamo incontrato fino ad oggi sono solo dei rompicoglioni.


vuol dire che fino ad oggi tutti quelli che avevate incontrato erano vittimisti? (altrimenti non ci ho capito niente..)

un messaggio nascosto?


Autore Albero
Sertes
Inviato: 7/1/2011 12:46  Aggiornato: 7/1/2011 12:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Redazione ha scritto:
Ed è proprio l'esistenza di Fetzer a dimostrare che tutti quelli che avevamo incontrato fino ad oggi sono solo dei rompicoglioni.


Citazione:
il_ras ha scritto:
vuol dire che fino ad oggi tutti quelli che avevate incontrato erano vittimisti? (altrimenti non ci ho capito niente..)


Io ti posso mostrare due casi molto recenti di tentativi di dialogo con personaggi che supportano le ipotesi CGI di September Clues:

1) Gruppo Facebook "Lo Sai", specializzato in politiche monetarie e signoraggio: propone l'ennesimo articolo a supporto della no-plane theory, riesco a scrivere due commenti e poi vengo bannato, e i miei commenti rimossi. Rimane solo la risposta al mio primo commento, da parte del moderatore del sito:
"i testimoni che non hanno visto l'aereo sono raccolte in september clues e 911 amatorial. la prossima cazzata che scrivi, riccardo, sei fuori. Daniele"
Nel mio secondo commento chiedevo il minuto preciso, invece che la risposta è giunto il ban.
Però puoi leggere anche le simpatiche risposte che si beccano tutti quelli che non sono allineati.

E' dal 24 che sto quindi tentando (inutilmente) di organizzare un dibattito uno-a-uno con il moderatore, in campo neutro, dove non può cancellare i miei commenti.

2) Sito Mentereale.com, articolo di Corrado Belli, che afferma "Con questo Articolo/Filmato potete capire in un modo semplice e poco complicato il perché nessun Aereo ha colpito le Torri gemelle l’11/9/2001."
Puoi verificare da solo il tono degli interventi: i miei, e le relative risposte di Corrado (se vengono cambiate o rimosse ho gli screen-shot).

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente

Autore Albero
il_ras
Inviato: 7/1/2011 16:14  Aggiornato: 7/1/2011 16:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Io ti posso mostrare due casi molto recenti ....


conosco benissimo questo atteggiamento; di fisica e aerei ne capisco poco e di effetti televisivi, cinematografici e ottici in generale ancora meno ma discutendo sul net di argomenti di cui ho più padronanza, ho notato che l'atteggiamento di molti è questo.

Però non mi pare si tratti di "rompicoglioni", soprattutto nella neo coniata accezione di vittimisti.

Mi sembrano, più che altro, degli stupidi fossilizzati sulle proprie idee e con la paura inconscia di subire una sorta di deminutio del proprio ego qualora fossero costretti a fare i conti con l'eventualità di essere in errore.

Io ed altri in questa discussione stiamo solo esternando i nostri dubbi: se il forum fosse orientato verso la tesi "ologrammi", probabilmente porrei delle domande in senso opposto, dato che parecchi dubbi mi sorgono anche su quella versione.

Non sono così poco accorto da pronunciarmi con proterva sicumera senza avere "le pezze d'appoggio". Ho solo tanti dubbi sul "come" sia stato realizzato questo grande inganno.
E' ovviamente una discussione tra noi, interna a chi parte dal presupposto che la VU sia una presa in giro globale; infatti mi sono, ad esempio, ben guardato dal condividere questo articolo su FB (cosa che invece faccio regolarmente per quasi tutti quelli che vengono pubblicati qui su LM), proprio per evitare che chi non è adeguatamente preparato possa travisarne il senso.

Da qui all'essere rompicoglioni o vittimista ce ne passa, altrimenti Socrate era un grandissimo cagacazzo (adesso che ci penso, forse con tutte quelle domande un po' lo era.. )

un messaggio nascosto?


Autore Albero
Jurij
Inviato: 6/1/2011 20:19  Aggiornato: 6/1/2011 20:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Non ci sono problemi di velocità quando hanno inclinato questa super-specie di 767 è andato giù come una scure, chiaro che dopo servivano forse 1000/1500 metri per riprenderlo, ma in questo caso la picchiata la si svolgeva una volta sola (magari con un aiutino di un radio-faro, perché fidarsi della mano esperta di un uomo va bene, ma quando c’è di mezzo la vita di qualcuno magari la mano sul comando può tremare un po’… ).

Interessante sarebbe sapere dove hanno svolto le prove (in quale deserto), perché lì ne hanno fatte di picchiate prima di dire se la cosa la si poteva fare.

Le prove poi le avranno svolte non di certo a quell’altitudine (per non schiantare migliaia di aerei, non per il prezzo, ma per il fastidio…) e andava calcolata anche la differenza della portanza delle ali alle diverse altitudini, mica uno scherzo , ma si sa, quando si organizzano le operazioni in nero, non si sta a guardare il cartellino del prezzo, tanto paga ancora il cittadino “cappone”.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
Polonio
Inviato: 6/1/2011 20:40  Aggiornato: 6/1/2011 20:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
io ci scherzavo, ma a quanto pare ad incrociare i flussi qualcosa può succedere:
[edit] meglio questo

ma il problema delle ombre rimane.
non si può ottenere un'auto-ombreggiatura più scura dello sfondo, come invece si vede nei filmati degli schianti.
o, per lo meno, io non ho ancora trovato proiettori di buio :)


Autore Albero
Al2012
Inviato: 6/1/2011 20:42  Aggiornato: 6/1/2011 20:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Al professore Jim Fetzer che insegna logica vorrei chiederli:

Nel progettare un attentato che prevede la demolizione controllata delle torri tramite esplosivi posti all’interno e come scusa prevede lo schianto di un aereo, che logica vede nel utilizzare un ologramma invece di un aereo vero teleguidato ??

Quali delle due versioni gli pare la più logicamente fattibile perchè meno complessa tecnicamente e con meno varianti con cui fare conti ??

Se lui fosse un membro di quelli che progettano un simile attentato e dovesse fare una scelta tra colpire le torri con un missile a cui sovrapporre un ologramma di aereo o un aereo vero teleguidato quale sceglierebbe perché logicamente più fattibile e meno rischiosa ?

“Capire … significa trasformare quello che è"

Autore Albero
ELFLACO
Inviato: 6/1/2011 21:59  Aggiornato: 6/1/2011 21:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Se lui fosse un membro di quelli che progettano un simile attentato e dovesse fare una scelta tra colpire le torri con un missile a cui sovrapporre un ologramma di aereo o un aereo vero teleguidato quale sceglierebbe perché logicamente più fattibile e meno rischiosa ?


Tanto per buttare altr benzina sul fuoco!! .:

E perchè è più dificile usare un ologramma che un aereo vero??
Come fai asapere che per LORO era più dificile l'ologramma che non l'aereo??
Come si fa a sapere a che tipo di tecnologìa hanno avuto accesso??

Ripeto raga! se era un qualche specie di ologramma ,noi non sapremo mai come cazzo era fatto.
Dico meglio: più avanzata e soffisticata sarà la presunta tecnologìa usata più al sicuro sarà il segreto!!!

SE è stato un ologr.....ecc,ecc,.....

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”

Autore Albero
Manfred
Inviato: 6/1/2011 22:08  Aggiornato: 6/1/2011 22:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/11/2009
Da: Osnabrück
Inviati: 2094
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
E' come se uno di quei 100 si alzasse, andasse nella stanza dove fanno casino, smontasse una volta per tutte le loro stupidaggini, e mandasse per sempre fuori dalle palle questi noiosi rompicoglioni. Excuse my French. Secondo voi, non ci sarà un articolo CONCLUSIVO, dopo tutta questa menata? Noi l'opportunità di parlare gliela abbiamo data, ma ora se permettete tocca a noi rispondere. Ecchekazz!

Aufwiedersehen


Autore Albero
ELFLACO
Inviato: 6/1/2011 22:09  Aggiornato: 6/1/2011 22:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Poi per la storia delle luci stroboscopiche e le beacon spente........asp.......apettate che finisco di ridere!...........

Diciamo che se le hai accese ti vedono anche da 60 miglia ,se le hai spente, a 10 miglia l'aereo non lo vedi. Magari....

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 6/1/2011 22:45  Aggiornato: 6/1/2011 22:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Diciamo che se le hai accese ti vedono anche da 60 miglia ,se le hai spente, a 10 miglia l'aereo non lo vedi. Magari....


Che poi, figuriamoci... hanno una tecnologia olografica talmente avanzata da fargli riflettere la luce e proiettare un'ombra, ma non riescono a fargli simulare delle luci stroboscopiche

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
Nomit
Inviato: 6/1/2011 15:40  Aggiornato: 6/1/2011 15:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/1/2011
Da:
Inviati: 1549
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
"J.F.: Certamente! Dovevano poter controllare il risultato finale. Dovevano poter controllare quello che il mondo avrebbe visto. Alcuni membri di “Pilots for 911 Truth” hanno provato a simulare l’impatto con la Torre, con un aereo commerciale che viaggia più o meno a quella velocità, e hanno scoperto che era praticamente impossibile colpire l’edificio. Persino Rob Balsamo, che è il direttore di “Pilots for 911 Truth”, credo che sia riuscito a colpirla una volta su dieci. Quindi dovevano poter avere tutto sotto controllo, dovevano essere sicuri che l’aereo colpisse l’edificio"

Questi sono buoni motivi per premunirsi con dei fotomontaggi e mandare in TV quello che dovevamo vedere, ma ciò non implica la mancanza degli aerei.

Anzi, se in TV mando un fotomontaggio con gli aerei a maggior ragione dovrò usarli davvero per far combaciare la scena.


Autore Albero
trotzkij
Inviato: 7/1/2011 15:24  Aggiornato: 7/1/2011 15:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
"Certamente! Dovevano poter controllare il risultato finale. Dovevano poter controllare quello che il mondo avrebbe visto. Alcuni membri di “Pilots for 911 Truth” hanno provato a simulare l’impatto con la Torre, con un aereo commerciale che viaggia più o meno a quella velocità, e hanno scoperto che era praticamente impossibile colpire l’edificio. Persino Rob Balsamo, che è il direttore di “Pilots for 911 Truth”, credo che sia riuscito a colpirla una volta su dieci. Quindi dovevano poter avere tutto sotto controllo, dovevano essere sicuri che l’aereo colpisse l’edificio"


A me sembra che Fitzer e soprattutto il pilota siano alquanto disonesti nel spiegare la cosa.
Innanzitutto esiste da svariati decenni un sistema come questo: http://en.wikipedia.org/wiki/Instrument_landing_system
Che serve ad aiutare i piloti ad atterrare, civili o militari, anzi venne utilizzato per primo per aiutare i piloti della US Navy a fare appontare i loro aviogetti sul ponte delle portaerei. E stiamo parlando di roba degli anni '50...
Un sistema che permette di compiere con precisione manovre spericolate e acrobatiche, come appunto colpire le torri gemelle volando a circa 5/600 kmh, come si vede esiste, ed esiste da un pezzo.

Eppoi c'è sta cosa del 1988:
"The only orbital launch of the (unmanned) Buran shuttle 1.01 was at 3:00 UTC on 15 November 1988. It was lifted into orbit by the specially designed Energia booster rocket. The life support system was not installed and no software was installed on the CRT displays.[6] The shuttle orbited the Earth twice in 206 minutes of flight. On its return, it performed an automated landing on the shuttle runway at Baikonur Cosmodrome."
http://en.wikipedia.org/wiki/Buran_program

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono

Autore Albero
Jurij
Inviato: 6/1/2011 12:48  Aggiornato: 6/1/2011 12:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Spiderman, rinforzare strutture di un aereo non equivale a rinforzare strutture d'auto, hanno due concezioni molto diverse.

L'auto viene inscatolata per garantire lo spazio vitale interno, mentre le due estremità hanno il compito di assorbire le forze d'urto (e si accartocciano).

L'aereo ha una struttura rinforzata (come mi diceva un tecnico dell'Aermacchi "inscatolata"), ma allo stesso tempo, non rigida.

Quando si vola seduti accanto al finestrino direttamente sull'ala, si può vederla ondeggiare in modo sinistro, così fine e piena di aperture per i flap, che sembra non essere possibile che possa portare tutte le tonnellate che regge in volo.

Le ali di un aereo sono fatte per piegarsi ai limiti del possibile e quando parlo di rinforzo intendo renderle più resistenti agli snervamenti, ma non per questo rigide...

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
Spiderman
Inviato: 6/1/2011 12:59  Aggiornato: 6/1/2011 12:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@Jurij
Ho detto rinforzi tipo quelli della foto, non intendevo dire di rinforzare l'aereo come le macchine. Non so per le ali, ma per il "muso" dell'aereo penso sia possibile, un telaio nascosto che serva solo per fare breccia.
Tieni presente che stiamo comunque parlando di ipotetici aerei costruiti o modificati per volare una sola volta e un breve lasso di tempo.

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)

Autore Albero
fefochip
Inviato: 6/1/2011 13:06  Aggiornato: 6/1/2011 14:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
dato che l'intervista è terminata e ci sto pensando da 3 giorni dibattendo variamente su vari argomenti mi sono fatto la mia idea (e per favore non tacciatemi di non essere aperto perche se uno la pensa diversamente ed è onesto come penso di essere stato io ha pur diritto di avere le proprie opinioni)

1
questioni delle luci di posizione

a mio avviso è assolutamente un elemento inifluente perche nel caso di ologrammi comunque si possono simulare (stiamo parlando nell'ottica di ologrammi sofisticatissimi) un esempio? come si fa a simulare una fonte di luce al cinema ?sarà sempre una luce riflessa dal telo no?
tra l'altro a mio parere l'assenza di luci potrebbe anche imputarsi al fatto che non si vedono alla luce del giorno (come mi pare testimoniato da un intervento qui) oppure dal fatto che non c'erano perche si stava utilizzando un aereo militare camuffato da aereo di linea ma sprovvisto .
insomma mi pare veramente un argomento povero per far pendere la decisione da una parte o da una qualunque altra.

2
CGI

trovo assolutamente inconcepibile l'ipotesi della suggestione di tutti i testimoni ,la manipolazione di tutti i filmati e la connivenza di tutti i cameramen (quelli fuori del complotto perche altrimenti poi hanno ragione i debunkers che dicono che un complotto che coinvolge troppe persone è ingestibile la fuga di notizie e materiali)
addetti , giornalisti e quant'altro che hannno visto solo l'esplosione ma senza l'aereo (tra l'altro non si capisce a questo punto perche non mettere in discussione pure l'avvenuta esplosione degli impatti).

3
penetrazione dell'aereo nella torre

mi pare qui il nodo focale della questione almeno per il protagonista dell'intervista.
lui ritiene fuori da ogni dubbio che l'aereo non poteva penetrare la facciata della torre.
scusate ma senza mezzi termini questa a me pare una cazzata madornale.
sinceramente non mi va nell'avventurarmi nel tecnico perche è stato fatto fino alla nausea e solo pensare che un bestione di quel tipo a quella velocità non penetra come burro nell'edificio mi fa sorridere ,mi spiace ma la penso cosi.
per i meno tecnici vi lascio con questa considerazione .
il famoso frank de martini (mi pare di ricordare il nome cosi) morto dentro le TT che sapeva che le torri potevano reggere a impatti multipli di 707 perche l'edificio era stato proggettato per quella eventualità (visti i precendenti con l'empire)
fa chiaramente capire nel filmato attraverso l'esempio della zanzariera che l'aereo avrebbe bucato la superfice esterna senza mettere in pericolo la stabilità con la famosa ripartizione del carico .
ora se le torri erano a prova di impatto aereo avrebbe detto che un qualunque aereo ci avrebbe rimbalzato sopra no?
un proiettile di piombo che è molto duttile rispetto all'acciaio lo buca tranquillamente se lo spessore dell'acciaio non è eccessivo per la velocità del proiettile e la sua massa.
comunque non mi soffermerò piu di tanto su questa questione perche trovo(da ingegnere) solo l'idea che un 767 laciato a quella velocità ci si accartoccia sopra su una struttura come le torri (le cui finestre sono enormi) ridicola ...non mi viene altro aggettivo.

4
il nose out

tutti partono dal presupposto che l'aereo è costruito di carta velina ma non è cosi.
prendiamo per buono pure che il muso non può essere ma certo il motore di destra aveva la necessaria massa per bucare da parte a parte la struttura delle torri se avesse "lisciato" il core di colonne portanti.
quindi quello che si vede potrebbe essere tranquillamente un motore e il fatto che assomigli al muso è assolutamente ininfluente vista la scarsezza della qualità video ...ragazzi sono una manciata di pixel..... non si capisce un cazzo.
fissarsi sulla forma di quel naso mi sembra un po come quelli che vedono nei fumi del wtc che brucia il viso del demonio ...insomma ci vuoi per forza vedere qualcosa di riconoscibile.
trovo tra l'altro molto strano e poco credibile che nell'ipotesi di un ologramma super sofisticato che il burattinaio(umano e/o computer) si sbagli e faccia prosegure la corsa dell'aereo fantasma oltre la prima facciata.
questo argomento comunque è legato al punto 3 perche se non si ammette che l'aereo possa essere entrato con facilità nell'edificio a quel punto è chiaro che si cercano spiegazioni alternative per quel "nose out" mentre se si ammette con tranquillità che l'aereo è entrato come un proiettile quello che esce può essere di tutto .



trovo comunque il punto 3 il fulcro della posizione dell'intervistato e siceramente la trovo una posizione debolissima.
a mio avviso anche se professore di logica fa un immenso errore logico ovvero pensare che siccome le facciate erano fatte in acciaio (ricordiamoci che era un reticolo e non una superfice continua) allora un qualunque materiale meno denso non lo potrebbe attraversare .
come ha detto pure lui andate a raccontare all'uccello che si pianta nella fusoliera di alluminio di un aereo .
se prendiamo una lastra di 1/30 di millimetro (ammesso che si riesca a produrre adesso cosi su due piedi non lo so) pure con un pugno si riuscirebbe a bucare .
dipende tutto dai parametri fisici in gioco .
lo riuscirei pure a bucare con l'acqua se è per questo sparata alla giusta velocità.

insomma la posizione del professore mi sembra paradossalmente anti-logica.

tra l'altro è l'obiezione maggiormente mossa nei confronti dell'impatto al pentagono contro la VU.
con tutto che le ali sicuramente erano fragili (relativamente mica erano fatte di carta velina e ricordiamoci che sono straordinariamente robuste per il loro peso) in confronto al muro di cemento del pentagono non si capisce come non lo abbiano nemmeno scalfitto ,come il timone alto 15 metri non abbia lasciato una traccia evidente del suo impatto .
ora noi non possiamo sapere esattamente quanto delle ali e il timone possano penetrare in un edificio del genere ma da qui a non lasciare traccia ce ne corre.


ripeto ancora una volta io capisco che eventi del genere sono legati a una fisica di cui noi non abbiamo nessun riscontro ,nessuna esperienza e vanno oltre la "fisica di tutti i giorni" ma solo pensare che un 767 lanciato a palla "si accartocci a fisarmonica" su un edificio come le TT è
R I D I C O L O ...non ho altri aggettivi per sintetizzarlo.

5
la presunta impossibilità di compiere manovre compatibili con un 767

come ho piu volte sottolineato io l'esame di pilothfortruth si è limitato a una simulazione dati dei parametri iniziali.
cito l'intervistato
Citazione:
Alcuni membri di “Pilots for 911 Truth” hanno provato a simulare l’impatto con la Torre, con un aereo commerciale che viaggia più o meno a quella velocità, e hanno scoperto che era praticamente impossibile colpire l’edificio. Persino Rob Balsamo, che è il direttore di “Pilots for 911 Truth”, credo che sia riuscito a colpirla una volta su dieci.


audisio ha cominciato a parlare di virate "secche" e altre amenità del genere (che avrebbero giustificato l'uso di ologrammi visto che NESSUN veivolo reale potrebbe aver fatto quello che è successo) mai avvenute e mai ammesse neanche da pilotfortruth tanto che se sono riusciti in simulazione a colpire l'edificio almeno una volta vuol dire che i parametri aereodinamici non sono stati violati in maniera eclatante.

nulla di piu falso quindi .
NON E' VERO' che le prove fatte da pilotfortruth escludono che quelle manovre non poteva farle nessun veivolo ,la prova semplicemente dice che un aereo commerciale come un 767 non poteva farle 9 volte su 10 mentre ci sono riusciti 1 volta su 10 (partendo dai parametri iniziali e dandoli per buoni).
quindi un drone ovvero un veivolo che pilota perfettamente aveva sicuramente probabilità maggiori se riuscire nell'impresa senza le difficoltà incontrate da un pilota umano.
con tutta probabilità a questo punto (è sempre un ipotesi) un tanker militare camuffato da aereo civile con le sue livree e guidato da un drone sarebbe tranquillamente riuscito nell'impresa perche dotato, oltre di abilità di guida superiori , di caratteristiche di volo superiori a un aereo civile.

in sostanza la prova di pilotfortruth a mio avviso avvalora l'uso di aerei militari dronizzati e non certo l'uso di ologrammi visto che nelle simulazioni una volta sono riusciti ad andare a segno.

le discussioni avvenute fin qui quindi su questo argomento sono state basate sul nulla e su fantomatiche "virate secche" che parevano quasi delle curve a gomito di supercar e invece sono semplice virate al limite strutturale ...di un 767 civile guidato da un pilota umano però...

discorso chiuso
alla prox

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
Jurij
Inviato: 6/1/2011 11:52  Aggiornato: 6/1/2011 12:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
J.F.: Certamente! Dovevano poter controllare il risultato finale. Dovevano poter controllare quello che il mondo avrebbe visto. Alcuni membri di “Pilots for 911 Truth” hanno provato a simulare l’impatto con la Torre, con un aereo commerciale che viaggia più o meno a quella velocità, e hanno scoperto che era praticamente impossibile colpire l’edificio. Persino Rob Balsamo, che è il direttore di “Pilots for 911 Truth”, credo che sia riuscito a colpirla una volta su dieci. Quindi dovevano poter avere tutto sotto controllo, dovevano essere sicuri che l’aereo colpisse l’edificio, e dovevano avere questa specie di giustificazione per avere poi causa presumibile per la demolizione degli edifici, per quanto non abbia comunque avuto nulla a che fare, gli incendi sono stati decisamente troppo modesti…

Io lo porterei una volta ad un'esibizione di aeromodellismo così capirebbe che cosa si può fare di molto più dfficile con un telecomando rispetto ad essere all'interno direttamente dell'aereo.

La grandezza del modello influenza charamente la sua agilità, ma è già da molti anni che i limiti di struttura dell'aereo hanno superato quelli di capacità della funzione sanguinea al cervello.
In altre parole grazie ad un comando a distanza mi posso permettere cose molto più estreme rispetto ad essere direttamente sul velivolo.
Se poi questi velivoli sono stati rinforzati proprio per aumentare il limite di capacità rispetto alla forza G, mi posso immaginare virate mai viste con un mezzo di queste dimensioni.

Il fatto inoltre che non si "accartocci" è dovuto alla differenza di solidità fra l'aereo e le solette del palazzo.
Come dice giustamente Massimo quello che noi non vediamo è il tagliuzzamento a fette dell'aereo all'interno dell'edificio.
Vedere un accartocciamento dell'aereo presuppone che la fusoliera avesse più o meno la stessa resistenza delle solette, cosa impossibile.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
Spiderman
Inviato: 6/1/2011 12:13  Aggiornato: 6/1/2011 12:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Se poi questi velivoli sono stati rinforzati proprio per aumentare il limite di capacità rispetto alla forza G, mi posso immaginare virate mai viste con un mezzo di queste dimensioni.


Ora, io non so se un 767 necessitasse di rinforzi per penetrare nelle torri, comunque prova(te) ad immaginare dei rinforzi del tipo della foto qua sotto quanto irrobustiscono un telaio permettendogli manovre altrimenti impossibili senza.



"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)

Autore Albero
LoneWolf58
Inviato: 6/1/2011 12:19  Aggiornato: 6/1/2011 12:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Autore: Jurij Inviato: 6/1/2011 11:52:38
...
Io lo porterei una volta ad un'esibizione di aeromodellismo così capirebbe che cosa si può fare di molto più dfficile con un telecomando rispetto ad essere all'interno direttamente dell'aereo.
...
Vero, anche io non condivido l'ipotesi "remote control" ritengo più facile da realizzare:
1) avvicinamento a mezzo "autopilolta" asservito al gps;
2) attacco finale a mezzo "illuminatore" (magari laser) che segnala il punto da colpire, il sensore a bordo esegue le correzioni di rotta molto più velocemente di un pilota ai comandi o di un pilota in remoto.
Questa è la "mia" "ipotesi".

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)

Autore Albero
Jurij
Inviato: 6/1/2011 11:13  Aggiornato: 6/1/2011 11:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@ music-band

...E' come se ci fossero 100 persone chiuse in una stanza e concentratissime nel comporre un importante puzzle considerato da tutti come vitale e all'improvviso arrivasse uno e dicesse: "Ehi ragazzi! Vi offro una birra, di là c'è un puzzle con tre pezzi che una volta messi insieme mostra una bella gnocca".... E tutti mollano quello che stavano facendo dimenticandosi il perchè lo stavano facendo... Attirati dalla nuova lampadina come zanzare... calpestando e distruggendo mentre vanno via il lavoro messo assieme con tanta fatica....

Condivido il tuo post, che in pratica è anche il mio pensiero.

Il pezzo qui sopra comunque l'ho trovato geniale per trasmettere l'idea :o)

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
nygandy
Inviato: 6/1/2011 3:36  Aggiornato: 6/1/2011 3:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/10/2009
Da:
Inviati: 483
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
In attesa della seconda parte...
Grazie ancora Massimo per il tuo mirabile e coraggioso impegno.
... mi viene così, spontaneamente, per l'entusiasmo...

@ marta75
Ti porgo la mia solidarietà.
Porta pazienza, poichè qui i ragazzi sono un po' nervosi...


Autore Albero
Redazione
Inviato: 6/1/2011 7:21  Aggiornato: 6/1/2011 7:21
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
I commenti dopo la pubblicazione della seconda parte iniziano qui.

Invito tutti a riprendere il tono pacato che avevano all'inizio della discussione, affinchè possa risultare più utile e piacevole da leggere per tutti.

Grazie.


Autore Albero
music-band
Inviato: 6/1/2011 9:54  Aggiornato: 6/1/2011 9:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Vorrei offrire i miei due cents alla discussione:

Fate le dovute premesse, e cioè:

1) Nel 1978 ho visto un ologramma sotto forma di una sedia proiettata al centro di una stanza ed era assolutamente credibile tanto che alcune persone provavavo a sedersi con gli ovvi risultati intuibili. Si trattava di una dimostrazione di un'azienda informatica che produceva i primi videogames collegabili al televisore casalingo: per intenderci quello del tennis costituito da due barrette bianche sullo schermo.

2) L'assenza delle luci anticollisione degli aerei è un dettaglio tutt'altro che trascurabile dato che non è possibile spegnerle.

3) Una delle cose che mi ha sempre lasciato perplesso fin dal primo giorno quando ancora non sapevo nulla di 11 settembre se non quello che sentivo dai media; è l'immagine dell'aereo inghiottito dal grattacielo che sparisce completamente integro al suo interno lasciando il classico buco da cartone animato.

Ritengo comunque improbabile la teoria Noplane perchè la complessità della messa in scena aumenta di molto le possibilità di venire scoperti;

penso a chi avrebbe dovuto portare i rottami (carrelli motori etc.) disseminandli per le strade di new york con il rischio di essere visto da più testimoni;

penso alle migliaia di testimoni con gli occhi puntati alle torri dopo il primo impatto e da molteplici punti di vista come quello che ha ripreso gli eventi dalla sponda opposta che guarda l'isola di Manhattan che avrebbe richiesto una precisione e un'accuratezza a prova di errore.

Penso che nella mente di un'organizzatore sia chiaro che se la gente può vedere e credere agli aerei contro le torri, allora crederà anche all'aereo al Pentagono e a Shanksville. Basta quel primo spettacolare evento per far crede anche nei successivi...

...E di conseguenza quel primo evento deve essere il più credibile in assoluto dal punto di vista dei testimoni così come delle immagini TV.

A questo punto credo che la tecnologia più sicura per realizzarlo perchè è una tecnologia già ampiamente sperimentata e che ha già dimostrato di funzionare perfettamente è quella dell'aereo o del drone teleguidato.

Un aereo telecomandato avrebbe garantito il successo dell'impresa con un margine di errore talmente basso da essere trascurabile rispetto a una complessa messa in scena di un evento inesistente in cui avrebbero dovuto probabilmente fare il loro esordio tecnologie che non dico non siano allo studio o in via di sviluppo o forse anche già in via di messa in opera; ma rischiare come debutto un evento del genere per cui la parola d'ordine era: "deve riuscire", per giustificare tutto ciò che è venuto dopo, mi sembra improbabile.

Ultimo appunto:

Leggendo i vari commenti, (oltre 300 in poche ore) mi rendo conto di come un argomento tanto controverso sia capace di calamitare l'attenzione e accendere la fantasia della gente buttando all'aria in un nanosecondo 10 anni di ricerche da parte di persone che hanno perduto non qualche notte, ma 10 anni della loro vita appunto a raccogliere informazioni.

Tutto vanificato in due ore perchè una nuova idea (che sia strampalato o meno a questo punto conta poco) riesce a far dimenticare tutto il percorso fatto finora e sopratutto fa dimenticare quei cardini su cui è indispensabile continuare a fare forza se si vuole anche solo sperare di vedere un giorno una nuova inchiesta o una messa in dubbio ufficiale della versione ufficiale dei fatti.

E' come se ci fossero 100 persone chiuse in una stanza e concentratissime nel comporre un importante puzzle considerato da tutti come vitale e all'improvviso arrivasse uno e dicesse: "Ehi ragazzi! Vi offro una birra, di là c'è un puzzle con tre pezzi che una volta messi insieme mostra una bella gnocca".... E tutti mollano quello che stavano facendo dimenticandosi il perchè lo stavano facendo... Attirati dalla nuova lampadina come zanzare... calpestando e distruggendo mentre vanno via il lavoro messo assieme con tanta fatica.

Sto esagerando ovviamente; chi cerca la verità continuerà a farlo... Ma nel piccolo ambito di questo forum è interessante vedere come sia estremamente facile deviare e pilotare non solo le discussioni ma anche le opinioni provocando veri e propri "movimenti di massa"


Autore Albero
baciccio
Inviato: 6/1/2011 10:26  Aggiornato: 6/1/2011 10:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione dall'intervista:
M.M.: Conosco bene quell’esempio, che mi è stato suggerito in precedenza. Voglio dire, dobbiamo concordare che se non c’era nulla del tutto in cielo, tutti, per un motivo o per l’altro, hanno immaginato, o pensano di ricordare, o fingono di ricordare qualcosa che non c’era. Giusto?

J.F.: Guardi, io sono portato a pensare che ci fosse qualcosa nel cielo. Stavo cercando di trovare l’intervista… Ho intervistato questo signore, Scott Forbes, che ha lavorato nella Torre Sud per tre anni, e lui ha osservato l’aereo che colpiva la Torre Sud. E ha detto: “La torre lo ha ingoiato”. Ha detto che non riusciva a crederci, la torre lo ha ingoiato. Ed è a causa di Scott Forbes che io sono portato a credere che probabilmente fosse un ologramma. Se mette insieme la testimonianza di Scott Forbes, che a me sembra una persona molto sincera onesta ed aperta, …

M.M.: Eccola lì la prova, che ci fosse qualcosa nel cielo. Un’immagine…

J.F.: Io sono portato a crederlo, ma quando lei considera la mancanza del luce lampeggianti e tutto il resto…

M.M.: Io includo l’ologramma nella parola “qualcosa“. Quello che cerco di escludere…

J.F.: Certo, certo, capisco. Le sto solo spiegando le ragioni che mi hanno portato a credere che le prove sulla possibilità dell’ologtramma…

M.M.: Io invece tendo ad escludere che non ci fosse nulla del tutto in cielo, mentre lei resta comunque aperto a questa possibilità, giusto?

J.F.: Le sto dicendo, quella è una possibilità, ma le prove tendono tutte a suggerire l’ologramma.

M.M.: Per me invece è impossibile che non ci fosse nulla del tutto in cielo, perché a) la lunghissima lista di persone che hanno visto “qualcosa”, e anche perché, provi immaginare questa situazione: esattamente come c’erano moltissime persone che guardavano la Torre Nord bruciare, quando la Torre Sud è stata colpita, ci dovevano essere - e c’erano di fatto - molte telecamere private puntate sulle Torri, che avrebbero dovuto filmare, dal lato Sud, una esplosione senza nessun aereo.

J.F.: Io voglio solo dire che è una possibilità. Non sto suggerendo che sia una possibilità ragionevole, né che sia probabile. Io penso che non sia né probabile né ragionevole…

M.M.: Ma comunque non la può escludere. Perché usando la logica ci sono alcune cose che si possono escludere.

J.F.: Qui abbiamo a che fare con probabilità relative. A questo punto della storia io sono più portato a credere che le probabilità relative che fosse un ologramma siano superiori alle probabilità relative che fosse un’immagine generata al computer (CGI), e che siano decisamente superiori alle probabilità relative che non ci fosse niente del tutto.

M.M.: Lei è troppo furbo perché io riesca a metterla in angolo.

A mio modo di vedere in queste domande e risposte si ravvisa una malizia da parte dell'intervistato.
Chissà cosa risponderebbe alla domanda : “ Si sente di escludere la possibilità che su quegli aerei ci fossero i dirottatori ?”.
Probabilmente si appellerebbe alle probabilità relative ...


Autore Albero
Decalagon
Inviato: 6/1/2011 11:14  Aggiornato: 6/1/2011 11:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@Fabrizio

Vedi solo l'ombra del muso perché il sole è su di un lato dell'aereo, non alle sue spalle, per cui l'ombra che può proiettare è solo quella di una parte dell'aereomobile. Purtroppo non te lo so spiegare in termini tecnici, ma puoi fare una prova: prendi un modellino di aereo (o qualcosa di simile), lo appoggi con la punta ad una superficie verticale che sia poco più larga di lui con una fonte di luce alla sua sinistra. Noterai che l'ombra dell'aereo intero non comparirà.
Altrimenti aspettiamo Tuttle, se non ti basta la mia spiegazione da prima media

Citazione:
Mai sentito parlare di sensori che rilevano la luminosità ambientale? In base alle informazioni ricevute dai sensori è sufficiente variare la luminosità dell'immagine , oggi si trovano persino nei cellulari e tv , tutta qui la difficoltà secondo te ?


Va bene, i sensori di luce ed ombra, un'altra speculazione indimostrabile (tanto a livello tecnologico esiste di tutto, quindi è tutto perfettamente plausibile ). E come avrebbero fatto a far "penetrare" l'ologramma nelle torri? Fosse stato un vero ologramma si sarebbe proiettato sopra la facciata degli edifici, non avrebbe potuto certamente finirci DENTRO.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
DjGiostra
Inviato: 6/1/2011 11:22  Aggiornato: 6/1/2011 11:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Quoto al 100% Music-band.
Aggiungo una cosa se qualcuno non l'ha gia' fatto:
Per quanto riguarda lo schianto delle 2 torri si hanno un bel
po' di dati di fatto ma che poi alla fine portano la gente ad essere
convinti di teorie magari simili ma non uguali.
Questo mi fa supporre che la gente tenda ad interpretare
le prove per cercarle di adattarle alla propria idea.
Una cosa e' certa:
Comunque sia andata e' stato un evento molto eccezionale
visto che certi fatti sono cosi eccezzionali da arrivare a sfidare
le leggi della fisica!!!
Suppongo che la soluzione non l'avremo mai !!!!
Ciao a tutti e ancora buon anno..
Damiano.

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto

Autore Albero
DjGiostra
Inviato: 6/1/2011 11:29  Aggiornato: 6/1/2011 11:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Aggiungo una domanda ai sostenitori della teoria no-plane:
Se nelle due torri non si sono schiantati degli aerei si suppone
che ci fossero dei proiottori olografici che proiettano questi ologrammi
di aerei.. giusto ?
Se cosi e',perche' nel pentagono non hanno fatto la stessa cosa cosi
da poter mostrare delle immagini dell'aereo che colpiva il pentagono ?
La domanda non la faccio con tono provocatorio ma con tono pacato.

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto

Autore Albero
Fabrizio70
Inviato: 6/1/2011 13:46  Aggiornato: 6/1/2011 13:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Aggiungo una domanda ai sostenitori della teoria no-plane:
Se nelle due torri non si sono schiantati degli aerei si suppone che ci fossero dei proiottori olografici che proiettano questi ologrammi di aerei.. giusto ?
Se cosi e',perche' nel pentagono non hanno fatto la stessa cosa cosi da poter mostrare delle immagini dell'aereo che colpiva il pentagono ?
La domanda non la faccio con tono provocatorio ma con tono pacato.


Damiano anche se fosse stata posta in tono provocatorio l'importante è la pacatezza , quello che mi scoccia veramente è sentirmi accusato di essere un gate-keeper o fare black propaganda.
Per rispondere a questa domanda te la rigiro:Visto che a colpire gli edifici sono stati due aerei perchè non lo hanno fatto con il pentagono e shankville ?
In questo modo oltre a delle immagini avremo danni compatibili con la VU e resti di aereomobili credibili...

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 6/1/2011 13:55  Aggiornato: 6/1/2011 13:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
quello che non hai capito tu è che ad una vaga forma hai associato l'immagine di un aereo perchè sei convinto che sia un aereo.


L'immagine sarà sfuocata quanto ti pare, ma la forma dell'aereo è riconoscibilissima. Si vede persino la parte in ombra sotto le ali.

Citazione:
Nel momento che l'immagine raggiunge la facciata dell'edificio la superficie del medesimo impedisce l'interferenza dei laser rendendo la sparizione dell'aereo abbastanza naturale , anche qui nessun problema.


No, scusa, nessun problema un cavolo. Un ologramma è una proiezione luminosa di un oggetto tridimensionale, per cui dal momento che la proiezione tocca una superficie essa va a riflettersi sulla stessa. Una cosa come quella che ti sei inventato tu è impossibile, lo ha spiegato molto chiaramente anche Tuttle.

Rimane sempre il problema dei riflessi sulla fusoliera e sulla proiezione delle ombre sia sugli stessi aereomobili sia sulle facciate degli edifici. Per non parlare delle tonnellate di kerosene che sono esplose nell'edificio.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
Tuttle
Inviato: 6/1/2011 14:01  Aggiornato: 6/1/2011 14:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
bene, ora che l'intera intervista è stata pubblicata si conferma la totale, spregiudiata e palese ignoranza (nel senso stretto del termine) di fetzer in tutti i campi che pretende di usare come spiegazione per le sue accuse di hoax.

Non è che mi aspettassi niente di nuovo, però è triste che in 10 anni sta gente non abbia avuto la spinta di studiarsi un po di tecnica prima di spargere in mezzo mondo filastrocche di cgi, zoom, ologrammi e omini verdi.

buon proseguimento a tutti....


Autore Albero
fefochip
Inviato: 6/1/2011 14:12  Aggiornato: 6/1/2011 14:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@tuttle
Citazione:
Non è che mi aspettassi niente di nuovo, però è triste che in 10 anni sta gente non abbia avuto la spinta di studiarsi un po di tecnica prima di spargere in mezzo mondo filastrocche di cgi, zoom, ologrammi e omini verdi.


premesso che sono d'accordo con te ma sai quale è il vero problema?

che alla fine è piu credibile la teoria fantascientifica degli ologrammi che la favoletta della buona notte del : "c'erano una volta 19 beduini ...."

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 6/1/2011 14:14  Aggiornato: 6/1/2011 14:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Beh, se devo mettere a confronto la teoria degli ologrammi con la favola dei beduini, io crederei di più ai beduini, sinceramente.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
fefochip
Inviato: 6/1/2011 14:23  Aggiornato: 6/1/2011 14:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Beh, se devo mettere a confronto la teoria degli ologrammi con la favola dei beduini, io crederei di più ai beduini, sinceramente.


sai perche ?
perche evidentemente ti piacciono piu le favole della fantascienza
a me invece piace piu la fantascienza

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
MrDay
Inviato: 6/1/2011 14:28  Aggiornato: 6/1/2011 14:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/9/2007
Da:
Inviati: 117
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Di sicuro qualcosa volava li sopra quel giorno

http://www.youtube.com/watch?v=WRvUzpSmxAc&feature=related


Autore Albero
Tuttle
Inviato: 6/1/2011 14:28  Aggiornato: 6/1/2011 14:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
fefo, purtroppo credo che il problema sia un altro.

aldilà del vivaio di persone che da sempre discutono di questi argomenti (e che quindi non spostano nulla) - chi si avvicina per la prima volta all'argomento ha due scelte. Credere all'impianto ufficiale, che comunque rappresenta l'autorità della storia, o credere ad una massa di personaggi sulla rete che si bisticciano fra di loro in preda al dileggio personale e convinti, ognuno, di una teoria diversa e più o meno fantastica.

Putroppo ci si è talmente incancreniti su certe posizioni che non ci si rende conto nemmeno più di quanto siano ridicole, non tanto per l'assurdità dell'ipotesi in se stessa, ma per le modalità con le quali si vorrebbero usare come prova definitiva, al costo di mangiare la faccia a tutti quelli che non ti vogliono credere...e a ragione, visto che non si riesce a portare uno straccio di prova che non sia un elenco di speculazioni.

Quindi, se fossi niubbo e senza voglia di approfondire, crederei certamente ai beduini volanti.


Autore Albero
fefochip
Inviato: 6/1/2011 14:44  Aggiornato: 6/1/2011 14:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
tuttle scusami ma non diamoci troppa importanza però.

sono passati 9 anni e 5 mesi dall'accaduto e ormai chi si è fatto un idea se l'è fatta.
i pochi che la cambiano e/o affrontano l'argomento per la prima volta non lo fanno certo adesso su luogocomune.

se vuoi cominciare a far cambiare idea a qualcuno o a informarlo ormai c'è solo la tv perche su internet a mio avviso la "guerra è finita" ovvero chi si è fatto un idea se l'è fatta puoi "spostare" poche opinioni o comunque lo fai piano piano.

solo con una trasmissione tv in prima serata puoi catalizzare un po di attenzione ormai.
e se la trasmissione è in malafede porteranno tutti gli elementi piu deboli compreso quello trito e ritrito dell'assenza di ebrei all'interno delle torri quel giorno .

quindi tutta questa "black propaganda" io la depotenzierei come concetto.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
LoneWolf58
Inviato: 6/1/2011 14:49  Aggiornato: 6/1/2011 14:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Autore: fefochip Inviato: 6/1/2011 14:44:32
...
se vuoi cominciare a far cambiare idea a qualcuno o a informarlo ormai c'è solo la tv perche su internet a mio avviso la "guerra è finita"...
Non direi... ancora riesco a convincere qualcuno e il punto di forza è proprio LC tramire FB e Netlog.
Il problema vero è che il rumore di fondo aumenta...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)

Autore Albero
fefochip
Inviato: 6/1/2011 15:12  Aggiornato: 6/1/2011 15:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Non direi... ancora riesco a convincere qualcuno e il punto di forza è proprio LC tramire FB e Netlog


LoneWolf58 forse non ci siamo capiti il problema non è di informare noi una persona ogni morte di papa ..lo ho premesso ormai questo processo continua ma è lentissimo
io parlo del grande pubblico e il rumore di fondo non è certo i noplaners ma la martellante versione ufficiale

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
Tuttle
Inviato: 6/1/2011 15:19  Aggiornato: 6/1/2011 15:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Fefo, sono anche d'accordo sul non darci troppa importanza (come elementi singoli che discutono nei forum) ma non posso essere daccordo sul discorso del medium televisivo, soprattutto nella sua forma più attuale.

Mi spiego meglio,

La televisione ha i suoi tempi ed ha come incarico principale quello di mantenere il più alto possibile l'indice di gradimento e di ascolto per la maggior parte del tempo della messa in onda di un dato programma. Se si decide di inserire piattaforme particolarmente ostiche lo si fa per tempi limitati ed in orari fuori mercato. Praticamente è un investimento a perdere e che rischia di portare più problemi che benefici.

Ora, considerando l'argomento 11 settembre immensamente complesso, ci si ritroverà una redazione (molto probabilmente a digiuno di 911) con il compito di mettere insieme qualcosa che risponda il più possibile alle esigenze descritte sopra. Fare informazione si - ma con la mano tesa agli ascolti, agli sponsor, agli interessi dei governi e con una speciale attenzione all'aspetto più contraddittorio della faccenda. Perchè chi fa televisione sa benissimo che il contraddittorio (inteso come mettere nell'arena figure e teorie estreme - le une contro le altre) alimenta una buona fascia di utenza, quella più popolare, meno preparata e più propensa al cazzeggio di pancia.

Vorrai mai che una redazione televisiva si metta li a programmare argomenti che non siano, appunto, ebrei danzanti, ologrammi, missili, cgi o robe del genere? Così come la rete e i forum si gonfiano di post quando si trattano tali argomenti, allo stesso modo la televisione è interessata a catalizzare pubblico proprio usando gli argomenti che più alimentano la polemica e non portano da nessuna parte. Trasportano di fatto, la polemica del web sul tubo catodico, ridicolizzandola e tagliando fuori a mezzo silenziatore - quel poco di buono che s'è raggiunto in questi anni.

E così come, sempre qui sul web, gli argomenti prettamente tecnici non interessano quasi nessuno (perché nessuno ci capisce una mazza e quindi si crede o non crede per partito, bias o fede) - idem in televisione ci si guarderà bene dal tediare l'audience con questioni tecniche, specifiche, circostanziate - che richiedono un utenza preparata e quindi limitata. Argomenti noiosi, lunghissimi da mettere in video, difficilmente sintetizzabili....definitivamente NON TELEVISIVI.

Tutto questo per dire che, a mio avviso, la TV non può fare niente di diverso dal web - anzi potrà fare solo peggio. Il ruolo che manca è quello del giornalismo investigativo, cioè la voglia di indagare su aspetti specifici e di portarli alla luce al grande pubblico. E' il giornalista che deve studiare, informarsi, verificare e quindi informare. Non la TV, il presentatore, l'autore e gli ospiti in studio.

Purtroppo anche il giornalismo oggi vive di finanziamenti privati, di interessi di governi, partiti, banche e di interessi contigui all'establishment - che di certo non facilitano il giornalista. Sempre che esistano ancora....

Ovviamente è un mio parere, condivisibile o meno. Ma credo di non dire assurdità nell'affermare che la televisione (ed un certo tipo di giornalismo) sia preda dei bisogni di tutti, ma non del cittadino.

Sono molto pessimista su una possibile svolta, in special modo quando vedo che ciò che si è sedimentato nel tempo è ancora polvere di missili, ologrammi e raggi cosmici.


Autore Albero
Pyter
Inviato: 6/1/2011 15:58  Aggiornato: 6/1/2011 15:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
fefochip
che alla fine è piu credibile la teoria fantascientifica degli ologrammi che la favoletta della buona notte del : "c'erano una volta 19 beduini ...."

Si può sempre optare per una teoria unificata.
All'interno degli ologrammi degli aerei ci potevano essere benissimo i 19 beduini
non rinforzati, cioè senza cammello.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)

Autore Albero
fefochip
Inviato: 6/1/2011 16:38  Aggiornato: 6/1/2011 16:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Si può sempre optare per una teoria unificata.


preferisco la teoria di aerei teleguidati da 19 ologrammi di beduini

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
Fabrizio70
Inviato: 6/1/2011 15:27  Aggiornato: 6/1/2011 15:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
L'immagine sarà sfuocata quanto ti pare, ma la forma dell'aereo è riconoscibilissima. Si vede persino la parte in ombra sotto le ali.


Aridanghe , stò parlando dell'ombra , e quella è l'ombra di un cilindro , non si vedono ali e piani di coda , vuoi continuare ancora ?

Citazione:
Un ologramma è una proiezione luminosa di un oggetto tridimensionale, per cui dal momento che la proiezione tocca una superficie essa va a riflettersi sulla stessa. Una cosa come quella che ti sei inventato tu è impossibile, lo ha spiegato molto chiaramente anche Tuttle.


Bravo , prova a ricostruire un ologramma su una superficie d'acciaio.
Invece è possibile per un 767 o simile volare a 800 km/h a 300 metri ,altro che favole...

Citazione:
Per non parlare delle tonnellate di kerosene che sono esplose nell'edificio.


Pure quella non è una difficoltà per chi ha potuto minare l'edificio , figurarsi se era un problema aggiungere il kerosene..

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 6/1/2011 15:37  Aggiornato: 6/1/2011 15:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Aridanghe , stò parlando dell'ombra , e quella è l'ombra di un cilindro , non si vedono ali e piani di coda , vuoi continuare ancora ?


Le ali si vedono eccome, infatti la parte inferiore di esse è scura, proprio perché il sole è in alto a sinistra dell'aereomobile. L'ombra stretta a forma di cubano è tale perché la superficie delle torri è stretta e non ha permesso la proiezione solamente dell'ombra del muso. Mi sono permesso di evidenziare i bordi riconoscibili dell'aereo con Paint:



In ogni caso se fosse stato un ologramma non avresti visto nemmeno quell'ombra lì, non credi?

Citazione:
Bravo , prova a ricostruire un ologramma su una superficie d'acciaio.


Che vuol vuol dire 'sta frase? Ti ho solo detto che un ologramma non può penetrare una superficie solida, ma andrebbe altresì a proiettarsi su di essa come una diapositiva.

Citazione:
Invece è possibile per un 767 o simile volare a 800 km/h a 300 metri ,altro che favole...


Infatti per un comune aereo di linea con basso carico alare è impossibile. Ma con delle apposite modifiche sarebbe possibile.

Citazione:
Pure quella non è una difficoltà per chi ha potuto minare l'edificio , figurarsi se era un problema aggiungere il kerosene..


Buonanotte.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
Fabrizio70
Inviato: 7/1/2011 2:12  Aggiornato: 7/1/2011 2:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Le ali si vedono eccome, infatti la parte inferiore di esse è scura, proprio perché il sole è in alto a sinistra dell'aereomobile. L'ombra stretta a forma di cubano è tale perché la superficie delle torri è stretta e non ha permesso la proiezione solamente dell'ombra del muso. Mi sono permesso di evidenziare i bordi riconoscibili dell'aereo con Paint:


Io ti ho chiesto di farmi vedere l'ombra delle ali e tu mi evidenzi l'immagine delle ali , eppure mi sembra di scrivere italiano....

Citazione:
Infatti per un comune aereo di linea con basso carico alare è impossibile. Ma con delle apposite modifiche sarebbe possibile.


Poi sono i no-planers che si inventano le tecnologie...

Citazione:
Buonanotte.


E sogni d'oro olografici...

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849

Autore Albero
fefochip
Inviato: 6/1/2011 14:21  Aggiornato: 6/1/2011 14:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Damiano anche se fosse stata posta in tono provocatorio l'importante è la pacatezza , quello che mi scoccia veramente è sentirmi accusato di essere un gate-keeper o fare black propaganda.


scusa fabrizio non è detto che se "abbocchi" alla black propaganda sei parte dei disinformatori ne se "abbocchi" alla versione ufficiale sei parte del complotto.
semplicemente essendo in buona fede aderisci alla teoria che piu ti confà.

Citazione:
Per rispondere a questa domanda te la rigiro:Visto che a colpire gli edifici sono stati due aerei perchè non lo hanno fatto con il pentagono e shankville ?

personalmente ho già risposto per il pentagono.

per quanto riguarda shankville l'aereo (visti i rottami disseminati) è stato abbattuto in volo .
non lo hanno detto perche abbattere una aereo civile non sta bene e bisognava affrontare la questione spinosa del "minor danno" e quindi valutazione sulla pelle delle vittime dell'opportunità di abbaterlo in volo mentre la storia degli eroi che si ribellano a bordo oltre che dare particolari (che rendono reale una storia) è quello che piace tanto agli americani : gli eroi.
la storia della buca è sta necessaria per giustificare il precipitamento dell'aereo in un punto preciso

shankville insomma è un teatrino ,una ciliegina sulla torta di chi ha ordito tale complotto che non ha tralasciato gli elementi emotivi ...insomma quello che rende grande una storia

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
Fabrizio70
Inviato: 6/1/2011 15:41  Aggiornato: 6/1/2011 15:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
semplicemente essendo in buona fede aderisci alla teoria che piu ti confà.


Appunto , vallo a dire a decalagon e sertes...

Citazione:
per quanto riguarda shankville l'aereo (visti i rottami disseminati) è stato abbattuto in volo .


Cioè secondo te quello era un aereo che era veramente pilotato dai beduini ?

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849

Autore Albero
fefochip
Inviato: 6/1/2011 16:33  Aggiornato: 6/1/2011 16:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Cioè secondo te quello era un aereo che era veramente pilotato dai beduini ?


e dove fai questa deduzione ? non certo dalle cose che ho detto io
comunque per quanto mi rigarda l'aereo poteva tranquillamente essere un altro drone.

chi ha pianificato l'attentato poteva sicuramente contare sul fatto che con il casino delle esercitazione in aria e false tracce radar che il primo aereo avrebbe colpito il bersaglio e quasi sicurmente anche il secondo .

dopo il secondo sarebbe stata chiara una cosa però che era un attacco terroristico.

ergo per il 3 e 4 aereo c'erano sicuramente dei piani B di cui ignoro l'esistenza .

probabilmente come è andata per il 4 aereo è un piano B ma è solo un ipotesi
comunque ovviamene i beduini non c'entrano nulla

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
Fabrizio70
Inviato: 7/1/2011 2:52  Aggiornato: 7/1/2011 2:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
e dove fai questa deduzione ? non certo dalle cose che ho detto io
comunque per quanto mi rigarda l'aereo poteva tranquillamente essere un altro drone.


Era solo per capire meglio il tuo discorso , per l'appunto se era un altro drone invece di abbattere il drone , scavare un buca ridicola e riempirla di 2kg di esplosivo (per la nube fumogena) e 4 pezzi di ferro non sarebbe stato più semplice far cadere il drone tutto intero ?
Quello si che sarebbe stato il sito di uno schianto....

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849

Autore Albero
il_ras
Inviato: 7/1/2011 3:01  Aggiornato: 7/1/2011 3:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Era solo per capire meglio il tuo discorso , per l'appunto se era un altro drone invece di abbattere il drone , scavare un buca ridicola e riempirla di 2kg di esplosivo (per la nube fumogena) e 4 pezzi di ferro non sarebbe stato più semplice far cadere il drone tutto intero ?


poi ci dovevi mettere le persone vere con famiglie vere etc...

meglio una buca alla Willy Coyote

un messaggio nascosto?


Autore Albero
Tuttle
Inviato: 7/1/2011 3:05  Aggiornato: 7/1/2011 3:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@ polonio,

no, non fa differenza.

anche in questo caso subito prima della proiezione (in questo caso un semplice glow effect e non un ologramma complesso) ci sono le solite cose. Fonti laser, uno shutter, lenti, riflessi, specchi e aria umida, le cui particelle in sospensione fungono da schermo. Siamo sempre di fronte ad un apparato terribilmente statico. Il buio, ovviamente, rimane una costante.

Pensa che quando si preparano i pianali di proiezione si fanno ore di calibrazione perché se anche un raggio va fuori fase di un micron l'intero sistema produce una mazza. Questo per farti capire quanto sia improponibile pensare ad un sistema del genere realizzato in aria, di giorno, con lenti, proiettori, lastre e quantaltro in movimento a circa 500 nodi per chilometri e chilometri di percorso.

Qualsiasi sistema sfrutti il principio della proiezione ologrammatica in tre dimensioni deve passare da sistemi più o meno complessi di acquisizione, conversione, proiezione, suddivisione, esposizione e ricostruzione dell'immagine. In questo caso anche del suono, della materia riflettente della fusoliera, della capacità di proiettare e ricevere ombre etc...


Autore Albero
DjGiostra
Inviato: 6/1/2011 16:00  Aggiornato: 6/1/2011 16:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Fabrizio70 dice:
Citazione:
Damiano anche se fosse stata posta in tono provocatorio l'importante è la pacatezza , quello che mi scoccia veramente è sentirmi accusato di essere un gate-keeper o fare black propaganda.

E la mia era una domanda pacatissima !!! Non ho mai accusato nessuno
di fare il gate-keeper per carita'.. si sta' discutendo e io ho fatto una semplice
domanda !!!Domanda che secondo me e' molto legittima e sensatissima !!
Citazione:
Per rispondere a questa domanda te la rigiro:Visto che a colpire gli edifici sono stati due aerei perchè non lo hanno fatto con il pentagono e shankville ? In questo modo oltre a delle immagini avremo danni compatibili con la VU e resti di aereomobili credibili...

Il problema del pentagono e' che un aereo che ci precipita non avrebbe
in nessun modo fare quei danni che ci sono stati quindi un ologramma
sarebbe stato assolutamente inproponibile mentre gli aerei nelle torri
sono assolutamente compatibili !!!
Non dimentichiamoci che filmati dello schianto del pentagono non ce ne sono!!
comunque la domanda rimane senza risposta !!!!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto

Autore Albero
Fabrizio70
Inviato: 7/1/2011 2:43  Aggiornato: 7/1/2011 2:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
E la mia era una domanda pacatissima !!!


Concordo e ti dirò di più , di solito i tuoi interventi sono quelli più pacati in questo sito

Citazione:
Non dimentichiamoci che filmati dello schianto del pentagono non ce ne sono!!
comunque la domanda rimane senza risposta !!!!


Appunto visto che è così semplice costruire droni corazzati quale sarebbe stato il problema di costruirne un terzo ed un quarto da far schiantare sugli altri due siti con immagini e resti credibili ?
Non ci sono immagini olografiche ma non ci sono neanche immagini di superdroni...

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849

Autore Albero
DjGiostra
Inviato: 7/1/2011 13:21  Aggiornato: 7/1/2011 13:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@Fabrizio70:
Ti ringrazio per il complimento !!!!

Citazione:
Appunto visto che è così semplice costruire droni corazzati quale sarebbe stato il problema di costruirne un terzo ed un quarto da far schiantare sugli altri due siti con immagini e resti credibili ? Non ci sono immagini olografiche ma non ci sono neanche immagini di superdroni...

Questo mi ha fatto pensare !!!
L'unica cosa che sono riuscito a pensare e' che volessero colpire
esattamente quel punto !!! cosa ch sarebbe risultata impossibile
con un aereo di linea o militare camuffato.
Mentre sarebbe stato piu' semplice in questo caso usare un missile
coperto da un'immagine olografica !!!
Certo e' che il missile avrebbe dovuto viaggiare a velocita' molto ridotta
per poter essere seguito da un ologramma di un aereo senza desdare
sospetti a causa della velocita' troppo elevata.

La cosa che trovo invece parecchio curiosa e' che non solo non ci sono prove
inconfutabili che porti a una versione o all'altra o quell'altra, anzi, ci sono
indizi molto disparati che portano a svariate teorie,comse se avessero voluto
apposta la confusione.

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 6/1/2011 11:34  Aggiornato: 6/1/2011 12:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@Music-Band

Citazione:
L'assenza delle luci anticollisione degli aerei è un dettaglio tutt'altro che trascurabile dato che non è possibile spegnerle.


Che io sappia è possibilissimo, c'è il quadro degli interruttori proprio sopra la testa dei piloti:


(è quello sul tettuccio della cabina di pilotaggio)

Luci di rullaggio, atterraggio, anti-collisione, luci di cabina, stroboscopiche, logo... è tutto lì, e per quanto ne so si possono spegnere e accendere a piacere, è possibile anche ridune l'intensità. E se è vero che hanno usato un drone per colpire le torri, non credo si preoccupassero di accendere le luci anti-collisione visto che il traffico aereo era l'ultimo dei loro problemi.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
DjGiostra
Inviato: 6/1/2011 11:39  Aggiornato: 6/1/2011 11:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Decalogon dice:
Citazione:
Luci di rullaggio, atterraggio, anti-collisione, luci di cabina, stroboscopiche, logo... è tutto lì, e per quanto ne so si possono spegnere e accendere a piacere, è possibile anche ridune l'intensità. E se è vero che hanno usato un drone per colpire le torri, non credo si preoccupassero di accendere le luci anti-collisione visto che il traffico aereo era l'ultimo dei loro problemi.


Appunto !!!!!! concordo !!!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto

Autore Albero
DjGiostra
Inviato: 6/1/2011 11:33  Aggiornato: 6/1/2011 11:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Decalogon dice:
Citazione:
E come avrebbero fatto a far "penetrare" l'ologramma nelle torri? Fosse stato un vero ologramma si sarebbe proiettato sopra la facciata degli edifici, non avrebbe potuto certamente finirci DENTRO.


Premetto che non sono un no-plane ma suppongo che l'immagine
potevano nascondela con l'esplosione o tagliarla man mano che entrava
nel palazzo.mia ipotesi!!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto

Autore Albero
DjGiostra
Inviato: 6/1/2011 11:36  Aggiornato: 6/1/2011 11:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Tra l'altro sul discorso delle luci mancanti degli aerei,secondo me non e'
poi cosi difficile staccare le lampadine prima di partire anche se ammetto
che la cosa non e' molto logica !!!
Ma ditemi cosa c'e' di logico in tutto questo !!!!!!!

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 6/1/2011 11:37  Aggiornato: 6/1/2011 11:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Damiano, non serve staccare le lampadine.. ci sono gli interruttori.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
Fabrizio70
Inviato: 6/1/2011 13:40  Aggiornato: 6/1/2011 13:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Noterai che l'ombra dell'aereo intero non comparirà.

Altrimenti aspettiamo Tuttle, se non ti basta la mia spiegazione da prima media


La spiegazione l'ho capita , non c'era bisogno di ripeterla , quello che non hai capito tu è che ad una vaga forma hai associato l'immagine di un aereo perchè sei convinto che sia un aereo.

Citazione:
E come avrebbero fatto a far "penetrare" l'ologramma nelle torri? Fosse stato un vero ologramma si sarebbe proiettato sopra la facciata degli edifici, non avrebbe potuto certamente finirci DENTRO.


Perchè hai qualche immagine dell'aereo dentro le torri?
Nel momento che l'immagine raggiunge la facciata dell'edificio la superficie del medesimo impedisce l'interferenza dei laser rendendo la sparizione dell'aereo abbastanza naturale , anche qui nessun problema.

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849

Autore Albero
Polonio
Inviato: 6/1/2011 12:18  Aggiornato: 6/1/2011 12:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
mi aveva incuriosito il filmato della popstar virtuale giapponese. era un bell'effetto.
ho cercato altri video e, fra gli altri, ne ho trovato uno in formato HD abbastanza interessante.

in vari punti si può riconoscere il "trucco" col quale viene realizzato.
già dall'inizio (a 00:18) si nota la presenza di una lastra di materiale trasparente sulla quale viene proiettata l'immagine.
lo si può vedere praticamente in tutto il filmato:
a 00:26 si vede la sezione di un cono di luce che interseca lo "schermo". subito dopo si vedono i riflessi, sempre sullo "schermo", delle luci fluorescenti degli spettatori.
a 00:46 i riflessi si notano ancora meglio.
... e così avanti per tutto il video.

c'è poi il video di nessie nell'acqua.
in questo caso lo "schermo" è costituito dalle particelle d'acqua nebulizzata.
purtroppo non ho trovato versioni del video ad una qualità superiore.

ma già a questo punto si possono dire alcune cose, abbastanza ovvie fra l'altro, e che sono già state dette da altri in commenti precedenti:

1) serve un "supporto" sopra il quale proiettare le immagini olografiche.
2) nel caso di un ologramma proiettato su schermo piatto (la popstar giapponese), oltre un certo angono di visuale l'osservatore riconosce la natura del "trucco", l'appiattimento dell'immagine.
3) in entrambi gli esempi lo "schermo" è statico. il che significa che se si vuole proiettare l'immagine di un oggetto che si sposta di 500 metri, o si dispone di uno supporto largo almeno 500 metri, oppure si sposta il supporto di 500 metri.

in tutti i casi c'è da tenere presente un'altra cosa che è già stata detta (da tuttle, mi pare): l'immagine che si proietta deve essere molto più luminosa dell'ambiente circostante. non è un caso, infatti, se gli ologrammi vengono proiettati di notte o in ambienti relativamente poco luminosi.
il motivo è ancora una volta banale: non esiste nessun modo per una luce di fare... buio (scusate il gioco di parole).
le ombre che si vedono negli ologrammi non sono reali. l'illusione dell'ombreggiatura non viene creata sottraendo ("risucchiando") luce, ma semplicemente non proiettandola. l'ombra in un ologramma, quindi, è data lasciando che il colore dello sfondo prevalga sul resto dell'immagine.

non parlo delle ombre che gli ologrammi proiettano sugli oggetti circostanti, ma delle ombre che gli ologrammi proiettano su sé stessi.

guardando l'immagine dell'aereo che colpisce la torre si vede che ha una parte in ombra.
bene, quella parte in ombra dell'aereo, dato che è giorno dovrebbe mostrare la parete del palazzo, non CANCELLARNE la visuale.


quindi, a mio modestissimo avviso, perché si tratti di ologrammi, dovrebbero verificarsi varie situazioni:

1) ci dovrebbe essere un "medium" sospeso nell'aria (schermo trasparente, pulviscolo o altro) sul quale proiettare le immagini.
lo schermo dovrebbe poter riflettere una quantità sufficiente di luce da creare l'illusione di solidità, dovrebbe essere sufficientemente denso e riflettente. non credo che basti polvere rarefatta, e nemmeno semplice vopore acqueo.
2) servirebbe una fonte di luce sufficientemente intensa da superare l'illuminazione dell'ambiente circostante.
3) dovrebbe esistere un qualche principio fisico/ottico attraverso il quale mascherare le zone d'ombra proiettate dall'oggetto su sé stesso, per poter nascondere lo sfondo. l'unica idea che mi viene in mente in proposito è il principio di interferenza fra onde elettromagnetiche. però anche in quel caso non si tratta di sottrazione di luce, ma di semplice assenza. il che mi riporta all'impossibilità di ottenere un effetto di ombreggiatura anche lontanamnte convincente.

non so, ma a me quella degli ologrammi non convince affatto come teoria.
non si tratta nemmeno di possedere una tecnologia "migliore" di quella in commercio. dovrebbe essere una tecnologia del tutto differente.
nel caso così fosse, però, si è sempre e di nuovo nel campo delle ipotesi.
e, come è già stato fatto notare, basare un'ipotesi su un'altra ipotesi non crea una certezza, ma un grado di ipotesi ancora più labile.

in poche parole: tecnologia militare avanzata? possibile, ma se non la scopriamo ha poco senso prenderla come base per un ragionamento solido.


Autore Albero
Polonio
Inviato: 6/1/2011 15:21  Aggiornato: 6/1/2011 15:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
"non esiste nessun modo per una luce di fare... buio (scusate il gioco di parole).
le ombre che si vedono negli ologrammi non sono reali. l'illusione dell'ombreggiatura non viene creata sottraendo ("risucchiando") luce, ma semplicemente non proiettandola. l'ombra in un ologramma, quindi, è data lasciando che il colore dello sfondo prevalga sul resto dell'immagine.

non parlo delle ombre che gli ologrammi proiettano sugli oggetti circostanti, ma delle ombre che gli ologrammi proiettano su sé stessi.

guardando l'immagine dell'aereo che colpisce la torre si vede che ha una parte in ombra.
bene, quella parte in ombra dell'aereo, dato che è giorno dovrebbe mostrare la parete del palazzo, non CANCELLARNE la visuale."


vorrei chiarire meglio il concetto di "ombra=assenza di luce", negli ologrammi.


(00:20 del filmato HD della popstar virtuale, ma si nota un po' dappertutto)

nel filmato di nessie l'effetto è ancora più evidente.

le zone d'ombra sono tali non perché viene proiettata luce nera (inesistente), ma perché non viene proiettata alcuna luce, lasciando visibile lo sfondo.
più è scura l'ombreggiatura dell'oggetto rappresentato, più è visibile lo sfondo dietro l'ologramma.

quindi, ripeto, non sarebbe necessaria una tecnologia migliorata. servirebbe una tecnologia totalmente differente.

[edit] ritagliato l'immagine


Autore Albero
Tuttle
Inviato: 6/1/2011 15:29  Aggiornato: 6/1/2011 15:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Polonio,

l'immagine che hai postato sopra è un ologramma abbastanza classico. Il medium è una lastra sensibile (folio display) attraverso la quale si ricostruiscono le immagini (in movimento circostanziale ma statiche a livello globale).

Spero si comprenda il problema di porre il medium nel cielo di manhattan, in pieno giorno e farlo volare a 450 nodi con eventuali sistemi di laser, shutter, riflettenti e altro - sempre in tracciamento sincronizzato ma assolutamente invisibili. L'ologramma è una scienza, ma questa è fantascienza.

La maggior parte delle persone che parlano di ologrammi li confondono con semplici proiezioni di tipo cinematografio e per questo non comprendono l'assurdità di tale ipotesi.


Autore Albero
Polonio
Inviato: 6/1/2011 15:57  Aggiornato: 6/1/2011 16:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
"Spero si comprenda il problema di porre il medium nel cielo di manhattan, in pieno giorno e farlo volare a 450 nodi con eventuali sistemi di laser, shutter, riflettenti e altro - sempre in tracciamento sincronizzato ma assolutamente invisibili. L'ologramma è una scienza, ma questa è fantascienza."

sono perfettamente d'accordo.
aggiungevo un atro dubbio che mi sorge riguardo la teoria degli ologrammi.
la questione che ho posto non riguarda soltanto le proiezioni su supporto bidimendionale, ma anche quelle su medium tridimensionali, come la nebulizzazione di acqua del filmato di nessie.

se l'aereo che si schianta sulla torre fosse un ologramma, le parti in ombra dovrebbero essere trasparenti in proporzione all'intensità dell'ombra, dato che NON SI PUO' proiettare il buio.
oppure dovrebbe essere realizzato con tecnologie TOTALMENTE differenti da qualsiasi cosa vista fin qui da noi comuni mortali.


Autore Albero
Fabrizio70
Inviato: 6/1/2011 13:28  Aggiornato: 6/1/2011 13:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
A mio modo di vedere in queste domande e risposte si ravvisa una malizia da parte dell'intervistato. Chissà cosa risponderebbe alla domanda : “ Si sente di escludere la possibilità che su quegli aerei ci fossero i dirottatori ?”.

Probabilmente si appellerebbe alle probabilità relative ...


Visto che gli unici che hanno certezze sono quelli che hanno realizzato l'evento è un metodo giusto di ragionare , la probabilità che un edificio si distrugga in quella maniera è bassa ma esiste , tre edifici distrutti alla stessa maniera è infinitesimale e questo fà sorgere dubbi...

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849

Autore Albero
Spiderman
Inviato: 6/1/2011 11:31  Aggiornato: 6/1/2011 11:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
E' come se ci fossero 100 persone chiuse in una stanza e concentratissime nel comporre un importante puzzle considerato da tutti come vitale e all'improvviso arrivasse uno e dicesse: "Ehi ragazzi! Vi offro una birra, di là c'è un puzzle con tre pezzi che una volta messi insieme mostra una bella gnocca".... E tutti mollano quello che stavano facendo dimenticandosi il perchè lo stavano facendo... Attirati dalla nuova lampadina come zanzare... calpestando e distruggendo mentre vanno via il lavoro messo assieme con tanta fatica.


L'esempio calza, non mi pare però che "qua" tutti si siano alzati mollando tutto quello fatto in anni di ricerche.

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)

Autore Albero
superava
Inviato: 6/1/2011 2:22  Aggiornato: 6/1/2011 2:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
i militari usano tecnologie che sono all'incirca 20 anni avanti rispetto a quello che noi conosciamo...dico questo dopo essermi ricordato di aver visto dei video che se trovo li posto, su dei test di aerei-jet(stealth?)
che sono stati fatti conoscere al pubblico dopo un periodo cosi lungo.


Autore Albero
manneron
Inviato: 6/1/2011 2:20  Aggiornato: 6/1/2011 2:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/2/2006
Da:
Inviati: 951
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
M.M.: Resterebbe da dare una forma precisa al foro di entrata, cosa che presumo altri sostengono che sia possibile…

J.F.: Certamente, la preparazione è stata molto accurata, e sembra che avessero un qualche tipo di carica esplosiva posizionata a questo scopo


1) anche io se vedo una cosa che mi passa veloce sulla testa e mi chiedono di cosa si tratta rispondo: mi sembra che... E' solo un modo di dire per far fronte alla sorpresa dato che non si ha avuto il tempo di realizzare bene le cose.
2) la spiegazione di "qualche tipo di carica esplosiva" è ancora più lacunosa della storia dell'aereo. che tipo di carica che esplode verso l'interno e posizionata fuori dell'edificio?

è una teoria strampalata che dovrebbe spiegare come mai chi ha messo in atto uno scenario del genere non sapesse che era fisicamente impossibile nella realtà. capisco un buco in una prateria isolata dove nessuno ha visto nulla, lì possono aver fatto qualsiasi cosa, ma in centro a new york, non era più semplice mandare un aereo teleguidato? possiamo discutere se era teleguidato o meno, ma che non fosse un aereo è esagerato.


Autore Albero
giovanni-
Inviato: 6/1/2011 0:43  Aggiornato: 6/1/2011 0:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/6/2009
Da: il vero problema siamo noi esseri umani.
Inviati: 64
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@PRHOTEUS

Leggo solo ora il tuo intervento e non posso che condividere.
L'importante è non allontanarsi dal fulcro, dalla Versione Ufficiale.
L'importante e non dividersi nelle "varie" idee, interessanti sicuramente, ma periferiche per altri aspetti.

Fine OT.


Autore Albero
Jurij
Inviato: 6/1/2011 0:29  Aggiornato: 6/1/2011 0:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Ripeto, io credo in piccola parte alla teoria "no plane", ma visto che la V.U. è assolutamente non credibile, in attesa che si possa sapere da chi detiene il potere (che ha cioè le competenze di fare sparire tutti i filmati del pentagono) cosa veramente è capitato, ben venga qualsiasi teoria da discutere, tanto non sarà mai tanto improponibile come quella ufficiale.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
giovanni-
Inviato: 6/1/2011 0:19  Aggiornato: 6/1/2011 0:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/6/2009
Da: il vero problema siamo noi esseri umani.
Inviati: 64
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
L'importante alla fine per i "complottisti" è il non allontanarsi dalla versione ufficiale.
E' la versione ufficiale che dice che dei voli di linea si sono schiantati contro le torri gemelle e il pentagono.
E' la versione ufficiale che attesta che le torri sono crollate per l'impatto degli aerei.
E' la versione ufficiale che attesta che le torri sono crollate per il calore.
E' sempre la versione ufficiale che attesta, tra le tante baggianate, falsità e assurdità, che le torri sono crollate perchè i piani sono crollati uno sull'altro.
E' la versione ufficiale che attesta che un volo di linea ha colpito il pentagono.
Queste, è molte altre cose, devono essere il fulcro, dove lavorare.
Il resto, come la teoria no-plane e altro possono e devono essere delle discussioni interessanti da affrontare, come in questo caso ha fatto MM nel rispetto dei pensieri, ma devono essere e rimanere sempre alla periferia e non divenire punti di distrazione sul vero fulcro. La Versione Ufficiale.
Lo sbaglio è quello di dividersi per cercare per forza il "pelo nell'uovo".
Sono loro che devono dare delle spiegazioni e non le tante persone che per anni cercano risposte.
Sono loro che vogliono farci credere che le torri gemelle sono cadute per il calore mentre, anche il più stupido, il più ignorante e il più malfidato, non può non vedere che sono state delle demolizioni controllate(non voglio nemmeno tirare in ballo le trestimonianze, bastano i video). Perchè dire che non siano state delle demolizioni controllate, per chiunque non abbia un infame interresse, vuol dire "essere un viscido", per rispetto a tutti i morti di quel giorno,di quelli che ancora muoiono e ai morti della guerra in atto (nessuna bandiera, nessuna nazione).
E' la versione ufficiale che dice che il wtc7 è crollato per i detriti dell'altra torre e per i "fuochini", seppellendo uffici e documenti.
A mio avviso sono stati degli aerei, sicuramente non di linea, telecomandati, ma non disdegno lo sbaglio. No plane?-ufo?terremoto?sovrapposizioni di immagini?....va bene.
L'importante e che spieghino come degli aerei di LINEA-colpiscono dei grattacieli i quali crollano per l'impatto e il calore generato e come un aereo di LINEA abbia impattato il pentagono.

Discorso rivolto in generale e non solo alle discussioni di questo articolo.
Scusate l'OT.


Autore Albero
PRHOTEUS
Inviato: 6/1/2011 0:00  Aggiornato: 6/1/2011 0:00
So tutto
Iscritto: 29/10/2010
Da:
Inviati: 11
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
ciao a tutti, non ho letto gli ultimi dei vostri post , ma alcuni dopo il mio post a riguardo degli ologrammi li ho letti e vedo molti di voi che si stanno scontrando su molti concetti.
tenevo a precisare che se ho postato i video di concerti con ologrammi era solo per farvi vedere che questo oggi e alla portata non di tutti perché aquistare tale attrezzature costa , ma comunque oggi sono reperibili, quindi cio che oggi e alla portata della gente comune , 15 / 20 anni fà era roba "top sicret". vado fuori OT ma cerchero di spiegarmi al meglio.
io lavoro in ambito musicale , ( sono tecnico audio ) cioe faccio la regia audio nei concerti, nel mio lavoro non ho ancora avuto a che fare con concerti ad alto livello che utilizzano oggi scenografie di ologrammi eccetera , pero ho contatti che lavorano a livello internazionale come musicisti e mi hanno descritto alcuni aspetti di questa tecnologia utilizzata oggi nei concerti e devo dirvi che é fantastica , solo che il costo e molto consistente per essere alla portata di uno come me che utilizza impianti di solo 80.000 watt di potenza totalre per i concerti, ma a livelli più grandi le spese sono ammortizzabili.
iniziamo: se notate sul video sopra postato ci sono 4 colonne posizionate in senzo di rettangolo, che servono a trasmettere sia l'immagine , ma attenzione anche uno schermo olografico questo per far si che se si gira intorno all'immagine la si veda sempre in senzo tridimensionale . ma il fatto é che questa é una tecnologia adattata all'uso commerciale , cioé quello che oggi abbiamo a disposizione , ma se deriva da tecnologie militari allora noi sicuramente siamo dietro di 10-15-20 e forse 50 anni per non dire di più . e questo e dimostrabile in tutti i campi anche nel mio in cui lavoro adesso , ma non voglio prolungarmi. cio che mi preme dirvi e che io dal mio punto di vista non scarto il fenomeno ologramma, ma non lo associo al 9/11 , sono più convinto di aerei cosidetti droni ( forse costruiti apposta per l'evento) con sembianze degli stessi che qui si definiscono "767" ( ma io mi ricordo che si parlava di 747) " forse faccio confusione " .
alla fine é da poco che scrivo qui su LC ma sono anni che seguo questo sito e le sue discussioni cio che mi piace e che si possono dare varie ipotesi e lavorarci sopra , ma cio che non tollero e che ci si dia una verità scontata , LC ha dato molto nella conoscenza di molte verità ed ha dato l'opportunità di molte alternative ad essa , quindi vi prego di non beccarvi tra di voi e fare felici gli attivissimi e cicappini perché é cio che attendono , al contrario prendere una proposizione e valutarla e trovare i pro e i contro della stessa per poi passare all'altra proposizione e fare lo stesso e solo alla fine trarne i punti + o - delle ipotesi . si puo anche dire che siano stati degli aerei differenti che avendo a bordo una tecnologia che li faceva vedere all'esterno come modelli differenti dalle loro sembianze reali tramite effetto ologramma trasmessi da loro stessi con apparecchiature installate in loro stessi , quindi alla fine si puo dire che siano stati utilizzati allo stesso tempo dei droni che diffondevano ologrammi per camuffarsi. ma sinceramente il tutto mi sembra troppo anche se non scarto questa possibilità che comunque per me resta da mettere tra le ultime, invece quello di droni o aerei creati apposta per l'evento é un'ipotesi più plausibile ed accettabile . questo é il mio punto di vista .
Ma alla fine cio che in principio "a me interessava " era di capire chi realmente c'era dietro a tutto cio, la mia conclusione é che la VU e falsa e su questo non ci sono attivino o cicappini che siano in grado di dimostrarmi il contrario il fatto adesso di immettere il no-plane non é che puo essere utilizzato come diversivo per chi rinnega la VU utilizzando vari aspetti dellavvenimento e vedere a chi la spara più grossa e fantascentifica per poi poter contratt'attacare, ( anche se per poco ), perche visto a chi asserisce agli ologrammi , oggi non si puo dire che si parla di fantascienza, quindi chi vorrà attaccare quest'ipotesi deve dimostrare che non esista questa tecnologia, oggi evidente, perché sul resto e specialmente sui droni sinceramente e secondo il mio personale parere , non ci sono riscontri e chi sostiene la VU non puo dimostrare il contrario, al contrario sugli ologrammi si possono benissimo trovare molti inceppi . Ripeto e il mio punto di vista , non escludo ness'una ipotesi ma secondo il mio andamento condivido la più opportuna che é quella di aerei modellati e/o crostuiti apposta per l'evento , 767/747 ( scusate ormai faccio confusione), utilizzati nel 9/11, chiamateli droni o come volete, senza alcun passeggero e/o piloti, ma comandati a distanza , siano stati utilizzati , poi per le immagini che noi tutti abbiamo visto solo ed esclusivamente in tivù chi ci assicura che non siano state manipolate?e questo anche si puo fare in una frazione di secondi , ma li dalla realtà alle immagini trasmesse ne sono passati di ore , perché se qualcuno mi dice che erano quasi in diretta solo qualche minuto di differita allora qui sorge un'altro dubbio , come fa un canale televisivo ad avere le immagini in diretta tra il primo arereo ed il secondo, vuol dire che le camere erano già posizionate , non ricordo quanto tempo sia passato tra i due avvenimenti, ma se ci si basa sui video amatoriali , dalla registrazione trovare chi li invia alle varie televisioni in poco tempo nel caos generale degli avvenimenti , no lo si puo fare in pochi minuti, e forse nemmeno in una o duo o tre ore , ma molto di più , non dico una giornata ma comunque ci lascia riflette sul tempo, visto che le immaggini erano già diffuse manco un'ora dopo del primo schianto. allora la VU fa aqua da tutte le parti e non avendo più altri argomenti per contrastarci adesso ci inculcano le ipotesi e noi qui a dibatterci se era un ologramma o un clone eccetera , alla fine noi tra qualche anno troveremo una risposta concreta per noi che alla fine non é legittimata da chi sostiene la VU perché non abbiamo nessuna prova "sull'accaduto", quindi saremo ridicolorizzati ed annientati e loro avranno la loro stabilità. cio che deve interessarci non é se siano stati droni ologrammi o altro a noi deve interessarci solo il fatto che ci spiegano quelli che asseriscano la VU come tutto cio possa essere accaduto , ( non ne faccio l'elenco visto che LC e voi tutti siete stai i primi a non accettare la VU e a porsi le domande , senza avere mai avuto risposte concrete, anzi solo attacchi ).
scusate se sono stato molto lungo , lo so alla fine non ho portato niente di nuovo e sono andato molto OT , ma ci tenevo a mostrare la mia posizione e punti di vista sul 9/11

Colui che accresce la sua conoscenza accresce il suo dolore

Autore Albero
Jurij
Inviato: 5/1/2011 23:40  Aggiornato: 5/1/2011 23:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Un'altra cosa importante, non sarebbero mai potute cadere lateralmente le 2 torri, come d'altronde tutti ce lo saremmo aspettato da legge di gravità. Questo perchè, o si infilavano nello stesso punto almeno 4/5 aerei (ripeto nello stesso punto almeno 4/5 aerei tutti sfuggiti alla sicurezza aerea, che fanno 8/10 per le due torri), oppure bisognava fare esplodere delle cariche proprio nel punto dove l'aereo aveva impattato, una cosa che avrebbe reso ancora più dubbia la demolizione.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
Jurij
Inviato: 5/1/2011 23:23  Aggiornato: 5/1/2011 23:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Sinceramente non escludo la teoria “no plane” per un 2%, non di più…è solo un piccolo dubbio.

Indipendentemente dal mio parere comunque, se gli aerei erano reali (droni di dimensioni reali), allora i palazzi erano minati fino al tetto.

Questo perché in una virata è possibile centrare un obiettivo lateralmente (destra-sinistra), ma non è possibile contemporaneamente calcolare il punto d’impatto verticale.

Proprio per questo gli atterraggi non si svolgono mai in virata.

Quindi se di veri aerei si è trattato, significa che le torri erano completamente minate e che il tempo trascorso fra lo schianto e la demolizione era necessario per calcolare bene il punto d’inizio delle detonazioni.

Dovevano minare sicuramente il blocco centrale perchè era l'anima che sosteneva tutto, le pareti esterne forse non è neanche stato necessario farlo, vista la poderosa pressione che sarà venuta dall'interno.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.

Autore Albero
Vinci
Inviato: 5/1/2011 22:58  Aggiornato: 5/1/2011 22:58
So tutto
Iscritto: 25/10/2009
Da:
Inviati: 15
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Non riesco ad avere una posizione precisa rispetto alla teoria no plane. Posso dire questo: abito a poca distanza da un aeroporto civile (circa 8 - 10 km) e di aerei civili a bassa quota (400 - 500 mt) ne vedo molti ogni giorno. Non ne ho mai visto uno, neanche nelle peggiori giornate girgie di pioggia, che fosse del tutto scuro, dall'aspetto indefinito. Riesco a distinguerne sempre molto bene colori e particolari come finestrini, motori, loghi, ecc. Una cosa. Nelle belle giornate di sole effettivamente ho notato che le luci lampeggianti delle ali e del sotto fusoliera non si vedono e non si vedono neppure le luci di navigazione verde sull'estremità dell'ala destra e rossa sull'estremità dell'ala sinistra. Forse ciò è dovuto soltanto all'intensità della luce solare che sovrasta le luci dell'aereo. In giornate grigie o di notte quelle luci si distinguono bene.
Detto questo, semplicemente dalla mia esperienza di attento osservatore degli aerei che ogni giorno mi passano sulla testa, trovo strana, ma vermante molto strana, l'immagine ripresa del secondo aereo delle torri.


Autore Albero
fefochip
Inviato: 5/1/2011 23:05  Aggiornato: 5/1/2011 23:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@vinci

non vedi le luci perche appunto sono sovrastate di parecchi lux dalla luce solare (insomma come se si pretende di vedere distinatamente un monitor lcd di una decina di anni fa alla luce solare piu brillante ...non si vede una mazza)


Citazione:
Detto questo, semplicemente dalla mia esperienza di attento osservatore degli aerei che ogni giorno mi passano sulla testa, trovo strana, ma vermante molto strana, l'immagine ripresa del secondo aereo delle torri.

ma scusa hai considerato la considerevole distanza e quindi il massiccio uso di zoom digitale che è stato fatto nel caso dei filmati rispetto alla tua esperienza che da quello che ho capito ti passano sopra la testa?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
il_ras
Inviato: 5/1/2011 23:29  Aggiornato: 5/1/2011 23:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Bisogna anche tenere in considerazione che alcune teorie fisiche d'avanguardia considerano la nostra realtà un ologramma: magari possono giocare anche su quello.


credo che le teorie a cui fai riferimento tu siano valide (Bohm etc..) solo che, se fossero in grado di maneggiarle (da soli, tu mi hai capito) farebbero ben altro, o forse lo stanno facendo...

un messaggio nascosto?


Autore Albero
Pyter
Inviato: 5/1/2011 21:36  Aggiornato: 5/1/2011 21:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@Decalogon:

Intanto il video di Naudet è falso (cgi), gli ologrammi di tecnologia militare ignota proiettano ombre, riflettono la luce, emettono suono e puzzano di Jetfuel. La massa di detriti che schizzano dall'altro lato è la punta del missile truccato da aereo ologrammato...

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 5/1/2011 22:19  Aggiornato: 5/1/2011 22:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Intanto il video di Naudet è falso (cgi), gli ologrammi di tecnologia militare ignota proiettano ombre, riflettono la luce, emettono suono e puzzano di Jetfuel. La massa di detriti che schizzano dall'altro lato è la punta del missile truccato da aereo ologrammato...


Mi arrendo all'evidenza, Pyter! (geniale)

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
Pyter
Inviato: 5/1/2011 22:44  Aggiornato: 5/1/2011 22:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Decalagon
Mi arrendo all'evidenza, Pyter!

Ricordati che dovrai farti le pere per dimenticare.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)

Autore Albero
CatOrcio
Inviato: 5/1/2011 21:21  Aggiornato: 5/1/2011 21:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/7/2008
Da:
Inviati: 109
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@Decalogon

Citazione:
Come mai gli "ologrammi" dell'11 settembre riflettono la luce del sole sulla fusoliera e proiettano la loro ombra sulla facciata delle torri e su sé stessi?


Se gli ologrammi nascondevano un oggetto reale al loro interno, ombre e riflessi possono essere attribuiti ad esso.


Autore Albero
Decalagon
Inviato: 5/1/2011 21:29  Aggiornato: 5/1/2011 21:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Se gli ologrammi nascondevano un oggetto reale al loro interno, ombre e riflessi possono essere attribuiti ad esso.


In questo caso la luce del sole sarebbe risultata abbastanza potente da annullare la proiezione olografica e l'aereo non sarebbe stato visibile (e l'oggetto nascosto al suo internosarebbe stato scoperto). Un po' come guardare le diapositive del nonno con la luce accesa e il sole che entra dalle finestre.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
Marta75
Inviato: 5/1/2011 20:06  Aggiornato: 5/1/2011 20:06
So tutto
Iscritto: 24/10/2009
Da:
Inviati: 3
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@Fefochip, il tuo rimprovero sulll'entrare in una community con più o meno garbo può effettivamente essere un punto a tuo favore, avrei potuto/dovuto farlo in maniera più aggraziata, ma il mio non mi pare neanche un cazziatone come dici tu. Un'esortazione piùcchealtro a non sclerotizzarsi e ad aprirsi a nuove tesi per non cadere in un vizietto che dovrebbe essere anni luce lontano dalla nostra/vostra mentalità.

(cmq sì: ho visto che tu sei tra quelli che sono disposti a mettersi in gioco e a valutare questa tesi del no.plane)


Autore Albero
Decalagon
Inviato: 5/1/2011 20:22  Aggiornato: 5/1/2011 20:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Esiste qualcuno che sia in grado di rispondere alla mia domanda? L'ho ripetuta 4 o 5 volte senza che nessuno volesse prenderla in considerazione:

Come mai gli "ologrammi" dell'11 settembre riflettono la luce del sole sulla fusoliera e proiettano la loro ombra sulla facciata delle torri e su sé stessi?

Approfitto per ringraziare Tuttle per le sue spiegazioni, e per aver linkato nuovamente il video NASA che avevo inserito anche io poco sopra.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
il_ras
Inviato: 5/1/2011 20:32  Aggiornato: 5/1/2011 20:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Decalogon, io non lo so, sinceramente...

Già che continui a chiedere questo, potresti anche domandare se esiste un aereo che riesca a volare ed a manovrare pur avendo delle ali così robuste da non staccarsi nell'impatto con le torri?

grazie



(nb: la domanda non è ironica nè retorica: veramente vorrei capire se esiste un aereo di questo tipo)

un messaggio nascosto?


Autore Albero
Decalagon
Inviato: 5/1/2011 20:38  Aggiornato: 5/1/2011 20:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Decalogon, io non lo so, sinceramente...


Ok, non lo sai. Grazie per la sincerità.

Citazione:
Già che continui a chiedere questo, potresti anche domandare se esiste un aereo che riesca a volare ed a manovrare pur avendo delle ali così robuste da non staccarsi nell'impatto con le torri?


Sinceramente questa domanda ha fracassato i coglioni: è stato risposto decine di volte anche nel thread sul forum al quale hai partecipato attivamente per diversi giorni, da parte di Sertes e altri utenti. Inoltre vorrei far presente che non era mai successo che un boeing si andasse a schiantare contro un palazzo con struttura simile a quella delle torri e a quella velocità, quindi è inutile mettersi qui a fare accademia all'aria fritta.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
il_ras
Inviato: 5/1/2011 23:57  Aggiornato: 5/1/2011 23:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Sinceramente questa domanda ha fracassato i coglioni: è stato risposto decine di volte anche nel thread sul forum al quale hai partecipato attivamente per diversi giorni, da parte di Sertes e altri utenti. Inoltre vorrei far presente che non era mai successo che un boeing si andasse a schiantare contro un palazzo con struttura simile a quella delle torri e a quella velocità, quindi è inutile mettersi qui a fare accademia all'aria fritta.


di quello che ti provoca sta domanda non mi frega molto ma ti ringrazio per averlo voluto condividere con noi...

Ho smesso di partecipare a quella discussione perché per un certo periodo non mi sono collegato e riprenderla dopo che molto si era scritto non mi allettava più di tanto...

Visto che la risposta è stata già data, qualcuno con i testicoli ancora integri mi può dire in che discussione e in che pagina sta? grazie

un messaggio nascosto?


Autore Albero
Decalagon
Inviato: 6/1/2011 0:06  Aggiornato: 6/1/2011 0:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@il_ras

Il thread è questo:

http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=5592&forum=4

Sono 25 pagine di thread, rileggiletele. Vorrai perdonarmi se non ti indico la pagina, ma siccome hai ignorato la risposta a questa stessa domanda perfino allora, non voglio buttare via inutilmente il mio tempo a cercarla.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
il_ras
Inviato: 6/1/2011 0:16  Aggiornato: 6/1/2011 0:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
io la cerco (se mi dicessi almeno chi l'ha data sarebbe meglio...) spero ci sia, sai com'è: a nessuno piace perdere tempo

un messaggio nascosto?


Autore Albero
Decalagon
Inviato: 6/1/2011 0:18  Aggiornato: 6/1/2011 0:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Sertes ti aveva dato una spiegazione dettagliata più che plausibile riguardo alla "penetrazione" totale dell'aereo. In ogni caso mettiti pure il cuore in pace, perché gli ologrammi non possono penetrare proprio niente, né riflettono la luce del sole o proiettano ombre, o tantomeno fanno rumore o rilasciano qualche tonnellata di kerosene.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
il_ras
Inviato: 6/1/2011 1:13  Aggiornato: 6/1/2011 1:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
il cuore in pace per cosa?

A me non frega niente se la teoria degli ologrammi è una stronzata (giusto per adeguarmi al tono) nè me ne viene in tasca niente se la teoria dei droni è una minchiata

infatti dicevo
Citazione:
Non dico di crederci fideisticamente ma solo di orientarci ANCHE in quella direzione (sempre che vogliamo capire il famoso "allora cosa è successo" che non sta a noi dimostrare, ma che, una volta compreso, aiuterebbe parecchio).


Però prima di bollare una teoria come certa ed un'altra come puttanata, vorrei vederci chiaro

mi pare legittimo.

un messaggio nascosto?


Autore Albero
Decalagon
Inviato: 6/1/2011 1:18  Aggiornato: 6/1/2011 1:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@il_ras

Certo che è legittimo, chi dice di no. Però quando una persona continua, volutamente o meno, ad insistere sempre sugli stessi argomenti anche se chiariti più volte, cambiando teorie ogni volta che fa comodo e a giustificare i propri dubbi con delle forzature che hanno poco o niente di logico, allora concedimi anche il lusso di esprimere il mio sfinimento, ad un certo punto.

Prima condividevi l'ipotesi CGI, ovvero gli aerei disegnati dalla regia segreta di September Clues, adesso mi dici che sono ologrammi... cioè, dai, un po' di serietà.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
Vento
Inviato: 6/1/2011 1:34  Aggiornato: 6/1/2011 1:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/1/2007
Da: Napoli
Inviati: 112
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Chiunque abbia una visione diversa della realtà che contrasta con il consenso imposto viene ridicolizzato, condannato e generalmente maltrattato per essersi rifiutato di uniformarsi all'illusione prevalente.

http://www.youtube.com/watch?v=JBS48R2i6Pw

...non c'è gioco né finzione perché l'unica illusione è quella della realtà, della ragione...



Autore Albero
il_ras
Inviato: 6/1/2011 1:44  Aggiornato: 6/1/2011 1:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Io ho sempre scritto che per una serie di cose le immagini mostrate mi sembrano strane....

ricordo chiaramente di aver detto che per me si potrebbe chiamate "not those planes" nel senso che le immagini, per come sono state mostrate mi lasciano molti dubbi.

Alcuni sono stati fugati altri non ancora.


Anche se fosse come dici tu, poi, vorrei capire cosa c'è di poco serio nel cambiare idea... Mi pare anzi segno quanto meno di buona fede.

un messaggio nascosto?


Autore Albero
Spiderman
Inviato: 5/1/2011 20:45  Aggiornato: 5/1/2011 20:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Già che continui a chiedere questo, potresti anche domandare se esiste un aereo che riesca a volare ed a manovrare pur avendo delle ali così robuste da non staccarsi nell'impatto con le torri?




Se non esiste lo si fa esistere. Chi ha organizzato il "teatrino" del 9/11 non aveva sicuramente problemi a progettare e costruire un carro armato volante.

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)

Autore Albero
lalonde
Inviato: 5/1/2011 20:52  Aggiornato: 5/1/2011 20:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/11/2005
Da:
Inviati: 294
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Come mai gli "ologrammi" dell'11 settembre riflettono la luce del sole sulla fusoliera e proiettano la loro ombra sulla facciata delle torri e su sé stessi?


La butto lì. Magari sviluppando questa tecnologia: Combining Optical Holograms with Interactive Computer Graphics Today.

Bisogna anche tenere in considerazione che alcune teorie fisiche d'avanguardia considerano la nostra realtà un ologramma: magari possono giocare anche su quello.


Autore Albero
Pyter
Inviato: 5/1/2011 20:54  Aggiornato: 5/1/2011 20:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Decalagon
e proiettano la loro ombra sulla facciata delle torri e su sé stessi?

scusa, ma dove sarebbero le ombre sulla facciata delle torri?

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 5/1/2011 21:09  Aggiornato: 5/1/2011 21:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@Pyter

Una è qua (si vede chiaramente l'ombra allungata dell'aereo sulla facciata della torre) (video):



L'altra è qua (si nota meno perché la facciata è in ombra):

http://www.youtube.com/watch?v=6TLw0TdLe90

Qui invece si notano perfettamente i riflessi della luce sulla fusoliera mentre entra/esce dalla zona d'ombra proiettata dal pennacchio di fumo della prima torre in fiamme:

http://www.youtube.com/watch?v=yKsgpvJ2NbE&feature=player_embedded

Ed è impossibile per un ologramma riflettere la luce del sole e proiettare ombre.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
LoneWolf58
Inviato: 5/1/2011 21:14  Aggiornato: 5/1/2011 21:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Autore: Decalagon Inviato: 5/1/2011 21:09:00
...
Ed è impossibile per un ologramma riflettere la luce del sole e proiettare ombre.
Scusa Decalagon, ma tu...
Credi che sia aria quella che respiri?


La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 5/1/2011 21:15  Aggiornato: 5/1/2011 21:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Credi che sia aria quella che respiri?


Il cucchiaio non esiste... ma la forchetta si! (cit)


«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
Tuttle
Inviato: 5/1/2011 21:16  Aggiornato: 5/1/2011 21:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Decalagon,

potranno sempre risponderti che il video dei Naudet è falso (cgi), che gli ologrammi di tecnologia militare ignota proiettano ombre, riflettono la luce, emettono suono e puzzano di Jetfuel. Se poi gli chiederai cosa sono le masse di detriti che schizzano dall'altro lato ti diranno che è la punta del missile truccato da aereo ologrammato....

ironizzo...ma la situazione non è molto diversa.


Autore Albero
Decalagon
Inviato: 5/1/2011 21:17  Aggiornato: 5/1/2011 21:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@Tuttle

In quel caso saprò quando iniziare a farmi le pere per dimenticare

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
lalonde
Inviato: 5/1/2011 21:20  Aggiornato: 5/1/2011 21:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/11/2005
Da:
Inviati: 294
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
ripeto che non voglio dire che è impossibile, ma certo quell'articolo non è la dimostrazione che lo si possa fare.


Mai detto che la tecnologia utilizzata sia quella.
Ma spiegami un po'.....come mai allora parlano di ologramma creato da un impatto ad alta velocità? Hanno preso tutti un abbaglio?


Autore Albero
Tuttle
Inviato: 5/1/2011 21:29  Aggiornato: 5/1/2011 21:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Come mai allora si parla di ologramma creato da un impatto ad alta velocità? Hanno preso tutti un abbaglio


uh?

lo studio descrive un esperimento che permette, grazie a luce laser pulsata, di proiettare un ologramma contenente eventi ad altissima velocità (pallottola sparata da pistole a gas). L'esperimento apre interessanti possibilità per lo studio tridimensionale della frammentazione causata da impatti ad altissima velocità.

La scoperta risiede nell'utilizzo della luce laser pulsata che permette di proiettare eventi più veloci dell'usuale tempo di shuttering, stabilizzato attorno al secondo e quindi poco adatto alla rappresentazione di eventi veloci.

Tutto ciò non c'azzecca una beneamata mazza con la discussione.

Anzi, sottolinea quanto detto sopra più volte. l'ologramma necessità di lenti, shutter, riflettenti, emulsioni, display, lastre etc etc etc. Tutta roba che l'aria del cielo di manhattan non offre.



Autore Albero
Polonio
Inviato: 5/1/2011 21:47  Aggiornato: 5/1/2011 21:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
"Ma spiegami un po'.....come mai allora parlano di ologramma creato da un impatto ad alta velocità? Hanno preso tutti un abbaglio?"

non è che hanno preso un abbaglio, è che parlano di una cosa diversa da quella che hai capito tu.

se guardi il filmato che ho postato prima, ad un certo punto (2:50 crica) dice che normalmente il modello da riprendere viene esposto alla luce del laser per circa un secondo, ma che alcuni ologrammi vengono realizzati esponendo l'oggeto per 20 nano-secondi.

immagino che per poter fotografare oggetti MOLTO veloci l'esposizione debba essere ancora più breve (un po' come di fa con l'otturatore delle "normali" macchine fotografiche).
detto in soldoni, più è veloce l'oggetto e meno tempo hai per fotografarlo.

molto probabilmente in quell'articolo si sottolinea come siano riusciti a sviluppare una teconogia capace di "catturare" l'immagine di oggetti estremamente veloci.
ma non dicono di essere riusciti a proiettare nello spazio ologrammi che si spostano molto velocemente.

ma forse è una differenza che colgo solo io e che in realtà non esiste.


Autore Albero
Teba
Inviato: 5/1/2011 22:17  Aggiornato: 5/1/2011 22:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Domanda:

se il volo 175 era un ologramma o è stato creato/sovrapposto in CGI, perchè sotto la pancia gli hanno messo quel pod che non doveva esserci???


Autore Albero
Vins
Inviato: 5/1/2011 22:19  Aggiornato: 5/1/2011 22:19
So tutto
Iscritto: 28/2/2007
Da:
Inviati: 10
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Ciao a tutti.

Premesso che non ho una posizione particolare in merito alla teoria "no plane", volevo condividere con voi questo video in cui viene presentata una dimostrazione "casalinga" di CGI che non mi sembra di aver visto su Luogo Comune (mi scuso se è già stato mostrato).

http://www.youtube.com/watch?v=IWZyXRuz1Uk&NR=1

Ciao


Autore Albero
Fabrizio70
Inviato: 5/1/2011 22:39  Aggiornato: 5/1/2011 22:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Una è qua (si vede chiaramente l'ombra allungata dell'aereo sulla facciata della torre)


Volevo aspettare la pubblicazione della seconda parte ma questo intervento merita una risposta.

Dunque Decalagon ci vede un ombra , vediamola meglio....















Domandina facile facile per Decalagon: In quale di queste immagini vedi l'ombra di un aereo ?

Domandina facile facile per chi sostiene l'assurdità totale della teoria no-plane : Visto che a colpire le torri sono stati degli aerei (guidati dai beduini con lo straccio in testa , droni , radiocontrollati , programmati in anticipo fate un pò voi) perchè gli stessi aerei non sono stati usati sul pentagono ED a Shankville ?

Pensa te che oggi non staremmo qui a discutere , al pentagono subito dopo l'impatto una bella trasmissione delle riprese delle telecamere di sicurezza del mostro che impatta , in entrambi i siti rottami a tonnellate , altro che quei due metri quadrati di lamiera e quattro ingranaggi....

Almeno la teoria no-plane è coerente con tutti e quattro gli eventi....

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 5/1/2011 22:48  Aggiornato: 5/1/2011 22:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Domandina facile facile per Decalagon: In quale di queste immagini vedi l'ombra di un aereo ?


Nel video l'ombra dell'aereo si vede chiaramente subito prima dello schianto: altrimenti spiegami cos'è che proietta quell'ombra.

Citazione:
Almeno la teoria no-plane è coerente con tutti e quattro gli eventi....


Falso. Gli aerei alle torri sono stati visti, sentiti e filmati.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
fefochip
Inviato: 5/1/2011 23:01  Aggiornato: 5/1/2011 23:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Falso. Gli aerei alle torri sono stati visti, sentiti e filmati.


dimentichi l'impianto dolby surround da paura ...e certo che un ologramma se lo vedi lo filmi.....

sicuramente l'ologramma alla star trek risolverebbe non poche cose ma appunto il problema è l'assurdità fantascientifica della sofisticatezza di un ologramma cosi evoluto rispetto a quello che si trova sul mercato.

insomma la storia insegna che le tecnologie militari sono sempre avanti di diversi anni ma mai completamente sconosciute .
gli ologrammi di cui la teoria no-plane ha bisogno di funzionare come spiegato piu volte da me e da tuttle è completamente da fantascienza perche tutto quello che si vede (anche attualmente)sono giochetti da uomini delle caverne in confronto

poi per quello che mi riguarda i militari potrebbero pure avere un ufo in un hangar segreto ..che vi devo dire niente si può escludere con certezza del 100%

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
Fabrizio70
Inviato: 6/1/2011 1:59  Aggiornato: 6/1/2011 2:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Domandina facile facile per Decalagon: In quale di queste immagini vedi l'ombra di un aereo ?

Nel video l'ombra dell'aereo si vede chiaramente subito prima dello schianto: altrimenti spiegami cos'è che proietta quell'ombra.


Dunque ti riferisci a quest'immagine :


Vedi com'è forte il potere di persuasione?
Dato che milioni di persone dicono che è stato un'aereo quella secondo te è "chiaramente" l'ombra di un aereo , ma in realtà quell'ombra non permettere di capire nulla , potrebbe essere essere qualsiasi cosa , anche un sigaro volante , eppure tu subito sparato sicuro , ricontrolla bene e dimmi cosa vedi in quell'ombra che ti permette di identificarla come aereo visto che ali e piani di coda non si vedono....

Citazione:
Falso. Gli aerei alle torri sono stati visti, sentiti e filmati.


Come ti piace sciacquarti la bocca con il termine falso , ho detto che la teoria no-planes è coerente con tutti e quattro gli eventi , ovvero con un'unica teoria spieghi TUTTI gli eventi , cosa c'è di falso ?

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 6/1/2011 2:05  Aggiornato: 6/1/2011 2:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Ok, era l'ombra del sigaro (tanto in quel video non si vede una sega, quindi ognuno ci può vedere quello che vuole, per cui diamo spazio all'immaginazione). Però l'ombra si vede, e poiché è palese che sia stato un aereo a colpirla, posso dedurre che è quello che proietta l'ombra sulla facciata dell'edificio.

Passiamo all'altro.

Come giustifichi i riflessi sulla fusoliera dell'aereo che ha colpito la torre sud? Perfettamente coerenti con l'inclinazione dei raggi solari e l'entrata e l'uscita dall'ombra proiettata dal pennacchio di fumo della torre nord in fiamme?

Citazione:
cosa c'è di falso ?


Al pentagono e a shanksville gli aerei non si sono né visti né trovati, per cui lì è logico dedurre che non sono stati dei 757 a schiantarsi. Alle torri però gli aerei sono stati visti, sentiti e filmati, per cui non si può parlare di "no-plane" in questo caso.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 6/1/2011 2:12  Aggiornato: 6/1/2011 2:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
visto che ali e piani di coda non si vedono....


Ma mioddio.. mi stupirebbe invece se si vedessero invece. In quel fotogramma si vede solo l'ombra del muso perché è la parte più vicina alla superficie, le ali e la coda sono molto più indietro e le ombre non possono arrivare a coprire la facciata dell'edificio. Il sole è di fianco all'aereo, non alle sue spalle, quindi non capisco dove stia la stranezza.
Uff.. meglio di così non so spiegarmi, dovremo attendere Tuttle mi sa.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
Fabrizio70
Inviato: 6/1/2011 2:53  Aggiornato: 6/1/2011 2:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Però l'ombra si vede, e poiché è palese che sia stato un aereo a colpirla, posso dedurre che è quello che proietta l'ombra sulla facciata dell'edificio.

Ma mioddio.. mi stupirebbe invece se si vedessero invece. In quel fotogramma si vede solo l'ombra del muso perché è la parte più vicina alla superficie, le ali e la coda sono molto più indietro e le ombre non possono arrivare a coprire la facciata dell'edificio. Il sole è di fianco all'aereo, non alle sue spalle, quindi non capisco dove stia la stranezza.


La stranezza è che ad una precisa domanda , dov'è l'ombra di un aereo , hai risposto indicando l'ombra di mezzo aereo o un sigaro volante, se non capisci questo non ci posso fare nulla....

Citazione:
Come giustifichi i riflessi sulla fusoliera dell'aereo che ha colpito la torre sud? Perfettamente coerenti con l'inclinazione dei raggi solari e l'entrata e l'uscita dall'ombra proiettata dal pennacchio di fumo della torre nord in fiamme?


Mai sentito parlare di sensori che rilevano la luminosità ambientale?
In base alle informazioni ricevute dai sensori è sufficiente variare la luminosità dell'immagine , oggi si trovano persino nei cellulari e tv , tutta qui la difficoltà secondo te ?

Citazione:
Alle torri però gli aerei sono stati visti, sentiti e filmati, per cui non si può parlare di "no-plane" in questo caso.


Si può , si può....

Citazione:

A SMALL PLANE
1. "At that point we were still not sure that it was a plane that had hit the tower. There was some talk from the civilians coming down that a plane hit. The consensus was that it was a small plane."- Credited to: Roy Chelson

A CESSNA OR LEAR JET TYPE OR...
2. “Numerous civilians were telling me that a plane had hit the building. There were discrepancies as to the type of plane. Some were saying it was a Cessna or Lear jet type, a small jet plane. Some said it was a large passenger plane. One person actually said that it was like a military style plane that actually shot missiles into the building”. - Credited to: Anthony Bartolomey

A SMALL (TRAINING) PLANE
3. “I saw it come up from the left, and I saw the plane coming through to the building, go inside, a small plane….no, no, it was plane, you know, like they teach the people to pilot a plane, a small plane, you know, it was that kind of plane…, and I never saw that plane before. It's like something, I don't know, it's like they worked with the motors, I never saw a plane like that before!”- Credited to: Karim Arraki

A CESSNA
4. “I was on my way to work…traffic was excellent…I received a call saying a small Cessna had hit the World trade Center…I was asked to go and man the Office of Emergency Management at the World Trade Center 7 on its 23d floor…” – Credited to: Barry Jennings

LIKE A SMALLER PLANE
5. “I was waiting a table and I literally saw a, it seemed to be a small plane. I just heard a couple of noises, it looked like it like it ‘bounced’ off the building and then I heard a, I just saw a huge like ball of fire on top and then the smoke seemed to simmer down…it just seemed like a smaller plane, I don’t think it was anything commercial.”- Stuart Nurick, LIVE on CBS NEWS

A SMALL, SMALL JET PLANE
6. “…We saw a plane flying low overhead which caught all of our attention. We looked up. It was making a b-line for the World Trade Centre. It was very low, extremely low, not a big plane like an airliner …uh… but not a tiny propeller plane, a small, small jet plane.”- Credited to: Mary Cozza

A LIGHT COMMUTER PLANE
7. "I mean, I hate to admit this, but I'm sitting there hoping that someone has made a mistake; there has been an accident; that this isn't the hijacked airplane, because there is confusion. We were told it was a light commuter airplane." Credited to: (news report)

THOUGHT PLANE WAS MUCH SMALLER
8. "I thought it could have been an accident...I thought the plane was much smaller..."- Credited to: Sid Bedingfield

A PROP JET
9. "I was told by somebody that we had an eyewitness who happened to be an off-duty firefighter who told me that he saw the first building get hit and it was hit by a prop jet, which I think turned out to be the wrong information, but everybody sees things differently."- Credited to: Steven Mosiello

A SMALLER TYPE PLANE
10. "And we went to a high point in our building, which is on the 25th floor, and you had a clear view of both World Trade Centers and the one that was smoking hard, and there was another plane that was flying low, and we just looked at it, and before we know it, it was just kamikaze, boom, right into the other tower... but it didn't seem like a big passenger jet. It was a smaller type plane, because it made some pretty radical turn, and flying low..." - Credited to: Mr. Tractsonburg

A SMALL JET
11. “We’re walking the dogs and we saw a plane flying really low, a jet, a small jet, and it flew directly into the World Trade Center..”- Credited to: (news report)

SMALL CARGO MILITARY
12. I got out of the car, and I told Larry I saw an FBI agent and I was going to start talking to him. I gave him my card, and he gave me a card. I said I thought that that second plane that went into the south tower was a military plane, like a transport or small cargo military. - Credited to: Battalion Chief Brian O’Flaherty

A BOMB....A MISSILE
13. "Hey Grandpa, I'll tell you what woke me up. They bombed the World Trade Centre. I'm looking at it and Mi-Kyung's video taping it. Terrible. I heard, Grandpa, I saw it. It could have been a plane, but I think it was a bomb...a missile...er...this could be world war three."- Credited to: Mi Kyung Heller

LIKE A MISSILE
14. “…I can only describe as, it sounded like a missile, not an airplane….it was definitely not the sound of a prop plane or anything like that….I grew up on military bases and I know the sound of jets and I’ve been in war zones and heard those kinds of different sounds….the sound itself was not of a prop plane , it was perhaps a jet, but it could have been a missile as well….it was high pitched, but it had a…er…a…whooshing sound, not, not like a prop plane…”- Don Dahler, LIVE on ABC TV

A ROCKET
15. “It was a big fireball or something from the plane I guess, came from across the street in front of our rig, and as we get out of the rig, there's a cop, city police officer, in the street. He's telling us, "I'm getting out of here. I just saw a rocket." He said he saw it come off the Woolworth Building and hit the tower”. - Credited to: Peter Fallucca

SOMETHING - PLANE OR MISSILE
16. “At that point I assumed you can't have two -- it can't be an accident to have two planes. So, I don't know if there's planes or missiles or what but something was hitting this thing. You saw debris was falling down.“ - Credited to: Brian Dixon

NOT A BIG PLANE
17. ”I was saying to him, "That plane is closer to us. It's really not a big plane going towards the building." Two seconds later it rammed into the building. "- Credited to: James Murphy

THOUGHT THEY SAW A MISSILE
18. " Some people thought they saw a missile, now I don't know how they could differentiate, but we might leave open the possibility that this was a missile attack on these buildings ..." Dick Oliver, LIVE on FOX News

LIKE THE SIZE OF A GOLF BALL
19. “I saw two other planes. One came in one way, and the other came in the other way, and there was a plane in the middle that was way far off in the distance. Then the plane in the middle just disappeared into a little fireball. It looked like the size of a golf ball from where I could see it. And the other two planes veered off into opposite directions.” - Credited to: Patricia Ondrovic


Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849

Autore Albero
Fabrizio70
Inviato: 6/1/2011 3:26  Aggiornato: 6/1/2011 3:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Quelli che sostengono la teoria drone non si rendono conto che ad un ipotesi (l'olografia è una scienza) contrappongono una fanta-scienza , quella del rinforzo strutturale sufficiente per superare i limiti strutturali degli aerei.In effetti il problema è la densità dell'aria a basse quote che aumenta linearmente la resistenza aereodinamica , sarebbe come pretendere che questo bestione...



possa raggiungere i 300 kM/h a vuoto solo perchè è più robusto di una ferrari ed ha un motore tre volte più grosso....

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849

Autore Albero
Supernova
Inviato: 6/1/2011 12:34  Aggiornato: 6/1/2011 12:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/1/2006
Da:
Inviati: 156
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Quelli che sostengono la teoria drone non si rendono conto che ad un ipotesi (l'olografia è una scienza) contrappongono una fanta-scienza , quella del rinforzo strutturale sufficiente per superare i limiti strutturali degli aerei.In effetti il problema è la densità dell'aria a basse quote che aumenta linearmente la resistenza aereodinamica , sarebbe come pretendere che questo bestione...possa raggiungere i 300 kM/h a vuoto solo perchè è più robusto di una ferrari ed ha un motore tre volte più grosso....


Scusa, ma tu sai di preciso le specifiche tecniche dell'aero che ha colpito il pentagono? Renditi conto che NON sappiamo di preciso che tipo di aero abbia colpito le torri, l'impossibilità della monovra è riferita a un 767 passeggeri perchè è il modello dichiarato dalla VU. Per Drone intendiamo un qualsiasi veivolo "unmanned" ovvero senza equipaggio a bordo, ma non mi sembra che sia mai stato indicato un modello specifico.

Il motivo per cui il tuo "bestione" non raggiunge i 300kmh non è tanto per l'aerodinamica ma perchè il suo motore è progettato per tirare un carico e non per andare veloce, ma ciò non significa che non possa essere modificato per andare più veloce di quanto va normalmente...
http://www.hotelrinamisano.it/immagini/Cms/camion2.jpg

Rendetevi conto che i boeing civili sono una schifezza, le compagnie aere non possono permettersi chissà che spese, e devono trasportare il più possibile ogni viaggio, molto spesso mettono il minimo carburante necessario per la tratta e in caso di emergenza il capitano si mette le mani nei capelli... finchè un militare non ci parla di come sono i boeing dell'esercito e se la cosa è fattibile è solo discussione improduttiva.

-------------------------
Riguardo alla seconda parte dell'intervista

La struttura esterna delle TT era una rete fitta progettata per gli impatti aerei e non una facciata solida, io trovo credibile che l'aereo sia penetrato andando in brandelli e quello che fuoriesca sia un motore, unica parte veramente resistente dell'aereo. Da quello che ho capito la rete in acciaio esterna era progettata per far penetrare l'aereo ma salvando sia le colonne portanti sia la piazza sottostante, se l'aereo si fosse accartocciato e i rottami caduti sulla piazza sarebbe stato un disastro. l'impossibilità di centrare le torri è riferita ad un pilota umano che deve centrare a vista e non a un drone con avanzati sistemi di puntamento elettronici. (Ricordiamoci dei famosi missili intelligenti)

Per il resto ripeto che sono discussioni di secondaria importanza le argomentazioni contro la VU sono abbastanza, impegnamoci a far conoscere quelle.

Non vi è differenza fra illusione e realtà per chi la sta vivendo.

Autore Albero
LoneWolf58
Inviato: 6/1/2011 12:56  Aggiornato: 6/1/2011 12:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Io sinceramente non vedo alcuna novità rispetto al thread precedente sull'argomento.
Gli argomenti sono gli stessi e le risposte idem...
Io dico che non vi è nulla di strano nell'impatto degli aerei sulla facciata delle torri...
che il nose out non è altro che l'effetto della nube di detriti e carburante in controluce...
che nelle manovre non vi è nulla di strutturalmente ed aereodinamicamente "impossibile"... certo ritengo impossibile che tali manovre siano state fatte da dei dilettanti... che tali manovre siano al limite del possibile per dei piloti esperti... che tali manovre possano aver compromesso la resistenza strutturale degli aerei ma senza provocarne la distruzione in volo.

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)

Autore Albero
schottolo
Inviato: 6/1/2011 12:58  Aggiornato: 6/1/2011 19:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/7/2007
Da:
Inviati: 772
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
La semplice idea di questo aereo che colpisce otto piani e non rimane accartocciato all’esterno dell’edificio, con magari qualche suo pezzo che entra l’edificio, probabilmente i motori, ma la maggior parte non entrerebbe, è semplicemente una impossibilità fisica.


Allora cosa ha causato questo?:



Il danno non è compatibile con lo schianto di un missile, un ologramma non taglia l'acciaio e l'esplosivo avrebbe causato la flessione delle colonne verso l'esterno.

Inoltre le colonne esterne (a differenza delle colonne centrali) non erano saldate.. ma imbullonate attraverso il foro di forma quadrata posto sull'estremità di ogni connessione.





Cioè, sono 4 viti a bullone nemmeno tanto spesse..


Autore Albero
fefochip
Inviato: 6/1/2011 19:25  Aggiornato: 6/1/2011 19:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
per chi ha un minimo di nozioni di scienza delle costruzioni

la faccio molto semplice comunque e senza calcoli

per chi ha un minimo di esperienza di fisica quotidiana potrà constatare che che per bucare una superfice lo sforzo maggiore avviene nel momento in cui si buca poi il resto dello squarcio avviene con minore resistenza.

schottolo ha postato delle immagini molto significative delle travi di acciaio esterno del wtc.

visto che non sono saldate ma impilate l'una sull'altra le travi offrono la loro massima resistenza non tanto longitudinalmente quanto verticalmente.

non c'era motivo di saldarle per offrire un eccezzionale resistenza longitudinale.

sono fissate con 4 vitoni internamente le une alle altre....è l'unica forza che le tiene unite oltre al peso di quelle soprastanti.
probabilmente è stato calcolato che bastava quel tipo di forza per il vento contro le facciate e eventuali terremoti di un certo grado (qui interviene la probabilità di eventi di questo tipo e si fa una scelta come per gli argini di un fiume).

le prime due viti all'inizio dell'impatto (immaginaniamo la punta dell'aereo) quelle piu esterne inizialmente insieme allo spigolo esterno della pianta della trave coinvolta nel primo impatto fungono da fulcro mentre le seconde due viti sono la vera resistenza che in questo caso è in trazione.

quindi quelle sole due viti e la lora resistenza alla trazione "reggono" inizialmente tutta l'energia del boeing che viene lanciato al massimo dei suoi motori contro la facciata.

vi pare ragionevole affermare che la resistenza di quelle due viti possano reggere l'urto?
ammettendo come è NATURALE pensare in maniera oserei dire "spannometrica" che quelle due viti vengono strappate via di netto la seconda coppia è piu semplice da rompere in quanto la lunghezza della base della trave funge da leva di archimede e quindi se da una parte la resistenza alla trazione è la medesima la forza applicata ha una leva in piu ....

siamo arrivati quindi alla sfondamento della prima colonna ...
da li in poi il "compito" dell'aereo è ancora piu semplice perche se da una parte è stato "rallentato" solo dalla resistenza alla trazione di 2 viti + altre due che erano però a "sfavore" di leva dall'altra l'aereo ha cominciato a farsi strada dentro il wtc e le colonne soprastanti si romperanno con piu facilità diciamo con un effetto "strappo".

per rimanere nel particolare la colonna soprastante la prima sfondata avra sempre due viti che si spezzeranno a seguito del loro carico di rottura a trazione mentre le seconde verranno via piu facilmente grazie alla leva .....

se non fosse chiaro lo schianto è un susseguirsi molto veloce di momenti di questo tipo in cui l'aereo spezza inizialmente solo due viti , poi altre due ,poi probabilmente 4 insieme fino ad arrivare a (magari calcolando cosi a spanne) spezzare (sempre per trazione e in parte aiutatato dalla leva) 40 o 50 di quelle viti insieme.

a questo punto, per capire se l'aereo poteva entrare nell'edificio, basta sapere la resistenza a trazione del acciaio di capire piu o meno quanto fossero spesse quelle viti e quante ce ne fossero e comparare questa sommatoria di forze con la quantità di moto di un 767 al massimo della velocità ....

certo c'erano i solai ma spezzando quei vitoni l'aereo è entrato e poi come dice massimo probabilmente si è "tagliato a fette" ...noi non possiamo sapere quanto sia penetrato nell'edificio ma pensare che non sia entrato assolutamente è una cosa RIDICOLA dal punto di vista ingegneristico

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
Fabrizio70
Inviato: 6/1/2011 15:06  Aggiornato: 6/1/2011 15:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Scusa, ma tu sai di preciso le specifiche tecniche dell'aero che ha colpito il pentagono? Renditi conto che NON sappiamo di preciso che tipo di aero abbia colpito le torri, l'impossibilità della monovra è riferita a un 767 passeggeri perchè è il modello dichiarato dalla VU. Per Drone intendiamo un qualsiasi veivolo "unmanned" ovvero senza equipaggio a bordo, ma non mi sembra che sia mai stato indicato un modello specifico.


Quello che conta un un aereomobile sono la forma e la superficie dell'ala , da quelle non si scappa , e non stò parlando di manovre ma di velocità.

Citazione:
Il motivo per cui il tuo "bestione" non raggiunge i 300kmh non è tanto per l'aerodinamica ma perchè il suo motore è progettato per tirare un carico e non per andare veloce, ma ciò non significa che non possa essere modificato per andare più veloce di quanto va normalmente...


Ah ok , adesso l'aereodinamica non conta una cippa , peccato che la resistenza aumenta quadraticamente con la velocità , cosa vuoi che sia....


Citazione:
Rendetevi conto che i boeing civili sono una schifezza, le compagnie aere non possono permettersi chissà che spese, e devono trasportare il più possibile ogni viaggio, molto spesso mettono il minimo carburante necessario per la tratta e in caso di emergenza il capitano si mette le mani nei capelli... finchè un militare non ci parla di come sono i boeing dell'esercito e se la cosa è fattibile è solo discussione improduttiva.


I boeing dell'esercito sono quelli che esistono , se esisteva un modello di quella forma con quelle velocità lo avremmo visto in volo , la velocità è uno degli aspetti principali per la scelta di un aereomobile , 800 km/h al livello del suolo significa superare la velocità del suono ad alte quote , pensi che se ci fosse disponibile un tale modello non l'avrebbero usato per l'air force one per esempio?

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 6/1/2011 15:23  Aggiornato: 6/1/2011 15:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
800 km/h al livello del suolo significa superare la velocità del suono ad alte quote , pensi che se ci fosse disponibile un tale modello non l'avrebbero usato per l'air force one per esempio?


Non è del tutto esatto il tuo ragionamento: 800 km/h a 300 metri da terra significa che hanno portato il 767 alla sua massima capacità di spinta, non che a quote più alte è in grado di superare tale capacità. Anche l'air force one può viaggiare in quel modo, ma se lo facesse a quote inferiori rispetto a quella di crociera per la velocità in oggetto (circa 30.000 piedi) subirebbe gravi danni causati dalla resistenza aereodinamica offerta dalla densità dell'aria, ed è probabile che si distruggerebbe in volo.

Per questo è più semplice pensare ad un drone con modifiche effettuate alla fusoliera, e non ad un ologramma. Le immagini mostrano che gli oggetti in volo su Manhattan sono fisici, poiché riflettono la luce del sole e proiettano la loro ombra, oltre al rumore provocato dai motori a reazione spinti al massimo.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
Fabrizio70
Inviato: 6/1/2011 16:01  Aggiornato: 6/1/2011 16:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Non è del tutto esatto il tuo ragionamento: 800 km/h a 300 metri da terra significa che hanno portato il 767 alla sua massima capacità di spinta, non che a quote più alte è in grado di superare tale capacità.


Ah no ?

Citazione:
* Velocità massima: Mach 2,2 a 12.000 m senza carichi esterni, vera in termini teorici, ma quella raggiungibile è di 1,92 (continuativa circa 1,8), nonostante quanto affermato dai costruttori che il Tornado IDS sia una macchina da Mach 2 solo nella pubblicità (400 chilometri orari di differenza tra la velocità massima dichiarata, in realtà corrispondente solo a limiti tecnici, e quella effettiva basata sulla potenza disponibile). * Velocità massima a livello del mare: 1.483 km/h senza carichi esterni, con carichi esterni 1.160 (mach 1,2 e 0,92)


Opps , il tornado non raggiunge le stesse velocità a differenti quote , chissà perchè...

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 6/1/2011 16:04  Aggiornato: 6/1/2011 16:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Non so di cosa stai parlando Fabrizio, il boeing 767 ha una velocità di crociera massima di 914 km/h a 35.000 piedi di quota. È inutile che mi paragoni degli aerei militari con degli aerei civili da trasporto, perché sono due cose TOTALMENTE diverse.
Il Tornado IDS è progettato per fare quello che fa.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
LoneWolf58
Inviato: 6/1/2011 15:38  Aggiornato: 6/1/2011 15:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Ho già fatto un'altra volta la stessa domanda e non ho ricevuto alcuna risposta...
Citazione:
Autore: Fabrizio70 Inviato: 6/1/2011 15:06:46
...
Quello che conta un un aereomobile sono la forma e la superficie dell'ala , da quelle non si scappa , e non stò parlando di manovre ma di velocità.
Mi dici da dove risulta che per un 767 è "impossibile" raggiungere quella velocità a quella quota?

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)

Autore Albero
Decalagon
Inviato: 6/1/2011 15:41  Aggiornato: 6/1/2011 15:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Mi dici da dove risulta che per un 767 è "impossibile" raggiungere quella velocità a quella quota?


Su quello ha ragione, LoneWolf: la resistenza aereodinamica a cui andrebbe incontro l'aereomobile sarebbe eccessiva, proprio perché non è progettato per questo. Per ogni altitudine c'è una quota di crociera predefinita ed essa varia per temperatura, correnti e densità dell'aria.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»

Autore Albero
Skafloc
Inviato: 6/1/2011 15:50  Aggiornato: 6/1/2011 15:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/3/2006
Da: ROMA
Inviati: 188
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
La questione delle luci anticollisioni mancanti è interessante non ai fini dell'ipotesi no-plane, ma proprio per la validità della VU.
Ovviamente è una dettaglio minore rispetto ad altri, ma effettivamente tali luci è obbligatorio che siano accese ad ogni orario da quando si avviano i motori fino a quando si spengono.
Quando l'aereo è fermo al parcheggio servono proprio a segnalare che i motori sono in moto.
Percui non è possibile che siano decollati con le luci spente.
Certo in teoria è possibile che i dirottatori le abbiano spente assieme al ttrasponder ma non vedo assolutamente il motivo percui avrebbero dovuto farlo.

Le cose urgenti vanno fatte con calma

Autore Albero
fefochip
Inviato: 6/1/2011 16:36  Aggiornato: 6/1/2011 16:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Skafloc

Citazione:
Percui non è possibile che siano decollati con le luci spente. Certo in teoria è possibile che i dirottatori le abbiano spente assieme al ttrasponder ma non vedo assolutamente il motivo percui avrebbero dovuto farlo.


ma che stiamo nell'ottica del :"c'erano una volta 19 beduini ..."?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto

Autore Albero
elpirat
Inviato: 6/1/2011 14:50  Aggiornato: 6/1/2011 14:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/9/2010
Da:
Inviati: 96
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@Fabrizio70

a parte il trascurabile fatto che a 170 km/h ci arriva tranqullamente, provare per credere, la premessa della densità dell'aria centra, come dicono i fisici "una beata fava"

forse che il tir pesa decine di tonnellate e una F1 650 kg? un gioco da ragazzi calcolare il rapporto peso/potenza

lasciamo poi perdere il cx che forse è a favore del tir


Autore Albero
Fabrizio70
Inviato: 6/1/2011 15:50  Aggiornato: 6/1/2011 15:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
a parte il trascurabile fatto che a 170 km/h ci arriva tranqullamente, provare per credere, la premessa della densità dell'aria centra, come dicono i fisici "una beata fava"


Non stiamo parlando di un rapporto di un terzo , ma di tre volte superiore ,e vediamo cosa dicono i fisici...

http://it.wikipedia.org/wiki/Aerodinamica

Citazione:


La resistenza si pone uguale a:

D = 1/2 p V^2 S CD


dove ρ è la densità dell'aria, V è la velocità di volo, S è la superficie di riferimento (nel caso di velivoli si tratta di superficie alare, nel caso di autovetture si usa la superficie frontale del mezzo).

CD (indicato anche con CX nell'ambito automobilistico) è un coefficiente adimensionale detto coefficiente di resistenza. Esso varia in funzione della forma geometrica dell'ala, dell'angolo d'attacco, del numero di Reynolds e del numero di Mach.


Opsss, centra pure la fava con il pecorino....

Citazione:
lasciamo poi perdere il cx che forse è a favore del tir


Prova a calcolare S , è più facile....

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849

Autore Albero
elpirat
Inviato: 6/1/2011 15:59  Aggiornato: 6/1/2011 16:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/9/2010
Da:
Inviati: 96
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Tu studia su wikipedia e per citare i classici "ciabattino non oltre la scarpa" ,

32 tonnellate contro 650 kg? ma cosa vuoi paragonare... la velocità del volo del camion?

roftllllllllllllll, a te Occam fa una pippa eh

tre colte intendi x3 o 1000?, per sapere eh...


il cx di una fornula uno è "neccessariamente peggiore" , mi pare ovvio...

Chissà come mai avevo un ciao con 2,5 cv che faceva 150 km/h, forse se ti cali nella realtà di numeri "piccoli" ci arrivi. per la vita quotidiana basta la meccanica newtoniana non scomodiamo la relatività.

Il tutto è un rapporto fra peso e potenza.


Autore Albero
Fabrizio70
Inviato: 7/1/2011 2:31  Aggiornato: 7/1/2011 2:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Tu studia su wikipedia e per citare i classici "ciabattino non oltre la scarpa"


Quello che studia su wikipedia sei tu ( e pure male) ho postato il primo link uscito , mica scorro le migliaia di hit solo per farti un favore....

Citazione:
32 tonnellate contro 650 kg? ma cosa vuoi paragonare... la velocità del volo del camion?

roftllllllllllllll, a te Occam fa una pippa eh


Per te il concetto di esempio è già troppo avanti , torna a studiare...

Citazione:
tre colte intendi x3 o 1000?, per sapere eh...


Per l'appunto devi ancora imparare , se intendevo 1000 scrivevo tre ordini di grandezza superiore...

Citazione:
Chissà come mai avevo un ciao con 2,5 cv che faceva 150 km/h, forse se ti cali nella realtà di numeri "piccoli" ci arrivi. per la vita quotidiana basta la meccanica newtoniana non scomodiamo la relatività.


Perchè il ciao più te sopra ha una superficie frontale ridotta , prova ad aggiungerci un foglio di plexiglass di 2 metri quadrati e poi mi racconti...

Citazione:
Il tutto è un rapporto fra peso e potenza.


Bene , dopo la riprogettazione della fusoliera c'è pure la modifica dei motori , comincia a diventare complicato sto drone

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849

Autore Albero
elpirat
Inviato: 9/1/2011 20:01  Aggiornato: 9/1/2011 20:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/9/2010
Da:
Inviati: 96
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
@Fabrizio70

e chissà come mai la citi...wikipedia

non ti preoccupare dei mei studi che sono stati valutati e ampiamente promossi


cmq non disperare che il perlone 2010 è stato dato a tal morini,(fisico, dice lui) un tuo degno emulo

ci metto una lastra anche di 8 mq, basta aumentare la potenza, troppo complicato eh

vai, che lunedì voi bidelli dovete riprendere


Autore Albero
Tuttle
Inviato: 9/1/2011 20:07  Aggiornato: 9/1/2011 20:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Jim Fetzer: un "no planer" con l'uso d...
Citazione:
Puoi affermare con certezza che un oggetto che produce questo suono e che procede a quella velocità sia un uccello?


Ancora speculation, assunto e domanda.

Puoi affermare, con certezza, che quel suono sia di quell'oggetto? Se si come?

Puoi affermare, con certezza, che quel suono sia di un UAV? Se si come?

C'erano centinaia di mezzi di soccorso in opera, sirene, fiamme, urla, auto, un aereo appena schiantato e tu attribuisci un suono aprioristicamente ad un UAV e attribuisci aprioristicamente l'UAV ad un uccello.

Mi spieghi come si fa a ragioanare così?


Autore Al