Re: Il male di vivere della gioventù

Inviato da  peonia il 11/7/2011 14:35:23
Bimbi e bimbe erano considerati come adulti in embrione e importava solo che crescessero per diventare infine adulti per bene. Del resto le lusinghe pericolose erano poche, e l’immoralità era lontana dal venire assunta come status sociale: pressoché impensabile... come i lussi e le alternative di qualsiasi genere. In un batter di ciglia, diciamo in cinquant’anni, tutto è cambiato, ma l’uomo è per sua natura adattogeno: peccato che in genere non abbia consapevolezza di quello che perde e di ciò che acquista.

direi con precisione che è avvenuto con la "liberazione" americana.....ah! c'avessero mai salvato!!!!


Ottimo pensiero Benitoche, non ho capito però con chi dialogavi dandogli del lei....
ma le tue argomentazioni fanno parte di un'altra cultura, quella che cercherei di recuperare...più europea e meno mericana! giusto alcuni saggi anziani le possono capire...

Messaggio orinale: https://old.luogocomune.net/site/newbb/viewtopic.php?forum=6&topic_id=6420&post_id=197970