Re: La civiltÓ dello stupro

Inviato da  PikeBishop il 6/12/2006 1:56:51
Citazione:
mi sorprende un po' il fatto l'aikido manchi (mi pare) in queste sfide tra scuole diverse.

Non e' poi cosi' sorprendente: l'aikido non e' fatto per il ring.
Qualunque tipo di combattimento si svolga sul ring e' falso. Non perche' magari le botte non se le diano sul serio, ma perche':
1) Nessuno e' cosi' idiota da combattere ad armi pari contro nessun altro
2) Sul ring non vogliono sicuramente ammazzarsi, quindi la determinazione e' diversa
3) Sul ring sei in gabbia e percio' fai finte, controfinte eccetera. Nella realta' ti attaccano per finirti una volta per tutte, se non lo fanno loro lo fai tu o scappi.
4)Sul ring non ci sono tavolini, cocci di vetro, ringhiere con punte acuminate e tutto quel che si puo' trasformare in arma statica.
5) Sul ring non puoi evitare o sorprendere l'avversario in alcun modo.
6) Se combatti sul ring convinto che sia piu' che un allenamento od una sceneggiata non hai capito granche' (le hai viste le facce dei forzuti ridicoli dei video passati qui? Intelligenti non sembravano).

A questo punto i combattimenti tra diverse arti, che a porte chiuse avvengono pure, non avrebbero nessun senso nello stabilire cosa e' che funziona.
Inoltre, nel caso dell'aikido e del mio nuovo interesse il Pa Kua Chang (o Baguazeng), le contromisure, nonostante le buone intenzioni di Ueshiba sensei, tendono ad essere cosi' pericolose per l'avversario che non sarebbe possibile in realta' utilizzarle in un combattimento sportivo.
Questa era stata la ragione per cui lo stesso Ueshiba negli anni '20 si era rifiutato di dare dimostrazioni in combattimento.

Ma l'aikido, come ho detto, viene utilizzato da polizie di tutto il mondo tutti i giorni, percio' tanto male non va.
Inoltre Gozo Shioda racconta che aveva dei dubbi molto seri che quello che stava studiando sotto Ueshiba potesse funzionare in realta. Essendo tutt'altro che un pacifista (era infatti un piccoletto alcolizzato tabagista violento nazista, tanto per capirci, molto diverso dal suo maestro, ma anche un grandissimo aikidoka, forse il piu' grande) non vedeva l'ora di avere l'occasione di utilizzarlo "dal vero", ma dovendo seguire i precetti del maestro non avrebbe potuto andare a cercarsi rogna o provocare.
L'occasione la ebbe nell'immediato dopoguerra. Era andato in un quartiere molto malfamato per acquistare, sembra - lui non lo diceva apertamente - merce rubata da rivendere sul mercato nero. Invece di incontrare gente che voleva fare affari con lui incontro 4 tizi che volevano fargli la pelle: lo attirarono in una stanza semibuia con l'intenzione pugnalarlo.
Shioda disse che non sa cosa avvenne di preciso, ma dopo pochi secondi i suoi assalitori erano a terra rovinati o magari morti, lui non si fermo' a controllare, ma mentre fuggiva penso ad una cosa sola: FUNZIONA!!!

Ora per non essere da meno vi appioppo anch'io degli inevitabili filmati.

Il primo, per chi non ha mai visto niente di aikido: la prima tecnica che insegnano IRIMINAGE
eseguita magistralmente da Hiroshi Ikeda.
Il secondo un esempio di difesa da coltello.
Quindi una dimostrazione di un esperto americano
, quella di un durissimo serbo
e, per cambiare, una dimostrazione di Pa Kua di un esperto dalla California
e, dulcis in fundo un grande Sifu
no, non e' Linucs, ma il maestro di Kumar Frantzis.

Ditemi che ne pensate.

Messaggio orinale: https://old.luogocomune.net/site/newbb/viewtopic.php?forum=6&topic_id=2766&post_id=66187