Re: Etere o non etere?

Inviato da  deronte il 1/12/2011 9:41:44
citazione:
I pianeti, attraversando questo fluido che lo spazio, incontrerebbero una forza d'attrito che li farebbe rallentare e, a lungo andare, precipitare sul sole.

2 premesse:
Io non credo che i pianeti incontrino questo intralcio.
Io non credo nel potere attrattivo del Sole (che emani cioe' forze gravitiche).
Secondo me lo spazio fluido ( cosi' come l'ho definito nel mio post precedente ) non intralcia l'orbitare dei pianeti semplicemente perche' e' proprio il suo flusire che trascina i pianeti e li fa orbitare . Come un mulinello in un lavandino e palline trascinate al suo interno (per favore tieni conto che questo che ho fatto e' un paragone al solo scopo di semplificare al massimo ,con tutti i limiti annessi ).

Quindi la ' spinta' dei pianeti ( che per Newton ,correggimi se sbaglio , era opera di forze Divine o comunque sconosciute) e le direzioni curvate per orbitare intorno al Sole (che per Newton erano causate da una 'forza' magnetica emanata dal Sole stesso)potrebbero essere generate entrambe semplicemente da questo vortice di etere.

Il centro del moto circolare dello spazio fluido e' identificato nel Sole , i pianeti sono 'le palline' trascinate etc etc..

Ovviamente poiche' i pianeti trascinati in questo circolare di fluido etereo non sono fermi come le palline del mio esempio ma compiono rivoluzioni intorno al loro asse , allora si origina un semplice effetto Magnus che spiega la traiettoria dei pianeti nel loro ruotare intorno al Sole.

La mia idea riguardo alla luce te la illustro dopo , adesso devo andare .


PER NiHiLaNtH
concordo con il fatto che per dimostrare il Qi/Prana etcetc si possono fare diversi esperimenti ma non conosco quello da te presentato , provo a chiedere in giro

Messaggio orinale: https://old.luogocomune.net/site/newbb/viewtopic.php?forum=54&topic_id=6692&post_id=209399