Re: Oggi la data ufficiale di morte della "scienza"

Inviato da  ivan il 6/10/2012 20:14:17
Citazione:

doktorenko ha scritto:


1) A cerchi concentrici, perche` gli specchi sono perpendicolari o, equivalentemente, l`osservatore vede uno specchio e l`immagine virtuale dell` altro perfettamente paralleli, il vento poi dovrebbe spostare le frange o metterla fuori fuoco.
2) L`inevitabile lunghezza dei bracci si `annulla` quando vado a calibrare lo strumento, cioe` girando le `vitine` finche` non ottengo la migliore figura d`int. possibile, quello e` lo `zero`, per la dilatazoine termica, le vibrazioni, ecc... c`e` poco da fare oltre che a prendere molte misurazioni e valutare se esiste una periodicita` `cosmica` e non locale del fenomeno.
4) Questo credo si possa ricavare matematicamente dalle leggi dell`ottica; in maniera pratica l`esperimento procedeva in questo modo: si `azzerava` lo strumento, si poneva in rotazione, a intervalli regolari l`operatore doveva intervenire sulle slitte micrometriche finche` non si ripristinava la figura originale, prendendo nota di quanti giri di vite occorrevano. Mi sembra che ogni giro completo fossero 1000 lunghezze d`onda, quindi forse la tua domanda dovrebbe essere: a quante frazioni di giro (da cui lunghezze d`onda) ammonta il minimo intevento sulle viti, visibile come spostamento dell`interferenza, da parte dell`operatore?



Giusto e piu' che condivisibile .

Purtuttavia ci sono alcune obiezioni sia sulla figura d'interfrenza sia sul diagramma causa-effetto che mi pare sfoltito eccessivamente.

Mi serve un attimo di tempo per relazionare

Ciao e grazie.

Messaggio orinale: https://old.luogocomune.net/site/newbb/viewtopic.php?forum=54&topic_id=6549&post_id=222580