Re: Il paradosso dei gemelli.

Inviato da  ruggero_20 il 2/2/2007 19:18:08
Citazione:

ivan ha scritto:
In parole povere, non avendo argomenti, si cerca la rissa.

Auguri, andate pure avanti per la vostra strada.




Non avendo argomenti ? ? ?



Mi pare che ti ho risposto su tutto, e tu hai solo ripetuto delle mie frasi... In cui non ci vedo niente di strano. Era solo un esempio di come la nomenclatura fosse a volte strana.
Le particelle alfa le chiamiamo particelle, ma poi scopiramo che non sono particlelle elementare, ma che sono a loro volta composte di particelle, che a loro volta sono composte di particelle, e cos via. Ma sempra comportamento particellare , con tutto il lorodualismo onda particella. Ma questo dualismo non le trasforma certo in onde elettromagnetiche, le cui controparti duali sono i fotoni, particelle senza massa.
Per questo motivo non puoi confondere le due famiglie tra di loro, perch la prima famiglia ha una massa diversa da zero, mentre i fotoni hanno massa zero.

Insomma proprio una cosa FONDAMENTALE per l'elettromagnetismo, le particelle cariche sono una cosa, le onde elettromagnetiche un'altra. Non sono lo stesso oggetto da punti di vista diversi. Sono proprio cose diverse.
E le onde elettromagnetiche NON interagiscono tra loro. Si sovrappongono.
Non rispondi al mio esperimentino sul tavolo a 4?

Comunque la cosa che hai postato su Faraday verissima, non una boiata trovata su internet. Non facciamo confusione.
Ma NON una interazione ondaelettromagnetica ondaelettromagnetica. Ti do un aiutino, pensi che la rotazione di Faraday sia possibile nel vuoto?
E ti sei reso conto, comunque, che non deflette la luce, ma ne ruota solo la polarizzazione?
Quindi per due motivi non funzionerebbe per deflettere la luce, primo perch l'unico effetto dell'esperimento che hai indicato la polarizzazione e non una deviazione di direzione, secondo perch nel vuoto non funziona... c' bisogno di un mezzo materiale trasparente su cui applicare il campo magnetico. Ovvero il campo magnetico "polarizza" le particelle del mezzo trasparente in cui passa la luce (in realt l'effetto tecnicamente si chiama effetto Zeeman), e la luce interagisce con il mezzo "polarizzato".
Ovvero hai due interazioni tra elettromagnetismo e materia, che alla fine ti danno una interazione (come passi successivi) tra il campo magnetico e la luce. Ma questo quello che accade normalmente anche nei cristalli liquidi, ad esempio, dove un campo magnetico polarizza i cristalli, e grazie a questa polarizzazione la luce che colpisce lo schermetto viene riflessa in modo diverso, e tu vedi un'immmagine sullo schermo.
NON C'E' modo di far interagire direttamente due onde elettromagnetiche!!! E' proprio una cosa fondamentale, che tutti i fisici precomputer sapevano... non un effetto quantistico, proprio fisica di base!!!
Comunque l'effetto Faraday importante perch il vuoto non mai realmente vuoto, per via ad esempio del vento solare, di cui ti ho gi detto che il contributo stato calcolato, e i conti non dipendono dal fatto che si da per scontato che i corpi celesti non hanno campo elettromagnetico. Non c' storia, la deflessione della luce, oggi ampiamente sperimentata, non pu essere spiegata con altri effetti se non quello del campo gravitazionale.

Inoltre come mai sulla terra non vediamo costantemente deflessioni della luce per tutti i campi magnetici che ci circondano? Onde radio, cellulari, antenne, satelliti, campi generati da fili elettrici? Eppure a me la luce sembra arrivare sempre in linea retta...

Ciao,
Ruggero

Messaggio orinale: https://old.luogocomune.net/site/newbb/viewtopic.php?forum=54&topic_id=3076&post_id=75440