Re: La ragione: un fatto soggettivo o oggettivo?

Inviato da  mc il 19/8/2015 17:08:34
Marauder
Citazione:
L'errore, per quanto piccolo, probabilmente c'e' sempre ma diventa trascurabile: ecco allora che otteniamo l'oggettivita'; non e' un compromesso, diventa proprio oggettivo, siamo realmente d'accordo, pur esistendo una quantita' epsilon.

Si, d'accordo. Diciamo che dipende dall'argomento per capire quanto le sfumature differenti siano findamentali o trascurabili.

******

Citazione:
Spiegati meglio per favore: l'ultima frase parla di soggettivita' e forza interiore, coerenza e concetti del thread, ma io non riesco a vedere la relazione con l'oggettivita' o meno della "ragione", quesito specifico del thread.

Se dovessi sintetizzare userei questa mia precedente frase per inquadrare il nesso:
Chi parla di oggettivita' del proprio credo e' uno di quelli ormai fottuti del tutto in esso, e di solito senza una propria forza interiore.
Con propria forza interiore intendo soggettiva, relativa ad esperienze proprie, approfondita dalla propria coscienza...
Era il discorso del contenitore vuoto... sostituito gradualmente con esperienze esterne a se stessi.

Se devo spiegarmi meglio, no prob.


ciao

mc

Messaggio orinale: https://old.luogocomune.net/site/newbb/viewtopic.php?forum=47&topic_id=7908&post_id=277729