Re: 11/9: La terza veritÓ

Inviato da  audisio il 2/2/2011 15:46:38
Riepiloghiamo.
L'acciaio di cui erano rivestiti i proiettili anticarro antipanzer Ŕ sette
volte pi¨ duro (durezza Brinell) dell'alluminio.
Inoltre, la velocitÓ aumenta esponenzialmente al quadrato la capacitÓ
di penetrazione.
Dunque, 30 kg. di proiettile in acciaio equivalgono a 3500 kg. in
alluminio.
150 volte meno del 767 a pieno carico, ma la metÓ della massa del 767
Ŕ costituita da kerosene, dunque con durezza molte volte al di sotto
dell'alluminio.
E il 767 non era comunque fatto tutto di alluminio ma anche di parti
ancora meno dure.
E stiamo parlando di una massa, quella del proiettile, concentata su
una superficie 100 volte almeno inferiore al 767.
E il 767 non era un corpo unico, le ali ad esempio sono una parte
fragile e staccabile dell'aereo mentre i proiettili erano un monoblocco
compatto.
Insomma, la cosa non regge perchŔ ripeto il problema non Ŕ se l'aereo
poteva entare o meno nella torre, su questo non ci piove, ma se poteva
entrarci tutto insieme senza perdere consistenti parti all'esterno della
torre.

Messaggio orinale: https://old.luogocomune.net/site/newbb/viewtopic.php?forum=4&topic_id=6158&post_id=184691