Re: 11/9: La terza veritÓ

Inviato da  audisio il 2/2/2011 14:38:02
I materiali SONO l'aspetto fondamentale.
PerchŔ quello che conta Ŕ la durezza del corpo penetrante.
Tant'Ŕ che oggi per colpire i carri armati che sono dotati di
coperture in acciaio doppie o anche triple rispetto ai vecchi panzer
si usano i proiettili all'uranio impoverito, proprio per le caratteristiche
di durezza di tale minerale.
Contro lo spessore delle odierne protezioni in acciaio non sarebbe
servito a niente aumentare ulteriormente la velocitÓ dei proiettili.
E la massa conta solo se concentrata, ossia conta la massa che colpisce
il punto d'impatto, ossia la struttura di difesa, se Ŕ dispersa su una
superficie ampia non serve a nulla, anzi dovrebbe aumentare le
probabilitÓ di frattura dell'oggetto penetrante, visto che una parte
incontra resistenza e l'altra no.
E questo aspetto, insieme alla struttura a maglia e a pianta quadrata,
che equivale tra l'altro a due difese da tre centimetri intervallate da
un elemento di raccordo laterale, non fa che aumentare (ripeto) le
caratteristiche di resistenza rispetto ad una semplice lamina.


P.S.: comunque, le considerazioni di Sertes semplificano oltremodo
l'esperimento che proponevo.
Se la corazza dei panzer era strutturalmente superiore come resistenza
alla struttura delle torri, a questo punto basta sparare un singolo
proiettile di alluminio contro una singola colonna riproducente quelle
perimetrali delle torri e vedere l'effetto che fa.
Questo per rispettare la teoria di Sertes che, in realtÓ, la struttura
delle torri non aggiunge nulla, anzi, alla resistenza complessiva.
Che ce v˛?

P.S.2: il contenuto di carburante nei serbatoi non fa che dimuinire
il coefficiente di penetrazione in rapporto alla massa.
Infatti, il carburante Ŕ liquido e non fa corpo unico con la struttura
dell'aereo.
Tutto quel peso, dunque, era solo peso "moscio" o per dirla alla
toscana "sciocco", senza sale.
Fuffa, pesante ma fuffa...

Messaggio orinale: https://old.luogocomune.net/site/newbb/viewtopic.php?forum=4&topic_id=6158&post_id=184675