Re: Scie chimiche e controllo del mondo

Inviato da  Midnight il 11/4/2006 15:13:23
i riforinmenti in volo non li ho contati di proposito perchŔ volevo porre l'accento sul numero di apparecchi in uso nei nostri cieli.
E' ovvio che non saranno un centinaio ma molti di meno, ma anche se fossero una ventina trovo che sia un numero enorme.
E questi velivoli dovranno pur aver un campo base. Potranno anche essere americani ma un volo usa-sardegna(ad es.) Ŕ cmq molto dispendioso e, per quanto disposti a divertirsi spruzzando qua e lÓ, non trovo logico che vengano dall'altra parte dell'atlantico.
Trovo invece molto logico che partano da basi in loco (europa). Il problema Ŕ quali basi?
Americane? O semplici aeroporti, anche molto piccoli??
Pensandoci, Ŕ altresý ovvio che, a meno che non siano costruiti con i materiali dello stealth, le torri di controllo vedano questi apparecchi (magari identificati da un codice specifico) e perci˛ penso che questi non si muovano "alla cieca" o di nascosto, ma siano ben integrati nella "mappa del cielo", e che quindi nelle torri si sappia di questi velivoli (magari non viene detto loro cosa fanno, ma solo che sono movimenti normali - es. esercitazioni o voli scientifici di controllo, 'zzo ne so). Indi per cui le autoritÓ aereonautiche sono ben al corrente del fenomeno - e quindi anche ai piani alti dei palazzi del potere.

Normali non sono, e nemmeno innoque, visto quello che hanno combinato solo in due ore a siena.
A proposito di salute ho notato un'altra cosa: perdo spesso l'equilibrio ultimanente (sempre in giorni molto spruzzati) e anche una mia amica (che non crede a queste cose) ha lo stesso disturbo da un po' di tempo. Sottlineo che siamo entrambe sane come pesci.

(che sia colpa delle chemtrails anche il mio ingrassamento repentino in due settimane di ben tra kg??? hahahahahahaha)

Messaggio orinale: https://old.luogocomune.net/site/newbb/viewtopic.php?forum=35&topic_id=34&post_id=19129