Re: Scie chimiche ?

Inviato da  Polifilo il 7/7/2006 0:08:57
Di nuovo io.
Un tantino OT e SF, ma non troppo.

Nel precedente post dicevo che l'ipotesi HAARP era affascinante.
Vorrei un attimo linkarla a mezzi con sistemi di propulsione esotica.

Immaginate di avere un oggetto metallico, a simmetria sferica o cilindrica, attrorno al quale possiate formare un plasma.
La forma pi¨ semplice di plasma Ŕ una fiamma da combustione di idrogeno o metano ad esempio, che pu˛ venire localizzata sulla superficie di contatto tra l'oggetto e l'atmosfera, in quella zona interessantissima chiamata strato limite. Oppure irradiando un gas (ad es. l'aria stessa) con opportuna radiazione em (come una radiofrequenza nel campo delle microonde; niente SF: Ŕ una normale tecnica per generare plasmi molto caldi senza combustione, Ŕ l'ICP, cercate).

Un plasma Ŕ un gas di ioni positivi ed elettroni liberi, manipolabile attraverso un campo elettromagnetico (le radiofrequenze o le microonde di prima). Ú possibile in linea di principio manipolarlo al punto da creare una reazione/propulsione (la propulsione magnetoidrodinamica), o una portanza, o manovrare l'oggetto senza organi di governo.

sarebbe necessaria una antenna in grado di generare e focalizzare le microonde, non necessariamente solidale all'oggetto volante, ma anche in postazione remota, proiettando un fascio di microonde sull'oggetto o magari focalizzando un campo di microonde SOLO nello spazio attorno all'oggetto. Come?

Nel primo caso basta un'antenna di proiezione, vedi le padelle dei radar o anche un piano di dipoli fissi che emettono un fascio direzionabile per mezzo dell'interferenza (phased array antenna).

Il secondo caso richiederebbe la verifica di alcune leggi dell'elettromagnetismo risalenti ai tempi di Nikola Tesla; in linea di principio si tratterebbe di qualcosa di simile al caso precedente, ma su scala globale.

Microonde, plasmi, cariche elettriche, atmosfere di ioni...
...mi sembra di aver giÓ sentito qualcosa di simile...

E' il progetto HAARP. L'antenna phased array si trova in Alaska, ufficialmente per studi sulla ionosfera/strato D. cercate le foto del sito sperimentale: una semplicissima matrice di antenne radio onnidirezionali.
...ufficialmente...
Ma se puoi tittillare la ionosfera (leggi riscaldarla), puoi manipolare le comunicazioni non VHF, tipo quelle di paesi pi¨ arretrati, forse puoi arrivare a manipolare le correnti ad alta quota o il rimescolaento tra gli strati dell'atmosfra, chissÓ...

O pilotare e fornire energia a distanza a droni da ricognizione o da combattimento privi di sostanze combustibili (guerra nel mondo senza petrolio) a partire da siti in territorio metropolitano/nazionale.

E magari ti serve un sistema di "specchi" per convogliare i tuoi campi em lÓ dove ti serve...chissÓ...magari fatti modificando temporaneamente la composizione dell'atmosfera in zone geografiche intermedie tra la sorgente e il drone.

Microonde, plasmi, oggetti volanti... mi ricordano qualcos'altro...
se metto un conduttore nel forno a microonde, fa scintille, fiammate, un filo elettrico si pu˛ incendiare (se la gauina Ŕ scadente e non a norma...!!!)
...chi si ricorda pi¨ di Canneto di Caronia (ME), gli incendi misteriosi di fili elettrici, solo a Canneto?
Gran codazzo di esperti, protezione civile, marina militare.
Marina Militare????

E c'Ŕ chi dice di aver osservato globi luminosi volanti ....

E le nubi chimiche sul tirreno? tra sardegna (decimomannu, salto di quirra, la maddalena, ...) e sicilia? magari qualcuno non ha pilotato bene il drone e ha inavvertitamente illuminato Canneto di Caronia, son cose che possono capitare, s˛ ragazzi. Hanno perso un Predator appena comprato nuovo di fabbrica, figurati un sistema esotico come un drone con microwave pulse drive....

Per chi temesse un clamoroso OT sugli UFO, ricordo che tutto ci˛ che vola Ŕ un UFO fintanto che un trasponder o una identificazione radio o visuale non vi permette di identificarlo. E' tutta roba genuina fatta in casa... niente alieni... solo la necessitÓ di alcune tecnologie un p˛ esotiche e qualche modifica alla struttura atmosferica (chemtrails?).
Ah! Sti giochetti pare li si sia fatti pure in quel di Norvegia (luci di Hessdalen, a un tiro di schippo da Murmansk e Arkgangelsk, si sono un nostalgico della guerra fredda).

Forse vado troppo in lÓ, per˛ rimane una tesi affascinante quella dell'HAARP.
Se lo cercate con google immagini trovate il sito (in chiaro) del laboratorio, dipendente dalla marina (!!!) degli stati uniti.



Di nuovo buona notte

Messaggio orinale: https://old.luogocomune.net/site/newbb/viewtopic.php?forum=35&topic_id=1781&post_id=35967