ZERO-inchiesta sull'11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  Orwell il 10/2/2008 0:54:11
Giulietto Chiesa proietterà il documentario prodotto da lui e da centinaia di piccoli azionisti al Parlamento Europeo il 26 Febbraio prossimo.

Ci saranno anche ospiti come Griffin, Von Bulow, Fujita e dìscuteranno di come formare una commissione d'inchiesta internazionale.

NEL PARLAMENTO EUROPEO!

Mi sa che questa volta facciamo il botto

Orwell

Re: ZERO-inchiesta sull'11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  edo il 10/2/2008 9:20:18
lo spero, ma non mi sorprenderei d'ascoltare un clamoroso silenzio mediatico o il quasi peggiore fuoco di sbarramento da "debunker" dei miei stivali, secondo la ben nota tecnica:
il 'debunking' – una tecnica sviluppata dal governo statunitense dopo la Seconda Guerra Mondiale con il triste proposito di controllare le opinioni della massa (in base a quanto dichiarato nel 1953 dalla Commissione Robertson, i dettagli della quale sono stati ottenuti secondo lo US Freedom of Information Act, l'atto statunitense sulla libertà di informazione). Questo metodo è molto efficace perché fa uso di due straordinari quanto semplici strumenti di controllo di massa – il ridicolo e la paura. Ma funziona solo se credete a tutto quello che vi viene detto dalla televisione e dai giornali, in particolare dai programmi TV che sopprimono i dati scientifici o basati sui fatti, con i quali l'opinione pubblica potrebbe formarsi un'opinione circostanziata sull'argomento. L'assenza di prove è poi rimpiazzata con la ridicolizzazione del soggetto, associandolo ad altri argomenti d'avanguardia; poi vengono chiamati i cosiddetti 'esperti' a spiegare sempre tutti gli eventi come scherzi dell'immaginazione – condizioni metereologiche anomale, studenti ubriachi, persino animali eccitati sessualmente!

Re: ZERO-inchiesta sull'11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  Orwell il 10/2/2008 22:51:21
E' certo che si scateneranno.

Meglio così, più si danno da fare e più la gente capisce da che parte sta la verità. E' solo questione di tempo.

Aggiornamento: la MercuryMedia (la stessa che ha acquistato i diritti di Loose Change 2) ha acquistato i diritti di ZERO.

Qui i commenti di 911blogger.

Aggiornamento 2: il film andrà anche al festival di Berlino

Orwell

Re: ZERO-inchiesta sull'11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  abbidubbi il 15/2/2008 20:55:17
TEATRO VASCELLO – Via Giacinto Carini 78 Roma

Domenica 17 febbraio 2008 ore 20.30

"ZERO. INCHIESTA SULL'11 SETTEMBRE"

In occasione delle rappresentazioni dello spettacolo "MARX A ROMA" dello storico statunitense HOWARD ZINN, grande teorico della controinformazione, avrà luogo un incontro con Giulietto Chiesa e la proiezione del suo film documentario "ZERO.

con Dario Fo, Lella Costa, Moni Ovadia, Gore Vidal,

diretto da Franco Fracassi e Francesco Trento, e tratto da un'inchiesta di Giulietto Chiesa.

Re: ZERO-inchiesta sull'11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  Infettato il 15/2/2008 22:04:25
Orwell

Mi sa che questa volta facciamo il botto

L'occasione è ghiotta ma rimango cauto...
ho visto adesso questo tanto per farsi un'idea di quali interlocutori puoi trovarti davanti.

Comunque tutto fa brodo per sgrippare qualche testa, e devo dire che ho riscontrato un aumento degli "infettati"

Re: ZERO-inchiesta sull'11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  Sertes il 16/2/2008 10:38:19
Citazione:

Orwell ha scritto:
la MercuryMedia (la stessa che ha acquistato i diritti di Loose Change 2) ha acquistato i diritti di ZERO.


ACQUISTATO I DIRITTI???

E' un film pagato dalle donazioni e loro vendono i diritti?? Mah, e se ora la MercuryMedia decide di non proiettarlo più da nessuna parte?

Ditemi che ho capito male.

Re: ZERO-inchiesta sull11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  sick-boy il 16/2/2008 14:18:16
@Sertes

primo impatto: mi sono preso male anch'io. Dopo qualche secondo: forse se si commercializza la cosa, ovvero se un gruppo di persone ha un interesse economico preciso alla diffusione del film, male male non fa. Vedremo

Re: ZERO-inchiesta sull11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  Pausania il 16/2/2008 14:52:24
Intanto io 'sto film continuo a non poterlo vedere...

Re: ZERO-inchiesta sull11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  sick-boy il 16/2/2008 15:17:08
in effetti mi era sfuggito il piccolo particolare....manco io l ho visto! e ho pure comprato il libro....bashtardi!

Re: ZERO-inchiesta sull11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  Tuttle il 16/2/2008 15:58:32
Putroppo tutta questa tiritera un po patetica stava scritta fin dall'inizio ed era più che ovvio che andasse a finire così.

Mi meraviglia molto che la produzione del film si fosse illusa di pianificare al cinema un prodotto del genere. E credetemi...non c'entra una mazza il suo contenuto "scomodo". E' pura legge di mercato delle sale cinematografiche.

Altrettanto sconcertante è che la produzione non abbia pianificato prima gli accordi con la distribuzione, proprio per evitare il fallimento nelle tasche dei singoli investitori.

Non siamo negli anni 70, dove le sale erano di proprietà di piccoli imprenditori che decidevano per proprio "gusto" cosa mandare sul proprio schermo.

Le sale oggi sono per la maggior parte affiliate a determinati distributori o a pacchetti di distributori. Questo nella migliore delle ipotesi..perché la logica multisala impone solo ed esclusivamente film che garantiscano un certo incasso nel rapporto fra pubblicità e botteghino.

Un altro aspetto pesantissimo è il costo del processo vidigrafo. Ovvero il passaggio del tape video alla prima copia positivo pellicola (la maggior parte della sale non sono dotate di sistema di proiezione video). Cifre che per un buon lavoro si aggirano fra i 30.000 e i 50.000 euro.

Poi vanno considerate le copie positivo per le sale. Una per ogni sala che accetta la proiezione nel periodo programmato. Ed anche qui sono migliaia di euro a copia che vanno via.

Fatevi due conti delle uscite totali e capirete quanto sia esiguo ed improbabile il margine di rientro.

E ci sarebbe da chiedersi perché mai una sala dovrebbe rischiare di andare in rosso con una determinata programmazione quando ci sono altri prodotti che gli garantiscono un minimo certo di incasso.

Questo sistema, piaccia o no, è quello che vige nella distribuzione cinematografica e tutti lo sanno.

L'alternativa è quella di comprare in toto una sala e garantire così l'incasso stesso trasferendo interamente le responsabilità del possibile flop di incassi - dalla sala - allo stesso produttore del Film.

Ora, tutto questo balletto influirà pesantemente sul film, molto più dei suoi contenuti - perché si sta creando un enorme aspettativa che non so se potrà essere soddisfatta. E con 500.000€ di uscite per la realizzazione (una cifra IMMANE) la possibilità di rientro del capitale investito è davvero minima.

C'erano mille strade più sicure (ed efficienti) di questa e mi chiedo come mai non siano state percorse.

Ciao


EDIT: quando dico "comprare in toto una sala" - ovviamente mi riferisco alla possibilità di preacquistare una grossa parte dei posti a sedere nella misura stabilita dal gestore della sala stessa.

Re: ZERO-inchiesta sull11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  carloooooo il 16/2/2008 20:06:01
Ecco, oltre ai poteri forti ora ci si mette di mezzo pure il libero mercato!

Maledizione.

Re: ZERO-inchiesta sull11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  sick-boy il 16/2/2008 20:16:17
forse perchè alla gente non gliene frega tragicamente una sega del 911??

Re: ZERO-inchiesta sull11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  m4x il 25/2/2008 18:27:28
Citazione:

sick-boy ha scritto:
forse perchè alla gente non gliene frega tragicamente una sega del 911??



E s a t t o

Parlando secondo le mie esprienze personali sembra essere questo il problema, soprattutto per noi italiani che non abbiamo vissuto sulla nostra pelle la "minaccia" terrorista...

Re: ZERO-inchiesta sull11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  Orwell il 28/2/2008 22:25:06
Un primo resoconto di come è andata:

Question: ‘Why did you make this film?’

Chiesa: ‘It is obvious that we are now cast in an infinite war, based on lies. And as long as there is no new and independent investigation, we will never have security. There are too many lies for the official narrative to be true. Our film is an instrument to request the re-opening of the 9/11 investigation.’

Question: ‘How do you propose to reopen the investigation?’

Chiesa: ‘The film is the primary instrument to get the debate going. It is a collection of discoveries, by many respected researches from around the globe (the film features, among others, Gore Vidal, Sibel Edmonds, Dario Fo, David Ray Griffin, Dr Steven Jones, Dr Kevin Ryan, Webster Tarpley, Barbara Honegger, FAA-controllers, USAF pilots, military commanders, physicists – ed. note). But they are still questions. The movie doesn’t provide the answers. It only lays bare the questions that remain, that were left unanswered by the official investigation and need to be answered by the US government.’

Question: ‘Mr Fujita, how did you become involved?’

Fujita: ‘I work for several Japanese NGO’s and one of those people showed me some videos and books. At first I couldn’t believe it. So I saw Loose Change and read Dr Griffin’s books. And last year a good friend of mine who has a very high position at the German national bank told me about the put options that were placed on American Airlines and United Airlines. I believed him. And reading Dr Griffin’s book, looking at his reputation, I have every reason to believe him. That’s when I realised that every truth finding effort has to be continued. So I gave a presentation in the Japanese parliament (which is extensively covered on YouTube – ed. note). But I feel the truthers find their information mostly by internet. The truth should not only go by internet. It should now go political! Networking is very important. We must all work together.’

Question: ‘But what can we, regular citizens who go about their daily lives, trying to make a living for them and their families, what can we do?’

Griffin: ‘As in any movement, the 9/11 Truth Movement is a minority movement. We must continue to use our networks to make this minority into a majority. We have the upper hand to find the truth, for we have the conscience of the people. And I know that’s not an easy feat. I have now written six books on the subject, which is getting good reviews – go check it on Amazon. I had a good reputation as an author before as well and now I’ve just written my sixth book on the subject. But I have yet to get a review in any mainstream publication.’’



Orwell

Re: ZERO-inchiesta sull11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  Al2012 il 29/2/2008 11:44:49
Sicuramente possiamo leggere la notizia qui riportata anche sul qualche quotidiano italiano, magari scritta in italiano.

Sapete indicarmene uno, ……..

Bravo Chiesa !!!

Per me è un passo avanti nella divulgazione delle vere cause dei fatti del 911 …….




Re: ZERO-inchiesta sull'11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  Dusty il 29/2/2008 18:41:03
Ricevo e trasmetto.


Egregio Signor Sindaco,
vengo informato che lei e la sua Giunta Comunale non hanno sponsorizzato la proiezione del film Zero, di cui sono coautore, "in quano i temi non sono stati condivisi".
Provo grande stupore. Da chi non sono stati condivisi?

Ed è compito della Giunta "condividere i temi" che i cittadini decidono di prendere in esame?
Compito della Giunta è rispettare la volontà dei cittadini, non di censurarli. In effetti l'infelice formulazione della sua risposta indica un chiaro intento censorio che travalica, per altro, totalmente, le sue funzioni.

Lei, a mio parere, con quella formulazione confessa di avere commesso un abuso.
Poteva rifiutare ogni coinvolgimento solo per mancanza di fondi, oppure perchè esso violava qualche norma del nostro ordinamento.

Per nessun'altra ragione poteva farlo, men che mai per quella da lei addotta.
Le comunico intanto che il Comune di Fano si rivela in tal modo assai meno tollerante e liberale del Parlamento Europeo, dove il film Zero viene proiettato, addirittura al suo interno, il giorno 26 febbraio alle ore 19.

Distinti saluti

Giulietto Chiesa
parlamentare europeo

25 Febbraio 2008


Re: ZERO-inchiesta sull'11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  Tuttle il 29/2/2008 18:53:39
Cioè fatemi capire. Chiesa vorrebbe farsi pagare l'organizzazione della proiezione dal comune?



Re: ZERO-inchiesta sull'11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  Orwell il 9/3/2008 19:54:32
Qui i video del dibattito prima e dopo la proiezione del film:

http://video.google.de/videoplay?docid=7445142317148303120

http://video.google.de/videoplay?docid=7588834812157091958

Orwell

Re: ZERO-inchiesta sull'11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  Al2012 il 14/3/2008 19:14:00
Stasera ore 21,30 Rebus parla del film “Zero”

http://archivio.odeontv.net/rebus_archivio.htm


In studio:
Thomas Torelli, produttore e autore “Zero”
Franco Fracassi, autore e regista “Zero”
Francesco Trento, autore e regista “Zero”





Re: ZERO-inchiesta sull11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  Bottle il 14/3/2008 21:12:55
Bella roba...

Re: ZERO-inchiesta sull11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  Infettato il 14/3/2008 23:00:23
Bottle

Bella roba...

Si è un bel ripasso, per il grosso dell'inchiesta bastava leggere lc.

Re: ZERO-inchiesta sull11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  edo il 15/3/2008 20:30:29
intro

prima parte

seconda parte

terza parte

quarta parte

chiusura

interessantissima (per me) la quarta parte in cui finalmente vedo alcuni frammenti del video presentato nel 2005 alla commissione di cui fa (o faceva), parte Giulietto Chiesa riguardante il mai avvenuto attentato terroristico alla sede NATO ovviamente rivendicato da binladen.

Re: ZERO-inchiesta sull11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  corsy80 il 8/4/2008 17:36:53
Citazione:
In realtà Zero è un film sulla verità, l'unico film italiano che analizzi e affronti in maniera critica la versione ufficiale sui fatti dell'11 Settembre 2001 fornita dal governo americano.


Questo è un estratto di una newsletter di MegaChip che ho appena ricevuto. A parte che mi ha un po’ infastidito questa frase volevo prendere occasione un secondo per esprimere qualche perplessità in merito a questa “operazione Zero”.
1- Innanzitutto quoto in pieno l’analisi del mercato cinematografico fatta da Tuttle (ehm…pensa che all’inizio credevo di essere io visto che TuTTle è un nick che uso spesso!!) e mi aggancio dicendo che credo che Zero sia l’unico documentario sull’argomento che sia fruibile solo dalle sale e pagando. (posso capire le esigenze commerciali di una produzione che ha sborsato 500000 mila euro –cioè in realtà non me lo spiego) ma è sempre stato evidente come una delle armi più forti che la controinformazione ha dalla sua parte è proprio quella della libera fruibilità di questi film. Oltretutto ho letto il libro e mi sembra che non venga detto assolutamente nulla di nuovo di ciò che si trova in Inganno Globale o in altri film.
2- L’approccio che Chiesa ebbe al Costanzo un po’ di tempo fa era: a domanda rispondo “noi nel film rispondiamo alla sua domanda”; “noi nel film lo diciamo”; “deve vedere il film”. E personalmente non mi è piaciuto molto. Non mi è piaciuto l’atteggiamento di “noi” inteso “Zero” quando è impensabile escludere “noi” comuni stronzi” che ci prendiamo la qualunque ogni volta che in un bar o tra amici tiriamo in ballo l’argomento dopo aver tentato in tutti i modi di stare zitti e non rispondere alle baggianate che si sentono dire.
3- Ricordo che un giorno Chiesa si è permesso di dire che Blondet era da escludere dall’argomento UndiciSettemre come se Chiesa possa decidere chi si e chi no…e ancora non ho capito chi gli ha conferito tale autorità. Quello che per ora sta decidendo Chiesa è chi si chi no può vedere il film. E per me non è cosa da poco.

E’ innegabile il “potere” che ha un Chiesa nel portare avanti questo argomento. E’ un europarlamentare ed ha proiettato il suo film al parlamento europeo –nell’assoluto silenzio mediatico-. Probabilmente ha anche in testa esattamente cosa fare, ma per ora –odio dover dire una cosa del genere- ma il signor Chiesa non mi convince proprio.

Prontissimo a rimanere in ginocchio sui ceci in punizione se qualcuno mi dice che il film si trova gratuitamente (con consenso dei produttori ovviamente).

Saluti

Re: ZERO-inchiesta sull11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  Orwell il 9/4/2008 22:49:19
ZERO ESCE NELLE SALE A ROMA

Lo scopo dichiarato è, lo ha detto Chiesa dopo una proiezione al festival del cinema di Roma, quello di portare l'argomento al di fuori della rete, al cinema e magari in TV.

E poichè il documentario lo hanno realizzato con un azionariato popolare, con tanto di contratti di coproduzione individuali, intendono farlo girare nelle sale, a pagamento come tutti film, per far recuperare almeno la spesa a chi ci ha messo la quota.

Sono d'accordo che si sia un pò appropriato dell'argomento come se fosse suo, mentre dovrebbe ringraziare in primis luogocomune perchè è certamente da qui che è partito.

Tuttavia non si può dire che la cosa non stia funzionando, e per me la priorità è comunque svegliare il maggior numero di persone.

Il documentario è stato visto già da centinaia di persone in proiezioni indipendendti (scuole, circoli culturali, ecc.), esce domani nelle sale a Roma (si fa per dire, parliamo comunque di cinema d'essai e cineclub).

Lo hanno proiettato a Bruxelles, e questo per il movimento 911 truth è un fatto decisamente importante.

C'è tantissima gente che internet non ha proprio idea di cosa sia (provate a chiedere a Bertinotti...) o vede la rete come un mondo oscuro di paranoici. Al cinema forse riesco a farlo vederlo anche mio padre, che ha 80 anni e non ha mai messo gli occhi su un pc.

Orwell

Re: ZERO-inchiesta sull11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  vernavideo il 10/4/2008 11:44:01
Citazione:
Tuttavia non si può dire che la cosa non stia funzionando....Il documentario è stato visto già da centinaia di persone


Ah , beh! allora e' stato un successone.....

Ciao,
Stefano

Re: ZERO-inchiesta sull11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  corsy80 il 10/4/2008 13:52:43
Goist’appunto di questo parlavo…centinaia di persone sono un numero infinitamente basso. E questo grazie alla “politica” cinematografica adottata da Zero.
Il mondo del cinema è lo stesso mondo che ha distribuito 19 copie di Inland Empire di Lynch e 25 (se mai sono esistite 25) copie di Tideland di Terry Gilliam.
Questo per dire che un’operazione del genere –come dichiarato dagli autori di Zero- votata a sdoganare l’argomento da internet, usando il canale cinematografico, era palesemente persa in partenza.
Quante sale credete che proietteranno Zero in tutta Italia? I criteri di distribuzione quando si gira un film sono la prima cosa da tenere presente (esistono film girato che nessuno ha ancora visto e che sono a prendere polvere sugli scaffali degli studi di registi che sono falliti grazie al cinema-intrattenimento) e il “gruppo Zero” crede di vedere un docu-film del genere proiettato in più di 4 sale d’essai?
Ora la situazione è (e mi ha risposto uno del gruppo zero al quale ho inviato una mail): noi questo film lo abbiamo prodotto anche con i soldi di una coproduzione quindi dobbiamo recuperare questa spesa e non c’è altro modo se non “facendo pagare”.

Detto questo è mia personale opinione che per “uscire da internet” c’erano soluzioni molto più vantaggiose per tutti (TUTTI= CHIUNQUE creda in questa battaglia) prima su tutte il non affrancarsi dagli “altri”, ma restare uniti sotto il nome di un unico movimento e non sotto il nome di un “portavoce”.
Il 9-11 è già uscito da internet più di una volta, con le sue gambe, con risultati molto più efficaci di 500.000 mila Euro di film che in poche centinaia di persone vedranno.

Re: ZERO-inchiesta sull11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  Dusty il 10/4/2008 20:56:23

Il sito francese (!) reopen911.info ha preparato una compilation dei servizi di presentazione di Zero andati in onda in Italia.


Revue de Presse italienne de "ZERO, Enquête sur le 11/9"
by ReOpen911



Re: ZERO-inchiesta sull11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  abbidubbi il 10/4/2008 21:34:05
Il 9-11 è già uscito da internet più di una volta, con le sue gambe, con risultati molto più efficaci di 500.000 mila Euro di film che in poche centinaia di persone vedranno.

E' la stessa critica che ho mosso a Chiesa, al termine della proiezione di Zero a roma poche settimane fa. Gli ho esplicitamente chiesto: perché il film ancora non si trova nei circuiti p2p? risposta: "per ora dobbiamo rientrare dei soldi, poi penseremo ad una maggiore diffusione..."

Re: ZERO-inchiesta sull11 settembre: proiezione al Parlamento Europeo

Inviato da  edo il 18/5/2008 10:55:51
Finalmente ieri sera ho visto ZERO!
La sala del cinema "odissea" di Cagliari, ieri 17 maggio, era piena ma c'erano pochissime persone che già conoscessi e che già da qualche tempo si occupano del tema 11 sett..
Ciò significa che altre persone si avvicinano all'argomento. Chissà, forse gli appassionati di vecchia data immaginavano di trovare un posto anche all'ultimo momento, invece i biglietti sono andati esauriti in due giorni di prevendita; in più oltre alle poltroncine c'era qualche sedia.
Questa è la mia critica sintetica sugli aspetti ed impressioni che ho dopo aver visto ZERO una sola volta.

C'è da considerare che è estremamente difficile rendere "godibile" un argomento così emotivamente coinvolgente ma contemporaneamente drammaticamente minaccioso, per i cambiamenti che da quella data la vita quotidiana di ogni abitante del pianeta ha invisibilmente subìto; ma è uno sforzo che bisogna saper fare per rendere più facilmente "veicolabile" ZERO e per non rischiare che diventi uno di quei prodotti che si guardano una volta e poi mai più.
Per la mia esperienza, è un film troppo lungo e faticoso per un pubblico, ad esempio, di ragazzi in età scolastica: in alcuni passaggi il suono in sottofondo copre la voce, le animazioni potrebbero essere più efficaci e ci sono troppi aspetti che il documento analizza ma che sono già da tempo presenti in rete; da ZERO mi sarei aspettato più elementi "aggiunti" a quanto già si sa, o comunque organizzati in modo meno faticoso da far vedere a degli ipotetici ragazzi di una scuola superiore e che non abbiano necessariamente l'elasticità mentale mediamente richiesta da un liceo classico o da un istituto scientifico.
Mi sono apparse come fondamentali le presenze di Fo, Costa, Ovadia; e ritengo che un maggiore spazio dato anche ad altre personalità di questo calibro veicolerebbe, meglio di qualunque immagine reperita in rete, la legittimità del dubbio sulla versione ufficiale e contribuirebbe a giustificare un accorciamento dei tempi del film. Mentre all'esatto contrario, far rivedere troppe volte le immagini spettacolari delle esplosioni, rafforza il messaggio di cui si è servita la versione ufficiale per spaventare gl'impressionabili abitanti del pianeta.

Da Marina Montesano mi sarei invece aspettato una rivelazione sulle clausole assicurative legate all'accettazione degli indennizzi da parte dei parenti delle vittime.

Certo che dev'essere un bel casino, avere tante ore di materiale ma dover decidere che farne! Chiunque darebbe priorità su base pregiudiziale con il rischio di escludere ciò che già si conosce, ma l'impressione generale su ciò che ho visto è che manchi una linea narrativa che sostenga il discorso, in modo che, narrativamente parlando, ogni contributo si leghi al precedente e passi con "leggerezza" il testimone al successivo, in modo tale che lo spettatore non debba distrarsi a ricostruire questo filo logico all'interno di se stesso, proprio mentre guarda il film.

Spero che si possa riuscire a realizzare un montaggio che stimoli il desiderio e la curiosità di rivedere ZERO; così com'è fa prevalere in me l'idea che tutto questo grande lavoro rischi di finire sotto la polvere della memoria.

Messaggio orinale: https://old.luogocomune.net/site/newbb/viewtopic.php?forum=39&topic_id=4150