E' morto il "tramp"

Data 8/5/2007 8:40:00 | Categoria: storia & cultura

Con la morte di Howard Hunt un'altra importante pedina delle intricate "trame oscure" della politica americana ha trovato il suo posto nella storia.

Howard Hunt è un personaggio-chiave coinvolto in mille vicende di primissimo piano - dalla Baia dei Porci a Watergate - e lega fra loro importanti figure come quella di Richard Nixon, di Prescott e George Herbert Bush (nonno e padre dell'attuale presidente), o di Allen Dulles, l'uomo che "inventò" la moderna CIA come è rimasta fino ad oggi. Tutte queste figure, a loro volta, ruotano molto da vicino attorno all'assassinio del Presidente Kennedy, avvenuto a Dallas nel 1963, e la confessione che Hunt avrebbe rilasciato al figlio sul letto di morte - nella quale riconosce finalmente la sua presenza a Dallas quel giorno - sembra costituire l'anello mancante di un puzzle che negli anni si era già delineato con sufficiente chiarezza, ma che mancava ancora di questo importante riscontro.

La scheda che segue presenta - in maniera necessariamente sintetica - i diversi rapporti che hanno legato fra di loro 10 importanti personaggi della storia in quasi 80 anni di vita americana.



Come si dovrebbe dedurre dal filmato, l'importanza dell'assassinio Kennedy - anzi, del doppio assassinio, sia di John che di Bob kennedy - va ben oltre l'interesse del "cospirazionismo" d'accademia, che anzi è un polverone del tutto illusorio (v. link in coda), alimentato ad arte proprio per tenere l'attenzione lontana dai retroscena storici dell'attentato, ……
… che implicano conseguenze che arrivano decisamente fino ai giorni nostri.

E nonostante gli indizi, per fortuna, sembrano oggi suggerire il contrario, la dinastia è tutt'altro che estinta, e non è ancora detto che le trame oscure da loro generate abbiano finito di gettare pesanti ombre sulle nostre vite quotidiane.

Conoscerne meglio i retroscena può anche contribuire ad evitare che questo accada.

Come disse Jesse Jackson, in occasione delle elezioni presidenziali del 2000: "America, stay away from the bushes!" (America, stai lontana dai cespugli - ma anche dai Bush). Purtroppo non l'hanno ascoltato.

Massimo Mazzucco


Vedi anche: Da Dallas alle Torri Gemelle. La dinastia Bush e la svastica di famiglia (La scheda storica da cui è tratto il video).

La fine di una dinastia. Con il mandato appena scaduto di Jeb Bush a Governatore della Florida, si preannuncia una fine improvvisa e prematura per una dinastia che sta ai vertici del potere, in America, fin dagli anni di Hitler e Mussolini.

L' "altra" Dallas. La pistola di Shiran conteneva otto pallottole, mentre in tutto ne sono state ritrovate undici.

Il teatrino del "caso Kennedy":

E' vero, a Dallas ci fu un solo assassino. Ma non si chiamava Oswald Anche Richard Nixon era a Dallas il giorno dell’attentato. In realtà, vi si trovava già da tre giorni, in veste privata, per una presunta riunione con dei dirigenti della Pepsi-Cola (società che il suo ufficio legale rappresentava), e decollò da Dallas proprio nei momenti in cui Kennedy si avviava verso Dealey Plaza.

JFK: Un caso inesistente? Il vero "inganno" sta nel fatto che la Commissione Warren per prima non ha mai saputo spiegare come avrebbe fatto Oswald a uccidere Kennedy. Ma nella furia della discussione, che imperversa da oltre 40 anni, nessuno se n'è mai accorto.

Anche le querce cominciano da piccole Una analisi tecnica sull'impossibilità di proporre l'ipotesi Oswald.

Per approfondire il caso Kennedy, consigliamo JFKENNEDY.IT



La fonte di questa news è Luogocomune
http://old.luogocomune.net/site

L'indirizzo di questa news è:
http://old.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=1804