Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


opinione : I have a dream
Inviato da Redazione il 16/1/2015 11:42:31 (8073 letture)

I HAVE A DREAM

di Calvero

Voglio un mondo senza giornalisti: - non serve a niente sapere le notizie, è la più grande bufala della storia; tra noi e i fatti - se servono postini, significa che non vogliamo cercare ma essere trovati.

Voglio un mondo senza violenza: - non serve a niente predominare, veniamo al mondo senza portare nulla, moriamo senza poterci portare via niente e in mezzo litighiamo per possedere (cit.)

Voglio un mondo senza religioni: - non serve a niente vestire Dio di un'ideale, siamo nudi di fronte la vita e c'illudiamo di poter vestire chi l'ha creata.

Voglio un mondo senza industrie e catene di montaggio: - non serve a niente arrivare più in alto e creare comfort, siamo della stessa sostanza delle stagioni, dell'alba e dei tramonti - e c'illudiamo di poter fare meglio di loro. [...]



Voglio un mondo senza voti e senza pagelle: - non serve a niente scalare posizioni su di una lista, siamo nati ognuno secondo i suoi sogni e li tradiamo in nome di una gara, come se la vita fosse un concorso a premi.

Voglio un mondo dove i bambini decidano loro cosa fare la mattina quando i loro occhietti si aprono: - non serve a niente piegarli in un banco e in fila come burattini, siamo nati per esprimerci - non per essere impressi.

Voglio un mondo dove posso dire qualsiasi cosa io voglia: - non serve a niente difendersi dalle parole, chi ha paura delle parole non ha stima di sé stesso.

Voglio un mondo dove i nonni siano i capi tribù: - non serve a niente proteggerli dalla vecchiaia, sono loro che vogliono proteggerci e li abbiamo degradati alla nostalgia.

Voglio un mondo dove i giovani non vivano preoccupandosi per la pensione: - non serve a niente correre per la vecchiaia, crescere non è raggiungere, ma respirare.

Voglio un mondo senza prigioni: - non serve a niente punire nella vendetta, il passato non torna e il futuro inquadrato dagli altri - non spaventa nessuno.

Voglio un mondo senza Borse e Azioni: - non serve nulla che ci sia invisibile, se ciò che abbisogna l'uomo è tangibile, non è sano che ciò che lo procura possa nascondersi alla vista di tutti noi.

Voglio un mondo senza autostrade: - non servono a niente corsie preferenziali, se abbiamo bisogno di arrivare comodamente e velocemente, non capiremo mai cosa significa viaggiare.

Voglio un mondo che non sottometta gli animali: - non serve a niente amare la vita se tutto ciò che può spingerci a fare una carezza non avrà la stessa dignità della mano che la muove.

Voglio un mondo con soltanto DUE Leggi a vigere nel cuore di ognuno di noi: - sii onesto e fatti i cazzi tuoi ....

... il resto verrà da sé.

Calvero

Voto: 6.00 (17 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
invisibile
Inviato: 16/1/2015 11:46  Aggiornato: 16/1/2015 11:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: I have a dream
Bravo Massimo!

La merita tutta la home.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
DjGiostra
Inviato: 16/1/2015 11:50  Aggiornato: 16/1/2015 11:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: I have a dream
Condiviso su Facebook.

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Maxwell38
Inviato: 16/1/2015 11:52  Aggiornato: 16/1/2015 11:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/8/2012
Da:
Inviati: 70
 Re: I have a dream
E se uno non rispetta le due leggi?

giusavvo
Inviato: 16/1/2015 11:52  Aggiornato: 16/1/2015 11:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/2/2011
Da:
Inviati: 449
 Re: I have a dream
Più che di essere pubblicata, merita di essere letta.

"L'uomo è misura di tutte le cose"
(Protagora)
invisibile
Inviato: 16/1/2015 11:54  Aggiornato: 16/1/2015 11:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: I have a dream
Citazione:
E se uno non rispetta le due leggi?

Infrange crudelmente un bellissimo "dream"....

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
webrasta
Inviato: 16/1/2015 12:15  Aggiornato: 16/1/2015 12:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 29/11/2012
Da:
Inviati: 57
 Re: I have a dream
vorrei un mondo in cui nessuno voglia essere o avere qualcos'altro

peonia
Inviato: 16/1/2015 12:18  Aggiornato: 16/1/2015 12:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: I have a dream
Sant'Agostino diceva "AMA E FA' QUEL CHE VUOI.." in effetti se davvero amassimo veramente, per cosa davvero significa Amare, basterebbe a realizzare tutti i Sogni...
bravo Fulvio, comunque...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Regom
Inviato: 16/1/2015 12:21  Aggiornato: 16/1/2015 12:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/8/2006
Da:
Inviati: 358
 Re: I have a dream
Molti dei punti elencati sembrano usciti dal Manifesto* di Theodore J. Kaczinsky (ai più noto con il nome di Unabomber) mescolato con gli insopportabili mantra del John Lennon meno interessante (cfr. imagine, God ** etc...)

Di base condivido tutti i punti (con ovvie perplessità qua e là, ma non è importante).

Mi lascia molto da pensare che in questo elenco manchi qualcosa tipo:
Voglio un mondo senza droghe: - non serve a niente vestire le droghe di un'ideale, siamo nudi di fronte la vita e c'illudiamo di poter vestire chi ce la fa sembrare un po' meglio o semplicemente più colorata.

Per la serie: ognuno vorrebbe un mondo che somigliasse a se stessi.
e questo mi sembra un limite con il quale dover amaramente convivere


* Manifesto Unabomber

** Testo God di John Lennon[

Pyter
Inviato: 16/1/2015 12:26  Aggiornato: 16/1/2015 12:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: I have a dream
Voglio un mondo senza giornalisti:
Voglio un mondo senza violenza:
Voglio un mondo senza religioni:
Voglio un mondo senza industrie e catene di montaggio:
Voglio un mondo senza voti e senza pagelle:
Voglio un mondo dove i bambini decidano loro cosa fare la mattina quando i loro occhietti si aprono:
Voglio un mondo dove posso dire qualsiasi cosa io voglia:
Voglio un mondo dove i nonni siano i capi tribù:
Voglio un mondo dove i giovani non vivano preoccupandosi per la pensione: Voglio un mondo senza prigioni:
Voglio un mondo senza Borse e Azioni:
Voglio un mondo senza autostrade:
Voglio un mondo che non sottometta gli animali:
Voglio un mondo con soltanto DUE Leggi




Anche io sono per le riforme.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
ELFLACO
Inviato: 16/1/2015 13:02  Aggiornato: 16/1/2015 13:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: I have a dream
Citazione:
Sant'Agostino diceva "AMA E FA' QUEL CHE VUOI.." in effetti se davvero amassimo veramente, per cosa davvero significa Amare, basterebbe a realizzare tutti i Sogni...
bravo Fulvio, comunque...


E chi sa " cosa davvero significa Amare"?

Amare ,chi?

Amare , cosa?

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
Calvero
Inviato: 16/1/2015 13:04  Aggiornato: 16/1/2015 13:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Molti dei punti elencati sembrano usciti dal Manifesto*


Sembrano, appunto, e soprattutto non lo sono: - questo è il potere della mistificazione infatti. Come la tua. A voler insinuare parole di terrore in concetti liberi da simili degradi - dove tutto dico tranne che il mondo sia una rappresentazione di sé stessi, bensì la libertà che ognuno sia libero di esprimersi attraverso l'amore ...

... il bene e il male non esiste, esiste sovvertire l'amore attraverso ideologie che io - a prescindere - ripudio, e che un terrorista invece abbraccia.

Le stesse parole di Gesù Cristo sono state sovvertite al male e inquadrate.

Quindi sei pregato vivamente di ripensare alla cattiveria e al veleno messo nella tua lingua, di cui sei evidentemente carico. La tua frustrazione nei miei confronti è almeno un segnale che rivela come il veleno riesca a muovere le azioni più subdole.

Quando Gesù disse - siate come bambini - aveva in sé compreso quello che noi potremmo divenire senza imporre nulla a nessuno. E anche le sue parole e non solo quelle, possono essere vigliaccamente applicate a ogni coglione che pensa di risolvere le cose usando la violenza.


Citazione:
Per la serie: ognuno vorrebbe un mondo che somigliasse a se stessi.
e questo mi sembra un limite con il quale dover amaramente convivere


Bravo che hai detto cosa pensi, ma ti consiglio di non amplificare le tue ambizioni agli altri. Io voglio che ognuno sia sé stesso e libero da propagande....

.. convivici tu col limite di cui parli, perché lo conosci benissimo; personalmente è un sentimento che non mi ha mai attraversato.

Invito Massimo a riflettere, visto che è responsabile di questa comunità, se non sia il caso prendere una posizione visto che l'allusione alla sovversione è un atto profondamente vigliacco e può dover far rendere conto alla Redazione ...

.. che se decidesse di rimuovere l'articolo, lo comprenderei.

In questo mondo se c'è qualcosa da sovvertire è solo cambiare noi stessi.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Piramis
Inviato: 16/1/2015 13:18  Aggiornato: 16/1/2015 13:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/3/2013
Da: abito questo involucro
Inviati: 223
 Re: I have a dream
Calvero,
dovevi nascere tra gli indiani del nord america prima che cominciassero a sterminarli.

Hakuna Matata
Regom
Inviato: 16/1/2015 13:21  Aggiornato: 16/1/2015 13:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/8/2006
Da:
Inviati: 358
 Re: I have a dream
Citazione:
Sembrano, appunto, e soprattutto non lo sono: - questo è il potere della mistificazione infatti. Come la tua. A voler insinuare parole di terrore in concetti liberi da simili degradi - dove tutto dico tranne che il mondo sia una rappresentazione di sé stessi, bensì la libertà che ognuno sia libero di esprimersi attraverso l'amore ...


Insomma non hai mai letto La società industriale e il suo futuro Theodore John Kaczynski.
Se metti da parte il tuo narcisismo per qualche minuto e provi a leggere cosa c'è scritto forse ti renderai conto che non sono parole di terrore, ma una serie di riflessioni sulla società industriale e sui suoi pericoli.


Citazione:
Invito Massimo a riflettere, visto che è responsabile di questa comunità, se non sia il caso prendere una posizione visto che l'allusione alla sovversione è un atto profondamente vigliacco e può dover far rendere conto alla Redazione ...


di preciso a quale allusione alla sovversione ti stai riferendo?
ammetto che ogni tanto non ho gli strumenti e le capacità per comprendere cosa dici.
Boh

P.K.89
Inviato: 16/1/2015 13:22  Aggiornato: 16/1/2015 13:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/7/2013
Da:
Inviati: 601
 Re: I have a dream
Calvero

Intanto condivido a pieno questo tripudio di pensieri.

E in seconda battuta vorrei congratularmi con Calvero per la forma nella quale ha saputo esprimerli, e se la sostanza scricchiola un po con l'accostamento degli aggettivi: Belli, brutti, giusto o sbagliato; sicuramente la forma è pienamente meritevole di elogio in quanto la rappresentazione della sostanza è compito ASSAI arduo.

Per ottenere un "bel" paesaggio occorre che l'albero sia al posto giusti, che il ruscello solchi la terra al posto giusto, occorre che le api e tutto il resto facciano il loro lavoro alla perfezione per donarci la meraviglia dei fiori. Ma per rovinare il bello basta un singolo elemento che stoni con il resto.
Ecco al di la della condivisione credo che questo manifesto, poesia, raccolta, quella che è insomma, possa definirsi BELLA, riesce ad emozionare e ad esprime alla perfezione una forma dell'essere.
Alla tua Calvero

Calvero
Inviato: 16/1/2015 13:37  Aggiornato: 16/1/2015 13:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Insomma non hai mai letto La società industriale e il suo futuro Theodore John Kaczynski.


Sul serio? ... beh .. mi dispiace, non mi appassionano i terroristi.


Mettilo da parte tu il narcisismo, che se non ne fossi avulso le tue ricerche ti avrebbero condotto a ciò che ha un senso, in nome di chi è nato anche prima di un coglione che usa la violenza per le sue frustrazioni ... e ci sono tesi ben più altolocate, ficcanti, genuine e scientificamente più efficienti nel dire come stanno le cose ... ce n'è una che è del gennaio "36





Citazione:
ammetto che ogni tanto non ho gli strumenti e le capacità per comprendere cosa dici.



... se non ce li hai, evita di accomunare le emozioni a chi le ha sfruttate per fare del male al prossimo.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Nichiren
Inviato: 16/1/2015 13:38  Aggiornato: 16/1/2015 13:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/3/2014
Da: Toscana
Inviati: 1061
 Re: I have a dream
Citazione:
sii onesto e fatti i cazzi tuoi ....

Caspita,ho sempre sostenuto gli stessi principi.
Inizialmente non servirebbe altro.
Fa male,perchè essenzialmente, basterebbe così poco.

Un abbraccio Calvè

La verità è nel silenzio
fefochip
Inviato: 16/1/2015 13:44  Aggiornato: 16/1/2015 13:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I have a dream
Citazione:
Voglio un mondo senza giornalisti

prima di questo voglio un mondo senza politici perche se hai bisogno di uno che ti deve dire che cosa fare della tua vita allora vuol dire che te lo meriti
Citazione:
Voglio un mondo senza violenza

prima di questo voglio un mondo senza paura perche è quella che genera tutto
Citazione:
Voglio un mondo senza religioni

prima di questo voglio un mondo senza imbecilli che invece di pensare "credono"
Citazione:
Voglio un mondo senza industrie e catene di montaggio

prima di questo voglio un mondo in cui si pensa prima alle conseguenze delle proprie azioni
Citazione:
Voglio un mondo senza voti e senza pagelle

prima di questo mi basterebbe un mondo dove prima di giudicare l'altro si giudicasse se stessi
Citazione:
Voglio un mondo dove i bambini decidano loro cosa fare la mattina quando i loro occhietti si aprono

prima di questo voglio un mondo in cui ai bambini si insegnano che le proprie azioni hanno delle conseguenze
Citazione:
Voglio un mondo dove posso dire qualsiasi cosa io voglia

prima di questo voglio un mondo in cui non ci sia tutta questa voglia di dire all'altro quello che deve fare della propria vita
Citazione:
Voglio un mondo dove i nonni siano i capi tribù

qua mi sa che stai a toppà, la gerontocrazia è già una realtà.
Citazione:
Voglio un mondo dove i giovani non vivano preoccupandosi per la pensione

prima di questo voglio un mondo in cui non ci scassano continuamente il cazzo riguardo a cosa avremmo bisogno
Citazione:
Voglio un mondo senza prigioni

prima di questo voglio un mondo in cui le prigioni servano per quello per cui esisterebbero : recuperare il cittadino
Citazione:
Voglio un mondo senza Borse e Azioni

prima di questo voglio un mondo in cui il denaro misuri un valore morale e non sia privo di qualunque valore.
Citazione:
Voglio un mondo senza autostrade

a me mi basterebbe un mondo in cui le finissero ste cazzo de autostrade
Citazione:
Voglio un mondo che non sottometta gli animali

la solita pippa vegana?

Citazione:
Voglio un mondo con soltanto DUE Leggi a vigere nel cuore di ognuno di noi: - sii onesto e fatti i cazzi tuoi

QUESTO LO SOTTOSCRIVO TUTTO

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Slobbysta
Inviato: 16/1/2015 13:45  Aggiornato: 16/1/2015 14:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: I have a dream
Ottimo piano A Calvero...io amo concepire pure il B C... ...

1 Infatti si potrebbe aver voglia di escluderli..o aver voglia di giornalisti onesti...io amo saper cosa succede nel mondo..non togliermi questo...
2 Predominare e la sua antitesi son un flusso necessario...la saturazione ne sa qualcosa...
3 Senza religioni? A me non mi condiziona...non vorrei condizionare...W la libertà di scelta..se sei bove sei bove...non esiste abolizione che tenga
4 Beh se le industrie potessero crear più tempo libero..tipo lavorare 3ore al dì....
5 È vero le pagelle per noi "artisti" son un obbrobrio, ma c'è un genere di uomo che ne abbisogna per spirito competitivo..perchè negarglielo a chi lo vuole?..perchè obbligarlo a chi non lo vuole?
6 Orribile star seduti ore ed esser richiamati se guardi una rondine fuori dalla finestra....
7 Le parole per gli imbranati son un problema...farebbero di tutto pur di tener testa...
8 C'è vecchietto e vecchietto...la saggezza è in ogni età...basta esserlo!
9 Beh pensione ricorda lavoro ...io vorrei semplicemente capillarità nella distribuzione delle risorse, nessuno escluso
10 Le prigioni son odiose...ma pure certe tare...magari un grande territorio dove non puoi più violentar bambini?
11 "L'azione/borsa" è poi una comunità che partecipa nel suo piccolo ad un impresa più grande...una comunità che compra pannelli solari e si approvvigiona di energia per es...poi direi di abolir assolutamente la speculazione...
12 Viaggiar lenti è importante..viaggiar con un disco volante non sarebbe da meno...meglio gli equilibri senza restrizioni
13 aggiungerei le piante..visto la loro sensibilità...se no ritorniamo al punto2

L'onestà è fondamentale..il problema è che spesso è scontro di soggettività la mia onestà..la sua...quella dell'altro..quella bugia che serve per evitar il peggio...farsi i cazzi propri è generico..se menano una tipa ..intervengo! Tutto è relativo...anche le buone intenzioni...

io vorrei che tutti fossero spesso innamorati..sentimento che sognerei si presentasse tutta la vita ...il resto verrà da sé

Slobbysta

Regom
Inviato: 16/1/2015 13:47  Aggiornato: 16/1/2015 13:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/8/2006
Da:
Inviati: 358
 Re: I have a dream
insomma niente argomentazioni eh... vabbè. tanto per farti abbassare quella cresta inutilmente alzata (o vuoi che utilizzi un linguaggio a te più consono dicendoti che ora ti smonto come una barbie)


Calvero: Voglio un mondo dove i bambini decidano loro cosa fare la mattina quando i loro occhietti si aprono: - non serve a niente piegarli in un banco e in fila come burattini, siamo nati per esprimerci - non per essere impressi.

TJK:Altre tecniche agiscono in modo più sotterraneo di quelle menzionate. L'educazione non è più il semplice compito di punire bambino quando non conosce la lezione e di congratularsi con lui quando la sa. L'educazione sta diventando una tecnica scientifica destinata a controllare lo sviluppo del bambino.[…]
Tecniche insegnate "ai genitori" servono a far sÍ che i bambini accettino i valori fondamentali del sistema e a farli comportare nel modo che il sistema trova desiderabile.
Programmi di salute mentale, tecniche di "intervento", la psicoterapia e così via sono apparentemente destinate al benessere degli individui, ma in pratica servono, di solito, come metodi per indurli a pensare e a comportarsi come il sistema richiede. […]

trovi delle somiglianze?
Testina

Calvero
Inviato: 16/1/2015 13:51  Aggiornato: 16/1/2015 13:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Calvero,
dovevi nascere tra gli indiani del nord america prima che cominciassero a sterminarli.


Grazie ... è uno dei più bei complimenti che si possa fare a un essere umano, ma non ne sono all'altezza...

... in realtà non volevano sterminare loro, ma noi.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
giusavvo
Inviato: 16/1/2015 13:53  Aggiornato: 16/1/2015 13:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/2/2011
Da:
Inviati: 449
 Re: I have a dream
Citazione:
sii onesto e fatti i cazzi tuoi

QUESTO LO SOTTOSCRIVO TUTTO



...prima di sottoscrivere è sempre bene leggere tutto attentamente.
E' notorio che anche un certo Razzi, senatore di questa repubblica, sia aduso a rispettare scrupolosamente, quanto meno la seconda parte del comandamento calveriano...
Accertiamoci quindi che il "sii onesto" sia condizione essenziale e indefettibile per farsi "i cazzi suoi".

"L'uomo è misura di tutte le cose"
(Protagora)
Calvero
Inviato: 16/1/2015 13:57  Aggiornato: 16/1/2015 13:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
_________
______

@ fefo

In realtà sono concetti in simbiosi ai tuoi, le mie accezioni sono "stelle polari" da leggersi col cuore, quindi dipendentemente dalla prospettiva - siamo d'accordo

Prendo questa che è il nostro punto di scontro storico:

Citazione:
a solita pippa vegana?


Assolutamente no, Fefo, non sono neanche vegano, ho tenuto a dare un messaggio che dovrebbe farci riflettere sul potere dei miracoli. Esistono.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 16/1/2015 13:59  Aggiornato: 16/1/2015 13:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Accertiamoci quindi che il "sii onesto" sia condizione essenziale e indefettibile per farsi "i cazzi suoi".



grande! ... fa il paio con quella di Pyter, sembra di no, ma era importante sottolinearlo

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
incredulo
Inviato: 16/1/2015 14:01  Aggiornato: 16/1/2015 14:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: I have a dream
Citazione:
Voglio un mondo con soltanto DUE Leggi a vigere nel cuore di ognuno di noi: - sii onesto e fatti i cazzi tuoi ....


Una legge è già operativa, è già realtà, per l'altra invece ci vuole un miracolo...





Edit: Citazione:
Accertiamoci quindi che il "sii onesto" sia condizione essenziale e indefettibile per farsi "i cazzi suoi".


Abbiamo postato contemporaneamente giusavvo....

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
fefochip
Inviato: 16/1/2015 14:05  Aggiornato: 16/1/2015 14:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I have a dream
@ Calvero
Citazione:
In realtà sono concetti in simbiosi ai tuoi, le mie accezioni sono "stelle polari" da leggersi col cuore, quindi dipendentemente dalla prospettiva - siamo d'accordo


ovvio, tanto lo sai che volevo solo romperti il cazzo

in ultimo sempre a perculella

a calvè! quanto sei profondo!

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Calvero
Inviato: 16/1/2015 14:06  Aggiornato: 16/1/2015 14:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
insomma niente argomentazioni eh... vabbè. tanto per farti abbassare quella cresta inutilmente alzata (o vuoi che utilizzi un linguaggio a te più consono dicendoti che ora ti smonto come una barbie)


Approccio che ho usato dopo che un utente ha mandato a cagare tutta la comunità di LC

Dilla come si deve, ok?


@ Steek ... non sto rivangando l'accaduto, sia chiaro; è un atto dovuto per spiegare il pericolo della parcellizzazione negli esempi ... alla cazzo di cane

Citazione:
TJK:Altre tecniche agiscono in modo più sotterraneo di quelle menzionate. L'educazione non è più il semplice compito di punire bambino quando non conosce la lezione e di congratularsi con lui quando la sa. L'educazione sta diventando una tecnica scientifica destinata a controllare lo sviluppo del bambino.[…]
Tecniche insegnate "ai genitori" servono a far sÍ che i bambini accettino i valori fondamentali del sistema e a farli comportare nel modo che il sistema trova desiderabile.
Programmi di salute mentale, tecniche di "intervento", la psicoterapia e così via sono apparentemente destinate al benessere degli individui, ma in pratica servono, di solito, come metodi per indurli a pensare e a comportarsi come il sistema richiede. […]



Le somiglianze sono pericolose, soprattutto quando usate come pretesto per azioni indegne.

Per me l'educazione non esiste. Se hai amore, non insegnerai mai nulla, perché hai tempo solo per dare l'esempio.


Se vuoi che io e te si sia amici, Regom, intendo intellettualmente come approccio, t'invito a non lasciare ambiguità sottese ...

... e anche un'altra cortesia ti chiedo, parlami a parole tue.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
fefochip
Inviato: 16/1/2015 14:06  Aggiornato: 16/1/2015 14:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I have a dream
Citazione:
prima di sottoscrivere è sempre bene leggere tutto attentamente

ho letto molto bene e quella "e" dice tutto.

in ogni caso "fatti i cazzi tuoi"( ovvero il famoso 11 comandamento) è ovviamente da leggere in una certa accezzione

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 16/1/2015 14:09  Aggiornato: 16/1/2015 14:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I have a dream
Citazione:
dovevi nascere tra gli indiani del nord america prima che cominciassero a sterminarli.

perche ? per essere poi sterminato?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
evitamina
Inviato: 16/1/2015 14:18  Aggiornato: 16/1/2015 14:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/2/2014
Da:
Inviati: 56
 Re: I have a dream
Grande rispetto per chi, senza invadere la libertà altrui, si è espresso dignitosamente sul mondo che desidera.
Anch'io vorrei un mondo più o meno così, ma penso che non è un mondo per gli uomoni che ho conosciuto. Perchè se in questo mondo, aggiungi un'altra persona oltre l'articolista e probabile che abbia altri desideri, ed è così che nascono i compromessi.

Regom
Inviato: 16/1/2015 14:24  Aggiornato: 16/1/2015 14:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/8/2006
Da:
Inviati: 358
 Re: I have a dream
Calvero, forse non ti rendi conto che sei tu a parcellizzare, per il motivo più sbagliato: il tuo narcisismo.

le somiglianze ci sono, e mi sembrano del tutto evidenti (cfr. imagine)

JL: Imagine there’s no countries It isn’t hard to do Nothing to kill or die for
And no religion too.
Calvero: Voglio un mondo senza religioni/Voglio un mondo senza violenza

non vedo in questo ambiguità sottese (cioè non ti sto dicendo che sei un ex componente dei beatles morto ammazzato davanti al Dakota Hotel da Mark Chapman)

Allo stesso modo trovo delle somiglianze tra altre cose che hai scritto e il manifesto di unabomber (e proprio per evitare tue reazione scomposte avevo specificato fin dal mio primo intervento che sostanzialmente concordo su ciò che hai scritto)
e anche in questo caso non ti ho detto che sei un eversore terrorista che spediva le bombe.

le ambiguità sottese le hai messe tu

Calvero
Inviato: 16/1/2015 14:24  Aggiornato: 16/1/2015 14:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
____________
______

Ho scritto di getto questa cosa, e Massimo non mi ha dato tempo di mettere mano alla mia ignoranza.

Abbiate pazienza ma tengo a una precisazione e a parte questa mio vizio:

Citazione:
un'ideale



... che l'apostrofo non è da mettersi, dico bene? ... c'è un passaggio invece come questo:

Citazione:
, siamo nati ognuno secondo i suoi sogni e ...



Volutamente non ho usato "propri", e invece ho usato "suoi" che non è corretto, ma qui volevo dare una potenza diversa al messaggio e la parola "propri" mi sta sul cazzo.


Se cortesemente Giusavvo - che ha una padronanza della lingua eccellente (ma anche Red_knight) volesse fare una revisione al testo, ne sarei onorato

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
davlak
Inviato: 16/1/2015 14:25  Aggiornato: 16/1/2015 14:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/6/2006
Da:
Inviati: 678
 Re: I have a dream
praticamente Calvero ha descritto un mondo matriarcale, molto vicino a quel tipo di comunità che Marija Gimbutas identificava come "Gilaniche" e sulle quali la storia ufficiale ha steso un velo di piombo.
ai cittadini non far sapere quanto era bello il mondo senza potere.
comunque...
bellissimo post.

«Proclamare il diritto all'uguaglianza in una società che ha bisogno di una massa di schiavi salariati vuol dire aver perso la testa» (F. Nietzsche)
Marsi
Inviato: 16/1/2015 14:28  Aggiornato: 16/1/2015 14:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 190
 Re: I have a dream
Già, ma l'ego e i demoni non lo permetteranno mai.

Facendo un lavoro su di te, eliminando attaccamenti, pulsioni egoistiche invece sarai felice nonostante la catena di montaggio, i politici, i giornalisti, i ladri, gli assassini, le religioni, le autostrade, le s.p.a ecc...
Anzi saresti pure felice di giocare alla catena di montaggio, al politico, al giornalista ecc...
Stare nel mondo senza essere del mondo.

Calvero
Inviato: 16/1/2015 14:30  Aggiornato: 16/1/2015 14:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
___________
_______

Regom, ripartiamo da qui ok? ...

... e se togliessi quei link riferiti a un terrorista mi faresti una cortesia che apprezzerei tanto. Io non parlo per me, è questo che non comprendi, non è un atto egocentrico ...

... ma per le associazioni idiote cui è possibile altri ne approfittino.

Questo Sito non è nostro.

E io ritirerò le mie accuse nei tuoi confronti e fumiamo la Pipa della pace, se vorrai

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
davlak
Inviato: 16/1/2015 14:31  Aggiornato: 16/1/2015 14:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/6/2006
Da:
Inviati: 678
 Re: I have a dream
Citazione:

Autore: Calvero Inviato: 16/1/2015 14:24:51

____________
______

Ho scritto di getto questa cosa, e Massimo non mi ha dato tempo di mettere mano alla mia ignoranza.

Abbiate pazienza ma tengo a una precisazione e a parte questa mio vizio:

un'ideale

... che l'apostrofo non è da mettersi, dico bene? ... c'è un passaggio invece come questo:

Citazione:

, siamo nati ognuno secondo i suoi sogni e ...



Volutamente non ho usato "propri", e invece ho usato "suoi" che non è corretto, ma qui volevo dare una potenza diversa al messaggio e la parola "propri" mi sta sul cazzo.


se posso: la prima è giusta, non ci va l'apostrofo
la seconda invece: è appropriato sia l'agg. poss. "suoi" che "propri".
le regole grammaticali della lingua italiana sono meno rigide che in passato.

«Proclamare il diritto all'uguaglianza in una società che ha bisogno di una massa di schiavi salariati vuol dire aver perso la testa» (F. Nietzsche)
Slobbysta
Inviato: 16/1/2015 14:37  Aggiornato: 16/1/2015 14:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: I have a dream
Citazione:
, siamo nati ognuno secondo i suoi sogni e ...


Frase correttissima per chi crede in un destino...o peggio in un Dio...

Slobbando

PS bastava mettere nostri se non ti piace propri...Poi al posto di secondo, avrei messo, seguendo i nostri sogni...ma impendimenti voluti, hanno ridimensionato le mie/nostre aspettative..aggiungo io...

Però non l'ho trovata..dov'è?

Regom
Inviato: 16/1/2015 14:40  Aggiornato: 16/1/2015 15:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/8/2006
Da:
Inviati: 358
 Re: I have a dream
Ok Calvero, ora capisco cosa intendevi nei tuoi interventi precedenti.
Ho linkato il manifesto solo per consentire (a chi fosse interessato) di verificare certe assonanze nella prospettiva in cui viene percepita la società industriale e tecnologica da te e da TJK.

Seriamente linkare il manifesto di unabomber (pubblicato all'epoca sui principali giornali americani se non ricordo male) crea qualche problema a LC?
non mi pare di aver fatto apologia di terrorismo, né di aver minimamente fatto riferimento ad atti di violenza o altro.
magari se tu leggessi cosa c'è scritto ti tranquillizzeresti un po'.
Detto questo, se Massimo dovesse ritenerlo opportuno o necessario, rimuoverò immediatamente il link (o lo toglierà lui), dato che non sono a casa mia

Sinceramente vivo bene anche se non ritiri le tue accuse nei miei confronti

Edit: e comunque hai svagato alla grande la mia osservazione riguardo alle droghe (uno degli strumenti più acuminati con cui nella società attuale si gestiscono i bisogni e le necessità delle masse).

Edit delle 15.17: questo manifesto risulta in vendita su ibs amazon e addirittura su libreria universitaria , quindi non credo di arrecare danno o nocumento a LC con quel link.

FrancescaR
Inviato: 16/1/2015 14:45  Aggiornato: 16/1/2015 14:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/10/2014
Da: Colonia usa
Inviati: 309
 Re: I have a dream
@davlak - esattamente: le società gilaniche, ovvero società anarchiche.


Vai più veloce, Janine, ad aprire la porta - e nascondi i patín -
La nostalgia del Mocambo.
Calvero
Inviato: 16/1/2015 14:49  Aggiornato: 16/1/2015 14:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
__________
________

Citazione:
Sinceramente vivo bene anche se non ritiri le tue accuse nei miei confronti


... la mia è una proposta onorevole, che non vuole sindacare sulle conseguenze.

Se riterrai a cuor tuo, accettare questa proposta, la rinnoverò senza risentimenti.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
baciccio
Inviato: 16/1/2015 14:50  Aggiornato: 16/1/2015 14:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: I have a dream
Citazione:
Citazione:
Voglio un mondo con soltanto DUE Leggi a vigere nel cuore di ognuno di noi: - sii onesto e fatti i cazzi tuoi ...

Ecco espressa in un guscio di noce, la filosofia della vita.

terralibera
Inviato: 16/1/2015 14:51  Aggiornato: 16/1/2015 14:51
So tutto
Iscritto: 9/8/2014
Da:
Inviati: 20
 Re: I have a dream
Ne aggiungo una anche io alla lista:

Voglio un mondo che ritrovi integralmente,strutturalmente e moralmente la sua UMANITÀ- liberiamoci da questa coltre di nebbia e di propaganda se vogliamo essere individui e non sudditi/cittadini in mano ad un Sistema che, nel corso dell'umana esistenza ha solo provocato rovina e morte occultando tutto quanto ciò che di buono ha da offrire l'esistenza...

Calvero
Inviato: 16/1/2015 14:52  Aggiornato: 16/1/2015 14:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Edit: e comunque hai svagato alla grande la mia osservazione riguardo alle droghe (uno degli strumenti più acuminati con cui nella società attuale si gestiscono i bisogni e le necessità delle masse).


Non ho svagato. Ho tenuto in sospeso volutamente l'argomento, non posso tenere in piedi una diatriba e allo stesso tempo una questione all'interno della medesima diatriba.

Quando una mia riflessione è postata in Homepage, tengo a giostrare gli equilibri in modo che possa rispondere a tutte le critiche senza sprecare malamente le energie.

Non mi scordo niente, raramente accade.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Pyter
Inviato: 16/1/2015 14:59  Aggiornato: 16/1/2015 14:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: I have a dream

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Calvero
Inviato: 16/1/2015 15:03  Aggiornato: 16/1/2015 15:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
____________
_______

@DJ:

Citazione:
Condiviso su Facebook.


Mi fa piacere - martelletto tuonante
_____________

Peonia:

Citazione:
bravo Fulvio


... chi è Fulvio?

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
captcha
Inviato: 16/1/2015 15:12  Aggiornato: 16/1/2015 15:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/3/2010
Da:
Inviati: 832
 Re: I have a dream
Voglio un mondo senza Calvero.

Citazione:
Calvero,
dovevi nascere tra gli indiani del nord america prima che cominciassero a sterminarli.

Sei o sette anni prima.

giusavvo
Inviato: 16/1/2015 15:16  Aggiornato: 16/1/2015 15:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/2/2011
Da:
Inviati: 449
 Re: I have a dream
Citazione:
Se cortesemente  - che ha una padronanza della lingua eccellente (ma anche) volesse fare una revisione al testo, ne sarei onorato


Caro CALVERO, intanto sono onorato io per le qualità che mi attribuisci.
Io, sotto qualsiasi profilo, non posso aggiungere assolutamente nulla a quanto tu hai già detto, diversamente, ne profanerei il contenuto.
Solo chi legge con le lenti del pregiudizio, offuscate dalla meschinità intellettuale, può trovarvi messaggi ambigui.
A me come a molti altri, il contenuto delle tue riflessioni è già chiaro così, chi ha dubbi li chiarisca con te.
È giusto così, solo tu puoi esserne l'autentico interprete.

"L'uomo è misura di tutte le cose"
(Protagora)
Redazione
Inviato: 16/1/2015 15:30  Aggiornato: 16/1/2015 15:33
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: I have a dream
CALVERO: "Invito Massimo a riflettere, visto che è responsabile di questa comunità, se non sia il caso prendere una posizione"

Rigore è quando arbitro fischia.

Regom non ti ha dato del terrorista, nè in modo diretto nè in modo trasversale. Ha solo paragonato due concetti simili, espressi da te e da qualcun altro.

Se io sottolineo che tu hai detto una cosa che ha detto anche Hitler, non ti sto dando necessariamente del nazista.

***

REGOM: Tu però evita i toni provocatori, che sono assolutamente fuori luogo.

***

TUTTI: vediamo di non rovinare uno splendido post con una discussione penosa. Passiamo oltre.

Grazie.

DjGiostra
Inviato: 16/1/2015 15:39  Aggiornato: 16/1/2015 15:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: I have a dream
OT:
Calvero:
Citazione:
martelletto tuonante

Almeno questa volta te la potevi risparmiare..

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
peonia
Inviato: 16/1/2015 15:40  Aggiornato: 16/1/2015 15:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: I have a dream
I'm sorry Calvè.....mi ricordavo male..... nella mia mente eri tu... ...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
peonia
Inviato: 16/1/2015 15:47  Aggiornato: 16/1/2015 15:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: I have a dream
EL FLACO, ti rispondo così...

AMORE

NEL FIORE DELLA VITA – Albert Einstein – La lettera per la figlia Lieserl

Quando proposi la teoria della relatività, pochissimi mi capirono,
e anche quello che rivelerò a te ora,
perché tu lo trasmetta all’umanità,
si scontrerà con l’incomprensione e i pregiudizi del mondo.
Comunque ti chiedo che tu lo custodisca per
tutto il tempo necessario, anni, decenni,
fino a quando la società sarà progredita abbastanza
per accettare quel che ti spiego qui di seguito.
Vi è una forza estremamente potente per la quale
la Scienza finora non ha trovato una spiegazione formale.
È una forza che comprende e gestisce tutte le altre, ed è anche dietro qualsiasi fenomeno che opera nell’universo e che non è stato ancora individuato da noi. Questa forza universale è l’Amore.
Quando gli scienziati erano alla ricerca di una teoria unificata
dell’universo, dimenticarono la più invisibile e potente delle forze.
L’amore è Luce, visto che illumina chi lo dà e chi lo riceve.
L’amore è Gravità, perché fa in modo che alcune persone si sentano attratte da altre.
L’amore è Potenza, perché moltiplica il meglio che è in noi, e permette che l’umanità
non si estingua nel suo cieco egoismo.
L’amore svela e rivela. Per amore si vive e si muore.
Questa forza spiega il tutto e dà un senso maiuscolo alla vita.
Questa è la variabile che abbiamo ignorato per troppo tempo,forse perché l’amore ci fa paura, visto che è l’unica energia dell’universo che l’uomo non ha imparato a manovrare a suo piacimento.
Per dare visibilità all’amore, ho fatto una semplice sostituzione nella mia più celebre equazione.
Se invece di E = mc2 accettiamo che l’energia per guarire il mondo può essere ottenuta attraverso l’amore moltiplicato per la velocità della luce al quadrato,
giungeremo alla conclusione che l’amore è la forza più potente che esista, perché non ha limiti.
Dopo il fallimento dell’umanità nell’uso e il controllo delle altre forze dell’universo,
che si sono rivolte contro di noi, è arrivato il momento di nutrirci di un altro tipo di energia.
Se vogliamo che la nostra specie sopravviva, se vogliamo trovare un significato alla vita, se vogliamo salvare il mondo e ogni essere senziente che lo abita, l’Amore è l’unica e l’ultima risposta.
Forse non siamo ancora pronti per fabbricare una bomba d’amore, un artefatto abbastanza potente da distruggere tutto l’odio, l’egoismo e l’avidità che affliggono il pianeta.
Tuttavia, ogni individuo porta in sé un piccolo ma potente generatore
d’amore la cui energia aspetta solo di essere rilasciata.
Quando impareremo a dare e ricevere questa energia universale, Lieserl cara,
vedremo come l’amore vince tutto, trascende tutto e può tutto, perché l’amore è la quintessenza della vita.
Sono profondamente dispiaciuto di non averti potuto esprimere ciò che contiene il mio cuore, che per tutta la mia vita ha battuto silenziosamente per te.
Forse è troppo tardi per chiedere scusa, ma siccome il tempo è relativo,
ho bisogno di dirti che ti amo e che grazie a te sono arrivato all’ultima risposta.
Tuo padre Albert Einstein

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Mrexani
Inviato: 16/1/2015 15:49  Aggiornato: 16/1/2015 15:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/6/2014
Da:
Inviati: 432
 Re: I have a dream
Davlak


Per ricreare società gilaniche, ammesso e non concesso che fossero veramente più pacifiche ed eque di quelle patriarcali, ci vorrebbero comunque donne di caratura diversa da quelle attualmente in concessione nell'attuale patriarcato...

Mi spiego, se le donne attuali hanno un origine comune alla società in cui vivono, cioè patriarcale.... non sono adatte a ri-costituire una società gilanica....anzi potrebbe essere a causa loro che il regime gerarchico e schiavista si è affermato.

D'altra parte le guerre tra uomini nascono sempre a causa di una donna....
Poi è noto che ''gli uomini sono tutti uguali'', quindi il problema è per forza di cose femminile.....

Comunque a parte l'ironia, se avessi voglia di approfondire l'argomento ''matriarcato/patriarcato'', visto che penso sia in tema, ti ascolterei con interesse.....

Regom
Inviato: 16/1/2015 15:55  Aggiornato: 16/1/2015 15:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/8/2006
Da:
Inviati: 358
 Re: I have a dream
Citazione:
REGOM: Tu però evita i toni provocatori, che sono assolutamente fuori luogo.


Massimo perdonami, però tu stesso hai precisato che non ho dato del terrorista a Calvero, ma ho solo paragonato concetti simili, senza sottintendere alcuna accusa.

La replica di Calvero al mio primo intervento è stata:



Citazione:
questo è il potere della mistificazione infatti. Come la tua. […] sei pregato vivamente di ripensare alla cattiveria e al veleno messo nella tua lingua, di cui sei evidentemente carico



Citazione:
La tua frustrazione nei miei confronti è almeno un segnale che rivela come il veleno riesca a muovere le azioni più subdole .


Citazione:
convivici tu col limite di cui parli, perché lo conosci benissimo; personalmente è un sentimento che non mi ha mai attraversato.


Sei proprio sicuro che sia stato io ad innescare toni provocatori del tutto fuori luogo in questa discussione?
Personalmente ho dei dubbi al riguardo, dato che i miei toni si sono alzati solo come reazione ad una serie di considerazioni sulla mia persona e sulle mie recondite intenzioni.
Detto questo non voglio rendere penosa questa discussione e mi taccio.
alla prossima

Redazione
Inviato: 16/1/2015 16:02  Aggiornato: 16/1/2015 16:02
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: I have a dream
REGOM: "Detto questo non voglio rendere penosa questa discussione e mi taccio."

Grazie.

Calvero
Inviato: 16/1/2015 16:11  Aggiornato: 16/1/2015 16:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Almeno questa volta te la potevi risparmiare..


hai ragione a essere prevenuto, ma era in tono amichevole, per esorcizzare le tue faccine ... altrimenti non avrei scritto che mi faceva piacere

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 16/1/2015 16:20  Aggiornato: 16/1/2015 16:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Personalmente ho dei dubbi al riguardo, dato che i miei toni si sono alzati solo come reazione ad una serie di considerazioni sulla mia persona e sulle mie recondite intenzioni.
Detto questo non voglio rendere penosa questa discussione e mi taccio.
alla prossima


Oltre al ritiro dell'invettiva, come ti ho scritto, t'invito a considerare la mia come un'amplificazione stupida della questione ...

... se vuoi accettare questa formula di scuse per la mia reazione, mi fa piacere, e non lo dico per quieto vivere, ma perché credo in quello che ti ho appena detto, altrimenti non saprei che altro dirti

Rispettosamente Giulio


Così ne approfitto anche per Peonia e la smette di battezzarmi con altri nomi

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
rafterry
Inviato: 16/1/2015 16:28  Aggiornato: 16/1/2015 16:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/11/2009
Da:
Inviati: 199
 Re: I have a dream
Grande Calvero!

Quoto tutto, ma ti propongo il mio punto di vista su qualche punto:

Voglio un mondo senza giornalisti. Il fatto stesso che tu esprima il tuo pensiero in base a quello che vedi e che provi fa di te un giornalista.. :) conosco qualche giornalista e credo che con lo spirito giusto, possa essere una di quelle professioni che portino evoluzione, non involuzioni.. forse volevi dire "reporter"?

Voglio un mondo senza industrie e catene di montaggio: inteso come schiavitù del vivi-consuma-crepa sono d'accordo con te. Per avere tempo da dedicare al tempo libero avremo comunque bisogno di qualcuno che produca beni di consumo. Anche nel Nuovo Mondo avremo bisogno di magliette, scarpe, giacche o comunque beni che deperiscano in un paio di anni. Che ne pensi di creare industrie totalmente automatizzate con catene di montaggio robotizzate che producano esattamente (magari poco di più) quello di cui abbiamo bisogno ma soprattutto con qualità 10 o più volte superiore a quella attuale?

Voglio un mondo dove i bambini decidano loro cosa fare la mattina quando i loro occhietti si aprono: osservando la Natura ho dedotto che le forme nuove forme di vita, negli istanti iniziali della loro vita imparano e successivamente emulano i simili della propria specie o di chi li ha cresciuti. Io voglio un mondo dove i bambini non debbano avere paura. ;)

Voglio un mondo dove i nonni siano i capi tribù. Quoto e rilancio. Anche nel nuovo mondo ci vorrà un supervisore che dall'alto tenga d'occhio spiritualità, educazione, sanità, produzione, ricerca, etc. che ne pensi di mettere un nonno anche come supervisore mondiale.. magari accompagnato da un consiglio di altri 12..

Tutto il resto lo condivido e lo approvo, tranne il fatto di usare il "farsi i cazzi propri" come legge morale. Accettabile solo con la piena e totale presa di coscienza che siamo Uno. Fino ad allora faremo meglio a abbracciarci di più e a farci le coccole, anziché la guerra.

Calvero
Inviato: 16/1/2015 16:33  Aggiornato: 16/1/2015 16:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Voglio un mondo senza droghe: - non serve a niente vestire le droghe di un'ideale, siamo nudi di fronte la vita e c'illudiamo di poter vestire chi ce la fa sembrare un po' meglio o semplicemente più colorata.


La chiave di lettura è quando asserisci che:

- non serve a niente vestire le droghe di un ideale.

Un po come Dio.

Per quel che mi riguarda - il mangiare stesso diviene droga; gente che si alza di notte e apre il frigorifero per riempire lacune emozionali e non lo stomaco. Se qualcuno obietta che quello serve per il sostentamento ...

... io replico che anche la droga serve per la conoscenza.

In merito, c'è un mondo a noi sconosciuto oltraggiato e mistificato dalla propaganda.

Un mondo che certo non riguarda quel "drogato" seduto per terra, in un tunnel buio della metropolitana, con la siringa penzolante nel braccio e la bava che scivola dalla bocca così come gli è scivolata via la vita.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
barore1
Inviato: 16/1/2015 16:50  Aggiornato: 16/1/2015 16:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/12/2011
Da: NURAGHE MANNU
Inviati: 39
 Re: I have a dream
COMPLIMENTI BELLISSIMO.

verrà un giorno che uccidere un animale per cibarsene sarà condannato come uccidere un umano.
Calvero
Inviato: 16/1/2015 17:00  Aggiornato: 16/1/2015 17:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Voglio un mondo senza giornalisti. Il fatto stesso che tu esprima il tuo pensiero in base a quello che vedi e che provi fa di te un giornalista.. :) conosco qualche giornalista e credo che con lo spirito giusto, possa essere una di quelle professioni che portino evoluzione, non involuzioni.. forse volevi dire "reporter"?


Fa di me un osservatore libero. Non confondere

Massimo ---> è un giornalista, ma non è figlio del giornalismo. Il giornalismo è una casta. Non può essere altrimenti; non si può essere tanto presuntuosi e ingenui insieme, da illudersi che in una società medievale come la nostra, piramidale e accentratrice, con una nuova Nobiltà intoccabile, un cuscino messo a mediare tra il Popolo e il potere - possa garantire un'informazione che non sia a prescindere propaganda.

Ribadisco, i miei concetti sono "stelle polari", tesi non a distruggere - ma a sensibilizzare.

Nessuno dovrebbe potersi arrogare un diritto all'indagine e una ufficialità NELLE notizie.

Quello che sfugge, non è il problema se le versioni ufficiali siano o meno veritiere; il problema è l'esistenza di un'ufficialità all'interno del paradigma piramidale.

Una società medievale non è data dal grado di progresso e comfort che il sistema può garantirgli, ma dai meccanismi concettuali che delimitano e configurano il Potere al netto degli eufemismi

Al resto - ti dico e rispondo dopo, ora devo scappare.

________

Noto con piacere che ho fatto uscire dalla sua tana Captcha

_______

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Protagoras
Inviato: 16/1/2015 17:10  Aggiornato: 16/1/2015 20:51
So tutto
Iscritto: 29/11/2005
Da:
Inviati: 22
 Re: I have a dream
il discorso di Calvero a me, invece, fa venire in mente i lavori di Ivan Illich, filosofo (cattolico) austriaco che nelle sue opere parla di 3 "monopoli radicali", così li chiama lui, che limitano la nostra libertà e la democrazia: l'istruzione, i trasporti (che Calvero include nella sua dream-list) e la sanità. Quindi, per restare a Illich, si potrebe aggiungere "un mondo dove sono libero di curarmi (o non curarmi) come voglio".
parlando invece "con parole mie", già qualcuno sopra nella discussione ha evidenziato qualche dubbio sul "farsi i cazzi suoi" (che oltre a poter sembrare un avvertimento mafioseggiante può anche essere un inno al disinteresse, e a me sono sempre piaciute le persone curiose e che fanno domande), ma capisco (o credo di capire) cosa intendi.
ho qualche perplessità sull'essere "onesti".
che significa? chi è onesto? chi segue la legge? e se la legge è iniqua? e se sono costretto a infrangerla per un valore che per me è maggiore? faccio un esempio stupido, rubo una busta di latte se no mia figlia di un anno muore.
ovviamente, in un mondo senza altre leggi, essere onesti significa obbedire a un qualche codice morale, ma è proprio qua, alla fine, che nascono i problemi.
che succede quando due codici, legittimi, sono in contrapposizione? o quando abbiamo 6 miliardi di codici morali? un esempio può essere l'aborto. chi è il disonesto? chi abortisce o chi impedisce di farlo?

edit: IllYch slavo non si poteva proprio leggere

Giano
Inviato: 16/1/2015 17:15  Aggiornato: 16/1/2015 17:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: I have a dream
Un po' anarchico, un po' poeta, un po' pellerossa (martelletto tonante! ), mi è piaciuto e ho una domandina:
sei stato in dubbio durante la stesura se adoperare "voglio" o "vorrei"?

Non ti voglio psicanalizzare, è solo una curiosità.

Ad maiora.

terralibera
Inviato: 16/1/2015 17:18  Aggiornato: 16/1/2015 17:18
So tutto
Iscritto: 9/8/2014
Da:
Inviati: 20
 Re: I have a dream
Anche se mi aggrego agli altri e condivido, seppur con qualche riserva, l'intervento di Calvero, mi preme esprimere angosciosamente un osservazione:

l'italiano medio ignorante e suddito, meriterebbe di vivere e prosperare nella società sia pur utopica di Calvero?Credo sia molto utile disquisire sul questo Tema prima di arrivare a qualsialsi conclusione...


...a voi la risposta...

AlfioRB
Inviato: 16/1/2015 17:18  Aggiornato: 16/1/2015 17:18
So tutto
Iscritto: 13/1/2015
Da:
Inviati: 1
 Re: I have a dream
Belle parole... ma il mio pessimismo mi porta a dire che sarà sempre così...voglio voglio vorrei vorrei. invece non avremo mai niente.
Apprezzo i sognatori ma io ormai è da un po che mi son messo il cuore in pace.

Slobbysta
Inviato: 16/1/2015 17:33  Aggiornato: 16/1/2015 17:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: I have a dream
Citazione:
Voglio un mondo senza droghe: - non serve a niente vestire le droghe di un'ideale, siamo nudi di fronte la vita e c'illudiamo di poter vestire chi ce la fa sembrare un po' meglio o semplicemente più colorata.


Già parlar di droghe...non significa nulla...e anche specificando quali...per ciascuna c'è una peculiarità, una posologia, ed un indirizzo...poi non capisco..se uno vuole sperimentare...lo faccia, senza nuocere al prossimo, naturalmente..se uno non vuole farlo è libero...perchè privare la scelta...

Citazione:
Un mondo che certo non riguarda quel "drogato" seduto per terra, in un tunnel buio della metropolitana, con la siringa penzolante nel braccio e la bava che scivola dalla bocca così come gli è scivolata via la vita.


Mi fai ricordare certe case per anziani...almeno ci fosse un tunnel buio in una metropolitana, sarebbero meno soli...una vergogna..

Slobbysta

Boeing119
Inviato: 16/1/2015 17:35  Aggiornato: 16/1/2015 17:35
So tutto
Iscritto: 24/6/2014
Da: Varese
Inviati: 9
 Re: I have a dream
Bellissime parole Calvero
Io invece vorrei un mondo dove sono gli adulti che imparano dalla genuinità dei bambini, e non un mondo dove sono i bambini che imparano dai comportamenti spesso negativi degli adulti.

invisibile
Inviato: 16/1/2015 17:37  Aggiornato: 16/1/2015 17:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: I have a dream
Protagoras

Citazione:
che significa? chi è onesto?


Onestà è accettazione della realtà.


L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
fefochip
Inviato: 16/1/2015 17:40  Aggiornato: 16/1/2015 17:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I have a dream
Citazione:
Noto con piacere che ho fatto uscire dalla sua tana Captcha

si ma è sottotono, tanto da riciclarsi battute di altri

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Nomit
Inviato: 16/1/2015 17:43  Aggiornato: 16/1/2015 17:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/1/2011
Da:
Inviati: 1549
 Re: I have a dream
Citazione:
Voglio un mondo dove i bambini decidano loro cosa fare la mattina quando i loro occhietti si aprono: - non serve a niente piegarli in un banco e in fila come burattini, siamo nati per esprimerci - non per essere impressi
soprattutto non serve a niente spendere le proprie giornate per studiare cose come la poetica del fanciullino

peonia
Inviato: 16/1/2015 17:45  Aggiornato: 16/1/2015 17:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: I have a dream
grazie della correzione Fulvio!!! ora non me lo dimenticherò!!!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
fefochip
Inviato: 16/1/2015 17:48  Aggiornato: 16/1/2015 17:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I have a dream
@ calvero
Citazione:
Allo stesso modo trovo delle somiglianze tra altre cose che hai scritto e il manifesto di unabomber (e proprio per evitare tue reazione scomposte avevo specificato fin dal mio primo intervento che sostanzialmente concordo su ciò che hai scritto) e anche in questo caso non ti ho detto che sei un eversore terrorista che spediva le bombe.


domanda :
ma tu lo hai letto il manifesto di unabomber?
se si, lo hai capito ?
perche in realtà i tuoi messaggi qui in qualche modo aderiscono con il pensiero espresso nel suo manifesto.

chi giudica il manifesto di unabomber una pezzo di carta da culo tout court solo perche proviene da un terrorista non ha capito un beato cazzo.

purtroppo( e sottolineo purtroppo) diverse delle idee espresse in quel documento sono delle analisi sensate e addirittura condivisibili.
è il mezzo che ha usato per dargli risalto che è esecrebaile e non condivisibile, ma anche la spiegazione della scelta del mezzo lascia comunque almeno un po interdetti se si ha un po di spirito di autocritica.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Salva81
Inviato: 16/1/2015 18:02  Aggiornato: 16/1/2015 18:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/9/2011
Da: Torino
Inviati: 344
 Re: I have a dream
Citazione:

l'italiano medio ignorante e suddito, meriterebbe di vivere e prosperare nella società sia pur utopica di Calvero?Credo sia molto utile disquisire sul questo Tema prima di arrivare a qualsialsi conclusione...



"l'italiano medio" di cui parli non sarebbe tale in quel caso, poiché è tale in quanto frutto di QUESTA società, di QUESTO mondo.

E' il prodotto più riuscito e plasmato dal mondo in cui vivi, antitesi di quello sognato da Calvero.

terralibera
Inviato: 16/1/2015 18:13  Aggiornato: 16/1/2015 18:13
So tutto
Iscritto: 9/8/2014
Da:
Inviati: 20
 Re: I have a dream
Forse mi sono posto male io ma, riformulo la domanda così da poterla rendere più fruibile...

... Immaginando/fingendo di poter creare tale realtá-in linea teorica- l'attuale essere umano ha raggiunto un livello di coscienza e di merito per viverci? È questo che tu auguri alla nostra specie allo stato attuale delle cose?

Salva81
Inviato: 16/1/2015 18:22  Aggiornato: 16/1/2015 18:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/9/2011
Da: Torino
Inviati: 344
 Re: I have a dream
Citazione:

Immaginando/fingendo di poter creare tale realtá-in linea teorica- l'attuale essere umano ha raggiunto un livello di coscienza e di merito per viverci? È questo che tu auguri alla nostra specie allo stato attuale delle cose?


Parlo per me:
certo che si.
Quanto "sognato" da Calvero è il prossimo step evolutivo.
Quindi attualmente l'umanità non ha raggiunto coscienza di ciò quando diverrà cosciente meriterà di viverci.
Tale realtà non è "creabile" la realtà in quanto tale "è".

E la nostra, l'attuale, non è quella sognata da Calvero.

Facendo un passo indietro, nessuno merita "il peggio"
"l'uomo medio" da te citato non è tale per sua volontà, ma perché il sistema lo ha privato
dei mezzi e delle armi per elevarsi e prendere coscienza, è un individuo che si è arreso al sistema, che ha perso la guerra e la sua passività è la forza principale del sistema.

Non è però onesto (nei termini espressi da Calvero) ritenere che costoro non "meritino" poiché nessun individuo lotta contro se stesso consapevolmente...

...neanche se fossero cintura nera terzo dan di bispensiero.

Slobbysta
Inviato: 16/1/2015 18:29  Aggiornato: 16/1/2015 18:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: I have a dream
Citazione:
poiché nessun individuo lotta contro se stesso consapevolmente


Dici?

Mah...

Slobbando

Salva81
Inviato: 16/1/2015 18:34  Aggiornato: 16/1/2015 18:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/9/2011
Da: Torino
Inviati: 344
 Re: I have a dream
Citazione:

Dici?

Mah...


Certo che si, ma la volontà di farlo sarebbe figlia di situazioni innescate dal sistema, quindi esterne ad un interesse diversamente "inviolato".

Sorry Slob, ho editato successivamente con la battuta sul bispensiero.

maxbn
Inviato: 16/1/2015 19:01  Aggiornato: 16/1/2015 19:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/7/2004
Da:
Inviati: 33
 Re: I have a dream
off-topic ma non troppo.
Per chi nutriva fiducia (ancora) nel papa nero
http://vaticaninsider.lastampa.it/vaticano/dettaglio-articolo/articolo/francesco-filippine-38597/

DjGiostra
Inviato: 16/1/2015 19:08  Aggiornato: 16/1/2015 19:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: I have a dream
Calvero:
Citazione:
hai ragione a essere prevenuto, ma era in tono amichevole, per esorcizzare le tue faccine ... altrimenti non avrei scritto che mi faceva piacere

Vabbene...

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Jurij
Inviato: 16/1/2015 19:11  Aggiornato: 16/1/2015 19:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: I have a dream
"Voglio un mondo senza prigioni: - non serve a niente punire nella vendetta, il passato non torna e il futuro inquadrato dagli altri - non spaventa nessuno."

Le prigioni servono per difendere chi sta fuori ..... ci sarebbe un'altra soluzione, ma personalmente sono per l'automantenimento tramite lavori forzati del prigioniero, a costo zero.... non me la sento nel dubbio di prendere decisioni su una vita.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 16/1/2015 19:14  Aggiornato: 16/1/2015 19:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: I have a dream
"Voglio un mondo dove i nonni siano i capi tribù: - non serve a niente proteggerli dalla vecchiaia, sono loro che vogliono proteggerci e li abbiamo degradati alla nostalgia."

Con la vecchiaia e la saggezza, si portano dietro anche una non elasticità mentale ... forse meglio un consiglio misto.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 16/1/2015 19:16  Aggiornato: 16/1/2015 19:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: I have a dream
"Voglio un mondo senza religioni:...."

Ehh qui si sfonda una porta che non dovrebbe nemmeno esistere purtroppo .... spero che non rimanga un sogno.


"sii onesto e fatti i cazzi tuoi ...."

Mi sembra una buona cosa.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
P.K.89
Inviato: 16/1/2015 19:16  Aggiornato: 16/1/2015 19:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/7/2013
Da:
Inviati: 601
 Re: I have a dream
Citazione:
"l'uomo medio" da te citato non è tale per sua volontà, ma perché il sistema lo ha privato


Possibile, ma tendenzialmente un alibi.

Legittima una prima fase di "ingenuita", la beata ignoranza, inevitabile che "l'ignorante" venga sopraffatto dal sapiente, il saggio (il maturo) non ha un sapiente che possa ingannarlo, perchè il saggio è colui che sa, colui che sceglie la sua strada.

Notavo mentre scrivevo che probabilmente la definizione di homo sapiens è quantomai appropriata in questa fase storica dell'uomo.

Jurij
Inviato: 16/1/2015 19:25  Aggiornato: 16/1/2015 19:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: I have a dream
"Voglio un mondo dove i bambini decidano loro cosa fare la mattina quando i loro occhietti si aprono: - non serve a niente piegarli in un banco e in fila come burattini, siamo nati per esprimerci - non per essere impressi."

È vero.
Quando avevo 5 anni non sono stato mandato all'asilo per circostanze riguardanti un trasferimento di paese, altrimenti sarei finito anch'io li .... è stata la fortuna della mia vita.
A 5 anni ero in giro come uomo libero ed è stato il momento migliore della mia vita.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 16/1/2015 19:31  Aggiornato: 16/1/2015 19:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: I have a dream
Ne dico uno mio di sogno " voglio un mondo senza ipocrisia"

Quando escono le parole dalla bocca corrispondono all'espressione facciale e sopratutto ai fatti.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
zeppelin
Inviato: 16/1/2015 19:38  Aggiornato: 16/1/2015 19:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/9/2013
Da: L'Ape Raria
Inviati: 690
 Re: I have a dream
Citazione:
l'italiano medio ignorante e suddito, meriterebbe di vivere e prosperare nella società sia pur utopica di Calvero?Credo sia molto utile disquisire sul questo Tema prima di arrivare a qualsialsi conclusione...


Se la maggior parte dei punti in elenco fossero applicati si avrebbe un ritorno alla società tribale tradizionale (cosa che personalmente io sottoscriverei immediatamente); il mondo ha vissuto (magari non sempre prosperato) in una società di questo tipo per -azzardo- centinaia di migliaia di anni; se ci si nasce e si incomincia subito con l'essere onesti e farsi i cazzi propri ci sono buone probabilità di godere di lunga vita prospera.

La maggior parte di questi punti si applicherebbe anche alle civiltà contadine sopraqvvissute fino all'alba del XX secolo...

Con alleati come Obama, non hai bisogno di nemici.
JohnTitor
Inviato: 16/1/2015 19:53  Aggiornato: 16/1/2015 19:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 Re: I have a dream
Non ci sarà un mondo senza autostrade finchè ci sono i petrolieri.

Calvero
Inviato: 16/1/2015 19:58  Aggiornato: 16/1/2015 20:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
___________
______

Dò delle risposte con una certa priorità, un po' come al Pronto-soccorso che non si entra in ordine di arrivo ma di gravità

Poi man mano cercherò di essere all'altezza delle altre considerazioni che non sono meno importanti delle mie.

Magari avrò toni asciutti per andare più spedito, ma non la si prenda come una snobberia. Senza contare che è giusto immaginarsi che a ogni mia osservazione, leggiate un "secondo me" ... e che non posso mettere a ogni passaggio. Sia dato per scontato.

Citazione:
Belle parole... ma il mio pessimismo mi porta a dire che sarà sempre così...voglio voglio vorrei vorrei. invece non avremo mai niente.
Apprezzo i sognatori ma io ormai è da un po che mi son messo il cuore in pace.


Se le parole sono belle e tali - sinceramente le si considera, allora è sbagliato quel che le circonda ...e non sono le parole a dover adattarsi.

Ma questa sopra, se non ben "srotolata", potrebbe apparire come una frase ad effetto, ma non lo è - affatto. Ma anche come una formula retorica. Ma non lo è, affatto. L'inganno è vicino, molto vicino, ed è sempre la prospettiva a ingannarci ...

... il punto è che vi è una formula rovescia, che rivela se ben attenti - come il reale sognatore è colui che si adatta e che qualsiasi cosa lui faccia per la sua sopravvivenza senza vivificare il bello, andrà ad alimentare un'illusione, un paradigma.

Non finisce qui.

Io non sono un sognatore, né un idealista - se qualcuno mi segue o mi conosce un po', sa quanto sia spietato per le faccende del mondo e che ho ribadito [posso dirlo letteralmente] centinaia di volte - che noi "siamo già morti" e che il lavoro messo in moto dal Sistema, non calcola le nostre generazioni; come dire ... beh ..

... c'è una metafora/storiella:

- essa mette in luce come solo quando il seme muore e dove deve morire e come morire, che da lì nascerà la pianta.

L'esperienza che maturiamo nella sofferenza di un mondo illusorio, può far guadagnare alle generazioni successive - filosofie d'azione e di pensiero in anticipo alla loro vecchiaia.

Contrariamente, invece, il LOOP sarà garantito inamovibile e saremo responsabili di un'omologazione mostruosamente degradante, sino all'implosione.

Noi dobbiamo morire come semi e non come coglioni.

Questa è la scelta che ci spetta.

Ora vorrei ancora continuare questo discorso e ne avrei da dire, ma non posso proprio cadere in una prolissità il cui confine - per evitare di passarlo, in un Topic come questo, è veramente labile.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
DjGiostra
Inviato: 16/1/2015 20:11  Aggiornato: 16/1/2015 20:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: I have a dream
Voglio un mondo senza dio.
Ops.. Ma forse lo e' gia'.

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Calvero
Inviato: 16/1/2015 20:13  Aggiornato: 16/1/2015 20:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
sei stato in dubbio durante la stesura se adoperare "voglio" o "vorrei"?


Edit h 20,15

No. Nessun dubbio, ma senza caparbietà alcuna.

Quando ho iniziato a rispondere non sono neanche intervenuto per scrivere quello che ho scritto.

Stavo rispondendo, poiché rimasto sensibilizzato dall'entusiasmo che accalappia i più in merito alla scelta di un Presidente che - come ha fatto notare intelligentemente un collega - potrebbe anche essere un sasso, tanto sarà l'ennesima distrazione di massa ...

... allora ecco che mi è balzata subito l'evidenza del maggiore responsabile che alimenta quest'illusione - nel giornalismo; e che il "non serve a niente", seguito da una semplice spiegazione che coglie gli ossimori del vivere comune, ha fatto seguire in automatico ogni ossimoro esistenziale che noi scambiamo per dovuta esigenza...

Il "voglio" è dettato dalla volontà, che non può conoscere il condizionale.

Una cosa - la vuoi o non la vuoi. Tutto qui

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 16/1/2015 20:45  Aggiornato: 16/1/2015 20:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Immaginando/fingendo di poter creare tale realtá-in linea teorica- l'attuale essere umano ha raggiunto un livello di coscienza e di merito per viverci? È questo che tu auguri alla nostra specie allo stato attuale delle cose?


Allo stato attuale delle cose, mi auguro solamente di lasciare traccia per coloro a venire, di quale ipocrisia stiamo abbracciando con cattiva coscienza.

Vai tranquillo che la Vita non perdona né gratifica in nome di una giustizia che ha sede in princìpi sganciati dalla realtà; da essa [dalla Vita] non potrà giungere nulla che non si meriti.

Il problema è prenderne coscienza. Noi, come dice sapientemente qualcuno, siamo come davanti uno specchio e invitati a pettinare l'immagine riflessa, invece che noi stessi.

Quando ho compreso che ero un obiettore di coscienza, il giorno prima per quello dopo ho concluso la mia carriera. Ho fatto lo Statale ma poi volevo capire cosa significasse fare l'operaio e ho fatto l'operaio, poi volevo capire cosa fosse la politica e ho fatto parte di Movimenti culturali e politici e ho capito che la coscienza ci chiede solo una cosa, poi ho fatto l'autotrasportatore, il corriere espresso, le vendemmie, il magazziniere ma soprattutto - il coglione ...

... e ho capito che a ogni raggiunta stabilità, l'unica cosa certa è che il male di una cattiva coscienza risiede nel non avere le palle di fare il salto nel buio ...

... questa civiltà è seduta, impigrita, falsa, ferma e viziata, non per niente gente come Messora si è messo a pontificare sui valori delle nostre immense tradizioni da tutelarsi, non accorgendosi che tutto quel che abbiamo di bello non è figlio di un Sistema come il nostro

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
M&P
Inviato: 16/1/2015 20:47  Aggiornato: 16/1/2015 20:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/5/2014
Da:
Inviati: 49
 Re: I have a dream
Voglio un mondo senza uomini, gli uomini sono il cancro di questo pianeta.

TheNecrons
Inviato: 16/1/2015 20:49  Aggiornato: 16/1/2015 20:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/10/2012
Da:
Inviati: 409
 Re: I have a dream
Scusate ma cosa s'intende esattamente con "fatti cazzi tuoi"? Quand'è la distinzione tra essere "inerti e passivi d'avanti ai problemi degli altri" e tra farsi i cazzi propri?

Redazione
Inviato: 16/1/2015 20:57  Aggiornato: 16/1/2015 20:57
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: I have a dream
Citazione:
che significa? chi è onesto?
Onesto è colui che è disposto ad adeguare le proprie idee ai fatti. Disonesto è colui che cerca di adeguare i fatti alle proprie idee. (Antico proverbio arabo)

giusavvo
Inviato: 16/1/2015 20:59  Aggiornato: 16/1/2015 20:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/2/2011
Da:
Inviati: 449
 Re: I have a dream
protagoras

Cos'è l'onestà?

Con tutto il rispetto per CALVERO, non credo che la risposta lui sia in grado di fornigliela.
L'onestà,  la giustizia, la saggezza sono tutti concetti per i quali, da secoli, i migliori pensatori della storia dell'umanità si sono interrogati da sempre, senza mai giungere ad una conclusione esaustiva o, se preferisce, ad una definizione universale.
Nell'"apologia di Socrate", Platone narra che il nostro, sullo specifico punto, interrogo' tutti i notabili di Atene, senza riuscire ad ottenerne una risposta che fosse satisfattiva di tutti gli interrogativi che essa pone. Tant'è che il buon Socrate concluse che saggio (sapiente per Socrate si identificava con saggio) è colui che sa di non sapere.
Concetto che io identifico con l'umiltà latamente intesa. Ossia come requisito che dovrebbe informare tutti gli aspetti della vita di un uomo. 
Altri illustri pensatori poi ci provarono e formularono al riguardo varie teorie.
Anzi più che teorie, criteri guida per raggiungerla questa tanto agognata (a parole) saggezza.
A mio avviso, l'unico che un buon criterio guida l'ha fornito è stato Kant con il suo famoso "imperativo categorico".
Che io riassumo così: vivi e fa si che ogni tua azione sia come se fosse imposta da una legge universale. Una legge quindi,  avente una forza precettiva anche per te ed i tuoi figli.
Come corollario di questo principio, ne deriva che ogni azione verso il proprio simile dovrebbe sempre tenere conto che l'altruita' deve essere considerata come fine e non come mezzo.
Questi principi, a mio parere, già potrebbero costituire un buon criterio guida per raggiungere un grado di accetabile onestà.

"L'uomo è misura di tutte le cose"
(Protagora)
giusavvo
Inviato: 16/1/2015 21:04  Aggiornato: 16/1/2015 21:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 7/2/2011
Da:
Inviati: 449
 Re: I have a dream
Citazione:
Onesto è colui che è disposto ad adeguare le proprie idee ai fatti. Disonesto è colui che cerca di adeguare i fatti alle proprie idee. (Antico proverbio arabo)


Questa io la chiamo onestà intellettuale che una certa assonanza con l'umiltà ce l'ha, dal momento che mette in un piano deteriore la vanità.

"L'uomo è misura di tutte le cose"
(Protagora)
Calvero
Inviato: 16/1/2015 21:05  Aggiornato: 16/1/2015 21:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Voglio un mondo senza industrie e catene di montaggio: inteso come schiavitù del vivi-consuma-crepa sono d'accordo con te. Per avere tempo da dedicare al tempo libero avremo comunque bisogno di qualcuno che produca beni di consumo. Anche nel Nuovo Mondo avremo bisogno di magliette, scarpe, giacche o comunque beni che deperiscano in un paio di anni. Che ne pensi di creare industrie totalmente automatizzate con catene di montaggio robotizzate che producano esattamente (magari poco di più) quello di cui abbiamo bisogno ma soprattutto con qualità 10 o più volte superiore a quella attuale?



La decrescita o s'impara a considerarla realmente o due saranno le strade da percorrersi.

1) portare alla miseria più nera buona parte del genere umano e concentrare le risorse;

2) implodere.

Questo era già risaputo dalla Rivoluzione Francese ... c'è stato un momento che il mondo stava per seguire la sua strada e come durante il fascismo, ad allearsi con i progetti Illuministici e garantire l'involata al mondo storto che abbiamo sotto il naso - fu la Chiesa;

La Chiesa permise l'involata ai fascisti per la seconda guerra mondiale e sempre la Chiesa permise l'Involata ai progetti illuministi, con annesso crescendo industriale e depauperamento delle consapevolezze e della conoscenza nella collettività "europea" tutta, ostracizzando la civiltà rurale che stava nascendo.

Che ora, per inciso, non sarebbe quella civiltà che ricordano i nostri nonni, bensì si sarebbe evoluta e diventata tecnologica a misura di uomo e non d'industria. Probabilmente con annessa evoluzione di Polis città/Stato ...

... se si pensa che a questo punto - era previsto noi si arrivasse (e già pre-ordinato dal 1789), dovrebbe farci capire che il Volano caricatosi nei secoli tra i giochi sullo scacchiere, porterà a ciò che si vuole ottenere.


Citazione:
tutto il resto lo condivido e lo approvo, tranne il fatto di usare il "farsi i cazzi propri" come legge morale


.. quel che ho voluto intendere non è scindibile, "fatti i cazzi tuoi" insieme al "Sii onesto", crea quell'equilibrio che tu hai paura si possa perdere

Un'altra cosa. Il fatto che ho detto "fatti i cazzi tuoi" e non di "farsi i propri" ha una precisa valenza, poiché desideravo si recepisse come se tu te lo sentissi dire meritatamente da qualcuno. Prova a entrare in quest'ottica e coglierai il senso.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 16/1/2015 21:20  Aggiornato: 16/1/2015 21:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
'onestà, la giustizia, la saggezza sono tutti concetti per i quali, da secoli, i migliori pensatori della storia dell'umanità si sono interrogati da sempre, senza mai giungere ad una conclusione esaustiva o, se preferisce, ad una definizione universale.


Esattamente, ma credo che la risposta sia in mezzo tra quel che fai seguire Tu e quello che dice Massimo.

Quando ho scritto "Sii onesto" mi sono riferito alla più alta forma di coerenza (tenendo conto certo della nostra fallibilità) e che un uomo può perseguire; questo a dire che quando si è in connessione con le proprie idee e in maniera insindacabile si rende loro rispetto, automaticamente non possono crearsi percorsi che annodano i'esistenza nei giochi di fumo e specchi che noi stessi creiamo ...

... in realtà sono proprio quelli che verrebbero definiti "princìpi universali" a creare un conflitto interiore e a giustificare anche i peggiori crimini. Il problema, al solito, è la devozione dogmatica a una sovrastruttura e si è perso, invece, il senso di cosa è collaborazione e responsabilità.

Il primo nemico dell'onestà, paradossalmente ---> è l'autorità, ma non l'autorevolezza.

Un altro appunto. Da tenersi conto che quando dico "rispetto insindacabile" non significa che non si possa cambiare idea, ma che si metta a nudo la nostra posizione in nome, appunto, dell'onestà intellettuale che ...

... se aggiunto a "fatti i cazzi tuoi" ecco allora che con NEL CUORE simili sentimenti, automaticamente sei in equilibrio con le tragedie e le gioie del tuo prossimo.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Slobbysta
Inviato: 16/1/2015 21:41  Aggiornato: 16/1/2015 21:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: I have a dream
Citazione:
Certo che si, ma la volontà di farlo sarebbe figlia di situazioni innescate dal sistema, quindi esterne ad un interesse diversamente "inviolato".




Ho dovuto leggerla due volte...e la prima cosa che si nota è che coinvolgi il sistema... un abbondante marciume, come darti torto...

...ma un certo autolesionismo consapevole esiste, abusar dell'alcol è evitabile, alzar la voce quando gli occhi della moglie marcano la resa, picchiar un figlio per una giornata storta...beh è vero che la società ti stressa, ma certi atti masochistici son determinati dalle qualità del soggetto, non da quanto potrebbe esser condizionato dal un sistema in parte responsabile...poi violare o ricercare è natura umana...come quella di aver creato il sistema stesso...

Slobbysta

Protagoras
Inviato: 16/1/2015 21:42  Aggiornato: 16/1/2015 21:49
So tutto
Iscritto: 29/11/2005
Da:
Inviati: 22
 Re: I have a dream
Giusavvo,
mi perdonerai se ti do del tu, anzi, ti invito a fare lo stesso.
d'altronde, vista la tua firma e il mio nick...
io volevo solo sapere cosa Calvero intendesse con "onestà", visto che è un concetto, per l'appunto, mutevole, sia sincronicamente che diacronicamente (oggi fatichiamo e definire "onesto" chi possedeva schiavi, domani magari faremo lo stesso con chi oggi mangia carne o possiede un'automobile).
e lo chiedo perchè è una parola che mi fa paura, appunto perchè richiama a principi alti, e sull'altare dei principi è stato versato tanto sangue.
voglio dire: se Calvero avesse scritto "non fottere deliberatamente nessuno e non rompere le palle al prossimo" avrei sottoscritto più facilmente (e Calvero mi perdonerà per la trivialità).
se no, occorre codificarla, quest'onestà.
e rientriamo nel loop delle leggi, della società, del controllo e di tutto quello di cui si parla quando si parla di democrazia/anarchia/autogoverno/responsabilità personale e via discorrendo...

Calvero
Inviato: 16/1/2015 21:43  Aggiornato: 16/1/2015 21:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Con la vecchiaia e la saggezza, si portano dietro anche una non elasticità mentale ... forse meglio un consiglio misto.


Non è così per due motivi. Uno per un errore di valutazione e l'altro contestuale a un modus vivendi.

Prima quello di valutazione:

La natura non è così stupida; se si pensa al valore egoistico della famiglia, e a quelle tribù dove i giovani fanno i figli e a crescerli sono gli zii e i nonni, e i bambini sono del villaggio ... già si dovrebbe capire come un grado di stortura è insito in un sentimento di possesso, come il nostro, così esasperato.

Detto questo, che è un appunto dal sapore difficoltosamente antropologico, hai eliminato proprio dall'equazione la prova che quel che concludi è sbagliato proprio grazie alla verità di cui parli

... il bambino è una mente profondamente elastica che si bilancia perfettamente con la rigidità dei nonni. Non c'è cosa più bella e potente di un bambino e un nonno insieme. Sono un'arma DIVINA.

Per quella inerente il modus vivendi:

La non elasticità mentale che oggi abbiamo sotto gli occhi nei vecchi, è a tale livello preoccupante 1) proprio in ragione di aver tolto loro questo compito, uccidendoli e degradandoli, quindi mettendo la loro psiche (in nome di una morale sì schifosa) in dovere di andare in legittima difesa e aumentare i propri scudi nei confronti di una realtà esterna nemica e inumana e 2) ... proprio per il GAP generazionale dovuto a un'esasperazione nella modernità che non riguarda l'uomo ma il CONSUMO

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
jpatrick
Inviato: 16/1/2015 21:46  Aggiornato: 16/1/2015 21:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/7/2014
Da:
Inviati: 169
 Re: I have a dream
Citazione Calvero:
"Un'altra cosa. Il fatto che ho detto "fatti i cazzi tuoi" e non di "farsi i propri" ha una precisa valenza, poiché desideravo si recepisse come se tu te lo sentissi dire meritatamente da qualcuno. Prova a entrare in quest'ottica e coglierai il senso".

Scusami, non essendo italiano e vivendo in Italia del sud da 26 anni, ho imparato, in questi anni, che "fatti i cazzi tuoi" è un'espressione usata ma che il suo senso dipende molto dalle circostanze, dalle persone a chi è rivolto , da come si dice, no. Il linguaggio parlato italiano senza la sua gestualità non sarebbe questa lingua. Allora quando leggo "Sii onesto e fatti i cazzi tuoi" mi manca quella parte gestuale per capire bene. Un esempio per farmi capire meglio: se dovesse fare una traduzione nella mia lingua,il francese, mi troverei davanti a un dubbio, mi mancherei degli elementi per tradurre un'espressione che può variare da caso a caso. Anche quando lo spieghi in questo commento tuo, non riesco coglierne il senso. Per me, essendo straniero, il linguaggio parlato italiano è più difficile da capire che il linguaggio scritto italiano per le sue sfumature dell'espressività. Ti ringrazio.

Slobbysta
Inviato: 16/1/2015 21:47  Aggiornato: 16/1/2015 21:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: I have a dream
Citazione:
Onesto è colui che è disposto ad adeguare le proprie idee ai fatti. Disonesto è colui che cerca di adeguare i fatti alle proprie idee. (Antico proverbio arabo)



Pure i miraggi son in Arabia...e potrebbero esser scambiati per fatti...

Slobbysta

zeppelin
Inviato: 16/1/2015 22:14  Aggiornato: 16/1/2015 22:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/9/2013
Da: L'Ape Raria
Inviati: 690
 Re: I have a dream
Citazione:
Anche quando lo spieghi in questo commento tuo, non riesco coglierne il senso.


Credo voglia dire: agisci in modo che nessuno ti risponda con un deciso: "fatti i cazzi tuoi!" accompagnato da uno sguardo minaccioso.

Con alleati come Obama, non hai bisogno di nemici.
Tuareg69
Inviato: 16/1/2015 23:19  Aggiornato: 16/1/2015 23:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/12/2008
Da: Roma
Inviati: 62
 Re: I have a dream
Vi leggo sempre con attenzione ma intervengo raramente: stavolta non potevo esimermi dal farlo.

Immenso Calvero!

Aggiungo: voglio un mondo dove senta intimamente ed innatamente cosa significhi VIVERE, senza dovermene ricordare leggendo un brano come questo su Luogo Comune o da nessun'altra parte...
(preciso che si tratta di una critica in primis a me stesso)

Un abbraccio a tutti.

- Perché indossi quello stupido costume da coniglio?
- Perché indossi quello stupido costume da uomo?

(Donnie Darko - Richard Kelly)
puntino
Inviato: 16/1/2015 23:27  Aggiornato: 16/1/2015 23:27
So tutto
Iscritto: 11/10/2005
Da:
Inviati: 29
 Re: I have a dream
Davvero molto bella questa lettera, molto molto bella.
Grazie Peonia

etrnlchild
Inviato: 16/1/2015 23:56  Aggiornato: 16/1/2015 23:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: I have a dream
Stavo per aggiungere dei desiderata a quelli già espressi ottimamente da Calvero, ma poi ho desistito.

D'altra parte a che serve volere ardentemente che un grosso asteroide che sta per scontrarsi con questo fantastico pianeta, modificandone radicalmente il corso e l'esistenza, devii la sua direzione?

Però...però, un "voglio" voglio metterlo anch'io:

Voglio un mondo senza giudizio nè terreno nè ultraterreno, che probabilmente toglie in un colpo solo religioni e pagelle , dove si possa vivere qui e ora, nel solo presente.
Senza sperperare il Tempo nel ricordare o dimenticare il passato, o sperare nel futuro.

Con ottimismo.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
Piccio
Inviato: 17/1/2015 0:19  Aggiornato: 17/1/2015 0:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/2/2009
Da:
Inviati: 33
 Re: I have a dream
Voglio un mondo...
Voglio un mondo...
Voglio un mondo...

Anafora, se mi è permesso, pregna di ignavia.

E chi:

Deve...
Deve...
Deve...

Perché di fronte al diritto di ognuno sussiste il dovere di altri, e gli altri siamo tutti noi.

Dalle scuole elementari mi si ripeteva che "l'erba voglio non cresce neanche nel giardino del Re".

Cosa hai già fatto - o hai in programma di fare - Calvero per meritare tanta grazia?
Perché la soluzione al Tuo problema ce l'ho: un'isola deserta.

Piccio.

Giano
Inviato: 17/1/2015 0:28  Aggiornato: 17/1/2015 0:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: I have a dream
Calvero Citazione:
Il "voglio" è dettato dalla volontà, che non può conoscere il condizionale.

Una cosa - la vuoi o non la vuoi. Tutto qui.


Capisco, ma non stai facendo una scelta tra più opzioni, ti stai augurando che questa cosa accada, non accadrà solo perchè lo vuoi, il tuo è un un desiderio, un sogno, il condizionale ci sta.
...ma "voglio" gli da più forza e ci sta pure lui.

È l' ottimismo celato nel finale che mi ha "insospettito"; dici ...il resto verrà da sé.
Sembra una dichiarazione di intenti, forse per questo è stata improvvidamente associata al manifesto di Kaczinsky.

Se avessi stilato la mia lista delle "cose da fare" avrei chiuso con un lunghissimo sospiro ed uno sconsolato uso del condizionale.

Non te ne sto facendo una colpa, per carità, sto solo snodando una mia pippa mentale, il tuo I have a dream è coerentissimo col pensiero che esprimi di consueto su queste pagine, pensiero che non mi trova completamente in disaccordo.

krom2012
Inviato: 17/1/2015 0:42  Aggiornato: 17/1/2015 0:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: I have a dream
Molto bello il post, le tue parole Calvero sembrano le perle di saggezza scritte dagli anziani capi tribù dei pellerossa, inoltre rispecchiano principi e concetti della vera anarchia, la più bella cosa che ci sia. Concordo con Pyter, ho pensato anch’io che queste devono essere le riforme da compiere, altro che le 150 pagine di stronzate scritte pure male dai polli-tici.

Aggiungerei alla lista anche questa:
Voglio un mondo dove non esiste nessuna forma di dominio. L’uomo veramente grande è colui che non vuole esercitare il dominio su nessun altro uomo e che non vuole da nessun altro essere dominato, extraterrestri compresi.

...il cielo è sempre più bianco...
Jurij
Inviato: 17/1/2015 1:33  Aggiornato: 17/1/2015 1:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: I have a dream
"La non elasticità mentale che oggi abbiamo sotto gli occhi nei vecchi, è a tale livello preoccupante 1) proprio in ragione di aver tolto loro questo compito, uccidendoli e degradandoli, quindi mettendo la loro psiche (in nome di una morale sì schifosa) in dovere di andare in legittima difesa e aumentare i propri scudi nei confronti di una realtà esterna nemica e inumana e 2) ... proprio per il GAP generazionale dovuto a un'esasperazione nella modernità che non riguarda l'uomo ma il CONSUMO"

Il tuo ragionamento mi sembra che fili .... magari è perché è già la 01.30 ;o)

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Mrexani
Inviato: 17/1/2015 1:44  Aggiornato: 17/1/2015 1:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/6/2014
Da:
Inviati: 432
 Re: I have a dream
Citazione:
Dalle scuole elementari mi si ripeteva che "l'erba voglio non cresce neanche nel giardino del Re".



Tipica frase dell'educatore senza autorità.
Frase senza significato, utile solo a zittire lo scolaro dalle sue continue richieste.
La scena è questa:

(Bambino): voglio uscire fuori!
(Educatore): no !!
(Bambino): voglio uscire fuori !
(Educatore): no !!
...seguono altre richieste e altri no...
(Bambino): voglio andare a giocare a pallone !
(Educatore): No! L'erba voglio non cresce neanche nel giardino del Re.


Bambino finalmente zitto. Non per altro, è solo intento a immaginare quanto sia sfigato il Re, e allora sta zitto...... ma poi riprende riprende....

La frase non ha senso perché la volontà di ognuno s'infrange dove deve infrangersi, non c'è bisogno che la si tronchi sul nascere....Sopratutto se si sta parlando della lista di Calvero, il condizionale è sottinteso e scontato dalla palese, chiara e attuale impossibilità di realizzazione massiva dei suoi ''Voglio''...

Calvero
Inviato: 17/1/2015 2:49  Aggiornato: 17/1/2015 3:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Anafora, se mi è permesso, pregna di ignavia.


Se ti è permesso?

Personalmente, ripeto, personalmente, quando qualcuno non fa i girotondi per muovermi una critica, sono colto da un piacere estatico, quindi soprattutto ti ringrazio per essere stato diretto. Sul serio

Arrivando alla tua osservazione, mi fai un complimento, visto che è stato De André a insegnare al mondo cosa è la nobiltà di un'anafora (ma mettiamoci anche Dante);

Per il concetto d'ignavia, la tua è una supponenza oggettivamente priva di qualsivoglia senso logico. Non avertene eh ... perché usi un linguaggio forbito, ma poi mi scivoli s'una buccia di banana.

Ma visto che t'interessa, diciamo che escatologicamente e per ciò che può concernere una visione laica, l'uomo è tale in quanto mira e aspira muovendo i pensieri prima delle gambe. In quest'ottica, e senza farla troppo lunga (non vogliamo tediare nessuno, nevvero?), a prescindere non vi può essere ignavia negli intenti - se poi si tiene conto che se mai tu me ne parlassi a livello personale, a questo punto non ti è dato sapere come io mi muova e mi sia mosso nella mia Vita, quindi diciamo che oltre a non averne la confidenza, proprio non puoi adottare questo tipo di processo alle intenzioni.

Citazione:
Perché di fronte al diritto di ognuno sussiste il dovere di altri, e gli altri siamo tutti noi.


Diciamo che la dialettica eristica (così ci mettiamo altri termini altisonanti) lascia il tempo che trova se applicata così ingenuamente. Per soprammercato, dove - quanto da te affermato e qui sopra quotato - sia un nemico delle mie riflessioni, è un mistero che non ho le capacità di andare a pescare e risolvere, visto che vaga nei tuoi pensieri come falene in cerca di luce nella notte.

Citazione:
Dalle scuole elementari mi si ripeteva che "l'erba voglio non cresce neanche nel giardino del Re".


Infatti, sempre continuando sulla falsa riga di questa dialettica, potrei risponderti che non so di cosa tu stia parlando. Dopo una certa maturità intellettuale dovrebbe esser alla portata di tutti, comprendere che in senso filosofico un "io voglio" [e dove un'argomentazione articolata viene sublimata nel finale in concetti che si esprimono parlando di Leggi che vivono nel cuore] non ha assolutamente il carattere di pretesa, né di vizio, bensì poggia su di licenze poetiche di una "stella polare" da seguirsi.

Che questo, prima che ti possa far partire per la tangente, non significa che tutto ciò possa mancare di un misurato pragmatismo e di un indirizzo che si volga a dare all'uomo motivo su cui riflettere e migliorare sé medesimo, indi, a seguire, la società.

Magari fatti un giro dalle parti di Fromm sugli "Essere e gli Avere" e se la società possa ammalarsi oppure no.

Citazione:
Cosa hai già fatto - o hai in programma di fare - Calvero per meritare tanta grazia?



Come ti ho dimostrato, questa domanda è decaduta di valore.

Citazione:
Perché la soluzione al Tuo problema ce l'ho: un'isola deserta.


Non mi aspettavo una soluzione migliore, sinceramente, data la profondità della tua disamina. Perfettamente in linea.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
RedStark
Inviato: 17/1/2015 3:09  Aggiornato: 17/1/2015 3:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/3/2014
Da:
Inviati: 52
 Re: I have a dream
Citazione:
Calvero
...un'esasperazione nella modernità che non riguarda l'uomo ma il CONSUMO

Sei dunque d'accordo con me che il denaro sia il principale (se non unico) mezzo che rovina l'uomo sotto tutti i punti di vista? O hai un altro approccio a riguardo? Sarei interessato a sapere la tua.

- Hicks, come mai non stai lavorando? --- Perchè non c'è nulla da fare.
- Allora perchè non fai finta di lavorare, figliolo? --- Perchè non fa finta lei che io stia lavorando?
Calvero
Inviato: 17/1/2015 3:34  Aggiornato: 17/1/2015 3:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Sei dunque d'accordo con me che il denaro sia il principale (se non unico) mezzo che rovina l'uomo sotto tutti i punti di vista? O hai un altro approccio a riguardo? Sarei interessato a sapere la tua.


Prima che Massimo Fini si lasciasse andare a scivoloni di tal fatta, ha scritto qualcosa che, in proposito, una lettura la merita. Se non altro per inserire in una prospettiva intelligente questa storia millenaria. Ci ha fatto un bel libro, in sostanza.

Il denaro? ... ce l'abbiamo e dobbiamo tenercelo. Quel che dovrebbe interessarci è che è uno strumento che non sappiamo usare a nostro vantaggio. Paradossalmente, il denaro è profondamente la cosa più democratica al mondo, soltanto che viene concepito più come cosa da mettere da parte, guadagnare, investire e utilizzare - comprando e illudendoci che risparmiando si stia facendo qualcosa per aiutarci a vivere tutti meglio ...

... non ci si preoccupa di muoverlo pilotando noi le industrie, invece che farci pilotare.

Certo, il denaro svilisce il senso della Vita e lo ha avvelenato; se dovessimo cercare un rappresentate, in questo senso, è lui - il sommo; insieme al meccanismo, assolutamente sottovalutato nei suoi pericoli, della pubblicità.

Sono sempre le giuste metafore a venirci in aiuto, gli antidoti si fanno con il veleno.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Piccio
Inviato: 17/1/2015 3:55  Aggiornato: 17/1/2015 3:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/2/2009
Da:
Inviati: 33
 Re: I have a dream
Calvero:
Citazione:
Che questo, prima che ti possa far partire per la tangente, non significa che tutto ciò possa mancare di un misurato pragmatismo e di un indirizzo che si volga a dare all'uomo motivo su cui riflettere e migliorare sé medesimo, indi, a seguire, la società. Magari fatti un giro dalle parti di Fromm sugli "Essere e gli Avere" e se la società possa ammalarsi oppure no.


Ecc, ecc.

Se prometto di non utilizzare per i prossimi due giorni le parole "anafora" e "ignavia" potresti riassumermi brevemente il succo di quello che hai cercato di dirmi?
E' scritto in modo piuttosto complicato, credo di non aver capito correttamente e non vorrei replicare su dei malintesi.

Grazie. :)

Piccio.

Calvero
Inviato: 17/1/2015 4:14  Aggiornato: 17/1/2015 4:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Scusami, non essendo italiano e vivendo in Italia del sud da 26 anni, ho imparato, in questi anni, che "fatti i cazzi tuoi" è un'espressione usata ma che il suo senso dipende molto dalle circostanze, dalle persone a chi è rivolto , da come si dice, no


Edit 04,25

Non so se sono all'altezza di spiegarlo e, in questo senso, probabilmente Mazzucco potrebbe essere d'aiuto visto che ha una padronanza delle lingue straniere dove le sue esperienze, non in senso accademico, possono risolvere meglio la cosa.

Ad esempio, io ritengo che il nostro "vaffanculo" non possa essere sostituito da un "Fuck You", poiché ritengo che il senso di liberazione che può essere congegnato con questa espressione, mi pare difficile possa trascendere ad altre lingue con la stessa portata "filosofica". Ma posso sbagliarmi, prendi con le pinze quello che ti dico; il mio ragionamento è intuitivo.

Per il "fatti i cazzi tuoi", Zeppelin ci è andato vicino. Ma non serve lo sguardo minaccioso

Vediamo se riesco a spiegarmi. Allora:

- il monito non è indirizzato come se tu lo esclamassi nei confronti di un altro, bensì è riferito al lettore - a te stesso - che, come ho voluto intenderlo, dovrebbe vigere nel tuo cuore, come fosse una voce della tua coscienza che ti rammenta di stare al posto tuo.

Lo associo all'onestà, perché l'onestà, per come la sto intendendo, è l'unica forma di profonda coerenza che limiterebbe ogni incomprensione e le costringerebbe [le incomprensioni] a essere il meno dannose possibili. Se tu sei onesto, spingi la tua essenza a non temere di essere messa a nudo - dici chi sei agli altri, veramente...

... e se noi siamo (verbo essere), allora mettiamo il prossimo nelle condizioni di cogliere la nostra essenza, e la nostra essenza è sempre la cosa più vicina all'amore. L'odio è sempre in superficie, per questo è facile trovarlo dappertutto...

... noi si sottovaluta che di fronte a quel che siamo veramente, scateniamo reazioni che dapprima possono sorprendere e dopo conquistare. Certo, questo è un rischio, si porge il fianco, è un atto di coraggio, e perché come diceva Oscar Wilde:

- dai a un uomo una maschera e ti dirà chi è

Vedi, lui si riferiva alle maschere letterali: - immaginati il carnevale; messa la maschera, la gente perde in qualche modo la vergogna di mostrare la sua essenza.

Ora, che a carnevale questo scateni la goliardia e anche i bassi istinti, è semplicemente umano, poiché si tratta di momenti eccezionali e quindi, va da sé, non rappresentativi della continuità e della quotidianità ... quindi diventa più un gioco morboso/malizioso ...

... il problema, invece, è appunto la maschera che portiamo noi umani e non sappiamo di averla messa, svendendoci ai doveri di sovrastrutture ipocrite, ed è questo che permette e sdogana il famoso Bis-Pensiero.

Tornando al punto: se tu hai nel cuore di farti "i cazzi tuoi", sai che in primis eviterai di fare i passi più lunghi della tua gamba - perché ciò che "non è tuo" non puoi conoscerlo come conosci te stesso.

In un gioco sociale dove ognuno si facesse i cazzi suoi e onestamente, paradossalmente non ci si troverebbe nell'indifferenza, come i furbi e l'educazione preconfezionata vorrebbero dirti, bensì s'imparerebbe a rimanere a misura - ognuno del proprio potenziale ...

... e con esso, crescerebbe, in automatico, più il desiderio di collaborare che di condannare.

Spero di esserti stato d'aiuto

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 17/1/2015 4:58  Aggiornato: 17/1/2015 5:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Se prometto di non utilizzare per i prossimi due giorni le parole "anafora" e "ignavia" potresti riassumermi brevemente il succo di quello che hai cercato di dirmi?
E' scritto in modo piuttosto complicato, credo di non aver capito correttamente e non vorrei replicare su dei malintesi.

Grazie. :)


I processi umani nella collettività, nella società, nelle culture, non sono esprimibili e misurabili secondo l'arco generazionale di un individuo. Non funzionano a passo "1 : 1" Un processo storico, per farti un esempio più elementare, abbisognerà di tempi assai più lunghi di quello che può servire a te, come uomo, per risolvere o espiare una colpa, ma anche per essere gratificato da scelte che ti rendono orgoglioso, poiché magari ... hai fatto del bene...


... nella nostra esistenza, ma anche in un'azienda, sempre per un esempio elementare, è possibile ti ci voglia una carriera di vent'anni per lasciare un impronta onorevole del tuo passaggio, al punto che la medesima, magari, diverrà esempio "rivoluzionario" di un modo dirigenziale che all'inizio della tua carriera in molti ritenevano farlocco, se non assurdo ... eppure piano piano

... l'umanità soffre dei medesimi problemi, ma evidentemente, per ovvie ragioni, la sua vita non avrà possibilità di esprimere miglioramenti profondi se non con un percorso che necessita di molto più tempo - e di una presa di coscienza attraverso tutti quegli elementi sociali che man mano coglieranno quello spirito intraprendente, prima ritenuto assurdo, e formerà una nuova coscienza collettiva.

Purtroppo, per il meccanismo psicologico della paura, dapprima viene ostracizzato e ...

... da qui, se si vuole, si può trarre l'equazione e ricollegarsi alla massima di Schopenhauer che recita:

La verità attraversa sempre tre fasi. Dapprima viene ridicolizzata. Poi violentemente contrastata. Infine accettata come una cosa ovvia.

Ora, il problema da risolversi è che noi corriamo talmente tanto (grazie a una modernità mascherata da progresso) che siamo impazziti come la maionese, e quando finalmente la verità viene rivelata quale cosa ovvia, ecco che un altro marasma di speculatori, ha già portato avanti i suoi interessi annebbiando altre verità...

... ecco che da qui discende che non vi può esser ignavia nel proporsi con intenzioni che hanno in sé il sapore dell'utopia, poiché sono l'unica maniera di seminare nel tessuto collettivo un processo che avanzi per stadi, in maniera che si arrivi al punto di portare quell'isola deserta di cui parlavi, a riconoscerla nel nostro stesso pianeta.

In questo senso occorre un ridimensionamento, che lo si può ravvisare nella decrescita, poiché se così non accadrà, sarà purtroppo un'esigenza naturale del potere mettere in moto processi che decimino la popolazione. Lavorano per noi.

Anche perché, attraverso una ridimensionamento di cosa è progresso e cosa no - e perché sarebbero o non sarebbero necessari certi comfort, sarà possibile porre parametri più ravvicinati per dare all'umanità la possibilità di raccogliere prima i frutti del suo impegno volto a un mondo migliore.

Altrimenti non si esce dal LOOP ...

... che parliamoci chiaro, a me sta anche bene, mi sarei anche rotto il cazzo, solo va chiamato col suo nome.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Escape2013
Inviato: 17/1/2015 8:09  Aggiornato: 17/1/2015 8:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/5/2013
Da:
Inviati: 358
 Re: I have a dream
Riguardo al denaro Calvero esprime un concetto interessantissimo

"... non ci si preoccupa di muoverlo pilotando noi le industrie, invece che farci pilotare"


Lo dico chiaro e tondo: a una recentissima riunione dei ricchi indipendentisti veneti è stato fortissimamente consigliato di dare un giro di vite alla situazione regionale aderendo a quel che è spiegato in questo esempio (N.B.: sconsigliato a lettori superficiali, necessita di attenzione)

http://archivio.costozero.it/2005_novembre/creditoefinanza2.asp

Mi risulta per conoscenza diretta che il suggerimento stia venendo recepito in fretta dagli interessati.

Io mi faccio giustamente i cazzi miei e non esprimo commenti.

LoneWolf58
Inviato: 17/1/2015 9:05  Aggiornato: 17/1/2015 9:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: I have a dream
Voglio un mondo senza "homo sapiens" con le sue contraddizioni... ipocrisie... egoismi... non serve a niente, anzi fa solo danni.
Si crea "dei" a propria immagine e somiglianza per violentare l'unica legge "divina" che dovrebbe rispettare, quella della "natura primeva"...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
zeppelin
Inviato: 17/1/2015 9:25  Aggiornato: 17/1/2015 9:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/9/2013
Da: L'Ape Raria
Inviati: 690
 Re: I have a dream
Citazione:
Sei dunque d'accordo con me che il denaro sia il principale (se non unico) mezzo che rovina l'uomo sotto tutti i punti di vista? O hai un altro approccio a riguardo? Sarei interessato a sapere la tua.


Sul denaro "etico" c'è un interessantissima analisi da parte di Aristotele; evidentemente non sono problemi solo moderni:

E’ uno dei meriti più significativi della ricerca storica ed antropologica contemporanea l’aver messo in luce che le differenze tra le società capitalistiche e le società precapitalistiche non sono di grado bensì di forma, dato che in queste ultime erano le “forme metaeconomiche” – la politica, la religione e le relazioni comunitarie – a strutturare e “sovradeterminare” la sfera economica. Solo con l’avvento della società di capitale si sviluppa e si consolida uno spazio economico autonomo, nettamente distinto dalla sfera politica.
[...]
Ruggiu condivide la tesi di Polanyi secondo cui l’eccezionale sviluppo degli scambi commerciali e i molteplici impieghi della moneta nell’Atene del IV secolo a.C., permettono ad Aristotele di “scoprire” l’economia, non perché egli studi i fenomeni di una società di mercato (come invece ritiene, fraintendendo il senso della riflessione aristotelica, Schumpeter), che ancora non esiste, ma perché lo Stagirita si mostra consapevole della novità e delle conseguenze, politiche e sociali, di fenomeni quali la ricerca del guadagno illimitato tramite gli scambi e la capacità della stessa moneta di produrre ricchezza. Tuttavia, a Ruggiu preme sottolineare soprattutto che l’argomentazione aristotelica è volta a mostrare che lo scambio può tanto contribuire a consolidare la struttura sociale quanto essere un fattore di disgregazione e di dissoluzione del legame sociale.
Aristotele cioè si rende conto che la crematistica non naturale – nel senso che non è la semplice arte di acquistare beni, ma la “techne” che ha come fine l’accumulazione illimitata di beni e denaro – altera radicalmente la relazione tra il mezzo ed il fine, considerati come “momenti distinti”, trasformando il mezzo in fine ed il fine in mezzo, senza che questo processo possa terminare. La “techne” viene a perdere in tal modo il suo carattere strumentale rispetto alla “physis” (la “natura”), grazie all’affermarsi della “natura convenzionale” della moneta, aprendo un orizzonte fino ad allora sconosciuto: la moneta, da un lato, perde tutte le sue qualità per essere puro segno di quantità e poter funzionare come “misura”; dall’altro, rende possibile che beni differenti si rapportino reciprocamente traducendosi in termini di pura quantità. I molteplici e differenti beni allora possono essere misurati, dato che ogni cosa può essere ricondotta alla astratta quantità della moneta.
Determinando la funzione della moneta, che anticipa la nota distinzione marxiana tra valore d’uso e valore di scambio, lo Stagirita può svolgere un’analisi, di carattere storico e teorico, che gli consente di mettere in rilievo sia il significato sociale della moneta – in quanto essa media le relazioni tra le cose e gli uomini e di conseguenza i rapporti tra gli uomini – sia che, attraverso il commercio al minuto, si sviluppa una forma di intermediazione, in cui gli estremi non sono i prodotti (come quando, ad esempio, si vende l’olio prodotto, per acquistare grano) ma il denaro stesso (ad esempio, si acquista olio ad un determinato prezzo, per venderlo ad un prezzo maggiore).
Perciò, non solo la crematistica non naturale mira ad accumulare una ricchezza illimitata, poiché non appaga bisogni determinati – come accade allorché si possiede per consumare – ma, essendo il possesso di denaro non più un mezzo per conseguire un determinato fine bensì il fine di un processo infinito, il bisogno che alimenta il processo è illimitato esso stesso. Il che per Aristotele non può non essere che la paradossale “perfetta figura” del “negativo”, in quanto l’infinito, secondo lo Stagirita, non è l’intero –che non può essere “trasceso”, che è “inoltrepassabile”– ma al contrario è ciò al di fuori del quale c’è sempre qualcosa, quell’assoluta assenza di limite che anche Aristotele [...] non può non considerare un qualcosa di aberrante. Del resto, Aristotele osserva che, se non si riesce a procurarsi la ricchezza mediante la crematistica, si sarà facilmente disposti ad impiegare qualsiasi altro mezzo, poiché l’arricchimento diventa “il fine generale a cui pare debba essere indirizzata ogni cosa”.
Nota giustamente Ruggiu che per Aristotele “lo spirito della crematistica rischia di impadronirsi di ogni aspetto della società; ogni facoltà naturale o ogni virtù tradizionale, non sono più considerate per sé stesse, in relazione alla propria natura e destinazione, ma in rapporto alla possibile utilizzazione ai fini della acquisizione di ricchezza”. Insomma, Aristotele comprende che lo spirito mercantile, una volta creatosi uno spazio autonomo nell’ambito della “polis”, tende inevitabilmente a “degenerare” poiché come una metastasi aggredisce l’intero organismo politico e sociale.


Da Il Politico e l'Economico

Con alleati come Obama, non hai bisogno di nemici.
Nuit
Inviato: 17/1/2015 13:06  Aggiornato: 17/1/2015 13:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/9/2010
Da: Messina
Inviati: 346
 Re: I have a dream
Condivido i "voglio" di Calvaro,
E aggiungo:
Vorrei (il condizionale ci sta) un mondo visto con gli occhi di un bambino senza condizionamento alcuno!

La sensazione è quella di condividere punto per punto i "voglio", ma scorrendo il post si entra dentro il dualismo utopia e realtà, tra libero arbitrio e determinismo, si creano così dei sentimenti contrastanti che spingono o verso l 'ingenuità caratteristica dell'utopista o vero la sterilità tipica del realista!

In effetti tutta la storia umana proviene da questo contrasto e credo che l'unica strada percorribile sia proprio la strada del cambiamento della ribellione in nome di ideali anche se utopici ma sicuramente in antitesi con la rassegnazione e l'oscurantismo!

La speranza è l'ultima a morire.....

Piramis
Inviato: 17/1/2015 13:46  Aggiornato: 17/1/2015 13:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/3/2013
Da: abito questo involucro
Inviati: 223
 Re: I have a dream
Probabilmente, come legge, ne basterebbe una, semplice, non scritta, etica e morale: non fare agli altri quello che non vorresti sia fatto a te.
Il resto viene di conseguenza.

Hakuna Matata
kirghiso
Inviato: 17/1/2015 13:50  Aggiornato: 17/1/2015 13:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/1/2007
Da: chissà?
Inviati: 145
 Re: I have a dream
Calvero..hai letto per caso "Lettere dalla Kirghisia" di Silvano Agosti?

Calvero
Inviato: 17/1/2015 14:00  Aggiornato: 17/1/2015 14:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Calvero..hai letto per caso "Lettere dalla Kirghisia" di Silvano Agosti?


No, prima o poi però ho ben presente i suoi pensieri e sinora, per quanto ho seguito i suoi discorsi, lo apprezzo profondamente

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 17/1/2015 14:12  Aggiornato: 17/1/2015 14:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Capisco, ma non stai facendo una scelta tra più opzioni, ti stai augurando che questa cosa accada, non accadrà solo perchè lo vuoi, il tuo è un un desiderio, un sogno, il condizionale ci sta.


Non me lo auguro. Per nulla ... è ciò che accadrà, a noi sta solo la possibilità di sapere se partecipare o meno alla semina. Non ci sono opzioni.

Per il mondo non c'è mai nulla per cui augurargli qualcosa ... è un errore psicologico;

... devi vederla un po' come il Cubo di Rubik, è solo questione di tempo; prima o poi la vita metterà ordine alle caselle che s'illudono di voler predominare sulle altre ...

... se qualcuno poi pensasse che il Cubo è un elemento squadrato, e la vita non lo è, sbaglia, perché la Vita è spigolosa, colorata e liscia - a seconda, ma il meccanismo che la ordina è circolare, perfetto ...

... come il meccanismo sferico che "comanda" il Cubo di Rubik dal suo interno

Non per niente altri popoli hanno la concezione circolare del tempo ...

... e non per niente noi c'illudiamo di ottenere un mondo migliore da un Sistema Piramidale. Semplicemente ----> è una pazzia. Tutto qui.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Giano
Inviato: 17/1/2015 15:14  Aggiornato: 17/1/2015 15:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: I have a dream
Calvero Citazione:
Non me lo auguro. Per nulla ... è ciò che accadrà, a noi sta solo la possibilità di sapere se partecipare o meno alla semina. Non ci sono opzioni.


Ottimo, ora credo di aver capito adeguatamente l' uso che hai fatto del "voglio".

Forte il paragone col cubo, molto meno casuale di come mi è sembrato alla prima lettura.
Alla prossima!

Jo1983
Inviato: 17/1/2015 15:46  Aggiornato: 17/1/2015 15:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/6/2014
Da: Maremma!!
Inviati: 146
 Re: I have a dream
Io non approvo molto quello che dici. Ma questa sera, appena torno a casa commenterò con più calma. Trovo che spesso ti muovi tra materiale e intellettuale, con del relativismo sconcertante. Molte delle cose che scrivi secondo me sono sbagliate solo nella loro applicazione. A più tardi e buona giornata..

Come sopra, così sotto. Come dentro, così fuori.
angelo88
Inviato: 17/1/2015 16:09  Aggiornato: 17/1/2015 16:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/1/2015
Da:
Inviati: 36
 Re: I have a dream
Non mai letto una caterba di stronzate una dietro l'altra. Il nome del sito lo rappresenta in pieno.

Aironeblu
Inviato: 17/1/2015 17:00  Aggiornato: 17/1/2015 17:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: I have a dream
Bella,
@Calvero.
Spontanea e vitale.
La prendo come una poesia.
(naturalmente anarchica).

Aironeblu
Inviato: 17/1/2015 17:03  Aggiornato: 17/1/2015 17:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: I have a dream
@Giussavo

Socrate concluse che saggio (sapiente per Socrate si identificava con saggio) è colui che sa di non sapere.

- L'unica cosa di cui puoi essere sicuro e' che non puoi essere sicuro di nulla.
- Ma ne sei sicuro?
- Si'.

(De Crescenzo)

Calvero
Inviato: 17/1/2015 17:18  Aggiornato: 17/1/2015 17:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Non mai letto una caterba di stronzate una dietro l'altra. Il nome del sito lo rappresenta in pieno.


Come il tuo rappresenta l'italiano?

Metto in grassetto i termini che forse tu volevi mettere.

Forse - volevi dire che "non ho mai letto..."?

... ma se fosse così questo significherebbe, che se non le hai mai lette, allora neanche questa mia può essere inclusa.

POI

... probabilmente - forse - volevi dire che "non hai mai letto una caterba di stonzate così" ...

Mancava un altro termine, ne. Voglio aiutarti ad esprimerti.

Diciamo che se il tuo italiano è rappresentativo del tuo acume, non avertene, ma non posso considerarla una critica autorevole - almeno - al minimo sindacale di un contraddittorio.

POI

Il nome del Sito, lo rappresenta - cosa?

Volevi dire un luogo comune?

Beh allora, hai anche da considerare per bene il senso di ciò che - forse - chi lo sa, volevi dire. Poiché il luogo comune è tale in nome di una o più preposizioni che hanno un valore universalmente riconosciuto. Vediamo se ci arrivi da solo. Ti ho lasciato qualche indizio.

Quindi, mettiamola così, oltre la grammatica, anche il senso dei concetti che vorresti prendere in esame è un nonsenso ... almeno, voglio dire, rispetto a quello che trapela in maniera sgrammaticata da ciò che hai scritto e si intuisce, poiché è un pelino contraddittorio

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
zeppelin
Inviato: 17/1/2015 17:27  Aggiornato: 17/1/2015 17:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/9/2013
Da: L'Ape Raria
Inviati: 690
 Re: I have a dream
Calvero, nel commento al post t'è sfuggito di correggere "caterba", termine che non esiste!
Il termine corretto è "caterva".

Con alleati come Obama, non hai bisogno di nemici.
angelo88
Inviato: 17/1/2015 17:37  Aggiornato: 17/1/2015 17:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/1/2015
Da:
Inviati: 36
 Re: I have a dream
Calvero

Come il tuo rappresenta l'italiano? Metto in grassetto i termini che forse tu volevi mettere. Forse - volevi dire che "non ho mai letto..."? ... ma se fosse così questo significherebbe, che se non le hai mai lette, allora neanche questa mia può essere inclusa. POI ... probabilmente - forse - volevi dire che "non hai mai letto una caterba di stonzate così" ... Mancava un altro termine, ne. Voglio aiutarti ad esprimerti. Diciamo che se il tuo italiano è rappresentativo del tuo acume, non avertene, ma non posso considerarla una critica autorevole - almeno - al minimo sindacale di un contraddittorio. POI Il nome del Sito, lo rappresenta - cosa? Volevi dire un luogo comune? Beh allora, hai anche da considerare per bene il senso di ciò che - forse - chi lo sa, volevi dire. Poiché il luogo comune è tale in nome di una o più preposizioni che hanno un valore universalmente riconosciuto. Vediamo se ci arrivi da solo. Ti ho lasciato qualche indizio. Quindi, mettiamola così, oltre la grammatica, anche il senso dei concetti che vorresti prendere in esame è un nonsenso ... almeno, voglio dire, rispetto a quello che trapela in maniera sgrammaticata da ciò che hai scritto e si intuisce, poiché è un pelino contraddittorio

Oh, che bello! Un errore di battitura. Ciò non cambia il (non) senso delle tue CATERBE di cazzate.
Però adesso staccatevi da wikipedia, ok?

Calvero
Inviato: 17/1/2015 17:42  Aggiornato: 17/1/2015 17:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
_____________

... e l'ho pure ricopiato comunque, quella passa - dai ... che se metto insieme, belli belli per lungo, tutti i miei strafalcioni, arriviamo fino alla luna

.... è la sparata senza un minimo di spiegazione che non è accettabile.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 17/1/2015 17:51  Aggiornato: 17/1/2015 17:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Oh, che bello! Un errore di battitura. Ciò non cambia il (non) senso delle tue CATERBE di cazzate.
Però adesso staccatevi da wikipedia, ok?


Bada, sembra non te ne sia accorto, il tuo non è un errore di battitura, è obiettivamente una frase sgrammaticata. Il perché lo sai tu, io posso solo intuirlo: - o sei un asino, o non t'interessa argomentare.

Comunque, bando alle ciance, e argomenta, altrimenti il tuo intervento sarà da considerarsi solo provocatorio, contento tu, magari sei masochista

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 17/1/2015 17:55  Aggiornato: 17/1/2015 17:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Io non approvo molto quello che dici. Ma questa sera, appena torno a casa commenterò con più calma. Trovo che spesso ti muovi tra materiale e intellettuale, con del relativismo sconcertante. Molte delle cose che scrivi secondo me sono sbagliate solo nella loro applicazione. A più tardi e buona giornata..


... figurati, buona giornata anche a te

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
zeppelin
Inviato: 17/1/2015 18:04  Aggiornato: 17/1/2015 18:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 26/9/2013
Da: L'Ape Raria
Inviati: 690
 Re: I have a dream
Citazione:
.. e l'ho pure ricopiato comunque, quella passa - dai ... che se metto insieme, belli belli per lungo, tutti i miei strafalcioni, arriviamo fino alla luna


Qui su Luogocomune non ci crede nessuno che arrivi alla luna con i tuoi strafalcioni messi in fila, nemmeno se ci porti delle foto!!!

Con alleati come Obama, non hai bisogno di nemici.
Calvero
Inviato: 17/1/2015 18:14  Aggiornato: 17/1/2015 18:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Qui su Luogocomune non ci crede nessuno che arrivi alla luna con i tuoi strafalcioni messi in fila, nemmeno se ci porti delle foto!!!


Scherzi? ... so quel che dico e non solo io; è perché tu non sei della vecchia guardia, chiedi in giro ... diciamo solo che ho deciso d'impegnarmi a un certo punto ...

... poi non vorrei diventasse un discorso su "Calvero", ma ci tengo a sottolinearlo proprio a nome di Luogocomune, che questo è un posto dove ci si fa le ossa e a forza di prenderle (e ne ho prese tante), piano ti migliori, e che se penso che sono allo stadio "entry level", mi viene da piangere

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 17/1/2015 19:44  Aggiornato: 18/1/2015 2:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
voglio dire: se Calvero avesse scritto "non fottere deliberatamente nessuno e non rompere le palle al prossimo" avrei sottoscritto più facilmente (e Calvero mi perdonerà per la trivialità).
se no, occorre codificarla, quest'onestà.


Credo - spero - che negli interventi successivi abbia approfondito meglio la questione.

Mi dai veramente troppa importanza io e la trivialità siamo vecchi amici

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Triac
Inviato: 17/1/2015 21:25  Aggiornato: 17/1/2015 21:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/6/2009
Da:
Inviati: 89
 Re: I have a dream
Ci sono solo due leggi fondamentali che regolano il cosmo, il libero arbitrio e l'amore, tutte le altre sono distorsioni di queste due. ( ma chi sono io per dire questo?)

Il Libero arbitrio comprende Tutto, la totale libertà di fare ciò che si vuole senza toccare il libero arbitrio degli altri, l'Amore è quello che ci ha descritto quell'essere che ci è venuto a trovare due millenni fa.
Analizzare il post di Calvero con queste due leggi porta a un globale distacco da ciò che ha scritto.
Un abbraccio a Calvero, con l'invito/augurio di crearsi quel mondo che immagina, dove meglio crede.

maurixio
Inviato: 17/1/2015 21:31  Aggiornato: 17/1/2015 21:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/4/2007
Da:
Inviati: 333
 Re: I have a dream
Bravo. Questo è quello che amo definire "dipingere con le parole". In realta tanti" voglio" espressi in questo bel quadro gia sono miei. Ma non fa mai male rilanciarli tanto ( e non solo) per non dimenticare. Sono però anche felice di leggere un post di Calvero e non finire con un tonfo in fondo ad un pozzo. Questa sintesi tuttavia conferma che ne valeva la pena dare tutte quelle testate. Vorrei anch'io aggiungere un.. voglio un mondo dove le persone si confrontano e cercano delle soluzioni al vivere quotidiano anche quando queste soluzioni non esistono. Ma forse questo mondo gia c'è qui e ora. Grazie

etrnlchild
Inviato: 18/1/2015 0:22  Aggiornato: 18/1/2015 0:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: I have a dream
@Calvero
Citazione:
Il denaro? ... ce l'abbiamo e dobbiamo tenercelo.

Un pò come il NWO alle porte?

Perchè dobbiamo? Non è forse che sotto sotto vogliamo?
E non sarei tanto d'accordo. Questo è un feticcio che prima abbandoniamo, immaginando che OGGI una società senza denaro sarebbe possibile, e meglio sarà.
Così come OGGI per usare un tuo esempio è possibile fare una perfetta maionese in 2 min senza colare l'olio a filo lentamente e senza per questo rischiare di farla "impazzire".
Ma c'e' ancora qualcuno che non lo sa, ergo, come la maggior parte delle cose, e' un problema d'informazione, non tecnico.
Stessa cosa per il denaro. Siamo talmente abituati a pensare che non sarebbe possibile un mondo senza, che non ci sforziamo neanche di immaginarlo.
E senza immaginazione non è mai nato niente di nuovo.

Il TOPIC su una società improvvisamente senza denaro, dalla sera alla mattina, chi se lo ricorda? Mazzucco chiedeva di scrivere un finale per una storia del genere, ma non mi pare di aver letto il suo, come promesso E sì che lo aspettavo con curiosità. Ma poi tutto è finito lì.
Che ne pensi Calvè (non la maionese..)? Che sia troppo faticoso andare a fondo, sviscerare, scontrarsi e mandarsi a quel paese su un tabù di quelli grossi, che solo ad accennarlo le persone si mettono a ridere? I totem giganti è meglio non toccarli.

Ma sì, Meglio tenercelo. Tutto sommato fa troppo comodo. Certo il passaggio da un sistema ad un altro non è dalla sera alla mattina come provocatoriamente espresso dal Topic.
Di sicuro un elemento da cui ripartire è che il denaro è un volgare strumento che deve appartenere al popolo e solo lui può e deve gestirlo. Un mezzo che deve rappresentare realisticamente il frutto delle capacità creative degli individui e null'altro un semplice codice di scambio.

E della proprietà privata? Ne vogliamo parlare? Altro tabù intoccabile, la cui messa in discussione evoca gli spettri, mai scomparsi nell'immaginario collettivo, del Marxismo/comunismo. Vade retro Satana!
Ma le società sono cambiate profondamente, e nessuno pare accorgersene. E chi agita questi fantasmi non si rende conto che sono morti e sepolti. Da Platone a Marx fino ai giorni nostri, tecnologicamente parlando, ne è passata di acqua sotto i ponti, ma gli uomini sembrano essere legati alle stesse secolari e vetuste dinamiche sociali.
Come una bella copertina calda.

E se si affiancasse al concetto di possesso quello di "proprietà condivisa"?
A me potrebbe non interessare "possedere" ogni cosa che utilizzo, piuttosto averne la disponibilità quando, come e per il tempo che voglio. Non necessariamente questo implica possesso. Mmmh, troppo complicato...meglio consumare, bruciare, buttare, che così facciamo girare i soldi. Non è forse questo uno problemi del sistema odierno? Che questo meccanismo comincia a vacillare e a mostrare i suoi limiiti grazie alle condizione che il sistema stesso ha generato?

Citazione:
I processi umani nella collettività, nella società, nelle culture, non sono esprimibili e misurabili secondo l'arco generazionale di un individuo.

Anche questo concetto io aggiornerei, alla luce di quel progresso tecnologico che volenti o nolenti influisce, molto più dei grandi eventi (guerre, pestilenze etc...) sullo sviluppo delle civiltà. Che ci sia un gap tra sviluppo tecnologico e capacità di adattamento delle società è ovvio, e oggi si percepisce ancor di più perchè uno procede in modo esponenziale mentre l'altro se tutto va bene in modo lineare, con una pendenza piuttosto scarsa, quasi nulla, un elefante insomma. Quindi è vero che le società sono lente ad adattarsi e per contro corriamo come schegge, ma è una corsa in una Matrix costruita dal potere, quando in realtà potremmo stare molto più tranquilli. Ci vogliono far correre come corre il progresso: una lotta impari e destinata al fallimento perchè sono le basi su cui si fonda questa corsa che stanno fallendo: correre per consumare più velocemente, quando il progresso ci urlerebbe di rallentare. Eccola la crisi.

E' il potere che ha disegnato la mappa e stabilito le regole, utilizzando la tecnologia per CONSUMARE il più rapidamente possiblie, materie e vite umane.

Quando invece OGGI potrebbe essere una società "lentissima" con molto più tempo a disposizione, risorse e benessere per tutti.
E' l'utilizzo perverso e distorto della tecnologia in mano a pochi che porterà questo sistema al collasso. Si tratta solo di riprendere sovranità su questi meccanismi. OGGI sarebbe possibile, il problema è "solo" culturale.

Non è necessaria decrescita o ridimensionamento o rinuncia ai "confort" (che andrebbero meglio definiti) per togliere il giochino del controllo al Potere, ci vuole solo crescita culturale, l'informazione, il sapere, il senso di comunità, l'eliminazione degli intermediari e soprattutto recuperare una visione olistica dei problemi connessi all'esistenza su questo pianeta.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
Grappa
Inviato: 18/1/2015 1:09  Aggiornato: 18/1/2015 1:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/9/2005
Da: ... nomade sulle colline di Langa e Monferrato
Inviati: 61
 Re: I have a dream
... Salute a te Calvero

mi metto con Onore in "coda" per cercare uno spazio per parlarti e, con pari Rispetto, quello che da tempo ti rivolgo ascoltando i tuoi pensieri e parole, voglio ringraziarti e dedicarti queste simboliche immagini e parole:

... un Uomo diventa quello che sogna! Tu hai sognato bene! SI!!!

Ti abbraccio e, Ti Voglio Bene!

Hic

... la Libertà è come il respiro, quando manca, soffochi Hic
Calvero
Inviato: 18/1/2015 1:38  Aggiornato: 18/1/2015 1:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Perchè dobbiamo?


Dobbiamo, dobbiamo solo morire. Hai fatto bene a farmi quest'appunto. La mia espressione era indicativa di questa realtà, poiché in primis sono sostenitore della non violenza e oggi come oggi se noi vogliamo un processo che vuole farci entrare in un nuovo paradigma, a prezzo di non scatenare cataclismi, bisogna iniziare col capire che il denaro può essere un passaggio per comprendere meglio il significato di sovranità.

Se tu vuoi dimostrare un'illusione non devi bruciare il teatrino dove la mettono in pratica, altrimenti scateni il dissenso - prima devi mostrarla nella sua nudità, passando il gioco illusionistico in mano agli spettatori stessi; è lì che svanirà in un PUFF la magia e il fascino del denaro.

Ciò che rende avvicinabile ogni idea lontana, un'utopia, è scoprire il tuo reale potenziale e non di osservarla più da vicino con il binocolo, illudendoti che la toccherai prima.

Quando ti rendi conto che hai tu la forza, allora si sviluppano in automatico nuove idee per stare in piedi sulle proprie gambe.

Citazione:
Che ne pensi Calvè (non la maionese..)? Che sia troppo faticoso andare a fondo, sviscerare, scontrarsi e mandarsi a quel paese su un tabù di quelli grossi, che solo ad accennarlo le persone si mettono a ridere? I totem giganti è meglio non toccarli.


Non faccio astrazioni, e ti dò del TU ... cosa vuoi che ti dica? ... ti guardi intorno? perché m'incazzo quando vedo smartphone in mano a dei minorenni? tu pensi che qualcuno comprenda la gravità e la profondità di una tale ignominia?

Pagheremo il Fio - tutto qui, lo pagheremo e soprattutto lo faranno pagare ai loro figli coloro che pensano di educarli a un mondo libero. Parte tutto da qui. Avevo fatto un altro intervento in homepage, su cosa vuole l'uomo, l'uomo vuole il piacere, ma adesso non rivango che il discorso si articola troppo.

I resto della propaganda è messo in mano a personaggi come Ligabue. Non ci si rende più conto di cosa stanno cancellando e iniettando nelle vene delle nuove generazioni.

Citazione:
E della proprietà privata? Ne vogliamo parlare? Altro tabù intoccabile, la cui messa in discussione evoca gli spettri, mai scomparsi nell'immaginario collettivo, del Marxismo/comunismo. Vade retro Satana!
Ma le società sono cambiate profondamente, e nessuno pare accorgersene. E chi agita questi fantasmi non si rende conto che sono morti e sepolti. Da Platone a Marx fino ai giorni nostri, tecnologicamente parlando, ne è passata di acqua sotto i ponti, ma gli uomini sembrano essere legati alle stesse secolari e vetuste dinamiche sociali.
Come una bella copertina calda.


Le università sono crogioli dove s'indottrina a come percepire la realtà, non a studiarla. Bisogna imparare a pensare in senso non storico. Altro discorsone.

Citazione:
E se si affiancasse al concetto di possesso quello di "proprietà condivisa"?
A me potrebbe non interessare "possedere" ogni cosa che utilizzo, piuttosto averne la disponibilità quando, come e per il tempo che voglio. Non necessariamente questo implica possesso. Mmmh, troppo complicato...meglio consumare, bruciare, buttare, che così facciamo girare i soldi. Non è forse questo uno problemi del sistema odierno? Che questo meccanismo comincia a vacillare e a mostrare i suoi limiiti grazie alle condizione che il sistema stesso ha generato?


Ci sono esempi bellissimi che sdoganano queste cose.

Ma noi pensiamo a recintarci la mente prima ancora del giardino di casa.

Ci sono posti dove le case hanno un cartello colorato fuori - a indicare che - a seconda del colore - i proprietari ufficiali sono via qualche giorno e chi lo desidera può approfittare per sostare. Condividere, conoscere, rispettare, imparare a confrontarsi, scambiarsi ... e invece ...

... è mio è mio è mio è tutto mio, questo è mio e quello è tuo. QUESTO È MIO!!!!

Citazione:
Anche questo concetto io aggiornerei, alla luce di quel progresso tecnologico che volenti o nolenti influisce, molto più dei grandi eventi (guerre, pestilenze etc...) sullo sviluppo delle civiltà. Che ci sia un gap tra sviluppo tecnologico e capacità di adattamento delle società è ovvio, e oggi si percepisce ancor di più perchè uno procede in modo esponenziale mentre l'altro se tutto va bene in modo lineare, con una pendenza piuttosto scarsa, quasi nulla, un elefante insomma. Quindi è vero che le società sono lente ad adattarsi e per contro corriamo come schegge, ma è una corsa in una Matrix costruita dal potere, quando in realtà potremmo stare molto più tranquilli. Ci vogliono far correre come corre il progresso: una lotta impari e destinata al fallimento perchè sono le basi su cui si fonda questa corsa che stanno fallendo: correre per consumare più velocemente, quando il progresso ci urlerebbe di rallentare. Eccola la crisi.


Mi sembra che vada a braccetto con quanto sostengo.

Citazione:
E' il potere che ha disegnato la mappa e stabilito le regole, utilizzando la tecnologia per CONSUMARE il più rapidamente possiblie, materie e vite umane.

Quando invece OGGI potrebbe essere una società "lentissima" con molto più tempo a disposizione, risorse e benessere per tutti.
E' l'utilizzo perverso e distorto della tecnologia in mano a pochi che porterà questo sistema al collasso. Si tratta solo di riprendere sovranità su questi meccanismi. OGGI sarebbe possibile, il problema è "solo" culturale.


Non per niente Nietzsche è risultato comodo mistificarlo.

Citazione:
Non è necessaria decrescita o ridimensionamento o rinuncia ai "confort" (che andrebbero meglio definiti) per togliere il giochino del controllo al Potere, ci vuole solo crescita culturale, l'informazione, il sapere, il senso di comunità, l'eliminazione degli intermediari e soprattutto recuperare una visione olistica dei problemi connessi all'esistenza su questo pianeta.



La cultura ci è nemica. Serve la conoscenza e serve liberarci del fardello del sapere. Non serve libertà, servono uomini liberi.

L'uomo impara solo quando soffre e l'informazione non attecchisce su una civiltà di froci.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 18/1/2015 2:17  Aggiornato: 18/1/2015 2:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
_____________
__________


@ Grappa

Non so che dire, mi spiazzi, quindi parlo in merito dei pensieri che ho espresso, ché non voglio che il mio ego si prenda meriti che non ha, e spero di riuscire a essere comprensibile ...

... io credo che quando degli artisti scrivono una canzone e la fanno ascoltare, non è più la loro. Non mi ritengo all'altezza di tante parole e anche queste non sono più mie. Se non nella responsabilità di darne miglior senso lì dove mi viene richiesto. Non pensavo suscitassero questi abbracci e che sono stati messi anche indirettamente da altri amici e utenti...

... mi dispiace anche che sia nata con Regom una diatriba, ma spero che col tempo ci si comprenda meglio. Sono certo che la buona fede era in entrambi presente.

Prendo il tuo abbraccio con tutto il cuore e senza timori, perché so che quanto ho buttato giù con la tastiera, non è stato elaborato né razionalizzato, proprio come quando sei spinto ad abbracciare qualcuno e non stai a chiederti se lo accetterà o meno. Lo fai e basta.

Grazie a Te

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Slobbysta
Inviato: 18/1/2015 2:57  Aggiornato: 18/1/2015 2:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: I have a dream
Citazione:
Che ne pensi Calvè (non la maionese..)?


Saranno le due di notte, ma l'ho trovata comica...soprattutto lo specificarlo..





Poi in fondo le idee son davvero una maionese, la base per tante salse diverse...
Mi ricordo che a 16anni decisi di scrivere 29 domande con altrettante risposte...decisi di ripropormele ogni 5anni...non ci riuscii proprio di cinque, ma risposi 5 volte le stesse domande, in una ventina di anni..oggi rileggendo il tutto ho colto che il sarcasmo forse è rimasto, ma le priorità, l'angolatura della vita si è plasmata sullo scorrere del tempo, chissà cosa avrebbe scritto il Calvero 17enne...piuttosto quello che deve ancora pronunciarsi? Ma questo vale pure per i commenti...La domanda è...quali sono le citazioni inossidabili?

Krishnamurti sostiene che pregare non è degno quanto l'agire, è un atto di passività, quasi un elemosinare...Chi mi da quanto ho chiesto? Dio?...

Voler cose migliori e dirlo..può ispirare certamente, anche se ognuno di cose da migliorare ne avrebbe per ore...

Quello che è raro invece, è come migliorare la vita...quale percorso si consiglia per metterci nella condizione di migliorare...si deve convincere/coinvolgere la massa?

Ci si può nascondere dietro la parola utopia...certo fa bene sognare...agire? Aspetta che guardo dalla finestra...

Slobbysta

BaBaJaN
Inviato: 18/1/2015 3:26  Aggiornato: 18/1/2015 3:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/8/2008
Da: Terra?
Inviati: 179
 Re: I have a dream
Ottimo... e quindi?

Calvero
Inviato: 18/1/2015 10:25  Aggiornato: 18/1/2015 10:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Ottimo... e quindi?


Stai usando un superlativo, e se credi in ciò che scrivi e se una cosa è ottima, sai già cosa devi fare.

Se invece hai dato una valenza ironica alla tua domanda - cosa più che lecita, ci mancherebbe - allora sei tu che devi srotolare i tuoi pensieri, non io cercarli nella tua testa; non sono un prete, ne.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 18/1/2015 10:56  Aggiornato: 18/1/2015 11:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Ci si può nascondere dietro la parola utopia...certo fa bene sognare...agire? Aspetta che guardo dalla finestra...


Ciao Slobby ... prendo questa tua, un po a sintesi di quanto hai scritto e scusa se non sono intervenuto prima sui tuoi argomenti, ma so che tu sei un buon ruminante, quindi dò la precedenza a seconda, via via, man mano...

... la tua domanda mi costringe a cercare il pelo nell'uovo in quel che ho scritto.

Poggi un ragionamento sensato su di una considerazione che non riguarda la filosofia intrinseca al discorso.

Ora, con questo, io non voglio dimostrare la validità di qualcosa, ma semplicemente cosa è questo "qualcosa". Quindi di là se io abbia un ché di ragione oppure no, ora non interessa. Serve prima una base consolidata nel dibattito su cui poggiare approvazioni e detrazioni.

Tu usi il termine "nascondere". Ma questo termine non mi riguarda. Sono tra quelli, e spero non tra pochi, a scrivere secondo vicissitudini e non secondo tesi. Non per niente ogni tanto mi si sente confermare che "non voglio fare astrazione dalla realtà" ...

... questo però deve farmi dire che: - per rispetto 1) della mia privacy e 2) dei lettori, non posso introdurre in maniera invasiva chi sono io, perché io non voglio esserci. Altrimenti si cade nella trappola del parlare di sé e non mi sta bene ...

.. non che mi peserebbe farlo, ho una sufficiente dose di vanità e di spregiudicatezza che non mi porrebbe limiti, in questo senso - ma non quando si sono formulate simili esternazioni. Confido invece nel cuore degli altri a saper cogliere quanto di attivo, e per nulla passivo, vi possa essere in certi discorsi - solo all'apparenza - statici.

ORA

Se si tiene presente che la mia formulazione posa s'una consapevolezza che vede questa partita generazionale chiusa, e che in realtà io non sto parlando a nessuna cazzo di umanità, ma agli uomini, allora si dovrebbe cogliere il senso che [questa mia] intende dare all'umanità stessa, e cioè una ri-determinazione dell'ideale che idiotamente [bastantemente] la investe.

L'altro punto che sostengo e che pone la tua domanda fuori baricentro, è che si scorda che la mia posizione sostiene che il paradigma attuale è "lui" quello a essere sterile e che conduce gli uomini (a suon di piffero) alla finta attività. Sia cerebrale, sia filosoficamente, sia nel quotidiano

In realtà: - è quello che stiamo facendo adesso e da troppo tempo, che ci muove in un LOOP e, per soprammercato e ridicolmente ----> illusorio e passivo. Non solo, anche propagandando dall'alto un'idea assolutamente retorica di una compartecipazione alle attività decisionali che invece sono e rimangono soltanto, un modello mentale e comportamentale teso ad accettare ghiande e noccioline per dare al Consumo il valore massimo cui genuflettersi.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 18/1/2015 11:48  Aggiornato: 18/1/2015 11:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Ci sono solo due leggi fondamentali che regolano il cosmo, il libero arbitrio e l'amore, tutte le altre sono distorsioni di queste due. ( ma chi sono io per dire questo?)


Credo che sul libero arbitrio, dovremmo aprire - no un Topic, ma un Sito e solo a questo tema dedicato, e probabilmente tra una decina d'anni avremmo le basi da dove far partire la discussione

Citazione:
Il Libero arbitrio comprende Tutto, la totale libertà di fare ciò che si vuole senza toccare il libero arbitrio degli altri, l'Amore è quello che ci ha descritto quell'essere che ci è venuto a trovare due millenni fa.


Gli altri non esistono, esiste l'onestà di essere sé stessi che, se non propagandati da morali e culture sordide - cristallizzatesi per una precisa volontà elitaria, allora ci incastreremo ognuno nell'altro come un quadro eccellentemente giocato in una partita a TETRIS


(oggi vado a suon di metafore ludiche )

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Strazzy
Inviato: 18/1/2015 16:47  Aggiornato: 18/1/2015 17:15
So tutto
Iscritto: 11/1/2015
Da:
Inviati: 13
 Re: I have a dream
In sintesi: Voglio un mondo dove non esiste il profitto!!

f_z
Inviato: 18/1/2015 17:30  Aggiornato: 18/1/2015 17:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: I have a dream
Citazione:
I HAVE A DREAM


Incredibile ma vero, ho lo stesso sogno anch'io!

Citazione:
Voglio un mondo con soltanto DUE Leggi a vigere nel cuore di ognuno di noi: - sii onesto e fatti i cazzi tuoi ....


Io credo di seguire alla lettera queste due leggi: e mi rendo conto di essere uno dei pochi...

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
Pyter
Inviato: 18/1/2015 19:38  Aggiornato: 18/1/2015 19:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: I have a dream

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
BaBaJaN
Inviato: 19/1/2015 13:30  Aggiornato: 19/1/2015 13:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/8/2008
Da: Terra?
Inviati: 179
 Re: I have a dream
Calvero, ripeto tutto bene quello che dici, ma rimane per noi e altri 4-5 personaggi che leggono il forum...

non credo che da un forum si possa cambiare il mondo, sicuramente puoi raggiungere più consapevolezza, ma in alcuni casi questa consapevolezza porta a vedere le cose in maniera negativa (almeno a me ha portato a questo).

quindi mi chiedo, cosa stiamo qui sempre a parlare delle stesse cose se non cambia MAI un cazzo?

Calvero
Inviato: 19/1/2015 14:20  Aggiornato: 19/1/2015 14:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Calvero, ripeto tutto bene quello che dici, ma rimane per noi e altri 4-5 personaggi che leggono il forum...

non credo che da un forum si possa cambiare il mondo, sicuramente puoi raggiungere più consapevolezza, ma in alcuni casi questa consapevolezza porta a vedere le cose in maniera negativa (almeno a me ha portato a questo).

quindi mi chiedo, cosa stiamo qui sempre a parlare delle stesse cose se non cambia MAI un cazzo?


Intanto grazie per aver dato un senso più vicino all'essere chiarificatore della tua esternazione

Vengo al punto.

In un certo modo, potrei dirti che sfondi una porta aperta.

Da un'altra, invece, credo tu non abbia seguito lo "srotolarsi" della discussione, altrimenti, quantomeno, saresti stato meno manicheo. Ciò non significa che si è costretti a studiare ogni passaggio e ogni commento, ma ciò comporta delle responsabilità comunque; io, ad esempio, ne sono obbligato (ed è un conto) poiché sono l'autore...

... allo stesso modo, però, se ci si pone in una posizione nel criticarmi - nero su bianco, dopo che molte sfumature che rimandano a ulteriori concetti che per ovvie ragioni non possono essere comprese nel mio intervento originale, non è che posso impazzire dietro a tutti.

Nel senso che non posso mettermi a ricapitolare i punti di altri miei interventi dove fondamentalmente, nel loro continuum, ho risposto già a Te, ma anche ad altri.

Questo mondo non lo cambi; è destinato al collasso o al completo assoggettamento di una forza inarrestabile che muove i suoi intenti sin dalla Rivoluzione Francese. Non so: - se lo scrivessi in cinese? ... forse, chi lo sa ... magari una volta per tutte! Noi siamo impazziti, questo è quanto.

Non solo. Io - anche a prescindere da quanto poc'anzi detto - non credo nelle idee che si arrogano attraverso strategie politiche, strategie che vogliono cambiare un mondo.

L'umanità per me:- è una sonora stronzata. Non ho tempo da perdere col genere umano. Ho scritto ben in proposito di questo e ho lasciato indizi molto interessanti, che, purtroppo, non vengono colti nella loro importanza.

Questo non significa che il mondo non possa cambiare, basti pensare che l'hanno fatto cambiare chi era interessato a questo, non solo: hanno anche indottrinato i più, a credere che noi dovremmo qualcosa al genere umano.

Se in ciò trovi delle contraddizioni, essendo che io dico "voglio un mondo" eccetera ... allora significa che non mi si è ascoltato man mano che mi spiegavo. Perché quel mondo - che io so arriverà, sarà il risultato di conseguenze legate a processi storici dove l'uomo imparerà a non considerarsi "di genere" ...

... questo è il paradosso.

Tutto si risolverà attraverso i paradossi.

Non solo.

Io come ho già risposto a un altro utente, non devo parlare di me, il mio ego non c'entra - ma non faccio astrazione dalla realtà, quel che qui si legge di ciò che scrivo è partorito dal mio vissuto, non da teorie...

... ognuno faccia quel che crede.

E non si creda: non sono un essere compassionevole, né amorevole; solo che io credo che ogni forma di violenza che nasce da un'ideologia, o che voglia portare avanti una battaglia in nome di altri o di molti, sia la prova conclamata di una stronzaggine incommensurabile.

Noi si deve decidere se morire da semi, o da coglioni. Tutto qui.

Non dico si debba essere d'accordo con me, pretendo solo che non si idealizzi stupidamente un mio pensiero che non riguarda minimamente questi tempi - che sono già fottuti. Combattere per il presente, o per eliminare i cattivi, è una cosa che non m'interessa. Io non combatto nessuno. Credo nella Vita, è diverso.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
BaBaJaN
Inviato: 19/1/2015 14:27  Aggiornato: 19/1/2015 14:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/8/2008
Da: Terra?
Inviati: 179
 Re: I have a dream
grazie per la tua esaustiva risposta.

la cosa più bella che voglio estrapolare è "Credo nella Vita" ed è su questa radio che voglio sintonizzarmi.

Piero68
Inviato: 19/1/2015 14:48  Aggiornato: 19/1/2015 14:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2012
Da:
Inviati: 134
 Re: I have a dream
Insomma vuoi un mondo immerso nel caos post-atomico e nell'anarchia!! Perchè è questo a cui si riduce il tutto se elimini la certezza della pena, l'educazione, le arterie di comunicazione, la produzione industriale, la democrazia elettiva ecc. Senza contare che le tue due leggi e il rifuto di tutte le religioni mi ricordano tanto un certo assunto di un tale di nome Aleister Crowley. Non proprio un esempio cristallino da seguire!! Almeno per me!

Io invece vorrei una sola cosa: un mondo più giusto ed equo! Come vedi mi accontento di poco!

Triac
Inviato: 19/1/2015 19:34  Aggiornato: 19/1/2015 19:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/6/2009
Da:
Inviati: 89
 Re: I have a dream
Citazione:
Gli altri non esistono, esiste l'onestà di essere sé stessi che, se non propagandati da morali e culture sordide - cristallizzatesi per una precisa volontà elitaria, allora ci incastreremo ognuno nell'altro come un quadro eccellentemente giocato in una partita a TETRIS


Gli altri esistono eccome, sia come coscienze individualizzate sia nel fisico come nel metafisico, nessuno è cristallizzato, ciascuno segue il suo percorso che solo alla fine collasserà nella totalità, solo ALLORA gli altri non esisteranno.

PS: non pensavo rispondessi ancora, pensavo già abbandonata questa discussione.

Calvero
Inviato: 19/1/2015 20:04  Aggiornato: 19/1/2015 20:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Insomma vuoi un mondo immerso nel caos post-atomico e nell'anarchia!!


Non so di cosa tu stia parlando.

Citazione:
Perchè è questo a cui si riduce il tutto se elimini la certezza della pena, l'educazione, le arterie di comunicazione, la produzione industriale, la democrazia elettiva ecc.


Certo, perché io ho parlato di eliminare qualcosa. Sei molto attento (sono ironico of course). Tu trovami solo un punto dove io mi sia mai riferito a questo concetto, e poi ne riparliamo

In sostanza, è tutto nella tua testa, non certo nella mia.

Citazione:
Io invece vorrei una sola cosa: un mondo più giusto ed equo! Come vedi mi accontento di poco!


Puoi volere tutto ciò che desideri, però mi preoccuperei se a volerlo è chi appiccica teorie fasulle un tanto al chilo.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 19/1/2015 20:05  Aggiornato: 19/1/2015 20:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Gli altri esistono eccome, sia come coscienze individualizzate sia nel fisico come nel metafisico, nessuno è cristallizzato, ciascuno segue il suo percorso che solo alla fine collasserà nella totalità, solo ALLORA gli altri non esisteranno.


Vedo che hai seguito il discorso....

Citazione:
PS: non pensavo rispondessi ancora, pensavo già abbandonata questa discussione.



... e anche come funziona LC

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Azrael66
Inviato: 19/1/2015 21:31  Aggiornato: 19/1/2015 21:31
So tutto
Iscritto: 18/7/2013
Da:
Inviati: 12
 Re: I have a dream
Lo trovo bellissimo, l'ho votato con un meritato dieci!
A volte bisogna saper leggere tra le righe o meglio, è necessario lasciarsi abbandonare ai sensi e quindi, come in questo caso, “sentire” il messaggio silenzioso ma che ti parla dentro.
Penso quindi che se lo si legge utilizzando solo il lobo sinistro del cervello non lo si comprenderà affatto, cavillando su questo o quel concetto espresso in modo poco consono alla grammatica od alla forma; se invece si impiega il lobo destro, beh, il resto viene da se.

etrnlchild
Inviato: 20/1/2015 0:55  Aggiornato: 20/1/2015 0:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: I have a dream
Citazione:
Certo, perché io ho parlato di eliminare qualcosa. Sei molto attento (sono ironico of course). Tu trovami solo un punto dove io mi sia mai riferito a questo concetto, e poi ne riparliamo

Questo perchè non sei compassionevole, per tua stessa ammissione, e non ti immedesimi nello schiavo moderno. .

Un mondo senza prigioni diventa un mondo dove non c'e' certezza della pena, un mondo senza voti diventa un mondo senza educazione (qualsiasi cosa si intenda per essa) un mondo senza industrie e "catene" (ma guarda un pò come le hanno chiamate... ) di montaggio diventa un mondo senza produzione industriale, un mondo senza religioni (anche da "religo", legaccio) diventa anarchia, etc...

Prigioni, catene...legacci...serve altro per immedesimarsi e capire?

C'e' chi ci vede la salvezza e chi l'apocalisse. Non fa una piega.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
Piero68
Inviato: 20/1/2015 11:58  Aggiornato: 20/1/2015 12:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2012
Da:
Inviati: 134
 Re: I have a dream
Citazione:
Voglio un mondo senza prigioni


Senza prigioni non c'è punizione della colpa ergo non c'è certezza della pena

Citazione:
Voglio un mondo dove i nonni siano i capi tribù


Se a capo mettiamo gli anziani non ci sarà più una democrazia elettiva che sceglie da se chi deve governare

Citazione:
Voglio un mondo dove i bambini decidano loro cosa fare la mattina quando i loro occhietti si aprono


Se i bambini non vanno più a scuola finisce che la cultura col tempo scompare e l'ignoranza la farà sempre da padrona

Citazione:
Voglio un mondo senza industrie e catene di montaggio


Se elimini le industrie elimini almeno il 90% dei benefici di cui oggi possiamo godere grazie proprio alla produzione industriale. E pensa, non staremmo nemmeno qui a scriverci su internet.

Forse ha ragione Eternchild, forse dove tu vedi libertà io vedo catene perchè sono nato schiavo. Ma almeno non ho mai perso il contatto con la realtà.

Concludo sottolinenado che ti ho dato dell'anarchico non dello stronzo!!
E non credo sia una offesa. Inoltre sono molto meravigliato dal fatto che sia tu che Eternlchild vi siete concentrati solo sulla differenza di opinioni. Mentre invece, la provocazione vera, era un'altra ed è caduta senza seguito.

gieief
Inviato: 20/1/2015 12:28  Aggiornato: 20/1/2015 12:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/11/2011
Da: Torino
Inviati: 174
 Re: I have a dream
.

Calvero
Inviato: 20/1/2015 12:47  Aggiornato: 20/1/2015 12:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
Senza prigioni non c'è punizione della colpa ergo non c'è certezza della pena


La punizione è il linguaggio di una civiltà dei trogloditi, la riabilitazione, che non è esclusa dalle mie asserzioni, è di una civiltà saggia.

Citazione:
Se a capo mettiamo gli anziani non ci sarà più una democrazia elettiva che sceglie da se chi deve governare


Come credi io delle favole non m'interesso, m'interesso, come detto della Vita, e ho imparato a disinteressarmi della propaganda, quella che ti indottrina a credere che l'autorevolezza sia figlia dell'autorità. Accomodati, capirai, il tuo è lo spirito del mondo che di cui sei riflesso.

Citazione:
Se i bambini non vanno più a scuola finisce che la cultura col tempo scompare e l'ignoranza la farà sempre da padrona


La conoscenza non è figlia della scuola, il sapere è figlio della passione libera e non indotta, non per niente i dotti e gli acculturati di ogni tempo si sono sentiti in diritto, da acculturati, di sterminare, seviziare, violentare e propagandare civiltà che avevano lasciato un esempio che non comodava.

Citazione:
Se elimini le industrie elimini almeno il 90% dei benefici di cui oggi possiamo godere grazie proprio alla produzione industriale. E pensa, non staremmo nemmeno qui a scriverci su internet.


Che dovessi rispondere a queste infantilità, me lo aspettavo, per fortuna il livello qui su LC di consapevolezza è maturato. Non posso certo sperticarmi con chi non ha orecchie per sentire; che il comfort e il progresso sono due concetti in antitesi ...

.. non solo, secondo anche la più semplice logica, si è parlato di "stelle polari" e che poi tutto questo per te sia un beneficio, la dice lunga, per me è solo carta igienica su cui scrivere post-it in nome e per conto di una forza maggiore ...

... e si sa, è dalla merda che nascono i fiori, quindi sono ben contento di sparare cagate.

Citazione:
Concludo sottolineando che ti ho dato dell'anarchico non dello stronzo!!


E ti sbagli.

Un po come quando mi danno o sottintendono che sarei uno dei Grillini, perché li ho difesi (e li difendo) da accuse improprie. Io non sono anarchico, spiacente, io sono un vero democratico. Ho difeso i concetti anarchici quando idiotamente - come fai tu - (è un dato di fatto, studia, poi vieni a discuterne con competenza) c'è qualcuno che li attacca con accuse improprie.

L'anarchia è una stella polare che deve stare al posto suo e attendere i suoi tempi.

Citazione:
E non credo sia una offesa. Inoltre sono molto meravigliato dal fatto che sia tu che Eternlchild vi siete concentrati solo sulla differenza di opinioni. Mentre invece, la provocazione vera, era un'altra ed è caduta senza seguito.


La cosa è molto più semplice. Tu, a differenza dei molti (e sono orgoglioso di questa crescita) semplicemente non hai letto, non hai saputo leggere e non hai voglia di impegnarti a comprendere temi di questa levatura.

Essere in disaccordo appropriatamente secondo quanto esposto, è una cosa importante; esserlo senza aver capito di cosa si è parlato è un problema che non deve riguardarmi.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
franat
Inviato: 20/1/2015 17:05  Aggiornato: 20/1/2015 17:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/3/2009
Da: roma
Inviati: 93
 Re: I have a dream
BELLISSIMO E VERISSIMO
GRAZIE CALVERO
il tuo post mi è piaciuto tanto quanto non mi è piaciuto
l'immediato battibecco sul "plagio" e se anche fosse poi ...?!
trovo violento e sterile questo modo di fare; è giusto dare una
spiegazione ad un commento provocatorio ma poi basta e se l'altro
insiste lasciamolo insistere, da solo...
francesco

Calvero
Inviato: 20/1/2015 17:22  Aggiornato: 20/1/2015 17:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
_____________
__________

Ciao Franat, anche se l'hai messo tra virgolette, la questione del "plagio" non mi sembra un termine affine, però magari non ho capito bene a chi/cosa ti vuoi riferire.

Comunque grazie del consiglio

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
maurixio
Inviato: 20/1/2015 18:20  Aggiornato: 20/1/2015 18:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/4/2007
Da:
Inviati: 333
 Re: I have a dream
Mi piacerebbe leggere a lungo su questo tema. Non ci vedo complotti e non devo confutare un bel niente. E quando manca sale e pepe...sembra tutto insipido.
In precedenza ho dichiarato che alcuni voglio gia sono miei perche:

Voglio un mondo senza giornalisti.... ed è gia così perchè prendo informazioni da tutti e quindi non posso defire tutti giornalisti altrimenti saremmo tutti giornalisti ma non lo sarebbe nessuno.
........un mondo senza violenza....e qua la citazione mi aiuta altrimenti sarebbe impossibile fare una affermazione del genere di fronte ad una natura sempre "rossa nei denti".
.....senza religioni....la fede è innegabile e anchio penso che dio sia presente ora nella punta delle mie dita come nel buco piu profondo dell'universo. E solo che non ha bisogno di ragioni per essere, è ottuso fa come gli pare tutti lo sanno ma serve per la morale.
......senza industrie..ecc ....e questa è la migliore proprio grazie alle industrie e l'esperienza che ne è derivata. L'artigianalità è quanto di piu vicino alla natura dell'uomo.
.....senza voti o pagelle....Impossibile perchè per me vale il concetto di unicità. non puoi classificare non puoi fare una scala
........i bambini....non ne ho mai avuti. L'unica cosa che ho imparato è che non sai mai quello che puoi aspettarti....(e qua interviene la natura rossa nei denti) Ps secondo me i bambini comprendono gia da piccoli che sono spesso dei rompicoglioni e la punizione non l'aspettano, la desiderano come gesto d'amore. Quindi per me non farebbero mai quello che vogliono, tranne che....a condizione..
.....dire quello che voglio....si. sono parole.
......i nonni capi tribù....presto molta attenzione agi insegnamenti, e spesso è un piacere essere guidati da menti sagge.
.....non preoccuparsi della pensione.....questo mi manca anche se giovane lo sono relativamente.
.....senza prigioni....penso che se hai fatto un torto lo devi ripagare alla vittima. Lavorare per ripagare. Altro che chiuso a sfottere chi pena per sopravvivere.
..... senza borse e azioni.... non ne so molto, ma l'economia una volta era il baratto, ora possiamo dire che questa è economia moderna, ma non possiamo dire che questa non possa evolvere.
(Voglio un mondo senza autostrade: - non servono a niente corsie preferenziali, se abbiamo bisogno di arrivare comodamente e velocemente, non capiremo mai cosa significa viaggiare.)
....che non sottometta gli animali.... devo dire che molti gatti hanno accompagnato la mia esistenza fino ad oggi..non l'hanno mai fatto in modo esplicito...ma l'impressione che a comandare siano sempre stati loro.

Quindi ste cose in buona parte sono gia realtà. (Qualcuno gia in precedenza su questo punto si è espresso meglio di me.)

Manca ....voglio un mondo dove tutti stanno bene di salute e l'unica religione sicura è il piacere di essere unico ed irripetibile ed essere consapevole di questo. e allora si ...essere onesto e farsi i cazzi propri verrebbe da se

Tricky
Inviato: 21/1/2015 10:39  Aggiornato: 21/1/2015 10:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/6/2012
Da:
Inviati: 72
 Re: I have a dream
Citazione:
fatti i cazzi tuoi ....


con tanti saluti alla solidarietà.

Calvero
Inviato: 21/1/2015 11:14  Aggiornato: 21/1/2015 11:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
con tanti saluti alla solidarietà.


Non so di cosa tu stia parlando. Comunque basta esserne convinti.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
franat
Inviato: 22/1/2015 16:11  Aggiornato: 22/1/2015 16:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/3/2009
Da: roma
Inviati: 93
 Re: I have a dream
ciao calvero
mi riferivo al battibecco iniziale con quell'utente che dichiara che hai
preso spunto da un testo di non ricordo chi (...)
il tuo post comunque è molto bello

Tricky
Inviato: 23/1/2015 8:47  Aggiornato: 23/1/2015 8:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/6/2012
Da:
Inviati: 72
 Re: I have a dream
Citazione:
Non so di cosa tu stia parlando[/quote

Non capisco quello che hai scritto.

Calvero
Inviato: 23/1/2015 11:04  Aggiornato: 23/1/2015 11:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I have a dream
Citazione:
ciao calvero
mi riferivo al battibecco iniziale con quell'utente che dichiara che hai
preso spunto da un testo di non ricordo chi (...)


... c'è confusione, non avevo neanche preso in considerazione se Regom stesse intendendo una cosa del genere, ma non era questo il punto. La diatriba era nata poiché era l'associazione con personaggi violenti di quanto veniva menzionato nell'articolo ad avermi fatto risentire. Non c'è nessun plagio; le idee viaggiano tutte nel tempo e vengono colte di volta in volta - nessuno inventa niente, non ci sono copyright nella vita

Comunque, dopo ho chiesto scusa a Regom per aver esordito in maniera esasperata.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Nichiren
Inviato: 23/1/2015 13:12  Aggiornato: 23/1/2015 13:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 26/3/2014
Da: Toscana
Inviati: 1061
 Re: I have a dream
Calvero

Citazione:
L'anarchia è una stella polare che deve stare al posto suo e attendere i suoi tempi.

Tempo addietro ti chiesi di spiegarmi per filo e per segno la tua ideologia riguardante l'anarchia.
Prima o poi riuscirò ad inchiodarti ad un tavolo con una birra ghiacciata,e lì,non mi sfuggirai più.

La verità è nel silenzio
effeviemme
Inviato: 23/1/2015 16:36  Aggiornato: 23/1/2015 16:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/6/2006
Da:
Inviati: 698
 Re: I have a dream
@ Tricky

Non hai letto e/o compreso il post : Calvero Inviato: 17/1/2015 4:14
(un po' più su nel thread) o non diresti così.

ciao fvm

Ognuno sta solo sul cuor della terra trafitto da un raggio di sole: ed è subito sera - S. Quasimodo.
NJB
Inviato: 25/1/2015 16:19  Aggiornato: 25/1/2015 16:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/1/2011
Da:
Inviati: 144
 Re: I have a dream
Citazione:
Voglio un mondo senza giornalisti: - non serve a niente sapere le notizie, è la più grande bufala della storia; tra noi e i fatti - se servono postini, significa che non vogliamo cercare ma essere trovati.


Ma l'informazione è importante... Sapere come gira il mondo è importante. Forse intendi i "giornalisti" che tendenzialmente scrivono la storia come vogliono farla vedere e non come è realmente.

Citazione:
Voglio un mondo dove posso dire qualsiasi cosa io voglia: - non serve a niente difendersi dalle parole, chi ha paura delle parole non ha stima di sé stesso.

Fino a che non lesioni o in qualche modo intacchi la dignità altrui ovviamente, cosa che è praticamente impossibile se si conoscono più di 50 persone.

Citazione:
Voglio un mondo senza violenza: - non serve a niente predominare, veniamo al mondo senza portare nulla, moriamo senza poterci portare via niente e in mezzo litighiamo per possedere (cit.)

Sarebbe un meravislioso modo per iniziare un mondo che al momento rimane utopia. Purtroppo.


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA