Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


opinione : Lettera di un ragazzo omosessuale
Inviato da Redazione il 18/9/2014 18:50:00 (12823 letture)

Lettera di un ragazzo omosessuale, che si domanda che cosa ci sia dietro all'improvvisa apertura verso i gay in tutto il mondo.

Ciao Massimo, sono un tuo accanito lettore, appena sento una notizia al tg che mi puzza, corro su LuogoComune per vedere se hai pubblicato qualcosa a riguardo. Volevo farti i complimenti perché penso che il tuo lavoro sia molto importante per garantire la libertà di pensiero e di espressione che sempre più spesso sono in pericolo in una società come la nostra, all’apparenza democratica, ma che in realtà viola costantemente i diritti che afferma di garantire. Ti scrivo questa mail perché volevo denunciare una situazione che secondo me sta raggiungendo ultimamente l’apice della vergogna. L’argomento è diverso da quelli che solitamente tratti, ma le tecniche di disinformazione sono sempre le stesse. La verità viene nascosta, chi prova a contestare la tesi ufficiale viene messo a tacere. La stragrande maggioranza della popolazione vive nella più completa e totale ignoranza a riguardo. L’argomento di cui voglio parlarti è l’omosessualità, io sono una voce fuori dal coro, anzi fuori da tutti i cori.

Cominciamo dal dire chi sono: sono un ragazzo di 22 anni, ho avuto relazioni con entrambi i sessi e ho vissuto nel cosiddetto “ambiente gay” per anni, nonostante la mia giovane età. A chi mi chiede con chi mi vedo in futuro, rispondo con una donna, nonostante non mi vergogni del mio passato e non me ne penta. Premetto che non penso di avere la verità in tasca e quello che dirò è frutto di miei ragionamenti, non solo miei per fortuna, e si basa anche sulla mia esperienza personale.

Vorrei trattare principalmente due questioni riguardo all’omosessualità:

1) Da qualche decina d’anni nel mondo occidentale si è assistito ad una grande apertura verso il mondo LGBT (Lesbiche - Gay – Bisessuali – Transgender), è frutto di un rinnovato sentimento filantropico o c’è dell’altro?

2) Ambienti gay: sono davvero così “normali”?

Partiamo dal primo punto. Sempre più spesso nelle serie tv e nei film si vedono personaggi gay, ...

... spesso con ruoli primari, si veda Will e Grace, True Blood, Brokeback Mountain, tanto per citarne alcune tra le più famose e non mi dilungo sugli effetti di emulazione che i personaggi televisivi suscitano, perché penso sia più che ovvio e visibile a chiunque. Siamo bombardati da pubblicità “progresso”, con slogan tipo “ Omosessuale è normale”, “gay è ok” ecc..

Non ci vuole molto a capire che i miliardi spesi in queste campagne hanno come scopo ben più che un semplice “volemose bene”.

Arriviamo al dunque. La popolazione mondiale sta aumentando esponenzialmente, a ritmi vertiginosi, tanto da far prevedere che, ottimisticamente, nel 2100 saremmo in più di 11 miliardi . Le allerte dell’Onu e di altre organizzazioni sono sempre più frequenti e preoccupanti. Non mancherà soltanto il petrolio, anche l’acqua non basterà per tutti. Come ovviare al problema? Beh dai, un po’ li fanno fuori Rumsfeld e Cheney, una guerra all’anno ad ogni paese i cui abitanti possano essere credibili come terroristi, si diffonde qualche malattia e il gioco è fatto.

Ma si sa, prevenire è meglio che curare. Perché allora non fare un po’ di condizionamento di massa?

Qui devo fare una digressione, doverosa a causa della massiccia disinformazione che è stata fatta sull’argomento. Per farla breve, in ambito psicologico c’è stato un dibattito sulle cause dell’omosessualità, i filoni principali erano due:

Il primo sosteneva la tesi genetica: sono i geni a determinare chi ti porti a letto.

Il secondo sosteneva la tesi comportamentale: l’omosessualità è un comportamento che alcune persone attuano in risposta a determinate cause, in ogni caso qualcosa che non si ha dalla nascita ma si sviluppa con la crescita.

Allo stato attuale della ricerca, solo un lobotomizzato può sostenere la tesi genetica. La tesi genetica, per intenderci, ha lo stesso contenuto di verità delle tesi di Attivissimo sull‘ 11 settembre. Ci sono così tante prove e controprove dell’origine NON genetica di questo fenomeno, che sostenere il contrario è un crimine contro la verità. Basandomi sulla mia sola esperienza posso dire che fino ai 17 anni ho frequentato solo ragazzi, un giorno poi ho incontrato una ragazza, mi sono innamorato e ho avuto dei soddisfacenti rapporti sessuali con lei. Ergo, se la tesi genetica è vera, i miei geni sono cambiati in una notte, molto credibile.

Torniamo alla questione principale. Data l’origine comportamentale dell’omosessualità risulta molto facile condizionare la gente: i personaggi gay più famosi sono attori strafighi, ricchi sfondati, con una vita sessuale da Rocco Siffredi e pieni di amici. Ma allora perché non diventiamo tutti gay??

Voglio aprire un’ulteriore parentesi per gli eventuali lettori, non voglio seminare il panico. L’omosessualità non è una malattia, non è uno status biologico, potremmo dire che l’omosessualità in sé per sé non esiste, esistono i comportamenti omosessuali. Non è che se vado con un uomo poi non posso più andare con una donna perché ormai sono diventato gay, e che cavolo. Ognuno può scegliere come vivere la propria vita, a patto che sappia usare il cervello. Soprattutto ad una certa età è normale volere fare varie esperienze, ma anche dopo. Non è questione di essere o di diventare, è questione di FARE, AGIRE. Io bevo il latte senza diventarlo, senza identificarmi nell’oggetto della mia azione.

Quindi ricapitolando, i governi occidentali stanno effettuando una massiccia campagna mediatica, direttamente o indirettamente, col fine di ridurre la popolazione mondiale e di garantire un livello di vita migliore ai pochi fortunati, i quali potranno continuare beatamente una vita di sprechi, lussi e abusi.

Potrebbe sembrare quasi irrilevante, alla fine si tratta solo di non far nascere bambini, sicuramente è meglio che lasciarli morire.

I mezzi con cui si vuole raggiungere questo fine si basano però sul condizionamento di persone ignare, sull’offuscamento della verità e sulla denigrazione di qualunque voce contraria.

Caro Massimo, vuoi sapere chi è l’ente più autorevole a denunciare il coinvolgimento di lobby che controllano le nascite e versano milioni e milioni a chiunque sia pronto a sostenere la causa gay?

Beh, aimè è un ente che oggi, meritatamente o meno, ha per la maggior parte dell’opinione pubblica, la stessa credibilità di Vanna Marchi: la Chiesa.. Vorrei ricordare, da completo ateo e sbattezzato (ripeto sempre che credere è più facile che pensare), che, pedofili a parte, nella chiesa ci sono anche alcune persone molto colte e volenterose, che aiutano concretamente le persone. Alcuni, come noi, si battono per la verità. Per chi non ne volesse sentire della chiesa, non mancano altre fonti, questo post su facebook riassume il programma di riduzione della popolazione mondiale denunciato dall’insider Lawrence Dunegan , si noti il “favorire l’omosessualità”.

Anche l'UNESCO, secondo un vescovo spagnolo, persegue la stessa politica.

In ogni caso, chiunque sollevi il minimo dubbio su queste vergognose campagne o più in generale su tale fenomeno, viene etichettato immediatamente come omofobo, retrogrado, razzista. Sono le stesse persone che ora sono fiere di essere gay (cosa ci sia poi da essere fieri, riamane ignoto), a costruirsi difese assurde pur di non provare, per un solo istante, a pensare. Cose come la bisessualità sono incomprensibili ai più, troppo destabilizzanti. Anche pensare alle vere cause dell’omosessualità è parecchio frustrante, dover rielaborare completamente il rapporto con una madre molto spesso soffocante, colmare il vuoto di un padre spesso anaffettivo, affrontare il disagio verso il sesso opposto e verso se stessi, aggiungiamoci magari qualche violenza in tenera età: beh dai, facciamo che ci son nato che è meglio. La canzone di Povia, ” Luca era gay”, è in questo senso molto illuminante. A proposito, mi chiamo Luca, ti lascio immaginare il ritorno a scuola dopo il festival di San Remo.

Massimo, l’ho vissuto in prima persona, bisogna ripetersi costantemente che gay ci si nasce, che non c’è scelta, che bisogna accettarsi per quello che si è. Cose che vengono costantemente ripetute ad alta voce nei locali gay, nelle tv, nei film, nelle soap opere, nei giornali e, in seconda battuta, dalla zia, dalla prof, dalla madre, dall’amica, dal cugino. Anche biondi ci si nasce, perché non mi martellano i santissimi con slogan come: Biondo è normale, Biondi ci si nasce ???

Vorrei farti notare che anche sul fronte dell’autoerotismo c’è stata una completa inversione. I motivi sono gli stessi che ho apportato sopra. Prima se lo facevi diventavi cieco, adesso fa bene alla prostata, libera endorfine, riduce lo stress, abbassa il colesterolo, migliora la salute, rende più efficiente il cervello, migliora i rapporti di coppia e aiuta a bruciare le calorie. Insomma, l’elisir di lunga vita! Come per l’omosessualità, la maggior parte del condizionamento avviene tramite i telefilm: prestanti giovani, pieni di donne, che appena hanno un minuto libero si dedicano a tale arte. Sia chiaro che non ho niente contro la masturbazione, mi infastidisce però l’ipocrisia dei media.

Infine vorrei solo citare, data la vastità e le controversie dell’argomento, la promozione dell’aborto come diritto della donna (ma della madre o della figlia? La risposta è semplice.) Anche in questo caso non condanno l’aborto, ma riconosco le operazioni di propaganda che sono state fatte e ne individuo facilmente i motivi e gli scopi.

Passiamo al secondo punto: “Ambienti gay: sono davvero così “normali”?

Mi dispiace rovinarti il finale, ma ti dico subito che la risposta è NO.

Ho frequentato parecchie discoteche gay in Italia. Le discoteche sono il punto di ritrovo principale per chi vuole avere rapporti gay. Il secondo punto di ritrovo sono le chat, per decenza eviterò di parlarne.

Si sa, le discoteche non sono proprio il luogo di ritrovo dei santi, ma qui le cose sono ancora peggio. Non stupirti se il poveretto di turno in tv o il prete alla messa provano a instradare i giovani verso uno stile di vita più “eterosessuale”, parlando in senso lato (stare per mesi dietro ad una che se te la da è festa grande).

Primo punto, mi fa ridere quando sento parlare di promiscuità tra gay, non rende l’idea. Io penso che una persona in media arrivi a consumare almeno cinque rapporti sessuali con cinque persone diverse in una sola serata in discoteca. Ho detto in media. Un folto numero di persone infatti, a inizio serata entra nelle cosiddette dark room, stanze buie come dice il nome, dove quello che succede non lo vuole sapere manco dio, e ne esce a fine serata. Anche restando in pista da ballo si vede di tutto, ragazzini di 13-14 anni con uomini di 60, gente che si apparta nel primo angolo che trova, i bagni sono sempre occupati. Io ero un tipo piuttosto tranquillo per i canoni del mondo gay, ho sempre cercato qualcosa di più del semplice sesso, ho sempre usato il preservativo, e nonostante ciò, ho contratto due malattie veneree che, per fortuna, ho prontamente curato. Immaginati gente che pratica il cosiddetto bareback, sesso senza preservativo.

Non sto parlando di una discoteca in particolare, sono tutte così, alcune molto peggio, ma evito i dettagli, sempre per decenza.

L’alcool? No, quello non basta, al massimo ti lasci andare più facilmente, ma per reggere quei ritmi ci vuole ben di più, il popper ce l’ha chiunque, non lo devi neanche comprare e di polvere bianca ne circola a fiumi. Le pasticche hanno preso il posto delle Vivident.

Sono un moralista? Niente affatto, penso che chiunque debba vivere la vita che preferisce. Il problema è che spesso ci vanno di mezzo ragazzi giovani che vogliono solo conoscere qualcuno che li possa capire. Alla tv queste cose non le dicono, e non stento a capire il perché, è troppo, per chiunque. Sentiamo solo di quei ragazzini che si tolgono la vita perché non vedono una via di uscita. Probabilmente le pubblicità regresso non sono riusciti a convincerli che la cosa sia del tutto normale, li hanno però convinti che ci si nasce e che non ci sia alternativa, non da vivi per lo meno.

Concludo rivolgendoti una domanda: Massimo, quando sentirai l’ennesimo vescovo o papa, pur corrotto o satanista che sia, che consiglia uno stile di vita più “consono al Vangelo”, potrai biasimarlo?

Con affetto, Luca

Voto: 8.00 (14 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
toussaint
Inviato: 18/9/2014 19:09  Aggiornato: 18/9/2014 19:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Complimenti a questo ragazzo, è di una sensibilità e intelligenza fuori dal comune.
Infatti, la cosa strana è questa:
perchè essere gay è divenuto un modello?
Voglio dire, perchè definirsi, perchè rinchiudersi in una casella?
E soprattutto perchè ridurlo a una macchietta?
Se sei un uomo a cui piacciono gli uomini, sei semplicemente un uomo che prova attrazione per altri uomini, non una finta femmina, una femmina di serie B.
Invece essere gay è divenuto un modello concettuale, una specie di moda generazionale, una volta c'erano i Mods e i Rockers, poi i pariolini e i fricchettoni, poi gli emo e adesso i gay.
E' anche un modello estetico e consumistico.
E senz'altro c'è di mezzo la questione nascite.
Qualcuno sa spiegarmi come mai un paese ultra cattolico come l'Italia, dove medici e infermieri obiettori di coscienza cercano di rendere impossibile l'aborto anche a una donna stuprata, però non c'è alcuna legge a tutela della famiglia, delle donne lavoratrici, nessun sostegno economico?
E come mai l'Islam è la religone più demonizzata al mondo?
Forse perchè definisce una cultura e una società in cui si fanno troppi bambini?
E così si coglie anche l'occasione per ammazzarne in grandi quantità in Iraq, Siria o a Gaza?
L'omosessualità non è un problema, non lo è mai stato (ognuno a letto può fare ciò che vuole), così come l'immigrazione, ma su questi aspetti il Potere continuamente costruisce ed elabora i propri progetti di dominio.


edit: vorrei consigliare a questo ragazzo di non rivelarsi come autore della lettera, rischierebbe di essere trattato come Israel Shamir o Gilad Atzmon dai loro confratelli israeliani, come una quinta colonna...

edit2: non sono d'accordo su alcune considerazioni sulla Chiesa cattolica, ma questo è un altro discorso.
quello che mi interessa dire è che io ho fatto un pò lo stesso percorso di Luca, nel senso che sono arrivato alle sue conclusioni partendo da una posizione storica, direi di famiglia, assolutamente anti discriminatoria e quindi naturalmente portata a difendere i gay e quindi anche la loro caratterizzazione fumettistica, perchè questo sistema e il Potere che determina DEVE RIDICOLIZZARE, BANALIZZARE E COMMERCIALIZZARE TUTTO!
E una delle cose che però internamente non riuscivo mai ad accettare è perchè mai i gay dovessero essere per forza promiscui, in tal modo riducendo il rapporto amoroso a puro sesso, ma peggio, a una macchietta.
Dopo di che, tolto lo spazio all'amore (in tutte le sue declinazioni anche non necessariamente di pulsione verso altri esseri umani, ma ad esempio verso le cose del mondo in generale), resta solo il denaro, il profitto, il consumismo.
Insomma ci sono arrivato partendo da sinistra, perchè è questo il gioco su cui puntano, se sei aperto, anti razzista, di sinistra, NON PUOI contestare certi modelli.
perchè è da fascisti.
e invece no, alla fine mi sono liberato e ho capito la verità.
LA PROPAGANDA E LA GUERRA PSICOLOGICA E' FASCISMO!

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
pursuitoftruth
Inviato: 18/9/2014 19:16  Aggiornato: 18/9/2014 19:31
So tutto
Iscritto: 18/9/2014
Da:
Inviati: 28
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Grazie mille Massimo per aver pubblicato la mia mail. Tempo addietro, quando militavo nell'attivismo gay, facevo parte di una associazione che aveva anche una rivista online. Proposi un articolo simile, con toni molto più smorzati: la redazione ha trovato mille scuse, prima era troppo corto, poi era troppo lungo, la sintassi non era buona, alla fine non me l'hanno pubblicato. Questo la dice lunga sulla trasparenza e sull'onestà intellettuale di certe associazioni che promuovono la libertà e l'uguaglianza.
P.s. : se non fosse chiaro sono l'autore dell'articolo.

pursuitoftruth
Inviato: 18/9/2014 19:28  Aggiornato: 18/9/2014 19:28
So tutto
Iscritto: 18/9/2014
Da:
Inviati: 28
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Grazie Toussaint per il sostegno. Tranquillo metto solo il nome e basta. Hai centrato un punto nodale che io, nella mia mail a Massimo, per evitare di diventare prolisso ho tralasciato. Essere gay è diventata una moda. C'è un telefilm americano dove i protagonisti sono ragazzi che rappresentano le varie "categorie" giovanili: l'ochetta di turno, il bullo, l'extracomunitario, lo sfigato e il gay. Ci insegnano a "pensare" per compartimenti stagni. Chi è fuori da queste categorie, semplicemente non esiste. Sono molti i ragazzi che preferiscono risultare gay che non esistere. Altra conseguenza della moda gay è l'omologazione, ti ritrovi davanti tanti automi che parlano, pensano e vestono tutti allo stesso modo, è una cosa davvero inquietante.

Oscar Jager
Inviato: 18/9/2014 19:30  Aggiornato: 18/9/2014 19:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/9/2014
Da:
Inviati: 35
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
1) Da qualche decina d’anni nel mondo occidentale si è assistito ad una grande apertura verso il mondo LGBT (Lesbiche - Gay – Bisessuali – Transgender), è frutto di un rinnovato sentimento filantropico o c’è dell’altro?

Si, la lotta degli individui per farsi rispettare come persone prima di tutto

2) Ambienti gay: sono davvero così “normali”?

Definire normalita'.
In natura la normalita' NON esiste

Il discorso dell'elite che spinge l'omossessualita' per non si sa bene quali scopi

l"’omosessualità è un comportamento che alcune persone attuano in risposta a determinate cause, in ogni caso qualcosa che non si ha dalla nascita ma si sviluppa con la crescita"

Questo non e' del tutto vero visto che e' stato riscontrato il cosidetto gay gene.
E ripeto, il concetto di normalita' e' alquanto opinabile

Biology and sexual orientation

"The relationship between biology and sexual orientation is a subject of research.[..]scientists hypothesize that a combination of genetic, hormonal and social factors determine sexual orientation.[1][2] Biological theories for explaining the causes of sexual orientation are more popular,[1] and biological factors may involve a complex interplay of genetic factors and the early uterine environment.[3] These factors, which may be related to the development of a heterosexual, homosexual, bisexual or asexual orientation, include genes, prenatal hormones, and brain structure.

E' un mattoncino, significa che la questione oltre ad essere aperta e' pure complessa.

http://www.telegraph.co.uk/science/science-news/10637532/Being-homosexual-is-only-partly-due-to-gay-gene-research-finds.html

Being homosexual is only partly due to gay gene, research finds
Study finds that while gay men share similar genetic make-up, it only accounts for 40 per cent of chance of a man being homosexual

"solo un lobotomizzato può sostenere la tesi genetica."

Sinceramente, ho smesso di leggere qui.
Pare scritto da Blondet

"L’omosessualità non è una malattia, non è uno status biologico, potremmo dire che l’omosessualità in sé per sé non esiste, esistono i comportamenti omosessuali. Non è che se vado con un uomo poi non posso più andare con una donna perché ormai sono diventato gay, e che cavolo. Ognuno può scegliere come vivere la propria vita, a patto che sappia usare il cervello. Soprattutto ad una certa età è normale volere fare varie esperienze, ma anche dopo. Non è questione di essere o di diventare, è questione di FARE, AGIRE. Io bevo il latte senza diventarlo, senza identificarmi nell’oggetto della mia azione.

Quindi ricapitolando, i governi occidentali stanno effettuando una massiccia campagna mediatica, direttamente o indirettamente, col fine di ridurre la popolazione mondiale e di garantire un livello di vita migliore ai pochi fortunati, i quali potranno continuare beatamente una vita di sprechi, lussi e abusi."

Si, lo ha scritto decisamente Blondet

"I mezzi con cui si vuole raggiungere questo fine si basano però sul condizionamento di persone ignare, sull’offuscamento della verità e sulla denigrazione di qualunque voce contraria."

Mah veramente sono ANNI che si leggono storie sulla depopolazione, le bare, la fema, i virus inventati, i virus falsi
Eppure a me il piano del nwo mi pare abbia toppato.
Ovvero stanno facendo figli sopratutto in Africa e Asia mentre e' calata la natalita' in Europa e negli USA ; che in realta' il piano sia far dominare il mondo dagli Africani ?

Mi sembra essere fortemente ideologizzato questo scritto, e meno male che si identifica candidamente per poi affondare il colpo sempre di piu'

"Vorrei ricordare, da completo ateo e sbattezzato (ripeto sempre che credere è più facile che pensare), che, pedofili a parte, nella chiesa ci sono anche alcune persone molto colte e volenterose, che aiutano concretamente le persone. Alcuni, come noi, si battono per la verità. "

Dai Maurizio, ti abbiamo sgamato ormai
Manca la lista dei volenterosi per la verita', ma e' un dettaglio
Ma vorrei capire il senso di periodi come questi a parte lo sfogo tout-court contro gli altri :

"In ogni caso, chiunque sollevi il minimo dubbio su queste vergognose campagne o più in generale su tale fenomeno, viene etichettato immediatamente come omofobo, retrogrado, razzista."

Immancabile il martirio

" Sono le stesse persone che ora sono fiere di essere gay (cosa ci sia poi da essere fieri, riamane ignoto), a costruirsi difese assurde pur di non provare, per un solo istante, a pensare. Cose come la bisessualità sono incomprensibili ai più, troppo destabilizzanti. Anche pensare alle vere cause dell’omosessualità è parecchio frustrante, dover rielaborare completamente il rapporto con una madre molto spesso soffocante, colmare il vuoto di un padre spesso anaffettivo, affrontare il disagio verso il sesso opposto e verso se stessi, aggiungiamoci magari qualche violenza in tenera età: beh dai, facciamo che ci son nato che è meglio. La canzone di Povia, ” Luca era gay”, è in questo senso molto illuminante. A proposito, mi chiamo Luca, ti lascio immaginare il ritorno a scuola dopo il festival di San Remo."

boh
Maurizzzzziooooooooo

toussaint
Inviato: 18/9/2014 19:36  Aggiornato: 18/9/2014 19:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Vabbè dai, il gene gay non si può sentire.
Un gene gay, per definizione, non si può trasmettere alle generazioni future...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Oscar Jager
Inviato: 18/9/2014 19:39  Aggiornato: 18/9/2014 19:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/9/2014
Da:
Inviati: 35
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
@pursuitoftruth

Spero tu non te la sia presa con l'accostamento a MB.
Tuttavia da quanto scritto sembra che tu non sia gay, altrimenti non scriveresti che gay e' di moda.
Le persone LGBT sono tutt'ora oggetto di derisione, negazione della propria personalita' ( che poi' e' quello che fai tu nella lettera ) e di a volte anche pesanti discriminazioni.
Certo e' che se si continua a voler darsi ragione e spingere via tutti i dati che non ci piacciono, e a scrivere "lettere" come queste, la liberta' a queste persone la si continua a negare, gli si continua a negare ilo diritto di essere quello che sono e realizzarsi per quello che sono.
Invece si continua a tirargli merda ( che arrivi con paroline falsamente super partes e "comprensive" cambia poco ) dicendo che sono "sbagliati"..
Mai letto nulla di antropologia ?
E ti dichiari ateo?
Io leggo un malcelato rancore e un po' tanta confusione


pursuitoftruth
Inviato: 18/9/2014 19:41  Aggiornato: 18/9/2014 20:05
So tutto
Iscritto: 18/9/2014
Da:
Inviati: 28
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
caro Oscar Jager.

Non commento gli argomenti ad personam perchè sinceramente li trovo inaccettabili in qualsiasi dibattito. Hai ragione, gli individui hanno lottato per i propri diritti, per non essere emarginati, c'ero anch'io tra le fila.Esattamente come il popolo di Parigi insorse nel 1789 contro i tiranni, ma chi li guidava? chi ne ha ricavato qualcosa? il popolino o la borghesia?

Per quanto riguarda quello pseudo-articolo scientifico: non ha alcun valore di prova, è un'anomalia di un cromosoma che hanno riscontrato in alcuni individui, lo stesso articolo è stato criticato aspramente dalla comunità scientifica e per chiunque abbia un minimo di basi di biologia risulta, oltre che ridicolo, veramente comico. Se fosse per me assegnerei a quei ricercatori il premio Ignobel, anzi ora controllo che non l'abbiano già vinto.

"normale" era tra virgolette e alludeva alla campagna pubblicitaria.

Discriminazioni? mi dice dove discrimino, tu stai attaccando il mio articolo senza neanche averlo letto. Io mi reputo bisessuale, ho molti amici che si reputano gay. Hai completamente frainteso il senso del mio articolo. Io non mi definisco gay come non mi definisco etero, sta sicuro che se vado con un ragazzo non è per moda, ma per molti si purtroppo, parlo per esperienza personale.

Touissant, mi completi, hai centrato il punto. Spiegatemi la trasmissione ereditaria del gene gay.

Teoclasto
Inviato: 18/9/2014 19:43  Aggiornato: 18/9/2014 19:43
So tutto
Iscritto: 15/7/2014
Da:
Inviati: 16
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
W PUTIN !!!

horselover
Inviato: 18/9/2014 19:46  Aggiornato: 18/9/2014 19:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
essendo diventate uguali in tutto ciò che conta davvero destra e sinistra cercando di distinguersi in qualcosa per serrare le file

pursuitoftruth
Inviato: 18/9/2014 19:55  Aggiornato: 18/9/2014 20:00
So tutto
Iscritto: 18/9/2014
Da:
Inviati: 28
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Teoclasto, io non sono contro le coppie gay, anch'io sono stato in coppia con molti ragazzi e non me ne facevo un problema. Come ho scritto a Massimo per e-mail, la mia preoccupazione è che venga tolta alla gente la libertà di scelta, non sai quante volte ho sostenuto questo dialogo.

Ragazzo random : non sai cosa darei per essere etero
Io: ma cosa vuol dire, perchè non puoi essere etero?
Ragazzo random: perchè sono gay
Io: e perchè sei gay
Ragazzo random : perchè è così, gay non si diventa, ci si nasce
Io: ma perchè non provi con una ragazza? solo per vedere come va
Ragazzo random: ma se sono gay come faccio ad avere un'erezione? (con una donna)

capisci cosa intendo?

Aironeblu
Inviato: 18/9/2014 19:55  Aggiornato: 18/9/2014 19:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Che palle con queste categorie! Oggi voglio celebrare l'orgoglio complottista.

Carasau
Inviato: 18/9/2014 20:01  Aggiornato: 18/9/2014 20:01
So tutto
Iscritto: 28/9/2011
Da: Sassari
Inviati: 15
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
perchè essere gay è divenuto un modello?
Voglio dire, perchè definirsi, perchè rinchiudersi in una casella?
E soprattutto perchè ridurlo a una macchietta?
Se sei un uomo a cui piacciono gli uomini, sei semplicemente un uomo che prova attrazione per altri uomini, non una finta femmina, una femmina di serie B.


Parole sante, in un mondo normale non ci sarebbe altro da aggiungere,
ma viviamo in una realtà rovesciata dove l'omofobia è normalità e
l'omosessualità è devianza, chi si fa domande è complottista e chi è in
malafede scrive sulle testate nazionali o gira per l'italia a fare conferenze.

Merio
Inviato: 18/9/2014 20:01  Aggiornato: 18/9/2014 20:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/4/2011
Da:
Inviati: 3677
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Tanto di cappello per la lettera, scritta davvero molto bene.

Testimonianze come queste sono preziose.

La libertà di parola senza la libertà di diffusione è come un pesce rosso in una vasca sferica...
Ezra Pound
pursuitoftruth
Inviato: 18/9/2014 20:07  Aggiornato: 18/9/2014 20:07
So tutto
Iscritto: 18/9/2014
Da:
Inviati: 28
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Grazie Merio, è bello vedere che qualcuno la legge anche prima di commentare :)

Calvero
Inviato: 18/9/2014 20:07  Aggiornato: 18/9/2014 20:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
C'è solo una cosa che ce lo mette nel culo, lo Stato.

Il resto è vita.

_________________

C'è solo una cosa che deve farci riflettere: - il non chiedersi se l'esperienza che vogliamo fare sia fatta per amore. Qualsiasi scelta. Se fatta per amore, non ci sono etichette che hanno il diritto di identificare, condannare, denigrare.

Il resto è propaganda.


__________________


C'è solo una cosa che non può omologare nonostante si possa farla propria in sette miliardi di persone, tutte insieme: l'amore.

Il resto è menzogna.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Merio
Inviato: 18/9/2014 20:10  Aggiornato: 18/9/2014 20:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/4/2011
Da:
Inviati: 3677
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Grazie Merio, è bello vedere che qualcuno la legge anche prima di commentare :)


Figurati !

Scrivere è molto faticoso, leggere... lo è di meno (dipende se lo si fa coll'encefalo acceso, oppure no).

La libertà di parola senza la libertà di diffusione è come un pesce rosso in una vasca sferica...
Ezra Pound
polaris
Inviato: 18/9/2014 20:15  Aggiornato: 18/9/2014 20:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Adesso attendiamo qualche furbone che dica che questo ragazzo è un "gay che odia se stesso".

Nel frattempo chapeau a te, Luca.


Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
pursuitoftruth
Inviato: 18/9/2014 20:27  Aggiornato: 18/9/2014 20:27
So tutto
Iscritto: 18/9/2014
Da:
Inviati: 28
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Grazie anche a te polaris per il sostegno. Ribadisco che la mia polemica è rivolta contro la disinformazione mediatica e il lavaggio del cervello che viene fatto a persone ignare, non contro l'omosessualità perchè tradirei me stesso.

Calvero ha sottolineato l'importanza dell'amore. L'amore è scegliere di amare una persona, è quello che mi preoccupa. Un ragazzino di 15 anni, confuso, che si attacca al primo 60enne che gli fa due moine, non può amarlo, ha solo paura e rinuncia all'amore per sentirsi al sicuro, nelle braccia del pappone di turno.

Red_Max
Inviato: 18/9/2014 20:27  Aggiornato: 18/9/2014 20:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Io sostengo da anni che l'omosessualità sia un disturbo del comportamento...
Attenzione comunque: un omosessuale cerca un altro omosessuale, non un uomo.
Per carità è un disturbo con cui puoi convivere per anni ma ti puo' pure portare in un baratro di disperazione.
Per fortuna che ora c'è MARIO!!!

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Ste_79
Inviato: 18/9/2014 20:28  Aggiornato: 18/9/2014 20:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2011
Da: Reggio Emilia
Inviati: 766
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Innanzitutto complimenti per la lettera. Sono abbastanza vicino al tuo pensiero, forse mi spingo anche oltre, ma visto che spesso su queste questioni si toccano le persone nel loro intimo, prefersico sempre tacere a riguardo.
Detto questo vorrei chiederti un paio di cose:
Ora come ti definiresti?
Come hai fatto a capire che ti piacevano anche gli uomini? In altre parole, se tornassi indietro nel momento in cui hai preso consapevolezza di questo, puoi identificare che cosa ti ha dato la conferma di essere omosessuale?

Ovviamente, se ne vuoi parlare altrimenti è lo stesso.

Saluti.

perspicace
Inviato: 18/9/2014 20:29  Aggiornato: 18/9/2014 20:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Un saluto Luca e grazie per la tua testimonianza.


Nel merito della mail concordo con Toussaint ormai per molti essere "Gay" è un format utilizzabile per apparire quando si ci sente invisibili cosi come uno stile consumistico promosso e usato.

Chiaramente non è genetico ma nemmeno alieno al nostro patrimonio basta vedere il primate che condivide con noi la maggior parte del DNA il bonobo, una scimmia che risolve ogni sua disputa sociale accoppiandosi sia con maschi che con femmine senza distinzione. Gay per i bonobo è un concetto che non esiste.


Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
Calvero
Inviato: 18/9/2014 20:31  Aggiornato: 18/9/2014 20:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Adesso attendiamo qualche furbone che dica che questo ragazzo è un "gay che odia se stesso".



Oltre al furbone, è possibile anche il coglione. Quello che "i complottisti sono contro la parità dei sessi".

A proposito di propaganda, ma se io domani seccassi un disinformatore dei media nazionali, verrei accusato di giornalicidio?

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
invisibile
Inviato: 18/9/2014 20:42  Aggiornato: 18/9/2014 20:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Tuttisanti

Vabbè dai, il gene gay non si può sentire.
Un gene gay, per definizione, non si può trasmettere alle generazioni future...

Genio.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
pursuitoftruth
Inviato: 18/9/2014 20:48  Aggiornato: 18/9/2014 20:51
So tutto
Iscritto: 18/9/2014
Da:
Inviati: 28
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Non ho ancora capito se si può fare la risposta multipla quindi per ora rispondo così.

A Red_Max : io non lo definirei proprio un disturbo del comportamento, è più una mutazione del comportamento per adattarsi ad una certa situazione. Ti cito una frase della canzone di Povia che , lungi dal dare una spiegazione esaustiva, può forse farti meglio comprendere, con un esempio, cosa intendo

"cercavo negli uomini chi era mio padre, andavo con gli uomini per non tradire mia madre".

In questo caso questa persona cerca una figura paterna e non potendo trovarla nel padre, andato via, la cerca in un uomo adulto. Inoltre sente che la madre gli vuole un bene che non è molto sano, è morboso, ma ha paura di farle del male uscendo con una donna. Qui si parla del tizio della canzone, ma queste sono dinamiche ben conosciute alla psicologia, si parla di triade:

Madre eccessivamente attaccata al figlio
Pare assente, anaffettivo
Il ragazzo è introverso e non riesce a volte ad elaborare correttamente le proprie emozioni, non esternandole ad altri.

Questi dati però riguardano solo alcuni comportamenti omosessuali, diciamo quelli più conclamati, esulano da questi i giochetti tra coetanei, il sesso in prigione, gli stalloni etero che si sentono più maschi a scopare un uomo, quelli che qualsiasi buco va bene.


A ste_79: io non mi definisco, ho capito presto che etichettarsi porta a chiudersi. e non parlo solo di sessualità. Ti posso dire quello che sento, attualmente sono innamorato di una ragazza e ho con lei un'intimità e una profondità di rapporto che non mi fanno desiderare altro.

Per quanto ricordi già a 8-9 anni mi sentivo attratto da alcuni miei compagni di classe, la cosa poi è aumentata con un mio compagno che adoravo, diventò un' ossessione per me, forse avrei voluto che diventassimo amici, cosa mai avvenuta. E' difficile dirti con esattezza cosa provavo per lui. E' giunta la pubertà e ho cominciato ad avere le prime pulsioni sessuali e mi masturbavo pensando a dei ragazzi, anche perchè era l'unico materiale mentale disponibile per me all'epoca, non avendo mai visto una donna nuda. Per caso vado in una chat gay, non potevo crederci, il giorno prima non mi cagava nessuno e adesso tutti mi volevano, avrei cos' anche potuto soddisfare i miei desideri. Beh, ho capito presto che tra fantasia e realtà c'è una grande differenza, i primi rapporti che ho avuto sono stati penosi, sono uscito con gente che adesso mi darebbe il ribrezzo, poi ho avuto qualche storia più seria, di qualche mesetto, con vari ragazzi, nel frattempo ero maturato un po'.

Red_Max
Inviato: 18/9/2014 20:49  Aggiornato: 18/9/2014 20:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Appunto, confermi tu stesso che è un disturbo del comportamento...
Io considero il bonobo la classica eccezione che conferma la regola...
Il problema è che ultimamente ci insegnano a pensare che l'eccezione neghi la regola...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
fefochip
Inviato: 18/9/2014 20:53  Aggiornato: 18/9/2014 20:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
interessante, non avevo mai visto la propaganda pro gay come un progetto su larga scala per la diminuzione della popolazione.

trovo piu efficaci tuttavia le politiche di continuo shock della popolazione , l'incertezza di avere un lavoro , di poter mantenere un figlio.
le continue e martellanti propagande di false malattie , le guerre inscenate ....tutte cose che sono convinto anche se non si capiscono razionalmente per intero a livello inconscio si sanno.
passa la voglia di vivere e la prima cosa che si fa è di non procreare, la seconda di ammazzarsi.

probabilmente è vero fa parte di un disegno piu grande ma come ripeto altre propagande sono molto piu efficaci visto l'alto numero di coppie etero "child free".


riguardo al discorso "gay è bello" condivido la grandissima rottura di balle di affrontare stereotipi che non si sa manco da dove siano usciti fuori:
i gay sono piu sensibili e vestono meglio (almeno i gay uomini).
forse esce fuori dalla cultura machista che prevede che un uomo non può avere una sua sensibilità pena essere frocio?

ho assistito personalmente a feste in cui il gay dichiarato riceveva piu attenzioni (senza nessun motivo plausibile ) dalle donne degli altri ragazzi... vittime evidentemente di questa propaganda.

per quanto riguarda il discorso "normalità" è inutile cercare il pelo nell'uovo dicendo che la normalità non esiste, perche il comportamento estremo in certi locali è noto anche da chi non li frequenta grazie a racconti come questo che non sono difficili da trovare.


personalmente la cosa che trovo veramente oscena è che da sempre moralità e comportamento sessuale sono mischiati e confusi quando in realtà non si capisce perche l'orientamente sessuale di una persona quale che esso sia (intendo ovviamente adulti e consenzienti) debba essere oggetto di giudizio e/o logicamente legato alla moralità in qualche modo

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 18/9/2014 20:55  Aggiornato: 18/9/2014 20:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Un gene gay, per definizione, non si può trasmettere alle generazioni future...

se non c'è selezione naturale qui ....

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
pursuitoftruth
Inviato: 18/9/2014 20:56  Aggiornato: 18/9/2014 20:56
So tutto
Iscritto: 18/9/2014
Da:
Inviati: 28
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
La cosa che mi fa ridere è che ho chiesto a molti professori universitari, in particolare ad uno che insegna psichiatri e ad uno che insegna biologia e genetica, entrambi mi han detto che

1) la mappatura del genoma umano, miracolo della scienza, equivale ad aver preso in mano una cazzuola se si vuol costruire una casa, ovvero, non sappiamo ancora niente del dna.

2) per finanziare gli studi sulla genetica, tra l'altro molto importanti, bisogna far crescere la popolarità dell'oggetto di studio, questo a livello scientifico si traduce in pubblicazioni accademiche, anzi nel numero di pubblicazioni accademiche. La qualità a quanto pare non importa, è sufficiente dire, sembra possibile che, din, arrivano i soldi.

fefochip
Inviato: 18/9/2014 20:58  Aggiornato: 18/9/2014 20:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
io non mi definisco, ho capito presto che etichettarsi porta a chiudersi. e non parlo solo di sessualità.


pensa quando uno ti chiede : ma tu chi sei?
e l'altro risponde: sono un impiegato.

perche le persone si definiscono con il proprio lavoro?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Teoclasto
Inviato: 18/9/2014 21:02  Aggiornato: 18/9/2014 21:03
So tutto
Iscritto: 15/7/2014
Da:
Inviati: 16
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
pursuitoftruth,
guarda che, malgrado l'emoticon, non stavo scherzando: ho scritto "W PUTIN !!!" sul serio!
Non se ne può più di tutto questo "politically correct" incipriato per nascondere il marcio di una società putrefatta.
Non si può dire che la quasi totalità di furti, violenze, rapine sono opera dei "cari fratelli " extracomunitari o comunitari calati dall'est, altrimenti apriti cielo! Eppure basta leggere le cronache di un qualsiasi giornale locale.
Non si può dire che gli zingari, per la quasi totalità, sono dediti al malaffare, non vogliono integrarsi e ci disprezzano, altrimenti le pecore buoniste gridano allo scandalo e citano i soliti campi di sterminio.
Non si può dire che siamo diventati vecchi e deboli e che i newcomers ci schiacceranno come mele marce, anche sequalche poveretto spera, schierandosi dalla loro parte "nel nome dei Diritti!", di essere risparmiato.
.......
Potrei continuare per pagine.

E basta!

Sul tema "omosessualità" e "famiglia", sottoscrivo ogni parola pronunciata da Putin a Valdai.

Ciao.

pursuitoftruth
Inviato: 18/9/2014 21:05  Aggiornato: 18/9/2014 21:05
So tutto
Iscritto: 18/9/2014
Da:
Inviati: 28
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Fefochip, è vero, l'omosessualità non è l'unico mezzo per scoraggiare chi vuole fare figli, è solo quello che a me ha toccato di più. Vogliamo parare del tartassamento sul lavoro. Ora non si parla altro che di crisi finanziaria, instabilità lavorativa, gente che si suicida per la crisi (statisticamente i suicidi sono più alti dopo aver dato la notizia di un suicidio in tv, dopo quanti giorni? due-tre, il tempo per i mal capitati di mettere le cose apposto e farla finita).

Scene come quelle che hai descritto te le ho vissute per anni, te le hai solo viste, io le ho subite, gruppi di oche giulive che ti vengono attorno come fossi il divo del momento, infarcite di luoghi comuni, che ti chiedono se lo prendi o se lo dai, alcune che ti guardano come fossi un attore porno, e fanno di tutto per sedurti, perchè? perchè pensano che se piacciono anche ai gay allora sono più belle delle altre. Questo tra l'altro non fa che aumentare la riluttanza verso il genere femminile.

pursuitoftruth
Inviato: 18/9/2014 21:09  Aggiornato: 18/9/2014 21:25
So tutto
Iscritto: 18/9/2014
Da:
Inviati: 28
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
A Teoclasto:

ok ho frainteso, ma messa così è ancora peggio. Politici che creano consenso fermentando l'odio verso le minoranze, verso l'estraneo, si da sempre la colpa all'esterno, non ci si guarda mai dentro.

Mi dispiace non condivido assolutamente. Quello che leggi sui giornali è ciò che si vende meglio, non ciò che è vero.

Per i sostenitori dell' esitenza del gene gay e di babbo natale:

Perchè tanto accanimento?
http://www.uccronline.it/2012/02/02/la-nixon-afferma-ho-scelto-io-lomosessualita-ma-questo-non-si-puo-dire/

La smentita ufficiale della bufala sul gene gay:

http://www.informarexresistere.fr/2014/05/29/gene-gay-bugia-smentita-dal-royal-college-of-psychiatrists/

Calvero
Inviato: 18/9/2014 21:14  Aggiornato: 18/9/2014 21:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Appunto, confermi tu stesso che è un disturbo del comportamento...


Questo lo confermi tu. Non lui. Avrebbe senso il giudizio che esprimi, se per te è parimenti valida la diagnosi per cui è corretto ritenere un disturbo del tuo comportamento ---> che vuoi andare a letto con una donna per rendere orgoglioso tuo padre.

Trattasi di una falsa premessa definire cosa è disturbo, senza prima definire cosa è psicologicamente primigenio nell'uomo, nella sua libido, psiche e attrazioni romantiche (e molto altro ancora).

Senza che sia identificabile oggettivamente cosa è neutralità nella sessualità; prima che la realtà esterna interagisca in ogni spettro emozionale col miracolo umano, simili giudizi vogliono dire tutto: cioè niente.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
polaris
Inviato: 18/9/2014 21:19  Aggiornato: 18/9/2014 21:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
fefochip
Citazione:
interessante, non avevo mai visto la propaganda pro gay come un progetto su larga scala per la diminuzione della popolazione.
Questo è solamente il lato di minor importanza della questione. Comunque è bene ricordare che anche Malthus - idolo dei mondialisti - voleva diffondere tutti quei comportamenti (adulterio, omosessualità) che avrebbero impedito alla popolazione di proliferare. I suoi allievi, secoli dopo, non hanno fatto altro che seguire gli insegnamenti del maestro.

L'omosessualità è stata venduta alle masse che come sempre si sono lasciate trasportare dal nuovo ètat d'èsprit creato ad hoc dagli architetti del controllo con le stesse tecniche di propaganda che tutti qui conosciamo molto bene.

Selling Homosexuality to America.

Notare in exergo la frase "Truth is not the issue. The issue is power".

L'aspetto centrale della questione non è tanto la riduzione della popolazione mondiale quanto piuttosto la creazione di un uomo nuovo per un mondo nuovo. Il nuovo tipo umano dovrà essere completamente slegato da ogni istituzione tradizionale per poter essere meglio controllato dal governo mondiale che verrà.

Non c'è che dire, ancora una volta Huxley torna a stupire...

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
Calvero
Inviato: 18/9/2014 21:21  Aggiornato: 18/9/2014 21:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Non se ne può più di tutto questo "politically correct" incipriato per nascondere il marcio di una società putrefatta.


Cosa c'entrino le tue accuse di "politacally correct" ... con un'analisi che si pone in una riflessione contro la propaganda che sfrutta la morbosità che si mostra in coloro che minoranza non sono ...

... lo sai soltanto tu.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Teoclasto
Inviato: 18/9/2014 21:27  Aggiornato: 18/9/2014 21:30
So tutto
Iscritto: 15/7/2014
Da:
Inviati: 16
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
a pursuitoftruth:

Non lo leggo solo nei giornali: lo vivo tutti i giorni in questo schifo di città.
Prima della maledetta apertura dei confini, dalle mie parti uno scippo, un furto, una rapina erano eventi rari; ora non si contano più i casi di violenze messe in atto contro chiunque, soprattutto sui più deboli, e la stragrande maggioranza dei responsabili appartiene a nazionalità inequivocabili.
Gli italioti sono derisi e disprezzati per la loro incapacità di farsi rispettare e per le leggi che tutelano, sempre e comunque, il delinquente.
Nelle nostre putride scuole si insegna il Beccaria e la comprensione buonista dei malfattori, mentre nessuno si cura delle vittime di questa feccia maledetta.
Fino a quando non capita di essere oggetto dell'amorevole attenzione di questi "fratelli peccatori", si fa presto, cattolicamente, a perdonare: è come fare l'omosessuale con il culo degli altri.

Red_Max
Inviato: 18/9/2014 21:31  Aggiornato: 18/9/2014 21:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Ribadisco... un osservatore esterno non può che definire l'omosessualità un disturbo del comportamento... delle cause si può discutere finchè vuoi.
Dall'ovvio??? presupposto che il comportamento normale di un mammifero sia la continuazione della specie.
Oggettivamente a un certo punto hanno inventato il cosiddetto orientamento sessuale e l'hanno sdoganata a tal punto che:
GAY-E'-BELLO--E-DEVE-PIACERE-ANCHE-A-TE-ALTRIMENTI-SEI-OMOFOBO-RAZZISTA-O-PEGGIO-SEI-AMICO-DEI-PRETI-E-QUINDI-ANCHE-UN-PO'-PEDOFILO-
PERCHE'-LO-DICE-LA-TV...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Calvero
Inviato: 18/9/2014 21:32  Aggiornato: 18/9/2014 21:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Non lo leggo solo nei giornali: lo vivo tutti i giorni in questo schifo di città.
Prima della maledetta apertura dei confini, dalle mie parti uno scippo, un furto, una rapina erano eventi rari; ora non si contano più i casi di violenze messe in atto contro chiunque, soprattutto sui più deboli, e la stragrande maggioranza dei responsabili appartiene a nazionalità inequivocabili.
Gli italioti sono derisi e disprezzati per la loro incapacità di farsi rispettare e per le leggi che tutelano, sempre e comunque, il delinquente.
Nelle nostre putride scuole si insegna il Beccaria e la comprensione buonista dei malfattori, mentre nessuno si cura delle vittime di questa feccia maledetta.
Fino a quando non capita di essere oggetto dell'amorevole attenzione di questi "fratelli peccatori", si fa presto, cattolicamente, a perdonare: è come fare l'omosessuale con il culo degli altri.


A parte che non vedo perché edulcorare i termini. Si dice "Fare il frocio col culo degli altri" ... a proposito dei perbenismi che lamenti, e poi sei il primo a rispettarli.

Quindi? ... detto tutto quello che hai detto. Qual'è il problema? ...

... l'orientamento sessuale o chi orienta gli orientamenti sessuali?

... ma per la madonna (cattolicamente), ancora qui stiamo.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 18/9/2014 21:39  Aggiornato: 18/9/2014 21:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Ribadisco... un osservatore esterno non può che definire l'omosessualità un disturbo del comportamento... delle cause si può discutere finchè vuoi.


Tu puoi definirlo. Non amplificare le tue ansie sugli altri. Sei nel soggettivo, fattene una ragione.

Citazione:
Oggettivamente a un certo punto hanno inventato il cosiddetto orientamento sessuale


Quando vuoi tradurre, sarò tutt'orecchi.

Citazione:
GAY-E'-BELLO--E-DEVE-PIACERE-ANCHE-A-TE-ALTRIMENTI-SEI-OMOFOBO-RAZZISTA-O-PEGGIO-SEI-AMICO-DEI-PRETI-E-QUINDI-ANCHE-UN-PO'-PEDOFILO-
PERCHE'-LO-DICE-LA-TV...


Cosa c'entra con l'articolo? .. se questo fraseggio, come pare, stia a definire quest'articolo a favore della propaganda.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
pursuitoftruth
Inviato: 18/9/2014 21:41  Aggiornato: 18/9/2014 21:41
So tutto
Iscritto: 18/9/2014
Da:
Inviati: 28
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Red. max, il concetto è questo, definire qualcosa come disturbo implica che ci sia qualcosa di non disturbato, ergo qualcosa di sano e migliore e qualcosa di malato e peggiore. Non aggiungo altro.

Hai ragione per quanto riguarda la strumentalizzazione della tv: non deve esistere una voce contraria, quello che diciamo noi è sacrosanto, chiunque neghi è inferiore.


Noti qualche somiglianza tra queste quattro righe che ti ho scritto? non è forse lo stesso principio? chi ha da parte il consenso maggior può permettersi di sottomettere l'altro, Allora deciditi, è sbagliato o no?

Red_Max
Inviato: 18/9/2014 21:45  Aggiornato: 18/9/2014 21:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Tuttaltro, confermo in buona sostanza l'articolo...
Non vedo cosa ci sia di incomprensibile nel considerare normale la continuazione della specie per un mammifero...
Mi sembra chiaro come discorso...
Quei MAMMIFERI dei vostri genitori hanno continuato la specie o no???

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
pursuitoftruth
Inviato: 18/9/2014 21:48  Aggiornato: 18/9/2014 21:53
So tutto
Iscritto: 18/9/2014
Da:
Inviati: 28
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
A Teoclasto:

Se vengono commessi crimini si denunciano, se le denunce non vengono ascoltate si prosegue e si porta i fatti all'attenzione mediatica, costringendo ad intervenire.

Ma è quello che fanno i politici no? è no, i politici usano queste argomentazioni per raccogliere consensi e distogliere la popolazione dai veri problemi: mi incazzo come una belva perchè l'albanese ha rubato la borsetta alla vecchietta, poi di fronte alle prove conclamate che il primo ministro ha rubato milioni e milioni dalle casse pubbliche sto zitto, chissà se è vero, ed ecco che arriva la conferma: Sono i comunisti che mi voglio far fuori, io sono un santo!
Come volevasi dimostrare, il problema vero è l'albanese.

Non è un controsenso?

pursuitoftruth
Inviato: 18/9/2014 21:50  Aggiornato: 18/9/2014 21:51
So tutto
Iscritto: 18/9/2014
Da:
Inviati: 28
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Red_max :spiegati meglio non ho ancora capito di cosa parli

Red_Max
Inviato: 18/9/2014 21:52  Aggiornato: 18/9/2014 21:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Pure il fatto che i comunisti si dimenticano degli operai ma lottano per i diritti LGBTXYZ...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Calvero
Inviato: 18/9/2014 21:53  Aggiornato: 18/9/2014 21:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Tuttaltro, confermo in buona sostanza l'articolo...
Non vedo cosa ci sia di incomprensibile nel considerare normale la continuazione della specie per un mammifero...
Mi sembra chiaro come discorso...


Confermi un paio di palle, quelle di Socrate, nello specifico. Un po di maieutica e ti accorgeresti che non pochi conflitti si agitano nei tuoi pensieri.

Citazione:
Quei MAMMIFERI dei vostri genitori hanno continuato la specio o no???


Tenendo conto dei coglioni - che sono la maggioranza, avrei preferito qualche miliardo di eterosessuali in meno sulla faccia della Terra.

Detto ciò, la tua battuta non vale neanche come motto di spirito, essendo fuori frequenza dal problema sollevato.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
pursuitoftruth
Inviato: 18/9/2014 21:54  Aggiornato: 18/9/2014 21:59
So tutto
Iscritto: 18/9/2014
Da:
Inviati: 28
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Red_max: passi dai mammiferi ai comunisti, ripeto, non capisco, qual'è l tuo problema?

Calvero, beato te che lo capisci, io non trovo un filo conduttore in ciò che dice

Ingmar
Inviato: 18/9/2014 22:13  Aggiornato: 18/9/2014 22:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/12/2009
Da: Cagliari
Inviati: 184
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Sono con Calvero e Fefo. Ma allora poi, se il criterio di "superiorità" è il fatto di procreare, tutte le volte che si vuole fare sesso senza procreare, anche tra etero, si tratta di un disturbo?
Sono quindi punti di vista, non tutto il sesso è procreazione.
Posso allora rispettarlo come punto di vista, purchè si rispetti la persona omosessuale in questione, come si rispetterebbe qualsiasi persona che per qualsiasi motivo potrebbe non dare prole.
Mi associo quindi all'esortazione a non intromettersi nella vita privata degli individui, specialmente poi, quella affettiva tra persone adulte.
E i preti allora? E mettere i diritti degli operai contro quelli lgbt :D.
Non sono convinto che sia una moda, visto che di gay ce ne sono sempre stati, solo che un tempo dovevano nascondersi. Non ne vedo di complotti, a parte che magari certe campagne cercano di svilire questo orientamento e di iperestetizzarlo in maniera grottesca e kitsch. Cosa che comunque da parte mia non è una critica al gay genuinamente "effeminato", poichè quello è solo un modo di essere ed uno dei tanti, non certo il solo e rispettabilissimo.
Anche lo stereotipo di "vero uomo", può essere altrettanto pacchiano.

DaemonZC
Inviato: 18/9/2014 22:36  Aggiornato: 18/9/2014 22:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/5/2012
Da:
Inviati: 428
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
@Oscar Jager

Citazione:
Tuttavia da quanto scritto sembra che tu non sia gay, altrimenti non scriveresti che gay e' di moda.


Ciao Oscar, questa affermazione non riesco ad afferrarla. Dove sta scritto che un gay non possa criticare i gay?
Io sono un italiano per esempio. Se domani me ne andassi in giro a dire che molti italiani si sentono tali solo per una questione di moda, sarei meno italiano? certo che no...avrei semplicemente fatto un osservazione.

Citazione:
Le persone LGBT sono tutt'ora oggetto di derisione, negazione della propria personalita' ( che poi' e' quello che fai tu nella lettera ) e di a volte anche pesanti discriminazioni.


Penso che qui nessuno stia cercando di dire che gli LGBT siano da eliminare, ma semplicemente che il fine delle campagne di "sensibilizzazione" (film, pubblicità, spot) non sembra quello di far accettare gli LGBT, ma quello di rendere questo stato una vera e propria moda, giusta e bella.

Riguardo la genetica, è stato largamente dimostrato che in praticamente ogni aspetto della nostra vita, il fattore ambientale gioca un ruolo determinante, sarei parecchio stupito se in questa regola non rientrasse l'omosessualità.

Le genetica sostanzialmente ci fornisce la tela su cui lavorare, il resto lo fa l'ambiente. La scienza purtroppo tende a ridurre tutto il creato a una serie di bottoncini. Il gene dell'"intelligenza" e quello della "cattiveria" assurdo....

peonia
Inviato: 18/9/2014 22:39  Aggiornato: 18/9/2014 22:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
bravo pursuitofruth,
grazie per la tua lettera, quel che affermi ed ipotizzi e quello che vado dicendo a tutti coloro che non hanno capito dove mirano...che è un programma del NWO....
la dice lunga che 2 ragazzine dodicenni, che non si conoscono, mi dissero che essere omosessuali oggi è di moda....
La pseudocultura, specie di sinistra, avalla e spinge forse più di tutti....
anche a me mi danno dell'omofoba, che non sono affatto, ma a dir la verità mi cominciano a stare un po' sulle scatole....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Vmagic
Inviato: 18/9/2014 22:42  Aggiornato: 18/9/2014 22:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/10/2012
Da:
Inviati: 135
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Bella lettera e pure simpatica.

Mi chiedevo pure io la stessa cosa ed ho trovato risposta, ovviamente ci si addentra nell'ambiente satanista dell'essere androgino, ovvero nè uomo nè donna. Mi ci è voluto poco a capirlo in quanto nella tv siamo bombardati di simbologia esoterica e molto spesso questa è utilizzata nelle propagande gay ( http://office.microsoft.com/en-us/images/rainbow-colored-triangle-representing-gay-pride-MC900391806.aspx )

Non deve stupire perchè nelle dottrine del satanismo, pedofilia, omosessualità e zoofilia sono considerati atti "necessari per l'elevazione spirituale" e per il superamento dei tabù che "vincolano l'individuo".

Forse non tutti sanno che il fondatore dell'odierno Movimento per i diritti degli omosessual:i Harry Hay (1912-2002) era membro attivo di una Loggia californiana dell'Ordo Templi Orientis ( O.T.O. ), la sètta del satanista Aleister Crowley che praticava assiduatamente la "sex magick" (« magia sessuale ») ispirata da Crowley.
Hay fu il fondatore del Gay Liberation Movement («Movimento di Liberazione Omosessuale»).
"Lasciate che io seduca i giovani d'Inghilterra [...].
Lotterò apertamente per ciò che nessun inglese vivente osa difendere, anche in segreto:
LA SODOMIA.
E in verità, sembra che questa sia la strada migliore per evitare la contaminazione della donna [...].

La sodomia E' UNA VIRTU' aristocratica che la nostra classe media dovrebbe imitare se vuole essere alla moda"
ALEISTER CROWLEY

Per chi non sa chi sia Crowley è il mago di magia nera più famoso del ventesimo secolo.
"Le orge di CROWLEY prevedevano la partecipazione di BAMBINI. Crowley era in contatto con un ceto numero di PEDOFILI e li spinse a TENERE DEI DIARI ove annotare le reazioni dei bambini molestati"
Wardell Pomeroy

La realtà, semplicemente oggettiva, è che l'OMOSESSUALITA' è oggi PROPAGANDATA con ogni mezzo e con un CONDIZIONAMENTO osceno che ci martella ogni singolo giorno.
I SIMBOLI PROPAGANDATI dai manifestanti che si credono tanto "liberi" sono SIMBOLI MASSONICI ed ESOTERICI... sempre gli stessi... gli stessi SIMBOLI usati nelle manifestazioni dalle "femministe" che si credevano "libere", LOTTANDO per la difesa dell'ABORTO! (mani alzate che formano un triangolo, sempre sto triangolo dappertutto, video musicali, etc..)

Crowley insegnava che quando sarebbe giunta l'Era dell'anticristo, l'eone di HORUS, i concetti di immoralità e di peccato sarebbero stati sommersi dalle fiamme del Nuovo Eone.
Il bene ed il male si sarebbero completamente rovesciati.
Il suo desiderio di avere rapporti sessuali con bambini senza infrangere la legge sarebbe finalmente divenuto accettabile.
Questo dovrebbe SERIAMENTE FARCI RIFLETTERE sul periodo storico in cui stiamo vivendo oggi.

(ho evitato di postare foto in quanto tutte oscene)

Ingmar
Inviato: 18/9/2014 22:45  Aggiornato: 18/9/2014 22:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/12/2009
Da: Cagliari
Inviati: 184
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Peonia, beh, quello è un caso in mezzo a tanti di modo stupido di (non) pensare, a cui non può certo essere ridotta l'omosessualità ;).
Sono d'accordo su questa percezione che può rendere moda, qualcosa che dovrebbe essere molto più spontaneo, serio e rispettabile, e soprattutto intimo, basta che non si generalizzi.
Quelle analisi freudiane alla Nicolosi, però non mi convincono.

Vmagic
Inviato: 18/9/2014 22:47  Aggiornato: 18/9/2014 22:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/10/2012
Da:
Inviati: 135
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Detto quanto citato qui sopra, sto notando moltissimi ragazzini che diventano gay giusto per provare, il tutto è suggerito dall'inconsio che crea il condizionamento di massa. Poi restano gay ed iniziano a non accettare la donna.

La propaganda sta funzionando.

Red_Max
Inviato: 18/9/2014 22:52  Aggiornato: 18/9/2014 22:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Autore: DaemonZC Inviato: 18/9/2014 22:36:19

Riguardo la genetica, è stato largamente dimostrato che in praticamente ogni aspetto della nostra vita, il fattore ambientale gioca un ruolo determinante, sarei parecchio stupito se in questa regola non rientrasse l'omosessualità.

Quoto: e faccio notare che nell'ambiente in cui viviamo di naturale c'è rimasto ben poco.

Però, per assurdo potrei anche sbagliami
Sò popperiano a geometria variabile...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Red_Max
Inviato: 18/9/2014 23:03  Aggiornato: 18/9/2014 23:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Che poi per curiosità al gay pride ci sono stato...
che tristezza tutti questi ragazzini...
e quante ragazzine...
Credo che ci guardassero per cercare dei segni di riconoscimento, o qualcosa del genere...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Ingmar
Inviato: 18/9/2014 23:20  Aggiornato: 18/9/2014 23:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/12/2009
Da: Cagliari
Inviati: 184
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Non vedo perchè debba fare tristezza, sono gay e ne cercano altri o forse sono solo tue impressioni.
Lasciamo perdere poi l'idea che lo facciano solo per provare, possono essere rispettabili impressioni, ma a cui non può essere ridotto tutto il fenomeno.
Se a qualcuno continua a piacere l'altro sesso, probabilmente è bisex. E di solito non è che smette di piacere l'altro sesso perchè qualcuno prova con il proprio, a meno che non ci si fosse orientati da prima.
In breve, il fenomeno è sempre esistito, quindi non è mediatico e certamente prima non era una moda, anzi era condannato paternalisticamente. Certo un bombardamento mediatico che effettivamente può spingerlo come figo e come una moda è sbagliato e poco rispettoso per gli stessi gay autentici, perchè insomma un orientamento non deve essere artefatto, ma non penso tali comportamenti artefatti costituiscano poi l'orientamento..
Detto questo, rimango davvero perplesso, perchè sembra davvero passare l'idea che perchè piaccia l'altro sesso te lo debbano insegnare :D.

Red_Max
Inviato: 18/9/2014 23:25  Aggiornato: 18/9/2014 23:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
La tristezza è perchè molti (ma non tutti) quei ragazzini/e andranno incontro a un dramma per tutta la loro esistenza...
E questo perchè qualcuno ha deciso che gay = OK

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
peppe75
Inviato: 18/9/2014 23:49  Aggiornato: 18/9/2014 23:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Caro Luca,
dovresti vedere la situazione qui a Londra. I problemi di cui sei sorprendentemente consapevole sono amplificati alla decima potenza. Ma si sa, qui siamo avanti...

Non si tratta solo di dare un colpetto alla specie che cresce a dismisura, si tratta anche di una tattica di confusione e frammentazione.

Ci vogliono isolati, cosi' tanto per essere piu' esposti al ricatto e quindi la famiglia da fastidio, e' tutto sommato ancora una forma di wellfare e supporto. Da soli uno produce di piu', consuma di piu' e muore pure prima.
Le coppie gay sono ancora un'eccezione, qui e altrove sono per lo piu' soluzioni economicamente vantaggiose, visto che la vita in coppia e' piu semplice, e poi i gay fanno un sacco di soldi, a chi finiscono? Quasi tutti nelle tasche delle aziende private che si occupano degli anziani, visto che quelli come me e te, piu spesso che raramente, muoiono soli come cani.

Siamo anche un ottimo territorio di conquista per big pharma!
Pensa a tutti i trattamenti anti HIV, i test e quelli preventivi, tutto a carico del sistema nazionale, si tratta di roba costosissima, e inutile che visto che poi la gente non e' malata d'altro che di uno stile di vita insalubre....

....per via del troppo popper e altre droghe che sperimentano. Ne inventano una a settimana, le vendono negli head shop, la gente si sballa e non sa manco cosa ha preso. E ti fotte il cervello. Te lo assicuro.

E nessuno e' in grado di fare sesso senza.

Bello eh?

Io scappo appena posso e mi rinchiudo in un borgo sperduto, a costo di doverlo appendere al chiodo.

Dovrei farti i complimenti per la consapevolezza, ma no, perche' alla fine non sapere e' meglio, un po' per tutti, ma specialmente per quelli come noi, perche' stiamo pur sempre messi peggio.

In bocca al lupo e ti sto vicino

edit: mi sono reso conto in questo momento che mi sono iscritto a luogocomune un mese prima di trasferirmi a Londra. A quei tempi ero ancora nella matrix, pensavo che essere "gay", parola odiosa, fosse super fico e di venire qui a menare l'uccello a destra e a manca. Mazzucco, ti odio.

edit2: non e' vero, non mi sospendere ti prego

ELFLACO
Inviato: 19/9/2014 0:35  Aggiornato: 19/9/2014 0:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
1) Da qualche decina d’anni nel mondo occidentale si è assistito ad una grande apertura verso il mondo LGBT (Lesbiche - Gay – Bisessuali – Transgender), è frutto di un rinnovato sentimento filantropico o c’è dell’altro?


Quindi questo sarebbe un piano per controllare le nascite nel modo occidentale??

E per il resto del mondo c'e qualcosa di simile?

Qual'è il tasso di nascite nel mondo occidentale ? E nel resto del mondo??

Ci sono delle cifre ? Tanto per vedere se sta funzionando.

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
Red_Max
Inviato: 19/9/2014 0:51  Aggiornato: 19/9/2014 0:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Gli schiavi servono sempre...
Più sono ignoranti meglio è...
La madre dei premi nobel è sempre incinta...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
fefochip
Inviato: 19/9/2014 1:16  Aggiornato: 19/9/2014 1:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
un amico con qualche anno di piu di me mi ha raccontato che con il fratello facevano a turno a farsi l'autista con tanto di cappello.

i paraculi simulavano che l'altro era un VIP cosi che qualche pollastra ci cascava.

adesso due amici potrebbero fare finta di fare i gay cosi da attirare qualche galina che fa a gara per sedurli e redimerli e cosi da scopare come mufloni.

prima simulavi di essere importante adesso simuli di essere frocio

o tempora o mores!


più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
PCornelio
Inviato: 19/9/2014 7:13  Aggiornato: 19/9/2014 7:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/11/2013
Da:
Inviati: 285
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Ma roba da matti. Ho amici gay che già devono convivere con insulti e minacce quotidiane sul luogo di lavoro, e questo tizio parla con sospetto dell'apertura della società verso un fenomeno antico quanto la civiltà.
Se fosse davvero omosessuale, cosa di cui dubito ma che potrebbe anche essere vera, sarebbe l'equivalente per il mondo LGBT di Iwobi Toni.

PCornelio
Inviato: 19/9/2014 7:17  Aggiornato: 19/9/2014 7:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/11/2013
Da:
Inviati: 285
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Ma fra l'altro vorrei farvi notare che se questa boiata del controllo gay delle nascite fosse vera non avrebbe comunque senso, dal momento che viene "attuata" in paesi che hanno già una natalità bassissima. In Africa ed estremo oriente invece la popolazione cresce a ritmi che sono davvero allarmanti, andate un po' lì a vedere come vengono considerati gli omosessuali...

Antdbnkrs
Inviato: 19/9/2014 8:48  Aggiornato: 19/9/2014 8:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 20/6/2013
Da:
Inviati: 1331
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Gay,etero,bisessuale,neGro,bianco,extracomunitario,comunitario etc etc mai nessuno che dicesse "ESSERE UMANO".

Questo video (divertente) di natalino balasso potrebbe aprire molte menti razziste...forse.

https://www.youtube.com/watch?v=-ct0cV9qADI

Io sposo in pieno quello che dice Mauro Biglino quando parla di paradiso terrestre... ma non come ce lo hanno descritto fin da piccoli e cioe' adamo.eva e la mela, ma come lo descrive qui:

1) https://www.youtube.com/watch?v=LTOr4hckE7Y

2) https://www.youtube.com/watch?v=Ynegg1fcugo


e cioe' che gli annunalki avevano un "giardino" recintato dove facevano esperimenti (leggi creavano operai uomini ,per estrarre le materie prime,facendo un mix biologico tra la loro razza extraterrestre e quella terrestre . Inizialmente hanno creato solo robot biologici (leggi essere umano maschile)

ma poi le PULSIONI SESSUALI erano troppe (in pratica si SODOMIZZAVANO come matti ) e hanno vietato la sodomia.

FANTASIE?

Io non credo perche' Biglino riporta solo quello che c'e' scritto sulla bibbia e lui non è l'ultimo degli stupidi (http://it.wikipedia.org/wiki/Mauro_Biglino)

peonia
Inviato: 19/9/2014 9:55  Aggiornato: 19/9/2014 9:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
@INGMAR

questo è quanto ho scritto...

grazie per la tua lettera, quel che affermi ed ipotizzi e quello che vado dicendo a tutti coloro che non hanno capito dove mirano...che è un programma del NWO.... la dice lunga che 2 ragazzine dodicenni, che non si conoscono, mi dissero che essere omosessuali oggi è di moda.... La pseudocultura, specie di sinistra, avalla e spinge forse più di tutti.... anche a me mi danno dell'omofoba, che non sono affatto, ma a dir la verità mi cominciano a stare un po' sulle scatole....

non capisco quindi il tuo commento a me a cosa si riferisca.....Peonia, beh, quello è un caso in mezzo a tanti di modo stupido di (non) pensare, a cui non può certo essere ridotta l'omosessualità ;). Sono d'accordo su questa percezione che può rendere moda, qualcosa che dovrebbe essere molto più spontaneo, serio e rispettabile, e soprattutto intimo, basta che non si generalizzi. Quelle analisi freudiane alla Nicolosi, però non mi convincono.


...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
toussaint
Inviato: 19/9/2014 10:32  Aggiornato: 19/9/2014 10:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Ecco, attendevamo con ansia il suo arrivo e alla fine è giunto.
L'evocatore della quinta colonna, PCornelio.
Così come Israel Shamir e Gilad Atzmon vengono tacciati di essere nemici del proprio stesso sangue, solo perchè dicono e scrivono ciò che vedono, ossia la semplicissima verità che Israele è nato come un'impresa coloniale, deportando milioni di persone e che ora sta continuando l'opera massacrando i sopravvissuti, così PCornelio accusa Luca di essere un finto bisessuale (perchè Luca ci dice che questo è) solo perchè si chiede cosa ci sia di liberatorio in un locale per gay, in un'estetica per gay e in un comportamento sessuale stereotipato e pensato per i gay.
Parliamoci chiaramente, se non lo dai al primo che capita, di cui magari neanche conosci il nome o, peggio, il volto, non sei un gay fico, "giusto".
Vogliamo parlare di quell'ignobile mattatoio e divertimentificio forzato che è il Gay Village, l'estate qui a Roma?
Scopa, pippa, pensa solo al corpo e non pensare alle cose del mondo.
Tale ideologia non è stata costruita esclusivamente per i gay, ma in quell'ambito direi che ha raggiunto i massimi risultati.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
toussaint
Inviato: 19/9/2014 10:34  Aggiornato: 19/9/2014 10:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Per il resto, ripeto, ognuno può fare sesso con chi vuole e nei modi che vuole, ma a mio parere dovrebbe essere sempre un'esperienza vivificante con un'altra persona di cui, anche solo per una sera, ci si sente complementari.
Il resto è mercato...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Red_Max
Inviato: 19/9/2014 10:35  Aggiornato: 19/9/2014 10:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Per carità, poi se c'è l'AMORE allora va bene tutto...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
PCornelio
Inviato: 19/9/2014 10:39  Aggiornato: 19/9/2014 10:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/11/2013
Da:
Inviati: 285
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
toussaint ora mi spieghi cosa cazzo c'entra una questione di nazionalismo con le discriminazioni sessuali...

Tianos
Inviato: 19/9/2014 10:49  Aggiornato: 19/9/2014 10:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/8/2009
Da:
Inviati: 374
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
sei una di quelle persone che sicuramente sarebbero nella cerchia dei "miei amici" (togliendo mia moglie ne ho 5 ^^) proprio per l'apertura mentale a tale argomento.
sostengo pienamente tutte le tue ipotesi più di tutte quella sulla costrizione...io sono stato anche bannato da un forum perchè sostenevo le tue posizioni (ma essendo etero , venni tacciato subito di omofobia, poi infamato ed infine bannato) non solo se vuoi farti venire la pelle d0oca prova a leggerti la guida sulleducazione sessuale dei minori redatta dall'OMS dopo pagina 13 sembra un racconto pornografico in cui (una della voci ad esempio) di ineggia dai 9 ai 12 anni ad un insegnamento sessuale attivo e non passivo (lascio a te interpretare) o che dopo i 13 anni si dovrebbe spigere il fanciullo a provare tutte le esperienze per poter cosi poi decidere.
in ambito di chiesa anche li fui molto criticato sopratuttosulla mia posizione (ormai non piu visti gli ultimi cambiamenti ) con cui sostenevo che la chiesa non era omofobica vista che criticava qualsiasi attività sessuale fuori dalla pocreazione.

A parer mio non vi è solo un progetto di contenimento della crescita demografica dell'uomo ma un vero e proprio progetto di sterminio...dico questo perchè qualsiasi paese che arrivi al benessere (lo dimostrò anche la libia prima di essere piallata) ha una diminuzione di livello demografico che le fa cercare un equilibrio . Esempi germania livello 1,5 spagna livello 1,3 italia livello 1,2 quando per il mantenimento del livello demografico si dovrebbe avere un rapporoto di 2.15...ironicamente è enipaesi in perenne guerra che il livello demografico e in rapporto di anche 4.5 o superiore...cosi come nell'italia del primo dopoguerra.
Idefinitiva credo che il progetto conti di avere un elite ristretta con un numero "adeguato" di schiavi che non abbiano la forza di ribellarsi...il surplus di manodopera non serve...sopratutto in un mondo ache va a turbocapitalismo.

toussaint
Inviato: 19/9/2014 10:50  Aggiornato: 19/9/2014 11:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Poi c'è anche un aspetto esoterico.
Lo scopo supremo della tradizione esoterica è la creazione del Tempio nell'Uomo, da realizzarsi con la costruzione dell'Architrave che unisce le Due Colonne.
In altri termini, la trinità realizzata dall'Architrave serve a compenetrare il Duale nell'Uno, e tra gli aspetti del Duale c'è ovviamente la dialettica maschile-femminile.
Ma mentre gli iniziati intendono tale costruzione come un'opera interiore, appunto "nell'Uomo" (vedi i Rosacroce originari) la controiniziazione (che in quanto tale ha come modalità operativa la trasmutazione di ogni Principio della Tradizione nel suo contrario) la intende invece nell'esteriorità, nel corpo, nella materia.
Il Perfetto Androgino spirituale della Tradizione (un Uomo, cioè, al contempo creatore e distruttore, bene e male, maschile e femminile, come lo è l'Uno), diventa dunque la macchietta dell'Androgino sessuale.
E infatti, il compimento supremo di quest'opera è la creazione del Transgender, che non è più sessualmente nè maschio nè femmina.
L'omosessualità è un'altra cosa, è assolutamente naturale proprio perchè in ogni maschio c'è una componente femminile e viceversa.
Dunque, a volte si dona e a volte si riceve, a volte si è calice a volte il liquido che lo riempie, a volte si è concavi a volte convessi.
Ma non è per questo che si smetta di essere maschi o femmine, perchè questa è la nostra natura primordiale.
Si guardi il simbolo del Tao, nel bianco c'è una parte di nero ma più piccolo e viceversa.



edit: e poi, comunque, basterebbe il fervente attivismo pro gay di Apple e Google a doverci far insospettire, o no?
In primis dovrebbe preoccuoare proprio gli omosessuali (mi piace molto più questo termine, la parola gay è già di per sè ridicolizzante e massimizzante)...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Tianos
Inviato: 19/9/2014 10:55  Aggiornato: 19/9/2014 10:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/8/2009
Da:
Inviati: 374
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
@redmax
"la madre dei premi nobel è sempre in cinta"
voce del sito subito

negue72
Inviato: 19/9/2014 11:01  Aggiornato: 19/9/2014 15:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da:
Inviati: 63
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
questo è si un commento ma nel contempo è una LETTERA APERTA a Massimo Mazzucco.

Prima di tutto mi presento "ci metto la faccia", dietro un nik... mi chiamo I.s. e su Facebook c'è la mia storia (recente) che tutti possono vedere.
Sono gay, lo sono da sempre e sono FELICE di esserlo.
Dico questo perchè io di questo ragazzo vedo solo il nome... niente di più!
Chiedo a Massimo quanto abbia approfondito la fonte prima di pubblicare la lettera.
Frequentando Luocgocomune ho imparato che la verifica della fonte è indispensabile.
Ognuno di voi ha DATO PER SCONTATO che chi ha scritto questa lettera sia gay (in onestà sarebbe bisessuale e non gay e NON E' UNA DIFFERENZA DA POCO!) e abbia realmente vissuto quelle eserienze.
Buon per voi.
Il titolo stesso del post sembra quello di Studio aperto... il ragazzo si è descritto bisessuale e non omosessuale.
Anzi si definisce etero con esperienze Omosessuali in quanto vede la sua vita futura con una Donna.
Quindi TITOLO SBAGLIATO... non è un ragazzo omossessuale!!!!!!
Io della vita gay ho una visione completamente diversa... nelle discoteche si scopa?... forse, si... molto...credo... ma IN MANIERA IDENTICA di quanto lo si faccia in quelle etero.
I gay sono promisqui...a bhe.. perchè gli etero sono dei santi!

Io vivo la mia vita tra lavoro,cene con gli amici... sport e quando capita buon sesso.Non vado in discoteca...come la maggior parte dei gay, che della discoteca se ne frega.
Credo di essere una persona onesta e non mi sento omosessuale a causa degli STEREOTIPI che mi vengono forniti.
Ho 40 anni e quando ero bambino e SAPEVO COSA ERO di stereotipi gay vincenti non c'è ne stava manco uno.
Ho lottato per far capire che quello che HO SEMPRE SAPUTO DI ESSERE (fin da bambino!!!) era parte della normalità.

Scusate, Luca parla di stereotipi vincenti gay per "invogliare" ad essere gay... ma tutti gli INNUMEREVOLI stereotipi etero presenti DA SEMPRE NEL MONDO?!?!?!?
Tutti i film del mondo...tutte le pubblicità del mulino bianco...tutto..tutto...dovremmo dire che HOLLYWOOD (e non solo) fa parte di un complotto per favorire l'etrosessulaità.
Siamo DA SEMPRE visivamnete tartassati da stereotipi etero...ma di che stiamo parlando?!?!?
Tutti noi gay siamo nati da persone etrosessuali e abbiamo vissuto in un ambiente familiare e parentale eterosessulae... quindi?

Io voglio solo dare una prospettiva diversa... io so solo che essere gay non è solo trombare con dei maschi ( o donne per le lesbiche), essere gay è amore... è sentimento... è voglia di costruire una vita e una famiglia.
Non mi sento vittima di un programma mondiale di diminuzione delle nascite.

L'OMOSESSUALITà è STATA RISCONTRATA IN MOLTISSIME SPECIE IN LATURA....E' NATURALE!
Tutto ciò che esiste è naturale... e io mi sento partecipe della natura.
Misento libero e felice di quello che sono...lo ero da bambino negli anni 70...da ragazzo neglia nni 80 e 90 e da ora da uomo a 42 anni.

Non so più che scrive... ci sarebbe troppo, ma sono amareggiato dai commenti letti...i vari viva Putin...etc... speravo che in un LUOGO COMUNE ci fosse più apertura mentale.
Avete, da etero, una visione distorta e contraffatta di cosa sia essere Gay...e ve lo dico IN TUTTA SINCERITà

voglio ribadire solo che avete letto una lettera di un ragazzo BISESSUALE (non gay!!!!!!!!!!!!!!), probabilmente un "etero confuso" che ha, considerata la sua (presunta) giovane età una visione parziale di una realtà complessa.

PS: concludo.
Luca?
Forse Luca Di Tolve... quello cantato da Povia, che era Gay e ora non lo è più?
Il miracolato dalla Madonna?
Quello che lui stesso a citato... forse, da buon "complottista" posso pensare che sia lui e che abbia solo cambiato l'età!

PS": il titolo del post va cambiato per onetà intellettuale.

Edit: post editato togliendo nome e cognome perchè su Facebook ho ricevuto minacce riguardanti questo commento. cosa che ho provveduto a segnalare alla polizia postale.

toussaint
Inviato: 19/9/2014 11:04  Aggiornato: 19/9/2014 11:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Ma fra l'altro vorrei farvi notare che se questa boiata del controllo gay delle nascite fosse vera non avrebbe comunque senso, dal momento che viene "attuata" in paesi che hanno già una natalità bassissima. In Africa ed estremo oriente invece la popolazione cresce a ritmi che sono davvero allarmanti, andate un po' lì a vedere come vengono considerati gli omosessuali...



PCornelio, è di oggi la notizia di un team medico inviato in Africa per il caso Ebola che è stato massacrato, otto sgozzati, dalla popolazione locale, convinta che invece fossero lì per diffonderlo il virus.
Dici che sia solo paranoia, oppure potrebbe essere la risposta alla tua domanda?

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
toussaint
Inviato: 19/9/2014 11:10  Aggiornato: 19/9/2014 11:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
sport (faccio parte della squadra di Rugby gay-gay friendly)


ecco, appunto.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
negue72
Inviato: 19/9/2014 11:16  Aggiornato: 19/9/2014 11:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da:
Inviati: 63
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
cioè?!?!?
...è una squadra GAY gay-FRIENDLY il che significa che è aperta a tutti...e che conta tra le prorprie fila anche ragazzi etero...il tutto in nome dell'UGUAGLIANZA e dell'integrazione.

Non hai proprio capito...anzi, hai frainteso completamente lo spirito della squadra!!!!!!!
ma prima di scrivere pensate?!?!?!!?!?!?!

toussaint
Inviato: 19/9/2014 11:17  Aggiornato: 19/9/2014 11:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
per negue72:
se non ci fossero dei poveri morti di fame disposti a vendere i loro figli, o a fare da macchina riproduttiva per lo stesso scopo, come pensi che una coppia gay possa avere dei figli?
quindi, se come penso non sei portato a tali squallide pratiche, immagino che per famiglia tu intenda solo una coppia.
e va bene, siamo d'accordo, liberissimo di farlo, ci mancherebbe altro.
ma questo, oggettivamente, porta 2.15 figli in meno.
dunque, o si realizza una batteria di sottoproletari da riproduzione, in massima parte del terzo mondo e così rispondo anche a chi si lancia impropriamente nelle solite argomentazioni leghiste, oppure si denatalizza.
tertium non datur...
sempre che ci sia effettivamente un incremento esponenziale del fenomeno e di questo si sta discutendo, non mi sembra un argomento campato in aria.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
toussaint
Inviato: 19/9/2014 11:21  Aggiornato: 19/9/2014 11:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
negue72, ti do una notizia.
tutte le squadre di tutti gli sport, anche professionistici, sono piene di omosessuali.
solo che non lo devi scrivere nel tesserino...
e ti do un'altra notizia, i compagni di squadra mica sono stupidi, se ne accorgono, ma i casi di rifiuto si contano sulle dita di una mano.
anche dovendo fare la doccia insieme, perchè mica siamo bestie, io se vado in un campo nudisti mica mi butto sulla prima fica che vedo.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Tianos
Inviato: 19/9/2014 11:23  Aggiornato: 19/9/2014 11:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/8/2009
Da:
Inviati: 374
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
vedi il proplema è questo! tu ti senti parte di un gruppo tutti gli altri nemici...ma non ti vengono dei dubbi quando per esempio a Parma mettono in scena un rapporto sessuale completo gay e la chiamano arte mentre in francia costringono un signore a girare a petto nudo perchè aveva una maglietta con l'immagine della famiglia stilizzata?
Poi dai per scontato che un gay non possa pensarla differentemente da te tanto che non solo lo accusi di omofobia ma crei altri recinti per rinchiuderlo dentro (non è gay e bisessuale!!!).
Io sono Cattolico, e ti posso giurare ora come ora dovrebbe essere una categoria protetta, tra accuse ingiurie sputi addosso le dura, ma ogni volta che mi si accusa (solo perchè mi dichiaro cattolico anche quando su certe questioni più di tutti critico la chiesa cattolica sopratutto ora) mi fermo a meditare, non do per scontato che chi mi ingiuria non abbia ragione e per lo meno se mi trovo anche dopo averci pensato di essere nel giusto cerco di sostenere le mie tesi senza pensare di avere avanti un "antisemita del cattolicesimo " uno che abbia il prosciutto negli occhi, o che mi odii a pelle.

Polipol
Inviato: 19/9/2014 11:27  Aggiornato: 19/9/2014 11:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/5/2011
Da:
Inviati: 158
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Quando esisteva Spinder era presente un blog che si chiamava nonsinascegay.splinder.com
Per me era stato molto forte leggere alcune cose che ad un certo punto avevo salvato un post di riepilogo, molto generale. Giusto per gettare altra benzina sul fuoco ve lo incollo, sperando di non fare un torto all’autore sconosciuto (del resto il blog era pubblico):


Ogni tanto è necessario un riepilogo, un riassunto delle puntate precedenti.
Per chi sia capitato qui, questo è un blog di informazione e libera discussione su un argomento diventato molto attuale soprattutto negli ultimi 10 anni, ovvero l'omosessualità.
Omosessualità che, come dal titolo del blog e senza alcuna offesa verso chi è omosessuale, non è un fattore innato in una persona. Questo non delegittima l'omosessuale, ma lo rende anzi padrone del proprio destino. L'omosessuale, in questa accezione (che poi è quella reale) non è succube della propria omosessualità, ma è egli stesso ad essere padrone di essa. Può infatti abbracciarla o respingerla a seconda della propria volontà. Non c'è niente di predeterminato che gli favorisca la possibilità di cedere le armi alle sue pulsioni. La sua omosessualità deriva da condizionamenti ambientali e così come si è generata in lui/lei, può sparire se lo desidera o rimanere se desidera altrimenti. Allo stesso tempo, una persona oggi eterosessuale può iniziare a sentire impulsi omosessuali anche a 30 o 40 anni e decidere se seguirli o meno.
Purtroppo, data l'incredibile ignoranza in materia, oggi come oggi solo una delle due possibilità è ben vista dal mondo omosessuale, ovvero quello di abbracciare la propria omosessualità. Questo deriva sicuramente da anni ed anni di confusa discriminazione. Per anni il gay è stato ritenuto, a torto, una persona femminile con il corpo di una persona maschile. Questo è stato dimostrato cogli anni essere una semplificazione stupida ed erronea. Un gay è un maschio a tutti gli effetti, non ha niente di femminile. Tutti gli atteggiamenti pseudo-femminili che ha sono indotti socialmente, tant'è che oggi come oggi esiste una netta distinzione tra il gay che afferma la propria mascolinità e la "checca" (che assume connotato dispregiativo) che invece eredita socialmente questi tratti femminili (aggiungo inoltre che non sempre esiste simpatia tra i due gruppi, anzi, spesso sono in conflitto tra loro... il dispregiativo "checca" è usato anche dai gay per definire gli omosessuali femminili). Sono infatti solo gli appartenenti al secondo gruppo ad autodefinirsi con termini femminili o usare termini femminili durante le loro discussioni.
Questo atteggiamento ambiguo ha spesso creato confusione tra i due gruppi che risultano invece eterogenei, portando l'opinione pubblica a scontrarsi e trovare molta difficoltà ad accettare persone con atteggiamenti così "pittoreschi" e difficili da approvare con facilità. Questo, sommato alla vecchia credenza che il gay fosse "donna nel corpo di uomo", hanno portato spesso a credere che l'omosessualità fosse una forma di patologia... insomma diversi fattori che rendevano il gay diverso agli occhi dell'uomo comune e per questo di conseguenza discriminato.
Per reazione, oggi il gay medio ha come desiderio l'autoaffermazione. Purtroppo, come dicevo poc'anzi, per le persone con dubbi sulla propria identità sessuale viene proposta una sola alternativa: la terapia cosiddetta gay-affermativa (dall'america Gay-Affirmative) che porta una persona egodistonica verso l'egosintonia. Si opera quindi non sull'ego di una persona, ma sulla distonia. Ma cos'è un egodistonico e cos'è un egosintonico? Questo blog si pone come frontiera accessibile a chiunque, percui andiamo ad esaminare questi termini anche per chi non ne fosse al corrente.
E' egosintonico chi accetta la propria condizione serenamente. Nel qual caso, l'omosessuale egosintonico è un omosessuale che è sereno e tranquillo nella propria omosessualità. L'egosintonia però non è una condizione permanente, può diventare egodistonia in qualsiasi momento.
E' egodistonico chi invece non accetta la propria condizione. Nel caso dell'omosessualità, l'omosessuale egodistonico è un omosessuale che vive con rimorso e con problemi interiori, al limite del rifiuto, la propria omosessualità. Come l'egosintonia, l'egodistonia può diventare egosintonia con accurati interventi sull'individuo.
Ad oggi, si interviene sugli omosessuali egodistonici con una terapia, osannata dal mondo omosessuale, che inviti l'omosessuale egodistonico a capirsi ed accettarsi nella sua omosessualità, fino a trasformarlo nei casi migliori in omosessuale egosintonico.
Esistono però terapie alternative, che vengono visti da chi detiene potere politico nel mondo omosessuale come pericolose, sebbene la loro riuscita sia stata dimostrata a più riprese. Queste terapie mirano a trasformare l'omosessuale egodistonico in un eterosessuale egosintonico.
E' una sorta di corsa ad accaparrarsi più "pazienti" possibili. Con l'unico dettaglio che questa corsa è falsata dai continui tentativi di sabotaggio da parte delle associazioni omosessuali del mondo alle terapie per la possibile "conversione" in eterosessualità. La politicizzazione di quest'opera è evidente: più persone aderiscono ad una causa, più questa guadagnerà credito e potere politico. Al contempo, a decine di eterosessuali non interessa minimamente questa lotta politica.
Purtroppo, persino nel 2008 in Italia resistono leggende sul mondo omosessuale dovute alla disinformazione che agevolano da una parte il potere politico dei gruppi omosessuali (si pensi solo a titolo di esempio che uno dei maggiori esponenti dei gruppi GLBT, Franco Grillini, presidente dell'Arcigay, è stato candidato sindaco di Roma dai Socialisti), cosa sulla quale si può discutere, ma dall'altra fomentano un fenomeno che ha molta cassa di risonanza recentemente, ovvero l'omofobia.
Cos'è l'omofobia? E' una sorta di xenofobia verso gli omosessuali. E' spesso accompagnata da forme di violenza fisica verso i gay. E' quanto di più gretto e meschino possa concepire la mente umana: provare odio o antipatia preconcetta verso una persona solo per una sua caratteristica, a prescindere da chi sia la persona. L'aumentare del numero degli omosessuali (per i due fenomeni di coming-out di chi ora si sente protetto dalla crescente popolarità dei gay e di lavoro sulle persone egodistoniche per portarli coattamente all'omosessualità), porta all'aumentare della visibilità degli stessi, percui chi avesse qualche potenziale preconcetto per qualche motivo verso gli omosessuali sarà portato ad incrementare questo odio ingiustificato, finché esso non genera in forme di violenza.
C'è da dire tuttavia che oggi per omofobia viene inteso qualcosa che va totalmente al di fuori di questo contesto: molte persone soltanto perché non si ritrovano d'accordo con argomenti caldeggiati dagli omosessuali vengono marchiati con questo bollo, omofobo, in modo tale da chiudere ogni possibilità di dialogo. Questo vittimismo che purtroppo accomuna recentemente moltissimi esponenti del mondo GLBT, termina istantaneamente ogni possibilità di dialogo.
Io stesso ho manifestato più volte su questo blog sostegno all'omosessuale come persona, ma serie difficoltà a riconoscere diritti come matrimonio ed adozione.
Ad esempio, gli omosessuali hanno difficoltà a capire che per molti, me compreso, il matrimonio è un'istituzione volta a chi abbia la possibilità di generare figli. Questo li esclude, ovviamente, ma non in quanto omosessuali, bensì in quanto non-fertili. Certo, mi si opina spesso che allora non dovrebbe essere concesso il matrimonio anche a due persone non-fertili, ma le possibilità della medicina sono infinite ed oggettivamente due persone maschio e femmina non fertili soffrono di una patologia perché normalmente sarebbero fertili. Inoltre, dubito seriamente che la loro condizione di non fertilità sia vista positivamente. Ora, a differenza di un eterosessuale non fertile, che è vittima di una patologia e soffre per la sua condizione, il gay non è vittima di alcuna patologia (l'omosessualità non è una malattia) e non soffre minimamente per la sua condizione omosessuale. Quindi le due persone non possono minimamente essere accostate. Contestualmente, è stupido far notare che il gay è comunque fertile, dato che non lo è con la persona alla quale ha deciso di legarsi.
L'istituto dell'adozione, invece, per molti, me compreso, è volto a chi abbia la possibilità di crescere dei figli in un ambiente che fornisca loro due figure di sessi diversi. Benché questa sia soltanto un'opinione che contrasta con l'opinione del mondo GLBT che esista un'omogenitorialità, il dibattito è lungi dall'avere una conclusione certa ed al momento è sicuramente sbagliato dire che due genitori omosessuali possano rimpiazzare due genitori eterosessuali. Contestualmente infatti, in coerenza, la stragrande maggioranza delle persone contrarie all'adozione per gli omosessuali lo sono all'adozione per i single. Inoltre, decine di studi scientifici mostrano una netta distinzione tra cervello e psiche femminile e maschile, pertanto ad oggi è più spontaneo e giustificato ritenere che le persone di sesso maschile e femminile (papà e mamma) possano portare all'infante un apporto più variegato che quello che possa fornire loro una coppia omosessuale. Inoltre, nei paesi in cui l'istituto dell'adozione è volto agli omosessuali, è stato riscontrato un fattore maggiore di persone omosessuali cresciute in ambienti omosessuali, benché risulti evidentemente vero che ad oggi la quasi totalità di omosessuali risulta cresciuta in ambienti totalmente eterosessuali.
La visione scientifica sull'origine dell'omosessualità in una persona può dare per certo che nessuno degli studi tentati per dimostrare un'eventuale nascita omosessuale vi sia riuscito, anzi i pochi studi fatti ad oggi che venivano trovati interessanti dal mondo scientifico (LeVay nel '91 e Hamer nel '93) sono poi stati clamorosamente smentiti, da altri gruppi di scienziati prima, dagli stessi autori degli studi poi. Tutto questo è documentato precisamente, quindi nessuno può ritenere che si tratti un'invenzione dell'autore di questo blog.
In effetti, aggiungo io, sarebbe come cercare di dimostrare che a qualcuno piace il gelato al cioccolato e ad altri il gelato alla crema dalla nascita. Essere omosessuali differisce nell'essere eterosessuali solo da "chi ti piace". Come i gusti questo fatto è totalmente variabile nel corso della vita, e come i gusti nessuno ha una vera e propria idea del "perché" cambino. Come i gusti infine, si può tentare di forzarci a cambiare in una o nell'altra direzione.
Vi sono omosessuali che sono spinti all'omosessualità perché sessualità più facilmente accessibile. Ad oggi, per un maschio medio, è più facile reperire del sesso omosessuale che eterosessuale, se non si hanno soldi in tasca. La presa di determinazione delle donne, che le ha rese meno succubi (fortunatamente) al genere maschile, ha contestualmente portato molti uomini ad essere ripetutamente rifiutati e più di qualcuno si è affacciato al mondo omosessuale. Da una lettera che ho pubblicato emerge come molte lesbiche in America abbiano iniziato a valutare la loro omosessualità in seguito a rapporti sessuali con maschi non soddisfacenti le loro esigenze, salvo poi realizzare che questo fenomeno è abbastanza comune a prescindere dall'orientamento sessuale dell'uno.
Infine vi è da dire che in accordo con quanto detto sin'ora, esiste un nutrito gruppo di persone che vivono il proprio orientamento omosessuale come una cosa privata e mai si sognerebbero di lottare per eventuali diritti come matrimonio ed adozione. Vivono l'omosessualità, in accordo con quanto io penso, come un dettaglio della loro sfera sessuale e non della loro sfera personale. E come ogni persona con un po' di pudore non avranno mai necessità o intenzione di far intuire al prossimo quale sia il loro comportamento sotto le coperte.
Insomma, ad oggi esistono una serie di incongruenze che questo blog si è prefisso di sottolineare:
- Non si nasce omosessuali
- Una persona oggi omosessuale domani potrebbe essere eterosessuale, e viceversa
- L'identità omosessuale è un'invenzione sociale
- L'omogenitorialità non è supportata dalle diversità insite tra uomo e donna
- Ad oggi per motivi politici viene ritenuta positiva solo una terapia sugli omosessuali egodistonici, pur essendocene due entrambe valide e funzionanti
- Il numero degli omosessuali non è costante. Esistono persone che diventano gay e prima non lo erano. Non è vero che si sente parlare di un crescente numero di gay solo perché sono in più a dichiararsi tali
- Non per tutte le persone omosessuali è importante far capire la propria omosessualità. Molti la vivono come un dettaglio della loro vita sessuale e non lo fanno sapere al proprio prossimo
- Esistono motivi politici dietro l'ascesa alla notorietà ed al potere dei gruppi GLBT
- Le parole "Omofobia" ed "Omofobo" sono spesso associate a fenomeni che non hanno niente a che vedere con detti termini


Quando queste conoscenze saranno comuni e condivise, si potrà finalmente aprire un dialogo con le persone omosessuali in toni più pacati ed amorevoli, così come dev'essere tra le persone civili.
Ovviamente ad oggi nonostante queste premesse non siano contemporaneamente accettate dai gay, specialmente dai gruppi militanti, è sempre nelle mie intenzioni aprire un dialogo soprattutto con quei gay che riconoscono tali premesse ovvie... ma anche con quei gay che hanno bisogno di comprendere perché siano necessarie per la convivenza civile e pacifica.
Veritas79

negue72
Inviato: 19/9/2014 11:28  Aggiornato: 19/9/2014 11:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da:
Inviati: 63
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
per toussaint:
Ognuno costruisce la famiglia che vuole... la genitorialità delle coppie omosessuali è una tematica che deve essere affrontato seriamente.

Le squadre sono piene di GAy?
peccato che non lo dicano e lo tengano nascosto!!!!
VOi avete una visione distorta del coming out, dite sempre... sei gay?..e chi se ne frega.
No non è così tutti voi avete fatto COMING OUT ETERO, un gay che si dichiara tale NON LO STA SBANDIERANDO ...sta solo dicendo una cosa.
Una cosa che è importante per chi gli si affianca nella vita lavoro...amici...etc...)
Non lo sto spiattellando sto solo dicendo chi sono...lavoro... hobbyes...etc.
Fa perte di me ed è giusto che si sappia come una coa NORMALE e non come un peccato da nascondere o vivere a casa propria!

Redazione
Inviato: 19/9/2014 11:55  Aggiornato: 19/9/2014 11:55
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
NEGUE: E' vero, Luca è bisessuale, ma è l'aspetto dell'omosessualità che ci interessa. Per questo ho titolato l'articolo in questo modo. (La bisessualità INCLUDE l'omosessualità, non la esclude antiteticamente. Quindi il titolo va bene così).

negue72
Inviato: 19/9/2014 12:02  Aggiornato: 19/9/2014 12:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da:
Inviati: 63
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Massimo... no!
essere omosessuale e avere esperienze e poi immaginarsi un futuro da etero SONO DUE COSE DIVERSE.

Se tu negli anni passati avessi avuto rapporti omossessuali oggi come ti definiresti?!?!?!?
Etero?...bisessuale?:... secondo il tuo ragionamento dovresti dire OMOSESSUALE!

questo ragazzo fra 5-6 anni sarà etero con una moglie e dei figli come lui stesso ammette...come fai a definirlo omosessuale?

Red_Max
Inviato: 19/9/2014 12:04  Aggiornato: 19/9/2014 12:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Però c'è il fatto per me GRAVISSIMO che adesso con la moda-gay moltissimi ragazzini (che cacchio vuoi saperne della vita a quell'età) chiamiamoli così "indecisi" vengono tirati dentro ad un carrozzone ben preciso...
Una responsabilità ripeto GRAVISSIMA che nessuno dovrebbe prendersi...
E quindi vi lascio con un suggerimento, dopo fate quello che volete...
Nel dubbio cercate di fare la cosa meno sbagliata...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
negue72
Inviato: 19/9/2014 12:06  Aggiornato: 19/9/2014 12:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da:
Inviati: 63
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
e poi perdonami...ma in messaggio privato e con tutti i metodi per tutelare la sua privacy io CHIEDO di verificare la fonte... perchè pubblicare una lettera attribuita a un "ragazzo omosessuale" con certi contenuti voglio che sia verificabile.E' la base di un giornalismo serio.
L'ho imparato qui su luogocomune!

negue72
Inviato: 19/9/2014 12:13  Aggiornato: 19/9/2014 12:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da:
Inviati: 63
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
cit:
Però c'è il fatto per me GRAVISSIMO che adesso con la moda-gay moltissimi ragazzini (che cacchio vuoi saperne della vita a quell'età) chiamiamoli così "indecisi" vengono tirati dentro ad un carrozzone ben preciso...
Una responsabilità ripeto GRAVISSIMA che nessuno dovrebbe prendersi...
E quindi vi lascio con un suggerimento, dopo fate quello che volete...
Nel dubbio cercate di fare la cosa meno sbagliata...


Con questo dici che essere omosessuale è sbagliato..esprimi un giudizio morale.
responsabiltà GRAVISSIMA l'hanno quei genitori che permmettono ai figli di entrare nella camorra... di drogarsi...spacciare...uccidere rubare.
e poi una cosa su tutte:
NON E' POSSIBILE CHE UNO DIVENTI GAY PER MODA... lasciatevelo dire. Uno sa cosa è e poi decide di assecondare o meno la propria natura

Red_Max
Inviato: 19/9/2014 12:19  Aggiornato: 19/9/2014 12:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Invece è possibilissimo è di questo che stiamo parlando...
E a qualcuno va bene così...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
toussaint
Inviato: 19/9/2014 12:21  Aggiornato: 19/9/2014 12:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Una cosa che è importante per chi gli si affianca nella vita lavoro



e perchè mai sarebbe così importante?
non capisco, davvero.
vuoi dirmi che a te interessa il giudizio degli altri?
come sono è una cosa che interessa solo me e vorrei anche dirti che io non ho fatto nessun coming out etero.
perchè proprio non capisco cosa significhi.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
P.K.89
Inviato: 19/9/2014 12:25  Aggiornato: 19/9/2014 12:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/7/2013
Da:
Inviati: 601
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
@ Teoclasto

Non credevo di poter leggere su questo portale interventi di questo tipo.
Di una superficialità disarmante.
Pensare che esser Gay è un problema, o che lo straniero equivale a malaffare, a stupri ecc.. è quanto di più stupido si possa affermare.
Ti fermi alla manifestazione del fenomeno e non capisci il perchè. Credi che con la chiusura tua mentale o di una comunità ci si immunizzi. Sei fuori come un balcone.
Il nero che sbarca in Italia lo fa non certo per venir a mendicare, a rubare, a passare una vita da ricercato. Hai mai provato a considerare che lo fa perchè scappa da morte certa?
Il problema quindi non è il nero, lo straniero, ma la condizione di partenza in cui versa che è terreno fertile per l'arte dell'arrangiarsi e del combattimento. Metti un nero un giallo un bianco, in condizioni di mangiare sino allo scoppiare ogni giorno ricoperto di agi e comodità e non sarà molto diverso da quelli che tu reputi aristocratici.
Con questo non significa che sono per un apriamo le frontiere, ma il problema non sono i neri i marroncini o i gialli, il problema sono la massa di gente disperata che si muove verso una terra che per diversi problemi non ha molto da offrirgli e che li riporterà al punto di partenza, all'arte dell'arrangiarsi.

Per tornare invece più in tema con @pursuitoftruth, credo che abbia detto qualcosa di molto profondo e intelligente che condivido per larghi tratti poi avrei delle altre considerazioni che forse non interessano. Ma ad ogni modo il problema non sono i gay, come non lo sono gli immigrati, sono poi alcune esternazioni che dato il terreno sono frequenti. Esempio il gay pride. Mi darebbe fastidio pari pari come se l'etero pride. Semplificando, ma chi se ne frega cosa ti piace, perchè devi sbattermelo in faccia. Mi darebbe ugualmente fastidio camminare per strada magari per andare a comprare il pane, o visitare un luogo particolare e vedere carri con coppie etero che si sbaciucchiano o altri atteggiamenti atti a mostrare il loro essere etero. Diverso effetto mi fa vedere una coppia di innamorati che si scambiano un bacio.

negue72
Inviato: 19/9/2014 12:28  Aggiornato: 19/9/2014 12:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da:
Inviati: 63
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
@toussaint
se non lo capisci non so che dirti...vuol dire che hai ancora molto da capire sull'argomento.
basta sprecare parole con chi ha evidenti preconcetti

fefochip
Inviato: 19/9/2014 12:38  Aggiornato: 19/9/2014 12:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
perchè pubblicare una lettera attribuita a un "ragazzo omosessuale" con certi contenuti voglio che sia verificabile


perche?
cosa cambierebbe mai ?
in ogni caso è uno spunto di riflessione è questo l'aspetto importante del tread e non stabilire verità assolute che non potranno mai esserlo , nè le tue nè le sue e ne tantomeno le mie.

credo che tutti abbiamo piu o meno capito che se si dovesse dare un etichettà all'autore questo risulterebbe "bisessuale" piu che omosessuale ma il punto sottolineato (oltre all' idea dell'omosessualità propagandata come strategia per la diminuzione delle nascite) è proprio questo se ti fosse sfuggito quello di non appioppare etichette.

invece appari molto ansioso e orgoglioso di portare il bollino di omosessuale che ti autoapplichi.
portare e applicare etichette ritengo non faccia bene a nessuno.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 19/9/2014 12:41  Aggiornato: 19/9/2014 12:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
questo ragazzo fra 5-6 anni sarà etero con una moglie e dei figli come lui stesso ammette...come fai a definirlo omosessuale?


sai quanti ce ne sono di omosessuali con moglie e figli?
oppure per ottenere il bollino secondo te non si può ottenere se si è spostati con una donna o se si hanno figli naturali?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
negue72
Inviato: 19/9/2014 12:44  Aggiornato: 19/9/2014 12:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da:
Inviati: 63
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
citazione:
Citazione: perchè pubblicare una lettera attribuita a un "ragazzo omosessuale" con certi contenuti voglio che sia verificabile perche? cosa cambierebbe mai ?

Perchè?
Perchè è così che si fa...è così che QUI chiediamo che si faccia a gran voce su 11 settembre e altre vicende...pechè così Massimo ci ha insegnato a fare...

Non è che quando non fa comodo non si fa più così!
...una riflessione per essere seria deve essere basata su dati certi.

Red_Max
Inviato: 19/9/2014 12:48  Aggiornato: 19/9/2014 12:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Sinceramente a me da fastidio il fatto che stasera in qualche "discoteca" qualcuno si i****a quello che potrebbe essere mio/tuo/suo figlio...
Ma a me che mi frega tanto in discoteca non ci vado...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Giano
Inviato: 19/9/2014 12:54  Aggiornato: 19/9/2014 12:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Pursuitoftruth Citazione:
Alcuni, come noi, si battono per la verità.

Santoddio, per un attimo ti ho creduto.
Oltre al titolo della lettera vedo bene anche un cambio di nik.
Ciao.

PCornelio
Inviato: 19/9/2014 12:55  Aggiornato: 19/9/2014 12:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/11/2013
Da:
Inviati: 285
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Minchia ma quanto siete pedanti e ottusi. Negue si sta per calare pure le brache per farvi capire quanto sono sbagliati certi punti di vista e quanto sia grave e fuorviante pubblicare una lettera come quella senza verificarne le fonti, e voi continuate a testa bassa sulla stessa strada. Avete dei pregiudizi gravi, stupidi e bigotti sul mondo omosessuale.
Capisco che sia difficile da capire, lo era anche per me prima che un mio caro amico ed ex compagno di scuola facesse coming out, ma nemmeno allora me ne uscivo con certe cattiverie. Si direbbe che non abbiate mai conosciuto un gay, o almeno un gay felice di essere tale.

Riguardo il dibattito sull'autenticità della lettera, immaginatevi Gobbels che scrive una lettera di denuncia fingendosi giudeo...

peppe75
Inviato: 19/9/2014 13:00  Aggiornato: 19/9/2014 13:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
@RedMax
"Sinceramente a me da fastidio il fatto che stasera in qualche "discoteca" qualcuno si i****a quello che potrebbe essere mio/tuo/suo figlio..."


Cioe' fammi capire, una terza persona viene inchiappettata e a te da fastidio? Forse ti da fastidio che non sei tu l'inchiappettato?

negue72
Inviato: 19/9/2014 13:02  Aggiornato: 19/9/2014 13:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da:
Inviati: 63
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
cit:Sinceramente a me da fastidio il fatto che stasera in qualche "discoteca" qualcuno si i****a quello che potrebbe essere mio/tuo/suo figlio...
Ma a me che mi frega tanto in discoteca non ci vado...

scusa...ma tuo figlio va in una discoteca gay e si fa i****e non è che lo costringe nessuno.
Non da fastidio a lui non dovrebbe darne a te.
Ma perchè pensate che un gay debba essere costretto o forviato a diventare/essere tale?!?!?!!?
Bhoooooooooo

toussaint
Inviato: 19/9/2014 13:03  Aggiornato: 19/9/2014 13:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
allora, se no si parla di aria fritta, PCornelio, negue e giano, ci citate esattamente i punti della lettera di Luca che per voi sarebbero omofobi e dunque indicativi della falsità della stessa.
Così ci capiamo, altrimenti devo rispondere alle banalità che ha scritto negue, tipo la squadra gay-friendly, il che è piuttosto umiliante per la mia intelligenza...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
fefochip
Inviato: 19/9/2014 13:03  Aggiornato: 19/9/2014 13:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Non è che quando non fa comodo non si fa più così! ...una riflessione per essere seria deve essere basata su dati certi.


e quali sarebbero questi "dati certi" ?
l'esistenza o meno di luca?

il fatto che in alcune discoteche gay si scopa come descritto da lui?
il fatto che c'è un apertura verso il mondo gay che è arrivata a insinuare delle "mode" e dei luoghicomuni idioti?

piantala

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Red_Max
Inviato: 19/9/2014 13:04  Aggiornato: 19/9/2014 13:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Non una persona a caso...
E' proprio tuo figlio...
Prima gli danno la droga e poi se lo...
Lo so, lo so.
FA PIU' MALE A ME CHE A TE...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
socratiko
Inviato: 19/9/2014 13:14  Aggiornato: 19/9/2014 13:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/4/2010
Da:
Inviati: 105
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Visto che una vecchia discussione sulla sessualità era andata in vacca, forse qui riusciamo a argomentare un filo meglio. Resto sintetico, per punti:

- I comportamenti sessuali sono culturali. Se qualcuno si degnasse di gettare un occhio su secoli di ricerca antropologica e storica, scoprirebbe che QUALUNQUE comportamento è stato, in qualche comunità e in qualche tempo, la normalità: omosessualità, bisessualità, rapporti multipli, rapporti esclusivi, rapporti rituali, simbolici, religiosi, finalizzati alla riproduzione, alla magia, all'intrattenimento, perfino alla pedagogia. TUTTO.

- malgrado il punto (1), una eventuale predisposizione genetica all'omosessualità non è provata ma nemmeno esistono dati scientifici per scartarla: l'argomento solo apparentemente conclusivo che “il gene omosessuale non si trasmette” è falso per la semplice e storica constatazione che gli omosessuali per decine di migliaia di anni hanno procreato in coppie eterosessuali, nelle culture dove non era accettata alcuna variazione di comportamento sessuale. E ancora oggi è così, se uno si prende un attimo di tempo a riflettere sul PERCHE una parte consistente delle prostitute siano transessuali.

- l'idea che si spendano miliardi per propagandare una cultura omosessuale a fini di controllo demografico è totalmente assurda, una volta che si getti un occhio su quali sono le regioni che contribuiscono per quasi la totalità alla crescita demografica del pianeta: Cina, India, Africa. Provateci a fare una trasmissione televisiva gay-friendly in Africa...vi vengono a cercare con il machete. Sul serio.

E ALLORA?
- l'apertura verso i Gay NON è improvvisa (in occidente dura da almeno 50 anni) né così largamente condivisa e diffusa come può sembrare. Vi invito a uscire dall'europa e lo constaterete di persona.

- una parte di spiegazione può essere legata alla mediatizzazione delle minoranze culturali, a partire dagli anni '60, che si è legata a movimenti potenti e transnazionali coevi come quello del femminismo, della decolonizzazione, delle lotte per i diritti civili. Maggior visibilità, implica anche maggior sensibilizzazione, volenti o nolenti.

- una altra parte, più teorica e solida, di spiegazione può essere trovata negli studi di Foucault e altri, in cui si mostra come la società moderna (dalla fine 1700 in poi) ha spostato gli sforzi di controllo sociale dal disciplinare verso lo scientifico (vedi la nascita della psichiatria come considerazione di valore anche giuridico). In pratica, una società industriale non può gestire l'ordine publico con i mezzi puramente violenti ma deve spingere all'interiorizzazione di certe categorie socio-culturali e certi ideali-aspirazioni (la borghesia come “fine” del progresso). Il benessere materiale e l'edonismo sessuale sono stati un'eccellente maniera di coniugare certi obiettivi di controllo sociale e certe necessità economiche di consumismo di massa. Vedi anche Pasolini e quella che lui chiamava la “mutazione antropologica” imposta dalla televisione.

In conclusione: non credo affatto che esista un complotto che spinge verso l'omosessualità, semplicemente mi sembra che all'interno della normale dinamica sociale (che produce flussi e riflussi negli standard di normalità) l'edonismo che si rimarca negli ambienti omosessuali sia funzionale esattamente come quello eterosessuale.

Il che significa che:

A- basta non ostacolarlo, poi il politically correct fa il resto. L'ambizione alla “buona coscienza” è una potenza sottovalutata, riascoltatevi Gaber.

B- se è vero che ci sono finanziamenti e pubblicità progresso, è anche vero che stiamo parlando di briciole. La comunità LGBT è una minoranza molto visibile e molto rumorosa che raccoglie una grossa costellazione di associazioni culturali volontarie e private. Una grossa parte dei soldi sono privati, spesso donati con un occhio alla detrazione fiscale.

C- C'è un indiscusso interesse politico a far infiammare i dibattiti su questioni sessuali, sui modelli di famiglia, sui PACS, sulle adozioni gay, etc: DISTOLGONO L'ATTENZIONE. Pensate al governo Prodi caduto sui DICO mentre stava provando a fare una prima timida lotta all'evasione fiscale, pensate qui in Francia all'enorme dibattito (con manifestazioni oceaniche delle due parti) sui matrimoni-.adozioni omosessuali mentre il governo varava provvedimenti di politica economica che, per la prima volta dal dopoguerra cominciavano a smantellare l'ipertrofico stato sociale.

Non c'è bisogno di “spingere” niente: le questioni sessuali toccano tutti, interessano tutti, scandalizzano tutti. Non c'è complotto, non gliene frega niente a nessuno.
Torna molto bene perché basta lasciar fare e si ottengono risultati a costo minimo e con massimi effetti:

Poco disturbo sociale (inteso come tentativo di toccare le strutture economico-finaziarie de potere) e massimo effetto politico (distrazione) e economico (mercati di nicchia fiorenti)

negue72
Inviato: 19/9/2014 13:15  Aggiornato: 19/9/2014 13:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da:
Inviati: 63
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
cit:
Non una persona a caso...
E' proprio tuo figlio...
Prima gli danno la droga e poi se lo...
Lo so, lo so.
FA PIU' MALE A ME CHE A TE...

allora mandalo nelle discoteche Etero, li certo che sta al sicuro!
Bha.... Comunque i commenti qui dentro mi fanno paura.
Per quelli che me lo hanno chiesto dico che quello che dice luca (di tolve) è una realtà marginale... il 99% dei gay non va in discoteca.
lui la da come una cosa certa e come la regola.
semplicemente non lo è!

Apertura e normalizzazione dei gay?!?!?!?!?!?!?
Fate la prova a vivere una settimana "da gay" e poi ne riparliamo.

P.K.89
Inviato: 19/9/2014 13:17  Aggiornato: 19/9/2014 13:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/7/2013
Da:
Inviati: 601
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
@ pursuitoftruth

Per tornare strettamente alle tue due questioni.

Sulla risposta che hai dato alla prima questione, devo esser sincero non credo molto alla possibilità che hai fatto notare. Lo trovo un metodo molto inefficace. Io credo possano esserci altri motivi.
ad esempio primo su tutti lo sfruttamento economico e a ruota, ma neanche troppo lontano dal primo, l'etichetta, che permette un miglior controllo.
Mi spiego meglio: quando si ama, che sia un altra persona un animale o quel che ci pare, si è predisposti verso la cooperazione, come posso esser predisposto all'amore (ovvero all'unione) per esempio verso tutti i cani e poi allo stesso tempo credere che tutte le persone viceversa siano stronzi bastardi? Una persona che ama, non bada molto al genere, alla specie, ma piuttosto cerca punti di contatta e ne entra in simbiosi. Ora se io esaspero una propensione riesco a trasformare un amore verso gli animali, in odio verso le persone. Non so sono riuscito a rendere il concetto.
Faccio un ulteriore esempio, se mi piace il calcio, come espressione di capacità atletiche, non mi interessa che colore, maglia o nazione abbia la persona che sa compiere quei gesti, e anzi ho un punto di contatto con tutti gli appassionati di tali gesti, quindi ho un contatto con qualche miliardo di gente, abbiamo tanto di che confrontarci, ma se poi gli spingo oltre ogni misura "l'amore" lo trasformo in un tifoso, ed è quì che gli avveleno l'amore, a quel punto lo inquadro in dei colori in dei simboli in dei giocatori, e lui sarà disposto a spendere per quegli idoli, quelle figurine, e entrerà in conflitto con altri che amano le stesse cose, ma che li differenzia solo il colore della maglia che è solo una convenzione, una comodità. Dopotutto per la strada giocavo anche senza maglia con i miei amici.

Per il secondo punto invece non sono d'accordo con la risposta. Perchè la risposta su cosa sia normale o meno dipende dalla premessa che uno si è fatto, ovvero sul cosa ci si aspetti.
La verità è che in quei posti il 90% di chi ci va, va per trovare altra gente predisposta a certi atteggiamenti, come andare in un locale per scambisti o in un night.
Ritornando all'esempio calcistico, se io vado a prendermi un caffè al bar milan (perchè 1° voglio un caffè), e apprezzo il gesto tecnico concluso in una rete segnata da un giocatore che in quel momento gioca contro il milan (perchè in seconda battuta sono anche un appassionato di calcio in generale e seguo magari anche con più frequenza i rossoneri perchè apprezzo i suoi atleti), quale credi sarà la reazione? Io dico che mi cacciano e rimarrei alquanto deluso, dopotutto volevo un caffè, (e stavo in un bar) ero appassionato di calcio (e il nome milan con i colori rossoneri indica chiaramente che li si apprezza il calcio e difatti danno la partita) e in più seguo più spesso la squadra che si è data il nome milan (e il nome milan nella ragione sociale del bar mi dice che è un altro punto di condivisione), orbene da cosa avrei dovuto capire che li è vietato apprezzare i gesti atletici di altri giocatori?
Così i così detto ambienti gay. Tipo discoteche. Non è scritto da nessuna parte che non puoi starci tranquillo solo a sorseggiare un drink ma questo lo puoi fare in qualsiasi altro locale che non si identifica in un etichetta. La verità è che nella sostanza, sono ambienti in cui si estremizza il concetto di gay (come di appassionato di calcio) e si va per cercare rapporti sessuali e non di amore (così come nel bar milan si va per tifare, idolatrare non per apprezzare il calcio).
Per cui la risposta alla tua domanda per me è che, sarebbe più corretto chiamare certi luoghi, posti di incontro per rapporti sessuali tra sessi uguali. Ma che per l'etichetta non viene fatto ma a meno che non si è degli sprovveduti si sa la funzione di quei luoghi.

PCornelio
Inviato: 19/9/2014 13:21  Aggiornato: 19/9/2014 13:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/11/2013
Da:
Inviati: 285
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
allora, se no nsi parla di aria fritta, PCornelio, negue e giano, ci citate esattamente i punti della lettera di Luca che per voi sarebbe ro omofobi e dunque indicativi della falsità della stessa.
Così ci capiamo, altrimenti devo rispondere alle banalità che ha scritto negue, tipo la squadra gay-friendly, il che è piuttosto umiliante per la mia intelligenza...


Cominciamo col dire che è piuttosto raro che un omosessuale dichiarato (ma come ha fatto notare qualcun altro andrebbe definito bisessuale) si esprima in senso contrario all'apertura della società nei confronti del mondo LBGT.
Ma può accadere. Accade che persone di colore aderiscano a partiti razzisti, figuriamoci se non può capitare con i gay.

Per il resto, la lettera contiene un punto di vista scivoloso benché decisamente orientato in senso contrario alla tendenza generale di apertura ai diritti degli omosessuali. Il fatto che questo punto di vista venga da una persona di un certo orientamento è importante. In qualche modo, fa riflettere in modo più approfondito, sotto una prospettiva diversa, proprio sull'opportunità o meno di continuare verso quest'apertura. E' qualcosa che può influenzare, e pesantemente l'opinione di persone che, come alcuni di voi, non hanno una conoscenza diretta del mondo e del pensiero gay. E' importante, anzi importantissimo avere un riscontro sulla fonte.

negue72
Inviato: 19/9/2014 13:23  Aggiornato: 19/9/2014 13:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da:
Inviati: 63
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
@PCornelio

ecco tu sei molto più bravo di me a parlare!
Bravo....

Davide71
Inviato: 19/9/2014 13:25  Aggiornato: 19/9/2014 13:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Ciao a tutti:

Purtroppo il post è troppo lungo per essere letto da una persona che non abbia 5-10 minuti di tempo solo per me e troppo corto per sviluppare tutti gli argomenti come si conviene. Mi spiace...

io ritengo che,se Massimo ha voluto postare la lettera del ragazzo come articolo, è stato perché per lo meno subodora che sull'argomento si sia
accumulata una tale disinformazione da competere con quella degli altri temi trattati sul sito.
Le ragioni per cui, a mio parere, si sta generando un clima di compiacenza nei confronti dell'omosessualità sono le seguenti:

1) non vi sono statistiche ufficiali sul punto (non ci credo che non le facciano), ma la popolazione gay costituisce una percentuale significativa sia
come elettorato sia come "fetta di mercato";

2) visto che sono millenni che è così, posso ben immaginare che esistano gli omosessuali anche tra coloro che detengono i c.d. "poteri forti" e nella
c.d. "Intellighenzia"; anche in questo caso non ho prove, ma mi sento abbastanza tranquillo nell'affermare che non facciano solo gli attori, i ballerini
e i parrucchieri!

3) una volontà pervicace di dare fastidio alla Chiesa cattolica, che in effetti non ha mai trovato un modo per conviverci.

4) non esiste un motivo valido per comportarsi diversamente, ma sul punto mi spiegherò più avanti.

L'idea prospettata nell'articolo che esista una certa volontà di promuovere l'omosessualità come deterrente per la natalità non mi è nuova ma, oltre ad
essere un'idea peregrina, non penso sia una considerazione determinante.
Trovo persino maggiormente plausibile l'idea che la si promuova per favorire la creazione di ambienti come quelli descritti in fondo all'articolo. Come
minimo quel tipo di divertimenti rende gli uomini ricattabili...sto parlando di cose storicamente documentate!

Detto questo passiamo alle "cause" dell'omosessualità. Sul punto sto per dire cose che penso nessuno abbia mai detto, ma ritengo di avere colto nel
segno. Esistono popolazioni di anfibi che, in assenza di femmine, consentono a un individuo della specie di cambiare sesso. Qualche cosa si è accennato anche nel film "Jurassic Park". Forse è impossibile cambiare il sesso (in modo da renderlo fecondo) di un uomo adulto, ma posso ben pensare che la natura abbia concepito l'omosessualità come mezzo per aumentare le possibilità di sopravvivenza dell'individuo e della stessa collettività in cui vive. Saprei anche spiegare come, ma il discorso andrebbe troppo per le lunghe. Perciò, visto che qualcuno obietterà citando "i milioni di uomini" uccisi per quello che erano farò notare quanto segue:

1) sono balle! Non dico che non ci siano mai state epurazioni, ma guarda caso le più gravi si sono perpetrate nei regimi moderni, che sono guarda caso quelli che più hanno spinto le loro popolazioni verso l'estinzione...; non sto contestando la vergognosità e l'assurdità di tali fatti, ma solo la loro vastità;

2) ricordo fino a non molto tempo fa le famiglie numerose CASTRAVANO uno dei figli, perché gli eunuchi erano molto richiesti in vari ambiti, raggiungendo in qualche caso un potere inimmaginabile;

3) già gli antichi si erano accorti che l'ambiente sociale avesse un effetto "castrante" nei confronti delle persone, in quanto poneva obblighi e limiti
alla loro libertà d'azione, anche in campo sessuale. Questo punto è importante perché consente di ipotizzare una forma di "risposta naturale" a questo clima castratorio con una forma di sessualità compatibile.

Tenendo conto di tali fattori e del fatto che nella realtà la popolazione omosessuale ha delle possibilità di realizzazione sociale che le persone
ortosessuali non hanno (eterosessuale è un termine invalso nell'uso ma assurdo!) posso ben concludere che l'omosessualità sia DA SEMPRE una necessità sociale. Adesso io ho dovuto sorvolare su un gran numero di questioni e puntualizzazioni, ma sul punto occorrerebbe scrivere un libro!

Resta però da chiarire perché le autorità religiose abbiano sempre stigmatizzato l'omosessualità.
Innanzi tutto chiariamo che solo il filone giudeo-cristiano-islamico si è scagliato in maniera così netta nei confronti del fenomeno, mentre le altre
religioni hanno sempre colpevolizzato coloro che, pur potendoselo permettere, non mettessero al mondo figli, oppure "i lussuriosi". Perciò ritengo che le ragioni per cui l'omosessualità sia trattata così duramente nella Bibbia e nel Corano sia contingente, cioé strettamente legata al momento storico in cui vennero scritti e alla situazione delle popolazioni dell'epoca.
Nelle popolazioni nomadi antiche non solo la vita era dura, ma purtroppo anche breve. Inoltre mantenere le femmine era un lusso che facevano fatica a permettersi, per cui giungevano a fare cose orribili.
Per inciso, ritornando al discorso precedente, immaginatevi di dover nascere in un ambiente nel quale, se siete femmina rischiate di venire sotterrate
vive, se siete maschio di non poter mai generare figli perché le risorse non ve lo consentono. Che tipo di sessualità avreste? Perché purtroppo la vita
di una donna è sempre stata DURISSIMA fino agli anni Cinquanta, nel senso che la sopravvivenza fisica era un terno al lotto!
Perciò trovo abbastanza logico che, per impedire un abominio (l'uccisione di una femmina appena nata) si stimolasse in ogni modo l'amore nei confronti
delle donne, a costo di commettere qualche ingiustizia.
Infatti, se osserviamo la civiltà islamica come si è evoluta, possiamo ben notare come la posizione nei confronti dell'omosessualità si fosse fin troppo
ammorbidita. Quel "troppo" si riferisce al fatto che la posizione nei suoi confronti debba essere direttamente correlata alla posizione nei confronti
della donna. Più la condizione della donna è dura e umiliante più le autorità morali debbono stigmatizzare l'omosessualità. Quando questo non succede gli esiti sono catastrofici e gli esempi non si contano! Da questo punto di vista possiamo ben dire di essere, come società occidentale, autorizzati a
concedere piena cittadinanza agli omosessuali! I quali, ricordiamo, hanno regalato al genere umano opere d'arte meravigliose, ma anche idee meravigliose.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
PCornelio
Inviato: 19/9/2014 13:30  Aggiornato: 19/9/2014 13:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/11/2013
Da:
Inviati: 285
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Fra l'altro vorrei sottolineare i punti di vista ASSURDI di Red_Max e fefochip, che praticamente se la prendono con della gente che non fa altro che spassarsela senza far del male a nessuno.

Nomit
Inviato: 19/9/2014 13:40  Aggiornato: 19/9/2014 13:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/1/2011
Da:
Inviati: 1549
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Nessuno sta propagandando l'omosessualità

scopo dei gay in TV: creare dibattito, attirare polemiche, incuriosire
scopo delle lesbiche in TV: arrapare

non c'è altro

negue72
Inviato: 19/9/2014 13:40  Aggiornato: 19/9/2014 13:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da:
Inviati: 63
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
cit:
io ritengo che,se Massimo ha voluto postare la lettera del ragazzo come articolo, è stato perché per lo meno subodora che sull'argomento si sia accumulata una tale disinformazione da competere con quella degli altri temi trattati sul sito.

Subodora?!?!?!?!?
non riesco a capacitarmi di aver letto questa parola come giustificazione in questo forum... proprio qui che per l'11 settembre l'aereo della Malaysia abbattuto, Isis....chiediamo EVIDENZE!!!

Ma scherzate o che?

P.K.89
Inviato: 19/9/2014 13:45  Aggiornato: 19/9/2014 13:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/7/2013
Da:
Inviati: 601
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
@PCornelio

Io trovo i tuoi discorsi assurdi. Ma perché mai un nero non può esser razzista? Sei tu che lo rendi diverso. Un nero non può essere imbecille tanto quanto un bianco? E poi guarda che non è solo l omosessualità a dl essere discriminata. In questo giorni è uscito un video in cui l attrice di cui no. Ricordo il nome che è stata protagonista in Jango è stata fermata ed ammanettata dalla polizia a LA cedo, perché vista a baciarsi con un bianco nella sua auto per strada. Ed è stata scambiata per una battona. Invece era il suo compagno. Quello che non ti è chiaro è che ad essere discriminato è l amore in senso assoluto. Non sono i gay in particolare. E anzi proprio l identificare una persona perché ama è assurdo. Ad avere la necessità di indicare quella persona con un etichetta perché ama sei forse tu che vuoi distinguerti. Ed è chiaro che quando si fanno distinguo nascono maggioranze e minoranze. Ma forse quella persona stava solo amando. E del etichetta non gli fregava nulla.

Comunque ti do una notizia, i neri sono razzisti come i bianchi, e al sud non sopportano cinesi e albanesi proprio come al nord non sopportano i cosi detti terroni. Quindi vedi ti ho dato una nuova notizia. Di imbecilli ce ne sono al nord quanto qui al sud, che siano neri o gialli o verdi.

fefochip
Inviato: 19/9/2014 13:47  Aggiornato: 19/9/2014 13:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
chiediamo EVIDENZE!!!

ma evidenze di cosa ? di essere froci?

ti stai coprendo di ridicolo con questa storia delle fonti, delle evidenze ecc. ma forse vuoi proprio questo

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
toussaint
Inviato: 19/9/2014 13:54  Aggiornato: 19/9/2014 13:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
sokratiko, non hai capito.
il fatto che qualche omosessuale, ma mettiamoci pure tanti omosessuali, procreino non cambia di una virgola quello che ho scritto.
secondo quanto ci racconta la genetica un gene accrescerà la propria presenza nel corredo genetico umano se e solo se E' FAVOREVOLE ALLA PROCREAZIONE.
non a caso la specie umana migliora nel tempo, diviene più bella, più alta, più resistente alle malattie (anche se aumentano gli attentati, anche artificiali, alla salute).
perchè se sei bello e alto, scopi di più, se resisti alle malattie campi di più e quindi scopi e procrei di più, ecc.
ora qualcuno mi vuole dire che l'essere omosessuali consenta di fare PIU' FIGLI di un eterosessuale?
per favore...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
PCornelio
Inviato: 19/9/2014 13:54  Aggiornato: 19/9/2014 13:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/11/2013
Da:
Inviati: 285
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
P.K., tanto per cominciare mi riferivo a NERI che aderiscono a partiti razzisti contro i NERI: roba da tso.

Poi tutto quel discorso della discriminazione dell'amore non capisco dove voglia andare a parare... ti è mai passato per la testa che uomini e donne etc. possano scopare per il semplice gusto di farlo?

negue72
Inviato: 19/9/2014 13:57  Aggiornato: 19/9/2014 14:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da:
Inviati: 63
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
cit:
Citazione:
chiediamo EVIDENZE!!!

ma evidenze di cosa ? di essere froci?

...e così come per magia si capii tutto!
alla fine la questione è questa.
non ci sono mosessuali o gay, bisessuali o curiosi ci sono solo FROCI che possono essere ghettizzati, umiliati, sbeffeggiati...uccisi... solo perchè "so froci!" .

E' bastato un commento per svelare cosa c'è dietro tutte queste elucubrazioni da simil perbenisti moderni e all'avanguardia.

Io so maschio te sei frocio.Punto.
non c'è altro da aggiungere.

Credo che questo commento, da solo, valga come risposta alla pseudo lettera di questo speudo gay represso.

Nomit
Inviato: 19/9/2014 14:04  Aggiornato: 19/9/2014 14:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/1/2011
Da:
Inviati: 1549
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
non ci sono Omosessuali o gay ci sono solo FROCI che possono essere ghettizzati, umiliati, sbeffeggiati...uccisi... solo perchè "so froci!"
e soprattutto non devono essere rappresentati come persone normali se no la gente si "confonde"

negue72
Inviato: 19/9/2014 14:06  Aggiornato: 19/9/2014 14:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da:
Inviati: 63
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
appunto Nomit... altrimenti sono destabilizzati.
Non portate i bigodini?
ca**o sei uguale a me... giochi a calcio... guidi le moto....mangi... respiri... scopi.

toussaint
Inviato: 19/9/2014 14:07  Aggiornato: 19/9/2014 14:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
negue72, stai svalvolando, datti una calmata perchè in questo modo sei la migliore evidenza (uso il termine che ti piace) del fatto che ti hanno messo una maglietta addosso e ora tifi per la tua squadra.
negue72, ti do un'altra notizia, la sfera sessuale è solo una piccola parte del tuo essere uomo, incazzati pure per qualche altra cosa per la quale magari avresti più motivi per farlo.
perchè, e te lo assicuro scommettendoci i miei cabbasisi, qui dentro NESSUNO ti farebbe mai del male, neanche quelli che ti sembrano i più avversi.


edit: qualcuno, non ricordo chi, ha detto:
"il sesso è sopravvalutato".
sono pienamente d'accordo, perchè scaldarsi tanto per un piacere che dura al massimo 30 secondi (e non fate battute idiote, è la verità... )

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Nomit
Inviato: 19/9/2014 14:09  Aggiornato: 19/9/2014 14:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/1/2011
Da:
Inviati: 1549
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
attori strafighi, ricchi sfondati, con una vita sessuale da Rocco Siffredi e pieni di amici
Cazzo... stanno condizionando la gente ad essere etero!

Tutti gli attori famosi sono ricchi sfondati e con una vita sessuale apparentemente sopra la norma.

negue72
Inviato: 19/9/2014 14:13  Aggiornato: 19/9/2014 14:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da:
Inviati: 63
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
@ toussaint
non sai di che parli....

Te la do io una notizia!
la sfera sessuale eè solo una piccola parte dell'omosessualità !!!

Riducete tutto a questo.
Scelta sessuale.
No c'è molto altro... c'è tanto altro.c'è il mondo.

Ma tu questo non lo sai.
Wilma la clava....

Tragicomico
Inviato: 19/9/2014 14:15  Aggiornato: 19/9/2014 14:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/10/2013
Da:
Inviati: 60
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Avevo pensato pure io alla propaganda dell'omosessualità come un espediente per ridurre la popolazione mondiale, se poi si aggiungono i casi sempre più elevati di infertilità maschile tra le nuove generazioni, il dado è tratto.

Le pubblicità apparse in tv con la tematica dell'omosessualità sono davvero tante ormai, ultima quella della findus in Italia:

https://www.youtube.com/watch?v=F0lmkKvNwc8

https://www.youtube.com/watch?v=4RtUnzC4Q8c

https://www.youtube.com/watch?v=yqnr4QkSVsc

https://www.youtube.com/watch?v=TIc-nZjsWMk

https://www.youtube.com/watch?v=v912WsXp_ME

negue72
Inviato: 19/9/2014 14:16  Aggiornato: 19/9/2014 14:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da:
Inviati: 63
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
attori strafighi, ricchi sfondati, con una vita sessuale da Rocco Siffredi e pieni di amici
Cazzo... stanno condizionando la gente ad essere etero!

Effettivamente si... ora scrivo una lettera a Massimo Mazzucco spacciandomi per etero e gli faccio notare che questo condizionamento aberrante deve finire!!!

P.K.89
Inviato: 19/9/2014 14:28  Aggiornato: 19/9/2014 14:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/7/2013
Da:
Inviati: 601
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
@PCornelio

Si è cosa ce di più anormale in un nero che odia altri neri in un bianco che odia altri bianchi? (Padani che odiano i terroni?) Sono imbecilli e basta. Ce a chi piace provare farsi del male da soli. Sono imbecilli e basta non mi serve sapere il colore della pelle.

Poi non capisci dove voglio andare a parare è perché non capisci cosa sia l amore forse. E si trovo normalissimo che uomini e donne trovino piacere nello scopare e basta. Anche se qui dovremmo poi analizzare lo scopare. E quindi? Dove ho detto che l amore è in contrasto con lo scopare? E anzi mi pare che proprio lo scopare non sia un problema in questa società anzi lo scopare fino a se stesso ti permette di fare molta strada. Il problema sta invece quando vuoi amare. Che verrai perseguitato e vessato. E il punto è che si vuol ridurre l amore che una persona può provare per uno di ugual sesso a solo una questione sessuale. Perché quando ti etichetti o vuoi etichettarti come omosessuale vuoi distinguerti o vogliono distinguere solo per chi piace scoparti. E io direi chi se ne frega chi ti scopi. E intelligente è stato l accenno di calvero sul femminicidio. Come se ha un peso diverso l omicidio di una donna piuttosto che di un bambino o di un altro uomo.

toussaint
Inviato: 19/9/2014 14:42  Aggiornato: 19/9/2014 14:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
No c'è molto altro... c'è tanto altro.c'è il mondo.



allora non ci siamo proprio capiti.
nella lettera di Luca non c'è alcuna condanna dell'essere omosessuali, perlomeno io non l'ho vista e per questo ti ho chiesto, a te e ad altri, di farmela eventualmente notare, non vi siete degnati di rispondere e va bene, evidentemente vuol dire che non c'è.
perchè a me pare che Luca critichi il modello gay che è tutt'altra cosa dall'omosessualità.
Quel tanto altro di cui parli nella citazione, mi dispiace, ma ad esempio nelle dark room non c'è.
e vorrei tranquillizzarti, ho lo stesso atteggiamento per i similari comportamenti etero, ho già scritto qui dentro (e te lo puoi andare a leggere) che per me chi va a mignotte fa umanamente schifo, ma anche gli scambisti ecc.
e non sono per nulla bigotto, te lo assicuro, ad esempio una cosa che mi fa ridere delle religioni è il pretendere che si faccia sesso solo per procreare e dunque mai prima del matrimonio.
e' altrettanto ridicolo del modello gay, anzi direi che sono due facce della stessa medaglia, il tentativo di ridurre l'esperienza amorosa (che, ripeto, può voler dire anche per una notte) a pura fruizione funzionalistica.
per i religiosi la funzione è la procreazione, per i trasgressivi è il piacere.
ma, appunto, c'è tutto un altro mondo...


edit: comunque mi conforta l'ennesima riprova, che leggo nei commenti di calvero, p.k. e altri, che noi di LC siamo proprio di un'altra camminata, non inquadrabili, non catalogabili, spiriti liberi, tanto liberi da poterci anche mandare a fare in culo a volte, senza che questo cambi alcunché tra noi.
e questo lo dobbiamo al luogo magico in cui possiamo scambiarci i nostri pensieri.
scusate il momento di bieco autocompiacimento...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Nomit
Inviato: 19/9/2014 14:43  Aggiornato: 19/9/2014 14:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/1/2011
Da:
Inviati: 1549
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Infine vorrei solo citare, data la vastità e le controversie dell’argomento, la promozione dell’aborto come diritto della donna (ma della madre o della figlia? La risposta è semplice.) Anche in questo caso non condanno l’aborto, ma riconosco le operazioni di propaganda che sono state fatte e ne individuo facilmente i motivi e gli scopi
Quale propaganda? Chi è "a favore" fa propaganda a favore, chi è contro fa propaganda contro!

"A favore" tra virgolette.

pursuitoftruth
Inviato: 19/9/2014 14:48  Aggiornato: 19/9/2014 14:50
So tutto
Iscritto: 18/9/2014
Da:
Inviati: 28
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Allora, i commenti sono davvero tanti, verrò di rispondere a tutti ma per adesso vorrei rispondere a due persone. Intanto cito il riassunto di Polipol, forse meglio di me ha chiarito i punti principali:

- Non si nasce omosessuali - Una persona oggi omosessuale domani potrebbe essere eterosessuale, e viceversa - L'identità omosessuale è un'invenzione sociale - L'omogenitorialità non è supportata dalle diversità insite tra uomo e donna - Ad oggi per motivi politici viene ritenuta positiva solo una terapia sugli omosessuali egodistonici, pur essendocene due entrambe valide e funzionanti - Il numero degli omosessuali non è costante. Esistono persone che diventano gay e prima non lo erano. Non è vero che si sente parlare di un crescente numero di gay solo perché sono in più a dichiararsi tali - Non per tutte le persone omosessuali è importante far capire la propria omosessualità. Molti la vivono come un dettaglio della loro vita sessuale e non lo fanno sapere al proprio prossimo - Esistono motivi politici dietro l'ascesa alla notorietà ed al potere dei gruppi GLBT - Le parole "Omofobia" ed "Omofobo" sono spesso associate a fenomeni che non hanno niente a che vedere con detti termini



A Negue72:
Mi dispiace, non rinuncierò ai miei diritti sulla priacy, siamo su un forum non in un tribunale.
Ti aspettavo, non conoscevo il tuo nick perchè mi sono iscritto da poco, ma risposte come le tue sono così frequenti che ormai me le aspetto a priori.

In primis, mi pare di capire che per te esistano persone più gay di altre e che in quanto bisessuale( per tua definizione, io non mi definisco per niente) ho meno credibilità, ho meno credenziali forse?

NON CREDO PROPRIO. Il punto è questo, a te, come ad altre persone che non vogliono ragionare, da fastidio l'ambiguità, da fastidio vedere che esistono persone, che per la loro stessa esistenza, mettono in crisi l'intero sistema di credenze su cui fondi la tua vita.

Lo dico a te come a tutti gli altri:

GENTE, NON è PERMESSO PASSARE DA RELAZIONI GAY A RELAZIONI ETERO, E' TROPPO SCOMODO!!! SIGNIFICA CHE UNA PERSONA E' LIBERA DI SCEGLIERE, E NOI LOBBY GAY CHE INVESTIAMO MILIARDI IN QUESTO FENOMENO, NON VOGLIAMO CHE SI SAPPIA IN GIRO!

Ho passato sette anni tra locali gay, associazioni ecc, ho frequentato per 7 anni gente del mio sesso con cui andavo mano per mano in giro. E' vero, ho avuto anche relazioni eterosessuali, tre per la precisione. E' poco? scusa ma questo lo decido io.

Per quanto riguarda la promiscuità, come per il resto, cerchi di fare di tutta l'erba un fascio, di assimilare asteroidi con pietruzze. Invito tutti i lettori di questo post a iscriversi a un sito gay a caso: Gayspace, Me2, Planet Romeo ecc e chiedete ad un qualsiasi utente quante relazioni ha avuto nella sua vita! Provateci, vi dico uno a caso, non c'è possibilità di sbagliare.

Io ho evitato di tirare fuori numeri perchè non sono comprensibili a chi non è nell'ambiente, stentano ad essere credibili, ma di fronte a questo negazionismo adesso parlo.

Tesoro caro, i miei amici etero playboy al massimo si sono fatti 7-8 ragazze, coetanei gay sono a 70-80, non diciamo cazzate, c'è una differenza abnorme. Un mio amico di 25 anni è arrivato a 107, li ha pure contati, 107 persone con cui ha avuto una penetrazione, a 25 anni!

Dai che cavolo, e poi ci si chiede perchè uno vuole una relazione con una donna, se chiedi al tuo ragazzo di parlarti dei suoi ex fai tempo a crepare prima che finisca di elencarli.

Per quanto riguarda la droga, ovviamente circola anche tra gli etero, ma nei locali gay viene usata come potenziamento sessuale, è un po' diversa come cosa.

I tuoi post sono il classico esempio di chi vuole proteggere il suo bel piccolo mondo creato ad hoc dalla propaganda gay. Passo e chiudo

Giano
Inviato: 19/9/2014 14:55  Aggiornato: 19/9/2014 14:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Toussaint Citazione:
allora, se no si parla di aria fritta, PCornelio, negue e giano, ci citate esattamente i punti della lettera di Luca che per voi sarebbero omofobi e dunque indicativi della falsità della stessa.


Non ci sono punti chiaramente omofobi, tutta la lettera sembra semplicemente un artificio propagandistico ben architettato per comunicare che l'omossessualità non esiste, bensì esistono i comportamenti omosessuali da cui è possibile liberarsi e redimersi, in modo estremamente facile, esattamente come fatto da Luca, folgorato da una bella ragazza sulla via di Damasco.

Se non è un prete è opera di uno di quei siti ultracattolici, (Lo) Sai, quelli che vanno di moda in questo periodo.

toussaint
Inviato: 19/9/2014 15:07  Aggiornato: 19/9/2014 15:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
giano, non hai le prove, è un processo alle intenzioni, e poi non stiamo scrivendo per dare ragione o torto in toto a Luca, è stato sottoposto un argomento e di quello parliamo, senza dedurre alcunché su chi ha scritto l'articolo che ha dato origine al thread.
altrimenti, allo stesso modo, potrei dire che Pispax è un agente del Mossad o Perspicace uno pagato dagli euristi.
invece, su quegli argomenti, mi basta cercare di dimostrare che toppano.
è l'unica cosa che conta, dunque argomentate, tu, negue e altri, sulla questione modello gay e non sulla natura di Luca.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Redazione
Inviato: 19/9/2014 15:08  Aggiornato: 19/9/2014 15:28
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
NEGUE: Citazione:
io CHIEDO di verificare la fonte... perchè pubblicare una lettera attribuita a un "ragazzo omosessuale" con certi contenuti voglio che sia verificabile.E' la base di un giornalismo serio. L'ho imparato qui su luogocomune!
Evita di dire cazzate, perfavore. Io ho pubblicato sei lettere sul New York Times, e nessuno si è mai preoccupato di "verificare la fonte". Le hanno pubblicate e basta. Una lettera non è una notizia, è una opinione personale, e non c'è niente da "verificare". Ed infatti questa è uscita sotto la categoria "opinione", non sotto la categoria "news".

In realtà non hai imparato un cazzo, stando su luogocomune, visto che confondi addirittura una lettera con una notizia.

Citazione:
ora scrivo una lettera a Massimo Mazzucco spacciandomi per etero e gli faccio notare che questo condizionamento aberrante deve finire!!!
Provaci. Se è interessante la pubblichiamo, altrimenti possiamo sempre usarla come carta per il gabinetto.

Citazione:
Comunque i commenti qui dentro mi fanno paura.
Anche a me. Specialmente i tuoi.

pursuitoftruth
Inviato: 19/9/2014 15:14  Aggiornato: 19/9/2014 15:30
So tutto
Iscritto: 18/9/2014
Da:
Inviati: 28
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Lascio perdere i commenti sul cattolicesimo perchè puoi farli solo ed esclusivamente grazie al mio anonimato, comunque se trovo la mia lettera di sbattezzo la pubblico qui, censurando il cognome e la città.

Spiegami cos'è l'omosessualità in concreto. Dimmi cos'è materialmente. Dimmi quando una persona può essere definita omosessuale.
Cosa distingue una persona omosessuale da una eterosessuale.

Si sente tanto parlare di identità sessuale: alla fine dei conti questa è un pensiero. Un ragazzo pensa, io sono gay: ecco l'identità sessuale. Non ha un corrispettivo biologico.

Potremmo stare per ore a discuterne, ma veniamo al punto focale:

Identità : non c'è scelta (campo ontologico, si tira in ballo l'essenza)
Comportamento: c'è scelta (campo dell'agire, del fare, soggetto alla libera scelta, al libero arbitrio)


Ho visto che ci sono state molte critiche sulla strumentalizzazione del fenomeno gay per il controllo delle nascite, io ho riportato alcune fonti, inoltre nella storia si è spesso negata/incoraggiata l'omosessualità a seconda dei bisogni della comunità. Ma sapete che vi dico, anche se non fosse vero, tutto il resto non cambia. Non sto ritrattando, vorrei solo spostare l'attenzione sul vero dibattito. Il punto nodale della mia denuncia è che i media hanno il potere di influenzare le decisioni di un individuo, e lo stanno facendo, dato che l'omosessualità non è un fenomeno intrinseco all'essere umano o biologico, ma è soggetto alla libera scelta.

Outlaw
Inviato: 19/9/2014 15:33  Aggiornato: 19/9/2014 16:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/11/2011
Da: Lima
Inviati: 31
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Ottima discussione, complimenti al ragazzo che ha scritto la lettera..... Il mio punto di vista :non sara' invece che tutto questo parlare di gay serve a distrarre il popolo di pecore da argomenti ben piu' importanti? Un po' come le scopate di berlusconi.....un bel chissenefrega?

A nessuno gliene frega niente dei gay, ma e' un bel modo per fare sembrare l'occidente un modello di liberta' e correttezza.....cosi' posso sputtanare la russa o la cina o il venezuela perche' non sono cosi' "gay friendly".....tutto fa brodo in questa guerra silenziosa.....

Poi usano sicuramente film e musicisti per portare avanti la loro agenda.... Tipo questa [RIMOSSO M.M.]:

Laura pausini

Fa ridere che i gay non si accorgano di questo, 20,30 anni fa li ammazzavano con la menzogna dell'hiv e ora invece li usano come simbolo della liberta' occidentale , mah....

fefochip
Inviato: 19/9/2014 15:39  Aggiornato: 19/9/2014 15:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
@ negue72
scrivere piu grosso non ti darà ragione.

non sei riuscito a dirmi quale prova ti servirebbe

ma si è capito il tuo problema
Citazione:
Credo che questo commento, da solo, valga come risposta alla pseudo lettera di questo speudo gay represso.


il tuo problema è il bollino blu.
devi appurare se questa lettera venga da un appartenente al sacro ordine degli omosessuali in carrozza (visto che frocio non va bene)

come a dire se non sei omosessuale non puoi parlare ...vabbè

inutile parlare con te quindi

comunque non hai imparato un cazzo qui perche manco sai distinguere un opinione da un fatto
edit
(lo ha già detto massimo )

edit2 a proposito di perbenisti
se lo fossi avrei scritto omosessuali al posto di froci
sai chi di solito è attento al politically correct ? proprio i perbenisti

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
f_z
Inviato: 19/9/2014 15:40  Aggiornato: 19/9/2014 15:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Complimenti a Luca per la lettera e il coraggio nel raccontare una storia che per qualcuno potrebbe essere imbarazzante.

E' ovvio che "gay non si nasce" visto che molti di loro sono sposati con moglie e figli e ne conosco personalmente uno che e' andato con entrambi ma alla fine ha scelto gli uomini...

Hai ragione che questi sdoganamenti di comportamenti sessuali "diversi" e' una cosa pianificata dal potere, probabilmente anche per il controllo demografico.
Come dice anche Peonia, e' tutto parte del NWO.

A proposito, consiglio a tutti di leggere questo articolo (molto lungo!): qui riconoscerete un disegno che va avanti (secondo l'articolo) da almeno mezzo secolo, incluso lo sdoganamento dei comportamenti sessuali "diversi" e la masculinizzazione delle donne e la femminizzazione degli uomini:

Il nuovo ordine dei barbari

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
negue72
Inviato: 19/9/2014 15:46  Aggiornato: 19/9/2014 15:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da:
Inviati: 63
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
mamma mia che commenti i tuoi @pursuitoftruth hai dimostrato che il tuo intento era SOLO ED ESCLUSIVAMENTE quello di denigrare gli omosessuali punto e basta.
Non volevi porre nessuna riflessione.
Sei un "ex-gay" che vuole vendicarsi di qualcosa.

@massimo...
Potresti spiegarmi i tuoi toni?
nei miei commenti verso di te sono stato civile e rispettoso nel chiederti e/o farti notare alcune cose.
Se tu hai da dire solo "evita di sparare cazzate" con questi modi siamo alla frutta.
Non c'è GIUSTIFICAZIONE ai modi che hai usato....perchè devi aggredire cos' in maniera insensata.
Carta da gabbinetto?
.... Massimo ma davvero?
io ho esposto nella mia lettera aperta a te il mio punto di vista e l'ho fatto in un modo del tutto civile dopo aver letto delle cose per me insnsate ma non sono mai stao volgare o scurrile.
Edit:
nelle OPINIONI di "luca" sono contenuti fatti che semplecemente non sono veri o quanto meno rappresentano una piccolissima percentuale di Gay,
E' su questi fatti che io chiedo una verifica.
E' ovvio he uno possa avere le idee che vuole.

Anche la tua risposta è da annoverare come molte altre come RISPOSTA DEFINITIVA alla lettera di questo sconosciuto dai contenuti ILLUMINATI da santificare al momento.
E' la cartina di tornasole che in Italia la questione gay è ancora al medio evo

fefochip
Inviato: 19/9/2014 15:48  Aggiornato: 19/9/2014 15:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Hai ragione che questi sdoganamenti di comportamenti sessuali "diversi" e' una cosa pianificata dal potere, probabilmente anche per il controllo demografico. Come dice anche Peonia, e' tutto parte del NWO.

bah come gia detto da qualcuno mi sembra un idea un po peregrina.
sono tutti "valori" che stanno qui in occidente e non certo nei paesi dove il problema di sovrappopolazione si fa sentire.
tutta questa propaganda in africa, india o cina non mi pare di avvistarla.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 19/9/2014 15:52  Aggiornato: 19/9/2014 15:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
nelle OPINIONI di "luca" sono contenuti fatti che semplecemente non sono veri o quanto meno rappresentano una piccolissima percentuale di Gay


ma sei capace di usare il cervello o no?
tu hai un altra opinone dicendo che i fatti stanno in un altro modo .
benissimo
ce la fai a pensare che chiunque a questo punto con il tuo ragionamento chiederebbe conto delle PROVE di quanto affermi

stai scassando il cazzo a forza di pretendere queste "prove"

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 19/9/2014 15:55  Aggiornato: 19/9/2014 15:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Sei un "ex-gay" che vuole vendicarsi di qualcosa.


apriamo la rubrica di negue lo psicoterapeuta dei fro... ops degli omosessuali

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
negue72
Inviato: 19/9/2014 16:02  Aggiornato: 19/9/2014 16:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da:
Inviati: 63
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
@fefochip...
Continua a divertirti usando la parola frocio.
Quando lo fai ti rendi complice e non sei diverso da quei bulli che istigano e portano al suicidio tanti ragazzi
http://www.youtube.com/watch?v=bhB1bLSWh8o

sconcertato dal fatto che massimo non dica assolutamente nulla ad un utente che usa la parola FROCI.

detto questo per la felicità di tutti passo e chiudo.
Vi lascio alla vostra vita serena nel mulino bianco.

toussaint
Inviato: 19/9/2014 16:06  Aggiornato: 19/9/2014 16:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
ipotesi complottista:
e se avessero deciso di ridurre la popolazione del terzo mondo con virus DNA-oriented?
Ossia un virus per gli africani, uno per arabi e berberi, uno per gli asiatici (calcolate che sono riusciti anche ad identificare il gene Khazar negli ebrei askhenaziti vedi wiki).
E' ovvio che rimarrebbero fuori ll'Occidente e tutti quelli resistenti ai virus, ad esempio perchè troppo meticci.
In questo caso, la denatalità potrebbe essere perseguita anche con operazioni di marketing e propaganda.
E aggiungo una cosa che può sembrare paradossale ma non lo è, a parte qualche parassita che si è riciclato dall'altra parte della barricata, le idee di contestazione radicale alla base dei movimenti del '68 e del '77 si sono estinte perchè si sta estinguendo la generazione portatrice di tali idee senza aver avuto figli o al massimo con un figlio.
In altri termini, tutte quelle persone non hanno avuto figli cui tramandare la propria visione del mondo, mentre nel frattempo i conservatori facevano molti più figli.
E indovinate cosa ha provocato la scarsa procreazione delle generazioni ribelli?
Il femminismo, insieme con la diffusione dell'eroina la più potente arma di stabilizzazione nell'area NATO...


edit: e così come le femministe sono finite a curare la rubrica delle lettere su Cosmopolitan, così i gay affollano i talk-show e i reality sui media mainstream...

edit2: preciso, i padroni del mondo sono rigorosamente bianchi, intendo l'elite storica, le famgilie che discendono dall'aristocrazia feudale e che al massimo hanno solo cambiato nome, gli zio Tom come Obama sono solo impiegatucci, dunque un virus per bianchi sarebbe troppo rischioso...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
f_z
Inviato: 19/9/2014 16:17  Aggiornato: 19/9/2014 16:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Autore: fefochip Inviato: 19/9/2014 15:48:24

sono tutti "valori" che stanno qui in occidente e non certo nei paesi dove il problema di sovrappopolazione si fa sentire.
tutta questa propaganda in africa, india o cina non mi pare di avvistarla.


Be' bisognerebbere vivere in quei paesi per vedere la propaganda...io ho colleghi indiani e vietnamiti, se mi capita glielo chiedo...

C'e' da dire che il cosiddetto "occidente" ha raggiunto un livello di "sviluppo" che richiede tecniche sottili per portare il cambiamento desiderato...
In Africa come sai li sterminano senza pieta' direttamente nei modi piu' disparati quindi non c'e' bisogno di farli diventare gay!

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
ohmygod
Inviato: 19/9/2014 16:25  Aggiornato: 19/9/2014 16:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
ne ho le palle piene di queste lettere.
e almeno finora ciò vale per qualsiasi lettera arrivata in home page.
in linea di massima lettere che provengono da un'utenza che non vive LC.
dire altro? ha importanza? ah sì ... coerenza per coerenza il titolo del thread. Mazzucco decide ... va bene così ... non è forse coerenza?
e da quando in quì,quò,quà coerenza ha a che fare con un piano argomentativo?
vi è forse senso in ciò che dimostrabilmente è insensato eppure è quel dimostrabilmente insensato che infine trova una sua ragione di esistere su LC ... coerenza per coerenza: DD. di e dì si succedono l'uno all'altro fra corenza e incoerenza ... dappertutto e LC non sfugge a questa vitale, dilatata pandemia dei sensi. anche rivoluzionari ...

!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

ridondanza in malanga e sogni associati.
Best Regards


http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=7371&forum=6&post_id=233286#forumpost233286

Giano
Inviato: 19/9/2014 16:28  Aggiornato: 19/9/2014 16:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Toussaint Citazione:
giano, non hai le prove, è un processo alle intenzioni, e poi non stiamo scrivendo per dare ragione o torto in toto a Luca, è stato sottoposto un argomento e di quello parliamo, senza dedurre alcunché su chi ha scritto l'articolo che ha dato origine al thread.
altrimenti, allo stesso modo, potrei dire che Pispax è un agente del Mossad o Perspicace uno pagato dagli euristi.
invece, su quegli argomenti, mi basta cercare di dimostrare che toppano.
è l'unica cosa che conta, dunque argomentate, tu, negue e altri, sulla questione modello gay e non sulla natura di Luca.


A me della natura di Luca non importa un granchè, sono affaracci suoi, può anche essere quadrisessuale e cambiare gusti sessuali due volte al giorno per quanto mi riguarda.

Mi interessano le sue preoccupazioni e come cerca di trasmetterle agli altri.
Ora io non credo che i gay siano dei decerebrati come descritto in un suo commento, questo:
Citazione:
a mia preoccupazione è che venga tolta alla gente la libertà di scelta, non sai quante volte ho sostenuto questo dialogo.

Ragazzo random : non sai cosa darei per essere etero
Io: ma cosa vuol dire, perchè non puoi essere etero?
Ragazzo random: perchè sono gay
Io: e perchè sei gay
Ragazzo random : perchè è così, gay non si diventa, ci si nasce
Io: ma perchè non provi con una ragazza? solo per vedere come va
Ragazzo random: ma se sono gay come faccio ad avere un'erezione? (con una donna)


Si sta facendo passare l' idea che gli omosessuali non sappiano cosa stiano facendo, che sia una cricca di gente stupida e condizionabile, ignorante e con gli arti legati al filo di un burattinaio.
Ma per fortuna c'è chi si è redento e può aprire gli occhi a questi sodomiti, fargli vedere la verità, così come fanno i pii uomini di chiesa che si battono da soli, poveretti, contro questo condizionamento sociale.

Parla di verità, capisci? Chi è che ha la verità in tasca, che crede in una propria superiorità morale rispetto agli altri e si sente in dovere di correggere chi è diverso da lui? Sono i preti, non gli ex gay. Ecco perchè gli ho dato del prete.

Se il target della sua preoccupazione sono i tredicenni sodomizzati dai sessantenni, beh, prendesse il telefono e facesse una denuncia per pedofilia, è molto più efficace di qualsiasi lettera.

Davide71
Inviato: 19/9/2014 16:31  Aggiornato: 19/9/2014 16:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Ciao Negue72:

Citazione:
Non mi sento vittima di un programma mondiale di diminuzione delle nascite.


Forse, ma non credere che la tua mente sia libera dai condizionamenti soltanto perché, per certi aspetti, non fai parte della maggioranza. Puoi sbraitare finché vuoi, ma ciò non toglie che, se hai una vita sociale piena e felice, è perché hai aderito ad un qualche programma di promozione dell'omosessualità, qualunque ne siano le ragioni recondite, e che ti sei compromesso con il potere che sta dietro l'attuale organizzazione sociale.
Diciamo che a te non interessa minimamente "sapere", perché hai paura che ciò mini il tuo senso di felicità. Perfetto, ma sappi solo che, pur essendo convinto di "non essere come tutti gli altri", fai parte della massa esattamente come loro.
Ti sei costruito un uovo da cui ti rifiuti di uscire. Quando ammetterai che sei, come minimo:

1) una "fetta di elettorato";
2) un "target di mercato";
3) uno strumento di propaganda delle "libertà dei Paesi Occidentali";

allora magari sarai un po' meno felice, ma più saggio.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
peppe75
Inviato: 19/9/2014 16:36  Aggiornato: 19/9/2014 22:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/10/2006
Da: London
Inviati: 399
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
@Outlaw
"A nessuno gliene frega niente dei gay"

questo non e' del tutto esatto, viste anche le reazioni in questo thread, sia da una parte che dall'altra. Sarebbe fantastico se fosse cosi, ma purtroppo non lo e'. L'uomo a volte e' fascista per natura: in pratica la pluralita' di gusti ed opinioni in fatto di sessualita' non sembra fare gola a molti.
Per la maggior parte delle persone esiste soltanto una possibile scelta, la loro, e tutti gli altri devono adeguarsi. Posso assicurarti che molti di noi omosessuali pensano, fascisti anche loro, che voi etero siete degli sfortunati, visto che dovete organizzare la vostra vita in base alle donne. E direi che su questo potreste essere d'accordo anche voi.

"Fa ridere che i gay non si accorgano di questo, 20,30 anni fa li ammazzavano con la menzogna dell'hiv e ora invece li usano come simbolo della liberta' occidentale , mah...."

Non ti preoccupare, molti se ne accorgono eccome. Solo qui ce ne sono sicuramente 2, io e il Luca della lettera.

A parte i paradossali risvolti politici, anche io mi sono interrogato inevitabilmente sulle cause della mia scelta (eh si, una scelta), ed e' fuori dubbio che deriva da situazioni disfunzionali all'interno della mia famiglia, ma chi di voi non ha avuto disfunzioni in famiglia? Magari non vi ha fatto diventare froci, ma chissa', vi avra' fatto diventare forse stronzi?
Se io cerco mio padre negli uomini, voi cercate vostra madre nelle donne, non mi sembra questa gran differenza.

Forse siamo solo bambini costantemente in cerca dell'amore di mamma e papa', certe volte serve mamma , certe volte serve papa'. Solo che la societa' ci impone di scegliere tra le due cose. La situazione piu' naturale sarebbe oscillare tra le due, senza vergogna e senza complessi.

Ingmar
Inviato: 19/9/2014 16:43  Aggiornato: 19/9/2014 16:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/12/2009
Da: Cagliari
Inviati: 184
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Non essere contro l'omosessualità non significa aderire a nessun programma di promozione. Ed essere contro invece denota una libertà da condizionamenti?
Secondo me l'aspetto della discriminazione di cui parla neque non va affatto sottovalutato.
La dimostrazione è che può diventare gay un uomo o una donna allevati nelle più disparate famiglie, siano esse tradizionali o meno. Ammesso che non sia qualcosa che si definisca alla nascita, non c'è mai un evento univoco che si può definire scatenante, o forse c'è ma di certo non è uguale per tutti. Non si è in pratica ancora arrivati ad una conclusione.
Ma perchè se ne sta parlando visto che qui, mi pare, ci si opponga all'invadenza degli stati nella sfera degli individui e fino a prova contraria i propri gusti sessuali sono in una sfera intima e personale, dal momento in cui coinvolgano adulti consenzienti.
Che sia o meno uno strumento biecamente utilizzato dall'occidente per promuovere le sue presunte libertà, non è un problema degli omosessuali, nè se ne devono caricare loro.
Finchè si sentiranno minacciati e delegittimati, saranno purtroppo una fetta di elettorato, come lo erano i lavoratori o altre categorie. Prendiamocela con la politica.
Dobbiamo concentrarci sull'ipocrisia dell'occidente, non su questi banali sintomi, cioè la fallacia dell'occidente, a cui non si può rispondere con un'altra fallacia. Cioè a "siccome Putin fa leggi antigay, allora va osteggiato a prescindere, anche nella faccenda dell'Ucraina, fregandosene del colpo di stato nazista contro yanukovic, delle "strisce di Gaza" dei quartieri russi"
non si può rispondere "siccome L'Europa strumentalizza geopoliticamente i diritti di gay e minoranza, allora Putin fa bene"
@Peppe
Sono d'accordo sì, non si capisce perchè qualcuno dovrebbe imporre la sua scelta. Magari quel "non frega niente a nessuno" era sincero, però ci sono tanti casi in cui ha una faccia rovescia, cioè "non frega niente a nessuno di tali tematiche e dei loro problemi".
Molti dei problemi nascono dall'essere ognuno sensibile a problemi particolari alla propria categoria e meno agli altri, (per dire un gay meno sensibile a problemi dei lavoratori, se non lo è a sua volta o viceversa) ciò fomenta divisione, divide et impera, appunto e l'incapacità di guardare a tutti i problemi come parte di un puzzle, non risolvibile singolarmente.
Anche qui dentro molti, a mio parere peccano in questo senso.

grodek
Inviato: 19/9/2014 16:48  Aggiornato: 19/9/2014 16:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/8/2006
Da:
Inviati: 57
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
cit: "Lettera di un ragazzo omosessuale, che si domanda che cosa ci sia dietro all'improvvisa apertura verso i gay in tutto il mondo."

Ho come l'impressione che ancora una volta si tratta di controllo della sessualità...

Mi sembra infatti che ai vertici del comando, a prescindere dalle chiese e dai regimi, abbiano sempre preso a cuore come e con chi facciamo sesso.

Forse perchè se l'energia in gioco (sessuale) fosse indirizzata da un'altra parte riuscirebbe a risvegliare la coscienza e a far nascere il figlio dell'uomo, il Buddha, l'eroe o l'anima bella che dir si voglia... un essere insomma caxxuto che non ha bisogno di essere governato ma che se la spassa praticando alchimia sessuale e tantra

Per le Élites è quindi meglio non farcela controllare direttamente questa energia ma creare modelli e comportamenti a cui dovremmo adattarci, così da disinnescarne il potenziale. A volte è stata funzionale la castità, altre volte l'omosessualità ed altre ancora l'onanismo o la pornografia più spinta...

Ricordo poi degli scritti di Pasolini in si cui denuncia la subdola mano del potere dietro l'omologazione sessuale, che poi non è altro che la sfera dell'Eros, perchè separando un individuo da questa sfera questi è più facilmente manovrabile visto che perde il legame con la sua stessa Forza...

Redazione
Inviato: 19/9/2014 16:53  Aggiornato: 19/9/2014 16:53
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Bell'intervento, Grodek. Condivido in pieno.

Ingmar
Inviato: 19/9/2014 17:01  Aggiornato: 19/9/2014 17:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/12/2009
Da: Cagliari
Inviati: 184
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Massimo, quindi il discorso vale sia per coloro che la vogliano forzatamente promuovere, sia verso quelli cha la controllano nel senso di volerla reprimere perchè "peccato" o perchè non funzionale alla massimizzazione della riproduzione?
Appunto penso anch'io sempre si tratta di voler asservire l'individuo ad un potere, sacrificarlo alle sorti di un'entità astratta, talora chiamata nazione, bene comune (quasi sempre di pochi, quasi sempre completamente scisso dal benessere, spirituale e non, dei singoli).
Oppure al capitalismo, quanti scempi logici in suo nome.

toussaint
Inviato: 19/9/2014 17:06  Aggiornato: 19/9/2014 17:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
e già bravo godek, e allora a questo punto occorrerebbe aggiungere che l'alchimia sessuale e il tantra non prevedono più di un partner.
non solo, l'alchimia sessuale (disciplina cinese) prevede che non si disperda il seme, ossia non bisognerebbe mai eiaculare ma conservare l'energia per reindirizzarla all'interno dell'organismo e soprattutto al cervello, garantendo in tal modo saggezza e longevità.
i saggi cinesi ritenevano che in tal modo si potesse addirittura raggiungere l'immortalità.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
ohmygod
Inviato: 19/9/2014 17:18  Aggiornato: 19/9/2014 17:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
uno stralcio dal viaggio inconsapevole di ieri ... ben prima che arrivasse la lettera.

e data vanità elettiva: Verachtung - Abscheu
Verachtung: ragionevole senso
Abscheu: cagionevole senso.
Pazzi Asimmetrici non gradisco i loro regali in merito al cagionevole senso:
da istruzione hanno ricavato distruzione, da presunta civiltà hanno ricavato l'assunta inciviltà, l'uomo da far divenire donna fino all'eccesso, cos'ì donna da far divenire uomo fino all'eccesso.
per non parlare delle pieghe fatte piaghe maturate nell'oscurità della loro regale bontà.
e fra queste:
http://mymemory.translated.net/t/English/Italian/i%3Fm%20not%20half%20the%20man

Verachtung
Frattalico.

nel caso lo si ritenesse OT lo si può eliminare senza stare a pensarci troppo.

f_z
Inviato: 19/9/2014 17:24  Aggiornato: 19/9/2014 17:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Oltre ad altri motivi per spingere ai comportamenti sessuali piu' vari, uno di quelli che credo sia importante per il potere e' il tentativo di distruggere l'identita' e la cultura dei popoli: se ci fate caso esiste una campagna in atto, specie in Italia, per sminuire l'importanza di cose come:

- identita' sessuale
- identita' di popolo e concetto di "patria"
- cultura e lingua

In particolare in Italia i mass media stanno introducendo a ritmo sempre piu' serrato parole e modi di dire in inglese (naturalmente pronunciato in maniera completamente errata il piu' delle volte).
In pratica non solo ci tolgono la sovranita' ma ora vogliono anche far sparire la nostra lingua!

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
pursuitoftruth
Inviato: 19/9/2014 18:14  Aggiornato: 19/9/2014 18:31
So tutto
Iscritto: 18/9/2014
Da:
Inviati: 28
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
A negue72, continui a minimizzare i problemi, a circoscriverli e ad utilizzare argomenti ad personam ridicoli. Chi mi dice che tu non venga da qualche lobby gay? Se la gente vuole delle prove riguardo alla seconda parte della mia lettera, basta chiedere in giro, è un fenomeno talmente grande che chiunque può dartene conferma. Invito nuovamente chi abbia dubbi a riguardo a contattare qualche omosessuale su chat e vedere cosa risponde. Richiede cinque minuti di tempo. La promiscuità sessuale nel mondo gay è un problema sociale conclamato, non tanto per questioni morali opinabili, ma per le conseguenze che comporta come diffusione di malattie e circoli di droga.


Quoto in pieno gli interventi di f_z e godrek, io con questo post volevo soprattutto comunicare qualcosa, ma mi sto anche arricchendo molto (culturalmente parlando preciso, prima che qualcuno dica che mi pagano per inventare storie e pubblicarle).

Chiunque si guardi un po' in giro può notare come sia preponderante la campagna per l'omosessualità. E' un fatto evidentissimo. Le motivazioni a monte possono esser le più svariate.

Io ho cominciato a vedere i primi problemi quando, militando in un'associazione gay, ho cominciato a esporre i miei dubbi sulla questione. Voglio precisare che ero un membro attivo, che si faceva il culo per organizzare eventi, contattare altre associazioni ecc Da un giorno all'altro è cambiato tutto.

Da li mi son chiesto, perchè tanta rabbia verso qualcuno che esprime un'opinione, tra l'altro basata su dati scientifici? Perchè tanta rabbia verso chi dice che l'omosessualità è una scelta??
Non ho impiegato molto a rispondermi: se l'omosessualità è una scelta, allora la maggior parte dell'apparato gay non ha più motivo di esistere.



Non trovo più il commento quindi non ricordo chi l'ha scritto:
io non voglio far passare i gay come deficienti, voglio solo dire che la maggior parte dei ragazzi gay è molto confusa e ha paura che, se provasse ad andare con una donna, non riuscirebbe. Ho tanti amici che la pensano così, può darsi che sia un fenomeno raro, chissà. La maggior parte comunque non si pone nemmeno il problema.

Redazione
Inviato: 19/9/2014 18:16  Aggiornato: 19/9/2014 18:19
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
INGMAR: "Massimo, quindi il discorso vale sia per coloro che la vogliano forzatamente promuovere, sia verso quelli cha la controllano nel senso di volerla reprimere perchè "peccato" o perchè non funzionale alla massimizzazione della riproduzione?"

Certo. Come al solito, ognuno tira l'acqua al suo mulino. Facendo questo a livelli diversi (chi vuole controllare l'energia sessuale in quanto tale lo fa AD UN LIVELLO SUPERIORE delle due possibilità che tu hai presentato) si ottengono a volte risultati sorprendenti.

Un pò come le scie chimiche: fenomeno nato con uno scopo militare preciso, ha poi trovato diverse entità che saltano sul carro e lo utilizzano - a livelli diversi - ciascuno per perseguire i propri scopi individuali.

Ormai per me questo è diventato un paradigma: non puoi più osservare la realtà se non riesci a vedere i diversi livelli a cui si manifesta (se non tutti, almeno più di uno).

Certe cose sono troppo complesse per poterle vedere da una sola angolazione, e per poterne dare un semplice giudizio manicheo.

Giano
Inviato: 19/9/2014 18:33  Aggiornato: 19/9/2014 18:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Volendo complottare un po', ed escludendo il fine della depopolazione, mi viene da pensare che negli ultimi anni, fare propaganda omosessuale cercando di "normalizzare" questa attitudine, è ANCHE un modo per poter attaccare violentemente le politiche russe e del demone Putin.

Al solito il gioco è sporco, anzi sporchissimo: in prossimità dei giochi di Sochi si era arrivati addirittura a voler boicottare la manifestazione per protestare contro l' omofobia di Putin. Ma in Russia non esiste una legge che vieta l' omosessualità, esiste invece una legge che vieta la propaganda omosessuale in presenza di minori.

Un faro nella notte per i timori Pursuitoftruth.
O sbaglio?
E' di questo che ti preoccupi, giusto?
La tutela dei più deboli, i condizionabili, i giovanissimi.

Daniel77
Inviato: 19/9/2014 19:06  Aggiornato: 19/9/2014 19:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/7/2013
Da:
Inviati: 47
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
@pursuitoftruth

"che si faceva il culo per organizzare eventi"
attento che il tuo inconscio è ancora gay!

tornando seri, io ho rischiato il ban su tre diversi forum (di argomenti che non c'entrano niente con il sesso) per aver detto più o meno le stesse cose che dici tu nella lettera. e tutti gli utenti mi davano addosso anche offendendo pesantemente. credo che ormai l'obiettivo sia raggiunto, buona parte del mondo occidentale è gay-friendly, altro che omofobia...

e comunque, volendo anche lasciare a tutti la libertà di fare sesso con chi vogliono, resta il fatto che, dal mio punto di vista, la lobby LGBT sta all'omosessualità come il Movimento Sionista sta alla religione ebraica. Cioè non c'entra una mazza...e fa solo danni.

grodek
Inviato: 19/9/2014 19:26  Aggiornato: 19/9/2014 19:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/8/2006
Da:
Inviati: 57
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
cit: "Da li mi son chiesto, perchè tanta rabbia verso qualcuno che esprime un'opinione, tra l'altro basata su dati scientifici? Perchè tanta rabbia verso chi dice che l'omosessualità è una scelta??"

Ci si arrabbia anche con chi sceglie una dieta vegetariana o con chi sceglie di disertare la guerra... il problema è la scelta, quella che ti porta fuori dal branco... ehm... dalla società...

Per come la vedo io cibo, sesso e territorio sono degli argomenti così intimi (e guarda caso ogni sistema di potere ti dice proprio cosa mangiare, con chi fare sesso e dove abitare) che chiunque, vedendo che è possibile compiere una scelta anche in quell'ambito e non solo davanti ad una scheda elettorale o ad un menù del ristorante, percepisce quando sia grande la propria responsabilità nel scegliere la propria esistenza. Ed ecco che tu, scegliendo, gli sbatti in faccia questa realtà.

E' più tranquillizzante sapere che uno vive per la strada perchè ha fallito nel lavoro che non pensare che sia un vagabondo consapevole, così come è meglio pensare che uno sia gay per cause "naturali" che non per scelta. Oppure vegano perchè ha una allergia alimentare...

Per molti farsi scegliere è molto più comodo, mentre mettere in dubbio le quattro certezze (indottrinate dal sistema in cui vivono) su cui hanno basato tutta la loro vita li condurrebbe davanti ad un qualcosa che non potrebbero sopportare.

Da li la paura e da li la reazione violenta. Vedila come una difesa per non impazzire

Dire ad un carnivoro convinto che potrebbe vivere senza carne, dati alla mano, lo costringerebbe a mettere in dubbio il suo sistema di credenze e lo porterebbe direttamente davanti ad un bivio in cui lui e solo lui ha la libertà-responsabilità di scegliere. Come ho detto, per molte persone questo è troppo e così si incaxxano...

Tra l'altro, pensa che un sacco di gente crede alla storiella dei 19 dirottatori pur di non prendere atto che i governanti sono dei psicopatici, la cosa non li farebbe dormire la notte ... figurati dire loro che possono scegliere in ogni momento cosa essere o cosa fare perchè sono gli unici responsabili della loro vita...

Ripeto, certe persone vogliono essere guidate e la libertà è una cosa dura da gestire. Questi individui sono generalmente dei bravi cittadini, di solito fanno i debunker o diventano fanatici di qualcosa. Il più delle volte li riconosci perchè non hanno senso dell'ironia

P.K.89
Inviato: 19/9/2014 19:36  Aggiornato: 19/9/2014 19:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/7/2013
Da:
Inviati: 601
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
@grodek
Tra gli individui restii alla libertà, ci sono anche i paurosi. La libertà fa paura e i paurosi sono tra quelli che non vogliono considerare la libertà di scelta. O meglio si autoconvincono di poter in parte scegliere attraverso dei canali preimpostati es il voto.

P.K.89
Inviato: 19/9/2014 19:43  Aggiornato: 19/9/2014 19:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/7/2013
Da:
Inviati: 601
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
@neuge72
Quindi un ragazzo si suicida se invece di chiamarlo gay lo chiamo frocio?

Questa mi è nuova. Ma d'altra parte io sono proprio un terrone insensibile e maschilista, che vuoi che ne sappia.
Ops, forse anche usando l'appellativo terrone rischio di far suicidare qualcuno. Correggo con meridionale.

P.S. non ditegli che abito e sono nato in puglia e non ho mai pensato di suicidarmi se uno mi chiama terrone, e non mi sono neanche mai incazzato. Che rimanga tra noi

pursuitoftruth
Inviato: 19/9/2014 19:48  Aggiornato: 19/9/2014 19:49
So tutto
Iscritto: 18/9/2014
Da:
Inviati: 28
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Giano, a dire il vero non so risponderti. Tentativi di ostacolare le politiche russe sono stati fatti più volte e anche con successo, basti pensare al fondamentalismo islamico aizzato e creato ad hoc per proteggere alcuni paesi dal comunismo russo, ateo. Forse questa domanda dovresti farla a Massimo che è un giornalista.

Per quanto riguarda il divieto di propaganda gay, ti dirò che sono quasi d'accordo, non puoi sapere le cose che vengono dette nelle varie conferenze, del lavaggio del cervello che viene fatto anche a chi è presente come uditore. Ad una conferenza sulla transfobia è stato detto che un transgender è l'anima di una donna inserita nel corpo di un uomo.

Per quanto riguarda però gli episodi di razzismo non posso essere d'accordo, in russia come in altri paesi, c'è un vero e proprio odio verso l'omosessualità, che si concretizza spesso con pestaggi di gruppo e crimini vari.

Secondo me bisognerebbe tutelare il diritto di scelta, senza però dire che gay è bello, gay è migliore ecc


A Daniel77 : anche a me sono capitati molti episodi come il tuo, se noi siamo omofobi loro cosa sono? libertofobi?

Inviterei i lettori a farsi un giro su internet e vedere come viene denigrato chi afferma che essere gay è una scelta.

Inoltre riporto la testimonianza di un uomo che ha avuto esperienze simili alle mie e ha fatto lo sbaglio di chiedere un consiglio ad un sito gay. Leggete cosa gli è stato risposto.

http://www.gay.tv/articolo/un-gay-puo-diventare-etero/24155/

Vorrei inoltre far notare che le esperienze di quest'uomo in fatto di tradimenti e poca stabilità nelle relazioni omosessuali, non sono affatto rare. Sono poche le coppie monogame che sopravvivono, i tradimenti sono all'ordine del giorno e molte coppie infatti decidono di mantenere una relazione aperta: durante la settimana ho decine di rapporti sessuali con persone diverse e il weekend lo passo con l'amore della mia vita, informato di ciò e consenziente.

A grodek: quoto in pieno quanto dici.

dreamer
Inviato: 19/9/2014 19:56  Aggiornato: 19/9/2014 19:56
So tutto
Iscritto: 12/4/2011
Da:
Inviati: 7
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Io credo che l'intera ideologia Gender sia stato uno strumento dell'elite,tesa a creare disgregazione sociale,sfasciare la famiglia e annichilire l'uomo,dalla rivoluzione industriale in poi il sistema ha minato tutte le "certezze" i "rifugi" che davano all'uomo il suo posto nel mondo, fede(darwinismo-ateismo) famiglia(Femminismo ideologia di genere)un piano strategico per svilirlo,un attacco diretto al Padre,la morte del Padre è la morte di Dio, il limite, la legge, l'etica.

Inoltre oggi, è sicuramente più discriminato di una donna o di un gay un uomo disoccupato,ma di quest'ultimo non parla nessuno però, ciò rivela tutta la strumentalità dell'ideologia di genere,e dei media,a cui come ben sapete meglio di me, dei diritti civili degli individui non frega una cippa.
Su YouTube c'è un interessante intervista ad Aaron Russo sul Femminismo.

Calvero
Inviato: 19/9/2014 19:59  Aggiornato: 19/9/2014 19:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Per carità, poi se c'è l'AMORE allora va bene tutto...


E' quando ci sono i COGLIONI che le cose vanno peggio...

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
grodek
Inviato: 19/9/2014 20:00  Aggiornato: 19/9/2014 20:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/8/2006
Da:
Inviati: 57
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
@P.K. 89
Ops, forse anche usando l'appellativo terrone rischio di far suicidare qualcuno

Prova con "diversamente Lombardo"

Pyter
Inviato: 19/9/2014 20:02  Aggiornato: 19/9/2014 20:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Quello che non riesco a capire è come facciano a riconoscere un gene quando è gay.

edit
Ci provo: forse al microscopio la guanina e la citosina sono abbracciate.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Red_Max
Inviato: 19/9/2014 20:11  Aggiornato: 19/9/2014 20:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Autore: PCornelio Inviato: 19/9/2014 13:30:39
Fra l'altro vorrei sottolineare i punti di vista ASSURDI di Red_Max e fefochip, che praticamente se la prendono con della gente che non fa altro che spassarsela senza far del male a nessuno.


Esatto proprio qua che volevo arrivare per portare avanti il dibattito...

Stiamo parlando di ragazzini poco più che maggiorenni e anche no
nel locale si stordiscono e poi si sente una canzoncina:
"Mi presento son l'orsetto ricchione e come avrai intuito adesso t'in..."

Per favore non venitemi a parlare di libera scelta e altre cazzate...
State giustificando la pedofilia...
Allora ditelo chiaramente...

Che vi vengo a prendere a casa col FORCONE!!!

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Calvero
Inviato: 19/9/2014 20:13  Aggiornato: 19/9/2014 20:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Cominciamo col dire che è piuttosto raro che un omosessuale dichiarato (ma come ha fatto notare qualcun altro andrebbe definito bisessuale) si esprima in senso contrario all'apertura della società nei confronti del mondo LBGT.



Cominciamo col dire che la rarità non è sinonimo di incoerenza, né di menzogna. Fatti un ripassino di logica.

Citazione:
Ma può accadere. Accade che persone di colore aderiscano a partiti razzisti, figuriamoci se non può capitare con i gay.


La mamma dei sofisti è sempre incinta. Buah uahha uaha ... indi e per cui, a dire cosa? .. che l'omosessualità sarebbe cosa? Parti dall'inizio, e porta avanti la tua tesi, invece di partire dal mezzo di eventi presi random sociologici, e vediamo se le fondamenta su cui posa il tuo discorso sono di sabbia oppure no.

Citazione:
Per il resto, la lettera contiene un punto di vista scivoloso ...


... dipende se sei viscido, allora puoi scivolare ancora di più. Questa lettera ha tutto tranne che un linguaggio scivoloso. Si può, sacro santo diritto, non essere d'accordo con le tesi e le supposizioni enunciate, ci mancherebbe. Per il resto nulla di più chiaro letto negli ultimi anni in giro per la rete, riguardo l'omosessualità.

Citazione:
In qualche modo, fa riflettere in modo più approfondito, sotto una prospettiva diversa, proprio sull'opportunità o meno di continuare verso quest'apertura. E' qualcosa che può influenzare, e pesantemente l'opinione di persone


... ohibò .. può influenzare ma dimmi tu. Un pensiero che influenza un altro. Azzarola, vuoi vedere che si stanno scambiando opinioni e non me ne ero accorto...

... o forse l'allusione, chi lo sa, era riferita a che si rimanga contagiati e corrotti da qualcosa di subdolo?

Citazione:
...che, come alcuni di voi, non hanno una conoscenza diretta del mondo e del pensiero gay. E' importante, anzi importantissimo avere un riscontro sulla fonte.


Per la miseria. LE FONTI!

Cos'è? devi diventare gay per capire la propaganda adesso?

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Nomit
Inviato: 19/9/2014 20:23  Aggiornato: 19/9/2014 20:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/1/2011
Da:
Inviati: 1549
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Internet è stracolmo di attacchi vergognosi agli omosessuali e le opinioni anti-gay ed anti-minoranze sono ancora le più diffuse, anche se in TV prevalgono di poco quelle gay-friendly. Inoltre, in Italia partiti e politici omofobi erano sulla cresta dell'onda fino a pochi anni fa.


Calvero
Inviato: 19/9/2014 20:28  Aggiornato: 19/9/2014 20:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
________________
_____________

Pursuitofruth:

Citazione:
Calvero, beato te che lo capisci, io non trovo un filo conduttore in ciò che dice


Non c'è un filo conduttore. Per ogni contro-argomentazione, sposta iil discorso di un metro più in là. Si sta solo arrotando nelle sinapsi, poiché incapace di trovare i corretti eufemismi che non lo rivelino nella sua superbia. Non trova le parole per dirti che, a suo avviso - tu sei corrotto nell'anima e sei uno scarto della specie. Tutto qui.


RED_MAX:

Citazione:
Per favore non venitemi a parlare di libera scelta e altre cazzate...
State giustificando la pedofilia...



Traduci


Citazione:
Che vi vengo a prendere a casa col FORCONE!!!


Vieni vieni col forcone, che ti prendi una rata di schiaffi tale che impari anche a scrivere quello che pensi.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Red_Max
Inviato: 19/9/2014 20:45  Aggiornato: 19/9/2014 20:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Quindi anche la pedofilia è OK???
ragazzi sono allibito...
Prendo il forcone e arrivo...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Merio
Inviato: 19/9/2014 20:45  Aggiornato: 19/9/2014 20:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/4/2011
Da:
Inviati: 3677
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Questa lettera mi ricordava una storia letta in un intervista tempo fa che adesso riporto qui:

Ero gay...

La sua testimonianza direi che è simile alla tua Pursuit.

La libertà di parola senza la libertà di diffusione è come un pesce rosso in una vasca sferica...
Ezra Pound
Calvero
Inviato: 19/9/2014 20:54  Aggiornato: 19/9/2014 20:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Quindi anche la pedofilia è OK???
ragazzi sono allibito...
Prendo il forcone e arrivo...


Come no ... anche l'intelligentofilia è OK ... mai sentita? Si violenta il proprio cervello e, nonostante le prove che rimangano sul luogo del delitto siano evidenti, nessuno che fa niente per fermarla. Vuoi mettere.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Red_Max
Inviato: 19/9/2014 21:10  Aggiornato: 19/9/2014 21:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Mi dispiace non posso aiutarvi...
ho fatto già troppo...
un giorno capirete
ma anche no

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
pursuitoftruth
Inviato: 19/9/2014 21:15  Aggiornato: 19/9/2014 21:15
So tutto
Iscritto: 18/9/2014
Da:
Inviati: 28
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
sai Giano quante ne ho fatte di denunce per pedofilia? Solo in un caso sono andati avanti, il ragazzo in questione era un mio conoscente. Mi chiamarono a testimoniare e mi dissero che queste cose richiedono anni, ne sono passati 6 e il tizio in questione è ancora lì bello libero.

Red_Max
Inviato: 19/9/2014 21:39  Aggiornato: 19/9/2014 21:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
No, scusate, volevo dire FURGONE...
ma poi perchè l'elefante lo devo portare sempre io?

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
invisibile
Inviato: 19/9/2014 21:42  Aggiornato: 19/9/2014 21:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
sai Giano quante ne ho fatte di denunce per pedofilia? Solo in un caso sono andati avanti, il ragazzo in questione era un mio conoscente. Mi chiamarono a testimoniare e mi dissero che queste cose richiedono anni, ne sono passati 6 e il tizio in questione è ancora lì bello libero.



L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Nomit
Inviato: 19/9/2014 22:14  Aggiornato: 19/9/2014 22:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/1/2011
Da:
Inviati: 1549
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Autore: pursuitoftruth Inviato: 19/9/2014 21:15:31

sai Giano quante ne ho fatte di denunce per pedofilia?
Perché non ce le racconti...

Vmagic
Inviato: 19/9/2014 22:52  Aggiornato: 19/9/2014 22:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/10/2012
Da:
Inviati: 135
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Ho letto l'intervento di Grodek di cui Massimo ne apprezza il contenuto.

Lo ritengo un intervento "pericoloso" in quanto parla con i termini New Age, "anima", "forza", "risveglio di coscienza", "Buddha", e cose varie che ritroviamo appunto nelle teorie New Age.

Dietro questo grande minestrone di pseudo "energie" e "risvegli", si cela però un'AGENDA PRECISA ed un PROGRAMMA totalmente sconosciuto da coloro (spesso giovanissimi) che, con grande INGENUITA', si lasciano incantare da belle parole e sedurre da ogni "nuova spiritualità". Le primissime citazioni sulla NEW AGE provengano dalla MASSONERIA.

PERCHE' TUTTI QUESTI CONCETTI CI VENGONO PROPINATI DAL MATTINO ALLA SERA PROPRIO DALLE TELEVISIONI E DAI LIBRI DEL SISTEMA?

Occhio quindi a ragionare così.

grodek
Inviato: 19/9/2014 23:41  Aggiornato: 19/9/2014 23:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/8/2006
Da:
Inviati: 57
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
@Vmagic

Ti posso assicurare che anch'io vedo nella suadente mondezza new age un enorme pericolo... un metodo per addormentare chi invece vorrebbe mettersi su una Via, che nel mio caso è stata la gnosi e Castaneda con dei richiami al Sufi, l'alchimia e lo zen (ero molto confuso ) Tutti temi storpiati e infangati per fini politici dalla new age stessa...
Mi unisco a te quando dici di stare attenti a tutta questa robaccia da risveglio istantaneo che si trova ormai in ogni libreria...

Giano
Inviato: 19/9/2014 23:50  Aggiornato: 19/9/2014 23:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Pursuitoftruth Citazione:
Per quanto riguarda il divieto di propaganda gay, ti dirò che sono quasi d'accordo, non puoi sapere le cose che vengono dette nelle varie conferenze, del lavaggio del cervello che viene fatto anche a chi è presente come uditore. Ad una conferenza sulla transfobia è stato detto che un transgender è l'anima di una donna inserita nel corpo di un uomo.

Aspetta, non allargarti, il divieto di propaganda in presenza di minori.
Mi riferivo alla situazione russa dove è vietata la "promozione di orientamenti sessuali non tradizionali verso i minori di 18 anni".

Ma che posti frequenti?

Citazione:
Secondo me bisognerebbe tutelare il diritto di scelta, senza però dire che gay è bello, gay è migliore ecc

È l' operazione simpatia che sostiene le richieste di "tutela dei propri diritti".

Ma dimmi, veramente credi che un piano di depopolazione sia attuabile attraverso la gayzzazione dei giovani virgulti occidentali?
Non ti voglio psicanalizzare o irridere, sto cercando di convincermi che non sei un prete. Un novizio?

InFlames
Inviato: 20/9/2014 0:20  Aggiornato: 20/9/2014 0:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/3/2008
Da:
Inviati: 300
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Esclusa la lettera, sono l'unico a notare un certo sessismo nei confronti degli etero?

Tutto sarà rivelato
Ste_79
Inviato: 20/9/2014 0:43  Aggiornato: 20/9/2014 0:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2011
Da: Reggio Emilia
Inviati: 766
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
A ste_79: io non mi definisco, ho capito presto che etichettarsi porta a chiudersi. e non parlo solo di sessualità. Ti posso dire quello che sento, attualmente sono innamorato di una ragazza e ho con lei un'intimità e una profondità di rapporto che non mi fanno desiderare altro.


Ti ringrazio Luca per la risposta che ho trovato interessante. Purtroppo ho un po perso il filo del discorso dopo tutti questi post.
Mi pare che l'interesse di tutti si sia focalizzato sul sostenere una tesi piuttosto che un altra, mentre ci dimentichiamo che forse si potrebbe chiedere un qualcosa in più per capire da dove effettivamente nasce la problematica omosessuale. La chiamo problematica per comodità.

Dal mio punto di vista l'omosessualità è un programma mentale, non è una malattia ne un disturbo. Semplicemente nella mente degli omosessuali scatta un associazione tra la sensazione del piacere e un essere dello stesso sesso. Poi su questo elemento di base ci viene costruita tutta una serie di giustificazioni che la mente usa di solito per altri scopi, come la costruzione e la difesa di un identità, il rispetto di determinati valori che permettono l'ingresso in una comunità, ecc.... Non dico che è l'unica causa, e nemmeno che sia una verità. Dico solo che se dovessi mai studiare l'omosessualità partirei da questa ipotesi. Il che toglierebbe forza alla convinzione che essere omosessuali è un qualcosa di definitivo, di innato, di non modificabile.
Non che voglia presupporre che si debba necessariamente cambiare chi è omosessuale, non mi interessa questo. Mi interesserebbe capire se l'ipotesi potesse avere o meno un fondamento.
Questo lo dico sulla base di tutti quegli studi che asseriscono che la mente umana lavora e funziona sulla base di programmi e metaprogrammi.
Un paio di indizi a supporto me li hai dati, però niente di effettivamente probante.

Detto questo, visto che si è presentato un altro omosessuale farei a lui la stessa domanda, se ha voglia di rispondere.
Ciao Negue72 tu dici:


Citazione:
quando ero bambino e SAPEVO COSA ERO di stereotipi gay vincenti non c'è ne stava manco uno.


MI sapresti indicare i maniera precisa sulla base di che cosa da bambino sapevi che cosa eri?

fefochip
Inviato: 20/9/2014 1:06  Aggiornato: 20/9/2014 1:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
@ pcornelio
Citazione:
Fra l'altro vorrei sottolineare i punti di vista ASSURDI di Red_Max e fefochip, che praticamente se la prendono con della gente che non fa altro che spassarsela senza far del male a nessuno.


questa mi era sfuggita.
non so red_max perche francamente non ho letto tutto.
ma devi essere o ubriaco di prima mattina come un irlandese nel dopo partita o stai trollando.
dove me la sto "prendendo" con chi se la spassa senza fare male a nessuno?
fai delle citazioni please

impara a leggere e a non scrivere cazzate

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
matteog
Inviato: 20/9/2014 2:04  Aggiornato: 20/9/2014 2:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 966
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Premetto che sono eterosessuale e fleicemente fidanzato così che nel discutere su questa orrenda lettera qualcuno non mi taccia di essere un omosessuale e quindi non ragionare lucidamente ecc.

Citazione:
Cominciamo dal dire chi sono: sono un ragazzo di 22 anni, ho avuto relazioni con entrambi i sessi e ho vissuto nel cosiddetto “ambiente gay” per anni, nonostante la mia giovane età. A chi mi chiede con chi mi vedo in futuro, rispondo con una donna, nonostante non mi vergogni del mio passato e non me ne penta. Premetto che non penso di avere la verità in tasca e quello che dirò è frutto di miei ragionamenti, non solo miei per fortuna, e si basa anche sulla mia esperienza personale.


Ok sei bisessuale mai vuoi parlare dell'omosessualità come se fossi un omosessuale, una presunzione non da poco.
Passiamo avanti.

Citazione:
1) Da qualche decina d’anni nel mondo occidentale si è assistito ad una grande apertura verso il mondo LGBT (Lesbiche - Gay – Bisessuali – Transgender), è frutto di un rinnovato sentimento filantropico o c’è dell’altro?


Completamente FALSO se prendi la cronaca scoprirai che gli omosessuali ecc. continuano a subire discriminazioni, ghettizzazioni e addirittura aggressioni. Hai per caso smesso di sentire la parola frocio come insulto? NO
L'unica cosa che man mano è cambiata e non negli ultimi 10 anni, ma da un processo lento che è partito dagli USA negli anni 70,guarda il film Milk, è che l'argomento omosessualità nei media mainstream non è più un tabù. Questo perché finalmente molti omosessuali anche nello showbusiness hanno fatto sentire la propria voce.

Citazione:
Non ci vuole molto a capire che i miliardi spesi in queste campagne hanno come scopo ben più che un semplice “volemose bene”.


Vorrei che mi portassi qualche dato che avvalora questa tua supposizione, magari il finanziamento di questi famosi milardi in queste campagne. Altrimenti la tua è una cazzata.

Citazione:
Il secondo sosteneva la tesi comportamentale: l’omosessualità è un comportamento che alcune persone attuano in risposta a determinate cause, in ogni caso qualcosa che non si ha dalla nascita ma si sviluppa con la crescita.

Allo stato attuale della ricerca, solo un lobotomizzato può sostenere la tesi genetica. La tesi genetica, per intenderci, ha lo stesso contenuto di verità delle tesi di Attivissimo sull‘ 11 settembre. Ci sono così tante prove e controprove dell’origine NON genetica di questo fenomeno, che sostenere il contrario è un crimine contro la verità. Basandomi sulla mia sola esperienza posso dire che fino ai 17 anni ho frequentato solo ragazzi, un giorno poi ho incontrato una ragazza, mi sono innamorato e ho avuto dei soddisfacenti rapporti sessuali con lei. Ergo, se la tesi genetica è vera, i miei geni sono cambiati in una notte, molto credibile.


Dovresti portarmi uno studio scientifico che DIMOSTRA la tesi comportamentale, in assenza tu non sei in grado di sostenere la tua posizione e il "lobotomizzati" te lo rispedisco al mittente.

Anzi l'omosessualità esiste anche fra gli animali, ora questi poveri animali da chi sarebbero indottrinati, offuscati, indotti?

Citazione:
perché non mi martellano i santissimi con slogan come: Biondo è normale, Biondi ci si nasce ???


Forse perché i biondi non sono discriminati?

Citazione:
Vorrei farti notare che anche sul fronte dell’autoerotismo c’è stata una completa inversione. I motivi sono gli stessi che ho apportato sopra. Prima se lo facevi diventavi cieco, adesso fa bene alla prostata, libera endorfine, riduce lo stress, abbassa il colesterolo, migliora la salute, rende più efficiente il cervello, migliora i rapporti di coppia e aiuta a bruciare le calorie. Insomma, l’elisir di lunga vita! Come per l’omosessualità, la maggior parte del condizionamento avviene tramite i telefilm: prestanti giovani, pieni di donne, che appena hanno un minuto libero si dedicano a tale arte. Sia chiaro che non ho niente contro la masturbazione, mi infastidisce però l’ipocrisia dei media.


Altra cazzata stratosferica. La condanna dell'autoerotismo è sempre stata portata avanti dalla morale bigotta religiosa e dalle credenze popolari, quando poi la scienza è arrivata anche in tv fortunatamente si è fatta chiarezza. Ti ricordo che il primo vero studio sulla sessualità è stato fatto negli anni '50 da Masters & Johnson prima anche negli ambienti medici a causa della morale bigotta il sesso e quindi l'autoerotismo nel mondo occidentale venivano visti in maniera completamente diversa. Studia che è meglio.

Citazione:
la promozione dell’aborto come diritto della donna (ma della madre o della figlia? La risposta è semplice.


Hai scritto una grossa inesattezza, l'aborto si pratica su un feto e se sai cos'è un feto sai anche che non è un figlio, e sì la risposta è semplice la libertà di scelta è della donna che se vuole può liberarsi di un ammasso di cellule o no.

Citazione:
Passiamo al secondo punto: “Ambienti gay: sono davvero così “normali”?

Mi dispiace rovinarti il finale, ma ti dico subito che la risposta è NO.


Generalizzazione del cazzo, scusa il francesismo. Anch'io avendo amici omosessuali ho frequentato ambienti gay e tutto quello che hai descritto non l'ho per niente ritrovato. Sarai stato sfortunato. Non nego che possano esistere situazioni del genere, come esistono anche negli ambienti etero, ma generalizzare come fai tu è arrogante e presuntuoso.

Oppure...

Citazione:
quando sentirai l’ennesimo vescovo o papa, pur corrotto o satanista che sia, che consiglia uno stile di vita più “consono al Vangelo”


devo pensare piuttosto che stai facendo propaganda religiosa, perché benché tu ti sia definito ateo e sbattezzato, i fatti, cioè la tua domanda, celano e non troppo quelle bieca e triste morale religiosa. Ma soprattutto perché rendere così protagonista la Chiesa nel tuo finale?

Con questo ho concluso e siccome la lettera mi ha inorridito e finché non mi porti la prova scientifica della situazione comportamentale, non intendo più interloquire su questo argomento. Anche perché pochi altri hanno detto cose sensate ma per il resto dei commenti noto un ambiente che non mi stimola a commentare più su questo argomento.

Matteo

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
Cassandra
Inviato: 20/9/2014 2:28  Aggiornato: 20/9/2014 2:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Ma guarda, si teme che queste opinioni "non verificate" influenzino erroneamente ignari lettori che nulla sanno del mondo gay...
Ciò mi ricorda tanto i debunker che non volevano che si parlasse di Simoncini o Di Bella "altrimenti gli ignari lettori prendevano il bicarbonato e morivano"!

Come mai c'è sempre qualcuno che vuole proteggere noi pecore ignoranti dalle opinioni che differiscono dal mainstream? E soprattutto... Come mai il pensiero gay-friendly è diventato improvvisamente mainstream? Al punto che dobbiamo restarne convinti e ci è proibito accedere ad opinioni contrarie?

Non sarà che ha ragione Luca allora?

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
teto2009
Inviato: 20/9/2014 4:40  Aggiornato: 20/9/2014 4:41
So tutto
Iscritto: 19/10/2009
Da:
Inviati: 13
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Godreck puoi spiegare questo pezzo che non l'ho capito "Forse perchè se l'energia in gioco (sessuale) fosse indirizzata da un'altra parte riuscirebbe a risvegliare la coscienza e a far nascere il figlio dell'uomo, il Buddha, l'eroe o l'anima bella che dir si voglia... un essere insomma caxxuto che non ha bisogno di essere governato ma che se la spassa praticando alchimia sessuale e tantra "

pursuitoftruth
Inviato: 20/9/2014 4:42  Aggiornato: 20/9/2014 6:20
So tutto
Iscritto: 18/9/2014
Da:
Inviati: 28
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Rispondo a Nomit, a Matteog rispondo in giornata visto che di cose da dire ce n'è parecchie.

Allora è successo circa 6 o 7 anni fa. Un mio amico aveva un lavoretto in un negozio di vestiti durante l'estate, lui aveva 15 anni. Lascia il lavoro e io gli chiedo spiegazioni, non mi risponde per molto tempo, poi mi confessa che il proprietario(46 anni all'epoca) gli ha chiesto di fare sesso con lui e che l'avrebbe anche pagato per questo, altrimenti avrebbe perso il lavoro (in nero tra l'altro). Tutto avvenne dopo l'orario di chiusura e nel negozio stesso. Questo mio amico, che da ora in poi per comodità chiamerò Marco, per non perdere il lavoro accetta. Una settimana dopo non se la sente di continuare e lascia il lavoro. Tralascio i dettagli perchè sono pietosi e pietoso era lo stato psicologico di Marco dopo il fatto.

All'epoca io andavo ad un consultorio dove ero seguito da una psicologa, sottolineo per problemi familiari, non per la mia omosessualità, non mi hanno curato tranquilli. Confesso l'accaduto alla psicologa, questa mi dice che non è il primo caso che porta in tribunale e mi dice di portare Marco per parlare. Lui dopo un po' di pressioni accetta. Con la psicologa in questione sporgiamo denuncia. Dopo un anno mi chiama la psicologa e mi dice che ci hanno convocati per testimoniare. Andiamo in un'altra città, qui incontriamo non mi ricordo che ente era, la procura ? insomma ci fanno delle domande sul caso, e ci registrano con una telecamera. Chiedo che procedimenti erano stati attuati fino ad allora e mi risponde che avevano messo sotto controllo il cellulare. Io faccio notare che il tizio aveva anche un profilo su un sito gay, dove Marco l'aveva conosciuto e il tizio gli aveva offerto il posto. Ne prende nota e mi dice che in caso di sviluppi saremmo stati informati. L'unica cosa che ho saputo in seguito, dalla mia psicologa, è che avevano fatto una perquisizione a casa sua e al suo negozio. Non ho più saputo niente.
Ogni tanto lo vedo in giro, mi guarda male, il sentimento è ricambiato. Una volta, di sera, mi ha pure seguito, ma io mi sono aggregato subito ad un gruppetto di conoscenti e se ne è andato.

Faccio notare che in questo caso il reato riguarda la prostituzione minorile, non atti sessuali con minori, dato che l'età del consenso in italia è a 14 anni.


A matteog: guarda adesso non ho voglia di risponderti perchè sono le cinque di notte e le tue domande richiedono risposte approfondite che non mancherò di darti. Ti dico solo questo, sei andato in una discoteca e non hai notato niente di strano, perchè non ci ritorni e osservi meglio? Ci sono addirittura siti legali gay in cui ci si può registrare pubblicamente a 14 anni (anche se molti ne hanno palesemente di meno). Fai così, fingiti un ragazzino di 14 anni, metti una foto del viso di qualcun altro e una foto del culo: in mezz'ora avrai una quarantina di messaggi di vecchi bavosi che ti offrono soldi, anzi no, ti dicono che sono molto genero$i oppure che ti faranno tanti regalini. Prova a dire loro che non ne hai in realtà 14 ma 12 e vedi cosa ti rispondono.
Inoltre se provi a mandare messaggi ad utenti a caso, chiedendo loro di fare sesso in giornata, vedrai quanti ti rispondono, e di che tinta poi.

P.s:

Qui la notizia di qualcuno che ha fatto l'esperimento che ti ho proposto, addirittura qui ci si può registrare a 13 anni, sotto l'età del consenso:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/05/11/pedofilia-sito-gay-aperto-ai-tredicenni-ma-la-denuncia-resta-ferma-alla-polizia-postale/971823/

In seguito alle proteste il sito ha alzato l'età di registrazione a 16 anni, credete sia cambiato qualcosa? io non penso

Teoclasto
Inviato: 20/9/2014 6:26  Aggiornato: 20/9/2014 6:33
So tutto
Iscritto: 15/7/2014
Da:
Inviati: 16
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
x P.K.89

Ecco, bravo, e invece ti devi ricredere e leggere anche "interventi di questo tipo".
Non ti va la "superficialità disarmante"?
Porta a casa TUA una famigliola di newcomers dell'est, di una delle tante etnie (romeni, albanesi, ucraini, kosovari, macedoni...) che ci hanno invaso silenziosamente e senza resistenza anche per colpa di menti bacate cattobuoniste come la tua, e poi "vedrai com'è bello"...
Ad essere "fuori come un balcone", anche volendo accreditarti la buona fede, sei proprio tu, incapace come sei di vedere la realtà senza il paraocchi dell'ideologia.
Non mi risulta che in Romania (più di un milione di soli invasori "ufficiali" -dati min. dell'interno-) ci siano situazioni da "morte certa", idem dicasi per la ex-Jugoslavia, idem dicasi per i "poveri" zingari, per gli albanesi... eppure la transumanza continua!

Fai proprio pena, porello, svegliati.

pursuitoftruth
Inviato: 20/9/2014 6:36  Aggiornato: 20/9/2014 6:43
So tutto
Iscritto: 18/9/2014
Da:
Inviati: 28
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
ok, non riesco a dormire, rispondo anche a matteog:

Punto 1) ti ho detto come fare per verificare la promiscuità nel mondo gay
punto 2) non hai alcun senso dell'umorismo e non ci posso fare niente
punto 3) ho fatto alcuni riferimenti alla chiesa perchè mi sono sorpreso che fosse l'unica a lottare in questo senso, devo dirlo, mi sono parecchio ricreduto sulla chiesa, non tanto da chiedere perdono per far revocare la mia scomunica, ma abbastanza da farmi capire che forse non tutte le sue mele sono marce. Non avevo previsto commenti come i tuoi, altrimenti avrei evitato
punto 4) la tesi ambientale o comportamentale è l'unica rimasta in gioco, quindi si ritiene la più probabile, nel mio caso è stato così. Qui sotto ti riporto lo studio fatto su gemelli, con dna identico.

http://www.documentazione.info/non-si-nasce-gay-e-altre-cose-che-pochi-sanno

Dallo studio si evince che in gemelli omozigoti, se uno è gay, l'altro, nella maggior parte dei casi non lo è, questo è assurdo sostenendo la tesi genetica.

Nel 2002 Bearman e Brueckner hanno pubblicato uno studio effettuato su 5.552 coppie di gemelli degli Stati Uniti. L’attrazione per persone dello stesso sesso (Same-sex attraction) tra gemelli identici era comune solo al 7,7% per i maschi e al 5,3% per le femmine.

Il dottore fa inoltre notare che gli "ex-gay" nel mondo, ovvero persone che dal praticare relazioni omosessuali sono passate poi a relazioni eterosessuali, sono in numero maggiore degli omosessuali del mondo messi insieme. Strano fatto per chi sostiene la tesi genetica.

Hanno tutti subito una mutazione genetica?

SI?

perfetto, hai appena scoperto una nuova specie dell'homo sapiens sapiens, sbrigati a pubblicare la notizia prima che qualcuno ti fotta il nobel!!

P.K.89
Inviato: 20/9/2014 9:16  Aggiornato: 20/9/2014 9:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/7/2013
Da:
Inviati: 601
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
@Teoclasto
Allora nella mia città è pieno di albanesi, e si per la maggior parte nei primi anni finiva per compiere reati di ogni sorta ed era ferma al bar a bere birre. Premesso che abito in una piccola città molto ricca sino a qualche anno fa. Devo constatare che ad oggi dopo 15 anni dal fenomeno di immigrazione di massa la situazione è molto cambiata. La quasi totalità ha trovato lavoro e non creano più problemi e si ho avuto il piacere di invitare anche qualcuno che era nato in Albania. Si è comportato molto meglio di molti italiani. Ad oggi hanno stessi comportamenti della popolazione della mia città che viene definita ceto basso. Ovvero operai. E si tra loro ce ne sono ancora più di uno che è attacca brighe e che è inserito in qualche losco giro. Ma con la stessa proporzione degli "italiani" che appartengono alla stesso ceto.

Detto ciò provo per l ultima volta a spiegarti che il luogo di nascita non cambia proprio una ceppa perché il nome Albania o Romania lo hanno dato altri uomini fuori di balcone come te. Quello che cambia un uomo sono le esperienze e la condizione in cui cresce. E si sei profondamente ignorante. Perché in Albania quando ci fu l esodo di massa c'era la guerra. Oggi che le cose son cambiate e sono in ricostruzione molti di quelli che sono riusciti a lavorare e mettersi su un gruzzoletto stanno tornando indietro in Albania.
Tu mi hai sfidato ad accogliere un albanese e l avevo gia fatto. Ora io ti sfido ad accogliere un italiano di scampia, o della periferia milanese scommettiamo che hai un alta probabilità di beccare uno che ti svaligia casa?
Ps guarda che le orde di italiani che emigravano in Germania (ho parenti in Germania che possono testimoniare) e negli USA venivano visti proprio come tu vedi oggi rumeni e albanesi.

Detto ciò, la mente bacata cattobuonista l avrai tu. Non sono ne cattolico e ne tanto meno buono. Prova a venire a rompere le palle a casa MIA rumeno, albanese, milanese, veronese, romano, barese o mio vicino di casa tu sia e vedi come sono buono.

P.P.S. Sei ad uno stato troppo superficiale per poter affrontare seriamente un discorso su popoli immigrazione e soprattuto frontiere e STATI.

Redazione
Inviato: 20/9/2014 10:05  Aggiornato: 20/9/2014 10:05
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
AVVISO: L'utente SLOBBYSTA è stato riammesso al sito.

Iskandar
Inviato: 20/9/2014 11:00  Aggiornato: 20/9/2014 11:00
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/6/2006
Da: pistoia
Inviati: 104
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
@matteog

Citazione:
Hai scritto una grossa inesattezza, l'aborto si pratica su un feto e se sai cos'è un feto sai anche che non è un figlio, e sì la risposta è semplice la libertà di scelta è della donna che se vuole può liberarsi di un ammasso di cellule o no.


anche te sei un ammasso di cellule ( o sei fatto di pura energia?)

Davide71
Inviato: 20/9/2014 11:12  Aggiornato: 20/9/2014 11:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Ciao a tutti:

Citazione:
Certe cose sono troppo complesse per poterle vedere da una sola angolazione, e per poterne dare un semplice giudizio manicheo.


E l'omosessualità è infinitamente più complessa delle scie chimiche. Queste ultime sono un segreto, la prima un "mistero", cioé qualcosa che può essere affrontato solo con mezzi che trascendono il mentale. Innanzi tutto si affronta il mistero della sessualità. Sfido chiunque a sapere PERCHE' è attirato dalle donne e non dagli uomini! Inoltre esistono tante omosessualità quanti omosessuali, perciò le generalizzazioni, ancorché riduttive, si rendono necessarie.
Un po' come l'anice. Può non piacere, ma in realtà è nel piatto che si dimostra se ci sta bene o no!

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
invisibile
Inviato: 20/9/2014 11:27  Aggiornato: 20/9/2014 11:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Davide71

Citazione:
Sfido chiunque a sapere PERCHE' è attirato dalle donne e non dagli uomini!

La risposta è nel tuo avatar.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Davide71
Inviato: 20/9/2014 11:29  Aggiornato: 20/9/2014 11:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Ciao invisibile:

Citazione:
La risposta è nel tuo avatar.


...ma anche nella tua firma.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Red_Max
Inviato: 20/9/2014 11:32  Aggiornato: 20/9/2014 11:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Per me l'uomo non è altro che un animale.
Soggetto come tale all'istinto di sopravvivenza.
Si riproduce per questo motivo, o forse è programmato così.
Le eccezioni confermano la regola.
Anche il razzismo e la propensione alla guerra fa parte dell'istinto di sopravvivenza.
Evitiamo per cortesia ragionamenti tipo "il mio gatto si scopa i suoi cuccioli allora vuol dire che è naturale e quindi è cosa buona e giusta"
Esiste l'amore.
Esiste la trasgressione.
Trasgredite con il vostro culo.
Grazie.

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
invisibile
Inviato: 20/9/2014 11:33  Aggiornato: 20/9/2014 11:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
...ma anche nella tua firma.

Bella.


L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
invisibile
Inviato: 20/9/2014 11:37  Aggiornato: 20/9/2014 11:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Per me l'uomo non è altro che un animale.

E i padroni del mondo, che sanno benissimo che siamo molto di più, festeggiano.

Gli animali è facile sfruttarli, con gli uomini è impossibile farlo.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Nomit
Inviato: 20/9/2014 11:37  Aggiornato: 20/9/2014 11:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/1/2011
Da:
Inviati: 1549
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Autore: pursuitoftruth Inviato: 19/9/2014 21:15:31

sai Giano quante ne ho fatte di denunce per pedofilia?

Citazione:
Autore: Nomit Inviato: 19/9/2014 22:14:11

Perché non ce le racconti...

Citazione:
Autore: pursuitoftruth Inviato: 20/9/2014 4:42:20

Rispondo a Nomit, a Matteog rispondo in giornata visto che di cose da dire ce n'è parecchie.

Allora è successo circa 6 o 7 anni fa. Un mio amico aveva un lavoretto in un negozio di vestiti durante l'estate, lui aveva 15 anni.
Non è pedofilia.

Nomit
Inviato: 20/9/2014 11:52  Aggiornato: 20/9/2014 11:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/1/2011
Da:
Inviati: 1549
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Pedofilia, sito gay aperto ai tredicenni
Questa notizia non ha niente a che fare con la pedofilia. La pedofilia è l'attrazione sessuale per i bambini e un bambino è un essere umano che non ha ancora raggiunto la pubertà. Il resto è neolingua.

Red_Max
Inviato: 20/9/2014 11:53  Aggiornato: 20/9/2014 11:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Ah beh, se lo dice la legge...
Ripeto e attendo risposta:
Se fosse TUO figlio?
Aspetto fiducioso...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Nomit
Inviato: 20/9/2014 12:15  Aggiornato: 20/9/2014 12:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/1/2011
Da:
Inviati: 1549
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Inoltre a 13 anni è possibile per legge, se non ricordo male, mettersi con gente fino ai 17 anni. Basta poi aspettare un solo anno perché sia legale mettersi con chiunque di qualunque età. La scelta dei 13 anni è quindi perfettamente logica, considerando anche che partecipare ad un forum non significa conoscerne immediatamente i partecipanti, e i tredicenni non sono obbligati da nessuno ad accettare avance dai presunti cinquantenni.

Ricordo inoltre che non è assolutamente certo che quegli utenti fossero davvero gay. Potevano anche essere degli stronzi che si spacciavano per gay per creare allarme. Internet è pieno di questa gente, me ne sono accorto frequentando un'altra minoranza (lo stesso tipo che avrebbe compiuto l'indagine, che non ci viene mostrata, non era chi diceva di essere). Immigrati ed omosessuali sono i più odiati e di conseguenza i più diffamati. Immagino che anche su questo sito si siano iscritti più volte "finti complottisti".

Red_Max
Inviato: 20/9/2014 12:21  Aggiornato: 20/9/2014 12:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Cos'è la legge?
Una cosa scritta su un pezzo di carta...
L'idea è anche giusta e necessaria, ma andrebbe aggiornata al passo coi tempi...
Quindi credo che probabilmente questa soglia verrà abbassata...
Perchè poi il problema è CHI fa le leggi...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Nomit
Inviato: 20/9/2014 12:32  Aggiornato: 20/9/2014 12:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/1/2011
Da:
Inviati: 1549
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Autore: Red_Max Inviato: 20/9/2014 12:21:13

Cos'è la legge?
Una cosa scritta su un pezzo di carta...
L'idea è anche giusta e necessaria, ma andrebbe aggiornata al passo coi tempi...
Quindi credo che probabilmente questa soglia verrà abbassata...
Perchè poi il problema è CHI fa le leggi...
Probabilmente verrà alzata, visti i tempi. Se non sbaglio è stata già alzata in Spagna, Canada e India.

Red_Max
Inviato: 20/9/2014 12:48  Aggiornato: 20/9/2014 12:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
In effetti se uno ci pensa è un controsenso che per vedere un porno devi avere 18 anni...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Calvero
Inviato: 20/9/2014 12:49  Aggiornato: 20/9/2014 13:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Per me l'uomo non è altro che un animale.


Tu sei un animale. Questa è la tua scelta.

Citazione:

Soggetto come tale all'istinto di sopravvivenza.


Iperbole e sofisma. Anche all'istinto di sopravvivenza. Ignorante.

Citazione:


Si riproduce per questo motivo, o forse è programmato così.


Poverino. Cafone, animale e razzista. Se la vita deve riprodursi, allora dovresti capire che il fine non è riprodursi, ma è la Vita stessa. Soltanto dopo che tu puoi dimostrare cosa è la Vita, allora potrai asserire quali sono le regole che ora stai mettendo senza averne spiegato la funzione.


Citazione:

Le eccezioni confermano la regola.


Una regola implica un ordine. Infatti la tua stessa logica implica che quest'ordine debba essere oggettivamente spiegato. Sino ad adesso la Natura, questo è un fatto, sta oggettivamente dimostrando che le sue regole non hanno eccezioni, questo è l'unico ordine, essendo omni-comprensive dell'esistenza in quanto tale. Indi e per cui, arrogarsi di definire cosa è eccezione e cosa no, è un esercizio profondamente egoico tipico dell'uomo privo di autostima. Di colui che riversa le proprie ansie in ordini fantomatici. Che sono quella base psicologica sintomatica paranoica (appunto deviata) che determina, nei gruppi spauriti di comunità prive di spirito, l'humus tipico che alimenta i dispotismi e le prevaricazioni. Razzista e animale.

Citazione:

Anche il razzismo e la propensione alla guerra fa parte dell'istinto di sopravvivenza.


Sofisma. Tutto fa parte dell'istinto di sopravvivenza, anche l'amore. Poiché la comunione supera di netto le paure e conduce l'uomo a quella comunione, quindi al reciproco sostegno. In sostanza, oltre a non continuare a non rispondere alle contro argomentazioni, stai solo parlando di aria fritta.

Citazione:

Evitiamo per cortesia ragionamenti tipo "il mio gatto si scopa i suoi cuccioli allora vuol dire che è naturale e quindi è cosa buona e giusta"


La natura non ha morale. Non è né giusta né sbagliata. Ma te che sei un animale, che hai deciso di esserlo, non puoi capirlo. Il fatto che tu ne parametri anche lontanamente le funzioni con quelle dell'uomo, significa che sei ristretto in una visione manichea, cioè irrigidita, indi ottusa: puerile, pusillanime in sostanza.

Citazione:

Esiste l'amore.


L'amore non esiste, cioè come lo stai intendo, parcellizzandone il significato, ignorante, cafone, razzista. L'amore si vive. Non è una cosa.

Citazione:

Esiste la trasgressione.


La trasgressione - ignorante, cafone, razzista - è una funzione naturale corroborante e utilissima nel gioco della vita, necessaria a tenere in equilibrio le convenzioni e gli squadrismi, per far sì che non assumano uno status divino/dogmatico nella nostra coscienza.

Citazione:

Trasgredite con il vostro culo.


Dillo a tua sorella. No a chi non conosci di persona. Cafone, razzista.

Citazione:

Grazie.


Ma vai a cagare sulle ortiche

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Red_Max
Inviato: 20/9/2014 13:35  Aggiornato: 20/9/2014 13:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Ora è tutto più chiaro...
allora sarete d'accordo con me che...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Nomit
Inviato: 20/9/2014 13:42  Aggiornato: 20/9/2014 13:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/1/2011
Da:
Inviati: 1549
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale

Calvero
Inviato: 20/9/2014 13:43  Aggiornato: 20/9/2014 13:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Evita i puntini di sospensione e impara a dire quello che pensi senza eufemismi. Le allusioni sono il pane quotidiano dei vigliacchi.

Ti va bene che non li fai di persona questi discorsi, che ti facevo diventare un Picasso e ti appendevo al Louvre, almeno elevavi la tua esistenza sopra quella di animale.

Hai provato in tutti modi a denigrare questo ragazzo, in maniera subdola. Omm'immerda

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
pursuitoftruth
Inviato: 20/9/2014 13:44  Aggiornato: 20/9/2014 13:50
So tutto
Iscritto: 18/9/2014
Da:
Inviati: 28
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
A Nomit

Si certo, tutti utenti falsi, anche sugli altri siti? dove trovi 18enni che poi hanno 11 anni? è così legale che hanno cambiato l'età in quel sito e adesso ci si può registrare dai 16 anni in su. Non è pedofilia? vatti a leggere la legge a riguardo in italia (io prima di scrivere l'ho fatto)

Caso assurdo: tutti profili falsi. Questo non cambia nulla per quanto riguarda le intenzioni di chi li contatta o sbaglio?

Nel caso di marco si tratti di "atti sessuali su minore" e "prostituzione giovanile", tanto che il colpevole è stato indagato.

Mi sembra di capire che per te una volta raggiunta la pubertà si può fare di tutto, per la legge italiana non è così, mi spiace. Vai in Olanda, forse li ti trovi meglio con chi la pensa come te.

Red_Max
Inviato: 20/9/2014 13:52  Aggiornato: 20/9/2014 13:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Autore: Calvero Inviato: 20/9/2014 13:43:25
Hai provato in tutti modi a denigrare questo ragazzo, in maniera subdola. Omm'immerda

WOW!!!
Schizzi di sangue su salotto radical-chic...
Che altro?

Guarda che sostanzialmente concordo con Luca...
Prova a rileggere bene quello che scrivo...
Mi sa che non ci siamo capiti...
E comunque meglio ignorante ecc...
CHE AMICO DEI PEDOFILI
Mi dispiace per te che ti sei perso tutti i punti di riferimento...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Oscar Jager
Inviato: 20/9/2014 13:57  Aggiornato: 20/9/2014 13:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/9/2014
Da:
Inviati: 35
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
L'importante e' insultarsi.

Red_Max
Inviato: 20/9/2014 13:59  Aggiornato: 20/9/2014 13:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Sì, scusate...
radical-chic mi è sfuggito...
L'ho scritto giusto?

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Slobbysta
Inviato: 20/9/2014 14:02  Aggiornato: 20/9/2014 16:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
...ho sempre detto che i gruppi son una farsa...quanti mondi "gay" differenti...politicizzati e non, di nicchia o nascosti...

...ora la "loro" visibilità nel bene e nel male è accentuata con la complicità dei media, e pure dei blog, ma come dice bene Toussaint l'indirizzo sessuale è relativizzato da tante altre cose...

CITAZIONE..La natura non ha morale

UN ORCA DOPO AVER MASSACRATO FOCHE FIN A RIEMPIRSI LA PANCIA, UNA VOLTA SAZIA, TROVÒ UNA SUPERSTITE ..CHE DELICATAMENTE LA SPINSE FINO A RIVA..


CITAZIONE..La trasgressione - ignorante, cafone, razzista - è una funzione naturale corroborante e utilissima nel gioco della vita


BEH MICA SEMPRE, a volte la trasgressione è un palliativo, una frustrazione o semplice stupidità...poi a volte le ortiche riattivano la circolazione anche in caso di stitichezza...che dire...

LA LETTERA È TRAGICA PERCHÈ MISCHIA IL VENEREO CON TANTO ALTRO, L'AUTORE SAPRÀ CHE ANDRÀ CON DONNE?...quando, questa aspettativa è solo una prospettiva futura...ma qui si parla di sentimenti o cosa?

L'amore è un sentimento..il resto è una "taratura" verso un fine ignoto...cioè l'indomani...un bambino che gioca al dottore con proprio sesso, la si può definire SPERIMENTAZIONE...dopo,però, la cosa, tende a completarsi, creando conflitti tra i propri vuoti inesplorati e i bisogni conosciuti...

...il taoismo non è certo tecnica sentimentale...ma piuttosto emozionale...serve ad implodere il rozzo desiderio, alchimizzandolo ad un non troppo chiaro modo di sfruttare le energie..a fini, pare, più "nobili"...
...ma non tutti son predisposti alla nobiltà e al rispetto...soprattutto quando si cerca di inquadrare il caos..

Slobbysticamente parlando...


PS...LOBBY GAY PRIMA DI QUELLE EBRAICHE è davvero curioso...

mapexam
Inviato: 20/9/2014 14:25  Aggiornato: 20/9/2014 14:25
So tutto
Iscritto: 12/10/2009
Da:
Inviati: 3
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Curioso questo uso della bisessualità come argomento di propaganda anti-omosessualista! Certamente si sono fatti passi avanti rispetto ai soliti argomenti psico-sessuologici di marca freudiana del tipo "inversione" "fissazione" "ferita narcisistica" o al più volgare e ormai impresentabile "malattia". Oggi l'attacco al "mondo gay" avviene anche con mezzi più raffinati, apparentemente più "friendly", come la testimonianza di un giovane confuso che, non rispecchiandosi in certi stili di vita (che peraltro nessuno gli ha imposto) ne approfitta per stigmatizzare un'intera categoria "altra da sè", facendo di tutta un'erba un fascio, invece di capire come la sua sensibilità e i suoi desideri possano trovare spazio negli anfratti liberi dal putrido mondo delle discoteche gay. Invece, cioè, di usare i suoi strumenti d'analisi per trovare un suo "ubi consistam", lontano da discoteche, chat, altri "luoghi di perdizione" (peraltro frequentati in abbondanza anche dagli eterosessuali, ma questo è meglio far finta di non saperlo perchè non giova alla tua "causa"). Invece di crescere e maturare strepiti contro Will e Grace, non accorgendoti che strepiti contro uno specchio che ti rimanda un'immagine che non ti piace, perchè la vedi socialmente poco appetibile. Ventidue anni, santo cielo, e già così pieno di certezze e di giudizi tranchant? Aspetta di averne il doppio, magari sposandoti e avendo prole, come tu desideri, e poi ci racconterai come te la vivi, come avrai dovuto mentire a tua moglie per dare sfogo alla tua "parte gay". Quelli lì non li hai conosciuti, nelle discoteche? Solo i 14enni scalmanati? Non ci credo. Ma magari, ora di allora, dopo la terza guerra mondiale vinta da Putin e dalla Cina, racconterai a chi ci sarà che tu stai bene, che ti sei salvato, mentre noi poveri pervertiti saremo stati tutti sterminati o "rieducati" come solo loro, oramai, sanno fare.

Red_Max
Inviato: 20/9/2014 15:06  Aggiornato: 20/9/2014 15:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
A me piace molto "disturbo del comportamento"
è molto politicamente corretto.

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
jerimum
Inviato: 20/9/2014 15:23  Aggiornato: 20/9/2014 15:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/1/2006
Da: Modena
Inviati: 249
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Finalmente anche i gay si iniziano a chiedere da dove venga tutta questa sospetta benevolenza del maistream nei loro confronti.

Ho appena finito il libro Unisex. La creazione dell'uomo «senza identità» di Perucchietti Enrica e Marletta Gianluca e ci sono risposte precise alle tue domande: o quantomeno questo libro cerca di interpretare e collegare gli avvenimenti.

L'ideologia gender e' stata calata in Europa prepotentemente: matrimoni gay, leggi sull'omofobia, inserimento di programmi nella scuola volti a insegnare la sessualita' ai bambini, e comparsa in alcuni documenti di Genitore 1 e Genitore 2 al posto di padre e madre. Secondo questa teoria si mira ad avere una popolazione che usa il sesso solo per piacere mentre la "creazione" degli esseri umani viene affidata all'eugenetica.

Il problema e' che gli omosessuali stanno essendo utilizzati per promuovere questa nuova liberazione sessuale, e mi pare che la maggior parte di essi non se ne sia minimamente accorta: per questa ragione questa lettera e' da un certo punto di vista incoraggiante.

Quanto al fatto che l'omossesualita' sia "biologica" o venga dall'educazione ho qualcosa da dire. Ho un fratello gemello con il quale sono cresciuto insieme, abbiamo avuto gli stessi stimoli fino praticamente alla adolescenza: li io gia sbavavo dietro a tutte le ragazzine mentre lui ha scoperto di essere omosessuale. Ho iniziato piu tardi a frequentare l'ambiente gay per "capire" cosa fosse, in realta non c'era niente da capire: nasci cosi' e basta.

Questo da un lato mi incoraggia perche le elite avranno un bel da imporre dei modelli come Conchita Wurst o gli One Direction: l'uomo sara' libero di scegliere la propria sessualita in quanto questa non e' modificabile e non si puo imporre.
Spero che i gay con un po di sale in zucca, come il ragazzo che ha scritto questa lettera, si accorgano di questa strumentalizzazione. E si accorgano che il pilastro della societa' rimane e rimarra' sempre la famiglia tradizionale: uomo e donna , mamma e papa'.

"Accominzamo, con nova promissa, sta gran sulenni pigliata pi fissa!"
La paura di Montalbano, Camilleri
Ste_79
Inviato: 20/9/2014 15:27  Aggiornato: 20/9/2014 15:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2011
Da: Reggio Emilia
Inviati: 766
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Come anche questo forum testimonia, se qualcuno di prende la briga di andare a un livello logico più alto a osservare la discussione in atto, il grosso problema che io ravvedo nella problematica omosessuale intesa come propaganda mass-mediatica, è che contribuisce a creare un ulteriore divisione e differenziazione nell'essere umano.
Questo lo si evince anche per il problema immigrazione. E' la stessa cosa.
Una grossa fetta degli italiani è alle prese con questioni rilevanti che ricadono direttamente nella sfera della sopravvivenza fisica. Questo è da considerare in maniera attenta quando si tratta di criticare le posizioni fortemente critiche vertso l'omosessualità da parte delle persone comuni e non.
IL messaggio del movimento per i diritti dei Gay, mette in primo piano le loro richieste (indipendentemente dal fatto che siano o no legittime) ma non guarda alle esigenze di primo piano degli altri. Però si pretende contemporaneamente che gli altri prendano a cuore la problematica delle battaglie per i diritti dei Gay. E' una pretesa che non può che generare una certa irritazione in chi vede che ci sono problermi di fondo che non vengono presi in considerazione e che si ripercuotono sull'umanità in senso generale.
E' il divide et impera. Cosa che dovrebbe essere nota qui dentro.
Per altro, sempre da un punto di vista sociale, se si analizza la situazione odierna ci sono dei problemi che riguardano non solo i diritti dei Gay, ma riguardano i diritti di tutti all'esistenza.
Allora, i diritti dei Gay sono un sottoinsieme dei diritti all'esistenza di tutti. Non sono i diritti all'esistenza di tutti ad essere un sottoinsieme dei diritti dei Gay.
Questo genera confusione e quindi alzata di scudi e risposte poco inclini alla comprensione dei punti di vista dell'altro.
Se ci aggiungiamo anche un altra questione, riguardante il fine dell'associazioni in generale abbiamo anche un altro punto su cui si potrebbe discutere.
Quando nasce un associazione, magari nasce anche per buoni propositi, ma col tempo poi i buoni propositi spariscono, e lo scopo diventa l'associazione stessa. E allora nasce il paradosso per cui un associazione che difende i diritti dei Gay, per sopravvivere ha bisogno che i diritti dei gay continuino ad essere negati. Altrimenti l'associazione cesserebbe di esistere.
Inconsciamente questo si riflette in un modus operandi che non analizza come fare a risolvere le contraddizioni insite nel problema, ma soltanto a porre in evidenza l'importanza delle proprie richieste particolari.
Bisogna capire che per risolvere una questione rilevante, si deve far in modo che le persone in qualche modo si identifichino con il problema, e che quindi lo capiscano e lo comprendano. Il caratterizzarsi come un qualcosa di diverso, manda il messaggio all'altro di divisione, quindi di mancanza di comprensione e quindi di conflitto.
Di nuovo, ancora una volta, paradossalmente i diritti dei gay verrebbero riconosciuti meglio se si presentassero come diritti dell'essere umano, senza voler emergere come categoria particolare.

Vi lascio con un altro paradosso che vorrebbe incentivare una riflessione, e non essere soltanto provocatore.
Il sogno del omosessuale è quello di essere amato da un vero maschio, ma in realtà si ritrova ad essere amato soltanto da un omosessuale.
Paradosso parafrasato da "pragmatica della comunicazione umana".

Tutto questo prescinde da ogni considerazione di origine emotiva - individuale.

cheddyved
Inviato: 20/9/2014 15:52  Aggiornato: 20/9/2014 15:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/2/2007
Da:
Inviati: 109
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Qualche decina di anni fa Burges scriveva "Il seme inquieto"...

Ingmar
Inviato: 20/9/2014 16:39  Aggiornato: 20/9/2014 17:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/12/2009
Da: Cagliari
Inviati: 184
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Vedo inoltre la polemica sull'"orgoglio gay" o su "gay è bello", ma gay è bello è molto probabilmente una reazione, neanche troppo scomposta, dai, al desueto "frocio è immondo".
Di associazioni inaccettabili tra l'omosessualità in sè, e non singoli casi, e pedofilia, purtroppo se ne può leggere in questa discussione.
E allora tra eterosessualità e stupri? Ovviamente no, siamo d'accordo ;).
Se non vogliamo venire divisi e non vogliamo che i gay siano ridotti come dite voi, a bacino elettorale, non diamogli più motivo di doversi servire della politica per tutelarsi, no?
Se mettiamo la rivendicazione di dignità del gay, come essere umano, non riducibile alla sua sessualità, contro quelle del disoccupato, facciamo proprio il loro gioco e le divisioni proseguiranno.
Non facciamo come i galletti dei promessi sposi.
Il venire attaccati, criminalizzati, piaccia o no, rafforza l'identità e la costruisce proprio sulla base della caratteristica che viene discriminata.
Denunciamo gli eccessi delle lobby, ma non l'omosessualità in sè.
Quoto calvero nelle sue risposte alle varie fallacie, anchea quelle usate nelle reazioni a contenuti, diciamo meno tolleranti (brutta parola tolleranza, poi, diciamo rispetto).
Non so se essere d'accordo su tutte le sue obiezioni, ma lo spirito giusto è continuare a rilevare le incosistenze, a maggior ragione quando si è d'accordo sulle conclusioni, perchè ci vuole più coraggio.
E' vero che a volte la trasgressione è un palliativo, ma non sempre, e poi chi lo decide? Lo stesso stato che criticavamo perchè ci voleva trasformare in automi controllabili con chip sottopelle?
Per quanto riguarda le leggi speciali, a meno che non si intenda diritti civili, tranquilli, la legge cosiddetta antiomofobia vale solo se non sei parte di un partito o una associazione, a proposito di eccezioni speciali...

abbidubbi
Inviato: 20/9/2014 16:54  Aggiornato: 20/9/2014 16:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/8/2005
Da: roma
Inviati: 671
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
al pari di altri qui, mi riesce difficile credere al complotto demografico

mi sembra più plausibile il complotto "controllo della sessualità"

in ogni caso malsopporto quegl'uomini ché credendosi speciali invocano, pretendono e purtroppo a volte ottengono leggi speciali.

Io sto mentendo. (Eubulide, V secolo a.C.)
Calvero
Inviato: 20/9/2014 17:20  Aggiornato: 20/9/2014 17:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
WOW!!!
Schizzi di sangue su salotto radical-chic... che altro?


Tipo questa:

Trasgredite con il vostro culo.

Non confonderti, sei un animale per scelta. Non puoi comprendere cosa significhi radical-chic


Citazione:
Prova a rileggere bene quello che scrivo...


Prova a rispondere

Citazione:
E comunque meglio ignorante ecc...
CHE AMICO DEI PEDOFILI


Uhhmm frase ad effetto. Sofisma (tanto per cambiare), stanno aumentando di pari passo la propaganda. Dev'essere per osmosi.

Citazione:
Se fosse TUO figlio?


Traduci.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Red_Max
Inviato: 20/9/2014 17:22  Aggiornato: 20/9/2014 17:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Oppure potrebbe essere un sistema con cui la Natura elimina gli elementi "difettosi"
una sorta di selezione naturale per migliorare la razza...
Effettivamente certe lesbiche sono proprio brutte, però potrebbe essere una mia percezione?

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Ingmar
Inviato: 20/9/2014 17:27  Aggiornato: 20/9/2014 17:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/12/2009
Da: Cagliari
Inviati: 184
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Sarai bello tu. E chi stabilisce quali elementi sono difettosi?
Allora ce le meritiamo tutte queste guerre, vuol dire che chi moriva doveva morire ed era debole.
Non sono antievoluzionista, ma la selezione naturale come teoria sociale soffre di fallacia tautologica. Il più adatto sopravvive perchè è il più adatto, e perchè, perchè è sopravvissuto, logica circolare.
E le donne ora sarebbero giudicate in base all'appetibilità sessuale da parte di una persona che nemmeno sarebbe il loro target (le lesbiche appunto) :D?

Voglio dire cosa c'è da eccepire all'idea che la cooperazione e la fiducia sono efficienti più della guerra e dell'autodistruzione?

Red_Max
Inviato: 20/9/2014 17:28  Aggiornato: 20/9/2014 17:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Ma è ovvio c***o!!!

si tratta di scegliere tra:

1) la LIBBERTA' degli individui

2) il culo di TUO figlio...

una domanda facile facile o no?

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Ingmar
Inviato: 20/9/2014 17:40  Aggiornato: 20/9/2014 17:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/12/2009
Da: Cagliari
Inviati: 184
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Ovviamente si parla della libertà tra individui adulti e consenzienti, primo.
Nel caso del figlio, si profila illegittimità in caso di stupro o sesso da parte di un pedofilo o pederasta adulto, nel caso egli non sia ancora responsabile di sè stesso.
Mi chiederai, e se invece si tratta di coetanei che gli vogliono "far provare" un esperienza trasgressiva va bene?
Ovviamente qui il problema non sarebbe l'omosessualità ma l'ineducazione di tali ragazzi nell'insistere a meno che il figlio in questione non sia già omosessuale di suo.
Ed in ogni caso, come nel sesso eterosessuale, non ci si dovrebbe buttare così, ci sono delle precauzioni, forse ancora maggiori da prendere.
Ma che io sappia se ad un adolescente piace l'altro sesso, non è che va con uno del suo solo "per trasgredire"?
E questo anche da parte di chi ha avuto un'educazione libertaria. Non c'è bisogno di schifare i gay, tantomeno evitarli in general per rifiutare le avances di alcuni che possono essere maleducati ed insistenti pur sapendo che sei etero :).

Calvero
Inviato: 20/9/2014 17:48  Aggiornato: 20/9/2014 17:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
____________


Abbidubbi:

Citazione:
al pari di altri qui, mi riesce difficile credere al complotto demografico

mi sembra più plausibile il complotto "controllo della sessualità"

in ogni caso malsopporto quegl'uomini ché credendosi speciali invocano, pretendono e purtroppo a volte ottengono leggi speciali.



Sostanzialmente d'accordo.

Il concetto è che il Nuovo Ordine lavora ai fianchi, manipola nell'immaginario, ed esalta l'individuo - che è tale solo se connesso (non importa con cosa).

In realtà, neanche nella vanità e nell'edonismo vi sarebbe qualcosa di male. Non bisogna condannare i pavoni se hanno la coda, men che meno gli esseri umani che l'hanno di altra fattura; ma ce l'hanno, è natura. In realtà sono una serie di processi che minano la sessualità per farla esplodere a seconda delle esigenze del Potere.

L'onestà intellettuale, come per questo articolo, dovrebbe muovere gli uomini (animali esclusi) in un'indagine che tratta il lavoro fatto ai fianchi sulle ultime generazioni, messo in opera dai media corrotti.

Uno dei problemi, come ho spiegato più sopra (purtroppo in un inevitabile gioco di parole) sta in coloro che si sentono di cavalcare l'onda di una falsa lotta all'omologazione. Sono coloro che non sanno distinguere l'orientamento sessuale ----> dal cosa significhi ----> orientare l'orientamento sessuale.

Così ecco che, giustamente, c'è chi riconosce in movimenti idioti e morbosi come un GAY PRIDE (che li prenderei a calci in culo da qui fino in Normandia, così si fa lo sbarco del G-Day ) .... dicevamo: - c'è chi riconosce la faziosità e la falsità di questi eventi, e sta bene, cioè si pone in un'analisi più che sensata ... ma ...

... ma ... il problema, poi, è che tra questi, in una sorta di febbre finto anti perbenista, non sanno più distinguere cosa significhi la libertà dell'espressione umana e la sua primigenia esigenza di sperimentare secondo la propria coscienza - DA chi e cosa, per l'appunto, orienta l'orientamento.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Red_Max
Inviato: 20/9/2014 17:53  Aggiornato: 20/9/2014 17:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Secondo me (ma potrei anche sbagliarmi perchè non frequento certi ambienti)
la diciamo così "capacità contrattuale" di un 16enne sotto gli effetti di qualche droga
nei confronti di un adulto che propone una determinata TRANSAZIONE...
E' pressoche nulla... non so se mi sono spiegato!!!
Non stiamo parlando di DUE adulti consenzienti, e poi sull'età legale ci sarebbe da discutere...
Per il discorso evoluzione ecc... la mia è solo un'ipotesi che mi è venuta lì per lì
Poi sono brutto e pure s*****o, ma i concorsi di bellezza non li ho inventati io.
Poi sempre secondo me un gay cerca un altro gay non un uomo
Ma almeno un gay l'avete visto mai?
Io ci sono stato al gay pride, a meno che non eravamo tutti là per curiosità

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Ingmar
Inviato: 20/9/2014 18:14  Aggiornato: 20/9/2014 18:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/12/2009
Da: Cagliari
Inviati: 184
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Per il discorso evoluzione ecc

Lo riconosco, qui avevo capito male io, me ne sono accorto nel post successivo.

Citazione:
a diciamo così "capacità contrattuale" di un 16enne sotto gli effetti di qualche droga
nei confronti di un adulto che propone una determinata TRANSAZIONE...

Ah, ma allora siamo d'accordo! E' la stessa cosa che cercavo di dire io.
Però per curiosità cosa ti ha fatto pensare che Calvero, difendendo gli individui, gay o no che siano nella loro libertà sessuale, non stesse parlando di adulti consenzienti o difendesse la pedofilia?
Citazione:
Poi sempre secondo me un gay cerca un altro gay non un uomo

E che differenza c'è tra un gay ed un uomo?
Non tutti i gay sono effeminati (senza niente togliere a questi ultimi), posso confermare che ce ne sono di tutti i "tipi".
Non torna molto altrimenti non si innamorerebbero mai di un eterosessuale. Tu magari dici che lo vogliono fare gay. Ma se gay significa omosessuale, cioè, nel caso di un uomo trovarsi bene a fare sesso con un altro, per definizione un gay cerca questo, ma secondo me, indipendentemente da qualsiasi altra sofisticazione sul comportamento e l'identità di quest'altro uomo. Poi dipende ai singoli individui, anche in questo caso.
In teoria però ti dovrebbe anche andare meglio se si cercassero solo tra
loro, scherzo, lo dico con simpatia.
@Calvero, però se è così facile orientare l'orientamento, con un po' di propoganda, non potrebbe questo condurre all'idea che si possa facilmente "prevenire", cosa non vera, o comunque contribuire con una propaganda uguale e contraria, facendo evitare frequentazioni e con un educazione rigida ai ruoli di genere, cosa teoricamente contraria alla libertà che proponi.
Forse vuoi dire che c'è una parte di persone che spontaneamente sarebbe etero o omosessuale (comunque una minoranza).
Sono d'accordo con te, però, è il moralismo che rende trasgressivo qualcosa, che magari altrimenti sarebbe spontaneo. Sì, anche in assenza di quest propaga, ognuno è influenzato nelle scelte dall'ambiente circostanze, però, come noi sappiamo bene la società libertaria si distinguerebbe per il fatto che non c'è una minoranza a dirigere dietro le quinte, e l'equilibrio di potere e contropotere individuale, la conditio sine qua non di tale società, detta Utopia, ma io preferisco chiamarla Stella polare. Non c'è una ricetta semplice, e per fortuna direi :D.

Red_Max
Inviato: 20/9/2014 18:30  Aggiornato: 20/9/2014 18:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
OK allora metto via il forcone
si è trattato di un misunderstuntman...
Io lascio perdere i gay come ce li immaginiamo, parlo solo di quelli che ho visto di persona personalmente.
Non sono nemmeno effeminati, sono una cosa a parte che non saprei descrivere.
Devo dire che quando te li trovi davanti che limonano a me ha fatto un po' schifo...
Certi trans sono pure simpatici... ma sempre lì si va a parare...
Quest'anno andavano di moda i jeans tagliati corti come le ragazze, e quindi li vedi subito... che tristezza, mi dispiace per loro.
Forse è un problema mio, tutto può essere...
Avrà ragione Vladimir Luxuria
o Vladimir Putin?

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Ingmar
Inviato: 20/9/2014 18:55  Aggiornato: 20/9/2014 19:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/12/2009
Da: Cagliari
Inviati: 184
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Benissimo ^_^
Citazione:
Io lascio perdere i gay come ce li immaginiamo, parlo solo di quelli che ho visto di persona personalmente.

Questione di esperienze, io ne ho visto alcuni di cui non sospetteresti, almeno apparentemente, altri medi e altri evidenti.
Più che schifo parlerei di non immedesimazione, non empatia, che giustamente non essendo gay hai nei loro confronti. Capisco che in alcuni è più marcata, in me pressochè assente, poichè sono empatico, tendenzialmente. Mi limito a prendere atto che non condividano la preferenza in fatto di donne o nel caso delle donne, in fatto di uomini. A proposito, anche con le donne non condividiamo (a livello personale, dico) la loro preferenza in fatto di uomini, però possiamo rivederci nella situazione, la riconosciamo più nella norma. In breve, non siamo poi abituati, ma secondo me non è un problema loro. Ma fin qui è tutto facifico.
Bisogna solo elaborare la dissonanza nel vedere qualcuno fare un qualcosa che noi non faremmo, soprattutto se si scontra con le nostre associazioni sessuali, al secondo posto infatti ci sono quelle alimentari, mentre per quanto riguarda altre attività non condividere gusti diventa molto più "normale" percettivamente.
Anche non arrivando all'empatia si può arrivare al rispetto. Ma non voglio imporre la mia idea.
Citazione:
Quest'anno andavano di moda i jeans tagliati corti come le ragazze, e quindi li vedi subito... che tristezza, mi dispiace per loro. Forse è un problema mio, tutto può essere...

Per quanto riguarda gli skinny jeans, posso affermare che si stanno diffondento anche tra gli etero, sai i metrosexual, ovvero eterosessuali più vanitosi di molte donne, anche in questo caso, però preferisco valutare la persona, ognuno si veste come vuole, ma capisco, troppe persone, uomini, donne, etero o gay seguono acriticamente e senza gusto personale la moda. Questo e solo questo a me fa tristezza.
Però dobbiamo capire che il seguire e magari percepire come alternative mode giovanili altrettanto conformistiche è l'altra faccia della medaglia del conformismo della "normalità", della sua assuefazione ad essa, spesso del condannare ciò che esce dai binari.
Il potere conosce questo meccanismo e fa sì di incanalare la spinta al cambiamento perchè nulla cambi.
Apprezzerei di più un modo di vestire inconsueto ma frutto di un gusto personale e di un'elaborazione.
Orientamento ed identita di genere sono due cose interdipendenti, nel senso di due cose diverse che possono influenzarsi a vicenda per cui io ne conosco uno effettivamente più "donna", altri che vestono in maniera assolutamente nella media.
Per non parlare poi della maniera di esprimere e percepire il proprio genere, più o meno vicina agli stereotipi di genere.

Nomit
Inviato: 20/9/2014 19:13  Aggiornato: 20/9/2014 19:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/1/2011
Da:
Inviati: 1549
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Autore: pursuitoftruth Inviato: 20/9/2014 13:44:35

A Nomit

Si certo, tutti utenti falsi,
E' possibile che alcuni utenti fossero dei fake, come succede in tutti i siti. Per esempio http://kelebeklerblog.com/2009/01/09/come-si-inventa-un-complotto-islamico/

Citazione:
anche sugli altri siti?
Che altri siti? L'articolo parla di uno e ho commetato quello che ha detto.

Citazione:
dove trovi 18enni che poi hanno 11 anni?
Questo sarebbe esclusivamente colpa degli undicenni che si iscrivono mentendo sulla loro età all'insaputa degli altri. Come hai scoperto queste cose?

Citazione:
è così legale che hanno cambiato l'età in quel sito e adesso ci si può registrare dai 16 anni in su
L'età del consenso in Italia è 14 anni tranne in caso di rapporti con ascendenti, professori e simili. Poi non so se ci si possano infilare dei reati correlati.

Citazione:
Non è pedofilia? vatti a leggere la legge a riguardo in italia (io prima di scrivere l'ho fatto)
Non è pedofilia perché nella vecchia lingua pedofilia significa attrazione sessuale per bambini e bambini significa esseri umani prepuberi.

Citazione:
Caso assurdo: tutti profili falsi. Questo non cambia nulla per quanto riguarda le intenzioni di chi li contatta o sbaglio?
Veramente dicevo che è possibile che proprio i profili di chi li contatta siano falsi, per dire che non possiamo giudicare sulla base del racconto non verificabile di uno sconosciuto riguardo a comportamenti tenuti su internet da presunti personaggi totalmente anonimi.

Citazione:
Nel caso di marco si tratti di "atti sessuali su minore" e "prostituzione giovanile", tanto che il colpevole è stato indagato
Dovrebbe anche essere condannato, in base alla legge, ma non è pedofilia.

Citazione:
Mi sembra di capire che per te una volta raggiunta la pubertà si può fare di tutto, per la legge italiana non è così, mi spiace. Vai in Olanda, forse li ti trovi meglio con chi la pensa come te
In Olanda l'età del consenso è 16 anni.

PCornelio
Inviato: 20/9/2014 21:49  Aggiornato: 20/9/2014 21:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/11/2013
Da:
Inviati: 285
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
matteog ha fatto un gran bel commento, che condivido.
E condivido anche l'intenzione di abbandonare la discussione: si sono lette cose da far accapponare la pelle, e sono stupito e agghiacciato dal fatto che certi utenti che hanno fatto largo uso di espressioni altamente offensive non abbiano subito nemmeno un richiamo. Una richiesta di abbassare i toni. Niente.
Sembra che qui libertà di parola e rispetto del prossimo viaggino su binari paralleli senza incontrarsi mai. Addio, continuare pure con le vostre elucubrazioni sull'apocalisse gay.

robedel72
Inviato: 21/9/2014 0:30  Aggiornato: 21/9/2014 0:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/9/2014
Da:
Inviati: 44
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Salve, seguo questo sito quasi da quando è nato, anche se mi sono registrato solo ora. Non ho resistito!

Pur non condividendo quasi nulla, ho trovato la lettera di Luca e la discussione che ne è seguita molto interessanti.

Anche io condivido l'intervento di matteog.
Ma che la lettera sia vera o finta a me non interessa. Viene proposta come vera, tale voglio considerarla sino a prova contraria e non proverò a dimostrarne l'eventuale falsità.
Rilevo solo che è simile a molte altre che circolano in rete, che rappresentano quasi un genere letterario e che originano e vengono promosse da ambienti e organizzazioni con una precisa ideologia religiosa e una missione che viene dichiarata apertamente: riportare le pecorelle smarrite all'ovile.

Comunque ringrazio Luca per aver condiviso la sua esperienza e provo a scrivere alcune delle cose che mi sono passate per la mente.

Gli studi scientifici. Ad oggi non esiste in letteratura un solo lavoro che dimostri in modo conclusivo da cosa nasce l'omosessualità. La maggior parte delle notizie divulgative che arrivano attraverso la stampa alla gente sono favole che raccontano un'altra storia, per altri fini.
Chiunque sostenga di conoscere le cause che portano un individuo a preferire soggetti del proprio sesso in campo sessuale e sentimentale o mente, o non sa di cosa parla.
Ovviamente lo stesso vale anche per l'eterosessualità.
Per favore, basta con le citazioni a cazzo di "studi scientifici"!

Il "complotto". Scusatemi, ma per quanto mi sforzi non riesco a credere che esista qualcuno capace di trasformare un eterosessuale in omosessuale specie attraverso pochi spot pubblicitari, qualche sitcom e una manciata di film.
Tra l'altro, tutta roba recentissima.
Credo, invece, sia accaduto quello che succede tutte le volte che nasce un movimento che rivendica libertà e diritti: viene colonizzato e indirizzato sia dall'interno che dall'esterno da una moltitudine di organismi esogeni che lavorano per i propri fini.
Questo rende meno vere e urgenti le richieste delle persone omosessuali? Qualcuno ha intenzione di chiedere alle donne della propria famiglia di ritirarsi dal lavoro per badare alla casa e alla prole, di impedire loro di studiare, votare, guidare l'auto, uscire di casa da sole o indossare abiti che potrebbero destare scandalo? Spero di no, come spero siano fuori discussione aborto e divorzio. Ma spero anche che esista la consapevolezza che le conquiste delle donne non sono solo il frutto di una genuina e spontanea ribellione "dal basso".
E gli omosessuali cosa dovrebbero fare? Smettere di cavalcare l'onda dicendo noi non siamo come gli altri, noi o ce la facciamo da soli o niente; non vogliamo avere nulla a che fare con questi farabutti che cercano di governare il mondo? O dovrebbero stare zitti, non rompere i coglioni e vivere le loro "perversioni" nell'inimità di casa loro o in un vicolo buio?
Luca, tu che tutto sai, illuminaci.

La grande apertura. Intanto leggiucchiare almeno il bignami della storia dei movimenti per i diritti delle persone omosessuali offrirebbe ad alcuni la possibilità di contestualizzare le proprie ipotesi nel mondo reale. Il tutto, senza effetti collaterali: non sono dimostrate conversioni alla pericolosa lobby gay!
Come ha già scritto qualcuno, dalla fine degli anni sessanta si è gradualmente passati da un atteggiamento repressivo ad uno più permissivo. Lentamente! E se si volesse realmente studiare il fenomeno, occorrerebbe forse partire almeno dal diciannovensimo secolo osservandone l'evoluzione in contesti culturali omogenei.
Prendere in esame gli ultimi dieci anni esasperando in modo arbitrario i fenomeni che sono più comodi, tralasciando tutto il resto, credo sia qualitativamente poco produttivo.
Ciò nonostante, anche io a volte ho l'impressione che esista un dispiegamento di mezzi sproporzionato persino per la "potentissima lobby gay" ma continuo a non capire come si possa ridurre la natalità.

Gli ambienti gay frequentati da Luca. Echisenefrega! Scusami, è la tua esperienza, l'ho letta con interesse ma, per favore, risparmiaci le generalizzazioni. Esistono tante persone che possono raccontare anche esperienze diverse. Più belle e persino più brutte della tua. Esistono anche problemi più urgenti di qualche locale con darkroom dove adulti consenzienti si ritrovano a fare ciò che vogliono senza ledere la libertà di nessuno. Il resto, eventualmente, è di competenza della magistratura.
Tra l'altro, non esiste molta differenza con discoteche o locali orientati ad un pubblico eterosessuale dove molti giovani passano il fine settimana. Esiste invece una differenza numerica, quel genere di locali per eterosessuali sono molto più numerosi.
Luca, hai mai frequentato questi locali per eterosessuali?

Potrei andare avanti ancora per molto ma chiudo proponendovi un altro punto da cui osservare il presunto fenomeno dell'uso della "propaganda gay" per promuovere la denatalità.

***AVVISO: A differenza di Luca, non possiedo verità e non voglio convincere nessuno, quello che scrivo non sempre è originale e nulla è dimostrato scientificamente.***

TERMINOLOGIA: Considero Omosessuale solo chi è capace di provare attrazione per persone dello stesso sesso; Eterosessuale solo chi non è capace di provare attrazione per persone del suo sesso; Bisessuale chi può sperimentare l'attrazione per entrambi i sessi. Attrazione e attività sessuale sono cose diverse! Per fare un esempio, Luca per me è bisessuale anche se lui non si vuole definire, e lo sarebbe anche se non avesse frequentato il "torbido ambiente omessessuale", come si diceva non molti anni fa.

Bene, facciamo finta di vivere in un mondo dove una parte considerevole (o addirittura la maggioranza, esageriamo!) della popolazione umana è bisessuale e sino ad oggi è stata martellata da ogni parte, sin dalla più tenera età, per polarizzarla verso l'eterosessualità. Con ottimi risultati.
Quello che appare è che la maggioranza della popolazione sembra essere eterosessuale anche se i veri omosessuali e i veri eterosessuali rappresentano minoranze.
Così la tesi che prevede l'uso dei mezzi di comunicazione di massa per invertire la polarizzazione di una parte considerevole della popolazione inizierebbe ad avere un senso, giustificando la spesa e avendo la certezza del risultato. Simili campagne non avrebbero effetto su veri eterosessuali e veri omosessuali.

Luca, ti sembra più plausibile delle tue fantasie?

Abbiamo fatto finta! E' solo uno spunto per riflettere, nessuno si spaventi o mi accusi di vedere gay ovunque, siete tutti eterosessuali!

Pace e bene,

Roberto

L’arrendevolezza dei buoni aumenta l’audacia dei malvagi.
Red_Max
Inviato: 21/9/2014 2:35  Aggiornato: 21/9/2014 2:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Si, vabbe' abborto-divvorzio-ddiritti-ggay
Sempre e comunque un lavaggio del cervello da parte dei media...
soliti DOGMI della sinistra de sto...
Per fortuna che c'è
MARIO!
Risultato:
Gli italiani non fanno più figli
Pensano a godersi la vita e alle FERIE...
si mobilitano per i diritti LGBTXYZ..
si mobilitano per i diritti degli animali
Ma anche non si mobilitano e basta.
Morale della favola:
Ci estingueremo o diventeremo una minoranza che non conta più un c***o...
Ma forse è solo una coincidenza...
Evoluzione o il suo contrario?
Ma chi so' Giggimarzullo?

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Teoclasto
Inviato: 21/9/2014 11:51  Aggiornato: 21/9/2014 13:43
So tutto
Iscritto: 15/7/2014
Da:
Inviati: 16
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
x PK89

(cit.)" Non sono ne cattolico e ne tanto meno buono. Prova a venire a rompere le palle a casa MIA rumeno, albanese, milanese, veronese, romano, barese o mio vicino di casa tu sia e vedi come sono buono. "

Ecco, vedi: quando ti vengono a toccare direttamente ti incazzi, salvo poi fare l'omosessuale con il culo degli altri quando i problemi non ti riguardano da vicino, salvando la tua (pseudo)coscienza e la stolida superiorità di chi ha "capito tutto":

(cit.)"Sei ad uno stato troppo superficiale per poter affrontare seriamente un discorso su popoli immigrazione e soprattuto frontiere e STATI."

Guarda che i predoni che continuamente razziano il belpaese sono ladri che agiscono in piena responsabilità e coscienza, e non stanno morendo di fame.
Guarda che i "migranti" che arrivano a frotte con i barconi (come se non bastasse l'invasione silenziosa via terra...) sono quasi tutti maschi e in salute, gli stessi che poi troviamo a vagolare nullafacenti per le strade delle nostre "accoglienti" città, spesso impegnati in attività criminali (vedi la transumanza proveniente dalle "primavere arabe"...).
Purtroppo trovano quelli come te, pronti a giustificare tutti (fino a quando il danno è altrui), e uno stato marcio e complice che non punisce duramente i delinquenti e impedisce al cittadino (suddito) di difendersi anche in casa propria.

Eccoti il link ad un recente fatto di cronaca, opera dei tuoi amichetti che difendi a spada tratta, preludio a quella che sarà triste "normalità" tra non molto:

http://roma.repubblica.it/cronaca/2014/09/21/news/corcolle_bus_preso_d_ssalto_autista_sotto_shock-96304094/?ref=HREC1-6


Porello, sei da compatire e irrecuperabile; vedrai che presto, costretto dagli eventi, cambierai sull'argomento idea...

Red_Max
Inviato: 21/9/2014 12:03  Aggiornato: 21/9/2014 12:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Poi c'è chi sostiene che l'omosessualità sia naturale.
Probabilmente è così, se si considera il nostro tipico ambiente dove viviamo.
Un ambiente che di naturale non ha più nulla.
Sarebbe interessante confrontare la percentuale di omosessuali di una grande metropoli, con quella delle tribù che vivono isolate in mezzo alla giungla...
Speriamo che non ci lancino le banane...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
P.K.89
Inviato: 21/9/2014 19:50  Aggiornato: 21/9/2014 19:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 3/7/2013
Da:
Inviati: 601
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
@Teoclastio

Sei troppo ignorante per capire quel che dico. Troppo mancante, per capire la differenza tra una difesa è un osservazione, troppo fuori per poter capire chi è il problema.
Ragioni per stereotipi è troppo cieco e stupido per capire chi ti toglie la libertà. Intanto tu prova a venire a stufarmi a casa mia e vedi se il tuo stato mi impedisce di difendermi.
Tu credi che il tuo luogo di nascita ti qualifichi? Sei così povero e stupido da non capire che la differenza tra me e te e che io scelgo quel che sono e tu sei quel che ti dicono di essere.
E rileggiti un po la lettera magari ti può aiutare a capire qualcosa.

Pispax
Inviato: 21/9/2014 23:55  Aggiornato: 21/9/2014 23:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Difficilmente mi è capitato di leggere un'opinione più malintesa - e confusa - di quella espressa dalla "lettera" di Luca.

La parte clamorosamente malintesa è la prima, quella clamorosamente confusa è la seconda.
Ma tant'è: il sesso fa sempre audience.


Un saluto.

Merio
Inviato: 22/9/2014 0:47  Aggiornato: 22/9/2014 0:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/4/2011
Da:
Inviati: 3677
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
Poi c'è chi sostiene che l'omosessualità sia naturale.
Probabilmente è così, se si considera il nostro tipico ambiente dove viviamo.
Un ambiente che di naturale non ha più nulla.
Sarebbe interessante confrontare la percentuale di omosessuali di una grande metropoli, con quella delle tribù che vivono isolate in mezzo alla giungla...
Speriamo che non ci lancino le banane...


L'omosessualità esiste in natura, ma da questo a renderla un fenomeno "normale" nel senso di maggiormente rappresentato mi sembra un po' forzata come cosa.

Si sa pure che i leoni ammazzano i cuccioli di altri maschi per sostituirli coi propri, comportamento naturalissimo, ma provate a traslarlo nella realtà umana.

Non penso verrà fuori una cosa molto normale per noi.

La libertà di parola senza la libertà di diffusione è come un pesce rosso in una vasca sferica...
Ezra Pound
Teoclasto
Inviato: 22/9/2014 3:22  Aggiornato: 22/9/2014 15:55
So tutto
Iscritto: 15/7/2014
Da:
Inviati: 16
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
x pk89

Porello, curati, non sei neanche in grado di ragionare, e impieghi argomenti da tristo minus habens; la non contraddizione è per te un optional e solo l'esperienza diretta potrà farti comprendere le cose.
Chissà che ti vengano in casa, e presto, i tuoi amati amichetti cosmopoliti, per rubare o fare di peggio a te e ai tuoi cari, e poi me la godrò un mondo a ricordarti che non è colpa loro, che c'è qualcuno più in alto che tira i fili della globalizzazione, che non hai veramente capito "chi ti toglie la libertà", che "anche gli italiani sono stati emigrati...", povero companero mente_catto de la revolucion.
Impara prima l'alfabeto e poi, con l'aiuto diuturno dell'insegnante di sostegno che ti hanno appioppato appena visto il caso pietoso, riuscirai magari pure a leggere.

Ingmar
Inviato: 22/9/2014 3:23  Aggiornato: 22/9/2014 3:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/12/2009
Da: Cagliari
Inviati: 184
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Dici bene quando dici che naturale non è sinonimo di buono, lo stesso vale per la "normalità".
Quindi l'anormalità come minoranza statistica non ha niente di negativo o positivo di per sè. Quindi che sia normale o anormale me ne importa poco, dal momento che è una fatto privato che non dovrebbe concernere chi non è coinvolto, e soprattutto non ridurre le persone in questione al solo aspetto sessuale.
Voglio dire dovremmo essere oltre il concetto di normalità, anormalità, visti tutti i temi che si affrontano qui. Siamo sempre stati orgogliosi di essere anormali.
Non si tratta quindi di rendere l'omosessualità normale, ma semplicemente una preferenza rispettabile. L'esempio dei leoni, o delle mantidi, ci conferma che dobbiamo valutare le cose con senso critico, non in base a naturalezza o normalità, ma in base a considerazioni sullo spazio di libertà reciproca e di rispetto della diversità (ognuno è diverso e uguale in qualcosa, solo altri magari in cose che colpiscono di più), ovviamente reciproco, mai unidirezionale.
Difficile fare un raffronto con società diverse dalla nostra, ma sicuramente esiste anche lì, qui semplicemente fa più "chiasso" per via delle rivendicazioni che sono seguite ad un lungo periodo di condanna.
Quanto all'immigrazione, beh, la causa principale è la concentrazione di ricchezza e la diseguaglianza, dovuta alle logiche capitalistiche. Con dinamiche sia interne che esterne al loro paese. Magari non era parte del complotto, ma è chiaro che la globalizzazione (della finanza) è stata voluta e pianificata e gli immigrati sfruttati come manodopera a basso costo senza diritti. Qualcuno ricorda i no global a questo proposito :D?
L'unico modo per arginarla è allearsi includendo loro in una rete solidale di mutuo appoggio, ricostruire la coscienza di classe, superare così le rigidità religiose, come stava accadendo un periodo. L'odio e la generalizzazione non servono, (proprio come qualcuno, vedo, giustamente si difende dalle generalizzazioni sul femminicidio, quando non arriva addirittura a negarlo) se non a dividere e a disperdere le energie e ovviamente bisogna essere altrettanto severi verso le scorrettezze di alcuni di loro, altrimenti si fa torto proprio a coloro che hanno tenuto un comportamento esemplare. Solo così la differenza può tornare ad essere una ricchezza.

toussaint
Inviato: 22/9/2014 11:58  Aggiornato: 22/9/2014 11:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
e comunque, volendo anche lasciare a tutti la libertà di fare sesso con chi vogliono, resta il fatto che, dal mio punto di vista, la lobby LGBT sta all'omosessualità come il Movimento Sionista sta alla religione ebraica.



Applausi a scena aperta!

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
toussaint
Inviato: 22/9/2014 12:15  Aggiornato: 22/9/2014 12:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
La risposta è nel tuo avatar.



Grande, invisibile!




edit: e aggiungerei, è lo stesso motivo per cui un uomo può essere attratto da un uomo e una donna da una donna.
dipende da come si riempiono quelle aree, dalla dominanza o meno del bianco e del nero, ma i flussi energetici sono regolati dalla VITA.
ossia, dalle esperienze che facciamo, da quello che mangiamo, da quello che respiriamo, da come respiriamo, ecc. ecc.
il problema nasce nel momento in cui è il Potere a voler controllare questi flussi energetici e lo fa appunto controllando ciò che mangiamo, le esperienze che facciamo, come respiriamo e anche con un bel pò di marketing e propaganda che con questi metodi ottieni gli stessi risultati spendendo molto meno...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
toussaint
Inviato: 22/9/2014 12:28  Aggiornato: 22/9/2014 12:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Sono molto d'accordo con quanto scrive Ste_79 e ne approfitto per ribadire un concetto che forse dai miei post dovrebbe essere già chiaro.
Ritengo che chi se la prende con gli omosessuali per combattere la propaganda del modello gay sbagli enormemente come chi se la prende con gli immigrati per contrastare l'uso che se ne fa per renderci tutti più poveri.
In questo modo si fa un enorme servizio all'elite...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
toussaint
Inviato: 22/9/2014 12:46  Aggiornato: 22/9/2014 12:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
e a 'sto punto aggiungo un tassello perchè vedo che invece molti non hanno capito il punto interessante insito nella lettera di Luca e che è tale a prescindere dalla volontà dello stesso Luca.
allora, chi può negare che essere vegetariani o vegani sia un comportamento assolutamente rispettabile e libero di essere adottato?
nessuno, ovvio, bene però io mi chiedo una cosa:
come mai gli stessi medici che servono diligentemente gli ordini di Big Pharma arrivando ad inventarsi delle malattie solo per convincerci ad assumere dei farmaci poi sono gli stessi che demonizzano l'uso della carne e dei derivati animali a fini alimentari?
non sarà che la produzione di carne è ancora molto parcellizzata mentre quella di soia e mais è totalmente controllata da corporations che hanno il potere di veri e propri Stati come Monsanto?
a voi l'ardua sentenza...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
medicialbe
Inviato: 22/9/2014 17:14  Aggiornato: 22/9/2014 17:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/2/2008
Da:
Inviati: 96
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Grazie pursuitoftruth per questa lettera.

La mia impressione era la stessa: ma per averlo scritto, nel mio libro, parecchi, proprio da queste pagine, mi ha bollato come retrogrado, represso, ecc. ecc.

Meno male che c'è ancora chi riesce ad osservare la realtà libero da pregiudizi.

Piero68
Inviato: 23/9/2014 10:27  Aggiornato: 23/9/2014 10:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2012
Da:
Inviati: 134
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Caro Luca,
intanto ti dico subito che mi sei sembrato un pò confuso oltre che contraddittorio e che tendi a semplificare le cose. Non vorrei che la tua mail sia un pò farlocca.
Confuso perchè spesso confondi la causa con l'effetto; contraddittorio perchè prima dici che sei gay ma che andrai con donne, poi aderisci alla tesi che l'omosessualità non è nei geni salvo poi affermare che omosessuali ci si nasce e non ci si diventa. Poi parli degli ambienti che non sono normali. Intanto bisognerebbe stabilire cosa si intende per normalità. Detto questo io porto la mia esperienza di frequentatore di locali gay (anche non essendolo) e posso assicurare che non mi sono sembrati poi tanto diversi dagli altri.
Comunque, vorrei rispondera alla domanda sul perchè della maggiore visibilità ultimamente degli ambienti gay. La risposta è davvero molto semplice: è una lobby che nel tempo è diventata sempre più potente e adesso semplicemente si autosponsorizza negli ambienti che contano.
Voglio ricordare da ultimo che l'omosessualità è un concetto/gabbia che l'uomo ha costruito negli ultimi secoli, soprattutto per l'avvento maggiore del potere cattolico che ha additato sempre più come peccato mortale la sodomia. Gli antichi greci e anche gli antichi romani andavano indifferentemente con uomini e donne senza porsi il problema di essere o meno diversi.

robedel72
Inviato: 23/9/2014 11:05  Aggiornato: 23/9/2014 11:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/9/2014
Da:
Inviati: 44
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Sul sito dell'editore del libro recensito in homepage ho trovato questo

http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=19202

Senza alcuna pretesa e tralasciando i giudizi, le idee e le conclusioni dell'autore dell'articolo.

Solo per farsi un'idea grossolana della distanza che potrebbe esserci tra la vita "delle tribù che vivono isolate in mezzo alla giungla" e le idealizzazioni di alcuni.

L’arrendevolezza dei buoni aumenta l’audacia dei malvagi.
Red_Max
Inviato: 23/9/2014 21:10  Aggiornato: 23/9/2014 21:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Interessante, per caso c'è qualche percentuale?
Confesso che non riesco a leggerlo questo articolo...
Sono arrivato all'omosessualità "turistica"...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
Merio
Inviato: 24/9/2014 0:08  Aggiornato: 24/9/2014 0:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/4/2011
Da:
Inviati: 3677
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
[OT]
Citazione:
non sarà che la produzione di carne è ancora molto parcellizzata mentre quella di soia e mais è totalmente controllata da corporations che hanno il potere di veri e propri Stati come Monsanto?

A voi l'ardua sentenza...


In Italia dovrei fare un po' di ricerca mentre per gli USA ho trovato questi dati:

Meat industry

Citazione:
The meat and poultry industry is the largest segment of U.S. agriculture. Total meat and poultry production in 2012 reached more than 92.9 billion pounds, up 600 million pounds from 2011.[...]
In 2010, more than 487,600 workers were employed in the meat and poultry packing and processing industries. Their combined salaries total more than $19 billion.

Through its production and distribution linkages, the meat and poultry industry impacts firms in all 509 sectors of the U.S. economy, in every state and every congressional district in the country.

In all, companies involved in meat production, along with their suppliers, distributors, retailers and ancillary industries employ 6.2 million people in the U.S. with jobs that total $200 billion in wages.

Through direct taxes paid, these companies and their employees provide $81.2 billion in revenues to federal, state and local governments. The consumption of meat and poultry generates $2.4 billion in state sales taxes.

The meat and poultry industry's economic ripple effect generates $864.2 billion annually to the U.S. economy, or roughly 6% of the entire GDP.

In 2009, meat and poultry industry sales totaled $154.8 billion.


Qua ci sono altri dati:

other data

Nel 2011 le vendite totali erano sui 185 miliardi di $.

Vediamo la soia:

soy

Una cosa interessante:

Citazione:
[...]About 85 percent of the world’s soybean crop is processed into meal and vegetable oil, and virtually all of that meal is used in animal feed. Some two percent of the soybean meal is further processed into soy flours and proteins for food use. Approximately six percent of soybeans are used directly as human food, mostly in Asia. The oil component of crushed soybeans is primarily used for human consumption, although the proportion used for biodiesel production is growing rapidly, especially in the U.S.[...]


Stiamo parlando essenzialmente di soia della monsanto perchè il mercato è saturo di questa qua (purtroppo).

Data

Sembra che nel 2011 abbiano fatturato sui 5 miliardi di $

Vediamo il mais:

corn...

Anche qui un bel po' va a finire nella pancia degli animali, e un altro po' a fare biocombustile., poi ci siamo noi.

Non so trovare le vendite, forse perchè il prezzo varia parecchio, comunque devono essere huge...

Anche qua direi che Monsanto la fa da padrona.

Monsanto

Se revenue vuol dire fatturato, allora la Monsie ha fatto quasi 15 miliardi di $ nel 2013.

Guardiamo chi comanda la baracca:

Citazione:
As of December 2013. the members of the board of directors of Monsanto were:[69]
Gregory H. Boyce, Chairman and CEO of Peabody Energy Corporation
David L. Chicoine, president of South Dakota State University
Janice L. Fields, former president of McDonald’s USA, LLC, a subsidiary of McDonald’s Corporation.
Hugh Grant, president and CEO
Arthur H. Harper, managing partner of GenNx360 Capital Partners
Laura K. Ipsen, corporate vice president of Microsoft Corp.'s Worldwide Public Sector organization.
Gwendolyn King, president of Podium Prose, a speakers bureau
C. Steven McMillan, former chairman and CEO of the Sara Lee Corporation
Jon R. Moeller, chief financial officer of The Procter & Gamble Company.
William U. Parfet, chief executive officer of MPI Research Inc.
George H. Poste, chief executive of Health Technology Networks
Robert J. Stevens, executive chairman of the board of Lockheed Martin Corporation


Però, che dire... che bella gente.

Prima, o poi lo scriverò un articolo su questa azienda.

Cercherò di essere il più obbiettivo possibile, ma sarà dura.
[OT]

La libertà di parola senza la libertà di diffusione è come un pesce rosso in una vasca sferica...
Ezra Pound
NiHiLaNtH
Inviato: 24/9/2014 10:59  Aggiornato: 24/9/2014 10:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
è una lobby che nel tempo è diventata sempre più potente


perchè l'HANNO fatta diventare potente

Citazione:
Gli antichi greci e anche gli antichi romani andavano indifferentemente con uomini e donne


e ragazzini

esattamente come fannno le persone che controllano la chiesa cattolica e la lobby gay

Nomit
Inviato: 24/9/2014 11:04  Aggiornato: 24/9/2014 11:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/1/2011
Da:
Inviati: 1549
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Chi sono le persone che controllano la chiesa cattolica e le lobby gay?

toussaint
Inviato: 24/9/2014 11:43  Aggiornato: 24/9/2014 11:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
bravo merio, hai visto chi ci trovi nel CDA della Monsanto?
Procter & Gamble, McDonald's (toh, incredibile, l'unica corporation attiva nel mercato della carne, a casa mia si chiama "investimento a copertura", comunque vada sarà un successo ), la Lockheed (!!!) e addirittura un rettore d'università che immagino sponsorizzi un bel pò di ricerche su quanto fanno bene soia e mais.
Tutti interessati alla nostra salute, naturalmente.
e mai uno che dica che la soia rende impotenti e soprattutto sterili i maschi.
e qui torniamo allo spopolamento.
sarà un caso che modello gay e modello vegetarian-vegano vadano di pari passo?

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Nomit
Inviato: 24/9/2014 13:19  Aggiornato: 24/9/2014 13:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 4/1/2011
Da:
Inviati: 1549
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Coso, soia e mais, nel mondo, sono coltivati principalmente come mangimi per il bestiame, in percentuali anche dell'80-90%. Guarda sul sito italiano della stessa Monsanto, per esempio http://www.monsanto.it/
http://www.monsanto.it/_pdfs/catalogo-dekalb-2014.pdf

Quanto alla sterilità, l'unico pregio della carne è che potrebbe appunto ridurre la fertilità, cosa positiva ed auspicabile!
http://www.informazionealimentare.it/?p=1270
http://www.informazionealimentare.it/?p=1579

Non capisco cosa avrebbero a che fare "modello gay e modello vegetariano", resta il fatto che se avessimo consumato meno petrolio probabilmente le guerre in Medio Oriente sarebbero state molte di meno, l'11 settembre sarebbe stato magari l'11 settembre del 2050, il thread di Marsi sarebbe stato "conoscere l'ebraismo" o "conoscere il comunismo" e si troverebbero su un altro sito perché questo non esisterebbe, l'Islam forse non sapremmo neanche cosè e nessuno avrebbe mai perso un solo minuto di sonno per i crocifissi nelle aule.

toussaint
Inviato: 24/9/2014 15:17  Aggiornato: 24/9/2014 15:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Coso, se non mangi carne le proteine le devi prendere con la soia, unico vegetale che ne ha nelle quantità necessarie al corpo umano.
Quanto alla somiglianza tra modello gay e modello vegetariano, io parlo dei modelli non dell'essere gay o vegetariano, mi sembrava ormai chiaro ma è sempre meglio ripeterlo.
La somiglianza sta nel fatto che in questo momento sono spinti al massimo dai media e dal marketing.
Addirittura su Repubblica c'era un servizio corredato di foto sul tema "I Vegani sono più belli"...
Ed è anche in questo modo che si distrugge una cultura.
Infatti vorrei vedere come cazzo si fa una carbonara con la soia...



edit: la carbonara, ossia una delle prove ontologiche dell'esistenza di Dio...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Merio
Inviato: 24/9/2014 15:17  Aggiornato: 24/9/2014 15:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/4/2011
Da:
Inviati: 3677
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Gli ho riposto a Toussaint nell'angolo della salute.

Non ha tutti i torti sai.

La libertà di parola senza la libertà di diffusione è come un pesce rosso in una vasca sferica...
Ezra Pound
Red_Max
Inviato: 27/9/2014 14:19  Aggiornato: 27/9/2014 14:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Premesso che considero l'omosessualità un disturbo del comportamento
Dobbiamo forse considerare l'anoressia nervosa un "orientamento alimentare"?

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
redribbon
Inviato: 3/10/2014 3:44  Aggiornato: 3/10/2014 3:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/1/2006
Da: Firenze
Inviati: 614
 Re: Lettera di un ragazzo omosessuale
Citazione:
1) Da qualche decina d’anni nel mondo occidentale si è assistito ad una grande apertura verso il mondo LGBT (Lesbiche - Gay – Bisessuali – Transgender), è frutto di un rinnovato sentimento filantropico o c’è dell’altro?


C'è dell'altro, anzi, è l'altro il vero fine:
LA DISSOLUZIONE DELLA MORALE, IL MONDO AL CONTRARIO,
non certo il benessere degli uomini,
ha risposto molto bene Blondet già nel 1994:
http://www.comeunafonte.it/index_file/Page2235.htm

Citazione:
Attenzione: quando, presto, le unioni gay saranno riconosciute dalla legge, sarete perseguibili penalmente, perchè colpevoli di "discriminazione" in base al sesso (o alla religione o alla razza).
Giorno dopo giorno, nella repubblica italiana, la "legalità" si allontana sempre più dalla giustizia e dalla verità (la giustizia non è altro che verità, spiegò San Tommaso).
È positivamente vietato chiamare male il male. A poco a poco, la mentalità collettiva, il costume, si abituano a questa sovversione morale. Al punto che ci si crea un complesso d'inferiorità quando, come cittadini, chiediamo per esempio punizioni gravi per i colpevoli di crimini gravi.
Ma come, proprio tu, cristiano, chiedi l'ergastolo per un omicida? I rigori della legge per gli immigrati clandestini? La costrizione per i drogati che rubano? Dov'è la tua carità? Molti "buoni cristiani" alimentano questo clima, per una falsa spiritualità. Ci chiedono di convivere con drogati, ladri e assassini per solidarietà e carità. Non vogliono imporre il bene con la legge penale. Ci ricordano che il nostro dovere è "perdonare" sempre (e i giornalisti della tv, alla moglie di un orefice appena trucidato dai rapinatori, chiedono con urgenza grottesca: "Perdona quei ragazzi?").

“datemi il controllo della moneta di una nazione e non mi importa di chi farà le sue leggi”

Mayer Amschel Rothschild

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA