Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Economia : Come è divisa la ricchezza nel mondo
Inviato da Redazione il 26/7/2013 3:00:00 (12181 letture)



Testo del video:

Oggi si parla molto dell'ineguaglianza, e del fatto che l'1% dei più ricchi abbia così tanto di più di tutti gli altri. Il discorso però è focalizzato soprattutto sugli Stati Uniti, mentre sembra che la situazione dell'ineguaglianza sia molto simile anche a livello globale.

Questi sono i risultati di una serie di ricerche fatte su fonti affidabili, come ad esempio le Nazioni Unite.

Mentre risulta che le cose siano decisamente sbilanciate negli Stati Uniti, la situazione è addirittura peggiore se si guarda al mondo intero.

Cominciamo con questo grafico, che rappresenta una distribuzione perfettamente equilibrata delle ricchezze fra tutte le persone viventi, divise in cinque gruppi uguali fra loro.

Vediamo adesso quanto ciascun gruppo veramente possiede rispetto agli altri. L'80% della popolazione mondiale non ha praticamente nessuna ricchezza. È addirittura difficile vederli, nel grafico.

Mentre il 2% fra i più ricchi possiede più ricchezze di metà del resto del mondo.

Guardiamo il grafico in un altro modo. Prendiamo l'intera popolazione mondiale, 7 miliardi di esseri umani, e riduciamola ad un numero di 100 individui che li rappresentino tutti. Eccoli qua. La gente più povera è a sinistra, la più ricca a destra. Vediamo ora come è distribuita la ricchezza totale del mondo, circa 223 mila miliardi di dollari.

La stragrande maggioranza della gente non ha praticamente nulla. Nulla con cui pagare l'educazione ai propri figli, nulla con cui comprarsi le medicine più essenziali. Mentre l'1% dei più ricchi ha accumulato il 43% di tutta la ricchezza mondiale.

L'80% alla base, nel frattempo, dispone di circa il 6% delle ricchezze mondiali, da dividersi fra loro.

Ma nemmeno questo mostra quanto estrema sia diventata la situazione. Le 300 persone più ricche di questa terra hanno la stessa ricchezza dei 3 miliardi di persone più povere della terra. In altre parole, un gruppo di persone che può stare dentro un aereo di medie dimensioni, possiede più ricchezza dell'intera popolazione dell'India, della Cina, degli Stati Uniti e del Brasile messe insieme

La differenza si vede anche geograficamente, con uno scarto sempre maggiore tra le poche nazioni più ricche e il resto del mondo.

Per la maggior parte della storia, le cose sono state molto più equilibrate. Duecento anni fa le nazioni più ricche erano soltanto tre volte più ricche di quelle più povere. Alla fine del colonialismo, negli anni 60, erano 35 volte più ricche. Oggi sono circa 80 volte più ricche.

Le nazioni più ricche cercano di compensare la differenza, offrendo aiuto alle nazioni più povere: circa 130 miliardi di dollari all'anno, che sono una bella cifra. Ma allora, perché lo scarto a livello mondiale continua a crescere?

Uno dei motivi è che le grandi corporation tolgono alle nazioni più povere circa 900 miliardi di dollari all'anno, attraverso una forma di frode fiscale basata sulla manipolazione dei prezzi nel commercio.

Oltre a questo, le nazioni più povere pagano circa 600 miliardi di dollari all'anno di debito alle nazioni più ricche, su prestiti che vengono ripagati molto più di una volta. E poi ci sono i soldi che le nazioni povere perdono a causa delle regole sul commercio imposte delle nazioni più ricche, che grazie a queste regole hanno un più facile accesso alle loro risorse e ad una manodopera a basso costo.

Gli economisti dell'università del Massachusetts hanno calcolato che questo venga a costare alle nazioni più povere circa 500 miliardi di dollari all'anno.

Se si mette tutto insieme, risultano circa 2 mila miliardi di dollari che fluiscono ogni anno dalle nazioni più povere verso quelle più ricche.

I governi delle nazioni più ricche amano dire che vogliono aiutare le più povere a svilupparsi, ma chi sta veramente aiutando chi a svilupparsi, a questo punto?

Questo fa pensare che ci sia qualcosa di profondamente sbagliato nelle regole fondamentali dell'economia globale.

Non può essere giusto che la ricchezza del nostro pianeta sia stata tutta concentrata in questo modo nelle mani di un numero così ridotto di persone.

L'unica soluzione ragionevole, e l'unica speranza, sembra essere quella di cambiare le regole.

Fonte THERULES.ORG

Traduzione di Massimo Mazzucco per luogocomune.net

Voto: 8.00 (8 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Redazione
Inviato: 26/7/2013 3:18  Aggiornato: 26/7/2013 3:18
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Ho certato sul sito therules, ma non sono riuscito a trovare le fonti per le cifre citate nel video.

Comunque, a occhio, mi sembra che non ci sia nulla di sorprendente.

krom2012
Inviato: 26/7/2013 3:58  Aggiornato: 26/7/2013 3:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
L'unica soluzione ragionevole, e l'unica speranza, sembra essere quella di cambiare le regole.


Con l'"1%" al potere e il restante sistema asservito è praticamente impossibile cambiare le regole, prima occorre sbarazzarci di questi parassiti criminali e rieducare tutti i loro complici che sono quasi il 99%!

Vorrei segnalare un articolo che trovo attinente alla discussione:

40 motivi per scendere in strada tutti i giorni

...il cielo è sempre più bianco...
Redazione
Inviato: 26/7/2013 4:21  Aggiornato: 26/7/2013 4:21
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Ovviamente, la chiusa che "bisogna cambiare le regole" è ridicola, perchè le regole le controlla il famoso 1 per cento.

A parte quello, ho trovato interessante la parte che riguarda il modo in cui le nazioni ricche "aiutano" quelle povere.

krom2012
Inviato: 26/7/2013 4:36  Aggiornato: 26/7/2013 4:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
ho trovato interessante la parte che riguarda il modo in cui le nazioni ricche "aiutano" quelle povere.


visti i risultati, si sono proprio messi d'impegno! E' un mondo all'incontrario! Evoluti come siamo dovremmo avere al massimo l'1% di povertà e vergognarci che non siamo riusciti ancora ad estinguerla, invece la povertà riguarda la maggioranza assoluta! E' il colmo!

...il cielo è sempre più bianco...
Escape2013
Inviato: 26/7/2013 6:26  Aggiornato: 26/7/2013 6:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/5/2013
Da:
Inviati: 358
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Queste parole di Eisenhower risalenti giusto a 60 anni fa (fonte Wikipedia) a me fanno effetto, considerando chi lui fu.

« Ogni arma da fuoco prodotta, ogni nave da guerra varata, ogni missile lanciato significa, in ultima analisi, un furto ai danni di coloro che sono affamati e non sono nutriti, di coloro che hanno freddo e non sono vestiti. Questo mondo in armi non sta solo spendendo denaro. Sta spendendo il sudore dei suoi operai, il genio dei suoi scienziati, le speranze dei suoi giovani. [...] Questo non è affatto un modo di vivere, in alcun senso legittimo. Dietro le nubi di guerra c'è l'umanità appesa ad una croce di ferro. »

In ultimo altra citazione di un tipo qualunque, Henry Ford:
"È un bene che il popolo non comprenda il nostro sistema economico e monetario, perché se accadesse credo che scoppierebbe una rivoluzione prima di domani mattina."

Che nell'era della comunicazione globale le cose siano uguali a 60 od 80 anni fa giustifica il dominio schiacciante delle élites.

Meno parole, più forca.

peonia
Inviato: 26/7/2013 8:14  Aggiornato: 26/7/2013 8:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Verrebbe da dire sì meno parole e più forca, d'istinto, ma se l'uomo non prende coscienza di sè, della sua sovranità individuale, e che TUTTI insieme possiamo e dobbiamo impedire la sopraffazione, lo sfruttamento dell'uomo su gli altri uomini, poco a lungo cambierebbero le cose...è già successo, sempre, ma i tiranni, gli sfruttatori, gli egoisti, i criminali, sono sempre di più e prosperano...
quindi anche se una parte di noi li vorrebbe vedere stecchiti...poco servirebbe alla causa DEFINITIVA...

EDIT: nel frattempo...
L'Italia sta preparando l'esercito per gestire eventuali sommosse!

L'Italia sta preparando l'esercito per gestire eventuali sommosse popolari che potrebbero avvenire nei prossimi mesi: è quanto emerge dall'analisi della "direttiva ministeriale in merito alla politica militare per l'anno 2013". In caso di disordini potrebbe inoltre essere impiegata la polizia europea: non dimentichiamoci che il nostro paese ha aderito anche al "trattato di Velsen" che ha istituito il corpo di polizia sovranazionale dai poteri illimitati, Eurogendfor: il cui comando è affidato alla NATO (quindi agli USA!) pur operando in Europa...

Euro-rigore ad ogni costo: ora si prepara anche l’esercito
L’Italia sta per subire uno choc socio-economico così forte da provocare disordini e rivolte: la profezia che Gianroberto Casaleggio ha affidato a Gianluigi Nuzzi è così realistica che se ne starebbe occupando persino l’esercito, nell'eventualità di dover rinforzare l’ordine pubblico in previsione di sommosse, provocate dal regime europeo dell’austerity. Lo sostengono Eugenio Orso e Anatolio Anatoli, che nel loro blog analizzano la recentissima “Direttiva ministeriale in merito alla politica militare per l’anno 2013” emanata dal ministero della difesa, retto dall’ex Pdl Mario Mauro, ora montiano. L’aspetto sconcertante, osservano i due analisti, riguarda l’impegno diretto delle forze armate verso obiettivi non propriamente militari: e cioè il rispetto assoluto dei trattati europei dell’austerity a cominciare dalla intangibilità dell’Eurozona, condizioni che vengono elevate al rango di elementi-chiave per la sicurezza nazionale.
La premessa è fosca, in una cornice di guerra imminente: «Non può essere ignorata la possibilità, per quanto remota, di un coinvolgimento del paese e Eurogendfor, gendarmeria europea antisommossadel sistema di alleanze del quale siamo parte in un confronto militare su vasta scala e di tipo “ibrido”, ovvero che implichi sia operazioni convenzionali, sia operazioni nello spettro informativo, sia operazioni nel dominio cibernetico», afferma il ministero. «Elemento irrinunciabile della politica nazionale è anche il pieno rispetto degli impegni assunti in sede europea». Impegni che il ministero della difesa considera «finalizzati a garantire la stabilità di lungo periodo della moneta comune e, con essa, dell’intero sistema economico comunitario». Proprio la stabilità dell’Eurozona «deve essere considerata come essenziale per il perseguimento del fine ultimo, costituito dalla sicurezza del sistema internazionale e delle relazioni politiche ed economiche che in questo si sviluppano».
L’Italia, pertanto, «deve operare con determinazione per azzerare il deficit di bilancio e ricondurre nei tempi previsti il debito pubblico entro i limiti stabiliti a livello europeo». Strano che ad occuparsi di questo tema non sia il ministero dell’economia, ma quello della difesa. «Il mantenimento di una consapevole disciplina di bilancio lungo un arco di tempo pluriennale – conclude la nota – rappresenterà, quindi, un vincolo ineludibile nella definizione delle scelte in materia di difesa che, negli anni, saranno adottate». Mettendo insieme questi punti e sapendo leggere fra le righe, scrivono Orso e Anatoli, il quadro che ne esce è a dir poco preoccupante: «Obbiettivo primario è il pareggio di bilancio, il mantenimento e la difesa dell’euro a qualsiasi costo (anche a costo del sangue della popolazione) e il conseguente mantenimento dell’Italia, checché ne dica il popolo, nel lager Un reparto dell'esercito in tenuta antisommossadell’Eurozona, fondamentale spazio globalista in cui rinchiudere i popoli europei adattandoli, con le buone o con le cattive, al nuovo ordine neocapitalistico».
Il vincolo ineludibile della disciplina di bilancio nel lungo periodo informa anche le scelte in materia di difesa e di impiego delle forze armate, perché, sempre leggendo fra le righe, «la minaccia risulta chiara: se il popolo ridotto allo stremo si ribellerà – a partire dall'autunno inverno di quest’anno, poniamo – non si esiterà a impiegare la forza, armata, per ridurlo a più miti consigli, in un possibile conflitto “ibrido” in cui molte saranno le armi impiegate, accanto a quelle convenzionali». Ed ecco che quella “possibilità remota” di coinvolgimento militare in un conflitto «diverrebbe drammaticamente concreta», al punto che «la forza militare nazionale sarebbe impiegata, da uno spregevole governo collaborazionista degli occupatori del paese, contro lo stesso popolo italiano, a vantaggio, come si scrive nel testo riportato, della stabilità di lungo periodo della moneta Alpini già schierati a Chiomonte contro i No-Tavcomune, controllata da entità private euroglobaliste, nonché del mantenimento di una consapevole disciplina di bilancio (ormai recepita in Costituzione) lungo un arco di tempo pluriennale».
Per Orso e Anatoli, il messaggio è inequivocabile: «In presenza di disordini sociali estesi, ai quali la repressione poliziesca e dei carabinieri non riuscirà a far fronte, scenderanno in campo le forze armate». Scenario possibile? «Se ti tolgono il lavoro, la sicurezza, la possibilità di un minimo di pianificazione dell’esistenza e persino il cibo», è facile che si possa ricorrere all’uso di armi magari improprie, per «spaccare tutto, cercando di fermare i tuoi nemici», scrivono i due blogger, che accusano i politici italiani di essere «collaborazionisti dell’euro-nazismo, dell’atlantismo, dell’Occidente, del libero mercato globale e della liberaldemocrazia». Autunno caldo: «Il rischio di estesi sociali disordini, in Italia, è quindi un rischio reale», anche se Letta e Napolitano «continuano a negare l’evidenza».

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
invisibile
Inviato: 26/7/2013 8:46  Aggiornato: 26/7/2013 8:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Escape2013

Citazione:
Meno parole, più forca.

Meno parole si. La forca non ha mai funzionato.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Lestaat
Inviato: 26/7/2013 9:11  Aggiornato: 26/7/2013 9:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
"Verrebbe da dire sì meno parole e più forca, d'istinto, ma se l'uomo non prende coscienza di sè, della sua sovranità individuale, e che TUTTI insieme possiamo e dobbiamo impedire la sopraffazione, lo sfruttamento dell'uomo su gli altri uomini, poco a lungo cambierebbero le cose...è già successo, sempre, ma i tiranni, gli sfruttatori, gli egoisti, i criminali, sono sempre di più e prosperano...
quindi anche se una parte di noi li vorrebbe vedere stecchiti...poco servirebbe alla causa DEFINITIVA..."

"La forca non ha mai funzionato"

Quindi meglio non fare nulla e aspettare che l'umanità si illumini giusto?
Tranquilli, domani, domani.
Domani di sicuro avviene l'illuminazione e tutto cambierà senza spargimenti di sangue, senza che nessuno si faccia nemmeno male.

Siate seri.

La forca HA SEMPRE funzionato.
Il problema che poi il potere, per suo implicito funzionamento, ripresenti poi gli stessi problemi è un altro discorso.
Il punto non è l'illuminazione dell'essere umano, ma il rendersi conto che il potere va eliminato ogni volta che degenera, perchè tanto accadrà.

(Qualcuno la chiamava: Rivoluzione Permanente)

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
krom2012
Inviato: 26/7/2013 9:27  Aggiornato: 26/7/2013 9:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
L'Italia sta preparando l'esercito per gestire eventuali sommosse!


Sommosse di chi? Gli italiani DORMONO. Gli americani sono in coma forse irreversibile.

Citazione:
rendersi conto che il potere va eliminato ogni volta che degenera, perchè tanto accadrà


Prima si taglia la testa al toro e meglio sarà per tutti o aspettiamo l'illuminazione quando la pancia sarà mezza vuota? Meglio prevenire che curare. Sciopero ad oltranza e organizzare resistenze tanto per cominciare. Volontari?

...il cielo è sempre più bianco...
wendellgee
Inviato: 26/7/2013 9:42  Aggiornato: 26/7/2013 9:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/1/2013
Da:
Inviati: 700
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
E' un video davvero interessante, peccato che sul sito non ci siano le fonti. Infatti il punto è sempre quello, se parlo pubblicamente di questo video ci sarà sempre qualcuno che mi dirà: "Si, ma chi lo dice che queste cifre siano vere? Come sono calcolate? A che studio economico si riferiscono?" Da li in poi la discussione diventa una baruffa sul credere o non credere a questo video, e questo permette a tanti di nascondersi dietro il muro della disinformazione.

Come mi fa incazzare chi fa un lavoro così bello, e, dopo tanta fatica, non permette a nessun altro (neanche a se stesso, se occorresse) di verificare i risultati.

Il mio blog:
lumiebarlumi.blogspot.com
krom2012
Inviato: 26/7/2013 9:49  Aggiornato: 26/7/2013 9:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
verificare i risultati


Non credo servano fantomatiche fonti e verifiche per capire che così non funziona.

...il cielo è sempre più bianco...
invisibile
Inviato: 26/7/2013 9:51  Aggiornato: 26/7/2013 9:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Lestaat

Citazione:
Quindi meglio non fare nulla e aspettare che l'umanità si illumini giusto?

Non ho detto questo.

Citazione:
Siate seri.

Lo sono.

Citazione:
La forca HA SEMPRE funzionato.
Il problema che poi il potere, per suo implicito funzionamento, ripresenti poi gli stessi problemi è un altro discorso.
Il punto non è l'illuminazione dell'essere umano, ma il rendersi conto che il potere va eliminato ogni volta che degenera, perchè tanto accadrà.

Per cui non ha MAI funzionato. Lo hai detto tu ed era proprio quello che intendevo io.
Se la malattia ritorna SEMPRE significa che non sei guarito.

Il potere non va eliminato "ogni volta che degenera", perché degenera SEMPRE. E' insito nel potere stesso la sua degenerazione, perché l'essere umano non é fatto per avere potere.

E' il potere stesso che va eliminato perché é lui la causa della malattia.

Dopo vari millenni di tentativi sempre falliti forse é ora di rendersene conto che non funziona, che non può funzionare.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
krom2012
Inviato: 26/7/2013 10:08  Aggiornato: 26/7/2013 10:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
E' il potere stesso che va eliminato perché é lui la causa della malattia.


Quindi che soluzioni hai per eliminare il potere attuale?

...il cielo è sempre più bianco...
Calvero
Inviato: 26/7/2013 10:13  Aggiornato: 26/7/2013 10:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
____________________
_______________

Esattamente, non servono le fonti per capire che pochissimi la mettono in culo a tantissimi.

Azzo! c'è qualcosa che non mi torna, com'è 'sta cosa?? .. ma non era che quando si è in pochi, col piffero che batti quelli che sono in tanti?? non è così che ti insegnano sin dalla scuola (l'unica cosa sana che insegnano)?? ... ma per la madonna, invece niente; quelli che sono in pochi battono i tanti. MAH, misteri della vita.

Ma poi: - come l'hanno risolta i cattivoni questa cosa nell'era moderna dove tutti sanno essere un diritto - i diritti umani?

.. perché, no dico, i cattivoni, una volta, quando la risolvevano a suon di Caste, Nobili e Plebei, ricchi e schiavi negri, Imperi e "Dei" su di un trono ... Ok .. era così; dichiaratamente dispotici e, candidamente, dove neanche c'era bisogno di nascondere il proprio rango finanche violenza e Leggi del taglione, perché IL - "TACI tu che sei nato dalla parte sbagliata!" .. era chiaro, sotto al Sole, più cristallino dell'acqua Levissima e di quel venduto che dopo aver scalato le montagne ti fa scolare le stronzate ..

.. ma oggi, oggi, come la risolvono? ..

.. ah ecco, che sbadato, ti fanno votare.

Benissimo, e come per i motociclisti "carne da macello", per gli "annoiati" e i "signori del profitto": - cazzi nostri e continuino a incularci, fanno solo che bene.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Lestaat
Inviato: 26/7/2013 10:17  Aggiornato: 26/7/2013 10:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@invisibile

Va da se, se hai compreso il mio ragionamento, che sono daccordo con l'asserzione:

Citazione:
E' il potere stesso che va eliminato perché é lui la causa della malattia.


Ma tu pretenderesti che QUESTA umanità, questa società lo faccia?
Oltretutto, anche fosse che la società avesse, nel suo complesso, capito che il problema è il potere, COME lo si toglie a lor signori? Dicendogli che sbagliano perchè son parte del potere? Con i fiorellini? Con tante coccole?

Il mondo E' questo. Non è un altro.
Se è vero che l'evoluzione va avanti a forza de "ognuno nel suo piccolo" è altrettanto vero che se non ci si mette in gioco seriamente, anche con la propria vita, le istanze portate avanti da quell' "ognuno nel suo piccolo" vengono soggiogate dal potere imperante se non lo si leva di torno.
E' una contraddizione in temrini.
Anche volendo ammettere che sia possibile eliminare "il potere" il giorno in cui l'umanità sarà sufficientemente evoluta da comprendere che è il potere che non funziona, BEH.....NON CI SARA' PIU' QUEL POTERE perchè sarà già sparito.
Ma nel frattempo che facciamo? Niente forca perchè tanto non cambia nulla quindi lasciamo che tutto prosegua senza fare nulla?

Te lo ripeto.
SI SERIO

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
Calvero
Inviato: 26/7/2013 10:22  Aggiornato: 26/7/2013 10:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
Questo fa pensare che ci sia qualcosa di profondamente sbagliato nelle regole fondamentali dell'economia globale.



Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
wendellgee
Inviato: 26/7/2013 10:33  Aggiornato: 26/7/2013 10:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 17/1/2013
Da:
Inviati: 700
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Ho letto qualche commento sulla forca, il potere, e la testa mi si è riempita di pensieri.
Il primo è che sembra assurdo che il 99% delle persone lavorino per il bene di un piccolo 1%. Come ci riesce un gruppo così minuscolo ad assoggettare l'umanità? La domanda è forse ingenua, ci riescono con il potere dato dai soldi e dalle armi. Però, senza la collaborazione chi di quei soldi li accetta, e quelle armi le usa, il potere dei ricchi sarebbe inefficace.
Sicuramente il punto forte del sistema è l'inconsapevolezza del 99% di rappresentare una forza immensa e assoggettata da un minuscolo 1% con la propria assurda collaborazione. Ma forse c'è dell'altro.
Ad esempio la convinzione radicata (ma tutta da dimostrare) che le ricchezze (quelle reali, non i soldi) non sarebbero sufficienti per tutti, se fossero ripartite più equamente tra la popolazione, e quindi, è meglio combattere per accedere all'elite che le controlla, piuttosto che disperderle inutilmente.
Cosa ne pensate?

Il mio blog:
lumiebarlumi.blogspot.com
krom2012
Inviato: 26/7/2013 10:37  Aggiornato: 26/7/2013 10:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
Questo fa pensare che ci sia qualcosa di profondamente sbagliato nelle regole fondamentali dell'economia globale.


Regole? In realtà sono truffe!

Oltre alla genialata del voto, ci sono ancora re e regine in tante nazioni, pensa come siamo evoluti! In Italia i mass-media non hanno parlato d'altro che la nascita del nuovo rettile!
Eliminare il potere significa anche demolire tutte le gerarchie di coglioni che hanno creato le autorità, cioè un insieme di coglioni che si danno gli ordini, ad esempio i militari drogati schiavi!
Le piramidi vanno distrutte, il sistema deve essere orizzontale e senza azioni concrete non se ne esce da questa spirale.

...il cielo è sempre più bianco...
invisibile
Inviato: 26/7/2013 10:52  Aggiornato: 26/7/2013 10:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Lestaat

Te lo ripeto, sono serio.

Citazione:
Ma tu pretenderesti che QUESTA umanità, questa società lo faccia?

Sono serio, per cui la risposta é no.

Citazione:
Oltretutto, anche fosse che la società avesse, nel suo complesso, capito che il problema è il potere, COME lo si toglie a lor signori?

Questa é la parte facile. si gira le spalle al potere. Ma bisogna essere la maggioranza. Gandhi l'ha fatto e ha funzionato. Ma é stato un episodio isolato e non completo, nel senso che non hanno girato le spalle al potere, solo a quello inglese, per cui dopo si sono ritrovati da capo.
L'esempio di Gandhi dimostra che funziona ma va applicato fino in fondo. Va applicato alla causa della malattia che non é il potere inglese, cinese o americano. E' IL POTERE.

Citazione:
Il mondo E' questo. Non è un altro.
Se è vero che l'evoluzione va avanti a forza de "ognuno nel suo piccolo" è altrettanto vero che se non ci si mette in gioco seriamente, anche con la propria vita, le istanze portate avanti da quell' "ognuno nel suo piccolo" vengono soggiogate dal potere imperante se non lo si leva di torno.
E' una contraddizione in temrini.

Io metto in gioco la mia vita ogni giorno. E ne pago il prezzo.
Te l'ho detto che sono serio.
La contraddizione che illustri esiste, ma solo perché chi gira le spalle al potere sono una minoranza. Se si arriverà un giorno ad essere la maggioranza sarà tutto finito, come dici bene dopo:

Citazione:
Anche volendo ammettere che sia possibile eliminare "il potere" il giorno in cui l'umanità sarà sufficientemente evoluta da comprendere che è il potere che non funziona, BEH.....NON CI SARA' PIU' QUEL POTERE perchè sarà già sparito.

E' l'unico modo. Non puoi curare il cancro con sostanze cancerogene. Puoi far sopravvivere, male, per un certo periodo. Ma la malattia vincerà, perché non hai rimosso la causa.

Citazione:
Ma nel frattempo che facciamo? Niente forca perchè tanto non cambia nulla quindi lasciamo che tutto prosegua senza fare nulla?

Siccome l'unico modo è rimuovere la causa, il desiderio di potere, é necessario fare in modo che questo desiderio non ci sia più.
E' molto semplice il "meccanismo".
L'applicazione molto difficile perché é come cercare di curare un malato che NON VUOLE GUARIRE.

L'unico modo é riuscire a fare in modo che il malato voglia guarire.

Per arrivare a questo non é necessario che tutta l'umanità si "illumini", basta molto meno. Basta che la gente capisca che il potere rende infelici, disperati e che a causa di quel desiderio buttano la loro vita nel cesso. Che sacrificano la meraviglia della Vita per una cosa stupida e che alla fine gli fa solo male.
Molti lo hanno capito, molti di più di quello che si può supporre. A livello inconscio forse addirittura la maggioranza. Ma quasi nessuno sa che NON E' SOLO. Tutti pensano di essere i soli e si chiudono in se stessi.
C'è moltissimo da fare, oggi. Moltissimo.

Nel mio "piccolo" ho ripetutamente, negli anni, osservato che cambiando me stesso (e tenendo duro rispetto alla pressione enorme della società), le persone con cui entro in contatto vengono contagiate. Anche se non lo faccio di proposito, con intenzione, molte iniziano a pensare un po diversamente, a comportarsi un po diversamente. E' un processo che richiede tempo e rispetto per l'altro. Totale rispetto.
All'inizio, cambiare me stesso, lo facevo solo per me. Poi ho capito che é impossibile
Il bene é altamente contagioso. Ci sarà un perché no?


Se un giorno l'Uomo diventerà ragionevole non posso saperlo.
Ma sono sicuro che se un giorno accadrà noi non lo vedremo.
Noi possiamo solo vedere l'inizio di questo processo.
Secondo me é già iniziato e il potere lo sa.
Per questo assistiamo ad un aumento della pressione sui popoli. Crisi, guerre, forte accentramento del potere.
Il potere ha paura, paura che la gente capisca quanto é facile e per cui aumentano la pressione, levano TEMPO alle persone di modo che non possano rendersi conto della realtà.
Credo che falliranno.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
krom2012
Inviato: 26/7/2013 11:19  Aggiornato: 26/7/2013 11:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
Questa é la parte facile. si gira le spalle al potere. Ma bisogna essere la maggioranza.


Campa cavallo che l'erba cresce!
Ci sarà sempre un 1% che vuole il potere e lo vuole mantenere, cosa che sta succedendo tuttora, quelli non li cambi più, vai direttamente da loro a fare quel discorso, oppure dillo a chi sta con l'acqua alla gola!

Ovvio che hanno paura, non a caso hanno creato ogni forma di autorità per difendere la "loro" ricchezza, così scorte e auto blu come il pane, in Italia sono i primi in quello! Con l'eurogendfor hanno creato uno stato di polizia.

Falliranno perchè sono dei falliti cagasotto! Ma solo se la maggioranza si sveglierà al più presto, o non abbiamo speranza, il tempo è tiranno!

...il cielo è sempre più bianco...
Lestaat
Inviato: 26/7/2013 11:33  Aggiornato: 26/7/2013 11:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@invisibile

Citazione:
Questa é la parte facile. si gira le spalle al potere. Ma bisogna essere la maggioranza.


Ecco appunto....la magigoranza.....tra un millennio o giù di lì forse accadra...neòl frattempo tutti proni mi raccomando.

Citazione:
Gandhi l'ha fatto e ha funzionato.


Eccola qua.
La solita manfrina di Ghandi che l'ha fatto.
Io voglio proprio vedere Ghandi che ce la fa senza i più di 30 mila morti nelle strade durante le sommosse e senza la wermacht che bombarda Londra.

Citazione:
E' l'unico modo. Non puoi curare il cancro con sostanze cancerogene. Puoi far sopravvivere, male, per un certo periodo. Ma la malattia vincerà, perché non hai rimosso la causa.


Ti ho già detto che sono daccordo.
Ma ADESSO....dico ORA.....QUI....NEL PRESENTE.....
Che facciamo? Niente? Facciamo ognuno nel suo piccolo?
No perchè sai, ognuno nel suo piccolo, quando chi prende le decisioni distrugge la vita del 90% dell'umanità ci si fa solo i cazzetti propri e non si fa un emerito cazzo per cambiare. Puoi chiacchierare tanto ma taaaanto bene, puoi addirittura essere profondo, dire verità assolute alle quali prima o poi tutti arriveranno, più poi che prima, ma NEL FRATTEMPO siamo schiavi.

Citazione:
Nel mio "piccolo" ho ripetutamente, negli anni, osservato che cambiando me stesso (e tenendo duro rispetto alla pressione enorme della società), le persone con cui entro in contatto vengono contagiate. Anche se non lo faccio di proposito, con intenzione, molte iniziano a pensare un po diversamente, a comportarsi un po diversamente. E' un processo che richiede tempo e rispetto per l'altro. Totale rispetto.


Nel tuo piccolo, così come nel mio piccolo, ognuno fa il proprio dovere in base al proprio livello di coscienza.
Ci mancherebbe.
E, te lo ripeto....è giusto.
Ed è così che, nel lungo termine cambia il mondo.
Siamo d'accordo.
Anche attorno a me ho contagiato sai?
Però sai anche cosa?
Ho 40 anni, sono disoccupato, ho la corrente elettrica in riduzione al 30% perchè non posso pagare le bollette, è da una settimana che mangio gli avanzi ricucinati e ri ri cucinati e così sarà fino al 2 di Agosto quando pagate le bollette e fatta la spesa della pensione del mi babbo non rimarra a sufficienza per pagare le nuove bollette (perchè è con quella che campiamo in casa.......ah già...tra le altre cose.....indovina? non ho più nemmeno una casa mia, son dovuto tornare dai miei.....a 40 anni).......ma che figata.....ho un sacco di gente attorno a me che condivide quel che penso....che sa che è il potere il problema.....ne ho contagiati tanti per fortuna in vita mia......ma intanto..........sto alla canna del gas.
E a me va anche bene.
Chettidevodire?
Il principio lo condivido di certo, ma di vita ne ho una sola e vorrei campare, non dico molto, ma almeno una decina di anni, una vita dignitosa. Così sai....c'ho solo questa.


E davvero piantatela tutti quanti di tirar fuori sto cavolo di Ghandi come fosse la briscola.
Senza il popolo in rivolta violenta e i morti nelle strade tra gli inglesi, senza le bombe tedesche il povero Ghandi avrebbe fatto la fine di Biko......

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
invisibile
Inviato: 26/7/2013 11:37  Aggiornato: 26/7/2013 11:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
krom2012

Citazione:
Campa cavallo che l'erba cresce!

Io l'ho detto che noi non lo vedremo...

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Lestaat
Inviato: 26/7/2013 11:50  Aggiornato: 26/7/2013 11:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
Io l'ho detto che noi non lo vedremo...


E allora di che stiamo parlando?
Allora lasciamo fare ai bambini quel che gli pare sempre che tanto quando crescono le capiranno da soli le cose giuste e sbagliate.
E lasciamo anche che un omicida ammazzi quanto gli pare che tanto capirà che sbaglia, anzi, probabilmente lo sa già
E poi lasciamo inquinare che tanto prima o poi tutti capiranno che è sbagliato.

Suvvia.
Lo stai ripetendo, ma non sei serio.
I tuoi principi sono corretti. Il mondo cambierà proprio come dici tu. Ne sono certo. Perchè senza curare la malattia occupandosi dei sintomi, il problema si ripresenta...ovvio, è il tempo che intercorre tra l'oggi e quel momento che però mi preoccupa e rende il tuo discorso un po' futile. Sai, in quel tempo lì, ci scorre la mia vita e quella delle persone che amo....e anche quella di un sei miliardi di persone che come me, non riescono a campare i questo modo. Che dici, sarà il caso di fare qualcosa anche per loro? O ci vogliamo limitare a fare qualcosa per i nostri tris tris tris tris tris tris nipoti?

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
invisibile
Inviato: 26/7/2013 11:53  Aggiornato: 26/7/2013 11:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Lestaat

Citazione:
Ecco appunto....la magigoranza.....tra un millennio o giù di lì forse accadra...

L'ho detto che noi non lo vedremo.

Citazione:
nel frattempo tutti proni mi raccomando.

Io no. Tu nemmeno. e siamo in due...
Io nonostante le enormi difficoltà non ci penso proprio a cambiare direzione.
La Vita é troppo bella.

Citazione:
Io voglio proprio vedere Ghandi che ce la fa senza i più di 30 mila morti nelle strade durante le sommosse e senza la wermacht che bombarda Londra.

Mai detto che non ci sarebbero morti. Mai detto che l'applicazione di Gandhi era perfetta, anzi.

Citazione:
Ma ADESSO....dico ORA.....QUI....NEL PRESENTE.....
Che facciamo? Niente? Facciamo ognuno nel suo piccolo?

Non c'è altro modo. Io non lo conosco un altro modo, ma se tu si lo voglio sapere, seriamente.

Credo che non ci sia altro modo proprio per la natura del problema, della malattia.
Il potere é ACCUMULO. Di persone, di ricchezze. E' il desiderio di accumulo, di possesso la causa.
L'unico modo é rinunciare al possesso, all'accumulo e questo si può fare solo individualmente.
Il comunismo voleva farlo per legge, non ha funzionato.


Citazione:
No perchè sai, ognuno nel suo piccolo, quando chi prende le decisioni distrugge la vita del 90% dell'umanità ci si fa solo i cazzetti propri e non si fa un emerito cazzo per cambiare. Puoi chiacchierare tanto ma taaaanto bene, puoi addirittura essere profondo, dire verità assolute alle quali prima o poi tutti arriveranno, più poi che prima, ma NEL FRATTEMPO siamo schiavi.

Ma guarda che é così da almeno 6.000 anni.
E tutti quelli che hanno provato a cambiare le cose, nella dimensione globale, collettiva, hanno fallito.
Non é che si può dimenticare questa cosa...

Citazione:
Chettidevodire?
Il principio lo condivido di certo, ma di vita ne ho una sola e vorrei campare, non dico molto, ma almeno una decina di anni, una vita dignitosa. Così sai....c'ho solo questa.

Capisco, eccome se ti capisco... ho l'identico problema: riuscire ad avere una vita dignitosa. Non é per niente facile. Ti posso dire che a me la mia ricerca spirituale aiuta molto, molto. Anche in modi che non capisco, non razionali ma qui usciamo fuori dal topic.

Citazione:
E davvero piantatela tutti quanti di tirar fuori sto cavolo di Ghandi come fosse la briscola.
Senza il popolo in rivolta violenta e i morti nelle strade tra gli inglesi, senza le bombe tedesche il povero Ghandi avrebbe fatto la fine di Biko......

Gandhi non é una briscola, magari lo fosse. Ma é importante, molto, perché ha indicato COME SI FA.
Il potere lo avevano gli inglesi. Gli indiani hanno detto NO, noi non lavoriamo più per voi. PUNTO. Gli inglesi non hanno potuto fare niente perché nessuno può cambiare un altro essere umano, é impossibile se lui non te lo permette.
E' una chiave, nulla più.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
invisibile
Inviato: 26/7/2013 11:56  Aggiornato: 26/7/2013 11:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
Allora lasciamo fare ai bambini quel che gli pare sempre che tanto quando crescono le capiranno da soli le cose giuste e sbagliate.

Ottimo.

Citazione:
E lasciamo anche che un omicida ammazzi quanto gli pare che tanto capirà che sbaglia, anzi, probabilmente lo sa già

Pessimo.

Se ci prova con me cerco di farlo fuori prima io.

Non puoi generalizzare lestaat. Io sto solo dicendo che non vedo altro modo. Tu si?

Soffri per la situazione? Non sei solo, siamo in molti.

Non so che dirti. O proponi qualcos'altro che funziona oppure li stiamo.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
invisibile
Inviato: 26/7/2013 12:01  Aggiornato: 26/7/2013 12:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Lestaat

Citazione:
E allora di che stiamo parlando?

Stiamo parlando del fatto che se non si inizia non si potrà mai compiere.
A prescindere da quando si realizzerà.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
hi-speed
Inviato: 26/7/2013 12:16  Aggiornato: 26/7/2013 12:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Beh per stare sul sicuro potrebbero partire dallo “Stato” e dalle cose semplici del tipo

- Sbatti in galera e butti la chiave nel cesso chi ruba soldi pubblici
- Dimezzi gli stipendioni e i pensiononi di tutti i manager pubblici
- Non spendi soldi in cazzate tipo aerei da guerra ed obbrobri esagerati
- Ridistribuisci i soldi risparmiati in lavoro o pensioni più alte

Intanto che ci sono, al posto di grattarsi la borsa, una bella lotta alla criminalità organizzata con sequestro di TUTTI i beni sarebbe cosa buona e giusta.

Mica pretendo che tirino giù dal letto a calci nel sedere R&R.

Questi piccoli interventi, nel nostro piccolo, sarebbero graditi e pure una buona base di partenza da fare immediatamente.

Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Lestaat
Inviato: 26/7/2013 12:23  Aggiornato: 26/7/2013 12:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
Autore: invisibile Inviato: 26/7/2013 12:01:21

Lestaat

Citazione:
E allora di che stiamo parlando?

Stiamo parlando del fatto che se non si inizia non si potrà mai compiere.
A prescindere da quando si realizzerà.


Ma non si inizia COSA?
Ma che dici?
Sono secoli, millenni che è inziata la "tua" via illuminata.
Tu(noi) non sei un cazzo di niente invisibile.
Non siamo arrivati noi, che siccome siamo fichi, abbiamo capito che il mondo va così perchè il potere funziona così sai?
C'è sempre una parte che comprende, che ragiona e che dice che la coasa giusta da fare è un altra, che il problema è il potere in se......
A te starà bene essere parte di un ingranaggio incontrollabile nel quale non puoi fare altro che fare la cosa giusta nel tuo piccolo, ma a me no caro mio.
Cos'è credi forse che siccome ora ci sei tu che hai capito allora siamo finalmente sulla strada giusta?
Guarda che siamo sempre stati sulla strada giusta.
Se prendi l'umanità nel suo complesso e in un ampio arco di tempo, l'umanità E' sulla strada giusta. Quello di cui si sta discutendo invisibile è la nostra vita qui adesso.
E' l'ingiustizia che ORA miete vittime.
E' la schiavitù ad un sistema di pensiero che OGGI rovina la vita delle persone.
Non nel lungo termine. Nel lungo termine i prepotenti soccombono alla coscienza collettiva del giusto.
E senza nessuno disposto ad interpretare il ruolo di colui che quel potere lo distrugge l'evoluzione non può che rallentare a causa del pensiero unico dettato dal potere.
Senza "l'inutile" cattivo che mette sulla forca il potere di turno è all'umanità intera che viene impedito di progredire, di evolvere...
Sarà un mondo meraviglioso....nel frattempo torniamo alle forche, e visto che siamo "evoluti", DOPO magari possiamo anche fare in modo di evitare di ricommettere gli stessi errori di prima.

E invece no.
Perchè le forche non servono a nulla, perchè è immorale, perchè è sbagliato...
E sai perchè la maggior parte delle volte non servono le forche?
Perchè quelli come te, invece di sparare al prepotente e partecipare alla rivolta, lasciano che le rivolte le facciano gli stolti in nome di un qualche ideale posticcio o manipolabile.
Mascherandosi dietro ad una superiorità morale ed etica che diventa solo cinismo.

I potenti vanno eliminati quando non fanno più il bene del popolo e non se ne vanno.
La violenza è sbagliata solo quando è fine a se stessa o quando è ai danni di un più debole.
Usata contro la prepotenza è molto più morale ed etica di qualsiasi bontà.


@hi-speed

Giusto. Ma a quanto pare non è quello che viene fatto. Anzi. Vien fatto il contrario? Quindi che facciamo?
Niente?

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
Spiderman
Inviato: 26/7/2013 12:24  Aggiornato: 26/7/2013 12:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Dai, smettetela di parlar di ste cazzate! Piuttosto, ditemi, come sta il cinno nato alla coppia reale inglese?

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
invisibile
Inviato: 26/7/2013 12:38  Aggiornato: 26/7/2013 12:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Lestaat

La faccio breve.

Citazione:
Perchè le forche non servono a nulla, perchè è immorale, perchè è sbagliato...

No. Perché NON FUNZIONANO.

Citazione:
E sai perchè la maggior parte delle volte non servono le forche?
Perchè quelli come te, invece di sparare al prepotente e partecipare alla rivolta, lasciano che le rivolte le facciano gli stolti in nome di un qualche ideale posticcio o manipolabile.
Mascherandosi dietro ad una superiorità morale ed etica che diventa solo cinismo.

Sbagliato. Tutto. Non sto parlando di moralità, sto parlando di quello che funziona e di quello che non funziona.
E da questo intervento vedo che non mi hai proprio capito, per niente.
Probabilmente é colpa mia, non so...
Se FUNZIONASSE sarei il primo, fidati.

Citazione:
I potenti vanno eliminati quando non fanno più il bene del popolo e non se ne vanno.
La violenza è sbagliata solo quando è fine a se stessa o quando è ai danni di un più debole.
Usata contro la prepotenza è molto più morale ed etica di qualsiasi bontà.

Io sono d'accordo ma il problema é che NON FUNZIONA fino a quando la maggioranza non rinuncia al POTERE. Perché il problema é il potere, non chi ce lo ha o come lo usa, é l'accumulo che é sbagliato in sé.

Continui a non vedere che il mio é un discorso sul funzionamento, non morale.
Se una cosa non ha mai funzionato ci sarà un perché no?
Questo sto dicendo.
Ed é inutile che continui a dire "ma allora cosa facciamo?".
Io te l'ho detto come la vedo e ti ho chiesto se hai una alternativa che può funzionare. Ben venga, mica ho la verità in tasca.
Ma tu continui a proporre una cura che sappiamo per certo che non funziona perché é sempre stato così.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
hi-speed
Inviato: 26/7/2013 12:39  Aggiornato: 26/7/2013 12:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
Giusto. Ma a quanto pare non è quello che viene fatto. Anzi. Vien fatto il contrario? Quindi che facciamo? Niente?


No no si inizia da subito con dare più visibilità a chi cerca di cambiare qualcosa in parlamento e sfanculare alla grande chi dice il contrario.

Se non riescono loro in tempi brevi il movimento potrbbe prendere la piega giusta, da come ci hanno insegnato sui banchi di scuola (quindi del tutto lecita e patriottica)
Aspetto ottobre.

Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Slobbysta
Inviato: 26/7/2013 12:43  Aggiornato: 26/7/2013 12:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/7/2013
Da:
Inviati: 2227
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
...il valore delle cose..se nessuno se le fila hanno un prezzo..altrimenti... Prendiamo una Porsche..il suo valore è AFFETTIVO..ma quello EFFETTIVO consiste nel suo peso meno l'ammortizzamento della sua tecnologia.. una volta ripagata in linea di massima..tutte le cose vanno a peso nella considerazione moderna della parola...non si comprano auto d'oro!

Dopo di che la ricchezza è un illusione mentale..perché il fine è la gioia ..l'armonia! Se tu sei in Svizzera il tuo castello in Austria è come se non lo avessi...quando poi sarai in Austria...lo châlet Helvetico rientrerà nel tuo processo mentale... Qualcuno mi contesterà..perché la miseria non è certo uno stato mentale, quando lo "stomaco brontola" insomma....

Ma la ricchezza come è difesa? La percentuale di militari e poliziotti che "fedeli" difendono il ricco rispetto ai timidi poveracci che manco osano...se questo non è uno stato mentale...

Siete mai stati ospiti in una villa di un Leader africano...andate a vedere..muri di 10metri...obbligo di cambiar ogni tanto le guardie armate perché si ingolosiscono e diventano a loro volta dei nemici...

O una grande famiglia inglese...coi nipotini che "amano" la nonna...perché è generosa!

La ricchezza è indiscutibilmente la propria armonia!

hi-speed
Inviato: 26/7/2013 12:43  Aggiornato: 26/7/2013 12:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
Dai, smettetela di parlar di ste cazzate! Piuttosto, ditemi, come sta il cinno nato alla coppia reale inglese?


Al cucciolo hanno regalato questo

LINK




come si dice ...

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
etrnlchild
Inviato: 26/7/2013 12:46  Aggiornato: 26/7/2013 13:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Io credo che il processo di cambiamento possa avvenire dal piccolo verso il grande e non viceversa.
Ogni problema per essere risolto deve essere segmentato in elementi gestibili.

La dimensione del segmento è stabilita dal precetto che e' possibile risolvere il problema per quell'elemento. Se così non fosse, cioè se non siamo in grado di risolvere il problema a quel livello di segmentazione bisogna ridurre la dimensione fino a che non si trova la misura che risulta risolvibile.

Nel caso quindi del "grosso" problema di cui si parla, la soluzione "muscolare" ha, secondo me, diversi problemi soprattutto finchè il DENARO stabilisce i rapporti di forza.

Le rivoluzione popolari sono (oggi anche più che ieri) facilmente infiltrabili, con tutti gli esiti prevedibili (tutti a favore del Potere), le rivoluzioni colorate mi pare stiano li a dimostrarlo. Il rapporto di forza e' troppo sbilanciato. Status quo confermato. Nessun cambiamento a medio-lungo termine.

La vera rivoluzione (e non e' New Age) secondo il principio della segmentazione sopraenunciato, deve sicuramente partire dal singolo (io voglio cambiare). Poi puo' estendersi a livello di gruppi locali, comunità locali sempre più ampie.
Costruire quindi cellule (nodi) autonome, consapevoli, coscienti, autosufficienti, unite nell'nteresse comune, mutuamente collaboranti, basate su modelli economici nuovi, non vincolati alle regole del Potere. Comunità "Robin Hood" per così dire.

L'atteggiamento del singolo è cruciale, se sono il panico e la paura (istillate dal potere ad ogni occasione per mantenere il controllo) a vincere, si fallisce in partenza.

La rete informativa potrà costiruire il collante (globale) di quella che potrebbe diventare una rete (globale) reale e non più virtuale.

Io credo che questa sia la sfida di questo millennio.

Per quel che riguarda i tempi, sono più ottimista di Invisibile.
Oggi siamo comunque di fronte ad una compressione temporale degli accadimenti.

Fiducia.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
Spiderman
Inviato: 26/7/2013 12:53  Aggiornato: 26/7/2013 12:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
come si dice ...


Beh, direi che abbiamo l'imbarazzo della scelta sul "come si dice"...

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
perspicace
Inviato: 26/7/2013 12:55  Aggiornato: 26/7/2013 12:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Lestaat

Citazione:

Anche volendo ammettere che sia possibile eliminare "il potere" il giorno in cui l'umanità sarà sufficientemente evoluta da comprendere che è il potere che non funziona, BEH.....NON CI SARA' PIU' QUEL POTERE perchè sarà già sparito. Ma nel frattempo che facciamo? Niente forca perchè tanto non cambia nulla quindi lasciamo che tutto prosegua senza fare nulla?


Le rivoluzioni sono prevedibili e sfruttabili e fanno il grosso dei loro danni al popolo.

Se volete vincere la guerra dovete ragionare in termini diversi.

Lasciate perdere la forca, fate cosi:

Siamo 9'000'000'000 di persone che dobbiamo far fuori 900 persone.

Si crea una contro massoneria il cui piano è sterminare 900 persone e rispettive stirpi quindi si fa una colletta 1 euro a testa con i soldi messi insieme si pagano una serie di killer ed il problema e risolto.

Naturalmente non bisogna fare casino ("forche, rivoluzioni") ma muoversi nell'ombra.

Se il problema si ripresenta ripetere l'operazione sino a che non gli passa la voglia e vedrete che la voglia gli passa.

Ma ripeto non servono gradi spargimenti di sangue serve un pieno lungimirante, ben articolato, mirato a colpire solo le persone che devono essere colpite.

Niente entrate sceniche ma silenziosi omicidi mirati.


Che è più o meno il modo che queste persone hanno usato per finire lì o questo modo o l'inganno, ma poiché loro sono maestri dell'inganno o non sarebbero lì dobbiamo scegliere la prima via.

Se si vuole eliminare il problema bisogna eliminare quel desiderio di "benessere, sicurezza e prosperità" che spinge le persone a diventare così ricche, dobbiamo fargli aver "paura" di diventare ricchi non farglielo desiderare.

Questa è una strada accettabile.

Ma trovare persone disposte e soprattutto capaci di farlo senza far saper niente a nessuno e senza l'utilizzo di nessuna tecnologia non è assolutamente facile specie dovendolo fare restando lontano da qualsiasi apparecchio tecnologico : telefoni, microfoni, fotocamere, qualsiasi cosa sia smart, il web, internet, i computer, smart glass, etc. etc.

---- -- - - -

Sia chiaro questo mio post non è un incitamento alla violenza che ripudio ma solo una possibile strategia che non prevede sommosse popolari.

Se c'è qualcuno che deve pagare che siano i colpevoli e solo loro.

- - - -- --

La rivoluzione è un moto della Terra che si ripete costate.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
invisibile
Inviato: 26/7/2013 13:01  Aggiornato: 26/7/2013 13:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
etrnlchild

Ti darei un bacio...

Citazione:
Ogni problema per essere risolto deve essere segmentato in elementi gestibili.

Stavo pensando alla stessa cosa: ogni essere ha una capacità limitata di gestione del mondo attorno a se. Quando questo campo di azione oltrepassa questi limiti iniziano i guai, per tutti. E' una cosa "fisiologica".
Più di TOT io non posso gestire senza combinare guai.
L'accumulo di potere é una forma estrema di gestione oltre i limiti personali e di conseguenza i danni, i guai, saranno estremi.

Citazione:
Per quel che riguarda i tempi, sono più ottimista di Invisibile.

Io dico quello per non illudermi... altrimenti ci rimango male.
Poi se arriva prima tanto meglio.

Fiducia, giusto. Ma anche essere adulti e non dimenticare che non sappiamo.


L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
etrnlchild
Inviato: 26/7/2013 13:33  Aggiornato: 26/7/2013 13:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
Si crea una contro massoneria il cui piano è sterminare 900 persone e rispettive stirpi quindi si fa una colletta 1 euro a testa con i soldi messi insieme si pagano una serie di killer ed il problema e risolto.


Non credo possa funzionare finchè e' il denaro che decide. Il Potere ne ha sempre di più per dissuadere i killer e renderli innoqui. Il mercenario e' tale proprio perche' va di chi offre di più.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
Lestaat
Inviato: 26/7/2013 13:38  Aggiornato: 26/7/2013 13:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Si si va bene.
Farò come dite e il mondo cambierà.
Nel frattempo crepo di stenti come il 90% dell'umanità, ma fa niente...l'importante è il futuro dell'umana stirpe.

E il peggio è che vi prendete pure sul serio.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
invisibile
Inviato: 26/7/2013 13:46  Aggiornato: 26/7/2013 13:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
Lestaat

Si si va bene.
Farò come dite e il mondo cambierà.
Nel frattempo crepo di stenti come il 90% dell'umanità, ma fa niente...l'importante è il futuro dell'umana stirpe.

E il peggio è che vi prendete pure sul serio.

Proponi una alternativa. Siamo qui per questo no?
Nessuno ha la verità in tasca, tanto meno io.
Io so che una cosa non funziona e l'altra si. Se hai altro che funziona ottimo.
Dico davvero.

Cosa c'è di più serio di cercare quello che funziona?

Devo dirti che non mi piace per niente il tono che usi quando scrivi "Nel frattempo crepo di stenti come il 90% dell'umanità, ma fa niente...l'importante è il futuro dell'umana stirpe."
Stai dando la colpa a me di quanto sopra? Dal tono sembra di si. Io cerco soluzioni come te sai? Addirittura sono tornato a votare dopo una vita e non credevo che l'avrei più fatto. Non l'ho creato io questo mondo assurdo. Io lo combatto.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
perspicace
Inviato: 26/7/2013 14:02  Aggiornato: 26/7/2013 14:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Essere seri su queste cose significa ammettere che non si creano simili differenze senza l'intervento di "forze" che da decine di millenni manipolano l'andamento dei governi, delle economi, del opinioni pubbliche.

Con la religione, la stampa e le banche a loro servizio tutto ciò che è "massa" diventa pericoloso.

Capito questo e cercando soluzioni che tengano conto di questo si può pensare a strategie che combattano le disparità, prima è inutile.

Se ancora si nega "il protocollo" e il ruolo della "massoneria" nei secolo.

Massoneria che esiste di varie religioni e fedi politiche, non c'è ne una specifica che sia "il male" tutte utilizzano lo stesso modus operandi per cui tutte le società segrete della storia sono uguali.

Non si ci può aspettare risultati diversi.

Per risolvere questo problema o si fa come ho scritto sopra o si vota a suffragio universale tutti i cittadini del mondo un bella legge inviolabile che pone un freno alla ricchezza.

Sia per le persone normali (io tu voi) sia per quei "Mostri capaci di vivere centinaia di anni se non all'infinito nei quali possono accumulare ricchezza a differenza degli uomini normali che ne vivono al massimo 90, e che non possono essere arrestati ma solo multati", e che definiamo "persone giuridiche" ma che chiamiamo comunemente "multi-nazionali" o "cooperation".

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
invisibile
Inviato: 26/7/2013 14:06  Aggiornato: 26/7/2013 14:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
perspicace

Citazione:
Per risolvere questo problema o si fa come ho scritto sopra o si vota a suffragio universale tutti i cittadini del mondo un bella legge inviolabile che pone un freno alla ricchezza.

Questo sarebbe un ottimo inizio.

Prima casa esclusa nessuno può possedere più di un milione di euro (per esempio). Bisogna trovare il modo per farlo...

Chi dice di aver bisogno di più é malato, necessita cure urgenti.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
krom2012
Inviato: 26/7/2013 14:11  Aggiornato: 26/7/2013 14:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
Io l'ho detto che noi non lo vedremo...


Parli del futuro partendo dal presupposto che il presente non lo cambi!

Di questo passo le sommosse popolari sono inevitabili, ma accadranno come sempre quando sarà troppo tardi. Meglio evitare certi scenari.

Citazione:
Io so che una cosa non funziona e l'altra si. Se hai altro che funziona ottimo. Dico davvero.


Quanta ipocrisia, chi o che cosa combatti? Ma mi faccia il piacere!
Supponiamo che tu fai parte dell'1%. Se ti metto una bomba sotto casa e domani salti in aria? Non funziona?
Allora sei immortale!
Niente di personale, spero tu abbia capito il senso...

@ perspicace

Manca il microchip e poi siamo fritti! Condivido la strategia che hai espresso anche se comporta dei rischi, solo persone fidate, niente massoni, arriva Grillo 3.0 la vendemmia! Li facciamo saltare dalle poltrone con i palazzi al seguito, piazza pulita! Chi è stato? Il movimento 5 bombe!

Odio la violenza se però ci stanno violentando io non sto li a guardare e a dire che un domani saremo illuminati!

...il cielo è sempre più bianco...
peonia
Inviato: 26/7/2013 14:59  Aggiornato: 26/7/2013 15:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
SONO CONTENTA DI VEDERE CHE IO E INVISBILE ABBIAMO LA STESSA IDEA...GRAZIE LEESTAT PER AVERLO COLTO....MA SE "DE PANZA" VORREMMO LA RIVOLUZIONE, RIFLETTENDO, RIPETO ,NON PAGHEREBBE!


CIT.
- Sbatti in galera e butti la chiave nel cesso chi ruba soldi pubblici
- Dimezzi gli stipendioni e i pensiononi di tutti i manager pubblici
- Non spendi soldi in cazzate tipo aerei da guerra ed obbrobri esagerati
- Ridistribuisci i soldi risparmiati in lavoro o pensioni più alte

Intanto che ci sono, al posto di grattarsi la borsa, una bella lotta alla criminalità organizzata con sequestro di TUTTI i beni sarebbe cosa buona e giusta.

Mica pretendo che tirino giù dal letto a calci nel sedere R&R.

Questi piccoli interventi, nel nostro piccolo, sarebbero graditi e pure una buona base di partenza da fare immediatamente."

PER FARE QUESTO DOVRETE CAMBIARE RADICALMENTE IL VIVERE QUOTIDIANO, LE VS SCELTE E LE AZIONI...E TORNO A DIRE, QUINDI, CRESCERE IN CONSAPEVOLEZZA.....SE LO CAPITE BENE, SENNO' PAZIENZA!!! AVRETE MOLTE ALTRTE REINCARNAZIONI



che tra poco ci saranno, come minimo, disordini è lapalisssiano, io da tempo lo dico e mi fa specie che ci sia qualcuno che, se lo dice Casaleggio, si domandI: che sa lui che non sappiamo?
AHO' SVEGLIA!!!!!!!!!!!!!!


(ho scritto in maiusciolo perchè con gli occhiali rotti non ce vedo!)

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
earlturner
Inviato: 26/7/2013 15:22  Aggiornato: 26/7/2013 15:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/7/2013
Da:
Inviati: 561
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
ciao
ok, si, il giochino del prestasoldi e' interessante pero' insomma, grazie del video innanzitutto, che hai tradotto, fondamentalmente te la fa prendere male e basta. lascia quel senso di impotenza che odio profondamente.
e non da soluzioni, neanche una bozza [ forse non era prefissato ]. forse, ma forse, le cause per questo schifo siamo anche NOI con i nostri consumi. sempre piu' rimambiti dalla pubblicita', dalle 'mode' e dai brand.
trovatemi un solo capo di abbigliamento, telefonia, computer, che non sia assemblato per £ 0,50cent all'ora [ se va bene ] dall'altra parte dell'emisfero da un bambino di 8 anni.
ogni volta che compro da fumare sto finanziando traffico di persone, prostituzione e violenze nel migliore dei casi.
ogni volta che accendo il pc abbattono 400 alberi secolari
azione = reazione
siamo sicuri che siano solo "i ricchi" il problema ?

ciao

Pyter
Inviato: 26/7/2013 15:36  Aggiornato: 26/7/2013 15:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Non c'è bisogno di pagare dei killer per far fuori l'elite.
Basta non pagare le tasse e muoino tutti di collasso cardiaco nel giro di pochi mesi.

L'altro giorno ne sono morti un paio e subito Enrico Letta è andato in tv tutto trasecolato a dire che l'evasione fiscale danneggia la concorrenza e in caso di collasso sfavorisce la ripresa!

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Tianos
Inviato: 26/7/2013 15:43  Aggiornato: 26/7/2013 15:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/8/2009
Da:
Inviati: 374
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
citazione:
Per risolvere questo problema o si fa come ho scritto sopra o si vota a suffragio universale tutti i cittadini del mondo un bella legge inviolabile che pone un freno alla ricchezza.


Questo sarebbe un ottimo inizio.

Prima casa esclusa nessuno può possedere più di un milione di euro (per esempio). Bisogna trovare il modo per farlo...

Chi dice di aver bisogno di più é malato, necessita cure urgenti.

ehehe io saro pessimista, (o forse solo cristiano e penso che la salvezza non poassa venire dagli uomini.

la legge come suo intento sarebbe buona ma sai che farebbe il potere...deflazione, in modo che quel milione di euro abbia il valore di un fantastiliardo (alla paperon de paperoni.) e i poveracci debbano campare con i centesimi di euro.

un'idea che mi era venuta a me era legare a doppio cavo la ricchezza di un uomo all'altro...esempio l'uomo più ricco di un nazione non può essere che 5 (tho o 10) volte più ricco dell'uomo più povero...anche questo ideologicamente farebbe in modo che il ricco pensi al povero...per diventare più ricco....invece no...magari creerebbe un microstato di 300 persone che frega il resto del mondo...o se espandi la legge a livello globale dopo la lotta all'evasione diverrebbe di senso opposto. i poveracci verrebbero costretti al nero, magari persino a non esistere, si creerebbero leggi per fare in modo che si possa dichiarere le proprie entrate solo superata una certa soglia.

insomma classica frease...fatta la legge trovato l'inganno.

Det.Conan
Inviato: 26/7/2013 16:02  Aggiornato: 26/7/2013 16:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/6/2006
Da:
Inviati: 1754
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Comunque io a questa cazzata che saremmo in 7 miliardi sul globo non ci credo nemmeno se mi pagano.Fine Ot.

L'alternativa della contro-massoneria e/o dell'infiltrazione nei gangli segreti del Potere non è male solo che bisognerebbe trovare dei metodi per evitare la degenerazione del nuovo sistema creato,proprio come accaduto "all'originale".
Il passo dal "questi potenti sono marci,noi sappiamo cosa è meglio per la civiltà umana" al "tutte le persone sono marce,solo noi sappiamo cosa è meglio per la civiltà umana" è breve.

Temo che senza una visione spirituale che implichi un finalismo "cosmico" alla Bibbia tanto per intenderci non ci sia scampo.
Da soli,se non esiste uno "scopo" alla storia e alla nostra evoluzione tutto è vano.

Pyter
Inviato: 26/7/2013 16:07  Aggiornato: 26/7/2013 16:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
La famosa annosa domanda che tutti i filosofi moderni e post moderni si pongono da tempo immemore: ricchi e poveri... perchè?
Domanda che poi è passata di mano ai più pragmatici filosofi economisti moderni e post-moderni: quanti soldi ci vogliono per essere liberi?
Tutto ciò ha innescato una corsa alla soluzione del problema, che è stato poi semplificata in una equazione (irrisolta) che fa ormai parte di quei problemi matematici che nessuno ha ancora (risolto) nonostante faccia diventare ricco il vincitore del montepremi messo in palio per (risolverlo).
Il totale dei ricchi (R) sta al totale dei poveri la cui somma dell'avere è uguale al totale dei ricchi, come la libertà (L) sta al suo valore di mercato (X)

R : P = X : L

Dopo l'autorevole intervento di Enrico Letta alla Camera, Piergiorgio Odifreddi ha introdotto un nuovo elemento (caotico-dimorfico)

R : P = X : L[- E]
dove E non sta per Equitalia ma sta per evasione fiscale non accertata.

E' chiaro che il valore di L non potrà essere conosciuto finchè non si avranno i valori di R P e X, anche se molti sostengono che R possa essere più agevolmente calcolato se si tornasse ai voti di preferenza.

edit
un errore di calcolo....
(mi ero presa troppa libertà [L])
...corretta

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Anguana
Inviato: 26/7/2013 16:10  Aggiornato: 26/7/2013 16:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/2/2013
Da:
Inviati: 60
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Buongiorno.
Devo dire che concordo con quanto riportato da Invisibile ed anche da Peonia.
Purtroppo questo tipo di società si nutre di odio e di violenza e l'odio e la violenza non fanno altro che il gioco del sistema che vorremmo distruggere.
Ritengo che solo una profonda analisi interiore, condotta a livello personale, ci possa portare a rompere questa situazione di stallo, in cui il prepotente e il prevaricatore riesce ad avere la meglio sulla moltitudine.

invisibile
Inviato: 26/7/2013 16:29  Aggiornato: 26/7/2013 16:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
krom2012

Citazione:
Quanta ipocrisia, chi o che cosa combatti? Ma mi faccia il piacere!

Ma che ne sai?

Citazione:
Supponiamo che tu fai parte dell'1%. Se ti metto una bomba sotto casa e domani salti in aria? Non funziona?

Ma che dici? Che c'entra?

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Pyter
Inviato: 26/7/2013 16:38  Aggiornato: 26/7/2013 16:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Supponiamo che tu fai parte dell'1%. Se ti metto una bomba sotto casa e domani salti in aria? Non funziona?

Non funziona e non ci riusciresti perchè quella di mettere la bomba è una tecnica da 1%.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
krom2012
Inviato: 26/7/2013 17:21  Aggiornato: 26/7/2013 17:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
Intanto che ci sono, al posto di grattarsi la borsa, una bella lotta alla criminalità organizzata con sequestro di TUTTI i beni sarebbe cosa buona e giusta.


Tu li chiami piccoli interventi, in pratica sequestri mezzo mondo, hai contato quanti sono i corrotti? Non fai prima ad eliminare i vertici al potere e poi distribuisci la loro ricchezza in modo uniforme? Sarà una lotta continua perchè i malati sono tanti e non tutti guariranno dal contagio, come ho già detto certa gente che sta in cima alla piramide non la cambi più.

Peonia e invisibile, le vostre idee non si possono attuare con la corruzione attuale nelle camere dei bottoni.

Citazione:
Ma che dici? Che c'entra?


C'entra che hai finito di abusare del potere e la tua ricchezza sarà ridistribuita a tutti equamente.

Citazione:
CRESCERE IN CONSAPEVOLEZZA


Quando siete cresciuti fatemi sapere! Buonanotte!

...il cielo è sempre più bianco...
Giano
Inviato: 26/7/2013 17:38  Aggiornato: 26/7/2013 17:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Det.Conan Citazione:
Comunque io a questa cazzata che saremmo in 7 miliardi sul globo non ci credo nemmeno se mi pagano.

Non sei il solo a quanto pare...
Perspicace Citazione:
Siamo 9'000'000'000 di persone che dobbiamo far fuori 900 persone.

Scherzi a parte, cosa ti fa pensare che sia una cazzata?

f_z
Inviato: 26/7/2013 17:51  Aggiornato: 26/7/2013 17:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:

Autore: Det.Conan Inviato: 26/7/2013 16:02:24

Comunque io a questa cazzata che saremmo in 7 miliardi sul globo non ci credo nemmeno se mi pagano.


Che la cifra esatta sia 1, 7 o 14 mld non fa nessuna differenza.
La sproporzione rimane enorme.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
f_z
Inviato: 26/7/2013 17:56  Aggiornato: 26/7/2013 17:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
Autore: Pyter Inviato: 26/7/2013 16:38:34

quella di mettere la bomba è una tecnica da 1%.


Gia'! E solo l'1% ha accesso a queste tecniche tramite i loro schiavi...

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
krom2012
Inviato: 26/7/2013 18:20  Aggiornato: 26/7/2013 18:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
Gia'! E solo l'1% ha accesso a queste tecniche tramite i loro schiavi...


Che le usino loro ogni tanto per creare false flag e strategie della tensione non lo metto in dubbio, ma non venite e dirmi che ci vuole un super esperto per piazzare una bomba e poi farla esplodere con un detonatore a distanza! Al massimo la tecnica è quella di agire nell'ombra e non farsi beccare mentre si installa l'ordigno.

Concordo sul fatto che non c'etra nulla sapere con esattezza quanti siamo, la sproporzione è più che evidente.

...il cielo è sempre più bianco...
Red_Max
Inviato: 26/7/2013 21:42  Aggiornato: 26/7/2013 21:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Forse la cosa più tragica è che la percentuale di quelli che si pongono il problema della distribuzione della ricchezza è probabilmente inferiore all'1%.
Bisognerebbe stabilire un livello minimo per tutti, però dopo c'è un'altra variabile da considerare, cioè la sostenibilità del pianeta terra... in quanti possiamo abitarci contemporaneamente, quante risorse possiamo consumare???
Cioè da una parte ci vorrebbe la legge anti-squalo
dall'altra ci vorrebbe qualcos'altro per bilanciare il sistema...
insomma una cosa semplice semplice...

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
ELFLACO
Inviato: 26/7/2013 21:59  Aggiornato: 26/7/2013 21:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 1839
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
Questo fa pensare che ci sia qualcosa di profondamente sbagliato nelle regole fondamentali dell'economia globale.


Questa la trovo una conclusione pericolosamente ingenua . Anche troppo!!!!

“Le persone non dovrebbero avere paura dei propri governi, sono i governi a dover aver paura delle persone.”
invisibile
Inviato: 26/7/2013 23:20  Aggiornato: 26/7/2013 23:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
krom2012

Citazione:
C'entra che hai finito di abusare del potere e la tua ricchezza sarà ridistribuita a tutti equamente.

E il piccolo particolare che é già stato fatto, a più riprese, e non ha mai funzionato lo ignori?
Se hai un sistema per evitare gli sbagli del passato sono tutt'orecchie.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Kenshiro
Inviato: 27/7/2013 0:08  Aggiornato: 27/7/2013 0:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/5/2010
Da: Croce del Sud
Inviati: 318
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Non può essere giusto che la ricchezza del nostro pianeta sia stata tutta concentrata in questo modo nelle mani di un numero così ridotto di persone.

Non è per niente giusto,maremma!!

L'unica soluzione ragionevole, e l'unica speranza, sembra essere quella di cambiare le regole.

Le regole le cambia chi ha il potere.
Il potere lo ha chi ha il denaro.
Chi ha il denaro non cambierà mai le regole a proprio svantaggio.

Siamo destinati a vedere solo che la situazione peggiori.
Fine della storia.

Mondo marcio!!!
ohmygod
Inviato: 27/7/2013 1:47  Aggiornato: 27/7/2013 2:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Lestaat

Le colpe dei padri sono ricadute e sempre ricadranno sui figli che a loro volta saranno padri.
Così inizia un atemporale carteggio privato il cui titolo è "Oscurità"
"Abbiamo pianificato tutto grazie alla loro breve, insulsa vita".
"Abbiamo prima reclutato poi promossi i più "meritevoli".
"Abbiamo provveduto a renderli schiavi per poi renderli schiavi della loro libertà, schiavi dei loro inventati sentimenti...azz e più mi avvicino all'abisso più le frasi mettono in risalto la mia crudeltà mentale.

Siamo in completa balia delle onde in queste malsane acque che ci stanno sommergendo
I due contendenti vogliono l'uno sopprimere l'altro. L'uno è organizzato in Potere, l'altro è organizzato in libertà senza alcuna apparente possibilità di organizzarsi in Potere. Nessuno mai vi è riuscito a livello globale. Sembra una eresia, difatti non lo è.

A livello nazione "l'evoluta rivoluzione" potrebbe avere uno spiraglio se suddetta Nazione avesse la possibilità di rendersi "protezionista" in merito all'economia interna.
Per le esterne materie prime ci si potrebbe rivolgere a uno degli Stati canaglia.
Il punto è che poi saremmo circondati dai servizi segreti delle Nazioni ostili che troverebbero sempre un punto di ingresso per le loro Rivoluzioni Colorate o altro di colore rosso.
Lo scontro armato è inutile dato che il Governo andrebbe al Militare.

Non resta che una "evoluta rivoluzione" a livello globale.
Poi penso che , a quel punto, in ogni Continente resterà vivo solo il suo lato Archeo.
E' una nostra teoria, sto facendo pratica.
Siamo soli Lestaat
Non siamo soli Lestaat a volte siamo in compagnia.
:

krom2012
Inviato: 27/7/2013 3:17  Aggiornato: 27/7/2013 3:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
E il piccolo particolare che é già stato fatto, a più riprese, e non ha mai funzionato lo ignori? Se hai un sistema per evitare gli sbagli del passato sono tutt'orecchie.


Il passato è sempre stato invaso da coloro che miravano al potere assoluto, oggi non è cambiato nulla e abbiamo la dimostrazione che un sistema del genere non funziona.
Vi hanno abituati male, nel senso che nessuno non fa più niente per niente, quindi servirà un lavaggio del cervello, una nuova mentalità che azzeri tutta le merda che questo sistema vi ha inculcato.
Un sistema formato da ricchi e poveri non funzionerà mai bene per tutti, ma solo per i primi. Ciò succede perchè la società ha una forma piramidale come una scala alimentare. Credo che per risolvere il problema alla radice vadano eliminati i pesci grossi, quando poi i restanti non avranno più punti di riferimento, la piramide si sgretolerà da sola e se non basterà useremo le demolizioni controllate!
Solo così si creeranno le condizioni per un nuovo sistema orizzontale fondato sul benessere comune e zero sfruttamento umano, animale e ambientale.
Un sistema che non sarà più basato sul profitto, in cui ognuno avrà diritto a una casa e a tutto ciò che davvero gli serve, cibo incluso. Lavoreremo tutti quanti 2-3 ore al giorno non di più, per mantenere queste comunità e condizioni che non faranno nascere competizioni, crimini e necessità particolari, avendo ogni cosa a disposizione GRATIS. Lo stato odierno fa l'esatto opposto, crea condizioni industriali di povertà.
Non sarà più un sistema fondato su chi fa lo stronzo più grosso o su chi caga più lungo, ma una società armonica che mirerà a renderci felici, creativi e liberi, questo è l'ideale anarchico.
Come è sempre successo ci saranno comunque alcuni che vorranno più del normale, più potere, fare i furbi, non avranno rispetto per nessuno, per le mele marce non ci sarà spazio e verranno schiacciati o rinchiusi. Non ci sarà bisogno di autorità perchè saranno casi isolati, le comunità resetteranno la povertà e quindi certe situazioni saranno molto rare.
E' così difficile creare un mondo così quando ci saremo sbarazzati dei ricchi padroni?

...il cielo è sempre più bianco...
Escape2013
Inviato: 27/7/2013 5:21  Aggiornato: 27/7/2013 5:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 24/5/2013
Da:
Inviati: 358
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Noto che questo argomento sta ricevendo commenti di buon livello, senza estremismi e senza necessità di censura preventiva: questo fa onore a LuogoComune.

Quindi questo dibattito è meritevole di attenzione: sarebbe utile che qualche utente riportasse l'opinione in merito di suoi parenti o conoscenti che si abbeverano esclusivamente ai media tradizionali, per capire se in linea di massima il pensiero tra navigatori e teledipendenti coincide.

Nel caso non coincida platealmente, avremmo una società divisa in:
* plutocrati (termine di mussoliniana memoria, che mi pare azzeccato al contesto) dominanti
* soggetti serventi coscienti (utenti web, liberi pensatori, persone prive di particolare egoismo)
* servi incoscienti (forze dell'ordine, debunker, persone schiacciate dalle necessità quotidiane, soggetti consumatori nel senso più stretto del termine, ecc.)

I plutocrati dominanti possono fare affidamento sui servi incoscienti in caso di necessità pertanto il rapporto di forze è 2 a 1 a livello di genere e minimo di 1000 a 1 a livello matematico.

Qualora si trovassero di fronte due eserciti di stampo classico - uomo contro uomo - riproducenti simile proporzione avremmo che
* il comandante dell'esercito numeroso riderebbe in faccia alla proposta dell'avversario di risolvere la cosa con una trattativa (perché mai dovrebbe scendere a patti avendo una forza così soverchiante?)
* il comandante dell'esercito minore chiederebbe ai suoi di combattere ignorando la Convenzione di Ginevra (poiché assurdo rispettare le regole in presenza di una disparità aberrante)

La mia morale è questa.
La forca NON è una soluzione degna del nome ma l'unico mezzo utilizzabile in tempi sufficientemente brevi per dare respiro a quei "soggetti serventi coscienti" oppressi dall'immane sproporzione numerica a loro sfavorevole e per portare qualche "servo incosciente" dalla nostra parte per almeno attenuare la disparità.

E per andare su un esempio bello concreto, cos'erano le foto degli ostaggi delle BR se non un'elegante forca mediatica?

Se certi eventi di allora avvenissero oggi, la reazione popolare sarebbe ben diversa (devo per forza fermarmi qui altrimenti la cosa "scotta" troppo ma chi vuole capire ne ha già abbastanza per replicare...)

Lestaat
Inviato: 27/7/2013 10:28  Aggiornato: 27/7/2013 10:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
horselover
Inviato: 27/7/2013 10:58  Aggiornato: 27/7/2013 10:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
nessuna teoria economica può assicurare un' equa redistribuzione della ricchezza tranne la "gift economy"

invisibile
Inviato: 27/7/2013 11:21  Aggiornato: 27/7/2013 11:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
krom2012

Citazione:
Vi hanno abituati male, nel senso che nessuno non fa più niente per niente,

Io lo faccio, spesso.

Citazione:
quindi servirà un lavaggio del cervello, una nuova mentalità che azzeri tutta le merda che questo sistema vi ha inculcato.

Chi farà questo lavaggio del cervello?
Come lo farà?
Come fare a convincere la gente a farselo fare?
Non funziona.

Citazione:
Credo che per risolvere il problema alla radice vadano eliminati i pesci grossi, quando poi i restanti non avranno più punti di riferimento, la piramide si sgretolerà da sola e se non basterà useremo le demolizioni controllate!

Ci hanno già provato, varie volte e non ha mai funzionato. Ancora non stai spiegando perché adesso dovrebbe funzionare.

Citazione:
questo è l'ideale anarchico.

Lo so, ma di nuovo non spieghi come farlo, cosa proponi di nuovo affinché funzioni.


Citazione:
E' così difficile creare un mondo così quando ci saremo sbarazzati dei ricchi padroni?

Non é difficile, é impossibile.
NON FUNZIONA.

Non funziona perché i ricchi e i padroni sono generati, creati, dai poveri e dagli schiavi. I ricchi e i padroni sono solo dei furbacchioni criminali che si approfittano delle debolezze altrui, della rinuncia alla responsabilità di gestire la propria vita come un adulto, come un vero essere umano.
Per cui se li elimini stai solo eliminando un sintomo, non la causa, e verranno ricreati come é sempre successo nel passato.
Il problema non sono i ricchi e i padroni, il problema siamo noi.
Non io o te, "noi".

Il potere di un uomo é inversamente proporzionale alla rinuncia alla responsabilità di un altro uomo.

Se molti uomini rinunciano alla responsabilità pochi uomini possono acquisire un grande potere.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Calvero
Inviato: 27/7/2013 11:32  Aggiornato: 27/7/2013 11:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
___________________
_______________

Solo con stella polare l'anarchia si può sostenere - con logica corroborante alle mire qui sperate - una rivoluzione dei termini blasfemi e fascisti sopra indicati e chiamati "economia".

Che sia presto per seguire simile stella polare, non pregiudica l'unica soluzione degna di questo nome che uomo o società possa elucubrare. Tutto il resto non alimenterà che la chiusura del cerchio del Potere ove i popoli da macellare saranno sempre più macellati e quelli da tosare sempre più tosati e, parimenti, quest'ultimi, assoggettati ad una sub-cultura ove ogni sforzo per la/le Verità di ieri, oggi e l'immediato domani - sarà metabolizzato e annichilito tra le genti stesse.

Sempre fermo rimanendo che finché non si risponde alla questione di - chi merita cosa - anche eticamente non v'è nulla di cui lamentarsi o meglio, c'è da lamentare che esser circondati da un gregge di pecore e parassiti assortiti e, non ultimi, dei paladini che fanno i froci col culo degli altri...

... la dice lunga sulla salita che c'è da percorrere e del fiato che manca.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Lestaat
Inviato: 27/7/2013 12:22  Aggiornato: 27/7/2013 12:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@invisibile

Citazione:
Citazione:
E' così difficile creare un mondo così quando ci saremo sbarazzati dei ricchi padroni?

Non é difficile, é impossibile.
NON FUNZIONA.


E allora, siccome non funziona, lo lasceremo fare, come sempre, ai fascistelli di turno o pseudo tali.
Bello.
Perchè non è che se TU non combatti, allora nessuno lo fa sai?
Il mondo non si ferma solo perchè TU hai capito che non funziona.
Perchè sembra che questo ti sfugga un po caro invisibile.
Se quelli che hanno chiaro il problema non fanno nulla, allora saranno gli utili idioti a muovere il culo e a ricreare il problema. E di solito, e la storia della nostra società sta li a mostrarcelo, non fanno un gran bel lavoro e l problema si ripresenta non solo velocemente, ma anche con un bel mazzetto di buone scuse plausibili in più.
Leggi bene perchè è importante:
NON FUNZIONA PERCHE' NON SEI TU A FARLO E LO LASCI FARE AGLI ALTRI.


PS
Onde evitare fraintendimenti aggiungo.
So bene che non è facile.
Io stesso mi troverei di fronte a problemi di carattere etico/morale giganteschi con la consapevolezza, oltretutto, che non è la soluzione, anche io, anzi, forse soprattutto io, dal basso del mio metro e sessantacinque, con la mia corporatura esile da impiegato che non ha mai fatto attività sportiva, riformato al militare che comunque non avrei svolto perchè contrario ai miei principi, avrei una fottuta strizza nel mettermi contro al potere con la forza.
Quindi non sono certo qui a dire arrogantemente "Voi non siete un cazzo perchè parlate e non fate niente".
Anche io sono qui soltanto a parlare.
Ma è appunto perchè si parla soltanto che ritengo giusto almeno dirsi le cose in faccia senza paura.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
Mande
Inviato: 27/7/2013 13:02  Aggiornato: 27/7/2013 13:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1301
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Redazione
Citazione:

Ho certato sul sito therules, ma non sono riuscito a trovare le fonti per le cifre citate nel video.

Comunque, a occhio, mi sembra che non ci sia nulla di sorprendente.

Non è semplice verificare dei dati aggregati ma si, non sorprendono.

L'Italia ha già pagato più volte il suo debito pubblico (se non si tengono in conto gli interessi).
Neanche questo sorprende e lo sappiamo da anni:
http://crisis.blogosfere.it/2012/04/debito-pubblico-italia-labbiamo-gia-pagato-conti-alla-mano.html

Non siamo mica i soli ed ovviamente non vale solo per i paese "poveri".
Tutti paghiamo, attraverso il computo di interessi, varie volte il debito originario. Anche la Spagna come ricorda Blondet, ad esempio:

http://marcorundo.wordpress.com/2012/12/01/perche-ripudiare-il-debito-labbiamo-gia-pagato-di-maurizio-blondet/

Così con le parole di Blondet torniamo al tema dell'articolo:
Citazione:

Ecco l’impressionante progressione degli esborsi di Madrid nell’ultimo decennio. Si vede che lo Stato ispanico ha già rimborsato più di tre volte la somma che aveva preso in prestito nel 2000 (305 miliardi), senza con ciò riuscire a ridurre l’ammontare del debito; anzi continua a doverne quasi il doppio (552). È la catena della schiavitù usuraria senza fine, con cui un tempo il Fondo Monetario svuotava i Paesi poveri del Terzo Mondo (obbligandoli agli «aggiustamenti strutturali», ossia a smantellare le reti sociali, scuola, previdenza e sanità), e che adesso si applica agli europei mediterranei.
Nella tabella si constata anche come la Spagna, per quel debito iniziale di 305 miliardi, abbia pagato 200 miliardi di soli interessi nel decennio, e rimborsato 820 miliardi di capitale …
Così si arriva (capitale più interessi) all’immane cifra di 1.020 miliardi. Sono mille e 20 miliardi che hanno dovuto essere sottratti ai servizi pubblici, istruzione, sanità, previdenze sociali, infrastrutture, sostegni alla parte più vulnerabile della popolazione, giovani senza-lavoro, vecchi, malati.
È un enorme trasferimento di ricchezza dai poveri a ricchi, banche, fondi speculativi e rentiers in genere.


Tramite l'applicazione di un qualsiasi tasso di interesse (altrimenti detto usura), per quanto basso possa sembrare, si alimenta un trasferimento di ricchezza continuo dai poveri verso i ricchi.

Mande
Inviato: 27/7/2013 13:17  Aggiornato: 27/7/2013 13:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1301
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Ma la diseguaglianza dei redditi è solo invidia verso chi ha poco?

Non solo, è anche un problema recessivo come spiega stighliz:
http://www.fondfranceschi.it/cogito-ergo-sum/la-disuguaglianza-nella-distribuzione-dei-redditi-e-un-fattore-recessivo

Citazione:

Il problema principale di tutte le economie avanzate e altamente industrializzate, secondo l’analisi di Stiglitz e Krugman, è rappresentato dalla debolezza della «domanda aggregata», cioè la domanda di beni e servizi espressa da un sistema economico nel suo complesso. Premesso che la porzione di reddito spesa per l’acquisto di beni e servizi è, per forza di cose, maggiore nei redditi bassi, la diseguaglianza nella distribuzione dei redditi è diventata un problema strutturale. Questo perché non è semplicemente un portato delle forze del mercato, ma dipende dalle scelte di politica economica che, incentivando le rendite finanziarie e sfavorendo gli investimenti produttivi, hanno orientato le scelte imprenditoriali e industriali in tale direzione. Meno investimenti produttivi significano un’economia meno dinamica e meno florida, minata alla base delle sue prospettive di crescita. A risentirne, inevitabilmente, è la «struttura» produttiva di un sistema Paese, cioè la sua «economia reale».


N.B. Qualcuno potrebbe leggere anche il seguito:
Citazione:

I DUELLANTI
L’analisi di Stiglitz è una bomba lanciata nelle retrovie neo-liberiste che partono dall’assunto opposto, e cioè che le diseguaglianze non inficiano in alcun modo la crescita. Anzi, detassare redditi e soprattutto i patrimoni immobiliari e mobiliari dei più ricchi genera un cosiddetto «effetto a cascata», che dai vertici della piramide fa discendere la ricchezza fino ai livelli più bassi, portando un arricchimento generale e una maggiore crescita. E quanto più lo Stato rimane estraneo a questo processo «naturale», liberamente guidato dalle spontanee forze economiche, tanto maggiore è il vantaggio che ne traggono l’economia e lo sviluppo del Paese (idea alla base della deregulation dei mercati finanziari, ed economica in generale). Stiglitz ritiene, invece, che il prodotto interno lordo dei paesi segnati dalle maggiori diseguaglianze nella distribuzione complessiva della ricchezza cresce con grande difficoltà e discontinuità, andando incontro a veri e propri crolli. Il motivo di questo fenomeno non risiede nella moralità del pensiero egualitario, ma in un ben individuato meccanismo economico chiamato propensione al consumo. Contrariamente a quanto generalmente si crede, infatti, nei ricchi tale propensione è più bassa, mentre il vero motore dei consumi è il ceto medio, non solo perché rappresenta una platea più ampia, ma anche perché è portato a convertire in consumi una percentuale proporzionalmente molto più elevata del proprio reddito rispetto ai ricchi.

Si fa riferimento alla teoria dello "sgocciolamento" neoliberista contrapposta alla "maggior propensione al consumo keynesiana" ma il dibattito è finito da tempo. Anche i neoliberisti confermano che:
"Diseguaglianze nella distribuzione del reddito hanno effetti negativi sulla crescita"
http://boa.unimib.it/bitstream/10281/22974/1/Distribuzione_della_ricchezza_e_crescita.pdf

I dati empirici sono concordi e ne prendono atto. Poi devono essere originali e spiegarlo a modo loro però almeno sui fatti non esiste discussione. Lo "sgocciolamento" come teoria già era criticabile appena esposta. Oggi è semplicemente falsificata dalla storia.

invisibile
Inviato: 27/7/2013 13:44  Aggiornato: 27/7/2013 13:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Lestaat

Io non so se sono io che non mi spiego bene...

Se una cosa non funziona come puoi accusare qualcuno di non farla? E' assurdo.

Se una cosa non funziona ma qualcuno la fa lo stesso sapendo che non funziona, come lo chiami? Io lo chiamo scemo.

Non so più come dirlo...

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
etrnlchild
Inviato: 27/7/2013 13:58  Aggiornato: 27/7/2013 13:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
La stratificazione sociale e' tutta "merito" nostro.

Lo sforzo del vertice per mantenere ben salda la struttura piramidale secondo me e' minimo.

Siamo noi con il nostro sgomitare a destra e a sinistra per conservare la posizione acquisita e contemporaneamente scalciare gli strati sotto di noi per allontanarli.

Al tempo stesso cerchiamo di tirar giù quelli sopra di noi per prenderne il posto, cercando di procedere nella piramide sociale.
Paura e desiderio sono le spinte di cui siamo schiavi.
Perche' queste sono le regole che abbiamo accettato.

Cacchio di rivoluzione volete fare se non si risolve prima questo "piccolo" problemino?
O credete che, come per magia, eliminato il vertice questa società diventi improvvisamente virtuosa, tutta pace, amore e condivisione.

Questo e' davvero pensiero New Age.

Di vertici caduti, rimpiazzati da ex-basi, che si sono avvicendati e piena zeppa la storia insieme a sangue, rivoluzioni e guerre. Siamo nel 2013 e niente è cambiato. Solo la gabbia si e' rinnovata. Il nostro bello, nuovo e tecnologico Medioevo.

La rivoluzione e' nella nostra testa, questo è puro pragmatismo.

L'universo e' fatto di atomi.
Se l'universo non funziona e' all'atomo che devo guardare per sistemarlo.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
perspicace
Inviato: 27/7/2013 14:15  Aggiornato: 27/7/2013 14:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Durante le rivolte c'è la fame e questo rende tutti più "bisognosi" tutti più corruttibili.

Se le si evita è meglio secondo me perché rinnovano il loro potere.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
Lestaat
Inviato: 27/7/2013 14:31  Aggiornato: 27/7/2013 14:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
:D
Siete un sacco teneri.
Anche un sacco irritanti, ma un sacco teneri.

@invisibile
Ti è proprio impossibile accettare la realtà.
E' un sacco nobile.
E molto romantico.
Stessa cosa dicasi per
@etrnlchild

Non posso che ripetervi quello che ho già detto.

Non si tratta di scegliere se usare la forza o non usarla.
Si tratta di scegliere se usarla tu direttamente o lasciare che la usi il prossimo utile idiota che la userà per costruire una società con gli stessi problemi di oggi ma con gli onori e la legittimità che si danno al liberatore e una infinita sequenza di nuove e fresche buone ragioni per ricostruire una società di merda, dove le vostre istanze verranno nuovamente dimenticate, sepolte da un nuovo periodo di relativo e tanto insignificante quanto apparente miglioramento della vita.

Non c'è una terza via.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
horselover
Inviato: 27/7/2013 14:43  Aggiornato: 27/7/2013 14:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
l'economia del dono si può attuare da subito e senza bisogno del governo.

invisibile
Inviato: 27/7/2013 14:44  Aggiornato: 27/7/2013 14:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Lestaat

Sei tu che non accetti la realtà.

Rispondi: se una cosa non funziona perché farla? Perché altrimenti la fa qualcun'altro (che avrà lo stesso risultato visto che non funziona)?

Se non rispondi io la chiudo qui perché non fai che ripetere le stesse cose senza spiegare perché dovrebbe funzionare ora una cosa che non ha mai funzionato, a prescindere da chi la faccia.


Citazione:
Non c'è una terza via.

Il fatto che tu la ignori o che non la consideri non la fa sparire.
C'è e per ora é l'unica che può funzionare.
Sono aperto a qualsiasi altra idea che possa funzionare.
Ciao

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
etrnlchild
Inviato: 27/7/2013 14:52  Aggiornato: 27/7/2013 14:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@Lestaat

Sinceramente a me sembra che la tua idea sia "romantica".

Citazione:
Si tratta di scegliere se usarla tu direttamente o lasciare che la usi il prossimo utile idiota

Non vedo differenza nel risultato.
Secondo me qui non e' chi compie l'azione che e' idiota o meno e' l'azione stessa che lo e'.

Guarda possiamo fare tutte le chiacchere che vogliamo, la storia e' li a dircelo.

Se uno si ostina a costruire un castello di sabbia ogni volta non può lamentarsi se non regge. E nonostante qualcuno glielo faccia notare insiste a volerlo costruire, pensando (non si sa in base a quale principio razionale o di esperienza) che sia la volta buona.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
Lestaat
Inviato: 27/7/2013 15:31  Aggiornato: 27/7/2013 15:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
La realtà la vedo talmente tanto bene che ad Ottobre finalmente emigro, in cerca non certo di un mondo migliore ma almeno di uno spazio dove esistere in mezzo a questo mare di merda.
E questo proprio perchè la realtà è che chi è in grado di comprendere il problema, non capisce che il suo atteggiamento è parte di esso.
Me ne vado perchè consapevole che tutto quello che ho creduto di "fare" nel mio piccolo verrà nullificato dal prossimo capetto senza cervello, pieno di illusorie verità costruite sempre sullo stesso modello di società che non solo si ostinerà a non vedere, ma che imporra alla maggioranza come nuovo credo cui tutti saranno felici e ansiosi di sposare.
Compresi molti di noi, ingenuamente.
La stessa coscienza che dovrebbe liberarci, è il freno che limita la nostra libertà. Accettare di non poter essere liberi in questa vita per sentirsi uomini migliori, non facendo niente quindi per vivere come i migliori tra gli uomini.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
invisibile
Inviato: 27/7/2013 15:45  Aggiornato: 27/7/2013 15:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Lestaat

Il fatto che io non faccia quello che vuoi tu non significa che io non faccia niente.

Comunque visto che non hai risposto la chiudo qui.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Calvero
Inviato: 27/7/2013 15:45  Aggiornato: 27/7/2013 15:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
La realtà la vedo talmente tanto bene che ad Ottobre finalmente emigro, in cerca non certo di un mondo migliore ma almeno di uno spazio dove esistere in mezzo a questo mare di merda.
E questo proprio perchè la realtà è che chi è in grado di comprendere il problema, non capisce che il suo atteggiamento è parte di esso.
Me ne vado perchè consapevole che tutto quello che ho creduto di "fare" nel mio piccolo verrà nullificato dal prossimo capetto senza cervello, pieno di illusorie verità costruite sempre sullo stesso modello di società che non solo si ostinerà a non vedere, ma che imporra alla maggioranza come nuovo credo cui tutti saranno felici e ansiosi di sposare.
Compresi molti di noi, ingenuamente.
La stessa coscienza che dovrebbe liberarci, è il freno che limita la nostra libertà. Accettare di non poter essere liberi in questa vita per sentirsi uomini migliori, non facendo niente quindi per vivere come i migliori tra gli uomini.


In bocca al lupo ragazzo, con tutto il cuore

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
krom2012
Inviato: 27/7/2013 16:30  Aggiornato: 27/7/2013 16:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
Non é difficile, é impossibile. NON FUNZIONA. Non funziona perché i ricchi e i padroni sono generati, creati, dai poveri e dagli schiavi. I ricchi e i padroni sono solo dei furbacchioni criminali che si approfittano delle debolezze altrui, della rinuncia alla responsabilità di gestire la propria vita come un adulto, come un vero essere umano. Per cui se li elimini stai solo eliminando un sintomo, non la causa, e verranno ricreati come é sempre successo nel passato. Il problema non sono i ricchi e i padroni, il problema siamo noi.


Non puoi dire che non funziona anche perchè ti basi sugli stessi episodi storici, è ovvio che se segui il meccanismo odierno non c'è via d'uscita. Il modello della società che vorrei elimina ogni forma di schiavitù e povertà, quindi si estingue la necessità di avere padroni, perchè saremmo tutti ricchi e non ci sarebbero stupide competizioni del tu stai sotto ed io sopra. Il problema è la disuguaglianza sociale. Nessuno ha la bacchetta magica ma se non crei quelle condizioni per evitare che nasca il sintomo del potere, allora non abbiamo scampo e sarà sempre e comunque una guerra permanente.

...il cielo è sempre più bianco...
invisibile
Inviato: 27/7/2013 16:56  Aggiornato: 27/7/2013 16:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
krom2012

Il sintomo del potere non nasce per desiderio di ricchezza. Nasce dal desiderio di essere più ricco di un altro, più potente di un altro. Nasce dalla paura. Nasce dal desiderio di controllo sull'ignoto, dal desiderio di sicurezza.
Se con la bacchetta magica potessi in un istante trasformare la società (questa società, con le stesse persone) in una dove tutti sono ricchi, nel giro di qualche ora ricomincerebbe il processo di disequilibrio.
La causa non é il disequilibrio, la causa siamo noi.

La "necessità di avere dei padroni" nasce dalla rinuncia ad assumersi le proprie responsabilità.

Se cambi il sistema senza cambiare le persone che lo compongono non può funzionare se non per breve tempo. Le persone ricreeranno un sistema uguale o simile. Ed é proprio quello che é sempre successo, per questo non funziona.
Sono le persone che permettono al sistema di esistere. A sua volta il sistema condiziona e forma nuovi schiavi, certo, ma l'origine é sempre nelle persone non nel sistema.

Citazione:
ma se non crei quelle condizioni per evitare che nasca il sintomo del potere

Esatto. Ma quelle condizioni sono dentro le persone, sono problemi gravi e profondi. Paure terribili e debolezze. Sono creati da persone non formate, non adulte che non vogliono assumersi la responsabilità della loro vita.
Per chi ha un minimo gli occhi aperti, é un minimo adulto e con un minimo di cuore e di buonsenso votare berlusconi é impensabile, una cosa assurda. Eppure a febbraio lo hanno votato otto milioni...
Per cui sono le persone che devono cambiare, che devono crescere. Io non vedo altro modo.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Lestaat
Inviato: 27/7/2013 16:59  Aggiornato: 27/7/2013 17:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@invisibile

Certo certo, perchè l'uomo è peccatore....l'uomo è aggressivo....l'uomo cacciatore.....

...eh....

Sono quelli come te che mi levano la speranza di un futuro migliore e al contempo mi danno la certezza che il futuro remoto, molto remoto purtroppo, sarà bello.


@calvero

Crepi.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
invisibile
Inviato: 27/7/2013 17:10  Aggiornato: 27/7/2013 17:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Lestaat

Ti ho chiesto di rispondere. Non lo hai fatto. Che vuoi ancora?

Citazione:
Certo certo, perchè l'uomo è peccatore....l'uomo è aggressivo....l'uomo cacciatore.....

Ma che c'entra? Boh...

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
etrnlchild
Inviato: 27/7/2013 18:12  Aggiornato: 27/7/2013 18:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@Lestaat

Paura e desiderio.

L'uomo pensa innanzitutto alla sopravvivenza, cerca quanto possibile di allontanare il fantasma della povertà. Perchè in questo sistema se non hai non sei. Sono regole che noi abbiamo accettato.

La tua prossima azione migratoria è qui a ricordarcelo.

Citazione:
E questo proprio perchè la realtà è che chi è in grado di comprendere il problema, non capisce che il suo atteggiamento è parte di esso.

Parole sante.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
etrnlchild
Inviato: 27/7/2013 18:20  Aggiornato: 27/7/2013 18:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@krom2012
Citazione:
Non puoi dire che non funziona anche perchè ti basi sugli stessi episodi storici, è ovvio che se segui il meccanismo odierno non c'è via d'uscita.

Spiegati meglio che non ho capito bene. Quale sarebbe il "meccanismo odierno"?

Citazione:

Il modello della società che vorrei elimina ogni forma di schiavitù e povertà, quindi si estingue la necessità di avere padroni, perchè saremmo tutti ricchi e non ci sarebbero stupide competizioni del tu stai sotto ed io sopra.

Ottimo. Quale sarebbe la tua soluzione (che non sia già stata applicata in secoli di storia) per raggingere questo modello?

Citazione:
Nessuno ha la bacchetta magica ma se non crei quelle condizioni per evitare che nasca il sintomo del potere,

Sentiamo quali sono queste condizioni.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
krom2012
Inviato: 27/7/2013 18:20  Aggiornato: 27/7/2013 18:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
ma se non crei quelle condizioni per evitare che nasca il sintomo del potere Esatto.

Ma quelle condizioni sono dentro le persone, sono problemi gravi e profondi. Paure terribili e debolezze. Sono creati da persone non formate, non adulte che non vogliono assumersi la responsabilità della loro vita. Per chi ha un minimo gli occhi aperti, é un minimo adulto e con un minimo di cuore e di buonsenso votare berlusconi é impensabile, una cosa assurda. Eppure a febbraio lo hanno votato otto milioni... Per cui sono le persone che devono cambiare, che devono crescere. Io non vedo altro modo.


Ok ma intanto alterando il sistema influenzi e aiuti queste persone eliminando quei problemi e preoccupazioni che le tengono legate come schiavi. La mia società ideale non prevede particolari responsabilità, richiede solo un paio d'ore al giorno da dedicare alla prosperità e mantenimento della comunità mentre tutto il resto del tempo può dedicarlo a ciò che vuole. Tu fai esempi sul sistema attuale, quello che ti propongo io devi ancora conoscerlo e non puoi dire se funziona o no, in ogni caso sarebbe sempre meglio di adesso! Non puoi cambiare le persone dentro se all'esterno non crei le condizioni ottimali.

...il cielo è sempre più bianco...
Jurij
Inviato: 27/7/2013 18:25  Aggiornato: 27/7/2013 18:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Niente di che, tutto questo è il semplice risultato della "furba" globalizzazione.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
invisibile
Inviato: 27/7/2013 20:15  Aggiornato: 27/7/2013 20:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
krom2012

Citazione:
Ok ma intanto alterando il sistema influenzi e aiuti queste persone eliminando quei problemi e preoccupazioni che le tengono legate come schiavi.

No. Non elimini i problemi, dai sollievo temporaneo, quello si, perché allenti la pressione.

Nessuno può risolvere un problema di un altro (parliamo di problemi esistenziali, psicologici ed emotivi). Ognuno può risolvere solo i propri.
Inoltre qui stiamo parlando di una umanità non-adulta, che ha interrotto la crescita ad uno stadio infantile o, nei migliori casi, adolescenziale. Ci sono adulti ma sono molto pochi, la maggioranza di quelli che sembrano adulti non lo sono, é una "recita per necessità" ed avviene a livello della personalità, dell'ego, non sono "esseri adulti".
Ecco come é possibile che votino berlusconi, che impazziscano negli stadi e che si bevano le cazzate di un Vespa qualunque. Vogliono rimanere bambini, non vogliono crescere.

Poco tempo fa al bar si parlava di politica e uno fa: "ma l'ha detto la TV!". Io: "e tu credi alla TV? non lo sai che é tutto falso?"
C'è stato un momento di panico... vedevo il loro pensieri: "che ha detto questo??? non starà dicendo che dobbiamo diventare adulti no?" "oddio.... che paura..."
Hanno cambiato discorso.

Questo é il problema principale, l'ostacolo invalicabile alla realizzazione dell'anarchia o di qualunque modello o non-modello di società che preveda la giustizia e l'equità, che metta al primo posto l'Uomo. Manca la "materia prima", mancano gli adulti. La gente, in larga maggioranza, non vuole crescere. Vuole rimanere bambino ed essere comandata per poter scaricare le proprie responsabilità. E' più comodo, credono. Secondo me no ma é un altro discorso.

Citazione:
La mia società ideale non prevede particolari responsabilità

Ne richiede una fondamentale: l'essere responsabili di se stessi, delle proprie azioni, veramente. Richiede che sia formata da adulti e queste condizioni per ora non ci sono. Siamo molto lontani dall'aver queste condizioni, per ora.

Citazione:
Non puoi cambiare le persone dentro se all'esterno non crei le condizioni ottimali.

E' l'esatto contrario. Perché le "condizioni esterne" sono create dalle persone, da noi.
E' un cane che si morde la coda ma l'inizio proviene dalle persone, non dalla società.
E poi ripeto, non puoi cambiare nessuno se non te stesso.
Quello che succede poi é che se sei più felice gli altri lo vedono, e tutti vogliono essere più felici.
Si procede per osmosi, per contagio.
Questo si che funziona, lo vedo ogni giorno.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
krom2012
Inviato: 27/7/2013 21:25  Aggiornato: 27/7/2013 21:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
No. Non elimini i problemi, dai sollievo temporaneo, quello si, perché allenti la pressione.


Hai detto poco, la elimino proprio la pressione, lo dici te che è un sollievo temporaneo. Non si possono eliminare tutti i problemi ma risolvere quelli essenziali che oggi per alcuni sono impossibili a causa della povertà.

Citazione:
E' l'esatto contrario. Perché le "condizioni esterne" sono create dalle persone, da noi.


Cazzate. Se l'ambiente è armonico e funziona influirà sullo spirito e verrà naturale essere positivi e felici, perchè vedranno un futuro.

Citazione:
Quello che succede poi é che se sei più felice gli altri lo vedono, e tutti vogliono essere più felici.


Se non dai la possibilità di essere felice creando quelle condizioni che ho già spiegato riduci drasticamente la riuscita. Oggi la maggior parte delle persone comuni non vede un futuro roseo, anzi, proprio perchè mancano quelle sicurezze che nel mio modello sono gratuite. Sti cazzi c'è una bella differenza.

Citazione:
Richiede che sia formata da adulti e queste condizioni per ora non ci sono.


Ok a quei bambini gli diamo il giocattolo gratis che vogliono, così non fanno i capricci, dov'è il problema?

...il cielo è sempre più bianco...
invisibile
Inviato: 27/7/2013 21:59  Aggiornato: 27/7/2013 22:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
krom2012

Citazione:
lo dici te che è un sollievo temporaneo.

Non lo dico io, lo dicono i numerosi esempi che abbiamo avuto nel passato. E' SEMPRE stato così e le ragioni di questa cosa te le ho già dette.

Citazione:
Cazzate. Se l'ambiente è armonico e funziona influirà sullo spirito e verrà naturale essere positivi e felici, perchè vedranno un futuro.

Cazzate la tue, se permetti, perché tu ragioni come se la gente fosse adulta. Non lo é.
Ma vedo che ignori il cuore del problema. Da quell'orecchio non ci vuoi sentire.
Tu ragioni come se la gente fosse pronta ad assumersi la responsabilità delle proprie vite. Non é così.
Ultimamente vedo segni molto incoraggianti in tal senso, ma di strada ce n'è da fare.
Io confido nell'effetto valanga

Citazione:
Oggi la maggior parte delle persone comuni non vede un futuro roseo, anzi, proprio perchè mancano quelle sicurezze che nel mio modello sono gratuite

E perché allora non é già stato fatto?
Sempre per quella cosa che non consideri: non vogliono la responsabilità e fino a quando non la vorranno non ci si potrà fare niente.

Citazione:
Ok a quei bambini gli diamo il giocattolo gratis che vogliono, così non fanno i capricci, dov'è il problema?

Il problema é che sono la grande maggioranza, specie nel modo occidentale.
Il potere lavora di gran lena per portare le altre civiltà allo stesso livello della nostra, guarda la Cina, era uno dei paesi con più adulti del mondo, non é più così... ed é successo in pochissimi anni.
Chiediti perché il potere preferisce dei sudditi bambini piuttosto che adulti e scoprirai che quello che sto dicendo il potere lo sa benissimo.

Altro esempio, se la gente fosse anche solo più vicino, pronta al vero cambiamento, cioè adulti, questo sito sarebbe il più visitato in Italia, non c'è dubbio.
Perché non é così?
Perché pensano SOLO al pallone, alla fica e alla matriciana. Bambini.

Mi scuso con le signore ma essendo noi in Italia, il concetto così é più chiaro.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Aironeblu
Inviato: 28/7/2013 9:35  Aggiornato: 28/7/2013 9:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Si chiama capitalismo, nè più nè meno: una forma di organizzazione economica e sociale in funzione del capitale, con tutte le implicite disparità e inequità, e con la tragica caratteristica di accumulare e concentrare la ricchezza nelle mani di chi già parte avvantaggiato. Come per dire, una competizione tra chi corre a piedi senza scarpe e chi sopra una Ferrari, e chi perde pagherà al vincitore, in modo che possa comprarsi magari un elicottero per vincere ancora meglio. Figuriamoci poi se la gara viene anche truccata corrompendo i giudici e ritoccando le regole.

Ma per fortuna, come ogni sistema in disequilibrio, anche il capitalismo è destinato a collassare, anzi, ha già iniziato il suo collasso da una decina d'anni, e ce lo leveremo di torno entro breve. Il conto da pagare sarà giustamente riversato su tutti noi che abbiamo lasciato crescere e prosperare inermi questa malattia nel nostro habitat, ma anche i grandi parassiti che si sono ingrassati non saranno risparmiati.

Non è questione di "se", ma di "quando" ci sarà il tonfo delle nostre società liberal-capitaliste, per cui tanto vale prepararsi alla sopravvivenza e anticiparne la caduta al più presto, magari smettendo di foraggiare il sistema con le nostre tasse, i nostri consumi, e tutto quanto contribuisce a spostare il nostro lavoro e la ricchezza da noi prodotta nelle mani degli avvoltoi dal naso adunco, e organizzandosi in modi di vita più sobri ed efficienti, sia a livello individuale che in piccoli gruppi e comunità.
Chi invece preferisce stare nel gregge, buon per lui!

krom2012
Inviato: 28/7/2013 13:36  Aggiornato: 28/7/2013 13:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
invisibile

Tu continui a guardare il passato e ragioni in base a quegli esempi in cui il sistema sociale era identico, escluso il fatto che comunque sono vissute civiltà pacifiche, ma il potere regnante si guarda bene dal citarle sui libri scolastici e parla solo di guerre come se fossimo nati esclusivamente per combattere. Quindi già sbagli quando dici che è sempre stato così. Te l'hanno solo fatto credere. Non c'è dubbio che il potere malvagio abbia prevalso, purtroppo certe civiltà non erano preparate a quel tipo di invasori che tuttora stanno portando avanti il loro modello.

Tu invece ignori il cuore del sistema e come è strutturato, è ovvio che la maggioranza rinunci a combatterlo, ha paura, perchè se si ribella davvero finisce male (le rivoluzioni sono un ulteriore danno, occorre agire nell'ombra). Continui a insistere sul fatto della responsabilità, ma spiegami che differenza può fare il mio modello che ti da la possibilità di lavorare 2 ore al giorno o quante ne vuoi, e il resto del tempo sei libero di dedicarlo alle tue passioni, famiglia, svago e tutto il resto che hai citato (calcio, figa e matriciana) ecc, TUTTO GRATIS. Uno potrà anche essere un coglione immaturo, ma cosa sceglie alla fine? Io dico che ci mette la firma al mio modello, visto che è arrivato ad accettare passivamente questo sistema che non gli offre nulla gratis e anzi deve pagare anche l’aria contaminata che respira. La responsabilità è della casta al potere che è malvagia.

La responsabilità entra in gioco ora e consiste nel fatto di assumersela andando a fare un culo così ai pezzi grossi che gestiscono il potere nel mondo, su questo possiamo discutere, chi ha il coraggio di farli fuori? Gli anarchici sono sempre in prima fila, e anche se li butti per terra sono sempre in piedi, come dice una canzone!

L'hai detto tu che confidi nell'effetto valanga, per far si che avvenga devono essere eliminati i massimi vertici, le valanghe non partono dal basso della montagna ma dalle cime! Bombarba la vetta e crolla tutto! Volere è potere e per una giusta causa: una vita dignitosa per tutti! Quindi la differenza sta nel come si usa il potere, tu invece l'hai già condannato e lo vedi come il cuore del problema!

Siamo in tanti e non li puoi convincere tutti o sperare che si sveglino un domani, se aspetti sei fottuto, ma sembra che a te vada bene così o sei già rassegnato! Aspetta il cambiamento, bravo, resta a guardare la guerra civile che tra breve scoppierà a meno che non ci siano radicali svolte... Poi domani se sarai ancora vivo che dirai a tuoi nipoti? Sono stato a guardare, aspettavo il cambiamento ma non è arrivato!

...il cielo è sempre più bianco...
invisibile
Inviato: 28/7/2013 14:33  Aggiornato: 28/7/2013 14:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
krom2012

A questo punto credo che tu non capisca quello che io scrivo... O sono io che mi spiego male, non so...

Citazione:
Tu continui a guardare il passato e ragioni in base a quegli esempi in cui il sistema sociale era identico, escluso il fatto che comunque sono vissute civiltà pacifiche, ma il potere regnante si guarda bene dal citarle sui libri scolastici e parla solo di guerre come se fossimo nati esclusivamente per combattere. Quindi già sbagli quando dici che è sempre stato così. Te l'hanno solo fatto credere. Non c'è dubbio che il potere malvagio abbia prevalso, purtroppo certe civiltà non erano preparate a quel tipo di invasori che tuttora stanno portando avanti il loro modello.

E su questo siamo d'accordo. MA, tu dimentichi che gli indiani d'America, gli indios e gli africani (esempi), erano persone molto più adulte della media attuale, molto. Per quello avevano società più eque e più armoniche perché essendo più adulti ognuno si assumeva più responsabilità vera della propria vita e di quella della comunità.
Detto questo anche loro avevano i loro problemi, vedi i sacrifici umani degli indios... non era il paradiso in terra. Anche loro costruivano piramidi per gli dei...

Citazione:
Tu invece ignori il cuore del sistema e come è strutturato

Dopo tutto quello che ho scritto é assurdo che tu dica questo. Io non nego che sia così ma dico che é così perché viene consentito che sia così.
La causa, non il sintomo.



Citazione:
Continui a insistere sul fatto della responsabilità, ma spiegami che differenza può fare il mio modello che ti da la possibilità di lavorare 2 ore al giorno o quante ne vuoi, e il resto del tempo sei libero di dedicarlo alle tue passioni, famiglia, svago e tutto il resto che hai citato (calcio, figa e matriciana) ecc, TUTTO GRATIS. Uno potrà anche essere un coglione immaturo, ma cosa sceglie alla fine? Io dico che ci mette la firma al mio modello, visto che è arrivato ad accettare passivamente questo sistema che non gli offre nulla gratis e anzi deve pagare anche l’aria contaminata che respira.

Certo che ci mette la firma! E nel millisecondo successivo inizia a distruggerlo. E siccome parliamo di masse ci mettono poco.
Perché c'è la polizia negli stadi che sembra una guerra?
Perché E' una guerra. Una guerra per un pallone.
Non puoi pensare ad un modello per quanto perfetto senza pensare a CHI deve essere applicato.
Ma ti rendi conto che in parlamento abbiamo mafiosi, ladri, puttane ed assassini?
Chi li ha votati secondo te?

Non dare le perle ai porci perché ti si rivolteranno contro...


Citazione:
La responsabilità entra in gioco ora e consiste nel fatto di assumersela andando a fare un culo così ai pezzi grossi che gestiscono il potere nel mondo, su questo possiamo discutere, chi ha il coraggio di farli fuori? Gli anarchici sono sempre in prima fila, e anche se li butti per terra sono sempre in piedi, come dice una canzone!

Su questo ho scritto fin troppo.Se non hai afferrato non so che farci.

Citazione:
Bombarba la vetta e crolla tutto!

Dio santo Krom... ma quante volte lo dobbiamo ripetere?
E' già stato fatto molte volte e non é andata MAI come dici tu, MAI.
Cosa proponi di nuovo affinché questa volta funzioni?
E la stessa domanda che ho fatto a Lestaat e a cui non ha risposto.

Diciamo che hai ragione ok? Perché devo rischiare la vita SAPENDO che non ha MAI funzionato senza un nuovo metodo, qualcosa, qualsiasi cosa che mi dia anche una flebile speranza che questa volta funzioni?
Perché? A che serve sacrificarmi per nulla?

Citazione:
Siamo in tanti e non li puoi convincere tutti o sperare che si sveglino un domani, se aspetti sei fottuto, ma sembra che a te vada bene così o sei già rassegnato! Aspetta il cambiamento, bravo, resta a guardare la guerra civile che tra breve scoppierà a meno che non ci siano radicali svolte... Poi domani se sarai ancora vivo che dirai a tuoi nipoti? Sono stato a guardare, aspettavo il cambiamento ma non è arrivato!

Tu lo sai vero che tra le risposte a te e a lestaat, ho già detto tutto quello che avevo da dire a riguardo? Lo sai vero che ho detto più volte che "che cazzo ne sai tu che io non faccio niente"?
Tranquillo, la notte dormo come un bambino.

A me sembra di parlare con i sordi...

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Aironeblu
Inviato: 28/7/2013 14:41  Aggiornato: 28/7/2013 14:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@Invisibile

Se con la bacchetta magica potessi in un istante trasformare la società (questa società, con le stesse persone) in una dove tutti sono ricchi, nel giro di qualche ora ricomincerebbe il processo di disequilibrio. La causa non é il disequilibrio, la causa siamo noi.

Questo è innegabile. Questo tipo di società esiste perchè siamo noi nel nostro insieme a volerla così, magari criticandola e lamentandoci, ma costruendola pezzo per pezzo giorno per giorno secondo quei meccanismi che i potenti di oggi hanno compreso meglio di tutti da molto tempo. Sarà pure sotto l'inganno della classe dominante, ma la realtà è che la stragrande maggioranza della popolazione "occidentale" e buonissima parte della popolazione mondiale crede e si identifica nel modello del consumismo capitalista, rincorrendo all'infinito l'illusione di poter passare dalla parte dei "ricchi" nella competizione iperproduttivista che sta distruggendo il pianeta.
Ma non credo che questa forma di uniformità ovina derivi dalla paura di adottare un diverso sistema economico-sociale, o dalla paura di prendersi le proprie responsabilità, quanto piuttosto dalla pigrizia mentale e dal puro e pecorino spirito di imitazione, per cui si copia quello che fanno tutti e si fa così perchè tutti fanno così, premdendo a modello i personaggi di successo, nella stupida illusione di identificarsi con loro.
È esattamente quanto successo, ad esempio, con Berlusconi, votato da decine di milioni di persone, solo ed esclusivamente perchè immagine dell'uomo di successo che è diventato ricco (naturalmente senza che nessuno si chieda il Come sia diventato ricco...).

Per cui anch'io credo che la cosa migliore da fare sia soffiare sul fuoco del piccolo cambiamento individuale, cercando di dare l'esempio e trascinare quanta gente possibile verso altre tendenze comportamentali, che abbiano un maggiore grado di spiritualità e socialità.
Poi, se qualcuno riesce a organizzare l'eliminazione del vertice piramidale, mi offro come volontario per partecipare all'azione, ma la vedo difficilina...

krom2012
Inviato: 28/7/2013 15:14  Aggiornato: 28/7/2013 15:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
invisibile

Stai tirando fuori solo scuse, parli di responsabilità e tu sei il primo che non se la vuole assumere perchè dici che tanto non funziona, chi me lo fa fare, mi va bene così, scarichi il barile, oltre che rassegnato hai una visione da perdente. Se tutti la pensano come te non cambierà mai nulla. Sei bravo a criticare tutti, ma anche tu aspetti che siano altri a risolvere i problemi, poi ti difendi dicendo che non so un cazzo di quello che fai. Che cosa fai, quali sono le tue soluzioni, avanti sentiamo...

Citazione:
se qualcuno riesce a organizzare l'eliminazione del vertice piramidale, mi offro come volontario per partecipare all'azione, ma la vedo difficilina...


Per quanto possa essere difficile, a quanto pare non sono l'unico ad aver capito che i vertici vanno abbattuti perchè non funzionano e ci stanno fregando in tutti i sensi. La direzione è quella, non ci sono altre strade.

...il cielo è sempre più bianco...
etrnlchild
Inviato: 28/7/2013 15:52  Aggiornato: 28/7/2013 15:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Facciamo un semplice esempio.

Se entro in una stanza dove tutti si stanno prendendo a schiaffi, che faccio?
Ammesso che il "capo" che ha dato il via al "gioco" sia nella stanza (e al 99,9% non e' presente) se lo elimino credete che la gente finisca di prendersi a schiaffoni? O sarò costretto a darne anch'io per non soccombere?

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
incredulo
Inviato: 28/7/2013 16:15  Aggiornato: 28/7/2013 16:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@krom2012

Citazione:
Per quanto possa essere difficile, a quanto pare non sono l'unico ad aver capito che i vertici vanno abbattuti perchè non funzionano e ci stanno fregando in tutti i sensi. La direzione è quella, non ci sono altre strade.


No non sei l'unico.

Di quali vertici stai parlando?

Quelli politici italiani od europei?

Quelli militari internazionali?

Quelli economici?

Quelli religiosi?

Quelli sovranazionali?

Quelli nobili e cavallereschi?

Quelli occulti?

Come pensi di farlo?

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
krom2012
Inviato: 28/7/2013 16:47  Aggiornato: 28/7/2013 16:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
incredulo

Lo sai bene anche tu quali sono i vertici, li trovi in ogni ambito, purtroppo sono tutti coinvolti, i maggiori sono occulti, ovvio e, alcuni si trovano nei settori che hai citato. Per farla breve serve una organizzazione che agisca nell'ombra e che li colpisca contemporaneamente.

...il cielo è sempre più bianco...
incredulo
Inviato: 28/7/2013 17:22  Aggiornato: 28/7/2013 17:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@krom2012

Citazione:
Lo sai bene anche tu quali sono i vertici, li trovi in ogni ambito, purtroppo sono tutti coinvolti, i maggiori sono occulti, ovvio e, alcuni si trovano nei settori che hai citato. Per farla breve serve una organizzazione che agisca nell'ombra e che li colpisca contemporaneamente.


Ombra?

Cioè il loro terreno?

In un mondo tutto controllato e censito, tutti con codice fiscale, tutti su facebook e twitter, in un mondo in cui loro hanno le armi ed il monopolio della forza tu vorresti creare una organizzazione altamente specializzata, di killer professionisti che li colpisca tutti nello stesso momento, senza che loro se ne accorgano, senza che vedano?

Dove si addestrano questi guerrieri ninja, così abili e determinati che ti immagini?

Come si comunica fra questi guerrieri della Luce per il benessere dell'Umanità, coi pizzini?

Cioè, vorresti mantenere tutta la piramide così com'è, dalla base fino in cima e fare sparire solo la punta con una azione violenta?

Ma sei serio o stai andando coi pensieri a ruota libera dopo una bella bevuta?

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
etrnlchild
Inviato: 28/7/2013 17:57  Aggiornato: 28/7/2013 17:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@krom

Ammettiamo pure che riesci ad eliminare i vertici, mi disegni uno scenario di quello che succederebbe dopo?

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
invisibile
Inviato: 28/7/2013 19:37  Aggiornato: 28/7/2013 19:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
krom2012

Guarda, cercherò di essere educato...

Citazione:
Stai tirando fuori solo scuse, parli di responsabilità e tu sei il primo che non se la vuole assumere

Ma come ti permetti? Ma che ne sai? Ma sei fuori di testa? In base a cosa affermi una simile cosa? Non puoi accusare qualcuno in questo modo senza spiegare perché sarebbe così.

Citazione:
perchè dici che tanto non funziona,

E questa sarebbe la spiegazione?
Ma lo sai leggere l'italiano? Io non ho mai detto "tanto non funziona". Ho detto che "non funziona", é molto diverso, e tu cambiando le mie frasi gli dai un significato che non avevano e lo fai perché ti fa comodo. E' un modo di fare scorretto.

Ti ho anche detto il perché non funziona ma, come al solito, tu quella parte la ignori.
O rispondi a questo o dubito che il dialogo possa andare avanti. Scegli tu se comportarti da adulto o meno.

Citazione:
chi me lo fa fare

Come sopra. Io non ho mai detto questo, sei scorretto.

Citazione:
mi va bene così

Di nuovo mi attribuisci pensieri che non ho e che non ho mai detto.
Sembri un agente provocatore sai? Si comportano proprio così per cercare di fare uscire allo scoperto e magari dire una parola di troppo... In questa discussione inoltre siamo al limite del lecito.
Lo sei? Sei un provocatore?

Citazione:
scarichi il barile

Faccio veramente fatica a rimanere educato.
Con tutto il lavoro che faccio, con tutte le responsabilità che mi prendo, tu con leggerezza la butti lì. Mah...
L'unico motivo che vedo possibile per un simile comportamento é che stai cercando di convincere te stesso.

Citazione:
oltre che rassegnato hai una visione da perdente

Meno male và, questa mi ha fatto tornare il buon umore.
Non hai capito niente, ne di me ne di quello che ho detto.
Ti tocca fare un bel reset e ricominciare da capo, se ti va, altrimenti é inutile, continuerai a non capire niente.

Citazione:
Sei bravo a criticare tutti,

Io non ho criticato nessuno, ho esposto delle realtà.

Citazione:
ma anche tu aspetti che siano altri a risolvere i problemi,

Che trip che ti stai facendo... é tutto tuo, tutto inventato... é tutto solo nella tua testa caro mio. Su, datti una regolata.
Il bello é che da qualche parte ho scritto pure che nessuno può risolvere i problemi di un altro... ma forse non era qui. Ora non mi va di cercare e non ne vedo l'utilità di fronte ad un sogno ad occhi aperti.

Citazione:
poi ti difendi dicendo che non so un cazzo di quello che fai.

Io non mi stavo difendendo (anche questa non l'hai capita), é la realtà: non lo sai. Oppure si? Dai vediamo, dimmi, cosa faccio?

Citazione:
Che cosa fai, quali sono le tue soluzioni, avanti sentiamo...

A parte che l'ho già scritto fino alla nausea (e se non sai leggere non ci posso fare niente), non te lo direi comunque perché sei maleducato, interpreti come ti pare quello che scrivo e, soprattutto, non affronti le mie contestazioni alle tue tesi, ignorandole di sana pianta, come se non avessi scritto nulla. Tiri dritto ripetendo quello che hai già detto come se il ripeterlo fosse sufficiente a rispondere alle mie critiche.

Se non vuoi approfondire va benissimo, basta dirlo.

Citazione:
Per quanto possa essere difficile, a quanto pare non sono l'unico ad aver capito che i vertici vanno abbattuti perchè non funzionano e ci stanno fregando in tutti i sensi. La direzione è quella, non ci sono altre strade.

Come dicevo: ripetizione. Allora? Vogliamo andare avanti o ripetiamo le stesse cose all'infinito?
Ti rendi conto che non stai dialogando? Sembra di no.
Ma pare che queto non ti crei nessun problema.
Contento tu...

Stammi bene.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
krom2012
Inviato: 28/7/2013 20:05  Aggiornato: 28/7/2013 20:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Invisibile piantala di dire cazzate, rispondi solo per rispondere continuando a fare ragionamenti da schiavo. Ti ho proposto il mio modello e tu dici che non funziona, perchè in passato non ha funzionato, ora ti chiedo quando mai c'è stato un sistema in cui tutto era gratis?
Quindi le tue affermazioni non hanno fondamento e mi viene da pensare che tutto sommato ti sta bene così e se proprio si devi intervenire che lo facciano gli altri. Ti ho chiesto che cosa fai tu e non mi hai ancora risposto!

Incredulo
Ho già capito dove vuoi andare a parare e ti contraddici nelle domande che fai. Se sei controllato l'unica alternativa è agire nell'ombra, loro hanno in mano qualsiasi terreno, quindi che cazzo stai a chiedere?
Nessuno ha mai detto che vuole mantenere la piramide, eliminare i vertici è solo l'inizio, come se fossi facile! Ad ogni modo mi fai capire che per te è impossibile qualsiasi azione, sei un altro rassegnato? Fai prima a dirlo subito.

Almeno etrnlchild chiede che succederà dopo, ma io non sono un veggente per dirtelo, intanto cominciamo ad eliminare i vertici, poi a seconda dello scenario che si presenta si agisce di conseguenza. Può crollare tutto come possono rimanere in piedi dei gradini, in tal caso si abbattono anche quelli.

...il cielo è sempre più bianco...
invisibile
Inviato: 28/7/2013 20:43  Aggiornato: 28/7/2013 20:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
krom2012

Citazione:
nvisibile piantala di dire cazzate,

L'educazione, questa sconosciuta...

Citazione:
rispondi solo per rispondere continuando a fare ragionamenti da schiavo.

E' confermato: non sai l'italiano.

Citazione:
Ti ho proposto il mio modello e tu dici che non funziona, perchè in passato non ha funzionato, ora ti chiedo quando mai c'è stato un sistema in cui tutto era gratis?

E questa sarebbe la novità? La grande idea geniale?
Come fai a realizzarla quando la maggioranza della gente non é in grado di gestire una simile situazione? Succederebbe una ecatombe.

Cioè per te basta che tutto diventi gratis in cambio di 2-3 ore di lavoro al giorno, eliminare i vertici (fino a dove, quanto in basso nella piramide?) e tutto si risolve perché la gente vedrà finalmente un futuro... o capito bene?

Ma cosa é, il temono di 3a elementare o la dichiarazione di miss Italia?

Io pensavo che fosse un dialogo serio...




Citazione:
Quindi le tue affermazioni non hanno fondamento e mi viene da pensare che tutto sommato ti sta bene così e se proprio si devi intervenire che lo facciano gli altri.

Ma allora non vuoi che io sia educato.... sei un provocatore. Ma ti deludo, non ci casco. Gioca da solo.

Citazione:
Ti ho chiesto che cosa fai tu e non mi hai ancora risposto!

E non ci penso proprio a risponderti. Fossi matto.
Perché devo spiegare cosa faccio io a chi non ha la minima intenzione di comprendere l'altro?
Fatica sprecata.

Vedi krom, in questo stesso sito ci sono più persone che hanno capito benissimo come mi muovo e l'hanno capito anche se in certi casi non sono stato specifico.
Rifletti sul perché tu no, visto che inoltre non é la prima volta che ci scorniamo.

Citazione:
Almeno etrnlchild chiede che succederà dopo, ma io non sono un veggente per dirtelo

Non c'è bisogno di un veggente se conosci in che stato é l'umanità.
Te lo dico io: succederebbe un disastro, miliardi di morti.
Etrnchild te lo chiedeva per capire se il tuo era il temino di 3a elementare, un sogno magari un po' fumato o se avevi una idea precisa al riguardo e se fossi consapevole delle conseguenze delle tue idee applicate alla realtà odierna.

Dai facciamolo.
Con la mia bacchetta magica l'ho già fatto: i vertici cattivoni sono spariti e tutto é gratis. La gente deve solo lavorare 2 o 3 ore al giorno.
Vai, continua tu. Inizia dalle moltitudini che bramano di diventare più ricchi degli altri, di avere la maccihina più figa, la figa più figa () la villa più grande, l'aereo personale e il mega yacht.
Sentiamo come te la cavi con qualche miliardo di persone, che desiderano quanto sopra, in "libera uscita". Ma anche solo qualche centinaio di milioni...
Facci sognare. Evita la carneficina.

Citazione:
Può crollare tutto come possono rimanere in piedi dei gradini, in tal caso si abbattono anche quelli.

E già, che ci vuole... tanto stiamo parlando solo del pianeta Terra e di nove miliardi di persone.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
incredulo
Inviato: 28/7/2013 20:46  Aggiornato: 28/7/2013 20:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@krom2012

Citazione:
Ho già capito dove vuoi andare a parare e ti contraddici nelle domande che fai. Se sei controllato l'unica alternativa è agire nell'ombra, loro hanno in mano qualsiasi terreno, quindi che cazzo stai a chiedere?


Lo chiedo a te, sei tu che vedi come unica soluzione questa cazzata impraticabile.

Citazione:
Nessuno ha mai detto che vuole mantenere la piramide, eliminare i vertici è solo l'inizio, come se fossi facile!


Appunto.

Ti rendi conto da solo che stai pensando qualcosa che è impraticabile.

Sei su di un binario morto, frustrato e disperato, stai pensando a soluzioni fantasiose e assurde.

Lo dimostra il fatto che non esiste nessun piano fattibile, nessuna massa critica di persone illuminate che voglia la stessa cosa che vuoi tu, nessuna piattaforma condivisa con la gente, con il popolo.

La tua è una fantasia impraticabile

Citazione:
Ad ogni modo mi fai capire che per te è impossibile qualsiasi azione, sei un altro rassegnato? Fai prima a dirlo subito.


Ti faccio capire quello che vuoi capire, non quello che penso.

Sei tu che pensi che l'unica azione da compiere sia quell'enorme cazzata che hai scritto.

Sei tu che pensi che dovremmo trasformarci in Rambo ed Angeli vendicatori per cambiare il mondo come unica azione per cambiare.

Finora hai solo delirato senza proporre nulla di sensato, hai mostrato solo fastidio e chiusura, dove vuoi andare messo così krom2012?

Fai un bel respiro, pensa a salvare te stesso, è l'unica cosa sensata che puoi fare.

La cima della Piramide non conta un beneamato cazzo se tu non ci sei dentro.

E, se tutti se ne chiamassero fuori, questi comanderebbero sta cippa di minchia.

Comincia tu, con la tua vita, pensa a coinvolgere più persone possibili, metti passione nelle cose in cui credi, vedrai il mondo cambiare incredibilmente, senza armi e guerre, vedrai sempre più gente incuriosita dal tuo "strano" modo di vivere, vedrai tanti come te in cerca di una soluzione che inizieranno a cambiare.

Non cambierai mai un cazzo, perpetuando le stesse logiche del Potere, non cambierai mai una sega andando con la forza a sostituire un potere con un altro potere uguale a quello che vuoi scalzare.

Rilassati, qualsiasi problema tu abbia rilassati e ridi, sei vivo.

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
krom2012
Inviato: 28/7/2013 21:15  Aggiornato: 28/7/2013 21:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo

Per conto mio le vostre conclusioni sono sbagliate ed evito di rispondervi nello specifico o non la finiamo più!

Ricapitoliamo, io ho proposto un modello che voi bocciate perchè ritenete impraticabile e un mucchio di cazzate, guardatevi questo documentario:

Paradise or oblivion

Un piano del genere nelle condizioni odierne è impossibile perchè chi sta al potere non ci permetterà di attuarlo, quindi gli scenari sono due: o si abbatte chi ci ostacola o si sta alle loro dipendenze, voi da che parte state?

Avete parlato di ecatombi e carneficine, un sistema fondato sui soldi è destinato a finire male, se vi siete accorti, è questione di tempo.

...il cielo è sempre più bianco...
incredulo
Inviato: 28/7/2013 21:57  Aggiornato: 28/7/2013 21:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@krom2012

Citazione:
Ricapitoliamo, io ho proposto un modello che voi bocciate perchè ritenete impraticabile e un mucchio di cazzate, guardatevi questo documentario:

Paradise or oblivion

Un piano del genere nelle condizioni odierne è impossibile perchè chi sta al potere non ci permetterà di attuarlo, quindi gli scenari sono due: o si abbatte chi ci ostacola o si sta alle loro dipendenze, voi da che parte state?


E tu saresti anarchico krom2012?

Non ti rendi conto che questo documentario è uno spot per il NWO?

Citazione:
Avete parlato di ecatombi e carneficine, un sistema fondato sui soldi è destinato a finire male, se vi siete accorti, è questione di tempo.


Sì è vero.

E' quello che vogliono i Padroni del mondo, un crollo mondiale, uno scenario talmente brutale da richiedere una soluzione nuova.

Soluzione nuova che sarà bagnata dal sangue che scorrerà a fiumi.

Pensi che i film come "oblivion", come "thrive", come "V per vendetta", i movimenti come "occupy wall street", il 5 stelle siano casuali?

Progetto Venus, solo il nome è rivelatore.

Sarà un altro sacrificio di sangue a bagnare il nuovo mondo.

Ci saranno quelli che non si presteranno ad aiutarli nel loro piano, evitando di lasciarsi andare alle violenze ed ai massacri e ci saranno quelli che lo faranno con piacere, per sfogare le loro frustrazioni accumulate in questi anni di preparazione.

Tu da che parte starai?

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
etrnlchild
Inviato: 28/7/2013 22:04  Aggiornato: 28/7/2013 22:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@Kromm
Citazione:
Ricapitoliamo, io ho proposto un modello che voi bocciate perchè ritenete impraticabile e un mucchio di cazzate, guardatevi questo documentario: Paradise or oblivion

Guarda che il modello di Jacque Fresco, che conosco bene e che pure condivido, fa leva su una consapevolezza allargata.

La soluzione: eliminiamo i vertici e sarà il paradiso e' una conclusione tutta TUA, che non trova riscontro nella realtà.

Non puoi abbattere un palazzo se non hai idea o almeno una visione su come ricostruirlo.
E per questo che non riesci a rispondere alla domanda "cosa accadrà dopo", non perchè tu non sia un veggente, ma perchè non riesci razionalmente a visualizzare un possibile scenario.

Il mondo che tu auspichi lo vogliamo pure io, Invisibile, Incredulo e credo molti altri, ma la via che tu indichi per poterlo realizzare non puo' andare da nessuna parte, magari potesse, sarebbe davvero semplice.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
etrnlchild
Inviato: 28/7/2013 22:15  Aggiornato: 28/7/2013 22:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@Incredulo
Citazione:
Non ti rendi conto che questo documentario è uno spot per il NWO?

Su questo non sono d'accordo. Ma questo lo sappiamo già.


Sto ancora aspettando che mi dici chi assume la parte soprannaturale del "bene", se esiste.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
incredulo
Inviato: 28/7/2013 22:47  Aggiornato: 28/7/2013 22:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@etrnlchild

Citazione:
Sto ancora aspettando che mi dici chi assume la parte soprannaturale del "bene", se esiste.


Gli ESSERI soprannaturali si dividono fra coloro che ci amano e coloro che non ci possono vedere, gli stiamo proprio sui coglioni.

Un po' come il nostro rapporto con gli animali.

C'è chi li ama e c'è chi li sevizia, li tortura e li considera solo cibo.

Quello che ci ama più di tutti è Yahushua, meglio conosciuto come Gesù.

Prima o poi TUTTI lo incontreremo.

A me è successo tardi, quando meno me lo aspettavo.

Prima di incontrarlo, pensavo fosse una invenzione.

Ciao

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
krom2012
Inviato: 28/7/2013 22:59  Aggiornato: 28/7/2013 22:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
E tu saresti anarchico krom2012? Non ti rendi conto che questo documentario è uno spot per il NWO?


Ti ricordo che anarchia significa assenza di governo, come fai a dire che è uno spot nwo, quando viene specificato nel documentario che non ci sarà nessuna elite al comando e quindi nessun governo, praticamente l'opposto del nwo. Poi può darsi che hai ragione tu, molti movimenti sono opera loro, ma sinceramente se devo scegliere, quel modello stravince.

Lo sai già io sono favorevole ad un sistema del genere, il problema è che chi sta al potere vuole ben altro e lo stiamo vedendo.

Citazione:
La soluzione: eliminiamo i vertici e sarà il paradiso e' una conclusione tutta TUA, che non trova riscontro nella realtà.


Più che una soluzione, io la vedo come l'ultima spiaggia, perchè credo che i vertici non saranno mai d'accordo nell'attuare un piano simile, quindi rappresentano solo un ostacolo. E' facile dire, basta girare le spalle che quelli cadono, no quelli ti inculano se ti giri, ai piani alti o stai con loro o ti fanno fuori, resta l'alternativa che li fai fuori tu, non per prendere il loro posto e continuare ad abusare come hanno fatto loro finora, ma per attuare quel progetto.
E' ovvio che se tutti girano le spalle e non cadono nelle trappole della corruzione, del ricatto, delle minacce, allora la piramide cade da sola, purtroppo come avete già detto, la maggioranza è con loro e il processo di risveglio è troppo lento, più il tempo passa è meno possibilità avremo di portarlo a termine e sarà sempre peggio. Per peggio intendo un mondo da grande fratello o guerra civile, proprio quello che vuole il nwo.

...il cielo è sempre più bianco...
invisibile
Inviato: 29/7/2013 0:04  Aggiornato: 29/7/2013 0:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
krom2012

Bene, forse ora c'è qualcosa.

Citazione:
Più che una soluzione, io la vedo come l'ultima spiaggia, perchè credo che i vertici non saranno mai d'accordo nell'attuare un piano simile, quindi rappresentano solo un ostacolo. E' facile dire, basta girare le spalle che quelli cadono, no quelli ti inculano se ti giri, ai piani alti o stai con loro o ti fanno fuori, resta l'alternativa che li fai fuori tu, non per prendere il loro posto e continuare ad abusare come hanno fatto loro finora, ma per attuare quel progetto.

Per poter avere successo e non finire come tutte le rivoluzioni e rivolte del passato, cioé peggio di prima, é necessario che la maggioranza della gente sia d'accordo con il progetto. Consapevole di quello che c'è da fare, determinata e coordinata. Altrimenti rimane impossibile da realizzare perché, anche se riesci (come minoranza) a eliminare tutti i vertici ci sono molti MILIONI di persone che non aspettano altro per prendere il loro posto. E staremo da capo. E' necessaria la maggioranza per tutelare il nuovo sistema, per impedire che una minoranza riprenda il potere (come é sempre successo). Sei d'accordo?

Citazione:
E' ovvio che se tutti girano le spalle e non cadono nelle trappole della corruzione, del ricatto, delle minacce, allora la piramide cade da sola, purtroppo come avete già detto, la maggioranza è con loro

Appunto, come dicevo. Ma non é che la maggioranza é solo "con loro", sono pronti a prenderne il posto (non la maggioranza ma molti, la maggioranza dorme e accetterà qualsiasi sistema a patto di avere pallone figa e matriciana).

Citazione:
e il processo di risveglio è troppo lento

e datti da fare no? Fai come faccio io che lo appoggio in tutti i modi che riesco a trovare. Fanne il più importante impegno della tua vita.
Ma, come dice incredulo, prima devi mettere a posto te stesso, vivere pienamente e trovare la tua dimensione felice altrimenti gli altri non ti ascolteranno nemmeno.
Devi essere la dimensione che tutti stanno cercando. Tutti.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
etrnlchild
Inviato: 29/7/2013 0:57  Aggiornato: 29/7/2013 0:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@Incredulo

Bene. Immaginavo.

Giusto per chiudere il discorso, visto che del "Male" non facciamo fatica a riconoscere i burattini terreni, ti chiedo se esistono incarnazioni altrettanto terrene del "Bene".
Poi non ti importuno più, anche perchè si va OT.


"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
krom2012
Inviato: 29/7/2013 1:08  Aggiornato: 29/7/2013 1:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Certo che sono d'accordo invisibile e sono anni che provo a svegliare le persone, usando come te tutti i modi, quindi saprai già a che si va incontro. Non a caso ho scritto che il processo di risveglio è troppo lento. La maggioranza devo dire che è ancora in coma profonda, alcuni sono così influenzati da essere inguaribili. Quelli al potere lavorano giorno e notte per schiavizzarci in maniera definitiva, siamo già sulla via del non ritorno, quindi il tempo non gioca a nostro favore. Le nostre generazioni sono le uniche che possono ancora provare ad invertire rotta, ho il presentimento che se aspettiamo ancora saranno cazzi amari per tutti, sei consapevole di questo?

A dirla tutta, vivere pienamente e trovare la propria dimensione felice è diventata una utopia, circondati da un sistema che sembra una gabbia di psicopatici...

...il cielo è sempre più bianco...
etrnlchild
Inviato: 29/7/2013 1:22  Aggiornato: 29/7/2013 1:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
Più che una soluzione, io la vedo come l'ultima spiaggia,


Sì, scusa se insisto, il progetto di Fresco non prevede questa ultima spiaggia perchè sa che la sua visione NON si potrà realizzare con l'uso di forza alcuna, che porterebbe invece ad un ristabilirsi dello status quo, proprio perchè non fondato su una coscienza allargata. Lui dice che gli basterebbero 3 mesi di televisione in tutto il mondo...(strano che il NWO non glieli abbia ancora concessi...)

Naturalmente i più estremisti vedono in questo la parte subdola del progetto, un grande fratello Orwelliano legittimato dalla volontà delle masse (senza spargimento di sangue a questo punto), a cui viene "venduto" il nuovo modello. A parte che se questa fosse la volontà dei Padroni del mondo, progetti del genere starebbero in TV un giorno sì e l'altro pure. A occhio non mi pare proprio. La conoscenza di un progetto del genere è inferiore alla coscienza sui fatti dell' 11/9.

Poi la vedo un pò dura che masse di individui consapevoli di poter vivere in un mondo senza denaro siano i nuovi schiavi del NWO... schiavi di che poi? Quando hai tolto l'unico elemento che oggi li rende tali? Anche Gesù rimarrebbe a bocca aperta...e si unirebbe alla comunità.

In questo caso la visione complottista, imho, non tiene.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
krom2012
Inviato: 29/7/2013 2:30  Aggiornato: 29/7/2013 2:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
Fresco non prevede questa ultima spiaggia perchè sa che la sua visione NON si potrà realizzare con l'uso di forza alcuna


Ma infatti ho aggiunto l'opzione ultima spiaggia partendo dal presupposto che i padroni del mondo non accetteranno mai quel progetto, altrimenti sarebbe già in esecuzione da tempo. Solo il fatto che il nostro paese non rinunci a nessuna spesa militare e che l'ue abbia creato un corpo speciale che stia al di sopra di ogni legge, per non parlare delle porcate del governo americano, progetto droni ecc. la dice lunga sulle intenzioni che hanno, non solo conservare il loro potere, ma aumentarlo a livelli orwelliani. A quanto pare non si sentono ancora abbastanza sicuri (è vero che ci sono altri motivi), ciò è anche indice di vulnerabilità! Per questo dico che se aspettiamo ancora, tra breve rischiamo di trovarci in macabri scenari da film di fantascienza. Hollywood è maestra nel mostrarceli...Però i film documentari che parlano di mondi possibili senza denaro, vengono puntualmente censurati..

...il cielo è sempre più bianco...
Aironeblu
Inviato: 29/7/2013 4:03  Aggiornato: 29/7/2013 4:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/1/2012
Da: Ha Noi
Inviati: 1947
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@Khrom

Certo che sono d'accordo invisibile e sono anni che provo a svegliare le persone, usando come te tutti i modi, quindi saprai già a che si va incontro. Non a caso ho scritto che il processo di risveglio è troppo lento. La maggioranza devo dire che è ancora in coma profonda, alcuni sono così influenzati da essere inguaribili.

Allora svegliali con una bella secchiata di gelida realtà sulla faccia! Ad esempio facendogli scoprire che siamo governati da una banda di parassiti che ha organizzato gli autoattentati dell'11 set, o il fallimento dei paesi europei per comprarseli a prezzi di saldo, per non parlare dei macelli già realizzati nei paesi più deboli con la nostra complicità, vd Libia, Iraq, Afghanistan, e ora Siria... Però parti da qualcosa di concreto, scioccante e dimostrabile, come appunto l'11 set.

incredulo
Inviato: 29/7/2013 6:37  Aggiornato: 29/7/2013 6:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@etrnlchild

Citazione:
Giusto per chiudere il discorso, visto che del "Male" non facciamo fatica a riconoscere i burattini terreni, ti chiedo se esistono incarnazioni altrettanto terrene del "Bene".


Il mondo è pieno di "Angeli", il mondo è pieno di ESSERI rivolti verso il "bene", solo che sono invisibili, non fanno notizia, non occupano posizioni di Potere.

Quello che è alla Luce è solo il male, il bene rimane nell'ombra.

E' l'inversione della realtà, dove il "bene" è Luce ed il "male" ombra, inversione operata dal demiurgo, dal principe del mondo, la sua specialità.

Forse ti sorprenderà sapere che, anche coloro che fanno il "male", concorrono alla realizzazione del piano divino sulla Terra.

Ciao

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
incredulo
Inviato: 29/7/2013 6:49  Aggiornato: 29/7/2013 7:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@etrnlchild

Citazione:
A parte che se questa fosse la volontà dei Padroni del mondo, progetti del genere starebbero in TV un giorno sì e l'altro pure. A occhio non mi pare proprio. La conoscenza di un progetto del genere è inferiore alla coscienza sui fatti dell' 11/9.


Il fatto è anche questo, etrnlchild

Se la "cricca" mondialista ha davvero i mezzi e le risorse per strutturare e pianificare l'avvento di un nuovo ordine mondiale, questa sarà in grado di muovere azione e reazione, conservazione e rivoluzione, e nessun movimento di carattere globale riuscirà a sfuggirli, anzi sarà proprio l'etichetta di "globalista" un marchio per riconoscere con più facilità l'ideologia nuovomondialista.

Per farla semplice il mondialismo avanza come un Giano Bifronte: da una parte la repressione, le Georgia Guidestones, "1984" di Orwell, che rappresentano la parte repressiva e demonizzabile, dall'altra l'assuefazione, la "fratellanza universale" (o galattica), new age e "il mondo nuovo" di Huxley, che rappresentano il consenso.

Questi progetti sono funzionali a catturare il consenso dei migliori, di coloro che vogliono il "bene", abituandoli all'idea di una soluzione unica globale come unica soluzione possibile.

Questi progetti non stanno in TV, perchè non prevedono il sangue.

Senza il rito del sangue, non si creerebbero le condizioni, l'energia sufficente per cambiare lo stato delle cose.

I milioni di morti nelle rivoluzioni sono serviti a quello, i riti di sangue sono quelli più efficaci.

Anche il 9/11 lo è stato.

Citazione:
Poi la vedo un pò dura che masse di individui consapevoli di poter vivere in un mondo senza denaro siano i nuovi schiavi del NWO... schiavi di che poi? Quando hai tolto l'unico elemento che oggi li rende tali?


Non è così etrnlchild, questi se ne fottono del denaro e la gente è schiava perchè non vuole prendere il controllo della propria vita.

Il denaro è stato ed è ancora solo un mezzo, un potente mezzo di conquista del mondo.

Questi vogliono il Potere, non il denaro, di quello non sanno cosa farsene.

Questi vogliono il mondo intero che lavori per loro, sottomesso a loro, per compiere il loro progetto di dissoluzione del "vecchio" mondo, la "Grande Opera", per ottenere un "nuovo" mondo, il NWO appunto.

Il prossimo passo è proprio quello di eliminare il denaro, come potrebbe cambiare altrimenti il mondo?

Non ti rendi conto che sono anni che stanno preparando questo scenario?

Sono loro che controllano la circolazione del denaro, sono loro che decidono se distribuirlo o meno avendo in mano la FED, la BCE, il FMI, la Banca Mondiale.

Tutti i filmati in rete, l'opinione pubblica, i dibattiti sono oggi concentrati su questo aspetto: mancano i soldi.

Come mai?

Cattivissimi banchieri avidi e strozzini, 1% vs 99%, monta la rabbia, aumentano le tensioni, il malessere del mondo occidentale, interamente basato sul Dio denaro.

La gente sta già bruciando, cercando di mantenere il vecchio paradigma, la gente sta già distruggendosi incapace di cambiare la sua visione di vita alla realtà attuale.

La Storia sta accelerando e se rimaniamo attaccati al "vecchio" schema non reggeremo la pressione.

L'unica soluzione è abbandonare la vecchia visione, fermarsi, lasciare che scorra, lasciarla andare, chiamarsi fuori.

Le forze in gioco sono troppo potenti per noi umani, sono forze superiori a noi, potenti volontà che stanno operando nel mondo.

Noi possiamo agire solamente nel nostro campo di competenza, fra la gente che incontriamo, solamente lì possiamo esprimere la nostra posizione, possiamo fare la differenza e vivere pienamente responsabili.

Cambiare il corso della Storia, salvare il mondo non è compito nostro, mentre fare in modo che il nostro mondo sia quello che ci piace lo è, quello dipende solo da noi.

Quando questo bubbone sarà esploso, quando il sangue scorrerà copioso, quando tutto questo sarà compiuto nascerà il "nuovo" mondo di pace e prosperità.

L'eterno immortale schema: Problema, Reazione, Soluzione.

Ciao

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
invisibile
Inviato: 29/7/2013 10:04  Aggiornato: 29/7/2013 10:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
krom2012

Citazione:
ho il presentimento che se aspettiamo ancora saranno cazzi amari per tutti, sei consapevole di questo?

Io non aspetto. Agisco.
Ogni essere ha dei limiti, un "campo di azione" limitato nel tempo e nello spazio, a prescindere se lavora per il bene o per il male.
Inoltre l'efficacia della sua azione é inversamente proporzionale alla distanza dal suo centro, come il calore del Sole, più ti allontani e più fa freddo.
Per questo incredulo ti ha detto "cura la TUA vita" perché solo se si é in equilibrio, contenti di quello che si fa e con chi stai puoi emanare abbastanza calore per scaldare gli altri. Quando gli altri sentono il tuo calore scoprono che é proprio quello che hanno cercato per tutta la vita e i più coraggiosi tra loro inizieranno a fare lo stesso. E' lento? Non so, probabile, ma che ci vuoi fare?
Se invece ti inoltri in campo nemico, anche con un gruppo super addestrato e super motivato, sei fregato perché ti allontani dal tuo centro. Inoltre il nemico ha preparato infinite trappole, tra cui il sonno delle masse.

Certo che sono consapevole. Mi angoscia e mi preoccupa. Ma so che non si può fare niente a riguardo.
Comunque sono già cazzi amari per tutti. Il prossimo sacrificio di massa é già iniziato ma questa volta, invece di una guerra mondiale dichiarata, é una guerra mondiale sofisticata e parzialmente nascosta che comprende modificazione del clima, avvelenamento fisico, mentale e spirituale.
E' la peggiore mai programmata.
Ma nessuno di noi la può fermare.
Solo NOI la possiamo fermare e per poterlo fare é necessaria la massa critica.
Non di incazzati e basta. Serve consapevolezza, conoscenza profonda di chi siamo e cosa veramente vogliamo.
Serve che la gente si svegli e cresca.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
Calvero
Inviato: 29/7/2013 12:35  Aggiornato: 29/7/2013 12:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
L'unica soluzione è abbandonare la vecchia visione, fermarsi, lasciare che scorra, lasciarla andare, chiamarsi fuori.


PUNTO, il resto è aiutarli a dominare.

Citazione:
Prima o poi TUTTI lo incontreremo.


Fa sorridere e anche rabbia pensare quanto certe consapevolezze possano apparire irreali solo perché un Dio ha deciso di darsi il nome più idiota...


.... $ ...

... poi naturale che grazie a questo MEZZO il potere giochi a metterti in frequenza con l'idiozia della sub-cultura o ...come si dice ? a sì ...

... dell'educazione.

Non prendetevela, ho solo spiegato perché il mondo è fatto di idioti.

Povero Cristo che non si è scelto un simbolo idiota (quando non l'hanno scelto "apposito" al posto suo) ... lui che sapeva (SA) che non può abbassarsi a irretire...

.. poi, si sa, c'è sempre qualche figlio di una gran puttana che si dà da fare.


Se non si è pronti alla gaia scienza ... a ridere saranno sempre gli stessi.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
etrnlchild
Inviato: 29/7/2013 13:25  Aggiornato: 29/7/2013 13:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@Incredulo

Scusa Incredulo cerco, per quanto possibile, di assumere il tuo punto di vista e molte cose non mi tornano.

Citazione:
Per farla semplice il mondialismo avanza come un Giano Bifronte: da una parte la repressione, le Georgia Guidestones, "1984" di Orwell, che rappresentano la parte repressiva e demonizzabile, dall'altra l'assuefazione, la "fratellanza universale"

Beh anche Gesù voleva la "fratellanza Universale"...che fosse il primo emissario del NWO?

Citazione:
Questi progetti non stanno in TV, perchè non prevedono il sangue.
...Senza il rito del sangue, non si creerebbero le condizioni, l'energia sufficente per cambiare lo stato delle cose.

Quindi niente sangue niente realizzazione del progetto...sto sangue è necessario o no?

Citazione:
Tutti i filmati in rete, l'opinione pubblica, i dibattiti sono oggi concentrati su questo aspetto: mancano i soldi.
Come mai?

Perchè il sistema sta crollando. Dammi uno scenario reale di controllo da Parte del Potere una volta che il sistema attuale collassa. Chi controlla chi e soprattutto COME.

Citazione:
Questi vogliono il mondo intero che lavori per loro, sottomesso a loro

Obbiettivamente mi pare che già sia così...o no?

-------------------------------------------------------------
E ancora, poichè:
Citazione:
Le forze in gioco sono troppo potenti per noi umani, sono forze superiori a noi, potenti volontà che stanno operando nel mondo.


e

Citazione:

Noi possiamo agire solamente nel nostro campo di competenza, fra la gente che incontriamo, solamente lì possiamo esprimere la nostra posizione, possiamo fare la differenza e vivere pienamente responsabili.


"Potere...", "possiamo..." "possiamo..."

Non possiamo riuscirci secondo la premessa di cui sopra. Se la tua e' comunque una visione sociale, comunitaria, del mondo, dove le relazioni sono una parte integrante e necessaria.

Secondo il tuo assunto tu non hai potere alcuno sulla tua esistenza sociale, cioè inserita in un contesto di comunità. Perchè nel momento che visualizzi una soluzione "globale" al problema allora pensi che questo processo sia governato necessariamente dall'alto. Perchè a me pare tu non veda altro che questo. Perche' il Potere ha mezzi inimmaginabili, che i singoli non possono contrastare. Questo non indica mancanza di fiducia nel singolo stesso? E senza fiducia dove vogliamo andare? Essendo questa il fondamento di un progetto del genere?
Il Potere in questo caso ha già vinto, non c'e' bisogno di ulteriore sforzo, né di ulteriore sangue.

Sono i singoli che devono costruire "la rete", non il Potere.
Il modello da realizzare e' "molti a molti" non "Uno a molti" come e' adesso e come tu immagini questo NWO, più assimilabile ad una religione: il Dio giustiziere, giudicante e salvante, al tempo stesso. Problema-Reazione-Soluzione, alias Peccato-Confessione-Assoluzione, questo sì, e dalla notte dei tempi, hai perfettemante ragione.

Quello che voglio dire è che il processo deve partire dal singolo e poi sono gli stessi singoli consapevoli e con una visione d'insieme a governare il processo globale.
La rete deve essere costruita dal basso non calata dall'alto. Ma solo una rete può funzionare. E' solo uno strumento in mano agli uomini. E' lo strumento per la realizzazione di un progetto anarchico fondato sul mutualismo, con l'aiuto della tecnologia gestita dagli uomini non dal potere. La tecnologia può far la differenza nella realizzazione pratica di questo modello che sarebbe stato impensabile realizzare (se non con modalità molto ristrette e con grosse limitazioni) nel passato.

Il Potere o è grande o non lo è. Se lo è non può consentirti alcuna scelta "di competenza e responabilità" individuale sia che tu rimanga elemento isolato (sei un eremita distante da tutto e tutti) sia che tu sia inserito in un contesto sociale.

La soluzione parte dal singolo ma in ottica di comunità. E' necessaria solo la struttura informativa per poterla mettere in atto. Oggi si potrebbe fare. Ieri non si poteva fare.

Con buona pace di Angeli, Demoni e Lucifero (portatore di luce).

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
incredulo
Inviato: 29/7/2013 20:55  Aggiornato: 29/7/2013 22:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@etrnlchild

Citazione:
Beh anche Gesù voleva la "fratellanza Universale"...che fosse il primo emissario del NWO?


Essere fratelli non significa pensarla allo stesso modo.

La diversità è ricchezza.

Trovare l'uguale nel diverso è saggezza, quello che intendeva Gesù.

Citazione:
Quindi niente sangue niente realizzazione del progetto...sto sangue è necessario o no?




Citazione:
Perchè il sistema sta crollando. Dammi uno scenario reale di controllo da Parte del Potere una volta che il sistema attuale collassa. Chi controlla chi e soprattutto COME.


Come verranno gestite le risorse del Pianeta e soprattutto chi lo farà?

Un comitato composto dai rappresentanti dell' ONU e coadiuvato da 12 saggi scelti fra le varie discipline mondiali?

Potrebbe essere uno scenario possibile?

Citazione:
Obbiettivamente mi pare che già sia così...o no?


No.

Ci sono popoli che non sono ancora pronti.

Nonostante i genocidi praticati per cancellare lo Spirito Umano dalla memoria, ci sono popolazioni che non si adeguano.

Citazione:
Il Potere in questo caso ha già vinto, non c'e' bisogno di ulteriore sforzo, né di ulteriore sangue.


Il Potere si chiama in questo modo perchè lo E', dalla notte dei tempi.

Si organizza in forma piramidale da quando è nato.

Ha vinto dal momento che lo riconosciamo come tale.

Questo è quello che facciamo tutti i giorni.

Lo legittimiamo, lo riconosciamo come tale.

Finchè ci sarà qualcuno che non lo riconosce come tale, non sarà tranquillo.

Finchè ci sarà qualcuno che non lo riconosce come tale, quel Potere non sarà soddisfatto.

Ricordati che è un Dio che viene invocato nei sacrifici di sangue.

Vedi i film americani come si nutrono di queste tematiche con centinaia di film che hanno come tema un gruppo di ribelli che fanno opposizione, quasi sempre senza mezzi e costretti a vivere nell'ombra.

Oppure in 1984 dove la resistenza di Winston è epica ma deve soccombere al Potere del "Grande Fratello".

Winston e Julia si sono illusi di poter conservare un minimo di dignità umana, ma il Grande Fratello non può permettere che il suo potere non abbia la meglio anche su queste due pedine insignificanti della scacchiera.

Per questo è importante aprire il cuore alla Verità.

Ogni singolo individuo che lo fa è un problema per il Potere, è un esempio da cancellare.

Citazione:
Il modello da realizzare e' "molti a molti" non "Uno a molti" come e' adesso e come tu immagini questo NWO, più assimilabile ad una religione: il Dio giustiziere, giudicante e salvante, al tempo stesso. Problema-Reazione-Soluzione, alias Peccato-Confessione-Assoluzione, questo sì, e dalla notte dei tempi, hai perfettemante ragione.


Il NWO è una religione, nel caso ancora non ti fosse chiaro, non è "assimilabile" lo è sul serio.

Citazione:
con l'aiuto della tecnologia gestita dagli uomini non dal potere.


Secondo te, è verosimile che il Potere rilasci una tecnologia sulla quale non ha il controllo?

Se la risposta è sì, il dialogo è finito.

Il Potere sa quello che sta facendo.

Se pensi di no, che il Potere non lo sappia, procedi pure con le tue certezze finchè arriverai a rendertene conto.

Ciao

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
horselover
Inviato: 29/7/2013 21:29  Aggiornato: 29/7/2013 21:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
i 4/5 della ricerca scientifica è militare e segreta

etrnlchild
Inviato: 30/7/2013 1:20  Aggiornato: 30/7/2013 1:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
Essere fratelli non significa pensarla allo stesso modo. La diversità è ricchezza.

D'accordissimo, naturalmente. In questo modello la diversità e' esaltata, proprio perchè è ricchezza per tutti. E' dall'aggregazione di idee diverse che nasce la buona idea. Diversità e aggregazione.

Citazione:
Ogni singolo individuo che lo fa è un problema per il Potere, è un esempio da cancellare.

Mmh, io non sono cancellato, tu non lo sei, e molti altri non lo sono.

Citazione:
Secondo te, è verosimile che il Potere rilasci una tecnologia sulla quale non ha il controllo?
Se non stiamo parlando di controllo soprannaturale, naturalmente il potere cerca di mantenere il controllo, ma di qui a dire che ci riesca tout court, no, non credo che abbia il controllo assoluto, altrimenti non saremmo qui a discutere, inoltre non avrebbe preoccupazioni di sorta di cancellare, eliminare chicchessia.

Io se controllo "da sempre" una cosa non faccio tutto sto casino, non ho niente da preparare, nessuno piano segreto, occulto, se controllo, controllo e basta, che l'umanità strilli pure quanto vuole, nessuno può costituire minaccia o pericolo.

Questa dei cani sciolti da zittire che costituirebbero un problema per il Potere non avrebbe senso per un Potere assoluto come lo descrivi tu. Di nuovo, o è assoluto e controlla tutto e quindi non c'e' ragione da parte sua di temere niente, oppure non è così forte. Il Potere che definisci come onnipotente non può avere "problemi".

E ritorniamo a bomba. Un Potere onnipotente non ti consentirebbe neache di applicare la tua soluzione della scelta del singolo di "lasciar andare, abbandonare il vecchio sistema" etc... Se questa soluzione e' possibile, e lo è per te come lo è per me, quello che manca e' solo l'aggregazione dei singoli, anche attraverso quegli strumenti che Lui crede di controllare.
Ergo questo Potere qualche problemino ce l'ha.


Citazione:
Se pensi di no, che il Potere non lo sappia, procedi pure con le tue certezze finchè arriverai a rendertene conto.

Beh, nel rispetto della ricchezza della diversità di idee, meglio così no? , sempre fratelli però eh

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
Calvero
Inviato: 30/7/2013 2:22  Aggiornato: 30/7/2013 2:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
...ma di qui a dire che ci riesca tout court, no, non credo che abbia il controllo assoluto, altrimenti non saremmo qui a discutere, inoltre non avrebbe preoccupazioni di sorta di cancellare, eliminare chicchessia.


.. pardòn se mi metto in mezzo. Provo a dire la mia. Dò ragione a Incredulo se pur con delle riserve riguardo posizioni chiamiamole metafisiche.

Il controllo assoluto non esiste, ma Tout Court - Sì, esiste. Qual'è la differenza allora? .. la differenza consiste che il controllo, per essere Tout Court, abbisogna solo non si oltrepassi un punto critico, la sua tolleranza. Quel che loro disturba o quel che a loro può mettere il bastone tra le ruote, è solo questione di tempo far sì venga metabolizzato dal Sistema stesso, cioè paradossalmente ---> noi; quel Sistema di cui appunto sta parlando Incredulo.

Cioè: - Lor Signori non hanno potere assoluto, né possono influenzare tutto, ma quel che comanda è quel che ha la forza di trascinare; quel che comanda è il volàno che accumula sufficiente forza cinetica necessaria affinché tutto torni al suo posto, e così accade; è un fatto. L'undici Settembre è già scritto nella storia così come volevano che fosse, questo conta, questo è il Tout Court ...

.. la consapevolezza collettiva ha una sua forza, ed è questa quella che viene ragionata nei salotti di Lor Signori, non la Verità o la Bugia, ma la sub-cultura che sottintende al tipo di dignità che accomuna le genti, la massa.

La preoccupazione di cancellare ed eliminare ce l'ha, certo, eccome, ma questo è parte di un gioco che sanno ha i suoi risultati nel tempo. Il controllo è Tout Court e proprio mentre siamo qui a discutere, perché le nostre discussioni comunque rientrano in qualcosa che non possono controllare ma che comunque non influiscono sulla forza cinetica acquisita dal volàno del Sistema.

Per questo, come dice Incredulo, se c'è una maniera di levare loro dominio, l'unica è quella di diminuire la forza cinetica al Volàno, diminuendo il suo peso specifico, cioè ri-cito:

Citazione:
L'unica soluzione è abbandonare la vecchia visione, fermarsi, lasciare che scorra, lasciarla andare, chiamarsi fuori.


Te poi aggiungi:

Citazione:
Questa dei cani sciolti da zittire che costituirebbero un problema per il Potere non avrebbe senso per un Potere assoluto come lo descrivi tu. Di nuovo, o è assoluto e controlla tutto e quindi non c'e' ragione da parte sua di temere niente, oppure non è così forte. Il Potere che definisci come onnipotente non può avere "problemi".


Il Potere è assoluto nel momento che giochi in casa, probabilmente questo vuole dire Incredulo. Per questo è più giusto dire - tout Court - .... poiché lo si intende finalizzato a garantirsi il necessario per portare avanti l'Agenda, che è quello che conta, essendo una religione. Basta il necessario.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
incredulo
Inviato: 30/7/2013 6:20  Aggiornato: 30/7/2013 6:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@etrnlchild

Citazione:
In questo modello la diversità e' esaltata, proprio perchè è ricchezza per tutti.


Questo modello, quello proposto dal filmato, è il massimo del despotismo, è la dittatura illuminata.

Un mondo in mano ad una Elite che si preoccupa di governarlo e distribuire le sue risorse a tutto il resto del mondo che vivrà tutto nello stesso modo.

Rimaniamo nello schema di un gruppo di uomini che possiede il pianeta tutto e di una intera sterminata massa di schiavi che aspetta di ricevere le risorse da loro.

Cambiano solo i "cattivi" che gestiscono ora, sostituiti dai "buoni illuminati" che garantiranno pace e prosperità.

Sono bravi a nascondersi dietro le parole etrnlchild, le usano come armi improprie.

Benessere, pace, prosperità, fratellanza, ammmmoooorree cosmico, venite a vedere signori e signori la meraviglia di un mondo siffatto, il leone pascerà con l'agnello, nessuno più ci sfrutterà, saremo tutti liberi, ognuno con il suo numero identificativo, liberi di fare quello che noi riteniamo sia giusto fare.

Un mondo meraviglioso, ve lo diamo gratis, voi dovete solo addormentarvici dentro e non pensare a nulla, pensiamo a tutto noi.

Un mondo nuovo finalmente, il Regno dell'Uomo illuminato.

Citazione:
Io se controllo "da sempre" una cosa non faccio tutto sto casino, non ho niente da preparare, nessuno piano segreto, occulto, se controllo, controllo e basta, che l'umanità strilli pure quanto vuole, nessuno può costituire minaccia o pericolo.


Se il mondo naturale è diviso nella diversità di Popoli e di Spirito che caratterizza il pianeta, se il mondo naturale vive nel Caos governato da leggi superiori, ci sarà sempre qualche popolo, qualche idea diversa sul modo di vivere.

Gente che vuole vivere in piccole comunità, gente che si affida allo Spirito e al divenire degli eventi come modo naturale di esistere, gente che pensa che decidere il destino dell'Umanità non sia un Potere da concedere ad un solo gruppo di uomini.

L'omologazione del pensiero, condurre lo Spirito umano ad un livello comune omologato è il lavoro che ancora non si è concluso.

Stanno lavorando per questo obiettivo, da molto TEMPO.

La coscienza collettiva, ci accomuna etrnlchild, siamo tutti più vicini l'uno all'altro di quello che pensiamo.

Basta un piccolo insignificante elemento, un NEO per distruggere la Matrix.

Citazione:
E ritorniamo a bomba. Un Potere onnipotente non ti consentirebbe neache di applicare la tua soluzione della scelta del singolo di "lasciar andare, abbandonare il vecchio sistema" etc...


Non lo è onnipotente.

Anche questo Potere deve sottostare alle Leggi Universali, che sono quelle sì onnipotenti e valide per tutti.

Citazione:
Beh, nel rispetto della ricchezza della diversità di idee, meglio così no? , sempre fratelli però eh


Absolutely Yes.

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
invisibile
Inviato: 30/7/2013 9:42  Aggiornato: 30/7/2013 9:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Etrnchild

Citazione:
Basta un piccolo insignificante elemento, un NEO per distruggere la Matrix.

Perché, come ha già detto incredulo, il potere non lavora per avere risultati nel presente ma nel tempo.
Lasciare agire un NEO significa potenzialmente un enorme pericolo per il futuro, per quello investono enormi risorse per controllare quello che succede.
Non possono permettere che l'Amore di un Gesù, un Lao Tze o un Buddha raggiunga le menti e i cuori di molte persone e se inizia a succedere, perché anche loro hanno dei limiti e devono sottostare alle leggi universali, se ne impossessano trasformandolo nel suo opposto.
Ma stanno fallendo (vedi che sono ottimista? ), l'onda é partita e non riescono ad arginarla.
La violenza brutale a cui assistiamo in questi tempi é la reazione di una bestia rabbiosa che si vede all'angolo sconfitta.
Sarà sconfitta non oggi, tra poco.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
etrnlchild
Inviato: 30/7/2013 16:50  Aggiornato: 30/7/2013 16:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@Incredulo
Citazione:
Cambiano solo i "cattivi" che gestiscono ora, sostituiti dai "buoni illuminati" che garantiranno pace e prosperità.

Sì, sì, ho capito che tu vedi solo questo come possibile scenario. Io no.
Tu parti dal principio che solo le Elitè possono governare gli strumenti, io no. Sono gli uomini normali che li costruiscono e li gestiscono, sono loro che sono CAPACI a farlo.

Il Potere oggi ne controlla solo l'utilizzo, attraverso il denaro, ma non ha alcuna reale competenza in merito. Sono dei ricchi incapaci e ignoranti. Togli a loro lo strumento (denaro) di controllo e si sciolgono come neve al sole.

Telecamere e microfoni, fucili e cannoni, robot e computer, bisturi e bende, non vengono maneggiati dall'Elite, non hanno le competenze. Sono stati talmente impegnati a creare questo sistema di controllo che non hanno imparato una mazza.

Come ho detto, se la costruzione di un modello con quei principi parte dalla volontà di uomini e non delle Elitè, non vedo dove starebbe, in linea di principio, il problema.

Qui ci sono risposte a diverse domande sul venus project.

Dove sono previsti i "buoni illuminati?", dove l'obbligo, dove l'omologazione?

Non dico che quello e' il modello perfetto, ma sono delle idee per immaginare una civiltà diversa, consapevole di potere condividire risorse, senza costringere nessuno. Se vuoi vivere per conto tuo, con i tuoi modi, nessuno lo impedisce.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
etrnlchild
Inviato: 30/7/2013 17:07  Aggiornato: 30/7/2013 17:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@Incredulo

A proposito di diversità e ricchezza, omologazione etc...

Fresco qui mi pare piuttosto esplicito.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
incredulo
Inviato: 30/7/2013 17:33  Aggiornato: 30/7/2013 17:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@etrnlchild

Citazione:
A proposito di diversità e ricchezza, omologazione etc...

Fresco qui mi pare piuttosto esplicito.


Ancora ti fai fuorviare dalle belle parole.

Fresco, subito dopo questo inno all'individualismo, nel mondo incantato della fatina del dentino, spiega come arrivare alla società perfetta.

Un conato di vomito mi ha preso nello stomaco, non ho retto.

Alla prossima


Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
etrnlchild
Inviato: 30/7/2013 19:01  Aggiornato: 30/7/2013 19:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Citazione:
Un conato di vomito mi ha preso nello stomaco, non ho retto.

Mmmh, vabbè. Io non vedo nessun mondo incantato.
Certo se vedi la malafede ovunque non c'e' scampo.

Il NWO l'ha cresciuto bene il vecchietto però dai, saranno 50 anni e più che spara cazzate e tenta di fottere l'umanità intera...

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
incredulo
Inviato: 30/7/2013 19:10  Aggiornato: 30/7/2013 19:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@etrnlchild

Citazione:
Il NWO l'ha cresciuto bene il vecchietto però dai, saranno 50 anni e più che spara cazzate e tenta di fottere l'umanità intera...


Magari lui è in buona fede.

Il NWO è una idea, una religione, la trasformazione dell'uomo e del mondo, il passaggio da un mondo naturale ad un mondo artificiale interamente creato e controllato dall'uomo e dalle macchine.

Coloro che appoggiano questa idea appoggiano il NWO.

Queste tematiche sono tornate di attualità oggi, sono propagandate con Zeitgeist, che mescola verità e fandonie, filmati come Thrive che sono spinti e prodotti da un rampollo miliardario dentro al sistema fino al collo.

Qui puoi trovare parecchi spunti di riflessione, se ne hai voglia

Il NWO, non è un gruppo isolato contro una umanità pura e incontaminata.

Noi siamo il NWO.

Ciao

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
etrnlchild
Inviato: 30/7/2013 19:20  Aggiornato: 30/7/2013 19:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@Incredulo
Citazione:
Il NWO, non è un gruppo isolato contro una umanità pura e incontaminata. Noi siamo il NWO.

Devo aver capito male io allora, credevo che fossero le Elite e Potere a preparare da lungo tempo la realizzazione di questo progetto, controllato da loro per rendere schiavi il resto dell'umanità (più schiavi di quanto lo siamo ora evidentemente).

Se siamo noi, allora non c'e' scampo. Se l'automazione invece che liberare l'uomo, armonizzarlo con le risorse, significa renderlo ancora più schiavo, non so più che dire.
Di nuovo non c'e' scampo.

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
incredulo
Inviato: 30/7/2013 19:28  Aggiornato: 30/7/2013 19:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@etrnlchild

Citazione:
Devo aver capito male io allora, credevo che fossero le Elite e Potere a preparare da lungo tempo la realizzazione di questo progetto, controllato da loro per rendere schiavi il resto dell'umanità (più schiavi di quanto lo siamo ora evidentemente).


Hai capito benissimo invece.

La Grande Opera è avere convinto il mondo intero dell'inevitabilità di questo scenario.

Immagina se puoi, la gente 100 anni fa, dovevi pedalare un bel po' per farli diventare tuoi sostenitori.

Oggi fanno meno fatica, non hanno nessuna opposizione significativa.

Ciao

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
horselover
Inviato: 30/7/2013 19:28  Aggiornato: 30/7/2013 19:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/9/2012
Da:
Inviati: 1898
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
un sacco di ricchezza è cristallizzata in diamanti e gioielli che non servono a niente

Ingmar
Inviato: 30/7/2013 22:59  Aggiornato: 30/7/2013 23:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/12/2009
Da: Cagliari
Inviati: 184
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Siamo noi nel dar credito al denaro infattii, che costituiamo il NWO e lo rendiamo operativo. Non vedo come Fresco ne sia uno strumento, però. ne diventiamo schiavi, è comunemente accettato come segno di potere e pochi fanno storie per accettarlo, quindi è sempre ben venuto, ma per averlo accettiamo il potere che darà ad una minoranza, la quale se investe denaro per darlo a qualcuno che nella piramide sta di sotto, possiamo star certi che dal nostro lavoro stipendiato ne guadagnerà molto di più, nutrendo tramite canali a cui forse ho già accennato in passato vertici incrementalmente più potenti e benestanti.
Lo sgocciolamento della ricchezza da banche e stati (inflazione) è stato ridotto, ora abbiamo le merci ma non il denaro per scambiarle.
Etrnchild e invisibile hanno già detto tutto, anche peonia in parte, dobbiamo effettuare una strategia di scambio e di circolazione della ricchezza prodotta, a partire dall'agricoltura.
Ovviamente non possiamo sganciarci del tutto dal meccanismo del denaro senza frizione, necessaria al cambio di marcia.
Spiegherò più estesamente come avviene questa truffa del denaro. E come forse potremmo sganciarcene, naturalmente non sto propagandando la mia idea come la migliore, anzi tutti qui hanno ben contribuito, a mio parere e tutte queste idee hanno contribuito a formare, aggiornandola, la mia, che continua ad evolversi.

Sono molto più curioso verso l'idea di Krom, per quanto mi trovi scettico l'idea che abbattere i vertici possa avere un effetto positivo a cascata, visto che i vertici sono il riflesso dell'importanza che noi (noi come insieme dico) gli diamo.
Lui dice che potremmo lavorare 2 ore al giorno massimo, Etrnlchild prospetta, tramite l'avanzamento tecnologico, purchè non gestito dalle elitè, proprio la realizzazione di questo scenario, con una drastica riduzione, se non scomparsa dei lavori alienanti, tuttavia mi piacerebbe sentire da lui come questo potrebbe realizzarsi, potrebbe essere una buona idea, o comunque una idea su cui riflettere.

Calvero
Inviato: 31/7/2013 0:32  Aggiornato: 31/7/2013 10:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
____________________
______________

Tenendo presente che dò ragione a Messer Incredulo ..

... vorrei portarvi a un ragionamento striminzito.

Spiego perché il Cetriolo finisce sempre in culo all'ortolano

OR DUNQUE: -

Se noi sappiamo che questo Sistema andrebbe rivoluzionato,
allora sappiamo che una sorta di rivoluzione dovrebbe avvenire;

Se noi sappiamo che ogni rivoluzione richiede sacrifici reali,
allora dovremmo domandarci quali sacrifici si sarebbe disposti a subire e chi si sacrificherebbe;

Se noi sappiamo che i sacrifici funzionali ad una rivoluzione sono quelli che provengono da coloro che hanno qualcosa da sacrificare, ecco che sappiamo inoltre che ...

... la spinta al sacrificio è inversamente proporzionale a quanto si possiede. Cioè, in soldoni: - solo coloro che non hanno più nulla o veramente poco da perdere sono disposti all'idea di sacrificio, perché solo allora scatta un meccanismo psicologico che dà un rigurgito di dignità alla propria esistenza;

- mentre per coloro il cui sacrificio sarebbe utile alla rivoluzione [poiché hanno ancora un minimo di voce in capitolo come massa che fa muovere il denaro]... la forza necessaria mancherà e non si sacrificheranno, poiché l'individuo mira a tenersi stretto quello che ha; non farselo portare via e riporre le sue speranze in un meccanismo utopico ove il Potere risanerebbe il Potere (da qui il meccanismo collaudato della rana bollita).

Tenendo conto che nell'era moderna il Potere non risiede nei Palazzi di Governo, possiamo sapere che il sacrificio dei disperati potrà portare a nulla (e sono gli unici che si adopererebbero in tal senso), né gesti di violenza, poiché risulterebbero vani; non abbiamo più "Re o Regine" da portare su di un patibolo. Il Potere (che è lungimirante) è diventato invisibile, non ha odore e non ha confini, proprio come il suo MEZZO: ---> il denaro.

Abbiamo perso, ce ne facciamo una ragione? e l'abbiamo voluto noi. Si ringrazino la politica, l'educazione e tutta quella voglia di uguaglianza che ha senso solo nella Walt Fucking Disney

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Ingmar
Inviato: 31/7/2013 3:13  Aggiornato: 31/7/2013 3:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/12/2009
Da: Cagliari
Inviati: 184
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Dunque a meno di non parlare delle solite inutili insurresioni, di che sacrifici parliamo, perchè noi pensiamo proprio all'opposto che la ricchezza ce l'abbiamo già noi, a quel punto i soldi diventano una formalità di sopravvivenza per quei settori non coperti ancora dalla "rete". L'obiettivo è trovare un modo di farla circolare facendo sè che anche il lavoro possa distribuirsi meglio, creando partecipazione totale, non si tratta di banale uguaglianza.
Come farlo? Credo che fare scambi, sconti e aprire completamente il "mercato" possa creare una reazione a catena, frangendo il guadagno con chi voglia partecipare a questo tipo di scambio, attirato comunque da un vantaggio immediato, in una parte di denaro e una parte di "credito" emesso autonomamente (almeno 50% o più, per i partecipanti) come una sorta di titolo.
Più scambi avvengono in questo modo più in qualche modo si risparmia la componente denaro in costi di vita-produzione in determinati settori, col risultato di poter scontare a tutti. In fondo è quello che, seppure in un altro modo, le grandi produzioni fanno con i loro fornitori, solo che qui è presente anche un grande significato sociale.
Poi anche la cultura del mutuo soccorso può rivelarsi un investimento conveniente.
Si tratta di dare ognuno il proprio input, con l'idea di essere una sorta di scintilla, nonostante per fortuna le cose stiano cambiando anche senza di noi, è la sommatoria di stimoli che conta.

Chiedo anche a invisibile etrnchild e altri: sapete anche voi in parte cosa ci vuole, che scintilla o input proporreste voi per contribuire a che si realizzini questi vostri progetti sociali?

invisibile
Inviato: 31/7/2013 10:12  Aggiornato: 31/7/2013 10:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Calvero

Citazione:
Abbiamo perso, ce ne facciamo una ragione?

Sono millenni che perdiamo.
Ma, forse, per la prima volta c'è la possibilità di cambiare.
Io vedo che sempre più persone capiscono finalmente come bisogna fare: non cercare di vincere, perché i dati sono truccati, non giocare proprio.
Quello che indicava incredulo: sfilarsi dalla piramide e così facendo la si dissolve nel nulla.
Per la prima volta c'è una concreta possibilità.
Ci vuole tempo e pazienza perché questo cambiamento può avvenire solo dentro le persone.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
maurixio
Inviato: 31/7/2013 11:43  Aggiornato: 31/7/2013 11:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/4/2007
Da:
Inviati: 333
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@ cit "Uno dei motivi è che le grandi corporation tolgono alle nazioni più povere circa 900 miliardi di dollari all'anno, attraverso una forma di frode fiscale basata sulla manipolazione dei prezzi nel commercio."

C'è qualcosa che disturba in questa affermazione. Il concetto di "nazione" applicato alla causa. Che ha come effetto:

@cit " che grazie a queste regole hanno un più facile accesso alle loro risorse e ad una manodopera a basso costo."

Proprio ieri ho guardato per la prima volta Fahrenheit 9/11. E cio che si metteva in evidenza era l'opportunità di rilevare manodopera a basso costo per la guerra proprio all'interno di una nazione che risulta la piu ricca. Paradosso o contraddizzione o diversa e piu articolata lettura del fenomeno non è oggetto della mia osservazione. Ma piuttosto il modo in cui elaboriamo una risposta ad uno stimolo elaborando informazioni devianti dalla percezione.

Puo darsi però che sia un riflesso soggettivo , e che la scintilla del riflesso scaturisca dalla lettura:

@cit "Questi sono i risultati di una serie di ricerche fatte su fonti affidabili, come ad esempio le Nazioni Unite."

Così mi viene da pensare che barterebbe distribuire i ricchi tra le varie nazioni piuttosto che distribuire la ricchezza.

Ps ...è ancora possibile accuistare il dvd sull'119, l'ultimo, quello di 5ore ?

Calvero
Inviato: 31/7/2013 12:38  Aggiornato: 31/7/2013 12:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
_______________________
__________________

... i punti di vista storico/economici di Abraham Hitler

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
etrnlchild
Inviato: 31/7/2013 15:30  Aggiornato: 31/7/2013 15:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/10/2007
Da:
Inviati: 1200
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Il discorso mi pare impostato su almeno 2 piani:

- Piano pratico
- Piano metafisico.

Ho l'impressione che ogni volta che si prospetti una possibile soluzione sul piano pratico, si ricorra al potere del piano metafisico, più difficile da indagare e valutare, ma senz'altro Superiore a livello psicologico, per diciamo così inibire ogni possibile azione.

Come nei tempi antichi: quando qualcosa non si riusciva a spiegare, a giustificare, e in ultima analisi accettare come possibile si ricorreva al soprannaturale.
Sembrerebbe un classico.

Quindi lasciando un'attimo da parte il discorso metafisico che metterebbe fine ad ogni scambio di idee sui quali noi poveri umani possiamo ancora, a malapena, discettare, insinsterei sul piano pratico, cercando per quanto possibile di abbandonare ogni tipo di pregiudizio e idea preconcetta.

Insomma al di la della pur possibile "illusione" che alcuni di noi vivono, facendosi eventualmente abbindolare dalle "belle parole", un'idea liberata da questo tipo di condizionamento, rimane pur sempre un'idea.
Per cui se è irrealizzabile vanno portati argomenti corroboranti, sui quali ognuno di noi, poveri esseri umani, terreni e non soprannaturali, può continuare a dibattere senza apparire per questo soggiogato sia dai propri pari, in buona fede ma illusi, che da entità metafisiche Superiori.

In sintesi, mi si deve dimostrare che il potere di realizzare materialmente le cose, gestire la tecnologia perchè renda l'essere uano più libero e meno schiavo, non sarebbe nelle nostre mani, di quelle della gente comune, ma di altri che non hanno né arte né parte.
Perchè una cosa è dire che il realizzare un progetto è complicato, altro è affermare che non si può proprio realizzare per condizioni strutturali imprescindibili dalla nostra volontà e capacità.



Le rivoluzioni richiedono sacrifici: Sì e No.

Sì, nel senso che bisogna sacrificare tutto ciò che sono le nostre convinzioni, cementificate da anni, secoli, millenni di delusione su ogni fronte: impossibile cambiare lo status quo, di cui sicuramente gli uomini (gli stessi che si lamentano) sono responsabili.
Indubbiamente abbandonare, distruggere una casa anche sgarrupata, che cade a pezzi ma ancora costituisce un riparo, non e' impresa facile. Solo chi non ha veramente più niente da perdere (cioè la casa non ce l'ha proprio) è disposto al sacrificio, proprio perchè a parte la vita, non ha più niente da sacrificare.

No, se abbiamo coscienza che la demolizione del rudere ci consentirà di costruirne una migliore.

E' anche chiaro che questa predisposizione al cambiamento ha una natura in gran parte psicologica. La paura della perdita e' un nostro condizionamento. Buttandomi da 5000 metri di altezza, il fatto che abbia paura di schiantarmi non cambia il corso degli eventi. E' il paracadute che lo cambia. Se penso che la leva che lo apre la tiene un altro individuo, la mia preoccupazione sarà grande, perchè non ho il controllo, ma se so che la leva è nelle mie mani il mio stato cambia.

La questione, secondo me, è tutta qui.

La scintilla per il cambiamento? In questo momento, il collasso del Sistema, che porterà sempre più persone ad avere sempre meno da perdere.

Secondo alcuni questo e' l'inganno per una nuova tecno-dittatura mondiale.
Secondo me la chance per prendere in mano la leva del paracadute.

La differenza e' nell'atteggiamento degli individui, nella loro convinzione e capacità di poterlo fare, nella qualità della loro coscienza e consapevolezza.

I numeri, le competenze, il saper fare, come ho detto sopra (e questa e' realtà) sono tutte dalla parte della gente comune, consapevole che la realizzazione e' nelle nostre mani ergo, se lasciamo da parte per un attimo l'intervento metafisico, la soluzione è praticabile.

E per tornare al tema della distribuzione della ricchezza.
Due possibilità secondo me:

1) Mantenere il modello attuale: sarà per forza di cose necessario ridistribuire la ricchezza, altrimenti il Sistema si ferma, per tutti.

2) Cambiare modello: le cose le dovranno regalare, perchè non ci sarà più reddito per "consumare".

"Lo spirito del guerriero non conosce né il lasciarsi andare né il lagnarsi, né conosce il vincere o il perdere."
ohmygod
Inviato: 31/7/2013 18:08  Aggiornato: 31/7/2013 18:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
Etrnlchild
Ho l'impressione che ogni volta che si prospetti una possibile soluzione sul piano pratico, si ricorra al potere del piano metafisico, più difficile da indagare e valutare, ma senz'altro Superiore a livello psicologico, per diciamo così inibire ogni possibile azione.


Mi sono perso nella parte iniziale, la posterò domani, ma se il concetto che riguarda questo tuo post fosse sballato ti prego di farmelo notare.

Per prospettare una possibile posizione sul piano pratico: in caso di guerra fra nazioni
si presume che ciascuna delle parti in essere abbia innanzitutto una strategia.
Avendo una strategia si tentava a volte di ricorrere ad una ulteriore "strategia" interagendo con gli astri.
In tal caso l'aruspice, o chi per lui poteva suggerire una data nella quale attaccare avendo come "protezione" il favore degli astri e la data non era mai posticipata di mesi o di anni. Quando Cassandra tentò di cambiare la carte in tavola non venne ascoltata.

Ora non abbiamo nazioni ma uno scontro fra un gruppo unito pur nelle loro dispute e un gruppo di individui disuniti al quale manca proprio tutto: quale piano pratico prospettare?
Una nazione che faccia la sua disillusa rivoluzone?, una nazione che faccia da apripista nella speranza che tutte o quasi le altre nazioni seguano il suo esempio?
Dal caos generato può nascere l'ordine? si, ma solo se il caos ha una sua sua strategia.

Come nei tempi antichi: quando qualcosa non si riusciva a spiegare, a giustificare, e in ultima analisi accettare come possibile si ricorreva al soprannaturale.

Come sopra anche se non riesco a intuire l'unione delle tue negazioni con l'unione di ciò che a livello pratico è del tutto intuibile.

I numeri, le competenze, il saper fare, come ho detto sopra (e questa e' realtà) sono tutte dalla parte della gente comune, consapevole che la realizzazione e' nelle nostre mani ergo, se lasciamo da parte per un attimo l'intervento metafisico, la soluzione è praticabile.

Appunto la soluzione è praticabile, al momento si ha solo quella ed è nella testa di un ...... degli individui. Individui che hanno in testa la soluzione se ne trovano a qualsiasi livello peccato che manchi tutto il resto.
Le fondamenta di una "mente" che li unisca in un ordine generale.
Dio sono un criminale trascendentale nell'atto di estirpare sogni altrui.

Azz mi chiamano, stavo sognando.
Yaho, yaho, uuh, aha, aha
Sympathy for the devil.

Ingmar
Inviato: 3/8/2013 2:43  Aggiornato: 3/8/2013 4:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/12/2009
Da: Cagliari
Inviati: 184
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
@Etrnlchild

Benissimo, interessante osservazione, certo la situazione attuale è un terreno fertile, sono anch'io arrivato a conclusioni simili sulla possibilità che venga recepito l'inganno di questo sistema, solo che a volte il più che riesco a sentire è "non ci sono soldi" o "le banche ci stanno fregando", ma sempre con la velleità di riprendersi i soldi. No per scintilla intendevo dire un modello una pratica con cui ognuno di noi può nel suo piccolo contribuire al cambiamento o a far partecipare altri e invogliarli a loro volta a far partecipare altri a questa stessa pratica, non per seguire un modello o una dottrina, ma anzi perchè ognuno la migliori, e nel nostro caso, porsi il problema di come essere l'esempio e l'input.

Creare qualcosa e cercare di scambiarla invece che con soldi con altro aprendosi specialmente a persone che ne hanno pochi, se poi la persona con cui vuoi scambiare non ha quello che ti interessa, cosa importa, magari ha quello che interessa ad una persona che ha quello che interessa a te ma non è interessata a quello che offri tu (almeno non al momento) e lo scambio può avvenire così, oppure dilazionato nel tempo, sulla fiducia come investimento :).

Noto che i thread interessanti si interrompono proprio sul più bello quando comincio ad intervenire io, può sembrare megalomane ma non credo, poichè sono quasi sicuro che sia una coincidenza ma comunqe me ne rammarico.

Joel78
Inviato: 4/8/2013 13:50  Aggiornato: 4/8/2013 13:50
So tutto
Iscritto: 26/7/2013
Da: Pianeta Terra
Inviati: 7
 Il denaro non è la ricchezza reale.
Il denaro non è la ricchezza reale.

Che cosa significa avere ad esempio 400 mila miliardi di dollari in un conto corrente. Vuol dire che contabilmente esistono questi 400 mila miliardi, e che virtualmente potrebbero essere spesi per acquistare beni.

Quindi quando si dice che l'1% del mondo possiede la maggior parte della ricchezza mondiale, bisogna capire se si tratta di ricchezza finanziaria (numeri) o di ricchezza reale fatta di proprietà immobiliari, beni di lusso, o la possibilità di poter impiegare una gran parte di forza lavoro, per piaceri personali di vario genere.

I beni reali quindi sono quelli che contano, soprattutto quando questi beni vengono sottratti a chi ne a bisogno. Ma i beni finanziari valgono fino ad un certo punto. Bisogna vedere se poi tutti quei miliardi sono spendibili. Ciò dipende da due fattori: 1) esistono 400 mila miliardi di beni da acquistare?
2) Esistono delle leggi che tassano maggiormermente certi tipi di attività?

Se esistono leggi e un sistema di tassazione che impogono ai super ricchi di spendere bene, allora il loro accumulo di miliardi di miliardi, non è un problema reale dato che loro protranno spendere in un certo modo, e in una certa quantità. E il denaro non essendo il valore reale, non conta nulla se è fermo in un conto corrente, o se è depositato dentro una cassetta di sicurezza sotto forma di banconote.

Occorre quindi capire quanto possiedono i super ricchi, in termini di ricchezza reale.

perspicace
Inviato: 4/8/2013 14:17  Aggiornato: 4/8/2013 14:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Il denaro non è la ricchezza reale.
Cosi come il lavoro non produce sempre ricchezza, anzi molti lavori la consumano e basta.

Ma resta comunque un sana abitudine non cambiare titolo del thread.

@Joel78

Benvenuto!

@Tutti

Insomma a detto Grasso che ora la P2 ha 12 morti ufficiali alle spalle.

Interessante a sapersi ma gli iscritti? Galera? dubito

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
Ingmar
Inviato: 4/8/2013 15:36  Aggiornato: 4/8/2013 15:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/12/2009
Da: Cagliari
Inviati: 184
 Re: Il denaro non è la ricchezza reale.
Probabilmente Joel pensava che fosse una sorta di titolo dell'oggetto della replica che nessuno cambia. Ma mi hai fatto venire il dubbio ed in effetti nella barra sinistra delle repliche recenti compare con quel titolo e l'impressione per chi lo guardasse è che si tratti di un altro thread, non ci avevo pensato.

Sì Joel, si è ipotizzato, vado un po' a braccio che la ricchezza finanziaria sia gonfiata fino a poter potenzialmente comprare 8 volte la ricchezza mondiale.
Va da se che già sarebbe sfruttamento lo stesso, ma questo dislivello significa sfruttamento per definizione. Il lavoro prodotto in quel caso non vale così, ma può comprare tot lavoro.
Il problema è il potere che viene dato al denaro, poichè è accettato senza tante storie, ma le persone che ne dispongono lo investono e lo danno in cambio del lavoro usandolo come esca, tuttavia sappiamo quanto chi ne dispone spesso si arricchisca molte volte di più di quelli che lavorano e collaborano a quell'attività.
Ma di per sè il possedere denaro è possedere nulla, perchè altri sono coloro che producono la ricchezza reale.

Joel78
Inviato: 4/8/2013 21:43  Aggiornato: 4/8/2013 21:43
So tutto
Iscritto: 26/7/2013
Da: Pianeta Terra
Inviati: 7
 Re: Il denaro non è la ricchezza reale.
Il problema sta nel fatto che bisogna capire che il denaro ha valore, perché con esso si pagano le imposte. Senza le imposte sui terrreni, la casa, l'auto, e l'aria anche, la gente avrebbe la facoltà di non accettare il denaro, e quindi di conseguenza avrebbe anche la facoltà di non lavorare per il super ricco, e farsi gli affari suoi.

In una situazione dove però lo Stato si occupa dei cittadini, la situazione sarebbe diversa laddove tutti avessero diritto ad un lavoro, e a questo punto il super ricco rimane con un sacco di numeri sul conto corrente, senza però poterli usare in modo indiscriminato. Finché si tratta di ricchezza finanziaria il problema della troppa ricchezza non è un vero problema.

Qualsiasi Stato con la propria valuta (quindi in questo caso escludiamo l'€uro) può decidere di tassare la super ricchezza, e volendo, può mettere fuori corso il contante dando un tempo per cambiarlo, così si vedrebbe chi ha i soldi nascosti (non è che uno si può presentare per cambiare delle cammionate di soldi).

Mentre invece la ricchezza finanziaria dei conti correnti, è presto localizzabile negli stessi. Anche se i soldi stanno all'estero, se sono espressi nella valuta dello Stato che decide di tassare la ricchezza, si può fare una legge dove si impone la tassazione nel momento in cui rientrano i capitali. Tanto finchè rimangono nei conti correnti, si tratta solo di numeri.
E c'è da dire anche, che se una banca italiana ad esempio, detiene dollari americani, la banca in questione deve avere un conto presso la FED. Non è che una banca italiana può segnare dollari sull C/C.

NON ESISTONO POSTI DOVE REALMENTE SI POSSANO NASCONDERE I SOLDI.

vuotorosso
Inviato: 5/8/2013 1:17  Aggiornato: 5/8/2013 1:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Come è divisa la ricchezza nel mondo
titolo topic resettato


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA