Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


storia & cultura : Il Mistero dei Beatles
Inviato da Dusty il 16/5/2013 7:40:00 (36624 letture)

Pubblicate anche la seconda e terza parte



Le leggende metropolitane generalmente non rientrano nei miei interessi se non come elementi di semplice curiosità. Il fascino del mistero che di solito intriga più o meno tutti, mi coinvolge qualora esistano i presupposti concreti per poter affermare di trovarsi davanti a un vero enigma. Conoscevo quindi da molti anni la leggenda metropolitana che ruota attorno ai Beatles e in particolare su uno dei suoi componenti, ma considerandola del tutto assurda l'avevo relegata sempre nel recinto delle storielle tipo: Elvis è ancora vivo.
[ continua all'interno ]

Recentemente però ho notato che si era acceso un nuovo interesse per questa storia che nonostante gli anni sembra non avere nessuna intenzione di spegnersi e per gioco ho iniziato a seguirne le nuove manifestazioni come ad esempio una interessante trasmissione radio, dedicata alla vicenda di cui sto per parlarvi e narrata in modo molto ironico dal bravo Carlo Lucarelli (il conduttore ideatore di Blu Notte) che però in fondo confermava la mia idea che tutta la faccenda fosse semplicemente una bufala.

Successivamente, ascoltai un'intervista a Glauco Cartocci, un architetto e progettista grafico che per la grande passione musicale è diventato un esperto della storia dei Beatles e che ha dato alle stampe un libro: “Paul isDead? Il caso del doppio Beatle”. Le cose che affermava in quell'intervista mi colpirono parecchio; alcune perchè non le avevo mai sentite, ma in particolar modo perchè evidenziavano il fatto che non si trattasse di una semplice leggenda metropolitana, ma di un vero mistero che oltretutto continua in modo altrettanto oscuro ad essere alimentato anche oggi, e non dalle farneticazioni di qualche fan, ma da gente che, ancora in vita, è coinvolta più o meno direttamente nella vicenda. Acquistai quindi il libro, ne presi pure un secondo: “Il Codice McCartney” (unici due libri italiani su questa storia) e successivamente mi resi conto del vero delirio presente in rete (materiale spesso assurdo, ma con alcuni articoli decisamente interessanti).

Avete ormai capito che sto parlando della PID o “Paul is Dead” (Paul è morto); quella curiosa leggenda metropolitana che uscì fuori nel 1969, poco dopo la pubblicazione di quello che è considerato l'ultimo album dei Beatles, “Abbey Road” (in realtà l'ultimo album a essere pubblicato fu Let it Be, ma essendo stato registrato prima e pubblicato dopo lo scioglimento del gruppo, l'ultima fatica in sala di incisione rimane appunto Abbey Road); leggenda assai curiosa perchè mentre di solito si fantastica sulla morte di star famose che sarebbero ancora vive: Jim Morrison, Jimi Hendrix, Elvis Presley, Glenn Miller Etc. Questa voleva che il “bello” dei Beatles, il coautore assieme a John Lennon di intramontabili capolavori della musica rock, fosse morto nel 1966 a seguito di un terribile incidente stradale, e fosse stato sostituito in gran segreto da un sosia.

Mi sembra chiaro a questo punto il motivo per cui è difficile dare troppo credito a questa leggenda; le prime obiezioni che si possono sollevare a una storiella raccontata in questi termini sono già dei macigni pesantissimi sulla sua credibilità: Anche ammesso che l'assunto sia vero e che sia stato trovato pure un sosia, come potevano trovare uno che non solo assomigliasse al Paul originale, ma cantasse pure come lui e avesse nientemeno che un talento paragonabile al suo se non superiore? Non dimentichiamo infatti che se il Paul originale ha scritto “Yesterday” il sosia avrebbe scritto nientemeno che “Hey Jude” o “Let it be” tanto per fare un esempio. Inoltre chi poteva avere il potere di coprire il tutto presso le autorità e le forze di polizia? E i parenti? I genitori del Paul originale se ne sarebbero stati zitti senza dire nulla?

Ciò che però ho trovato nell'approfondire questa strana storia, sono i presupposti di un vero mistero ed essendo anche interessato all'argomento propaganda non posso non rilevare alcuni elementi presenti anche in questo senso. Che Paul McCartney sia davvero morto non è possibile saperlo con certezza, ma anche se così non fosse e colui che ci ha regalato ancora tanta buona musica in questi anni fosse di fatto l'originale Paul McCartney, il mistero sulla leggenda PID continuerebbe a rimanere tale ed è questa la parte più intrigante di tutta la faccenda: ci sono domande che in entrambi i casi restano senza risposta, anche nel momento in cui si sciogliessero i dubbi sul fatto che il Paul McCartney attuale è l'unico, il solo e l'originale.

Ovviamente non ho la pretesa di esaurire un tema così complesso in questo articolo; cercherò soltanto di mettere in luce alcuni elementi che aiutano a capire come tutta la faccenda non sia semplicemente un cumulo di scempiaggini messe assieme da alcuni fan esaltati in giro per il mondo. Se poi volete approfondire, oltre al materiale reperibile in rete che rende però la ricerca piuttosto ardua data la mole di materiale spesso assurdo presente, ci sono i libri citati che sono molto ben documentati.

Possiamo iniziare dicendo che non esiste una sola versione della leggenda PID ma ce ne sono diverse varianti; in un paio tra le più gettonate (e delle prime versioni) si dice che Paul McCartney avesse o litigato con il gruppo andandosene dagli studi o se ne fosse andato dopo essersi ubriacato per un festino e, con la sua Aston Martin non avesse rispettato un semaforo andando a schiantarsi contro un furgoncino. Per alcuni, durante la strada avrebbe raccolto una ragazza di nome Rita morta anch'essa nell'incidente, per altri sarebbe stato solo. In alcune versioni sarebbe rimasto decapitato, in altre avrebbe subito una brutta ferita alla testa. L'incidente sarebbe avvenuto il 9 Novembre 1966 ma anche sulla data ci sono perplessità per svariati motivi ma sopratutto, come vedremo più avanti, per via di un paio di inquietanti coincidenze che riportano come data il 9-11-1966; data che se letta al modo anglosassone diventa 11 settembre, ma se letta nell'altro modo è appunto 9 Novembre. Inutile ricordare che oggi, la data del 9-11 ha un suono alquanto sinistro e sia per chi crede nelle coincidenze, che per chi non ci crede, è un numero che suscita una certa angoscia.

Subito dopo l'incidente, sarebbe stato informato Brian Epstein (il manager dei Beatles) forse dallo stesso autista del furgoncino (a detta di alcune versioni, suo parente) che avrebbe provveduto, grazie all'avvertimento tempestivo e al fatto che a quell'ora tarda le strade erano deserte a mettere in moto l'operazione di copertura. Non si sa come né con quali appoggi sarebbe riuscito a nascondere tutta la faccenda. Un certo William Campbell (nella prima versione perchè in un'altra si fa un nome diverso, quello di William Sheppard, poliziotto Canadese amico di Ringo Starr, il batterista) aspirante musicista e sosia di Paul al punto che già da tempo lo imitava molto bene, sotto contratto sempre con Brian Epstein, viene scelto per prendere il suo posto. I Beatles vengono convinti ad accettare la faccenda e a sostenere il gioco e in questo modo il fenomeno Beatles potè continuare indisturbato il suo corso.

Chi non si è fatto un'idea della Beatlemania non può capire la portata di questo fenomeno che da alcuni osservatori dell'epoca e anche dai ricercatori e sociologi dei nostri giorni è stato definito sopranaturale. Si sono versati fiumi di inchiostro nel tentativo di spiegare la Beatlemania ma nessuno ha ancora capito gli isterismi di massa esplosi in tutto il mondo per questi quattro ragazzi che, almeno a inizio carriera, cantavano delle “canzonette”. Nessuno riuscirà mai a ripetere un'esperienza simile e di tale portata che provocò inoltre incidenti diplomatici e problemi in molti paesi.

Tre anni dopo la presunta morte e sostituzione di Paul, nel 1969 e poco dopo la pubblicazione di Abbey Road, come abbiamo detto, un DJ di una radio americana asserisce di aver ricevuto una telefonata anonima di un tale che gli rivela appunto la storia dell'incidente dicendogli: “E' tutto nei dischi dei Beatles, cercate gli indizi nelle canzoni e nelle copertine”.

Ovviamente ci fu un ulteriore boom nelle vendite dell'album in questione e da lì si scatenò la caccia agli indizi che vennero trovati in quantità industriale. Alcuni di questi erano frutto di libere interpretazioni o di autentici deliri ma in effetti, un notevole numero di essi che non poteva certo essere casuale, era stato volutamente e consapevolmente seminato e distribuito come i frammenti di un puzzle.

Il legittimo sospetto quindi è che tutta l'operazione sia stata architettata dagli stessi Beatles e che forse, sia poi sfuggita di mano. In pratica il quartetto avrebbe cioè iniziato a disseminare indizi nei propri dischi a partire dal primo album senza il “vero” Paul, e cioè: “Sergent Pepper Lonely Hearts Club Band” (considerato tra le altre cose da tutti i cultori della musica come il capolavoro assoluto della musica rock, una sorta di “Gioconda”, di opera unica e irripetibile) e avrebbe continuato a farlo fino all'uscita dell'album che ne decretò lo scioglimento come gruppo per poi, arrivati a questo punto, mettere in giro la leggenda. Ma anche nel caso si trattasse di una trovata pubblicitaria, non sarebbe stato forse eccessivo prepararla per tre lunghi anni? Architettare indizi e ogni altra sorta di messaggi subliminali per tutto quel tempo aspettando soltanto l'ultimo album per far uscire tutta la faccenda? Sarebbe certamente un comportamento strano, in tre anni possono cambiare moltissime cose e un'idea pensata in un dato momento può non essere più valida a distanza di tanto tempo, e a meno di non essere dei veggenti, non avrebbe molto senso come trovata pubblicitaria; potrebbe essere solo l'idea bizzarra per dei tizi eccentrici ma di certo poco consona alle regole del marketing.

Il fatto è che i Beatles hanno sempre smentito così come il diretto interessato Paul McCartney tutte le voci relative a questa storia ma hanno anche sempre smentito il fatto di aver inserito messaggi alla rovescia nei loro album (probabilmente a causa della vicenda Manson che vedremo più avanti) e hanno quindi mentito spudoratamente; hanno sempre risposto alle domande sulla PID considerandola come un cumolo di boiate, eppure si sono contraddetti in numerose occasioni incalzati dalle domande dei giornalisti.

E' noto infatti che i Beatles furono tra i primi ad inserire messaggi nelle canzoni ascoltabili soltanto mandando il disco al contrario; pratica in seguito divenuta moneta comune per i gruppi musicali, specialmente nell'ambito del rock. I Beatles erano molto interessati agli esperimenti musicali di John Cage e divennero loro stessi sperimentatori introducendo tecniche che verranno poi riprese da altri. Paul McCartney e John Lennon erano inoltre dei veri e propri cultori di Lewis Carrol, l'autore di Alice nel paese delle meraviglie; maestro del gioco di parole, del non-senso, del doppio significato o del significato nascosto. Infatti, i testi delle loro canzoni contengono alcuni rimandi espliciti a questo personaggio ma di fatto, si interessarono a scrivere testi spesso criptici o dall'apparente non-sense. E non dimentichiamo che la novità di mandare i nastri alla rovescia che rendono le parole arcane e cariche di mistero, li incuriosisce a tal punto che proprio Paul utilizzerà in alcune occasioni lo pseudonimo “Ian Lachimoe” che era il “suono” che produceva “Paul McCartney” pronunciato alla rovescia.

Ma per iniziare a capire il motivo per cui dietro alla leggenda Paul is dead si nasconde un vero mistero, iniziamo analizzando alcuni indizi classici contenuti nei dischi dei Beatles e partiamo proprio dall'album “Abbey Road” che divenne protagonista con l'esplodere di questa strana storia; una delle copertine che ha fatto più discutere nella storia della musica:

Quali sarebbero gli indizi trovati dai fan dei Beatles in questa copertina?

Prima di tutto gli stessi Beatles; stanno attraversando la strada sulle striscie pedonali in fila indiana; davanti a tutti c'è John Lennon vestito completamente di Bianco; in alcuni paesi orientali il bianco è un segno di lutto e per alcuni è stato interpretato come il cerimoniere. A seguire Ringo Starr vestito completamente di nero sarebbe l'uomo delle pompe funebri. Segue Paul McCartney con un completo grigio e salta agli occhi per delle differenze vistose rispetto agli altri: è a piedi nudi, tiene gli occhi chiusi, ha il passo sfalsato rispetto agli altri che ce l'hanno sincronizzato e tiene una sigaretta nella mano destra pur essendo mancino; chiaramente il tutto sembra costruito per attirare l'attenzione su Paul e sulle sue stranezze. Chiude il corteo George Harrison che, vestito in Jeans, sarebbe un semplice becchino.

Sulla sinistra è possibile vedere un'auto, una Wolkswagen “maggiolino” parcheggiata con le ruote sul marciapiede; la targa dell'auto riporta: LMW 28 IF. L'interpretazione più diffusa è che il 28 if stia per: 28 se, 28 anni se Paul fosse vivo. Ma qualcosa non quadra, viene subito fatto notare che Paul all'epoca aveva 27 anni compiuti ed essendo nato a giugno, a settembre, data in cui sono state scattate le foto della copertina, aveva 27 anni e tre mesi. La replica dello zoccolo duro dei sostenitori della PID non si fa attendere: In molte culture orientali l'età viene contata dal momento del concepimento; quindi i tre mesi più i nove di gestazione... 28 Spaccati.

Un'obiezione logica è che se la targa fosse stata concepita per veicolare un messaggio, tanto valeva metterci 27; inoltre, nessuno ha mai decifrato LMW.

Alcune ipotesi tengono conto del fatto che esiste la tradizione di apporre dietro l'auto il proverbiale “JUST MARRIED” dei novelli sposi, ecco che LMW poteva essere interpretato ad esempio con: Linda Married William e cioè: Linda ha sposato William (Campbell o Sheppard?) il sosia che avrebbe preso il posto di Paul.

Nel retrocopertina appare la scritta Beatles inserita nel muro sopra alla scritta Abbey Road. Davanti alla scritta Beatles ci sono degli strani fori come se qualcuno avesse sparato con un mitra o una pistola. Connettendo i fori, (che sono otto mentre andando a vedere il muro dal vero se ne contano 13), come nel gioco dei puntini esce un 3; un altro indizio che i Beatles Originali sono solo 3?

Le liriche delle canzoni meritano una trattazione a parte che vedremo più avanti; ciò che ci interessa stabilire ora è: sono tutte illazioni e interpretazioni dei fan (abbiamo lasciato fuori le più assurde e palesemente frutto di fantasia) oppure queste note di copertina hanno comunque qualcosa di strano?

Qualcosa di strano in effetti c'è e viene proprio dai Beatles. Interrogati sulla sessione fotografica per la realizzazione della copertina, Paul McCartney tende a minimizzare in modo eccessivo se consideriamo il fatto che i Beatles così come molti altri gruppi mettevano un'attenzione e una cura maniacale nello studio delle copertine. Chi conosce un po' di storia musicale di quel periodo sa quante copertine sono diventate oggetti di culto e spesso controversi sia per l'aspetto artistico che per quello dei messaggi veicolati.

McCartney invece dice che erano in ritardo con la pubblicazione, e che quindi visto che fuori dagli studi di registrazione era una bella giornata di sole, chiamarono i fotografi e improvvisarono alcuni scatti. Interrogato poi sul fatto che apparisse a piedi nudi, dichiarò che lui abitava a pochi passi dagli studi ed essendo molto caldo decise di uscire di casa scalzo.

A parte il fatto che se era davvero molto caldo, l'asfalto bollente era tutt'altro che confortevole da calpestare a piedi nudi, ma sembra comunque una scusa farlocca; inoltre nelle altre foto ritrovate di quella sessione fotografica, si può vedere come Paul indossi un paio di sandali. John Lennon poi, fornisce una versione diversa smentendo la non intenzionalità del gesto; dice infatti che Paul cercava sempre in ogni modo di apparire diverso e che se avesse potuto dipingersi un orecchio di Blu lo avrebbe fatto.

La Apple, la casa discografica dei Beatles, interrogata sulla presenza del maggiolino con le ruote parcheggiate sul marciapiede risponde che i fotografi avevano tentato di farlo rimuovere senza successo perchè rovinava la foto ma anche questa sembra una balla. Infatti è molto difficile credere che la sua presenza non sia intenzionale quando sappiamo che il “maggiolino” in Inglese è chiamato “Beetle” (scarafaggio) e non è certo pensabile che il gruppo si sia lasciato sfuggire l'occasione di inserire un'auto che richiama il loro nome.

Per quanto riguarda la famigerata targa, scopriamo anche qui un elemento curioso: in altre foto della sessione fotografica la targa è diversa, quindi la targa che si vede in copertina è stata aggiunta in un secondo tempo sopra all'originale.

Ma il bello deve ancora arrivare, più indietro si va nel tempo rispetto a questo disco e successivamente più ci si avvicina ai nostri giorni, si scopre una mole di stranezze davvero troppo massiccia per essere ignorata.

Ma lo vedremo nella seconda parte.
---
Fonte: Il blog di Music-Band sul Portico Dipinto

Seconda Parte


Proviamo ora a dare uno sguardo nel minestrone di indizi e stranezze relative a questo caso tenendo ben presente che non è possibile riportare tutto senza scriverci sopra un libro e facendo attenzione a questi fatti importanti:

1. La leggenda PID nasce poco dopo la pubblicazione dell'album Abbey Road avvenuta nel settembre del 1969 per la rivelazione di un DJ americano (Russel Gibb) che ha ricevuto in redazione una telefonata anonima. Prima di questa data, nessuno ha analizzato le canzoni dei Beatles o le loro copertine alla ricerca di indizi strani.

2. Secondo la leggenda, Paul McCartney sarebbe morto il 9 di Novembre (o l'11 di settembre secondo alcuni indizi) del 1966.

Facciamo quindi un salto indietro e cerchiamo di farci un'idea di com'era la situazione storica dei Beatles nel 1966:

Fate bene attenzione alle date!

Nella seconda metà del 1966 i Beatles sono sul punto di sciogliersi e le principali cause sono molto serie:

1. La Beatlemania è incontrollabile, il gruppo non la sopporta più, si sentono esausti per i continui concerti che portano avanti da anni e sono insoddisfatti perchè suonare dal vivo è impossibile; non riescono nemmeno a sentirsi a causa del boato della folla che sovrasta tutto; quindi anche le esibizioni hanno una qualità scadentissima e non possono essere sfruttate come registrazioni.

2. I pericoli corsi durante il tour alle Filippine culminati con l'incidente diplomatico e il loro quasi sequestro che ha fatto temere per la loro incolumità ha provato tutti emotivamente e in particolar modo George Harrison che sembra il più sconvolto.

3. La furente reazione esplosa in america alle dichiarazioni di John Lennon sul fatto che i Beatles fossero più famosi di Gesù, che scatenò ondate di isteria con roghi dei dischi dei Beatles in mezzo alle strade e dichiarazioni in TV (le potete vedere nella raccolta anthology dei Beatles in DVD) del Ku-Klux-Klan che dichiarava apertamente di essere un'organizzazione terroristica pronta a compiere gesti eclatanti contro il gruppo. Lennon sarà costretto a pubbliche scuse che provocarono in lui una forte crisi d'identità.

George Harrison annuncia quindi a Brian Epstein, il loro manager, di voler lasciare il gruppo ai primi di settembre del 1966; trapelò poi la notizia che il concerto di San Francisco (29/8/1966) sarebbe stato l'ultimo.

Tutto però è destinato a rientrare nei primi mesi del 67 quando i Beatles rinnovano il loro contratto con la Emi per altri 9 anni.

A quanto pare il loro manager li ha rassicurati promettendo che avrebbero smesso di fare infiniti tour in giro per il mondo.

Ma attenzione alle date:

il 10 Novembre 1966 fu annunciato ufficialmente da Peter Brown, loro vice-manager che non avrebbero fatto più concerti.

Il 15 Novembre 1966 Epstein smentisce pubblicamente le voci di scioglimento del gruppo

Dal 21 Giugno 1966 fino al 24 Novembre 1966 i Beatles non registrano più nulla; non effettuano nemmeno alcuna sessione fotografica.

Dall'Agosto del 1966 in poi, Paul McCartney assume un ruolo di primo piano nel gruppo, tutti i progetti fondamentali del 1967 (Sgt. Pepper, Magical Mystery Tour etc. Sono idee sue). John Lennon perde progressivamente il ruolo di Leader mentre McCartney assume sempre più il controllo delle operazioni. Coincidenza fortunata per il gruppo, tutto questo sembra accadere mentre McCartney raggiunge i suoi vertici di creatività.

Il 27/8/1967 viene improvvisamente ritrovato morto Brian Epstein, la mente che ha creato il fenomeno Beatles, si parla inizialmente di suicidio, si vocifera che fosse depresso a causa della sua omosessualità che doveva tenere nascosta; se ne dicono tante, poi le voci vengono smentite dal verdetto del coroner. Sembra una morte accidentale a causa di un'overdose di antidepressivi. I Beatles e i conoscenti intimi sembrano essere daccordo smentendo tutti la possibilità del suicidio. Di fatto però la morte di Epstein non è libera da ombre; a un certo punto circola la voce dell'omicidio e si scoprono delle minacce di morte a suo carico ma nessuno avvierà mai indagini in tal senso. I Beatles a detta di tutti quelli che li conoscono si sentono perduti, non hanno mai dovuto pensare alla loro gestione commerciale, avevano piena fiducia di Epstein che si occupava di tutto. Di fatto, Paul McCartney prenderà in mano anche questo aspetto della gestione del gruppo.

Tra il 1966 e il 1967, la musica dei Beatles subisce una radicale trasformazione; L'album “Revolver” (agosto del 1966) sembra l'inizio di questa nuova fase. Non soltanto la musica si fa complessa, ricercata e piena di sperimentazioni che avranno effetto in tutta la storia del rock, ma anche i testi diventano improvvisamente “Adulti”, iniziano a parlare spesso di morte, abbandonando le canzonette da innamorati del primo periodo. Ma il disco considerato l'apice della loro carriera e che determinerà una vera rottura in tutti i sensi con i Beatles del passato (sia musicalmente che per quanto riguarda l'immagine del gruppo) è il successivo Sgt. Pepper Lonely Hearts Club Band (Giugno 1967) Che in teoria dovrebbe essere anche il primo dopo la presunta morte di Paul McCartney.

Paul McCartney subisce un incidente stradale... Ma forse gli incidenti sono due.

Alcune fonti riportano di un incidente in motorino avvenuto il 26 Dicembre del 1965. Lo stesso Paul McCartney lo ricorderà nelle interviste apparse in Anthology, ma sembra confondere le date e le modalità. Comunque a quanto pare si ruppe un dente e riportò un taglio con conseguente cicatrice sul labbro sinistro. I segni risultano evidenti nella copertina della raccolta: Yesterday and Today (il controverso album dei macellai insanguinati la cui copertina venne ritirata e sostituita) e anche nei videoclip di “Rain” e “Paperback Writer” girati per la tv. La cicatrice è visibile anche in un'apparizione all'Ed Sullivan Show del giugno del 1966.

Altri però datano l'incidente al 9 Novembre 1966 (la data ufficiale della PID ed ecco perchè si parla di due incidenti) e lo considerano sempre un incidente motociclistico accaduto assieme al suo amico Tara Browne.

A quanto pare i giornali inglesi il 9/11/1966 diramarono notizie confuse, tra cui quella che Paul era rimasto decapitato. Anche la fanzine The Beatles Book riporta in un articolo del 7/1/1967 intitolato “False Rumor” la notizia di un incidente mortale accaduto a Paul McCartney

Si sa che Paul McCartney ha fatto occasionalmente uso di sosia per vari scopi

Viene indetto un concorso pubblico per trovare un sosia di Paul McCartney, pratica normale con le star dello spettacolo. Il concorso non vedrà una conclusione e non verrà mai comunicato il nome del vincitore

I Beatles, a fine del 1966, primi tra tutti i gruppi rock, si fanno crescere contemporaneamente barba e baffi. Non si tratta di una banalità; all'epoca il fatto ha una forte ripercussione, costituisce un'alterazione della fisionomia, una sorta di camuffamento e nel loro caso particolare venne abbandonata l'immagine dei 4 ragazzi puliti beniamini dell'Inghilterra. Per alcuni inoltre, come vedremo poi, questo fatto costituisce la volontà di nascondere i lineamenti non perfetti del sosia che ha preso il posto di Paul.

Ora che abbiamo il quadro (non completo ma spero sufficiente a capire) del periodo, andiamo ad analizzare alcuni degli indizi apparsi nei dischi e scoperti, ricordiamolo, retroattivamente, dopo l'uscita della leggenda nel 1969:

il 10 dicembre del 1966 viene data alle stampe una raccolta di successi dei Beatles: “A collection of Beatles Oldies – But Goldies” La copertina non ha fotografie ma soltanto disegni; a sinistra si può vedere un gruppo pop che dovrebbe rappresentare i Beatles e quello che dovrebbe essere Paul (il mancino) tiene una sigaretta nella mano destra (esattamente come nella copertina di Abbey Road uscita tre anni più tardi)

Al centro della copertina e molto grande rispetto al disegno del gruppo, si trova la figura di un uomo dall'aspetto Beatle e c'è il disegno di un'auto che sta puntando a tutta velocità verso la sua testa.

Viene notato che per la prima volta è stato tolto l'articolo “THE” prima del nome ma verrà reintegrato e poi tolto nuovamente nei dischi successivi quindi non mi sembra rilevante. Qualcuno analizza anche la scritta OLDIES che contiene “Dies”. Anche la O e la L hanno un significato: sono le due lettere dell'alfabeto che precedono la P e la M quindi la scritta significherebbe: PM muore.

E' decisamente cervellotico però è giusto far notare che un trucco simile era stato usato nel libro e nel film: 2001 Odissea nello spazio dove il nome del calcolatore elettronico H.A.L 9000 utilizzava le tre lettere dell'alfabeto che vengono subito prima delle tre lettere IBM, la nota azienda di computers.

Ma nel giugno del 1967 esce Sgt. Pepper; come abbiamo detto l'album considerato il punto più alto nella carriera dei Beatles ma anche uno dei massimi vertici della storia del Rock riconosciuto da grandi musicisti come ad esempio Jimi Hendrix che fece una cover di Sgt. Pepper in un'esibizione Live. Si tratta di una rivoluzione non soltanto musicale, anche il packaging del disco farà storia; a titolo di esempio basta dire che nel retrocopertina verranno stampate tutte le liriche delle canzoni. Nessuno prima di allora aveva mai fatto una cosa del genere.

Tra i molteplici indizi ed elementi controversi identificabili in questo disco, mi limito a riportare quelli che mi sembrano maggiormente significativi (riportare tutto richiederebbe un articolo solo su questa copertina).

La copertina fu realizzata da Peter Blake e Jann Haworth con il fotografo Michael Cooper; sembra chiaro dalle interviste e dai ricordi di varie persone che Paul McCartney ebbe un ruolo creativo e direzionale nella cosa. Sua anche l'idea di realizzare il disco come un “Concept Album”.

Tra l'incredibile numero di indizi o presunti tali, si segnala una bambola nella copertina anteriore che indossa una maglietta con la scritta “Welcome the Rolling Stones”, la bambola ha un modellino di Aston Martin (l'auto sulla quale Paul avrebbe avuto l'incidente) sulla gamba destra, siede inoltre sopra ad uno strano fantoccio che ha un guanto da guida insanguinato sulla mano sinistra.

La grancassa presente al centro poi è uno degli indizi più notevoli in quanto non può in nessun modo essere accidentale; questa potrebbe essere la prova dell'intenzionalità dei Beatles di inserire e veicolare messaggi visivi nei loro dischi.

Innanzi tutto la grancassa è l'unico elemento di tutta la complessa copertina che è stato commissionato a un artista esterno; un unico dettaglio per cui si decide stranamente di rivolgersi altrove. Ma il nome stesso che viene attribuito al suo creatore sembra fittizio: “Joe Ephgrave” che potrebbe essere la composizione di “epitaph” (epitaffio) e “grave” (tomba). Non esiste inoltre inoltre nessun cenno biografico relativo all'esistenza di questo artista. Se si fa una ricerca l'unica notizia rintracciabile è: “Il creatore della grancassa dell'album Sgt. Pepper.” Sembra che non abbia fatto altro né che abbia lasciato altre tracce dietro di se.

In ogni caso, se si appoggia uno specchio alla metà esatta della grancassa dove si trova la scritta: “Lonely Hearts” la metà superiore con quella rispecchiata, restituisce la scritta: I ONE IX HE ◊ DIE. Può essere letto come: 11 9 (che si rifà ad una versione della PID che vorrebbe la data della morte all'11 settembre) egli morire. Il rombo che sta tra egli e morire nelle sue frecce verticali indica in alto la figura di Paul MacCartney e in basso quella che potrebbe essere la tomba con i fiori.

Un altro modo di leggere le prime lettere però potrebbe essere 1-1-1-X Quindi 3 Ottobre ma un'altra interpretazione potrebbe essere I ONE I X: tre vivi uno cancellato Alcuni lo hanno pensato in riferimento alla frase presente nella canzone “Come Together” che recita: One and One and One is Three.

Un secondo indizio che assolutamente non può essere casuale e che spicca nel calderone di tracce rappresentato da questa copertina riguarda il retro. Nel retrocopertina c'è una foto del gruppo e Paul McCartney è l'unico ad apparire di spalle. George Harrison accanto a lui è l'unico a non mostrare le mani unite. Ne vediamo soltanto una sollevata con un dito che indica chiaramente una frase dalle liriche di una canzone stampata nel retro. Se poi si leggono tutte le parole lungo quella linea immaginaria e che appartengono a canzoni diverse si ottengono altre frasi che sembrano tutte richiamare al presunto incidente: “Mercoledì mattina alle 5, quando il giorno comincia” (l'ora dell'incidente)... La vita vola via con te o senza di te... Sei da solo sulla strada.

Una nota a parte dobbiamo spenderla per tutti i personaggi inseriti in quella copertina; Secondo Ringo Starr sarebbero stati inseriti tutti i personaggi amati dai Beatles, ma il fatto che volessero metterci anche Hitler (poi escluso assieme a Gandhi e Gesù Cristo) rende la sua dichiarazione alquanto infondata. Appaiono comunque attori, musicisti, letterati, Intellettuali, scienziati, esploratori e avventurieri. Non manca qualche anonimo e mentre è comprensibile la presenza di Stuart Sutcliffe, il primo bassista, amico di John Lennon, pittore e artista morto giovanissimo e poco prima dell'esplosione della Beatlesmania, così come è comprensibile l'assenza di Pete Best, il primo batterista dei Beatles che fu licenziato da loro stessi per fare spazio a Ringo Starr, ci sono due figure che fanno riflettere: una assente e l'altra presente.

L'assente è Tara Browne l'amico intimo dei Beatles e di paul McCartney morto in un incidente che ispirò a Lennon uno dei suoi pezzi più importanti: A day in the life (che molti riconducono per le parole all'incidente di McCartney).

Un'assenza abbastanza inspiegabile. Per quale motivo è stato scartato?

La presenza inquietante invece che in seguito diventerà molto nota ai fan dei gruppi rock visto che molti membri (vedi a titolo di esempio Jimmy Page il chitarrista dei Led Zeppelin) ne diventeranno cultori o seguaci è la figura di Aleister Crowley, l'occultista, la grande bestia, uno dei personaggi più inquietanti e influenti del ventesimo secolo il cui libro Magik rimane una specie di bibbia per chi si occupa di questioni esoteriche.

Con le copertine ci fermiamo qui, anche perchè molteplici indizi sono rilevabili in gran quantità nei dischi successivi e in tutta una serie di raccolte ma non c'è lo spazio per analizzarli tutti. Credo sia sufficiente capire che se alcune cose possono essere il frutto dell'interpretazione dei fan, molti indizi sono stati inseriti volontariamente e consapevolmente dagli stessi Beatles.

Giusto due parole sulle liriche: molte canzoni dei Beatles a cominciare dall'album Revolver, contengono frasi che sono state interpretate come riferimenti alla morte di Paul McCartney c'è poi la storia dei messaggi registrati alla rovescia che i Beatles hanno sempre smentito di aver mai inserito nei loro dischi.

Una delle cose che mi sembrano degne di nota è la canzone: A day in the life, dell'album Sgt.Pepper, ritenuta la canzone capolavoro dei Beatles. Molti ci hanno visto un chiaro riferimento all'incidente in cui avrebbe perso la vita Paul McCartney: “Egli trovò la sua fine in un'auto, non si era accorto che le luci (del semaforo) erano cambiate. Una folla di persone stava a guardare, avevano visto la sua faccia da qualche parte, nessuno era davvero sicuro se egli fosse uno della camera dei Lords”

John Lennon però dichiarò che il personaggio a cui è ispirata la canzone era Tara Browne (che si merita la più bella canzone dei Beatles ma non la sua presenza in copertina), come abbiamo detto l'amico dei Beatles e di paul McCartney, erede della famiglia Guinnes, morto in un incidente come quello descritto il 18 dicembre 1966.

Vi ricordate quanto detto all'inizio di questo articolo? Tara Browne secondo le dichiarazioni dello stesso McCartney sarebbe stato protagonista assieme a lui in un incidente motociclistico il 9/11/1966. Ci sono diverse stranezze e coincidenze inquietanti.

La montagna di indizi presenti nelle copertine e nelle liriche dei Beatles, da Sgt. Pepper in poi è davvero notevole e per chi volesse conoscerli tutti consiglio i libri citati nella prima parte dell'articolo oppure un'accurata ricerca in rete.

Ciò che spero sia chiaro a questo punto è il fatto che i Beatles hanno contribuito consapevolmente al diffondersi di questa storia. E che nella loro storia esistono alcune ombre.

Possiamo allora concludere che si è trattato soltanto di una manovra pubblicitaria? Di un gioco portato avanti da personaggi eccentrici? In quale chiave si può leggere questa operazione? Potrebbe la leggenda PID essere uno specchio per le allodole e nascondere qualcosa che invece riguarda tutto il gruppo?

Nella terza e ultima parte di questo articolo vedremo le analisi di alcuni esperti sui tratti somatici di Paul McCartney eseguite sulla base di varie fotografie, La pista esoterica sostenuta da alcuni che vede i Beatles come personaggi coinvolti da queste pratiche, gli indizi che sono spuntati fuori ben dopo la fine dei Beatles, alcuni davvero inquietanti e apparentemente senza una motivazione logica (se si pensa all'operazione commerciale), l'inquietante vicenda Manson, gli esami del sangue chiesti a McCartney per una questione legata al riconoscimento di un figlio, l'Aston Martin restaurata da un carrozziere italiano che ha trovato gli inquivocabili segni di un incidente e un fantomatico documentario girato da discovery channel e che verrà trasmesso soltanto dopo la morte dell'attuale, vero o sosia che sia, Paul McCartney.

Fine Seconda Parte
--
Fonte: Il blog di Music-Band sul Portico Dipinto

Terza Parte




Nelle prime due parti di questo articolo, con un riassunto per forza di cose molto stringato, ho tentato di evidenziare il fatto che la PID (Paul is dead) non è una fantasia scaturita dai fan ma è stata consapevolmente alimentata e creata dagli stessi Beatles, Paul McCartney in testa. Chi volesse approfondire con i due ottimi libri citati in precedenza, potrà avere un quadro completo ed esauriente degli indizi e conseguentemente le conferme di questo fatto.

Ma perchè? La domanda può sembrare banale ma non lo è. Trovata pubblicitaria? Come ho detto lo ritengo poco probabile; è un piano talmente cervellotico, che ha richiesto inoltre almeno 3 anni di preparazione; il che non ha molto senso, specialmente in considerazione del fatto che sarebbe uscito nel momento in cui la storia dei Beatles è finita. Inoltre, come vedremo ora, uno o più sostituti di Paul McCartney sembra ci siano effettivamente stati oltre al fatto che uno strano comportamento dello stesso McCartney ha fatto si che il protagonista della PID continuasse con le sue smentite negli anni successivi e contemporaneamente alimentasse la leggenda disseminando nuovi indizi. Comportamento tenuto anche dagli altri Beatles che se durante varie interviste individuali, hanno sempre continuato a sostenere che questa storia “è un vero cumulo di boiate”, dall'altra parte, in altre occasioni e senza che nessuno chiedesse loro nulla, se ne uscivano con dichiarazioni o con autentiche contraddizioni che hanno sempre lasciato perplessi tutti quanti; come ad esempio Ringo Starr che alla morte di George Harrison dichiarerà di essere rimasto l'unico Beatle in vita. Lapsus Freudiano?

Esistono varie testimonianze anche fotografiche che Paul McCartney ma non soltanto lui (anche Ringo e probabilmente John), ha fatto uso di alcuni sosia. Questo fatto non deve stupire, molte persone dello spettacolo o del mondo politico ne fanno uso. E' interessante a questo proposito fare una piccola ricerca in rete e scoprire che esistono alcune agenzie di una certa entità che hanno pubblicato un catalogo di sosia e che offrono questo tipo di servizio. Forniscono cioè dei sosia che possano mostrarsi al posto degli originali agli eventi pubblici ma non solo e sta qui il bello. Se sono presenti quattro o cinque sosia di un personaggio, nel catalogo possiamo vedere anche cosa sono in grado di fare e qual'è il loro livello di somiglianza. Ad esempio alcuni possono servire per mostrarsi solo a distanza, altri invece sono addestrati per intrattenere conversazione, comportarsi e imitare al meglio l'originale. Se date un'occhiata a questi cataloghi è probabile che non guarderete più le personalità pubbliche con gli stessi occhi; vi verrà il dubbio di quante volte siete stati ingannati.

Questa realtà, oltre alla natura di tutti i messaggi veicolati e il modo in cui è stata concepita tutta questa storia mi ha fatto spesso pensare a tecniche di propaganda nera.

Ovviamente però, se possiamo accettare il fatto che McCartney abbia utilizzato dei sosia per delle apparizioni pubbliche, più ostico è pensare che ne abbia utilizzato uno per sostituirlo come membro all'interno del gruppo a tempo pieno. Si perchè c'è chi crede che Paul non sia realmente morto ma che abbia comunque deciso di ritirarsi dalle scene lasciando spazio a un sosia. Anche qui sorge spontanea la domanda: a che pro?

Di fatto, in tutta questa oscura vicenda, arriva nel 2009 l'indagine di due esperti: Gabriella Carlesi e Franco Gavazzeni; lei criminologa, lui informatico. La Carlesi per inciso è un'anatomopatologa, un'esperta nel riconoscimento craniometrico. La coppia decide di interessarsi al caso della PID con l'esplicito intento di dimostrare una volta per tutte che si tratta di una bufala ma sorpresa: le indagini eseguite su molte fotografie porteranno i due a ritenere che in effetti sembrano esserci due Paul McCartney; quello che appare nelle foto dal 67 non sembra essere affatto lo stesso delle prime foto fino al 66. Resta un margine di dubbio perchè anche se i due sono convinti, per avere la prova provata le foto non bastano, ci vorrebbero i corpi.

Negli anni 80 poi raggiunge le cronache Erika Hubers, che avrebbe avuto una figlia (Bettina) da un giovanissimo Paul McCartney non ancora famoso nel periodo in cui i Beatles suonavano ad Amburgo. Le argomentazioni sembrano valide al punto che i giudici impongono a McCartney un prelievo del sangue per un test di paternità che darà però esito negativo (per i sostenitori del Paul sostituito questo appare come una conferma).

Perchè allora, nel 1966 erano stati stabiliti termini e modi per i versamenti che Paul ha effettivamente fatto fino al raggiungimento del diciottesimo anno d'età della figlia? Bettina, la presunta figlia, non è certo una seguace della PID però è convinta che a fare quel test non sia stato McCartney e lo proverebbe anche una firma su di una foto eseguita malamente da una persona che usa la destra.

Il fatto è che c'era una causa di riconoscimento aperta fin dal 1963. All'ufficio minorile c'era un procedimento nei suoi confronti ma nel 1966, quando i Beatles dovevano esibirsi ad Amburgo, gli avvocati di Paul chiusero la faccenda con un pagamento di 30.000 marchi per il suo mantenimento. E non dimentichiamo che a Liverpool, patria del Beatle, Brian Epstein coprì un altro scandalo e un altro figlio; Philip Cochrane nato il 10 febbraio del 1964 è conosciuto in tutta Liverpool come il figlio di Paul McCartney.

Paul McCartney dal canto suo sembra inoltre cambiare spesso i suoi ricordi del passato; non sono poche le contraddizioni in cui incorre o le “confusioni” al punto che il biografo Alan Clayson affermò: “Penso che Paul stia cercando di riscrivere la storia dei Beatles, ora che John non c'è più.”

Nel frattempo perizie grafologiche e comparazioni con ciò che si dovrebbe sapere del gruppo sanguigno di Paul sembrano confermare che Erika e la figlia Bettina hanno ragione; viene chiesto un esame del DNA ma questo verrà evitato. Molti milioni e transazioni private impongono il silenzio.

Ma la storia recente di Paul sembra costellata di problemi simili: il disastroso matrimonio con Heather Mills (di cui si è detto di tutto e di più) culminerà dopo le accuse della donna che dipingono l'ex Beatle come un violento, con richieste di protezione fatte all'ex marito (protezione da chi?) e alcune dichiarazioni che lasciano pensare. La Mills asserisce di aver raccolto tutta una serie di prove che avrebbe affidato a una persona di fiducia nel caso le capitasse qualcosa. A un certo punto dirà: “E' accaduto qualcosa di così terribile che era impossibile crederci. Qualcuno che ho amato mi ha tradito immensamente, ma non si è trattato di infedeltà. La gente non vuol sapere la verità perchè non potrebbe sopportarla. Ne sarebbero devastati...”

Nel 2009, verranno versati altri milioni in cambio del silenzio.

Si direbbe quindi che la leggenda PID si sia trasformata più in un incubo che in una semplice trovata pubblicitaria per Paul. Quindi le ripetute smentite e il fatto che ci abbia spesso scherzato sopra sarebbero assai giustificate. Ad esempio nel 1993 sembra che Paul senta il bisogno di dire al mondo di essere vivo e vegeto; viene dato alle stampe l'album: “Paul Is Live!”, un concerto dal vivo in cui McCartney scherza sulla PID; riproduce infatti la copertina di Abbey Road ma questa volta sulle striscie pedonali è da solo in compagnia del suo cane. Ovviamente il titolo è un gioco di parole perchè Paul è vivo si direbbe: Paul is Alive; mentre Live in genere è utilizzato per definire: “Dal Vivo” in concerto.

Sulla copertina inoltre rispunta la famigerata targa del maggiolino che questa volta riporta: “51 Is” cioè: 51 è, l'età che ha in effetti McCartney all'uscita del disco. Questa volta indossa le scarpe, regge il guinzaglio del cane con la sinistra (non più la sigaretta nella destra) e stavolta il passo sulle strisce pedonali ricalca quello precedente ma non più invertito come all'epoca rispetto agli altri; in questa occasione è il destro ad essere avanti.

Ma un dettaglio in questa copertina così ben congegnata nei dettagli e che sembrerebbe essere scherzosa è forse il più inquietante di tutti: L'album viene pubblicato il 15 Novembre 1993 esattamente lo stesso giorno, 27 (l'effettiva età di Paul McCartney su abbey road) anni dopo la dichiarazione di Brian Epstein che i Beatles non avrebbero più suonato dal vivo.

Successivamente però McCartney si rende protagonista di altre iniziative stavolta meno sensate e più inspiegabili: nel 2007 pubblica l'Album Memory Almost Full dove all'interno del brano Gratitude mandato al contrario si può distintamente sentire la frase: I Was William Campbell (Io ero William Campbell, ve lo ricordate? Uno dei candidati a sostituire Paul McCartney nel 1966)

Ma non è finita qui perchè nel video della canzone Even Present Past (passato sempre presente) si vede McCartney incrociare se stesso diverse volte. Nei crediti dell'album, Paul McCartney (vuole scherzare? Ma perchè?) si definisce Sua Altezza Reale il Re di Cosmania e indovinate cosa succede anagrammando King of Cosmania? Si può ottenere: Son of Magickian. Ricordate Aleister Crowley, il suo libro magik e la pista occultista che a quanto pare anche i Beatles avevano intrapreso?

Questo lato oscuro sembra avere un collegamento con la terribile vicenda Manson; è l'epoca del White Album dei Beatles, un altro disco ricco di indizi sia fotografici che inseriti nelle canzoni e relativi alla PID; ma anche un disco tristemente legato a uno dei fatti di sangue più efferati e collegati a sette e pratiche occulte.

Il 9 agosto del 1969 gli adepti della setta “schiavi di satana” fondata da Charles Manson, fanno irruzione nella villa di Sharon Tate (La moglie di Roman Polansky) a Hollywood. Polansky è assente e la moglie, che deve partorire tra due settimane è in compagnia di amici. Vengono tutti uccisi in modo efferato a pugnalate e con il sangue, i membri della setta scriveranno sui muri il titolo di una canzone del disco: Helter Skelter.

Manson successivamente dichiarerà che il white album rappresentò per lui un richiamo, si sentì investito da una missione. Secondo Manson ogni canzone del White Album ha un significato occulto. Affermò: “E' tutto nei dischi; quelle canzoni parlano di guerra, perchè ve la prendete con me? Non sono io che ho scritto quelle parole... Non sono io che le ho proiettate nella vostra coscienza sociale.”

Questi terribili eventi probabilmente sono alla base del fatto che i Beatles abbiano sempre smentito il fatto di aver mai inserito messaggi alla rovescia nei loro dischi nonostante sia stato ormai ampiamente provato il contrario.

Un'ulteriore episodio inesplicabile in tempi recenti che continua ad alimentare la leggenda Paul is Dead, riguarda il produttore discografico George Martin, spesso definito il quinto Beatle. Nel 2004 (oltre a Lennon assassinato nel 1980 era già morto anche George Harrison) gli viene conferito il titolo di Sir; di conseguenza come è d'uso, si è fatto disegnare uno stemma nobiliare. In esso possiamo notare alcuni elementi: un uccello identificabile con un housemartin che potrebbe richiamare per assonanza “La casata di Martin”, un rigo musicale che può identificare la sua carriera e una scritta che è un richiamo esplicito ai Beatles: “Amore Solum Opus Est” traducibile in: “All you need is love”; ma la cosa davvero inquietante sono i tre scarabei chiamati “Stag Beetles” che compaiono nello stemma; uno più grande e due più piccoli. Perchè tre? Se voleva essere un riferimento attuale ai Beatles dovevano essere 2, se invece era riferito al gruppo con il quale ha lavorato per molti anni dovevano essere 4. Appare inoltre una zebra (un ulteriore rimando al zebra crossing? Il discusso attraversamento di abbey road che secondo alcuni simboleggiava la morte ma per altri la ressurezione di Paul?) che regge una sorta di “Pastorale” talora associato al dio egizio Osiride che risorse.

Giunto alla fine di questo lungo articolo mi resta da segnalare un fantomatico documentario girato da Discovery Channel che mandò una troupe a fare delle riprese dal carrozziere italiano che restaurò la Aston Martin Blu appartenuta a Paul rilevando effettivamente i segni di un incidente. Secondo le informazioni raccolte da Donato Pastore, questo documentario verrà trasmesso soltanto dopo la morte di Paul McCartney per via di una rivelazione in esso contenuta.

Chi erano davvero i Beatles? Quattro ragazzi che si sono trovati in mezzo a giochi più grandi di loro? Burattini utilizzati da qualcuno? La loro musica ha fatto storia; conosco musicisti prestigiosi appartenenti all'orchestra sinfonica della Fenice di Venezia che nel tempo libero suonano le canzoni dei Beatles in concerti dal vivo con lo stesso impegno e la stessa dedizione che mettono nell'esecuzione della musica classica e sinfonica. La loro musica appartiene ormai ai classici intramontabili. Ma un'ombra che non è certo frutto della paranoia, aleggia su tutta la loro storia. Le interpretazioni le lascio a voi, ma più approfondirete questa vicenda, più vedrete quanto è profonda la tana del bianconiglio.

--
Fonte: Il blog di Music-Band sul Portico Dipinto

Voto: 7.00 (9 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
peonia
Inviato: 11/5/2013 22:02  Aggiornato: 11/5/2013 22:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
wow che storia intrigante....attendo curiosa la seconda parte!!!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Marzo
Inviato: 11/5/2013 22:03  Aggiornato: 11/5/2013 22:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 242
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
"In fondo...più bello di così...come fai a non crederci?"

In un mondo in cui le guerre sono chiamate missioni di pace, i mercenari sono diventati contractors, i partigiani diventano terroristi, gli onnivori mangiatori di carogne, io sono fiera di essere una"complottista".

Fiammifero
9000aleap
Inviato: 11/5/2013 22:23  Aggiornato: 11/5/2013 22:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/2/2013
Da: Marche
Inviati: 47
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Per chi interessa la puntata di Lucarelli è questa

http://www.youtube.com/watch?v=j5Xnw5AkZMc

"Fidarci di voi? Mai. Non gradite ne pace ne guerra. La guerra vi terrorizza, la pace vi rende insolenti. Chi si fida di voi invece di trovarvi leoni vi trova lepri. Invece di volpi, oche. Chi merita onore, ha il vostro odio." [Caio Marzio Coriolano]
temponauta
Inviato: 11/5/2013 22:50  Aggiornato: 11/5/2013 22:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/4/2010
Da:
Inviati: 2040
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Ci sarebbe un'alternativa.
Ovvero che l'originale Paul non sarebbe morto nell'incidente, ma avrebbe subito danni fisici tali per cui non poteva più cantare o addirittura mostrarsi in pubblico.
Avrebbe però potuto collaborare nello scrivere le canzoni, mentre il Paul sosia avrebbe prestato voce e volto.
Il ricorso al mistero della morte di Paul sarebbe perciò un modo per indicare una morte "pubblica", riconoscendo nel frattempo al Paul originario la loro unità in un livello idealistico e immaginifico diverso da quello della realtà.
Del resto, a cominciare da Lennon, la band ha sempre avuto una certa aspirazione a traslare in un piano metafisico e lo si percepisce da alcuni pezzi la cui sonorità apre veri e propri portali dimensionali per la mente (altro che canzonette).
My opinion, of course.

peonia
Inviato: 11/5/2013 23:05  Aggiornato: 11/5/2013 23:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Potrebbe essere una ipotesi plausibile, Temponauta.

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
hi-speed
Inviato: 11/5/2013 23:28  Aggiornato: 11/5/2013 23:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Secondo me i Beatles (ed anche i Rolling Stones) non hanno scritto molti de i loro pezzi negli anni '60, furono altri a comporli.
Era un'abitudine in voga nei sixties quella dei falsi e più d'adesso per il businness che girava intorno alla musica.
Vorrei vedere Richard o Mac leggere una partitura di Bach (a caso).
Strana poi la morte del loro manager Ep stein l 'anno dopo come quella di Jones dei Rooling, che era l'unico vero polistrumentista del gruppo e guarda caso non risulta che abbia mai composto un brano.

hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
TheNecrons
Inviato: 12/5/2013 1:32  Aggiornato: 12/5/2013 1:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/10/2012
Da:
Inviati: 409
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Inquietante davvero. Però ho una domanda che mi propongo da mesi: ma perché cavolo si dovrebbe mostrare a tutti questi messaggi? Mentre in realtà si vuole nascondere?
È perché si dovrebbe mettere la piramide massonica sulla banconota da 1 dollaro? Per favore rispondetimi.


Visto che si è parlato della coincidenza dell' "9 novembre" vorrei dire una mia opinione che ho da anni: nella data "11/9" l' "11" mi è sempre apparso come le due torri, con le "stanghette" dei due "1" che sembrano il fumo (si, rivolto verso il basso). Non vorrei fare il paranoico.
Ponerei la stessa domanda di prima anche qui.

Un'altra cosa: se la banconota da 20 dollari viene piegata in un certo modo (non mi ricordo com'è, ma c'è un Internet) si vedono due torri in fiamme e fumo. E, 11/9, 11+9=20 (20 dollari) INQUIETANTE! xD
Mi sto trasformando in un paranoico, cazzo.


P.S. Scusate vari errori grammaticali, ma non sono italiano.

ohmygod
Inviato: 12/5/2013 6:50  Aggiornato: 12/5/2013 6:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
temponauta
Del resto, a cominciare da Lennon, la band ha sempre avuto una certa aspirazione a traslare in un piano metafisico e lo si percepisce da alcuni pezzi la cui sonorità apre veri e propri portali dimensionali per la mente (altro che canzonette).


Ne sono convinto perchè non me lo sono mai chiesto.

Altro che canzonette: in campo musicale ,almeno, godo e non mi sto a chiedere se la goduria provenga dall'altezza o dalla bassezza della nota.
Naturamente ciò costituisce un parametro onde selezionare note coordinate: è metrica.

Escape velocity = SmS

incredulo
Inviato: 12/5/2013 6:59  Aggiornato: 12/5/2013 7:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:
È perché si dovrebbe mettere la piramide massonica sulla banconota da 1 dollaro? Per favore rispondetimi.


Sono firme, firme racchiuse nei nomi e nei simboli.

Sono bandierine di riconoscimento.

Basti pensare alla casa discografica dei Beatles, al nome di una marca di PC di successo, al nomigliolo di New-York tutti richiamanti alla mela del peccato originale.

Il potere che ha deciso la costruzione degli USA, che ricordiamoci hanno appena 250 anni di Storia, un nulla in termini temporali, è un potere ben riconoscibile, è il potere che domina il mondo da millenni.

Un Potere che incute timore e rispetto, essendo il Potere dell'ego assoluto, un Potere che i potenti della Terra credono di possedere senza accorgersi di esserne posseduti

E' una maniera per farsi riconoscere, da coloro che hanno gli strumenti per farlo, un modo di dire:"Siamo noi non rompeteci i coglioni" per coloro che non ne fanno ancora parte e per dire "Siamo noi, ubbidisci e basta" per coloro che ne fanno parte.

Quel Potere che ora si sta rivelando sempre più chiaramente, quel Potere che sta togliendo alcuni veli sulla sua esistenza.

L'esplosione in rete di filmati sulla massoneria, sui simboli, sulla piramide tronca, fanno un minestrone di disinformazione ma rendono evidenti tematiche che fino a una decina di anni fa erano riservate a valorosi e solitari studiosi che se le andavano a cercare su testi rari e in gruppetti isolati.

Le ultime olimpiadi di Londra sono state una dimostrazione di Potere per il mondo intero, ogni sfumatura di quell'evento è riconducibile al Potere, quel Potere.

Siamo in una epoca di Rivelazioni.

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
mirco
Inviato: 12/5/2013 8:00  Aggiornato: 12/5/2013 8:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/1/2010
Da:
Inviati: 387
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:


A parte il fatto che se era davvero molto caldo, l'asfalto bollente era tutt'altro che confortevole da calpestare a piedi nudi,



L'asfalto in inghilterrra non diventa mai tanto caldo da impedire qualcuno di camminare scalzo.

snoopy
Inviato: 12/5/2013 8:47  Aggiornato: 12/5/2013 8:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2006
Da: phuket - thailandia
Inviati: 106
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
ve lo do' io un 'indizio :

guardate il video di " free as a bird " e bloccate l'immagine al minuto 3:22 vedrete la fine che ha fatto il VERO Paul Mc Cartney .

Io so tutti questi nomi e so tutti i fatti ...
Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.

P.P. Pasolini

http://www.corriere.it/speciali/pasolini/ioso.html
snoopy
Inviato: 12/5/2013 8:55  Aggiornato: 12/5/2013 8:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2006
Da: phuket - thailandia
Inviati: 106
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
qui trovate la prova scientifica che il Paul di adesso NON E' il Paul del 1966 :

http://www.erichufschmid.net/TFC/FromOthers/Paul-McCartney-Italian-I.html

Io so tutti questi nomi e so tutti i fatti ...
Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.

P.P. Pasolini

http://www.corriere.it/speciali/pasolini/ioso.html
peonia
Inviato: 12/5/2013 9:21  Aggiornato: 12/5/2013 9:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
@ snoopy
ci sono vari video di Free as a bird....a quale ti riferisci? metti il link per favore...
l'unico che ho visto al min 3.22 non mostra granchè...almeno...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Pyter
Inviato: 12/5/2013 9:55  Aggiornato: 12/5/2013 9:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
P.S. Scusate vari errori grammaticali, ma non sono italiano.

Sei scusato, ma devi anche capire: con l'entrata in scena di Enrico Letta c'è il pericolo che questa scusa diventi una moda.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
snoopy
Inviato: 12/5/2013 11:20  Aggiornato: 12/5/2013 11:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2006
Da: phuket - thailandia
Inviati: 106
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
@ peonia :

hai ragione ci sono tanti video ...

in questo e' al minuto 2:18 esatto nel vetro posteriore di una camionetta della polizia l' immagine riflessa del volto di PMC insanguinata a causa dell' incidente in cui ha perso la vita , le immagini del filmato , proseguendo , mostrano la scena :

http://www.youtube.com/watch?v=bMDm5gEdLpA

Io so tutti questi nomi e so tutti i fatti ...
Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.

P.P. Pasolini

http://www.corriere.it/speciali/pasolini/ioso.html
DjGiostra
Inviato: 12/5/2013 12:04  Aggiornato: 12/5/2013 12:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
@Snoopy:
Citazione:
guardate il video di " free as a bird " e bloccate l'immagine al minuto 3:22 vedrete la fine che ha fatto il VERO Paul Mc Cartney .

Fatto !! HO osservato l'immagine ma non trovo niente di strano.. Mi puoi illuminare ??


Citazione:
n questo e' al minuto 2:18 esatto nel vetro posteriore di una camionetta della polizia l' immagine riflessa del volto di PMC insanguinata a causa dell' incidente in cui ha perso la vita ,

Diciamo che la cosa e' un po' forzata. (Premetto che anche io penso che il vero Paul sia morto nel 67 pero'
questa mi sembra una forzatura come quando si guardano le nuvole e si vedono spesso e volentieri i volti umani..)

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Esule
Inviato: 12/5/2013 12:26  Aggiornato: 12/5/2013 12:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 19/4/2012
Da:
Inviati: 64
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Un piccolo consiglio, per chi non lo sapesse, per guardare un video youtube un frame alla volta.
Mettete il video in pausa e usate le freccette destra e sinistra (su e giù in questo caso non servono) della vostra tastiera.

TheNecrons
Inviato: 12/5/2013 13:04  Aggiornato: 12/5/2013 13:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/10/2012
Da:
Inviati: 409
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Ho capito. Quindi si vogliono e ci vogliono far sapere che sono stati loro.
A dir la verità non penso che il controllo del mondo ce l'abbia qualcuno. Io penso che, per esempio, quelli degli USA hanno il controllo degli USA (e forse qualcos' altro), quelli dell' Europa, controllano l'Europa, ecc. ecc. E penso che a volte si incontrano e cercano di collaborare. Ma non si arriverà MAI il controllo mondiale, perché ognuno di quelle persone, vuole proprio avere il controllo mondiale, quindi se lo CONTENDONO. E non mi pare che qualcuno di quelli vorrà cedere il potere all' altro, sarebbe inaccettabile per lui.
Poi non dobbiamo pensare che quelle persone siano, non so, più intelligenti o più brillanti del normale. Per esempio, nella Repubblica Sud Africana, probabilmente sono semplicemente la minoranza bianca, che ha il controllo economico, e in gran parte quello politico del paese.
I Beatles per esempio, hanno un piccolo (piccolo?) potere sulla popolazione, e non mi pare siano extraterrestri.

f_z
Inviato: 12/5/2013 13:37  Aggiornato: 12/5/2013 13:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Attendo la seconda parte prima di commentare, pero' posto un pre-commento.

A chi dice che trovare un sosia di Paul che canti come lui e possa sostituirlo sia difficile credo che invece questa sia la parte meno difficile della storia.

Questo perche' a quel tempo di giovani che suonavano e cantavano imitando i Beatles in tutto e per tutto (anche cercando di assomigliare fisicamente a loro) era sicuramente pieno, inoltre perche' la razza britannica - a differenza di quella italiana - e' molto meno mescolata (nonostante i tanti stranieri) ed e' costituita da un numero finito di "modelli" (non so quanti possano essere, non ho mai provato a contarli) per cui vi assicuro che di gente che somiglia a PMC in Inghilterra ne trovate a bizzeffe, in quanto la sua faccia e' esattamente uno dei "modelli" tipici dell'aspetto britannico.

Un po' piu' difficile e' trovare uno che gli somiglia ma ha anche la stessa statura, corporatura ecc, ma certo impossibile non e'.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
almarro
Inviato: 12/5/2013 13:53  Aggiornato: 12/5/2013 13:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/4/2013
Da:
Inviati: 70
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Mi dispiace per i più creduloni di voi,ma queste sono tutte cazzate
Marketing ,marketing ,marketing,ma soprattutto noia
Diciamocelo,i beatles dal punto di vista storico d'evoluzione della musica pop/art pop,non valgono una cippa,rappresentavano un tentativo di rendere più mansuete ed accettabili ad un grande pubblico tutte quelle VERE esplorazioni degli autentici gruppi d'allora.
Facevano comodo alla società,un pò come il m5s,incanalavano la rabbia e la frustrazione dei giovani,in canzonette(spesso tremendamente geniali,merito del loro produttore ovviamente)
Abbey Road è un gran disco,ma c'è di meglio
Raramente gli altri gruppi dell'epoca parlavano dei beatles,anzi li detestavano perchè inglobavano con anni di ritardo tutte le sperimentazioni sane e genuine di sempre,sputtanandole al "grande pubblico"
I beatles sono sempre stati un tentativo di comprendere le mode del momento e di addomesticarle nella solita forma canzone di 3 minuti
Infatti,le carriere soliste,lasciano davvero a desiderare
Davvero,non c'è nulla di trascendentale in loro,ma molto mediocrità in voi
Ciao

almarro
Inviato: 12/5/2013 13:56  Aggiornato: 12/5/2013 13:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/4/2013
Da:
Inviati: 70
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
TEMPONAUTA
non è stato lennon a cominciare una ricerca metafisica di un bel niente
bensì harrison,tra l'altro il migliore post beatle

il_ras
Inviato: 12/5/2013 14:27  Aggiornato: 12/5/2013 14:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
In questo campo penso di poter dire qualcosa, come Massimo sa.
Stasera spero di riuscire a fare un commento.

un messaggio nascosto?

temponauta
Inviato: 12/5/2013 14:51  Aggiornato: 12/5/2013 14:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/4/2010
Da:
Inviati: 2040
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
@ almarro

Prendo atto della correzione e procedo a una verifica.
Grazie.

krom2012
Inviato: 12/5/2013 15:08  Aggiornato: 12/5/2013 15:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Premetto che ho sempre avuto dubbi su questa storia, un fatto sicuro è che le copertine degli album sono studiate fin nei minimi dettagli lanciando precisi messaggi che solo alcuni colgono al volo ma che arrivano lo stesso inconsciamente a tutti.
Già conoscevo le osservazioni interessanti sulla copertina di Abbey Road, vorrei aggiungerne un paio che mi sono saltate all'occhio mentre la riguardavo. La prima sembra la più banale però è sempre una differenza, dei 4 che attraversano, 3 hanno la barba e PM no! (Non ho idea se sia importante, bisognerebbe conoscere a livello esoterico, simbolico o storico che significa esattamente un uomo con e senza barba o come nel caso 3 con e uno senza!).
La seconda sembra un po' più logica e la foto può rappresentare il passaggio da uno stato all'altro. Come vedete da sinistra verso destra l'abbigliamento dei 4 subisce un grande cambiamento: il primo, è il normale, è vestito da classico ragazzo hippy degli anni '60, poi c'è PM, l'iniziato, vestito in modo più "presentabile" ma scalzo, come a rappresentare una specie di iniziazione (massonica?) verso una sorta di nuova strada, dimensione che porta dove? (forse il mistero più grande è proprio questo!). Proseguendo il terzo, il muratore apprendista, è vestito anche lui bene, ma con l'aggiunta della cravatta e delle scarpe, che vanno a completare il quadro del classico personaggio massonico che è entrato in pianta stabile nella rispettiva setta segreta. L'ultimo, il dotto illuminato, è vestito di bianco, colore che rappresenta l'illuminazione, ed è diventato appunto un illuminato. Ha le mani in tasca, perchè ogni sua azione deve essere tenuta nascosta alle masse e inoltre indossa degli occhiali a sottolineare la sua ascesa verso una dotta conoscenza, riservata appunto a quei pochi eletti che raggiungono la cima, della piramide massonica? Per concludere nella foto si vedono 4 ragazzi ma in realtà è come se fosse uno solo che si trasforma durante il suo cammino, quindi l'album propaganda e suggerisce la strada migliore da seguire per arrivare in cima alla scala, massonica ovviamente!

Interessante la "coincidenza" del 9 novembre! (9/11)

Citazione:
Secondo me i Beatles (ed anche i Rolling Stones) non hanno scritto molti de i loro pezzi negli anni '60, furono altri a comporli.


In parte è vero, però la musica degli Stones dei primi album, usciti solo nel regno unito era composta unicamente da Brian Jones, infatti se andate ad ascoltare le prime canzoni sono tutte blues, il suo genere preferito. Come se non bastasse ci sono misteri sulla sua scomparsa, forse legati anche al repentino cambio di genere musicale, da blues a rock, che volevano a tutti i costi gli altri artisti della band, ma questa è un'altra storia!

Citazione:
ma perché cavolo si dovrebbe mostrare a tutti questi messaggi? Mentre in realtà si vuole nascondere? È perché si dovrebbe mettere la piramide massonica sulla banconota da 1 dollaro? Per favore rispondetimi.


Non c'è niente di meglio che nascondere qualcosa e nello stesso tempo farlo circolare ogni giorno mettendotelo sotto gli occhi come il denaro!

edit
Un altro aspetto strano della foto è la camminata. 3 seguono lo stesso passo mentre solo PM no e ha la gamba destra avanti rispetto agli altri che hanno la sinistra e come già detto tiene da buon mancino la sigaretta nella mano destra!
La copertina lascia intuire che si è trattato dell'ultimo loro album, infatti hanno parcheggiato il maggiolino "beattle" sulla sinistra e proseguito a piedi verso destra!

...il cielo è sempre più bianco...
snoopy
Inviato: 12/5/2013 15:37  Aggiornato: 12/5/2013 15:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2006
Da: phuket - thailandia
Inviati: 106
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
@ dj giostra :

infatti quello del video e' un' indizio ...

@ almarro e tutti gli altri :

forse vi e' sfuggito il link della prova scientifica postato nel mio secondo messaggio dove si scrive

...I due periti tuttavia sono rimasti scioccati nello scoprire che le foto prima del 1966 non corrispondono affatto a quelle scattate dopo il 1967...

Ad esempio, la curvatura frontale della mandibola era diversa ...

qualcosa che assomiglia alla pelle tirata da un ritocco estetico, o, come suggerisce Gavazzeni, da una chirurgia estetica non riuscita perfettamente...

Le fotografie mostrano che la testa Faul è più allungata di quella di Paul ...

Più interessante è la posizione rispetto al cranio del punto in cui il naso si stacca dalla faccia, perché non può essere modificato con la chirurgia. Secondo Carlesi, questi punti per Paul e Faul sono notevolmente diversi...

Carlesi ha notato che le configurazioni dei denti di Paul e Faul non corrispondono, ma in un modo molto curioso...

Entrambi i periti italiani sono rimasti scioccati nello scoprire che le ipotesi del complotto sembrano corrette ...

http://www.erichufschmid.net/TFC/FromOthers/Paul-McCartney-Italian-I.html

Io so tutti questi nomi e so tutti i fatti ...
Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.

P.P. Pasolini

http://www.corriere.it/speciali/pasolini/ioso.html
peonia
Inviato: 12/5/2013 15:48  Aggiornato: 13/5/2013 0:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
rimosso

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
krom2012
Inviato: 12/5/2013 16:02  Aggiornato: 12/5/2013 16:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:
I due periti tuttavia sono rimasti scioccati nello scoprire che le foto prima del 1966 non corrispondono affatto a quelle scattate dopo il 1967


PM in seguito all'incidente potrebbe essere stato anche sottoposto ad interventi di plastica facciale. Lui aveva anche un leggero difetto ad un dente incisivo, probabilmente è andato dal dentista a farselo sistemare!
Tempo fa ho visto a mistero l'analisi computerizzata dei tratti somatici e anche in quel caso i conti non tornavano e c'erano differenze evidenti nelle distanze tra le orecchie e gli occhi che nel corso della vita non hanno grandi variazioni.

...il cielo è sempre più bianco...
bubu7
Inviato: 12/5/2013 17:06  Aggiornato: 12/5/2013 17:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2007
Da: Tomania
Inviati: 528
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Ricordo quando David Letterman chiese a Paul mcCartney, ospite del suo show, se fosse veramente morto.
La cosa che mi incuriosì fu il fatto che i Beatles smisero di fare concerti dal vivo proprio nel 1966.

Lui che offrì la faccia al vento la gola al vino e mai un pensiero non al denaro, non all'amore né al cielo.

Fabrizio De Andrè
gieief
Inviato: 12/5/2013 17:31  Aggiornato: 12/5/2013 17:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/11/2011
Da: Torino
Inviati: 174
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
la questione Paul-Faul è sempre stata molto romanzesca, affascinante e per ciò probabilmente utile a sviare da altre argomentazioni.
Un po' come quelli che dibattevano per capire se "Lucy in the Sky with Diamonds" fosse l'acronimo di LSD o derivasse da un disegno del figlio di Lennon, Julian.
Sviando quindi da certe tematiche a mio parere molto più serie come la vicinanza del gruppo a personaggi come Alyster Crowley, Aldous Huxley e in genere al movimento teosofico, con tutte le loro deliranti e sataniche congetture sulla figura di Lucifero (riflettere su cosa sia "Lucy" e cosa sia "diamonds", secondo teosofismo...).

Ma d'altronde il Satanismo, come dice Paolo Attivissimo, è tutta una ridicola credenza e c'è ancora gente che ci crede...
primi tra tutti gli artisti di punta degli anni 60/70, evidentemente...
Chissà che musica ascolta Attivissimo...

Redazione
Inviato: 12/5/2013 17:57  Aggiornato: 12/5/2013 19:34
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
IL_RAS è il più grosso esperto italiano del caso PID, e fra i più preparati al mondo.

Lo hanno anche intervistato di recente, nella puntata di Mistero dedicata al caso PID.

L'anno scorso mi ha tirato dentro in questa faccenda, e mi ha convinto che ci siano degli ottimi motivi per credere che Paul sia morto.

Fra l'altro, ho esaminato i filmati del sostituto, prima che diventasse "Paul", ed è decisamente un'altra persona.

Suggerisco di ascoltare con attenzione quello che avrà da dire IL_RAS.

TheNecrons
Inviato: 12/5/2013 18:38  Aggiornato: 12/5/2013 18:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/10/2012
Da:
Inviati: 409
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Cliccate qua
http://m.youtube.com/watch?client=mv-google&gl=IT&hl=en&p=EE934A4A80562624&v=joir_m0zn0Y
Andate al minuto 2:50 e ascoltatevi un paio di conzoni dei Beatles messe al contrario. In una dice (tradotto): "Eccitami uomo morto.....Eccitami uomo morto.....Eccitami uomo morto..... " si riferisce a Paul? Tra l'altro questa canzone è uscita dopo il 9 novembre 1966.

Marzo
Inviato: 12/5/2013 18:48  Aggiornato: 12/5/2013 18:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/4/2008
Da:
Inviati: 242
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
se non mi sbaglio anche Polidoro intervenne a Mistero su questa faccenda

In un mondo in cui le guerre sono chiamate missioni di pace, i mercenari sono diventati contractors, i partigiani diventano terroristi, gli onnivori mangiatori di carogne, io sono fiera di essere una"complottista".

Fiammifero
Truth79
Inviato: 12/5/2013 19:50  Aggiornato: 12/5/2013 19:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/8/2009
Da:
Inviati: 244
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Scusate,già trovare un sosia convincente di una persona non mi sembra impresa facile,se poi pensiamo che dovrebbe avere anche l'identica voce,cosa ovviamente più importante per un cantante,l'impresa mi sembra diventare veramente ardua.Ho visto alcune documentari sull'argomento,ma sulla voce non veniva detto mai niente,penso che attualmente esistano sicuramente software in grado di comparare le voci degli ipotetici due Paul e dirci se sono o no la stessa persona.Se qualcuno sa qualcosa di studi in merito lo faccia sapere.Altrimenti mi viene da pensare ad un scherzo ordito dai 4 magari dopo una serata in cui avevano esagerato un po' con alcool e droghe.

Di tutte le cose sicure,la piú certa è il dubbio.
joefasano
Inviato: 12/5/2013 20:17  Aggiornato: 12/5/2013 20:17
So tutto
Iscritto: 12/5/2013
Da:
Inviati: 6
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Sono a conoscenza di questa storia solo da un annetto e amando da sempre la musica dei beatles mi sono documentato a dovere. A mio avviso occorre distinguere i fatti dagli indizi e quasi tutti i dati appartengono per lo più alla seconda categoria, come per esempio i vari indizi nelle copertine o i messaggi sonori al contrario. Secondo me esiste un fatto inconfutabile che si tratti effettivamente di due persone diverse: consiste nel disporre sul monitor del pc due video interviste del 66 e del 67 e da un giudizio neutrale e spassionato non può che risultare evidente che le due persone hanno lineamenti, movenze e voce differenti. Si somigliano ma solo ad un'osservazione superficiale. Tutto quello che ne deriva può essere suggestivo o agghiacciante a vari livelli ma si possono solo mettere insieme molti pezzi di un gigantesco puzzle.
Ecco i links:

http://youtu.be/mAOWaUSkqj4

http://youtu.be/Y4CRTTr4UcE

doktorenko
Inviato: 12/5/2013 20:38  Aggiornato: 12/5/2013 20:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/8/2009
Da:
Inviati: 2332
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Una piccola correzione: Wolkswagen = auto della nuvola, Volkswagen = auto del popolo.

Ho letto la pagina italiana dedicata alla faccenda e dopo l`iniziale confutazione, per cosi` dire d`ufficio, c`e` un capitoletto di poche righe in cui si dice che un`analisi forense delle caratteristiche antropometriche delle foto pre e post presunto incidente, `sorprendentemente`, non puo` escludere che siano effettivamente due persone diverse, e che un`ulteriore analisi biometrica, comprendente anche il timbro della voce, conclude che i due Paul `non presentano alcun elemento in comune`.

Il dubbio che i Beatles abbiano scritto le loro canzoni mi pare ci fosse gia` negli anni `60, anche la scarsa longevita` artistica non depone a loro favore, considerando che storicamente i musicisti hanno dato il meglio nella loro eta` matura; ad esempio Verdi dopo i 70 anni ha scritto tre capolavori assoluti.

gronda85
Inviato: 12/5/2013 21:41  Aggiornato: 12/5/2013 21:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 2/12/2008
Da:
Inviati: 1957
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
almarro cit.

"Diciamocelo,i beatles dal punto di vista storico d'evoluzione della musica pop/art pop,non valgono una cippa,rappresentavano un tentativo di rendere più mansuete ed accettabili ad un grande pubblico tutte quelle VERE esplorazioni degli autentici gruppi d'allora.
Facevano comodo alla società,un pò come il m5s,incanalavano la rabbia e la frustrazione dei giovani,in canzonette(spesso tremendamente geniali,merito del loro produttore ovviamente)
Abbey Road è un gran disco,ma c'è di meglio
Raramente gli altri gruppi dell'epoca parlavano dei beatles,anzi li detestavano perchè inglobavano con anni di ritardo tutte le sperimentazioni sane e genuine di sempre,sputtanandole al "grande pubblico"
I beatles sono sempre stati un tentativo di comprendere le mode del momento e di addomesticarle nella solita forma canzone di 3 minuti
Infatti,le carriere soliste,lasciano davvero a desiderare"


non puoi vincere
non puoi pareggiare
non puoi nemmeno ritirarti
maxbn
Inviato: 12/5/2013 22:14  Aggiornato: 12/5/2013 22:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/7/2004
Da:
Inviati: 33
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Avevo letto anni fa su un sito americano questa storia. La considerazione che veniva fatta, e su cui ero concorde era la seguente :
I Beatles erano in turneè negli States, Paul ha un diverbio con John Lennon, sbatte la porta e va via, monta sulla sua auto e si schianta.
Le alternative sono due :
A) abbandonare il successo e la notorietà (e i soldi) e sciogliere il gruppo
B) tamponare momentaneamente la mancanza sostituendo Paul con un sosia più o meno verosimile , continuare la tourneè pert poi tornare a Londra e sciogliere definitivamente il gruppo dichiarando che erano sorte incomprensioni fra i componenti (cosa che poi accadrà realmente nel 1970)
Si è scelta la seconda, ma il gioco aveva funzionato alla perfezione ingannando (quasi) tutti i fans e si è deciso di continuarlo ad oltranza.

Ruote nelle ruote...

Ten_B
Inviato: 13/5/2013 3:39  Aggiornato: 13/5/2013 3:39
So tutto
Iscritto: 14/1/2013
Da:
Inviati: 2
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Non solo doveva essere uguale al vero paul, e saper suonare come paul (chitarra, basso, piano, contrabbasso, batteria, ecc, ) ma doveva essere anche mancino e avere la stessa voce..io credo che paul abbia alimentato insieme agli altri beatles questa storia, proprio per farsi ancora piu pubblicità: inoltre è normale che in vita sua abbia usato dei sosia per foto e/o apparizioni..ho davvero letto molte cose a riguardo, e nonostante sia un cercatore nato della verità, e creda che esistano molti complotti, nonchè fan estremo dei beatles e di paul in particolare, penso che il PID sia tutto una bufala..

snoopy
Inviato: 13/5/2013 5:58  Aggiornato: 13/5/2013 5:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2006
Da: phuket - thailandia
Inviati: 106
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
come si aggiungono le foto ?

Io so tutti questi nomi e so tutti i fatti ...
Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.

P.P. Pasolini

http://www.corriere.it/speciali/pasolini/ioso.html
il_ras
Inviato: 13/5/2013 8:00  Aggiornato: 13/5/2013 8:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Avrei qualche osservazione da fare sull'articolo e sui commenti.
A questo punto,però, credo sia meglio aspettare la seconda parte per includere anche quella.

un messaggio nascosto?

Paolo69
Inviato: 13/5/2013 9:12  Aggiornato: 13/5/2013 9:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1173
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
conoscendo massimo per la sua precisione forse mi sbaglio , ma credo che a forza di cercare cose nascoste si trovino anche dove in realtà non esistono.
hai presente quando si guardano le nuvole e si vedono tutte le figure possibili? qualcosa del genere.

il_ras
Inviato: 13/5/2013 9:34  Aggiornato: 13/5/2013 9:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
.... di contro , spesso a parlare seguendo "il buon senso", ci si trova a spararare caxxxte.
soprattutto se non si conosce l'argomento

un messaggio nascosto?

Homero
Inviato: 13/5/2013 11:03  Aggiornato: 13/5/2013 11:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Questa storia di "Paul Is Dead" l'ho sempre vista come un "divertissement" degli stessi Beatles (e di John Lennon in particolare), nato da un vero incidente di McCartney...

Poi, per carità, tutto può essere, ma mi sembra difficile difficile...attendo la seconda parte dell'articolo e le puntualizzazioni de il_ras per farmi venire la pulce all'orecchio

il_ras
Inviato: 13/5/2013 11:49  Aggiornato: 13/5/2013 11:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Homero, atteggiamento più che giusto...
ti dirò che questa vicenda PID per me è stata come la famosa pillola rossa che mi ha poi permesso di comprendere, tra le altre cose, anche la vicenda dell'11/9 senza preconcetti

un messaggio nascosto?

superanima
Inviato: 13/5/2013 13:02  Aggiornato: 13/5/2013 13:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/8/2007
Da:
Inviati: 300
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:
Diciamocelo,i beatles dal punto di vista storico d'evoluzione della musica pop/art pop,non valgono una cippa,rappresentavano un tentativo di rendere più mansuete ed accettabili ad un grande pubblico tutte quelle VERE esplorazioni degli autentici gruppi d'allora.
Facevano comodo alla società,un pò come il m5s,incanalavano la rabbia e la frustrazione dei giovani,in canzonette(spesso tremendamente geniali,merito del loro produttore ovviamente)
Abbey Road è un gran disco,ma c'è di meglio
Raramente gli altri gruppi dell'epoca parlavano dei beatles,anzi li detestavano perchè inglobavano con anni di ritardo tutte le sperimentazioni sane e genuine di sempre,sputtanandole al "grande pubblico"
I beatles sono sempre stati un tentativo di comprendere le mode del momento e di addomesticarle nella solita forma canzone di 3 minuti
Infatti,le carriere soliste,lasciano davvero a desiderare
Davvero,non c'è nulla di trascendentale in loro,ma molto mediocrità in voi
Ciao


Anche Scaruffi sostiene che i Beatles hanne sempre e solo scritto canzonette del tutto paragonabili a quelle degli anni 50, ma rivestite di sonorità moderne. Intendiamoci si tratta in ogni caso di canzonette notevoli, ma in definitiva l'apporto dato dai Beatles all'evluzione della musica occidentale è pari a zero, se non ci fossero stati non sarebbe cambiato nulla.

vuotorosso
Inviato: 13/5/2013 13:42  Aggiornato: 13/5/2013 13:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Vorrei chiedere una cortesia, in particolare a Musicband e al Ras, per quanto riguarda i due interventi programmati: premetto che di questa storia sapevo solo che era in giro da tempo e nulla di piu', per questo, per quanto possibile, vorrei capire quali sono i fatti certi di questa vicenda; ora come ora distinguerli in quanto riportato mi sembra impossibile.
Gia' l'evento "incidente d'auto" non capisco se sia un fatto assodato o se faccia parte della tradizione orale, priva di alcuna "prova" che ne attesti l'accadimento.

Questo, ovviamente, per definire un minimo la parte illazioni/leggenda dalla parte storica della vicenda.
Per ora vedo solo del torbido, per cui vale tutto e quindi non vale nulla.

Vi ringrazio

almarro
Inviato: 13/5/2013 13:48  Aggiornato: 13/5/2013 13:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/4/2013
Da:
Inviati: 70
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
SUPERANIMA

Appunto,nonostante Scaruffi sia tendenzioso nei suoi giudizi(predilige un pò troppo il valore ideologico della musica,cioè,ci pensa e basta,la ascolta troppo poco secondo me)ha dato una valutazione storica precisissima,al di là di ogni isterismo sentimentale.Infatti i fan/paraocchi gli hanno lanciato una caterva di merda addosso
Detto questo,IL_Ras,ci dici cosa pensi o dobbiamo pagarti?daje

Andrea_1940
Inviato: 13/5/2013 14:03  Aggiornato: 13/5/2013 15:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Cari amici di Luogocomune, bentrovati.

Mi rallegra vedervi cimentati con gli argomenti piu' disparati ma mai avrei immaginato vedere trattato l'argomento Paul is dead qui dentro - inizialmente credevo si trattasse del polpo Paul ma no, purtroppo proprio McCartney...

Conosco molto bene i Beatles, tutte le loro canzoni, testi, musiche, arrangiamenti, cori, dettagli di mixaggio e masterizzazione. Conosco le singole voci dei Beatles in ogni loro dettaglio, dalle note delicate di Martha my dear a quelle piu ruvide ed urlate di Long Tall Sally.
Sono molto convinto che And I love her, Yesterday, Michelle, Blackbird, Maybe I'm amazed, Bluebird, Mull of Kintyre, No more lonely nights sono state cantate dalla stessa voce solista.
Inoltre le espressioni accattivanti di McCartney (in particolare quel modo tutto suo di sollevare le sopracciglia) sono rimaste le stesse negli anni. Tramite chirurgia si puo' trasformare un viso ma la mimica e' molto difficile da modificare o riprodurre. Difficile credere ad un clone.

Credo che questa storia sia stata un' invenzione pubblicitaria sviluppata in un momento in cui i Beatles stavano abbandonando i megatour da due concerti al giorno per focalizzarsi esclusivamente sull'attivita' di studio. I motivi di tale traformazione sono da ricercarsi nella stanchezza della vita di tour (hotel, taxi, concerto, taxi, hotel, taxi...), lo scarso interesse musicale del pubblico dei concerti (isterismo ed urla ininterrotte qualunque cosa venisse suonato sul palco) e la nascente corrente dei concept album la cui realizzazione richiedeva lunghissime sessioni di registrazione (si veda la voce di Oh darling che richiese circa un mese di attivita' giornaliere).


Andrea

il_ras
Inviato: 13/5/2013 14:35  Aggiornato: 13/5/2013 14:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:
Detto questo,IL_Ras,ci dici cosa pensi o dobbiamo pagarti?daje


il mio iban è.....

scherzi a parte, preferirei, come da accordi con Massimo, aspettare la seconda parte.

Posso anticiparvi che sostengo che Paul sia stato sostituito ma non che sia necessariamente morto.

anzi la mie ultime ricerche tendono proprio ad escluderlo (almeno all'epoca, ormai sono passati tanti anni)

un messaggio nascosto?

snoopy
Inviato: 13/5/2013 15:10  Aggiornato: 13/5/2013 15:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2006
Da: phuket - thailandia
Inviati: 106
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
I read the news today oh boy ...
He blew his mind out in a car
He didn't notice that the lights had changed
A crowd of people stood and stared
They'd seen his face before...

questo e' una parte del testo della canzone " a day in the life " che si ricollega al video " free as a bird " , che e' 1 delle tantissime tracce lasciate da Lennon e compagni ...

purtroppo non riesco a capire come si postano le foto , Massimo se puoi o chi per te me lo spiega , cosi' vi posto una foto dove ci sono sia Faul che Paul !

e' sul desktop .

Io so tutti questi nomi e so tutti i fatti ...
Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.

P.P. Pasolini

http://www.corriere.it/speciali/pasolini/ioso.html
il_ras
Inviato: 13/5/2013 15:27  Aggiornato: 13/5/2013 15:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
certi indizi stanno alla PID come la teoria no planes sta all'11/9

un messaggio nascosto?

Paolo69
Inviato: 13/5/2013 15:52  Aggiornato: 13/5/2013 15:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1173
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
fin qui non vedo elementi che mi portino a pensare che questa teoria possa essere vera , vediamo la seconda parte

snoopy
Citazione:
I read the news today oh boy ...
He blew his mind out in a car
He didn't notice that the lights had changed
A crowd of people stood and stared
They'd seen his face before...
...


si ok , ma è solo un testo di una canzone , potrebbero esserci altri motivi per cui hanno scritto quelle cose , ad esempio una trovata pubblicitaria no?

il_ras
Inviato: 13/5/2013 16:03  Aggiornato: 13/5/2013 16:03
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
quella canzone "ufficialmente" è dedicata a Tara Browne
e sottolineo ufficialmente, nel senso che può valere tutto e niente... sta cosa della trovata pubblicitaria che giustifica tutto qui non ce la vedo proprio, comunque

un messaggio nascosto?

incredulo
Inviato: 13/5/2013 16:07  Aggiornato: 13/5/2013 16:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Autore: snoopy

Citazione:
purtroppo non riesco a capire come si postano le foto


[IMG]indirzzo della foto che finisca con.jpg o altra estensione uasata per le immagini[/IMG]

IMG deve essere scritto minuscolo.

Ciao

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
toussaint
Inviato: 13/5/2013 16:20  Aggiornato: 13/5/2013 16:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
a proposito di simboli, tenete conto che la mela è il simbolo dei Discordiani, ossia dei seguaci di Eris, la dea appunto della Discordia, colei che mettendo gli Dei dell'Olimpo uno contro l'altro scatenò di fatto la Guerra di Troia.
Dunque, Apple=Beatles=I-Phone=New York.
Ossia, in ordine, il dominio culturale, informativo e politico.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Andrea_1940
Inviato: 13/5/2013 16:26  Aggiornato: 13/5/2013 16:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:
Autore: snoopy Inviato: 13/5/2013 15:10:12
che e' 1 delle tantissime tracce lasciate da Lennon e compagni ...


Tracce di cosa? non vedo nessun riferimento a McCartney e non comprendo come Lennon (autore principale di "A day in the life" e del frammento in questione) avrebbe potuto apprendere dell'incidente all'amico McCartney dal giornale...

Si e' a lungo sostenuto che l'articolo di giornale che avrebbe ispirato Lennon fosse quello riportante la morte di Tara Browne. Potrebbe essere, nessuno lo puo' dire con certezza - come del resto nessuno puo' smentire con certezza.

Qui il testo originale di Lennon:

toussaint
Inviato: 13/5/2013 16:49  Aggiornato: 13/5/2013 16:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Secondo Alfred, l'ascoltatore che rivelò per primo alla radio la storia del PID, un incidente ci fu davvero alle 5 di mattina di quel fatidico 9 novembre 1966.
Alfred dice esplicitamente che la notizia era su tutti i giornali inglesi che riferivano anche del fatto che il morto non era stato identificato.
Sarebbe interessante ricercare le copie dei giornali in un'emeroteca, facendo però attenzione a non fare riferimento solo al 9 novembre 1966, ma anche all'11 settembre 1966, perchè non vorrei che sia un classico gioco di specchi massonico.
Dire e non dire, fornire indizi ma in modo che nessuno possa effettivamente trovarli.
Prove per iniziati o iniziabili...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
illupodeicieli
Inviato: 13/5/2013 16:59  Aggiornato: 13/5/2013 16:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/1/2005
Da:
Inviati: 323
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Se fosse stato sostituito e il sostituto non fosse stato un "talento", i brani tipo "let it be" o comunque quelli a firma Lennon/McCartney potrebbero essere stati di Lennon e di un altro o solo di Lennon che, per accordi commerciali, si sarebbe fatto carico ,forse anche con piacere, di fare tutto da solo. Se invece fosse stata un'operazione commerciale, le incongruenze ad esempio comparse nella copertina, si spiegherebbero col fatto che a distanza di tempo ci si potrebbe dimenticare "gli accordi presi sulla versione dei fatti da fornire alla stampa o ai curiosi": però anche le versioni differenti e non combacianti potrebbero ,al contrario, incrementare le vendite e mantenere, per buoni mesi all'anno, l'attenzione puntata sul gruppo, che è forse l'obiettivo cui miravano i manager. Semmai altrove erano comparse analisi di anatomia forense che avrebbero confermato le differenze nella conformazione del viso, del volto, tra il primo Paul e il successivo. Così come, ma forse sarà tema del secondo articolo, il fatto che non cantarono (se non ricordo male) più dal vivo (almeno insieme), come a significare che il sosia avrebbe dimostrato che il vero Paul era stato sostituito.

toussaint
Inviato: 13/5/2013 16:59  Aggiornato: 13/5/2013 16:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
lo stato dell'arte in materia PID è più o meno questo, non so se l'autore del thread aggiungerà carne al fuoco (già bella rossa fiammante):

I Parte
Il primo indizio risale a Butcher cover (“copertina del macellaio“),nome che fu dato alla prima versione della copertina dell’album Yesterday and Today, uscito negli USA proprio nel 1966.

In questa copertina, si vedono i Beatles con in mano coltelli da macellaio, bambole fatte a pezzi e macchie di sangue. Cosa ancor più interessante, è che George Harrison tiene la testa della bambola vicina alla testa di Paul…

Questa copertina, ritenuta troppo esplicita e cruenta, fu ritirata dal mercato e sostituita da quella ufficiale, nella quale vi sono comunque alcuni interessanti riferimenti (il baule che è molto più simile a una bara).

Sulla copertina di Revolver, Paul è l’unico girato di profilo e, in alto a sinistra, il suo viso pare molto sofferente, anche se la maggior parte dei cosiddetti indizi di Revolver si troverebbero nei testi delle canzoni.

Infatti in Taxman (primo brano dell’album), Harrison canta: If you drive a car e if you get too cold; il primo verso significa certamente “se guidi un’auto“, il secondo “se hai troppo freddo“, potrebbe anche essere interpretato come “se diventi troppo freddo“. Mentre, in Tomorrow Never Knows Lennon canta: play the game of existence to the end (“gioca il gioco della vita fino alla fine“).

Un’altro album colmo di indizi, la cui copertina sembra ritrarre una cerimonia funebre, con un folto pubblico in piedi davanti a una fossa, è

Sgt Pepper’s Lonely Hearts Club Band.

Come potete chiaramente vedere, i fiori, oltre a comporre la parola Beatles, ritraggono anche un basso per mancini (come quello utilizzato da Paul). Sulla destra compare una bambola che ha in grembo un’auto che si dirige verso la parola “Stones” (pietre). Paul è anche l’unico a imbracciare uno strumento nero (un oboe). Inoltre, sopra la sua testa vi è una mano che, secondo alcune popolazioni asiatiche, aperta sopra la testa, significherebbe morte.

Ma le stranezze non finiscono qui.

Se si prende uno specchio e lo si appoggia perpendicolarmente tra le parole “Lonely” e “Hearts“, si formano le due frasi “1 One 1″ e “He die” (“1 1 1” sarebbero i tre superstiti e “he die“, ovvero “lui muore“).

Inoltre, se si apre il disco, si vedono i Beatles seduti. L’unico accovacciato con le braccia che stringono le ginocchia è Paul e infatti quella era proprio la posizione in cui i Celti seppellivano i loro morti. A confermare tale tesi, ci sarebbe anche la scritta O.P.D. sul braccio del Beatle, ovvero Officially Pronounced Dead, ufficialmente pronunciato morto.

E, ancora, nella copertina di Magical Mystery Tour, la scritta “Beatles“, guardata allo specchio, sembra un numero di telefono: 2317438 e la cosa strana è che pare che negli anni ’60, a Londra, a quel numero rispondesse una voce registrata che diceva “Ci sei vicino“, come a dire, non sei lontano dalla verità.

Successivamente, in White Album, nel brano Glass Onion (termine che significa bare di vetro), Lennon canta: here’s another clue for you all: the walrus was Paul (“ecco un altro indizio per voi tutti: il tricheco era Paul“)e in I Am the Walrus si sente una voce che dice “oh is really dead” (poco dopo il 4° minuto). Osservando il retro di copertina, girato di lato, sembra apparire l’acronimo RIP.

Nel poster interno di White album ,esattamente a pagina 18 del libretto, compare il presunto sosia, tale Campbell, prima della chirurgia plastica. In una foto di Paul che balla, due mani scheletriche sembrano volerlo afferrare dalla schiena. Nell’angolo in alto a sinistra del poster c’è una foto di Paul in una vasca da bagno ( pagina 3 ): la posizione della testa di Paul e la schiuma di sapone attorno ad essa fanno pensare alla macabra scena del suo incidente suggerita dal brano “In Don’t Pass Me By” , dove Ringo canta: you were in a car crash and you lost your hair (“hai avuto un incidente d’auto e hai perso i capelli”).

Revolution 9 inizia con una voce che scandisce tre volte number nine che ascoltata al contrario suonerebbe turn me on, dead man (“accendimi, uomo morto”); il numero 9 si riferirebbe sia alla somma delle lettere che compongono il cognome McCartney ,sia al giorno della presunta morte (il 9 novembre). Fra i rumori che si sentono in questo brano c’è anche una frenata d’automobile e uno schianto, e un coro che sembra ripetere “Paul is dead, Paul is dead” ed una voce che grida velocemente “I’m die!”. Dopodichè si sentono delle urla. Alla fine di I’m So Tired, un’altra voce ascoltata al contrario dice :”Paul is dead man: miss him, miss him, miss him!” (“Paul è l’uomo morto: mi manca, mi manca, mi manca!“).

Però l’album in cui sembra più nota la morte di McCartney è Abbey Road.

Il gruppo attraversa la strada in fila indiana, ognuno con un abito che sembra richiamare una figura iconologica diversa: John vestito di bianco (sacerdote o angelo), Ringo con un completo nero che potrebbe far pensare al portatore della bara, Paul scalzo (i morti infatti non portano le scarpe), fuori passo rispetto agli altri, con gli occhi chiusi, tiene la sigaretta con la destra (pur essendo mancino); e infine George, in jeans, ricorda un becchino. Sulla targa del “maggiolino” (“beetle”) Volkswagen bianco parcheggiato , simile a un carro funebre, si legge la scritta “28IF” (“28 SE”, interpretato come “Paul avrebbe 28 anni SE fosse ancora vivo“). Anche il resto della targa , “LMW“, è stato letto come “Linda McCartney Widowed” (vedova) o come “Linda McCartney Weeps” (piange).

Sulla copertina di Let It Be, Paul è l’unico a guardare frontalmente rispetto gli altri, nonché l’unico ad apparire su sfondo rosso.

Mentre sulla copertina di Oldies, si vede una macchina dirigersi proprio verso la testa di Paul, a memento dell’incidente… Inoltre, OLDIES, è stato interpretato come PM Dies (ovvero Paul McCartney muore).

Infine, secondo interessanti studi, la statura di Paul McCartney sarebbe notevolmente aumentata dopo il 1967. Infatti Paul diventa più piazzato e molto più alto, cosa piuttosto strana, considerando che nel 1966 aveva già 25 anni..




P.S.: oldies diventa PMdies sostituendo le prime due lettere con le successive in ordine alfabetico...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
snoopy
Inviato: 13/5/2013 17:04  Aggiornato: 13/5/2013 17:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2006
Da: phuket - thailandia
Inviati: 106
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
incredulo , io ti ringrazio , ma non ci riesco , sono sul desktop e non riesco a postarle ... HELP ! tanto per restare in tema ...

Io so tutti questi nomi e so tutti i fatti ...
Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.

P.P. Pasolini

http://www.corriere.it/speciali/pasolini/ioso.html
toussaint
Inviato: 13/5/2013 17:07  Aggiornato: 13/5/2013 17:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
segue:

II Parte

Dopo il primo articolo descrivente la leggenda più famosa del mondo del rock e gli indizi che decreterebbero Paul McCartney morto in un’incidente stradale nel lontano 1966 e sostituto da un sosia, racconterò, in questa seconda parte, gli indizi suggeriti dalle ultime opere musicali sia del gruppo che degli artisti dopo lo scioglimento della band.

Iniziamo con Free as a Bird. Nel video della canzone che racconta scene di vita inglese e del gruppo dal punto di vista di un volatile, al ventiquattresimo secondo del primo minuto inizia una scena di pochi istanti dove i tre Beatles attraversano una strada di corsa affiancata da una macchina nera molto somigliante ad un carro funebre con le porte posteriori aperte. Successivamente si vedono tre Beatles vestiti di nero e Paul vestito di rosso (ennesimo riferimento al sangue) e ad un certo punto nel vetro della camionetta della polizia appare un riflesso delle fronde di un albero, dove i sostenitore della leggenda (denominata PID) dicono che si intravede un’immagine simile al volto di Paul cadavere e subito dopo viene rappresentata la scena di un violento incidente di una vettura sportiva. Verso la fine del video, dopo una sequenza in un cimitero (dove appare Martha, il cane di Paul che corre e dove, in una piccola cappella, emerge il cartello di Sgt. Pepper), prima dell’apparizione di Paul McCartney saltellante sull’attraversamento pedonale di Abbey Road ,la ripresa scorre presso una tomba con scritto il nome di Eleanor Rigby, già titolo dell’omonimo brano presente nell’album Revolver del 1966, che si riferirebbe al funerale segreto di Paul. Infine quando termina la canzone si sente un ennesimo borbottio da parte di Lennon dal significato indecifrabile, che, secondo il PDI conterrebbe un altro messaggio nascosto. Qui di seguito il video in questione:

Un’altra anomalia appare nella copertina del terzo volume dell’Anthology, dove vengono mostrati i volti dei Beatles presi dalla copertina di Let It Be, ma questo avviene solo per gli altri tre perché l’immagine di Paul è stata sostituita da quella presente nell’album Rubber Soul, pubblicato precedentemente alla data dell’ipotetico incidente. I sostenitori del PID affermano quindi che sia stata volutamente inserita un’immagine del “vero” Paul , invece che quella del suo sosia.

Nel libretto interno dell’album vi è, inoltre, una foto che mostra Paul con in mano una tazza nella mano destra vicino alla scritta “As Nature Intended” (“Come natura ha creato”). Strano riferimento sulla “natura” dato che la natura del vero McCartney è quella di essere mancino, non destro.

Dopo lo scioglimento del gruppo (che molti credono sia avvenuto perché il gruppo non riuscisse più a mantenere un segreto così macabro come la morte di un loro membro mai rivelata ai media) nella copertina del primo album solista di Paul, intitolato McCartney, vi è la raffigura di una tazza vuota, la quale reca esplicitamente traccia di aver contenuto delle ciliegie, per via del succo rosso rimasto sul fondo e delle medesime sparse sul tavolo. Tale particolare è alquanto inquietante perché esiste un vecchio proverbio inglese che dice: “La vita è come una tazza piena di ciliegie”, e dato che la tazza è vuota la vita è terminata.

Nel primo album da solista di George Harrison, intitolato All Things Must Pass e pubblicato nel 1970, vi un nastro alla rovescia che sembrerebbe dire: «He never wore his shoes, We all know he was dead»( “Non portava mai le scarpe, tutti sappiamo che era morto”). Qui è evidente il richiamo alla copertina di Abbey Road dove appare McCartney scalzo.

Invece, sulla copertina di un altro album di McCartney, Ram, uscito nel 1971, compare, sul lato destro una scritta che recita “L.I.L.Y.” La spiegazione ufficiale è che l’acronimo significhi “Linda I Love You”, dedicato alla moglie. Ma invece c’è chi sostiene che specchiando la scritta a metà, appaia il messaggio “I I I X” del Drum Clue con tre significati: Tre vivi uno morto, 11 settembre, o 9 novembre, ovvero le date ipotetiche della presunta morte del vero Paul McCartney.

Nell’album successivo dell’artista, pubblicato nel 1973,il testo del brano “Band on the Run” , contiene le strofe: «Stuck inside these four walls, sent inside forever, never seeing no one nice again like you» (“Chiuso dentro queste quattro mura, per sempre, senza poter rivedere mai nessuno dolce come te”)e «If I ever get out of here, thought of giving it all away, to a registered charity» (“Se mai uscirò di qui, ho pensato di donare tutto a qualche ente di beneficenza”) che può essere interpretato come una specie di lamento del sosia, costretto a rinunciare alla sua vera vita per interpretare il ruolo del Beatle per sempre.

Altro elemento suggerito dal PID è la parola “SUBSTITUTE” (“sostituto”) sulle copie originali dell‘LP London Town di un altro album Paul McCartney & Wings che spicca sull’immagine di Paul e Linda a bordo di una barca. Ennesimo indizio che conferma la sostituzione del cantante con un sosia.

Un altro album da solista di Paul con indizi sulla leggenda sarebbe “McCartney II” del 1980. Il titolo (McCartney due o McCartney secondo) può essere interpretato come un riferimento al doppio Paul, al fatto che ne esistano due (l’originale e il sostituto) oltre, ovviamente, al fatto che sia il secondo album solista ad intitolarsi McCartney dopo quello del 1970. Inoltre, in copertina, un primo piano del volto di Paul ritratto in una espressione esterrefatta e, inoltre, riflette da solo due ombre sul muro.

Successivamente, il titolo dell’album da solista di McCartney del 2005,ovvero Chaos and Creation in the Backyard, secondo i complottisti PID sarebbe l’anagramma (voluto intenzionalmente dall’artista) del macabro He Died in a Car Crash on a Batty Conk (“Morì in un incidente d’auto con un violento colpo alla testa”).

Infine, nell’album di Paul McCartney del 2007 (Memory Almost Full), ascoltando al contrario il brano Gratitude, si intuiscono queste parole: «Who is this now? Who is this now? I was… Willie Campbell!» (“Chi è questo, adesso? Chi è questo, adesso? Io ero… Willie Campbell!”) Ovvero il nome del sosia dell’artista...



edit: in due diverse versioni di Eleanor Rigby si parla una volta di un certo padre McKenzie che avrebbe officiato la cerimonia funebre e in una versione precedente, invece, è padre...Mc Cartney, ossia Mc Cartney ha in sostanza seppellito sè stesso, con chiarov riferimento al doppelganger Campbell/Sheppard (Sheppard potrebbe essere una specie di nick, la storpiatura di shepherd, pastore di anime o conduttore del gregge di addotti dalla propaganda).

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
toussaint
Inviato: 13/5/2013 17:16  Aggiornato: 13/5/2013 17:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Altra cosa interessante, la notizia circolava nell'ambiente già prima che Alfred la rivelasse.
Infatti, erano usciti diversi album di altri gruppi ispirati al tema PID in data antecedente alle rivelazioni di Alfred come, ad esempio, The Ballad of Paul del gruppo Mystery Tour, Brother Paul di Billy Shears & the All Americans, e So Long Paul di Werbley Finster, pseudonimo di Jose Feliciano.
Successivamente, nel maggio 1969, Terry Knight, pubblicò su singolo una canzone chiamata Saint Paul che parlava dell’imminente scioglimento dei Beatles. Il brano raggiunse la posizione numero 114 in classifica a fine giugno per poi ridiscendere verso il basso. Qualche mese dopo, il brano venne ritrasmesso dalle radio che iniziarono a trasmettere il pezzo ad alta rotazione come omaggio al “vero” Paul McCartney.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
toussaint
Inviato: 13/5/2013 17:18  Aggiornato: 13/5/2013 17:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
e ricordiamo anche che i Beatles erano adepti della Golden Dawn e che Mc Cartney militò in due gruppi, nella sua carriera, The Beatles e The Wings che messi insieme ricordano proprio un'opera del mago loro guru, tra l'altro figurante sulla copertina di Sgt. Pepper's.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
il_ras
Inviato: 13/5/2013 17:19  Aggiornato: 13/5/2013 17:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
confermo che ufficialmente la storia dell'auto in "a day in the life" è attribuita alla morte di Tara Browne il quale per altro aveva sta faccia qui





un messaggio nascosto?

toussaint
Inviato: 13/5/2013 17:24  Aggiornato: 13/5/2013 17:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
ossia, il doppio "femminile" di Paul.
in sostanza, abbiamo la morte della parte maschile di Paul (Paul is dead) e della parte femminile di Paul (Tana Browne).
e la rinascita in un nuovo Paul, probabilmente ermafrodito fisicamente e psicologicamente.
in perfetto linguaggio esoterico.
le nozze chimiche di Christian Rosenkreutz...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
toussaint
Inviato: 13/5/2013 17:27  Aggiornato: 13/5/2013 17:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
per il_ras:
hai mai pensato che la tua firma possa leggersi
"SII UN PIU'/MENO"
Ossia un maschio (più, l'organo maschile) e una femmina (meno, la vulva, ricevente).
In altri termini, un Dio che non ha sesso e li ha tutti...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Calvero
Inviato: 13/5/2013 17:28  Aggiornato: 13/5/2013 17:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:
ma non ci riesco , sono sul desktop e non riesco a postarle ... HELP ! tanto per restare in tema ...


Fai così, questo un modo:

1) prendi l'immagine che ti interessa e trascinala sul tuo desktop;

2) poi vai a questo LINK - Tinypic

3) ora dovresti trovare questa schermata qui sotto, bene: ora scegli il file da selezionare come da indicazioni e vai di UPLOAD NOW! ...



.. ti verrà chiesto di inserire un codice di sicurezza e dopo che l'hai ricopiato per benino e dato l'invio ti dovrebbe apparire quest'altra schermata qui sotto e ...



4) ora quello che ti rimane da fare è un clck col tasto destro e copiare il codice riportato nella casella con la dicitura "IMG code for Forums & message boards".

5) ritorni su LC e nella casella di risposta INCOLLI il codice così com'è;

6) poi quello che devi fare (come ti ha spiegato Incredulo) è di mettere/trasformare in minuscolo la sigla IMG, quella tra le parentesi quadre iniziali e finali, in questa maniera qui -----> [img] e ----> [/img] ;

7) clicca sul tasto "anteprima" e verifica che tutto sia apposto;

8) fai veloce che dopo 10 secondi il messaggio si auto-distruggerà, non saresti il primo che finisce al pronto soccorso

9) occhio col "Peso" delle immagini, che potresti mandare in vacca tutto LAYOUT dell'Homepage ... e io vengo a spaccarti le ossa via Router

10) in bocca al lupo

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
toussaint
Inviato: 13/5/2013 17:30  Aggiornato: 13/5/2013 17:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
dimenticavo, perchè ovviamente Tara è un nome femminile sia in Gran Bretagna che in India:
Tara - nome

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
il_ras
Inviato: 13/5/2013 17:33  Aggiornato: 13/5/2013 17:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
toussaint, non ci avevo pensato...

ci può stare.

un messaggio nascosto?

toussaint
Inviato: 13/5/2013 17:33  Aggiornato: 13/5/2013 17:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Tra l'altro, il fratello di Tara, Garech è un noto musicista, fondatore del gruppo di folk celtico The Chieftains.



edit: e i Browne sono un'antica famiglia irlandese di alto lignaggio, tanto da avere diritto (degli irlandesi, immaginate) ad un posto alla Camera dei Lords e Tara è il nome di una collina sacra agli irlandesi dove venivano incoronati i leggendari Re di Tara...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
il_ras
Inviato: 13/5/2013 17:49  Aggiornato: 13/5/2013 17:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Tara, da parte di madre, era erede della famiglia Guinness, quella della birra e suo padre è stato il membro più longevo della camera dei lords.
Comunque, anche se l'ho proposto a Mistero come possibile candidato ad essere il sostituto, non credo sia lui.

A questo proposito vi allego l'indirizzo del video così iniziate a farvi un'idea su come la penso..

Mistero


tra l'altro Bossari all'inizio spiega come la voce circolasse già prima del 69 (meno male che non mi ha rovinato la fanzine! )

un messaggio nascosto?

toussaint
Inviato: 13/5/2013 17:54  Aggiornato: 13/5/2013 17:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Il castello di famiglia dei Browne è Luggala Castle nella contea di Wicklow, a sud di Dublino.
E' interessante sapere che lì soggiornò Michael Jackson per ben due (edit, errore) mesi, pagando di affitto ben 30.000 euro alla settimana, dunque Jackson pagò 240.000 euro per un soggiorno di otto settimane.
Cos'ha di così prezioso questo maniero?
Inoltre, sembra che Jackson volle fermarsi, creando grande scompiglio, in un negozio del villaggio di Dun Laoghaire per acquistare un libro sulle canzoni dei Beatles e uno sulle fate.
Perchè mai comprare un libro sui Beatles in Irlanda?
E proprio mentre soggiorna in un luogo che ha dei risvolti inquietanti nella storia dei Beatles.
E il libro sulle fate, comprato si dice per Paris...
Mmmmmm
Gatta ci cova...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
toussaint
Inviato: 13/5/2013 18:05  Aggiornato: 13/5/2013 18:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Tara è anche la trasformazione del nome ebraico Terach:

Terach è un patriarca biblico, figlio di Nahor e padre di Abramo, Nacor e Aran.

Nella Genesi 11,10-26 è scritto: "Terach aveva settant'anni quando generò Abram, Nacor e Aran".

Terach è il diciannovesimo patriarca biblico a partire da Adamo.

Alla fine del cap. 11 della Gen, Terach, padre di Abramo, muore a Carran ed è a quel punto che Abramo, sentita la chiamata di Dio, decide di non tornare indietro ad Ur dei caldei, ma di proseguire, con la sua famiglia, sulla strada che Dio gli indicherà.


Dunque, Tara era il padre di Abramo, i Tara erano un popolo leggendario, si dice che una delle tribù perdute di Israele avesse trovato rifugio in Irlanda e a sua volta presso di loro trovarono rifugio gli ebrei cristiani fuggiti dopo la morte (?) di Cristo, tant'è che nelle Isole Britanniche si annoverano le prime comunità cristiane d'Europa e i primi asceti cristiani e non a caso l'Irlanda è così fervente.
La cosa ancor più interessante è che anche il nome Garech abbia una radice aramaica, o meglio la sua versione inglese Gareth. Bene, Gareth/Garech è un nome aramaico.
E non dimentichiamo che il ramo occultista di cui fecero parte i Beatles era profondamente cabbalista.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
polaris
Inviato: 13/5/2013 20:28  Aggiornato: 13/5/2013 20:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: Il Mistero dei Beatles - I

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
maxbn
Inviato: 13/5/2013 20:30  Aggiornato: 13/5/2013 20:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/7/2004
Da:
Inviati: 33
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Un'altra coincidenza l'ho trovata nel video "Free as a Bird" dove al minuto 2:24 si vede l'auto circondata da curiosi e da un cordone di polizia, si intravedono anche i primi caratteri della targa XFE 7, bene sul sito http://regarchive.com/searchplates?plate=XFE7 per la lettera D "XFE 7 D" di scopre che l'anno di immatricolazione è il 1966.

Ruote nelle ruote

Andrea_1940
Inviato: 13/5/2013 21:09  Aggiornato: 13/5/2013 21:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Tante ipotesi, stranezze, coincidenze, letture improbabili (quella di Paul sulla copertina di Sgt Pepper che suona un oboe nero quale indizio credo che per ora le superi tutte) ma dove sarebbero le prove che Paul e' morto?

Mille indizi (di cui la maggioranza create dai Beatles stessi e dai loro abili collaboratori) non fanno una prova. Al contempo sono convinto che Bluebird e And I love her siano state cantate dalla stessa laringe.

Dunque?

AFrayn
Inviato: 13/5/2013 21:29  Aggiornato: 13/5/2013 21:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2009
Da: Colônia Cecília, Paraná, Brasil
Inviati: 399
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
@ toussaint
Citazione:
Successivamente, in White Album, nel brano Glass Onion (termine che significa bare di vetro), Lennon canta: here’s another clue for you all: the walrus was Paul (“ecco un altro indizio per voi tutti: il tricheco era Paul“)e in I Am the Walrus si sente una voce che dice “oh is really dead” (poco dopo il 4° minuto). Osservando il retro di copertina, girato di lato, sembra apparire l’acronimo RIP.
Alan Parsons è stato il produttore di "Abbey Road", e nel 1985 ha pubblicato l'album Stereotomy uno dei cui brani si intitola "Where's the Walrus?"!
The word "stereotomy" is taken from "The Murders in the Rue Morgue" by Edgar Allan Poe. It refers to the cutting of existing solid shapes into different forms; it is used as a metaphor for the way that famous people (singers, actors. etc.) are often 'shaped' by the demands of fame.

Molṑn labé - Quocunque Jeceris Stabit
polaris
Inviato: 13/5/2013 22:29  Aggiornato: 13/5/2013 22:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: Il Mistero dei Beatles - I

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
gieief
Inviato: 13/5/2013 22:32  Aggiornato: 13/5/2013 22:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/11/2011
Da: Torino
Inviati: 174
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
@ toussaint:

Citazione:
ossia, il doppio "femminile" di Paul.
in sostanza, abbiamo la morte della parte maschile di Paul (Paul is dead) e della parte femminile di Paul (Tana Browne).
e la rinascita in un nuovo Paul, probabilmente ermafrodito fisicamente e psicologicamente.
in perfetto linguaggio esoterico.
le nozze chimiche di Christian Rosenkreutz...


Ok, ma qui stiamo perdendo un po' la bussola... si rischiano le "nozze comiche".

Bisogna fare delle distinzioni.

Se si parla di una motivazione del tipo "successo/soldi" (che comunque trovo ridicola) allora tutta la componente "occultistica" perde di valore. Convenite non me?

Se invece si intende la questione in termini di occultismo (con i legami con crowley, golden dawn, satanismo, teosofismo, ecc, che sono assolutamente provati), tocca comprendere le motivazioni del lasciare così tanti indizi (che sembrano poi più dei giochi, non tanto degli indizi).

E vado oltre e aggiungo: se c'è una componente di occultismo, e gli "indizi" sono volutamente lasciati per essere trovati, forse conviene chiedersi se non si rischi di essere in qualche modo presi in giro su più livelli e soprattutto se valga la pena lasciarsi affascinare e soggiogare da essi e più in generale da questa storia.

Se poi vogliamo parlare del fatto che i beatles (come tutta la musica pop rock di quell'epoca) siano stati un'"arma" usata per instillare nella mentalità moderna una serie di deviazioni, io sono il primo a sostenerlo e sono il primo a ritenere che dietro di loro vi fosse OCCULTISMO di prima categoria (e trovo che sia questo il punto centrale su cui bisognerebbe ragionare).

Il discorso Paul/Faul (purtroppo, sarò estremamente complottista, ma per ora continuo a ritenerlo più un depistaggio che altro...) lo si può affrontare in termini di rituale occulto, ma allora bisogna ragionare sul fine.

spero che possiate rispondere a questo punto.
grazie

vuotorosso
Inviato: 13/5/2013 23:35  Aggiornato: 13/5/2013 23:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Il fulcro è la morte di PM, che può essere vera o falsa:
- se è vera, inizia la versione della sostituzione di persona;
. se è falsa, inizia la versione della leggenda metropolitana.
Ad ogni modo, il comportamento che poi segue è indipendente dal fatto che sia vera o falsa: in entrambi i casi si gioca sul fatto che sia avvenuta, tutti gli "indizi" degli album parlano di quello.
Mossa commerciale o pentimento, tutto quello che è avvenuto dopo non ha una causa chiara, tra le due possibili entrambe sono valide per giustificare il comportamento del gruppo.
Ma fuori dall'etichetta beatles invece le cose non quadrano: se ci fosse stata davvero la morte di PM si sarebbero verificati un insieme di comportamenti, incontrollabili, nei familiari e negli amici che sono tipici del lutto e credo difficilmente mascherabili, anzi per i familiari piu stretti penso che sarebbe stato impossibile nascondere, negli anni, i loro sentimenti.
Il fatto che fossero e siano un fenomeno e il fatto di voler provare cose nuove, anche al di fuori degli schemi musicali, montando quindi questa storia, potrebbe rientrare nella loro ricerca di novità.
Anzi, non mi stupirebbe che Lennon sia stato ammazzato su commissione di qualcuno dietro al marchio, per vedere fin dove la morte, stavolta vera e tangibile, può portare le vendite.
Per cui continuo a protendere per la "leggenda metropolitana".

il_ras
Inviato: 14/5/2013 0:02  Aggiornato: 14/5/2013 0:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:
SPOILER


polaris, se era riferito a me, devo dire che nel pur ottimo lavoro di terra incognita ho solo a domanda risposto.

Qui dirò altro

un messaggio nascosto?

il_ras
Inviato: 14/5/2013 0:28  Aggiornato: 14/5/2013 0:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
diciamo che più che altro hai spoilerato la terza parte....


un messaggio nascosto?

snoopy
Inviato: 14/5/2013 5:26  Aggiornato: 14/5/2013 5:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2006
Da: phuket - thailandia
Inviati: 106
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Prima di arrivare alle foto ( sperando di riuscirci ) :

1) @ ras , secondo " Paul " non c'entra niente il testo della canzone con l'incidente di Tara =
In his 1997 authorised biography Many Years From Now, Paul McCartney downplayed suggestions that the song was directly about Browne's death.

The verse about the politician blowing his mind out in a car we wrote together. It has been attributed to Tara Browne, the Guinness heir, which I don't believe is the case, certainly as were were writing it, I was not attributing it to Tara in my head. In John's head it might have been. In my head I was imagining a politician bombed out on drugs who'd stopped at some traffic lights and didn't notice that the lights had changed. The 'blew his mind' was purely a drugs reference, nothing to do with a car crash.

Paul McCartney
Many Years From Now, Barry Miles

http://www.beatlesbible.com/1966/12/18/tara-browne-dies/

***************************************************

2) come molti sapranno , nei primissimi anni '60 i Beatles erano ad Amburgo a suonare nei localacci notturni , e mentre John lo hanno trovato a letto con dei travestiti , Paul si era innamorato di una giovane tedesca e l'ha messa incinta ...

la madre , visto il successo ottenuto dal gruppo , si e' fatta avanti con la richiesta di paternita' , arrivando molti anni dopo a trascinare tutto in tribunale ;
all'inizio gli hanno dato dei soldi per tenere tutto segreto :

"They paid me 16,000 German marks [then about £7,000] to keep my mouth shut," she said, adding that 30,000 marks was paid to German social services which assisted single mothers.

"I wasn't allowed to speak, was forced to keep silent,"

e quando finalmente nel 1983 sono andati a prendere " Paul " e gli hanno fatto il test di paternita' , questo e' quanto ha detto la madre :

She claims that Sir Paul sent a double to carry out a paternity test 20 years ago, which appeared to prove that he was not her father.

"The signature on the documents he signed at the time was false," she said. "We found the signature is from a right-handed person and he is not.

http://www.telegraph.co.uk/news/uknews/1552030/McCartney-fraud-charge-over-love-child.html

mentre vedendo la foto del file di " Paul " ha esclamato :

She said she found a photograph in the file which stated it was of the person who had submitted the blood sample. "It was definitely not Paul McCartney," she said.

http://www.guardian.co.uk/world/2007/may/26/germany.kateconnolly

Io so tutti questi nomi e so tutti i fatti ...
Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.

P.P. Pasolini

http://www.corriere.it/speciali/pasolini/ioso.html
snoopy
Inviato: 14/5/2013 5:42  Aggiornato: 14/5/2013 5:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2006
Da: phuket - thailandia
Inviati: 106
 Re: Il Mistero dei Beatles - I


dicono che una foto vale piu' di 1.000 parole ...

Io so tutti questi nomi e so tutti i fatti ...
Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.

P.P. Pasolini

http://www.corriere.it/speciali/pasolini/ioso.html
snoopy
Inviato: 14/5/2013 5:46  Aggiornato: 14/5/2013 5:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2006
Da: phuket - thailandia
Inviati: 106
 Re: Il Mistero dei Beatles - I


Sir Paul Mc Cartney , occhi marroni ...

Io so tutti questi nomi e so tutti i fatti ...
Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.

P.P. Pasolini

http://www.corriere.it/speciali/pasolini/ioso.html
snoopy
Inviato: 14/5/2013 5:49  Aggiornato: 14/5/2013 5:49
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2006
Da: phuket - thailandia
Inviati: 106
 Re: Il Mistero dei Beatles - I



Mr. Faul Mc Cartney , occhi verdi ...

Io so tutti questi nomi e so tutti i fatti ...
Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.

P.P. Pasolini

http://www.corriere.it/speciali/pasolini/ioso.html
snoopy
Inviato: 14/5/2013 5:52  Aggiornato: 14/5/2013 5:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2006
Da: phuket - thailandia
Inviati: 106
 Re: Il Mistero dei Beatles - I


questa e' l'ultima ...

Io so tutti questi nomi e so tutti i fatti ...
Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.

P.P. Pasolini

http://www.corriere.it/speciali/pasolini/ioso.html
snoopy
Inviato: 14/5/2013 5:54  Aggiornato: 14/5/2013 5:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2006
Da: phuket - thailandia
Inviati: 106
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
GRAZIE Calvero

Io so tutti questi nomi e so tutti i fatti ...
Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.

P.P. Pasolini

http://www.corriere.it/speciali/pasolini/ioso.html
il_ras
Inviato: 14/5/2013 10:12  Aggiornato: 14/5/2013 10:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
visto che siamo in attesa della terza parte (chi ha visto il video "spolierante" sa già più o meno di che parlerà), devo rinviare ulteriormente il mio intervento principale.
Nel frattempo posso rispondere alle questioni secondarie che emergono nei commenti.

snoopy, provo a rispondere ai tuoi due punti (alle foto ci arriveremo dopo la terza parte )

1: molte fonti riportano che ADITL è di John e che il contributo di Paul si limita alla sezione centrale, dal tema diverso (quella che fa "Woke up, got out of bed, dragged a comb across my head etc...).
In ogni caso Sir Paul è famoso per cambiare versione ogni volta su qualsiasi cosa.
Ad esempio disse che il nome Eleanor Rigby gli era venuto in mente unendo il nome (Eleanor) di un'attrice del film "HELP!" con quella di un'insegna di un negozio di Londra (Rigby, appunto) dimenticandosi che la lapide di Eleanor Rigby si trova nel cimitero della chiesa presso la quale la storia vuole che si sia incontrato con John per la prima volta.
Del resto, parecchi anni fa quando George era ancora vivo, Philip Norman, uno degli storici dei Beatles più noti, autore del libro "shout!", disse chequest'ultimo sarebbe stato l'unico a poter parlare della storia "SOVRANNATURALE" dei Beatles perché: "John non c'è più, Ringo non sa niente: suonava la batteria beveva drinks e pensava alle ragazze, e Paul... Paul riscrive la Storia tutte le volte".

Philip Norman

Visto in ottica "complottistica" questo atteggiamento è comunque il migliore per un potenziale sostituto: da un lato ha tante spiegazioni e la prima non è sicuramente la sostituzione ("si è rotto di dire sempre le stesse cose", "la sua vita è stata molto piena, come fa a ricordarsi", "si è drogato come un cammello e certi ricordi li ha rimossi perciò inventa" etc....), dall'altro gli consente di farla franca tanto ormai la gente è abituata e da lui non si aspetta la verità storica ma una storiella simpatica


2: Ti riferisci a Bettina Hubers.

Sir Paul fece il test per la paternità che diede esito negativo.
All'epoca era basato sull'esame del sangue.
La donna sostiene che l'esame sia stato eseguito su di un sostituto per una serie di ragioni.
Sta di fatto che Paul, prima di questo test, aveva corrisposto una somma alla madre della ragazza affinché nulla avesse a pretendere oltre a quello.
Trovo che questa vicenda, comunque, non sia fondamentale dato che le spiegazioni possono essere svariate.
Potrebbe però a sorpresa rientrare in gioco in un certo modo... non posso dirvi come perché vorrei provarci e non mi posso bruciare la chance

un messaggio nascosto?

Andrea_1940
Inviato: 14/5/2013 10:59  Aggiornato: 14/5/2013 11:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:
Commento su foto comparativa di Paul recente e Paul "primi anni 60" pubblicata da Autore: snoopy Inviato: 14/5/2013 5:52:08:


Hai considerato la possibilita' che il colore e la luminosita' di un oggetto possano variare in funzione della luce incidente?
Apparentemente la foto di Paul recente e' stata scattata in esterni ed il viso piu' occhi del soggetto sono illuminati da quella che sembra essere luce solare.
Nel caso di Paul "primi anni 60" sembrerebbe trattarsi di una foto in studio, con fonte luminosa frontale singola (si veda il contorno ben definito delle ombre) e sfondo molto scuro.

Guarda cosa succede con un semplice ritocco di luminosita' e contrasto sulla foto di Paul recente:



































Entrambe le foto mostrano gli occhi di colore nocciola scuro, dunque?

toussaint
Inviato: 14/5/2013 11:37  Aggiornato: 14/5/2013 11:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
Ma che questo Mc Cartney non sia quello vero mi sembra che ci siano ben pochi dubbi.
Lo dimostrano le foto di Faul e Paul messe a confronto, il vero Paul ha la palpebra destra più cadente, il naso più a patata e la bocca più piccola.
E aggiungiamo le conferme venute dall'analisi dei periti forensi (compresa diversità evidente della voce) e mi sembra che questa questione sia chiusa.
Resta il perchè da spiegare.
Non voglio aprire una voragine nel thread, ma per me la questione dell'occultismo potrebbe entrare proprio in questa spiegazione.
Però bisognerebbe credere nell'esistenza di certi fenomeni e capisco che non è un argomento così facilmente accettabile.
Se a qualcuno può interessare, potrebbe darsi, seguendo questa via, che in realtà Paul non sia nè vivo nè morto.
E in quest'ambito, la storia di Paul potrebbe avere punti in comune con quella di Michael Jackson...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
socratiko
Inviato: 14/5/2013 11:37  Aggiornato: 14/5/2013 11:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/4/2010
Da:
Inviati: 105
 Re: Il Mistero dei Beatles
a me francamente "me sembra 'na strunzata"...

tanta, tantissima interpretazione contro pochi pochissimi fatti.

E smettiamola con le date, le cifre, l'alfabeto, le somme e le sottrazioni, il rovesciare le date etc...tutto questo NON-DIMOSTRA-NULLA!

Manipolando a sufficienza qualunque insieme di dati numerici, si può ottenere quasi ogni altro risultato o concordanza.

All'epoca inserire significati e indizi in canzoni e copertine era assolutamente comune...ma si dimentica che erano comuni anche l'ironia, lo sberleffo, la goliardia, la sperimentazione...

In altre parole, stiamo parlando di ragazzini di 20 anni che si divertivano.
Voi a vent'anni vivevate in un intrico di simbologie? dai...

E poi, guarda culo di trovare un sosia più talentuoso del defunto!

lo ripeto: a me francamente "me sembra 'na strunzata"...

toussaint
Inviato: 14/5/2013 11:44  Aggiornato: 14/5/2013 11:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
socratiko, no io a vent'anni non frequentavo il mago più famoso della storia, un tizio utilizzato anche dai servizi segreti britannici per combattere con le sue armi i maghi del Terzo Reich (tanto per dire che dell'iperrazionalismo tanto diffuso tra noi comuni mortali non c'è invece traccia negli ambienti che contano).
i Beatles, invece, sì.
E il nuovo Paul non è affatto più talentuoso dell'originale.
Ma manco per niente.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Calvero
Inviato: 14/5/2013 12:04  Aggiornato: 14/5/2013 12:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Manipolando a sufficienza qualunque insieme di dati numerici, si può ottenere quasi ogni altro risultato o concordanza.


Sokratico stai facendo solo casino. Da una macedonia non tiri comunque fuori un sugo al pomodoro.

Che questa storia sia vera o meno, rimane la plausibilità il concetto di fondo. Una plausibilità che dimostra come l'ago della bilancia sia più logico si propenda verso la macchinazione che non ... ed è semplice capirlo ...

.. a quei livelli, come le è concettualmente adesso con Lady Gaga e/o Rhianna, anche se il lavoro sulle menti dei giovani è a un altro stadio evolutivo, non siamo sul pianeta Terra.

Il mondo si regge sulle macchinazioni che a loro volta funzionano sull'inconscio. I Beatles sono nel panorama musicale qualcosa di talmente eccezionale che possono dirsi gli unici in questo senso. Sociologicamente simboli e simbologie guidano l'esistenza delle masse. E tu stesso ne sei schiavo senza saperlo. La differenza è che a scuola, per le greggi, indottrinano l'incasellamento e la razionalità per la parte conscia, mentre il Potere viaggia lungi da queste frequenze cavernicole. Stiamo sempre parlando di giochi di Potere e di psicologia di massa. Non di musica in sé .. è questo che non si comprende.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Andrea_1940
Inviato: 14/5/2013 12:06  Aggiornato: 14/5/2013 12:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Autore: toussaint Inviato: 14/5/2013 11:37:32 Lo dimostrano le foto di Faul e Paul messe a confronto, il vero Paul ha la palpebra destra più cadente, il naso più a patata e la bocca più piccola.


Ci posti le foto che dimostrerebbero il PID? ricordiamo che la fisionomia delle persone cambia in funzione dell'eta', del peso ed anche dell'illuminazione della foto (luce frontale, di lato, da sopra, colore della luce, intensita', fascio singolo o molteplici...).
Se compari le foto di Lennon del 1964 e quelle del 1968 hai di fronte due fisionomie completamente diverse (a mio avviso molto piu' diverse di Paul negli stessi anni) ma questo non vuol dire automaticamente che siamo di fronte alla sostituzione di una persona. Anch'io sono un po' diverso da com'ero 4 anni fa, ma non credo di essere morto e stato sostituito per questo.

Citazione:
E aggiungiamo le conferme venute dall'analisi dei periti forensi (compresa diversità evidente della voce) e mi sembra che questa questione sia chiusa.


Quali sarebbero le analisi dei "periti forensi"? e la diversita' "evidente" della voce?
Io stesso alcune mattine mi sveglio con una voce imbarazzante. Ma non credo per questo di essere stato sostituito.
Bisogna valutare bene i contenuti, non si puo' fare l'equazione voce diversa = Paul e' morto.

Domani potrei cambiare opinione, ma al momento sono d'accordo con Socratiko ed il suo francesismo che e' una buona sintesi di pensiero: questa storia del PID "me sembra 'na strunzata"...

Piero68
Inviato: 14/5/2013 12:08  Aggiornato: 14/5/2013 12:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2012
Da:
Inviati: 134
 Re: Il Mistero dei Beatles
Sono ormai anni che seguo la questione PID. Ergo, tutto ciò che ho letto, sia nei commenti e sia nell'articolo di Massimo è tutta roba che già conoscevo e che, ormai, è stata trita e ritrita da decenni.
In effetti, per quel che mi riguarda, la stranezza principale è questa:
E' possibile che si faccia tutto quel casino per nascondere la morte di Paul, trovandogli addirittura un sosia che perpetrasse il suo lavoro, salvo poi dirlo apertamente nei vari indizi lasciati nel tempo tra copertine, testi, citazioni e quant'altro?? Mi sembra davvero assurdo. Un conto è dare dei riferimenti vaghi e criptici un altro è invece veicolare messaggi limpidi e chiari come hanno fatto.
Quindi, vera o falsa che sia la morte di Paul l'unica cosa evidente è che gli stessi Beatles (o chi per loro) hanno speculato su questa storia (e non poco) per avere un ovvio ritorno economico.
La tesi personale che mi sono fatto è comunque la seguente ed è la stessa, bene o male, che ha riportato anche un utente.
La mia tesi è sicuramente suffragata dai fatti. O meglio dalle cose che sono successe dal 1966 allo scioglimento dei Beatles.
Sono partito dall'assunto che si poteva si trovare un sosia di PMC che riuscisse ad imitarlo in tutto e per tutto ma non uno che avesse la sua stessa genialità di composizione.
Ergo la mia versione è questa. Nel settembre (o novembre che sia) PMC ha effettivamente un incidente gravissimo ma non muore. Rimane sfigurato, probabilmente paralizzato ma sicuramente incapace di tornare a cantare. A quel punto ecco la genialità. Perchè non sostituire Paul con un sosia che lo sostituisse, almeno inzialmente, negli interventi pubblici aspettando che magari lo stesso Paul guarisse? Evidentemente le condizioni di PMC invece di migliorare,peggioravano e, anche se continuava nel privato di una stanza a comporre per i Beatles si decide a quel punto, dopo un lungo addestramento vocale, di far anche cantare il sosia in un disco in studio. Le cose sono andate avanti così fino al 69 anno in cui effettivamente credo sia morto il vero PMC mai ripresosi del tutto dall'incidente.Il sosia o Faul che dir si voglia, a quel punto ha deciso di continuare lo stesso come solista, sicuramente spinto, se non obbligato, dai produttori stessi.
Quali sono i fatti che mi spingono a pensare questo?? Ci vorrebbe una pagina intera per cui cito solo i fatti oggettivamente incontrovertibili e non illazioni o interpretazioni
L'ultimo concerto tenuto dai Beatles è stato nell'agosto del 66, nonostante il gruppo si sia sciolto ben 3 anni dopo.
Nell'autunno del 66 i Beatles hanno quasi un interruzione di creatività. Infatti mai prima di allora era passato così tanto tempo tra la pubblicazione di due album come successo invece tra Revoler e Sgt Pepper's.
Ma la cosa che più mi ha colpito è come mai un genio della musica internazionale come McCartney, autore di Yesterday, Hey Jude a tanti altri, quasi improvvisamente, dal 1970, diventi soltanto un fenomeno locale legato unicamente a successi ottenuti nel proprio Paese, quando non colleziona veri e propri flop. Se si esamina attentamente la carriera da solista di PMC ci si accorgerà che anche se ha collezionato dischi d'oro e fatto (mi pare) quasi 30 album da solista, quelli in cui ha registato un certo successo sono solamente quelli in cui si è avvalso della collaborazione di altri grandi interpreti e compositori come ad esempio è successo con George Martin (il famoso "quinto beatles") o come con Stevie Wonder o altri. Quando questo non è successo la critica ha sempre ferocemente stroncato i suoi lavori.
Provate a fare un gioco mnemonico. Dalla divisione dei Beatles, ditemi una sola canzone di McCartney (famosa e/o epocale) che ricordi?? A me non viene in mente nulla. Solo Ebony and ivory (manco a dirlo fatta con Stevie Wonder) e perchè mi ricorda un particolare periodo della mia vita. Se fate la domanda ad un ragazzino non vi saprà rispondere. Ora provate a fare lo stesso giochetto con Lennon che invece ha pubblicato molti, ma molti meno album da solista in studio (dopo il 70 appena 7). Saranno almeno 4 o 5 le canzoni famosissime che vi citeranno a menadito gli almeno 35enni e almeno una o due i 20enni (immagine e Woman). Non la trovate molto strana questa cosa?? Io si!Perchè vuol dire una sola cosa secondo me. Che tra i due massimi ispiratori dei Beatles dopo gli anni 70, uno ha continuato a fare branii epocali l'altro invece no!

Calvero
Inviato: 14/5/2013 12:09  Aggiornato: 14/5/2013 12:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
"me sembra 'na strunzata"...


strunzata per strunzata, è una strunzata anche che il Paul a venire sarebbe stato parimenti un artista, se tanto mi dà tanto, mi sa che c'è più voglia di cazzeggiare che di controbattere

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
il_ras
Inviato: 14/5/2013 12:19  Aggiornato: 14/5/2013 17:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
sono d'accordo che le date, gli indizi etc non dimostrano niente circa l'effettiva sostituzione.

però vorrei aspettare la terza parte prima di intervenire nel vero merito della questione.

ad Andrea, che mi sembra toccato sul personale da come reagisce e che non vorrei irritare, vorrei dire che le due foto affiancate sono interlocutorie circa il colore degli occhi sia perchè molto scure sia perché uno fa sempre in tempo a mettersi delle lenti a contatto colorate.. il problema è che ad una certa età magari non riesci a sopportarle a tempo pieno o che con una certa illumiinazione cosa c'è sotto traspare


un messaggio nascosto?

toussaint
Inviato: 14/5/2013 12:25  Aggiornato: 14/5/2013 12:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
Andrea_1940, ma perchè non ti leggi il thread prima di postare?
Ci fai perdere inutilmente del tempo.
Le foto sono quelle postate da snoopy e si riferiscono allo stesso periodo, solo riferite a prima e dopo l'incidente.
Poi, fammi capire, nel tempo la tua bocca si è allargata o ristretta?
Perchè la bocca nelle due foto è diversissima e ripeto si riferisce a periodi contigui.

P.S.: per le analisi antropometriche, lo stesso, leggiti il thread.




edit: e l'analisi della voce mica si fa ad orecchio.
uffffffffffffffffff

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Piero68
Inviato: 14/5/2013 12:28  Aggiornato: 14/5/2013 12:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2012
Da:
Inviati: 134
 Re: Il Mistero dei Beatles
P.S. Per quanto riguarda la rivoluzione musicale e di sonorità iniziata con Revolver (album al quale ha comunque partecipato il vero PMC) non c'è assolutamente niente di misterioso. E' ampiamente riconosciuto da tutti gli storici musicali che questa mezza rivoluzione fu dovuta principalmente all'inserimento nel gruppo di GEOFF EMERICK, geniale tecnico del suono che iniziò la sua collborazione con i Beatles dall'album Revolver e che portò in dote nuove tecniche per l'epoca e, appunto, nuove sonorità. EMERICK rimarrà fino alla fine partecipando a tutti gli album dei Beatles con esclusione di Let it Be.

toussaint
Inviato: 14/5/2013 12:33  Aggiornato: 14/5/2013 12:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
La spiegazione di piero68, invece, potrebbe starci, è coerente in sè.
Mi rimangono i dubbi, però, del perchè siano stati messi gli indizi, del perchè si fa riferimento esplicito a una morte e non semplicemente a un incidente ecc.
L'apposizione di indizi laddove si dovrebbero tenere nascoste le cose, è tipica di ambienti esoterici e il fatto che i Beatles li frequentassero effettivamente questi ambienti va comunque tenuto in considerazione.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
almarro
Inviato: 14/5/2013 12:43  Aggiornato: 14/5/2013 12:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/4/2013
Da:
Inviati: 70
 Re: Il Mistero dei Beatles
@Il_RAS
Dai ,sparaci chi secondo te è il sostituto,e i perchè,e facciamola finita
Tanto,finora non s'è detto nulla di nuovo

toussaint
Inviato: 14/5/2013 12:45  Aggiornato: 14/5/2013 12:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
Vogliamo ricordare cosa ne pensava Manson dei Beatles?

Vide i Beatles come i Quattro Angeli dell'Apocalisse, menzionati nel libro Rivelazione del Nuovo Testamento, e credette che le loro canzoni dicessero a lui e ai suoi seguaci di prepararsi («Look out! cos' here she comes!»). Manson chiamò questa guerra da lui menzionata proprio "Helter Skelter". Le parole "HEALTER SKELTER" furono scritte con il sangue della Tate in varie stanze della villa di Polanski. Queste parole vennero inoltre ritrovate in altre case in cui la "famiglia" (il nome della banda di Manson) aveva compiuto stragi.



Perchè si è sempre riferito a quella canzone come lo starting point dell'Apocalisse?

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
toussaint
Inviato: 14/5/2013 12:48  Aggiornato: 14/5/2013 12:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
E il White Album?
A chi può venire in mente di fare una copertina totalmente bianca?
E soprattutto perchè?
Non vi ricorda una luce intensissima?
Un'esplosione nucleare o qualcosa del genere?
E chi è che "porta la luce?"

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
il_ras
Inviato: 14/5/2013 13:09  Aggiornato: 14/5/2013 13:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
toussaint, gli indizi parlano di morte perché di morte dovevano parlare. O per motivi simbolici, o perché davvero c'è stato un trapasso.
Ci sono altre possibilità, però.
Una in particolare mi sembra molto probabile alla luce di alcune nuove scoperte.
Potrebbe essere successo che Paul abbia simulato la propria morte per ingannare qualcuno (ed è a questo qualcuno che sarebbero indirizzati i vari indizi disseminati nella loro produzione) mentre al grande pubblico non è stato detto nulla e si è andati avanti col sostituto.

un messaggio nascosto?

toussaint
Inviato: 14/5/2013 13:11  Aggiornato: 14/5/2013 13:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
E Revolution 9 con i suoi testi assurdi, al diritto e al rovescio?
E quel mantra:
Number 9, number 9, number 9...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
f_z
Inviato: 14/5/2013 13:12  Aggiornato: 14/5/2013 13:12
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Il Mistero dei Beatles
Trovo anch'io la ipotesi di Piero68 plausibile, fermo restando che resta plausibile anche che Paul sia sempre stato Paul.

Per il momento non mi sembra di vedere prove davvero convincenti della sostituzione, ma aspettiamo la terza parte.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
Calvero
Inviato: 14/5/2013 13:55  Aggiornato: 14/5/2013 13:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il Mistero dei Beatles
____________________
_______________

La cosa che trovo poco, ma veramente poco probabile (a sfavore della tesi PID) è quella che abbiano trovato un sosia così somigliante ma soprattutto mancino...

.. sticazzi ... non è un calciatore destro che impara a giocare di sinistro; prendere in mano una chitarra per mancini da parte di chi è destro, è come chiedergli di infilarsi una matita in un orecchio e fare un ritratto a una persona ...

.. pure mancino l'hanno trovato .. MAH

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
il_ras
Inviato: 14/5/2013 13:59  Aggiornato: 14/5/2013 13:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
calvero, personalmente ho conosciuto molti musicisti mancini che, pur di non cambiare ogni volta l'impostazione della chitarra, hanno imparato a suonare da destrimani. E ci sono degli esempi anche famosi.

Un'altra cosa che ti sfugge (ma ti perdono ) , è il lasso di tempo trascorso dall'ultima esibizione live dei Beatles e la prima di McCartney.

un messaggio nascosto?

yarebon
Inviato: 14/5/2013 14:01  Aggiornato: 14/5/2013 14:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Almarro ha scritto:
Citazione:
Diciamocelo,i beatles dal punto di vista storico d'evoluzione della musica pop/art pop,non valgono una cippa,rappresentavano un tentativo di rendere più mansuete ed accettabili ad un grande pubblico tutte quelle VERE esplorazioni degli autentici gruppi d'allora. Facevano comodo alla società,un pò come il m5s,incanalavano la rabbia e la frustrazione dei giovani,in canzonette(spesso tremendamente geniali,merito del loro produttore ovviamente)


Certo come no! Ci sono comunque rimedi alla scaruffite, malattia che vedo tu hai preso!
Si scherza naturalmente ma tutto sommato almeno inconsciamente sono sicuro che sai di aver detto una cazzata e questo va contro l'essere fan o meno dei Beatles, anzi ti dirò melodicamente credo che i Beach Boys siano in alcuni casi anche superiori e non meno influenti, però dai basta con queste cazzate, poi anche la ramanzina sull'm5s potevi anche risparmiartela. Se volete discutere di influenza musicale magari possiamo aprire un thread nel forum giusto per non andare ot, comunque Scaruffi, il suo tuttologismo e il suo arido intellettualismo hanno fatto più danni della grandine.

gieief
Inviato: 14/5/2013 14:07  Aggiornato: 14/5/2013 14:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/11/2011
Da: Torino
Inviati: 174
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Non voglio aprire una voragine nel thread, ma per me la questione dell'occultismo potrebbe entrare proprio in questa spiegazione.
Però bisognerebbe credere nell'esistenza di certi fenomeni e capisco che non è un argomento così facilmente accettabile.
Se a qualcuno può interessare, potrebbe darsi, seguendo questa via, che in realtà Paul non sia nè vivo nè morto.
E in quest'ambito, la storia di Paul potrebbe avere punti in comune con quella di Michael Jackson...


Però bisogna parlare delle motivazioni.
Altrimenti, già perché sono questioni difficili da accettare, rimane tutto come se fosse fine a se stesso. un grande rituale occulto posto in essere "tanto per...".
Come ho già detto prima, fama soldi e successo, a mio parere non sono credibili.
Abbiamo proprio in questi giorni un esempio di come un rituale occulto, con un fine ben preciso, venga trattato per quello che non è. Mi riferisco alla richiesta di condanna a Berlusconi per sfruttamento della prostituzione.

Speravo che qualcuno rispondesse alle questioni che avevo espresso precedentemente

gieief
Inviato: 14/5/2013 14:14  Aggiornato: 14/5/2013 14:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/11/2011
Da: Torino
Inviati: 174
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Abbiamo proprio in questi giorni un esempio di come un rituale occulto, con un fine ben preciso, venga trattato per quello che non è. Mi riferisco alla richiesta di condanna a Berlusconi per sfruttamento della prostituzione.


Mi sono espresso male.
Intendo ciò che faceva Berlusconi con le signorine

il_ras
Inviato: 14/5/2013 14:17  Aggiornato: 14/5/2013 14:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
sulle motivazioni (qualcosa ho già scritto sopra) sto lavorando...
Collaborando con Glauco Cartocci per il suo libro, ho immaginato 4 dei 9 possibili scenari inclusi nel volume.
Alcuni di questi avevano a che fare con l'esoterismo.
Il problema è che le motivazioni sono sempre la cosa più difficile da comprendere.
Sara Scazzi è stata uccisa. Avete idea del perché? Il fatto che non si sia ancora riusciti a capire il movente non fa sì che la povera ragazza sia ancora viva.

Penso sia già molto, per ora, stabilire che il "crimine" (è una metafora, non attaccatevi a questo, please) è stato perpetrato.
Arrivare a capire le motivazionii e magari l'identità del sostituto è lo step successivo al quale spero si arrivi

un messaggio nascosto?

almarro
Inviato: 14/5/2013 14:19  Aggiornato: 14/5/2013 14:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/4/2013
Da:
Inviati: 70
 Re: Il Mistero dei Beatles
http://beatles.forumfree.it/?t=62827169

Tanto per aprirvi gli occhi e la mente
Il JID (john Is Dead)
E Se Anche John Fosse Stato Sostituito?

joefasano
Inviato: 14/5/2013 14:32  Aggiornato: 14/5/2013 14:32
So tutto
Iscritto: 12/5/2013
Da:
Inviati: 6
 Re: Il Mistero dei Beatles
un destrimane può imparare a suonare la chitarra o il basso da mancino. Da musicista (sono contrabbassista) posso però dire che il modo in cui Faul suona è molto più impacciato, insicuro e guarda molto spesso il manico dello strumento. Niente a che vedere con la disinvolta scioltezza e libertà di movimento sul palco di Paul, ben visibile nei video dei moltissimi concerti fino al 66, dove lui non guardava quasi mai il manico dello strumento. Per ciò che riguarda i dischi non c'è modo di provare che sia stato effettivamente lui a registrarli o che se lo ha fatto lo abbia fatto suonando da destrimane o mancino.

polaris
Inviato: 14/5/2013 14:32  Aggiornato: 14/5/2013 14:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
@ il_ras

Secondo me uno dei problemi più grossi riguarda l'insabbiamento della morte di Paul.

Va bene che la Beatlemania impazzava a quell'epoca ma chi erano i Beatles per potersi permettere una cover-up così impenetrabile?
Voglio dire...alla fine erano solo una band no? Famosissima e amatissima, ma solamente una band; non erano mica la CIA.

Tra l'altro noi sappiamo che ci sono degli indizi nelle copertine dei vari album e nelle canzoni perché un misterioso ascoltatore lo ha detto al DJ di Detroit.
Ad una prima occhiata mi è parso tutto una trovata pubblicitaria ma ora che sto approfondendo la faccenda emergono strani particolari...

Mi sa che mi devo procurare il libro di Cartocci e quello dei due scienziati.

Complimenti per l'intervista il_ras

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
Andrea_1940
Inviato: 14/5/2013 14:34  Aggiornato: 14/5/2013 14:45
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Autore: toussaint Inviato: 14/5/2013 11:44 socratiko, no io a vent'anni non frequentavo il mago più famoso della storia, un tizio utilizzato anche dai servizi segreti britannici per combattere con le sue armi i maghi del Terzo Reich (tanto per dire che dell'iperrazionalismo tanto diffuso tra noi comuni mortali non c'è invece traccia negli ambienti che contano). i Beatles, invece, sì.


Dunque visto che i Beatles frequentavano il mago piu' famoso della storia allora Paul e' morto?

Citazione:
Autore: Piero68 Inviato: 14/5/2013 12:08 Nel settembre (o novembre che sia) PMC ha effettivamente un incidente gravissimo ma non muore. Rimane sfigurato, probabilmente paralizzato ma sicuramente incapace di tornare a cantare. A quel punto ecco la genialità. Perchè non sostituire Paul con un sosia che lo sostituisse, almeno inzialmente, negli interventi pubblici aspettando che magari lo stesso Paul guarisse?


La storia e' affascinante e ci ho pensato diverse vole anch'io ma da profondo conoscitore della musica dei Beatles secondo me non regge. C'e' una continuita' vocale dal 1962 ad oggi, con la normale evoluzione della timbrica. Ma anche e soprattutto una continuita' compositiva, melodica ed armonica della quale sono fermamente convinto.

Non sono d'accordo con la tua analisi della carriera di McCartney post-Beatles.
Vi furono diverse fasi in tale carriera:
- la prima del primo album da solista ed i primi due con gli Wings, introspettiva e di ricerca di una nuova stabilita' di gruppo. Questa fase servi' piu' che altro a Paul stesso e fatta eccezione del singolo My Love non ebbe grandioso successo commerciale
- la seconda, vide un'artista che ritrova se stesso ed il grande successo internazionale alterno con album grandiosi quali Band On the Run alternati ad altri meno forti quali Venus & Mars. In questa fase Paul piazzo' il suo singolo di maggior successo (Mull of Kintyre) che eclisso' persino il singolo piu' venduto dei Beatles (She loves you)
- la terza ed ultima fase, quella della maturita' artistica definitiva includente grandi dischi quali Pipes of Peace, Give my regards to broad street e Flowers in the dirt
Se proprio vogliamo metterla sul piano numerico, McCartney da solista ha venduto qualcosa come 100 Milioni di dischi. Comunque ben di piu' di Lennon, Harrison, Starr e niente male direi.
Certamente gli ingredienti della pozione magica Beatles presi singolarmente sono stati un po' meno magici del miscuglio. Anche dischi come Abbey Road dove McCartney ebbe un ruolo dominante, senza Lennon ed Harrison sarebbero stati solo una frazione del delizioso quadro creato dal gruppo. Per questo non c'e' bisogno di supporre la sostituzione di Paul per spiegare il minore successo del singolo.


Citazione:
Autore: il_ras Inviato: 14/5/2013 12:19 ad Andrea, che mi sembra toccato sul personale da come reagisce e che non vorrei irritare, vorrei dire che le due foto affiancate sono interlocutorie circa il colore degli occhi sia perchè molto scure sia perché uno fa sempre in tempo a mettersi delle lenti a contatto colorate.


Da cosa concludi che sarei toccato sul personale? anche questa semplice affermazione mostra come spesso seppur in assenza di elementi validi si salti troppo velocemente alle conclusioni.
Riguardo alle foto che hai postato anche qui e' evidente che stiamo paragonando una foto (sx) scattata con luce diffusa / multiple sorgenti (si veda il riflesso sugli occhi) con una (dx) scattata con luce proveniente da una singola fonte (flash?). Intensita' e colore diversi.
Per fare un paragone valido occorrono foto scattate in condizioni equivalenti (che peraltro dubito esistano).

Stasera se trovo un attimo di tempo posto qualche foto anch'io

Citazione:
Autore: toussaint Inviato: 14/5/2013 12:25 Ci fai perdere inutilmente del tempo.
Le foto sono quelle postate da snoopy e si riferiscono allo stesso periodo, solo riferite a prima e dopo l'incidente.
Poi, fammi capire, nel tempo la tua bocca si è allargata o ristretta?
Perchè la bocca nelle due foto è diversissima e ripeto si riferisce a periodi contigui.


Chiedo perdono per la perdita di tempo che ti sto' causando. Del resto mi auguro una discussione aperta e serena senza percezioni di avere la verita' in tasca.
Noi in quelle foto vediamo un'espressione ma vi sono tante cose che non possiamo sapere. Per esempio, se il soggetto stesse parlando ed, in caso affermativo, cosa stesse dicendo. Fai la prova tu stesso, fai un bel sorriso e poi pronuncia la lettera "u". Presta attenzione alla tua bocca, che e' la stessa ed in caso si e' espansa nell'altra si e' contratta.
Ora per cortesia puoi spiegare come fai ad affermare che quelle bocche sono senz'altro diverse?

il_ras
Inviato: 14/5/2013 14:46  Aggiornato: 14/5/2013 14:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Da cosa concludi che sarei toccato sul personale?



Andrea, non concludo niente dato che ho scritto "mi sembra". E mi sembra dal trasporto che emerge dalla tua prosa e dalle affermazioni un po' sopra le righe che penso dettate dall'amore per i 4. Riesci a capire dal cantato che le voci pre e post Beatles sono uguali quando neanche le più sofisticate strumentazioni ci riescono dato che per questo tipo di comparazioni si usa il parlato.

Citazione:
anche questa semplice affermazione mostra come spesso seppur in assenza di elementi validi si salti troppo velocemente alle conclusioni


in questo esempio, a quali conclusioni sarei arrivato?

un messaggio nascosto?

Andrea_1940
Inviato: 14/5/2013 15:03  Aggiornato: 14/5/2013 15:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Il Mistero dei Beatles
Non mi sembra di aver scritto che "le voci pre e post Beatles sono uguali". La mia frase originale era "C'e' una continuita' vocale dal 1962 ad oggi, con la normale evoluzione della timbrica. Ma anche e soprattutto una continuita' compositiva, melodica ed armonica della quale sono fermamente convinto".

La produzione musicale e la registrazione vocale fanno parte della mia quotidianita'. Esistono strumenti in grado di visualizzare la forma d'onda di una voce, misurarne le frequenze fondamentali ed armoniche ma non sono al corrente dell'esistenza di strumenti che analizzino il timbro. Mi fido dunque del mio orecchio per avvalorare quanto scritto che, sottolineo, rimane la mia personale convinzione.

Del resto non sono io che sostengo la tesi secondo la quale Paul sarebbe morto. Vedo tanti elementi, alcuni bizzarri e divertenti ma nessuna prova valida.

temponauta
Inviato: 14/5/2013 15:06  Aggiornato: 14/5/2013 15:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/4/2010
Da:
Inviati: 2040
 Re: Il Mistero dei Beatles
L'unica cosa certa è che l'ex beatle PM riceve ancora oggi una rendita per diritti d'autore di 2000 euro l'ora per il suo trascorso nella band.

il_ras
Inviato: 14/5/2013 15:09  Aggiornato: 14/5/2013 15:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
almarro, tutti hanno usato, diciamo, dei backup ma alla fine John era John.


un messaggio nascosto?

il_ras
Inviato: 14/5/2013 15:15  Aggiornato: 14/5/2013 15:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
Andrea
Citazione:
Non mi sembra di aver scritto che "le voci pre e post Beatles sono uguali"


Io ho scritto che tu sostieni che a cantare sia la stessa persona e lo desumo da queste tue frasi

Citazione:
Sono molto convinto che And I love her, Yesterday, Michelle, Blackbird, Maybe I'm amazed, Bluebird, Mull of Kintyre, No more lonely nights sono state cantate dalla stessa voce solista



Citazione:
Al contempo sono convinto che Bluebird e And I love her siano state cantate dalla stessa laringe.


con le conseguenti osservazioni che non sto a riscriverti.

Citazione:
Del resto non sono io che sostengo la tesi secondo la quale Paul sarebbe morto. Vedo tanti elementi, alcuni bizzarri e divertenti ma nessuna prova valida.


In realtà qualcuno ha già menzionato gli elemeti validi ma forse ti sono sfuggiti.
In ogni caso ti chiedo di avere un po' di pazienza

un messaggio nascosto?

il_ras
Inviato: 14/5/2013 15:25  Aggiornato: 14/5/2013 15:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
polaris, grazie anche se non ho capito di preciso a quale intervista ti riferisci.

A rigor di logica direi che per un cover up del genere ci vuogliono connivenze se non complicità in alto loco.
In realtà la voce della morte circolò fin da subito. In effetti senza la telefonata a Russell Gibb non avremmo iniziato a guardare con attenzione la produzione dei Beatles ma a questo punto bisogna dire che senza Sun King del forum "The King Is Naked" non avremmo iniziato a guardare le differenze fisiognomiche

un messaggio nascosto?

toussaint
Inviato: 14/5/2013 15:55  Aggiornato: 14/5/2013 15:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
Sempre con riferimento alle due foto postate da snoopy:
l'inclinazione dello sguardo è praticamente la stessa, ma la palpebra destra cade molto di più nella foto di Paul che in quella di Faul, Faul non sta ridendo sguaiatamente ma accenna appena un sorriso e la bocca presenta degli angoli molto più allargati della bocca di Paul che è molto stretta.
Il naso di Faul è più lungo di quello di Paul e termina con una punta decisamente più acuminata.
Lo spazio tra le sopracciglia, lì dove inizia il naso, è decisamente più ampio in faul che in Paul.
Tanto dovevo...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Fabrizio70
Inviato: 14/5/2013 16:29  Aggiornato: 14/5/2013 16:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:
A rigor di logica direi che per un cover up del genere ci vuogliono connivenze se non complicità in alto loco.


Ciao ras , personalmente direi molto in alto , non dimentichiamo che ha onorificenze sia inglesi che francesi , quindi stiamo parlando dei massimi livelli , forse il problema delle copertine (perchè evidenziare un fatto da tenere nascosto?) ha la stessa origine della simbologia del dollaro , probabilmente c'è un legame massonico.

Un aspetto che non mi è chiaro è quello economico, possibile che i familiari hanno rinunciato zitti zitti a tutti quei soldi?
Oltretutto il primo matrimonio è successivo alla presunta morte , possibile che nessuno degli eredi abbia detto niente nel veder sfumare tutto quel patrimonio ?

P:S:La foto che hai postato scompagina il layout della pagina , potresti mettere solo il link per favore?

Grazie.

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
toussaint
Inviato: 14/5/2013 16:48  Aggiornato: 14/5/2013 16:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
C'è una sola cosa di fronte alla quale il denaro si inginocchia.
Il Potere.
quello vero...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
il_ras
Inviato: 14/5/2013 17:01  Aggiornato: 14/5/2013 17:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:
A rigor di logica direi che per un cover up del genere ci vuogliono connivenze se non complicità in alto loco. Ciao ras , personalmente direi molto in alto , non dimentichiamo che ha onorificenze sia inglesi che francesi , quindi stiamo parlando dei massimi livelli , forse il problema delle copertine (perchè evidenziare un fatto da tenere nascosto?) ha la stessa origine della simbologia del dollaro , probabilmente c'è un legame massonico. Un aspetto che non mi è chiaro è quello economico, possibile che i familiari hanno rinunciato zitti zitti a tutti quei soldi? Oltretutto il primo matrimonio è successivo alla presunta morte , possibile che nessuno degli eredi abbia detto niente nel veder sfumare tutto quel patrimonio ? P:S:La foto che hai postato scompagina il layout della pagina , potresti mettere solo il link per favore?


Ciao Fabrizio.

Provvedo subito per la foto ma non ho capito a quale ti riferisci.
Le simbologie ci sono, anzi straboccano ma le definirei esoteriche più che massoniche anche se, soprattutto nella produzione degli ultimi anni, non mancano neanche quelle.
Ripeto che il problema Citazione:
perchè evidenziare un fatto da tenere nascosto?
può trovare una soluzione nel fatto che il messaggio poteva essere per pochi. E le ultime scoperte che sto facendo vanno in questa direzione.

L'aspetto economico si può risolvere con accordi privati che non vengono sicuramente svelati a noi

un messaggio nascosto?

toussaint
Inviato: 14/5/2013 17:04  Aggiornato: 14/5/2013 17:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
questo è il vecchio logo del MI5:



e questo è il nuovo:




nel secondo, l'occhio nella piramide col vertice staccato dal resto della piramide, a simbolo di una netta separazione tra i Maestri Superiori e il resto della gerarchia, nel primo pentacoli e cancelli, a simboleggiare il ruolo di "Guardiani della Soglia".
dite che gli occultisti Beatles non potessero contare su appoggi e protezioni?



edit: ho invertito l'ordine nel commento, ora ho corretto.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Andrea_1940
Inviato: 14/5/2013 17:06  Aggiornato: 14/5/2013 17:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Autore: il_ras Inviato: 14/5/2013 15:09:55 almarro, tutti hanno usato, diciamo, dei backup ma alla fine John era John.


Anche Lennon e' stato sostituito nel 1966, per ben tre volte sino ad arrivare alla versione definitiva. Le prove inconfutabili sono in questa sequenza di foto:



























Inoltre il cantante di Cold Turkey non puo' essere lo stesso di If I fell, lo sente anche un sordo.

toussaint
Inviato: 14/5/2013 17:09  Aggiornato: 14/5/2013 17:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
andrea_1940 stai facendo una confusione incredibile tra normale invecchiamento, cambio di pettinature ecc. con dei particolari antropometrici che non cambiano negli anni.
nelle tue foto di Lennon lunghezza del naso, spazio tra le sopracciglia, caratteristiche della bocca sono assolutamente identici nelle 4 foto.
ripeto, se vuoi farci perdere tempo inutilmente...




edit: è tutto assolutamente identico in quelle 4 foto, lo sguardo, il taglio degli occhi, le palpebre.
tutto.


edit2: guarda, a voler essere precisi forse solo nella quarta c'è qualche differenza nella struttura delle palpebre ma lì porta gli occhiali e l'uso degli occhiali è dimostrato che concorra nell'abbassamento delle palpebre, cosa che non sussisteva assolutamente per Faul/Paul.
la larghezza del naso mi sembra assolutamente identica nelle 4 foto.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
il_ras
Inviato: 14/5/2013 17:14  Aggiornato: 14/5/2013 17:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
andrea, travisi di proposito le parole ma non ho voglia di venirti dietro, scusa

un messaggio nascosto?

Fabrizio70
Inviato: 14/5/2013 17:14  Aggiornato: 14/5/2013 17:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:
Provvedo subito per la foto ma non ho capito a quale ti riferisci.


Quella postata alle 12:19 , di norma in questo sito si preferisce non postare se la dimensione orizzontale supera i 480 pixel , nel forum non è un grosso problema perchè dopo tot post la pagina cambia ma qui rimane sempre la stessa.

Citazione:
L'aspetto economico si può risolvere con accordi privati che non vengono sicuramente svelati a noi


L'appetito vien mangiando , sempre riguardo i familiari si hanno notizie sulla sua vita privata con il fratello?

Scusa se rompo ma visto che sei un esperto ne approfitto

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Fabyan
Inviato: 14/5/2013 17:17  Aggiornato: 14/5/2013 17:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/7/2008
Da: nowhere
Inviati: 671
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:
Autore: snoopy Inviato: 14/5/2013 5:52:08


questa e' l'ultima ...






Ho gli stessi occhi, al chiuso castani, con buona luce solare diventano verdi e castani solo intorno alla pupilla allo stesso e identico modo.
Case fucking closed.

Il giornalista è colui che distingue il vero dal falso... E pubblica il falso. (Mark Twain)
Andrea_1940
Inviato: 14/5/2013 17:19  Aggiornato: 14/5/2013 17:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Il Mistero dei Beatles
Anche questi nasi assolutamente identici?





























Pare che l'abbiano sostituito dopo che e' morto di malaria in India.


PS: il_ras, sto' utilizzando le stesse logiche di chi sostiene che chi ha scritto e cantato My love non sia la stessa persona di colui che ha scritto e cantato Here There and Everywhere

il_ras
Inviato: 14/5/2013 17:37  Aggiornato: 14/5/2013 17:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
Andrea, è comunque una logica sbagliata perché dal cantato è praticamente impossibile capire se l'interprete sia o meno uguale nei due brani comparati.


Circa il fratello, in questo momento non mi viene in mente molto (ci sarà sicuramente qualche aneddoto).

A proposito del padre (che era massone) posso ad esempio dire che Sir Paul non andò al suo funerale

un messaggio nascosto?

Myst.Tour
Inviato: 14/5/2013 17:48  Aggiornato: 14/5/2013 17:48
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles
salve a tutti. Sono Glauco Cartocci, citato anche dall'Autore dell'articolo. Mi complimento per la capacità di sintesi di chi lo ha scritto, perché ha cercato di non ripetere banalmente le solite cose trite e ritrite che si leggono in Rete, e si vede che è persona attenta che si è documentata, lasciando la mente aperta. Grazie.

Come alcuni sapranno, io ho scritto nel 2005 un libro "PID (Il caso del Doppio Beatle)". Mi preme di sottolineare è che io sono stato il primo in Italia a scrivere un libro su PID, e coloro che hanno poi scritto "Il Codice McCartney" sono due miei "alunni".
Anche all'estero, letteratura in merito non abbonda, è carente e anche obsoleta (il libro di Patterson è degli anni novanta...)

Mi scuserete se non ho desiderio di entrare in merito alla (per me usuale) sequenza di affermazioni, contro-affermazioni, dibattiti e polemiche. Sono otto anni che in Rete entro in questo trip e non sempre me la sento. Il mio libro, nell'ultima edizione, consta di ben 400 pagine, quindi per me "ridurre" la trattazione a poche righe di un post è ormai difficoltoso.

Mi preme solo di precisare alcune cose:
Nel 2004 ho cominciato le ricerche in merito pensando fosse una Great Hoax-grande burla ... ma poi ho capito che il mistero non è di semplice soluzione. Nell'ultima edizione del mio libro faccio 10 quadri conclusivi (fra cui anche la great Hoax), e secondo me la possibilità che l'abbiano sostituito è del 40% che non è poco.
NB: parlo di PWR, non di PID. Sostituito, non necessariamente morto.
NB2: nel libro cerco anche con obiettività di smontare le argomentazioni "ridicole" o apertamente fallate, che nuocciono alla ricerca, e sono molte, per concentrarsi sui veri indizi "scottanti", comprese le contraddizioni e le ambiguità dei protagonisti.
Questo distinguo è necessario perché si capisca che non sono un folle complottista, ma un serio studioso di questo mistero, direi uno dei 6 principali"esperti" al mondo (uno è il mio amico Il Ras che saluto).

Ho molti amici che "non crederebbero alla sostituzione manco se Paul glielo dicesse personalmente" e va bene così...
D'altra parte, molti amici che credevano fossero tutte cavolate internettiane, si sono ampiamente ricreduti. Non che alla fine "credano" obbligatoriamente alla sostituzione (neanch'io sostengo assolutamente che sia certa la sostituzione), ma si sono resi conto di quante e quali ramificazioni ci siano in questa vicenda.

Il mio consiglio è di approfondire attentamente, perché se su altri casi (Elvis o Morrison) c'è davvero nulla, poco più che chiacchiere, su PID il dossier è davvero immenso.

E' inoltre da sfatare il discorso che "PID è una leggenda metropolitana" perché le leggende metropolitane partono dal basso, (vox populi) mentre questa, comunque la si voglia vedere, è stata indubbiamente "pilotata" dall'alto, dagli stessi Beatles. Il perché della semina di indizi è certamente materia di indagine (e non porta necessariamente solo alla conclusione della Grande Burla).

==============

Preciso che per me, qualora ci sia un Sosia, non sarebbe un impostore, ma un legittimo successore (non lo chiamo mai "Faul" ma Paul Secondo) e che la Storia dei Beatles non ne verrebbe affatto ad essere sminuita.

==========

per ora vi saluto e vi ringrazio per l'ospitalità.

il_ras
Inviato: 14/5/2013 17:51  Aggiornato: 14/5/2013 17:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
Glauco, chissà perché, parlando degli scenari che ho immaginato io per il tuo libro, ho detto che in totale sono 9 quelli che abbiamo scritto, si vede che uno non mi piace proprio...
Non l'ho fatto di proposito, giuro. potenza della mente!

un messaggio nascosto?

Andrea_1940
Inviato: 14/5/2013 18:05  Aggiornato: 14/5/2013 18:05
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Autore: il_ras Inviato: 14/5/2013 17:37:57 Andrea, è comunque una logica sbagliata perché dal cantato è praticamente impossibile capire se l'interprete sia o meno uguale nei due brani comparati.


Al di la' che non sono d'accordo con la tua valuatazione di impossibilita' di discernere l'interprete di brani (sui timbri vocali ritorneremo piu' avanti), la logica alla quale riferivo e' quella di utilizzare foto prese su pose diverse e condizioni ambientali diverse per paragonare la fisionomia del soggetto. Totalmente insensato.

Un benvenuto a Glauco e complimenti per l'approccio distaccato e professionale sul discorso. Una sola domanda: potresti gentilmente spiegare come hai fatto a calcolare quel 40%? grazie.

Myst.Tour
Inviato: 14/5/2013 18:14  Aggiornato: 14/5/2013 18:22
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles
Ras, non vedo il bottone per il quote...

comunque diciamo che ti piace il Number Nine.

Per me gli scenari sono tutti validi, anche se ho le mie inevitabili preferenze su come "potrebbe" essere andata. O meglio su come "vorrei" fosse andata.

Mi dai l'opportunità di parlare del wishful thinking:

moltissimi, nell'affrontare questa storia, sono condizionati non tanto da quello che gli elementi indicano (ovviamente tutto molto opinabile) quanto da "COME VORREBBERO CHE FOSSE", quello che gli anglosassoni chiamano per l'appunto Wishful Thinking, cioè il volere trovare conferma del proprio assunto di partenza, del proprio desiderio, nei fatti.
I PIA non vogliono neanche pensare che il loro idolo sia stato sostituito e soprattutto rifiutano l’idea di essere stati ingannati per tanto tempo. Si aggrappano a "solide" argomentazioni del buon senso comune, alcune davvero banali (tipica "ma come...? l'ho visto suonare dal vivo a Verona!")
i PID si incaponiscono a dimostrare il loro assunto, spesso incappando in contraddizioni, o portando indizi in conflitto fra loro, di cui - se validato uno - si squalifica l'altro.
Il mio ruolo, è bene ribadirlo, è solo quello di osservatore; pro o contro, l’importante è raccogliere informazioni, vagliate e ragionate.


(dove cacchio sta il pulsante per i quote???? )
Citazione: "Una sola domanda: potresti gentilmente spiegare come hai fatto a calcolare quel 40%? grazie."

... è approssimativo. Le mie opinioni su questa storia oscillano continuamente. Più dati si immettono, più è difficlie trovare una soluzione (a Roma si dice "più ce studio e meno ce capisco" )
fino a qualche tempo fa davo PIA (Great Hoax) al 50%, PWR al 30%, l'ultimo 20% per soluzioni intermedie o paradossali (es ET connection).
Dopo le analsi craniometriche la percentuale Great Hoax PIA è scesa al 40%, e si è rafforzata la possibilità che sia davvero stato sostituito (altro 40%).

Ho anche aggiunto come dato quasi certo che abbiano usato uno o più sosia, e non solo di Paul, in varie occasioni, fino al 1967 almeno.

L'unica cosa che ESCLUDo nella maniera più categorica è che sia tutto un mucchio di coincidenze (come invece dice Massimo Polidoro) o che sia stato tutto inventato a Detroit o ad Ann Harbour, come pensava Red Ronnie. IMPOSSIBILE.

Calvero
Inviato: 14/5/2013 18:17  Aggiornato: 14/5/2013 18:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
calvero, personalmente ho conosciuto molti musicisti mancini che, pur di non cambiare ogni volta l'impostazione della chitarra, hanno imparato a suonare da destrimani. E ci sono degli esempi anche famosi.


Io personalmente mai, ma non ho problema a incassare questa figura di merda da ignorante, non ne avevo neanche mai sentito parlare. Quindi imparo la lezione.

Però facci caso. Non è il caso in questione.

Ti dico quello che so io, e cioè che mio fratello - che è mancino - ha imparato a diventare sempre più destrimano, tant'è vero che suona la chitarra da destrimano se pur è mancino...

.. ma attenzione, non conosco solo lui in questa situazione. E non solo per la chitarra.

Pare che il mancino abbia capacità migliorate rispetto al destrimano, così come il mancino di piede che a calcio riesce con molta più disinvoltura a passare al piede destro (mio padre).

Ora non sono un esperto, ma non credo che sia così per i destrimani ... provo a chiedere e a informarmi, la cosa è interessante

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
toussaint
Inviato: 14/5/2013 18:20  Aggiornato: 14/5/2013 18:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
andrea_1940, non so a che gioco stai giocando, nelle prime 4 foto che hai postato le differenze non c'erano se non in parte nella quarta.
nelle ultime due invece sì, il naso nella prima è chiaramente diverso dal naso della seconda.
il problema è:
che tesi stai sostenendo?
perchè non mi puoi dire che i nasi variano, soprattutto da dritti non diventano aquilini semmai il contrario in seguito a plastiche facciali.
ora, il_ras ha scritto più volte che in effetti c'erano anche dei sosia, ma appunto vorrei capire se tu sostieni che fossero dei sosia o che da una foto all'altra i lineamenti possono cambiare per magia.
perchè le due cose sono fondamentalmente diverse e se non chiarisci di cosa stai parlando, fai solo un immenso casino e non vorrei che sia questo il tuo scopo finale.
ad esempio, se stiamo parlando di sosia, un conto è utilizzare un sosia perchè non ti va di fare una sessione fotografica (magari ti stai sballando di LSD e allora ti sostituiscono al volo col sosia), un conto è farsi sostituire a vita dallo stesso sosia.
andrea, facci capire qual è la tua convinzione così magari ne parliamo...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
il_ras
Inviato: 14/5/2013 18:24  Aggiornato: 14/5/2013 18:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Al di la' che non sono d'accordo con la tua valuatazione di impossibilita' di discernere l'interprete di brani (sui timbri vocali ritorneremo piu' avanti), la logica alla quale riferivo e' quella di utilizzare foto prese su pose diverse e condizioni ambientali diverse per paragonare la fisionomia del soggetto. Totalmente insensato.


sulla metodologia delle foto concordo (ovviamente per il colore degli occhi solo per quando concerne la luce)

l'impossibilità di discernimento dell'interpretedelle canzoni non l'ho inventata io. Ad Andriola e Gigante (che sono due giornalisti free lance e non degli scienziati) girai l'audio di alcune interviste di Paul per far sì che potessero sottoporli ai loro tecnici, in preparazione del loro libro "il codice McCartney".
Stessa cosa ho fatto direttamente con Daniele Gullà che è un perito antropometrico il quale mi ha confermato che dal cantato è molto difficile se non impossibile capire qualcosa preferendo per le sue analisi (che in parte si vedono nella puntata di mistero) il parlato.

un messaggio nascosto?

toussaint
Inviato: 14/5/2013 18:28  Aggiornato: 14/5/2013 18:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
Ma che Number Nine si riferisca proprio al numero di letture possibili?
Magari 9 diverse soluzioni in 9 diversi universi?




Oppure Number Nine si riferisce solo al numero di Maestri che compongono il Supremo Collegio?


"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Myst.Tour
Inviato: 14/5/2013 18:31  Aggiornato: 14/5/2013 18:31
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles
ci sarebbero parecchie cose da dire su chi suona da destro o mancino. Sapete che anche Ringo è un mancino che suona a destra?

sapete che McCartney (primo o secondo) suona la batteria da destro? Sapete che Mike Rutherford (mancino) quando suona la batteria la suona da destro? Non è un argomento dirimente, perché molti tendono all'ambidestri, specialmente i musicisti (il pianoforte e la batteria sono strumenti tipici dell'assoluta "indipendenza" degli arti).

Da questa strada non si arriverà mai a nessun punto fermo su PID.

Quanto alle comparazioni vocali, a mio avviso sono attendibili solo e unicamente quelle su parlati (nei limiti risaputi dei software odierni).
Non portano a nulla comparazioni di "cantati", spesso in tonalità diverse, che necessitano di emissioni e alterazioni timbriche puntuali, a seconda del brano.

I famosi "sonagrams" di Henry Truby, per capirci, sono da considerare tutt'altro che risolutivi.

Calvero
Inviato: 14/5/2013 18:36  Aggiornato: 14/5/2013 18:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Da questa strada non si arriverà mai a nessun punto fermo su PID.


Ho finito adesso una telefonata con una persona che se ne intende. Vero:
ho scritto una cazzata galattica
.

.. chiedo scusa per la distrazione

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
toussaint
Inviato: 14/5/2013 18:37  Aggiornato: 14/5/2013 18:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
solo un appunto per l'amico calvero.
nel calcio i mancini sono assolutamente negati col destro, il piede destro lo usano solo per camminare.
è più probabile che un destro riesca a fare cose buone anche col sinistro, vedasi il mitico Francesco Totti, che un mancino col destro.
L'altrettanto mitico Bruno Conti il pallone neanche lo toccava col destro, Maradona che è oggettivamente il Dio del pallone, qualcosina riusciva a fare anche col destro, ma con molti ordini di grandezza in meno.
chisura della piccola nota calcistica.
grazie

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Myst.Tour
Inviato: 14/5/2013 18:39  Aggiornato: 14/5/2013 18:39
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles
per toussaint:

mi piace il tuo accenno alla quantistica... un pensiero che ho avuto (molto "laterale", beninteso, ma passatemelo), è che McCartney sia morto nell'universo "accanto" al nostro e che noi ne sentiamo "echi"...

Comunque solo con i "sincronismi" relativi a PID ci si può fare un capitolo, non avete idea di quante "coincidenze significative" (nell'accezione Junghiana) siano capitate su questa storia...

Calvero
Inviato: 14/5/2013 18:44  Aggiornato: 14/5/2013 18:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il Mistero dei Beatles
___________________
______________

.. scientificamente è mai stata fatta una comparativa e uno studio sui sosia in sé?

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
il_ras
Inviato: 14/5/2013 18:49  Aggiornato: 14/5/2013 18:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
onore a Calvero per l'ammissione

già che ci sei, ti dispiacerebbe riformulare la domanda?

un messaggio nascosto?

Myst.Tour
Inviato: 14/5/2013 18:57  Aggiornato: 14/5/2013 19:00
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles
posso elencare tre cose che tornano spesso a proposito di PID che "non se ponno sentì"?

1. La storia di Rita l'autostoppista. Tavanata galattica
2. LMW: Linda McCartney Widow. Sarebbe l'esatto opposto, Linda avrebbe sposato il sosia, dove invece il Primo Paul stava con Jane Asher... quindi non certo "vedova" ma casomai novella sposa. A tal proposito, un mio corrispondente, Alberto De Donatis, fornì l'interpretazione (molto più valida) Linda Married William.

(io nel 2004 avevo suggerito "Let's Meet William", ma quest'ultima mi piace di più.

3. La copertina di Paul Is Live è sufficiente per smentire tutto, perché... Paul dice di non essere un sosia. Bella forza.

======

Anche su Lucarelli e PID c'è da stendere un velo pietoso, specialmente su quella caxxata di Almost true...

==========

infine, una preghiera: non nominate Scaruffi, il mio vecchio cuore ha delle fibrillazioni ogni volta. Preferisco Hannibal the Cannibal, Freddie Kruger, Andreotti, ma Scaruffi ve prego NOOOOO....

Calvero
Inviato: 14/5/2013 18:58  Aggiornato: 14/5/2013 18:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il Mistero dei Beatles
_________________
____________


Nel senso, questa cosa dei sosia mi affascina, e ora mi stavo domandando se sul fenomeno ci siano degli studi che possano dirci di più in merito.

Ti dico la prima che mi viene in mente, ad esempio: - i sosia sono sempre simili anche nell'aspetto fisico generale?

Non so quanto ciò possa essere utile nell'indagine in questione, e poi manca anche la terza parte dell'articolo, in cui magari se ne parla (oppure nel libro) ma magari chi ha studiato la faccenda ha approfondito anche questo campo.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Giano
Inviato: 14/5/2013 19:02  Aggiornato: 14/5/2013 19:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Il Mistero dei Beatles
Calvero Citazione:
.. scientificamente è mai stata fatta una comparativa e uno studio sui sosia in sé?



Ciao Calvero, non è scientifico ma ti racconto un piccolo aneddoto a proposito delle somiglianze:
qualche mese, fa sfogliando le bellissime gallery che Santaruina posta sul suo blog, mi imbatto in una fotografia che mi colpisce; una foto particolare che in mezzo a tante altre ha attirato più di tutte la mia attenzione. La scarico e la pubblico sul libro delle confessioni alla CIA (fb). Passano pochi minuti e cominciano ad arrivare commenti a raffica: ma quando sei andato, sei ancora li, poi mi racconti...e varie altre sul genere. In un primo momento non capivo, ma, guardo meglio e...una delle due persone della foto ero io!! Incredibbbile!
Viso identico, taglio di capelli, corporatura, posizione del corpo, sorriso, tutto uguale.
Faccio la prova del nove e invio la foto a mia madre e ai parenti più stretti: da tutti ricevo la stessa domanda, "quando sei andato?". Per tutti ero io quello nella foto. E' vero che non è un primo piano, ma se ha abboccato persino mia madre...

Questo per dire che a volte trovi il tuo sosia senza neanche volerlo, mi immagino cosa succede (come già detto nei commenti) quando cerchi il sosia di un personaggio della notorietà di Paul McCartney attraverso un concorso pubblico...

P.S.
Il mio sosia è in una foto scattata credo a Medina, con due ragazzi vestiti di bianco in primo piano, sullo sfondo una moschea e a lato una ragazza locale(?) velata e vestita di nero che cammina in modo sensuale. Ogni tanto la guardo e ancora mi fa una strana impressione.

il_ras
Inviato: 14/5/2013 19:09  Aggiornato: 14/5/2013 19:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
Non ho capito la domanda... sarà l'ora.
i sosia per definizione sono simili nell'aspetto.

un messaggio nascosto?

il_ras
Inviato: 14/5/2013 19:12  Aggiornato: 14/5/2013 21:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
Giano, tra l'altro la situazione contribuisce.

Nel caso di Paul sono i media a presentarcelo come tale.
Nel tuo, il fatto che la foto fosse nella tua pagina Facebook

un messaggio nascosto?

Myst.Tour
Inviato: 14/5/2013 19:16  Aggiornato: 14/5/2013 19:16
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles
molto interessante il racconto di Giano sui sosia, anche a me sono capitate cose simili anche se non a quel livello.

Un punto mi preme di sottolineare: talora persone dalla struttura fisica simile hanno anche voce simile. Io su un tram a Roma vidi una donna identica a una signora che conoscevo (non era lei) e quando aprì bocca rimasi sbalordito, aveva anche la stessa timbrica.

Quanto al "Concorso per Sosia" è punto molto discutibile. Se c'è sato un rimpiazzo, è molto più probabile che fosse persona già conosciuta da tempo, già inserita nell'entourage Beatles.

Giano
Inviato: 14/5/2013 19:29  Aggiornato: 14/5/2013 19:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Il Mistero dei Beatles
Il_ras Citazione:
Nel tuo, il fatto che la foto fosse nella tua pagina Facebook

Purtroppo in un primo momento non mi sono accorto della straordinaria somiglianza,
altrimenti avrei fatto un test più "bastardo", ma la mia mamma ha riconosciuto il suo scarrafone...

black
Inviato: 14/5/2013 19:36  Aggiornato: 14/5/2013 19:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Tanto per aprirvi gli occhi e la mente
Il JID (john Is Dead)
E Se Anche John Fosse Stato Sostituito?


solo uno che da giovane andava a travestiti poteva stare con yoko ono

music-band
Inviato: 14/5/2013 20:24  Aggiornato: 14/5/2013 20:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: Il Mistero dei Beatles
Buonasera a tutti, sono l'autore dell'articolo.

Desidero ringraziare Glauco Cartocci per le parole gentili che ha avuto nei miei confronti. E' stato davvero difficile pensare a questo articolo sia per la mole di dati disponibili che non possono per ovvie ragioni di spazio essere riportati e sia per la popolarità della vicenda.

Spero di riuscire, con l'ultima parte, a trasmettere ciò che mi sono proposto quando ho pensato di scriverci un pezzo su e spero che questo articolo possa servire a suscitare un interesse più serio verso la vicenda da parte di tutti quelli che la considerano una storiella da osteria.

Nel caso chiedo a Glauco se sarebbe disposto a rilasciarmi un'intervista. Anche al Ras si intende.

Grazie a tutti di cuore.

P.S. Dimenticavo... In un forum inglese (non trovo più il link) ho trovato una diversa interpretazione di LMW

LEFT MATERIAL WORLD

era connessa al disco di Harrison: Living in the Material World ma poi non ho seguito tutta la discussione quindi non ho capito bene come ci era arrivato.

Andrea_1940
Inviato: 14/5/2013 20:31  Aggiornato: 14/5/2013 20:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Autore: toussaint Inviato: 14/5/2013 18:20:08 andrea, facci capire qual è la tua convinzione così magari ne parliamo...


Credevo di aver chiarito la mia posizione con il francesismo secondo me ta teoria PID e' una stronzata. In particolare, secondo me si tratta di una storia forse inventata e probabilmente montata dal team dei Beatles. Ad un certo punto credo i Beatles stessi abbiano preso a buttare benzina sul fuoco. Il ruolo del "diverso" credo si addicesse bene a Paul (da Sgt Pepper in poi egli prese gradualmente il comando della band), cosa che probabilmente sfocio' in diversi elementi suggestivi quali la copertina di Abbey Road.

Per il resto credo nel PIASATRIAJ - Paul Is Alive, Singing And The Rest Is A Joke. Al momento non possiedo elementi validi per credere altrimenti

polaris
Inviato: 14/5/2013 20:34  Aggiornato: 14/5/2013 20:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: Il Mistero dei Beatles
@ Calvero

Forse quello che cerchi si trova qui.

Lo studio è intitolato "Personality similarity in unrelated look-alike pairs: Addressing a twin study challenge"

Non l'ho letto ma dal titolo sembra proprio quello che cerchi.

PS: Dov'é finito Massimo? Non lo staranno mica sostituendo con un sosia?

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
il_ras
Inviato: 14/5/2013 21:42  Aggiornato: 14/5/2013 21:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
secondo me ta teoria PID e' una stronzata

però ti piace molto perdere tempo con le stronzate. giusto?

un messaggio nascosto?

vuotorosso
Inviato: 14/5/2013 21:43  Aggiornato: 14/5/2013 21:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Il Mistero dei Beatles
Scusate, ma fin qua, ancora, ho visto ragionamenti ma prove e fatti sulla sostituzione ancora poche.
Dico poche perchè non ho analizzato a fondo le foto, e ci sono molte critiche a poposito, altrimenti non ce ne sarebbero proprio.

Inoltre anche Myst Tur (benvenuto ) nonostante i suoi studi raggiunge un ragguardevole 40% di probabilita che esista un sostituto, contro il piu ragguardevole 60% che non esista.

Quindi, concludendo, quali sono i fatti verificabili di questa vicenda?


Un'ultima cosa, per Il Ras: ho visto che hai avanzato parecchie ipotesi, compresa quelladi inscenare la morte per ingannare qualcuno (presumo per far perdere le proprie tracce). Seguendo questa idea ti propongo un'alternativa: Paul si è sostituito da solo. Alla fine l'attuale McCartney è il vero e unico, che ha inscenato la storia della morte e successiva sostituzione per restare esattamente dov'era, senza fare un passo. Giusto per aggiungere un'ipotesi alle tante

Ciao

Andrea_1940
Inviato: 14/5/2013 21:48  Aggiornato: 14/5/2013 21:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
il_ras Inviato: 14/5/2013 21:42:11 Citazione: secondo me ta teoria PID e' una stronzata però ti piace molto perdere tempo con le stronzate. giusto?


Diciamo che se qualcuno interpreta la realta' in un determinato modo ed io vedo tale interpretazione come una stronzata, lo dico. O ti aspetti forse che il mondo la pensi esattamente come te?

il_ras
Inviato: 14/5/2013 22:00  Aggiornato: 14/5/2013 22:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
vuotorosso, fantasiosa ipotesi che comunque per me non regge per un motivo molto semplice che spiegherò ma a cui comunque qualcuno ha già accennato.

Fatti verificabili ci sono e da quelli si deve partire.

il 40% di Glauco (che per anni è stato bonariamente sfottuto con l'appellativo "democristiano" ) non è compensato da un 60% a favore della mancata sostituzione.
Una parte (mi pare il 10% ma essendo vivente, seppur anziano, preciserà lui) la riserva alle stranezze varie: alieni, universi paralleli etc.

un messaggio nascosto?

il_ras
Inviato: 14/5/2013 22:02  Aggiornato: 14/5/2013 22:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
andrea, no ma mi aspetto che quando uno taglia corto dicendo che una cosa è una stronzata, poi non lo ripeta all'infinito, senza aggiungere niente di nuovo.
Salvo ovviamente che non si trovi a suo agio nelle stronzate.

un messaggio nascosto?

vuotorosso
Inviato: 14/5/2013 22:08  Aggiornato: 14/5/2013 22:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Il Mistero dei Beatles
grazie della risposta Ras

Però, se ne avessi la pazienza, tu o chi ne ha il tempo e la voglia, si potrebbe organizzare questi fatti in un elenco, e poi verranno eventualmente toccati dal filo conduttore del ragionamento che spiega perchè è vaida la PID ?

grazie

il_ras
Inviato: 14/5/2013 22:13  Aggiornato: 14/5/2013 22:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
Sto aspettando la terza parte, non mi voglio sovrapporre all'ottimo lavoro fatto finora.

Il problema è che giovedì e venerdì sarò fuori Milano e non avrò il tempo di preparare e postare il tutto.
A questo punto credo lo farò all'inizio della prossima settimana.

un messaggio nascosto?

gronda85
Inviato: 14/5/2013 22:22  Aggiornato: 14/5/2013 22:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 2/12/2008
Da:
Inviati: 1957
 Re: Il Mistero dei Beatles
peonio(v. del verbo)

a proposito di destra e sinistra


http://www.youtube.com/watch?v=IrfLch52g4Y

non puoi vincere
non puoi pareggiare
non puoi nemmeno ritirarti
il_ras
Inviato: 14/5/2013 22:34  Aggiornato: 14/5/2013 22:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
a proposito di destra e sinistra:

PENNY LANE

guardate che fa il nostro al minuto 2:37

Specifica per i meno attenti:questa NON è una prova

vuole essere solo una curiosità

(il video è dell'inizio del 67)

un messaggio nascosto?

Redazione
Inviato: 14/5/2013 22:49  Aggiornato: 14/5/2013 22:51
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il Mistero dei Beatles
paolo69: "conoscendo massimo per la sua precisione forse mi sbaglio , ma credo che a forza di cercare cose nascoste si trovino anche dove in realtà non esistono."

Proprio perchè conosci la mia precisione, non è stato facile convincermi di questa ipotesi. Chiedilo a Il_Ras. Ha dovuto letteralmente sfrangermi i maroni per due mesi, prima di riuscire a farmi venire un'ombra di dubbio.

Poi però ho visto il filmato girato in Africa subito dopo la presunta morte di Paul, quando l'uomo che doveva prendere il suo posto non aveva ancora fatto in tempo a subire eventuali interventi di plastica facciale: ed è decisamente una persona diversa. (Inoltre commette l'errore di impugnare la sua cinepresa come farebbe un destrorso, e non un mancino).

Io non so niente di musica, di canzoni, di talento, di codici cifrati e di altre cose. So però che l'uomo che è andato in Africa e compare in quel filmato non è Paul McCartney. End of story (per me, almeno).

Redazione
Inviato: 14/5/2013 22:56  Aggiornato: 14/5/2013 22:56
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il Mistero dei Beatles
IL_RAS: Forse dovresti pubblicare quella foto scattata a New York, in barca, dove Paul compare insieme ad uno dei suoi sosia nella stessa inquadratura.

Quando vedi un SOSIA vivo, insieme a lui nella stessa foto, ti rendi conto che l'ipotesi della sostituzione è tutt'altro che remota.

il_ras
Inviato: 14/5/2013 23:07  Aggiornato: 14/5/2013 23:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
Massimo, del Kenia vorrei parlare nel post più completo, a seguito della pubblicazione della terza parte dell'articolo.

la foto del battello la cerco e la metto appena riesco (devo ancora cenare)

un messaggio nascosto?

Calvero
Inviato: 14/5/2013 23:10  Aggiornato: 14/5/2013 23:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il Mistero dei Beatles
______________________
______________


... grazie Polaris della ricerca e sembra proprio interessante, ma non ci sto dentro con l'inglese, quindi non lo so.

Comunque, evidentemente non è serata per me.

Allora, che due sosia si somiglino è appunto la caratteristica che li rende tali fin qui, Ras, ci siamo.

Dicevo, non so se il "fenomeno - sosia" da parte di chi ha indagato questa faccenda sia stato approfondito, ma dalla risposta del Ras, credo di no. Nulla di male. Volevo sottolineare che forse degli studi scientifici potevano aiutare in qualche modo nella faccenda.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Andrea_1940
Inviato: 14/5/2013 23:37  Aggiornato: 14/5/2013 23:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Autore: il_ras Inviato: 14/5/2013 22:02:19 andrea, no ma mi aspetto che quando uno taglia corto dicendo che una cosa è una stronzata, poi non lo ripeta all'infinito, senza aggiungere niente di nuovo. Salvo ovviamente che non si trovi a suo agio nelle stronzate.


La mia ripetizione del francesismo e' derivante dalla richiesta di Toussaint di chiarire la mia posizione. Non capisco cosa c'entri quello che ti aspetti.
L'articolo parla di PID e non mi sembra che siano stati presentati dei fatti che dimostrino tale teoria. Ci sono dei commentatori che promettono cose spettacolari per la prossima puntata (la cosa ricorda da vicino Keshe ed il suo generatore eterno che pero' non arriva mai). Attendiamo con ansia la rivelazione.

il_ras
Inviato: 14/5/2013 23:54  Aggiornato: 14/5/2013 23:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
a gentile richiesta della Redazione


un messaggio nascosto?

gieief
Inviato: 14/5/2013 23:58  Aggiornato: 14/5/2013 23:58
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/11/2011
Da: Torino
Inviati: 174
 Re: Il Mistero dei Beatles
Tra tutte le ipotesi mi sono perso un momento su un punto.
si sostiene che sia stato sostituito da un perfetto sosia o che ci sia stato un intervento chirurgico di plastica facciale sul sostituto?

lo chiedo perché mi è venuto un dubbio: in quegli anni tali interventi avevano risultati così validi?
la faccia dell'attuale mccartney bisogna ammettere che non sembra portare i segni di particolari interventi, quando invece abbiamo costantemente in tv esempi di interventi ben più recenti (e molto costosi) che sono riconoscibili al primo colpo.

Andrea_1940
Inviato: 15/5/2013 0:53  Aggiornato: 15/5/2013 1:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Autore: il_ras Inviato: 14/5/2013 23:54:40 a gentile richiesta della Redazione


Cosa dimostrerebbe quella foto, forse che esistono persone che a 10 metri dall'obbiettivo in un'immagine da 0,4megapixel. b/n e per giunta sgranata possono essere vagamente somiglianti a Paul McCartney? quella manciata di pixel che compongono il viso al centro potrebbero appartenere a McCartney. Il personaggio all'estrema sinistra potrebbe somigliargli ma un centinaio di pixel per riconoscere un viso per giunta di profilo sono pochini.

Dunque?

il_ras
Inviato: 15/5/2013 8:17  Aggiornato: 15/5/2013 8:17
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
una domanda a chi segue la discussione: andrea ci fa o ci è?

mi spiego: si comporta così anche con altri argomenti e allora ci è oppure no e allora ci fa?
in ogni caso, poiché se ci fa lo fa male, un po' ci è in ogni caso...

caro andrea, dove leggi che questa vuole essere una prova determinante?
Massimo mi ha chiesto di postare questa foto, per le ragioni che ha enunciato, ed io l'ho caricata.
Ho dimenticato di mettere l'avviso "a prova di fesso" che avevo inserito per la clip di Peny Lane, hai ragione, ma pensavo che fosse intuibile che non c'era nessuna pretesa.
tra l'atro questa fotografia, comparsa poi in pubblicazioni successive in formato più grande, compare su un numero del Beatle Monthly Book, la fanzine ufficiale, per cui sarebbe illogico per gli organizzatori della sostituzione autodenunciarsi in maniera così palese.
In ogni caso non si sa mai perché a questa gente piaceva molto anche giocare su tutto ed in questo caso potrebbero averlo fatto complice la contenuta dimensione dell'immagine sulla rivista.
Anche in questa foto sembrano esserci due Paul ma al 99,9% uno dei due non è l'originale (il sostituto si vede chiaramente).




un messaggio nascosto?

peonia
Inviato: 15/5/2013 9:21  Aggiornato: 15/5/2013 9:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Il Mistero dei Beatles
peonio(v. del verbo) a proposito di destra e sinistra http://www.youtube.com/watch?v=IrfLch52g4Y[/color][/b]

essendo la seconda volta che vengo presa per i fondelli e che Gronda posta inoltre un 0.T. senza che Nessuno dica nulla...si usano due pesi e due misure? dico solo stronzate? siete certi?[/color]

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
il_ras
Inviato: 15/5/2013 9:58  Aggiornato: 15/5/2013 9:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
@ gieief
La soluzione potrebbe essere: volto compatibile con ritocchi.
I ritocchi possono essere di tipo chirurgico ma anche no.
ovviamente vale lo stesso discorso fatto per le eventuali coperture\connivenze: è stata usata la migliore tecnologia possibile all'epoca; che non era quella di massa, ovviamente

un messaggio nascosto?

snoopy
Inviato: 15/5/2013 10:26  Aggiornato: 15/5/2013 10:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2006
Da: phuket - thailandia
Inviati: 106
 Re: Il Mistero dei Beatles
io direi che siamo pronti per la terza parte , ho ancora una cartuccia da sparare , ma voglio aspettare il ras che mi sembra MOLTO preparato , intanto

Io so tutti questi nomi e so tutti i fatti ...
Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.

P.P. Pasolini

http://www.corriere.it/speciali/pasolini/ioso.html
il_ras
Inviato: 15/5/2013 10:41  Aggiornato: 15/5/2013 10:41
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
siccome non ci sarò domani e dopo, sto già preparando tutto il mio post, se ci sarà qualche sovrapposizione con la terza parte mi scuso.
per questa volta mi limiterò (si fa per dire perché sta venendo una cosa alquanto corposa) ad elenzare perché sostengo ci sia stata una sostituzione.
il "chi" ed il "perché" per ora il rimando ad una prossima volta

un messaggio nascosto?

joefasano
Inviato: 15/5/2013 10:46  Aggiornato: 15/5/2013 10:46
So tutto
Iscritto: 12/5/2013
Da:
Inviati: 6
 Re: Il Mistero dei Beatles
==============

Preciso che per me, qualora ci sia un Sosia, non sarebbe un impostore, ma un legittimo successore (non lo chiamo mai "Faul" ma Paul Secondo) e che la Storia dei Beatles non ne verrebbe affatto ad essere sminuita.

==========

per Glauco:

apprezzo molto la tua posizione di dubbio, il dubbio dovrebbe essere sempre al primo posto se si vuole avere un approccio "scientifico"

ammesso e non concesso che si tratti effettivamente di un sosia, non possiamo esserne certi, il dubbio che mi viene in seconda è: e se la sostituzione fosse stata pianificata tempo addietro, sempre per motivi sconosciuti? Per far fuori il personaggio scomodo e rimpiazzarlo con uno più allineato? Raccontando a tutto l'enturage che si è trattato di un incidente? in effetti una operazione così sofisticata può essere plausibile che abbia richiesto una preparazione più accurata di quella che si può ottenere in pochissimi mesi, forse un mese solo dal novembre '66 a dicembre '66, data del primo video intervista del sostituto di fronte alla entrata della sala prove.

in uno scenario simile il sosia deve essere chiaramente complice di un fatto di sangue, come ce ne sono stati altri in questa storia..

Myst.Tour
Inviato: 15/5/2013 10:59  Aggiornato: 15/5/2013 11:04
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles
RAS:
Citazione:
il 40% di Glauco (che per anni è stato bonariamente sfottuto con l'appellativo "democristiano" ) non è compensato da un 60% a favore della mancata sostituzione.
Una parte (mi pare il 10% ma essendo vivente, seppur anziano, preciserà lui) la riserva alle stranezze varie: alieni, universi paralleli etc.


spiego subito. La differenza fra me e il mio amico Ras è che lui è partito a indagare con la convinzione (derivante dall'aspetto fisico di Sir Paul) che fosse stato sostituito. L'indagine lo ha portato a rafforzare e definire questa conclusione. Io invece ho avuto un approccio più possibilista, e la grande mole di dati che ho esaminato non mi ha portato a una conclusione certa. Il mio compito, che mi sono scelto, è quello di fornire informazioni (anche con commenti, è ovvio) per permettere al lettore di trarre le proprie conclusioni. Va specificato però che il 40% PWR non significa automaticamente il 60% per Great Hoax (PIA) in quanto il restante 20 per me è coperto da ipotesi intermedie (ad es Paul è stato sostituito temporaneamente, o al limite convivono. Ci aggiungo ipotesi estreme, quantistiche o Extraterresrti, e quelle esoteriche)
Capirete da soli che questo 20% di ipotesi estreme sia difficilmente affrontabile con argomenti di logica=razionalità, per cui resta 40% PWR e 40% PIA Great Hoax.
=========

MUSICBAND
Citazione:
Desidero ringraziare Glauco Cartocci per le parole gentili che ha avuto nei miei confronti. E' stato davvero difficile pensare a questo articolo sia per la mole di dati disponibili che non possono per ovvie ragioni di spazio essere riportati e sia per la popolarità della vicenda.
Nel caso chiedo a Glauco se sarebbe disposto a rilasciarmi un'intervista. Anche al Ras si intende.

LEFT MATERIAL WORLD
era connessa al disco di Harrison: Living in the Material World ma poi non ho seguito tutta la discussione quindi non ho capito bene come ci era arrivato.


MusicBand, disponibilissimo per l'intervista (ovviamente teniamole separate, la mia e quella del Ras amici sì ma l'ottica è diversa). Mi piacerebbe che mi contattassi, magari su Facebook, ho davvero apprezzato il tuo modo di porti, in Rete è quasi una mosca bianca. Fra l'altro la tua frase
Citazione:
spero che questo articolo possa servire a suscitare un interesse più serio verso la vicenda da parte di tutti quelli che la considerano una storiella da osteria.

risponde anche a chi dice "questa storia è una stronzata" senza aver letto tutto e approfondito.
Io non nego che alla fine uno possa anche esprimere tale opinione ("stronzata") ma bisognerebbe prima aver letto tutto sull'argomento, e averlo valutato.
Anch'io all'inizio pensavo "sta storia dell'11 settembre (dietrologica) è una stronzata" ma vedendo documenti e seguendo dibattiti, non posso certo più esprimere un'opinione così superficiale.

Ecco, mi piacerebbe che il caro buon vecchio "senso comune" non venisse usato come varechina per il cervello, ma magari "utilizzato" per esaminare -o controbattere- dei ragionamenti.

E poi in fondo il discorso è semplice: se un argomento non interessa al punto di APPROFONDIRE, perché inserirsi in un dibattito o in una polemica?

======

infine: Left Material World mi sembra una cazzata, farraginosa e anche cronologicamente poco probabile, sicuramente chi ha pensato tale spiegazione è stato influenzato dal titolo (di 3 anni successivo) di George.

======
JOEFASANO
Citazione:

per Glauco:

apprezzo molto la tua posizione di dubbio, il dubbio dovrebbe essere sempre al primo posto se si vuole avere un approccio "scientifico"

ammesso e non concesso che si tratti effettivamente di un sosia, non possiamo esserne certi, il dubbio che mi viene in seconda è: e se la sostituzione fosse stata pianificata tempo addietro, sempre per motivi sconosciuti? Per far fuori il personaggio scomodo e rimpiazzarlo con uno più allineato?


ti ringrazio per l'apprezzamento. Anche a te ripeto l'invito fatto a Musicband, se vuoi cercami su Facebook.
Il fatto che la sostituzione fosse programmata da tempo (in uno scenario PWR, ovviamente) è parecchio probabile. Però che Paul fosse "scomodo" non lo vedo proprio, molto più probabile che fosse LUI stesso a voler dismettere i panni del beatle, e abbia voluto e istruito il suo successore.
Moltissime cose tornerebbero in questo quadro, che ho evidenziato nei mei 10 Scenari nel n°4 (Preferirei essere morto) e soprattutto nel n° 5 (Via dalla Pazza Folla).

Andrea_1940
Inviato: 15/5/2013 11:16  Aggiornato: 15/5/2013 11:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
una domanda a chi segue la discussione: andrea ci fa o ci è?


Bravo mettila sul personale e sminuisci l'interlocutore, un ottimo modo di dialogare.

Citazione:
dove leggi che questa vuole essere una prova determinante?


E' forse meglio tornare tra una settimana quando vi sarete forse decisi a pubblicare la prova determinante?
Massimo scriveva:
Citazione:
Forse dovresti pubblicare quella foto scattata a New York, in barca, dove Paul compare insieme ad uno dei suoi sosia nella stessa inquadratura.
Quando vedi un SOSIA vivo, insieme a lui nella stessa foto, ti rendi conto che l'ipotesi della sostituzione è tutt'altro che remota


Io vedo 100 pixel sgranati di profilo e non sono in grado di concludere che si tratti di un sosia. Ammesso e non concesso che lo fosse, la discussione non farebbe fatto un millimetro di passo avanti semplicemente perche' il punto non e' se esistono sosia o meno (che del resto credo possano esistere).

Vedo che i sostenitori del PID o del PHBR si stanno focalizzando sull'aspetto fisico. Io invece parlo della voce che e' finita sui dischi e quella che posso sentire nelle registrazioni dei concerti live: non ho sentito una sola registrazione che mi faccia minimamente sospettare una sostituzione. Mi si dira' che non posso provarlo ed e' vero ma a me questo francamente non interessa in quanto non sono qui per convincere nessuno.

La voce e' qualcosa di diverso dal suono di un pianoforte, per fare un esempio. Il suono di un piano e' funzione di quale tasto si schiaccia, della velocita' con il quale il martelletto va a colpire le corde e per quanto tempo viene schiacciato il tasto o eventuale pedale di sustain. Dunque il suono e' funzione di altezza, intensita' e durata, punto. Nel caso della voce a questi parametri si va ad aggiungere il timbro, che e' funzione dell'apparato vocale e la risultante composizione di armoniche, il suo stato momentaneo (funzione dell'ora del giorno, di cosa si e' mangiato/bevuto/inalato, della salute della persona...) e delle casse armoniche utilizzate (voce di petto, testa, falsetto, diaframma...). A questo si va ad aggiungere la tecnica vocale che include l'evoluzione del volume (nel piano l'"envelope" e' fissa mentre la voce permette completo controllo di dinamica, per esempio aprire una nota con voce sussurrata e chiuderla a pieno volume), frequenza (nota fissa verso vibrato, dove quest'ultimo puo' essere leggero sino ad arrivare ad essere di un semitono ed oltre, aprire da inizio nota o solo alla sua chiusura, glissato e cioe' aprire con una nota ed evolvere piu' o meno rapidamente ad un'altra nota...). I parametri sono tutti analogici e lineari, ossia vi sono infinite combinazioni ed alla fine la voce umana di ognuno di noi e' qualcosa di assolutamente unico.

Con questo voglio spiegare che al mio orecchio Bluebird e' stata cantata da McCartney, con un margine d'errore che stimerei in 1% o meno. Il timbro e' il suo, i glissati sono i suoi - per fare un esempio sono gli stessi di What You're Doing. Come ho detto in precedenza conosco molto bene tutti i brani dei Beatles e possiedo circa 200 bootlegs. Per un orecchio allenato quando canta McCartney si sente e ritengo altamente improbabile sbagliarsi. Vi sono moltissime Beatles tribute bands che suonano da molti anni con ruoli definiti, c'e' chi fa John, chi fa Paul e via; alcune arrivano ad avvicinarsi agli originali ma una differenza c'e' sempre - la tecnica si puo' allenare (sino ad un certo punto) ma il timbro rimane qualcosa di molto simile ad un'impronta digitale.

Mostrate una prova determinante se esiste. Perdonate lo scetticismo ma ci vuole ben altro che 100 pixel per battere la convinzione generata da un orecchio con decine di anni di educazione musicale alle spalle.

il_ras
Inviato: 15/5/2013 11:29  Aggiornato: 15/5/2013 11:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
andrea, dire che sono stronzate, è metterla sul personale perché si sottintende che gli altri dicono stronzate. Quindi l'hai fatto per sminuire l'interlocutore?

Ho scritto 100 volte che sto preparando un post su quello che chiedi e rispondere ad i tuoi interventi mi fa perdere tempo percui chiudo qui fino a che non si discuterà nel merito.

Sul cantato: ti abbiamo detto in parecchi che è impossibile essere sicuri ma tu insisti....Bravo sei un caso unico... Sei comunque sicuro che un buon imitatore non ti fregherebbe? facciamo qualche prova? ci sono dei talent show dedicati ai sosia con performances straordinarie....

un messaggio nascosto?

Calvero
Inviato: 15/5/2013 11:49  Aggiornato: 15/5/2013 11:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Bravo mettila sul personale e sminuisci l'interlocutore, un ottimo modo di dialogare.


Scusa eh .. non capisco il tuo atteggiamento, perché di atteggiamento si tratta. Scrivi anche così:

Citazione:
Ci sono dei commentatori che promettono cose spettacolari per la prossima puntata (la cosa ricorda da vicino Keshe ed il suo generatore eterno che pero' non arriva mai). Attendiamo con ansia la rivelazione.


Per rimanere sulla tua frequenza, ti si dovrebbe mandare a cagare, che dici Te? .. e dove sarebbe mai l'attacco personale se lo si facesse ??

È da inizio articolo che la consapevolezza di fondo sostiene che la verità in questo caso non l'ha in tasca nessuno. Tu invece sei infastidito ----> a prescindere, come avessi cagato sulle ortiche e non trovi la pomata per rinfrescarti.

Le "cose spettacolari" sono solo nella tua testa; si promettono cose interessanti e - DI FATTO - lo sono; poiché fino a che in questa indagine la plausibilità non è incrinata, l'argomento è tutto tranne che paragonabile a rivoluzioni universali in "stile Keshe"...

.. santa pazienza

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
toussaint
Inviato: 15/5/2013 11:50  Aggiornato: 15/5/2013 11:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
Un accenno al problema dei sosia.
Senza essere un esperto di genetica, credo che la questione risieda nelle 23 coppie di cromosomi che costituiscono il nostro corredo genetico che tra l'altro hanno una singolare corrispondenza con i 23 archetipi fondamentali.
Mi sembra di ricordare che ciascuna coppia controlli e determini singole "aree" del nostro essere, sia fisico che psichico/mentale nella parte almeno della psiche/mente che ha più diretto contatto con la fisicità.
Dunque, non mi sorprende che un particolare modello riscontrabile nei lineamenti facciali di una persona abbia poi il suo immediato corrispondente anche nel timbro vocale.
Credo che sia la stessa "area", per dirla in termini profani.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Homero
Inviato: 15/5/2013 11:50  Aggiornato: 15/5/2013 11:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/4/2007
Da:
Inviati: 466
 Re: Il Mistero dei Beatles
Premessa: non voglio risultare inutilmente polemico, solo esporre mia visione della faccenda.

L'idea che mi sono fatto è questa: Paul ha avuto effettivamente un incidente in macchina nel 1966, un incidente brutto, dal quale lui è sopravvissuto ma, forse, qualcuno in auto con lui no...quindi si insabbia il tutto, perchè è chiaro che una notizia del genere, all'epoca, avrebbe fatto scandalo e fermato la "macchina" Beatles...da lì in poi, per questioni di "espiazione" o chissà cos'altro (in fondo i Beatles erano interessati a Crowley, al tema dell'occultismo etc.), McCartney, d'accordo con gli altri, dissemina i lavori della band di riferimenti a questo incidente e il "quasi morto" è Paul, che davvero in quel caso ha visto la morte in faccia...inoltre il tutto viene alimentato dal fatto che ha seguito dell'incidente erano uscite notizie incontrollate che portarono ad un gossip secondo il quale Paul era rimasto gravemente ferito o addirittura era morto...e in particolare Lennon, che era un burlone e amava/odiava Paul, iniziò a divertirsi nell'inserire, soprattutto a livello di testi, riferimenti alla leggenda metropolitana

per quanto riguarda le foto: prendete una vostra foto di 2-3 anni fa e confrontatela con una di oggi...magari in una ridete e nell'altra rimanete seri, o assumete pose diverse...scommetto che troverete delle differenze...sai com'è, col tempo il corpo, la faccia cambia, si modifica, è il fottuto tempo che passa...

Ora il_ras può iniziare ad insultarmi

Andrea_1940
Inviato: 15/5/2013 11:51  Aggiornato: 15/5/2013 11:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Il Mistero dei Beatles
Caro Glauco, confermo il mio apprezzamento per il tuo stile pacato e distaccato pero' voglio fare un appunto:

Citazione:
Io non nego che alla fine uno possa anche esprimere tale opinione ("stronzata") ma bisognerebbe prima aver letto tutto sull'argomento, e averlo valutato. Anch'io all'inizio pensavo "sta storia dell'11 settembre (dietrologica) è una stronzata" ma vedendo documenti e seguendo dibattiti, non posso certo più esprimere un'opinione così superficiale.


Non credo sia necessario procedere sugli stessi binari. Anzi, l'onesto confronto di prospettive diverse non puo' che migliorare la qualita' dell'analisi di ciascuno. Ho spiegato in dettaglio nel post precedente che ho assodati motivi di credere che Paul era e Paul e' rimasto. Abbiamo metodologie, sensibilita' ed obbiettivi diversi: mi fido del mio orecchio e non voglio convincere nessuno. In attesa di prove determinanti (qui dentro sembra che ci siano moltitudini di esperti del caso con assi nella manica), mantengo il mio sintetico executive summary (una "stronzata").

Andrea

toussaint
Inviato: 15/5/2013 11:55  Aggiornato: 15/5/2013 12:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
per il_ras:
io, ad esempio, da malato complottista fiero anche di tale denominazione e amante di soluzioni eterodosse come molti qui dentro ben mi conoscono, propendo per quel 10%.




edit: specifico, altrimenti non si capisce bene.
non è che cerco soluzioni assurde così per amore delle stranezze.
semplicemente, se il percorso che parte dai fatti mi porta verso soluzioni apparentemente assurde non le disdegno in nome appunto della plausibilità o del famoso rasoio di Occam (io non uso il rasoio, ma solo lamette ).
insomma, per chi capisce di cosa parlo, le mie probabilità a priori sono sempre 50 e 50...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
joefasano
Inviato: 15/5/2013 11:57  Aggiornato: 15/5/2013 11:57
So tutto
Iscritto: 12/5/2013
Da:
Inviati: 6
 Re: Il Mistero dei Beatles
boia faus Glauco, non trovo la tua pagina FB

Myst.Tour
Inviato: 15/5/2013 12:00  Aggiornato: 15/5/2013 12:03
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles
vinco per un attimo la mia riluttanza alla polemica per aggiungere un dato sulle performances vocali.

Oggi come oggi esistono "imitatori" nelle tribute Bands capacissimi, vedi i Musical Box o i The Watch per quanto riguarda Genesis (e Gabriel o Collins come voce), o vedi Tribute Stars dove milita una cantante che rifà Kate Bush in un modo indistinguibile dall'originale.

Certo, nel 1966 la cosa era diversa, e questo argomento è uno di quelli che rafforzano la tesi PIA (= Great Hoax). Però va considerato che:
1. Anche le tecniche di registrazione erano molto diverse, e la timbrica di What You're Doing difficilmente può essere considerata "identicamente catturata dalla registrazione" rispetto poniamo a She's Leaving Home.

Ergo, se non stiamo confrontando proprio mele con cocomeri, almeno diciamo che stiamo confrontando delle Renette con delle Granny Smith, proprio per l'alterazione costituita dal mezzo (microfoni, impianto, equalizzazioni, rallentamenti o acceleramenti, varispeed e quant'altro.)

2. Inoltre: se Paul Primo fosse rimasto dietro le quinte, avrebbe continuato a registrare in prima persona almeno fino al 1969, scrivendo, cantando, suonando probabilmente anche basso, piano e altro (es batteria in Dear Prudence).
La cosa "ammorbidirebbe" parecchio la problematica "dove lo trovano uno con una voce/talento simile..."
Paul Secondo avrebbe (con il tempo) cominciato a fare piccoli interventi sui dischi, cosicché noi ci abituassimo man mano.

Dal 1970 in poi, potrebbe darsi che Paul Secondo avesse deciso di "camminare con le proprie gambe" magari col beneplacito o con l'aiuto (chissà) del predecessore.

Poi oggi, a distanza di tanto tempo, la voce Live è anche cambiata, i termini di paragone si fanno incerti.

=====

per Andrea: non posso far altro che invitarti a documentarti, leggendo tutto il libro, e poi se mi dici "tutte stronzate" sei autorizzatissimo a dirlo (ma solo a quel punto). Però sembrerebbe che mi sto facendo pubblicità, il che non è.

Per Joefasano:

https://www.facebook.com/groups/125550467193/

Andrea_1940
Inviato: 15/5/2013 12:06  Aggiornato: 15/5/2013 12:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Autore: il_ras Inviato: 15/5/2013 11:29:19 andrea, dire che sono stronzate, è metterla sul personale perché si sottintende che gli altri dicono stronzate. Quindi l'hai fatto per sminuire l'interlocutore?


No. Quando dico che il "PID e' una stronzata" parlo del PID non della tua persona.

Quando scrivi "Andrea ci e' o ci fa" parli della mia persona.

C'e' differenza.

Citazione:
Sul cantato: ti abbiamo detto in parecchi che è impossibile essere sicuri ma tu insisti....Bravo sei un caso unico... Sei comunque sicuro che un buon imitatore non ti fregherebbe? facciamo qualche prova? ci sono dei talent show dedicati ai sosia con performances straordinarie....


Non ho detto di essere sicuro ma di riterene altamente improbabile che la voce di Bluebird possa essere di altra persona rispetto a McCartney (1% o meno). Il mio orecchio ha decenni di allenamento musicale (la produzione musicale e vocale fa parte della mia quotidianita') e conosco la voce di McCartney molto bene. Chi sarebbero questi "parecchi", sono musicisti, tecnici del suono, produttori, cantanti?
Comunque come ho scritto non mi interessa convincere nessuno.
Attendo gli elementi concreti annunciati da molti esperti del caso qui dentro.

joefasano
Inviato: 15/5/2013 12:57  Aggiornato: 15/5/2013 12:57
So tutto
Iscritto: 12/5/2013
Da:
Inviati: 6
 Re: Il Mistero dei Beatles
cit. di Glauco: Il fatto che la sostituzione fosse programmata da tempo (in uno scenario PWR, ovviamente) è parecchio probabile. Però che Paul fosse "scomodo" non lo vedo proprio, molto più probabile che fosse LUI stesso a voler dismettere i panni del beatle, e abbia voluto e istruito il suo successore.
Moltissime cose tornerebbero in questo quadro, che ho evidenziato nei mei 10 Scenari nel n°4 (Preferirei essere morto) e soprattutto nel n° 5 (Via dalla Pazza Folla).

concordo anch'io sul fatto che se sostituzione c'è stata possa con una certa probabilità essere stata pianificata da tempo

se così fosse trovo poco plausibile che nei dischi successivi abbiano disseminato così tanti indizi (già copiosamente elencati da altri) che indicassero la morte.

se il paul originale fosse stato anche menomato o impresentabile ma abile nella composizione, in ogni caso fisicamente presente, non credo che lo avrebbero citato in quei termini; forse non ne avrebbero fatto cenno alcuno

marsentry
Inviato: 15/5/2013 12:59  Aggiornato: 15/5/2013 12:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/9/2007
Da:
Inviati: 53
 Re: Il Mistero dei Beatles
All'età di 14-15 anni è esplosa in me la passione per i beatles, ma devo confessare che la questione PID l'avevo sempre trascurata, considerandola una bufala.

Inutile dire che prima di trarre qualsiasi conclusione è sempre meglio documentarsi, quindi chiedo venia per questo mio comportamento superficiale...

Volevo fare una domanda a il_ras: nella seconda foto credevo che il sostituto fosse quello al contrabbasso, e lo pensavo perché guardando il viso mi era sembrato diverso. Ma poi ho notato che quello alla chitarra sta suonando con la destra...
Chi dei due è il falso paul?

Solo come curiosità, data la mia ignoranza sull'argomento (che grazie a questo articolo sto cercando di colmare)


Myst.Tour
Inviato: 15/5/2013 13:02  Aggiornato: 15/5/2013 13:04
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles
@Joefasano: La "morte" potrebbe essere anche metaforica, non credi? I Beatles sono artisti, e non credo avrebbero potuto fare PIC (Paul Is Crippled) ... se poi avesse deciso di ritirarsi, PIR (Paul Is Retired) non è che suonasse benissimo....

===
@marsentry

Citazione:
All'età di 14-15 anni è esplosa in me la passione per i beatles, ma devo confessare che la questione PID l'avevo sempre trascurata, considerandola una bufala.

Inutile dire che prima di trarre qualsiasi conclusione è sempre meglio documentarsi


anch'io l'accantonai dal 1969 al 2003, quindi ti capisco benissimo. La seconda parte del tuo post rispecchia perfettamente il mio pensiero!

joefasano
Inviato: 15/5/2013 14:23  Aggiornato: 15/5/2013 14:23
So tutto
Iscritto: 12/5/2013
Da:
Inviati: 6
 Re: Il Mistero dei Beatles
il "sosia" che sta suonando la chitarra da destrimane non è inquadrato così chiaramente, potrebbe trattarsi di uno dell'enturage, come per es. forse Danny Laine che sta suonando il piano, semplicemente pettinato alla beatles come in quel periodo ce n'erano moltissimi

invece quello al contrabbasso sembra proprio il sosia, e non tanto per il viso che si apprezza parzialmente, ma per la posizione da mancino ma con una postura che sbaglierò ma mi ricorda alcuni video del presunto faul, o paul 2 che dir si voglia, dove è palese, almeno per chi suona come me il contrabbasso e il basso elettrico, un certo impaccio motorio con la necessità di guardare il manico

una necessità che non è propria di un musicista esperto del palco come paul nei numerosi video fino all'agosto 66

nasamod
Inviato: 15/5/2013 14:25  Aggiornato: 15/5/2013 14:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 9/10/2008
Da:
Inviati: 36
 Re: Il Mistero dei Beatles
Intervengo per dire solo una piccola cosa, giusto perché non mi sembra sia stata detta. Per il resto non sono un conoscitore dell'argomento e leggo la discussione con l'interesse del curioso.

In ambienti esoterici o occulti la parola "morte" viene utilizzata perlopiù in maniera simbolica. Quando una persona viene iniziata in una certa organizzazione si dice che muoia alla sua vita precedente e rinasca in questa nuova veste.

Quindi, se i Beatles davvero avevano rapporti con certi ambienti (Aleiter Crowley, massoneria...), allora il fatto che sulle copertine dei dischi, nei solchi musicali, nelle frasi a rovescio, ecc. si parli di "Paul è morto" o simili sarebbe probabilmente da intendere non come una morte effettiva ma bensì come un semplice cambio di stato.

doktorenko
Inviato: 15/5/2013 14:43  Aggiornato: 15/5/2013 14:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/8/2009
Da:
Inviati: 2332
 Re: Il Mistero dei Beatles
Myst.Tour:

Citazione:
Ergo, se non stiamo confrontando proprio mele con cocomeri, almeno diciamo che stiamo confrontando delle Renette con delle Granny Smith, proprio per l'alterazione costituita dal mezzo (microfoni, impianto, equalizzazioni, rallentamenti o acceleramenti, varispeed e quant'altro.)


Hai ragione quando dici che per confrontare due voci bisogna farlo al netto dell`amplificazione artificiale, a meno che non sia data da una sala acustica od un teatro; pero`, a questo punto, mi chiedo se PMC abbia mai cantato in queste condizioni, se qualcuno l`abbia mai sentito e se effettivamente sia capace di farlo.

Quello che tu dici, cioe` che non si puo` slegare lo strumento vocale dalle tecniche di postproduzione, rafforza la mia idea di un `complotto` di ordine superiore per cui vengono classificati come cantanti artisti che, non avendo voce o tecnica, ma al limite un timbro piu` o meno gradevole o originale, senza microfono e amplificazioni elettromeccaniche, sarebbe meglio definire come parlatori/declamatori.

Piero68
Inviato: 15/5/2013 15:04  Aggiornato: 15/5/2013 15:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2012
Da:
Inviati: 134
 Re: Il Mistero dei Beatles
@Andrea_1940
Citazione:
Non sono d'accordo con la tua analisi della carriera di McCartney post-Beatles. Vi furono diverse fasi in tale carriera:
- la prima del primo album da solista ed i primi due con gli Wings, introspettiva e di ricerca di una nuova stabilita' di gruppo. Questa fase servi' piu' che altro a Paul stesso e fatta eccezione del singolo My Love non ebbe grandioso successo commerciale
- la seconda, vide un'artista che ritrova se stesso ed il grande successo internazionale alterno con album grandiosi quali Band On the Run alternati ad altri meno forti quali Venus & Mars. In questa fase Paul piazzo' il suo singolo di maggior successo (Mull of Kintyre) che eclisso' persino il singolo piu' venduto dei Beatles (She loves you)
- la terza ed ultima fase, quella della maturita' artistica definitiva includente grandi dischi quali Pipes of Peace, Give my regards to broad street e Flowers in the dirt
Se proprio vogliamo metterla sul piano numerico, McCartney da solista ha venduto qualcosa come 100 Milioni di dischi. Comunque ben di piu' di Lennon, Harrison, Starr e niente male direi.
Certamente gli ingredienti della pozione magica Beatles presi singolarmente sono stati un po' meno magici del miscuglio. Anche dischi come Abbey Road dove McCartney ebbe un ruolo dominante, senza Lennon ed Harrison sarebbero stati solo una frazione del delizioso quadro creato dal gruppo. Per questo non c'e' bisogno di supporre la sostituzione di Paul per spiegare il minore successo del singolo.



Io non ho asserito che PMC ha avuto una carriera disatsrosa. Ho anche infatti citato i dischi d'oro, la sua 30ina di album ecc.
Non ha avuto la carriera però che ci si aspettava da un "genio" della musica. Ed ho aggiunto che solo quando ha stretto collaborazioni artistiche importanti è riuscito ad avere un certo successo.
E in un certo senso lo riconosci anche tu:
Band On the Run - fatto con la partecpazione dal già da me citato GEOFF EMERICK, tecnico del suono che seppe dare la svolta decisiva alla musica dei Beatles dall'album Revolver;
il singolo My Love - arrangiato interamente da Richard Hewson che compose anche le partiture orchestrali. Hawson è un famoso arrangiatore e polistrumentista che ha lavorato (per fare qualche nome) con Bee Gees, SImon and Garfunkel, Herbie Hancock, Supertramp e tanti altri;

Mull of Kintyre - accreditato a McCartney e Denny Laine fu in realtà scritto quasi interamente dal secondo, che i maligni hanno sempre indicato come vera mente dei Wings.
Pipes of Peace - fatto con la collaborazione di (nientemeno) Michael Jackson,ancora Denny Laine, Stanley Clark, Geoff Whitehorn (storico chitarrista e compositore dei Procol Harum), Andy Mackay (sassofonista, oboista e compositore lanciato alla ribalta per la partecipazione con i Roxy Music ma ha collaborato anche con talenti come Brian Eno,Yukihiro Takahashi, John Cale e altri), e per concludere, se può gradire a questo album hanno partecipato anche Ringo Starr e Steve Gadd alla batteria. Steve Gadd, per la conaca è un signore considerato uno dei migliori batteristi di sempre. Vanta collaborazioni a dischi di Petrucciani, Chick Corea, Art and Garfunkel, Joe Cocker, Clapton e tanti altri.

Ed ho preso ad esempio i successi citati da te e potrei continuare. Ma mi fermo qui sperando che hai capito il senso di ciò che ho detto e che ripeto. McCartney ha avuto successo ed ha vinto premi e dischi d'oro solo quando ai suoi lavori hanno collaborato pezzi da 90 della musica internazionale. Diversamente, è stato un disastro. Non proprio incoraggiante per uno che negli anni 60 era considerato una specie di "genio musicale"

Paolo69
Inviato: 15/5/2013 15:06  Aggiornato: 15/5/2013 15:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1173
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Possiamo allora concludere che si è trattato soltanto di una manovra pubblicitaria? Di un gioco portato avanti da personaggi eccentrici?

bèh , fin qui si , anche se è sicuramente una storia intrigante , ma se non mi sono perso qualcosa mi sembra che gli indizi raccolti non fanno una prova , vediamo la stoccata finale.

gieief
Inviato: 15/5/2013 15:12  Aggiornato: 15/5/2013 15:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/11/2011
Da: Torino
Inviati: 174
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Intervengo per dire solo una piccola cosa, giusto perché non mi sembra sia stata detta. Per il resto non sono un conoscitore dell'argomento e leggo la discussione con l'interesse del curioso.

In ambienti esoterici o occulti la parola "morte" viene utilizzata perlopiù in maniera simbolica. Quando una persona viene iniziata in una certa organizzazione si dice che muoia alla sua vita precedente e rinasca in questa nuova veste.

Quindi, se i Beatles davvero avevano rapporti con certi ambienti (Aleiter Crowley, massoneria...), allora il fatto che sulle copertine dei dischi, nei solchi musicali, nelle frasi a rovescio, ecc. si parli di "Paul è morto" o simili sarebbe probabilmente da intendere non come una morte effettiva ma bensì come un semplice cambio di stato.


la differenza è che una iniziazione, che sia reale, pseudo o virtuale, non viene resa solitamente visibile. ed esiste il segreto.
ripeto che, sempre che si stia parlando di occultismo, il gioco a indizi che vi è stato costruito attorno è per forza di cose funzionale e rischia di essere parte del rituale stesso.
poi ognuno faccia quel che crede, ma sarebbe meglio lasciar perdere tutte queste questioni. sempre ammesso e non concesso che di occultismo si tratti.

Myst.Tour
Inviato: 15/5/2013 16:53  Aggiornato: 15/5/2013 16:55
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles
(orpo, ma su questo sito tocca riloggarsi ogni due ore???? Non "regge" la password e l'accesso in memoria?)

Interessanti la considerazione di Nasamod sulla "morte simbolica" come cambiamento di stato esoterico. E' un punto di vista relativamente nuovo, e la "controrisposta" di gieief pone un dubbio legittimo sulla "segretezza" ma consideriamo che in realtà (se Paul fosse diventato un adepto) nessuno lo avrebbe rivelato ufficialmente, ma solo in modo criptico.

=======

vedo che molti aspettano una sorta di "prova definitiva".
Da parte mia posso anticipare che "prove definitive" accettabili in tribunale non ve ne sono, anche se i risultati craniometrici di Gavazzeni, Carlesi e successivamente Gullà hanno costituito nella vicenda PID uno spartiacque che non può essere ignorato.

Almeno la presenza di un sosia (presenza notevolmente ricorrente) dovrebbe essere accettata come punto fermo.

E provo a ribaltare il punto di vista, dicendovi:
ma se anche fosse PIA, Great Hoax, ce ne sarebbero tante e poi tante di cose che Sir Paul ci dovrebbe spiegare.
ad esempio:
- le contraddizioni sull'incidente in motorino e la crescita dei baffi
- la dichiarazione in base alla quale lui avrebbe trovato (ENTRANDO nei Beatles) una "situazione già bella che precostituita
- le differenze fisiognomiche
- il perché della semina di indizi, visto che hanno sempre negato di averlo fatto (John disse che l'unico messaggio nascosto nelle loro canzoni era il coretto "tetta, tetta, tetta" in GIrl...)
- Il perché Paul ha inserito in Gratitude un messaggio alla rovescia difficilmente equivocabile (forse il primo in tanti anni)....
- come mai ha sempre negato di avere avuto incidenti con l'Aston Martin, mentre ne ha avuto uno proprio nell'autunno del 66...

e così via....
Ammesso (e non concesso) che Paul sia sempre lui, il mistero non si chiude mica...

meditate gente, meditate.....

polaris
Inviato: 15/5/2013 16:57  Aggiornato: 15/5/2013 16:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Possiamo allora concludere che si è trattato soltanto di una manovra pubblicitaria? Di un gioco portato avanti da personaggi eccentrici?

No, non possiamo. E per una semplice ragione:

Citazione:
La leggenda PID nasce poco dopo la pubblicazione dell'album Abbey Road avvenuta nel settembre del 1969 per la rivelazione di un DJ americano (Russel Gibb) che ha ricevuto in redazione una telefonata anonima. Prima di questa data, nessuno ha analizzato le canzoni dei Beatles o le loro copertine alla ricerca di indizi strani.

Il presunto incidente di Paul sarebbe occorso il 9 novembre 1966 (lascio perdere l'interpretazione dell'11 settembre perché nei paesi anglofoni il mese è sempre indicato prima del giorno) da allora i Beatles cominciarono a disseminare indizi visivi nei loro scritti e a mettere messaggi nascosti nelle loro canzoni senza che nessuno ne fosse a conoscenza. Noi sappiamo della presenza di tali messaggi a causa della rivelazione fatta dal misterioso ascoltatore a Russel Gibb nel '69. Senza tale rivelazione, dubito che ci sarebbe stata tutta questa "caccia al tesoro"(anche se il tesoro è una tomba in questo caso). E' evidente che i messaggi erano solo per una ristretta elite di persone ma un whistleblower ha indicato alla massa dove cercare. Se tutto è una burla, i Beatles avrebbero prima posto i messaggi nelle loro canzoni, poi atteso tre anni e successivamente avrebbero fatto telefonare ad un DJ americano da un loro complice per dare il via a tutta la faccenda. Non so voi, ma a me sembra tutto dannatamente troppo elaborato per essere uno scherzo.

Il tutto acquista invece più senso se visto nell'ottica della sostituzione di Paul, almeno a mio parere.

Comunque attendo anch'io la terza parte dell'articolo e l'intervento degli esperti sul caso per farmi un'idea più precisa.

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
Myst.Tour
Inviato: 15/5/2013 17:04  Aggiornato: 15/5/2013 17:07
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Il presunto incidente di Paul sarebbe occorso il 9 novembre 1966 (lascio perdere l'interpretazione dell'11 settembre perché nei paesi anglofoni il mese è sempre indicato prima del giorno)


scusa Polaris, è inesatto. La datazione 11 settembre sarebbe la corretta INGLESE, sono gli americani che scrivono il mese prima del giorno.

Sul Whistleblower: sono convinto che sia stato imbeccato, e dai Beatles o da chi per loro.
E ciò, in qualsiasi delle ipotesi (PIA o PWR). La semina degli indizi è comunque paziente e attenta, in attesa del momento opportuno.

NB: se fosse PWR o PID, avrebbe anche un senso l'ipotesi "la lettera rubata" ricordate il racconto di Poe che spesso viene erroneamente attribuito a Conan Doyle?

Andrea_1940
Inviato: 15/5/2013 17:34  Aggiornato: 15/5/2013 17:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Il Mistero dei Beatles
Ciao Glauco.

Citazione:
Tribute Stars dove milita una cantante che rifà Kate Bush in un modo indistinguibile dall'originale.


Come detto in precedenza non credo che cio' sia possibile, comunque voglio ascoltarla. Potresti cortesemente referenziare nome e brano della cantante "indistinguibile" dall'originale?

Citazione:
1. Anche le tecniche di registrazione erano molto diverse, e la timbrica di What You're Doing difficilmente può essere considerata "identicamente catturata dalla registrazione" rispetto poniamo a She's Leaving Home. Ergo, se non stiamo confrontando proprio mele con cocomeri, almeno diciamo che stiamo confrontando delle Renette con delle Granny Smith, proprio per l'alterazione costituita dal mezzo (microfoni, impianto, equalizzazioni, rallentamenti o acceleramenti, varispeed e quant'altro.)


Bravissimo, e' un'argomentazione molto rilevante. Voglio chiarire ulteriormente secondo il mio punto di vista: qualunque sistema di registrazione (microfoni, cavi, amplificatori audio, convertitori, pre-equalizzatori, compressori, testine di registrazione e di ascolto, espansori, effettistiche d'ambiente e di coro, tavoli di missaggio e masterizzazione, convertitori analogico / digitale e digitale /analogico etc) producono un'alterazione del segnale della voce o strumento originale. Tale alterazione riguarda l'introduzione di armoniche (distorsione), la colorazione della banda (equalizzazione), la riduzione o aumento di dinamica (compressori ed espansori), l'aumento o la riduzione dell'ambiente (riverberi, echi, noise gates), introduzione di effetto coro (chorus e flanger). A meno che si vogliano ottenere effetti di voce particolari (Drive my car, Tomorrow never knows) l'intenzione e' quella di rendere il timbro di voce piu' naturale e fedele possibile - fatti salvi i livelli di distorsione minimi ed inevitabili di microfoni (l'elemento piu' delicato ed importante di tutta la catena) e linea di amplificazioni. Desidero ricordare che tranne qualche rara eccezione (per esempio Hey Jude che se ricordo bene venne registrata in altro studio per beneficiare di un registratore ad 8 tracce ancora non disponibile negli studi EMI) a partire dal 1963 praticamente tutti i pezzi dei Beatles vennero registrati negli studi di Abbey Road utilizzando lo stesso equipaggiamento.
Inoltre, a meno di alterazioni pesanti quali Autotuning (comunque non esistenti prima degli anni 2000), quello che senz'altro rimane indipendente dalla catena di produzione audio e' la tecnica del cantante ossia la sua precisione d'intonazione, i vibrati, i glissati.

In conclusione: tranne poche eccezioni, la registrazione delle voci dei brani dei Beatles ha passato la stessa catena di produzione e dunque i paragoni tra brani sono rilevanti. Senz'altro per quanto riguarda la tecnica canora.


Citazione:
La cosa "ammorbidirebbe" parecchio la problematica "dove lo trovano uno con una voce/talento simile..." Paul Secondo avrebbe (con il tempo) cominciato a fare piccoli interventi sui dischi, cosicché noi ci abituassimo man mano. Dal 1970 in poi, potrebbe darsi che Paul Secondo avesse deciso di "camminare con le proprie gambe" magari col beneplacito o con l'aiuto (chissà) del predecessore.


Ipotesi intrigante ma da parte mia altamente improbabile in quanto la voce potrebbe essere "simile" ma non uguale ed in un modo o nell'altro si riconoscerebbe. Per esperienza no, non ci credo.


Citazione:
per Andrea: non posso far altro che invitarti a documentarti, leggendo tutto il libro, e poi se mi dici "tutte stronzate" sei autorizzatissimo a dirlo (ma solo a quel punto). Però sembrerebbe che mi sto facendo pubblicità, il che non è.


Ho ordinato il tuo libro ieri non appena ho visto il tuo intervento. Ti faccio sapere appena l'ho letto.

music-band
Inviato: 15/5/2013 17:37  Aggiornato: 15/5/2013 17:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: Il Mistero dei Beatles
Ho appena pubblicato la terza e conclusiva parte dell'articolo.

LA TROVATE QUI

Probabilmente in serata sarà riportata anche qui su LC

Myst.Tour
Inviato: 15/5/2013 17:44  Aggiornato: 15/5/2013 17:44
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles
Andrea, grazie della considerazione, e scusa se sembrava un commento "interessato" ma in realtà io da questa storia ho guadagnato pochissimo (le royalties fanno ridere, se confrontate all'impegno - essendo grafico mi impagino anche il libro da solo, faccio la copertina etc.. - e alle varie trasferte per conferenze fatte a spese mie).
Quello che mi gratifica quindi non è quel minimo ritorno economico quanto il vedere che il mio lavoro è comunque apprezzato dagli appassionati (di qualunque segno)

Ti dirò che una volta un ragazzino mi scrisse "ho cominciato ad ascoltare i Beatles dopo aver letto il tuo libro" e per me 'sta cosa è una vera soddisfazione, puoi capirlo tu che sei un fan dei Fab 4 (or 5... )

Quanto alla coverista di Kate Bush, purtroppo su Youtube non c'è, mi ci imbattei per caso... ho tre brani su dei CD ma devo cercarli, poi magari te li manderò via e mail... (anche se sono convinto che dirai "si sente benissimo che non è lei!"

hi-speed
Inviato: 15/5/2013 17:51  Aggiornato: 15/5/2013 17:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Il Mistero dei Beatles
Poi ci sarebbe, da inserire nella lista di stranezze, il supergruppo formato brevemente nel 1968 e per un solo concerto da Lennon, Richards e Clapton e dal bel nome di "The dirty Mac".

Siccome non ho avuto il tempo di leggere tutto, alla fine della fiera Mac 2 è Tara travestito?

hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
simone707
Inviato: 15/5/2013 17:52  Aggiornato: 15/5/2013 17:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Il Mistero dei Beatles
Esistono dati che riguardino l'altezza fisica di "Faul" e di Paul?

Esiste una foto del passaporto di Paul?

Esiste una foto del passaporto di "Faul"

polaris
Inviato: 15/5/2013 17:57  Aggiornato: 15/5/2013 17:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
La datazione 11 settembre sarebbe la corretta INGLESE, sono gli americani che scrivono il mese prima del giorno.

Si hai ragione, ho scritto senza pensare.

Hai messo giù la faccenda del whistleblower in un modo davvero affascinante. Quindi i Beatles avrebbero divulgato volontariamente la notizia. Se comprendo bene il tuo punto di vista, ciò è stato fatto in modo tale da coprire la faccenda in modo definitivo.

Mi spiego: se qualcuno avesse scoperto i messaggi in codice avrebbe potuto divulgarli e rivelare al mondo il grande segreto della morte di Paul. Diffondendo la voce che ci sono dei messaggi nascosti nei dischi invece si fa emergere, di fatto si crea, la teoria del Great Hoax per cui alcune persone liquidano tutto sostenendo che la faccenda è uno scherzo architettato dai Fab Four. Davvero astuto (diabolico sarebbe il termine più opportuno).

La mia interpretazione è esatta?

PS: Che significa la sigla PWR? Mai sentita.

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
berna85
Inviato: 15/5/2013 17:57  Aggiornato: 15/5/2013 18:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/1/2011
Da: Amsterdam
Inviati: 154
 Re: Il Mistero dei Beatles
Girando sulla rete ho trovato una serie di articoli che parlano della scena musicale a Laurel Canyon, Los Angeles negli anni '60 scritti da David McGowan.

Il centro della contro-cultura e dei "flower children" degli anni sessanta era proprio Laurel Canyon guarda caso a quattro passi da un centro per fabbricare propaganda del governo USA.
A quanto pare molti artisti che sono poi diventate star, come Jim Morrison, Frank Zappa e John Phillips, provenivano da famiglie di rango nell'intelligence degli Stati Uniti.

Gli articoli sono in Inglese e alcuni passaggi sono un pò tediosi ma l'ho trovata una lettura interessante.

Ecco i link ai primi tre della serie:

Parte 1

Parte 2

Parte 3

Massimo te sai niente di questo autore?

EDIT: ho appena trovato un video dallo stesso autore che riassume il tutto video

Mi sono accorto che il mio post è leggermente OT rispetto a PID ma John Lennon frequentava Laurel Canyon e mi sembra un approfondimento interessante

Andrea_1940
Inviato: 15/5/2013 18:04  Aggiornato: 15/5/2013 18:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Il Mistero dei Beatles
Glauco, come detto ho acquistato di mia spontanea volonta' prima del tuo suggerimento. Ogni studio richiede uno sforzo notevole che giustamente deve essere compensato, ci mancherebbe.
Poi viene l'apprezzamento dei lettori, che e' la parte piu' soddisfacente. Alla fine non si fa un lavoro del genere se l'argomento non appassiona!

Se sei convinto che diro' "si sente benissimo che non è lei!" vuol dire che sai che c'e' una differenza
Saro' onesto, lo prometto. A me interessa avvicinarmi alla verita' e non avrei nessun problema a cambiare idea.


Ciao e grazie,
Andrea

vuotorosso
Inviato: 15/5/2013 18:11  Aggiornato: 15/5/2013 18:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Hai messo giù la faccenda del whistleblower in un modo davvero affascinante. Quindi i Beatles avrebbero divulgato volontariamente la notizia. Se comprendo bene il tuo punto di vista, ciò è stato fatto in modo tale da coprire la faccenda in modo definitivo.


Interessante questo passaggio, mi ha illuminato su un particolare che non vedevo.

Il secondo Paul fa parte dei Beatles che vogliono divulgare questa notizia: non capisco la filosofia di questa persona coinvolta attivamente nella diffusione di una notizia che lo riguarda direttamente e che potrebbe avere inimmagibili conseguenze.

Inoltre, vorrei sapere da chi conosce bene la storia se il fenomeno PID nel tempo e' variato, in particolare prima e dopo la morte di John Lennon.

Myst.Tour
Inviato: 15/5/2013 18:25  Aggiornato: 15/5/2013 18:27
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Se sei convinto che diro' "si sente benissimo che non è lei!" vuol dire che sai che c'e' una differenza



- battuta: sicuramente Kate Bush è (era) "più bona"

- serio: perché una minima, impalpabile differenza ci sarà comunque, nulla è uguale a un'altra cosa al 100%

- maligna: perché se uno parte con una convinzione, non può evitare di esserne un po' condizionato.......

=====

PWR = PAul Was Replaced (non necessariamente "morto")

il_ras
Inviato: 15/5/2013 18:35  Aggiornato: 15/5/2013 18:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
rimosso dall'autore

un messaggio nascosto?

Andrea_1940
Inviato: 15/5/2013 19:03  Aggiornato: 15/5/2013 19:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Il Mistero dei Beatles
Kate Bush era senz'altro molto bona, ricordo il video di Babooshka nel quale si contorceva sul contrabbasso... bravissima e sensualissima, una perla rara.

A parte gli scherzi se mi mandi il pezzo, ci sono due sole possibilita':
- e' molto simile all'originale e non ci sono differenze rimarchevoli. A quel punto mi complimentero' con te per aver scovato qualcosa che io ritenevo molto improbabile
- ci sono delle differenze notevoli, a quel punto ti diro' punto per punto quali sono le differenze timbriche, d'intonazione, di vibrato, di glissato al minuto X e secondo Y.

Certamente ho una convinzione di partenza, ma come detto non riceverai risposte insensate del tipo "e' diversa" senza spiegare in cosa e dove esattamente. Tu mi potrai ribattere con la tua opinione e perlomeno avremo una discussione sulla sostanza.

E' un argomento interessante.

Andrea_1940
Inviato: 15/5/2013 19:03  Aggiornato: 15/5/2013 19:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 6/6/2004
Da:
Inviati: 237
 Re: Il Mistero dei Beatles
Kate Bush era senz'altro molto bona, ricordo il video di Babooshka nel quale si contorceva sul contrabbasso... bravissima e sensualissima, una perla rara.

A parte gli scherzi se mi mandi il pezzo, ci sono due sole possibilita':
- e' molto simile all'originale e non ci sono differenze rimarchevoli. A quel punto mi complimentero' con te per aver scovato qualcosa che io ritenevo molto improbabile
- ci sono delle differenze notevoli, a quel punto ti diro' punto per punto quali sono le differenze timbriche, d'intonazione, di vibrato, di glissato al minuto X e secondo Y.

Certamente ho una convinzione di partenza, ma come detto non riceverai risposte insensate del tipo "e' diversa" senza spiegare in cosa e dove esattamente. Tu mi potrai ribattere con la tua opinione e perlomeno avremo una discussione sulla sostanza.

E' un argomento interessante.

polaris
Inviato: 15/5/2013 20:12  Aggiornato: 15/5/2013 20:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Il secondo Paul fa parte dei Beatles che vogliono divulgare questa notizia: non capisco la filosofia di questa persona coinvolta attivamente nella diffusione di una notizia che lo riguarda direttamente e che potrebbe avere inimmagibili conseguenze.

Come ho già detto, il messaggio era riservato a pochi. Poi probabilmente i Beatles (o qualcuno attorno a loro) ha pensato che forse la cosa migliore da fare era nascondere gli indizi in bella vista. Myst. Tour ha portato l'ottimo esempio del racconto di Edgar Allan Poe "La lettera rubata", dove una lettera compromettente utilizzata da un importante ministro per ricattare un membro della famiglia reale viene nascosta in bella vista in modo da renderla invisibile agli occhi di tutti. Infatti nel racconto la polizia si danna per ritrovare la famigerata lettera ma, pur mettendo a soqquadro la casa del ministro non trova nulla. Il protagonista della vicenda, l'investigatore Auguste Dupin, riesce a trovare il documento perché ha la geniale pensata di capire che se vuoi nascondere veramente qualcosa, devi metterla sotto il naso di tutti. La lettera era gettata tra le carte che stavano sulla scrivania del ministro come se fosse un documento privo di valore e nessuno ci aveva fatto caso.

Mi ripeto anche se rischio di diventare noioso:
Se il whistleblower non avesse fatto la telefonata anonima c'era il rischio che un ricercatore indipendente scoprisse un indizio particolarmente rivelatore, pensiamo ad un momento alla scritta Lonely Hearts nell'album Sgt. Pepper... la faccenda sarebbe letteralmente esplosa, il caso del secolo. Nemmeno gli attivissimo sarebbero riusciti ad arginare la faccenda.

Invece facendo fare la telefonata e rivelando al mondo la presenza dei messaggi nascosti si è normalizzato un fenomeno che di normale non ha proprio nulla, ottenendo un effetto molto migliore di qualunque tecnica di debunking. Le persone dicono semplicemente: "ma si....è una burla inventata dai Beatles" e invece, forse, c'è qualcosa di più.

Perchè dici che per il secondo Paul ci sarebbero delle conseguenze inimmaginabili? Lui è in buona salute godendosi il successo e la ricchezza (nonostante tutti i soldi che gli sono stati spillati).

Per me il problema è un altro: da chi sono stati coperti i Beatles? Da chi sono stati appoggiati in tutta questa faccenda? Mettere a tacere un incidente stradale, con tutto il comparto di testimoni e curiosi e per giunta con il decesso di una persona famosa, non deve essere stato facile, nemmeno per l'MI5.

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
f_z
Inviato: 15/5/2013 20:37  Aggiornato: 15/5/2013 20:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Autore: berna85 Inviato: 15/5/2013 17:57:53

Girando sulla rete ho trovato una serie di articoli che parlano della scena musicale a Laurel Canyon, Los Angeles negli anni '60 scritti da David McGowan.


Ho letto un po' sulla parte che riguarda Frank Zappa e almeno nel suo caso credo siano delle balle messe li' per screditare il movimento pacifista.

Il fatto che il padre di FZ lavorasse per una industria chimico-bellica non significa nulla, anche perche' si trattava di un immigrato siciliano che solo per quel motivo non poteva che essere uno schiavo lontanissimo dai posti di comando.

Tra l'altro chi conosce un po' la vita e l'opera musicale di FZ sa che era uno che definiva gli USA come "un regime autoritario travestito da democrazia" e nelle sue canzoni c'era la denuncia di tante nefandezza del regime, incluse parole pesantemente offensive contro personaggi di potere come Nixon ("asshole"), Everett Koop, Pat Robertson e altri.

Insomma me pare una bufala.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
f_z
Inviato: 15/5/2013 20:59  Aggiornato: 15/5/2013 20:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Il Mistero dei Beatles
Ho letto la terza parte dell'articolo.

Secondo me ci sono sicuramente molti indizi che suggeriscono la teoria PID o PWR come possibile, ma non ho visto prove certe.

Mazzucco ha parlato di due fotografie prima e dopo dove sarebbe evidente la differenza tra i due Paul, se qualcuno puo' postarle sarebbe interessante.

Una cosa credo certa e' che il Beatles, essendo dei fenomeni di massa erano sicuramente manovrati dal regime per scopi di propaganda, non so quanto consapevolmente o forzatamente.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
simone707
Inviato: 15/5/2013 21:19  Aggiornato: 15/5/2013 21:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Il Mistero dei Beatles
Non per essere noiosamente insistente, ma ......
... insisto:

Ci sono dati, o elementi, o documenti che attestino l'ALTEZZSA FISICA di Paul e anche quella di Faul??

...cioè ... quanto misurava in altezza Paul e quanto misura Faul?? (ci sarà pure scritto in documenti quali passaporto ecc.)

Credo che se avessimo questi dati potremmo risparmiarci tante (pur interessanti) disquisizioni .... o no???

simone707
Inviato: 15/5/2013 21:22  Aggiornato: 15/5/2013 21:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Il Mistero dei Beatles
................... della serie ... "Nessuno ne ha mai parlato? Nessuno ci ha mai pensato alla questione dell'altezza fisica dei due Paul????

simone707
Inviato: 15/5/2013 21:25  Aggiornato: 15/5/2013 21:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Il Mistero dei Beatles
.............. spero ardentemente che qualcuno risponda alla mia domanda, perché mi sembra FONDAMENTALE .........

il_ras
Inviato: 15/5/2013 21:30  Aggiornato: 15/5/2013 21:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
simone abbi un po' di pazienza...

un messaggio nascosto?

Tuareg69
Inviato: 15/5/2013 22:19  Aggiornato: 15/5/2013 22:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/12/2008
Da: Roma
Inviati: 62
 Re: Il Mistero dei Beatles
@f_z
Citazione:
Ho letto un po' sulla parte che riguarda Frank Zappa e almeno nel suo caso credo siano delle balle messe li' per screditare il movimento pacifista.

Il fatto che il padre di FZ lavorasse per una industria chimico-bellica non significa nulla, anche perche' si trattava di un immigrato siciliano che solo per quel motivo non poteva che essere uno schiavo lontanissimo dai posti di comando.

Tra l'altro chi conosce un po' la vita e l'opera musicale di FZ sa che era uno che definiva gli USA come "un regime autoritario travestito da democrazia" e nelle sue canzoni c'era la denuncia di tante nefandezza del regime, incluse parole pesantemente offensive contro personaggi di potere come Nixon ("asshole"), Everett Koop, Pat Robertson e altri.

Insomma me pare una bufala.


Ho cominciato a leggere la questione Laurel Canyon di McGowan dopo che l'aveva segnalata Manfred in un'altra discussione e ho tradotto i primi 8 capitoli... La teoria dell'autore verte sul fatto che tutti, TUTTI (non solo Frank Zappa), gli esponenti del movimento hippie (cantanti, produttori, musicisti, promoters, ecc.) erano legati al mondo delle forze armate e/o dei servizi segreti da rapporti familiari e/o culturali e/o formativi...
Non so se sia una bufala, ma sicuramente una lettura interessante che vale la pena approfondire.

Perdonate anche me per il parziale OT.

- Perché indossi quello stupido costume da coniglio?
- Perché indossi quello stupido costume da uomo?

(Donnie Darko - Richard Kelly)
hi-speed
Inviato: 15/5/2013 22:32  Aggiornato: 15/5/2013 22:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Il Mistero dei Beatles
Faul McCartney2 è alto 1,78 cm, Paul non lo so.

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Giustur
Inviato: 15/5/2013 22:54  Aggiornato: 15/5/2013 22:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/4/2012
Da: Clacton, Essex, UK
Inviati: 80
 Re: Il Mistero dei Beatles
Sto seguendo con grande intetesse questa storia del PID. È veramente interessante. Vorrei solo aggiungere, per la precisione, che lo strumento che tiene in mano Paul nella copertina di Sgt Pepper non è un oboe ma un corno inglese; non potevo non notarlo visto che li suono entrambi (fa parte della stessa famiglia ma ad un registro più basso, una quinta sotto). La particolarità del nome dello strumento sta nel fatto che non è un corno e non è nemmeno inglese (in inglese, English Horn, o cor anglais); un nome ambiguo, quindi. Come quello del beatle che lo tiene? Inoltre, gli altri membri tengono strumenti tipici da banda, oltre alle divise, mentre il corno inglese non lo è.

Red_Max
Inviato: 15/5/2013 23:43  Aggiornato: 15/5/2013 23:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Il Mistero dei Beatles
E se fosse solo un depistaggio per distogliere l'attenzione dal fatto che Lennon è stato eliminato perchè era diventato pericoloso per il sistema?

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
simone707
Inviato: 16/5/2013 0:22  Aggiornato: 16/5/2013 0:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Il Mistero dei Beatles
GRAZIE HI-SPEED !!
Finalmente qualcuno che mi ha risposto.
Ora però servirebbe conoscere l'altezza fisica di Paul (quello 'vero' che si presume sia morto nel famoso incidente).

Riassumendo:

'FAUL' MC Cartney = altezza 1,78 cm (informazione di Hi-Speed)

PAUL MC Cartney = altezza .....?

Se si venisse a conscere l'altezza di Paul (quello 'vero') avremmo un elemento decisivo per risolvere una volta per tutte la questione.

....Perchè, va ben sosia ... va ben che sa cantare e suonare, va ben che ha una voce 'simile' ...... ma, nel caso fosse ANCHE fisicamente alto ESATTAMENTE come il buon Paul, SOLO ALLORA potremmo dire che il dubbio continua a rimanere ... o addirittura potremmo dire che probabilmente Faul è Paul.

Ma è poco probabile che un sosia sia sosia ANCHE NELL'ALTEZZA FISICA.
Pertanto se l'altezza fisica dei due NON coincidesse ..... allora, e soltanto allora potremmo dire con certezza MATEMATICA che 'FAUL' NON E' PAUL.

E la questione verebbe risolta una volta per tutte.

Possibile che nessuno abbia mai pensato a questa 'banalità' ??


P.S. .... a meno che non gli abbiano allungato o accorciato le gambe ... ma non credo che la cosa sia possibile ....

il_ras
Inviato: 16/5/2013 0:25  Aggiornato: 16/5/2013 0:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
Ti ho detto pazienza..

oh, ma sei impaziente!


un messaggio nascosto?

il_ras
Inviato: 16/5/2013 0:28  Aggiornato: 16/5/2013 0:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
Comunque, se vuoi saperlo Paul era poco più di un metro e sessanta, purtroppo la sua altezza su fanzine etc veniva gonfiata per motivi d'immagine.

Tu pazienta però, eh

un messaggio nascosto?

Calvero
Inviato: 16/5/2013 0:43  Aggiornato: 16/5/2013 0:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il Mistero dei Beatles
__________________
____________

A giudicare dall'immagine della famosa copertina che è qui in homepage in testa all'articolo, il buon Paul sembrerebbe più alto di Ringo; è lì lì con Harrison; pare un pelo più basso di Lennon. Ringo ha i tacchi, Lennon no. Tenendo conto che Paul è scalzo ...

... Ringo si sa quant'è alto?

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 16/5/2013 0:56  Aggiornato: 16/5/2013 0:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il Mistero dei Beatles
____________________
_______________

Un'altra cosa, si è mai indagato sul proprietario della Vettura? .. si poteva/potrà risalire (o si era risalito) dalle banche dati in Inghilterra?

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
il_ras
Inviato: 16/5/2013 1:29  Aggiornato: 16/5/2013 6:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
Sì, Ringo è più basso di Paul. Così come lo sono Cocciante ed altri, senza dover arrivare a Brunetta. .
In ogni caso quello sulla copertina, per capirci, sarebbe il sostituto che è almeno 1.75, l'ho visto dal vivo.
Per quanto riguarda l'auto, ho una copia del documento del trust inglese anche se contiene un'anomalia.
Fino a Domenica però non riesco a postarlo perché sono in giro.

un messaggio nascosto?

vuotorosso
Inviato: 16/5/2013 3:48  Aggiornato: 16/5/2013 3:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Il Mistero dei Beatles
Polaris:
Citazione:
Perchè dici che per il secondo Paul ci sarebbero delle conseguenze inimmaginabili?

Lo dico perchè non capisco il motivo per cui Faul si sarebbe attivamente impegnato, come riportato da altri nel thread, nella realizzazione delle copertine e della diffusione dei messaggi in codice, se si voleva tenere segreta una cosa.
Le conseguenze ora sarebbero chiare, ma all'epoca? Se sapeva di dare degli indizi che rivelavano che lui non era il Paul, ma che aveva finto di esserlo mentendo a migliaia di fan (e magari uno dal grilletto facile o dalla mano pesante tra migliaia sparsi ovunque ci sta che ci sia) stava esponendosi ad un grosso rischio. Perchè?

Per recapitare un messaggio a qualcuno? E a chi? E perchè a quel modo? Citazione:
Per me il problema è un altro: da chi sono stati coperti i Beatles? Da chi sono stati appoggiati in tutta questa faccenda? Mettere a tacere un incidente stradale, con tutto il comparto di testimoni e curiosi e per giunta con il decesso di una persona famosa, non deve essere stato facile, nemmeno per l'MI5.

Concordo, infatti prima di tutto vorrei capire di questo incidente quali sono i fatti che possano indicarne con un buon grado di certezza il fatto che sia avvenuto, mentre mi sembra che si brancoli già sul quando.
A maggior ragione quindi non vedo il perchè di tale montatura.

A meno che si non si tratti, incidente e sostituzione reali o meno, di una prova dell'arma di distrazione di massa.

il_ras
Inviato: 16/5/2013 5:58  Aggiornato: 16/5/2013 5:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
Secondo quanto sto capendo, potrei anche sbagliarmi ma ci sono elementi convergenti, i messaggi nascosti sono per pochi, i destinatari di questi segni dovevano sapere. La sostituzione è per la massa.


Circa le motivazioni: sicuramente dovevano essere forti ma fondamentalmente poco contano in questa fase in cui si cerca di chiarire i fatti; per ora è importante stabilire che c'è stata la sostituzione.
Anche se per il momento non è chiaro al cento per cento il motivo del scambio , ciò non sposta di una virgola i fatti; ho già fatto un esempio circa la povera Sarah Scazzi, provo a cambiare soggetto: sull'11/9 si hanno varie idee su quali potrebbero essere state le ragioni di quell'atto. La risposta forse è l'insieme di alcune di queste motivazioni. L'incertezza attuale, però, non fa si che non ci siano state delle demolizioni controllate. I fatti restano anche se non se ne sa la ragione, che spesso rimane nella testa di chi ne è stato protagonista.

un messaggio nascosto?

q-indie
Inviato: 16/5/2013 8:43  Aggiornato: 16/5/2013 8:43
So tutto
Iscritto: 9/11/2005
Da: Hamburg
Inviati: 10
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Ciao a tutti , dopo anni che seguo questo sito senza intervenire e godendomi le vostre discussioni, credo sia arrivato il momento di contribuire con questo che mi sembra un documento interessante ( vero o falso che sia )

cosa ne pensate ??
George Harrison Testament

hi-speed
Inviato: 16/5/2013 10:04  Aggiornato: 16/5/2013 10:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Ringo Star è alto 1,63-1,68. Lennon 1,79 e Harrison 1,78

Link

Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Myst.Tour
Inviato: 16/5/2013 10:05  Aggiornato: 16/5/2013 10:07
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Il cosiddetto Testamento di George Harrison in DVD è un fake anche a tratti ridicolo, ne parlo ampliamente sul mio book e spiego anche perché è una cagata.

Inoltre non è nemmeno originale, perché è basato sulla famosa versione 60IF o The King Is Naked (anch'essa ampiamente discussa ed esaminata da me) che uscì in rete nel 2002 circa e che (fra tante inesattezze e invenzioni fantastiche) ebbe comunque il merito di riportare l'attenzione su PID dopo tanti anni.
Però 60IF e anche questo The Last Testament sono armi a doppio taglio: se uno (appena appena competente) si rende conto delle scempiaggini che contengono, es il DVD contiene un'assurdità enorme riguardante Heather Mills, seconda moglie di Paul), tende a squalificare tutta la storia come enorme bojata.

Per questo io cerco sempre di sgombrare il campo dalle false informazioni, e riportare l'indagine su binari seri.

=====

quanto al discorso de "La lettera Rubata" Polaris ha capito PERFETTAMENTE cosa intendevo, risparmiandomi la fatica di spiegare. grazie. Comunque uno dei miei 10 scenari parla proprio di questa possibilità.

=====

infine @Red Mix: non può essere un espediente per distogliere l'attenzione da un ipotetico assassinio "pilotato" di Lennon per semplici fatti cronologici. Lennon muore nell'80 mentre tutta la PID si dipana dal 1966 in poi ed esplode nel 1969, quindi più di dieci anni PRIMA.

music-band
Inviato: 16/5/2013 10:10  Aggiornato: 16/5/2013 10:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Per Glauco Cartocci

Hai un PM

Myst.Tour
Inviato: 16/5/2013 10:24  Aggiornato: 16/5/2013 10:24
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:
Hai un PM


siamo già agli avvisi di garanzia?

Calvero
Inviato: 16/5/2013 10:27  Aggiornato: 16/5/2013 10:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
____________________
______________

Intanto ... sticazzi

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
invisibile
Inviato: 16/5/2013 10:54  Aggiornato: 16/5/2013 10:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/12/2012
Da: Sabina
Inviati: 7912
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:
Calvero
____________________
______________

Intanto ... sticazzi


Grande!

Bella versione.

L'utile delle cose é in quello che non c'é
Chuang Tzu
q-indie
Inviato: 16/5/2013 11:14  Aggiornato: 16/5/2013 11:14
So tutto
Iscritto: 9/11/2005
Da: Hamburg
Inviati: 10
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
@ Myst.Tour
Il cosiddetto Testamento di George Harrison in DVD è un fake anche a tratti ridicolo, ne parlo ampliamente sul mio book e spiego anche perché è una cagata.

Spero vorrai perdonarmi per non aver letto tutti i tuoi libri....

q-indie
Inviato: 16/5/2013 11:39  Aggiornato: 16/5/2013 11:39
So tutto
Iscritto: 9/11/2005
Da: Hamburg
Inviati: 10
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
per pura curiosita´ pagherei per saper com'era la faccia di questo signore 45 anni fa
?????

Myst.Tour
Inviato: 16/5/2013 11:48  Aggiornato: 16/5/2013 11:48
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:
Spero vorrai perdonarmi per non aver letto tutti i tuoi libri....


scusa, ma mi sembra una battuta acidognola e senza senso. Sono approdato qui perché citato nell'articolo iniziale, ho premesso che non me ne frega niente di farmi pubblicità (e ad esempio Andrea40 ha capito benissimo cosa intendevo.)

Ho anche premesso che mi risulta difficile dare delle risposte in breve, e che per me è giocoforza "rimandarvi" a una trattazione che (senza falsa modestia) so essere esaustiva.

Solo per questo ho detto "ne parlo ampiamente sul libro", per l'impossibilità di ripercorrere qui trattazioni di tre-cinque pagine.

E' più chiaro ora? Preferisci la formula "sono dati accuratamente vagliati"?

Red_Max
Inviato: 16/5/2013 11:51  Aggiornato: 16/5/2013 11:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:
Autore: Myst.Tour Inviato: 16/5/2013 10:05:51
infine @Red Mix: non può essere un espediente per distogliere l'attenzione da un ipotetico assassinio "pilotato" di Lennon per semplici fatti cronologici. Lennon muore nell'80 mentre tutta la PID si dipana dal 1966 in poi ed esplode nel 1969, quindi più di dieci anni PRIMA.


Sì, grazie tante, però dopo 30 anni dalla morte di Lennon di che stiamo a parlare?
Su che cosa ci si interroga?
Del presunto-sosia-di-Paul...
Io mica sostengo che sia stata una premeditazione...
Una leggenda metropolitana, se non emergono nuovi elementi puo' durare in eterno.
Non conosco bene i Beatles, ma mi sembra di capire che quando Lennon ha iniziato a diventare "politico" sappiamo come è andata a finire... "casualmente"
Buon proseguimento
... e l'ultimo chiude il cancello

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
il_ras
Inviato: 16/5/2013 11:51  Aggiornato: 16/5/2013 11:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:
pagherei oro per sapere. ..


Lo saprai nella prossima edizione del libro di Glauco. ..



Una mezza idea me la sto facendo ma non mi piace sbilanciarmi senza essere sicuro o quasi

un messaggio nascosto?

simone707
Inviato: 16/5/2013 12:01  Aggiornato: 16/5/2013 12:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Il Mistero dei Beatles
@ Il-Ras

Se sono impaziente questo è dovuto ai seguenti motivi (principalmente):

1. Questa discussione mi prende, e molto...

2. Seguo l'evolversi della mia proposta sull'importanza dell'altezza fisica dei due personaggi che vengono confrontati in questa discussione (attraverso metodologie di indagine differenti dalla mia), Paul e Faul.

3. Temo (ne ho proprio paura, ed è per questo che vi sto stressando) che la mia proposta di confrontare l'altezza (documentata) di Paul e Faul vada nel dimenticatoio e non se ne parli più ...

A volte l'interesse per un dato "semplice" (come l'altezza dei due Paul) può apparire 'blando' perchè non mantiene vivo il tenore della discussione. Le tarpa le ali.
(Non voglio tarpare le ali a questa discussione, intendiamoci!)

Spesso, però, il piacere della discussione trascende l'interesse per l'oggetto della discussione stessa. E diventa fine a se stesso.

polaris
Inviato: 16/5/2013 12:04  Aggiornato: 16/5/2013 12:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: Il Mistero dei Beatles
vuotorosso:
Citazione:
Se sapeva di dare degli indizi che rivelavano che lui non era il Paul, ma che aveva finto di esserlo mentendo a migliaia di fan (e magari uno dal grilletto facile o dalla mano pesante tra migliaia sparsi ovunque ci sta che ci sia) stava esponendosi ad un grosso rischio. Perchè?

La motivazione non è possibile da stabilire (almeno non da me poiché non sono un esperto in questa faccenda).
Ammettiamo per un momento che sia tutta una farsa, una trovata pubblicitaria: il rischio che tu descrivi c'è comunque. Qualche fan sveglio ma un po' pazzerello avrebbe potuto scoprire i messaggi, rimanere schifato, non intuire lo scherzo e decidere di far fuori McCartney (cosa che fortunatamente non è avvenuta).

Secondo me qualcuno deve incominciare ad elencare i fatti di tutta questa faccenda, inizio io, poi qualcuno più esperto e perspicace di me mi corregga o ampli pure la mia lista.
I fatti che ho constatato fino ad ora sono:
- Ci sono messaggi nascosti sulle copertine dei dischi dei Beatles usciti dopo il presunto incidente.
- Questi messaggi sono stati messi inequivocabilmente dai Beatles o da qualcuno attorno a loro con l'intento di suggerire ai più attenti che Paul McCartney sia morto.
- I Beatles hanno sempre smentito di aver inserito messaggi nei loro dischi, negando l'evidenza.
- Sono state segnalate evidenti discrepanze nei loro racconti.
- Almeno tre di loro (uno dei quali Paul McCartney) ha fatto uso di più sosia.

La lista non è completa nè ben fatta ma come bozza di inizio indagine ci può stare.

PS: Ho la netta sensazione che Glauco Cartocci non abbia nominato Edgar Allan Poe a caso... lo scrittore americano compare nella stessa fila di cui fa parte anche Aleister Crowley sulla copertina dell'album Sgt. Pepper.

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
f_z
Inviato: 16/5/2013 12:06  Aggiornato: 16/5/2013 12:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Quella della statura potrebbe essere una prova sostanziale.

Ci vorrebbe una foto pre-67 con i 4 in piedi uno a fianco all'altro: se davvero il Paul originale era appena piu' alto di Ringo abbiamo una di queste due:

- si puo' crescere di 10 cm dopo i 20 anni di eta'
- Paul post novembre 66 non e' lo stessa persona di Paul pre novembre 66

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
Myst.Tour
Inviato: 16/5/2013 12:14  Aggiornato: 16/5/2013 12:14
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:
I fatti che ho constatato fino ad ora sono:
- Ci sono messaggi nascosti sulle copertine dei dischi dei Beatles usciti dopo il presunto incidente.
- Questi messaggi sono stati messi inequivocabilmente dai Beatles o da qualcuno attorno a loro con l'intento di suggerire ai più attenti che Paul McCartney sia morto.
- I Beatles hanno sempre smentito di aver inserito messaggi nei loro dischi, negando l'evidenza.
- Sono state segnalate evidenti discrepanze nei loro racconti.
- Almeno tre di loro (uno dei quali Paul McCartney) ha fatto uso di più sosia.

La lista non è completa nè ben fatta ma come bozza di inizio indagine ci può stare.

PS: Ho la netta sensazione che Glauco Cartocci non abbia nominato Edgar Allan Poe a caso... lo scrittore americano compare nella stessa fila di cui fa parte anche Aleister Crowley sulla copertina dell'album Sgt. Pepper


Polaris, un applauso e una stretta di mano.

NB: su SPLHCB compare anche Lewis Carroll e W.Burroughs, entrambi ispirazione dei Beatles, il secondo per la tecnica del "cut up".
C'è K Stockhausen, ispirazione per Revolution 9

e, per come è andata la vicenda, sono molto significative le presenze di Einstein e soprattutto di C G Jung...

simone707
Inviato: 16/5/2013 12:17  Aggiornato: 16/5/2013 12:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:
si puo' crescere di 10 cm dopo i 20 anni di eta'


... si può? ... hai una fonte sicura?

tra l'altro andrebbe contestualizzata e/o sviluppata meglio tale affermazione (non sono polemico, voglio chiarire)

quando "si può"? e quando no? in quali circostanze ...
... dico questo perchè 'normalmente' (che io sappia) dopo i vent'anni semmai la tendenza è quella di calare lentamente di altezza ...
a meno che uno non pratichi uno sport come -ad esempio- la palllacanestro ...

Myst.Tour
Inviato: 16/5/2013 12:20  Aggiornato: 16/5/2013 12:20
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:
Inoltre, gli altri membri tengono strumenti tipici da banda, oltre alle divise, mentre il corno inglese non lo è.


@Giustur: sapevo ovviamente trattarsi di corno inglese e non di oboe, mentre mi esce nuova questa tua indicazione, della quale ti ringrazio, la trovo molto intrigante.

come vedete anche noi "esperti" siamo disponibili ad accogliere osservazioni nuove, e aggiungerle al dossier. E qui in tre giorni già ne sono state fatte di interessanti.

f_z
Inviato: 16/5/2013 12:25  Aggiornato: 16/5/2013 12:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:
Autore: simone707 Inviato: 16/5/2013 12:17:11

si puo' crescere di 10 cm dopo i 20 anni di eta'

... si può? ... hai una fonte sicura?


Non so se hai visto la faccina a fianco alla frase.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
simone707
Inviato: 16/5/2013 12:43  Aggiornato: 16/5/2013 12:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:
Non so se hai visto la faccina a fianco alla frase.


aaaahhhhhhhhh........ eccooooooooo .... volevo ben direeeee.....

Red_Max
Inviato: 16/5/2013 12:44  Aggiornato: 16/5/2013 12:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 22/7/2012
Da: in volo
Inviati: 975
 Re: Il Mistero dei Beatles
Anche se fosse vero come gravità siamo al livello del nonno-morto-tenuto-in-congelatore-per-riscuotere-la-pensione
Di solito i complotti si fanno per uccidere... qua l'hanno fatto resuscitare... non vedo il problema, in fondo i Beatles erano la gallina dalle uova d'oro.

L'anoressia è un "orientamento" alimentare?

Non ti piacciono i crauti? allora sei crautofobo...
E' un reato gravissimo...

Aspirare gli embrioni è indice di civiltà!!!

Io non sono un complottista...
mi interesso di leggende metropolitane...
toussaint
Inviato: 16/5/2013 12:46  Aggiornato: 16/5/2013 12:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
A proposito di Charles Manson, siamo sicuri che sia l'impersonificazione del Male?
Del resto, Manson significa Figlio dell'Uomo e Manson stesso dice che sta cmbattendo una guerra e che tutto è scritto nell'opera dei Beatles "White Album" e che l'Apocalisse ha avuto inizio, anzi l'Helter Skelter come precisa lo stesso Manson.
E Sharon Tate è stata uccisa l'8 o 9 agosto del 1969 (a cavallo della mezzanotte) ed era a due settimane dal parto, dunque era stata ingravidata nel corso del 1968, anno in cui viene realizzato dal marito Roman Polanski l'inquietante film Rosemary's Baby.
E una delle vittime del massacro si chiama proprio Rosemary.
E poi, come dice Franceschetti, nella vicenda è tutto un susseguirsi di "rose" a ricordare l'Inner Circle della Golden Dawn.
E i coniugi Polanski si recano a Londra nel 1967 e lì si sposano.
E la Tate era figlia di un colonnello di Dallas e il giorno del concepimento dovrebbe coincidere col 24 novembre, giorno anche dell'uccisione di Kennedy proprio a Dallas.
Meditate, gente, meditate...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
il_ras
Inviato: 16/5/2013 12:48  Aggiornato: 16/5/2013 12:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Simone. Ho inviato a Massimo la prima parte del mio intervento perché preferirei venisse pubblicato a parte per evitare che non si perda nei meandri degli interventi.

L'altezza è uno degli argomenti trattati

un messaggio nascosto?

toussaint
Inviato: 16/5/2013 12:50  Aggiornato: 16/5/2013 12:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
Ah, il 24 novembre per gli USA, centro nevralgico della Massoneria internazionalem, è il Thanksgiving Day, giorno nel quale si ringrazia...
chi o cosa?

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
polaris
Inviato: 16/5/2013 13:04  Aggiornato: 16/5/2013 13:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: Il Mistero dei Beatles
Red_Max
Citazione:
qua l'hanno fatto resuscitare

E' proprio questa anomalia ad essere uno dei fattori curiosi di questa vicenda; di solito si dice che il cantante, l'attore ecc...siano ancora vivi (vedi Elvis), stavolta è il contrario. Abbiamo un cadavere e un sosia, non un finto morto che si nasconde.

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
hi-speed
Inviato: 16/5/2013 13:08  Aggiornato: 16/5/2013 13:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:
Ci vorrebbe una foto pre-67 con i 4 in piedi uno a fianco all'altro



foto


hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
toussaint
Inviato: 16/5/2013 13:22  Aggiornato: 16/5/2013 13:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
Perchè una cosa va detta, la storia che Manson fosse un satanista è una emerita stronzata, continuamente propagandata dai media e questo fa pensare.
Manson, al contrario, si riteneva il Quinto Beatles, ossia il Quinto Angelo dell'Apocalisse venuto a compiere la Rivelazione.
Caso mai un fondamentalista cristiano, dunque...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
f_z
Inviato: 16/5/2013 13:25  Aggiornato: 16/5/2013 13:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Citazione:
Autore: hi-speed Inviato: 16/5/2013 13:08:38

foto


Grazie, ma purtroppo in quella foto non si vedono a figura intera (con i piedi), anche se sembra suggerire che Paul ha una statura simile a quella di Ringo, nettamente piu' bassi degli altri due...
Ce ne vorrebbe una con i 4 in lines tipo copertina di Abbey Road, visibili dalla testa ai piedi su una superficie in piano.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
gieief
Inviato: 16/5/2013 14:21  Aggiornato: 16/5/2013 14:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/11/2011
Da: Torino
Inviati: 174
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
A proposito di Charles Manson, siamo sicuri che sia l'impersonificazione del Male?
Del resto, Manson significa Figlio dell'Uomo e Manson stesso dice che sta cmbattendo una guerra e che tutto è scritto nell'opera dei Beatles "White Album" e che l'Apocalisse ha avuto inizio, anzi l'Helter Skelter come precisa lo stesso Manson.
E Sharon Tate è stata uccisa l'8 o 9 agosto del 1969 (a cavallo della mezzanotte) ed era a due settimane dal parto, dunque era stata ingravidata nel corso del 1968, anno in cui viene realizzato dal marito Roman Polanski l'inquietante film Rosemary's Baby.
E una delle vittime del massacro si chiama proprio Rosemary.
E poi, come dice Franceschetti, nella vicenda è tutto un susseguirsi di "rose" a ricordare l'Inner Circle della Golden Dawn.
E i coniugi Polanski si recano a Londra nel 1967 e lì si sposano.
E la Tate era figlia di un colonnello di Dallas e il giorno del concepimento dovrebbe coincidere col 24 novembre, giorno anche dell'uccisione di Kennedy proprio a Dallas.
Meditate, gente, meditate...


perdonami, ma trovo "pericoloso" quello che stai dicendo. ti invito a riflettere che se affronti questi argomenti da un punto di vista non tradizionale come minimo sbagli e come massimo non ne ho idea... però sicuramente non ci guadagna nessuno. anzi forse ci guadagna quello che non hai nominato.

Piero68
Inviato: 16/5/2013 14:24  Aggiornato: 16/5/2013 14:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2012
Da:
Inviati: 134
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
calvero, personalmente ho conosciuto molti musicisti mancini che, pur di non cambiare ogni volta l'impostazione della chitarra, hanno imparato a suonare da destrimani. E ci sono degli esempi anche famosi.


Citazione:
Ti dico quello che so io, e cioè che mio fratello - che è mancino - ha imparato a diventare sempre più destrimano, tant'è vero che suona la chitarra da destrimano se pur è mancino...


Attenzione però a questa questione!!!

Essere mancini e suonare da destrimani non vuol dire che uno impara a suonare con l'altra mano. Significa che uno suonerà sempre da mancino ma con l'accordatura da destrimano!! Cioè,prende la chitarra con l'accordatura normale e, semplicemente, la gira. Per cui si troverà a suonare con il MI basso come prima corda (le corde si contano a partire da sotto) e con il MI cantino come sesta se si tratta di chitarra. Con il MI basso come prima e con il SOL come quarta se si tratta di basso a 4 corde e così via. Si suona in pratica con le corde invertite. (MI sembra che anche Hendrix suonasse così.)

Ben diverso invece e passare dall'essere mancini con accordatura mancina a suonare con la destra con accordatura a destra. La cosa mi sembra molto improbabile oltre che difficilissima ed inutile!! Perchè mai un mancino che suona con accordatura a sinistra dovrebbe imparare a suonare da destro con accordatura a destra con tutte le difficoltà che comporterebbe? Significherebbe violentare la propria natura e non sempre riuscire ad ottenere gli stessi risultati di prima!

simone707
Inviato: 16/5/2013 14:34  Aggiornato: 16/5/2013 14:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Grazie, il_ras !
Very kind of you
Andrò a leggerlo con attenzione.

vuotorosso
Inviato: 16/5/2013 14:50  Aggiornato: 16/5/2013 14:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Il Mistero dei Beatles
Polaris:
Citazione:
Ammettiamo per un momento che sia tutta una farsa, una trovata pubblicitaria: il rischio che tu descrivi c'è comunque. Qualche fan sveglio ma un po' pazzerello avrebbe potuto scoprire i messaggi, rimanere schifato, non intuire lo scherzo e decidere di far fuori McCartney (cosa che fortunatamente non è avvenuta).


Sono d'accordo sulla presenza del rischio, quello che volevo sottolineare e' che psicologicamente la stessa situazione sarebbe vissuta diversamente dall'originale rispetto al rimpiazzo, ossia:
l'originale che ha sempre negato, come hai giustamente riportato, qualunque intenzionale inserimento di messaggio nascosto, non si trova in una situazione pericolosa poiché non c'e' inganno, non c'e' lo spacciare una persona per un'altra e se venisse scoperto può sempre dire che sono interpretazioni prive di fondamento.

Diversamente, il sosia vive la stessa situazione con la consapevolezza che e' stata fatta una sostituzione di cui lui e' la prova vivente, con i rischi annessi e connessi del caso.

Questa e' la diversità che volevo evidenziare, e quindi anche la rispettiva incidenza di "rischio percepito" dai due soggetti: in un caso si tratta di una burla, nell'altro di sostituzione di persona, situazioni che immagino creino, a parità di situazione, pressioni psicologiche diverse.

Grazie per aver iniziato quell'elenco, spero che chi può contribuisca a popolarlo.

Ciao

toussaint
Inviato: 16/5/2013 14:51  Aggiornato: 16/5/2013 14:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
non so se rompo troppo le scatole insistendo sull'aspetto esoterico, nel caso segnalatemelo.
vorrei tornare sul brano centrale di White Album, almeno dal punto di vista esoterico, ossia Revolution 9.
nei testi ufficiali Number 9 è sempre ripetuto a triplette, ossia 999.
l'album è un doppio, qundi un doppio nono album per cui 9 + 9 = 18 = 1 + 8 = 9, ossia 999.
l'intero catalogo rimasterizzato del gruppo viene rilasciato il 9 settembre 2009, dunque ancora 999.
qual è allora il significato esoterico di questo numero?
normalmente tutti indicano quale numero della Bestia nell'Apocalisse il 666.
in realtà, l'indicazione profetica potrebbe solo servire come istruzione per gli iniziati, ossia quel numero sarebbe solo la pista da seguire per arrivare a casa base.
e in effetti, per molti esoteristi il 666 non è affatto un numero malefico, tutt'altro.
già Guenon era convinto di questo, probabilmente per la conoscenza da parte sua della numerologia islamica per la quale 66 è uno dei numeri che indicano la divinità.
da qui, alcuni esoteristi pervengono alla conclusione tradizionale perchè 1/66 da per risultato zero virgola 151515 ma altri esoteristi hanno ritenuto che 1/66 non sia l'opposto di Dio in quanto Dio comprende ogni cosa e non è invertibile, bensì indichi la trasposizione della divinità nel reale.
altri esoteristi sostengono addirittura come Allendy che il 666 rappresenti il Karma umano in rapporto col Karma cosmico e dunque l'equilibrio supremo oppure come Abellio che il 666 rappresenti la manifestazione dei tre termini della Trinità nei tre piani costituiti da spirito, anima e materia.
se ci si pone in questa ottica, allora il numero della Bestia diviene il 999, questo sì l'inverso del 666 e se ci pensiamo il 666 non è altro che una tripla spirale ascendente, l'ascensione dell'Uomo verso la Divinità di cui è immagine e somiglianza, mentre il 999 è una tripla spirale discendente, la caduta della divnità verso il mondo della corporeità e della corruzione.
L'Helter Skelter, appunto che non è altro che un gioco tipico dei parchi divertimenti, consistente in una specie di toboga, una spirale discendente...


edit: molte persone che hanno vissuto NDE (near Death Experiences), descrivono il ritorno nel loro corpo come una discesa lungo una spirale...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
toussaint
Inviato: 16/5/2013 15:05  Aggiornato: 16/5/2013 15:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
dimenticavo.
sappiamo che negli USA il 911 è il numero delle emergenze, in sostanza quello grazie al quale si contatta l'autorità terrena.
e su questo aspetto ci si è sbizzarriti a lungo nel caso delle Twin Towers.
bene, sembra che il numero equivalente a Londra sia...

999!!!


"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
vuotorosso
Inviato: 16/5/2013 15:05  Aggiornato: 16/5/2013 15:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Il Mistero dei Beatles
Toussaint, faccio solo un'osservazione al volo:
Citazione:
qual è allora il significato esoterico di questo numero?
normalmente tutti indicano quale numero della Bestia nell'Apocalisse il 666.
in realtà, l'indicazione profetica potrebbe solo servire come istruzione per gli iniziati, ossia quel numero sarebbe solo la pista da seguire per arrivare a casa base.
e in effetti, per molti esoteristi il 666 non è affatto un numero malefico, tutt'altro.


Visto che i contenuti non sarebbero variati, non avrebbero potuto rilasciarlo il 6 giugno 2006 ?

toussaint
Inviato: 16/5/2013 15:57  Aggiornato: 16/5/2013 15:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
vuotorosso, allora non hai seguito bene i miei post.
in quel caso, si avrebbe 666 che sarebbe, a dispetto della vulgata corrente, un numero "positivo".

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
fumeo17
Inviato: 16/5/2013 16:00  Aggiornato: 16/5/2013 16:00
So tutto
Iscritto: 2/5/2012
Da:
Inviati: 19
 Re: Il Mistero dei Beatles
Ciao a tutti!
mi spiace partecipare solo ora, ma ce ne ho messo di tempo prima di leggermi articolo e naturalmente (quasi) tutti i commenti con rispettivi link.
tra tutte le questioni che tanto "tirano scemi" tutti, quella più (per me) ovvia che dovrebbe essere discussa...non l'ho trovata!
Non voglio sminuire e screditare il lavoro svolto da chi veramente ci sta mettendo corpo e anima, anzi, spero che possa essere d'aiuto..
ma soprattutto che sia un definitivo "ma la finisci di sparar str*****e" ai "debunker" che si compiacciono di trovare i più insignificanti (e mai certificati) indizi tipo: effetti di luce su foto, super sensi auditivi, etc...
ecco, non voglio cadere anch'io nel calderone, e vi posto la mia questione immediatamente: la prova del DNA. io presumo basti solo questa (oltre alle impronte digitali) per "scagionare o condannare" tale mistero.
quello che ho letto nell'articolo qui sopra:

Citazione:
Nel frattempo perizie grafologiche e comparazioni con ciò che si dovrebbe sapere del gruppo sanguigno di Paul sembrano confermare che Erika e la figlia Bettina hanno ragione; viene chiesto un esame del DNA ma questo verrà evitato.


...non è la stessa cosa che ho letto qui nella parte riguardante, appunto, un esame del DNA!?
Non vorrei sembrare saccente (perchè non lo sono affatto) ma mi pare l'unica via da seguire, visto la moltitudine "d'informazioni" che si possono reperire oggi grazie a internet.
ciao e buona continuazione a tutti.

Matteo

La verità è tanto più difficile da sentire quanto più a lungo la si è taciuta.
Anne Frank
Revolution compare!
ChemtrailsHELP
vuotorosso
Inviato: 16/5/2013 16:11  Aggiornato: 16/5/2013 16:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
vuotorosso, allora non hai seguito bene i miei post.
in quel caso, si avrebbe 666 che sarebbe, a dispetto della vulgata corrente, un numero "positivo".


Si, probabile che mi sia perso in qualche passaggio

Avevo capito :
Citazione:
[...] dunque ancora 999. qual è allora il significato esoterico di questo numero?

normalmente tutti indicano quale numero della Bestia nell'Apocalisse il 666.


Citazione:
in realtà, l'indicazione profetica potrebbe solo servire come istruzione per gli iniziati, ossia quel numero sarebbe solo la pista da seguire per arrivare a casa base.


Pensavo che "l'indicazione profetica" fosse il 999 che hai evidenziato, e che "casa base" ossia l'approdo fosse il 666.
Dove mi sono ingarbugliato?


editato

Myst.Tour
Inviato: 16/5/2013 16:31  Aggiornato: 16/5/2013 16:34
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles
@ Fumeo 17

RIguardo alla PROVA DEL DNA.

Se quel sito linkato ne parla, sbaglia, perché nella causa di paternità fu fatto l'esame del sangue.

ne parlo indovinate dove?


Fra i tanti, due angosciosi interrogativi ricorrono - direi da sempre - sulla Rete. Essi riassumono un po’ il “senso comune” della gente, e questo tipo di domande mi è stato spesso rivolto durante dibattiti o conferenze.
1. Perché non si procede a un’analisi del DNA fra il primo Paul e quello attuale?
Come fare? Semplice, ci sarà pure qualche antico fan che “avrà dei capelli di Paul strappati nei primi concerti”... basta prelevare capelli o qualche altro tessuto al Paul di adesso e il gioco è fatto!
La risposta a questa obiezione è semplice: voi vi sottoporreste a un esame del DNA solo per soddisfare la curiosità della gente? 
Io no.
Se Paul è sempre Paul, chi glie lo fa fare?
Se invece Paul è un sosia, a maggior ragione, chi glielo fa fare?
Inutile dire che se un esame del DNA viene fatto su campioni non ufficializzati da notai, la cosa decade.
Quindi inutile rubare i capelli di Paul dal barbiere...

toussaint
Inviato: 16/5/2013 16:39  Aggiornato: 16/5/2013 16:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
vuotorosso, sarebbe esattamente il contrario.




P.S.: teniamo conto anche di una cosa, che la narrazione dell'Apocalisse è terribile, di una ferocia impressionante e se ci pensiamo bene c'azzecca veramente molto poco nel messaggio del Nuovo Testamento.
sembra in realtà un passo del Vecchio Testamento che, com'è noto, molti considerano in realtà come la sacra Scrittura dell'Avversario, di un Dio impietoso che è l'esatto contrario del Dio rivelato da Gesù.
sembra in realtà descrivere la vendetta di un Moloch sanguinario.
quindi, immagina tu l'ironia della sorte se l'Apocalisse servisse in realtà ad individuare il ritorno del Figlio dell'Uomo ("è un nome d'Uomo"), al fine di prevenirlo.
in sostanza, il 666 sarebbe il numero del nuovo Messia, dunque un numero positivo.
e il 999, appunto, il suo contrario.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
vuotorosso
Inviato: 16/5/2013 16:43  Aggiornato: 16/5/2013 16:43
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
vuotorosso, sarebbe esattamente il contrario.


Allora grazie del chiarimento.
Attribuirò il fatto alla carenza di ore di sonno e mi scuso per la confusione

toussaint
Inviato: 16/5/2013 16:44  Aggiornato: 16/5/2013 16:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
e sempre in quest'ottica, il Web da strumento demoniaco, assurgerebbe invece a via di liberazione (WWW, nella gemiatria la W è assimilata alla V, in quanto nell'alfabeto ebraico la W non esiste, dunque VVV=666).
e se siamo qui, ci sarà un perchè...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Piero68
Inviato: 16/5/2013 17:12  Aggiornato: 16/5/2013 17:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2012
Da:
Inviati: 134
 Re: Il Mistero dei Beatles
Non sono mai stato d'accordo con chi misura il possibilismo o meno di un complotto dal numero di persone che dovrebbero parteciparvi o il cui silenzio dovrebbe essere comprato.
In un complotto ci sono varie figure e solo pochissime (i vertici cioè gli ideatori) conoscono il quadro completo. Tutta la restante parte, che possono essere da una dozzina a più di un migliaio (vedi ad esempio il 9/11) possono essere: testimoni involontari, persone che non conoscendo la globalità del piano possono essere facilmente sviate su quello che vedono e/o sentono, persone ridotte al silenzio da una contropartita economica o dalle minacce, amici o amici degli amici a cui viene promesso qualcosa o addirittura persone che, nonostante abbiano visto qualcosa, hanno talmente paura di ammetterlo a loro stessi o, cosa ancora peggiore, a dirlo in giro temendo ritorsioni, che quindi tacciono. O hanno subito ad esempio un lavaggio del cervello da non credere nemmeno all'evidenza. Quante volte assistiamo a scene che ci fa più comodo dimenticare che ricordare?

Detto questo, nella fattispecie, per coprire un eventuale incidente stradale, magari mortale di Paul, non è che ci volessero chissà quante persone. Non dimentichiamoci che l'(ipotetico) incidente dovrebbe essere avvenuto in Abbey Road e che quindi, tra le prime persone ad accorrere, ci saranno stati sicuramente persone vicinissime ai Beatles. Se a questo si aggiunge che l'incidente potrebbe essere avvenuto col buio, in un mese freddo come novembre, non credo che ci fossero chissà quante persone in giro. L'unico problema poteva subentrare con l'arrivo dell'ambulanza. Ma vi ricordo che nel 1966 non esistevano strumenti a bordo delle stesse per determinare se un uomo fosse morto o meno, lo si portava all'ospedale punto. E una volta lì sarebbe bastato ungere poche ruote per ottenere un silenzio pressocchè unanime. Quanto alle altre persone da "addomesticare" sarebbero state tutte persone dell'entourage dei Beatles. Quindi facili da convincere per un bene comune. E non dimentichiamoci che avendo un sosia tra le mani non era nemmeno necessario dirlo proprio a tutti quanti. Alle persone marginali si poteva dire che Paul era sempre Paul dopo le cure di un incidente. Perchè no?!
Non dimentichiamoci che, come gli stessi sostenitori del PID sostengono (scusate il bisticcio di parole), effettivamente nei giorni di novembre del 66 sui tabloid inglesi, anche se solo per qualche giorno, circolarono strane voci su uno strano incidente di McCartney, voci che furono subito messe a tacere adducendo il tutto ad una grossa bufala.
Quanto ai parenti immagino che non sia stato poi così difficile convincerli. Immaginate di essere il padre o la madre di uno dei personaggi più famosi del momento e che questo all'improvviso muoia. Immaginate a questo punto che vengano da voi degli individui che vi inizino a dire che vostro figlio è una sorta di bene comune, un personaggio troppo importante ed influente affinchè muoia pubblicamente in maniera così prematura. Che ad una notizia del genere seguirebbero centinaia di suicidi di disperazione tra i suoi fans, che la sua opera è utile e deve essere continuata almeno per qualche altro anno e che così magari gli si renderebbe una sorta di immortalità. Già solo questo basterebbe a far dire di si a qualunque genitore travolto da una tragedia del genere. Ma non basta. Provate ora ad immaginare che se a questo discorso mistico-filosofico iniziassero ad aggiungerne anche uno strettamente economico con molti zeri. Quanti di voi direbbero di no! Io credo nessuno.
Come vedete creare l'imbroglio, almeno dal punto di vista delle coperture non è che debba essere stato così difficile.

rafterry
Inviato: 16/5/2013 17:24  Aggiornato: 16/5/2013 17:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/11/2009
Da:
Inviati: 199
 Re: Il Mistero dei Beatles - I
Ciao a tutti,
premetto che ne so poco della storia PID, ma c'è stato un tempo in cui avevo studiato la cosa, a cui adesso si sono aggiunti dei dettagli importanti che verificherò.

Una tra le tante è che

"Dal 21 Giugno 1966 fino al 24 Novembre 1966 i Beatles non registrano più nulla; non effettuano nemmeno alcuna sessione fotografica."

mi suona strano perché dopo il boom dei primi Beatles, la EMI aveva piazzato una telecamera fissa in Abbey Road, che registrasse anche quando si fumavano una sigaretta. Attualmente lì sotto ci sono tonnellate di nastri, ignoti a noi mortali, pieni di registrazioni. non so se in quel periodo avessero fermato le telecamere, mi informerò.

Ma la cosa che mi ha depistato dall'ipotesi complottista riguarda la musica che loro han fatto. riconosco che dopo la presunta data hanno cambiato stile e parole, ma una cosa posso dirla: I Beatles hanno inventato TUTTO. tutto quello che sentite adesso, Rock, Pop, Metal, Grunge.. è tutto copiato da idee loro. Fior fior di artisti (o presunti tali), nel tempo hanno costruito interi album copiando riff che i Beatles mettevano magari di striscio in una canzone. Avevano una produttività che ha dell'incredibile. Le mie domanda sono poche ma efficaci: se sostituisci un pezzo dell'equazione, parlando di arte, cambia anche l'arte che produci. Bene, l'arte e la genialità dei Beatles non ne è stata compromessa. Questo apre la strada alla seconda domanda: se la genialità visibile di gente che ha inventato un genere musicale non è cambiata nel tempo e supponendo che i pezzi del gruppo fossero "intercambiabili", vuol dire che c'era qualcuno che gli scriveva le canzoni ed ha continuato a farlo dopo le varie sostituzioni. poco probabile ma plausibile quindi mi chiedo: che senso ha essere uno (o più di uno) che sa concepire delle cose assolutamente nuove e restare nell'ombra?

a questo punto, data la carenza di risposte che riuscivo a trovare in merito, ho analizzato una caratteristica fisica che qui è stata totalmente ignorata: la "voce" di Paul. in ambiente musicale, la "voce" non è la voce che esce dalla bocca, ma il sound che esce dallo strumento.. ed è un'impronta digitale, ognuno ha la sua.. .. la puoi imitare certo, ma se ascolti bene non ci caschi. ho chiesto a tutti i musicisti che conoscessero i Beatles, (compreso il mio maestro di chitarra che ne è appassionato ed ha scritto pure un "songbook" di come suonavano i Beatles, dalla batteria alle 2 chitarre al basso) se avessero notato, cambiamenti di "voce". Bene, nessuno, ad orecchio, ha mai sentito un cambiamento.. le voci proseguivano linearmente identiche nel tempo...essendo un giudizio "ad orecchio" non ha nessuna prova scientifica a suffragio, però.....

Conoscendo la loro musica, suonando la loro musica, rimango con grossi dubbi "musicali" circa alla veridicità di tutto quanto è scritto su questa faccenda... è come sostenere che ciò che ha inventato Tesla, in realtà l'avesse copiato da qualcun altro.. poi in realtà è così, lui sosteneva di non inventare nulla ma che "copiava" le soluzioni, ma da dove lo sapeva solo lui e quei pochi altri come Rol che hanno avuto la bravura di accedere a quei luoghi..

Da chi avrebbero copiato i "fake Beatles" le loro geniali produzioni?

mancano ancora molti elementi alla faccenda

Myst.Tour
Inviato: 16/5/2013 17:30  Aggiornato: 16/5/2013 17:35
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles
@ Piero68

sono d'accordo con parecchie delle cose che dici, tranne:
1 incidente ad Abbey Road... e chi mai l'ha detto?
2 nel novembre 66 non circolarono voci di un incidente a McCartney, l voci sono di gennaio 67 e l'incidente è al 98% un altro (è con la Mini Morris e non con l'Aston) o addirittura non c'è stato proprio; altra possibilità riguardo questa notizia è che si sia fatta confusione con un incidente occorso a tale Mohammed Chtaibi con la macchina di Paul.

3 E' verissimo quello che dici della "struttura piramidale" (chi sa più chi sa meno, chi non ammette neanche con se stesso) ma comunque l'elenco delle persone al corrente non può essere corto (devi considerarci anche Barry Miles, Mark Lewisohn, Ian McDonald, Dick James, i tecnici di sala che erano parecchi e in turn-over) più vari amici e conoscenti a molti livelli temporali (es Pete Shotton, Mick Jagger, Brian Jones, Pete Townshend, Keith Moon...)

dire che coprire "non deve essere stato difficile" non mi trova d'accordo. io direi "molto difficile, ma non impossibile".

toussaint
Inviato: 16/5/2013 17:34  Aggiornato: 16/5/2013 17:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
rafterry, e a te non suona strano che quei 4 abbiano inventato tutto, ma proprio tutto (come dici tu) e poi nelle loro carriere da solisti abbiano fatto sotanzialmente cagare (compreso John Lennon)?
guarda, è un pò la stessa parabola dei Led Zeppelin, una volta rotto il sodalizio tutti hanno fatto solo pena.
ci sarà un perchè?
forse avevano concluso il loro tempo?

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Piero68
Inviato: 16/5/2013 17:36  Aggiornato: 16/5/2013 17:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2012
Da:
Inviati: 134
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
in quel caso, si avrebbe 666 che sarebbe, a dispetto della vulgata corrente, un numero "positivo


Citazione:
normalmente tutti indicano quale numero della Bestia nell'Apocalisse il 666


Adesso non facciamo voli pindarici di fantasia. Altrimenti si finisce con lo svilire tutto quanto detto fino ad ora.

Intanto che 666 sia il numero dell'anti-cristo non esce dalla fantasia di qualcuno e poi questa nozione è stata accettata dai posteri. Semplicemente è scritto a chiare lettere nell'Apocalisse di Giovanni o Rivelazione che dir si voglia.
E che con questo numero si volesse indicare il maligno (e non altro) ci sono una serie di studi che ne danno varie spiegazioni. Che non starò qui a ripetere. Una di queste è che siccome nella credenza cristiana il 9 era la quintessenza della perfezione (3 per se stesso dove 3 rappresenta la Trinità) a maggior ragione lo era 999 (9 ripetuto 3 volte - numero perfetto).Ergo il suo contrario, 999 girato che diventa 666, non poteva che essere il numero dell'anti-cristo.
Quanto poi alle teorie di un Dio buono e di un Dio cattivo (che addirittura alcune filosofie di pensiero fanno coincidere col maligno stesso) sono vecchie di almeno un millennio. E parliamo dello gnosticismo, abbracciato poi dai Catari e da altre filosofie di pensiero ed esoteriche. Ma la cosa diventerebbe troppo complicata e lunga da poter riassumere così.

Il 666 per alcuni è un numero positivo??? certamente! Per i satanisti, qualche esoterista ed altra gente così.

toussaint
Inviato: 16/5/2013 17:39  Aggiornato: 16/5/2013 17:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
coprire una cospirazione non è affatto difficile se chi è a conoscenza fa parte di sodalizi cui ci si è aggregati spinti da precise scelte ideali il cui perseguimento richiede appunto il compimento della cospirazione e che comunque puniscono i "soffiatori" con la morte o peggio.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
toussaint
Inviato: 16/5/2013 17:47  Aggiornato: 16/5/2013 17:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
piero68, certo il 666 diventa un numero negativo e il 999 positivo se il tuo Dio è un Dio che, nel giorno del giudizio, sterminerà tutta la popolazione umana meno 144.000 eletti.
si da il caso, però, che non è il mio Dio.
e credo, così a occhio, neanche quello della cui parola si fece portatore Gesù, personaggio reale o icona che sia.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Calvero
Inviato: 16/5/2013 17:59  Aggiornato: 16/5/2013 18:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
è un pò la stessa parabola dei Led Zeppelin, una volta rotto il sodalizio tutti hanno fatto solo pena.
ci sarà un perchè?


Aspetta, questo discorso posa su una logica errata. Oltre che di sodalizio, si deve parlare propriamente di alchimia. Determinati gruppi hanno forza creativa in ragione di essere insieme ---> una cosa sola, quindi non è che separandosi e non ottenendo gli stessi risultati creativi si può asserire che hanno perso smalto. Non c'entra assolutamente un cazzo. Semplicemente non è possibile portare un potenziale edit --> individuale agli stessi livelli che abbisogna di altre frequenze attraverso una comunione artistica.

Nello specifico, i restanti del Gruppo dei Led Zeppelin, hanno lasciato intendere chiaramente che loro non potevano continuare né essere così come prima. Anzi, hanno avuto le palle di chiudere bottega e non continuare con un sostituto, visto che comunque non c'erano dissidi tra di loro e avrebbero potuto alla grande. MA perso "Bonzo" si era rotta la spina dorsale del gruppo. L'hanno ammesso. Page, di base, è sempre stato un Session Man e non poteva che esplodere con qualcosa come i Led Zeppelin, e infatti la parentesi Yardbirds è rimasta tale. Page lo sapeva; Grant anche (il Manager e il quinto componente invisibile) lo sapeva pure lui. Bonham non avrebbe avuto senso nei Deep Purple, così come un Plant nei Rolling Stones ... e via discorrendo...

.. alchimia. Punto. Il resto è un falso problema.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
ghiroppa
Inviato: 16/5/2013 18:05  Aggiornato: 16/5/2013 18:05
So tutto
Iscritto: 18/4/2008
Da:
Inviati: 5
 Re: Il Mistero dei Beatles
Io ho trovato questo sito, ci sono un sacco di immagini che riguardano altezza, occhi, viso etc etc.

Ovvio, sarà tutto vero? :)

http://digilander.libero.it/jamespaul/fc1.html

Buona visione

Myst.Tour
Inviato: 16/5/2013 18:06  Aggiornato: 16/5/2013 18:07
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles
"alchimia" è bello e nobile, ma in realtà il concetto è molto simile a quello della gestalt, il tutto non è mai uguale alla somma delle parti.

ne parlavo on line anni fa a proposito dei King Crimson e non solo:

http://www.fumettidicarta.it/MusicalBox/kc/spirito_cremisi.htm

guarda caso, citavo proprio Beatles e Led zeppelin...

Ermetico
Inviato: 16/5/2013 18:09  Aggiornato: 16/5/2013 19:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2011
Da:
Inviati: 66
 Re: Il Mistero dei Beatles
Davvero un rebus intrigante!

Grazie a Music Band (ed agli altri esperti in materia)

... solo una curiosità:

@Music Band
Citazione:
... quanto è profonda la tana del bianconoglio.


Ma... bianconoglio chi è? ... il sosia di bianconiglio?

Ciao

*****

Ho corretto l'articolo. Grazie.

M.M.

So tutto? No, grazie!
Il "convinto" avvelena anche te. Digli di smettere.
Calvero
Inviato: 16/5/2013 18:23  Aggiornato: 16/5/2013 18:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il Mistero dei Beatles
___________________________
_____________________

Credo che l'alchimia che opera in questo senso, cioè qui messa in gioco, nell'arte, è tale proprio in ragione di trasmutare. Quindi non abbiamo un crescendo propriamente matematico (somme), attenzione. Credo che quel che dici ci stia e alla grande, ma che non sminuisca comunque il concetto di alchimia. Quindi contro lo strutturalismo, se si fa una ricerca al volo, è quanto si sostiene con la Gestalt. Moooolto interessante. Devo approfondire.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Myst.Tour
Inviato: 16/5/2013 18:43  Aggiornato: 16/5/2013 18:43
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Credo che l'alchimia che opera in questo senso, cioè qui messa in gioco, nell'arte, è tale proprio in ragione di trasmutare. Quindi non abbiamo un crescendo propriamente matematico (somme), attenzione. Credo che quel che dici ci stia e alla grande, ma che non sminuisca comunque il concetto di alchimia. Quindi contro lo strutturalismo, se si fa una ricerca al volo, è quanto si sostiene con la Gestalt. Moooolto interessante. Devo approfondire.


calvero, lungi da me voler "sminuire", intendevo rafforzare. Gestalt, alchimia, magia in senso "letteriario" più che letterale... ci sta tutto.

Il rapporto fra artisti che formano un gruppo non ha nulla da invidiare a quello fra uomo e donna, o fra amici veri... in più entra in gioco l'ispirazione, il talento, che non sono da sottovalutare.

Fondamentalmente diciamo la stessa cosa... ci sarebbe da aggiungere la domanda "cos'è che ha fatto mettere in relazione 4 (o 5) individui come quelli?" (parlo sempre dei Fab)... però la stessa bella domanda ce la poniamo ogni istante nelle nostre vite, quindi...

Calvero
Inviato: 16/5/2013 18:59  Aggiornato: 16/5/2013 18:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il Mistero dei Beatles
Ottimo

Citazione:
"cos'è che ha fatto mettere in relazione 4 (o 5) individui come quelli?"



La gestalt

Non faccio quello che gioca col senso dei termini, ma lo sostengo da tempi non sospetti; è nella mia firma.

"è Dio che ci sta cercando"

... non aggiungo altro per l'equazione

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Redazione
Inviato: 16/5/2013 19:05  Aggiornato: 16/5/2013 19:07
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il Mistero dei Beatles
Personaggio davvero curioso, questo "custode della casa di infanzia di Paul McCartney".



(Segnalato da Q-indie).

Lestaat
Inviato: 16/5/2013 19:32  Aggiornato: 16/5/2013 19:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Autore: Redazione Inviato: 16/5/2013 19:05:27

Personaggio davvero curioso, questo "custode della casa di infanzia di Paul McCartney".


Inquietante.
E' pazzesco. Quando credo di aver vsto ormai tutte le cose più allucinanti di PID ne scopro sempre un altra.....


In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
Truth79
Inviato: 16/5/2013 19:53  Aggiornato: 16/5/2013 19:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/8/2009
Da:
Inviati: 244
 Re: Il Mistero dei Beatles
...continuo a non credere assolutamente a questa storia,molto affascinante per carita',ma io penso che i 4 si siano inventati questa cosa per puro divertimento,e poi McCartney l'ha portata avanti un po' perchè i ricconi si annoiano e un po' perche anni di droghe di vario tipo alcool etc etc lasciano comunque il segno.... ...non sto scerzando...

Di tutte le cose sicure,la piú certa è il dubbio.
polaris
Inviato: 16/5/2013 19:57  Aggiornato: 16/5/2013 19:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Personaggio davvero curioso, questo "custode della casa di infanzia di Paul McCartney"
.
Aha! Beccato!
Forse abbiamo trovato la soluzione dell'enigma????

L'ipotesi più corretta sarebbe quindi quella la PWR, e le pressioni psicologiche descritte da vuotorosso si azzererebbero perché il sosia sa perfettamente che il vero Paul è vivo e vegeto.
La morte sarebbe puramente simbolica e la faccenda non sarebbe nè una burla nè un sinistro complotto, ma una combinazione delle due cose: forse è proprio vero che la verità sta sempre ne mezzo, teniamolo bene a mente.

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
illupodeicieli
Inviato: 16/5/2013 19:57  Aggiornato: 16/5/2013 19:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/1/2005
Da:
Inviati: 323
 Re: Il Mistero dei Beatles
Mi domando: se Paul è morto è possibile che ,chi lo ha sostituito, fosse migliore di lui.Oppure, se invece Paul si è fatto solo sostituire da uno o più sosia, sia rimasto autore ,insieme a Lennon. Tuttavia rimane il discorso oltre che delle musiche, proprio dei testi, delle parole che si sa non erano solo sue ma anche di Lennon. Inoltre ci sarebbe stato anche da chiedere qualcosa a Linda (buonanima anche lei: morta di tumore ma che,come si sa o si dice, vedi Chavez , può essere procurato ): le è mai stato chiesto qualcosa in merito? E aggiungo che forse anche il brano del film di 007 Vivi e lascia morire, assume un significato particolare: o forse sono troppo stordito? Si parla di firme, di calligrafia, ma c'è anche da leggere tra le note e nei testi. Anche la semplice My Love ,per alcuni, ha significati occulti, e guarda caso fa parte del periodo post beatlesiano.

R_Deckard
Inviato: 16/5/2013 20:32  Aggiornato: 16/5/2013 20:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2011
Da:
Inviati: 54
 Re: Il Mistero dei Beatles
Grandi.
Argomento interessantissimo.

L'idea che mi sono fatto è: Paul è sempre lui ma è sicuramente cambiato dopo il 66.

Ma non potrebbe essere semplicemente che è rimasto sfigurato, ha fatto chissà quali interventi di ricostruzione facciale, e buona così?

La stessa cosa che successe a Mark Hamill alla fine delle riprese di Star Wars.
Luke Skywalker ha due facce diverse nel primo film e nei seguenti L'impero colpisce ancora e Il ritorno dello jedi.

Lo notai da ragazzino, verso la quinta volta che visionavo la trilogia. E difatti scoprii che Mark Hamill aveva avuto un incidente automobilistico e gli avevano dovuto ricostruire naso e zigomo.

Resta il fatto che Hamill poté dirlo al mondo. McCartney no.
E giù tutto l'ambaradan di chissà perché.

Cinqui
Inviato: 16/5/2013 20:51  Aggiornato: 16/5/2013 20:57
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/3/2006
Da:
Inviati: 227
 Re: Il Mistero dei Beatles
Autore: Redazione Inviato: 16/5/2013 19:05:27

Personaggio davvero curioso, questo "custode della casa di infanzia di Paul McCartney".

Io di Beatles non so nulla, ma guardando il video da cui sono estratti quei fotogrammi, senza prestare troppa attenzione, ero convinto che fosse Paul...

wow!

"Una bella donna non è colei di cui si lodano le gambe o le braccia, ma quella la cui bellezza complessiva è tale da togliere la possibilità di ammirare le singole parti..." - Seneca - .
R_Deckard
Inviato: 16/5/2013 22:01  Aggiornato: 16/5/2013 22:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2011
Da:
Inviati: 54
 Re: Il Mistero dei Beatles
RAS e Glauco Cartocci o MM o chiunque di voi,

potete per favore provare a confutare, se c'è da confutare, quanto contenuto in questa pagina internet sulla faccenda PID?

http://maccafunhouse.proboards.com/thread/1484

Questa mi fa tendere parecchio verso PIA.

Grazie.

Teba
Inviato: 16/5/2013 22:21  Aggiornato: 16/5/2013 22:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Il Mistero dei Beatles
Basterebbe un test DNA con il fratello Mike? No?

liberta11
Inviato: 16/5/2013 22:32  Aggiornato: 16/5/2013 22:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Il Mistero dei Beatles
@Toussaint

Ancora con Totti? Mitico? Ma bbbbbasta.

Il cucchiaio non l'ha inventato lui. Il più grande goleador del calcio italiano non è lui. A livello europeo con il suo club in 20 anni non ha vinto NULLA.
Ha perso più derby a Roma di chiunque altro.
Ha compiuto i gesti più antisportivi della storia del calcio (pugni nello stomaco di Manninger, calcio in testa ad un giocatore dell'Inter, sputo in faccia a Poulsen e calpestamenti vari...).
Il mondiale ha visto protagonisti Grosso e Materazzi su tutti (poi volendo ci possiamo mettere Del Piero, Buffon, Cannavaro, Totti e gli altri) e non il mitico Totti.

Oh, questa non è una teoria del complotto eh... ma un amara verità che il pubblico romanista non accetterà mai.

liberta11
Inviato: 16/5/2013 22:35  Aggiornato: 16/5/2013 22:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Il Mistero dei Beatles
Tornando al Mistero di Paul McCartney mi pare abbastanza chiaro che la "leggenda" sia stata preparata a tavolino dagli stessi Beatles (altro che "coincidenze" o "strunzate").

Gli album (senza contare tutti gli altri indizi nei dischi) contengono in più occasioni delle anomalie sempre E SOLO con McCartney.

Quindi:

1) O hanno fatto tutto sto casino per rivelare indirettamente (e magari solo ai posteri) una brutta verità.

2) O volevano vendere ancora più dischi e far vivere la loro leggenda DAVVERO per sempre.

Qualsiasi sia la verità, comunque, hanno chiaramente perculato i proprio fans (il che è una bella vergogna) nascondendo sempre quella che è una evidente realtà (ovvero gli indizi sparsi nei loro album e nei dischi).

hi-speed
Inviato: 16/5/2013 22:48  Aggiornato: 16/5/2013 22:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Il Mistero dei Beatles
Me lo ha detto Catarella di pissona pirsonalmente quindi è da prendere con le pinze:

-Paul ebbe un incidente non morì ma rimase in coma

-Vista la notorietà del gruppo si decise di non diffondere la cosa ma di sostituire Paul, magari solo per un periodo breve di tempo

-La storia va per le lunghe e un giovane rampollo prende il suo posto (forse perché costretto o perché lo desiderava). Con qualche operazione estetica si ha Faul. Oppure con sistemi da MKultra lo si costringe.

-Il gruppo non ne è a conoscenza ma dopo qualche tempo si accorge della sostituzione e d’accordo con i manager(fatto fuori) e pure con Faul, lasciano indizi nei loro dischi

-Non si danno più concerti dal vivo e in studio chiunque estraneo al gruppo può suonare qualsiasi cosa. Succede già per altre band, i pezzi famosi non sono scritti da i componenti originali ma da uno staff. Quindi la perdita di Paul originale è marginale.

-Il Paul vero si riprende e non ricorda nulla, è costretto (oppure con metodi non noti ) a vivere un'altra storia e fa il custode.

Non me ne voglia Paul

Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Calvero
Inviato: 16/5/2013 22:51  Aggiornato: 16/5/2013 22:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
...continuo a non credere assolutamente a questa storia,


.. io invece, sempre di più

Citazione:
molto affascinante per carita',


... io invece la trovo sporca, vigliacca e deplorevole

Citazione:
... ma io penso che i 4 si siano inventati questa cosa per puro divertimento,e poi McCartney l'ha portata avanti un po' perchè i ricconi si annoiano e un po' perche anni di droghe di vario tipo alcool etc etc lasciano comunque il segno....


.. e qui ci va un bellissimo STOCAZZO epocale; non si muove foglia che Dio non voglia; parcellizza ancora un po e diventa un pesce d'Aprile fatto da Wanna Marchi a Luca Giurato.


Citazione:
...non sto scerzando...


.. neanche loro, per la Madonna e Yesterday messi insieme

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Redazione
Inviato: 16/5/2013 23:05  Aggiornato: 16/5/2013 23:11
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il Mistero dei Beatles
Posto questo messaggio da parte di IL_RAS (Donato Pastore), che è momentaneamente assente.

(Quelli che vedete circa a metà sono alcuni fotogrammi del filmato del Kenia di cui avevo parlato in precedenza. A parte la ovvia diversità del volto, Faul tiene in mano la cinepresa come un destrorso, non come un mancino).

**************

Sono sempre stato un grande fan dei Beatles e come tale ero fin dall’inizio di questa mia passione a conoscenza di quella che credevo fosse una leggenda metropolitana, parlo ovviamente della morte di Paul McCartney.

Ritenevo fosse tale perché così mi veniva presentata: una delle tante curiosità e stravaganze dell’universo dei Fab 4.

Con l’avvento di internet decisi di dare un’occhiata a cosa si diceva nella rete a proposito di questa vicenda.

Poiché stiamo parlando dell’inizio degli anni 2000, non c’era tantissimo su questo argomento: solo alcuni siti che riportavano le solite cose trite e ritrite (già allora): la camminata sulle strisce pedonali, Revolution #9 che mandata al rovescio fa sì che si senta “turn me on dead man” (che, anche ammesso sia vero, non ha apparentemente molta attinenza con quanto ci interessa, altro conto sarebbe se si sentisse “Paul died in a car”, ad esempio), ed altre amenità di ancor minor rilevanza.
Una delle poche cose interessanti riguardava la grancassa di Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band, ma ne parlerò successivamente.

In questo scenario abbastanza deludente, un forum mi sorprese per la diversa impostazione: si trattava di “The King Is Naked”, sito in inglese che, pur trattando anche gli indizi presenti in tutta l’opera dei Beatles, carriere da solisti incluse, faceva della comparazione fisica il suo cavallo di battaglia.

Nel nome stesso del forum era contenuto il messaggio che esso voleva dare: un po’ come nella favola “i vestiti dell’imperatore”, tutti noi abbiamo la verità sotto gli occhi ma abbiamo bisogno del bambino che ci dica “il re è nudo!” per rendercene conto.

All’inizio ero un po’ scettico, ovviamente, ma analizzando migliaia di immagini mi diventò chiaro che c’era qualcosa che non andava.

Nel forum venivano presentate moltissime comparazioni tra il Paul fino al 1966 ed il Paul successivo.

Saltava subito all’occhio che c’erano delle differenze sia nella conformazione del cranio, più tendente alla rotondità quella del primo, più ovale quella del secondo (in foto alcuni esempi)





che nella statura (alcuni esempi con una medesima terza persona da usare come metro di paragone)









sembravano proprio due persone diverse: era evidente come Paul del 62 fosse la stessa persona del Paul del 66 mentre dal 67 in poi sembrava essere completamente diverso. Ecco altri esempi di pre e post Autunno 66.

PRE












POST











Vale la pena ricordare che nell'autunno del 66 i 4 smisero di esibirsi dal vivo (Paul riprenderà ad anni '70 inoltrati) e che cambirono totalmente look ma questo aspetto sarà trattato in seguito.

Altre immagini abbastanza significative sono queste:

qui è raffigurato Paul in quella che, secondo chi crede alla sua sostituzione, è stata la sua ultima apparizione: quella nel Settembre 1966 alla premiazione per i Grammy awards (ciò tra l’altro fa sì che non sia possibile individuare nell’11 Settembre la data della presunta morte)








queste foto sono di grande interesse perché neanche un mese dopo, all’inizio dell’Ottobre 1966, viene girato un video amatoriale in Kenia da Mal Evans, road manager dei Beatles.
In questo filmato (qui sotto alcuni estratti), si vede quello che ufficialmente è Paul e sono trascorsi solo 20 giorni circa dalle foto qui sopra mostrate










Questa, molto in sintesi, la situazione sino al 2009: in tutto questo periodo si sono succedute comparazioni a base di raffronti e gif. e cacce agli indizi al quale anche il sottoscritto ha partecipato ma ne parleremo in seguito, ora mi vorrei concentrare sulle differenze somatiche.
Dico fino al 2009 perché in quella data viene pubblicato questo



Nel numero di Luglio dell’edizione Italiana di Wired compare un articolo a firma Andriola e Gigante.

Questi due free lance avevano realizzato il sogno di tutti noi ricercato PID-PWR (Paul Is Dead\Was Replaced): interpellare degli esperti di biometria per verificare se quella sul Beatle era solo una leggenda o se la netta impressione che l’aspetto fisico di Paul cambiasse da un anno all’altro in maniera radicale era da ritenersi fondata.

Questo aspetto è cruciale perché tutta la mole di indizi, che comunque esistono e non sono frutto di casualità, avrebbero dovuto per forza assumere una diversa rilevanza in caso il responso avesse escluso che c’era stata una sostituzione.

I due si erano rivolti a Gabriella Carlesi, anatomopatologa ed a Francesco Gavazzeni informatico, due esperti dal curriculum decisamente prestigioso.

A costoro avevano affidato l’incarico di verificare la grande mole di immagini a disposizione utilizzando gli stessi strumenti adoperati nelle vesti di periti nei procedimenti penali.
La biometria è infatti spesso utilizzata nel corso delle indagini e Carlesi e Gavazzeni erano stati coinvolti in casi molto importanti quali quello del Mostro di Firenze, quello dell’attentato a Giovanni Paolo II e quello della morte di Ilaria Alpi

Sono stati analizzati molti aspetti della fisionomia di Paul, prestando particolare attenzione a quelli NON MODIFICABILI DALLA CHIRURGIA ESTETICA come ad esempio la distanza interpupillare o la forma del cranio.

Alla fine delle loro analisi, sono giunti alla conclusione che non si tratta dello stesso individuo, dimostrando grande onestà intellettuale dato che, per loro stessa ammissione, inizialmente erano persuasi si trattasse solamente di una messa in scena, al massimo di una grande burla architettata da menti sofisticate.

Qui sotto potete trovare il link alle pagine dell’articolo. Non le inserisco direttamente per motivi di spazio.
http://jojoplace.org/Shoebox/Wired_Italy_August_2009/p2.jpg
http://jojoplace.org/Shoebox/Wired_Italy_August_2009/p3.jpg
http://jojoplace.org/Shoebox/Wired_Italy_August_2009/p4.jpg
http://jojoplace.org/Shoebox/Wired_Italy_August_2009/p5.jpg
http://jojoplace.org/Shoebox/Wired_Italy_August_2009/p6.jpg
http://jojoplace.org/Shoebox/Wired_Italy_August_2009/p7.jpg
http://jojoplace.org/Shoebox/Wired_Italy_August_2009/p8.jpg
http://jojoplace.org/Shoebox/Wired_Italy_August_2009/p9.jpg


Nel mio piccolo, quando sono stato coinvolto nella puntata di “Mistero” che riguardava Paul McCartney, ho imitato i due giornalisti fornendo a Daniele Gullà, perito biometrico, parte del materiale in mio possesso allo scopo di confermare o smentire il lavoro svolto dal duo Carlesi\Gavazzeni.

Come potete constatare nel video segnalato qui sotto, anche Gullà è giunto alle medesime conclusioni ( dal minuto 10:27)

http://www.video.mediaset.it/video/mistero/puntate/369226/la-morte-di-paul-mccarty.html

Per ora mi fermo qui, presto aggiungerò nuovi elementi.

il_ras
Inviato: 17/5/2013 0:16  Aggiornato: 17/5/2013 0:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
Grazie Massimo. Scrivo dal cellulare e postare tutta sta roba sarebbe stato complicato.

Solo una errata corrige: era il Melody maker award e non il Grammy. Ho fatto confusione. Lo dico prima che il BVZG (Buon Vecchio Zio Glauco) mi faccia il cazziatone

un messaggio nascosto?

matteog
Inviato: 17/5/2013 0:29  Aggiornato: 17/5/2013 0:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 966
 Re: Il Mistero dei Beatles
@Redazione

non ho potuto leggere tutti i commenti ma il tuo ultimo si.

Ti faccio una semplice domanda, se è morto nel 1966, dov'è la tomba?
Io dico che siccome qualcuno gli voleva bene di sicuro gli avranno fatto una tomba no?
E presumibilmente si trova in qualche cimitero, o no?

Forse con un falso nome ma di sicuro con qualche indizio, no?

A nessuno è venuto mai in mente di farsi un giro per cimiteri e con la stessa cura che si è utilizzata nel trovare indizi e messaggi nascosti in canzoni e copertine, trovare tombe "compatibili"?

Dico una cazzata?

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
toussaint
Inviato: 17/5/2013 0:32  Aggiornato: 17/5/2013 0:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
per dire quanto sia evidente la differenza tra Faul e Paul, la cosa che più mi ha colpito a prima vista è stata proprio la distanza interpupillare, come ho scritto in un mio precedente post rispondendo a andrea_1940 che non notava invece alcuna differenza.
sarà la mia antica frequentazione con la Settimana Enigmistica e il suo "scopri le differenze" ma non riuscivo a capacitarmi che andrea_1940 nion notasse tale divario per me così evidente.
e ora mi vedo confermata la mia impressione dall'analisi biometrica.
ma com'è possibile che in tutti questi anni non sia saltato agli occhi a tutti?
per me c'è comunque una componente ipnotica, l'induzione del pubblico in una sorta di trance e non escluderei che la musica stessa in questo abbia un ruolo.
sciamanesimo...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Redazione
Inviato: 17/5/2013 1:50  Aggiornato: 17/5/2013 2:06
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il Mistero dei Beatles
MATTEOG: "Redazione: Ti faccio una semplice domanda, se è morto nel 1966, dov'è la tomba?"

Ti do una semplice risposta: e io che cacchio ne so?

Di certo non l'avranno sepolto al cimitero centrale di Londra, scrivendo sulla lapide "Qui giace Paul McCartney, uno dei più grandi geni musicali del 20° secolo."

Fra l'altro, l'ipotesi della sostituzione non prevede affatto la sua morte.

Può essere semplicemente che lui si fosse stufato e volesse smettere di suonare, ma che abbia acconsentito a scomparire per un certo periodo, per permettere agli altri di continuare a mandare avanti l'impero economico. (Ricevendone in quel caso una buona percentuale, presumo).

Salvo poi ricomparire a casa sua, come "guardiano della casa d'infanzia di Paul", quando era diventato più vecchiotto.

Ragazzi, parliamoci chiaro: quante sono le probabilità che uno con le stesse caratteristiche facciali di Paul McCartney, e persino con la stessa dentatura, finisca a fare il guardiano di quella casa? (Stesso modo di parlare, stesso modo di muoversi, stessa ironia tagliente...)

Si fatica a credere all'ipotesi della sostituzione, ma poi si accetta tranquillamente che un vero e proprio sosia sia andato a vivere proprio a casa sua?

toussaint
Inviato: 17/5/2013 2:00  Aggiornato: 17/5/2013 2:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
mi ricorda un pò "I ragazzi venuti dal Brasile" di Ira Levin.
minchia, adesso che ci penso, indovinate cos'altro ha scritto Ira Levin?
già, proprio QUEL libro da cui hanno tratto QUEL film.
Ira Levin


"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
R_Deckard
Inviato: 17/5/2013 2:14  Aggiornato: 17/5/2013 2:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2011
Da:
Inviati: 54
 Re: Il Mistero dei Beatles
RAS e Glauco Cartocci o MM o chiunque di voi se la senta,

potete per favore provare a confutare, se c'è da confutare, quanto contenuto in questa pagina internet sulla faccenda PID?

http://maccafunhouse.proboards.com/thread/1484

Questa è una serie di sovrapposizioni di fotografie e confronti di foto, come quelli del RAS, di Paul McCartney con espressioni facciali molto simili a distanza di anni. Queste però mi fanno propendere più per la tesi Paul Is Alive. Piuttosto che per la PID/PWR

Ma poi, si potranno fare confronti dove è richiesta precisione sulla distanza pupillare e del contorno mascellare e sull'antropometria in generale basandosi su delle fotografie dove il soggetto è inquadrato non esattamente con la stessa angolazione nelle due istantanee?

Grazie a tutti.

Redazione
Inviato: 17/5/2013 2:18  Aggiornato: 17/5/2013 2:18
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il Mistero dei Beatles
R_DECKARD: Non ho capito cosa ci sarebbe da "confutare", esattamente.

Comunque, io lascio la parola a Donato, che è un esperto in materia.

R_Deckard
Inviato: 17/5/2013 2:27  Aggiornato: 17/5/2013 2:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2011
Da:
Inviati: 54
 Re: Il Mistero dei Beatles
Confutare la tesi della persona che scrive in quel forum.
E cioè che, in base alla sua documentazione fotografica, ai suoi raffronti, Paul McCartney non solo non è morto ma chiederselo è da idioti perché le immagini sono lì che parlano da sole.
Robe così.

Grazie

R_Deckard
Inviato: 17/5/2013 2:34  Aggiornato: 17/5/2013 2:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2011
Da:
Inviati: 54
 Re: Il Mistero dei Beatles
http://maccafunhouse.proboards.com/thread/1484

Questo utente sostiene che quando le foto sono prese con la medesima angolazione ed espressione, Paul è sempre Paul, anche a distanza di decenni fra quello ragazzino e quello cinquantenne.

Redazione
Inviato: 17/5/2013 4:08  Aggiornato: 17/5/2013 4:11
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Il Mistero dei Beatles
R_DECKARD: "[il tizio dice che] chiederselo è da idioti perché le immagini sono lì che parlano da sole."

Se le immagini "parlassero da sole" la questione PID non sarebbe mai esistita.

E' evidente che si tratta di una persona poco intelligente, perchè usare assoluti di tipo positivo, in questi casi, è davvero poco saggio.

(Una cosa sono gli assoluti negativi: "questa persona è chiaramente diversa da quest'altra". Quello lo puoi dire, se constati differenze sostanziali. Ma non puoi mai dire CON CERTEZZA "queste due foto ritraggono la stessa persona", anche se i due volti si assomigliassero da morire).

incredulo
Inviato: 17/5/2013 6:15  Aggiornato: 17/5/2013 6:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Il Mistero dei Beatles
@Redazione

Citazione:
Fra l'altro, l'ipotesi della sostituzione non prevede affatto la sua morte.

Può essere semplicemente che lui si fosse stufato e volesse smettere di suonare, ma che abbia acconsentito a scomparire per un certo periodo, per permettere agli altri di continuare a mandare avanti l'impero economico. (Ricevendone in quel caso una buona percentuale, presumo).

Salvo poi ricomparire a casa sua, come "guardiano della casa d'infanzia di Paul", quando era diventato più vecchiotto.


Mi sembra lo scenario più probabile.

Un ragazzetto è stritolato dal mondo dello show-business e vuole smettere, è stanco dei concerti, del pubblico, del lavoro che bisogna fare per rispettare la posizione raggiunta dal gruppo dei Fab4, vuole godersi i soldi senza lavorare, oppure vuole andare a vivere in un monastero, (sto ipotizzando, non alla lettera)

Vuole cambiare vita.

I dirigenti non vogliono rinunciare alla gallina dalle uova d'oro rappresentata dai Beatles.

Insieme trovano una soluzione accettabile.

Insieme organizzano la sostituzione ed ottengono tutti ciò che vogliono.

I familiari di Paul lo sanno, nessun incidente d'auto con cadavere da coprire, fine dei concerti dal vivo e nuovo look.

Lo staff di produttori e musicisti che collaborano col gruppo continuano a produrre materiale come prima, lo stesso Paul può anche continuare a creare, essendosi liberato dalla galera degli impegni che il suo ruolo precedente richiedeva e la leggenda del gruppo trovava un altro capitolo da scrivere nella sua epopea.

Possibile.

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
music-band
Inviato: 17/5/2013 7:00  Aggiornato: 17/5/2013 7:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
...continuo a non credere assolutamente a questa storia...

Non c'è bisogno di credere a niente, basta analizzare i fatti. Per capire che esiste un reale mistero attorno a questa storia non serve certo un atto di fede.

Citazione:
...I dirigenti non vogliono rinunciare alla gallina dalle uova d'oro rappresentata dai Beatles...

Lo scenario non è compatibile con la mole di simbologie utilizzate per disseminare la leggenda della morte. Se fosse come dici, i diretti interessati avrebbero avuto tutta la convenienza nel ridurre al minimo "Le voci". Continuano invece ad alimentarle (vedi anche lo stemma della casata Martin realizzato nel 2004) attraverso la manipolazione dei simboli. E' indubbia una rappresentazione simbolica e allegorica che pervade tutta la storia fin dalla sua nascita.

E' incompatibile inoltre con il fatto che tutto questo sarebbe iniziato ben 3 anni prima della decisione di Paul di mollare; a che pro? Avrebbero detto a Paul: Resisti tre anni che intanto riempiamo i dischi e le copertine di indizi e poi te ne puoi andare?

Qui c'è qualcosa che va oltre perchè richiede una specie di ritualità che viene perseguita per anni, inizia prima della diffusione della leggenda e prosegue a tutt'oggi.

incredulo
Inviato: 17/5/2013 7:17  Aggiornato: 17/5/2013 7:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Il Mistero dei Beatles
@music-band

Citazione:
Lo scenario non è compatibile con la mole di simbologie utilizzate per disseminare la leggenda della morte. Se fosse come dici, i diretti interessati avrebbero avuto tutta la convenienza nel ridurre al minimo "Le voci". Continuano invece ad alimentarle (vedi anche lo stemma della casata Martin realizzato nel 2004) attraverso la manipolazione dei simboli. E' indubbia una rappresentazione simbolica e allegorica che pervade tutta la storia fin dalla sua nascita.


Riconosco di non essere così dentro la questione ma credo che i diretti interessati abbiano fatto l'opposto.

Alimentare la leggenda fa solo bene per coloro che debbono vendere e guadagnare.

Citazione:
E' incompatibile inoltre con il fatto che tutto questo sarebbe iniziato ben 3 anni prima della decisione di Paul di mollare; a che pro? Avrebbero detto a Paul: Resisti tre anni che intanto riempiamo i dischi e le copertine di indizi e poi te ne puoi andare?


Mi sono perso qualcosa?

Paul verrebbe sostituito nel 1966 e gli indizi vengono disseminati nei 3 anni successivi non in quelli precedenti.

Citazione:
Qui c'è qualcosa che va oltre perchè richiede una specie di ritualità che viene perseguita per anni, inizia prima della diffusione della leggenda e prosegue a tutt'oggi.


Questo aspetto è probabile.

Conoscendo le simpatie esoteriche del gruppo, la simbologia e la ritualità sono sicuramente strumenti usati per uno scopo.

Ciao

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
il_ras
Inviato: 17/5/2013 7:32  Aggiornato: 17/5/2013 7:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
Circa le foto di Maccafunhouse.
La prima osservazione va al metodo: le gif animate non sono attendibili, dico questo anche per quelle che vorrebbero dimostrare la tesi opposta quella, cioè, per la quale propendo.
Lo affermo perché è una una tecnica troppo rudimentale per poter avere una valenza.
Altra cosa sono I metodi citati nell'articolo di Wired o quelli adoperati da Gullà che in primo luogo rendono omogenee tra loro le foto ma che, , fondamentalmente, sono in generale di un rigore tale da essere utilizzati per individuare l' identità dei criminali e per altre applicazioni in ambito giuridico/penale.

Inoltre, se si guarda bene, nonostante I magheggi del tizio, c'è sempre qualcosa che non quadra:teste più grandi a parità di volto, orecchie che spariscono etc. .
La stessa foto col basso Hofner presente nella pagina linkata a me pare un autogol: da quanto so (correggetemi se sbaglio), la lunghezza di questo strumento è rimasta invariata attraverso le sue varie edizioni. .. diventa così un metro di paragone per valutare l'altezza dei due soggetti. .. ditemi voi che ne pensate

un messaggio nascosto?

music-band
Inviato: 17/5/2013 7:50  Aggiornato: 17/5/2013 7:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Alimentare la leggenda fa solo bene per coloro che debbono vendere e guadagnare.

I Beatles non avevano certo bisogno di guadagnare; anche senza la storia della PID erano comunque una leggenda. Ci sono molti appassionati che non prendono nemmeno in considerazione quella che considerano una leggenda metropolitana. La popolarità dei Beatles così come la loro influenza nel mondo del rock sono del tutto slegate da questa storia.

Iinoltre, casi come quello dello stemma della casata Martin non hanno alcun nesso con il marketing dei Beatles. E con tutti i casini che si è tirato dietro Paul con la storia dell'identificazione dei figli, andare a buttare ancora benzina sul fuoco con operazioni come quella del disco del 2004 in cui inserisce un messaggio subliminale: "I Was William Campbell" non ha un senso logico.

Citazione:
Paul verrebbe sostituito nel 1966 e gli indizi vengono disseminati nei 3 anni successivi non in quelli precedenti.

Appunto, se tutto è andato bene e nessuno si è accorto di nulla, che senso ha scatenare la PID 3 anni dopo? Se Paul decide di andarsene e la sostituzione riesce talmente bene da fregare tutti, specialmente i fan accaniti... Perchè diavolo devi essere così masochista da cominciare a cercarti casini dopo ben 3 anni durante i quali tutto è andato secondo i pian?

snoopy
Inviato: 17/5/2013 7:52  Aggiornato: 17/5/2013 7:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2006
Da: phuket - thailandia
Inviati: 106
 Re: Il Mistero dei Beatles
io credo alle parole di George Harrison , che chiama Faul , NON Paul , quello attuale : http://www.youtube.com/watch?v=D9_uhn5XnI8

*************

io credo a quello che dice Ringo Starr in un'intervista :

‘But I think it’s people on the outside who perceive Paul as thinking he’s the only one left. Actually, it’s me. I am the last remaining Beatle.’

http://www.dailymail.co.uk/home/moslive/article-1388489/The-Beatles-Ringo-Starr-Paul-McCartney-likes-think-hes-remaining-Beatle.html#ixzz1N7d01IkC

Io so tutti questi nomi e so tutti i fatti ...
Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.

P.P. Pasolini

http://www.corriere.it/speciali/pasolini/ioso.html
incredulo
Inviato: 17/5/2013 8:06  Aggiornato: 17/5/2013 8:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Il Mistero dei Beatles
@music-band

Citazione:
Appunto, se tutto è andato bene e nessuno si è accorto di nulla, che senso ha scatenare la PID 3 anni dopo? Se Paul decide di andarsene e la sostituzione riesce talmente bene da fregare tutti, specialmente i fan accaniti... Perchè diavolo devi essere così masochista da cominciare a cercarti casini dopo ben 3 anni durante i quali tutto è andato secondo i pian?


Perchè sono passati ben 3 anni con 2 Paul vivi, le voci circolano, le bugie hanno le gambe corte.

Meglio creare una leggenda, una scappatoia, penso già organizzata prima, nel momento della decisione di effettuare la sostituzione.

Quando decidi di seguire la strada della sostituzione, ti devi parare il culo prevedendo che le cose non vadano per il verso giusto.

Nei 3 anni che nessuno si è accorto della sostituzione, nel mondo reale qualcuno può accorgersene.

Meglio cominciare a creare indizi e messaggi nascosti, comodi da sfornare nel caso qualcuno si faccia troppe domande o chieda troppe spiegazioni.

Per persone dello spettacolo, abituate a manipolare la percezione delle folle, parliamo dell'ABC.

Citazione:
operazioni come quella del disco del 2004 in cui inserisce un messaggio subliminale: "I Was William Campbell" non ha un senso logico.


Beh, prova a pensare come possa sentirsi quel tale che si chiama William Campbell, che dentro si sente William Campbell ma che nessuno riconosce come tale.

La voglia di tirare fuori la testa, di farsi riconoscere, di ESISTERE è irresistibile.


Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
il_ras
Inviato: 17/5/2013 8:13  Aggiornato: 17/5/2013 8:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
Snoopy, sei incappato in un FAKE. Il video di George è artefatto.

In realtà dice Paul.

un messaggio nascosto?

snoopy
Inviato: 17/5/2013 8:37  Aggiornato: 17/5/2013 8:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2006
Da: phuket - thailandia
Inviati: 106
 Re: Il Mistero dei Beatles
ed invece quello che dice ringo ?

Io so tutti questi nomi e so tutti i fatti ...
Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.

P.P. Pasolini

http://www.corriere.it/speciali/pasolini/ioso.html
music-band
Inviato: 17/5/2013 8:50  Aggiornato: 17/5/2013 8:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
...Meglio cominciare a creare indizi e messaggi nascosti, comodi da sfornare nel caso qualcuno si faccia troppe domande o chieda troppe spiegazioni. Per persone dello spettacolo, abituate a manipolare la percezione delle folle, parliamo dell'ABC...

Scusami incredulo ma non sono daccordo; le tecniche di disinformazione sono altre e ben diverse. Qui non c'è la volontà di intorbidire le acque o di insabbiare. Qui siamo davanti alla volontà di rivelare e comunicare a un livello diverso. A che scopo, è ancora tutto da chiarire. Ripeto anche il caso relativo a George Martin è enigmatico in questo contesto.

Citazione:
Beh, prova a pensare come possa sentirsi quel tale che si chiama William Campbell, che dentro si sente William Campbell ma che nessuno riconosce come tale

Lo stesso tale che con un'attenzione maniacale ai dettagli, nel 1993 fa la copertina di Paul Is Live... Ma lo hai letto l'articolo? Qui ci sono dei paradossi difficilmente spiegabili, scusami ma non riesco a semplificare come fai tu.

incredulo
Inviato: 17/5/2013 9:19  Aggiornato: 17/5/2013 9:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Il Mistero dei Beatles
@music-band

Citazione:
Lo stesso tale che con un'attenzione maniacale ai dettagli, nel 1993 fa la copertina di Paul Is Live... Ma lo hai letto l'articolo? Qui ci sono dei paradossi difficilmente spiegabili, scusami ma non riesco a semplificare come fai tu.


Nessun problema music-band, sono solo ipotesi e vanno vagliate tutte sia quelle semplici e possibili sia quelle più complesse.

I fatti ci dicono che nel mondo della finzione e dell'intrattenimento, gli scoop e gli scandali aiutano da sempre a vendere di più.

Non sto sostenendo che sia questa la motivazione del caso PID, probabilmente la Verità sul perchè della questione rimarrà solamente una mera ipotesi.

Per rispondere all'obiezione che fai, ti posso dire che il William Campbell del 1993 può essere cambiato nel 2004, invecchiando si cambiano diverse prospettive.

Se William Campbell non si sente riconosciuto come William Campbell dal 1967, la voglia di farsi sentire può diventare una esigenza insopprimibile col passare del tempo e un "I was William Campbell" inserito come messaggio subliminale nel disco del 2004, può essere una necessità della persona, anche innocua perchè non sposta nulla andando ad aggiungersi alle altre stranezze del caso.

In ogni caso, credo che sia assodato che i Paul sono 2, anche perchè essendo nato sotto al segno dei gemelli aveva bisogno di suo "fratello". (battuta)

Ciao

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Davide71
Inviato: 17/5/2013 9:36  Aggiornato: 17/5/2013 9:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Il Mistero dei Beatles
Ciao a tutti:

ho già avuto occasione di interessarmi della faccenda, che m'incuriosisce da morire...
Ho concluso che, in ogni caso, le Istituzioni hanno in qualche modo appoggiato i Beatles per pure e semplici questioni di esaltazione dell'immagine nazionale. Perciò, se fosse vero che Paul Mc Cartney sia morto o scomparso, non è difficile immaginare che gli UK abbiano avuto un interesse a coprire la cosa...Perché tutti quegli indizi? Forse perché Paul non è, per l'appunto, morto. Supponiamo che Paul sia scomparso ma riceva in ogni caso una cifra annuale. Tutti quegli indizi servirebbero a far valere i suoi diritti anche legalmente nel caso una tale somma non si rendesse più disponibile. Peraltro, se fosse morto, sarebbe un omaggio al suo spirito, che potrebbero non voler contrariare. Ricordiamo che, comunque, i Beatles si sono interessati di esoterismo (più che altro psichedelico...!) e sarebbe interessare conoscere le loro "credenze" in materia.
Che il potere politico s'interessi di fenomeni musicali è tutt'altro che improbabile. Se vogliamo dirla tutta, gli USA usano la propria produzione artistica, non solo musicale, ma soprattutto cinematografica, come mezzo di propaganda piuttosto palesemente...e la stessa cosa fanno tutti gli altri governi. Poi abbiamo eventi come quello di Woodstock che, magari nati con uno scopo (creare allarme nell'opinione pubblica americana, sembrerebbe...), sono poi sfuggiti di mano e hanno finito per servire un altro scopo (propagandare l'idea di un America libera e all'avanguardia).
Se v'interessa, queste cose succedevano anche "prima". Sul forum avevo aperto un topic sui molti misteri dietro la morte di Mozart (ma anche la vita riservava non poche sorprese...), sui quali con ogni probabilità c'era lo zampino dell'Impero.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
f_z
Inviato: 17/5/2013 10:28  Aggiornato: 17/5/2013 10:28
Mi sento vacillare
Iscritto: 16/1/2012
Da: Un mondo popolato da (troppi)pezzi di merda
Inviati: 958
 Re: Il Mistero dei Beatles
Dopo aver visto le foto de Il_Ras postate da Mazzucco, mi sembra chiaro che Paul e Faul sono abbastanza diversi.

Paul ha testa e occhi piu' tondi mentre Faul piu' allungati ecc.

Inoltre il "custode" effettivamente assomiglia troppo al vero Paul.

A questo punto io propenderei per la tesi PWR piuttosto che PID, ma ho paura che il perche' e i retroscena difficilmente li sapremo mai.

Codardo e' il soldato che "esegue gli ordini".

Eroe e' il soldato che ha il coraggio di sparare in faccia ai suoi "superiori".

Peccato che i soldati siano tutti scelti minuziosamente tra gli appartenenti alla prima categoria.
music-band
Inviato: 17/5/2013 10:35  Aggiornato: 17/5/2013 10:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Nessun problema music-band, sono solo ipotesi e vanno vagliate tutte sia quelle semplici e possibili sia quelle più complesse.

No certo, intendevo soltando dire che le ipotesi più scontate come ad esempio la trovata pubblicitaria, si sono affievolite fino a scomparire mano a mano che procedevo nell'approfondire la vicenda.
I due libri citati, una volta letti, a mio avviso rendono palese il fatto che questa manovra ha origini diverse; sia per l'aspetto simbolico allegorico che per quello forse, volutamente depistante: creare una leggenda per coprire qualcosa d'altro.

Citazione:
In ogni caso, credo che sia assodato che i Paul sono 2, anche perchè essendo nato sotto al segno dei gemelli aveva bisogno di suo "fratello"

E forse non aveva ancora visto il film: The Prestige

hi-speed
Inviato: 17/5/2013 10:48  Aggiornato: 17/5/2013 10:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: Il Mistero dei Beatles
Poi ci sarebbe il gruppo di ottimi musicisti e compositori dei Badfiger che suonava spesse volte coi "Beatles" in studio.
I due componenti principali della band si suicidarono dopo pochi anni.

Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
Lollo954
Inviato: 17/5/2013 11:19  Aggiornato: 17/5/2013 11:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/4/2012
Da: Carboland
Inviati: 136
 Re: Il Mistero dei Beatles
Buon giorno a tutt, e un po di tempo che leggo di questa storia e devi dire che sono molto scettico a riguardo... da una parte ci sono degli indizi davvero sconvolgenti, come detto, nelle copertine album, video, dischi, ecc che potrebbero benissimo essere esclusivamenbte una strategia di marketing e nulla piu; dall'alatra ci sono pero altri indizi come la fisionomia del paul prima del 66 e dopo che sembrano confermare che siano effettivamente diverse... la distanza degli occhi... l'attaccatura delle orecchie rispetto alla linea degli occhi.. la simmetria sono cose che non cambiano nel corso di una vita.. mah ripeto sono scettico. Ho sentito molto parlare anche qui su LC del fattto che paul tiene la sigaretta con la mano destra pur essendo un mancino. Be a questo voglio provare a rispondere io... io sono un fumatore da diversi anni da prima dei 18 anni e sono destro ma spesso e volentieri fumo con la sinistra e per un semplice motivo.. Avete mai provato a fumare in citta mentre guudate ? sulla destra c'è il cambio e va toccato una volta ogni 3 secondi( parti all'incrocio dentro la seconda forse la terza incrocio dopo semaforo rosso quiondi scali e ti fermi e cosi via per tutta la citta) sei torna fermo) risultando molto scomodo fumare con la mano destra inoltre cosi facendo ti si riempie la macchina di cenere ( pure se usi il posacenere). Fumando dalla mano sinistra si ha il finestrino cosi si sporca meno e inoltre tenere il volante anche con la sigaretta in mano è infinitamente piu comodo che ogni volta spippolare il cambio... Risultato ? anche chi è destro spesso fuma con la sinistra (se guida molto) e almeno io tante volte lo faccio anche a passeggio ma non me ne rendo conto..è automatico... in inghilterra la guida è a destra quindi le cose sono invertite hai il cambio sulla mano sinistra e il finestrino sulla destra. Per concludere credo che se paul fosse un guidatore abituale abbia imparato a fumare anche con l'altra mano... Sia chiaro questo è solo un mio ragionamento che pero ha un fondamento e di tipo pratico bisognerebbe trovare molte foto prima del 66 di paul che fuma solo con la mano sinistra e molte foto di paul dopo il 66 che fuma solo con la destra allora si che si potrebbe avvalorare la tesi

"I piccoli segreti sono i più difficili da mantenere. Per quelli grandi basterà sempre l'incredulità della gente".(McLuhan)
Paolo69
Inviato: 17/5/2013 11:35  Aggiornato: 17/5/2013 11:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/7/2004
Da:
Inviati: 1173
 Re: Il Mistero dei Beatles
bisogna ammettere che è indubbiamente una storia intrigante piena di misteri e indizi ,o presunti tali.
di prove certe non mi sembra di averne viste però.
questo lascia aperto il campo a verie interpretazioni , marketing , gioco , occultismo , etc , il tutto condito da quella serie di "complicazioni pratiche" che personaggi famosi come loro hanno quasi sempre (vedi figli dichiarati o presunti tali ).
Il fatto poi che siano state usati dei sosia , appunto non deve stupire , altra cosa è sostenere che il sosia sia diventato in pianta stabile il beatles.
l'unica ipotesi che mi viene in mente , ma che a molti forse potrà sembrare stravagante , è che non si tratti di un sosia , ma di una copia vera e propria , questo potrebbe spiegare molte cose , anzi praticamente tutto!.

toussaint
Inviato: 17/5/2013 12:30  Aggiornato: 17/5/2013 12:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
vogliamo parlare dello scontro feroce tra Paul/Faul e John Lennon?
dell'incredibile invettiva di Lennon contro l'ex socio?
How do you sleep?

Lennon dice a Paul/Faul:
"come fai a dormire? ... quei matti avevano ragione quando dicevano che eri morto... una faccia carina dura un pò ma poi la gente capirà di cosa sei capace... il tuo suono è musicaccia, eppure avresti dovuto imparare qualcosa in questi anni... "
e rispondeva a Paul/Faul che in Too Many People gli aveva detto "la tua svolta underground è un grosso errore, hai dato un calcio alla tua fortuna... pensavo fossi un amico ma mi hai lasciato solo, allo sbaraglio"

Pesantissimo, Paul/Faul minaccia chiaramente Lennon dicendogli che ha cacato fuori dal vaso e rimproverandolo di non supportarlo più nella sua "missione", Lennon gli risponde "ma vai a cacare, sei tu che hai molto da nascondere e come artista non vali neanche una ceppa".

E gli altri due Beatles?
Uno, Harrison, sembra supportare John suonando anche in How do you sleep? mentre Ringo Starr se ne esce con un eloquente "That's enough, John!" ossia "Questo è troppo, John!"
del resto, anche Ringo mi sembra abbastanza dentro la cospirazione, a partire dal suo nome che è un soprannome Ring o(f) Star(s), "Anello di Stelle", ossia Nebulosa.
ricordo che è costume degli adepti della Golden Dawn assumere nomi iniziatici, assegnato nel corso dei rituali.
terrificante quello di Yeats, ad esempio, Deus Inversus.
a tale proposito, concludo dicendo che non è detto che tutti e quattro i Beatles fossero degli iniziati.
l'unico di cui sono certo è proprio Paul/Faul perchè è l'unico per il quale anche il nome del suo secondo gruppo, The Wings, ha un chiaro connotato esoterico, collegato al nome The Beatles.
a questo punto, mi piacerebbe capire chi ha dato il nome ai Beatles.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Myst.Tour
Inviato: 17/5/2013 12:40  Aggiornato: 17/5/2013 12:51
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles
come ho già detto, non ce la faccio ad entrare in merito delle mille questioni possibili intorno a PID, avendo già percorso molte volte il cammino dei dibattiti sulla rete.

volevo solo dire a Teba che parla di nuovo della "prova del DNA col fratello Mike" che già avevo risposto qualche post prima. Forse gli è sfuggito.

=====

come è logico, uno dei punti su cui vi state arrovellando è il perché della "semina di indizi", che in entrambe le situazioni (PIA e PWR) è un grosso busillis.
- Nel caso PIA = Great Hoax, ci si può chiedere perché la cosa non sia mai stata rivelata (se era un gioco, "un bel gioco dura poco", ci voleva una soluzione come sulla Settimana Enigmistica, sennò la gente si incazza )

La risposta può essere questa (sto sempre estraendo da voi-sapete-dove)

Carlisle sembrava anche convinto che i Beatles avessero deciso di far uscire tutto fuori a Pasqua 1970, come una Resur­rezione. Non sapeva certo le mosse precise che i Beatles avrebbero compiuto, ma fornì due ipotesi: o il gruppo sarebbe risorto insieme con Paul, oppure, simbolicamente, lo avrebbe raggiunto nella sua “tomba”.
Il caso Manson avrebbe portato a cancellare tutto, per non essere coinvolti in "mesaggi occulti".
=======
- Nell'ipotesi PWR, può essere utile questo:

John e “Faul” stesso inzeppano di indizi i dischi... è molto nella loro natura e nello spirito del tempo indugiare su un dramma, sublimandolo... ancora meglio, giocare con i fan ...scherzare col fuoco. E poi, forse i Beatles VOGLIONO essere scoperti, un po’ come succede in Dostojewski... È anche un desiderio irrefrenabile di rendere omaggio ai due Paul e maneggiare una vicenda davvero straordinaria. Molti degli indizi scoperti sono quindi veri “segnali”, altri non hanno fondamento, ma costituiscono una “coincidenza” significativa. (...) Ma prima o poi qualcuno si doveva accorgere di tali stranezze... o c’è stata una soffiata? Forse i Beatles si erano preparati già dall’inizio a smentire tutto, come fanno da sempre i politici, che fanno scoppiare dei “casi” e poi ritrattano, ottenendo comunque di stare sotto i riflettori.

a quest'ultima riflessione va aggiunta inoltre l'ipotesi "Lettera Rubata" che abbiamo già approfondito precedentemente.

========
Citazione:
l'unica ipotesi che mi viene in mente , ma che a molti forse potrà sembrare stravagante , è che non si tratti di un sosia , ma di una copia vera e propria , questo potrebbe spiegare molte cose , anzi praticamente tutto!.


fin dal 2004 vado dicendo che l'unica ipotesi che spieghi tutto proprio tutto è una che... la Razionalità tende a SCARTARE.
Quella di un Doppione di matrice supertecnologica, collegata a un quadro di Alieni e di clonazione.
Su questo scrissi anche una specie di racconto, che attualmente è il mio 10° quadro. Ovviamente è un'ipotesi estrema, difficilmente digeribile, e me ne rendo pienamente conto.

Dopo aver pubblicato quel racconto, scoprii che in Rete molti avevano caldeggiato ipotesi PID-ET, partendo dalla storia di Klaatu, e prendendo la cosa molto più seriamente di quanto avessi fatto io.

=====

ovviamente il doppione potrebbe anche essere di matrice soprannaturale, e qui ci sono le varie ipotesi esoteriche che, per quanto anch'esse paradossali, hanno parecchi punti da non sottovalutare.

======

per Snoopy: Ringo di frasi "ambigue" su PID ne ha dette più di una. Ovviamente i sostenitori PIA dicono che lo fa per far parlare di sè in vista dei suoi tour, gioca ancora su questa vecchia storia, magari telefonando prima a Sir Paul e chiedendogli "ti spiace se faccio ancora un po' di casino su PID?"

liberta11
Inviato: 17/5/2013 12:50  Aggiornato: 17/5/2013 12:54
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Il Mistero dei Beatles
Aggiungo un altra cosa. Noi oggi qui parliamo di PID solo perchè esiste internet.

Il caso è esploso proprio grazie alla rete e a certe trasmissioni Tv.

All'epoca, quando i Beatles decisero di inserire tutti quegli indizi, non c'era internet (e di certo nessuno di loro avrebbe mai potuto immaginare un tale sistema di connessione e trasmissione dati in tempo reale).

Morale? Avranno sicuramente pensato che sarebbe nata una leggenda fine a se stessa, come tante altre leggende metropolitane dell'epoca... peccato che con l'avvento di internet TUTTO è cambiato per sempre.

Myst.Tour
Inviato: 17/5/2013 13:02  Aggiornato: 17/5/2013 13:02
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Aggiungo un altra cosa. Noi oggi qui parliamo di PID solo perchè esiste internet.

Il caso è esploso proprio grazie alla rete e a certe trasmissioni Tv.

All'epoca, quando i Beatles decisero di inserire tutti quegli indizi, non c'era internet (e di certo nessuno di loro avrebbe mai potuto immaginare un tale sistema di connessione e trasmissione dati in tempo reale).

Morale? Avranno sicuramente pensato che sarebbe nata una leggenda fine a se stessa, come tante altre leggende metropolitane dell'epoca... peccato che con l'avvento di internet TUTTO è cambiato per sempre (ed è impossibile controllare qualsiasi informazione come negli anni '60-'70).


giusto, ma (lo dicevamo proprio ieri con il Ras e Sun King) è impensabile scindere le modalità con cui la PID si diffuse dai "media" principali di allora, ovvero radio, telefono e giornali (Escluderei anche la TV che non ne parlò affatto).
Lo dico con cognizione di causa perché c'ero.

Chiedersi "come sarebbe stata la PID se ci fosse stato internet" è come chiedere "che sarebbe successo se Napoleone avesse avuto la bomba atomica".
NB: Non intendo dire che tu, libertà11 sita dicendo questo (il tuo discorso è diverso) ma molti se lo sono chiesto.
Una PID studiata per Internet avrebbe avuto una declinazione abissalmente diversa.
Verò è che io stesso l'ho ripresa in mano solo dopo che se ne era riparlato su Internet, anche se vi stupirà sapere quanto sia "cresciuta" la storia dal 2005 a oggi.

nel 2005 digitando su Google <McCartney> + <death> dava 227,000 risultati (di cui molti da scartare, ovviamente, doppioni o risultati relativi ad altro...).

Provate ora a fare la stessa operazione, e vedrete........si sfiorano i tre milioni.

toussaint
Inviato: 17/5/2013 13:05  Aggiornato: 17/5/2013 13:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
ad ogni modo, per me l'operazione marketing è da escludere assolutamente.
anche perchè sarebbe stato nell'interesse dello show business, prima o poi, far venir fuori la verità.
ve l'immaginate?
speciali, film, libri, documentari, edizioni speciali dei dischi con gadget della nuova "più grande truffa del rock'n'roll", in stile Sexy Pistols.
solo che la rivelazione avrebbe potuto portare i suoi frutti solo se l'operazione di marketing fosse esistita realmente, perchè nella rivelazione avresti dovuto fornire la vera identità del sosia temporaneamente utilizzato e tanti altri particolari che se contraddetti avrebbero a quel punto veramente fatto esplodere il caso.

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
vuotorosso
Inviato: 17/5/2013 13:13  Aggiornato: 17/5/2013 13:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
ad ogni modo, per me l'operazione marketing è da escludere assolutamente.
anche perchè sarebbe stato nell'interesse dello show business, prima o poi, far venir fuori la verità.
ve l'immaginate?
speciali, film, libri, documentari, edizioni speciali dei dischi con gadget della nuova "più grande truffa del rock'n'roll", in stile Sexy Pistols.


Dall'articolo, fine parte seconda:
Citazione:
[...] e un fantomatico documentario girato da discovery channel e che verrà trasmesso soltanto dopo la morte dell'attuale, vero o sosia che sia, Paul McCartney.


Per me il "follow the money" resta valido come metodo.

Myst.Tour
Inviato: 17/5/2013 13:23  Aggiornato: 17/5/2013 13:23
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Per me il "follow the money" resta valido come metodo.

nutro molti dubbi su questo.

Ossia, se Paul è stato rimpiazzato, sicuramente il motivo principale è economico, il far continuare la giostra.

Se INVECE è tutta una Grande Burla (l'altra ipotesi fondamentale) io tendo ad escludere la "trovata pubblicitaria", o almeno non come motivo principale.
I Beatles nel 1966 di denaro ne avevano oltre l'immaginabile, mi sembra Ringo dichairasse "non risuscirò mai a spenderlo tutto per quanto ci provi".

Inoltre, checché se ne possa pensare, il loro lato "artistico-pazzoide" era notevole e bruciante.
Trovo molto più probabile il Grande Gioco Intellettuale. Più o meno così:

Paul lo guardò attonito. John era proprio matto, ed era da sempre ossessionato dalla morte; ma per lui, Paul, la cosa era diversa. Non era scaramantico, e si era sempre vantato di saper stare al gioco, anche quando la vittima degli scherzi era lui stesso. John lo stava provocando, come quando erano ragazzini. Cosa credeva, che si sa­rebbe tirato indietro?
«Bell’idea, compare! Ci sto. Però la cosa deve essere davvero sottile, intrigante. Agiremo su due livelli, un significato palese, quello che dicevo io, i Beatles che rinascono dalle proprie ceneri, e sotto sotto inseriremo riferimenti che faranno credere che al mio posto ci sia un sosia. Non so come la prenderanno George, Ringo, Brian e Martin, ma...»
«Ho pensato anche a questo, Paul. Faremo loro presente che il giochino si protrarrà per un certo periodo di tempo e, se fra due o tre anni, dio non voglia, dovessimo attraversare un periodo di scarsa popolarità... WHAM! Faremo scoppiare la bomba. Vedrai che l’idea di una grossa pubblicità a nostro vantaggio convincerà i nostri colleghi.»
John si interruppe, pensieroso. «Ascolta, è un modo di presentare la cosa a loro: per quanto mi riguarda, io dei soldi e delle vendite, se vuoi saperlo, me ne sbatto. Sono un artista, voglio... voglio lasciare un segno, io!»
Paul pensò che non poteva essere più d’accordo. «Qua la zampa, fratello! Noi non ci annoieremo mai, anche sen­za fare più concerti!» I due si salutarono, con la promessa di rivedersi dopo qualche giorno per buttare giù le idee sul nuovo, complesso piano che stavano elaborando. Giunto sulla por­ta, però, Paul si fermò, poi si volse verso John. (.....)

snoopy
Inviato: 17/5/2013 13:47  Aggiornato: 17/5/2013 13:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2006
Da: phuket - thailandia
Inviati: 106
 Re: Il Mistero dei Beatles
hanno pure fatto un cartone animato :


Io so tutti questi nomi e so tutti i fatti ...
Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.

P.P. Pasolini

http://www.corriere.it/speciali/pasolini/ioso.html
vuotorosso
Inviato: 17/5/2013 13:48  Aggiornato: 17/5/2013 15:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
I Beatles nel 1966 di denaro ne avevano oltre l'immaginabile, mi sembra Ringo dichairasse "non risuscirò mai a spenderlo tutto per quanto ci provi".


E dici bene: 4 ragazzotti ne avevano fin troppo di denaro.
Ma dubito che il fenomeno Beatles abbia fatto arricchire solo i 4. Se a loro bastavano, anzi erano pure troppi, sono abbastanza certo che ci sia qualcuno che non pone limiti al proprio conto corrente.

Per me, resta valida.

EDIT:
N.B.: ho detto "ci sia qualcuno" e non "ci sia stato qualcuno" volontariamente, non e' una discordanza.

liberta11
Inviato: 17/5/2013 14:13  Aggiornato: 17/5/2013 14:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2011
Da:
Inviati: 388
 Re: Il Mistero dei Beatles
Comunque mi auguro che tutti siano d'accordo sul fatto che quegli indizi non sono casuali nè tantomeno strane coincidenze.

Ok, chiaramente non parlo di gente come Polidoro, perchè tanto quelli si son sputtanati con Canneto di Caronia perciò...

P.S. Polidoro c'ha un sito che, come quello del Cicap, sembra di Mediashopping (però loro raccontano la verità e lo fanno per IL BENE dell'umanità... e del loro portafoglio).

E il 5X1000? Che schifo.

Fatevi due risate sul Cicap: http://www.ufoonline.it/2011/05/13/il-cicap-batte-cassa-il-5-x-1000-per-combattere-dicono-l-ignoranza/

toussaint
Inviato: 17/5/2013 15:24  Aggiornato: 17/5/2013 15:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/3/2012
Da:
Inviati: 5220
 Re: Il Mistero dei Beatles
Sincronicity cantava Sting.
già, sincronicità, ce n'è molta in questa storia e soprattutto nella famosa copertina di Sgt. Pepper's.
a partire ovviamente dalla presenza di Jung, noto studioso di questo fenomeno.
ma c'è molto altro, nella variegata accozzaglia di personaggi che figurano nella cover c'è anche Albert Stubbins l'unico calciatore ivi rappresentato.
Stubbins è stato una bandiera del Liverpool segnando il notevole numero di 83 gol in 178 partite, ma la singolarità è un'altra.
Il personaggio di Stubbing viene immortalato come personaggio minore, dunque non strettamente necessario nella continuity narrativa, nel romanzo di fantascienza di Stephen Baxter "Time Ships" che narra di viaggi nel tempo e che si auto candida come sequel di The Time Machine di H.G. Wells, anch'egli immortalato nella copertina. Il romanzo riceve anche l'imprimatur diretto di Wells ed esce nel 1995, 100 anni dopo il romanzo di Wells, proprio per celebrarlo.
Il romanzo di Baxter vince il premio di fantascienza che prende il nome da un altro grande scrittore...
JOHN W. CAMPBELL!!!
Non solo, tra i personaggi è raffigurato anche Aldous Huxley del quale per un cospirazionista è quasi superfluo parlare, ma la sincronicità emerge anche qui.
Huxley muore lo stesso giorno di Kennedy e di C.S. Lewis.
Bene, Kennedy ha il suo referente tra i personaggi della copertina, ossia Marylin Monroe, ma questo vale anche per C.S. Lewis.
Innanzitutto, chi è costui?
Ma null'altro che l'autore de Le Cronache di Narnia, una serie di "romanzi per l'infanzia" che di infantile hanno ben poco e le cui tematiche rispecchiano quelle di Alice nel Paese delle Meravigilie, il cui autore Lewis Carroll è presente tra i personaggi della copertina.
Ma la sincronicità non finisce qui, i rapporti sono intrecciati a più livelli.
Huxley era figlio di Thomas Henry Huxley, uno dei più ferventi sostenitori delle teorie darwiniste, e fin qui poco male, e di Julia Arnold, la quale era stata in gioventù grande amica di Lewis Carroll.
Ma del resto, Lewis Carroll è uno pseudonimo, dunque Dodgson adotta come nome d'arte quello che poi sarà il nome vero di un altro autore che ha scritto romanzi molto simili al capolavoro di Dodgson.
Non solo, nelle biografie di Dodgson si dice che il libro che instradò Dodgson verso la scrittura fu The Pilgrim's Progress mentre indovinate cosa scrisse C.S. Lewis?
ma sì...
The Pilgrim's Regress!!!

E C.S. Lewis non ha mai dichiarato un suo qualche collegamento o ispirazione con Dodgson/Carroll.
Non so se mi state seguendo, sono tutti nessi non conseguenziali, del tutto (sembra) casuali.
Ed è questo che secondo me li rende incredibili ed è incredibile che siano rappresentati in quel Mandala che è la copertina di Sgt. Pepper's.
E sono convinto che approfondendo la questione si troverebbero collegamenti ancora più incredibili, tipo non so (la cosa mi ispira alquanto ) sui Bowery Boys...

"Siam del popolo le invitte schiere c'hanno sul bavero le fiamme nere ci muove un impeto che è sacro e forte morte alla morte morte al dolor. Non vogliamo più assassini non vogliamo più briganti come un dì gridiamo: avanti!" Arditi del Popolo 1921
Myst.Tour
Inviato: 17/5/2013 15:32  Aggiornato: 17/5/2013 15:39
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles
mi verrà una crisi isterica a riloggarmi ogni due ore.....

per snoopy: anche in Yellow Submarine a un tratto compaiono due Paul, ma la vera sequenza del doppio è Hey Bulldog (solo nella versione extended) in cui però il "double" ce l'ha JOHN.

Quindi non gli darei soverchia importanza. Ma su Yellow Submarine di cosine PID "da leccarsi le orecchie" ce ne sono un bel po', credimi.

======

questo farà felice Toussaint:

Le analogie ( Fra i Beatles e Carroll) non finiscono qui: anche la trovata di usare le iniziali di una canzone come acronimo per un messaggio nascosto, cosa che si dice Lennon abbia fatto in “Lucy in the Sky with Diamonds” (LSD) è un’idea di Carroll. Questi, addirittura, scrive un’intera poesia le cui iniziali di ogni verso formano Alice Pleasant Liddell, nome completo della fanciulla cui dedicò Alice nel paese delle Meraviglie.
I due libri di Carroll sono stati definiti “allo stesso tempo esoterici e popolari”.
Mi sembra evidente la forte analogia con le canzoni dei Beatles: prodotto “pop”, molto di massa, in cui alcuni attenti lettori (vogliamo chiamarli “iniziati”?) credono di cogliere si­gnificati reconditi e affascinanti. Tuttavia, alla fine, è proprio il significato a latitare. Il suo esatto contrario, il NON-senso, diviene per i Beatles affermazione di libertà, un tipo di comunicazione affrancata dai contenuti. Quando John Lennon in “Julia” canta “la metà di ciò che dico non ha senso”, in realtà non lo fa come se ammettesse una manchevolezza, ma proprio a ribadire il valore dell’assenza di significato. Come era lecito aspettarsi, Carroll è presente anche sulla copertina di Sgt. Pepper’s, insieme a Edgar Allan Poe, anche lui citato in “I Am the Walrus”.


inoltre:

L’autore di Alice era un mancino naturale, scriveva parole alla rovescia, lettere che bisognava leggere cominciando dall’ultima parola, o suonava all’indietro la musica dei suoi molti carillon.

Chi vi ricorda?

vuotorosso
Inviato: 17/5/2013 15:32  Aggiornato: 17/5/2013 15:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Il Mistero dei Beatles
Vi segnalo un "caso analogo" (considerando il guardiano del caso d'infanzia) di ipotesi di cantante che cambia identita' rimanendo nell'ambito familiare originale.

Per puro caso, il cantante in questione fu anche il detentore dei diritti d'autore di .. indovinate chi?


Giusto per info, non voglio deviare la discussione, ma mi sembra relativamente interessante, soprattutto in considerazione della nota sopra.

R_Deckard
Inviato: 17/5/2013 19:25  Aggiornato: 17/5/2013 19:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2011
Da:
Inviati: 54
 Re: Il Mistero dei Beatles
Perfetto. Grazie Massimo per la risposta, grazie RAS.
Buona giornata.

polaris
Inviato: 17/5/2013 21:27  Aggiornato: 17/5/2013 21:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2012
Da: Tlön
Inviati: 1640
 Re: Il Mistero dei Beatles
Myst.Tour
Citazione:
questo farà felice Toussaint

Anche questa:

Il pluricitato Edgar Allan Poe scrisse un racconto intitolato Lo scarabeo d'oro, dove i protagonisti vanno alla ricerca di un tesoro nascosto da capitan Kidd su un'isola. L'indizio che da il via alla cerca è proprio lo scarabeo (The golden bug è il titolo originale ma sappiamo benissimo che scarabeo si dice anche 'beetle').

Che epoca terribile quella in cui degli idioti governano dei ciechi.. - Shakespeare
snoopy
Inviato: 18/5/2013 4:42  Aggiornato: 18/5/2013 4:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2006
Da: phuket - thailandia
Inviati: 106
 Re: Il Mistero dei Beatles
questa la trovo interessante , anche se opinabile , gia' postata dal ras senza il " terzo " Paul :


Io so tutti questi nomi e so tutti i fatti ...
Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.

P.P. Pasolini

http://www.corriere.it/speciali/pasolini/ioso.html
R_Deckard
Inviato: 18/5/2013 4:48  Aggiornato: 18/5/2013 4:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2011
Da:
Inviati: 54
 Re: Il Mistero dei Beatles
Interessante. Bestia! Mi avete trasformato in un PID/PIA/PWR/PaulWathThe Heck addict! :)

E adesso chi mi schioda dal buco.

Signor Donato, Signor Glauco che ne pensate di questa persona che ha fatto questa clip (ne ha fatte anche sulla variazione delle altezze) dove mostra che l'arcata dentale di Paul è sempre quella anche dopo il 66?

http://www.youtube.com/watch?v=GeA9ZHCu2kA

Grazie, buona giornata a tutti.

P.s. : what about this one

http://www.youtube.com/watch?v=bH-czWosRh8&list=UUnjvZDBZO4-3389VcnNx57Q&index=3

And this one

http://www.youtube.com/watch?v=cnXgJLh1fgg

incredulo
Inviato: 18/5/2013 7:22  Aggiornato: 18/5/2013 7:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: Il Mistero dei Beatles
@music-band

Citazione:
E forse non aveva ancora visto il film: The Prestige




E se i Paul fossero stati sempre 2, fin dall'inizio?

Due amici sosia che si divertivano a scambiarsi?


Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Fabrizio70
Inviato: 18/5/2013 7:56  Aggiornato: 18/5/2013 7:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: Il Mistero dei Beatles
Ho trovato la prova definitiva :




Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
miles
Inviato: 18/5/2013 16:08  Aggiornato: 18/5/2013 16:08
So tutto
Iscritto: 31/5/2012
Da:
Inviati: 2
 Re: Il Mistero dei Beatles
Sempre stato scettico sulle varie voci che hanno sempre accompagnato queste presunte "leggende metropolitane", che ormai fanno parte della storia stessa dello star sistem musicale,devo dire che sono stato impressionato dalla quantitità di circostanze strane che circondano la "questione" PID.
E anche dalla competenza e passione che alcuni di voi sanno mettere in campo.
Diciamo che io sono un neofita curioso, anche se la passione per la musica (sopratutto jazz ma anche rock) mi fanno diventare un curioso interessato.
C'è una cosa che riguarda la copertina di Sgt Pepper che nessuno ha messo in rilievo e che per le mie poche conoscenze mi sembra invece di notevole interesse.
Tra i personaggi che compongono la pletora di astanti il presunto funerale, c'è anche Bob Dylan (è il primo dell'ultima fila in alto a destra).
Bob Dylan il 29 luglio 1966 ebbe uno strano incidente motociclistico sul quale non si è mai fatto veramente piena luce.Come nell'incidente di Paul non si sa cosa si sia fatto, se è stato ricoverato in ospedale, quali potessero essere le cause dell'incidende.Di certo c'è che Dylan per 18 mesi sparisce dalle scene, e quando torna incide due dischi (john wesley harding e nashville skiline) completamente diversi da quella che era la produzione precedente.
In uno dei quali (john wesley)i riferimenti a passi della bibbia, e l'impronta psichedelica sembrano la stessa strada intrapresa dai Beatles con stg. pepper.
Saranno anche queste solo coincidenze?

jordskjelv
Inviato: 18/5/2013 16:42  Aggiornato: 18/5/2013 16:45
So tutto
Iscritto: 9/11/2008
Da:
Inviati: 15
 Re: Il Mistero dei Beatles
Molto sinceramente, non leggo nulla di troppo accattivante né di nuovo rispetto a quel che circola in Rete da un quinquennio e piú.

Il punto debole di tutta la faccenda resta sempre quel William Campbell che con ogni evidenza sta commettendo una filza di reati ma nessuna autorità al mondo si cura di perseguire, o comunque nessuno si è mai curato di cercare (dato che come minimo doveva essere scomparso). È molto probabile che questo William Campbell non sia mai esistito, altrimenti non dovrebbe essere neanche troppo difficile, per chi lo volesse, individuarne data e luogo di nascita nonché ultima residenza: persino io ho ritrovato (da solo) i cugini di mia nonna i cui genitori sono emigrati in Argentina agli albori del Novecento...

Voglio fare però anche un appunto di segno contrario, che mi sembra piú importante di tutti, se non altro per amore della musica. Quando si scrive che il falso Paul McCartney dev’essere addirittura piú bravo dell’originale, dato che avrebbe scritto nientemeno che Let it be, si è coscienti del fatto che Let it be non è altro che l’ennesima variazione del Canone di Pachelbel, scritto intorno al 1680, e come brano non ha nulla di particolarmente originale?

R_Deckard
Inviato: 18/5/2013 21:29  Aggiornato: 18/5/2013 21:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2011
Da:
Inviati: 54
 Re: Il Mistero dei Beatles
E sì, bravo. Componila tu una melodia così su una variazione del canone di Pachelbel o un'altra sulla progressione dell'aria sulla corda di sol tipo 'a Whiter shade of pale'.

Si fa presto a dire pirla. E' la melodia che fa testo nel diritto d'autore, e non a caso. Non esiste il plagio del giro armonico.

Comunque cosa vuol dire che nessuno ha sgamato Cambell. Anche in tutte le vicende trattate qui su luogocomune ci sono palate di persone che hanno commesso reati su reati, e nessuna autorità le ha mai cercate se non in rarissimi casi e pure con scarse metodiche e di conseguenza scarsi risultati. Non significa che non abbiano fatto nulla. O che non ci sia niente di strano e quindi da cercare.

Per la serie "dipartimento scuola attivissimo"

Pigna
Inviato: 18/5/2013 22:36  Aggiornato: 18/5/2013 22:36
So tutto
Iscritto: 14/4/2010
Da:
Inviati: 15
 Re: Il Mistero dei Beatles
Tanto per fare un esempio:

"il 10 Novembre 1966 fu annunciato ufficialmente da Peter Brown, loro vice-manager che non avrebbero fatto più concerti."
"Dal 21 Giugno 1966 fino al 24 Novembre 1966 i Beatles non registrano più nulla; non effettuano nemmeno alcuna sessione fotografica."


Curioso… nell'estate del 1966 i Beatles girarono il mondo in tour (Giappone, Filippine, USA) e vennero fotografati milioni di volte:
http://en.wikipedia.org/wiki/The_Beatles_in_1966
http://en.wikipedia.org/wiki/The_Beatles'_1966_US_tour
http://www.thebeatles.com/#/article/The_Beatles_concerts_in_Japan

Perché quelli che riportano queste sciocche leggende urbane non si preoccupano neppure di controllare quello che scrivono?
Forse perché dei Beatles non sanno una beneamata mazza?

R_Deckard
Inviato: 19/5/2013 2:11  Aggiornato: 19/5/2013 2:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2011
Da:
Inviati: 54
 Re: Il Mistero dei Beatles
Anche sì!

Ribadisco la voglia di avere un parere da esperto su queste clip di foto.

Signor Donato, Signor Glauco che ne pensate di questa clip (ce n'è una anche sulla variazione delle altezze) dove mostra che l'arcata dentale di Paul è sempre quella anche dopo il 66?

http://www.youtube.com/watch?v=GeA9ZHCu2kA

Grazie, buona giornata a tutti.

P.s. : what about this one?

http://www.youtube.com/watch?v=bH-czWosRh8&list=UUnjvZDBZO4-3389VcnNx57Q&index=3

And this one?

http://www.youtube.com/watch?v=cnXgJLh1fgg

il_ras
Inviato: 19/5/2013 10:40  Aggiornato: 19/5/2013 10:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Perché quelli che riportano queste sciocche leggende urbane non si preoccupano neppure di controllare quello che scrivono? Forse perché dei Beatles non sanno una beneamata mazza?


La comicità ai massimi livelli:

Non si sa leggere neanche più l'italiano: "Dal 21 Giugno 1966 fino al 24 Novembre 1966 i Beatles non registrano più nulla;"

cosa hanno registrato?



"non effettuano nemmeno alcuna sessione fotografica."

sai cos'è una sessione fotografica?


ciao

un messaggio nascosto?

snoopy
Inviato: 19/5/2013 10:41  Aggiornato: 19/5/2013 10:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/6/2006
Da: phuket - thailandia
Inviati: 106
 Re: Il Mistero dei Beatles
io con questa chiudo :


Io so tutti questi nomi e so tutti i fatti ...
Io so. Ma non ho le prove. Non ho nemmeno indizi.

P.P. Pasolini

http://www.corriere.it/speciali/pasolini/ioso.html
music-band
Inviato: 19/5/2013 10:44  Aggiornato: 19/5/2013 10:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: Il Mistero dei Beatles
@ pigna:

Citazione:
Perché quelli che riportano queste sciocche leggende urbane non si preoccupano neppure di controllare quello che scrivono? Forse perché dei Beatles non sanno una beneamata mazza?

Perchè quelli che amano attaccare le persone solo perchè gli sta sulle balle la leggenda metropolitana dei Beatles non si preoccupano di controllare quello che leggono?

Citazione:
Curioso… nell'estate del 1966 i Beatles girarono il mondo in tour

e chi ha mai sostenuto il contrario? Io ho scritto che non registrarono più nulla, quindi non vedo il nesso. L'ultimo loro concerto infatti è quello del 29 agosto 1966 al Candlestick Park di San Francisco.

Citazione:
e vennero fotografati milioni di volte

Io ho scritto che non eseguirono più "sessioni fotografiche", non che la "gente" non li ha fotografati. Sai cos'è una sessione fotografica?

E' anche interessante notare come un articolo che non sostiene la leggenda PID ma si limita ad elencare una serie di stranezze relative a questa vicenda (che sono oggettive) nel tentativo di evidenziare il fatto che non si tratta di una leggenda nata da alcuni fan visionari ma fatta circolare dagli stessi Beatles, e che scatena una discussione con più di 350 post nei quali moltisse altre persone riportano notizie e fatti di grande interesse che arricchiscono l'articolo...

...sia ignorato in blocco perchè l'unica cosa che conta sembra essere la necessità di trovare un appiglio (o tentare di fabbricarne uno inesistente come in questo caso) per dire che chi ha scritto non sa "una mazza" nel tentativo di convincere se stessi probabilmente, di trovarsi davanti a un cumulo di sciocchezze.

Non sarebbe meglio produrre qualche argomentazione in merito come hanno fatto in tanti? Credo sarebbe più efficace no?

EDIT: Il Ras mi ha preceduto; sai Ras, a volte mi chiedo se sia la lingua italiana ad essere un optional oppure se certe persone pur conoscendola benissimo, in determinate occasioni hanno bisogno di ignorarla.

il_ras
Inviato: 19/5/2013 10:51  Aggiornato: 19/5/2013 10:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
R_Deckard,

la dott.ssa Carlesi non afferma quanto le mette in bocca il video da te postato.

Il concetto che esprime è questo: la struttura dei denti è simile ma, mentre nel Paul originale essa è compatibile alla forma ogivale del palato che causa, con l'andare del tempo quella disposizione dentale, nel sostituto questa struttura del palato è assente e non è possibile che generi quel tipo di disallineamento.


Per quanto riguarda le immagini "strane": questo argomento sarà oggetto della seconda parte del mio contributo, per ora posso anticipare che ci sono immagini tipo questa



poi, però, se vai a controllare

http://www.mutualart.com/Artwork/Paul-McCartney--Hamburg-Fun-Fair--Heilig/D1037C482288DAFB

leggi:

Creation Date:
1960, Printed later

un messaggio nascosto?

il_ras
Inviato: 19/5/2013 11:20  Aggiornato: 19/5/2013 11:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
sai Ras, a volte mi chiedo se sia la lingua italiana ad essere un optional oppure se certe persone pur conoscendola benissimo, in determinate occasioni hanno bisogno di ignorarla.



a volte si è in malafede ma più spesso si è fessi\presuntuosi.
nella maggior parte dei casi, secondo me, si ha inconsciamente paura di misurarsi con le conseguenze che l'accettazione di una determinata cosa comporterebbe per le certezze su cui si basa la propria vita.

Ad esempio, certi commenti che ignorano le comparazioni biometriche ma si concentrano sul fatto che anche i mancini fumano con la destra (cosa che solo un pazzo addurrebbe come prova della sostituzione) credendo che assodando ciò si dirima tutta la questione rientrano,per me, in quest'ultima categoria

un messaggio nascosto?

Calvero
Inviato: 19/5/2013 11:30  Aggiornato: 19/5/2013 11:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Il Mistero dei Beatles
____________________
________________

... per quella foto in bianco e nero sulla barca, che ci sarebbe bisogno di ragionare sui pixel: - allora possiamo tranquillamente stare certi che Bin Laden l'hanno buttato in mare qualcuno ha le prove che non l'abbiano fatto?


.. dove cazzo è finito il buon senso? ..quello che con una semplice visione di insieme e libertà intellettuale riesce a far capire che per certe cose non ci son cazzi e non servono prove

.. AH AH .. perché? ...per l'11 settembre servirebbero i documentari di Mazzucco e altri giornalisti degni di questo nome per capire che è tutta una farsa?


.. quelle prove servono a dare legnate sui denti allo Status Quo e per tutti i San Tommaso che mentre mettono il dito nel costato di Gesù Cristo, si trovano dritti per dritti un cetriolo su per il culo...

.. de gustibus in pixel rimbecillus *



* poco conosciuta locuzione latina censurata dal CICAP

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
il_ras
Inviato: 19/5/2013 11:36  Aggiornato: 19/5/2013 11:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
hanno pure fatto un cartone animato


c'è anche l'episodio in cui Paul si schianta con l'auto...

un messaggio nascosto?

music-band
Inviato: 19/5/2013 12:13  Aggiornato: 19/5/2013 12:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: Il Mistero dei Beatles
E' soltanto una curiosità,

ma combinazione, Paul McCartney è in qualche modo pure legato al 911

e anche in questa occasione c'è qualche stranezza nelle sue dichiarazioni:

http://www.hollywoodreporter.com/live-feed/paul-mccartney-recalls-911-tarmac-219461

R_Deckard
Inviato: 19/5/2013 18:52  Aggiornato: 19/5/2013 18:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2011
Da:
Inviati: 54
 Re: Il Mistero dei Beatles
Grazie per la risposta Signor Donato.
Tuttavia non crede che eseguire degli esami craniometrici ed antropometrici in generale basandosi su delle foto, sia quantomeno poco scientifico se non azzardato? Questo la Carlesi dovrebbe saperlo per certo. Lo ha indicato da qualche parte?

Su questo forum, ma anche altrove ho notato il paragone che si vuole fare, per mettere in evidenza le difformitàfra fra il Macca pre '66 e il Macca post, una foto dove McCartney risulta allungato (dolicocefalo) con i capelli lunghi "nel futuro" e un'altra invece dove è ritratto con un viso più tondeggiante (brachicefalo) "nel passato".
Ma ho notato anche che la foto del futuro è stata fatta probabilmente con un teleobiettivo (lo si evince dal soft focus del fondale, illeggibile) mentre quella del passato è stata presa con un 'normale' (il fondale è più o meno a fuoco ed è leggibile).
Si nota anche che le due foto sono angolate diversamente rispetto all'asse che corre longitudinalmente lungo la metà del viso. Quella del futuro è presa da leggermente sopra questo asse, e quella del passato da sotto.

Come si può stabilire qualcosa di scientifico con tutte queste varianti di mezzo?!

Non è forse vero che l'antropometria e la craniometria abbisognano non solo di confronti con il fotgrafico, ma anche e soprattuto con il fisico del corpo ritratto?

Marcellino
Inviato: 19/5/2013 19:19  Aggiornato: 19/5/2013 19:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 16/4/2006
Da: Milano
Inviati: 62
 Re: Il Mistero dei Beatles
Ciao a tutti, ho letto l'articolo e tutti i commenti con grande interesse, conoscevo la questione perché ne avevo sentito parlare diverse volte, avevo letto qualcosa e avevo pure visto parte della trasmissione citata (trasmessa dalla tv italiana) però non mi ero mai appassionato e non posso certo dirmi particolarmente informato sulla vicenda, i dettagli, gli approfondimenti, le varie teorie etc...

Volevo solo porre una questione di cui nessuno ha parlato, si tratta di una "dote" musicale di Paul McCartney (non chiedetemi quale dei tanti, presunti, veri, falsi o sempre lo stesso, si sa che lui ce l'ha): il cosiddetto "orecchio assoluto".

Questa abilità è molto rara anche tra i musicisti, detto molto semplicisticamente è la capacità di distinguere esattamente le frequenze dei suoni e identificarle con le note del sistema musicale. Permette a chi la possiede di fare cose molto difficili (nel senso che normalmente richiederebbero molto studio) e molto utili, con grande facilità e immediatezza. Per esempio, tra le altre cose, chi ha l'orecchio assoluto può memorizzare e riprodurre un brano dopo un solo ascolto, può accordare uno strumento senza bisogno di riferimenti, può leggere/scrivere musica e sentire esattamente in tempo reale nella sua testa, come suona e nella tonalità giusta.

Diciamo che un musicista con tali capacità tra i colleghi non passa certo inosservato, quello che voglio dire è che se dovesse perderle o acquisirle soltanto ad un certo punto della sua carriera, qualcuno dovrebbe accorgersene.

Qualcuno sa se c'è qualche informazione o qualche aneddoto in proposito ?

PS
Premesso che l'argomento "orecchio assoluto" meriterebbe una trattazione molto più approfondita ma non è questo l'oggetto del post, volevo solo precisare che ho messo dote tra virgolette per un motivo: attualmente ancora la maggior parte dei musicisti e degli addetti ai lavori (soprattutto negli ambienti accademici) la considera una dote innata, un talento, addirittura un fattore genetico ma questo è assolutamente falso; si tratta in realtà di un'abilità musicale che si può imparare e sviluppare non è facile e ci vuole tempo (anche perché non esistono metodi e letteratura in proposito ma diverse persone ci sono riuscite), quasi sempre chi sviluppa tale capacità spontaneamente è nato in famiglie di musicisti o ha comunque ricevuto un'educazione musicale fin da molto piccolo.
Ho fatto questa precisazione solo per non escludere la possibilità che - nell'ipotesi PWR - una sostituzione ben pianificata, con largo anticipo, potrebbe formare un sostituto anche provvisto di orecchio assoluto, ma magari era il vecchio Paul che non lo aveva e il nuovo è stato scelto proprio per il fatto di averlo.

I maestri aprono la porta, ma devi entrare da solo !
il_ras
Inviato: 19/5/2013 19:36  Aggiornato: 19/5/2013 19:37
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
Caro Signor Deckard,
cercherò di risponderle punto per punto:



Citazione:
tuttavia non crede che eseguire degli esami craniometrici ed antropometrici in generale basandosi su delle foto, sia quantomeno poco scientifico se non azzardato?



Assolutamente no per due motivi:
in primis è un metodo comunemente accettato come strumento di indagine nei procedimenti penali.
in secondo luogo sono sicuramente più scentifiche ed accurate delle gif prodotte dal sito Maccafunhouse, da Lei menzionato come prova della mancata sostituzione... Non riesco proprio a capire come Lei possa da uin lato dubitare della scientificità dei metodi di periti esperti in materia ed invece fidarsi ciecamente dei risultati (dall'esito molto dubbio come ho già sottolineato, ma Le sarà sfuggito) ottenuti con questo metodo più che amatoriale.

Citazione:
Ma ho notato anche che la foto del futuro è stata fatta probabilmente con un teleobiettivo (lo si evince dal soft focus del fondale, illeggibile) mentre quella del passato è stata presa con un 'normale' (il fondale è più o meno a fuoco ed è leggibile).


La ringrazio per la domanda, mi permette di chiarire la questione: sia la Dott.ssa Carlesi che Gullà hanno impiegato dei software appositi per rendere le immagini a disposizione omogenee, utilizzando, ovviamente quelle che avevano un'angolazione analoga.
Le foto da me pubblicate qui avevano l'intento di illustrare la lampante differenza tra i due soggetti, non di mostrare le immagini usate per le comparazioni (anche se alcune di quelle lo sono state, in effetti).





Citazione:
Non è forse vero che l'antropometria e la craniometria abbisognano non solo di confronti con il fotgrafico, ma anche e soprattuto con il fisico del corpo ritratto


Quindi Lei ammette che ci sono due corpi diversi da ananlizzare?

un messaggio nascosto?

R_Deckard
Inviato: 19/5/2013 20:18  Aggiornato: 19/5/2013 20:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2011
Da:
Inviati: 54
 Re: Il Mistero dei Beatles
Grazie per la risposta. Però...

Io non sono né un sostenitore di maccafunhouse, né di Donato Pastore, né di Gabriella Carlesi, né del cicap e via così...

Sto solo cercando di farmi un idea sulla questione, perché è "quella lì" che mi interessa.

Non posto 'quello dei gif' perché ritengo che i suoi metodi siano più scientifici dei metodi di quell'altro.
Ma cosa ne so io di cosa è più scientifico. Chiedo, infatti.
Li posto perché mi sembrano uno spunto per approfondire, perché mi fanno dubitare e dunque domando a chi ne sa di più.
Mi ha risposto che i gif non sono attendibili. Boom! Da allora i gif non li ho tenuti più in considerazione.

Se leggo in rete di persone che mettono in dubbio la scientificità del metodo di Gavazzeni e Carlesi, chiedo.
Del resto anche Glauco Cartocci in una intervista ha precisato questo aspetto. Che "alcuni contestano il metodo"

Visto che qui quello che non sa nulla sono io e lei è l'esperto, abbia pazienza e pietà verso chi è ignorante.

E' vero che è stato detto che le immagini sono state "calibrate" per avere le stesse proporzioni, ma così a naso mi sembra che non possa bastare. Quindi lei vuole dire che questo studio è sufficiente per fare da prova in un tribunale?

Non ammetto che ci siano due corpi da analizzare. Dico che bisognerebbe quanto meno comprovare il tutto bussando a casa McCartney per chiedergli di farsi fare una analisi craniometrica.

Credo.

Lo facciano. A me interessa che venga a galla la verità.
Non fare il curvaiolo di Attivissimo o di Mazzucco.

Buona serata a tutti

skablast
Inviato: 19/5/2013 21:24  Aggiornato: 19/5/2013 21:24
So tutto
Iscritto: 4/9/2006
Da:
Inviati: 11
 Re: Il Mistero dei Beatles
Mistero? Forse no:
Per una volta potremmo toglierci uno sfizio, che poi sarebbe quello di sapere la Verità.
Occorrente:

1) Un paio di capelli di Paul McCartney
2) un paio di capelli di Mike McGear

la bellezza di 149eurini per un test del DNA di parentela

Otterremmo quindi:
la certezza del dubbio
una bella denuncia per la violazione della privacy
la faccia basita di quelli del Cicap

R_Deckard
Inviato: 19/5/2013 21:53  Aggiornato: 19/5/2013 21:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/7/2011
Da:
Inviati: 54
 Re: Il Mistero dei Beatles
Ecco giusta osservazione e giusto proposito. Vallo a fare però. Non è che son pupazzi manovrabili a piacimento. Se Paul è Paul dice: ma siete matti? Se non è Paul dice: ma sono matto a farlo?

Ma i parenti tipo Mike (Peter Michael) e Ruth McCartney, insomma gente che l'ha sempre conosciuto non ha mai notato niente di strano? Avuto mai niente da dire?

Chiedo. (precisazione per Donato Pastore)

Ci sono testimonianze anche su questo?

E poi. Lo studio Gavazzeni/Carlesi servirebbe almeno per far fare una prova del DNA a conferma di una sospetta falsa identità?

Chiedo.

il_ras
Inviato: 20/5/2013 8:21  Aggiornato: 20/5/2013 8:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
Caro Deckart (diamoci del tu che qui sul web mi pare sia più consono),
ti contestavo solo il diverso atteggiamento da te avuto:
prima dicevi che le gif ti facevano propendere per PIA e poi sembrava che elementi più concreti ma di senso opposto ti facessero comunque rimanere dubbioso sul PWR.
Ho capito che invece hai subito un processo che fa sì che coltivi il dubbio in maniera costruttiva e che forse ora affronteresti anche Maccafunhouse in maniera diversa. Correggimi se sbaglio.


Per rispondere alla domanda: le foto sono calibrate (nella relazione della Carlesi viene detto e lo stesso Gullà ne fa menzione nel servizio di Mistero). In Italia non vengono utilizzate come prove in tribunale ma sono di supporto all'attività investigativa di magistratura e polizia giudiziaria nel corso del procedimento.

Anche bussando a casa McCartney e facendogli la prova craniometrica (cosa impossibile per le stesse ragioni per cui non si può sottoporlo all'esame del DNA) sempre con delle immagini del sostituto dovresti comparare i risultati ottenuti. E poi, dicendola tutta, prima di sbilanciarsi con un'affermazione che potrebbe compromettere una brillante carriera, i due tecnici hanno utilizzato e comparato tantissime immagini: il risultato è sempre stato negativo, nessuna corrispondenza tra pre e post. Impossibile attribuire questo risultato ad una calibrazione scorretta.

un messaggio nascosto?

il_ras
Inviato: 20/5/2013 8:34  Aggiornato: 20/5/2013 8:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Mistero? Forse no: Per una volta potremmo toglierci uno sfizio, che poi sarebbe quello di sapere la Verità. Occorrente: 1) Un paio di capelli di Paul McCartney 2) un paio di capelli di Mike McGear la bellezza di 149eurini per un test del DNA di parentela


Mystery Tour ha già risposto.

L'esame del DNA non è pensabile:

Se l'attuale Sir Paul è un sostituto, allora i motivi per cui non si sottoporrebbe ad un esame sono evidenti.
Nel caso sia sempre lui, l'originale (cosa che personalmente escludo) non avrebbe in ogni caso nessun motivo per farlo "io lo so che io sono io, chi me lo fa fare?".

Fargli un test a sua insaputa non avrebbe alcun valore:

da un lato rimarrebbe il dubbio anche a chi lo fa; soprattutto in caso di esito negativo cioé, per usare ill tuo esempio, se i due non risultassero fratelli la conseguenza sarebbe che... non sono fratelli, non che uno dei due ha sostituito il fratello originario: magari uno è stato adottato e la cosa non è di dominio pubblico.

Anche sul metodo, infine, ci sarebbe da ridire. Infatti, chiunque potrebbe obiettare che non sono stati davvero utilizzati i capelli dei due o che, ad un certo momento del processo di analisi, ci sia stato uno scambio con un capello di qualcun altro.

un messaggio nascosto?

il_ras
Inviato: 20/5/2013 8:43  Aggiornato: 20/5/2013 8:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
Citazione:
Ma i parenti tipo Mike (Peter Michael) e Ruth McCartney, insomma gente che l'ha sempre conosciuto non ha mai notato niente di strano? Avuto mai niente da dire?


I parenti di Paul sicuramente avrebbero qualcosa da dire, così come tanti che gli erano stati vicno solo che non l'hanno mai fatto e non lo fanno.
Questi sono i fatti i motivi per cui non lo fanno li posso immaginare: accordi presi a tempo debito e paura. Io stesso l'ho constatato: ogni volta che mi sono avvicinato alla cerchia delle conoscenze più strette è scattato il muro di gomma. Sono alla ricerca di una falla....


ps: quando fai una domanda lo capisco, è quando fai affermazioni tipo: "finché non mi smentite questo...(segue link)" che trovo delle incongruenze con il tono delle pur legittime domande di cui sopra. Ma credo ci siamo chiariti.

un messaggio nascosto?

vuotorosso
Inviato: 20/5/2013 9:11  Aggiornato: 20/5/2013 9:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Il Mistero dei Beatles
Ras, onestamente le motivazioni che hai addotto negli ultimi interventi, probabilisticamente, mi sembrano piu fantasiose di fare tre volte sei al superenalotto, di seguito.

Prendi la prova del DNA:
Citazione:
da un lato rimarrebbe il dubbio anche a chi lo fa; soprattutto in caso di esito negativo cioè, per usare il tuo esempio, se i due non risultassero fratelli la conseguenza sarebbe che... non sono fratelli, non che uno dei due ha sostituito il fratello originario: magari uno è stato adottato e la cosa non è di dominio pubblico.


Scarti il fatto di considerare se i due risultassero fratelli, cioè il 50% dei risultati probabili, e non e' poco. E se uscisse proprio quel risultato? La ID andrebbe gambe all'aria in 1 secondo.

Se invece risultasse che non siano fratelli, allora la questione potrebbe essere più intricata, come descrivi (adozione), ma ti aprirebbe altre strade di indagine.
Inoltre, tra i partecipanti al test, ci infilerei anche il guardiano della casa d'infanzia.


Insomma, mi pare che di cose concrete da fare ce ne siano, ma non mi sembra che nessuno sia intenzionato a fare nulla di concreto. Bizzarro che per voler risolvere un mistero ci si spunti da soli le proprie - poche - frecce a disposizione.

il_ras
Inviato: 20/5/2013 9:47  Aggiornato: 20/5/2013 9:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2006
Da:
Inviati: 875
 Re: Il Mistero dei Beatles
escludo al 99,9% che possano risultare fratelli (lo 0.1% lo lascio per il caso che Mike sia il fratello biologico del sostituto ma mi pare improbabile), ma sono mie convinzionii personali.

Rispondevo a chi proponeva il DNA come PROVA.

Come strumento di indirizzo delle indagini lo adotterei su vasta scala, ne avessi i mezzi.

Il custode lo scarterei per una serie di ragioni ma non si sa mai (provo a chiedere un parere a qualche tecnico)

un messaggio nascosto?

Myst.Tour
Inviato: 20/5/2013 11:19  Aggiornato: 21/5/2013 17:13
So tutto
Iscritto: 14/5/2013
Da:
Inviati: 28
 Re: Il Mistero dei Beatles
come al solito chiedo scusa se mi capita di non rispondere a domande dirette come quella del cacciatore di Androidi Deckard.

Io nel weekend tradizionalmente non mi collego, non è scortesia.
Vedo comunque che Il Ras ti ha già risposto.
Io non mi addentro in comparazioni fotografiche o craniometriche, lo lascio fare ad altri.
Dico solo:
1. che gli studi di Gavazzeni, Carlesi e poi Gullà sono certamente molto più attendibili di quelli fatti amatorialmente in Rete sia un un senso che nell'altro.
2. Come giustamente osservato da Deckart, io in un'intervista avevo riportato l'INFO che "alcuni contestano i metodi della comparazione" effettuati dai nomi di cui sopra. L'avevo riportata come puro dato, non "parteggiando" per chi ha contestato il metodo, prendendone atto.
Ma voi sapete bene che pure sulla Sindone esistono esperti di segno opposto, ed è sempre arduo ahimé stabilire a chi dar credito.

Però mi chiedo:
3. Perché non sia ancora uscito uno studio fisiognomico di Esperti (acccreditati) che dimostri il contrario degli studi suddetti (quelli che portano alla conclusione PWR). ????
Maccafunhouse non lo considero, sta al livello delle vecchie comparazioni PID che (fino al 2009) non avevano alcuna consistenza forense, come ebbe a dire anche Patterson, antico esperto di PID.

Per il resto, intervengo di rado non per scortesia, ma perché avrei troppe cose da dire e sono anche 8 anni che le dico in Rete, quindi capirete che ho anche un tantino di saturazione...

Citazione:
Io ho scritto che non eseguirono più "sessioni fotografiche", non che la "gente" non li ha fotografati. Sai cos'è una sessione fotografica?

E' anche interessante notare come un articolo che non sostiene la leggenda PID ma si limita ad elencare una serie di stranezze relative a questa vicenda (che sono oggettive) nel tentativo di evidenziare il fatto che non si tratta di una leggenda nata da alcuni fan visionari ma fatta circolare dagli stessi Beatles, e che scatena una discussione con più di 350 post nei quali moltisse altre persone riportano notizie e fatti di grande interesse che arricchiscono l'articolo...

...sia ignorato in blocco perchè l'unica cosa che conta sembra essere la necessità di trovare un appiglio (o tentare di fabbricarne uno inesistente come in questo caso) per dire che chi ha scritto non sa "una mazza" nel tentativo di convincere se stessi probabilmente, di trovar