Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


news internazionali : Gli indignati scendono in strada
Inviato da Redazione il 15/10/2011 23:50:00 (11131 letture)

Trovo i cortei e le manifestazioni come quella di ieri qualcosa di assolutamente inutile e ridicolo insieme.

Inutili, perchè se non c’è una richiesta precisa da portare avanti non si ottiene comunque niente in ogni caso. Nella migliore delle ipotesi si sfila pacificamente, si urlano quattro slogan, ci si dice “volemose bbene”, e si torna a casa belli contenti di essersi sfogati in piazza. Nella peggiore delle ipotesi ti becchi qualche manganellata, ti sloghi una caviglia scappando, oppure se hai sfiga qualcuno ti brucia la macchina mentre tu sfilavi nella strada accanto. Ma comunque non avrai ottenuto niente, e lunedì torni al lavoro esattamente come prima.

Ridicoli, perchè è semplicemente metafisico che la gente vada in strada a protestare contro le stesse persone che ha mandato al governo, con il proprio voto, qualche mese prima. Davvero non lo sapevi, che nemmeno questa volta le riforme non le avrebbero fatte, che i posti di lavoro non sarebbero aumentati, e che avresti dovuto tirare la cinghia come prima? E allora, se lo sapevi e li hai votati lo stesso, ora di cosa ti lamenti?

Ben diverso invece è quando si tratta di scendere in piazza per un motivo preciso. Sta per passare una legge inaccettabile, il governo manda i nostri soldati ad invadere altre nazioni, oppure vogliono raddoppiare di colpo il prezzo della benzina – allora in quel caso scendi in strada, fai sentire la tua voce, e se i numeri sono abbastanza forti il governo si ritrova obbligato a fare marcia indietro. Ma questi sono casi speciali, ed è in questi casi che una manifestazione può ancora rivelarsi utile.

Mentre andare così, a marciare per dire “cazzo uniamoci, è ora di dire basta”, …

… è roba che si faceva 40 anni fa. Io stesso ho partecipato alle manifestazioni del ’68, e ricordo bene la grande emozione nell’urlare a squarciagola “compagni cordone, arriva la pula!” Ma quello era il 1968, non c’era Internet, la TV aveva due canali soltanto, la radio libera non esisteva ancora, e l’idea di potersi ritrovare tutti in piazza, di potersi contare, di rendersi improvvisamente conto di quanti fossimo, era qualcosa di assolutamente emozionante e travolgente.

In quel periodo il gesto stesso di scendere in piazza significò la nascita di un movimento che prima non c’era, perchè non avevamo modo di comunicare fra di noi. Pensate, per organizzare una manifestazione bisognava mettere mano al ciclostile, per poi andare a volantinare di scuola in scuola, di porta in porta, di fabbrica in fabbrica.

Oggi fra facebook, telefonini, twitter e messaggini, il “movimento” esiste già, perchè ci conosciamo già tutti prima ancora di arrivare in piazza.

Quindi, invece di ricreare la barriera umana fatta di corpi fisici – nostalgica magari, ma ormai inutile - cerchiamo oggi di creare una barriera delle menti, ferocemente unite sulle idee in comune. Oggi le informazioni le abbiamo, e non abbiamo più bisogno di scendere in piazza per sentire le nostre spalle accanto a quelle di qualcun altro.

Oggi sono le tempie che vanno messe una accanto all’altra, se davvero vogliamo riuscire a riprenderci la vita che ci viene negata.

Massimo Mazzucco


Voto: 6.00 (14 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Redazione
Inviato: 16/10/2011 0:18  Aggiornato: 16/10/2011 0:18
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Indignati nel mondo
Ma ci vuole tanto a fare una legge per cui "chiunque si presenti ad una manifestazione pubblica con il volto coperto sarà immediatamente arrestato?"

Davvero nessuno ha mai pensato a farla (dopo i fatti di Genova, soprattutto)?

Andare alle manifestazioni senza richiedere questi tipo di intervento, da parte delle forze dell'ordine, equivale più o meno ad andare a votare con la matita.

haldir
Inviato: 16/10/2011 0:31  Aggiornato: 16/10/2011 0:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/5/2006
Da:
Inviati: 51
 Re: Indignati nel mondo
non la faranno mai.
questi individui sono troppo utili per strumentalizzare e delegittimare le manifestazioni di dissenso.

afabbri73
Inviato: 16/10/2011 0:32  Aggiornato: 16/10/2011 0:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Indignati nel mondo
In Italia esiste gia una legge che vieta di presentarsi in pubblico a volto coperto. Il problema e' farla rispettare.

Poi mi piace la frase... "e' come se si andasse a votare con la matita"... come se non succedesse! Ospedaletto di Coriano, provincia di Rimini, scuola elementare... sai quante volte ho votato con la matita? per quel che mi ricordo un paio di sicuro. E se chiedi ce ne saranno altri che si ricordano di averlo fatto.

Tuttle
Inviato: 16/10/2011 0:37  Aggiornato: 16/10/2011 0:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Indignati nel mondo
Beh...non credo sarebbe una gran soluzione...anzi.

A parte che la vedo dura arrestare in massa decine/centinaia di persone nel pieno di una manifestazione...ma poi significherebbe dover sancire un contatto fisico massiccio fra forze dell'ordine e manifestanti...ovvero la più grave miccia per far scoppiare la rissa, senza tener conto che spesso molti manifestanti si bardano il viso per non respirare gli stessi fumi che scaturiscono da fumogeni, lacrimogeni ed incendi vari. Così come c'erano parecchi cazzoni che davano fuoco alla qualsiasi con il volto completamente scoperto...

Cmq secondo me oggi la polizia ha fatto un passo avanti di qualità; si è limitata a fare ondate dispersive senza cercare lo scontro fisico e ha limitato le cariche anche dove, secondo me, ce ne sarebbe stato bisogno.

Peccato che per i soliti quattro cazzoni l'intero contenuto della manifestazione andrà alle ortiche...come al solito fra l'altro...

LoneWolf58
Inviato: 16/10/2011 0:39  Aggiornato: 16/10/2011 0:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Indignati nel mondo
Riporto i link che Al2012 ha postato in altro 3d...

Citazione:

Al2012 ha scritto:
Il video dell'assalto dei Black Bloc in via Cavour

Il manifestante che ha perso due dita per l'esplosione di un petardo nel corso del corteo degli indignati a Roma, è un militante di Sel "aggredito da un gruppo di incappucciati" mentre stava sfilando "pacificamente in via Cavour e protestava contro i violenti".
Nel video ill momento in cui il gruppo di incappucciati attacca la delegazione di Sel in via Cavour e il momento del ferimento

http://www.rainews24.rai.it/it/video.php?id=24711

edit :

I black bloc allontanati e la rabbia dei manifestanti

altri video

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
afabbri73
Inviato: 16/10/2011 0:42  Aggiornato: 16/10/2011 0:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Indignati nel mondo
La polizia ed i carabinieri non avevano scelta... erano decisamente inferiori di numero per una manifestazione di quel tipo e quando le risorse scarseggiano si cerca di limitare i danni evitando perdite inutili. Poi c'e' da dire che anche gli organi di polizia fanno parte degli indignati, ricordo la lettera da parte del sindacato indirizzata al governo nella quale minacciavano irruzioni con lacrimogeni nel caso sollevato pubblicamente e relativo ai prezzi agevolati dei politici in mensa.

krom2012
Inviato: 16/10/2011 0:44  Aggiornato: 16/10/2011 0:44
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Indignati nel mondo
Interessante osservazione, sono convinto che non ci voglia tanto nè per farla quella legge, nè per metterla in atto, il problema è un altro. E se (senza se) fosse stato tutto quanto organizzato per attivare "nuove" norme oppressive che tolgano altre libertà? Problema-reazione-soluzione... L'Italia sta andando a tavoletta, ma a marcia indietro...
Un altro aspetto è che abbiamo una Costituzione scritta nero su bianco che già non viene rispettata, una legge in più o in meno che gran differenza può fare? Oppure prendiamo esempio dagli americani che arrestano solo se scendi dal marciapiede e cammini sulla strada! 1984 non è così lontano...

...il cielo è sempre più bianco...
Redazione
Inviato: 16/10/2011 0:46  Aggiornato: 16/10/2011 0:48
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Indignati nel mondo
Scusa TUTTLE, io parto dal presupposto che i blac-bloc siano pappa e ciccia con le forze dell'ordine, come Genova ci ha insegnato.

Certo, se fossero dei veri "teppisti", come si vuole far credere, allora hai ragione tu.

Ma pensaci un attimo: c'è davvero molta differenza fra i "terroristi" che attaccano il Pentagono, e i "teppisti" che attaccano la caserma dei carabinieri? La dimanica è identica, lo "sdegno pubblico" che ne risulta è identico, e il cui prodest, curiosamente, è identico.

Quale è il modo migliore per NON DOVER PARLARE di quello che vogliono i manifestanti?

Tuttle
Inviato: 16/10/2011 0:52  Aggiornato: 16/10/2011 0:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Scusa TUTTLE, io parto dal presupposto che i blac-bloc siano pappa e ciccia con le forze dell'ordine, come Genova ci ha insegnato. Certo, se fossero dei veri "teppisti", come si vuole far credere, allora hai ragione tu.


Ho seguito tutte le dirette su tutti i canali disponibili...francamente ho visto poco che possa essere attinente ad un sospetto del genere, che comunque andrebbe sempre provato...sennò davvero è sempre colpa della polizia. Non sono abituato a ragionare così...non me ne vogliate. :)

L'età media era veramente bassa e ripeto; molti dei teppisti attivi, oltre ad essere molto ma molto giovani, erano a viso scoperto. Compresi quelli che han dato fuoco alla camionetta dei carabieri.





Ripeto che secondo me oggi era palese che le forze dell'ordine non abbiano voluto in nessun modo accendere la miccia, anzi.

Citazione:
Ma pensaci un attimo: c'è davvero molta differenza fra i "terroristi" che attaccano il Pentagono, e i "teppisti" che attaccano la caserma dei carabinieri?


Oggi io ho visto qualcosa di completamente diverso.

simone707
Inviato: 16/10/2011 0:52  Aggiornato: 16/10/2011 1:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Indignati nel mondo
da WIKIPEDIA:

Nel 2008 Cossiga ha votato la fiducia al governo Berlusconi IV; in precedenza aveva votato la fiducia a Berlusconi un'altra volta, nel 1994 (governo Berlusconi I).
Il 23 ottobre 2008, in un'intervista al Quotidiano Nazionale, propone al Ministro dell'Interno Maroni la sua soluzione per contenere il dissenso universitario nei confronti della legge 133/2008: evitare di chiamare in causa la polizia, ma screditare il movimento studentesco infiltrando agenti provocatori, e solo allora, dopo i prevedibili disordini, "le forze dell'ordine non dovrebbero avere pietà e mandarli tutti in ospedale". Nell'affermare ciò Cossiga sostiene che il terrorismo degli anni settanta era partito proprio dalle università, e conferma di avere già attuato una strategia simile quando egli stesso era stato Ministro dell'Interno[15]. In seguito a questa intervista Alfio Nicotra, della direzione nazionale del Prc e responsabile del Dipartimento Pace e Movimenti del Prc ha chiesto di riaprire l'inchiesta sulla morte di Giorgiana Masi, uccisa in circostanze non ancora chiarite durante una manifestazione nel 12 maggio 1977, periodo nel quale stesso Cossiga era ministro dell'Interno[16]. Inoltre la senatrice Donatella Poretti (Radicale eletta nelle file del PD) ha deciso di depositare un disegno di legge per l'istituzione di una commissione d'inchiesta sull'omicidio della Masi.

Di cosa si stupiamo ancora? Quanto scetticismo snob da parte di chi vuole ancora negare l'evidenza!
Te lo chiedo ancora: da che parte stai TUTTLE??

krom2012
Inviato: 16/10/2011 1:02  Aggiornato: 16/10/2011 1:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Ripeto che secondo me oggi era palese che le forze dell'ordine non abbiano voluto in nessun modo accendere la miccia, anzi.


Solo quelle in divisa forse, ma neanche tanto, visto che quando possono prendere a manganellate qualcuno non ci pensano due a volte a farlo...vedi ragazza a braccia conserte colpita gratuitamente solo per fare un piccolo esempio...

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/10/15/roma-la-manganellata/164140/

...il cielo è sempre più bianco...
astro7
Inviato: 16/10/2011 1:11  Aggiornato: 16/10/2011 1:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2007
Da: questa sconosciuta terra di mezzo
Inviati: 472
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Ho seguito tutte le dirette su tutti i canali disponibili...francamente ho visto poco che possa essere attinente ad un sospetto del genere, che comunque andrebbe sempre provato...sennò davvero è sempre colpa della polizia. Non sono abituato a ragionare così...non me ne vogliate. :)



scusami , Tuttle.... ma se davvero hai seguito tutte le dirette non puoi non aver sentito delle centinaia di incappucciati infiltrati tra i manifestanti.
(ho preso un articolo a caso , tra i tanti a disposizione nel web)
All'inizio erano ragazzotti, poi ai primi tafferugli son diventati dei facinorosi, ai primi cassonetti divelti e bruciati son diventati anarcoinsurrezionalisti, nel momento in cui hanno iniziato a sfasciare vetrine di negozi e banche e a bruciare auto sono diventati definitivamente BB.

Non erano scoperti....Indossavano caschi.


La parte "nobile "della manifestazione s'è pure incavolata....tanto che ad un certo punto gli indignados consegnano alla polizia 3 black block

Tuttle
Inviato: 16/10/2011 1:12  Aggiornato: 16/10/2011 1:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Solo quelle in divisa forse, ma neanche tanto, visto che quando possono prendere a manganellate qualcuno non ci pensano due a volte a farlo...vedi ragazza a braccia conserte colpita gratuitamente solo per fare un piccolo esempio...


Si ho visto..ma la cosa non cambia. A parte che quando le fila dei poliziotti fanno testuggine e poi partono alla carica, chi c'è c'è e non si salva nessuno. Starsene li impalati non è stata una scelta geniale. Con questo non giustifico minimamente il gesto di manganellare il viso di un ragazzina, ma l'analisi andrebbe fatta un tantino più in profondità...

...anche la pioggia di sanpietrini non deve essere il massimo per restare calmi e buoni e sono sicuro che a nessuno frega un cazzo dei poliziotti a cui han spappolato una gamba o rotto il naso...e vabbè.

A parte che dare la colpa sempre alle forze dell'ordine significa fare il gioco di chi vuole che tutto quanto venga ridotto ad un mero problema di ordine pubblico e di "cazzoni dei centri sociali"...con tizio che scarica le responsabilità su caio. E le motivazioni alla base del malessere vanno a farsi fottere, as usual.

Peccato...

afabbri73
Inviato: 16/10/2011 1:13  Aggiornato: 16/10/2011 1:13
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Indignati nel mondo
Una manifestazione, che sia pacifica o che sfoci in violenza, deve avere sempre un significato profondo, preciso e deciso, e chi vi partecipa altrettando dovrebbe mantenere il giusto spirito che dovrebbe appartenere alle persone degne di tali imprese. Io ho assistito ne piu ne meno che all'ennesimo show, un'adunata facebookkiana sfociata in rissa per causa di un manipolo di facinorosi. Il senso dell'impegno non c'e' stato, e' svanito alla prima bomba carta, al contrario e' scattato l'ennesimo meccanismo della sabbia negli occhi, il classico circo mediatico utile alla politica per distrarre il paese per l'ennesima volta, sollevando i fantasmi del passato di una lontana Genova. Ora scattera il solito giochino delle dita, chi puntare o meno, a chi dare colpe e a chi no, si discutera' di quanto non si possano piu permettere manifestazioni di piazza, insomma si discutera' delle solite cazzate e dalla settimana prossima tutto nel dimeticatoio come e' naturale che sia in un paese come l'italia.
Rimane il fatto che la copla e' di chi organizza ste manifestazioni, ancora non si sono resi conto che l'italia non e' il paese adatto. Un popolo storicamente nato suddito e remissivo non potra' mai sollevarsi autonomamente in piedi e ribaltare le sorti di un paese. Se 'italia e' allo sfascio e' proprio per questo motivo. Noi siamo quello che ci meritiamo di essere e abbiamo quello che ci meritiamo di avere... il nulla. Oggi mi guardavo la diretta con la speranza che qualcosa di grave accadesse, un qualcosa di veramente grave con la speranza che ci fossimo trovati il culo seduto veramente su una bomba, con la speranza che un eventuale disastro portasse quella scossa giusta per risvegliare non gli animi ma i cervelli.

astro7
Inviato: 16/10/2011 1:15  Aggiornato: 16/10/2011 1:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2007
Da: questa sconosciuta terra di mezzo
Inviati: 472
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Ripeto che secondo me oggi era palese che le forze dell'ordine non abbiano voluto in nessun modo accendere la miccia, anzi.


...tanto che dopo aver accerchiato piazza San Giovanni, è stato necessario l'apertura dei cancelli del vicariato per consentire alle famiglie, ai giovani, ai bambini e agli anziani di trovare rifugio....


Mah ....

Tuttle
Inviato: 16/10/2011 1:15  Aggiornato: 16/10/2011 1:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
ma se davvero hai seguito tutte le dirette non puoi non aver sentito delle centinaia di incappucciati infiltrati tra i manifestanti.


Certo che li ho visti. A parte che il numero "centinaia" è un po da meglio valutare...ma dov'è che incappucciato assume il sinonimo di "infiltrato" delle forze dell'ordine?

Sorry ma francamente non ci arrivo.

E' un ragionamento automatico o c'è un qualche motivo specifico per giustificare l'assioma?

simone707
Inviato: 16/10/2011 1:21  Aggiornato: 16/10/2011 1:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Indignati nel mondo
TUTTLE .... ma da che parte stai? (ooovviamente tu dirai: "dalla parte della ricerca della verità"!) .....
Che tristezza ....

Personalmente quoto afabbri73 al 100%

Tuttle
Inviato: 16/10/2011 1:23  Aggiornato: 16/10/2011 1:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
TUTLE .... ma da che parte stai? (ooovviamente tu dirai: "dalla parte della ricerca della verità"!)


Dalla mia. Sempre...

Citazione:
..... Che tristezza ...


Guarda...poco sopra c'è uno che ha scritto che voleva vedere i morti saltare in aria sulle bombe.

Di sicuro non sono da quella parte...tu?

simone707
Inviato: 16/10/2011 1:30  Aggiornato: 16/10/2011 1:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Indignati nel mondo
CITAZIONE: Oggi mi guardavo la diretta con la speranza che qualcosa di grave accadesse, un qualcosa di veramente grave con la speranza che ci fossimo trovati il culo seduto veramente su una bomba, con la speranza che un eventuale disastro portasse quella scossa giusta per risvegliare non gli animi ma i cervelli.


Abbiamo dei delinquenti condannati al potere.
Cosa vuoi aspettarti da loro? Che una manifestazione "educata", "pacifista" e "democratica" li possa scoraggiare? Che le cose cambino?
Mi dispiace, ma siamo di fronte a un 'passaggio obbligato' ...
Altrimenti finiamola di lamentarci...

astro7
Inviato: 16/10/2011 1:31  Aggiornato: 16/10/2011 1:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2007
Da: questa sconosciuta terra di mezzo
Inviati: 472
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
ma dov'è che incappucciato assume il sinonimo di "infiltrato" delle forze dell'ordine? Sorry ma francamente non ci arrivo.


mi pare che stiamo qui per ragionarci sopra....
chiedo scusa, ma sono saltata dalla sedia quando ho letto che avevi scritto che erano solo dei "teppisti molto attivi, giovani e a volto scoperto"...

io ho seguito la diretta come te...e ci ho visto qualcosa di molto professionista. Da confondere le acque nel migliore dei modi.

Con questo non voglio fare di tutta l'erba un fascio, non dico che i poliziotti sono dei "collusi"...sia mai. E' che è fin troppo evidente il disegno di mistificazione...tutto qui.

Poi possiamo parlare quanto si vuole di tutte quelle motivazioni che hanno portato a questo genere di manifestazione ...ma non sposta di una virgola quanto è successo.



fefochip
Inviato: 16/10/2011 1:35  Aggiornato: 16/10/2011 1:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Indignati nel mondo
scusate ma come dice massimo è molto semplice si arresta chi sta a volto coperto punto e basta.

ma la legge già c'è e non serve altro che applicarla .
la stessa legge che ha fatto "a cazzotti" con il burka perche non permette appunto di girare a volto coperto .

per quanto riguarda i caschi è una deroga sostanzialmente alla legge che consente di portarlo (e un altra lo obbliga) sopra una moto ,ma sceso dalla stessa te lo devi togliere.

la matita ...
max qui in italia si vota con la matita indelebile te lo sei dimenticato ?



tra l'altro sono d'accordo con tuttle .
non si capisce perche mai tutti i black block che spaccavono le vetrine e incendiavano macchine dovevano essere degli "infiltrati"

partire da questo ragionamento significa pensare che allo stadio vanno solamente gente che vuole vedere dello sport e non per altri motivi.


da quello che ho visto fin ora da tv e video in rete la cosa si è svolta molto diversamente da genova ma sapremo meglio giudicare tra un po .

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
krom2012
Inviato: 16/10/2011 1:39  Aggiornato: 16/10/2011 1:39
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Si ho visto..ma la cosa non cambia. A parte che quando le fila dei poliziotti fanno testuggine e poi partono alla carica, chi c'è c'è e non si salva nessuno.


Cambia e come, vorrei vedere se quella persona fosse stata la tua ragazza se parleresti così.
Quindi per te è giusta la carica in stile falange imperiale romana?!? I manifestanti non avevano un mitra in mano.
I manifestanti che scendono in piazza pacifici o facinorosi, furbi o ingenui che siano, devono mettere in conto che troveranno le forse del caos, cioè dell'ordine dello Stato, il regime dittatura, la democrazia non esiste e se la vedi fammi sapere! Detto questo, allora sono tutti ingenui, se ne devono stare a casa, per quelli che ce l'hanno, mentre gli altri se proprio scendono in piazza si devono mettere in fila indiana come automi e stare zitti, perchè guai, se solo provi a protestare le forze dell'ordine ti caricano! E' la solita storia...

...il cielo è sempre più bianco...
Tuttle
Inviato: 16/10/2011 1:40  Aggiornato: 16/10/2011 1:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Mi dispiace, ma siamo di fronte a un 'passaggio obbligato' ...
Altrimenti finiamola di lamentarci...


Passaggio obbligato cosa? Le bombe?

E' fantastico il corto circuito logico di chi vuole accusare sempre e comunque la polizia per ogni nefandezza accada ad ogni manifestazione...e poi come argomento propone bombe a colazione.

Spero abbiate la scusante dell'età...magari troppi videogiochi...

Redazione
Inviato: 16/10/2011 1:45  Aggiornato: 16/10/2011 1:45
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Indignati nel mondo
TUTTLE: Io dei fatti di oggi ho visto poco, solo qualche spezzone sul TG, per cui non mi posso pronunciare con sicurezza.

Ragionavo per "paradigmi", non per dettagli specifici. Magari oggi non è andata così.

simone707
Inviato: 16/10/2011 1:47  Aggiornato: 16/10/2011 1:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Indignati nel mondo
TUTTLE:

Non hai capito una mazza.
NON AFFERMO CHE LA POLIZIA DEVE ESSERE INCRIMINATA!! MA SIAMO PAZZI? STO SEMPLICEMENTE DICENDO CHE ALL'INTERNO DELLA MANIFESTAZIONE SONO STATE INSERITE PERSONE E GRUPPI MANDATI non tanto dai vertici delle forze dell'ordine MA DA QUALCHE ALTRA AUTORITà.
LA POLIZIA IN SE' NON C'ENTRA UN FICO SECCO. HO RISPETTO PER LORO.
PER QUANTO RIGUARDA L'ETà , magari fossi un adolescente, magari!!

astro7
Inviato: 16/10/2011 1:50  Aggiornato: 16/10/2011 1:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2007
Da: questa sconosciuta terra di mezzo
Inviati: 472
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
CITAZIONE: Oggi mi guardavo la diretta con la speranza che qualcosa di grave accadesse, un qualcosa di veramente grave con la speranza che ci fossimo trovati il culo seduto veramente su una bomba, con la speranza che un eventuale disastro portasse quella scossa giusta per risvegliare non gli animi ma i cervelli.



Dissento fortemente da questa forma mentis.


Citazione:
Abbiamo dei delinquenti condannati al potere.Cosa vuoi aspettarti da loro? Che una manifestazione "educata", "pacifista" e "democratica" li possa scoraggiare? Che le cose cambino?
Mi dispiace, ma siamo di fronte a un 'passaggio obbligato' ...
Altrimenti finiamola di lamentarci...


non è certamente un valido motivo per aggiungere violenza ad altra violenza. imho.

simone707
Inviato: 16/10/2011 1:51  Aggiornato: 16/10/2011 1:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Indignati nel mondo
TUTTLE: mai sentito parlare dei servizi segreti?
e da che parte pensi che stiano i servizi segreti? dalla parte della gente comune?

fefochip
Inviato: 16/10/2011 1:54  Aggiornato: 16/10/2011 1:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
STO SEMPLICEMENTE DICENDO CHE ALL'INTERNO DELLA MANIFESTAZIONE SONO STATE INSERITE PERSONE E GRUPPI MANDATI non tanto dai vertici delle forze dell'ordine MA DA QUALCHE ALTRA AUTORITà.



hai fatto la scoperta dell'acqua calda.

tutti i giornali titolano piu o meno con questo tenore :"infiltrati rovinano la manifestazione"

quindi si riconosce dai giornali stessi come FATTO che la manifestazione era pacifica ma che è stata appunto "infiltrata" da personaggi violenti.

in questo caso quindi che fossero stati mandati da "istituzioni" come operazione black o fossero dei semplici violenti che hanno dato sfogo ai lori istinti e si sono uniti ad altri che magari sono venuti per altri motivi ancora :
NON CAMBIA UN CAZZO

a genova il problema è stato altro:
ovvero il cercare di trasformare mediaticamente quell'evento e strumentalizzarlo cosa che non è avvenuta oggi perche nessuno si è sognato di dire che gli "indignados" erano violenti ...tutt'altro

hanno anche detto che i manifestanti hanno cercato di isolare e consegnare i violenti alle forze dell'ordine quindi i media hanno raccontato la verità (una volta tanto)

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Tuttle
Inviato: 16/10/2011 1:54  Aggiornato: 16/10/2011 1:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Non hai capito una mazza. NON AFFERMO CHE LA POLIZIA DEVE ESSERE INCRIMINATA!! MA SIAMO PAZZI? STO SEMPLICEMENTE DICENDO CHE ALL'INTERNO DELLA MANIFESTAZIONE SONO STATE INSERITE PERSONE E GRUPPI MANDATI non tanto dai vertici delle forze dell'ordine MA DA QUALCHE ALTRA AUTORITà. LA POLIZIA IN SE' NON C'ENTRA UN FICO SECCO. HO RISPETTO PER LORO. PER QUANTO RIGUARDA L'ETà , magari fossi un adolescente, magari!!


Può essere, come anche no. E' questo il problema (aldilà del fatto che come ho già detto si è perso completamente il senso della manifestazione...).

Cosa ti da tutta questa certezza? Non usi nemmeno dei condizionali...sei categorico e mi sta bene. Ma da dove arriva la tua certezza?

Inneggiare al bombarolo di turno è un sentimento pacifico, rivoluzionario o da infiltrato? Fammi capire...non ci arrivo.

simone707
Inviato: 16/10/2011 1:54  Aggiornato: 16/10/2011 1:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Indignati nel mondo
ASTRO7
Forse non hai capito ancora che di fatto, anche senza armi, siamo in guerra.

fefochip
Inviato: 16/10/2011 1:57  Aggiornato: 16/10/2011 1:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
TUTTLE: mai sentito parlare dei servizi segreti? e da che parte pensi che stiano i servizi segreti? dalla parte della gente comune?


i servizi sergreti in questo caso non sarebbero serviti a una ceppa .

come ho spiegato i giornali titolano univocamente che la manifestazione è stata rovinata dai violenti .

quindi non si cerca di pilotare l'opinione pubblica contro i manifestanti (o chi ci prova sui media è comunque in minoranza) mentre con genova abbiamo assistito a stronzate colossali e messe in scena (diaz) criminali che cercavano di distorcere completamente il senso di quell'evento

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
simone707
Inviato: 16/10/2011 1:59  Aggiornato: 16/10/2011 1:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Indignati nel mondo
Riposto un commento che -non so per quale motivo- è apparso indietro, come se l'avessi scritto molto prima.

da WIKIPEDIA:

Nel 2008 Cossiga ha votato la fiducia al governo Berlusconi IV; in precedenza aveva votato la fiducia a Berlusconi un'altra volta, nel 1994 (governo Berlusconi I).
Il 23 ottobre 2008, in un'intervista al Quotidiano Nazionale, propone al Ministro dell'Interno Maroni la sua soluzione per contenere il dissenso universitario nei confronti della legge 133/2008: evitare di chiamare in causa la polizia, ma screditare il movimento studentesco infiltrando agenti provocatori, e solo allora, dopo i prevedibili disordini, "le forze dell'ordine non dovrebbero avere pietà e mandarli tutti in ospedale". Nell'affermare ciò Cossiga sostiene che il terrorismo degli anni settanta era partito proprio dalle università, e conferma di avere già attuato una strategia simile quando egli stesso era stato Ministro dell'Interno[15]. In seguito a questa intervista Alfio Nicotra, della direzione nazionale del Prc e responsabile del Dipartimento Pace e Movimenti del Prc ha chiesto di riaprire l'inchiesta sulla morte di Giorgiana Masi, uccisa in circostanze non ancora chiarite durante una manifestazione nel 12 maggio 1977, periodo nel quale stesso Cossiga era ministro dell'Interno[16]. Inoltre la senatrice Donatella Poretti (Radicale eletta nelle file del PD) ha deciso di depositare un disegno di legge per l'istituzione di una commissione d'inchiesta sull'omicidio della Masi.

Di cosa vogliamo esser proprio certi ancora? Mi sembra di sentire: "Ma sei proprio sicuro, sicuro, sicuro?"
Io ho passato il pomeriggio a vedere i filmati.
Quanto scetticismo snob da parte di chi vuole ancora negare l'evidenza!
Te lo chiedo ancora: da che parte stai TUTTLE??

fefochip
Inviato: 16/10/2011 1:59  Aggiornato: 16/10/2011 1:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
aldilà del fatto che come ho già detto si è perso completamente il senso della manifestazione...


non sono d'accordo tuttle.

il senso rimane eccome, che per averlo dovevano tutti mettersi ghirlande di fiori in testa?

su dai .

il senso ce lo ha per chi lo vuole cogliere il punto come ripeto ancora è che i giornali per ora non stanno distorcendo perche dicono semplicemente quello che è successo : una manifestazione enorme e pacifica è stata rovinata da "infiltrati" ovvero da qualcuno che non era schierato con lo spirito della manifestazione ma voleva usare la violenza .

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
krom2012
Inviato: 16/10/2011 2:06  Aggiornato: 16/10/2011 2:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
di fatto, anche senza armi, siamo in guerra


Parlando da comune cittadino, se questa è guerra, già l'abbiamo persa, invece se dovessi parlare da rivoluzionario dovrei dire che l'unico modo di difenderci è ovviamente usando le armi. Che possibilità abbiamo? Una guerra vinta pacificamente non si è mai vista!

...il cielo è sempre più bianco...
fefochip
Inviato: 16/10/2011 2:07  Aggiornato: 16/10/2011 2:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Maroni: inaccettabile, criminali infiltrati


Citazione:
ROMA - Un pomeriggio di guerriglia. Quella che doveva essere una protesta pacifica per manifestare contro la crisi economica e contro i costi della politica si è trasformata in un incubo per la Capitale. Gli Indignati, che avevano promosso il corteo e che erano partiti con le migliori intenzioni, con cori e bandiere colorate, sono stati sconfitti da 500 giovani incappucciati e armati di bastoni, mazze, bombe carta e fumogeni che si sono infiltrati facendo degenerare la giornata di mobilitazione.


Citazione:
SCONTRI TRA MANIFESTANTI - Per tutto il pomeriggio i manifestanti pacifici hanno cercato di isolare i violenti. Poi hanno ceduto, e intorno alle 19 il corteo si è spezzato e molti sono fuggiti dalle zone degli incidenti. In serata, però, un gruppo di indignati si sarebbe scontrato frontalmente con alcuni degli incappucciati.


Citazione:
* Il corteo che non avete visto Gli indignati prima degli scontri


Citazione:
Centinaia di incappucciati si infiltrano nel corteo degli indignati: ore di guerriglia urbana con lanci di bombe carta, sassaiole, banche assaltate, auto incendiate. Dato alle fiamme un blindato dei carabinieri. Le forze dell’ordine usano idranti e lacrimogeni. Decine di feriti tra agenti e manifestanti. La condanna unanime del mondo politico. Manifestazioni pacifiche in ottanta Paesi.



prima grande differenza con genova : i media
qui si parla subito di "infiltrati" e si fa la netta distinzione con il corteo pacifico tanto che si arriva a dire appunto che i manifestanti hanno cercato di isolare i violenti.

seconda grande differenza : l'attegiamento politico
forse è presto per questa considerazione ma i commenti dei politici non sono dello stesso tenore strumentale e mistificatorio (forse per i media?) di quelli all'epoca dei fatti di genova.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Rickard
Inviato: 16/10/2011 2:09  Aggiornato: 16/10/2011 2:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Indignati nel mondo
Redazione
Citazione:
Ragionavo per "paradigmi", non per dettagli specifici. Magari oggi non è andata così.

Magari è successo che, come al solito, una manica di cialtroni analfabeti è andata a sfogare la propria assurda e insensata rabbia distruttiva contro vetrine, macchine e serrande, spacciando tale sciatta violenza per lotta contro il sistema.

"Sistema" di cui non hanno alcuna cognizione, avendo raggiunto amalapena la consapevolezza tipica dei crostacei.

A questo punto anche la tanto rodata pratica degli infiltrati è sprecata con questa marmaglia. Non c'è alcun bisogno di "inquinare" niente. Sarebbe come tentare di inquinare lo smog: una ridondanza inutile.

TUTTLE

Sul caso specifico (per ora che non ho ancora visto tutto il vedibile) non mi pronuncio neanch'io circa la presenza o meno di infiltrati, è anche vero però che tale pratica è talmente una tradizione che se non la si può dare per scontata perlomeno la si può considerare largamente aspettata.

In ogni caso, non è certo un'eventuale manciata di infiltrati che ha fatto la differenza in questa occasione, bensì l'assoluta nullità di topi di fogna che sentono la necessità di sfogare la propria violenza gratuita (essendo per loro l'elocubrazione mentale più elevata) su quello che capita a tiro, che sia la camionetta della polizia, la saracinesca del tabaccaio o la macchina del vicino di casa.

Questi episodi sono gli unici in cui provo qualche grammo d'invidia per i poliziotti o per chi è autorizzato a sfasciare di colpi questi vandali sciocchi e ignoranti.

Gente per cui la rrivvoluzione e la lotta al sistema è questo: spaccare tutto e fare un gran casino.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
simone707
Inviato: 16/10/2011 2:10  Aggiornato: 16/10/2011 2:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Indignati nel mondo
PER FEFOCHIP

Il problema è che l'acqua calda TUTTLE non l'ha ancora scoperta...

fefochip
Inviato: 16/10/2011 2:13  Aggiornato: 16/10/2011 2:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Indignati nel mondo
@ max
Citazione:
Certo, se fossero dei veri "teppisti", come si vuole far credere, allora hai ragione tu.

Ma pensaci un attimo: c'è davvero molta differenza fra i "terroristi" che attaccano il Pentagono, e i "teppisti" che attaccano la caserma dei carabinieri? La dimanica è identica, lo "sdegno pubblico" che ne risulta è identico, e il cui prodest, curiosamente, è identico.


non è cosi max perche lo "sdegno pubblico" viene "accompagnato" dal racconto dei fatti.

i media hanno presentato la vicenda di oggi a roma molto diversamente dai fatti di genova.

pensaci per i giornali dell'epoca e per i commenti dei politici praticamente è stata quella di genova una giornata di guerra contro i black block .

i carabinieri sono rimasti a guardare mentre caricavano i manifestanti pacifici che se ne stavano inermi.

qui la situazione descritta è profondamente diversa perche i manifestanti si oppongono vivacemente ai violenti e i media denunciano subito che il corteo è pacifico e viene rovinato da degli "infiltrati" .

politicamente importa molto poco chi cazzo siano gli incappucciati perche politicamente ha importanza che è stato riconosciuta la differenza sostanziale con lo spirito della manifestazione e i loro partecipanti a volto scoperto .

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Tuttle
Inviato: 16/10/2011 2:14  Aggiornato: 16/10/2011 2:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Quanto scetticismo snob da parte di chi vuole ancora negare l'evidenza! Te lo chiedo ancora: da che parte stai TUTTLE??


Dalla parte dei manifestanti pacifici e dalla parte di tutte le istanze coinvolte, compresa le forze dell'ordine.

Tu però non hai risposto; te la formulo meglio:

Sei contro le manifestazioni violente o no? Perché non puoi accusare gli infiltrati di essere facenti parte di forze deviate dello Stato...e contemporaneamente strizzare l'occhio alla rivolta violenta e bombarola che hai quotato sopra.

Viceversa mi devi spiegare come esci dal paradosso che tu stesso hai creato...o stigmatizzi ogni comportamento estremo, oppure dimostri solo di voler trovare lo zampino dello Stato a prescindere.

Come se esistessero bombe buone e bombe cattive.

Capisci cosa intendo? Si?

simone707
Inviato: 16/10/2011 2:25  Aggiornato: 16/10/2011 2:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/4/2009
Da:
Inviati: 148
 Re: Indignati nel mondo
Io sono stato sempre dalla parte della manifestazioni pacifiche, ma non nello stile "pappamolla" di quelle passate. Ci vuole energia, bisogna poter parlare ad alta voce, magari con impianti di amplificazione particolarmente potenti. Bisogna essere in tanti, ma anche ben visibili. Ci vuole più energia, più grinta, più fantasia. Bisogna anche lasciar perdere i vecchi stendardi, le vecchie bandiere dei partiti, che ormai non simboleggiano più nulla.
INVECE: distruggere auto, incendiarle, abbattere vetrine dei negozi e tirare sassi alla polizia non solo non serve, ma è un atto vandalico fine a se stesso che non porta da nessuna parte. Anzi danneggia lo scopo della manifestazione.
Idee su cosa fare di "forte" in concreto ne avrei molte, ma figurati se mi metto a descriverle qui ... Comunque non si tratta di fare del male a qualcuno. Sarebbe contro i miei stessi principi.

fefochip
Inviato: 16/10/2011 2:26  Aggiornato: 16/10/2011 2:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Indignati nel mondo
@ Rickard
Citazione:
Sul caso specifico (per ora che non ho ancora visto tutto il vedibile) non mi pronuncio neanch'io circa la presenza o meno di infiltrati, è anche vero però che tale pratica è talmente una tradizione che se non la si può dare per scontata perlomeno la si può considerare largamente aspettata.



aridanghete ....ma nessuno mi legge ? devo battere i piedi o cosa?

a un tratto luogocomune è diventato luogodisonno?

rickard e tutti :

NON HA NESSUNA IMPORTANZA POLITICA CHI SIANO QUESTI "INFILTRATI" L'IMPORTANTE E' CHE SONO STATI "DENUNCIATI" DAI GIORNALI COME NON APPARTENENTI AL MOVIMENTO CHE HA PROMOSSO LA MANIFESTAZIONE E TANTO CHE CI SONO STATI SCONTRI TRA MANIFESTANTI E INCAPPUCCIATI.

la pratica di infiltrare un movimento da parte delle forze dell'ordine (come è successo ad esempio a roma in piazza navona e sono stati usati in quel caso gruppetti di teppisti di destra che sono arrivati indisturbati a piazza navona con un camion addirittura quando è una piazza off limit dal traffico ) è volta ad attribuire la colpa dell'intervento della polizia con le cariche e quant'altro ai manifestanti .

qui invece se c'è stato questo intento è fallito miseramente perche i giornali hanno immediatamente descritto gli incappucciati/black block/violenti come qualcosa di estraneo alla manifestazione ( proprio per questo non si può considerare un fallimento la manifestazione) il che fa pensare a due cose :
o i media si sono finalmente ripresi dal torpore e dallo schiavismo dal potere non supportando mediaticamente una operazione "false flag" che aveva come scopo quella di far passare da violenta e piena di contraddizioni un movimento come quello degli indignados per poi pestarli un pochino oppure semplicemente non c'erano infiltrati e i media hanno solo raccontato questo giorno in cui come in tutte le manifestazioni ci sono gente che sta li solo per fare casino e menare le mani .

ai tempi delle manifestazioni del partito comunista queste cose si sapevano bene e c'era il servizio d'ordine interno alla manifestazione che spesso erano armati di bastoni (mimetizzati con i bastoni degli striscioni) pronti a intervenire sia contro gli "infiltrati" che pronti a menar le mani se i poliziotti facevano gli stronzi.

oggi non sono piu cosi chiare queste dinamiche?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 16/10/2011 2:29  Aggiornato: 16/10/2011 2:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Una guerra vinta pacificamente non si è mai vista!


sbagli .

l'unica guerra che si può vincere è la guerra che non si combatte perche se fai la guerra non puoi che perdere

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Tuttle
Inviato: 16/10/2011 2:33  Aggiornato: 16/10/2011 2:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Comunque non si tratta di fare del male a qualcuno. Sarebbe contro i miei stessi principi.


Ok mi fa piacere. Allora la prossima volta occhio a cosa quoti al 100%. Perchè hai quotato al 100% il periodo che conteneva questo pensiero:

Oggi mi guardavo la diretta con la speranza che qualcosa di grave accadesse, un qualcosa di veramente grave con la speranza che ci fossimo trovati il culo seduto veramente su una bomba, con la speranza che un eventuale disastro portasse quella scossa giusta per risvegliare non gli animi ma i cervelli.

La prossima volta magari prima di quotare...leggi bene.

@Fefo

Non sono minimamente d'accordo con te perché il senso della manifestazione non sta in quello che descrivi ma NEI SUOI CONTENUTI...di cui nessuno parla.

La manifestazione ha un oggetto diverso da se stessa...sennò veramente si rischia che ogni volta che si scende in piazza ci si limiti al plauso per aver fatto i bravi bambini o ai fischi per i cazzoni che sfasciano tutto.

Il movimento ha degli argomenti da proporre, estremi? Utopici? Confusi? Probabilmente si...ma che se ne parli.

Viceversa è una scoreggia in un barattolo...

Thibault
Inviato: 16/10/2011 2:36  Aggiornato: 16/10/2011 2:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/5/2006
Da: Un mondo folle
Inviati: 343
 Re: Indignati nel mondo
‎''Maroni dovrebbe fare quello che feci io quando ero ministro dell'Interno.
In primo luogo lasciare perdere gli studenti dei licei, perche' pensi a cosa succederebbe se un ragazzino di dodici anni rimanesse ucciso o gravemente ferito..."

''Lasciar fare gli universitari.
Ritirare le forze di polizia dalle strade e dalle universita', infiltrare il movimento con agenti provocatori pronti a tutto, e lasciare che per una decina di giorni i manifestanti devastino i negozi, diano fuoco alle macchine e mettano a ferro e fuoco le citta''

''Dopo di che, forti del consenso popolare, il suono delle sirene delle ambulanze dovra' sovrastare quello delle auto di polizia e carabinieri''

''Nel senso che le forze dell'ordine non dovrebbero avere pieta' e mandarli tutti in ospedale"

"Non arrestarli, che tanto poi i magistrati li rimetterebbero subito in liberta', ma picchiarli e picchiare a sangue anche quei docenti che li fomentano''.

''Soprattutto i docenti. Non dico quelli anziani, certo, ma le maestre ragazzine si'.
Francesco Cossiga

E' una tranquilla notte di regime
Tuttle
Inviato: 16/10/2011 2:39  Aggiornato: 16/10/2011 2:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
l'unica guerra che si può vincere è la guerra che non si combatte perche se fai la guerra non puoi che perdere


Questa è da mettere fra le voci del sito!!

fefochip
Inviato: 16/10/2011 2:41  Aggiornato: 16/10/2011 2:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Indignati nel mondo
@tuttle
Citazione:
Non sono minimamente d'accordo con te perché il senso della manifestazione non sta in quello che descrivi ma NEI SUOI CONTENUTI...di cui nessuno parla.


perche i giornali quando mai parlano del senso di una manifestazione?
i giornali fanno parlare i politici al limite e quindi se è una manifestazione sponsorizzata da un partito se ne può parlare ma se è della gente quale giornale gliene frega?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
krom2012
Inviato: 16/10/2011 2:42  Aggiornato: 16/10/2011 2:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
sbagli . l'unica guerra che si può vincere è la guerra che non si combatte perche se fai la guerra non puoi che perdere


Forse filosoficamente, sul lato pratico è tutto da scoprire. Poi dipende dal tipo di guerra, comunque era una battuta la mia, qualcuno ha tirato fuori il termine guerra. Scusate ma di che guerra si sta parlando? Ce ne sono così tante ultimamente...

...il cielo è sempre più bianco...
fefochip
Inviato: 16/10/2011 2:46  Aggiornato: 16/10/2011 2:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Indignati nel mondo
vabbè vo a letto tra le rovine fumanti della mia città

(un po di melodramma non guasta mai)

notte

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Tuttle
Inviato: 16/10/2011 2:49  Aggiornato: 16/10/2011 2:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
i giornali fanno parlare i politici al limite e quindi se è una manifestazione sponsorizzata da un partito se ne può parlare ma se è della gente quale giornale gliene frega?


Ecco bene il motivo per cui non serve ad una mazza infiltrare agenti provocatori o droni encefalopiatti....

Qualsiasi cosa accada in una manifestazione...ci si limiterà agli applausi o ai fischi per i bimbi buoni e quelli cattivi...

Del resto gli ammiccamenti di Draghi e Montezufolo non potevano che essere percepiti come una grandissima presa per il culo...

TAD
Inviato: 16/10/2011 2:50  Aggiornato: 16/10/2011 2:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: Indignati nel mondo
Sulle piazze o ci sei... o non ci sei... non si può discuterne ed infine affermare di aver compreso.

Io dico: scendiamo in strada, sfasciamo tutto e scanniamoci come i porci!

Quando la popolazione di Homo Sapiens Sapiens sarà tornata sotto i 500 milioni di unità...

...questo ridiverrà un pianeta vivibile.

E' la mia opinione... a cui non ho nient' altro da aggiungere.

Rispettosamente,
TÃÐ.

~WÃSÐ Lifestyle~
DrHouse
Inviato: 16/10/2011 2:51  Aggiornato: 16/10/2011 2:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
fefochip:
sbagli .
l'unica guerra che si può vincere è la guerra che non si combatte perche se fai la guerra non puoi che perdere

L'unica guerra che vinci è quella che lasci combattere agli altri.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
haldir
Inviato: 16/10/2011 2:54  Aggiornato: 16/10/2011 2:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/5/2006
Da:
Inviati: 51
 Re: Indignati nel mondo
alla manifestazione sono stato e sinceramente non ho avuto la percezione di "infiltrati istituzionali" .

krom2012
Inviato: 16/10/2011 2:57  Aggiornato: 16/10/2011 2:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/3/2010
Da: ll'oltretomba
Inviati: 576
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
tra le rovine fumanti della mia città


Non sono le rovine della città a fumare, quel fumo è nei cieli con le scie chimiche che scende avvelenando poliziotti e manifestanti...chi si salva, politici e banchieri...questa potrebbe essere una guerra persa se si sta a guardare senza far nulla...oppure possiamo prendere esempio da quella ragazza che ha subito la carica, ce ne stiamo tutti a braccia incrociate ad oltranza e vediamo come va a finire...

Notte

...il cielo è sempre più bianco...
schukran
Inviato: 16/10/2011 3:49  Aggiornato: 16/10/2011 3:49
So tutto
Iscritto: 8/10/2011
Da:
Inviati: 6
 Re: Indignati nel mondo
Salute a tutti

A rischio di prendere una cantonata vi chiedo il vostro parere su un fatto che mi ha indotto a riflettere:
I Black Bloc hanno "partecipato" alle più importanti manifestazioni, contro la globalizzazione e il neocapitalismo in genere, nelle sedi di Seattle, Bruxelles, Genova etc. Certe operazioni mi hanno a più riprese ricordato vecchie tattiche di esasperazione della tensione di non lontanta memoria.
In tutti questi casi, i Black Bloc si sono organizzati per presenziare nei luoghi oggetto della manifestazione facendo pensare ad un movimento sovranazionale. Guarda caso oggi pare che i violenti abbiano scelto di convogliare in un unico luogo: Roma. Perchè questa scelta? Mezzo mondo oggi è sceso in piazza, e questi delinquenti, manovrati da chissà chi, hanno deciso di piantar casino solo a Roma!
Ma dico io, ma è mai possibile che non vi sia uno straccio di prevenzione nei confronti di questo genere di manifestanti al punto da arrestarne qualcuno, per farlo parlare, per capire chi lo indottrina, per capire come mai spesso e volentieri le botte le prendono solo gli innocenti mentre loro fanno disastri quasi indisturbati?
Viviamo in stati dove la polizia ha al suo interno un numero indefinito di corpi speciali istituiti per affrontare Mafie, Clan della droga, Terroristi, Gangster di ogni sorta e ciò nonostante non si riescono ad isolare i facinorosi? Non si riesce ad infiltrarsi nelle loro file dopo che ci si è infiltrati dappertutto comprese le BR? Diciamola tutta, NON SI VUOLE!!! E' molto, molto, più comodo attribuire colpe generiche a gruppi generici, gli anarchici, gli autonomi, la sinistra, la destra, basta che non ci si capisca un cazzo e soprattutto che non si sappia la verità.

prince73
Inviato: 16/10/2011 8:13  Aggiornato: 16/10/2011 8:14
So tutto
Iscritto: 14/6/2010
Da:
Inviati: 2
 Re: Gli indignati scendono in strada
http://www.youtube.com/watch?v=iIJF9ZZ9rnI

dal minuto 1.20, intervento di Curzio Maltese...

Youkai
Inviato: 16/10/2011 8:13  Aggiornato: 16/10/2011 8:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2011
Da:
Inviati: 124
 Re: Indignati nel mondo
'Mazzucco, magari fosse così semplice... una legge così non è mai stata pensata perchè i fascisti, i nazzisti, i comunisti da regime, e tutta la merda sta in parlamento:

http://www.youtube.com/watch?v=iIJF9ZZ9rnI

Ecco quà l'amatissimo cossiga, e un'altra persona che racconta la realtà. Ovvio che non faranno mai qualcosa del genere, CAZZO SONO LORO CHE LI MANDANO!!!
Come si può pensare che siano loro stessi che facciano una legge del genere. Vanno presi e legati, sbavagliati e chi più ne ha più ne metta.

Akane
Inviato: 16/10/2011 8:19  Aggiornato: 16/10/2011 8:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/7/2011
Da: Austria
Inviati: 135
 Re: Gli indignati scendono in strada
Concordo pienamente con il tuo articolo!

LoneWolf58
Inviato: 16/10/2011 8:48  Aggiornato: 16/10/2011 8:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Gli indignati scendono in strada
Bianco... nero
Comunista... fascista
Poliziotto... manifestante

Ancora non si vuol capire che sono solo mezzi per dividere e per non farci cercare la "verità"...

Bello il paragone con il 9/11...
ma credete ci voglia molto ad "infiltrare" una di queste organizzazioni "black bloc" e forzarla sul lato violento della protesta?! la gente è incazzata basta poco ad accenderla? allora cosa si fa?

Credete ci voglia molto a fare in modo che le FF.OO. non siano attrezzate a fare servizio d'ordine pubblico? Mezzi inadeguati, armamento personale "da guerra", disposizione sul territorio ridicola, intelligence che lavora contro...

Aggiungiamoci una manica di bastardi che, comunque, si trova in entrambi gli schieramenti e il gioco è fatto...

Dopo si da la colpa ai manifestanti... e i manifestanti danno la colpa ai poliziotti e qualcuno ha ottenuto quel che voleva...
Citazione:
A dura vita, a dura disciplina,
muti, derisi, solitari stanno,
strumenti ciechi d'occhiuta rapina,
che lor non tocca e che forse non sanno;
e quest'odio, che mai non avvicina
il popolo lombardo all'alemanno poliziotto al manifestante,
giova a chi regna dividendo, e teme
popoli avversi affratellati 'insieme


Massimo dici bene ma una volta era più facile organizzare una manifestazione... ci si vedeva in faccia. Oggi su FB twitter LC parli con "avatar"

p.s. comunque non vorrei errare ma sono quelli del '68 che governano oggi e guarda che casino stanno combinando :P

p.p.s. Tuttle... sei uno sporco "fascista"

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Youkai
Inviato: 16/10/2011 9:07  Aggiornato: 16/10/2011 9:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2011
Da:
Inviati: 124
 Re: Gli indignati scendono in strada
Io fino ad ora ho appreso che, "Manifestare" vuol dire scendere in piazza sparare quattro insulti, tornarsene a casa e ritornare a fare la vita merdosa del giorno scorso come se non fosse successo niente.

Ho un saco di amici, che non è che non sanno la verità perchè sono coglioni e guardano la televisione e basta, non è che si informano perchè vogliono che cambi le cose. O lavorano o studiano e sono pressati dagli impegni. Chi ha tempo libero lo occupa con canzatte. Perchè non si informano? La risposta: Per me queste cose non esistono, io faccio la mia vita e vaffanculo.

A nessuno frega una beneamata minchia di cambiare le cose, fino a che non avranno i carri armati davanti ai piedi non comincieranno a pensare di cambiare le cose, semplicemente perchè la realtà la denigrano, facendo finta che non esista.


Che senso ha manifestare pacificamente se non serve ad un cazzo? Quei manifestanti che bruciano e fanno i vandali vanno messi in croce, ma non per scherzo. Linciati, fate quello che volete ma quì se continuiamo così le cose restano come stanno, e peggiorano. Dividi et Impera, come volete ma la via pacifica non è mai servita a nulla.

XSD
Inviato: 16/10/2011 9:35  Aggiornato: 16/10/2011 9:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/2/2006
Da: Roma
Inviati: 279
 Re: Gli indignati scendono in strada
L'inganno democratico, l'arma del potente è proprio quella di far credere al suo nemico (il popolo) che anche egli abbia un'arma (le elezioni e la manifestazione del proprio dissenso). Queste due sono mere illusioni (tant'è che non è mai cambiato veramente nulla, nè tramite elezioni, nè tramite manifestazioni). La politica è lo strumento dei potenti. La manifestazione è la valvola di sfogo di una bomba che potrebbe esplodere. In fondo i "black block" andrebbero ringraziarli, altrimenti, se non ci fossero stati, alla fine della manifestazione, dopo esserci accorti che nulla è cambiato e che si è solo passato una giornata a cantare e ballare per strada, non si sarebbe potuto dare la colpa ad altri che alla nostra ingenuità nel pensare che truccarsi, cantare e suonare con i tamburi e divertirsi a scrivere cartelloni idioti avrebbe potuto cambiare qualcosa... Essere rivoluzionari è obsoleto. Bisogna essere evoluzionari.

peonia
Inviato: 16/10/2011 9:42  Aggiornato: 16/10/2011 9:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Indignati nel mondo
TUTTLE SONO LE FORZE DELL'ORDINE!
http://www.youtube.com/watch?v=sb2ehMR1U4Y&feature=player_embedded#!
Ci sono foto, che non riesco a postare perchè non l'ho mai capito come si fa, in cui si vedono bene i black block che hanno un'età dai 35 in sù con le panze, i baffi....sicuramente poliziotti (o criminali pagati dalla polizia)
Riporto un commento, che mi sembra efficace:
....Il fatto poi, che avvengano, come hanno precisamente... pr...eannunciato... i media del loro main stream,... "951 manifestazioni in 82 paesi" tutte nello stesso giorno, e di questa notevole partecipazione di massa, lo raccontino a qualcun altro che è tutta una cosa... "spontanea"...

Per me è, invece, chiarissimo ed evidente che, dietro una cosa... globale... del genere, non può esserci altro che una organizzazione altrettanto... globale!... ed oltretutto una organizzazione costosa e complessa finché si vuole, ma precisa proprio come un computer!... o meglio precisa ed efficace come la demolizione di un grandissimo edificio per mezzo di esplosioni controllate e sincronizzate al centimillesimo di secondo!...

Simile complessa e costosa tecnologia sociale, demagogica di massa non è cosa a disposizione di chicchessia, ma, a questi livelli globali, è senza dubbio esclusiva strumentazione monopolizzata nelle mani dei Rothschild e compari!... Nessun altro al mondo, se non i Rothschild e compari, in questo momento storico, possono disporre di tanto e possono fare altrettale sfoggio di forza demagogica coordinata e globale!

Un altro particolare è infine assolutamente da notare è che:... l'unico posto al mondo dove, pur tra tutte queste numerosissime manifestazioni, una manifestazione ha assunto un carattere decisamente violento... è proprio e solo a... Roma!...

Se questa cosa è vera, allora essa non è affatto casuale e priva di significato!...

Anzi, ciò vuol dire che proprio l'Italia è, in questo momento di... "crisi mondiale",... il particolare e preciso bersaglio locale designato al centro del complotto globale ordito dal vertice planetario del massimo potere dei Rothschilld e compari!...

Se tutto ciò è vero,... allora è evidente che dobbiamo aspettarci come minimo a breve, ma forse anche a medio e lungo termine, sviluppi particolarmente vasti e profondi nel nostro paese e forieri di eventi sicuramente preoccupanti e, probabilmente senza meno, gravi, e particolarmente financo... tragici!..."

in effetti i fascisti hanno ripreso il potere a Roma!

e ancora delle analisi, che Florizel ieri mi ha passato:
http://www.stampalibera.com/?p=32767
http://freeyourmindfym.wordpress.com/


quindi che le manifestazioni siano finanziate, manipolate e infiltrate non ci piove, ma che ormai la gente sia veramente INCAZZATA più che indignata nemmeno e quindi, fuori da ogni apparente possibilità, io sono comunque certa, fiduciosa che il futuro sarà NOSTRO! dovremo guadagnarcelo dolorosamente e faticosamente e sopratutto INTELLEGENTEMENTE...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Rickard
Inviato: 16/10/2011 9:47  Aggiornato: 16/10/2011 9:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Indignati nel mondo
Fefochip
Citazione:
aridanghete ....ma nessuno mi legge ? devo battere i piedi o cosa?

a un tratto luogocomune è diventato luogodisonno?

Non so, mi sa che anche te avevi la tua dose di sonno , perché io dopo ho anche scritto:

Citazione:

In ogni caso, non è certo un'eventuale manciata di infiltrati che ha fatto la differenza in questa occasione, bensì l'assoluta nullità di topi di fogna che sentono la necessità di sfogare la propria violenza gratuita (essendo per loro l'elocubrazione mentale più elevata) su quello che capita a tiro, che sia la camionetta della polizia, la saracinesca del tabaccaio o la macchina del vicino di casa.


Non considero la questione infiltrati sì/infiltrati no il punto centrale di questa storia. Non la escludo come possibilità (visto anche quanto è popolare) ma comunque, anche se fosse, non fa una gran differenza.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
peonia
Inviato: 16/10/2011 10:00  Aggiornato: 16/10/2011 10:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Indignati nel mondo
Fefochip, tu c'eri? io non c'ero ma mi hanno detto che gli unici che hanno fatto casino sono stati i famigerati black.....


Sto uscendo, ma vi lascia questa domanda a tutti:

COSA FARE ALLORA DOMANI????????????????????????????????????????

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Ettore
Inviato: 16/10/2011 10:16  Aggiornato: 16/10/2011 14:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/9/2004
Da:
Inviati: 649
 Re: Indignati nel mondo
Trovo i cortei e le manifestazioni come quella di ieri qualcosa di assolutamente inutile e ridicolo insieme.

Inutili, perchè se non c’è una richiesta precisa da portare avanti non si ottiene comunque niente in ogni caso. Nella migliore delle ipotesi si sfila pacificamente, si urlano quattro slogan, ci si dice “volemose bbene”, e si torna a casa belli contenti di essersi sfogati in piazza. Nella peggiore delle ipotesi ti becchi qualche manganellata, ti sloghi una caviglia scappando, oppure se hai sfiga qualcuno ti brucia la macchina mentre tu sfilavi nella strada accanto. Ma comunque non avrai ottenuto niente, e lunedì torni al lavoro esattamente come prima.

Ridicoli, perchè è semplicemente metafisico che la gente vada in strada a protestare contro le stesse persone che ha mandato al governo, con il proprio voto, qualche mese prima. Davvero non lo sapevi, che nemmeno questa volta le riforme non le avrebbero fatte, che i posti di lavoro non sarebbero aumentati, e che avresti dovuto tirare la cinghia come prima? E allora, se lo sapevi e li hai votati lo stesso, ora di cosa ti lamenti?

Ben diverso invece è quando si tratta di scendere in piazza per un motivo preciso. Sta per passare una legge inaccettabile, il governo manda i nostri soldati ad invadere altre nazioni, oppure vogliono raddoppiare di colpo il prezzo della benzina – allora in quel caso scendi in strada, fai sentire la tua voce, e se i numeri sono abbastanza forti il governo si ritrova obbligato a fare marcia indietro. Ma questi sono casi speciali, ed è in questi casi che una manifestazione può ancora rivelarsi utile.

Mentre andare così, a marciare per dire “cazzo uniamoci, è ora di dire basta”, …

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------

BEH....! E' sempre un..."inizio" caro Mazzucco !!

E, come ben sai, gli..."inizi" non sai mai come vanno a finire !!!

NON TROVI caro Massimo ?


P.S.
ERA ORA....!!! - Finalmente !! (...però mi dispiace per la violenza ! )


Ettore

rekit
Inviato: 16/10/2011 10:20  Aggiornato: 16/10/2011 10:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Indignati nel mondo
cit:
COSA FARE ALLORA DOMANI????????????????????????????????????????
........................

Molto semplice Peonia...
innanzitutto iniziare ogni conversazione con la frase "condanno ogni forma di violenza" o se si preferisce "mi dissocio categoricamente dai violenti" poi detta questa formuletta magica si puo' continuare tranquillamente la vita merdosissima di stenti che molti hanno e inneggiare alla rivoluzione non violenta e al cambio pacifico di sistema seduti davanti ad un monitor.....come sempre.
e come sempre nulla cambiera'....

mangog
Inviato: 16/10/2011 10:22  Aggiornato: 16/10/2011 10:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Gli indignati scendono in strada
Considerando che nessun movimento "spontaneo" ha mai lanciato slogan ed insulti contro Equitalia, INPS, INAIL ( danno il nullaosta per le false pensioni d'invalidità... oltre che fregarti buona parte di quello che produci) o seri motivi di ritenere questa indignazione l' ennesima buffonata, (degenerata perfino nella violenza all'arancia meccanica) di una generazione cresciuta con i tamagotchi ( molti sono veramente dei decerebrati), che si trova sulle spalle il disastro combinato dalla generazione precedente, ma avendo come esperienza di vita solo il pigiare tasti dei videogiochi o di qualche tastiera non hanno ben capito a chi rivolgere la loro indignazione.
Qualcuno ritiene sensato che si possa non votare, e considerando che nei fatti i governi di dx e sx fanno le stesse identiche cose ( il cavallo di battaglia dei diritti per i gay è marginale per la maggior parte della popolazione) non avrebbe neanche tutti i torti... io invece ritengo sensato aumentare il limite di età del voto a 30 anni.
Mi viene mal di pancia ogni volta che vedo i leader contestatori di 40 anni fa blaterare dalle TV o pontificare dai giornali ( furbastri allora furibissimi adesso ). Spero che i movimenti "spontanei" sorti recentemente non siano terreno fertile per i futuri Ferrara, Lerner, Mieli, Banchieri, Mughini, Sofri, Liguori ( tutta gente che vendendo chiacchiere un tanto al kg.. guadagna 100 volte un operaio FIAT..) Cusani.

Jurij
Inviato: 16/10/2011 10:40  Aggiornato: 16/10/2011 10:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Gli indignati scendono in strada
Tuttle
Citazione:
Peccato che per i soliti quattro cazzoni l'intero contenuto della manifestazione andrà alle ortiche...come al solito fra l'altro...

Perché non prendere finalmente consapevolezza di questo problema e quando si organizza una nuova marcia, trattare questi facinorosi come i primi nemici della dimostrazione prendendoli direttamente a calci in culo, prima ancora che intervenga la polizia?
Sarebbe un bel salto in avanti per le dimostrazioni di piazza.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
rekit
Inviato: 16/10/2011 10:50  Aggiornato: 16/10/2011 10:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Gli indignati scendono in strada
http://www.repubblica.it/politica/2011/10/16/news/dossier_black-bloc-23310785/?ref=HREA-1

capito?
i "servizi segreti" sapevano, se lo aspettavano, avevano previsto e controllato tutto....pero'....sono stati colti a sorpresa....

ovviamente colpa dei centri sociali (ma non tutti), dei no tav, di indymedia, e.....(rullo di tamburi)........di blackberry e i-phone!

volevate un cui prodest?

Jurij
Inviato: 16/10/2011 10:51  Aggiornato: 16/10/2011 10:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Inutili, perchè se non c’è una richiesta precisa da portare avanti non si ottiene comunque niente in ogni caso. Nella migliore delle ipotesi si sfila pacificamente, si urlano quattro slogan, ci si dice “volemose bbene”, e si torna a casa belli contenti di essersi sfogati in piazza. Nella peggiore delle ipotesi ti becchi qualche manganellata, ti sloghi una caviglia scappando, oppure se hai sfiga qualcuno ti brucia la macchina mentre tu sfilavi nella strada accanto. Ma comunque non avrai ottenuto niente, e lunedì torni al lavoro esattamente come prima.

Ridicoli, perchè è semplicemente metafisico che la gente vada in strada a protestare contro le stesse persone che ha mandato al governo, con il proprio voto, qualche mese prima. Davvero non lo sapevi, che nemmeno questa volta le riforme non le avrebbero fatte, che i posti di lavoro non sarebbero aumentati, e che avresti dovuto tirare la cinghia come prima? E allora, se lo sapevi e li hai votati lo stesso, ora di cosa ti lamenti?

Ben diverso invece è quando si tratta di scendere in piazza per un motivo preciso. Sta per passare una legge inaccettabile, il governo manda i nostri soldati ad invadere altre nazioni, oppure vogliono raddoppiare di colpo il prezzo della benzina – allora in quel caso scendi in strada, fai sentire la tua voce, e se i numeri sono abbastanza forti il governo si ritrova obbligato a fare marcia indietro. Ma questi sono casi speciali, ed è in questi casi che una manifestazione può ancora rivelarsi utile.


Concordo quasi completamente con Massimo, a parte la storia di votare, perché magari proprio quelli in piazza fanno parte degli astenuti, o comunque di quelli che hanno votato per dei movimenti non al governo.
È triste dirla così, ma è realtà.

C’è il rischio inoltre che il scendere in piazza si trasformi nella moda del momento e perda il senso del “perché lo si fa”.

Odio poi quei sfoghi su auto e vetrine di persone anonime che non c’entrano nulla.
Perché invece non organizzare la marcia nei pressi delle abitazioni di politici importanti ?
Sai che spasso poi.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Youkai
Inviato: 16/10/2011 10:54  Aggiornato: 16/10/2011 10:56
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2011
Da:
Inviati: 124
 Re: Gli indignati scendono in strada
Io sostengo che mostrare la propria indignazione *Edit*andando a ballare e a divertisi in piazza*Edit* sia una barbaria come quella di spaccare le vetrine. Come se fossimo noi a governare il governo... Dovremmo manifestare in SILENZIO, il silenzio è l'unico che può mostrare il nostro grado di indignazione.

Con tutto quello che hanno fatto! Vi rendete conto che per questa sottomissione ci facciamo odiare da chi muore veramente come i palestinesi e gli africani. La nostra indignazione, sola non gli salverà la vita!

Jurij
Inviato: 16/10/2011 11:01  Aggiornato: 16/10/2011 11:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Oggi sono le tempie che vanno messe una accanto all’altra, se davvero vogliamo riuscire a riprenderci la vita che ci viene negata.

Questa frase mi è piaciuta molto, l’immagine delle tempie, una vicino all’altra, che formano un pensiero potente per riprendere il controllo del nostro vivere.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Davide71
Inviato: 16/10/2011 11:06  Aggiornato: 16/10/2011 11:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Gli indignati scendono in strada
Ciao a tutti:

secondo me Massimo ha ragione. Se uno manifesta è perché vuole qualche cosa da quella gente. Loro non ci possono dare proprio niente! Possono soltanto rompere i ... nel senso che ci possono impedire di vivere la vita che vorremmo perché loro vorrebbero che lavorassimo per loro. Oggi internet permette forme di unione assolutamente impensabili anche solo 10 anni fa, e forme di solidarizzazione assolutamente impermeabili a qualunque intervento delle "forze dell'ordine". Manifestare servirà in futuro, quando il potere cercherà di impedire alla gente di trovare una propria via al di fuori del presente sistema,e lo farà sicuramente!
Fino ad allora il lavoro deve essere "sotterraneo". Finora il potere non è ancora riuscito ad impedire alla gente di pensare liberamente! Finché non "si fa qualcosa" il potere non può intervenire (mica esiste l'inquisizione!); se non avrà già provveduto ad autodistruggersi da solo, allora, se dovesse intervenire, occorrerà intervenire a nostra volta. Per esempio con le manifestazioni (per esempio...)
Io peraltro trovo molto più produttive cose come gli scioperi della spesa, o cose del genere...

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Jurij
Inviato: 16/10/2011 11:08  Aggiornato: 16/10/2011 11:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Gli indignati scendono in strada
fefochip
Citazione:
l'unica guerra che si può vincere è la guerra che non si combatte perche se fai la guerra non puoi che perdere

Niente in questa vita è gratis.

Quando due tigri si scontrano, quella che non muore non esce mai senza ferite.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 16/10/2011 11:17  Aggiornato: 16/10/2011 11:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Gli indignati scendono in strada
Davide71
Citazione:
Io peraltro trovo molto più produttive cose come gli scioperi della spesa, o cose del genere...

Anche vero… come diceva Grillo “quando si va a votare”.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Paxtibi
Inviato: 16/10/2011 11:28  Aggiornato: 16/10/2011 11:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Indignati nel mondo
Quando la popolazione di Homo Sapiens Sapiens sarà tornata sotto i 500 milioni di unità...

...questo ridiverrà un pianeta vivibile.

E' la mia opinione... a cui non ho nient' altro da aggiungere.


Proprio sicuro che sia la tua opinione?


cnj
Inviato: 16/10/2011 11:35  Aggiornato: 16/10/2011 11:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: Gli indignati scendono in strada
Assolutamente d'accordo con Massimo.
Mi piacerebbe anche che qualcuno indagasse seriamente sui cosiddetti "black blok" che hanno creato scompiglio ieri a Roma. A differenza dei precendeti atti di violenza dei Black Blok mi sembra che questi fomentatori non fossero 4 gatti ma 500 forse 1000. Seconda cosa i media fanno troppo presto ad attaccare i centri sociali. Siamo certi che non c'è qualcosa d'altro?

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
haldir
Inviato: 16/10/2011 11:50  Aggiornato: 16/10/2011 11:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/5/2006
Da:
Inviati: 51
 Re: Indignati nel mondo
@ peonia

gli unici che hanno fatto casino ieri erano quelli col volto coperto con i caschi ed i bastoni.

per tutto il corteo lungo via cavour ho visto gruppi di 10/20 di questi vigliacchi passare a fianco al resto dei manifestanti. Quasi tutti sembravano ragazzini..

sono stati fischiati ed insultati continuamente da TUTTI gli altri e invitati ad andarsene via, alcuni, sono stati fatto oggetto di lancio di bottiglie...

al colosseo, abbiamo visto sfilare un centinaio di loro.
Il loro passaggio preannunciato da lanci di bomboni davanti ai cancelli del colosseo e dai soliti fischi da parte del resto dei manifestanti.

qua il gruppo era più omogeneo, c'erano ragazzi a volto coperto e non, ragazze e gente più adulta.
uno di questi fenomeni si è staccato dal corteo e si è avvicinato a volto scoperto agitando il casco in aria con fare minaccioso, ma è stato respinto e poi riportato indietro dai suoi mentre tutto intorno continuavano i fischi e i cori " buffoni buffoni.."

ripeto, da quel che ho visto io sembravano più un mucchio di persone che, chi per disagio sociale chi per voler semplicemente spaccare tutto, hanno fatto tutto quel casino.
ne più ne meno della teppaglia da stadio.

questa la mia piccola testimonianza.

@ redazione e altri

forse è vero, scendere in piazza non serve a nulla, dopo non cambia niente..

.. ma qualcuno deve spiegarmi se serve invece davvero a qualcosa continuare a parlarci addosso tramite una tastiera..
vedo la stessa utilità nel SOLO continuare a parlare su internet di "lavoro sotterraneo".. "unione delle menti".. va bene, ma poi??

GiovanniR
Inviato: 16/10/2011 11:51  Aggiornato: 16/10/2011 11:51
So tutto
Iscritto: 16/10/2011
Da:
Inviati: 1
 Re: Gli indignati scendono in strada
Qualcuno dovrebbe chiedersi perché soltanto in Italia su 82 Paesi dove si manifestava la protesta globale degli “Indignati” sarebbe dovuto succedere quello che è successo ieri a Roma.
La manifestazione non avrebbe dovuto avere nessuna connotazione politica, al grido “Noi il debito pubblico non lo paghiamo”, “unità nazionale” e “Uniti per il Cambiamento globale”. Tutte cose giuste!

Ieri a Roma cosa non era chiaro a COBAS, e federazioni varie di Sinistra?!? Li abbiamo visti chiaramente sfilare con le bandiere ben a vista……non si voleva mica strumentalizzare una manifestazione nata da un movimento pacifista, che nelle altre zone del Mondo ben poco ha a che fare con la politica.

Ieri a Roma, abbiamo assistito a roghi, assalti alle forze dell’ordine, lancio estintori (replica di un triste ricordo, di un “paladino” da imitare per che sventola la bandiera rossa), chi ha bruciato la bandiera Italiana! Mah ….. davvero una brutta figura per il resto del Modo che ha visto queste tristi immagini.

Unico denominatore comune “bandiere rosse”, tra i violenti! Altro che Black Bloc!

PikeBishop
Inviato: 16/10/2011 11:58  Aggiornato: 16/10/2011 12:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
sono stati fischiati ed insultati continuamente da TUTTI gli altri e invitati ad andarsene via, alcuni, sono stati fatto oggetto di lancio di bottiglie...


E il servizio d'ordine del corteo? Come, non c'era??????? Un corteo senza picchetto??????

Ovvero: come andare ad una sparatoria protetti dalla penna...

PS
Mai chiesti come mai non c'erano infiltrati nei cortei dal '68 al '77 e quelli che c'erano erano costretti a stare lontani (non che la stampa parlasse di altri, ma almeno non succedevano casini DENTRO il corteo).

Meglio se usassero i social network, invece che per organizzare cortei veri, per organizzare cortei virtuali, che almeno li' nessuno si fa male anche se non capisce un cazzo di come si fanno queste cose.

PS
Prossima volta chiedete a papa' o anche al nonno, prima...

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
yarebon
Inviato: 16/10/2011 12:11  Aggiornato: 16/10/2011 12:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Indignati nel mondo
Questa volta non sono d'accordo con il tuo articolo Massimo. Io sono andato a questa manifestazione prima di tutto perchè è apolitica, certo si trovavano ancora le solite bandiere rosse e qualche nostalgico con con una maglietta di che guevara, ma erano una minoranza per lo più folkloristica ed avanzata di età e soprattutto si continuava a gridare dai camion e dai megafoni che questa non era una protesta contro destra o sinistra, ma contro l'attuale sistema del debito (il messaggio è chiaro non è vero che è una protesta alla cazzo).
Non so, io invece dell'immobilismo, visto le poche armi a disposizione, preferisco vedere gente che si incazza sapendo che il default e vicino, invece di gente che fa finta di niente e continua a comprare ipod e suv a quantità e a seguire l'orchestra del titanic che suona.
Anche alcuni articoli del tipo "chi c'è dietro i manifestanti" fanno scendere il latte alle ginocchia, come se la cia avesse una cimice in ogni buco del culo presente. Ma certo che le manifestazioni sono strumentalizzate ma va? allora lamentiamoci sempre e rimaniamo immobili sempre, ma l'immobilismo è l'antivita e i grandi cambiamenti non avvengono lamentandoci. La pappa non sarà mai pronta e il cambiamento non scende dal cielo.
Il Gregge ha come arma questo...
Comunque la manifestazione dove sono stato io (a Roma) è stata assolutamente pacifica, anche perchè (la tv non lo dice), la stragrande maggioranza del corteo saputo degli scontri a san Giovanni è stato deviato a zona piramide e quindi lontana dal luogo degli scontri.
Ho visto anche io qualche finestrino sfasciato (di suv non di piccole macchine ) ma per il resto tranquillo. Successivamente a manifestazione conclusasno andato asan Giovanni e lì in effetti era una zona di guerra.

Doru
Inviato: 16/10/2011 12:15  Aggiornato: 16/10/2011 14:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 133
 Re: Gli indignati scendono in strada
Quelli con il volto coperto sono in gran parte agenti dello stato infiltrati a qui si aggiunge qualche cretino di turno.

La cosa funziona più o meno cosi:

Se la manifestazione non è "di partito", non organizzata dai vari PD, PDL, Lega e altra melma di questo tipo, e la gente chiede qualcosa di pericoloso, come pace, giustizia è alte "idiozie" allora scatta un meccanismo molto semplice. Un gruppo di agenti dello stato e a volte anche criminali locali si mascherano da black box (edit: black bloc ) è attaccano delle zone prestabilite, bruciano qualche macchina dello stato che viene lasciata in quelle zone apposta, insomma fanno un po di casino indisturbati. Poi si dileguano ed i loro colleghi in uniforme arrivano e massacrano i coglioni che manifestavano pacificamente. Se qualche idiota si aggiunge al gruppo degli infiltrati e commette atti di violenza o distruzione, viene arrestato.

Si ottiene:

- giustificazione per l'intervento violento contro una manifestazione di cittadini in un paese cosiddetto libero.
- condanna unanime delle forze politiche, che allo stesso tempo si dimenticano di rispondere o prendere in considerazione le richieste dei manifestanti
- infiniti dibattiti sulla tv ed i giornali sulle violenze di qualche decina di manifestanti nello stesso tempo dimenticandosi delle richieste di centinai di miglia di cittadini.

La perfezione di questo meccanismo semplice è stupefacente. Non è una tattica solo italiana ma si usa in tutto il mondo. Per rendersi conto di questo basta un po di sincerità con se stessi è un po meno ingenuità su come funziona lo stato ed il mondo.

Calvero
Inviato: 16/10/2011 12:18  Aggiornato: 16/10/2011 12:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Gli indignati scendono in strada
_________________

Sposo in pieno la riflessione di Mazzucco.

POI

Molte cose non quadrano in questo scempio orgiastico dell'imbecillità.

Intanto si vedono amplificate le dinamiche della frustrazione che non ha né capo né coda, quella dell'italiota. Penso che la nostra capacità di rivelarci ridicoli è veramente nella Top Ten mondiale. Berlusconi è il nostro riflesso, silenzio quindi e rassegnazione. Finché si perpetuano queste razze di "contestatori" auguro ancora lunga vita al Cavaliere con tutto il cuore, a lui e al suo Governo. Anzi, sono quasi tentato di tornare a votare e dargli la mia crocetta.

La cosa invece che dovrebbe farci riflettere ancora di più è che grazie a questi eventi e a questi imbecilli, in primis quelli che si pitturano e ballano nelle strade come a Woodstock (molto più imbecilli dei violenti) proprio in Italia si continuerà a creare il terreno perfetto (neanche ideale, ormai siamo andati oltre); dicevo si creerà il terreno perfetto per aumentare il giro di vite sulla questione "SICUREZZA":

- più telecamere,
- Leggi che potranno arrogarsi diritti maggiori in merito alla già sputtanata "privacy",
- maggior efferatezza "giustificata" negli scontri a venire (e così saranno già scusati a monte),
- martirizzazione ideologica delle forze dell'Ordine da parte del Teatrino della Politica,
- salotti televisivi di sta minkia pronti a seminare la solita morbosità e spettacolarizzazione sugli eventi,
- giochi e scelte politiche che potranno avallare a loro vantaggio, e questo grazie allo stato di incapacità dell'italiota da piazza che il Potere vedrà ancora lì, fermo come il suo cervello, nell'Era dei cavernicoli...

... c'è ancora gente che scende in piazza a ballare e a cantare. Schifosamente PATETICI (per usare un eufemismo degli eufemismi).

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
dardo
Inviato: 16/10/2011 12:22  Aggiornato: 16/10/2011 12:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/7/2007
Da:
Inviati: 44
 Re: Indignati nel mondo
Ciao.
mio fratello è stato a roma e mi ha detto che a trovato molte spaccature tra le persone. comunisti, anarchici e altri pseudo gruppi. Quando c'erano incappucciati o ragazzini un pò violenti che spaccavano le cose la polizia guardava, quando invece parsavano persone più o meno calme allora qualche lacrimoggeno e qualche carica. Paragonare a genova secondo me è sbagliato ne senso a che genova i motivi erano diversi. Qui essendo un pò politicizzata la manifestazione e visto che un pò di giornali sono avversi a questo governo, insomma hanno intitolato gli articoli in modo diverso. A me sembra comunque che gli indignatos in italia sono solo un cambio nome del popolo viola, nient'altro che una moda usata a mo di vasellina. lunedi tanto chi lavora torna a lavoro e chi è in mezzo a una strada si ritrova sempre al solito posto. le rivoluzioni purtroppo sono un fenomeno mooolto doloroso. pensate al Che che invece di combattere andava in piazza a manifestare con tamburelli e a cantare bella cia Cuba oggi non avrebbe un "dittatore" e embarghi vari ma la mafia e la popolazione ridotta come la democratica haiti.

yarebon
Inviato: 16/10/2011 12:26  Aggiornato: 16/10/2011 12:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Gli indignati scendono in strada
certo schifosamente patetici come no! Ma perchè parlate di cose filtrate dai mass-media e che non avete vissuto? Per la prima volta nella storia dell'umanità in più di 900 città al mondo si fa una manifestazione anti-sistema (il 68 per quanto rivoluzionario era molto molto diverso e meno ampio) assolutamente apartitica sotto nessuna bandiera e voi vi lamentate?
Non serve a niente? E' impossibile che cose del genere non abbiano effetto, positivo o negativo qualche effetto lo avrà, la storia umana non funziona così, ma funziona per traguardi e prime volte.
L'uomo nella sua vita personale deve migliorarsi certamente, ma esistono dinamiche nella storia umana che qui si fa finta di non conoscere e che per partire hanno bisogno di eventi come questo, si dovesse anche cadere nell'abisso prima...

yarebon
Inviato: 16/10/2011 12:28  Aggiornato: 16/10/2011 12:29
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Indignati nel mondo
dardo la manifestazione non era politicizzata, non so dove è stato tuo fratello, ma uno dei carri principali era contro draghi, i cartelli contro Berlusconi mi sembravano naturali, ma la maggioranza erano contro il debito e le banche, che poi in Italia molti ne abbiano approfittato per protestare contro Berlusconi sicuro, ma ricordo che è mondiale questa manifestazione non italiana.

Pensoso
Inviato: 16/10/2011 12:30  Aggiornato: 16/10/2011 12:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/8/2009
Da:
Inviati: 436
 Re: Gli indignati scendono in strada
Il divieto del volto coperto consiste nel fatto che di fronte alla richiesta di un funzionario di scoprirti il volto, devi scoprirlo. Se non ti scopri possono arrestrarti perchè violi quella legge. In qualsiasi altro caso, andando a processo, ha ragione quello che aveva il volto coperto.


E' chiaro che in situazione come qulle di ieri, prima di chiedere, essendo tu funzionario pubblico, alllo str...tto di turno di scoprirsi il volto dovevi fare una combattimento uomini contro uomini, e già per il fatto di fare questo combattimento arrivi all'aver rovinato la manifestazione con la violenza, anche se gli incappucciati (come i massoni) non avessero già fatto atti di vandalismo per conto loro (cosa che è avvenuta).
Se non sei funzionario pubblico chiedendolo provochi una guerriglia tra manifestanti e black bloc, e ciao ciao alla manifestazione pacifica.

In ogni caso la manifestazione viene rovinata, che si tratti di anarchici insurrezionalisti italiani o stranieri, che si tratti di neofascisti infiltrati, che si tratti di "centi sociali" o che si tratti di infiltrati dei servizi segreti (cose che magari tra loro non sempre si escludono...).
Basta che questi esagitati/pilotati vogliano fare il casino, e il casino accadrà, comunque si pongano al riguardo gli altri manifestanti benintenzionati (che paradossalmente respingendoli a malo modo potrebbero alimentare la violenza, e/o giustificare interventi più violenti delle forze dell'ordine).

Quello che è certo è che, al governo di turno, una manifestazione che finisce in questo modo in violenza fa solo comodo, per avere un capro espiatorio o per screditare tutti gli altri, questa volta gli serve perfino per screditare i "poteri forti" che stanno dietro a Draghi...

(uso non improprio di firma)
rekit
Inviato: 16/10/2011 12:31  Aggiornato: 16/10/2011 12:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Gli indignati scendono in strada
cit:
Un gruppo di agenti dello stato e a volte anche criminali locali si mascherano da black box
.....................
intendi dire che a roma ieri girava gente conciata cosi?

http://www.youtube.com/watch?v=1FziicPt9cs



cerco solo di sdrammatizzare un po' ....

Pensoso
Inviato: 16/10/2011 12:40  Aggiornato: 16/10/2011 12:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/8/2009
Da:
Inviati: 436
 Re: Gli indignati scendono in strada
Per quanto riguarda le manifestazioni in generale, non penso siano inutli politicamente, anche se possono essere interpretate e strumentalizzate a piacimento. ma questo non toglie che possano essere anche interpretate e strumentalizzate nel modo giusto e voluto anche dai manifestanti.

Quello che non mi piace è l'etichetta, il marchio che vogliamo dare a tutti i movimenti a seconda del periodo. Nei primi anni '90 era il "popolo di Seattle" e i no-global, poi nei primi 2000 erano i no-global ed i G8-ttini di Genova, adesso gli Indignati. Come se ogni volta ci si trovasse in una realtà sociale diversa, solo perchè sono cambiate le alleanze nelle politiche internazionali e solo perchè sono cambiati i mezzi di comunicazione.
Un po' come chi crede che Obama sia il nuovo salvatore e possa cambiare il mondo ed il suo paese solo per il fatto che si propone idealmente con certe idee politiche e perchè si è promosso molto tramite internet... come se dietro, ma anche davanti dato che non è nascosto, non ci fosse il solito potere secolare ben cristallizzato, che non è certo scalfitto dai social network... al massimo vi si adegua per mantenere il controllo e il potere.

(uso non improprio di firma)
Youkai
Inviato: 16/10/2011 12:41  Aggiornato: 16/10/2011 12:41
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2011
Da:
Inviati: 124
 Re: Gli indignati scendono in strada
Manifestare senza obbiettivi non ha senso. Non pagare il debito ha un senso ma è infimo... non si vuole pagare il debito ma si vuole tenere lo stesso sistema bancario?

Le manifestazioni mondiali? Ma se in america sono pronti a morire una seconda volta per obama cancellando quello che ha fatto fino ad ora, vi sembra cambiare le cose? Stanno chiedendo anzi maggiore violenza da parte della polizia e dal loro stato.

Intanto passano le leggi peggiori mentre tutti ballano e se la ridono...

ma vi sembra che qualcuno vi riconosca sdegnati se ballate, bevete birra e ridete quando c'è da piangere?

CCP
Inviato: 16/10/2011 12:43  Aggiornato: 16/10/2011 12:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 107
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Autore: Redazione Inviato: 16/10/2011 1:45:34

TUTTLE: Io dei fatti di oggi ho visto poco, solo qualche spezzone sul TG, per cui non mi posso pronunciare con sicurezza.

Ragionavo per "paradigmi", non per dettagli specifici. Magari oggi non è andata così.


Ah, nessun "dettaglio specifico". Chiarissimo.

Solo che affermi, ad esempio

Citazione:
… è roba che si faceva 40 anni fa. Io stesso ho partecipato alle manifestazioni del ’68, e ricordo bene la grande emozione nell’urlare a squarciagola “compagni cordone, arriva la pula!”


A 14 anni partecipavi alle manifestazioni del 1968?

Jurij
Inviato: 16/10/2011 12:45  Aggiornato: 16/10/2011 12:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Gli indignati scendono in strada
haldir
Citazione:
forse è vero, scendere in piazza non serve a nulla, dopo non cambia niente..

.. ma qualcuno deve spiegarmi se serve invece davvero a qualcosa continuare a parlarci addosso tramite una tastiera..
vedo la stessa utilità nel SOLO continuare a parlare su internet di "lavoro sotterraneo".. "unione delle menti".. va bene, ma poi??

Haldir, quello che intende e che ha scritto Massimo, non è che non serva a niente…

Citazione:
Ben diverso invece è quando si tratta di scendere in piazza per un motivo preciso. Sta per passare una legge inaccettabile, il governo manda i nostri soldati ad invadere altre nazioni, oppure vogliono raddoppiare di colpo il prezzo della benzina – allora in quel caso scendi in strada, fai sentire la tua voce, e se i numeri sono abbastanza forti il governo si ritrova obbligato a fare marcia indietro. Ma questi sono casi speciali, ed è in questi casi che una manifestazione può ancora rivelarsi utile.

… solo che, se lo si fa, deve essere per un motivo chiaro e mirato, anche per una cosa sola, ma chiara.
Altrimenti è uno sfogo fine a se stesso che da in più la possibilità ai soliti facinorosi di sputtanare tutto lo sforzo fatto da coloro che in buona fede vogliono portare qualcosa di positivo.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
PikeBishop
Inviato: 16/10/2011 12:47  Aggiornato: 16/10/2011 12:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
A 14 anni partecipavi alle manifestazioni del 1968?

Io si. E allora?

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
CCP
Inviato: 16/10/2011 12:51  Aggiornato: 16/10/2011 12:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 107
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Autore: Calvero Inviato: 16/10/2011 12:18:45

[...]

... c'è ancora gente che scende in piazza a ballare e a cantare. Schifosamente PATETICI (per usare un eufemismo degli eufemismi).


C'è ancora gente che alza il sedere dalla poltrona e che, condivisibili o meno le sue idee, fa qualcosa.

CCP
Inviato: 16/10/2011 12:55  Aggiornato: 16/10/2011 12:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 107
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Autore: PikeBishop Inviato: 16/10/2011 12:47:12

Citazione: A 14 anni partecipavi alle manifestazioni del 1968?

Io si. E allora?


Quale è il tuo pseudonimo, "Redazione" o "PikeBishop"?

Ho chiesto espressamente a "Redazione" se, a 14 anni, avesse partecipato a manifestazioni del 1968, essendo il succitato "Redazione" nato nel 1954.

PikeBishop
Inviato: 16/10/2011 12:59  Aggiornato: 16/10/2011 12:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Quale è il tuo pseudonimo, "Redazione" o "PikeBishop"?

PikeBishop.
Citazione:
Ho chiesto espressamente a "Redazione"

Manda un PM, se e' personale.
Citazione:
se, a 14 anni, avesse partecipato a manifestazioni del 1968

Io si, visto che siamo coetanei. E allora? Cosa c'e' che non va ad andare a manifestazioni a 14 anni assieme alla meta' della mia classe?
Cosa intendevi dire, che Max e' un ballista????

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
benitoche
Inviato: 16/10/2011 13:07  Aggiornato: 16/10/2011 13:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Indignati nel mondo
Esattamente PIKE

Perchè non c'era servizio d'ordine?
Se dobbiamo dare colpa a qualcuno bisogna darla agli organizzatori incapaci di gestire una manifestazione così importante
Dico incapaci ma si deve leggere volutamente carenti,lo hanno fatto apposta a non creare un servizio d'ordine che in quelle condizioni andrebbe gestito con radioline ed auricolari

Non c'è bisogno di andare a chiedere a nostri nonni,è elementare,la mancanza è stata voluta

Detto ciò la mia speranza era che si creasse una piazza occupata costantamente come a Madrid
Ho anche visto un furgone che vendeva tende e molta gente era pronta ad accamparsi
Peccato

Il vero pacifista non è colui che espone bandiere policrome o fa le marce o le canzonette per la pace. Il vero pacifista è colui che fa evolvere la consapevolezza del karma.

Il crollo sistemico avverrà quando i popoli si rifiuteranno o non potranno pagare i debiti maturati dalla finanza e dagli Stati.
Chi non sarà piú in grado di dare a Cesare quel che è di Cesare inizierà a dare a Dio quel che è di Dio
Chi si aspetta il crollo delle singole nazioni legge la politica con gli occhi del passato,di una storia ormai inattuale.
Il crollo vero è una implosione sistemica,che tenteranno di nascondere con ogni mezzo.
Ma è già iniziato,e fra poco smetteranno di assillarci con le percentuali di crescita ed altre amenità tipo prodotto lordo o debito pubblico.

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
CCP
Inviato: 16/10/2011 13:14  Aggiornato: 16/10/2011 13:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 107
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Autore: PikeBishop Inviato: 16/10/2011 12:59:36
Citazione: Quale è il tuo pseudonimo, "Redazione" o "PikeBishop"?
PikeBishop.
Citazione: Ho chiesto espressamente a "Redazione"
Manda un PM, se e' personale.
Citazione: se, a 14 anni, avesse partecipato a manifestazioni del 1968

Io si, visto che siamo coetanei. E allora? Cosa c'e' che non va ad andare a manifestazioni a 14 anni assieme alla meta' della mia classe? Cosa intendevi dire, che Max e' un ballista????


Non mando PM quando un articolo è "pubblico". Se ne fossi stato tu, l'autore, avrei fatto la domanda a te.

E non intendo dire nulla, non mettermi in bocca cose che non ho mai detto, per favore.

Grazie in anticipo.

PikeBishop
Inviato: 16/10/2011 13:14  Aggiornato: 16/10/2011 13:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Non c'è bisogno di andare a chiedere a nostri nonni,è elementare,la mancanza è stata voluta

Ovviamente sono d'accordo con te, la mia era una battuta. Questa cosa (e tutte le altre recenti) sono organizzate da chi sappiamo bene.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
trotzkij
Inviato: 16/10/2011 13:22  Aggiornato: 16/10/2011 13:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: Gli indignati scendono in strada
Com'è che da dieci anni questi black bloc arrivano in italia indisturbati, pertecipano ad eventi programmati da settimane o mesi, senza subire, a quanto pare, controlli dalle polizie, s'infilano sempre indisturbati nei cortei prima che inizino, e senza che nessuno muova un dito, spaccano tutto quello che vogliono, per poi rientrare a casa, soprattutto all'estero, sempre in viaggi di rientro tranquilli e placidi, superando senza problemi anche le dogane. Non ne hanno mai preso neanche uno, per sbaglio. E allora, è un caso?
Inoltre, per armare e oganizzare centinaia di individui inquadrati militarmente, che operano dal 1999, c'è bisogno di qualcosa in più di qualche questura che infiltra qualche spione...
Infine, la manifestazione chi l'ha indetta? Si sanno i nomi? Chi ha chiesto le autorizzazioni? Come mai i tg nazionali ne hanno parlato così tanto fin da qualche giorno prima dell'inizio?

@CCP, se ti chiedi se a quattordicianni sia mai possibile partecipare a delle manifestazioni di piazza, vuol dire che non ne hai mai vista una.

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
bluorange
Inviato: 16/10/2011 13:38  Aggiornato: 16/10/2011 13:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/12/2009
Da: Bologna
Inviati: 65
 Re: Gli indignati scendono in strada
Io volevo ritornare all'articolo di Massimo e onestamente me ne frega poco di sapere se ci sono stati o no infiltrati mandati da chi sa chi. Il punto della questione è un'altro, servono davvero a qualcosa queste manifestazioni?? oppure sono solo una valvola di sfogo che fanno gioco/forza al sistema??

Si scende in piazza una volta al mese per far sentire la propria amarezza e il proprio dissenso e poi si ritorna a casa felici e contenti per avere dato il proprio contributo, a cosa??

A parte il fatto che, una manifestazione pacifica (perchè così deve essere) non potrà mai cambiare niente, e la storia è maestra in questo senso. Se poi qualche violento pensa di poter fare una manifestazione/rivoluzione nelle piazze, non solo stà sbagliando modo, ma non considera il fatto che tanta gente si deve ancora svegliare prima.

Le cause che hanno portato al nostro malessere sociale sono sconosciute ai più...e me ne sono reso conto ascoltando le interviste ai manifestanti di ieri a Roma...

CCP
Inviato: 16/10/2011 13:40  Aggiornato: 16/10/2011 13:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 107
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Autore: trotzkij Inviato: 16/10/2011 13:22:59

Com'è che da dieci anni questi black bloc arrivano in italia indisturbati, pertecipano ad eventi programmati da settimane o mesi, senza subire, a quanto pare, controlli dalle polizie, s'infilano sempre indisturbati nei cortei prima che inizino, e senza che nessuno muova un dito, spaccano tutto quello che vogliono, per poi rientrare a casa, soprattutto all'estero, sempre in viaggi di rientro tranquilli e placidi, superando senza problemi anche le dogane. Non ne hanno mai preso neanche uno, per sbaglio. E allora, è un caso? Inoltre, per armare e oganizzare centinaia di individui inquadrati militarmente, che operano dal 1999, c'è bisogno di qualcosa in più di qualche questura che infiltra qualche spione... Infine, la manifestazione chi l'ha indetta? Si sanno i nomi? Chi ha chiesto le autorizzazioni? Come mai i tg nazionali ne hanno parlato così tanto fin da qualche giorno prima dell'inizio?

@CCP, se ti chiedi se a quattordicianni sia mai possibile partecipare a delle manifestazioni di piazza, vuol dire che non ne hai mai vista una.


Non preoccuparti di me e delle manifestazioni che ho visto e alle quali ho partecipato.

La domanda non l'ho fatta a me stesso o a te, ma a "Redazione".

perspicace
Inviato: 16/10/2011 13:47  Aggiornato: 16/10/2011 13:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Gli indignati scendono in strada
Le cause che hanno portato al nostro malessere sociale sono sconosciute ai più...e me ne sono reso conto ascoltando le interviste ai manifestanti di ieri a Roma

Q8 molta della gente che è in strada a manifestare non si è ancora svegliata e non immagina neanche lontanamente i perché di tanto schifo in giro.
Mi riferisco a tutti quelli che manifestano ancora per cambiare governo non capendo che cambierebbero solo i burattini non i burattinai.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
FedeV
Inviato: 16/10/2011 13:56  Aggiornato: 16/10/2011 13:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/10/2006
Da:
Inviati: 445
 Re: Gli indignati scendono in strada
Autore: bluorange Inviato: 16/10/2011 13:38:41

Io volevo ritornare all'articolo di Massimo e onestamente me ne frega poco di sapere se ci sono stati o no infiltrati mandati da chi sa chi. Il punto della questione è un'altro, servono davvero a qualcosa queste manifestazioni?? oppure sono solo una valvola di sfogo che fanno gioco/forza al sistema??


Premesso che la penso praticamente come Doru in quanto è lo stesso schema di Genova: black bloc talmente fotogenici da finire in televisione ma non di venire arrestati e capaci sempre di svanire nel nulla in barba a tutto e tutti (daltronde hanno sfasciato vetrine perfino nelle foreste canadesi...) mentre le legnate arrivano a chi poi potrà a sua volta raccontarle in tv come da copione.

La risposta alle tue domande sta proprio nell'importanza di sapere degli infiltrati e di chi li manda. Curioso questo articolo no?

Pyter
Inviato: 16/10/2011 14:21  Aggiornato: 16/10/2011 14:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Gli indignati scendono in strada
Un'altra occasione persa.

Speriamo nella prossima, ma ormai non nutro speranze.

Mi chiedevo come fosse possibile che migliaia di manifestanti, figli dell'Homo homini lupus, si siano lasciati sfuggire ancora una volta l'occasione di schiacciare poche centinaia di blecbloc come dei vermi.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
SuperFed
Inviato: 16/10/2011 14:50  Aggiornato: 16/10/2011 14:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Città stressante nord Italia
Inviati: 168
 Re: Gli indignati scendono in strada
Sì.

Posso aggiungere solo una considerazione, sempre legata al concetto che il medium stesso è il messaggio.

Se decenni or sono l'unica opzione disponibile era il ciclostile, su quel foglio dovevi scrivere concetti chiari e "centrati". Poi, dopo la fatica intellettuale, dovevi unire la fatica fisica della distribuzione e della mobilitazione. Ad ogni "perchè" che veniva domandato bisognava esprimersi, spiegarsi.

Oggi i social network, mobilitano con più facilità le masse ma con troppo automatismo legato al funzionamento stesso del mezzo. E vanno per strada persone INCAPACI DI FORMULARE UNA FRASE DI SENSO COMPIUTO.

E' oggi a farla da padrone la versione più sciatta del "futurismo" cioè l'azione pura, il movimento zing tang bum bum, senza nessun pensiero.
Il ritratto perfetto dei criceti che corrono sulla ruota in gabbia.
Chi sta allestendo, a grandi passi, la società del futuro prossima già si frega la mani. Che affare, che affare, che affarone....

Onore a te Takuro Nakai genio incompreso dei manga[img align=right]
edo
Inviato: 16/10/2011 15:26  Aggiornato: 16/10/2011 15:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Indignati nel mondo
citaz. Tuttle: Citazione:
L'età media era veramente bassa e ripeto; molti dei teppisti attivi, oltre ad essere molto ma molto giovani, erano a viso scoperto. Compresi quelli che han dato fuoco alla camionetta dei carabieri.


Non sono più o meno giovani del mio ex alunno incontrato in treno qualche mese fa che lavora in un corpo particolare della polizia e si occupa ne più ne meno di fare anche queste cose... tant'è che a prima vista, quello sulla foto mi è sembrato lui

Beninteso: se vuoi casino, metti un leader e quattro manovali e vedrai che i più deboli tra gli osservatori, troveranno il ""coraggio"" di partecipare attivamente alla "rivvvolluzzionne" ergo, con cinque pulotti teppisti e impuniti puoi fare ciò che vuoi, lo spirito di emulazione degli imbecilli agirà e la situazione apparirà (apparentemente) caotica. Appena si ritirano i cinque dell'avemaria, i polli sono in trappola!

E poi, Kossiga docet!

Calvero
Inviato: 16/10/2011 15:35  Aggiornato: 16/10/2011 15:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
C'è ancora gente che alza il sedere dalla poltrona e che, condivisibili o meno le sue idee, fa qualcosa.


Cos'hai la sfera di cristallo? sai tu cosa fanno gli altri?

Della serie, basta alzare il sedere dalla poltrona perché tutto abbia senso?

Ma vai a cagare sulle ortiche

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Fabyan
Inviato: 16/10/2011 15:36  Aggiornato: 16/10/2011 15:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/7/2008
Da: nowhere
Inviati: 671
 Re: Gli indignati scendono in strada
Pannella ha sbagliato giorno e luogo alla grande:

http://www.youtube.com/watch?v=3XLp2LMega0

Il giornalista è colui che distingue il vero dal falso... E pubblica il falso. (Mark Twain)
Calvero
Inviato: 16/10/2011 15:46  Aggiornato: 16/10/2011 15:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Gli indignati scendono in strada
Le uniche dinamiche che si stanno osservando in questo ventennio, sono quelle che vedono la collettività dare il LA al Potere per legittimare a limitare la libertà personale degli individui e del popolo ...

... scendere in Piazza senza mettere in atto un boicottaggio spietato nella quotidianità, OGNI GIORNO, equivale a fare il BLA BLA BLA che Mister CCP scambia per "fare qualcosa"

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Zeland
Inviato: 16/10/2011 15:50  Aggiornato: 16/10/2011 15:50
So tutto
Iscritto: 9/10/2011
Da: Ucraina
Inviati: 11
 Re: Gli indignati scendono in strada
Non si deve guardare la faccenda con gli occhi foderati di prosciutto come fa qualcuno, un blindato dato a fuoco e cassonetti dati alle fiamme sono il minimo della pena da sopportare quasi fisiologico, in confronto alle tonnellate di merda che ci costringono a ingoiare quotidianamente, ciò non toglie la certezza che molti gruppi siano infiltrati da servizi segreti vari, ma secondo me in questo caso è secondario, probabilmente anche con un cassonetto incendiato i media servi, avrebbero gridato al lupo lupo. comunque secondo me, più che legittimo l'assalto alla banca o banche a cui abbiamo assistito.

haldir
Inviato: 16/10/2011 15:52  Aggiornato: 16/10/2011 15:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/5/2006
Da:
Inviati: 51
 Re: Gli indignati scendono in strada
in cosa consiste questo boicottaggio spietato?

Doru
Inviato: 16/10/2011 15:53  Aggiornato: 16/10/2011 15:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 133
 Re: Gli indignati scendono in strada
come sempre andiamo oltre al ridicolo.

Vaticano si e svegliato: "Offesi i credenti"

Tuttle
Inviato: 16/10/2011 15:56  Aggiornato: 16/10/2011 15:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Non sono più o meno giovani del mio ex alunno incontrato in treno qualche mese fa che lavora in un corpo particolare della polizia e si occupa ne più ne meno di fare anche queste cose... tant'è che a prima vista, quello sulla foto mi è sembrato lui


Mio cuggino mio cuggino....

vuotorosso
Inviato: 16/10/2011 16:04  Aggiornato: 16/10/2011 16:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: Gli indignati scendono in strada
effettivamente alle manifestazioni partecipano persone col volto coperto, a volte con protezioni e scudi e un casco blu sul quale NON si riesce a far mettere un numero identificativo; proprio quello che dici Massimo: Gente alle manifestazioni a volto coperto che andrebbe arrestata in quanto NON identificabile. Da nessuno.
Credo che Cedolin lo sappia bene.

aggiungo un link su una riflessione sui diversamente indignati.
I fatti in Spagna li abbiamo visti, anche con scene violente.
Ma chissà perchè da noi è SEMPRE peggio
http://nonleggerlo.blogspot.com/2011/10/diversamente-indignati.html

Floh
Inviato: 16/10/2011 16:16  Aggiornato: 16/10/2011 16:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: Gli indignati scendono in strada
Teniamo presente che mica tutti quelli che hanno provocato disordini dovevano essere "infltrati".
Bastano poche persone che provochino i primi incidenti e la parte di manifestanti piu' ingorante seguira' a ruota.
Pensare che le azioni dei Servizi segreti italiani al fine di destabilizzare l'opinione pubblica si siano esauriti con la Strategia della tensione e' assurdo.
L'ondata di violenza ha permesso di distogliere l'attenzione dalla manifestazione pacifica e sopratutto ha permesso alla gente meno informata di accomunare indistintamente i partecipanti civili all'orda di teppisti, altrimenti vedendo una manifestazione apartitica educata con una proposta allettante "non pagare il debito" l'opinione pubblica di fronte al al Tg avrebbe corso il rischio di rimanere "piacevolemnte indignata"
Per non parlare della statua della Madonna distrutta, se questa non e' stata un'azione che ha permesso ai Tg di mostrare i maniefstanti come degli infedeli impazziti...

Sono stato alla manifestazione svoltasi a Milano, nessuno dei partecipanti era un facinoroso pronto allo scontro, nessuno era un vandalo, si trattava solo di persone con forte desiderio di democrazia diretta.

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
noalgregge
Inviato: 16/10/2011 16:18  Aggiornato: 16/10/2011 16:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/10/2010
Da:
Inviati: 307
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Autore: Tuttle Inviato: 16/10/2011 0:52:35 Citazione: Scusa TUTTLE, io parto dal presupposto che i blac-bloc siano pappa e ciccia con le forze dell'ordine, come Genova ci ha insegnato. Certo, se fossero dei veri "teppisti", come si vuole far credere, allora hai ragione tu. Ho seguito tutte le dirette su tutti i canali disponibili...francamente ho visto poco che possa essere attinente ad un sospetto del genere, che comunque andrebbe sempre provato...sennò davvero è sempre colpa della polizia. Non sono abituato a ragionare così...non me ne vogliate. :) L'età media era veramente bassa e ripeto; molti dei teppisti attivi, oltre ad essere molto ma molto giovani, erano a viso scoperto. Compresi quelli che han dato fuoco alla camionetta dei carabieri. Ripeto che secondo me oggi era palese che le forze dell'ordine non abbiano voluto in nessun modo accendere la miccia, anzi. Citazione: Ma pensaci un attimo: c'è davvero molta differenza fra i "terroristi" che attaccano il Pentagono, e i "teppisti" che attaccano la caserma dei carabinieri? Oggi io ho visto qualcosa di completamente diverso.


Tuttle non caschiamo nell'errore di credere che i disordini di ieri siano stati provocati da quei 4 coglioni (a volto scoperto) che erano là in mezzo a dare libero sfogo alle loro allucinazioni. Quelli secondo me si sono aggregati dopo. quelli visti nel video di rai news, invece, sono assoldati.

"Non troverai mai la verità se non sei disposto ad accettare anche ciò che non ti aspetti." Eraclito
edo
Inviato: 16/10/2011 16:24  Aggiornato: 16/10/2011 16:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Mio cuggino mio cuggino....


Ovvio no?

Citazione:
Vaticano si e svegliato: "Offesi i credenti"


Sarà sveglio davvero quando finalmente scriverà: " offesi i creduloni"

yarebon
Inviato: 16/10/2011 16:25  Aggiornato: 16/10/2011 16:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Indignati nel mondo
Spesso mi sembra di stare in mezzo a gente che ama criticare a zero su tutto e a filosofare senza mai fare un cazzo!
Ma secondo voi la cosiddetta massa, la gran parte delle persone come può cambiare idea e modo di agire? Con un sito internet? Nell'acquistare un canale tv? Quasi sempre la gente per svegliarsi ha bisogno di un trauma, di uno shock o di scendere in piazza, è triste ma è così. Fate il gioco di chi vuole che queste manifestazioni vadano a puttane se invece di agire criticate e svelate complotti dietro ad ogni manifestazione!
Ci vuole strategia nelle cose, la corrente non può fermarsi è da stupidi, ma bisogna navigarci sopra e governarla.
Sapete quante persone nel mondo in questi ultimi giorni hanno compreso che viviamo in un economia del debito, che ci stanno portando verso il default e che lo stato non può imporci sacrifici enormi che graveranno solo sulla popolazione non ricca? Molti davvero molti, bisogna anche avere una visione più ampia delle cose invece del solito criticare la manifestazione in piazza perchè obsoleta, perchè l'umanità è vasta e la maggioranza non si informa seriamente di ciò che succede nel mondo e quindi servono altri metodi ed altri canali per far passare alcuni messaggi.

Tuttle
Inviato: 16/10/2011 16:26  Aggiornato: 16/10/2011 16:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Tuttle non caschiamo nell'errore di credere che i disordini di ieri siano stati provocati da quei 4 coglioni (a volto scoperto) che erano là in mezzo a dare libero sfogo alle loro allucinazioni. Quelli secondo me si sono aggregati dopo. quelli visti nel video di rai news, invece, sono assoldati.


Ragàss...ho capito che vi piace l'ACAB theory e non voglio mica convicerti di qualcosa di diverso.

Semplicemente l'analisi di un evento del genere meriterebbe molta più attenzione. IMHO...poi fate vobis.

A dare la colpa al Bau Bau è capace anche un bambino di 2 anni...

@LoneWolf

Mi mancava l'accusa di essere fascista. Graz...

Ghilgamesh
Inviato: 16/10/2011 16:40  Aggiornato: 16/10/2011 16:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Gli indignati scendono in strada
D'accordo su tutto tranne che su questa parte:

Citazione:

Ridicoli, perchè è semplicemente metafisico che la gente vada in strada a protestare contro le stesse persone che ha mandato al governo, con il proprio voto, qualche mese prima. Davvero non lo sapevi, che nemmeno questa volta le riforme non le avrebbero fatte, che i posti di lavoro non sarebbero aumentati, e che avresti dovuto tirare la cinghia come prima? E allora, se lo sapevi e li hai votati lo stesso, ora di cosa ti lamenti?


Non ero fra i manifestanti (perchè a me la prima parte del tuo ragionamento già bastava, la trovavo inutile), ma trovo offensivo definirli ridicoli perchè son gli stessi che avrebbero votato il pedomafioso.

Ricordo che il mafioso di Arcore, usa COMPRARE le elezioni e imbrogliare (alcuni casi eclatanti in sicilia lo provano)
Se si tolgono i voti che ha comprato e quelli che la mafia ha comprato per lui, rimangono alcuni imprenditori che lo votano per non pagare le tasse e qualche coglione che sicuramente non ha manifestato.

PikeBishop
Inviato: 16/10/2011 16:43  Aggiornato: 16/10/2011 16:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Fate il gioco di chi vuole che queste manifestazioni vadano a puttane

Fortissimamente.

Speriamo che queste manifestazioni, organizzate dagli amici di sempre, vadano a puttane e non solo perche' c'e' stata una carica.
Lo scopo e' di fare in modo che nessuno ci vada, alle chiamate dell'Uomo Del Monte che ha detto: mobilitatevi.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
PikeBishop
Inviato: 16/10/2011 16:45  Aggiornato: 16/10/2011 16:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Sapete quante persone nel mondo in questi ultimi giorni hanno compreso che viviamo in un economia del debito, che ci stanno portando verso il default e che lo stato non può imporci sacrifici enormi che graveranno solo sulla popolazione non ricca?

Problema.

Citazione:
Molti davvero molti, bisogna anche avere una visione più ampia delle cose invece del solito criticare la manifestazione in piazza perchè obsoleta, perchè l'umanità è vasta e la maggioranza non si informa

Reazione.

Indovina la Soluzione????

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
yarebon
Inviato: 16/10/2011 17:15  Aggiornato: 16/10/2011 17:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Indignati nel mondo
Ciao Pike il problema secondo me non è chi c'è dietro le manifestazioni, dobbiamo superare secondo me questo falso problema, perché le manifestazioni sono da sempre strumentalizzate
Guarda caso in Italia c'è stata la manifestazione più grande al mondo e l'unica con scontri, perchè da una parte la sinistra che oramai non conta più un cazzo sia in piazza, sia in parlamento, voleva usare le violenze contro il governo e dall'altro il governo vuole usare queste manifestazioni per usarle contro l'opposizione, in mezzo ci sono questi manifestanti. Non a caso il governo ha anche recepito i consigli di Cossiga ossia di non aizzare i poliziotti in modo feroce contro i manifestanti, ma usare estremisti per mettere a ferro e fuoco la città.
Il problema e soluzione imposto ci sarà sempre, ma i cambiamenti generali positivi avvengono in questo modo, ovvero sapendo governare la corrente che è impossibile da fermare e questo lo sa anche il famoso nwo che gli stessi complottisti sopravvalutano enormemente.
Se parliamo di cambiamenti generali e di pensiero nella massa della gente, tenere fuori movimenti e manifestazioni come queste (che nel mondo comunque stanno avendo risultati più positivi), vuol dire ritirarsi ad un "ognuno per se perchè tanto qualunque cosa facciamo è strumentalizzata", certamente, ma non per questo non valevole e la storia lo insegna.
Il problema economico è reale, un problema creato ad arte? Certamente, anzi da una parte il debito da una scadenza a questo sistema che prima o poi è destinato a crollare e non per forza ciò porterà ad un governo autoritario, molte dinamiche sono cambiate e gli stessi poteri forti che non sono i padroni assoluti della realtà si dovranno adattare. Questa manifestazione mondiale è contro lo sfruttamento di pochi a danni di molti, spesso è più importante il messaggio che il risultato, perchè il messaggio se pur non da subito un frutto germoglierà nel futuro. Un futuro lontano? L'importante è aver gettato un seme.

yarebon
Inviato: 16/10/2011 17:17  Aggiornato: 16/10/2011 17:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Indignati nel mondo
Altro pensiero:
"loro" magari governeranno il mondo anche dopo, ma dovranno adattarsi alle nuove richieste e bisogni dell'uomo, è sempre stato così e forse lo sarà ancora per un bel pò, finchè l'umanità uscirà dallo stato d'infanzia e potrà reclamare il libero arbitrio.

PikeBishop
Inviato: 16/10/2011 17:33  Aggiornato: 16/10/2011 17:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Ciao Pike il problema secondo me non è chi c'è dietro le manifestazioni, dobbiamo superare secondo me questo falso problema, perché le manifestazioni sono da sempre strumentalizzate

Qui non si tratta di strumentalizzazione (qualsiasi cosa significhi), qui si tratta di manifestazioni organizzate apposta per incanalare in certi modi il dissenso, secondo la dottrina delle "rivoluzioni colorate".

Sapere chi c'e' dietro e' la prima cosa da considerare quando si decide di aderire o no a qualcosa, almeno che tu non sia, come dice il buon totalrec una "testa di gomma".

Citazione:
il governo vuole usare queste manifestazioni per usarle contro l'opposizione

Se avessi capito meglio chi ha organizzato, capiresti che e' esattamente il contrario: non c'e' opposizione, non c'e' piu' neanche governo, ma e' necessario che ci siano casini per instaurare il famoso "governo tecnico" che vi fara' cagare sangue, con l'approvazione del pubblico, come fecero con Tangentopoli.

Citazione:
Il problema economico è reale, un problema creato ad arte? Certamente, anzi da una parte il debito da una scadenza a questo sistema che prima o poi è destinato a crollare e non per forza ciò porterà ad un governo autoritario

Ci stanno proprio lavorando, per evitare il default.

Citazione:
e gli stessi poteri forti

E basta con questi termini ad cazzum: hai mai visto un potere debole????
E va bene che siamo su Luogo Comune ma non e' obbligatorio esprimersi per luoghi comuni!

Citazione:
Questa manifestazione mondiale è contro lo sfruttamento di pochi a danni di molti

Si, buonanotte. E ci vai con le Nike Air fatte nei sweat shops in Indonesia. Ma basta con queste cazzate, cerchiamo di svegliarci. Fra un po' mi vieni a dire che Bono e' un profeta...

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
giupir
Inviato: 16/10/2011 17:48  Aggiornato: 16/10/2011 17:48
So tutto
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 19
 Re: Gli indignati scendono in strada
Ciao
in risposta a Massimo Mazzucco
...credo che la tua opinione può essere in parte condivisa, infatti oggi visto i mezzi di comunicazione a nostra disposizione sia più facile organizzare e mettere in pratica ciò che si ritiene giusto, ma propio per gli stessi motivi molto difficile attuarlo, coma la storia insegna (dovrebbe) il territorio conquistato si deve mantenere e controllare, un pò come fanno gli eserciti, che dopo avere conquistato la superiorità aerea mandano le truppe per il controllo del territorio.
Non allarmatevi e solo un modo per fare capire che i mezzi tecnologici possonosolo servire a scambiare delle opinioni, a organizzare l'incontro a distanza ma se poi non dimostri il tuo dissenso in piazza e come scrivere su Faccialibro, cioè INUTILE! Fine a se stesso.
Il pensiero delle persone deve essere tradotto in fatti concreti, altrimenti rischia di rimanere una chimera.
Analizziamo i fatti di ieri, e ci accorgiamo che qualcosa non convince, non convince la teoria che facessero parte dei dimostranti, per il fatto che non vedo nessun motivo di organizzare una manifestazione e poi vanificarla in quel modo, quale risultato si ottiene?
Ancora meno convince il fatto che le forze dell'ordine non siano intervenute, non a caso come di solito fanno, "arrivo e picchio" ma in piazza San Giovanni dove tutte le vie d'accesso erano controllate dalle forze dell'ordine con all'interno i facinorosi, tutte le TV hanno dato ampio spazio agli avvenimenti lungo le vie e durante gli scontri, in effetti unilaterali in piazza San Giovanni ma non vi sono immagini della fine, cioè di quando le forze dell'ordine riprendono il possesso della piazza e i facinorosi che non avevano via d'uscita dove sono? Quanti Arresti in quel luogo?
Io per lavoro seguo la cronaca e forse noto delle sfumature che altri non notano distratti dai commenti degli inviati, per esempio come mai chi sfilava pacificamente e intervenuta contro quelle frange e le forze dell'ordine non li hanno appoggiati? Eppure quando sono intervenute in favore i pacifici dimostranti li hanno applauditi e appoggiati.
Gli infiltrati, erano organizzati in modo da prevedere le mosse delle forze dell'ordine, ma la domanda che mi pongo e se ne avevano bisogno, o semplicemente la loro spavalda sicurezza era dovuta al fatto che non avrebbero avuto da temere nulla.
Infatti la massa del corteo e stata spezzata in due tronconi e divisa, ottenendo cosi la non visibilità della manifestazione, in più le attenzioni dei media si sono spostate verso i disordini dando loro visibilità e togliendola al vero motivo della manifestazione.
...Io direi OTTIMO! Visto che non è la prima volta che succede non vi sembra una casualità troppo CASUALE?
Ora vorrei che non venisse frainteso quello che ho detto, le forze dell'ordine NON SONO disoneste, e hanno tutta la stima che meritano, il problema è come al solito da ricercare altrove, la dove gli interessi hanno tratto vantaggio, anche non apparente dal risultato.
Tralascio volutamente il fatto che la politica al governo cavalchi l'onda dello sdegno, passando da coloro che erano indicati come il motivo di malessere a coloro che proclamano giustizia, indicando come responsabili coloro che manifestavano il loro disagio.

Pispax
Inviato: 16/10/2011 17:51  Aggiornato: 16/10/2011 18:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Gli indignati scendono in strada
@ Tuttle
Ho apprezzato i tuoi interventi.
Come sempre ci sono persone che PRIMA credono di sapere la "verità" e DOPO si pongono il problema del "facciamoci qualche domanda per capire quello che c'è dietro".
Com'è che non mi stupisco se le domande sono sempre e solo quelle che servono a "dimostrare" quella "verità" che credono di avere?






Juri
Citazione:
Perché non prendere finalmente consapevolezza di questo problema e quando si organizza una nuova marcia, trattare questi facinorosi come i primi nemici della dimostrazione prendendoli direttamente a calci in culo, prima ancora che intervenga la polizia?
Sarebbe un bel salto in avanti per le dimostrazioni di piazza.


Ti ga risposto molto bene Pike:
Citazione:
E il servizio d'ordine del corteo? Come, non c'era??????? Un corteo senza picchetto??????
...
Mai chiesti come mai non c'erano infiltrati nei cortei dal '68 al '77 e quelli che c'erano erano costretti a stare lontani (non che la stampa parlasse di altri, ma almeno non succedevano casini DENTRO il corteo).
...
Prossima volta chiedete a papa' o anche al nonno, prima...


In realtà sarebbe un passo INDIETRO, non un salto in avanti.
Speriamo che venga fatto presto, perché il servizio d'ordine organizzato DAI MANIFESTANTI è una cosa di cui non si può fare a meno.


Per dire, anche senza risalire troppo indietro nel tempo, io negli ultimi 20 anni ho partecipato a dozzine di manifestazioni sindacali.
Mai una volta che ci siano stati disordini che distraessero l'opinione pubblica dai contenuti della manifestazione, e dai suoi obiettivi.

E questo succede perché quando ci sono gli idioti che vogliono far scoppiare il casino sono gli stessi manifestanti che provvedono a prendere gli imbecilli e a chiuderli (letteralmente) dentro a un cassonetto.
Ora gli idioti ci pensano su parecchie volte prima di infiltrarsi.
E si, questo vale anche se si tratta di provocatori "istituzionali".


Si stanno ripercorrendo pari pari gli errori degli anni '70, quando la gente diceva "se manifestano con me allora significa che la pensano come me. E chi sono io per poter contestare il loro modo di manifestare? Se anche fanno qualche cazzata, sono solo compagni che sbagliano."

Col cazzo.
Chi fa queste cose danneggia LA MANIFESTAZIONE, non sta portando nessun attacco "al cuore dello Stato".
Tocca impedirgli di nuocere. E visto che il danno lo fanno AI MANIFESTANTI, tocca ai manifestanti provvedere.





Pyter
Citazione:
Mi chiedevo come fosse possibile che migliaia di manifestanti, figli dell'Homo homini lupus, si siano lasciati sfuggire ancora una volta l'occasione di schiacciare poche centinaia di blecbloc come dei vermi.


Amen





Juri
Citazione:
Citazione:
Oggi sono le tempie che vanno messe una accanto all’altra, se davvero vogliamo riuscire a riprenderci la vita che ci viene negata.

Questa frase mi è piaciuta molto, l’immagine delle tempie, una vicino all’altra, che formano un pensiero potente per riprendere il controllo del nostro vivere.


Buffo.
A me questa immagine ha fatto subito venire in mente l'immagine di file di cadaveri.
Non è un problema logico, sia chiaro: è solo che l'immagine che mi è salita alla mente è stata quella.

Non ho grossi dubbi sul fatto che possa venire in mente a molte altre persone. Per capirci, quelle che invocano '"Uomo Forte".
"Gli indignatos fanno casino? Ma che cazzo vogliono? Basta un colpo alla nuca e vedi come fanno in fretta a smettere di essere indignatos!"






Redazione
Citazione:
Ridicoli, perchè è semplicemente metafisico che la gente vada in strada a protestare contro le stesse persone che ha mandato al governo, con il proprio voto, qualche mese prima.


Se ci pensi un po' su, ti accorgi che questa è proprio l'idea sostenuta da chi dice che la democrazia si risolve tutta con una crocetta ogni 5 anni.
Personalmente non sono molto d'accordo: una democrazia che sia insensibile ai cambiamenti sostanziali è una democrazia solo di nome, e non di fatto.

afabbri73
Inviato: 16/10/2011 17:53  Aggiornato: 16/10/2011 17:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Gli indignati scendono in strada
Ti avevo risposto con un commento tanto bello quanto offensivo ma ho dovuto autocensurarmi altrimenti lo avrebbe fatto il Mazzucco.

In sintesi avevo scritto... definire ridicoli chi partecipa a questi generi di cortei e' poco. Come ridicoli sono tutti coloro che da pecore si svegliano e vogliono fare i pastori... gli italiani sono pecore, hanno votato pecore... scusami ma belare in piazza e' ridicolo, la piazza significa un'altra cosa.

E poi sul pedomafioso, avevo scritto quanto siano interessanti commenti monotematici su una persona da parte di chi:

1) di certo non si masturba davanti a vecchiette e di certo non direbbe no ad una notte con un paio di Belen

2) di certo non direbbe no se gli proponessero soldi facili, agevolazioni, o semplici biglietti gratuiti per il cinema.

Quello che rovina l'Italia e' purtroppo il qulunquismo, l'approssimazione, l'ipocrisia e la frustrazione di pecore vestite da popolo che pretendono di voler cacciare altre pecore vestite da lupi.

CCP
Inviato: 16/10/2011 18:01  Aggiornato: 16/10/2011 18:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 107
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Autore: Calvero Inviato: 16/10/2011 15:35:16

Citazione: C'è ancora gente che alza il sedere dalla poltrona e che, condivisibili o meno le sue idee, fa qualcosa.

Cos'hai la sfera di cristallo? sai tu cosa fanno gli altri? Della serie, basta alzare il sedere dalla poltrona perché tutto abbia senso? Ma vai a cagare sulle ortiche


Non è necessario avere la sfera di cristallo per capire che cosa fanno gli altri e il tasso di ineducazione di altri ancora.

afabbri73
Inviato: 16/10/2011 18:06  Aggiornato: 16/10/2011 18:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/5/2011
Da:
Inviati: 302
 Re: Gli indignati scendono in strada
Buona sera, Londra. Prima di tutto vi prego di scusarmi per questa interruzione. Come molti di voi io apprezzo il benessere della routine quotidiana, la sicurezza di ciò che è familiare, la tranquillità della ripetizione. Ne godo quanto chiunque altro. Ma nello spirito della commemorazione, affinché gli eventi importanti del passato, generalmente associati alla morte di qualcuno o al termine di una lotta atroce e cruenta vengano celebrati con una bella festa, ho pensato che avremmo potuto dare risalto a questo 5 novembre, un giorno ahimè sprofondato nell'oblio, sottraendo un po' di tempo alla vita quotidiana, per sederci e fare due chiacchiere. Alcuni vorranno toglierci la parola, sospetto che in questo momento stiano strillando ordini al telefono e che presto arriveranno gli uomini armati. Perché? Perché, mentre il manganello può sostituire il dialogo, le parole non perderanno mai il loro potere; perché esse sono il mezzo per giungere al significato, e per coloro che vorranno ascoltare, all'affermazione della verità. E la verità è che c'è qualcosa di terribilmente marcio in questo paese. Crudeltà e ingiustizia, intolleranza e oppressione. E lì dove una volta c'era la libertà di obiettare, di pensare, di parlare nel modo ritenuto più opportuno, lì ora avete censori e sistemi di sorveglianza, che vi costringono ad accondiscendere e sottomettervi. Com'è accaduto? Di chi è la colpa? Sicuramente ci sono alcuni più responsabili di altri che dovranno rispondere di tutto ciò; ma ancora una volta, a dire la verità, se cercate il colpevole… non c'è che da guardarsi allo specchio. Io so perché l'avete fatto. So che avevate paura. E chi non ne avrebbe avuta? Guerre, terrore, malattie. C'era una quantità enorme di problemi, una macchinazione diabolica atta a corrompere la vostra ragione e a privarvi del vostro buon senso. La paura si è impadronita di voi, ed il Caos mentale ha fatto sì che vi rivolgeste all'attuale Alto Cancelliere, Adam Sutler. Vi ha promesso ordine e pace in cambio del vostro silenzioso, obbediente consenso. Ieri sera ho cercato di porre fine a questo silenzio. Ieri sera io ho distrutto il vecchio Bailey, per ricordare a questo paese quello che ha dimenticato. Più di quattrocento anni fa, un grande cittadino ha voluto imprimere per sempre nella nostra memoria il 5 novembre. La sua speranza, quella di ricordare al mondo che l'equità, la giustizia, la libertà sono più che parole: sono prospettive. Quindi, se non avete visto niente, se i crimini di questo governo vi rimangono ignoti, vi consiglio di lasciar passare inosservato il 5 novembre. Ma se vedete ciò che vedo io, se la pensate come la penso io, e se siete alla ricerca come lo sono io, vi chiedo di mettervi al mio fianco, ad un anno da questa notte, fuori dai cancelli del Parlamento, e insieme offriremo loro un 5 novembre che non verrà mai più dimenticato. (V x vendetta - 2005)

Pispax
Inviato: 16/10/2011 18:12  Aggiornato: 16/10/2011 18:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Indignati nel mondo
afabbri73


Citazione:
Poi mi piace la frase... "e' come se si andasse a votare con la matita"... come se non succedesse! Ospedaletto di Coriano, provincia di Rimini, scuola elementare... sai quante volte ho votato con la matita? per quel che mi ricordo un paio di sicuro. E se chiedi ce ne saranno altri che si ricordano di averlo fatto.


COMPLOTTO!
Qualcuno ha scoperto che per votare si deve usare la matita!
Ah!

LO VEDETE che le elezioni sono truccate? LO VEDETE che allora le elezioni sono tutta una farsa, visto che c'è gente che cancella i voti nelle prefetture? E questo E' DIMOSTRATO, perché si vota con LA MATITA!

LO VEDETE allora che è EVDENTE da questo semplice fatto che il NWO, e la Massoneria, e i Poteri Forti, e blablabla?


Si fa in fretta a costruire robe, eh?




(soluzione: http://it.wikipedia.org/wiki/Matita_copiativa)

haldir
Inviato: 16/10/2011 18:16  Aggiornato: 16/10/2011 18:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/5/2006
Da:
Inviati: 51
 Re: Gli indignati scendono in strada
@pispax

Si stanno ripercorrendo pari pari gli errori degli anni '70, quando la gente diceva "se manifestano con me allora significa che la pensano come me. E chi sono io per poter contestare il loro modo di manifestare? Se anche fanno qualche cazzata, sono solo compagni che sbagliano." Col cazzo. Chi fa queste cose danneggia LA MANIFESTAZIONE, non sta portando nessun attacco "al cuore dello Stato". Tocca impedirgli di nuocere. E visto che il danno lo fanno AI MANIFESTANTI, tocca ai manifestanti provvedere.

ieri il sentimento generale non era questo. praticamente tutti hanno ( abbiamo ) respinto e stigmatizzato i comportamenti violenti durante la manifestazione.

forse l'errore è stato quello di non prendere noi queste persone e fermarle con la forza?

può essere... ma quando sei lì non è così facile per tutti prendere e partire contro gente armata di bastoni e spranghe...soprattutto se non sei abituato a scontri del genere, o quando vicino a te ci sono donne ragazzini e anziani....
sarebbe stato bello avere tutti il coraggio di andare e bloccarli fisicamente, e non avere timore di nulla...noi "ridicoli" manifestanti cacasotto...

invidio invece molto il coraggio dimostrato da chi sta seduto dietro ad una tastiera a pontificare e giudicare...già, che invidia

yarebon
Inviato: 16/10/2011 18:25  Aggiornato: 16/10/2011 18:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
qui non si tratta di strumentalizzazione (qualsiasi cosa significhi), qui si tratta di manifestazioni organizzate apposta per incanalare in certi modi il dissenso, secondo la dottrina delle "rivoluzioni colorate". Sapere chi c'e' dietro e' la prima cosa da considerare quando si decide di aderire o no a qualcosa, almeno che tu non sia, come dice il buon totalrec una "testa di gomma".


la strumentalizzazione è palese, abito in Italia vedendo di sfuggita i titoli dei giornali o cosa dicono i tg mi sembra assai palese che la sinistra e la destra usino la manifestazione a loro vantaggio è abbastanza evidente, mentre nel passato era facile identificare i colori e le ideologie di una manifestazione, oggi per fortuna non è più così.
Non hai capito bene il mio discorso: me ne fotto che si tratta di rivoluzioni colorate o meno, io non ragiono in questo modo, sarò fatto in modo sbagliato ma non puoi paragonare queste proteste a quelle delle rivoluzioni colorate nelle repubbliche dell'ex URSS, prima di tutto perchè colorate o meno, create dalla spectre, da soros o da Paolino Paperino, viviamo in un periodo particolare in cui è necessario farsi sentire perchè stiamo assistendo ad un crollo di tutto l'esistente e lo si vede in ogni campo della realtà umana, musica arte, economia, cultura, nulla è più sacro ed è questo il momento per la massa, gregge chiamalo come vuoi per farsi sentire ha solo questa strada ( e non parlo di iniziative di piccoli gruppi o comunità che in quanto tali non devono essere fatte in strada mi sembra naturale).
Se si ragiona solo per complotti non si andrà mai avanti. Si dovrebbero sfruttare queste opportunità invece di ostacolarle, indipendentemente dalla enorme sicurezza che avete che sia tutto manipolato.


Poi i loro trucchetti funzionano sempre meno, i manifestanti ieri gridavano cntro i black blok e alcuni sono stati bloccati e persino malmenati, mancava organizzazione e le forze di polizia naturalmente se ne sono fregate come al solito

Citazione:
Ci stanno proprio lavorando, per evitare il default.


non credo proprio, ma questa è una mia opinione

Citazione:
E basta con questi termini ad cazzum: hai mai visto un potere debole???? E va bene che siamo su Luogo Comune ma non e' obbligatorio esprimersi per luoghi comuni!

sembra un ossimoro nevvero dai fai il bravo naturalmente con questa espressione un pò alla cazzo si intende distinguere tra un potere locale provinciale ed anche nazionale, con poteri sovranazionali e non particolaristici, non attaccarti al vocabolario che hai capito bene cosa volevo dire
Citazione:
Si, buonanotte. E ci vai con le Nike Air fatte nei sweat shops in Indonesia. Ma basta con queste cazzate, cerchiamo di svegliarci. Fra un po' mi vieni a dire che Bono e' un profeta.


ma cosa ho detto di sbagliato? Nella mente delle persone è così, qui nessuno parla ( e non mi interessa) di sapere quale piovra super crudele e odiatrice dell'umanità ci sia dietro, per me è più importante l'intenzione, per chi manifesta e un dire no al sistema che ci manda alla rovina! Per i super mega direttori figl de putt non è così e la vogliono usare a loro vantaggio? Chi se ne frega intanto l'intenzione c'è ed il messaggio è passato!
Sai quanti stronzi hanno usato e promulgato la scusa del rispetto dell'ambiente per i loro programmi eugenetici e di riduzione della popolazione mondiale?
Devo diventare un disboscatore dell'amazzonia per questo? Devo far finta che il riciclaggio e la raccolta diferenziata e un maggior accrescimento del rispetto della natura nella popolazione non sia un qualcosa di positivo?
Appunto prendere la palla al balzo, approfittare della corrente, non tutto è marcio!

Ps. Bono è uno stronzo!

Pispax
Inviato: 16/10/2011 18:30  Aggiornato: 16/10/2011 18:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Gli indignati scendono in strada
haldir


Citazione:
ieri il sentimento generale non era questo. praticamente tutti hanno ( abbiamo ) respinto e stigmatizzato i comportamenti violenti durante la manifestazione.

forse l'errore è stato quello di non prendere noi queste persone e fermarle con la forza?

può essere... ma quando sei lì non è così facile per tutti prendere e partire contro gente armata di bastoni e spranghe...soprattutto se non sei abituato a scontri del genere, o quando vicino a te ci sono donne ragazzini e anziani....


"Stigmatizzare" non basta, Hal.
Lo vedi dai giornali di oggi: tutti parlano delle violenze dei manifestanti e NESSUNO parla dei contenuti della manifestazione.

Oggi le manifestazioni sono rare.
Questo ci ha fatto perdere un po' di sane abitudini. Per esempio quella del servizio d'ordine, che serve proprio a evitare le cose che dici tu.
Ripeto: quella del servizio d'ordine non è una necessstà sociale. E' una necessità DEI MANIFESTANTI, a meno che non gli garbi di essere strumentalizzati da un qualsiasi gruppo di imbecilli.


Tempo fa queste robe erano più frequenti, e più o meno tutti avevano riflettuto sul problema.
Se invece si organizza una manifestazione come se si organizzasse una scampagnata, poi è abbastanza facile che le cose si mettano male.




Spero che questo porti qualche insegnamento per la PROSSIMA manifestazione sugli stessi temi, che spero ci sia presto.

PikeBishop
Inviato: 16/10/2011 18:36  Aggiornato: 16/10/2011 18:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Spero che questo porti qualche insegnamento per la PROSSIMA manifestazione

Puoi sognartelo, che chi abbia organizzato queste pagliacciate organizzi anche un servizio ordine: la sua assenza e' FORTEMENTE VOLUTA.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Tuttle
Inviato: 16/10/2011 18:39  Aggiornato: 16/10/2011 18:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Lo vedi dai giornali di oggi: tutti parlano delle violenze dei manifestanti e NESSUNO parla dei contenuti della manifestazione.


Non che qui dentro le cose siano diverse...fra l'altro. Solo che si sostituisce il "dei manifestanti" con "della polizia". Nulla cambia...

yarebon
Inviato: 16/10/2011 18:42  Aggiornato: 16/10/2011 18:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Gli indignati scendono in strada
specifica però solo in Italia perchè in Spagna dopo le percosse e le manganellate gli indignados sono usciti a testa alta e da allora non ci sono stati più scontri, hanno anche pulito le piazze dopo ogni manifestazione e nel resto del mondo non c'è stato il casino che c'è stato da noi.
Non c'è stato servizio d'ordine perchè la gente è ingenua e poco organizzata!

PikeBishop
Inviato: 16/10/2011 18:52  Aggiornato: 16/10/2011 18:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Poi i loro trucchetti funzionano sempre meno

Sei serio? No, perche' a me sembra che la cosa sia funzionata benissimo.

Citazione:
i manifestanti ieri gridavano cntro i black blok

Ho visto nei filmati come erano terrorizzati...

Citazione:
mancava organizzazione

Eeeeeh? Manifestazioni contemporanee in 800 (ottocento) citta' e non c'era organizzazione. Alla faccia.

Citazione:
non attaccarti al vocabolario

Mi attacco al vocabolario per un motivo fondamentale: attaccandosi a questi ossimori si evita di fare riferimenti.

Citazione:
Chi se ne frega intanto l'intenzione c'è ed il messaggio è passato!

E' passato il messaggio creato dai fil de putt.

Citazione:
Sai quanti stronzi hanno usato e promulgato la scusa del rispetto dell'ambiente per i loro programmi eugenetici e di riduzione della popolazione mondiale?

Lo so bene. Ed hai scelto un esempio chiarissimo: questi "messaggi" hanno veicolato benissimo i concetti che LORO volevano veicolare e che ora fanno parte del senso comune corrente. Chiedi in giro, persino qui, se non sarebbe meglio ridurre la popolazione, come se la quantita' di popolazione non si adeguasse sempre precisamente alle risorse disponibili.
Naturalmente la popolazione da ridurre sono sempre "gli altri" quelli che non usano il Sacro Preservativo.
Ma la cosa importante e' arrivata: la popolazione deve diminuire e l'unica maniera di tenerla sotto controllo e' un Governo Mondiale, perche' non ci si puo' fidare di quei figli di stregoni che ci rubano i lavori.

Citazione:
Devo diventare un disboscatore dell'amazzonia per questo?

No, devi uscire dal circolo vizioso della forca logica: sinistra o destra, tutto o niente, nella padella o nella brace.

Citazione:
non tutto è marcio!

L'importante e' sapere che il marcio esiste e come riconoscerlo. Come ha detto Mazzucco un sintomo e' la vaghezza dei programmi, l'altro la scarza trasparenza su chi organizza cosa e perche'. Il come viene dopo, e ne e' una conseguenza.

Citazione:
Bono è uno stronzo!

Te l'appoggio entusiasticamente.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Redazione
Inviato: 16/10/2011 19:16  Aggiornato: 16/10/2011 19:17
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Indignati nel mondo
CCP: "A 14 anni partecipavi alle manifestazioni del 1968?"

Sì. In realtà "il 68" è nato in Francia, ma a Milano è iniziato nel 1969, con il caso della "Zanzara" al Liceo Parini.

Io avevo 15 anni, facevo la 4a ginnasio al Parini, e andavo alle manifestazioni.

CCP
Inviato: 16/10/2011 19:24  Aggiornato: 16/10/2011 19:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 107
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Autore: Redazione Inviato: 16/10/2011 19:16:30

CCP: "A 14 anni partecipavi alle manifestazioni del 1968?" Sì. In realtà "il 68" è nato in Francia, ma a Milano è iniziato nel 1969, con il caso della "Zanzara" al Liceo Parini. Io avevo 15 anni, facevo la 4a ginnasio al Parini, e andavo alle manifestazioni.


Finalmente una risposta chiara. Peccato che il caso della Zanzara sia del 1966.

yarebon
Inviato: 16/10/2011 19:35  Aggiornato: 16/10/2011 19:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2366
 Re: Indignati nel mondo
sull'organizzazione mancata mi riferivo a quella italiana che non ha saputo allontanare i violenti, ma almeno li ha riconosciuti e si è allontanata, questo non ha evitato la distruzione e il caos, ma li ha identificati, tanto che è stato uno scontro tra black blok e polizia, il grosso della manifestazione dove ero io ha deviato verso la zona "piramide" e non è andata a san Giovanni, gli altri sono scappati, i pochi sfortunati si sono beccati lacrimogeni, pochi qualche manganellata e in Italia è qualcosa di nuovo, tenendo conto anche che non erano pochi i cosiddetti black blok.

Lo so sono ingenuo ma tendo ad essere ottimista, perchè rispetto al passato stiamo assistendo ad un crollo totale del sistema e non di un sistema e quindi abbiamo tanto da perdere, ma anche molto da guadagnare e anche chi manovra gli eventi sta rischiando grosso. Il fatto che le ideologie facciano sempre meno presa sulla gente lo vedo come qualcosa di positivo, proprio perchè parlando in giro mi rendo conto che il disprezzo sia verso la destra che la sinistra è unanime e chi vota ancora come un pecorone lo fa comunque a malavoglia, almeno è un inizio.

peonia
Inviato: 16/10/2011 19:41  Aggiornato: 16/10/2011 19:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Indignati nel mondo
TUTTLE per essere uno furbo e scafato ....farsi un'idea su quello che passa in TV, su questo genere di cose ancor di più, fa sorridere.....eddai!!!

Vi sentite spesso così paraculi qui dentro che una cosa così eclatante come gli infiltrati ancora vi lascia dubbi????

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Redazione
Inviato: 16/10/2011 19:43  Aggiornato: 16/10/2011 19:44
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Indignati nel mondo
GILGAMESH: "trovo offensivo definirli ridicoli perchè son gli stessi che avrebbero votato il pedomafioso."

Infatti io non ho detto questo. Il mio discorso è generale, ed è riferito a TUTTE le manifestazioni di questo tipo: è R-I-D-I-C-O-L-O, in un paese dove si vota democraticamente, scendere in piazza a gridare contro le stesse persone che hai votato.

Spararsi nei coglioni è molto più elegante.

hendrix
Inviato: 16/10/2011 19:49  Aggiornato: 16/10/2011 19:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Gli indignati scendono in strada
Vorrei solo far notare che l'indignazione sta assumendo altre forme di protesta soprattutto nei confronti di Equitalia.
E fanno bene.

- Roma. Trastevere, assalto dei precari a Equitalia. Fitto lancio di uova e sassi.

- Campobasso. Striscioni e lancio di fumogeni.

- La Spezia. Manifestazione davanti alla sede Equitalia.

- Viareggio. Striscioni e volantini.

- Sassari. Equitalia denunciata in Procura.

- Cosenza. Studenti lanciano uova contro la sede.

- Torino. Gli mandano persino le "lettere all'antrace" con auguri di morte.

- Napoli. Impacchettata la sede Equitalia.

- Lecce. Volantini e "impacchettamento".

Redazione
Inviato: 16/10/2011 19:50  Aggiornato: 16/10/2011 19:50
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Indignati nel mondo
CCP: "Finalmente una risposta chiara. Peccato che il caso della Zanzara sia del 1966."

Se è solo per quello, "La Zanzara" è stato fondato nel 1945. Ma fu nel '69 che iniziò a circolare come "manifesto" di protesta fra gli studenti.

Ignoranza e arroganza riescono sempre a sposarsi in modo meraviglioso, nelle persone come te.

Tato_p2p
Inviato: 16/10/2011 19:55  Aggiornato: 16/10/2011 19:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/10/2006
Da: da qui a là.
Inviati: 211
 Re: Gli indignati scendono in strada
La butto lì, "a caldo".
Questa mattina, in 3 minuti di tiggì (ascoltato a "forza"),
alla 15 volta che venivano nominati i "black-block" mi son girati i suddetti ed ho "zittito" l'orpello.
Mia madre "pero' condanno la violenza". Ok, in 3 minuti tutta una manifestazione in vacca. Una grossa fetta di italiani beoti ha visto le fiamme, la violenza ed ha associato la manifestazione a black-blok e danni. Punto.
Questo il messaggio di fondo che ho avuto in 3 minuti di tg questa mattina. Perchè non mi stupirei se fosse stato il "messaggio di fondo" di questi e dei prossimi giorni?
Ora mi leggo buono buono tutti i commenti, prima di intervenire nuovamente.

"...oggi la malattia fa passi da gigante!"
"Quella è la medicina!"
"Vabbè, diciamo che camminano di pari passo, dottore..." -dal film "La matassa" -
CCP
Inviato: 16/10/2011 19:59  Aggiornato: 16/10/2011 19:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 107
 Re: Indignati nel mondo
Citazione:
Autore: Redazione Inviato: 16/10/2011 19:50:47

CCP: "Finalmente una risposta chiara. Peccato che il caso della Zanzara sia del 1966." Se è solo per quello, "La Zanzara" è stato fondato nel 1945. Ma fu nel '69 che iniziò a circolare come "manifesto" di protesta fra gli studenti. Ignoranza e arroganza riescono sempre a sposarsi in modo meraviglioso, nelle persone come te.


So benissimo che la Zanzara fu fondata nel 1945.

A parte gli insulti, spiega quale fu il "caso" (da te citato) del giornale del Parini nel 1969.

perspicace
Inviato: 16/10/2011 20:31  Aggiornato: 16/10/2011 20:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Indignati nel mondo
è R-I-D-I-C-O-L-O, in un paese dove si vota democraticamente, scendere in piazza a gridare contro le stesse persone che hai votato. Spararsi nei coglioni è molto più elegante.

Scusa TUTTLE, io parto dal presupposto che i blac-bloc siano pappa e ciccia con le forze dell'ordine, come Genova ci ha insegnato. Certo, se fossero dei veri "teppisti", come si vuole far credere, allora hai ragione tu. Ma pensaci un attimo: c'è davvero molta differenza fra i "terroristi" che attaccano il Pentagono, e i "teppisti" che attaccano la caserma dei carabinieri? La dimanica è identica, lo "sdegno pubblico" che ne risulta è identico, e il cui prodest, curiosamente, è identico. Quale è il modo migliore per NON DOVER PARLARE di quello che vogliono i manifestanti? Q8

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
Jurij
Inviato: 16/10/2011 20:35  Aggiornato: 16/10/2011 20:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Gli indignati scendono in strada
Pispax
Citazione:
In realtà sarebbe un passo INDIETRO, non un salto in avanti.
Speriamo che venga fatto presto, perché il servizio d'ordine organizzato DAI MANIFESTANTI è una cosa di cui non si può fare a meno.

Hai ragione Pispax, ma ci vuole esperienza e con l’esperienza anche l’organizzazione che oggi bisogna ritrovare.

Pispax
Citazione:
Col cazzo.
Chi fa queste cose danneggia LA MANIFESTAZIONE, non sta portando nessun attacco "al cuore dello Stato".
Tocca impedirgli di nuocere. E visto che il danno lo fanno AI MANIFESTANTI, tocca ai manifestanti provvedere.

Concordo pienamente.

Pispax
Citazione:
Buffo.
A me questa immagine ha fatto subito venire in mente l'immagine di file di cadaveri.
Non è un problema logico, sia chiaro: è solo che l'immagine che mi è salita alla mente è stata quella.

Io l’ho vista (immagine delle tempie) in un modo positivo, di forza di gruppo, di un’energia telepatica che scorre fra diversi cervelli.
Voglio continuare a sperare in qualcosa di migliore, lo sento anche dal desiderio di tutte le persone che ascolto, comprese quelle su questo sito :o)

p.s. ...hazzo numero dei post 666....

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
SuperFed
Inviato: 16/10/2011 20:48  Aggiornato: 16/10/2011 20:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Città stressante nord Italia
Inviati: 168
 Re: Indignati nel mondo
Se io fossi stato in passato un dittatore a capo di una nazione, avrei dato un carattere totalitario al "mio" stato e di conseguenza mi sarei preoccupato di neutralizzare, imprigionare, perseguitare e poi ridurre al silenzio per gli anni a venire LE PERSONE CHE RAGIONANO E DI BUONA VOLONTA'.

Ma NON sono più OGGI un dittatore, sono IL CAPO DEL MONDO.
E come CAPO DEL MONDO intero e globalizzato prima di tutto ho deciso di abbattere il vecchio ordine che ancora è un vecchio riflesso degli stati nazione per passare ad un nuovo sistema. A questo punto pero' mi preoccupo proprio di COINVOLGERE in questo processo LE PERSONE CHE RAGIONANO, le corteggio perchè ho imparato dall'errore delle persecuzioni. In più, se riesco a coinvolgerle ed indirizzarle con un po' di manipolazione (interna allo "zeitgeist" del momento) ben studiata, ho la migliore garanzia sulla stabilità futura del sistema che vado impiantando.

Onore a te Takuro Nakai genio incompreso dei manga[img align=right]
NeWorld
Inviato: 16/10/2011 21:06  Aggiornato: 16/10/2011 21:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: Gli indignati scendono in strada
Indipendentemente da ciò che è successo a Roma a causa dei soliti infiltrati, i media stanno quasi minimizzando la portata mondiale della (a che mi risulta) PIU' GRANDE MANIFESTAZIONE DI DISSENSO da parte dei popoli a sistemi di governo tra loro differenti,e al sistema finanziario mondiale che questi hanno non solo permesso,ma anche difeso.

L'estensione è qualcosa di mai visto prima: 1 - 2 - 3

Per quanto mi riguarda questa è una schiacciante conferma di una verità Biblica:

"l’uomo ha dominato l’uomo a suo danno" (Ecclesiaste 8:9)

"Non appartiene all’uomo che cammina nemmeno di dirigere il suo passo" (Geremia 10:23)

L'incapacità degli esseri umani di governare i propri simili è quantomai palese.
Ma sembra che pochi se ne rendano conto.

"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
kent12
Inviato: 16/10/2011 21:51  Aggiornato: 16/10/2011 21:51
So tutto
Iscritto: 16/10/2011
Da:
Inviati: 1
 Re: Gli indignati scendono in strada
Sono assolutamente d’accordo con Mazzucco. Solo voltando le spalle al sistema, non supportandolo più lo possiamo abbattere. Anzi, così morirà da solo.
Non credo nelle manifestazioni, non credevo neanche in questa. L’ho vista dall’inizio su rai news. La rai è una tv pubblica? Schifo, schifo, schifo!!! Mi fate vomitare!!! L’informazione sulla protesta? Pari a zero! Forse per due ore hanno piazzato una telecamera fissa sul corteo e da quando erano cominciati gli scontri in via Labicana e poi a s.Giovanni non hanno fatto vedere altro. Ma quello che hanno fatto vedere e hanno dato pure la parola era Maurizio Landini (il sindacato degli schiavi). Gli indignados spagnoli non sono apolitici, non avevano chiuso le porte a tutti i partiti, sindacati e tutti coloro che hanno a che fare con questo sistema di m…a? Come mai che la tv “pubblica” ha fatto vedere svariate volte una marea di bandiere rosse con la falce, il martello e la scritta “comunisti”? Cosa ci facevano lì queste bandiere? Dopo ho visto il tg 1 e il tg 2 ed era la fotocopia di rai news. E tutti stanno dicendo che i “violenti” hanno rubato la scena ai “pacifisti”. Allora perché nessuno di quei bravi giornalisti, mentre stare in piazza s.Giovanni, non ha preso una di quelle caxo di telecamere e non è andato a seguire i “pacifisti” e interessarsi cosa hanno da dire? Rispondetevi da soli. Infine, lo sapete a chi hanno intervistato? I politici indignati!!! C’era pure Draghi e ha detto che “perdona ai Black Bloc”!!! Una barzelletta. Sono passate ormai 24 ore dall’inizio della manifestazione e qualcuno per caso ha sentito in tv parlare del perché c’è stata e cosa avevano da dire i manifestanti? Io no, ma ho visto che quando qualcuno ne voleva parlare o era stato messo a tacere, con la scusa che non c’entra niente, oppure il conduttore ha deviato subito la discussione.
Se i cosiddetti Black Bloc sono stati o no pagati dal sistema per distorcere l’attenzione dalla manifestazione poco importa. Anche io penso che era tutto programmato. Si sa e lo sanno benissimo anche LORO che ogni manifestazione – protesta del genere finisce con gli scontri. C’è sempre lo stesso scenario. Hanno fatto sì che gli scontri finissero lì dove doveva svolgersi la manifestazione. A chi è andato alla manifestazione voglio dire una cosa - vi hanno utilizzati tutti. I media, i partiti e i politici stessi. E ora vi stanno facendo il lavaggio di cervello e voi, da quanto leggo sui siti le opinioni della gente, continuate a fare il loro gioco. Proprio come fanno le tv e i giornali, anche voi non fate altro che focalizzarvi e parlare degli scontri. Ve lo sbattono in continuo davanti agli occhi per farvelo vedere e farvi credere che il VERO MALE E IL PERICOLO PER LA SOCIETA' E LA DEMOCRAZIA sono “gli incappucciati” e non la politica, la finanza e compagnia brutta. I partiti, di sinistra, infiltrandosi hanno utilizzato la manifestazione spacciandola per la loro o comunque volevano farvi credere che anche loro sono quelli “buoni” e fanno parte degli indignados. E i politici? Nelle interviste, parlando dei “pacifisti”, utilizzano un tono come quando si parla di bambini o di una persona, quale non si vuol far incazzare ancora di più di quanto non lo è già. Gli indignati per loro erano addirittura dei simpatici, brava gente, allegra. Come se la manifestazione fosse una festa e non una rabbia del popolo. Ma forse hanno ragione.

spettatore
Inviato: 16/10/2011 22:21  Aggiornato: 16/10/2011 22:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: Gli indignati scendono in strada
Altro piccolo spunto per riflettere...


http://scienzamarcia.blogspot.com/2011/10/dalla-presa-della-bastiglia-alla.html


Lo spettatore.

Ultimamente posto poco perchè c'è sempre Pike Bishop che, puntualmente, anticipa i miei pensieri.

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
PikeBishop
Inviato: 16/10/2011 22:51  Aggiornato: 16/10/2011 22:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
L'incapacità degli esseri umani di governare i propri simili è quantomai palese.
Ma sembra che pochi se ne rendano conto.


Da queste parti ("su di qui", Audisio! ) mi sembra che non siano cosi' pochi...

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
dr_julius
Inviato: 16/10/2011 23:33  Aggiornato: 16/10/2011 23:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: Gli indignati scendono in strada
due cose. anzi tre. cercherò la sintesi

1. concordo con chi diceva che il servizio d'ordine è a carico dei manifestanti. Lo ha detto persino Diliberto intervistato ieri sera a La7 (ore 21 circa). L'uomo avrà i suoi difetti, ma dice cose sensate.

2. da chi deve essere garantito il diritto di manifestare la propria opinione? dai manifestanti in autonomia ma anche dal garante dei singoli diritti dei cittadini?
cito una mail ricevutaCitazione:

15 OTTOBRE, RIFLESSIONI DI UN POLIZIOTTO pubblicata da (...) il giorno domenica 16 ottobre 2011 alle ore 18.11
Dopo la difficile giornata di ieri e una notte che avrebbe dovuto portare consiglio al risveglio mi trovo con le stesse convinzioni di ieri: in piazza San Giovanni è stata sconfitta la democrazia.
La rete mette a disposizione materiale su quello che è accaduto ieri, c’è l’imbarazzo della scelta: ci sono i violenti che devastano (minoranza) e le persone pacifiche (la maggioranza) che manifestavano e che cercavano addirittura di fermare i violenti. La condanna delle forme di violenza è alla base della civiltà e della convivenza e questo è il primo punto fermo; il secondo è la libertà di espressione e di manifestare nel rispetto della leggi, questo purtroppo non è avvenuto e la responsabilità va attribuita allo Stato che attraverso le sue Istituzioni non è riuscito a garantire lo svolgimento di una manifestazione.

Che senso ha criminalizzare il movimentismo? Chiedergli l’isolamento dei violenti? Il movimento esprime disagi, rappresenta problematiche che una classa politica vera ascolterebbe per trovare soluzioni attraverso soluzioni legislative. Il male superiore diventano le persone che scendono in piazza o quelli che approfittano di questi eventi per mettere in pratica violenze e devastazioni? Si rischia di trasformare le vittime in carnefici se si generalizza in modo superficiale. Perché le Istituzioni non riconoscono di aver fallito? L’ordine Pubblico di ieri è stato fallimentare e ha segnato una sconfitta per tutti noi.

Ieri se non fossi stato di servizio avrei partecipato con mio figlio, qualcuno forse può darmi del violento o tacciarmi per uno che non contrasta la violenza? La città era blindata, gli uffici periferici praticamente chiusi per aver fornito uomini e mezzi all’emergenza della capitale e il risultato è sotto gli occhi di tutti; che l’apparato della sicurezza non ha funzionato è evidente come il fallimento di una sistema che si limita a blindare senza prevenire.

I modelli di ordine pubblico non si creano con un giorno ma se per anni si svuotano di significato gli apparati investigativi (con tagli o continui prelievi per pattuglioni e ordine pubblico) resta solo il modello “militare” fatto di un’enorme “fanteria” dislocata per strada senza una preparazione adeguata e senza equipaggiamenti.
Ieri ero con altre decine di colleghi in piazza del parlamento, la stragrande maggioranza non aveva esperienze di Ordine Pubblico, personale preso in ogni ufficio per fronteggiare il grande evento, siamo stati schierati e pronti ad intervenire dalle 13 fino alle 22 potendo fruire del solo sacchetto vitto delle 13 e senza altro fino alle 23.00 (inizio servizio alle 11,30 e fine servizio ore 23.00), un fallimento anche dell’organizzazione interna che continua a non rispettare i lavoratori di polizia, i loro contratti e la loro dignità professionale.

Il modello “militare” era stato applaudito in occasione del 1° Maggio (nonostante violazioni contrattuali nei confronti dei lavoratori di polizia) e ierii invece si è dimostrato fallimentare, come lo era stato il 14 dicembre, evidentemente perché lo stesso modello non può essere applicato per il black bloc e per i pellegrini. Oggi molti dei colleghi coinvolti negli scontri saranno nuovamente impiegati per garantire l’ordine pubblico allo stadio, ragione in più per ritenere questo modello non più accettabile anche per limiti operativi evidenziati e per la mancanza di rispetto per i lavoratori di polizia.

Noi che facciamo sindacato e conosciamo i meccanismi interni le pecche di un modello militare che è solo scenico, dove la preparazione e la professionalità sull’ordine pubblico sono subordinate alla “scenografia”. Quando poi si creano situazioni di guerriglia urbana è difficile tenere la situazione sotto controllo, se non si riesce a prevenirle dopo diventa difficile, se non impossibile, gestirle. In altre occasioni si è bonificato il percorso, sono stati tolti i cassonetti e sigillati i tombini proprio per prevenire incendi e la possibilità di alzare barricate.

Un modello diverso di società e un diverso modello di ordine pubblico sono alla nostra portata o resteranno un’utopia? Lo squallore peggiore continua a fornirlo gran parte della classe politica che sta esasperando il paese con la loro politica di macelleria sociale, con manovre economiche che non intaccano ricchezze e privilegi ma affamano le persone e che si presenta in tv a commentare e strumentalizzare proteste legittime e pacifiche nella stragrande maggioranza, incapace di comprendere che alla base di tutto ci sono loro e della loro incapacità di governare nell’interesse pubblico. Oggi proporranno inasprimenti delle pene, nuove compressioni dei diritti individuali facendo finta di non capire che la sicurezza urbana, che loro continuano a tagliare, non si esaurisce con il contrasto alla prostituzione ma passa per tutte le libertà, anche quelle di scendere in piazza per poter esprimere le proprie idee.

di Mirko Carletti
*Mirko Carletti è poliziotto e sindacalista del Silp Cgil


3. la manifestazione in piazza oggi in Italia è inutile. I politici sono mediamente talmente "prezzolati" e "corrotti", che sperare che un numero sufficiente di costoro si vergogni e si ravveda è totalmente ingenuo. Questi votano perfino per non arrestare i delinquenti. Questi cambiano le leggi per favorire la fuga degli imputati. (non dico tutti, non proprio tutti, ma con la minoranza in Parlamento non incidi su nessuna decisione)
Le possibilità alternative quindi sono:
a- rivoluzione / colpo di stato del popolo indignato. Nella storia le rivoluzioni del popolo non hanno mai funzionato. oppure c'era dietro qualcuno. In Italia non c'è mai stata una rivoluzione, una vera e propria. Non ci credo.
b- boicottaggio / disubbidienza civile. In due secoli li mettiamo in ginocchio! Basta costruire una economia di decrescita e di baratto, con auto-produzione di tutto quanto sia possibile e boicottando tutte le leggi che ostacolino la scelta di beni auto-prodotti. E' una strada lunghissima...
c- il soccorso esterno: tipo la rivoluzione indignata franco-iberica che viene a liberarci. (fanta-politica)
d- la conquista indignata del potere dal basso. prima i Comuni, poi le Regioni infine lo Stato. Con una democrazia partecipativa diretta che discute e "scala" le scelte locali fino ad estendere la propria giurisdizione. Ha un nemico certissimo: la pigrizia. Per decidere occorre scegliere e per scegliere occorre conoscere. I pigri non si informano.

...

Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
marius
Inviato: 16/10/2011 23:33  Aggiornato: 16/10/2011 23:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/2/2007
Da:
Inviati: 36
 Re: Gli indignati scendono in strada
La piazza di ieri é servita a chiedersi : 'Chi ha causato la crisi? Chi sta pagando?'
Domanda che in televisione o sui giornali non mi sembra che giri molto.
Ben venga la piazza se puó porre questa domanda pubblicamente.Anche se non offre una soluzione immediata.O le soluzioni che offre sono in fase teorica o di ipotesi di laboratorio ...o forse completamente sbagliate ..va bene lo stesso.
Poi in un periodo come questo dove i media sono conformisti e non si vede mai un cittadino in televisione in un qualsiasi programma, ora che dei cittadini si esprimono lasciamoli-ci esprimere .

giupir
Inviato: 17/10/2011 1:48  Aggiornato: 17/10/2011 1:48
So tutto
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 19
 Re: Gli indignati scendono in strada
DUBLEFACE
...molte cose sono state dette, altre urlate, e se pure con delle sfumature tutte (o quasi) parzialmente condivisibili.
Personalmente non ritengo giusto leggere dei commenti o risposte ad essi che esprimano giudizio diretto a persona, in quanto le opinioni sono del tutto personali, e siccome nessuno ha la verità assoluta esprime un suo punto di vista personale dopodichè sta a chi legge valutare e condividere o meno, del tutto o in parte ciò che viene espresso.
Ognuno di noi esprimendo un parere su un evento come quello di Genova di Roma o su altri eventi, raggiunge lo scopo solo se quello che dice ci induce a riflettere, non necessariamente chi esprime un parere lo fa per attirare le simpatie di chi la pensa come lui.
... Comunque raccolgo volentieri il consiglio che Massimo Mazzucco a proposto, e vi invito a valutare la possibilità di unire i pensieri per un cambiamento reale.
Visto che l'alta finanza di oggi appoggiata dagli attuali governi, e condivisa da gran parte del mondo delle grandi industrie, Ha creato questi disagi, propongo di adottare il rifiuto civile.
Come?
Loro temono solo una cosa la negazione del nostro denaro!
Le valute dei paesi sovrani erano arrivate al capolinea, ecco che nasce l'euro, oggi con la globalizzazione attuale anche l'euro e stato sostituito!
Come non lo sapete? hanno già presentato le nuove monete uniche mondiali!!!
Cito il rasoio di Occam
... A parità di fattori la spiegazione più semplice è
da preferire » ...

schukran
Inviato: 17/10/2011 2:01  Aggiornato: 17/10/2011 2:01
So tutto
Iscritto: 8/10/2011
Da:
Inviati: 6
 Re: Gli indignati scendono in strada
Cerco di raccogliere l'invito di Massimo Mazzucco esplicitato nell'appello a unire le tempie.

Da tempo rifletto su un'idea: realizzare un movimento intelligente, costruito sullo scambio di opinioni in rete. Opinioni costruttive, proposte reali, con un programma trasparente, preciso, in grado di fare delle proposte serie e veramente alternative allo squallore che ci viene propinato quotidianamente. La rete mi ha fatto capire che non tutto è perduto, che esistono menti brillanti, che unite potrebbero portare nuova luce su questo mondo. E allora perchè non riunire queste menti, perchè sprecarle nella solitudine di un'azione individuale. La rete, potrebbe essere sfruttata per rappresentare una reale democrazia? E' possibile la formazione di un movimento che dal libero confronto tragga le giuste indicazioni per la realizzazione di un programma onesto di governo?
Io credo che le potenzialità siano enormi, ma non sono sicuro che le si potrà sfruttare ancora a lungo.

iosogigi
Inviato: 17/10/2011 2:33  Aggiornato: 17/10/2011 2:35
So tutto
Iscritto: 12/8/2008
Da:
Inviati: 22
 Re: Gli indignati scendono in strada
facile andare in piazza e prendersela coi "politici" per la crisi economica,
piu' difficile comprare solo cio' che ti puoi permettere, senza fare un mutuo per comprarti l' i-phone.

facile andare in piazza e prendersela coi "politici" per le guerre nel mondo,
piu' difficile usare mezzi non energivori e non spendere 300 euro al mese di benzina.

facile andare in piazza e prendersela coi "politici" per la malainformazione,
piu' difficile buttare la tele dalla finestra e cercare una informazione libera.

Potrei continuare, ma quello che voglio dire e' che il cambiamento, o miglioramento, deve venire SOLO da NOI.

Troppo facile lamentarsi col politico in carica, e poi continuare ad alimentare il sistema del debito, delle guerre, della malainformazione, dell' inquinamento, del consumismo, ogni giorno della tua vita.

Se te la prendi coi politici, o addirittura si riesce anche a cacciarli via a calci in culo, sarebbe una gran bella soddisfazione.
Ma rimarebbe solo una soddisfazione, in quanto I VERI POTENTI, ci metterebbero poco tempo a rimpiazzarli e a ritornare alle stesse condizioni.

Finche' noi saremo cosi' tanto energivori, cosi' tanto consumatori, cosi' tanto disinformati, etc etc, LORO avranno SEMPRE pane per sfamarsi, e quindi potere per comprarsi la classe politica.

LUSSU
Inviato: 17/10/2011 2:55  Aggiornato: 17/10/2011 2:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/6/2011
Da: Sardegna
Inviati: 32
 Re: Gli indignati scendono in strada
Se Benedetto XVI fa appelli contro la violenza un motivo ci sarà, dopo lo scempio fatto contro la statua della Madonna, anche la chiesa ha recepito che l'oro di Città del Vaticano potrebbe essere in pericolo. Bastano una 50-ntina di questi ragazzini per demolire San Pietro, e buttare nel cesso 2000 anni di arrampicate sugli specchi.

Il video della distruzione della statua (classificato sempre come atto deplorevole):

http://www.youtube.com/watch?v=VSLM8rhgTqc


Ma più in generale quanto verificato in Italia (diversamente dagli altri paesi) dimostra che nella patria della pizza e del mandolino, la gioventù geneticamente modificata e completamente restia ad essere comandata a bacchetta. Che tutto se ne dica, molti dei cosidetti black-bloc non erano per niente addestrati. Molti di loro seguivano una parte istintiva (seppur sempre organizzata) proveniente dal proprio animo ribelle.

Credo che i fatti verificatisi ieri siano solo l'aperitivo (non me lo auguro, spero anche nei vecchi) di quello che possa succedere nei prossimi anni o mesi. Al sicuro non pensino di essere i politici, giornalisti, magistrati, preti, avvocati, grossi imprenditori..., il rischio di prendersi una palla in fronte aumenta in modo probabilistico, e per tutti. A meno che non si scelga di vivere barricati in casa per il resto dei giorni.

In una situazione di questo tipo, la vita sociale in piena metamorfosi si presta ad essere veramente drammatica.

Una soluzione preventiva al caos secondo loro sarebbe quella di mettere mano all'articolo 21 della costituzione, oppure di reintrodurre pene severissime come la pena di morte, in prospettiva di una futura dittatura di Bruxelles. Niente di più assurdo, il popolo italiano non è come gli altri, difficilmente potrà sottostare a decisioni così nazifasciste. Quella di ieri era una giornata che dimostra che nei giovani seppur influenzati dalla globalizzazione cova (seppur inconscio) uno spirito ribelle ed anarchico che lo porta ad uscire dal sonno nei momenti meno sperati.

Come è possibile fare una Rivoluzione in questo paese senza la violenza. Contrariamente a molti dei "perbenisti indignados" che hanno preso parte alla manifestazione, e che pensano che la Rivoluzione vada fatta scendendo in strada in pantofole, rispondo, che si vadano a vedere quello che hanno fatto i tunisini e che stanno tuttora facendo, per guadagnarsi qualche briciola di pane. La verità è che questi (come anche io daltronde) non ne hanno mai fatta una di Rivoluzione, e purtroppo da come parlano non sanno neanche quello che dicono. Essa va progettata da zero, e coloro che possono farla sono soltanto i giovanissimi, come a loro piace e senza strumentalizzazioni.

Dunque abbasso queste vomitevoli iniziative pilotate degli indignados che fanno cagare, e che fanno fare solo alcune risate a pedofili-banchieri come Mario Draghi, e gli permettono di rilasciare a mezzo stampa dichiarazioni di solidarietà, come se fossimo persone con la lebbra.

Largo ai giovani dunque non guardate in faccia nessuno........

mangog
Inviato: 17/10/2011 7:37  Aggiornato: 17/10/2011 8:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:

Autore: Pyter Inviato: 16/10/2011 14:21:18

Un'altra occasione persa.

Speriamo nella prossima, ma ormai non nutro speranze.

Mi chiedevo come fosse possibile che migliaia di manifestanti, figli dell'Homo homini lupus, si siano lasciati sfuggire ancora una volta l'occasione di schiacciare poche centinaia di blecbloc come dei vermi.



Invece è possibile.... bastano poche centinaia di criminali con mazze e coltelli che lanciano sassi ed altri oggetti e la gente scappa.. anzi si ammazza pur di scappare. Scene del genere si ripetono ogni settimana in moltissime città italiane durante le partite di calcio.
Quello che mi stupisce è l'età degli arrestati ( stanno diventando un problema sociale e di dis-ordine pubblico i ragazzini Italiani.. oltre ad essere pochetti per via della denatalità, sono inclini alla vioelnza organizzata - vedi le baby gang- come se fossero cresciuti nei sobborghi di Los Angeles.. troppi telefilm di hollywood e stupidaggini rap ed il risultato lo abbiamo visto sabato.. è proprio sfigata la generazione dei teenager..... non ha nemmeno il piacere di un sottofondo musicale decente..).. negli anni 60 e 70 il cattivo maestro aveva fiuto particolare per i 20enni e 25enni dalle menti confuse ora hanno spostato la mira ai 15enni e 17enni.
Tra 20 anni i criminali dei blebloc avranno 10 anni...
D'altronde oggi le bambine vogliono giocare a far le zoccole a 10-12 anni lascando da parte barbie e cicciobello.... ed è plausibilissimo un blebloc di 11 anni ( che fa i capricci tirando i san pietrini ) tra qualche anno.

LoneWolf58
Inviato: 17/10/2011 9:01  Aggiornato: 17/10/2011 9:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Gli indignati scendono in strada

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Supernova
Inviato: 17/10/2011 9:10  Aggiornato: 17/10/2011 9:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 1/1/2006
Da:
Inviati: 156
 Re: Gli indignati scendono in strada
Macchè infiltrati, erano terroristi NO TAV! Che aspettiamo a bombardare la Val di Susa??? Sporco covo di terroristi che rifiuta la civiltà moderna.

http://www.tgcom.mediaset.it/cronaca/lazio/articoli/1024769/roma-i-violenti-addestrati-in-val-di-susa.shtml




IMO

Non dico he tutti i black block sono carabinieri travestiti, però verosimilmente basterebbero pochi agenti specializzati che riuniscano ed organizzino la feccia della società per usarli quando servono, quindi è normale che ci siano "normali" ragazzini e ragazzi violenti tra i black block, ricordiamoci che le teste di cazzo sono sempre esistite e sempre esisteranno e che da queste manifestazioni di violenza è lo stato che poi ci guadagna....

Non vi è differenza fra illusione e realtà per chi la sta vivendo.
Tuttle
Inviato: 17/10/2011 9:32  Aggiornato: 17/10/2011 9:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Ecco i giovani black bloc...


Quindi devo dedurre che 4 panzoni (che fra l'altro non stanno facendo una ceppa...) col casco sono sinonimo di infiltrati dei servizi segreti deviati. E vabè...si imparano un sacco di cose...

Il cherry picking da te non me lo aspettavo...

Questi invece?

http://video.corriere.it/scontri-san-giovanni-sassaiola/9b1dc914-f762-11e0-9ce3-b3213c3a5a87


Tuttle
Inviato: 17/10/2011 9:36  Aggiornato: 17/10/2011 9:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
TUTTLE per essere uno furbo e scafato ....farsi un'idea su quello che passa in TV, su questo genere di cose ancor di più, fa sorridere.....eddai!!!


Tu invece "l'idea" come te la sei fatta?

LoneWolf58
Inviato: 17/10/2011 9:49  Aggiornato: 17/10/2011 9:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Autore: Tuttle Inviato: 17/10/2011 9:32:08
...
Quindi devo dedurre che 4 panzoni (che fra l'altro non stanno facendo una ceppa...) col casco sono sinonimo di infiltrati dei servizi segreti deviati...


A) Le prime ricostruzioni degli investigatori parlano di giovanissimi guidati da una regia di anziani e allenati agli socntri durante le violenze in Val di Susa. Lungo il percorso sacchi bianchi con dentro armi

B)
Ti ricorda nessuno quello che sta "facendo una ceppa" la in fondo... col panzone?

c) G8 - NOTAV - Manifestazione Piazza Navona etc...

A + B + C = ?!

Se non sono deviati... sono sicuramente "incapaci" o sbaglio?

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Tuttle
Inviato: 17/10/2011 9:55  Aggiornato: 17/10/2011 9:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Gli indignati scendono in strada
@ LoneWolf

Francamente continuo a non capire cosa vuoi dire.

Ho letto l'articolo del Fatto...

Citazione:
E la galassia black bloc che emerge da arrestati e denunciati è inedita, per l’alto numero dei minori e la significativa presenza di donne. Liceali, ragazzini, sono stati loro l’ ‘animà degli scontri, tutti fermati con fumogeni, spranghe e maschere antigas, usate per difendersi dai lacrimogeni e rendersi irriconoscibili. Pronti a muoversi ad un cenno dei capi, più grandi e a volto scoperto, strateghi e mai soldati, ma avvezzi alla guerriglia tanto da far partire blitz devastanti solo con un cenno. Ma tra arrestati e denunciati ci sono anche ‘espertì della piazza, con un curriculum penale di tutto rispetto, entrati in azione durante altre manifestazioni e con precedenti specifici: come un ventunenne anarchico di Lecce, studente a Bologna, fermato ieri dalla Digos in via Merulana; un giovane di 22 anni già denunciato per aver preso parte ad un rave in passato, una ragazza romana di 29 anni; un ragazzo di 21 anni di Brindisi, un catanese di 23 anni e un giovane di Trento. I più grandi, esperti di tattica e violenza urbana, e i giovani, armati di rabbia e incoscienza. Una miscela esplosiva che ieri ha incendiato Roma.


Mi dici cosa c'è di diverso da quel che vado dicendo dal mio primo post qui dentro?

mangog
Inviato: 17/10/2011 10:00  Aggiornato: 17/10/2011 10:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:

Autore: Tuttle Inviato: 17/10/2011 9:55:56

@ LoneWolf

Francamente continuo a non capire cosa vuoi dire.



Probabilmente vuole insinuare che oltre essere sempre presente davanti al fotografo ( indizio che vale quanto? ).. ha il pancione tipico del poliziotto panzone di Brunetta ( ma non doveva stare in ufficio? ).
Comunque i liceali panzuti non sono una rarità.. ( negli anni 60 l'obesità giovanile era scarsa.. I Ferrara erano mosche bianche ).

LoneWolf58
Inviato: 17/10/2011 10:05  Aggiornato: 17/10/2011 10:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Autore: Tuttle Inviato: 17/10/2011 9:55:56
...
Francamente continuo a non capire cosa vuoi dire.
Non so tu... ma io continuo a dire quello che ho già detto (vedi il post in cui ti ho dato del fascista :P)
Secondo te il 9/11 i pilota dei caccia USA erano dei collusi o dei venduti?
Chi non ha fatto intervenire le FF.OO. per bloccare ed identificare le persone con casco e mefisto?

Chi ha schierato le FF.OO. senza mezzi antisommossa? hai visto qualche idrante?

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Tuttle
Inviato: 17/10/2011 10:12  Aggiornato: 17/10/2011 10:12
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Non so tu... ma io continuo a dire quello che ho già detto (vedi il post in cui ti ho dato del fascista :P) Secondo te il 9/11 i pilota dei caccia USA erano dei collusi o dei venduti?


Ancora con sta roba. Ma non è che pensi che io sia un cerebroleso che filtra tutta la sua esistenza in base al Pentagono? No...dimmi che non lo pensi!

Non vedo il nesso francamente...:)

Citazione:
Chi non ha fatto intervenire le FF.OO. per bloccare ed identificare le persone con casco e mefisto?


La responsabilità può essere applicata al PRE-Manifestazione (ma il mefisto lo puoi benissimo indossare e levare a piaceimento...), non al durante. O non vorrai dirmi che dovevano mettersi ad arrestare gli incappucciati DURANTE la sassaiola...

Citazione:
Chi ha schierato le FF.OO. senza mezzi antisommossa? hai visto qualche idrante?


Cioè non hai visto i blindati e gli idranti della celere?

Ma non è che eri sintonizzato con il TG1?

LoneWolf58
Inviato: 17/10/2011 10:34  Aggiornato: 17/10/2011 10:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Gli indignati scendono in strada

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Tuttle
Inviato: 17/10/2011 11:03  Aggiornato: 17/10/2011 11:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Non se sei in un luogo pubblico... figuriamoci in quella situazione.


Qual'è il problema. Hai una sciarpetta? Te la tiri giù o te la porti attorno al viso. Keffia? Idem. Mefisto? Uguale...

Il casco? Lo mettono anche i cineoperatori, fotografi e assistenti al seguito. Che facciamo..arrestiamo anche loro?

Continuo a non vedere il "core" della questione. Anzi non vedo nemmeno la questione.

Vuoi dirmi che le forze dell'ordine hanno avuto delle responsabilità? Beh ma lo dicono loro stessi per voce dei rappresentati sindacali...lamentando l'impossibilità di agire più duramente o di eseguire rastrellamenti ed incarcerazioni preventive...

Ma sbaglio o quando venne proposta la legge speciale sugli arresti preventivi vi fu un insurrezione popolare contro la nuova deriva fascista??

O veramente pensi si possano mettere in atto azioni di rastrellamento POST o DURANTE gli scontri?

C'è molta confusione...

peonia
Inviato: 17/10/2011 11:05  Aggiornato: 17/10/2011 11:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Gli indignati scendono in strada
TUTTLE IO HO VISTO DELLE FOTO IN CUI UN UOMO IN BORGHESE STA ACCANTO AI BLACK BLOCK CHE SFASCIANO LE VETRINE E GUARDA AVANTI COME A CONTROLLARE E POI LO STESSO STA IN ALTRA FOTO IN MEZZO AI POLIZIOTTI, O CARABINIERI NON SO, IN TENUTA ANTISOMMOSSA. CASUALITA'!?
INSISTI EH.....
SE MI DITE COME SI POSTANO LE FOTO LE METTO!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Tuttle
Inviato: 17/10/2011 11:09  Aggiornato: 17/10/2011 11:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
TUTTLE IO HO VISTO DELLE FOTO IN CUI UN UOMO IN BORGHESE STA ACCANTO AI BLACK BLOCK CHE SFASCIANO LE VETRINE E GUARDA AVANTI COME A CONTROLLARE E POI LO STESSO STA IN ALTRA FOTO IN MEZZO AI POLIZIOTTI, O CARABINIERI NON SO, IN TENUTA ANTISOMMOSSA. CASUALITA'!? INSISTI EH..... SE MI DITE COME SI POSTANO LE FOTO LE METTO!


Peonia stai calma e leva il CAPS LOCK!

Io non sto insistendo su nulla, semmai il contrario.

Ho visto quella foto quindi? Ma anche se fosse un agente della Digos (e lo devi dimostarre) che vuoi comunicare? Che la Digos infiltra agenti?

MA VA??

Sto dicendo tutt'altra cosa...ma a quanto pare appena qualcuno non tira fuori la bandierina tremano le ginocchia...

peonia
Inviato: 17/10/2011 11:14  Aggiornato: 17/10/2011 11:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Gli indignati scendono in strada
Allora Tuttle dimmi come è sta cosa. Tutto il web si scatena alla rice4rca di individuare chi sia l'uomo cerchiato in rosso su molte foto....ed esce oggi questo, dal Tempo|!

http://www.iltempo.it/politica/2011/10/17/1293742-uomo_nero.shtml?refresh_ce


poi un utente sempre del tipo delle foto afferma: è un poliziotto, si chiama Stefano Cacciatori........


che ne pensi?


io andrei a cercarlo, chiedendo di lui, se sapessi dove recarmi, per guardarlo in faccia e capire chi mente!

edit:leggo ora:
RAI 3 SPECIALE PRESA DIRETTA "SMASCHERA" GLI INCAPPUCCIATI NERI, FILMANDO DIVERS...I TATOO "S.P.Q.R." CHE SIMBOLEGGIA GRUPPI DI ESTREMA DESTRA ROMANA BEN NOTI AD ALEMANNO, LA RUSSA E I "BLA BLA BLA" DI GOVERNO E DI DIVISA CHE HANNO SABOTATO LA MANIFESTAZIONE!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Tuttle
Inviato: 17/10/2011 11:21  Aggiornato: 17/10/2011 11:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
allora Tuttle dimmi come è sta cosa. Tutto il web si scatena alla rice4rca di individuare chi sia l'uomo cerchiato in rosso su molte foto....ed esce oggi questo, dal Tempo|! http://www.iltempo.it/politica/2011/10/17/1293742-uomo_nero.shtml?refresh_ce poi un utente sempre del tipo delle foto afferma: è un poliziotto, si chiama Stefano Cacciatori........ che ne pensi? io andrei a cercarlo, chiedendo di lui, se sapessi dove recarmi, per guardarlo in faccia e capire chi mente!


Quindi?

Mi pare evidente. E' Fabio di Chio.

E allora?

peonia
Inviato: 17/10/2011 11:25  Aggiornato: 17/10/2011 11:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Gli indignati scendono in strada
Allora andrò al Giornale il Tempo a cercare Fabio Di Chio per guardarlo in faccia....
e poi ti dirò, intanto cercando il nome nelle immagini esce fuori questo, che non è detto sia lui, ma potrebbe, forzando somigliarle molto....ma certamente non è quello della foto

http://www.facebook.com/people/Fabio-Di-Chio/1388104895

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Tuttle
Inviato: 17/10/2011 11:28  Aggiornato: 17/10/2011 11:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Allora andrò al Giornale il Tempo a cercare Fabio Di Chio per guardarlo in faccia.... e poi ti dirò


Ma LOOOOOL

Cioè secondo te il vero Fabio di Chio del Tempo non esiste? Ma scrive da eoni sul Tempo!!!

O vuoi dire che è stato fatto sparire e sostituito con il falso Fabio di Chio?

O che il vero Favio di Chio ha lasciato che qualcuno si spacciasse per lui?

Daje Peonia, sei molto più intelligente di così!

peo2001
Inviato: 17/10/2011 11:35  Aggiornato: 17/10/2011 11:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/8/2007
Da:
Inviati: 65
 Re: Gli indignati scendono in strada
Vorrei andare un attimo contro corrente: il buonismo di "stare sempre dalla parte delle forze dell'ordine" non mi convince.

Le forze dell'ordine sono quelle che quotidianamente dovrebbero aiutarti a vivere la società secondo le sue regole. Sarebbero quelle persone "amiche" alle quali rivolgerti quando hai un problema. Quelle persone che ti convincono che rispettare le regole è utile e vantaggioso. Quelle persone che ricordano a chi non vuole rispettare le regole che una collettività intera non li accetta e li combatte.

Quelli vestiti da robocop, col manganello impugnato al contrario non sono forze dell'ordine.

Sono picchiatori assoldati per l'unico lavoro che sanno fare: picchiare.

Non sono padri di famiglia che portano il pane a casa. Nessuno che io conosca accetterebbe, per lavoro, di picchiare la gente. Ne' di addestrarsi per trovarsi in situazioni in cui è necessario farlo. Non c'è tanta distanza fra la manovalanza camorristica e questa gente. Se non il datore di lavoro che ne legittima e ne legalizza la violenza.

E' da questo presupposto che nasce la consecutio logica che anche gli altri picchiatori, muniti degli stessi caschi e degli stessi passamontagna, ma con la divisa di un colore diverso, in realtà siano molto vicini ai picchiatori legalizzati di matrice statale.

Per il resto condivido. Queste manifestazioni sono inutili se non hanno un obiettivo preciso. Ieri si sarebbe potuto manifestare, che so, per la statalizzazione delle banche, ad esempio... almeno sarebbe stato un argomento di riflessione.

LoneWolf58
Inviato: 17/10/2011 11:49  Aggiornato: 17/10/2011 11:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Autore: Tuttle Inviato: 17/10/2011 11:03:03
...
Qual'è il problema. Hai una sciarpetta? Te la tiri giù o te la porti attorno al viso. Keffia? Idem. Mefisto? Uguale...
Hai letto il testo dell'articolo?... intanto ti identifico ed eventualmente ti sequestro casco e mefisto keffia o quantaltro... poi stiamo a vedere...

Non c'è bisogno di arrivare all' "arresto preventivo" per prevenire la violenza.

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Tianos
Inviato: 17/10/2011 11:53  Aggiornato: 17/10/2011 11:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/8/2009
Da:
Inviati: 374
 Re: Gli indignati scendono in strada
porto la mia lancia sulla tesi degli infiltrati, non ho prove ma un semplice ragionamento per cui molti diranno si! i .B.B sono infiltrati.
cominciamo con l'impersonarci in un violento e facinoroso...noi che non siamo violenti e facinorosi (per ora) .
premeditate la violenza...andate ad un corteo, per questo per cercare di sfogare e far capire che le cose sono sbagliate, tanto che preparate caschi , molotov, bandane per coprirvi ecc ecc.
Insomma si pianifica:
ora voi B.B che avete preparato e pianificato ciò che vi serve non pianificate gli obbiettivi da colpire?!
e in un corteo a Roma, volendo colpire e far capire chi sbaglia e dargli una dura lezione, che fate date fuoco al bidone della spazzatura e all'auto del proprio vicino?
qual'e? il primo obbiettivo verso cui sfoghereste la vostra rabbia in ogni modo.
ghghg suvvia in molti hanno un sol posto che vien subito alla mente, pieno di gente che ha permesso (se non creato ) tutta questa situazione per i propri interessi personali.
ma che strano li non si ci arriva mai ^^

peonia
Inviato: 17/10/2011 11:54  Aggiornato: 17/10/2011 11:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Gli indignati scendono in strada
Dopo gli inganni perpretrati ai ns danni, non mi stupirebbe tanto.
si sta parlando di fascisti infiltrati e di un giornale fascista con un giornalista probabilmente fascista......
e poi CUI PRODEST???? sarò stupida ma io non ci credo!!!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Tuttle
Inviato: 17/10/2011 12:02  Aggiornato: 17/10/2011 12:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Hai letto il testo dell'articolo?... intanto ti identifico ed eventualmente ti sequestro casco e mefisto keffia o quantaltro... poi stiamo a vedere... Non c'è bisogno di arrivare all' "arresto preventivo" per prevenire la violenza.


In che fase procedi al blocco e all'identificazione? Dentro alla manifestazione? Prima? Dove? Come?

Io arrivo e tengo un casco nel braccio e un mefisto nelle mutande. Che faccio mi spoglio? Oppure arrivo bellino bellino, vestito con magliettina bianca e jeans - tutto sbarbato, e tengo il materiale d'assalto dentro ad un mezzo parcheggiato in un punto strategico al quale si arriverà solo durante il corteo, con la ressa di persone a 20cm l'una dall'altra. Come fai?

Come dovrebbe funzionare secondo te?

Mettiamo ci siano 500 cazzoni, pronti a fare casini, separati in 5 gruppi da 100, in varie parti del corteo (all'interno, agli estremi ed in alcune zone limitrofe al corteo), con diverse postazioni di rifornimento armi. Tubi...bombette carta, mefisiti e quant'altro....

Come procederesti? Fai dei tornelli ogni 100 metri? Fai penetrare il corteo dagli agenti, corpo a corpo?

Chiedo per pura curiosità eh...

alexg
Inviato: 17/10/2011 12:17  Aggiornato: 17/10/2011 12:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/5/2006
Da: Sybar
Inviati: 179
 Re: Gli indignati scendono in strada
Ah il baco... sempre il baco... continuiamo a cascarci?
Si, purtroppo.

Ci sono due errori che si possono fare lungo la via verso la verità...non andare fino in fondo, e non iniziare.

"Democrazia" è due lupi e una pecora che decidono ai voti cosa mangiare.
"Libertà" è la pecora ben armata che contesta il voto.
haldir
Inviato: 17/10/2011 12:18  Aggiornato: 17/10/2011 12:18
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/5/2006
Da:
Inviati: 51
 Re: Gli indignati scendono in strada
il casco volendo te lo metti nello zaino e parti. Durante il corteo lo tiri fuori e vai.

controlli preventivi per una manifestazione non ne puoi fare.
l'accesso è libero, che fai ti metti a perquisire tutti? tutti gli zaini e le borse?

siamo seri..

una soluzione ci sarebbe. invece dei cortei... sit in e occupazione delle piazze.

FreeBird
Inviato: 17/10/2011 12:27  Aggiornato: 17/10/2011 12:27
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/1/2008
Da:
Inviati: 148
 Re: Gli indignati scendono in strada
Ero presente alla manifestazione sabato,precisamente ero in testa al corteo e sono arrivato in piazza San Giovanni ritrovandomi esattamente sotto gli scontri,scene da mettere i brividi ragazzi.

Citazione:
Chi ha schierato le FF.OO. senza mezzi antisommossa?

Non so quali scontri tu abbia visto,io ovunque mi girassi vedevo polizia,carabinieri e qualcuno della finanza con corazze,manganelli,scudi,addirittura maschere antigas e fucili con fumogeni o lacrimogeni


Citazione:
hai visto qualche idrante?

Se ti interessa durante una carica, un'idrante sparato a 50 km/h verso la folla, con cannone ad acqua acceso, mi e' passato a neanche 10 metri.Erano presenti almeno tre modelli diversi di blindati,due dei quali con idranti singoli o doppi.

Citazione:
Quelli vestiti da robocop, col manganello impugnato al contrario non sono forze dell'ordine.

Come dovevano andare vestiti sapendo che tra qualche minuto sarebbero stati investiti da una pioggia di sanpietrini e presi a sprangate come una piñata?Col tutu?Un po' di realismo su'


Citazione:
Sono picchiatori assoldati per l'unico lavoro che sanno fare: picchiare. Non sono padri di famiglia che portano il pane a casa. Nessuno che io conosca accetterebbe, per lavoro, di picchiare la gente. Ne' di addestrarsi per trovarsi in situazioni in cui è necessario farlo.


Si eh?Io non riesco ad immaginare cosa sarebbe successo senza le forze dell'ordine quel giorno,probabilmente una Roma da ricostruire da zero.Poi da come parli sembra che il loro lavoro sia picchiare la gente a caso,ma stai tranquillo (e ci sono stati eventi quel giorno che lo dimostrano ,ma nessuno ne parla chiaramente) che se non lanci sassi,non bruci macchine e in generale ti fai una manifestazione tranquilla senza rompere i coglioni a nessuno,la polizia non ti carica.Molti agenti ci hanno confessato che se non fossero stati in servizio,quel giorno avrebbero partecipato assieme a noi alla manifestazione.

Per quanto riguarda gli infiltrati,ce n'erano come ce ne sono in qualsiasi manifestazione,nulla di anomalo,ma gli attacchi sono nati dai black bloc,c'e' poco da fare.Oh,non mi sembra una cosa cosi' aliena che quelli vengono alle manifestazioni solo per fare macello e trovare lo scontro con le forze dell'ordine,no?

Rickard
Inviato: 17/10/2011 12:32  Aggiornato: 17/10/2011 12:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:

una soluzione ci sarebbe. invece dei cortei... sit in e occupazione delle piazze.

Siamo a posto. Perché non il taglia-e-cuci ottocentesco, che fa tanto vintage?

Non capisco com'è che si è finiti a discutere dei metodi opportuni o inopportuni di orchestrare una manifestazione, quando anche una manifestazione perfettamente organizzata ed eseguita resta la cosa più inutile del mondo.

Come se dei carcerati disquisissero sul taglio ottimale delle divise delle guardie, credendo che ciò possa migliorare la loro condizione di carcerati.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
iosogigi
Inviato: 17/10/2011 12:33  Aggiornato: 17/10/2011 12:33
So tutto
Iscritto: 12/8/2008
Da:
Inviati: 22
 Re: Gli indignati scendono in strada
Ma ancora a scannarci e DIVIDERCI su black block, infiltrati, polizia, facinorosi etc etc?!?!?

Il nostro obiettivo dovrebbe essere UNICO e andare tutti nella stessa direzione!
L´obiettivo é SMETTERE DI ALIMENTARE IL SISTEMA. STOP!

Se continuate a discutere, bisticciare e andare uno contro l´altro, non fate altro che il gioco che LORO vogliono!
Chissenefrega se sono infiltrati o banditi!!
Chissenefrega della polizia!
Non possono costringerci (ancora) ad alimentare il sistema del debito, delle guerre, del consumismo, se noi non lo vogliamo!!

haldir
Inviato: 17/10/2011 12:34  Aggiornato: 17/10/2011 12:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/5/2006
Da:
Inviati: 51
 Re: Gli indignati scendono in strada
ciao Rickard
quale è la tua ricetta per manifestare dissenso?

LoneWolf58
Inviato: 17/10/2011 12:34  Aggiornato: 17/10/2011 12:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Autore: Tuttle Inviato: 17/10/2011 12:02:32
...
In che fase procedi al blocco e all'identificazione? Dentro alla manifestazione? Prima? Dove? Come?
Scusa ma a che servono le FF.OO.?! allora teniamole in caserma che risparmiamo gli straordinari.
L'intervento lo devi fare quando riscontri la violazione... non mi dire che non sanno come affrontare un centinaio di scalmanati? ad isolarli (visto che il corte li aveva già parzialmente isolati) e ad intervenire?! perquisizioni e cani non riescono a trovare orgini ordigni "molotov"... complimenti siamo messi proprio bene. Adesso comprendo perché solo in Italia...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
LoneWolf58
Inviato: 17/10/2011 12:39  Aggiornato: 17/10/2011 12:39
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Autore: FreeBird Inviato: 17/10/2011 12:27:12
...
Non so quali scontri tu abbia visto,io ovunque mi girassi vedevo polizia,carabinieri e qualcuno della finanza con corazze,manganelli,scudi,addirittura maschere antigas e fucili con fumogeni o lacrimogeni
Scusa Free non c'ero e quello che ho visto era parziale... comunque se leggi i miei post comprendi meglio la mia critica... Se erano schierati ed attrezzati perchè non sono intervenuti prima ad isolare certi elementi visto che erano in palese violazione dell'art.5 della Legge 152/1975?

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Tuttle
Inviato: 17/10/2011 12:46  Aggiornato: 17/10/2011 12:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Scusa ma a che servono le FF.OO.?! allora teniamole in caserma che risparmiamo gli straordinari. L'intervento lo devi fare quando riscontri la violazione... non mi dire che non sanno come affrontare un centinaio di scalmanati? ad isolarli (visto che il corte li aveva già parzialmente isolati) e ad intervenire?!


Frena LoneWolf!

L'unico modo per reprimere un attacco del genere è mettere in atto cariche molto consistenti e MOLTO aggressive. Significa fare muri di idranti e cariche da massacro.

Ripeto; hai visto il video che ti ho postato? Quello dove volano raffiche di sanpietrini?

Bene...hai riscontrato la violazione. Che fai? Cannoni? Lanciarazzi? Bazooka? Spari ad alzo zero? NNamo su!

Citazione:
perquisizioni e cani non riescono a trovare orgini "molotov"... complimenti siamo messi proprio bene.


Idem come sopra.

Dove fai le perquisizioni, quando e a chi?

Fai passare i cani dentro al corteo?

Guarda che il problema è serio e putroppo non esistono vie di mezzo. O ci si prende questo scenario, con teppisti che fanno quel che cazzo vogliono e un medio basso impatto da parte delle forze dell'ordine...oppure si pongono in essere leggi speciali che autorizzano le FF.OO. all'utilizzo della forza proporzionata all'attacco o al rischio di attacco.

Leggi "massacro", perché quando le FF.OO. si dimostrano molto aggressive gli stronzi infiltrati si mischiano maggiormente con la folla e allora son cazzi per tutti quelli che si troveranno sulla mira della celere.

peonia
Inviato: 17/10/2011 12:48  Aggiornato: 17/10/2011 12:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Gli indignati scendono in strada
Scusa Free ma io ho avuto diverse testimonianze, di un corteo pacifico prima che arrivasse lo squadrone.....esistono anche filmati su questo.

Sottopongo un articolo affinchè possiate capire il cui prodest e come è stato tutto ben orchestrato per sputtanare tutto!

Roma, 17 ott. (TMNews) - Perquisizioni e controlli nei confronti di presunti appartenenti all'area anarco-insurrezionalista sono in corso dall'alba di questa mattina in diverse province italiane. Si tratta di un'operazione congiunta svolta da polizia e carabinieri dopo le violenze scatentate nel corso della manifestazione degli "indignati" di sabato scorso a Roma. A Firenze sono stati fermati sei presunti anarco-insurrezionalisti, che erano a bordo di un furgone che rientrava da Roma. Sul mezzo sono state trovate maschere antigas e materiale utilizzato probabilmente durante gli scontri di sabato.

Intanto emergono particolari sui responsabili degli scontri. Black bloc addestrati in Val di Susa con i No Tav, mazze e bombe carta nascoste lungo il percorso: è quello che scrive oggi il Corriere della Sera che indaga sulla preparazione degli scontri che sabato hanno devastato il centro di Roma e messo fine alla manifestazione pacifica degli Indignati. Su Repubblica, intervista a un black bloc descritto come un precario di trent'anni, che parla "come uno che è in guerra" ma "la guerra l'hanno dichiarata loro": "abbiamo fatto il master in Grecia: per un anno, una volta al mese" sono andati in traghetto ad Atene a addestrarsi, "e i compagni ateniesi ci hanno fatto capire che la guerriglia urbana è un'arte in cui vince l'organizzazione" e "non è finita".

E dopo gli scontri e le devastazioni continua la polemica tra gli schieramenti politici. Il ministro degli Interni Roberto Maroni, che riferirà in Senato martedì, ha parlato di "rischio concreto che ci scappasse il morto" e ha promesso "punizioni esemplari" per i responsabili. Stessi toni da parte del ministro della Difesa Ignazio La Russa che ha affermato che "qualcuno cercava il morto". L'opposizione invece ha abbozzato un attacco al titolare del Viminale che nel giorno degli scontri si trovava a casa sua a Varese e da lì ha seguito gli eventi.

LE PERQUISIZIONI IN TUTTA ITALIA
Perquisizioni "mirate" nell'area anarco-insurrezionalista da parte della Digos in tutta Italia. A Roma dopo le devastazioni nella capitale, sabato scorso, riferiscono fonti investigative, si tratta di interventi "chirurgici" su persone già note alle forze dell'ordine per essere stati protagoniste di episodi simili in altre manifestazioni di piazza avvenute in passato.

Sono sei le perquisizioni svolte a Milano nei confronti di altrettanti appartenenti principalmente all'area anarchica ma anche a quella antagonista, che polizia e carabinieri sospettano possano essere tra i responsabili degli incidenti. Nell'abitazione di un giovane, poi accompagnato in caserma per firmare il verbale di sequestro, pare che i carabinieri abbiano trovato una bomboletta
di spray urticante, mentre la polizia ha sequestrato una fionda.

Anche a Napoli e provincia gli agenti della Digos stanno effettuando controlli in diverse abitazioni di persone ritenute vicine all'area antagonista alla ricerca di armi, oggetti
contundenti e materiale esplodente.

I VIOLENTI ADDESTRATI DAI NO TAV
Tornando al gruppo di "blocchi violenti" che ha causato gli scontri si tratta di "giovanissimi ma guidati da una precisa regia" secondo il Corsera che usa le fonti della polizia e dei carabinieri che tentano di ricostruire i nomi e l'organizzazione dei 500 violenti di Roma (gli arresti sono stati solo una decina). La maggioranza, scrive Fiorenza Sarzanini, è arrivata nella capitale sabato mattina; molti di loro "si sono addestrati con i No Tav in Val di Susa". I loro comportamenti sono studiati con filmati e testimonianze. Punto secondo, il materiale degli assalti: lungo il percorso della manifestazione erano state sistemate buste bianche di plastica che indicavano dove si trovano le mazze e le bombe carte da utilizzare contro le forze dell'ordine e sulle vetrine sfasciate. Ma negli zaini c'erano anche fionde, biglie e sassi. Punto terzo, l'uso di Internet: i giovani violenti si tengono in contatto via web.

Insomma secondo l'articolo una battaglia preparata con cura da giorni. C'erano, si prosegue, almeno due blocchi di violenti: uno all'interno del corteo, l'altro ha puntato direttamente su piazza San Giovanni, teorica meta della manifestazione (che si è sciolta molto prima, senza festa nè interventi dal palco preparato) e luogo invece dei peggiori scontri.

La media dei ragazzi coinvolti ha fra i 17 e i 25 anni. Manovrati forse dai più anziani con il progetto d far fallire la manifestazione pacifica, sottolinea il giornale. E l'ordine impartito dal questore Tagliente vieta di intervenire all'interno del corteo per non mettere a rischio l'incolumità dei manifestanti.

SCONTRO POLITICO
Sul fronte politico l'opposizione ha attaccato il governo alludendo alla necessità di un cambio di esecutivo, vista come chiave per risollevare il quadro anche sociale del Paese. "Maroni si assuma le sue responsabilità", è stato sottolineato dall'Idv. Per Roberto Menia del Fli i responsabili sono entrambi: "Maroni e La Russa". "I violenti girano per l'Italia indisturbati, il governo spieghi", ha chiesto il Pd che con il segretario Pierluigi Bersani ha sottolineato il rischio che alcuni "provocatori vogliono farci fare la fine della Grecia", per impedirlo "dobbiamo rimettere in cammino la dignità dell'Italia".

Da parte sua, il Pdl ha affondato il coltello nella vicinanza tra la piazza e la sinistra. Per il capogruppo del Pdl al Senato, Maurizio Gasparri, "le violenze sono alimentate da cattivi maestri". Il suo omologo alla Camera Fabrizio Cicchitto ha contestato le affermazioni di chi - come Nichi Vendola - ha sostenuto che ci sono stati "due cortei, uno dei black bloc e uno pacifico". Invece, "c'è stato un solo corteo - ha detto Cicchitto - da cui entravano e uscivano i violenti e gli organizzatori hanno chiuso gli occhi".


beh una bella sceneggiatura non c'è che dire......il film sarà un bufala ma intanto farà record di incassi!

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
haldir
Inviato: 17/10/2011 12:48  Aggiornato: 17/10/2011 12:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/5/2006
Da:
Inviati: 51
 Re: Gli indignati scendono in strada
se fossero intervenuti durante il corteo sarebbe stato un massacro.

in un'azione del genere avrebbero manganellato tutti anche noi poveri "ridicoli" manifestanti ( come "spesso" accade quando pochi provocano e poi
si nascondono in mezzo alla folla) e c'erano bambini anziani e disabili.

perspicace
Inviato: 17/10/2011 12:57  Aggiornato: 17/10/2011 12:57
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Gli indignati scendono in strada
Aspettate forse qui qualcuno non sa cos'è un black block ..

I black block sono quelle persone che manifestano contro un sistema che da più valore ad oggetti senz'ANIMA piuttosto che persone con un anima.

Capiamoci che è meglio!!

Tra un poliziotto che lancia lacrimogeni quali creano un danno reale a persone vive che hanno un anima e in quanto tali soffrono, e uno che prende a sbrancate un auto, chi sta danneggiando una persona (cioè una cosa con un anima e che può soffrire) e chi sta danneggiando un oggetto (cioè niente anima non può soffrire)???

perché chi picchia persone forse anche criminali ma persone non viene visto come un violento nonostante le persone siano umane siano fatte di carne e soffrano mentre chi rompe una vetrina inanimata senza anima e un violento??

perché un istituzione che fisicamente danneggia persone non viene messa alla gogna mentre dei civili che non feriscono nessuno ma danneggiano solo oggetti inanimati occupano tutte le pagine dei giornali?

Capiamoci!!

I black blok pensano che gli oggetti sono semplici cose e che se si rompe un oggetto non dovrebbe esserci dolore empatico poiché sono semplicemente cose.

Mentre le persone soffrono non sono cose e se una persona soffre anche se è un manifestante preso a manganellate da un poliziotto o é una vecchia non riesce a respirare per via dei lacrimogeni noi dovremmo provare dolore empatico per loro, Ma tutte le pagine dei giornali mostrano cassonetti rotti, macchine rotte ,edifici rotti, COSE ROTTE INSOMMA.

i black block vogliono portare alla attenzione come ormai le cose sono diventate più importati delle persone.

Chi danneggia oggetti inanimati non è un criminale.

Chi causa dolore fisico a una persona è un criminale.

Il punto è questo

Avete visto più poliziotti picchiare persone o persone rompere oggetti?

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
audisio
Inviato: 17/10/2011 12:57  Aggiornato: 17/10/2011 12:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
Sono sostanzialmente d'accordo con Massimo.
Basta con le sfilate coreografiche, i ballerini di danze
acrobatiche, i giocolieri e i trampolieri.
Basta fare da belle statuine per i media che ci ricavano
due o tre ore di diretta.
Basta col deviare e anestetizzare la rabbia in una parata che
ti fa sentire importante per un pomeriggio, il sabato quando
non dai fastidio alla produzione e al business, e poi a casetta.
Per questo gli unici soggetti "INTERESSANTI" visti sabato, per
me, sono proprio i "demoni" di nero vestiti...



P.S.: del resto, provo una simpatia istintiva per chi fa il guastafeste.
E' la mia natura...

iosogigi
Inviato: 17/10/2011 12:59  Aggiornato: 17/10/2011 12:59
So tutto
Iscritto: 12/8/2008
Da:
Inviati: 22
 Re: Gli indignati scendono in strada
uff...siete piú noiosi di porta a porta!!
Vado a leggere le notizie sportive che sono piú interessanti!!Eccenevuole!!!

FreeBird
Inviato: 17/10/2011 13:01  Aggiornato: 17/10/2011 13:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/1/2008
Da:
Inviati: 148
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Scusa Free non c'ero e quello che ho visto era parziale... comunque se leggi i miei post comprendi meglio la mia critica... Se erano schierati ed attrezzati perchè non sono intervenuti prima ad isolare certi elementi visto che erano in palese violazione dell'art.5 della Legge 152/1975?


No problem.
Guarda non lo so ,quando sono arrivato io lo scontro era gia' iniziato e sono stati sferrati due assalti da parte dei BB cosi' pesanti da costringere le forze dell'ordine a diverse ritirate,solo per girare l'angolo sotto alla piazza hanno impiegato 5-6 camionette,una cinquantina di uomini con lacrimogeni,un blindato e un'idrante che ogni tanto caricavano,e ogni due minuti per le retrovie ti vedevi passare un carabiniere con la faccia spaccata e piena di sangue o un poliziotto con la caviglia spezzata.Quello che e' volato dai black bloc contro la polizia e' roba mai vista,cose da allucinati.
La spiegazione che mi do e' che siano riusciti a creare un fronte compatto arrivando a piccoli gruppi; effettivamente ogni tanto vedevo passare davanti a noi gruppetti di 4-5 ragazzi con passo svelto con zainetti belli pieni,sciarpette,felpe con cappucci e bottiglie di birra in mano.
Il problema dell'arresto preventivo e' che erano tutti vestiti in quel modo,comincia a fare freddo e quindi la gente inizia a portarsi le sciarpe,la gente venuta in moto ha chiaramente caschi al seguito,e se si dovessero controllare tutti gli zainetti presenti penso la manifestazione finirebbe due settimane dopo....io stesso volendo potevo essere un black block,occhiali da sole,felpa della puma con cappuccio facilmente indossabile,zainetto con chissacosa dentro.Aggiungendoci anche il fatto che le forze di polizia all'interno del corteo non ci sono,ma stanno solitamente sugli sbocchi principali e secondari del percorso,prenderli in preventivo diventa abbastanza difficoltoso.

Rickard
Inviato: 17/10/2011 13:05  Aggiornato: 17/10/2011 13:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Gli indignati scendono in strada
haldire
Citazione:
ciao Rickard
quale è la tua ricetta per manifestare dissenso?

Non farlo, perché manifestare il dissenso ha la stessa utilità dello “snake oil” degli imbonitori da bancarella.

Il “dissenso” (qualunque cosa sia) non serve a niente se “manifestato”.

Tutti questi cortei, questi “indignados” della domenica, sono un’accozzaglia di beceri ignoranti senza uno straccio di idea su come funzionino i meccanismi geopolitici che dominano le nazioni.

Manifestare il dissenso è inutile se non c’è un progetto, un’idea fondatrice, degli obbiettivi concreti da perseguire. Andare a sbraitare un po’ in piazza, per poi tornarsene a casa a che serve? Seriamente, a cosa serve? Aldilà del discorso infiltrati sì/infiltrati no, cosa è cambiato dopo che 1, 2 o 3 milioni di babbei ha fatto un po’ di casino nelle vie cittadine? A me sembra che l’unico cambiamento se lo siano ritrovato i poveracci che il giorno dopo hanno trovato la macchina bruciata e il negozio devastato. Ah già, ma quelli erano tutti blec bloc.

E poi, onestamente, che serietà può avere un “movimento” che è apertamente appoggiato e approvato da Draghi e Soros? Quanto è credibile un simile movimento come “vettore di cambiamento”?

I cortei, le manifestazioni e altre simili pagliacciate sono solo modi consentiti per esprimere il “dissenso”, in modo che i poveri idioti si sfoghino per un po’ in qualche piazza per poi tornarsene buoni buoni nelle loro celle, senza che abbiano conseguito alcunché.

Anche il termine “dissenso” (nella accezione di “manifestare il dissenso”) è pura neolingua. Manifestare “il dissenso” contro “le banche”, contro “il sistema finanziario” o altre astratte entità significa cercare la battaglia contro mulini a vento. Servono idee e soprattutto la volontà di realizzarle. Come i Bitcoin, tanto per fare un esempio.

Andare a “manifestare il dissenso” è solo una ricetta per ottenere manganellate sui coglioni (in senso metaforico e letterale) e attirarsi le giuste ire degli abitanti del quartiere, a cui non piacciono molto le banche o i finanzieri, ma piacciono ancora meno gli imbecilli la cui protesta si traduce nella distruzione delle loro proprietà.

Questo ci vuole. Studio. Intelligenza politica. Progetti precisi con obbiettivi concreti. Non chiacchiere su “dissenso”, “libertà” o altre stronzate che esistono solo nelle fiabe.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
ReBaS
Inviato: 17/10/2011 13:12  Aggiornato: 17/10/2011 13:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/1/2006
Da: TORINO
Inviati: 64
 Re: Gli indignati scendono in strada
Cani sciolti... questo è il risultato di un'educazione sociale assente, sono dell'idea che comunque sia "il governo fa il suo comodo e ora il popolo è tale e quale", se davvero i tutori della legge erano in inferiorità numerica e che mancano i mezzi per reprimere simili accadimenti, come molti giornali subito il giorno dopo hanno riportato in prima pagina, cosa manca per effettuare un vero e proprio colpo di stato mosso da questi individui?... la verità per me è la stessa da sempre, sono cani sciolti...
in ogni caso fanno solo il gioco di chi vuole strumentalizzare la violenza opponendo altra violenza... chissa dove si andrà a finire...

...Non è vero ciò che è vero, ma è vero ciò che piace...
Stefo
Inviato: 17/10/2011 13:23  Aggiornato: 17/10/2011 13:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da: Roma
Inviati: 324
 Re: Gli indignati scendono in strada
Giusto, Rickard. Ci vuole studio. Intelligenza politica, progetti precisi con obiettivi concreti. Ma tu sei veramente ingenuo se davvero pensi che quelli in piazza l'altro giorno fossero decerebrati o idioti come li descrivi tu (me compreso, che ad esempio non sono né un demente, né un becero ignorante). C'era gente con le palle in piazza, l'altro giorno. Gente che lavora in organizzazioni internazionali, in mezzo ai poveri e ai diseredati, gente cui i media non dà voce perché dice cose troppo giuste, che cerca di far passare dei concetti che fino a pochi anni fa erano monopolio veramente di pochissimi.
Nei paesi arabi le manifestazioni a qualcosa sono servite, o no? Certo non è ancora chiaro cosa ne uscirà fuori, ma le cose sono cambiate. In meglio o in peggio? Vedremo. Le manifestazioni degli anni 70 hanno prodotto profondi cambiamenti nella società. In meglio o in peggio? Ognuno la pensa come vuole, ma hanno avuto effetti. Restare a casa a guardare la TV non dà luogo a cambiamenti, in ogni caso. Certo, ci sono forme di protesta più efficaci, come i boicottaggi dei prodotti, o le class actions, o i Bitcoin o gli SCEC, ma ti giuro che quel cazzo di corteo era lungo da Piazza della Repubblica a Piazza San Giovanni! Nessuno lo dice, ma ci saranno state almeno quattrocentomila persone, e non esagero. Tutti beceri ignoranti, Rickard? Draghi e Soros appoggiano a parole per cercare di depotenziare il messaggio, è un artificio. La manifestazione era diretta esattamente contro quelli come loro.

LoneWolf58
Inviato: 17/10/2011 13:26  Aggiornato: 17/10/2011 13:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Gli indignati scendono in strada
Forse non mi sono spiegato... "prevenzione"... se gli lasci indossare le maschere hai poco tempo per intervenire, dopo, protetti dall'anonimato, è troppo tardi.
Non servono "arresti preventivi" ma... "arresti in flagranza" (art.5 L.152/75)... diversamente, mi torno a ripetere, a cosa servono le FF.OO.?

Oppure si preferisce fare i prepotenti coi deboli? e calarsi le braghe coi forti?

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
weboy
Inviato: 17/10/2011 13:53  Aggiornato: 17/10/2011 13:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/10/2006
Da:
Inviati: 42
 Re: Gli indignati scendono in strada

Rickard
Inviato: 17/10/2011 13:54  Aggiornato: 17/10/2011 15:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Gli indignati scendono in strada
Stefo
Citazione:
Nei paesi arabi le manifestazioni a qualcosa sono servite, o no?

No. Assolutamente no.

Questo è proprio il perfetto esempio di avvenimenti eterodiretti da organismi sovranazionali spacciati per rivoluzioni della libertà e altre stronzate. Non vorrai davvero dirmi che secondo te le “rivoluzioni colorate” sono state una cosa genuina e spontanea? Che i “ribelli” libici sono davvero combattenti della libertà?

In mezzo ci sarà anche qualche povero coglione che ci crede davvero, ma la regia di questi avvenimenti è di chiara matrice statunitense.

Esattamente com’è chiara la matrice di queste manifestazioni “spontanee”.

Citazione:
Le manifestazioni degli anni 70 hanno prodotto profondi cambiamenti nella società. In meglio o in peggio? Ognuno la pensa come vuole, ma hanno avuto effetti.

Ma per niente. A che serve che “ognuno la pensa come vuole” se tanto c’è il dogma che i “cambiamenti” ci sono stati grazie alle manifestazioni degli anni ’70? Quali cambiamenti, poi? Quali manifestazioni avrebbero veicolato i suddetti cambiamenti?

L’idea che solo manifestando cambi magicamente qualcosa è pura propaganda, nonché un’illusione del tutto slegata dalla realtà.

Citazione:
Restare a casa a guardare la TV non dà luogo a cambiamenti, in ogni caso.

Ecco la classica divisione dualistica del mondo, per cui c’è la gente “con le palle” che va in piazza a manifestare, e poi ci sono i lagnoni col culo attaccato alla sedia che sanno solo lamentarsi. Mi spiace ma non ci casco. Nessuno ha detto che guardare la tivvù porti cambiamenti, quello che semmai dico è che se non altro si fanno (e si ricevono) meno danni guardando la tivvù che andando a “manifestare”.

Citazione:
ma ti giuro che quel cazzo di corteo era lungo da Piazza della Repubblica a Piazza San Giovanni! Nessuno lo dice, ma ci saranno state almeno quattrocentomila persone, e non esagero. Tutti beceri ignoranti, Rickard?

Non occorre che tu faccia giurin giurello, ci credo che erano 400.000 persone. Ma se anche fossero state 1.000.000, cosa cambia? La quantità è sinonimo di qualità? Il fatto che fossero “tanti” rende impossibile che fossero beceri ignoranti? Che lo spirito di quella manifestazione fosse becero e ignorante? Mi sa che questa è un’altra delle splendide conseguenze della demmocrazzia: basta essere “in tanti” per avere ragione.

Citazione:
Draghi e Soros appoggiano a parole per cercare di depotenziare il messaggio, è un artificio. La manifestazione era diretta esattamente contro quelli come loro.

Ma per favore. Secondo te Draghi e Soros avevano paura di quella manifestazione e hanno addirittura sentito l’esigenza di boicottarla fingendo un loro appoggio? Per evitare cosa? Se non la “boicottavano” cosa succedeva? In realtà non c’è nessun artifizio ed è esattamente come sembra: questi movimenti “spontanei” di spontaneo non hanno niente e sono sempre immancabilmente eterodiretti da poteri esterni. E in effetti ha perfettamente senso che gente come Draghi e Soros organizzi manifestazioni contro se stessi, in modo da veicolare il famoso “dissenso” in forme innocue per loro e per i loro piani. In modo da applicare il solito divide et impera, facendo sì che nessuna vera idea o proposito venga fuori e che tutto resti affogato nella nullità più assoluta, mentre l’unico dibattito che prende piede è quello per distinguere i blec bloc dai manifestanti perbene.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
Infettato
Inviato: 17/10/2011 13:59  Aggiornato: 17/10/2011 13:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Gli indignati scendono in strada
Gli indignati scendono in strada...... nel frattempo cambiano le regole......magari è solo un caso isolato....sisisi dont'worry

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
mangog
Inviato: 17/10/2011 14:08  Aggiornato: 17/10/2011 14:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:

Autore: LoneWolf58 Inviato: 17/10/2011 13:26:35


Non servono "arresti preventivi" ma... "arresti in flagranza" (art.5 L.152/75)... diversamente, mi torno a ripetere, a cosa servono le FF.OO.?



In sintesi Lonewolf vuole dare più discrezionalità alle forze dell'ordine. Una semplice opinione come qualsiasi altra di come devono essere gestiti i disordini.
L'anno prossimo, con la manovra da 450 miliardi, dovranno far intervenire l'esercito ed anche gli alleati. Basta concedere la giusta discrezionalità alle persone in divisa.


Citazione:

Oppure si preferisce fare i prepotenti coi deboli? e calarsi le braghe coi forti?


Guarda che lo stato Italiano è prepotente con il singolo o con i pochi.
La nostra storia insegna che il governo è quasi sempre pronto a calar le braghe davanti alle proteste serie e non alla buffonate degli indignati ( sia chiaro che questa generazione porterà sulle spalle il peso della politica economica Italiana dei decenni scorsi..ma i loro padri diranno che i debiti sono stati fatti per garantire loro i servizi sociali di cui hanno tanto tanto bisogno ).Tanta parte dell' enorme debito pubblico è la conferma del buon risultato di tali proteste...... complimenti ai manifestanti degli anni 70-80.

audisio
Inviato: 17/10/2011 14:29  Aggiornato: 17/10/2011 14:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
L'unica categoria di statali che mangog
ama sono gli sbirri.
Il che fa capire molte cose...
Comunque non è solo lui, molti commenti che ho letto in questo
topic chiedono in sostanza uno Stato di Polizia.
Come dire, il Re è Nudo, lo Stato è stronzo solo quando me
fa pagà le tasse.
Poi qualcuno ha anche il coraggio di chiamarsi anarchico...

perspicace
Inviato: 17/10/2011 14:38  Aggiornato: 17/10/2011 14:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Gli indignati scendono in strada
A.C.A.B.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
audisio
Inviato: 17/10/2011 14:41  Aggiornato: 17/10/2011 14:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
@ perspicace:
come non quotarti?

audisio
Inviato: 17/10/2011 15:01  Aggiornato: 17/10/2011 15:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
Rastrellamenti in corso in tutta Italia con risultati che
definire comici è un eufemismo:
PAGLIACCI

peonia
Inviato: 17/10/2011 15:04  Aggiornato: 17/10/2011 15:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Gli indignati scendono in strada
Violenze Roma, sindacato di polizia : la politica ha scelto gestione piazza


secondo me il messaggio non è nemmeno troppo criptico....

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
audisio
Inviato: 17/10/2011 15:09  Aggiornato: 17/10/2011 15:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
Dico pagliacci a ragion veduta, visto che uno che di mestiere
fa il poliziotto dovrebbe sapere che detenere o anche trasportare
maschere antigas, caschi, passamontagna, persino strumenti di
lavoro come piccozze, mazzette da muratori et similia
NON COSTITUISCE REATO.
Solo il trasporto di armi bianche (ossia coltelli, bastoni) o ordigni
esplosivi (molotov, polvere da mina ecc.) è direttamente
perseguibile.
Altrimenti si dovrebbero arrestare tutti gli amanti del bricolage o
gli appassionati di trekking e alpinismo o tutti i muratori, fabbri ecc.
Solo se li usi quegli strumenti o se indossi caschi o passamontagna
incorri in violazioni (in quest'ultimo caso, volto travisato, tra l'altro
punite in modo molto lieve).
Che ce volete fà?
E' LA LEGGE...

iosogigi
Inviato: 17/10/2011 15:13  Aggiornato: 17/10/2011 15:16
So tutto
Iscritto: 12/8/2008
Da:
Inviati: 22
 Re: Gli indignati scendono in strada
Quoto e straquoto Rickard!!

il concetto é semplice.

Una persona che ha 40 anni di mutuo alle spalle e spende 300 euro di benzina al mese e va ad una manifestazione contro la crisi e la guerra é un ipocrita e ignorante, per non dare altri aggettivi!

Fa molto di piú una persona che non produce debito, inquinamento, etc e il giorno della manifestazione va in montagna a farsi i cazzi suoi!!

Lo stesso come quelle persone che usano ogni volta un bicchiere di plastica nuovo per abbeverarsi, ma poi si pulisce la coscienza facendo la raccolta differenziata!!!

mangog
Inviato: 17/10/2011 15:21  Aggiornato: 17/10/2011 15:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:

Autore: audisio Inviato: 17/10/2011 14:29:01

L'unica categoria di statali che mangog
ama sono gli sbirri.



Figurati... se fosse per me ci sarebbero 50.000 dipendenti pubblici in tutta Italia ( è già sarebbero troppi ).

Ma sei fuori di cranio ? Non ti rendi conto che la gente ne ha le palle piene delle tasse ( gli sbirri servono servono per riscuotere le tasse non per tenere a bada i ragazzini che giocano a guardie e ladri..) per mantenere stato e statali. Tanto l'anno prossimo la scure taglierà drasticamente i privilegi degli statali.. come i buoni mensa per lavorare 6 orette al giorno.
Volete lo stato forte tanto da cullarvi dalla mattina alla sera ? Ciucciatevi tasse tasse tasse tasse tasse..

Stefo
Inviato: 17/10/2011 15:23  Aggiornato: 17/10/2011 15:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da: Roma
Inviati: 324
 Re: Gli indignati scendono in strada
@ Rickard:
1) All'anima di "qualche povero coglione che ci crede". Qualche milione. Distinguerei ciò che è avvenuto in Libia da ciò che è avvenuto nel resto del mondo arabo.
2) Che vuoi dire? Neghi l'esistenza delle manifestazioni dal '68 in poi? Devo farti l'elenco? C'è wikipedia ...Suvvia... Non ho detto che solo manifestando si può cambiare la realtà. Ci vuole impegno. La manifestazione è una delle forme, non può restare fine a sé stessa.
3) Magari non basterà "essere in tanti per aver ragione", ma se si è in tanti è meglio. Ok, non ti piace la democrazia. Cosa proponi?
4) Secondo me la manifestazione di ieri non era "eterodiretta". C'erano in campo forze diversissime tra loro, e il comune denominatore era :"la finanza ha fottuto l'economia". Certo, c'era anche molto dissenso verso il governo. Non vedo qui dove si applichi il divide et impera, visto che, al contrario, c'erano in campo le realtà più diverse, che hanno manifestato insieme, tra l'altro in tutto il mondo.

mangog
Inviato: 17/10/2011 15:24  Aggiornato: 17/10/2011 15:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:

Autore: iosogigi Inviato: 17/10/2011 15:13:13

Quoto e straquoto Rickard!!

il concetto é semplice.

Una persona che ha 40 anni di mutuo alle spalle e spende 300 euro di benzina al mese e va ad una manifestazione contro la crisi e la guerra é un ipocrita e ignorante, per non dare altri aggettivi!

Fa molto di piú una persona che non produce debito, inquinamento, etc e il giorno della manifestazione va in montagna a farsi i cazzi suoi!!

Lo stesso come quelle persone che usano ogni volta un bicchiere di plastica nuovo per abbeverarsi, ma poi si pulisce la coscienza facendo la raccolta differenziata!!!


Senza dimenticare quelli che tirano lo sciacquone una volta al giorno...

Questi indignati assomigliano a coloro che tiravano le pietre contro le mercedes negli anni 60-70 perchè impossibilitati ad averle in quel momento

Se il giochino del debito ha funzionato per i loro padri... dovrà funzionare anche con i figli.. al massimo saranno i nostri bis nipoti a preoccuparsi..

E' da egoisti negare alla società dei ragazzini di oggi la possibilità di contrarre debiti trentennali...Vogliono anche loro la mamma stato.. niente è cambiato in 60 anni di storia Italiana.

LoneWolf58
Inviato: 17/10/2011 15:32  Aggiornato: 17/10/2011 15:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Autore: mangog Inviato: 17/10/2011 14:08:57
...
In sintesi Lonewolf vuole dare più discrezionalità alle forze dell'ordine.
Discrezionalità?... allora non ci siamo capiti proprio...
Citazione:
È vietato l’uso di caschi protettivi, o di qualunque altro mezzo atto a rendere difficoltoso il riconoscimento della persona, in luogo pubblico o aperto al pubblico, senza giustificato motivo. È in ogni caso vietato l’uso predetto in occasione di manifestazioni che si svolgano in luogo pubblico o aperto al pubblico, tranne quelle di carattere sportivo che tale uso comportino.
Il contravventore è punito con l’arresto da uno a due anni e con l’ammenda da 1.000 a 2.000 euro.
Per la contravvenzione di cui al presente articolo è facoltativo l’arresto in flagranza.

L'unica discrezionalità sta nell'applicare la legge o meno... e certo che se durante una manifestazione ci si maschera... o è carnevale o ci si prepara alla guerriglia.

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
iosogigi
Inviato: 17/10/2011 15:38  Aggiornato: 17/10/2011 15:38
So tutto
Iscritto: 12/8/2008
Da:
Inviati: 22
 Re: Gli indignati scendono in strada
tu scherzi, ma io ho dei colleghi di lavoro che alla fine del giorno hanno riempito il loro cestino di bicchieri di plastica.
E quando glielo fai notare mi rispondono di non preoccuparmi che tanto poi questa plastica la riusano.
Chiaro esempio di consumismo inutile...poi se a te non te ne frega niente di alimentare questo consumismo inutile, puoi sempre andare alle manifestazioni, e dire che almeno hai fatto qualcosa per un CAMBIO!!

Rickard
Inviato: 17/10/2011 15:46  Aggiornato: 17/10/2011 15:51
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: Gli indignati scendono in strada
Stefo
Citazione:
1) All'anima di "qualche povero coglione che ci crede". Qualche milione.

Quindi? Dovrei essere impressionato dalla quantità? è una gara a chi ce l'ha più lungo? Perché il fatto che erano milioni viene portato come un punto a favore, quando è solo un dato numerico, che nulla dice sulla bontà delle idee e dei propositi?
Citazione:
Distinguerei ciò che è avvenuto in Libia da ciò che è avvenuto nel resto del mondo arabo.

Per nulla. è la stessa identica cosa, con l'unica differenza che la Libia ha deciso di combattere con ogni mezzo questa invasione straniera, sanguinaria e predatoria, mentre altri paesi sono stati più lesti a calarsi le braghe.

Citazione:
2) Che vuoi dire? Neghi l'esistenza delle manifestazioni dal '68 in poi? Devo farti l'elenco? C'è wikipedia ...Suvvia... Non ho detto che solo manifestando si può cambiare la realtà.

Eppure credo di scrivere in italiano. Non nego l'esistenza di quelle manifestazioni, semplicemente chiedo incuriosito cosa abbiano mai risolto, a cosa abbiano portato, e cosa sarebbe mai potuto succedere (o non succedere) se quelle manifestazioni non avessero mai avuto luogo. Basandosi su cosa si imputano importanti cambiamenti (che non si è ancora capito quali siano) alle manifestazioni degli anni '70?

Citazione:
Ci vuole impegno. La manifestazione è una delle forme, non può restare fine a sé stessa.

E dagli. Impegno? A fare cosa? Cosa significa "impegno", se non è accompagnato a delle idee, a delle solide basi cui applicarlo? In che modo manifestare è una delle forme? Forme di che? Di "dissenso", tanto per rimanere in tema?

La "manifestazione" è per definizione fine a se stessa. Infatti, dopo che hai "manifestato", torni a casa tua con l'unica differenza che puoi illuderti di aver fatto qualcosa di importante, anche se il giorno dopo tutto continua uguale a prima, tranne che qualcuno ha qualche livido in più e che qualcun altro si ritrova la macchina bruciata. Se deve essere questo il cambiamento...

Citazione:
3) Magari non basterà "essere in tanti per aver ragione", ma se si è in tanti è meglio. Ok, non ti piace la democrazia. Cosa proponi?

Non tiriamo in ballo le solite chiacchiere sulle alternative alla democrazia, che è solo un modo per svicolare e mandare in vacca la discussione.

La quantità, l'essere "in tanti", non serve a un beneamato cazzo. Hernán Cortés ha conquistato l'impero Azteco con 508 uomini, e gli sono bastati. Perché aveva intelligenza, strategia, appoggi internazionali e capacità politiche.

Invece cosa hanno ottenuto i ben 400.000 di Roma? Erano tantissimi, ma cosa hanno ottenuto? Cosa hanno cambiato? Qual'è il risultato, ammesso che ve ne sia uno?

Citazione:
4) Secondo me la manifestazione di ieri non era "eterodiretta". C'erano in campo forze diversissime tra loro, e il comune denominatore era :"la finanza ha fottuto l'economia". Certo, c'era anche molto dissenso verso il governo. Non vedo qui dove si applichi il divide et impera, visto che, al contrario, c'erano in campo le realtà più diverse, che hanno manifestato insieme, tra l'altro in tutto il mondo.

Sì certo, tutti insieme appassionatamente. Volemose bene e tutti contro il nemico comune. Per pura curiosità: come mai non credi che la manifestazione fosse eterodiretta? Perché, essendo lì personalmente, "respiravi" la genuinità e la spontaneità? Non lo dico a presa di culo, ma onestamente non capisco come non si faccia a vedere la chiara matrice esterna di questi eventi, che finiscono sempre allo stesso modo e con le stesse modalità.

E il divide et impera c'è e ne abbiamo chiara dimostrazione, infatti dopo la manifestazione sono tutti a scannarsi cercando di capire quali erano i manifestanti buoni e quali i manifestanti cattivi oppure su quale sia il modo migliore di organizzare una manifestazione (senza chiedersi a cosa serva), perdendosi in questo mare di assurde e inutili banalità.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
mangog
Inviato: 17/10/2011 15:50  Aggiornato: 17/10/2011 15:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:

Autore: LoneWolf58 Inviato: 17/10/2011 15:32:32

Citazione:

Autore: mangog Inviato: 17/10/2011 14:08:57
...
In sintesi Lonewolf vuole dare più discrezionalità alle forze dell'ordine.

Discrezionalità?... allora non ci siamo capiti proprio...
Citazione:



L'unica discrezionalità sta nell'applicare la legge o meno... e certo che se durante una manifestazione ci si maschera... o è carnevale o ci si prepara alla guerriglia.



Dunque questa volta i poliziotti non hanno mangallenato abbastanza ?
Saranno contente le mamme dei ragazzini indignati...

audisio
Inviato: 17/10/2011 15:52  Aggiornato: 17/10/2011 15:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione da mangog:
Tanto l'anno prossimo la scure taglierà drasticamente i privilegi degli
statali.. come i buoni mensa per lavorare 6 orette al giorno.
-------------------------------------------------------------
E vorrà dire che dall'anno prossimo ci sarà un black blok in più.
I buoni pasta me li riprenderò con gli interessi.
E a pagarmeli sarà qualche commerciante.
E se apre bocca, giù mazzete...
Non bisogna mai preoccuparsi, nella vita c'è sempre una soluzione...



P.S.: errata corrige - "buoni spesa"non "buoni pasta"...
Vedi, il fatto è che con quei buoni di merda ci paghi solo un piatto
di pasta, da qui il lapsus mentale...

Giano
Inviato: 17/10/2011 15:57  Aggiornato: 17/10/2011 15:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Gli indignati scendono in strada
Manifestazioni contro le banche, la finanza , la politica al sabato.
E’ proprio una buona idea!
Qualcuno vuole venire a vedere il derby di Roma, stasera?

audisio
Inviato: 17/10/2011 16:01  Aggiornato: 17/10/2011 16:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
Purtroppo il derby l'hanno già giocato.



P.S.: porca di una puttanezza smandroppeta...

audisio
Inviato: 17/10/2011 16:18  Aggiornato: 17/10/2011 16:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
Quando si dice l'amore:
Cosa si fa per una bella gnocca


audisio
Inviato: 17/10/2011 16:23  Aggiornato: 17/10/2011 16:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
Sarà l'ennesima cazzata di Repubblica, mi pare strano che riveli
le proprie carte a un giornalista...

Parla un black blok?

Stefo
Inviato: 17/10/2011 16:30  Aggiornato: 17/10/2011 16:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da: Roma
Inviati: 324
 Re: Gli indignati scendono in strada
@ Rickard
1) Non capisco perché l'impegno non dovrebbe avere idee o solide basi. Idee su come organizzare questa società in maniera alternativa ce ne sono. Hai citato i bitcoin. I cito gli SCEC, che conosco meglio, con tutto quello che ne deriva in termini di organizzazione sociale.
2) Cambiamenti in seguito ai movimenti di massa degli anni'70 e in seguito? E' cambiato il rapporto tra genitori e studenti, tra padri e figli. Cambia il ruolo della donna nella società, istituzione del divorzio e depenalizzazione dell'aborto. Movimenti che danno luogo a referendum contro la privatizzazione dell'acqua e contro il nucleare, questo per due volte. Anche il problema palestinese è noto in tutto il mondo per via delle manifestazioni di massa che ci sono state per esempio dopo Sabra e Chatila ecc. Mi viene in mente una contro i missili a Comiso e contro il moltiplicarsi delle basi americane in Italia.Tutti i grandi temi sociali danno luogo a mobilitazioni e manifestazioni di massa, che a loro volta accrescono la consapevolezza dei suddetti temi all'interno della popolazione e contribuiscono a determinare l'opinione pubblica. Il ruolo dei movimenti di popolo non si può sminuire. A volte si manifesta e non si ottiene niente, ma quando la spinta è forte, un governo democratico ne deve prendere atto. Non è che tutti fanno come Berlusconi che non gliene frega una ceppa. E comunque le basi nucleari non le costruiscono più.

perspicace
Inviato: 17/10/2011 16:35  Aggiornato: 17/10/2011 16:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Gli indignati scendono in strada
Autore: audisio Inviato: 17/10/2011 16:23:21 Sarà l'ennesima cazzata di Repubblica, mi pare strano che riveli le proprie carte a un giornalista... Parla un black blok?

In effetti mi sa di grandissima cazzata propagandistica!

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
Giano
Inviato: 17/10/2011 16:39  Aggiornato: 17/10/2011 16:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Gli indignati scendono in strada
Audisio:
Purtroppo il derby l'hanno già giocato.

Ma fregatene Audisio, facciamo come hanno fatto gli indignati, andiamo a vederlo oggi. Portiamo le bandiere, le trombette, gli striscioni, che ce ne importa se la partita non c’è, noi andiamo a fare i tifosi!

audisio
Inviato: 17/10/2011 16:41  Aggiornato: 17/10/2011 16:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
A' Giano, te sembra facile.
Un derby perso a 10 secondi dalla fine...
Me ce vorrà un anno pè fà finta di niente...

perspicace
Inviato: 17/10/2011 16:49  Aggiornato: 17/10/2011 18:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Gli indignati scendono in strada
Autore: prince73 Inviato: 16/10/2011 8:13:27 http://www.youtube.com/watch?v=iIJF9ZZ9rnI dal minuto 1.20, intervento di Curzio Maltese...

Benvenuto Prince

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
peonia
Inviato: 17/10/2011 17:37  Aggiornato: 17/10/2011 17:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Gli indignati scendono in strada
PERSPICACE

QUEL VIDEO E' DI SABATO, MENTRE IL PEZZO DI MALTESE E' DI ANNI FA, QUANDO CI FU LAMANIFESTAZIONE STUDENSCA A PIAZZA NAVONA!
SE COMPLOTTISTI PER CASO LO ABBIA FATTO VOLUTAMENTE NON LO SO,PERCHE' DANIELE DI LUCIANO ANCORA CE L'HO IN DUBBIO...PERO' CAVOLO SVEGLIA


mi sembra di vivere in un incubo....confusione a non finire e leggo certe cose veramente allucinanti....ovunque! e molto qualunquismo benpensante!|

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
perspicace
Inviato: 17/10/2011 18:05  Aggiornato: 17/10/2011 18:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Gli indignati scendono in strada
grazie per la precisazione Peonia, non avevo letto che veniva da quella fonte chiedo venia.

mi sembra di vivere in un incubo....confusione a non finire e leggo certe cose veramente allucinanti....ovunque

Idem Peonia idem

Però non che mi senta code di paglia ma giusto per precisare il mio ACAB non è il frutto di una moda ma è dovuto al fatto che per due volte sono stato vittima di un pestaggio da parte di quelle che voi definite "forze dell'ordine", mi hanno mandato una volta in ospedale con un trauma cranico e 18 punti in testa( mi hanno picchiato utilizzando le manette come pugni di ferro sai tenendole tutte due in una mano con quelle estremità metalliche tenute insieme da una catena su il lato delle nocche- modi pugno di ferro per intenderci) non che due costole inclinate per i calci che ricevevo quando ero a terra esausto per le botte prese, ed un altra volta sempre con trauma cranico altri 12 punti in testa e 4 sul mento oltre ad una serie di lividi per tutto il corpo..

Morale della favola?
Io sono stato incriminato per resistenza all'arresto cosa che tra l'altro non ho mai fatto e per fortuna la giustizia italiana mi ha creduto ed al processo la sentenza è stata che il fatto non sussiste.. sentenza che è arrivata non solo perché gli sbirri che mi hanno pestato, hanno avuto accortezza di far sparire tutti e dico tutti i filmati delle telecamere di sicurezza che puta caso proprio quel giorno a differenza del giorno prima e quello dopo erano spente scagionando così gli sbirri che mi hanno picchiato.
Ma anche dal fatto che tra le testimonianze degli agenti ce ne era una che era perfettamente allineata con la mia e testimoniava appunto un pestaggio, mentre altri poliziotti sono addirittura arrivati a testimoniare che non solo non c'era stato alcun pestaggio ma che addirittura io non ero in caserma quella sera.
Gli sbirri coinvolti sono stati trasferiti ed esercitano ancora la professione.

Da qui la mia frase A.C.A.B.

Tutti gli sbirri sono infami

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
ccccc
Inviato: 17/10/2011 18:23  Aggiornato: 17/10/2011 18:23
So tutto
Iscritto: 16/10/2011
Da:
Inviati: 1
 Re: Gli indignati scendono in strada
mi sembra interessante, correggetemi se sbaglio:
http://www.youtube.com/watch?v=kafYXOjJWkE

FreeBird
Inviato: 17/10/2011 18:25  Aggiornato: 17/10/2011 18:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/1/2008
Da:
Inviati: 148
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
iscrezionalità?... allora non ci siamo capiti proprio... Citazione: È vietato l’uso di caschi protettivi, o di qualunque altro mezzo atto a rendere difficoltoso il riconoscimento della persona, in luogo pubblico o aperto al pubblico, senza giustificato motivo. È in ogni caso vietato l’uso predetto in occasione di manifestazioni che si svolgano in luogo pubblico o aperto al pubblico, tranne quelle di carattere sportivo che tale uso comportino. Il contravventore è punito con l’arresto da uno a due anni e con l’ammenda da 1.000 a 2.000 euro. Per la contravvenzione di cui al presente articolo è facoltativo l’arresto in flagranza. L'unica discrezionalità sta nell'applicare la legge o meno... e certo che se durante una manifestazione ci si maschera... o è carnevale o ci si prepara alla guerriglia.


Perfetto,e' vietato indossare il casco o qualsiasi altra cosa che ti nasconda.Il fatto e' che io black bloc, intenzionato a fare macello, il casco me lo tengo tranquillamente al braccio perche' sono venuto col motorino,la sciarpa la uso perche' fa freddo e nelle mutande ho un passamontagna,dunque nessuno puo' dirmi niente e io arrivo indisturbato a Piazza San Giovanni dove mi riunisco con i miei colleghi.In dieci secondi d'orologio metto il passamontagna,la sciarpa e il casco e inizio ad eseguire Ezechiele 25:17 sulle forze dell'ordine.
Sono mascherato e sto trasgredendo alla legge da te citata, adesso voglio vedere come fai tu poliziotto ad applicarla.


@PERSPICACE:
Ora non voglio sapere cos'e' successo e cos'hai fatto tu,non m'interessa,ma io di zone ad alta tensione ne ho viste e passate parecchie, e se te ne stai per gli affari tuoi senza risultare una potenziale minaccia per qualcuno e' quasi certo che nessuno ti verra' a rompere le scatole.Certo,se stai in prima fila a lanciare transenne addosso ai poliziotti che poi ti prendono e ti spaccano di botte beh,te la sei cercata tutta.

black
Inviato: 17/10/2011 18:25  Aggiornato: 17/10/2011 18:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Ma ci vuole tanto a fare una legge per cui "chiunque si presenti ad una manifestazione pubblica con il volto coperto sarà immediatamente arrestato?"

e anche tutte quelle che girano col burqa,che potrebbero avere il mitra nei coglioni(gentilini insegna)

cmq fossero state anche dieci milioni di persone pacifiche a loro non sarebbe fregato un cazzo comunque

magari di dieci milioni di persone violente qualcosa si'

questa è gente abituata al contante non bada agli spiccioli

Pispax
Inviato: 17/10/2011 18:26  Aggiornato: 17/10/2011 18:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Gli indignati scendono in strada
dr_julius

Citazione:
1. concordo con chi diceva che il servizio d'ordine è a carico dei manifestanti. Lo ha detto persino Diliberto intervistato ieri sera a La7 (ore 21 circa). L'uomo avrà i suoi difetti, ma dice cose sensate.


Questa cosa l'ho detta anch'io.
Mi permetto di puntualizzare una cosa, che altrimenti si rischia di scendere su chine sbagliate: il servizio d'ordine è A CARICO dello Stato, non dei manifestanti. Polizia, Carabinieri, celerotti, tenute anti-sommossa e tutto quanto sono a carico dei soldi pubblici.

Io sostengo che è INTERESSE dei manifestanti avere ANCHE un servizio d'ordine proprio. Altrimenti è fin troppo facile mandare a puttane una roba del genere.

Per esempio sabato i poliziotti sarebbero dovuti intervenire.
Non l'hanno fatto.
Il risultato - rispetto al clamore che una manifestazione del genere avrebbe dovuto suscitare per i propri temi, non per per le violenze - lo hai visto da te.






PikeBishop


Citazione:
Puoi sognartelo, che chi abbia organizzato queste pagliacciate organizzi anche un servizio ordine: la sua assenza e' FORTEMENTE VOLUTA.


E' un modo di vedere le cose. Non so se sono d'accordo con te o no: ci devo pensare.
In ogni caso noi - in un certo senso - siamo abituati male.

Una volta le manifestazioni le organizzava QUALCUNO. Che fossero indifferentemente del FUAN o della FGCI o di CL o di Potere Operaio o di chi vuoi tu, la manifestazione aveva dietro una struttura organizzativa collaudata, e lo scendere in piazza era solo l'ultima parte del processo.
Non a caso erano praticamente tutte manifestazioni d'appartenenza, più che di argomento.


Oggi la situazione è cambiata parecchio.
Arriva qualcuno che dice su Twitter: "Ehi, questa roba fa schifo! Sabato andiamo tutti a manifestare!".
E quello che ottiene è che il sabato, effettivamente, la gente a mnifestare ci va.
POI ci sono le varie associazioni che si aggregano. POI ci sono i partiti che "sostengono". Ma è una roba di inseguimento, non di promozione dell'evento.


E' un po' più raro manifestare per appartenenza, ed è diventato più normale manifestare per argomento.
E' più un moto dell'animo piuttosto che una voglia di contarsi.


La roba che è cambiata quindi è che oggi dietro a molte manifestazioni c'è un'organizzazione parecchio debole. Per non dire inesistente.
Bisognerebbe iniziare a riflettere sulle conseguenze.

Se non c'è un'organizzazione, per dire, è velleitario invocare un "servizio d'ordine".
Con una struttura dietro è tutto molto più facile: si chiama quanche compagno/camerata/amico "fidato" e gli si mette il giubbottino d'ordinanza.
Ma se una manifestazione nasce più per moto spontaneo che per altro, chi chiami?


Di sicuro non è che puoi lasciare tutto al volontariato di chi si propone.
Anzi: non puoi lasciarci proprio niente.
C'è il rischio che quelli che vengono per fare casino - cioè proprio quelli che il picchetto dovrebbe reprimere - poi facciano la fila per dire "il servizio d'ordine lo faccio io".
Sai le risate.



Tocca iniziare a elaborare anche delle strategie diverse di autotutela.
E bisognerebbe farlo in fretta.

LoneWolf58
Inviato: 17/10/2011 18:33  Aggiornato: 17/10/2011 18:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Autore: FreeBird Inviato: 17/10/2011 18:25:40
...
Sono mascherato e sto trasgredendo alla legge da te citata, adesso voglio vedere come fai tu poliziotto ad applicarla.
Escalation... se non riesco a prevenire "picchio"...
Il fatto è che non hanno neanche provato a prevenire.
Comunque me so' stufato... proprio vero ci meritiamo quel che ci accade.

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
LoneWolf58
Inviato: 17/10/2011 18:53  Aggiornato: 17/10/2011 18:53
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Autore: Pispax Inviato: 17/10/2011 18:26:44
...
Mi permetto di puntualizzare una cosa, che altrimenti si rischia di scendere su chine sbagliate: il servizio d'ordine è A CARICO dello Stato, non dei manifestanti. Polizia, Carabinieri, celerotti, tenute anti-sommossa e tutto quanto sono a carico dei soldi pubblici.
...
Già, sembra utopia ma è così... le FF.OO. sono lì anche per garantire a chi manifesta (per motivi suoi e con gli scopi suoi) la possibilità di farlo.
Pare strano che nel 2011 solo i Black Bloc (o almeno è quello che vorrebbero farci credere) hanno imparato dai precedenti... le FF.OO. sono rimaste al '68 (almeno quelle italiane).

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Calvero
Inviato: 17/10/2011 19:05  Aggiornato: 17/10/2011 19:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:

Non è necessario avere la sfera di cristallo per capire che cosa fanno gli altri e il tasso di ineducazione di altri ancora.


AH sì? e così non sarebbe necessaria la sfera di cristallo per sapere cosa fanno o non fanno gli altri, poiché TU non li vedi in quelle Piazze, vero furbacchione ? e sapere magari anche come alzano il culo in altre maniere per fare qualcosa per la collettività? tu lo sai invece .. WOW

Fattene una ragione; è la tua logica a dimostrare la tua supponenza.

In secondo luogo, qui si critica quel che si è visto, riportato e testimoniato, quindi è proprio qui che non serve la sfera di cristallo. Per queste disamine. Non per le tue. Rifattene una ragione, se ne hai voglia.

Poi il fatto che alludi all'apatia e al menefreghismo degli altri (questo hai chiaramente inteso) su questioni che riguardano il loro Vivere in società - è una maniera di offendere, nascosta da un velo di perbenismo, in cui denigri gli altri ipotizzando cosa?? .. ecco, io non uso il tuo velo, e ti restituisco la pillola e senza indorarla

In ultimo: - è TUTTO da dimostrare (e già altri hanno spiegato bene la faccenda) che è ben lungi dalla verità che il tuo: - alzare il sedere dalla poltrona - possa significare a prescindere "che almeno si è fatto qualcosa".

Diciamo che si cerca di essere un po più avanti di questa forma mentis illogica quanto retorica. Insomma una demagogia opposta a quella della politica. Trincee diverse, stesso linguaggio.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Cassandra
Inviato: 17/10/2011 19:16  Aggiornato: 17/10/2011 19:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: Gli indignati scendono in strada
Feforchip,

Citazione:
NON HA NESSUNA IMPORTANZA POLITICA CHI SIANO QUESTI "INFILTRATI" L'IMPORTANTE E' CHE SONO STATI "DENUNCIATI" DAI GIORNALI COME NON APPARTENENTI AL MOVIMENTO CHE HA PROMOSSO LA MANIFESTAZIONE E TANTO CHE CI SONO STATI SCONTRI TRA MANIFESTANTI E INCAPPUCCIATI.


C'ero cascata anch'io a festeggiare il nuovo atteggiamento della stampa.
Poi coram populi hanno cominciato ad accusare i valsusini, e ho capito che anche stavolta c'era in attesa il nemico di turno da criminalizzare.

Non si smentiscono mai, ahinoi.



"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
perspicace
Inviato: 17/10/2011 19:27  Aggiornato: 17/10/2011 19:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Gli indignati scendono in strada
Autore: FreeBird Inviato: 17/10/2011 18:25:40
Freebird io non faccio manifestazioni e non tiro transenne a nessuno mi hanno pestato una volta perché fumavo uno spinello ed un altra volta perché li ho definiti servi dei servi comunque in entrambi i casi io non ho mai fatto niente per essere identificato come una minaccia.

Devi sapere che la mia regione il Molise è piena di fascisti che fanno gli sbirri per la possibilità di menare qualche extracomunitario o qualche punkabestia.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
Spiderman
Inviato: 17/10/2011 19:31  Aggiornato: 17/10/2011 19:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: Gli indignati scendono in strada

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
hendrix
Inviato: 17/10/2011 19:35  Aggiornato: 17/10/2011 19:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: Gli indignati scendono in strada

LucaM
Inviato: 17/10/2011 19:47  Aggiornato: 17/10/2011 19:47
So tutto
Iscritto: 11/3/2011
Da:
Inviati: 13
 Re: Gli indignati scendono in strada
Come mai Draghi dice che gli indignati hanno ragione ? Perchè i media non fanno di tutta l'erba un fascio o quasi come nelle altre occasioni ma invece sottolineano la distinzione fra i movienti pacifici e i black bloc ?
Forse la risposta si trova qui...

http://scienzamarcia.blogspot.com/2011/10/le-prove-che-il-movimento-del-15.html

Jurij
Inviato: 17/10/2011 20:21  Aggiornato: 17/10/2011 20:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Gli indignati scendono in strada
E se per ipotesi i black bloc fossero pagati dalla mafia?

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Stefo
Inviato: 17/10/2011 20:22  Aggiornato: 17/10/2011 20:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da: Roma
Inviati: 324
 Re: Gli indignati scendono in strada
"sotto l’apparenza di chiedere migliorie sociali, solo cercano la distruzione dell’ordine attuale e l’implementazione di uno nuovo, più favorevole agli interessi degli oligarca." (Vedi articolo citato da Hendrix)

Bel passaggio logico che dimostra in maniera inoppugnabile la collusione degli indignados con Rotschild e Rockefeller.
Dove sta scritto che il nuovo ordine sociale andrà a loro vantaggio? Un movimento che lotta contro l'oligarchia delle banche e dello strapotere della finanza dovrebbe favorire i finanzieri e i banchieri? E perché mai?
Forse è meglio l'ordine attuale? State bene voi? E se sono così onnipotenti questi signori che dobbiamo fare? Ce ne stiamo a casa? Siete sicuri che è meglio? Nell'incertezza io manifesto e se incontro Rockefeller (uno qualsiasi) alla manifestazione (alle manifestazioni è pieno di Rockefeller, vengono in gita con tutta la famiglia) gli faccio lo sgambetto, tiè, che tanto è vecchio, in linea di massima.

NiHiLaNtH
Inviato: 17/10/2011 20:34  Aggiornato: 17/10/2011 20:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Come mai Draghi dice che gli indignati hanno ragione ? Perchè i media non fanno di tutta l'erba un fascio o quasi come nelle altre occasioni ma invece sottolineano la distinzione fra i movienti pacifici e i black bloc ? Forse la risposta si trova qui...


eheheheh

è proprio la domanda che mi sono posto ieri sera

mmhhhh vediamo un pò forse perchè queste manifestazioni non danno fastidio a nessuno?

reaven
Inviato: 17/10/2011 20:34  Aggiornato: 17/10/2011 20:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/11/2005
Da:
Inviati: 341
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
I black block sono quelle persone che manifestano contro un sistema che da più valore ad oggetti senz'ANIMA piuttosto che persone con un anima. Capiamoci che è meglio!!



Capisco quello che vuoi dire, pero' non capisco il senso di spaccare tutto quello che capita sotto mano, vetrine, auto, etc... se si vuole attaccare fisicamente il potere , non si spacca l auto di un povero Cristo a caso.
Ritengo comunque che la violenza sia l ultima carta da giocare.
Avrebbe avuto allora piu' senso se fosse stata sfasciata una Banca centrale o fosse stato bloccato l ultimo Raduno Bildelberg per farti un esempio, e invece strano ma vero, la manifestazione al Bildelberg è stata piu' che pacifica, come mai i blocchi neri non ci sono in quei casi?

Jurij
Inviato: 17/10/2011 20:57  Aggiornato: 17/10/2011 20:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Gli indignati scendono in strada
reaven
Citazione:
Capisco quello che vuoi dire, pero' non capisco il senso di spaccare tutto quello che capita sotto mano, vetrine, auto, etc... se si vuole attaccare fisicamente il potere , non si spacca l auto di un povero Cristo a caso.
Ritengo comunque che la violenza sia l ultima carta da giocare.

Esatto, se i black bloc fossero veramente quelli che dicono di essere si recherebbero a casa di B e gli demolirebbero la casa, ma non lo fanno perché il loro scopo è quello di mandare in malora le dimostrazioni che richiamano la coscienza collettiva… e chi ha interesse a mandare in malora l’attenzione della popolazione?

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
audisio
Inviato: 17/10/2011 20:59  Aggiornato: 17/10/2011 20:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
L'Ecuador ha un governo antiUSA.
'Sto sito scienza marcia me sembra parecchio cazzaro.
Studiate un pò di geopolitica, fa bene...

Pispax
Inviato: 17/10/2011 21:00  Aggiornato: 17/10/2011 21:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Gli indignati scendono in strada
LucaM


Citazione:
Come mai Draghi dice che gli indignati hanno ragione ? Perchè i media non fanno di tutta l'erba un fascio o quasi come nelle altre occasioni ma invece sottolineano la distinzione fra i movienti pacifici e i black bloc ?
Forse la risposta si trova qui...

http://scienzamarcia.blogspot.com/2011/10/le-prove-che-il-movimento-del-15.html


Ci sono molte possibilità per definire qualcosa. La lingua italiana per fortuna è molto ricca. Ci sono sfumature, chiaroscuri, termini equivalenti, equipollenti simili, similari, assonanti, evocativi.

C'è anche la possibilità di utilizzare molti gradi di ambiguità.
Volendo.


Ma in questo caso no.
Ho letto quel link, e la cosa più gentile che mi viene da dire è che quella è una risposta cretina.
Se mi serve un'overdose di propaganda mi guardo il TG1, grazie.

NiHiLaNtH
Inviato: 17/10/2011 21:04  Aggiornato: 17/10/2011 21:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Gli indignati scendono in strada
tutte ste manifestazioni in tutto il mondo con centinaia di migliaia di manifestanti ma a manifestare durante la riunione del bilderberg sono sempre 4 gatti

sono il solo a vedere qualcosa di profondamente sbagliato in tutto ciò?

Morpheo70
Inviato: 17/10/2011 21:20  Aggiornato: 17/10/2011 21:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/5/2011
Da:
Inviati: 88
 Re: Gli indignati scendono in strada
Ho ascoltato e letti molti pareri, ma io sono sempre piu' convinto che è stato fatto apposta,
non dimenticatevi che l' arma migliore che ha oggi il governo Italiano e la tv, non ho visto da nessuna parte un TG che ha fatto menzione di quello che voleva la gente in quella manifestazione,

uniche cose sentite sono solo: sono cattivi, criminali, i danni, sono stati arrestati, il governo sta cercando i criminali ecc. ecc.

Ho sentito solo un piccolo accenno sulla manifestazione e quello che chiedevano da RAI NEWS il resto lo sapete gia'.

Sono sicuro delle mie ideee perche parlando con altri l' unica cosa che dicono, "hai visto cosa hanno combinato a Roma?", e mai nessuno parla della manifestazione e perche e stata fatta,

io provo a dire "guarda quella manifestazione era contro il male nel mondo", e loro mi dicono "si .... pero' e grave quello che hanno fatto, sono dei criminali" allora io a quel punto ci rinuncio e mi chiedo, cambiera' mai qualcosa in questo paese?

Non condivido la violenza, ma credo che quello sia l' unico modo per farci ascoltarci e cambiare questo benedetto Paese,

per ora sono contento solo che la gente comincia a svegliarsi e a capire dove risiede il vero virus. il resto lo vedremo piu' avanti, sempre se non prendono questa storia per fare qualche legge in modo da non poter manifestare piu'

Jurij
Inviato: 17/10/2011 21:23  Aggiornato: 17/10/2011 21:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: Gli indignati scendono in strada
nNiHiLaNtH
Citazione:
tutte ste manifestazioni in tutto il mondo con centinaia di migliaia di manifestanti ma a manifestare durante la riunione del bilderberg sono sempre 4 gatti

sono il solo a vedere qualcosa di profondamente sbagliato in tutto ciò?

Hai ragione, ma purtroppo sono ancora pochi a conoscere questo “club” e le sue “grandi imprese”, a parte quando qualche leghista vi si vuole infiltrare….

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
peonia
Inviato: 17/10/2011 21:49  Aggiornato: 17/10/2011 21:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Gli indignati scendono in strada
Ma in questo caso no. Ho letto quel link, e la cosa più gentile che mi viene da dire è che quella è una risposta cretina. Se mi serve un'overdose di propaganda mi guardo il TG1, grazie.


PISPAX potresti spiegarti meglio per i minus habens come me? grazie

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Pyter
Inviato: 17/10/2011 22:02  Aggiornato: 17/10/2011 22:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Gli indignati scendono in strada
No, peonia , per carità, non lo stuzzicare.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Teba
Inviato: 17/10/2011 22:05  Aggiornato: 17/10/2011 22:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: Gli indignati scendono in strada
Nihilanth:
Citazione:
tutte ste manifestazioni in tutto il mondo con centinaia di migliaia di manifestanti ma a manifestare durante la riunione del bilderberg sono sempre 4 gatti sono il solo a vedere qualcosa di profondamente sbagliato in tutto ciò?


Non credo che CANVAS abbia qualche interesse a organizzare manifestazioni contro il Bilderberg.

fiodenamig
Inviato: 17/10/2011 22:13  Aggiornato: 17/10/2011 22:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/5/2011
Da:
Inviati: 332
 Re: Gli indignati scendono in strada
Io proporrei di fare come con la Libia:

dobbiamo dare mandato alla NATO di difendere la gloriosa resistenza di piazza contro questa dittatura infame al potere in Italia.

E dunque mi appello al segretario della NATO affinché non dimentichi noi qui.

Reclamo quindi che la questione della repressione, esercitata da chi ha le mani già grondanti del sangue dei nostri fratelli votati al martirio per la libertà, oppressione vergognosa contraria allo spirito dei popoli liberi, anelito che viene soffocato con la violenza dalle forze spregevoli e repressive di criminali contro l'umanità che purtroppo sono da noi al potere, sia portata di fronte al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

Pertanto chiedo che le Nazioni Unite diano il via libera alla missione di pace della NATO la quale avrà così facoltà di muoversi a sostegno dei nostri valorosi combattenti, pronti al martirio per la libertà, bombardando chiunque si opponga a loro.

Loro nostri fratelli di strada paladini con il volto coperto, ultimo vero baluardo della democrazia e resistenti del fronte libero delle piazze romane.

FORZA N A T O DIFENDI
I NOSTRI BENIAMINI CON LE TUE BOMBE DI PACE ! ! !

benitoche
Inviato: 17/10/2011 22:29  Aggiornato: 17/10/2011 22:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 1941
 Re: Gli indignati scendono in strada
Indignati: Vietti, no leggi su onda emotivita'PoliticaRoma, 17 ott. (Adnkronos) - ''Sono contrario a legiferare sull'onda dell'emotivita'. Questo produce una legislazione contrasddittoria e inefficace''. Michele Vietti, vicepresidente del Csm, replica cosi' all'ipotesi di nuove misure legislative dopo gli scontri alla manifestazione di sabato a Roma.

la religione è indispensabile
soltanto a un’umanità rescissa dal mondo divino-spirituale.
Blade1960
Inviato: 17/10/2011 23:06  Aggiornato: 17/10/2011 23:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/11/2006
Da:
Inviati: 264
 Re: Gli indignati scendono in strada
Ciao a tutti!
Polizia a secco,in caserma le volanti eee avanti MARSC no due' no due'..
Cara Polizia ,se passassi all'opposizione?

"Ci vergogniamo a chiedere soldi alla gente in un momento in cui siamo tutti tartassati e vittime della crisi economica. Ma a vergognarsi dovrebbe essere questo Governo che ha ridotto sul lastrico la sicurezza."


Silverio Sabino, Sap


continua su: http://www.fanpage.it/anche-la-polizia-si-indigna-mancano-i-soldi-per-la-benzina/#ixzz1b4flzkyH
http://www.fanpage.it

ps:se per qualcuno e' fuori OT me ne scuso.

Al2012
Inviato: 17/10/2011 23:45  Aggiornato: 17/10/2011 23:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: Gli indignati scendono in strada
Io parlo delle ragioni dei 500mila e non della stupidità dei 500

(…) Sono molteplici le ragioni degli Indignados e per comodità si possono dividere in quattro grandi ca tegorie:
indignazione contro le iniziative militari che costano in termini economici e di vite umane;

indignazione contro il sistema finanziario e gli annessi paradisi fiscali dove evasori, trafficanti e faccendieri nascondono i soldi sfuggiti al fisco o riciclano il denaro sporco;

indignazione contro la classe politica che ha perso contatto con la realtà e con la popolazione, e che ascolta, invece, i diktat delle banche, privatizza il sistema sociale e impone opere faraoniche contro gli interessi dei cittadini e contro l’ambiente;

indignazione contro il potere mediatico, accusato di non dare spazio sufficiente al dissenso e di nascondere le vere ragioni della crisi.

Ecco le ragioni degli indignati che avrebbero dovuto conquistare il dibattito pubblico e spingere i cittadini a ragionare su questo.
Ma di questo i TG non hanno parlato. Vi era altro di cui parlare.
Purtroppo.

Gli indignati protestano contro quell’1% della popolazione mondiale che detiene e gestisce il capitale e il potere e che influenza le politiche economiche di uno stato sovrano.
Questo manipolo di banchieri, finanzieri, funzionari delle agenzie di rating o di altri enti-sovra nazionali non sono eletti dai cittadini ma decidono, lontani dai riflettori, la politica degli stati.
Un esempio: la lettera che Trichet ha inviato al governo italiano dove chiedeva, o meglio imponeva, di tagliare lo Stato sociale e di privatizzare progressivamente gran parte dei servizi pubblici come scuola, previdenza e sanità.

Perché devo pagarla io questa crisi?
Perché si deve privatizzare la scuola e la sanità?
Perché le banche devono avere sempre più potere e gli speculatori possono agire, a livello globale, indisturbati?
Ecco perché ci si indigna: perché si chiedono sacrifici ai deboli e si aggrediscono i più elementari diritti sociali, mentre la classe politica, eletta per tutelare i nostri interessi, non riesce ad opporsi ai nuovi tiranni.

Ma indignarsi non basta.
Uno degli slogan usati dal movimento internazionale è: Siamo indignati, costruiamo l’alternativa.

L’obiettivo primario è promuovere una democrazia partecipativa che restituisca dignità e valore all’azione politica e che metta il cittadino, e non l’economia, al centro del dibattito.

A questa indignazione globale si aggiunge altra indignazione nazionale.
In Italia, ci si indigna per una classe dirigente e un governo lontano dagli interessi dei cittadini.
Ciò che indigna è l’iniqua manovra fiscale del governo italiano, considerato dai manifestanti un massacro ai danni dei lavoratori, delle famiglie e dei pensionati.
Le ragioni dei cittadini indignati stanno, nel caso italiano, in una manovra economica che non tassa le grandi ricchezze e i grandi patrimoni, che non riduce le spese militari, che non taglia le spese inutili, ma fa pagare la crisi ai più deboli, perché non ha il coraggio di toccare gli interessi dei più forti. (…)

“Capire … significa trasformare quello che è"
totalrec
Inviato: 18/10/2011 0:02  Aggiornato: 18/10/2011 0:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Le prove che il movimento del 15 ottobre è stato creato dal potere stesso, ovvero che si tratti del classico esempio di "opposizione controllata"


Il fatto che un movimento, di qualunque tipo, sia finanziato da chi ha i soldi per finanziarlo (si tratti di Soros o di altri) non è certo una cosa che mi lasci a bocca aperta (mi lascerebbe a bocca aperta il contrario). Allo stesso tempo, non mi dice nulla. Sappiamo tutti (credo) che la Rivoluzione Francese fu finanziata dalla massoneria inglese, che Lenin ricevette, tramite mediazione di Trotzkij, corposi finanziamenti dalla banca americana Warburg e dalla Kuhn & Loeb di Jacob Schiff, che lo stesso nazismo potè nascere e crescere grazie all'apporto finanziario (tra gli altri) di Morgan, Rockefeller, General Electric Company, Standard Oil, National City Bank, Chase and Manhattan banks, Kuhn & Loeb, General Motors, Ford e così via.
E allora?
Quello che contano sono l'intelligenza politica (o la non intelligenza) e la spregiudicatezza di chi riceve i finanziamenti nell'utilizzarli per finalità che si discostino, in tutto o in parte, dagli interessi dei finanziatori e mirino invece ad obiettivi di carattere nazionale.

E' proprio questa intelligenza politica che io non vedo negli attuali movimenti. Ma neanche a supplicare San Gennaro, neanche ad andarla a cercare con un microscopio elettronico a scintillatore... Personalmente, mi sembra questa la parte più straziante dell'intero dramma.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
Redazione
Inviato: 18/10/2011 0:44  Aggiornato: 18/10/2011 0:45
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Gli indignati scendono in strada
TOTALREC: "Quello che contano sono l'intelligenza politica (o la non intelligenza) e la spregiudicatezza di chi riceve i finanziamenti nell'utilizzarli per finalità che si discostino, in tutto o in parte, dagli interessi dei finanziatori e mirino invece ad obiettivi di carattere nazionale."

Giustissimo discorso. Vedi il caso di Ho-Chi-Min, oppure quello di Fidel Castro. Inizialmente appoggiati dalla CIA, che pensava in seguito di poterli controllare, se ne sono battuti i coglioni dei "protettori", e sono andati dritti per la loro strada.

FreeBird
Inviato: 18/10/2011 0:45  Aggiornato: 18/10/2011 0:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/1/2008
Da:
Inviati: 148
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
un altra volta perché li ho definiti servi dei servi


Hai detto niente ! D'accordissimo col fatto che gli agenti che hai incontrato andrebbero sbattuti dentro e di corsa eh,ma cazzo un po' di fubrizia! Ti pare che gli vai a dire servi dei servi!
Nell'esercito ti insegnano che in caso di cattura da parte del nemico ,mostrarsi aggressivi e indisponibili ti fa ottenere solo il triplo delle mazzate,mentre dimostrarsi piccoli,umili e sottomessi e' spesso la chiave di volta per la salvezza.
Non so quante volte polizia e carabinieri mi hanno fermato per dei controlli,spesso erano anche abbastanza incazzati e desiderosi di sbattere dentro qualcuno.In quelle occasioni ho messo un'attimo da parte l'orgoglio e ho fatto la scenetta del sottomesso,loro avevano ragione in tutto e io li accomodavo appagando il loro ego e il loro bisogno di sentirsi forti.Risultato,anche con agenti da sbattere in manicomio ne sono sempre uscito senza un graffio,a differenza di molta gente che conosco,che per vere e proprie cavolate (una multa,un "che state combinando voi?") si sono presi gravi denunce o addirittura qualche manganellata in faccia pur di fare i "cazzuti". Come dice Dave Mustaine "because i don't say it,don't mean i don't think it"



Comunque,si vocifera un possibile ritorno della "Legge Reale",in pratica se accadesse di nuovo cio' che e' successo sabato,la polizia e i carabinieri sarebbero tranquillamente autorizzati ad aprire il fuoco,stavolta con munizionamento bellico.

perspicace
Inviato: 18/10/2011 1:21  Aggiornato: 18/10/2011 1:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: Gli indignati scendono in strada
non nego d'esser folle

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
nygandy
Inviato: 18/10/2011 1:22  Aggiornato: 18/10/2011 1:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/10/2009
Da:
Inviati: 483
 Re: Gli indignati scendono in strada
Va bene ragazzi...

Penso sia chiaro ormai l'esito di questo sabato italiano.
La furia black bloc ha prodotto esattamente ciò che doveva produrre. Ciò di cui noi parliamo da tempo: la richiesta di nuove leggi antiterrorismo da parte del ministro degli interni.
E' lecito pensare che sia stata combinata?
Amici, possiamo ancora credere alle favole,oppure...

Perchè dovrei fidarmi di quelli che mettevano le molotov alla Diaz?

Su mezzi di stampa più che sospetti... praticamente tutti i media mainstream... è partito, peraltro al segnale convenuto il fuoco incrociato di notizie al limite del paranormale:
I black bloc addestrati in Grecia!!!! (roba che nemmeno i Talebani in Afghanistan...)
I black bloc a scuola dai No Tav!!!
Memoriale di un Black bloc su repubblica (sic!)!!! (Roba che neanche Breivik...)
Chiaramente tutto il giorno dopo. Tutto confezionato e prodotto già in carta patinata.
(Roba che neanche il passaporto di Hanjour...)
Last but not least... Di Pietro invoca una legge Reale-bis...
Di Pietro l'uomo senza passato... fatevi una ricerca...
Scusate a casa mia questa E' la prova che questa è gente "organica" all'apparato sfascista del sistema dei diritti civili.
Con buona pace di Tuttle... vuoi che vengano a dichiararsi rei confessi in tv?
Sono servizi deviati ... e basta.

peonia
Inviato: 18/10/2011 10:14  Aggiornato: 18/10/2011 10:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Gli indignati scendono in strada

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Ghilgamesh
Inviato: 18/10/2011 11:46  Aggiornato: 18/10/2011 11:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:

Sembra che il direttore del tempo si sia dimenticato che so, del Betulla, o prima di lui della valigetta di Ferrara con i 500 milioni della CIA (tanto per citare i più stupidi che si sono fatti beccare)

Fa piacere sapere che il tipo in questione è un suo "giornalaista", ma da questo ad affermare che non c'entri nulla, ce ne vuole ...

giupir
Inviato: 18/10/2011 11:56  Aggiornato: 18/10/2011 11:56
So tutto
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 19
 Re: Gli indignati scendono in strada
Mi associo a peonia nell'invito a leggere!
Rimango comunque dell'opinione che rispondere a provocazione di questo genere porta vantaggio solo alla loro visibilità altrimenti vicina allo zero.
Riflettere serve propio a questo, evitare di cadere nella trappola che adottano per distorcere l'attenzone dal problema reale.
OSSERVARE, ANALIZZARE, VALUTARE, E ALLA FINE ESPRIMERE UN GIUDIZIO.
Contro ciò loro sono impotenti e possono soltanto arrabbattare delle sterili congetture.
Mentre i fatti rimangono tali! Stà a chi legge farsi una sua opinione, e decidere come stanno le cose.
http://iltafano.typepad.com/il_tafano/2011/10/caro-sechi-sono-un-kretino-di-internet-ma-credo-che-esistano-anche-i-kretini-della-carta-stampata.html

Tuttle
Inviato: 18/10/2011 11:58  Aggiornato: 18/10/2011 11:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Con buona pace di Tuttle... vuoi che vengano a dichiararsi rei confessi in tv?


Giuro che se avessi capito cosa vuoi comunicare ti risponderei.

In assenza di frasi interconnesse da filo logico non posso che:

Tuttle
Inviato: 18/10/2011 12:01  Aggiornato: 18/10/2011 12:01
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:

Ah ecco!

Ieri dicevi che era un poliziotto sotto falso nome...

...oggi hai capito che è effettivamente Fabio di Chio e quindi diventa anche lui un infiltrato!

All'anima del Bias di conferma...

Tuttle
Inviato: 18/10/2011 12:15  Aggiornato: 18/10/2011 12:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Comunque,si vocifera un possibile ritorno della "Legge Reale",in pratica se accadesse di nuovo cio' che e' successo sabato,la polizia e i carabinieri sarebbero tranquillamente autorizzati ad aprire il fuoco,stavolta con munizionamento bellico.


Credo (SPERO), che l'articolo 14 - sulla risposta armata - sia inapplicabile e improponibile. Probabilmente si riattiveranno gli articoli 3, 4 e 5 cui si riferiva anche LoneWolf...per poter agire in prevenzione senza flagranza e durante la flagranza di reato.

Chi pensa di allentare i rischi con leggi del genere non può che essere uno sociopatico come Di Pietro e compagnia cantante...

cgueye
Inviato: 18/10/2011 12:15  Aggiornato: 18/10/2011 12:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2010
Da:
Inviati: 306
 Re: Gli indignati scendono in strada
@Signor Mazzucco, si può concordare, ma con qualche amarezza, casomai. Perché molti ci credono, anche se magari non hanno chiaro il quadro.
Oggi tanta gente "non parla con se stessa". E' vero, prima li votano poi li contestano, ma se così non fossero avrebbero potuto bersi questi dieci anni di propaganda relativa al post 11/9 (giusto per stare a uno dei nostri cavalli di battaglia)?; e se pure hanno dato fiducia a qualcuno che poi ha deluso, si può riconoscere di aver sbagliato? Un'ammissione di errore oggi è un atto eroico che nessuno vuole più compiere, ma se accade, è segno più di forza che di debolezza, credo; e se comunque sono meno intelligenti di quelli del '68, non esalterei questi ultimi oltre un certo segno, visto ciò che ne è uscito a volte, cioè i debunkers o i loro figli, per esempio...( preciso: nel '68 ero troppo piccola per manifestare, l'altro giorno troppo scog....nata per muovermi, ma questa è un'altra storia).

Paxtibi
Inviato: 18/10/2011 12:19  Aggiornato: 18/10/2011 12:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Gli indignati scendono in strada
Giustissimo discorso. Vedi il caso di Ho-Chi-Min, oppure quello di Fidel Castro. Inizialmente appoggiati dalla CIA, che pensava in seguito di poterli controllare, se ne sono battuti i coglioni dei "protettori", e sono andati dritti per la loro strada.

Non è detto che non fosse proprio quello, lo scopo: quanto ha fatto comodo un "nemico" come Cuba in tutti questi anni?

audisio
Inviato: 18/10/2011 12:43  Aggiornato: 18/10/2011 12:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
Ottimo.
Paxtibi ha trovato la soluzione per non seguire i perfidi
piani del potere massonico.
Basta non essere nemico degli USA...



P.S.: non ho trovato in questo topic un post minimamente
intelligente.
Nessuno a cui venga in mente che sono molto più funzionali
al sistema gli autoconvocati via twitter che si accampano
a Santa Croce in Gerusalemme che non i "casseur" di S.Giovanni...
I primi lanciano un messaggio ambiguo "il sistema si puà migliorare",
i secondi no.
E a chi ribatte che così non si va da nessuna parte, rispondo
"chissenefrega"...
Chi se ne frega della "conquista del Potere" di leninista memoria...
Come dice il mio guru personale, il buon Hakim Bey di cui all'avatar...

Conta molto di più il percorso che si segue, la gerarchia zero, il
rendersi impenetrabile alla lettura e all'incorporazione dei media.
Terrificante il collegamento dell'Infedele di Gad Lerner da Santa
Croce in cui gli esponenti della nuova moda degli Indignados
declinavano l'alfabeto della nuova tribù e il linguaggio cui devono
attenersi i suoi esponenti.

Pispax
Inviato: 18/10/2011 12:54  Aggiornato: 18/10/2011 12:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: Gli indignati scendono in strada
FreeBird


Citazione:
Comunque,si vocifera un possibile ritorno della "Legge Reale",in pratica se accadesse di nuovo cio' che e' successo sabato,la polizia e i carabinieri sarebbero tranquillamente autorizzati ad aprire il fuoco,stavolta con munizionamento bellico.


Guarda un po' se non si doveva riesumare il Bava Beccaris.
Lo sapevo che prima o poi succedeva. All'epoca ci furono solo 80 morti, e in effetti questo lascia come un senso di incompiutezza.





Perdonate la retorica, ma mi ci sta bene.

Sei ancora quello della pietra e della fionda,
uomo del mio tempo. Eri nella carlinga,
con le ali maligne, le meridiane di morte,
t’ho visto – dentro il carro di fuoco, alle forche,
alle ruote di tortura. T’ho visto: eri tu,
con la tua scienza esatta persuasa allo sterminio,
senza amore, senza Cristo. Hai ucciso ancora,
come sempre, come uccisero i padri, come uccisero
gli animali che ti videro per la prima volta.
E questo sangue odora come nel giorno
Quando il fratello disse all’altro fratello:
«Andiamo ai campi». E quell’eco fredda, tenace,
è giunta fino a te, dentro la tua giornata.
Dimenticate, o figli, le nuvole di sangue
Salite dalla terra, dimenticate i padri:
le loro tombe affondano nella cenere,
gli uccelli neri, il vento, coprono il loro cuore.

FedeV
Inviato: 18/10/2011 13:10  Aggiornato: 18/10/2011 13:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/10/2006
Da:
Inviati: 445
 Re: Gli indignati scendono in strada
Autore: Redazione Inviato: 18/10/2011 0:44:08

TOTALREC: "Quello che contano sono l'intelligenza politica (o la non intelligenza) e la spregiudicatezza di chi riceve i finanziamenti nell'utilizzarli per finalità che si discostino, in tutto o in parte, dagli interessi dei finanziatori e mirino invece ad obiettivi di carattere nazionale."

Giustissimo discorso. Vedi il caso di Ho-Chi-Min, oppure quello di Fidel Castro. Inizialmente appoggiati dalla CIA, che pensava in seguito di poterli controllare, se ne sono battuti i coglioni dei "protettori", e sono andati dritti per la loro strada.
-----------------------------------------



Questa si che è divertente. E scommetto che quelli che danno i finanziamenti sono dei poveri ingenui ragazzotti di campagna che buttano milioni dandoli a gente che li usa come vuole e magari li frega usandoli proprio contro di loro.

Paxtibi
Inviato: 18/10/2011 13:14  Aggiornato: 18/10/2011 13:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Gli indignati scendono in strada
Paxtibi ha trovato la soluzione per non seguire i perfidi piani del potere massonico. Basta non essere nemico degli USA...

Che cazzata, non ho detto niente del genere, tanto più che è ad essere loro amici che si rischia di più...

Semplicemente, se parliamo di cose di cui sappiamo poco o niente, come nel caso dei piani segreti delle potenze mondiali, è consigliabile non lasciarci limitare nelle ipotesi dalle ideologie (o dai propri guru personali...), ma piuttosto farci guidare dalla logica del cui prodest.

Gargoyle
Inviato: 18/10/2011 13:55  Aggiornato: 18/10/2011 13:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/4/2005
Da: Roma
Inviati: 421
 Re: Gli indignati scendono in strada
Scusate se qualcuno l’ha già detta sta cosa, ma non ho voglia di leggere tutta sta sbrodolata di utilità/inutilità della manifestazione, io non voto, uso internet leggo quanto più posso e se capita vado a fare il RIDICOLO alla manifestazione….
Comunque precisando che manifestare secondo me fa ancora bene, checche se ne dica qui su, volevo solo dire che la manifestazione poteva essere gestita meglio, pensando unicamente a come si sono svolti i fatti,
perché nessuno ha fatto filtro nelle stazioni varie considerando che piazza della repubblica era raggiungibile solo in metro(considerando anche che tutto il percorso della manifestazione era blindato, nel senso che non si poteva entrare ed uscire sui lati fino a via labicana)?
Perché nonostante il continuo monitoraggio di 2 elicotteri sopra le nostre teste, e considerando che i disordini sono stati effettuati sempre in testa al corteo , la nostra polizia è intervenuta nella metà esatta di via labicana spaccando a metà il corteo e costringendo tutta la gente che non aveva tute nere a disperdersi di corsa evitando lacrimogeni e bastonate?
Non so se poi ci siano stati degli infiltrati o meno, l’unica cosa che so è che la manifestazione doveva finire così, nel bordello più assoluto e nel vuoto dell’indifferenza della gente che giustamente ha pensato solo ai danni e a null’altro, senza chiedersi del perché della manifestazione, del perché ci fosse stata così tanta gente in piazza e del perché alla fine il tutto si sia ridotto ad un conteggio di cifre, arresti(?), e feriti….
il resto so chiacchiere da bar di chi giustamente non va più alle manifestazioni perché so inutili!!!!

L'illusione è la gramigna più tenace della coscienza collettiva: la storia insegna, ma non ha scolari. A. GRAMSCI
mingopeace
Inviato: 18/10/2011 14:23  Aggiornato: 18/10/2011 14:23
So tutto
Iscritto: 12/7/2011
Da:
Inviati: 18
 Re: Gli indignati scendono in strada
SCUSATE HO RICEVUTO QUESTA MAIL MA NON RIESCO A TROVARE DEI RISCONTRI POTETE AIUTARMI?


"Per la prima volta viene tolto il segreto su quanto costa ai contribuenti l'assistenza sanitaria integrativa dei deputati. Si tratta di costi per cure che non vengono erogate dal sistema sanitario nazionale (le cui prestazioni sono gratis o al più pari al ticket), ma da una assistenza privata finanziata da montecitorio. A rendere pubblici questi dati sono stati i radicali che da tempo svolgono una campagna di trasparenza denominata Parlamento WikiLeaks. Va detto ancora che la Camera assicura un rimborso sanitario privato non solo ai 630 onorevoli. Ma anche a 1109 loro familiari compresi (per volontà dell'ex presidente della Camera Pier Ferdinando Casini) i
conviventi more uxorio.
Ebbene, nel 2010, deputati e parenti vari hanno speso complessivamente 10 milioni e 117mila euro. Tre milioni e 92mila euro per spese odontoiatriche. Oltre tre milioni per ricoveri e interventi (eseguiti dunque non in ospedali o strutture convenzionati dove non si paga, ma in cliniche
private). Quasi un milione di euro (976mila euro, per la precisione), per
fisioterapia. Per visite varie, 698mila euro. Quattrocentottantotto mila euro per occhiali e 257mila per far fronte, con la psicoterapia, ai problemi psicologici e psichiatrici di deputati e dei loro familari. Per curare i problemi delle vene varicose (voce "sclerosante"), 28mila e 138 euro. Visite omeopatiche 3mila e 636 euro. I deputati si sono anche fatti curare in strutture del servizio sanitario nazionale, e dunque hanno chiesto il rimborso all'assistenza integrativa del Parlamento per 153mila euro di ticket.
Ma non tutti i numeri sull'assistenza sanitaria privata dei deputati,
tuttavia, sono stati desegretati. "Abbiamo chiesto - dice la Bernardini -
quanti e quali importi sono stati spesi nell'ultimo triennio per alcune
prestazioni previste dal 'fondo di solidarietà sanitarià come ad esempio
balneoterapia, shiatsuterapia, massaggio sportivo ed elettroscultura
(ginnastica passiva). Volevamo sapere anche l'importo degli interventi per
chirurgia plastica, ma questi conti i Questori della Camera non ce li
hanno voluti dare". Perché queste informazioni restano riservate, non
accessibili?
Cosa c'è da nascondere?
Ecco il motivo di quel segreto secondo i Questori della Camera: "Il
sistema informatizzato di gestione contabile dei dati adottato dalla
Camera non consente di estrarre le informazioni richieste. Tenuto conto
del principio generale dell'accesso agli atti in base al quale la domanda
non può comportare la necessità di un'attività di elaborazione dei dati da
parte del soggetto destinatario della richiesta, non è possibile fornire
le informazioni secondo le modalità richieste".
Il partito di Pannella, a questo proposito, è contrario. "Non ritengo -
spiega la deputata Rita Bernardini - che la Camera debba provvedere a dare
una assicurazione integrativa. Ogni deputato potrebbe benissimo farsela
per conto proprio avendo gia l'assistenza che hanno tutti i cittadini
italiani.
Se gli onorevoli vogliono qualcosa di più dei cittadini italiani, cioè un
privilegio, possono pagarselo, visto che già dispongono di un rimborso di
25 mila euro mensili, a farsi un'assicurazione privata. Non si capisce
perché questa 'mutua integrativà la debba pagare la Camera facendola
gestire direttamente dai Questori". "Secondo noi - aggiunge - basterebbe
semplicemente non prevederla e quindi far risparmiare alla collettività
dieci milioni di euro all'anno".Mentre a noi tagliano sull'assistenza sanitaria e sociale è deprimente scoprire che alla casta rimborsano anche massaggi e chirurgie plastiche private - è il commento del presidente dell'ADICO, Carlo Garofolini - e sempre nel massimo silenzio di tutti.



...E NON FINISCE QUI...
Sull'Espresso di qualche settimana fa c'era un articoletto che spiega che recentemente il Parlamento ha votato all'UNANIMITA' e senza astenuti un aumento di stipendio per i parlamentari pari a circa € 1.135,00 al mese. Inoltre la mozione e stata camuffata in modo tale da non risultare nei verbali ufficiali.

STIPENDIO Euro 19.150,00 AL MESE
STIPENDIO BASE circa Euro 9.980,00 al mese
PORTABORSE circa Euro 4.030,00 al mese (generalmente parente o familiare)
RIMBORSO SPESE AFFITTO circa Euro 2.900,00 al mese

INDENNITA' DI CARICA (da Euro 335,00 circa a Euro 6.455,00) TUTTI ESENTASSE
+

TELEFONO CELLULARE gratis
TESSERA DEL CINEMA gratis
TESSERA TEATRO gratis
TESSERA AUTOBUS - METROPOLITANA gratis
FRANCOBOLLI gratis
VIAGGI AEREO NAZIONALI gratis
CIRCOLAZIONE AUTOSTRADE gratis
PISCINE E PALESTRE gratis
FS gratis
AEREO DI STATO gratis
AMBASCIATE gratis
CLINICHE gratis
ASSICURAZIONE INFORTUNI gratis
ASSICURAZIONE MORTE gratis
AUTO BLU CON AUTISTA gratis
RISTORANTE gratis (nel 1999 hanno mangiato e bevuto gratis per Euro 1.472.000,00).
Intascano uno stipendio e hanno diritto alla pensione dopo 35 mesi in parlamento mentre obbligano i cittadini a 35 anni di contributi (41 anni per il pubbico impiego)
Circa Euro 103.000,00 li incassano con il rimborso spese elettorali (in violazione alla legge sul finanziamento ai partiti), più i privilegi per quelli che sono stati Presidenti della Repubblica, del Senato o della Camera. (Es: la sig.ra Pivetti ha a disposizione e gratis un ufficio, una segretaria, l'auto blu ed una scorta sempre al suo servizio)

La classe politica ha causato al paese un danno di 1 MILIARDO e 255 MILIONI di EURO.
La sola camera dei deputati costa al cittadino Euro 2.215,00 al MINUTO !!
Far circolare.
Si sta promuovendo un referendum per l' abolizione dei privilegi di tutti i parlamentari........... queste informazioni possono essere lette solo attraverso Internet in quanto quasi tutti i massmedia rifiutano di portarle a conoscenza degli italiani......

PER FAVORE CONTINUA LA CATENA

mangog
Inviato: 18/10/2011 14:24  Aggiornato: 18/10/2011 15:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:

Comunque precisando che manifestare secondo me fa ancora bene, checche se ne dica qui su, volevo solo dire che la manifestazione poteva essere gestita meglio, pensando unicamente a come si sono svolti i fatti,


Con uno stato che ti porta via forzatamente oltre il 50% ( i parassiti mantenuti non vogliono mai far morire o deperire l'organismo dal quale ciucciano linfa vitale....dunque grideranno allo scandalo ) di quello che produci ( dunque partecipazione con moneta sonante a tener su questo ambaradan di stato che si riempie tanto la bocca con 4 servizi erogati ).. che senso ha organizzare una scemata di manifestazione......
Che si provi a fare le cose sul serio invece..... diciamo qualche sciopero fiscale, magari organizzato dai sindacati tanto per far capire quanto sia grande il divario tra il costo del lavoro dal netto in tasca del lavoratore.
Se mi fossero stati versati tutti i contributi pagati da me e per mio conto all'INPS e li avessi investiti al tasso dell'inflazione ( dunque un rendimento scarsetto ) mi sarei trovato l'anno scorso al momento della pensione un capitale così consistente da garantirmi una vita agiatissima per 3 decenni come minimo, senza nemmeno investirlo in qualche stupida obbligazione o BTP o CCT...lasciandomi la possibilità di disporre come pare e piace di tale capitale.
Solo con lo sciopero fiscale ci si renderà conto di cosa servono 500.000 persone in divisa ( senza contare che altre 500.000 sono in pensione ed ancora abbastanza giovani )

PS... chiaramente alla fine ritratto tutto per non tirarmi la zappa sul piede.
Le tasse dei giovani servono per la mia pensione.... ci mancherebbe.

LoneWolf58
Inviato: 18/10/2011 14:29  Aggiornato: 18/10/2011 14:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Autore: Tuttle Inviato: 18/10/2011 12:15:33
...
Chi pensa di allentare i rischi con leggi del genere non può che essere uno sociopatico come Di Pietro e compagnia cantante...

La legge non potrà "mai" allentare i rischi visti che il suo scopo è "punire" chi ha già fatto il danno... i rischi si diminuiscono con la prevenzione, l'intelligence, l'organizzazione etc.etc.etc. cosa che non s'è vista...
“I black bloc erano più organizzati di noi” dire una cosa del genere è "grave" oltre ogni immaginazione... significa solo che la "disorganizzazione" delle FF.OO. è "voluta".

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
audisio
Inviato: 18/10/2011 14:30  Aggiornato: 18/10/2011 14:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
@ mangog:
con i tuoi contributi si sono finanziate le pensioni agli agricoltori,
agli artigiani e ai commercianti che i contributi non li hanno mai
pagati, prendono la minima e si incazzano pure.
E poi la cassa integrazione.
Quindi prenditela con i veri parassiti, per quanto riguarda il sistema
pensionistico, ossia i lavoratori autonomi e le imprese...

audisio
Inviato: 18/10/2011 14:32  Aggiornato: 18/10/2011 14:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
LoneWolf, ossia voler essere uno sbirro ma non
avere i coglioni per farlo...

aleste85
Inviato: 18/10/2011 14:39  Aggiornato: 18/10/2011 14:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/5/2010
Da:
Inviati: 204
 Re: Gli indignati scendono in strada
non concordo con quanto espresso nell'articolo. non trovo che quelle persone siano ridicole perchè in italia tra schede bianche ed astensionismo siamo poco lontani dal 45% della popolazione, il che vuol dire che numericamente quelli della manifestazione potevano teoricamente essere tutta gente che non ha espresso il suo voto.
si è visto come hanno trattato pannella (che tra i parlamentari è tra quelli che personalmente schifo di meno) quando ha provato a partecipare al corteo.
la gente non ne può più della politica.
e non trovo che questa manifestazione sia stata inutile perchè le richieste sono chiarissime, forse per pochi, ma lo sono. Le banceh devono smettere di fare il bello ed il cattivo tempo.
più chiaro di così...
e poi se non erro proprio su questo sito lessi un articolo sugli indignados spagnoli e sul fatto che i media più importanti non ne parlavano.

LoneWolf58
Inviato: 18/10/2011 14:41  Aggiornato: 18/10/2011 14:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Autore: audisio Inviato: 18/10/2011 14:32:04

LoneWolf, ossia voler essere uno sbirro ma non
avere i coglioni per farlo...
Beata ignoranza...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
audisio
Inviato: 18/10/2011 14:42  Aggiornato: 18/10/2011 14:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
Pannella e il Partito Radicale sono finanziati da Israele.
E sono gli eredi di Altiero Spinelli, l'ideologo dell'Europa
Unita, promotore del famoso Patto di Roma.

mangog
Inviato: 18/10/2011 15:01  Aggiornato: 18/10/2011 15:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:


Autore: audisio Inviato: 18/10/2011 14:30:42

@ mangog:
con i tuoi contributi si sono finanziate le pensioni agli agricoltori,
agli artigiani e ai commercianti che i contributi non li hanno mai
pagati, prendono la minima e si incazzano pure.
E poi la cassa integrazione.
Quindi prenditela con i veri parassiti, per quanto riguarda il sistema
pensionistico, ossia i lavoratori autonomi e le imprese...


E perchè dovrei prendermela con le persone ? Nel mio portafoglio è venuto a frugare lo stato...non i lavoratori autonomi...
Audisio! prega ogni sera per le 500.000 persone in divisa che garantirano l'ordine costituito per assicurare il tuo stipendio ( e la mia pensione).
Ohibò questa nuova generazione di indignati è così egoista..... non vogliono partecipare al mantenimento dello stato all'improvviso senza sapere che il cambiamento, per non essere traumatico, deve essere graduale ( baratterei tutta la mia pensione futura con 4-6 appartamenti e con il baratto avvenuto lo stato potrebbe andare in malora tanto quanto basta..).
Vediamo quanto graduale sarà il pagamento di 450 e passa miliardi di euro in BTP E CCT in scadenza l'anno prossimo.
Quello che abbiamo visto sabato-domenica è solo l'antipasto.

Tuttle
Inviato: 18/10/2011 15:02  Aggiornato: 18/10/2011 15:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Gli indignati scendono in strada
Audisio, ossia voler essere un bombarolo ma non
avere i coglioni per farlo...

audisio
Inviato: 18/10/2011 15:16  Aggiornato: 18/10/2011 15:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
@ mangog:
io non ho alcuno status da perdere, non crederai mica
che sia attaccato al mio misero stipendiuccio quando c'è
il 60% della ricchezza italiana nelle mani del 5% della
popolazione?
Forse non hai capito che io non vedo l'ora che lo Stato
italiano vada in default.
Poi ci sarà da ridere e chiunque ha un pò di dindi da parte,
azioni, case, ferrari e yacht conviene che vada all'estero.



P.S.: @ tuttle, io la mia dose di lacrimogeni, botte e revolverate
in piazza dagli sbirri assassini me le sono già prese in passato.
Mò sò anziano...

audisio
Inviato: 18/10/2011 15:41  Aggiornato: 18/10/2011 15:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
Domenica mobilitazione NO TAV in Val di Susa e gli
sbirri si preoccupano, ma non per gli scontri:

Tacci vostra, armeno datece un giubbotto

...ma per il freddo!!!



P.S.: amo l'Italia, mi da sempre motivo di farmi una bella risata...

black
Inviato: 18/10/2011 15:53  Aggiornato: 18/10/2011 15:53
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Gli indignati scendono in strada
http://inchieste.repubblica.it/it/repubblica/rep-it/2011/10/15/news/mafia-stato_all_origine_del_patto-23284820/?ref=HREC1-8

....a quanto pare pero' quando li fai cagare sotto qualcosa ottieni

...tutta sta criminalizzazione della violenza mi sembra eccessiva

chi ha conquistato qualche diritto solitamente lo ha fatto con la violenza questo è tutto

totalrec
Inviato: 18/10/2011 15:55  Aggiornato: 18/10/2011 15:55
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/5/2006
Da:
Inviati: 767
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Questa si che è divertente. E scommetto che quelli che danno i finanziamenti sono dei poveri ingenui ragazzotti di campagna che buttano milioni dandoli a gente che li usa come vuole e magari li frega usandoli proprio contro di loro.



Beh, è quello che seppero fare Ottaviano Augusto, Carlo V e Lenin, per citare solo alcuni dei nomi più noti. Furono abbastanza intelligenti da fregare, in tutto o in parte, i loro finanziatori e procurarsi potere in proprio. Il problema non è quanto siano "ragazzotti di campagna" i finanziatori, è quanto lo siano i finanziati.

"I shall be telling this with a sigh
Somewhere ages and ages hence:
Two roads diverged in a wood, and I...
I took the one less traveled by,
and that has made all the difference".

(Robert Frost, "The road not taken")
audisio
Inviato: 18/10/2011 16:00  Aggiornato: 18/10/2011 16:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
@ black:
il fatto è che mò sò diventati tutti gandhiani.
Io sò d'un'artra razza, io preferisco Geronimo, il Che,
Bobby Seale, Malcolm X, el comandante Guzman, el
comandante "Tirofijo" ecc. ecc.
Lo so, sò anziano, mò c'è Feisbuk e Tuitter...

superava
Inviato: 18/10/2011 16:06  Aggiornato: 18/10/2011 16:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/8/2008
Da: Riolo Terme
Inviati: 416
 Re: Indignati nel mondo
Spero che l'hanno vista in pochi come te..la miccia l'hanno lasciata bruciare..io piu' che altro ho visto un "lasciar fare" dalle forze dell'ordine. I Black block non sono altro che una ramificazione dei militari e (suppongo io) molti di loro vengono dall'area ultra'.
La foto purtroppo mostra una persona..e di incappucciati ce n'erano.

audisio
Inviato: 18/10/2011 16:14  Aggiornato: 18/10/2011 16:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
Però tutti si dimenticano di dire che Gandhi fu tra i principali
responsabili della sanguinosa guerra interetnica che
accompagnò la proclamazione dell'Indipendenza dell'India,
con la seprazione del Pakistan.
Un milione e mezzo di morti tra indù da una parte e musulmani
dall'altra, con deportazioni di massa...
E' la stessa storia di Madre teresa di Calcutta, infami o nella miglior
ipotesi pavidi o inetti che passano per santi...

Lestaat
Inviato: 18/10/2011 16:24  Aggiornato: 18/10/2011 16:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Gli indignati scendono in strada
E' proprio tutta colpa dei violenti se il dissenso non viene ascoltato.
E' risaputo infatti che se si va in piazza con i fiorellini e le manine tinte di bianco in aria son tutti li pronti ad aiutarti. In quei casi le forze dell'ordine, è risaputo, ti incoraggiano e ti offrono pure il caffè. Per non parlare dei politici poi che non solo ti danno ragione ma si adoperano con tutte le loro energie per adeguare le leggi e migliorare la vita.
Il problema è proprio questo, avete ragione.
Ed è del tutto naturale che parliate essenzialmente solo di questo problema perchè i motivi originari della protesta sono secondari ovviamente.

-.-

Bah...ma è così difficile da capire che è NATURALE che accadano queste cose proprio perchè il potere non ascolta?
Ha ragione Massimo che le manifestazioni non servono a niente diamine, da sempre non servono a niente, solo le AZIONI sono importanti, e non è certo condannando con le chiacchiere chi le fa che si cambiano le cose.
Sfasciare vetrine, auto e bancomat sarà pure inutile ma è la dimostrazione che si è passato il segno, è la concretizzazione, l'UNICA concretizzazione possibile del male di vivere che conosciamo tutti.
I violenti hanno torto? Certo che ce l'hanno. Ma certo non perchè usano violenza, ma perchè la usano male, ed è solo e soltanto colpa di tutte le straordinarie quanto inutili chiacchiere che state facendo tutti anche qui.


PS
Audisio, ti amo

PS2
E tutti continuano a dimenticarsi i 30mila morti per le strade indiane e le bombe della wermacht quando parlano dell'indipendenza dell'india.
Come se l'impero inglese, in circostanze normali, avrebbe in ogni caso dato retta a quel povero vecchietto meraviglioso.
Non siate ridicoli.
E oltretutto, di Ghandi, non ne nasce uno al minuto.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
Sertes
Inviato: 18/10/2011 16:30  Aggiornato: 18/10/2011 16:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Gli indignati scendono in strada
Da utente di questo sito vorrei dissociarmi pubblicamente da tutti gli interventi che inneggiano o giustificano forme violente di manifestazione.
Altro non aggiungo.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Tuttle
Inviato: 18/10/2011 16:33  Aggiornato: 18/10/2011 16:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Da utente di questo sito vorrei dissociarmi pubblicamente da tutti gli interventi che inneggiano o giustificano forme violente di manifestazione. Altro non aggiungo.


Ovviamente, ma credo si fosse capito, mi associo al tuo dissociamento!

Anzi, suggerisco al titolare del sito di portare più attenzione ai contenuti dei post in home page.

Lestaat
Inviato: 18/10/2011 16:35  Aggiornato: 18/10/2011 16:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Gli indignati scendono in strada
@Sertes

ohhh.
Scusa tanto se vorrei che il mondo migliorasse entro la mia breve vita eh.
Dovrei stare buono buono e al massimo "manifestare dissenso" finchè la società occidentale non diventi sufficientemente consapevole ed evoluta per cambiare da sola....e certo....forse forse il tuo pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-pro-nipote la vedrà, ne sei cosciente si?


@Tuttle
ahahahahah
Ci manca solo che ti metti a cantare:
"Quand'ero piccolo, non stavo mica bene...."
E si che siete persone razionali...non vi rendete conto che non c'è modo di cambiare altrimenti?

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
FedeV
Inviato: 18/10/2011 16:35  Aggiornato: 18/10/2011 16:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 18/10/2006
Da:
Inviati: 445
 Re: Gli indignati scendono in strada
Autore: totalrec Inviato: 18/10/2011 15:55:32

Il problema non è quanto siano "ragazzotti di campagna" i finanziatori, è quanto lo siano i finanziati.
----------------------------

Oh no. Il problema è che cercate di minimizzare il ruolo dei finanziatori volgendo l'attenzione sui finanziati.

audisio
Inviato: 18/10/2011 16:37  Aggiornato: 18/10/2011 16:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
Sertes, tu sei dissociato da te stesso.
Uno che accusa il Governo USA di aver ucciso 3.000 suoi
concittadini e poi non trae la necessaria conseguenza che
tutti i Governi sono assassini e che di conseguenza i poliziotti
sono i sicari, dico uno così ha seri problemi di lucidità mentale.
O peggio, hai paura che il Sistema ti venga a bussare alla porta.
Il che, forse, è pure peggio...

Tuttle
Inviato: 18/10/2011 16:41  Aggiornato: 18/10/2011 16:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
@Tuttle ahahahahah Ci manca solo che ti metti a cantare: "Quand'ero piccolo, non stavo mica bene...." E si che siete persone razionali...non vi rendete conto che non c'è modo di cambiare altrimenti?


Certamente se avremo un futuro migliore ti manderò un prosciutto per ringraziarti. Di cosa dirai? Boh. Ma sembravi così convincente....

audisio
Inviato: 18/10/2011 16:42  Aggiornato: 18/10/2011 16:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
@ Lestaat:
ti amo anch'io (smack!)...
Sai Lestaat, per Sertes e Tuttle la contestazione deve stare sempre
certi limiti, nun sia mai che poi dai troppo fastidio.
Accontentiamoci di recitare la nostra parte, quella dei "complottisti",
nel Teatro dell'Assurdo...

Tuttle
Inviato: 18/10/2011 16:46  Aggiornato: 18/10/2011 16:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Sai Lestaat, per Sertes e Tuttle la contestazione deve stare sempre certi limiti, nun sia mai che poi dai troppo fastidio.


Scrisse uno che contesta tutto lo scibile umano, 24h/7, stando comodamente seduto alla sua tastiera/PC made in china, con la sua bella ADSL senza limiti dei tronchetti provera...

audisio
Inviato: 18/10/2011 16:51  Aggiornato: 18/10/2011 16:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
Tuttle, ossia
BLA BLA BLA BLA
BLA BLA BLA BLA
BLA BLA BLA BLA
BLA BLA BLA BLA

Praticamente, un "white noise"...

black
Inviato: 18/10/2011 16:52  Aggiornato: 18/10/2011 16:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Gli indignati scendono in strada
...poi mi sembra anche normale
dopo che ti hanno rubato il lavoro,la pensione...
scendi con un fiore in piazza sperando che il kissinger di turno ti venga vicino e ti dia un bacetto sulla fronte

..anche la violenza deve essere mnessa in un contesto piu' ampio,non si puo' dire guarda sono contro quei violenti hanno bruciato la fiat panda comprata con un mutuo da un povero operaio,la gente deve capire che il criminale non è chi gli ha bruciato la macchina(al massimo quello è un figlio di puttana) ma chi gli ha fato il mutuo,che costringe persone che lavorano ad indebitarsi per riuscire a mantenere un tenore di vita schifoso


...alla fine è proprio vero abbiamo combattuto curcio per avere berlusconi e co

ma il criminale ovviamente è curcio...quello si è macchiato anche di omicidio!

audisio
Inviato: 18/10/2011 16:55  Aggiornato: 18/10/2011 16:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
@ Sertes e Tuttle:
me sa che dovrete fornire a massimo un altro software
di "warning".
Quello attuale funziona solo su pochi termini spia:
"no planes", "CGI", "ologrammi"...


P.S.: questa è carina, ammettetelo...

Orwell84
Inviato: 18/10/2011 17:03  Aggiornato: 18/10/2011 17:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/3/2006
Da: Ground Zero
Inviati: 1114
 Re: Gli indignati scendono in strada
Oggi fra facebook, telefonini, twitter e messaggini, il “movimento” esiste già, perchè ci conosciamo già tutti prima ancora di arrivare in piazza.

I libri in compenso son finiti tutti giù per il cesso.
Una generazione cresciuta con youtube e i media sarà incredibilmente più stupida di qualsiasi altra realtà cresciuta a pane e libri.

L'unico motivo per indignarsi in questa particolare circostanza è dato dall'incredibile ignoranza economica di questi manifestanti. Scimmie urlatrici che protestano contro i mostri di distruzione creati dallo stato chiedendo più interventismo statale.

audisio
Inviato: 18/10/2011 17:07  Aggiornato: 18/10/2011 17:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
@ orwell:
bè, i libri di Von Mises e Rothbard però nel cesso
ce sò sempre stati.
Nun se l'è mai cacati nessuno, tanto erano senza senso.
Quindi, in questo caso, c'entrano poco feisbuk e tuitter...

NumberSix
Inviato: 18/10/2011 17:08  Aggiornato: 18/10/2011 17:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/1/2008
Da: Babylon
Inviati: 175
 Re: Gli indignati scendono in strada
Bene, dopo questa sagra di stronzate e amichevoli pacche sulle spalle che facciamo? Vi armate e partite? Revoluscion nau? Dai, andate intanto voi, che poi vi raggiungo...che lo spargimento di sangue mi fa venire acidita' di stomaco.

"Be the change that you want to see in the world." - Mohandas Gandhi
Stefo
Inviato: 18/10/2011 17:11  Aggiornato: 18/10/2011 17:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2009
Da: Roma
Inviati: 324
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Scimmie urlatrici che protestano contro i mostri di distruzione creati dallo stato chiedendo più interventismo statale.


A professo'...da dove hai estrapolato questo punto della piattaforma programmatica delle scimmie urlatrici?

mangog
Inviato: 18/10/2011 17:15  Aggiornato: 18/10/2011 17:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:

Autore: Orwell84 Inviato: 18/10/2011 17:03:16

Oggi fra facebook, telefonini, twitter e messaggini, il “movimento” esiste già, perchè ci conosciamo già tutti prima ancora di arrivare in piazza.

I libri in compenso son finiti tutti giù per il cesso.
Una generazione cresciuta con youtube e i media sarà incredibilmente più stupida di qualsiasi altra realtà cresciuta a pane e libri.

L'unico motivo per indignarsi in questa particolare circostanza è dato dall'incredibile ignoranza economica di questi manifestanti. Scimmie urlatrici che protestano contro i mostri di distruzione creati dallo stato chiedendo più interventismo statale.




Hai spiegato tutto.

audisio
Inviato: 18/10/2011 17:18  Aggiornato: 18/10/2011 17:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione da massimo:
Ma ci vuole tanto a fare una legge per cui "chiunque si presenti ad una
manifestazione pubblica con il volto coperto sarà immediatamente
arrestato?"

Davvero nessuno ha mai pensato a farla (dopo i fatti di Genova,
soprattutto)?

Andare alle manifestazioni senza richiedere questi tipo di intervento, da
parte delle forze dell'ordine, equivale più o meno ad andare a votare
con la matita.
-----------------------------------------------
Allucinante...
Ma che per caso aver censurato i due topic sulla no planes
ti ha fatto prendere gusto allo sbirrismo?
Che vuol dire, "dopo i fatti di genova, soprattutto"?
Un chiarissimo esempio di legittima difesa di una piazza attaccata
da falangi di barbari assassini in divisa con tanto di suonerie di cellulare
inneggianti al "negretto da ammazzare"?
Quei criminali in divisa avevano spento anche il comunicatore per non
rispondere neanche alla centrale operativa, ci sono i video e gli audio
e ancora rompete il cazzo con genova 2001.
Vai vai, difendi quel pedofilo di Placanica che poi è solo un verme
vigliacco che ha coperto il suo superiore...



P.S.: magari su feisbuk e tuitter ve conoscete voi.
Io non mi sogno minimamente di aprire un account su quella
melma massificante...

Orwell84
Inviato: 18/10/2011 17:20  Aggiornato: 18/10/2011 17:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/3/2006
Da: Ground Zero
Inviati: 1114
 Re: Gli indignati scendono in strada
bè, i libri di Von Mises e Rothbard però nel cesso
ce sò sempre stati.
Nun se l'è mai cacati nessuno, tanto erano senza senso.
Quindi, in questo caso, c'entrano poco feisbuk e tuitter...


E difatti a legger Keynes e Marx s'è visto a che punto siamo arrivati.

A professo'...da dove hai estrapolato questo punto della piattaforma programmatica delle scimmie urlatrici?

Programma è un parolone.


Sertes
Inviato: 18/10/2011 17:23  Aggiornato: 18/10/2011 17:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Audisio ha scritto:
Sertes, tu sei dissociato da te stesso.
Uno che accusa il Governo USA di aver ucciso 3.000 suoi
concittadini e poi non trae la necessaria conseguenza che
tutti i Governi sono assassini e che di conseguenza i poliziotti
sono i sicari, dico uno così ha seri problemi di lucidità mentale.
O peggio, hai paura che il Sistema ti venga a bussare alla porta.
Il che, forse, è pure peggio...


Beh Audisio spero che almeno questa volta Mazzucco voglia prendere provvedimenti nei tuoi confronti, perchè non è certo la prima volta che mi diffami pubblicamente o che ti inventi affermazioni assurde che non ho mai fatto e le associ al mio nome.

Ma poi non capisco nemmeno questa tua rabbia, non potresti semplicemente ignorarmi cordialmente? In che lingua devo spiegarti che vengo nei siti per confrontarmi con altri, ma non mi confronto con uno che mi insulta e mente a mio nome?

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
audisio
Inviato: 18/10/2011 17:29  Aggiornato: 18/10/2011 17:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
@ orwell:
marx è totalmente fuori dalla tua portata, ma anche prima
di parlare di keynes sciacquati la bocca con l'acido muriatico.
Keynes è il primo che ha scritto a chiare lettere che la finanza
è solo matrix.
"Il livello d'equilibrio del saggio d'interesse si attesterà sul valore
che la maggior parte degli operatori ritiene normale".
Ossia, il saggio d'interesse (in un sistema capitalistico) è una variabile
soggettiva e non oggettiva.
Dunque, chi detiene il potere della comunicazione, nel mondo
capitalistico, possiede il mondo.
M'hai detto cazzi, molto più sovversivo Keynes di Marx, anche se Keynes
ragionava come se quello fosse l'unico mondo possibile, dunque un
sovversivo inconsapevole.
Ma come economista, più lucido di così non si può...

audisio
Inviato: 18/10/2011 17:40  Aggiornato: 18/10/2011 17:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
@ lestaat, stefo e black:
se sarò bannato per l'intervento poliziesco di
sertes e l'eventuale censura di massimo, chiedo
la vostra solidarietà fattiva, fino eventualmente
all'abbandono motivato e comunicato pubblicamente
di questo sito.
Che si chiarisca una volta per tutte se questo è
un sito di discussione libero oppure no.

PikeBishop
Inviato: 18/10/2011 17:47  Aggiornato: 18/10/2011 17:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
prima di parlare di keynes sciacquati la bocca con l'acido muriatico

Avverbio di tempo sbagliato. Quello corretto e' DOPO.

Dopo aver parlato di [quello stronzo] di Keynes [presidente della Societa' Britannica per l'Eugenetica, il che spiega alcune cosette] sciacquati la bocca con l'acido muriatico, quello che si usa per pulire i posti dove e' stata la merda.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Orwell84
Inviato: 18/10/2011 17:49  Aggiornato: 18/10/2011 17:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/3/2006
Da: Ground Zero
Inviati: 1114
 Re: Gli indignati scendono in strada
marx è totalmente fuori dalla tua portata, ma anche prima
di parlare di keynes sciacquati la bocca con l'acido muriatico.


Che indignado da tastiera. Duro e puro.
Se è così sovversivo allora ti consiglio di seguire le sue direttive:

«Scavare buche per terra, pagandole con risparmi, incrementerà non solo il livello di occupazione ma anche il prodotto nazionale di beni e servizi effettivamente utili»

Magari sfoghi la tua frustrazione repressa con la pala, invece che con la tastiera.

audisio
Inviato: 18/10/2011 18:02  Aggiornato: 18/10/2011 18:04
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Gli indignati scendono in strada
@ pike:
io parlavo di Keynes economista.
Dell'uomo in sè me ne frega poco.
Del resto, anche Marx menava la moglie, Einstein era un sociopatico
schizzato e così via.
Poi, non mi parlare di eugenetica perchè Rothbard e Von Mises sono
gli ideologi dell'eugenetica sociale.

@ orwell:
certo che scavare buche e riempirle aumenta il reddito.
Scusa, è semplicissimo.
Togli con le tasse reddito ai redditi alti e ci paghi gli stipendi
degli operai che scavano buche.
La propensione al consumo dei redditi bassi è maggiore, per cui
aumenta la domanda interna.
La cosa ideale è tassare i redditi improduttivi, ossia le rendite finanziarie,
la Robin Tax insomma.
Certo, il massimo del minimo in un'economia capitalistica ma chapeau
per Keynes...



P.S.: orwell, il titolare del tuo mick era anarchico, ha fatto la guerra
di Spagna nelle brigate anarchiche di Catalogna, quindi sabato sarebbe
stato in piazza coi "neri".
Non sai neanche come ti chiami...

PikeBishop
Inviato: 18/10/2011 18:24  Aggiornato: 18/10/2011 18:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Poi, non mi parlare di eugenetica perchè Rothbard e Von Mises sono gli ideologi dell'eugenetica sociale.

Non parlare di cose che non sai perche' non le vuoi sapere. Se le teorie di Von Mises fossero applicate non saremo nella merda che ci procurera', quella si, l'eugenetica sociale.
Keynes e' stato quello che ha permesso la colonizzazione e la distruzione del terzo mondo tramite un'economia truffaldina.

A questo proposito un articolo interessante del sempre provocativo Israel Shamir
Crisi per miliardari

PS
Chiaramente quelli che come noi fanno i parassiti al servizio dello Stato accendono un cero: ce la siamo spassata bene con il sudore degli operai indonesiani.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Vincent51
Inviato: 18/10/2011 19:14  Aggiornato: 18/10/2011 19:14
Mi sento vacillare
Iscritto: 29/7/2006
Da: Barcelona
Inviati: 326
 Re: Gli indignati scendono in strada
Il diritto a pacifiche manifestazioni di piazza è uno degli strumenti di controllo delle masse più efficaci del potere costituito.

Redazione
Inviato: 18/10/2011 19:16  Aggiornato: 18/10/2011 19:21
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Gli indignati scendono in strada
AUDISIO: "Che si chiarisca una volta per tutte se questo è un sito di discussione libero oppure no."

La cosa è sempre stata chiarissima, solo chi finge di non capire "si domanda" se lo sia.

E' un sito di discussione libera, dove gli attacchi personali non sono tollerati. Specialmente se ripetuti e insistenti, come i tuoi. Davvero non lo sapevi? Davvero non conosci la differenza fra "discussione libera" e "attacco personale"?

Sei stato sospeso.

Potrai rientrare in futuro, come è già stato concesso ad altri, facendone richiesta.

Paxtibi
Inviato: 18/10/2011 19:41  Aggiornato: 18/10/2011 19:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Gli indignati scendono in strada
Scusa, è semplicissimo.
Togli con le tasse reddito ai redditi alti e ci paghi gli stipendi
degli operai che scavano buche.
La propensione al consumo dei redditi bassi è maggiore, per cui
aumenta la domanda interna.


Poi, quando i redditi alti finiscono, com'è logico che succeda, si organizza una bella guerra e tutte quelle buche vengono comode come fosse comuni.

E così si spiega anche la famosa citazione "nel lungo termine saremo tutti morti."

Lestaat
Inviato: 18/10/2011 20:10  Aggiornato: 18/10/2011 20:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Sei stato sospeso


E' ridicolo.
Semplicemente ridicolo.
Già capitavo ormai per caso e postavo quasi più nulla...
Quello è un "attacco personale"?
Ok...
Saluti

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
Redazione
Inviato: 18/10/2011 20:33  Aggiornato: 18/10/2011 20:37
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Gli indignati scendono in strada
LESTAAT: "Quello è un "attacco personale"?"

No LESTAAT, dire che uno ha dei problemi mentali è un complimento.

Anzi, se vuoi riscriviamo l'intero vocabolario, per farti piacere.

desbouvet
Inviato: 18/10/2011 22:06  Aggiornato: 18/10/2011 22:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da:
Inviati: 541
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Oggi sono le tempie che vanno messe una accanto all’altra


Le mie "tempie" fanno comunque parte del mio corpo. E per intenderci in questo momento sono a casa mia. La MENTE fa di tutto per andarsene in barca a vela ma alla fine le sue figure retoriche denunciano tutto il suo bisogno di trovare un porto. Uhm.

In questo senso "Occupy Wall Street" è un intendimento / slogan ben diverso da "famose un corteino". La differenza tra imbecilli manipolati e manipoli imbelli sta tutta qua.

Un bit in più farà sempre meno differenza che un sorriso in più, o un pugno in più. Le tempie le unisco solo al mio guanciale.

Orwell84
Inviato: 18/10/2011 23:10  Aggiornato: 18/10/2011 23:11
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/3/2006
Da: Ground Zero
Inviati: 1114
 Re: Gli indignati scendono in strada
Negli States, siccome son capitalisti, invece di far buche e riempirle, costruiscono case e poi le distruggono.
E in effetti l'economia vola.

Floh
Inviato: 19/10/2011 6:59  Aggiornato: 19/10/2011 6:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: Gli indignati scendono in strada
Un interessante analisi dei Black Block da parte di Franceschetti

http://www.misteriditalia.it/genova/black-bloc/iBlackBlocalG8diGenova.pdf

Dal PDF
{...}
I Black Block altro non sono che agenti dei servizi segreti, che avevano il compito di creare il
caos al G8.
Non sono stati fermati perché la polizia aveva l'ordine di non fermarli.
Non li hanno mai caricati perché la polizia aveva l'ordine di non caricarli.
Si sono armati davanti ai poliziotti perché le forze dell'ordine stavano proteggendo la loro
"vestizione".
Si sono addestrati a 400 metri da una caserma perché erano militari.
Parlavano tranquillamente con la polizia perché erano dei loro.
Fanno il saluto romano davanti ad una caserma perché sono soldati, quindi abituati
normalmente a fare il saluto militare.
La loro tecnica è quella tipica dei servizi; quella usata in tutti i movimenti e le forze
politiche: si infiltra un movimento, per piegarlo a fini che il sistema approva.
D'altronde questo spiega anche un altro fenomeno curioso; osservando questi Black Block li
si vede in forma, muscolosi e atletici; non esiste una foto di un black block un po' rachitico,
gobbo, basso, ecc... (osservate la foto all'inizio dell'articolo).
Questo perché sono militari, e scelti con delle caratteristiche fisiche ben precise.
{...}
Scopo dei Black Block era quello di creare il caos a Genova, per gettare il discredito su
chiunque manifestasse contro la globalizzazione.
Nell'immaginario collettivo, infatti, dopo il G8, è rimasta la seguente equazione: No Global =
delinquente che incendia, crea caos, distrugge.
La maggioranza dei manifestanti era gente pacifica; era presente all'evento l'Azione
Cattolica, l'Arci, movimenti pacifisti, buddisti, cattolici, atei, cittadini che si erano riuniti
spontaneamente.
Nella mente della casalinga disinformata, o dell'operaio pantofolaio che vive di luoghi
comuni, oggi No Global = delinquente.
Operazione riuscita quindi.
{...}

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
LoneWolf58
Inviato: 19/10/2011 8:46  Aggiornato: 19/10/2011 8:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Gli indignati scendono in strada

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
ostix
Inviato: 19/10/2011 10:38  Aggiornato: 19/10/2011 10:38
So tutto
Iscritto: 4/7/2011
Da:
Inviati: 18
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Sei stato sospeso.

Non me lo sarei mai aspettato...
Che delusione!!

Tutta la mia solidarietà ad AUDISIO
uno dei migliori

black
Inviato: 19/10/2011 13:04  Aggiornato: 19/10/2011 13:04
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Gli indignati scendono in strada
solidarieta' anche da parte mia ad audisio..speriamo in un suo veloce ritorno

Lestaat
Inviato: 19/10/2011 14:57  Aggiornato: 19/10/2011 14:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: Gli indignati scendono in strada
Puoi girartela come ti pare Massimo ma ilpost di Audisio è chiarissimo e nient'affatto offensivo.
L'atteggiamento qui dentro si è fatto davvero ridicolo e per quanto mi riguarda questo è il mio ultimo post qui.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
ohmygod
Inviato: 19/10/2011 16:59  Aggiornato: 19/10/2011 16:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: Gli indignati scendono in strada
L'atteggiamento qui dentro si è fatto davvero ridicolo e per quanto mi riguarda questo è il mio ultimo post qui.

Audisio mi è empaticamente simpatico purtroppo la sua irruenza verbale è il suo più implacabile "amico" direbbe Spock.

Si potrebbe enunciare lo stesso concetto mettendo in lavatrice termini come "dissociato da te stesso"--"Uno che accusa"--"uno così ha seri problemi di lucidità mentale".

Stante la terminologia trovo corretto il ban anzi,sperando di non essere bannato a mia volta,credo che l'uso di questi termini denoti,in chi li esprime,una seria problematica di lucidità mentale.
A volte ciò accade quando il subconscio prende il sopravvento sulla razionalità.

Lestaat anche tu mi sei simpatico specialmente quando confessi il tuo "amore" per Gilad Atzmon.

Floh
Inviato: 19/10/2011 17:04  Aggiornato: 19/10/2011 17:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: Gli indignati scendono in strada
Vai vai, difendi quel pedofilo di Placanica che poi è solo un verme vigliacco che ha coperto il suo superiore...

Se qualcuno ritiene che una frase cosi' non sia da ritenere un crogiolo di insulti lo esprima di nuovo perfavore, perche' stento a credere a i miei occhi.

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
LoneWolf58
Inviato: 19/10/2011 18:51  Aggiornato: 19/10/2011 18:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Si potrebbe enunciare lo stesso concetto mettendo in lavatrice termini come "dissociato da te stesso"-- ... --"uno così ha seri problemi di lucidità mentale".
Non è solo questione di terminologia... è la reiterazione dell'uso di tali termini anche dopo che il diretto interessato ha chiesto di non essere più "bersagliato" da tali offese. Bastava avere un minimo di buon senso per evitare l'espulsione (punto)

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
black
Inviato: 20/10/2011 17:33  Aggiornato: 20/10/2011 17:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/8/2009
Da:
Inviati: 844
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Vai vai, difendi quel pedofilo di Placanica che poi è solo un verme vigliacco che ha coperto il suo superiore...

Se qualcuno ritiene che una frase cosi' non sia da ritenere un crogiolo di insulti lo esprima di nuovo perfavore, perche' stento a credere a i miei occhi.

qualcuno spieghi anche come andrebbe chiamato placanica

ErMaghetto
Inviato: 20/10/2011 17:41  Aggiornato: 20/10/2011 17:41
So tutto
Iscritto: 20/10/2011
Da:
Inviati: 28
 Re: Gli indignati scendono in strada
PikeBishop a Mande nel topic su Hartford:

Ma vaffanculo a te e a chi non te lo dice. Sono stato per anni volontario
su ambulanze, cretino, dedicando migliaia di ore a aiutare sconosciuti
che se non ci fossero stati quelli come me sarebbero ancora li' ad
aspettare che qualcuno li venga a prendere.
Ci sono dei funzionari pagati, in tutte le strutture, ma ho conosciuto
negli anni migliaia di volontari NON PAGATI che tutte le settimane
vengono a raccogliere i pezzi di stronzi come te che poi propagano queste puttanate.

Vergognati.

E aspetta la cazzo di ambulanza che paga il governo, quando stai
perdendo sangue al bordo della strada.

Stronzo.

Quanno ce vvo' ce vvo'.
-------------------------------------------

Chiedo ufficialmente il ban di PikeBishop...


P.S.: Placanica ha violentato una bambina di 11 anni...

Sertes
Inviato: 20/10/2011 17:44  Aggiornato: 20/10/2011 17:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
black ha scritto:
qualcuno spieghi anche come andrebbe chiamato placanica


Con rispetto, o con distacco. Di certo non con insulti.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
LoneWolf58
Inviato: 20/10/2011 18:37  Aggiornato: 20/10/2011 18:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Gli indignati scendono in strada
Citazione:
Autore: ErMaghetto Inviato: 20/10/2011 17:41:50
...
P.S.: Placanica ha violentato una bambina di 11 anni...
È stato condannato in via definitiva? se no anche le tue sono illazioni e pure gravi e dovresti essere espulso.
Com'è il detto della trave (magari anche cava) e della pagliuzza?...

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
ErMaghetto
Inviato: 20/10/2011 20:58  Aggiornato: 20/10/2011 20:58
So tutto
Iscritto: 20/10/2011
Da:
Inviati: 28
 Re: Gli indignati scendono in strada
LoneWolf, tranqui che ora farò la collezione degli
insulti che hai postato senza che questo comportasse
il tuo ban.
Due pesi e due misure...

LoneWolf58
Inviato: 20/10/2011 21:19  Aggiornato: 20/10/2011 21:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: Gli indignati scendono in strada
Attendo con trepidazione... ma visto che sono tanti ti conviene aprire un thread a parte... così ci incolliamo anche i tuoi.

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
ErMaghetto
Inviato: 21/10/2011 13:49  Aggiornato: 21/10/2011 13:49
So tutto
Iscritto: 20/10/2011
Da:
Inviati: 28
 Re: Gli indignati scendono in strada
Buona idea, Lone, buona idea...


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA