Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


media : La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Inviato da Redazione il 5/10/2011 6:10:00 (22187 letture)

Rimbalza in rete la notizia che Wikipedia Italia si è autosospesa – bloccando l’accesso alle proprie pagine - per protestare contro la proposta di legge che porterebbe, secondo loro, alla fine della libertà di informazione in Internet.

Già da ieri Wikipedia Italia presenta una pagina unificata, su cui si legge: “Negli ultimi 10 anni, Wikipedia è entrata a far parte delle abitudini di milioni di utenti della Rete in cerca di un sapere neutrale, gratuito e soprattutto libero. Una nuova e immensa enciclopedia multilingue e gratuita. Oggi, purtroppo, i pilastri di questo progetto — neutralità, libertà e verificabilità dei suoi contenuti — rischiano di essere fortemente compromessi dal comma 29 del cosiddetto DDL intercettazioni. Tale proposta di riforma legislativa, che il Parlamento italiano sta discutendo in questi giorni, prevede, tra le altre cose, anche l'obbligo per tutti i siti web di pubblicare, entro 48 ore dalla richiesta e senza alcun commento, una rettifica su qualsiasi contenuto che il richiedente giudichi lesivo della propria immagine. Purtroppo, la valutazione della "lesività" di detti contenuti non viene rimessa a un Giudice terzo e imparziale, ma unicamente all'opinione del soggetto che si presume danneggiato. Quindi, in base al comma 29, chiunque si sentirà offeso da un contenuto presente su un blog, su una testata giornalistica on-line e, molto probabilmente, anche qui su Wikipedia, potrà arrogarsi il diritto — indipendentemente dalla veridicità delle informazioni ritenute offensive — di chiederne non solo la rimozione, ma anche la sostituzione con una sua "rettifica", volta a contraddire e smentire detti contenuti, anche a dispetto delle fonti presenti.”

Da “Repubblica” a “La Stampa”, dal Corriere alla stessa RAI, tutta l’informazione mainstream rilancia la notizia in grande stile, supportando compatta il “grido di libertà” lanciato da Wikipedia.

E già questo dovrebbe dare da pensare.

Perchè mai – ci si domanda – tutte le grandi testate italiane si preoccupano improvvisamente di difendere la “libera informazione” della rete ...


... da quella che ormai è stata definita la “legge ammazza-blog”? Non sarà che per caso temono loro stesse di non potere più continuare a raccontare bugie a piacimento, senza essere obbligate ogni cinque minuti a pubblicare rettifiche e correzioni?

Se infatti si va a guardare la proposta di legge più da vicino, scopriamo [pag. 24 del PDF] che le modifiche apportate dal Senato al testo originale della Camera riguardano proprio le grandi testate giornalistiche, e non i blog della rete.

La famosa frase incriminata, che nel testo originale leggeva: “Per i siti informatici, le dichiarazioni o le rettifiche sono pubblicate, entro quarantotto ore dalla richiesta, con le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilità della notizia cui si riferiscono», viene modificata con l’inserimente delle parole: “ivi compresi i giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica”. La stessa frase viene inserita per ben 3 volte ai punti “d” ed “e” della pagina seguente, che riguardano i termini di adempimento dell’obbligo di rettifica.

Ohibò, guarda che coincidenza. Proprio nel momento in cui ci si vuole assicurare che anche le grandi testate debbano sottostare rigidamente all’obbligo di rettifica – obbligo peraltro già sancito solennemente dalla legge originale del 1948 – tutte queste testate si scoprono improvvisamente paladini della libertà di informazione dei “poveri blogger”.

Ed ecco che spunta proprio Wikipedia – percepita dalla maggioranza degli internauti come il simbolo supremo della correttezza e della neutralità – a condurre la crociata in difesa della libera informazione.

A rafforzare il senso di strumentalizzazione che emana da questo battage pubblicitario è la ripetuta sottolineatura della presunta “arbitrarietà” che verrebbe introdotta dalla “legge ammazzablog”. In proposito Wikipedia scrive: “Quindi, in base al comma 29, chiunque si sentirà offeso da un contenuto presente su un blog, su una testata giornalistica on-line e, molto probabilmente, anche qui su Wikipedia, potrà arrogarsi il diritto — indipendentemente dalla veridicità delle informazioni ritenute offensive — di chiederne non solo la rimozione, ma anche la sostituzione con una sua "rettifica", volta a contraddire e smentire detti contenuti, anche a dispetto delle fonti presenti.”

Io non faccio l’avvocato, però ho provato a rileggere più volte il comma 29, e non sono riuscito a trovare niente che autorizzi questa presunta arbitrarietà “indipendentemente dalla veridicità delle informazioni ritenute offensive”. Ho solo trovato una reiterazione del sacrosanto diritto alla correzione, già sancito dalla legge originale, che viene ora esteso anche alla rete.

Quindi, se già ti comporti correttamente, cosa c’è da preoccuparsi?

Inoltre, facciamo bene attenzione ai giochi di parole (tanto cari agli amici cicappini, fra l’altro): non esistono “informazioni” che possano essere di per sè “ritenute offensive”: le informazioni, sono fatti nudi e crudi, fino prova contraria. Sono casomai le conclusioni che se ne traggono, che possono “risultare offensive”.

Ma anche se così fosse, si presume che “chiunque si sentirà offeso da un contenuto presente su un blog” abbia un buon motivo per sentirsi offeso in primo luogo. Altrimenti non si capisce perchè dovrebbe chiedere la correzione.

Quindi, perchè non rispettare questo diritto, che fra l’altro è già sancito – guarda, nuovamente, le coincidenze – dai fondatori stessi di Wikipedia. Riguardo alle biografie delle persone esistenti (BLP), Wikipedia USA dice chiaramente:

Le pagine non supportate dalle fonti e di tono negativo, specialmente se sembrano essere state create per denigrare una persona, debbono essere immediatamente cancellate.

Non utilizzate verbali di tribunale, altri documenti processuali o comunque pubblici, per supportare affermazioni riguardo ad una persona vivente.

Ogni materiale potenzialmente controverso, non supportato o scarsamente supportato, che riguardi una persona vivente – che sia negativo, positivo, neutrale o anche soltanto discutibile – deve essere rimosso, senza nemmeno veniore discusso.


Quindi, cari amici di Wikipedia Italia, che cos’è che vi disturba veramente? La difesa della libertà di informazione, o forse il fatto che non potrete più scrivere impunemente frasi come questa: “Attivissimo ha individuato nel filmato [di Mazzucco] manipolazioni di dati, omissioni e tagli, mancanza di documentazione a supporto e contraddizioni interne”?

Lo sanno tutti che Attivissimo non ha “indviduato” un bel niente, in quei filmati, ma questa frase appariva di recente sull’ultima versione della mia “biografia” su Wikipedia Italia. E in ogni caso andava rimossa comunque, per il semplice fatto che la frase fosse controversa, non supportata, e chiaramente intesa a denigrare la mia persona. Invece, come molti ricorderanno, avevo provato più volte a rimuovere affermazioni come quella, ma i “difensori della neutralità dell’informazione” – che evidentemente vanno molto d’accordo con quelli del CICAP - sono tornati a pubblicarla ripetutamente, fino a minacciarmi di “essere bannato” dall’accesso a Wikipedia se avessi provato nuovamente a rimuoverla. [1]

Che cos’è che vi disturba veramente, cari amici di Wikipedia Italia? La difesa della libertà di informazione, o forse il fatto che non potrete più scrivere frasi come questa: “Tullio Simoncini, ex medico radiato dall'ordine e condannato in primo grado per omicidio colposo e truffa aggravata proprio per la morte di un uomo a cui erano state fatte tali iniezioni”, che appariva sull’ultima versione della mia “biografia”, quando le regole delle BLP dicono charamente che non si possono citare documenti processuali, quale appunto la condanna di un tribunale, nel caso di una persona vivente?

Che cos’è che vi disturba veramente, cari amici di Wikipedia Italia? La difesa della libertà di informazione, o forse il fatto che non potrete più scrivere frasi come questa: “Nel gennaio 2009, Mazzucco ha pubblicato una video-intervista a una paziente di Simoncini, intitolando l'articolo «Cura il cancro per email». Nel corso del dibattito che segue alla pubblicazione all'articolo viene dimostrato, sulla base dei documenti mostrati nell'intervista, che la paziente aveva subìto degli interventi chirurgici precedenti alla terapia col bicarbonato, contrariamente a quanto affermato nel video stesso, vanificandone quindi il valore come testimonianza a favore, tanto da evidenziare come scorrette le affermazioni del video, e confermando che la guarigione della donna era stata ottenuta tramite trattamenti terapeutici ordinari”, che appariva nell’ultima vrsione della mia “biografia”, quando sapete benissimo che il video non affermava affatto quello che voi dite, mentre nella discussione citata non veniva assolutamente “dimostrato” quello che dite voi?

Anche in quel caso avevo provato a rimuovere queste menzogne vergognose, ma anche in quel caso gli amici di Wikipedia Italia erano tornati a ripubblicarla immediatamente.

Quindi, cari amici di Wikipedia Italia, cominciate a dare il buon esempio, se volete davvero risultare credibili nella vostra gloriosa lotta per la “difesa dell’informazione neutrale”. Fino ad oggi l’unica persona che siete riusciti a convincere della vostra “neutralità” è un certo Gianni Riotta, che ha avuto l’infelice idea di citare in diretta Tv un’altra “verità” da voi pubblicata su di me, finendo per fare la figura del pagliaccio.

Massimo Mazzucco

1 – “Wikipedia, vero cancro di Internet”

Voto: 6.00 (13 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
fiodenamig
Inviato: 5/10/2011 6:43  Aggiornato: 5/10/2011 7:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/5/2011
Da:
Inviati: 332
 Re: Wikipedia Italia: da quale pulpito?
Per me Wikipedia Italia ha torto marcio.

Espressa in questo modo la mia personale posizione sulla vicenda, opinione che può essere condivisa oppure non, ci tengo a sottolineare che a mio avviso il comunicato di Wikipedia Italia è di una bassezza inarrivabile.

In particolare usare la firma "GLI UTENTI DI WIKIPEDIA" è semplicemente un affronto e una cosa falsa, come ammette esplicitamente anche Maurizio Codogno (portavoce di Wikimedia Italia)

http://www.corriere.it/politica/11_ottobre_04/wikipedia-italia-bavaglio_b4a6c60a-eeb7-11e0-bc1a-2283ac81b740.shtml

il quale rivela che "ALCUNE DECINE DI UTENTI" hanno discusso e fatto questo comunicato.

Ed è anche facile immaginare chi sono tali utenti perché ho già i loro nickname stampati nella testa. Tanto basta dire solo questo per individuarli: sono sempre loro, sempre gli stessi. Chi vuole intendere intenda.

COMPLIMENTI WIKIPEDIA, MENZOGNA PURA CHE SI VUOLE PURE FARE PASSARE PER DEMOCRAZIA!!!

IO SONO UN UTENTE DI WIKIPEDIA, E NON HO FIRMATO NE' HO INTENZIONE DI FIRMARE NE' FIRMERO' MAI UN COMUNICATO SIMILE.


QUESTI SOGGETTI, CHE CHIUNQUE FREQUENTI WIKIPEDIA IN QUALITA' DI UTENTE CONOSCE RICONOSCE E SA BENISSIMO CHI ESSI SONO, SI SONO ARROGATI IL DIRITTO DI RAPPRESENTARE ANCHE ME SENZA ALCUNA POSSIBILITA' DA PARTE MIA PER ESPRIMERE IL MIO DISSENSO CONTRO IL LORO COMUNICATO, DISSENSO CHE RIBADISCO ESSERE ASSOLUTO E TOTALE.

E avrei proprio voluto finire questo mio contributo usando IL TITOLO di quella celebre opera lirica di Ruggero Leoncavallo dal nome inconfondibile, ma non lo faccio solo per rispetto del proprietario del forum e degli altri utenti.

Jurij
Inviato: 5/10/2011 6:46  Aggiornato: 5/10/2011 6:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Prima di tutto un grazie a Massimo per avere dato questa opportunità di parlare di questa specie di enciclopedia.
Citazione:
…neutralità, libertà e verificabilità dei suoi contenuti

COSAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA?
Wikipedia (=Wikileaks)???!!!
Ma che faccia di bronzo questo clan di cicapini, dominano un’enciclopedia veramente parziale, come si è visto nel caso dell’assassinio di JFK.

Il pensiero che adesso alcune informazioni saranno difficili da ottenere è da vedere come negativo, perché molti, con me compreso, in questi anni si sono appoggiati su un motore d’informazione altamente parziale per la mancanza di alternative che fossero anche imparziali.
Ci siamo abituati male.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
baciccio
Inviato: 5/10/2011 7:00  Aggiornato: 5/10/2011 7:05
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Ecco ciò che scrive, tra l'altro, nel comunicato ufficiale, Wikipedia:
"In questi anni, gli utenti di Wikipedia (ricordiamo ancora una volta che Wikipedia non ha una redazione) sono sempre stati disponibili a discutere e nel caso a correggere, ove verificato in base a fonti terze, ogni contenuto ritenuto lesivo del buon nome di chicchessia; tutto ciò senza che venissero mai meno le prerogative di neutralità e indipendenza del Progetto. Nei rarissimi casi in cui non è stato possibile trovare una soluzione, l'intera pagina è stata rimossa".


Alla luce dei due episodi citati da Massimo nell'articolo in home, le parole sopra riportate si rivelano di una falsità esaltante e spudorata.

inquisitor
Inviato: 5/10/2011 7:32  Aggiornato: 5/10/2011 7:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/7/2011
Da: Focşani - Roma - Terni
Inviati: 217
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Eccellente.

DjGiostra
Inviato: 5/10/2011 7:35  Aggiornato: 5/10/2011 7:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
@Massimo o chiunque mi possa chiarire:
Se ho capito bene allora la legge consente ancora di scrivere i fatti
conprovati ma non permette di fare commenti offensivi ?
Esempio:
- Tizio viene indagato per pedofilia.
- Io sul mio blog scrivo "tizio e' indagato per pedofilia" e fin qui non
sono abbligato a nessuna rettifica.
- Aggiungo la frase "SECONDO ME tizio e' un pedofilo"..
A questo punto tizio mi chiede di rimuovere la frase.
MA sono obblicato a rimuovere solo il commento o anche il fatto ?
Grazie per l'eventuale risposta.
Ciao.
Damiano.

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
Spiderman
Inviato: 5/10/2011 8:01  Aggiornato: 5/10/2011 8:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Bah... per me stanno facendo le vittime, è solo una pagliacciata, così come lo è tutta wikipedia.

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
alinos
Inviato: 5/10/2011 8:47  Aggiornato: 5/10/2011 8:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/3/2006
Da: Livorno
Inviati: 118
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Però scusate, leggo spesso wikipedia, specie gli articoli storici o le guide (quando mi capita di visitare un museo, un monumento ecc ecc) penso che se ci limitiamo alle voci "culturali" sia una grande risorsa. O no???

Gargamella
Inviato: 5/10/2011 9:07  Aggiornato: 5/10/2011 9:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/5/2010
Da:
Inviati: 53
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Personalmente ho apprezzatoe e apprezzo wikipedia per i suoi contenuti scientifici. In particolare per il patrimonio di formule che riguardano il settore matematico, fisico, chimico ecc. Si intende ovviamente nozioni di base a livello didattico, non certo la scoperta scientifica dell'ultimo minuto.

Io non credo in dei, ma mi costruisco ideali. E nessuno di questi conquisterà un posto fisso!
NeWorld
Inviato: 5/10/2011 9:29  Aggiornato: 5/10/2011 9:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/1/2011
Da: Around the World
Inviati: 629
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Spiderman:
...è solo una pagliacciata, così come lo è tutta wikipedia.


Non penso che wikipedia sia tutto da buttare,contiene anche informazioni utili e corrette,ma certo NON è quella fonte di informazioni neutrale e assolutamente libera che dice di essere.
Questo va tenuto in considerazione visto che le informazioni riportate spesso sono le più comunemente accettate...il che di per sè non è una garanzia assoluta di correttezza.

Cito testualmente:
"...i pilastri di questo progetto — neutralità, libertà e verificabilità dei suoi contenuti..."

Verificabilità?? Ma se come ha mostrato Mazzucco hanno riportato informazioni senza la benchè minima verifica!

Mi vengono delle definizioni più corrette per wikipedia:

-wikipedia: enciclopedia di informazione liberamente controllata
-wikipedia: enciclopedia neutrale,politicamente corretta
-wikipedia: enciclop...enciclopedia? Stiamo verificando per voi...


"perché abbiamo un combattimento non contro sangue e carne, ma contro i governi, contro le autorità, contro i governanti mondiali di queste tenebre, contro le malvage forze spirituali che sono nei luoghi celesti"
cgueye
Inviato: 5/10/2011 9:36  Aggiornato: 5/10/2011 9:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 20/1/2010
Da:
Inviati: 306
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
@Gentile Mazzucco, mi si pone da tempo un problema, che desidero esporle, senza che questo implichi necessariamente una risposta, è solo una riflessione.
Partendo dalle questioni sull'11/9 , rilevo che mi sono avvicinata a questo sito passando da , o usando come veicolo, un esponente della dissidenza definita mainstream, ovvero Michael Moore. Vidi il film, nel 2002, lo riposi " in evidenza", feci decantare la facceda, anzi la dimenticai perchè lievitasse in me un 'opinione e la ripresi quando mi sentii pronta. E' il metodo che uso da quando entrai nella cosiddetta maturità, che mi attira risolini e canzonature: dicono che sono poco sveglia.

Ciò premesso, chiedo: è così sbagliato utilizzare i mainstream per arrivare a farsi un'idea, se si riesce a fare la tara sul giochino di cui essi sono partecipi? Oppure funziona come i test psicoattitudinali, ove non conta solo il risultato, ma anche come ci sei arrivato? E, come a Monopoli, se si è presa la strada sbagliata, è meglio stare fermi qualche giro e resettare le informazioni?
Ecco, siccome non sono domande, mi fermo qui. Wiki protesta per giusti motivi, mischiando stimoli astuti che titillino l'ansito alla giustizia che quasi tutti ritengono di covare. E' una tecnica in uso, mi pare, anche un po' da baco, direi. Un po' di verità, un po' di distrazione. Tocca a noi analizzare. E' molto difficile, non è detto se ne abbiano strumenti né il tempo. Cosa vuole, da quando per una cosina scritta da me mi linkò a Shakespeare, mi ci ero affezionata....ma se devo cercare fonti, sappiamo tutti che poggiarvisi è come entrare nelle sabbie mobili. Questo va detto e ripetuto.

Cassandra
Inviato: 5/10/2011 9:53  Aggiornato: 5/10/2011 9:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 10/5/2006
Da:
Inviati: 1551
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
"encicapedia"

LOL

"Il buon senso c'era; ma se ne stava nascosto,
per paura del senso comune" (Alessandro Manzoni)
music-band
Inviato: 5/10/2011 9:56  Aggiornato: 5/10/2011 9:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
A TUTTI I PARANOICI CHE: WIKIPEDIA E' LA MAFIA

Chi si è letto i regolamenti di wikipedia o chi partecipa attivamente lo può spiegare certamente meglio di me.

Il problema non è wikipedia come "entità malefica" (che non esiste). Nemmeno fosse la spectre pagata dalla cia.

Quando uno partecipa attivamente, più contenuti e contributi da, più acquista il potere o l'autorità di fare modifiche etc.

Quindi è ovvio che se, ad esempio, tutti i membri del cicap si coalizzano e per anni contribuiscono a far crescere wikipedia, alla fine hanno più voce in capitolo sul singolo Massimo Mazzucco che interviene per modificare una voce che lo riguarda e che non ha mai fatto altro li dentro ne mai dato alcun contributo.

Di conseguenza per fare un altro esempio: se tutti i luogocomunesi avessero partecipato attivamente in questi anni, i soli cicappini non potrebbero fare il bello e cattivo tempo ma ci sarebbe una situazione più equilibrata.

arukimurakami
Inviato: 5/10/2011 10:09  Aggiornato: 5/10/2011 10:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2004
Da:
Inviati: 406
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
quoto alla grande!

il problema è che "fatta la legge, trovato l'inganno"... non ci vorrà tanto prima che i "contro-informatori" riescano a fare casino con siti, come questo ad esempio, impegnandosi di trovare informazioni lesive in questo o quest'altro trafiletto... massimo dovrai stare molto più attento alle frasi su passivissimo d'ora in poi... oppure... usare degli pseudonimi come quello che ho appena usato... ahahhaha

secondo: wikipedia era già in crisi alla grande. lo dimostrano le varie interviste rilasciate questa stessa estate... che stiano strumentalizzando la futura chiusura?

l'unica cosa certa è il dubbio...
fefochip
Inviato: 5/10/2011 10:13  Aggiornato: 5/10/2011 10:43
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
per quanto riguarda wikipedia la uso per avere una lista completa delle puntate se sto seguendo una serie televisiva, quindi se per me sparisce non mi leva granchè.

come ha sottolineato massimo lungi dall'essere quel concentrato di democrazia e libertà che tanto si professa da sola perche so bene le vicende wikipedia/simoncini e poi wikipedia/mazzucco e ho provato anche io a editare informazioni sbagliate e i toni denigratori ma l'unica cosa che è successa è anche a me un avviso di non provarci piu a fare "vandalismo" altrimenti sarei stato bannato .

sono degli infami e come dice fiodenamig:
Citazione:
il quale rivela che "ALCUNE DECINE DI UTENTI" hanno discusso e fatto questo comunicato. Ed è anche facile immaginare chi sono tali utenti perché ho già i loro nickname stampati nella testa. Tanto basta dire solo questo per individuarli: sono sempre loro, sempre gli stessi. Chi vuole intendere intenda.


sono pochi gli utenti che decidono qualcosa e sempre gli stessi ...altro che pluralità di informazione e indipendenza e libertà.

@ music-band
il problema è che il sistema che wikipedia usa è un po come se sul sito di luogocomune avessero piu voce in capitolo coloro che hanno scritto piu post.
bella idea ...peccato però che il numero di post non fa "qualità" e anche su luogocomune ci sono esempi di utenti molto "prolifici" che a prescindere dalle cazzate che scrivono (che magari sono soggettive) non scrivono proprio contenuti ma flame ,insulti e semplice faccine.
non mi pare quindi il fatto che uno contribuisce di piu allora ha diritto di dire piu cose su "qualunque" cosa.
quindi accade che chi scrive di piu su le serie tv (tanto per fare un esempio) allora acquisisce piu diritto a dire la sua (o le sue parole hanno piu peso) di chi magari è un esperto del settore.

quindi wikipedia è proprio un "entità malefica" proprio per come è stata strutturata


continuando ...

sono d'accordo anche sul FATTO che tutto questo can can è fatto dai giornali perche si sentono loro in pericolo ,non certo perche lo sono i blog ; questo ultimo fatto è solo incidentale per la coincidenze di eventuali trattamenti.


però NON SONO D'ACCORDO che tutto questo non riguarda anche i blog perche il comma 29 recita genericamente :
Citazione:
per i "siti informatici"

cosa sarebbe secondo loro un "sito informatico" ?
anche un blog personale ? un sito come luogomune ? un social network?
eppoi riguarda anche i commenti?(perche in teoria ne è responsabile l'autore ma in pratica è pubblicato su un sito appunto)

il problema sono questi tempi cosi stretti che "ammazzano i blog"
ora non ho capito neanche io chi è l'attore che dovrebbe obbligare a tali rettifiche e la modalità.

resta il fatto che la legge non è molto precisa al riguardo e si presta a interpretazioni e quindi non va affatto bene una cosa che "si presta a interpretazioni" perche una legge per essere "buona" deve prima di tutto essere chiara

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
music-band
Inviato: 5/10/2011 10:24  Aggiornato: 5/10/2011 10:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Fefochip, Federico, ma mi stai prendendo per il culo o non hai proprio capito un tubo?

Siccome il sistema funziona con la maggioranza è esattamente identico al sistema democratico; la maggioranza dei votanti decide anche per te, a prescindere che tu sia daccordo o meno.

Su wiki, la maggioranza degli "Admin" decide, se gli admin sono tutti daccordo, Mazzucco che non è nessuno all'interno di wikipedia e manco un admin dato che non ha mai portato contributi, non ha voce in capitolo.

In democrazia, il voto di 10 imbecilli conta più del singolo esperto che ha studiato tutta la vita

Dire che wikipedia non è democratica equivale quindi a dire una colossale stupidaggine.

abbidubbi
Inviato: 5/10/2011 10:25  Aggiornato: 5/10/2011 10:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/8/2005
Da: roma
Inviati: 671
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
wikipedia va bene per sapere quant'è lungo un coccodrillo o quanto dista la terra dal sole. per tutto il resto non vedo molte differenze con i media main stream, ovvero disinformano. scrivono il cazzo che vogliono e se li si coglie in fallo s'incazzano pure.
Massimo, per le biografie taroccate sei in ottima compagnia: quando odifreddi cercò di correggere la "sua" pagina, a suo dire redatta da fondamentalisti cattolici, lo staff di wikipedia gli intimò di smettere di fare "del vandalismo", alché lui rispose: «Guardate che io sono Odifreddi». Loro non ci credevano. «Odifreddi non scriverebbe queste cose».

Io sto mentendo. (Eubulide, V secolo a.C.)
PikeBishop
Inviato: 5/10/2011 10:27  Aggiornato: 5/10/2011 21:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
POST RIMOSSO

M.M.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Doru
Inviato: 5/10/2011 10:44  Aggiornato: 5/10/2011 10:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/10/2005
Da:
Inviati: 133
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Personalmente ho apprezzatoe e apprezzo wikipedia per i suoi contenuti scientifici. In particolare per il patrimonio di formule che riguardano il settore matematico, fisico, chimico ecc. Si intende ovviamente nozioni di base a livello didattico, non certo la scoperta scientifica dell'ultimo minuto.


Come nella vita, niente e bianco o nero. wikipedia e una fonte di informazioni vere o no. Se quelle informazioni non sono scottanti allora c'è una buna possibilità che siano vere. Sfortunatamente uno deve consultare wikipedia quando SA già l'argomento che lo interessa altrimenti rischia di inghiottire un mucchio di frottole. Ma e solo wikipedia cosi? Che ne dici dei manuali, per esempio quelli di storia? Puoi avere fiducia che le informazioni siano vere? Io penso di no. Allora uno deve comprendere che la sua ricerca della verità, in qualsiasi area, è come attraversare un campo minato.

Non essendo nato ieri parto dal idea che i politici mi vogliono fregare. Segue che non mi posso aspettare niente di buono da qualsiasi legge fata dai politici, compresa questa.

fefochip
Inviato: 5/10/2011 10:46  Aggiornato: 5/10/2011 10:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
@ pikebishop

sono un po stufo dei tuo attacchi personali .
io ho forse parlato di te ?
ti senti preso in causa?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 5/10/2011 10:55  Aggiornato: 5/10/2011 10:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
@ music-band
non capisco perche ti scaldi cosi

comunque tu scrivi rivolgendoti a me
Citazione:
Dire che wikipedia non è democratica equivale quindi a dire una colossale stupidaggine

dove lo avrei scritto ?

tralasciando questo

Citazione:
Siccome il sistema funziona con la maggioranza è esattamente identico al sistema democratico

quando prima hai scritto
Citazione:
Quando uno partecipa attivamente, più contenuti e contributi da, più acquista il potere o l'autorità di fare modifiche etc.


se per te è la stessa cosa .... o sono solo io a non capire un tubo?

se proprio vuoi fare dei paragoni wikipedia rispecchia perfettamente il concetto del mondo di oggi in cui poche persone contano piu di tante e non per meriti specifici ma perche sono "ricchi" e nel caso di wikipedia "ricchi" di post .
se per te questa è democrazia per me va bene basta capirsi

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
perspicace
Inviato: 5/10/2011 11:04  Aggiornato: 5/10/2011 11:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Perchè mai – ci si domanda – tutte le grandi testate italiane si preoccupano improvvisamente di difendere la “libera informazione” della rete ... ... da quella che ormai è stata definita la “legge ammazza-blog”? Non sarà che per caso temono loro stesse di non potere più continuare a raccontare bugie a piacimento, senza essere obbligate ogni cinque minuti a pubblicare rettifiche e correzioni? Se infatti si va a guardare la proposta di legge più da vicino, scopriamo [pag. 24 del PDF] che le modifiche apportate dal Senato al testo originale della Camera riguardano proprio le grandi testate giornalistiche, e non i blog della rete.


Che cos’è che vi disturba veramente, cari amici di Wikipedia Italia? La difesa della libertà di informazione, o forse il fatto che non potrete più scrivere frasi come questa: “Tullio Simoncini, ex medico radiato dall'ordine e condannato in primo grado per omicidio colposo e truffa aggravata proprio per la morte di un uomo a cui erano state fatte tali iniezioni”, che appariva sull’ultima versione della mia “biografia”, quando le regole delle BLP dicono charamente che non si possono citare documenti processuali, quale appunto la condanna di un tribunale, nel caso di una persona vivente? Che cos’è che vi disturba veramente, cari amici di Wikipedia Italia? La difesa della libertà di informazione, o forse il fatto che non potrete più scrivere frasi come questa: “Nel gennaio 2009, Mazzucco ha pubblicato una video-intervista a una paziente di Simoncini, intitolando l'articolo «Cura il cancro per email». Nel corso del dibattito che segue alla pubblicazione all'articolo viene dimostrato, sulla base dei documenti mostrati nell'intervista, che la paziente aveva subìto degli interventi chirurgici precedenti alla terapia col bicarbonato, contrariamente a quanto affermato nel video stesso, vanificandone quindi il valore come testimonianza a favore, tanto da evidenziare come scorrette le affermazioni del video, e confermando che la guarigione della donna era stata ottenuta tramite trattamenti terapeutici ordinari”, che appariva nell’ultima vrsione della mia “biografia”, quando sapete benissimo che il video non affermava affatto quello che voi dite, mentre nella discussione citata non veniva assolutamente “dimostrato” quello che dite voi? Anche in quel caso avevo provato a rimuovere queste menzogne vergognose, ma anche in quel caso gli amici di Wikipedia Italia erano tornati a ripubblicarla immediatamente. Quindi, cari amici di Wikipedia Italia, cominciate a dare il buon esempio, se volete davvero risultare credibili nella vostra gloriosa lotta per la “difesa dell’informazione neutrale”. Fino ad oggi l’unica persona che siete riusciti a convincere della vostra “neutralità” è un certo Gianni Riotta, che ha avuto l’infelice idea di citare in diretta Tv un’altra “verità” da voi pubblicata su di me, finendo per fare la figura del pagliaccio. Massimo Mazzucco

Lodo la tua attenzione alla difficile situazione in cui si trova il Dott. Simoncini che da anni si impegna per fare del bene.

Sono tempi difficili Massimo e non tutti si schierano dalla parte dei buoni.



cit. Music-band Quando uno partecipa attivamente, più contenuti e contributi da, più acquista il potere o l'autorità di fare modifiche etc. Quindi è ovvio che se, ad esempio, tutti i membri del cicap si coalizzano e per anni contribuiscono a far crescere wikipedia, alla fine hanno più voce in capitolo sul singolo Massimo Mazzucco che interviene per modificare una voce che lo riguarda e che non ha mai fatto altro li dentro ne mai dato alcun contributo. Di conseguenza per fare un altro esempio: se tutti i luogocomunesi avessero partecipato attivamente in questi anni, i soli cicappini non potrebbero fare il bello e cattivo tempo ma ci sarebbe una situazione più equilibrata.

Quoto tutto.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
music-band
Inviato: 5/10/2011 11:14  Aggiornato: 5/10/2011 11:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
non capisco perche ti scaldi cosi

Non mi sono scaldato Federico, ti ho chiesto sinceramente se mi stavi prendendo in giro.

Citazione:
dove lo avrei scritto ?

Non hai scritto la frase ma forse non ti sei reso conto che ciò che hai espresso nel tuo post condannandolo come sistema ingiusto, è esattamente il sistema democratico.

Citazione:
se per te questa è democrazia per me va bene basta capirsi


Io non ho fatto un discorso in termini di giusto o sbagliato, ho fatto delle semplici constatazioni.

Se tu reputi wikipedia una entità malefica, allora reputi la democrazia una entità malefica dato che entrambe hanno come base il sistema della maggioranza.

ma sembra che l'ideologia ti impedisca di vedere le contraddizioni che esprimi.

dimmi cosa non ti torna chiaro:

in democrazia il voto di 10 imbecilli vale più del voto del singolo a prescindere dalla sua preparazione conoscenza etc.

su wikipedia il giudizio di 10 admin vale più del giudizio del singolo che non è manco un admin

(Per diventare admin bisogna partecipare e contribuire a wikipedia)

Orwell84
Inviato: 5/10/2011 11:27  Aggiornato: 5/10/2011 11:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/3/2006
Da: Ground Zero
Inviati: 1114
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
se proprio vuoi fare dei paragoni wikipedia rispecchia perfettamente il concetto del mondo di oggi in cui poche persone contano piu di tante e non per meriti specifici ma perche sono "ricchi" e nel caso di wikipedia "ricchi" di post .

Sempre di carta straccia si tratta insomma...

fefochip
Inviato: 5/10/2011 11:38  Aggiornato: 5/10/2011 11:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Non hai scritto la frase ma forse non ti sei reso conto che ciò che hai espresso nel tuo post condannandolo come sistema ingiusto, è esattamente il sistema democratico.

bravo


ci sono i concetti ideali :la democrazia , il comunismo ,ecc
e ci sono le loro applicazioni

mi pare evidente che lo "spirito"della democrazia oggi non mi pare rispettato anche se a "chiacchiere" viviamo in una democrazia.
quindi parallelamene alla società democratica che è notevolemente "ingiusta" (ti prego di non dilungarci su questo concetto sennò andiamo sia off-topic sia in un interminabile diatriba nel caso non la vedessimo nello stesso modo; quindi prendi questa mia solo per amore di chiarezza) c'è wikipedia che è al pari nettamente ingiusta.

cosi come il comunismo dovrebbe essere idealmente la forma di governo piu equa cosi ha sviluppato una delle iniquità piu profonde della storia con l' ex urss.

paradossalmente un sistema di "monarchia illuminata" (come potrebbe essere paragonato luogocomune) è molto piu giusta di un cesso di democrazia anche se in teoria una monarchia è un sistema che difficilmente può portare equità e giustizia

quindi quando scrivo :
Citazione:
come ha sottolineato massimo lungi dall'essere quel concentrato di democrazia e libertà che tanto si professa da sola

mi riferivo a degli ideali visto che metto vicino "democrazia" a "libertà" e non a dei sistemi di governo.

edit.

è che siamo cosi abituati (me compreso) a associare democrazia a "bene" quando in realtà è altro
una persona che ne uccide un altra è chiamato "omicidio" ,se sono 100 "linciaggio" se sono tutti è la giustizia dello stato con la pena di morte....non mi pare di poter sostenere che il "bene" sia da ricercare esclusivamente nella "democrazia"
al contrario ci sono diversi valori di "bene" nella democrazia che dovrebbero essere preservati

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
wagner
Inviato: 5/10/2011 11:42  Aggiornato: 5/10/2011 11:42
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/11/2005
Da: New Orleans
Inviati: 67
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Dai Massimo vedila in maniera positiva...ora finalmente potrai cambiare la tua biografia su Wikipedia

"La musica è diventata così intellettuale.La musica deve essere divertimento,un piacere.Soprattutto la musica rock." Duane Allman
fefochip
Inviato: 5/10/2011 11:52  Aggiornato: 5/10/2011 11:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
comuque tornando a bomba sull'argomento e in particolare sul decreto intercettazioni (sti grandi cazzi di wikipedia) non mi pare cosi pacifico come la mette massimo.

io ho grossi timori perche :
a) non capisco bene COME bisognerebbe comunicare questo diritto di rettifica
b)COSA si può rettificare e CHI decide che si dovrebbe rettificare
c) I TEMPI e le MULTE effettivamente per un blogger sono esageratamente alte (mi spiego meglio già oggi se uno dice qualcosa su un altro può essere querelato ma l'importo da risarcire ,e non una multa che è cosa diversa, lo definisce un giudice dopo un processo ,ma se rimane cosi fumosa la questione del "COSA" dover rettificare o meno diventa tutto troppo aleatorio e quindi pericoloso)

a mio avviso byblu è andato affondo alla vicenda tanto da collaborare con deputato alla camera per proporre un emendamento per migliorare questa legge
byoblu

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
vuotorosso
Inviato: 5/10/2011 12:02  Aggiornato: 5/10/2011 12:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
su wikipedia il giudizio di 10 admin vale più del giudizio del singolo che non è manco un admin

Ma stando a quanto scritto da fiodenamig nel primo post, risulta essere che il voto di 1 admin vale di piu di 10 non admin (si parla di una cinquantina di utenti "decisionari") .. non vedo maggioranza numerica "democratica"

perspicace
Inviato: 5/10/2011 12:03  Aggiornato: 5/10/2011 12:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/9/2011
Da: località sconosciuta
Inviati: 3281
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
O.T. scusate redazione potreste farmi una ricerca su Hutchison è un qualche tipo di scienziato non ho capito bene gradirei un articolo così da approfondire.

grazie in anticipo.

è il protagonista di questo video

http://youtu.be/u84toz_an1Y

presa da www.curiositybox.wordpress.com :


<...Prima di tutto, l’effetto Hutchison e’ un’insieme di fenomeni scoperti casualmente da John Hutchison durante i tentativi di studiare le onde longitudinali di Tesla nel passato 1979. In altre parole, l’Effetto Hutchison non e’ semplicemente un effetto singolare. E’ molto di piu’.

L’Effetto Hutchison si verifica come il risultato di interferenze di onde radio in una zona di spazio volumetrico avvolto da sorgenti di alto voltaggio, solitamente un generatore Van de Graff, e due o piu’ bobine di Tesla.
Gli effetti prodotti includono levitazione di oggetti pesanti, fusione di materiali dissimili come metallo e legno (esattamente come ritratti nel film, “l’esperimento Philadelphia”), il riscaldamento anomalo di metalli senza bruciare i materiali adiacenti, rotture spontanee di metalli (i quali si separano con modalita’ di scorrimento laterale ), e cambiamenti sia provvisori che permanenti nella struttura cristallina e delle proprieta’ fisiche dei metalli.

La levitazione di oggetti pesanti dall’Effetto Hutchison non e’ - ripeto non e’ - il risultato di semplice levitazione elettrostatica o elettromagnetica. Dichiarare che queste forze da sole possano spiegare il fenomeno, e’ palesemente ridicolo e confutato facilmente solo provando ad utilizzare tali metodi per duplicare quello che l’Effetto Hutchison ha ottenuto, che e’ stato documentato bene sia su film che su videotape ed e’ stato presenziato molte volte da numerosi scienziati e ingegneri forniti di credenziali.
Gli sfidanti devono notare che il loro apparato deve essere limitato all’uso di 75 watt di potenza da una 120 Volt AC di uscita, come quello che e’ tutto cio che usa l’apparato di Hutchison per fare levitare una palla di cannone da 60 pound (27,2 Kg).

La fusione di materiali dissimili, che e’ estremamente eccezionale, indica chiaramente che l’Effetto Hutchison ha un’influenza potente sulle forze di Van der Waals (nota 1). In una contraddizione impressionante e sconcertante, le sostanze dissimili possono riconciliarsi semplicemente “insieme”, tuttavia le singole sostanze non si dissociano.
Un blocco di legno puo’ semplicemente “penetrare dentro” una barra di metallo, tuttavia ne’ la barra di metallo ne’ il blocco di legno si sfasciano. Inoltre, non c’e’ alcuna prova di spostamento (o spiazzamento), tale si verificherebbe se, ad esempio, come quando accade calando una pietra in una coppa d’acqua.

Il riscaldamento anomalo di metalli senza alcuna prova di bruciare o bruciacchiarsi dei materiali adiacenti (di solito legno) e’ un’indicazione chiara che la natura del calore potrebbe non essere stata completamente capita. Questo ha implicazioni di vasta portata per la termodinamica, che dipende completamente dalla presunzione di tale conoscenza.
Si dovrebbe notare che l’integrita’ della termodinamica e’ rappresentata dalla parte infrarossa dello spettro elettromagnetico, la quale e’ insignificante in un contesto da 0 Hz a infiniti Hz. Il riscaldamento anomalo esibito dall’Effetto Hutchison mostra chiaramente che abbiamo molto da imparare, specialmente la dove si incontrano termodinamica ed electromagnetismo.

Lo spaccarsi spontaneo dei metalli, cosi’ come si verifica con l’Effetto Hutchison, e’ specifico per due ragioni: (1) non c’e’ alcuna prova di una “forza esterna” che causi lo spaccarsi e (2) il metodo con cui il metallo si separa, implica un movimento scorrevole in una direzione trasversale, orizzontalmente. Il metallo semplicemente si sfalda (disfa).

Alcuni cambiamenti temporanei della struttura cristallina e delle proprieta’ fisiche dei metalli sono piuttosto reminiscenti della “curvatura di cucchiaio” di Uri Geller, eccetto che non ce nemmeno un campione di metallo quando hanno luogo i cambiamenti. Un video mostra un cucchiaio che sbatte su e giù come uno straccio molle in una brezza. Nel caso di cambiamenti permanenti, una barra di metallo sara’ dura ad una estremita’, come acciaio e morbida avanzando verso l’altra estremita’, come piombo polverizzato. Ancora, questa e’ l’evidenza di una influenza forte sulle forze di Van der Waals.

Le interferenze di onde radio implicate nella produzione di questi effetti, sono prodotte da piu’ di quattro o cinque differenti sorgenti radio, tutte operanti a bassa potenza. Tuttavia, la zona in cui le interferenze hanno luogo e’ stressata da centinaia di chilovolts.

Si suppone, da alcuni ricercatori, che quello che Hutchison ha fatto, sia aprire il rubinetto nell’Energia del Punto Zero (ZPE). Questa energia prende il suo nome dal fatto che e’ evidenziata da oscillazioni a zero gradi Kelvin, dove e’ supposto che tutte le attività in un atomo cessino.
Questa energia e’ associata ad emissioni spontanee e annichilazione di elettroni e positroni che provengono dal cosidetto “vuoto quantico”. La densità dell’energia contenuta nel vuoto quantico e’ stimata da alcuni, a dieci alla tredicesima (10^13) Joules per centimetro cubo, che è riferita essere sufficiente a far evaporare via gli oceani della Terra in un momento.

Dato accesso a tali energie, c’e’ poco da meravigliarsi che l’Effetto Hutchison produca fenomeni così bizzarri. Attualmente e’ difficile riprodurre i fenomeni con qualsiasi regolarità. L’obiettivo su cui concentrarsi in futuro, quindi, e’ prima di tutto aumentare la frequenza di occorrenza degli effetti, quindi ottenere qualche grado di precisione nel loro controllo.

In questo momento il lavoro continua. Entro breve tempo, intendiamo vedere quale progressi potranno nascere.

Shreveport, Louisiana February 16, 1999
Copyright © 1999 by Mark A. Solis>



fine O.T.

Io non parlo come scrivo, io non scrivo come penso, io non penso come dovrei pensare, e così ogni cosa procede nella più profonda oscurità. Kepler
funky1
Inviato: 5/10/2011 12:29  Aggiornato: 5/10/2011 12:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 23/10/2008
Da:
Inviati: 708
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Vuotorosso:

Citazione:
Ma stando a quanto scritto da fiodenamig nel primo post, risulta essere che il voto di 1 admin vale di piu di 10 non admin (si parla di una cinquantina di utenti "decisionari") .. non vedo maggioranza numerica "democratica"


Mi viene da dire che in democrazia il voto di qualche centinaio di parlamentari vale più dell'opinione di decine di milioni di cittadini. E sì che i parlamentari vengono eletti dai cittadini, esattamente come gli admin di Wikipedia vengono eletti dagli utenti. Quindi si potrebbe dire che Wikipedia è una democrazia.

Il problema è che Wikipedia dichiara di non essere una democrazia. Infatti è ribadito spesso che il criterio ufficiale per decidere cosa va scritto e cosa no non è la maggioranza, ma un evanescente e decisamente poco chiaro concetto di consenso.

It's better to regret something you did than something you didn't do.
Orwell84
Inviato: 5/10/2011 12:35  Aggiornato: 5/10/2011 12:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/3/2006
Da: Ground Zero
Inviati: 1114
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
ci sono i concetti ideali :la democrazia , il comunismo ,ecc
e ci sono le loro applicazioni

mi pare evidente che lo "spirito"della democrazia oggi non mi pare rispettato anche se a "chiacchiere" viviamo in una democrazia.
quindi parallelamene alla società democratica che è notevolemente "ingiusta" (ti prego di non dilungarci su questo concetto sennò andiamo sia off-topic sia in un interminabile diatriba nel caso non la vedessimo nello stesso modo; quindi prendi questa mia solo per amore di chiarezza) c'è wikipedia che è al pari nettamente ingiusta.

cosi come il comunismo dovrebbe essere idealmente la forma di governo piu equa cosi ha sviluppato una delle iniquità piu profonde della storia con l' ex urss.


Se la sperimentazione pratica di una teoria fallisce, molto probabilmente sarebbe il caso di rivedere la teoria.

Posso formulare una teoria fisica secondo cui la gravità non esiste, ma se poi nella pratica il mio grave cade a terra forse devo rivedere le premesse.
Allo stesso modo posso formulare una teoria sociale in cui la dittatura della maggioranza, o meglio, nel caso della democrazia rappresentativa, la dittatura di un ristretto numero di persone, sia la migliore delle teorie sociali possibili.
Ma se poi porta fame, distruzione e infelicità forse devo rivedere la teoria sociale stessa.

music-band
Inviato: 5/10/2011 12:40  Aggiornato: 5/10/2011 12:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Ma stando a quanto scritto da fiodenamig nel primo post, risulta essere che il voto di 1 admin vale di piu di 10 non admin


La comunità di wikipedia è formata da chi impiega il suo tempo a scrivere contributi, e chi contribuisce di più, ottiene maggiori privilegi fino a quando può diventare un admin.

Di admin ce ne sono tantissimi; se gli admin si trovano in disaccordo, dato che hanno tutti gli stessi privilegi e potrebbero modificarsi le pagine a vicenda, si creano delle discussioni tra le parti in causa in cui ognuno è tenuto a spiegare perchè le informazioni dovrebbero essere scritte in un certo modo appellandosi alle varie regole come quella delle fonti etc.

in caso di necessità dovrebbero intervenire quelli di livello superiore a valutare la diatriba e le motivazioni, ma questo non succede quasi mai perchè sono sempre la maggioranza di admin a decidere.

E qui sta il punto interessante, perchè si va a maggioranza con un processo democratico

Quindi tutti possono essere admin, ma se la maggioranza è composta da soli debunker è semplicemente perchè gli alternativi si sono fatti i cazzi loro o se preferisci perchè sono semplicemente in minoranza.

Giano
Inviato: 5/10/2011 12:52  Aggiornato: 5/10/2011 12:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Dall’articolo:
Fino ad oggi l’unica persona che siete riusciti a convincere della vostra “neutralità” è un certo Gianni Riotta

Chi si fosse perso l’ex direttore del TG1 e del sole24 quel giorno a Matrix, dal min. 1:20:

http://www.youtube.com/watch?v=CMV1BTjsP6c

“tutti i nostri ragazzi la leggono prima di aprir bocca” dice Riotta.

Ecco dove sta il rischio con wikipedia, tutti che si informano dalla stessa fonte. Una fonte che definisce se stessa come neutrale, gratuita e libera.
Non capisco a cosa servano la neutralità e la libertà quando si devono
elencare i fiumi della Spagna.

Youkai
Inviato: 5/10/2011 12:54  Aggiornato: 5/10/2011 12:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2011
Da:
Inviati: 124
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Io sono d'accordo con parte di quello che dice music-band. Se guardiamo Wikipedia dal punto di vista strettamente libertario lo è. Tutti possono scrivere quello che vogliono se lo sanno e hanno il tempo per farlo.


Ma non riuscite a vedere il problema? Come fa ad esistere un luogo in cui l'informazione non è controllata, se accessibile al pubblico? Vi siete per caso dimenticati in che mondo stiamo vivendo?
Come fa ad esserci un'informazione vera e pura se gli stessi che modificano possono essere gli stessi che la distruggono?

Come potete anche solo pensare che un sito come quello possa essere contro sistema ed essere così visibile?
Sì lo so che non è del contro sistema di cui parliamo direttamente, ma indirettamente è così perchè delle vere informazioni non le potremo trovare se c'è un esercito pronto a modificare ogni due minuti quello che si toglie.
Oltre a questo wikipedia avrà più interessi a favorire i sistemi, che i cittadini di un paese. I cittadini hanno molte meno probabilità di uno stato di farti chiudere i battenti o di renderti molto difficile la vita.


Io sono d'accordo con music-band sulla partecipazione della community. E propongo di organizzarci. Senza organizzazione si può sperare fin che si vuole ma non si va distanti.

fefochip
Inviato: 5/10/2011 14:26  Aggiornato: 5/10/2011 14:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
@ music-band

scusa federico a prescindere che non hai piu risposto al mio ultimo post ...se non altro per capire se ci eravamo capiti.

credo che per amore di correttezza dovresti farlo visto che hai esordito con :
Citazione:
ma mi stai prendendo per il culo o non hai proprio capito un tubo?

il che non è tanto carino, almeno dimmi se adesso è chiaro quello che volevo dire o continuo a "non capire un tubo"?

detto questo parlando di wikipedia e di "giustizia" e distorsioni:
Citazione:
La comunità di wikipedia è formata da chi impiega il suo tempo a scrivere contributi, e chi contribuisce di più, ottiene maggiori privilegi fino a quando può diventare un admin.

il problema è che oggi ormai sono "radicati" degli admin con una certa "policy" .
per arrivare anche tu al "grado" di admin devi "contribuire".

ma fammi capire una cosa come dovrei contribuire ?

scrivendo della lunghezza di un coccodrillo oppure delle strade della spagna?
perche se è questo il "curriculum vitae" che devo esibire per poi esprimere opinioni su simoncini (perche è quello che hanno fatto ) allora stiamo freschi.

innanzi tutto sarà l'attuale "redazione" che casserà i miei "contenuti" a suo piacimento altrimenti devo parlare dei coccodrilli.

poi sinceramente non capisco fino in fondo la tua posizione di dire che wikipedia è "democratica".

in democrazia gli elettori eleggono liberamente dei candidati (a prescindere che oggi con la nostra di democrazia possiamo votare solo chi viene indicato da altri che stanno già con il culo su una poltrona) dove starebbe il paragone con wikipedia?

sei tu che hai detto che puoi diventare admin piu scrivi contenuti quindi NON è un sistema elettivo che dovrebbe avvenire ad esempio tra gli iscritti senza distinzione se uno "contribuisce" o meno

al limite è un sistema "meritocratico" i cui "meriti" sono esclusivamente scrivere di piu e il che può avvenire tranquillamente scrivendo cose completamente inutili come ho fatto il paragone con luogocomune stesso in cui il "nomignolo" (so tutto, sono certo di non sapere, ecc) dice poco del valore di un utente in quanto il contatore conteggia esclusivamente i post e non i suoi contenuti che possono essere tranquillamente solo frecciate ,stupidaggini o emerite fesserie (con buona pace di pikebishop che non si capisce perche si sente preso in causa)

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fiodenamig
Inviato: 5/10/2011 14:36  Aggiornato: 5/10/2011 14:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/5/2011
Da:
Inviati: 332
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
fefochip ha scritto:
io ho grossi timori perche :
a) non capisco bene COME bisognerebbe comunicare questo diritto di rettifica
b)COSA si può rettificare e CHI decide che si dovrebbe rettificare
c) I TEMPI e le MULTE effettivamente per un blogger sono esageratamente alte (mi spiego meglio già oggi se uno dice qualcosa su un altro può essere querelato ma l'importo da risarcire ,e non una multa che è cosa diversa, lo definisce un giudice dopo un processo ,ma se rimane cosi fumosa la questione del "COSA" dover rettificare o meno diventa tutto troppo aleatorio e quindi pericoloso)

a mio avviso byblu è andato affondo alla vicenda tanto da collaborare con deputato alla camera per proporre un emendamento per migliorare questa legge




@fefochip

siccome Byoblu non capisce (o meglio, secondo me fa finta di non capire) allora lo scrivo io qui come funzionerebbe il tutto.

Poniamo, per esempio, la pagina italiana di Wikipedia su Massimo Mazzucco.

Se passasse la nuova legislazione tanto contestata da Wikipedia Italia la pagina di Massimo Mazzucco realizzata dagli "utenti" non cambierebbe (metto utenti tra virgolette, perché poi sappiamo che in realtà non è così in quanto sono gli admin a decidere e non gli utenti), ciò che cambierebbe è che in fondo alla pagina verrebbe aggiunta una nota dello stesso Mazzucco nella quale, usando egli lo stesso spazio che gli altri hanno usato per scrivere contro di lui, vengono illustrati i rilievi dello stesso Mazzucco al testo wikipediano.

QUINDI NON VI E' ALCUNA CENSURA BENSI' VIENE DATA LA POSSIBILITA' ALLO "SPUTTANATO" (SCUSATE IL TERMINE, MA NEI FATTI E' COSI') DI POTERE DIFENDERE LA PROPRIA ONORABILITA'.

Siccome però i signoririni voglio continuare a fare ciò che hanno sempre fatto (=sputtanare la gente) senza che nessuno possa dire loro alcunché, ecco che allora si mettono a fregnare strappandosi le vesti affermando che viene fatta loro la bua con censura e inquisizione.

fefochip
Inviato: 5/10/2011 14:40  Aggiornato: 5/10/2011 14:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
@ Orwell84

Citazione:
Se la sperimentazione pratica di una teoria fallisce, molto probabilmente sarebbe il caso di rivedere la teoria.

in linea di principio hai ragione ma cosa vuol dire esattmente?

cosa vuoi "rivedere"?

o il potere lo detiene uno o lo detengono pochi o lo detiene la maggioranza o lo detengono tutti (o nessuno il che è speculare)

non esistono in sintesi altre forme di governo dal punto di vista logico e l'ultima forma non si può chiamare di governo appunto perche dal punto di vista logico detenere tutti il potere vuol dire che in realtà non ce l'ha nessuno ovvero anarchia.

quindi a mio avviso il problema non è di tipo teorico o pratico ma di valori.
non ci dovrebbe essere nessuna legge che ti impedisce di uccidere un altra persona dovrebbe albergare nella tua coscienza questo divieto.
cosi a vari livelli inferiori di violenza non ci dovrebbe essere nessuno che ti dica/obbliga di/a non insultare il prossimo ma dovresti capirlo da solo che non è una cosa da fare .

quindi a mio avviso siamo arrivati al red rationem dell'umanità perche le forme di governo le abbiamo provate tutte ma siamo sempre delle merde quindi parafrasando quello che dici tu dovremmo capire che non è il sistema di governo il problema ,ma l'uomo.

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Youkai
Inviato: 5/10/2011 14:41  Aggiornato: 5/10/2011 14:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/8/2011
Da:
Inviati: 124
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Sono così che funzionano i forum, dovresti saperlo. Anche perchè bisognerebbe leggere ogni singolo commento da parte dell'amministrazione e poi in base al proprio giudizio dare un punto di merito ma anche quello non sta in piedi perchè sarà sempre di parte, ma allora come fai a prendere un software e crearlo in modo che capisca cosa è giusto o meno... non si può non sappiamo nemmeno noi auto criticarci in tutte le situazioni...


Ma se il problema è l'uomo come ci sistemiamo?

mangog
Inviato: 5/10/2011 14:48  Aggiornato: 5/10/2011 14:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Io non darei tutta questa importanza a Wikipedia.. Certamente non è corretto da parte loro precludere gli interventi delle persone che vengono nel bene o nel male citate. Ma wikipedia sta all'informazione come la carriera televisa della Parietti sta all'intelligenza ( Escluso l'uso intelligente della gnocca .. è risaputo che la Parietti è diventata famosa perchè i pezzi grossi delle TV cercavano vallette bravissime in matematica e biologia che tanto "bucano" lo schermo TV.... )

fefochip
Inviato: 5/10/2011 14:54  Aggiornato: 5/10/2011 15:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
@ fiodenamig

scusa ma io sicuramente non capisco (non so byoblu)

però permettimi delle precisazioni:

innanzi tutto byblu mi pare il primo che non nega il principio di rettifica anzi.

quello che gli preme mettere in chiaro sono (e sono anche i punti che mi rendono a me perplesso) IL COME bisognerebbe comunicare questo diritto di rettifica
IL COSA si DEVE rettificare,IL CHI decide COSA si dovrebbe rettificare
e I TEMPI e le MULTE e CHI le decide .

la legge parla focalizzandoci sulle multe e sui tempi:
hai 48 ore per rettificare altrimenti sanzioni fino a 12000 euro (mi pare)

questa cosa implicitamente farà sparire i blogger perche visto che non sono ben chiari (quello che dice massimo che un' informazione è un' informazione mi pare un po riduttivo e non sufficente in questo caso) il come il cosa e il chi , il blogger di turno non si prenderà mai la resposabilità di dire nulla di nulla su qualcuno altrimenti rischierà quell'ammenda che vorrebbe dire il tracollo finanziario per un pischello ad esempio che scrive di politica.

quindi non si nega allo "sputtanato" di esprimere anche la propria opinione ma si vuole concedere piu tempo di 48 ore per questa cazzo di rettifica perche altrimenti diventerà un arma con la quale quelli in malafede cominceranno a dire "massimo mazzucco mi ha sputtanato" e gli ho mandato una mail e lui non ha rettificato.
con la solita cosa all'italiana nella fumosità della legge si faranno due pesi e due misure a seconda di chi ha agganci o meno per farsi valere e un massimo mazzucco si troverà chiuso il sito o con una multa di 12000 euro o quant'altro da un paolo attivissimo che lo ha denunciato perche non ha pubblicato la sua rettifica

dire come dice massimo
Citazione:
Quindi, se già ti comporti correttamente, cosa c’è da preoccuparsi?

sinceramente pensare che se lui si "comporta bene" non succede niente nell'ambito della controinformazione e di denunce sociali (e argomenti affini) mi sembra un tantinello riduttivo tanto per usare un eufemismo in questo contesto cosi fumoso e poco specifico

ho provato a aprire un tread su questo argomento in tempi ancora poco "sospetti" ma sono stato tacciato di fare "disinformazione" e "allarmismo" e ci siamo sfanculati chi piu chi meno ed alcuni chiosando che non capisco un cazzo di leggi ....

lo spero ma io non ho le idee chiare e una legge non dovrebbe essere chiara?
ma ovviamente lo stronzo della situazione suggerirà che la legge è chiara e sono io che ho problemi di deficit di intelligenza

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
arukimurakami
Inviato: 5/10/2011 14:56  Aggiornato: 5/10/2011 14:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 1/6/2004
Da:
Inviati: 406
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
da oggi entrando sul sito appare:

Avviso: C'è qualcosa che non va qui.
www.luogocomune.net presenta contenuti da www.arcoiris.tv, un sito noto per distribuire malware. Il computer potrebbe prendere un virus se visiti questo sito.
Google ha rilevato che se prosegui, sul tuo computer potrebbero essere installati software dannosi. Se hai visitato questo sito in passato o ti fidi, è possibile che di recente il sito sia stato compromesso da un hacker. Non dovresti procedere, magari riprova domani o vai su un altro sito.
Abbiamo già comunicato www.arcoiris.tv che è stato trovato un malware sul sito. Per ulteriori informazioni sui problemi rilevati su www.arcoiris.tv, visita la Pagina di diagnostica Navigazione sicura. di Google.

occhio max...

l'unica cosa certa è il dubbio...
music-band
Inviato: 5/10/2011 15:00  Aggiornato: 5/10/2011 15:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
scusa federico a prescindere che non hai piu risposto al mio ultimo post ...se non altro per capire se ci eravamo capiti.

guarda che io ti ho risposto, poi tu hai detto di non continuare per non andare off topic e non mi pareva che avessi scritto altre cose che richiedevano una risposta da parte mia, se reputi ci sia qualcosa in sospeso, chiedi pure.

Citazione:
ma fammi capire una cosa come dovrei contribuire ? scrivendo della lunghezza di un coccodrillo oppure delle strade della spagna?

Conosci altri modi? Si può scrivere di qualsiasi argomento ovviamente.

Citazione:
perche se è questo il "curriculum vitae" che devo esibire per poi esprimere opinioni su simoncini

Federico, hai dei problemi cognitivi o che? Non mi pare che la questione sia poco chiara da capire: scrivere articoli e contribuire serve a conquistare privilegi fino a diventare admin, non per avere un curriculum vitae per esprimere opinioni su Simoncini.

Citazione:
in democrazia gli elettori eleggono liberamente dei candidati... dove starebbe il paragone con wikipedia?

In democrazia si rispetta il volere della maggioranza, non ti è chiaro il concetto?

Citazione:
al limite è un sistema "meritocratico" i cui "meriti" sono esclusivamente scrivere di piu

Questo è il passo per ottenere i privilegi e diventare admin, ma quando si decide sui contenuti ci sono tanti admin che devono decidere e vige il sistema della maggioranza... Ma leggi quello che scrivo?

Dusty
Inviato: 5/10/2011 15:15  Aggiornato: 5/10/2011 15:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
@max
Citazione:
Ed ecco che spunta proprio Wikipedia – percepita dalla maggioranza degli internauti come il simbolo supremo della correttezza e della neutralità – a condurre la crociata in difesa della libera informazione.

In democrazia la maggioranza ha ragione, quindi non vorrai certo prendertela con gli internauti: per caso sei democratico solo quando ti fa comodo e devi criticare Ron Paul?

Come ha giustamente fatto notare MusicBand, in wikipedia gli articoli riflettono quello che la maggioranza dei redattori (e degli admin, che sono redattori a loro volta) pensa.
Le tesi cosiddette "complottiste" su wikipedia sono in minoranza in quanto sono in minoranza le persone che la pensano in quel modo.

Ora ci sono due possibilità:
- o riesci a convincere più persone che la pensano come te a contribuire a wikipedia in modo da far presente il tuo punto di vista (buona fortuna!)

- oppure non ci riesci, vuoi perchè è troppo faticoso, vuoi perchè, semplicemente, coloro che la pensano in un certo modo ed hanno sviluppato un avanzato senso critico in grado di trascendere la propria ideologia sono, come è ben noto, in stragrande minoranza

In quest'ultimo caso non hai la minima speranza: soccombi al volere (ed agire, e pensare) della maggioranza, in perfetto spirito democratico.
Per cui ti chiedo Max: ma tu che sei un "democratico" non sei quindi contento che succeda esattamente quello che deve succedere?

E ti va ancora bene che Internet invece non è democratica perchè (per ora) è ancora fondamentalmente libera: ognuno infatti può ignorare wikipedia e sue eventuali puttanate e farsi il proprio sito, in cui è libero di decidere i contenuti e la modalità di organizzazione interna.

Un domani potrebbe venire democratizzata anch'essa e quindi un comitato di persone (votato dalla maggioranza, s'intende!) potrebbe decidere quali sono i siti che hanno ragione d'essere e quelli che invece dovranno venir chiusi. In tal caso non faccio difficoltà ad immaginare il tuo in quale classe ricadrebbe.

Pensa invece cosa succederebbe se il volere della maggioranza non venisse solo imposto su di un semplice sito ma in ogni ambito: economia, istruzione, sanità, apparato militare: siccome la massa, per definizione becera, ignorante e menefreghista sceglierebbe, non potrebbe succedere altro che avere un economia a rotoli, un apparato scolastico devastato, una sanità che invece di curare ammala ed un apparato militare che cercherebbe di fare guerra a tutti.

Come dici, è proprio quello che sta accadendo? Oooops....

Mi scuso per osato criticare la Santa ed Intoccabile Democrazia, meta ambita da ogni popolo civile che si rispetti come massimo risultato dell'evoluzione sociologica e ritorno subito nei binari recitando quello che mi viene insegnato sin da piccolo:

Ricordatevi bambini, i problemi non si risolvono studiando, lavorando e facendosi il mazzo per capire come funzionano le cose.
I problemi si risolvono facendo, una volta ogni qualche anno, una crocetta su di un foglietto.

Se poi le cose non funzionano e vanno di male in peggio è solo perchè avete fatto la crocetta troppo a destra, oppure troppo a sinistra.
La prossima volta magari provate a metterla un po' più in alto o più in basso e vedrete che tutto andrà meravigliosamente a posto... altrimenti riprovate, per tutta la vita.

Insomma, se tutto va a rotoli è solo perchè avete fatto la X nel punto sbagliato, la colpa è solo la vostra: cattivi, menefreghisti e stupidi!

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
fefochip
Inviato: 5/10/2011 15:18  Aggiornato: 5/10/2011 15:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
@ music-band

sta storia sta diventando un po irritante dare per scontato che l'altro ha problemi cognitivi ma giocherò al tuo gioco
Citazione:
Federico, hai dei problemi cognitivi o che? Non mi pare che la questione sia poco chiara da capire: scrivere articoli e contribuire serve a conquistare privilegi fino a diventare admin, non per avere un curriculum vitae per esprimere opinioni su Simoncini.


Citazione:
In democrazia si rispetta il volere della maggioranza, non ti è chiaro il concetto?

il volere della maggioranza tra gli admin forse sarà "democratico" ma per divertarlo sinceramente non ho tempo da perdere di parlare di vaccate o di serie tv.

non c'è nulla di "democratico" in come si diventa admin ma al limite "meritocratico".
se però questa "meritocrazia" è semplicemente un contatore alla stregua di luogocomune per il "nomignolo" (so tutto ,ecc) allora wiki è proprio un "entità malefica" perche sono admin sostanzialmente che si sono "fatti le ossa" a forza di parlare di serie tv e coccodrilli e io sinceramente non ho tempo da perdere.

sono io poi ad avere dei problemi cognitivi?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 5/10/2011 15:25  Aggiornato: 5/10/2011 15:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
@ dusty

diciamo in poche battute che democrazia=giustizia è un equazione da smantellare e che funziona con "condizioni a contorno" molto definite

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
hi-speed
Inviato: 5/10/2011 15:43  Aggiornato: 5/10/2011 15:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
- oppure non ci riesci, vuoi perchè è troppo faticoso, vuoi perchè, semplicemente, coloro che la pensano in un certo modo ed hanno sviluppato un avanzato senso critico in grado di trascendere la propria ideologia sono, come è ben noto, in stragrande minoranza


Magari abbiamo altre cose da fare nella vita. Non come i ciccappini che vengono pagati. (rettifico subito - non vengono pagati).

Comunque Wikipedia mi è utile per un sacco di motivi. Se voglio avere notizie su i Dik Dik in modo rapido mica posso andare su Wiki in inglese. Oppure portami dietro la Treccani o la Motta come dice Il Tempo diretto da questo qui



a cui una leggera rettifica al suo testone sarebbe bene accetta.

Hi-speed

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
fiodenamig
Inviato: 5/10/2011 15:45  Aggiornato: 5/10/2011 15:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/5/2011
Da:
Inviati: 332
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
music-band ha scritto:
In democrazia si rispetta il volere della maggioranza, non ti è chiaro il concetto?


Ma qui non c'entra niente la democrazia!!!

Qui è avvenuto che una trentina di "utenti" (i quali poi sono in realtà quasi tutti admin wikipediani) si sono messi d'accordo nello scrivere che GLI UTENTI DI WIKIPEDIA (tra cui vi sono anche io) si mettevano a protestare!!!

MA TROVAMI UN UTENTE DI WIKIPEDIA CHE LO SAPEVA!!!

Quando devono tirare su soldi, oppure fare comunicazioni eccezionali, mettono sempre dei banner super visibili in cima a tutte le pagine.

Tu hai visto qualche banner che annunciava una discussione sulla questione?

LA DEMOCRAZIA NON C'ENTRA QUESTA E' DITTATURA DEI COLONNELLI!!!

E' UN GOLPE ! ! !

HANNO FATTO UN GOLPE.

ABBIAMO ASSISTITO A UN GOLPE SU WIKIPEDIA.

SPERO CHE CIO' DIVENTI CHIARO A TUTTI.

utrevolver
Inviato: 5/10/2011 15:45  Aggiornato: 5/10/2011 15:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 10/6/2007
Da: Sandalia
Inviati: 411
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Preferisco di gran lunga le care vecchie enciclopedie per ragazzi della Mondadori o, meglio, la Treccani e la Britannica. Wikipedia è "informazione liquida", nel senso che prende la forma del contenitore che le si dà.

Nuit
Inviato: 5/10/2011 15:48  Aggiornato: 5/10/2011 15:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/9/2010
Da: Messina
Inviati: 346
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Wikipedia si sà non rappresenta il verbo è però piuttosto utile per fare delle ricerche. Possiamo trovare delle ottime informazioni ma anche delle emerite caz...te, spetta a noi saper discernere e filtrare il tutto!

AFrayn
Inviato: 5/10/2011 15:52  Aggiornato: 5/10/2011 15:52
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2009
Da: Colônia Cecília, Paraná, Brasil
Inviati: 399
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
In primo luogo, premesso che non mi sono mai dato la briga di consultare le regole di Wikipedia, trovo assurda la regola:

Non utilizzate verbali di tribunale, altri documenti processuali o comunque pubblici, per supportare affermazioni riguardo ad una persona vivente.

E perché mai non dovrebbero essere usati? Alla faccia dell'informazione libera!

In secondo luogo, Wikipedia in italiano la ritengo grosso modo attendibile solo per contenuti scientifici non controversi (soprattutto matematici). Per il resto nutro un generale scetticismo, e la biografia di MM sicuramente rappresenta un esempio negativo di (ab)uso del mezzo.

Molṑn labé - Quocunque Jeceris Stabit
Tuttle
Inviato: 5/10/2011 15:53  Aggiornato: 5/10/2011 15:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Se Wiki chiude io faccio festa. Sarebbe un bel passo avanti...:)

Peccato che questa pagliacciata sia una mera manovra commerciale, sulla scia del teatrino fra nonciclopedia e Vasco.

E ci siam cascati un'altra volta....

Citazione:
Preferisco di gran lunga le care vecchie enciclopedie per ragazzi della Mondadori o, meglio, la Treccani e la Britannica.


Straquoto!

music-band
Inviato: 5/10/2011 16:03  Aggiornato: 5/10/2011 16:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
non c'è nulla di "democratico" in come si diventa admin ma al limite "meritocratico".

E io che ho scritto? Ripeto, ma leggi cosa scrivo?

Citazione:
sta storia sta diventando un po irritante dare per scontato che l'altro ha problemi cognitivi

Non lo ho dato per scontato, me lo sono chiesto dalle risposte che mi hai dato e che continuano a non tenere conto di quello che scrivo.

Dato che tu sei irritato e io mi sento sempre più preso in giro da come rispondi, è meglio se la chiudiamo qui.

vuotorosso
Inviato: 5/10/2011 16:12  Aggiornato: 5/10/2011 16:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Mi sembra che la questione di wikipedia non "numericamente democratica" , non in assoluto comunque, sia stata chiarita. Che poi abbia il suo "parlamentino" di admin dove funziona a maggioranza (tutta da verificare) ci puo anche stare, ma direi che il sistema appare "numericamente meritocratico" + maggioritario.

Ad ogni modo mi sembra che si stia perdendo parecchio il punto di vista dell'articolo originale ossia il PERCHE' wikipedia italia abbia deciso di anticipare (ESALTANDO all infinito) un effetto del ddl oscurandosi volontariamente, anziche portare un esempio di quello che dovrebbe fare in soldoni.

Se la usi come enciclopedia, su questioni dove i PARERI e non i fatti sono ininfluenti - non credo che debbano modificare granche'. E questo si son guardati bene dal dirlo generalizzando e facendo sentire gli utenti "piu' deboli" gia' orfani di wiki: vedete che mondo sarebbe senza nutella? Ehm, senza wiki? E voi non lo volete vero?

Ma in realta non sarebbe proprio cosi: in realta i dik dik resteranno la, per la gioia dei loro fan, cosi come gli aggironamenti delle serei tv il fatto che "la mongolia e' un paese basato sull agricoltura e sulla pastorizia (che belle frasi una votla nei libri)"

MA qualcuno dovra prendersi la briga di rivedere cosa ha detto del nostro max per esempio, o di Simoncini o di chiunque altro abbiano espresso "giudizi" ... e non credo gli basteranno 48 ore se si sono comportati in linea generale. Che lo stop del sito coincida con una corrente operazione di retifica pre48-ore?

Concludo notando come le pagine consorelle in altre lingue non se la caghino di pezza: non sembra strano anche a voi?

VR


EDIT

Un'altra cosa che mi incuriosisce e' che sul sito di Grillo non vedo news a riguardo - non di wiki, ma del ddl

anakyn
Inviato: 5/10/2011 16:20  Aggiornato: 5/10/2011 16:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Federico, hai dei problemi cognitivi o che? Non mi pare che la questione sia poco chiara da capire: scrivere articoli e contribuire serve a conquistare privilegi fino a diventare admin, non per avere un curriculum vitae per esprimere opinioni su Simoncini.



Non sono Fefochip ma parto comunque da qui per entrare nel merito della questione.

Che, semplificando, mi pare la seguente:
a) per diventare admin devo contribuire
b) posso contribuire su qualunque argomento
c) se sono admin, posso condizionare il contenuto degli articoli (discutendo con altri admin) su qualunque argomento
d) dunque, anche se divento admin parlando di foche monache, posso poi condizionare il contenuto di articoli inerenti le testate nucleari

Ora io, conoscendo poco i meccanismi interni di Wikipedia, chiedo a te e a chiunque li conosca: le cose stanno effettivamente così?
Perchè se stanno così, e lasciando perdere i discorsi su vicinanza al concetto di democrazia e sesso degli angeli, c'è un problema piuttosto evidente, e cioè il fatto che una persona incompetente nella materia X, per il solo "merito" di aver acquisito un grado/titolo formale grazie alla materia Y, può avere più voce in capitolo rispetto ad una persona competente nella materia X ma priva di un titolo formale.

Tu dici: "eh beh, ma se la seconda persona (come simbolo di un intero gruppo di persone, es. sostenitori di verità alternative) si fosse data da fare (cioè avesse contribuito in passato), adesso potrebbe avere voce in capitolo".
Giusto?
Personalmente non sono affatto d'accordo con il tuo ragionamento: se ad esempio io fossi molto competente verso un determinato argomento e volessi modificare qualche informazione erroneamente riportata su Wikipedia, vorrei poter fare leva appunto sulla mia competenza, mica sull' "essermi dato da fare" in precedenza su Wikipedia. La mia competenza non ha nulla a che vedere con le mie eventuali attività passate, presenti e future su Wikipedia; ed un'enciclopedia dovrebbe privilegiare appunto conoscenza e competenza rispetto a qualsiasi altro principio. E non vorrei mai che una o più persone assai meno competenti possano mettermi ostacoli di mezzo per il solo fatto di aver acquisito un "titolo" per meriti che non c'entrano nulla con la materia di cui si discute.

Se su Wikipedia il processo di modifica/revisione articoli è ciò che sembra dalla lettura di questo articolo, significa che aspetti formali hanno la precedenza su quelli sostanziali.
Al di là dell'eventuale aderenza ad un sistema democratico, mi sembra semplicemente un sistema sbagliato.

Ma ripeto la domanda: funziona realmente così?

music-band
Inviato: 5/10/2011 16:21  Aggiornato: 5/10/2011 16:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Ma qui non c'entra niente la democrazia!!! Qui è avvenuto che una trentina di "utenti" (i quali poi sono in realtà quasi tutti admin wikipediani) si sono messi d'accordo nello scrivere che GLI UTENTI DI WIKIPEDIA (tra cui vi sono anche io) si mettevano a protestare!!!


Cioè come quando Berlusconi ha detto: Gli italiani mi votano perchè vogliono essere come me

Includendo quindi anche chi non lo ha votato e non ha nessuna voglia di essere come lui?

O come quando si vota per qualcosa che a te non va proprio giù, hai votato il contrario ma qualcuno dice: gli italiani hanno scelto bene?

Ma questa è democrazia

Tuttle
Inviato: 5/10/2011 16:27  Aggiornato: 5/10/2011 16:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Ma ripeto la domanda: funziona realmente così?


Nei fatti si.

Tempo fa mi presi il disturbo di scrivere alcuni contenuti tecnici, basandomi su specifiche ufficiali SMPTE (ovvero gli standard sui quali si basano gli stessi costruttori). Col passare del tempo questi contenuti sono stati completamente storpiati, infarciti di stronzate, inesattezze, tagliati, cuciti e resi completamente disinformanti. Avrei potuto buttare il mio tempo al cesso, stando dietro (day by day) a questi mentecatti, oppure - come ho fatto - lasciar perdere...e di fatto quelle pagine oggi sono merda allo stato puro.

Quindi, se è discutibile che un "enciclopedia" online si metta a divagare nell'ordine dei PARERI scivolando nell'entropia del relatvismo cosmico, il fatto che renda possibile trasformare informazioni tecnico/scientifiche in puttanate per mano di 16enni smanettoni...è qualcosa che non mi farà rimpiangere una eventuale sua scomparsa (che non credo avverrà mai).

Il resto è aria fritta...

music-band
Inviato: 5/10/2011 16:28  Aggiornato: 5/10/2011 16:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Ad ogni modo mi sembra che si stia perdendo parecchio il punto di vista dell'articolo originale ossia il PERCHE' wikipedia italia abbia deciso di anticipare (ESALTANDO all infinito) un effetto del ddl oscurandosi volontariamente, anziche portare un esempio di quello che dovrebbe fare in soldoni.


Hai ragione, ma dato che c'è stata l'immediata levata di scudi in modo del tutto acritico, mi pareva giusto chiarire come funziona wikipedia.

abbidubbi
Inviato: 5/10/2011 16:38  Aggiornato: 5/10/2011 16:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 31/8/2005
Da: roma
Inviati: 671
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Autore: utrevolver Inviato: 5/10/2011 15:45:31

Preferisco di gran lunga le care vecchie enciclopedie per ragazzi della Mondadori






Io sto mentendo. (Eubulide, V secolo a.C.)
hi-speed
Inviato: 5/10/2011 16:44  Aggiornato: 5/10/2011 16:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 28/12/2004
Da: preda lunga
Inviati: 3211
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Non ho capito: sulla Treccani o qualsiasi altra enciclopedia trovo tutte le risposte che cerco, esposte come vorrei (cioè come sono andati realmenti i fatti ) ?
Del tipo 11 settembre, Apollo, Piazza Fontana, Moro, Dik DIk e storia di Mazzucco?
Allora mi faccio un prestito e compro subito 24 volumi cartacei.

Hi-speed
PS: almento su Wiki un'abbozzo di teoria alternativa si trova sempre e si può poi approfondire in altri modi.

Cosa Sta Succedendo? Madre, madre Ci sono troppi di voi che piangono Fratello, fratello, fratello Ci sono troppi di voi che stanno morendo Sai che dobbiamo trovare una maniera Per portare un pò di amore qui oggi
fiodenamig
Inviato: 5/10/2011 16:51  Aggiornato: 5/10/2011 21:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/5/2011
Da:
Inviati: 332
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
music-band ha scrito:
Cioè come quando Berlusconi ha detto: Gli italiani mi votano perchè vogliono essere come me

Includendo quindi anche chi non lo ha votato e non ha nessuna voglia di essere come lui?

O come quando si vota per qualcosa che a te non va proprio giù, hai votato il contrario ma qualcuno dice: gli italiani hanno scelto bene?

Ma questa è democrazia

_____________________________________________




(Adesso io incomincio ad assumere tutti i colori dell'arcobaleno...)

MA QUI NON C'ENTRA NIENTE LA DEMOCRAZIA!!! (E due)




Prendiamo l'esempio che tu hai portato: QUELLO DELLE ELEZIONI.

Quando c'è una elezione, l'informazione si muove affinché tutti sappiano che quel tale giorno ci sarà il voto che decide la composizione del parlamento e quindi il governo.

DOMANDA: TU HAI VISTO QUALCHE VOTAZIONE QUI? IO NO.

E io uso Wikipedia quotidianamente, oltre a essere un utente parecchio attivo.

NON SI SA SE C'E' STATA UNA VOTAZIONE: MAURIZIO CODOGNO AFFERMA DI SI', IO NON LO SO.

A QUESTA PRESUNTA VOTAZIONE PARE ABBIANO PARTECIPATO UNA TRENTINA DI UTENTI (CHE POI E' GIA' CHIARO E LIMPIDO CHI SONO).

ED E' STRANO. E' MOLTO STRANO, VISTO CHE PER UNA DECISIONE QUALUNQUE, TIPO PER ESEMPIO LA CANCELLAZIONE DI UNA PAGINA, IN MEDIA VI E' UN NUMERO ASSAI PIU' ELEVATO DI UTENTI A PARTECIPARVI, FIGURIAMOCI PER UNA DECISIONE COSI' GRAVE E SENZA PRECEDENTI QUALE E' CHIUDERE WIKIPEDIA PER PROTESTA.

NON E' STATO APPOSTO ALCUN BANNER IN ALTO ALLA PAGINA ONDE ANNUNCIARE UNA DISCUSSIONE SULLA QUESTIONE.

IL TUTTO E' STATO PERTANTO DECISO NELL'OMBRA E NEL SILENZIO PIU' TOTALE SENZA CHE GLI UTENTI AVESSERO FACOLTA' DI PAROLA.







Ergo: E' UN GOLPE ! ! !

LA DEMOCRAZIA NON C'ENTRA QUESTI SONO WIKIPEDIANI GOLPISTI CHE HANNO ATTUATO UN GOLPE NEL PIU' PURO SPIRITO DITTATORIALE

vuotorosso
Inviato: 5/10/2011 17:00  Aggiornato: 5/10/2011 17:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Hai ragione, ma dato che c'è stata l'immediata levata di scudi in modo del tutto acritico, mi pareva giusto chiarire come funziona wikipedia.


Per me hai fatto bene e in generale credo che abbiamo capito qualcosa di piu di tutti.
Pero' non mi sembra fosse acritica la posizione di nessuno: anche se esprimere un'opinione non significa farlo criticamente, non mi sembra questo il caso visto che ho letto premesse ed argomentazioni di chi e' intervenuto.

Ciao

VR

Giano
Inviato: 5/10/2011 17:02  Aggiornato: 5/10/2011 17:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Wikipedia Italia: da quale pulpito?
Stabilito che wikipedia è democratica, che i suoi articoli vengono verificati dagli amministratori,
che nel caso di contrasti interni o diverse opinioni su un argomento si va al voto tra amministratori,
e quindi sono stracerti di quello che pubblicano, la domanda dell’articolo rimane, anzi è ancora più forte:
Cari amici di wikipedia, cos’è che vi disturba veramente? Perché proprio adesso?

Indizio dall’articolo:
“ivi compresi i giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica”

I signori giornalisti si prendano le loro brave responsabilità e tranquilli, se ci sarà da pagare una multa, peschino pure dai fondi che gli regala il governo.

Notizia fresca dal corriere:
ACCORDO SALVA-BLOG - In Commissione il comitato dei nove ha trovato un accordo che "salva" i blog dall'obbligo di rettifica con il conseguente rischio di dover pagare multe salate. È stato approvato all'unanimità con il parere favorevole del governo il testo di Roberto Cassinelli (Pdl) che distingue le testate giornalistiche online dai siti amatoriali. L'obbligo di rettifica entro 48 ore rimane quindi solo per i siti di informazione registrati ai sensi della legge sulla stampa. Niente obbligo per i blog.
http://www.corriere.it/politica/11_ottobre_05/intercettazioni-commissione-bongiorno-dimissioni_1c081c96-ef57-11e0-a7cb-38398ded3a54.shtml

Tuttle
Inviato: 5/10/2011 17:03  Aggiornato: 5/10/2011 17:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Comunque il ddl è passato con gli emendamenti che restringono l'obbligo di rettifica per le sole testate giornalistiche registrate. Quindi avvisate i wikiparrucconi di rimettere online le loro preziose informazioni...

tommasso
Inviato: 5/10/2011 18:01  Aggiornato: 5/10/2011 18:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/5/2006
Da: ZENA
Inviati: 722
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Pensa invece cosa succederebbe se il volere della maggioranza non venisse solo imposto su di un semplice sito ma in ogni ambito: economia, istruzione, sanità, apparato militare: siccome la massa, per definizione becera, ignorante e menefreghista sceglierebbe, non potrebbe succedere altro che avere un economia a rotoli, un apparato scolastico devastato, una sanità che invece di curare ammala ed un apparato militare che cercherebbe di fare guerra a tutti.


Ma se Democrazia = Democrazia perchè allora Italia = Norvegia o Italia = Svezia non è vero? Perchè certe democrazie, solitamente quelle più corrotte e dove magari il boss possiede direttamente il controllo dell'informazione, sono molto peggio delle altre? Non dovrebbero essere uguali?
E' questo il punto che ancora non riesco ad accettare del ragionamento anarchico o anarchista

salud!

"I nostri nemici sono creativi e pieni di risorse, e lo siamo anche noi. Loro non smettono mai di pensare a nuovi modi per danneggiare il nostro paese e la nostra gente, e nemmeno noi." 5 agosto 2004 G.W.Bush
caio
Inviato: 5/10/2011 18:17  Aggiornato: 5/10/2011 18:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/4/2005
Da: Padova
Inviati: 32
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Fino a qualche tempo fa ero sostanzialmente d'accordo con chi afferma, anche in questo forum, che Wikipedia è valida per i dati. Faccio il mio esempio, da appassionato di musica: se cerco dati su un certo disco, oltre ad altre svariate fonti, mi rivolgo quasi sempre a Wikipedia in versione inglese, essendo semplice e chiara da consultare, al contrario, per esempio, dei siti ufficiali delle band o degli artisti. Raramente o quasi mai, consulto le pagine italiane, assolutamente insufficienti per quanto riguarda la musica che m'interessa, ma tempo fa l'ho fatto, inizio a leggere e mi prende un colpo: avevano (o aveva) copiato letteralmente una pagina dal mio sito, senza cambiare una virgola. All'inizio della pagina c'era quel classico avviso, del tipo, 'La pagina manca delle fonti e non segue le regole di wikipedia sulla scrittura', usando anche un neologismo che il mio cervello, evidentemente, ha deciso di cancellare in fretta e che adesso non ricordo. Ho scritto per elevare la mia protesta e mi hanno risposto in due, non per scusarsi o per cercare di capire dove fosse la ragione, ma per accusarmi sottilmente che potevo essere stato io a copiare la loro pagina (il primo) e per ironizzare sarcasticamente sulla mia richiesta (il secondo). La parte copiata dal mio sito è scomparsa, sostituita dalle solite quattro righe in croce riservate ai nomi un po' di nicchia. Per quanto mi riguarda, ho avuto la conferma di quanto ho sempre pensato di Wikipedia Italia: a livello copiature non so, ma molte volte sono incappato in pagine italiane semplicemente tradotte dalle pagine inglesi. Sulla loro crociata basata sull'auto-censura, poco da dire: ricorda molto da vicino quella della Fininvest del 1984.

Come dice quel detto: “Se la merda fosse oro, i ricchi avrebbero due buchi del culo e i poveri nemmeno uno”. L’adeguamento strutturale dei buchi del culo degli africani, purtroppo, è ancora di là da venire.
audisio
Inviato: 5/10/2011 19:10  Aggiornato: 5/10/2011 19:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Ma cosa ce ne frega a noi di Wikipedia?
Il problema di quella legge è che io non potrò affermare liberamente
che il governo USA e dunque le specifiche persone, tra i tanti altri
coinvolti, di Bush, Cheney, Rumsfeld & co. sono gli ideatori o perlomeno
i realizzatori del 911, senza che il sito in cui riporto tali affermazioni non
ne riporti delle conseguenze.
Per me la rete doveva restare un luogo in cui ciascuno dice il cazzo che
vuole liberamente e tra le conclusioni che vuole, ovviamente portandone
le dovute pezze d'appoggio, ma ciò è facilmente valutabile da chi legge
senza che intervenga un censore.
Ma ciò ovviamente dava fastidio e mi sorprende che abbiano aspettato
fino ad ora...
Io sono contro il reasto di diffamazione e calunnia, come sono contro il
reato di plagio come sono contro il copyright, forme equiparabili di
restrizione della libertà individuale (sì anche il plagio, se io voglio farmi
schiavizzare da un Maestro è un problema mio, sono grande e vaccinato,
vale un pò il discorso delle droghe).

Truman
Inviato: 5/10/2011 19:28  Aggiornato: 5/10/2011 19:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/5/2004
Da:
Inviati: 57
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Giusto qualche precisazione.
Dice Youkai:

Ma non riuscite a vedere il problema? Come fa ad esistere un luogo in cui l'informazione non è controllata, se accessibile al pubblico? Vi siete per caso dimenticati in che mondo stiamo vivendo? ...
Come potete anche solo pensare che un sito come quello possa essere contro sistema ed essere così visibile?


Eppure sostiene Pereira che anche sotto le peggiori dittature un posto per raccontare qualche verità si trova, fosse pure una recensione letteraria o un necrologio. C'è sempre qualcosa che sfugge al censore, preferibilmente annidato nelle pagine che sembrano meno interessanti.

(Il riferimento è al romanzo di Tabucchi)

Per il resto non credo che wikipedia sia democratica, anche se utilizza alcune procedure democratiche. Sotto molti aspetti è una forma di comunismo delle origini, sotto altri aspetti è anarchica (più di Anarchopedia, di cui sono pure utente). Ma in sostanza wikipedia è una delle nuove forme di vita del web, la cui Gestalt non è ancora sufficientemente analizzata (e forse è un bene). E le dinamiche del web comunque sono spinte dall'eterna lotta dell'individuo per il potere. Chi pensa che internet sia un mondo felice avrà molte delusioni.

Pispax
Inviato: 5/10/2011 19:29  Aggiornato: 5/10/2011 19:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
music-band

Citazione:
Siccome il sistema funziona con la maggioranza è esattamente identico al sistema democratico


Prendo spunto da questa frase, che è sbagliata (e che proprio per questo ha dato la stura alla solita serie di vaneggiamenti sulle "crocette"), per provare a chiarire un concetto.
La cosa fuorviante è quel "esattamente uguale".


In democrazia il principio di maggioranza vale per le opinioni. Per le scelte politiche da fare.
Facendo un paragone sciocco: se 10 persone vogliono andare al mare, e cinque persone vogliono andare in montagna, allora la scelta "corretta" è quella di andare al mare.
E' un principio di gestione delle comunità semplice e valido: se ci sono scelte da fare, facciamole in modo da soddisfare (o quantomeno da non scontentare) il maggior numero possibile di persone.
In linea di massima anche tuttii sistemi di autogoverno delle comunità funzionano così. La democrazia non è solo quella parlamentare.


Diverso invece è l'applicare il principio "democratico" alla conoscenza.

3 x 2 è uguale a sei.
Se una maggioranza di persone è convinta che faccia sette, questo non cambia che tre per due faccia sempre sei.
Ogni altra possibilità, semplicemente, è sbagliata.
Applicare il principio "democratico" alla conoscenza è una solenne fesseria.


Quello che viene utilizzato invece è una roba che è simile al modello "democratico" solo dal punto di vista estetico.
Wikipedia adotta un modello statistico secondo il quale la conoscenza corretta degli argomenti è distribuita in modo più o meno uniforme, nella convinzione che questo basti a compensare gli scostamenti.
Detto in parole povere: se un utente dà un'informazione sbagliata, è altamente probabile che ce ne siano altri TRE (cioè una maggioranza) pronti a editarla e a dare l'informazione giusta.
Il "principio di maggioranza" in questo caso è frutto semplicemente di un modello statistico. Il sistema "democratico" ha poco a che fare con questa roba.


Ilnsomma, i modello wiki funziona basandosi su tre speranze statistiche:

1) Gli utenti che intervengono sono utenti INTERESSATI a intervenire. Hanno qualcosa di utile da dire. O pensano di averla, che è la stessa cosa.

2) Gli utenti che intervengono sono interessati SOLO alla diffusione della conoscenza.

3) Dato un nunero di utenti attivi sufficientemente alto, gli utenti che scriveranno l'informazione giusta sono DI PIU' di quelli che scriveranno l'informazione sbagliata. Quanto più il numero degli utenti è alto, quanto più questa cosa sarà vera. Di conseguenza si ritiene vera l'informazione che ha maggior diffusione.



Come giustamente sottolineava Tuttle la speranza matematica però è una cosa diversa dalla certezza. Il modello in linea di massima sembra funzionare, ma talvolta può dare risultati imbarazzanti.
E' un modello che può essere messo in crisi abbastanza facilmente. Sia dall'interno che dall'esterno. Basta fare in modo che le speranze non si avverino.

Il risultato è che verranno diffuse informazioni non corrette.




Prendiamo a esempio il punto tre.

Rispetto a questa cosa Wikipedia - almeno quella italiana - ha creato un meccanismo che complica le cose: la figura dell'admin.
Che è un utente di rango superiore.
Diventi "admin" in virtù del numero dei contributi che dai, non per la loro qualità. Se Gulgielmo Marconi scrive un singolo post per spiegare la radio, e un cazzoncello qualsiasi ne scrive 800 per spiegare un videogioco, il cazzoncello diventerà admin, Marconi no. Di conseguenza il cazzoncello avrà ampia possibilità di cambiare o eliminare il testo sulla radio anche se non ci capisce nulla, e Marconi non potrà fare altro che stare a guardare.

Detto in altre parole, si diventa admin esclusivamente per fedeltà alla struttura.
Attenzione: questo non è un principio stupido. Come modello gestionale funziona benissimo.
Il problema infatti è tutto là: il modello dell'admin è un modello gestionale, che si basa su criteri di merito gestionali. E che però viene applicato al testo di un'enciclopedia.

Il risultato non può essere che negativo. I modelli statistici funzionano tanto meglio quanto più l'universo di applicazione è grande. Se si restringe l'universo aumentano gli scostamenti.
Tanto per dare dei numeri a caso, diciamo che una wiki funziona bene perché ha 3.000.000 di utenti che pubblicano informazioni. Tre milioni sono tanti. Si può ragionevolmente "sperare" (sempre dal punto di vista statistico) che le informazioni corrette siano di più di quelle scorrette, e che quindi il risultato finale sia la pubblicazione di un'informazione corretta.
Tutto questo è fantastico, tranne per il fatto che la wiki ha deciso di crearsi un minuscolo nucleo di 300 utenti di rango superiore che possono aver l'ultima parola su TUTTO, a loro assoluta discrezione.
Grande roba, no?



Non parliamo poi di come è facile mettere in crisi il secondo punto. La pagina di Mazzucco sta lì a dimostrarlo.
Basta che ci sia un gruppetto di persone organizzate e con del tempo da perdere, che qualsiasi informazione può essere manipolata a proprio piacimento, utilizzandola a fini propagandistici.
Se poi c'è anche qualche admin a tenerti il sacco, come è successo in quel caso, la cosa è ancora più facile.
In questa occasione sono stati i debuncheri a organizzarsi. Mi scappa da ridere se penso a una cosa del genere organizzata da un qualche gruppo neonazista, giusto per fare un esempio. Ci ritroveremo con una generazione futura di persone convinte che Goebbels avrebbe dovuto vincere il Pulitzer.



Insomma: il modello è discutibile.

DALL'ALTRA PARTE c'è comunque la correttissima considerazione fatta da hi-speed: su wikipedia di solito viene dato spazio anche a possibili teorie alternative.
Ancora non ho trovato una sola enciclopedia "istituzionale" che lo faccia.

Pyter
Inviato: 5/10/2011 19:46  Aggiornato: 5/10/2011 19:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
pispax
Facendo un paragone sciocco: se 10 persone vogliono andare al mare, e cinque persone vogliono andare in montagna, allora la scelta "corretta" è quella di andare al mare.

Ma è il 5 gennaio, e sta nevicando.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Pispax
Inviato: 5/10/2011 20:13  Aggiornato: 5/10/2011 20:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Pyter


Citazione:
pispax
Facendo un paragone sciocco: se 10 persone vogliono andare al mare, e cinque persone vogliono andare in montagna, allora la scelta "corretta" è quella di andare al mare.

Ma è il 5 gennaio, e sta nevicando.


Ha importanza?
Qualunque siano le condizioni, se 10 persone vogliono comunque andare al mare, la scelta "corretta" resta quella di andare al mare.
Sempre affrontando il discorso da un punto di vista di comunità, chiaro: il principio democratico è applicabile solo a quelle.

DrHouse
Inviato: 5/10/2011 20:23  Aggiornato: 5/10/2011 20:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
I miei due cent.
Per come la vedo io, il problema di Wikipedia non ha niente a che vedere con la democrazia. Il concetto di democrazia, comunque lo si giudichi, non è in nessun caso applicabile al sapere. Almeno secondo me. Un'enciclopedia non ha alcun obbligo di essere "democratica" e, se anche lo volesse, non riuscirebbe mai ad esserlo.

Se mai, c'entra il concetto di NPOV (Neutral Point Of View), al quale Wikipedia si è almeno ufficialmente ispirata e dal quale si è però clamorosamente distanziata progressivamente, anno dopo anno, nella misura in cui non si è più limitata a voler essere semplicemente un centro di definizioni, nozioni, dati storici, biografici e tecnici oggettivi e, quindi, intrinsecamente neutrali, ma ha preteso via via di assurgere a centro universale della conoscenza e, più o meno volontariamente e consapevolmente, a organo ufficiale del sapere moderno. Nella misura in cui tanti utenti hanno iniziato a utilizzarla come riferimento ufficiale, se non altro per praticità, fatalmente è aumentata negli amministratori la tentazione di gonfiare ogni scheda con approfondimenti apparentemente neutrali, che di fatto finivano però per conferire a ogni argomento un indirizzo tematico, ideologico e politico ben preciso. Da lì a trasformarsi nell'organo, più o meno universalmente riconosciuto, delle varie verità ufficiali il passo è stato fin troppo breve.

Va da sé che non può esistere un punto di vista propriamente neutrale laddove si esce dall'ambito puramente descrittivo, quello cioè del dato oggettivo, fattuale, nudo e crudo (e anche su quello in alcuni casi non mancano le controversie) e si pretende invece di rappresentare la conoscenza in sé. La parzialità è il fatale prezzo da pagare per chi commette questo peccato di hybris. Se davvero il NPOV fosse stato il principio ispiratore, l'approfondimento delle varie schede avrebbe dovuto essere lasciato al resto del Web, magari aggiungendo in ogni scheda una serie di link che riportassero le correnti di pensiero più in voga su un determinato argomento. Oppure nemmeno quello, visto che anche così avrebbe potuto generare controversie e accuse di parzialità. Wikipedia doveva insomma limitarsi a essere quello che mi sembrava essere all'inizio, un'utile centrale di riferimento per la raccolta di definizioni e dati, da cui un utente con conoscenza iniziale 0 su un determinato argomento potesse partire per approfondire poi per conto proprio su altri siti. Così purtroppo non è stato. La tentazione di elevarsi al rango di organo mondiale della verità è stata forte e anche palese. Di fatto, oggi Wikipedia si è trasformata in un autentico portavoce della verità ufficiale, un organo assolutamente parziale che in alcuni casi si è avvalso delle proprie discutibilissime regole interne persino per diffamare persone senza offrire loro nemmeno l'opportunità di replica. I casi di Mazzucco e Simoncini sono tra i più eclatanti. È ovvio che non tutto è da buttare. Ma, a parer mio, si salvano più che altro le schede dove gli amministratori non hanno messo mano evitando così di fare disastri. Da questo punto di vista, non posso che concordare con Massimo: è quanto meno curioso che oggi Wkiipedia si senta minacciata di censura, quando fino ad oggi ha usato a piene mani il suo potere, più o meno usurpato, di organo ufficiale per premiare certe verità a scapito di altre.

Per quanto mi riguarda, così com'è oggi Wikipedia fa più male che bene e confesso che non mi dispiacerebbe affatto se sparisse. Temo però che ce la dovremo sorbire ancora a lungo. Troppo ghiotta, per tutti i poteri di questo mondo, l'idea di poter controllare tutte le verità da un unico sito.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
fefochip
Inviato: 5/10/2011 20:31  Aggiornato: 5/10/2011 20:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
@ pyter

grazie hai ampiamente spiegato (cosa che non sono riuscito a fare io con la tua lucidità) perche ritengo che wikipedia sia un Citazione:
"entità malefica"

e di fatto una mafia

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Redazione
Inviato: 5/10/2011 20:33  Aggiornato: 5/10/2011 20:40
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
MUSICBAND e DUSTY: Il vostro riferimento alla "democrazia" è talmente generico, talmente bambinesco, e talmente fuori luogo che mi fate sinceramente tenerezza.

Su wikipedia ci sono delle regole precise che io ho postato, in neretto, e vi ho dimostrato che non sono stato in grado di farle rispettare.

Quindi, spiegatemi perfavore dov'è la vostra "democrazia", in questo caso.

E poi ditemi anche dove eravate, perfavore, quando si trattava di difendere "democraticamente" la mia reputazione su Wikipedia? Affanculo, eravate! Altro che palle!

Quanti interventi hai fatto, Musicband, per difendere "democraticamente" la mia reputazione - e quindi quella di luogocomune - oppure quella di Tullio Simoncini, su Wikipedia Italia?

ZERO!

Quanti interventi hai fatto, Dusty, per difendere "democraticamente" la mia reputazione - e quindi quella di luogocomune - oppure quella di Tullio Simoncini, su Wikipedia Italia?

ZERO!


Siete solo dei parolai, bravi a parlare "di principi", ma molto lesti a scomparire di scena quando si tratta di sporcarsi davvero le mani.

***

Voi confondete i principi, splendidi ma astratti, con la loro applicazione, che in questo caso è stata completamente distorta.

Wikipedia è stata creata sulla base di principi meravigliosi, che io non mi sono mai sognato di criticare. Ma Wikipedia Italia è stata presa in mano da una manica di delinquenti, e i risultati sono quelli che ho riportato nel mio articolo.

Confondere i principi con la loro applicazione è un errore che non si dovrebbe mai commettere, una volta superati i 12 anni di età.

Jurij
Inviato: 5/10/2011 20:34  Aggiornato: 5/10/2011 20:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Music-band
Citazione:
Di conseguenza per fare un altro esempio: se tutti i luogocomunesi avessero partecipato attivamente in questi anni, i soli cicappini non potrebbero fare il bello e cattivo tempo ma ci sarebbe una situazione più equilibrata.


Scusa, se ho ben capito stai giustificando che Wikipedia sia in mano al controllo dei cicapini unicamente perché ci hanno messo maggiori informazioni?
Questo basta per avere il diritto di raccontare menzogne?

Music-band
Citazione:
Dire che wikipedia non è democratica equivale quindi a dire una colossale stupidaggine.

???!!!
Guarda che qui non c’entra la democrazia, semplicemente c’è un gruppo che comanda e basta, poi in quale maniera abbia organizzato il suo comando dipende dalla furbizia e strategia degli stessi.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
CCP
Inviato: 5/10/2011 20:35  Aggiornato: 5/10/2011 20:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 107
 Re: Wikipedia Italia: da quale pulpito?
Mi piacerebbe sapere come queste frasi

Citazione:
Non utilizzate verbali di tribunale, altri documenti processuali o comunque pubblici, per supportare affermazioni riguardo ad una persona vivente. Ogni materiale potenzialmente controverso, non supportato o scarsamente supportato, che riguardi una persona vivente – che sia negativo, positivo, neutrale o anche soltanto discutibile – deve essere rimosso, senza nemmeno veniore discusso.


siano in contrasto con questo

Citazione:
Che cos’è che vi disturba veramente, cari amici di Wikipedia Italia? La difesa della libertà di informazione, o forse il fatto che non potrete più scrivere frasi come questa: “Tullio Simoncini, ex medico radiato dall'ordine e condannato in primo grado per omicidio colposo e truffa aggravata proprio per la morte di un uomo a cui erano state fatte tali iniezioni”, che appariva sull’ultima versione della mia “biografia”, quando le regole delle BLP dicono charamente che non si possono citare documenti processuali, quale appunto la condanna di un tribunale, nel caso di una persona vivente?


- Non sono stati citati verbali (di interrogatori et similia) di tribunale
- è vero che il sig. Simoncini è stato condannato in I grado per certi reati, e radiato dall'Ordine dei medici
- se non fosse possibile - in wikipedia EN, secondo quanto riportato/tradotto da Mazzucco da qui http://en.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Biographies_of_living_persons

Citazione:
Do not use trial transcripts and other court records, or other public documents, to support assertions about a living person. Do not use public records that include personal details, such as date of birth, home value, traffic citations, vehicle registrations, and home or business addresses.


riportare una sentenza su una persona vivente, non sarebbe possibile dire che (ad es.) "Andreotti fu prescritto dall'accusa di collusione/associazione esterna/interna/o quel che è con la mafia sino al 1980" (semplifico). Mi pare - e wikipedia EN lo dice chiaramente - che è scorretto usare documenti processuali al fine di supportare affermazioni/giudizi su di una persona. La frase "incriminata" non fa nulla di tutto ciò, si limita a dire quel che è successo a carico del sig. Simoncini, una semplice esposizione di fatti, in definitiva.

Jurij
Inviato: 5/10/2011 20:38  Aggiornato: 5/10/2011 20:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
alinos
Citazione:
Però scusate, leggo spesso wikipedia, specie gli articoli storici o le guide (quando mi capita di visitare un museo, un monumento ecc ecc) penso che se ci limitiamo alle voci "culturali" sia una grande risorsa. O no???

Certo che sì, l’ho usata spesso anch’io, per cose tecniche va benissimo, è quando entri nei meandri della storia che si vede la vera faccia di questa enciclopedia.
Come dico sempre, una persona la si puoi giudicare solo quando è sotto pressione, lì si che viene fuori l’anima vera.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Redazione
Inviato: 5/10/2011 20:46  Aggiornato: 5/10/2011 20:51
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
DUSTY + MUSICBAND.

Ora facciamo un pò di silenzio, signori, e fate rullare i tamburi, perchè Dusty e Musicband ci spiegano dove si trovi la "democrazia" in questa "biografia" di Massimo Mazzucco redatta da terzi, che io non ho mai potuto modificare:

"Le tesi di Mazzucco inerenti all'attacco dell'11 settembre sono state criticate nelle puntate di Matrix e in Internet dal giornalista Paolo Attivissimo, che ha esaminato e contestato tutte le affermazioni proposte. Attivissimo ha individuato nel filmato manipolazioni di dati, omissioni e tagli, mancanza di documentazione a supporto e contraddizioni interne. Mazzucco ha ribattuto alle critiche con un filmato di risposta, trasmesso da Matrix il 14 settembre 2007. Questo è stato ulteriormente sottoposto ad analisi da Attivissimo due giorni dopo, con successiva nuova replica di Mazzucco.

Dal settembre 2008 Mazzucco dà spazio sul proprio sito a una terapia alternativa anticancro, la cui efficacia non è dimostrata e contrasta con le conoscenze mediche attuali. La cura, a base di bicarbonato di sodio, è proposta in Il cancro è un fungo di Tullio Simoncini, ex medico radiato dall'ordine e condannato in primo grado per omicidio colposo e truffa aggravata proprio per la morte di un uomo a cui erano state fatte tali iniezioni. Mazzucco, che è anche stato responsabile della registrazione del sito tulliosimoncini.com, dal quale l'ex-medico pubblicava le sue teorie, riferisce inoltre di aver curato la madre da un presunto basalioma (dichiarando però esplicitamente di non conoscerne la vera natura) mediante le applicazioni di tintura di iodio suggerite da Simoncini, che aveva ritenuto trattarsi di un fungo basando la sua diagnosi esclusivamente sull'analisi visiva di alcune fotografie. In calce, chiarisce che l'articolo ha il solo scopo di documentare l'esperienza e «non costituisce necessariamente un incitamento» a seguire il metodo Simoncini.

Nel gennaio 2009, Mazzucco ha pubblicato una video-intervista a una paziente di Simoncini, intitolando l'articolo «Cura il cancro per email». Nel corso del dibattito che segue alla pubblicazione all'articolo viene dimostrato, sulla base dei documenti mostrati nell'intervista, che la paziente aveva subìto degli interventi chirurgici precedenti alla terapia col bicarbonato, contrariamente a quanto affermato nel video stesso, vanificandone quindi il valore come testimonianza a favore, tanto da evidenziare come scorrette le affermazioni del video, e confermando che la guarigione della donna era stata ottenuta tramite trattamenti terapeutici ordinari (la "medicina a disposizione di tutti, nei nostri ospedali"). Mazzucco ha replicato alle critiche ricevute in un articolo successivo, affermando che, a suo soggettivo parere, non vi sarebbe alcuna prova né che la persona sia guarita grazie alla pratica suggerita da Simoncini, né grazie alle sole cure mediche, o al limite per una eventuale concausa delle cure mediche e della pratica alternativa."

***

Se questa non è PURA DIFFAMAZIONE, piena di bias e monodirezionale, io sono un monaco buddista.

Ma poi, da quando in qua una biografia deve essere il risultato di un "contributo democratico di opinioni"??? Se cento persone si mettono d'accordo per dire che io facevo film pornografici, io dovrei trovarne 101 che dicono che non è vero???

Ma vi rendete conto delle CAZZATE MADORNALI che avete scritto?

Jurij
Inviato: 5/10/2011 20:48  Aggiornato: 5/10/2011 20:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Music-band
Citazione:
In democrazia, il voto di 10 imbecilli conta più del singolo esperto che ha studiato tutta la vita

In democrazia i 10 "imbecilli" danno il voto al "singolo esperto" che sta 4 o 5 anni (dipende da quale nazione) ha fare gli interessi della lobby che gli gira i soldi sottobanco.
La democrazia che dici tu è e rimane solo nelle iniziative e nei referendum tutto il resto è…

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Floh
Inviato: 5/10/2011 20:59  Aggiornato: 5/10/2011 21:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: Wikipedia Italia: da quale pulpito?
@ CCP

Le (controverse) vicende giudiziare di Simoncini sono state riportate nella biografia di Massimo per screditare la sua immagine.

Cosa non ti e' chiaro in questo?

PS
starei ancora aspettando una risposta a proposito di Eurogendfor da parte tua

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
Redazione
Inviato: 5/10/2011 21:03  Aggiornato: 5/10/2011 21:03
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Wikipedia Italia: da quale pulpito?
CCP: Stai molto attento a quello che scrivi. Ti avviso. Oggi non è giornata.

***

CCP
Inviato: 5/10/2011 21:11  Aggiornato: 5/10/2011 21:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 107
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Autore: audisio Inviato: 5/10/2011 19:10:09

Ma cosa ce ne frega a noi di Wikipedia? Il problema di quella legge è cheio non potrò affermare liberamente che il governo USA e dunque le specifiche persone, tra i tanti altri coinvolti, di Bush, Cheney, Rumsfeld & co. sono gli ideatori o perlomeno i realizzatori del 911, senza che il sito in cui riporto tali affermazioni non ne riporti delle conseguenze. Per me la rete doveva restare un luogo in cui ciascuno dice il cazzo che vuole liberamente e tra le conclusioni che vuole, ovviamente portandone le dovute pezze d'appoggio, ma ciò è facilmente valutabile da chi legge senza che intervenga un censore. Ma ciò ovviamente dava fastidio e mi sorprende che abbiano aspettato fino ad ora... Io sono contro il reasto di diffamazione e calunnia, come sono contro il reato di plagio come sono contro il copyright, forme equiparabili di restrizione della libertà individuale (sì anche il plagio, se io voglio farmi schiavizzare da un Maestro è un problema mio, sono grande e vaccinato, vale un pò il discorso delle droghe).


Bene audisio, se non esistesse il reato di calunnia chiunque potrebbe denuciarti alle autorità competenti di crimini più o meno turpi (sapendo che non è vero) senza incorrere in alcuna sanzione (galera e/o contravvenzione/multa, tanto per intenderci).

A che cosa servirebbero eventuali "pezze d'appoggio", quindi?

Sarebbe giusto, secondo te, accusare Mario Rossi di avere ammazzato una persona, o di essere uno spudorato mentitore, così, tanto per fare?

CCP
Inviato: 5/10/2011 21:14  Aggiornato: 5/10/2011 21:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 107
 Re: Wikipedia Italia: da quale pulpito?
Citazione:
Autore: Redazione Inviato: 5/10/2011 21:03:43

CCP: Stai molto attento a quello che scrivi. Ti avviso. Oggi non è giornata.


Sto sempre attento a quel che scrivo. Grazie per l'avviso, ma non ho capito il riferimento, e mi spiace per la "giornata" (anche la mia non è stata "mica male").

Pensoso
Inviato: 5/10/2011 21:18  Aggiornato: 5/10/2011 21:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/8/2009
Da:
Inviati: 436
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Io credo che solo le persone che non conoscono bene i meccanismi della rete, o non la frequentano da anni, possono dare un peso assoluto a dichiarazioni del genere del vertice italiano di Wikipedia; è chiaro che si tratta di una questione politica, e non nel senso aulico purtroppo, con cui alcuni utenti "potenti" italiani (nel senso che avete spiegato bene voi) e magari anche delle fondazioni che finanziano la Wikipedia internazionale, prendono posizione nella eterna lotta (anche condivsiibile) contro Berlusconi. Salvo poi fare la stessa cosa che voleva fare lui quando al governo ci vanno alcuni suoi oppositori, solo che lo fanno con molto più charme... e con le parti sociali dalla loro parte, cornuti e mazziati...


in un certo senso mi ricorda il clamore degli "utenti di Facebook" quando vien fuori l'uso commerciale dei loro dati, ed anche l'uso nalle campagne elettorali, soprattutto in Usa per adesso. Illusione di essere in uno spazio comune e pubblico, mente si è in uno spazio privato e commercializzato, tanto da avere uno dei fatturati più alti al mondo.
altro che democrazia... certo poi dipende sempre da cosa si intende per democrazia (e sappaiamo che ci sono interpretazioni diverse, e componenti varie della democrazia)
Io più che democrazia, li definirei i mainstream dei social network

(uso non improprio di firma)
music-band
Inviato: 5/10/2011 21:21  Aggiornato: 5/10/2011 21:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Caro Massimo,

in tutta onestà non capisco il tuo attacco così violento nei miei confronti.

Non ho manco parlato del tuo articolo, mi sono limitato a rispondere a chi è convinto che Wikipedia sia l'arma dei poteri forti.

Citazione:
Quanti interventi hai fatto, Musicband, per difendere "democraticamente" la mia reputazione - e quindi quella di luogocomune - oppure quella di Tullio Simoncini, su Wikipedia Italia?

Zero infatti, non sono mai stato un utente di wikipedia ne tantomeno un suo difensore, quindi questa tua sparata proprio non la capisco, Inoltre non capisco perchè avrei dovuto difendere Tullio Simoncini

Citazione:
Siete solo dei parolai, bravi a parlare "di principi", ma molto lesti a scomparire di scena quando si tratta di sporcarsi davvero le mani.

Queste bassezze da te non me le aspettavo; per difendere te e questo sito ho anche perduto la mia amicizia con il compianto Frankad; mi conosci da più di sei anni, sai quanto ho collaborato, quante notti insonni ho passato e quanto ho fatto per te e per il sito. E le cose che ho fatto e che tu non sai eviterò di rinfacciartele perchè voglio volare un pò più alto se permetti.

Citazione:
Se questa non è PURA DIFFAMAZIONE, piena di bias e monodirezionale, io sono un monaco buddista.

Dove mi hai sentito fare l'elogio a wikipedia e dove mi hai sentito affermare che tu non saresti stato diffamato?

Citazione:
Ma vi rendete conto delle CAZZATE MADORNALI che avete scritto?

Non sei stato tu a criticarmi perchè secondo te ho insultato Alberto Medici scrivendo che aveva detto delle enormità; ora tu puoi dire a me che ho detto delle cazzate e va tutto bene?

CCP
Inviato: 5/10/2011 21:22  Aggiornato: 5/10/2011 21:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 107
 Re: Wikipedia Italia: da quale pulpito?
Citazione:
Autore: Floh Inviato: 5/10/2011 20:59:00

@ CCP Le (controverse) vicende giudiziare di Simoncini sono state riportate nella biografia di Massimo per screditare la sua immagine. Cosa non ti e' chiaro in questo?


Parlo di quello che leggo e vedo: del sig. Simoncini è stato riportato che è stato radiato dall'Ordine dei medici e condannato in I grado per dei reati. Su quest'ultimo punto, giudicheranno Corte d'Appello e Cassazione, i quesiti che ho posto vertevano su altro.

Citazione:
PS starei ancora aspettando una risposta a proposito di Eurogendfor da parte tua


Ti chiedo la cortesia di ricordarmi dove m'avessi posto la domanda e in quali termini, grazie.

Jurij
Inviato: 5/10/2011 21:28  Aggiornato: 5/10/2011 21:28
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Peccato che hanno bloccato le pagine, perché volevo riportare ciò che dicevano dell'assassinio di Kennedy.

Era scritto che non era stato un complotto perché vi era un unico assassino... che tristezza.

Impressionante comunque come sono riusciti in questi anni a monopolizzare l'informazione generale sulle pagine di lingua italiana.

Oramai per l'informazione in genere e per qualsiasi ricerca si cadeva sempre su questa enciclopedia che col tempo è diventata la numero uno dei motori di ricerca.

Un vero dominio-dittatoriale.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Floh
Inviato: 5/10/2011 21:30  Aggiornato: 5/10/2011 21:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: Wikipedia Italia: da quale pulpito?
@ CCP

http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3849

Commento inviato: 2/10/2011 19:51 Aggiornato: 2/10/2011 21:12

EDIT

Ogni materiale potenzialmente controverso, non supportato o scarsamente supportato, che riguardi una persona vivente – che sia negativo, positivo, neutrale o anche soltanto discutibile – deve essere rimosso, senza nemmeno veniore discusso.

La biografia di Massimo contiene materiale di questo tipo.
Almeno le cose che hai citato dovresti averle lette e capite...

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
Redazione
Inviato: 5/10/2011 21:31  Aggiornato: 5/10/2011 21:32
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Wikipedia Italia: da quale pulpito?
MUSICBAND: "E qui sta il punto interessante, perchè si va a maggioranza con un processo democratico. "

Questo lo hai scritto tu, e io ti ho chiesto di mostrarmi dove sarebbe il "processo democratico" nella mia "biografia". Cerca quindi di non spostare il discorso altrove, e rispondi alla mia domanda.

grazie

ma è soprattutto da Dusty che mi aspetto una risposta precisa, visto che lui si è messo pure a fare dell'ironia sulla mia fede nella democrazia.

Ettore
Inviato: 5/10/2011 21:31  Aggiornato: 5/10/2011 23:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/9/2004
Da:
Inviati: 649
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
EFFETTIVAMENTE se Wikipedia fosse più equanime, alla voce: " Teoria del complotto lunare ", pubblicherebbe pure questo Sito....

....OPPURE questo.

NON TROVATE cari e onesti lettori ?

Ettore


OPPSSS....!!!

Che ne dici caro CCP ??



EDIT: Ettore, impara ad usare i tag per mettere i link che altrimenti rovinano il layout, grazie. Limitare l'uso delle faccine potrebbe essere un altro passo avanti. Dusty

EDIT: Scusa caro Dusty !! Ma non so come si fa !


P.S.
Comunque bevo alla tua salute !




GIA'....!!!

http://www.hq.nasa.gov/office/pao/History/alsj/a17/ap17-S72-48892.jpg

....Per farvi ridere un po' !!

http://www.hq.nasa.gov/office/pao/History/alsj/a17/AS17-134-20453.jpg

Correggi tu, caro Dusty ?


Pensoso
Inviato: 5/10/2011 21:34  Aggiornato: 5/10/2011 21:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/8/2009
Da:
Inviati: 436
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
A parte ciò... chiunque di noi abba una passione specializzata, una professione specializzata, degli studi specializzati, una partecipazione politica specifica, a parte forse in alcune questioni scientifiche che sono trattate oggettivamente, a livello didattico, su Wikipedia, o che abbia conoscenza diretta di personaggi la cui biografia è riportata nello stesso sito, si è reso conto da anni che, anche volendo concedere la lettura non dietrologica al sistema adottato ed alla struttura che lo fa funzionare, le informazioni complessivamente non sono affatto esaustive e spesso non sono neanche corrette, ma esprimono ed amplificano una generica informazione comune portata avanti dal giornalismo mainstream, del tipo che potremmo trovare in un telegiornale o in una trasmissione popolare, sia pur di approfondimento.

E' un po' come se si desse credito assoluto, o maggiore di qualsiasi altro "espositore", agli utenti di Facebook che si mettessero a scrivere, oltre che delle fesserie e goliardie quotidiane, anche di cose dichiaratamente oggettive, ma concretamente del tutto soggettive. Eh, certo, tra gli utenti di Facebook ci sono anche esperti, studiosi, professori, come se questo li esimesse dall'avere opiniooni politiche su qualisasi argomento. Opinioni che sono tutt'altro che ininfluenti nella cosiddetta esposizione oggettiva di tipo enciclopedico e informativo. Aggiungeteci che potrebbero contribuirvi anche utenti, e sono la maggioranza, che esperti non sono, e che magari sono interessati a screditare o disinformare, e la frittata è fatta.

Quindi rimanga Wikipedia e giusta libertà di stampa e di blog e di sito ecc... d'accordissimo, ma ciascuno sia considerato per quello che è realmente, e non per un indipendente ed autonomo funzionario della verità omnicomprensiva....

(uso non improprio di firma)
Paxtibi
Inviato: 5/10/2011 21:41  Aggiornato: 5/10/2011 21:41
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Riporto un estratto della nota pubblicata da Luca Fusari su Facebook a proposito di Wikipedia e del suo funzionamento reale.

Wikipedia Italia è un'enciclopedia ormai fuori controllo in balia di un ricettacolo di utenti censori che ne custodiscono il terreno e che si arrogano il diritto di bandire non solo il libertarismo e ogni possibile sua specifica spiegazione ma qualsiasi argomento non sia di loro gradimento.

Al fine di mantenere il loro status di ruolo evitano a priori la possibile ascesa degli altri utenti, in quanto questa è prevista dopo un certo numero di voci redatte o modificate, i nuovi utenti possono per regolamento e teoricamente ambire a salire nella scala gerarchica all'interno dell'organizzazione enciclopedica.

Per prevenire ciò, i talebani wikipediani cercano in ogni modo di eliminare le voci dei nuovi utenti o di provocarli entro fittizie accuse di ripetute e presunte violazioni dei regolamenti burocraticamente da loro citati (ma da loro molto spesso neppure letti nei contenuti) al fine di mobbizzare e provocare la reazione furente e di conseguenza il blocco dell'IP e del login per vario tempo (dal determinato all'indeterminato) del proprio profilo. [...]

I censori-guardiani di Wikipedia, hanno infatti possibilità di operare censura a loro discrezione nei confronti del singolo improvvisato utente che scrive una voce o ne aggiorna i contenuti di una già esistente.

Il motivo di tale loro agire è dato da una valutazione delle voci perlopiù politico-ideologica pienamente rientrante nei parametri di quella gramsciana di conquista e controllo dei centri di informazione e di divulgazione del pensiero, ponendo all'indice tutto quello che i secondi realizzano, in quanto non gradito dai primi, all'interno di una logica sostanzialmente tribale conforme al giudizio della comunità dei censori (tramite voto democratico....) e al potere autoconferitosi di discrezionalità operativa.

Dusty
Inviato: 5/10/2011 21:47  Aggiornato: 5/10/2011 21:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
@Max
Citazione:
Su wikipedia ci sono delle regole precise che io ho postato, in neretto, e vi ho dimostrato che non sono stato in grado di farle rispettare.
Quindi, spiegatemi perfavore dov'è la vostra "democrazia", in questo caso.


Anche sulla costituzione ci sono delle regole molto chiare, e pure il codice civile e penale propone un sacco di regole.
Chissà come mai poi nei processi succede tutto ed il contrario di tutto?
Sarà mica che quello che conta sono solo le persone che sono destinate a farle rispettare queste regole?
Su wikipedia ci sono delle regole chiare, ma chi le fa rispettare se non i membri stessi della comunità?

Citazione:
Quanti interventi hai fatto, Dusty, per difendere "democraticamente" la mia reputazione - e quindi quella di luogocomune - oppure quella di Tullio Simoncini, su Wikipedia Italia?

Per quale motivo dovrei difendere la reputazione di Simoncini la cosa mi è ignota (non lo conosco di persona e non ho mai seguito i suoi studi ed i suoi pazienti).
Potrei voler difendere la tua reputazione, ma siccome io non sono un contributore di wikipedia (ho scritto una sola pagina fin'ora), non ho nessun "potere" in merito, nè tra l'altro, mi interessa averlo.
Sono un tipo pratico: uso wikipedia per ciò che mi può dare (in molti ambiti, ma di scarsa rilevanza) e la ignoro negli altri casi, dove la rilevanza è invece forte.
Per fortuna non c'è nessuna legge che la impone a "verità ufficiale" per cui almeno per il momento sono ancora libero di scegliere i riferimenti dove informarmi.

Citazione:
Siete solo dei parolai, bravi a parlare "di principi", ma molto lesti a scomparire di scena quando si tratta di sporcarsi davvero le mani.

Se per "sporcarsi le mani" intendi lo scrivere qualche parola, mi pare che il numero di miei articoli rispetto a quello di tutti gli altri utenti non sia poi così basso, quindi io sono criticabile ma tutti gli altri no?
Non capisco proprio il senso di questo attacco.
Non mi sembra inoltre che mi sia mai tirato indietro per ribattere alle puttanate uscite fuori nei pochi ambiti che ho approfondito (i.e.: vaccinazioni e bitcoin).

Citazione:
Voi confondete i principi, splendidi ma astratti, con la loro applicazione, che in questo caso è stata completamente distorta.

Potrei dire che tu confondi i principi, sprendidi ma astratti, con la realtà, come normalmente avviene ad esempio tra il comunismo come filosofia, ed il fatto che nella realtà diventa un incubo in quanto tale filosofia ha come fondamenta delle fantasie che non hanno legame con il mondo reale.

Citazione:
Wikipedia è stata creata sulla base di principi meravigliosi, che io non mi sono mai sognato di criticare. Ma Wikipedia Italia è stata presa in mano da una manica di delinquenti, e i risultati sono quelli che ho riportato nel mio articolo.

Anche la democrazia è fondata su "principi meravigliosi", peccato che la sua applicazione porti l'inferno su questa terra.
Un giorno (forse) ti renderai conto che le persone malvagie esistono, e queste prediligono le posizioni di potere, ovunque questo sia.
Se tu volontariamente crei degli accentramenti di potere (cosa intrinseca nella democrazia), allora stai dando a queste persone lo strumento per realizzare i loro sogni, a tuo discapito.

Il bello è che in wikipedia ciò è vero solo molto parzialmente, in quanto le cose sono più semplici: quello che viene scritto è semplicemente quanto "comunemente accettato" nel senso di condiviso dalla maggioranza.
Nel tuo caso, sfigatamente, il caso vuole che la maggioranza pensi che la stesura della tua biografia rispetti le regole.

Citazione:
Confondere i principi con la loro applicazione è un errore che non si dovrebbe mai commettere, una volta superati i 12 anni di età.

Confondere realtà e fantasia anche, la punizione è prendere un sacco di sberle in faccia quando si fa i conti con la realtà, dopo aver passato la propria vita a sognare.

Citazione:
Ora facciamo un pò di silenzio, signori, e fate rullare i tamburi, perchè Dusty e Musicband ci spiegano dove si trovi la "democrazia" in questa "biografia" di Massimo Mazzucco redatta da terzi:
[...]
Se questa non è PURA DIFFAMAZIONE, piena di bias e monodirezionale, io sono un monaco buddista.

Ho per caso mai affermato il contrario?
Al contrario, il punto di tutto il ragionamento è prendere per scontate le cazzate scritte sul tuo conto, così come l'interessante esperienza raccontata da Tuttle e studiare il meccanismo che permette che cose di questo tipo vengano pubblicate.

Citazione:
Ma vi rendete conto delle CAZZATE MADORNALI che avete scritto?

Se ho detto delle cazzate ti prego di prendere le frasi che ho scritto e farmelo notare.

Ho per caso commentato la tua biografia, io?

No: ho parlato del processo di funzionamento di wikipedia per dimostrare che è evidente che questo modo sistema porti a delle aberrazioni, proprio per il fatto che ha un grosso parallelo con la democrazia in quanto quando le scelte vengono fatte su base numerica e non per competenza.
Quindi la tua esperienza è molto interessanti in tal senso per fare alcune importanti considerazioni, sempre che queste non vadano a cozzare con la propria ideologia, s'intende...

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
music-band
Inviato: 5/10/2011 21:50  Aggiornato: 5/10/2011 21:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: Wikipedia Italia: da quale pulpito?
Citazione:
Questo lo hai scritto tu, e io ti ho chiesto di mostrarmi dove sarebbe il "processo democratico" nella mia "biografia". Cerca quindi di non spostare il discorso altrove, e rispondi alla mia domanda.


Guarda che io non ho cambiato nessun discorso. ho risposto alle cose che mi hai scritto.

Cosa non ti è chiaro nel processo democratico che agisce per maggioranza?

Quello che è successo a te è che la maggioranza degli admin che hanno quindi i privilegi su wikipedia (come ho spiegato nei vari post scritti oggi) hanno reputato che la tua biografia fosse giusta scritta in quel modo.

Se, ipotesi, ci fossero stati 5 admin che la reputavano corretta e 5 admin che la reputavano diffamatoria, si sarebbe aperta una discussione tra gli admin e quelli che la reputavano diffamatoria avrebbero potuto appellarsi alle varie regole di wikipedia tra cui quella delle fonti. Se gli altri non fossero stati in grado di rispondere a questi appelli la tua biografia in quei termini non usciva.

Se è uscita, te lo ripeto di nuovo, è perchè la maggioranza degli admin l'ha reputata corretta.

Jurij
Inviato: 5/10/2011 21:59  Aggiornato: 5/10/2011 22:00
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Paxtibi

Citazione:
Riporto un estratto della nota pubblicata da Luca Fusari su Facebook a proposito di Wikipedia e del suo funzionamento reale.

Wikipedia Italia è un'enciclopedia ormai fuori controllo in balia di un ricettacolo di utenti censori che ne custodiscono il terreno e che si arrogano il diritto di bandire non solo il libertarismo e ogni possibile sua specifica spiegazione ma qualsiasi argomento non sia di loro gradimento.

Al fine di mantenere il loro status di ruolo evitano a priori la possibile ascesa degli altri utenti, in quanto questa è prevista dopo un certo numero di voci redatte o modificate, i nuovi utenti possono per regolamento e teoricamente ambire a salire nella scala gerarchica all'interno dell'organizzazione enciclopedica.

Per prevenire ciò, i talebani wikipediani cercano in ogni modo di eliminare le voci dei nuovi utenti o di provocarli entro fittizie accuse di ripetute e presunte violazioni dei regolamenti burocraticamente da loro citati (ma da loro molto spesso neppure letti nei contenuti) al fine di mobbizzare e provocare la reazione furente e di conseguenza il blocco dell'IP e del login per vario tempo (dal determinato all'indeterminato) del proprio profilo. [...]


Una standing ovation per Luca Fusari !

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Redazione
Inviato: 5/10/2011 22:00  Aggiornato: 5/10/2011 22:10
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Wikipedia Italia: da quale pulpito?
Dusty: Una anguilla insaponata e coperta di olio d'oliva se ne sarebbe uscita in maniera più dignitosa.

I fatti sono fatti, non ci vuole nessuna "maggioranza" per verificarli.

Le regole sono regole, non ci vuole nessuna "maggioranza" per capire se sono state rispettate.

La tua ironia sulla mia fede nella democrazia rimane completamente fuori luogo, visto che il parallelo con Wikipedia non si pone nemmeno.

Dusty
Inviato: 5/10/2011 22:05  Aggiornato: 5/10/2011 22:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
@Pax
Grazie per aver postato l'analisi di Luca.

In pratica viene spiegato come in wikipedia il "processo democratico" permetta il formarsi di caste che tenderanno a preservare il proprio potere.

Anche in questo caso immagino che il parallelo con il funzionamento della democrazia sarà opportunamente saltato a piè pari da coloro che fanno fatica ad incastrarlo con la propria ideologia democraticamente acquisita sin dall'infanza grazie all'ottimo lavoro svolto dalla scuola pubblica.

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
Dusty
Inviato: 5/10/2011 22:09  Aggiornato: 5/10/2011 22:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
@pispax:
Citazione:
proprio per questo ha dato la stura alla solita serie di vaneggiamenti sulle "crocette"

Guarda, i "vaneggiamenti" sono ancora li, se neghi che ciò che ho scritto è quello che avviene nella realtà non hai che da provare a contestarlo.
Buona fortuna!

Citazione:
Diverso invece è l'applicare il principio "democratico" alla conoscenza.

3 x 2 è uguale a sei.
Se una maggioranza di persone è convinta che faccia sette, questo non cambia che tre per due faccia sempre sei.
Ogni altra possibilità, semplicemente, è sbagliata.
Applicare il principio "democratico" alla conoscenza è una solenne fesseria.

Peccato che tu, nei tuoi soliti ragionamenti casuali, stai esattamente sostenendo tale assurdità.
Nel caso non te ne fossi ancora accorto, in democrazia chi comanda (eletto rigorosamente democraticamente, perbacco!) decide che 1+1=3, e per esempio costruisce l'INPS come schema di Ponzi, oppure continua ad indebitarsi sempre di più nel tentativo di ridurre il debito.
Si potrebbero trovare migliaia di esempi di puttanate (scientificamente tali!) imposte per legge come se invece fossero valide, ma se poi uno fa notare l'ovvio allora viene deriso ed accusato di essere "antidemocratico".

Ci si potrebbe fare una risata sopra se non fosse che 1+1 faccia 3 viene imposto con la forza sulla vita di tutti, portando povertà diffusa e miseria per la maggioranza, ma una grandissima ricchezza a (pochi) altri.

Citazione:
Diventi "admin" in virtù del numero dei contributi che dai, non per la loro qualità. Se Gulgielmo Marconi scrive un singolo post per spiegare la radio, e un cazzoncello qualsiasi ne scrive 800 per spiegare un videogioco, il cazzoncello diventerà admin, Marconi no. Di conseguenza il cazzoncello avrà ampia possibilità di cambiare o eliminare il testo sulla radio anche se non ci capisce nulla, e Marconi non potrà fare altro che stare a guardare.


Se tu sei un super esperto di energia nucleare e l'hai studiata per tutta la vita, quando sei chiamato ad esprimerti in merito il tuo voto verrà annullato da un ragazzetto brufoloso che quel giorno non sapeva cosa fare ed ha pensato di esercitare il suo nuovo diritto democratico.

Se Tizio è ladro ed ignorante come una capra ma riceve 1000 voti diventarà admin (cioè un politico) mentre Marconi (esperto, ma non venditore della propria immagine) no, e quindi la sua competenza non verrà mai utilizzata.

Vedi il parallelo con la democrazia oppure ti serve il disegnino?

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
Al2012
Inviato: 5/10/2011 22:09  Aggiornato: 5/10/2011 22:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
@ music-band

Citazione:
Se, ipotesi, ci fossero stati 5 admin che la reputavano corretta e 5 admin che la reputavano diffamatoria, si sarebbe aperta una discussione tra gli admin e quelli che la reputavano diffamatoria avrebbero potuto appellarsi alle varie regole di wikipedia tra cui quella delle fonti. Se gli altri non fossero stati in grado di rispondere a questi appelli la tua biografia in quei termini non usciva.

Se è uscita, te lo ripeto di nuovo, è perchè la maggioranza degli admin l'ha reputata corretta.


Ma questo non è un esempio di democrazia, ma è una applicazione di un sistema oligarchico … l’oligarchia degli “admin”

“Capire … significa trasformare quello che è"
Redazione
Inviato: 5/10/2011 22:12  Aggiornato: 5/10/2011 22:17
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
E per fortuna che Musicband accusa gli altri di non leggere i suoi post.

"Ogni materiale potenzialmente controverso, non supportato o scarsamente supportato, che riguardi una persona vivente – che sia negativo, positivo, neutrale o anche soltanto discutibile – deve essere rimosso, senza nemmeno venire discusso."

Lui manco legge gli articoli.

Quale è la parte di "o anche soltanto discutibile" che non capisci, Musicband?

Che cosa c'entra "la maggioranza degli admin" in questo caso? Che cosa c'entra la "democrazia"????????????????????????

music-band
Inviato: 5/10/2011 22:16  Aggiornato: 5/10/2011 22:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
e tu max, nemmeno leggi i commenti che critichi:

Citazione:
Su wikipedia ci sono delle regole chiare, ma chi le fa rispettare se non i membri stessi della comunità?

Redazione
Inviato: 5/10/2011 22:19  Aggiornato: 5/10/2011 22:31
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
MUSICBAND: "Su wikipedia ci sono delle regole chiare, ma chi le fa rispettare se non i membri stessi della comunità?"

Bravo, altro "principio meraviglioso" da incorniciare.

Si vede che io non sono degno di essere un membro di quella comunità, visto che non sono riuscito a fare rispettare quelle regole.

Oppure Wikipedia Italia è "democratica" solo a parole.

Scegli tu. Io sinceramente mi sono stufato di discutere.

Specialmente con quelli che lanciano il sasso e poi ritirano la mano, come ha fatto Dusty.

Redazione
Inviato: 5/10/2011 22:29  Aggiornato: 5/10/2011 22:31
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Queste due perle mi erano sfuggite:Citazione:
DUSTY: Per quale motivo dovrei difendere la reputazione di Simoncini la cosa mi è ignota.

MUSICBAND: Inoltre non capisco perchè avrei dovuto difendere Tullio Simoncini
Ce ne ricorderemo quando toccherà a voi venire diffamati pubblicamente.

Questo sito, per vostra informazione, ha SEMPRE difeso CHIUNQUE dalle calunnie e dalle diffamazioni, INDIPENDENTEMENTE dalle opinioni che si possono avere sulle singole persone.

Questa sì che è una questione di principio. Ma visto che il fatto non vi toccava direttamente, “cazzo me ne frega a me di quello lì”, giusto?

Complimenti sinceri, le vostre frasi vi fanno grande onore.

Dusty
Inviato: 5/10/2011 22:32  Aggiornato: 5/10/2011 22:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Oppure Wikipedia Italia è "democratica" solo a parole.

Democrazia = potere alla maggioranza che può decidere a suo piacimento sulla minoranza.
Mi pare che wikipedia implementi nei fatti benissimo questo principio, puoi forse dimostrarmi il contrario?

Citazione:
Specialmente con quelli che lanciano il sasso e poi ritirano la mano, come ha fatto Dusty.

Mi pare di aver articolato ben bene il mio pensiero e per tutta risposta hai saputo solo dirmi che "sono scivolato via come un anguilla".

Ovviamente non sono d'accordo, ma prendo in considerazione l'ipotesi di avere torto e se mi spieghi nel dettaglio da cosa sarei scivolato via farò del mio meglio per commentare in merito.

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
music-band
Inviato: 5/10/2011 22:33  Aggiornato: 5/10/2011 22:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Bravo, altro "principio meraviglioso" da incorniciare.

non me lo sono inventato, è semplicemente così che funziona

Citazione:
Si vede che io non sono degno di essere un membro di quella comunità, visto che non sono riuscito a farli rispettare.

Si vede che tu non sei un admin ed è per questo che non sei riuscito a farli rispettare, e se fossi stato un admin e ti fossi ritrovato in minoranza era lo stesso perchè vale il "democratico" voto di maggioranza

Citazione:
Scegli tu. Io sinceramente mi sono stufato di discutere.

Già, ti è bastato piombare qui a riversarmi una barilata di merda sulla testa.

Citazione:
Specialmente con quelli che lanciano il sasso e poi ritirano la mano, come ha fatto Dusty.

Onestamente rileggendo la discussione a me pare che entrambi abbiamo risposto a tutto.

TAD
Inviato: 5/10/2011 22:34  Aggiornato: 5/10/2011 22:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Quando si discute di divulgazione sul WEB lacio perdere tutto il resto e il mio livello di attenzione diviene assoluto.

E questo è davvero un thread EPICO.

Ho trascorso molto tempo a leggere tutti i commenti e vorrei intervenire da addetto ai lavori in quanto Software Developer.

music-band ha espresso molto correttamente quali siano i principi base della policy di Wikipedia.

fefochip ha esternato dubbi legittimi sulla validità dei principi che regolano una policy che si presenta come democratica.

Ma la chiave di volta che regge tutta la discussione l'ha illustrata Pispax:

Citazione:
3 x 2 è uguale a sei.
Se una maggioranza di persone è convinta che faccia sette, questo non cambia che tre per due faccia sempre sei.
Ogni altra possibilità, semplicemente, è sbagliata.
Applicare il principio "democratico" alla conoscenza è una solenne fesseria.


Wikipedia deficita delle necessarie funzionalità atte ad implementare una policy adeguata ai contenuti che presenta.

Fermo restando che alla conoscenza non possa o debba essere applicato alcun principio democratico.

Ribadisco: affermo quanto precede da sviluppatore di software e, se mi fosse stato chiesto di progettare il Framework di una piattaforma come Wikipedia, avrei inserito (per meglio dire: aggiunto) nel progetto originale i seguenti requisiti implementativi:



1) Ogni Contenuto è soggetto a Feedback da parte degli Utenti iscritti o Guests;

2) Ad ogni Utente Iscritto è associato un Ranking valutato sulla Media Ponderata del Numero di Contenuti postati e i Feedbacks ottenuti;

3) I Contenuti hanno Visibilità Limitata nel Tempo e regolamentata dai Feedbacks ottenuti dagli Utenti Iscritti o Guests;

4) I Contenuti aventi Feedbacks superiore ad una certa Soglia assumono Status: Consolidated.

5) I Privilegi di Modifica o Eliminazione (Administration) dei contenuti postati vengono assegnati sulla base dei Ranking raggiunti;

6) Ogni Utente Iscritto che abbia raggiunto Rank di Administrator è soggetto a revisione del proprio Rank su Proposta ed Approvazione Maggioritaria da parte degli Utenti Iscritti o Guests.

7) Non è possibile da parte di alcun Utente o Administrator la Modifica o l' Eliminazione di un Contenuto avente raggiunto lo Status di Consolidated ad eccezione dei Contenuti raggiunti da Proposta di Revisione con Approvazione Maggioritaria da parte degli Utenti Iscritti o Guests.



Vi garantisco che il tutto si concretizzerebbe nell'aggiunta al core di Wikipedia di un paio di classi e qualche metodo... una patch che si aggira su un megabyte di codice sorgente...

~WÃSÐ Lifestyle~
DrHouse
Inviato: 5/10/2011 22:43  Aggiornato: 5/10/2011 22:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Anche la democrazia è fondata su "principi meravigliosi", peccato che la sua applicazione porti l'inferno su questa terra.

Il tuo giudizio sulla democrazia è assolutamente legittimo, come quello di chiunque altro. Qualcuno mi deve ancora spiegare, però, quale sarebbe il nesso tra Wikipedia e democrazia. A parte il generico riferimento nelle intenzioni dei fondatori al fatto di essere "democraticamente aperta al contributo di più persone", devo ancora capire che cosa c'entri il sapere con la democrazia. Ma si può sapere chi ha tirato in ballo la democrazia in questa discussione? Ripeto, se mai il principio fondante di Wikipedia è quello del punto di vista neutrale. Principio che gli amministratori hanno vergognosamente calpestato nei modi che ho cercato di spiegare sopra.

Citazione:
Un giorno (forse) ti renderai conto che le persone malvagie esistono, e queste prediligono le posizioni di potere, ovunque questo sia.

Ma l'uomo per te non era intrinsecamente buono ante stato? Hai forse cambiato idea? A dir poco sorprendente leggere un'affermazione del genere da te.

Citazione:
Se tu volontariamente crei degli accentramenti di potere (cosa intrinseca nella democrazia), allora stai dando a queste persone lo strumento per realizzare i loro sogni, a tuo discapito.

Gli accentramenti di potere non sono certo un'esclusiva della democrazia. C'erano già in tutte le forme di organizzazione sociale e politica anteriori ad essa. Se mai, la democrazia ha fallito proprio nell'intento di neutralizzarli, ma sarebbe opportuno domandarsi se la colpa di ciò risieda nella democrazia in sé o piuttosto in chi l'ha fatta funzionare così. Al di là di questo, nessuno ha votato per creare Wikipedia. Nessuno ha votato su come regolamentarla. Si sono presi un potere che il pubblico, direttamente o indirettamente, volontariamente o meno, ha dato loro. Per una volta almeno non c'entra lo Stato. E neppure c'entra la democrazia. C'entra solo l'uomo, più precisamente quell'istinto che porta pochi a volersi erigere al di sopra degli altri e stabilire regole valide per tutti e che porta molti ad accettare di rimanere sotto a quei pochi con le regole scritte da quei pochi.

Citazione:
Il bello è che in wikipedia ciò è vero solo molto parzialmente, in quanto le cose sono più semplici: quello che viene scritto è semplicemente quanto "comunemente accettato" nel senso di condiviso dalla maggioranza.

Ma nemmeno per idea. Leggiti la scheda su Kennedy, per dirne una, che anche Jurij voleva pubblicare qui sopra. Se fosse vero che Wikipedia riporta il parere condiviso dalla maggioranza, allora la scheda su Kennedy dovrebbe pendere decisamente dalla parte del complotto organizzato dalla CIA e dall'alto establishment militare e politico di Washington, visto che è ciò che la maggioranza in tutto il mondo pensa da decenni riguardo a quell'evento. Invece, per pura coincidenza, riporta la verità ufficiale, alla quale oggi come oggi crede solo una ristretta minoranza.

Wikipedia non ha niente a che vedere con la democrazia. E neppure con l'opinione della maggioranza. È semplicemente la voce del padrone. È un blog, con tutte le parzialità tipiche dei blog. La differenza è che se leggi il blog di Mazzucco o di Attivissimo, ci trovi scritto il nome dei rispettivi redattori ed esci da quel sito con l'idea che quel parere, giusto o sbagliato che ti sembri, resta solo "il parere di Mazzucco" o "il parere di Attivissimo". Se invece leggi Wikipedia, esci con l'idea di aver letto la verità ufficiale.

È proprio l'apparente impersonalità di Wikipedia il suo aspetto più pericoloso.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Dusty
Inviato: 5/10/2011 22:48  Aggiornato: 5/10/2011 22:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Queste due perle mi erano sfuggite:Citazione:
DUSTY: Per quale motivo dovrei difendere la reputazione di Simoncini la cosa mi è ignota.
MUSICBAND: Inoltre non capisco perchè avrei dovuto difendere Tullio Simoncini
Ce ne ricorderemo quando toccherà a voi venire diffamati pubblicamente.

Io invece non me la faccio sfuggire quest'altra perla: stai forse asserendo che se un giorno verremo diffamati pubblicamente (cosa che sicuramente non mancherà, vista la poca popolarità delle nostre tesi), delle persone che non mi conoscono affatto (ad esempio Simoncini) scenderanno in campo a difendermi?
O mi stai dicendo che in quel caso tu non scenderai in campo per ripicca perchè noi non abbiamo difeso una persona di cui nulla conoscevamo?

Citazione:
Questo sito, per vostra informazione, ha SEMPRE difeso CHIUNQUE dalle calunnie e dalle diffamazioni, INDIPENDENTEMENTE dalle opinioni che si possono avere sulle singole persone.

Non ho capito cosa c'entri il sito con il fatto che io dovrei difendere l'onore di una persona che non conosco, e di conseguenza di cui non posso assolutamente verificare la reputazione.

Citazione:
Questa sì che è una questione di principio. Ma visto che il fatto non vi toccava direttamente, “cazzo me ne frega a me di quello lì”, giusto?

No, affatto: semplicemente parlo di quello che conosco direttamente, non difendo nessuno "a priori", mi spiace.
E' come se ti dicessi che mio cuggino è stato accusato ingiustamente e mi lamentassi con te per non aver difeso il suo onore: mi diresti che sarei imbecille a pretendere che tu prenda posizione nei confronti di una persona che non conosci, ed avresti pienamente ragione.

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
music-band
Inviato: 5/10/2011 22:50  Aggiornato: 5/10/2011 22:50
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Non posso fare altro che quotare in toto l'ultimo post di Dusty

Mi chiedo come ti escano queste cose Max

Al2012
Inviato: 5/10/2011 23:06  Aggiornato: 5/10/2011 23:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
@ DrHouse

Condivido il tuo pensiero.

Per questo ribadisco che il sistema Wikipedia è una oligarchia che si è auto-etichettata democratica, ma in realtà è controllata da un gruppo ristretto di persone ….

Ovviamente non basta “etichettare” democratico un sistema perché questo sia democratico.

Resta altrettanto vero che un buon sistema oligarchico cerca di apparire democratico e questo lo può fare se riesce a manipolare il pensiero creando una maggioranza (che poi non è mai tale) a lui favorevole, questo lo può fare controllando, i politici e gli organi di informazione, attivando una adeguata propaganda, stando ben attento che non salga il livello della capacità di critica degli individui.

“Capire … significa trasformare quello che è"
Dusty
Inviato: 5/10/2011 23:13  Aggiornato: 5/10/2011 23:13
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Citazione:

Il bello è che in wikipedia ciò è vero solo molto parzialmente, in quanto le cose sono più semplici: quello che viene scritto è semplicemente quanto "comunemente accettato" nel senso di condiviso dalla maggioranza.


Ma nemmeno per idea. Leggiti la scheda su Kennedy, per dirne una, che anche Jurij voleva pubblicare qui sopra. Se fosse vero che Wikipedia riporta il parere condiviso dalla maggioranza, allora la scheda su Kennedy dovrebbe pendere decisamente dalla parte del complotto organizzato dalla CIA e dall'alto establishment militare e politico di Washington, visto che è ciò che la maggioranza in tutto il mondo pensa da decenni riguardo a quell'evento. Invece, per pura coincidenza, riporta la verità ufficiale, alla quale oggi come oggi crede solo una ristretta minoranza.

Scusa drhouse eh, ma dopo averlo ripetuto 1000 volte pensavo che fosse evidente che si parlasse della maggioranza degli admin.
Inoltre presentare le tesi della maggioranza di quello che pensano le persone sarebbe del tutto impraticabile quanto assurdo, bisognerebbe fare continui sondaggi, e cambiare continuamente risultato, visto che l'idea della maggioranza delle persone, come delle bandieruole, cambia a seconda di che aria tira oppure del taglio con cui è stato trasmesso un certo servizio in merito in TV.

Questo non toglie che su wikipedia ci sono diversi livelli di admin, ed alcuni sono più "potenti" di altri: in particolare il suo fondatore ha completo potere su tutto.

Il bello è che se vuoi approfondire puoi studiarti tutta l'evoluzione della storia della pagina, guardando anche quali singole parole sono state aggiunte/modificate/tolte e da parte di chi, per farti un'idea molto precisa della qualità dei redattori.

In tal senso è istruttivo leggere la pagina di discussione della pagina inglese che parla dell'e-cat, dove gli admin hanno tolto i contributi del premio nobel Brian Josephson perchè, evidentemente, ritenevano di essere più qualificati di lui nel parlare di fusione fredda...

Citazione:
Wikipedia non ha niente a che vedere con la democrazia

Hai per caso saltato in blocco quanto scritto fin'ora?
In wikipedia poche persone (elette in un determinato modo, tutt'altro che buono, ma probabilmente migliore di quella buffonata chiamata "elezione" nel nostro paese) decidono su tutte le altre.
Se non trovi paralleli con la democrazia che conosci tu mi dispiace, ma non è certo un problema mio.

Citazione:
E neppure con l'opinione della maggioranza.

Ora però hai finalmente capito a quale maggioranza si faceva riferimento?

Citazione:
Se invece leggi Wikipedia, esci con l'idea di aver letto la verità ufficiale.

Che però, curiosamente, è proprio quello che poco sopra hai invece asserito quando parlavi dell'omicidio Kennedy.

In ogni modo, anche in questo caso, mi dispiace per te se hai bisogno di avere il nome a fianco di ogni ragionamento che leggi per capire se quest'ultimo è valido o meno.

Una buona informazione dovrebbe pubblicare i riferimenti di tutte le persone che portano testimonianze per poter valutare il loro grado di affidabilità, e lasciare completamente anonimi i ragionamenti, in quanto questi ultimi sono validi o meno a prescindere da chi li ha elaborati.

1+1 fa 2 sia che lo dica Mazzucco, sia che lo dica Attivissimo.

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
Redazione
Inviato: 5/10/2011 23:17  Aggiornato: 5/10/2011 23:19
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
DUSTY (+ MUSICBAND che lo "quota in toto"): "Non ho capito cosa c'entri il sito con il fatto che io dovrei difendere l'onore di una persona che non conosco, e di conseguenza di cui non posso assolutamente verificare la reputazione."

Ah, ho capito. Chiedo scusa allora, mi era sfuggito questo piccolo particolare. Siccome "non potete assolutamente verificare la reputazione di una persona", calunnie e diffamazioni sulla "democratica Wikipedia" possono restare.

Fantastico.

Mentre nel mio caso - dove ci si augura che la mia reputazione sia verificabile - avete preferito non intervenire per altri motivi.

Di bene in meglio, direi.

***

MUSICBAND: "Onestamente rileggendo la discussione a me pare che entrambi abbiamo risposto a tutto."

Certo. Manca solo la spiegazione di dove stia la "democrazia", nel caso che mi riguarda, visto che su tale presupposto si regge tutta l’ironia che Dusty ha voluto fare sulle mie convinzioni democratiche.

Per il resto c’è tutto, non ti preoccupare.

Dusty
Inviato: 5/10/2011 23:22  Aggiornato: 5/10/2011 23:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
@drhouse
Citazione:
Citazione:
Un giorno (forse) ti renderai conto che le persone malvagie esistono, e queste prediligono le posizioni di potere, ovunque questo sia.

Ma l'uomo per te non era intrinsecamente buono ante stato? Hai forse cambiato idea? A dir poco sorprendente leggere un'affermazione del genere da te.

Ah si? E quando mai io avrei sostenuto il contrario?

Citazione:
Gli accentramenti di potere non sono certo un'esclusiva della democrazia.

Mai sostenuto il contrario.
Ho solamente detto che la democrazia è uno degli accentramenti più potenti che esistano in tal senso, ed in più la sua pericolosità è aumentata dal fatto che la gente sia convinta che non possa esistere di meglio.

Citazione:
Se mai, la democrazia ha fallito proprio nell'intento di neutralizzarli, ma sarebbe opportuno domandarsi se la colpa di ciò risieda nella democrazia in sé o piuttosto in chi l'ha fatta funzionare così.

Esattamente quello che hanno fatto nel dettaglio alcune persone (ben più in gamba di me), poi se però non leggiamo i loro ragionamenti non li si può criticare.

Citazione:
devo ancora capire che cosa c'entri il sapere con la democrazia.

Non c'entra assolutamente nulla, era il punto del mio intervento...

Citazione:
Ma si può sapere chi ha tirato in ballo la democrazia in questa discussione?

Come abbiamo cercato di farti capire in più modi, la tipologia di notizie riportate così come lo loro forma è scelta secondo un processo democratico: vince la maggioranza di quello che gli admin credono e/o sono interessati a far credere.

Le assurdità di tale conseguenza sono appunto visibili a tutti, come giustamente Max ha rimarcato nel suo articolo, e come ho cercato di spiegare negli altri post.

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
Dusty
Inviato: 5/10/2011 23:27  Aggiornato: 5/10/2011 23:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Mentre nel mio caso - dove ci si augura che la mia reputazione sia verificabile - avete preferito non intervenire per altri motivi.

Scusa max, o ci fai o ci sei: come diavolo possiamo intervenire noi su wikipedia?
Hai capito o no che abbiamo ZERO poteri in tal senso, esattamente come te?

E' come se io mi lamentassi con te perchè non sei intervenuto quando il mio comune ha deciso di mettere le strisce blu sotto casa mia: che senso avrebbe? Che potere avresti di intervenire in queste decisioni?
ZERO.

Ma poi, che ci frega di wikipedia?
Mica siamo obbligati a berci le puttanate che dice, nè pago una lira per il servizio che offre.

Al contrario ci sono N istituzioni che incidono drasticamente nella mia vita in quanto si prendono la quasi totalità di quello che produco ed in cambio mi prendono a sberle.

Wikipedia posso ignorarla, quelle no.

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
music-band
Inviato: 5/10/2011 23:38  Aggiornato: 5/10/2011 23:42
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/10/2005
Da: Shangri-la
Inviati: 1680
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Dusty
Citazione:
Scusa max, o ci fai o ci sei: come diavolo possiamo intervenire noi su wikipedia? Hai capito o no che abbiamo ZERO poteri in tal senso, esattamente come te?


Dusty ha ragione, davvero non capisco in che cosa ti stai incaponendo Max

Citazione:
Ah, ho capito. Chiedo scusa allora, mi era sfuggito questo piccolo particolare. Siccome "non potete assolutamente verificare la reputazione di una persona", calunnie e diffamazioni sulla "democratica Wikipedia" possono restare.


Ma chi ha mai detto una cosa del genere poi... Stai straparlando, te ne rendi conto o no?

Redazione
Inviato: 5/10/2011 23:43  Aggiornato: 5/10/2011 23:43
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
DUSTY: "Hai capito o no che abbiamo ZERO poteri in tal senso, esattamente come te?"

Benissimo. Allora evita di fare i paralleli con la democrazia.

Il problema non è wikipedia, è il tuo ragionamento, che non stava in piedi neanche a pagarlo.

Ora comunque smettiamola, anche perchè non vorrei trasformare la discussione in una questione personale. Il problema di Wikipedia è molto più grande, il mio caso era soltanto un esempio.

***

Mi rivolgo a tutti quelli che "masticano" di cose legali:

Qualcuno è riuscito a tovare conferma che con la nuova proposta di legge "chiunque si sentirà offeso da un contenuto presente su un blog, su una testata giornalistica on-line e, molto probabilmente, anche qui su Wikipedia, potrà arrogarsi il diritto — indipendentemente dalla veridicità delle informazioni ritenute offensive — di chiederne non solo la rimozione, ma anche la sostituzione con una sua "rettifica", volta a contraddire e smentire detti contenuti, anche a dispetto delle fonti presenti", come sostiene wikipedia-it?

Grazie

fefochip
Inviato: 5/10/2011 23:49  Aggiornato: 5/10/2011 23:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Qualcuno è riuscito a tovare conferma che con la nuova proposta di legge "chiunque si sentirà offeso da un contenuto presente su un blog, su una testata giornalistica on-line e, molto probabilmente, anche qui su Wikipedia, potrà arrogarsi il diritto — indipendentemente dalla veridicità delle informazioni ritenute offensive — di chiederne non solo la rimozione, ma anche la sostituzione con una sua "rettifica", volta a contraddire e smentire detti contenuti, anche a dispetto delle fonti presenti", come sostiene wikipedia-it?


in realtà il problema sembra per ora superato per i blog come ha linkato in un suo post
giano
Notizia fresca dal corriere: ACCORDO SALVA-BLOG - In Commissione il comitato dei nove ha trovato un accordo che "salva" i blog dall'obbligo di rettifica con il conseguente rischio di dover pagare multe salate. È stato approvato all'unanimità con il parere favorevole del governo il testo di Roberto Cassinelli (Pdl) che distingue le testate giornalistiche online dai siti amatoriali. L'obbligo di rettifica entro 48 ore rimane quindi solo per i siti di informazione registrati ai sensi della legge sulla stampa. Niente obbligo per i blog.

ma eravamo tutti intenti piu a mozzicarci su democrazia e wikipedia che parlare dell'argomento

con l'occasione faccio presente un altra volta che ho sollevato la questione tempo fa nel forum ma sono stato accusato di fare allarmismo

adesso se si vota per questo emendamento ci sarà pure una logica oppure è stato fatto cosi a cazzo di cane?

aggiungo che questo risultato lo dobbiamo anche all'impegno di byoblu

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
florizel
Inviato: 5/10/2011 23:54  Aggiornato: 6/10/2011 0:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
DrHouse

Citazione:
Qualcuno mi deve ancora spiegare, però, quale sarebbe il nesso tra Wikipedia e democrazia. A parte il generico riferimento nelle intenzioni dei fondatori al fatto di essere "democraticamente aperta al contributo di più persone", devo ancora capire che cosa c'entri il sapere con la democrazia.


Ciao.
E’ lampante il nesso di cui parli, DrHouse.

Io ritengo che Music-band e Dusty non avrebbero potuto dirlo meglio di quanto hanno fatto e stiano continuando a fare: all’interno del contesto di wikipedia è la maggioranza degli admin che decide circa il contenuto di una biografia o di un argomento.
SE, e soltanto SE, una maggioranza di essi avesse ritenuto non rispondenti al vero i contenuti citati nell’articolo è molto probabile che le calunnie contenute non sarebbero passate come FATTI.

Music-band e Dusty stanno segnalando il meccanismo che consente di determinare l’attribuzione di VERO o FALSO ad un dato argomento, e lo hanno fatto con oculatezza, a mio parere.

Leggi anche il link nel commento di Paxtibi, che è molto eloquente.

Quel meccanismo è lo stesso che, alla stregua del sistema democratico, consente di fare di un GIUDIZIO di fondo la verità assoluta. Anzi, di condizionare la verità tramite un giudizio travestito da indagine dei fatti.


Citazione:
se mai il principio fondante di Wikipedia è quello del punto di vista neutrale. Principio che gli amministratori hanno vergognosamente calpestato nei modi che ho cercato di spiegare sopra.


Hanno potuto farlo proprio “grazie” al “generico riferimento” di essere "democraticamente aperta al contributo di più persone": è così che essi stessi si sono garantiti la possibilità di dire di tutto su tutto e tutti, e pure di mistificare.
Senza il riferimento alla neutralità non ci sarebbero state tinche ad abboccare, e "pare" che la farsa della "democrazia" mieta le sue vittime proprio sulla base dell'illusione della partecipazione.
Per favore, dimostrate il contrario.

Tra l’altro, io non trascurerei il fatto che a wikipedia, fin dalla sua nascita, è stata data un’impronta tale da scongiurare l’afflusso di una “certa” utenza (non parametrata all’ovvio dilagante) che, evidentemente, ha trovato di suo gusto molti altri siti per esprimere la sua opinione, evidentemente ritenuta troppo “estrema” da chi, fin dall’inizio, ha gestito l’enciclopedia virtuale.

Chi scrive e legge regolarmente qui su LC non dovrebbe scandalizzarsi più di tanto nell’apprendere (anzi, nel rendersi conto O nell'accettare) che quelli che regolano wikipedia sono gli stessi meccanismi che regolano la “democrazia”.
Mio dio, siamo ancora a scannarci su questioni tanto evidenti?

Ma la cosa più triste di tutte sai qual è? Che quel ddl sulle intercettazioni nasce per salvare il culo ad una ristretta cerchia di personcine a cui delle richieste di precisazioni di Mazzucco, di Simoncini e compagnia cantante su wikipedia, DAVVERO non gliene può fregare di meno, compreso della VERITA’.
E lo stesso vale per chi oggi paventa il rischio di vedersi inculato dagli stessi meccanismi che regolano il "sistema" più a monte...

Nemesiaco.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
fefochip
Inviato: 5/10/2011 23:59  Aggiornato: 5/10/2011 23:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
@ redazione

per come la vedo io il pericolo del DDL era reale a prescindere che darei foco a wikipedia e a tutte le striscianti e verminose opinioni comuni supportate da un manipolo di mafiosi del web.

come ho cercato di argomentare i punti interrogativi (tempi ,sanzioni,notifiche ,autorità compente ,ecc) erano troppi .

resta da capire però una cosa :come viene trasformato il comma 29?

perche se permane "siti informatici" e si fa l'eccezzione dei "blog" un sito come luogocomune rimane a rischio a meno di diventare un "blog" ...boh

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Redazione
Inviato: 6/10/2011 0:00  Aggiornato: 6/10/2011 0:05
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
FEFOCHIP: "adesso se si vota per questo emendamento ci sarà pure una logica oppure è stato fatto cosi a cazzo di cane?"

A me la cosa sembra molto chiara: l'obbligo di rettifica esiste già per tutti gli altri mezzi di comunicazione, e ora, giustamente, viene esteso anche alla versione web delle testate giornalistiche.

Questo conferma che la "crociata" di wikipedia è fondata sul nulla, e che la cosa è stata strumentalizzata dai giornali per salvare il PROPRIO culo, non quello dei bloggers.

***
EDIT: Mi sembra di capire che la discriminante fra "sito informatico" e "blog" stia nella frase " l'iscrizione al registro. (La frase sopra, da te citata: "... i siti informatici registrati ai sensi della legge sulla stampa.")

fefochip
Inviato: 6/10/2011 0:03  Aggiornato: 6/10/2011 0:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
ACCORDO SALVA-BLOG - In Commissione il comitato dei nove ha trovato invece un accordo che "salva" i blog dall'obbligo di rettifica con il conseguente rischio di dover pagare multe salate. È stato approvato all'unanimità con il parere favorevole del governo il testo di Roberto Cassinelli (Pdl) che distingue le testate giornalistiche online dai siti amatoriali. L'obbligo di rettifica entro 48 ore rimane quindi solo per i siti di informazione registrati ai sensi della legge sulla stampa. Niente obbligo per i blog. Il testo Cassinelli è identico anche a una dell'Udc a firma Rao e uno del Pd a firma Zaccaria. La modifica arriverà nell'aula della Camera come testo della Commissione.


stiamo con le "recchie pizze"

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 6/10/2011 0:13  Aggiornato: 6/10/2011 0:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
@ redazione

Citazione:
A me la cosa sembra molto chiara: l'obbligo di rettifica esiste già per tutti gli altri mezzi di comunicazione, e ora, giustamente, viene esteso anche alla versione web delle testate giornalistiche.


massimo che ti devo dire evidentemente come dice music-band non capisco un tubo (m'era rimasta in canna questo sputazzo di veleno) ma il famigerato comma 29 parla(va) di "siti informatici" genericamente specificando poi in neretto “ivi compresi i giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica” su cui ti sei accanito ma in realtà il problema era da prima.

in realtà il ddl da subito presentava quell'insidioso "siti informatici" i quali sono anche blog e siti come luogocomune o wikimerdia

Citazione:
EDIT: Mi sembra di capire che la discriminante fra "sito informatico" e "blog" stia nella frase " l'iscrizione al registro. (La frase sopra, da te citata: "... i siti informatici registrati ai sensi della legge sulla stampa.")

si ma scusa è di ora la notizia ovvero dopo che hanno votato tanto che il giornale riporta Citazione:
La modifica arriverà nell'aula della Camera come testo della Commissione.

la modifica quindi prima non era cosi ...non so che dirti .

insomma non ti sei reso conto di un pericolo a mio parere ma dato che sono una capra in legalese magari toppo tutto

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 6/10/2011 0:24  Aggiornato: 6/10/2011 0:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
nygandy
Inviato: 6/10/2011 0:24  Aggiornato: 6/10/2011 0:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/10/2009
Da:
Inviati: 483
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Ciao Massimo.
La tua giornata è ancora lunga e spero si raddrizzi...

Quanto a Dusty e musicband: ragazzi, tirate un sospiro e raccogliete le idee...
Che dite?!????

Music mi parli di un'oligarchia di admin che fanno il cazzo che gli pare di wikipedia e me la spacci per democrazia?
Due milioni di utenti "sudditi" suffragati da riscontri e prove non potrebbero scalfire la loro verità

Democrazia giusto o sbagliato che sia è "una testa, un voto"

Rickard
Inviato: 6/10/2011 0:28  Aggiornato: 6/10/2011 11:59
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Redazione
Citazione:
Mentre nel mio caso - dove ci si augura che la mia reputazione sia verificabile - avete preferito non intervenire per altri motivi.

Se voglio conoscere la tua reputazione (o una qualsiasi cosa più controversa della ricetta della torta di mele) non vado certo su Whiskypedia, così come dovrebbe fare chiunque.

Ma anche solo l'idea di una "enciclopedia" dove la biografia di una persona non è frutto di quella persona (o di chi lo conosceva bene, chi ne ha studiato la vita ecc.), bensì il frutto di non-si-sa-chi, dovrebbe far vedere Whiskypedia per quello che è.

La questione del DDL mi sembra la solita tempesta in un bicchier d'acqua che a breve andrà a far compagnia all'influenza aviaria, alla suina, alla vecchia legge sulle intercettazioni e ai tanti altri racconti di fantasia che vagano nell'etere italiota.

Cadrà nel dimenticatoio in modo che così qualche povero ingenuo idiota possa gridare alla vittoria contro il sistema, alla vittoria della "democrazia" contro la legge "liberticida" e assurdità assortite, e così potremo tutti brindare al ritorno in pompa magna di Wikipedia, più libera e partecipativa che mai.

Come la finta persecuzione contro Assange diede ancor più credito a Wikileaks, questa finta lotta di principi sortirà come unico effetto reale quello di dare ancora più lustro a Wikipedia. Spero di sbagliarmi, ma ne dubito, è un film già visto mille volte.

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Ora, detto questo, aldilà della questione specifica sulla biografia di Massimo, sembrano evidenti anche a me i paralleli tra il funzionamento di Wikipedia e il funzionamento della democrazia:

Principi "meravigliosi" che nella loro reale applicazione sono un esercizio di potere di pochi (admin/politici) nei confronti di molti (altri utenti/popolo). Quantità che prevale sulla qualità (numero di interventi che fa "fare carriera"/numero di voti che fa la stessa cosa). Persone competenti o direttamente interessate allontanate dalla possibilità di far valere le proprie argomentazioni (premio nobel citato da Dusty/tu con la tua biografia).

Non sto dicendo che Wikipedia è la democrazia, semplicemente ne rispecchia a grandi linee i principi funzionali e nell'atto pratico il suo comportamento presenta molte similitudini con il suo "genitore" (o "fratello più grande", se volete).

Lo scopo di Wikipedia, come giustamente ricordato da Florizel, è e resta quello di livellatore di coscienze, di appianatore di pensieri e di mantenitore dello status quo, onde evitare "fughe di cervelli" verso lidi pericolosi ed "eversivi" e al contempo essere per internet ciò che i media mainstream sono per la realtà fisica del mondo: la bocca dalla quale esce la versione ufficiale di tutto lo scibile umano; dalla energia orgonica alla cure per il cancro, a Kennedy, al 9/11, ai bitcoin, alla fusione di Rossi-Focardi e così via, fino alla completa neutralizzazione delle voci non allineate.

In fondo si tratta solamente della più grande congrega di gatekeepers del mondo, talmente grande che c'è anche chi al suo interno "ci crede davvero" ed è in buona fede. Resta comunque un CICAP all'ennesima potenza, nulla di più.

E proprio come il CICAP, come Attivissimo e come tutti i loro consimili, hanno importanza solo se sei tu a conferirgliela, rispondendo colpo su colpo a ogni loro cagata, affannandoti per smentirli e correggerli, trasformandoli cioè da cialtroni senza cervello (quali solo) a interlocutori degni di risposte puntuali e argomentate.

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
Kingu
Inviato: 6/10/2011 0:33  Aggiornato: 6/10/2011 0:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/11/2008
Da: Treblinka
Inviati: 302
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Mi dispiace per queste discussioni "interne".Secondo me il post piu sensato è di Audisio.Tralasciando i decreti vari è piu interessante conoscere chi li ha creati e perchè,perchè sarà vero che i giornali si sentano un po presi di mira,sarà vero che io stasera stavo cercando la discografia dei Minor Threat e mi son visto il paginone verde pisello della wiki italiana,sarà vero che un senso di isolamento l'ho provato,sarà perchè Mazzucco ha ragione per quanto riguarda il suo caso, ma questo non toglie che io oggi avevo bisogno di consultare velocemente delle pagine per argomenti prettamente musicali e invece ho dovuto ripiegare.Insomma, Mazzucco lei ha ragione per quanto riguarda il suo caso ma non ho sentito una parola su chi ha portato questo ddl in parlamento e per quale (vero) motivo.

fefochip
Inviato: 6/10/2011 0:33  Aggiornato: 6/10/2011 0:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
dalla pagina di wikimerdia
Citazione:
La nostra voce è anche la tua voce: Wikipedia è già neutrale, perché neutralizzarla?


io di motivi per neutralizzarla ne ho espressi e comunque che sia "neutrale" è proprio una cazzata assurda perche gli intenti se sono questi sono stati traditi alla grande

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
fefochip
Inviato: 6/10/2011 0:36  Aggiornato: 6/10/2011 0:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Insomma, Mazzucco lei ha ragione per quanto riguarda il suo caso ma non ho sentito una parola su chi ha portato questo ddl in parlamento e per quale (vero) motivo.


aaa Kingu ma che vogliamo pure scrivere che il ddl è stato fatto per proteggere la casta e il suo leader?
poi hanno preso nella "rete" della "legge" anche noi poveri cristi piu o meno maliziosamente e/o incompetentemente ma questo è un altro discorso

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
PikeBishop
Inviato: 6/10/2011 0:44  Aggiornato: 6/10/2011 0:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Democrazia giusto o sbagliato che sia è "una testa, un voto"

Anche Wikipedia: una testa (di chi partecipa), un voto (cioe' il suo assenso al partecipare al giochino in cui si eleggono delle oligarchie). Anzi, no, Wikipedia e' meglio della democrazia: non ho mai visto pignoratori di Wikipedia portare via i mobili a nessuno.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
trotzkij
Inviato: 6/10/2011 0:52  Aggiornato: 6/10/2011 1:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/9/2006
Da:
Inviati: 3704
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Occhio, che questa storia di Cicapedia.soros nasconde qualcosa di più grave e minaccioso. Leggasi le esortazioni (minacce) a firmare contro la 'legge bavaglio' e si veda chi le presenta:


Da: Avaaz.org

400,286 hanno firmato la petizione! Aiutaci a raggiungere il nostro obiettivo di 500,000 (1 minuto fa)
E’ vergognoso! E’ tornata l’infame “legge bavaglio” e il Parlamento potrebbe adottarla in qualunque momento: soltanto un enorme grido d’indignazione può fermarla.
La coalizione di Berlusconi è in frantumi, ma nel crollo si sta trascinando la sua maggioranza per portare a segno la “legge bavaglio”, che minerebbe sensibilmente il potere del nostro sistema giudiziario di combattere il crimine e la corruzione, e imporrebbe sanzioni draconiane contro editori, giornalisti e blogger. L’anno scorso abbiamo combattuto questa legge e abbiamo vinto. Anche questa volta dipende solo da noi: battiamoci con tutte le nostre forze per salvare la nostra democrazia!
Il bavaglio potrebbe diventare legge in ogni momento! Oltre 350.000 italiani stanno chiedendo al Parlamento di respingere la “legge bavaglio” e proteggere così la libertà di stampa: raggiungiamo ora le 500.000 firme! Clicca a destra per firmare e fai il passaparola con tutti quelli che conosci – la petizione sarà consegnata direttamente ai parlamentari durante ogni voto cruciale da ora fino alle prossime due settimane.

Alfano cancella Wikipedia
Il ddl "ammazza blog" non piace all'enciclopedia libera più grande del mondo che autosospende la versione italiana del sito. Ancora una volta, grazie a questo governo, diventiamo ridicoli agli occhi del pianeta. Questa legge è pericolosa. Va bloccata
Wikipedia sciopera. Questa è la notizia data in maniera giornalistica, Wikipedia sciopera in Italia e non nel resto del mondo, e sciopera perché sostanzialmente ritiene (difficile dargli torto) che il Ddl intercettazioni, quello ormai in fase di approvazione in Italia e in particolare la cosiddetta norma ammazza blog contenuta nel comma 29 che obbliga tutti i gestori di siti informatici alla rettifica entro 48 ore, a pena di una sanzione di oltre 12 mila Euro, sia incompatibile con la sua sostenibilità nel nostro paese. Ci sono naturalmente due livelli possibili di analisi della notizia: ce ne è uno più ironico, più ilare: stiamo facendo evidentemente ridere il mondo se un gestore di servizi, di contenuti on line che opera in oltre 200 paesi, chiude e è costretto a scioperare solo nel nostro paese. E poi ce ne è uno più serio: il comma 29 del Ddl intercettazioni a prescindere da quello che si è detto fin qui è una norma scritta da chi non ha chiaro come funziona la rete o come funzionano alcuni dei servizi di diffusione dei contenuti in rete .
C'è da ricordare che noi siamo anche l'unico paese nel quale 4 top manager di Google sono stati condannati per avere consentito a una ragazzina di postare un video che non avrebbe in realtà mai dovuto essere girato, ma che pure è stato girato in una scuola italiana, quindi alle originalità di questo paese quando si tratta di Internet, soprattutto quando si parla di informazione che corre su Internet, spiace dirlo ma cominciamo a abituarci .
Penso che questo DDL lo approveranno, certamente lo approveranno se le Ddl intercettazioni sarà blindato con il voto di fiducia, ma a prescindere da questo è il segnale culturale che stiamo dando al paese, quello che non può non preoccupare: nel resto del mondo si promuove l'utilizzo dei servizi Internet e dei servizi informatici per la diffusione dei contenuti ritenendolo uno strumento di democrazia, in Italia si va assolutamente nella direzione opposta, ovvero si rende quanto più difficile possibile la vita a chi vuole fare, a livello amatoriale, informazione on line mettendoci il proprio tempo, la propria passione e le proprie risorse economiche. A prescindere quindi da quale sarà poi il percorso e l'iter parlamentare del comma 29 del Ddl intercettazioni, poiché quello che è certo è che stiamo dando un segnale: meno blog ci sono, meno sereno sarà il blogger nel nostro paese e più siamo felici. Così la pensa, così la vede il governo, quanti sostengono il comma 29 nel in Ddl intercettazioni .
Sarebbe bello, naturalmente, se ci fosse un popolo di Indignados italiani già oggi. Indignados capaci di indignarsi davvero se un servizio di informazione libera come Wikipedia viene chiuso e in nome di un fatto di questo genere riempie le piazze. Forse più semplicemente possiamo iniziare a pensare a offrire a Wikipedia consorziando uomini di rete, blogger e magari anche Avvocati, l'assistenza legale della quale dovesse avere bisogno per difendersi dalle richieste di rettifica e delle loro conseguenze, è un po' come si è fatto in altri tempi per difendere le trasmissioni televisive più libere, è accaduto per esempio per Report di recente .

Guido Scorza Cadoinpiedi.it 5.10.2011

Assalto mondiale a Berlusconi: l’ombra di Soros dietro a un sito

In 2008, Canadian minister John Baird labeled Avaaz a "shadowy foreign organization" tied to billionaire activist George Soros. Other conservative Canadians, such as Ezra Levant, have identified Soros as an indirect supporter through MoveOn. Avaaz states the campaign in question was "exclusively run and funded by Canadians, and has been fully reviewed and registered as a legitimate third party by Elections Canada."
McLeans.ca

The Soros Media Power Grab

George Soros and the Corrupting Influence of Money

What is Avaaz

I complotti non esistono, ... tranne quando ci sono
PikeBishop
Inviato: 6/10/2011 0:52  Aggiornato: 6/10/2011 0:52
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
3 x 2 è uguale a sei.
Se una maggioranza di persone è convinta che faccia sette, questo non cambia che tre per due faccia sempre sei.
Ogni altra possibilità, semplicemente, è sbagliata.
Applicare il principio "democratico" alla conoscenza è una solenne fesseria.

Sono completamente d'accordo.

Peccato che altri non lo siano: gli scienziati.

Infatti, tranne cose autoevidenti per definizione come l'Aritmetica, la scienza moderna si sviluppa in modo simile alla democrazia. Leggere all'uopo The Structure of Scientific Revolutions di Thomas S Kuhn. E' cosi' che gli "scienziati" arrivano a difendere roba come "le calorie" o addirittura la medicina allopatica e le cure "legali" contro il cancro.

Anche qui, tutto sommato, Wiki e' piuttosto innocua: non ha mai avvelenato, sezionato o elettrificato nessuno.

Ora mi immagino che arriveranno gli zombie popperiani.... siete morti!

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
TAD
Inviato: 6/10/2011 1:23  Aggiornato: 6/10/2011 1:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Sul WEB non esiste: squillo di trombe per chiamare la cavalleria...

...perchè non vi è alcuna cavalleria.

~WÃSÐ Lifestyle~
anakyn
Inviato: 6/10/2011 1:27  Aggiornato: 6/10/2011 1:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Io continuo a non comprendere perchè, invece di scendere sul concreto e discutere solo e semplicemente di se e quanto sia corretta/scorretta la procedura con cui Wikipedia revisiona i propri contenuti, si preferisca effettuare parallelismi più o meno improbabili, ma soprattutto completamente astratti e fini a sè stessi, sull'aderenza con il concetto di "democrazia".

Che poi, visto che di concetti di democrazia ne esistono tanti quanti sono gli abitanti di questa terra, alla fine si lascia progressivamente sempre più in ombra la questione centrale, ovvero Wikipedia e come gestisce il suo bacino di informazioni, per discernere di democrazie varie.
Se non è avvelenamento da ideologia questo...

In altri termini: CHISSENEFREGA se è democratico o meno, e CHISSENEFREGA quanto lo è.
E' giusto o non lo è, coerentemente con quanto si propone di raggiungere? (ovvero libera diffusione di conoscenza) E perchè?


A mio parere è un sistema di controllo/revisione informazioni totalmente sbagliato e scorretto per almeno 3 motivi:
- privilegia la quantità sulla qualità (si diventa admin primariamente in base alla mole di impegno, più che alla qualità dei propri interventi)
- privilegia fattori formali rispetto a quelli sostanziali (un admin, anche se incompetente in materia, ha maggior voce in capitolo rispetto ad una persona competente ma non-admin)
- su materie scottanti, un gruppetto di pochi decide per tutti

Andrebbe bene per dirigere una catena di montaggio, dove c'è un capo che comanda e premia chi si impegna di più per dare il buon esempio; ma costruire un motore non è fare informazione.
Un enciclopedia necessita di ben altri principi.

Ed è vero che alla fine sono le persone a far rispettare le regole; ma in questo caso sono le regole stesse che fanno acqua da tutte le parti.
Quindi prima di pensare se gli admin sono o meno in grado di svolgere correttamente il loro compito, bisognerebbe fare in modo che questo problema non si ponga neppure, eliminando la figura dell'admin in quanto censore a senso unico del materiale, e promuovendo invece una figura di admin in quanto semplice gestore e mediatore. Anche in quel caso può svolgere male o con disonestà il proprio ruolo, ma quanto meno arrecherebbe assai meno danno al sistema.

bluorange
Inviato: 6/10/2011 1:39  Aggiornato: 6/10/2011 1:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/12/2009
Da: Bologna
Inviati: 65
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Ho provato a leggermi tutta la discussione, anche se è stata molto dura
Volevo solo dire che wikipedia l'ho sempre trovata reticente e lacunosa su molte cose, a differenza di quanto dicono in molti. Per quanto riguarda la "democrazia" al suo interno, non credo che sia applicata alla lettera se i meccanismi sono quelli che giustamente avete esposto. Solo un'altra cosa, personalmente di casi come quelli capitati a Massimo Mazzucco ne ho trovato svariati nelle mie ricerche...ci sarà un motivo...Saluti

PikeBishop
Inviato: 6/10/2011 2:01  Aggiornato: 6/10/2011 2:42
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
mio parere è un sistema di controllo/revisione informazioni totalmente sbagliato e scorretto per almeno 3 motivi:

Vediamo...
Citazione:
- privilegia la quantità sulla qualità (si diventa admin primariamente in base alla mole di impegno, più che alla qualità dei propri interventi)

Ohibo', la qualita' e' un concetto opinabile. Chi decide cosa e' giusto e cosa e' sbagliato? L'assemblea del Saggi di Agharti? Il Partito? Umberto Eco? Mio Cuggino?
In una struttura aperta come dovrebbe essere Wiki (e anche la Democrazia, anche se a te il paragone non piace a me si) ha piu' senso la quantita' che e', lo dice la parola stessa, quantificabile precisamente il che la rende appetibile a chi deve disegnarci un programma.

Citazione:
- privilegia fattori formali rispetto a quelli sostanziali (un admin, anche se incompetente in materia, ha maggior voce in capitolo rispetto ad una persona competente ma non-admin)

Di nuovo: i fattori formali sono immediatamente quantificabili, la sostanza oltre la forma non l'ha mai vista e quantificata nessuno.

Citazione:
- su materie scottanti, un gruppetto di pochi decide per tutti

E' la maniera in cui funziona tutto il nostro sistema. Qualcuno deve decidere e visto che non e' possibile che tutti (i collaboratori) decidano insieme (tante teste tanti cappelli) si limita il lumero secondo i parametri che hai indicato prima proprio per raggiungere una ed una sola scelta. Qualcuno in ogni caso ci rimettera' comunque, ma la decisione e' presa.

Il che e' vero se si pensa ai collaboratori, ma se si pensa a chi la legge (gratis) il discorso e' diverso. Su materie scottanti TUTTI DECIDONO PER LORO STESSI. Io ad esempio su alcune cose consulto Wiki, su altre non ci provo neanche. Anche quando la consulto non sono d'accordo su molte cose (come la pagina su Max) e posso decidere di NON prenderla come fonte. In ogni caso per approfondimenti mi rivolgo ad altri. Posso anche decidere che mi hanno rotto il cazzo e non andro' piu' sulla loro pagina.
In somma, IO DECIDO PER ME STESSO.

Si parlava di Democrazia invece perche' in democrazia, nonostante si usi esattamente il metodo di Wikipedia, io non posso decidere di ignorarli: sono parte del bestiame a loro assegnato, volente o nolente.

E oltretutto, di grazia, una Enciclopedia cosa diavolo sarebbe se non il libro in cui si raccolgono le versioni di un gruppo ristretto di persone?

L'enciclopedia moderna originale, quella di Diderot, non aveva forse delle finalita' politiche e dei punti di vista assolutamente parziali? L'enciclopedia piu' famosa del mondo di oggi l'Encyclopaedia Britannica, non ha forse un bias culturale e politico?
Un assaggio:

September 11 attacks, also called 9/11 attacks, series of airline hijackings and suicide attacks committed by 19 militants associated with the Islamic extremist group al-Qaeda against targets in the United States, the deadliest terrorist attacks on American soil in U.S. history. The attacks against New York City and Washington, D.C., caused extensive death and destruction and triggered an enormous U.S. effort to combat terrorism. Some 2,750 people were killed in New York, 184 at the Pentagon, and 40 in Pennsylvania (where one of the hijacked planes crashed after the passengers attempted to retake the plane); all 19 terrorists died (see Researcher’s Note: September 11 attacks ... (104 of 5606 words)

Chi sceglie chi contribuisce? Chi sceglie le informazioni? Chi controlla l'esattezza delle informazioni? Chi le da AUTORITA'????

Da dove arriva l'autorita' di qualsiasi cosa?

Da TE, sempre.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
gobbo
Inviato: 6/10/2011 2:29  Aggiornato: 6/10/2011 2:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2005
Da: Neverland
Inviati: 1347
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Ciao a tutti.

Rickard ha scritto:
Citazione:

La questione del DDL mi sembra la solita tempesta in un bicchier d'acqua che a breve andrà a far compagnia all'influenza aviaria, alla suina, alla vecchia legge sulle intercettazioni e ai tanti altri racconti di fantasia che vagano nell'etere italiota.

Cadrà nel dimenticatoio in modo che così qualche povero ingenuo idiota possa gridare alla vittoria contro il sistema, alla vittoria della "democrazia" contro la legge "liberticida" e assurdità assortite, e così potremo tutti brindare al ritorno in pompa magna di Wikipedia, più libera e partecipativa che mai.

Come la finta persecuzione contro Assange diede ancor più credito a Wikileaks, questa finta lotta di principi sortirà come unico effetto reale quello di dare ancora più lustro a Wikipedia. Spero di sbagliarmi, ma ne dubito, è un film già visto mille volte.



Sono completamente d'accordo con te.
Se il DDl è passato con la modifica che vale solo per i siti registrati secondo ecc,ecc, cioè non per i blog o i siti personali vedrai nel banner di testa di Wikipedia la scritta in grande "Abbiamo difeso la libertà dell'espressione in Italia. Grazie alla nostra lotta la legge è cambiata, ecc,ecc."

Redazione ha scritto:
Citazione:

Ora comunque smettiamola, anche perché non vorrei trasformare la discussione in una questione personale. Il problema di Wikipedia è molto più grande, il mio caso era soltanto un esempio.


Con tutto il rispetto Max, non ci doveva nemmeno essere una discussione come quella tra te, Fede e Dusty. Ammesso che Dusty ha fatto del ironia gratuita sul tuo concetto di democrazia, anche se io non sono dello stesso parere, da admin potevi anche rispondere che l'articolo non verte sui concetti di Mazzucco sulla democrazia ma su Wikipedia, stroncando sul nascere un OT che è proseguito anche troppo per i mie gusti.
Ti faccio questo appunto perché molte volte non da ultimo l'articolo su Ron Paul si parte per la tangente con i commenti fuoriluogo e complettamete OT. Ovviamente del programma di Ron Paul non fregava un tubo a nessuno visto che molti commenti erano disserzioni filosofiche sulla economia, democrazia e, tanto per non farci mancare niente, sull'anarchia. Cosa centravano con il suo programma lo sa solo dio nel alto dei cieli.
So che sei iperimpegnato con il nuovo film e ho pure letto che hai una giornata storta, forse è meglio che questo mio commento lo leggi domani.
Con rispetto

il gobbo

I LINK.VOGLIO VEDERE I LINK,PLEASE.
anakyn
Inviato: 6/10/2011 3:01  Aggiornato: 6/10/2011 3:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Pikebishop: le questioni sono molto semplici, e complicarle come hai fatto nel precedente commento non serve a nulla.
Nè serve a nulla forzare la logica.


Citazione:
Ohibo', la qualita' e' un concetto opinabile. Chi decide cosa e' giusto e cosa e' sbagliato?


La qualità rispetto alla quantità sarà pure opinabile in senso astratto, ma la questione è un'altra: ha senso che una persona non competente nella materia X, in virtù del semplice, seppur ingente, contributo offerto nelle materie Y e Z, abbia maggior voce in capitolo sulla materia X rispetto ad una persona poco attiva (su wikipedia) ma competente?
La domanda è semplice come lo è la questione: può avere una risposta altrettanto semplice, senza tirar fuori questioni di lana caprina?

E' così difficile distinguere un tizio che non capisce una fava di testate nucleari, ma che ci può metter becco per aver contribuito alla voce su foche monache e teorema di Pitagora, da un altro tizio che di testate nucleari ci azzecca, ma nella stesura del relativo argomento conta meno rispetto al tizio n° 1 perchè, ahilui, su foche monache e Pitagora (e qualsiasi altra voce di Wikipedia) non aveva niente da dire?
Spiegami ora cosa c'entrerebbe l'argomentazione che "la qualità è un concetto opinabile", se non a confondere le acque o ad esercitare una critica fine a sè stessa.


Citazione:
In una struttura aperta come dovrebbe essere Wiki (e anche la Democrazia, anche se a te il paragone non piace a me si) ha piu' senso la quantita' che e', lo dice la parola stessa, quantificabile precisamente il che la rende appetibile a chi deve disegnarci un programma.


Qui invece confondi, spero in buona fede, la "quantità di opinioni" espresse su un determinato tema, con la "quantità di interventi individuali" che su Wikipedia sembra fornire a ciascun utente un potere di censura/modifica direttamente proporzionale.
In una struttura aperta conta la quantità nel senso che l'opinione più rappresentativa (cioè quella con maggior "quantità" di persone che la esprimono) è quella che conta.
Anche in questo caso, non vedo che diavolo c'entri tale legittima accezione di "quantità", con l'accezione secondo cui sarebbe la quantità di interventi individuali a condizionare l'opinione che conta e quella che non conta.

Mi sembrano due concetti abbastanza antitetici, oltretutto, visto che uno tende ad esaltare un pensiero collettivo e l'altro invece si stringe verso numeri molto più limitati.


Citazione:
Citazione:

- su materie scottanti, un gruppetto di pochi decide per tutti


E' la maniera in cui funziona tutto il nostro sistema. Qualcuno deve decidere e visto che non e' possibile che tutti (i collaboratori) decidano insieme (tante teste tanti cappelli) si limita il lumero secondo i parametri che hai indicato prima proprio per raggiungere una ed una sola scelta.


Ma manco per sogno, che "tutto il nostro sistema" (solita definizione fumosa e generica dove si può inserire tutto ed il contrario di tutto, e dunque affermare tutto ed il contrario di tutto) funziona in modo che pochi decidano per tutti.
Certo, gran parte di ciò che ci circonda funziona così. Non tutto però, e non sempre. E soprattutto: esistono alternative, e vengono persino praticate.

Perchè mai non sarebbe possibile che tutti i collaboratori decidano assieme, scusa?
Mica devono alzare la manina in contemporanea eh, basta fare un sondaggio/votazione indicando un limite di tempo per votare/esprimersi e poi tirare le somme.
Nei referendum, giusto per tornare al confronto wikipedia/sistema politico che pare essere così caro, non decidiamo forse "tutti assieme"?

O per scendere nuovamente sul concreto: in una comunità P2P che frequentavo diverso tempo fa in qualità prima di semplice utente e poi di moderatore, buona parte delle questioni su cui decidere veniva effettivamente discussa fra Mod e Staff (responsabili del sito), ma le scelte più importanti, quelle cioè che coinvolgevano l'intera utenza in maniera diretta, venivano non solo discusse in pubblico, ma prese in base ad una votazione altrettanto pubblica ed alla quale potevano partecipare tutti gli iscritti.
E per ogni moderatore furbetto che ogni tanto proponeva di risolvere faccende delicate "in casa" (cioè nel ristretto cerchio dei Mod), ce n'erano altri 10 che spingevano affinchè venisse interpellata l'intera utenza (dove ogni voto valeva come quello di chiunque altro).

Quindi col cavolo, che "funziona tutto così".
"Funziona tutto così" solo se si ha l'interesse a farlo funzionare così.
Se c'è gente in gamba ed onesta a gestire la baracca, funziona anche in altro modo.
Nella gestione di Wikipedia italia mi vien da pensare che la gente in gamba ed onesta scarseggi.

PikeBishop
Inviato: 6/10/2011 6:21  Aggiornato: 6/10/2011 6:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
ha senso che una persona non competente nella materia X, in virtù del semplice, seppur ingente, contributo offerto nelle materie Y e Z, abbia maggior voce in capitolo sulla materia X rispetto ad una persona poco attiva (su wikipedia) ma competente?

Complimenti per avere sorvolato completamente le mie osservazioni sulla Britannica. Quel che tu imputi a Wikipedia e' grossomodo quel che succede in qualsiasi altra enciclopedia dove editori che non sono oniscienti decidono sulla scomparsa o meno di voci o sul loro dimensionamento a prescindere dalle loro competenze specifiche. E' chiaro che in ogni struttura esistente esistono i dirigenti che in genere sono li' per ragioni che nulla hanno a che fare con la competenza e neanche loro sono onniscienti. Nel panorama mondiale di organizzazioni varie - soprattutto le enciclopedie - il sistema di Wikipedia non e' nemmeno quello piu' spregevole ed e' piuttosto trasparente, pure.

Che si possa fare di molto meglio e' quasi sicuro, come qualcuno ha qui brillantemente proposto, ma sembra che tu viva nel paese dei balocchi, altro che domanda semplice.

Citazione:
Mi sembrano due concetti abbastanza antitetici, oltretutto, visto che uno tende ad esaltare un pensiero collettivo e l'altro invece si stringe verso numeri molto più limitati.

E allora di cosa ti lamenti?

Citazione:
Nei referendum, giusto per tornare al confronto wikipedia/sistema politico che pare essere così caro, non decidiamo forse "tutti assieme"?

No, la maggioranza decide in un senso piuttosto che nell'altro: non c'e' garanzia verso l'individuo e soprattutto non c'e' garanzia che la maggioranza non sia formata da coglioni che non sanno quel che si fanno.

Citazione:
votazione altrettanto pubblica ed alla quale potevano partecipare tutti gli iscritti.

Meraviglioso.
Stupendo.
E se la maggioranza aveva torto? Che differenza c'e' con Wikipedia, dove e' una minoranza di attivisti che hanno dimostrato il loro interesse e la loro competenza i qualche campo? La maggioranza ha piu' ragione di loro? Che differenza fa QUALITATIVAMENTE avere una maggioranza di gente di cui non e' data sapere la competenza prendere decisioni per tutti gli altri piuttosto che una minoranza che ha provato competenze di qualche tipo? Non un granche'.
E, se vuoi saperla tutta, il secondo modo di governo da piu' affidamento, per sbagliato che sia, comunque.

Citazione:
Quindi col cavolo, che "funziona tutto così".

Si, a volte funziona anche peggio, come egregiamente il tuo esempio fa notare: d'altronde basta vedere la storia dei referendum per capire che fantastico sistema sia la democrazia diretta. Meglio, molto meglio, vivere sotto un regime di tipo Abissino, almeno sai da che parte tira il vento e puoi prendere provvedimenti per tempo.
Viva il Negus ed i Ras.

Citazione:
Se c'è gente in gamba ed onesta a gestire la baracca, funziona anche in altro modo.

Ora dimmi, caro: se uno e' in gamba ed onesto, secondo te, come fa ad arrivare a gestire qualsiasi baracca in un sistema democratico? Non scervellarti: e' impossibile, come dimostrato da tutte le votazioni del mondo. Sempre che si sappia che cosa vuol dire in gamba e onesto: per alcuni il vostro Presidente e' in gamba e onesto, per altri il nostro Primo Ministro e' in gamba e onesto, per altri ancora Attivissimo e' in gamba ed onesto.

Questa e' la favola piu' idiota mai sentita nella storia del mondo: ci vuole l'uomo del destino, quello in gamba e onesto. Non e' il potere di imporre agli altri qualcosa che loro non desiderano ad essere sbagliato: se solo ci fosse qualcuno in gamba ed onesto le cose andrebbero per il verso giusto. Si, e gli asini volerebbero, anche.

Wikipedia e' una organizzazione che se non piace :
1. non la si consulta
2. men che meno si partecipa
3. se si hanno idee migliori e si e' "in gamba ed onesti" se ne fonda un'alternativa.

Ora, se ne puo' dire peste e corna, ed a ragione, come fa Max che ne e' scottato personalmente, ma questi tre punti rimangono scolpiti nella roccia.

Invece c'e' questa voglia, da parte di quelli del "ce ne vorrebbe uno in gamba ed onesto" di rendere obbligatoria qualsiasi cosa perche' deve essere come dicono i sostenitori dell'efficenza e dell'onesta'. Peccato che quelli che hanno sempre in bocca l'onesta' in genere siano delinquenti e quelli che hanno sempre in bocca l'efficenza non lavorino un granche'.

La gente onesta ed in gamba e' scarsa per definizione.

Wikipedia non fa eccezione e qualsiasi organizzazione che abbia una portata simile come minimo aderisce alla trafila studiata dal Prof. Parkinson, se non cade preda del Soros della situazione.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Jurij
Inviato: 6/10/2011 6:39  Aggiornato: 6/10/2011 6:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Dusty
Citazione:
Democrazia = potere alla maggioranza che può decidere a suo piacimento sulla minoranza.
Mi pare che wikipedia implementi nei fatti benissimo questo principio, puoi forse dimostrarmi il contrario?

Si, ma la maggioranza di tutti , non solo degli “eletti”, quindi cosa molto diversa da "sta .... di wikipedia".

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
fiodenamig
Inviato: 6/10/2011 6:43  Aggiornato: 6/10/2011 6:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/5/2011
Da:
Inviati: 332
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
PER CHI NON SAPPIA COME WIKIPEDIA FUNZIONI SUL SERIO:

QUI LUI HA SINTETIZZATO TUTTO
http://www.youtube.com/watch?v=-K9Of80kYcE

DIFFONDETE IL MESSAGGIO!!!

Jurij
Inviato: 6/10/2011 6:46  Aggiornato: 6/10/2011 6:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
DrHouse
Citazione:
Wikipedia non ha niente a che vedere con la democrazia. E neppure con l'opinione della maggioranza. È semplicemente la voce del padrone.

Che cosa si può aggiungere …. Complimenti.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
anakyn
Inviato: 6/10/2011 11:41  Aggiornato: 6/10/2011 11:44
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Che si possa fare di molto meglio e' quasi sicuro, come qualcuno ha qui brillantemente proposto, ma sembra che tu viva nel paese dei balocchi, altro che domanda semplice.


Eccolo qui, bravo: si può far di meglio.
Il nocciolo è qui perchè è di questo che si discute, o almeno è di questo che volevo discutere io; non di paesi di balocchi come vuoi far credere.
Ancora una volta: non complicare il semplice.


Citazione:
Citazione:

Mi sembrano due concetti abbastanza antitetici, oltretutto, visto che uno tende ad esaltare un pensiero collettivo e l'altro invece si stringe verso numeri molto più limitati.


E allora di cosa ti lamenti?


Prendi in giro?

Mi lamento del fatto che, nel commentare il concetto di "quantità" DA ME espresso, tu l'abbia fatto prendendo in considerazione un concetto di quantità COMPLETAMENTE DIVERSO da ciò che intendevo io, ed antitetico.

Forse adesso è più chiaro, di cosa mi stavo lamentando.


Citazione:
Citazione:

Nei referendum, giusto per tornare al confronto wikipedia/sistema politico che pare essere così caro, non decidiamo forse "tutti assieme"?


No, la maggioranza decide in un senso piuttosto che nell'altro: non c'e' garanzia verso l'individuo e soprattutto non c'e' garanzia che la maggioranza non sia formata da coglioni che non sanno quel che si fanno.


La questione non erano le "garanzie verso l'individuo" nè la certezza che la maggioranza decida per il giusto; la questione, per come l'avevo posta io e sulla quale tu hai inizialmente replicato, era capire se è davvero INEVITABILE ("funziona tutto così" l'hai scritto tu, ed è una solenne minchiata) che un gruppo di pochi decida per molti.

E la risposta è NO, non è inevitabile.

Il resto sono voli pindarici che ti lascio volentieri.


Citazione:
E se la maggioranza aveva torto? Che differenza c'e' con Wikipedia, dove e' una minoranza di attivisti che hanno dimostrato il loro interesse e la loro competenza i qualche campo? La maggioranza ha piu' ragione di loro? Che differenza fa QUALITATIVAMENTE avere una maggioranza di gente di cui non e' data sapere la competenza prendere decisioni per tutti gli altri piuttosto che una minoranza che ha provato competenze di qualche tipo? Non un granche'.
E, se vuoi saperla tutta, il secondo modo di governo da piu' affidamento, per sbagliato che sia, comunque.


Sia ben chiaro: se dovessi scegliere un sistema con il quale sottoporre a revisione i contenuti di un'enciclopedia "libera", non sceglierei nè una decisione affidata ad un gruppetto limitato nè la dittatura della maggioranza.
Qualche commento più in alto un utente, non ricordo il nome, aveva proposto una strategia partendo da un'ottica di sviluppo software, e tra la varie proposte lette fin qui mi è parsa sinora la più brillante, perchè valorizzava sia l'impegno, sia la competenza individuale attraverso un sistema di rating a cui tutti potevano partecipare.

Ma tra due metodi entrambi lacunosi, quello di affidare decisioni delicate ad un ristretto n° di persone che possono avere voce in capitolo indipendentemente dalla loro competenza sulla questione (il che, in un'enciclopedia, è un'abominio) mi sembra ben peggiore rispetto alla sicuramente semplicistica, ma quantomeno equa, votazione "popolare".



Citazione:
Ora dimmi, caro: se uno e' in gamba ed onesto, secondo te, come fa ad arrivare a gestire qualsiasi baracca in un sistema democratico? Non scervellarti: e' impossibile, come dimostrato da tutte le votazioni del mondo. Sempre che si sappia che cosa vuol dire in gamba e onesto: per alcuni il vostro Presidente e' in gamba e onesto, per altri il nostro Primo Ministro e' in gamba e onesto, per altri ancora Attivissimo e' in gamba ed onesto.

Questa e' la favola piu' idiota mai sentita nella storia del mondo: ci vuole l'uomo del destino, quello in gamba e onesto. Non e' il potere di imporre agli altri qualcosa che loro non desiderano ad essere sbagliato: se solo ci fosse qualcuno in gamba ed onesto le cose andrebbero per il verso giusto. Si, e gli asini volerebbero, anche.


Altri voli pindarici per affermare tutto e niente, ma soprattutto che tutto è una merda e tale resterà.
Questa strategia di buttare tutto in merda, che "tanto è tutto così e credi forse che cambierà qualcosa?", è tra gli atteggiamenti più deleteri e più diffusi che io abbia letto in questi anni su Luogocomune.
Ma è perfetto per ritenere che "io ho capito tutto e gli altri credono nelle favole".
Contento tu.

Di "uomo del destino" hai parlato tu, non metterlo in bocca a me perchè non ha nulla a che vedere con ciò che penso.
Io ho parlato di un gruppo gestionale complessivamente composto da una maggioranza di persone in gamba ed oneste. Robe che ogni tanto esistono persino nel nostro "sistema", anche se probabilmente la notizia ti fa saltare sulla sedia.

Mai fatto riferimento al singolo, e mai scritto che l'intero gruppo gestionale sia composto da gente in gamba ed onesta. Anzi, ho pure fatto riferimento ad alcuni "furbetti" che cercavano di svicolare, ed a volte ce l'hanno pure avuta vinta.
Le "favole idiote" sono tutte nella tua testa, e spero che rimangano lì.

Facile storpiare il pensiero altrui per metterlo in ridicolo, vero?

florizel
Inviato: 6/10/2011 12:30  Aggiornato: 6/10/2011 12:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
nygandy

Citazione:
Music mi parli di un'oligarchia di admin che fanno il cazzo che gli pare di wikipedia e me la spacci per democrazia?


Non per infierire, ma ti risulta che l'applicazione di un sistema "democratico" molto simile a quello che regola l'attuale società sia qualcosa di diverso dalla gestione da parte di un'oligarchia?

Il punto che non si riesce a mettere a fuoco è esattamente quello esposto da Rickard: la funzione di wikipedia è quella di normalizzare determinate opinioni, e di riportare ogni contenuto a parametri prestabiliti.

"onde evitare "fughe di cervelli" verso lidi pericolosi ed "eversivi" e al contempo essere per internet ciò che i media mainstream sono per la realtà fisica del mondo: la bocca dalla quale esce la versione ufficiale di tutto lo scibile umano; dalla energia orgonica alla cure per il cancro, a Kennedy, al 9/11, ai bitcoin, alla fusione di Rossi-Focardi e così via, fino alla completa neutralizzazione delle voci non allineate."

In questo senso, il parallelo con le dinamiche della propaganda della democrazia come forma di governo ci sta tutto. Eccome.
Oppure, non ci si è MAI chiariti del tutto sul termine.

Citazione:
Democrazia giusto o sbagliato che sia è "una testa, un voto"


Stavo per fare una battutaccia, ma lascio andare...


Rickard

Citazione:
La questione del DDL mi sembra la solita tempesta in un bicchier d'acqua che a breve andrà a far compagnia all'influenza aviaria, alla suina, alla vecchia legge sulle intercettazioni e ai tanti altri racconti di fantasia che vagano nell'etere italiota.

Cadrà nel dimenticatoio in modo che così qualche povero ingenuo idiota possa gridare alla vittoria contro il sistema, alla vittoria della "democrazia" contro la legge "liberticida" e assurdità assortite, e così potremo tutti brindare al ritorno in pompa magna di Wikipedia, più libera e partecipativa che mai.


Straquoto. Anche in termini meramente "politici", la tecnica della battaglia contro l'assurdo e contro le restrizioni più estreme è ormai uno standard atto a dare l'impressione che QUEL POCO (e pessimo) elargito sia il MEGLIO che esiste.
Ed i pesci abboccano.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Infettato
Inviato: 6/10/2011 12:58  Aggiornato: 6/10/2011 12:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
*fiodenamig Nel video che hai postato e che condivido c'è un piccolo errore veniale, o almeno credo, provo a spiegarmi: Quando fai una ricerca sul tuo motore, mettiamo per esempio google, trovi le pagine anche in base alle ricerche precedenti e nel caso di wiki nei siti più cliccati, (ammesso che sia valido il mio discorso). E' un po' come l'adsense del sito, se si parla di banche (magari maledicendole) ti esce fuori la pubblicità della findomestic. Oltretutto mi sembra che qualsiasi ricerca si faccia, sia agganciato con la pubblicità che puntualmete ti mandano sull'indirizzo email, fateci caso. Insomma era per dire che ce la ritroviamo molto spesso davanti non "perchè è di sistema", ma perchè è utilizzata molto.Unico appunto.

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
Ettore
Inviato: 6/10/2011 13:48  Aggiornato: 6/10/2011 13:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/9/2004
Da:
Inviati: 649
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
CHISSA' PERCHE' ma ho la sensazione che se andate a leggere il mio ultimo post qui sopra, forse, vi farete due risate !!


Ettore


Floh
Inviato: 6/10/2011 14:54  Aggiornato: 6/10/2011 14:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
« Per le trasmissioni radiofoniche o televisive,
le dichiarazioni o le rettifiche
sono effettuate ai sensi dell’articolo 32 del
testo unico dei servizi di media audiovisivi
e radiofonici, di cui al decreto legislativo
31 luglio 2005, n. 177. Per i siti informatici,
ivi compresi i giornali quotidiani e
periodici diffusi per via telematica, le
dichiarazioni o le rettifiche sono pubblicate,
entro quarantotto ore dalla richiesta,
con le stesse caratteristiche grafiche, la
stessa metodologia di accesso al sito e la
stessa visibilità della notizia cui si riferiscono
»;

La frase aggiuta nella modifica del DDL non mi pare che possa escludere i blog ma semplicemente vuole specificare che tra i siti informatici - per cui anche blog e siti come LC - sono comprese anche le testate giornalesitiche online.

"Ivi compresi i giornali quotidiani e
periodici diffusi per via telematica"

Nulla nella legge segnala che i blog sono esclusi dalla definizione di sito informatico.

Con questa legge si vuole impedire che quelle poche inchieste come il Nigergate possano venire pubblicate sui quotidiani.
Giuseppe D'Avanzo docet.

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
Kenshiro
Inviato: 6/10/2011 15:18  Aggiornato: 6/10/2011 15:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/5/2010
Da: Croce del Sud
Inviati: 318
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Quindi,se ho capito bene,appena passerà il decreto sparirà tutto quello che dà fastidio (sopratutto ai poteri forti) sul web?

Per esempio sparirà QUESTO articolo dove l'ultimo vincitore del grande fratello si rifiuta di comparire in Tv anche a costo di pagare una penale,perchè (UDITE,UDITE!):

“Come ho detto in radio mi sento come un gladiatore nel Colosseo al tempo dei romani: utile per distogliere le persone dalle tematiche sulle quali realmente dovrebbero concentrarsi. Politica e economia“.

Non ci posso credere: il vincitore del grande fratello che dice una cosa del genere!
Mi sembra un accusa piuttosto pesante,che i vertici di mediaset non apprezzeranno proprio......ma tanto adesso papà Silvio metterà tutto a posto con sforbiciate qua e la per il web!!!

Mondo marcio!!!
audisio
Inviato: 6/10/2011 15:19  Aggiornato: 6/10/2011 15:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Floh, quello è il vecchio testo.
Ieri, hanno da una parte inserito l'emendamento
ammazza intercettazioni (se uno verrà arrestato
a causa del contenuto di un'intercettazione, i
media non potranno spiegare perchè è stato
arrestato), dall'altra hanno cassato l'ammazzablog.
L'obbligo di rettifica resta per i giornali on line, ma
non vale più per blog e pagine personali.
Massimo non sembra averlo capito ma avrebbe passato
le sue giornate a pubblicare rettifiche, pena multe salate.
E il testo non faceva alcun riferimento alla fondatezza o
meno di quanto asserito.
In sostanza, Piero Angela ti avrebbe chiesto di pubblicare
una sua smentita e tu avresti dovuto farlo, col giusto risalto,
per tutte le centinaia di volte in cui è stato citato in questo sito.
E anche se a citarlo ero io e non direttamente massimo.
Praticamente, la fine di Internet così come la conoscevamo,
pensate solamente all'appesantimento di pagine...
Ma ovviamente non conveniva a nessuno uccidere la rete, tanto
non ha ancora massa critica, ma il tutto è solo rimandato...

Calvero
Inviato: 6/10/2011 15:40  Aggiornato: 6/10/2011 17:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
_____________
_______
_


.. è proprio qui, invece, che Massimo dovrebbe scrivere - VI AMO voi di LC, il risentimento, che rispetto ed è condividibilissimo, non è propriamente indirizzato:

_________

Ma sì va per ordine, o si tenta (difficile in questo parapiglia).

Questo Topic avrebbe dovuto titolarsi - LO SPECCHIO

GIA'

Mille "immagini" riflesse corrono nei cuori e nelle idee (ma anche ideologie, ahimè) degli utenti tutti.

L'immagine del mondo che si riflette nella Neo-lingua che sublima il suo attacco, proprio attraverso la più grande operazione alchemica di tutti i Tempi: la trasmutazione della cultura in curiosità da bimbi-minkia.

Si prenda, così a caso, un NOVELLA 2000 et simili rotocalchi da Gossip; si vada su un altro pianeta di una galassia lontana, li si getti nel brodo primordiale di quel mondo in evoluzione e, dopo due miliardi di anni, da quei rotocalchi si vedrà evoluta, come per magia, una nuova entità. Wikipedia farà la comparsa nell'Universo.

Ma la Madonna (e anche addolorata per giunta) - chi siamo mai divenuti in questi tempi sì convulsi, sì pateticamente schematizzati, dove, sepolti in loculi, l'uomo si indottrina invece che comprendere, dove il surrogato diviene alimento e la Sapienza, democrazia ? ci sarebbe da ridere, se la collettività moderna sapesse realmente vivere l'ironia della Vita e sapesse dirsi addosso: ragazzi, ma dove cazzo stiamo andando? ma non siamo pronti ..


... e già! poco conta che pochi hanno odorato (grazie anche a quello strumento del Demonio chiamato Scuola Pubblica) quanto un periodo ellenico e poi rinascimentale siano stati la traccia Vivificante di un monito per un futuro a venire, che non solo di moniti non vuol saperne ma, bensì, si spinge più in là...

... vorrebbe vivificarsi (il nostro mondo moderno) sulle impalcature, invece che nell'amore della cultura. Che se la Cultura fosse cosa senziente, di fronte a questa bestemmia Orwelliana chiamata Wikipedia, sarebbe fuggita per altre galassie alla ricerca di forme di vita intelligenti.

____

Ma poi... ho sentito Massimo lamentare un dispiacere nell'animo. Che dire? io, of course, parlo attraverso quello che il mio cervelletto e il mio cuore percepiscono, e questo percepisco...

.. che la difesa e l'onore più alto reso a Te (quindi a LC, come tu giustamente intendi e "trascendi") sono quel mare di contributi con cui gli utenti, negli anni, hanno fatto girare insieme alle loro rotelline e al loro cuore nei più svariati argomenti. Quando le persone così si dedicano, stanno facendo la cosa più bella ...

.. poiché gli osservatori esterni e non, e le persone che hanno voglia di mettersi in discussione, apprendono che solo chi ha amore e Spirito Libero può impegnarsi in un posto dove una "Redazione" è fondamentalmente quello spirito Libero che altri si sognano o possono mirare, forse, soltanto col binocolo. Credo che il sostegno sia qualcosa che ha un percorso sotto la pelle dei Post...

.. e i semi, le scintille, servono a incendiare nel tempo ciò che di importante è da venire. Noi non siamo degli sputa-fuoco. Domandiamoci sempre: stiamo seminando da spiriti liberi?

Wiki Wiki Wiki OH MY GOD

.. finalmente per occhi sani, e per orecchie pulite, si può comprovare l'ennesimo riflesso del mondo democratico e delle sue altisonanti blasfemie.

Nessuno si vuole più guadagnare realmente un percorso, sia esso culturale, sia esso di reale informazione, sia esso di posizioni che vogliono sanare l'esistenza umana.

Più chiaro di così! si accettano delle "verità" poiché recintate dai pastori/admin che nel nome dell'enciclopedia libera, possono farti scegliere ciò che si arroga un diritto di maggioranza ...come se questo potesse mai avere a che fare con un discorso qualitativo e rispettoso di un principio realmente liberale.

Wikipedia sublima alla perfezione la passività del gregge umano che, con l'erba a portata di Click, può amare "cotanto ben di Dio" e dire...

.. anche oggi ho brucato

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
redna
Inviato: 6/10/2011 16:05  Aggiornato: 6/10/2011 16:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: Wikipedia Italia: da quale pulpito?
Citazione:
Wikipedia non ha niente a che vedere con la democrazia. E neppure con l'opinione della maggioranza. È semplicemente la voce del padrone.


e così lesta lesta
Wikipedia riapre i battenti


Il 4 ottobre, Wikipedia in lingua italiana aveva infatti deciso di oscurare momentaneamente le proprie voci per protestare contro la cosiddetta “legge Bavaglio”, che avrebbe rischiato di comprometterne il servizio. La decisione di Wikipedia sicuramente non aveva causato la gioia dei più, anche se c’è stato chi ha dichiarato di fregarsene. Comunque, di fronte alle reazioni infuriate di gran parte della comunità di internet, sono stati proposti degli emendamenti che escluderebbero Wikipedia e i blog dal decreto. E’ per questo motivo che l’enciclopedia on line ha deciso di riaprire, almeno momentaneamente.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
florizel
Inviato: 6/10/2011 16:09  Aggiornato: 6/10/2011 16:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
"Wikipedia sublima alla perfezione la passività del gregge umano che, con l'erba a portata di Click, può amare "cotanto ben di Dio" e dire...
.. anche oggi ho brucato"


GRANDIOSO.

E a proposito di operazione alchemica:

WIKIPEDIA: una biblioteca libera?

"Il considerevole aumento delle sue entrate economiche grazie alle donazioni di fondazioni d’ispirazione neoliberali come quella di George Soros e di multinazionali come la Microsoft, insieme ai metodi abusivi da parte dell' elite del suo volontariato, hanno trasformato la biblioteca in un altro strumento di propaganda del “pensiero unico”.

(...)

Come abbiamo visto, Wikipedia è mantenuta in gran parte da grandi donatori. Sono tutti aziende o fondazioni anglosassoni, queste ultime vincolate ad azionisti e dirigenti di grandi corporazioni statunitensi (General Motors, CBS,….) e che quindi, anche se promuovono opere benefiche, non possono non essere influenzate dalla loro visione del mondo e del loro interesse per mantenere un sistema capitalista che così buoni risultati li ha dato.

(...)

Si potrebbe pensare che l’ideologia dei donatori non influisce nella linea editrice dell' enciclopedia, ma è qualcosa di altamente improbabile e non crediamo che sia casuale che Wikipedia oggi, su temi caldi come lo è il genocidio palestinese o il colpo di stato in Honduras, mantenga una linea editoriale chiaramente conservatrice che in nessun caso non disapprovano i suoi principali donatori.

(...)


La maggior parte degli articoli di Wikipedia non sono oggetto di discussione. I peggiori e meno neutrali articoli di Wikipedia in spagnolo sono quelli che si riferiscono al movimento sionista e, recentemente, ai processi rivoluzionari in America Latina.

L’azione dei bibliotecari sembrerebbe essere coordinata dal Ministero degli Esteri Israeliano, che organizza apertamente campagne di volontariato in tutto il mondo per migliorare l’immagine dello Stato d’ Israele in Internet. Per verificare quanto tendenziosa è la informazione sulla Palestina basta entrare alla pagina di Wikipedia dedicata a Rachel Corrie, attivista statunitense che fu assassinata nel cercare di evitare la demolizione di una casa palestinese per mano dell’esercito israeliano, di fatto così è descritto nell’enciclopedia in inglese, ma, se si consulta la pagina in spagnolo viene presentato l’assassinio come una morte giustificata e la sua resistenza pacifica come una azione di complicità con il terrorismo.

(...)

Altre fonti dicono che Corrie è andata per interferire in un' operazione militare per demolire una casa vuota usata per nascondere uno dei tunnel usati dai terroristi. Non si tratta di un errore, l’articolo è stato discusso fino alla sazietà e i bibliotecari hanno imposto questo testo definitivo.

(...)


L’espulsione senza motivo apparente di bibliotecari e utenti è stata denunciata dalla pubblicazione “The Register”, che scoprì una mailing list occulta attraverso la quale un ridotto gruppo di amministratori prendevano decisioni sui contenuti al margine della comunità, accordandosi sull’espulsione degli utenti che ostacolavano i loro piani.
...
Ma questa teorica neutralità è minata da molteplici fattori: le motivazioni dei padroni della fondazione, dalle fondazioni e aziende che con le loro donazioni sostengono il progetto e, per ultimo, per le ideologie di chi esercita il potere sulle entrate e gli utenti di Wikipedia. Alla fine, la denominata enciclopedia libera, non è altro che un riflesso della società che si sviluppa, essa plasma in internet, gli stessi conflitti del mondo reale, le stesse relazioni di potere e gli stessi vincitori.
"


Si sta parlando, ovviamente, della wikipedia TUTTA, non distintamente della sua edizione italiana. Però, se è vero che la sua funzione è anche propagandistica (e mi pare che su questo ci siano elementi eloquenti a definirla tale) cosa ci vieta di pensare che anche questa "battaglia" tutta italiota non sia la riproduzione internettiana di meccanismi politici in atto?

Suggerimento: leggersi l'articolo per benino non può che chiarire le idee, a tutti.
Ma a qualcuno in particolare.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
audisio
Inviato: 6/10/2011 16:20  Aggiornato: 6/10/2011 16:20
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Scusate, non ho capito qual è la materia vera del
contendere.
Se è wikipedia, nun me ne può fregare di meno.
Se è la legge ammazzablog ora stoppata, allora è un altro
discorso e non vedo cosa c'entra wikipedia che io detesto,
anche se come tutti a volte l'ho usata.
Vogliamo forse fare come il mitico Tafazzi, manganellarci le
palle, ossia auspicarci che una legge liberticida ammzazzi la
rete perchè così chiude anche l'odiata wiki?
Attendo risposte...

vuotorosso
Inviato: 6/10/2011 16:47  Aggiornato: 6/10/2011 16:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Attendo risposte...


Ciao Audisio,
Ti do la mia di risposta sul contendere: non c'e' contendere.
L'articolo non contende niente, fa solo notare, e lo fa anche perche' vissuto in prima persona da Massimo, come un sito che ha uno statuto, con delle limitazioni, con un codice etico, con chiare direttive redazionali, trascenda spesso i paletti che si e' dato.
Questo lo fa quando esprime giudizi o si riferisce a documenti nel cui statuto dichiara non utilizzabili.

Usando invece questi metodi che vanno contro le proprie linee guida ( ) e' andato a cozzare con il ddl in questione, e cio' avrebbe provocato una notevole mole di correzioni da fare in tempi ristrettissimi su una quantita' di materiale, spesso frammentato, quasi impossibile da realizzare nelle 48 ore previste dalla segnalazione della "parte lesa": e le parti lese si tengono nel cassetto a portata di mano i riferimenti che ritengono opportuni, e se tutti le avessero tirate fuori a ddl passato, wikipedia non sarebbe riuscita a mettere a posto tutto, e sarebbe finita in gravi castighi finanziari.

Di li la decisione di sfruttare la massa via privazione temporanea che ripeto, non e' cio il decreto prevede, ma cio che succede se non lo rispetti e viene segnalato. come al soilto, un po di paura fa smuovere le persone e come avrai avuto modo di vedere su fb la mobilitazione e' stata immediata quanto acritica ...

Poi la discussione, come spesso accade, si e' sviluppata ed ha preso altre strade, cercando di analizzare i motivi per cui si e' arrivati alla condizione di blocco del sito, e a chi ha deciso di farlo. Di li sono nate le varie idee e posizioni sulla "struttura di comando"e quindi i discorsi tra Massimo, MusicBand e Dusty.

L' IT puro dovrebbe essere sulle motivazioni del gesto di wikipedia, ma le derive non e' detto ceh siano sempre degli OT, anzi, spesso sono molto interessanti per comprenderci un po di piu, vedi post di Calvero su " LO SPECCHIO" .

Ciao

VR

Giano
Inviato: 6/10/2011 16:55  Aggiornato: 6/10/2011 16:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: Wikipedia Italia: da quale pulpito?
Emendamento salva-blog alla Camera
Il nuovo emendamento Cassinelli limita l'obbligo di rettifica ai siti di testate registrate secondo la normativa sulla Stampa. E promette di salvare i blog, se il Governo non porrà la Fiducia prima della sua approvazione

Roma - Il nuovo emendamento Cassinelli, approvato dal Comitato dei Nove della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati, che va a modificare il comma 29 che riguarda la disciplina relativa alla Rete, distingue tra siti non professioni e testate online registrate nel caso di obbligo di rettifica: limitandola ai "giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica e registrati ai sensi dell'articolo 5" della legge sulla stampa (l. 47/1948).

Se fosse effettivamente questo il contenuto dell'emendamento, sembrerebbe disinnescare il rischio di una norma ammazza-blog.

Per diventar parte del ddl intercettazioni deve essere ora discusso e approvato dalla Camera. Ma per avere il tempo di farlo il Governo non deve prima mettere la fiducia sull'intero testo, fatto che sarebbe necessario per blindare altri aspetti del disegno di legge fortemente contestati, e in particolare le parti da ultimo emendate e che introducono il divieto di pubblicazione delle intercettazioni fino all'"udienza filtro", situazione che ha causato l'abbandono dell'incarico di relatrice della Commissione Giustizia da parte di Giulia Bongiorno (Fli).

http://punto-informatico.it/3294736/PI/News/emendamento-salva-blog-alla-camera.aspx

Cassinelli precisa in cosa consiste la modifica:
Il mio primo emendamento, già da diversi giorni depositato alla Camera - spiega Cassinelli - prevede termini allungati e sanzioni ridotte per i siti amatoriali.
Questa nuova versione, che ha avuto il sostegno degli Onorevoli Contento e Costa, e che il comitato dei nove potrebbe fare propria, invece, li esclude tout court dall'obbligo di rettifica, mantenendolo solo per le testate registrate".

http://www.hi-techitaly.com/news/varie/5432-ddl-intercettazioni-cassinelli-pdl-presenta-lemendamento-salvablog-aggiornato.html

audisio
Inviato: 6/10/2011 17:05  Aggiornato: 6/10/2011 17:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Dunque siamo ancora a rischio:
se passa la fiducia, e quindi il vecchio testo in blocco,
in breve tempo vedremmo la home di LC inondata
di interventi a rettifica di Angela, Attivissimo, Polidoro
ecc. ecc.
La fine, praticamente...

Giano
Inviato: 6/10/2011 17:21  Aggiornato: 6/10/2011 17:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Pare tutto rimandato a mercoledì prossimo:
“Roma, 6 ottobre 2011 - La maggioranza va avanti compatta, sul ddl intercettazioni, con Bossi che assicura: "Farà dell'Italia un Paese normale" e Berlusconi che detta l'agenda: “Dobbiamo andare avanti sulle riforme. Ora c’è quella sulle intercettazioni, poi faremo quella della giustizia, del fisco e dello Stato”.

Ma intanto, dopo più di due ore di interventi sul complesso degli emendamenti, non c'è stato neppure un primo voto, nonostante la ‘precettazione’ giunta nei giorni scorsi a tutti i deputati delle maggioranza dai gruppi e la presenza in aula, del tutto inedita nella storia di questa legislatura, di tutti i leader del centrodestra, dal premier Silvio Berlusconi al leader della Lega Umberto Bossi, passando per il ministro Giulio Tremonti.
Si è conclusa così la prima giornata di esame parlamentare in aula alla Camera delle nuove norme sulle intercettazioni. Si riprenderà la prossima settimana, come da calendario concordato in conferenza dei capigruppo: a partire da mercoledì.

Fino ad allora resterà in stand by la decisione del governo se porre alla Camera la questione di fiducia. Sulla decisione peserà non poco il significato che verrà attribuito alla giornata parlamentare odierna. Secondo l’opposizione, infatti, il mancato inizio delle votazioni in aula è da imputarsi all’assenza dall’aula di deputati di maggioranza, nonostante la presenza dei big, a garantire l’approvazione delle nuove norme, presentate dal Pdl in commissione Giustizia, a modifica del testo approvato in Senato.


UMBERO BOSSI - Il Senatùr ne è convinto: il ddl intercettazioni “passerà anche senza la fiducia. Serve a far diventrea l’Italia un paese normale. Ormai qui si fanno intercettazioni indipendentemente dal processo”, ha dichiarato Umberto Bossi parlando alla Camera.”

http://qn.quotidiano.net/politica/2011/10/06/595328-intercettazioni_aula_vota.shtml

@Audisio:
Non credo che i pericoli o le rotture di scatole possano venire da Angela Attivissimo e Polidoro, sono gli ecc. ecc. che preoccupano.

Che ca...o, bisogna fare il tifo per Bossi….

Notturno
Inviato: 6/10/2011 17:22  Aggiornato: 6/10/2011 17:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
bentornata Flo :)

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
CCP
Inviato: 6/10/2011 18:43  Aggiornato: 6/10/2011 18:43
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/9/2011
Da:
Inviati: 107
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
DrHouse

Citazione:
Se fosse vero che Wikipedia riporta il parere condiviso dalla maggioranza, allora la scheda su Kennedy dovrebbe pendere decisamente dalla parte del complotto organizzato dalla CIA e dall'alto establishment militare e politico di Washington, visto che è ciò che la maggioranza in tutto il mondo pensa da decenni riguardo a quell'evento.


Scusa, chi te l'ha detto?

Rickard
Inviato: 6/10/2011 18:45  Aggiornato: 6/10/2011 20:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
A costo di ripetermi: Voi che vi angustiate per le conseguenze della legge “ammazza-blog” per siti come LC o altre fonti di controinformazione, state facendo una tempesta in un bicchier d’acqua.

Ma quante volte abbiamo sentito la solfa del ora questa legge impedirà qualunque informazione di qualunque tipo, pena la galera a vita? Quante volte abbiamo sentito vari personaggi strapparsi i capelli e stracciarsi le vesti per l’imminente catastrofe? E poi… E poi la catastrofe non è mai arrivata. Come al solito l’allarmismo da aviaria o da legge liberticida è solo allarmismo, un fumo senza incendio che non vuole altro che annebbiare la vista (e la mente) per far morire dalla paura di un incendio che non arriva mai a bruciare, per il semplice motivo che non esiste.

La propaganda si muove su binari lenti e collaudati, le manovre politiche e strategiche hanno i loro tempi, non avviene tutto dal giorno alla notte. È demenziale credere davvero che con una singola legge si riesca a “fottere” l’intera Internet italiana.

Non è così che funziona. Non è che fanno una legge, girano una chiave e c’è il buio totale.

Leggi così palesemente assurde non hanno la benché minima probabilità di sopravvivere, infatti, il loro scopo non è quello di funzionare “davvero” per come vengono presentate, ma di fungere da messaggi trasversali e da avvisaglie per reali strategie politico-sociali, che non trovano applicazione con una legge, cioè con un mucchio di frasi scritte in ostrogoto su un pezzo di carta, ma su cambiamenti reali costruiti nel corso di anni dalla propaganda.

Tutto questo gridare alla catastrofe imminente, tutto questo The end is near ha la funzione di creare e guidare il dissenso verso forme consentite, cioè le manifestazioni di piazza, le pagliacciate televisive o internettiane (wiki che si autosospende), in modo che la spinta di molte persone a cercare qualcosa di “altro” non le porti a qualcosa di veramente “altro” dal sistema. Queste pagliacciate servono anche ad alcuni per consolidare un credito e un’immagine che vogliono ritagliarsi (cioè di “combattenti del sistema” e “individui liberi”).

Non esisterà mai una singola legge che “cancellerà” internet, o che creerà circostanze tali da renderlo totalmente inservibile (infinite rettifiche e denunce, in questo caso), per il semplice motivo che non è questa la strategia delle elite dominanti, che vogliono solo distrarre e confondere le masse, dargli un osso da rosicchiare, per poi fargli credere di aver conseguito chissà quale risultato una volta che, come al solito, questa legge finirà nella pattumiera.

È lo stesso meccanismo di sempre, lo stesso che ci ha dato grandi show come il buco nell’ozono, la SARS, l’aviaria, la suina, l’influenza “A” e ovviamente tutte le precedenti versioni di legge liberticida che ammazza internet.

Ma ormai, dopo anni e anni, io personalmente mi sono stancato di vedere sempre lo stesso film con un titolo diverso, tanto so già come va a finire. Voi non ne avete ancora abbastanza?

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
Pyter
Inviato: 6/10/2011 19:18  Aggiornato: 6/10/2011 19:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
DrHouse
Citazione: Qualcuno mi deve ancora spiegare, però, quale sarebbe il nesso tra Wikipedia e democrazia. A parte il generico riferimento nelle intenzioni dei fondatori al fatto di essere "democraticamente aperta al contributo di più persone", devo ancora capire che cosa c'entri il sapere con la democrazia.



Non c'entra infatti niente.

Il sapere è sempre esistito e si è sempre trovato bene anche prima che fosse stata inventata la democrazia.

Diciamo che in questi ultimi duecento anni una moltitudine di persone hanno provato a fare in modo che si conoscessero, ma per un motivo o per l'altro il sapere e la democrazia, nonostante l'incitamento della massa, non si sono ancora incontrati e tantomeno frequentati.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Giano
Inviato: 6/10/2011 19:21  Aggiornato: 6/10/2011 19:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Cit. Rickard:
“È lo stesso meccanismo di sempre, lo stesso che ci ha dato grandi show come il buco nell’ozono, la SARS, l’aviaria, la suina, l’influenza “A” e ovviamente tutte le precedenti versioni di legge liberticida che ammazza internet.
Ma ormai, dopo anni e anni, io personalmente mi sono stancato di vedere sempre lo stesso film con un titolo diverso, tanto so già come va a finire. Voi non ne avete ancora abbastanza?”

Perché i film catastrofisti hanno sempre un gran successo?
E’ così bello alla fine tirare un sospiro di sollievo…
Le tue considerazioni sono corrette, ma questi qua ogni tanto qualche
porcheria vera la fanno…meglio stare con l’orecchio teso.

Per stare in tema linko Wiki:
http://it.wikipedia.org/wiki/Al_lupo!_Al_lupo!

vuotorosso
Inviato: 6/10/2011 19:21  Aggiornato: 6/10/2011 19:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Ma ormai, dopo anni e anni, io personalmente mi sono stancato di vedere sempre lo stesso film con un titolo diverso, tanto so già come va a finire. Voi non ne avete ancora abbastanza?


Bravo. Anch'io.
E ti dirò di più, potremmo già fare il trailer su Influ2011: il ritorno della suina 3

Intanto sulla stampo di mezzo mondo c'è la notizia che qualcuno propone di cambiare il nome del proprio partito in "Go Pussy": no ragazzi, io non ce la faccio a prendere sul serio certe cose se dette da certa gente ...

Calvero
Inviato: 6/10/2011 19:31  Aggiornato: 6/10/2011 19:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
ma per un motivo o per l'altro il sapere e la democrazia, nonostante l'incitamento della massa, non si sono ancora incontrati e tantomeno frequentati.


... più interessante è constatare che la democrazia non si è mai incontrata con nulla. E' la sua precisa funzione, è stata creata per questo. E' pura demagogia.
Il problema non è che non esiste, è che non è mai esistita, poiché non può esistere.

L'unica differenza, in questo tipo di incontro è, come dici tu, l'incitamento della massa.

BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA
BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA
BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA
BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA
BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA
BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA
BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA
BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA
BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA
BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA
BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA
BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA BLA

... qui sopra è sintetizzata la funzione democratica.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 6/10/2011 19:36  Aggiornato: 6/10/2011 19:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
E toccando la questione sollevata da Rickard ..

.. per quel che mi riguarda sfonda una porta aperta

... infatti è il nodo all'interno anche della Contro-informazione stessa
che finché non diverrà contro-propaganda
non si andrà da nessuna cazzo di parte.
Il virus destabilizzante anche per chi
sta lottando contro il Potere è quello
di battere un ferro che non è più caldo...

... a voglia a martellare

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
vuotorosso
Inviato: 6/10/2011 19:58  Aggiornato: 6/10/2011 19:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
... infatti è il nodo all'interno anche della Contro-informazione stessa che finché non diverrà contro-propaganda non si andrà da nessuna cazzo di parte.


Calvero io penso invece che sia una questione di differenza di volume tra l'informazione e la contro e ovviamente di metodo.

La prima vince per via della sua ripetitività persuasiva e grossa, immensa, smepiterna penetrazione della massa.
Ma la seconda non ti ripete una notizia, te la spiega, la analizza e ti invita a farlo da ora in avanti con la propria testa.

Credo quindi che il modo adottato dalla contro informazione sia corretto, riflessivo invece di ripetitivo, ma finche resterà di nicchia ... si andrà troppo lentamente, se si andrà.

Calvero
Inviato: 6/10/2011 20:58  Aggiornato: 6/10/2011 21:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Calvero io penso invece che sia una questione di differenza di volume tra l'informazione e la contro e ovviamente di metodo.


Si vede che sei un bravo ragazzo.
Hai detto bene, ma hai detto male.

Qui sta il tranello.

Non vi può essere una presa di coscienza collettiva tale (in senso di volume come dici tu), se non si smette di credere che per raggiungerla si debba diffondere la verità e smascherare le bugie ...

.. cazzate

Naaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

... non si è compreso che al gregge umano, della verità non gliene fotte fondamentalmente una beato cazzo e mai gliene fotterà se rimane sintonizzato su queste frequenze, e sai perché...

.. perché la verità NON è interessante.

E sai perché la verità non è interessante?
Perché è noiosa.

Sai perché la verità è noiosa?

Perché la Vita è una cosa semplice.

... ergo, il mondo piace così. Cioè bugiardo e ipocrita e pervaso del sentimento dello schiavo, cioè il sentimento che legittima la de-responsabilizzazione ed eleva a Virtù le deleghe. Di qualsiasi forma esse si mostrino e agiscano.

Se si vuole avere la speranza che la contro-informazione divenga efficace, cioè che il senso dell'Onestà e della Dignità comincino a essere presenti nello spirito degli uomini, la gente deve rendersi conto del Velo che hanno davanti agli occhi, tale da fargli vedere il Potere risanabile e migliorabile. Mentre in realtà va distrutto. E per far sì, in tal senso, che si acquisisca consapevolezza, allora bisogna combattere i meccanismi della propaganda e NON i suoi effetti...

.. la contro-informazione si sta affossando poiché combatte gli effetti della propaganda, quindi non raggiungerà mai il nocciolo della questione..

Citazione:
La prima vince per via della sua ripetitività persuasiva e grossa, immensa, smepiterna penetrazione della massa.


Naaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

... la prima vince perché l'essere umano è uno stronzo che crede che qualcosa dall'alto possa indicargli cosa è giusto e cosa è sbagliato, cosa porta all'inferno e cosa porta al paradiso. La ripetitività non è precisamente il meccanismo che la fa funzionare. Quello che fa funzionare la propaganda è che nessuno vuole mollare il suo orticello. La - sempiterna penetrazione - (come l'hai chiamata tu) trova la vagina umida e accogliente ...

.. è il retaggio morale, il sentimento religioso, il desiderio ideologico, il bisogno di Dio, dei Santi, dei Santini, dei Colori, a rendere l'amplesso godurioso. Quello di cui tu parli è già la conseguenza di una RESA. A gambe aperte.

I tanti Comunisti, sinistroidi e pseudo democratici, per farti un esempio, che gli va il fumo agli occhi quando pensano ai beoti che idolatravano il Duce in Piazza Venezia e che tanto si sentono distanti da simili e patetiche genuflessioni di massa, stanno facendo la stessa identica cosa ... vendendo l'anima all'idea democratica. E' la naturale evoluzione del gioco Orwelliano. Una volta che ti hanno fatto vedere un cattivo, ti illudono che il Cattivo può ripresentarsi solo attraverso simili e medesime vesti.

... la contro-informazione deve essere solo uno spunto, poiché appena tende ad approfondire oltremodo un argomento, da contro-informazione si trasforma in Salotto. Invece per divenire contro-propaganda si deve agire. Fatti, no seghe.

Citazione:
Ma la seconda non ti ripete una notizia, te la spiega, la analizza e ti invita a farlo da ora in avanti con la propria testa.


... sì, e dopo un certo punto, non serve più a un cazzo: 10 anni di "11 Settembre" e a tutti è andato a genio che il nemico del Mondo fosse buttato ai pesci da Capitan Findus in persona...

... la verità non è interessante. Le bugie sì.

Finché non si combatte il Vicino di casa prima ancora di Berlusconi e Bersani, la prossima mamma di Berlusconi e Bersani sarà già pronta a partorire il nostro ennesimo RIFLESSO.

Per combattere un mondo falso come il nostro servono: le Palle, un Cuore libero e un minimo di intelligenza. Bisogna combattere la Gente comune e Boicottare il Sistema. Il resto sono chiacchere, distintivo e vanità.

Non a caso ci troviamo qui a discutere di Wikipedia...

.. che trasforma la Cultura (si legga verità) in curiosità per Bimbi-minkia, cioè rende interessante ciò che ai più è noioso. Il resto lo fa la Scuola Pubblica quando sei bambino, ti insegna a schematizzare e non a ragionare. Tante piccole teste di cazzo in formazione strategica, a Pro di cosa ..?? di un mondo migliore ??

Acquisire informazioni per Noia, non porta a nulla, poiché è un processo sterile e telecomandato...

.. come, DI FATTO, telecomandata è la razza umana

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Notturno
Inviato: 6/10/2011 21:29  Aggiornato: 6/10/2011 21:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Calvé... parli come un "amante tradito". :)

La democrazia che descrivi è quella italiana.

E' una descrizione perfetta.

Tu prova ad applicarla, per esempio, alla società Islandese e dimmi se lo credi possibile.

Quella gente ha due coglioni grossi così.

Si informa, è pienamente cosciente e responsabile.

Ci hanno provato a inkiappettarseli: sono scesi per strada coi forconi e tutti affanculo.

Hanno cambiato governo: il nuovo ha ri-provato a inkiappettarseli e di nuovo giù per strada coi forconi e di nuovo governo affanculo!

Finché non hanno fanculizzato banche e FMI, governi e politici del cazzo.

E ora si stanno studiando e costruendo la loro bella carta costituzionale via internet.

Dimmi se quella tua visione apocalittica e nera puoi applicarla anche a loro, adesso.

La verità è che GLI ITALIANI (e non solo loro) sono come tu li descrivi: egoisti, furbetti, rimbecilliti e ignoranti.

Non tutti, non sempre e non dappertutto.

Quel che vedi come difetto "strutturale" della democrazia lo è del POPOLO.

D'altronde, visto che non ti va bene, che cosa proponi, al posto della democrazia?



PS: vuotorosso non è affatto un "bravo ragazzo", ma un sòla maledetto, che-gli-spunti-un-brufolo-su-ikkulo.


Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
DrHouse
Inviato: 6/10/2011 22:12  Aggiornato: 6/10/2011 22:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 30/11/2007
Da:
Inviati: 2394
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Notturno ha scritto:
Quel che vedi come difetto "strutturale" della democrazia lo è del POPOLO.
D'altronde, visto che non ti va bene, che cosa proponi, al posto della democrazia?

In due frasi hai riassunto perfettamente il mio pensiero sull'argomento.

E dopo 10 anni, siamo a discutere se il Volo 77 è arrivato proprio lungo questa linea, o piuttosto è arrivato due metri più a sinistra, o due metri più a destra? (Perle complottiste)
Calvero
Inviato: 6/10/2011 22:47  Aggiornato: 6/10/2011 23:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
______________

@ Notturno

Se scendi coi forconi, non è democrazia. Ma a prescindere da ciò, il fatto che dei popoli/governi vivano una realtà un po più onesta di quella italiana non dice nulla di un sistema demagogico che è falso e fondamentalmente è un imbrigliamento delle libertà ed è perfettamente rappresentato [lo dico anche per rimanere IT] .. da Wikipedia. Se pur ne è una piccola rappresentazione. E assolutamente meno grave.

Citazione:
Hanno cambiato governo: il nuovo ha ri-provato a inkiappettarseli e di nuovo giù per strada coi forconi e di nuovo governo affanculo!

Finché non hanno fanculizzato banche e FMI, governi e politici del cazzo.

E ora si stanno studiando e costruendo la loro bella carta costituzionale via internet.


Mi stai decidendo che hanno risolto le cose esclusivamente attraverso il VOTO?

Citazione:
Dimmi se quella tua visione apocalittica e nera puoi applicarla anche a loro, adesso.


Io ti dico che, come te, guardo oltre al mio naso... ma oltre ad essere capaci di osservare una parte circoscritta, bisogna anche vedere la visione di insieme. "Me ne infischio" dell'Islanda (nei termini di questa diatriba) finché le strategie internazionali stanno stringendo il cerchio nello scacchiere mondiale ...

.. evidentemente adesso l'Islanda non sta pestando i piedi a nessuno. E aspettiamo. E poi di cosa stiamo parlando? di 120 mila abitanti di un posto in culo al mondo (non per denigrare la sua posizione) che non lo vedo così invischiato nei problemucci Europei/Ammerica/Usraeliani...

Citazione:
Quel che vedi come difetto "strutturale" della democrazia lo è del POPOLO.


Non lo è del popolo, ma dell'uomo.
Non si è seguito il mio discorso.

Citazione:

D'altronde, visto che non ti va bene, che cosa proponi, al posto della democrazia?


Non è vero che non mi va bene: - le cose NON vanno oggettivamente bene. Ben altro discorso. Vorrai mica contestarlo?

Cosa propongo?

L'ho scritto bene e argomentato in vari Post, e qui non vado Of Topic ... ma cerco di rispondere dandoti una linea di principio.

Questo Sistema va distrutto, oppure lo si prende come viene (sacro santo diritto) e senza lamentarsi però.

Sono dell'idea che la logica più idiota sia quella di credere di saper cosa proporre, prima di abbattere qualcosa. Abbiamo perso. Il Potere HA VINTO. Così nel piccolo, nel grande, l'uomo deve avere (se gli interessa un reale cambiamento) le palle di Boicottare il Sistema in maniera serrata (finché si potrà fare) e - work in progress, .. agire di conseguenza. Avevo argomentato bene il discorso. E' necessario un nuovo tipo di rivoluzione, altrimenti fra 50 anni il tuo pronipote starà discutendo e litigando degli stessi concetti con il mio, in un contesto fintamente diverso.

Le cose devono partire dal Basso. Noi abbiamo perso. Punto. Non c'è nulla da proporre ora per un nuovo governo a venire, ora c'è solo da scegliere come distruggere il Sistema. Quindi o decidi di rimanere schiavo o decidi di ammazzare il nemico... oppure fai finta di credere che il male minore ti conduca a qualcosa di buono e ti illudi che il Voto possa essere rappresentativo...

.. la nostra società è il frutto degli zuccherini e dei mali minori. Come si scrisse: il mondo si divide in gregge da tosare e gregge da macellare. Prega il tuo Dio che noi si rimanga in quello da Tosare. Nel frattempo a chi decide di scegliere la supposta del colore che gli aggrada di più, avanti c'è posto... le crocette sono lì apposta.

La mia posizione è per moltissimi versi quella di Florizel e condivido diverse idee di Paxtibi, e la mia interpretazione degli eventi è fermamente poggiata nell'idea che il NWO esista tanto quanto il meccanismo Orwelliano..

.. per il resto si va veramente troppo OT, qui


Citazione:
Calvé... parli come un "amante tradito". :)


Nottù.... so di aver scritto abbastanza perché questa tua uscita non posso che considerarla una piccola "offesa"; i concetti espressi negli ultimi Topic che ho postato hanno nulla a che fare con una "battuta" di questo tenore e che vorrebbe inquadrarmi in questo tipo di prospettiva ...

ps

e senza risentimento, of course

sia mai, già troppe tensioni in questo Topic

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Calvero
Inviato: 6/10/2011 23:04  Aggiornato: 6/10/2011 23:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
PS: vuotorosso non è affatto un "bravo ragazzo", ma un sòla maledetto, che-gli-spunti-un-brufolo-su-ikkulo


Allora lo conosci di persona!!!

.. perché qui sul Forum l'è proprio un bravo ragazzo

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
vuotorosso
Inviato: 6/10/2011 23:58  Aggiornato: 6/10/2011 23:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
ehhhh notturno si riferisce a un mancato incontro che speravo di riuscire a fare a settembre ma che poi alla fine nn sono riuscito ;-(

ma capiterà, capiterà

e vedrai quanti punti mi leveranno dalla patente

e cmq anche con te Calvero ci spareremo qualche frico e polenta prima o poi

Pispax
Inviato: 7/10/2011 0:37  Aggiornato: 7/10/2011 1:40
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Dusty


Citazione:
Guarda, i "vaneggiamenti" sono ancora li, se neghi che ciò che ho scritto è quello che avviene nella realtà non hai che da provare a contestarlo.
Buona fortuna!
...
Vedi il parallelo con la democrazia oppure ti serve il disegnino?


Sai, io vivo in un paese piccolo.
C'è troppa poca gente per mandare avanti due bar. Uno è già troppo.
Quello che occasionalmente frequentavo io chiude a fine ottobre: ne è stato aperto un altro, e la gente preferisce andare in quello nuovo.
Il proprietario, che è uno grossomodo che la pensa come te, di fronte al fatto che la maggioranza dei clienti preferisce un altro bar.. si è messo a sproloquiare sul fatto che la colpa è della democrazia.
"E' tutto una merda, esattamente come la democrazia - diceva - sono costretto a chiudere il bar per sottostare ai capricci della maggioranza".
E giù, parte il comizio sui "mali" della democrazia.

Be', volendo avrei potuto spiegargli che più che della "democrazia" il problema era un meccanismo economico ben preciso. Però tanto non è neppure un amico, quindi ho deciso di lasciarlo alle sue (deliranti) convinzioni, ho pagato il caffè e sono uscito.




Mentre uscivo dal bar ho incontrato un uomo di Lecce.
Lo trovo da un po'. Si è trasferito qui da qualche anno e attacca dei bottoni pazzeschi. Anche lui più o meno la pensa come il barista, quello che la pensa all'incirca come te.

In quanto leccese, tifa sfegatatamente per il Lecce. Era incazzato come una biscia perché la Juventus è prima in classifica e il Lecce è terzultimo.
Anche secondo lui la colpa era della democrazia.
Siccome la juventus ha la la maggioranza dei tifosi, ottiene contratti migliori con Sky e ha sponsor più ricchi. Quindi ha più soldi, quindi può comprare giocatori migliori, quindi LEI è prima in classifica mentre il Lecce, ingiustamente, non lo è.
"E' tutto una merda, esattamente come la democrazia - diceva - il Magico Lecce è in fondo alla classifica solo per colpa dei capricci della maggioranza".
Altro comizio sui "mali" della democrazia.

Anche qui, volendo, si sarebbero potute spendere un paio di parole sui meccanismi di mercato, che magari nel caso del Lecce contano INFINITAMENTE di più di quel suo ragionamento farlocco sulla democrazia.
Però, chissenefrega.
Figuriamoci la voglia che potevo avere di farmi impelagare in una discussione da bar con uno che conosco appena.




Torno a casa, accendo il computer, leggo la posta, apro LC e trovo una discussione su Wikipedia esattamente uguale alle due precedenti.
"Wikipedia usa un meccanismo di maggioranza quindi è una roba di merda, esattamente come la democrazia" - diceva Dusty.
E giù, parte un altro comizio sui "mali" della democrazia. E le "crocette", e blabla.

Anche qui, volendo, si sarebbero potute spendere due parole per dire che il "principio di maggioranza" adottato dalle wiki non ha un'emerita sega di "democratico", ma è frutto di un meccanismo statistico ben preciso.
Questa volta però le due parole ho deciso di spenderle.
Qui su LC ho un sacco di amici, e mi dispiaceva che la discussione procedesse in questo modo farlocco.





La cosa che mi appare evidente è che tu, il barista e il tifoso del Lecce avete esattamente lo stesso problema: vi basta sentire di sfuggita il termine "maggioranza" che vi parte l'embolo, attivate il pensiero automatico e iniziate a rantolare le vostre robe sulla democrazia anche quando è evidente che il problema è un altro.

Tutto qui.
In ogni caso non è un problema mio.








Citazione:
Nel caso non te ne fossi ancora accorto, in democrazia chi comanda (eletto rigorosamente democraticamente, perbacco!) decide che 1+1=3, e per esempio costruisce l'INPS come schema di Ponzi, oppure continua ad indebitarsi sempre di più nel tentativo di ridurre il debito.
Si potrebbero trovare migliaia di esempi di puttanate (scientificamente tali!) imposte per legge come se invece fossero valide, ma se poi uno fa notare l'ovvio allora viene deriso ed accusato di essere "antidemocratico".


Certo.
Non ho dubbi sul fatto che potresti tirar fuori altre migliaia di puttanate come queste.
E che in ognuna di loro continueresti a confondere la TUA idea di malgoverno con la parola "democrazia", attribuendo OGNUNA di queste puttanate al "peccato originale democratico".

Che di per sé è una gran puttanata.

L'INPS, per dire, quando è nata si chiama INFPS. E' stata fondata nel 1933 dal "democraticissimo" Benito Mussolini.

Il sistema a ripartizione è necessariamente uno schema di Ponzi? Sicuro sicuro? E come mai allora i conti INPS erano in attivo, fino a quando la previdenza non è stata caricata anche dell'assistenza? Forse che le condizioni dell'epoca rendevano VANTAGGIOSO per lo Stato un sistema a ripartizione?
A quanto pare non ti sei posto questa domanda, altrimenti qualche tabellina attuariale e qualche piccolo dato sul numero degli occupati e su quello dei pensionati ti avrebbero impedito di dire queste sciocchezze.

Vogliamo poi parlare del debito pubblico ENORME dei tanti dittatori di Bananalandia, che si sono fatti prestare somme gigantesche solo perché ritenevano che uno yacht presidenziale più corto di una portaerei fosse una roba da pezzenti?
E dove è finito il "peccato originale democratico", visto che tutti questi sono dittatori?



Detto francamente, mi sembri come quello che si è mangiato due chili di gianduiotti in un pomeriggio e che poi si mette a urlare che la Nestlè è una multinazionale di merda che ha politiche di merda e usa prodotti di merda per fare una cioccolata di merda solo perché dopo che si è pappato due chili di gianduiotti gli fa male la pancia.
Siamo sicuri sicuri che in questo caso il problema sia proprio la Nestlè?
Davvero?

Sia chiaro che in questo thread non si sta parlando di democrazia: si sta parlando di Wikipedia. E del fatto che per funzionare usa dei meccanismi che assomigliano alla democrazia più o meno come Chuck Norris assomiglia a Angelina Jolie.

Ma quando parleremo di democrazia, che ne parleremo di sicuro visto che è una roba che ogni tanto torna di moda, un po' come i pantaloni di velluto, ti garantisco che quello di cui ho bisogno non è la "buona fortuna": preferirei leggere delle argomentazioni meno noiose, e magari basate su argomenti un po' più consistenti.

Se ne ho voglia le puttanate posso andare a sentirle al bar.
Almeno fino alla fine di ottobre.

nygandy
Inviato: 7/10/2011 1:07  Aggiornato: 7/10/2011 1:07
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/10/2009
Da:
Inviati: 483
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Ciao Calvero.

Più semplicemente: non può essere che non sia tanto la democrazia il problema, quanto invece l'uso che se ne fa?

Chiaramente questo vale per tantissimi altri modelli in qualsiasi ambito del sapere.

A meno che non si pensi che la democrazia abbia una sua "struttura antropologica" propria per la quale non possa funzionare:
penso che, come Wikipedia, la democrazia rappresenti uno dei tanti strumenti attraverso i quali l'Uomo veicola le sue tante e contraddittorie pulsioni che hanno a che vedere con la vita di relazione.
Sapere di ESSERE DEMOCRATICI ci fa sentire così bene!....

Chiosa: tante volte ti viene da dar ragione a Mr. Smith di Matrix...
Quando vedi il male che può fare l'uomo...

florizel
Inviato: 7/10/2011 1:31  Aggiornato: 7/10/2011 1:36
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
nygandy

Citazione:
non può essere che non sia tanto la democrazia il problema, quanto invece l'uso che se ne fa?


Te lo ricordi, vero, che si sta parlando dei meccansimi di una democrazia parlamentare a potere centralizzato?

Riporto dal post di Paxtibi:

"Wikipedia Italia è un'enciclopedia ormai fuori controllo in balia di un ricettacolo di utenti censori che ne custodiscono il terreno e che si arrogano il diritto di bandire non solo il libertarismo e ogni possibile sua specifica spiegazione ma qualsiasi argomento non sia di loro gradimento.

Al fine di mantenere il loro status di ruolo evitano a priori la possibile ascesa degli altri utenti, in quanto questa è prevista dopo un certo numero di voci redatte o modificate, i nuovi utenti possono per regolamento e teoricamente ambire a salire nella scala gerarchica all'interno dell'organizzazione enciclopedica.

Per prevenire ciò, i talebani wikipediani cercano in ogni modo di eliminare le voci dei nuovi utenti o di provocarli entro fittizie accuse di ripetute e presunte violazioni dei regolamenti burocraticamente da loro citati (ma da loro molto spesso neppure letti nei contenuti) al fine di mobbizzare e provocare la reazione furente e di conseguenza il blocco dell'IP e del login per vario tempo (dal determinato all'indeterminato) del proprio profilo. [...]

I censori-guardiani di Wikipedia, hanno infatti possibilità di operare censura a loro discrezione nei confronti del singolo improvvisato utente che scrive una voce o ne aggiorna i contenuti di una già esistente.
Il motivo di tale loro agire è dato da una valutazione delle voci perlopiù politico-ideologica pienamente rientrante nei parametri di quella gramsciana di conquista e controllo dei centri di informazione e di divulgazione del pensiero, ponendo all'indice tutto quello che i secondi realizzano, in quanto non gradito dai primi, all'interno di una logica sostanzialmente tribale conforme al giudizio della comunità dei censori (tramite voto democratico....) e al potere autoconferitosi di discrezionalità operativa."


Il link è al commento di Paxtibi.


Ma ti ri-segnalo anche questo:



"Si potrebbe pensare che l’ideologia dei donatori non influisce nella linea editrice dell' enciclopedia, ma è qualcosa di altamente improbabile e non crediamo che sia casuale che Wikipedia oggi, su temi caldi come lo è il genocidio palestinese o il colpo di stato in Honduras, mantenga una linea editoriale chiaramente conservatrice che in nessun caso non disapprovano i suoi principali donatori."

"L’espulsione senza motivo apparente di bibliotecari e utenti è stata denunciata dalla pubblicazione “The Register”, che scoprì una mailing list occulta attraverso la quale un ridotto gruppo di amministratori prendevano decisioni sui contenuti al margine della comunità, accordandosi sull’espulsione degli utenti che ostacolavano i loro piani."

Qui.

E' la parolina "partecipazione" che riesce ancora a fottere tutti.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Pispax
Inviato: 7/10/2011 2:45  Aggiornato: 7/10/2011 2:59
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
florizel


Citazione:
E' la parolina "partecipazione" che riesce ancora a fottere tutti.


Ciao flo.
Non mi sono meravigliato di quelle cose che dici su wikipwdia. Io non frequento wiki da utente già da un po' di tempo, però le trovo più che plausibili.
Ho provato a fare una sola modifica (indovina quale) e sono rimbalzato con l'allegria di un rondone che si getta in picchiata a tutta birra in un buco in un muro, salvo scoprire all'ultimo momento che quella era una finestra.
Chiusa.

Per come la vedo io invece credo che sottolineare SOLO il concetto di "partecipazione" possa dare una visione parziale del problema.


L'elemento "partecipazione" può spiegare la parte relativa all'entusiasmo, cioè quella per cui molte migliaia di utenti decidono di arricchirla in modo completamente gratuito.
Ci sono anche altri elementi per cui il modello wiki ha avuto un buon successo anche fra i non-utenti che comunque la leggono:

1) dà un prodotto tutto sommato di buona qualità, assolutamente GRATIS.
2) concentra le informazioni, quindi è un ottimo punto di partenza per gli approfondimenti.
3) A differenza di quanto accade normalmente con i testi di divulgazione, che racchiudono TUTTA la biblografia in una manciata di pagine in fondo al libro, le fonti di solito vengono citate affermazione per affermazione. Fa divulgazione, ma l'approccio è accademico.
4) non è una costante, ma di solito vengono citate anche le parti critiche rispetto agli argomenti trattati. Persino se poi il testo le dileggia si viene comunque a sapere che un certo argomento è stato criticato, e ci sono i link anche alle tesi contrarie.


L'ultimo punto credo sia il più importante. Anche perché un po' sintentizza i punti precedenti.

E quindi per quanto riguarda l'aspetto della LIBERTA' su wikipedia, credo che tu abbia ragione a metà.
Si, anche secondo me non è completamente libera. D'altra parte non mi aspettavo niente di diverso.(*)
Però è comunque PIU' libera di ogni altra enciclopedia "istituzionale". Rispetto all'Enciclopedia Britannica citata da PikeBishop, per dire, è molto più avanti sul piano dell'informazione non controllata dal sistema.

L'errore che si dovrebbe evitare è di considerare wikipedia come molte persone considerano la bibbia: un testo sacro la cui parola è legge.
Una volta presa questa precauzione, personalmente l'ho sempre trovata molto utile.

(Domanda: ma esiste poi un testo con cui si possa fare a meno di questa precauzione? Un testo di qualsiasi genere che si possa affrontare senza mettersi sul cervello il salutare condom della cautela? Forse si possono avere rapporti non protetti con partner autori abituali, ma insomma, è una cosa piuttosto rara. E la gonorrea mentale è brutta assai)






(*) Le persone che più si scandalizzano a leggere quei testi che citi sono quelle che hanno coltivato il sogno che wikipedia fosse terra di assoluta e completa e smisurata libertà. Solo che i sogni si fanno mentre si dorme, mentre wikipedia la si legge da svegli. Non dovrebbe neppure esserci bisogno di dirlo).

Calvero
Inviato: 7/10/2011 4:17  Aggiornato: 7/10/2011 4:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Aggiungo alla risposta di Florizel, la mia, alla tua domanda

Citazione:
Più semplicemente: non può essere che non sia tanto la democrazia il problema, quanto invece l'uso che se ne fa?


La democrazia sarebbe il Governo del Popolo. DI fatto non lo è.
Governare è un atto che nella Vita politica di un Governo comprende ineluttabili confronti in continuo evolversi e costellati di mutamenti, cambiamenti ed esponenziali contingenze..

.. il voto così discusso, non è l'espressione di una volontà che governa attraverso un rappresentante, ma l'espressione di una delega che de-responsabilizza l'uomo e conseguentemente la collettività. Ogni tipo di elezione in questo senso, che è venduta a uno Stato, non può rappresentare ed essere governo di un popolo, poiché si tratta a tutti gli effetti di consegnare burocraticamente (e infantilmente) una firma di circostanza che avalla la sopravvivenza dello Stato. Ogni Stato non può che essere contro l'individuo e la libertà, in quanto lo Stato può esistere solo in funzione del Potere. Ed è in nome della sua sopravvivenza che deve ingannare e ingurgitare gli indifesi e incatenare gli schiavi salariati, altrimenti non esisterebbe: è la sua natura. Il Potere non può esistere se non in funzione della sopraffazione, ciò accade e si riscontra in una miriadi di valori e grandezze diverse - certo, più o meno percepibili, più o meno evidenti, ok - ma sempre in nome della sopraffazione e non solo verso le minoranze, ma anche nei confronti del reale spirito collaborativo effettivo che un organizzazione dal basso potrebbe garantire, e la democrazia NO .... in quanto nei propositi che essa millanta, vi è tutta la sua contraddizione in termini, essendo un sistema illogico se vuole sognarsi (come si sogna) un popolo sovrano.

A ciò si aggiunge il problema della nostra epoca contemporanea e la sua magnifica predisposizione a essere il meccanismo più efficiente in mano al NWO (Wikipedia docet); la democrazia, essendo demagogia, è il migliore cavallo di Troia che le élite potevano inventarsi; hanno preso due piccioni con una fava: - 1) da una parte una collettività illusa di partecipare a un mondo politico che vive a frequenze anni Luce distanti dalla realtà della Vita comune e dalla comprensione che i popoli non potranno, mai, avere dei meccanismi del Potere; 2) dall'altra, sarà così possibile non solo tirare i fili del Teatrino della politica, ma anche fare affidamento sulla psicologia delle masse (offerta su un piatto d'argento) che - per intendersi in soldoni, automaticamente si infliggono da sole un "capro espiatorio": «alle prossime elezioni, ragazzi - ci si prenderà la rivincita! suvvia! »...

.. il meccanismo perfetto insomma per perpetrare la malvagità, l'obliquità, le infamità del Potere. Il mondo, il nostro mondo, viaggia nella matematica e inconfutabile evidenza che al centro delle esistenze delle collettività moderne NON vi è l'entità Uomo, ma il famoso profitto. Altro fattore, questo, che entra in contraddizione con un Sistema di deleghe senza capo né coda (in realtà incontrollabili e impunibili), poiché ogni poltrona è gestita da una prospettiva che và sempre dall'alto verso il basso, essendo il profitto (nella nostra società) funzionante esclusivamente attraverso meccanismi piramidali...

... cioè che quindi, questo Sistema, per sua stessa natura, non può lavorare in funzione di dare priorità alle esigenze dei popoli (per quelli "dal basso"), alla loro libertà e a un meccanismo giudiziario equo ma, bensì, alle esigenze che garantiscano alle élite finanziarie (e non solo a loro) la sopravvivenza (si legga, supremazia). Il Sistema non va distrutto, come già ho detto, perché sarebbe mal-funzionante o corrotto (sì come no); il Sistema è strutturato perché funzioni proprio in questo senso ed è per questo che non è sanabile: è un orologio svizzero che viaggia a preciso regime...

... figuriamoci poi se lo potrebbe essere ["sanato"] attraverso i DELIRI di un sistema demagogico chiamato democrazia. La democrazia sta alla libertà, alla verità e al rispetto dell'uomo, così come le Dottrine, i Culti e le Religioni stanno alla crescita spirituale degli individui.

Si deve abbattere questo recinto,
oppure: la si prenda con ironia
o con un bel - fanculo - perché no?? tanto ...
Però in mezzo, si sappia, non ci sono soluzioni
che porterebbero l'uomo al centro
della sua libertà, del suo cuore
della sua forza, della sua dignità,
del suo presente..
.. in mezzo c'è la zona grigia:
il teatrino della Politica
e le supposte colorate
per ogni gusto e tendenza

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
mangog
Inviato: 7/10/2011 8:25  Aggiornato: 7/10/2011 8:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Wikipedia è come la strada per andare all'inferno.. lastricata di buone intenzioni.
Su Wikipedia ci sono anche le opinioni ed ahimè le opinioni hanno fatto diventare wikipedia un giornale (non dico da gossip).
Wikipedia doveva restare sul tecnico senza addentrarsi sul campo dell'opinione..
C'è qualcuno che scambia una opinione per un fatto, ovvero una verità ?
Quale è la differenza tra opinione e un fatto ? L'opinione è reale e perciò dovrebbe essere sempre un fatto..
Il sapere universale ( wikipedia vuole essere universale ) non è limitato al tecnico ( bastano i libri di fisica e tecnologia ).

redna
Inviato: 7/10/2011 9:04  Aggiornato: 7/10/2011 9:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Wikipedia è come la strada per andare all'inferno.. lastricata di buone intenzioni.


e siccome nessuna l'ha vista (la strada per andare all'inferno) non si sa nemmeno se ci siano o meno le buone intenzioni. Diciamo piuttosto che sono preconcetti.

Citazione:
Su Wikipedia ci sono anche le opinioni ed ahimè le opinioni hanno fatto diventare wikipedia un giornale (non dico da gossip).


e chi ti dice che NON dovevano esserci le opinioni su wikipedia?

Citazione:
Wikipedia doveva restare sul tecnico senza addentrarsi sul campo dell'opinione..

è stato l'angelo del signore a stabilire questo? perchè mai 'doveva'?

Citazione:
Il sapere universale ( wikipedia vuole essere universale ) non è limitato al tecnico ( bastano i libri di fisica e tecnologia ).

il sapere universale prima di wikipedia era nelle enciclopedie e nessuno aveva nulla a che ridire se erano opinioni, fatti o chissà che.

Anche allora bastava prendere in mano (per fare un confronto) altri libri specifici.


Citazione:
L'opinione è reale e perciò dovrebbe essere sempre un fatto..


appunto, .... e allora che cosa imputi a wikipedia?
La tua opinione è universale(riguardo wikipedia) perchè la scrivi sul web?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
mangog
Inviato: 7/10/2011 9:24  Aggiornato: 7/10/2011 9:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 5/1/2007
Da:
Inviati: 2857
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:

Autore: redna Inviato: 7/10/2011 9:04:43

Citazione:

Wikipedia è come la strada per andare all'inferno.. lastricata di buone intenzioni.



e siccome nessuna l'ha vista (la strada per andare all'inferno) non si sa nemmeno se ci siano o meno le buone intenzioni. Diciamo piuttosto che sono preconcetti



Ma lo sai che esistono le metafore?....


Redna ha quotato ogni riga tranne la più importante ( non perchè l'ho scritta io ma perchè la verità merita tutta la nostra attenzione )

Regularis
Inviato: 7/10/2011 10:08  Aggiornato: 7/10/2011 10:08
So tutto
Iscritto: 7/10/2011
Da:
Inviati: 1
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Ciao,
probabilmente lo conoscete già, ma volevo segnalare che è stato sviluppato un software che consente in qualche modo, tramite l'IP, di risalire agli autori di modifiche su pagine di wikipedia.
Si scopre che molti parlano bene di se stessi, o che su determinati argomenti si preoccupano di editare pagine di altri. Si vede anche che molti di quelli che scrivono su wikipedia, lo fanno dal posto di lavoro.
Io l'ho provato quanche anno fa, date un'occhiata a questo link:
http://www.wired.com/politics/onlinerights/news/2007/08/wiki_tracker?currentPage=all

Floh
Inviato: 7/10/2011 11:36  Aggiornato: 7/10/2011 11:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Cit.

Floh, quello è il vecchio testo. Ieri, hanno da una parte inserito l'emendamento ammazza intercettazioni (se uno verrà arrestato a causa del contenuto di un'intercettazione, i media non potranno spiegare perchè è stato arrestato), dall'altra hanno cassato l'ammazzablog.

Scusa Audisio ho preso un abbaglio, resta come hai detto te da vedere se la modifica verra' accettata.

Non so se qualcuno e' riuscito a trovare il testo dell'utima modifica da approvare al Comma 29...
Sarebbe interessante vedere com'e' impostata.

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
redna
Inviato: 7/10/2011 11:50  Aggiornato: 7/10/2011 11:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Autore: redna Inviato: 7/10/2011 9:04:43 Citazione: Wikipedia è come la strada per andare all'inferno.. lastricata di buone intenzioni

. e siccome nessuna l'ha vista (la strada per andare all'inferno) non si sa nemmeno se ci siano o meno le buone intenzioni. Diciamo piuttosto che sono preconcetti

Ma lo sai che esistono le metafore?.... Redna ha quotato ogni riga tranne la più importante ( non perchè l'ho scritta io ma perchè la verità merita tutta la nostra attenzione )


la metafora che usi non è inerente a quanto si sta discutendo.

Quello che quoto è quello che mi interessa e al quale rispondo.

La riga più importante sei tu la che definisci tale. NOn io.

******

Citazione:
Ciao, probabilmente lo conoscete già, ma volevo segnalare che è stato sviluppato un software che consente in qualche modo, tramite l'IP, di risalire agli autori di modifiche su pagine di wikipedia.

non tanto tempo fa si era anche scoperto che la CIA e il vaticano potevano modificare su wikipedia quello che volevano.
NOn mi pare sia successo nulla e non si sa se hanno continuato a farlo anche degli altri.
Il software tramite l'IP è sempre per i pesci piccoli, quelli grandi non vengono presi dalla........rete!

Citazione:
Si vede anche che molti di quelli che scrivono su wikipedia, lo fanno dal posto di lavoro.

..........quando si viene pagati si scrive meglio?! oppure, siccome l'IP non è personale, si può sempre avere un alibi?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Floh
Inviato: 7/10/2011 11:59  Aggiornato: 7/10/2011 14:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Per quanto riguarda la diatriba Democrazia si democrazia no su Wikipedia Massimo ha gia' chiarito che il problema di rendere democratica un'enciclopedia e' una pura assurdita'.
Un'enciclopedia (per sua natura) deve riportare dati di fatto insindacabili e non opinioni, percio' deve essere redatta solo da gente preparata informata sui fatti.
Non puo esserci una votazione per decidere se nella cucina dell'Ambassador i proiettili sparati erano 11 e che la pistola di Sirhan poteva contenerne soltanto 8.
La cosa e' stata accertata dagli inquirenti.
Nulla da decidere ora, ma solo fatti da riportare.

Mi chiedo perche' ci si ostini a sostenere la solita favola della "democrazia cura di tutti i mali" anche quando e' chiaro che la democrazia non centra un CICAP

------------------------------

Chiarendo nuovamente che il fatto che wikipedia sia democratica o no cio' non avrebbe nulla a che fare con un suo eventuale pregio vorrei esporre perche' a mio avviso non ha comunque nulla di democratico.
La democrazia rappresentativa e' tale e' perche' vi e' un'elezione, una votazione.
Molti hanno paragonato i voti ricevuti da politici agli interventi necessari per diventare adminstrator.
Non mi sembra che il fatto che gli amministratori ricoprano la loro posizione perche' delegati da qualcuno a decidere a proprio nome.
Nulla di democratico dunque.
Come ha fatto notare Paxtibi oltretutto gli admin. ormai sono divenuti un oligarchia intoccabile che non permette ai nuovi uteni obbiettivi di poter diventare admin. ...

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
audisio
Inviato: 7/10/2011 12:02  Aggiornato: 7/10/2011 12:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
@ Calvero:
sono costretto a correggerti.
Se uno è comunista, non può credere nella democrazia di cui
stiamo parlando, ossia una testa un voto.
Perchè il voto, in un sistema capitalistico, non è mai libero, MAI!!!
E' comunque condizionato dal Potere che si può esercitare, economico,
militare, burocratico, informativo, scientifico.
Poi, siccome hai parlato di "sinstri" in genere, questi comprendono
anche gli anarchici, che nella democrazia non credono in assoluto,
qualunque articolazione essa abbia.
Per gli anarchici vale "una testa, un governo".
Quindi, il tuo è un ossimoro.
Con i miei rispetti...

Giano
Inviato: 7/10/2011 12:31  Aggiornato: 7/10/2011 12:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?

Calvero
Inviato: 7/10/2011 12:53  Aggiornato: 7/10/2011 12:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
@ Calvero:
sono costretto a correggerti.
Se uno è comunista, non può credere nella democrazia di cui
stiamo parlando, ossia una testa un voto.
Perchè il voto, in un sistema capitalistico, non è mai libero, MAI!!!
E' comunque condizionato dal Potere che si può esercitare, economico,
militare, burocratico, informativo, scientifico.
Poi, siccome hai parlato di "sinstri" in genere, questi comprendono
anche gli anarchici, che nella democrazia non credono in assoluto,
qualunque articolazione essa abbia.
Per gli anarchici vale "una testa, un governo".
Quindi, il tuo è un ossimoro.
Con i miei rispetti...


Ragionamento valido su cui dibattere.

Io parlo del sentimento che porta agli atteggiamenti ideologici, e alla capacità di offuscare la lettura dei giochi di potere.

Non è questa qui sotto la parte che mi critichi?


Citazione:
I tanti Comunisti, sinistroidi e pseudo democratici, per farti un esempio, che gli va il fumo agli occhi quando pensano ai beoti che idolatravano il Duce in Piazza Venezia e che tanto si sentono distanti da simili e patetiche genuflessioni di massa, stanno facendo la stessa identica cosa ... vendendo l'anima all'idea democratica. E' la naturale evoluzione del gioco Orwelliano. Una volta che ti hanno fatto vedere un cattivo, ti illudono che il Cattivo può ripresentarsi solo attraverso simili e medesime vesti.


Ho messo sulla bilancia il peso dell'ipocrisia che offusca la ragione. Non certo in ragione di un versus tra destra/sinistra, ma di quello che storicamente si è presentato; percepito e plasmato sulle coscienze e ai loro colori. E alle reazioni che tuttora rimangono, immaturamente, prigioniere di sentimenti politici che illudono di vivere determinate distanze da vicende storiche che sempre più (e anche grazie a wikipedia) vengono impacchettate .. e in realtà vivono della stessa genuflessione.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Pispax
Inviato: 7/10/2011 13:53  Aggiornato: 7/10/2011 14:33
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Tutta questa roba sugli admin di wiki poi alla fine mi ha incuriosito.
Ci ho buttato su un occhio per vedere come funziona il discorso.
E no, signori: i paragoni con la democrazia sono assolutamente farlocchi. Ancora più farlocchi sono i paragoni con la democrazia rappresentativa.



Come diceva don Dossetti, uno dei politici democristiani dell'immediato dopoguerra, i congressi si vincono o si perdono non grazie alle tesi che si espongono. Quello che conta sul serio sono i regolamenti.


Proviamo allora a vedere i regolamenti di wikipedia:

1) per diventare admin occorrono due requisiti importanti: avere un certo numero di EDIT e superare una votazione.
http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Amministratori/Requisiti_per_la_candidatura

2) per poter votare gli admin, cioè per guadagnarsi il diritto di voto, occorre un solo requisito importante: aver superato un certo numero di EDIT delle voci.
http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Amministratori/Sistema_di_voto/Requisiti

3) la votazione è valida solo se viene superato un quorum
http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Amministratori/Sistema_di_voto/Quorum

4) l'admin viene eletto solo se supera una maggioranza qualificata.
http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Amministratori/Schema_per_l%27elezione


Leggete i link, rifletteteci e traetene le conclusioni.
Dico sul serio. Fermatevi un attimo e perdeteci un minuto.
Facciamo finta che sia un gioco e mettiamo alla prova le nostre (eventuali) capacità di "thruthseeking".

Poi vediamo se le VOSTRE conclusioni sono come le mie, e nel caso apriamo un confronto.










STOP: SEGUE SPOILER

* La cosa che salta immediatamente all'occhio è che per essere candidati e per aver diritto di voto i requisiti numerici sono assolutamente identici: 2 mesi di anzianità e 500 edit all'attivo.

* I requisiti sul quorum sono particolarmente severi. Occorre superare il quorum dei due terzi (66%+1). La base di calcolo è lo storico dell'affluenza.

* Una volta raggiunto il quorum, i requisiti per l'elezione sono ENORMEMENTE severi. Serve una maggioranza dell'OTTANTA percento.

* Nel frattempo ogni admin già esistente ha la possibilità di bannare o sospendere gli utenti a propria discrezione. Detto in altre parole e con una certa dose di malizia, ogni admin può decidere in assoluta autonomia di "uccidere" tutti gli elettori che lo contrastano. Fatti salvi gli altri admin, chiaro.


Conclusione: le elezioni su wikipedia italia sono una sorta di circo dove a votare in linea di massima sono solo gli admin esistenti.

Facciamo un caso pratico.
Oggi wikipedia italia ha 101 admin (http://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Amministratori).

E' stata candidata come nuova admin una certa Eumolpa .
Per la sua elezione il quorum richiesto è di 68 voti.
Visto che il quorum si ottiene calcolando i 2/3 dell'"affluenza" delle ultime 4 elezioni, facciamo la formula inversa: (68:2)*3.
Morale della favola: ci sono 101 admin su wikipedia, e mediamente votano 102 persone.
Che incredibile coincidenza, uh?

Come fare a essere admin su wikipedia italia? Facile: devi essere amico di almeno altri 80 admin. Oppure ti basta essere amico di 58 admin ed essere sicuro di avere non più di 13 voti contro e non meno di 11.
Tutto qui.

Ecco perché il paragone con le "democrazie" risulta essere del tutto farlocco. Visti i requisiti del sistema, è ancora più farlocco il paragone con le democrazie rappresentative.
Un paragone molto più calzante invece è la votazione per essere ammessi a un club MOOOOLTO esclusivo. Votazione effettuata solo dai suoi membri.

Con tutto quello che ne consegue.



P.S. Se avete letto queste righe con gli occhi pelosi, e in particolare se avete letto i link, allora avete anche chiaro il sistema con cui è possibile mandare completamente in vacca il sistema degli admin.
Personalmente non ho intenzione di farlo, sia chiaro: le possibilità che la cosa porti a un miglioramento del sito sono piuttosto scarse.
E non ho neppure voglia di parlarne: a me tutto sommato Wikipedia piace. La trovo una risorsa utile.

anakyn
Inviato: 7/10/2011 14:35  Aggiornato: 7/10/2011 14:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Pispax, riguardo alla parte conclusiva del tuo post...
alludi alla strategia di andare lì in massa (che ne so, un centinaio di utenti presi su LC o altrove), "costruirsi" il prima ed il più superficialmente possibile (cioè dando contributi di scarsa qualità ed approfondimento, tanto mi par di capire che basta "fare numero") un "curriculum" di 500 EDIT senza dare troppo nell'occhio (cioè senza infilarsi in diatribe su voci/argomenti "delicati" che potrebbero portare a ban da parte degli attuali admin), e nel giro di 2 mesi esser dunque pronti a raddoppiare il bacino di elettorato, stravolgendo così la probabile logica secondo cui gli admin alla fin fine fanno tutto da soli?

redna
Inviato: 7/10/2011 14:48  Aggiornato: 7/10/2011 14:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Morale della favola: ci sono 101 admin su wikipedia, e mediamente votano 102 persone. Che incredibile coincidenza, uh?


ma dopo il tuo stupore per essere arrivato ad una simile conclusione, potresti metterti di buona lena a vedere chi sono i 101 admin e magari anche capire chi è il 102. Sempre che sia possibile arrivare ad avere nome e cognomi, s'intende.



Citazione:
Come fare a essere admin su wikipedia italia? Facile: devi essere amico di almeno altri 80 admin. Oppure ti basta essere amico di 58 admin ed essere sicuro di avere non più di 13 voti contro e non meno di 11. Tutto qu


essere amico significa conoscersi di persona. Quindi fuori dal web.
Sarebbe il caso di capire come hanno fatto ad essere amici gli 80 admin e poi vedere come mai occorre andare dagli 80 admin per 'farseli amici'.

Ma è solo wikipedia che fa così oppure è una prassi consolidata anche in altre parti del web? (è solo una domanda)


Citazione:
..............e nel giro di 2 mesi esser dunque pronti a raddoppiare il bacino di elettorato, stravolgendo così la probabile logica secondo cui gli admin alla fin fine fanno tutto da soli?



C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Pispax
Inviato: 7/10/2011 14:48  Aggiornato: 7/10/2011 15:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
anakyn


Citazione:
Pispax, riguardo alla parte conclusiva del tuo post...
alludi alla strategia di andare lì in massa (che ne so, un centinaio di utenti presi su LC o altrove), "costruirsi" il prima ed il più superficialmente possibile (cioè dando contributi di scarsa qualità ed approfondimento, tanto mi par di capire che basta "fare numero") un "curriculum" di 500 EDIT senza dare troppo nell'occhio (cioè senza infilarsi in diatribe su voci/argomenti "delicati" che potrebbero portare a ban da parte degli attuali admin), e nel giro di 2 mesi esser dunque pronti a raddoppiare il bacino di elettorato, stravolgendo così la probabile logica secondo cui gli admin alla fin fine fanno tutto da soli?


anakyn, con tutto il rispetto: quale parte della frase "non ho neppure voglia di parlarne" ti è rimasta poco chiara?

La cosa che preme a ME è che quando vado su wiki a cercare qualcosa che mi interessa, non mi trovi la pagina inzozzata da scritte tipo "FORZA MILAN".
La funzione di patrolling contro questi tipi di iniziative resta comunque una cosa preziosa.
E in linea di massima io sono favorevole solo a interventi che servono a migliorare, e non a distruggere.


EDIT: senza contare il fatto che se il sistema rileva la presenza di una minaccia distruttiva, allora il sistema reagirà rendendo i requisiti di accesso ancora più rigidi, e quindi di fatto peggiorando gli aspetti della situazione che vorresti sovvertire.
E sai che c'è? Non avrebbero neppure tutti i torti a farlo.

Semmai facciamo una cosa diversa: trova circa 850 volontari disposti a rinunciare alla loro vita sociale in generale e al sesso in particolare, e fai in modo di assumerne il controllo per fornire un sito MIGLIORE.

Facciamoci due risate:
http://nonciclopedia.wikia.com/wiki/Amministratore_di_Wikipedia

Pispax
Inviato: 7/10/2011 14:52  Aggiornato: 7/10/2011 15:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
redna

Citazione:
ma dopo il tuo stupore per essere arrivato ad una simile conclusione, potresti metterti di buona lena a vedere chi sono i 101 admin e magari anche capire chi è il 102. Sempre che sia possibile arrivare ad avere nome e cognomi, s'intende.


Nessuno stupore.
Sul resto della questione ti propongo una riflessione seria: ha importanza saperlo?






Citazione:
essere amico significa conoscersi di persona. Quindi fuori dal web.
Sarebbe il caso di capire come hanno fatto ad essere amici gli 80 admin e poi vedere come mai occorre andare dagli 80 admin per 'farseli amici'.


Di nuovo: ha importanza saperlo?


EDIT: facciamo a capirci. C'è la concreta possibilità di un sistema organizzato di censura. Non la certezza, bada bene: solo una possibilità.
(La certezza invece ce l'abbiamo nelle altre grandi enciclopedie, quelle "istituzionali")

Capire "chi sono" e "come hanno fatto" nella pratica significa solo due cose: se sono "amici" allora applicano una censura BUONA, se sono "nemici" allora applicano una censura CATTIVA.
Non mi sembra che questo distinguo migliori la situazione. E' comunque censura.

La cosa che interessa a me invece è solo cercare di stabilire l'obiettività complessiva. Cioè se una qualche forma di censura viene applicata, e quanto è esteso il fenomeno.
Per esempio la pagina di Mazzucco è una pagina obiettivamente censurata. Ce ne sono altre? QUANTE?
E la "censura" che leggiamo è reale o è solo l'indispettimento perché le cose scritte non corrispondono alle nostre idee?

anakyn
Inviato: 7/10/2011 15:28  Aggiornato: 7/10/2011 15:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/1/2010
Da:
Inviati: 1428
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
anakyn, con tutto il rispetto: quale parte della frase "non ho neppure voglia di parlarne" ti è rimasta poco chiara?


Con altrettanto rispetto (ci mancherebbe!), ti faccio notare che spesso sono frasi che si buttano lì un pò così, più che altro per solleticare curiosità e confronto.
Ma se andava presa alla lettera, come non detto.

In ogni caso, parlarne non significherebbe metterlo in pratica nè invogliare a farlo.
Anche perchè ci vorrebbe un'organizzazione mica da ridere.

Il mio è più che altro una sorta di esercizio mentale innescato da quella tua frase finale, la quale, dato il problema X, allude ad una soluzione Y.
Ammetto che sotto il profilo concreto la cosa mi interessa poco.
Ma mi è sempre piaciuto cercare di risolvere in astratto i problemi logico/matematici :D



EDIT
Citazione:
senza contare il fatto che se il sistema rileva la presenza di una minaccia distruttiva, allora il sistema reagirà rendendo i requisiti di accesso ancora più rigidi, e quindi di fatto peggiorando gli aspetti della situazione che vorresti sovvertire.


Non mi interessa "sovvertire" nè "distruggere" alcunchè.
Io, come molti altri qui dentro mi pare, frequento Wikipedia di rado e solo per recuperare informazioni palesemente oggettive e sulle quali non può esistere contradditorio, tipo il palmares di un atleta sportivo e che canzoni aveva il disco del gruppo Tal dei Tali.

Il problema Wikipedia me lo pongo solo sulla carta.

Pispax
Inviato: 7/10/2011 15:57  Aggiornato: 7/10/2011 16:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
anakyn


Citazione:
Con altrettanto rispetto (ci mancherebbe!), ti faccio notare che spesso sono frasi che si buttano lì un pò così, più che altro per solleticare curiosità e confronto.
Ma se andava presa alla lettera, come non detto.


Hai ragione tu. Ho reso poco chiaro il fatto che stavo parlando sul serio.

In realtà la riflessione che mi interessava suscitare è quella sul fatto che il sistema degli admin, per quanto discutibile possa essere sul piano politico, in realtà sta portando avanti l'enciclopedia piuttosto bene.

Il problema è che i paragoni con la democrazia che vengono fatti stanno portando tutti quanti fuori strada. Per quanto riguarda wikipedia una roba come "il piano politico" non esiste proprio.
Una democrazia ha degli obblighi politici ben precisi nei confronti dei cittadini, e delle linee etiche piuttosto rigorose da seguire. Un'enciclopedia invece ha solo un obbligo: quello che le voci dell'enciclopedia vengano rese migliori.
Punto.

Se scappa fuori che i migliori redattori delle voci sono i satanisti bulgari, Wiki può decidere in tutta tranquillità che per essere admin devi portare un certificato d'appartenenza al satanismo, redatto in bulgaro.
E la cosa non genera alcuno scandalo.





Citazione:
In ogni caso, parlarne non significherebbe metterlo in pratica nè invogliare a farlo.
Anche perchè ci vorrebbe un'organizzazione mica da ridere.


Di nuovo, il fatto che la discussione si sia spostata sul piano politico ha generato equivoci.
In realtà wiki ha causato pochi problemi politici. In compenso ha generato moltissimi problemi economici.

Un'organizzazione come quella che dici tu per esempio ce l'ha Mondadori, tanto per citare un editore a caso.
Come ce l'hanno tutti gli altri editori che guadagnavano un sacco di soldi vendendo a carissimo prezzo delle enciclopedie che in molti casi sono PEGGIORI di wikipedia.

Wikipedia può essere distrutta con meno di 50.000€ di investimento.
Se si coinvolgono i baroni universitari, che per colpa di wiki hanno perso lucrose parcelle per le revisioni, la cifra è ancora più bassa. Loro metterebbero a lavorarci gli studenti più somari, gratis.



Tutto questo avrebbe come diretta conseguenza che per leggere cose PEGGIORI di quelle scritte su wiki, dovrtesti sottoscrivere un abbonamento a un'enciclopedia online.


Domanda: quanto ci conviene?


EDIT: in ogni caso direi che ci siamo spiegati.
Non è che volevo "attaccarti". Ti ho solo biecamente strumentalizzato per spiegare meglio il mio punto di vista.




Be', poteva andarti peggio.
Per esempio poteva farlo mangog

florizel
Inviato: 7/10/2011 18:16  Aggiornato: 7/10/2011 18:25
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Pispax

Citazione:
credo che sottolineare SOLO il concetto di "partecipazione" possa dare una visione parziale del problema.


Ciao, bello.

Guarda, sarebbe come dici SE l'elemento "partecipazione" fosse impedito dal realizzarsi a causa di qualche meccanismo, diciamo "tecnico", che non riesce ad ingranare. Allora si, sarebbe una visione parziale rispetto ad un sistema che andrebbe rivisto.

Invece io la individuo come fulcro del problema, esattamente perchè wikipedia CONTINUA ad esistere "grazie" a quella partecipazione.
Che PERO' non è sostanziale, ma formale, per i motivi enunciati ed i meccanismi illustrati in quei due link.

La ristretta cerchia di individui che la gestiscono sanno perfettamente come rendere fittizia quella partecipazione, almeno in merito a temi "scottanti".
Ma una cosa del genere o è LIBERA sempre, o non lo è.
E se non lo è SEMPRE, per me è OPPORTUNISTA.

Attenzione, io non sto gettando wikipedia alle ortiche tout-court, per sapere quando è nato Raffaello Sanzio, dove si trovi l'Arno, o come è fatto un atomo può andare anche bene...

Il problema è che, come sottolineava mangog (e per una volta io sono d'accordo con lui), su wikipedia si spacciano le posizioni ideologiche, i pareri e le opinioni per DATI.

Un'enciclopedia dovrebbe attenersi, ad esempio, a riportare DATI circa un fatto, ed in questo senso ci sta pure che scriva cosa l'Attivissimo abbia ribattuto a Mazzucco e viceversa... Invece sono stati presi DATI ed è stato espresso un parere, anzi è stata presa una posizione ed è stata spacciata come verità.
E questo in molti altri casi.

Da qui a dimostrare che il meccanismo sia simile alla "democrazia" ci hanno pensato egregiamente Music-band, Dusty, ed anche Rickard.
Mi pare che solo i duramente colpiti nell'intelletto (o nell'ideologia statalista...che è un'ideologia pure quella...) non riescano ad individuare il parallelismo...

In "democrazia", noi si partecipa col voto. Ma abbiamo la misura della distanza tra le aspettative dell'elettorato ed i concreti effetti degli enunciati di un dato governo? Di entrambi gli schieramenti, ovvio.
A decidere COSA, COME e QUANDO resta la ristretta elìte di gente che gestisce davvero le cose.

Siamo ancora qui a dovercelo ricordare ogni volta, oppure si decide per una salutare scrollata dal groppone di illusioni e condizionamenti?

Il tempo sta per scadere: a noi scegliere se continuare ad "usufruire" o ad ritrovare il NOSTRO senso delle cose.

**************************


audisio

Citazione:
siccome hai parlato di "sinstri" in genere, questi comprendono anche gli anarchici, che nella democrazia non credono in assoluto, qualunque articolazione essa abbia.
Per gli anarchici vale "una testa, un governo".


Non sarebbe esattamente così, ma a voler dettagliare si andrebbe OT. Però, prima di parlare di anarchici e di Anarchia, cercate di informarvi.



@ Notturno: grazie per il bentornata.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
PikeBishop
Inviato: 7/10/2011 18:48  Aggiornato: 7/10/2011 18:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Una democrazia ha degli obblighi politici ben precisi nei confronti dei cittadini, e delle linee etiche piuttosto rigorose da seguire.



PS
Devi fare attenzione prima di scrivere certe cose: sono armi di distruzione di massa, e colpiscono specialmente gli anziani. Sono quasi morto dal ridere: un altro paio di episodi del genere e sono definitivamente defunto.

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
PikeBishop
Inviato: 7/10/2011 19:26  Aggiornato: 7/10/2011 19:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/11/2005
Da: Tavistock Square, Camden, London WC1H, UK
Inviati: 6263
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?

Il Portico Dipinto Network Nanopublishing
E' dall'uso (mancato) del Congiuntivo, che li riconoscerete.
Rickard
Inviato: 7/10/2011 21:10  Aggiornato: 7/10/2011 21:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 9/9/2007
Da: Un mondo pervaso di follia
Inviati: 1609
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Pikebishop
Citazione:
Sull'argomento segnalo un articolo del sempre odioso, ma sempre anche lucido ed intelligente Fanelli:

Il Fanelli è un amaro esempio di come non basti essere degli stronzi odiosi per avere sempre torto. Anzi, (ahimé) ammetto che le sue analisi sono quasi sempre lucide e con molti punti che arrivano al nocciolo della questione.

Dal link:
Citazione:
Basta dire "faccio una legge che se usi il Comic Sans arriva un negro e ti incula" e parte la mobilitazione-caghetta. Che la legge sia costituzionale, che sia MATERIALMENTE possibile fare una cosa simile, che la legge cambi qualcosa -magari un negro vi si incula gia'- conta poco: il panico si propaga esponenzialmente, e improvvisamente tutti i blogger hanno una sola priorita': salvare il proprio augusto culo.
Cosi' non vi preoccupate: e' possibile oggi far passare le leggi razziali senza che Internet o la Blogsfera o il Social Media -qualsiasi cosa siano- si mettano a protestare, a patto di includere nel decreto una norma contro i blog. Vi metterete a protestare contro la legge sui blog, e le leggi razziali passeranno inosservate.
Il secondo concetto che mostra tutti i suoi limiti e' quello di "mobilitazione": quello che avete scoperto amaramente e' che ci si puo' mobilitare per UNA cosa, o contro UNA cosa. Non si puo' fare una mobilitazione contro un pacchetto di leggi, ma contro UNA legge. O vi muovete contro la legge che imbavaglia i blog, o contro quella che blocca le intercettazioni. C'e' un limite politico alla mobilitazione, perche' c'e' un limite nel meccanismo dei "due minuti di odio":

I due minuti di odio , motore reale della mobilitazione CONTRO qualcosa, hanno bisogno di un elemento forte, di un simbolo da odiare, l' Emmanuel Goldstein della situazione. Emmanuel Goldstein non e' una persona, ma tutta una serie di idee associate alla persona:

Emmanuel Goldstein, o se preferite Satana, o Silvio Berlusconi, devono avere una faccia, una fazione, una ideologia precisa.

Emmanuel Goldstein e' colpevole di ogni cosa che non funzioni, di ogni sofferenza, di ogni carenza del sistema.

Emmanuel Goldsten e' unico, inimitabile, e affermare che ve ne siano altri e' distrarre le masse.

Emmanuel Goldstein e' di una astuzia diabolica, tanto che parrebbe inutile combatterlo e sembrerebbe sensato allearsi con lui, ma l'onniscenza del bene e l'onnipotenza del popolo vinceranno.

Emmanuel Goldstein , nonostante la sua astuzia, segue una sola strategia alla volta, un solo passo alla volta, e si basa su strategie lineari , basate su singoli passi facilmente identificabili.


Florizel
Citazione:
Un'enciclopedia dovrebbe attenersi, ad esempio, a riportare DATI circa un fatto, ed in questo senso ci sta pure che scriva cosa l'Attivissimo abbia ribattuto a Mazzucco e viceversa... Invece sono stati presi DATI ed è stato espresso un parere, anzi è stata presa una posizione ed è stata spacciata come verità.
E questo in molti altri casi.

Ed ecco perfettamente sintetizzato il meccanismo di come far entrare in modo strisciante un'idea nella testa delle persone rimanendo ammantati della aurea veste di enciclopedia neutrale e superpartes.

Non serve a molto e non fa poi tanta differenza (al contrario di quel che hannod etto alcuni) se Wikipedia è gratis o no, o se è obbligatoria o opzionale.

Il punto resta: è una realtà globale che è riuscita (perché è stato voluto) a imporsi nel mondo, diventando un punto di riferimento, uno spartiacque nonché un metro di misura, quindi il fatto che sia "gratis" conta poco, visto che la sua funzione non è quella di essere consultata "gratis", ma di spacciarti propaganda e posizioni ideologico-politiche che pagherai in seguito.

Qualunque tema scottante viene abbattuto e normalizzato da Wikipedia, dalla verità su fatti storici (9/11, Olocausto e via dicendo) alle scoperte scientifiche (cure alternative, fusione fredda ecc.), e i promotori di quei messaggi (come anche Massimo) ridicolizzati, storpiati tramite dichiarazioni false e tendenziose. E alla fine molte coscenze restano fottute,

A me sembra un conto piuttosto salato da pagare, altro che "gratis".

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. - Nikola Tesla
Ettore
Inviato: 7/10/2011 21:38  Aggiornato: 8/10/2011 9:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/9/2004
Da:
Inviati: 649
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
COMUNQUE SIA a difesa di Wikipedia, alla voce: "Teoria del complotto lunare", verso fondo pagina un articolo completo di Luogocomune, con tanto di commenti, l'hanno pubblicato !!

( 81. ^ [1] Luogocomune )

Che dite....?? - Lo rimuoveranno ?


P.S.
Bevo per non pensarci !


florizel
Inviato: 7/10/2011 22:37  Aggiornato: 7/10/2011 22:37
Sono certo di non sapere
Iscritto: 7/7/2005
Da: dove potrei stare meglio.
Inviati: 8195
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Rickard

Citazione:
è una realtà globale che è riuscita (perché è stato voluto) a imporsi nel mondo, diventando un punto di riferimento, uno spartiacque nonché un metro di misura...

...A me sembra un conto piuttosto salato da pagare, altro che "gratis".


Ma ci sarebbe ancora dell'altro: l'estremizzazione.
Cioè, l'estensione di un provvedimento ad un obiettivo che NON sarà quello che realmente si vuole raggiungere, ma che SERVE a spostare l'attenzione verso il PEGGIO che potrebbe capitare...E così, il MALE quotidiano passa facile e liscio.

Pare che la tecnica riesca... Non solo passano le direttive circa gli argomenti spacciate per DATI, ma il LINGUAGGIO con cui vengono "raccontati" viene ritenuto ( o percepito, meglio) plausibile, autorevole e concreto.

Calvero ha un'immensa ragione a sostenere che, forse forse, qualcosa potrà cambiare solo quando si passerà dalla contro-informazione alla CONTRO-propaganda.

"Continueremo a fare delle nostre vite poesie, fino a quando Libertà non verrà declamata sopra le catene spezzate di tutti i popoli oppressi". Vittorio Arrigoni
Pispax
Inviato: 8/10/2011 0:46  Aggiornato: 8/10/2011 0:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
PikeBishop


Citazione:
PS Devi fare attenzione prima di scrivere certe cose: sono armi di distruzione di massa, e colpiscono specialmente gli anziani. Sono quasi morto dal ridere: un altro paio di episodi del genere e sono definitivamente defunto.


Il senso credo sia chiaro, come credo che tu lo abbia capito benissimo.
Piuttosto sono preoccupato per l'affermazione che hai fatto. Probabilmente dovresti prendere in considerazione un programma di attività fisica, giusto per evitare rischi.

In ogni caso non ho intenzione di favorire le cattive abitudini degli utenti lasciandomi invischiare in una discussione sulla democrazia in un thread che parla di wikipedia, che è una roba che in quanto a allure democratica lascia necessariamente a desiderare.



Ti lascio una magia.
Che è roba vecchia, ma sempre magia è.
Assicurati di essere sereno prima di aprire il link.

http://www.youtube.com/watch?v=XdAZxeIHqJ0

Kenshiro
Inviato: 8/10/2011 7:22  Aggiornato: 8/10/2011 7:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 21/5/2010
Da: Croce del Sud
Inviati: 318
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
PikeBishop:
Sull'argomento segnalo un articolo del sempre odioso, ma sempre anche lucido ed intelligente Fanelli:


Dal profilo utente:

Professione: Preside della Sacra Scuola di Hokuto

????????????

Mondo marcio!!!
baciccio
Inviato: 8/10/2011 9:08  Aggiornato: 8/10/2011 9:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/1/2006
Da: Genova
Inviati: 536
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Calvero: Citazione:
Wikipedia sublima alla perfezione la passività del gregge umano che, con l'erba a portata di Click, può amare "cotanto ben di Dio" e dire... .. anche oggi ho brucato


Sublime!

Ettore
Inviato: 8/10/2011 9:27  Aggiornato: 8/10/2011 9:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/9/2004
Da:
Inviati: 649
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
COMUNQUE SIA ho una lieta notizia per voi !!

WIKIPEDIA PUO' SALVARSI !!

BASTA che crei una voce dal titolo..." LIBERISSIME CRITICHE A WIKIPEDIA "


P.S.
COSI' ha anche la possibilità di correggersi ! - Non trovate ?


Ettore

Jurij
Inviato: 8/10/2011 11:16  Aggiornato: 8/10/2011 11:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Wikipedia sublima alla perfezione la passività del gregge umano che, con l'erba a portata di Click, può amare "cotanto ben di Dio" e dire... .. anche oggi ho brucato

C’è erba ed erba, mi sta bene risparmiare il mio tempo libero (che è la seconda cosa più importante nella mia vita, dopo il corpo/salute) per sapere cosa pesa un decimetro cubo di piombo, ma non mi sta più bene se qualcuno scrive qualcosa che in teoria dovrebbe essere un “dato di fatto”, offendendo la reputazione di qualcuno che non la pensa allo stesso modo.

Per tutto questo wikipedia, non solo va presa per quello che è, ma va denunciata per il fatto di denigrare i nemici del pensiero “comune”.

Se si vuole parlare di democrazia allora bisogna partire da qualcosa di più vicino, non da wikipedia, altrimenti si mischiano completamente “ il palo con la frasca”…

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
redna
Inviato: 8/10/2011 11:40  Aggiornato: 8/10/2011 11:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
Wikipedia sublima alla perfezione la passività del gregge umano che, con l'erba a portata di Click, può amare "cotanto ben di Dio" e dire... .. anche oggi ho brucato


chissà perchè nel gregge umano ci sono sempre degli 'altri'....

Se il 3%delle persone si informa su internet è chiaro che chi sta brucando a portata di click sono pochissimi.
Fra questo 3% c'è sempre qualcuno che parla di 'gregge umano' del tutto ipotetico rispetto al resto della popolazione.

La passività non è anche quella di essere troppo comodi davanti al pc tanto da non riflettere un istante sul restante 97% di popolazione?


Citazione:
C’è erba ed erba, mi sta bene risparmiare il mio tempo libero (che è la seconda cosa più importante nella mia vita, dopo il corpo/salute) per sapere cosa pesa un decimetro cubo di piombo, ma non mi sta più bene se qualcuno scrive qualcosa che in teoria dovrebbe essere un “dato di fatto”, offendendo la reputazione di qualcuno che non la pensa allo stesso modo.


ma questo non si è sempre fatto anche sui libri o sulla carta stampata in genere?

I meccanismi che ci sono sempre stati sono ripresi anche sulla scatola magica del web perchè le persone sono rimaste sempre le stesse.
C'è da meravigliarsi di questo?

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Calvero
Inviato: 8/10/2011 13:02  Aggiornato: 8/10/2011 13:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Certo, Jurij, che c'è erba ed erba

.. parlavo infatti di sublimare

Provo a spiegarmi, ti riporto un concetto "spirituale":

Sublimare l'aggressività significa elevarla al suo livello più alto e creativo. Anziché lottare contro le persone, per esempio, si lotta contro l'ingiustizia o contro la povertà, cioè si mettono i propri impulsi aggressivi al servizio di un ideale.

Mi segui? in questo caso si avrebbe un "male" che diventa bene.
POI: - sublimare è un "energia" neutra e ..

.. per quel che concerne questo tema abbiamo l'opposto:

Il "bene" che diventa male.

Ma è nella visione di insieme e nell'approccio che esso vuole veicolare che abbiamo trattato la critica. E so che tu hai parlato anche del - Bene siamo d'accordo

Citazione:
Per tutto questo wikipedia, non solo va presa per quello che è, ma va denunciata per il fatto di denigrare i nemici del pensiero “comune”.


Per questo, a mio vedere, ha già risposto TUTTLE ===> e se lo dice lui! che è un osservatore pragmatico dal cervello fino, abbiamo detto tutto. Quand'è che si farà festa allora ?!!

Citazione:
Se si vuole parlare di democrazia allora bisogna partire da qualcosa di più vicino, non da wikipedia..


Ma qui, facci caso, non si vuole parlare di democrazia, ma di elementi che hanno un comune principio di Ipocrisia.

Citazione:

altrimenti si mischiano completamente “ il palo con la frasca”…



.. non s'è mischiato nulla, siamo soltanto un po scesi nelle viscere di uno dei tanti elementi del gioco Orwelliano, si tratta di approfondire le intenzioni mistificatrici ... non di mischiare (parcellizzando) i pali e le frasche

_____________
_____________


PS

Mi sposto da un altra parte:

.. c'è in giro un utente col dente sempre avvelenato MAH !

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Jurij
Inviato: 8/10/2011 13:54  Aggiornato: 8/10/2011 13:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Calvero
Citazione:
Sublimare l'aggressività significa elevarla al suo livello più alto e creativo. Anziché lottare contro le persone, per esempio, si lotta contro l'ingiustizia o contro la povertà, cioè si mettono i propri impulsi aggressivi al servizio di un ideale.

Ok Calvero ti seguo, io ho ormoni che circolano nel sangue e li devo fare sfogare lo posso fare in diversi modi.
Nel mio personale ho imparato a sfogarli tramite attività fisica e sul piano mentale mi sta bene il servire un ideale.

Citazione:
.. per quel che concerne questo tema abbiamo l'opposto:
Il "bene" che diventa male.

Qui non ti seguo più tanto, perché secondo il mio parere non è il bene che diventa male, ma è il male travestito da bene sin da subito.
Lo comprova il fatto che la struttura di wikipedia è stata studiata dall’inizio per impedire al bene di ricondurre la questione sulla giusta strada.
Una banda di cialtroni che si impossessa di un possibile “bene comune” e che ne sfrutta l’energia positiva per perorare il proprio marciume mentale.

Per il resto la mia non è contestazione ai tuoi ragionamenti, ma mantenere “puntato il faro” sulla schifosa propaganda nascosta dietro a questa “enciclopedia” del meng….

Grazie comunque per la saggezza che ci metti sempre nei tuoi scritti.

p.s./o.t. Dopo l’ultimo caso accaduto a Bari, dove una persona famosa nella mia regione ha deciso di togliersi di torno, mi rendo sempre più conto di quanto diamo valore ad una persona solamente quando non è più tra noi e non può più apprezzare nessun gesto… riposa in pace Peter.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Ettore
Inviato: 8/10/2011 14:27  Aggiornato: 10/10/2011 20:34
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/9/2004
Da:
Inviati: 649
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
CHE CI VOLETE FARE....??

WIKIPEDIA, come molte altre..."Organizzazioni", non è abbastanza intelligente ne matura per essere più equanime e meno Ufficiale !

E COSI' la crisi mondiale continuerà a peggiorare sempre di più, secondo me (...è giocoforza d'altronde ! )


P.S.
DEMORALIZZATO bevo per dimenticare !


Ettore


OPPSSS....!!!

ONDE sdrammatizzare il tutto, rilassatevi visionando queste due foto !

http://www.hq.nasa.gov/office/pao/History/alsj/a17/ap17-S72-48892.jpg

http://www.hq.nasa.gov/office/pao/History/alsj/a17/AS17-134-20453.jpg


Ettore
Inviato: 10/10/2011 20:31  Aggiornato: 10/10/2011 20:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 25/9/2004
Da:
Inviati: 649
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
OH...Oh !! Più nessuno interviene !


P.S.
Avrò scritto qualcosa di sbagliato ?


Ettore

Atlantotec
Inviato: 15/10/2011 13:36  Aggiornato: 15/10/2011 13:36
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/3/2010
Da: Zurigo
Inviati: 32
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?

La vertebra Atlante: la causa nascosta di molto dolori!
Forumsano: per una salute ottimale.
Forumgesund: forum salute in tedesco.
Sertes
Inviato: 19/10/2011 9:46  Aggiornato: 19/10/2011 15:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Io posso anche capire che le teorie alternative non debbano avere pari risalto rispetto alle teorie ufficiali, ma per l'undici settembre ci sono pagine che si occupano proprio di documentare le teorie alternative.
La pagina "Teorie del complotto sull'attentato al World Trade Center dell'11 settembre 2001" è chiaramente scritta unicamente da chi contesta tali teorie, e contiene 11 link a Undicisettembre, 4 link al sito di Manieri, 1 link ad Attivissimo.net, 1 link a Crono911... zero link a luogocomune, zero link a megachip, zero link a comedonchisciotte.
Ho provato ad inserire un semplice link a luogocomune nella sezione "link esterni" e il personaggio che si nasconde dietro il nickname BrainUse ha annullato la modifica sostenendo che Luogocomune è un sito amatoriale!

Per la serie: ho ragione, per forza: parlo solo io.

Questo è il livello dei nostri interlocutori, e wikipedia lo permette.

EDIT: corretto il nome del debunker che ha proposto la modifica

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Buckaroo
Inviato: 19/10/2011 15:01  Aggiornato: 19/10/2011 15:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/12/2009
Da:
Inviati: 712
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Sertes,

ed anche qua mi trovo a dover precisare, come avevo fatto nell'altro thread.
Se è vero che Skybuck è il nick che uso io sul mio blog, è anche vero che quello SkyBuck, che avrebbe cancellato il tuo link, non sono io.
Però mi piacerebbe sapere qualcosa in più su chi si nasconde, davvero, dietro quel nick.
Mi dici dove trovo la cronologia di quella pagina dove viene riportato il nome di Skybuck?

Grazie

Sertes
Inviato: 19/10/2011 15:08  Aggiornato: 19/10/2011 15:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Hai perfettamente ragione, ti devo delle scuse: ho scritto Sky Buck ma intendevo Brain Use.

Ho corretto anche il post sopra.

In futuro ti assicuro che controllerò due volte prima di menzionarti.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Buckaroo
Inviato: 19/10/2011 15:11  Aggiornato: 19/10/2011 15:11
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/12/2009
Da:
Inviati: 712
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Ok, perfetto.

Giusto per chiarezza.

Grazie

Tuttle
Inviato: 19/10/2011 15:28  Aggiornato: 19/10/2011 15:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 1/9/2006
Da:
Inviati: 3790
 Re: La "crociata" di Wikipedia: da quale pulpito?
Citazione:
e il personaggio che si nasconde dietro il nickname BrainUse ha annullato la modifica sostenendo che Luogocomune è un sito amatoriale!


E' nata una nuova categoria: la SCA. Sito Comunemente Accettato.

Si ascrivono a tale categoria solo ed esclusivamente siti e blog che contengano la RCA (Ricostruzione Comunemente Accettata), la VU (Versione Ufficiale), la VUbis (Verità Ufficiale) e la VCA (Versione, o Verità, comunemente Accettata).

Se avete da inviare pezzi di VU, VU2, VCA o RCA, che non siano già stati ritrovati dentro la buca di 50x15 metri di Shanksville, spedire il materiale a [email protected] o visitare il sito www.VUVUVU.com/RCA/VCA.

Se non riuscite ad incastrare i pezzi non vi preoccupate; ci pensano i professionisti della V.A.C.C.A. (Versione Accettata Cui Credo Adesso), che provederanno a realizzare VU, VCA o RCA personalizzate alla bisogna.


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA