Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


politica italiana : I referendum
Inviato da Redazione il 11/6/2011 7:59:18 (6789 letture)

Commenti liberi sui referendum di questa domenica.

Voto: 0.00 (0 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Nyko
Inviato: 11/6/2011 8:35  Aggiornato: 11/6/2011 8:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 30/10/2010
Da:
Inviati: 545
 Re: I referendum
Ricordandovi che, in Italia, il referendum è solamente abrogativo, quindi serve per evitare che le leggi, superato l'ano e raggiunto lo sfintere, si spingano fin dentro il retto di noi elettori, riporto l'intero post tratto dal blog "Non Votare Chi Ti Avvelena":

Il 12 e 13 giugno si terrà il Referendum abrogativo sui quesiti referendari: il le­git­timo im­pe­di­mento, la pri­va­tiz­za­zione dell’acqua pre­vi­sta dal de­creto "Ron­chi" (due que­siti) e il ri­torno all’energia nucleare. Si povrà esprimere il proprio parere votando "Sì" per l’abrogazione (ovvero l’eliminazione della norma) e "No" perché le norme restino intatte (leggere lo schema di seguito).
Per validare il Referendum, bisognerà che sia raggiungo il quorum di 25 milioni di votanti. Dato che molti italiani sono stati sensibilizzati in merito alla questione del nucleare e della privatizzazione del bene pubblico dell'acqua, è molto più facile che prevalga la volontà di una abbrogazione, per cui il non raggiungimento del quorum di 25 milioni di votanti, sarebbe un modo per far applicare le norme ormai decise.

Intanto il Referendum che si è svolto in Sardegna il 15-16 Maggio ha visto un quorum del 63% circa con una percentuale del 97% dei SI VERSO L'ABBROGAZIONE DELLE LEGGI proposte agli elettori sul tema della privatizzazione dell'acqua (due quesiti), del nucleare e del legittimo impedimento.

Ecco una sintesi dei quesiti referendari del 12 Giugno:
Acqua 1

L'abbrogazione riguarda la legge che di fatto privatizza l'acqua pubblica, cioe' di bacini di raccolta ed acquedotti. Da quando è in vigore questa legge, la gestione gli acquedotti è stata data a società private, privatizzandola, quindi si è avuto un aumento delle tariffe fino a triplicarsi in alcune regioni.
Acqua 2

Viene proposta l'abbrogazione parziale della norma sulla determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all'adeguata remunerazione del capitale investito e cioè consente ai privati di stabilire aumenti di tariffe dopo averli giustificati con investimenti.
Nucleare

L'abbrogazione parziale riguarda la legge che reintroduce la possibilità per il governo di scegliere con procedura urgente la costruzione di centrali nucleari sul territorio italiano. Questa eventualità era stata impedita dal referendum del 1987 in cui i cittadini italiani si espressero contro il nucleare. Con la scusa della "procedura urgente" si era messo in moto nei mesi scorsi tutto un meccanismo di leggi e regolamenti che consentiva, di fare le centrali anche contro la volonta' delle popolazioni locali e delle regioni, cancellando il referendum sopracitato.
Questo quesito ha rischiato di essere tolto dal Referendum con l'ultimo decreto Omnibus.

Ciaoo, Nyko

"Il sapere non è fatto per comprendere, è fatto per prendere posizione."
Michel Foucalut
Mande
Inviato: 11/6/2011 9:17  Aggiornato: 11/6/2011 9:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/1/2008
Da: Cologna veneta
Inviati: 1301
 Re: I referendum
Il referendum è l'unico momento della vita democratica nel quale i cittadini sono chiamati a decidere e non delegare. Non votare significa solo ribadire alla classe politica che possono fare qualsiasi cosa gli pare al di sopra della volontà del suo popolo e non lo prendo neppure in minima considerazione.

Siudal
Inviato: 11/6/2011 9:17  Aggiornato: 11/6/2011 9:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/5/2007
Da:
Inviati: 70
 Re: I referendum
QUIZ:
TROVA LE DIFFERENZE (QUELLE SOSTANZIALI...).

---------------------------------------------------

Articolo di Bruno Tinti da "Il Fatto Quotidiano" del 10/6/2011:
http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/06/10/il-quorum-della-democrazia-lungo-viaggio-in/117164/

Il quorum della democrazia
Lungo viaggio in macchina. Alla radio si susseguono trasmissioni sul referendum. Telefonate e sms di cittadini. Molti dicono che non andranno a votare, che non ci capiscono niente. Alcuni spiegano di voler impedire il raggiungimento del quorum e se la prendono con il presidente della Repubblica che non avrebbe dovuto, secondo loro, annunciare la sua intenzione di recarsi al seggio (“io sono un elettore che fa sempre il proprio dovere”): in questo modo influenza gli elettori, dicono con toni alterati, non è al di sopra delle parti, non è imparziale. Io penso tristemente all’infimo livello di cultura politica raggiunto dal nostro Paese; e mi chiedo se l’istituto del suffragio universale per caso non debba essere rivisto.

Cominciamo dal “dovere” di votare. Ovviamente le elezioni non sono una competizione sportiva, non servono per far godere il tifoso della squadra vincitrice e deprimere quello della sconfitta. Le elezioni servono per stabilire quale deve essere il modello di gestione del Paese. Un cittadino che utilizza le risorse nazionali non può sottrarsi al dovere di concorrere a stabilire come dovranno essere predisposte. E nemmeno può dichiararsi estraneo al confronto tra sistemi politici: la responsabilità di garantire libertà, cultura, prosperità gli appartiene per il solo fatto di essere cittadino. Tutto questo è, se possibile, ancora più vero nel caso di referendum. Scelte come energia nucleare, acqua pubblica, immunità dei vertici della classe dirigente, contengono in sé le radici di cambiamenti profondi per la nazione. E tanto più la decisione su questi cambiamenti è diretta e non mediata attraverso la delega alla classe politica, tanto più la responsabilità a determinarli in un senso o nell’altro è irrinunciabile.

Ma, dicono, far mancare il quorum è una modalità di partecipazione: non voglio che questa o quella legge sia abrogata; non sono sicuro di raggiungere la necessaria maggioranza; utilizzo quindi un modo diverso per far prevalere la mia volontà politica. Solo che questa non è democrazia, è trucco da baro, sabotaggio, spregiudicatezza civica.

E c’è di più. Non è un caso che la classe politica veda i referendum come il fumo negli occhi: ne percepisce, giustamente, la carica di delegittimazione nei suoi confronti, il contenuto di controllo diretto della gestione pubblica, l’inequivoca bocciatura se l’abrogazione ha successo. Adoperarsi per far mancare il quorum significa, al di là della questione contingente, rinunciare al corretto rapporto governanti-governati; significa perdere l’occasione di ribadire che i governanti sono al servizio dei governati e non il contrario.

Alla fine questa storia del quorum mi ha fatto capire che votare non significa andare al seggio e mettere una croce su un pezzo di carta. Votare significa scelta consapevole. Ed è qui, ho pensato, che mi piacerebbe una rivoluzione. Mi piacerebbe che la concreta possibilità dell’elettore di adottare scelte consapevoli venisse verificata. Cosa è la Costituzione? E la Corte costituzionale? Chi fa le leggi? Chi governa e come viene scelto? Quali sono i compiti del presidente della Repubblica? Educazione civica di base. Se non c’è, ha senso consentire a un cittadino indifferente, disinformato ed egoista, di partecipare alla vita politica di un paese di cui, sostanzialmente, non gli importa nulla?

Il Fatto Quotidiano, 10 giugno 2011

-----------------------------------------------------

Mio intervento su "Luogocomune" del 11/5/2008:

GLI ESAMI NON FINISCONO MAI........
Questo “luogo comune” può apparire banale e scontato, ma purtroppo non è del tutto vero.
Mentre i corsi di studio diventano sempre più lunghi (e dequalificati...), mentre la patente di guida è soggetta ad un riesame periodico in base a vari parametri (età, incidenti subiti, ecc.) e lo stesso dicasi per il porto d'armi, assunzioni ed avanzamenti di carriera in certe realtà lavorative, cariche politiche ed amministrative pubbliche e fra non molto anche per i magistrati, c'è invece uno “status” che è potenzialmente fonte di enormi responsabilità e rischi: quello di “elettore” che viene riconosciuto indiscriminatamente a tutti, in nome di una “democrazia” sempre più vuota, snaturata e di facciata.
Che senso ha infatti attribuire il potere di delegare ad esercitare le scelte fondamentali (almeno nominalmente...), a soggetti che poi ne fanno l'uso che sappiamo in “nome del polo sovrano”, da parte di persone che hanno il solo merito di essere nati?
Per tutte le altre attività umane occorre (a mio avviso giustamente) dare dimostrazione di essere in possesso di certi requisiti, come avere studiato o essere in grado di pilotare un mezzo di trasporto mentre per esercitare i cosiddetti “diritti politici” basta avere un certificato di nascita....
Sia ben chiaro, non penso a chissà quale procedura per avere il diritto di avere il certificato elettorale (e quindi eleggere e/o di essere eletti); basterebbe un esamino minimo di storia e di economia domestica e ad un test psicoattitudinale (cose oggi richieste anche per l'ultimo dei lavori più dequalificati), da ripetere ogni 8 anni (il doppio di quella quella che dovrebbe essere la durata della legislatura: 3 anni infatti sono pochi e 5 troppi).
Sono convinto che nel mondo di oggi un siffatto sistema elettorale, se correttamente gestito, darebbe il diritto di voto (attivo e passivo) ad una percentuale sì e no del 30% dell'attuale platea degli “aventi diritto”.
Va da sé che il tutto andrebbe poi integrato con corsi propedeutici da seguire su base volontaria e dall'obbligo poi di andare realmente a votare
E non mi si venga a dire che ciò contraddice il principio, apprezzabile, del “suffragio universale”.
Infatti il corpo elettorale che ne risulterebbe non sarebbe discriminato su basi economiche, etniche, sessuali, etiche o religiose, ma solo sulla base della consapevolezza dei diritti, dei doveri e del mondo in cui viviamo, che oggi non si può certo dare per scontata o acquisita.
Come valutare infatti dei cittadini che, pur avendo il diritto di esprimere una classe dirigente che determinerà il loro modo di vivere negli anni a venire e la sopravvivenza stessa del pianeta, fà le scelte che vediamo (ad es.: Bush, Berlusconi, Blair – fra parentesi tutti personaggi che hanno al loro attivo più di un mandato -) e poi sostenere che si tratta di “democrazia”, meritevole magari persino di essere esportata?
Per commentare l'attualità, come si può tollerare che ci sia gente che si proclama “di sinistra” e poi si lascia ingannare dal “voto utile” votando PD o, ancora più inqualificabilmente Lega?
La “rivoluzione culturale” che tanti invocano dovrebbe partire dalla modifica dei fondamenti, delle cose che vengono date per scontate ma che dovrebbero invece, a mio avviso, essere rimesse in discussione.

--------------------------------------------------

Speriamo (ma ci credo poco) che lunedì 13/6/2011 alle ore 15 si possa dire
che l'Italia ha "voltato pagina", perchè è questo che è in gioco.

Siudal.

“Uno degli effetti veramente negativi della religione è che si insegna a considerare una virtù il pascersi della propria ignoranza.” Richard Dawkins, The God Delusion.
JohnTitor
Inviato: 11/6/2011 9:29  Aggiornato: 11/6/2011 9:29
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 falsi referendum
i referendum sono tutte cazzate x distrarre la gente ignorante:

A Nucleare: non c'è nessuna possibilità che l'Italia abbia il nucleare pechè non ci sono i soldi neanche per costruire una sola centrale o un deposito scorie.

B Acqua: i quessiti sui servizi pubblici sono fatti in modo che non impediranno la pruivatizzazione anche se vincesse il sì con il quorum.

C Legittimo impedimento: questo è un messaggio a Berlusconi che non può fare le leggi solo x se stesso. Bisogna notare comunque che i mafiosi vengono rilasciati da sentenze della Consulta e per questo nessuno si scandalizza.

Virtus
Inviato: 11/6/2011 10:11  Aggiornato: 11/6/2011 10:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/5/2011
Da: Lecce
Inviati: 93
 Re: I referendum
Citazione:
Speriamo (ma ci credo poco) che lunedì 13/6/2011 alle ore 15 si possa dire che l'Italia ha "voltato pagina", perchè è questo che è in gioco.


Per voltare pagina seriamente mi sa che ci vuole ben altro.

Citazione:
A Nucleare: non c'è nessuna possibilità che l'Italia abbia il nucleare pechè non ci sono i soldi neanche per costruire una sola centrale o un deposito scorie.


Aldilà delle capacità finanziarie di uno Stato (cioé le nostre di capacità) penso che affidarsi alla produzione di energia tramite "manipolazioni della natura che non siamo assolutamente in grado di controllare" sia non solo indice di una smisurata arroganza del genere umano ma anche, e soprattutto, di una sorta di lesionismo aggravato del nostro amato pianeta che ci ospita.

Citazione:
B Acqua: i quessiti sui servizi pubblici sono fatti in modo che non impediranno la pruivatizzazione anche se vincesse il sì con il quorum.


Hai ragione; le speculazioni esistono ovunque.

cosmo
Inviato: 11/6/2011 10:15  Aggiornato: 11/6/2011 10:15
So tutto
Iscritto: 30/9/2006
Da:
Inviati: 9
 Re: falsi referendum
E uscito un brano che propone di votare a ritmo di musica:

http://www.youtube.com/watch?v=1zLgbeUch4g&feature=share

ohmygod
Inviato: 11/6/2011 10:15  Aggiornato: 11/6/2011 10:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: falsi referendum
citazione
referendum sono tutte cazzate x distrarre la gente ignorante

Spero che domenica e lunedì il 60% degli italiani si svegli più ignorante del solito e vada a votare i 4 Referendum.

Ps non so chi abbia cambiato il titolo della discussione che da "i Referendum" è cambiato in "falsi referendum"
Penso che il merito sia di Titor

Giano
Inviato: 11/6/2011 10:58  Aggiornato: 11/6/2011 10:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: I referendum
John Titor:
i referendum sono tutte cazzate x distrarre la gente ignorante:

Pfiuuu, meno male, posso finalmente tornare alle mie cazzate.
Allora, si è saputo cosa ha detto Beppe Signori sulle partite truccate?
John, chi ha vinto il campionato l’anno prossimo?

redna
Inviato: 11/6/2011 11:43  Aggiornato: 11/6/2011 11:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: I referendum
Citazione:
i referendum sono tutte cazzate x distrarre la gente ignorante:


ti sbagli perchè i referendum è l'unico sistema con cui il popolo si fa sentire...non ne esistono altri.
Pertanto la gente ignorante è proprio quella che si taglia le palle da sola non andando al referendum, pensando anche che è intelligente e ricca e per questo non lo fa.
La distrazione è proprio quella di far sentire la gente ricca e intelligente quando non lo è e quando invece dovrebbe aprire gli occhi su quelli che li monovrano per farli sentir tali.
Sul nucleare qualcuno ci guadagna e TUTTI paghiamo e non certo il gioco vale la candela in un paese da terzo mondo in cui la gente si senta talmente ricca da considerare il referendum per i pezzenti.



Citazione:
A Nucleare: non c'è nessuna possibilità che l'Italia abbia il nucleare pechè non ci sono i soldi neanche per costruire una sola centrale o un deposito scorie.

e allora perchè non ti chiedi dove vanno le scorie di quelle che ci sono ma sono dismesse?
perchè non ti chiedi quanto soldi dobbiamo pagare per la manutenzione di queste e chi ne guadagna?
con la stessa leggerezza con cui sono state fatte quelle centrali che producono scorie radiottive che non sappiamo nemmeno dove vengano stipate (e se sono come quelle sullo Scrivia rischiamo ogni momento un disastro nucleare in tutto il territorio) perchè ci vengono a riproporre ancora una legge sul nucleare quelli del governo?
Quello che stai dicendo è quello che dicono quelli al governo perchè la gente se ne stia buona a pensare ai caxxi suoi mentre il territorio te lo sottraggono per i loro sporchi affari.

Citazione:

B Acqua: i quessiti sui servizi pubblici sono fatti in modo che non impediranno la pruivatizzazione anche se vincesse il sì con il quorum.

bene...... allora siamo disposti a lasciar a governare al gente che ci fotte?
se emerge questo e nessuno fa nulla evidentemente siamo del tutto manovrati....

Citazione:
C Legittimo impedimento: questo è un messaggio a Berlusconi che non può fare le leggi solo x se stesso. Bisogna notare comunque che i mafiosi vengono rilasciati da sentenze della Consulta e per questo nessuno si scandalizza.

i cittadini sono tutti uguali davanti alla legge e tali restano.Non è un messaggio è un articolo della costituzione sulla B e soci hanno giurato.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Kratos
Inviato: 11/6/2011 11:46  Aggiornato: 11/6/2011 11:46
So tutto
Iscritto: 6/4/2011
Da:
Inviati: 21
 La lotta incomincia ora...
Signori...questa è una battaglia.
E' la nostra opportunità di cambiare le cose, non dobbiamo sentirci arresi e inutili, dobbiamo far valere la nostra volontà più assoluta.
Ho parlato con gente che non andrà a votare, ma purtroppo non mi hanno saputo dire veri motivi...solamente "tanto siamo sempre nella stessa fogna" oppure "Ho già deciso per il mio futuro" (ma che cacchio vuol dire!!!???).

Ebbene sapete cosa vi dico?
Vi dico che io domani alle 8 del mattino vado al seggio e gli sparo 4 SI, gli sbatto in faccia quattro risposte affermative in stampatello e grosse come una casa; e non lo farò soltanto per me...lo farò anche per quei codardi che mi hanno risposto che non sarebbero andati. Cambierò per loro sia la stessa fogna in cui vivono e sia il loro futuro incerto e labile più che mai.

Domani IO combatterò!

PRONTI

baalbek
Inviato: 11/6/2011 13:06  Aggiornato: 11/6/2011 13:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/6/2006
Da:
Inviati: 103
 Re: I referendum
Io invece non andro, anche se sono fortemente convinto per i SI.
Ma la mia lotta non passa per questo sistema di cose che intendo sfasciare, dove sarebbe la mia coerenza?
Per chi ha deciso come me di combattere il sistema non è certo legitttimando il voto inutile. Abbiamo troppi esempi di referendum votati e nemmeno considerati dalla classe politica,perche dovrebbe essere diverso ora?
Mi spiace per chi combatte la stessa battaglia, ma io le mie energie le consumo in direzioni piu reali.
Pochissimi ormai hanno capito che questa è una guerra e in guerra non ci sono regole, io la guerra la faccio a modo mio e dalla mia trincea non esco.Anche se si raggiungesse il quorum troverebbero il modo per incularci.NO GRAZIE.
Io continuero la mia battaglia e non perdo tempo con queste cazzate.

ho paura di non farcela..
zeus66
Inviato: 11/6/2011 13:15  Aggiornato: 11/6/2011 13:15
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/12/2005
Da: Verona
Inviati: 76
 Re: I referendum
Trovo inspiegabile che NESSUNO abbia spiegato che un referendum riguarda la cessione ai privati del 30% entro il 2011 e del 40% entro il 2013 di TUTTE le aziende a partecipazione pubblica.

Ossia anche TRASPORTO PUBBLICO, ACQUA, ELETTRICITA’, SERVIZI FUNEBRI, AZIENDE PER L’EDILIZIA PUBBLICA (!!!!).

Io lavoro in un ente di questo tipo e vi ASSICURO che ci sono già dei pre-accordi di spartizione “a zone” (leggasi SVENDITE/REGALIE) per cedere servizi pubblici a compagnie STRANIERE.

Esempio (trasporto pubblico): LIGURIA, PIEMONTE e parte della LOMBARDIA e dell’EMILIA alla RATP francese (gestisce la metropolitana di Parigi). VENETO, FRIULI V.G. e TRENTINO A.A. alla DB (Deutsche Bahn).

Nel 1903 (millenoventotre !!!) giustamente il legislatore pose fine al saccheggio da parte di compagnie straniere e non solo (comunque private), stabilendo il principio della MUNICIPALIZZAZIONE.

Lo spirito della legge era che gli eventuali profitti (un’azienda elettrica, per principio è SEMPRE in attivo) dovevano essere o re-investiti nell’azienda per investimenti o ammodernamento OPPURE essere conferiti all’ente proprietario (province o comuni) per ridurre il loro eventuale deficit.

Non vedo il perché un profitto di un’azienda di PUBBLICO SERVIZIO debba andare in saccoccia a un privato, che ovviamente, risparmierà su: personale, ammodernamento, manutenzione, investimenti.

Gli esempi (in negativo) sono molteplici (ferrovie inglesi, acqua in francia e germania, etc.).

Chi poi obietti che il “pubblico” sia gestito male, dico: TORNIAMO AL PUBBLICO CONCORSO per le assunzioni !!!!!!

Il problema è tutto qui !

Ora si assume per chiamata diretta a seconda SOLO della tessera di partito (a Verona Lega docet: questi sono peggio delle cavallette e fanno sembrare i componenti del vecchio pentapartito dei monaci contemplativi), oppure amanti, troie o incapaci.

Questo da quando le ex municipalizzate sono diventate S.r.l.: diritto privato e finanziamenti PUBBLICI !!!!

Acquisti senza gare di appalto (con stecche non più del 3% ma anche del TRENTA !!!!!).

Bisogna tornare alle vecchie municipalizzate di DIRITTO PUBBLICO !!!!! Ovviamente con degli strumenti di controllo adeguati.

Polonio
Inviato: 11/6/2011 13:15  Aggiornato: 11/6/2011 13:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: I referendum
Citazione:
Io continuero la mia battaglia e non perdo tempo con queste cazzate.


sono sicuro che, nei 20 minuti di tempo che risparmierai non andando a votare, farai enormi progressi nella tua battaglia.
auguroni.

redna
Inviato: 11/6/2011 13:48  Aggiornato: 11/6/2011 13:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: I referendum
Citazione:
Pochissimi ormai hanno capito che questa è una guerra e in guerra non ci sono regole, io la guerra la faccio a modo mio e dalla mia trincea non esco.Anche se si raggiungesse il quorum troverebbero il modo per incularci.NO GRAZIE.
Io continuero la mia battaglia e non perdo tempo con queste cazzate.


nessuno fa la guerra come vuole lui..... è costretto ad andare in guerra.... perchè qualcuno te l'ha dichiarata la guerra. Questo è la realtà.
E la guerra dichiarata ora è che si vogliono prendere quello che è nostro per il loro uso e consumo oltre a quello che ci hanno già preso e sprecato per sempre....

La tua trincea è la paura che ti attanaglia di cui si nutrono quelli senza scrupoli che vogliono far man bassa su quello che rimani di questo paese.

Dopo che giurano sulla costituzione perchè dire che non andranno al referendum se non perchè quei quattro arrichiti in malo modo li seguano per non arrivare a raggiungere il quorum?

Siamo tutti pezzenti in ogni momento e non siamo certo più ricchi nel momento che qualcuno ha il suo tornaconto. Ricordiamocelo questo.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Teba
Inviato: 11/6/2011 13:55  Aggiornato: 11/6/2011 13:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: I referendum
Baalbek:
Citazione:
Io continuero la mia battaglia e non perdo tempo con queste cazzate


Hai tutto il mio rispetto per la battaglia che hai intrapreso ma, esattamente in cosa consiste?

munchmadon
Inviato: 11/6/2011 13:59  Aggiornato: 11/6/2011 13:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 18/8/2009
Da: Isernia
Inviati: 77
 Re: I referendum
Il quesito sul nucleare e quello sul legittimo impedimento mi lasciano indifferente. Il primo perchè il nucleare in Italia credo non si farà mai sia per motivi economici che per ragioni sociali (mi immagino l'esercito italiano che spara sulla gente inferocita che non vuole la centrale nel proprio territorio...). Il secondo perchè di Berlusconi ce ne sono troppi e la legge NON E' UGUALE PER TUTTI e purtroppo non lo è mai stata, non è questo referendum che cambierà le cose.

Per quanto riguarda gli altri due ho il terrore che la gente non vada a votare. Forse non è ben chiara l'importanza del principio insito nei quesiti. Qui si tratta di rendere difficile la svendita alle multinazionali di beni DI TUTTI. Dovremmo andare tutti per dire si, indistintamente. La politica non c'entra nulla.

Mi aspettavo una presa di posizione o almeno un proprio punto di vista da parte di Massimo M. vista l'estrema importanza dell'evento.

Un S(i)aluto a tutti.

THULE
Inviato: 11/6/2011 15:02  Aggiornato: 11/6/2011 15:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2011
Da:
Inviati: 156
 Re: I referendum
Condivido esattamente il pensiero di baalbeck.
Non è certo dalle urne che il sistema comincia ad avere paura avvertendo una minaccia.
Ciò che esce dalle urne non fa altro che lasciare in sella, a turno, sempre gli stessi giocatori.
Le urne vanno rovesciate e questo tipo di democrazia rottamato.
Duemila anni fa un uomo che si proclamava il figlio di Dio ebbe il coraggio e la forza di rovesciare le urne (i tavoli del sinedrio di allora) e pagò con la vita: oggi il suo esempio è stato ridicolizzato dalla sua stessa chiesa che si è perfettamente inserita nel sistema dominante.
Non c'è alternativa: il sistema va abbattuto con la forza, non votato con garbo.

Polonio
Inviato: 11/6/2011 15:08  Aggiornato: 11/6/2011 15:16
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: I referendum
Citazione:
Non è certo dalle urne che il sistema comincia ad avere paura avvertendo una minaccia.

hanno talmente poca paura dell'esito dei referendum che hanno fatto (e continuano a fare) di tutto per farli saltare.
solo questo dovrebbe far riflettere sull'importanza che ha l'ultimo (forse è sempre stato l'unico) spiraglio di democrazia che ci rimane.

redna
Inviato: 11/6/2011 15:22  Aggiornato: 11/6/2011 15:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: I referendum
Citazione:
Ciò che esce dalle urne non fa altro che lasciare in sella, a turno, sempre gli stessi giocatori.


certo che la confusione è tanta.
Qui non si distingue nemmeno che si vota per un referendum e non per lasciare in sella qualcuno.....


Citazione:
Le urne vanno rovesciate e questo tipo di democrazia rottamato.

intanto parati il culo dal nucleare e dalla privatizzazione dell'acqua e poi pensa a rovesciare qualcosa..........ti ricordo che rovesciare l'attuale assetto di governo prevede l'ergastolo e poi esponi in quale maniera potresti rovesciare e rottamare questo tipo di democrazia concretamente e non soltanto a parole.


Citazione:
Non c'è alternativa: il sistema va abbattuto con la forza, non votato con garbo.

non c'è alternativa nemmeno per te: se tenti di abbattere il sistema ti mettono dentro per direttissima.
Pensa un pò se non è meglio andare al referendum....


Citazione:
hanno talmente poca paura dell'esito dei referendum che hanno fatto (e continuano a fare) di tutto per farli saltare.
solo questo dovrebbe far riflettere sull'importanza che ha l'ultimo (forse è sempre stato l'unico) spiraglio di democrazia che ci rimane.

l'esposizione è talmente limpida che quoto e straquoto....

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Teba
Inviato: 11/6/2011 15:25  Aggiornato: 11/6/2011 15:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: I referendum
Mi pare che qualcuno confonda il referendum con le elezioni. Mah, forse è solo una mia impressione...

JohnTitor
Inviato: 11/6/2011 15:27  Aggiornato: 11/6/2011 15:27
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 Re: I referendum
falsi referendum
i referendum sono tutte cazzate x distrarre la gente ignorante:

A Nucleare: non c'è nessuna possibilità che l'Italia abbia il nucleare pechè non ci sono i soldi neanche per costruire una sola centrale o un deposito scorie.

B Acqua: i quesiti sui servizi pubblici sono fatti in modo che non impediranno la pruivatizzazione anche se vincesse il sì con il quorum.

C Legittimo impedimento: questo è un messaggio a Berlusconi che non può fare le leggi solo x se stesso. Bisogna notare comunque che i mafiosi vengono rilasciati da sentenze della Consulta e per questo nessuno si scandalizza.

confermo ciò che ho scritto precisando che per 'gente ignorante' intendo il fatto che la gente crede che le cose possano cambiare cambiando governo o partito o votando un referendum. Tutte stronzate.
In Grecia il csx è costretto a tagliare pensioni, salari, pruvatizzare come il mitico Zapatero in Spagna del csx e come fa Berlusconi in Italia del cdx.

Se il problema è mandare via B. allora è un'altra storia ma l'acqua non c'entra niente!

cnj
Inviato: 11/6/2011 15:43  Aggiornato: 11/6/2011 15:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: I referendum
Sono contrario alla costruzioni di centrali nucleari da sempre e sono consapevole che in Italia sarà fatica che le riaprano. Ciò nonostante non è un buon motivo per non andare a votare.
Se qualcuno pensa che dopo che i SI avranno vinto i problemi saranno finiti è un ALLOCCO. D'altro canto chi pensa di risolvere i problemi energetici con le centrali nucleari NON CAPISCE UN EMERITO XXXXX. E se chi lo dice è la Hack, Veronesi o quel gran bel figurino di Chicco Testa non cambio idea. Sono teorie vecchie, assurde e malsane di cui non ci si dovrebbe occupare e che possono essere provate con i numeri. I costi dell'energia nucleare sono i più alti in assoluto di qualsiasi tipo di energia conosciuta. Costi di costruzione+Costi di smantellamento (3 volte quelli di costruzione)+Costi di smaltimento (si fatica a quantificare un costo prorogato in eterno che in Italia si aggira sui 500.000€ all'anno solo per i rifiuti prodotti fino al 1987)+Sviluppo di malattie in un raggio di 30 kilometri dalle centrali (vedi nuova indagine tedesca)+Rischi annessi e connessi=E' UN ASSURDITA' ASSOLUTA. SOLO UNA MENTE BACATA, MALSANA O COLLUSA CON I COSTRUTTORI PUO' CERCARE DI CONVINCERCI CHE SENZA L'ENERGIA NUCLEARE NON C'E' SVILUPPO.
Andrò a votare SI. Risolverò i problemi dell'Italia? No. Però mi sentirò un po' meglio. Vorrei si facesse di più ma per il momento questo passa il convento.
Voterò SI anche per l'acqua anche se so che i problemi continueranno.
Voterò SI anche per il legittimo impedimento anche se so che il nostro Premier (che non dovrebbe esserlo) troverà un altro modo per non presentarsi nei tribunale comunisti e per farsi prescrivere tutti i processi per poi dire che è stato assolto.
Andrò a votare SI 4 volte. Servirà a poco ma di quel poco per il momento mi accontento.
Fuori piove e sto ascoltando Jackson Browne. Quasi quasi mi apro una birra. NO NUKES!

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
number
Inviato: 11/6/2011 16:01  Aggiornato: 11/6/2011 16:01
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/1/2007
Da:
Inviati: 33
 Re: I referendum
Non si votò per l'abrogazione del finanziamento pubblico dei partiti? Non si abrogò il ministero dell'agricoltura, ora diventato ministero per le politiche agricole?

matteog
Inviato: 11/6/2011 16:15  Aggiornato: 11/6/2011 16:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 8/9/2009
Da: Roma
Inviati: 966
 Re: I referendum
@ tutti quelli che non votano "perché tanto il sistema non si distrugge con i referendum" dico alcune cose semplici

1. Nucleare: le centrali molto probabilmente non si faranno neanche se il referendum perde giusto, ma il referendum serve a bloccare quei contratti che fanno arricchire i soliti imprenditori, che già con questo governo si sono bellamente arrichiti (vedere Alitalia Cai e Ponte sullo stretto), ed evitare che soldi nostri vadano nelle loro tasche. Tu che non voti sai che stai dando miliardi di euro in regalo a questa gente?

2. Privatizzazione dei serizi pubblici quindi acqua: qualcuno meglio di me ha spiegato le logiche conseguenze. Domanda: vi fidate dei privati? chi è il primo privato più ricco d'Italia? vi fidate ancora?

3. Legittimo impedimento: indubbiamente questo referendum non bloccherà le leggi ad personam, ad personas, porcate ecc. ma è l'opportunità di cancellarne una e di affermare che i cittadini vogliono che la legge sia uguale per tutti anche per i politici. I politici continueranno a fare i cacchi loro? Ok, ma nella storia resterà scritto che io ed altri non siamo COMPLICI LORO.

Ci sono altri milioni di motivi per votare ma quelli che ho esposto bastano ed avanzano.

Buon referendum a tutti

"Cercare il complotto è sano, trovarlo dappertutto è follia." M. Galante
Giano
Inviato: 11/6/2011 16:38  Aggiornato: 11/6/2011 16:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 18/3/2011
Da:
Inviati: 1424
 Re: I referendum
Cit John Titor:
confermo ciò che ho scritto precisando che per 'gente ignorante' intendo il fatto che la gente crede che le cose possano cambiare cambiando governo o partito o votando un referendum. Tutte stronzate.

Ciao John, mi trovi d’accordo quando dici che un cambio di governo
non cambierà mai radicalmente le cose(scusa l’interpretazione),
ma per quanto riguarda il referendum sono di altra opinione.
Primo perché almeno nelle intenzioni è l’unica vera occasione
di partecipare a una qualche decisione che non sia vaga o vaghissima
come il far sedere Pino o Gino su una poltrona sperando che mantenga una
promessa.
Secondo, perché è vero che non c’è nessuna garanzia che il voto
sarà rispettato, ma…è altrettanto vero che non possono calpestare
il voto popolare all’indomani del referendum. Quindi, non c’è nessuna certezza che (ad esempio) non avremo
mai centrali nucleari sotto casa, ma è
praticamente certo che questi fanatici del nucleare
dovranno tornare alla carica
per averle, e non in tempi brevi. I venticinque anni passati dall’ultimo referendum sul nucleare sono un bell’esempio.
In pratica mi sento come il condannato a morte che chiede
la revisione della sentenza non perché crede che sarà modificata,
ma la chiede per potere vivere qualche giorno in più.

Cari saluti.

Malcico
Inviato: 11/6/2011 17:54  Aggiornato: 11/6/2011 17:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/1/2011
Da:
Inviati: 217
 Re: I referendum
Ciao... premesso che andrò a votare e voterò Sì per acqua e nucleare e non ritirerò quella sul leggitimo impedimento (dato che da quanto ho capito scadrebbe già da sola tra pochi mesi ed è tutto un trucco per prendere soldi) non pensate che con il Trattato di Lisbona possano comunque fare ciò che vogliono fregandosene del voto di tutti? D'altronde per l'entrata in vigore del suddetto Trattato più volte ci si era dichiarati a sfavore (non gli italiani ovviamente) eppure è entrato in vigore ugualmente.

E se possono comunque fare ciò che vogliono, qual' è lo scopo di questo referendum? Far credere che possiamo ancora decidere qualcosa?

“Lo strumento fondamentale per la manipolazione della realtà è la manipolazione delle parole. Se puoi controllare il significato delle parole, puoi controllare le persone che devono usare le parole.” Philip K. Dick
Malcico
Inviato: 11/6/2011 18:03  Aggiornato: 11/6/2011 18:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/1/2011
Da:
Inviati: 217
 Re: I referendum
Baalbek, la tua firma dice "Ho paura di non farcela": direi che così la battaglia l'hai già persa...

“Lo strumento fondamentale per la manipolazione della realtà è la manipolazione delle parole. Se puoi controllare il significato delle parole, puoi controllare le persone che devono usare le parole.” Philip K. Dick
Makk
Inviato: 11/6/2011 18:15  Aggiornato: 11/6/2011 18:15
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: I referendum
Citazione:
cnj:
E se chi lo dice è la Hack, Veronesi o quel gran bel figurino di Chicco Testa

Veramente la Hack ha pubblicamente (outing a "L'Infedele" di Lehrner) cambiato opinione: il nucleare è una tecnologia valida ma attualmente non si può fare perché la mancanza di ricerca (sulla sicurezza e sullo smaltimento delle scorie) e, in particolare in Itala, causa la corruzione e l'impreparazione di politici e imprenditori, nonché la fuga dei cervelli all'estero (che seconodo lei ci rende anche scarsi di tecnici preparati*) lo rende estremamente pericoloso.


*secondo me quest'argomentazione è debole: se ci fossero gli stipendi i tecnici rimarrebbero in Italia, anche a costo di rinunciare al plasma 50"

Invece Vasco Rossi dice di votare sì per l'acqua e no al nucleare e leggittimo impedimento (motivazioni: l'acqua perché sì, il nucleare perché se no compriamo dai francesi e l'impedimento perchè Berlusconi è un "omino simpatico" o roba simile)


Io invece faccio la notte e quindi domattina stacco alle 8:00 e alle 8:30 sono al seggio per 4 sì che non cambieranno l'Italia ma dicono che ancora non tutti sono stati decerebrati dalla TV (o dal monitor del PC).
E già questo sarebbe un segnale inquietante per Lorsignori.

Malcico
Inviato: 11/6/2011 18:28  Aggiornato: 11/6/2011 18:28
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/1/2011
Da:
Inviati: 217
 Re: I referendum
@ Makk

Scusami Makk... da come ho letto io la legge sul legittimo impedimento scadrebbe da sola ad ottobre e votando sì per abolirla gli consentirebbe solo di intascarsi altri soldi. Ho letto male?

“Lo strumento fondamentale per la manipolazione della realtà è la manipolazione delle parole. Se puoi controllare il significato delle parole, puoi controllare le persone che devono usare le parole.” Philip K. Dick
Alby-LatoB
Inviato: 11/6/2011 18:34  Aggiornato: 11/6/2011 18:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 11/5/2006
Da: Marostica
Inviati: 124
 Re: I referendum
Voto sì perchè l'acqua non deve finire nelle mani delle multinazionali che quel che toccano distruggono.

Voto sì perchè l'acqua è un diritto e non solo un bisogno

Voto sì perchè non voglio le centrali nucleari e le loro scorie nè a casa mia e nè a casa del mio vicino

Voto sì anche sul legittimo impedimento. Anche se è meno importante, ma non mi sembra giusto che Berlusconi o un futuro altro delinquente al governo possa sottrarsi a vita a un processo.

Sono incazzato, ma con garbo
Polonio
Inviato: 11/6/2011 18:57  Aggiornato: 11/6/2011 18:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 5/8/2009
Da:
Inviati: 797
 Re: I referendum
Citazione:
@ Makk

Scusami Makk... da come ho letto io la legge sul legittimo impedimento scadrebbe da sola ad ottobre e votando sì per abolirla gli consentirebbe solo di intascarsi altri soldi. Ho letto male?


anche se non era rivolto a me, mi interessa.

fammi capire, mi sono perso i passaggi che vanno dal voto si al quesito sul legittimo impedimento, ai soldi in tasca a berlusconi.
hai letto solo questo accostamento di situazioni o c'è uno sviluppo di eventi nel mezzo?

per capire...

Pensoso
Inviato: 11/6/2011 19:36  Aggiornato: 11/6/2011 19:36
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/8/2009
Da:
Inviati: 436
 Re: I referendum
4 SI', che anche con il quorum non cambieranno molto, e magari verranno pure ignorati come successo in passato.
Ma il referendum è almeno (come molti dicono per le elezioni) un sondaggione d'opinione con campione corrispondente all'intera popolazione con diritti elettorali.
E in questo sondaggio, a cui si può partecipare o non partecipare come in tutti i sondaggi, io sono favorevole ai 4 referendum.
è uno strumento di democrazia diretta previsto dalla costituzione, mentre molti politici lo considerano un "fallimento dei parlamentari".
Tutti falliti i parlamentari svizzeri eh?


ebbene sì, parlamentari, avete fallito.

(uso non improprio di firma)
clausneghe
Inviato: 11/6/2011 19:48  Aggiornato: 11/6/2011 19:48
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 17/4/2006
Da: nordcentro
Inviati: 1679
 Re: I referendum
Andrò a votare e saranno quattro SI, io che sono anni che non voto, nemmeno alle ultime amministrative che ho snobbato allegramente e senza rimorsi in quanto nessuno di quei politicastri di paese mi poteva rappresentare...
Ma per questi referendum il discorso è diverso e già il fatto che i faccioni della cricca siano furbescamente per l'astensione, mi fà correre a votare.

THULE
Inviato: 11/6/2011 19:59  Aggiornato: 11/6/2011 19:59
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2011
Da:
Inviati: 156
 Re: I referendum
@ redna
Citazione:

certo che la confusione è tanta.
Qui non si distingue nemmeno che si vota per un referendum e non per lasciare in sella qualcuno.....


Il referendum serve solo a illudere la gente che la democrazia (quella occidentale giudeomassonica) è virtuosa perchè consente "effettivamente" di esprimere "liberamente" la propria volontà.
Di fatto è un inganno nell'inganno della democrazia.

Citazione:

..........ti ricordo che rovesciare l'attuale assetto di governo prevede l'ergastolo e poi esponi in quale maniera potresti rovesciare e rottamare questo tipo di democrazia concretamente e non soltanto a parole.


Te lo dico nel momento in cui condividi il progetto.
Intanto riordinati le idee con V per Vendetta: contiene molti elementi validi.
Ergastolo? E chi lo comminerebbe dopo...? Il tribunale giudeomassonico dell'Aja?

Citazione:

non c'è alternativa nemmeno per te: se tenti di abbattere il sistema ti mettono dentro per direttissima.
Pensa un pò se non è meglio andare al referendum....


Quando sarai vecchia che racconterai ai tuoi nipotini?
Che avresti voluto cambiare un sistema oppressivo (democrazia) a colpi di schedine elettorali e chi non salta è di piazza, ma sei stata sfortunata o incompresa?

Teba
Inviato: 11/6/2011 20:08  Aggiornato: 11/6/2011 20:08
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: I referendum
Thule, il referendum ha ancora un senso farlo a mio avviso.

Ci manca poco, ma non siamo ancora in un film tipo V per vendetta, quindi tieni i piedi per terra nei ragionamenti che fai anche perchè ti assicuro che nessuno crede di vivere a Bengodi qui.


Makk
Inviato: 11/6/2011 20:43  Aggiornato: 11/6/2011 20:43
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: I referendum
Citazione:
Thule, il referendum ha ancora un senso farlo a mio avviso.

Ci manca poco, ma non siamo ancora in un film tipo V per vendetta, quindi tieni i piedi per terra nei ragionamenti che fai anche perchè ti assicuro che nessuno crede di vivere a Bengodi qui.

O almeno leggere il fumetto dal quale è tratto il film, che dice anche alcune cosette sulla nazistificazione della politica quando quest'ultima diventa decadente e cade in mano ai populisti di bassa lega.

La scena madre di V for Vendetta è anche una metafora della differenza fra plebiscito popolare e "beau geste" individuale, con chiarissima indicazione che la delegittamazione del potere è solo l'inizio di un percorso e che non ci sono bacchette magiche, né miracolosi "piani d'azione".


p.s.:
Tra le "facce da Guy Fawkes" che assistono all'esplosione del parlamento (e che nel fumetto non hanno bisogno della maschera) ci sono esattamente le categorie che stanno sul cazzo al dittatore di V for Vendetta e a Thule: negri, immigrati, omosessuali, comunisti...

Quindi: ottimo suggerimento leggetevi V for Vendetta o, se avete fretta (e non vi importa che sia un po' meno ficcante, anti-retorico e politico) guardatevi il film.

Fabrizio70
Inviato: 11/6/2011 20:51  Aggiornato: 11/6/2011 20:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: I referendum
Citazione:
Autore: zeus66 Inviato: 11/6/2011 13:15:16

Trovo inspiegabile che NESSUNO abbia spiegato che un referendum riguarda la cessione ai privati del 30% entro il 2011 e del 40% entro il 2013 di TUTTE le aziende a partecipazione pubblica.


Già , figurati che lo spacciano per essere un referendum contro la privatizzazione dell'acqua , mentre in realtà una norma che verrà cancellata specifica :

http://www.parlamento.it/parlam/leggi/09166l_Testo%20coordinato.pdf

Citazione:
1 -ter . Tutte le forme di affidamento della gestione del servizio idrico integrato di cui all’articolo 23 -bis del citato decreto-legge n. 112 del 2008, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 133 del 2008, devono avvenire nel rispetto dei principi di autonomia gestionale del soggetto gestore e di piena ed esclusiva proprietà pubblica delle risorse idriche, il cui governo spetta esclusivamente alle istituzioni pubbliche, in particolare in ordine alla qualità e prezzo del servizio, in conformità a quanto previsto dal decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, garantendo il diritto alla universalità ed accessibilità del servizio»


In pratica votando SI l'acqua può essere privatizzata


Citazione:
Bisogna tornare alle vecchie municipalizzate di DIRITTO PUBBLICO !!!!! Ovviamente con degli strumenti di controllo adeguati.


Ma questo non può avvenire , le grosse aziende ex municipalizzate sono diventate SpA per una ragione :

http://it.wikipedia.org/wiki/Società_per_azioni

Citazione:
Il patrimonio della società risulta essere completamente distinto da quello dei soci che, quindi, non sono chiamati a rispondere delle obbligazioni sociali.


In pratica se fallisce una municipalizzata i creditori si possono rifare con le proprietà comunali, se fallisce una SpA no , tornare indietro non sarà possibile...

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
THULE
Inviato: 11/6/2011 21:16  Aggiornato: 11/6/2011 21:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2011
Da:
Inviati: 156
 Re: I referendum
Citazione:

La scena madre di V for Vendetta è anche una metafora della differenza fra plebiscito popolare e "beau geste" individuale, con chiarissima indicazione che la delegittamazione del potere è solo l'inizio di un percorso e che non ci sono bacchette magiche, né miracolosi "piani d'azione".

p.s.:
Tra le "facce da Guy Fawkes" che assistono all'esplosione del parlamento (e che nel fumetto non hanno bisogno della maschera) ci sono esattamente le categorie che stanno sul cazzo al dittatore di V for Vendetta e a Thule: negri, immigrati, omosessuali, comunisti...



Si vede che non hai una mente libera.
Nel film come in ogni cambiamento politico radicale, la soluzione più efficace è la distruzione dei simboli del potere.
Magistrale (e incredibilmente "rivoluzionaria" persino per Hollywood) è la scena della distruzione del parlamento inglese, che lascia quella nazione senza più nessun riferimento immaginifico ad un potere oppressivo (lì è una sorta di dittatura, ma il riferimento è alla plutocrazia giudeomassonica).
Per il resto al tuo elenco mancano i preti e gli "eletti" (nettamente in testa ovviamente )

winston73
Inviato: 11/6/2011 21:30  Aggiornato: 11/6/2011 21:30
Ho qualche dubbio
Iscritto: 20/5/2010
Da:
Inviati: 135
 Re: I referendum
tanti bei discorsi su poteri occulti massonerie rettiliane porcate sioniste, poi quando vi si chede di esprimere un parere ve ne state a casa..
mannateveneaffanculo.
buon quorum a tutti.

2+2=5
Malcico
Inviato: 11/6/2011 21:39  Aggiornato: 11/6/2011 21:40
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/1/2011
Da:
Inviati: 217
 Re: I referendum
@ polonio

l'ho letto qui http://ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=39105 ma non ho approfondito il discorso del perchè del rimborso...

Sono per l'abrogazione di questa legge porcata ma se col voto gli regalo dei soldi non so...

“Lo strumento fondamentale per la manipolazione della realtà è la manipolazione delle parole. Se puoi controllare il significato delle parole, puoi controllare le persone che devono usare le parole.” Philip K. Dick
number
Inviato: 11/6/2011 22:04  Aggiornato: 11/6/2011 22:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/1/2007
Da:
Inviati: 33
 Re: I referendum
Cosa ne pensate di questo articolo?

Makk
Inviato: 11/6/2011 22:05  Aggiornato: 11/6/2011 22:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: I referendum
Citazione:
Scusami Makk... da come ho letto io la legge sul legittimo impedimento scadrebbe da sola ad ottobre e votando sì per abolirla gli consentirebbe solo di intascarsi altri soldi. Ho letto male?

E hai anche letto quale sarebbe la difficoltà per Berlu di reiterare la norma para-para con due bei voti di fiducia (come la prima)?

Senza i referendum ZERO difficoltà.


Dopo essere stata (eventualmente) appena bocciata da una larga fetta di cittadini la difficoltà diventa enorme.
Per dire: se si raggiunge il quorum, dentro ci sono un BEL PO' di elettori della Lega e del Centro dei Casini. Come si comporterebbero i relativi partiti quando il punto di un nuovo ddl in materia è solo e unicamente salvare il culo a Silvio?

Salvargli il culo rischiando di far incazzare i propri elettori già poco contenti di come stanno andando le cose... ahiahi...

Inoltre: il quesito referendario è stato modificato dalla Consulta (il disegno di legge originario per cui sono state raccolte le firme è stato reso incongruo dalla bocciatura parziale del ddl da parte della C.Costituzionale, quindi il quesito è stato adattato alla nuova situazione).
Quindi un'abrogazione tramite referendum sarebbe di fatto "validata" anche dalla Consulta.
La nuova legge salva-nano dovrebbe "aggirare" il referendum: non può rirpoporre paripari il testo perché i ricorsi sarebbero immediatamente accolti (e persino Napolitano il Tentennatore avrebbe problemi a firmare).
E dovrebbe aggirare il dettato referendario su una materia in cui si è già schiantato anche il lodo Alfano (anche lì eccezioni di costituzionalità).

Ricordiamo che la legge durava 18 mesi per non intralciare la modifica costituzionale che erano (non si sa cosa avessero promesso a finiani e casinari) convinti di portare a casa e che avrebbe incorporato l'intoccabilità di Silvio nientemeno che nella Costituzione.

la cosa di "consentirgli di intascare soldi in caso di vittoria dei SI" tenderei a metterla fra le cazzate per cui votare SI all'acqua significa:
non-fermi-la-privatizzazione-la-incoraggi-anzi-no-sono-già-privatizzati-anzi-no-non-avrai-l'acqua-pubblica-anzi-no-è-già-pubblica-e-non-ci-sono-mai-stati-i-privati-anzi-no-la-comunità-europea-anzi-no-comefoss'antani-anzi-no-brematuradellasupercazzola...

Però, per carità, aspetto che mi spieghi meglio la faccenda

Malcico
Inviato: 11/6/2011 22:16  Aggiornato: 11/6/2011 22:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/1/2011
Da:
Inviati: 217
 Re: I referendum
Ripeto l'ho letto qua http://ilcorrosivo.blogspot.com/2011/06/il-pasticcio-dei-referendum.html

Siccome non mi sono informato a fondo su sta cosa chiedevo delucidazioni, tutto qui.

“Lo strumento fondamentale per la manipolazione della realtà è la manipolazione delle parole. Se puoi controllare il significato delle parole, puoi controllare le persone che devono usare le parole.” Philip K. Dick
redna
Inviato: 11/6/2011 22:20  Aggiornato: 11/6/2011 22:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: I referendum
Citazione:
tanti bei discorsi su poteri occulti massonerie rettiliane porcate sioniste, poi quando vi si chede di esprimere un parere ve ne state a casa..
mannateveneaffanculo.


.....la cosa altrettanto comica è che qualcuno pretende di sapere che cosa hanno in mente di fare quelli al governo!!!

Il referendum popolare deve avere un responso e non fare congetture in aria di quello che sarà poi col voto perchè allora chi ha votato questo governo o era uno scellerato oppure lo ha fatto apposta, se avesse almeno ragionato un istante CHI votava. E sono stati in tanti.

Pertanto esprimersi in un referendum è una cosa diversa che esprimersi per un voto politico. Pare invece che il tutto sia stato ribaltato: nelle politiche TUTTI incitano TUTTI al voto perchè è un diritto, al refendum proprio quelli al governo dicono a tutti di stare a casa.

E nessuno ma proprio nessuno o pochissimi notato che solo col referendum il popolo esprime in primis la propria intenzione circa quanto propongono i quesiti referendari che poi i politici pensano bellamente di ignorare ma intanto restano e il risultato del 1987 nessuno può cancellarlo. Per questo hanno cercato fino all'ultimo di boicottare un NUOVO referendum sul nucleare.

Citazione:
Sono per l'abrogazione di questa legge porcata ma se col voto gli regalo dei soldi non so...

la manovrina da 3 miliardi è alle porte.....i soldi se non glieli regali te li tirano fuori di tasca...... non c'è scampo

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
JohnTitor
Inviato: 11/6/2011 22:20  Aggiornato: 11/6/2011 22:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 Re: I referendum
ho trovato x caso questo in rete. Si commenta da solo circa la democrazia:


LA DICHIARAZIONE DI BERSANI NEL 2008 - "In Italia l'acqua non è un bene comune, ma è di Dio. Per come ce la da noi dobbiamo restituirgliela. L'acqua è un bene pubblico, certo, ma come facciamo in modo che si perda meno acqua? Come facciamo a gestirla meglio? Devo chiamare qualcuno che sappia fare bene quel mestiere lì. In Francia ci sono società grandissime che gestiscono l'acqua in maniera eccellente. Servono grandi partnership industriali. Il 60% delle aziende rimandono nelle mani degli attuali proprietari, ma si stanno operando dei nuovi sistemi competitivi, senza monopoli. Chi mi garantisce migliore qualità e migliore prezzo? Si dovrà decidere così. Le aziende che vorranno partecipare non potranno rimanere quelle di adesso. E' impossibile".

Fonte: Stralcio da Video con la dichiarazione completa di Pierluigi Bersani:

http://www.youtube.com/watch?v=tCULZ48ECk4&feature=related


LA DICHIARAZIONE DI BERSANI NEL 2009 - "Non sarà il mercato ad affermare e garantire l’equilibrio ambientale, la tutela delle risorse naturali e i diritti delle popolazioni. Questo è invece il primo compito della politica e soprattutto delle forze riformatrici. Sicuramente un mio chiarissimo obiettivo. La esperienza maturata in questi 15 anni di attuazione della legge 36/94 ha insegnato che ciò che serve è una più forte presenza del pubblico in termini di programmazione e controllo della qualità sociale e ambientale del servizio. L’acqua non è una marce ma una risorsa da tutelare, prelevare e utilizzare con grande responsabilità e coerenza. Credo sia utile consegnare la scelta delle forme di gestione dei servizi pubblici alle Regioni e agli Enti Locali presenti nell’ambito ottimale senza nessuna preclusione ed esclusione. Un ruolo di primaria rilevanza va assegnato alle varie ed innovative forme di controllo pubbliche con il coinvolgimento delle associazione dei consumatori e del vario arcipelago di soggetti a diverso titolo coinvolti in queste attività decisive per l’ambiente, il territorio, le attività umane delle presenti e future generazioni".

Fonte: Stralcio da: http://www.acquabenecomune.org/aprilia/Acqua-Bersani-risponde-alla.html

Ma sapevate che Bersani sosteneva anche il nucleare?

Qui c'è il testo di un accordo bilaterale, 'Partnership Globale sull’Energia Nucleare-GNEP', firmato nel dicembre del 2007 dall'allora Ministro per lo Sviluppo Economico Pierluigi Bersani e dal Segretario dell'Energia degli Stati Uniti d'America Bodman, nel quale si programma e si mette nero su bianco la cooperazione nucleare tra Italia e Usa:

http://www.facebook.com/notes/questo-embrione-avr%C3%A0-pi%C3%B9-fan-di-emma-bonino/sapevate-che-nel-2007-bersani-firm%C3%B2-laccordo-con-gli-usa-per-le-centrali-nuclear/223031084375064

redna
Inviato: 11/6/2011 22:27  Aggiornato: 11/6/2011 22:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: I referendum
Citazione:

Ma sapevate che Bersani sosteneva anche il nucleare?


ma sapevi quante mazzette sono state date ad altri ?

18 marzo 2011
Dai cable arriva la versione americana sull’atomo all’italiana. E coinvolge politici e funzionari

L’ombra di un giro di tangenti. O meglio, questo è quello che pensano ci sia gli americani dietro il ritorno dell’atomo nell’agenda della politica energetica italiana. E su WikiLeaks finiscono i rapporti segreti inviati alla Casa Bianca, che racconta Luca Iezzi su Repubblica:

Sin dal 2005, quando l’ipotesi di un ritorno all’atomo diventa concreta, per la diplomazia Usa l’obiettivo è «garantire che le aziende americane abbiano la giusta chance» riferisce a Washington la responsabile Elizabeth Dibble. Le aziende sono Westinghouse e General Electric, il nemico, almeno agli occhi americani, sono i francesi di Areva, ma anche i russi. Mentre però i temuti rapporti Putin-Berlusconi non producono effetti concreti, i francesi hanno per alleati l’Enel e i funzionari del ministero dello Sviluppo economico, cioè chi prende le decisioni.



La partita è truccata, secondo gli americani:


el maggio 2009 c’è il primo incontro tra Claudio Scajola e il suo omologo statunitense Steven Chu, a Roma per il G8 dell’energia. Il ministro viene così informato della situazione: «Westinghouse e Ge subiscono la dura competizione dalle imprese concorrenti i cui governi fanno pesantissime pressioni (heavily lobbying) sul governo italiano. Per esempio, l’intensa pressione francese, che potrebbe comprendere anche pagamenti per corrompere funzionari del governo italiano, ha portato all’accordo di febbraio per costruire in Italia quattro reattori Areva per il 2020».

Per recuperare il terreno perduto Scajola viene invitato nell’autunno di quell’anno negli Usa, farà un giro per alcune centrali Westinghouse e incontra di nuovo Chu per firmare un accordo di collaborazione. Scrive l’ambasciatore Thorne:



«Noi abbiamo saputo che Scajola ha un’altra ragione per appoggiare il coinvolgimento delle aziende statunitensi. L’accordo con la Francia ha tagliato fuori dai contratti le società italiane che vogliono contribuire a costruire le centrali. Una di queste, Ansaldo Nucleare, ha sede nella regione di Scajola: la Liguria. E così se Westinghouse ottiene la sua parte, Ansaldo — azienda della terra di Scajola — ne beneficia». Il risultato ottenuto è che le direttive tecnologiche e di sicurezza, approvate da allora in poi, non escludono a priori i brevetti americani , anche se al momento tutta la partita sembra destinata ad un lungo congelamento, se non alla sua chiusura senza vincitori.



articolo

*****

Tutto l’articolo, e tutti i documenti, sono una sequenza incredibile di intrallazzi ad ogni livello planetario per spartirsi la torta nucleare italiana. E’ davvero deprimente, che ci sia ancora qualche ingenuotto a credere che facciano tutto ciò “per il futuro energetico dell’Italia”.

articolo

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Makk
Inviato: 11/6/2011 22:32  Aggiornato: 11/6/2011 22:32
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: I referendum
Citazione:
Ripeto l'ho letto qua


ok, letto: dice che esistono i rimborsi referendari per i comitati promotori.
Che sia "una truffa fatta col solo scopo di incassare il rimborso" è una pura illazione di Cedolin. Abbastanza gratuita ma chissenefrega (per gli antireferendari ogni minchiata è buona)

Nel merito:
1- e quindi non fai più i referendum perché se no ci sono i rimborsi, e spunterà sempre un saputello ad accusare di losco affarismo il comitato referendario. Se non è Cedolin sarà G.Ferrara, e se no La Billi o Giannino, ma anche Barnard o Feltri... quando si comincia a usare il metodo dell'infamare a gratis comincio a non vedere più differenze.

2- a differenza delle elezioni senza quorum non becchi un euro

3- il rimborso al comitato per il referendum è 250.000€ circa (dipende dalle firme valide raccolte) quindi del tutto risibile come cifra,

4- Quindi non cerchiamo di far credere che abbia a che vedere con il magnamagna delle decine di milioni di euro dei rimborsi elettorali per politiche, amministrative, ecc che vengono riconosciuti al raggiungimento dell'1% di voti

5- E' tutta qui la manfrina sul legittimo impedimento? Su nucleare e acqua sanno fare di meglio

number
Inviato: 11/6/2011 22:32  Aggiornato: 11/6/2011 22:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 4/1/2007
Da:
Inviati: 33
 Re: I referendum
Referendum TRUFFA: l’acqua NON e’ stata privatizzata , se vince il SI’ potranno farlo!

In sintesi:
Il quesito chiede di cancellare un intero articolo (il 23-bis) di 4 ( QUATTRO! ) pagine di una legge che allinea all’Europa e che riguarda QUASI TUTTI I SERVIZI PUBBLICI (acqua, spazzatura, trasporti locali ecc)

Al contrario di quello che fanno credere i promotori in questo articolo CHE SI VUOLE CANCELLARE e’ affermato:
- che la proprietà delle reti E’ PUBBLICA
- che il servizio è garantito a tutti
- che si deve garantire la trasparenza nelle assegnazioni (e non la camorra)
- che le societa’ multinazionali hanno grossi limiti nell’entrare
- che i guadagni delle societa’ devono ESSERE LIMITATI AL RECUPERO DEGLI INVESTIMENTI

In pratica SE VINCE IL REFERENDUM
- si conservano LE BARONIE e LE CASTE POLITICHE parcheggiate negli enti
- si dice no alla proprieta’ pubblica delle rete
- si pongono le condizioni per VENDERE TUTTO ALLE MULTINAZIONALI

Malcico
Inviato: 11/6/2011 22:32  Aggiornato: 11/6/2011 22:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 21/1/2011
Da:
Inviati: 217
 Re: I referendum
cit.
la manovrina da 3 miliardi è alle porte.....i soldi se non glieli regali te li tirano fuori di tasca...... non c'è scampo

Bè in effetti... non ci avevo pensato.

“Lo strumento fondamentale per la manipolazione della realtà è la manipolazione delle parole. Se puoi controllare il significato delle parole, puoi controllare le persone che devono usare le parole.” Philip K. Dick
AFrayn
Inviato: 11/6/2011 22:37  Aggiornato: 11/6/2011 22:38
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2009
Da: Colônia Cecília, Paraná, Brasil
Inviati: 399
 Re: I referendum
@Siudal:

il problema non é quanti votano e se sono "abilitati", quanto il sistema in sé ad essere strutturalmente al di fuori di ogni controllo. La democrazia funzionava a malapena nella Grecia antica, su piccola scala e al prezzo di avere qualcosa di analogo a quanto vagheggi (i.e. una tecnocrazia: nelle polis greche, in quanti votavano?! E gli schiavi, e le donne, che facevano? Non ci vedi un parallelismo con quanto suggerisci?) , figuriamoci se può funzionare con milioni di persone che vivono esigenze diverse e realtà diverse. L'unica soluzione che garantisca teoricamente, ma anche praticamente, il rispetto dell'individuo, il suo poter "fare la differenza", é la struttura federale anarchica come ce ne sono già state - ahimé- brevemente al mondo: vedi Spagna, Ucraina, comune di Parigi. Per essere subitamente, e col senno di poi, prevedibilmente, schiacciate dal nazi-fasci-bolsce-capitalfalangista di turno, che in un modo o nell'altro si organizza sul principio di autorità irrazionale.
Il resto sono solo frutti sterili delle chiacchiere "democratiche".

Molṑn labé - Quocunque Jeceris Stabit
AFrayn
Inviato: 11/6/2011 22:40  Aggiornato: 11/6/2011 22:40
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2009
Da: Colônia Cecília, Paraná, Brasil
Inviati: 399
 Re: falsi referendum
@Titor:

tutto vero. Malgrado ciò, almeno votando facciamo qualche "danno" in senso lato, anche se si trattasse solo di un ritardo... Non votando o votando no, gli stendiamo la livrea rossa.

Molṑn labé - Quocunque Jeceris Stabit
Calvero
Inviato: 11/6/2011 22:50  Aggiornato: 11/6/2011 22:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: I referendum
Citazione:
tanti bei discorsi su poteri occulti massonerie rettiliane porcate sioniste, poi quando vi si chede di esprimere un parere ve ne state a casa..
mannateveneaffanculo.


Sono certo dei poteri occulti,
sono certo delle porcate Sioniste,
trovo validissime le argomentazioni di Icke,

e domani andrò a mettere i miei quattro Sì al Referendum

.... e adesso puoi andare tu a fanculo

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
Makk
Inviato: 11/6/2011 22:51  Aggiornato: 11/6/2011 22:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: I referendum
Su Bersani:

"ma sapevate che..."

Si. Lo sapeva chiunque non sia un elettore del PD (che hanno la stessa memoria corta di quelli del PDL).

- Si sapeva che il 3° quesito sull'acqua (purtroppo dichiarato inammissibile) era contro una legge DI PRODI sull'acqua
- Si sapeva che il PD ha nicchiato su TUTTI E TRE i temi referendari (sì: anche sul legittimo impedimento)
- Si sapeva che alcuni del PD hanno preso le distanze da acqua e nucleare (mo' era siolo per tranquiliszare il zentro, soccia)
- Si sapeva che il PD si è tenuto alla larghissima dallo sforzo per raccogliere le firme
- si sapeva che il PD è vigliaccamente saltato sul carro dopo Fukushima e perché speravano di aggregare il traino del nucleare alle amministrative (infatti hanno scassato la minkia a sangue per l'election day, ma ancora facevano di tutto per non dire "acqua pubblica" o "legittimo impedimento")
- dopo "vinte" le amministrative (in realtà hanno ancora perso voti e senza grillo, di pietro e la stanchezza degli elettori di destra col cakkio che beccavano le città) pensano alla spallata referendaria al governo
- e infatti stanno DANNEGGIANDO il quorum, con una campagna di attacchinaggio di merda: mentre i comitati per l'acqua e Di PIetro hanno capito benissimo che se politicizzi il referendum perdi tutti i cittadini che hanno simpatie a destra, e stanno facendo campagne del tutto apartitiche e con simboli di partito minuscoli e defilati (quando non assenti del tutto) i geniali "spin doctor" del PD stanno tappezzando l'Italia di manifesti col simbolo del PD enorme.



Si sapeva, cicciobello

E se Bersani è un bastardo e un coglione perché cerca di spacciare questi referendum come possibili "vittorie della sinistra", e copntemporaneamente sta facendo del suo meglio per contribuire a farli fallire,
LUI HA LA SCUSA di essere il figlio di puttana che è...
TU CHE SCUSA HAI!?

THULE
Inviato: 11/6/2011 23:12  Aggiornato: 11/6/2011 23:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2011
Da:
Inviati: 156
 Re: I referendum
Citazione:

Si sapeva, cicciobello

E se Bersani è un bastardo e un coglione perché cerca di spacciare questi referendum come possibili "vittorie della sinistra", e copntemporaneamente sta facendo del suo meglio per contribuire a farli fallire,
LUI HA LA SCUSA di essere il figlio di puttana che è...
TU CHE SCUSA HAI!?



QUELLA DI NON FARE LA PARTE DELL'IMBECILLE, visto che, oggi più che mai, mettere una scheda in un'urna significa continuare a legittimare (moralmente prima ancora che politicamente) un sistema di governo della società che si fa chiamare democrazia ma che nasconde un potere plutocratico sinarchico, esercitato attraverso la corruzione politica, le consorterie massoniche e il monopolio dell'informazione.
Crescete.

incredulo
Inviato: 11/6/2011 23:50  Aggiornato: 11/6/2011 23:50
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: I referendum
Citazione: THULE

QUELLA DI NON FARE LA PARTE DELL'IMBECILLE, visto che, oggi più che mai, mettere una scheda in un'urna significa continuare a legittimare (moralmente prima ancora che politicamente) un sistema di governo della società che si fa chiamare democrazia ma che nasconde un potere plutocratico sinarchico, esercitato attraverso la corruzione politica, le consorterie massoniche e il monopolio dell'informazione. Crescete.

Sono 15 anni che non voto, ma mi sentirei un IMBECILLE se decidessi di NON VOTARE per questi referendum.

E mi piacerebbe che gli italiani dimostrassero a tutta quella bella gente che SONO CRESCIUTI, CHE HANNO CAPITO, CHE SI SONO ROTTI IL C..ZO di sopportare qualsiasi porcata, con QUATTRO SI' e con una percentuale stratosferica.

Ma ritengo che rimarra' una aspettativa.

Ormai l'essere uno zombie, e' la condizione normale del popolo.

Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
Gisar
Inviato: 12/6/2011 0:51  Aggiornato: 12/6/2011 0:51
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/1/2010
Da: Umania
Inviati: 270
 Re: I referendum

Instauratio ab imis fundamentis
Jurij
Inviato: 12/6/2011 1:21  Aggiornato: 12/6/2011 1:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: I referendum
Premetto che rispetto profondamente la decisione di ogni cittadino sul fatto di recarsi o no a votare.

Vorrei però dire che sono 4 referendum importanti.
Da quello che seguo della politica italiana mi sembra che avete poche possibilità di dire la vostra e sebbene vi siano esempi (vedi firme raccolte da Grillo) dove le richieste della popolazione vengono snobbate, non perderei comunque questa occasione per mostrare che ci siete come cittadini e che volete decidere il vostro destino.

Anche da noi in CH quando passa un'iniziativa o un referendum scomodo la classe politica cerca in annacquarlo, ma non può farlo sul nocciolo della questione.

Un referendum o un'iniziativa non legittima mai la classe politica, eventualmente la può solo delegittimare.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
bubu7
Inviato: 12/6/2011 1:31  Aggiornato: 12/6/2011 1:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/2/2007
Da: Tomania
Inviati: 528
 Re: I referendum
Spero solo che non ci sia un black-out in qualche città tra oggi e domani, altrimenti...

Lui che offrì la faccia al vento la gola al vino e mai un pensiero non al denaro, non all'amore né al cielo.

Fabrizio De Andrè
Kratos
Inviato: 12/6/2011 7:40  Aggiornato: 12/6/2011 7:40
So tutto
Iscritto: 6/4/2011
Da:
Inviati: 21
 Il voto...
...io vado!

Makk
Inviato: 12/6/2011 7:57  Aggiornato: 12/6/2011 7:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: I referendum
Citazione:
QUELLA DI NON FARE LA PARTE DELL'IMBECILLE

Ah, beh per non fare quella figura BEN ALTRO che astenerti devi fare!

Makk
Inviato: 12/6/2011 7:59  Aggiornato: 12/6/2011 7:59
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: Il voto...
@ Kratos
Non cambiare i titoli del messaggio: è vietato dal regolamento

m4x
Inviato: 12/6/2011 8:10  Aggiornato: 12/6/2011 8:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 6/6/2007
Da:
Inviati: 746
 Re: I referendum
Ragazzi, occhio alla carta copiativa che se mentre votate sovrapponete le schede rischiate l'annullamento.

peonia
Inviato: 12/6/2011 8:49  Aggiornato: 12/6/2011 8:49
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: I referendum
Anche io che da anni non dò il mio voto per non legittimare questo schifo, sto andando a votare 4 SI per i referendum. E' lunico momento che posso esprimere davvero il mio pensiero al riguardo di temi importanti. che poi ne consegua altro....beh io non ne sono responsabile. Quindi non sono d'accordo con Thule ed altri...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Makk
Inviato: 12/6/2011 9:09  Aggiornato: 12/6/2011 9:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: I referendum
Torno adesso dal seggio. Ovviamente 4 Sì.

Makk was here

THULE
Inviato: 12/6/2011 9:09  Aggiornato: 12/6/2011 9:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2011
Da:
Inviati: 156
 Re: I referendum
Citazione:

Anche io che da anni non dò il mio voto per non legittimare questo schifo, sto andando a votare 4 SI per i referendum. E' lunico momento che posso esprimere davvero il mio pensiero al riguardo di temi importanti. che poi ne consegua altro....beh io non ne sono responsabile.



Anche io vado in banca a depositare i miei risparmi.
Poi se la banca li fa sparire per praticare l'usura....beh io non ne sono responsabile.

Anche io vado in Chiesa per mostrare il mio rispetto a Dio.
Poi se la Chiesa è intrisa di pedofili e gay ed è in rosso perchè lo IOR investe in subprime....beh io non ne sono responsabile.

Anche io compro il giornale per informarmi.
Se poi viene usato come arma di distrazione di massa e per la disinformazione....beh io non ne sono responsabile.

Si potrebbe andare avanti per un bel po'.
Magari se smettiamo di andare in banca, in chiesa, alle elezioni, anche solo di comprare il giornale, condanniamo i nostri oppressori all'isolamento e, quindi, all'estinzione.
E' l'unica via "democratica" che conosco per cambiare le cose (anche se io preferisco l' "altra").

THULE
Inviato: 12/6/2011 9:12  Aggiornato: 12/6/2011 9:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2011
Da:
Inviati: 156
 Re: I referendum
Citazione:

Torno adesso dal seggio. Ovviamente 4 Sì.


Hai perso.

redna
Inviato: 12/6/2011 9:26  Aggiornato: 12/6/2011 9:26
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: I referendum
Citazione:
QUELLA DI NON FARE LA PARTE DELL'IMBECILLE, visto che, oggi più che mai, mettere una scheda in un'urna significa continuare a legittimare (moralmente prima ancora che politicamente) un sistema di governo della società che si fa chiamare democrazia ma che nasconde un potere plutocratico sinarchico, esercitato attraverso la corruzione politica, le consorterie massoniche e il monopolio dell'informazione.
Crescete.



quello che stai dicendo lo sai benissimo, in prima persona, che sei capace di dirlo solo qui sul web perchè è così facile scrivere 'qualcosa'....

Piuttosto di augurarsi che gli 'altri' crescano cresci tu in prima persona per capire la cosa più semplice: IN QUESTO MOMENTO non c'è un altro sistema se non in referendum perchè il POPOLO si faccia sentire....

Se tu l'UNICO sistema che ha il POPOLO lo chiami 'far la pare dell'imbecille' o non sai quello che scrivi oppure non hai capito nulla di come siamo conciati.

Far le orecchie da mercante non serve a nulla e tantomeno continuare a sostenere cose del tutto insostenibili alla luce dei fatti.





Citazione:
Torno adesso dal seggio. Ovviamente 4 Sì.


Hai perso.


intanto spiega ' che cosa ha perso' e che cosa 'hai guadagnato TU' e poi vediamo.... vediamo.....

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
THULE
Inviato: 12/6/2011 9:32  Aggiornato: 12/6/2011 9:38
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2011
Da:
Inviati: 156
 Re: I referendum
Citazione:

quello che stai dicendo lo sai benissimo, in prima persona, che sei capace di dirlo solo qui sul web perchè è così facile scrivere 'qualcosa'....

Piuttosto di augurarsi che gli 'altri' crescano cresci tu in prima persona per capire la cosa più semplice: IN QUESTO MOMENTO non c'è un altro sistema se non in referendum perchè il POPOLO si faccia sentire....

Se tu l'UNICO sistema che ha il POPOLO lo chiami 'far la pare dell'imbecille' o non sai quello che scrivi oppure non hai capito nulla di come siamo conciati.

Far le orecchie da mercante non serve a nulla e tantomeno continuare a sostenere cose del tutto insostenibili alla luce dei fatti.


Se non sai ascoltare e riflettere hai perso indipendentemente da qualunque urna.
Pensa con la testa tua e non con quella del "movimento".

Citazione:

intanto spiega ' che cosa ha perso' e che cosa 'hai guadagnato TU' e poi vediamo.... vediamo.....


Ha perso perchè non modificherà mai la sua situazione di pecora del gregge che bruca il prato senza mai alzare la testa.
Io potrei essere il vincitore solo se nessuno andasse più alle urne: ma con gente che ragiona come te e con l'enorme schiera di servi in circolazione, per vincere devo necessariamente optare per l'altra via.

Jurij
Inviato: 12/6/2011 9:49  Aggiornato: 12/6/2011 9:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: I referendum
Scusate il fuori onda ma vorrei segnalare l'intervista di Borghezio.

http://vimeo.com/24934878

Sono schifato dal comportamento della polizia grigionese.

Altro che interrogare il Sig. Borghezio , vanno interrogati gli irresponsabili dell'hotel Suvretta di St Moritz,
vergogna !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
cnj
Inviato: 12/6/2011 10:25  Aggiornato: 12/6/2011 10:25
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: I referendum
Citazione:
Autore: Jurij Inviato: 12/6/2011 9:49:03 Scusate il fuori onda ma vorrei segnalare l'intervista di Borghezio. http://vimeo.com/24934878 Sono schifato dal comportamento della polizia grigionese. Altro che interrogare il Sig. Borghezio , vanno interrogati gli irresponsabili dell'hotel Suvretta di St Moritz, vergogna !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


Sono contrario al comportamento della polizia (forse i servizi) per quello che hanno fatto a Borghezio.
Sono anche contrario che Borghezio venga investito (oppure si investa da solo) del compito di "indagare complotti" quando non ne ha ne le capacità, ne la serietà, ne la competenza. Secondo me è un infiltrato o uno che fa comodo lasciar fare o, peggio ancora, usare per screditare certe tematiche.
Mi spiace dirlo ma c'è cascato pure Estulin tempo fa

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
cnj
Inviato: 12/6/2011 10:38  Aggiornato: 12/6/2011 11:18
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: I referendum
Citazione:
QUELLA DI NON FARE LA PARTE DELL'IMBECILLE, visto che, oggi più che mai, mettere una scheda in un'urna significa continuare a legittimare (moralmente prima ancora che politicamente) un sistema di governo della società che si fa chiamare democrazia ma che nasconde un potere plutocratico sinarchico, esercitato attraverso la corruzione politica, le consorterie massoniche e il monopolio dell'informazione. Crescete.


Quello che vuoi tu è un livello di consapevolezza globale che si avvicini al 100% o almeno superi abbondantemente il 90%. Una volta pensavo come te. Oggi, con molta umiltà, mi accontento. Non si hanno ne le armi ne le capacità di ottenere risultati come vorresti tu. E il "più" peggio ancora una volta vincerebbe. C'è invece una possibilità. Che ci facciamo un po' più furbi e costruiamo, mattone dopo mattone, qualcosa di diverso da quello che ci hanno fatto credere essere l'unico sviluppo possibile. Ti posso garantire che di segni ce ne sono tanti in tutto il mondo e che prima non c'erano. C'è però la seria possibilità che certi cambiamenti vengano assorbiti e trasformati dai "soliti ignoti" per farci credere qualcosa che non sono. Bisogna essere furbi e controllori. Informarsi e informare. Denunciare e divulgare. Essere un po' più attivi di quello che siamo stati fino ad oggi. Non cambierà tutto. Qualcosa si. E' per questo che ti invito a ripensarci ed andare a votare. Servirà a poco ma starsene a casa servirà, ad esempio, al Premier. E se ti va bene uno come Berlusconi come premier fai bene a startene a casa. Puoi anche andare al mare. Io ci vado dopo che ho votato 4 SI perchè non mi sta bene il Premier che abbiamo ma soprattutto perchè non accetto l'energia nucleare da sempre. NO NUKES!

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
furion2012
Inviato: 12/6/2011 10:50  Aggiornato: 12/6/2011 10:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/8/2009
Da:
Inviati: 174
 Re: I referendum
4 SI

SI SI SI SI

e dopo 4 calci a tutti i politici.

scrisi nucleare in francia, mancanza d' acqua.

be i reattori sono sicuri peccato visto il cambiamento climatico del pianeta le stagioni aride stanno aumentando.

poi se utiliziamo l acqua dolce per raffredare i reattori siamo a posto.

spettatore
Inviato: 12/6/2011 11:24  Aggiornato: 12/6/2011 11:24
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: I referendum
Dopo 15 anni di totale assenza dai seggi elettorali, proclamo che andrò a votare 4 magnifici SI' ai referendum.
Devo recarmi al comune per farmi rilasciare il certificato elettorale che, subito dopo le operazioni di voto, finirà nella raccolta differenziata. Hai visto mai che avere un feticcio del genere in casa, possa risvegliare sopite ed immonde cose.


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
cnj
Inviato: 12/6/2011 11:25  Aggiornato: 12/6/2011 11:26
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da: Romagna
Inviati: 795
 Re: I referendum
Citazione:
crisi nucleare in francia, mancanza d' acqua. be i reattori sono sicuri peccato visto il cambiamento climatico del pianeta le stagioni aride stanno aumentando. poi se utiliziamo l acqua dolce per raffredare i reattori siamo a posto.

L'articolo è del 13 maggio 2011 e si chiudeva con: "...un livello così basso della Loira da compromettere la sicurezza degli impianti è uno scenario altamente improbabile". Qualcuno ha gufato ed ora sono nella merda... anzi siamo.

Nucleare: in Francia la siccità minaccia la fornitura di energia elettrica

La scienza non è nient'altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell'umanità. Nikola Tesla
redna
Inviato: 12/6/2011 11:45  Aggiornato: 12/6/2011 11:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: I referendum
La situazione in Francia a causa della siccita:

Francia, “la siccità minaccia gli impianti nucleari. Manca l’acqua per il raffreddamento” Il livello di aridità spinge a prelevare acqua dai fiumi, ma le portate sono allo stremo. Un dossier del gruppo ambientalista "Osservatorio nucleare francese" lancia l'allarme: "Aumentano i rischi di incidente". La situazione è drammatica anche per l’agricoltura. La strategia è quella di risparmiare acqua, con restrizioni attive già in metà del Paese. Oppure razionare l'energia, soprattutto ora che non ci si può più appellare alla vicina Germania


articolo

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Teba
Inviato: 12/6/2011 11:53  Aggiornato: 12/6/2011 11:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 14/9/2007
Da:
Inviati: 1846
 Re: I referendum
Thule devo ancora capire in che modo esprimere una personale volontà, con i 4 si, tramite il referendum, possa essere considerato una sconfitta come tu sostieni.

Se vorrai delucidarmi su questo ti ringrazio.
ciao

spettatore
Inviato: 12/6/2011 11:57  Aggiornato: 12/6/2011 11:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 15/11/2004
Da:
Inviati: 883
 Re: I referendum
OT CLAMOROSO MA GUSTOSO:

credo faccia piacere a molti la lettura di questo articolo di Valdo Vaccaro



http://valdovaccaro.blogspot.com/2011/06/la-peste-bubbonica-e-il-nuovo.html


Lo spettatore

Citazione:
Non metterti a discutere con un idiota. La gente potrebbe non accorgersi della differenza.
Al2012
Inviato: 12/6/2011 12:06  Aggiornato: 12/6/2011 12:06
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: I referendum
Sono andato ad esprimere il mio parere sui quesiti abrogativi e ho segnato 4 SI !!!

Non ho usato volutamente il termine “voto” perché in questo caso non ho delegato nessuno ad esprimere il mio pare, ma l’ho espresso direttamente.

°°°

In merito al problema relativo a come racimolare i soldi per le opere necessari alla manutenzione e riparazione della rete idrica, io proporrei di ridurre le spese militari, ritirare i nostri militari impegnati in operazioni all’estero, eliminare le province specialmente quelle che sono dei doppioni di entità già esistenti come regione e comuni, ridurrei gli stipendi di tutti i politici nazionali ed europei, eliminerei i vitalizi e tutti privilegi dei politici e la pensione dovrebbe essere adeguata seguendo le regole che devono seguire tutti i cittadini.
Infondo fare il politico dovrebbe essere una “missione” e non una professione molto redditizia che viene caricata sulla schiena della collettività.

“Capire … significa trasformare quello che è"
umpalumpa
Inviato: 12/6/2011 12:09  Aggiornato: 12/6/2011 12:09
So tutto
Iscritto: 22/10/2010
Da:
Inviati: 2
 Re: I referendum
doppia t come terremoto e tragedia

É grosso modo il mio stato d'animo tutte le volte che mi rifugio in uno dei pochi luoghi dove i cervelli continuano a pensare, e non trovo niente di sorprendente da leggere in 70 e piú commenti. Nessuno ne abbia a male, ma qua si perde l'idea di fondo che ai miei occhi luccica come un diamante a 300 facce.

Preciso che ho poco piu di trent'anni quindi mi sono perso i referendum importanti del passato, e che vivo all'estero quindi ho giá votato e sono li che tengo a freno il moto rotatorio dei maroni aspettando di capire se il mio parere é carta straccia o meno.

Cerchiamo di essere, tutti, semplicemente realisti. L'acqua ce la giochiamo in un'altra partita, fa parte dello scontro stato e regioni e porta con se una miriade di questioni territoriali centenarie. Dall'agricoltura alle imprese, come sempre non se ne parla e come sempre sará li che si giocherá la maggior parte della partita. Smettetela di essere fintamente ignoranti, esistono gruppi industriali che aspettano solo il via libera a un'utilizzo tot di risorse per piantarci le loro schifose industrie assassine. Andate a chiedere a un sardo cosa ne pensa dell'ALCOA. ( terra terra : é piu importante decide come utilizzare le risorse innanzitutto. ficchiamolo in testa a tutta la gente!!! )

Il nucleare é il piu bel regalo che lasceremo ai nostri figli, moriranno loro per le noste scelte megalomani. Gli italiani si sono giá espressi, si esprimeranno ancora ma alla fine il popolo conta un caxxo, lo sappiamo tutti.E ancora piú importante, non é per nulla chiaro cosa si intenda per nucleare, e a me di rinunciare al nucleare a bassa energia, beh, devo documetarmi a dovere e capire se ce lo siamo appena giocato.

Il legittimo impedimento: hahahahahahaha
Ammiro la volontá dietro l'ennesimo tentativo di cacciare l'attuale capo del governo, ma non sará certo questo che lo ferma. Mettiamo che vince il si, il nano non puó piu usare la scusa di essere in parlamento: pensate che non abbia un'altra scusa? hahahaha

É per me uno di quei rari momenti un cui vorrei essere in italia a capire cosa pensa le gente di tutta sta faccenda, se é importante per qualcuno e se sia chiaro il fatto che la luce é accesa sui lati sbagliati della vicenda. bah... vedremo nei prossimi giorni come si muoverá il vero potere, a schede conteggiate.

Jurij
Inviato: 12/6/2011 12:15  Aggiornato: 12/6/2011 12:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: I referendum
Citazione:
Francia, “la siccità minaccia gli impianti nucleari. Manca l’acqua per il raffreddamento” Il livello di aridità spinge a prelevare acqua dai fiumi, ma le portate sono allo stremo. Un dossier del gruppo ambientalista "Osservatorio nucleare francese" lancia l'allarme: "Aumentano i rischi di incidente". La situazione è drammatica anche per l’agricoltura. La strategia è quella di risparmiare acqua, con restrizioni attive già in metà del Paese. Oppure razionare l'energia, soprattutto ora che non ci si può più appellare alla vicina Germania


Redna, lo tsunami al contrario, non ci avevo pensato.

È proprio vero che con questo nucleare, tappi di qua ed esce di là.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Giacula
Inviato: 12/6/2011 12:37  Aggiornato: 12/6/2011 12:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 215
 Re: I referendum
Ma si, continuiamo pure ad andare a votare...

Prima ci facciamo grandi con parolone ad effetto come nuovo-ordine-mondiale e massoneria, e poi vedo tanta gente che se ne esce con frasi tipo "Sono andato a votare perchè col referendum esprimo veramente la mia opinione".

Mah, questo recinto proprio non vogliamo saltarlo...

Credo che un fenomeno come gli indignados in spagna, in italia non lo vedremo MAI...........

LoneWolf58
Inviato: 12/6/2011 12:38  Aggiornato: 12/6/2011 12:38
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: I referendum
4 + 4 + 4... SI

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
Kratos
Inviato: 12/6/2011 13:06  Aggiornato: 12/6/2011 13:06
So tutto
Iscritto: 6/4/2011
Da:
Inviati: 21
 Re: Il voto...
Scusa non sapevo... grazie

tommasso
Inviato: 12/6/2011 13:46  Aggiornato: 12/6/2011 13:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/5/2006
Da: ZENA
Inviati: 722
 Re: I referendum
Citazione:
Credo che un fenomeno come gli indignados in spagna, in italia non lo vedremo MAI...........



Ma perfavore! Gli indignados sarebbero andati in massa a votare sì!


Salud!

"I nostri nemici sono creativi e pieni di risorse, e lo siamo anche noi. Loro non smettono mai di pensare a nuovi modi per danneggiare il nostro paese e la nostra gente, e nemmeno noi." 5 agosto 2004 G.W.Bush
Makk
Inviato: 12/6/2011 13:46  Aggiornato: 12/6/2011 13:46
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: I referendum
@kratos

Non lo sapevi ma intanto hai cambiato di nuovo il titolo del tuo post.

Allora te lo ridico ma avendo un'idea meno lusinghiera delle tue capacità intellettive:
cambiare titolo al proprio post è vietato dal regolamento di LC.

Regolamento che puoi leggere QUI.
Regolamento che, in internet, è regola generale e buona educazione consultare prima di postare.
Vista la tua - ehm - prontezza di riflessi, ti riporto lo stralcio che riguarda la cosa:
Citazione:

IL TITOLO DEL TOPIC

Per ovvie ragioni, UNA VOLTA INIZIATO, NON SI PUO' CAMBIARE IL TITOLO DI UN TOPIC, sia nei forum che nei commenti agli articoli.

[cut]*

I moderatori [cut] potranno bannare o sospendere gli utenti che non volessero adeguarsi alle nostre regole, specialmente se recidivi.


* "cut" vuol dire "tagliato". Tagliato testo rilevante ma non direttamente pertinente.
Questo per non sfidare troppo la tua capacità di concentrazione, che pare corrispondere a n - (n + 1)

Fabrizio70
Inviato: 12/6/2011 14:14  Aggiornato: 12/6/2011 14:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: I referendum
Istruzioni d'uso del referendum by C. Guzzanti :

http://youtu.be/zWjag71T63g

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Makk
Inviato: 12/6/2011 14:58  Aggiornato: 12/6/2011 15:00
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: I referendum
Citazione:
Istruzioni d'uso del referendum by C. Guzzanti


HUAHUAHUA

Guzzanti traduce gli spot RAI e spiega come NON votare (non portatevi il documento, che poi lo perdete - invece della scheda, usate un foglio a quadretti - non mettetela nell'urna, fateci un aereoplanino che tanto vale lo stesso)

perculando anche alcune delle argomentazioni speciose degli antireferendari (se votate contro il nucleare perché avete paura degli incidenti allora che non uscite di casa perché vi potrebbe cadere un vaso in testa?).

E ridicolizzando quelle "serie" (abbiamo le centrali di 3a generazione, pronte per gli tsunami di 3a generazione)

Sintomatico che tu l'abbia presa sul serio, credendo che Guzzanti volesse fare spot antireferendario... sei talmente abituato a fare obiezioni, qualsiasi purché siano obiezioni, che sei riuscito a pensare che le enormità di Corrado fossero serie

HUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUAHUA


comunque gustosissimo (come sempre). Grazie per il link. guardatevelo tutti

Al2012
Inviato: 12/6/2011 15:15  Aggiornato: 12/6/2011 15:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: I referendum
@ Giacula

Vedo che ti ha già risposto tommasso che forse come me, non conosce bene le rivendicazioni degli indignados, come tu dimostri di conoscere…..
Per esempio potresti spiegarmi il perché partecipare ad un referendum da parte degli italiani sarebbe una prova: “che un fenomeno come gli indignados in spagna, in italia non lo vedremo MAI...........

°°°
@ Fabrizio70

(Anche se preceduto da Makk ti chiedo)

Citazione:
Istruzioni d'uso del referendum by C. Guzzanti :

http://youtu.be/zWjag71T63g


Probabilmente sono io che non capisco la satira di Guzzanti …..

Secondo te è a favore del non voto ??

“Capire … significa trasformare quello che è"
-ZR-
Inviato: 12/6/2011 15:19  Aggiornato: 12/6/2011 15:20
Mi sento vacillare
Iscritto: 2/9/2008
Da:
Inviati: 436
 Re: I referendum
Sul SI di berlusca ci ho veramente goduto a segnare X.

Ho ancora in mente la frase di Piero Ricca contro berlusconi.

" Fatti processare, buffone!!!!"

-ZR-

" I grandi spiriti hanno sempre incontrato violente opposizioni da menti mediocri."
Albert Einstein
Decalagon
Inviato: 12/6/2011 15:55  Aggiornato: 12/6/2011 15:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: I referendum
Bom, mi sono tolto il pensiero è la prima volta che sento l'utilità della tessera elettorale.

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
pippovinci
Inviato: 12/6/2011 16:10  Aggiornato: 12/6/2011 16:10
Ho qualche dubbio
Iscritto: 5/9/2006
Da: palermo
Inviati: 102
 Re: I referendum
a proposito di referendum io proprrei queste due modifiche:

1. alzare la quota delle firme da raccogliere xhè oggi è di 500.000 che per un partito mediamente organizzato si raccolgono con grande facilità. E questo ne vanifica l'imoprtenza. Se si raccolgono moltre firme vuol dire che l'argomeno è veramente sentito. Si può portare la quota a 1 milione o più

2. abolire il quorum. Mi sembra assurdo che chi è per il no a qualsiasi referendum parta già con il vantaggio del 25% di astensione certa. Ed a questio punto per i No è più conveniete non votare visto il regalo del 25% scontato

baalbek
Inviato: 12/6/2011 16:23  Aggiornato: 12/6/2011 16:23
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/6/2006
Da:
Inviati: 103
 Re: I referendum
Baalbek:
Citazione:
Io continuero la mia battaglia e non perdo tempo con queste cazzate


Hai tutto il mio rispetto per la battaglia che hai intrapreso ma, esattamente in cosa consiste?

Consiste nelll'adoperarsi in ogni modo possibile nel soverchiarlo questo sistema, nella disobbedienza civile, nel servirsi delle stesse istituzioni in modo diciamo "incivile" , e non certo nel legittimarle servendosi di esse.

@ thule
condivido esattamente il tuo pensiero:
Non c'è alternativa: il sistema va abbattuto con la forza, non votato con garbo.
Magari se smettiamo di andare in banca, in chiesa, alle elezioni, anche solo di comprare il giornale, condanniamo i nostri oppressori all'isolamento e, quindi, all'estinzione.
E' l'unica via "democratica" che conosco per cambiare le cose (anche se io preferisco l' "altra").


Tu in soldoni, lo fai? Io già da un pezzo.

@ number :

Non si votò per l'abrogazione del finanziamento pubblico dei partiti? Non si abrogò il ministero dell'agricoltura, ora diventato ministero per le politiche agricole?

Appunto, ecco perchè è inutile andarci , lo abbiamo già fatto, e troppe volte, non ci dovrebbe essere neanche il quesito......

@ Malcico:

Baalbek, la tua firma dice "Ho paura di non farcela": direi che così la battaglia l'hai già persa...

Ti sbagli, ho la coscienza che probabilmente morirò sul campo, ma non a pecora.....

@ wiston 73

tanti bei discorsi su poteri occulti massonerie rettiliane porcate sioniste, poi quando vi si chede di esprimere un parere ve ne state a casa..
mannateveneaffanculo.
buon quorum a tutti.

Voglio vedere quando ci sara da scendere coi forconi in piazza tu sarai tra i primi.....io di sicuro , tu non so, stai ancora troppo bene per alzarti solo per una ics che non vale un cazzo.

@ redna

la manovrina da 3 miliardi è alle porte.....i soldi se non glieli regali te li tirano fuori di tasca...... non c'è scampo

i miei no di sicuro.....lottare ed essere in guerra significa anche quello che il governo chiama evasione.......ma invece è insita nella guerra, in questa guerra....

ho paura di non farcela..
NumberSix
Inviato: 12/6/2011 16:34  Aggiornato: 12/6/2011 16:34
Ho qualche dubbio
Iscritto: 12/1/2008
Da: Babylon
Inviati: 175
 Re: I referendum
Citazione:
@ redna la manovrina da 3 miliardi è alle porte.....i soldi se non glieli regali te li tirano fuori di tasca...... non c'è scampo i miei no di sicuro.....lottare ed essere in guerra significa anche quello che il governo chiama evasione.......ma invece è insita nella guerra, in questa guerra....


Lol, l'evasore politico militante mi mancava.

"Be the change that you want to see in the world." - Mohandas Gandhi
redna
Inviato: 12/6/2011 16:55  Aggiornato: 12/6/2011 17:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: I referendum
Citazione:

Redna, lo tsunami al contrario, non ci avevo pensato


ma qualcuno invece si, ci ha pensato.... e vedi caso che la siccità è in Francia nel momento stesso che il governo in Germania vota per chiudere il nucleare. Ora la Francia che non ha nemmeno più il sostegno del nucleare tedesco si trova non solo in difficoltà ma in pratica senza energia.
Vedremo quando dovrà attingere per il raffreddamento del nucleare dai pozzi acquiferi e quindi alla popolazione verrà razionata l'acqua come andrà a finire.... Nota dolente per l'Italia: la Francia vende energia atomica all'Italia....se non ne ha da chi andremo a comprarla? (non oso pensare alla centrale della Slovenia....un surplus di energia da li è un mezzo disastro)


Citazione:

È proprio vero che con questo nucleare, tappi di qua ed esce di là.

già.....pensando a questo nucleare non si può che concludere: il diavolo fa le pentole ma non i coperchi....... e a Fukushima se ne sono resi conto molto bene!!!


PS- Primi dati sulla percentuale dei votanti. Tutti i quesiti intorno all'11,6%: è la terza maggiore affluenza di sempre nella storia dei referendum.

Affluenza sopra l'11%. E' il terzo risultato di sempre.
Secondo quanto avevano annunciato i sondaggisti, la soglia minima in passato, su quest'orario, dei referendum che alla fine hanno superato il quorum, era del 6,7 %. Anzi, questa sarebbe la terza affluenza più alta della storia: alle 12, avevano fatto meglio di oggi solo il referendum sul divorzio nel 1974 (17,9%) e quello sul finanziamento pubblico dei partiti e la legge sull'ordine pubblico del 1978 (12,6%).

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Pispax
Inviato: 12/6/2011 17:00  Aggiornato: 12/6/2011 17:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: I referendum
LOOOO SAPEVATE?

Visto che i referendum sono espressione diretta della volontà popolare, e che la cosa ai politici fa girare parecchio le palle, già da tempo hanno provveduto a cercare di renderlo inoffensivo.

Nel quorum secondo loro vanno contati anche gli italiani residenti all'estero.
Quindi non basta più il 50%+1 dei votanti, ma occorre arrivare a circa il 57%.
Un bei 3.000.000 di voti in più.


Già.
Perché a quanto pare le comunicazioni elettorali, schede comprese, le hanno mandate per posta ordinaria, e sono state ricevute solo da pochissime delle persone residenti all'estero.
Senza ovviamente stare a riflettere sul dato che gli italiani all'estero storicamente votano con percentuali da prefisso telefonico..



Verrebbe da chiedersi perché...



Quindi, se credete alla validità di questi temi, cercate di fare uno sforzo in più e oltre a andare a votare portate a votare qualcun altro.

Perché METTERLA NEL CULO a chi sta cercando di stravolgere le regole per metterla nel culo a noi, è una pratica di autodifesa buona e giusta.

redna
Inviato: 12/6/2011 17:04  Aggiornato: 12/6/2011 17:31
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: I referendum
Citazione:
Quindi, se credete alla validità di questi temi, cercate di fare uno sforzo in più e oltre a andare a votare portate a votare qualcun altro.

Perché METTERLA NEL CULO a chi sta cercando di stravolgere le regole per metterla nel culo a noi, è una pratica di autodifesa buona e giusta.


pensiamo che ci aspetta una ' manovrina' da 3 miliardi intanto che è pressapoco questa:




mi sembra che l'illustrazione è esplicita......e anche i mezzi con cui si attua sono evidenti

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
TAD
Inviato: 12/6/2011 17:12  Aggiornato: 12/6/2011 17:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: I referendum
Citazione:
PS- Primi dati sulla percentuale dei votanti. Tutti i quesiti intorno all'11,6%: è la terza maggiore affluenza di sempre nella storia dei referendum.


Le proiezioni basate sui dati empirici dei referendum precedenti danno il quorum ad un possibile 65%...

...Chi non l'avesse già fatto...VADA A VOTARE!!!

...adesso è più di una semplice speranza.

~WÃSÐ Lifestyle~
tommasso
Inviato: 12/6/2011 18:30  Aggiornato: 12/6/2011 18:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/5/2006
Da: ZENA
Inviati: 722
 Re: I referendum
Citazione:
danno il quorum ad un possibile 65%


ehi, calma, il quorum è sempre al 50%+1


Comunque mi stupisco sempre come le idee rivoluzionarie di THULE seguano fedelmente i consigli di Silvio Berlusconi. Questo si che è pensare con la propria testa.


salud!

"I nostri nemici sono creativi e pieni di risorse, e lo siamo anche noi. Loro non smettono mai di pensare a nuovi modi per danneggiare il nostro paese e la nostra gente, e nemmeno noi." 5 agosto 2004 G.W.Bush
JohnTitor
Inviato: 12/6/2011 18:51  Aggiornato: 12/6/2011 18:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 Re: I referendum
Nel quorum secondo loro vanno contati anche gli italiani residenti all'estero.
Quindi non basta più il 50%+1 dei votanti, ma occorre arrivare a circa il 57%.
Un bei 3.000.000 di voti in più.

Io lo avevo sempre pensato che il voto degli italiani all'estero degli idioti nazionalisti serviva per alzare di un milione e mezzo il quorum dei referendum.
Ringrazio chi ha postato xè ancora una volta conferma il concetto che cerco di esprimere da ieri che la democrazia è solo una finzione per allocchi. In particolare in questo periodo di nuovo ordine mondiale.

dr_julius
Inviato: 12/6/2011 19:01  Aggiornato: 12/6/2011 19:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/8/2006
Da:
Inviati: 1637
 Re: I referendum
ho scarsissima fiducia nella capacità referendaria di ottenere risultati concreti.
la legge sul "rimborso elettorale"
la esistenza del ministero della Agricoltura
la nuova ondata legislativa verso l'energia nucleare
ne sono palesi esempi...




io pretenderei migliori regole per eleggere personalmente i rappresentanti (con il voto di preferenza) e per la trasparenza di tutte le regole di appalti e concorsi pubblici. Iniziare da questi non banali fatti sarebbe il rinascere della democrazia...




poi sui vari quesiti c'è molta propaganda. da tutte le parti.
i quesiti "sull'acqua" in realtà sono "sui servizi pubblici". già sul nome ci imbrogliano, da una parte come dall'altra...




volete vedere anche questo post sul referendum di più facile comprensione (quello del nucleare) per capire come potrebbe essere banale imbrogliare tutti???




Per rifornire di elettricità un terzo dell’Italia, un’area equivalente a 15 centrali nucleari da un gigawatt, basterebbe un anello solare grande come il raccordo di Roma. (Carlo Rubbia)
TAD
Inviato: 12/6/2011 19:31  Aggiornato: 12/6/2011 19:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: I referendum
Citazione:
ehi, calma, il quorum è sempre al 50%+1


Dai ok...mi riferivo alle proiezioni sull'affluenza...

Cmq ore 19:30:

Servizi pubblici locali - 29,07%

Tariffa servizio idrico - 28,86%

Energia elettrica nucleare - 28,31%

Legittimo impedimento - 28,41%

...ragazzi io dico che stasera alle 22:00 saremo al 40%.

~WÃSÐ Lifestyle~
TAD
Inviato: 12/6/2011 19:54  Aggiornato: 12/6/2011 19:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: I referendum
Ore 19:53, l'Emilia Romagna è quasi 40% di affluenza. Grandi emiliani

~WÃSÐ Lifestyle~
Jurij
Inviato: 12/6/2011 20:17  Aggiornato: 12/6/2011 20:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: I referendum
Citazione:
e a Fukushima se ne sono resi conto molto bene!!!


Quello che mi impressiona di più redna è che non ne parlano più, silenzio radio…

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Giacula
Inviato: 12/6/2011 20:39  Aggiornato: 12/6/2011 20:39
Ho qualche dubbio
Iscritto: 28/11/2005
Da:
Inviati: 215
 Re: I referendum
@Al2012
Citazione:
Per esempio potresti spiegarmi il perché partecipare ad un referendum da parte degli italiani sarebbe una prova: “che un fenomeno come gli indignados in spagna, in italia non lo vedremo MAI...........


Non "ad un referendum", ma "andare a votare"...

Credo che riusciremo a cambiare qualcosa in questo mondo (o forse meglio dire in questa società), solo quando finalmente incrocieremo le braccia e diremo tutti "io non voto"..

Il riferimento agli indignados era alla mentalità... Sono disillusi e hanno aperto gli occhi.. Quando si dice "vado a votare perchè così esprimo il mio parere" si commette l'errore di credere che il proprio parere abbia una valenza maggiore di zero.

Io la vedo così... una bella fattoria, con la massa di pecore dentro un recinto, a cui ogni tanto viene concesso di esprimere la propria opinione su temi SCELTI DAL PASTORE DI TURNO (referendum) oppure su quale pastore preferiscano (ovviamente i candidati pastori sono scelti stavolta dal FATTORE)..

Saluti

Makk
Inviato: 12/6/2011 20:48  Aggiornato: 12/6/2011 20:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: I referendum
Citazione:

pippovinci:

1. alzare la quota delle firme da raccogliere xhè oggi è di 500.000 che per un partito mediamente organizzato si raccolgono con grande facilità. E questo ne vanifica l'imoprtenza. Se si raccolgono moltre firme vuol dire che l'argomeno è veramente sentito. Si può portare la quota a 1 milione o più

Ci stanno pensando.
Ne fanno un bialnciamento, appunto fra fase costitutiva (raccolta firme) e fase consultiva (la votazione).
Comunque si riflette che 500.000 sono parecchiucce.
Raccoglierle non è uno scherzo (anche organizzativamente ed economicamente) e alzare troppo la soglia significa che il promuovere referendum se lo possono permettere solo le grandi organizzazioni (leggi: i partiti). Il contrario di quello che auspichi.

Citazione:
2. abolire il quorum. Mi sembra assurdo che chi è per il no a qualsiasi referendum parta già con il vantaggio del 25% di astensione certa. Ed a questio punto per i No è più conveniete non votare visto il regalo del 25% scontato

Come si è visto abbondantemente anche in queste pagine, è più facile evitare le questioni che affrontarle.
Però abolire il quorum significa che (nella tua ipotesi) un milione di firme su un tema che non frege niente a nessuno = un milione di votanti et voilà che abroghi una legge magari insulsa ma che aveva una sua ragion d'essere e meritava di essere abrogata solo se la cosa è ben presente nelle teste.

L'idea è piuttosto di legare il quorum alle % delle ultime votazioni, cioé al numero dei cittadini (in teoria) attivamente interessati alla vita pubblica.

La Regione toscana fece un referendum (di interesse regionale, ovvio) dove appunto il quorum era la metà più uno dei votanti alle ultime amministrative toscane.

Questo garantisce comunque un certo vantaggio all'astensione (i referendum sono meno partecipati delle politiche, che sarebbero il "barometro" di riferimento), ma non sufficente da contare sull'effetto "handicap al 25%"

Rimane materia molto delicata. Stiamo parlando di un meccanismo di garanzia che comporta sostanziale sfiducia nell'operato del parlamento.
A Lorsignori non piace aumentare l'ìincisività delle garanzie contro di loro

Infatti per ora sono discussioni accademiche fra giuristi e costituzionalisti.

La linea di pensiero generale è quella che dici tu: facilitare il raggiungimento di un responso popolare ma rendere impegnativa la "messa in moto" del meccanismo

Makk
Inviato: 12/6/2011 20:50  Aggiornato: 12/6/2011 20:50
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: I referendum
Citazione:
pecore dentro un recinto, a cui ogni tanto viene concesso di esprimere la propria opinione su temi SCELTI DAL PASTORE DI TURNO (referendum)

E chi sarebbe il pastore che ha promosso i due (ex tre) referendum sull'acqua?

Spiderman
Inviato: 12/6/2011 20:58  Aggiornato: 12/6/2011 20:58
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: I referendum
Appena tornato dal voto (dopo 10 anni di assenza), mi ha fatto uno strano effetto tornarci...

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
ByB
Inviato: 12/6/2011 21:06  Aggiornato: 12/6/2011 21:06
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/5/2011
Da:
Inviati: 382
 Re: I referendum
Ascoltando il tele per i referendum ho sentito di un attacco hacker al FMI non poteva finire meglio la giornata.
ciao
By B.

redna
Inviato: 12/6/2011 21:23  Aggiornato: 12/6/2011 21:32
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: I referendum
Citazione:
e a Fukushima se ne sono resi conto molto bene!!!


Quello che mi impressiona di più redna è che non ne parlano più, silenzio radio…
Invia un commento


in realtà proprio IERI in Giappone hanno manifestato CONTRO il nucleare....

..........

Sono passati tre mesi esatti dal terribile sisma che lo scorso 11 marzo ha piegato il Giappone provocando numerose vittime (oltre ventimila) e danni irreversibili alla centrale nucleare di Fukushima. E stamani (ore 6.45 italiane) il Giappone si è fermato per un minuto, per ricordare le vittime del cataclisma e per protestare contro la gestione della crisi nucleare generata dal sisma da parte della Tepco e dello stesso governo nipponico.
Una grande manifestazione organizzata da Greenpeace e da altri gruppi anti-nucleare che ha coinvolto la capitale Tokyo e tutto il resto del paese. Dito puntato contro il primo ministro Naoto Kan per il quale il popolo giapponese chiede a gran voce le dimissioni. Il primo ministro si è recato in vista nella parte più colpita dal sisma ma ad oggi gli oltre 90.000 sfollati vivono ancora nei rifugi allestiti all’indomani del terremoto. “L’assistenza alle persone colpitel’11 marzo è stata insufficiente” – denunciano i mass media giapponesi -. In effetti, stando ad un primo bilancio, ancora non si è completata la rimozione delle macerie che hanno sepolto il paese e per coloro che hanno dovuto abbandonare le proprie abitazioni la situazione è ancora molto grave.
In più c’è il problema legato alla centrale nucleare di Fukushima: proprio nei giorni scorsi sono stati diramati dal governo nuovi dati poco confortanti circa l’allarme nucleare: le sostanze radioattive fuoriuscite dai reattori della più importante centrale nipponica sarebbero infatti il doppio della stima fatta in un primo momento dalla stesse autorità giapponesi.

articolo


Affluenza alle urne oltre il 30%...... quorum possibile
°°°°°°°°°°


18.32 Crespi: “Proiezioni ci danno dato finale sopra il 55%” “L’affluenza delle 12 si attesta per tutti i quattro quesiti referendari sopra 11,5%. La proiezione finale calcolata sulla base di questa affluenza ci consegna un dato gia’ sopra il 55% al netto del voto all’estero, ma non mi sorprenderei se il dato fosse anche piu’ alto. Se alle ore 22 l’affluenza si attestera’ sopra il 40% per il quorum sarà cosa fatta, anche perché questo dato incentiva gli elettori a recarsi alle urne”. L’ha detto al giornale online Clandestinoweb.com Luigi Crespi, direttore dell’istituto demoscopico Crespi Ricerche.

........qui...........

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Kratos
Inviato: 12/6/2011 21:29  Aggiornato: 12/6/2011 21:29
So tutto
Iscritto: 6/4/2011
Da:
Inviati: 21
 Re: I referendum
Ciao Makk...
come vedi questa volta non ho cambiato il titolo della discussione, e sai perchè non l'ho fatto? Te lo spiego...
Quando ti ho risposto la prima volta rassegnando le mie scuse per aver fatto una cosa che non intendevo (dato che sono nuovo del sito), non ho avuto la necessaria malizia di cambiare il titolo del topic riportandolo all'originale. Non l'ho fatto principalmente perchè, nel risponderti, ho cliccato sul tasto reply del tuo messaggio, non sapendo che nemmeno tu avevi riportato il titolo all'originale. (Infatti non ho nemmeno controllato).
Una volta che avevo inviato il messaggio mi sono accorto dell'inconveniente ma ormai non potevo farci più niente.
Tutto questo te lo scrivo con riconoscenza per avermi fatto notare questo equivoco, e ti ringrazio di avermi scritto parte del regolamento ma ora ho un'idea meno lusinghiera delle tue capacità percettive.

Infatti, dato che mi hai riportato uno stralcio del regolamento e mi hai gentilmente "avverito" che mi si potrebbe "tagliare" mi viene da pensare che tu sia un moderatore. In questo caso dovresti sapere che sono nuovo di qui, e anche se non lo sapessi e se non bastasse come motivazione, dubito che con l'intelligenza che ti ritrovi potresti pensare che sia talmente matto da sfidare un indivuduo con più poteri di me. (Nel senso hackeristico).
Ma non vorrei sbagliarmi.

Questo per non sfidare troppo la tua capacità di pazienza, che pare corrispondere a n - (n + 1)....tutto sotto radice.

Mi scuso ulteriormente per il disagio.
Saluti

cagliostro
Inviato: 12/6/2011 21:41  Aggiornato: 12/6/2011 21:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: I referendum
Ho testè ottemperato al mio dovere civico per 4 volte !

Ragazzi, non facciamoci fregare dagli "infiltrados", andiamo a votare ognuno secondo coscienza !

Buon voto a tutti !

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
THULE
Inviato: 12/6/2011 21:46  Aggiornato: 12/6/2011 21:46
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2011
Da:
Inviati: 156
 Re: I referendum
@ tommasso

Citazione:

Comunque mi stupisco sempre come le idee rivoluzionarie di THULE seguano fedelmente i consigli di Silvio Berlusconi. Questo si che è pensare con la propria testa.



Intelligentone, vediamo se capisci con una equazione:
I referendum stanno alla possibilità di imporre la volontà "popolare" al sistema politico (intendendosi anche il burattinaio occulto), così come i sindacati hanno difeso e difendono i posti di lavoro dalla globalizzazione.
Se non ci arrivi do ripetizioni a prezzi modici.

Jurij
Inviato: 12/6/2011 22:18  Aggiornato: 12/6/2011 22:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: I referendum
Citazione:
I referendum stanno alla possibilità di imporre la volontà "popolare" al sistema politico (intendendosi anche il burattinaio occulto), così come i sindacati hanno difeso e difendono i posti di lavoro dalla globalizzazione.


Ti capisco, i referendum vengono annacquati e i sindacati permettono il dumping salariale.
Anche se finisse “bene”, questo referendum non cambierà più di tanto le cose, ma da qualcosa bisogna iniziare; perlomeno provare.

P.S. Non c’entra molto, ma a me piace ogni tanto risentirla perché mi da una carica ed una speranza per un destino migliore :o)
http://www.youtube.com/watch?v=cAhg7c9EYYA

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
incredulo
Inviato: 12/6/2011 22:18  Aggiornato: 12/6/2011 22:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: I referendum
Citazione: ByB

Ascoltando il tele per i referendum ho sentito di un attacco hacker al FMI non poteva finire meglio la giornata.

Aspetterei ad esultare, specie sapendo che da poco e' stato approvata una disposizione che equipara gli attacchi informatici ad attacchi terroristici....

Strano non pensi?

Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
incredulo
Inviato: 12/6/2011 22:24  Aggiornato: 12/6/2011 22:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 23/8/2006
Da: Asia
Inviati: 4061
 Re: I referendum
Citazione: THULE

I referendum stanno alla possibilità di imporre la volontà "popolare" al sistema politico (intendendosi anche il burattinaio occulto), così come i sindacati hanno difeso e difendono i posti di lavoro dalla globalizzazione.

E tu pensi che noi ci illudiamo andando a votare?

SAPPIAMO benissimo che il potere cerchera' di fare e fara' come vuole ma vedere una massa di gente che esprime una opinione contraria e' corroborante per lo spirito, come mettere un traversino nei cingoli di un carroarmato, fa' poco pero rompe i coglioni.

Un saluto

Gesù Cristo è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita.
cagliostro
Inviato: 12/6/2011 22:41  Aggiornato: 12/6/2011 22:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: I referendum
Citazione:

I referendum stanno alla possibilità di imporre la volontà "popolare" al sistema politico (intendendosi anche il burattinaio occulto), così come i sindacati hanno difeso e difendono i posti di lavoro dalla globalizzazione.

E tu pensi che noi ci illudiamo andando a votare?

SAPPIAMO benissimo che il potere cerchera' di fare e fara' come vuole ma vedere una massa di gente che esprime una opinione contraria e' corroborante per lo spirito, come mettere un traversino nei cingoli di un carroarmato, fa' poco pero rompe i coglioni.


Un saluto


Incredulo SANTO SUBITO !

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
redna
Inviato: 12/6/2011 22:43  Aggiornato: 12/6/2011 23:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: I referendum
Referendum, affluenza alle 22: superato il 40%

ANCORA OLTRE IL 40%
Con 4.636 comuni su 8.092, la privatizzazione dell'acqua è al 40,70%, quello sulle tariffe garantite al 40,59 con 4.565 comuni, il nucleare - su 4.267 comuni- è al 40,36, il legittimo impedimento con 4.234 comuni è al 40,3%.

ORE 22: SUPERATO IL 40%
I dati parlano del 40,2% raggiunto sui quesiti sull'acqua. Il nucleare è al 40, il legittimo impedimento con 4.234 comuni su 8.092 è al 40,3%.

TERMOMETRO POLITICO: TRANQUILLI? SERVE IL 41%
Secondo le proiezioni di Termometro politico (sito di sondaggi) per essere tranquilli bisogna superare il 41%. Siamo dunque poco sotto, ovvero sul filo.


articolo


Affluenza alle 22.......40,9

EDIT------

22:54Affluenza ore 22, rilevazione volge al termine: 41% 105 – Scrutinati 7702 comuni su 8092

EDIT 2


Il ministero dell'interno prov a barare sui dati dell'affluenza, mandando i rilevatori a raccogliere i dati molto prima dell'orario ufficiale. Ma alle 22, nonostante questi trucchetti (che si aggiungono a quelli dei Tg "complici", ben 5 su sei), i votanti hanno superato il 40% degli aventi diritto.I dati arrivano col contagocce e siamo ancora a meno della metà delle sezioni referenti. Probabile che il dato finale "notturno" sia ancora più alto. Ma il Generale consiglia: domattina portate a votare chiuque sia in grado di intendere e volere (noi no siamo come le suore negli "hospice"). Il risultato è a portata di mano!!!!! Leggete l'articolo allegato dal Corriere della Sera" on line. Ma alle 19 risulta aver votato oltre i 30%!. L'obiettivo non è lontano, andate a votare" Ma soprattutto portateci di peso chiunque abbia problemi di deambulazione!

qui..........

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
EL_GUERCIO
Inviato: 12/6/2011 22:52  Aggiornato: 12/6/2011 22:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 13/11/2006
Da:
Inviati: 177
 Re: I referendum
segnalo questo link, si tratta di Ulderico Pesce che ha realizzato una bella testimonianza di teatro civile con lo spettacolo "Storie di scorie".
il titolo rimanda ovviamente ai fatti e misfatti del nucleare italiano; se capita dalle vostre parti vi consiglio un salto a teatro.

LINK

"Non si dicono mai tante bugie quante se ne dicono prima delle elezioni, durante una guerra e dopo la caccia". Otto von Bismarck
Lestaat
Inviato: 12/6/2011 23:12  Aggiornato: 12/6/2011 23:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: I referendum
@Jurij
Citazione:
Ti capisco, i referendum vengono annacquati e i sindacati permettono il dumping salariale.
Anche se finisse “bene”, questo referendum non cambierà più di tanto le cose, ma da qualcosa bisogna iniziare; perlomeno provare.


Iniziare?
Provare?

Son 50 anni che si è iniziato, 50 anni che si prova.
Non dirò mai a nessuno di andare o non andare a votare perchè credo del tutto inutili entrambe le cose, ma dire nel 2011 "da qualcosa bisogna iniziare" mi ha dato un prurito clamoroso.
Se non lo si è ancora capito, il potere NON ASCOLTA MAI...a prescindere, e la storia è tutta lì a dimostrarlo. Da li' quindi NON SI COMINCIA NULLA.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
TAD
Inviato: 12/6/2011 23:27  Aggiornato: 12/6/2011 23:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: I referendum
Citazione:
Son 50 anni che si è iniziato, 50 anni che si prova. Non dirò mai a nessuno di andare o non andare a votare perchè credo del tutto inutili entrambe le cose, ma dire nel 2011 "da qualcosa bisogna iniziare" mi ha dato un prurito clamoroso. Se non lo si è ancora capito, il potere NON ASCOLTA MAI...a prescindere, e la storia è tutta lì a dimostrarlo. Da li' quindi NON SI COMINCIA NULLA.


Son 50 anni che si è iniziato a fare cosa?
Son 50 'anni che si è provato a fare cosa?

Mi fai capire dove porta il tuo modo di ragionare?

Non è stato ottenuto nulla in 50'anni?

Hai mai sentito parlare dei Referendum sul DIVORZIO e il NUCLEARE?

Conosci i risultati?

Cosa proponi? Di restare quì a scrivere sui forum e...cos'altro?

Da lì non si comincia nulla e allora da dove cominciamo?

P.S.: Bada bene, sono lungi dal considerarmi un sostenitore della politica o un credente della democrazia. Ma dire solo "NO"/"MAI"/"NULLA" vorrei proprio capire a cosa conduce...

~WÃSÐ Lifestyle~
tommasso
Inviato: 12/6/2011 23:35  Aggiornato: 12/6/2011 23:35
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/5/2006
Da: ZENA
Inviati: 722
 Re: I referendum
Citazione:
Se non lo si è ancora capito, il potere NON ASCOLTA MAI...a prescindere, e la storia è tutta lì a dimostrarlo. Da li' quindi NON SI COMINCIA NULLA.


Sono tutti bei discorsi, ma, da qui alla rivoluzione, preferisco non avere una centrale nucleare vicino casa, sai com'è, bisogna essere vivi per lottare


salud!

"I nostri nemici sono creativi e pieni di risorse, e lo siamo anche noi. Loro non smettono mai di pensare a nuovi modi per danneggiare il nostro paese e la nostra gente, e nemmeno noi." 5 agosto 2004 G.W.Bush
Lestaat
Inviato: 12/6/2011 23:54  Aggiornato: 12/6/2011 23:54
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: I referendum
@TAD
Citazione:
Son 50 anni che si è iniziato a fare cosa?

Votare per i referendum.
Anzi 65, e anche di più il votare in generale.
Citazione:
Son 50 'anni che si è provato a fare cosa?

A cambiare le cose votando.
Citazione:
Mi fai capire dove porta il tuo modo di ragionare?

Porta esattamente a quello che ho espresso nel post.
Citazione:
Non è stato ottenuto nulla in 50'anni?

No. Divorzio a parte, e solo perchè non è questione di denaro.
Se ci sono di mezzo quattrini, basta una legge.
Citazione:
Hai mai sentito parlare dei Referendum sul DIVORZIO e il NUCLEARE?
Conosci i risultati?

Appunto. Siccome ne ho sentito parlare, specie di quello sul nucleare, diventa abbastanza evidente che non serve a nulla visto che lo hanno appena rifatto perchè avevano fatto una legge contraria a quel referendum.
Citazione:
Cosa proponi? Di restare quì a scrivere sui forum e...cos'altro?
E chi ha detto di voler proporre qualcosa. Avrei un sacco di idee in realtà ma per quelle c'è il mondo reale, internet sono solo parole.
Andare a votare, per un referendum o per le elezioni non è fare qualcosa di più che scrivere su di un forum cmq.
Citazione:
Da lì non si comincia nulla e allora da dove cominciamo?

Hey, io sono quello che ha sottolineato che da li non si comincia un bel niente ricordi? Non ho detto "Non si fa così, ma si fà cosà". Credo sia semplice realismo dire oggi che NON SI COMINCIA NULLA VOTANDO.
Citazione:
P.S.: Bada bene, sono lungi dal considerarmi un sostenitore della politica o un credente della democrazia. Ma dire solo "NO"/"MAI"/"NULLA" vorrei proprio capire a cosa conduce...

E siamo daccordo. Ma non è che "Si, questo funziona" lo fa diventaqre vero eh!

@Tommasso
Citazione:
Sono tutti bei discorsi, ma, da qui alla rivoluzione, preferisco non avere una centrale nucleare vicino casa, sai com'è, bisogna essere vivi per lottare

E saremmo anche daccordo se davvero il referendum, con un vittorioso SI, abrogasse la legge per fare le centrali......ehm......ma aspetta.......QUESTO ERA GIA' SUCCESSO.....eppure hanno rifatto un altra legge.

Abbiamo tutti quanti ormai una conoscenza minima sufficiente di storia per sapere come funzionano le cose ragazzi, non raccontiamoci le barzellette, mica dico di non andare a votare.....ma abbiate l'onestà di riconoscere la fondamentale inutilità della cosa.
Se, tra qualche anno, il potere vuole costruire delle centrali atomiche semplicemente lo farà. Dire che si "inizia" con il referendum è ridicolo su, specialmente oggi che abbiamo proprio di fronte al naso l'evidenza, con il SECONDO referendum sul nucleare.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
Pispax
Inviato: 12/6/2011 23:59  Aggiornato: 13/6/2011 0:00
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: I referendum
Ecco fatto.

Ho compiuto il mio dovere e il mio piacere, e sono andato a votare ai referendum.

Ovviamente non dirò come ho votato.
Ci mancherebbe altro.

Mi limito a sottolineare il fatto che avrei trovato molto ripugnante il votare NO..


Chi non lo avesse ancora fatto, si affretti!
Questa è un'offerta speciale, e terminerà domani alle 15 in punto!

Pispax
Inviato: 13/6/2011 0:11  Aggiornato: 13/6/2011 0:11
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: I referendum
Lestaat


Citazione:
No. Divorzio a parte, e solo perchè non è questione di denaro.
Se ci sono di mezzo quattrini, basta una legge.


Aborto a parte, ti dimentichi del referendum sulle trattenute sindacali automatiche.
Mi pare fosse il 1995.

Questo referendum, promosso fra gli altri anche dalla FIOM, diceva che i sindacati che non fossero firmatari né di contratti nazionali né di accordi aziendali non avessero diritto a godere delle trattenute sindacali in busta paga. Per quei sindacati toccava andare da lavoratore a lavoratore coi bollini, come negli anni '50.

Ricordo ancora i manifesti, e la campagna martellante che i delegati della FIOM facevano in fabbrica per ottenere questo risultato.


Poi hanno vinto, e il referendum è passato.
Grande gaudio in casa FIOM per il risultato, che metteva fuori gioco i Co.Bas, colpevoli di eroderli a sinistra.


Salvo che ora la FIOM non è firmataria di contratti nazionali.
E in FIAT non è firmataria neppure di contratti aziendali: però condanna come "illegittima" la pretesa di Marchionne di applicare l'esito del referendum - da loro abbondantemente promosso - e non fargli le trattenute sindacali automatiche.


In effetti a volte il mondo è parecchio buffo.

TAD
Inviato: 13/6/2011 0:12  Aggiornato: 13/6/2011 0:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: I referendum
Citazione:
E saremmo anche daccordo se davvero il referendum, con un vittorioso SI, abrogasse la legge per fare le centrali......ehm......ma aspetta.......QUESTO ERA GIA' SUCCESSO.....eppure hanno rifatto un altra legge.


Il referendum si è tenuto nel'87. Siamo nel 2011. Sono passati 25 anni e nel frattempo hai idea di quante scorie sotto il culo ci siamo risparmiati?

E' un risultato oppure no?

Citazione:
No. Divorzio a parte, e solo perchè non è questione di denaro.


Il divorzio non era questione di denaro?

Hai idea di quanti miliardi di fatture hanno emesso gli studi legali e associati per le separazioni legali?

In un sistema a base monetaria è SEMPRE QUESTIONE DI DENARO.

Anche adesso, mentre leggi questo thread...girano soldi, fai girare soldi, emetti CO2 e sei parte del sistema.

~WÃSÐ Lifestyle~
Fabrizio70
Inviato: 13/6/2011 0:17  Aggiornato: 13/6/2011 0:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: I referendum
Citazione:
Autore: Al2012 Inviato: 12/6/2011 15:15:46

Probabilmente sono io che non capisco la satira di Guzzanti …..

Secondo te è a favore del non voto ??


Certo che se dai retta a Makk ti confondi le idee , il fatto che io sia contro i referendum farsa dell'acqua non significa che interpreto a favore del non voto questa satira , l'ho visto venerdì la versione integrale su sky e mi sono ammazzato dal ridere , ci sono pure il mafioso ed il massone che meritano , purtroppo non si trova ancora molto in rete e già ho visto qualche intervento di censura per copyright su youtube , se qualcuno ha altri link postasse pure...

http://youtu.be/1WG6594XVS8

Questa è la prima parte del massone , nell'ultima propone di uscire dall'euro e di creare una moneta , la chiamerà "debiti" , come figure sacchi di monnezza (il neorealismo piace ) e "fessa"

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
HapCollins
Inviato: 13/6/2011 0:22  Aggiornato: 13/6/2011 0:22
Ho qualche dubbio
Iscritto: 10/8/2009
Da: Torino
Inviati: 110
 Re: I referendum
Ciao.
Stavo leggendo un po' di commenti sul vantaggio o sullo svantaggio di andare a votare ai referendum e, francamente mi sembra di parlare del sesso degli angeli. Andare a votare è un dovere, cosa che ho fatto, e, in particolar modo in questo caso è un dovere votare 4 SI'.
Ora un OT: stavo guardando la trasmissione "Cosmo" su Rai tre e stanno parlando della presunta liquefazione del sangue di San Gennaro. Da NON cattolico volevo solo far presente che il membro del Cicap presente in studio sta facendo, come molti dei suoi colleghi, una figura di merda colossale..
Saluti.

"Grandezza e progresso morale di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali."
Il Mahatma Gandhi

"Vedere ciò che ci sta sotto il naso richiede uno sforzo costante."
George Orwell
tommasso
Inviato: 13/6/2011 0:29  Aggiornato: 13/6/2011 0:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/5/2006
Da: ZENA
Inviati: 722
 Re: I referendum
Citazione:
E saremmo anche daccordo se davvero il referendum, con un vittorioso SI, abrogasse la legge per fare le centrali......ehm......ma aspetta.......QUESTO ERA GIA' SUCCESSO.....eppure hanno rifatto un altra legge.


Beh, ma allora non è che il potere non ascolta, ascolta a scadenza venticinquennale, non mi pare nulla.


salud!

"I nostri nemici sono creativi e pieni di risorse, e lo siamo anche noi. Loro non smettono mai di pensare a nuovi modi per danneggiare il nostro paese e la nostra gente, e nemmeno noi." 5 agosto 2004 G.W.Bush
vuotorosso
Inviato: 13/6/2011 0:55  Aggiornato: 13/6/2011 0:55
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: I referendum
@baalbeck
Vai a votare, non sono cosi tante energie da spendere, no?
Poi se dici di avere altre vie è un altro discorso (che non voglio sapere) ma intanto questa possibilità non buttarla proprio via. Magari anche per gli altri che questa battaglia la combattono. Intanto vinciamo ORA e QUA, il poi , si vedrà.
ti costa solo pochi minuti
Ciao

Al2012
Inviato: 13/6/2011 1:31  Aggiornato: 13/6/2011 1:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: I referendum
@ Fabrizio70

Quindi sei andato ad esprimere la tua opinione in merito ai quesiti abrogativi !!

Segnando un NO sull’acqua, oppure rifiutando la scheda con la speranza (poco nobile a mio avviso) di farlo fallire per il quorum.

In merito a dare retta a Makk o a te, preferisco pensare che chi ha indetto e raccolto le firme per il referendum sull’acqua abbia fatto le analisi giuste e comunque quelli che voto per il SI votano perché l’acqua non sia considerata una merce e resti pubblica.

Se poi, dopo una eventuale vittoria dei SI, ci sia una entità pubblica che decida di vendere la gestione ad una entità privata perché la legge lo permette (come mi pare che tu asserisca) … vedremo se questo è possibile e se l’opinione pubblica lo permetterà …

“Capire … significa trasformare quello che è"
Fabrizio70
Inviato: 13/6/2011 7:51  Aggiornato: 13/6/2011 7:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 18/5/2006
Da: Roma
Inviati: 3721
 Re: I referendum
Citazione:
Segnando un NO sull’acqua, oppure rifiutando la scheda con la speranza (poco nobile a mio avviso) di farlo fallire per il quorum.


Sarà poco nobile ma lo è senz'altro di più per come è stato presentato , tu stesso scrivi no sull'acqua ma la legge dice altro (riguarda l'eventuale privatizzazione della gestione di alcuni servizi) , presenteto così serve per agire di pancia invece che di cervello...

Citazione:
In merito a dare retta a Makk o a te, preferisco pensare che chi ha indetto e raccolto le firme per il referendum sull’acqua abbia fatto le analisi giuste e comunque quelli che voto per il SI votano perché l’acqua non sia considerata una merce e resti pubblica.


Non mi riferivo certo alla questione SI o NO ma al video di Guzzanti , Makk ha la tendenza ad interpretare in maniera fantasiosa il mio pensiero ,anzi in questa occasione non ho detto nulla eppure lo ha interpretato uguale , c'è un pò di nebbia nella sfera di cristallo....

Citazione:
Se poi, dopo una eventuale vittoria dei SI, ci sia una entità pubblica che decida di vendere la gestione ad una entità privata perché la legge lo permette (come mi pare che tu asserisca) … vedremo se questo è possibile e se l’opinione pubblica lo permetterà …


Non è che lo asserisco io , lo asserisce la legge , sia quella abrogata che quella che rientrerà eventualmente in vigore se dovessero vincere i SI , la situazione attuale è nata da leggi che si sono avute a partire dagli anni 90 , con governi di centro-destra e centro sinistra, aivoglia a referendum per bocciare la "privatizzazione dell'acqua" , si sono svegliati un pò tardi...

Il lusso non può mai essere soddisfatto perché, essendo qualcosa di falso, non esiste per esso un contrario vero e reale in grado di soddisfarlo e assorbirlo.
Wilhelm Richard Wagner-1849
Lestaat
Inviato: 13/6/2011 8:22  Aggiornato: 13/6/2011 8:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: I referendum
@tommasso
Quindi fammi capire il tuo ragionamento.
Votare un referendum vuol dire "iniziare" un cambiamento perchè almeno si rimanda di un po'?
Non scherziamo.
Il nucleare è stato fermo per 25 anni in italia solo ed esclusivamente perchè troppo complicato politicamente da realizzare e troppo dispendioso.
Se ci fossero state condizioni economiche diverse sarebbe stato già fatto.
Bada bene tommasso che in questo caso non voglio certo fare il disfattista. E' vero che se è stato politicamente impossibile fare le centrali fino ad ora è ANCHE perchè la popolazione non lo vuole, ma non è il referendum il punto. La popolazione non lo vuole a prescindere dallo svolgimento di un referendum e sarebbe politicamente sconveniente per chiunque farlo. Il problema è che ormai dovremmo aver capito come funzionano certe cose però.
Oggi grazie a fukushima è difficile, certo, ma come ben sappiamo la propaganda funziona. E basterebbe questa per muovere i consensi e rendere possibili le centrali.
E' il solito teatrino e basta.
E' come per l'acqua.
"Oddio, l'acqua è un bene pubblico!!!! Non si può privatizzare"
Certo, è evidente e logico ma che accade?
Accade che ormai in quasi tutti i comuni italiani l'azienda che distribuisce l'acqua è una "municipalizzata", un'azienda privata insomma, la cui proprietà è in maggioranza pubblica. Che non è la stessa cosa. Oltretutto in gran parte dei comuni italiani la gestione folle delle risorse idriche ha fatto si che la qualità di tale risorsa "pubblica" scadesse talmente tanto da diventare quasi imbevibile a causa del residuo fisso troppo elevato e/o della durezza. Nel frattempo, qualsiasi "fonte" di acqua buona è già stata privatizzata. Se vai nei dintorni di San Gemini, in umbria, vedrai quasi una decina di "fonti" importanti e da anni ormai, NESSUNA di queste fonti viene usata dagli acquedotti nei comuni limitrofi, sono tutte di proprietà della San Benedetto.
Come ho detto, siamo tutti felici se non si fanno le centrali, se l'acuqa resta un bene pubblico...ecc...e sarei ben felice se a questo referendum vincessero 4 sonori SI.
Mi piace però essere realista e non me la sento proprio di dire che in questo caso "è un inizio" perchè è come mettere un tappo di sughero in una falla di una diga.
Purtroppo così non si inizia niente, lo abbiamo visto e rivisto, se c'è un inizio sta altrove, con altri metodi e altre idee. Ognuno avrà le sue.
Finchè ci illuderemo di star facendo qualcosa per il cambiamento andando a votare una qualsiasi cosa non andremo da nessuna parte. Certamente, visto che ce lo chiedono non costa poi molto rispondere e, secondo me, è anche giusto farlo, ma che non mi si venga dire che così si cambia perchè sappiamo PER CERTO che non è così.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
redna
Inviato: 13/6/2011 8:37  Aggiornato: 13/6/2011 8:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: I referendum
Citazione:
Abbiamo tutti quanti ormai una conoscenza minima sufficiente di storia per sapere come funzionano le cose ragazzi, non raccontiamoci le barzellette, mica dico di non andare a votare.....ma abbiate l'onestà di riconoscere la fondamentale inutilità della cosa.


cerca di capire come stanno le cose, invece....
l'unico mezzo a disposizione del popolo si chiama referendum ed è proprio detto POPOLARE perchè il POPOLO si esprime.

Questa è l'UNICA realtà che ci riguarda.

Solo che noi siamo abituati a guardare quello che fanno i politici in cui noi non possiamo MAI mettere il naso.Hanno ricevuto la delega in bianco e sappiamo che le cose vanno così.........se non le abbiamo ancora cambiate significa che ci va bene a tutti così oppure che i politici sono talmente astuti che ci hanno raggirato in tutte le maniere perchè le cose non le cambiamo mai.
Poi dire che oltre Berlusconi c'è il nulla è la naturale conseguenza della rinuncia POPOLARE di pensare ad un PROPRIO futuro degno di tale nome.

L'inutilità della cosa è data DA NOI e dal nostro punto di vista rapportato alla politica e ai farabutti che se ne sono impossessati e alla manipolazione che CI hanno fatto in tutti questi anni di mass media.

Citazione:
Se, tra qualche anno, il potere vuole costruire delle centrali atomiche semplicemente lo farà.

no. Non lo farà.........
semplicemente non lo farà nella stessa maniera con cui la Merkel ora le ha chiuse le centrali nucleari: IL NUCLEARE NON CONVIENE PIU'.....
Lo sappiamo tutti che non c'è alcuna convenienza ora nel fare il nucleare se non far intascare soldi alle multinazionali che intendono fare business nel nostro paese perchè all'estero le stanno mandando via a calci nel sedere.

La Germania ha chiuso col nucleare, la Francia lo dovrà fare per forza di cose o almeno ridurre, il Giappone conta i morti sia dello tsunami che del nucleare ......... è una situazione di guerra altrochè.....
Quindi quando i politici se ne vanno al mare o dicono di non votare danno la misura all'intero paese di che razza di lestofanti sono e di chi sono i servitori.

Se almeno lo fossero dello stato rispetterebbero la costituzione sulla quale hanno giurato e non inciterebbero il popolo a fare l'esatto contrario.

Credere anche un solo istante che i politici abbiano tutto questo potere che ogni tanto si descrive lascia cadere le braccia.... Da che è mondo e mondo è il popolo che ha il potere, i politici hanno i soldi e le armi e se noi ci spaventiamo davanti a questo signfiica solo che dovremo stare dalla parte dei politici e non siamo certo dalla parte del popolo.

Decidiamoci allora a parlare per il popolo se siamo del popolo, e da politici se siamo dei politici.
Non facciamo il solito fritto misto trasversale: il referendum è popolare e la politica se ne stia a casa finchè il popolo esprime la sua opinione.
Ma la politica non dica al popolo quello che dovrebbe fare perchè il popolo non ha dettato legge sulle loro leggi PORCATA che sarebbe ora che vengano tolte a meno che non vengano tolti in blocco tutti quelli che le hanno fatte. E ce lo auguriamo di cuore.

Citazione:
Dire che si "inizia" con il referendum è ridicolo su, specialmente oggi che abbiamo proprio di fronte al naso l'evidenza, con il SECONDO referendum sul nucleare.

è verisissimo che siamo al secondo referendum sul nucleare....... ma siamo nel 2011 e non nel 1987 e stanno chiudendo nel mondo le centrali nucleari...
quindi è evidente come siamo indietro come popolazione....
dobbiamo dire che per la seconda volta che non vogliamo il nucleare quando c'è chi lo chiude definitivamente e dobbiamo difenderci dai lestofanti che invece ce le propinano per legge sul nostro territorio!!!
direi che occorre notare che siamo veramente da terzo mondo (dove buttano tutte quello che gli altri rifiutano...) ma anche una repubblica delle banane dove il dittatore dello stato libero e soci arringano il popolo a non andare alla consultazione popolare.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
alinos
Inviato: 13/6/2011 9:14  Aggiornato: 13/6/2011 9:14
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/3/2006
Da: Livorno
Inviati: 118
 Re: I referendum
Dite quello che cavolo vi pare. Questa volta vado a votare.
Lasciatemi almeno l'illusione di poter dire la mia su queste "porcate".

Jurij
Inviato: 13/6/2011 9:32  Aggiornato: 13/6/2011 9:32
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: I referendum
Citazione:
Son 50 anni che si è iniziato, 50 anni che si prova.
Non dirò mai a nessuno di andare o non andare a votare perchè credo del tutto inutili entrambe le cose, ma dire nel 2011 "da qualcosa bisogna iniziare" mi ha dato un prurito clamoroso.
Se non lo si è ancora capito, il potere NON ASCOLTA MAI...a prescindere, e la storia è tutta lì a dimostrarlo. Da li' quindi NON SI COMINCIA NULLA.


Ok, hai descritto bene il problema, ma la tua soluzione qual è?

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
ohmygod
Inviato: 13/6/2011 9:35  Aggiornato: 13/6/2011 12:06
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: I referendum
Noi facciamo quello che ci permettono di fare.
Loro fanno quello che gli permettiamo di fare.

Jurij
Inviato: 13/6/2011 9:40  Aggiornato: 13/6/2011 9:40
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: I referendum
Citazione:
Hey, io sono quello che ha sottolineato che da li non si comincia un bel niente ricordi? Non ho detto "Non si fa così, ma si fà cosà". Credo sia semplice realismo dire oggi che NON SI COMINCIA NULLA VOTANDO.


I PROBLEMI li possiamo portare facilmente tutti, ma quello che serve sono SOLUZIONI.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Sertes
Inviato: 13/6/2011 9:45  Aggiornato: 13/6/2011 9:45
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: I referendum
Citazione:
winston73 ha scritto:
tanti bei discorsi su poteri occulti massonerie rettiliane porcate sioniste, poi quando vi si chede di esprimere un parere ve ne state a casa..
mannateveneaffanculo.
buon quorum a tutti.


Mitico!


Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Lestaat
Inviato: 13/6/2011 10:19  Aggiornato: 13/6/2011 10:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 27/7/2005
Da: Perugia
Inviati: 1774
 Re: I referendum
@Jurij
Ma che vuoi scusa?
Se uno ha l'influenza e qualcuno gli dice che per risolvere il problema può cominciare bevendo un bicchier d'acqua POSSO DIRE CHE NON INIZIA A RISOLVERE LA SUA INFLUENZA CON UN BICCHIER D'ACQUA o è vietato da qualche codice che ignoro?
Non ho mica detto che non serve a niente tutto e che non ci sono altre soluzioni, nella vita reale uno tenta di fare il possibile, ma non è illudendoci che lo si faccia con un referendum che andiamo avanti.

@redna
Non capisco il senso dei tuoi quote.
Hai detto cose che condivido in pieno e che confermano il mio punto di vista.
Le centrali se non si faranno è perchè non convengono più e non perchè vince il si al referendum.

In nomine libertatis vincula edificamus.
In nomine veritatis mendacia efferimus.
redna
Inviato: 13/6/2011 10:39  Aggiornato: 13/6/2011 10:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: I referendum
Citazione:

@redna
Non capisco il senso dei tuoi quote.
Hai detto cose che condivido in pieno e che confermano il mio punto di vista.


io ho capito quello che volevi dire e ho risposto.

Ho risposto solo perchè vedevo tutt'altro e ho spiegato....


Citazione:
Le centrali se non si faranno è perchè non convengono più e non perchè vince il si al referendum.


assolutamente no.
Le centrali non si faranno perchè è la SECONDA VOLTA che il popolo NON LE VUOLE.

Se non convengono non convengono più ai politici se vogliono essere rieletti e devono tener conto del referendum senza se e senza ma....
Pertanto è dal referendum popolare che nasce qualcosa e non dalla convenienza dei politici che quelli ce l'hanno sempre e a suon di mazzette .......... come già specificato in altri post.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Jurij
Inviato: 13/6/2011 10:41  Aggiornato: 13/6/2011 10:41
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: I referendum
Citazione:
Non ho mica detto che non serve a niente tutto e che non ci sono altre soluzioni, nella vita reale uno tenta di fare il possibile, ma non è illudendoci che lo si faccia con un referendum che andiamo avanti.


Hai ragione, non sarà un enorme cambiamento questo (ammesso che riesca il referendum), ma è pur sempre qualcosa.

Capisco il tuo punto di vista che il tutto è poco e che tu vorresti qualcosa di più, ma per ottenerlo cosa si dovrebbe fare?

Come hai detto tu tentiamo di fare il possibile nella vita reale e se siamo in tanti, ognuno nella propria nazione, otterremo anche un miglioramento.

Io la vedo da positivo, un piccolo passo, ma nella giusta direzione.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Sertes
Inviato: 13/6/2011 10:54  Aggiornato: 13/6/2011 10:54
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: I referendum
Citazione:
Lestaat ha scritto:
Le centrali se non si faranno è perchè non convengono più


Convengono a chi? Stiamo appunto ribadendo che la convenienza di chi acquista una centrale nucleare non è la stessa convenienza di chi ci vende una centrale nucleare.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
Virgil
Inviato: 13/6/2011 11:42  Aggiornato: 13/6/2011 11:42
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/8/2010
Da:
Inviati: 384
 Re: I referendum
Citazione:
Autore: winston73 Inviato: 11/6/2011 21:30:53

tanti bei discorsi su poteri occulti massonerie rettiliane porcate sioniste, poi quando vi si chede di esprimere un parere ve ne state a casa.. mannateveneaffanculo.
buon quorum a tutti.

Applausi, esattamente quello che penso anche io su ciò che puntualmente si dice in questo sito tra chi lo frequenta quando ci sono le elezioni o i referendum o qualsiasi altra votazione...come al solito qui dentro si parla di non votare e di non fare nulla tanto è tutto deciso e il mio voto non serve a nulla a questa "finta" democrazia, però poi ci si incazza se esistono complotti per rovinarci la vita e governanti e multinazionali senza scrupoli che si fanno gli affari propri.
Insomma siate coerenti e rimboccatevi le maniche della camicia e fate qualcosa...se votare non serve a nulla, secondo il vostro modo di pensare, allora scendete in piazza e protestate, fate una rivoluzione, fate conoscere le vostre idee, fate video come fa mazzucco o altri, fate casino, ma non statevene nelle vostre casette a scrivere frasette su un sito come questo o piangendovi addosso con parenti e amici senza fare un cazzo...perchè altrimenti siete soltanto patetici, anzi peggio, siete complici.

Buon quorum a tutti.

Al2012
Inviato: 13/6/2011 11:53  Aggiornato: 13/6/2011 12:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: I referendum
LA MASSA AL POTERE: L’ISLANDA AFFIDA AL PUBBLICO LA SUA NUOVA COSTITUZIONE


(...) Il crowdsourcing è nato da un forum nazionale dello scorso anno dove 950 persone scelte a caso hanno trascorso un giorno per discutere della costituzione. Se il comitato riuscirà a redigere il progetto di legge, che dovrebbe essere pronto per la fine di luglio, sarà votato in un referendum senza alcun cambiamento imposto dal parlamento, e così sarà davvero un’iniziativa del popolo, per il popolo.

Visto che l’intenzione era quella di indire un referendum, ha detto Gylfason, l’idea era che il pubblico potesse essere coinvolto fin dall’inizio del processo e non solo alla fine. I social media sono stati ritenuti il modo migliore per rendere questa cosa possibile, visto che la popolazione islandese è tra le più abili al mondo nell’uso del computer. Due terzi dei suoi abitanti sono su Facebook.

Gylfason ha detto che è stato piacevolmente sorpreso dal livello delle discussioni. "C’è stato molto apprezzamento per quello che stavamo facendo. Il pubblico ha aggiunto molto al nostro dibattito. I loro commenti sono stati di grande aiuto e hanno avuto un effetto positivo sul risultato."


°°°
Edit:

Islanda costituzione e internet

Da più parti è in corso un dibattito per il riconoscimento di Internet quale diritto costituzionale (si veda qui la proposta Rodotà) ovvero come diritto fondamentale (si veda qui il report dell’ONU in materia).

Chi scrive è molto d’accordo: attraverso Internet si sviluppa la personalità umana e per questo è giusto che venga garantito a chiunque un equo accesso alla Rete.

Ma in Islanda, in questi giorni, il dibattito è ulteriormente avanzato perchè Internet, già importante strumento di partecipazione e realizzazione della democrazia diretta, diventa strumento di riforma costituzionale, perchè sul sito del Stjornlagarad, cioè del Consiglio costituzionale (http://stjornlagarad.is/) è possibile intervenire registrandosi nella stesura delle bozze degli articoli della nuova costituzione, anche attraverso i social media come Facebook o Twitter.

Ciascun cittadino può diventare padre costituente e la nuova costituzione diventa così davvero il patto tra consociati che accettano comuni regole di convivenza e si riconoscono reciprocamente i diritti fondamentali, senza intermediazioni.

“Capire … significa trasformare quello che è"
redna
Inviato: 13/6/2011 11:53  Aggiornato: 13/6/2011 11:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: I referendum
Citazione:
Insomma siate coerenti e rimboccatevi le maniche della camicia e fate qualcosa...se votare non serve a nulla, secondo il vostro modo di pensare, allora scendete in piazza e protestate, fate una rivoluzione, fate conoscere le vostre idee, fate video come fa mazzucco o altri, fate casino, ma non statevene nelle vostre casette a scrivere frasette su un sito come questo o piangendovi addosso con parenti e amici senza fare un cazzo...perchè altrimenti siete soltanto patetici, anzi peggio, siete complici.


ehi bello.........è esattamente quello che stai facendo TU.....

Che ne sai di quello che fanno gli altri?

Sei tu patetico solo perchè quello che pensi tu credi che sia il pensiero dell'universo mondo........suvvia, guardati intorno, prima di scrivere di coerenza che DEVONO avere gli altri senza nemmeno sapere nulla di loro.... D'accordo che papi è in difficoltà ma prima di scrivere non guardare le fiction di mediaset che non rispecchiano il vero....


********
Governo: Maroni, serve svolta vera
13 Giugno 2011 08:41 CRONACHE E POLITICA

(ANSA) - ROMA - 'Berlusconi deve iscriversi nella categoria dei coraggiosi e lanciare un programma ambizioso. Deve farlo adesso, il 22 giugno davanti alle Camere'. Altrimenti 'si va a votare'. Cosi', intervistato al Corriere della Sera, il ministro dell'Interno Roberto Maroni avvertendo 'chi pensa di far saltare il banco con governi tecnici, istituzionali o roba simile'' che 'la Lega non ci sta'. Per Maroni il premier si deve impegnare sul fisco e 'bloccare gli sbarchi' dei migranti provenienti dalla Libia.

news......

il ministro degli interni sta lanciando messaggi prima ancora che le urne siano chiuse.
Il tracollo del governo è imminente.

*****
Storace coglie:


11:16Storace: "Coalizione ha sottovalutato l'allarme" 20 –

Secondo Francesco Storace il governo ha sottovalutato l'allarme, per i referendum. "Questa mattina ho pubblicato su Facebook una mia nota di 15 giorni fa in cui invitavo il centrodestra a evitare regali alla sinistra. Ma in una coalizione in cui si parla poco capita di sottovalutare gli allarmi", scrive il segretario nazionale de La Destra, che spiega: "C'è da restare increduli di fronte ad alcune posizioni che emergono nel centrodestra. E noi non siamo affatto disponibili ad assecondarle. Mi riferisco alla questione referendaria. Se dovessero prevalere certe argomentazioni, saremmo ad un passo dal regalare una nuova vittoria alla sinistra".

qui.........

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
cagliostro
Inviato: 13/6/2011 12:14  Aggiornato: 13/6/2011 12:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: I referendum

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
Virgil
Inviato: 13/6/2011 12:47  Aggiornato: 13/6/2011 12:47
Mi sento vacillare
Iscritto: 19/8/2010
Da:
Inviati: 384
 Re: I referendum
Citazione:
Autore: redna Inviato: 13/6/2011 11:53:54
ehi bello.........è esattamente quello che stai facendo TU..... Che ne sai di quello che fanno gli altri? Sei tu patetico solo perchè quello che pensi tu credi che sia il pensiero dell'universo mondo........suvvia, guardati intorno, prima di scrivere di coerenza che DEVONO avere gli altri senza nemmeno sapere nulla di loro.... D'accordo che papi è in difficoltà ma prima di scrivere non guardare le fiction di mediaset che non rispecchiano il vero....

Che cosa significa il discorso su papi e mediaset e quello che starei facendo io e quello che ho scritto?

redna
Inviato: 13/6/2011 12:53  Aggiornato: 13/6/2011 13:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: I referendum
Maroni annuncia: ci sarà il quorum

Maroni annuncia: «Ci sarà il quorum»
Il ministro commenta le proiezioni di domenica sera


Roberto Maroni (Ansa)MILANO - «Io ho solo il dato di domenica sera, non ci saranno altre rilevazioni della partecipazione fino alle 15, quando si chiudono i seggi. Però la proiezione fatta dagli esperti del ministero dell'Interno rispetto al dato di domenica fa pensare che si raggiungerà il quorum per tutti e quattro i referendum, anche senza considerare il voto degli italiani all'estero». Lo ha detto il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, interpellato al termine di una visita privata al sindaco di Varese, Attilio Fontana.

..........

12:19I verdi aspettano il risultato a Roma in piazza Pantheon 28 –
I verdi aspetteranno i risultati del referendum in piazza del Pantheon dalle ore 15.00 insieme al presidente nazionale Angelo Bonelli. In queste ultime ore gli ecologisti stanno monitorando 30 seggi campione indicativi della tendenza nazionale del quorum.


12:15Comitato sì per l'acqua: "Dai nostri dati, quorum raggiunto" 27 –
"Dai dati che riceviamo, pare che il quorum sia stato raggiunto. Mancano pochi voti per mettere al sicuro il risultato per tutelarci dal "calo fisiologico" dei dati che arriveranno dagli italiani all'estero. E poi tutti nelle piazze d'Italia a festeggiare": lo annuncia in una nota il Comitato referendario due sì per l'acqua.



12:10Mascia: "Secondo nostre tabelle, verso il 60%" 25 –
"Secondo le nostre tabelle stiamo andando verso il traguardo finora impensabile del 60% di votanti", afferma in una nota Gianfranco Mascia, del comitato promotore legittimo impedimento. "Ma noi continuiamo la mobilitazione perché - conclude - ogni italiano in più che voterà rinforzerà il segnale di cambiamento".

11:58Pedica (Idv): "Comunque è meglio andare a votare" 24 –
"Non sappiamo quali notizie in anteprima abbia chi ritiene che il quorum sia stato raggiunto , ma ricordiamo che le urne sono aperte fino alle 15 e per questo invitiamo i cittadini che ancora non lo avessero fatto ad andare a votare", dice Stefano Pedica, senatore dell'Italia dei Valori.


qui.......


EDIT


12.56Wwf: "Non mollare mobilitazione" 30

– Attenzione a comunicazioni fuorvianti sul raggiungimento del quorum: è l'avvertimento del Wwf, che ha diffuso una nota, in cui sottolinea: "nulla si sa del voto degli italiani all'estero e pertanto i margini di sicurezza sono incerti e poco definibili, margini che comunque (salvo diversa disposizione della corte di cassazione) sono superiori al 50% + uno dei votanti residenti sul territorio nazionale.

Questo significa che i dati disponibili ancora non mettono in sicurezza il voto".

L'associazione ambientalista prosegue la mobilitazione fino alla chiusura delle urne, con telefonate, sms, mail e contatti su facebook attivati dagli attivisti Wwf soprattutto nelle regioni del sud dove l'affluenza è stata minore. "La speranza è alta, ma la partita è ancora aperta".


qui.......

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
JohnTitor
Inviato: 13/6/2011 13:49  Aggiornato: 13/6/2011 13:49
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 Re: I referendum
Sono andato a mettere le mie 4 'bianche' nell'urna.
Non ho speranze che cambi qualcosa ma almeno non si parli più di nucleare che per l'Italia senza uranio e spazio dove mettere le centrali, la discussione è solo perdita di tempo.

TAD
Inviato: 13/6/2011 13:56  Aggiornato: 13/6/2011 13:56
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: I referendum
@JohnTitor

Citazione:
Sono andato a mettere le mie 4 'bianche' nell'urna.


Come dire sono andato alle urne per delegare la scelta a chi ha il coraggio di effettuarla.

@redna

Citazione:
Le centrali non si faranno perchè è la SECONDA VOLTA che il popolo NON LE VUOLE.


Dovrei quotarti almeno una decina di volte per esprimerti il mio apprezzamento.

Non esiste nessun altro motivo per cui il programma di costruzione di centrali nucleari in Italia non è mai partito: IL POPOLO HA PARLATO.

E ha parlato attraverso l'UNICO STRUMENTO DEMOCRATICO A SUA DISPOSIZIONE:

IL REFERENDUM. Proposto dal POPOLO, per il POPOLO.

~WÃSÐ Lifestyle~
JohnTitor
Inviato: 13/6/2011 14:02  Aggiornato: 13/6/2011 14:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 Re: I referendum
Re: I referendum
Maroni annuncia: ci sarà il quorum

Maroni annuncia: «Ci sarà il quorum»
Il ministro commenta le proiezioni di domenica sera

---------------------------------------------------

Maroni aveva anche anunciato l'arrivo di milioni di profughi che in effetti stanno arrivando

Ieri alle 12 aveva vorato il 11,61% (3 vole 1 x 6) alle 22 aveva votato il 41,1%
Scometto che alle 15 avrà votato il 55,11% o il 51,77 o il 51,29 o il 52,22 o il 51,15 o il 56,66 o il 53,35.

AHAHAHAH

TAD
Inviato: 13/6/2011 14:12  Aggiornato: 13/6/2011 14:12
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: I referendum

~WÃSÐ Lifestyle~
Ressa
Inviato: 13/6/2011 15:03  Aggiornato: 13/6/2011 15:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/1/2010
Da: San Benedetto Val Sambro BO
Inviati: 60
 I referendum
SIGNORI 57.7

UN BEL RISULTATO!

http://referendum2011.interno.it/

Nuit
Inviato: 13/6/2011 15:48  Aggiornato: 13/6/2011 15:48
Mi sento vacillare
Iscritto: 13/9/2010
Da: Messina
Inviati: 346
 Re: I referendum
HABEMUS QUORUM...

fefochip
Inviato: 13/6/2011 15:55  Aggiornato: 13/6/2011 15:55
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I referendum
in realtà questo referendum fa bene (in caso di vittoria) al morale e a poche altre cose
,ma indipendentemente dai risultati che possono dipendere solo dal quorum analizziamo alcuni aspetti

nucleare

...semplice... non si farà mai in italia
ci sono due motivi :
politico/ ecologista
tecnico

il primo cerco di riassumerlo
nessuno sarà disposto ad avere una centrale sotto casa o un deposito di scorie e chi ci abita sarà disposto a lottare fino alla morte.
la dimostrazione è la val di susa per pericoli di diversi ordini inferiori le persone si sono mobilitate alla grande.
la tradizione italiana è ormai radicalmente antinuclearista e non si cambia cosi dall'oggi al domani una mentalità ...nel bene oppure nel male.

il motivo tecnico è che l'energia a fissione ormai è sulla strada del tramonto è un dato di fatto tecnico sia per mancanza di combustibile che lo rende economicamente non conveniente sia per le scorie che riempito il mare con le navi affondate sia tutto il terzo mondo stanno cominciando a venire fuori ...è inevitabile perche è impossibile solo pensare di poter gestire rifiuti che rimangono altamente letali per centinaia di millenni ...solo l'idea a ragionarci sopra con calma è un idiozia completa (dal punto di vista dell'umanità ovviamente).

ergo questo referendum ha l'unico scopo di mettere il sigillo a queste considerazioni almeno in italia per evitarci tutti esborsi a favore di compagnie che poi erogano le "mazzette" ai nostri cari governanti.

acqua pubblica

anche qui il referendum purtroppo è una specie di toppa ...nulla piu.
chi pensa che una vittoria dei si porti chissà quali vantaggi non comprende che il desiderio di mettere le mani sull'acqua pubblica viene da parecchio in alto e non basterà certo un referendum per bloccare i piani di bruxell (è un progetto europeo).

ci troveremo presto a dover di nuovo lottare per l'acqua pubblica a mio avviso .

se non si passa il quorum (ipotesi ormai ora pare remota) si dovrà comunque continuare a lottare ...

il risultato quindi è che comunque bisognerà lottare ancora per l'acqua pubblica non c'è niente da fare.

legittimo impedimento

anche qui la eventuale vittoria non solo è una vittoria a mio parere di pirro perche se vogliono salvare berlusconi lo salveranno comunque facendo altre leggi il punto io credo è che oggi ai poteri che realmente comandano l'italia (mafie ,vaticano ,lobbie economiche , industriali , varie ed eventuali) berlusconi non sta piu bene .
prima gli era comodo ora comincia a essergli scomodo .

io lo ripeto sempre berlusconi non è la causa ma l'effetto quindi anche se ci leviamo dalle palle "il cavaliere" ci sarà il problema del "dopo berlusconi" ...chi governerà ?
la sinistra? quella stessa che appoggia gli interessi raprresentati da berlusconi?

per fare un esempio fassino è gia pronto con l'esercito contro i valsusini a mio avviso e se non altro con la "linea dura" .

quindi questo referendum è al piu un tentativo di "toppa" per non farci fregare troppo e per dirci l'un altro "ehi ci siamo tutti insieme ...ci hanno rotto le palle"

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
cagliostro
Inviato: 13/6/2011 15:57  Aggiornato: 13/6/2011 15:57
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: I referendum
Citazione:

HABEMUS QUORUM...



«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
redna
Inviato: 13/6/2011 16:02  Aggiornato: 13/6/2011 16:07
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: I referendum
risultati della consultazione referendaria.....



privatizzione acqua = 94,96 SI

profitti acqua = 95,14 SI

energia nucleare = 93,25 SI

legittimo impedimento = 92,70 SI


........al momento scrutinate..


Questi sono i risultati referendari.

Il resto è letteratura.

fonte: lastampa.it (tabelle in prima pagina)


Citazione:
Sono andato a mettere le mie 4 'bianche' nell'urna.


Come dire sono andato alle urne per delegare la scelta a chi ha il coraggio di effettuarla.


no, no...........alla luce dei fatti c'è andato solo per nulla.



Citazione:
Maroni annuncia: ci sarà il quorum

Maroni annuncia: «Ci sarà il quorum»
Il ministro commenta le proiezioni di domenica sera

---------------------------------------------------

Maroni aveva anche anunciato l'arrivo di milioni di profughi che in effetti stanno arrivando

Ieri alle 12 aveva vorato il 11,61% (3 vole 1 x 6) alle 22 aveva votato il 41,1%
Scometto che alle 15 avrà votato il 55,11% o il 51,77 o il 51,29 o il 52,22 o il 51,15 o il 56,66 o il 53,35.

AHAHAHAH


non c'è proprio nulla da ridere. Maroni per quello che ha detto (prima della chiusura delle urne) rischia tre anni di galera.
Fai tu....

fonte qui........

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
tommasso
Inviato: 13/6/2011 16:09  Aggiornato: 13/6/2011 16:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/5/2006
Da: ZENA
Inviati: 722
 Re: I referendum
Citazione:
chi pensa che una vittoria dei si porti chissà quali vantaggi non comprende che il desiderio di mettere le mani sull'acqua pubblica viene da parecchio in alto e non basterà certo un referendum per bloccare i piani di bruxell (è un progetto europeo). ci troveremo presto a dover di nuovo lottare per l'acqua pubblica a mio avviso .


Certo, ma è meglio combattere sapendo che la maggioranza è con noi


salud!

"I nostri nemici sono creativi e pieni di risorse, e lo siamo anche noi. Loro non smettono mai di pensare a nuovi modi per danneggiare il nostro paese e la nostra gente, e nemmeno noi." 5 agosto 2004 G.W.Bush
tommasso
Inviato: 13/6/2011 16:10  Aggiornato: 13/6/2011 16:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/5/2006
Da: ZENA
Inviati: 722
 Re: I referendum
Citazione:
non c'è proprio nulla da ridere. Maroni per quello che ha detto (prima della chiusura delle urne) rischia tre anni di galera.


Peccato che gli ultimi 3 anni di galera si passano ai servizi sociali, e cioè in casa


salud!

"I nostri nemici sono creativi e pieni di risorse, e lo siamo anche noi. Loro non smettono mai di pensare a nuovi modi per danneggiare il nostro paese e la nostra gente, e nemmeno noi." 5 agosto 2004 G.W.Bush
fefochip
Inviato: 13/6/2011 16:13  Aggiornato: 13/6/2011 16:13
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: I referendum
Citazione:
Certo, ma è meglio combattere sapendo che la maggioranza è con noi


che sia meglio non vi è dubbio il punto è che bisognerebbe combattere a prescindere ovvero è necessaria una partecipazione attiva alla vita politica perche è il disinteresse totale che ha portato un berlusconi a stare dove sta oggi .

e spesso non è necessaio essere la maggior parte ma essere maggiormente incazzati e determinati

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
Sertes
Inviato: 13/6/2011 16:21  Aggiornato: 13/6/2011 16:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: I referendum
Citazione:
redna ha scritto:
non c'è proprio nulla da ridere. Maroni per quello che ha detto (prima della chiusura delle urne) rischia tre anni di galera.


L'acqua gli spetta, è pubblica, e anche lui ha votato.
Il mangiare però, se permettete, glielo porto io

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
redna
Inviato: 13/6/2011 16:26  Aggiornato: 13/6/2011 16:28
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: I referendum
da non credere......

perfino ilgiornale di 'famiglia' grida ...."Cav dimettiti....." o mmiodddiooo.....che succede!!!


Roma - "Un referendum sul berlusconismo". Raggiunto il quorum su tutti e quattro i quesiti del referendum, l'opposizione va subito all'attacco e chiede le dimissioni del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Dai finiani al piddì Walter Veltroni, fino a Nichi Vendola: l'opposizione parla all'unisono. Secondo i dati del ministero dell’Interno, l'affluenza si consolida intorno al 57%: via libera ai quesiti su ritorno al nucleare, gestione e tariffe dell’acqua, legittimo impedimento a partecipare ai processi.

Il risultato del referendum Mentre a sinistra si cerca di strumentalizzare il voto del referendum, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ribadisce che il risultato non è un test sul governo ma l'occasione per verificare la volontà dei cittadini. "L’Italia probabilmente a seguito di una decisione che il popolo italiano sta prendendo in queste ore - spiega il Cavaliere - dovrà dire addio alla questione delle centrali nucleari e quindi dovremo impegnarci fortemente sul settore delle energie rinnovabili". Nelle sedi dei Verdi e dell'Idv i risultati sono stati accolti da applausi. Il presidente dei Verdi, Angelo Bonelli, ha brindato al quorum in una festa improvvisata per i referendum a Piazza del Pantheon: "Siamo felicissimi è una giornata straordinaria per la democrazia e per l’Italia".

La sinistra tenta già la spallata La sinistra già prova la spallata. Durante la campagna elettorale Pd e Idv avevano caricato il risultato del referendum di un significato politico: "Se dovesse passare, il governo dovrà dimettersi". Ma il governo respinge l'assalto. "La maggioranza è la metà più uno, come per il referendum", ribatte prontamente Maroni spiegando che, "contrariamente a quello che diceva Andreotti, per un governo della seconda repubblica tirare a campare vuol dire tirare le cuoia, e di questo mi pare siano consapevoli tutti". Il titolare del Viminale ha, infatti, voluto lanciare uno stimolo: "Sono certo che verrà ripreso, perchè è interesse di tutti. Non c’è nessuno in questo governo e in questa maggioranza che vuole tirare a campare". Maroni ha concluso che "bisogna trovare soluzione rapide e convincenti, non solo per noi ma anche per il nostro elettorato".


articolo

PS-Maroni si capisce che è in affanno....

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
cagliostro
Inviato: 13/6/2011 16:34  Aggiornato: 13/6/2011 16:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: I referendum

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
vuotorosso
Inviato: 13/6/2011 16:34  Aggiornato: 13/6/2011 16:37
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 7/5/2011
Da:
Inviati: 2464
 Re: I referendum
Citazione:
Maroni per quello che ha detto (prima della chiusura delle urne) rischia tre anni di galera.


AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

Scusate, ma il "rischio" che ora corre Maroni e' verramente uno spasso. Sara' preoccupatissimo!!

E per chi altri volesse farsi qualche veramente succosa risata, vi metto questo link, parodia dell aereo piu pazzo del mondo, da scompisciarsi

http://tv.repubblica.it/copertina/ore-16-panico-sull-aereo-del-pdl/70627?video

Ciao

Ah una cosa: si puo' mandare in quel posto il branco di sciacalli che vuole farsi forte col NOSTRO voto, che non e' andato a loro, ma ai nostri figli?

tommasso
Inviato: 13/6/2011 17:09  Aggiornato: 13/6/2011 17:09
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/5/2006
Da: ZENA
Inviati: 722
 Re: I referendum
Citazione:
è necessaria una partecipazione attiva alla vita politica perche è il disinteresse totale che ha portato un berlusconi a stare dove sta oggi .


E infatti non è un caso che proprio dal '95 non si raggiunge più il quorum per i referendum. Per questo secondo me è un segnale positivo anche per la partecipazione.

salud!

"I nostri nemici sono creativi e pieni di risorse, e lo siamo anche noi. Loro non smettono mai di pensare a nuovi modi per danneggiare il nostro paese e la nostra gente, e nemmeno noi." 5 agosto 2004 G.W.Bush
Jurij
Inviato: 13/6/2011 17:38  Aggiornato: 13/6/2011 17:47
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: I referendum
Citazione:
Ah una cosa: si puo' mandare in quel posto il branco di sciacalli che vuole farsi forte col NOSTRO voto, che non e' andato a loro, ma ai nostri figli?


Esatto ;o)

E aggiungo che sti sciacalli hanno pure rischiato di mandare a p.. i referendum con la loro sfiga.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Al2012
Inviato: 13/6/2011 17:49  Aggiornato: 13/6/2011 17:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: I referendum
Privatizzazione acqua è un progetto europeo ??

Parigi dopo 25 anni di privatizzazione è da poco tornata al pubblico !!

Dov’è questa norma europea che obbliga gli stati a privatizzare l’acqua ??

“Capire … significa trasformare quello che è"
peonia
Inviato: 13/6/2011 18:09  Aggiornato: 13/6/2011 18:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: I referendum
Per commentare questa vittoria del SI, voglio condividere un messaggio giuntomi da un amico italiano che vive in Francia, ché condivido totalmente:

"Il referendum é stato un PRIMO esempio di PURA azione politica SENZA LA PRESENZA DEI PARTITI ...

questo referendum ha UNITO IL PAESE dalle Alpi alla Sicilia... roba non prevista.

Si festeggia insieme in tutte le piazze d'italia, la gente é serena e giubila mentre il palazzo é innervosito e TACE perké SOLO nella spaccatura di un popolo la PARTITOCRAZIA prospera indisturbata.

57% di italiani di sinistra centro e destra che VOTANO INSIEME...; per una volta né guelfi né ghibellini, né fasci, né rossi... SEMPLICEMENTE ITALIANI.

Non v'é spaccatura tra nord, centro e sud.

Non v'é spaccatura tra vecchi e giovani.

la festa del 150esimo é stato un FIASCO COLOSSALE, perké la nostra storia é un insieme di misfatti più che di fatti, un elenco di vergogne nascoste dai libri di storia ma pur sempre presenti nella nostra coscenza collettiva, una storia che prima o poi dovrà venire alla luce.

Ecco invece che questo referendum sembra quasi presentarsi, lui, come PUNTO DI UNIONE di un popolo ... il referendum STA FACENDO SCOPRIRE una COSCIENZA COLLETTIVA ed il POTERE della DEMOCRAZIA.

Un POTERE NON VIOLENTO, un potere ENORME, né B né Bersani né Bossi possono controllarlo ...

C'é ARMONIA in questo voto, un voto che viene dallo STOMACO del paese, un voto che NASCE dall'AMORE COMUNE di tanti padri di famiglia che vogliono tutelare le sue bellezze per le future generazioni.

Altro punto ... c'é tanto internet in questo voto; é il primo voto popolare ove si é capito che internet ha la capacità di MOBILITARE le folle eludendo qualsivoglia controllo.

ed internet non vuol dire i blog oppure i siti dei giornali .... MA LE MIGLIAIA di persone che tempestano di email creando DE FACTO un network PARALLELO e trasversale ASSOLUTAMENTE incontrollabile dal palazzo ove circola informazione libera su cui la gente é spinta a pensare, ad interagire.



Cosa dire ... per una volta ... HO VISTO L'ITALIANI ONORARE questo paese e soprattutto la memoria di coloro che per la democrazia hanno versato il proprio sangue.



I francesi, tedeschi, inglesi sono SCHIAVI del nucleare... per una volta l'italia sta dando UN ESEMPIO AL MONDO di essere POPOLO che non si lascia INTIMIDIRE dalle MINACCE del Capitale e dalla MENZOGNA che esiste UN SOLO MODO di sviluppo economico, un passaggio OBBLIGATO basato sull'idea che PIù ENERGIA = PIù BENESSERE ...

l'esempio dell'italia VERRà SEGUITO da altri e di questo SI PUO ANDAR A TESTA ALTA!!



avremo pure il re del bunga-bunga ... ma abbiamo dimostrato di non essere il popolo del bunga-bunga.



brava italia!"

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
JohnTitor
Inviato: 13/6/2011 18:22  Aggiornato: 13/6/2011 18:22
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 Re: I referendum
Re: I referendum
Per commentare questa vittoria del SI, voglio condividere un messaggio giuntomi da un amico italiano che vive in Francia, ché condivido totalmente:

"Il referendum é stato un PRIMO esempio di PURA azione politica SENZA LA PRESENZA DEI PARTITI ...

questo referendum ha UNITO IL PAESE dalle Alpi alla Sicilia... roba non prevista.

Si festeggia insieme in tutte le piazze d'italia, la gente é serena e giubila mentre il palazzo é innervosito e TACE perké SOLO nella spaccatura di un popolo la PARTITOCRAZIA prospera indisturbata.

57% di italiani di sinistra centro e destra che VOTANO INSIEME...; per una volta né guelfi né ghibellini, né fasci, né rossi... SEMPLICEMENTE ITALIANI.

Non v'é spaccatura tra nord, centro e sud.

------------------------------------------------
secondo me tu hai capito poco.
la questione è che la gente è stata terrorizzata dai poteri forti petroliferi contro il nucleare, peraltro improponibile in Italia viste le cose che ho già scritto.
In italia la consulta approva solo i referendum che piacciono ai poteri occulti, gli altri vengono cassati, guarda caso il nucleare sta sparendo in tutto il mondo per gli eccessivi costi e problemi di sicurezza. Tra poco toccherà al solare, all'eolico e idroelettrico.
E' stato anche un referendum contro B. credo a ragione perchè ormai è fuori dai gangheri.

x quanto riguarda la questione nord sud e vecchi e giovani aspetterei la prossima manovra tremontiana per sapere se gli italiani sono davvero tutti uguali.

TAD
Inviato: 13/6/2011 18:24  Aggiornato: 13/6/2011 18:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: I referendum
@peonia

Veramente molto bella, sembra scritta con le lacrime agli occhi per l'orgoglio, la soddisfazione e forse...anche un pò di stupore.

Citazione:
Altro punto ... c'é tanto internet in questo voto; é il primo voto popolare ove si é capito che internet ha la capacità di MOBILITARE le folle eludendo qualsivoglia controllo.


WEB-POWER-4EVER!!!

~WÃSÐ Lifestyle~
TAD
Inviato: 13/6/2011 18:31  Aggiornato: 13/6/2011 18:31
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: I referendum
Citazione:
secondo me tu hai capito poco. la questione è che la gente è stata terrorizzata dai poteri forti petroliferi contro il nucleare, peraltro improponibile in Italia viste le cose che ho già scritto. In italia la consulta approva solo i referendum che piacciono ai poteri occulti


Ah! Quindi il referendum contro il nucleare è stato proposto dall'ENI?

E mentre c'erano....le lobbies petrolifere o i "poteri occulti" hanno anche pensato di abrogare la privatizzazione dell' acqua?

E quando la Philip Morris proporrà la messa al bando del tabacco?

~WÃSÐ Lifestyle~
Makk
Inviato: 13/6/2011 18:33  Aggiornato: 13/6/2011 18:33
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: I referendum
Citazione:
Ah una cosa: si puo' mandare in quel posto il branco di sciacalli che vuole farsi forte col NOSTRO voto, che non e' andato a loro, ma ai nostri figli?


Si può!?!?

Si DEVE, caro vvuerre.

A me delle dimissioni di Berlusca non me ne può fottere di meno: la sua parabola politica è frutto di condizioni storico-politiche che devono risolversi in senso appunto storico e politico.



Per dirne una, il primo governo Prodi aveva il mandato di risolvere il conflitto d'interessi.
Prima ancora che ci provasse fu affossato da D'Alema (qualche sciocchino ancora pensa che fu Bertinotti, ma è perché non leggeva allora e/o non ricorda oggi).

Se no Silvio era finito.

Ma il nuovo governo D'Alema aveva SEMPRE il problema del conflitto d'interessi e della libertà d'informazione. Oggi potrebbe essere ricordato come quello che spazzò via un fenomeno temporaneo, una buffa anomalia inesistente nel resto del mondo cosiddetto libero. Poteva essere il liquidatore di Silvio. Così come Basaglia è il padre della chiusura dei manicomi, Bassanini dell'autocertificazione, Formica del via libera a mediaset, e Fanfani dell'infame conversione del bollo auto in tassa di proprietà invece che di circolazione.

Fine della storia?

Ma Berlusconi gli promise di più: sarebbe stato Il Padre delle Riforme Istituzionali, allo stesso livello dei Padri della Patria. La presidenza della bicamerale. E promise agli altri buffoni catto-comunisti che avrebbero avuto una rete TV tutta per loro, lui in cambio si teneva le atre 5.

E quelle merde accettarono.

Silvio è lì perché il PDS, ora PD, è fatto di merde.
In buona fede? Per carità, 2 o 3 di loro sì. ma sempre merde.

Ora il PD è il più perfetto interprete di quella sinistra vigliacca, miope, pronta a vendersi per un piatto di lenticchie (ci metti sopra una rotella di cotechino senza pelle e sono tuoi come l'ultimo dei ricattati di un call-center).
E Bersani, che firma i protocolli pro-nucleari, che ha collaborato attivamente col banchiere Prodi a privatizzare di tutto e di più, che era solidale con Fassino nel volere bloccare i giudici intercetta-politici, che disse per il referendum sull'art.18 "andatevene al mare" e oggi sbraita contro i membri del governo che dicono che non vanno a votare*...

*Notare che i parlamentari che votarono queste leggi sono GLI UNICI in Italia ad essere perfettamente legittimati ad astenersi dal voto senza il dubbio dello "scarso senso civico". Per questioni di stile: se un organismo superiore (il popolo) mette al vaglio una decisione della quale ho la responsabilità, è da parte mia elegante dare le mie ragioni per la decisione originaria e poi uscire dalla stanza durante le operazioni di voto.

Questo qui viene a dirci che LUI ha vinto e Berlu perso!?!?!?!?

Viene a dire che dei referendum raccolti senza la loro partecipazione, rispetto ai quali hanno fatto finta di niente per un anno, che alcuni dei loro parlamentari avevano pubblicamente sconfessato, sarebbero "il segnale" della LORO vittoria e della fine di Silvio...

La fine di Silvio sarà autocombustione spontanea. E coinciderà con il trend di inesorabile declino del PD che non si interrompe ma continua.

Perché D'Alema, Veltroni, Bersani, Franceschini e simili sono le perfect creature, il nemico-macchietta, come previste dal format onirico berlusconiano. E sono insensate senza di lui.


Anche nel referendum hanno fatto del loro meglio (per fortuna scarso) nel fare la marionetta del cattivo imbranato tipo Sergente Garcia (cfr. Zorro) che si spara nel piede e favorisce il buono.

- Il referendum sull'acqua era un movimento dal basso niente affatto anti-berlusca, tanto è vero che prevedeva un terzo quesito contro una legge di Prodi.

- Quello sul nucleare, con Fukushima incombente, era la semplice ratifica della pietra tombale da apporre alla tecnologia, non aveva ormai valenza solo italiana.
Germania, Italia, presto Giappone, sono le pietre angolari di un futuro diverso (speriamo solo che non ritirino fuori il carbone, sono abbastanza stronzi da pensarci)
Quanto è piccino Silvio rispetto a un'ipotesi di cambio-direzione dell'intero pianeta?

- Il legittimo impedimento, effettivamente era peraltro il meno combattuto e interessante

E questi rimbambiti giravvuoto hanno tentato di far fallire appiccicandogli un incongruo anti-berlusconismo militante e allontanando quegli italiani "non comunisti" che, interrogati semplicemente su acqua e nucleare senza altre valenze, erano al 64%, prima della discesa in campo del PD.

Direi che un "mavaaaffff****ooooooo", non cattivo: un po' strascinato, lento, a metà fra l'infastidito e il divertito, ci sta tutto



Jurij
Inviato: 13/6/2011 18:38  Aggiornato: 13/6/2011 18:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: I referendum
Vorrei ricordare i fautori dei referendum:

IDV (quelli del "Tonino") per il "nucleare" e il "legittimo impedimento".

I comitati per l'acqua pubblica per i 2 referendum sull'acqua.

Grazie.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
Jurij
Inviato: 13/6/2011 18:45  Aggiornato: 13/6/2011 18:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: I referendum
Citazione:
brava Italia!"


Brava Peonia, condivido la tua emozione.

Anche se hanno scippato il grido “forza Italia” hai trovato comunque un modo di gridare la tua felicità :o)

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
TAD
Inviato: 13/6/2011 18:46  Aggiornato: 13/6/2011 18:46
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 6/5/2011
Da: 7th planet
Inviati: 1069
 Re: I referendum
@Jurij

...grazie a te e...perdonami ma...era troppo divertente

~WÃSÐ Lifestyle~
ohmygod
Inviato: 13/6/2011 18:58  Aggiornato: 13/6/2011 18:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: I referendum
Grazie Peonia per averci trasmesso le tue emozioni.

Grazie a Marco Cedolin
www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=8448

Noi facciamo quello che ci permettono di fare.
Loro fanno quello che gli permettiamo di fare.

ohmygod
Inviato: 13/6/2011 18:58  Aggiornato: 13/6/2011 19:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 16/10/2007
Da:
Inviati: 3652
 Re: I referendum
Grazie a Titor per aver votato.

Direi che un "mavaaaffff****ooooooo", non cattivo: un po' strascinato, lento, a metà fra l'infastidito e il divertito, ci sta tutto

sono daccordo ci sta proprio tutto...grande Makk

Makk
Inviato: 13/6/2011 19:21  Aggiornato: 13/6/2011 19:21
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: I referendum
Citazione:
Grazie a Marco Cedolin

... per aver insinuato che il comitato promotore dei referendum del nucleare aveva infilato il legittimo impedimento per mettere in atto una truffa e intascare favolose cifre dal rimborso elettorale.

E per aver messo del suo nelle "manovre per dissuadere la gente dall'andare alle urne" che adesso imputa al governo.


Cedolin ha deliberato di accodarsi ai mestatori di fango e promotori di "inutilità referendaria", "malafede dei promotori", "imbroglio degli elettori".

Ringraziarlo DI COSA!?

E' contento di cosa?

Di non essere riuscito a seminare abbastanza dubbi e di aver fallito nel tentativo di nauseare qualcuno sui referendum?

Puah, e adesso parla di "risveglio delle coscienze" come Bersani (altro finto referendario) parla di "vento che cambia".

Come se fosse successo chissà cosa: è successo che sono andati alle urne in molti di meno di quello che era auspicabile, almeno sul nucleare e sull'acqua.

Spiderman
Inviato: 13/6/2011 19:25  Aggiornato: 13/6/2011 19:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 19/9/2009
Da:
Inviati: 2722
 Re: I referendum

"Ogni giorno racconto la favola mia, la racconto ogni giorno chiunque tu sia, e mi vesto di sogno per darti se vuoi, l'illusione di un bimbo che gioca agli eroi. (Renato Zero)
hendrix
Inviato: 13/6/2011 19:39  Aggiornato: 13/6/2011 19:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 12/9/2006
Da:
Inviati: 1048
 Re: I referendum
Non vorrei spegnere gli entusiasmi per questa vittoria e dico soltanto che ho votato 4 SI non tanto per convinzione (o quasi) ma per andare contro Berlusconi, ed erano parecchi anni che non votavo, al massimo scheda annullata ma mai bianca... pericolo in agguato (brogli).

Non so come e perché, ma ho la sensazione che i problemi sull'acqua "pubblica" siano appena cominciati, per cui vi invito a riflettere su quanto scrive il terribile Gianluca Freda.

L'INCREDIBILE TRUFFA DEI REFERENDUM

Buona lettura.

THULE
Inviato: 13/6/2011 19:47  Aggiornato: 13/6/2011 19:47
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2011
Da:
Inviati: 156
 Re: I referendum
Citazione:

«È divorzio tra governo e Paese»

DIMISSIONI !


Meno male che i referendum non dovevano avere valenza politica e che quelli del PD sono sciacalli.
Comunque scordatevi la spallata: il furbacchione ha già attivato la sua assicurazione.
Quelli del PD si allinearanno subito ai padroni della colonia italiana.

peonia
Inviato: 13/6/2011 20:05  Aggiornato: 13/6/2011 20:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: I referendum
Vedi Hendrix, può anche darsi che ci abbiano raggirati con trucchetti, falsità, doppigiochi, ma quel che è venuto fuori AL DI LA' di ogni dubbio è la compatta adesione al SI abrogativo di italiani di destra, centro e sinistra....
Secondo me il dato importante è questo, UNITI si può fare molto, divisi no...
Se domani, invece che assecondare il volere del POPOLO ITALIANO, faranno il solito voltafaccia, facendosi come al solito i cazzi loro, starà a noi tutti, nuovamente compatti, stavolta davvero NON VOTARE PIU' NESSUNO E FARA UNA SORTA DI DISOBBEDIENZA CIVILE! non vedo altre soluzioni....



P.S.: A tutti coloro che hanno apprezzato le parole nel mio post e ringraziata, preciso che come ho detto, il pensiero è di un mio caro amico di un meetup di Grillo che io condivido, non mie...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
LoneWolf58
Inviato: 13/6/2011 20:22  Aggiornato: 13/6/2011 20:22
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: I referendum
Citazione:
Non so come e perché, ma ho la sensazione che i problemi sull'acqua "pubblica" siano appena cominciati, per cui vi invito a riflettere su quanto scrive il terribile Gianluca Freda.

Cose del tipo
Citazione:
Il referendum sul nucleare è l’ennesima martellata ferale agli interessi energetici nazionali

Citazione:
Il referendum sul legittimo impedimento è la riproposizione del consueto plebiscito pro o contro Berlusconi

Citazione:
Per quanto mi riguarda, non andrò a votare per nessuno dei quattro referendum che si terranno tra oggi e domani. I motivi sono molteplici e riguardano in parte l’inutilità dell’istituto del referendum abrogativo in sé

Interessante punto di vista... e sono contento che non molti lo hanno condiviso.
Quindi secondo Freda una volta tanto il nostro caro P.C.M. avrebbe avuto ragione. Anche Bersani, naturalmente, seppure abbia velocemente cambiato casacca per cavalcare l'onda... che strano.

Questo non è un risultato politico... ma una scelta di cittadini italiani che hanno chiaramente detto NO al nucleare ed a qualcosina d'altro

e se chi governa vuol fare il furbo... si ritorna a dirlo. Sarà poco efficace ma è l'unico strumento di democrazia diretta che abbiamo.

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
JohnTitor
Inviato: 13/6/2011 20:23  Aggiornato: 13/6/2011 20:23
Mi sento vacillare
Iscritto: 27/11/2010
Da: Tampa
Inviati: 602
 Re: I referendum
secondo me tu hai capito poco. la questione è che la gente è stata terrorizzata dai poteri forti petroliferi contro il nucleare, peraltro improponibile in Italia viste le cose che ho già scritto. In italia la consulta approva solo i referendum che piacciono ai poteri occulti

confermo al 100%

i petrolieri americani ovviamente non l'Eni. L'altro giorno ho letto un articolo sul Sole che diceva che le auto elettriche sono molto più inquinanti di quelle a benzina. Ma che strano! Io ho dei vecchissimi Quattroruote (anni 70) che scrivevano dei saloni delle auto elettriche e che il mercato sarebbe partito da un giorno all'altro. Ogni tre anni sui giornali specializzati appare sempre un articolo simile!

referendum?

Trattato di Lisbona (che rende la costituzione carta straccia), salvataggi di stati con cui non c'entriamo niente (33 miliardi da sborsare solo per la Grecia), interventi bellici come in Libia.

Su queste cose si dovrebbero svolgere dei referendum. Strano che, per esempio, campioni dell'antipolitica come Grillo e Travaglio non dicano niente!

meditate gente, meditate!

cagliostro
Inviato: 13/6/2011 21:18  Aggiornato: 13/6/2011 21:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: I referendum
ORGOGLIOSO DI ESSERE ITALIANO !

Mi stupisce che le menti brillanti di questo sito, certe volte si perdono in mille rivoli di cazzate a sfondo tecnico !

Si continua a cianciare di Prodi, Bersani, Fassino ed altri allo stesso modo con il quale ci si potrebbe terrorizzare di fronte ad un brufolo, e ci si obnubila completamente al cospetto di quello che è risultato essere un vero e proprio cancro invasivo, metastatizzante, una fottuta piovra che ha risucchiato questo Paese in un carcere mediatico senza precedenti !

Per quanto mi riguarda, quello che si è visto in campo di giurisdizione sanitaria non ha precedenti, la collezione di porcate implementate dall'onorevole Brunetta a detrimento del lavoro del medico è qualcosa di riprovevole ! Se le sue cazzate non verranno al più presto cassate dalla storia, potete dimenticare di rivolgervi al vostro medico e sperare che vi degni di una visita, si è voluto trasformare, e ci si sta riuscendo, il medico in un fottuto agente del fisco, un burocrate del cazzo che dovrà sacrificare il suo lavoro per dedicarlo a mansioni fiscali e giuridiche !

E mi si continua a fare la punta sul cazzo di Bersani, magari anche Di Pietro ...

Questo è stato un plebiscito contro quel cancro di Berlusconi, altro che cazzate, gli italiani hanno compreso e sono convinto che molti avranno votato anche a malincuore, che con questo cancro al governo non si può più scherzare, e che la situazione è tale da doversi invocare un dibattito non più in ambito politico ma meramente psichiatrico, con tutto il rispetto e la delicatezza che io posso provare per la sua malattia.

A fare in culo dovrebbero andare tutte le prime donne del cazzo restate a casa ad autocompiacersi dei loro fasulli ideali di paglia, senza alzare il culo per andare a liberare il Paese nelle urne !

A noi votanti invece vorrei dire, non facciamo il fottuto errore, per voler criticare questo o quest'altro politico del cazzo, di espropriare il risultato di questo referendum dal sentimento che ha ispirato gli italiani quando sono entrati nelle urne e che ormai risulta palese a qualsiasi persona dotata di un briciolo di raziocinio, fors'anche ai bambini delle elementari, ovvero l'anelito di liberarsi una volta per tutte del dittatore del bunga bunga e dei gravissimi danni, senza precedenti, che sta arrecando al Paese.

ORGOGLIOSO DI ESSERE ITALIANO !

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
cagliostro
Inviato: 13/6/2011 21:50  Aggiornato: 13/6/2011 21:52
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: I referendum
Citazione:

Meno male che i referendum non dovevano avere valenza politica

Vogliamo parlare delle amministrative, che invece dovevano avere valenza politica, a detta di Berlusconi ?
Non confondere le cazzate che dicono i politici, pur nobili come nel caso del nostro Di Pietro, con la realtà dei fatti.
I fatti hanno sempre valenza politica, che lo si voglia o no. Alle amministrative prima ed ora con il referendum il messaggio è chiaro: DIMISSIONI !

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
Paxtibi
Inviato: 13/6/2011 21:58  Aggiornato: 13/6/2011 21:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: I referendum
A fare in culo dovrebbero andare tutte le prime donne del cazzo restate a casa ad autocompiacersi dei loro fasulli ideali di paglia, senza alzare il culo per andare a liberare il Paese nelle urne !

Presente!


NiHiLaNtH
Inviato: 13/6/2011 22:08  Aggiornato: 13/6/2011 22:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: I referendum
Citazione:
E mi si continua a fare la punta sul cazzo di Bersani, magari anche Di Pietro ...


si e quelli che la pensano così aumenteranno sempre di più

quindi vaffanculo a tutti i politici e sopratutto a quelli che vogliono utilizzare i risultati dei referendum per i loro scopi politici

e vaffanculo ai finti ambientalisti
vaffanculo ai verdi
vaffanculo al wwf
vaddanculo a greenpeace

THULE
Inviato: 13/6/2011 22:09  Aggiornato: 13/6/2011 22:09
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2011
Da:
Inviati: 156
 Re: I referendum
Citazione:

Vogliamo parlare delle amministrative, che invece dovevano avere valenza politica, a detta di Berlusconi ?
Non confondere le cazzate che dicono i politici, pur nobili come nel caso del nostro Di Pietro, con la realtà dei fatti.
I fatti hanno sempre valenza politica, che lo si voglia o no. Alle amministrative prima ed ora con il referendum il messaggio è chiaro: DIMISSIONI !



Se fosse come dici tu dovremmo vedere la gente scendere in piazza e trasformare il voto in un movimento stile indignados, magari assediando i palazzi del potere per far capire con la presenza fisica che la politica della democrazia corrotta (di qualunque colore) ha fatto il suo tempo.
Invece no, tutti a casa aspettando i dibattiti televisivi.
La verità è che ha votato gente realmente spaventata dal fatto di vedere costruita una centrale nucleare a pochi passi da casa propria (guarda caso ha votato in modo plebiscitario il Trentino Alto Adige, i cui abitanti notoriamente vivono in un eden).
La politica dell'avvoltoio Bersani c'entra poco e niente, perchè tanto per la gente è uguale a un Berlusconi, a un Fini e a tutta la banda di parassiti della politica di professione.
C'è un solo messaggio che è chiaro: la gente vuole pulizia e ordine (vedi anche De Magistris a Napoli).
Chi saprà assicurarglieli diventerà il nuovo dux italico.

P.S.
Lascia perdere il "nobile" Di Pietro.
Io l'ho conosciuto quando ancora era un magistrato a Milano.
Dire che è un bandito è poco.

cagliostro
Inviato: 13/6/2011 22:18  Aggiornato: 13/6/2011 22:18
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: I referendum
Citazione:

Paxtibi
Presente!


W la sincerità e il coraggio delle proprie opinioni e azioni, tanto di cappello !

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
cagliostro
Inviato: 13/6/2011 22:20  Aggiornato: 13/6/2011 22:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: I referendum
Citazione:

NiHiLaNtH
si e quelli che la pensano così aumenteranno sempre di più

quindi vaffanculo a tutti i politici e sopratutto a quelli che vogliono utilizzare i risultati dei referendum per i loro scopi politici

e vaffanculo ai finti ambientalisti
vaffanculo ai verdi
vaffanculo al wwf


W la sincerità e il coraggio delle proprie opinioni ed azioni, tanto di cappello !

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
cagliostro
Inviato: 13/6/2011 22:38  Aggiornato: 13/6/2011 22:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: I referendum
Citazione:

Se fosse come dici tu dovremmo vedere la gente scendere in piazza e trasformare il voto in un movimento stile indignados, magari assediando i palazzi del potere per far capire con la presenza fisica che la politica della democrazia corrotta (di qualunque colore) ha fatto il suo tempo.
Invece no, tutti a casa aspettando i dibattiti televisivi.
La verità è che ha votato gente realmente spaventata dal fatto di vedere costruita una centrale nucleare a pochi passi da casa propria (guarda caso ha votato in modo plebiscitario il Trentino Alto Adige, i cui abitanti notoriamente vivono in un eden).
La politica dell'avvoltoio Bersani c'entra poco e niente, perchè tanto per la gente è uguale a un Berlusconi, a un Fini e a tutta la banda di parassiti della politica di professione.
C'è un solo messaggio che è chiaro: la gente vuole pulizia e ordine (vedi anche De Magistris a Napoli).
Chi saprà assicurarglieli diventerà il nuovo dux italico.


E tu ? Non sei andato a votare, però non sei neanche in piazza a fare la rivoluzione globale ? Com'è sto fatto ?

Citazione:

P.S.
Lascia perdere il "nobile" Di Pietro.
Io l'ho conosciuto quando ancora era un magistrato a Milano.
Dire che è un bandito è poco.


Nobile era riferito alle dichiarazioni di Antonio Di Pietro che non avrebbe trasformato il risultato referendario in una verifica elettorale. Di Pietro nobile ? Diciamo che non è psichiatrico, per adesso.

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
THULE
Inviato: 13/6/2011 22:52  Aggiornato: 13/6/2011 22:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2011
Da:
Inviati: 156
 Re: I referendum
Citazione:

E tu ? Non sei andato a votare, però non sei neanche in piazza a fare la rivoluzione globale ? Com'è sto fatto ?



A parte che, contrariamente alle mie intenzioni, sono andato a votare (4 sì ovviamente) per non deludere l'ardore giovanile di mio figlio che voleva essere accompagnato a votare, ti preciso che la mia via passa per quella che si può immaginare una versione moderna di una birreria.
Chiaro sto fatto, no?

Makk
Inviato: 13/6/2011 22:57  Aggiornato: 13/6/2011 22:57
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: I referendum
Citazione:
A fare in culo dovrebbero andare tutte le prime donne del cazzo restate a casa ad autocompiacersi dei loro fasulli ideali di paglia, senza alzare il culo per andare a liberare il Paese nelle urne !

Il paese NON lo liberi con le urne, oggi come oggi.

Per alcuni non lo liberi con le urne MAI.

Per altri PRIMA ti devi liberare di questa classe politica disertando le urne ALLE POLITICHE.
O, se sei più "tattico", andando a votare e supportando tutti tranne i campioni del bipolarismo (PDL e PD), rendendoli via via meno importanti sulla scena politica.


Detto questo, il "plebiscito contro il cancro Berlusconi" è un tuo sogno drogato.
Ci sono appena state le amministrative e se i numeri fossero quelli delle amministrative (o delle politiche precedenti) col cazzo che superavi il quorum.

Quindi, goditi la vittoria. Ma sappi che te l'hanno data proprio quelli che disertano le elezioni politiche perché non si sentono rappresentati da nessuno, quelli che credono nei movimenti dal basso e che non vogliono partiti a mettere il cappello, quelli che non credono a programmi di governo eternamente disattesi, e così via.

Continua pure a sognare (insieme a quel fallito di Bersani) che "è cambiato il vento"...
... fino alle prossime elezioni, quando quelli che tu credi (contro ogni evidenza e logica) che possano cambiare l'Italia vinceranno o perderanno ma una cosa sarà certa: avranno avuto meno voti di prima.

Perché il partito dell'astensionismo è l'unico che continua a guadagnare voti. E forse non è una bella cosa, perché solo una minoranza degli astensionisti sono "attivi" e consapevoli. La maggioranza di loro sono semplicemente disgustati.
Mica perché stronzi per nascita: ma perché il disgusto glie l'hanno dato quelli, NON BERLUSCONIANI, che avrebbero dovuto essere opposizione.

La sensazione che non c'è via d'uscita al votare chi ho sempre votato, né alla fine gran differenza pratica nel punirlo lasciando che vada su un altro.

Citazione:
A noi votanti invece vorrei dire, non facciamo il fottuto errore [cut] di espropriare il risultato di questo referendum dal sentimento che ha ispirato gli italiani quando sono entrati nelle urne

Il sentimento era che non vogliono Fukushima in casa loro e non vogliono l'acqua in mano ai privati e, forse forse, che la legge dovrebbe essere uguale per tutti.
Il sentimento che ho comunicato nel mio palazzo e sul lavoro era QUESTO.
Se avessi cercato di passarlo come un voto anti-Berlusconi col cazzo che mi davano retta.
Invece avresti dovuto vedere come, parlando di acqua e nucleare, quelli che conosco benissimo come destrorsi o indifferenti si svegliavano e chiedevano info o davano pareri, ma comunque ne parlavano volentieri.

Io penso proprio che è proprio chi sta solo dietro alla tastiera può non aver capito che erano temi che toccavano tutti, dalle guardie giurate ai colleghi al tipografo che m'ha fatto lo sconto (di nascosto dalla moglie) per i volantini che ho infilato e fatto infilare nelle buche delle lettere dei miei conoscenti, al fascistello del negozio di computer al fascsitone adulto che oggi si vergogna di non aver votato e stranamente sa tutto di percentuali e quorum, alla poliziotta del primo piano e la casalinga del secondo che non vota più da anni, al ragazzetto che mi infilava volantini sotto il tergicristallo...

E che Berlusconi, rispetto a queste cose, era lontano, irrilevante.



Molti di quelli che hanno votato sono anti-berlusconiani, per carità, ma la vera, eventuale (e secondo me utopistica) svolta di coscienza sarebbe se avessero voluto dire vaffanculo a TUTTI.

Perché essere antinuclearisti significa anche essere contro il centrosinistra ondivago e cerchobottista.
Essere per i beni comuni significa essere contro Berlusconi e contro Bersani, il secondo più privatizzatore del primo, sotto molti aspetti.
Essere per una giustizia giusta significa ricordarsi che le merde del centro-sx si sono svegliate anti-intercettazioni quando hanno scoperto che la GdF intercettava loro e non solo Silvio.

La svolta di consapevolezza sarebbe chiedersi come mai TUTTI i politici con aspirazioni di governo, a turno, hanno paura dei referendum e rispondersi "perché è un elemento di disturbo nei delicati equilibri di connivenza fra governi e opposizioni"

Citazione:
ORGOGLIOSO DI ESSERE ITALIANO !

Lo sarei di più se a votare fosse andato quel 64% che aveva dato l'intenzione di voto nei sondaggi di un mese fa.
Invece, che una bella fetta di loro siano stati risucchiati nel vortice dell'apatia significa che siamo "un po' meno svegli e attenti" di un mese fa.


p.s.:
sorvolo sul fatto elementare che dire a qualcuno di votare contro il nucleare e l'acqua privata quando il mio intento è votare contro berlusconi sia eticamente una fetenzia e un imbroglio.
O vogliamo parlare anche di quello?

cagliostro
Inviato: 13/6/2011 23:04  Aggiornato: 13/6/2011 23:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: I referendum
Citazione:

A parte che, contrariamente alle mie intenzioni, sono andato a votare (4 sì ovviamente) per non deludere l'ardore giovanile di mio figlio che voleva essere accompagnato a votare


Un grazie di cuore anche a tuo figlio

Circa 27 milioni di votanti a questo referendum, 17 milioni sono il numero di votanti che hanno eletto Berlusconi l'ultima volta, quindi sono andate a votare 10 milioni di persone in più rispetto a quelle che hanno eletto Berlusconi, il SI' al legittimo impedimento ricalca paro paro i risultati degli altri referendum, come cazzo si fa ad affermare che questo non è un voto contro Berlusconi, che la gente considera Berlusconi come Bersani, che la gente è andata a votare solo per la paura del nucleare !? anche ammesso che la gran parte degli italiani sono rincoglioniti per cui hanno messo le crocette a cazzo sul SI senza sapere cosa stavano votando, ma qua cari miei è una specie di plebiscito, non prendiamoci per il culo !

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
cagliostro
Inviato: 13/6/2011 23:14  Aggiornato: 13/6/2011 23:14
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: I referendum
@ Makk

Goditi la vittoria un cazzo amico, io non sto dicendo che sono andato a votare contro il nucleare per votare contro Berlusconi, non me lo puoi dire a me questo amico, occhio a non dire cazzate, e non sto dicendo neanche che un popolo di centro-destra come il popolo italiano improvvisamente è diventato comunista, non diciamo cazzate. Qui c'è un problema psichiatrico, forse è questo che ti sfugge !

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
redna
Inviato: 13/6/2011 23:57  Aggiornato: 14/6/2011 0:05
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: I referendum
Citazione:
quindi vaffanculo a tutti i politici e sopratutto a quelli che vogliono utilizzare i risultati dei referendum per i loro scopi politici

e vaffanculo ai finti ambientalisti
vaffanculo ai verdi
vaffanculo al wwf


insomma vaffanculo anche a quelli che si sono fatti un mazzo perchè questo referendum andasse in porto dopo tanti anni che la consultazione referendaria non aveva più un senso fra la popolazione?

ma vaffanculo anche a chi dice vaffanculo tanto per dire qualcosa......


Citazione:
Qui c'è un problema psichiatrico, forse è questo che ti sfugge !

quando i problemi, come i difetti, sono sotto gli occhi di tutti allora passano inosservati.


Referendum,cosa cambia


NUCLEARE: ADDIO PIANO ITALIA, 4 CENTRALI E 8 REATTORI
Addio ad investimenti da 40 miliardi di euro, addio ai progetti per 4 nuove centrali e addio a risparmi nel costo della generazione di elettricità pari al 20%.

Il sì al quesito referendario sul nucleare, con cui la maggioranza degli italiani ha bocciato per la seconda volta l'energia atomica entro i confini nazionali, si traduce nell'abbandono definitivo del programma nucleare italiano, promosso dall'allora ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, sin dal 2005 e portato poi avanti dal suo successore, Paolo Romani.

Gli obiettivi del governo partivano da un aumento dei consumi nazionali, che dai 350 TWh del 2008 dovrebbero salire a circa 400 al 2020: di questi, circa il 25% avrebbe dovuto essere prodotto con l'atomo, per una potenza richiesta di circa 13mila MWe, vale a dire 8 unità (quattro centrali con due reattori ciascuna) da 1.600 MWe l'una. A realizzarne la metà sarebbe stata l'Enel, che in accordo con i partner francesi di Edf, prevedeva la costruzione di almeno 4 unità su 2-3 siti (pari a 6.400 MWe) in tecnologia di terza generazione Epr, con la posa della prima pietra entro il 2013 e l'entrata in esercizio della prima unità nel 2020.

La realizzazione degli impianti, solo considerando l'impegno di Enel-Edf, sarebbe stata pari a 18-20 miliardi, che quindi sarebbero diventati circa 40 per l'intero programma nucleare. Stime del gruppo elettrico italiano avevano dettagliato i costi in 5 miliardi per la prima unità, 4,7 per la seconda, 4,3 per la terza, 4 per la quarta, con ricadute occupazionali per poco meno di 3.500 persone per ogni unità. A fronte di questo impegno, i benefici sul piano economico sarebbero stati, secondo le attese, di uno risparmio del 20% sui costi di generazione; su quello ambientale, invece, la produzione di 100 TWh l'anno avrebbe fatto ridurre le emissioni di circa 35 milioni di tonnellate l'anno.

ACQUA, L'ULTIMA PAROLA RESTA A COMUNI
Quorum raggiunto nel referendum popolare sui quesiti 1 (scheda rossa), sulla gestione dei servizi idrici e la loro privatizzazione, e 2 (scheda gialla) sulla determinazione della tariffa del servizio idrico integrato. Ma, a detta degli esperti tecnici di settore, ora "il vero dopo-referendum lo devono decidere i Comuni. Loro sono i proprietari delle aziende in quasi tutte le città, quindi saranno le amministrazioni comunali a dover dire se faranno gare e/o affidamenti diretti".

Il fabbisogno di investimenti è stata stimata nel rapporto Blue Book pari a 64,12 miliardi di euro in 30 anni (2 miliardi l'anno), con una leggera prevalenza di quelli destinati a fognatura e depurazione, "attività complesse sulle quali pendono multe Ue" ricorda Federutility (Federazione delle imprese energetiche e idriche), secondo cui "l'effetto del secondo referendum, sulla remunerazione del capitale investito, é che la costruzione di opere idriche dovrebbe essere finanziato con la spesa pubblica, con l'aumento delle tasse". Tuttavia, sottolinea il 'Comitato referendario 2 si' per l'acqua bene comune, "l'abrogazione del famigerato decreto Ronchi richiede una nuova normativa. Dal 2007 è depositata in parlamento una legge d'iniziativa popolare, promossa dal Forum italiano dei movimenti per l'acqua con oltre 400.000 firme: dev'essere immediata portata alla discussione, ampia e partecipativa, delle istituzioni e della società. Inoltre, l'abrogazione dei profitti dall'acqua richiede l'immediata riduzione delle tariffe pagate dai cittadini, nonchè la convocazione, Ato per Ato, di assemblee territoriali che definiscano tempi e modi della ripubblicizzazione del servizio idrico in ogni territorio".

- SETTORE PERCEPITO COME MONOPOLIO NATURALE Il settore, e l'esito del referendum sembra confermarlo, è "unanimamente considerato di monopolio naturale, permeato di rilevanti interessi generali" si legge nel Blue Book - I dati sul Servizio Idrico Integrato in Italia, redatto da Utilitatis e Anea (Associazione nazionale Autorità e Enti di Ambito) da un'analisi di 130 Piani d'Ambito approvati, che corrispondono alla pianificazione di 82 Ambiti Territoriali Ottimali (Ato). Qui, in 6706 Comuni, risiedono 53,7 milioni di abitanti, pari al 94,7% degli italiani. "L'acqua è e rimane un bene pubblico" afferma Federutility.

- GLI AFFIDAMENTI Ad agosto 2010 rilevati 72 affidamenti, la maggior parte a società in house (34), 13 a quelle quotate, 12 a società miste, 6 in concessione e 7 transitori.

- SPESA FAMIGLIE Le famiglie italiane spendono per il servizio idrico una media di 134 euro l'anno, per un consumo di 100 metri cubi d'acqua; la spesa sale a 201 euro se, come avviene spesso, il consumo è di 150 metri cubi. La spesa incide per lo 0,8% sull'esborso mensile di una famiglia. "L'Italia ha le tariffe più basse d'Europa" conclude Federutility

LEGITTIMO IMPEDIMENTO: 'SCUDO' A PREMIER CADE DEL TUTTO
Con la vittoria del sì al referendum sul legittimo impedimento cade anche ciò che restava dello 'scudo' processuale della durata di 18 mesi (cioé fino al prossimo ottobre) che il premier Silvio Berlusconi e i suoi ministri potevano invocare per evitare di comparire in udienza in qualità di imputati perché impegnati in funzioni di governo. Seppure gli effetti pratici del risultato della consultazione referendaria siano in questo caso di portata limitata, il voto sulla scheda verde è quello con maggior impatto politico perché da molti interpretato come un altolà popolare alle leggi 'ad personam' in fatto di giustizia. Lo 'scudo' era stato infatti già indebolito dalla Corte Costituzionale che il 13 gennaio scorso aveva bocciato i punti chiave del 'legittimo impedimento' (legge 51 del 2010), in particolare l'impedimento continuativo fino a sei mesi attestato dalla presidenza del consiglio e l'automatismo nell'obbligo per il giudice di riconoscere la legittimità dell'impedimento.

Con l'intervento della Consulta, dunque, il giudice aveva di nuovo ottenuto il potere di valutare "caso per caso" e "in concreto" se l'impedimento addotto dal premier dia luogo a una impossibilità assoluta a comparire in giudizio, in quanto oggettivamente indifferibile e necessariamente concomitante con l'udienza. Il tutto seguendo il "canone della leale collaborazione" tra autorità giudiziaria e potere politico. Con il referendum cadono ora anche quelle parti dello 'scudo' sopravvissute all'intervento dell'Alta Corte, in primis gli impegni istituzionali 'tipizzati' per legge che il premier avrebbe potuto invocare fino al prossimo ottobre per evitare di presentarsi davanti ai giudici milanesi di uno dei quattro processi a suo carico (Mills, Mediaset, Mediatrade e caso Ruby).

D'ora innanzi Berlusconi, così come qualsiasi altro cittadino, potrà invocare l'articolo 420-ter del codice di procedura penale in base al quale chi non si presenta in giudizio a causa di una "assoluta impossibilità a comparire per caso fortuito, forza maggiore o altro legittimo impedimento" ha diritto allo slittamento dell'udienza. La legge bocciata dal voto popolare era stata varata nell'aprile del 2010 come punto di mediazione proposto dall'Udc (per la precisione dall'attuale vicepresidente del Csm, Michele Vietti) con l'obiettivo di limitare i più devastanti effetti di prescrizione del 'processo breve'.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
cagliostro
Inviato: 14/6/2011 0:05  Aggiornato: 14/6/2011 0:05
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: I referendum
Eccolo qua, volete i numeri ?

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/06/13/referendum-riaperti-i-seggi-ieri-sera-laffluenza-superava-il-41/117789/


Gli elettori di centrodestra che sono andati a votare (secondo le stime diffuse dal Tg La7 oltre il 40 per cento dell’elettorato di Pdl e Lega) non hanno rifiutato di ritirare la scheda verde, quella appunto in cui si chiede agli elettori se vogliono che il presidente del consiglio e i ministri siano protetti da norme particolari. Ma si sono espressi chiaramente. Contro Berlusconi e i suoi, che da 17 anni continuano a sostenere la necessità di leggi per mettere la politica al riparo dai processi. Un colpo durissimo che conferma l’esito delle elezioni amministrative, ma soprattutto un segnale di cui l’esecutivo non potrà non tenere conto, quando si tratterà di discutere e approvare altre norme in questo senso, come il processo breve o i limiti sulle intercettazioni telefoniche.

Leggi qua Makk, non sono io il disonesto che dice di andare a votare contro il nucleare per fottere Berlusconi, è lui che se resterà dov'è cercherà ancora ed in ogni modo di fottere gli italiani, compreso te che non te ne avvedi:

Il premier, infatti, prima squalifica i quesiti referendari, quindi invita gli elettori ad andare al mare, poi, sul foto-finish della chiusura delle urne interviene pubblicamente: “Non avremo mai il nucleare”. Dopodiché, a risultato acquisito, lancia messaggi di distensione: “Bisogna rispettare la volontà dei cittadini”.

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
Notturno
Inviato: 14/6/2011 0:09  Aggiornato: 14/6/2011 0:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 21/8/2008
Da:
Inviati: 1920
 Re: I referendum
Ma avete visto quella grandissima bastarda della Berlinguer, stasera su raitre?

Ha massacrato il portavoce del comitato organizzatore dei referendum per l'acqua!

E perché? Perché gioiva troppo e diceva che avevano vinto loro!

E dopo averlo rimproverato due volte, bruscamente, quella stronza gli ha pure tagliato il collegamento perché stava dicendo che loro avevano vinto contro tutti, compreso il PD (e, ovviamente aveva straragione).

E quella nobildonna elegante e raffinata, lo ha tagliato via.

Avevano DAVVERO VINTO LORO!

La trasmissione dovevano dedicarla a LORO! Chiedere le origini del loro impegno, indagare sulle loro spinte, sugli ideali che li guidano, mostrarli come esempio agli altri ragazzi, magari spiegando loro che diventare un "tronista" non è il top della carriera umana!

E invece avevano in studio i soliti tre dinosauri politici e hanno tagliato via chi ha organizzato, promosso e VINTO questi referendum.

E poi si stupiscono che alla fine si beccano i vaffanculo.....

So' davvero strani.....

Strani e deformi.

Rende Encomiabili Dire No A
Religiosi Orpelli. Mentire Provoca Eccidii.
(Stefano Bartezzaghi)
Pispax
Inviato: 14/6/2011 0:14  Aggiornato: 14/6/2011 0:14
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/3/2009
Da:
Inviati: 4685
 Re: I referendum
hendrix


Citazione:
dico soltanto che ho votato 4 SI non tanto per convinzione (o quasi) ma per andare contro Berlusconi


E' già martedi, giusto?
E allora, METTETE IL VOLUME AL MASSIMOOOOOO!!!

http://www.youtube.com/watch?v=5s8tBGbi_iE&feature=player_embedded#t=32s


Perché la vita, a volte, regala le sue porche soddisfazioni.
Magari collaterali, ma sempre soddisfazioni sono!

cagliostro
Inviato: 14/6/2011 0:24  Aggiornato: 14/6/2011 0:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: I referendum
Ci tengo a chiarire un punto: ho linkato l'espressione di Bersani riportata sul Corriere della Sera perchè la condivido, non perchè io sia del PD o abbia particolare simpatia per Bersani.
Anche Bersani ogni tanto dice cose intelligenti, ma più che intelligenti, vere. Lo scollamento fra Paese e Berlusconi c'è, lo dicono i fatti ! E per Paese mi riferisco anche agli elettori di centro-destra !

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
cagliostro
Inviato: 14/6/2011 0:27  Aggiornato: 14/6/2011 0:27
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: I referendum
Citazione:

Redna
quando i problemi, come i difetti, sono sotto gli occhi di tutti allora passano inosservati.


Acuta osservazione.

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
NiHiLaNtH
Inviato: 14/6/2011 0:29  Aggiornato: 14/6/2011 0:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: I referendum
Citazione:
insomma vaffanculo anche a quelli che si sono fatti un mazzo perchè questo referendum andasse in porto dopo tanti anni che la


sul nucleare ci ha pensato di pietro perchè gli ambientalisi non volevano fare nulla

e quello sull'acqua c'è stato grazie al forum Italiano sui movimenti per l'acqua

cagliostro
Inviato: 14/6/2011 0:30  Aggiornato: 14/6/2011 0:30
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: I referendum
Citazione:

Pispax
E allora, METTETE IL VOLUME AL MASSIMOOOOOO!!!

http://www.youtube.com/watch?v=5s8tBGbi_iE&feature=player_embedded#t=32s



zio caro che tuono ah ah ah ah ah ah

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
cagliostro
Inviato: 14/6/2011 1:03  Aggiornato: 14/6/2011 1:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: I referendum
INCREDIBILEEEEEE AH AH AH AH AH

Lo avevo detto, anche i bambini delle elementari AH AH AH AH AH AH !!!!

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
Al2012
Inviato: 14/6/2011 1:04  Aggiornato: 14/6/2011 1:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/10/2005
Da:
Inviati: 2158
 Re: I referendum
@ Cagliostro

Non sono d’accordo con la tua analisi, perché non consideri il peso di tutti quelli che solitamente non votano, mentre condivido questo pensiero di Makk:

Citazione:
Quindi, goditi la vittoria. Ma sappi che te l'hanno data proprio quelli che disertano le elezioni politiche perché non si sentono rappresentati da nessuno, quelli che credono nei movimenti dal basso e che non vogliono partiti a mettere il cappello, quelli che non credono a programmi di governo eternamente disattesi, e così via.


Io per esempio non sono certo uno che corre a votare.
Quando lo faccio do il mio voto a partiti, che in realtà sono movimenti, per esempio l’ultimo che ho votato è stato per il Bene Comune, un voto a perdere come si suol dire, ma questo per me non ha importanza, non mi importa se il mio voto non servirà a nulla, come non mi importa se verrà conteggiato come affluenza al voto, quello che mi importare è dare il mio sostegno a chi in quel momento può rappresenta il modo di pensare.
Se non c’è non voto.

Non ho certo simpatie per Berlusconi e se l’esito del referendum lo mette in crisi ben venga, ma sono andata ad esprimere il mio desiderio di abrogazione, perché sono contrario a nucleare (da sempre) contrario alla mercificazione della distribuzione dell’acqua ed a privilegi dei politici sulla giustizia.

Quindi penso che molti di quei voti che vengono attribuiti ad un centro destra o centro sinistra o IdV sono in realtà i voti di quelli che solitamente non votano o danno un voto a perdere…. Che mi sembra che anche in questo caso sono bellamente ignorati.

E non mi piace che il PD sia salito in corsa sul carro …. E non mi risulta che il PD fosse contrario al nucleare o per l’acqua pubblica, lo so non sei per il PD e queste mi parole non sono rivolte a te

“Capire … significa trasformare quello che è"
cagliostro
Inviato: 14/6/2011 1:20  Aggiornato: 14/6/2011 1:33
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: I referendum
Ciao Al, da quanto è riportato qui, sembrerebbe che:


"Anche a destra votano. Nonostante le indicazioni di Berlusconi e Lega.

L'istituto Emg ha compiuto per il Tg La7 una rilevazione, facendo un confronto con i flussi elettorali, e lo ha reso pubblico nello speciale sui referendum condotto da Enrico Mentana.


Secondo questa stima a destra avrebbe votato il 44,8% degli elettori del Pdl e il 39,5% tra quelli della Lega. Hanno quindi disatteso le indicazioni dei loro leader.

L'Emg ha stimato anche aree di difficile inquadramento: il 66,5% degli indecisi e il 25% di coloro che non votano, l'area del 'non voto', sarebbero andati nei seggi per esprimere, in oltre il 95% dei casi, il proprio sì ai quattro quesiti. "


Certamente, esiste il contributo di chi solitamente diserta le urne, ma almeno a quanto sembra da questa rilevazione sarebbe abbastanza sicuro il dato secondo il quale un buon 40% degli elettori del pdl hanno prima trasgredito l'indicazione a disertare le urne e poi avrebbero votato SI al legittimo impedimento.

Io sono propenso a credere a questa rilevazione, conosco gente molto colta che ha sempre votato berlusconi, che comincia a vergognarsi. Non ci dimentichiamo la sceneggiata con Obama, sono fatti sconcertanti, che non hanno a che fare secondo me nè con la politica nè con il crimine, ma con la psichiatria.

Comunque grazie per la tua opinione.

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
redna
Inviato: 14/6/2011 8:54  Aggiornato: 14/6/2011 9:08
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: I referendum
Citazione:
insomma vaffanculo anche a quelli che si sono fatti un mazzo perchè questo referendum andasse in porto dopo tanti anni che la


sul nucleare ci ha pensato di pietro perchè gli ambientalisi non volevano fare nulla


Di Pietro ci ha pensato ma ora ci ripensa? nel momento che il governo ha avuto una spallata ora proprio lui li vuol tener in sella ancora....
Questa non è coerenza se il voto popolare ha detto che la frattura fra il popolo e il governo ormai è un dato di fatto.

Per quanto riguarda gli ambientalisti che non volevano fare nulla bisogna vedere se DiPietro è andato da solo o con gli ambientalisti che si sono attaccati all'IdV quale sostegno...

Citazione:

e quello sull'acqua c'è stato grazie al forum Italiano sui movimenti per l'acqua

idem anche qui... Il forum italiano per l'acqua da chi era formato?
certamente non da quelli favorevoli alla privatizzazione......... quindi gli ambientalisti wwf e greenpeace potevano benissimo agire attraverso questi movimenti anche se non si esponevano in prima persona.
Non avere visibilità non esclude il proprio sostegno al referendum.

Vista la situazione in cui versa Milano (praticamente sotto una colata di cemento) malgrado tutti i referendum fatti non ce n'era qualcuno che fermava lo scempio....Nemmeno il sindaco nuovo fa qualcosa nemmeno per le polveri sottili inquinanti, nemmeno a Napoli il nuovo sindaco riesce a mandar via la monnezza.
Aver mandato via i verdi dal governo lo paghiamo tutti sulla nostra pelle
da anni ormai.
Almeno guardassimo i paesi europei e constatassimo che il loro ambiente è senza dubbio migliore (vedi Germania) dove la gente esce anche nei parchi pubblici, sa di essere sicura e sa che qualcuno tutela il loro ambiente.
Abbiamo molta strada da fare per essere almeno un paese europeo normale ma ne abbiamo tantissima altra da fare per amare il nostro territorio che abbiamo lasciato in troppe mani rapinatrici.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
LoneWolf58
Inviato: 14/6/2011 9:24  Aggiornato: 14/6/2011 9:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/11/2005
Da: Padova
Inviati: 4861
 Re: I referendum

La storia, come un'idiota, meccanicamente si ripete. (Paul Morand)
Il problema, però, è che ci sono degli idioti che continuano a credere che la storia non si ripeta. (LoneWolf58)
cagliostro
Inviato: 14/6/2011 11:09  Aggiornato: 14/6/2011 11:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: I referendum

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
NiHiLaNtH
Inviato: 14/6/2011 11:58  Aggiornato: 14/6/2011 11:58
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: I referendum
Citazione:
Ma avete visto quella grandissima bastarda della Berlinguer, stasera su raitre? Ha massacrato il portavoce del comitato organizzatore dei referendum per l'acqua! E perché? Perché gioiva troppo e diceva che avevano vinto loro! E dopo averlo rimproverato due volte, bruscamente, quella stronza gli ha pure tagliato il collegamento perché stava dicendo che loro avevano vinto contro tutti, compreso il PD (e, ovviamente aveva straragione).


si l'ho visto pure io
che schifo

redna
Inviato: 14/6/2011 14:19  Aggiornato: 14/6/2011 14:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: I referendum
LoneWolf, Cagliostro......

io leggo sul sito di DiPietro:


Ma come mai il Pd chiede a Berlusconi di dimettersi, Vendola di andare alle elezioni subito, e lei tace?

“Non sto tacendo: voglio costruire un'alternativa a questo governo. So bene che questa alternativa sarà possibile se conquistiamo la fiducia della maggioranza degli elettori e non con politiche d`odio. Poiché ho dimostrato di sapere fare opposizione al governo Berlusconi con più determinazione di tanti altri, ora che siamo al crepuscolo del berlusconismo, abbiamo il dovere di ricostruire il Paese e questo si fa con un programma di governo e non con la politica urlata”.

Quindi fa autocritica?

“No, nessun pentimento, sono orgoglioso di avere fatto opposizione ‘senza se e senza ma’. Ma a quelli che chiedono oggi le dimissioni di Berlusconi voglio dire: benvenuti nel club, io le ho chieste dal primo giorno, anche quando il Cavaliere ha tentato di comprarmi, offrendomi il posto di ministro e gli ho detto di no senza fare inciuci, compromessi, o bilaterali”.

Ma le dimissioni del premier le chiede, sì o no?

“Le dimissioni, ripeto, le chiedo da quindici anni ma non ora in relazione al risultato dei referendum e non per fare un favore a Berlusconi. Dobbiamo oggi seminare il consenso di domani”.

Aspetta che sia Bossi a dare la spallata a Berlusconi?

“Non dobbiamo stare sul fiume ad attendere, ma costruire il programma dell'alternativa”.


articolo qui........

da quello che si comprende Tonino si mette trasversale....
dopo tutto sia Pisapia che DeMagistris provengono dalla magistratura ma sono stati eletti sindaci. Magari qualche ex magistrato potrebbe candidarsi in futuro a presidente del consiglio?

Per chi non ha la memoria corta resta da capire come mai Gardini fu stoppato un momento prima che parlasse con DiPietro.
Resta da capire come mai non si sia mai arrivati a scoprire sia il movente dell'omicidio Gardini e nemmeno i mandanti.
Il trionfo del berlusconismo è andato avanti anche grazie a questi momenti oscuri della nostra storia recente che nessuno ha mai avuto il coraggio di chiarire o che, visto che il sistema occidentale è retto dalla corruzione, è stato invece soffocato da una valanga di mazzette.

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
THULE
Inviato: 14/6/2011 14:50  Aggiornato: 14/6/2011 14:50
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/6/2011
Da:
Inviati: 156
 Re: I referendum
Citazione:

da quello che si comprende Tonino si mette trasversale....
dopo tutto sia Pisapia che DeMagistris provengono dalla magistratura ma sono stati eletti sindaci. Magari qualche ex magistrato potrebbe candidarsi in futuro a presidente del consiglio?

Per chi non ha la memoria corta resta da capire come mai Gardini fu stoppato un momento prima che parlasse con DiPietro.
Resta da capire come mai non si sia mai arrivati a scoprire sia il movente dell'omicidio Gardini e nemmeno i mandanti.
Il trionfo del berlusconismo è andato avanti anche grazie a questi momenti oscuri della nostra storia recente che nessuno ha mai avuto il coraggio di chiarire o che, visto che il sistema occidentale è retto dalla corruzione, è stato invece soffocato da una valanga di mazzette.


E' molto semplice.
Il piano Marshall nell'immediato dopoguerra è servito a trasformare la nazione italica in una colonia asservita a quelli che detenevano i cordoni della borsa (americani e giudei).
Ogni evento della nostra storia recente va letto in questa chiave.
Con questa chiave inoltre si legge molto facilmente la situazione italiana attuale.
I giudei (Nethanyau) sono andati da Berlusconi imponendogli la massima fedeltà (e aiuto) in vista dell'imminente attacco israeliano all'Iran.
Il Berlusca, pur di rimanere in sella, avrà già venduto gli italiani fino a portarli in guerra per conto di sion.
Di Pietro, che è un burattino nelle mani statunitensi, ha già avuto ordine di non spingere per affossare il cavaliere disturbando così il piano giudeo già in fase di prossima realizzazione.
Perciò Bersani cercherà di monetizzare la massimo i referendum per dare maggiore visibilità a un partito carrozzone post comunista come il PD, ma di fatto si andrà anche lui ad inginocchiare davanti la sinagoga.
Ogni altra lettura politica dei referendum è risibile.

aleste85
Inviato: 14/6/2011 14:53  Aggiornato: 14/6/2011 14:53
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/5/2010
Da:
Inviati: 204
 Re: I referendum
scusate vado in O.T. ma volevo sapere se qualcuno ha notizie aggiornate sull 'e cat di Rossi.
Avevo letto qui su LG un articolo interessante ma poi non se n'è più parlato

cagliostro
Inviato: 14/6/2011 15:22  Aggiornato: 14/6/2011 15:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 29/9/2007
Da:
Inviati: 1579
 Re: I referendum
Cara Redna, Di Pietro non sbaglia, gli italiani sono un popolo di centro-destra, ha capito che per vincere le elezioni è necessario costruire qualcosa di eccezionale, di Prodi non ce ne sono più, sarebbe sufficiente per il centro-destra qualche tatticismo, magari eclissando berlusconi o riconformandolo a misura delle perplessità espresse dal popolo italiano con i referendum, un paio di slogan, e tutto tornerebbe a capo. Alle elezioni il popolo italiano si turerebbe il naso e voterebbe la governabilità, ovvero il centro-destra. Non bisogna estendere il risultato del referendum a quello elettorale. Come Tonino afferma, la consuzione di Berlusconi per sua stessa mano è oramai inevitabile, gli italiani hanno capito che la psichiatria ha preso il sopravvento sulla lucidità. Dietro quel modo di fare dipietrese alla contadino, si nasconde uno dei grandi strateghi del nostro tempo, Antonio Di Pietro. Lasciamo fare a lui. Ciao.

«Io non sono di nessuna epoca e di nessun luogo: al di fuori del tempo e dello spazio, il mio essere spirituale vive la sua eterna esistenza.»
redna
Inviato: 14/6/2011 16:57  Aggiornato: 14/6/2011 18:19
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: I referendum
THULE

lasciamo perdere il piano Marshall, sono stati sei mesi di aiuti propagandistici....ne sono stati fatti di piani dopo....altrochè...

La politica italiana si dovrebbe leggere dopo il caso Moro perchè da li provengono tutti gli attori che ci sono ora sul palcoscenico politico (anche Gardini era parte di questo con la maxitangente mai trovata da nessuno, DiPietro compreso...)

L'Iran se ne può star tranquillo che nessuno lo tocca, tantomeno bibi o l'abbronzato.....

Aspettiamo a dire che sono risibili altre letture. I giochi mica sono cambiati da un momento all'altro....


edit------

Citazione:
Come Tonino afferma, la consuzione di Berlusconi per sua stessa mano è oramai inevitabile, gli italiani hanno capito che la psichiatria ha preso il sopravvento sulla lucidità

la consuzione di B la stiamo auspicando da decenni..... ma pare che la consunzione sia di altri. Gli italiani non hanno capito proprio un bel nulla.
Se lo avessero capito B sarebbe a casa insieme ai suoi sodali minimo da circa 10 anni, alla stessa maniera che hanno capito che con l'acqua e il nucleare li fregavano mentre qualcuno si intascava sulla loro pelle un sacco di quattrini.

B non se ne andrà da li perchè sa benissimo che andrebbe dritto in galera o ad un sacco di processi per il resto dei suoi giorni.
E'per questo che se Tonino nicchia nel mandarlo a casa qualcosa non torna....

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)
Jurij
Inviato: 14/6/2011 17:51  Aggiornato: 14/6/2011 17:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/11/2009
Da: Galvatron
Inviati: 2359
 Re: I referendum
Citazione:
il leader Idv Antonio Di Pietro, per il quale di solito la spallata al governo è il refrain di ogni iniziativa. Ma stavolta l'ex pm vuole tenere i panni del referendario fino in fondo e prende le distanze: "Chiedere le dimissioni di Berlusconi in nome dei risultati referendari è una strumentalizzazione perché sono andati a votare sì anche molti elettori del centrodestra".


Bravo Tonino, molto saggio.

Servono i voti di tutti gli italiani per queste iniziative ed è giusto non cambiare le carte in tavola.

Dove ci sono attentati ci sono servizi segreti.

Non scarto mai nessuna ipotesi perché un domani potrebbe andare a sostegno di un'altra rendendola così più possibile.

Chi ha le competenze (potere di decidere) ha le responsabilità.
redna
Inviato: 14/6/2011 18:21  Aggiornato: 14/6/2011 18:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/4/2007
Da:
Inviati: 8095
 Re: I referendum
Citazione:
"Chiedere le dimissioni di Berlusconi in nome dei risultati referendari è una strumentalizzazione perché sono andati a votare sì anche molti elettori del centrodestra".


ecco in tutto il suo splendore la trasversalità di Tonino che sta con la destra ma anche no e con la sinistra ma anche no.
Un Uolter de noartri insomma.


Citazione:
Servono i voti di tutti gli italiani per queste iniziative ed è giusto non cambiare le carte in tavola.


capirai.....di fronte a quelli che vogliono cambiare la costituzione, cambiare le carte in tavola è il gioco delle tre carte...... gattopardescamente detto cambiamo tutto per non cambiare nulla ovvero, meglio sempre far finta di essere ricchi che palesare che si è estremamente poveri.Forse allo stesso livello della Grecia (ma Tremonti non lo vuole dire....)

C’è al mondo una sola cosa peggiore del far parlare di sé: il non far parlare di se (Oscar Wilde)

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA