Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


Energia e Ambiente : Fusione fredda: misurare per credere
Inviato da Dusty il 15/7/2010 5:40:00 (11592 letture)

di Dusty

Ogni tanto qualche giornalista riesce a stupire. Scott Pelley, redattore della trasmissione "60 Minutes" (CBS), decide di verificare di persona il fenomeno conosciuto come "fusione fredda", ritenuto dalla scienza ufficiale "scienza spazzatura".

Pelley intervista così lo scienziato McKubre, che da 20 anni lavora nel campo e che, a suo dire, ha raggiunto ormai risultati innegabili e sorprendenti. La scienza ufficiale però respinge ogni sua dichiarazione senza nemmeno degnarsi di verificarla, avendo già deciso che la “scoperta” di Fleishmann e Pons, che risale al 1989, non avesse alcun fondamento scientifico.


(La seconda parte del video all’interno)


A questo punto Pelley si presenta alla American Physical Society, l'associazione nel settore più importante d'America, per farsi consigliare uno scienziato indipendente che possa verificare il presunto "eccesso d'energia" dichiarato da coloro che sostengono la fusione fredda.

Gli viene suggerito Rob Duncan, uno scienziato esperto in misurazioni energetiche, …

… che viene portato da Pelley a verificare il lavoro di un laboratorio israeliano, dove sembra si stiano ottenendo ottimi risultati con la fusione fredda.

Inizialmente scettico, Duncan si ritrova di fronte a risultati talmente sorprendenti che alla fine cambia radicalmente la sua posizione in materia. Ma questo non impressiona minimamente scienziati "ufficiali" come Richard Garwin, uno dei fisici più autorevoli al mondo, famoso per aver lavorato al progetto – “purtroppo di grande successo”, dice lui - della bomba H.

"Io dubito, quindi la scienza dubita - dice in sintesi Garwin – McKubre e Duncan certamente si sbagliano”. Garwin si dichiara inoltre non interessato a studiare il fenomeno, perchè "se non capiamo come funziona allora è inutile".

Come dire che bisogna studiare solo le cose che già si conoscono. Curiosa dichiarazione per uno scienziato. E pensare che altri suoi colleghi, evidentemente di diverso calibro, in passato hanno dichiarato:

"Laddove dove c'è la difficoltà, è li che si trova l'opportunità"(Albert Einstein)

"L'anomalia è la chiave per accedere ad una nuova conoscenza" (Nikola Tesla)

Seconda parte:



E' possibile scaricare il filmato in alta risoluzione qui.


Articolo e sottotitoli di Dusty – Il Portico Dipinto

Voto: 9.00 (5 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
Infettato
Inviato: 15/7/2010 8:20  Aggiornato: 15/7/2010 8:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Ma un finanziamento privato?

Se continuano ad osteggiare questa probabile fonte di energia pulita, potremmo finanziarla noi cittadini comuni, il momento storico è proprio quello giusto......

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
NoPlace
Inviato: 15/7/2010 9:02  Aggiornato: 15/7/2010 9:02
Ho qualche dubbio
Iscritto: 14/5/2010
Da:
Inviati: 150
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Auguri....non hai idea che quantità di fondi servano...

io lo visto in azienda da me per poter sviluppare semplici breveti innovativi e portarli fino all'immisione sul mercato...è un vero e proprio bagno di sangue...

Come in tante altre cose mi pare ovvio e palese del motivi perchè venga tutto tenuto a freno...

Ma i costi del palladio quali sono? ovvio che se ora costasse 1€ al quintale dal momento che venga sviluppata tale tecnologia arriverà immediatamente ad 1€ al kg...

peonia
Inviato: 15/7/2010 9:52  Aggiornato: 15/7/2010 10:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Mi assale una tale rabbia nel sentire le "spiegazioni" degli scienziati che negano la fusione fredda che li strozzerei!
" Penso che sbagli a misurare l'alimentazione".....pensa???? deve dimostrarlo!!!!! senno' zitto!!!
Se questi personaggi "accreditati" come Garwin, che appena sparano a zero su qualcuno vengono creduti sulla parola, mentre altri scienziati che per anni studiano e dimostrano una nuova scoperta vengono diffamati e screditati del tutto, mi fanno pensare ad una voluta macchinazione di un establishment scientifico "deviato" che serve solo il Potere e dice o non dice solo quello che vogliono si dica. Non sto affermando nulla di nuovo,lo so, ma veramente non se ne puo' piu' di questa modalita'! E' un po come sentire le cazzate che dicono Berlusconi o Dell'Utri, che anche se oramai definitivamente sputtanati, continuano con la storia del comunismo, giustizialismo giacobino.....ma quando faremo piazza pulita di questi esseri immondi che ci stanno negando un Futuro diverso e una Terra piu' pulita!? diciamogli veramente BASTA con tutta la nostra forza!
Ricordo ancora oggi quanto mi colpi', nel 2004, l'assassinio di Eugene Mallowe, scienziato, pioniere della fusione fredda!
http://www.disinformazione.it/eugenemallove.htm


Mi ha fatto piangere vedere come hanno ridotto Fleishman, che ingiustizia!!!! maledetti spocchiosi...

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
ggca
Inviato: 15/7/2010 10:04  Aggiornato: 15/7/2010 10:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 3/7/2010
Da:
Inviati: 78
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
ma è lo stesso McKubre della Steorn?

Pyter
Inviato: 15/7/2010 10:35  Aggiornato: 15/7/2010 10:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 15/9/2006
Da: Sidonia Novordo
Inviati: 6250
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
se non capiamo come funziona allora è inutile".

Un principio che non viene applicato per la chemioterapia e altre "cure" su malattie di cui non si capisce l'origine.
Dovrebbe avere un faccia a faccia con Veronesi sui metodi scientifici.
Ci sarebbe da ridere, per non piangere.

"Nessuno ha il diritto di fare quel che desidera, ma tutto è organizzato per il meglio." (Antico decreto reale tolemaico)
Dusty
Inviato: 15/7/2010 10:36  Aggiornato: 15/7/2010 10:36
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Citazione:
ma è lo stesso McKubre della Steorn?

Quello della Steorn si chiama McCarty: puoi trovare il suo intervento subbato in cui riassume i punti chiave della loro dimostrazione qui

C'è da dire che mentre l'effetto dichiarato da Steorn non è ancora stato replicato e confermato da nessuno a parte da alcuni scienziati "controversi" come Jean Luis Naudin, sulla fusione fredda abbondano invece prove di ogni tipo: chi non la accetta o non è informato oppure è pagato per farlo.

Dusty

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
Infettato
Inviato: 15/7/2010 11:03  Aggiornato: 15/7/2010 11:03
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/11/2006
Da: Roma
Inviati: 1499
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
NoPlace

Citazione:
Auguri....non hai idea che quantità di fondi servano...


Si concordo, in questo caso mi sembra che vale la pena rischiare, mi spiego meglio, se un numero di persone è disposta a investire una somma di denaro per questa causa, investire=rischiare per avere se va bene un guadagno economico nel futuro, se va male perdere totalmente la somma investita.

Citazione:
io lo visto in azienda da me per poter sviluppare semplici breveti innovativi e portarli fino all'immisione sul mercato...è un vero e proprio bagno di sangue...


Certo, nulla è semplice, in questo caso si tratta di un brevetto epocale, non è solo un discorso economico, è molto di più.

Citazione:
Come in tante altre cose mi pare ovvio e palese del motivi perchè venga tutto tenuto a freno...


Motivo in più per prendere in considerazione strade alternative.

Citazione:
Ma i costi del palladio quali sono? ovvio che se ora costasse 1€ al quintale dal momento che venga sviluppata tale tecnologia arriverà immediatamente ad 1€ al kg...


Se la materia prima qualunque essa sia è disponibile, non potrà mai avere un prezzo troppo elevato.

Infettato dal morbo di Ashcroft
---------------------------------------------
Quando ci immergiamo totalmente negli affari quotidiani, noi smettiamo di fare distinzioni fondamentali, o di porci le domande veramente basilari. Rothbard
stg44
Inviato: 15/7/2010 11:17  Aggiornato: 15/7/2010 11:17
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/3/2008
Da:
Inviati: 79
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
"Ma un finanziamento privato?
Se continuano ad osteggiare questa probabile fonte di energia pulita, potremmo finanziarla noi cittadini comuni, il momento storico è proprio quello giusto..."

Puoi sempre chiedere a Massimo Moratti di abbandonare il petrolio e vendere l' Inter...
in quanto ai cittadini comuni, ti comunico che non riuscirebbero a finanaziare un beato cazzo, vista la difficoltà di arrivare a fine mese.
Personalmente sono in grado di erogare 50 centesimi di euro, di più vorrebbe dire rinunciare alle cartine, e mica posso fumare le pagine di Repubblica (troppo inchiostro).

Amott
Inviato: 15/7/2010 11:18  Aggiornato: 15/7/2010 11:18
So tutto
Iscritto: 15/7/2010
Da:
Inviati: 1
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
ehm.. per la cronaca e non lo dico io, non si spiega nemmeno il funzionamento dell'omeopatia, di norma si dice "non so come funzioni, ma vedo che qualcosa fa"; hamer non spiega come la mente possa produrre tumori e anche curarli; l'agopuntura non spiega come "energia" possa passare da un punto qi ad un altro e nemmeno come esistano i punti qi che non hanno corrispondenze a livello anatomico con nessuna struttura; non scomodo Simoncini perchè è l'unico forse che tenta di dare una spiegazione come si deve al fenomeno cancro compreso il meccanismo d'azione della genesi del tumore e del perchè dovrebbe funzionare il bicarbonato. giusto o sbagliato che sia, se n'è discusso e me ne tiro fuori e non voglio generar politica su questo..
però come vedi non solo chemio e altre cure non hanno spiegazioni, che poi è tutta da vedere sta affermazione, in quanto la chemio si può banalmente spiegare con un effetto citotossico, ovvero uccide le cellule; che poi uccida un sacco di cellule sane è anche vero, ma la spiegazione c'è.

Davide71
Inviato: 15/7/2010 11:25  Aggiornato: 15/7/2010 11:25
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Ciao a tutti:
curioso come l'uso della parola "fusione fredda" abbia potuto innescare una reazione così negativa...devo anche dire che, se uno conosce un pochetto la storia di Tesla non può certo dire che gettare discredito su uno scienziato che ha ragione sia una novità. Tuttavia perché si possa fare a mano del petrolio bisognerebbe che il procedimento permetta di ottenere abbastanza energia per estrarre il palladio e il deuterio dalla Terra, e dubito che sia così. In compenso avremmo energia pulita...
Il problema è analogo a quello della produzione di energia dalle centrali nucleari. Se uno dovesse, con tale energia, estrarre e purificare l'uranio necessario alla fissione con ogni probabilità si troverebbe in difetto di energia. Perciò i sogni di addio al petrolio sono ancora di là da venire.
Io la vedo così. L'establishment ha affossato Pons e Fleishmann per ragioni "misteriose" (soldi...). Tuttavia molti altri scienziati hanno portato avanti quegli studi e adesso l'establishment ha la scelta tra approvarli oppure permettere per esempio ai Cinesi e ai Russi di portarli avanti invitando gli scienziati che sono interessati nelle loro università.
Curioso che Israele porti avanti un esperimento del genere...mi sa che anche negli USA questi esperimenti non li hanno mai dismessi, ma come al solito sarà una questione di sicurezza nazionale!

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
infosauro
Inviato: 15/7/2010 11:27  Aggiornato: 15/7/2010 11:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2376
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Amott, solo una precisazione per quanto riguarda l'agopuntura.
Sembra che funzioni perchè stimola la produzione di una sostanza antidolorifica. Cerca se vuoi agopuntura e adenosina su google.
Gli studi sono solo all'inizio, ma se fosse vero, porrebbe paradossalmente l'agopuntura tra le cure allopatiche perchè di fatto non eliminerebbe la causa del dolore, ma si limiterebbe ad evitere che il paziente lo senta.

Sul servizio di 60 minutes, devo dire che è, imho, pessimo. Non spiega assolutamente nulla, parla solo di un eccesso di calore (anche il mio pc ha degli "eccessi di calore", non per questo vado in giro a dire di aver trovato una nuova fonte di energia) e poi divaga su come la fusione fredda sia stata ridicolizzata. Sarà che non sanno ancora come funziona e hanno poco tempo, ma secondo me potevano dire qualcosa di più.
Comunque spero davvero che tra qualche tempo anche il mio pc possa servirsi solo di un po' di palladio per funzionare.

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
ahmbar
Inviato: 15/7/2010 11:45  Aggiornato: 15/7/2010 11:45
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 25/3/2007
Da: Milano
Inviati: 1785
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Ma i costi del palladio quali sono? ovvio che se ora costasse 1€ al quintale dal momento che venga sviluppata tale tecnologia arriverà immediatamente ad 1€ al kg...

La cosa buffa e' che la fusione avviene anche con l'acciaio, non solo con il palladio

Due ricercatori casertani, utilizzando un contenitore usato di gatorade ed una barra di tungsteno la hanno riprodotta da ormai 6 anni nel loro scantinato



Qui potete leggere la storia dei due classici improvvisatori iorio e cirillo



Ma che sia in atto un classico "cover-up" sull'argomento lo dimostra ampiamente l'inchiesta di Rainews del 2007 Il Rapporto 41 di Angelo Saso

Gli studi di Del Giudice e di Preparata, commissionati da Carlo Rubbia, sono stati ignorati non appena hanno dimostrato l'esito positivo

Link ad intervista a Del Giudice



Yoshiaki Arata, 85 anni, professore emerito giapponese, ha vinto la sua battaglia ventennale : la fusione fredda funziona

link all'esperimento di Arata



Come l'articolo di Dusty sottolinea, la Scienza attuale gira la testa quando incontra qualcosa che non capisce e che sfugge alla comprensione.

E non credo sia solo per ragioni economiche che questo avviene, perche' ci vuole tanto coraggio a rimettersi in gioco dopo una vita spesa con determinate convinzioni che, per questi luminari, sono ormai La Realta'

Per chi desidera informarsi sulla piu' grande menzogna dell'era moderna
FAQ 11 settembre 2001
a_mensa
Inviato: 15/7/2010 11:46  Aggiornato: 15/7/2010 11:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
io credo, e vorrei sbagliarmi, che le verità "ufficiali" sia di cosa accade, che delle scoperte, che dei tests, che di tutto quanto può avere un minimo di influenza sul "normale" svolgersi della vita delle persone, secondo le strade "programmate", venga ostacolato, deriso, azzerato, contestato in tutti i modi possibili.
"DEVE" esistere solo la verità ufficiale, e chi non è d'accordo va eliminato , dai media, dalla comunicazione di massa, anche dalle comunicazioni individuali, morale:
"non deve esistere".
la domanda che mi sono posto è:
ma è sempre stato così oppure negli ultimi tempi il fenomeno è peggiorato ?

ed a questa domande trovo due risposte:
la prima si chiama "internet". le possibilità di comunicare della rete sono enormi, e, pur scontrandosi con la disinformazione che può essere elevata fino a coprire le voci contestatrici, non riesce ad annullarle, zittirle e farle sparire.
di qui la recrudescenza del fenomeno, che potrebbe anche esser visto come :
una volta succedeva lo stesso, ma si sapeva meno.

ma esiste anche un'altra interpretazione.
la classe dominante, come ho già denunciato più volte, si è enormemente arricchita, rispetto alla classe lavoratrice.
pertanto i mezzi per soffocare le voci che non sono propedeutiche al mantenimento dello sfruttamento delle attuali classi lavoratrici è enormemente aumentato, sono aumentati i mezzi di diffusione, di corruzione , di minaccia, ecc... pertanto , come una qualsiasi novità porti discredito al potere, o possa mostrarne una alternativa, viene combattuta con tutti i mezzi possibili, e sono tanti.

ma c'è anche una terza interpretazione, peggiore delle altre due, che porta a pensare che il tutto sia fatto perfettamente apposta.
creare notizie vere, contestarle, dividere gli "esperti" un po' di qui e un po' di là.
scopo ?? creare tanta confusione per cui, anche una notizia orrenda e vera, non venga creduta, crei subito "esperti" che la contraddicono e la dichiarano impossibile, ecc... lasciando le persone interdette sul come reagire, o meglio sul come NON reagire.
osservate cosa trapela (ma poi trapela sul serio o vengono fatte trapelare apposta) dalle guerre afghane e irakene, cosa trapela da quanto fatto dagli israeliani a gaza, senza contare le varie guerre africane dimenticate.
c'è ormai assuefazione a tutto !!
qualche notizia quà e là e a quel punto tutti buoni perchè sapete tutto !!
e invece non sappiamo nulla ma ci sta bene così, basta che si faccia ai campionato di calcio.
o che ci lascino andare in ferie, e poi si vedrà.
in altri periodi storici avremmo visto, e non solo in Italia, manifestazioni, cortei, ecc... all'insegna del "vogliamo sapere la verità" voi vedete qualcuno muoversi ? le opposizioni inesistenti ? i vari beppe grillo & C, no vero ? ecco che la malattia è già presente, e sta uccidendo l'anima, in corpo, dopo.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Dusty
Inviato: 15/7/2010 12:21  Aggiornato: 15/7/2010 12:21
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Citazione:
Sul servizio di 60 minutes, devo dire che è, imho, pessimo. Non spiega assolutamente nulla, parla solo di un eccesso di calore (anche il mio pc ha degli "eccessi di calore", non per questo vado in giro a dire di aver trovato una nuova fonte di energia)

Evidentemente non sai di cosa stai parlando: il calore che esce dal tuo pc non è affatto "in eccesso", è tale perchè una (grossa) parte dell'elettricità che tu immetti viene trasformata in calore invece di essere usata a fini computazionali.
Non c'è nessun mistero, anzi, purtroppo il tutto rende l'efficienza del sistema basso perchè se, nel caso di apparecchiature elettroniche, si riuscisse ad alimentarle senza produrre calore si avrebbe un consumo drasticamente ridotto e sarebbero tutti molto più contenti (in particolare tu che spenderesti molto meno di elettricità).

Dal lato opposto invece una stufa elettrica converte tutta l'energia in ingresso in calore, cioè l'energia totale rimane la stessa: è solo la sua forma che cambia.
Tanta energia, in forma elettrica, entra, tanta energia, sotto forma di calore esce.

In estrema sintesi: se invece succedesse che il calore in uscita è "di più" (in termini energetici) dell'energia che hai introdotto vuol dire che da qualche parte hai avuto un guadagno energetico, vuoi perchè riesci ad accedere ad altre sorgenti di energia (es. solare, ZPE, etc), vuoi perchè qualche elemento del sistema si trasforma, consumandosi (es: benzina).

E se accade che l'elemento che si consuma è una materia prima molto ampia (il deuterio è praticamente inesauribile) ecco li che hai la rivoluzione del millennio.

Quindi nel caso della FF tutto sta a :
- verificare che il processo sia effettivamente riproducibile a volontà (al momento pare che avvenga al più un 70% delle volte)
- verificare che non ci siano effetti collaterali come ad esempio emissione di radiazioni, oppure di consumo di altri elementi poco diffusi (come il palladio)
- ingegnerizzarlo
- liberarsi per sempre dalla schiavitù del petrolio, dalle fonti di energia centralizzate, dall'inquinamento, etc etc

Dusty

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
temponauta
Inviato: 15/7/2010 14:02  Aggiornato: 15/7/2010 14:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/4/2010
Da:
Inviati: 2040
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Sulla fusione fredda si è aperto un fronte di guerra determinato dalla volontà della fisica di non cedere la supremazia nella ricerca di fonti di energia realmente sostitutive di quella termica da combustione di idrocarburi.
La chimica è sicuramente un competitore importante, ma ha fatto l'errore di parlare di fusione (lo ha detto anche Fleishmann) e soprattutto di usare energia elettrica per innescare l'azione di rilascio di energia (il palladio come catalizzatore è indifferente).
Invece di energia elettrica, si possono usare come attivatore la pressione fisica (Preparata-CNR), le onde sonore e magari altri mezzi ancora non noti.
E poi bisogna vedere se si può parlare di fusione oppure di "ristruttrazione" molecolare con contestuale rilascio di energia in eccesso.
Comunque l'alchimia ha diverse frecce nella faretra, a cominciare dall'oro monoatomico, che non produce energia termica, ma ha proprietà incredibilmente esotiche (antigravità).

a_mensa
Inviato: 15/7/2010 14:21  Aggiornato: 15/7/2010 14:21
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
l'unica cosa da verificare è :
quanta energia occorre per separare quella quantità di deuterio
quanta energia occorre per separare quella quantità di palladio
quanta energia IN PIU' di quella elettrica consumata ottengo da quella quantità di deuterio e di palladio.

è un po' il discorso delle auto a idrogeno.
se per produrre l'idrogeno consumo più petrolio che farci viaggiare direttamente l'auto, il gioco non vale la candela, se invece è vantaggioso ....

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
infosauro
Inviato: 15/7/2010 14:32  Aggiornato: 15/7/2010 14:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 23/5/2008
Da: questo mondo (credo)
Inviati: 2376
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Dusty, è vero: io non so praticamente nulla della fusione fredda, perchè su quell'argomento ho visto praticamente solo quel servizio. Il punto è proprio questo: io non so nulla perchè quel servizio dice pochissimo; persino le tue poche righe spiegano meglio il tutto di quei 15 minuti. Ci sarebbero molte altre cose da dire, ad esempio quanti Joule entrano nel processo e quanti ne escono? Quali sono i macchinari utilizzati? Cos'è stato usato per misurare l'energia? Quanto costano mediamente gli impianti usati?

Al che io mi chiedo: perchè realizzare un servizio così scadente su un argomento così importante e complesso?
Probabilmente è lo stesso format della trasmissione che costringe a questa superficialità, il che non è certo una scusante...

"It's just a ride"
William Melvin "Bill" Hicks, l'ultimo degli hippy, il primo dei complottisti (a comparire in TV).
Freddie975
Inviato: 15/7/2010 14:32  Aggiornato: 15/7/2010 14:32
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/6/2005
Da:
Inviati: 33
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
è abbastanza chiaro che una forma di energia di questo tipo rivoluzioni le gerarchie di potere mondiali, perche a quel punto tutti sarebbero indipendenti dal petrolio, dal gas etc etc.

quando staranno per finire le scorte di petrolio, vedrete come qualche multinazionale sotto scorta del governo statunitense annuncerà la meravigliosa scopeerta della fusione fredda, che però verrà chiamata in altro modo per non far ricordare alla gente una scoperta fatta nel 1989 che avrebbe evitato se seguita e finanziata, migliaia di morti inutili.

siamo alle solite.

Dusty
Inviato: 15/7/2010 15:01  Aggiornato: 15/7/2010 15:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Citazione:
Al che io mi chiedo: perchè realizzare un servizio così scadente su un argomento così importante e complesso?
Probabilmente è lo stesso format della trasmissione che costringe a questa superficialità, il che non è certo una scusante...

Ti dico come la vedo io: l'argomento è complesso e piuttosto tecnico; ha quindi poco senso affrontare in maniera approfondita questi argomenti in TV perchè la stragrande maggioranza delle persone è impreparata e da una parte non capirebbe e dall'altra si annoierebbe.
Del resto chi vuole approfondirlo trova una enormità di materiale su Internet, a partire dal materiale che Ahmbar ha giustamente segnalato.

Ma quello che gira attorno alla FF è qualcosa di molto di più: è un fenomeno annunciato circa 20 anni fa, affossato in maniera clamorosa rapidissimamente al punto che solo a pronunciarne il nome rendeva impossibile essere presi sul serio in ambito accademico, indipendentemente dalle proprie competenze.

Quello quindi che può fare una trasmissione "generalista" come 60 minutes è, a mio avviso, una cosa molto intelligente: non entrare nel merito della questione tecnica ma al contrario prendere un "ufficialista" riconosciuto come affidabile ed autorevole che come tutti gli altri ritiene la FF una truffa, e portarlo da chi fa gli esperimenti per formarsi un parere con la propria testa invece che prendere per buona la "posizione ufficiale".
Il servizio dimostra proprio come questo scienziato, evidentemente in buona fede, è costretto a cambiare radicalmente idea nei confronti di questa tecnologia.
Ma non solo: sono proprio importanti le parole che utilizza a posteriori e che sono un chiaro messaggio per altre persone in buona fede come lui: controllate di persona, verificare, ma soprattutto evitare di pensare con la testa degli altri.

Sono discorsi che abbiamo già sentito in diversi altri ambiti e che noi dovremmo conoscere molto bene, giusto...?

In pratica la forza del documentario è far vedere che "gli ufficialisti" sono tutti allineati su una posizione non perchè si sono interessati dell'argomento ma perchè prendono per buone le conclusioni di altri, e che è sufficiente mettere nelle condizioni qualcuno di approfondire per fargli capire lo sbaglio (oltre che la pericolosità) di questo modo di fare.

Poi trovo particolarmente divertente la posizione di Garwin che, ufficialista tra gli ufficialisti, si arrocca sulla sua (sicuramente meritata) autorevolezza e sulle sue conoscenze per aver paura di doverle mettere in dubbio, e quindi, in un certo senso, ripartire da zero.

Per quanto riguarda i dettagli non è vero che non ne vengono dati, ad esempio se non erro si dice che alcuni laboratori hanno registrato come output qualcosa tipo 25 volte l'energia in ingresso. Valori del genere sono talmente enormi da spazzare via ogni dubbio sulla possibile applicabilità di tale tecnologia.

Ciao,
Dusty

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
Dusty
Inviato: 15/7/2010 15:15  Aggiornato: 15/7/2010 15:15
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 3/10/2005
Da: Mondo
Inviati: 2248
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Scusa, mi sono dimenticato di provare a rispondere anche alle altre tue domande:
Citazione:
quanti Joule entrano nel processo e quanti ne escono

E' irrilevante: la cosa importante è soltanto che l'energia in uscita sia maggiore di quella in ingresso. Questa è la cosa rivoluzionaria (sotto certe ipotesi beninteso).

Citazione:
Quali sono i macchinari utilizzati?

Questo viene detto parzialmente: il meccanismo è molto semplice, poco più di due elettrodi in una soluzione di acqua salata.

Citazione:
Cos'è stato usato per misurare l'energia?

Temo che questo discorso sia troppo tecnico, inoltre ogni laboratorio può attrezzarsi come vuole.

Citazione:
Quanto costano mediamente gli impianti usati?

Anche questo ha una rilevanza relativa nel senso che anche se attualmente il costo per la sperimentazione è alto, quando il processo viene ingegnerizzato su vasta scala i costi tendono ad abbattersi in maniera rilevante.

Un esempio tipico è quello del mondo dei microprocessori: la progettazione e realizzazione di una CPU come il Pentium può costare svariati milioni di dollari (addirittura miliardi), ma una volta che viene prodotta in serie l'economia di scala fa si che ce la possiamo comprare per quattro soldi.

In ogni modo, nel caso specifico della FF, anche le sperimentazioni hanno un costo relativamente contenuto: nulla a che fare con quelle che vengono effettuate per gli impianti nucleari, ad esempio (si parla di svariati ordini di grandezza in meno!).

Ciao,
Dusty

"Tu non ruberai, se non avendo la maggioranza dei voti"
-- Dal Vangelo Secondo Keynes, Capitolo 1, verso 1.
Il portico dipinto
reby
Inviato: 15/7/2010 15:52  Aggiornato: 15/7/2010 15:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/8/2006
Da:
Inviati: 135
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
facciamo sempre la solita cretinata di partire in quarta per tutte le innovazioni per scoprire gli effetti collaterali anni dopo, o magari vedere applicate queste invenzioni a fini militari, ormai la scienza ci ha abituati a questo, sono pertanto scettica e diffidente a prescindere.

http://www.ecplanet.com/node 

Rollino71
Inviato: 15/7/2010 16:47  Aggiornato: 15/7/2010 16:47
So tutto
Iscritto: 14/7/2010
Da: Milano
Inviati: 6
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Buongiorno a tutti.
Grazie per questo articolo e per i filmati.
Ricordavo una puntata di Report a tal proposito, in cui compariva Giuliano Preparata. Anche in quel caso, l'"avversario" era un apparato di dogmatisti che fecero di tutto per affossare le sperimentazioni. Ma con la crisi energetica in corso è evidente che si cominci a parlarne di nuovo.
Mi imbattei causalmente negli esperimenti di uno "scienziato dilettante" di Ravenna, Renzo Mondaini.
Sono esperimenti semplici, che lui definisce semplicemente di "elettrolisi". Eppure si forma un plasma ad altissima temperatura capace di consumare la bacchetta di tungsteno che usa come catodo.

Se si vuole dare un'occhiata, sono davvero filmati istruttivi.

Francesco

a_mensa
Inviato: 15/7/2010 17:15  Aggiornato: 15/7/2010 17:16
Sono certo di non sapere
Iscritto: 12/6/2009
Da: roncello (mi)
Inviati: 3180
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
vi sono un paio di considerazioni da fare in merito.
la prima è l'importanza di una scoperta dal punto di vista economico.
faccio un esempio:
posso produrre un motore a idrogeno. se poi il suo consumo di idrogeno ( che non trovo libero in natura ma lo devo produrre) lo rende non economico, la scoperta o invenzione non è economicamente sfruttabile.
lo stesso discorso lo si può fare dal punto di vista energetico.
se per produrre l'idrogeno che alimenta il motore devo bruciare più benzina di quanta ne brucerei in un normale motore a scoppio di pari potenza, allora anche il conto energetico lo rende non conveniente.
ma una cosa è la non convenienza sotto uno di questi aspetti e un'altra il valore scientifico.
la seconda è il valore scientifico.
se facendo un esperimento produco un risultato inaspettato, una corretta visione scientifica vorrebbe che si riproducesse e ristudiasse il fenomeno fino a darne un spiegazione accettata.
e questo a prescindere dal valore economico che si può presumere della scoperta stessa.
se invece di studiare le caratteristiche di quella muffa, Fleming non avesse ragionato in questo modo, oggi non avremmo la penicillina.

quindi, chiunque si opponga ad una ricerca scientifica accurata, proprio su quei fenomeni dei quali NON si ha una spiegazione valida, o NON sono scienziati, o sono pagati (o comunque forzati ) a non riconoscere i valori scientifici di tali esperimenti.

non vorrei mai appartenere ad un club che avesse me come socio.
Daniele
Inviato: 15/7/2010 17:31  Aggiornato: 15/7/2010 17:31
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/12/2005
Da: Trentino
Inviati: 128
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Purtroppo funziona così anche in molti altri settori: vedi medicina (la scienza che pensa di omeopatia, pranoterapia, tecniche energetiche... ???), gestione dei rifiuti, alimentazione (OGM, divertitevi a leggere questo articolo, ecc)
E se osservate bene sono le stesse cose che valgono anche per la discussione sull'11 settembre....!!!
Bah.. Bah... Ari-bahbah e i 40 ladroni che governano il mondo...

Decalagon
Inviato: 15/7/2010 18:02  Aggiornato: 15/7/2010 18:02
Sono certo di non sapere
Iscritto: 22/8/2009
Da:
Inviati: 6643
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Citazione:
divertitevi a leggere questo articolo


Minchia, ma questo non è divertente... è ancora più triste di quello di Riotta; e la cosa ancora più triste è che magari qualcuno rischia di crederci. Estraggo un pezzetto dell'articolo che hai pubblicato:

Citazione:
...Se prestate effettivamente attenzione all'evitare pesticidi, diserbanti e ingredienti modificati geneticamente come soia e zucchero, c'è qualcosa in voi che non va [...] Se mangiate cibi spazzatura trattati con prodotti chimici sintetici secondo loro va bene.


Cioè fammi capire... oltre al fatto ridicolo della scelta delle malattia psichiatriche (è risaputo che non esistono studi scientifici o diagnosi reali di queste malattie, ma che vengono semplicemente votate per alzata di mano da una commissione apposita), adesso anche una scelta di vita più sana è una malattia. UN'ALTRA!
Che palle ragazzi

«Goku è Verità. Io sono la Via, la Verità e la Vita. E risorgo quando mi pare.»
whyless
Inviato: 15/7/2010 18:17  Aggiornato: 15/7/2010 18:17
So tutto
Iscritto: 10/9/2006
Da:
Inviati: 5
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Dalla dichiarazione di Rob Duncan, indicato dalla America Physical Scociety (la prima organizzazione di fisici in America, sic!), mi pare di capire che, andando a spanne (sic!, di nuovo), il 90% degli scienziati (compreso egli stesso, PRIMA): 1.non leggono i risultati pubblicati 2.non parlano tra di loro 3.e lasciano che altri pensino al posto loro...

Questa cosa atterrisce solo me?

effeviemme
Inviato: 15/7/2010 18:30  Aggiornato: 15/7/2010 19:08
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/6/2006
Da:
Inviati: 698
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
@ reby

potresti, per favore, controllare il link che hai postato?
non riesco a trovare l'articolo.
grazie, ciao

fvm

Ognuno sta solo sul cuor della terra trafitto da un raggio di sole: ed è subito sera - S. Quasimodo.
Truth79
Inviato: 15/7/2010 19:54  Aggiornato: 15/7/2010 19:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 15/8/2009
Da:
Inviati: 244
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Io direi di puntare sul fotovoltaico per ora,infatti gl'impianti spuntano come funghi e si tratta di energia pulita,semigratuita.L'abbattimento di co2 non è cosa da poco,non penso arriveremo ai livelli della Germania e di quanto visto a Report(andate a rivedere quella puntata!!)ma è già un discreto passo avanti...resta da vedere come smaltire tra 15-20 anni i pannelli che contengo svariate sostanze tossiche.

Di tutte le cose sicure,la piú certa è il dubbio.
GgCc
Inviato: 15/7/2010 20:24  Aggiornato: 15/7/2010 20:24
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/7/2005
Da:
Inviati: 170
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Se una cosa non deve esistere per la scienza ufficiale, semplicemente non esiste. Basta pensare a certi esempi: 1) Le equazioni originali di Maxwell, uno dei padri dell'elettricità e della fisica moderna. Le sue formule indicavano che l'elettricità esisteva per mezzo di un tramite, un'"etere", un "qualcosa" non ben definito. Cosa è successo dopo? Vari fisici hanno eliminato e semplificato le formule, così da non mostrare certi risultati "impossibili"; 2) L'esperimento Michelson-Morray, che stabilì la velocità della luce. I risultati mostravano che la velocità della luce era... variabile. Variabile nel senso che era stagionale e dipendeva dal senso di rotazione della Terra. Cosa successe? Si fece la media delle velocità rilevate e si affermò che era una velocità limite; 3) La fisica elettro-gravitazionale di Townsend Brown, che mostra il legame tra elettricità e gravitazione; 4) Le invenzioni di Tesla che per certi versi indicano la strada a Townsend Brown; 5) Altro caso interessante è quello di John R. R. Searl. Se la storia avesse preso una svolta imprevista, la missione Apollo 13 si sarebbe svolta in maniera totalmente diversa e la NASA non avrebbe mai costruito l'SSTS; e tanti altri casi simili...

edo
Inviato: 15/7/2010 20:46  Aggiornato: 15/7/2010 20:46
Sono certo di non sapere
Iscritto: 9/2/2006
Da: casa
Inviati: 4529
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Citazione:
Mi ha fatto piangere vedere come hanno ridotto Fleishman, che ingiustizia!!!! maledetti spocchiosi...


Anche la banda del nobel ha sbagliato piuttosto spesso: premi alle intenzioni (Obama), agli scopritori di virus (AIDS) mai isolati, a conclamati criminali (Kissinger e altri)...

AFrayn
Inviato: 16/7/2010 4:11  Aggiornato: 16/7/2010 4:31
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2009
Da: Colônia Cecília, Paraná, Brasil
Inviati: 399
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Ho trovato due problemi nei sottotitoli, spezzone 1.
(1) minuto 3:00 : "lattice" si traduce in italiano come "reticolo cristallino"
(2) finale: "vindication" significa "giustificazione, difesa", non "vendetta".
Bel filmato. Solidarietà totale per il porevo Fleischmann (e Pons, che fine ha fatto?)

Molṑn labé - Quocunque Jeceris Stabit
aleste85
Inviato: 16/7/2010 10:08  Aggiornato: 16/7/2010 10:08
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/5/2010
Da:
Inviati: 204
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
sono un ignorante totale in materia, ma credo che il problema sia sempre stato molto semplice: l'energia che si crea non è superiore all'energia che si impiega per crearla.
ammesso che i risultati del video sia veritieri evidentemente non è conveniente produrre energia in quel modo, perchè comunque rispetto all'energia che si utilizza praticamente non se ne ottiene di nuova.
credo che sia per questo che il vecchio fisico dice che sbagliano le misurazioni, magari non tengono conto di alcune cose che invece dovrebbero considerare

actarus71
Inviato: 16/7/2010 10:18  Aggiornato: 16/7/2010 14:33
Ho qualche dubbio
Iscritto: 25/5/2006
Da:
Inviati: 145
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Per chi non conoscesse questa puntata di report (che si trova su youtube)
http://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0,7246,243%255E90054,00.html

http://www.youtube.com/watch?v=yINDe8OqG0g

Ci sono anche filmati che mostrano laboratori del'ENEA Ente Energia Alternativa (Italia) che avevano chiesto il supporto del nostro premio Nobel per la fisica qualora avessero ottenuto risultati dal test sulla fusione fredda.Stranamente anche in quel caso una volta ottenuti i risultati, contattato il nostro buon Rubia si è velocemente dileguato tra le provette.....
Spero di non aver scritto corbellerie, perche' sto andando a memoria vidi questi video tempo fa.
http://www.youtube.com/watch?v=35T-gAvaKn4

Anche un "giapponesino" di recente aveva dimostrato nuovamente che la fusione fredda funzioni, ma qualcuno sopra lo ha già menzionato
http://www.youtube.com/watch?v=Ag7Mx9FDZAI

Sembra che tutti gli stati avanzati l'abbiano testata, tutti abbiano desunto che "funzioni", tutti la denigrino ugualmente mentre si continua a chiedere fondi per il supporto dell'energia nucleare classica (costosissima)

Continuo a vedere queste inchieste linkate e nonostante tutto ancora mi sembra incredibile che Tesla sia stato messo ai margini dal mondo scientifico del suo tempo, è sempre più difficile cercare di non essere "complottista".....

aleste85
Inviato: 16/7/2010 11:20  Aggiornato: 16/7/2010 11:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 24/5/2010
Da:
Inviati: 204
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
@actarus71
Grazie per i link!

gnaffetto
Inviato: 16/7/2010 11:58  Aggiornato: 16/7/2010 11:58
Mi sento vacillare
Iscritto: 4/1/2008
Da:
Inviati: 336
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Citazione:
Citazione: quanti Joule entrano nel processo e quanti ne escono E' irrilevante: la cosa importante è soltanto che l'energia in uscita sia maggiore di quella in ingresso. Questa è la cosa rivoluzionaria (sotto certe ipotesi beninteso).


a me la domanda sembrava interessante, soprattutto per chiarire la differenza tra Watt e Joule.

nel senso che nell'esperimento immettono una potenza elettrica (watt, tensione x corrente) e misurano un'energia, calore (joule)

anche se 1 joule equivale a 1 watt ( http://it.wikipedia.org/wiki/Joule ) mi aspetterei che in un esperimento serio si inserisse alla fine della catena un qualche dispositivo che mi converta il calore in potenza (corrente elettrica) in modo da misurare (senza mischiare mele con pere) LO STESSO TIPO di energia in entrata e uscita.

DjGiostra
Inviato: 16/7/2010 14:48  Aggiornato: 16/7/2010 14:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/1/2009
Da: Brignano G.D'Adda
Inviati: 5481
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Aleste85 dice:

Citazione:
sono un ignorante totale in materia, ma credo che il problema sia sempre stato molto semplice: l'energia che si crea non è superiore all'energia che si impiega per crearla.


Se non erro nel video dell'esperimento si dice che si ottiene un
COP>25 !!!!!!!
Cioe' io immetto 1 watt e ne ottengo 25....
se e' cosi come risultato e' incredibile...
ciao a tutti.
damiano..

Meglio un dubbio certo che una falsa certezza !!(Nisoli Damiano)
Da oggi chiamatemi Top Gun Su A320 !!

Il rispetto nasce dal rispetto
effeviemme
Inviato: 16/7/2010 16:01  Aggiornato: 16/7/2010 16:01
Mi sento vacillare
Iscritto: 28/6/2006
Da:
Inviati: 698
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
@ gnaffetto

mi sembra che non ci siano problemi a definire l'energia in entrata e l'energia in uscita,
solo perchè sono espresse ( un po' incautamente al fine della comprensione del "volgo") con unità di misura diverse: non ti offendere per il temine, io rientro nella categoria "volgo", persona comune.
semplificando: se 1 J = 1 Wsec
per corrispondenza, dove entra 1 watt di energia per mantenere il fenomeno, esce o si ottiene in uscita, (a seconda del guadagno del sistema) energia fino a 25 watt
( oppure entra 1 J ed escono 25 J ).
Qui può nascere, piuttosto, il problema della scelta dei metodi conosciuti da applicare per "ripescare" l'energia in uscita in modo che ci sia il maggior rendimento possibile
durante la conversione della forma di energia del tipo generato dalla FF, in una forma
che si sia più utilmente in grado di amministrare per usi correnti.
in sostanza, che misuriamo in joule o in watt l'energia, non cambia nulla (se non erro);

concordo con te che una maggiore attenzione nell'esposizione "tecnica" favorirebbe
la comprensione dell'argomento.

fvm

Ognuno sta solo sul cuor della terra trafitto da un raggio di sole: ed è subito sera - S. Quasimodo.
starchild
Inviato: 17/7/2010 10:25  Aggiornato: 17/7/2010 10:25
Ho qualche dubbio
Iscritto: 26/1/2007
Da:
Inviati: 161
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Ci sono anche studi, persino della NASA, sull'antigravità, e sulla free-energy, altri due campi sempre insabbiati da stronzi come questo signor Garwin, che oltre che spocchioso e arrogante è anche egomaniaco, quasi la "scienza" fosse lui, come del resto fanno tanti dei tomi simili. E questi sarebbero scienziati?
Finché il mondo sarà in mano a questi esseri non progrediremo mai, anzi temo che presto saremo condannati.

Sempre la società, retta da questa casta sacerdotalscientista, ha umiliato, insabbiato, persino eliminato a volte, con vari mezzi, chi osava dire che le teorie erano errate, che esistevano soluzioni ecologiche pulite e persino vantaggiose a diversi problemi ambientali.
Geni come Tesla o Reich sono stati osteggiati, vituperati, traditi e distrutti; salvo poi rubare i loro progetti e magari svilupparli in segreto per scopi turpi. Da dove credete che venga, per esempio, l'HAARP?

Perché sono tanto bastardi che a noi negano le cose ma loro, in segreto, le sviluppano e se ne servono per i loro sporchi intrallazzi. E così noi continuiamo a vivere in questa maniera schifosa. Il cover-up non è solo ufologico: è tecnologico, medico-sanitario, persino storico-antropologico. Ci fregano in tutto, falsificano la nostra storia e le nostre origini. Basta che facciate un po' di surfing in rete e trovate le prove di questo gigantesco cover-up multiforme.
Viviamo in un mondo a due facce, su una noi con le miserie nostre, il petrolio e schifezze varie, cancro e altre amenità del genere, sull'altra faccia costoro che gestiscono tecnologie cosiddette "esotiche", rubate agli inventori, e di cui usano ed abusano a nostro danno, ridendo di noi, poveri ignoranti. L'11 settembre docet, ma gli esempi sono infiniti.

E oggi eccoci con la catastrofe del golfo del Messico, sempre per opera di questi stronzi, e chissà quanti altri casini ci nascondono. Svegliamoci gente, altrimenti dormiremo per sempre. La Terra non ci sopporta più e presto ci espellerà come un corpo estraneo. Non possiamo dire che non l’abbiamo voluta.
Amen!!

Ps. mi son sfogato, ora per un po' mi calmo. Scusate per le parolacce ma, come si dice, quanno ce vo' ce vo'.

sono_io
Inviato: 19/7/2010 19:48  Aggiornato: 19/7/2010 19:48
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/11/2008
Da:
Inviati: 73
 Re: Fusione fredda: misurare per credere
Riuscire a farla funzionare in grande scala equivarrebbe a perdere il controllo politico ed industriale sulla generazione di energia elettrica (di uso semplice e diffuso).

eroyka
Inviato: 26/10/2010 12:32  Aggiornato: 26/10/2010 12:32
So tutto
Iscritto: 29/11/2005
Da:
Inviati: 2
 Re: Fusione fredda: nuovo libro!
Ciao a tutti,
mi intrometto in questa discussione che si era fermata per apportare nuovo materiale.
Infatti è stato pubblicato il nuovo libro di Roy Virgilio (che poi sarei io) sulla Fusione fredda.

Cos'è, come funziona e quando arriva, queste le tematiche trattate.
Aggiorno anche sugli ultimi esperimenti e prototipi in costruzione... ci sono novità molto interessanti.

Potete vedere un anteprima del libro (e anche aquistarlo) a questo indirizzo: http://www.lulu.com/product/file-download/fusione-fredda/13006769

Sono a disposizione per domande o chiarimenti.
Roy


Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA