Informazioni sul sito
Se vuoi aiutare LUOGOCOMUNE

HOMEPAGE
INFORMAZIONI
SUL SITO
MAPPA DEL SITO

SITE INFO

SEZIONE
11 Settembre
Questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego.
 American Moon

Il nuovo documentario
di Massimo Mazzucco
 Login
Nome utente:

Password:


Hai perso la password?

Registrati ora!
 Menu principale
 Cerca nel sito

Ricerca avanzata

TUTTI I DVD DI LUOGOCOMUNE IN OFFERTA SPECIALE


storia & cultura : Le Carte degli Illuminati
Inviato da Redazione il 29/4/2010 3:30:00 (23030 letture)

Si parla spesso in rete di un particolare gioco di carte, chiamato “Illuminati Card Game”, che appartiene ad una vasta serie di giochi basati sulle diverse teorie che riguardano gli Illuminati, i poteri occulti e il cosiddetto Nuovo Ordine Mondiale. (*)

Ciò che rende questo gioco interessante è la presenza di molte carte che descrivono con anticipo (“Illuminati Card Game” è del 1994) eventi di portata mondiale che sono poi realmente accaduti.

Fra questi spiccano soprattutto la distruzione del Pentagono e delle Torri Gemelle, la cui rappresentazione grafica sembra addirittura ricalcata da una fotografia del fatto reale, avvenuto nel 2001.

Altre sorprendenti “coincidenze“ sono, ad esempio, la pandemia con tanto di “quarantena", la “manipolazione dei mercati finanziari”, oppure “l’esplosione del vulcano”, che ci ricordano da vicino eventi accaduti di recente.

Ci sono poi immagini più generiche, come la “riduzione della popolazione“, …

… o la “riscrittura della storia“, che corrispondono sicuramente ai sogni più o meno nascosti degli Illuminati del “Nuovo Ordine Mondiale”.



Il fatto che questo set di carte sia stato effettivamente pubblicato nel ’94 sembra fuori discussione, in quanto il gioco è talmente diffuso che se certe carte non comparissero nel mazzo originale, ma fossero state aggiunte dopo, qualcuno lo avrebbe sicuramente denunciato.

Siamo quindi di fronte ad un curioso minestrone di progetti attribuiti al “Nuovo Ordine Mondiale” - alcuni specifici, altri generici, alcuni realizzati e altri no - che di certo non può essere spiegato con una semplice serie di coincidenze.

Fra le varie possibilità, la spiegazione più probabile è che il creatore del gioco, Steve Jackson, abbia ricevuto informazioni riservate da qualcuno che era a conoscenza diretta dei progetti che circolavano nell’ambito del “Nuovo Ordine Mondiale”.

E’ possibile che Jackson sia stato usato come “altoparlante inconsapevole“, a cui vengono passate informazioni da diffondere, in modo apparentemente triviale, con l’intento di rafforzare la pubblica percezione del potere degli Illuminati. Oppure potrebbe appartenere lui stesso al NWO, oppure ancora può essere una persona che cerca solo di sfruttare commercialmente certe informazioni di cui in qualche modo è venuto in possesso. In fondo, la Steve Jackson Games dichiara un reddito lordo annuo superiore ai 2 milioni e mezzo di dollari.

Il caso di Jackson ricorda da vicino quello di certi libri “fortunati”, come ad esempio “Il Candidato Manciuriano”, che hanno saputo descrivere in anticipo vicende che si sono poi realizzate nella realtà.

Vi sono anche autori dotati di intuito particolare, che percepiscono in anticipo certe onde di “sentire collettivo”, come ad esempio “Il Nome della Rosa”, oppure il “Codice da Vinci”, sfruttando al meglio il nascente interesse popolare per certi argomenti “occulti” - o comunque occultati. In certi casi diventa addirittura difficile capire quanta informazione originale esista fra le righe di un libro, e quanta invece sia il riflesso di quel sentire collettivo, introdotto - consciamente o inconsciamente – dallo stesso autore nelle sue pagine.

In realtà, a ben guardare, le carte degli Illuminati non rappresentano nulla di stupefacente, se non l’eventuale conferma che ciò che accade nel mondo sia spesso il risultato di una precisa volontà di un ristretto gruppo di persone. Il primo attentato al World Trade Center risale al 1993, indicando che un progetto di un attentato con esplosivi alle Torri Gemelle dovesse essere in circolazione almeno da quella data (che precede l’uscita del gioco di carte).

Vi è anche una possibilità più remota, più difficile però da sostentare in modo analitico: che l’autore non riceva affatto informazioni esterne, ma che sia dotato di particolari “poteri di preveggenza“, che gli permetterebbero di visualizzare in anticipo eventi che poi accadono nella realtà. A sua volta, si potrebbe teorizzare che questo tipo di preveggenza consista nella capacità di accedere ad un insieme di archetipi, che esisterebbero fuori della nostra dimensione spazio-temporale, i quali vengono ad assumere le forme specifiche degli eventi che poi accadono nel nostro tempo. In questa ottica si può anche spiegare un fenomeno come quello di Nostradamus, le cui quartine, più che anticipare eventi specifici, sembrano rappresentare archetipi universali, sufficientemente dettagliati però da poterli applicare in seguito a certi fatti realmente avvenuti.

Qui però dobbiamo fermarci, perchè stiamo entrando in un territorio assolutamente ipotetico, che non ci permette di utilizzare il metodo analitico, e ci offre risposte che possono avere al massimo un valore individuale.

Di certo possiamo affermare una cosa: man mano che procede il cammino dell’umanità, scopriamo che è sempre più grande il numero di cose che non conosciamo rispetto a quelle che conosciamo. E questo è già un notevole passo in avanti, volendo, che ci possa almeno liberare da quell’ignoranza, travestita da falso sapere, che ci offusca costantemente la vista.

Massimo Mazzucco


* Uso il termine “cosiddetto”, per il Nuovo Ordine Mondiale, perchè personalmente ritengo che non esista un solo gruppo di potere, sic et simpliciter, ma che la questione sia molto più complessa ed intricata.

Voto: 6.00 (6 voti) - Vota questa news - OK Notizie


Altre news
28/11/2015 10:00:00 - Il nuovo sito è pronto
26/11/2015 19:40:00 - Fulvio Grimaldi a Matrix
24/11/2015 11:00:00 - Caccia russo abbattuto dai turchi
22/11/2015 20:20:00 - Ken O'Keefe: "ISIS = Israeli Secret Intelligence Service"
21/11/2015 21:00:00 - L'uomo che uccise Kennedy
19/11/2015 19:00:00 - La solitudine
18/11/2015 21:21:31 - Vladimir Putin - conferenza stampa al summit del G20
17/11/2015 13:50:00 - Dopo Parigi
15/11/2015 22:30:00 - Commenti liberi
14/11/2015 9:40:00 - À la guerre comme à la guerre
13/11/2015 23:00:00 - Nuovi attentati a Parigi
11/11/2015 19:50:00 - Atleti russi dopati, brutti e cattivi
10/11/2015 19:30:00 - Fini, Grillo, Travaglio - e il giornalismo che non fa i conti con sé stesso
9/11/2015 18:30:00 - "Bag it!" Documentario (Ita)
8/11/2015 9:09:03 - Commenti liberi

I commenti sono proprietà dei rispettivi autori. Non siamo in alcun modo responsabili del loro contenuto.
Autore Albero
SENTIERO
Inviato: 29/4/2010 4:09  Aggiornato: 29/4/2010 4:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 24/4/2006
Da: ROMA
Inviati: 1110
 Re: Le Carte degli Illuminati
Uso il termine “cosiddetto”, per il Nuovo Ordine Mondiale, perchè personalmente ritengo che non esista un solo gruppo di potere, sic et simpliciter, ma che la questione sia molto più complessa ed intricata

Puoi chiarire meglio il tuo punto di vista?

grazie

Roberto

La mente intuitiva è un dono sacro e la mente razionale è un fedele
servo. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha
dimenticato il dono

A.Einstein
Marw
Inviato: 29/4/2010 6:44  Aggiornato: 29/4/2010 6:44
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/9/2009
Da:
Inviati: 37
 Re: Le Carte degli Illuminati
Sono d'accordo con Roberto, interessa anche a me il tuo punto di visto sui vari gruppi di potere.

Grazie

peonia
Inviato: 29/4/2010 8:32  Aggiornato: 29/4/2010 8:34
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Le Carte degli Illuminati
Grazie Massimo per aver risposto alla domanda, certo e' che resta comunque inquietante il fatto perche' mi conferma ancora di piu' che viviamo in una sorta di Truman Show, credendo invece di essere liberi, vivere in democrazia, contare qualcosa con il nostro voto, ecc....... poveri noi!
Tra l'altro, anche dall'articolo di Pamio, sul Vulcano dal nome impronunciabile, vengono fuori altre domande su come la fabbrica del Terrore sia sempre all'opera e come certi poteri abbiano creato allarmismo dove non ve ne era, mettendo in ginocchio certi settori....
Vuoi vedere che alla fine del film esce fuori che il folle Davide Icke aveva ragione sui rettiliani di sangue reale?????????
Non mi stupirei afffatto, ormai non mi stupisco piu di nulla!
Buona giornata e buon lavoro

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Redazione
Inviato: 29/4/2010 8:51  Aggiornato: 29/4/2010 8:55
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Le Carte degli Illuminati
SENTIERO, MARV: Minchia ragazzi, mi avete fatto una domandina da niente …

Proverò a farci un articolo, perchè in due righe non posso certo rispondere.

In ogni caso, non ho informazioni specifiche, anche perchè è una materia che non ho ancora avuto il tempo di approfondire. Mi sembra però evidente che la tesi di un gruppo unico, ovvero del Grande Burattinaio, sia troppo semplicistica e riduttiva, ed è contraria alla natura umana, che vuole gli uomini in perenne conflitto fra di loro. Specialmente se sono ricchi e potenti. (Solo i poveri riescono ad andare d'accordo fra loro, perchè non hanno comunque nulla da perdere).

Già ad esempio la contrapposizione fra le famiglie Rotschild e Rockefeller, di cui abbiamo parlato anche con Griffin, ci indica che la questione debba essere leggermente più complicata di quanto si possa credere.

Personalmente, io ritengo che se un Grande Burattinaio esiste questo non sia nè una persona nè una famiglia, ma un’idea. Lo avevo anche scritto in un vecchio articolo: Esiste quindi un Grande Burattinaio, ma non è una persona fisica: è un’idea. L’idea del privilegio dei pochi a svantaggio dei molti, che va mantenuto attraverso il controllo esercitato sul sistema sociale tramite la corruzione, l’illusione della democrazia e il controllo dell’informazione.

Comperi i giudici, i politici e i mezzi di comunicazione, dopodichè agisci liberamente, sicuro dell’impunità, mentre puoi permetterti di raccontare alla gente tutte le bugie che ti vengono in mente.

E la cosa splendida è che sarà la gente stessa a difendere e coprire le tue bugie, alle quali avrà creduto ciecamente grazie all’immensa fiducia che nel frattempo hai saputo infondere in loro.

markoid
Inviato: 29/4/2010 9:23  Aggiornato: 29/4/2010 9:23
So tutto
Iscritto: 16/10/2009
Da:
Inviati: 5
 Re: Le Carte degli Illuminati
E' possibile che sia un modo per screditare chi cerca di far luce sulla questione.
Immagino un dibattito/intervista in cui si dice "Ah, si ...gli Illuminati...
quelli inventati per il gioco di carte ...qualcuno pensa che siano veri...".

temponauta
Inviato: 29/4/2010 10:01  Aggiornato: 29/4/2010 10:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 1/4/2010
Da:
Inviati: 2040
 Re: Le Carte degli Illuminati
Quello che colpisce di più non è tanto il tipo di attività manipolatorie che una elites occulta molto potente potrebbe organizzare ed attuare (se ne è sempre parlato in circoli ristretti), quanto la rappresentazione delle immagini sulle carte, molto simili a quelle diffuse negli eventi occorsi.
la cosa che forse non è nota è che queste immagini, insieme agli eventi, sono realmente disponibili in una sorta di contenitore della coscienza collettiva dell'uomo intuito da Jung.
In questo bacino si depositano tutte le paure dell'uomo e le catastrofi planetarie sono quelle meglio rappresentate.
Poichè il fattore tempo non è ordinativo in questo contenitore, le forme che si possono costituire sono in grado di descrivere, anche esattamente, fatti che nella dimensione terrestre ancora devono accadere.
Chi non teme la comunicazione o la esperienza "corporale" in astrale, sa bene che è molto facile andare ad attingere a questo contenitore collettivo e riportare indietro notizie di eventi.
Poichè il tempo non esiste in astrale, si può parlare di preveggenza ma non di previsione esatta del futuro.
Sono sicuro che Jackson sia il classico tizio un po' schizzato che cura la conoscenza non convenzionale, tra cui la comunicazione astrale.

P.S.
Il grande burattinaio esiste: non è terrestre, ma non è neanche un rettiliano mutaforma alla Icke.
E' principalmente un essere mentale.

Ashoka
Inviato: 29/4/2010 10:03  Aggiornato: 29/4/2010 10:03
Sono certo di non sapere
Iscritto: 11/7/2005
Da:
Inviati: 3660
 Re: Le Carte degli Illuminati
Calma e sangue freddo!

Illuminati nasce come gioco da tavolo agli inizi degli anni '80 ed è creato da Steve Jackson la quale è una casa editrice di giochi diciamo "satirico-umoristici". Ad esempio, tra gli altri giochi pubblicati, ce ne sono alcuni che prendono in giro i giocatori di ruolo (es. Munchkin), gli Hacker (Hacker) e così via.

L'idea per Illuminati nasce dai romanzi di Robert Wilson (tra l'altro molto belli)



solo che invece di adattare il gioco alla trama del romanzo decisero semplicemente di fare una ricerca sulle teorie della cospirazione ed usarle come ispirazione per il gioco. Le carte che hai linkato sono del gioco di carte collezionabile "Illuminati: New World Order" mentre io ho la versione boardgame (ma anche lì ci sono quelle carte con quelle illustrazioni).

aspro
Inviato: 29/4/2010 10:41  Aggiornato: 29/4/2010 10:41
So tutto
Iscritto: 13/4/2007
Da:
Inviati: 24
 Re: Le Carte degli Illuminati
Chissà, magari qualcuno della famiglia Rockefeller o Rothschild avrà visto il figlio che giocava a carte e gli sarà venuta l'idea...

schottolo
Inviato: 29/4/2010 10:42  Aggiornato: 29/4/2010 10:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 12/7/2007
Da:
Inviati: 772
 Re: Le Carte degli Illuminati
La carta delle torri pare che identifichi quale delle 2 sarebbe stata colpita per prima ed in quale punto
Dietro c'è un edificio con tanto di triangolino con l'occhio, sarà la Bankers Trust?

sitchinite
Inviato: 29/4/2010 10:47  Aggiornato: 29/4/2010 10:47
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/6/2007
Da: Roma - Pomezia
Inviati: 3270
 Re: Le Carte degli Illuminati
"Ciò che rende questo gioco interessante è la presenza di molte carte che descrivono con anticipo (“Illuminati Card Game” è del 1994) eventi di portata mondiale che sono poi realmente accaduti.

Fra questi spiccano soprattutto la distruzione del Pentagono e delle Torri Gemelle, la cui rappresentazione grafica sembra addirittura ricalcata da una fotografia del fatto reale, avvenuto nel 2001.

Altre sorprendenti “coincidenze“ sono, ad esempio, la pandemia con tanto di “quarantena", la “manipolazione dei mercati finanziari”, oppure “l’esplosione del vulcano”, che ci ricordano da vicino eventi accaduti di recente.

Ci sono poi immagini più generiche, come la “riduzione della popolazione“, …

… o la “riscrittura della storia“, che corrispondono sicuramente ai sogni più o meno nascosti degli Illuminati del “Nuovo Ordine Mondiale”."


e


Siamo quindi di fronte ad un curioso minestrone di progetti attribuiti al “Nuovo Ordine Mondiale” - alcuni specifici, altri generici, alcuni realizzati e altri no - che di certo non può essere spiegato con una semplice serie di coincidenze.

Fra le varie possibilità, la spiegazione più probabile è che il creatore del gioco, Steve Jackson, abbia ricevuto informazioni riservate da qualcuno che era a conoscenza diretta dei progetti che circolavano nell’ambito del “Nuovo Ordine Mondiale”.


A me invece sembra che ci si stia 'stupendo' forzatamente, di cose di cui non ci sia da stupirsi... son tutti 'incidenti' o 'attentati' TIPICI...
le twin towers erano un simbolo, non mi sembra così strano che più persone possano aver pernsato allo stesso obiettivo... attacchi aerei, epidemie, etc, son tutti eventi nell' immaginario e negli incubi collettivi da sempre... non dal 2001...

che dire dell' episodio tv di 'Lone Gunmen' in cui appunto si parla di un dirottamento contro le torri gemelle?

Di quarantena se ne parla in tanti film e serials... giusto per nominarne uno, The 4400, del 2004...

C' era una adventure testuale sul C=64 nella quale si impersonava un agente che doveva scovare lo scienziato pazzo prima che diffondesse un virus letale...

Batman Begins nel 2005 conteneva lo stesso concetto... una 'setta' (nwo?) che vuole diffondere una tossina per distruggere e poi ricreare...

a mio avviso son cose comunissime da pensare... e volerci vedere 'segnali' del NWO mi sembra quantomeno avventato se non paranoico.

medicineno
Inviato: 29/4/2010 11:11  Aggiornato: 29/4/2010 11:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/5/2006
Da: Milano
Inviati: 38
 Re: Le Carte degli Illuminati
I fatti si ripetono e quindi sono "prevedibili". L'universo viene creato (o si crea, ma non è questo l'oggetto della discussione), si evolve e alla fine si distrugge, come ogni cosa materiale ha un inizio, una continuazione e una fine.

Poi di nuovo viene creato, continua per un po' e infine termina e così avanti all'infinito. Più o meno secondo lo stesso modello, con minime varianti. E nello stesso universo ci sono ripetizioni di cicli simili.

Quindi succede che molte previsioni siano in realtà ricordi di incidenti simili passati.

Tutto questo è descritto con chiarezza nei Veda. Si possono trovare durate dei vari cicli con le varie scadenze e altro, fra cui eventi come il 2012 dei Maya.

Matrix viene reloaded, gli autori del film ci hanno visto giusto e le profezie sono in realtà ricordi o conoscenza del progetto degli universi.

Anche gli illuminati sono "vittime" del Truman show.

Tutto dipende secondo quale ordine di grandezza guardi.

Non visitare i miei siti per piacere, vah!
www.medicinenon.it
www.arnoldehret.it
www.loyaldoctor.org
[url=http://www.transurfing.it/]ww...
Paxtibi
Inviato: 29/4/2010 11:24  Aggiornato: 29/4/2010 11:24
Sono certo di non sapere
Iscritto: 3/4/2005
Da: Atene
Inviati: 8134
 Re: Le Carte degli Illuminati
Mi sembra però evidente che la tesi di un gruppo unico, ovvero del Grande Burattinaio, sia troppo semplicistica e riduttiva, ed è contraria alla natura umana, che vuole gli uomini in perenne conflitto fra di loro.

Un po' semplicistica e riduttiva, questa descrizione della natura umana.

(Solo i poveri riescono ad andare d'accordo fra loro, perchè non hanno comunque nulla da perdere).

Ho l'impressione che tu non abbia una conoscenza molto approfondita dei "poveri"...

alsecret7
Inviato: 29/4/2010 12:10  Aggiornato: 29/4/2010 12:10
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: Le Carte degli Illuminati
mi spiace dirlo ma gli illuminati esistono e da molto tempo questo gruppo e stato creato piu di un secolo fa e non oggi. e composto da potenti sia economici ,letterati, papi, capi di governo, ma anche da persone cosidette civili medici ingegneri ecc.ecc CHE PRATICANO ANCHE SATANISMO. quindi non e da adesso che esistono e decidono le sorti del mondo a loro piacimento purtroppo. a volte non sono tutti daccordo per fare certe cose ma nelle idee si, ma ci sono altri gruppi che contano molto ad esempio il gruppu bildberg dove si incontrano le piu alte cariche dello stato in segreto anche se oggi tanto segreto non lo e piu visto che si sa sempre dove si incontrano basta vedere i filmati di alex jones, ormai lo fanno talmente spudoratamente che se qualcuno sa non gli importa, ma tutto questo e inlegale molti politici del nostro paese partecipano come molti industriali nostrani . e alcuni giornalisti scielti corrotti di cui vengono aconosscienza di agende segrete quindi falsando poi l'informazione. non ce un burattino ma tanti.poi vi consiglio di vedere su youtube un telefilm americano che nel 2001doveva andare in onda i primi di marzo di quel anno ma e stato bloccato propio qualche mese prima che sucedesse l'11 settebre e la prima puntata trattava propio di due aerei che dovevano andare a sbattere contro le torri il tefilm siintitola the (THE LOONE GUNMEN) IO LO TROVATO MOLTO INTERESSANTE E MOLTO IDENTICO ALLA REALTA E DEI GOVERNI CHE COSPIRANO GUADATELO E MOLTO INTERESSANTE il creatore poi di questo telefilm mai andato in onda in italia e nel mondo e stato creato da (CRIS CARTER) CREATORE DI X FILES.

Davide71
Inviato: 29/4/2010 12:38  Aggiornato: 29/4/2010 12:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Le Carte degli Illuminati
Ciao a tutti:

in effetti l'argomento è arci complesso.
La preveggenza, anche se si scontra con tutta la struttura della nostra razionalità meccanicista, è un fatto innegabile, se solo uno ha il coraggio di ammetterlo. La nostra mente è affetta da una "malattia" che si chiama "meccanicismo": consiste nel credere che tutto quello che si verifica nel futuro abbia la sua causa ESCLUSIVAMENTE nel passato. Questo semplicemente non è vero.
Lo sviluppo di una forma di vita avviene sulla base di un programma ben definito, su cui intervengono molti fattori esterni, ma bisogna essere stati sottoposti ad un ben preciso lavaggio del cervello per pensare che, dall'ovocita in poi, lo sviluppo del feto non sia legato ad un "programma".
Inoltre vi sono fenomeni ciclici, ed è per questo che gli antichi osservavano con grande interesse i pianeti. Anche la conoscenza dei cicli permette ad un esperto di "prevedere" il futuro.
Dopo di ché ci sono gli "insider trader", cioé quelli che sanno le cose perché informati preventivamente. Non si può scartare a priori tale possibilità.

Il Mondo Occidentale prigioniero di un'idea? D'accordissimo! E posso anche farne il nome: COMUNISMO!
Noi siamo prigionieri dell'idea che il mondo perfetto è quello in cui tutti gli uomini saranno uguali, senza nulla che ci distingua (nè sesso, nè razza, nè lingua, nè religione, nè opinioni politiche, nè condizioni personali e sociali, parafrasando l'art.2 della Costituzione); qualcuno sogna addirittura un mondo in cui gli animali abbiano gli stessi diritti degli uomini!
Siamo prigionieri dell'idea per la quale non debbano esserci più Stati, più imprese in concorrenza, più ideologie che si scontrano, abbacinati dal miraggio di un mondo che, in questo modo, sia privo di violenza.
La "civiltà occidentale" è il nulla di Never Ending Story, i Borg di Star Trek e, per chi non li conosce, una macchina il cui unico scopo è quello di distruggere ogni cultura diversa dalla propria. Questo é il NWO, ed è il puro e semplice frutto del materialismo portato alle estreme conseguenze.
Ma per spiegare tutto ciò altro che un articolo...

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Floh
Inviato: 29/4/2010 13:16  Aggiornato: 29/4/2010 13:16
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: Le Carte degli Illuminati
@ Massimo

Non riesco a capire per quali fatti si possa ipotizzare l'esistenza di "archetipi, che esisterebbero fuori della nostra dimensione spazio-temporale, i quali vengono ad assumere le forme specifiche degli eventi che poi accadono nel nostro tempo".
Nel senso che, anche se hai specificato "che stiamo entrando in un territorio assolutamente ipotetico" la supposizione dovrà pure essere stata messa in moto da qualcosa di più che la coincidenza tra le carte del gioco e gli avvenimenti o le profezie di Nostradamus che sono così vaghe da poter calzare su qualsiasi cosa...

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
Redazione
Inviato: 29/4/2010 13:22  Aggiornato: 29/4/2010 13:23
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Le Carte degli Illuminati
DAVIDE: "Noi siamo prigionieri dell'idea che il mondo perfetto è quello in cui tutti gli uomini saranno uguali, senza nulla che ci distingua (nè sesso, nè razza, nè lingua, nè religione, nè opinioni politiche, nè condizioni personali e sociali, parafrasando l'art.2 della Costituzione); qualcuno sogna addirittura un mondo in cui gli animali abbiano gli stessi diritti degli uomini!"

Mi pare che tu faccia confusione fra "uguali diritti" e "uguali caratteristiche", ovvero fra "diversità" e "differenza".

Nessuno - a quel che mi risulta - vuole un mondo dove tutti abbiano le stesse opinioni, o la stessa religione. Ci sono invece molte persone che vorrebbero un mondo in cui le diverse opinioni, o le diverse religioni, abbiano tutte lo stesso diritto di esistere.

E così per le persone con la pelle diversa. Nessuno vuole "tutti grigi" di colore, molti vorrebbero vedere gli stessi diritti ai bianchi come ai negri.

In altre parole, molti vorrebbero il rispetto delle differenze nella parità dell'uguaglianza.

Redazione
Inviato: 29/4/2010 13:26  Aggiornato: 29/4/2010 13:26
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Le Carte degli Illuminati
FLOH: "Non riesco a capire per quali fatti si possa ipotizzare l'esistenza di archetipi,..."

Non è una ipotesi avanzata da me. Lo ha fatto Platone, lo ha fatto Jung, e lo fa buona parte della filosofia orientale.

Io ho solo "copiato" l'idea...

Redazione
Inviato: 29/4/2010 13:30  Aggiornato: 29/4/2010 13:32
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Le Carte degli Illuminati
PAXTIBI: Citazione:
[mazzucco:] Solo i poveri riescono ad andare d'accordo fra loro, perchè non hanno comunque nulla da perdere.

[paxtibi:]Ho l'impressione che tu non abbia una conoscenza molto approfondita dei "poveri"...
Diciamo finchè qualcuno non li mette l'uno contro l'altro a disputarsi un pezzo di pane. Va meglio detta così?

medicineno
Inviato: 29/4/2010 13:31  Aggiornato: 29/4/2010 13:54
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/5/2006
Da: Milano
Inviati: 38
 Re: Le Carte degli Illuminati
davide71: Citazione:
Il Mondo Occidentale prigioniero di un'idea? D'accordissimo! E posso anche farne il nome: COMUNISMO!
Hai ragione, ma la cosa è peggiore del comunismo.
Leggi qui:
http://www.medicinenon.it/modules.php?name=Content&pa=showpage&pid=63

Tieni presente che i contenuti risalgono al marzo 1969.

Non visitare i miei siti per piacere, vah!
www.medicinenon.it
www.arnoldehret.it
www.loyaldoctor.org
[url=http://www.transurfing.it/]ww...
Redazione
Inviato: 29/4/2010 13:36  Aggiornato: 29/4/2010 13:36
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Le Carte degli Illuminati
MEDICINENO: E' sempre meglio mettere a chi ti rivolgi, nei post. Altrimenti chi legge deve andarsi a cercare la persona che per ultima si è rivolta a te.

Grazie.

medicineno
Inviato: 29/4/2010 13:55  Aggiornato: 29/4/2010 13:55
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/5/2006
Da: Milano
Inviati: 38
 Re: Le Carte degli Illuminati
Fatto. Pensavo che cliccando replay dallo specifico post facesse qualche tipo di riferimento o citasse automaticamente il post, ma non è così.

Non visitare i miei siti per piacere, vah!
www.medicinenon.it
www.arnoldehret.it
www.loyaldoctor.org
[url=http://www.transurfing.it/]ww...
Davide71
Inviato: 29/4/2010 14:20  Aggiornato: 29/4/2010 14:20
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Le Carte degli Illuminati
Ciao MASSIMO:

Citazione:
Mi pare che tu faccia confusione fra "uguali diritti" e "uguali caratteristiche", ovvero fra "diversità" e "differenza". Nessuno - a quel che mi risulta - vuole un mondo dove tutti abbiano le stesse opinioni, o la stessa religione. Ci sono invece molte persone che vorrebbero un mondo in cui le diverse opinioni, o le diverse religioni, abbiano tutte lo stesso diritto di esistere. E così per le persone con la pelle diversa. Nessuno vuole "tutti grigi" di colore, molti vorrebbero vedere gli stessi diritti ai bianchi come ai negri. In altre parole, molti vorrebbero il rispetto delle differenze nella parità dell'uguaglianza.


da incorniciare. Mi piacerebbe pensare che sia così, ma purtroppo vedo continuamente segnali che vanno proprio nella direzione che ho citato in precedenza. A cominciare dal monopolio della cultura e dell'informazione per esempio, oltre che del sistema finanziario. Ricorda che chi ha in mano il potere tenderà sempre a favorire le proprie istanze culturali rispetto a quelle altrui. E se il monopolio è mondiale i conti sono presto fatti.
Resta solo da sperare che i monopolisti abbiano le tue stessi idee...

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Sertes
Inviato: 29/4/2010 14:26  Aggiornato: 29/4/2010 14:27
Sono certo di non sapere
Iscritto: 19/6/2006
Da: Bologna
Inviati: 9236
 Re: Le Carte degli Illuminati
Rispetto alle carte che mostrano eventi passati son più interessanti quelle di attualità:



International Weather Organization: All Places you control, you get a +6 to defend against any Disaster ... but any Disaster you visit upon a rival, except in Space, has a +4 Power.




Weather Satellite: Real weather satellites don't just report the weather, they change it. You may increase by 10, or decrease by 4, the power of any Hurricane, Rain ... or Tornado. You may increase by 4, or decrease by 2, the power of any other Attack to Destroy ...




Earthquake Projector: This device can act once per turn. It can increase the Power of any attack or destroy a Place, or of any Disaster, by 2.

Quando dici le cose come stanno, stai sulle palle a tanta gente
alsecret7
Inviato: 29/4/2010 15:19  Aggiornato: 29/4/2010 15:19
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: Le Carte degli Illuminati
CIAO MASSIMO mi piacerebbe che tu una volta settima facessi in streeming un riepilogo delle puntate sul tema che si e discusso in settimana come accade qui in italia con marco travaglio, che ogni lunedi su molti siti compreso il suo fa riassunto di quello che e successo in settimana in italia e io credo che sarebbe molto bello e importante che anche tu lo facessi per quello che succede nel mondo e in america. dove tutti possono vederti e ascoltarti. sempre che il ai tempo per realizzarlo mi piacerebbe molto ma penso a tutti quelli che ti seguono. ciao.

audisio
Inviato: 29/4/2010 15:29  Aggiornato: 29/4/2010 15:30
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Le Carte degli Illuminati
Peonia, il buon Icke non è per nulla un cazzaro e ha portato alla luce
cose decisamente inquietanti che poi, navigando nel mare magnum
delle cospirazioni, ti capita di vedere confermate o perlomeno avvalorate.
Elenco i primi che mi vengono in mente:
perchè, in una quantità impressionante, gli stemmi araldici riportano
figure tipo serpente o drago, nonostante le famiglie nobili fossero tutte
legate alla Chiesa e nonostante quelli fossero da sempre i simboli del
Male?
Come mai i capi del KKK, difensori dell'Ordine Bianco e Occidentale, si
fanno chiamare Gran Dragone?
Perchè si dice che i nobili hanno "sangue blu" e perchè tendono a
sposarsi tra di loro?
Perchè Lady Diana disse a più riprese che i Windsor erano dei "rettili" o
dei "serpenti"?
Li chiamò anche "vampiri", per essere più precisi.
Poteva dire "bastardi", "senza cuore", addirittura "assassini"...
C'è un legame tra il cosiddetto "sangue blu" e il gruppo
sanguigno "particolare" di cui parla Malanga?
E via dicendo...

P.S.: sono comunque d'accordo con Mazzucco, ci sono anche altre
fazioni in lotta che si oppongono agli Illuminati o costituiscono una
fronda all'interno di questi.
Che siano questi i depositari del Sang Real, ossia i portatori della linea di
sangue Melkisedek/Enki-Elia-Cristo?

In sostanza, gli Annunaki "buoni"?

rekit
Inviato: 29/4/2010 16:02  Aggiornato: 29/4/2010 16:02
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/9/2006
Da:
Inviati: 1151
 Re: Le Carte degli Illuminati
cit:
ci sono anche altre
fazioni in lotta che si oppongono agli Illuminati o costituiscono una
fronda all'interno di questi.
Che siano questi i depositari del Sang Real, ossia i portatori della linea di
sangue Melkisedek/Enki-Elia-Cristo?

In sostanza, gli Annunaki "buoni"?

............................

no no! quelli si chiamani Finiani...

Lezik85
Inviato: 29/4/2010 16:09  Aggiornato: 29/4/2010 16:09
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 11/4/2009
Da: Freedonia
Inviati: 1463
 Re: Le Carte degli Illuminati
Citazione:
Già ad esempio la contrapposizione fra le famiglie Rotschild e Rockefeller, di cui abbiamo parlato anche con Griffin, ci indica che la questione debba essere leggermente più complicata di quanto si possa credere.


Sono in buona compagnia comunque: Warburg, Rhodes, Morgan e Carnegie.
Il conflitto d'intenti fra questi banditi, poi, è l'unica cosa che si frappone tra noi e la forca.

audisio
Inviato: 29/4/2010 16:15  Aggiornato: 29/4/2010 16:15
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Le Carte degli Illuminati
Citazione
no no! quelli si chiamani Finiani...
-----------------------------------------
HI HI HI HI HI
Ecco, diciamo che in questa bagarre tra potenti di questo e altri mondi, noi recitiamo un pò la parte del PD.
Stamo a guardà...
E ogni tanto tifiamo per i buoni contro i cattivi, sperando che i buoni ci facciano sopravvivere ancora un pò...

NiHiLaNtH
Inviato: 29/4/2010 18:29  Aggiornato: 29/4/2010 18:29
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Le Carte degli Illuminati
Steve Jackson potrebbe aver imparato queste cose dopo essersi messo in contatto con qualche entità per ricevere aiuto su come diventare ricco

Redazione
Inviato: 29/4/2010 19:36  Aggiornato: 29/4/2010 19:40
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Le Carte degli Illuminati
DAVIDE: Allora non ci eravamo capiti. Se tu parli delle elites globali, quelle certamente vogliono l'appiattimento culturale.

Forse mi aveva confuso il fatto che tu lo avessi chiamato "comunismo": Citazione:
Il Mondo Occidentale prigioniero di un'idea? D'accordissimo! E posso anche farne il nome: COMUNISMO! Noi siamo prigionieri dell'idea che il mondo perfetto è quello in cui tutti gli uomini saranno uguali, senza nulla che ci distingua...
Ma le elites globali non vogliono affatto il comunismo, inteso come dottrina sociale. Vogliono solo la schiavitù dei lavoratori, senza dover cedere nè il controllo della produzione nè l'accesso ai beni di consumo.

(In realtà controllano già tutto, controllando la produzione della moneta).

Redazione
Inviato: 29/4/2010 19:42  Aggiornato: 29/4/2010 19:42
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Le Carte degli Illuminati
ALSECRET: "CIAO MASSIMO mi piacerebbe che tu una volta settima facessi in streeming un riepilogo delle puntate sul tema che si e discusso in settimana..."

Ti confesso che ci ho pensato più di una volta. Non sono però sicuro di avere cose così interessanti da dire, in forma di riepilogo. Forse potrei cominciare facendolo una volta al mese...

alsecret7
Inviato: 29/4/2010 20:02  Aggiornato: 29/4/2010 20:02
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: Le Carte degli Illuminati
secondo me invece massimo di cose interessanti da dire ce nesono tante anzi tantissime, e tu ne ai tante di cose da dire, il sito che ai costruito ne e la dimostrazione, e la gente interessata ce ne tanta come vedi. se non e possibile ogni settimana vabenissimo per iziare anche una volta al mese e credimi che sarebbe gia importante. poi comincerai ad avere gusto e arriverai anche un volta settimana intanto accontentiamoci di una volta al mese che gia importante. credimi la gente a bisogno di sapere cose che l'informazione ufficiale non dice perche venduta, e corrotta, dove annebbia la testa delle persone solo con nani e ballerine. la gente a bisogno di un risveglio spero che la cosa tu possa realizarla anche per tutti noi che ti seguimo con grande attenzione ciao e grazie.

alarma
Inviato: 29/4/2010 20:04  Aggiornato: 29/4/2010 20:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/2/2010
Da:
Inviati: 50
 Re: Le Carte degli Illuminati
Ciao a tutti,
nel mio sito ho parlato molte volte di questo tema,
riguardo all'undici settembre i film,cartoni animati,fumetti...che "ANNUNCIANO",
con una sorta di divertito "coup d'oeuil" (é il caso di dirlo...),
i fatti di quel giorno,si sprecano...vedi...
http://www.marcovuyet.com/ALARMA%20LE%20DUE%20TORRI.htm

Massimo ha parlato innumerevoli volte della massoneria...
Io mi rendo conto che possa sembrare RIDICOLO,INFANTILE,SEMPLICISTICO,SCIOCCO...
ma quando si cerca di comprendere quale sia il "motore" che spinge,
convince,influenza certe persone verso l'obiettivo del tanto chiaccherato
NUOVO ORDINE MONDIALE
io non capisco perché non si voglia vedere la realtà delle cose...
ma non li VEDIAMO davvero i GESTI ? i simboli ?

http://www.marcovuyet.com/ALARMA%20SEGNO%20CORNUTO.htm
mi spiego...
In cosa crede la MASSONERIA ai più alti vertici ?
Mazzucco lo sà certamente.Ne ha parlato anche.
LA MASSONERIA CREDE IN LUCIFERO.Dalla Blavatsky al Pike...
Vogliamo far FINTA di pensare che stiano giocando?
Vogliamo NON CREDERE a quelle storie di "angeli caduti" ?
Noi siamo liberi.Ma la MASSONERIA crede a questo.
Del NUOVO ORDINE MONDIALE hanno parlato personaggi come Wojtyla,
Hitler,Bush padre e figlio,Blair,Rockfeller,Brown,Sarkozy,Ratzinger...e si potrebbe continuare con UNA LISTA INFINITA.
Io vorrei fare notare una cosa...le PAROLE.
NUOVO - ORDINE - MONDIALE
Perché un nuovo ordine ? ancora una volta...BIBBIA.
Invito I LETTORI di luogocomune ad aprirla...
capitolo 9 GENESI... IL NUOVO ORDINE DEL MONDO
Il nuovo ordine del mondo é definito il momento dopo il
DILUVIO UNIVERSALE.La BIBBIA,che molti snobbano(e sono liberi di farlo)parla di creature "cadute" ,di incroci...e di un mondo diventato
terribilmente malvagio e corrotto dove regnavano dei "GIGANTI".
Questo mondo corrotto é spazzato via da Dio (per chi crede)...
la famosa storia dell'arca(favole...per chi NON crede).
La NUOVA ALLEANZA é definita NUOVO ORDINE.

Ora...mi sembra piuttosto semplice...se il periodo nel quale viviamo
é definito NUOVO ORDINE...il ribaltamento di questo ordine con un
NUOVO ORDINE MONDIALE é il ritorno dell'ordine pre-diluviano.
Folle? non molto.La massoneria CREDE nei "caduti" (oggi forse li chiamano
su internet..."maestri ascesi"),crede in quella "conoscenza" portata agli uomini.E il testo biblico DESCRIVE con una chiarezza incredibile il
regno (breve) del NUOVO ORDINE MONDIALE,spiega che arriverà un MARCHIO senza il quale non si potrà comprare o vendere,spiega che gli
uomini si OSTINERANNO,racconta l'ascesa e il DOMINIO delle due bestie.
Possiamo farci ogni sorta di giro di testa ma é chiaro come il sole che il
NUOVO ORDINE MONDIALE é il regno ultimo di quello che i testi chiamano
"anticristo" , un governo mondiale,una religione mondiale,una moneta mondiale.La PACE E SICUREZZA massonica,l'ideale utopistico della pace
ad ogni costo,sotto l'influenza ed il credo Luciferino,finalmente rivelato.
Non lo dico io...lo dicono LORO.
E ancora una volta...le parole..." e quando DIRANNO PACE E SICUREZZA
d'improvviso li colpirà la rovina,come le doglie una donna incinta,ma voi non
camminate nelle tenebre".
Il nuovo ordine mondiale non é fantasia.Si realizzerà.E avrà una corta durata.
I "new ager" lo chiamano "ERA DELL'ACQUARIO" e ne parlano persino
i "CARI FRATELLI EXTRATERRESTRI"...come Ashtar Sheran e compagnia bella...i "fratelli dello spazio" che vogliono..un nuovo ordine mondiale.
Ancora una volta...la BIBBIA lo dice con chiarezza ASSOLUTA.
ALLA FINE ARRIVERA' UNA POTENZA D'INGANNO.
L'ultima...la più grande delle menzogne.

Floh
Inviato: 29/4/2010 20:07  Aggiornato: 29/4/2010 20:07
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: Le Carte degli Illuminati
Appoggio la richiesta, sarebbe utile

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
Floh
Inviato: 29/4/2010 20:17  Aggiornato: 29/4/2010 20:17
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: Le Carte degli Illuminati
@ alarma

Se non sbaglio però i massoni non credo nel Lucifero che conosce la gente comune ma bensì nel vero "essere" buono che Dio, in realtà malvagio, ha cercato di far passare per cattivo.
Correggimi se sbaglio.

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
alarma
Inviato: 29/4/2010 20:37  Aggiornato: 29/4/2010 20:37
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/2/2010
Da:
Inviati: 50
 Re: Le Carte degli Illuminati
Beh,certo...
Questo é infatti certamente il loro pensiero...
Lucifero sarebbe il "vero dio" che voleva portare la conoscenza agli uomini...
Si tratta solo di comprendere dove sia il vero...
Ma il loro credo,espresso dai più alti iniziati,parla anche di
"satana,forza attiva dell'universo,unico dio"
o di "superare ogni tabù,superare la soglia del male per esprimere la
vera libertà ultima..."
Nel primo rito di iniziazione massonica si deve calpestare una croce e
rinnegare ad ogni "credo" per potersi aprire ai "misteri" e alla vera "conoscenza",gnosi.
E' proprio questo il meccanismo...la voglia di SAPERE,di CONOSCERE,
la sete di potere(perché poi di questo si tratta...).
Io credo di Dio e nelle parole di Gesù Cristo (e ci credo anche perché si sono rivelate ESATTE...)
Tu cosa dici?
riti di iniziazione,simboli,segreti,misteri,sacrifici,una costante presenza dietro
tutte le più grandi carneficine e guerre delle storia e dietro i più terrificanti personaggi che abbiano calpestato la terra...
da Lenin a Hitler,da Vlad Tepes a Napoleone...stessi simboli SEMPRE,
stessi gesti...MASSONERIA...MASSONERIE...dalla notte dei tempi
a costruire e operare per L'ORDO AB CHAO, creare il CAOS per poi
fornire ogni meravigliosa "soluzione" al problema.
ORDO AB CHAO,ordine dopo il CAOS.
si tratta di un gruppo di boy scout simpatici ?
il buon lucifero li sta portando in un nuovo ordine di pace e meraviglia?
Io ho il mio pensiero,che é anche il risultato" di tanta ricerca e osservazione.Forse sbaglio...ma no...non vedo nulla di BUONO nel loro "dio",
non vedo nulla di buono nella loro piramide di potere e nei loro ideali.Nulla.
Preferisco mille volte le parole di un nazareno che non si incapucciava e parlava senza misteri.

Floh
Inviato: 29/4/2010 20:53  Aggiornato: 29/4/2010 20:53
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: Le Carte degli Illuminati
@ alarma

o credo di Dio e nelle parole di Gesù Cristo (e ci credo anche perché si sono rivelate ESATTE...) Tu cosa dici?

Mah, personalmente sono agnostico poichè putroppo non sono nella posizione per dire se sti Massoni sfruttano una seplice leggenda per incuriosire gli adepti oppure se la cosa sia vera...

In che senso si sono rivelate esatte?

"satana,forza attiva dell'universo,unico dio" o di "superare ogni tabù,superare la soglia del male per esprimere la vera libertà ultima..."
[...]
non vedo nulla di buono nella loro piramide di potere e nei loro ideali.


Quello che fanno in questo momento certamente non è nulla di buono, devo ammettere che se però il loro credo fosse vero, il tutto sarebbe più che affascinante.

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
alarma
Inviato: 29/4/2010 21:07  Aggiornato: 29/4/2010 21:07
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/2/2010
Da:
Inviati: 50
 Re: Le Carte degli Illuminati
carissimo Floh,
dico "si sono rivelate esatte" perché la profezia di "Apocalisse"
(come certamente saprai questa parola significa "Rivelazione",
ed é la RIVELAZIONE che Gesù Cristo dona a Giovanni,prigioniero in esilio sull'isola di Patmos) (favole per chi non crede...),
in questa rivelazione vengono narrati i "tempi ultimi" ,
ecco,io ritengo che questo testo sia impressionante perché DESCRIVE
con una incredibile precisione proprio i tempi che si sono e si stanno vivendo,
e lo fa 2000 anni fa.
Per me non sei "agnostico",sei un uomo,come me.
E ti invito alla lettura di quel testo,nei capitoli 13,14 troverai appunto l'ascesa
delle "bestie"...il marchio per "comprare e vendere"...
Forse però ci stiamo allontanando tanto dall'idea di base dell'articolo
di Massimo non ce ne voglia per queste dissertazioni

Calvero
Inviato: 29/4/2010 21:09  Aggiornato: 29/4/2010 21:09
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Le Carte degli Illuminati
Le fazioni ci sono e alla grande anche. E questo sarà il punto debole della macchinazione. La spartizione della torta dapprima era gestibile dall'elite.. e i compartimenti stagni (dal vertice alla base della piramide) funzionavano perfettamente.

Ora i compartimenti stagni stanno cedendo, e il risveglio spirituale apre nuove prospettive.

Icke, che studio (non leggo e quindi anche lo critico) da 11 anni (coordinate comprese, sia filosofiche che pseudo scientifiche) ha messo in luce come in primis, a 360 gradi, sarà proprio la loro forza, la loro debolezza.

Ora il cane sta entrando in un giro vorticoso in cui si morde la coda. E a questa velocità, le distrazioni aumentano. Il problema, come sostengo a spada tratta, sono ormai soltanto "i vicini di casa".

SE il piano degli illuminati che mira a far cedere le nostre menti, ha bisogno di questo nutrimento ..è inevitabile che la loro forza maggiore saranno i Kapò della nostra struttura sociale.

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
peonia
Inviato: 29/4/2010 21:10  Aggiornato: 29/4/2010 21:10
Sono certo di non sapere
Iscritto: 26/3/2008
Da: Roma
Inviati: 6677
 Re: Le Carte degli Illuminati
ALARMA
Come puoi notare dagli interventi, molti qui sono scettici, pragmatici, razionali ed e' molto difficile, se non impossibile, che riescano a prendere nemmeno in considerazione certi eventi, scritti, fatti, tradizioni, filosofie "eosteriche".
Infatti, mentre chi ha il Potere in quelle cose ci sguazza, chi ne sorride...subisce senza speranza..


AUDISIO
il mio "folle" usato per David Icke era ironico....condivido quanto hai detto

...Non temete nuotare contro il torrente. E' di un'anima sordida pensare come il volgo, solo perche' il volgo e' in maggioranza... (Giordano Bruno)
Calvero
Inviato: 29/4/2010 23:17  Aggiornato: 29/4/2010 23:18
Sono certo di non sapere
Iscritto: 4/6/2007
Da: Fleed / Umon
Inviati: 13165
 Re: Le Carte degli Illuminati
Massimo ha scritto:

Citazione:
In realtà, a ben guardare, le carte degli Illuminati non rappresentano nulla di stupefacente,..


..concordo, ma gli UNO+UNO si moltiplicano sempre più..

carina quella del passaporto di Mr. Anderson in Matrix (detto anche NEO) che scade in data 11 Settembre 2001

... non era anche la data in cui è stata posata la prima pietra del Pentagono?

... mi ricordo poi quel piccolo attacco: un altro colpo di stato di un certo Pinochet (qualcuno ha detto dei Bush alle sue spalle? ) in cui la Moneda venne bombardata.. nel 1973, ah dimenticavo! l'11 settembre

mannaggia ste coincidenze

Misti mi morr Z - 283 - Una volta creato il manicomio, la ragione l'ha sempre il direttore; che l'abbia o meno
fefochip
Inviato: 30/4/2010 1:36  Aggiornato: 30/4/2010 10:17
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/11/2005
Da: roma
Inviati: 7005
 Re: Le Carte degli Illuminati
Citazione:
carina quella del passaporto di Mr. Anderson in Matrix (detto anche NEO) che scade in data 11 Settembre 2001

a me è sfuggito.....
a che min di quale dei 3?

edit
trovato è il primo film quando interrogano neo verso il min 17:35 (a seconda del filmato)

più che "scoprirla" la verità si "capisce", inutile quindi insistere piu di tanto
marius
Inviato: 30/4/2010 3:03  Aggiornato: 30/4/2010 3:03
Ho qualche dubbio
Iscritto: 22/2/2007
Da:
Inviati: 36
 Re: Le Carte degli Illuminati
citazione - Solo i poveri riescono ad andare d'accordo fra loro, perchè non hanno comunque nulla da perdere -

I poveri vanno daccordo perché non si frequentano , quando si incrociano fanno finta di non conoscersi per non farsi vedere con altri poveri.


NiHiLaNtH
Inviato: 30/4/2010 9:39  Aggiornato: 30/4/2010 9:48
Sono certo di non sapere
Iscritto: 5/12/2005
Da:
Inviati: 3225
 Re: Le Carte degli Illuminati
Citazione:
Infatti, mentre chi ha il Potere in quelle cose ci sguazza, chi ne sorride...subisce senza speranza..


infatti questi vengono giustamente definiti "sacchi di carne"
( interesante che tale espressione sia stata utilizata anche dalla piattola in MIB ) o come dice il principe Guglielmo Giovannelli Marconi
"barattolini vuoti"

Citazione:
LA MASSONERIA CREDE IN LUCIFERO.Dalla Blavatsky al Pike...


mica solo quello, di entità pagane-demoniache ne esistono anche altre
sicuramente i Rockefeller preferiscono Prometeo (Lucifero-Ra ) visto che gli hanno dedicato pure una statua

Redazione
Inviato: 30/4/2010 10:23  Aggiornato: 30/4/2010 10:35
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Le Carte degli Illuminati
ALARMA: "In cosa crede la MASSONERIA ai più alti vertici ? Mazzucco lo sà certamente.Ne ha parlato anche."

Ohibò! E dove?

Io so, in termini generici, quale sia la tradizione esoterica, di cui la massoneria oriìginale dovrebbe essere portatrice. Ma cosa sia la massoneria oggi, quante siano (mica esistono solo le operazioni di terrorismo, come false flag), chi vi appartenga e chi no, chi vi sia ai loro vertici, e in cosa credano costoro, sono informazioni di cui assolutamente non dispongo.

Come ho detto, è un argomento che non ho ancora avuto il tempo di approfondire, e non è detto che facendolo arriverei per forza a capirci qualcosa.

Se queste società "segrete" sono così segrete che un mazzucco qualunque arriva ad identificarle, direi che andiamo malino.

audisio
Inviato: 30/4/2010 11:34  Aggiornato: 30/4/2010 11:35
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Le Carte degli Illuminati
Un pò di contributi alla discussione.
Il famoso "megacontenitore" di informazioni cui attingerebbero i
veggenti è un classico dell'esoterismo e ha un nome preciso: AKASHA.
E' di matrice teosofica e riprende un elemento chiave dell'induismo per il
quale AKASHA è l'elemento che tutto pervade.
Secondo i teosofi, dunque, questo elemento onnipresente verrebbe
impresso dalla "memoria" di tutto ciò che è avvenuto nel passato,
avviene nel presente e avverrà nel futuro.
Infatti, il tempo non esiste, è una convenzione umana.
Anzi, se per questo, anche lo spazio (vedi la teoria dei MM o la teoria
dell'universo olografico - quantistica).
Quanto agli archetipi, consiglio non solo Jung ma anche un nostro
studioso, Pincherle, che delinea un numero preciso di stati e azioni
rappresentati proprio dagli archetipi e che coincide con le carte dei
tarocchi, ma anche con i cromosomi (secondo Malanga, c'è un archetipo
in più che balla ma rappresenterebbe l'archetipo supremo, il TUTTO),
con le lettere dell'alfabeto originale ecc. ecc.
Tra l'altro, il 22+1 è anche il numero della Fortuna (ossia, la Creazione),
ha innumerevoli significati in tutte le religioni, nella Kabbalah ecc. ecc.
Io penso che come i Tarocchi rappresentano gli Archetipi della
Creazione, così le carte degli Illuminati intendano rappresentare gli
Archetipi della Distruzione.
Per dire, la carta delle Torri potrebbe indicare l'Archetipo dell'Implosione,
quella del Vulcano l'Archetipo dell'Esplosione, quella del virus l'Archetipo
del Contagio e così via...

Davide71
Inviato: 30/4/2010 11:35  Aggiornato: 30/4/2010 11:35
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Le Carte degli Illuminati
Ciao a tutti:

Citazione:
Ma le elites globali non vogliono affatto il comunismo, inteso come dottrina sociale. Vogliono solo la schiavitù dei lavoratori, senza dover cedere nè il controllo della produzione nè l'accesso ai beni di consumo.


Il comunismo sancisce che il lavoratore APPARTIENE allo Stato, in quanto privo di proprietà privata (corpo incluso), per cui la schiavitù è uno dei cardini del comunismo. Le elites globali vogliono certamente il controllo di tutto ciò che permette di ridurre in schiavitù la popolazione, ma esse sono ben contente di renderle felici a furia di sesso gratis, Playstation e la disponibilità ad libitum di qualunque bene (cosa peraltro impossibile) e servizio. L'importante è che non si ribellino!
Non credo di avere mancato più di tanto il bersaglio utilizzando la parola "comunismo". Tutto di proprietà dello Stato, e lo Stato in mano a "loro". Un po' come "tutti gli animali sono uguali" e "qualcuno (i maiali) è più uguale degli altri" di orwelliana memoria.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
audisio
Inviato: 30/4/2010 11:43  Aggiornato: 30/4/2010 11:44
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Le Carte degli Illuminati
Alarma, stai a fà un pò di confusione.
Vlad Tepes l'impalatore era un principe cristiano, uccideva i Turchi
infilandogli un palo nello sfintere baciando nel contempo la croce che
portava al collo.
Un pò quello che poi hanno fatto i cristiano-maroniti a Sabra e Chatila o i
selvaggi ustascia croati benedetti dall'Arcivescovo Stepinac che Wojtila
ha fatto beato.
I cattolici Ustascia prima venivano benedetti dal frate francescano di
turno e due minuti dopo andavano a sventrare donne e bambini,
coperti in pieno dalla Chiesa Cattolica.
La Massoneria fa schifo, ma la Chiesa cattolica è molto peggio.
E bisognerà parlare, prima o poi, di Papa Wojtila, questo vergognoso
sponsor e protettore di massacratori...

audisio
Inviato: 30/4/2010 11:50  Aggiornato: 30/4/2010 11:51
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Le Carte degli Illuminati
Citazione da davide71
...la schiavitù è uno dei cardini del comunismo
------------------------------------------
AH AH AH
Dopo questa le ho sentite tutte!
Quindi non è il capitalismo a opprimere l'umanità, non sono le elites
occulte che tutto sono men che comuniste, non è il sionismo, non sono
le banche e le corporations, non sono le religioni che sognano individui
afflitti dalla paura che passano la vita a baciare il cordone di zì prete.
Noooooooooooooooooooooooo!
E' il comunismo l'ideologia segreta dei cavalieri del Ku Klux Klan.
Davide, ma fammi il piacere...

Davide71
Inviato: 30/4/2010 12:22  Aggiornato: 30/4/2010 12:22
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Le Carte degli Illuminati
Ciao Audisio:

non confondere schiavitù ed oppressione. Schiavitù è quando il tuo stesso corpo non ti appartiene. Nell'ideologia comunista appartiene allo Stato.
Che può ordinarti, per esempio, di bere solo 1/4 di bicchiere di vino al giorno (se guidi), non fumare marijuana, sopportare l'accanimento terapeutico etc. etc. etc.
Il capitalismo (escludendo il colonialismo, che era schiavista) non era schiavista. Semplicemente ti metteva la scelta fra "mangiare la (loro) minestra o saltare dalla finestra".
Un liberale non avrebbe mai potuto giustificare una legge che imponga, che so io, l'uso del casco. Oggi questo tipo di leggi è considerato perfettamente normale.

Il fatto che il capitalismo e il cristianesimo fossero opprimenti non decide nulla sul comunismo...

Guarda che il termine non è così inadeguato come sembra. E' inutile che mi dici "Questo non era il pensiero di Berlinguer". Devi dedurre la conseguenza logica dell'egualitarismo, della eliminazione della proprietà privata e del controllo sociale esteso in ogni aspetto della vita, tutte caratteristiche del comunismo (insite nel termine stesso, oltre tutto).

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Floh
Inviato: 30/4/2010 12:33  Aggiornato: 30/4/2010 12:34
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: Le Carte degli Illuminati
@ Davide

Ma lo stato a chi appartiiene? a tutti, perciò quello che intendi te per comunismo è nettamente lontano da ciò che è la teoria applicata in maniera giusta, te intendi un'oligarchia mascherata da un collettivismo di facciata, pensaci bene.

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
reby
Inviato: 30/4/2010 12:52  Aggiornato: 30/4/2010 12:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 17/8/2006
Da:
Inviati: 135
 Re: Le Carte degli Illuminati
riguardo al comunismo posto degli spunti di riflessione:

http://www.giovanidubbiosi.it/alessandrodovidio35.htm

e questo:

IL COMUNISMO E L’ORDINE DEGLI ILLUMINATI DI BAVIERA
del sac. dott. Luigi Villa
con la collaborazione del dott. Franco Adessa
Carlo Marx: il cui vero nome era Kiessel Mordechai, fu iniziato alla “Loggia Apollo” di Colonia i. Il suo “Manifesto Comunista” non è altro che la codificazione del programma e dei principi rivoluzionari che aveva stabiliti, settant’anni prima, il fondatore degli Illuminati di Baviera, Adam Weisshaupt.
Carlo Marx, nel periodo della stesura del Manifesto Comunista, apparteneva alla Lega degli Uomini Giusti, un gruppo misterioso che non era altro che un succedaneo dell’Ordine degli Illuminati di Baviera, costretti a ritirarsi nella clandestinità dopo esser stati smascherati dalla polizia bavarese, nel 1786 ii.
Nell’Enciclopedia ebraica si legge che Mazzini e Marx furono incaricati di preparare l’indirizzo e la costituzione della “Prima Internazionale” (Comunista) iii.
Nel 1847, gli “Illuminati inglesi” affidarono a Marx ed Engels il compito di rielaborare i princìpi della sètta in forma nuova e “scientifica”, mentre i finanziamenti necessari per la pubblicazione del “Manifesto Comunista” provennero da Clinton Roosevelt e Horace Greely, entrambi membri della “Loggia Columbia”, fondata, a New York, dagli Illuminati di Baviera iv.
Giuseppe Mazzini: fu iniziato alla “Carboneria” tra il 1827 e il 1829. Nel 1864, il Grande Oriente di Palermo gli accordò il 33° grado. Il 3 giugno 1868 fu proclamato “Venerabile” perpetuo, ad honorem, nella Loggia “Lincoln” di Lodi, e lo si propose per la carica di Gran Maestro. Il 24 luglio 1868 fu nominato membro onorario della Loggia “La Stella d’Italia” di Genova, e il 1°ottobre 1870, della Loggia “La Ragione”, dello stesso Oriente v.
Ora, siccome i “Carbonari” appartenevano agli “Illuminati di Baviera”, lo stesso vale per Mazzini vi, il quale apparteneva ai vertici della Massoneria, così da divenire il Capo d’Azione politica, succeduto al Nubius, già Capo dell’”Alta Vendita”: una Istituzione facente parte dell’Ordine degli Illuminati di Baviera, e che aveva il compito di formulare la strategia da adottare per l’annientamento della Chiesa cattolica.
A prova di questa enorme potenza di Mazzini, si leggano queste sue righe che troviamo in una sua lettera ad Albert Pike, Sovrano Pontefice della Massoneria Universale: «La prima Guerra Mondiale - scrive Mazzini - (dovrà servire) per consentire agli Illuminati di abbattere il potere degli zar in Russia e trasformare questo paese nella fortezza del comunismo ateo (che dovrà essere utilizzato) per distruggere altri Governi e indebolire le religioni» vii.
A questo punto, non può sfuggire l’aggancio del comunismo - e, quindi, anche di quello italiano! - alla Massoneria, che l’ha voluto, l’ha ideato e, con l’Ordine degli Illuminati di Baviera, durante gli anni della Rivoluzione francese, ha tentato di portare a termine le sue finalità sataniche viii.
Giova ricordare qui che non solo Massimiliano Robespierre ix ma quasi tutti i capi della Rivoluzione francese erano massoni, appartenenti alla sètta satanica degli Illuminati di Baviera. Erano, infatti, membri della sètta anche il duca di Orleans, il Necker, La Fayette, Barnave, il duca di Rochefoucault, Mirabeau, Payne, Fauchet x, Clootz e Talleyrand xi; praticamente lo “Stato Maggiore” della Rivoluzione!
Nota i
La notizia è stata riportata sulla rivista massonica italiana Hiram,1° 5,1990, p. 114.
Nota ii
Gary Allen, None Dare Call it Conspiracy, Concord Press, Seal Beach, California 1971, pp. 25-26.
Nota iii
Riportato da Richard Wurmbrand nella sua opera: L’altra faccia di Carlo Marx, Editrice Uomini Nuovi, Varese 1986, p. 101.
Nota iv
Epiphanius, op. cit. p. 124.
Nota v
Cfr. Dictionnaire Universel de la Franc-Maçonnerie, Tomo II, 1974.
Nota vi
Cfr. The Manifesto, in “American opinion”, febbr. 1972, pp. 53-55.
Nota vii
Cfr. William Guy Carr, Pawns in the game, 1967; riportato alla fine del Tomo II dell’opera: La cara occulta de la historia moderna di Jean Lombard, Editorial Fuerza Nueva, Madrid 1976, 1977, 1979, 1980.
Nota viii
E’ doveroso notare che le “tre tappe” nella via del male della strategia massonica vennero messe in atto, anche, nel periodo storico della Rivoluzione francese. Vi fu, infatti, la fase filosofico-illuminista-enciciopedista, che servì a preparare “l’Umanità senza Dio”; poi, succedette la Rivoluzione vera e propria, che scatenò “l’Umanità contro Dio”; infine, il tentativo di sostituire la Religione cattolica con la religione dell’umanità, che doveva pervenire alla “Umanità che si fa Dio”. Fu proprio l’insuccesso di questa ultima fase che rese indispensabile la riformulazione della stessa strategia, da attuare però, in tempi più lunghi. Ecco la necessità, da parte degli Illuminati di Baviera e dei loro padrini, di creare il Comunismo!
Nota ix
Paolo Calliari, Pio Bruno Lantieri e la controrivoluzione, Lanteriana 1976, p. 136.
Nota x
Epiphanius, op. cit., p. 102.
Nota xi
Paolo Calliari, Pio Bruno Lantieri e la controrivoluzione, Lanteriana 1976, p. 136.
fonte
http://apologetica.altervista.org/ip…e_marxismo.htm

Davide71
Inviato: 30/4/2010 13:24  Aggiornato: 30/4/2010 13:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Le Carte degli Illuminati
Ciao Reby:

molto interessante, ma sarebbe meglio evitare di fossilizzarsi sui fatti storici e concentrarsi sui concetti. Io posso anche trovare interessante questo post, ma mi devo fidare un po' troppo degli autori, oppure conoscere le sette segrete a mentadito. Piuttosto se mi concentro sulle conseguenze dell'applicazione dei cardini del comunismo alla società giungo a conclusioni che, basandosi su fatti sotto gli occhi di tutti, non possono essere smentite.
Poi intendiamoci: non è così facile giudicare i fatti storici, anche quelli più eclatanti e quelli che viviamo in prima persona, ma sarebbe meglio, a mio avviso, partire da quelli (e da una solida impostazione teorica, possibilmente...)

Ciao Floh:

hai detto bene. Esiste un'aspplicazione giusta del comunismo (il bene del popolo) e una finalizzata alla concentrazione del potere in poche mani. Ma nel secondo caso possiamo parlare di "comunismo corrotto", non di un'altra cosa.
Non possiamo parlare di "capitalismo", perché esso è comunque legato al liberalismo, e tale corrente di pensiero ora non esiste più, ma sul punto ci sarebbero troppe cose da spiegare.

In generale il legame tra liberalismo e Massoneria è troppo noto per essere messo in discussione; inoltre i Massoni ne vanno molto fieri e non lo nascondono affatto. Perciò non mi stupirebbe l'esistenza di sette segrete dietro il socialismo (la corrente di pensiero da cui originerà il comunismo).

Sempre per Audisio:

chiediti quale è, in Occidente, allo stato attuale, l'unica ideologia esistente in politica. Sto parlando di fondamenti concettuali condivisi da una vasta popolazione, non roba elitaria.
Io critico il comunismo perché è l'ideologia dominante, e ha dei difetti. Che poi non venga applicato perché i politici rubano è un'altra cosa.
La differenza tra me e te è in sostanza che io ritengo che la crisi sia dovuta al fatto che l'ideologia comunista sia stata applicata troppo, tu troppo poco.
In ogni caso vorrei che almeno mi dessi ragione su un punto: il comunismo ha un concetto di Stato che, se cadesse in mano ad una piccola elite di criminali, permetterebbe ad essi un controllo della popolazione impensabile in una qualunque altra epoca storica.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
alsecret7
Inviato: 30/4/2010 14:45  Aggiornato: 30/4/2010 14:45
Mi sento vacillare
Iscritto: 11/6/2007
Da:
Inviati: 561
 Re: Le Carte degli Illuminati
la massoneria e lo stato, la politica e fatta da massoni, l'inno italiano e fatto da un massone, la bandiera italiana e massonica, molti dei paesi piu importanti sono gestiti da massoni in primis gli statuniti, di cui sono evidenti i simboli massonici in bella vista. la massoneria e ancora segreta in alcuni aspetti, ma da unaltra parte non lo e piu anzi viene anche molto sbandierata e guasi pubblicizata direi, lo si vede dalle persone che non si nascondono piu ma si vantano di eserlo sia in televisione che sui giornali. si fanno molti piu documentari sul argomento che nel passato si scrivono piu libri si mettono in bella vista sempre piu messaggi e segreti in bella vista.messaggi subbliminali e non. sulla massoneria questo succede perche la gente si abitui a questo tipo di atteggiamento e di apertura verso la massoneria e farla risultare buona e non cattiva. e in piu perche molte persone sono sempre piu informate sul argomento e poco si possono nascondere anche se le peggiori ancora lo fanno a me preoccupa piu il conpiacimento che un cittadino possa fare verso queste sette e persone berlusconi docet, per poi giustificarle e perdonarle questo e grave secondo me. e questo sta gia avvenendo purtroppo l'italia su tutti.

Ghilgamesh
Inviato: 30/4/2010 14:56  Aggiornato: 30/4/2010 14:56
Sono certo di non sapere
Iscritto: 27/10/2005
Da:
Inviati: 3001
 Re: Le Carte degli Illuminati
Citazione:
Autore: Davide71 Inviato: 30/4/2010 12:22:48

Ciao Audisio:

non confondere schiavitù ed oppressione. Schiavitù è quando il tuo stesso corpo non ti appartiene. Nell'ideologia comunista appartiene allo Stato.
Che può ordinarti, per esempio, di bere solo 1/4 di bicchiere di vino al giorno (se guidi), non fumare marijuana, sopportare l'accanimento terapeutico etc. etc. etc.



Scusa ma ...

Da noi le leggi restrittive riguardo la libertà indibviduale, son state TUTTE fatte da destri, finti liberali e (in realtà) fascisti mafiosi.

I comunisti so l'unici che n c'entrano gnente!

Quelli che hanno stabilito che con uno spinello finisci in galera, si chiamano Fini e Giovanardi ... comunisti entrambi?

Il decreto "englaro" chi l'ha fatto?

E a Welby chi ha negato una morte dignitosa?


Che poi non siano stati realmente questi a far quelle scelte è un altro discorso, questi son tutti pupazzi comandati da gente più importante, da mafiosi e molto probabilmente Massoni.

audisio
Inviato: 30/4/2010 16:21  Aggiornato: 30/4/2010 16:23
Sono certo di non sapere
Iscritto: 29/4/2008
Da:
Inviati: 3471
 Re: Le Carte degli Illuminati
Il liberalismo di cui parla Davide (sono onesto, parliamo del liberalismo
teorico non di quello applicato, così come vorrei si parlasse del
comunismo teorico e non di quello reale) si traduce nella dittatura della
maggioranza sulla minoranza, per cui torniamo a bomba...
Ogni governo è una dittatura, gli anarchici lo avevano capito da quel dì.
Dunque, se vogliamo la libertà assoluta l'unica soluzione è l'anarchia.
Altrimenti scegliamo una dittatura e allora in questo caso diventano
rilevanti i fini e gli obiettivi di tale dittatura...

Davide71
Inviato: 30/4/2010 16:23  Aggiornato: 30/4/2010 16:23
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Le Carte degli Illuminati
Ciao Ghilgamesh:

non ti deve interessare CHI fa le leggi, ma le leggi che fa. Uno che fa leggi come quello può dirmi quello che vuole ma non è un liberale!

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
Floh
Inviato: 30/4/2010 17:10  Aggiornato: 30/4/2010 17:10
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: Le Carte degli Illuminati
audisio dice:

Ogni governo è una dittatura, gli anarchici lo avevano capito da quel dì. Dunque, se vogliamo la libertà assoluta l'unica soluzione è l'anarchia. Altrimenti scegliamo una dittatura e allora in questo caso diventano rilevanti i fini e gli obiettivi di tale dittatura...

Hai ragione se prendo un pugno in faccia poco importa se sia stato un gancio o un diretto, alla fine sento dolore...
Comunque secondo me lo stato con autorità legislativa (con dei deputatii per intenderci) è la cosa sbagliata, però anche la sua totale assenza (anarchia) in qualità di garante della sicurezza e dell'applicazione delle leggi è una cosa che non funziona.
L'ideale è creare piccole comunità in uno stato federalista più grande, all0interno del quale le decisione vengono prese per democrazia diretta.
Che ne dite?

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
Floh
Inviato: 30/4/2010 17:19  Aggiornato: 30/4/2010 17:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: Le Carte degli Illuminati
Davide 71 dice:

In ogni caso vorrei che almeno mi dessi ragione su un punto: il comunismo ha un concetto di Stato che, se cadesse in mano ad una piccola elite di criminali, permetterebbe ad essi un controllo della popolazione impensabile in una qualunque altra epoca storica.

Secondo me no, cito proprio te stesso: "non ti deve interessare CHI fa le leggi, ma le leggi che fa."

Non importa se si chiama Comunismo o Fascismo, se è un gruppo ristretto di persone che comanda e fa i suoi interessi a scapito di quelli del resto della gente il risultato quello è.

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
medicineno
Inviato: 30/4/2010 17:19  Aggiornato: 30/4/2010 17:19
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/5/2006
Da: Milano
Inviati: 38
 Re: Le Carte degli Illuminati
Meglio il libertarianismo, non il liberismo. Meno ingerenza dello stato negli affari dei cittadini, solo come garante che il libero mercato avvenga senza che criminali lo impediscano e non danneggino la proprietà privata.

Non visitare i miei siti per piacere, vah!
www.medicinenon.it
www.arnoldehret.it
www.loyaldoctor.org
[url=http://www.transurfing.it/]ww...
Floh
Inviato: 30/4/2010 17:23  Aggiornato: 30/4/2010 17:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: Le Carte degli Illuminati
medicineno ha ragione a chiarire i termini del discorso:
- liberale si riferisce alle liberta personali (tipo l'eutanasia)
- liberista si riferisce all'economia

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
medicineno
Inviato: 30/4/2010 17:29  Aggiornato: 30/4/2010 17:29
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/5/2006
Da: Milano
Inviati: 38
 Re: Le Carte degli Illuminati
Citazione:
Davide 71: In ogni caso vorrei che almeno mi dessi ragione su un punto: il comunismo ha un concetto di Stato che, se cadesse in mano ad una piccola elite di criminali, permetterebbe ad essi un controllo della popolazione impensabile in una qualunque altra epoca storica.
Che ne dici della Cina? Non è quello che succede?

Non visitare i miei siti per piacere, vah!
www.medicinenon.it
www.arnoldehret.it
www.loyaldoctor.org
[url=http://www.transurfing.it/]ww...
Floh
Inviato: 30/4/2010 17:49  Aggiornato: 30/4/2010 17:49
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: Le Carte degli Illuminati
Che ne dici di tutto o il mondo?
non c'è bisogno che ci sia il comunismo (a parte che la Cina non è comunista) o il fascismo ma anche la nostra democrazia rappresentativa è un'oligarchia in realtà.

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
medicineno
Inviato: 30/4/2010 18:16  Aggiornato: 30/4/2010 18:16
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/5/2006
Da: Milano
Inviati: 38
 Re: Le Carte degli Illuminati
Citazione:
Floh: (a parte che la Cina non è comunista)
E che cos'è, maoista? non è la stessa cosa flavored alla Mao?
La democrazia è un'illusione, la parola significa "governo del popolo", il popolo non può governare se stesso, ci vuole sempre qualcuno che dica dove andare.

Secondo me ci vorrebbero delle "Isole politiche" e che ognuno possa scegliere dove vivere. Ti piace l'isola dei fascisti? bene, vai lì. L'isola dei comunisti? Bene vai lì. Ti piace l'isola dei "non ho voglia di fare un cazzo" bene vai lì e cogli i frutti del tipo di governo che scegli. A quel punto non ci sarebbe più motivo di lamentarsi.

Solo che è un'utopia irrealizzabile perché, per esempio, i comunisti non avrebbero sulla loro isola i capitalisti da tassare da cui deriverebbe il loro reddito!

Non visitare i miei siti per piacere, vah!
www.medicinenon.it
www.arnoldehret.it
www.loyaldoctor.org
[url=http://www.transurfing.it/]ww...
and_zen
Inviato: 30/4/2010 19:04  Aggiornato: 30/4/2010 19:04
Ho qualche dubbio
Iscritto: 7/7/2006
Da: Venezia
Inviati: 45
 Re: Le Carte degli Illuminati

IL MATTINO HA L'ORO IN BOCCA.
Floh
Inviato: 30/4/2010 19:04  Aggiornato: 30/4/2010 19:04
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: Le Carte degli Illuminati
La democrazia è un'illusione, la parola significa "governo del popolo", il popolo non può governare se stesso, ci vuole sempre qualcuno che dica dove andare.

La democrazia è una parola troppo generale, è sempre necessario accompagnarla a un termine distintivo come "rappresentativa" o "diretta".
Nel primo caso (quello di cui parli te) non si tratta d un'illusione (dato che è tangibile) ma di una presa per il culo bella e buona.

E che cos'è, maoista? non è la stessa cosa flavored alla Mao?

Non è il comunismo alla Marx ma un ibrido capitalista - socialita comandato da un oligarchia, dunque non è comunista, non so come definirlo, mantiene solo il nome di facciata "comunista".

i comunisti non avrebbero sulla loro isola i capitalisti da tassare da cui deriverebbe il loro reddito!

Ti conviene informarti un attimo su cos'è il comunismo teorico.
Senza proprietà privata nessuno sarrebbe tassato e non esisterebbero capitalisti (inteso da te come grandi industriali immagino) poichè la proprietà di tutto sarebbe collettiva.
Sarebbe piuttosto lo stato coi proventi del lavoro collettivo a elargire soldi alla popolazione in egual misura a tutti.
La tua frase si poggia su una conoscienza sbagliata (dei principi base) della teoria.

Secondo me ci vorrebbero delle "Isole politiche" e che ognuno possa scegliere dove vivere. Ti piace l'isola dei fascisti? bene, vai lì. L'isola dei comunisti? Bene vai lì. Ti piace l'isola dei "non ho voglia di fare un cazzo" bene vai lì e cogli i frutti del tipo di governo che scegli. A quel punto non ci sarebbe più motivo di lamentarsi.

A questo è difficile rispondere.
ci provo velocemente, occorrerebbe un'autorità centrale che predisponga la creazione di questi territori autonomi legislativamente ed economicamente (finanziata dai territori stessi) e ne assicuri l'esistenza.
Credo proprio che questa sia davvero un'utopia perchè occorrerebbe una coesione genereale davvero irrealizzabile, ad esempio i terrirori con un governo fortemente nazionalista, imperialista non tollerebbero diversità nei territori circostanti e muoverebbbero guerra.

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
Floh
Inviato: 30/4/2010 19:38  Aggiornato: 30/4/2010 19:38
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 13/12/2009
Da: Milano
Inviati: 1056
 Re: Le Carte degli Illuminati

Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, di quante ne sogni la tua filosofia (William Shakespeare, da Amleto)
medicineno
Inviato: 30/4/2010 20:35  Aggiornato: 30/4/2010 20:35
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/5/2006
Da: Milano
Inviati: 38
 Re: Le Carte degli Illuminati
Citazione:
FlohTi conviene informarti un attimo su cos'è il comunismo teorico. Senza proprietà privata nessuno sarrebbe tassato e non esisterebbero capitalisti (inteso da te come grandi industriali immagino) poichè la proprietà di tutto sarebbe collettiva. Sarebbe piuttosto lo stato coi proventi del lavoro collettivo a elargire soldi alla popolazione in egual misura a tutti.
Ammazza oh! E' peggio di quanto pensassi. Mi sentirei morire se non potessi decidere io quanto guadagnare. Oppure se volessi starmene qualche giorno con le palle al sole immagino che arriverebbe qualcuno ad obbligarmi a lavorare. Però penso che userei degli stratagemmi, tipo fare sedici figli per avere una casa più grande...
Immagino che non si potrebbe dissentire sulla linea politica.

Non visitare i miei siti per piacere, vah!
www.medicinenon.it
www.arnoldehret.it
www.loyaldoctor.org
[url=http://www.transurfing.it/]ww...
Redazione
Inviato: 30/4/2010 22:20  Aggiornato: 30/4/2010 22:22
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Le Carte degli Illuminati
DAVIDE: Anche se fosse vero – e non credo che lo sia – che “nell’ideologia comunista il tuo corpo appartiene allo Stato”, questa comune caratteristica di “schiavitù” non è sufficiente a dire che il NWO sia come il comunismo.

Un interista e un milanista possono desiderare ambedue di fare le vacanze a Riccione, possono tutti e due avere le gambe pelose, e possono tutti e due aver sposato una donna della Val D’Aosta. Ma nessuna di queste caratteristiche in comune significa che l'interista sia “milanista", nè che il milanista sia "interista".

Al massimo potrai dire che NWO e comunismo condividono il desiderio di rendere schiava la popolazione.

Ma non sono la stessa cosa.

Redazione
Inviato: 30/4/2010 22:43  Aggiornato: 30/4/2010 22:45
Webmaster
Iscritto: 8/3/2004
Da:
Inviati: 19594
 Re: Le Carte degli Illuminati
AND_ZEN: Citazione:
Minchia. Altro che Illuminati Card Game!

Davide71
Inviato: 1/5/2010 11:47  Aggiornato: 1/5/2010 13:19
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Le Carte degli Illuminati
Ciao Massimo:

il tuo parallelo con il gioco del calcio mi torna comodo. NWO e comunismo non sono la stessa cosa, ma giocano con le stesse regole. E le regole le ha stabilite l'ideologia comunista. Oddio! Magari il NWO gioca con le regole della Juve di Moggi...

Un altro esempio di quello che sto cercando di dire: la differenza tra fascismo e comunismo è che il fascismo utilizza la stessa concezione dello Stato comunista per varare una politica colonialista e di sfruttamento dei beni pubblici a fini privati (anche Berlusconi lo fa...)

La parola "comunismo" è la migliore descrizione dell'idea che ci tiene prigionieri. Ricorda che stiamo parlando di un'idea, e non pensare che i fautori del NWO ne siano poi tanto lontani. Al massimo riterranno il comunismo un'idea "buona per il popolo" di cui loro sarebbero, nella loro superiorità, esentati. Ma solo per soddisfare le loro voglie, non perché essi abbiano un'ideologia superiore (che se così fosse ogni tanto, anche solo per sbaglio, trasparirebbe. Ma io non vedo trasparire nulla...)

EDIT: pensa al comunismo come ad una specie animale. Esistono molte specie di felini, con caratteristiche e caratteri assai diversi, ma sono tutti "felini". Potrai anche dire che io chiami tutti i felini "gatti", ma lo faccio solo perché non ho un termine più adeguato, e comunque ho preso il felino che mi piace di più. Tutto questo per dire che, forse, il felino non è necessariamente l'animale migliore del mondo, e che anche lui ha i suoi difetti.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
medicineno
Inviato: 1/5/2010 12:11  Aggiornato: 1/5/2010 12:11
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/5/2006
Da: Milano
Inviati: 38
 Re: Le Carte degli Illuminati
La cosa che molti non sembrano notare è che ciò che accomuna qualsiasi ideologia politica a cui siamo oggi soggetti è il mainstream.

Per fare un esempio chi promuove l'assistenza medica privata ti dice che le medicine per la chemio te le devi comprare.

Chi invece è favorevole all'assistenza pubblica dice che lo stato ti deve fornire gratis le medicine per la chemio.

La differenza è che uno ti offre la morte prematura a pagamento, l'altro gratis.

Alla fine il denominatore comune è la morte prematura, perché è ciò che un popolo inconsapevole sta chiedendo in un modo o in un altro. Quindi sotto quale regime viva non cambia nulla se si mantiene nell'inconsapevolezza.

Diciamo che con il NWO tutti quanti gli appartenenti alle classi al di sotto di quelle oligarchiche avranno tutto dallo stato, in cambio della totale dedizione ai principi del mainstream. E ognuno con la sua casetta. E soprattutto non ci saranno più lamentele perché il NWO ti darà tutto quello che l'istruzione del mainstream ti avrà fatto credere che è quello che vuoi tu. E se fai il cattivello bloccherà la tua unica carta di credito unificata, e saranno cavoli amari perché il contante non esisterà più.


Non visitare i miei siti per piacere, vah!
www.medicinenon.it
www.arnoldehret.it
www.loyaldoctor.org
[url=http://www.transurfing.it/]ww...
Davide71
Inviato: 1/5/2010 13:25  Aggiornato: 1/5/2010 13:26
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Le Carte degli Illuminati
Ciao Medicineno:

quello che dici tu si chiama "materialismo". Si tratta della convinzione, in questo caso, che si possano curare le malattie solo con dei composti chimici. L'esistenza di metodi alternativi non viene neanche presa in considerazione, anche di fronte all'evidenza (al punto di distruggere le prove e perseguitare chi le propone) perché questo implicherebbe falsificare il materialismo, e tutte le strutture di potere che su di esso si basano, come per esempio l'industria farmaceutica.
Si tratta della stesso fenomeno che portò la Chiesa a perseguitare Galileo. Non aveva tanto importanza che egli avesse torto o ragione, ma quello che diceva contrastava con una certa impostazione mentale che al Vaticano piaceva mantenere, e da cui dipendeva in parte il suo potere.

Peraltro uno dei cardini del comunismo è appunto il materialismo, ed è anche uno dei suoi punti più deboli.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
medicineno
Inviato: 1/5/2010 14:06  Aggiornato: 1/5/2010 14:06
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/5/2006
Da: Milano
Inviati: 38
 Re: Le Carte degli Illuminati
Si è esatto si può chiamarlo anche materialismo, l'accento comunque è sul fatto che tutti i sistemi politici ne sono affetti e quindi se la maggior parte dei cittadini è concorde con questo materialismo né sarà comunque prigioniera.

Materialismo è una definizione comunque limitante, ciò di cui parlo è meglio definito dalla parola ignoranza, nel senso esteso del termine, come inteso dalla parola vedica "Maya".

Conosco diversi spiritualisti avversi al materialismo o sedicenti tali che comunque credono che i farmaci curino, in particolare mi riferisco a un buddista che anni fa mi disse che stava facendo "giusto un po' di chemio" per non so quale marasma che gli avevano diagnosticato. Non so comunque che fine abbia fatto.

Quindi tutto dipende da quanto gli esseri umani si faranno o non si faranno ipnotizzare dalla cultura del mainstream che può fare la differenza. Se la maggior parte vorrà i farmaci, lo smarthphone, armani, gucci e versace, le tette di silicone e tutto il resto, qualsiasi tipo di governo darà tutto questo e altro, con la mutua o senza.

Ma la consapevolezza e quindi la libertà non entra nel merito della questione.

Non visitare i miei siti per piacere, vah!
www.medicinenon.it
www.arnoldehret.it
www.loyaldoctor.org
[url=http://www.transurfing.it/]ww...
Makk
Inviato: 1/5/2010 14:31  Aggiornato: 1/5/2010 14:51
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: Le Carte degli Illuminati
uhm... ma qualcuno lo dirà o no, che il comunismo prevede (sempre in teoria, eh?) la dissoluzione dello stato?
E che la "proprietà privata" che deve sparire è quella dei mezzi di produzione, mentre non c'è nessuna proibizione a possedere la propria casa, i vestiti, l'automobile, ecc e anche a lasciarli in eredità?

Quindi che siano tutti (gli umani) proprietà dello stato è una baggianata.

E quanto alla proprietà collettiva (NON statale) dei mezzi di produzione, la teoria marxista dice che il modo di produzione collettivista ottimizza la produzione di beni, in modo che nessun bene venga sovraprodotto (col solo scopo di buttare in discarica altri beni perfettamente utilizabili) e che tutti ne possano usufruire a prezzo di costo (senza sovrapprezzi che finiscono in tasca a pochissimi oligarchi, com'è oggi).

Si può essere in profondo disaccordo e trovare raccapricciante questo progetto. Benissimo.
Ma dire delle stupidaggini come quelle qua sopra è fuorviante.

Poi decidere: se si parla del comunismo realizzato, bon: peste e corna.
Ma allora la si pianti col "capitalismo futuro" che risolverà tutti i problemi dell'umanità: il capitalismo realizzato è sotto gli occhi tutti e fa altrettanto schifo.
Anzi: se quello comunista è un progetto "dimostratamente" nocivo e assoggettante dell'uomo, il capitalismo lo è ancor di più, visto che ottiene identico risultato ma in modo più efficente e "vincente" del comunismo, e per giunta subdolo visto che la gente vive in un sogno drogato per cui è convinta di essere libera e felice...

medicineno
Inviato: 1/5/2010 14:51  Aggiornato: 1/5/2010 14:52
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/5/2006
Da: Milano
Inviati: 38
 Re: Le Carte degli Illuminati
@makk
Citazione:
Anzi: se quello comunista è un progetto "dimostratamente" nocivo e assoggettante dell'uomo, il capitalismo lo è ancor di più, visto che ottiene identico risultato ma in modo più efficente e "vincente" del comunismo, e per giunta subdolo visto che la gente vive in un sogno drogato per cui è convinta di essere libera e felice...


Più o meno dici le stesse cose che affermo, solo che io dico che sono più o meno uguale, tu rafforzi che uno è peggio dell'altro.

Citazione:
E quanto alla proprietà collettiva (NON statale) dei mezzi di produzione, la teoria marxista dice che il modo di produzione collettivista ottimizza la produzione di beni, in modo che nessun bene venga sovraprodotto (col solo scopo di buttare in discarica altri beni perfettamente utilizabili) e che tutti ne possano usufruire a prezzo di costo (senza sovrapprezzi che finiscono in tasca a pochissimi oligarchi, com'è oggi).
Il problema è che con la mancanza di incentivi sai che voglia di lavorare per un politburo che ti dice cosa produrre...
La creatività non premiata non esce molto volentieri.

Sai che il tipo che ha dato al governo italiano la dritta dell'ora legale, facendo risparmiare miliardi, ha ricevuto un premio da un milione di lire? Io li avrei lasciati tutti al buio!

Un sistema che non premia l'iniziativa personale non potrà mai funzionare senza recintare la nazione.

Non visitare i miei siti per piacere, vah!
www.medicinenon.it
www.arnoldehret.it
www.loyaldoctor.org
[url=http://www.transurfing.it/]ww...
Davide71
Inviato: 1/5/2010 18:24  Aggiornato: 1/5/2010 18:24
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Le Carte degli Illuminati
Ciao Makk:

non riesco a spiegarmi. In ogni caso criticare (serenamente) il comunismo non significa perorare il capitalismo (di cui il comunismo è una cura, almeno apparentemente). I corpi umani sono proprietà dello Stato in quanto esso ti può imporre i vaccini e altre amenità, proibire la Marijuana etc.
Il comunismo non è solo Marx, è anche Lenin, Stalin, etc. ma soprattutto è un ideologia logicamente coerente di assoggettamento dell'individuo all'ìnteresse della collettività. Ed è cmq l'ideologia dominante dell'Occidente. Questo conta.

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.
AFrayn
Inviato: 1/5/2010 20:56  Aggiornato: 1/5/2010 20:56
Mi sento vacillare
Iscritto: 14/3/2009
Da: Colônia Cecília, Paraná, Brasil
Inviati: 399
 Re: Le Carte degli Illuminati
In ogni caso criticare (serenamente) il comunismo non significa perorare il capitalismo (di cui il comunismo è una cura, almeno apparentemente). I corpi umani sono proprietà dello Stato in quanto esso ti può imporre i vaccini e altre amenità, proibire la Marijuana etc. Il comunismo non è solo Marx, è anche Lenin, Stalin, etc. ma soprattutto è un ideologia logicamente coerente di assoggettamento dell'individuo all'ìnteresse della collettività. Ed è cmq l'ideologia dominante dell'Occidente. Questo conta.

L'ideale dii condivisione/collettivizzazione dei mezzi di produzione, etc non è nato col marxismo, che se n'é in effetti appropriato. Molto tempo prima gli anarchici - o anarcocomunisti, intesi in senso lato come concetto, non come seguaci di Kropotkin - già sostenevano idee analoghe, e sicuramente non hanno mai considerato l'assoggettamento di chicchessia, sarebbe infatti una contraddizione in termini con quella radice "anarco-". Tutto dev'essere deciso collettivamente, su piccola scala, senza obblighi. Guarda un po' che coincidenza: gli anarchici sono stati violentamente osteggiati sia dalle destre, capitaliste o meno, sia dai comunisti che li accusavano di idealismo. La rivoluzione spagnola è un esempio calzante: anarchici che dovevano guardarsi sia da Franco, sia dai "compagni" bolscevichi, sappiamo tutti com'e finita.
Ora, se mi dici che neppure questo ti va bene, devo pensare che sei un anarcocapitalista alla Ayn Rand et similia?

Molṑn labé - Quocunque Jeceris Stabit
InVision
Inviato: 2/5/2010 21:26  Aggiornato: 2/5/2010 22:13
Ho qualche dubbio
Iscritto: 2/7/2007
Da:
Inviati: 36
 Re: Le Carte degli Illuminati
Ormai sono anni che le conosco, e a parte le pandemie (sars, antrace, suina e aviaria), che effettivamente ci stanno colpendo a intervalli di qualche anno, ci sono molti progetti sinistri che già sono accaduti.
Un altra carta manca nella lista di lc

Deflagrazioni + big ben = Attacchi terroristici a Londra nel luglio '05.

la gente dopo gli attentati, presa dal panico sarà fuggita come ritratto nel card game
Io sono scettico e non credo nei paragnosti, quindi la verità è che indovinare così tanti fatti, con una tale precisione anni prima, sarebbe più difficile che fare i numeri al superenalotto, dato considerando tutti gli edifici del mondo, gli eventi possibili, non è possibile indovinare il pentagono e le torri con poche carte a disposizione, perchè non la Casa Bianca allora, oppure la metropolitana? Quelli sono piani che potrebbero anche aver cambiato indirizzo strategico negli anni. Ma sono conscio della realtà, ma quale paranoia, non c'è cosa peggiore che avere gli occhi bendati e fare inutili sproloqui sulla filosofia e la religione, tutte teorie che sconfinano nel paranormale, anche quelli junghiani, sono archetipi delle pseudoscienze, la filosofia è tutta opinabile come tentava di dimostrare Nietzsche, altrettanto per i falsi profeti della psicanalisi, assai criticabili. Insomma, non esistono dimostrazioni scientifiche, ma solo ipotesi, riguardo alle forme archetipiche, che secondo me, possono ricorrere ma non è dovuto a nessuna forma collettiva arcaica. Tutte balle, sfido se riescono a suffragare queste pseudoscienze.

gronda85
Inviato: 2/5/2010 21:39  Aggiornato: 2/5/2010 21:39
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 2/12/2008
Da:
Inviati: 1957
 Re: Le Carte degli Illuminati
e se fosse al contrario?
se gli obiettivi fossero stati scelti ricercandoli tra quelli cui la gente era inconsciamente preparata?
le torri gemelle sono facilmente ipotizzabili come obiettivo di un attacco terroristico, all' interno di un' opera di fantapolitica

non puoi vincere
non puoi pareggiare
non puoi nemmeno ritirarti
nosh1t
Inviato: 3/5/2010 9:19  Aggiornato: 3/5/2010 9:20
Ho qualche dubbio
Iscritto: 30/9/2008
Da:
Inviati: 143
 Re: Le Carte degli Illuminati
parlando dei soli attentati del 2001, visto che le altre che si vedono non sono una novita' per nessuno nel '94, tra le varie ipotesi di Mazzucco ne aggiungo una molto piu' semplice e cioe' che qualcuno che ha giocato al gioco possa essere stato ispirato da quelle carte con le torri che esplodono e il pentagono in fiamme - e vuoi che tra i membri del supposto ordine mondiale non ci sia qualcuno intrippato a giocare a "Illuminati Card Game"?

alarma
Inviato: 3/5/2010 20:21  Aggiornato: 3/5/2010 20:21
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/2/2010
Da:
Inviati: 50
 Re: Le Carte degli Illuminati
Carissimo Audisio...
rispondo con molto chiarezza al tuo intervento correttissimo.
Vlad Tepes si DEFINIVA cristiano...
anche Hitler iniziò la sua brillante carriera definendosi CRISTIANO e difensore del cristianesimo.
Poteva essere CRISTIANO Hitler ? o Vlad Tepes ?
Il comandamento di Gesù CRisto é " AMATEVI GLI UNI GLI ALTRI "
dunque ? mi sembra tutto piuttosto semplice.
In realtà credo che la pensiamo nello stesso modo caro Audisio,con tutte le
normali sfumature...ma voglio essere PRECISO...
Cosa intendiamo per cristiano ?
Se intendiamo "persone che credono nei valori insegnati da Gesù Cristo e nella Sua Persona" allora é molto facile dire che VLAD TEPES NON POTEVA
ESSERE CRISTIANO...
Gli assassini di Sabra e CHatila...sono ASSASSINI non certo cristiani
Poi mi parli di Wojtyla...carissimo Audisio! dai un occhiata al mio sito e vedrai cosa penso di quell'uomo tra i principali promotori del NUOVO ORDINE MONDIALE , perennemente INGINOCCHIATO di fronte a statue della "madonna", croci capovolte,gesti massonici...l'ho sempre definito
POPE STAR...
Non credo di fare confusione se dico che TUTTI QUESTI personaggi NON
possono dirsi CRISTIANI.
Non parlarmi della chiesa cattolica romana Audisio
tra la massoneria e la chiesa cattolica romana io non scelgo NESSUNA DELLE DUE e scinderle é spesso difficoltoso!
mi comprendi? Io credo in Dio e in Gesù Cristo,non ho nessun papa...
non credo nei "dogmi" mariani,non credo nei rosari,nelle chiese fatte
di mattoni...Credo nell'umiltà non nello sfarzo e nell'impero che la
chiesa romana ha costruito.
tutte queste cose sono TRADIZIONI UMANE,invenzioni che
nulla hanno a che fare con la "BUona Novella" che ha portato quell'uomo
duemila anni fa.
Un saluto a te.

alarma
Inviato: 3/5/2010 20:26  Aggiornato: 3/5/2010 20:26
Ho qualche dubbio
Iscritto: 8/2/2010
Da:
Inviati: 50
 Re: Le Carte degli Illuminati
a Massimo:

certamente Massimo,
intendevo ovviamente dire che ne hai parlato qualche volta genericamente,
in alcuni post e nelle scheda "massoneria".
IN linea di massima si può leggere il pensiero di certi grandi esponenti
come il PIke in "morals e dogma"...e osservare il loro operato che
innocente e "buono" certo non si può definire.E' certo un argomento vasto,
probabilmente "impossibile" da comprendere appieno.
Un saluto

Daniele
Inviato: 4/5/2010 9:12  Aggiornato: 4/5/2010 9:12
Ho qualche dubbio
Iscritto: 27/12/2005
Da: Trentino
Inviati: 128
 Re: Le Carte degli Illuminati

Makk
Inviato: 4/5/2010 12:30  Aggiornato: 4/5/2010 12:30
Mi sento vacillare
Iscritto: 9/12/2009
Da:
Inviati: 933
 Re: Le Carte degli Illuminati
Citazione:
medicineno:
[comunismo e capitalismo]Più o meno dici le stesse cose che affermo, solo che io dico che sono più o meno uguale, tu rafforzi che uno è peggio dell'altro.
Non è quello il punto nodale. Infatti scrivo "casomai".

E' ristabilire la differenza fra teoria e realizzazione pratica. Una pura e semplice questione di non sommare pere a cavolfiori. Dire che la teoria capitalista è la logica dello sfruttamento dell'uomo sull'uomo è inesatto. Che poi il mondo capitalista si contraddistingua proprio per quello è un esito dell'applicazione di quella teoria. Quella teoria ha un "buco" che permette questa perversione. Perversione non desiderabile e "negata" contro ogni evidenza dai capitalisti.

Si butta a mare tutto? Mercato, libera iniziativa, contrattistica, circolzione di idee e capitali, tutto a mare?
Per me no. Si ragiona su quella teoria anche se ha un "buco" con dentro milioni di morti e sofferenze per miliardi di persone. (possibilmente ragionarci piantandola di fare le tre scimmiette sulle sue deviazioni perniciose).

Idem per il comunismo: dire sciocchezze sullo stato che possiede il cittadino (quando il comunismo tende alla dissoluzione dello stato) è grottesco tanto quanto. Semplicemente non sai di che stai parlando.
Personalmente la teoria collettivistica continua a incuriosirmi: in teoria non è male l'idea di "a ciascuno secondo il suo bisogno da ciascuno secondo la sua possibilità". In pratica un fallimento monumentale. Anche quella teoria ha un "buco" con dentro milioni di morti.

Non la butto a mare come non butto a mare l'altra.

Poi ci sono gli anarchici che sanno tutto e la loro teoria è sicuramente la migliore. Curiosa conicidenza il fatto che anche le prime due dicevano di essere "la teoria migliore". Comunque di sicuro non si scarta l'anarchia. Non si è mai realizzata (se non per brevissimi periodi e in ristrettissime comunità) e dunque non ha alle spalle deviazioni o morti. Questo non è affatto un vantaggio, perché rischia l'accusa di utopia (contestata fino alla noia) e perché non c'è la sperimentazione sul campo. Senza sperimentazione sul campo anche le prime due sono fantastimeravisplendispettacolari.
Non la butto a mare come non lo faccio come le altre due.

L'accanirsi a dire (p. es.) che l'anarchia è utopistica e i suoi tentativi di realizzazione crollano dopo pochissimo tempo, che il comunismo appiattisce le coscienze, che il capitalismo sfrutta l'uomo a beneficio delle elites... sono degli errori di ragionamento: non sono gli esiti desiderabili delle rispettive teorie. Non illustrano i "buchi" teorici, al massimo li "suppongono". Non agevolano la riflettessione su quale teoria sia la più desiderabile o se ce n'è una sola desiderabile, meno che meno su eventuali errori teorici e come correggerli, lasciamo poi perdere il mutuare caratteristiche positive dall'una o dall'altra.

Ogni teoria è monolitica e autosufficente, per me questo è improbabile, ma comunque anche se si vuole criticare senza smuoversi dalla propria posizione, si può partire dal non attribuire alle altre teorie delle cose inesatte, dal non confondere il piano teorico da quello pratico, dal non cadere nell'eterno errore che se si dimostra che l'altro (nel caso: "l'altra teoria") è il male allora io (nel caso: "la mia teoria") sono automaticamente il bene.


Se si parla di teorie.



Se si parla di "pratica", c'è il capitalismo reale e il socialismo reale (e nessun anarchismo reale).
In tutta la loro negatività.
E con le cose buone. Che io vedo in entrambe i sistemi, ma ho rinunciato da tempo a parlarne coi mujaeddin dell'una o dell'altra fazione, interessati solo a demonizzare il concorrente.



Infine c'è la brutale realtà, che è brutale anche senza appartenere a questa o quella teoria, a questo o quello stadio di realizzazione pratica della teoria originale.
Irrompe nelle nostre vite e se ne fotte del giustificazionismo (sì, è capitalismo ma...) e del benaltrismo (è una merda ma il comunismo sarebbe peggio).
E' la nostra realtà: il turbocapitalismo con il suo realizzarsi come ordine mondiale. Un ordine molto più potente ed efficente sia come estensione che come prospettiva di durata che come controllo dell'individuo di quanto baffone o polpot potessero sognare.

Davide71
Inviato: 5/5/2010 17:01  Aggiornato: 5/5/2010 17:01
Dubito ormai di tutto
Iscritto: 8/7/2006
Da:
Inviati: 2108
 Re: Le Carte degli Illuminati
Ciao Makk:

il Comunismo mira alla dissoluzione dello Stato in quanto desidera creare un unico governo mondiale.
Guarda caso proprio l'intento del NWO.

Il mio discorso è partito dall'affermazione di Massimo: "Siamo prigionieri di un'idea", e io gli ho dato perfettamente ragione, e ho anche dato un nome a quell'idea, il nome di qualcosa di esistente che più le si avvicinasse. Il Comunismo. Volevi chiamarla "fascismo"? Il termine rende certe sfumature di quell'idea, ma non quanto la parola "comunismo" che, appunto, implica la soppressione degli Stati nazionali (che, con la creazione delle multinazionali, delle realtà transnazionali (es. CEE) e dell'ONU, perdono progressivamente la loro importanza). Volevi chiamarla "nazismo"? Peggio che andar di notte. Anche la parola "consumismo" potrebbe andare bene, ma ha il grave difetto di porre l'accento esclusivamente sulla modalità di organizzazione dell'economia. Tu mi dirai che i Paesi dell'ex blocco sovietico non fossero "consumisti", ma questo non significa che l'idea di "comunismo" non implichi quella di "consumismo" (basta chiederti "perché non dovrebbe?" Ciò è coerente con l'eliminazione della distinzione tra ricchi e poveri...)
Mi spiace, ma tu hai un gusto per la precisione che in questo caso ti impedisce di cogliere la realtà.
Forse il comunismo a cui pensi tu non è lo stesso di quello che penso io, ma sicuramente io e te condividiamo un gran numero di principi comuni in quest'idea.
Se esistono delle discrepanze tra teoria e pratica possono darsi due ragioni:
1) la teoria non è coerente (per cui è impossibile tradurla in pratica);
2) la teoria non piace a chi la deve applicare (perché, per esempio, gli impedisce di arricchirsi)
in ognuno dei due casi abbiamo un "limite" della teoria. Io dico solo che:
1) il Comunismo è l'ideologia assolutamente prevalente presso gli intellettuali e i politici della nostra epoca;
2) esso presenta dei gravi limiti concettuali che sarebbero da tenere a mente, prima di imporlo, che so io, agli afghani prima ancora che agli Europei stessi!

Ancora: se tu considerassi il comunismo e il capitalismo come due piante, secondo te quale delle due il mondo occidentale sta "innaffiando"?

Non date le perle ai cani e ai porci perchè non le mangeranno e vi si rivolteranno contro.

Powered by XOOPS 2.0 © 2001-2003 The XOOPS Project
Sponsor: Vorresti creare un sito web? Prova adesso con EditArea.   In cooperazione con Amazon.it   theme design: PHP-PROXIMA